Issuu on Google+


TecnoMam è la proprietaria di “Freaks Circus”. Sin da piccola aveva problemi di emicrania duvuti all’eccessivo peso del suo capo cresciuto in modo spropositato. Il suo bimbo crescerà con lo stesso problema, capo enorme e marchingegni che ne regolano il funzionamento.


Ipnotico è un bimbo abbandonato al suo destino in una foresta perchè si presume fosse il suo habitat ideale in quanto il poveretto era nato con una grave malformazione che lo rendeva simile d’aspetto ad un gufo. Trovato da alcuni addetti del Freaks Circus impara l’arte di camminnare in equilibrio su un filo ad altezze pericolosissime.


Lizzy è una ragazza molto promettente. Nonostante la natura avversa non si perde d’animo e si allena nella danza molte ore al giorno. La sua malformazione rende il suo sogno molto difficile, infatti oltre ad avere tre gambe esse sono di lunghezze diverse compromettendo la sua stabilità.


Gino è un signore di mezza età che fin da ragazzo ha coltivato la sua passione per il canto. Entrato come soprano nei cori più prestigiosi del mondo un infortunio stroncò la sua carriera. Gino accidentalmente in un giorno di prove cadde su un vecchio grammofono il quale gli si conficcò nel capo. L’incidente non compromise alcun organo vitale ma fu costretto ad abbandonare il tanto amato lavoro finchè un giorno entrò a far parte dei Freaks continuando il sogno di una vita.


John detto “uomo foca” è un americano che stanco per i continui disturbi e prese in giro decise di girare il mondo alla ricerca di una cura per la sua malformazione. L’operazione era molto rischiosa e costosa quindi cercò di sfruttare la sua malformazione in modo redditizio. Cominciò a lavorare nei Freaks con lo pseudonimo di John Foca.


Pinco Ball è il giocoliere del circo dei Freaks. La sua storia è molto travagliata. Orfano fu costretto a cibarsi solo di resti d’immondizia. Questa dieta gli portò una grave disfunzione addominale che lo fece gonfiare a tal punto da assumere la forma di una palla. L’enorme peso dell’addome gravava molto sulle povere gambe che pian piano si accorciarono logorandosi arrivando al punto di essere sostituite solamente dai piedi.


illustrazioni by Stefania Larzeni Accademia di Belle Arti Santa Giulia - Brescia Corso Grafica e Comunicazione 2010-2011 Prof. Pietro Puccio Laboratorio di Grafica II


FREAKS CIRCUS