Issuu on Google+

MPRESSORI DOSSIER CO SILI ETTROUTEN MERCATO EL CONFRONTO GROSSISTI A CUREZZA SPECIALE SI NOVEMBRE 2012

www.ferramenta2000.net


scelte da professionista


SOMMARIO

Novembre ovembre 2012

Why nuovo radiocomando universale Sice Tech

83 26

Rubriche

Servizi

10

Si parla di…

14

Editoriale

17

Cronaca Ferramenta news

40

Storia di copertina SICE

24 L’INNOVAZIONE VENDE Il mercato degli elettroutensili soffre, ma i nuovi sbocchi e le opportunità per crescere ci sono! Come sfruttarle? Facciamo il punto con Alberto Casati, General Manager di StanleyBlack&Decker, nonché presidente Assutel

43

Incontri Stefania e Massimiliano Fiora di Barbiero

46

Eventi Tacchini Day

49

Notiziario Assofermet

52

Notiziario ERSI

54

Catalogo in cronaca

55

Siti in cronaca

26 MAGAZZINO, COME MIGLIORARLO Come migliorare lo spazio e la resa di un (piccolo) magazzino di un negozio di ferramenta nel centro città. I consigli dell’esperto. 36 GROSSISTI A CONFRONTO Machieraldo vs Viglietta, un confronto tra due “big” del settore. Abbiamo posto le stesse domande a Michele Raselli, amministratore Machieraldo Gustavo Spa e Roberto Viglietta amministratore delegato di Viglietta Matteo Spa. 57 OSSERVATORO PERMANENTE Regione Basilicata e Calabria. Produzione, grossisti, dettaglio, gds. 77 DOSSIER COMPRESSORI Conosciamo da vicino i grandi protagonisti italiani del comparto dell’aria compresa 83 DOSSIER RADIOCOMANDI Questi prodotti, che semplificano la vita di tante persone, utilizzano tecnologie all’avanguardia. Gli sforzi delle aziende ora si concentrano anche su ergonomia e design. E le vendite crescono in ferramenta

94

94 SPECIALE SICUREZZA Nonostante il sensibile calo dei consumi, le imprese continuano a investire in ricerca, così da offrire prodotti sempre più affidabili, tecnologici, sicuri e soprattutto “vendibili”. Settore per settore, i dati relativi all’andamento di mercato

9


Novembre 2012

Si parla di ...

Aziende in pagina

22

La prima DEM che si sfoglia

pagina

Riscaldamento e pellet

70 pagina

74 pagina

89

Cassette e laboratorio itinerante

Abrasivi italiani

pagina

pagina

Nuova resina poliestere certificata NCF

102 pagina

10

92 Focus Portafoglio aziende

Pagina A 70 Agrifor 66 Anacoreta Ferramenta 98 Assa Abloy 49 Assofermet B Barbero Pietro Spa Brabantia Brico Io Brico Mania Brico Ok Bricocenter Bricofer Bricolage Bricoman

Pagina 43 112 17-68 68 68 68 68 68 18

Pagina C 66 Castaldi Ferramenta & Bricolage 96 Cisa 80 Comex 80 Compo 61 Cord Plast di Frustagli D Dianflex Dierre

Pagina 60 97

E Einhell Errebi Ersi

Pagina 79 100 52

F Ferramenta Sardo Piemontese Ferritalia Fila Fini Nuair FM Center Trading

Pagina 37

G Gentilin G.E.V.E.L. Giannattasio Orazio Gruppo Sicurezza

Pagina 79 67 67 104

I Idrobase Group Iseo Serrature Italbrico

Pagina 18 98 68

J JCB

Pagina 18

74 112 78 62

K Kaba Keyline

Pagina 97 102

M Pagina Machieraldo Gustavo Spa 36 96 Maico 46 Malfatti & Tacchini 61 Marten 74 Maurer 69 Maxi Brico 18 Mercatone Uno 60 MGR di Malivindi 112 Mobil Plastic 100 Mottura 84 My-Tek N Ninz Nobex Nologo

Pagina 100 92 83

O O.M.R.

Pagina 55-95

P Professional Pellet Pronto Hobby Brico Proxe Punto Brico

Pagina 71 68 96 68

R Rivit Roadart Rollplast

Pagina 112 60 60

Pagina S 40-83 Sice Tech 100 Silca 24 StanleyBlack&Decker T Technomax Tecnosyder Telese Tesa

Pagina 106 61 95 112

U Ullmann

Pagina 54

V Viglietta Matteo Viro Vuemme

Pagina 37 98 37

Z Ziella Distribuzione

Pagina 69


COLOPHON

N ovembre 2012

Direttore Responsabile Sergio Galimberti Vice Direttore Camilla Galimberti Consulente editoriale e giornalistico Andrea Baffigo redazione@ferramenta2000.net Collaboratori Antonio Rana, Roberto De Filippis, Simona Zin Leonardo Lucarelli, Material ConneXion Comitato di redazione Giovanni Bellitti, Maurizio Benini, Dario Casiraghi, Ezio Chies, Marco Fabrizio, Michele Tacchini Impaginazione Creativa Studio di Marco Redaelli

Per il periodo 1/1/2011-31/12/2011 Periodicità: mensile Tiratura media: 10.875 Diffusione media: 10.705 Certificato CSST n. 2011-2206 del 28 febbraio 2012 Società di Revisione: REFIMI

Stampa Pronto stampa srl (BG) Distribuzione Pronto stampa srl (BG) Ufficio Traffico Stefania Patella - Tel. 02-66988424 Promozione e Sviluppo Marisa Luisi

Abbonamento annuo 15,62 euro + 35,38 euro per le spese postali = 51 euro C/c postale n. 21059209 Resto Europa 94 Euro Altri Continenti 94 Euro + spese di spedizione del Paese di competenza Costo di copertina 1,42 Euro Abbonamenti annui Italia Scala sconti: per raggruppamenti di abbonamenti 1000-2000-4000-8000 e oltre. Sconto incondizionato da trattarsi con ufficio abbonamenti. Aut. Trib. di Milano n. 32 del 18.1.1992 Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale D.L. 353/2003 (com n° 46) art. 1, comma 1, DCB MI Manoscritti e foto non si restituiscono Concessionaria esclusiva per la pubblicità:

Agente esclusivo per Taiwan

HOGA lTALIA s.r.l. Piazza S. Camillo De Lellis, 1 20124 Milano Tel. 02/66988424 ra Fax 02/66984771 Fax Amministrazione 02/67493557 Business New Mr. Polo Chang

Il responsabile del trattamento dei dati raccolti in banche dati di uso redazionale è il direttore responsabile a cui, presso il Servizio Cortesia, ci si può rivolgere per i diritti previsti dal D.Lgs 196/03. - Piazza S. Camillo De Lellis, 1 - Milano - Tel. 02/66984880 - Fax 02/6705538

Garanzia di riservatezza per gli abbonati L’Editore garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli abbonati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la cancellazione scrivendo a: CEI -Responsabile Dati- P.za S. Camillo De Lellis, 1-20124 Milano. Le informazioni custodite nell’archivio elettronico dell’Editore verranno utilizzate al solo scopo di inviare agli abbonati la testata e gli allegati, anche pubblicitari, di interesse pubblico (legge 675/96 tutela dati personali).

800 - 454420

utilizzare il NUMERO VERDE: PER SEGNALAZIONI PER RITARDI NELLA CONSEGNA PER RICHIESTE DI INFORMAZIONI

Diritti riservati, copy rivista Ferramenta FC2000

12

Testata volontariamente sottoposta a certificazione di tiratura e diffusione in conformità al Regolamento CSST Certificazione Editoria Specializzata e Tecnica


EDITORIALE

DAL CARTACEO AL DIGITALE Anche il mitico Newsweek non sarà più in edicola con il supporto cartaceo, il settimanale americano che compie 80 anni non chiude ma passa alla rete e al digitale. Da anni ormai molti giornali tradizionali faticano a far quadrare i conti, faticano ad attrarre la pubblicità, a mantenere i lettori. La tecnologia “aiuta” a uccidere la carta stampata, ormai troppo costosa, con la distribuzione, la stampa e i resi invenduti. La decisione è scontata, la qualità del marchio e del giornalismo rimarrà invariata: la sfida è sulle risorse economiche delle pubblicazioni cartacee, con l’avvento della nuova era tutto cambia, anche il lettore. Negli ultimi anni gli analisti della comunicazione hanno visto crescere i lettori del digitale. Una recente indagine del Pew Center evidenzia una tendenza destinata a crescere, il 39% degli americani oggi preferisce leggere le notizie online. Anche noi di Ferramenta2000 faremo al momento opportuno la transazione dal cartaceo al digitale, un percorso, quello verso l’online, già iniziato, ormai diversi anni fa, con la nascita di Ferramenta Portale (www.ferramenta2000.net). Guardando i quotidiani negli stati Uniti, anche Science Monitor importantissimo informatore scientifico è passato al digitale. La difficoltà per la carta stampata è globale e attraversa qualsiasi confine, è presente in Spagna con il maggior quotidiano El Pais che ha annunciato tagli al personale. Anche nel piccolo stato di Israele, dove le tirature sono modeste, il quotidiano Maariv è in crisi e chiude molti allegati al giornale non più remunerativi. La Gran Bretagna, “regina” della libera informazione da sempre, prevede che il Guardian passi al digitale nel giro di pochi anni se non mesi, seppellendo cosi l’edizione cartacea. Anche in Italia si sta verificando una situazione analoga dove l’editore deve rivedere la sua posizione sul mercato della stampa e della distribuzione. Il “cambiamento” inciderà sulle nostre abitudine di tutti i giorni, ma i vantaggi del digitale sono molteplici: costi di produzione ridotti, distribuzione in tempo reale, ecologicamente compatibile, una rivoluzione copernicana. Questo per dire che la soluzione di leggere Ferramenta2000 in digitale, quando verrà il momento, sarà la prova provata della vostra modernità e dell’adeguatezza del “vostro” giornale di settore ai tempi che cambiano. Sergio Galimberti Direttore responsabile

14


CRONACA

Ferramenta news

Giuseppe Bonazzi è il nuovo presidente di ACISM

Giuseppe Bonazzi è stato nominato Presidente di ACISM, l’Associazione dei costruttori di strumenti di misura che, in seno ad ANIMA/Confindustria, raggruppa le più qualificate e prestigiose aziende del settore. Giuseppe Bonazzi sarà affiancato da Paolo Demaria, Responsabile Marketing di Tokheim Sofitam Italia, eletto alla Vice Presidenza, e dai Coordinatori dei Gruppi di ACISM: Emilio Barbieri (Elster), Sandro Marcon (Maddalena), Sandro Minuti (Gilbarco), Davide Singuaroli (GE Energy). Laureato in Ingegneria Meccanica, Master in Business Administration, milanese, 56 anni, Bonazzi ha maturato gran parte della propria esperienza professionale lavorando - dal 1987 - per la Itron Spa (ex Schlumberger Industries e Actaris Spa), svolgendo mansioni manageriali in ambito tecnico, produttivo e commer commerciale, per poi assumere - dal 2001 - il ruolo di Direttore Generale della divisione italiana. Sempre in Itron, dal 2003 al 2011, è stato responsabile anche dell’area Sud Europa. Dal 2006 ha ricoperto il ruolo di vice presidente dell’Associazione. “L’associazione - ha dichiarato il nuovo Presidente - ha svolto un eccellente lavoro in questi anni contrassegnati da importanti novità intervenute nell’impianto normativo italiano in materia di metrologia legale a seguito del recepimento della direttiva MID. Non a caso, il numero delle imprese aderenti è cresciuto e auspico che questa crescita prosegua per consolidare e rafforzare il nostro ruolo di rappresentanza. Nella fase, delicata, di transizione tra norme nazionali e direttive europee, ACISM, come portavoce dei fornitori di sistemi di misura, continuerà a privilegiare il dialogo con le istituzioni che devono completare il quadro normativo e con quelle che esercitano i controlli - ha concluso il Presidente Bonazzi - Proseguirà anche la collaborazione con i vari operatori del settore, nell’interesse degli utilizzatori finali e per un uso corretto e razionale di risorse importanti come acqua, gas e carburanti”. Il settore “Strumenti di misura per gas, carburanti ed acqua” chiude il consuntivo 2011 con una apprezzabile crescita della produzione (+5,8%). Un ulteriore aumento di identica portata (+5,6%) è previsto per il 2012. Nonostante la difficile congiuntura, il settore riesce a mantenere quote di mercato rilevanti. Le esportazioni risultano leggermente aumentate (+5,2%) nel 2011 e si prevedono in crescita (+4,9%) anche nel 2012. Il mercato europeo si conferma come il principale, con rilevanti quote di mercato nei Paesi asiatici in particolare, ma anche in Sud America e Africa. I livelli occupazionali risultano sostanzialmente stabili (+0,8%) e si prevede identico andamento nel corso del 2012. Gli investimenti risultano cresciuti (+6,3%) e si prevedono sostanzialmente stabili nel corso del 2012.

Ad Asti ha aperto Brico Io Il nuovo centro sorge alla periferia ovest della città, in corso Torino 72, alle spalle del supermercato Pam. L’edificio ha una superficie complessiva di vendita di oltre duemila metri quadri. L’offerta del nuovo Brico Io di Asti è di cir circa ventimila articoli per il fai da te, suddivisi in 13 reparti. Oltre agli articoli a marchio industriale dei fornitori, ci sono i prodotti private label Brico Io Selection nei settori vernici, lampadine, concimi liquidi per piante, sigillanti e cornici e ben 13 elettroutensili a marchio esclusivo Brikstein. Entrambe queste linee di prodotti si caratterizzano per l’ottimale rapporto qualità/prezzo e per le elevate prestazioni. Il punto vendita di Asti offre i servizi di ta-

glio legno gratuito, taglio pvc, tovagliati e pizzi, tintometro, duplicazione chiavi, metri di carta, preventivi gratuiti, finanziamenti, rimborso in buoni d’acquisto o cambio merce, carta fedeltà Bonus Card, accettazione assegni, carte di credito e bancomat, parcheggio gratuito e accesso disabili.

BORSA LAVORO RICERCA AGENTI FLEX, azienda leader mondiale nel settore degli elettroutensili professionali, cerca per la propria filiale italiana agenti plurimandatari su tutto il territorio italiano con comprovata introduzione nei seguenti settori: ferramenta, utensilerie, rivendite edili e colorifici. Preferibile conoscenza diretta del settore elettroutensili. Scrivere a : info@flex-tools.it AREA MANAGER 15 anni di esperienza commerciale. Conoscenza dei principali canali di vendita: grossisti, GDO/GDS, rivendite. Profondo conoscitore di paesi emergenti. Lingue: Inglese e Spagnolo. Disponibilità totale per viaggi in Italia ed Estero. Contatto: sintekoil@yahoo.it. AREA MANAGER ITALIA ED ESTERO Serio professionista, ventennale esperienza commerciale; ottime capacità di relazione e negoziazione; conoscenza principali canali di vendita: grossisti ferramenta, mobili ufficio, GDS fai da te (italiani ed esteri); ottima conoscenza lingue straniere, si propone in qualità di Area Manager a seria azienda produttrice del settore interessata a sviluppare e/o incrementare la propria distribuzione sul mercato nazionale ed estero. Si offre: massima serietà; flessibilità; implementazione e gestione dei clienti; gestione a 360° delle trattative commerciale; problem solving; forte determinazione al raggiungimento degli obiettivi; mobilità territoriale. Contatto email: marerm1610@alice.it. 17


CRONACA

Ferramenta news

JCB si espande in India

L’azienda prevede di stanziare ingenti fondi per aprire un nuovo stabilimento nella regione del Rajasthan. L’annuncio di JCB informa dell’intenzione di espandere le proprie strutture produttive nel grande Paese asiatico, in particolare nella città di Jaipur. Lo stabilimento sarà destinato alla produzione di macchine per l’edilizia e prevede un investimento notevole, pari a 62 milioni di sterline.

Bricoman arriva a Carate Brianza

A soli quattro anni dalla sua nascita, lo scorso 17 ottobre l’azienda ha aperto in Brianza il proprio settimo punto vendita nel nostro Paese. Il nuovo centro Bricoman, azienda specialista in prodotti tecnici, si estende su una superficie coperta di 5.840 metri quadri e una superficie scoperta di circa 2.500 metri quadri. Con un’innovativa formula di vendita, coniuga ingrosso e dettaglio ed è in grado di offrire una gamma di oltre 17mila prodotti utili alla costruzione e ristrutturazione della casa. I prodotti, dedicati a clienti professionali e a privati, sono suddivisi in vari reparti: idraulica, sanitari, elettricità, falegnameria, ferramenta, utensileria, vernici, piastrelle, giardino ed edilizia. Il piano di espansione di Bricoman non si ferma e prevede da 4 a 5 aperture all’anno: sono già in corso le selezioni per la prossima apertura di Parma. L’obiettivo della società di creare duemila nuovi posti di lavoro nei prossimi 5 anni.

Ottimi risultati per Idrobase Group Nel terzo trimestre 2012 l’azienda ha fatto registrare +11% rispetto al fatturato dello stesso periodo dell’anno scorso. Una dato davvero notevole, soprattutto se inserito in un contesto economico difficile come quello attuale. Se si prendono in considerazione gli ultimi dieci anni, si nota come nel 2003 Idrobase Group fatturasse l’80%

dei suoi 2,6 milioni di euro di ricavi in Italia, mentre oggi la stessa percentuale del fatturato è frutto della commercializzazione dei propri prodotti in ben 93 Paesi del mondo. Il raggiungimento di questo obiettivo è stato possibile grazie a una strategia che considerava i primi segni di decadenza del mercato nazionale. Adesso,

Dove i Raee diventano gioielli

“Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior”, cantava Fabrizio De Andrè. La stessa filosofia anima il Museo del Riciclo (www.museodelriciclo.it), portale promosso da Ecolight, consorzio per la gestione dei Raee, delle pile e degli accumulatori a fine vita. Della nuova sezione web del museo sono protagonisti gli ecogioielli, monili decorativi nati dalla creatività di artisti che hanno voluto lavorare materiali destinati alla discarica per farne oggetti preziosi. Così, anelli, 18

collane, orecchini, bracciali, gemelli e spille hanno trovato una nuova forma e una diversa identità, dando nuova vita ai rifiuti. Per il lancio della sezione, è stata scelta la collezione byLudo, realizzata da Ludovica Cirillo, con parti di tastiere e mouse elaborate da questa giovanissima artista. Ecolight e il Museo del Riciclo hanno presentato una selezione di ecogioielli realizzati con materiali di scarto all’ultima edizione di Ecomondo, tenutasi a Rimini ai primi di novembre.

Idrobase Group, che ha sede a Borgoricco (Pd), vuole raddoppiare il proprio fatturato nei prossimi 5 anni.

A Bari apre Mercatone Uno È stato inaugurato questa mattina il nuovo punto vendita del gruppo nel capoluogo pugliese che, con uno spazio di cinquemila metri quadri, sorge all’interno del centro Barimax. Il nuovo store presenta varie categorie merceologiche: mobile, complementi, bazar, casalinghi, profumeria, grandi elettrodomestici, PED, tessile, illuminazione, brico, giar giardino, stagionale. Tra le novità, il servizio lista nozze che si rivolge a giovani sposi che, all’interno del punto vendita, possono godere di diverse agevolazioni. All’interno del punto vendita – la cui realizzazione è durata circa tre mesi con un investimento di circa due milioni di euro - opereranno 50 dipendenti a cui si aggiungono 10 squadre di padroncini che si occupano giornalmente della consegna e del montaggio/smontaggio mobili.


CRONACA

Ferramenta news

Per il tuo negozio di ferramenta, da chi e come ricevi le informazioni sulle novitĂ  da acquistare? Ci interessa la tua opinione. Vota anche tu su wwww.ferramenta2000.net.

Tramite gli agenti delle aziende che vengono a presentare le novitĂ  nel punto vendita

Partecipando alle fiere piĂš importanti del settore

53%

24%

Attraverso ricerche effettuate tramite Internet o informazioni arrivate via web

13%

Dai roadshow dimostrativi che pubblicizzano i nuovi prodotti

8%

Sfogliando i cataloghi delle aziende

3%

www.ferramenta2000.net


PROFESSIONAL PELLETS L’UNICO VERO

PALLET CANADESE

PELLETS

come riconoscere un prodotto di qualità! Adriacoke S.p.A. Via Classicana 99 48100 - Ravenna (RA) Telefono: 0544.436927 - FAX: 0544.436087 - Email: trading@adriacoke.it www.pelletcanada.it

ESCLUSIVISTA FERRAMENTA ITALIA


DEM

Newsletter

DA FERRAMENTA PORTALE LA PRIMA NEWSLETTER CHE SI SFOGLIA Spettabile Azienda, vuoi trasmettere in modo mirato il tuo messaggio promozionale? Il nostro database è pronto per gli invii DEM (Direct Email Marketing) della tua Azienda direttamente come newsletter di FERRAMENTA PORTALE.

Guarda la tabella sotto e scegli a chi inviare il tuo messaggio promozionale, costruisci un invio mirato e ‘su misura’ in base al tuo target di riferimento. La DEM potrà avere cadenza settimanale, mensile o anche solo a spot in base alla tua necessità. Il ‘tutto’ ad un costo a contatto davvero vantaggioso. AZIENDE PRODUTTRICI GROSSISTI PUNTI VENDITA RIVENDITE EDILI CATENE GD

2.224 162 3.747 374 62

Per informazioni e offerte: marisa.luisi@hogaitalia.com Approfittane, siamo a tua disposizione. Buon lavoro. Cordialmente

22

www.ferramenta2000.net

Attraverso le campagne DEM si veicolano informazioni comcom merciali e promozionali indirizzate ad utenti profilati per ragrag giungere target specifici. Rispetto ad altri canali di comunicazione online, il Direct Email Marketing consente di realizzare una campagna pubblicitapubblicita ria “su misura” in base alle proprie esigenze aziendali. La Newsletter di Ferramenta Portale può essere concentrata in periodi strettissimi, anche di un solo giorno, oppure può essere programmata con invii settimanali per periodi più lunghi: è uno strumento efficace per il lancio di nuovi prodotti o servizi, per promozioni e concorsi o come strumento per generare di contatti.


MERCATO

Elettroutensili

L’INNOVAZIONE VENDE! Il mercato soffre, eccome, ma i nuovi sbocchi e le opportunità per crescere ci sono! Come sfruttarle? Con tanta tecnologia e nuove soluzioni applicative, infatti solo l’innovazione risveglia la “voglia” di acquisto del cliente. Attenzione però, in Italia è in atto una vera rivoluzione distributiva, i ruoli dei vari canali di vendita si stanno mischiando, con la distribuzione organizzata in cerca di utilizzatori professionali e all’attacco del tradizionale. Facciamo il punto con Alberto Casati, General Manager di StanleyBlack&Decker, nonché presidente Assutel zione nel comparto semiprofessionale e nei prodotti per la lavorazione del metallo e nuove applicazioni nel segmento batteria per il comparto professionale. Ma di base posso confermare che il mercato pur essendo in contrazione ogni qualvolta viene stimolato con prodotti innovativi o che offrono nuove risposte alle esigenze più specifiche risponde sempre con entusiasmo e positività. In questo ultimi mesi abbiamo assistito ad un utilizzatore che non è disponibile a valutare un acquisto se stimolato solo dalla leva del prezzo ma, se lo interessiamo con “innovazione o con nuove soluzioni applicative”, si risveglia immediatamente e si rende disponibile ad acquistare. Come e in che modo StanleyBlack&Decker riesce a proporre “soluzioni nuove” per soddisfare le diverse e mutevoli richieste del mercato? Quali sono queste soluzioni?

Alberto Casati, General Manager di StanleyBlack&Decker, nonché presidente Assutel Il comparto degli elettroutensili è in crisi, ci sono però delle “nicchie” in crescita, quali? In questi ultimi anni il mercato dell’elettroutensile rispecchia, sfortunatamente, l’andamento del mercato in generale. Nello

“Per il futuro il nostro motto sarà ‘investiremo su chi investirà su di noi’. In poche parole il nostro pacchetto commerciale premierà il distributore che investirà sui nostri brand”

La “nuova soluzione” più importante? Ebbene sì, è proprio StanleyBleck&Decker. La nuova azienda nata dalla fusione dei due colossi avvenuta due anni fa. Questa fusione sta portando grosse opportunità sul mercato. La distribuzione, oggi ed in futuro ancora di più, potrà contare su un fornitore completo e impegnato a soddisfare tutte le problematiche delle segmentazioni di mercato e gestione dei canali ottimizzando le strategie grazie ad

specifico ci sono prodotti in maggior sofferenza come tutti quelli

una coerenza distributiva e a tre marchi leader. Saper proporsi

direttamente collegati con applicazioni nel mondo delle costru-

come partner per la distribuzione significa conoscere sempre

zioni mentre ci sono altri prodotti che sembrano non essere in-

più il consumatore ed anticipare le sue richieste mantenendosi

fluenzati dalle contrazioni del mercato in quanto hanno saputo

al passo di un mercato che muta costantemente e rapidamente.

portare nuovi sbocchi applicativi come i prodotti della decora-

Un esempio di soluzioni sta proprio nella nuova gamma di elet-

24


CHI SALE, CHI SCENDE troutensili professionali a marchio Stanley

sul mercato innovazione&opportunità.

Fat Max che ci permetterà di presidiare

Black & Decker ha introdotto il primo

tutti i segmenti che caratterizzano il mer mer-

utensile che sfrutta la tecnologia gi-

cato con un terzo marchio di indubbia for for-

roscopica applicata ad uno svitavvi-

za ed appeal.

ta (Gyro), DeWalt è il primo marchio

In discesa libera • tutte i prodotti direttamente collegati con applicazioni nel mondo delle costruzioni

a proporre una gamma completa

In salita

Quale dei due comparti - professio-

di utensili dotati di batteria al Lithio

nale e hobbista - ha risentito di più

a 4AH, Stanley propone una nuova

• prodotti per la decorazione nel comparto semiprofessionale

del calo dei consumi? In che modo

gamma di elettroutensili professio-

StanleyBlack&Decker

ha reagito e

nali come già descritto oltre al nuovo

• prodotti per la lavorazione del metallo

cosa farà di concreto (e diverso) per

Stanley Guard, sistema antifurto elet-

crescere in futuro?

tronico da applicare alle macchine

I due comparti di mercato viaggiano in

utilizzate in cantiere.

modo parallelo con lieve differenze tra le

• nuove applicazioni nel segmento batteria per il comparto professionale commerciale e proponendo soluzioni a

varie famiglie di prodotto. La nostra re-

In che cosa consiste la vostra strategia

360° affinché un nostro distributore pos-

azione è stata quella di non reagire con

di rinnovamento per il canale tradizio-

sa sfruttare i nostri marchi per allargare

azioni che avrebbero potuto compromet-

nale?

il proprio bacino portando più gente nel

tere la nostra serietà e coerenza distribu-

Per chi non l’avesse ancora realizzato in

punto vendita.

tiva. Infatti anche nei momenti più difficili

Italia è in atto una vera rivoluzione distri-

non ci siamo fatti prendere dal panico e

butiva, in quanto i ruoli distributivi dei vari

Fate formazione al punto vendita? E

abbiamo continuato con la nostra politi-

canali di vendita si stanno mischiando. La

agli agenti? In che modo?

ca distributiva evitando di venire a meno

Distribuzione Organizzata vuole attrarre

Da decenni la formazione ed il training

agli impegni che negli anni abbiamo

gli utilizzatori professionali nei propri punti

della distribuzione è parte integrante del-

preso con i nostri partner più importanti.

vendita con il chiaro intento di attaccare

la nostra proposta commerciale andando

Per il futuro il nostro motto sarà: “investi-

la distribuzione tradizionale che ad oggi

ad incentivare i distributori a partecipare

remo su chi investirà su di noi”; in poche

ancora rappresenta

parole il nostro pacchetto commerciale

la fetta più importan-

premierà il distributore che investirà sui

te del mercato italia-

nostri brand.

no. A questo punto il distributore specia-

“Quindi, oggi che il mercato soffre, l’innovazione rappresenta l’ancora di salvezza per riportare fiducia ed ottimismo sui mercati”

ai nostri corsi che avengono

costan-

temente presso il nuovo e rinomato “Training

Center”

L’innovazione è fondamentale per la

lizzato deve saper

crescita di un’azienda, quale sono le no-

reagire facendo leva

vità più importanti e tecnologicamente

sulle sue indiscusse

all’avanguardia da voi proposte?

qualità e caratteristi-

Per il passato l’innovazione è stato il mo-

che dovendo quindi

tore delle crescite più importanti del no-

difendersi ma so-

stro settore e quindi, oggi che il mercato

prattutto contrattaccare andando a lavo-

sfruttare questa grande opportunità. Ma il

soffre, l’innovazione rappresenta l’ancora

rare sul proprio assortimento di prodotto,

training viene effettuato quotidianamente

di salvezza per riportare fiducia ed ottimi-

sui servizi e sul proprio know how profes-

anche dal nostro TEAM END USER che in

smo sui mercati. Per questa ultima parte

sionale. Per queste ragioni noi ci siamo ri-

occasione dei lori affiancamenti dedicano

del 2012, ogni nostro brand ha immesso

messi in discussione rivedendo la politica

ampi spazi del loro tempo a trasmettere le

di Vimercate, ma il programma prevede anche training itineranti per il Centro Sud offrendo cosi a tutti la possibilità di

soluzioni applicative dei nostri prodotti.

IL PROGRESSO È DI CASA • Black & Decker ha recentemente presentato il primo utensile che sfrutta la tecnologia giroscopica applicata ad uno svitavvita (Gyro). • DeWalt è il primo marchio a proporre una gamma completa di utensili dotati di batteria al Lithio a 4AH. • Stanley presenta Stanley Guard, il sistema antifurto elettronico da applicare alle macchine utilizzate in cantiere.

Ovviamente un programma completo di training non può non coinvolgere anche la nostra forza vendita, la quale in occasione di qualsiasi lancio di prodotto par partecipa a training e ad esaustive prove di prodotti e comparazioni con i migliori ar articoli della concorrenza con cui ci raffrontiamo sul mercato.

25


CONSULENZA

Magazzino ed esposizione

PIÙ AVANTI C’È SPAZIO O forse no? Non tutti hanno la possibilità di ampliare il proprio negozio di ferramenta e con le tantissime referenze in vendita lo stoccaggio e l’esposizione è spesso una questione di centimetri. Come ottimizzarli al meglio? Ce lo spiega l’ing. Emanuale, esperto di logistica e specializzato nella progettazione di magazzini comparto ferramenta. TRADIZIONE DI FAMIGLIA Una lunga tradizione di famiglia, che ancora oggi vive grazie all’impegno e alla passione per il proprio lavoro di due fratelli Fusaglia, Luca e Andrea gestiscono un’attività fondata più di cento anni fa. Era il 1910, quando i due fratelli di allora, Mario e Nino, fondano la ditta Fusaglia con sede in pieno centro di Milano a due passi dalla madonnina. I fratelli Fusaglia sviluppano la ditta come fabbri e serraturieri specializzati. Mario di grande inventiva e creatività brevetta numerose invenzioni, dalle persiane alle sdraio da spiaggia ripiegabili, dai chiudiporta a pavimento alle tende veneziane e altre ancora, inoltre sono i primi che costruiscono porte blindate in ferro per appartamenti e banche. Nel 1950 entra in ditta anche il figlio di Mario, Luciano, un grande lavoratore, preciso e con una forte sensibilità nello sviluppo aziendale. Verso la fine degli anni ottanta, entrano a far parte della ditta anche i figli di Luciano, Luca e Andrea. Gli attuali gestori del negozio. E la storia continua…

L’ingresso si trova lungo una strada chiusa al traffico con possibilità di carico e scarico merci Soprattutto nei negozi di ferramenta, in genere di piccole dimensioni e con un numero molto elevato di referenze, lo spazio è prezioso e saperlo gestire e organizzare al meglio è fondamentale. Con una superficie media per esercizio di circa 60 metri quadri e poco spazio per il magazzino, saper disporre, esporre e stoccare la merce diventa una specie di “arte”, o meglio di scienza, visto che nulla è lasciato al caso, ma anzi viene calcolato con scrupolosa precisione. Per capire come migliorare lo spazio del magazzino di un negozio tradizionale siamo stati con un esperto di logistica, l’ing. Ernesto Emanuele, in visita presso una ferramenta di Milano, precisamente da Fusaglia, in via Zebedia 2/bis: in pieno centro storico e a pochi passi dal Duomo.

Luca e Andrea Fusaglia

LA NECESSITÀ AGUZZA L’INGEGNO 26

L’ingegno della famiglia Fusaglia ha sfruttato anche gli spazi più angusti, come intercapedine tra lo scalino e lo scaffale.


UFFICIO

DEPOSITO

NEGOZIO

DEPOSITO

NEGOZIO

L’intero negozio è caratterizzato da soffitti a volta Lo scopo della nostra visita e della consu-

Il negozio

lenza dell’ing. Emanuele, titolare della Er-

Va detto subito, però, che Fusaglia

nesto Emanuele & Associati: società di

non è il solito punto vendita, o meglio

consulenza con specializzazione nell’area

si tratta di una ferramenta “storica” con

logistica, è stato quello di visionare l’espo-

più di cento anni di attività, visto che è

sizione e il magazzino del negozio e pro-

stata aperta nel 1910; l’attività si è poi

porre delle nuove e migliori soluzioni per

specializzata in sicurezza e serrature.

disporre e stoccare la merce.

Il negozio è nel piano interrato e si

LA NECESSITÀ AGUZZA L’INGEGNO La zona adiacente il magazzino funge sia da zona per l’esposizione sia per lo stoccaccio, è una zona “ibrida” con più merceologie accostate.

PROBLEMA Gli scafali sono tutti occupati.

SOLUZIONE Nel caso di Fusaglia è stato difficile proporre delle migliorie per sviluppare la capienza delle scaffalature (come aggiungere un ripiano in alto) a causa di un’altezza media di soffitti molto bassi, inoltre il problema si complica a causa del soffitto a volta e quindi irregolare. L’ing. propone di usare una mensola a “T” dove appendere la merce, soluzione già adotta per l’esposizione nella grande distribuzione, come l’esselunga, con la merce appesa nel ripiano più alto. 27


CONSULENZA

Magazzino ed esposizione

LA NECESSITÀ AGUZZA L’INGEGNO Anche le tubature esterne del riscaldamento sono utilizzate come “mensole” per appoggiarvi la merce, sai nel magazzino, sia nella zona nel negozio. sviluppa adiacente le fondamenta dell’antica Chiesa Sant’Alessandro, quindi non c’è nessuna possibilità di ampliare il negozio, né tanto meno di incrementare la superficie con un nuovo vano. Nel corso degli anni però, la famiglia Fusaglia ha trovato una soluzione ingegnosa, è riuscita

PROBLEMA Le scale o altra merce ingombrante è appoggiata per terra.

SOLUZIONE Appendere la marce al soffitto con dei ganci.

28

a ricavare più spazio scavando in profondità la zona adiacente l’ingresso del magazzino, alla quale ora si accede con due scalini, e il magazzino stesso. Un’operazione che ha permesso di


PROBLEMA Poco spazio per l’esposizione di articoli di piccole dimensione.

SOLUZIONE Usare un contenitore trasparente o delle scatole aperte, in modo tale che il prodotto si veda e possa essere stoccato in una zona del negozio dedicata all’esposizione.

29


CONSULENZA

Magazzino ed esposizione

ottenere più spazio in altezza e di “alzare” le scaffalature per lo stoccaggio merci. Il commento tecnico “Difficile migliore l’organizzazione e il magazzino di uno spazio come questo – afferma l’ing. Emanuele dopo aver visitato i vari vani – il negozio ha i soffitti a volta, le parete sono sfalsate, e le altezze dissestate, inoltre ha le tubature esterne,

LA NECESSITÀ AGUZZA L’INGEGNO Per sfruttare al meglio gli spazi angusti i Fusaglia hanno adottato un armadio a libreria di quelli usati ad esempio dai farmacisti, ma con le aperture ad angolo retto.

insomma è totalmente irregolare, il solo realizzare il progetto grafico del negozio con AutoCAD sarebbe un’impresa impossibile. (Per chi non lo sapesse AutoCAD è un sotware di progettazione usato da architetti, ingegneri e progettisti ndr). Inoltre, ogni minimo buco e anfratto è stato riempito con

PROBLEMA

qualcosa, in un angolo del ne-

Mancanza di spazio per lo stoccaccio.

gozio sono stati stoccati dei tubi, una soluzione che è difficile prevedere con un progetto

SOLUZIONE Sfruttare meglio la parte inferiore delle scaffalature con cassetti scorrevoli a scomparsa per custodire la merce. .

‘a tavolino’, ma che si realizza con l’esperienza diretta, persino le tubature del riscaldamento sono state utilizzate per appoggiarci sopra la merce”. La zona ibrida La zona adiacente il magazzino funge sia da esposizione sia per lo stoccaccio, “è una zona

LA NECESSITÀ AGUZZA L’INGEGNO Avendo le volte il soffitto e le pareti del negozio sono irregolari e creano una grossa intercapedine tra la scaffalatura e la parte, anche questo spazio è stato sfruttato e serve per stivare scatoloni e merci.

30


CONSULENZA

Magazzino ed esposizione “ibrida” – continua l’ingegnere – gli

Il magazzino

scaffali contengono molte scatole

La zona dedicata allo stoccaggio

che non trovano posto in magazzino,

è piuttosto piccola. “Alcuni scaf-

ma metterle in vista, anche se può

fali si potrebbero alzare con un

sembrare disordinato, è una buo-

nuovo ripiano, ma l’esperienza

na idea, per il semplice fatto che la

dei Fusaglia è riuscita ha occu-

merce che non si vede non si vende.

pare e sfruttare anche i posti più

Inoltre, si mischiano le merceologie,

impensabili, come le tubature e

in quanto vicino alla parte dell’espo-

uno scivolo che fuoriesce al muro

sizione dedicata alla sicurezza con

e sul quale sono appoggia scato-

le casseforti esposte ci sono prodotti

le e merci”.

elettrici, come lampadine e prese”.

PROBLEMA Non si riesce a passare e a muoversi all’interno del negozio.

SOLUZIONE Valutate se vale la pena esporre la merce più voluminosa che ostruisce il passaggio, se è un prodotto che si vende poco, è meglio “nasconder “nasconderlo” in magazzino. Nel caso di Fusaglia la rete verde nella zona di transito occupa molto spazio e come afferma Andrea Fusaglia “è molto raro che qualcuno ce la chieda”.

32


ATTUALITÀ

Intervista doppia

GROSSISTI A Machieraldo vs Viglietta, un confronto tra due “big” del settore. Abbiamo posto le stesse domande a Michele Raselli, amministratore delegato Machieraldo Gustavo Spa e Roberto Viglietta, amministratore delegato di Viglietta Matteo SpA, Vuemme srl e Ferramenya Sardo Piemontese SpA. Per sapere le differenze e le similitudini tra i due continuate a leggere… RASELLI Università di economia e commercio presso l’Università Bocconi di Milano

Michele Raselli amministratore delegato della Machieraldo Gustavo spa

A che età ha iniziato a lavorare come grossista? RASELLI Sono entrato in azienda esattamente 7 anni fa nel 2005.

RASELLI I miei cugini Adriano Machieraldo e Fabrizio Machieraldo.

Il suo assortimento da quante referenze è composto? RASELLI Attualmente gestiamo circa 35.000 referenze tra prodotti di ferramente e casalingo.

RASELLI Inseriamo circa 3000 referenze nuove ogni anno che sostituisco e integrano il nostro assortimento.

Importare dalla Cina è modo per fare soldi? RASELLI La nostra politica primaria è di commercializzare al meglio i prodotti e i marchi primari offrendo un alto tasso di servizio in termini di qualità dei prodotti, tempi di consegna, assortimento. L’importazione, pur non incidendo in misura rilevante sul fatturato globale, avviene ad opera del CDF Consorzio Distributori

Machieraldo Gustavo Spa

Ferramenta con sede in Roma il quale opera

è a Cavaglià (Bi).

con diverse private label tra cui le più note sono Excel, Syntesy, Lapillo e Lady Doc.


CONFRONTO Che studi ha fatto? VIGLIETTA Per gli studi superiori ho scelto Ragioneria.

Roberto Viglietta, amministratore delegato di Viglietta Matteo SpA, Vuemme srl e Ferramenta Sardo Piemontese SpA

VIGLIETTA Ho iniziato a lavorare a 19 anni dopo servizio militare.

Chi le ha insegnato il mestiere? VIGLIETTA I miei “maestri” sono stati mio nonno e mio padre.

VIGLIETTA È composta da circa 30.000 referenze.

Nell’ultimo anno quanti nuovi prodotti ha “acquisito” per la distribuzione? VIGLIETTA Abbiamo incrementato l’assortimento di circa 500-600 prodotti.

ancora il miglior VIGLIETTA Sicuramente non è più come 20 anni fa, ma si possono comunque concludere buoni affari, anche considerazione del fatfat to che la qualità dei prodotti è decisamente migliorata.

Viglietta Matteo Spa si trova a Fossano (Cn).


ATTUALITÀ

Intervista doppia

RASELLI Parlare di guadagni oggi mi sembra piuttosto difficile: i margini si assottigliano e i costi aumenaumen tano; in ogni caso il guadagno lo si può ottenere solo grazie ad un buon mix di prodotti e di servizi.

Secondo lei i grossisti sono destinati a scomparire, come in altri paesi del mondo? RASELLI Nel breve periodo credo che i grossisti rivestiranno un ruolo molto importante nel settore del dettaglio di ferramenta, quindi credo più in una loro crescita che altro. In un asse temporale più lungo, visti i tempi, non posso esprimermi.

RASELLI Estremizzo riferendomi più al quadro generale nazionale: la stretta finanziaria, le conseguenti difficoltà nel riscuotere i pagamenti da parte nostra e dei nostri clienti e il conseguente calo dei consumi sta creando un pericoloso vortice. Questo è sicuramente l’aspetto principale che nel nostro paese non funziona.

Come si immagina il grossismo nel 2020? RASELLI I cambiamenti sono rapidissimi e difficili da cogliere, staremo a vedere.

RASELLI Il nostro motto dice: “di noi ti puoi fidare”: poche parole che racchiudono la nostra mission. Crediamo ferma fermamente nel rapporto e nella fiducia reciproca con i nostri clienti, puntiamo molto sulla qualità del lavoro svolto.

RASELLI Siamo un’azienda che investe sempre da oltre 100 anni ma la nostra politica è di fare investimenti di media entità: ci piace “stare con i piedi per terra”. Michele Raselli amministratore delegato della Machieraldo Gustavo spa


Qual è la merceologia che le fa guadagnare di più? VIGLIETTA La minuteria in genere, perché su tutti agli altri prodotti e decisamente aumentata la competizione sul prezzo.

VIGLIETTA Per il momento non ancora, penso ci sia ancora spazio per i grossisti, fin quanto le piccole ferramenta resisteranno...

Cosa non funziona nel sistema “ferramenta Italia”? VIGLIETTA A mio avviso la ferramenta dovrebbe sfruttare maggiormente le opportunità che alcuni grossisti le propongo (Promozioni, Giornalini, consegne veloci e poco magazzino) e appoggiarsi di più a queste realtà, concentrando gli acquisti e soprattutto limitando al minimo gli acquisti dai fornitori diretti che non sempre risultano vantaggiosi.

VIGLIETTA A mio avviso ci sarà stata un scrematura dei grossisti, in cui rimarranno esclusivamente quelli che in questi anni sono comunque riusciti a crescere e pensare avanti nonostante la Crisi che colpisce tutti i settori.

Cosa la distingue dai suo concorrenti? VIGLIETTA Ci distinguono le dimensioni della nostra azienda, per il canale Ferramenta tra le più grandi d’Eud’Eu ropa, il carattere famigliare e il fatto di guardare sempre avanti.

Quale grosso investimento vorrebbe fare per la sua azienda? VIGLIETTA Li stiamo già facendo, abbiamo stanstan ziato circa 10 milioni di euro per il 2012-2013 (nonostante la crisi), per l’ampliamento dei ma-gazzini nelle tre sedi ed un forte rinnovamento della logista interna.

Roberto Viglietta, amministratore delegato di Viglietta Matteo SpA, Vuemme srl e Ferramenya Sardo Piemontese SpA


COVER STORY

SICE TECH

GIOVANI AL (RADIO) COMANDO Luca Da Canal ci racconta i punti fondamentali della strategia Sice Tech A soli 33 anni, Luca Da Canal ricopre già l’importante carica di amministraamministra tore di Sice Tech Srl, azienda di radiocomandi apri-cancello universali che si rivolge principalmente al canale ferramenta. Un giovane in una posizione così importante rappresenta un’eccezione nel panorama italiano. Con lui abbiamo ripercorso la sua storia personale e quella della società di cui è amministratore. Quali sono state le tappe principali della storia di Sice? La SICE Spa (Società Italiana Componenti Elettronici) nasce nel 1968 da un’iniziativa di Paolo Da Canal e altri soci. In origine, l’azienda distribuiva componenti elettronici, riri cambi per il bruno (televisori e videoregistratori), batterie e accessori. Ben presto, è diventata uno dei principali attori di questo mercato. Verso la fine degli Anni Novanta, il presidente Paolo Da CaCa nal ha intuito che il mercato del ricambio andava lentamente scemando e l’azienda ha quindi spostato gradualmente la propria attenzione verso altre tipologie di prodotto. Oltre 20 anni fa, così si è deciso di replicare la fortunata e propro ficua esperienza dei telecomandi da tv universali con i radiocomandi apri-cancello universali. Da quanti anni e con quale qualifica è in azienda? Nel 2006, finiti gli studi in economia, ho iniziato la mia esperienza in SICE Spa con il compito di costituire un nuovo canale di vendita per l’azienda: il canale ferramenta. I risultati, grazie al prezioso aiuto di collaboratori, agenti e tecnici e non senza fatica, impegno e dedizione, sono arrivati in fretta. Nel 2010 è stata creata Sice Ferramenta Srl, un nuova azienda, sempre del gruppo SICE Spa, completamente dedicata alla distribuzione nel caLuca Da Canal, socio e amministratore di Sice Tech Srl, è nato a Spilimbergo (Pordenone) il 2 giugno 1979.

nale ferramenta. Contestualmente, è entrato in società Manuel Berzioli, un valido e prezioso socio e collaborato-

40


LA RICETTA ANTI CRISI: QUALITÀ E SERVIZIO In controtendenza rispetto al momento delicato, Sice tech sta lanciando molti nuovi prodotti, oltre a migliorare e ottimizzare incessantemente gli articoli già in commercio. L’azienda si sta anche concentrando sul servizio post vendita, in particolare sull’assistenza. “Abbiamo la fortuna di commercializzare prodotti utili, i cui consumi sono meno sensibili alle congiunture economiche, siano esse positive o negative”, conclude Da Canal. tibili con la maggior parte delle automazioni

Il reparto logistica di Sice Tech Srl.

europee, oltre alla recente tecnologia D.O.R. (direct on the receiver), che consente di otte-

re, oltre che un amico, con il quale condivido

A quali test sottoponete i vostri prodotti

nere un radiocomando Rolling Code ”Ready

appieno la passione per il mondo dei radio-

per testarne l’efficacia?

to use”, evitando le scomode procedure di

comandi. Mantenendo la medesima struttura

I nostri prodotti vengono testati in laboratorio

memorizzazione in ricevente tipiche dei ra-

aziendale, recentemente abbiamo deciso di

attraverso strumenti quali oscilloscopi e ana-

diocomandi Rolling Code.

modificare definitivamente il nome aziendale

lizzatori di spettro. Inoltre, collaudiamo ogni

in Sice Tech Srl, convinti che rispecchi anco-

prodotto, oltre che sottoponendolo al test sul

Quali sono i fiori all’occhiello della vostra

ra meglio gli obiettivi di specializzazione e la

campo, attraverso accurati test di durata.

gamma?

mission dell’azienda.

Certamente Il Generator, il primo generatore Investite molto in ricerca e sviluppo? In

di radiocomandi Rolling Code. Non possia-

Qual è il tratto distintivo dei vostri pro-

che modo?

mo però non ricordare i radiocomandi quar quar-

dotti?

Investiamo moltissimo in R&D, tant’è che le

zati universali, da anni tra i più performanti e

I prodotti distribuiti da Sice sono il frutto di un

maggiori innovazioni sul campo dei radio-

apprezzati sul mercato. Una citazione par par-

lungo lavoro di selezione e di ricerca, che si

comandi universali sono state introdotte da

ticolare la merita lo Sniffer, l’analizzatore di

avvale di un’esperienza di oltre 40 anni nel

Sice. Soltanto per citare qualche esempio, il

radiocomandi praticamente onnipresente tra

mondo dell’elettronica.

programmatore Generotor è in grado di ge-

i duplicatori di radiocomandi, che ha rivolu-

Per esempio, per quanto concerne i radio-

nerare i radiocomandi Rolling Code compa-

zionato questo settore, semplificando molto

comandi, oltre a essere

il modo di lavorare. Come

distributori Remocon, una

ultimo fiore all’occhiello, ma

delle più grandi aziende

non per importanza, voglio

produttrici di radiocomandi

mettere in evidenza il ser ser-

universali a livello mondia-

vizio di personalizzazione

le, nonché prima società a

che stiamo offrendo ai no-

produrre in serie i radioco-

stri clienti da oltre un anno.

mandi ad autoapprendi-

Riusciamo a logare anche

mento, abbiamo sviluppato

piccole quantità di radio-

una partnership con Eutech

comandi a colori in tempi

Electronics, azienda gestita

brevissimi e con una riso-

da Michele Romano, per per-

luzione di altissima qualità.

sonaggio che ha guidato

Tale servizio sta riscuoten-

società storiche nel settore

do sempre più successo

dell’automazione quali Tel-

ed è molto apprezzato dai

coma e Quasar.

nostri clienti. Il reparto produzione dell’azienda.

41


INCONTRI

Stefania e Massimiliano Fiora

AFFARI DI FAMIGLIA Stefania e Massimiliano Fiora condividono non solo la famiglia (sono fratello e sorella), ma anche il lavoro, entrambi sono membri del consiglio di amministrazione della Barbero Pietro spa e gestiscono la sede di Cusago. Ci raccontano come hanno iniziato e i progetti futuri dell’azienda

Ci racconti com’è Stefania Fiora nel privato. Come concilia lavoro e vita privata? STEFANIA Mi ritengo innanzitutto una persona molto fortunata perché ho una bellissima famiglia: un marito molto paziente e due bimbe una di 4 e una di 2 anni che nonostante la loro vivacità (normale per la loro età) sono molto brave. Conciliare lavoro con vita privata non è sempre facile, poiché talvolta mi potrebbe sembrare di non dedicare tempo sufficiente né all’ una né all’ altra cosa,ma l’ importante è la qualità del tempo dedicata e sotto questo punto di vista so di dare il massimo! Da quanto tempo lavora in Barbero? MASSIMILIANO Sono entrato in azienda nel 1996 dopo aver conseguito la Laurea in Economia e Commercio e aver contestualmente maturato un’esperienza lavorativa biennale all’estero nel settore della ristorazione; anche se il “vero inizio”

Stefania e Massimiliano Fiora membri del consiglio di amministrazione della Barbero Pietro spa

43


INCONTRI

Stefania e Massimiliano Fiora

risale addirittura al 1985 quando nostro

tamenti

socioeconomici

glio di prodotti talmente

padre costituì Mauser (poi diventata La-

delle persone. Oggi forse

ampio da permetterci di

minfer & Mauser a seguito della fusio-

risulta più importante es-

servire anche l’utensileria,

ne con la società Laminfer di proprietà

sere capaci di “cavalcare

il fai da te, l’edilizia non

della famiglia Barbero), marchio che a

l’onda del cambiamento”

specializzata, che a loro

tutt’oggi viene riconosciuto ed identifi-

piuttosto che imporre rigi-

volta, per fronteggiare la

cato nel mondo ferramenta come sino-

de strategie manageriali

crisi, puntano un target di

nimo di fissaggio e imballaggio.

che non sono a garan-

Massimiliano Fiora

zia del raggiungimento Qual è il suo ruolo?

dei successi desiderati.

MASSIMILIANO Io e mia sorella Stefania siamo membri del consiglio di am-

Quali sono gli obiettivi

ministrazione della società e gestiamo

a breve e medio termi-

nel suo complesso la sede di Cusago,

ne dell’azienda?

all’interno della quale trovano sviluppo la

STEFANIA Gli obiettivi

Divisione Ferramenta e la Divisione indu-

a breve e medio termi-

stria per la Lombardia.

ne sono senz’altro la realizzazione dei nuovi

Come si trova in un comparto in cui

cataloghi divisione fer-

operano prevalentemente uomini?

ramenta e protezione

STEFANIA La prevalenza maschile che,

in uscita prevista per

ancora oggi è effettivamente evidente

i primi mesi del 2013,

nel settore “ferramenta” non mi preoc-

lo sviluppo del nostro

cupa; sono da sempre convinta che le

sito internet che sta di-

capacità di una persona non dipendano

ventando sempre piu’

dal sesso e questo mi stimola a dimo-

interattivo con la nostra

strarlo ogni giorno.

clientela grazie anche

“Noi ci rivolgiamo principalmente al mondo ferramenta, anche se i nostri cataloghi propongono un ventaglio di prodotti talmente ampio da permetterci di servire anche l’utensileria, il fai da te, l’edilizia non specializzata”

a specifiche promo-

clienti nuovo. Quali sono i prodotti che fanno guadagnare di più? Bisogna

STEFANIA sempre

confrontarsi

con la situazione economica attuale: in questo momento penso che l’aspetto più impor importante non sia su quali prodotti

guadagnare

di più, bensì la pronta consegna del prodotto stesso. Il nostro cliente che non vuole caricarsi di scorte eccessive ha la necessità di avere il materiale nel più breve tempo possibile a costo

La situazione economica attuale ha mo-

zioni che lo riguardano e lo sviluppo

di pagarlo qualcosa in più e quindi di gua-

dificato le strategie e l’organizzazione

della nuova divisione cancelleria nata a

dagnare qualcosa in meno, ma non per per-

aziendale?

giugno di quest’anno

dere la vendita.

MASSIMILIANO L’organiz-

che si sviluppa pro-

Fortunatamente le nostre due sedi di Cu-

zazione interna non è stata

prio all’ interno del

sago e Grugliasco, che si sviluppano su

toccata perché forte di un

nostro sito internet e

una superficie complessiva di circa 10.000

impianto che negli anni ha

che siamo certi pos-

mq, ci permette di avere quasi il 100% dei

contribuito

sa darci grandi sod-

prodotti in pronta consegna.

al

raggiungi-

mento di obiettivi importanti

disfazioni.

e soprattutto basata su in-

Quali sono i prodotti di punta della vo-

dividualità cresciute all’in-

Quali sono i vostri

terno dell’azienda, che devono essere considerate un patrimonio da salvaguardare. Le strategie aziendali si sono invece adeguate al cambiamento, per poter affrontare al meglio una situazione

economica

complicata al punto di riuscire a modificare le abitudini ed i compor compor-

44

clienti

Stefania Fiora

“In questo momento penso che l’aspetto più importante non sia su quali prodotti guadagnare di più, bensì la pronta consegna del prodotto stesso”

stra azienda?

migliori

MASSIMILIANO I prodotti attinenti al

(ferramenta, GD,

mondo del fissaggio, dell’imballaggio e

utensilerie, spe-

della movimentazione interna ci contrad-

cializzate ecce-

distinguono da sempre: la nostra linea di

tera)?

fissatrici manuali e pneumatiche, la linea

MASSIMILIANO

dedicata alla reggiatura in plastica e ferro, i

Noi ci rivolgiamo

dispositivi di trasporto e sollevamento. Ne-

principalmente al

gli anni è cresciuta l’importanza della Divi-

mondo ferramen-

sione Protezione Individuale che propone

ta, anche se i nostri

articoli di aziende leader nel settore e una

cataloghi propon-

linea guanti, calzature da lavoro e disposi-

gono

tivi anticaduta a marchio Mauser.

un

venta-


EVENTI

Tacchini Day 2012

NON IL SOLITO OPEN DAY

Presentare le novità, ma non solo. Durante il Tacchini Day 2012, l’open day promosso da Malfatti & Tacchini, si è discusso di strategie commerciali, si sono approfonditi aspetti tecnici, ma soprattutto c’è stato un momento di incontro tra produttori, agenti e rivenditori: una manifestazione all’insegna della formazione

L’ad di Malfatti & Tacchini Michele Tacchini con Massimiliano Retta Marketing & sales

L’INTERESSE DEI RIVENDITORI La giornata di domenica era “aperta” al pubblico e ha riscosso un ottimo interesse da parte dei rivenditori che hanno partecipato all’evento. In particolare il comparto della sicurezza ha attirato trasversalmente l’attenzione di varie tipologie di negozianti.

Giunto ormai alla sua terza edi-

nostro è stato un evento diverso.

zione, il Tacchini Day è un even-

Abbiamo riunito alcuni dei no-

to promosso da Malfatti & Tac-

stri migliori partner non solo per

chini, il noto grossista di Milano

fargli presentare le loro ultime

ha organizzato lo scorso 22 e 23

novità, ma soprattutto per fare

settembre una manifestazione di

formazione, discutere delle stra-

due giorni presso il Cosmo Ho-

tegie commerciali, approfondire

tel Palace di Cinisello Balsamo

gli aspetti tecnici”.

(MI). Una vasta area dell’albergo

La manifestazione infatti è stata

è stata allestita per accogliere le

l’occasione per Malfatti & Tac-

aziende partecipanti e i numero-

chini per chiamare a raccolta la

si visitatori accorsi. “Non si tratta

Massimiliano Retta marketing & sales M&T

però del solito Open day solo con la presentazione

dei

nuovi prodotti – ci racconta Michele Tacchini, amministratore delegato di Malfatti & Tacchini

46

il

propria

forza

vendita,

oltre

30 agenti provenienti da tut-

“Malfatti & Tacchini per l’occasione ha ottenuto esclusive condizioni di acquisto da riservare ai clienti che sono intervenuti all’evento”

ta Italia, e farla incontrare con alcune selezionate

aziende

produttrici, fra cui Silca, Iseo, Fiam, Henkel, Ghidini, BandB, Relco e Proxe. I diver-


LA PAROLA ALL’ESPOSITORE Per sapere se gli espositori presenti sono rimasti soddisfatti della loro partecipazione, abbiamo rivolto alcune domande a Mauro Brogliato, general manager Proxe. Vediamo cosa ci ha risposto. Come espositore e azienda crede che sia stata una manifestazione funzionale alla sua attività commerciale? Perché? Quando Malfatti & Tacchini ci ha proposto di partecipare all’evento Tacchini Day 2012 abbiamo subito aderito con interesse ed entusiasmo. A nostro avviso manifestazioni di questo tipo, purtroppo ancora abbastanza rare, rappresentano un’occasione unica per presentare gli assortimenti e le novità agli agenti ed ai rivenditori, in quanto permettono di mostrare fisicamente i prodotti ed il loro funzionamento.

Mauro Brogliato, general manager Proxe

“A nostro avviso manifestazioni di questo tipo, purtroppo ancora abbastanza rare, rappresentano un’occasione unica per presentare gli assortimenti e le novità agli agenti ed ai rivenditori”

Cosa le è piaciuto di più del Tacchini Day? Proprio la possibilità di poter disporre di un ampio spazio espositivo personalizzabile è stato il segreto del successo di questo evento. Proxe srl distribuisce apparecchiature di videosorveglianza ed illuminazione (telecamere, registratori, sistemi a led): prodotti “tecnici” che hanno bisogno di essere spiegati, illustrati, dimostrati. Ottenere risultati del genere risulta difficile in altri contesti, mentre il Tacchini Day ha permesso di fare tutto ciò in modo molto semplice e con feedback immediati di agenti e clienti. È favorevole a giornate di formazione agli agenti, come quella di sabato? Assolutamente sì. Uno dei momenti più importanti è stato l’incontro con gli agenti, che si è svolto in gruppi ristretti di 5/6 rappresentanti che a rotazione si sono presentati allo stand Proxe. Presentare le novità di prodotto, discutere delle strategie commerciali, approfondire gli aspetti tecnici attraverso questa modalità “personalizzata” ha permesso anche di confrontarsi con le domande ed i problemi di chi lavora quotidianamente sul territorio e di recuperare spunti e idee per la vendita, l’assortimento, l’esposizione.

si produttori hanno poi illustrato le loro

& sales – lo scopo era quello di illustra-

vità. Come grossisti – prosegue il dott.

novità nel campo della sicurezza, della

re loro la futura strategia aziendale di

Retta – siamo specializzati in sicurezza,

ferramenta, dell’illuminazione e delle

Malfatti & Tacchini. Ogni azienda, inol-

un comparto altamente tecnologico che

tecnologie adesive, ma soprattutto han-

tre, aveva un piccolo stand a disposi-

richiede un personale competente e

no avuto modo di interagire, discutere

zione dove nella giornata di sabato ha

tecnicamente preparato”.

e confrontarsi con gli agenti, durante il

accolto gli agenti,

sabato: un’intera giornata dedicata alla

divisi in gruppi di

formazione.

cinque persone, e

“Abbiamo selezionato otto aziende che

spiegato loro nel

non fossero in concorrenza tra di loro –

dettaglio come fun-

afferma Massimiliano Retta marketing

zionano le loro no-

OFFERTE MIRATE Le aziende che hanno partecipato al Tacchini Day hanno realizzato delle offerte mirate e un catalogo realizzato ad hoc che ha permesso di prolungare l’effetto dell’evento e di fornire strumenti agli agenti utili anche per le settimane successive. 47


NOTIZIARO Assofermet

LE LINEE GUIDA ASSOFERMET PER IL 2013 Si è svolto a Venezia il consueto appuntamento con il Convegno autunnale Assofermet, l’associazione ha analizzato la situazione economica e quella generale del mercato

DAL PALCO Intervento del presidente Confcommercio Hanno partecipato anche Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio e Giacomo Vaciago, ordinario di Economia all’università Cattolica di Milano, al recente Convegno autunnale di AsAs sofermet, che si è svolto all’Hotel Ex Excelsior di Venezia. In questo contesto, Assofermet ha analizzato la situaziosituazio ne economica e di mercato attuale dudu rante un incontro utile per riflettere “ad ampio respiro” sulla congiuntura del momento alla luce dei cambiamenti epocali in atto. Agli onori di casa ci ha pensato il presidente dell’associadell’associa

“È anzitutto sulla scala europea che oggi si gioca la grande partita della competitività in un mercato mondiale fattosi davvero compiutamente globale. Al punto tale che, in prospettiva, neppure la “locomotiva tedesca” sarebbe in grado di farcela da sola. Basta pensare, del resto, ad alcune questioni come il persistere del dumping sociale ed ambientale in tanti Paesi un tempo emergenti, ma ora già divenuti attori forti della crescita e della competizione globale; il riemergere, ancora, di tentazioni protezionistiche sui mercati delle materie prime. È chiaro che, per affrontare e risolvere simili questioni, occorre un’Europa politicamente compiuta”.

zione, dott. Roberto Lunardi, che ha

Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio 49


NOTIZIARO Assofermet

DAL PALCO L’Italia resterà un grande Paese industriale? “La speranza, cioè la «luce in fondo al tunnel», è una probabile ripresa dell’immobiliare US & UK. La buona notizia è che il mondo continua a crescere. La cattiva notizia è che l’Euro non c’è più: gli «spreads» degli ultimi anni misurano un crescente divario tra «eurolira» ed «euromarco». Un divario che ha fondate ragioni reali, e non è solo colpa della speculazione finanziaria. Per tornare a crescere dobbiamo anzitutto scegliere: tornare ad essere un Paese attraente”. Giacomo Vaciago, ordinario di Economia all’università Cattolica di Milano

indicato l’andamento dei settori di riferimento e ha spiegato le linee guida di Assofermet per il 2013. Rilanciamo la crescita Importanti sono state la prima “uscita ufficiale” del sig. Fadda, neo coordinatore della nuova sezione “Dettaglio Organizzato” dell’associazione, e la relazione del dottor Tacchini, presidente di Assofermet Ferramenta, che ha dichiarato: “Si è trattato di un momento di confronto importante, nel quale abbiamo potuto rinfrancarci e rilanciare con energia la volontà di crescita della nostra associazione, che si conferma come punto di confronto della distribuzione italiana e vuole essere quel terreno neutro nel quale tutte le anime della filiera possano e debbano riconoscersi per far crescere insieme l’intero sistema Paese”.

UNA RINASCITA POSSIBILE Il Convegno autunnale Assofermet 2012 si è svolto a Venezia Lido, l’11 e 12 ottobre. Il titolo della manifestazione era “Distribuzione Metalsiderurgica. Il Rinascimento Possibile”.

“A fare gli onori di casa ci ha pensato il presidente dell’associazione Roberto Lunardi. Importante è stata la prima “uscita” ufficiale di Cosimo Fadda, neo coordinatore della nuova sezione Dettaglio Organizzato”

Analisi e previsioni dell’evoluzione del mercato dei rottami di rame e sue leghe “L’Europa è la più importante “miniera” per il metallo (ferroso e non ferroso) da riciclare. Le questioni ambientali hanno assunto in questi ultimi anni un ruolo sempre più importante sostenendo sempre più il concetto di riciclo con un insieme di norme per il recupero di rottami puliti. A causa dell’alto valore del metallo, specialmente per il rame, c’è un naturale recupero e raccolta di rottami vecchi e nuovi (scarti di lavorazione). Il mercato è cambiato : nel passato la raccolta e il consumo erano in Europa, mentre attualmente il più grande consumatore è la Cina InIn fatti, fino all’inizio del secolo scorscor so l’Europa era un importatore di rottami e adesso è diventata un esportatore. Questo fenomeno si è intensificato con la ‘drammatica’ crescita dell’importazioni in Cina di rottame e la ‘chiusura’ del mercato russo”.

Laura Montelatici – KME Italy spa 50


NOTIZIARIO Ersi

QUANDO IL SERRATURIERE AIUTA LA GIUSTIZIA

PRIMA

di Adalberto Biasiotti

Recentemente ho svolto un incarico di

dotato di un minimo di serietà professiona-

consulente della magistratura, in occa-

le, potrebbe mai assicurare che la propria

sione di una indagine penale connessa

cassaforte sia “inviolabile”. Anzi, colgo l’oc-

all’apertura forzosa di due casseforti.

casione per raccomandare caldamente ai

Tra i testimoni convocati a deporre vi

lettori, che talvolta si trovano davanti a ma-

era il tecnico di manutenzione di una

teriale promozionale, che vantano i pregi di

grande azienda di casseforti. La depo-

casseforti “ inviolabili”, di buttare nel cestino

sizione di questo tecnico è stata allu-

il materiale promozionale!

cinante, nel senso che, pur avendo lo stesso tecnico una ottima conoscenza

La tecnica costruttiva

delle tecnologie costruttive e delle tec-

Ciò premesso, il tecnico chiamato in cau-

niche di apertura delle casseforti, egli

sa deve innanzitutto illustrare in dettaglio la

è stato del tutto incapace di trasferire

tecnica costruttiva della cassaforte, oggetto

alle parti in causa, vale a dire il giudi-

della perizia, elencando in modo accurato e Ecco una tecnica di violazione di serratura a doppia mappa, correntemente usata nelle casseforti. Il malvivente, approfittando del foro di introduzione della chiave, inserisce un robusto tondino di acciaio e comincia percuotere la serratura, il cui coperchio interno finalmente si stacca dagli ancoraggi e pone in ordine disordinato le leve. A questo punto è possibile, utilizzando un semplice attrezzo, attivare manualmente lo spostamento del catenaccio della serratura.

comprensibile le varie misure di sicurezza,

permetto di offrire a tutti i lettori alcu-

Le caratteristiche di inviolabilità di una

tello, una volta messo in sicurezza, solo a

ni consigli, ove essi abbiano a trovarsi

cassaforte

chi dispone delle chiavi appropriate e delle

coinvolti in problemi similari, sia perché

Purtroppo molti acquirenti di casseforti,

combinazioni appropriate.

hanno costruito delle casseforti, sia

ed anche appartenenti alla magistratura,

perché sono stati chiamati in causa

ritengono che le casseforti siano dei con-

dai loro acquirenti, sia perché effet-

tenitori praticamente inviolabili e quindi una

tuano manutenzione sulle casseforti,

possibile apertura forzosa sia da imputare

sia perché le forze dell’ordine possono

ad una costruzione difettosa od una scar scar-

occasionalmente richiedere loro una

sa manutenzione. Il primo aspetto che oc-

consulenza, quando ci si trova davan-

corre mettere in evidenza è legato proprio

ti a eventi delittuosi, che comportino

fatto che qualunque difesa fisica è sempre

l’apertura forzosa di casseforti.

violabile, con le conoscenze e le strumen-

Che poi ci si trovi davanti a casseforti

tazioni appropriate. La differenza fra una

da negozietto di ferramenta, del costo di

cassaforte da qualche diecina di euro e una

qualche diecina di euro, oppure a cas-

cassaforte da qualche migliaio di euro sta

seforti realizzate professionalmente, del

semplicemente nel maggior tempo neces-

costo di qualche migliaio di euro, non si

sario, nelle più approfondite conoscenze e

pongono in realtà problemi assai diversi,

negli strumenti più avanzati, nel secondo

che non richiedano soluzioni similari.

caso. Nessuna fabbricante di casseforti,

ce unico, il sostituto procuratore della repubblica, l’avvocato di parte civile e l’avvocato difensore, quali siano le tecniche correnti di apertura forzosa delle casseforti e quali siano stati utilizzate nella fattispecie. Sulla base di questa esperienza, mi

52

che ogni fabbricante installa nella propria cassaforte. Vi sono dispositivi di sicurezza basati su serrature a chiave, altri basati su serrature a combinazione, altri basati su serrature elettroniche di vario tipo, che dovrebbero consentire l’apertura dello spor spor-

Una tecnica comune di violazione delle serratura a combinazione consiste nel praticare un foro, in una posizione ben determinata, che permette di creare artificiosamente delel cavità, sul perimetro dei dischi della serratura, in modo da causarne l’allineamento forzoso. Non è più necessario ruotare i dischi, fino a porre le cavità in posizione tale da consentire la caduta della sbarretta di trascinamento del catenaccio, in quanto l’attaccante crea, in pratica, una nuova combinazione!


CATALOGO in cronaca ULLMANN Settore: Edilizia, strumenti da taglio e misura, marcatori professionali e altro Comprende listino: no Versione elettronica: sì FRESCO DI STAMPA IL NUOVO CATALOGO DELLA ULLMANN di GENOVA

Il 15 ottobre è uscito dalla tipografia il nuovo catalogo generale e listino prezzi 2012/2013 della Ullmann s.a.s. con sede in Genova, composto da 76 pagine divise in 7 settori: 1.Strumenti da Taglio – 2.Strumenti di Misura – 3.Marcatori professionali – 4.Marcatori Creativi – 5.Rinnovo e Manutenzione – 6.Spatole e Raschiatori – 7.Accessori Edilizia e Colori. È il frutto di un impegnativo lavoro di “restyling” del precedente catalogo, sia nella grafica che nella presentazione di alcune linee di prodotti, ed il risultato ottenuto è realmente meritevole di positivi commenti. Le immagini sono grandi ed accattivanti, le didascalie di commento ai prodotti sono chiare nella lettura ed esaustive nei contenuti. È stata data giusta rilevanza ai marchi di prestigio distridistri buiti dalla Ullmann su scala nazionale, tra cui TajiTaji ma, Snowmann, Uchida, Corona. È stato ampliato ed arricchito di nuove proposte il settore accessori per edilizia dove - nella “linea IdeIde alstar” - primeggia per novità il taglia polistirolo a caldo Polystar 500, che ha trovato una recente e buona introduzione sul mercato edile. È stata anche data importanza al rispetto dell’ambiente, scegliendo carta FSC e stampa Eco Print che certifica l’utilizzo di materiali ed inchiostri non inquinanti. Da molti anni il logo è associaassocia to allo slogan “Garanzia di qualità dal 1931” - che l’azienda non ha mai tradito - per cui sono in molti – rivenditori ed utilizzatori- a fidarsi di questa “griffe”. Il nuovo catalogo è la conferma della capacità dell’azienda di rinnovarsi e di proporsi nel modo giusto per meritare la fiducia del mercato, conquistata in 80 anni di serio lavoro di 3 generazioni.

54


SITI in cronaca

O.M.R. RINNOVA IL SITO Da oltre 50 anni la O.M.R. - MOIA produce serrature e sistemi di chiusura, caratterizzando i propri prodotti per l’alta sicurezza e l’affidabilità nel tempo. Nell’ottica di un continuo miglioramento, O.M.R. lancia il suo nuovo sito internet: più contenuti, navigazione migliorata e veste grafica più accattivante. Il sito, disponibile in sei lingue, è suddiviso in sezioni riguardanti i prodotti e le sue applicazioni, l’azienda, con la storia e i marchi, le news ed i contatti. In particolare segnaliamo come nella sezione prodotti sia possibile scaricare integralmente le schede tecniche relative ai vari modelli di serrature. Nella sezione contatti, invece, è presente un’area dedicata alla ricerca dei rivenditori, ai quali l’azienda offre un’ampia scelta di articoli in pronta consegna con packaging e listino dedicato.

www.omrserrature.it


OSSERVATORIO PERMANENTE

Basilicata e Calabria

OSSERVATORIO Basilicata e Calabria

I PROTAGONISTI di questo numero “Nel contesto economico e produttivo della Calabria fatto di piccole imprese artigiane e commerciali, il settore del bricolage e del “fai da te” riveste un’importanza fondamentale” Antonio Stefano Caridi assessore alle attività produttive Calabria

I PROTAGONISTI di questo numero

La Produzione pag 60

“Il comparto del bricolage e del ‘fai da te’ non credo influisca molto nella nostra regione, vista la clientela cui si rivolge (privati cittadini), e non interessando il professionista, che fa registrare una contrazione nella produzione”

Il Grossista pag 62

Sandro Navazio Associato Confesercenti Basilicata

Il Dettaglio pag 64

“In Calabria il commercio di articoli per il bricolage influisce abbastanza sull’economia regionale, anche perché nella nuova versione distributiva i punti vendita hanno destinato aree più ampie mettendo a disposizione servizi ed informazioni per la domanda hobbistica” Antonino Marcianò presidente Confesercenti Calabria

La GDS pag 68

57


OSSERVATORIO PERMANENTE

Basilicata e Calabria

L’OSSERVATORIO PERMANENTE incentra la propria analisi sull’osservazione del tessuto distributivo regionale, con una particolare attenzione alle nuove tendenze merceologiche, all’andamento dei fatturati, ai problemi e alle possibili soluzioni, all’eccellenza, all’armonia della catena distributiva. Fonte privilegiata rimane per noi la voce diretta delle aziende commerciali che formano il settore, distinguendole come ci è consueto tra dettaglianti, grossisti e grande Distribuzione specializzata. Un’azienda per ogni categoria commerciale sarà la protagonista in ogni settore, con un’attenzione particolare dedicata anche al sistema produttivo settoriale, così da avere una fotografia complessiva di tutta la filiera.

Scenario economico - REGIONE BASILICATA E CALABRIA Province

Principali tendenze evolutive

In Basilicata gli indicatori Contrazione nell’attività manifatturiera Matera Leggera ripresa nel settore agricolo congiunturali delineano uno Calo nel mercato dell’edilizia scenario ancora a tinte foPotenza Stazionarietà dell’industria manifatturiera sche, in linea con le crescenti Calo nel legno, tessile e abbigliamento difficoltà del contesto nazioStabilità del comparto agricolo Crollo del mercato dell’edilizia nale e internazionale. Il crollo del mercato interno ha aggravato ulteriormente la crisi dell’apparato industriale, che può contare soltanto su una discreta tenuta dell’export. Lo stato di sofferenza dei consumi delle famiglie, penalizzati anche dall’accelerazione dell’inflazione, sta mettendo a dura prova la tenuta del comparto commerciale. Il credito alle imprese viaggia ormai stabilmente in territorio negativo, mentre le dinamiche imprenditoriali segnalano un ridimensionamento della base produttiva. In tale contesto, l’occupazione è in caduta libera mentre la disoccupazione ha raggiunto livelli record. Il percorso di uscita dalla crisi è sempre più impegnativo. Sono necessarie misure strutturali in grado di agire nel medio-lungo termine e di alimentare la domanda.

Potenza

Matera

Cosenza

Fonti: Banca d’Italia, Unioncamere, CCIAA Crotone

In Calabria si osserva ancora una volta una forte contrazione degli indici di produzione ed attività. Le esportazioni hanno rallentato per effetto di un forte calo delle vendite verso l’Ue. I comparti dell’agro-alimentare, dei prodotti chimici e dei macchinari hanno subito una flessione. Il settore delle costru-zioni ha risentito in maniera accentuata dell’avversa congiuntura economica. Secondo la nostra indagine presso le imprese del settore, la produzione e l’occupazione si sono ridotte. Sul mercato dell’edilizia residenziale, le transazioni sono diminuite per Province Principali tendenze evolutive il quinto anno consecutiCatanzaro Calo dell’industria manifatturiera vo. Ciò si riflette negativi Contrazione del mercato dell’edilizia sui consumi e sull’occuTenuta nei settori dei servizi pazione, che continuaCosenza Stazionarietà dell’industria manifatturiera Lieve dinamismo nel comparto dei servizi no a calare. Tutto ciò si Diminuzione nel settore delle costruzioni riflette sulle previsioni Crotone Scarso dinamismo dell’industria manifatturiera macroeconomiche, faProgressiva contrazione nel settore edilizio cendo aumentare l’inStabilità nel commercio e nei servizi certezza sulle future Reggio Forte calo del settore manifatturiero condizioni del mercato. Calabria Contrazione del mercato dell’edilizia Fonti: Banca d’Italia, Unioncamere, CCIAA

58

Diminuzione nel settore dei servizi Vibo Valentia

Calo nel mercato delle costruzioni Contrazione del comparto dei servizi Diminuzione dell’attività manifatturiera

Catanzaro

Vibo Valentia

Reggio Calabria


INTERVISTA

ANTONIO STEFANO CARIDI ASSESSORE ALLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE REGIONE CALABRIA Nello sviluppo economico della Regione quanto influisce il ruolo del commer commercio di articoli per il bricolage e per il “fai da te”? Nel contesto economico e produttivo della Calabria fatto di piccole imprese artigiane e commerciali, il settore del bricolage e del “fai da te” riveste un’importanza fondamentale. Anche se non direttamente connaturata a valori strettamente economici in termini di PIL prodotto, questa attività diviene testimonianza di una regione che del valore delle risorse naturali, in termini di minor consumo possibile, dell’ambiente e della tutela delle proprie peculiarità vuol farne un elemento di “sviluppo virtuoso”. A tale proposito, si tiene conto del differente apporto degli operatori (grossisti, Grande Distribuzione Specializzata, centri bricolage e giardinaggio, esercizi di ferramenta) di tale settore? Credo proprio di sì, anche se la tendenza a livello nazionale è quella di privilegiare la grande distribuzione. A tale proposito in Calabria, forse anche per la particolare situazione geografica della regione, reggono ancora (per fortuna) i piccoli negozi fortemente specializzati ed ancorati ai propri territori. In che misura tali operatori si sono sviluppati nel tempo? E si sono registrate particolari differenze nell’evoluzione di ciascuna tipologia di canale? L’azione dell’Assessorato è stata finalizzata al sostegno della micro e piccola impresa, inclusa quella operante nel commercio. Il target degli incentivi proposti è stato sempre differenziato in maniera tale da intercettare le esigenze più disparate

degli operatori dei diversi settori. Un’esperienza ancora più caratterizzante deriverà sicuramente dall’attuazione dei PISL (progetti integrati di sviluppo locale) dove la parte territorio – commercio – prodotti troverà allocazione privilegiata con sistemi di incentivazione ad hoc. La concorrenza fra tali operatori ha influito sulla trasformazione dello scenario? La concorrenza è il sale del mercato. La scommessa è quella di accompagnare le nostre imprese ed i nostri operatori commerciali nel confronto sui mercati europei ed internazionali. A ciò sono orientate parte delle risorse allocate sul c.d. Fondo Unico Regionale per il 2012. In definitiva, secondo il Suo punto di vista, viene rispettata la divisione classica dei ruoli tra dettaglianti, grossisti e grandi punti vendita di ferramenta e bricolage? Se guardiamo all’articolazione della normativa nana zionale regionale in materia credo proprio di sì, anche se la tendenza è quella di proporre lo svi-luppo della grande distribuzione, percepite, non sempre a ragione, come la soluzione dei problemi del commercio. Antonio Stefano Caridi assessore alle attività produttive Calabria

INTERVISTA

ANTONINO MARCIANO’ PRESIDENTE CONFESERCENTI REGIONE CALABRIA Domanda. Nello sviluppo economico della Regione quanto influisce il ruolo del commercio di articoli per il bricolage e per il “fai da te”? Abbastanza, perché nella nuova versione distributiva hanno destinato aree più ampie mettendo a disposizione servizi ed informazioni per la domanda hobbistica. A tale proposito, si tiene conto del differente apporto degli operatori (grossisti, Grande Distribuzione Specializzata, centri bricolage e giardinaggio, esercizi di ferramenta) di tale settore? Alla stessa stregua degli altri settori, in quanto sono pochissimi i nuovi operatori del settore, si tratta di operatori già esistenti sul territorio e poi trasferiti all’interno della GDS. In che misura tali operatori si sono sviluppati nel tempo? E si sono registrate particolari differenze nell’evoluzione di ciascuna tipologia di canale? Hanno avuto una positiva evoluzione soprattutto grazie al know-how

imposto dalle aziende fornitrici. La concorrenza fra tali operatori ha influito sulla trasformazione dello scenario? Non molto. In definitiva, secondo il Suo punto di vista, viene rispettata la divisione classica dei ruoli tra dettaglianti, grossisti e grandi punti vendita di ferramenta e bricolage? Non è molto evidente in quanto il dettaglio non tratta bricolage o se lo tratta è poco assortito. Antonino Marcianò presidente Confesercenti Calabria

INTERVISTA

SANDRO NAVAZIO ASSOCIATO CONFESERCENTI BASILICATA Domanda. Nello sviluppo economico della Regione quanto influisce il ruolo del commercio di articoli per il bricolage e per il “fai da te”? Non credo influisca molto, vista la clientela cui si rivolge (privati cittadini), e non interessando il professionista, che fa registrare una contrazione nella produzione.

centri medio-grandi grazie alle affiliazioni. Più dinamici ed in crescita sono i negozi di ferramenta che nel loro interno, con superfici più ampie, decidono di includere settori riguardanti il bricolage, offrendo varietà e competenza. Hanno vita più difficile le nuove aperture di centri bricolage e giardinaggio, nati come tali, molto spesso a causa dell’inesperienza e della cattiva scelta dei partner commerciali.

A tale proposito, si tiene conto del differente apporto degli operatori (grossisti, Grande Distribuzione Specializzata, centri bricolage e giardinaggio, esercizi di ferramenta) di tale settore? Certamente. Tali realtà svolgono ruoli molto diversi tra loro e ritengo che sia molto attiva la presenza del grossista per la capacità di servire anche i piccoli centri, oltre a quella degli esercizi di ferramenta tradizionali loro clienti di riferimento.

La concorrenza fra tali operatori ha influito sulla trasformazione dello scenario? Come già accaduto altrove, hanno dovuto chiudere i piccoli negozi nei centri più popolosi a causa della concorrenza della grande distribuzione e dei grandi esercizi. Nei piccoli centri molto spesso si chiude per mancanza di prospettive dei giovani che dovrebbero seguire le orme dei genitori.

In che misura tali operatori si sono sviluppati nel tempo? E si sono registrate particolari differenze nell’evoluzione di ciascuna tipologia di canale? I grossisti regionali sono pochi ed hanno difficoltà a crescere e svilupparsi, vista anche la popolazione ridotta. Soffrono molto, anche per la presenza della concorrenza degli operatori pugliesi e campani. La Grande Distribuzione è presente solo nei

In definitiva, secondo il Suo punto di vista, viene rispettata la divisione classica dei ruoli tra dettaglianti, grossisti e grandi punti vendita di ferramenta e bricolage? Di certo sì, ma naturalmente con il metro adattato ad una regione a bassa densità abitativa quale la nostra.

59


OSSERVATORIO PERMANENTE

Basilicata e Calabria

La Produzione

Presentazione delle aziende azienda Rollplast Srl

azienda Dianflex Srl Costituita nel 1982, nel corso degli anni raggiunge la leadership nella distribuzione nel settore idrotermosanitario grazie alle capacità strategiche e all’attenzione alle esigenze dei clienti. Dal 2000 in poi assume la denominazione di DianFlex Corporation affiancando al processo di commercializzazione anche quello di produzione attraverso una serie di piattaforme produttive in Italia, alcune in Europa (Turchia, Portogallo, Romania,Grecia, Macedonia, Serbia, Slovenia, Egitto, Tunisia, Spagna) e solo una minima parte in Cina.

È all’avanguardia nella produzione di avvolgibili, box doccia e porte a soffietto in PVC. Nata nel 1986 dalla sensibilizzazione di giovani e coraggiose iniziative imprenditoriali, si impone sul mercato nazionale. La sua progressiva crescita avviene anche nel mercato europeo ed internazionale. A partire dal 1998 determina una svolta strutturale per gestire e coordinare le attività di produzione e vendita dei suoi molteplici articoli con la differenziazione aziendale sul ramo PVC. È innovativa e versatile, pronta ad affrontare le sfide del nuovo millennio con personale qualificato e know how professionale, continuando la crescita al servizio dei clienti nel sentiero imprenditoriale che l’ha contraddistinta.

Rollplast

Ragione sociale

Rollplast Srl

Località

Polla (SA)

Anno di fondazione

2001

Addetti (unità)

60

Fatturato (Mn. €)

n.d.

Settore di riferimento

Gomme e materie plastiche

Tipologia di prodotti

Box doccia in PVC – porte a soffietto in PVC – avvolgibili in PVC, in alluminio e PVC + alluminio – tende da sole in PVC

Ragione sociale

Dianflex Srl

Località

Atena Lucana (SA)

Anno di fondazione

1982

Addetti (unità)

n.d.

Fatturato (Mn €)

n.d.

Settore di riferimento

Grossisti

Tipologia di prodotti

Idrotermosanitari

Organizzazione commerciale e distributiva

Agenti

Organizzazione commerciale e distributiva

Vendita diretta e tramite agenti / rappresentanti

Canali di vendita

Rivenditori

Canali di vendita

Rivenditori e Grande Distribuzione

Sito Internet

www.dianflex.com

Sito Internet

www.rollplast.it - www.duero.it

azienda MGR di Malivindi snc

È un’azienda a conduzione familiare che si occupa della lavorazione e realizzazione di profilati (guarnizioni). In particolare, realizza guarnizioni principalmente per pannelli fotovoltaici e serramenti e su richiesta del cliente per qualsiasi settore. Con il passare degli anni è cresciuta ed oggi, grazie all’utilizzo di macchine sempre più all’avanguardia e alla collaborazione dei giovani membri della famiglia, è in grado di soddisfare qualsiasi esigenza del cliente. Serietà e cortesia sono le caratteristiche che contraddistinguono l’attività aziendale. I prodotti sono di ottima qualità e sono sul mercato ad un prezzo competitivo. Effettua inoltre consegne in tutta Italia ed Europa.

azienda Roadart Srl Produce una gamma completa di prodotti per la segnaletica aziendale, privata e segnaletica per cantieri, con l’utilizzo di variegati materiali di alta qualità. La filosofia di lavoro adottata spinge ad instaurare con i clienti un rapporto di continuità nella collaborazione, per assicurare una costante assistenza tecnica e la disponibilità in qualunque momento nell’ottica di un continuo miglioramento del prodotto. Collabora con i propri clienti sviluppando qualsiasi soluzione, fornendo una consulenza professionale allo sviluppo di progetti o attraverso accordi di assistenza tecnica. Ragione sociale

Roadart Srl

Ragione sociale

MGR di Malivindi snc

Località

Catanzaro

Località

Via Provinciale Molochio (RC)

Anno di fondazione

1992

Anno di fondazione

2004

Addetti (unità)

n.d.

Addetti (unità)

n.d.

Fatturato (Mn. €)

n.d.

Fatturato (Mn. €)

n.d.

Settore di riferimento

Segnaletica di sicurezza ed antinfortunistica

Settore di riferimento

Lavorazione delle materie plastiche:PVC

Tipologia di prodotti

Tipologia di prodotti

Profilati estrusi in PVC

Cartellonistica di sicurezza e segnaletica stradale

Organizzazione commerciale e distributiva

Venditori dipendenti

Organizzazione commerciale e distributiva

Rete agenti e vendita diretta

Canali di vendita

Vendita diretta

Canali di vendita

GD e GDO

Sito Internet

www.guarnizionimgr.com

Sito Internet

www.roadart.it

60


azienda Tecnosyder Srl

azienda Marten Srl Opera dal 1993 sul mercato della produzione di prodotti per l’igiene della casa e nella commercializzazione di prodotti chimici industriali. Nel corso degli anni specializza la propria attività. In particolare, nel settore igiene casa produce una linea completa di detergenti per superfici dure, capi e stoviglie con proprio marchio Fiorillo. Grazie alla collaborazione ormai ben instaurata con diverse multinazionali presenti nei vari ambiti della chimica di base, è specializzata nella commercializzazione e distribuzione di prodotti chimici industriali, nonché prodotti per il trattamento acqua in genere (reflue, potabile, piscina) e per l’industria alimentare. Con i propri impianti di confezionamento all’avanguardia nel settore, offre la realizzazione di prodotti a marchio del cliente, garantendo le consegne in tutta Italia con propri mezzi di trasporto.

Sorta a fine anni ’60, inizialmente opera nel settore siderurgico con la realizzazione di piccoli lavori di carpenteria, realizzazione e installazione di impianti di irrigazione, impianti di sollevamento acque, sviluppando contestualmente l’attività di commercializzazione di macchine ed attrezzature agricole. L’incremento dell’attività porta alla creazione di una società di capitali, l’attuale Tecnosyder. In seguito alla costituzione del nuovo impianto e con il costante investimento in risorse tecnologiche ed umane, la Tecnosyder sviluppa la sua attività nel settore dell’ingegneria delle strutture e delle costruzioni di carpenteria metallica in ambito industriale, edilizio, commerciale, agricolo e sportivo ed amplia il portafoglio prodotti destinato alla vendita al dettaglio. La scelta strategica di raccogliere le nuove sfide proposte dal mercato nazionale, ha indotto Tecnosyder ad acquisire la certificazione di qualità ISO 9001 e l’attestazione SOA per la partecipazione ai lavori pubblici nella categoria OS 18, classifica TERZA.

Ragione sociale

Marten Srl

Località

Maierato (VV)

Anno di fondazione

1993

Ragione sociale

Tecnosyder Srl

Addetti (unità)

14

Località

Rionero in Vulture (PZ)

Fatturato (Mn. €)

5,9

Anno di fondazione

1968

Settore di riferimento

Trattamento acqua piscina, trattamento acque, prodotti per l’igiene della casa, chimica per il settore alimentare ed industriale

Addetti (unità)

32

Fatturato (Mn. €)

n.d.

Settore di riferimento

Metalmeccanico

Tipologia di prodotti

Chimica

Tipologia di prodotti

Carpenteria metallica ed attrezzi agricoli

Organizzazione commerciale e distributiva

Venditori dipendenti

Organizzazione commerciale e distributiva

Propria

Canali di vendita

Grossisti - distributori

Canali di vendita

Tradizionale e telematica

www.martensrl.com

Sito Internet

www.tecnosider.com

Sito Internet

azienda Cord Plast di Frustagli & C. Snc È specialista nei processi produttivi con tecnologia ad iniezione ed estrusione materie plastiche. La gamma di prodotti offerti è divisa in sei linee merceologiche: cavetti plastificati, accessori cavetti e funi, cintino tapparelle, accessori per giardinaggio ed agricoltura (chiodi e placche), settore fioristi (ciotole e vaschette) e settore caseario (fuscelle). La linea dei cavetti plastificati comprende sei famiglie di prodotti: biancomega brevettato, multifil, bianco plast, ottonato trasparente, zincato trasparente, nylon plast. Nella categoria degli accessori cavetti rientrano block-fix brevettato, tira tira brevettato e tendil brevettato. L’impegno di questa azienda è di lavorare a fianco della clientela per garantire la massima produzione ottenibile e la qualità dei prodotti. Tali risultati puntano

Ragione sociale

Cord Plast di Frustagli & C. Snc

Località

Davoli Marina (CZ)

Anno di fondazione

1972

Addetti (unità)

6

Fatturato (Mn. €)

n.d.

Settore di riferimento

Ferramenta, giardinaggio, fai da te

Tipologia di prodotti

Stampaggio ed estrusione materie plastiche

Organizzazione commerciale e distributiva

Diretta con grossisti

Canali di vendita

Rivenditori tradizionali

Sito Internet

www.frustagli.net

a ridurre i costi di realizzazione ed a minimizzare l’investimento riducendo drasticamente i tempi di recupero start-up. Nell’ottica dell’innovazione e sviluppo dell’attività, sono previste introduzioni di nuovi prodotti e sei brevetti.

61


OSSERVATORIO PERMANENTE

Basilicata e Calabria

Azienda

GROSSISTA

FM Center Trading

R VOI E P O T S I V

Francesco Famigliulo direttore commerciale

Nome azienda

FM Center Trading

Località

Corigliano Calabro (CS)

Superficie (mq.)

20.000

Persone occupate

25

Anni di attività

25

Trend attività

Ribasso

Può indicare qual è attualmente il prodotto più venduto?

Merceologie di prodotto

Variaz. valore delle vendite (%)

Perché? È venduta, seppure a prezzi superiori, da distributori nazionali direttamente al professionale.

Utensileria elettrica

5

Minuteria

20

Attrezzature per giardinaggio

10

Vernici

20

Trend del settore

Utensileria manuale

10

Trend della Sua attività

Attrezzature per edilizia

10

Articoli per la sicurezza

10

Altro (spec.)

15

Perché? Per l’incremento dei settori del legno e del “fai da te”. Può indicare qual è attualmente il prodotto meno venduto? Ferramenta tecnica.

62

Rispetto a due anni fa come vede la situazione? RIBASSO

STABILITÀ

z

z

RIALZO

z

Di qui a due anni cosa riesce a prevedere? RIBASSO

STABILITÀ

Trend del settore

z

Trend della Sua attività

z

RIALZO

In generale, per il futuro della Sua attività è ottimista o pessimista? Dopo un grosso investimento in infrastrutture non posso che essere ottimista.


OSSERVATORIO PERMANENTE

Basilicata e Calabria

Il Dettaglio 1

Ferramenta - Segmentazione per provincia

Solo per la parte “Dettaglianti”, Ferramenta2000 si avvale della collaborazione con Marketing & Telematica, una società di Arese (Mi), specializzata in interventi di trade intelligence, realizzati da professionisti provenienti da diversi settori della consulenza aziendale, e in servizi di marketing e customer satisfaction basati sui più avanzati strumenti informatici e su una puntuale conoscenza degli operatori di oltre venti canali distributivi, raggiunta attraverso censimenti puntuali di ciascun canale – interviste telefoniche one-to-one a tutti gli operatori - e l’impegno dei database georeferenziali MMAS-Micro Marketing Analysis System.

2

64

Trend delle vendite

3

Collocazione punto vendita


4

Superficie punto vendita

5

Superficie magazzino

Area self-service

7

Presenza di vetrine

6

8

Numero addetti

Marketing & Telematica è una società specializzata in interventi di trade intelligence, realizzati da professionisti provenienti da diversi settori della consulenza aziendale, e in servizi di marketing e customer satisfaction basati sui piÚ

avanzati strumenti informatici e su una puntuale conoscenza degli operatori di oltre venti canali distributivi, raggiunta attraverso censimenti puntuali di ciascun canale - interviste telefoniche one-to-one a tutti gli operatori - e l’impiego dei database georeferenziati MMAS - Micro Mar Marketing Analysis System.

9

Presenza venditori

Per maggiori informazioni sulla piattaforma MMAS e le relative applicazioni rimandiamo a: Marketing & Telematica Strada della Moia, 1 20020 Arese (MI) - Italy tel. +39 02 380731 info@metmi.it

65


OSSERVATORIO PERMANENTE

Basilicata e Calabria

R VOI VISTO PE

IL DETTAGLIO Azienda

Nome azienda

Anacoreta Ferramenta

Località

Corigliano Calabro (CS)

Superficie (mq.)

450

Persone occupate

2

Anni di attività

6

Trend attività

Calo

Anacoreta Ferramenta

Può indicare qual è attualmente il prodotto più venduto?

Merceologie di prodotto

Variaz. valore delle vendite (%)

Vernici

X

Rispetto a due anni fa come vede la situazione? RIBASSO

Perché? Prodotti indispensabili per la vivacità del mercato del “fai da te”. Può indicare qual è attualmente il prodotto meno venduto? Maniglie, elettroutensili.

Trend del settore

z

Trend della Sua attività

z

STABILITÀ

RIALZO

Di qui a due anni cosa riesce a prevedere? RIBASSO

Perché? Per il calo della domanda professionale e della richiesta di apparecchi ad alto contenuto di prezzo.

STABILITÀ

RIALZO

Trend del settore

z

Trend della Sua attività

z

In generale, per il futuro della Sua attività è ottimista o pessimista? Ottimista.

Nome azienda

Castaldi Ferramenta & Bricolage Srl

Località

Melfi (PZ)

Superficie (mq.)

200

Persone occupate

3

Anni di attività

49

Trend attività

Calo

IL DETTAGLIO Azienda

R VOI VISTO PE

Castaldi Ferramenta & Bricolage Srl

Può indicare qual è attualmente il prodotto più venduto?

Merceologie di prodotto

Variaz. valore delle vendite (%)

Attrezzature per giardinaggio

X

Vernici

X

Perché? Per la vivacità dell’attività di manutenzione ed estetica della casa. Può indicare qual è attualmente il prodotto meno venduto? Elettroutensili. Perché? A causa della contrazione del mercato dell’edilizia, che si fa sentire sull’intero comparto della ferramenta. Rispetto a due anni fa come vede la situazione? RIBASSO Trend del settore

z

Trend della Sua attività

z

66

STABILITÀ

RIALZO

Di qui a due anni cosa riesce a prevedere? RIBASSO

STABILITÀ

Trend del settore

z

Trend della Sua attività

z

RIALZO

In generale, per il futuro della Sua attività è ottimista o pessimista? Pessimista, se il carico fiscale prosegue a gravare sul settore. Ottimista, se tali oneri vengono alleggeriti. Nella nostra zona pesa anche l’effetto delle decisioni in merito alla presenza degli stabilimenti della Fiat.


IL DETTAGLIO Nome azienda

G.E.V.E.L. Srl Ferramenta

Località

Diamante (CS)

Superficie (mq.)

5.000

Persone occupate

4

Anni di attività

58

Trend attività

Calo

Azienda

G.E.V.E.L. Srl Ferramenta R VOI VISTO PE

Può indicare qual è attualmente il prodotto più venduto?

Merceologie di prodotto

Rispetto a due anni fa come vede la situazione?

Variaz. valore delle vendite (%)

Altro (spec.) Recinzioni Reti sicurezza

X

Perché? Non c’è concorrenza nel territorio circostante.

RIBASSO Trend del settore

z

Trend della Sua attività

z

STABILITÀ

RIALZO

Di qui a due anni cosa riesce a prevedere?

Può indicare qual è attualmente il prodotto meno venduto? Prodotti per edilizia e materiali di costruzione. Perché? Per la crisi del settore edilizio.

RIBASSO

STABILITÀ

Trend del settore

z

Trend della Sua attività

z

RIALZO

In generale, per il futuro della Sua attività è ottimista o pessimista? Ottimista.

Nome azienda

Giannattasio Orazio Ferramenta

Località

Potenza

Superficie (mq.)

110

Persone occupate

2

Anni di attività

45

Trend attività

Calo

IL DETTAGLIO Azienda Giannattasio Orazio Ferramenta

R VOI VISTO PE

Può indicare qual è attualmente il prodotto più venduto?

Merceologie di prodotto

Variaz. valore delle vendite (%)

Articoli per la sicurezza

X

Perché? Per la specializzazione dell’attività nel settore. Può indicare qual è attualmente il prodotto meno venduto? Articoli di ferramenta in genere. Perché? Per la congiuntura negativa del comparto. Rispetto a due anni fa come vede la situazione? RIBASSO Trend del settore

z

Trend della Sua attività

z

STABILITÀ

RIALZO

Di qui a due anni cosa riesce a prevedere? RIBASSO Trend del settore

z

Trend della Sua attività

z

STABILITÀ

RIALZO

In generale, per il futuro della Sua attività è ottimista o pessimista? Pessimista. L’intera filiera del settore risente del generale stato di crisi del settore e non si può programmare più nulla, come avveniva in passato.

67


OSSERVATORIO PERMANENTE

Basilicata e Calabria

La GDS

Scenario grande distribuzione Basilicata e Calabria Insegne / Province

Matera Potenza Totale

Brico Io

1

-

1

Brico Ok

-

1

1

Bricofer

-

1

1

Totale

1

2

3

In Calabria sono presenti 56 punti vendita facenti capo alle grandi insegne della GDS. La maggiore concentrazione di tali esercizi si osserva nelle province di Cosenza e Catanzaro, dove si contano rispettivamente 29 e 10 punti vendita. Seguono Reggio Calabria (7), Crotone e Vibo Valentia, con 5 punti vendita ciascuno. L’analisi per catena evidenzia che è Brico Mania a detenere il maggior numero di punti vendita presenti in tale regione (32), di cui 24 nella sola provincia di Cosenza. Gli altri sono ubicati in provincia di Crotone (3) e di Vibo Valentia (3). Gli altri due punti vendita sono ubicati nella provincia di Catanzaro. Le altre insegne sono presenti in questa regione con un numero di esercizi inferiore a 5. È il caso di Brico Ok e Bricocenter. Brico Ok è presente nelle province di Cosenza (2),

In Basilicata sono attivi tre punti vendita facenti capo alla GDS. Due di essi sono ubicati in pro provincia di Potenza e fanno capo rispettivamente a Brico OK e Bricofer. L’altro punto vendita è localizzato in provincia di MateMate ra e fa capo a Brico Io.

Reggio Calabria (1), Crotone (1) e Vibo Valentia (1). Bricocenter è presente nelle province di Cosenza (1), Catanzaro (2), Reggio Calabria (1) e Crotone (1). Segue Pronto Hobby Brico con quattro esercizi tutti ubicati nella provincia di Catanzaro. Fanno capo a Consorzio Punto Legno tre punti vendita con insegna Bricolarge. In particolare, due sono ubicati in provincia di Reggio Calabria, l’altro in quella di CoCo senza. Anche Punto Brico è presente in questa regione con tre punti vendita, riri spettivamente presenti nelle provincia di Cosenza, Reggio Calabria e Vibo ValenValen tia. Brico Io è presente con due punti venven dita, ubicati rispettivamente nelle provinprovin ce di Catanzaro e Reggio Calabria. Sono invece presenti con un solo punto vendita Bricofer, in provincia di Catanzaro, e ItalItal brico, in provincia di Reggio Calabria.

Insegne / Province

Cosenza

Catanzaro

Reggio Calabria

Crotone

Vibo Valentia

Totale

Brico Io

-

1

1

-

-

2

Brico Mania

24

2

-

3

3

32

Brico Ok

2

-

1

1

1

5

Bricocenter

1

2

1

1

-

5

Bricofer

-

1

-

-

-

1

Bricolarge

1

-

2

-

-

3

Italbrico

-

-

1

-

-

1

Pronto Hobby Brico

-

4

-

-

-

4

Punto Brico

1

-

1

-

1

3

Maxi Brico

-

-

1

-

-

1

Totale

29

10

8

5

5

57

68

Potenza

Matera

Cosenza

Crotone Catanzaro

Vibo Valentia

Reggio Calabria


Azienda

Azienda

MAXIBRICO 2 SRL

ZIELLA DISTRIBUZIONE SRL (BRICO OK)

Nome azienda

Maxibrico 2 Srl

Nome azienda

Ziella Distribuzione Srl

Località

Reggio Calabria

Località

Senise (PZ)

Superficie (mq.)

2.500

Superficie (mq.)

300

Persone occupate

35

Persone occupate

2

Anni di attività

5

Anni di attività

6

Trend attività

Stabile

Trend attività

Stabile

Può indicare qual è attualmente il prodotto più

Può indicare qual è attualmente il prodotto più

venduto?

venduto?

Merceologie di prodotto

Variaz. valore delle vendite (%)

Utensileria elettrica

Merceologie di prodotto

Variaz. valore delle vendite (%)

Utensileria elettrica

8,8%

Minuteria

8,6%

9%

Attrezzature per giardinaggio

3,8%

Vernici

10%

Vernici

7,4%

Utensileria manuale

7,5%

Utensileria manuale

Attrezzature per edilizia

3,4%

Attrezzature per edilizia

1,1%

Legno

17%

Articoli per la sicurezza

0,9%

Materiale elettrico

13%

Altro (spec.)

Idraulica

10%

Arredo bagno

8%

7,5%

Minuteria

14,5%

Attrezzature per giardinaggio

-

-

Perché? Riusciamo ad avere un margine maggiore

Perché?

consentendoci di offrire prodotti con rapporto

Grazie alla marginalità, assortimenti e richiesta,

qualità-prezzo giusti per il nostro mercato.

soprattutto nel reparto falegnameria.

Può indicare qual è attualmente il prodotto

Può indicare qual è attualmente il prodotto

meno venduto?

meno venduto?

Attrezzature per edilizia.

Attrezzature per edilizia.

Perché? Perché in zona esistono negozi più assortiti.

Perché? Poca richiesta. Probabilmente i clienti

Può indicare quali sono i marchi più

preferiscono i negozi specializzati.

apprezzati? Philips, Gedy, Saratoga, Guercio.

Può indicare quali sono i marchi più apprezzati?

Tra i fornitori può citare chi fornisce più

Sacar2, Black&Decker, Fischer, Saratoga.

agevolazioni e la miglior assistenza alla vendita? Cornitec, Philips, Valex, Saratoga.

Tra i fornitori può citare chi fornisce più agevolazioni e la miglior assistenza alla vendita? Sacar2, Philips.

Rispetto a due anni fa come vede la situazione?

Rispetto a due anni fa come vede la

RIBASSO

situazione? RIBASSO Trend del settore

z

Trend della Sua attività

z

STABILITÀ

RIALZO

z

Trend della Sua attività

z

RIALZO

Di qui a due anni cosa riesce a prevedere?

Di qui a due anni cosa riesce a prevedere? RIBASSO

Trend del settore

STABILITÀ

STABILITÀ

RIALZO

Trend del settore

z

Trend della Sua attività

z

In generale, per il futuro della Sua attività è

RIBASSO

STABILITÀ

Trend del settore

z

Trend della Sua attività

z

RIALZO

In generale, per il futuro della Sua attività è ottimista o pessimista? Ottimista.

ottimista o pessimista? Ottimista.

69


RISCALDAMENTO

Agrifor & Associati

IL PELLET “SCALDA” LE FERRAMENTA Ecologico e con un’alta capacità calorifica, il pellet è utilizzabile in stufe, caminetti e termo camini: tutti prodotti sempre più diffusi tra le nostre abitazioni. Professional Pellet investe sul canale tradizionale e “punta” su una distribuzione in ferramenta rivato da puro legno di abete e privo

Come è gestita la distribuzione di

di materiali riciclati ed additivi.

Professional Pellet?

La distribuzione di Professional Pellet

L’introduzione del Professional Pel-

è gestita in esclusiva nel nord Italia da Agrifor & Associati: per saperne di più abbiamo incontrato Massimiliano

Casagrande

(direttore commerciale divisione Energy & Pellet Division) che ci Massimiliano Casagrande (direttore commerciale divisione Energy & Pellet Division)

ha

spiegato

perché

la “vendita” di questo prodotto punta sul ca-

“L’IVA agevolata su questo genere di prodotto è del 10%, anche per quanto riguarda il costo di trasporto”

Fondata nel 1997 Adriacoke è oggi

nale tradizionale e sul-

un trader internazionale specializza-

la capillarità e diffusio-

to in semilavorati per l’industria, nel

ne dei negozi di ferramenta.

commercio dell’acciaio e nell’energia

let è stata avviata da Adriacoke, che ha riservato la distribuzione in esclusiva per il canale ferramenta in Italia alla ditta Fraschetti s.p.a., la quale ha stipulato un accordo di partenariato distributivo con Agrifor & Associati per quanto riguarda la vendita del Professional Pellet nel nord Italia nello specifico canale ferramenta.

Come è organizzata la logistica e la

rinnovabile ricavata da materie pri-

Quello del pellet è un mercato in

spedizione di un materiale molto in-

me naturali. Uno dei core business

crescita?

gombrante come il pellet?

dell’azienda è la commercializzazio-

Quello del pellet e del riscaldamento ali-

Il pellet è un prodotto che ha delle pre-

ne di pellet, infatti Adriacoke importa

mentato con fonti rinnovabili è un mercato

rogative per il trasporto, trattandosi di

in esclusiva per l’Italia Professional

in forte crescita e a doppia cifra. Basti pen-

materiale piuttosto ingombrante e pe-

Pellet, un prodotto di alta qualità, de-

sare che in Italia si vendono 250/300mila

sante da spostare, in genere “arriva” in

stufe nuove ogni anno,

bancali da un 1 m x 1 m (80x120 ban-

inoltre assistiamo ad una

cale anche per GDO), con circa 70 o 78

maggiore

di

sacchetti da 15 kg. La struttura commer-

caminetti, stufe, anche di

ciale di Agrifor & Associati può conta-

fascia media alta, e termo

re su quattro siti per lo stoccaccio e la

camini, anche grazie ad un

logistica dislocati in varie parti di’Italia:

design sempre più ricerca-

Savona, Ravenna, Salerno e Gaeta. In

to e ed elegante.

particolar modo la sede all’interno del

“Per semplificare il lavoro e rendere possibile la vendita in superfici di piccole dimensioni, il bancale stesso che consegniamo ai nostri clienti funge da espositore” 70

diffusione


IDENTIKIT Nome: Professional Pellet Provenienza: Canada Tipo di legno: abete rosso e abete bianco Dimensioni sacco: 60 x 30 cm Ordine minimo: 1 bancale Tempi di consegna: 48 ore Consegna: con bancale di legno che funge da espositore. Stoccaggio: anche all’esterno per circa 6 mesi. Se conservato in correte condizioni non ha data di scadenza

Porto di Ravenna, principale piattaforma portuale nazionale per le merci alla rinfusa, costituisce per l’azienda il plusvalore per l’ottimizzazione per l’ottimizzazione del servizio offerto. Il fatto di poter contare su più centri di logistica, è una certezza per l’approvvigionamento e una garanzia di qualità e di gestione per i nostri clienti. Quali sono i vostri altri clienti? Oltre al canale tradizionale e alle ferramenta, i nostri clienti sono i grossi commercianti di legname, i magazzini di materiali edili e in generale le aziende di trasporto. Perché puntate sulle ferramenta? Perché siamo convinti che sia il canale

QUALITÀ E RESA

giusto per questo prodotto, prima

quelli più piccoli. Per semplifi-

di tutto perché la ferramenta è un

care il lavoro e rendere possibile

esercizio vicino a casa: rappre-

la vendita in superfici di piccole

senta un negozio di prossimità

dimensioni, il bancale stesso che

presente in (quasi) tutti i comuni,

consegniamo ai nostri clienti fun-

piccolo o grandi che siano. Alcu-

ge da espositore e può essere

ni negozi di grosse dimensioni

appoggiato per terra, o anche

+5kW POTENZA

già vendono il pellet, ma il nostro

all’sterno, adiacente all’ingresso

0.3% CENERE

obiettivo è distribuirlo anche in

del negozio.

Il sistema di certificazione al quale l’azienda è sottoposta implica un grado di attenzione alle modalità di acquisizione delle materie prime di altissimo livello, così da garantire un prodotti di qualità con la massima resa. Una qualità che permette di risparmiare che il 50% sulle bollette del riscaldamento.

6 mm DIAMETRO 71


PROMO

Ferritalia

CASSETTE MAURER, LABORATORIO ITINERANTE Quando ci si allontana dal laboratorio per portare a termine un lavoro non ci si può permettere che nel bel mezzo dell´intervento venga a mancare qualcosa: servono contenitori capienti e robusti, ma al tempo stesso facili da trasportare. Anche un carrellino può rivelarsi utile per movimentare oggetti ingombranti o pesanti senza troppo lavoro di braccia: Maurer propone soluzioni intelligenti e pratiche anche per questo scopo, da nascondere in auto e mettere in funzione all´occorrenza, senza invadere il bagagliaio.

Il carrello Antares può trasportare fino a 90 kg di peso come se si trattasse di un trolley; il piano misura 490x270 mm e le grandi ruote Ø 180 mm permettono di superare agevolmente eventuali asperità del terreno ed anche piccoli scalini. Premendo il pulsante posto sulla struttura di alluminio l´impugnatura telescopica si riduce di altezza; le ruote ed il piano si ripiegano addosso al telaio ed anche lo spessore diventa minimo, tanto da poterlo riporre, in molti casi, sotto il piano di carico dell´auto. Il peso è di soli 4,75 kg.

Per trasportare utensili elettrici, attrezzi manuali e matemate riali di vario tipo occorre una cassetta robusta, capiencapien te e maneggevole come questa: dispone di una vasca profonda per gli oggetti più ingombranti e di uno scomscom parto, poggiato in alto ed estraibile, per conservare l’ocl’oc corrente suddiviso per tipologia. Il corpo è in materiale leggero e robusto per facilitare il trasporto. L’impugnatura, provvista di doppio blocco in chiusura, garantisce una buona presa ed evita aperture accidentali durante il trasporto.

Una valigetta a scomparti bifacciale è un´ottima soluzione per portare con sé tutta la minuteria occorrente per lavori su impianti elettrici, di meccanica, di idrauliidrauli ca o di piccola carpenteria. Le lamelle che suddividosuddivido no i contenitori possono essere rimosse per disporre all´occorrenza di spazi maggiori: viti, chiodi, terminali per impianti elettrici, guarnizioni, rivetti, graffe, bulloncini, fascette... Tutto è facilmente individuabile a colpo d´occhio, grazie alle coper coperture di plastica trasparente.

CASSETTE PORTAUTENSILI - polipropilene Dimensioni: 19” - 485x275x250 mm

74


DOSSIER

Compressori

TRADIZIONE FA RIMA CON EVOLUZIONE La storia delle aziende del nostro Paese è lunga e gloriosa e, nonostante le difficoltà causate dalla crisi, ancora oggi splendente. Conosciamo da vicino i grandi protagonisti italiani del comparto dell’aria compressa

Italia, Paese di santi, poeti, navigatori... e di aziende produttrici di compressori. In questo, come in molti altri settori, il Made in Italy è sinonimo di tradizione ed eccellenza. Ecco perché chi si rivolge a una società del nostro Paese raramente sbaglia. Questo speciale vuole proprio celebrare le imprese “tricolori” che oggi portano alto il nome della nazione anche oltre i confini, ripercorrendone la storia e spiegandone le strategie.

77


DOSSIER

Compressori

NEONATA, MA CON UNA LUNGA ESPERIENZA Azienda

Anno fondazione

Sede attuale

Brand

FINI NUAIR

2012

Robassomero (To)

Fini, Nuair, Shamal

Sembra un pa pa-

la ‘Fini Elettrocostruzioni Meccaniche’ e nel

radosso, ma pur

1957, sempre a Torino, è nata la ‘Chinook-

avendo solo po po-

Shamal’.

chi mesi di vita,

Oggi Fini Nuair è un gruppo multinazionale

Fini Nuair ha una lunga storia

che ha sviluppato una sinergia industria-

e una prestigiosa tradizione

le dal cuore tutto italiano, in grado di com-

alle spalle. “Il gruppo internazionale Fini Nuair”

petere sul mercato mondiale senza temere

afferma Roberto Balma, presidente e ammini-

confronti, mantenendo saldamente in Italia

stratore delegato della società, “è una realtà

il suo top management e la produzione dei

neo-nata formalmente il 1° ottobre 2012, ma

compressori professionali e industriali, con-

che si colloca sul mercato mondiale come uno

centrata negli stabilimenti di Bologna e Ro-

dei principali costruttori di compressori d’aria

bassomero (To), anche sede dell’headquar-

e leader nella costruzione di compressori a pi-

ters, impiegando circa 350 dipendenti, per

stoni, grazie alla fusione di tre tra le più grandi

un totale di 1.500 considerando anche gli

realtà e tradizioni compressoristiche italiane:

stabilimenti all’estero. Produce in media due

Fini, Nuair e Shamal. Le fondamenta del no-

milioni di compressori all’anno e nel 2011

stro gruppo risalgono al Dopoguerra italiano,

ha raggiunto un fatturato di 250 milioni di

quando tre famiglie hanno iniziato pionieristi-

euro, di cui l’88% è dovuto ad esportazioni.

camente la propria storia industriale: nel 1948

“Made in Italy per noi è sinonimo di elevata

a Torino mio padre, Antonio Balma, ha fonda-

qualità, sicurezza, progettazione ed innova-

to la Balma Compressori (trasformatasi poi in

zione di prodotto - afferma Roberto Balma,

Nuair), nel 1952 a Bologna Enzo Fini ha creato

presidente e amministratore delegato di Fini

Roberto Balma, presidente e amministratore delegato di Fini Nuair

“Produciamo in media due milioni di compressori all’anno e nel 2011 abbiamo raggiunto un fatturato di 250 milioni di euro, di cui l’88% è dovuto ad esportazioni”.

Nuair - Presentiamo

LA CONCORRENZA ORIENTALE RAPPRESENTA UNA MINACCIA?

sul

Il Made in Italy è sicuramente sinonimo di qualità e affidabilità. Ma quei produttori stranieri che puntano tutto sui prezzi bassi sono un pericolo per le aziende del nostro Paese? “Sicuramente”, afferma Giorgio Gentilin di Gentilin Compressors, “la concorrenza straniera è molto aggressiva, soprattutto quella di Paesi con i quali ci si va a confrontare partendo da ingredienti di base molto differenti (vale a dire i costi); tra i più agguerriti sono la Cina, il Brasile e la Russia. In Italia, il mercato ha risentito dell’invasione del Made in China, ma in un settore come il nostro è ancora possibile proporre un prodotto di qualità superiore Made in Italy”. “La concorrenza straniera ci fa paura”, sostiene Gianni Fugolo di Comex, “quando si tratta di concorrenza senza regole, senza sicurezze, senza sistemi di qualità, che porta quindi a una vendita di ar articoli a basso costo, ma qualitativamente scadenti. Ma è anche per questo che una concorrenza ‘scorretta’ può per contro essere il nostro punto di forza”. “Gli unici nostri veri concorrenti”, spiega Roberto Balma di Fini Nuair, “sono i cinesi che, attraverso politiche commerciali particolarmente aggressive, un cambio valuta renminbi-euro a loro favorevole nel tempo e prodotti non sempre rispondenti alle rigide regolamentazioni europee, rappresentano la minaccia più temibile sul nostro mercato”.

compressore sia per

78

mercato

infatti

prodotti che si distinguono dal classico le

loro

caratteristi-

che tecniche e funzionali, sia per il loro design e per il materiale in cui sono fatti. Ad esempio il nostro compressore Fifty a marchio Stanley, con lo sviluppo verticale del suo serbatoio da 50 litri, invece che la classica

configura-

zione orizzontale, o la gamma Revolution Air”. Il gruppo ha filiali in Francia, Polonia, Portogallo,

Cina

e

Stati Uniti”. Fifty compressore Nuair a marchio Stanley, compatcompat to e facile da trasportare con serbatoio da 50 litri.


C’È ANCHE CHI IMPORTA Se il Made in Italy è sinonimo di qualità, non è detto che scegliere la strada dell’importazione sia sbagliata. Da 15 anni Einhell distribuisce in Italia compressori d’importazione prevalentemente cinese. “Abbiamo avuto ottimi risultati qualitativi”, spiega Michele Fedele, responsabile division tools della società, “perché nel corso degli anni siamo stati sempre in crescendo, tranne che per il periodo in cui è stato imposto un dazio molto elevato dalla Comunità Europea. Il Made in Italy è sempre sinonimo di qualità e affidabilità, anche se negli ultimi anni alcune aziende italiane si sono rivolte alla Cina per non perdere mercato e mantenere una posizione di leader”. “Per quanto riguarda i canali distributivi”, prosegue Fedele, “i nostri sono prodotti che si adattano bene sia alle esigenze della vendita tradizionale sia a quella della GD, dove spesso si offre un articolo con un sell-out senza vendita assistita, quindi meno tecnico e performante. Diversamente, le esigenze del cliente del canale tradizionale richiedono una spiegazione tecnica per esaltare le caratteristiche del compressore”.

Michele Fedele, responsabile division tools Einhell

“Il Made in Italy è sempre sinonimo di qualità e affidabilità, anche se negli ultimi anni alcune aziende italiane si sono rivolte alla Cina”

UNA CRESCITA CONTINUA Azienda

Anno fondazione

Sede attuale

GENTILIN

1980

Trissino (Vi)

Ha un’esperienza ultratrentennale nel mercato dei compressori d’aria anche la Gentilin Compressors. Nata 30 anni fa a Trissino, in provincia di Vicenza, uno dei distretti d’eccellenza della maccatronica europea e mondiale, in breve tempo è diventata un punto di riferimento del settore. “L’azienda è stata fondata nel 1980 dai fratelli Gentilin”, spiega Giorgio Gentilin, VP – business development della società, “e ha cominciato il proprio percorso come produttrice di raccorderia e accessoristica per l’aria compressa, guadagnando continuamente nuove quote di mercato grazie alla qualità dei prodotti e a quella del servizio offerto. Di anno in anno, l’aggiunta di nuovi prodotti, tra i quali una serie di compressori professionali a secco (dotati di una tecnologia meccanica brevettata a livello mondiale) ha contribuito a far crescere l’azienda fino a consolidarla come un player importante nel mercato dell’aria compressa”.

Giorgio Gentilin, VP – Business development Gentilin Compressors

“L’azienda ha iniziato il proprio percorso come produttrice di raccorderia e accessoristica per l’aria compressa, guadagnando continuamente nuove quote di mercato grazie alla qualità dei prodotti e al servizio offerto”

Perfetto per lavorare all’aperto, in officina e in cantiere, C 330/24 di Gentilin Compressors ha una riserva d’aria di 24 litri.

79


DOSSIER

Compressori

UNA TRADIZIONE ULTRATRENTENNALE Azienda

Anno fondazione

Sede attuale

COMEX

2000

Mellaredo di Pianiga (Ve) proprio materiale e l’evasioLa

fondafonda

pressa, è passata dalla con-

ne degli ordini entro le 24

zione della

duzione familiare a essere

ore successive al ricevimen-

Comex Srl,

un’azienda

capace

di

Gianni Fugolo, legale rappresentante Comex

to degli stessi. In che

che ha sede a Mellaredo di Pianiga (Ve-

acquisire nuovi mercati e

nezia), è relativamente recente (è nata

nuovi settori. Ciò ha porta-

nel novembre del 2000). Tuttavia, Co-

to a un allargamen-

mex è stata fondata in seguito all’acqui-

to della rete vendi-

sizione di un’azienda operante nel set-

te, a un’attenta e

tore dell’aria compressa fin dagli Anni

accurata selezione

Ottanta; perciò, vanta un’esperienza

del personale, sia

ultratrentennale in questo campo. Tra i

commerciale

propri fondatori, la società ha il pregio di

tecnico,

avvalersi di Gianni Fugolo, che apporta

dall’azienda, a un

un forte valore aggiunto poiché è stato,

incremento

dal 1974 al 1997, tra i titolari della ditta

articoli a catalogo

Elematic Srl, ora ITW Spa, leader nella

e

produzione di fascette e materiali di fis-

mente alla predi-

saggio e cablaggio.

sposizione di un magazzino di 1.500 mq,

giosa di Comex l’ha portata ad avvicinarsi

Nel corso degli anni, Comex Srl, che

in grado di assicurare sempre la dispo-

anche a mercati esteri poi non così vicini,

produce componentistica per aria com-

nibilità

come America Latina, Russia ed Emirati

sia

assunto degli

conseguente-

del

acque naviga oggi la Comex?

“L’incremento delle vendite verso Emirati Arabi, America Latina, Russia e non solo ha permesso di arginare le perdite del mercato nazionale, riportandoci in linea con i parametri del periodo antecedente la crisi”

“Ovviamente”,

spiega Gianni Fugolo, legale rappresentante della società, “la crisi congiunturale che sta

colpendo

mercato

il

globale

ha interessato anche il nostro settore, però in modo marginale, poiché la scelta corag-

Arabi. L’attuale incremento delle vendite verso questi Paesi e non solo ha permesso

LA RICETTA ANTICRISI DEL PRESIDENTE COMPO In un momento complesso per l’economia generale come quello che stiamo attraversando, abbiamo chiesto a Roberto Balma, in qualità di presidente di Compo (Associazione Costruttori Compressori, Pompe ed Accessori per il Trattamento Aria e Gas Compressi), di farci il punto sulla situazione nazionale. “Il mercato soffre”, spiega Balma, “e l’Italia è nel mezzo di un processo di ristrutturazione, motivo per cui è difficile fare previsioni. A mio avviso, gli ingredienti per uscire da questa situazione sono tre: una classe politica credibile, la necessità di lavorare di più e un generale cambio di prospettiva, con gli italiani che devono entrare nell’ottica che sprechi ed inefficienze non sono più permessi”. “In ottica mondiale”, prosegue Balma, “la domanda di compressori d’aria, alimentata dai Paesi in via di sviluppo, mercati solitamente più difficili e più competitivi, è in lieve aumento. Invece, i nostri mercati di riferimento tradizionali, quelli occidentali, stanno subendo una forte crisi.

di arginare le perdite del mercato nazionale, riportandoci in linea con i parametri del periodo antecedente alla crisi”.

Essiccatore per aria compressa a laminazione pilotata modulare ed estrazione automatica della condensa (CMX DRYER, Comex).

Le società che hanno concentrato la propria offerta sul mercato nazionale e occidentale, oggi soffrono di più rispetto a quelle che hanno avuto la lungimiranza di globalizzarsi e internazionalizzare la propria offerta”.

80

Compressore da 50 litri lubrificato a olio BT-AC 270/50 di Einhell


Revolution Air è un nuovo concetto di aria compressa. Una vera e propria rivoluzione nel settore che con soluzioni innovative rende l’aria compressa accessibile a tutti e in ogni luogo. Facili da utilizzare, intuitivi ed accattivanti nel design i compressori Revolution Air sono distintamente rivolti a specifiche tipologie di consumatori (la famiglia, l’utilizzatore inesperto, il piccolo artigiano e il professionista) e sono pensati per offrire soluzioni semplici di utilizzo anche per i più inesperti.

IL COMPRESSORE D’ARIA OILLESS, MANEGGEVOLE E COMPATTO, NATO PER SODDISFARE LE PIÙ AMPIE ESIGENZE DI UTILIZZO DELL’ARIA COMPRESSA. CARATTERISTICHE: Indispensabile nei piccoli lavori di casa, nelle applicazioni hobbistiche ed artigianali Jolly è un versatile compressore con 10 bar di pressione, senza olio, compatto, leggero, facile da riporre e trasportare grazie alla maniglia in alluminio sovradimensionata e alla comoda tracolla. Di facile utilizzo grazie all’accensione ON/OFF, al pannello di controllo integrato, al piccolo vano porta accessori e all’avvolgicavo, garantisce una riserva d’aria di 5 litri trasportabile ovunque.

SCHEDA TECNICA • Potenza • Serbatoio • Pressione massima • Gruppo • Aria aspirata • Alimentazione

1.5Hp/1100 Watt 5 litri 10 bar autolubrificato 180 l/min 230Volt

FACILE DA USARE Di facile utilizzo grazie all’accensione ON/OFF, al pannello di controllo integrato e al doppio manometro che legge la pressione d’aria all’interno del serbatoio e quella regolata in uscita.

FACILE DA TRASPORTARE E MANEGGEVOLE Il compressore Jolly Revolution Air è facilmente trasportabile ovunque grazie alla comoda e regolabile tracolla e all’ampia maniglia in alluminio.

UTILIZZI IDEALI Jolly Revolution Air deve il suo nome alla versatilità di utilizzo che garantisce. Grazie alla sua riserva d’aria compressa, alla sua facilità di trasporto e maneggevolezza, Jolly è immediatamente utilizzabile per ogni necessità, anche dove non c’è corrente elettrica: ad esempio per il gonfiaggio di pneumatici e palloni, per le piccole operazioni di soffiaggio anche professionali, e per le decorazioni

ACCESSORI Jolly è compatibile con gli utensili Revolution Air per il gonfiaggio, il soffiaggio, la chiodatura/ graffatura e la decorazione. Piccolo vano porta oggetti integrato.

DESIGN Un design innovativo che rivisita il compressore tradizionale e lo trasforma in un versatile strumento di lavoro, di semplice utilizzo, comodo e leggero da trasportare, facile da riporre.

Via Einaudi, 6 - 10070 Robassomero (TO) tel. 011 9233000 fax. 011 9241138 www.nuair.it

PACKAGING Un imballo a colori, attraente e curato nei dettagli che diventa un fondamentale strumento di vendita, capace di creare interesse verso il prodotto grazie alle immagini di utilizzo e alla chiara ed immediata descrizione dei plus prodotto.


DOSSIER

Radiocomandi

AUTOMAZIONE, SVILUPPO CONTINUO Questi prodotti, che semplificano la vita di tante persone, utilizzano tecnologie all’avanguardia. Gli sforzi delle aziende ora si concentrano anche su ergonomicità e design. E le vendite crescono in ferramenta

Un settore che tiene nono-

Canal, amministratore di Sice

stante la crisi

Tech: “Il nostro è un mercato

Diversamente da quanto av-

che tiene nonostante la crisi.

viene in tantissimi altri mer-

Abbiamo la fortuna di avere in

cati, quello dei radiocomandi

Italia la maggior parte dei più

gode di buona salute, come

grandi costruttori di automa-

conferma

Tanzuso,

zione al mondo. Per questo,

technical manager di Nologo:

rispetto ad altri mercati, siamo

“La situazione del nostro com-

avvantaggiati

parto è positiva e in continua

in condizioni come queste la

crescita, in controtendenza ri-

concorrenza aumenta di giorno

spetto ad altri mercati correla-

in giorno. Ritengo che in que-

ti”. Di avviso simile è Luca Da

sti ultimi due o tre anni molte

Davide

.Naturalmente,

83


DOSSIER

Radiocomandi

dosi di una categoria di prodotti per certi versi complessa”. Non la pensa così Luca SuSu biaco, titolare di My-Tek, sese condo cui “la situazione del

Luca Subiaco, titolare My-Tek

“Puntiamo sulla massima flessibilità nella vendita, con supporto tecnico, istruzioni personalizzate con logo e codice del cliente”

mercato italiano per il settore del commercio elettronico è abbastanza in recessione”. La tecnologia prima di tutto Soprattutto in un comparto come quello dei radiocomandi, la tecnologia e l’innovazione fanno la

Radiocomando duplicatore RA616 per apricancello 433 Mhz compatibile con gran parte dei radiocomandi disponibili i commercio (My-Tek).

differenza, motivo per cui le aziende investono molto nel-

apprendimento a frequenza 433,92

lo sviluppo. “I radiocomandi My-Tek”,

sono certamente i più venduti, anche

spiega Luca Subiaco, “sono prodot-

se sempre più persone preferiscono

ti tecnologicamente molto avanzati,

i radiocomandi programmabili attra-

perché devono essere eleganti, robu-

verso il nostro programmatore Gene-

aziende abbiamo tentato, chi con più

sti, piccoli e molto performanti, con

rator HCD900, di cui a breve uscirà

fortuna chi con meno, di entrare in

software in continua evoluzione per

un aggiornamento ancora più avan-

questo piccolo mercato di nicchia.

poter duplicare il maggior numero

zato, implementando anche la tecno-

Certo non ci si improvvisa, trattan-

possibile di radiocomandi presenti

logia D.O.R.: a certo punto della loro

sul mercato”. Il punto della situazio-

esperienza nel mondo della duplica-

ne in casa Sice Tech lo fa Luca Da

zione radiocomandi, in molti sentono

Canal: “I nostri radiocomandi auto-

la necessità di evolversi verso una

LA FORMAZIONE È FONDAMENTALE In campo in cui le novità sono all’ordine del giorno, una buona formazione per la forza vendita è imprescindibile. “Molto importante”, spiega Luca Subiaco di My-Tek, “è far conoscere il funzionamento e le caratteristiche di tutti i prodotti”. A proposito, Davide Tanzuso di Nologo afferma: “Formiamo i rivenditori: ci siamo affidati subito alle nuove tecnologie, ma senza trascurare gli incontri di approfondimento”. È categorico Luca Da Canal di Sice Tech: “Consideriamo la formazione e l’assistenza cliente pilastri nel nostro modello di business. Abbiamo creato un team di tre persone, che si occupano soltanto di assistenza al prodotto. Questo team riceve oltre cento chiamate (probabilmente anche da chi non è nostro cliente) al giorno, alle quali rispondiamo puntualmente. Il nostro responsabile tecnico organizza anche giornate di formazione in negozio dai clienti, molto utili sia in fase di start-up sia in fase di consolidamento”. Radiocomando Baby-One (No Logo), con cui è possibile autogenerare i codici in due frequenze.

84


DOSSIER

Radiocomandi

CONCORRENZA: RISORSA O PROBLEMA? In un mercato quasi di nicchia come quello dei radiocomandi, quanto è difficile “combattere” con la concorrenza? Per Luca Subiaco di My-Tek le maggiori difficoltà di vendita dipendono “dal doversi confrontare ogni giorno con prodotti ‘cinesi’, a basso costo e di scarsa qualità”. Non teme invece la “minaccia cinese” Davide Tanzuso di Nologo: “Difficoltà nelle vendite la può creare solamente la buona concorrenza italiana”. Luca Da Canal di Sice Tech analizza così la situazione: “Negli ultimi anni la concorrenza si è intensificata, non sempre con effetti positivi. Sono entrati tanti piccoli attori che hanno usato quasi solo la leva del prezzo a scapito di altre caratteristiche altrettanto importanti, quali la qualità, l’affidabilità, l’innovazione e l’assistenza. La concorrenza è un fenomeno positivo soprattutto quando la competizione stimola l’innovazione, la ricerca di una migliore qualità e di un migliore rapporto ‘money for value’. In questo caso, diventa uno stimolo per noi e un vantaggio per l’utilizzatore finale”.

Davide Tanzuso, technical manager Nologo

“La nostra strategia è stata sempre di offrire un’ampia gamma per ogni singolo prodotto, così da soddisfare le diverse tipologie di clientela” istruzioni personalizzate con logo e codice del cliente”. “La strategia di base di Nologo”, spiega Davide Tan-

RA626 My-Tek, radiocomando duplicatore per apricancello multifrequenza compatibile con moltissimi dei radiocomandi presenpresen ti sul mercato.

soluzione più prestante e professio-

all’avanguardia con le barriere

nale. Il Generator è la soluzione, ed in

all’infrarosso digitale sincro-

questo caso l’affidabilità della copia

nizzato”.

è massima”. “I nostri prodotti tecnologicamente più avanzati”, sostiene

Marketing strategico

Davide Tanzuso di Nologo, “sono

Se la qualità del prodotto è

fotocellule di sicurezza all’infrarosso

fondamentale,

e centrali elettroniche per l’automa-

tante è anche il marketing. La

zione, mentre i più venduti risultano

strategia di My-Tek la illustra

radiocomandi, ricevitori radio, segna-

Luca Subiaco: “Puntiamo sul-

letica luminosa e fotocellule. In tema

la massima flessibilità nella

di tecnologie per la sicurezza, siamo

vendita, con supporto tecnico,

86

molto

impor-

Radiocomando dal design sottile e ricercato Why, disponibile in diversi versioni (sia autoapprendimento sia programmabile con Generator), colori e frequenze (Sice Tech).


DOSSIER

Radiocomandi

IN FERRAMENTA VANNO BENE Oltre che in negozi del settore elettronico e nella grande distribuzione, i radiocomandi si prestano molto bene a essere venduti nei negozi di ferramenta. Infatti, la ferramenta classica sta diventando sempre più un centro di servizi, oltre che un semplice negozio al dettaglio e di prossimità. I consumatori si aspettano di trovare un servizio di duplicazione radiocomandi in ferramenta come, del resto, molti altri servizi. È però di importanza cruciale pubblicizzare questo servizio all’interno del punto vendita e, soprattutto, esporre i prodotti.

Radiocomando Bandy-One (No Logo), che consente di impostare un certa frequenza su tutti i pulsanti o su uno soltanto.

zuso, “è stata sempre quella di of-

to distributivo, il rapporto qualità

frire al mercato un’ampia gamma

prezzo e la promozione. Investia-

di scelta per ogni singolo prodot-

mo molto in ricerca e sviluppo e

to, così da soddisfare velocemen-

cerchiamo di curare sempre più il

te le diverse tipologie di clientela,

design, l’ergonomicità e la funzio-

mettendo in evidenza idee uniche,

nalità dei nostri articoli. Possiamo

giovani e frizzanti”.

contare su un’ampia e profonda

Molto netta è la linea di Sice Tech.

gamma di radiocomandi a catalo-

“Ci concentriamo soprattutto sul

go e ogni anno lanciamo diverse

prodotto”, afferma Luca Da Canal,

novità”.

“senza però tralasciare l’aspet-

Luca Da Canal, amministratore Sice Tech

“La concorrenza è positiva soprattutto quando stimola l’innovazione, la ricerca di una migliore qualità e di un migliore rapporto money for value” 88

Programmatore Remocon Generator (Sice Tech), in grado di duplicare tutti i radiocomandi, sia a codice fisso sia rolling code.


NEW DISC ABRASIVI RIGIDI

Il nuovo disco abrasivo tutto italiano che si distingue per qualità e affidabilità nel tempo Dopo lunghe ricerche con nuovi leganti e raffreddanti e tante prove per la miglior miscela di resine fenoliche è nata la linea di TITANIUM. Il “nuovo disco” abrasivo messo a punto e sviluppato dopo migliaia di prove con gli utilizzatori finali e testato su tutti i materiali, in particolar modo su metallo e inox, un prodotto di qualità che ha ottime prestazioni sia sul ferro sia sull’acciaio inox. Un abrasivo che si distingue dalla concorrenza perché non punta sul prezzo più basso, ma sulla qualità, una gamma riconosciuta dai professionisti per il suo valore effettivo.

NEW DISC nella versione standard o nella linea TITANIUM è un prodotto differente dagli altri e con grande efficacia abrasiva su tutti i materiali.

Tecnodisc di Angelo Luca di Giuseppe C.da Piano di Corte - 64020 Canzano (Te) - Italy Tel. 0861.570033 - fax 0861.507007 www.tecnodisc.it - e-mail: info@tecnodisc.it

100%

MADE IN ITALY www.tecnodisc.it

La linea NEW DISC e la nuova linea TITANIUM sono fabbricate tramite l’utilizzo esclusivo di materie prime 100% made in Italy, una caratteristica di grande qualità e affidabilità nel tempo.


NOVITÀ

Nobex

DA NOBEX UNA NUOVA RESINA POLIESTERE CERTIFICATA NCF Questo articolo, per cui è disponibile un’ampia gamma di accessori, può essere usato in luoghi asciutti e in luoghi chiusi La resina poliestere bicomponente a iniezione senza stirene certificata NCF è idonea per un utilizzo in luoghi asciutti e in luoghi chiusi. L’installazione non crea alcun problema, perché avviene senza tensioni ed è possibile la posa in opera sia a interassi ridotti sia in prossimità dei bordi della struttura.

“Disponibile in confezioni da 300 e 400 ml, è un prodotto perfetto per l’ancoraggio di carichi medio-pesanti in materiali compatti, semicompatti e forati.” Per questo articolo è disponibile un’ampia gamma di accessori: punte per la perforazione rullate ad attacco cilindrico, punte per trapani a martello, scovolini per la pulizia del foro al fine di aumentare la superficie di aggrappo e la tenuta della resina, pompa di soffiaggio per la pulizia del foro di posa, pistole a stantuffo e automatiche per l’inserimento della resina, miscelatori per l’impiego, gabbiette metalliche e in nylon per la posa in opera su materiali semicompatti e forati, alberini filettati che consentono operazione di manutenzione, smontaggio e rimontaggio degli oggetti fissati, barrette filettate, occhioli e ganci stampati a freddo con filettatura metrica.

IMPIEGI VERSATILI La resina poliestere bicomponente a iniezione senza stirene certificata NCF è impiegata in carpenteria pesante e leggera, riprese di getto, ripristino solai, posa di binari e mensole, strutture portacavi, ascensori, condizionatori, macchinari in genere, scale, scaffalature metalliche, fissaggio di ponteggi, linee vita e impiantistica.

92

Ampia gamma di accessori per l’applicazione

Ampia gamma di accessori per il fissaggio


SPECIALE

Sicurezza

IL FUTURO È AL SICURO Nonostante il sensibile calo dei consumi, le imprese continuano a investire in ricerca, così da offrire prodotti sempre più affidabili, tecnologici, sicuri e soprattutto “vendibili”. Settore per settore, i dati relativi all’andamento di mercato e alcune delle novità più interessanti per il comparto sicurezza passiva


FINO AL 2011 FATTURATI IN CRESCITA IN TANTI SEGMENTI

Di seguito, settore per settore, i dati relativi all’andamento del fatturato totale

SETTORE

2008/2009

2010/2009

2011/2010

Antincendio

-2,43%

-1,97%

+3,56%

Antintrusione

-7,79%

-4,45%

+6,63%

Building automation

+0,54%

+1,12%

+2,20%

Totale

-4,81%

-2,16%

+4,89% Fonte: Anie Sicurezza

Moia, serratura a profilo europeo per porte blindate con blocco del quadro maniglia in posizione chiuso (OMR).

Fino a poco tempo fa, quello della sicu-

alla forte diminuzione di domanda nazio-

rezza passiva era uno dei pochi mercati

nale incrementando quote in nuovi mercati

in crescita. In un periodo di crisi, infatti,

internazionali. Attualmente, avvertiamo

chi possedeva qualche bene cercava di

una forte sfiducia da parte dei rivenditori

difenderlo investendo in dispositivi di si-

italiani causata da una generale diminu-

curezza. Evidentemente, adesso alcune

zione delle richieste. Infatti, la richiesta nel

persone non hanno più risorse nemmeno

settore merceologico segue di pari passo

per questo piccolo investimento, così che

la costante diminuzione dei consumi. Inol-

qualche azienda del comparto ne risente,

tre, dobbiamo considerare che i settori

anche se non in modo rilevante. Per fortu-

bancario e delle gioiellerie sono ‘bloccati’

na, a rendere dare un po’ di “ossigeno” alle

ormai da anni, fermando così il mercato

imprese vi è l’export, utile a far quadrare i

dei mezzi forti pesanti”. Dello stesso set-

bilanci di tante imprese. Nonostante que-

tore è Maurizio Brillantino, area manager

sto clima di incertezza, le società del setto-

Italia di Technomax: “Il mercato della cas-

re continuano a realizzare prodotti sempre

saforte ad uso privato risente in generale

più performanti, frutto di consistenti investi-

della crisi economica mondiale. Nonostan-

menti in ricerca e sviluppo.

te questo, però, la nostra azienda, riesce a mantenere, anzi a mi-

L’EXPORT FA

gliorare, i risultati acqui-

RESPIRARE

siti grazie alla dinamici-

A dare un quadro pre-

tà con la quale si pone

ciso del mercato delle

al mercato e la qualità

casseforti

pensa

delle proprie casse-

Dario Vezzoli, titolare e

forti. Il consumatore è

responsabile commer commer-

attento, soprattutto in

ciale divisione passiva

questo periodo, agli

ci

di Gruppo Sicurezza: “La situazione del comparto a livello nazionale ha avuto

gradualmente,

negli ultimi quattro anni, un considerevole calo di domanda. Il mercato nazionale ha avuto una forte contrazione soprattutto nel 2011 e Serratura per cilindro europeo R.23 con triplice chiusura e piastra interna antitrapano (OMR).

a inizio 2012. La nostra azienda si è adeguata

Andrea Telese, direttore vendite Telese Srl

“La nostra assistenza è radicale e i prodotti difettosi non vengono riparati, ma addirittura sostituiti”

acquisti di beni non di prima necessità. Il 100% Made in Italy, la certificazione delle casseforti secondo la norma europea UNI EN 14450, la cura del dettaglio e l’alta affidabilità dei nostri prodotti, uniti al favorevole rapporto qualità/prezzo,

sono

elementi distintivi che il consumatore considera

95


SPECIALE

Sicurezza IL MERCATO DELLE SERRATURE SOFFRE VARIABILI

2011/2010

2012/2011*

Produzione

+0,4%

-0,4%

Esportazioni

-3,7%

0%

Occupazione

0%

0%

Investimenti

-2,9%

0% Fonte: Anima

Serratura per porte blindate ComFortlock (Cisa), che permette di blindare la porta dall’interno alzando solo la maniglia.

* la variazione si riferisce al primo semestre 2012

attentamente prima di effettuare l’acquisto.

riguarda la vendita nel mercato del brico-

di prezzo sia di valore. Fino a tutto il 2014

Una delle maggiori difficoltà nelle vendite

lage, i numeri sono ancora in crescita, ma

ci sarà una tendenza alla stabilizzazione,

è il timore di molti rivenditori di mettere a

marginali rispetto al mercato nel suo com-

mentre dal 2015 si verificherà un lieve mi-

magazzino un minimo di stock”.

plesso. Oggi, le maggiori difficoltà che

glioramento”. Per Ermanno Formisano,

Per fare il punto della situazione del com-

riscontriamo sono nell’inserimento delle

responsabile vendite Italia di Iseo Serra-

parto della sicurezza in generale e della

nuove gamme dai rivenditori (grossisti o

ture non ci sono stati grossi scossoni: “Il

videosorveglianza in particolare, ecco

catene di bricolage). Contrariamente a

comparto della sicurezza passiva non ha

la testimonianza di Mauro Brogliato, re-

quanto ci si aspetterebbe, in questo pe-

subito grandi scostamenti, mantenendosi

sponsabile commerciale di Proxe: “Dopo

riodo i nostri interlocutori sono refrattari a

in generale sui livelli dello scorso anno. Le

anni di crescita più o meno consistente,

inserire nuove aziende fornitrici e a testare

maggiori difficoltà le incontriamo con clien-

il comparto della sicurezza e della video-

nuovi mercati e/o prodotti”.

ti che si trovano ad affrontare gestioni ed

sorveglianza in generale sta soffrendo la

Andrea Telese, direttore vendite di Tele-

esposizioni finanziarie alte”.

crisi legata al mercato dell’edilizia, anche

se Srl, proprietaria esclusiva del marchio

Mara Rossi, responsabile comunicazione

se in modo meno drammatico. Per quanto

VI.TEL. Soluzioni Tecnologiche, fotografa

esterna di Viro, analizza così la situazione:

in maniera simile il momento: “Le difficoltà

“Il mercato è condizionato da fattori gene-

che riscontriamo sono legate prevalen-

rali che hanno comportato la diminuzione

temente a un calo dei consumi evidente,

della domanda di tutti i beni legati alle co-

che deriva dall’instabilità e dall’incertezza

struzioni e alle ristrutturazioni, nell’ambito

nei confronti di un futuro non ancora chiaro

delle quali rientrano anche molti prodotti

per le famiglie italiane. Oggi, il mercato vive

del settore sicurezza. La situazione eco-

Mauro Brogliato, responsabile commerciale Proxe

“Stanno aumentando le vendite più ‘tecniche’ di sistemi di videosorveglianza filare, composti da registratori digitali con collegamento a più telecamere”

96

di piccoli slanci, che

nomica generale ha

è necessario saper

incentivato la ricerca

cogliere, e di grandi

del risparmio in tutti

pause di riflessione,

i settori, purtroppo

che bisogna saper

sicurezza e rispar rispar-

gestire”.

mio

In

riferimento

non

sempre

alla

riescono ad andare

chiusure tagliafuoco,

a braccetto. Al mo-

fa una riflessione su

mento, non si in-

un arco di tempo am-

travedono cambia-

pio Paolo Carosini,

menti significativi, se

direttore commerciale

non alcuni moderati

di Ninz: “In riferimen-

effetti positivi che il

to all’intero compar compar-

bonus fiscale del

to, dal 2002 al 2011

50% sulle ristruttura-

si è assistito a una

zioni potrebbe com-

contrazione di circa il 30%, in termini sia

La serratura automatica scrocco-punzone di Maico ha sei punti di chiusura (tre scrocchi, due punzoni e la mandata).

portare nei prossimi mesi”.


MERCATO SERRATURE: LA DISTRIBUZIONE DELL’EXPORT

Nel mercato delle serrature, l’export ha un valore di 1.184 milioni di euro. Ecco come sono distribuiti.

Kaba experT, chiave brevettata a duplicazione protetta da tessera di proprietà (protezione legale).

UE 27

60%

ASIA

13%

CENTRO SUD AMERICA

5%

NORD AMERICA

4%

AFRICA

4%

Extra UE 27

13%

PER ALCUNI LA SITUAZIONE

sta di sicurezza

È ROSEA

sia in costante

È decisamente più positiva Rita Borto-

aumento. Tutta-

lazzi product manager di Kaba: “Il nostro

via, la maggior

comparto è tendenzialmente in crescita,

parte di questi furti

seppur proporzionata alla situazione di

è dovuto all’uso di

mercato che l’Italia sta affrontando in que-

serrature a basso

sti ultimi anni. Bisognerebbe informare e

prezzo e sprovviste

sensibilizzare l’utente finale nella scelta

di protezioni adegua-

di prodotti di elevata sicurezza. Spesso si

te. Proprio la man-

crede che spendendo pochi euro si pos-

canza di trasparenza

sa avere comunque un articolo ad alte

d’informazione verso

prestazioni e con le massime garanzie.

il cliente finale, spesso

Ma siamo sicuri che sia davvero così?”. Di

mal consigliato da chi

avviso simile è anche Michele Cancellara,

distribuisce il prodotto,

responsabile commerciale Italia di Mottu-

è il maggiore ostacolo

ra: “La situazione è pressoché stabile,

alle vendite”. Simile

apparentemente in leggero rialzo, anche

il parere di Massimo

se ci sono problemi, specie nella fase del

Piacenza,

recupero del credito”.

re vendite di Dierre:

Analizza così la situazione Sergio Olivi,

“Nella ricambistica, la nostra azienda

Keyline:: “Per via della crisi, alcuni mer mer-

amministratore di OMR: “I dati allarmanti

vede una crescita di circa il 60% rispetto

cati hanno subito rallentamenti (e l’Italia è

dei furti in abitazione fanno sì che la richie-

all’anno scorso. Essendo in aumento i furti

tra questi) mentre altri hanno continuato a

diretto-

Fonte: Anima

Rita Bortolazzi, product manager Kaba

“Spesso si crede che spendendo poco si possa avere un articolo ad alte prestazioni e con le massime garanzie. Ma siamo sicuri che sia così?”

nelle case, le persone tendono a sostituire e potenziare le loro chiusure più che a cambiarle completamente”. IL COMPARTO CHIAVI E DUPLICATORI Per

quanto

riguarriguar

da il comparto della progettazione e della produzione di chiavi e di macchine duplicatrici, ecco il parere di Massimo Bianchi, strategic planner di

EXPORT SERRATURE: CHI SALE E CHI SCENDE

Rispetto al 2010, nel 2011 è calato l’export. Verso alcuni Paesi, però, sono aumentate le esportazioni. Ecco il dettaglio. ARABIA SAUDITA

+19%

AUSTRIA

+23%

FRANCIA

-5%

REGNO UNITO

-13%

SLOVACCHIA

+11%

SPAGNA

-14% Fonte: Anima

Lock Trap System a doppia mappa, che in caso di effrazione blocca la serratura e che, estratto lo strumento di manomissione, consente la normale apertura (Dierre).

97


SPECIALE

Sicurezza

“Essendo in aumento i furti nelle case, le persone tendono a sostituire e potenziare le loro chiusure più che a cambiarle completamente”

Massimo Piacenza, direttore vendite Dierre

Serratura di sicurezza Thesis 2.0 a controllo elettronico e che può essere azionata da remoto (Iseo Serrature).

crescere. Keyline si confronta ormai con

te per il lungo periodo. La mancanza di

zioni in riferimento al mercato Italia e al

il mercato mondiale ed esporta l’80% dei

liquidità e di fiducia nei confronti dell’an-

comparto ferramenta. Il prodotto ‘chia-

suoi prodotti all’estero, cercando di indiriz-

damento dell’economia frena poi gli inve-

ve’ è un ‘bene di consumo’, risponde a

zare i propri investimenti nelle economie

stimenti”.

un’esigenza di duplicazione resa neces-

in crescita, così da espandere il proprio

Opera nello stesso settore Luca Maz-

saria da determinati eventi. Il cliente ne

business. Il problema attuale più serio

zucato, direttore commerciale di Erre-

ha bisogno e se ne deve fornire. Questo

per aziende come la nostra è la scarsa

bi, che fa un distinguo importante: “In

prodotto mantiene bene i volumi degli

predisposizione del mercato a fare investi-

generale, il comparto ‘chiavi e macchi-

scorsi anni. Il prodotto ‘macchina per la

menti di lungo periodo. Il segmento delle

ne duplicatrici’ sta tenendo bene, ma è

duplicazione’ è definito come ‘bene di

duplicatrici elettroniche, soprattutto quelle

opportuno

di alta gamma, rappresenta per

alcune precisa-

la customer base di Keyline un investimento importan-

Un’elettronica intelligente e una meccanica robusta tutto in uno nel cilindro compatto Kaba Elolegic.

fare

Mara Rossi, responsabile comunicazione esterna Viro

investimento’ e risponde a un’esigenza di ammodernamento del

“La situazione economica generale ha incentivato la ricerca del risparmio, ma purtroppo sicurezza e risparmio non sempre vanno a braccetto”

parco macchine o a un’esigenza di entrare in un segmento della duplicazione più sofisticato. Il costo di tale bene è di un certo importo. In genere, il cliente non ha una necessità immedia-

NOVITÀ ASSA ABLOY PER LE FERRAMENTA “Yale è il marchio che più si addice alla ferramenta – afferma Antonella Del Sole, responsabile marketing di Assa Abloy Italia, azienda leader “a capo” di importanti marchi come Abloy, Corbin, Corni, Mab, Nuova Feb e Yale - per la brand awareness molto alta che risulta avere presso il consumatore finale; come anche per i prodotti , che toccano varie aree di applicazione nel mondo cosidetto ‘residenziale’. Tuttavia i nostri clienti della Ferramenta sono affezionati anche ad altri marchi di Assa Abloy, come Mab, Corbin, Corni. Molti acquistano trasversalmente vari di essi, trovando cosi la certezza di rispondere alle più svariate esigenze.Linea lucchetti allarmati, la gamma per biciclette, la serratura Yale per porte blindate, sono solo alcune delle nostre novità più recenti. I nuovi lanci sono sempre accompagnati da supporti di comunicazione sul punto vendita, per una migliore comprensione del prodotto e delle estensioni di gamma. Soprattutto nella ferramenta proponiamo pacchetti con espositori sia da banco che a totem; a volte anche a parete intera come nel caso di esposizione di prodotti più voluminosi come le casseforti. Questi supporti sono molto graditi ai nostri clienti e veicolano il prodotto in modo più efficacie a chi visita il punto vendita, invogliandolo all’acquisto”. 98


DOMUS INDUSTRIALE s.r.l. Via Virgilio, 10 - 46010 MARCARIA (MN) Italy Tel. 0376/950860 (r.a.) - Fax 0376/950851 www.domusindustriale.it

LA SICUREZZA SI SENTE

Domus presenta i nuovi sistemi di chiusura allarmati Domus Industriale presenta la nuova esclusiva linea di Lucchetti e Sistemi di chiusura allarmati DOMUS ALARM disponibile sul mercato da ottobre. La Linea Domus Alarm permette di proteggere i propri oggetti personali sia di piccola sia di taglia medio-grande nella massima sicurezza e sotto l’ulteriore protezione di una sirena allarmata a 110 decibel pronta ad attivarsi in caso di tentativi di furto e manomissione. Oltre all’effettiva accresciuta protezione sugli oggetti che vogliamo assicurare, questi innovativi sistemi di chiusura aggiungono un considerevole effetto deterrente per i malintenzionati in quanto su ogni lucchetto, catena o cavo è segnalata in maniera molto evidente la presenza di un sistema di allarme sonoro. Tale segnalazione di per sé tende quasi sempre a scoraggiare i ladri. I prodotti Domus Alarm vantano un’altissima qualità costruttiva (dispongono di marchio CE e RoHS) ed un’elevata affidabilità che ne ha decretato il successo in altri paesi Europei e d’oltreoceano. Da notare infatti che questi prodotti sono stati consigliati per la protezione degli oggetti personali dalle Autorità di Polizia di Gran Bretagna, Canada, Olanda e sono stati di recente impiegati nei Giochi Olimpici di Londra a protezione di cancelli, macchinari ed impianti energetici. I prodotti si presentano in comodi blister completi di istruzioni di funzionamento. Oltre alla confezione in blister, Domus mette a disposizione degli espositori da banco per la rivendita tradizionale. Nel 2013 Domus ha già pianificato l’inserimento di nuovi modelli anche per biciclette che arricchiranno ulteriormente la gamma dei prodotti allarmati. ESPOSITORE PER PRODOTTI ALLARMATI

Lucchetto blocca disco con allarme per moto e scooter L’allarme suona se il blocca disco viene rimosso. Sensori d’urto e movimento. Lucchetto con involucro di zinco ultraresistente. Chiave di sicurezza e serratura a cilindro. Perno di blocco da 7 mm in acciaio. Resistente agli agenti atmosferici. 6 batterie LR44/AG13 (incluse).

Catena massiccia con allarme L’allarme suona se la catena viene troncata o il lucchetto viene manomesso. Cavo d’acciaio ultra resistente, rivestito da maglie in acciaio corazzato. Chiave e serratura a cilindro ad alta sicurezza.

Cavo con lucchetto ed allarme La sicurezza “portatile” anche per oggetti di grandi dimensioni, sia per l’esterno che per l’interno. L’allarme si attiva sia con il taglio del cavo che con la manomissione del lucchetto. Cavo di 2,4 mt in acciaio zincato ultraforte (ricoperto con PVC) costruito espressamente per resistere ai tentativi di taglio. Quando non utilizzato, il cavo si avvolge comodamente intorno al lucchetto. 2 chiavi con codice. Telaio ad alta resistenza con struttura interna in acciaio. Staffe che permettono di fissare permanentemente il lucchetto ad un muro, palo o fiancata di un veicolo o direttamente sulla bicicletta o macchinario da proteggere.

Lucchetto ad Arco con allarme L’allarme suona se l’arco viene troncato. Il sensore d’urto attiva l’allarme anche in caso di violento attacco alla serratura del lucchetto. Arco in acciaio temprato e corpo del lucchetto in lega di zinco ultra resistente. Chiave e cilindro della serratura ad alta sicurezza. 1 chiave a LED e 2 chiavi regolari. A prova di trapano e di ghiacciospray. Resistente alle intemperie. 6 batterie LR54/G10 (incluse).


SPECIALE

Sicurezza

dello spioncino digitale VI.TEL. di Telese. “È l’articolo che riusciamo a vendere con maggiore facilità”, spiega Andrea Telese, “La sempre più costante richiesta di sicurezza in casa fa sì che questo nuovo prodotto, che non necessita di cablaggio perché funziona con batterie d’uso comune, stia aven-

Cilindro di sicurezza Champions C43 Mottura con profilo chiave brevettato, doppio sistema di cifratura, chiavi a duplicazione protetta e certificata Icim.

ta e in questo momento di crisi congiun-

za, anche se non è

turale, caratterizzato da scarsa liquidità,

sempre il più corret-

calo dei consumi, tendenza a posticipa-

to. Per tale ragione,

re gli investimenti, l’acquisto è a volte ri-

questo prodotto ha

mandato a ‘tempi migliori’. Si attua così

una naturale flessione

un ragionamento basato sulla pruden-

rispetto agli anni scorsi. L’offerta di prodotti

Francesca Dal Bo, brand and marketing services manager Silca

che consentono un’al-

“ Chi offre un duplicato chiave al cliente finale mette in gioco molte conoscenze ed esperienza e, soprattutto, la propria professionalità”

mercato una volta non

ta marginalità nella duplicazione o che entrano in nicchie di raggiunte, mi riferisco in particolare alla duplicazione dei nuovi transponder

do

Paolo Carosini, direttore commerciale di Ninz

“Nel comparto delle chiusure tagliafuoco, fino al 2014 ci sarà una tendenza alla stabilizzazione e dal 2015 si verificherà un lieve miglioramento”

crypto

non

un

successo

preventivato”.

“Gli articoli più venduti

dalla

azienda”,

nostra afferma

Michele Cancellara di Mottura, “sono le serrature per blindato, mentre i cilindri ad alta sicurezza a chiave protetta sono quelli

tecnologica-

mente più avanzati”. “I prodotti più avanzati di Dierre”, spiega

Massimo

Piacenza, “nonché quelli

tecnologica-

per auto, tendono ad attenuare il divario

mente più avanzati sono le serrature a

con i numeri degli anni scorsi”.

cilindro e le casseforti”. I fiori all’occhiel-

Ha un’opinione simile Francesca Dal Bo, brand and marketing services manager di Silca: “I risultati complessivi sono stabili. Riscontriamo un’attenzione molto maggiore e una dilazione delle decisioni di investimento più importanti collegate alle macchine duplicatrici e nessuna percepibile variazione con riferimento all’acquisto delle chiavi”. PRODOTTI IN COSTANTE EVOLUZIONE Nonostante la congiuntura economica sfavorevole, le aziende continuano a investire nella ri-

Cilindro RS3 S (Cisa) con anima di acciaio bi-materiale resistente a diversi tipi di effrazione.

100

cerca e lanciano spesso nuovi prodotti. È il caso, per esempio,

Dakar Evolution, macchina per la duplicazione di chiavi a cilindro europeo con carrello a inclinazione variabile (Errebi).


ERREBI presenta LS8 la nuova macchina per duplicazione È disponibile da settembre 2012 la nuova macchina per duplicazione transponder LS8. Trattasi della evoluzione naturale della LS7. La nuova macchina è compatta, maneggevole e di facile utilizzo. I dispositivi esterni TX4TECH e CLONNER, per la duplicazione rispettivamente del PHILIPS crypto e TEXAS crypto, sono stati infatti integrati nel nuovo apparecchio LS8 rendendo il tutto di più facile gestione. La tecnologia rimane la stessa, ovvero duplicazione a mezzo transponder senza impiego di circuiti elettronici o batterie ed utilizzando le normali chiavi a magazzino ERREBI con testa simile all’originale.

“La tecnologia rimane la stessa, ovvero duplicazione a mezzo transponder senza impiego di circuiti elettronici o batterie”

Per maggiori informazioni Errebi Spa www.errebispa.com - info@errebispa.com


SPECIALE

Sicurezza

Luca Mazzucato, direttore commerciale Errebi

“Il prodotto che si vende con più facilità è la chiave, che è un bene di consumo. La macchina duplicatrice necessita invece di un supporto tecnico” lo di Kaba li descrive Rita Bortolazzi: “Come meccanica

soluzione ci

CI SONO ANCHE I SERRATURIERI CERTIFICATI Siccome non esiste un albo dei serraturieri, Ersi (Esperti riferme e serrature Italia) ha messo a punto una certificazione, che è stata sviluppata insieme a Icim (ente di certificazione italiano indipendente). Chi ne è in possesso, può offrire al cliente finale un servizio estremamente professionale. I soci Ersi sono in grado di offrire una consulenza per trovare, per esempio, la giusta proporzione tra la qualità e il prezzo di una porta e quelli del cilindro da montare. In Ersi c’è anche un laboratorio prove dove svolgere test, così da capire qual è il reale valore degli articoli da proporre al cliente finale.

grandi soddisfazioni il cilindro Kaba ex-

LS8, macchina elettronica per la duplicazione del transponder chiavi auto con 2 pulsanti per la lettura e copia del transponder (Errebi).

perT, ma nella nostra gamma ci sono

prodotti. Parlando di tecnologia avanzata,

anche cilindri della famiglia Kaba Elo-

segnalo la nuovissima Spranga elettronielettroni

legic per la sfera dei meccatronici”.

ca, con sensori antifurto, combinatore gsm

“In Italia”, spiega Mara Rossi, “Viro

e microfono di ascolto ambientale incorpoincorpo

è da sempre sinonimo di lucchetto di

rati. Inoltre Viro, che nel 1985 produsse

qualità; nel 2012 l’azienda ha compiuto

la prima cassaforte elettronica in Europa

70 anni e iniziative legate a i propri luc-

e nei successivi 27 anni ha continuato a

chetti “Made in Italy” hanno rinverdito

investire su questo prodotto, dotandolo di

la nostra tradizione in questa gamma di

funzioni avanzate per l’ottenimento di semsem pre maggior sicurezza e praticità, oggi vanta nella propria gamma Ram-Touch,

COME RICEVERE LA CERTIFICAZIONE

un modello elettronico con un originale ed

Per ricevere la certificazione da parte di Ersi, vengono presi in considerazione tre fattori: 1) PUNTO VENDITA Il negozio deve essere adeguatamente fornito e attrezzato. Al suo interno, dunque, ci devono essere diversi tipi di chiavi, adatti alle esigenze dei clienti. Una quantità ridotta di generi di chiavi, come quella proposta per esempio dalla GD, non è sufficiente. 2) DUPLICAZIONE DELLE CHIAVI Gli strumenti che vengono usati per duplicare le chiavi devono essere all’avanguardia, vale a dire dotati del dispositivo che serve per ottenere copie anche di modelli muniti di un codice elettronico. 3) SERVIZIO DI ASSISTENZA Attraverso la certificazione, si vuole anche assicurare al cliente che il lavoro sia eseguito secondo precise modalità. Perciò, vengono valutate le attrezzature minime di cui il serraturiere deve essere in possesso. Al consumatore è poi fatto compilare un modulo in cui è offerta la possibilità di esprimere un giudizio sulla professionalità di chi ha svolto l’intervento. Su tale documento sono indicati anche i contatti di Ersi, Icim e Unione Consumatori, a cui rivolgersi in caso di servizi poco soddisfacenti. 102

Macchina duplicatrice elettronica Sigma Pro ad alta velocità, per la duplicazione di chiavi a mappa, doppia mappa, chiavi a pompa e chiavi speciali a tagli angolati (Keyline).


SICUREZZA ICUREZZA MADE IN ITALY Prefer azienda leader in Italia nella produzione di serrature per serranda, porte basculanti e porte sezionali, ha allargato la propria gamma di prodotti nel campo della sicurezza inserendo i lucchetti a campana, i lucchetti corazzati, i cilindri a profilo europeo e le serrature per serranda e basculante con chiavi di sicurezza. Tutti i prodotti sono Made in Italy con caratteristiche e dispositivi antieffrazione. Il corpo dei lucchetti è in acciaio carbonitrurato cromato e i cilindri, oltre a fornire un numero di combinazioni elevatissimo, hanno chiavi di sicurezza e perni di combinazione in acciaio. Per una maggiore sicurezza è presente anche una ghiera defender sempre in acciaio carbonitrurato e dispositivi anti - bumping e anti effrazione al grimaldello. L’assoluta novità consiste però nel poter abbinare i lucchetti con le serrature per serranda e per porte basculanti con cilindro tondo o a profilo con chiave di sicurezza.

PREFER S.P.A. Via F.lli Cervi, 63 - 20023 Cantalupo di Cerro Maggiore (Mi) Tel. +39 0331535900 - Fax +39 0331535905 www.prefer.eu


SPECIALE

Sicurezza

linea ‘Segreta’ spazia dalla finta presa alla cassaforte da pavimento alla cassaforte con doppio fondo eccetera. Abbiamo risolto il problema di nascondere a casa i propri beni tutelandosi per il furto in coercizione di apertura. Inoltre, realizziamo quasi in toto il nostro catalogo con soluzioni su misura. Abbiamo credu-

Ninja, duplicatrice elettronica compatta ad alta precisione per chiavi piatte a singolo e doppio lato con funzionalità di taglio a codice, copia e decodifica (Keyline).

to nell’elasticità produttiva, personalizzando gli articoli a richiesta dei clienti. Siamo un’azienda non solo di prodotto, ma anche di servizio e con l’elasticiDuplicatrice elettronica a codice UC199 per chiavi piatte a cifratura singola e doppia e chiavi a croce (Silca).

tà che il mercato richiede”. Il quadro in tema di videosorveglianza lo traccia Mauro Brogliato di Proxe: “Tra-

esclusivo software che consente l’apertu-

lasciando i prodotti ad alta rotazione ma

ra, a scelta dell’utente, con codice o im-

molto semplici, come le telecamere vero-

pronta digitale, e permette all’utilizzatore di

simili, i nostri articoli più venduti sono i kit

proteggere i propri beni con l’ausilio di fun-

di videosorveglianza senza fili. Negli ulti-

zioni evolute”. Questo il parere di Maurizio

mi mesi stanno però aumentando le ven-

Brillantino di Technomax: “Non ci sono

dite più ‘tecniche’ di sistemi di videosor videosor-

prodotti che si vendono meglio. Ogni linea

veglianza filare, composti da registratori

ha una sua collocazione sul mercato e ci dà

digitali con collegamento a più telecame-

soddisfazione. È evidente che ci sono arti-

re. In realtà, la nostra filosofia è di sempli-

coli che hanno una maggior penetrazione

ficare l’uso e l’installazione di tali prodotti,

in virtù della destinazione d’uso (casseforti

rendendoli realmente commercializzabili

ad uso privato, per esempio), ma anche le

nel mondo del fai-da-te”. In casa OMR,

linee ‘particolari’, come le ignifughe della

gli articoli più venduti sono le serrature

serie Technofire

per porte, ulti-

o quelle della

mamente molto

serie Professio-

richieste

nal, nel loro set-

sostituire i mo-

tore raggiungo-

delli da cantie-

no risultati molto

ristica di bassa

soddisfacenti”.

qualità.

Diego

nostro prodotto”,

Vezzoli

di Gruppo Si-

per

spiega

Sergio

può

Olivi, “è dotato

vantarsi

della

di tutte le prote-

linea di casse-

zioni necessarie

forti/nascondigli

a bloccare i vari

“Segreta” e non

tentativi di scas-

solo: “Abbiamo

so

investito e pro-

manipolazione,

poniamo

solu-

decodifica della

diverse,

chiave, strappo

intelligenti

ed

innovative.

La

104

Centro di duplicazione chiavi Silca Point.

“La nostra azienda si è adeguata alla forte diminuzione di domanda nazionale incrementando quote in nuovi mercati internazionali”

“Ogni

curezza

zioni

Diego Vezzoli, titolare e responsabile commerciale divisione passiva Gruppo Sicurezza

(trapano,

del cilindro, eccetera)”.

Cassaforte da pavimento telescopica CP/40 (Gruppo Sicurezza) con sportello estraibile e sostituibile e coperchio superiore per mimetizzazione.


SPECIALE

Sicurezza

SU ANCHE I COMPARTI DELL’ANTINTRUSIONE

Ecco le variazioni dei comparti antintrusione.

COMPARTO

2008/2009

2010/2009

2011/2010

Sist. di monitoraggio centr.

-25,39%

-27,19%

+0,85%

Controllo accesso

-5,76%

-3,44%

+1,92%

TV-CC

+5,12%

+7,62%

+10,39% Fonte: Anie Sicurezza

marcatura CE entro febbraio 2013. Fra le ultime novità del nostro gruppo c’è la

Cassaforte Gold Key di Technomax con chiave a doppia mappa e serratura con 8 leve asimmetriche e indipendenti.

serratura elettronica autorichiudente Multiblindo eMotion, che permette di gestire la

dimensioni. Gli articoli tecnologicamente

porta in modo semplice. Come la sua ver ver-

più avanzati riguardano tutta l’accessori-

sione meccanica Multiblindo Easy, si abbi-

stica che è installata sul prodotto, come

na perfettamente al maniglione antipanico

le elettroserrature MAC1 e MAC2 e i mani-

Pro Exit. Fra gli ultimi ritrovati tecnologici,

glioni Exus in acciaio inox e alluminio”.

Thesis 2.0 è la nuova serratura di sicurez-

Cassaforte No Problem Rotary di Mottura con movimenmovimen to dei chiavistelli sagomati motorizzato e protezione al manganese estesa ai chiavistelli frontali.

za a controllo elettronico con segnalazioni

ELEVATA TECNOLOGIA

di stato. Può essere azionata da remoto,

NELL’AUTOMOTIVE

con un tempo di richiusura regolabile a se-

Nel settore chiavi e duplicatori, ecco qua-

conda delle necessità.

li sono i best sellers di Errebi. “Il prodot-

“Tra i prodotti più

to che si vende

venduti in termi-

con più facilità è

MANIGLIONI ANTIPANICO E

ni di quantità”,

la chiave”, spie-

CHIUSURE TAGLIAFUOCO

sostiene

ga Luca Maz-

In casa Iseo sono le serrature e i mani-

Carosini di Ninz,

zucato,

glioni antipanico gli articoli più venduti. “I

“ci sono le porte

è un bene di

dati di vendita di questi ultimi”, afferma ErEr

metalliche taglia-

consumo la cui

manno Formisano, “rispecchiano anche

fuoco Proget e

richiesta è auto-

la tendenza ad adempiere all’obbligo di

Univer, e anche

matica. La mac-

sostituzione dei dispositivi sprovvisti della

le porte tagliafuo-

china necessita

co speciali, come

di un supporto

i sistemi vetrati e i

tecnico. In que-

Paolo

portoni di grandi

Cassaforte Yale, certificata UNI EN 14450.

LA SCELTA MIGLIORE? LA CONSIGLIA UNA APP

Cassaforte Unica Trony con protezione del battente tramite pannello con conglomerato cementizio ad alta rere sistenza e speciali inserti antitaglio (Technomax).

106

Per valutare la soluzione più adatta per la propria casa, l’azienda di porte blindate Bauxt ha presenta una nuova App scaricabile gratuitamente dall’App Store. In sei domande, il questionario “la mia sicurezza” stabilisce la classe antieffrazione consigliata per la propria abitazione e i modelli Bauxt che corrispondono al livello ottenuto. Il link si trova sulla home page del sito di Bauxt.

“che

sto caso, quelle


SPECIALE

Sicurezza

sono nella tecnologia della duplicazione del transponder per chiavi auto. Con la nostra macchina LS8 e l’utilizzo dei microchip TX12-3-4 di nostra produzione si possono duplicare i microchip cryptati Philips e Texas, usati in molti modelli Fiat, Renault, Ford, Opel, Honda eccetera. Si tratta di una tecnologia studiata appositamen-

Ram-Touch, cassaforte di sicurezza con display e lettore di impronte digitali (Viro).

te per l’uso in ferramenta. L’utilizzo del microchip evita circuiti

Cassaforte da murare CDF52 dotata di doppio fondo anticoercitivo con chiusura elettronica motorizzata o con combinatore meccanico tre dischi (Gruppo Sicurezza).

che si vendono meglio sono le macchine

elettronici nelle chiavi e l’uso di batterie,

per la duplicazione del transponder. La

permettendo al tempo stesso una ver-

nostra macchina LS8 è di facilissimo uti-

satilità nell’utilizzo di chiavi già esistenti,

regolatore di pressione con segnale sia

lizzo, non dà problemi, usa microchip e

simili alle originali. Quest’anno abbiamo

luminoso sia acustico. In questo caso,

offre una buona marginalità nella vendi-

lanciato la nuova Dakar Evolution, una

il duplicatore darà sempre la corretta

ta. Con questo prodotto abbiamo tocca-

macchina per la duplicazione delle chia-

pressione nelle fasi di lavorazione delle

to una nicchia di mercato che prima era

vi

dominata dalle concessionarie d’auto. In

europeo dota-

Massimo Bianchi di Keyline

questo momento, le novità più importanti

ta, fra l’altro, di

sottolinea invece l’importanza

a

cilindro

chiavi”.

dell’innovazione. “La nostra azienda investe ben oltre il 5%

I CANALI PREFERITI

del fatturato in ricerca e svilup-

Ecco quali sono i canali distributivi preferiti dalle aziende DIERRE

key point, grossisti

ERREBI

ferramenta, centro specializzato per duplicazione

GRUPPO SICUREZZA ISEO SERRATURE

ferramenta specializzata, rivenditori di sicurezza attiva ferramenta, grossisti specialisti, locksmiths

KABA

specialisti in sicurezza, ferramenta, serraturieri

KEY LINE

ferramenta

MOTTURA

ferramenta specializzata, specialisti del ricambio

OMR

ferramenta specializzata

PROXE

ferramenta, GD

SILCA

ferramenta, GD

TECHNOMAX

ferramenta, negozi di sicurezze, GDS

108

TELESE

grossista, ferramenta specializzata

VIRO

ferramenta (dettaglio e ingrosso)

po e lavora incessantemente per creare prodotti sempre più innovativi, al passo con un

Ermanno Formisano, responsabile vendite Italia Iseo Serrature

“ISEO è presente sul mercato nazionale con una rete di assistenza specializzata, ISEO for You, composta da oltre 100 punti vendita dislocati sul territorio nazionale”

mercato in costante evoluzione come quello automotive. Per esempio, i kit per sistemi keyless (chiavi solamente elettroniche per l’avviamento della vettura) si basano sulla consolidata tecnologia della Keyline TK100, la prima e unica testa elettronica univer universale, e rendono così possibile per i clienti Keyline la duplicazione dei sistemi keyless BMW, Volvo, Toyota, Kia e Hyundai. Questi sistemi key-

Registratore video digitale (DVR) 4 canali con collegamento di rete (Proxe).


lorate, in tutte le varianti e tipologie. Per quanto attiene le chiavi, la tipologia tecnologicamente più avanzata è quella delle chiavi elettroniche per veicolo. Relativamente alla gamma duplicatrici, sia Registratore digitale video su scheda SD per telecamere senza fili (Proxe).

i dispositivi transponder sia le duplicatrici elettroniche, tutte senza distinzio-

less possono essere duplicati con uno dei

ne, sono il meglio della nostra proposta in

nostri prodotti di punta, il dispositivo 884

quanto a tecnologia”.

Decryptor Ultegra, la soluzione Keyline per la clonazione delle chiavi elettroniche

L’ASSISTENZA È DETERMINANTE

e telecomandi. La sua estrema potenza di

Se offrire al cliente un prodotto performan-

calcolo, unita alla grande semplicità d’uso

te è fondamentale, altrettanto lo è garantire

e alla versatilità garantita da una facile e

un’ottima d’assistenza. “Un buon servi-

veloce procedura di aggiornamento, lo

zio assistenza non ha prezzo”, conferma

rendono la scelta ideale per lo specialista

Massimo Bianchi di Keyline, “Il costo

nel campo dell’automotive technology”.

dei ricambi usati nel servizio e del lavoro

Massimo Bianchi, strategic planner Keyline

“Una buona assistenza non ha prezzo. Il costo dei ricambi e del lavoro è relativo se inquadrato nell’ottica della comunicazione aziendale e della customer satisfaction”

Il quadro in casa Silca lo fornisce Fran-

impiegato è assolutamente relativo se in-

sizione di Luca Mazzucato di Errebi: “La

cesca Dal Bo: “Nel mercato italiano sono

quadrato nell’ottica della comunicazione

macchina duplicatrice è un prodotto tecni-

particolarmente apprezzate le chiavi co-

aziendale e della customer satisfaction.

co, e come tale necessita di un supporto di

Inoltre, un buon supporto tecnico può ri-

assistenza in fase sia di vendita sia di post

velarsi molto utile nella fidelizzazione del cliente”. Tale filosofia è condivisa da Andrea Telese di Telese: “La soddisfazione del cliente è ciò che ci sta più a cuore. La nostra assistenza è radicale e i prodotti difettosi non vengono riparati, ma addirittura sostituiti”. “Anche Kaba”, precisa Rita BorBor tolazzi, “concentra la maggior parte dei propri sforzi nell’assistenza”. Questa la po-

Sergio Olivi, amministratore OMR

“Forniamo sempre rapide risposte e il supporto necessario al distributore. È però fondamentale che il distributore sia in grado di offrire tale servizio al cliente finale”

Spioncino digitale VI.TEL., che garantisce immagini nitide e di elevata qualità (Telese).

vendita. Più la macchina è complessa, più il cliente necessita di un interlocutore a cui eventualmente appoggiarsi. A tale proposito, abbiamo personale appositamente dedicato”. L’assistenza è fondamentale anche per Dierre: “Dove la ferramenta non offre un servizio di assistenza”, conferma Massimo Piacenza, “interveniamo con i nostri Technical Service a tutela dell’utilizPorta tagliafuoco Ninz “personalizzata” con un’opera di Tamara De Lempicka.

zatore finale”. Technomax ha un centro

109


SPECIALE

Sicurezza

problema

tecni-

co sul prodotto ci possono contattare via email o per telefono e in meno di 48 ore hanno una risposta (ma nel 90% dei casi Maniglione antipanico Exus (Ninz) adatto per porte tagliafuoco e multiuso.

assistenza centralizzato che coor coordina tutti i centri di assistenza in Italia. “La presenza è capillare”, spiega Maurizio Brillantino, “in quanto il cliente finale deve sempre avere assistenza al bisogno. For Fortunatamente, però, gli interventi sono davvero ridotti grazie all’affidabilità del nostro pro-

Michele Cancellara, responsabile commerciale Italia Mottura

“L’assistenza ha una discreta valenza, ma a nostro avviso non supera il 20% del valore intrinseco del prodotto”

ciò

avviene

in

giornata). Inoltre, una volta ricevuti i prodotti non funzionanti garantiamo la

Maurizio Brillantino, area manager Italia Technomax

“Gli interventi d’assistenza sono davvero ridotti grazie all’affidabilità del prodotto e al controllo qualità interno”

riparazione o la sostituzione gratuita in

do di offrire tale servizio nei confronti del

72 ore e la spedizio-

cliente finale”.

ne la paghiamo noi”.

Anche l’attenzione di Iseo Serrature nei

Sergio Olivi di OMR

confronti dell’assistenza è elevatissima:

Spranga elettronica Viro, con sensori antifurto, combinatore gsm e microfono di ascolto ambientale incorporati.

dotto e al controllo qualità interno, garantito

è categorico: “L’assistenza è fondamenta-

“Già da qualche anno abbiamo una rete

dalla certificazione della nostra azienda

le. La nostra azienda è in grado di fornire

di assistenza specializzata, Iseo for You,

alla normativa ISO 9001, che verifica sin-

sempre rapide risposte e il supporto ne-

composta da oltre 100 punti vendita in Ita-

golarmente, per ben tre passaggi, tutti pro-

cessario al distributore per poter offrire un

lia”. “Nelle chiusure tagliafuoco”, precisa

dotti prima dell’immissione sul mercato”.

servizio adeguato al cliente. È altrettanto

Paolo Carosini di Ninz, “la manutenzione

“In ogni settore, e particolarmente nel caso

fondamentale che il distributore sia in gra-

è un obbligo di Legge, e questo dovrebbe

di servizi quale è quello della

ormai essere chiaro per tutti,

duplicazione”, sostiene France-

in particolare per l’utilizzatore

sca Dal Bo di Silca, “l’assisten-

e il gestore di impianti”. Se-

za post vendita è fondamentale.

condo Michele Cancellara di

Chi offre un duplicato chiave al

Mottura, invece, “l’assistenza

cliente finale mette in gioco mol-

ha una discreta valenza, ma

te conoscenze ed esperienza

a nostro avviso non supera il

e, soprattutto, la propria profes-

20% del valore intrinseco del

sionalità. La chiave consegnata

prodotto”. Conclude Mara

deve funzionare e la precisione

Rossi: “Viro applica da sem-

che implica questa operazione

pre severi controlli qualitativi

si gioca su centesimi”. Anche

in fase di produzione e col-

in tema di videosorveglianza

laudo, ottenendo così la mi-

l’assistenza conta tantissimo:

nimizzazione delle necessità

“Noi crediamo molto in questo

di assistenza post vendita. In

aspetto”, spiega Mauro Bro-

ogni caso, quando questa si

gliato di Proxe, “Abbiamo in-

rende necessaria, la compe-

vestito in un centro assistenza

tenza e la tempestività degli

interno all’azienda. Tutta l’assi-

operatori, sono i fattori sui

stenza è quindi centralizzata in sede, ma i clienti che hanno un

110

ProExit, maniglione antipanico abbinabile alle serrature autorichiudenti Mutliblindo Easy e Multiblindo eMotion. Alla barra può essere applicato un microswitch per rilevare l’apertura di emergenza della porta

quali l’azienda investe maggiormente”.


FOCUS

Portafoglio aziende

FISSAGGI RIVIT PER IL FOTOVOLTAICO Rivit s.r.l. di Bologna ha sviluppato una serie di sistemi di fissaggio dedicata alla posa dei sistemi fotovoltaici: rivetti Gtreriv. I rivetti Gtreriv sono realizzati in alluminio e quindi resistenti alla corrosione e impermeabili. Questi rivetti sono ideali per il fissaggio delle staffe destinate al montaggio dei pannelli fotovoltaici e delle lamiere grecate per pannelli sandwich. Oltre al diametro da 5,0 mm, Rivit ha ampliato la nuova gamma di rivetti Gtreriv con il diametro 6,0 mm che garantisce più resistenza al taglio e alla trazione e quindi fissaggi duraturi. Per la posa dei rivetti Gtreriv si consigliano la rivettatrice oleopneumatica RIV503 e la rivettatrice a batteria RIV750 da 12 V, progettata per l’applicazione di rivetti fino al diametro 4,8. Ulteriori dettagli possono essere visualizzati nel portale Rivit www.rivit.it. PRESTAZIONI INNOVAZIONE DESIGN

1494

RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO

MOBILETTO VENTILATO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

PRESTAZIONI INNOVAZIONE DESIGN RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO

1497

PRESTAZIONI

1496

INNOVAZIONE

PROTETTIVO PRE POSA CONTRO LA RISALITA DI SALI E ALTRI AGENTI INQUINANTI

DESIGN RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO

1498 STENDERE CON STILE

INNOVAZIONE

Per un fissaggio invisibile, ad esempio per applicazioni su vetri, tesa Powerbond Trasparente rappresenta la soluzione perfetta. tesa Powerbond specchi è adatto per essere utilizzato in ambienti umidi come il bagno e per fissare specchi con uno spessore fino ad 1 cm in modo sicuro e permanente. Grazie alla linea tesa Powerbond trapano, chiodi e antiestetici buchi nel muro diventano solo un ricordo. Qualsiasi fissaggio o applicazione diventa ora possibile senza praticare fori e quindi danneggiare le pareti. Infatti, con una tenuta fino a 100 kg per metro quadrato i nastri biadesivi di alta qualità tesa Powerbond possono essere utilizzati su qualsiasi tipo di superficie, garantendo una tenuta facile e sicura su piastrelle, legno e sulla maggior parte delle materie plastiche, sia in ambienti interni che esterni.

1495

Eco Air4 è il mobiletto ventilato per la raccolta differenziata con 4 secchi da 20 l. Il mobiletto è dotato di griglie di aerazione che hanno lo scopo di favorire la fermentazione dei residui organici e di smaltire l’odore sgradevole. I secchi (contenitori ) in plastica (polipropilene) sono di grande capacità, i manici dei secchi di quattro differenti colori per permettere l’identificazione della destinazione dei rifiuti. L’apertura a ribalta è salva-spazio ed è predisposto per essere fissato al muro. Dimensioni: 65 x 26 x 100 cm. È un prodotto Mobil Plastic.

PRESTAZIONI

SPECIFICO PER SPECCHI

Pull-Out Drying, disponibile nelle versioni Bianco (24,90 €) e Inox satinato (39,90 €) è un oggetto che unisce cura del design, solidità e perfetta funzionalità. Una linea mai invadente, di una pulizia capace di armonizzarsi con qualunque tipo di arredamento e ambiente. Come d’incanto dall’elegante barra fissata a muro, in modo semplice e veloce, con grandi garanzie di stabilità, escono ben 22 metri di fili su cui stendere il bucato ad asciugare. È un prodotto Brabantia.

FILAPW10 è il nuovo protettivo pre-posa contro la risalita di sali e altri agenti inquinanti, ideale per pietre naturali, granito, marmo, agglomerati, cotto e altri materiali assorbenti. Il prodotto, specifico per professionisti della posa e del dopo posa, va applicato sul retro di piastrelle e lastre: impedisce in maniera definitiva la risalita di sali, tannino o sostanze ferrose dal substrato verso la superficie superiore del materiale ed evita così la formazione di spiacevoli aloni e macchie. FILAPW10 lascia traspirare il materiale trattato perché non crea alcuna pellicola superficiale e non modifica le caratteristiche di adesione del collante e delle fuga, di qualsiasi natura essi siano.

PRESTAZIONI INNOVAZIONE DESIGN

DESIGN

RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO

RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO

112

Legenda:

Scarso

Medio

Buono

Ottimo


Massimo Künstler & Pasquale Diaferia

THINK NEW (884).

C

M

Y

MY

CY

CMY

K

I veri innovatori interpretano quello che hanno sotto gli occhi in modo originale. E fanno la differenza. Le chiavi, che siano quelle per l’auto o di casa, per noi sono storia di sette generazioni. Per altri, semplicemente business. Ecco perché le nostre duplicatrici per chiavi fanno la differenza per chi le sceglie e ci lavora tutti i giorni. Per esempio, la 884 Decryptor Ultegra è il più veloce e avanzato strumento di clonazione di chiavi auto con transponder e telecomando. Il suo sistema di clonazione è stato progettato e realizzato per seguire la continua evoluzione delle chiavi auto. Insomma, la differenza sta nei particolari, e nel pensiero innovativo dei nostri progettisti.

Distributore unico dei prodotti Keyline in Italia. Via Donato Menichella, 310 00156 Roma

T +39 06 41 22 98 22 F +39 06 23 32 97 327

info@kldistribuzione.it www.kldistribuzione.it

www.keyline.it

CM


Nuovo carrello USAG 518 SPRINT. Comodo da manovrare grazie alle due maniglie integrate nel top. Cassetti con aggancio in metallo per evitare aperture accidentali. Struttura in acciaio ad alta portanza. L’eccellenza della qualità USAG al giusto prezzo.

usag.it

seguiteci anche su:

USAG_Ferramenta2000_A4.indd 1

18/10/12 17.03


Ferramenta novembre