Page 1

Soppressione dell’Ici sull’abitazione principale già dal 16 Giugno 2008

Secondo quanto riportato nel Dl 27 maggio 2008 n. 93, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 28 maggio 2008 n. 124 , l’ICI sulla prima casa non dovrà essere versata. L’esenzione dal pagamento riguarda anche le pertinenze dell’abitazione principale. L’eliminazione dell’ICI non riguarda le abitazioni signorili (Cat. A/1), le ville (Cat. A/8) ed i castelli (Cat. A/9). Beneficiano inoltre dell'esenzione le abitazioni assimilate dal comune a quelle principali mediante regolamento vigente alla data del 29.5.2008. ( www.ilsole24ore.com ) Delibera di Consiglio Comunale di Colturano n. 7 del 27/3/2008 Le aliquote I.C.I. per l’anno 2008 sono le seguenti: 1) aliquota ordinaria: 7 per mille; 2) aliquota abitazione principale e relative pertinenze: 4 per mille (soppressa dal nuovo Consiglio dei ministri. Vedi nota a inizio pagina) 3) aliquota da applicare ad abitazioni locate con contratto registrato ad un soggetto che le utilizzi come abitazione principale: 5 per mille; 4) aliquota da applicare ad abitazioni concessi in uso gratuito, a parenti in linea retta entro il 1° grado, con contratto regolarmente registrato, con residenza anagrafica nel fabbricato e separato stato di famiglia; il soggetto a cui è stato concesso l’immobili a titolo gratuito dovrà utilizzare l’immobile quale abitazione principale: 4 per mille; (il DL appena pubblicato sulla G.U. sembrerebbe includere nell’esenzione anche questa tipologia di immobili. Chiedere conferma presso gli uffici comunali. ndr ) 5) aliquota da applicare a tutti i soggetti passivi per gli alloggi posseduti e non locati: 7 per mille; http://82.50.235.158/AttiColturano/DELIBERE/web/index.htm Chi possiede dunque solo un immobile a titolo di abitazione principale NON DOVRA’ pagare l’ICI che invece permane su tutti gli altri immobili e sui terreni. Riportiamo una tabella con un esempio semplificato su come calcolare l’ICI su un appartamento posseduto nel nostro Comune (e non adibito ad abitazione principale). 1) Rendita catastale (rilevabile dal rogito o dalle schede catastali) Euro 300,00 Esempio A L’immobile non è locato: 7 per mille 31.500 x 7 : 1000 = Euro 220,50 (versamento di Euro 221,00)

2) Maggiorare la rendita per il coefficiente del 5% = Euro 315,00 Esempio B L’ immobile è locato: 5 per mille 31.500 x 5 : 1000 = Euro 157,500 (versamento di Euro 158,00)

3) Moltiplicare il totale ottenuto x 100 (Euro 315,00 x 100) Euro 31.500,00 Esempio C L‘immobile è dato in comodato gratuito Secondo il nuovo DL è Esente (Il DL è appena stato pubblicato sulla G.U. e, come spesso accade, alcuni punti necessitano di verifiche. Chiedere conferma all’ufficio tributi del comune)

L’importo totale da versare deve essere arrotondato all’euro per difetto, se la frazione è inferiore ad Euro 0,49 o per eccesso, se superiore a detto importo

Esempio calcolo ICI 2008 Colturano  

tabella passso-passo per il calcolo dell'ICI 2008 con le aliquote del comune di Colturano