Issuu on Google+

The Audi Polo Gold Cup Circuit

Official Magazine

2012


Contents WELCOME ADDRESSES 5 Fip President 7 Fise President

POLO GOLD CUP CIRCUIT Presidente_President Maurizio Zuliani Presidente dei Tornei President of the Tournaments Claudio Giorgiutti Segreteria Organizzativa Organizing Secretary Alessandra Urbancich Ufficio Stampa_Press Office by Equi Equipe Caterina Vagnozzi Sponsor e Comunicazione PR & Sponsorship Alvise Zuliani CHUKKER The magazine of Polo Gold Cup Circuit Coordinamento editoriale Editor Coordination Alessandra Urbancich, Emmea Associati Testi_Texts Caterina Vagnozzi, Equi Equipe Ufficio Stampa Cortina Turismo Ufficio Stampa Comune Forte dei Marmi Art direction Studio Montanari Design Vanessa Marcuzzi Photo Tony Ramirez, Images of Polo Caterina Vagnozzi, Francesca Vieceli, Diego Gaspari Bandion Traduzioni_Translation www.traduciamo.it tranne_except (A.U.) = Alessandra Urbancich (F.N.) = Francesca Novajra and team sponsors texts Stampa_Printed in Italy by Grafiche Manzanesi www.pologoldcupcircuit.com

8-15 AUDI POLO GOLD CUP CIRCUIT 2012 L’eccellenza del Made in Italy The excellence of Made in Italy 16-23 FLASH BACK AUDI POLO GOLD CUP 2011 Appuntamenti inediti e spettacolo in campo Fresh appointments and spectacular show on the field 24 TEAM SPONSORS 27 AUDI La casa dei quattro anelli The house of the four rings 29 HOTEL DE LA POSTE nella storia del polo e dell’accoglienza In the history of polo and reception 30 RUINART una tradizione di eccellenza A heritage of excellence 33 U.S. Polo Assn Amore per lo sport Love for the sport 34 POLO PLAY »» 55, 57, 59 41 POLO D’ATTRAZIONE Centre of attraction 46 FORTE DEI MARMI 1


4


Cari amanti del Polo, in qualità di Presidente della Federazione Internazionale di Polo e a nome di tutti i suoi membri, è un grande piacere per me augurare un’entusiasmante stagione di polo agli organizzatori e alle squadre partecipanti del “Polo Gold Cup Circuit 2012”. La Polo Gold Cup, un evento sportivo internazionale che annovera diversi tornei, festeggia quest'anno la sua 11 edizione. Il circuito è nato per la prima volta a Cortina d’Ampezzo con il Cortina Winter Polo on Snow dove questo sport per appassionati cavalieri e i loro coraggiosi cavalli si giocò per la prima volta sulla superficie ghiacciata del lago di Misurina. Nel 2006 venne aggiunto il torneo della Costa Smeralda e nel 2009 la Coppa Duca d'Aosta a Roma, il più prestigioso torneo del Roma Polo Club. Lo scorso anno ha visto l'inserimento di un altro entusiasmante torneo, il Forte dei Marmi Beach Polo, che si è subito affermato come l’evento più prestigioso di questo tipo in Italia. Desidero esprimere il mio apprezzamento più sincero al Comitato Organizzatore, al suo Presidente Claudio Giorgiutti e al Presidente del Polo Gold Cup Circuit, Maurizio Zuliani per il loro impegno nel produrre questi favolosi eventi che avvicinano ogni anno nuovi spettatori e nuovi sponsor a questa meravigliosa disciplina rendendo il polo italiano famoso a livello internazionale. Desidero inoltre porgere il mio più caloroso augurio a tutte le squadre che ci offriranno un entusiasmante torneo e auguro buon divertimento a tutti gli spettatori che parteciperanno a queste gare spettacolari in tre affascinanti ed esclusive località: dalle montagne che circondano il lago di Misurina, la Perla delle Dolomiti, alle spiagge dorate di Forte dei Marmi, la splendida meta turistica della Versilia, al Roma Polo Club, la culla del polo italiano.

Buon divertimento! Dear Polo Enthusiasts, As President of the International Polo Federation and on behalf of all its members it is with a great pleasure that I present the Organizers and participating Teams of the “Polo Gold Cup Circuit 2012” my best wishes for an exciting and successful polo season The Polo Gold Cup, a renowned international sporting event of several polo tournaments, now at its 11th anniversary, began in Cortina d’Ampezzo, with the Cortina Winter Polo on Snow where this extreme sport for passionate knights and their brave ponies, was first played on the frozen surface of the Misurina lake. In 2006, the Costa Smeralda event was added and, in 2009, the Coppa Duca d’Aosta, the most important tournament of the Roma Polo Club in Rome and last year another exciting tournament was added, the Forte dei Marmi Beach Polo, which has Indirizzi di saluto_Welcome Addresses

FIP President Eduardo Huergo

become the most prestigious event of the kind in Italy. I would like to express our sincere appreciation to the Organizing Committee, its President Claudio Giorgiutti and the President of the Polo Gold Cup Circuit, Maurizio Zuliani, for all their successful efforts to produce such fantastic polo events which attracts new spectators and sponsors to our wonderful sport and makes Italian Polo internationally famous. I also wish to all the teams the best of luck for exciting and safe tournaments and a fantastic time to the spectators who will enjoy the spectacular games in the fascinating and exclusive settingg which go from the mountains surrounding Misurina Lake, the Pearl of the Dolomites, to the golden beaches of Forte dei Marmi, the luxurious tourist destination in Versilia (Tuscany), to the Rome Polo Club, the cradle of Italian Polo. 5


È per me un vero piacere salutare, a nome personale e della Federazione che rappresento, quanti vivranno – attorno a una disciplina in costante sviluppo – le giornate dell’Audi Polo Gold Cup Circuit 2012. Se è vero che questo sport di rara eleganza sta via via conoscendo anche in Italia il consolidamento già registrato in altri Paesi, è ancora più vero che, pure all’interno di un intenso calendario di manifestazioni sportive, l’evento che si sta aprendo in questa straordinaria cornice garantisca comunque al polo – e al mondo equestre in generale – un’eccellente occasione di visibilità e di crescita. Le gare che ancora una volta avranno luogo in una location di indicibile bellezza hanno da tempo conquistato una notorietà e una credibilità tecnica di enorme rilevanza a livello internazionale: poche altre espressioni sportive riescono, al pari del polo, a proporre un abbinamento così perfetto tra contenuti agonistici e stile, tra sport e glamour, tra l’impegno degli atleti e l’interesse degli investitori. Forse anche per questo in pochissimi altri posti al mondo questa splendida disciplina potrebbe trovare una collocazione altrettanto adeguata. Il 2012 che il polo inaugura qui a Cortina segnerà d’altro canto un fondamentale passo in avanti per questa disciplina. Il polo è vistosamente cresciuto, negli ultimi mesi: nei risultati sportivi, prima che nell’immagine. L’Italia ha conquistato una storica medaglia di bronzo ai Mondiali svoltisi in Argentina, dopo un’altrettanto storica qualificazione ottenuta contro le più forti squadre europee. Nell’arco di due mesi, gli azzurri hanno battuto l’Inghilterra, il Pakistan, l’India, hanno giocato alla pari con gli stessi padroni di casa argentini. Un esito che ci inorgoglisce, che ci spinge ad accrescere i nostri sforzi per il futuro, che dimostra quanta sostanza e quanto lavoro ci sia dietro l’eleganza di questa disciplina in costante crescita. Il mio più caloroso in bocca al lupo va dunque ai protagonisti delle giornate di gara cui ci accingiamo ad assistere in questo autentico angolo di paradiso. E il ringraziamento più sentito a chi ha contribuito a organizzarle con entusiasmo e competenza. Buon divertimento a tutti. 

Uno sport in crescita! It is with great pleasure that I express my heartfelt welcome, on behalf of myself and of the Federation that I represent, to all the polo enthusiasts who will live the days of the Audi Polo Gold Cup Circuit 2012, around this discipline in constant developmentThis sport of rare elegance is growing in importance in Italy as it has in other Countries. Although included in a very rich sports calendar, this polo event, which is to take place in this extraordinary scenario, will guarantee an excellent opportunity to promote polo and the equestrian world in general. The matches, that once again will take place in resorts of incomparable beauty, have gained international fame and a highly significant technical credibility. Few are the sports disciplines that are able to present such a perfect blend of competitive spirit and style, sport and glamour, the commitment of the athletes and the interest of the investors. Also few other places in the world could offer such a sublime location for this fantastic discipline. Indirizzi di saluto_Welcome Addresses

Presidente FISE Federazione Italiana Sport Equestri Andrea Paulgross This year, 2012, which the polo event opens in Cortina, will mark a fundamental step forward for the sport of polo which has considerably grown in the last few months both for the prestigious sports results and for the image it represents. The Italian team has conquered a historic bronze medal in the Worlds that took place in Argentina and an equally historical qualification playing against the strongest European teams. In two months, the Italian team defeated England, Pakistan, and India and have performed on equal grounds with the Argentinian home team. This result fills us with pride, spurs us to increase our efforts for the future, and shows how much importance and work lie behind the elgance of this ever growing discipline.. I wish break a leg to all the athletes and to all those who will attend the competitions in this wonderful, heavenly resort. My heartfelt thanks go to all those who, at different levels, have contributed to organize the tournaments with enthusiasm and competence. Enjoy the games! 7


Tre appuntamenti, tre stagioni e altrettante sedi di indiscutibile valenza internazionale per l’Audi Polo Gold Cup Circuit 2012. Il prestigioso circuito che racchiude sport, eccellenza, internazionalità e glamour è ormai un must dell’attività del polo in Italia e presenta un’edizione 2012 che si annuncia spettacolare. Tre le tappe in calendario, con altrettanti tornei ad alto goal di handicap: Cortina d’Ampezzo, che ha per teatro di gara il lago ghiacciato di Misurina (19-25 febbraio), Forte dei Marmi (aprile), che grazie al successo dello scorso anno con il debutto del Beach Polo si conferma scenario ideale per la tappa primaverile e Roma (19-23 giugno), con lo storico “polo pitch” del Roma Polo Club e le sue partite sull’erba nelle serate estive.

Three appointments, three seasons and as many world renown locations for the Audi polo Gold Cup Circuit 2012. The prestigious circuit - which features sport, excellence, internationality and glamour and has become a must on the Italian polo scene presents a 2012 edition packed with spectacular events. Three are the scheduled stops with as many high goal handicap tournaments: Cortina d’Ampezzo, where the event is held on the frozen lake of Misurina (19-25 February); Forte dei Marmi (April) that thanks to last year’s successful edition with the debut of Beach Polo is the perfect location for the spring stop; and Rome (19-23 June) at Roma Polo Club’s historic “polo pitch” with its summer night time matches on the grass.

AUDI POLO GOLD CUP CIRCUIT 2012 Il confermato circuito di tornei - che ogni anno parte dall’appuntamento sulla neve delle Dolomiti ampezzane - con il suo essere itinerante ha toccato negli anni anche altre località che costituiscono l’immagine del grande polo in Italia (Porto Cervo, Villa a Sesta, l’Argentario).

8


L’eccellenza del Made in Italy The Circuit starts every year with the winter event on the snow of the Ampezzo Dolomites. Over the years it has travelled also other resorts which make up the image of “top class polo” in Italy (Porto Cervo, Villa a Sesta, Argentario).

AUDI POLO GOLD CUP CIRCUIT 2012: THE EXCELLENCE OF MADE IN ITALY.

9


Con l’esperienza dello scorsa stagione il circuito è entrato nel Guinnes dei primati per ben due volte. La prima per aver tenuto a battesimo un trittico di tornei che prevede l’intera gamma di possibilità di gioco di questa disciplina (neve, sabbia e erba) e la seconda per aver organizzato il debutto di una partita su neve tutta al femminile nella tappa ampezzana. Nel mondo del polo nessuno era mai riuscito a diversificare una catena di appuntamenti in modo così brillante ed efficace. Il polo, si sa, lega tradizionalmente i suoi tornei e la propria attività di gioco a location di eccellenza (i nomi che più facilmente vengono alla mente per l’Europa sono quelli di St. Tropez, Deauville e anche Chantilly in Francia, Cowdray Park in Inghilterra e Soto Grande in Spagna…) e il tris di sedi sperimentato nel 2011 e confermato nel 2012 non ha certamente lasciato indifferenti patron (i capitani ed armatori delle squadre) e giocatori, che sanno bene quale ruolo giochino il made in Italy e l’eccellenza in questa organizzazione.

Thanks to last year’s experience, the circuit has been entered twice in the Guinness records. The first time for fostering a tryptich of tournaments that features the whole possible range of playing fields in this discipline (snow, sand and grass) and the second time for organizing the debut of a Ladies’ match on the snow in the Cortina event. In the world of polo, no one had been able to diversify a series of appointments in such a brilliant and incisive way. Polo has a tradition of linking its matches and tournaments to exclusive resorts: the names which most readily come to mind for the European scene are St. Tropez, Deauville and also Chantilly in France, Cowdray Park in England e Soto Grande in Spain… Yet, the trio of locations which hosted the 2011 events and have been confirmed for the 2012 edition has undoubtly impressed both the patrons (the captains and owners of the teams) and the players who are well aware of what role Made in Italy and excellence play in this organization.

11


12


Dei tornei messi in scena dal tandem Maurizio Zuliani-Claudio Giorgiutti, si parla in tutto il mondo ed è stato proprio attraverso gli appuntamenti di Cortina e della Costa Smeralda che l’Italia ha fatto per la prima volta il suo ingresso nel Gotha mondiale del World Polo Tour. “Il polo è uno sport di squadra, questo si sa, ma che lo sia anche fuori dal campo forse non è così evidente. Eppure, se a distanza di alcuni anni oggi guardiamo la storia e la crescita del Polo Gold Cup Circuit, non possiamo che renderci conto che il suo successo, sempre crescente negli anni, è tale soprattutto grazie alla squadra che da dietro le quinte ha permesso e permette la sua affermazione a livello internazionale”. Maurizio Zuliani, Presidente del circuito non ha dubbi. “Scelte giuste per quel che riguarda anche “giocatori “importanti, che fuori dal campo hanno lavorato all’interno ed al fianco del nostro comitato organizzatore: in primo luogo le aziende sponsor, che hanno creduto ed investito in questa splendida avventura, gli enti locali, i giocatori ed i cavalli, i media e non ultimo il pubblico con la sua sempre crescente partecipazione.”

Parole d’ordine: professionalità, accoglienza e organizzazione. People all over the world are talking about the tournaments staged by the duo Maurizio Zuliani and Claudio Giorgiutti, and it was thanks to the events in Cortina and the Emerlad Coast that Italy made its debut appearance in the World Polo Tour gotha. “Polo is a team sport, that is obvious, but the fact that this applies off the field too is perhaps not so apparent. Yet, if we look back over the years at the history and growth of the Polo Gold Cup Circuit, we realise that its constantly growing success is mainly due to the team that has been working behind the

scenes, a team that has contributed and still contributes to its international success.” Maurizio Zuliani, President of the Circuit, has no doubts. “The right choices with regard to the important “players”, who have worked off the field alongside and as part of our organizing committee: frst of all the sponsors, who have believed and invested in this amazing adventure, the local authorities, the players and their ponies, the media, and last but not least the spectators whose participation continues to increase.”

KEY WORDS: PROFESSIONALISM, HOSPITALITY, AND ORGANIZATION 13


L’Audi Polo Gold Cup Circuit è un giusto mix tra sport e mondanità dove agonismo di alto livello ed accoglienza si miscelano in modo perfetto. “Sono stato coinvolto nell’organizzazione del polo sulla neve a Cortina sin dal suo esordio sul Lago di Landro – spiega Claudio Giorgiutti, Presidente dei tornei e responsabile tecnico dell’evento- e all’epoca non avrei certo immaginato che quella prima iniziativa, nata dalla passione di alcuni amici romani fanatici del polo e dall’entusiasmo del patron dell’Hotel de la Poste - si sarebbe trasformata in una sfida di altissimo livello internazionale quale è attualmente. Con oltre vent’anni di storia alle spalle, la Cortina Winter Polo è diventata, con la più anziana St. Moritz, la realtà più consolidata di polo sulla neve nel mondo.Essere responsabile tecnico-sportivo dei tornei, oltre che Presidente, è una sfida appassionante, che oggi richiede elevati standard professionali e notevoli capacità tecniche. Tornei come questi che organizziamo devono tenere il passo con le più elevate e sempre crescenti esigenze organizzative.Fondamentale è stato ovviamente l’apporto dei patron e dei giocatori, grandi attori di questo fantastico spettacolo con i loro cavalli, dei nostri sponsor e delle istituzioni – sportive e locali - che negli anni hanno creduto e supportato il grande sforzo del Comitato Organizzatore”. The Audi Polo Gold Cup Circuit is a perfect mix of sport and high-society where top-level sport and hospitality blend so perfectly. “I have been involved in the organization of snow polo in Cortina since its debut on Lake Landro – Claudio Giorgiutti explains, President of the Tournaments and technical manager for the events – and back then I would have never imagined that the event, born from the passion of some polo fans from Rome and the patron of Hotel de la Poste, would stir such enthusiasm and become a competition of the highest international level.

Cortina Winter Polo, with its thirty year experience behind it, has become, alongside the oldest event held in St Moritz, the most consolidated snow polo event in the world. Being the technical manager of the tournaments, as well as President, is an exciting challenge which requires top-class professional standards and extensive technical skills. Tournaments like the ones we organize have to keep pace with the highest and constantly evolving organizational requirements. It is clear that the success could not have been achieved without the contribution of the patrons and players, who give such a fantastic show on their polo ponies, our sponsors and the local authorities who, over the years, have readily supported the enormous efforts made by the Organizing Committee.

15


FLASH BACK AUDI POLO GOLD CUP 2011: “appuntamenti inediti e spettacolo in campo” 16


Novità e spettacolarità sono state le peculiarità dell’Audi Polo Gold Cup Circuit 2011. Partito in inverno sul lago ghiacciato di Misurina, nella cornice ineguagliabile delle Dolomiti Ampezzane, e proseguito con la tappa primaverile di Forte dei Marmi e quella estiva del Roma Polo Club, il circuito oltre che conquistare pubblico ed attenzione in Italia ha confermato un’eccellente valenza internazionale con la presenza di giocatori e capitani provenienti da Stati Uniti, Svizzera, Polonia, Germania, Inghilterra, Argentina ed Italia. Con l’ingresso del Beach Polo sulla storica spiaggia della Versilia il circuito ha rappresentato un vero e proprio “unicum” con tre tappe disputate su tre diversi campi da gioco (neve, sabbia e erba). Cortina invece ha ospitato la prima partita su neve tutta al femminile. Tre appuntamenti e Grande Slam per Audi Polo Team di Luca D’Orazio che è riuscito nell’impresa di vincere tutte le prove del circuito. Nella stagione il capitano romano ha avuto al suo fianco: Alejandro Diaz Alberti (Arg), Julio Coria (Ita) e Matt Perry (GB) a Cortina, la figlia Ginevra, Juan Josè Storni e Juan Ruiz Guinazu a Forte dei Marmi e a Roma Max Elser (USA), Martin Inchauspe (Arg) e Juan Ruiz Guinazu (Arg).

Novelty and spectacularity were the key features of the Audi Polo Gold Cup Circuit 2011. The Circuit started in winter on the frozen Misurina lake in the dramatic backdrop of the Ampezzo Dolomites; it travelled to Forte dei Marmi for the spring stop and then to the Roma Polo Club for the summer event. The Circuit has gained spectators and public attention in Italy and has also confirmed its international value thanks to the presence of professionals and captains from the United States, Switzerland, Poland, Germany, the UK, Argentina, and Italy. With the debut of Beach Polo on the golden beaches of Versilia, the Circuit has ecome a veritable “unicum” with three torurnaments played on three different terrains (snow, sand, and grass). Cortina, moreover, played host to the first Ladies’ match on the snow. Three appointments and Grand Slam for the Audi Polo Team captained by Luca D’Orazio who hit the goal by winning all the three trials of the circuit. Throughout the season, the Rome-based captain was sided by Alejandro Diaz Alberti (Arg), Julio Coria (Ita) and Matt Perry (UK) in Cortina, his daughter Ginevra, Juan Josè Storni and Juan Ruiz Guinazu in Forte dei Marmi and in Rome Max Elser (USA), Martin Inchauspe (Arg) e Juan Ruiz Guinazu (Arg).

FLASHBACK AUDI GOLD CUP 2011: FRESH APPOINTMENTS AND SPECTACULAR SHOW ON THE FIELD.

17


CRISTALLO HOTEL SPA & GOLF

THERE IS NO HIGHER PLACE.

C’è un posto magico, sulla cima più preziosa delle Dolomiti, dove si vive in ogni stagione la montagna più nobile. È il Cristallo Hotel Spa & Golf: l’unico 5 stelle lusso delle Dolomiti. Qui scoprirete suite dal fascino indimenticabile, la preziosità del comfort più esclusivo e la delicatezza del benessere firmato Transvital. E dopo un’intensa giornata di sci o un gratificante pomeriggio di shopping, potrete rilassarvi e farvi coccolare dall’impeccabile servizio firmato Cristallo anche nei suoi tre prestigiosi ristoranti, sempre circondati da un paesaggio ineguagliabile. Questo è un soggiorno al Cristallo. Questo è il top. Naturalmente, a Cortina.

Via Rinaldo Menardi 42 - 32043 Cortina d’Ampezzo (BL) Italy - Tel.+39.0436.881111 - Fax.+39.0436.870110 - info@cristallo.it


Cortina Lago di Misurina Auronzo di Cadore

(19-25 febbraio) Dolomiti patrimonio dell’Umanità. Il monte Sorapis, le Tre Cime del Lavaredo e il monte Cristallo, con l’imponenza dei loro oltre tremila metri di altezza, circondano il lago ghiacciato di Misurina (comune di Auronzo di Cadore quota 1800 metri) che è palcoscenico di gioco della Cortina Winter Polo. Nell’ultima settimana di febbraio si gioca sulla superficie del lago innevata ed adeguatamente preparata con l’ausilio dei gatti delle nevi, con temperature che possono arrivare durante la notte anche a oltre venti gradi sotto lo zero. A Cortina il polo su neve si gioca da oltre vent’anni. La prima edizione fu giocata sul Lago di Landro nel 1989. Cortina – Misurina Lake (19 – 25 February)The Dolomites: World Heritage. Mount Sorapis, the Tre Cime di Lavaredo, and Mount Cristallo, with their imposing height of over three thousand metres, surround the frozen Misurina lake (in Auronzo di Cadore, 1,800 m altitude) and provide the most breathtaking backdrop for the Cortina Winter Polo event. The tournament is held during the last week of February on the frozen surface of the lake, covered with snow and adequately prepared by the snow plough experts. Temperatures can reach twenty degrees below zero during the night. Cortina has been the stage for snow polo for over twenty years, in fact the first edition was played on Lake Landro in 1989.

Audi Polo Gold Cup Circuit 19


Forte dei Marmi Aprile

Meta preferita di una mondanità d’eccellenza che da sempre coltiva le sue relazioni nelle ville immerse nel verde delle sue pinete, Forte dei Marmi è considerata il gioiello della Versilia. Il torneo si gioca presso il bagno più centrale della splendida spiaggia dorata che copre l’intera fascia costiera della celebrata località balneare. Da quando Michelangelo Buonarroti venne mandato nel 1516 da Papa Leone X a rifornirsi sul monte Altissimo, la vetta più imponente delle Apuane, il marmo ha sempre accompagnato la storia artistica e culturale di Forte dei Marmi, eletta tra gli anni ’20 e ‘60 meta non solo di vacanze ma capitale di cultura da personaggi quali D’Annunzio, Pirandello, De Chirico, Montale e Marinetti.

Forte dei Marmi is the favourite seaside destination of the jet set in Versilia, and has always cultivated its relations in the wonderful villas surrounded by pinewood gardens. The tournament is played at popular Costanza Beach on the golden sands that extend along the entire coastline of the popular seaside resort. Since Michelangelo Buonarroti was sent by Pope Leo X in 1516 to mount “Altissimo”, the highest mountain in the Apuan Alps, to collect supplies of marble, this material has always accompanied the artistic and cultural history of Forte dei Marmi. From the 1920's through to the 1960's, Forte was not simply a holiday resort, but also a cultural capital frequented by the likes of D'Annunzio, Pirandello, De Chirico, Montale and Marinetti. 21


Roma Caput Mundi ma anche Caput Polo… Nello storico impianto situato alle pendici del quartiere residenziale dei Parioli,(cinque ettari di verde in pieno centro cittadino) è stata infatti scritta la storia italiana del polo. Nella capitale, già prima del 1930, il Polo veniva praticato da cavalieri stranieri, aristocratici italiani e diplomatici. L’originario Roma Polo Club ha 75 anni di vita. Il Club è nell’attuale ed affascinante sede dell’Acqua Acetosa dal 1953. La Coppa Duca d’Aosta, cui è abbinata l’Audi Polo Gold Cup, si gioca sotto la luce dei riflettori ed è il più importante appuntamento del calendario romano del polo. La data ed il fitto calendario di eventi collaterali rendono il torneo anche appuntamento mondano irrinunciabile.

Roma - Roma Polo Club (19-23 giugno) Roma Caput Mundi, but also Caput Polo ... The history of Italian polo was written at this extraordinary venue located at the foot of the residential district of Parioli (five acres of gardens in the city centre). Even before 1930, polo was played in the capital by foreign knights, Italian aristocrats and diplomats. The original Rome Polo Club celebrates its 75th anniversary. The Club’s headquarters have been in the fascinating Acqua Acetosa facility since 1953. The Duca d'Aosta Cup, combined with the Audi Polo Gold Cup, is played at night under the spotlights and is the most important event of polo season in Rome. The date and the calendar packed with a series of events make the tournament something the enthusiasts never miss.

23


Audi la casa dei quattro anelli Audi è la Marca premium del Gruppo Volkswagen, che porta nei quattro anelli del logo una parte significativa della sua lunga storia iniziata nel 1909. Horch, Wanderer, DKW e, appunto, Audi erano le quattro Marche (una per anello) che nel 1932 diedero origine alla Auto Union AG, divenuta poi nel 1949 Auto Union GmbH, ovvero la vera antesignana dell’attuale Audi. Questo fu un passaggio fondamentale per la Marca tedesca, come pure l’acquisizione da parte della Volkswagen maturata tra il 1964 e il 1966. Nel corso dei decenni, Audi si è via via affermata come Costruttore molto attento all’aspetto tecnologico. Esempi illustri di innovazione tecnica sono la trazione integrale quattro, il cui impiego di serie sulle Audi risale ai primi anni ’80, i moderni motori Turbodiesel TDI degli anni ‘90, come pure la tecnologia costruttiva Audi Space Frame per la produzione di vetture in alluminio. Le conquiste tecnologiche riassunte nel motto della Marca “All’avanguardia della Tecnica”, e la continua evoluzione verso l’attuale identità di Marchio premium, hanno portato a successi tanto in campo agonistico – come le dieci vittorie alla 24 Ore di Le Mans, l’ultima conquistata quest’anno con la R18 TDI, rivoluzionaria auto da corsa con motore Diesel – quanto sui mercati internazionali. Oggi Audi è un Costruttore di livello mondiale. Nel 2011 sono state infatti circa 1.302.650 le vetture consegnate nel mondo. In Italia, con 60.578 unità vendute lo scorso anno, la Casa di Ingolstadt ha raggiunto per la prima volta una quota di mercato prossima al 3,5%. In Italia, Audi è parte di VOLKSWAGEN GROUP ITALIA S.p.A. Consociata del Gruppo Volkswagen. Per quanto riguarda le attività di sponsorizzazione, anche nel 2012 Audi è vicina al polo, la spettacolare disciplina sportiva che sta riscuotendo sempre maggiori consensi a livello internazionale. La vicinanza tra il Marchio dei quattro anelli e il mondo del polo è confermata dalla solidità di un rapporto che è cresciuto nel corso degli anni e dei successi ottenuti. Il polo, infatti, è una disciplina che riesce a unire tecnica e passione, in un contesto di esclusiva eleganza e con una audience di notevole rilevanza a livello mediatico. Basandosi sulla condivisione di questi valori, Audi con questo importante legame vuole trasmettere efficacemente ai propri Clienti i capisaldi su cui si fonda la Casa di Ingolstadt. AUDI THE HOUSE OF THE FOUR RINGS Audi, the premium brand in Volkswagen Group, expresses much of its long history since 1909 in the four rings that form its logo, one each for Horch, Wanderer, DKW and Audi, the four car-makers that established Auto Union AG in 1932. Then, in 1949, the company became Auto Union GmbH, the precursor of Audi as we know it today, representing a fundamental stage in the development of the German marque, on a par with its acquisition by Volkswagen in the period 1964 to 1966. Over the decades, Audi has progressively asserted itself as a car manufacturer with a special focus on technology. Striking examples of technical innovation are the all-wheel drive which has been a standard feature of Audi cars since the early 1980s, the modern TDI turbo-diesel engines introduced in the 1990s and Audi Space Frame construction technology for aluminium car bodies.The technological achievements embodied in the brand motto "Vorsprung durch Technik", 24

Team sponsors

and constant evolution towards the premium identity now embodied by the brand, are reflected in success both on the race track - ten wins at the Le Mans 24 Hours, the most recent in 2011 with the R18 TDI, a revolutionary diesel engine race car - and on international markets. Today Audi is a global car manufacturer. In 2011 Audi sold 1,302,650 cars worldwide. In Italy, the Brand with the four rings sold 60,578 cars last year, reaching for the first time the market share of about 3.5%. In Italy, Audi is part of Volkswagen Group Italia S.p.A.Concerning the sponsoring activities of the Brand, also in 2012 Audi is very close to the polo. The even bigger relationship between the Audi brand and the world of polo is confirmed by the successes and great results of the last years. Audi and the amazing sport of polo share the passion for both emotions and performances, underlining the importance of investing in the most exclusive events that make Customers aware of the core values of the Audi brand.


25


26


Hotel de la Poste: nella storia del polo e dell’accoglienza

Nato come luogo di ristoro per le carrozze postali con i primi viaggiatori, l’Hôtel de la Poste ha mantenuto immutato dal 1835 il principio d’accoglienza, ed è condotto da generazione in generazione dalla Famiglia Manaìgo. Annoverato tra i Locali Storici d’Italia è situato nel pieno centro di Cortina d’Ampezzo ed è da sempre luogo di ritrovo della mondanità ampezzana. La storia, le abitudini, la cortesia e la conoscenza del difficile mestiere di ospitare, sono elementi che traspaiono chiaramente nella cura dei dettagli presenti in ogni angolo dell’hotel, dalla ricerca e dall’accostamento armonioso di legni e di colori, che sono le caratteristiche essenziali del “Posta”. Il Polo è nato a Cortina d’Ampezzo nel 1989 grazie all’interessamento di Renato Manaigo, conosciuto e stimato proprietario dell’Hôtel de la Poste. Renato è stato un albergatore sempre alla ricerca di novità ed eleganza ed in questo sport ha trovato una forza ed una maestria che l’ha affascinato; è sempre stato molto orgoglioso della “sua” squadra, l’Hôtel de la Poste Team che più volte ha vinto sul lago ghiacciato di Misurina e si è sempre distinta arrivando in finale sui campi di gara di Roma e degli Emirati Arabi Uniti.

HOTEL DE LA POSTE: IN THE HISTORY OF POLO AND RECEPTION. Way back in 1835, the position of Receiver of the I.R. «Post and Messages» fell to Gottardo Manaìgo, who converted his already accommodating house to offer hospitality to the travellers who arrived in his horse drawn carriages. From that time the Manaìgo Family, from generation to generation, has improved the fitting and furnishings of the «Posta», enlarging and modernising the inn according to the requirements of the times. Today the Hôtel de la Poste offers its guest a sure and deeply rooted tradition; recently completed renovated, it has splendid lounges, charming bedrooms, many of them with

Team sponsors

balconies, excellent and renowned dining facilities, a celebrated American bar. Central but quiet thanks to the pedestrian precinct, the Hôtel de la Poste is a focal point of the life of Cortina d'Ampezzo. The Polo was born in Cortina d'Ampezzo in 1989 through the efforts of Renato Manaigo known and respected owner of the Hôtel de la Poste. Renato was always looking for novelty and elegance in the sport has found a strength and a skill that has fascinated, he has always been very proud of "his" team, the Hôtel de la Poste Team several times won on the frozen lake and has always stood Misurina reached the final on the race of Rome and the United Arab Emirates.

27


28


Ruinart: una tradizione di eccellenza che si rinnova Sublime la liaison tra la prima e “Plus ancienne Maison de champagne” e il nobile sport del polo. Connubio che da diversi anni in Italia è stato celebrato con successo in occasione della Gold Cup. Circuito di grande fascino che tocca alcune delle mete più prestigiose e amate per le loro bellezze naturali, e che vede ormai Ruinart quale champagne di riferimento della manifestazione. Protagonista dei momenti di celebrazione, con le sue preziose cuvée Blanc de Blancs e Rosé, Ruinart magnifica l’attimo con la sublime arte delle sue bollicine d’oro. Frutto del savoir faire tramandato nei secoli e della paziente e difficile lavorazione dello Chardonnay, vitigno fragile e raro che trionfa in tutta la sua gamma. Segno distintivo dei vini raffinati ed eleganti, lo Chardonnay evolve lentamente, rivelando poco a poco, con l'andare del tempo, tutta la dimensione della sua complessità aromatica. Non a caso il polo è lo sport che può offrire uno tra i più alti livelli di perfezione e performance atletica, unitamente a importanti valori quali la ricerca della perfezione e un profondo rispetto e amore per la natura. Come per la Maison Ruinart, l’esigenza della qualità è un imperativo, il coraggio una virtù cardinale. Alla ricerca incessante dell’eccellenza, Dom Thierry Ruinart il geniale precursore della Maison, avvezzo all'ascetismo e all'austerità, aveva dettato la regola: nessun compromesso sulla qualità. Sin dalle origini i Ruinart hanno seguito questa intransigente linea di condotta, che li accomuna a tutte le autentiche case di prodotti di lusso.

A HERITAGE OF EXCELLENCE WHICH RENOVATES ITSELF WITH THE INCOMING EDITION OF THE POLO GOLD CUP. Sublime is the liaison between the first & “Plus ancienne Maison de champagne” and the noble sport of polo. This union has been celebrated in Italy with great success since quite some years within the circumstance of the Gold Cup. This tour of great charm and glamour reaches some of the most prestigious destinations and resorts loved for its natural beauties, and distinguishes itself for having Ruinart as champagne partner. Leading actor during the celebration cocktails, with its prestigious cuvée Blanc de Blancs and Rosé, Ruinart makes the best out of every sip with the sublime art of its gold sprinkle. Recognition given by the savoir faire passed on within the decades and from the patience

and difficult processing technique of the Chardonnay, known as a fragile and rare grape variety, who feasts all over the Ruinart range. As a particularity of the most refined and elegant wines, the Chardonnay evolves slowly, revealing bit by bit, throughout time, all of its dimension and aroma complexity. The sport of polo offers one of the highest levels of excellence and athletic performance, together with essential values such as the pursuit of perfection and a deep respect and love for nature. As for Maison Ruinart, the avocation of quality is imperative, and courage is a cardinal virtue. At the constant seek of quality Dom Thierry Ruinart, the brilliant pioneer of the Maison, known for its ascetism and austerity, dictated: no compromise on quality. Since its origins the Ruinart family members followed this hard-line conduct, that associates them with all the authentic luxury product firms. 29


U.S. Polo Assn.: amore per lo sport U.S. Polo Assn. è un marchio storico che fa capo alla United States Polo Association, l’organizzazione no-profit che dal 1890 rappresenta e patrocina ufficialmente tutti i club del gioco del polo a stelle e strisce. L’anima del brand è sportiva, autentica e fortemente legata alle sue origini, come testimonia l’investimento dei profitti che derivano dalla vendita delle licenze per i prodotti U.S. Polo Assn. a supporto dell’antica disciplina del polo. Il forte senso d’appartenenza e i valori del gioco sono i protagonisti delle collezioni del marchio che si caratterizzano per il connubio tra moda e tradizione che sapientemente incontra la ricercatezza dei materiali e lo studio attento dei singoli dettagli. La celebrazione dell’eleganza senza tempo del polo, a firma U.S. Polo Assn., si trasferisce sul campo da gioco in occasione delle competizioni del Polo Gold Cup Circuit a cui il brand partecipa per il terzo anno consecutivo. Con l’edizione 2012 si rinnova, infatti, l’accordo di sponsorizzazione che vede la squadra del marchio schierata in campo sotto l’egida dei suoi colori istituzionali. Nella medesima direzione si collocano gli accordi di partnership con i più prestigiosi polo club internazionali che ispirano le capsule collection che prendono il nome di “Polo Special Tournament Limited Edition”, perfetta sintesi tra sport e stile. Per la Spring Summer 2012 U.S. Polo Assn. ha scelto il Polo Club Saint-Tropez, dall’accordo di collaborazione sono nati capi originali e caratterizzati dalla presenza del logo del doppio giocatore a cavallo insieme al logo del Polo Club. Stile e agonismo, tradizione e autenticità, fair play e libertà di scelta: questi i valori che vibrano nella nuova ed esclusiva collezione. Le Limited Edition sono distribuite in Europa solo in negozi selezionati, nel monomarca di Saint Tropez e nelle boutique a bordo campo dei club di polo. U.S. POLO ASSN.: LOVE FOR THE SPORT.

30

U.S. Polo Assn. is the historical brand of the United States Polo Association, the governing body that has represented and coordinated all polo clubs in the USA since 1890. The brand captures the passion for sport and authenticity and is closely linked to its origins, with the profits from the sale of U.S. Polo Assn. product licenses being ploughed back into the ancient game of polo. The strong sense of belonging and the values of the game play a key role in the brand collection, cleverly combining fashion and tradition with careful selection of fabrics and close attention to detail. This celebration of the timeless elegance of polo, as represented by U.S. Polo Assn., takes to the field of play during Polo Gold Cup Circuit events, with which the brand is associated for the third consecutive year. The 2012 edition marks the renewal of the Team sponsors

sponsorship agreement, under which the brand team takes to the field wearing the organization’s colors. The same approach lies behind the partnership agreements with the world’s leading polo clubs that have given rise to the “Polo Special Tournament Limited Edition” capsule collections, a perfect combination of sport and style. For Spring Summer 2012 U.S. Polo Assn. has chosen the Polo Club Saint-Tropez, creating an original range of apparel bearing the double-horseman motif together with the Polo Club logo. Style and competitiveness, tradition and authenticity, fair play and freedom of choice: these are the values that have inspired the new and exclusive collection. In Europe, Limited Edition apparel is only available from selected stores, mono-brand Saint Tropez shop and from pitchside boutiques at polo clubs.


31


Contact us for further information 24/7: Customer Care +43 7221 727400 www.globeair.com


Un pò di regole_Some rules

Polo play

Il Gioco si disputa tra due squadre composte da quattro giocatori in sella a cavalli e muniti di mazze denominate stecche; obiettivo è quello di segnare più punti alla squadra avversaria. Nobile ed esclusivo è uno tra i giochi più difficili e pericolosi che ci siano e, le sue numerose regole sono in gran parte determinate a salvaguardare uomini e animali (Fig. 4). Si gioca su un grande campo rettangolare (Fig. 1), in erba, la cui lunghezza deve essere compresa tra i 230 ed i 275 m, mentre la larghezza può variare tra i 146 ed i 180 m. Le porte sono larghe 7,62 m ed i pali che le delimitano sono alti almeno tre metri. Si gioca anche sulla neve (Winter Polo), su sabbia e per i più coraggiosi anche su elefanti e cammelli.

The game is played between two teams, each with four players, riding polo ponies and carrying sticks; the aim is to score more points than the opposing team. This noble and exclusive game is one of the most difficult and dangerous there is, and its many rules are largely determined to safeguard both the players and their mounts (Fig. 4).

It is played on a large grass rectangular field (Fig. 1), whose length must be between 230 and 275 m, with a width that varies between 146 and 180 m. The goals are 7.62 m wide and the posts that surround them are at least three metres high. Polo can also be played on snow (Winter Polo), sand and the bravest even ride elephants and camels.

Senza ombra di dubbio è uno dei giochi più antichi al mondo. It is one of the most ancient games in the world, there’s no doubt about it. La palla (Fig. 2), di legno o di plastica, ha un diametro variante tra i 78 ed i 90 mm, ed un peso tra i 120 ed i 135 gr. Quando si gioca sulla neve la palla, rossa (Fig. 3), di gomma o diplastica gonfiabile, misura invece circa 15 centimetri di diametro. Per colpire la palla i giocatori si servono di una stecca formata da una canna di bambù al termine della quale è fissato un mazzuolo di legno. Per proteggersi dai colpi i giocatori indossano un casco, e ginocchiere di cuoio imbottito.

Fig. 2

34

Fig. 3

The ball (Fig. 2) is made of wood or plastic, a diameter varying between 78 and 90 mm and weighs between 120 and 135 g. When it is played on the snow, they use a red ball (Fig. 3), in rubber or inflatable plastic which measures about 15 cm in diameter. To hit the ball, the players carry a bamboo cane stick with a wooden mallet attached to the end. To protect themselves from blows, players wear a helmet and leather padded knee pads.

Nel polo vale un principio fondamentale, volto ad evitare incidenti:“la linea della palla”. Secondo questa regola il giocatore, che segue il percorso della palla, da lui appena colpita, e il giocatore più vicino ad essa, hanno la precedenza sugli altri. Nessun giocatore, può “tagliare la strada”, cioè deviarli dalla linea di gioco. È comunque permesso scagliarsi contro il giocatore avversario per deviarlo dalla linea della palla, da un angolo inferiore a 45°. There is a fundamental principle when playing polo in order to prevent accidents: "the line of the ball." This rule states that the player following the ball that he himself struck, and the player closest to him, have the right of way over all the other players. No player can “cut across" them, i.e. deviate the line of the ball. It is however admissible to ride into the other player to divert him from the line of the ball by under 45 degrees.

Fig. 4


N a ESC UM no LU E n S RO pe IV rd O er e!

N. 368 - GENNAIO 2012 € 5,00 Poste Italiane Spa - Sped. A.P. D.L. 353/03 Art. 1, Cm. 1, DCB MI

RIVISTA INTERNAZIONALE DI ARREDAMENTO DESIGN ARCHITETTURA

D

EDIZIONE ITALIANA

Parigi Vivere

KENZO CLAUDIA

CARDINALE SARKOZY DI MONTEZEMOLO CAPOTONDI CAROLINE

LUDOVICA e LUCA

CRISTIANA

E poi JEAN NOUVEL, PHILIPPE STARCK, I GIOVANI DESIGNER, LA CITY GUIDE, 8 NUOVE CASE

Tra ironia e libertà, l’eclettismo decorativo di un pied-à-terre del Marais.

VOGUE

|

L’UOMO VOGUE

|

AD

|

CONDÉ NAST TRAVELLER

|

GLAMOUR

|

GQ

|

VANITY FAIR

|

WIRED

|

MYSELF

|

VOGUE BAMBINI

VOGUE GIOIELLO | VOGUE ACCESSORY | GQ STYLE | VOGUE SPOSA | SPOSABELLA | GQ.COM | STYLE.IT | VANITYFAIR.IT | VOGUE.IT | WIRED.IT


PER UOMINI CHE NON CONOSCONO LA CRISI

Colin Firth Patti Smith Cassano Pistorius Garimberti Venditti

Gennaio 2012, n. 148 / euro 3,00

V

Le ragazze croupier di Riga

V

I baby killers di Caracas

AFTER HOURS

V

MOTO Attraversare Los Angeles col TMax

American fighters vs Congo wrestlers

MODA Cracco nei panni di Serpico

Madalina Ghenea

È La nuova bellezza del cinema italiano: lanciata dagli spot e dalla tv, arriva da Slatina, in Romania

La luce dell’est

(

)

I nuovi viaggiatori d’azzardo cercano l’ovest e noi non siamo i buttafuori d’Europa

VOGUE

|

L’UOMO VOGUE

Erri De Luca

|

AD

|

CONDÉ NAST TRAVELLER

COM

C

Un sito da dieci milioni di lettori

|

GLAMOUR

|

GQ

|

VANITY FAIR

|

WIRED

|

MYSELF

|

VOGUE BAMBINI

VOGUE GIOIELLO | VOGUE ACCESSORY | GQ STYLE | VOGUE SPOSA | SPOSABELLA | GQ.COM | STYLE.IT | VANITYFAIR.IT | VOGUE.IT | WIRED.IT


GENNAIO 2 0 1 2 N. 4 2 7 € 5 , 0 0

michael fassbender - lady gaga - negramaro - willem dafoe - damien hirst - jenson button - rza - konstantin von bayern - davide oldani - giuseppe maggio e giulia elettra gorietti - michael white - jason derülo

VOGUE

|

L’UOMO VOGUE

|

AD

|

CONDÉ NAST TRAVELLER

|

GLAMOUR

|

GQ

|

VANITY FAIR

|

WIRED

|

MYSELF

|

VOGUE BAMBINI

VOGUE GIOIELLO | VOGUE ACCESSORY | GQ STYLE | VOGUE SPOSA | SPOSABELLA | GQ.COM | STYLE.IT | VANITYFAIR.IT | VOGUE.IT | WIRED.IT


C

OR

SO S P

I AL E

VINCI

L’EUR O P

EC

CON

COSÌ HO SCOPERTO LA BOEMIA di John Malkovich A

THE CU DI BE

FEBBRAIO 2012 - € 3,50 OLIMPI A DE 2012

Oplà

Londra ARTE, MODA, DESIGN: ECCO LA NUOVA CAPITALE DEL MONDO In monopattino a Tower Bridge. La città ospiterà i giochi olimpici dal 27 luglio al 12 agosto. Foto: Maki Galimberti.

O C C A S I O N I DA N O N P E R D E R E

Primavera in Marocco

I SEGRETI DI MARRAKECH, ESSAOUIRA, TANGERI

CONDÉ NAST TRAVELLER SUL WEB DA METÀ FEBBRAIO CERCALO SU VANITYFAIR.IT

VOGUE

|

L’UOMO VOGUE

|

AD

|

CONDÉ NAST TRAVELLER

|

GLAMOUR

|

GQ

|

VANITY FAIR

|

WIRED

|

MYSELF

|

VOGUE BAMBINI

VOGUE GIOIELLO | VOGUE ACCESSORY | GQ STYLE | VOGUE SPOSA | SPOSABELLA | GQ.COM | STYLE.IT | VANITYFAIR.IT | VOGUE.IT | WIRED.IT


D 2 N. a

I C 0 1 1 1 7 ,0

. 1 6 0

An all white romance with jewellery

VOGUE

|

L’UOMO VOGUE

|

AD

|

CONDÉ NAST TRAVELLER

|

GLAMOUR

|

GQ

|

VANITY FAIR

|

WIRED

|

MYSELF

|

VOGUE BAMBINI

VOGUE GIOIELLO | VOGUE ACCESSORY | GQ STYLE | VOGUE SPOSA | SPOSABELLA | GQ.COM | STYLE.IT | VANITYFAIR.IT | VOGUE.IT | WIRED.IT


40


Cortina, Regina delle Dolomiti, per il suo patrimonio paesaggistico, turistico e d’immagine. È proprio qui, nell’abbraccio dei Monti Pallidi, che luccica il lifestyle più glamour d’alta quota. Cortina è anche vetrina a cielo aperto, location d’eccezione e palcoscenico di rara bellezza, naturalmente votata a ospitare eventi di assoluto prestigio, dei quali è punta di diamante il Cortina Winter Polo Audi Gold Cup, ormai un must del calendario invernale ampezzano.

POLO D’ATTRAZIONE CENTRE OF ATTRACTION

The town of Cortina d’Ampezzo in the Italian Dolomites is known also as the “Queen of the Dolomites” for its breathtaking landscapes, superb tourism and well-heeled clientele. It is indeed here, in the lap of the pink-hued mountains, that the most glamourous high-altitude lifestyle awaits, a lifestyle made up of that classy luxury which emerged particularly during the belle époque and La Dolce Vita periods and which has been Cortina’s now for nearly two centuries. But Cortina is not only about excellent shops and restaurants. It is an open-air treasure to behold, set in an exceptional broad valley beneath stunning mountains. It thus provides a stage of rare beauty for hosting world-class events. Among these, perhaps the most prestigious is the Cortina Winter Polo Audi Gold Cup, by now a must-see event on the Italian Dolomites’ winter calendar.

41


Un appuntamento che, con maestria, condensa sport di altissimo livello, glamour e mondanità in una scenografica senza eguali. Una filosofia incarnata in primis dal Polo Club, organizzatore della manifestazione, ma anche da altri sodalizi – tutti con la Regina delle Dolomiti nel cuore – che, non a caso, accompagneranno la giornata inaugurale del 18 febbraio e l’intera durata dell'evento. Era il 2002 quando Maurizio Zuliani e Claudio Giorgiutti, come sempre apripista di tendenze, costituirono il Polo Club, lanciando una nuova organizzazione del torneo di polo su neve. A sede fu eletto l’Hotel de la Poste: di certo non una casualità visto che proprio Renato Manaigo, un tempo proprietario del celebre albergo, aveva tenuto a battesimo il polo nella conca ampezzana. Quattro anni più tardi, nel 2006, altri aficionado di Cortina, tra i quali Rosanna Donà delle Rose e Franco Sabbadin, davano vita all’Associazione per il Futuro di Cortina. Un gruppo nato per proteggere un luogo unico al mondo e le sue risorse naturali, valorizzando le iniziative legate alla cultura e all’attualità. Tre anni dopo, nel 2009, fu la volta del Cortina Car Club, un sodalizio siglato da 11 soci fondatori – tra cui il presidente onorario, conte Umberto Marzotto e i vicepresidenti Mario Caliceti e Diego Gianaroli – grandi appassionati di motori e, ovviamente, dei tornanti, delle cime e dei panorami ampezzani. Volontà del club, che continua a collezionare iscritti e grandi successi, è quella di distinguersi per finalità e modus operandi: riunire collezionisti capaci di portare tra le Dolomiti esemplari veramente unici, organizzare eventi sul territorio che possano divulgare la cultura e la conoscenza delle auto, promuovendo Cortina, il luogo dove la cultura del bello e la bellezza della natura si fondono.

It’s an event that brings together top-level sport, glamour and worldliness, all in a setting with an unparalleled backdrop – and with philosophy best embodied by event organizer Polo Club and the other Cortina-loving partners, who will naturally be both at the inauguration on 18 Feburary and throughout the event. It was back in 2002 when innovators Maurizio Zuliani and Claudio Giorgiutti established the Polo Club, thus launching a new organization of the winter polo tournament. It was by no mere coincidence that the Club’s chosen seat was the Hotel de la Poste for it was precisely Renato Manaigo, former owner of that prestigious hotel, who had started promoting polo tournaments in the valley. Four years later, in 2006, other enthusiasts of Cortina, among whom Rosanna Donà delle Rose and Franco Sabbadin, joined projects aiming to safeguard the town and local area, by establishing Polo Ladies

an association called “For Cortina’s Future”. The group’s aim is to protect the Ampezzo valley’s splendid natural resources by promoting cultural- and current-events initiatives. Three years on, in 2009, it was the turn of the Cortina Car Club, an association signed up to by 11 founding members - including Honorary President, Count Umberto Marzotto and Vice-Presidents Mario Caliceti and Diego Gianaroli big fans of engines and of Ampezzo’s hairpin bends! Continuing to garner members and great successes the Club wants to excel for its goals and modus operandi by putting together vintage car collectors who can bring unique vehicles into the Dolomites, and by organizing local events that may spread vintage car culture and knowledge. It’s another formula for promoting Cortina, where the culture of beauty and natural beauty come together. 43


A solo un anno di distanza, ecco che si tornava a brindare, questa volta alla nascita del Golf Club di cui è presidente Giorgio Carriero e del suo più ambizioso progetto: la creazione del campo da golf in località Fraina, un 9 buche destinato a raddoppiare e fiore all’occhiello dell'offerta sportiva e turistica dell'estate all’ombra delle Tofane. Insomma, la prossima edizione dell'evento più chic di scena a Misurina si conferma “polo d’attrazione” di quelle realtà che, ognuna a suo modo, continuano a collaborare per la promozione e la fortuna di Cortina a e oltre Cortina stessa. Only a year on, here we are again to raise a toast, this time to the birth of the Golf Club - presided over by Giorgio Carriero - and his most ambitious project: to create a golf course in the Fraina area: a 9-holer (with plans to double) and flagship of summer sports and tourism facilities

Polo Ladies

beneath the Tofane mountains. The forthcoming edition of the smartest event on frozen lake of Misurina proves once again to be a focal point for the host of events which - each in its own way - work together towards promoting and consolidating Cortina as the place to be in winter and summer.

45


An accurate description of Forte dei Marmi begins from its very name evoking the old supplies of “white gold� that from the Apuane Alps were carried to the sea by ox-drawn carts - and from its wharf, where in the old times, the supplies were loaded onto two-masted boats sailing to far-off destinations. These are the very roots whence the most famous seaside resort of Versilia has drawn its lymph to become, year after year, the most popular destination for the tourists all over the world.

46

FORTE DEI MARMI


Per descrivere Forte dei Marmi occorre partire proprio dal suo nome, in grado di evocare i vecchi depositi di “oro bianco”, che dalle Apuane venivano trasportati al mare dai carri dei buoi e dal pontile, dove in tempi lontani, venivano caricati i navicelli in partenza per mete lontane. Queste sono le radici dalle quali la località più rinomata della Versilia ha tratto la sua linfa, per trasformarsi anno dopo anno nella meta più ricercata dai turisti di tutto il mondo.

47


Quello che un tempo era il deposito di marmo del paese di pescatori, la cosiddetta “fortezza granducale”, perché fatta costruire dal Granduca Pietro Leopoldo nel 1788, è diventato il cuore e il simbolo del paese, nonché spazio espositivo per l’arte, mentre il pontile caricatore offre il più bel passeggio del territorio, racchiuso fra il mare e le Apuane. Questa fascia costiera strappata alla palude, ai canneti e alla malaria, è diventata nel corso del Novecento il contesto di un progressivo sviluppo turistico, che ha lentamente trasformato il territorio, pur mantenendone intatta l’essenza originaria. Una lungimiranza, quella dimostrata da tutte le amministrazioni, succedutesi nel corso degli anni alla guida del comune, che ha permesso a Forte dei Marmi di adeguarsi alle esigenze turistiche senza perdere la sua originaria fisionomia, anzi divenendo meta preferita di una mondanità d’eccellenza, ma riservata, che ancora oggi coltiva le sue relazioni nelle ville immerse nel verde di Roma Imperiale, il quartiere simbolo per eccellenza dell’eleganza made in Forte dei Marmi. Sono scivolati via secoli di storia dai tempi delle escavazioni di Michelangelo e dalla costruzione della via di Marina, (che dai monti arriva dritta al mare), anni che hanno visto la metamorfosi dell’intero comprensorio versiliese, passato da un sistema produttivo di sussistenza ad un’economia di mercato, che per quanto riguarda Forte, ha trovato nel turismo il suo sbocco più felice. Poco meno di ottomila abitanti, quintuplicati in estate, la città si trova nella fascia centrale della Versilia, in un tratto di costa che abbraccia poco meno di nove km quadrati di territorio. Particolarità unica in Italia: Forte dei Marmi, comune sul mare, dista dalle vette più alte delle Apuane, che si trovano a quota 1858 metri, meno di venti km. Una condizione che, negli ultimi anni, ha indotto gli amministratori comunali a mettere da parte sterili campanilismi allo scopo di creare uno sviluppo turistico comprensoriale.

What was once the marble storehouse of the fishermen’s village, the so called “Granducal Fort” built in 1788 by Grand Duke Pietro Leopoldo, has become the heart and the symbol of the town and an exhibit space for the arts. And the old loading wharf, lying between the sea and the Apuane Alps, the most fascinating lanscape of the area. In the Nineteenth century, this coastal strip, once a reed-ticketed, malaria-haunted marshland, became the recipient of an ever increasing tourist development which transformed the area, though keeping its original essence untouched. The farsightedness of all the town administrations that followed one another over the years enabled Forte dei Marmi to adapt to and cope with the tourist demands without losing its original features. Forte has thus become the favourite seaside destination for the exclusive jet set, for those who have been cultivating relationships in their

Imperial Rome villas surrounded by pinewood, in the neighbourhood which stands as a symbol of the elegance of Forte dei Marmi. Centuries of history have slipped away since the times of Michelangelo’s excavations and the construction of the “via di Marina” leading from the mountains straight to the sea front, years that have witnessed the metamorphosis of the whole Versilia area from a subsistence productive system to a market economy that, in Forte, found its happiest outlet in tourism. With its nearly eight thousand residents, a number that increases fivefold in summer, the town lies in the central part of Versilia, on a coastal area of almost nine square km. Forte dei Marmi has a peculiar feature which is unique all over Italy: it lies by the sea but it is less than 20 km from the highest peaks of the Apuane Alps at 1858 mt. In the last few years, this peculiarity prompted the local authorities to put aside sterile local prides in order to create a comprehensive tourist development. 49


Ma la storia e il presente di Forte dei Marmi non sono fatti soltanto di sole e mare. Artisti e letterati di ieri, così come di oggi, hanno trovato in questa salmastra realtà la vena ispiratrice per le loro opere. E così mentre negli anni Venti personaggi come Thomas Mann e Aldous Huxley esprimevano in questa terra la loro creatività, diversi anni dopo al IV Platano, il più famoso luogo di convivialità estiva degli artisti, dei critici e degli scrittori, dopo i giardini delle ville di Roma Imperiale e Vittoria Apuana, si incontravano i personaggi di spicco della cultura nazionale, come Pea, Montale Carrà, Soffici e Ungaretti.

Una consuetudine, quella di ritrovarsi nei sonnolenti pomeriggi estivi all’ombra dei platani del caffé Roma, che non si esaurì nel dopoguerra e che consacrò il IV Platano come il momento più pubblico e conosciuto di questa tradizione, alimentata da Pea fino a quando le forze e la passione glielo consentirono. Ma il dopoguerra non fu prolifico solo nell’arte e nella cultura, perché il più fecondo sviluppo urbanistico iniziò proprio da quel periodo, quando alle maestose e ormai tradizionali ville sparse nel paese iniziarono ad affiancarsi nuove costruzioni abitative e in particolare nel già esistente quartiere di Roma Imperiale architetti del calibro di Giò Ponti, Giovanni Michelucci e Giuseppe Pagano progettarono e realizzarono le loro opere, che a distanza di decenni, fanno ancora bella mostra di sé nella zona più chic del paese, divenuta nel corso degli anni un vero e proprio borgo esclusivo, vivo e pulsante soprattutto in estate, quando le ormai numerose ville vengono riaperte dai proprietari per le vacanze estive. In questi ultimi anni alle affezionate presenze della tradizione, si è affiancato un turismo internazionale, che ha portato un nuovo cambiamento di stile e di gusti, a cui Forte dei Marmi sta rispondendo con l’entusiasmo che da sempre la contraddistingue.

50


Yet, the history and the present of Forte dei Marmi are made not only of sea and sun: artists and men of letters of the past and of the present have found inspiration for their works of art in this marine atmosphere.

While in the Twenties the likes of Thomas Mann and Aldous Huxley expressed their creativity in this area, several years later the leading figures of the Italian cultural scene - Pea, Montale, Carrà, Soffici, and Ungaretti - would meet at the ”IV Sycamore”, the most famous convivial place for artists, critics and writers besides the Imperial Rome villas and Vittoria Apuana. The custom of meeting in the shadow of the sycamores of Caffé Roma in the drowsy summer afternoons did not fade in the postwar era and consecrated the IV Sycamore as the most public and popular feature of this tradition, fostered by Pea until his strength and passion let him. The postwar period was prolific not only in arts and culture, also the most fecund urban development began in those years when

the majestic traditional villas scattered through the village were sided by new residential buildings. In the already existing Roma Imperiale neighbourhood, architects of the calibre of Giò Ponti, Giovanni Michelucci and Giuseppe Pagano, signed and realized their projects which are still making a fine show in the smartest area of the town, even dozens of years later. Over the years this area has become an exclusive district, vibrant with life mainly in the summer time when the numerous villas are reopened for the holiday season. In the last few years, alongside the traditional guests of Forte dei Marmi, there have been also an increasing number of international tourists who have brought new trends of tastes and styles and the town is responding with its usual enthusiasm.

51


Equos Advertising S.r.l. - Sede legale: Milano Via F. Confalonieri, 7 - 20124 - Roma Via Ghisalba, 75 - 00188 tel. 06.45437049 - fax 06.45437104 - marketing@equosadv.com www.equosadv.com


Un pò di regole_Some rules

Polo play

Ogni squadra è composta da cinque giocatori, ciascuno dei quali è valutato in base alla sua abilità con un “handicap” (“hp”), che varia dal “-2” dei principianti al “+10” dei fuoriclasse. L’insieme degli hp dei giocatori forma l’hp della squadra. Nel caso di un incontro fra due squadre con handicap differente quella con l’handicap inferiore fruisce di gol di vantaggio. Le partite possono avere quattro, sei o otto tempi, chiamati “chukker”, da sette minuti ciascuno di gioco effettivo con interruzioni di 3-5 minuti perchè gli atleti possano cambiare cavallo. Il tempo viene fermato soltanto quando un atleta è incapace di muoversi. Il goal viene assegnato quando la palla passa tra i pali di meta della squadra avversaria. Dopo ogni gol le squadre cambiano campo.

Each team has five players, each of whom is assessed on the basis of its ability using a "handicap" ("hp"), which ranges from "-2" for beginners to "+10" for top class champions. The sum of the players’ hp forms the team’s hp. If there is a game between two teams with different handicaps, the one with the lower handicap is awarded goal advantages. Games can

be divided into four, six or eight periods of play, called "chukkers," with seven minutes each of actual play and 3-5 minutes breaks for the athletes to change their mounts. The stop watch is only stopped only when a player is unable to move. Goals are awarded when the ball passes between the posts of the opposing team's goal. After each goal the teams change ends.

Il Polo è uno sport di squadra. Polo is a team sport. Ogni partita è arbitrata da due arbitri a cavallo ed uno in torretta. Le loro decisioni sono inappellabili. La palla può essere colpita sia da destra sia da sinistra del proprio cavallo e in tutte le direzioni. La porta non è difesa da un portiere. All’inizio della partita e dopo ogni goal la palla viene messa in gioco dall’arbitro nel centro campo lungo la T centrale con i giocatori schierati su due linee parallele (Fig. 1). Quando viene assegnato un rigore per un fallo di difesa esso va battuto dal giocatore che colpisce la palla al galloppo, partendo dalla linea dei 27 m (Fig. 2) senza l’intervento della squadra avversaria.

Each game is refereed by two mounted umpires and a referee on the sidelines in a turret. Their decisions are final. Player can hit the ball from either the right or left of their mount, and in all directions. There is no goalkeeper to protect the goal area. At the start of the game, and after each goal, the umpire throws in the ball at midfield along the central T with all the players lined up in two parallel rows (Fig. 1). When a penalty is awarded for a defence foul, a player starts from the 27 m line (Fig. 2) and gallops down the field to hit the ball at full speed, without any intervention by the opposing team.

Fig. 1

Fig. 2

53


Un pò di curiosità_A bit of curiosity

Polo play

Ma lo sapevate che, i pony, classica cavalcatura per il gioco del polo, è stata sostituita anche da cammelli ed elefanti, per restare nel regno degli animali, e addirittura da biciclette e automobili a soddisfare le bizzarrie dell’uomo? Aneddoti, leggende, curiosità si tramandano fin dalle sue origini.

Did you know that ponies, the classic mount when playing polo, have also been replaced by camels and elephants, with regard to the animal kingdom, and even by bicycles and cars to satisfy the quirks of man? Anecdotes, egends and unusual tales have been handed down since it originated.

(1) Il cycle polo è stato inventato nel 1891 da un irlandese, Richard J. Mecredy, e nello stesso anno risale la prima partita. Il gioco ha raggiunto poi la Gran Bretagna, Stati Uniti e Francia. Il cycle polo arrivò addirittura a far parte dei giochi olimpici, come sport dimostrativo, a Londra nel 1908.

(1) Cycle polo was invented by an Irishman, Richard J. Mecredy, in 1891, and the first match took place that same year. The game then reached the UK, USA and France. Cycle polo went so far as to be included in the Olympic Games as a demonstration sport in London in 1908.

Non solo cavalli. Not just ponies.

(2) Un’insolita attrazione venne invece presentata la sera del 23 agosto 1933, sotto i riflettori del State Teachers College, due automobili modello A Ford si contesero in un’avvincente e rocambolesca partita di polo. Questa partita richiamò ad allora più di 1.000 tifosi. (3) Una lugubre leggenda narra di come Tamerlano (1336-1405) ordinava alla su cavalleria di giocare a polo con le teste dei prigionieri. (4) Pare che sia stato un’inglese John Robinson, a portare il gioco negli Stati Uniti nel 1888, e che le prime squadre si trovassero a Boston e Providence. C'è una bella incisione di una partita di pallanuoto giocata di fronte a una grande folla di spettatori a New Orleans nel 1881. I giocatori, seduti su botti, utilizzavano doppie pale pale da kayak per spingersi in avanti e muovere la palla verso gli obiettivi, che erano ancorati alle imbarcazioni.

(2) An unusual attraction was presented on the evening of August 23, 1933, under the spotlight of the State Teachers College: two Ford A cars competed in a thrilling and daring game of polo. The match drew over 1,000 spectators. (3) A creepy legend narrates how Tamerlane (1336-1405) ordered his cavalry to play polo with the heads of their prisoners.

(4) It’s generally reported that Englishman John Robinson brought the game to the U.S. in 1888, with the first teams being found in Boston and Providence. Well, maybe not. There’s a beautiful engraving of a water polo game being played in front of a large crowd of spectators in New Orleans in 1881 by players sitting on barrels and using twin-bladed kayak paddles to propel themselves forward and move the ball toward the goals, which were anchored boats.

55


0

$

'

(



,

1



9

(

1

(

7

2

0

)$6+,21/,)(67</($1'(9(176,1<285%(77(5

Gruppo Editoriale

[[[KVYTTSIHMXSVMEPIGSQ

$

'

(



,

1



7

8

6

&

$

1

<


Ruoli & Colpi_Rules & Shots

Polo play

SQUADRE 1 Attaccante Segnare goal è il principale obiettivo del numero 1. L’attaccante deve saper colpire la palla con sicurezza e precisione a breve distanza. 2 Seconda punta Il numero 2 deve cercare di bloccare le azioni dell’avversario e ostacolare così l’avanzata della squadra rivale. La seconda punta deve avere padronanza della palla e saper giocare tanto in attacco quanto in difesa.

TEAMS 1 Attacker The main task of player No. 1 is to score goals. He must be able to hit the ball surely and accurately over short distances. 2 Forward Player No. 2 tries to block

the actions of his opponent and so to interfere with the flow of the opposing team's game. This calls for a sure feel for the ball and the ability to play both offensively and defensively.

Segnare goal è il principale obiettivo. Offside Forehand colpo in avanti a destra (swing)

The main task is to score goals.

Offside Backhand colpo indietro a destra (back)

Tail Shot colpo dietro la coda (back coda)

Nearside Backhand colpo indietro a sinistra, (back a sinistra).

Nearside Forehand colpo in avanti a sinistra (swing)

Under the Neck colpo sotto collo (sotto collo)

3 Playmaker Number 3 is the team leader. As captain, he has an overview, analyses the situation on the playing field and adjusts his team's game accordingly. He is an experienced player who radiates calm and energy and must show a sure mastery of all the shots; in particular, he must be able to hit long balls precisely.

4 Back Player As the defender of his own goal, he tries to reach the ball and strike it away from the danger zone. He is an experienced player who is less interested in speed and duels than in analytical and targeted activity at the back of the field.

3 Regista Il numero tre è il capitano e in quanto tale deve avere una visione d’insieme. Il regista studia la situazione in campo e adatta di conseguenza il gioco di squadra. È un giocatore esperto che comunica calma ed energia al tempo stesso, deve essere sicuro nei colpi e soprattutto preciso nelle palle lunghe. 4 Difensore Il numero 4 deve cercare di prendere la palla e tirarla lontano dall’area da difendere. ll difensore è un giocatore esperto più concentrato sullo studio del gioco a fondo campo che sulla velocità o sulla disputa con l’avversario.

(F.N.)

57


THE EXTREMEL EXTREMELY LY WELL LIVING L MAGAZINE

FOLLOW FOLLOW US ON


Vocapolario

Polo play

Questo piccolo glossario riporta i termini che ricorrono più frequentemente quando si assiste ad una partita di polo. Iniziando da Chukker, continuando con Handicap e finendo con Umpires, si forniscono i principali dettagli tecnici utili a comprendere meglio questo nobile sport.

This short glossary explains the terms most frequently used at a polo match. From chukker, to Handicap and ending with Umpires, this glossary aims to provide the main technical details needed to understand this noble sport. Chukker (o chukka): play period of 7 minutes.

Chukker (o chukka): periodo di gioco della durata di 7 minuti in cui viene divisa una partita. La partita ha una durata dai quattro agli otto chukker. In Italia solitamente è di quattro. Groom: personaggio chiave di ogni buon giocatore di Polo: è infatti colui che allena ed accudisce i cavalli. I più quotati sono quelli argentini (petiseros).

abcd Fig. 1 Colpi in avanti e all’indietro. Si può colpire la palla in avanti (se colpita dalla parte destra del cavallo), all’indietro (se dalla parte sinistra) o diagonalmente. Un buon giocatore, con soli due tiri, è in grado di ricoprire tutti i 274 metri di lunghezza del campo.

Fig. 1 Forward and backward swings. You can hit the ball forwards (if hit from the right side of the pony), backwards (if hit from the left side) or diagonally. A good player needs just two swings to cover all 274 metres of the length of the field.

Handicap: unità di misura che apprezza l'abilità di un giocatore e si valuta attraverso una scala che va da -2 a 10. Possedere un handicap 10 significa avere conseguito la perfezione in questo sport. Penalty: punizione conseguente ad un fallo dell'avversario. Esistono tre tipi principali di penalty: da 30, da 40 e da 60 yards. Il penalty goal viene concesso quando un fallo, molto pericoloso, è avvenuto nei pressi della porta. Referee: giudice arbitro della partita,egli la osserva da una torretta posta lateralmente rispetto al centro del campo di gara ed interviene in caso di disaccordo fra i giudici in campo; controlla inoltre l'operato dei cronometristi e segnapunti. Ride Off: base della manovra difensiva; consistente nell'affiancare il giocatore che ha la palla e spingerlo lateralmente per fargli perdere il colpo. Throw-In: Letteralmente "getta dentro", è l'atto con cui l'arbitro fa iniziare il gioco gettando la palla in mezzo agli otto cavalieri schierati. Il throw-in viene effettuato all'inizio di ogni partita e ad ogni ripresa del gioco, dopo le interruzioni, e ogni qualvolta la palla finisce fuori dal campo di gioco. Umpires: Sono i due arbitri a cavallo che seguono la sviluppo del gioco in campo gara.

The match usually consists of four or eight chuckkers. In Italy it is usually four. Groom: key figure of all the best polo players: this is the person who trains and looks after the polo ponies. The most admired come from Argentina (petiseros).

Le parole del polo. The words of polo. Fig. 2 I tiri perpendicolari. Si effettuano partendo da sotto il collo o dietro la coda del cavallo. Il più difficile, detto “tiro del miliardario” parteda sotto la pancia del cavallo.

Fig. 2 Perpendicular swings. These start from below the pony’s neck or from behind the pony’s tail. The most difficult, called the "billionaire’s swing" starts from under the pony’s belly.

Handicap: unit of measure that values the ability of a player using a scale ranging from -2 to 10. Having a handicap of 10 means the player has achieved perfection in the sport. Penalty: awarded following a foul by the opponent. There are three main types of penalties: 30, 40 and 60 yards. The penalty goal is awarded when a dangerous foul is committed near the goal. Referee: the main match umpire who observes the match from a tower located on the sideline of the playing field; he is called upon to intervene if any disagreements arise between the mounted umpires; he also checks

the work of the time-keepers and those in charge of the score board Ride Off: basic defensive manoeuvre; it consists in riding alongside the player who has the ball, and pushing him sideways to make him miss the shot. Throw-In: Literally "throw in." This is how the referee starts the game, throwing the ball into the midst of the eight riders lined up on the field. Throw-ins are used to start every game, mark the resumption of play after breaks, and whenever the ball ends up outside the field. Umpires: The two mounted referees who monitor the match on the pitch. 59


Comune C omune Auronzo di A uronzo Cadore di C adore

Auronzo uronzo Misurina Misurina A estate-inverno esta te-inverno La tua vvacanza acanza tra tra le Dolomiti Dolomiti

Auronzo dâ&#x20AC;&#x2122;inverno Auronzo d â&#x20AC;&#x2122;inverno www.auronzodinverno.com www.auronzodinverno.com auronzodinverno@hotmail.it auronzodinverno@hotmail.it

C Consorzio onsorzio Turistico Turistico A Auronzo uronzo M Misurina isurina info@auronzomisurina.it inf fo o@auronzomisurina.it www.auronzomisurina.it www.auronzomisurina.it




JUST LIFESTYLE www.circleluxurymag.com


per un lettore colto e raffinato dedicata a chi ama incontrare il cavallo e la sua storia, che sempre emoziona...

II VIII

gennaio 2012

international edition

Friedland: il trionfo della Cavalleria | Aste: grande business Danedream, storia diuna campionessa | La ȦȤȢȝȞȔ (Troika)

graphic | paolomarchetti.net graphic | paolomarchetti.net

nuova e unica, da collezionare! I

I

I VI

V

VII

luglio 2011

aprile 2011

ottobre 2011

international edition

Die Walküre | Garibaldi e Vittorio Emanuele II | Pastrengo 1848 Il polo a Cortina | Fattori, pittura agreste | Il museo Hermès con

Saut Hermès 2011 | Il Sole di Austerlitz | Vernet, di padre in figlio Grande Polo | Irish and Epsom Derby | William & Kate in landau con

horsepower@scode.it | www.scode.it

Ascot: 300° compleanno| La casa nel bosco | Ribot e il Sassicaia Il Fattori militare| Polo: triplete di Audi | In carrozza, si parte! con


P Polo

quando il mensile più extravag agante a racconta lo spor p rt ddeii R Re

2003

Al Roma Polo Club Monsieur Monsieurr che cr credee in questo t gioco eleegante a e e virile v e, debutta iscrivendo una squadra.

2003

Monsieur Mons siieurr convincee Brioni a spponsorizzzaarre la Coppa d’Orro all’Arrge gentar n rioo. E dedica all’evento un ampio servvizziio

2004

Monsieur Monsieurr riporrta t il polo sull’isola di Brioni orr gaanizzando a con successo un torr ne n o d’eccellenzza. a

2008

Monsieur Mons ieurr è pr protagonis o ta dell’Audi Gold Cup sul Lago di Misurina a Corrttina.

2009

La squadra di Monsie Monsieur urr si classifica seconda nell’Audi Gold Cup sul campo di Villa a Sesta.

2010

Monsieur Mons ieurr prromuove o e lla white hhi e night che chiude con raffffinata fi eleegaanzza l’Audi Gold Cup a Roma.

2011

Monsieur Monsieurr è spponsor della naz ionalee francese ai Playofff eurroopei sul campo di Villa a Sesta

57 ser viz i hanno raccontato le p nel corso di questit 8 aanni. on g 401 paginee di Monsieur dedicatee ai tor nei. 2.921 fotoografie g e allee personee, ai cavalli, a agglili spons p or del cirrcuito c . 165.775 battutee di testo scrittee dai gior g nalisti di Monsieurr. IL BELLO, IL BUONO, IL MEGLIO DELLA VIT VITA TA www.monsieur.it www.monsieur.it



Audi Polo Gold Cup Circuit 2012 Official Magazine