Issuu on Google+

30

MERCOLEDÌ 7 MAGGIO 2008

il Cittadino

Cultura & Spettacoli

U

na storia che oltrepassa il quarto di secolo. Ap­ partata rispetto alle più eclatanti vetrine, il con­ corso nazionale coraale di Quartiano, dedicato al proge­ nitore lodigiano della cappella musicale Franchino Gaffurio, è pronto a tagliare ufficialmen­ te il nastro per la sua ventise­ iesima edizione. Nelle due giornate di sabato 17 e domeni­ ca 18 maggio prossimi, le mi­ gliori formazioni corali – chi di recente costituzione chi in­ vece realtà storica dalla presti­ giosa carriera – si contende­ ranno a Quartiano, nella cor­ nice della chiesa parrocchiale del paese, la vittoria finale in un intensissimo avvicendarsi di prove e di esibizioni aperte al pubblico. A garantire ulte­ riore smalto nonché inappun­ tabile serietà al verdetto finale è la Giuria, costituita da nomi assoluti del panorama musica­ le su cui torreggia quello di Giovanni Acciai, musicista da sempre impegnato sul molte­ plice fronte del concertismo, dell’editoria e della ricerca musicologica, della composi­ zione e della direzione, qui Di­ rettore Artistico della manife­ stazione. Ac­ canto a lui, primus inter pares, a costi­ tuire una rice­ zione sicura­ mente acuta e tesa a cogliere le intime ca­ ratteristiche di ogni singola for mazione, Stefano Bu­ schini, Piero Caraba, Alber­ to Odone e Ma­ ria Luisa Sán­ chez Carbone. A loro, alla lo­ ro superiore competenza toccherà l’arduo compito di di­ scernere, selezionare, esprime­ re il verdetto finale, dopo una sfiancante maratona di musica che a partire dalle ore 9.30 del mattino di sabato – prima con le prove di concer tazione a porte chiuse poi con l’esibizio­ ne pubblica di fronte ai giurati ­ si snoderà senza tregua fino alla serata di domenica quan­ do, alla fine di ogni esibizione, verrà proclamato il vincitore. Si diceva della straordinaria eterogeneità di storie e di per­ corsi che, come in ogni concor­ so, accompagnano i gruppi. La giovane età dei ragazzi dell’ao­ stano “Les notes fleuries du Grand Paradis” ­ diretto da Marilena Alberti e Ornella Ma­ nellae e nato in seno ad una re­ altà scolastica ad orientamen­ to musicale – sarà giustappo­ sto alla pluriennale esperienza del bergamasco “Il Castello” diretto da Mario Car minati, formazione dal vasto reperto­ rio cinquecentesco che l’ha portata ad esibirsi con succes­ so in numerosi festival nazio­ nali. E ancora giovanissimi i bambini del “Piccolo coro del­ la Beata Vergine”, alcuni di so­ li cinque anni, accanto ai sem­ pre straordinari “Piccoli Musi­ ci di Casazza”, diretti da Mario Mora o il Coro “Meridies” del­ l’Aureliano di Roma; il “Vocis musicae studium” di Oggiono , coro misto guidato da Giancar­ lo Buccino, prima del Colle­ gium musicum “Sancti Seba­ stiani Gameraniensis” diretto da Graziano Interbartolo, qui pronto a cimentarsi nel suo au­ lico repertorio. Allo stesso mo­ do i “Valsugana Singers” della trentina Scuola di musica di Borgo, Levico e Caldonazzo da­ ranno il meglio di sé prima di c e d e re l a s c e n a a l c u n e e s e Gruppo vocale “Concentus” di Boves diretto da Flavio Bec­ chis o alle “Ancelle di Erato” di Usago di Travesio guidate da Monica Malachin. Citazioni che non fanno certo giustizia al labirinto di presenze che trapunta di bellezza e di inten­ sità questa edizione del con­ corso, come sempre suddivisa per categorie in voci bianche, voci giovanili, Spiritual e Go­ spel e polifonia sacra. Da que­ sto premio uscirà sicuramente una promessa del corismo di domani, ma soprattutto una agguerrita schiera di belle re­ altà che sono pronte a portare la musica cantata nei più re­ moti centri della Penisola, spa­ ziando da Palestrina a Britten, senza dimenticare tutti i com­ positori viventi a cui questa manifestazione non manca mai di rendere un sentito omaggio. Insomma gli ingredienti sono quelli che hanno garantito sin qui alla rasse gna un livello sempre altissimo e un grande successo di pubblico, che gli org anizzatori confidano di confermare anche per questa ventiseiesima edizione. E. B.

I gruppi si contenderanno la vittoria finale in un intensissimo avvicendarsi di prove e di esibizioni aperte al pubblico

Nella foto sopra una delle formazioni protagoniste della rassegna di Quartiano, il Colo polifonico Il Castello di Sarnico

SABATO 17 E DOMENICA 18 IL TRADIZIONALE APPUNTAMENTO CON LA RASSEGNA ALL’INTERNO DELLA CHIESA PARROCCHIALE

Quartiano, una festa per i cori Attesa per la ventiseiesima edizione del concorso nazionale dedicato ai gruppi vocali Come sempre importante la partecipazione con formazioni in arrivo da tutta Italia LA SCHEDA

Una giuria di qualità guidata dal maestro Giovanni Acciai n Direttore artistico del con­ corso sarà, anche in questa edizione, Giovanni Acciai, personalità importante all’in­ terno dell’universo corale nazionale. Diploma in Musica corale, Direzione di coro, Organo e Composizione orga­ nistica presso il Conservatorio Verdi di Milano e laurea in musicologia presso l’Universi­ tà degli studi di Pavia Acciai si è perfezionato in direzione di coro con Roberto Goitre, Mar­ cel Couraud e Istvan Parkai. Direttore del Coro da camera della Rai di Roma (dal 1989 al 1994, anno di chiusura del complesso), del Coro sinfonico della Rai di Torino (1991­ 1992), è attualmente direttore artistico e musicale degli en­ sembles vocali e strumentali I Solisti del madrigale e Nova ars cantandi formati da can­ tanti e strumentisti professio­ nisti, alla guida dei quali svol­ ge un’intensa attività concerti­ stica e discografica. Il reperto­ rio corale eseguito è vastissi­ mo: spazia dalla polifonia medievale e rinascimentale alle grandi opere vocali­stru­ mentali. Titolare della catte­ dra di Storia ed estetica della musica medievale e rinasci­ mentale, Semiografia musica­ le e prassi esecutiva della poli­ fonia vocale presso il Corso di musicologia del Conservatorio Verdi di Milano; docente di Musica d’insieme nel Master universitario di I livello in Teoria e pratica della musica antica (Rinascimento e Barocco) presso l’Università degli studi della Basilicata, è membro del Comitato scienti­ fico per l’Edizione nazionale delle Opere di «Carlo Gesualdo di Venosa», direttore artistico dei Concorsi internazionali di canto corale di Riva del Garda (Trento), di Jesolo (Venezia) e, appunto, di Quartiano. Nel 1993 la città di Lodi gli ha assegnato il Diapason d’Ar­ gento per «l’opera di divulga­ zione compiuta a favore della musica corale, intesa come momento di crescita comune, attraverso una rinnovata con­ sapevolezza culturale». È rego­ larmente invitato a ricoprire l’incarico di presidente e di membro di giuria dei piú im­ portanti concorsi nazionali e internazionali di canto e com­ posizione corale. Dal 2000 è stato inviato, unico direttore di coro italiano, a far parte della giuria delle «Olimpiadi corali mondiali» e nel dicem­ bre del 2004 è stato nominato membro attivo e rappresentan­ te ufficiale per l’Italia dell’«In­ ternational Choir Olympic Council».


Cittadino 7 maggio 08 -primaparte