Issuu on Google+

Un gioco aperto alle piu’ varie tipologia di Gamer: DOFUS

Tratto dal celebre CARTOON francese, Dofus nasce come un’ iniziativa dell’ Ankama Games agli inizi del 2004; Avendo riscontrato enorme successo in campo locale, l’ iniziale piccola azienda si e’ preparata, negli anni successivi, a tradurre ed esportare il gioco in varie parti del globo (adesso il gioco e’ infatti giocabile anche in lingua italiana da qualche anno ed e’ disponibile in altre sette lingue). Al contrario di altri RPG (Role Play Games), come ad esempio WoW (World of Warcraft), l’ Ankama non cerca pubblicita’ da parte di compagnie esterne; Produce da se, infatti, vari articoli di intrattenimento e marchandising vario (giocattoli firmati Dofus, il Dofus Mag. e cosi’ via), aspetto non indifferente: Se, da un lato, offre un’ esperienza di gioco ai fan piu’ accaniti, da questo punto di vista, davvero ampia, propone un guadagno non indifferente all’ azienda. A cio’ andiamo ad aggiungere il costo di abbonamento mensile/annuale che il Player deve pagare per avere e scoprire completamente l’ intero mondo di Dofus. Ebbene si, stiamo parlando di un P2P (Pay to Play), ma non si tratta di una cifra proibitiva; si tratta di 5 euro mensili, da qualche tempo sostituibuili con gli Ogrin, monete con cui e’ possibile abbonarsi in modo ‘’Gratuito’’, pagando quindi soldi del gioco ( i Kama ) per ottenere un periodo di sottoscrizione. Sembra davvero una cifra irrisoria, ma basta moltiplicarla per i milioni di abbonati (solo 500.000 nella patria di questo Game) per farsi un’ idea piuttosto sommaria del guadagno di questa, oramai, multinazionale.

Entriamo nel dettaglio • L’ MMORPG Essenzialmente Dofus si presenta, come abbiamo detto in precedenza, come un P2P, ma un buon 10% del gioco e’ F2P, ovvero ‘’Gratuito’’; Parliamo di alcune aree (tra cui l’ isola iniziale Inkarnam e la citta’ seguente, Astrub) in cui sara’ possibile far crescere il proprio personaggio fino a quando non risultera’ davvero impossibile continuare l’ esperienza di Gaming senza abbonarsi. Ha uno stile unico nel suo genere per quanto riguarda PvP e PvM (rispettivamente, Player vs Player e Player vs Mobs): Dofus e’ un MMORPG (Massive Multiplayer Online Role Play Game) completamente tattico. Mentre


gli altri RPG presentano uno stile di combattimento per lo piu’ ACTION, quindi basato sulla prontezza e nei riflessi del Giocatore, qui i combattimenti saranno a turni su di un terreno di scontro suddiviso a ‘’mo di scacchiera’’, e ad ogni turno avremo dei punti destinati al movimento (PM) ed altri all'uso di abilità o attacchi (PA). Il giocatore, da solo o in un party, dovrà quindi fare buon uso dei pochi punti a disposizione ogni turno, cercando di usarne il più possibile per ottimizzare al meglio le sue azioni. Alla fine dello scontro, il giocatore riceverà punti esperienza, Kama ed eventualmente vari oggetti equipaggiabili o utili per il crafting (produzione di Items), pozioni o cianfrusaglie totalmente inutili, dando quindi credibilità e varietà al Looting. Tuttavia, come si suol dire, << non sempre si puo’ vincere >>: in caso di sconfitta, infatti, il nostro personaggio tornerà al suo luogo di respawn (l’ ultimo Checkpoint registrato), solitamente l'ultimo Zaap (portali per il teletrasporto) utilizzato, perdendo Punti Energia che influenzeranno le vostre prestazioni, ma recuperabili in vari modi. Salendo di livello, sara’ possibile distribuire vari Punti Caratteristica e Punti Capitale per organizzare al meglio la ‘’Build’’ del proprio Personaggio.

• i personaggi


Prova