Page 1


2


3


EMMA MARRONE Stampa Firenze, giugno 2013 Grafica editoriale: Francesco Stefano Pascuzzo Immagine di copertina: FLAVIO&FRANK

Le immagini utilizzate sono solo a scopo illustrativo. Non si intende violare nessun copyright.

4


SOMMARIO BIOGRAFIA 

5

LE ORIGINI 

13

LA MALATTIA 

17

IMPEGNO SOCIALE 

21

L’AMORE 

25

AMICI 

29

OLTRE 

33

AHI CE STA PASSU 

37

TOUR 

37

A ME PIACE COSÍ 

41

SANREMO 2011 

45

A ME PIACE COSÍ SANREMO EDITION 

49

SOMMARIO

5


6

A ME PIACE COSÍ TOUR 

53

SARÓ LIBERA 

59

SANREMO 2012 

63

SARÓ LIBERA SANREMO EDITION 

67

IL CONCERTO DEL VINCITORE 

71

SARÓ LIBERA TOUR 

75

SCHIENA 

83

SCHIENA TOUR 

89

IL RITORNO AD AMICI 

93

SOMMARIO


BIOGRAFIA

7


8

BIOGRAFIA


Emma Marrone nasce a Firenze il 25 maggio 1984 e passa la sua infanzia ad Aradeo in provincia di Lecce. Si interessa alla musica fin dalla più tenera età e si esibisce in locali e feste popolari con la band del padre chitarrista. Esordisce a diciannoce anni nel reality tv Superstar Tour (2003) condotto da Daniele Bossari e vince insieme a Laura Pisu e Colomba Pane ottenendo un contratto con la casa discografica Universal per l’incisione di un disco. Il gruppo di Emma, le Lucky Star, si esibisce agli Italian Music Awards ma poco dopo si scioglie per alcune divergenze interne. Nel 2005 la band si riavvicina con il progetto di un nuovo disco, incidono la sigla del cartone animato W.I.T.C.H. e viene pubblicato il loro disco d’esordio, LS3 (2006), che però non ha successo. Emma fonda insieme al chitarrista Antonio Tunno, il bassista Simone Melissano e il DJ Corbella i M.j.u.r. (Mad Jesters Until Rave) e insieme ottengono un contratto con la Dracma Records, incidendo l’album M.J.U.R.(2008). Prima di partire per il mini tour di lancio, Emma scopre di avere un tumore maligno all’utero e viene operata d’urgenza a Roma. La cantante si salva ma solo dopo il successo racconta in un’intervista la sua esperienza, per sensibilizzare i giovani verso la prevenzione, attraverso la sua notorietà e partecipando a campagne per la lotta contro il cancro. Nel 2009 fa il provino per la nona edizione di Amici di Maria de Filippi, il programma che le cambia la vita professionale e privata. Nel corso del programma incide i brani Davvero, Folle Paradiso per la compilation Sfida (2009) e Meravigliosa,che si posiziona al numero nove della classifica italiana dei singoli, inserita nella disco Nove (2009). Durante la partecipazione ad Amici conosce il ballerino Stefano De Martino e inizia con lui una storia d’amore che, a parte una breve separazione tra il gennaio e il marzo 2011, continua tuttora. Emma vince la nona edizione del talent show di Maria de Filippi, firma un nuovo contratto con la Universal Music e pubblica il primo EP, Oltre (2010) che si posiziona al numero uno della classifica degli album, composto da sette brani tra cui il singolo Calore, al primo posto nella categoria dei singoli.Oltre vince il doppio disco di platino ed Emma riceve dalle

BIOGRAFIA

9


mani del suo mito Gianna Nannini il premio Multiplatino dopo aver partecipato ai Wind Music Award. Riceve un disco di platino anche per la compilation di Amici Sfida e nel mese di giugno dello stesso anno parte per il primo tour personale Ahi ce sta passu Tour, “cosa sto passando” in dialetto salentino. Nello stesso periodo parte per l’Amici In Tour 2010 e il suo EP viene certificato triplo disco di platino. Nell’ottobre 2010 la Universal pubblica il suo primo album, A me piace così, lanciato dal singolo Con le nuvole e da Cullami, seguito il mese successivo da una riedizione speciale contenente l’EP Oltre e due tracce inedite. Nel 2011 Emma partecipa al Festival di Sanremo insieme ai Modà con il brano Arriverà, classificandosi seconda dopo Vecchioni e prima nella categoria singoli. Viene pubblicata la Sanremo Edition A me piace così (2011) dopo la partecipazione al festival e nello stesso mese l’album vince il disco di platino, mentre Arriverà ottiene il Platino Digitale per gli oltre 30mila download. Emma apre il concerto italiano di Taylor Swift nel marzo 2011 e il mese dopo debutta il suo nuovo singolo Io son per te l’amore. A maggio apre tre date del tour di Gianna Nannini e canta l’inno nazionale italiano alla finale della Coppa Italia 2010-2011 allo Stadio Olimpico di Roma. Nell’estate dello stesso anno, la cantante parte con il nuovo tour A me piace così Tour

10

BIOGRAFIA


2011, apre due date del concerto di Vasco Rossi allo Stadio Meazza di Milano e viene premiata per il doppio disco di platino per il suo album e il multiplatino per Arriverà con i Modà. Nel settembre 2011 viene lanciato dal singolo omonimo, seguito da Tra passione e lacrime, il nuovo album Sarò Libera che vince il disco d’oro nel giro di un mese. Debutta come attrice nel film Benvenuti al Nord (2012) di Luca Miniero per cui incide una cover di Nel blu dipinto di blu di Domenico Modugno. Ai primi di gennaio 2012 viene resa nota la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2012 con il brano Non è l’inferno, contenuto nella prossima riedizione di Sarò Libera insieme alla cover di Modugno e al pezzo inedito in coppia con Alessandra Amoroso. ll 31 marzo 2012 ha fatto ritorno ad Amici, nel serale dell’undicesima edizione, rientrando in gara nella categoria Big vinta poi da Alessandra Amoroso. L’Amoroso ha diviso il premio, consistente in un concerto gratuito all’Arena di Verona, con Emma. Nel corso della trasmissione è stato pubblicato il brano che Emma ha scritto per Antonino dal titolo Resta ancora un po’, brano che ha raggiunto la 6ª posizione della Top Digital Download italiana. In parallelo è stata madrina degli Hyundai MusicAwards in cui vi era in palio un contratto discografico con la Universal Music. Nello stesso periodo ha ricevuto due nomination ai TRL Awards 2012 come Best Fan ed Italian Do It Better vincendo quest’ultima. Il 27 aprile 2012 viene pubblicato il quarto singolo, Cercavo amore. Il singolo, rimasto per due settimane in vetta nella Top Digital Download italiana è stato successivamente certificato disco di platino; ha debuttato in Svizzera, nella Swiss Music Charts, alla 68ª posizione. Il 2 luglio 2012 sono stati trasmessi su Rai 1 i Wind Music Awards 2012; nel corso della serata ha ricevuto il Premio CD Platino per l’album Sarò libera, ha cantato Cercavo amore ed ha duettato con Pino Daniele sulle note di Io per lei e Quando. Il mese seguente l’album viene certificato doppio disco di

BIOGRAFIA

11


platino e successivamente totalizza 87 settimane consecutive in classifica. Il 10 luglio 2012 è stato pubblicato il remix ufficiale del singolo realizzato da Alex Gaudino e Jason Rooney e contenente due brani. Cercavo amore è stata scelta per essere una delle tracce di Just Dance 4(unico brano italiano presente). Nel mese di luglio è iniziato il suo terzo tour, il Sarò libera Tour, conclusosi nel mese di dicembre dello stesso anno. Il Concerto del vincitore - Tezenis Live di Alessandra Amoroso ed Emma, svoltosi il 5 settembre all’Arena di Verona, è stato trasmesso su Canale 5 il 6 settembre. Il 17 settembre 2012 viene estratto il quinto singolo, Maledetto quel giorno. L’8 ottobre 2012 prende parte al Puglia Sounds in London, evento creato per far ascoltare la musica pugliese all’estero, svoltosi al Koko club. Il 6 novembre 2012 viene resa nota la tracklist del triplo disco Per Gaber... io ci sono, tributo a Giorgio Gaber ed Emma è presente con il brano, La libertà. Nel febbraio 2013, per il secondo anno consecutivo, riceve una nomination ai Kids’ Choice Award 2013 nella categoria Miglior cantante italiano. Il 15 febbraio, nella quarta serata del Festival di Sanremo 2013, dedicata a Sanremo Story, ha duettato con Annalisa in Per Elisa di Alice. Il 16 febbraio Emma è stata scelta come direttore artistico di una squadra della dodicesima edizione di Amici di Maria De Filippi, andando in sfida contro l’altra squadra di Miguel Bosè (sostituito poi da Eleonora Abbagnato). Ad aggiudicarsi la vittoria del talent show è stato un allievo della squadra di Emma, ovvero Moreno. Il 13 marzo 2013 viene pubblicata sulla pagina ufficiale Facebook di Emma la copertina del nuovo singolo Amami, la cui pubblicazione è annunciata per il 22 marzo, che vede la cantante come autrice di testo e musica, scandito dalla batteria di Mylious Johnson; il singolo è scaricabile in anteprima dal 19 marzo, ed è la prima volta che il primo estratto dall’album di un artista italiano è in pre-order sullo store digitale. Il brano alla sua pubblicazione, con soli tre giorni di rilevamento della FIMI, debutta alla 3ª posizione della Top Digital Download italiana ed è stato certificato a maggio disco d’oro; per poi raggiungere il disco di platino un mese più

12

BIOGRAFIA


tardi per aver superato le 30.000 copie vendute in digitale. Il 18 marzo la cantante svela, con un discorso di introduzione, la copertina e la data di pubblicazione del suo nuovo album Schiena, in uscita il 9 aprile. L’album ha debuttato alla 1ª posizione della Classifica FIMI Artisti, rimanendoci anche nelle tre settimane seguenti. Nella terza settimana viene certificato disco d’oro per le oltre 30.000 copie vendute. In Svizzera ha raggiunto come posizione massima la 25ª posizione della Swiss Music Charts. Il 7 maggio sono state annunciate le date del nuovo Tour di Emma, lo Schiena Tour, che vedrà la cantante salentina esibirsi nei maggiori palasport d’Italia da novembre fino a dicembre. Emma ha ricevuto due nomination per gli MTV Awards nelle categorie Wonder Woman e Artist Saga. Il 3 Giugno 2013 viene inoltre premiata ai Wind Music Awards 2013 come Premio Cd Oro per l’album Schiena e come Premio Digital Songs Platino per il singolo Amami.

BIOGRAFIA

13


14

BIOGRAFIA


LE ORIGINI

15


16

LE ORIGINI


Ha vissuto la sua prima infanzia a Sesto Fiorentino, per poi trasferirsi con la famiglia ad Aradeo, nel Salento, terra d’origine dei genitori. La passione per la musica le è stata trasmessa da suo padre Rosario, che notando la predisposizione della figlia, l’ha inserita all’età di 9 anni nella sua band Karadreon e in qualche occasione nella band H2O, delle quali il padre era chitarrista. Ha conseguito la maturità classica scrivendo una tesina sulla musica. Ha lavorato come magazziniera ed ha svolto il lavoro di commessa per 3 anni. Nel 2003 partecipa al reality di Italia 1 Superstar Tour. Il talent show, che si rivelò un flop in termini di audience, aveva lo scopo di cercare tre ragazze che formassero una Girl Band, come era successo con Popstar, dai cui provini vennero fuori le Lollipop. Il 5 dicembre di quello stesso anno Emma vinse Superstar insieme a due sue compagne di avventura, Colomba Pane e Laura Pisu: le tre formarono il gruppo delle Lucky Star. Il loro primo ed unico singolo, “Stile“, fu presentato agli Italian Music Award, ma non ottenne il successo sperato. Il video-clip fu mandato in onda in anteprima su Italia 1 e il trio si esibì dal vivo diverse volte, calcando anche il palco di Top of The Pops. L’album, previsto come premio per la vittoria ottenuta al Talent Show, non sembrava destinato a vedere la luce. Nel 2006 esce LS3, primo ed anche in questo caso unico album delle Lucky Star, fatto uscire con ogni probabilità per onorare il contratto firmato tre anni prima. L’album, di stampo dance con richiami agli anni ‘90, conteneva la sigla del cartone animato W.I.T.C.H, cantata dalle tre ragazze, nove inediti e una cover degli Ace of Base, All That She Wants. Per il cd non fu fatta nessuna promozione, anche se le ragazze furono impegnate in alcune serate in discoteca in cui si esibivano separatamente con i brani del disco. Al flop del progetto è seguito lo scioglimento del gruppo; Emma è tornata a cantare con la sua band, i Mjur, con i quali dal 2008 si è esibita in diverse serate in tutta Italia. Fino ad oggi, quando la ragazza decide di ritentare la strada del Talent, e presentarsi di fronte alla commissione di Amici.

LE ORIGINI

17


18

LE ORIGINI


LA MALATTIA

19


20

LA MALATTIA


Qualche anno fa, alla vigilia della nona edizione del talent show Amici che poi avrebbe vinto, Emma Marrone ha sentito scandire dal suo medico le seguenti parole: tumore, operare, massima urgenza. “La neoplasia mi aveva preso utero e ovaie - racconta al Corriere della Sera/Salute - Avevo fatto la Tac e la risonanza magnetica. Anche la ricerca dei marker nel sangue confermava la presenza di cellule tumorali. A quel punto non potevo più sfuggire”. Non ne ha parlato a lungo: ha voluto evitare facili strumentalizzazioni sia ai tempi di Amici che al Festival di Sanremo, Di suo Emma ci mette la faccia. In tasca non le entra nulla. E per i cinici di mestiere, che inarcheranno il sopracciglio dubbiosi, chiarisce: “Se lo faccio adesso è perché ci credo e voglio aiutare, se posso. Non ho bisogno di usare una malattia del genere per sponsorizzarmi. Nemmeno un mese fa è morta di tumore una mia giovane fan e altre sono in cura. Questo bisogna chiedersi: è normale, ancora oggi, che una ragazzina di 17 anni muoia di tumore in Italia?”. Emma ne aveva 25 quando la malattia ha bussato alla sua porta preceduta da avvisaglie di stanchezza prolungata e perdita di peso che mamma Maria e papà Rosario attribuivano alla sua vita stressata. Di giorno lavorava come commessa in negozio e di notte andava in giro a suonare nei locali con la sua band. In più, preparavano un disco tutto da soli. “Poi però, sai quando ti si accende quella lampadina nella testa? Anche prima di andare a fare la visita avevo parlato con mia mamma e le avevo detto: preparati perché non ne verrà niente di buono, lo so. Me lo sentivo dentro”. A chiamare i colleghi del Policlinico Umberto I a Roma per farla operare d’urgenza è stato il ginecologo stesso, amico di famiglia. ‘Chicca’, così la chiama suo padre, ha voluto essere informata di tutto dai dottori fin dall’inizio. A muso duro e da sola. Così glielo hanno detto: rischi di morire; se sopravvivi, c’è la probabilità che tu comunque possa non avere figli. Prima

LA MALATTIA

21


di entrare in sala operatoria Emma ha quindi chiesto di firmare il consenso alla donazione degli organi. “Ero serena, il perché non lo so. Sarà che sono abbastanza credente, pregavo molto. Avevo paura però volevo comunque affrontare tutto”. L’intervento è durato sette ore. “Non smetterò mai di ringraziare la dottoressa Marialuisa Framarino e lo staff di Ginecologia. Mi hanno accolto subito bene e mi hanno salvato la vita. Lei ce l’ha messa tutta per salvarmi le ovaie e l’utero. E c’è riuscita. Fortunatamente non c’è stato nemmeno bisogno di fare radio o chemioterapia, come invece mi era stato anticipato. Dopo l’intervento ho fatto di nuovo gli esami ed era sparito tutto. Nel sangue non era rimasto niente, come se il mio corpo avesse immediatamente reagito bene”. Poi, una settimana di ricovero. “Sono stata dimessa anche un giorno prima del previsto, perché volevo tornare a casa. È stato il solo momento in cui ho pianto: non pensavo di uscire con le mie gambe, sinceramente”. Tre settimane dopo, Emma era seduta in un pub a cantare. “Avevo ancora i punti e il busto con le stecche, che ho portato per mesi, anche quando ho fatto il primo provino il 3 giugno ad Amici”. Maria De Filippi lo sapeva, ma la ragazza le ha chiesto il silenzio sulla sua condizione. La malattia è scomparsa. È rimasta però la paura che torni e per questo Emma si sottopone ai controlli ogni tre mesi. È arrivato il successo. E l’imperativo di testimoniare: “Da quando sono scampata al male mi sento un po’ fortunata e un po’ missionaria nei confronti dei giovani. A loro dico: mi raccomando, non bisogna vergognarsi di andare dal medico. La prevenzione è importante. Avessi fatto più visite prima, magari avrei arginato il problema in maniera diversa”.

22

LA MALATTIA


IMPEGNO SOCIALE

23


24

IMPEGNO SOCIALE


Sin dall’inizio della sua carriera la cantante ha partecipato a diverse iniziative di solidarietà, impegno sociale e beneficenza. A febbraio del 2011 Emma partecipa alla manifestazione Se non ora quando, un movimento ideato per protestare a favore dei diritti delle donne, partecipa allo stesso movimento anche nel 2012. In diverse interviste la cantante ha dichiarato di aver sempre partecipato, sin da giovanissima, a manifestazioni sociali e di aver svolto per un anno il servizio civile assistendo gli anziani a domicilio. Come rivelato nel marzo 2011 in un’intervista a Gioia, nel 2009 proprio alla vigilia del minitour promozionale con i M.j.u.r., Emma scoprì di avere un tumore dell’utero maligno. Operata d’urgenza a Roma, dopo un intervento di 7 ore le venne asportato il tumore e salvato l’utero. In seguito ha promosso una campagna di sensibilizzazione alla prevenzione dei tumori tra i giovani. Già nel 2010, era attiva in tal senso, difatti assieme agli altri dodici cantanti di Amici 9 ha pubblicato il singolo a scopo benefico Cellule (Per rinascere basta un attimo), il cui ricavato è stato devoluto all’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena e all’Istituto Dermatologico S. Gallicano di Roma per migliorare le attività di accoglienza per gli ospiti degli Istituti. Da maggio 2011 diventa testimonial dell’AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro), per aiutare la ricerca contro il cancro. Sempre nel 2011 Emma presta il proprio volto per una campagna dedicata alla prevenzione oncologica dell’ANT (Associazione Nazionale Tumori), ONLUS che opera nell’ambito dell’assistenza socio-sanitaria domiciliare gratuita ai sofferenti di tumore. Nel settembre 2011 partecipa all’inaugurazione dell’anno scolastico Tutti a scuola, cerimonia trasmessa da Rai 1 che ha visto la presenza, tra gli altri, del Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Francesco Profumo; successivamente partecipa anche al concerto di O’Scià - IX edizione, manifestazione nata come forma di sensibilizzazione sul problema dell’immigrazione clandestina che da anni affligge l’isola siciliana, ideato dal cantautore Claudio Baglioni. Nella prima data dell’A me piace così Tour la cantante, in

IMPEGNO SOCIALE

25


occasione dei referendum abrogativi del 2011, si è schierata contro l’utilizzo dell’energia nucleare in Italia, indossando una maglietta disegnata da lei stessa con scritto «Stop al nucleare». Nel 2012 Emma si unisce al fashion brand di calzature Ishikawa, a tale scopo sono stati creati 300 pezzi, su cui la cantante ha lavorato personalmente, che compongono la Limited Edition Celebrity Soledad. Il ricavato è stato devoluto per intero all’Associazione Peter Pan Onlus, attraverso la costruzione della Grande Casa di Peter Pan, polo costituito dall’insieme di tre strutture comprendenti 33 unità abitative, destinate in uso gratuito alle famiglie che devono curare i propri figli a Roma nei reparti di onco-ematologia degli ospedali Bambino Gesù e Policlinico Umberto I. Il 27 maggio del 2012 partecipa al Dream on show, spettacolo organizzato dal Dipartimento per le Politiche Antidroga, Ministro per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per lanciare un messaggio contro tutte le droghe. L’11 luglio dello stesso anno ha partecipato al concerto SLAncio di vita, contro la SLA, finalizzato per finanziare la ricerca sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica. Sempre nell’estate del 2012 ha collaborato con la Protezione Civile della Misericordia devolvendo l’intero ricavato del suo concerto a Lastra a Signa del 21 luglio per l’acquisto di un macchinario polifunzionale.

26

IMPEGNO SOCIALE


L’AMORE

27


28

L’AMORE


“L’amore è una materia sconosciuta, non te l’insegna nessuno, nessuno sa dirti cosa, puoi o devi fare. È così. Devi fare proprio una sacco di errori, ci devi sbattere, ma proprio forte, la testa dentro, per capire qual è la vera dimensione dell’amore. Sì, di errori se ne fanno tanti, ma io credo che, comunque, anche sbagliando si ama.” Il pensiero di Emma racchiuso in questa semplice frase, racconta un po’ la storia di tutti e ci fa immedesimare nella sua situazione. Ormai, purtroppo, è ufficiale: la grande e bellissima storia d’amore tra i due ex allievi di Amici (oggi uno affermato ballerino e una superstar della musica italiana) Emma Marrone e Stefano De Martino è finita. E nella maniera più classica, ma anche più meschina, con cui finiscono anche le storie d’amore più favolose, con un tradimento. Da parte di chi? Sottolinearlo è quasi inutile, perchè anche stavolta è stato il bel ballerino a non resistere al fascino della sua nuova partner di danza ad Amici, ed è finito dritto dritto nelle braccia di Belen Rodriguez. La quale, nota a margine, oggi si dice felice come non lo era mai stata prima d’ora e, cosa insolita viste le performance pubbliche alle quali ci ha abituati, chiede privacy e rispetto. Un doppio tradimento dunque, rispetto al quale Emma, con la forza della vera donna pugliese,commenta: «Ho scoperto dai giornali che lui stava con Belen e ci sono rimasta davvero… di merda. Spero per loro che adesso siano felici e che possa durare per tutta la vita». Non è la prima volta, che Stefano De Martino fa piangere Emma Marrone. La loro storia, nata nel 2009 ad Amici 9, subisce infatti un primo stop nel febbraio 2011, quando Stefano lascia Emma perché attratto dalla ballerina di Amici 10 Giulia Pauselli. In quel caso il flirt dura pochi giorni, e proprio

L’AMORE

29


quando Emma diventa una star vincendo (moralmente) Sanremo, Stefano scopre di non averla dimenticata e lascia (con un sms e poi spegnendo il cellulare) la Pauselli per riconquistare la Marrone. Promettendo addirittura al papà di lei che l’avrebbe sposata entro la fine del 2012. E adesso è la volta di Belen Rodriguez, che oltre a far coppia nella vita con Stefano, si esibisce con lui nell’edizione serale di Amici, quel talent che tanto ha significato per Emma e dove anche quest’anno sta trionfando nella gara tra big. Certo è proprio un boccone amaro da ingoiare quello di vedere il tuo ex con un’altra donna sul posto di lavoro. Eppure Emma non si è tirata indietro. Infatti pare che Maria De Filippi abbia convinto la cantante salentina a continuare la sua gara, asciugando le lacrime (discrete) che le sono sgorgate spontanee con la forza della sua arte e del calore che l’ha sommersa. Così sabato sera ad Amici, nonostante la botta ricevuta Emma è scesa dalla scala dello studio visibilmente tesa ma terribilmente fiera e tutto il pubblico si è schierato dalla sua parte per la grande dignità mostrata e per aver ammesso, senza vergognarsi, che sta soffrendo come un cane. Piena di grinta, o meglio arrabbiatissima. Così Emma Marrone sabato sera ad Amici ha cantato Bella senz’anima, la canzone storica di Riccardo Cocciante, scelta dalla giovanissima star del talent show come una sorta di «comunicato stampa» in risposta al polverone sulla sua storia d’amore ormai finita.

30

L’AMORE


AMICI

31


32

AMICI


Si è presentata ai provini per la nona edizione di Amici di Maria De Filippi. Nel settembre del 2009 è entrata a far parte della rosa dei concorrenti del talent show di Canale 5, voluta fortemente dall’insegnante Charlie Rapino. Nella fase iniziale del programma faceva parte della squadra della Luna, mentre nella fase finale apparteneva alla squadra Bianca. Nel corso della stagione, ha partecipato all’incisione di alcune canzoni come Davvero e Folle paradiso, inserite nella compilation Sfida, e Meravigliosa,che raggiunge la posizione 9 della classifica italiana dei singoli e viene inserita nella compilation Nove; entrambe le compilation sono legate alla trasmissione, dalla quale è uscita vincitrice in seguito alla finale del programma, tenutasi il 28 marzo 2010. C’è una nuova ‘amica’ in giro. Pronta a invadere le classifiche e a vendere dischi, forse a salire sul prossimo palco di Sanremo e a stregare i televotanti da casa. E’ Emma Marrone che, come era prevedibile oltre che previsto dalla maggior parte dei siti che gravitano intorno al mondo patinato e acuto della trasmissione di Maria De Filippi, ha vinto la nona edizione di Amici. La finale chiude la saga di quest’anno iniziata il 26 settembre 2009. A combatterla erano in quattro: Emma Marrone, 25 anni, Loredana Errore, 24 anni, Matteo Macchioni, 26 anni e Pierdavide Carone, 21 anni. Emma Marrone ha ringraziato il suo paese d’origine (diventato il salentino Aradeo, anche se lei è nata a Firenze) e poi tutti gli altri, dall’orchestra alla De Filippi, con un’intensità

AMICI

33


particolare rivolta al maestro Pino Perris che l’ha sostenuta più di tutti gli altri. Nella sfida finale che si è svolta di fronte ai più autorevoli critici musicali italiani e a una gran parte di discografici storici, Emma ha battuto la rivale di sempre Loredana Errore dopo sette prove di canto tra cover e inediti diventati già hit grazie al lancio della trasmissione. Per l’ultima gara i quattro protagonisti si sono dovuti preparare circa 25 pezzi a testa di canto tra inediti e cover e tre musical ognuno. Sia Gianna Nannini che Anna Oxa hanno tentato di contattarla per telefono per complimentarsi con lei, anche se per regolamento i concorrenti non possono avere contatti con l’esterno.

34

AMICI


OLTRE

35


36

OLTRE


E’ già Oltre il debutto discografico di Emma: pubblicato da Universal Music Italia, continua stabilmente ad essere al 1° posto della classifica degli album su iTunes e stabilisce un altro record entrando direttamente al numero 1 della classifica di vendita. Un risultato straordinario che conferma il grandissimo seguito e affetto del pubblico per questa giovane e grintosa artista. Anticipato dal singolo Calore scritto da Roberto Angelini, già in programmazione sui principali network radiofonici, il mini-album Oltre contiene 7 brani. Mentre Emma vive l’ultimo capitolo della favola di Amici, è arrivato nei negozi il suo primo album, uno splendido biglietto da visita e al tempo stesso un nuovo passo in avanti. A guardare Emma in tv, non si può non rimanerne affascinati, colpiti dal suo talento cristallino, arriva dritta al punto, sempre. Con una voce che ha creato divisioni, con un’emotività che ha messo tutti d’accordo. Per Emma esiste solo la musica, è la musica a dettare i tempi e i modi della sua vita. Un’esigenza cui non sa, non può, non vuole rinunciare. Perché certe cose non si possono simulare, o fingere, e Amici è un programma che ti mette alla prova, ti chiede di dare il meglio, di dare tutto. Cantare dal vivo con musicisti che suonano dal vivo, come ha sempre fatto da quando è stata in grado di stare da sola davanti a un microfono, ha fatto sì che la sua passione e il suo talento si amplifichino, i musicisti, la voce, gli strumenti, tutto si intarsia nella sua musica.

Tracklist: 1- Sembra strano 2- L’esigenza di te 3- Calore 4- Meravigliosa 5- Un sogno a costo zero 6- Davvero

OLTRE

37


7- Folle paradiso

38

OLTRE


AHI CE STA PASSU TOUR

39


40

AHI CE STA PASSU TOUR


AHI CE STA PASSU! - TOUR “Ahi Ce Sta Passu“: gliel’abbiamo sentita dire più volte ad Emma Marrone anche durante l’estenuante attesa del verdetto della nona edizione di Amici di Maria De Filippi che poi l’ha vista trionfare e ora quella frase che ribadisce un sentito legame con il suo Salento è diventata il titolo della tournee che la porterà in giro per l’Italia per far ascoltare dal vivo i brani del suo primo album. Insomma, sarà un’estate bella piena! Verranno riproposte durante le diverse tappe le canzoni contenute nell’ep di successo “Oltre” e i brani cantati durante l’esperienza del talent show che tanto le hanno portato fortuna. La band che l’ha accompagnata per il tour è composta da Flavio Pasquetto alle chitarre elettriche e acustiche, Simone De Filippis alle chitarre elettriche e acustiche, Luca Cirillo al pianoforte, Daniele Formica alla batteria e Pietro Casadei al basso elettrico.

Queste le date del suo Ahi Ce Sta Passu Tour 2010: 13 Giugno: Fiera Del Levante di Bari 25 Giugno: Arena Giardino di Cremona 10 Luglio: Cittadella Del Carnevale di Viareggio 18 Luglio: Castello Scaligero di Villafranca di Verona 20 Luglio: La Cittadella di Alessandria 22 Luglio: Valle Faul di Viterbo 24 Luglio: Castello di Udine 30 Luglio: Anfiteatro Camerini di Piazzola sul Brenta 9 Agosto: Parco Di Pietra di Roselle 10 Settembre: Palasharp di Milano

AHI CE STA PASSU TOUR

41


18 Settembre: Atlantico Live di Roma SCALETTA: 1- Davvero 2- Quello che (cover 99 Posse) 3- Sembra strano 4- E la luna bussò (cover Loredana Berté) 5- Oro Nero (cover Otto Ohm) 6- Meravigliosa 7- Ma che freddo fa (cover Nada) 8- Folle Paradiso 9- Valerie (cover Amy Winehouse) 10- America (cover Gianna Nannini) 11- If I Ain’t Got You (cover Alicia Keys) 12- L’esigenza di te 13- E penso a te (cover Lucio Battisti) 14- Grande grande grande (cover Mina) 15- Un sogno a costo zero 16- Walk on the Wild Side (cover Lou Reed) 17- Personal Jesus (cover Depeche Mode) 18- Calore

42

AHI CE STA PASSU TOUR


A ME PIACE COSÍ

43


44

A ME PIACE COSÍ


Dopo l’uscita della canzone Con le Nuvole, il singolo di lancio del nuovo album di Emma Marrone, dal 19 Ottobre 2010 è uscito in vendita in tutti i negozi di dischi e on-line sui principali digital store l’ atteso nuovo album: il Cd intitolato A Me Piace Così di Emma Marrone, con 12 nuove canzoni inedite cantate dalla grintosa voce di Emma. Il nuovo album di Emma Marrone contiene anche la cover della canzone La Lontananza di Domenico Modugno, canzone scritta da Enrica Bonaccorti nel 1970. A Me Piace Così è il secondo album di Emma Marrone, la vincitrice di Amici 9. La canzone Con le Nuvole, il singolo di lancio del nuovo album di Emma Marrone, è stata scritta da Roberto Casalino e Dario Faini. Il nuovo album di Emma Marrone, A Me Piace Così, vede anche la collaborazione di Pino Perris e di Fabrizio Barbacci che hanno curato gli arrangiamenti delle canzoni. A Me Piace Così è il secondo progetto discografico prodotto dalla Universal Music per Emma Marrone che spera di bissare l’ enorme successo ottenuto con il primo album Oltre (con cui Emma Marrone è riuscita a raggiungere il Doppio Disco di Platino per le vendite). In merito al suo nuovo album A Me Piace Così, la stessa Emma Marrone ha dichiarato: “Questo album lo dedico a Maria De Filippi, che mi ha dato una fiducia pazzesca e mi ha incoraggiato sempre. E alla casa discografica, che mi ha messo in condizione di lavorare bene”.

A ME PIACE COSÍ

45


Tracklist: 1- Ho Toccato Il Cielo 2- Cullami 3- Con Le Nuvole (canzone di lancio del nuovo album di Emma Marrone) 4- La Lontananza (cover della canzone di Domenico Modugno) 5- Petali 6- Dimmi Che Senso Ha 7- Arida 8- Emozioniamoci Ora 9- Purchè Tua 10- Dalle Vene 11- Colori 12- On Line

46

A ME PIACE COSĂ?


SANREMO 2011

47


48

SANREMO 2011


Emma ha partecipato al Festival di Sanremo 2011 insieme al gruppo Modà, classificandosi al secondo posto, dietro Roberto Vecchioni. “Arriverà”, questo il tiolo della canzone presentata ieri dai Modà ed Emma alla prima serata del Festival di Sanremo 2011. La pop band del momento e la vincitrice della scorsa edizione di “Amici”, oltre ad essere tra i 12 concorrenti che hanno passato il turno, hanno riscosso un grande successo tra il popolo di Internet: subito dopo l’esibizione, infatti, è stato rilasciato su YouTube il video ufficiale del brano che in sole 12 ore è stato cliccato oltre 14.000 volte. A ciò si aggiunga il gran numero di upload di video riguardanti la loro energica e coinvolgente esibizione live di ieri sera e l’altrettanto alto numero di condivisioni. D’altronde, si tratta di 2 artisti emergenti amatissimi dal pubblico giovane: il gruppo capitanato da Francesco “Kekko” Silvestre, presente sulla scena musicale già da qualche anno ha raggiunto la grande po-

SANREMO 2011

49


polarità negli ultimi 2 anni. Emma, invece, nasce dalla scuola di Maria De Filippi, da cui uscì vincitrice, e si è fatta conoscere al grande pubblico con pezzi come “Calore” e “Cullami”. Emma con i Modà eseguirono anche Here’s to you (La ballata di Sacco e Vanzetti).

50

SANREMO 2011


A ME PIACE COSÍ SANREMO EDITION

51


52

A ME PIACE COSÍ SANREMO EDITION


Era prevedibile che ci fosse una ristampa di A Me Piace Così, ultimo album di Emma, dopo la sua partecipazione a Sanremo. Ed infatti eccolo: A Me Piace Così (Sanremo Edition), con una nuova copertina decisamente più rock. L’album contiene ovviamente tutte le canzoni del disco precedente più il brano sanremese Arriverà cantato con i Modà e due inediti: Io son per te l’amore e Per sempre, scritte da Kekko.

Tracklist: 1- Arriverà 2- Io Son Per Te L’Amore 3- Per Sempre 4- Ho Toccato Il Cielo 5- Cullami 6- Con Le Nuvole 7- La Lontananza 8- Petali 9- Dimmi Che Senso Ha 10- Arida 11- Emozioniamoci Ora 12- Purchè Tua 13- Dalle Vene 14- Colori 15- On Line

A ME PIACE COSÍ SANREMO EDITION

53


54

A ME PIACE COSÍ SANREMO EDITION


A ME PIACE COSÍ TOUR

55


56

A ME PIACE COSÍ TOUR


Emma , nella sua dimensione live, è una forza della natura. L’atteggiamento della vincitrice di “Amici “ nel 2010 ci ha colpito: aggressivo nel modo giusto, pungente ma educato. “Ho toccato il cielo” è solo l’inizio di quasi due ore di live con oltre 20 brani. Una scaletta che per un’esordiente è davvero difficile da costruire, quando si ha per le mani solo un Ep e un album. Durante il concerto, più volte la Marrone ricorda che il suo nuovo lavoro uscirà il prossimo settembre, a quasi un anno dal precedente. Una carriera che corre veloce per un’artista di 27 anni che presenta una maturità sul palco che sta sopra l’asticella tra chi dal talent (come lei) ce la fa e qualcun altro che ci prova senza successo. Gestualità virile e una voce che dalle prime battute meno intense convince dal brano “On line” in un continuo crescendo. C’è tanto spazio per le cover, da “La lontananza” di Domenico Modugno a Amy Winehouse fino a una vera chicca, “Oro Nero” degli Otto Ohm. Ci sarà spazio sul finale per un’interpretazione di “America” di Gianna Nannini . Ma non è tutto. Il livello di comunicazione con il pubblico è altissimo: sfonda la quarta parete e il rapporto diventa diretto, reciproco. Non ci tiene solo ad accontentare i fan, chiede ai fidanzati e ai genitori del pubblico più giovane se hanno apprezzato. Il suo obiettivo principale, si percepisce, è convincere anche i più scettici. Il modo per arrivare al risultato è una chimica di elementi tra cui spicca un fatto certo: molti dei brani che non sono diventati singoli sono all’altezza (anche al di sopra) delle canzoni promozionali. In questo modo il concerto diventa accattivante anche quando non propone “Calore”, “Io sono per te l’amore” e “Arriverà”, canzone che tanta fortuna le ha portato nella partecipazione a Sanremo 2011insieme ai Modà . Il palco e gli espedienti sono semplici, ma a ripagare di una struttura sce-

A ME PIACE COSÍ TOUR

57


nica essenziale c’è Emma che si dona totalmente al suo pubblico. Regala voce, sudore, contatto che diventa anche dichiarato atteggiamento autocritico (ammettendo per esempio di non ricordare a volte i testi delle canzoni o che il tour è un’esperienza bella ma molto stancante). Trasparenza totale e verità scenica ricca di ironia. E si veste da amazzone per combattere. “L’amore è tutto, l’amore cambia tutto, l’amore libera tutto”, urla prima di uscire dal palco saltellando piena di adrenalina. La sua eccentrica normalità, la voce graffiante ma soprattutto la capacità di mantenere alto l’intrattenimento al di là delle canzoni ha le carte giuste per un futuro brillante nella musica pop-rock italiana. Per A me piace così Tour, viene confermata la band che ha accompagnato Emma nel tour precedente.

SCALETTA: 1- Ho toccato il cielo 2- Emozioniamoci ora 3- Cullami 4- Sembra strano 5- On line 6- Folle Paradiso 7- Dimmi che senso ha 8- La lontananza (cover Domenico Modugno) 9- L’esigenza di te 10- Valerie (cover Amy Winehouse) 11- L’amore che ho

58

A ME PIACE COSÍ TOUR


12- Per sempre 13- Petali 14- Dalle vene 15- Tango della gelosia (cover Vasco Rossi) 16- Meravigliosa 17- Purché tua 18- Arida 19- Davvero 20- Con le nuvole 21- Oro nero (cover Otto Ohm) 22- Colori 23- Io son per te l’amore 24- America (cover Gianna Nannini) 25- Calore 26- Arriverà (versione senza i Modà)

Queste le date del suo A me piace così Tour: 8 giugno: Porto San Giorgio - PalaSavelli 10 giugno: Nova Gorica - Park Casinò 15 giugno: Balvano - Area mercato di Balvano 16 giugno: Napoli - Mostra d’Oltremare 18 giugno: Pontedera - Piazza notte bianca 25 giugno: Piazzola sul Brenta - Live Festival 26 giugno: Monza - Villa Reale 30 giugno: Parma – Eurotorri 3 luglio: Caltanissetta - Campo sportivo 5 luglio: Lamezia Terme - Campo sportivo 6 luglio: Noci - Foro Boario di Noci 8 luglio: Scorrano - Campo sportivo

A ME PIACE COSÍ TOUR

59


9 luglio – Castrovillari Piazza 10 luglio: San Vito dei Normanni - Piazza 12 luglio: Grugliasco - Le gru 13 luglio: Varallo – Piazza 15 luglio: Savona - Stadio Bacigalupo 16 luglio: Ventimiglia – Piazza

60

A ME PIACE COSÍ TOUR


SARÓ LIBERA

61


62

SARÓ LIBERA


A colpire subito è la pulizia della voce, molto di più rispetto al passato fin dalle prime note della prima ottima traccia, “Tra passione e lacrime“. Una voce che evolve, un passo in avanti verso una sensazione di “trasparenza” (ma non nudità) che trasuda nelle 13 tracce dell’album. Schemi tipici, niente guizzi o esuberanze. Troverete emotività e sentimenti raccontati con testi ispirati. Vicini al mondo giovanile, aperti a tutti. Le tredici tracce che compongono l’album parlano d’amore visto da tutte le angolazioni possibili. Ma analizziamo i brani: Tra passione e lacrime, il singolo in programmazione radiofonica proprio dallo scorso venerdì, apre l’album; una chitarra e la voce rauca e passionale di Emma per il racconto di una storia vera che riesce con la sua sensibilità e grande interpretazione a far arrivare al pubblico emozioni contrastanti come gioia e rabbia. Brani come Senza averti mai, Non sono solo te e Ti capita mai esaltano ancora una volta, come se ce ne fosse ancora bisogno, la grande capacità vocale dell’artista pugliese che riesce a non esagerare mai mantenendo quindi una certa eleganza interpretativa. Dopo Dove finisce la notte arriva Acqua e ghiaccio un brano che tratta un argomento molto delicato, quello dell’anoressia, che per fortuna Emma non ha mai dovuto affrontare in prima persona. Si torna a parlare d’amore in Maledetto quel giorno, in cui si maledice il giorno in cui è avvenuto un incontro che di eterno purtroppo non aveva nulla, e Cercavo amore, brano molto orecchiabile nel quale ancora una volta si torna a parlare delle illusioni che spesso porta l’amore. Tanto per cambiare l’amore è protagonista anche in Da quando mi hai lasciato tu: il titolo racconta a pieno il tema della canzone, Un attimo, Protagonista: lei che fino ad ora ha ricoperto un ruolo marginale nella relazione

SARÓ LIBERA

63


vuole diventare a tutti gli effetti la protagonista, per l’appunto, e vivere alla luce del sole ogni emozione , e dell’ultimo brano Scusa se vado via, giusto epilogo per la canzone che chiude l’intero cd. L’album è disegnato a misura per il target a cui Emma ha sempre fatto riferimento, i ragazzi più giovani e le ‘mamme’ forse l’unico neo è quello di cantare troppe canzoni con un tema simile se non identico: l’amore può essere il filo conduttore di un’intero lavoro ma cerchiamo almeno di declinarlo in svariate sfaccettature.

64

SARÓ LIBERA


SANREMO 2012

65


66

SANREMO 2012


Emma Marrone è la vincitrice del 62° Festival di Sanremo con la canzone “Non è l’Inferno”, scritta da Francesco Silvestre dei Modà. Emma si è aggiudicata la vittoria del Festival di Sanremo davanti ad Arisa e Noemi. Sfiorata la vittoria nella scorsa edizione, seconda insieme ai Modà con “Arriverà” dietro a Roberto Vecchioni, quest’anno si aggiudica il primo posto. Amata soprattutto dal pubblico, si è imposta perinterpretazione e vocalità con un testo che abbandona i problemi di cuore e tocca tematiche sociali. “Non è l’Inferno” parla della disperazione di un uomo che si sente tradito dal proprio paese, sfiduciato dal futuro incerto che la società gli offre. La stessa cantante salentina si immerge nella parte urlando al cielo il la sua disperazione con degli acuti da paura, affermando che anche se si è giovani non si può far finta di illudersi e non capire. La vittoria di Emma è stata decisa dalla giuria tecnica composta dai musicisti e coristi dalla “Sanremo Festival Orchestra” e dal televoto che ha scelto la canzone. Ancora una “figlia” di Maria De Filippi a vincere il festival di Sanremo. Francesco (Kekko) dei Modà è uno dei tre autori del brano “Non è l’inferno”, vincitore di quest’anno con Palmosi e Sala.

SANREMO 2012

67


68

SANREMO 2012


SARÓ LIBERA SANREMO EDITION

69


70

SARÓ LIBERA SANREMO EDITION


Il secondo album di Emma Marrone è stato uno dei più venduti in Italia nel 2011, per l’esattezza il 27esimo. “Sarò libera”, che è stato anche alla prima posizione in classifica, si è aggiudicato anche il disco d’oro per le oltre 30.000 copie mosse. Il disco viene ora ripubblicato in una speciale Sanremo Edition. Si tratta di una nuova versione del suo ultimo album “Sarò Libera”, uscito lo scorso 20 settembre, e oltre ai brani già presenti include il duetto con Alessandra Amoroso sulle note di “Non è l’inferno” e la cover “Nel blu dipinto di blu” di Domenico Modugno.

Tracklist: 1- Non è L’Inferno 2- Nel blu dipinto di blu 3- Tra passione e lacrime 4- Sarò libera 5- Senza averti mai 6- Non sono solo Te 7- Ti capita mai 8- Dove finisce la notte 9- Acqua e ghiaccio 10- Maledetto quel giorno 11- Cercavo amore 12- Da quando mi hai lasciato tu 13- Un attimo 14- Protagonista 15- Scusa se vado via 16- Non è L’Inferno (con Alessandra Amoroso)

SARÓ LIBERA SANREMO EDITION

71


72

SARÓ LIBERA SANREMO EDITION


IL CONCERTO DEL VINCITORE

73


74

IL CONCERTO DEL VINCITORE


Tezenis Live, il concerto per il vincitore di Amici 11, nella categoria big. Alessandra Amoroso però legata da una forte amicizia ad Emma Marrone, ha deciso di dividere il palco con lei e il risultato è stato davvero incredibile. Un’Arena al completo, ha atteso l’inizio del concerto ed ecco che ad un certo punto si sente una voce, quella dell’Amoroso che dà inizio allo spettacolo. Tutto ruota intorno al tema del viaggio, quello intrapreso dalle ragazze in due anni differenti dal Salento, la loro terra, a Roma. Durante questo viaggio hanno sempre portato con sè una valigia che metaforicamente rappresenta i valori, quelli che tengono alti ogni giorno: “Famiglia”, “Amore” e “Incontro”, “Terra” e “Futuro”. Alessandra, elegantissima con abito lungo nero e in gran forma, introduce la sua storia con l’ingresso nella scuola di “Amici” poi dà il via allo spettacolo con “Immobile” e l’Arena inizia a tremare, le fan non stanno più nella pelle. Dopo Ale passa la palla ad Emma, con capelli raccolti e vestito dorato, che riscalda la platea con “Calore” e al termine del brano si commuove. E poi via via in scaletta tutti i successi da “Stupida” a “Estranei a partire da ieri” passando per “Sarò libera” (Emma si commuove) e “Non è l’inferno”. Non sono mancate le cover per Alessandra con hit di Aretha Franklin mentre Emma propone la sua “Nel blu dipinto di blu” in salsa rock e “America”. Un viaggio che ripercorre le tappe della loro vita, video da piccole, i genitori che parlano di loro (la mamma di Ale presente in Arena e il papà di Emma che l’accompagna con la chitarra sul palco), le loro storie d’amore, perfetta quella di Alessandra e un pò meno quella di Emma, che vuole però dimostrare che la donna deve essere forte e che l’amore esiste lo stesso anche se a volte fa male, i loro incontri. Ecco proprio per parlare delle persone che hanno incontrato nel loro cammino, li presentano, salgono sul palco e cantano con loro.

IL CONCERTO DEL VINCITORE

75


Cambio degli abiti, Alessandra in nero, pantaloni lunghi e maglia aperta sulla schiena, una classe unica e Emma con pantaloni neri e camicia bianca, che a causa del poco tempo a disposizione non riesce a sistemarsi alla perfezione e chiede scusa per essere un pò così, “camionista”, come la chiama Alessandra. Brividi continui, emozioni a mille che si amplificano quando Emma propone ad Alessandra di fare un passo indietro e sfidarsi come succedeva nella scuola di Amici, ma senza la t-shirt rossa. Alla fine e le ragazze decidono di dirsi qualcosa. Alessandra dice: ” Ho deciso di dividere il mio regalo con Emma perchè siamo amiche e perchè volevo dimostrare che il nostro mondo non è fatto solo di competizione, ma anche di rapporti umani che porti con te per sempre. Anche se io e Emma siamo due opposti ci siamo attratte e abbiamo vissuto un’esperienza in comune che ci lega”. Risponde Emma: “E’ così anche per me e sono contenta di stare su un palco così prestigioso ed importante con Alessandra. Siamo due ragazze pugliesi che hanno preso il loro trolley e sono partite per un’avventura che non si sapeva come sarebbe andata a finire e dove ci avrebbe portate. Oggi siamo qui, ognuna di noi con la sua carriera e una storia da portare avanti. Incontrarci sarà pura magia”. Ecco che a quel punto un rvm mostra la vittoria di Alessandra e quella di Emma ad Amici, la loro performance di Sanremo e quella della finale di Amici 11 e succede ancora, cantano insieme “Ciao” e “Non è l’inferno”, sono straordinarie. Splendido vederle cantare le canzoni di una e dell’altra, un rapporto incredibile il loro, così diverse, così magnifiche. In Arena è presente anche Maria De Filippi che non sale sul palco, ma è lì, vicino a loro a supportarle e loro chiaramente la ringraziano.

76

IL CONCERTO DEL VINCITORE


SARÓ LIBERA TOUR

77


78

SARÓ LIBERA TOUR


Periodo d’oro per Emma Marrone che può davvero dirsi soddisfatta di questo “Sarò Libera Tour” che le ha fruttato numerose rivincite. Emma, dopo la vittoria al Festival di Sanremo avvenuta lo scorso anno, non si è fermata un attimo da allora, macinando date su date e toccando qualsiasi angolo della penisola. La giovane cantante ha saputo portare sul palco tutta l’energia che ormai conosciamo bene ma soprattutto ha confermato che per fare questo mestiere ci vuole grande tenacia, coraggio e passione. Un successo planetario che ha visto Emma raggiungere i 160 mila biglietti venduti per le tappe del tour che ha registrato una serie di sold out davvero impressionante. Iniziato a Luglio da Cattolica, anche se prima Emma non si era di certo tirata indietro a varie ospitate e partecipazioni, il “Sarò Libera Tour” ha fatto sì che l’artista girasse davvero per tutta Italia toccando città quali Milano, Roma, Torino, Napoli e tutti i maggiori capoluoghi. Un sold out accolto da «Tra passione e lacrime», primo brano in scaletta in una scenografia complessa, più ricercata e compatta del precedente «A me piace così». Un’idea di show dall’impronta pop, diviso in una parte più ballad e un percorso in salita sempre più rock. C’era il gobbo (i suoi problemi di memoria sono noti, l’ha sempre ammesso), ma non l’ha quasi mai guardato. «Mi tremavano le gambe», ha detto dopo le prime battute, «prima di salire sul palco mi chiedevo se me la merito tutta questa gente. Sono così orgogliosa e felice, non ci saranno mai parole per spiegare cosa sento». Invece di “sparare” le cartucce, adagiarsi sulle cover di repertorio e i brani di maggior successo (che sono arrivati, sia chiaro), Emma propone nelle prime battute una scaletta piena di pezzi meno noti, presenta le sue tante anime musicali a testa alta, valorizza le punte di diamante di tre album con tante chicche, come «Purché tua», «Acqua e ghiaccio», «Protagonista». Perché la musica (buona) di Emma non è solo quella che passa in tv. Il miracolo sta nel fatto che se nemmeno dodici mesi fa si poteva parlare un fenomeno circoscritto per lo più tra il pubblico femminile e molto giovane,

SARÓ LIBERA TOUR

79


oggi ci sono i ragazzi che urlano, i fidanzati che cantano, i papà che portano le loro figlie con entusiasmo e le mamme che hanno imbarazzo nel mescolarsi tra la folla di ragazze per un autografo. Il fan club locale, tutto nelle prime file, ha tentato (ci è riuscito poi?) a creare una grossa scritta, un “daje” di incoraggiamento per quella che è sì una cantante amata, certo, ma che viene percepita soprattutto come un’amica. Inutile dire che tantissime si vestono con i suoi colori, è chiaro dire che molte sue coetanee vogliono emulare la sua capigliatura. Il “taglio alla Emma” è piuttosto in voga, e questi segnali che c’entrano molto poco con la musica, spiegano il livello di penetrazione nell’immaginario dei fan. In Emma ci si rispecchia per storia umana e professionale, soprattutto. E la sua musica viene apprezzata con entusiasmo nei suoi apici più rock, anche nelle sfumature vagamente elettroniche che danno sapore di modernità (una strada da non ignorare per il futuro, visto la direzione discografica attuale, soprattutto all’estero). Più che un’artista trasversale, Emma è una cantante dall’identità solida ma allo stesso tempo capace di spaziare con convinzione, dalle altalene sonore di «Con le nuvole»

80

SARÓ LIBERA TOUR


all’intensità di «Da quando mi hai lasciato tu», passando per il divertimento amaro di «Maledetto quel giorno» fino alle più liriche «Arriverà» e «Non è l’inferno», dove il pubblico è letteralmente esploso di gioia. «Come voi mi chiamate per nome», ha detto nelle battute finali, «vorrei poter urlare il vostro uno per uno», la sua gratitudine è palpabile. Sarà un tour lungo (molto più lungo di quello che immaginate) e la macchina doveva ancora essere rodata, ma l’energia era dirompente, il contatto con il pubblico copriva tutta la platea. Una bambina guardava per aria ma conosceva ogni parola arricciandosi i capelli, tre giovani erano in piedi sulle sedie a ballare. Anche la signora diffidente dai giornalisti, alla fine, agitava le braccia con il sorriso stampato in faccia dallo stupore. Lo straordinario successo di Sarò Libera in tour ha spinto il management ad aggiungere nuove date in autunno. La band si perfeziona con l’aggiunta di nuovi elementi: Arianna Mereu ai cori e, nella tournèe invernale, Elena Floris al violino e Claudia Della Gatta al violoncello.

SARÓ LIBERA TOUR

81


Queste le date del Sarò Libera Tour: PRIMA PARTE (TOURNEÉ ESTIVA) 11 luglio: Cattolica - Arena della Regina 13 luglio: Albese con Cassano - Area Concerti Albese 14 luglio: Asti - Piazza Cattedrale 19 luglio: Roma - Stadio del tennis di Roma 21 luglio: Lastra a Signa - Campo sportivo 25 luglio: Caserta - Piazza Matteotti 26 luglio: Monopoli - Stadio Vito Simone Veneziani 30 luglio: Lignano Sabbiadoro - Arena Beach 31 luglio: Rosolina a Mare - Piazzale Europa 2 agosto: Circello - Parco San Vito 4 agosto: Cassino - Archivillage 5 agosto: Anzio - Stadio Renato Reatini 7 agosto: Rossano - Campo sportivo 9 agosto: Messina - Arena Villa Dante 10 agosto: Scicli - Valle Ventura 12 agosto: Paestum - Teatro dei Templi 13 agosto: Sant’Egidio del Monte Albino - Piazza Tagliamonte 15 agosto: Delianuova - Piazza Umberto 1 16 agosto: Catanzaro Lido - Area Magna Grecia 17 agosto: Belvedere Marittimo - Campo sportivo 19 agosto: Vallerano - Piazza del Ruscello 20 agosto: Terracina - Arena il molo 22 agosto: Macerata - Arena Sferisterio 23 agosto: Cervia - Piazza Garibaldi 25 agosto: Carbonia - Miniere 26 agosto: San Teodoro - Arena Live 28 agosto: Alezio - Green Village 30 agosto: Pescara - Teatro Gabriele D’Annunzio 31 agosto: Termoli - Teatro Verde

82

SARÓ LIBERA TOUR


8 settembre: Catania - Anfiteatro Le Ciminiere 9 settembre: Campofelice di Roccella - Piazza Garibaldi 10 settembre: Cerisano – Anfiteatro 15 settembre: Matera - Castello Tramontano 17 settembre: Mirabella - Piazza XXIV Maggio 18 settembre: Guidonia - Piazza Alfredo Barbieri 22 settembre: Moncalieri - Piazza del Mercato PRIMA PARTE (TOURNÉE INVERNALE) 11 novembre: Morbegno - Polo Fieristico 14 novembre: Milano - Alcatraz di Milano 15 novembre: Padova - Gran Teatro Geox 20 novembre: Eboli – PalaSele 22 novembre: Napoli – Palapartenope 23 novembre: Roma - Gran Teatro 25 novembre: Pesaro - Palafiera 27 novembre: Firenze - Teatro Obihall 29 novembre: Torino – PalaOlimpico 30 novembre: Bologna – Paladozza 1 dicembre: Genova - 105 Stadium

SARÓ LIBERA TOUR

83


84

SARÓ LIBERA TOUR


SCHIENA

85


86

SCHIENA


Diciamoci la verità. Molti si aspettavano da Emma Marrone, prima del suo ritorno con il singolo “Amami” e poi con l’album pubblicato il 9 aprile 2013 “Schiena”, una lunga pausa di riflessione e di lavoro magari, un periodo fuori dalle scene in un momento molto positivo per lei. Poi succede qualcosa, lei ritrova il desiderio di lavorare subito a un nuovo disco, forse accelera un po’ tutto alla luce della partecipazione a “Amici” in veste di caposquadra e coach. Ritorna sulle scene, piena di energia, “Amami” viene trasmessa dalle radio, il pubblico la aspetta come se mancasse da una vita, c’era la voglia di risentirla con qualcosa di davvero nuovo. E nonostante i timori iniziali, il nuovo è arrivato. Diciamoci la verità: si poteva ascoltare questo album una volta, scrivere due parole e battere cassa. E invece siamo al sesto ascolto da questa mattina e non c’è nessuna intenzione di fermarsi, ci ha conquistati. Il cuore musicale di questa “Schiena” è Brando, non molti lo conoscono, è il produttore di “Viva i romantici” dei Modà, album disco di diamante che non arriva per caso e si porta in stile e idee dentro questo disco, dal sapore rock e che si prende la libertà di non essere solo una collezione di energiche ballad. C’è la scrittura di Emma nei brani “Amami” e “In ogni Angolo di me” con Alessandro Raina e Dario Faini, ancora non molto matura forse, ma importante nella misura in cui i suoi fan vogliono sentire cos’ha da dire lei, con la sua voce, con la sua vita. Che sia più diario e un po’ meno opera d’arte assoluta poco importa, la sua intimità, la nudità della copertina, non è solo estetica. L’uso della voce nel brano “La mia felicità” di Fabrizio Moro, la freschezza di “Dimentico tutto” di Nesli (è una delle canzoni più belle dell’album), la potenza live che avrà il brano del duo Camba-Coro in “Ma che vita fai”, la delicatezza di Daniele Magro con le sue sfumature soul nel brano “Trattengo il fiato” e il tango graffiante di “1, 2, 3” (un po’ spiazzante, ma nel bridge il brano è stupendo).

SCHIENA

87


E ancora: Il riferimento dichiarato a “Try” di P!nk in “L’amore non mi basta”, la spinta intima e malinconica di “Se rinasci” scritta dal bravo Niccolò Agliardi. Tra le canzoni migliori dell’album di cui parlavamo prima, è inclusa “Chimera” scritta da Antonino Spadaccino (ex Amici e Amici Big, grande amico di Emma). In “Schiena”, scintilla e canzone motore del disco scritta per lei da Alessandra Naskà, musicista e scrittrice, è riuscita a fare un salto di qualità di purezza, di contatto forte con i sentimenti più femminili ma ruvidi riportati in parole. Un brano, un piccolo capolavoro. Ed è qui che, finalmente, la sentiamo del tutto essenziale. Il cerchio si apre con “Amami” e si chiude con questo pezzo, il salto e il cambiamento che molti si aspettavano. C’è uno scollamento però tra la Emma che ascoltiamo nei concerti e nei dischi, in quest’ultimo in particolare quella della tv. Alla “nudità” di questo album corrisponde la paura di chi su Canale 5 ha bisogno di proteggersi per non essere ferita da qualcuno o da qualcosa. Nessuno la biasima per questo e non lo faremo nemmeno noi. A volte però, sfugge. La verità è che senza trucco, nelle parole semplici, nel modo intenso in cui le si rompe la voce quando canta, nella sempre più forte capacità di interpretare un brano e trasformare la sua incisività da coltello a spada, è proprio lì che ritroviamo la sua essenza. Quella della musica, della passione per il canto, per la dedizione assoluta (e non strumentale) verso il pubblico. Non difenderti, Emma. Nella copertina del disco viene ritratta Emma con la schiena nuda e con le braccia conserte, appare nel fianco destro della cantante anche un tatuaggio che raffigura una rondine. Riguardo all’essersi messa con la schiena nuda in copertina la cantante ha

88

SCHIENA


rilasciato queste dichiarazioni: « Non è esibizionismo. Potrei essere nuda o completamente vestita: ma ciò che conta è la musica, mica le apparenze, perché un chiodo non fa rock e un abito da sera non fa jazz, ricordiamocelo sempre.. » Inoltre la stessa Emma ha aggiunto che l’ispirazione per questo titolo le è venuta ascoltando un brano che la sua amica e giovane autrice Naskà, le ha fatto ascoltare dal titolo Schiena, che appunto ha dato poi il nome all’intero disco oltre che alla canzone.

Con questo pensiero ha voluto introdurre l’album: Ho iniziato a lavorare a questo disco piena di dubbi,paure, incertezze . L’unica consapevolezza era quella di voler uscire allo scoperto, non volevo più nascondermi, volevo solo accettarmi. Accettare ogni parte di me, soprattutto quella che per anni ho sacrificato dietro immense coperte di Linus .. Sono cresciuta e siete cresciuti anche tutti voi.. Ho imparato a non negarmi la gioia di essere quella che sono per paure delle critiche, ho imparato a “cantare” anche un po’ per me stessa e questo non è un male, ho imparato ad amarmi odiandomi di meno, ho imparato a non perdere me stessa per stare dietro i preconcetti a volte pesanti, ho imparato a camminare con la schiena dritta non per parare meglio i colpi ma per aprirmi meglio al mondo.. A voi.. Vi presento SCHIENA.

SCHIENA

89


Tracklist: 1- Amami 2- La mia felicità 3-Dimentico tutto 4- Ma che vita fai 5- Trattengo il fiato 6- 1 2 3 7- In ogni angolo di me 8- L’amore non mi basta 9- Se rinasci 10- Chimera 11- Schiena

90

SCHIENA


SCHIENA TOUR

91


92

SCHIENA TOUR


I fan di Emma Marrone hanno “l’ansia a palla“. Non è successo nulla di negativo, per carità: il suo nuovo album Schiena sta andando bene, lei è in grande forma, sta anche diventando più bella e nella vita privata ha ritrovato serenità (nonostante l’assenza di un Principe Azzurro). No, l’ansia è legata piuttosto aun piccolo mistero che Emma sta diffondendo nell’etere con la complicità del suo nuovo produttore Brando, A&R Manager della Universal Music Group. Un mistero che passa attraverso un’unica parola, anzi un hashtag che dilaga su Twitter: #Parembre. Cosa vorrà dire? Si tratta di una scadenza, più precisamente di un mese. Emma e Brando stanno ricreando il calendario a modo loro: è ormai noto a tutti #Acembro, ovvero aprile, mese in cui è uscito Schiena. Qualcuno ipotizza che #Parembre segnerà l’inizio del tour, quindi potrebbe coincidere con settembre o novembre. Per quanto riguarda settembre, però, Brando ha già smentito: “Risposta inesatta – è stata la replica a una follower – troppo facile!“. A novembre 2013, dunque, Emma inizierà il suo “Schiena tour 2013”, una tournée di 15 date per lanciare il suo ultimo album “Schiena”, uscito lo scorso aprile e già disco d’oro. La cantante pugliese è pronta a esibirsi nei palasport più importanti del paese e, da quanto affermato dalla ex vincitrice di Amici, regalerà ai fan uno spettacolo imperdibile e completamente rinnovato con una nuova band che sarà composta da: Sladu alle chitarre elettriche e acustiche, Salvatore Cafiero (ex fidanzato di Emma) alle chitarre elettriche e acustiche, Ernesto Ghezzi al pianoforte, Mylious Johnson (ex percussionista di P!nk) alla batteria e Matteo Bassi al basso elettrico.

SCHIENA TOUR

93


Queste le date del suo Schiena Tour: 16 novembre: Rimini -105 Stadium 17 novembre: Ancona – Palarossini 19 novembre: Mantova - Palabam 20 novembre: Assago - Mediolanum Forum 22 novembre: Padova - Gran Teatro Geox 23 novembre: Padova - Gran Teatro Geox 26 novembre: Bologna – Paladozza 27 novembre: Firenze - Mandela Forum 29 novembre: Roma – Palaottomatica 1 dicembre: Acireale - Palasport di Acireale 3 dicembre: Napoli – Palapartenope 5 dicembre: Pescara - Palasport Giovanni Paolo II 7 dicembre: Torino – PalaOlimpico 8 dicembre: Cuneo - Palasport di Cuneo 10 dicembre: Montichiari – PalaGeorge

94

SCHIENA TOUR


IL RITORNO AD AMICI

95


96

IL RITORNO AD AMICI


Emma Marrone torna ad Amici ma non come tutor, come si è a lungo vociferato, bensì come direttore artistico. A dare la notizia ai concorrenti in gara per questa edizione di Amici, Maria De Filippi.La madrina della televisione italiana spiega ai ragazzi come si svolgerà il serale. I concorrenti saranno chiamati ad esibirsi dinnanzi a due direttori artistici i quali li sceglieranno per comporre due squadre. Da quel momento in poi ciascuno dei due direttori capitanerà la squadra decidendo chi e cosa dovrà cantare,chi è cosa dovrà ballare , quali saranno i duetti. Insomma tutte le decisioni saranno affidate a questi due capitani che si scontreranno nella battaglia del serale di Amici 12. Ma chi saranno questi direttori artistici? Emma Marrone e Miguel Bosè. All’annuncio di Maria i ragazzi esplodono di gioia. Ai due capitani è affidato un vero e proprio casting dei ragazzi in gara; nell’ipotesi in cui uno dei due concorrenti dovesse essere conteso tra Emma Marrone e Miguel Bosè, la decisione finale spetterà al concorrente stesso. I capitani, con l’adeguato aiuto di coreografi e tecnici ,sceglieranno quali sono i brani più adatti per la singola esibizione e la stessa cosa varrà per il ballo. Nel corso del serale ci sarà la possibilità di duetterà con altri cantanti, anche professionisti, i nomi dei quali saranno svelati in corso d’opera. Il gioco non finisce qui; anche Emma Marrone e Miguel Bosè saranno chiamati ad essere parte attiva della gara e si sottoporranno al giudizio della commissione.

IL RITORNO AD AMICI

97


98


Emma Marrone  

Tutto sulla cantante salentina.