Page 1

Alessandro Marcigliano Illustrazioni di Stefania Marcone

Le Cinque Sorelle Chouvette


Le Cinque Sorelle Chouette


Alessandro Marcigliano

Le Cinque Sorelle Chouvette


Le Cinque Sorelle Chouvette di Alessandro Marcigliano Accademia delle Arti e nuove tecnologie Editore, Roma Prima edizione: Giugno 2010 Illustrazioni di Stefania Marcone

ISBN: 88-86842-26-0


Alle mie amiche Civette. Specialmente ad Alice e Lara.


Le cinque sorelle Chouette, eleganti e graziose civette, eran note al mondo intero per il loro sguardo altero.

9


10


Civettuole per natura, volteggiavan con premura, frequentando in società gufi, orsi e cincillà. Benché ancora signorine e di età non più pulcine, non perdevano occasione per attrarre l’attenzione.

11


Ciascheduna, a onor del vero, sorvolava il bosco intero con crescente batticuore per trovare il vero amore.

Ma non fu sempre cosÏ, anche lor ebbero un dÏ qualche alato spasimante! Qualche storia un po’ piccante!

12


13


Ci fu un tempo assai lontano quando ancor nuove le penne Barbagianna quasi svenne nel sentir sfiorare piano la sua ala ancora indenne da uno splendido fagiano che svelò il suo tristo piano quando la lasciò vilmente.

14


15


Clodovetta assai graziosa civettava a destra e a manca svolazzando senza posa di tubar mai era stanca.

Finché un dì il suo falcone disse: “Eh che? Sono un allocco? Ogni volta che ti tocco tu mi dici - Oh, mio grifone! -”

16


17


La lasciò, le piume affrante, senza alcuna spiegazione, dandole dell’incostante, e andò a star con un airone.

18


19


Le gemelle CicÏ e Cocò eran state assai richieste, e viaggiando col landò animavano le feste.

Ma nessun dei pretendenti che si davan gran daffare trovò mai saldi argomenti per poterle poi impalmare

20


21


La più piccola, Civella, ancorché quella più bella, pose alte le sue mire e non stette lì a poltrire Adocchiò un gufo reale, che non era niente male, e tra vezzi e astuti imbrogli lui le cadde tra gli artigli Ma l’altar restò chimera, perché quella primavera fuggì il perfido rapace per sposare una pernice

22


23


E cosĂŹ le cinque sorelle, soave ancor la piuma ariosa, si agitavan senza posa per non rimaner zitelle.

24


Finché un giorno Clodovetta, che di tutte era più astuta, disse: “Allor se sono civetta voglio essere conosciuta! Noi dobbiamo far clamore, attirar sguardi rapaci, suscitar nei becchi ardore, diventar fonte di baci!

E qual cosa più eccitante, nuova, ardita e originale di un cappello un po’ speciale ma di foggia assai elegante?”

25


28


E cosĂŹ in men di un niente furon pronti ed indossati cinque cappellin firmati da un bel papero emergente.

29


E le cinque civettuole van nel bosco per posarsi dove meglio batte il sole solo per pavoneggiarsi

Non sappiam se poi mariti han trovato in quel frangente, ma quei cappellini arditi da far volgere la gente

30


oggi ancor sono portati da civette assai sciccose che li credono dotati, oltre che di nastri e rose,

di quei pregi che sfruttati le trasformano in sciantose da far tutti innamorati.

31


32


33


Alessandro Marcigliano Le Cinque Sorelle Chouvette Sono cinque, sono sorelle, sono civette con personalità diverse, ma tutte con un’unico obiettivo: la ricerca del vero amore. Alessandro Marcigliano è nato a Ferrara e vive a Roma. Lavora come interprete e traduttore presso le Istituzioni europee. Ha vissuto in Francia, nel Regno Unito e in Belgio. Con la moglie condivide la passione per le illustrazioni e i libri per l’infanzia, che sfoglia e legge con i suoi due figli.


Libro Civette  

Libro di Alessandro Marcigliano Illustrazioni di Stefania Marcone

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you