Page 1

Sirmione del Garda

LA QUALITÀ DELL’AMBIENTE E I MONUMENTI DEL NOSTRO BEL PAESE SONO PIETRE MILIARI DELL’ECONOMIA TURISTICA THE QUALITY OF THE ENVIRONMENT AND OUR COUNTRY’S BEAUTIFUL MONUMENTS ARE MILESTONES OF THE TOURISM ECONOMY

L’era del turismo motivato THE ERA OF DRIVEN TOURISM

I BENI CULTURALI E ARTISTICI, SONO I VERI TALENTI DEL TERRITORIO OUR CULTURAL AND ARTISTIC HERITAGE, ARE WHAT REALLY SPEAK ABOUT ITALY

GRUPPO EDITORIALE DELFO

collana periodica

il buono e il bello della vita the delfo logo THE GOOD AND BEAUTIFUL THINGS IN LIFE

L’essere contemporaneo

Il segno di Delfo


Vi segnaliamo dove trovare gli strumenti e le tecnologie per rendere contemporanei i vostri progetti di comunicazione

i philip borman

La Divisione Musei di Philip Borman Italia in sinergica partnership con ricercatori e tecnici di settore, sviluppa progetti avanzati nel campo delle tecnologie della comunicazione multimediale.Philip Borman è interessata a collaborare con biblioteche, musei, uffici pubblici e società private al fine di studiare soluzioni mirate per ogni genere di esposizioni, spazi informativi e strutture di comunicazione, garantendo competenza, affidabilità e assistenza.

NFOTOTEM IDEALe PER: MUSEI, UFFICI PUBBLICI, BIBLIOTECHE CENTRI TURISTICI, SERVIZI DI INFORMAZIONE CENTRI DI PROMOZIONE ESPoSIZIONI E FIERE POSTAZIONI MULTIMEDIALI SISTEMI AUDIO E VIDEO AUDIOGUIDE VASTA GAMMA DI VETRINE Infototem is ideal for: - museums, public offices, libraries - tourist centres, information services - promotional centres, exhibitions and trade shows - multimedia workstations - audio and video systems - audio guides - large range of displays

divisione musei The MUSEUM DIVISION of Philip Borman Italia, in collaborative partnership with researchers and technicians within the sector, is developing advanced projects in the field of multimedia communication technology. PHILIP BORMAN is interested in collaborating with libraries, museums, public offices and private companies in order to study solutions aimed at every kind of exhibition, information space and communication structure, whilst guaranteeing competence, reliability and assistance.

PHILIP BORMAN divisione musei

via del Lavoro, 32/34/36 25030 Castelcovati Brescia / Italia MOBILE +39 335 6367683 telefono +39 030 2475686 fax +39 030 225376

info@philipborman.com www.philipborman.com


L’ESSERE CONTEMPORANEO

È l’ house organ dell’Istituto Policleto, istituto per le ricerche sociali e dei consumi, che dal 1982 sviluppa progetti di ricerca “L’essere contemporaneo” IS THE HOUSE ORGAN OF THE ISTITUTO POLICLETO, AN INSTITUTE FOR SOCIAL AND CONSUMER STUDIES, WHICH HAS BEEN DEVELOPING RESEARCH PROJECTS SINCE 1982

Le dieci copertine dell’Essere Contemporaneo, pubblicazione che negli anni ha approfondito strategie e strumenti per il turismo

Una linea ininterrotta tra passato e futuro Edizione / Published by

GRUPPO EDITORIALE DELFO

Direttore responsabile / Editor FRANCESCO CHIOLO

Coordinamento editoriale / Editorial coordination ALBERTINA IVANA BONVENTO, SARA TOMASINI

Hanno collaborato / Cooperating SIMONE CHIOLO, ELIDE GIORDANI, MELANIA GAZZOTTI

Traduzioni / English translation STUDIO MORETTO GROUP

Fotografie / Photographs

ARCHIVIO GRUPPO EDITORIALE DELFO / FOTOSTUDIO RAPUZZI / FRANCO LUCINI FOTO BASILIO RODELLA / rodolfo sandrini / STEFANO ZANOLA VINCENZO MONTE / claudio candito

Grafica / Graphic design ISTITUTO POLICLETO - SEZIONE MARKETING COMMUNICATION DTP / PIETRO COMINI / GIACOMO DI ROSA / VALENTINA COSSU

Stampato in Italia / Printed in Italy

GRUPPO EDITORIALE DELFO via Aldo Moro, 44 25124 Brescia telefono 030 221374 r.a. fax 030 225376

segreteria@editorialedelfo.com L’Essere Contemporaneo Iscrizione Registro Periodici aut. Tribunale di Brescia 42/88 del 24 Ottobre 1988


ISTITUTO Policleto FOR OPERATORS IN THE WORLDS OF CULTURE, TOURISM AND BUSINESS The Istituto Policleto proposes studies, solutions and concrete instruments for those working in these delicate and important sectors. It is able to offer qualified contacts maximum levels of strategic support via “specialised studies and research” as well as operational plans concerning projects and events. Moreover, the Institute offers effective services, from feasibility studies to press agency management. Available general studies, carried out in 2011 The 99 Most Hospitable Cities Status bearers Open air travel The researchers of the Istituto Policleto 1 - DESTINATION MANAGEMENT They create the prerequisites, images and instruments for the promotion of a territory, brand, event or specific service 2 - CONCEPT, BRAND & CORPORATE IDENTITY They study, develop and create everything necessary for communications: the paper- and non-paper-based materials, publications, brands, brochures etc… 3 - MARKETING MANAGEMENT They identify, develop and manage all marketing levers, whether cultural, ouristic or commercial 4 - MARKETING & ADVERTISING STRATEGY They create strategies which are able to capture an audience, make seasonal djustments and promotions at a national and international level 5 - WEB MARKETING, MEDIA STRATEGY & DIGITAL IDENTITY They optimise our internet presence, by using channels to obtain the best results and manage the site’s position in search engines result 6 - SOCIAL MEDIA STRATEGY They exploit the potential of the virtual community (Facebook, Twitter and TripAdvisor) in order to increase online popularity.

4


Per gli del mondo operatori del turismo della cultura e del commercio , L’Ist p

ituto Pol ropone r ic per chi o icerche, soluzion leto pera in q i e strum uesti d enti co A qualifi elicati e importa ncreti è in grad cati Int nti settor o di offr i. ire il ma erlocutori attravers ssimo su o “studi pporto s e Inoltre p piani operativi r e indagini speci trategico fi ig ropone e fficaci se uardanti proget che” al marke t i ed ev rvizi c ting terri toriale, d he vanno dagli s enti. tu al focus e g l’organizzazione di di fattibilità r d uppi di s i conveg fino alla tudio ni, g e s t i o n e Ricerch d i u f fici stam e genera pa li dispon Le 99 ci i bili, effe ttà ospita ttuate n li I po el 2012/ rtatori di 13 status I ricerca Viaggiar tori dell e a cielo aperto ’Istituto P o l i c l 1 eto DEST Creano i presuppo INATION MA NAG sti, l un territo rio, un m ’immagine e gli EMENT st archio, u n evento rumenti per prom o uovere un serviz CONCE 2 i o P s T p , e B c ifico R Studiano , svilupp AND & CORPO a R n ATE IDE o e rea alla l NTITY edizioni inea comunicazi lizzano tutto ciò onale: m (riviste, che è ne ce libri, atti a di conve teriali cartacei e ssario gni, mar non, chi, broc 3 MARKE hure ecc Individu …) TING M ano, pot A NAGEM enziano e E gest NT sia cultu rale che iscono tutte le le turistico v e comme e del marketing MARKE r c iale 4 Realizza TING & no studi A D VERTI str e promu ategici idonei pe SING STRATE overe a l GY r ivello na conquistare, de stagiona zionale e WEB M lizzare internaz Ottimizz ARKETING, M 5 ionale ano la pr E D IA STRA esenza T risultati, gestendo in internet utili EGY & DIGITA zz L il posizio namento ando canali per o IDENTITY ttenere i all’intern m o dei mo 6 tori di ri igliori SOCIAL c e MEDI Utilizz rca (Facebo ok, Twit ano le potenzial A STRATEGY ter e Trip it advisor) à delle comunità per aum entare la virtuali popolari tà in inte rnet. www.is

titutopo

licleto.it

5

ISTITUTO POLICLETO

di dott. Albertina Ivana Bonvento & C. direzione: Via A. Moro, 44 25124 Brescia-Italia tel. 030 221710 r.a. fax 030 225376

segreteria@istitutopolicleto.it


“Expo 2015 rappresenta il cuore delle possibilità di ripresa per l’Italia”. Sono queste le parole che il presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta ha usato per ribadire il sostegno del Governo all’Esposizione Universale. Diana Bracco, presidente dell’Expo:

“La manifestazione del 2015 è una grande occasione per l’economia turistica del nostro Paese” L’ onorevole Massimo Bray è il ministro per i beni e le attività culturali con delega al dipartimento per il turismo.

L’onorevole Massimo Bray dopo il giuramento da ministro, stringe la mano al premier Enrico Letta

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con l’onorevole Massimo Bray, direttore della rivista “Italianieuropei”

Crisi: una rinascita possibile. Commercio e turismo insieme per promuovere cultura e shopping. Il turismo è uno dei settori dell’economia italiana che potrebbe avere un ruolo fondamentale per battere il declino. Dal 7 all’11 maggio le Lamborghini hanno percorso 1200 km: Milano / Roma / Bologna. Per festeggiare il 50esimo anniversario dalla fondazione, Lamborghini, con l’aiuto della società di Costantino Franchi, ha organizzato un grande raduno. Hanno partecipato oltre 300 piloti, tra questi 36 equipaggi tedeschi, 71 britannici, 21 americani e 17 cinesi: un bel modo per promuovere il nostro bel paese.

50esimo anniversario: Il grande giro Lamborghini dal 7 all’11 maggio 2013. 1200 km Milano, sosta a Bobbio, Roma e Bologna

Costantino Franchi, segretario generale della Mille Miglia dal 1977 al 2007

6


Editoriale

Siamo nell’era del turismo motivato The era of driven tourism

editorial

Il

turista contemporaneo ha maturato oggi, più di ieri, una consapevolezza riguardo “il valore del suo tempo”. Il tempo speso per fare turismo richiede sempre più il concetto di esperienza, fatta di viaggio, di incontri guidati da una “moderna o contemporanea curiosità”, di nuove attenzioni per il proprio benessere, per il relax, ecc. Una curiosità dominata dal bisogno di scoprire e arricchirsi nello spirito. Quasi sempre si vuole attuare un sogno premeditato e atteso. Si vuole tornare con la valigia piena di momenti da ricordare, di esperienze che vengono definite con semplicità “…sono stato bene”. Il mercato potenziale desidera vivere emozioni, soddisfare il primato dei sensi, in sostanza cerca il bello e il buono. Può sembrare banale, ma banale non è, soprattutto per quanti per professione creano e propongono l’offerta turistica. Alla base infatti di un pacchetto turistico di qualità deve necessariamente esserci un’alleanza armonica tra tutti i protagonisti: solo grazie al buon lavoro comune è possibile offrire “l’eccellenza” al turista reale o potenziale, quella vera qualità che viene percepita come il giusto controvalore rispetto ai costi che il turista sostiene per soddisfare pienamente il suo sogno di vacanza. Sempre il buon ricordo del tempo speso bene trasforma poi il turista in un formidabile testimonial, in grado di promuovere in modo efficace (e a costo zero) la località e il soggiorno. La ricerca dell’Istituto Policleto sulle 99 città ospitali, che non presenta dati statistici e previsioni possibili, ma individua strumenti e strategie, mette in luce questo concetto: “le imprese, come le idee, valgono non solo per la qualità dei profitti che generano, ma soprattutto per i valori che esprimono attraverso la loro partecipazione e il loro impegno per elevare sempre più il bene comune”. Bisogna fare formazione permanente, rispettare la risorsa territorio, capire la centralità su cui ruota tutto il sistema. È fondamentale porre attenzione a soluzioni innovative e ad una costante ed efficace informazione. Le realtà turistiche del nostro Paese hanno una buona stratificazione e sono un mix di imprese grandi, piccole e medie che va considerato come “vero valore”. È necessario però prestare maggiore attenzione alle risorse umane e valorizzare la nostra cultura dell’ospitalità, tenere nella giusta considerazione il lavoro manuale. In sostanza si deve cercare di attuare la civiltà del fare e incrementare il lavoro di gruppo, proponendosi a mercati sostenibili e duraturi, compresi quelli di nicchia, qualificando il patrimonio delle imprese familiari, che ancora oggi possono essere un esempio di gestione armonica.

7

The modern tourist has today, more than ever before, gained an awareness of “the value of his time”. Time spent for tourism increasingly demands a travel experience which includes encounters driven by a “modern or contemporary curiosity”, with new focus on the tourists’ well-being, relaxation, etc. This curiosity is dominated by the need to discover and enrich one’s spirit. The desire to realize or act out a dream is almost always present, as is that of wishing to come back with a suitcase full of souvenirs and memories that can be summed up in a simple: “I had a good time”. The potential market wants to find excitement and satisfy the dictates of the senses; essentially it wants what is good and attractive. It sounds corny, but it is not trivial, especially for professional tourist operators. In fact, the basis of a quality tourist package is of necessity a harmonious alliance of all the people involved: only through good teamwork can “excellence” be offered to the potential or real tourist, real quality that is perceived as the true equivalent of the costs the tourist must pay in order to fully experience his dream vacation. Pleasant memories of time well spent then transform the tourist into a formidable spokesperson, who can effectively (and for free) promote the location and the holiday. Research by the Istituto Policleto on the 99 hospitable towns does not present statistical data and forecasts, but rather identifies tools and strategies, and highlights this concept: “businesses, like ideas, are not only worth the quality of the profits they generate, but especially for what they express through their participation and their commitment to increasing the common good”. There must be continual training and optimization of the area’s resources, and insight into what makes the the whole system work. It is important to pay attention to innovative solutions and have constant and accurate information. Tourist agencies in Italy are well stratified and represent a mix of small, medium and large enterprises that may be considered a “real advantage”. However, more value should be placed on human resources, more attention paid to our culture of hospitality, and due consideration taken of manual labor. Basically, we need to be proactive and increase teamwork, look more at sustainable and long-term niche markets, and place more value on the advantages of family businesses, which are still capable of providing a good example of harmonious management.


Sirmione del Garda nella stupenda immagine DI BASILIO RODELLA

8


L’era del turismo motivato THE ERA OF DRIVEN TOURISM

LA QUALITÀ DELL’AMBIENTE E I MONUMENTI DEL NOSTRO BEL PAESE SONO PIETRE MILIARI DELL’ECONOMIA TURISTICA THE QUALITY OF THE ENVIRONMENT AND OUR COUNTRY’S BEAUTIFUL MONUMENTS ARE MILESTONES OF THE TOURISM ECONOMY

U

MILANO

A monument is not merely a piece of art. It is primarily a symbol man has left in time. For we Italians, understanding and appreciating it means placing value on our roots and affirming our identity. The Coliseum of Rome is the most famous and adored monument in Europe: it has always been part of the world of beauty and is, for millions of foreign tourists, immediately identifiable with Italy.

n monumento non è solo un evento artistico, ma soprattutto un segno dell’uomo nel tempo. Conoscerlo e apprezzarlo significa, per noi italiani, dare valore alle nostre radici e affermare la nostra identità. Il Colosseo di Roma è il monumento più famoso e amato d’Europa: da sempre parla al mondo di bellezza e viene, da milioni di turisti stranieri, immediatamente associato all’Italia.

ROMA

9


China Vanke co. Ltd. firma il contratto di partecipazione a Expo Milano 2015 e affida a Daniel Libeskind il progetto del padiglione China Vanke co. Ltd. signs the participation contract of Expo Milano 2015 and becomes the first Corporate Participant at the event

MILANO 2015 NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA Changfeng Ding, Vice Presidente di China Vanke Co. LTD., e Giuseppe Sala, Amministratore Delegato di Expo 2015 S.p.A.

Il colosso cinese, leader nel settore immobiliare, ricreerà nel proprio padiglione - con un investimento iniziale di 3 milioni di Euro - le atmosfere della Cina tradizionale.

The Chinese giant, leader in real estate industry, with an initial investment of 3 million euros, will recreate in its own pavilion, the atmospheres of traditional China

China Vanke Co. Ltd, ha firmato oggi, presso la sede di Expo 2015 S.p.A., il contratto di partecipazione ad Expo Milano 2015, confermandosi il primo Corporate Participant all’Esposizione Universale italiana. Changfeng Ding - Executive Vice President di China Vanke Co. LTD. - e Giuseppe Sala - Amministratore Delegato di Expo 2015 S.p.A. - hanno sottoscritto il documento che sancisce formalmente la partecipazione dell’azienda all’Esposizione Universale di Milano; la società si è aggiudicata il lotto NE1 di 959 mq, collocato nell’area corporate del Sito dell’Expo. Il colosso del settore immobiliare, che fornisce oltre 100.000 unità abitative, costruirà un proprio padiglione dove ricreerà il concept space “Shitang”. Una struttura sociale tradizionale che continua a vivere nella società contemporanea cinese sotto varie forme e che rappresenta la possibilità di socializzare in un ambiente sano e sereno. L’idea di Vanke è quella di ricreare a Expo Milano 2015 un proprio Shitang che mostri al mondo un’istantanea della vita nella Cina contemporanea, mettendo a disposizione: spazi di ristorazione in cui mangiare in maniera salutare a prezzi contenuti, e dove condividere opinioni e progetti, contribuendo a migliorare il tessuto sociale della città. In tal modo l’azienda condividerà con tutti i visitatori, reali e virtuali, un aspetto tipico della cultura cinese. Il padiglione di Vanke sarà progettato dallo studio dell’architetto Daniel Libeskind di New York e da Libeskind Architettura Milano.

China Vanke Co. Ltd, signed today, at the headquarters of Expo 2015 Company, the participation contract at Expo Milano 2015, confirming to be the first Corporate Participant at the Italian Universal Exhibition. Changfeng Ding - Executive Vice President of China Vanke Co. LTD. - and Giuseppe Sala - CEO of Expo 2015 S.p.A - signed the document that formally confirms the company’s participation at the Universal Exhibition in Milan; the company succeeded in gaining the 959mq NE1 lot, located in the corporate area of the Expo Site. The giant of the real estate industry, which provides over 100,000 housing units, will build a pavilion which will recreate the “Shitang” concept space, a traditional social structure, which keeps on living in the contemporary Chinese society in various forms and that represents the opportunity to socialize in a healthy and calm atmosphere. Vanke’s idea is to recreate at Expo Milano 2015 a real Shitang, to show the world a snapshot of life in contemporary China, providing dining spaces where to eat in a healthy and affordable way, where to share opinions and projects, thus helping to improve the social fabric of the city. In this way, the company will share with all visitors, both real and virtual, a typical aspect of Chinese culture, providing a physical space, in which it will be possible to know and experience Shitang universe. The Vanke’s pavillon will be designed by Studio Daniel Libeskind New York and Libeskind Architettura Milan. China Vanke Co. Ltd participation in Expo

10


“La Cina si conferma un Paese di grande rilevanza per Expo Milano 2015 - ha commentato Giuseppe Sala, Amministratore Delegato di Expo 2015 S.p.A – e la firma di oggi con China Vanke Co. LTD testimonia come le imprese cinesi siano pronte a cogliere le molteplici opportunità offerte dall’Esposizione Universale Italiana. Siamo particolarmente entusiasti del progetto di questa grande azienda che ha capito a fondo i valori di Expo, l’importanza della condivisione della propria tradizione nonché il coinvolgimento, anche emozionale, dei visitatori”. “China confirms to be a very relevant Country for Expo Milano 2015 – said Giuseppe Sala, CEO of Expo 2015 S.p.A – and signing today with China Vanke Co. LTD shows how Chinese Companies are ready to seize the many opportunities offered by the Italian Universal Exhibition. We are particularly excited about the project of this great company, that has deeply understood the values of Expo, the importance of sharing its Country own traditions and the even emotional involvement of visitors.”. Libro delle virtù dell’Impero Celeste

Il segno del viaggio

La partecipazione di China Vanke Co. Ltd ad Expo Milano 2015 contribuirà alla realizzazione del “China Special Project di Expo Milano 2015”, progetto strategico di collaborazione e sviluppo economico tra Italia e Cina per rafforzare la già proficua cooperazione che lega i due Paesi. Il progetto coinvolge cinque aree strategiche: la prima, di stampo economico e turistico, ha l’obiettivo di portare all’Esposizione Universale in Italia un milione di visitatori cinesi. La seconda e la terza riguardano la stretta cooperazione tra le Province Cinesi, le Regioni Italiane e le potenzialità di Expo Milano 2015 come piattaforma per rafforzare gli scambi e favorire opportunità di business grazie anche alla partecipazione del settore privato cinese ad Expo. Le altre aree riguardano la promozione della partecipazione cinese e di Expo Milano 2015 in Cina e in Italia, attraverso una stretta collaborazione fra i due Paesi che potrà coinvolgere la Società Vanke in attività di co-promozione e comunicazione e in speciali roadshow nelle principali province cinesi.

11

Milano 2015 will contribute to the development of the “China Special Project” of Expo Milano 2015”, the strategic project of partnership and economic development between Italy and China aimed at strengthening the already fruitful cooperation that binds the two Countries. The project involves five strategic areas: the first, based on economic and touristic mold, aims at attracting to the Universal Exhibition in Italy a million Chinese visitors. The second and third concern the close cooperation between Chinese Provinces and Italian Regions and the potential of Expo Milano 2015 as a platform to strengthen exchanges and to promote business opportunities thanks also to the participation of the Chinese private sector. The other areas concern the promotion of of Expo Milano 2015 and of the Chinese participation in China and Italy, through a close cooperation between the two Countries which will involve Vanke Company in co-promotion and communication activities and in special roadshows in major Chinese Provinces.


L’era del turismo motivato THE ERA OF DRIVEN TOURISM

A Pechino, nel cuore della Cina, sulle tracce di Matteo Ricci, Missionario amato dalla gente dell’Impero d’Oriente

In Beijing, the heart of China, walking in the steps of Matteo Ricci, Missionary beloved by the people of the Celestial Empire.

Vita di Matteo Ricci

Cronologia

1552: Nasce il 6 ottobre a Macerata, è il primo di 13 figli. 1572: Entra nel noviziato della Compagnia di Gesù. 1578: Il 24 marzo salpa da Lisbona per l’India con tredici compagni gesuiti. Arriva a Macao (Cina) il 7 agosto 1582. 1580: è ordinato sacerdote a Goa. 1583: In settembre entra in Cina e fonda la prima residenza di Sciaochin. 1584: Pubblica la prima edizione del mappamondo in cinese. 1593: Inizia a scrivere il catechismo in cinese e a vestire alla maniera dei letterati cinesi. 1595: Si stabilisce a Nancian dove pubblica la prima opera in cinese: il Trattato dell’amicizia. 1598: Raggiunge Pechino per la prima volta il 7 settembre. 1599: Si stabilisce a Nanchino, qui fonda la grande residenza missionaria. 1601: Chiamato dall’Imperatore, ritorna a Pechino il 24 gennaio. 1610: Muore l’11 maggio a Pechino. Macerata in un dipinto d’epoca

Dell’Aglio, Chiolo, Alberini - Pechino 2005

In visita al Mausoleo di Matteo Ricci

Per singolare privilegio dell’imperatore Wan-Li, il Padre Gesuita fu sepolto nella Pechino Imperiale.

The Jesuit Father was buried in Imperial Beijing by special privilege granted by Emperor Wan-Li. 12


13


14


65° Congresso AnnuAle della Federazione Mondiale DELL’IDROTERAPIA E CLIMATOTERAPIA / FEMTEC The 65 general assembly of the world federation of hydrotherapy and climatotherapy / femtec

Acque minerali naturali e delle risorse climatiche fanno parte del patrimonio culturale della tradizione medica di ogni paese. Possiamo infatti affermare che queste costituiscono la base su cui i diversi sistemi terapeutici hanno iniziato ad esistere e funzionare. In Occidente tale tradizione si è sviluppata e consolidata nel corso dei secoli. Anche se con alterne fortune, la “Scienza delle Terme” è una disciplina che si è perfettamente integrata nella medicina moderna. In Oriente, invece, nonostante la grande tradizione culturale e notevoli risorse naturali esistenti, lo studio scientifico e terapeutico delle acque e del clima non sono stati approfonditi come necessario. Tuttavia, lo sviluppo estensivo è stato dato alla cultura delle Terme, dove per mantenere il benessere sono utilizzati il patrimonio e le tradizioni della medicina orientale. Oggi, con la globalizzazione e l’integrazione sociale, culturale ed economica in corso, questo settore sta subendo processi di trasformazione e di scambio sovranazionale. Quindi una pausa di riflessione e confronto tra i diversi sistemi di approccio appare necessaria per l’ottimizzazione reciproca e per una corretta gestione del cambiamento. FEMTEC non poteva non assumere questo ruolo, in particolare sulla base dei suoi 75 anni dalla fondazione. Grazie alle sue prerogative, agli obiettivi istituzionali e alla sua lunga storia nel mondo delle Terme, è anche punto di riferimento per il mondo Health Organization. Scienza, cultura, economia e innovazione in Terme e Spa sono quindi i punti cardine su cui la discussione e lo sviluppo del settore si svolgeranno nei prossimi decenni. È con questo spirito di innovazione e di ricerca che Femtec Vi invita a partecipare al Congresso internazionale in Cina, a Chongqing e Nanjing con numerosi e prestigiosi Centri Spa e sorgenti termali. Questo incontro è il primo evento nella storia del termalismo e può essere realizzato sulla base di un accordo tra Cina e FEMTEC TERME ASSOCIAZIONE.

Natural mineral waters and springs belong to the cultural heritage of every country’s medical tradition. It could even be said that they are the foundation of all therapeutic systems. This tradition has been developing and consolidating in the West for centuries. Even if with varying fortunes, the ‘Science of Thermal Spas’ is a discipline that has perfectly integrated with modern medicine. In the Orient, on the other hand, in spite of the great cultural tradition and remarkable natural resources of Asia, the in-depth scientific and therapeutic study of water and the climate have not been explored as it deserves. However, the heritage and traditions of oriental medicine have been useful for the development and extension of Spa culture for the sake of well-being. Nowadays, with globalization leading to social, cultural and economic integration, this sector is undergoing processes of transformation and supranational exchange. As a result, reciprocal optimization and correct management of changes seem to necessitate reflection and a comparison of different approaches. FEMTEC could not eschew this responsibility, considering also the celebration of the 75th anniversary of its foundation. Due to its prerogatives, institutional objectives and long history in the world of Hot Springs, it also represents a landmark for the World Health Organization. Science, culture, economy, and innovation in the Hot Springs and Spa industry are thus the pivotal points upon which hinge the debate and development of this sector over the next decades. It is with this spirit of innovation and research that Femtec invites you to take part in the International Congress in China, in the cities of Chongqing and Nanjing, known for their numerous and prestigious Spa Centers and hot springs. This meeting is the first of its kind in the history of hydrotherapy and has been made possible on the basis of an agreement between China and FEMTEC HOT SPRINGS ASSOCIATION.

15


La cultura come luce tra i popoli

Ancella con lampada, dinastia Han occidentali, ante 150 a.C.

16


65° Congresso AnnuAle della Federazione Mondiale DELL’IDROTERAPIA E CLIMATOTERAPIA / FEMTEC The 65 general assembly of the world federation of hydrotherapy and climatotherapy / femtec a cura di Umberto Solimene

Nei giorni 21 - 28 Ottobre 2012 si è svolto in Cina, nelle Città di Nanchino e Chongqing, il 65° Congresso della Federazione Mondiale delle Terme e della Climatoterapia (FEMTEC) che ha celebrato anche il 75° della propria costituzione. L’evento si è svolto con l’importante supporto logistico dei Ministeri regionali del Turismo e con la qualificata assistenza della Chinese Hot Spring Tourism Association, con cui FEMTEC ha significativi accordi di collaborazione. Questo è stato il risultato di una pluriennale collaborazione con le Istituzioni Cinesi con cui FEMTEC, nella persona del suo Presidente Prof. Nikolai Storozhenko, nel Dicembre 2011 siglò importanti accordi di collaborazione in campo scientifico e formativo del personale.

The 65th Congress of the World Federation of Hydrotherapy and Climatotherapy (FEMTEC) took place in China, in the cities of Chongqing and Nanjing, between October 21st and 28th, 2012. On this occasion, FEMTEC also simultaneously celebrated the 75th anniversary of its foundation. The event took place with the important logistical support of the regional Ministries of Tourism and with the qualified assistance of the Chinese Hot Springs Tourism Association, with which FEMTEC has significant collaboration agreements. This was the result of long-term collaboration with Chinese Institutions, with which FEMTEC, represented by its President, Prof. Nikolai Storozhenko, signed important cooperation agreements in the areas of science and personnel training in December 2011. The theme of the event was: ‘TERMAE, HOT

Tema dell’evento: “TERMAE, HOT SPRINGS & SPA. Una antica medicina complementare per un moderno sistema sanitario”. Oltre 200 studiosi, esperti, amministratori, imprenditori, provenienti da 22 Paesi hanno dibattuto nei giorni del Congresso i diversi aspetti scientifici, legislativi, turistici e di management legati al termalismo. Il Convegno si è aperto a Nanchino con un’imponente cerimonia inaugurale nella località Tangshan, nota sin dai tempi degli imperatori Ming per le proprietà delle acque termali ivi esistenti. Tradizione che prosegue ai nostri giorni con un vivace sviluppo di aziende nel settore. Grazie a questa attività a Tanghsan è stato riconosciuto da Femtec lo statuts di “migliore località termale in fase di sviluppo”. Lo stesso V.ce Sindaco di Nanchino, CHEN GANG, nel suo discorso inaugurale ha voluto sottolineare l’importanza che la Municipalità da lui diretta dà allo sviluppo del termalismo nella sua Regione.

SPRINGS & SPA. An ancient practice complementary with a modern health system’. During the days of the Congress, over 200 scholars, experts, administrators, and entrepreneurs from 22 countries took turns in debating scientific, legislative, touristic and managerial aspects linked to hydrotherapy. The Congress opened in Nanjing with an impressive inaugural ceremony in Tangshan, known since the times of the Ming Dynasty for the therapeutic properties of its waters. A tradition that lives on thanks to the flourishing development of dedicated businesses. Due to this activity, Femtec has awarded Tanghsan the status of ‘Best Developing Spa Center’. The vice mayor of Nanjing himself, Mr. CHEN GANG, emphasized in his inaugural speech the importance that his City gives to the development of hot springs culture for the whole Region.

17


Prof. Umberto Solimene nella città di Chongqing dove si è concluso il 65° Congresso FEMTEC Professor Umberto Solimene in the city of Chongqing where it was concluded the 65th Congress FEMTEC

Autorità Cinesi, tra cui segnaliamo BAO Guixin Segretario generale della Municipalità e WU Wenxue, del Ministero del Turismo, hanno incontrato alcuni autorevoli Ospiti Stranieri (T.Dubois, Francia; P.Cantista, Portogallo; I.Ponikowska, Polonia; F.Florana, Cuba; B.Asimov e Scherbakova, Russia) complimentandosi ed auspicando una stretta collaborazione. Il Congresso si è concluso nella Città di Chongqing, capitale di una Regione con oltre 62 milioni di abitanti, una delle quattro regioni autonome della Cina tra le più sviluppate. Qui, nel prestigioso e modernissimo complesso termale di RONGHUI, inaugurato per l’occasione del Congresso, si sono tenute alcune delle relazioni più interessanti da parte degli esperti. È stato messo in evidenza il ruolo importante che negli Stati europei svolge il termalismo e le possibili integrazioni in una politica economica di sviluppo del territorio.

18

Chinese authorities, such as BAO Guixin, Secretary General of the Municipality, and WU Wenxue, from the Ministry of Tourism, met with some authoritative Foreign Guests (T. Dubois, France; P. Cantista, Portugal; I. Ponikowska, Poland; F. Florana, Cuba; B. Asimov and Scherbakova, Russia) expressing their compliments and hopes for a close collaboration. The Congress ended in the Municipality of Chongqing, capital of a Region with more than 62 million inhabitants, one of the four most developed Autonomous Regions of China. Here, in the prestigious and ultra-modern spa complex of RONGHUI, inaugurated on occasion of the Congress, some of the most interesting reports were given by experts. The important role given to spas by European countries was highlighted, and their possible integration into the framework of territorial economic development policies.


La città di Chongqing, grazie alla sua attività innovativa nel settore termale è stata nominata da FEMTEC “WORLD GLOBAL CAPITAL OF HOT SPRING” The city of Chongqing, thanks its innovative activity in the spa industry has been appointed by FEMTEC “WORLD GLOBAL CAPITAL OF HOT SPRING” Esempi concreti sono venuti da relatori di Francia, Italia, Cuba, Tunisia, Russia, Slovakia. Prevenzione, cura, benessere e turismo: questi i punti trattati. Di grande interesse per tutti i partecipanti la relazione introduttiva del Vice Governatore della Regione TAN XIWEI che ha documentato l’impressionante sviluppo e pianificazione del territorio, soprattutto nel settore termale. Una realtà innovativa e di grande interesse. Chongqing, grazie a questa attività è stata nominata da FEMTEC come “WORLD GLOBAL CAPITAL OF HOT SPRING”. Durante il Congresso sono stati siglati importanti accordi tra il Presidente di FEMTEC Storozhenko e il Segretario Generale dell’Associazione Cinese delle Terme (CHTA) ZHANG che prevedono anche la costituzione di una Scuola Europea di formazione per gli operatori termali cinesi, di tutti i livelli e le discipline interessate. Di particolare importanza per le sue implicazioni anche l’accordo di collaborazione scientifica e formativa tra l’Istituto del Turismo di Chongqing e l’Accademia Russa del Turismo. Firmato dal Rettore Prof. I. Zorin e dal Collega Cinese ZIBAI LUO, l’accordo prevede scambio di studenti e di insegnanti, creazione di Corsi di Laurea congiunti e di Cattedre di insegnamento specifiche. Il tutto nell’ambito degli accordi intergovernativi RUSSIA - CINA che prevedono un importante sviluppo nelle relazioni in campo turistico. L’accademia russa, che ha in atto importanti accordi di collaborazione con Università Europee, in tal modo si pone in posizione di assoluto rilievo nel campo formativo turistico.

Concrete examples were offered by speakers from France, Italy, Cuba, Tunisia, Russia, and Slovakia. The topics included prevention, therapy, health and tourism. Vice Governor TAN XIWEI gave an introductory report of great interest to all participants, documenting the impressive territorial development and planning of the Region, especially with regard to the spa industry. An innovative trend of great interest. Due to this activity, FEMTEC designated Chongqing as ‘GLOBAL CAPITAL OF HOT SPRINGS’. During the Congress, important agreements were signed between FEMTEC President, Mr. Storozhenko, and the Secretary General of the Chinese Hot Springs Association, Mr. (CHTA) ZHANG. Among other things, the agreements involve the establishment of a European School of training for Chinese spa operators of all levels and related disciplines. Of particular significance, due to its implications, was also the scientific collaboration and training agreement between the Institute of Tourism of Chongqing and the Russian Academy of Tourism, signed by Rector Professor I. Zorin and his Chinese colleague ZIBAI LUO. This agreement involves the exchange of students and teachers, along with the creation of joint University Courses and specific Teaching Chairs. All in the context of intergovernmental agreements between RUSSIA and CHINA that envisage significant developments in the field of tourism relations. The Russian academy, which has substantial collaboration agreements with European universities, thus takes on a highly important role in the field of tourism training.

Visite a Centri termali di prestigio e a Monumenti culturali protetti dall’Unesco, nonchè una crociera sullo Yangtze hanno integrato in modo professionale e piacevole, il soggiorno dei Congressisti. Dettagli del Convegno (programma, video, pubblicazioni) sono disponibili nel sito web di FEMTEC (www.femteconline.org).

Combining work with pleasure, participants in the congress also enjoyed visits to prestigious spas and cultural Monuments protected by UNESCO, as well as a cruise on the Yangtze river. Congress details (programs, videos, publications) are available for viewing on the www.femteconline.org FEMTEC web site.

19


L’ISTITUTO POLICLETO HA REALIZZATO

THE POLICLETO INSTITUTE PRODUCED

I SEGNI COMUNICATORI PER LA PROMOZIONE IN CINA DEL 75° ANNIVERSARIO DELLA FEDERAZIONE MONDIALE DELLE TERME - FEMTEC

THE COMMUNICATION SIGNS FOR THE PROMOTION OF THE 75TH ANNIVERSARY OF THE WORLD FEDERATION OF HYDROTHERAPY AND CLIMATOTHERAPY – FEMTEC IN CHINA

worldand federation of hydrotheraphy world andfederation climatotherapy of hydrotheraphy and climatotherapy world federation of hydrotheraphy climatotherapy

In recognition of outstanding

In recognition of outstanding

HOT SPRINGS DEVELOPING PROGRAMS HOT SPRINGS DEVELOPING PROGRAMS

In recognition of outstanding

HOT SPRINGS DEVELOPING PROGRAMS

to to to TANGSHAN TOWN NANJING CITY CHONGQING CITY The Femtec Board unanimously agreed thatThethisFemtec Town isBoard designated as unanimously agreed that this Municipality The FemtecisBoard designated unanimously as agreed that this Municipality is designated as WORLD WELL KNOWN THERMAL TOWN WORLD WELL KNOWN THERMAL CITY

GLOBAL CAPITAL OF HOT SPRINGS

in the Health Tourism and Spa Managementininthe theHealth year 2012. Tourism and Spa Management in the in the yearHealth 2012.Tourism and Spa Management in the year 2012. Secretary General FEMTEC

Pr. Umberto Solimene

President of FEMTEC

Secretary General FEMTEC

Pr. Nikolai StorozhenkoPr. Umberto Solimene

President of FEMTEC

Pr. Nikolai Storozhenko

Secretary General

President of

Pr. Umberto Solimene

Pr. Nikolai Storozhenko

FEMTEC

FEMTEC

Ubi Thermae Ibi Salus Ubi Thermae Ibi Salus Ubi Thermae Ibi Salus October 23, 2012

October 23, 2012

ISTITUTO POLICLETO ITALY October 26, 2012

ISTITUTO POLICLETO ITALY

I MARCHI, LE TARGHE E I DIPLOMI CONFERITI DALLA FEDERAZIONE MONDIALE DI IDROTERAPIA E CLIMATOTERAPIA - FEMTEC ALLE CITTà CINESI DI CHONGQING, NANJING E TANGSHAN PROTAGONISTE DELLA CULTURA TERMALE

ISTITUTO POLICLETO ITALY

THE SYMBOLS, PLAQUES AND DIPLOMAS AWARDED BY THE WORLD FEDERATION OF HYDROTHERAPY AND CLIMATOTHERAPY – FEMTEC TO THE CHINESE MUNICIPALITIES OF CHONGQING, NANJING AND TANGSHAN, AMONG THE PROTAGONISTS OF THE SPA CULTURE

20


A destra: Il Presidente di FEMTEC, Prof. N. Storozhenko consegna la targa “Global capital of hot spring” al Vice Governatore TAN Xiwei con il marchio realizzato dall’Istituto Policleto vento,

na Bon a v I a in Albert Policleto, a s s . r AD ituto gresso t M n s . I o ’ T l C l N e ° 5 GE re d e del 6 azione n o diretto i s u l r , a conc e della Fede (FEMTEC) A destra: Il prof. Umberto Solimene, Segretario generale l e a m u r n e della Federazione Mondiale delle terme, consegna a Liu Yi’an, n A delle T al 21 al 28 rvi e l a i Segretario generale della Municipalità di NANCHINO, d azia na d Mon r i g C n i n r i la targa “WORLD WELL KNOWN THERMAL TOWN ro si tenuto 2012 deside azione IN DEVELOPING” alla città di Tangshan. r siottobre ostra collabo lizzare il de ti a ri v per la onale nel re testati confe t si profes premi e gli a i Nanchino, d i gn per ec alle Città . t n ente da Femng e Tangsha re efficacem e i Chong aputo esprim mi, e s molto Avete ificato dei pr e culturale, il sign ne stilistica utorità Albertina Ivana zio eA Bonvento a Pechino integra che dalle Alt esi. a n u in ata an olitiche cin ivo z z e r p p tt ap onali e onsiglio dire rsonale, i z u t i t s i ine, mio pe e del C A nom ederazione e viva gratitud tro lavoro. i della F o esprimerv ma per il vos r i deside amento e st z apprez va cordialità L’ing. Gianni Gurnari, vice presidente di Femtec, consegna la targa Con vi to Solimene r WORLD WELL KNOWN THERMAL CITY Umbe tor - Direcicina Termale e n e m i Sol zione Med Medica ia mberto za Prof.U di Specializ ioclimatologa a i Scuol Ricerche B alassoterap edicine Centro Ricerche T Traditional Mo Centro coll.Center tudi di Milan WHO rsità degli S Unive

(Nanjing) a MR. BAO Guoxin del Comune di Nanchino.

21


GRAND HOTEL TERME ROSEO A BAGNO DI ROMAGNA

Hotel Grand ROSEO GNA TERME DI ROMA

FRATTA Hotel Grand DELLA TERME BERTINORO

BAGNO

GRAND HOTEL TERME DELLA FRATTA A BERTINORO At the heart of the generous land of Romagna, where the harmonious blend of nature and history has given life to a universally recognized and appreciated deep culture of hospitality, the medieval hamlets of Bagno di Romagna and Bertinoro show their unmistakable outlines in a wonderful and relaxing natural setting. On these hills facing the sea, we find leisure facilities (golf courses and riding stables), villas and ancient dwellings immersed in greenery and tranquility; millenary churches and shrines where nature, art, and history coexist in perfect balance. In Bagno di Romagna as in Bertinoro, well-being means quality of life; found in the quiet streets of the villages, the open landscapes of Romagna and its coastline, even in the slow-paced savoring of foods and wines produced by a great and knowledgeable gastronomical tradition. These are places where you can achieve synchronicity with the natural rhythms of the seasons, places where harmony and inner balance may be retrieved, also thanks to the beneficial effects of the wealth of countless springs found in the lands of Bagno di Romagna and Bertinoro.

el cuore della generosa terra di Romagna, dove l’incontro armonioso tra natura e storia millenaria ha dato vita a una profonda cultura dell’ospitalità universalmente riconosciuta e apprezzata, i borghi medievali di Bagno di Romagna e di Bertinoro mostrano il loro profilo inconfondibile contornato da un magnifico e rilassante scenario naturale. Su questi colli a balcone verso il mare troviamo strutture per il tempo libero (campo da golf e maneggio), ville e antiche dimore immerse nel verde e nel silenzio, santuari e pievi millenarie dove natura arte e storia convivono in perfetto equilibrio. A Bagno di Romagna come a Bertinoro il benessere è qualità della vita, nella quiete delle vie dei borghi, nei panorami che si aprono verso l’interno romagnolo o verso il litorale, persino nei sapori di una cultura enogastronomica di grande tradizione e sapienza che va assaporata con giusta lentezza. Sono territori dove si può entrare in sintonia con i ritmi naturali delle stagioni, luoghi dove possiamo ritrovare armonia ed equilibrio interiore, grazie anche ai benefici effetti delle innumerevoli sorgenti di cui le terre di Bagno di Romagna e Bertinoro sono ricche.

Nell’antico Palazzo dei Conti Biozzi

Nell’antico Palazzo dei Conti Biozzi a Bagno di Romagna: il piacere di avere cura del proprio corpo in armonia

Una storica Dimora Italiana del benessere

Centro Benessere e Beauty Farm

Il piacere di avere cura del proprio corpo in armonia

Percorso Armonie Naturali

Centro Benessere

APERTO TUTTO L’ANNO

APERTO TUTTO L’ANNO

22

Una storica Dimora Italiana del benessere a Bertinoro: Terme della Fratta, l’antica fonte romana


NEL GRAND HOTEL TERME ROSEO E NEL GRAND HOTEL TERME DELLA FRATTA

IN QUESTI ANNI SI SONO SVOLTI IMPORTANTI SIMPOSI CHE HANNO CONTRIBUITO A QUALIFICARE E A DIFFONDERE SEMPRE PIù L’IMPORTANTE CULTURA DEL BENESSERE IN ITALIA E NON SOLO THE GRAND HOTEL TERME ROSEO AND THE GRAND HOTEL TERME DELLA FRATTA, IN RECENT YEARS HAVE BEEN HOST TO IMPORTANT SYMPOSIA THAT HAVE CONTRIBUTED TO INCREASING THE AWARENESS AND KNOWLEDGE OF THE IMPORTANT CULTURE OF WELL-BEING IN ITALY AND ABROAD

L’ISTITUTO POLICLETO DAGLI ANNI ’80 COLLABORA CON GIANMARCO ROSSI PROPRIETARIO DI QUESTE QUALIFICATE STRUTTURE TERMALI

SINCE THE 80’s, THE POLICLETO INSTITUTE HAS COLLABORATED WITH GIANMARCO ROSSI, OWNER OF THESE QUALITY SPA CENTERS

In questi anni al Grand Hotel Terme Roseo e al Grand Hotel Fratta Terme si sono tenuti importanti convegni quali: Non di solo pane... 2004 Alla ricerca del corpo perduto 2005 Antiagening 2006 Low back pain initiative 2007 Sonno, sogni, insonnie 2008 Cos’è davvero il benessere? 2012 Tutti coordinati dal professor Umberto Solimene organizzati in collaborazione con:

UNIVERSI

Scuola DEGLI STUDI CENTRO di spec. in Medicina termale DI MILAN BIOTECN DI RICERCHE IN O CENTRO OLOGIE - MED Bioclimatolo ICIN DIRETTO DI RICERCHE IN E NATURALI gia MEDICA RE: PRO TALA F. UMBERTO SSOTERAPIA SOLIMEN E

Cos’è davv ero

il Beness TERME E TERR ere ? ITORIO U : PER NUNA SINERGIA WORLD

HEALTH COLLA BORAT ING CENTR ORGANIZ FOR TRADI ATION E TIONAL MEDIC INE

OVI ST

4, 5 e 6 M ILI DI VITA a g g io 2012 HOTEL TER

GRAND

ME DEL

LA FRA TTA

Il coordinamento delle tre giornate di studio è a cura Prof. Umberto del Solimene

“Non c’è ricchezza Non c’è migliore contentez della sal za al di ute del cor sopra del po. la gioia (Siracide del cuore. , 30, 16) ”

della

fratta bertin oro

238 / www.term 47032 Fratta Te rm edellafr atta.it inf e Bertinoro (Fo rlì-Cesen o@terme a) Casa Ar dellafra tusi - Ch tta.it iesa dei Servi Via A. Co sta, 27 - 47034 Forlimpo

poli (Fo rlì-Ce

ISTITUTO

POLICL ETO / SEZIONE

MARKETING

COMMUNICATION

Grand Ho tel

terme

Via Loret a,

L'even

to sarà visibile

sena)

Si ring ra

zia pe Solgar Ita r la co ll lia® / Mu in stre aming ltinutrienaborazione sabato 5 Maggio t® S.p.A. sul sito web www .ther

maec

UNIVERSITà DEGLI STUDI DI MILANO

Scuola di spec. in Medicina termale CENTRO DI RICERCHE IN Bioclimatologia MEDICA BIOTECNOLOGIE - MEDICINE NATURALI CENTRO DI RICERCHE IN TALASSOTERAPIA DIRETTORE: PROF. UMBERTO SOLIMENE

ampu

s.it

L’immagine coordinata di questi convegni è stata realizzata dalla sezione marketing communication dell’Istituto Policleto

WORLD HEALTH ORGANIZATION COLLABORATING CENTRE FOR TRADITIONAL MEDICINE


24


L’era del turismo motivato THE ERA OF DRIVEN TOURISM

I BENI CULTURALI E ARTISTICI, I LUOGHI ITALIANI PATRIMONIO DELL'UNESCO, I MUSEI, LE CHIESE, LE GRANDI COLLEZIONI SONO I VERI TALENTI DEL TERRITORIO OUR CULTURAL AND ARTISTIC HERITAGE, MUSEUMS, CHURCHES AND GREAT COLLECTIONS ARE WHAT REALLY SPEAK ABOUT ITALY

L’Italia è un grande e unico museo, ogni città d’Italia è uno scrigno pieno di gioielli. Si tratta però di una immensa e diffusa ricchezza che deve essere comunicata nel modo corretto. Il valore di un bene che permane nel tempo, come un museo, l’eccellenza o la ricchezza di una tradizione sono i veri talenti. Questi luoghi-simbolo non possono fare notizia quasi solamente per accompagnare mostre collaterali ed eventi temporanei. I musei sono patrimoni stabili e contestualizzati nella cultura di una città, devono essere vissuti e fatti conoscere in modo che ogni cittadino e visitatore possa fruirne. Questi sono gli unici fondamentali “contenitori” che possono permettere di rivivere quell’energia positiva che li ha generati, incentivando nuove forme di mecenatismo, di cui oggi i beni culturali hanno estremo bisogno. Si tratta di riaccendere quella passione per la propria città e i suoi valori che sa andare oltre il tempo e che deve trovare spazi nuovi, gallerie, musei anche per l’arte moderna, luoghi aperti a interpreti contemporanei e moderni collezionisti. C’è una lingua comune che lega da sempre l’Italia e supera ogni barriera: l’amore per l’arte e per la bellezza.

Italy is a great and unique museum; each Italian city is a treasure chest brimming with jewels. We are however, talking about an immense and scattered wealth that must be presented in the correct manner. The value of a cultural asset that stands the test of time, like a museum, and the excellence or wealth of tradition are the things which truly stand out. These symbolic places should not only be heard of in connection with temporary exhibitions and fleeting events. Museums are enduring cultural sites which are very much a part of the city, and they must be experienced and presented in such a way that every citizen and visitor may reap the benefits they have to offer. They are the only “repositories” that can allow us to relive the positive energy that created them, thereby promoting the renewed patronage that these cultural ‘assets’ need so much. It is about reigniting the passion for one’s own city and values, which have withstood the test of time and must find new spaces: galleries, museums (also for modern art) and locations which are also open to contemporary interpreters and modern collectors. There is a common language that has always united Italy and overcomes every barrier: the love of art and beauty.


Le

città ospitali d’Italia

L’accoglienza delle città italiane nelL’indagine dell’istituto policleto

Le nove mete

della civiltà dei longobardi pavia e monza oltre alle Sette località che hanno fatto sistema e sono state riconosciute dall' unesco Castelseprio e Gornate Olona (VA) Brescia Cividale del Friuli (UD) Spoleto (PG) Campello sul Clitunno (PG) benevento san michele sul gargano

L’indagine riguardante l’accoglienza delle città italiane è iniziata con “Brescia città ospitale” e con le varie realizzazioni del Gruppo Editoriale Delfo sulla storia di Brescia, le mostre dei Profeti, “Sulle tracce di Albertano”, “Il volto della città che cambia” sino ad arrivare alle ultime due pubblicazioni del 2011 di Giorgio Brunelli, legate alla storia dei Longobardi e delle X Giornate. La ricerca storica, la catalogazione dei beni d’un territorio è sempre la chiave di ogni progetto di valorizzazione. L’Istituto Policleto ha realizzato nel tempo studi e ricerche: una di queste ha avuto per oggetto Cesena e la città è risultata l’anno scorso, secondo un noto quotidiano economico, la migliore della penisola. La Biblioteca Malatestiana è stata dichiarata dall’Unesco “patrimonio mondiale dell’umanità”, il teatro Bonci ad ogni stagione ospita eventi d’altissimo livello, una mostra su Melozzo da Forlì racconta la bellezza nell’arte, tra Piero della Francesca e Raffaello. Ecco come la storia valorizza i territori. Negli anni l’Istituto Policleto ha poi considerato 99 città ospitali d’Italia senza stilare classifiche, ma cercando modalità, strategie e strumenti per “fare sistema” e portare questo circolo di qualità all’attenzione del mercato turistico nazionale e internazionale. L’essere in questa indagine non impone alcun vincolo alle località e ai soggetti competenti in materia, apre anzi le porte ad ogni forma di partecipazione o coinvolgimento. Se Trento, Bolzano e la Franciacorta han già saputo fare sistema, altre realtà, come il lago di Garda, devono mettere i loro valori in rete per affrontare il futuro.

LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

®

nella pagina a fianco, pubblicazioni del gruppo editoriale delfo (guide delle citta’ ospitali e monografie storiche) e alcuni studi e ricerche sul valore dell’identita’ di un territorio. THE NEXT PAGE shows PUBLICATIONS OF THE DELFO publishing GROUP (city GUIDES AND HISTORICAL MONOGRAPHS) AND SOME STUDIES AND RESEARCH REGARDING THE VALUE OF TERRITORIAL IDENTITY.

The hospitality of Italian cities started with “Brescia – hospitable town” and with various publications of the Delfo Publishing Group about the history of Brescia, the exhibitions of the Prophets, “Sulle tracce di Albertano”, “Il volto della città che cambi”, and the last two publications of 2011 by Giorgio Brunelli, concerning the history of the Lombards and the Ten Days of Brescia. Historical research and the cataloguing of cultural heritage sites in an area is always the key to any development project. The Istituto Policleto has, over time, carrier out studies and research: one of these concerned Cesena which last year was recognized as the best city in Italy, according to a well-known economics publication. The Malatestiana Library was declared a “world heritage site” by UNESCO; the Bonci Theatre plays host to top events each season; an exhibition on Melozzo da Forlì presents the beauty of art from Piero della Francesca to Raphael. This is how history can make a territory more valuable. Over the years, the Istituto Policleto calculated the 99 most hospitable Italian cities without writing up the rankings, but by finding ways, strategies and instruments to “work the system” and bring this circle of quality to the attention of national and international tourist markets. Being a part of this survey does not constrain the locality or its subjects in any way; instead, it opens the door to all forms of participation and involvement. If Trento, Bolzano and Franciacorta already know how to work the system, other places, such as Lake Garda, need to learn how to broadcast their merits on the Internet to be ready for the future.

26


GLI STRUMENTI DI MARKETING OPERATIVO REALIZZATI

NEGLI ANNI DALL’ISTITUTO DALL’ ISTITUTO POLICLETO NEGLI ANNI POLICLETO

Il valore dell’identità

Non basta che una città sia ricca di monumenti e luoghi d’arte: per attrarre turisti deve scegliere un sistema “globale” di comunicazione. Brescia, negli anni, ha utilizzato strumenti ancora oggi strategici, vere pietre miliari sulla via del turismo LE SEI EDIZIONI DI “ BRESCIA CITTA’ OSPITALE ”

Le guide della citta’ in quattro lingue

trasformazione di progetti in prodotti turistici è necessaria una collana editoriale che valorizzi il passato e le tradizioni del territorio

CONOSCenza di UOMINI, LUOGHI E STORIA

CREAzione di EVENTI come OFFERTA TURISTICA

Solo dalla ricerca storica possono nascere progetti mirati, che, facendo leva sulla memoria, costruiscano l’offerta turistica integrata di una città: itinerari, mostre, convegni, eventi culturali

SULLE TRACCE DEI RE LONGOBARDI I LUOGHI DELLE DIECI GIORNATE DI BRESCIA GIORGIO BRUNELLI

GIORGIO BRUNELLI

Rotari

BATTAGLIE, INTRIGhI E AmORI DI UN

RE LONGOBARDO

GRUPPO EDITORIALE DELFO

GRUPPO EDITORIALE DELFO

via Aldo Moro, 44 25124 Brescia telefono 030221374 r.a. fax 030225376 edizioni@editorialedelfo.com

SOVRACOPERTA_ROTARI.indd 1

BRIXIA

28/07/10 15.47

STORIE DI UOMINI STORIES OF MEN

Rotari

BATTAGLIE, INTRIGHI E AMORI DI UN

RE LONGOBARDO

THE BATTLES, LOVES AND ADVENTURES OF A

LOMBARD KING

Le Dieci Giornate LE DES ZORNADE (DE BRÈSA)

GIORGIO BRUNELLI

Le dieci giornate

RIME IN BRESCIANO TEN DAYS STORIES OF BRESCIA

LE dEs zORNadE (dE BREsa) RImE IN BREscIaNO

GRUPPO EDITORIALE DELFO via Aldo Moro, 44 25124 Brescia telefono 030221374 r.a. fax 030225376 edizioni@editorialedelfo.com

GRUPPO EDITORIALE DELFO

GRUPPO EdITORIaLE dELFO

SOVRACOPERTA3.indd 1

28/07/10 15.51

L’ edizione 2011 dei libri di

Giorgio Brunelli

“Rotari battaglie, intrighi, amori di un re longobardo” in lingua italiana e inglese e “Le Dieci Giornate” in bresciano, italiano e inglese


Quanto vale un’idea?

dipende dai valori che esprime e dal mercato che ha. un’idea spesso è l’asse portante di una politica aziendale, sempre e comunque è fondamentale

Sin dagli anni Ottanta la nostra ricerca storica ha valorizzato pienamente il marketing di Uberti, un’azienda agricola di Erbusco in Franciacorta. Tutte le etichette dei vini che l’azienda produce vantano nomi unici e riferimenti storici prestigiosi: vini dedicati a Maria De Medici, Francesco 1°, Bonaventura da Iseo, uno denominato Magnificentia e un altro Sublimis.

la storia dei luoghi raccontata dai libri

per una cultura del territorio: i quaderni

ricerche e progetti strategici finalizzati ai vari settori

Il vino, la ristorazione, l’ospitalità, l’olio, i formaggi, l’artigianato, l’antiquariato, la musica, la poesia, il teatro e le arti figurative.

Cultura, eventi e formazione.

Un mix vincente realizzato negli anni dall’Istituto Policleto in stretta collaborazione con Promozione Franciacorta 28


Promozione Franciacorta

un sodalizio che ha anticipato e sperimentato l’importante lavoro delle agenzie del territorio

nella pagina a fianco alcuni esempi di ricerca storica: le pubblicazioni del gruppo editoriale delfo hanno valorizzato momenti di cultura, di formazione oltre a eventi e prodotti di qualità The previous page SHOWS SOME EXAMPLES OF HISTORICAL RESEARCH: PUBLICATIONS OF THE DELFO PUBLISHING GROUP HAVE DEVELOPED CULTURAL AND FORMATIVE MOMENTS, EVENTS AND QUALITY PRODUCTS

San Pietro in Lamosa, priorato cluniacense dell’ XI secolo

A volte basta una piccola deviazione sulla strada di un weekend o delle vacanze per andare indietro nel tempo. San Pietro in Lamosa in Franciacorta, la Via Crucis di Cerveno e il Convento dell’Annunciata di Piancogno in Valcamonica sono gioielli da scoprire. Il Gruppo Editoriale Delfo ha collaborato con Monica Crescenti, coordinatrice di Promozione Franciacorta, a valorizzarli con pubblicazioni monografiche, creando collegamenti con altri importanti luoghi religiosi. San Pietro in Lamosa, priorato cluniacense a Provaglio d’Iseo (è stato sede dell’Istituto Policleto), è uno scrigno di pietra su una terrazza che guarda il parco delle Torbiere. È un piccolo monastero, un luogo di cultura nei secoli. La Via Crucis di Cerveno, 14 grandi stazioni lungo una scalinata, è concepita invece sullo stile dei Sacri Monti. L’altro luogo dell’anima è il quattrocentesco Convento dell’Annunciata, affrescato da Pietro da Cemmo e voluto dal Beato Amadeo Da Silva. Oggi è abitato dai Padri Cappuccini. Se un tempo le biblioteche dei conventi erano l’attrattiva per le persone colte e studiose, oggi sempre i libri possono salvare questi luoghi di fede, facendoli conoscere, inserendoli tra le risorse di un territorio.

“Uomini, luoghi, natura” e, sotto “La via Crucis di Cerveno”, un libro del gruppo editoriale Delfo; due pubblicazioni del Gruppo Editoriale Delfo

29

At times it is enough to take a small detour off the road during a weekend or holiday to travel back in time. San Pietro in Lamosa in Franciacorta, the Via Crucis di Cerveno and the Convento dell’Annunciata di Piancogno in Valcamonica are truly gems waiting to be discovered. The Delfo Publishing Group has collaborated with Monica Crescenti, the coordinator of Promozione Franciacorta, to draw attention to these jewels using monographic publications and creating connections with other important religious locations. San Pietro in Lamosa, the Cluniac priory in Provaglio d’Iseo (which once served as the headquarters of the Istituto Policleto), is a treasure chest in stone on a terrace overlooking the park of Torbiere. It is a small monastery which has been a site of cultural importance for centuries. The Via Crucis of Cerveno, consisting of 14 large stations of the cross along a stairway, was conceived according to the style of the Sacri Monti in Piedmont and Lombardy. Another spiritual location is the fifteenth century Convento dell’Annunciata, with frescoes by Pietro da Cemmo commissioned by the Blessed Amadeo Da Silva. Today it is home to the Capuchin Fathers. If the convents’ libraries used to be an attraction for the cultivated and studious, it is the books that can today save these places of faith, publicising them and making them important territorial resources.


CAPITOLI DEL PIANO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BRESCIA

30


L’ISTITUTO POLICLETO

HA REALIZZATO NEGLI ANNI NOVANTA il PIANO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BRESCIA IN THE NINETIES, THE POLICLETO INSTITUTE PRODUCED A TOURISM DEVELOPMENT PLAN FOR THE PROVINCE OF BRESCIA

Alberto Cavalli all’epoca del Piano Turistico Presidente della Provincia di Brescia, oggi Assessore al commercio e al turismo della regione Lombardia.

Ermes Buffoli Assessore al Turismo della Provincia di Brescia promotore del Piano Turistico. Ermes Buffoli Council Member for Tourism Affairs of the Province of Brescia promoter of the Tourism Development Plan

Alberto Cavalli President of the Province of Brescia at the time of the Tourism Development Plan

La centralità del territorio

Pubblichiamo di seguito una parte della relazione conclusiva del piano turistico THE TERRITORY IS THE CORE THE FOLLOWING SECTION CONTAINS PART OF THE FINAL REPORT OF THE TOURISM DEVELOPMENT PLAN

Lo studio finalizzato alla realizzazione del Piano Turistico Provinciale muove i suoi passi partendo da una concezione della centralità del territorio e della consapevolezza, da promuovere e diffondere, che in esso ci sono tracce di più di tremila anni di vicende umane, il passaggio di civiltà e di epoche che hanno lasciato nell’area della provincia segni di grande valore e di immensa importanza che possono costituire uno degli elementi primari di attrazione turistica. Questi se aggiunti al patrimonio dei beni ambientali, alla particolare morfologia paesistica ricca di risorse che di per sé hanno in essere vere e proprie vocazioni turistiche quali la montagna, i laghi, i fiumi, la pianura, le città d’arte, alla dimensione dell’offerta turistica, elementi le cui caratteristiche sono state trattate in precedenza, fanno della provincia di Brescia un’area-sistema di notevole interesse turistico. Cosa significa operativamente la centralità del territorio: a) significa mettere in atto intese e/o accordi di programma con i 206 Comuni della provincia; b) significa poter promuovere la provincia con l’alleanza delle Amministrazioni Comunali accorpate attraverso le Agenzie del Territorio. Porre sul mercato l’identità reale della provincia basata più sull’informazione che sulla generica pubblicità, su motivazioni reali che nascono dal tessuto associativo locale organizzato e professionalizzato. Basti pensare che con l’attività di cinque Gruppi di interesse per ogni Comune potremmo disporre di più di mille motivi per invitare a conoscere e a visitare la provincia di Brescia. Per un efficace piano marketing di comunicazione ne bastano cento; c) significa diffondere la consapevolezza del valore territorio, della sua capacità di ospitare e di aver chiara l’importanza che il settore turistico ha per l’economia della provincia di Brescia; 31

The study aimed at the implementation of the Province’s Tourism Development Plan takes its first steps based on the concept that the territory occupies a central position and the necessity to promote and spread the awareness that here lie traces of over three thousand years of human events, the passing of eras and civilizations that have left marks of great value and immense significance in this province, all of which may represent primary elements for tourism attraction. When added to what the region has to offer, in terms of tourism, environmental heritage, the particular morphology of its landscape rich with resources of an exquisite tourism nature such as mountains, lakes, rivers, plains, and cities of art, the features of which have previously been discussed, it is clear how the province of Brescia is a system of remarkable interest to tourism. What does it means that ‘the territory is the core’, in practical terms? It means: a) Implementing program agreements with the 206 Municipalities in the Province; b) Being able to promote the Province with the backing of Municipal Administrations united in the Agencies for the Territory. Marketing the real identity of the Province based more on information than generic advertisement, on real motivations that arise from local organized and professional associations. It is sufficient to think that five active Interest Groups per each Municipality would give us more than a thousand reasons to invite people from everywhere to come and visit the Province of Brescia; however, a hundred are enough for an efficient marketing and communication plan. c) Spreading awareness of the value of the territory, of its ability to welcome and accommodate and a clear sense of the importance of the tourism industry for the economy of the Province of Brescia;


d) significa aver compreso che questo comparto non va solo genericamente promosso, ma va governato con la partecipazione di tutti e nell’interesse di un ampio indotto fatto di servizi commerciali e artigianali attualmente sottovalutato che, però, presenta caratteristiche adatte alla potenzialità di sviluppo; e) significa avere un governo di questo fenomeno condiviso da tutti i livelli amministrativi e dalle varie competenze; solo così ognuno, nel rispetto dei singoli ruoli, potrà sentirsi parte e difensore dei criteri base e protagonista dei livelli di azione. Tutti dovranno considerare e sapere che il turismo è leva e motivazione primaria per una corretta valorizzazione delle risorse territoriali e ambientali; f) significa, come già detto, far diventare la provincia un territorio dove è possibile coniugare i termini della cultura del turismo e dell’ambiente in un’unica concezione. Tutto ciò è

d) Understanding that this sector cannot just be promoted generically, but is to be governed with everybody’s participation, bearing in mind the interest of the induced activities, i.e. of commercial services and traditional arts and crafts businesses, which were until now undervalued but hold a potential for development; e) Governing this phenomenon in a manner that is shared across all administrative and departmental levels; only in this way, each one, with respect to his/ her individual role, will be able to feel part and defender of the basic criteria and a protagonist in the levels of action. Everyone will have to consider and know that tourism is an incentive and primary motivation for the correct exploitation of territorial and environmental resources; f) As already mentioned, making the province a territory where the culture of tourism and that of the environment become a single concept. All of this is

fondamentale in ogni area della provincia dove la politica ambientale deve essere alleata inscindibile del turismo, ma il comparto turistico deve imparare a considerare come valori propri l’estetica e la forma dell’ambiente. Sull’ecosistema dei territori bisogna far convergere attenzioni diverse e ridurre il contrasto turismo-ambiente, spesso motivato solo perché non è chiaro e leggibile l’interesse comune che sta nella corretta applicazione delle teorie dello sviluppo sostenibile. In questo senso vanno indirizzati sforzi e risorse coordinati dall’Assessorato al Turismo in collaborazione con altri livelli amministrativi per raggiungere l’obiettivo della certificazione della qualità del territorio. La provincia di Brescia, compresa tra l’Oglio e il Chiese, si adagia dai ghiacciai dell’Adamello alla pianura del centro. Il Sebino e il Garda presentano una varietà straordinaria di condizioni naturali rispetto al clima, al rilievo e all’idrografia. È percorsa da tre fiumi: l’Oglio, il Mella, il Chiese e bagnata da tre laghi: l’Iseo, il Garda e l’Idro. È una provincia dove le attività dell’uomo hanno spesso vinto e modificato l’ambiente non sempre in maniera armonica ma creando città d’arte e centri storici con segni di grandissimo interesse e fascino. Questo grande patrimonio ricevuto in eredità merita tutta l’attenzione del comparto turistico ed è per questi motivi, qui solo accennati, che la provincia di Brescia nel suo insieme è in perfetta sintonia con l’oscillazione del gusto mitteleuropeo.

essential in every area of the Province where the environmental policy must be the inseparable ally of tourism, while the tourism industry must learn to consider as their own values the aesthetics and the shape of the environment. All need to focus their attention on the ecosystem of the territory and reduce the contrast between tourism and the environment, often motivated by the inability to clearly understand the common interests that lie in the correct application of sustainable development theories. All efforts and resources must be addressed with these aims, as coordinated by the Council for Tourism Affairs in collaboration with other administrative levels, in order to reach the following objective: certification of the quality of the territory. The Province of Brescia, lying between the Oglio and Chiese rivers, stretches from the Adamello glaciers to the central plains. The Sebino and the Garda lakes feature an extraordinary variety of natural conditions with respect to climate, elevation and hydrography. This territory is crossed by three rivers: the Oglio, Mella, and Chiese, and is surrounded by three lakes: Iseo, Garda and Idro. It is a province where human activities have often won over and changed the environment, not always in harmony with it, but creating art cities and historical centers marked by great interest and charm. This great heritage deserves the full attention of the tourism industry, and it is for these reasons, here only briefly mentioned, that the Province of Brescia as a whole is in perfect harmony with the changes in central European tastes.

32


Il turismo di nicchia Niche tourism

La risorsa turismo deve far suo il concetto d’insieme; non vanno disgiunti “i beni naturali o storici artistici” dai servizi, compresi quelli dell’ospitalità e del commercio

The resource of tourism must make the concept of the whole its own; ‘natural or historical artistic assets’ should not be disjointed from services such as hospitality and trade

La provincia di Brescia può soddisfare e attrarre una vasta gamma di turisti in quanto ha in sé aree di qualità rivolte a diverse forme di turismo, con una spiccata propensione verso quelle di nicchia. Ha energie e risorse umane capaci di creare, se indirizzate, condizioni per dare vita ai criteri base di una cultura turistica, o meglio di un vero sistema che vada oltre il semplice concetto di ospitalità. Nel territorio indagato ci sono tutti gli elementi per promuovere l’identità della provincia, ci sono le volontà per influenzare e proiettare la sua offerta verso percorsi dell’eccellenza. Bisogna però che si sappiano attuare processi di coinvolgimento di tutti gli attori dell’economia e dell’imprenditorialità privata dell’indotto turistico. Le linee guida del Piano Turistico Provinciale devono attrarre l’attenzione dell’intero comparto socio-economico, dare indirizzo al futuro e porsi l’obiettivo di aumentare i valori dell’indotto turistico con concezioni di impresa e politiche strategiche di insieme o sistema. In alcune realtà comunali esiste già la capacità di coniugare i termini della cultura del turismo e dell’ambiente in un’unica concezione. Si comincia a guardare in modo nuovo alla capacità di erogare servizi turistici e a considerarli centrali rispetto ai bisogni dello sviluppo della propria economia. È già viva, anche se solo in alcune aree quali ad esempio: il lago di Garda, la Franciacorta e la Valcamonica, la capacità di amministrare con criteri in grado di favorire la crescita di questo comparto.

33

The Province of Brescia can satisfy and attract a wide range of tourism audiences as it features quality areas aimed at various forms of tourism with a distinct tendency toward niche tourism. It has the energy and human resources to create, if correctly addressed, the conditions the basic criteria necessary for a culture of tourism, and better still, a veritable system that goes beyond the simple concept of hospitality. The territory dealt with here features all the necessary elements for promoting the identity of the Province, and the will to influence and project its supply toward paths of excellence. However, we must know how to achieve the involvement of all actors in the economy and private enterprise of the tourism industry. The guidelines of the Province’s Tourism Development Plan must attract the attention of the entire social and economic sector, set goals for the future, including the objective of increasing the value of all tourism-related business, conceiving systemically integrated entrepreneurial and political strategies. Some municipalities have already shown their ability in combining the culture of tourism and that of the environment in a single concept. We now have new approaches to the delivery of tourism services and to consider them at the center of the economic development needs. The ability to administer criteria that foster the growth of this sector is already a reality, even if only in some areas, such as Lake Garda, Franciacorta and Valcamonica.


UN INVITO A CONOSCERE E VISITARE

IL TERRITORIO BRESCIANO VISIT AND DISCOVER BRESCIA EINE EINLADUNG BRESCIA KENNENZULERNEN UND ZU BESUCHEN VISITEZ ET DECOUVREZ BRESCIA

34


Il turismo per queste realtà è già considerato importante risorsa economica perché ha in sé le motivazioni e l’energia per lo sviluppo possibile pertanto merita l’impegno e l’attenzione di tutti. In molte Amministrazioni locali si inizia a considerare gli interventi riguardanti il turismo autentici investimenti produttivi. Nelle aree vocate quali laghi, zone termali, montagne, città capoluogo, ecc. il turismo è settore che si autodefinisce industria leggera per eccellenza, a volte unica per il suo territorio (es. Sirmione, Pontedilegno, ecc.). La risorsa turismo però deve far suo il concetto di insieme; non vanno disgiunti “i beni naturali o storico-artistici” dai servizi, compresi quelli commerciali. Solo così il comparto turistico può influenzare i fattori della crescita sia per quanto concerne la frontiera dello sbocco occupazionale e di conseguenza dell’economia in genere, sia per quanto attiene alla cultura e alla qualità della vita in ogni singolo territorio. In buona sostanza inizia ad essere accettata la teoria che solo i luoghi dove si vive e si fruisce di una qualità globale sanno attrarre il turista contemporaneo e sono in grado di ospitarlo. Il quadro di insieme che risulta dalle analisi condotte richiede una nuova capacità di governo del fenomeno turistico. Diverse Amministrazioni Comunali sono interessate e disponibili a valutare disegni territoriali di coordinamento dentro i quali il turismo, la sua economia, il bene territorio devono trovare la loro centralità.

35

These areas already consider tourism an important economic resource because it offers the energy and potential for development and therefore deserves the commitment and attention of all. Many local Administrations are starting to consider actions affecting tourism as authentic productive investments. In tourist areas such as lakes, hot springs, mountains, major cities, etc., the tourism sector defines itself as light industry par excellence, even single entities in some areas (e.g. Sirmione, Pontedilegno, etc.). The resource of tourism must make the concept of the whole its own; ‘natural or historical artistic assets’ should not be disjointed from services, including commercial services. Only in this way can the tourism industry affect the factors of growth, create jobs and affect the economy in general, as well as the culture and quality of life in every single territory. Ultimately, we are starting to accept the theory that only places where people live off of and enjoy global quality know how to attract contemporary tourists and are able to accommodate them. The bigger picture that emerges from our analysis requires a new capacity for governing the phenomenon of tourism. Several Municipal Administrations have shown interest and are willing to evaluate territory-based coordination plans centered on tourism, its economy, and the good of the territory.


Il soggiorno in albergo deve regalare emozioni che non si possono dimenticare

Una sensazione piacevole spesso deriva da piccoli particolari

Il Consorzio degli Albergatori del Lago di Garda

può contare su 500 strutture ricettive, 72 mila posti letto situati in 16 località della sponda occidentale del Lago di Garda, 6 milioni e 300 mila presenze e 1 miliardo di euro di indotto all’anno.

36 Nei nostri alberghi offriamo all’ospite l’accoglienza che desidera


un lago da amare

Il lago di Garda

Le “Novelle Gardesane” di Paul von Heyse, scrittore premio Nobel nel 1910, in una edizione del gruppo editoriale delfo: esempio di valorizzazione turistica di un territorio attraverso una grande opera letteraria del passato

A

Even century-old stories can help modern-day nche racconti di un secolo fa possono tourism by promoting the image of holiday aiutare il turismo di oggi, promuovendo l’imdestinations: from this perspective, the Delmagine dei luoghi di soggiorno: in quest’ottifo Publishing Group has published “Novelle ca il Gruppo Editoriale Delfo ha pubblicato in Gardesane” by German writer Paul von Heyitaliano le “Novelle Gardesane” del berlinese se, who won the Nobel Prize for literature in Paul von Heyse, Premio Nobel 1910 per la let1910 in Italian. Greatly enamoured by Italy, teratura. Grande innamorato dell’Italia, Paul Paul von Heyse loved to spend the winter Il premio Nobel von Heyse amava trascorrere i mesi invernali Paul Von Heyse months on Lake Garda, in Gardone Riviera. At sul lago di Garda, a Gardone Riviera. All’epoca the time, it was said that such a great literary si disse che la Germania non ritrovava un così grande ge- genius had not been seen in Germany since the time nio letterario dai tempi di Goethe, ma in Italia Paul von of Goethe, however in Italy Paul Von Heyse remained Heyse restò poco conosciuto. L’Istituto Policleto, nel suo fairly unknown. The Istituto Policleto, as part of its impegno di ricerca storica, ha scelto le sue novelle per commitment to historical research, chose his short stocelebrare la bellezza e la serenità, fuori dal tempo, che ries in order to celebrate the timeless beauty and serenity that a sojourn on Lake Garda has to offer. può offrire una vacanza sul Garda.

Paul von Heyse

NOVELLE GARDESANE Uccelli canori prigionieri

37

GRUPPO EDITORIALE DELFO GRUPPO EDITORIALE DELFO

via Aldo Moro, 44 25124 Brescia telefono 030221374 r.a. fax 030225376 edizioni@editorialedelfo.it


38


protagonisti di sette secoli d’arte 99 MASTERS FROM SEVEN CENTURIES OF ART

99 grandi maestri italiani presi in esame dall’Istituto Policleto per documentare il turismo culturale, artisti le cui opere sono diffuse in musei, chiese e famose collezioni. Questo repertorio, che richiama capolavori e luoghi di grandi emozioni, è una catalogazione impegnativa per un’indagine e offre solo una parziale idea della pittura italiana nell’arco di sette secoli: un patrimonio inesauribile.

99 great Italian masters were examined by the Istituto Policleto in order to further research cultural tourism; artists whose works are on display in museums, churches and famous collections. This list, which details masterpieces and places full of emotion, is a challenging catalogue for a survey which can only offer a partial idea of Italian painting across seven centuries: an endless heritage.

Il Trecento Duccio di Buoninsegna / Cimabue / Giotto / Simone Martini Giusto de’ Menabuoi / Vitale da Bologna Il Quattrocento Antonello da Messina / Beato Angelico / Gentile Bellini / Sandro Botticelli / Bramante Bramantino / Vittore Carpaccio / Cima da Conegliano / Francesco del Cossa / Carlo Crivelli Gentile da Fabriano / Vincenzo Foppa / Domenico Ghirlandaio / Benozzo Gozzoli Filippino Lippi / Andrea Mantegna / Masaccio / Melozzo da Forlì / Perugino Piero della Francesca / Pinturicchio / Pisanello / Paolo Uccello / Bartolomeo Vivarini Il Cinquecento Giuseppe Arcimboldi / Fra Bartolomeo / Jacopo Bassano / Alessandro Bonvicino Correggio / Dosso Dossi / Giorgione / Leonardo da Vinci / Lorenzo Lotto Michelangelo Buonarroti / Giovan Battista Moroni / Palma il Vecchio / Parmigianino Raffaello Sanzio / Gerolamo Romanino / Francesco Salviati / Andrea del Sarto Giovan Gerolamo Savoldo / Sebastiano del Piombo / Tintoretto Tiziano Vecellio / Paolo Veronese Il Seicento Francesco Albani / Evaristo Baschenis / Pietro Bellotti / Gian Lorenzo Bernini Battistello Caracciolo / Caravaggio / Ludovico Carracci / Domenichino / Domenico Fetti Orazio Gentileschi / Guercino / Carlo Maratta / Pietro Novelli / Palma il Giovane Pietro da Cortona / Andrea Pozzo / Mattia Preti / Guido Reni / Giovanni Serodine Bernardo Strozzi Il settecento Pompeo Gerolamo Batoni / Bernardo Bellotto / Canaletto / Giacomo Ceruti / Fra Galgario Francesco Guardi / Pietro Longhi / Giovan Paolo Panini / Giambattista Piazzetta Sebastiano Ricci / Giambattista Tiepolo / Giandomenico Tiepolo / Gaspare Traversi L’Ottocento Antonio Canova / Giuseppe De Nittis / Giovanni Fattori / Felice Giani / Angelo Morbelli Giuseppe Pellizza da Volpedo / Giovanni Segantini / Telemaco Signorini il novecento Umberto Boccioni / Carlo Carrà / Giorgio de Chirico / Amedeo Modigliani Giorgio Morandi / Mario Sironi


I portatori di status

secondo l’istituto policleto SPECIALIZZATO IN RICERCHE SOCIALI E DEI CONSUMI, DAL 1982

The Istituto Policleto develops projects and surveys for prestigious customers: universities, public and private entities, foundations, cultural, tourism and professional associations, entrepreneurial and financial groups

L’ Istituto Policleto sviluppa progetti e indagini per prestigiose committenze: Università, Enti pubblici e privati, Fondazioni, Associazioni culturali-turistiche-professionali, Gruppi imprenditoriali e finanziari

“ i portatori di status “ sono consumatori di eccellenza osservati e indagati dalla sezione ricerche dell’ istituto policleto

L’OSCILLAZIONE DEL GUSTO ANALISI DEI COMPORTAMENTI DI SINGOLI SOGGETTI INDAGATI PER FASCE D’ ETA’

P O L I C L E T O ISTITUTO PER LE RICERCHE SOCIALI E DEI CONSUMI Dott. Albertina Ivana Bonvento & C Via Aldo Moro 44 / 25124 Brescia / Italia telefono 030221710 r.a. / fax 030225376 / segreteria@istitutopolicleto.it

Indice dei capitoli della ricerca 1

1

ANALISI RIGUARDANTE UN SEGMENTO DI VALORE PER L’ ECONOMIA DEL PAESE ITALIA

ANALYSES REGARDING A VALUABLE SECTOR FOR THE ITALIAN ECONOMY

2

2

THE MORPHOLOGY OF A UNIVERSE UNDER INVESTIGATION

la MORFOLOGIA DELL’UNIVERSO INDAGATO

3

3

i portatori di status

STATUS BEARERS

4

4

i moltiplicatori del valore individuale

MULTIPLIERS OF INDIVIDUAL VALUE

5

5

la capacità di essere status

THE CAPACITY TO OBTAIN STATUS

6

6

una rinnovata attenzione dei portatori di status verso la qualità

A RENEWED LOOK AT STATUS BEARERS WITH REGARD TO QUALITY

7

7

la qualità dell’ esistere come “merito”

THE QUALITY OF EXISTING AS “MERIT”

8

8

la civiltà dei beni primari

THE CIVILISATION OF PRIMARY assets

9

9

la culturA SALUTISTICA

THE HEALTH CULTURE

10

10

I VALORI E LE CARATTERISTICHE DELL’ APPARTENENZA

VALUES AND CHARACTERISTICS of the membership

11

11

PER I PORTATORI DI STATUS LA COMUNICAZIONE è DETERMINANTE

THE IMPORTANCE OF COMMUNICATION FOR STATUS BEARERS

12

12

IL NUOVO RAPPORTO TUTTO DA INDAGARE TRA I PORTATORI DI STATUS E IL CIBO

THE interesting NEW RELATIONSHIP BETWEEN STATUS BEARERS AND FOOD

13

13

IL BENE, IL BUONO E IL DURATURO: LE CARATTERISTICHE VINCENTI DEL futuro mercato dell’eccellenza

THE GOOD, THE GREAT AND THE ENDURING: THE WINNING CHARACTERISTICS OF THE FUTURE MARKET OF EXCELLENCE.

40


I clienti ideali del mercato globale i veri fruitori dell’eccellenza

Una delle ricerche su cui l’Istituto Policleto ha affinato negli anni la sua indagine è dedicata all’oscillazione del gusto, all’analisi cioè dei comportamenti dei singoli soggetti osservati per fasce d’età. Da tempo l’interesse è andato via via individuando una minoranza tutta particolare di consumatori, i cosiddetti “portatori di status”: si tratta di un solido mercato di nicchia (stimato attorno al 30 per cento dei consumi individuali) che riunisce da un lato solo il 2,5 per cento della popolazione italiana, ma che è capace di influenzare oltre il 40 per cento dei potenziali acquirenti e fruitori di beni e servizi. I “portatori di status” sono dappertutto, tutti noi ne abbiamo accanto: sono particolari consumatori che cercano la qualità della vita in ogni sua forma, che amano il creato, difendono l’ambiente, leggono e vogliono essere informati, acquistano beni multimediali. Rappresentano una sorta di faro che fa luce su prodotti, marchi e specifici servizi che propongono sempre più qualità, contenuti, valori e motivazioni. La cultura della contemporaneità sa distinguere il lusso gratificante, fatto di qualità ed eccellenza, limitandone i valori dell’ostentazione. Si concedono il meglio dalla vita. I portatori di status, ricercano sempre il bello, il buono e l’utile tra le migliaia di proposte del mercato. Inseguono una civiltà basata sui beni primari per la persona senza mai dimenticare le eccellenze del passato. Amano ciò che arricchisce lo spirito, che accresce cultura e sensibilità. Sono persone vincenti, che fanno tendenza, veri “leader del consenso” che ogni azienda produttrice deve riuscire ad agganciare, a interessare, ad avvicinare se vuole avere successo.

One of the studies upon which the Istituto Policleto has honed its investigations is dedicated to fluctuations in preferences, the analysis of the individual subjects’ behaviour according to age group. For a long time, research was begun to identify a special minority of consumers, these so-called “status bearers”: we are taking about a solid niche market (estimated at around 30% of individual consumption) that includes on the one hand, only 2.5% of the Italian population, but that is capable of influencing more than 40% of potential buyers and users of goods and services. These “status bearers” are everywhere, they are close to us all: they are special consumers who search for quality of life in every form, they love creation, they protect the environment, they read and have a strong desire to learn, they buy multimedia products. They represent a sort of beacon of light that shines upon products, brands and specific services that are constantly proposing better quality, content, value and motivations. The culture of modernity is able to identify enjoyable luxury, of quality and excellence, whilst not being ostentatious. They allow themselves the best in life. These status bearers always search for the beautiful, the good and the useful among the myriad of proposals on the market. They pursue a civilisation that is based on primary goods for the individual without ever forgetting the glory of the past. They love anything that enriches the spirit and expands culture and awareness. They are winners, trend-setters, the true “ consensus leaders”, who must be connected with and captured by any manufacturer that wishes to succeed.

Chi vuole innovarsi deve usare strumenti per la conoscenza e la formazione Istituto Policleto sezione ricerche e formazione

segreteria@istitutopolicleto.it


Città ospitali BANCA DATI

UNA RICERCA CHE PONE AL CENTRO LE MOTIVAZIONI DELLA MOBILITA’ TURISTICA a cura di Albertina Ivana Bonvento

In superficial investigations, on which we are now becoming reliant, it is common practice to churn out information, predictions and indications almost without ever declaring how one has arrived at a similar statistical objective. The number of interviewees, the number of samples investigated and the number of locations subject to research are kept under wraps: at best, a survey turns out to be quantitative, basing its value on numbers and rarely looking at the motivations. The research panel presented in the following pages, which assesses the hospitality of Italian cities, presents itself as a mini-guide to hospitable locations which have been examined and will be observed over time, having been selected but not ranked in order. The mini-guide also nods towards the cultural heart of these locations, comprised of history and tradition: these hospitable locations (hotels, restaurants, wine bars and eateries) have been considered in order to show how fundamental the art of their creators is to the tourist economy. Another benchmark is the “professionals informers”; these Tourist Guides deserve to be recognised for their cultural value and as the true bedrock underpinning the visiting of these tourist features.

elle indagini superficiali a cui ormai cominciamo ad essere assuefatti, è abitudine diffusa sfornare dati, previsioni, indicazioni senza quasi mai dichiarare come a un simile obiettivo statistico si sia arrivati. Vengono passati sotto silenzio il numero degli intervistati, dei campioni presi in esame, dei luoghi oggetto di ricerca: nel migliore dei casi l’indagine si rivela di tipo quantitativo, basando il suo valore sui numeri guardando raramente alle motivazioni. Il panel della ricerca presentata nelle pagine seguenti, che prende in esame l’accoglienza nelle città italiane, si presenta come una microguida di luoghi ospitali che, selezionati ma non ordinati in una classifica, sono stati presi in esame e verranno osservati nel tempo. La microguida fa inoltre un piccolo cenno all’anima culturale dei luoghi, fatta di storia, di tradizione: le mete dell’ospitalità (alberghi, ristoranti, eccellenze dell’enogastronomia) sono state considerate per attestare come l’arte dei suoi operatori sia fondamentale per l’economia turistica. Un altro riferimento sono i “professionisti del divulgare”, le Guide Turistiche meritano d’essere riconosciute per il loro valore culturale e come vere colonne portanti per visitare le priorità del territorio e non solo.

questa ricerca individua strumenti e strategie idonei ad ampliare le aree di mercato nazionali e internazionali. È uno studio che evidenzia i segmenti maggiormente potenziali cercando di dare una sempre più ampia prospettiva alla cultura di settore e all’economia

42


Città ospitali

BANCA DATI Abano Terme / Agrigento / Alba / Amalfi Abano Terme (PD)

LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

®

Abano Grand Hotel

Grandi alberghi, viali alberati, giardini e ville, 130 sorgenti, Abano è una delle più grandi e famose realtà termali. Luogo di cure, di benessere e congressi. Antonio Fogazzaro, che ama tantissimo Abano, la descrive in “Piccolo mondo moderno”, facendo anche conoscere al vasto pubblico la vicina, splendida abbazia di Paglia.

Via Valerio Flacco, 1 Tel. 0498248100 Fax 0498669994 abanograndhotel@gbhotelsabano.it www.abanograndhotel.it

•Ass. Guide Turistiche P.za De Gasperi 3 Padova Tel. 0498209811

Agrigento

Jolly Hotel Della Valle

Greca, romana e araba, sta “alta sul colle con le vecchie case dorate dal sole”. Sotto, su una balza, i templi greci della Concordia, di Castore e Polluce, di Giove Olimpico, fra i più belli al mondo. Quando altrove è nebbia, gelo o sole smorto qui fioriscono i mandorli. È la città dello scrittore e drammaturgo Luigi Pirandello e del filosofo Empedocle.

Via Ugo La Malfa, 3 Tel. 092226966 Fax 092226412 prenotazioni@hoteldellavalle.ag.it www.hoteldellavalle.ag.it

• Coop. Guide Turistiche Palladium Via Polibio 15 Tel. 0922602799

Hotel I Castelli

Alba (CN)

Cuore delle Langhe, capitale del vino e del tartufo, città di golosi e “gastronauti”, Alba ha vissuto di recente un notevole sviluppo industriale e commerciale (nel mondo dolciario con la Ferrero). Sono caratteristiche nel centro storico le medievali case-torre delle grandi famiglie nobili, Riva e Fontana su tutte.

Corso Torino, 14 Tel. 0173361978 Fax 0173361974 info@hotel-icastelli.com www.hotel-icastelli.com

Amalfi (SA)

Hotel Santa Caterina

• Guide Turistiche del Bacino Langhe Roero P.za Medford, Alba Tel. 017335833

Minuscola e orgogliosa repubblica marinara, è nota al mondo per il suo meraviglioso Duomo e il chiostro del Paradiso. Le cascatelle della Valle dei Mulini, sul monte di Amalfi, alimentano le più antiche cartiere d’Europa. Da vedere nel Museo Civico le Tavole Amalfitane, l’antico codice del commercio, e poi l’Arsenale. Qui nacque Flavio Gioia, inventore della bussola.

Via Nazionale, 9 Tel. 089871012 Fax 089871351 info@ hotelsantacaterina.it www.hotelsantacaterina.it

•Guide Center Via degli Aranci 187 Sorrento Tel. 08187836061

43


BA N CA DAT I Aquileia / Arezzo / Ascoli Piceno / Assisi LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

®

Aquileia (UD)

Hotel Patriarchi

Vetro, ambra e pietre dure segnano nei secoli la ricchezza della città, costruita nel 181 a.C. a protezione di un porto naturale e della importante romana via Augusta. Ricca e potente, sede di un patriarca della chiesa, vanta resti romani imponenti, un grandioso parco archeologico, una Basilica romanica impreziosita da meravigliosi mosaici.

Via G.Augusta, 12 Tel. 0431919595 - 91036 Fax 0431919596 info@hotelpatriarchi.it www.hotelpatriarchi.it • AGATA Guide Turistiche Via Einaudi 3 Trieste A.Agata@libero.it Tel. 3335034942

Arezzo

Hotel Minerva

Oreficeria e moda fanno ancora la fortuna della città, a semicerchio su un colle, fra le vallate del Casentino, Valdarno e Valdichiana. Dal nucleo etrusco, grosso modo l’area del Duomo, del Passeggio del Prato e della Fortezza Medicea, Arezzo è scesa al piano. Stupendo il ciclo di affreschi di Piero della Francesca nella chiesa di San Francesco.

Via Fiorentina, 4 Tel. 0575370390 Fax 0575302415 info@hotel-minerva.it www.hotel-minerva.it • Ass. Guide Turistiche AAGIT Via Guido Monaco 48 Arezzo guideaagit@katamail.it Tel. 0575356859

Palazzo Guiderocchi

Ascoli Piceno

D’impianto medievale, alla confluenza del Tronto e del Castellano, si apre in piazze ariose e rinascimentali nel colore del locale travertino. Avamposto sulla romana via Salaria, guarda verso l’Adriatico. Nel Duomo, ricostruito a fine ‘400, un grande polittico di Carlo Crivelli e un tabernacolo di Giorgio Vasari. Dal sovrastante Colle San Marco si vede il mare.

Via Cesare Battisti 3 Tel. 0736259710 Fax 0736243441 info@palazzoguiderocchi.com www.palazzoguiderocchi.com

Assisi (PG)

Grand Hotel Assisi

•AGAP Guide Turistiche P.za S. Gregorio 4 Ascoli Piceno Tel. 0736262536

Via F.lli Canonichetti Tel. 0758150 bookings@grandhotelassisi.com www.grandhotelassisi.com

Tutto parla di lui, del poverello, di San Francesco. La fama di Assisi, medievale in ogni sua pietra, sta nello spirito che vi aleggia. Qui il Santo nacque, visse e operò, qui morì “allargando a Dio le braccia” dal suo Monte Subasio. Opere di Giotto, Lorenzetti, Simone Martini. Da vedere la Basilica, la tomba di Francesco, Santa Maria degli Angeli e la Porziuncola, l’Eremo delle Carceri.

• Ass. Guide Turistiche Umbria Via Cristofani 2d Assisi Tel. 075815228

44


BA N CA DAT I Asti / Bagno di Romagna / Barolo / Bassano del Grappa LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

®

Asti

Hotel Aleramo

Città agricola di affari e commerci, famosa per l’antico Palio, sorge rossa e gialla di mattoni e tufo tra le verdi colline a vigneto del Monferrato. La Contrada Maestra che la attraversa non è altro che l’antico decumano romano: sul percorso si affacciano l’ottagonale battistero dei Cavalieri Gerosolimitani e la chiesa (XV sec.) di S. Pietro in Consavia.

Via E. Filiberto, 13 Tel. 0141595661 Fax 014130039 haleramo@tin.it www.aleramo.it

• Guide Turistiche di Asti c/o APT P.za Alfieri 34 Asti Tel. 014153035

Bagno di Romagna (FC)

Grand Hotel Terme Roseo Piazza B. Ricasoli, 15 Tel. 0543911016 Fax 0543911360 termeroseo@tin.it www.termeroseo.it

Stazione termale nota già al tempo dei romani, oggi località di villeggiatura e di benessere del corpo, sta in una conca sull’alta valle del Savio, sull’antica strada dei pellegrini romei e del passo dei Mandrioli. La basilica di S. Maria Assunta (opere di Neri di Bicci) è nei secoli un luogo di forte devozione, gli stemmi sul palazzo Pretorio ricordano la strategica presenza della medicea Firenze.

• Ufficio informazione Comune di Bagno di Romagna Via Fiorentina 38 Tel. 0543911046 Fax 0543911026

Agriturismo La Terrazza sul Bosco

Barolo (CN)

A soli 8 km da Alba, vanta il meraviglioso castello dei conti Falletti di Barolo con l’arredo originario, l’antica enoteca, collezioni di cristallerie, di sugheri da vino, di attrezzi agricoli. Inevitabile la visita alla vicina Barbaresco, con una torre e resti di un castello nobiliare, in una terra produttrice di vini pregiati e conosciuti in tutto il mondo.

Via Conforso, 5 Tel. 017356137 - 56309 Fax 0173560812 camerano@tiscali.it www.barolocamerano.com • Guide Turistiche del Bacino Langhe Roero P.za Medford Alba Tel. 017335833

Hotel Villa Ca’ Sette

Bassano del Grappa (VI)

Via Cunizza da Romano, 4 Tel. 0424383350 Fax 0424393287 info@ca-sette.it www.ca-sette.it

È famosa per il ponte in legno, distrutto sei volte dalle guerre o dalle piene del Brenta. Lo disegnò il Palladio con estrema eleganza, nel cuore della città. “La’ ci darem la mano”, cantavano gli alpini del ‘15 - ’18: pensavano alla ragazza lontana e ora il ponte è intitolato a loro. Ai lati due antiche distillerie, ma la città, oltre che per la grappa, è famosa per le colorate ceramiche.

• Guide Turistiche di Venezia San Marco 750 Venezia Tel. 0415209038

45


BA N CA DAT I Bellagio / Bergamo / Boario Terme / Brescia LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

Bellagio (CO)

®

Grand Hotel Villa Serbelloni

Vanta panorami da favola, posta com’è su una punta, tra i due rami del lago di Como. Al borgo pittoresco dalle vie strette, sormontate da caratteristici archi, si è aggiunto il verde dei parchi, che lo stringe tutt’attorno, tra grandi alberghi e ville nobiliari. È da sempre una località turistica, una stazione climatica elegante e raffinata.

Via Roma, 1 Tel. 031950216 Fax 031951529 inforequest@villaserbelloni.com www.villaserbelloni.com

•Gruppo Guide Turistiche di Como Via Perveglio 24 Casalco d’Intelvi Tel. 031817096

Bergamo

Una Hotel Beragemo

Ardimento, amore per l’arte, fede: Bergamo è la città del Colleoni, di Donizetti, di papa Giovanni XXIII. Nel cuore della Lombardia operosa e conservatrice, unica provincia a confinare solo con terre lombarde, è stata per secoli la difesa estrema di Venezia. La Città Alta, fortificata ed elegante, è stupenda. Da non perdere la cappella Colleoni, il battistero, il teatro.

Via Borgo Palazzo, 154 Tel. 035308111 Fax 035308308 una.bergamo@unahotels.it www.unahotels.it

•AGIAT Guide Turistiche Via Borgo Canale 5 Bergamo Tel. 035403132

Boario Terme (BS)

Hotel Brescia

Antico mercato del bestiame e del ferro estratto nelle vicine miniere della Val di Scalve, Boario è nota per le terme, apprezzate e descritte da Alessandro Manzoni. “Boario fegato centenario” recitava un vecchio slogan e il Parco delle Fonti è un luogo di ritrovo nella bella stagione. La via Mala, nella roccia, e le vorticose acque del Dezzo attirano ciclisti e amanti del rafting.

Via Zanardelli 6, Tel. 0364531409 532495 - 535361 Fax 0364532969 info@hotelbrescia.it www.hotelbrescia.it •Ass. Bresciastory Via Carini 4 Brescia info@bresciastory.it Tel. 3405084747

Brescia

Hotel Vittoria

Al centro di una provincia variegata ed attraente, tra laghi e montagna, tra fiumi e pianura, sta nel novero delle città d’arte. Dalle armi, dal tondino e dalle acciaierie è passata con le mostre a offrire turismo per ogni età. I gioielli sono il museo di Santa Giulia (in uno dei chiostri longobardi spirò l’infelice Ermengarda), la Loggia e la rotonda del Duomo Vecchio.

Via X Giornate, 20 Tel. 030280061 Fax 030280065 info@hotelvittoria.com www.hotelvittoria.com

•Ass. Bresciastory Via Carini 4 Brescia info@bresciastory.it Tel. 3405084747

46


BA N CA DAT I Bressanone / Capri / Cattolica/ Cernobbio LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

Bressanone (BZ)

®

Hotel Elefante

Dell’antico feudo medievale restano mura possenti e tre porte su quattro (Sole, Sabiona e S. Michele). La grande piazza del Duomo (romanico ma rifatto in età barocca) è uno degli spazi più significativi della città, con uno splendido chiostro affrescato e il vicino battistero. Da vedere è il settecentesco palazzo dei Principi Vescovi, con portici, loggiati e statue degli Asburgo.

Via Rio Bianco, 4 Tel. 0472832750 Fax 0472836579 info@hotelelephant.com www.hotelelephant.com

• Guide Turistiche Alto Adige Via Montetondo 1 Bolzano Tel. 0471983376

Capri (NA)

Capri Palace Hotel

La scoperta della Grotta Azzurra fece la fortuna dell’isola, facendola entrare nella cerchia dei luoghi più belli del mondo. L’incanto dei Faraglioni, la bellezza della natura, la luce calda e speciale, l’architettura spontanea tutta ad archi dei piccoli borghi completarono poi l’opera. Grandiose le rovine dei bagni dell’imperatore romano Tiberio.

Via Capodimonte, 2 Tel. 0819780111 Fax 0818373191 info@capripalace.it www.capripalace.com

• GEA Guide Turistiche Via Sacri Cuori 142 Sorrento info@geaguide.com Tel. 081841196

Hotel Carducci 76

Cattolica (RN)

Centro balneare e importante porto peschereccio dell’Adriatico, antico castrum (una domus romana è venuta alla luce in via Carlo Marx, gli oggetti ritrovati sono nel locale museo), vanta nei dintorni il monte di Gabicce, con panoramica d’incanto e il borgo medievale di Gradara, nella cui possente rocca si consumò la tragedia di Paolo e Francesca da Rimini, immortalati da Dante.

Viale Carducci, 76 Tel. 0541954677 - 836360 Fax 0541831557 info@carducci76.it www.carducci76.it

Cernobbio (CO)

Hotel Villa D’Este

• Coop. CAMAS Guide Turistiche Via Cairoli 69 Rimini Tel. 0541785183

Splendido il grande parco della cinquecentesca Villa d’Este edificata da Pellegrino Tibaldi, dal 1873 uno degli alberghi più lussuosi d’Europa, sede del leggendario Concorso d’Eleganza per auto fuoriserie e di design. Consigliata è l’escursione al vicino Monte Bisbino (1329 m), che offre uno stupendo panorama sul lago, sulla città di Como, sulle Alpi.

Via Regina, 40 Tel. 0313481 Fax 031348873 reservations@villadeste.it www.villadeste.com

• Gruppo Guide Turistiche di Como Via Perveglio 24 Casalco d’Intelvi Tel. 031817096

47


BA N CA DAT I Cesena / Chianciano Terme / Chioggia / Como LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

Cesena (FC)

®

Hotel Casali

Tra la pianura, il fiume Savio e l’Appennino che digrada mantiene l’eleganza e l’armonia della breve, ma splendida, signoria dei Malatesta. È tra le città italiane dalla miglior qualità della vita, dal benessere diffuso. Merito anche di un’arte dell’accoglienza senza pari. Da vedere la Biblioteca Malatestiana (una delle più antiche al mondo), la possente Rocca, la gotica Cattedrale.

Via Benedetto Croce, 81 Tel. 054722745 Fax 054722828 info@hotelcasalicesena.it www.hotelcasalicesena.it •Coop. CAMAS Guide Turistiche Via Cairoli 69 Rimini Tel. 0541785183

Chianciano Terme (SI)

Grand Hotel Excelsior

Quattro sorgenti, note anche agli etruschi, e quattro stabilimenti termali: Acqua Santa, di Sillene, di Fùcoli e di S. Elena. Il centro della cittadina termale è piazza Italia, cui conduce l’animato viale Roma, fiancheggiato da ritrovi e negozi di lusso. La Chianciano d’un tempo, con il Castello, la Torre dell’Orologio e il palazzo del Podestà, ha finito col diventare la Chianciano Vecchia.

Via S. Agnese, 6 Tel. 057864351 Fax 057863214 direzione@grandhotelexcelsior.it www.grandhotelexcelsior.it

• Ass. Provinciale Guide Turistiche Viale Toselli 14 Siena Fax 057743411

Chioggia (VE)

Hotel Grande Italia

Sorella minore e umile di Venezia, mondo antico di pescatori e donne pettegole descritto dal Goldoni nella Baruffe chiozzotte, è isola strategica per la difesa della laguna. Cuore della pesca è ancora il Canale della Vena. I genovesi la conquistarono nel 1379, ma furono poi assediati dalle galee veneziane e costretti ad arrendersi. E fu la fine delle guerre marinare.

Rione S.Andrea, 597 Tel. 041400515 Fax 041400185 info@hotelgrandeitalia.com www.hotelgrandeitalia.com

• Guide Turistiche del Veneto San Marco 750 Venezia Tel. 0415209038

Como

Grande Hotel di Como

Via per Cernobbio, 41a Tel. 0315161 Fax 031516600 info@grandhoteldicomo.com www.grandhoteldicomo.com

Porto romano sul lago, sulla strada per il passo dello Spluga, Como deve la sua fama prima ai maestri cosiddetti “comacini” che hanno praticato l’arte dei costruttori in Italia e in tutta Europa, innalzando chiese, santuari, palazzi da favola. Poi, più recentemente, la ricchezza è arrivata dal commercio della seta. Qui sono nati Plinio il Vecchio e Plinio il Giovane …

• Gruppo Guide Turistiche di Como Via Perveglio 24 Casalco d’Intelvi Tel. 031817096

48


BA N CA DAT I Conegliano / Cortina D’Ampezzo / Cremona / Erice LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

®

Hotel Relais Le Betulle

Conegliano (TV)

Via Costa Alta, 56 Tel. 043821001 Fax 0438420392 info@relaislebetulle.it www.relaislebetulle.it

Vino bianco o rosso? Dal centro partono due strade del vino: rosso verso Oderzo e il Piave, terra di Merlot, Cabernet e Raboso, bianco verso Valdobbiadene, terra di Prosecco, Cartizze, Bianco dei colli. Sul percorso tante osterie per gli assaggi. Da non perdere in città, nel Duomo, i dipinti dell’artista locale, Cima da Conegliano (fine ‘400). C’è da visitare anche la sua casa.

• Guide Turistiche del Veneto San Marco 750 Venezia Tel. 0415209038

Cristallo Hotel Spa & Golf

Cortina D’Ampezzo (BL)

Un campanile aguzzo come una matita sullo sfondo delle Tofane: questa è l’immagine classica della montagna e della vita mondana. Alpinismo ad ogni livello, sport invernali, gastronomia invitante con un tocco culturale senza pari: Cortina è un salotto in alta quota. E lo scenario incantevole delle Dolomiti rende unica Cortina, sede della prima gara di sci in Italia, nel lontano 1902.

Via R. Menardi, 42 Tel. 0436881111 Fax 0436870110 info@cristallo.it www.cristallo.it

Cremona

Hotel Delle Arti

• Guide Turistiche del Veneto San Marco 750 Venezia Tel. 0415209038

All’ombra del Torrazzo (la torre campanaria più alta d’Italia) e di un elegantissimo Duomo, la città ha sempre difeso la sua libertà ed autonomia. Con la forza e il buon senso dei contadini. Borgo agricolo in una terra ricca e bagnata dai fiumi, assurge a fama mondiale per i suoi violini. Di Amati, Guarneri, Stradivari, Bergonzi. Unici ancor oggi, verniciati e appesi ad asciugare al sole sui tetti della città...

Via Bonomelli, 8 Tel. 037223131 Fax 037221654 info@dellearti.com www.dellearti.com

•Acuto Guide Turistiche di Cremona info@acutoweb.net Tel. 3402307925

Hotel Moderno

Erice (TP)

Via Vittorio Emanuele, 67 Tel. 0923869300 Fax 0923869139 info@hotelmodernoerice.it www.hotelmodernoerice.it

Posta su un alto monte a dominare la costa verso Trapani, città degli Elimi, era famosa nell’antichità per un tempio dedicato a una dea della fecondità identificata in seguito dai Romani con Venere, detta Ericina, protettrice dei naviganti... Araba e normanna, Erice è un meraviglioso intreccio di viuzze pavimentate a fasce e riquadri, di case medievali, di viste mozzafiato verso il lontano orizzonte.

• Ass. Guide Turistiche di Trapani Via Bellini 2 Tel. 092325304

49


BA N CA DAT I Ferrara / Firenze / Forte dei Marmi / Gargnano LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

Ferrara

®

Hotel Annunziata

Gli Este non solo danno vita a una corte fra le più colte e affascinanti d’Europa (tra gli altri la affollano Torquato Tasso, il Pisanello, Piero della Francesca, Andrea Mantegna, Cosmé Tura, Ercole de Roberti e il Gesuato Giovanni Tavelli) ma fanno disegnare all’architetto Biagio Rossetti una città da favola, il primo centro urbanistico d’Europa. Da vedere il castello, la cattedrale, i palazzi dei Diamanti e Schifanoia.

Piazza Repubblica, 5 Tel. 0532201111 Fax 0532203233 info@annunziata.it www.annunziata.it

• Guide Turistiche Ferrara Via Garibaldi 27 Ferrara Tel. 0532210844

Firenze

The St. Regis Florence

È la città dei Medici, della bellezza, dell’arte, dell’armonia. Un museo a cielo aperto, che alla sera si anima, lungo l’Arno e attorno a Ponte Vecchio, di ristoranti e locali di classe. Si vive bene a Firenze e si innalza l’anima. Gli Uffizi meritano più di una visita, come il Duomo, il campanile di Giotto, il Museo del Bargello, Santa Maria Novella e Santa Croce, Palazzo Pitti.

Piazza Ognissanti, 1 Tel. 05527161 Fax 055217400 www.stregisflorence.com

• Ass. Guide Turistiche della Toscana - Via Calmala 2 Firenze Tel. 0552645217

Forte dei Marmi (LU)

Resort Grand Hotel Imperiale

Nel nome il destino. Il borgo nasce attorno a un forte mediceo voluto da Leopoldo I° nel 1788, a difesa di un porto d’imbarco del marmo scavato dalle sovrastanti Alpi Apuane. I blocchi arrivavano al mare lungo una strada fatta costruire da Michelangelo. Città frequentata da molti artisti e vivacissima, ospita la Mostra Internazionale di Disegno e Pittura del fanciullo.

Via Mazzini, 20 Tel 058478271 Fax 0584782799 info@grandhotelimperiale.it www.grandhotelimperiale.it • Ass. Guide Turistiche della Toscana - Via Calmala 2 Firenze Tel. 0552645217

Grand Hotel a Villa Feltrinelli Via Rimembranza 38 25084 Gargnano BS Tel. 0365.798000 Fax 0365.798001 booking@villafeltrinelli.com www.villafeltrinelli.com

Gargnano (BS)

Tra il lago e le antiche limonaie con un bellissimo entroterra. È una meta della vela e del golf: da qui parte la regata della Centomiglia e il green di Bogliaco vanta un secolo di storia. A Gargnano oltre al Grand Hotel e Villa Feltrinelli si trovano alberghi piccoli e medi di charme gestiti (come il Du Lac e il Gardenia) da giovani imprenditori figli d’arte. Nel centro apre i battenti un’innovativa “bottega d’arte norcina” dove si mangia, si beve e si compra a tutte le ore.

• Ass. Bresciastory via Carini 4, Brescia info@bresciastory.it Tel. 3405084747

50


BA N CA DAT I Gardone Riviera / Grado / Grottaferrata / Gubbio LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

Gardone Riviera (BS)

®

Grand Hotel Gardone

Nasce qui nell‘800 il turismo sul Garda e dove stava la locanda Pizzocolo dell’austriaco Wimmer sorge ora il Grand Hotel, famoso in tutta Europa. Da visitare è il Vittoriale, immensa dimora del poeta soldato Gabriele D’Annunzio con la Prioria, il teatro, il grande parco, la nave Puglia, il museo della guerra, l’aereo del leggendario volo su Vienna, il Mas della beffa di Buccari.

Via Zanardelli, 84 Tel. 036520261 Fax 036522695 info@grandhotelgardone.it www.grandhotelgardone.it

• Ass. Bresciastory Via Carini 4 Brescia info@bresciastory.it Tel. 3405084747

Grand Hotel Astoria

Grado (GO)

Largo San Grisogono, 3 Tel. 043183550 Fax 043183355 info@hotelastoria.it www.hotelastoria.it

Tutt’intorno acque basse (ad aquas gradatas…), un’isola tra la laguna e il mare. Per la bontà del clima nasce qui, nel 1873, ad opera del medico fiorentino Giuseppe Barellai, un “ospizio marino” per i bambini linfatici. E i turisti cominciano ad arrivare, in treno sino a Cervignano, poi su una diligenza e col traghetto … proprio dove gli abitanti di Aquileia si erano rifugiati da Attila …

• AGATA Guide Turistiche Via Einaudi 3 Trieste A.Agata@libero.it Tel. 3335034942

Grottaferrata (Roma)

Park Hotel Villa Grazioli

Borgo dei Castelli Romani sui colli Albani, è famoso per la grande Abbazia fondata da San Nilo nel 1004 sui ruderi di una villa romana. Cinta come una fortezza dal cardinal Giuliano della Rovere (Baccio Pontelli e Giuliano da Sangallo la muniscono di torrioni, fossati e mura merlate) contiene affreschi del Domenichino. Sulla via Anagnina catacombe e necropoli “Ad decimum”.

Via Umberto Pavoni, 19 Tel. 06945400 Fax 069413506 info@villagrazioli.com www.villagrazioli.com

• ANGT Ass. Naz. Guide Turistiche Via S. Maria alle Fornaci 8/d Roma angtmail@libero.it Tel. 0639637373

Gubbio (PG)

Park Hotel ai Cappuccini

È la città del lupo ammansito da San Francesco. Ma anche della Festa dei Ceri, tre possenti e pesantissime macchine di legno portate di corsa il 15 maggio sulla salita che conduce fino alla chiesa di S. Ubaldo: muratori, commercianti e contadini si sfidano e si sfiancano per invocare la benevolenza dei santi. Che sono, rispettivamente, Ubaldo, Giorgio e Antonio Abate…

Via Tifernate Tel. 0759234 Fax 0759220323 info@parkhotelaicappuccini.it www.parkhotelaicappuccini.it

• Ass. Guide Turistiche dell’Umbria Via Cristofani 2d Assisi Tel. 075815228

51


BA N CA DAT I Imperia / Ischia / La Spezia - Portovenere / Lecce LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

®

Hotel Rossini al Teatro

Imperia

P.zza Rossini, 14 Tel. 018374000 Fax 018374001 info@hotel-rossini.it www.hotel-rossini.it

Nata nel 1923 dalla fusione di Porto Maurizio e Oneglia, continua ad avere due anime distinte, una genovese e una sabauda. La prima esprime una vocazione turistica, l’altra vive principalmente di industrie (oleifici, pastifici, produzioni farmaceutiche). Da visitare, nei dintorni, il santuario di Nostra Signora di Montegrazie, dai notevoli affreschi quattrocenteschi.

• Team Solemar Guide Turistiche Via S. Francesco 4/a Arma di Taggia IM teamsolemar@libero.it Tel. 018443821

Ischia (NA)

Hotel Mezzatorre Resort & SPA

Località turistica e termale di incomparabile bellezza, l’isola ha due nuclei, Porto (in un cratere vulcanico) e Ponte (il borgo dei pescatori). Per il ponte aragonese (1438) si accede all’isolotto del Castello. Notevole il belvedere di Cartaromana con le belle sorgenti termali, anche a Lacco Ameno acque minerali radioattive sgorgano in abbondanza.

Via Mezzatorre, 23 Tel. 081986111 Fax 081986015 info@mezzatorre.it www.mezzatorre.it

• GEA Guide Turistiche Via Sacri Cuori 142 Sorrento info@geaguide.com Tel. 081841196

La Spezia / Portovenere

Grand Hotel Porto Venere

“Chiese di Liguria come navi disposte a esser varate”: l’immagine del poeta Cardarelli sembra fatta per la duecentesca San Pietro. Ancor più antica è S. Lorenzo, eretta su un tempio dedicato a Giove. Una scalinata scende alla grotta di Arpaia, cara a Byron. Il borgo medievale e fortificato dell’antico “porto di Venere” è stato inserito, insieme alle Cinque Terre, tra i patrimoni dell’umanità dell’Unesco.

Via Garibaldi, 5 Tel. 0187792610 Fax 0187790661 www.portovenerehotel.it

• AGTL Guide Turistiche della Liguria Via Carbonara 27 Castelnuovo Magra SP agtl.laspezia@libero.it Tel. 0187675260

Patria Palace Hotel

Lecce

Piazzetta Riccardi Tel. 0832245111 Fax 0832245002 info@patriapalacelecce.com www.patriapalacelecce.com

È il trionfo del barocco, dell’illusione e della fantasia. In pietra color del miele, tanto tenera che si può scolpire con un temperino, Lecce è fastosa e gioiosa: colonne tortili, esuberanti cornici, frontoni curvi, festoni, vasi di frutta, putti, mascheroni e cariatidi impreziosiscono chiese e palazzi. Il cuore è piazza S. Oronzo, con la colonna terminale della via Appia.

• Ass. Guide Turistiche Regionali della Puglia Minervino di Lecce www.assoguidepuglia.it Tel. 0836889053

52


BA N CA DAT I Lecco / Levico Terme / Limone sul Garda / Lipari LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

®

Hotel NH Pontevecchio

Lecco

Il suo simbolo è il ponte vecchio sull’Adda eretto da Azzone Visconti nel ‘300. “Di Lecco il maglio domator del bronzo tuona dagli antri ardenti”, cantava il Foscolo. In verità negli opifici mossi dalle acque del fiume si lavorava il ferro. Attività che prese il posto delle diffusissime seterie, quando la malattia del calcino uccise tutti i bachi.

Via A. Visconti, 84 Tel. 0341238000 Fax 0341286632 nhpontevecchio@nh-hotels.com www.nh-hotels.it

Levico Terme (TN)

Grand Hotel Imperial

•Gruppo Guide Turistiche di Como Via Perveglio 24 Casalco d’Intelvi Tel. 031817096

Acque arsenicali ferruginose, provenienti da Vetriolo, acque curative rinomate sin dall’antichità. Attorno agli stabilimenti si è sviluppata, nella conca digradante verso un delizioso lago, una cittadina turistica e di villeggiatura. Una piacevole passeggiata porta alla chiesetta di San Biagio, affrescata nel Cinquecento, con bella vista su Levico e il suo lago.

Via Silva Domini, 1 Tel. 0461706104 Fax 0461706350 info@imperialhotel.it www.imperialhotel.it

•Ass. Guide Turistiche del Trentino c/o Confesercenti V. Maccani 207 TN confesercenti@rezia.it Tel. 0461434217

Limone sul Garda (BS)

Park Hotel Imperial

Cantato da Goethe, con le caratteristiche limonaie aggrappate alla montagna, è il luogo più a nord in cui, nel mondo, fioriscono e crescono gli agrumi. Affacciato sul Garda più blu, ventoso e apprezzato dai surfisti, è famoso per la straordinaria longevità degli abitanti. Merito del clima, dell’aria buona e secca, di una dieta mediterranea. A Limone è nato San Daniele Comboni.

Via Tamas 10/B Tel. 0365954591 Fax 0365954382 info@parkhotelimperial.com www.parkhotelimperial.it

Lipari (ME)

Villa Meligunis

•Ass. Bresciastory via Carini 4 Brescia info@bresciastory.it Tel. 3405084747

Delle sette isole Eolie, terre di Eolo, il re dei venti, Lipari è la maggiore. E sin dalla notte dei tempi è famosa e importante per l’ossidiana, il nero vetro vulcanico, lavorata ancora nell’età del bronzo in modo concorrenziale alla selce. Turistica e amata dai velisti, Lipari ha bastioni spagnoli che inglobano un’antica torre greca, e una cattedrale d’origine normanna dall’interno barocco…

Via Marte, 7 Tel. 0909812426 Fax 0909880149 info@villameligunis.it www. villameligunis.it • Ass. Guide turistiche della Regione Sicilia C.so V.Emanuele 71 Palermo Tel. 091581952

53


BA N CA DAT I Livorno / Loano / Loreto / Lucca LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

Livorno

®

Max Hotel Livorno

Pentagonale città ideale, disegnata nel secolo XVI dal Bontalenti per i Medici, da piccolo villaggio diventa di colpo un porto importante. Rivale con la vicina, fluviale Pisa diventa in breve tempo la seconda città della Toscana, scalo sulle rotte commerciali fra Europa e Oriente. Città di Mascagni e dell’Accademia Navale, è a 9 km da un luogo unico di devozione, il santuario di Montenero.

Via Giotto Ciardi, 28 Loc. Porta Terra Tel. 0586426722 Fax 0586444255 livorno@maxhotels.it www.maxhotels.it

• Guide Turistiche di Livorno guideturistichelivorno@interfree.it Tel. 3478288970

Loano (SV)

Grand Hotel Garden Lido

Belle spiagge in una zona pianeggiante e ariosa, considerato lo stretto e impervio paesaggio tipico della Liguria, Loano ha vissuto un notevole boom turistico, anche legato alla terza età. Dello splendore d’un tempo sotto i genovesi Doria restano il Palazzo Comunale che vanta un bel mosaico romano. Non lontano le spettacolari grotte di Toirano e della Bàsura, fra stalattiti e stalagmiti…

Lungomare Nazario Sauro, 9 Tel. 019669666 Fax 019668552 info@gardenlido.com www.gardenlido.com

• Team Solemar Guide Turistiche Via S. Francesco 4/a Arma di Taggia IM teamsolemar@libero.it Tel. 018443821

Loreto (AN)

Hotel Pellegrino e Pace

Piazza della Madonna, 51 Tel. 071977106 Fax 071978252 info@pellegrinoepace.com www.pellegrinoepace.com

Rinserrata da mura e bastioni a difesa delle scorrerie dei turchi, si identifica con il santuario, eretto in un bosco di lauri. La tradizione vuole che la casa di Maria a Nazareth sia stata trasportata qui in volo dagli angeli. E gli artisti hanno onorato Loreto nei secoli, dal Sangallo al Sansovino, dal Bramante a Luca Signorelli, dal Palmezzano a Melozzo da Forlì.

• APT Guide Turistiche Via Thaon de Revel 4 Ancona Tel. 07433249

Grand Hotel Guinigi

Lucca

Via Romana, 1247 Tel. 05834991 Fax 0583499800 info@grandhotelguinigi.it www.grandhotelguinigi.it

Romana, medievale e rinascimentale al tempo stesso. Principato sotto Luisa Baciocchi, sorella di Napoleone, Lucca, tuttora circondata di mura trasformate in verde passeggiata aerea, deve la sua fortuna alla seta. Le ricchissime famiglie locali, grazie alla seta, hanno persino finanziato guerre nei secoli. Da vedere: nel Duomo la statua del Volto Santo e la tomba di Ilaria del Carretto …

• Ass. Guide Turistiche della Toscana via Calmala 2 Firenze Tel. 0552645217

54


BA N CA DAT I Madonna di Campiglio / Malcesine / Mantova / Merano LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

Madonna di Campiglio (TN)

®

Alpen Suite hotel

Luogo di vacanza dell’imperatore d’Austria Francesco Giuseppe e di Sissi, la leggenda vuole che ai campi di Carlo Magno proprio il re dei Franchi abbia piantato l’accampamento. Cittadina turistica, elegante e attrezzatissima per gli sport invernali, Madonna ha vissuto un boom edilizio e alberghiero incredibile. Come la vicina Pinzolo, all’inizio della valle.

Viale Dolomiti di Brenta, 84 Tel. 0465440100 Fax 0465440409 info@alpensuitehotel.it www.alpensuitehotel.it •Ass. Guide Turistiche del Trentino c/o Confesercenti V. Maccani 207 TN confesercenti@rezia.it Tel. 0461434217

Park Hotel Querceto

Malcesine (VR)

Via Panoramica, 113 Tel. 0457400344 Fax 0457400848 info@parkhotelquerceto.com www.parkhotelquerceto.com

Ai piedi del Monte Baldo (vi si arriva con una panoramicissima funivia), tra uliveti e giardini, domina la sponda veronese del Garda. Nel borgo antico merita una visita il Castello Scaligero (in cui venne imprigionato Goethe, sorpreso a disegnare e scambiato per una spia dai Veneziani) e da non perdere è il rinascimentale Palazzo dei Capitani del Lago, ora municipio della cittadina.

•Juliet & Co Guide Turistiche Casa Ferrovieri Porta Nuova 1 Verona Tel. 0458103173

Mantova

Hotel Casa Poli

Protetta dai laghi, collegata al Po, è la corte rinascimentale dei Gonzaga, cenacolo europeo d’arte e cultura. Andrea Mantegna, Giulio Romano e Leon Battista Alberti qui creano gioielli d’arte. Palazzo Ducale con la camera degli sposi e Palazzo Te, il teatro del Bibiena, la rotonda di S. Lorenzo e S.Andrea sono da visitare. E anche il museo di Tazio Nuvolari, il leggendario mantovano volante.

Corso Garibaldi, 32 Tel. 0376288170 Fax 0376362766 info@hotelcasapoli.com www. hotelcasapoli.it • Guide Turistiche di Mantova Casa del Rigoletto P.za Sordello 23 Mantova Tel. 0376.368917

Merano (BZ)

Meisters Hotel Irma

Fu la famiglia imperiale degli Asburgo a venire qui, cercando nel ‘600 un clima mite, in fuga da un’epidemia nella valle dell’Inn. E fece, nel tempo, la fortuna della zona. Affacciata a sud sui frutteti della piana dell’Adige, circondata da colline di vigneti, ha mantenuto un cuore medievale e un’atmosfera piacevolmente rilassata e rilassante. Per un turismo colto, di qualità.

Via Belvedere, 17 Tel. 0473212000 Fax 0473231355 info@hotel-irma.it www.hotel-irma.com

• Guide Turistiche Alto Adige Via Montetondo 1 Bolzano Tel. 0471983376

55


BA N CA DAT I Modena / Montecatini / Noto / Novara LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

®

Hotel Real Fini Baia del Re

Modena

Via Vignolese, 1684 Tel. 0594792111 Fax 0594792190 info@hotelbaiadelre.com www.hotelbaiadelre.com

È la città della Ghirlandina, la torre del Duomo, monumento simbolo della città, iniziato nel 1099 da Lanfranco e Wiligelmo. Grande rivale di Bologna, sede di una prestigiosa Accademia militare, Modena fu anche una corte vera e propria: accadde nel 1598, quando gli Estensi dovettero cedere l’amata Ferrara al Papa. E Modena rimase un ducato sino all’Unità d’Italia...

• GAIAM Guide Turistiche Via Mocana 360 Modena Tel. 059302563

Montecatini (PT) Il divertimento unito alle cure termali,

Grand Hotel & La Pace Via della Torretta, 1 Tel. 05729240 Fax 057278451 info@grandhotellapace.it www.grandhotellapace.it

edifici che sembrano templi dell’antichità, abbelliti da statue, gallerie, ambulacri. Gli stabilimenti, compresi i famosi Tettuccio, Excelsior e Terme Leopoldine, sono sparsi nell’immenso Parco delle Terme che programma soggiorni di benessere, cure mediche, musica e manifestazioni mondane per l’intera stagione. Non manca nemmeno un ippodromo.

• Ass. Guide Turistiche della Toscana Via Calmala 2 Firenze Tel. 0552645217

Noto (SR)

Hotel La Corte del Sole

Una strada rettilinea, come un fiume, strade minori come affluenti. Dopo il terremoto del 1693, Noto rinasce tardo barocca, meravigliosa, artistica, unica. Così la sogna e la vuole un gesuita, Angelo Italia. Il patrono della città è il grande San Corrado. A poca distanza la riserva naturale di Vendicari, è oggi una delle zone umide più rappresentative d’Europa.

Località Eloro/Pizzuta Contrada Bucachemi Tel. 0931820210 info@lacortedelsole.it www.lacortedelsole.it

• Guida Turistica Francesca Giovatto francescagiovatto@virgilio.it Tel. 0932220465

Pancioli Italia Hotel

Novara

Via Generale Solaroli, 8/10 Tel. 0321399316 Fax 0321399310 italia@panciolihotels.it www.panciolihotels.it

Dopo la Mole a Torino, l’architetto Antonelli costruisce qui non solo il Duomo, ma anche la basilica di S. Gaudenzio, edificio manieristico e grandioso, dalla cupola alta ben 121 metri. È il simbolo, visibile da ogni angolo, di una città dedita al commercio, teatro nella storia di grandi battaglie per la sua posizione strategica. La Pavesi costruisce qui il primo autogrill d’Italia.

•Ass. Guide Turistiche Via per Dormelletto 75 Mercurago di Arona Novara Tel. 0322241079

56


BA N CA DAT I Olbia / Padova / Parma / Pavia LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

Olbia (OT)

®

Hotel Martini

Moderna, è il porto dell’isola più vicino al continente, l’aeroporto della vicina Costa Smeralda. Conserva un importante monumento romanico nella chiesa di San Simplicio (XI-XII sec), dalla facciata pisana e l’interno a tre navate. Poco distante, raggiungibile in barca da porto San Paolo è l’isola di Tavolara, arida e disabitata, ma ricca di calette segrete.

Via G. D’Annunzio, 21 Tel. 078926066 Fax 078926418 info@hotelmartiniolbia.com www.hotelmartiniolbia.it

• Ass. Dedalo Guide www.dedaloguide.it

Padova

Hotel Europa

È la città del santo senza nome (S. Antonio), del prato senza erba (piazza Prato della Valle), del caffè senza porte (il leggendario Pedrocchi). Antica università, la seconda dopo Bologna, Padova ha gioielli artistici unici: la cappella degli Scrovegni dipinta da Giotto, la Cappella Ovetari del Mantegna, il primo orologio astronomico d’Italia, la Basilica del Santo, il monumento di Donatello al Gattamelata...

Largo Europa, 9 Tel. 049661200 Fax 049661508 info@hoteleuropapd.it www. hoteleuropapadova.com

•Ass. Guide Turistiche c/o ASCOM P.za De Gasperi 3 Padova Tel. 0498209811

Parma

Hotel Palace Maria Luigia

Ducato per tre secoli indipendente prima con i Farnese, poi con i Borboni e con Maria Luigia d’Asburgo, mantiene ancora l’atmosfera di una piccola capitale. Vanta architetture romaniche fra le più belle d’Italia (Duomo e Battistero), un Teatro Regio, istituzioni culturali di gran livello come l’Università e la Galleria Nazionale. Suoi figli illustri sono il Correggio, il Parmigianino e il beato Guido Maria Conforti.

Viale Mentana, 140 Tel. 0521281032 Fax 0521231126 reservationsml@sinahotels.com www. palacemarialuigia.com • Ass. Guide Turistiche Via M. di Cassio 15 Parma Tel. 0521240259

Pavia

Hotel Moderno

Città romana e capitale del regno longobardo, sede di una storica università. Nella romanica chiesa di S. Pietro in Ciel d’Oro sono sepolti il filosofo Severino Boezio e S. Agostino. Il Castello Visconteo affrescato dal Pisanello destò l’ammirazione del Petrarca, nel Duomo collaborarono Bramante e Leonardo da Vinci. Da vedere il trecentesco ponte coperto sul Ticino e la Certosa.

Via V. Emanuele, 41 Tel. 0382303401 Fax 038225225 info@hotelmoderno.it www.hotelmoderno.it • Centroguide Tursitiche Palazzo del Turismo Via Marconi 1 Milano centroguidemilano@tiscalinet.it Tel. 0286450433

57


BA N CA DAT I Perugia / Pesaro / Pescara / Pisa LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

Perugia

®

Brufani Palace Hotel

Qui operano Pinturicchio, Perugino e Raffaello, Agostino di Duccio, Nicola e Giovanni Pisano, Arnolfo di Cambio, Guercino e Caravaggio. Arcigna e abbarbicata su un colle accidentato, è la terra del condottiero Braccio da Montone, le mura medievali sorgono su pietre più antiche, etrusche. Da non perdere il Palazzo dei Priori, la Fontana Maggiore, la Cattedrale.

Piazza Italia, 12 Tel. 0755732541 Fax 0755720210 reservationsbru@sinahotels.com www.brufanipalace.it

•Ass. Guide Turistiche dell’Umbria Via Cristofani 2d Assisi Tel. 075815228

Pesaro

Hotel Vittoria

Antica corte dei Malatesta, degli Sforza (di Alessandro è il Palazzo Ducale) e dei Della Rovere, mantiene la nobiltà e l’eleganza d’un tempo. È la patria di Rossini e, nella via omonima, nella casa natale, un piccolo museo è dedicato al grande Gioacchino. Un altro museo racconta la storia delle locali ceramiche. Da vedere la Rocca Costanza, la Cattedrale, il Santuario delle Grazie.

Piazzale Libertà, 2 Tel. 072134343 Fax 072165204 vittoria@viphotels.it www.viphotels.it

•Guide Turistiche c/o APT Via Mazzolari 4 Pesaro Tel. 072169431

Pescara

Victoria Hotel

Sul Pescara c’è il porto canale e

Via Piave, 142 Tel. 085374132 Fax 0854229614 hotel@victoriapescara.com www.victoriapescara.com

per il poeta locale, Gabriele D’Annunzio, “le due rive si rispecchiavano in fondo abbracciandosi”: Pescara e Castellammare Adriatico. E inizia qui un viale, detto della Riviera, che è una passeggiata a mare senza fine. Un museo d’arte è dedicato alla famiglia Cascella, nel tempio nazionale della Conciliazione è sepolta la madre di D’Annunzio.

• Ass. NaTourArte P.za Salvatore Tommasi 11 67039 Sulmona AQ info@natourarte.it Tel. 0864208950

Hotel Relais dell’Orologio

Pisa

Via della Faggiola, 12 Tel. 050830361 FAX 050551869 info@hotelrelaisorologio.com www.hotelrelaisorologio.com

Il cuore di Pisa sta in quel verde senza tempo di Campo dei Miracoli con il Duomo, il Battistero, la Torre pendente. È racchiusa qui la potenza dell’antica repubblica marinara. Poi c’è il lungarno, la città medicea. A Palazzo dei Cavalieri sta la Scuola Normale Superiore di Pisa voluta da Napoleone. L’università è prestigiosa: vi ha insegnato Galileo, vi ha studiato Enrico Fermi.

•Ass. Guide Turistiche della Toscana Via Calmala 2 Firenze Tel. 0552645217

58


BA N CA DAT I Pompei / Ravenna / Reggio Emilia / Rimini LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

Pompei (NA)

®

Hotel Amleto

Nel 1997 l’UNESCO ha dichiarato Pompei Patrimonio Mondiale dell’Umanità. L’improvvisa eruzione del Vesuvio del 79 d.C. e la pioggia di cenere e lapilli hanno tragicamente sommerso l’intera città, ma “salvandola” nel tempo. Riportata infatti alla luce, Pompei è diventata uno dei siti archeologici più famosi e visitati al mondo.

Via Bartolo Longo, 10 Tel. 0818631004 Fax 0818635585 info@hotelamleto.it www.hotelamleto.it

•Guide Turistiche GATA c/o Hotel Vittoria Pompei Scavi Tel. 0818508855

Best Western Hotel Bisanzio

Ravenna

Via Salara, 30 Tel. 0544217111 Fax 054432539 bisanzio.ra@bestwestern.it www.bisanziohotel.com

Regno bizantino di Giustiniano e Teodora, luogo sepolcrale di Dante e di Teodorico, Ravenna è la città dei mosaici, di opere d’eccezione di gusto e sapore orientale. Gli edifici religiosi di S. Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia, S. Apollinare Nuovo e in Classe, i battisteri degli Ariani e degli Ortodossi testimoniano potenza, amore per la bellezza, un’armonia senza pari.

•Ass. Ad Arte Via Molise 8 Ravenna verdianabaioni@libero.it Tel. 0544502061

Albergo delle Notarie

Reggio Emilia

Per tutti è la città del tricolore, la prima a usarlo per bandiera. Da non perdere il bel Santuario della Madonna della Ghiara, degli inizi del ‘600, impreziosito da affreschi di scuola bolognese (Cristo in croce consolato dall’angelo del Guercino). Importante per la lirica è il Teatro Municipale, mentre un museo raccoglie, dal tempo di Napoleone, le collezioni del medico Lazzaro Spallanzani.

Via Palazzolo, 5 Tel 0522453500 Fax 0522453737 notarie@albergonotarie.it www.albergonotarie.it

Rimini

Grand Hotel Rimini

•Guide Turistiche di Reggio info@guidereggiane.it Tel. 3475999639

Parco Federico Fellini Tel. 054156000 Fax 054156866 info@grandhotelrimini.com www.grandhotelrimini.com

Una spiaggia celeberrima, un porto canale suggestivo, una sfilata di alberghi e di ombrelloni colorati: capitale della riviera romagnola, Rimini è il simbolo del mare per tutta Europa. Nasce qui il turismo moderno, dove i romani avevano posto Ariminum, all’incrocio tra le vie Emilia, Flaminia e Popilia. Sede poi dei Malatesta, oggi è la città felliniana di Amarcord e del Grand Hotel.

• Coop. CAMAS Guide Turistiche Via Cairoli 69 Rimini Tel. 0541785183

59


BA N CA DAT I Riva del Garda / Rovereto / Rovigo / Salò LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

®

Du Lac et Du Parc Grand Resort

Riva del Garda (TN)

Tolta dai Veneziani ai Milanesi Visconti con uno stratagemma bellico, con una trentina di navi da guerra tirate controcorrente sull’Adige e calate poi nel lago attraverso le montagne, Riva è città di sapore austroungarico. Con un tocco dannunziano, abbellita dall’architetto Maroni del Vittoriale. Da non perdere la vista dalla torre Apponale e l’ottagono barocco della chiesa dell’Inviolata.

Viale Rovereto, 44 Tel. 0464566600 Fax 0464566566 info@dulacetduparc.com www.dulacetduparc.com • Ass. Guide Turistiche del Trentino c/o Confesercenti Via Maccani 207 Trento confesercenti@rezia.it Tel. 0461434217

Rovereto (TN)

Hotel Leon D’Oro

Veneziana e poi asburgica, è la città di Depero e del futurismo, sede del Mart, importante museo d’arte contemporanea. È terra di boschi, boschi di roveri, di abili intagliatori e artigiani, ma in passato vantava una fiorente tradizione setaiola. Al tramonto, ogni sera, battono i rintocchi della Campana, che ricorda le vittime di tutte le guerre.

Via G. Tacchi, 2 Tel. 0464437333 Fax 0464423777 info@hotelleondoro.it www.hotelleondoro.it

• Ass. Guide Turistiche del Trentino c/o Confesercenti Via Maccani 207 Trento confesercenti@rezia.it Tel. 0461434217

Rovigo Tra la pianura e il mare Adriatico

Hotel Villa Margherita

Viale Regina Margherita, 6 Tel. 0425361540 Fax 042531301 info@hotelvillareginamargherita.it www.hotelvillareginamargherita.it

è una città agricola per tradizione e di impronta sostanzialmente moderna. I resti storici sono medievali e poi veneziani: in centro sta la colonna del leone di San Marco a protezione della città. Da vedere la Loggia dei Notai (ora Municipio), la Torre dell’Orologio, Palazzo Roverella e l’Accademia dei Concordi.

• Guide Turistiche del Veneto San Marco 750 Tel. 0415209038

Hotel Salò du Parc

Salò (BS)

Via Cure del Lino, 1 Tel. 0365290043 / 46 / 49 Fax 0365520390 info@saloduparc.it www.saloduparc.it

Un angolo di Venezia sul lago, di cui era l’antica capitale. Il Palazzo della Magnifica Patria (oggi sede del Comune), il Duomo (opere di Romanino, Moretto, Palma il giovane, Sandrini e Malosso, un crocifisso di Giovanni Teutonico, a detta del Mantegna fra i più belli al mondo), l’Ateneo (del 1560, con una ricca Biblioteca) raccontano una storia orgogliosa.

•Ass. Bresciastory Via Carini 4 Brescia info@bresciastory.it Tel. 3405084747

60


BA N CA DAT I San Gimignano / San Giovanni Rotondo / Sanremo / San Vito Lo Capo LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

San Gimignano (SI)

®

La Collegiata

Arroccata su un colle, un gruppo di poderose case-torre (14, un tempo erano molte di più), un borgo medievale da sogno. Palazzi, mura, porte e abitazioni sono arrivati a noi sin dal Trecento pressoché inalterati, in un magico, ordinato e armonico equilibrio... Da non perdere, nel Duomo, la rinascimentale cappella dedicata a Fina, la santa del luogo.

Localita’ Strada, 27 Tel. 0577943201 Fax 0577940566 collegiata@relaischateaux.com www.lacollegiata.it

•Ass. Guide Turistiche della Toscana Via Calmala 2 Firenze Tel. 0552645217

San Giovanni Rotondo (FG)

Grand Hotel degli Angeli

A mezza costa sul versante meridionale del Gargano, è nato attorno a una sorgente d’acqua pura sulla strada dei pellegrini diretti a Monte S. Angelo. L’antico luogo di devozione religiosa è oggi frequentatissimo per la fama mondiale che circonda la figura di San Pio da Pietrelcina (1887-1968), il Padre Cappuccino che qui visse e operò.

Viale Padre Pio Tel. 0882454646 Fax 0882454645 info@grandhoteldegliangeli.it www.grandhoteldegliangeli.it

• Ass. Guide Turistiche Regionali della Puglia Minervino di Lecce www.assoguidepuglia.it Tel. 0836889053

Hotel Royal Sanremo

Sanremo (IM)

Su un mare unico al mondo, terra di fiori, del Casinò, del Festival e di un rally tra i più amati dagli appassionati, Sanremo racchiude un fascino senza pari, di livello internazionale. Non è un caso che il primo albergo a sorgere, nel lontano 1860, si chiamasse Londra … qui venivano in vacanza le teste coronate e i rampolli dell’aristocrazia mondiale. Oggi le star del cinema e della canzone.

Corso Imperatrice, 80 Tel. 01845391 Fax 0184661445 reservations@royalhotelsanremo. com www.royalhotelsanremo.com

San Vito Lo Capo (TP)

Hotel Capo San Vito

•Team Solemar Guide Turistiche via S. Francesco 4/a Arma di Taggia IM, teamsolemar@libero.it Tel. 018443821

Via San Vito, 1 Tel. 0923972122 Fax 0923972559 hotel@caposanvito.it www.caposanvito.it

Una piccola baia di sabbia bianchissima, acque azzurrine, un minuscolo porto di pescatori. Capo San Vito (il borgo presenta invece il nome invertito) chiude il golfo di Castellammare, sulla costa settentrionale della Sicilia. La chiesa Madre, sulla via principale, è ricavata da una fortezza cinquecentesca. A poca distanza la riserva naturale dello Zingaro…

•Ass. Guide turistiche della Regione Sicilia C.so V. Emanuele 71 Palermo Tel. 091581952

61


BA N CA DAT I Savona / Senigallia / Siena / Siracusa LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

®

Mare Hotel

Savona

Via Nizza, 89r Tel. 019264065 Fax 019263277 info@marehotel.it www.marehotel.it

Nella cinquecentesca fortezza del Priamar, che domina la città, fu incarcerato Mazzini. Di fronte al porto c’è la torre di Leon Pancaldo, il navigatore compagno di Magellano, e si aprono i portici di via Paleocapa. Città di mare, porto del Piemonte: Palazzo della Rovere, opera di Giuliano da Sangallo, palazzo degli Anziani e il Duomo ne raccontano gli antichi splendori.

•Team Solemar Guide Turistiche Via S. Francesco 4/a Arma di Taggia IM teamsolemar@libero.it Tel. 018443821

Senigallia (AN)

Hotel Terrazza Marconi

Porto gallico, sede di una antica e famosa fiera, oggi è la spiaggia di velluto, gioiello balneare delle Marche. Dominata dalla rocca (disegnata dal Laurana per Giovanni della Rovere) con il palazzo del Duca e la fontana dei leoni (fine ‘500) Senigallia racconta la potenza raggiunta nel Rinascimento. Da vedere la vicina S. Maria delle Grazie di Baccio Pontelli (Madonna e Santi del Perugino).

Lungomare Marconi, 37 Tel. 0717927988 Fax 0717920364 booking@terrazzamarconi.it www.terrazzamarconi.it

•APT Guide Turistiche Via Thaon de Revel 4 Ancona Tel. 07433249

Siena

Grand Hotel Continental

Via Banchi di sopra, 85 Tel. 057756011 Fax 057749020 reservation.ghc@royaldemeure.com www.royaldemeure.com

Famosa nel mondo per il suo acceso e colorito palio, è la città toscana più armoniosa e compatta, un borgo medievale e rinascimentale salvatosi con orgoglio nei secoli. È la città che al meglio esprime la bellezza, la storia e le tradizioni d’un tempo, uno scrigno da aprire e frugare con amore, dal cuore, la conca di piazza del Campo. Siena ha dato i natali a Santa Caterina e al beato Giovanni Colombini.

•Ass. Provinciale Guide Turistiche Viale Toselli 14 Siena fax 057743411

Des Etrangers Hotel & SPA

Siracusa

Passeggio Adorno, 10/12 Tel. 0931319100 Fax 0931319000 www.amthotels.it

La pittoresca isola di Ortigia, con le sue viuzze colorate, è il primo nucleo della città, costruito dai greci. Il resto, distrutto dal terremoto del 1693, è rinato in forma barocca, in affascinante commistione di pietre antiche e classiche, tra mare e cielo, roccia e vegetazione mediterranea. È la città di Archimede, della fonte Aretusa, del dorico tempio di Apollo (VI sec a.C.).

•Coop. Guide Turistiche Syraco C.so Timoleonte 125 Siracusa Tel. 093121299

62


BA N CA DAT I Sirmione / Sorrento / Spoleto / Taormina LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

Sirmione (BS)

®

Palace Hotel Villa Cortine Via Grotte, 6 Tel. 0309905890 Fax 030916390 info@hotelvillacortine.com www.hotelvillacortine.com

Una voce poetica, quella di Catullo (I sec. a .C.) e una voce lirica, quella della soprano Maria Callas, accompagnano alla scoperta di uno dei borghi più belli d’Italia. Piazzette in stile veneziano, una Rocca Scaligera perfettamente conservata, una passeggiata romantica a bordo lago sino alle Grotte di Catullo, ai resti di una immensa villa romana.

•Ass. Bresciastory, via Carini 4 Brescia, info@bresciastory.it 3405084747

Sorrento (NA)

Grand Hotel Excelsior Vittoria

Nel nome c’è ancora l’eco delle sirene che ammaliavano i naviganti: alta e distesa su una terrazza di tufo incisa da gole e vertiginosi slarghi sul mare del golfo di Napoli, Sorrento ha dato i natali al poeta Torquato Tasso, che qui vedeva “bellezze incorruttibili e divine”. E da piazza Tasso si scende magicamente alla Marina Piccola, all’antico porto.

Piazza Tasso, 34 Tel. 0818777111 Fax 0818771206 info@exvitt.it www.exvitt.it

•GEA Guide Turistiche, via Sacri Cuori 142, Sorrento info@geaguide.com 081841196

Hotel San Luca

Spoleto (PG)

Città famosa per il Festival dei Due Mondi, avventura cosmopolita, intellettuale e mondana al tempo stesso Spoleto è città di impianto romano. Il mondo di Augusto fa sentire forte la sua presenza: ecco l’arco di Druso, il figliastro, mura imponenti, un ponte a tre arcate, resti di un teatro e di un anfiteatro, la casa della madre di Vespasiano. Nel Duomo la tomba di Filippo Lippi.

Via Interna delle Mura, 21 Tel. 0743223399 Fax 0743223800 sanluca@hotelsanluca.com www.hotelsanluca.com

Taormina (ME)

Grand Hotel Timeo

•Ass. Guide Turistiche dell’Umbria Via Cristofani 2d Assisi Tel. 075815228

Come l’ha descritta Goethe quasi duecento anni fa tutti l’hanno fotografata e immortalata: le rovine del teatro greco con sullo sfondo il profilo dell’Etna. E poi il mare. Taormina è città turistica dal clima quasi tropicale, tra profumo di aranci, mandorle, fichi d’india e ulivi. È sospesa fra roccia e mare, a forma di spicchio di luna, a mezza altezza sul fianco del monte Tauro (397 m).

Via Teatro Greco, 59 Tel. 09426270200 Fax 09426270606 info@hoteltimeo.net www.grandhoteltimeo.com

•Ass. Guide Turistiche di Taormina Via Rossini 9 Taormina Tel. 0942582101

63


BA N CA DAT I Terni / Tivoli / Todi / Trapani LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

®

Michelangelo Palace

Terni

Viale della Stazione, 63 Tel. 0744202711 Fax 07442027200 info@michelangelohotelumbria.it www.michelangelohotelumbria.it

Famosa per la cascata delle Marmore, esempio di “natura sublime” tanto cara ai romantici (affascinò il poeta Byron), Terni è moderna. Ma nasconde pregevoli monumenti da scoprire: la chiesa paleocristiana di S. Salvatore, quella di S. Francesco (con scene dantesche nella cappella Paradisi), un anfiteatro romano, Palazzo Spada (ultima opera di Jacopo da Sangallo).

•Ass. Guide Turistiche dell’Umbria Via Cristofani 2d Assisi Tel. 075815228

Tivoli (Roma)

Hotel Torre S. Angelo

Città termale (delle famose aquae albulae dei romani), di fontane e giochi d’acqua, di cascate (l’Aniene precipita in un salto di ben 160 metri), luogo di divertimenti e spensieratezza. Questa è Tivoli, tanto che a Copenaghen il parco attrazioni della città porta lo stesso nome. E poi ville stupende (Gregoriana, d’Este, Adriana) e templi romani (di Vesta e Sibilla Tiburtina)...

Via Quintilio Varo Tel. 0774332533 Fax 0774332533 info@hoteltorresangelo.it www.hoteltorresangelo.it

Todi (PG)

Hotel Fonte Cesia

•ANGT Associazione Nazionale Guide Turistiche Via S. Maria alle Fornaci 8/d Roma angtmail@libero.it Tel. 0639637373

Via Lorenzo Leoni, 3 Tel. 0758943737 Fax 0758944677 fontecesia@fontecesia.it www.fontecesia.it

Nasce qui la poesia religiosa, con Jacopone, sepolto nella trecentesca S. Fortunato. E nei palazzi e nelle chiese operano artisti come Andrea Pisano, lo Spagna, Masolino da Panicale. S. Maria della Consolazione, a croce greca, è una delle opere insigni del Rinascimento, su progetto del Bramante. Sulla gotica piazza del Popolo, s’affaccia il merlato Palazzo dei Priori.

•Ass. Guide Turistiche dell’Umbria Via Cristofani 2d Assisi Tel. 075815228

Trapani

Hotel Crystal

Piazza Umberto, I Tel. 092320000 Fax 092325555 info@crystalhoteltrapani.it www.crystalhoteltrapani.it

Già nel nome di un villaggio sicano dell’entroterra, in greco Drepanon, cioè falce, si allude alla forma della città, distesa su uno stretto e piatto promontorio. Le tradizioni marittime del luogo sono narrate nel santuario dell’Annunziata, gotico e barocco al tempo stesso, in due cappelle, dei Marinai e dei Pescatori. Nell’antico ghetto da vedere è il palazzo della Giudecca.

•Ass. Guide Turistiche di Trapani Via Bellini 2 Tel. 092325304

64


BA N CA DAT I Trento / Treviso / Trieste / Urbino

Trento

LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

®

Grand Hotel Trento

Nobile e severa, porto di montagna tra l’Adriatico e il Baltico, Trento è la città di un famoso Concilio che segnò la divisione tra cattolici e protestanti. Elegante e ricca, nel cuore storico, di “palazzi dipinti”, con un Duomo dai preziosi tesori, è dominata dalla mole del Castello del Buonconsiglio, dalle sale affrescate dal Romanino. Vi fu giustiziato Cesare Battisti.

Via Alfieri, 1 Tel. 0461271000 Fax 0461271001 reservation@grandhoteltrento.com www.grandhoteltrento.com •Ass. Guide Turistiche del Trentino c/o Confesercenti Via Maccani 207 Trento confesercenti@rezia.it Tel. 0461434217

Hotel Cà del Galletto

Treviso

Via S.Bona Vecchia, 30 Tel. 0422432550 Fax 0422432510 info@hotelcadelgalletto.it www.hotelcadelgalletto.com

Bellissima ed elegante, antica Marca gioiosa e luogo di villeggiatura della Serenissima Venezia, è ricca di ville e antichi palazzi. In un intrico di vie e canali derivati dal Sile, il fiume che l’attraversa e la difende, è città amante della gastronomia, tra vini bianchi delicati e radicchio rosso. Opere di Tiziano in Duomo e di Cima da Conegliano, di Lotto e Bellini nel bel Museo Civico.

•Guide Turistiche del Veneto San Marco 750 Venezia Tel. 0415209038

Grand Hotel Duchi D’Aosta

Trieste

Porto franco nel ‘700, sbocco al mare del potente impero austroungarico, la città è permeata di tre culture: italiana, slava e asburgico-mitteleuropea. Culture feconde ma, al tempo stesso, in crudele antagonismo. Colonia romana tra il mare (“che qui nasce”) e il colle di S. Giusto, Trieste ha “scontrosa grazia”, come scrisse il poeta Umberto Saba. È la città di Italo Svevo.

Piazza Unità D’Italia, 2/1 Tel. 0407600011 Fax 040366092 info@duchi.eu www.duchi.eu

Urbino

Hotel Mamiani

•AGATA Guide Turistiche Via Einaudi 3 Trieste Agata@libero.it Tel. 3335034942

Luogo magico del Rinascimento, città d’autore disegnata dal Laurana, con un palazzo Ducale che sembra preso da una colorata fiaba, città di giovani e di antica università, Urbino attira turisti come pochi altri luoghi al mondo. Merito anche dei due suoi grandi personaggi, Raffaello e Bramante che, come si suol dire, la città ha donato più al mondo che a se stessa...

Via Bernini, 6, Tel. 0722322309 Fax 0722327742 info@hotelmamiani.it www.hotelmamiani.it •Ass. Urbino Ducale Guide Turistiche Via B. da Montefeltro 32 Urbino coopcentroservizi@libero.it Tel. 0722327743

65


BA N CA DAT I Venezia / Verona / Viareggio / Vicenza

LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

®

Hotel Cipriani & Palazzo Vendramin

Venezia

Città irreale e di sogno, della bellezza e della fantasia, Venezia sfugge ad ogni definizione. È una continua sorpresa per il turista, che finisce con il perdersi nell’atmosfera di una città sospesa fra cielo e acqua. Città di gioielli unici e irripetibili: su tutti piazza San Marco, da raggiungere a piedi o in vaporetto lungo il Canal Grande. Il Ponte di Rialto e il Lido sono da non perdere.

Via Giudecca, 10 Tel. 0415207744 Fax 0415203930 info@hotelcipriani.it www.hotelcipriani.com

•Guide Turistiche di Venezia San Marco 750 Tel. 0415209038

Verona

Due Torri Hotel Verona

“Non c’è mondo fuori dalle mura di Verona”, dice Romeo e, insieme all’amata Giulietta, fa gli onori di casa a Verona. Città degli Scaligeri, dell’Arena e del Pandoro, di mura merlate e palazzi eleganti, con l’Adige che la attraversa sinuoso, Verona è uno scrigno di opere preziose. Dalle gotiche Arche Scaligere alle opere del Pisanello, dalla romanica San Zeno a Santa Anastasia, a piazza delle Erbe.

Piazza Sant’Anastasia, 4 Tel. 045595044 Fax 0458004130 info.hotelduetorriverona@duetorrihotels.com - www.hotelduetorri. duetorrihotels.com •Juliet & Co Guide Turistiche Casa Ferrovieri Porta Nuova 1 Verona Tel. 0458103173

Viareggio (LU)

Grand Hotel Principe Di Piemonte

In una pineta immensa, tagliata dal canale della Burlamacca, cittadina turistica ricca di alberghi e stabilimenti balneari famosi in tutta Europa, con i suoi eventi culturali e mondani è il cuore del Tirreno. La fortuna risale alla Belle Époque, testimoniata da molte eleganti costruzioni liberty, ma anche da una tradizione di simpatia e di accoglienza schietta.

Piazza Puccini, 1 Tel. 05844011 Fax 0584401803 info@principedipiemonte.com www.principedipiemonte.com •Ass. Guide Turistiche della Toscana via Calmala 2 Firenze Tel. 0552645217

Hotel Boscolo De La Ville

Vicenza

V.le Verona, 12 Tel. 0444549049 Fax 044 456 91 83 reservation@delaville. boscolo.com www.boscolohotels.com

Città di Andrea Palladio, città d’autore, vanta una piazza tra le più armoniose d’Italia, Piazza dei Signori, e un antichissimo monumentale teatro, l’Olimpico. Ma ha anche un suo cuore segreto di quiete strade, casette venete, improvvisi scorci su corsi d’acqua scavalcati da ponti, sulle Prealpi e sui colli (da vedere la stupenda basilica di monte Berico) alle soglie della città.

•Guide Turistiche del Veneto San Marco 750 Tel. 0415209038

66


BA N CA DAT I Vigevano / Viterbo / Volterra LE CITTà OSPITALI D’ITALIA

Vigevano

Anche Vigevano vanta una delle più eleganti piazze d’Italia: la Ducale, un gioiello d’arte rinascimentale. Costruita da Ludovico il Moro come anticamera del vicino castello, si presenta a pianta rettangolare, 138 metri per 46, racchiusa su tre lati da edifici porticati e dal Duomo gotico-lombardo. Famosa per le calzature (la prima fabbrica è del 1866). Nel 1937 a Vigevano le aziende sono 873, con 10mila addetti.

Viterbo

Tra i monti Cimini e la Maremma, zona archeologica e termale, Viterbo è nota come la “Città dei Papi”: nel XIII secolo fu infatti sede pontificia e per circa 24 anni il Palazzo dei Papi sostituì il Vaticano. Santa Rosa è la patrona di Viterbo e in suo onore, ogni anno il 3 settembre, una “macchina” alta 30 metri e pesante 52 quintali viene portata a spalle da cento devoti per le vie del centro.

Volterra (PI)

Alta sulle colline fra la Val di Cecina e la Valle dell’Era, dal monocromo volto di pietra, è stata chiamata la città del vento. Sin dal tempo degli etruschi è la città del tufo, della terracotta dell’alabastro. Il fascino di Volterra, borgo arcigno e fortificato, conserva un notevole centro storico di origine etrusca (di questa epoca rimane la Porta all’Arco e la Porta Diana).

Hotel del Parco

®

Corso Milano, 95 Tel. 0381348170 info@delparcohotel.it www.delparcohotel.it

•Guide Turistiche di Pavia c/o Associazione Dedalo via Franck 11 info@dedalopv.it Tel. 0382539638

Hotel Nicolò V

Strada Bagni, 12 Tel. 07613501 Fax 0761352451 info@termedeipapi.it www.termedeipapi.it •AGTUR Guide Turistiche di Viterbo info@tusciaguide.it Tel. 349 2934058

Park Hotel Le Fonti

Via dei Fontecorrenti Tel. 058885219 Fax 058892728 info@parkhotellefonti.com www.parkhotellefonti.com •Ass. Guide Turistiche della Toscana via Calmala 2 Firenze Tel. 0552645217


strumenti per essere cittĂ ospitali

le guide della cittĂ in quattro lingue

alcune nostre edizioni di brescia cittĂ ospitale 68


Commercio e Turismo insieme per promuovere luoghi e beni culturali della nostra cittĂ

Ricerca riguardante le 99 CittĂ Ospitali d'Italia


70


commercio e turismo insieme per promuovere cultura e shopping

Un presepio formato da 400 immagini di Natività, scelte tra le opere di grandi autori, riprodotte, a colori, in formato 70x100 con tecnologie innovative che anticipavano lʼutilizzo di scanner. Unʼiniziativa da primato nel Centro Storico realizzata per conto dell’Assessorato al Turismo del Comune di Brescia all’epoca diretto dal professor Maurizio Banzola. Questo evento ideato e curato dall’Istituto Policleto, faceva parte del progetto strategico Brescia città ospitale.

71


72


L'Istituto Policleto è impegnato fino al 2014 in una ricerca riguardante i grandi ristoranti del mondo. quelli censiti fino ad oggi sono: Noma (Copenaghen - Danimarca) chef René Redzepi El Celler De Can-Roca (Girona - Spagna) Mugaritz (San Sebastian - Spagna) D.o.m. (San Paolo - Brasile) Osteria Francescana (Modena - Italia) chef Massimo Bottura Per Se (New York - Stati Uniti d’America) Alinea (Chicago - Stati Uniti d’America) Arzak (San Sebastian - Spagna) Dinner by Heston Blumenthal - Mandarin Oriental (Londra - Inghilterra) Elevene Madison (New York - Stati Uniti d’America) Le Calandre (Rubano - Italia) - chef Max Alajmo Cracco (Milano - Italia) - chef Carlo Cracco Colombal Zero (Rivoli - Italia) - chef Davide Scabin Dal Pescatore (Canneto sull’Oglio - Italia) chef Antonio e Nadia Santini Viajante (Londra - Inghilterra) - chef Nuno Mendez Piazza Duomo (Alba - Italia) - chef Enrico Crippa

Istituto Policleto sezione ricerche e formazione

segreteria@istitutopolicleto.it

73


L’ospitalità come cultura d’impresa

Casale del mare aCastiglioncello/Livorno Soggiorni indimenticabili in Toscana

Un luogo fantastico, nato dalla passione di Fulvio Martini.

Laura Marzari, “Deus ex machina” dell’ospitalità.

A corner of paradise between the sea and hills. This is CASALE DEL MARE, the residential agritourism complex converted from an ancient farm on the plateau of the Spianate di Castiglioncello, just a few kilometres from Livorno. Intelligent and respectful restoration has allowed a series of eateries and pubs to be developed from the old building, in which unforgettable moments may be spent immersed in the tranquillity of the area, facing one of the most beautiful Italian coasts.

Un angolo di paradiso sospeso tra il mare e le colline. Ecco il CASALE DEL MARE, il complesso residenziale agrituristico ricavato da un’antica fattoria sull’ altipiano delle Spianate di Castiglioncello, a pochi chilometri da Livorno. Un restauro sapiente e rispettoso ha permesso di ricavare dall’edificio una serie di locali in cui poter passare momenti indimenticabili nella tranquillità della zona, di fronte a una delle più belle costiere italiane.

Casale del mare

Seducente, magico, in sintonia con nuove tendenze: un angolo sospeso tra il mare e le colline A paradise between the sea and the hills 74


Un angolo di paradiso sospeso tra il mare e le colline

A holiday at CASALE DEL MARE means immersing yourself in nature, by taking part in a wide range of activities in the surrounding countryside, without neglecting the possibilities offered by the features of the location itself: the swimming pool, solarium, tennis courts and riding stables. Or, on the nearby beaches at Castiglioncello, is the “Pearl of the Tyrrhenian”, with its celebrated meeting places and a summer season that overflows with social and cultural events. This is a great way to experience local architecture, a connection between rural culture and the marine environment. The apartments are decorated in a minimalistic style, but using valuable, elegant and functional furniture, with a vaulted ceiling, wooden or exposed beams wiht flat-brick work. Everything is garnished by the taste of superb gastronomical offerings, with typical dishes and products from the area, prepared by the agritourism’s restaurant or offered by the exclusive CASALE DEL MARE line.

Una vacanza al CASALE DEL MARE vuol dire immergersi nella natura, contando sia su un ventaglio di itinerari nella campagna circostante, senza dimenticare le possibilità offerte dalle strutture del complesso, piscina, solarium, tennis e maneggi. Oppure sulle vicine spiagge di Castiglioncello, la “Perla del Tirreno”, con i suoi locali punto d’incontro di tante celebrità e una stagione estiva ricca di appuntamenti mondani e culturali. Un incontro con l’architettura della zona, punto di unione tra cultura contadina e ambiente marinaro. Gli appartamenti sono arredati secondo la regola dell’essenziale, ma con mobili pregiati, eleganti e funzionali, in ambienti dai soffitti a volta, travature in legno a vista e mezzane. Il tutto condito dal gusto di una gastronomia superba, con i piatti e i prodotti tipici della zona, preparati dal ristorante del complesso o offerti nella linea esclusiva del CASALE DEL MARE.

Alcune immagini del concorso ippico al Casale del mare e i prodotti tipici della zona con marchio Fortulla: vini, grappe, olio extravergine d’oliva e miele di tiglio e acacia.

75


Mostre, elogio di bellezza il turismo motivato

la catalogazione dei beni culturali: una necessitÀ

ON THE PAGE THAT FOLLOWS: THE VALUE OF CATALOGUING THE HERITAGE OF AN AREA AS A BASIS FOR WORKING THE SYSTEM AND OFFERING NEW TOURIST ITINERARIES THAT BLEND ART, GASTRONOMY AND WELLNESS.

L’Istituto Policleto ha collaborato alla catalogazione e alla pubblicazione di una parte degli edifici storici della Regione Emilia Romagna, ha realizzato guide turistiche come Cesena Invita, l’Atlante dei Sapori, sei edizioni delle guide dei ristoranti di Cesenatico, The Istituto Policleto has contributed to the cataloguing ha preso parte alla valorizzazione di strutture alberand publication of someof the historical buildings of the ghiere in varie località tra cui Bagno di Romagna Region of Emilia Romagna. It has created tourist guides e Fratta Terme, in un mix di armonia e benessere. such as Cesena Invita, the Atlante dei Sapori and six ediCon questo lavoro di ricerca ha contribuito alla vations of the Cesenatico restaurant guide. It has taken part in the development of hotels in valorizzazione dell’economia turious locations, including in Baristica individuando percorsi gno di Romagna and Fratta Tersalutistici, gastronomici, culme, blending both harmony and turali, itinerari della fede. La wellness. With its research work, ricchezza delle nostre pinacoit has contributed to the deveteche, delle chiese, dei musei lopment of the tourism economy, e dei luoghi artistici d’Italia, identifying health, gastronomic oggigiorno rappresenta la moand cultural itineraries and relitivazione turistica per un mergious excursions. The richness of cato che sarà sempre più ampio galleries, churches, museums and in futuro. Nel 2011 la città di artistic sites in Italy, are the tourism drivers in this market, which Cesena-Forlì ha dato vita a una is going to grow in the future. In mostra (in perfetta sintonia con 2011, the city of Cesena-Forlì crel’oscillazione del gusto conated an exhibition (in perfect hartemporaneo) dedicata al suo mony with the fluctuations of moartista più famoso, Melozzo. Il dern preferences), dedicated to its cuore della rassegna è dato da most famous artist, Melozzo. The un affresco che raffigura Papa heart of the exhibition is a fresco Sisto IV: per la prima volta portraying Pope Sixtus IV: it is the questo capolavoro esce dai first time that this masterpiece has Bartolomeo Platina rende omaggio a Papa Sisto IV Musei Vaticani e simboleggia, left the Vatican Museums and symnel modo migliore, l’alleanza fra bolises, in the best way possible, an alliance between the Church and culture. Besides Mela Chiesa e la Cultura. Accanto a Melozzo sono prelozzo, the artists Beato Angelico and Benozzo Gozzoli, senti Beato Angelico e Benozzo Gozzoli, Mantegna Mantegna and Mino da Fiesole, Perugino and Bramane Mino da Fiesole, Perugino e Bramante, Piero delte, Piero della Francesca and the “divine” Raffaello are la Francesca e il “divino” Raffaello con alcune loro exhibited with some of their immortal works, bearing opere immortali, a testimoniare la stagione artistica witness to our country’s most exciting artistic period. Bepiù felice del nostro Paese. La bellezza è gioia dei auty is a joy to the senses, a consolation for the soul and sensi, consolazione dell’anima, ombra di Dio sulla the shadow of God on the earth. Perhaps this is what the terra. Forse questo pensavano i grandi artisti che, great artists were thinking who now, beneath the mark of sotto il segno di Melozzo, trovano ospitalità al comMelozzo, are being hosted by the museum complex of San plesso museale San Domenico in una Forlì che si Domenico in Forlì, a city that has now established itself conferma città d’arte. Elogio della bellezza e anche as a city of art. An exaltation of beauty and to a success that, as always, comes from research and the implemendi un successo che, come sempre, nasce dalla ricerca tation of a qualified strategic plan. e dall’attuazione di un qualificato piano strategico. 76


Il valore della catalogazione L’ISTITUTO POLICLETO HA REALIZZATO

IL REPERTORIO DEGLI EDIFICI STORICI DELL’EMILIA ROMAGNA, L’ATLANTE DEI SAPORI DI CESENA - FORLI’

Per trovare elementi di novità, di attrazione e di consenso, un mercato turistico deve saper valorizzare, con un’attività continua di ricerca, i tesori del passato, la storia e le tradizioni di un territorio La ricerca storica sta alla base di ogni strategia vincente

Enogastronomia, per viaggiare dal sapere al sapore

i luoghi della salute, in un mix di armonia e benessere

Un esempio di città che diventa “mostra itinerante”

mostra “Wildt - L’anima e le forme”

Forlì - Musei San Domenico - Piazza Guido da Montefeltro

mostra dal 28 gennaio al 17 giugno 2012

77


le ricerche per il turismo

devono partire necessariamente dal repertoriamento delle mete.

I territori vanno PROMOSSI CON moduli capaci di rappresentare l'offerta in forma emozionale

Il turismo motivato,

fatto di viaggiatori piĂš che di turisti, richiede una solida conoscenza della cultura degli eventi e della mobilitĂ 78


Le guide di Cesenatico

Eventi come cultura dell'ospitalitĂ

il successo dell'economia turistica di un territorio dipende dalla capacitĂ di investire nellA ricerca

Istituto Policleto sezione ricerche e formazione

segreteria@istitutopolicleto.it


2013

VINITALY

PIATTAFORMA MONDIALE PER IL BUSINESS DEL VINO Vinitaly, Sol&Agrifood, Enolitech, OperaWine, Vinitaly International e la nuova iniziativa VinitalyWineClub offrono un sistema di servizi, relazioni e contatti world wide. Paese target di quest’anno è la Cina, presente a Verona con una delegazione ufficiale del Ministero del Commercio. In aumento la presenza di buyer dalle più interessanti aree di consumo.

VINITALY - WORLD PLATFORM FOR THE WINE BUSINESS Vinitaly, Sol&Agrifood, Enolitech, OperaWine, Vinitaly International and the new VinitalyWineClub offer initiative provide a system of services, relationships and world-wide contacts. This year’s target country is China, attending the event in Verona with an official delegation of the Ministry of Commerce. Higher attendance of buyers from the most interesting consumption areas.

‘DOC Sicilia’

‘DOC Sicilia’

Al Vinitaly 2013, il battesimo delle prime etichette della neonata “Doc Sicilia”. Oltre 520mila ettolitri di vino provenienti dai 10mila ettari rivendicati, calcolabili in circa 70 milioni di bottiglie che potranno fregiarsi del nuovo marchio a denominazione di origine controllata. Sono questi i numeri con cui esordisce la 23esima denominazione di origine controllata dell’isola, secondo le dichiarazioni di vendemmia e produzione raccolti dal Servizio Informatico Agricolo Nazionale (Sian). Un dato molto atteso dalla filiera regionale e in particolare dal nascente Consorzio Doc Sicilia, presieduto da Antonio Rallo, che potrà finalmente avere una base da cui partire per la strutturazione dello stesso consorzio di tutela. “Il quantitativo regionale rivendicato a Doc passa da una media di 170mila ettolitri degli anni scorsi agli oltre 500mila di quest’anno. Cifre, sottolinea Rallo, assolutamente incoraggianti che affermano una tendenza più che positiva per le nostre denominazioni”.

Vinitaly 2013 will see the baptism of the newborn “DOC Sicilia”. According to data gathered by the National Agricultural Information System (SIAN), more than 520’000 hectolitres of wine, produced in 10’000 hectares of vineyards and yielding approximately 70 million bottles, can henceforth claim this new denomination. These are the numbers of Sicily’s 23rd denomination of origin, and upon which the new DOC Sicilia Consortium will be developed with the leadership of Antonio Rallo. “The volume falling under a regional DOC will rise from an average of 170’000 hectolitres to 500’000. These are very encouraging numbers, which underscore a positive trend for our denominations”, says Rallo.

si alza il sipario: la prima vendemmia debutta a Vinitaly Con la vendemmia 2012 esordiscono sui banchi di degustazione le prime etichette a marchio doc Sicilia. Rallo: “stretti intorno al brand Sicilia”.

80

Takes Centre Stage: The First Vintage Debuts at Vinitaly The first DOC Sicilia wines debut with the 2012 vintage. Rallo: “We are rallying around the Sicily brand”


TUTTE DA SCOPRIRE

LE PICCOLE PRODUZIONI DELL’EMILIA ROMAGNA Non bisogna dimenticare una serie di piccole produzioni (piccole non per qualità ma per estensione, per numero di produttori o solo per essere poco conosciute) che tuttavia mettono in bottiglia vini originali frutto della tradizione e di un profondo rapporto con la propria terra. Vediamone qualcuna. Nella zona di Piacenza vale la pena citare il prezioso - e raro- Vinsanto di Vigoleno, prodotto da quasi due secoli nei dintorni dell’omonimo borgo con le uve di Santa Maria e Melara (uve rare diffuse soltanto in alcuni areali della Val d’Arda). Oggi lo producono solo 5 aziende. Dal 2000 nel reggiano si assiste alla riscoperta un vitigno autoctono presente da tempi immemorabili nella fascia pedecollinare: la Spergola. Quest’uva bianca dal grappolo “alato” dà origine a un vino fragrante, sapido, di buona acidità e struttura, prodotto da una manciata di aziende in diverse versioni di cui la principale è il frizzante. In Romagna ai due vitigni “maggiori” si accompagna una moltitudine di varietà che proprio in questi ultimi anni sono state riscoperte e valorizzate. È il caso del Bombino Bianco (o Mostosa), che concorre in molte DOP della Romagna tra cui il Pagadebit, così chiamato perché grazie alla sua produttività pagava i “debiti” dei viticoltori anche nelle annate peggiori. Oppure il Terrano portato in Romagna dai Bizantini, da cui si ricava in purezza la Cagnina DOP dolce e di pronta beva. Altro esempio è il Centesimino (o Savignôn Rosso). Vitigno autoctono coltivato dal XVII sec sulle colline faentine, la sua riscoperta è dovuta negli anni ’40 a tale Pietro Pianori detto Centesimino. Successivamente, l’Istituto di San Michele all’Adige accertò che questo vitigno aveva caratteristiche tutte sue e così dal 2003 il Centesimino - attualmente coltivato da otto aziende - è riconosciuto ufficialmente nel catalogo Nazionale delle Varietà dei Vitigni. 81

AWAITING DISCOVERY SMALL PRODUCTIONS In addition to the “stars” of the Region’s viticulture, there are a number of lesser appellations (not lesser in terms of quality, but rather size, number of producers, and renown) that bottle original wines derived from long traditions and profound relationships with the land. Let’s discuss a few: In the Piacenza area there is a wine worth mentioning, the precious -- and rare -- Vinsanto di Vigoleno. It has been produced for almost two centuries around the town of Vigoleno, from Santa Maria and Melara grapes (rare varietals grown only in some parts of the Val d’Arda). At present just ten producers make it. Since 2000, the area of Reggio Emilia is witnessing the discovery of a vine native to these foothills since time immemorial: Spergola. Its white grape with a “winged” bunch creates a fragrant and tangy wine, with good acidity and structure, produced in different versions, whose main one is semi-sparkling, by a handful of companies. In Romagna the two “major” varietals are accompanied by a multitude of other varietals that are just now being rediscovered and reevaluated. For example, the Bombino Bianco (or Mostosa), which contributes to many PDO wines of Romagna, including Pagadebit, so called because thanks to its productivity it paid the debts of the winemakers even in the worst years. Or the Terrano that was introduced to Romagna by the Byzantines, which, when vinified as a 100% varietal, yields the sweet, easy to drink Cagnina PDO. Another example is Centesimino (or Savignôn Rosso). This is an indigenous vine grown since the 17th century in the hills of Faenza: Pietro Pianori, who was known as Centesimino, rediscovered it in the 1940s. Subsequently the Istituto di San Michele all’Adige determined that the varietal is unique, and therefore, since 2003 Centesimino, which is now grown by eight wineries, is listed in the National Catalog of Grape Varietals.


IDEE PER IL FUTURO idee-progetto riguardanti LE NUOVE STRATEGIE

DEL SISTEMA CITTà / CENTRO STORICO / COMMERCIO SERVIZI / PROPRIETà IMMOBILIARI MATERIALE AD USO DEL LABORATORIO INTERDISCIPLINARE

MOTIVAZIONI RIGUARDANTI LE NUOVE STRATEGIE DEL SISTEMA CITTà / CENTRO STORICO / COMMERCIO / SERVIZI / PROPRIETà IMMOBILIARI

SMART SHOPS BRESCIA HISTORIC CENTER

® P O L I C L E T O ISTITUTO PER LE RICERCHE SOCIALI E DEI CONSUMI Dott. Albertina Ivana Bonvento & C Via Aldo Moro 44 / 25124 Brescia / Italia telefono 030221710 r.a. / fax 030225376 / segreteria@istitutopolicleto.it


idee-progetto

RIGUARDANTi UNA PROPOSTA COMUNICAZIONALE DOVE LE POLITICHE TURISTICHE SONO “LOCOMOTIVA” CAPACE DI TRAINARE L'INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL TERRITORIO MATERIALE AD USO DEL LABORATORIO INTERDISCIPLINARE

ALCUNE NOTE INFORMALI RIGUARDANTI UNA PRIMA proposta per un progetto comunicazionale DOVE LE POLITICHE TURISTICHE SONO LA “LOCOMOTIVA” CAPACE DI TRAINARE L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL TERRITORIO

BRESCIA TOURISM promuoveRE, valorizzaRE E INTERNAZIONALIZZARE la cultura territoriale

P O L I C L E T O ISTITUTO PER LE RICERCHE SOCIALI E DEI CONSUMI Dott. Albertina Ivana Bonvento & C Via Aldo Moro 44 / 25124 Brescia / Italia telefono 030221710 r.a. / fax 030225376 / segreteria@istitutopolicleto.it

Istituto Policleto sezione ricerche e formazione

segreteria@istitutopolicleto.it


Turismo culturale

Le Guide del futuro saranno “on line” di Roberto Denti L’Istituto Policleto ha studiato un piano di rilancio dell’immagine delle Guide Turistiche d’Italia: operatori culturali, professionisti della comunicazione, le Guide dovranno diventare attori e autori del proprio lavoro. Realizzando per le 99 Città Ospitali d’Italia una collana di Diari di Viaggio, scritti con passione, in formato tascabile. Ma accettando anche la sfida elettronica, andando in rete…

84


Le Guide Turistiche

professionisti del divulgare, del far conoscere e visitare il bello e il buono dell’Italia migliore

Settore trainante dell’ecore, ha lanciato iniziative nomia, nonostante la cridi successo, ha creato un Diari di Viaggio si, il mondo del turismo dialogo con oltre 3mila vive alla continua ricerca Guide Turistiche (racdi un sistema di comunichiuse in una Banca Dati, cazione adeguato, sinerpreziosa per una newsletgico, al passo coi tempi. ter, costantemente dediE le Guide Turistiche, cata agli itinerari turistici punto di contatto fra turie alla difesa della professti e musei, siti dell’Unesco, enti sione). Già è operativo anche il locali e agenzie turistiche, non- da conoscere e visitare primo motore di ricerca di preché operatori vari del settore, notazione di Guide Turistiche soffrono di una situazione diffi(www.gobyguide.com): basta cile, caotica, in cui ogni soggetto un click per trovare la guida o il agisce e si pone obiettivi da perpercorso che si cerca. L’incontro seguire, senza pensare a intrafra i ricercatori dell’Istituto Poprendere la via ormai obbligata licleto e lo staff di Linea Guida del “fare sistema”. Le Guide Tuha preso il via da un osservatoristiche sono operatori culturali rio su 99 Città Ospitali d’Italia che hanno superato un esame (a (vedere a pagina 31), indagine livello regionale o provinciale) e che, riunendo 99 luoghi unici in che hanno tutte le carte in regola un circolo di qualità del futuro, (studi universitari alle spalle, cultura ed ha individuato nella figura della Guida esperienza maturata sul campo), ma sono Turistica un operatore fondamentale, che sotto utilizzate e poco valorizzate. Eppupurtroppo le Amministrazioni locali poco re si tratta di gente che ama e frequenta i conoscono e poco considerano quanto a luoghi dell’arte e lo fa rubando tempo a valore e utilità per l’economia turistica. un’altra professione: le Guide Turistiche Se i politici spesso si dimenticano delle sono insegnanti, avvocati, architetti, giorGuide Turistiche va anche detto, per onenalisti prestati al turismo, armati di tanta stà, che le Guide d’Italia segnano il paspassione. Ai ricercatori dell' Istituto Poliso, spesso divise da rivalità senza senso cleto è stato proposto di studiare un rilane costrutto in un mondo che guarda semcio d’immagine globale e professionale pre più all’Europa: oggi è quindi giunto delle Guide Turistiche italiane. A chieil momento di crescere, di trovare un’idere prima uno studio di fattibilità e poi dentità forte e condivisa, soprattutto di un progetto operativo, su base triennale, è imboccare decisamente una strada di rinstata l’Associazione Culturale Linea Guinovamento e di modernizzazione. da, che ha sede a Lucca, una associazioLINEA GUIDA, voce autorevole nel setne che da sempre opera per lo sviluppo tore, è il referente ideale di un progetto di del turismo in Italia. Negli ultimi anni ha nuova identità. Altre associazioni invero dato vita anche a un magazine di settosi muovono nel settore, dall’ANGT (che per far conoscere e visitare l'Italia ai turisti del mondo

Brescia

85


Le Guide Turistiche

promuovono la nascita in italia del loro collegio internazionale

Brescia

da conoscere e visitare

Brescia

da conoscere e visitare

Brescia

da conoscere e visitare

Diario di viaggio Diario di viaggio Diario di viaggio

99 Vere Guide d’autore Un invito a conoscere e visitare le 99 Città Ospitali attraverso i Diari di Viaggio firmati da professionisti membri del Collegio Internazionale delle Guide Turistiche

Per riprendere il racconto interrotto. Una Guida Turistica è un abile narratore, capace di trasmettere emozioni: ci riesce perché fa questo mestiere con amore. Nell’immaginario collettivo invece non è così, la gente ha in mente lo stereotipo del cicerone, noioso e saccente, che snocciola dati e nozioni a raffica, pontificando... È solo un vecchio e logoro luogo comune, la Guida Turistica è tutt’altra persona. Si tratta quindi, come primo passo, di ridare alle Guide d’Italia il loro corretto status, di ricostruirne un’immagine di qualità, un’identità forte di categoria. Chi meglio di una Guida può raccontare una città o un territorio? All’Istituto Policleto si è studiato subito un collegamento con le 99 Città Ospitali: ognuna di queste potrebbe essere raccontata in modo unico. Immaginiamo quindi 99 Città Ospitali e altrettante 99 Guide in formato tascabile, assai gradevoli, a formare

si occupa fondamentalmente di legislazione e di aggiornamento culturale) alla FEDERAGIT (che punta ad essere un momento di aggregazione operativa) o alla CONFCOMMERCIO (che cerca una nuova via di relazione con il mondo delle Guide). In ogni città operano inoltre varie associazioni di Guide: nate negli anni e in modo spontaneo, per lo più lavorano senza alcuna sinergia o cooperazione. Tutto in fondo deriva dalla figura stessa della Guida Turistica, professionista della comunicazione e in qualche modo ambasciatore di una città e di un territorio, ma anche un po’ artigiano solitario e geloso del proprio sapere. Una brava Guida non parla, racconta ai turisti, li fa sentire dei protagonisti nel grande film della storia, li porta tenendoli per mano in mondi e luoghi a loro sconosciuti, li lascia regalando loro una immensa voglia di ritornare. 86


Le Guide Turistiche

Chi meglio di una Guida Turistica può presentare e raccontare una città? Un territorio che conosce e che ama profondamente?

una collana nazionale. Le Guide devono essere protagonisti, attori e autori del proprio lavoro, e questo strumento letterario li farà sicuramente diventare dei testimonial del territorio visitato. Un bel testo, una piccola guida scritta con poesia e sentimento farà scattare nei turisti la voglia di diffondere e raccontare ai loro amici la bella esperienza vissuta. Con un effetto “moltiplicatore”. Il Gruppo Editoriale Delfo ha messo a punto 99 Diari di Viaggio (questo il nome della collana) puntando su autori eccellenti, non i soliti storici del luogo, ma scegliendoli tra le Guide più qualificate. Perché raccontino con garbo, maestria e sentimento luoghi di bellezza, un po’ sullo stile degli eleganti diari che un tempo accompagnavano letterati e artisti sulle vie del Grand Tour attraverso l’Europa. Questo strumento ideale è sempre più richiesto e apprezzato dai turisti del futuro, turisti colti, motivati, appassionati. Ma c’è dell’altro. Se le Guide devono, per funzione storica, accompagnare turisti alla scoperta di luoghi e territori, possono anche essere dei terminal, dei giacimenti ricchissimi di informazione per le istituzioni e quanti si occupano di turismo. Forse i migliori pacchetti turistici per l’uomo contemporaneo possono essere realizzati solo da loro, “le Guide”, che sono anche i migliori autori di pubblicazioni turistiche. Loro vivono tutti i giorni il territorio, entrando in musei e luoghi d’arte, monumenti e chiese, loro hanno il polso della situazione e conoscono ogni oscillazione del gusto dei turisti di oggi, ogni loro aspettativa da soddisfare. Percorrendo questa strada tutta nuova, secondo l’Istituto Policleto, si rende necessario che le Guide Turistiche scelgano la direzione della modernità, senza troppi timori, accettando tutti gli strumenti in grado di migliorare ogni performance, di esaltare la qualità di un intervento. Se l’Italia migliore va raccontata in modo moderno, va soprattutto raccontata bene, in modo af-

fascinante. Le Guide Turistiche non dovranno quindi temere di andare anche on line, di usare le nuove frontiere smartfoniche, di fornire voce e contenuti agli Infototem realizzati dalla Philip Borman, altra azienda di prestigio legata nel progetto di rilancio della categoria. Nasceranno così le Guide on Line, su percorsi digitali, capaci di rispondere a esigenze particolari, a bisogni culturali, a richieste di approfondimento. È questo il futuro delle Guide Turistiche, essere sempre più aggiornate e specializzate e, al tempo stesso, elettronicamente disponibili 24 ore su 24. Si tratterà di proposte che si presenteranno al turista con il marchio Linea Guida unito al nome del luogo, l’antico nome del luogo. Niente inglese, nessuna concessione a mode o massificazioni. Il nome del luogo o di una città sarà scritto, oltre che in italiano, in latino o in greco... in omaggio a una storia millenaria che la nostra terra può vantare. In certi luoghi della città o del territorio, collegandosi a un sito internet, il turista potrà interrogare le Guide Turistiche di Linea Guida e farsi aiutare. Le voci, le emozioni, i percorsi arriveranno sul cellulare, in un attimo. Rispondendo a tutti i quesiti possibili, consigliando un dato negozio, un ristorante o un albergo, ma anche un tragitto ideale (o alternativo) per conoscere una città. Chi meglio di una Guida Turistica può presentare e raccontare un territorio? Un territorio che conosce e che ama profondamente? Nessuno. Ma è giunto ora il momento di crescere e compiere un deciso passo in avanti, di uscire LE CITTà professionalOSPITALI mente allo D’ITALIA scoperto.

87


continua la NOSTRA ricerca riguardante le Guide Turistiche d’Italia : veri operatori culturali e professionisti della comunicazione

Diari di Viaggio

per far conoscere e visitare l'Italia ai turisti del mondo

il mondo del turismo, Settore trainante dell’economia, nonostante la crisi, vive la continua ricerca di un sistema di comunicazione adeguato, sinergico, al passo coi tempi Istituto Policleto sezione ricerche e formazione

segreteria@istitutopolicleto.it 88


Diario di viaggio

UN GRUPPO DI ROTARIANI in visita A torino quarto viaggio culturale nelle città italiane dopo treviso, catania, firenze organizzaZIONE a cura di giorgio botti

Hotel Santo Stefano

Programma Venerdì 18 maggio

venerdì 18 maggio sabato 19 maggio domenica 20 maggio TORINO

ore 9.00: Partenza da Brescia. ore 14.00: arrivo al Lingotto pranzo a Eataly.

ore 15.30: visita alla "Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli" presso la struttura realizzata da Renzo Piano. Al termine breve visita al Lingotto e quindi panoramica della città.

Visita: Real Chiesa di San Lorenzo.

ore 20.00: Interclub con "Rotary Club Torino Europea" e con "Rotary Club Conegliano Vittorio Veneto".

89


Sabato 19 maggio

ore 9.00: visita al Museo Egizio.

ore 11.00: visita al Museo del Risorgimento.

ore 13.30: Un pranzo speciale nel rinato ristorante San Giorgio.

ore 14.15: visita guidata alla Mole Antonelliana.

ore 14.30: visita guidata al Museo del Cinema.

ore 20.30: cena al ristorante "Tre galline".

90


Domenica 20 maggio

Reggia di Venaria Reale visita guidata

91


2013 AUDIOGUIDA PER SMARTPHONE

realizzata dal Club Unesco di ForlĂŹ e della Romagna nell'ambito del progetto Cultura Etica

92


Nell'era del web l'informazione audio-video, NEI SETTORI DELLA CULTURA E DEL TURISMO, è protagonista. Un progetto per esplorare online i luoghi di interesse storico mondiale. WORLD WONDERS, ORA GOOGLE INVESTE SULLA CULTURA ONLINE. Una collaborazione con Unesco, World Monument Fund e l'agenzia Getty Images per documentare il patrimonio.

È possibile OGGI fare un viaggio virtuale nell'area archeologica di Pompei, OLTRE CHE a Castel del Monte, visitare i centri storici di Firenze, Napoli, San Giminiano, Siena, Urbino, Ferrara, Pisa FINO ALLa città tardo barocca della Val di Noto. 93


Diario di viaggio

UN GRUPPO DI ROTARIANI in visita A MALTA

M

alta è internazionalmente conosciuta come località turistica per lo svago e soprattutto per la cultura. Ben 3 siti UNESCO si trovano nel Paese: i templi megalitici di Gigantia, Ħaġar Qim e Menaidra. L’ingresso nell’Unione Europea è avvenuto il 1º maggio 2004 e dal 1º gennaio 2008 è entrata a far parte dell’eurozona. Malta è inoltre membro del Commonwealth.

Malta is internationally renowned as a tourist destination, with numerous recreational areas and historical monuments, including nine UNESCO World Heritage Sites, most prominently the Megalithic Temples which are some of the oldest free-standing structures in the world.

Quest’isola venne abitata fin dal 5200 a.C. circa: si crede infatti sia esistita una cultura preistorica significativa già un millennio prima delle Piramidi di Giza. I Fenici colonizzarono l’isola solo intorno al 1000 a.C. usandola come avamposto per la loro espansione e i loro commerci nel Mar Mediterraneo. In seguito, nel 736 a.C. venne occupata dai Greci che la chiamarono Melita.

Pottery found by archaeologists at Skorba resembles that found in Italy, and suggests that the Maltese islands were first settled in 5200 BC mainly by stone age hunters or farmers who had arrived from the larger island of Sicily, possibly the Sicani. The extinction of the dwarf hippos and dwarf elephants has been linked to the earliest arrival of humans on Malta.

94


Diario di viaggio

Nel 2018 Malta sarà capitale europea della cultura

Sabato 27 aprile

Ore 20 cena al premiato Ristorante Barracuda, situato sul lungomare di St. Julian’s a Malta, diretto da Walter G. Cassar (proprietario e grande appassionato di cucina). Per la sua fama e popolarità, è leader da 32 anni, poichè il suo scopo principale è sempre stato quello di garantire al Barracuda una ricerca continua per offrire le sue eccellenti specialità gastronomiche in un contesto confortevole ed elegante.

Volo da Linate destinazione Malta. Giro panoramico e trasferimento al Westin Dragonara Resort.

Domenica 28 aprile

Visita guidata ai giardini chiamati “belvedere d’Italia” con uno stupendo panorama sul porto. Visita al Palazzo del Grande Maestro e alla concattedrale di S. Giovanni Battista. Nell’oratorio della Cattedrale visita alle due tele del Caravaggio e ai magnifici arazzi fiamminghi.

Lunedì 29 aprile

Intera giornata dedicata all’escursione nella parte centrale di Malta, dominata dall’antica cittadella di Medina “città silenziosa”. Visita alla Cattedrale, alle catacombe di Rabat e alla Chiesa Rotonda di Mosta.

95


N

el 1530 Malta venne concessa in affitto perenne dal Regno di Sicilia ai Cavalieri Ospitalieri, un ordine monastico militare. Vi sono più di 360 chiese a Malta, Gozo e Comino, tra queste la cattedrale di San Giovanni.

St John’s Co-Cathedral is a gem of Baroque art and architecture. It was built as the conventual church for the Knights of St John. The Grand Masters and several knights donated gifts of high artistic value and made enormous contributions to enrich it with only the best works of art.

La chiesa di San Giovanni Battista si trova a La Valletta, ed è la concattedrale dell’arcidiocesi di Malta. Situata nell’omonima via, la chiesa venne costruita per volere dei Cavalieri Ospitalieri appena dopo il loro insediamento a Malta. Realizzata da Girolamo Cassaro, in pochi anni (1573 - 1577) venne eletta a concattedrale assieme a quella di San Paolo a Medina. Questa cattedrale è considerata il primo esempio completo di alto barocco al mondo. Oltre ad ospitare “La decollazione di San Giovanni Battista” e la tela raffigurante San Girolamo, entrambe opere del Caravaggio, è nota per i disegni sul muro di pietra e il soffitto a volta decorato da Mattia Preti, che realizzò il ciclo della Vita di San Giovanni Battista. Il pavimento è impreziosito da ricche pietre tombali; fa da copertura alle tombe di cavalieri guaritori, filosofi e alchimisti provenienti da diverse nazioni Europee che vissero a Malta.

St John’s Co-Cathedral is a gem of Baroque art and architecture. It was built as the conventual church for the Knights of St John. The Grand Masters and several knights donated gifts of high artistic value and made enormous contributions to enrich it with only the best works of art. This church is till this very day an important shrine and a sacred place of worship. It is also a venue for cultural events. It is probable that Caravaggio was commissioned the painting of St Jerome directly by an important Italian Knight called Fra Ippolito Malaspina. Caravaggio depicts the saint seated on his bed, writing. St Jerome is known for translating the bible from Greek into Latin. On the table is one modest volume in which he writes. Placed close to the edge of the table are a stone, a skull and a crucifix.

Le due tele del Caravaggio esposte nella cattedrale di San Giovanni Battista a Malta.

96


Nella pittoresca isola di Gozo, situata ad una ventina di minuti di traversata, visita alla Cittadella di Victoria.

Ore 20 cena presso l’hotel Corinthia ospiti del Rotary di Malta. Una conviviale all’insegna della cucina tipica Maltese: squisitezze gastronomiche e grande cordialità.

Ritorno a Malta. Ore 20 cena al ristorante tipico “La Nostra Padrona”

Martedì 30 aprile

Visita a Gozo, immersa nel mito: si pensa che sia la leggendaria isola di Calypso citata da Omero nell’Odissea. Un luogo remoto pacifico e mistico. Chiese barocche e fattorie in pietra tratteggiano il paesaggio. è conosciuta come tranquillo “paradiso per chi vuole fare un salto indietro nel tempo e nello spazio”. Il fascino di questa isola sorella di Malta è immediatamente evidente in quanto è più verde, più rurale e più piccola, con ritmi di vita dettati dalle stagioni, dalla pesca e dall’agricoltura.

Mercoledì 1 maggio

Ultime ore del soggiorno a Malta. Ritorno a Brescia dopo un viaggio veramente ben riuscito organizzato da Sandro Torchiani, presidente del Rotary Club Brescia Castello.

97


The Malta Classic Car Museum has an interesting past and a passionate and caring founder who works tirelessly to preserve the classic cars in his collection.

Il fondatore del Malta Classic Car Museum, Carlo Galea, ha un passato da pilota ed è proprietario di una ricca collezione di auto d’epoca.

Il museo è una meta obbligata per gli appassionati di tutto il mondo in visita all’isola di Malta. Il suo album dei ricordi è ricco di personaggi, tra questi il grande Lucio Dalla che durante la sua ultima visita ha raccontato a Carlo Galea di aver partecipato alla Mille Miglia con uno splendido esemplare Porsche 356 A del 1956. Grazie alla sua collezione di Alfa Romeo e di auto inglesi, questo museo è considerato uno dei più interessanti d’Europa.

We have a huge variety of cars in our museum, ranging from a 1955 Jaguar C Type to a 1972 Fiat 500F. They have all been carefully restored and lovingly preserved. There is a wealth of information contained inside our walls: dates, variants, production runs and even a little history about how some of the models came into our collection. We believe that every car tells a story and the ones inside the Malta Classic Car Museum certainly have a lot to say.

98


un’indagine dell’istituto policleto

Viaggiare a cielo aperto a cura di Simone Chiolo

Open air travel. This is a study which over the years, has created a true observatory, and has indexed a part of the models produced by the global automobile industry. This research has mapped out some area of Italy “Roads, lakes, coasts” that are ideal for open air travel. The information of this cognitive research has reached its primary objectives, beyond having developed and promoted the economy and culture of this particular sector. The survey provides information about the increasing propensity t of the public to use this “way, style or love” of travel. Furthermore, it has helped to create greater interest for this important sector on the part of producers, which in recent years have proposed sales models which have increasingly become more suited to the preference of open air travel. The community of owners of two- or four-wheel vehicles, including boats, is in harmony with the lands and the typical products found in the promoters of the Central European cultural lifestyle.

Una ricerca che con gli anni ha dato vita a un vero e proprio osservatorio e ha repertoriato parte dei modelli prodotti dall’industria motoristica del mondo. Questa ricerca ha mappato alcune aree d’Italia “Strade, laghi, coste” idonee al viaggio a cielo aperto. I dati di questa ricerca conoscitiva hanno raggiunto gli obbiettivi primari, oltre ad avere valorizzato e promosso l’economia e la cultura di questo specifico settore. L’indagine ha contribuito a rendere noti i dati riguardanti una propensione sempre più ampia da parte di un pubblico di fruitori di questo “modo o stile o piacere” di viaggiare. Inoltre ha collaborato a creare maggior interesse verso questo importante mondo da parte delle Case produttrici, che negli ultimi anni hanno proposto al mercato modelli sempre più adeguati al gusto di viaggiare a cielo aperto. La community dei proprietari di mezzi adatti alla mobilità con due o quattro ruote fino alle imbarcazioni ha piena assonanza con i territori e i consumi tipici dei soggetti depositari degli stili di vita della cultura mitteleuropea.

99


TURISMO & AMBIENTE: IL FUTURO è viaggiare a cielo aperto

TOURISM & THE ENVIRONMENT: THE FUTURE IS TRAVELING UNDER OPEN SKIES

Dagli anni Ottanta l’Istituto Policleto realizza ricerche finalizzate a promuovere e sostenere i settori del turismo e del commercio.

Since the Eighties, the Policleto Institute has conducted research aimed at the promotion and support of the tourism and trade sectors.

Il Turista contemporaneo, quello indagato nelle ultime edizioni della ricerca “Viaggiare a cielo aperto” ...cerca un contatto con la natura, con la storia ed è attratto da luoghi e servizi proposti da pacchetti vacanze all’insegna del benessere.

The Contemporary Tourist, investigated in the latest issues of the “Viaggiare a cielo aperto” (“Traveling under open skies”) inquiry ...seeks contact with nature and history, and is attracted by places and services proposed by vacation packages promoting well-being. PELLEGRINAGGIO / TREKKING EQUITAZIONE / CICLOTURISMO GOLF / VELA AUTOMOBILISMO D’EPOCA SCI DI FONDO

PILGRIMAGE / TREKKING HORSE-RIDING / CYCLING HOLIDAYS GOLF / SAILING VINTAGE CAR RACING CROSS-COUNTRY 101 SKIING


Viaggiare a cielo aperto TRAVELING under open skies

LE NOSTRE IDEE PROGETTO degli anni Novanta si attuaNO oggi In Umbria "PER una nuova CULTURA DELLA mobilitĂ turistica"

Sono molti i turisti stranieri che scelgono di trascorrere le loro vacanze tra gli agriturismi dell'Umbria. Una delle mete di questi viaggiatori a cielo aperto è "Poggiolo", un magnifico luogo che si trova al centro di una zona di grande interesse artistico e paesaggistico, a pochi chilometri da Perugia, Assisi, Gubbio e Todi.

Poggiolo, agriturismo in Umbria Agriturismo "POGGIOLO" Via Villa Poggiolo, PERUGIA Italia

www.poggiolo.it


LE MOTIVAZIONI TURISTICHE DEL FUTURO THE MOTIVATIONS FOR THE TOURISM OF THE FUTURE

TURISMO CULTURALE PELLEGRINAGGIO / TREKKING EQUITAZIONE / CICLOTURISMO / GOLF VELA / AUTOMOBILISMO D’EPOCA SCI DI FONDO

CULTURAL TOURISM PILGRIMAGE / TREKKING HORSE-RIDING / CYCLING HOLIDAYS GOLF / SAILING / VINTAGE CAR RACING CROSS-COUNTRY SKIING

VACANZE MOTIVATE ALL’INSEGNA DEL BENESSERE 103 VACATIONS MOTIVATED BY THE PURSUIT OF WELL-BEING


dagli anni OTTANTA fino all’edizione del 2007

Quando l’Essere Contemporaneo diventava nel mese di maggio il catalogo ufficiale della Mille Miglia il repertorio del più grande museo viaggiante del mondo

brescia per quattro giorni la capitale delle auto storiche

il racconto dell’evoluzione dell’automobile

gli uomini che hanno fatto la storia dell’automobilismo

I repertori delle vetture e degli equipaggi

il dossier realizzato dall’istituto policleto

105

®


Museo Mille Miglia

uno studio di fattibilità realizzato e coordinato dai ricercatori dell’istituto policleto

The dream of the futurist movement led Dare vita a un museo di motori e by Marinetti at the beginning of the mobilità, a un luogo vivo del sapere 1900s was to breathe life into a transport era il sogno dei futuristi guidati, and motoring museum, an animate all’inizio del ’900, da Marinetti. place of knowledge. Almost one hundred Quasi cent’anni dopo, alla fine degli years later, in 2004, the challenge was taken anni Novanta, la sfida è stata racup by “Friends of the Mille Micolta dagli “Amici della Mille Vittorio Palazzani e Dario Campana, glia” (based on a proposal by the vincitori della Mille Miglia 1984 Miglia” (su proposta dell’IstituIstituto Policleto), creating a muto Policleto) creando il museo della corsa più faseum about the most famous race in the world. The mosa del mondo. I ricercatori di questo Istituto, Institute’s researchers, beyond wishing to thank the oltre alla volontà di rendere grazie a uomini che men who had brought forward such memorable enterprises, moved in a scienavevano portato avanti tific direction when creating imprese memorabili, nelthe museum, starting with la realizzazione del mua feasibility study. It was seo si sono mossi in modo about putting in order and scientifico, partendo da improving the monastery uno studio di fattibilità. of S. Eufemia, a thousand Si trattava di rimettere year old pilgrimage and hoin sesto, di valorizzare il stel at the gates of Brescia, monastero di S. Eufemia, in order to give it back to luogo millenario di pellethe city, restored: transforgrini e di accoglienza alle ming it, in seven years of work, from an abandoned porte di Brescia. RestituLo studio di fattibilità del place into a treasure chest. irlo restaurato alla città, Museo Mille Miglia Furthermore, it was about showing trasformandolo, in sette anni di lavoeveryone, and especially young peoro, da luogo dimenticato in uno scrigno. Inoltre ple, the value of the Mille Miglia, which over the si trattava di mostrare a tutti, in special modo ai years has marked the evolution of motoring techgiovani, il valore della Mille Miglia, una corsa nology, contributing to our way of life and travel. che, nell’arco di trent’anni, ha segnato l’evoluzione tecnologica dell’automobile, contribuendo a cambiare il nostro modo di vivere e di viaggiare.

Museo Mille Miglia, una realizzazione voluta dall’Associazione “Museo della Mille Miglia Città di Brescia” presieduta da Vittorio Palazzani, un costruttore di sogni 106


Il curatore del museo Francesco Chiolo, con un gruppo di collaboratori (tra questi Andrea Curami, Roberto Denti e Paolo Mazzetti) ha ipotizzato un museo dinamico, in naturale collegamento con i luoghi del sapere, con musei, università e biblioteche. In grado di sfruttare le risorse di un archivio in cui, sotto la cura del professor Dario Campana, si sono riuniti e salvati oltre 130mila oggetti e documenti e moltissimi filmati d’epoca selezionati dal giornalista Ezio Zermiani. Moderno mecenate è stato un gruppo di industriali guidati da Vittorio Palazzani, imprenditore appassionato di motori, con Enzo Cibaldi in veste di amministratore delegato. Il progetto d’architettura d’interni del museo è stato realizzato dallo Studio A.D. del professor Cesare Maria Casati e dall’architetto Matteo Casati. Il Museo Mille Miglia ha contribuito all’innovazione della didattica e della dinamica museale, le auto sono diventate il pretesto per un viaggio virtuale nel tempo, in un’Italia bella, tra suoni, luci, colori, pubblicità, usi e costumi da non dimenticare. Così facendo si è tracciata una linea “forte” anche nell’immaginario collettivo.

The curator of the museum, Francesco Chiolo, with his staff (including Andrea Curami and Roberto Denti and Paolo Mazzetti) envisioned a dynamic museum, in natural harmony with places of knowledge: museums, universities and libraries. It would be capable of exploiting the resources of an archive in which, under the care of Professor Dario Campana, more than 130,000 objects, documents and many films of the era, selected by journalist Ezio Zermiani, were brought together and saved. A group of industrialists led by Vittorio Palazzani, an entrepreneur enamoured with cars, with Enzo Cibaldi as managing director, were to act as modern patrons. The architectural project for the interior of the museum was created by the Studio A.D. of Professor Cesare Maria Casati and by the architect Matteo Casati. The Mille Miglia Museum has contributed to the innovation of the didactic ability and dynamics of museums. The cars have become the pretext for a virtual journey back in time to a splendid Italy, awash with unforgettable sounds, lights, colours, advertisements, habits and customs. In this way, a “powerful” has also been etched into the collective imagination.

MUSEO MILLE MIGLIA

MILLE MIGLIA MUSEUM Open from Tuesday to Sunday (10 pm - 6 pm) Viale della Rimembranza, 3 S. Eufemia, Brescia www.museomillemiglia.it The inauguration ceremony for the Museum was organised by the Istituto Policleto in 2004.

Aperto da martedì a domenica (ore 10 - 18) Viale della Rimembranza, 3 S. Eufemia, Brescia www.museomillemiglia.it

La cerimonia di inaugurazione del Museo nel 2004 organizzata dall’Istituto Policleto.


Viaggiare a cielo aperto open meeting

In Italia ci sono strade There are roads in Italy che meritano di essere percorse that truly deserve to be driven con la tua auto storica in a vintage car

WWW.BRITISHMOTORCLUB.IT 108


British Motor Club Italia

109


Ben riuscito/Successful

IL Tour tra i Luoghi dell’eccellenza

Grazie alla collaborazione ospitale di: Comune di Brescia, Brescia Tourism, Fondazione Musei, Comune di Sirmione, Padri dell’Ordine Francescani Minori del Santuario “Madonna del Frassino”, Cantina “Perla del Garda” di Lonato, Ristorante “Eroma” di Lonato del Garda, Hotel Olivi di Sirmione, Relais “I Due Roccoli” d’Iseo.

110


PERCORSO ISEO - POLAVENO ORE 13,30 ARRIVO, PRANZO E PREMIAZIONI PRESSO RELAIS “I DUE ROCCOLI”

13/14 APRILE 2013

DAL BENACO AL SEBINO PASSANDO DALLE COLLINE MORENICHE, DAL MUSEO SANTA GIULIA DI BRESCIA AL LAGO D’ISEO ATTRAVERSANDO LA FRANCIACORTA.

RODENGO SAIANO GUSSAGO

BRESCIA ORE 10 RADUNO IN PIAZZA PAOLO VI E VISITA AL MUSEO SANTA GIULIA

REZZATO BEDIZZOLE

PADENGHE SUL GARDA

SIRMIONE 13 APRILE 2013 PARTENZA ORE 15

SIRMIONE 14 APRILE 2013 PARTENZA ORE 9 DESENZANO DEL GARDA

ORE 22 RIENTRO A SIRMIONE

PESCHIERA DEL GARDA

ORE 18 APERITIVO CANTINA “PERLA DEL GARDA”

ORE 15,40 SANTUARIO DELLA MADONNA DEL FRASSINO POZZOLENGO

ORE 19,30 CENA PRESSO RISTORANTE “EROMA”

PARTENZA DA SIRMIONE SITO LETTERARIO VALERIO CATULLO

Sirmione sabato 13 aprile dalle ore 13 alle ore 15.30

111


PESCHIERA DEL GARDA SANTUARIO DELLA “MADONNA DEL FRASSINO” ORE 16

LONATO CANTINA “PERLA DEL GARDA” ORE 18 / RISTORANTE “EROMA” ORE 20

BRESCIA PIAZZA PAOLO VI DOMENICA 14 APRILE ORE 10

112


BRESCIA MUSEO SANTA GIULIA ORE 11

ISEO RELAIS “I DUE ROCCOLI” ORE 13

AL CENTRO LA PREMIAZIONE, A SINISTRA LO STAFF DEI “DUE ROCCOLI” E A DESTRA GLI ORGANIZZATORI DEL TOUR

113


Capolavori d'epoca villa d'este sfilata d'eleganza tra le automobili più belle del mondo

al concorso d'eleganza hanno partecipato 53 gioielli provenienti da tutto il mondo, tra questi 12 prodotti dall'industria automobilistica britannica: Rolls-Royce . Silver Ghost . Piccadilly Roadster . Rolls Royce Custom Coach Work . 1922 Rolls-Royce . Phantom I . Drophead Coupè . Manessius . 1925 Rolls-Royce . Phantom III . Cabriolet . Voll & Ruhrbeck . 1937 Aston Martin . C Type Speed . Roadster . Bertelli . 1939 Bentley . R Type . Drophead Coupè . H.J. Mulliner . 1953 Bentley . S1 Continental . Drophead Coupè . Park Ward . 1958 Bentley . S1 Continental . Coupè Fastback . H.J. Mulliner . 1958 Alvis . TD 21 2nd Series . Coupè . Graber . 1962 Jaguar . D Type . Open Two Seater Jaguar . Jaguar . 1956 Aston Martin . DBR1 . Open Two Seater Jaguar . Aston Martin . 1959 Prototypes: Stile Bertone . Jaguar B99 . 4 Door Sedan . 2011 Prototypes: Aston Martin Lagonda: Project AM 310 . GT Sports Carbon Fibre . 12 Cyl./5935 2012 114


PROSSIMO EVENTO DEDICATO ALLE AUTO INGLESI 25 AGOSTO 2013

5° TOUR DEI DUE LAGHI

UNA BELLISSIMA PASSEGGIATA IN PIENA FILOSOFIA SLOW DRIVE SU STRADE CHE MERITANO DI ESSERE PERCORSE CON AUTO STORICHE

Viaggio a

cielo aperto

INVIT O

In Itali ac che miesono strade ritano di esse r e con la Tua apuercorse to stor ica There a that tru re roads in I ta ly deser ve to be ly in a vin d tage ca riven r

Il fascino dei luoghi e delle strade d’Italia

Tour ESCLUSIVI RISERVATI A tutte le auto inglesi ORGANIZZATORE INCARICATO / istituto policleto

Direzione: Via A. Moro, 44 25124 Brescia-Italia tel. +39 030 221710 fax +39 030 225376

segreteria@istitutopolicleto.it


25 AGOSTO 2013

British MotorClub Italia 5° TOUR DEI DUE LAGHI

Le magnifiche strade della Franciacorta e dei due Laghi

U n’esperienza da non perdere rivolta a tutti gli appassionati. Un’occasione unica per apprezzare e migliorare la conoscenza di questi splendidi territori. Il 5° Gran Tour dei Due Laghi non è una gara, ma una bellissima passeggiata in piena filosofia slow drive su strade che meritano d’essere percorse con auto storiche.

British MotorClub Italia 25 AGOSTO 2013


C ari Amici V Appassio

nati

i in rà l’ultim vito a partecipa re insieme a domenica di A al 5° Gran Tou r l’incante L’itinera vole e s gosto. È un’occ dei Due Laghi c u r a due lagh io si snoda “a fo ggestivo percor sione, questa, p he si ters i, il Lag e r o d’Iseo ma di otto” abb o ideato dal no r vivere di Bresc s i r Le stra a e di Bergamo. e il Lago di End acciando comp tro staff. l de stori etament i ne, situa che che spingen t i n e l l e provin e dosi fino p e r c o r ce re Si partir à da uno alla singolare e remo costeggi v a il Monas tero di Sa dei luoghi più a erdissima Valle no i due lagh ffascina n Pietro i Alla ser del Fred i nt n a d cena pre , a conclusione Lamosa, un mon i della Franciac o. u o s degustar so l’Antica Tra del Tour, sarà mento sacro dell’ rta: X p e t La parte i prodotti tipic toria del Gallo ossibile partec I secolo. i i del lag cipazion o e della a Clusane dov pare alla autovett e è r i s e e ure di f potremo abbricaz rvata ai soci e Franciacorta. 1980. ione ing a g lese cos li amici del truite pr c ecedente lub con Il presid ente mente a Simone l Chiolo

Tutte le novità e i sezione “Eventi” dettagli del prog r del nost ro sito w amma saranno p ww.briti shmotor ubblicati nella club.it.

Le copertine di due libri dedicati al Monastero di San Pietro in Lamosa curati dal Professor Franco Pagnoni per conto del Gruppo Editoriale Delfo


Grazie a quanti con il loro impegno hanno reso possibile questo tour di marca sulle strade del Garda facendo tappa a Gargnano

118


E

un po’ superficiale e riduttivo definire questi ospiti “nababbi”. L’industria turistica “e quella del Garda non è seconda a nessuno” sa quanto sono preziosi questi Portatori di Status che in occasione della loro conviviale hanno avuto la possibilità di visitare, conoscere e degustare vere eccellenze. Eccellenze fatte di arte, storia, cultura fino all’enogastronomia di questo splendido e unico territorio. Gargnano è una delle mete inserita nella nostra ricerca riguardante “Le 99 Città Ospitali”. Le McLaren non sono solo auto da sogno. Sono le vere protagoniste di questo Tour in quanto opera dell’ingegno di quell’aristocrazia fatta di imprenditori, di specialisti e di operai che hanno reso importante l'industria meccanica europea (settore dell’economia che, oggi più che mai, ha la necessità di essere apprezzato nel mondo). Il Lago di Garda, nei giorni del Tour, è stato vetrina ideale dell’alta tecnologia. Anche il settore della componentistica per auto è ben rappresentato nel tessuto industriale e artigianale del territorio bresciano. La passione della gente di questa provincia per i motori (Brescia Leonessa d’Italia con il rombo nel cuore) ha contribuito a far sì che i Piloti del Regno Unito arrivassero direttamente a Gargnano. Questo avvenimento è solo un frammento di quello che tutti i giorni fanno e devono continuare a fare quegli operatori cui sta a cuore la promozione e il progredire dell’economia e della cultura dell’ospitalità di questa Provincia. Una volta i nonni, contadini o pescatori, di Villa di Gargnano dicevano ai loro nipotini: “...Andiamo che ti porto a Gargnano a vedere i signori che mangiano il gelato”. Le auto, e in particolare quelle storiche, sono vere attrazioni perché rappresentano capolavori tecnologici prodotti dall’ingegno dell’uomo. I facoltosi proprietari non sono lì solo a esibirsi (come quei signori che un tempo mangiavano il gelato...) ma a esibire e a permettere a tutti di conoscere e vedere questi stupendi oggetti di loro proprietà. Quando si visitano i luoghi d’arte, che in Italia sono quantitativamente e qualitativamente molti, si va a vedere l’opera lasciata da un’eredità del passato che ci consente di apprezzare e riconoscere il Maestro (Giotto, Piero della Francesca, Leonardo, Michelangelo...). I visitatori contemporanei di questi grandi capolavori, raramente ricordano il nome del Mecenate che li ha voluti o commissionati. Grand Hotel a Villa Feltrinelli Via Rimembranza 38 25084 Gargnano BS Tel. 0365.798000 Fax 0365.798001 booking@villafeltrinelli.com www.villafeltrinelli.com

Gargnano (BS)

Tra il lago e le antiche limonaie con un bellissimo entroterra. È una meta della vela e del golf: da qui parte la regata della Centomiglia e il green di Bogliaco vanta un secolo di storia. A Gargnano oltre al Grand Hotel e Villa Feltrinelli si trovano alberghi piccoli e medi di charme gestiti (come il Du Lac e il Gardenia) da giovani imprenditori figli d’arte. Nel centro apre i battenti un’innovativa “bottega d’arte norcina” dove si mangia, si beve e si compra a tutte le ore.

• Ass. Bresciastory via Carini 4, Brescia info@bresciastory.it Tel. 3405084747

GARGNANO: META INDIVIDUATA NELLA NOSTRA RICERCA DEDICATA ALLE 99 CITTà ospitali 119


5/6/7/8 LUGLIO 2012

Grande Successo

XV edizione del Trofeo Biondetti

Una gara con un percorso unico al mondo I partecipanti, al volante di auto d’epoca, hanno viaggiato tra la Versilia, Lucca e l’entroterra toscano. Vincitore di quest'anno: Maurizio Piantelli su una splendida Bentley 4 1/2 Litre del 1926.

Il Trofeo Biondetti è un evento denso di fascino che attrae quanti amano il bello. Attraversa quella parte della Toscana dove cultura, arte e paesaggio non finiscono mai di sorprendere. Guidare la propria auto storica in questo bellissimo territorio diventa per i partecipanti puro piacere, divertimento, relax. Sì, è questo mix che rende il Trofeo Biondetti “l’appuntamento irrinunciabile” per quanti amano i piaceri della vita. 121


XV edizione Trofeo Biondetti

Un gran tour attraverso quella parte della Toscana dove cultura, arte e paesaggio non finiscono mai di stupire

Per dirla con parole di uno dei partecipanti storici dell'evento, “…si è trasportati in un sogno lungo quattro giorni”. La Versilia, Lucca e la sua provincia sono cornice ideale per i collezionisti che ricercano un’accoglienza colta e raffinata. I centri urbani ricchi di storia, le strade appassionanti per quanti amano la guida, un patrimonio artistico e gastronomico tra i più importanti del mondo fanno di questa manifestazione un’esperienza unica e indimenticabile tanto per i partecipanti quanto per i loro accompagnatori. Fulcro del Trofeo sono da sempre Lucca e la Versilia, territorio che un tempo ha ospitato celebri gare automobilistiche e oggi permette ai partecipanti di “vivere un viaggio con l’anima… tra memoria sportiva, cultura e tempo libero”.

122


XV edizione Trofeo Biondetti

Una gara unica Le prove di regolarità, seppure a livello amatoriale, SONO STATE di elevata intensità e con difficoltà tali da impegnare a dovere tutti gli equipaggi

Protagoniste, da sempre, le auto sportive d'epoca, dotate di caratteristiche di grande qualità. Testimonial dell’evento Fabio Lamborghini, nipote di Ferruccio e direttore del Museo storico dedicato al grande costruttore che, a Sant’Agata, creò un’azienda divenuta celebre nel mondo.

123


orti app va alla r i ee lusi on zion in esc nicati a c i i u un fidat omm o f t c com La sono a eting olicle r.a. P 86 k i r n o a t r e est ione m l’Istitu 24756 376 .it sez del 9 030 0 225 licleto 3 3 o 0 + tel. x +39 titutop fa is ria@ e t e segr

XVI TROFEO BIONDETTI

UN Evento internazionale per auto storiche sportive costruite sino al 1969

4/5/6/7 luglio 2013

Una gara con un percorso unico al mondo Un invito a conoscere e a partecipare

Il Trofeo Biondetti è un evento denso di fascino che attrae quanti amano il bello. Attraversa quella parte della Toscana dove cultura, arte e paesaggio non finiscono mai di sorprendere. Guidare la propria auto storica in questo bellissimo territorio diventa per i partecipanti puro piacere, divertimento, relax. Sì, è questo mix che rende il Trofeo Biondetti “l’appuntamento irrinunciabile” per quanti amano i piaceri della vita. Per dirla con parole di uno dei partecipanti storici dell’evento, “…si è trasportati in un sogno lungo quattro giorni”. La Versilia, Lucca e la sua provincia sono cornice ideale per i collezionisti che ricercano un’accoglienza colta e raffinata. I centri urbani ricchi di storia, le strade appassionanti per quanti amano la guida, un patrimonio artistico e gastronomico tra i più importanti del mondo fanno di questa manifestazione un’esperienza unica e indimenticabile tanto per i partecipanti quanto per i loro accompagnatori. Fulcro del Trofeo sono da sempre Lucca e la Versilia, territorio che un tempo ha ospitato celebri gare automobilistiche e oggi permette ai partecipanti di “vivere un viaggio con l’anima… tra memoria sportiva, cultura e tempo libero”. Le prove di regolarità, seppure a livello amatoriale, saranno di elevata intensità e con difficoltà tali da impegnare a dovere tutti gli equipaggi. Protagoniste, da sempre, le auto sportive prodotte sino al 1969, dotate di caratteristiche di grande qualità. Testimonial dell’evento Fabio Lamborghini, nipote di Ferruccio e direttore del Museo storico dedicato al grande costruttore che, a Sant’Agata, creò un’azienda divenuta celebre nel mondo.

www.trofeobiondetti.com

UN INVITO A CONOSCERE E VISITARE LA TOSCANA 124


4/5/6/7 luglio

Un viaggio da sogno

XVI TROFEO BIONDETTI UN Evento internazionale per auto storiche sportive costruite sino al 1969

2013

Una gara unica attraverso la Toscana dove cultura E arte non finiscono mai di stupire

Una gara con un percorso unico al mondo Un invito a conoscere e a partecipare

PROGRAMMA GIOVEDI’ 4 luglio ORE 15,30/16,00 Ritrovo a Lido di Camaiore (Lucca) all’Hotel Le Dune. Sistemazione alberghiera. ORE 17,00 Partenza per Forte dei Marmi. Sosta in centro. ORE 20,00 Aperitivo al Pontile di Lido di Camaiore e cena al Grand Hotel Riviera.

VENERDI’ 5 Luglio ORE 9,30 Partenza per Montecatini, strade panoramiche. ORE 10,30 Sosta nel centro storico di Bagni di Lucca. Prove cronometrate. ORE 13,30 Pranzo all’antico Circolo dei Forestieri. ORE 15,30 Visita di Montecatini Alto ORE 17,00 Visita delle famose Terme del Tettuccio. ORE 18,30/19,00 Sistemazione alberghiera all’Hotel Regina. ORE 21,00 Cena in Hotel.

SABATO 6 luglio ORE 9,30 Partenza per Montecarlo di Lucca. Visita del sito e prove cronometrate. ORE 13,00 Pranzo in locale tipico vicino Montecarlo. ORE 15,00 Sosta per visita alla splendida Piazza dei Miracoli di Pisa. ORE 17,30 Sosta nel centro di Camaiore. Buffet presso le antiche Scuderie Borboniche. Rientro in Hotel Le Dune. ORE 21,00 Cena di gala e premiazione.

DOMENICA 7 luglio - Chiusura della manifestazione e saluti

Le località attraversate dal Tour 125


LE LOCALITà DEL XVI TROFEO BIONDETTI

Bagni di Lucca

Un mondo da scoprire

Cavaliere di San Cassiano (Jacopo della Quercia sec. XV)

BAGNI DI LUCCA TERME / BORGO A BUGGIANO / COLLODI / PESCIA

Borgo a Buggiano (Pistoia) Museo Vigili del Fuoco

“Circolo dei Forestieri” Ristorante Villa Ada Piazza J. Varraud “Circolo dei Forestieri” La Ninfa delle Terme

Villa di Bellavista

Pescia / Collodi Il Giardino Garzoni e il Parco di Pinocchio

126


IL XVI TROFEO BIONDETTI A MONTECATINI TERME Visita al centro storico di Montecatini Alto Visita to historic center of Montecatini Alto

Grand Hotel Du Park et Regina MONTECATINI TERME Il Grand Hotel Regina immerso nel verde a fianco del parco termale di Montecatini luogo ameno e rinomato per le sue acque.

The Grand Hotel Regina rises in the open spaces beside the park of Terme di Montecatini, a spa famous for its waters.

Sistemazione alberghiera e cena presso l’Hotel Regina Accommodation and dinner at Hotel Regina

Visita guidata alle famose Terme del Tettuccio

Visit to “Terme del Tettuccio” 127


Diario di viaggio

UN’OSPITALITA’ INDIMENTICABILE DAL SAPORE ANTICO PER UN GRUPPO DI ROTARIANI A CATANIA E DINTORNI

L’incontro finale, il momento dei ringraziamenti al termine di un meraviglioso soggiorno siciliano lungo le “vie del sacro” è avvenuto:

al Ristorante Granduca a Taormina una splendida villa del 1400 dai saloni, terrazza e giardino tutti con vista sul mare e sul Teatro Greco. Il pranzo è stato un vero piacere non soltanto per la qualità dei piatti serviti, ma anche per la straordinaria bellezza del posto. Corso Umberto I, 172 Taormina (Catania) www.granduca-taormina.com


La festa di Sant’Agata aCatania le meraviglie della Sicilia orientale

“Le feste di Sant’Agata sono un immenso veglione, di cui la città intera è teatro. Esse hanno conservato l’antico splendore e suscitano ancora l’ entusiasmo antico. La bara della martire amata è portata in giro lungo le antiche mura chiusa in un tempietto sfolgorante; tutto il clero le fa corteo; le tien dietro una processione interminabile di pesanti macchine argentate e dorate e di giganteschi candelabri ornati di fiori e di bandiere, reggenti ceri colossali; accompagnano la processione tutte le confraternite e congregazioni pie, e corporazioni operaie e bande musicali innumerevoli venute da tutti i paesi dell’Etna”. Edmondo De Amicis da “Ricordi di un viaggio in Sicilia”, 1908

“The celebrations of Saint Agatha are an immense ball, for which the entire city becomes the stage. The ancient splendour has been conserved and still generates the enthusiasm of old. The coffin of the adored martyr is carried along the antique walls enclosed in a sparkling temple. All the clergy take part in the procession, followed by an endless procession of silver and gold-plated cars and enormous candelabra, embellished with flowers and flags and colossal regal candles; all the fraternal orders and pious congregations and workers’ guilds and numerous musical groups from all over the area accompany the procession. Edmondo De Amicis from “Ricordi di un viaggio in Sicilia” (Memories of a Holiday in Sicily”, 1908

A Catania i festeggiamenti in onore di S. Agata sono stati l’occasione per organizzare un insolito tour enogastronomico oltre che religioso-simbolico: un gruppo di Rotariani, grazie alla squisita ospitalità del notaio Palma Maria Ilaria Salvaggio e di suo marito Giovanni Ferlito, si è mosso sulle orme della Santa, in un viaggio dal sapore antico. Le vie del sacro, le vie dello spirito e dei luoghi della fede possono essere uno splendido esempio di turismo motivato e fuori dai soliti schemi. Da coltivare e premiare, per valorizzare pienamente cultura, fede e tradizioni locali.

In Catania the celebrations in honour of Saint Agatha were the occasion for organising an unusual wine and food tour following the religious-symbolic one: a group of Rotaries, thanks to the exquisite hospitality of the notary Palma Maria Ilaria Salvaggio and her husband Giovanni Ferlito, followed in the wake of the Saint, in a journey of traditional food. The sacred and spiritual roads and religious sites can be an excellent example of driven tourism that looks outside the box. They should be cultivated and promoted in order to fully develop culture, faith and local traditions.

129


La festa di Sant’Agata diario di viaggio

Giovedí 3 febbraio

Volo da Linate destinazione Catania Trasferimento all’hotel Sheraton, pranzo tipico siciliano al RISTORANTE IL TIMO GOURMET In un’atmosfera cool e rilassante, il Timo Gourmet Restaurant ci ha permesso di degustare i prelibati piatti curati dallo chef Saverio Piazza. Via Antonello da Messina, 45 95020 Cannizzaro (Catania) Tel. 0957114111 Fax 095271380 www.sheratoncatania.com

Serata al CAFFÈ EUROPA Una dolce tappa ospiti di un “pezzo di storia” della città di Catania. Il Caffè Europa, in fondo a corso Italia, oggi una delle vie dello shopping di élite, fu fondato nel 1962 in uno spazio semideserto sfiorato dal mare. Tino Venuti, autentico maestro dell’alta pasticceria, dirigeva il laboratorio dell’azienda producendo granite, dolci, torte, gelati e molteplici prelibatezze dai gusti inconfondibili. Da allora non è cambiato nulla, i sapori sono genuini e autentici come quelli di una volta e lo stile e l’accoglienza conservano quell’atmosfera elegante e raffinata di un tempo. Corso Italia, 302 Catania Tel. 095372655 www.caffeeuropa.com

Venerdí 4 febbraio Visita al Museo Diocesano, aperitivo ed happy hour Ore 20 visita al museo, ai tesori d’arte che custodisce e vista privilegiata, dalla terrazza del palazzo, dello spettacolo di musica e fuochi d’artificio. MUSEO DIOCESANO Via Etnea, 8 - P.zza Duomo Catania museo@museodiocesicatania.it www.museodiocesicatania.com

130

Visita guidata a Ragusa Ibla con sosta alla bottega siciliana L’ISOLA NELL’ISOLA L’Isola nell’Isola è un punto d’incontro ideale dove Francesca Giovatto, la nostra guida, ci ha fatto conoscere il vero volto del lembo più orientale della Sicilia, un tributo alla cultura Iblea e alla gente che ne è stata e ne è artefice ancora oggi. L’Isola nell’Isola, nel cuore del centro storico di Ragusa Ibla, a soli 50 metri dal duomo di San Giorgio, all’interno del Palazzo Donnafugata, è uno spazio che raccoglie il meglio della tradizione gastronomica del territorio con i formaggi e i salumi, le conserve, i biscotti, la cioccolata, i vini, i liquori e ogni specialità tipica. Un angolo di artigianato con ceramiche, terracotte, souvenir, mobili, oggetti di antiquariato e una galleria d’arte che ospita periodicamente importanti personali di artisti siciliani. Corso XXV Aprile, 13 Ragusa Tel. e fax 0932623223 / Cell. 3937084578 info@isolanellisola.it www.isolanellisola.it


Diario di viaggio

da giovedì 3 a domenica 6 febbraio

Visita poi a Marzamemi (antico borgo marinaro) e alla città di Noto (meraviglioso esempio di architettura barocca) fra degustazioni varie di prodotti tipici Ore 20 cena al Circolo Canottieri Peccati di gola e squisitezze gastronomiche per i soci del Rotary, ospiti nella sede dell’antica e prestigiosa società sportiva di Catania. La serata è continuata per alcuni in discoteca e nei locali della città. Ore 2,303,00 al mercato del pesce di Acitrezza, per concludere la notte siciliana con una colazione a base di granita e brioche o cornetti caldi e cappuccino.

Sabato 5 febbraio

Alla scoperta di una bella Catania al seguito di Caterina Carbone, guida turistica colta e raffinata, fino alla sosta nel centro storico nell’antica PASTICCERIA SAVIA. In una città golosa e raffinata come Catania, la Pasticceria Savia incarna i fasti della dolcezza, tra cannoli invitanti e cassate variopinte, tra paste di mandorla e l’esplosione di colori del marzpane. Fondata nel 1897 dai coniugi Angelo ed Elisabetta Savia, cresciuta grazie all’intuito e alla sagacia di Alfio e Carmelina Savia, la Pasticceria è incastonata d’angolo tra la via Etnea e la via Umberto, in quello che lo scrittore Federico De Roberto definì il “salotto di Catania”. Accogliendo i Rotariani, ha mostrato i suoi punti di forza nell’eccelsa qualità delle materie prime, nella magistrale professionalità e cortesia del personale. Via Etnea, 302-304 - Via Umberto 2/4/6 95100 Catania Tel. 095322335 / Fax 095316919 www.savia.it

Ore 17 Ospiti nuovamente del Museo Diocesano per la grande emozione, per il clou del viaggio: dalle terrazze del Museo si è ammirata infatti la spettacolare “uscita della vara”, ossia del busto della Santa sul fercolo. Al termine di questo spettacolo sacro, trasferimento a San Giovanni La Punta, ai piedi dell’Etna, al RISTORANTE GIARDINO DI BACCO “Nella memoria siciliana di ognuno di noi esistono dei ricordi legati a sapori e profumi che ci riportano indietro nel tempo, fino a quando eravamo bambini e ci deliziavamo i sensi con le pietanze preparate dalla mamma, dalla nonna o comunque dalle nonne di allora. I profumi che fuoriuscivano dalle pentole calde si distribuivano in tutta la casa e già da questi odori si poteva capire se era un giorno di festa. Mi propongo a Voi con l’intento di farvi provare le stesse emozioni, per suscitarvi una sorta di trasporto temporale”. (Salvo Trischitta). Così da vent’anni, Salvo Trischitta accoglie i suoi clienti. Con noi ha superato se stesso, presentando in una felice rivisitazione la grande cucina siciliana, conservandone gli antichi sapori e ingredienti. Via Piave, 3 95037 San Giovanni La Punta (Catania) Tel. 0957512727 Cell. 330692721 giardinodibacco@alice.it www.giardinodibacco.com

131


strumenti e iniziative

Del turismo Religioso

Un libro che racconta la storia dei Santi Patroni di Brescia

FRAMMENTI DI STORIA DEI SANTI FAUSTINO E GIOVITA PATRONI DELLA TERRA BRESCIANA

FRANCESCO CHIOLO Frammenti di storia dei Santi Faustino e Giovita Santi Patroni della terra bresciana

GRUPPO EDITORIALE DELFO via Aldo Moro, 44 25124 Brescia telefono 030221374 fax 030225376 segreteria@editorialedelfo.com

€ 39,00 IVA

GRUPPO EDITORIALE DELFO

INCLUSA

“Frammenti di storia dei Santi Faustino e Giovita patroni della terra bresciana” 160 pagine di approfondimenti, tavole a colori e la riedizione del testo di fine ’800 di Angela Maj edito dal Gruppo Editoriale Delfo

L

a Fiera di San Faustino affonda le radici in una antica tradizione popolare: è una ricorrenza che unisce la devozione ai Santi Patroni di Brescia al commercio, alla festa, al divertimento. È la più grande fiera di bancarelle d’Italia e il 15 febbraio segna la fine dell’inverno: da sempre apre i cuori alla speranza, alla primavera imminente, ringrazia il cielo per avere superato momenti difficili. L’Istituto Policleto, che dal 1985 ha curato la regia della comunicazione della fiera (una fitta serie di eventi, spettacoli, convegni nell’arco di alcuni mesi), ha realizzato nel 2011 un volume di indagine e ricerca storica. È andato alle origini della festa, della storia dei Santi (ristampandone un’antica e poetica narrazione) e della chiesa in cui sono conservate le loro reliquie, ha censito tutte le chiese dedicate ai Santi Faustino e Giovita sul territorio bresciano e anche in Italia. Dalla ricerca storica, accurata e minuziosa, si è già sviluppato un legame più saldo, ma anche un progetto di maggiore coinvolgimento della città, dei turisti e delle varie realtà associative, in modo che la festa sia non solo una colorata teoria di bancarelle, ma un momento di incontro e al tempo stesso anche di ripensamento sui temi della vita, dell’arte, della cultura. Come costruire sulle feste patronali una ritrovata identità? Con libri che rimandano a incontri, a ricordi che sono il tessuto della nostra vita.

The trade fair of San Faustino is deeply-rooted in an ancient popular tradition: it is a celebration that unites devotion to the Patron Saints of Brescia with business, celebration and enjoyment. The largest booth trade show in Italy marks the end of the winter on 15 February: it has always opened our hearts to hope, to the imminent spring, thanking the heavens for having overcome the most difficult of experiences. The Istituto Policleto, which has directed communications for the trade show (a crowded series of events, shows and conventions spanning a few months) since 1985, has created a volume of surveys and historic research in 2011. The research looked into the origins of the celebration, the history of the Saints (reprinting an antique and poetic narration) and the Church in which their memorabilia is conserved. It records all of the churches dedicated to Saints Faustinus and Jovita in Brescia and in Italy. From the accurate and meticulous historical research, a more solid link has developed, but also a more inclusive project for the city, its tourists and its various related places, so that the celebration is not only a colourful series of booths, but a meeting point and, at the same time, a rethinking of themes of life, art and culture. How can festivals dedicated to patron saints help us to rediscover our identity? The answer is, with books that generate encounters and memories which are the fabric of our lives.

132


TURISMO MOTIVATO

SanCorradoConfalonieri PATRONO DI NOTO - SIRACUSA

Calendasco (Piacenza), 1290 - Noto, 19 febbraio 1351

per colpire l'attuale goCorrado Confalonieri fu vernanza ghibellina e tra i primi penitenti Gesubito si scatenò la cacsuati, pellegrino che concia al responsabile, che dusse una vita anacoretivenne individuato in un ca, da eremita. Corrado povero contadino. La nacque a Calendasco nel notizia della condanna 1290. Discendeva dalla colpì l'animo di Cornobile casata dei Confarado, che non riusciva lonieri che, oltre ad abia darsi pace per quello tare a Piacenza, avevano che era successo a cauvasti feudi assegnati loro sa sua. Non esitò quindi quale privilegio di essead interrompere il corre una famiglia guelfa teo punitivo e a chiefedele alla Chiesa. Nei dere udienza al Signore dintorni del paese, in di Piacenza, al quale una zona fitta di boscadichiarò la propria colglie (la tradizione parla pevolezza, subendo la di Case Bruciate, vicino pesantissima pena della a Carpaneto Piacentino confisca di tutti i terre- anche se recenti studi ni per risarcire il danno indicano una nuova lofatto (in quanto nobile, calità sita tra San Nicolò, evitò le punizioni corfrazione di Rottofreno, e porali). Questo evento Calendasco - e questa vasegnò profondamente sta area agricola di circa San Corrado Confalonieri, la vita di Corrado, che 200 pertiche piacentine dipinto nella chiesa a Calendasco (Piacenza) negli anni successivi si è chiamata col nome di 'La Bruciata'), Corrado si trovava a caccia con una avvicinò sempre più alla fede: vestì infatti l'abito penicompagnia di amici. Quel giorno la caccia non diede tenziale francescano ritirandosi nell'eremo nei pressi di buon esito e Corrado ordinò di appiccare il fuoco alle Calendasco. Essendo ospite di Frate Aristide, sulle terre sterpaglie per stanare la cacciagione ma, complice il presso al suo feudo calendaschese, egli conobbe l'esemforte vento, il fuoco in un attimo bruciò tutto ciò che plare modo di vita affidato tutto alle sole parole del Vanincontrava, tra cui boschi, case e capanne. Spaventati gelo di Gesù Cristo secondo Marco 10,17-30: “ và, vened impotenti di fronte a questo evento, Corrado e i di quello che hai e dallo ai poveri e avrai un tesoro in suoi scapparono verso casa, decisi a non far trapelare cielo; poi vieni e seguimi ”. Fu così che Corrado intorno la verità. Non appena la notizia si propagò in città, si al 1335 decise di lasciare Piacenza e tutte le cose matecredette che l'incendio fosse stato appiccato dai Guelfi riali per dedicarsi alla propria anima e alle cose eterne.

133


I Santi Cosma e Damiano / Guarigione del diacono Giustiniano di Beato Angelico

Nel suo lungo peregrinare, Corrado attraversò l'Italia verso sud. A Siena conobbe il Beato Giovanni Colombini, fondatore dell'Ordine dei Gesuati, che lo contaminò con la devozione per San Girolamo e il suo stile di vita. A Roma pregò sulle tombe degli Apostoli rafforzando sempre più la sua venerazione per i Santi Cosma e Damiano che con la loro vita di fede esemplare meritarono la grazia di ottenere dal cielo prodigiose guarigioni. Corrado giunse nella sua meta definitiva, Noto, intorno al 1340.

“I Santi Guaritori” in un libro del Gruppo Editoriale Delfo

134

Qui legò una stretta amicizia con Guglielmo Buccheri, già scudiero di Federico II d'Aragona, che le vicende della vita portarono a fare una scelta d'eremitaggio simile a Corrado. Buccheri ospitò Corrado nelle cosiddette Celle, un quartiere isolato nei pressi della Chiesa del Crocifisso, dove vi rimase per circa due anni, per poi ricominciare le sue peregrinazioni quando il suo eremitaggio fu compromesso dalle sempre più numerose genti afflitte da malattie corporali e spirituali che chiedevano a lui preghiere e la forza di sopportare ogni cosa con pazienza.


Corrado si trasferì in zone remote e desertiche, il suo unico pensiero era avvicinarsi a Dio. La sua era una vita ascetica al pari dei grandi Padri del deserto. Vengono attribuiti a San Corrado alcuni miracoli. Durante una delle sue visite a Noto, Corrado incontrò un suo vecchio conoscente, il nobile Antonio Sessa dei Consignori di Daverio, il quale soffriva da tempo. Alla vista dell'amico dolorante, Corrado ne ebbe compassione e, dopo aver pregato i Santi Cosma e Damiano, questi immediatamente guarì dai suoi dolori. Un altro avvenimento miracoloso è considerato la guarigione del figlioletto di un amico sarto. Il più famoso rimane il cosiddetto miracolo dei Pani, che Corrado avrebbe compiuto durante la terribile carestia che colpì

la Sicilia negli anni 1348-1349, causata dalla peste nera che imperversava. Secondo il mito della tradizione, in quel periodo, chiunque si rivolgesse a San Corrado non tornava a casa senza un pane caldo, impastato direttamente dalle mani degli Angeli. San Corrado morì nella sua grotta il 19 febbraio 1351. Il racconto narra che passò a miglior vita restando in ginocchio e in preghiera con gli occhi rivolti al cielo, posizione che mantenne anche dopo il trapasso, mentre una luce avvolgeva la Grotta dei Pizzoni. Venne seppellito nella Chiesa di San Nicolò a Noto, secondo le sue volontà. In seguito il corpo venne traslato nella Cattedrale di Noto dove è venerato da parecchi secoli.

135


Carlo Barbieri

UN GIOVANE REPORTER ALLA SCOPERTA DELLA SICILIA Carlo Barbieri, è un giovane reporter di 6 anni che ha preso la passione per la fotografia dal nonno Bruno. Carlo ha voluto condividere con noi i momenti più significativi della sua vacanza a Vendicari, in Sicilia, regalandoci l’album fotografico da lui realizzato e raccontandoci la sua esperienza.

Come ti chiami? Carlo Barbieri Che classe fai? La prima elementare Ti è piaciuta la vacanza in Sicilia? Sì, molto Era la prima volta che prendevi l’aereo? Sì, era la prima volta Hai avuto paura? No, non ho avuto paura Cosa ti è piaciuto di più? La cosa che mi è piaciuta di più è stato andare sugli scogli Hai pescato? No, non ho pescato ma ho mangiato tanto pesce Vorresti tornarci? Sì, mi piacerebbe tanto

136


La Mannera

UNO STORICO OVILE TRASFORMATO IN UNA SPLENDIDA DIMORA

Adiacente alla Riserva Naturale di Vendicari, a due passi dalla splendida spiaggia di Calamosche nel comune di Noto / Siracusa.

I colori dominanti sono la luce del sole e l’azzurro del mare. I profumi intensi anticipano il gusto inconfondibile dei frutti della terra. Arance, limoni, mandorle, olive, sono a portata di mano.

Questa parte di Sicilia, in particolare il comune di Noto e la provincia di Siracusa, è famosa in tutto il mondo non solo per le sue bellezze naturali, ma anche per la sua storia millenaria.

Basta pensare agli straordinari insediamenti della Magna Grecia, agli importanti reperti d’epoca romana, fino alle splendide costruzioni del periodo barocco. 138


Una magnifica casa ospitale LA MANNERA, UN ANTICO RUSTICO RISTRUTTURATO CON ELEGANZA E SEMPLICITà

Nella lingua dialettale siciliana con il termine “Mannera” si indicava l’ovile e questa villa, sapientemente ristrutturata, lascia ancora intravvedere l’antico uso; una grande corte recintata da mura, oggi diventata un delizioso giardino Zen, fungeva da recinto al gregge. Dalla terrazza ci si può emozionare guardando l’orizzonte azzurro. Le stanze destinate ai pastori oggi sono comode camere da letto. La ristrutturazione pensata nei termini dell’essenzialità ha saputo ben coniugare la semplice eleganza e la funzionalità, dando un tocco di particolare charme alla “ Mannera”, che viene ulteriormente arricchita dalla rivisitazione di antichi oggetti di campagna o ancora di vecchi mobili “ della nonna”. La villa, circondata da un vastissimo giardino, si trova all’interno della riserva di Vendicari. Vive in un paesaggio di recente risvegliato da un sonno ristoratore e subito dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanitá nel cuore del barocco. Vicino troviamo le nobili città di Noto, Modica, Ragusa Ibla, ma anche i borghi marinari di Marzamemi e Portopalo, con le tonnare, i magazzini, le case dei pescatori.

www.travelsicilia.com 140


La Mannera si trova

al limitare della Riserva naturale di Vendicari

La Mannera è a circa 200 metri dalla riserva naturale di Vendicari. Una volta varcato l’ingresso della riserva, un sentiero segnalato attraversa la macchia mediterranea conducendo alla spiaggia con una passeggiata di circa 15 minuti.

142


La nostra attenzione

per i nuovi progetti

non solo dell’acqua ma che riguardano tutti i nostri materiali cartacei

Perc porre questhaèscritta

stampato in assen za esalazioni alcoli di che

su tutti i materiali cartacei turistici e non ?

Philip Borman Italia opera nello scenario europeo e mondiale dai primi anni Novanta, con l’obiettivo di fornire importanti contributi conoscitivi alle imprese che intendono affrontare il futuro migliorando la qualità dei loro prodotti nel pieno rispetto della natura e nella massima tutela della salute sul posto di lavoro. In questa prospettiva, grazie al contributo di ricercatori irlandesi e di tecnici italiani, è stata messa a punto una tecnologia innovativa che consente di eliminare le esalazioni alcoliche dai liquidi di bagnatura delle macchine da stampa, con un generale importante miglioramento della qualità del lavoro, sia da un punto di vista tecnico – qualità della stampa – sia sotto l’aspetto ambientale e sanitario. Al miglioramento qualitativo e all’eliminazione delle esalazioni alcoliche si aggiunge un sensibile risparmio dei materiali di consumo (inchiostri, liquidi di bagnatura, polveri antiscartino, cilindri) e una netta riduzione dei tempi di avvio, fermo macchina e asciugatura.

Per mostrare la

sensibilità ecologica e nostra l’attenz per la qualità globale ione

Philip Borman Italia has operated on European and world stages since the nineties, with the aim of providing important intellectual contributions to companies that intend to tackle the future by improving the quality of their products, whilst maintaining the utmost respect for nature and the protecting the health of employees in the workplace. In line with this aim, thanks to the contribution of Irish researchers and Italian technicians, an innovative technology has been developed which eliminates the alcoholic fumes produced by the wetting liquids in the printing presses, creating an important general impro vement in the quality of production, both from a technical point of view (quality of printing) and from an environmental and sanitary point of view. As well as qualitative improvement and the elimination of alcoholic fumes, one may also enjoy a notable reduction in consumption materials (inks, wetting liquids, anti-set-off powder, cylinders) and a net reduction in the time taken for start-up, machine down-time and drying.

Dall’esperienza Cesius, sistema brevettato nei primi anni Novanta e ancor oggi presente nel panorama nazionale e internazionale con l’ultima generazione “Serie 3”, nascono gli apparati H2O, pensati e progettati da Philip Borman Italia per soddisfare le esigenze di piccole e medie industrie grafiche. (www.philipborman.com)

From the Cesius experience – a system patented in the early nineties, still present today on national and international stages with the latest generation “Series 3” – the water apparatus has been brought to life, envisaged and designed by Philip Borman Italia to meet the demands of small- and medium-sized graphics industries. (www.philipborman.com)

143


storia & ricerca al servizio

del futuro

Dalla storia dei protagonisti degli sport, in particolare del golf, dell’automobilismo, dell’EQUITAZIONE, della vela e del tennis fino ai “Portatori di status” degli anni a venire. una innovativa ricerca riguardante gli scenari futuri e i nuovi modelli di produzione e consumo realizzata dall’Istituto Policleto. L’indagine ha osservato e indagato i “Portatori di status” che sono clienti/consumatori di beni e servizi di eccellenza.

HISTORY AND RESEARCH FOR FUTURE SERVICES From the history of SPORTING protagonists, in particular in GOLF, MOTOR RACING, HORSE RIDING, SAILING and TENNIS, to the “STATUS BEARERS” of the years to come. AN INNOVATIVE STUDY concerning future prospects and new models of production and consumption carried out by the Istituto Policleto. THE STUDY observed and investigated these “Status bearers” who are clients/consumers of excellent goods and services.

P o l i c l e t o

Istituto per le Ricerche Sociali e dei Consumi

Dott. Albertina Ivana Bonvento & C Via Aldo Moro 44 /144 25124 Brescia / Italia

telefono 030221710 r.a. / Fax 030225376 / segreteria@istitutopolicleto.it

L'era del turismo motivato  

La qualità dell'ambiente e i monumenti del nostro bel paese sono pietre miliari dell'economia turistica.