Il Poligrafico, n. 210, 2022

Page 1

REP IE ILANOS ENOIZiEAnDZZENOIZAZISSULF e r i Z n v I o enoeinzoiuzlaroizuloviELCANIVOSRREESP r u O t T I g r S S a i f I s S oizSSaErNIuUSQgCAi’fD AZNsEEaIrRtEPCISVREU’LLLF E U E I N B R S e Z E L n A P E TISNOIUoiQzaCrAg’eDt DenoiznaociiSzE’aLLcEiDfim n I e Z f i A A D i m P E R SSENISEUNEBGLEVO MAiTASAPLMLEADaTrSAL U N n t E e enoizarg LENVOOC UN EL G E N E R

N. 210 AGOSTO SETTEMBRE 2022

Stratego Group 20054 Segrate (MI) via Cassanese 224 Euro 9,90

■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ilPoliGrafico 210•22 ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■

STAMPA E NUOVI MEDIA NELL’ERA DIGITALE

04/10/22 08:43

IPI210 COVER OK.indd 1


LE AZIENDE ASSOCIATE

www.argi.it

AZIENDE ASSOCIATE – 17 MAGGIO 2022 INFORMAZIONI E CONTATTI

segreteria associativa 4IT Group srl Centro Direzionale Milano Oltre, Palazzo Tintoretto — via Cassanese 224 – 20054 Segrate (MI) Tel. +39 02 26927081 – Fax +39 02 26951006 – segreteria@argi.it


ADV HEIDELBERG.indd 3

04/10/2022 14:59:34


BOOK... YOUR FUTURE

MECCANOTECNICAGROUP

Uniplex e asterPRO Full Cycle sono la soluzione ideale quando gli obiettivi sono aumentare l'efficienza e ridurre i costi di produzione di libri cuciti a filo refe.

asterPRO è la cucitrice automatica a filo refe più completa e rappresenta l’equilibrio ideale tra automazione e precisione, velocità e affidabilità.

La Tecnologia Full Cycle è un sistema di cucitura innovativo, senza punto a vuoto, in grado di aumentare l’efficienza e la produttività senza compromettere la qualità.

MECCANOTECNICA S.p.A. VIA CASALE n.16 • 24060 TORRE DE’ ROVERI (BG) - ITALY TEL. +39 035 585 111 • info@meccatec.it - www.meccanotecnicagroup.com

ADV MECCANOTECNICA.indd 4

04/10/2022 14:58:52


NEWS ATTUALITÀ Primo piano......................................... 10 Fornitori................................................12 Aziende grafiche...................................16 Istituzioni ..............................................18 ​ TECNOLOGIA La rivincita della stampa commerciale...20 La rivoluzione digitale di HP PageWide Advantage 2200..........24

68

SOFTWARE Il workflow vola nel cloud.......................58

SCENARI Il nuovo orizzonte di cooperazione uomo-tecnologia.................................. 28 Innovazione, ricerca, networking: nuovi spazi dal “multiforme ingegno” ....30 Privacy: i dati in Italia nel 2021..............40 Il service nell’era dell’Industry 5.0..........52 Come attuare la trasformazione del flusso di lavoro................................56 Direct-to-Film, l’ultima frontiera della stampa su tessuto........................62 Gestire la commessa in un mondo “impazzito”...................... 67 Etichette? Digitale senza frontiere..........69 Chiedi (il tessuto) e ti sarà stampato!.....74 ​ INCHIESTA Ricambio generazionale nell’industria grafica..............................42 EVENTI Il grande ritorno di Printing United Expo ..50 Alliance Days........................................68 Viscom 2022 Prospettive Incredibili.......79

Gli articoli con questo simbolo offrono contenuti multimediali

74

100

40 90

L’OPINIONE DI… Sergio Facchini L’economia di domani...........................94

ABBONAMENTI

Quota annua euro 84,00 per l’Italia, 144,00 per l’Europa, 159,00 extra-Europa. Numeri arretrati: 15 euro cad. copia. I versamenti possono essere effettuati con bonifico bancario a Stratego Group srl IBAN: IT70 C034 4020 6000 0000 0264 200

ITALIA

SOMMARIO.indd 5

associazione tecnici arti grafiche italia

EURO GRAPHIC PRESS

N. 210 AGOSTO SETTEMBRE 2022

Stratego Group 20054 Segrate (MI) via Cassanese 224 Euro 9,90

n.210

IPI210 COVER OK.indd 1

04/10/22 08:43

79

Ogni edizione del Poligrafico propone una tematica monografica ad ampio respiro sviluppata per catalizzare le competenze di tutta la filiera sulle direttrici di sviluppo fondamentali per l’economia del comparto. Per il prossimo numero il tema sarà: BELLA, STAMPA!

Per inviare inviti alla redazione per conferenze o eventi, scrivere a inviti.redazione@strategogroup.net

R.E.A. Milano n. 1190227 Autorizz. Trib. Mi n. 512 del 26.10.85 Gli articoli firmati impegnano esclusivamente gli Autori. Dati e caratteristiche tecniche sono generalmente forniti dalle Case costruttrici, non sono comunque tassativi e possono essere soggetti a rettifiche in qualunque momento. Tutti i diritti sono riservati. Notizie e articoli possono essere riprodotti solo a seguito di autorizzazione dell’editore e comunque sempre citando la fonte. Testi e fotografie, qualora non espressamente richiesto all’atto dell’invio, non vengono restituiti. Desideriamo informarLa che il D.Lgs. 196/03 (Testo Unico Privacy) prevede la tutela di ogni dato personale e sensibile. Il trattamento dei Suoi dati sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e della Sua riservatezza. Ai sensi dell’art. 13 del Testo Unico, Le forniamo quindi le seguenti informazioni: il trattamento che intendiamo effettuare verrà svolto per fini contrattuali, gestionali, statistici, commerciali, di marketing; il trattamento, che comprende le operazioni di raccolta, consultazione, elaborazione, raffronto, interconnessione, comunicazione e/o diffusione si compirà nel modo seguente: archiviazione su supporto cartaceo e archiviazione informatizzata su personal computer. Il titolare dei dati è: Stratego Group srl nella persona del Rappresentante Legale. Il responsabile del trattamento dei dati raccolti in banche dati ad uso redazionale è Enrico Barboglio (enrico.barboglio@strategogroup.net - via Cassanese 224 Segrate (Milano) - tel. 0249534500 - fax 0226951006). Al titolare del trattamento Lei potrà rivolgersi per far valere i Suoi diritti così come previsti dall’art. 7 del D.Lgs. 196/03.

Organo Ufficiale

STAMPA E NUOVI MEDIA NELL’ERA DIGITALE

73

MARKETING&COMUNICAZIONE Rubrica Sexy Brand...............................38 Reinventare la creatività........................48 FORMAZIONE XI Ediz. Convegno Nazionale ENIP-GCT delle Scuole Grafiche e Cartotecniche....92 È stata finalmente varata la riforma degli ITS prevista dal PNRR............................93 Borsa di studio “Renzo Viappiani”..........93 ​ PRINT CONNECTION Comunicazioni dalle aziende..................86

■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ilPoliGrafico 210•22 ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■

Stampa, nuovi flussi

20

NOSRELPF IAEDZZ ENILA IED ENOIeZniEzonuelnooivOzIuiZrAZIZSILSANURES iEn enOoTSiIUQizCairfusgaifrslaotviEr CISISVOUSRLEPED enoeiznSSoaErNIuSUg’BDAL’EDADAZZNNEEIRIrREtPESPCISVREE’LLSFmar OTISNOIUIZiQAzRaCrAgetniEAeDPnoeiznaociifziEm’aLLcEiDfi ED SSENISEUNEBGLEeVOtUMnNAiTEASAPLMLEADaTrSALLNOC enoizarg EG LENVOOC UN EL INOIZAREN

EDITORIALE The false illusion.....................................8

Il Poligrafico è la rivista italiana del Gruppo Eurographic Press www.eurographicpress.com

Direttore responsabile ENRICO BARBOGLIO enrico.barboglio@strategogroup.net Redazione ALEXIA RIZZI alexia.rizzi@strategogroup.net Hanno collaborato a questo numero: DAVIDE BIANCOROSSO, VALENTINA CARNEVALI, CRISTINA CORTELLEZZI, FEDERICA DALLANOCE, SERGIO FACCHINI, PAT MCGREW, CRISTINA MARIANI, ACHILLE PEREGO, MICHELA PIBIRI, STEFANO PORTOLANI, CATERINA PUCCI, FABRIZIO SALMI, FEDERICO SAPORITI, FRANCESCA SASSOLI, PATRIZIA SAVIOLO, FEDERICO ZECCHINI

Progetto grafico e impaginazione CRISTINA MASCHERPA Editore STRATEGO GROUP srl Via Cassanese 224 Centro Direz. MilanoOltre, Segrate MI tel. 02.49534500 www.stampamedia.net Stampa PressUP - Nepi (VT) www.pressup.it Copertina Progetto CRISTINA MASCHERPA

Pubblicità MAURO TIRONI DEBORAH FERRARI LEONARDO VENTURI sales@strategogroup.net tel. 02.49534500 Ufficio abbonamenti abbonamenti@strategogroup.net tel. 02.49534500

05/10/2022 11:07:50


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

NOMI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22

Persone e aziende citate nel numero con riferimento alla pagina. I numeri in neretto si riferiscono all’inserzione pubblicitaria

6

NOMI.indd 6

3M 80 Accu-Label 17 Acimga 19,46 Actega Ecoleaf 32 ADACI 66 Agfa 10,61,82,96 AIE 19 Albee Kris 24 Albertini Emilio 42 Albertini Maria Luisa 45 Albertini Packaging Group 42 Alinea 66 All4Labels Global Pack. Group 6 Angerer Sonja 62 ARGI 2 Assocarta 46 Assografici 42 Aurelius Group 10 Avery Dennison 13,36 Ayming 28 Baldwin Phil 71 Bandecchi Emanuele 44,54 Bandecchi Federico 44 Bandecchi Paolo 44 Bandecchi Simone 44 Bartoli Giorgio 19 Bartoli Spa 19 Bavuso Giorgio 64 Bellingardi Massimo 32 Bertero Daniela 75 Berti Christopher 59 Bluecrest 12 Bobst Firenze 11 Bobst Group 11,33 Bocconi università 43 BOGRAMA 68 Bona Emanuele 19,43 Bonalumi Roberto 35 Botta EcoPackaging 46 Botta Flavio 46 46 Botta Floriano Botta Lara 46 Bottazzoli Elisabetta 46 Boxmarche 16 Brambilla Elisabetta 45 Brand Revolution LAB 73,91 Brett Martin 12 BST 32 Burichetti Emanuele 54 Canon 34,39,61,80 Cantelli Catia 46 Cardinotti Matteo 11 Carlucci 16 Cattaneo Lidia 45 CEPI 19

ColorConsulting 12 Colorgate 64 Comieco 18 Contrado 77 Cottonbee 77 D’Amelio Giuseppe 34 Dallanoce Federica 66 Durst Group 12,17,83,90 Edigit 17 EFI 12 Eikeleboom Marco 10 Elmi Edoardo 82 ENIP-GCT 92 Epson 81,90 Errelle 35,63 Eurolabel 45 Federaz. Carta e Grafica 18,43 Fedrigoni 35 Ferretti Federica 27 Fespa 62,78 Fioretti Pierluigi 61 Flexowash 32 Forliance 13 Formentini Stefano 37 Fujifilm 7,13,23,36,72 Gallus 13,72 Gaviglio Marco 36 Gayou Ann 25 GEW 32 Giflex 19 Gipea 45 Goldis Yale 24 Gorbea Jose 48 Grafiche Tassotti 45 Grafimec 88 Grafko-Caspar 76 Grafox 16 Gruppo Sada 44 Guandong 82 Guarene Elena 75 52 Guglielmetti Rodolfo H+H 68 Hanrun Paper 13 Heidelberg 3,22,59,72 Hohner 68 HP 16,24,27,47,48,70,84 Huges Kevin 25 Hunkeler 89 Iannone Antonio 16 IML machinery 83 Imprimus 10 JBF Finance 11 Juéry Pascal 10 Kodak 60 Koenig & Bauer 12

Kolbus 90 Komori 51,68 Konica Minolta 37,70 Kurz 36 Kyocera 12,88 Labelexpo Americas 69 Landa Benny 11 Landa Digital Printing 11 Lawn Mark 23 LegoPrint 27 Liyu 82 Luxoro 36 Mahal Eli 70 Mambretti Alessandro 88 Manning Dave 17 Map Rilega 44 Mariani Cristina 66 Mark Andy 71 Markus Dirk 10 Marulli Christian 43 Mazza Federica 46 MBO 68 McGrew Group 56 Meccanotecnica 4,37 Medugno Massimo 18 Milazzo Paola 44 Mimaki Bompan Textile 84 Minichilli Alessandro 43 Mitarai Takeshi 34 Modern Litho 60 Mondi 15 Montalbetti Carlo 18 Montalbetti Cecilia 81 Moretti Marco 43 Mouvent 11 Mueller Martini 52 Nazdar 32 NEOS 14 Newmec 89 Nuova Gidue 11 25 O’Neil Digital Solutions Oberrauch Harald 12 Off. Mecc. G. Cerutti 11 Office Depot Europe 10 OMET 32 Oron Gil 1 Oscar della Stampa 95 Padoan Micol 47 Palladio Group 54 Pallo Bruno 35 Pinkommunication 38 Polyedra 14,81 Printing United Expo 24,50 Reverberi Litografia 17 Ricoh 14,63,82

Rossini 32 Rotocel 46 Rotolito 44,54 Sada Alfonso 44 Sada Domenico 44 Sada Maria Eugenia 44 Sada Mariangela 44 Sada Sabrina 44 Sada Valentina 44 Sahm Michael 13 Sandstroem Magnus 61 Sangalli Renato 90 Sappi Europe 10 Saviolo Patrizia 66 Schaum Frank 72 Schiavi Marco 35 Schoeppler Martin 13 Sciolino Andrea 44 Scorzino Monica 43 Segger Stefan 12 SEI Laser 35 Seitzinger Elisa 91 SG360° 25 Simec Group 32 Simonazzi 32 Smithers 20 Solimar 12 Sovieski Mickal 45 Sprint24 65,ins. Staino Giocondi Fernando 16 Stralfors 10 Studio Legale Salmi 41 Stuhlreiter Axel 64 Sublitex 75 Taberg Media Group 61 Tassotti Giorgio 46 Tassotti Nicole 45 Tesa 32 The ColorSoup 75 Tippenhauer Adrian 16 Tomblinson Jim 60 72 Urbinati Dario Vanguard Digital Systems 12 Viappiani Renzo 93 Villa Giuditta 28 Viscom Italia 2022 79 Viviani Daisy 91 Weymans Filip 71 Wohlenberg 68 Xeikon 71,88 Xerox 81 Yamashita Jake 14 Zeller+Gmelin 32 Zimmermann Philipp 12 Zoeller Alex 59 Zottar Lorenzo 75

05/10/2022 13:41:43


Revoria. La nuova gamma di macchine da stampa digitali di Fujifilm. Ma Revoria non è una gamma qualunque. È nata da Fujifilm - un’azienda con una profonda conoscenza della stampa offset e digitale, una lunga storia di soluzioni di stampa sostenibili leader del settore e una cultura di partnership aperte, sincere e a lungo termine. Con un piano ambizioso per lanciare le nuove macchine da stampa digitali con toner parte di questa gamma, questo è solo l’inizio. La nostra prima macchina, la Revoria Press PC1120, offre velocità di stampa elevate, un’eccellente flessibilità di finitura e una vasta gamma di colori e miglioramenti. E ovviamente offre la qualità di stampa che ti aspetti dall’azienda che ha definito nuovi standard con la Jet Press 750S. Partecipa al viaggio - fai crescere la tua attività con Fujifilm.

ADV FUJIFILM.indd 7

04/10/2022 15:00:35


tecnologie

ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NU

Uno sguardo nuovo...

Zach Cooley Photo©, Occhio Cosmico, premiata come foto astronomica del giorno dalla NASA

8

EDITORIALE.indd 8

04/10/2022 12:45:01


0 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAM

del “dream big” da consumarsi in temSolo ieri sembrava impossibile che le po zero con un piede nel futuro e il polcryptovalute approdassero in borsa e lice sullo smartphone, dimenticando i invece oggi a Wall Street questa tecnocodici etici tradizionali basati sul detto logia è impiegata per rendere più rapide “in medio stat virtus”, perché estremizle transazioni. Per i più scettici il Metazare è un must. verso era un giochino per nerd e invece Tutto questo per dire che serve qualsi è trasformato in una miniera d’oro per cosa di nuovo, anzi è indispensabile, l’industria della moda (e non solo) tra imprescindibile, vitale… la monografia Metaverse Fashion Week e blockchain “Stampa, Nuovi Flussi” vuoboutique. Che dire dell’inle fornire ispirazione in questo telligenza artificiale? Pare senso laddove “nuovo” significa che il tool DALL-E 2 sia in letteralmente reinventato, rigrado di generare immagini concepito, ricostruito. Il termicompletamente nuove attrane “flusso” assume (come nel verso un processo che ininostro stile) diverse accezioni: zia con una serie casuale di flusso di lavoro e di pensiero, pixel per poi perfezionarlo di Alexia Rizzi flusso generativo e rigenerativo, fino a farlo corrispondere a flusso di coscienza e anche di una descrizione di testo. incoscienza… Purché produca il fluire Mentre Elon Musk illuminava il nostro di nuova linfa e una metamorfosi delle cielo estivo con il suo “trenino” di sateldinamiche strategiche e operative, che liti – alternativa high tech alle stelle caaprano a nuove modalità e a strade inedenti della notte di San Lorenzo (chissà splorate per espandere il business. se si avvereranno i desideri di chi li ha Dunque in concreto di cosa si parla? visti dal vivo?) –, l’artista Michael HeiDi workflow, di software per l’ottimizzer dopo 50 anni di lavoro e 40 milioni zazione dei processi, di showroom del di dollari, ha finalmente inaugurato la futuro, di magazzini automatizzati, di sua installazione di land art nel desercambio generazionale, di figure profesto del Nevada, un’opera mastodontica sionali, di contaminazioni tecnologiche, lunga circa 2 km e larga mezzo. di “printing fluid” e di nuovi paradigmi Sogno o realtà? Miraggio o business? Il della creatività. vecchio motto “volere è potere” sembra Perché tutto passa, ma lo stampato reessere dominato da algoritmi indecifrasta…è innegabile, è il nostro punto ferbili e paradossali generati per sovvermo. E quando si tratta di esagerare la tire le regole non scritte che noi della tecnologia di stampa, appunto, e tutto il Generazione X siamo stati gli ultimi suo variopinto multiverso sono sempre ad aver assimilato come punti di riferipronti a portarci al next step. mento. Un’amplificazione crossmediale

odraugs onU ...ovoun EDITORIALE.indd 9

9

04/10/2022 12:45:02


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

PRIMO PIANO • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPO

Agfa-Gevaert Group e AURELIUS Group hanno siglato un accordo per l’acquisto da parte della società di investimenti con sede in Benelux della divisione Offset Solutions di Agfa.

acquisizioni

Agfa cede ad Aurelius Group la divisione Offset Solutions

Pascal Juéry, CEO di Agfa

All'inizio del 2021, Agfa aveva avviato il processo di ristrutturazione della divisione Offset Solutions trasformandola in un'entità separata, che ne avrebbe facilitato la vendita o la fusione. Alla fine del mese scorso Agfa-Gevaert Group e AURELIUS Group hanno siglato un accordo per l’acquisto da parte della società di investimenti della divisione Offset Solutions di Agfa. Nell'ambito del suo processo di trasformazione in corso, il Gruppo Agfa-Gevaert ha firmato un

accordo di acquisto di azioni con il Gruppo AURELIUS per la vendita della sua divisione Offset Solutions. Secondo i termini dell'accordo, il Gruppo AURELIUS acquisirà la divisione Offset Solutions per un valore d'impresa di 92 milioni di euro, soggetto alle consuete rettifiche del capitale circolante e dell'indebitamento finanziario netto, nonché delle deduzioni delle quote di minoranza e del debito pensionistico netto. Il CEO di Agfa Pascal Juéry ha descritto la vendita come "un passo importante" nel processo di trasformazione in corso di Agfa. “Ci consentirà di concentrarci maggiormente sulle

Sappi riduce la produzione in Italia Sappi Europe ha dichiarato che aumenterà la capacità dello stabilimento di Gratkorn, in Austria, entro la fine del 2023, strategia che prevede al contempo la riduzione temporanea dei volumi di produzione del sito italiano di Carmignano. La cartiera Gratkorn di Sappi è stata di recente al centro di un aggiornamento tecnologico milionario che ha incluso l’installazione di una nuova calandra per la goffratura. Il sistema consentirà di produrre carta per etichette di alta qualità resistente all’acqua, prodotti destinati all’industria del beverage. Sono, inoltre, previste importanti innovazioni tecniche che riguarderanno la gestione del trattamento dell'acqua e dei materiali a bordo della macchina continua. Marco Eikelenboom, CEO di Sappi Europe, ha dichiarato: "I recenti investimenti fanno parte della nostra strategia orientata ad affermare Sappi come leader nella fornitura di supporti per le etichette, materiali che vanno a completare la nostra offerta di prodotti a valore aggiunto. Le attrezzature di ultima generazione installate hanno trasformato l'impianto di produzione di Gratkorn in una cartiera all'avanguardia". Contemporaneamente, la società ha fatto sapere di aver temporaneamente ridotto la capacità del suo stabilimento di Carmignano in Italia a causa della continua e forte escalation dei costi energetici che si sommano ai già elevati prezzi delle materie prime e dei trasporti. La cartiera produce carta per etichette per imballaggio.

strategie Lo stabilimento Sappi Carmignano è una cartiera non integrata con due macchine continue con capacità produttiva di 100.000 tonnellate all’anno 10

NEWS PRIMO PIANO.indd 10

nostre attività in crescita, che è fondamentale per il nostro successo futuro nei mercati. Dopo aver esaminato tutte le opzioni, riteniamo che l'operazione proposta sia la migliore soluzione possibile per tutti gli stakeholder: i dipendenti che lavorano nella divisione, i clienti del settore offset e i nostri azionisti". La divisione Offset Solutions è un fornitore globale per l'industria della stampa offset, che offre soluzioni integrate di prestampa e stampa per stampanti commerciali, giornali e imballaggi. La sua gamma di prodotti comprende lastre di stampa offset, sistemi CTP, software per flussi di lavoro, prodotti chimici per sala stampa, film e supporti per prove colore. Offset Solutions impiega circa 1.700 dipendenti nelle sue operazioni di produzione e vendita in tutto il mondo e l'azienda è attiva in più di 75 paesi. Circa 130 dipendenti sono coinvolti nella ricerca e sviluppo. Come divisione più grande di Agfa, Offset Solutions nel 2021 ha registrato un fatturato di 748 milioni di euro e ha ridotto la perdita EBITDA rettificata da 21,9 milioni di euro a 6 milioni di euro. Nel primo e nel secondo trimestre di quest'anno questa business unit è tornata in attivo per via di una strategia combinata di aumenti di prezzo e misure di riduzione dei costi. Aurelius Group, con sede in Lussemburgo, continua ad

ampliare il suo portfolio di investimenti in media company, aziende tecnologiche, chimiche, di beni di consumi, food&beverage, servizi alle imprese e telecomunicazioni. Nel 2021 registrato un fatturato consolidato di quasi 2,6 miliardi di euro. Il socio fondatore di Aurelius, Dirk Markus, ha affermato che l’accordo consentirà a Offset Solutions di riaffermarsi come leader nel settore. “Agfa Offset Solutions è un acquisto che rientra perfettamente nella rosa di società di proprietà di Aurelius. La continua innovazione tecnologica legata alle lastre e alle soluzioni software associate, nonché le tendenze del mercato post-pandemia, rappresentano un'opportunità per sfruttare la propria esperienza per crescere nel mercato della prestampa. Know-how che sarà supportato da una strategia di sviluppo nei mercati in crescita come il packaging e il software di prestampa”. Aurelius non è nuova nell'industria della stampa: in passato ha acquisito la proprietà di Stralfors, che ha ribattezzato Imprimus, e Office Depot Europe. La transazione, che dovrebbe essere completata nel corso del primo trimestre del 2023, è soggetta ai consueti processi di informazione e consultazione dei dipendenti e alle approvazioni normative.

03/10/2022 17:09:36


, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSS

Bobst Group scommette sull’Italia

investimenti

Landa ottimizza la supply chain Il Gruppo svizzero ha in programma un serie di investimenti destinati alla propria sede di Firenze

prodotti finali: etichette, stampanti per cartone flessibile e cartoni pieghevoli. Una crescita in controtendenza rispetto all’andamento dell’economia che, spiega in un articolo pubblicato da Quotidiano Nazionale, Matteo Cardinotti, AD di Bobst Firenze, è destinata a proseguire. Confermando il forte legame con il territorio fiorentino, infatti, Un grande gruppo internazionale, leader l’obiettivo è quello di raddoppiare entro tre nella produzione di macchine per la stamanni la capacità produttiva. E in attesa che pa e converting, la cui proprietà è in fase di si definisca il progetto per la creazione di un passaggio al 100% al fondo JBF Finance, ha unico polo produttivo, l’anno scorso è stata deciso di puntare sull’Italia. E in particolare ampliata di un altro 30% la capacità produtsul territorio fiorentino dove ha messo radici tiva ed entro l’anno prossimo, come anticipa sette anni fa, con l’acquisizione di La NuoCardinotti, “sarà implementato un terzo stava Gidue, e dove intende restare e investire bilimento in aggiunta ai 3.550 metri quadri ancora di più per crescere nella produzione attuali con 31 isole di assemblaggio”. di macchine – innovative e digitali – per la La crescita, confermata da stampa in linea a banda un fatturato raddoppiato ristretta e media e il converspetto ai ricavi pre-Covid e ting di etichette e imballaggi. che quest’anno dovrebbe Il gruppo è Bobst che ha toccare i 75 milioni di euaggiunto alla sua leadership l’apporto e lo sviluppo negli ro, riguarda anche la forza anni di Bobst Firenze. Nata lavoro con piani ambiziosi nel 2015 dall’acquisizione di aumento dei dipendenti, dell’azienda familiare GiRispetto agli attuali 140 coldue, a cui è seguita quella laboratori (più 15 da 2022), di Mouvent due anni dopo, Matteo Cardinotti, infatti, entro fine anno si Bobst Firenze si è aggiun- AD Bobst Firenze arriverà a più di 150 mentre ta al ricco patrimonio del una ventina di ulteriori assungruppo svizzero – presenzioni sono previste nel 2023. te nel nostro Paese anche con Bobst Italia Le figure più ricercate? “Quelle impiegate che l’anno scorso ha acquisito la storica in quello che una volta era l’ufficio tecnico., produttrice di impianti rotocalco Officine il cuore della ricerca e progettazione dell’aMeccaniche Giovanni Cerutti – portando con zienda. Quindi periti elettromeccanici e ingesé know-how ed esperienza nel fornire una gneri meccanici, informatici e dell’automatecnologia esclusiva per la stampa in linea a zione”. Figure che rispondono alle esigenze banda stretta e media e il converting di etidi un’azienda che ha puntato sull’offerta di chette e imballaggi. Le macchine da stampa impianti e piattaforme sempre più evolute e trasformazione Bobst rispondono e sodditecnologicamente per anticipare il futuro sfano le esigenze dei produttori in importanti del mondo delle macchine per la stampa segmenti di mercato: etichette linerless, coudi etichette e per il packaging coniugando pon, imballaggi flessibili, sacchetti stand-up, connettività, digitalizzazione, automazione e alluminio, cartoncino, etichette PS, etichette ovviamente sostenibilità. Principi racchiusi wrap-around, etichette in-mold, shrink sleenell’ultima piattaforma messa sul mercato, ve, tubi laminati, biglietti della lotteria ed per cui sono cominciati i primi ordini, la serie etichette wet-glue. Il portfolio si basa anche Bobst Digital Master. su tre principali soluzioni di imballaggio dei Achille Perego

NEWS PRIMO PIANO.indd 11

Il grande e controverso inventore del Nanographic Printing, ancora una volta ci dà una lezione, non tecnologica in questo caso, ma su come affrontare i problemi di approvvigionamento materiali di consumo. Il caro zio Benny – come lo chiamiamo simpaticamente in redazione – continua a stupirci e risponde agli scettici nei confronti della sua Nanographic Technology, con l’apertura di un nuovo stabilimento europeo per la produzione di materiali di consumo. Con sede a Sittard, nei Paesi Bassi, produrrà i Landa Nanoink utilizzati per alimentare le macchine da stampa Landa S10 e S10P Nanographic Printing; il nuovo sito consente all'azienda di raddoppiare la rapida crescita della domanda di inchiostro dovuta all'aumento dei volumi di stampa dei clienti. Con la produzione nell'Europa continentale, l'azienda ha ridotto drasticamente i tempi di consegna dei materiali di consumo e aumentato la sua capacità di produzione. Ha inoltre ridotto il proprio impatto ambientale ottimizzando la spedizione di materie prime e prodotti finiti necessari per produrre i propri prodotti. Progettata per migliorare la catena di approvvigionamento dei materiali di consumo, la nuova struttura garantisce un servizio efficiente ai clienti europei e internazionali. Gil Oron, CEO Landa Digital Printing, commenta: “Il nostro nuovo sito Sittard è orientato alla sostenibilità, all'affidabilità del servizio e alla crescita del business. Fornisce ai clienti

Landa una fornitura locale, che in tempi di logistica mondiale e forniture di parti di ricambio molto difficili, offre una notevole rassicurazione. Inoltre, con i volumi di produzione dei clienti in aumento ogni giorno, ciò garantisce anche consegne rapide e affidabili, fondamentali per aumentare l'efficienza". Il nuovo stabilimento di Landa fornisce materiali di consumo per Landa S10 Nanographic Printing, una soluzione B1 progettata per l'imballaggio tradizionale e le industrie di trasformazione, e la macchina da stampa Landa S10P Nanographic Printing®, ideale per la stampa commerciale generica B1 fronte-retro. Gil Oron, conclude: “La nuova struttura europea è un altro esempio del nostro impegno a lungo termine nei confronti del mercato europeo e della nostra capacità di essere il fattore di cambiamento di cui l'industria ha bisogno. Landa continua a rivoluzionare e digitalizzare l'industria della stampa di produzione di massa".

11

03/10/2022 17:09:37


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

FORNITORI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAF

inkjet Kyocera TaskALFA Pro 15000c piace agli stampatori Brett Martin ha lanciato Marpet-g FS, una lastra in PET di copoliestere riciclabile al 100% che può essere termoformata senza pre-riscaldamento, consentendone la formatura a temperature relativamente basse. Può essere plasmata in forme complesse, adattandosi così alla realizzazione di insegne, allestimenti, soluzioni per i punti vendita e alla pubblicità luminosa. La durabilità e la resistenza agli urti rendono inoltre particolarmente adatta per applicazioni che all’aspetto estetico aggiungono la funzione protettiva. Adatta sia per la stampa digitale sia serigrafica, Marpet-g FS offre un ottimo rapporto resistenza-peso e una buon grado di trasparenza oltre alla trasparenza ottica e alle prestazioni ignifughe. Completa le caratteristiche di Marpet-g FS un ottimo rapporto prezzo/prestazioni.

Nasce a Bressanone Durst Kraftwerk Durst ha inaugurato lo scorso 2 settembre il "Durst Kraftwerk". Situato nell'ex edificio DUKA in Via Julius Durst 2, a Bressanone, il padiglione di oltre 5.300 m2 sarà la nuova sede delle spin-off e delle start-up interne all'azienda. “Nata dall'esigenza di dare all’americana Vanguard Digital Systems una sede in Europa, si è creata l'idea del Durst Kraftwerk, un centro di potere che riunisce le nostre spin-off e start-up e offre loro una nuova casa. Nel Durst Kraftwerk abbiamo creato 35 posti di lavoro altamente qualificati all'apertura - nella fase finale di espansione, oltre 100 dipendenti faranno ricerca, sviluppo, progettazione, ottimizzazione e insegnamento presso la centrale - contribuendo a plasmare i processi e i metodi di produzione di domani. La Technicon Holding riunisce sotto il suo tetto aziende di successo internazionale come Durst Group AG e Alupress AG", afferma Harald Oberrauch, proprietario della Technicon Holding. "Allo stesso tempo, agiamo come un incubatore per promuovere le nuove idee imprenditoriali che nascono nell'ambiente delle nostre aziende e possiamo eliminare gli ostacoli più rapidamente, accelerare i processi di sviluppo e mettere in rete i team tra loro". L’obiettivo è quindi creare un vero e proprio centro di innovazione per i fornitori di servizi specializzati.

NEWS FORNITORI.indd 12

A due anni dalla sua commercializzazione in Italia gli stampatori confermano che produttività ed efficienza sono i punti di forza di TASKalfa Pro 15000c. La stabilità cromatica in tiratura, l’affidabilità dell’approvvigionamento dei fogli, la semplicità di manutenzione senza intervento esterno sono le caratteristiche più apprezzate. Questo risultato è stato ottenuto conciliando le caratteristiche hardware di TASKalfa Pro 15000c con le richieste di produzione degli stampatori emerse sia nella fase di analisi iniziale, sia con le nuove commesse che si sono presentate. Le principali richieste a cui Kyocera ha risposto con successo sono state integrazione e automazione di processo e ottimizzazione dei consumi e della consistenza colore. L’azienda ha supportato le

necessità di automazione di processi di routine tramite le soluzioni EFI già disponibili, l’inserimento in processi di produzione full JDF, lo sviluppo proprietario di gestione e chiusura della singola commessa di stampa. Questo ha portato a rafforzare la partnership con Bluecrest per le soluzioni verticali di postalizzazione e con Solimar per la gestione degli spool di stampa in ambienti strutturati, ed entro fine anno è in programma una nuova partnership per soluzioni di stampa e flussi di lavoro in ambienti ERP. Il numero di supporti stampabili si è ampliato e oltre alle carte uso mano e calandrate ora siamo in grado di stampare in modo produttivo su molte carte patinate inkjet. La scelta di lavorare con questi supporti nasce dall’esigenza di avere

una maggiore profondità colore su alcuni lavori e il risultato è stato eccezionale sia in termini di ampiezza di gamut sia di ottimizzazione nel consumo d’inchiostro, spostando ancora più a vantaggio dei clienti la sostenibilità economica. Per Kyocera ha affiancato alla EFI Color Profiler Suite di EFI la soluzione Alwan Color Hub di Color Consulting; la scelta è giunta dopo aver misurato i risultati sui supporti inkjet Silk e Matt nella capacità di preservare la resa tonale anche tra diversi livelli di riduzione d’inchiostro, condizione necessaria per consentire anche la perfetta asciugatura. Questo ha permesso ai clienti TASKalfa di supportare la stampa di libri per scolastica, manuali, volantini per GDO in linea con i flussi di lavori e con uno scostamento dai costi in linea con le aspettative.

Nuovo vicepresidente sales per Koenig & Bauer Digital e Webfed

nomine

Marpet-g FS di Brett Martin, lastra a grandi prestazioni

Philipp Zimmermann

In carica dallo scorso 1° agosto, Philipp Zimmermann, nuovo vice presidente sales Koenig & Bauer Digital e Webfed, ha come missione espandere ulteriormente le quote di mercato del sistema digitale ad alte prestazioni RotaJET nei settori del packaging, della decorazione e della stampa di libri. L’esperienza e il know-how maturati nel campo dell’ingegneria delle macchine speciali sono skill di primo piano che rendono Zimmermann perfetto per questo ruolo. Allo stesso tempo, consoliderà i rapporti con gli stampatori commerciali e di giornali. Negli ultimi dieci anni Philipp Zimmermann ha lavorato per KraussMaffei Technologies, produttore leader di macchinari per l’industria della plastica. Negli ultimi due anni, Philipp Zimmermann è stato responsabile delle vendite globali di macchinari per il processo a reazione, periodo durante il quale ha ottenuto risultati di crescita di grande rilievo nel segmento di competenza. Zimmermann succede a Stefan Segger, precedentemente vicepresidente vendite per la business unit Digital & Webfed di Koenig & Bauer, ora incaricato di seguire il comparto di stampa digitale a bobina, di importanza strategica per l’azienda.

05/10/2022 08:03:43


I FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPO

circolarità

La tecnologia AD CleanFlake™ va oltre il plus di un prodotto riciclato: offre, infatti, elevate prestazioni anche in termini di adesione, trasparenza e possibilità di trasformazione.

Avery Dennison AD CleanFlake next generation Nella ricerca di soluzioni per aumentare la circolarità degli imballaggi in plastica, Avery Dennison Label and Packaging Materials ha messo in campo un processo rivoluzionario che consente ai propri film plastici di non interferire nel riciclo delle plastiche rigide. Un ostacolo che Avery Dennison Label and Packaging Materials dichiara di avere superato per prima, aprendo così nuove possibilità al riciclo di materiali riciclati. La tecnologia alla base di questa scoperta è AD CleanFlake™ di nuova generazione. Già applicata al riciclo del PET, questa innovazione è oggi in grado di estendere i vantaggi della tecnologia CleanFlake™ al portafoglio di film di base di Avery Dennison. L’adesivo AD CleanFlake è progettato per aiutare gli imballaggi in PET e HDPE a completare il processo di riciclaggio. Durante il riciclaggio del PET , l'adesivo si disattiva per consentire all'etichetta di separarsi in modo pulito, lasciando la plastica priva di contaminazione. Durante il riciclaggio HDPE colorato, l'etichetta rimane attaccata, ma non compromette la qualità dei granuli di plastica risultanti, creando i presupposti per togliere oltre 200 miliardi di bottiglie e contenitori di plastica rigida dalle discariche.

decarbonizzazione

Gallus: emissioni zero entro la fine del 2022 Gallus passerà a una produzione esclusivamente a emissioni zero entro la fine del 2022, diventando uno dei primi produttori di macchine da stampa a bobina a banda stretta a conseguire questo traguardo. Oltre ad aumentare il suo impegno in termini di responsabilità economica, sociale e ambientale – sforzandosi di ridurre le emissioni di anidride carbonica a livello dell’intera azienda – Gallus ha stretto una collaborazione con lo specialista di soluzioni a tutela del clima, Forliance, per eliminare le emissioni derivanti dal processo produttivo e raggiungere i propri obiettivi in tempi brevi. Il programma per la sostenibilità di Gallus è già certificato ISO 14001. Michael Sahm, direttore della strategia per il cambiamento climatico di Forliance, commenta: “Per Gallus abbiamo implementato la giusta strategia per adempiere agli obiettivi aziendali in conformità al Gold Standard del protocollo di Kyoto. Questo assicurerà un cambiamento significativo per l’azienda e i suoi clienti”. L’azienda provvederà a bilanciare le emissioni di CO2 risultanti, attuando il programma di riduzione previsto dal Gold Standard. Allo stesso tempo, un team dedicato sta gestendo la decarbonizzazione di Gallus migliorando l’efficienza energetica e aumentando il ricorso alle energie rinnovabili per limitare le emissioni di Scope 1 e 2. Nel 2023, Gallus festeggia il suo 100° anno di attività: oltre al programma per la sostenibilità, l’azienda ha iniziato una serie progetti trasformativi mirati a consolidare i prossimi cento anni di successo nel business e a rendere possibile una svolta positiva nell’intero settore.

NEWS FORNITORI.indd 13

Gli upgrade di Hanrun Paper PRO A-1200 DTF Presente in 170 paesi nel mondo, la multinazionale cinese Hanrun Paper, produttrice di carta per sublimazione, sistemi DTF e presse termiche, ha apportato una serie di importanti upgrade al proprio sistema di stampa Hanrun Paper PRO A-1200 DTF. La prima novità riguarda il sistema di gestione del colore che offre una nuova combinazione di nove colori: CMYK+W+LC/LM/LK/LLK garantendo elevata qualità di stampa e sfumature graduali. Il rinnovato dispositivo di protezione degli ugelli salvaguarda efficacemente la testina durante il processo di stampa riducendo al minimo le possibilità di danneggiamenti e di conseguenti fermo macchina. Anche la luce di stampa è stata implementata: Hanrun Paper PRO A-1200 DTF è in grado di stampare film fino a 1200 mm per applicazioni di più grande formato. Il sistema di tensionamento del supporto di nuova concezione offre stabilità al film durante il processo di stampa e lo avvolge automaticamente per garantirne regolarità nello svolgimento del materiale riducendo possibili danni agli ugelli.

La tecnologia UV Fujifilm Samba JPC per fornitori OEM Fujifilm Dimatix ha lanciato i moduli a getto d'inchiostro UV Fujifilm Samba JPC per integratori e fornitori OEM. Questa tecnologia consente a chi progetta sistemi industriali di avere a disposizione moduli immediatamente pronti per essere integrati nei cicli di produzione potendo contare su una soluzione dotata di teste di stampa inkjet single pass da 1.200 dpi. I moduli possono essere aggiunti singolarmente con elevata qualità dell'immagine, affidabilità e produttività. "Sfruttando la sua ricca storia nelle soluzioni a getto d'inchiostro digitale, Fujifilm ha investito nella creazione di moduli che consentiranno agli OEM e agli integratori di sviluppare soluzioni a getto d'inchiostro digitale in grado di fornire stampe di alta qualità in un solo passaggio per una varietà di applicazioni di stampa con inchiostro UV", ha affermato Martin Schoeppler, CEO di Fujifilm Dimatix. I moduli possono essere aggiunti separatamente o in combinazione e i componenti includono una barra di stampa con inchiostro UV progettata per applicazioni di stampa con inchiostro UV a passaggio singolo che utilizzano testine di stampa Fujifilm Samba con una forma d'onda ottimizzata.

13

05/10/2022 08:03:45


FORNITORI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAF

Il nuovo shop online di Polyedra è piacevole come un gioco

NEOS, produttore di sistemi stampa digitale per l’industria, sposa da sempre una politica di produzione interna, sviluppando e progettando ogni parte delle proprie macchine per offrire soluzioni personalizzabili secondo le richieste dei clienti e adatte a diverse applicazioni. Lo studio di soluzioni innovative e gli investimenti in ricerca e sviluppo sono parte integrante del Dna di NEOS, che ormai da anni fa del connubio tra teoria ed esperienza un ingrediente indispensabile del proprio successo. In tal senso, l’azienda ha raggiunto un importante traguardo nell’ambito dei sistemi di visione. Vision System Technology è uno speciale modulo che può essere installato su tutte le macchine da stampa NEOS. Ciò che lo differenzia dagli altri sistemi presenti in commercio è l’elevatissima risoluzione unita a un vasto fronte stampa: la combinazione di questi due fattori genera quindi uno strumento estremamente versatile a disposizione delle aziende, utilizzabile dalla prima fase di messa a punto sino al processo finale di stampa. Nello specifico, questa soluzione hardware/software permette di identificare determinati aspetti dell’immagine stampata, allo scopo di ridurre o eliminare i problemi più comuni della stampa digitale durante il processo stesso: perdita del registro di stampa, mancanza di omogeneità del tono e inaspettata chiusura degli ugelli. Vision System Technology è dunque una tecnologia all’avanguardia che sottolinea il grande potenziale di NEOS e la sua continua evoluzione dal punto di vista tecnologico.

14

NEWS FORNITORI.indd 14

mente il prodotto interessato. Ogni marchio ha, inoltre, la propria “scheda personale” che permette’ di accedere all’intera gamma (con formati, grammature e allestimenti), alle schede tecniche e alle certificazioni. Tra le funzioni dell’e-commerce anche la possibilità di monitorare costantemente i propri ordini, la fatturazione e i documenti dell’azienda, memorizzare un ordine ripetitivo e salvare i prodotti tra i “preferiti”. La strategia di lancio del nuovo store online include un gioco che vede l’invio ai clienti di un pieghevole con tre card fustellate su cui sono stampate delle espressioni ironiche che

possono essere applicate sul naso per scattare divertenti selfie. Il gioco mette in luce l’emozione suscitata dal nuovo e-commerce: stupore, meraviglia, gioia, incredulità, sorpresa, soddisfazione. I testi contenuti nei pieghevoli illustrano i vantaggi del sistema, gli effetti e i benefici sul workflow, la velocità di inoltro degli ordini, le utility a disposizione dei clienti. Le card sono stampate sulla carta patinata Vantage Silk e inserite in una busta trasparente Satin. Obiettivo del gioco è ricordare il nuovo canale di acquisto, mettendo in risalto il vero beneficio per il cliente: una maggiore serenità nel lavoro.

Ricoh sul palco del Reuters Impact 2022 Jake Yamashita, presidente e CEO di Ricoh Company, è keynote speaker alla conferenza dedicata ai cambiamenti climatici che si terrà a Londra il 3 e il 4 ottobre 2022. “Incoraggiare i dipendenti a farsi sostenitori di un approccio ESG”: è il titolo dell’intervento di Yamashita al Reuters Impact 2022, che si focalizzerà in particolare sull’impegno della Company per contrastare i cambiamenti climatici. Un impegno che tocca tutte le attività di Ricoh e che riesce a concretizzare allo stesso tempo il concetto di “Fulfillment through Work” (realizzazione di se stessi mediante il proprio lavoro) e i principi fondanti del Gruppo rappresentati dallo Spirito dei Tre Ama (Ama il tuo prossimo, Ama il tuo Paese, Ama il tuo lavoro). Il CEO illustrerà ai partecipanti l’importanza di coinvolgere e ispirare i dipendenti Ricoh di tutto il mondo affinché riescano a supportare al meglio i clienti. Anche l’attenzione al cliente svolge infatti un ruolo di primo piano in un’ottica ESG .Promosso da Reuters, provider globale di news e informazioni, la conferenza riunisce leader mondiali, manager della C-Suite di grandi imprese e pensatori lungimiranti con l’obiettivo di ispirare e accelerare un’innovazione in grado di risolvere la più grande sfida attuale: l’emergenza climatica.

finishing

NEOS annuncia il modulo Vision System Technology

Da ottobre tutti i clienti Polyedra possono accedere attraverso il sito internet della società il nuovo sistema e-commerce. Basta accedere all’area riservata dalla home page del sito www. polyedra.com per ordinare velocemente i prodotti dell’intera gamma Print & Packaging della società leader in Italia nella distribuzione di carte per la comunicazione stampata. La piattaforma permette di entrare direttamente nel Catalogo Polyedra suddiviso in categorie distinte e di inserire gli ordini in modo performante e flessibile. Grazie ai filtri di selezione, la ricerca è molto intuitiva e sarà possibile individuare rapida-

climate change

ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

05/10/2022 08:03:48


Con Color Copy original nei formati banner le possibilità sono infinite. I nostri formati banner permettono di raccontare la tua storia con stile, usando Color Copy original puoi ottenere dettagli nitidissimi e colori brillanti. Ora disponibile in 660/889/1200x330 mm controfibra in 120, 160, 250, 300 g/m². Per maggiori informazioni sui formati disponibili visita il sito colorcopy.com

Scopri nuove altezze. Sempre Distribuito in esclusiva da: ORIGINAL ADV MONDI.indd 15

04/10/2022 14:57:40


16

Grafox, fornitore di servizi di stampa e allestimenti, conferma la propria “attitudine” green installando HP LATEX R2000 PLUS, che consente di stampare su una vasta gamma di supporti, rigidi e flessibili, con una tecnologia ecosostenibile grazie all’inchiostro ad acqua, a una cartuccia realizzata in cartone anziché in plastica e con un ciclo produttivo dalla stampa fino al prodotto finito. Processo che non rilascia odore ed emissioni VOC, responsabili di molta parte dell’inquinamento ambientale e dannosi per l’ozono e per l’aria che tutti respiriamo. Senza dimenticare il conseguente riciclo del prodotto stampato che la tecnologia HP Latex assicura poiché non impatta e non modifica le caratteristiche originarie del prodotto. HP Latex non è solo sinonimo di sostenibilità, ma anche di qualità e varietà di soluzioni, e offre importanti vantaggi come ad esempio la resistenza del bianco lucido ad alta opacità, che non ingiallisce nel tempo. Colori brillanti, inchiostri inodore, anima green e flusso di lavoro efficiente sono le caratteristiche che HP Latex R2000 assicura e che stanno ottenendo un forte consenso anche nei settori del fashion, luxury e retail. Grafox, grazie a questa scelta, potrà così progettare insieme ai clienti più sensibili all’argomento un prodotto considerandone l’impatto ambientale dal momento della sua creazione, valutando ex ante la sua riciclabilità e il suo riutilizzo. Amplierà inoltre la propria offerta di applicazioni, potendo rafforzare sia le precedenti soluzioni con una connotazione green (banner, vinili, poster) sia utilizzare nuovi materiali di stampa (tessuti, vetro, legno, giocattoli, pelli, cuoio) che potranno incontrare le esigenze più creative e diversificate del cliente che desidera puntare alla qualità senza rinunciare alla sostenibilità e all’attenzione per l’ambiente. Sempre in ambito sostenibilità, Grafox è impegnata nella realizzazione del progetto Grafox Xchange dedicato alla creazione di una nuova divisione aziendale attenta all’impatto ambientale, attraverso investimenti in macchine per la stampa con inchiostri a base d’acqua HP Latex e l’introduzione nel proprio catalogo prodotti di una serie di supporti, rigidi e flessibili che sono interamente riciclabili o che provengono da prodotti riciclati così da ridurre il proprio impatto ambientale rispetto alla catena di produzione.

NEWS AZIENDE GRAFICHE.indd 16

Carlucci entra a far parte del Gruppo All4Labels All4Labels Global Packaging Group prosegue nel percorso di crescita globale con l’acquisizione di Carlucci, azienda italiana attiva nella produzione di etichette autoadesive e di soluzioni di packaging per l’industria farmaceutica. Antonio Iannone, presidente di All4Labels Italia, dichiara: “Siamo estremamente lieti e orgogliosi di dare il benvenuto a tutto il team Carlucci quali nuovi membri di All4Labels Global Packaging Group. Carlucci è un perfetto esempio di un’azienda italiana con una lunga storia alle spalle e ottimi rendimenti. Insieme a loro puntiamo a consolidare la nostra presenza nel settore farmaceutico sia sul mercato italiano che all’estero. Raggiungiamo

oggi un importante traguardo per All4Labels che dimostra la volontà di affermare ulteriormente la nostra presenza nel mercato farmaceutico, così come di ampliare le nostre competenze”. Da oltre 50 anni Carlucci opera nel mercato delle etichette autoadesive, fornendo prodotti di alta qualità principalmente ai settori farmaceutico, della cura della casa e della persona. Fernando Staino Giocondi, CEO di Carlucci, afferma: “Sono orgoglioso di entrare a far parte del Gruppo All4Labels e di raggiungere questo importante traguardo di crescita per Carlucci. Ciò ci permetterà di rafforzare la nostra posizione nel mercato italiano e non solo: una grande opportunità per

collaborare con un team votato all’innovazione, per sviluppare insieme soluzioni all’avanguardia per il mercato”. Adrian Tippenhauer, CEO di All4Labels, aggiunge: “Con quella di Carlucci, All4Labels chiude l’ottava acquisizione da ottobre 2021 e compie un altro importante passo avanti nel proprio percorso di crescita, rafforzando ulteriormente la propria posizione di leader globale per le soluzioni di packaging. L’impronta globale di All4Labels unitamente all’esperienza di Carlucci nella produzione di etichette e packaging per l’industria farmaceutica, ci consentirà di accedere a nuove e importanti opportunità in tutta Europa”.

Boxmarche, la solidarietà che sostiene il territorio Dal 2003 l’evento annuale di presentazione del Living Company Report è per Boxmarche un momento di festa e di condivisione coi collaboratori e gli amici. Il territorio circostante all’azienda si è trovato recentemente ad affrontare una difficile sfida e, in segno di vicinanza alle famiglie e alle attività colpite dall’alluvione, il management dell’azienda ha annullato l’evento in programma per il 17 settembre allo stabilimento di Corinaldo. Per responsabilità e trasparenza verso la comunità e i suoi stakeholder i dati del Bilancio Integrato 2021 verranno comunque presentati, in un’occasione pubblica, sabato 22 ottobre presso il Teatro “C.Goldoni” di Corinaldo. Boxmarche ha devoluto le risorse originariamente destinate all’evento in azienda, a sostegno della campagna solidale di Caritas Senigallia invitando chi volesse a partecipare con una donazione su www.ridiamodignita.it/dona/aiuti-alluvione. Si può contribuire anche tramite l’iniziativa solidale “Briciole” per cui Boxmarche è partner del Microbiscottificio Frolla, avendo progettato e donato il packaging per la spedizione dei biscotti ‘speciali’: sono infatti prodotti con materie prime acquistate da aziende colpite dall’alluvione. Il ricavato finanzierà la raccolta fondi promossa da Caritas.

eventi

Con HP LATEX R2000 PLUS Grafox è ancora più “green”

AZIENDE GRAFICHE • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI

acquisizioni

ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

05/10/2022 07:50:42


sostenibilità

Litografia Reverberi ottiene la certificazione B Corp

Le B Corp™ sono aziende che orientano la loro attività economica verso la creazione di un impatto positivo su persone e ambiente.

Litografia Reverberi, azienda di stampa attiva dal 1974 a Parma, si distingue per l’impegno nei confronti della sostenibilità e della salvaguardia dell’ambiente, guidando le scelte dei suoi clienti verso una maggiore consapevolezza e responsabilità. “Esiste un solo pianeta ma molti modi di stampare; e noi vogliamo fare la differenza!”. Primo stampatore certificato FSC a Parma, avevamo dato conto sulle nostre pagine del suo passaggio a società Benefit e oggi questa realtà ha compiuto un ulteriore passo verso la sua mission ottenendo la certificazione B Corporation®. “Dopo uno scrupoloso e lungo percorso di selezione oggi siamo orgogliosi di aver raggiunto questo ambizioso traguardo, e di far parte delle oltre 80 aziende italiane e 2700 mondiali, che hanno scelto di dar vita a un nuovo equilibrio tra profitto e responsabilità e di avere un impatto positivo sia sulla società che sull’ambiente” ha comunicato l’azienda. La decisione di diventare una B Corp™ certificata nasce dal desiderio di lasciare “un piccolo segno nel mondo” non solo attraverso la qualità dei prodotti e servizi, ma anche grazie ai valori che da sempre guidano Litografia Reverberi e che sono tramandati dalla generazione precedente.

ERP completo IT Hardware CRM E-Commerce Business Intelligence soluzioni per Packaging Label Offset Digital

www.edigit.it

etichette

acquisizioni

• 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, N

Tau RSCi: game changer nella produzione di etichette Durst Tau RSCi ha fatto il suo debutto sul mercato americano con l'installazione presso Accu-Label di Fort Wayne, Indiana. Un investimento finalizzato a guidare la trasformazione dalla flessografia al digitale: a distanza di un anno, il bilancio dell'azienda è positivo. “Per noi Tau RSCi è un vero e proprio game-changer, che sta contribuendo al nostro successo nella produzione di etichette digitali”, afferma Dave Manning, presidente di Accu-Label. L’azienda si è affacciata per la prima volta al digitale sei anni fa, con una soluzione di stampa di etichette di un altro produttore, ma la produzione era limitata a piccole tirature a causa dei costi elevati dei materiali di consumo. Da quando ha installato Tau RSCi, Accu-Label è stata in grado di gestire economicamente i lavori di medie e lunghe tirature. Inoltre, ha raggiunto un nuovo standard di qualità grazie agli inchiostri UV Durst Tau RSC L'azienda ha optato per la versione da 20" - la più ampia disponibile - per massimizzare la produttività. DJ Manning, Production Manager di Accu-Label, sottolinea che: "Tau RSCi ha dimezzato i costi dei materiali di consumo e la velocità di stampa è fino a cinque volte superiore rispetto alle soluzioni alternative. Questa combinazione rende Tau RSCi imbattibile nella stampa digitale di etichette. Inoltre, la stabilità del colore garantita dalla soluzione Durst assicura un enorme vantaggio nei lavori ricorrenti”.

NEWS AZIENDE GRAFICHE.indd 17

DECOLLA VERSO NUOVI ORIZZONTI

17

05/10/2022 07:50:44


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

ISTITUZIONI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGR

confindustria

18

“La carta dell’economia circolare. Idee a confronto” è il titolo dell’incontro pre-elettorale promosso il 13 settembre da Federazione Carta e Grafica e Consorzio Comieco e trasmesso in diretta su Ricicla TV. Dopo l’introduzione di Carlo Montalbetti e Massimo Medugno, direttori rispettivamente di Comieco e FCG, hanno risposto alle domande sulle questioni di maggiore interesse per la filiera Maria Chiara Gadda (Azione/IV), Alessandra Gallone (FI), Emma Pavanelli (M5S), Alessia Rotta (PD).I parlamentari uscenti, che sono tutti ricandidati, hanno risposto alle sollecitazioni sul costo dell’energia come fattore di rallentamento delle attività di recupero e riciclo, sulle ricette per spingere l’economia circolare, sulle posizioni rispetto al dibattito europeo sulla revisione della direttiva imballaggi e sul ruolo dei consorzi di gestione dei rifiuti di imballaggio. “Per il settore cartario l’economia circolare è da sempre il modello economico e di sviluppo di riferimento” commenta Carlo Montalbetti. “Nel 2021 la produzione cartaria in Italia ha utilizzato circa 6 milioni di tonnellate di carta da riciclare, di cui oltre 3,6 milioni provenienti dalla raccolta differenziata comunale. Un risultato che dimostra l’importante contributo di cittadini, dei comuni e dell’intera filiera: carta e cartone rappresentano quasi il 20% delle raccolte differenziate complessive di tutti i materiali. Buone abitudini che generano importanti risparmi in termini di emissioni di CO2 nell’atmosfera: solo nel 2021, circa 3,5 milioni di tonnellate evitate rispetto all’uso di materia vergine. Comieco continuerà con ogni possibilità a garantire il ritiro della carta e del cartone differenziati dai Comuni e il loro avvio a riciclo, ma la folle corsa dei prezzi del gas e dei costi energetici può comportare rischi importanti. È necessario fornire garanzie a comparti industriali, come quello cartario, best performer nell’economia circolare, per evitare un duro colpo per la transizione ecologica, la raccolta differenziata e il riciclo di carta e cartone”. Federazione Carta Grafica esprime l’1,4% del PIL del Paese con 25 miliardi di fatturato, una filiera che costituisce un asset strategico dell’economia circolare italiana impiegando oltre 165.000 addetti. “L’economia circolare – afferma Massimo Medugno, – per noi non è una pratica quotidiana, una realtà che ha bisogno di condizioni per essere sviluppata: potrebbe, infatti, diventare parte della soluzione climatica con la produzione di metano e biogas dalle frazioni che scartiamo dal riciclo. In collaborazione con altre filiere potremmo produrre combustibili bio. Per questo chiediamo alla leadership italiana ed europea di fornire misure di soccorso immediate e per garantire la continuità dell’economia circolare che si pratica nei nostri impianti”. Il dibattito può essere rivisto su www.ricicla.tv

NEWS ISTITUZIONI.indd 18

La benedizione del Papa agli imprenditori italiani Un Santo Padre che, nonostante la sua fragilità fisica, ha dimostrato tutto il suo carisma, la sua energia positiva e la sua estrema capacità di entrare in empatia con la platea di interlocutori quello che ha accolto lo scorso 12 settembre circa 4.600 imprenditori italiani. L’udienza dedicata ai membri di Confindustria in Aula Paolo VI che hanno preso parte all’annuale Assemblea Pubblica conclusasi straordinariamente in Vaticano ha previsto un discorso del Pontefice. La testimonianza diretta ci arriva dal nostro Ceo ed editore Enrico Barboglio presente all’appuntamento in qualità di rappresentante di diverse

associazioni del nostro settore. “Con una serie di rimandi agli insegnamenti del Vangelo trasposti con grande concretezza all’attualità non senza mettere un pizzico di spontanea simpatia, Papa Francesco ha esortato gli imprenditori a diventare protagonisti di un nuovo sistema economico per vincere le grandi sfide della nostra società” riporta Barboglio. Il Pontefice ha parlato di creatività, innovazione, di salvaguardia dell’ambiente e di collaborazione solidale come leve per salvare il Pianeta e consegnarlo alle successive generazioni non troppo ferito. E ancora al centro del discorso il patto fiscale e le tasse

come forma di condivisione dei beni; il gap degli stipendi troppo largo tra top manager e impiegati, la creazione di posti di lavoro, il ruolo delle aziende per l’integrazione degli immigrati, lo sfruttamento e la negligenza nella sicurezza e non ultimo delle donne nel mondo del lavoro. Anche il presidente di Confindustria Carlo Bonomi ha preso spunto dai discorsi di Papa Francesco per portare all’attenzione dei presenti temi urgenti come la dignità del lavoro, la libertà, la creatività e la solidarietà in un contesto, quello dell’Italia di oggi, più che mai complesso e caratterizzato da sfide importanti.

Attrezzature italiane: in crescita export e import

mercato

Un confronto sul futuro della carta nell’economia circolare

ISTAT ha presentato i dati del commercio di macchine da stampa, converting e legatoria del periodo gennaio-maggio 2022. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, le esportazioni crescono in singola cifra, mentre le importazioni quasi raddoppiano. Le esportazioni sono pari a 615 milioni di euro, +5,3% rispetto al 2021. Buona crescita in America e Asia, calo degli acquisti di macchinari italiani in Europa. In America (24,5% di quota) l’aumento è pari al +16,7%, in Asia (18,4% del totale) la crescita è del 15,8%. L’Europa assorbe il 50,7% dell’export italiano, con una riduzione del -2%. Primo mercato di sbocco sono gli Stati Uniti (99,3 milioni), davanti alla Germania (57,1 milioni) e alla Francia (39,3 milioni). Seguono Turchia e Spagna. Crescita marcata delle esportazioni sul mercato americano, andamenti discordanti in Europa, calo delle vendite in Cina. Le importazioni complessive aumentano del +88,9%, a 284 milioni di euro, con forti differenze tra le aree. I fornitori europei, che pesano per il 79,9% dell’import, registrano +85,1%; l’Asia, fonte del 18,5% delle importazioni, cresce del 148%. L’America, da cui proviene meno del 2% dei macchinari, cala del 23,2%. Primo fornitore è la Germania (120 milioni), seguita da Cina (36,4), Francia (31,2) e Paesi Bassi (16,9).

04/10/2022 14:30:52


OVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • IL

associazioni

Accordo per la sostenibilità del packaging flessibile

Il packaging flessibile è indispensabile per la conservazione degli alimenti e di Acimga, associazione dei costruttori italiani di macchine per il prinmolti altri prodotti ting e il converting, e Giflex, gruppo imballaggio flessibile, hanno di consumo siglato un accordo per la creazione di un tavolo di lavoro dedicato alla sostenibilità della produzione del packaging flessibile. L'obiettivo della partnership è condividere obiettivi, conoscenze e soluzioni innovative per contribuire a definire nuove necessità dell'imballaggio flessibile, in termini di economia circolare e impatto ambientale. I lavori di questa nuova collaborazione sono iniziati lo scorso settembre e si focalizzano su sostenibilità ed economia circolare nelle fasi produttive dell'imballaggio flessibile. Il primo step consiste nell'elaborare un documento che prenderà in esame l'intero scenario della produzione, dalle tecnologie ai materiali, in relazione all'attuale quadro normativo. Successivamente si procederà ad analizzare e mappare punti di forza e di debolezza della produzione in chiave di sostenibilità.

eventi

A #PaperPresents premiata Bartoli Spa Lo scorso 6 settembre a Bruxelles si è tenuta la seconda edizione di "#PaperPresents", mostra-evento rivolta ai membri del parlamento europeo (MEP) introdotta dalla MEP portoghese Maria da Graça Carvalho e dal DG di CEPI Jori Ringman. Obiettivo dell’iniziativa, organizzata da CEPI (Confederazione europea delle industrie cartarie), la presentazione dei molteplici usi innovativi di un prodotto rinnovabile e riciclabile come la carta, che nasce da una filiera sostenibile e innovativa essenziale alla bioeconomia UE. Bartoli Spa con il brand Naturanda è stata prescelta per rappresentare la carta Made in Italy a livello europeo con l'esposizione di un appendino interamente realizzato in carta e cartone riciclato (Naturanda.it). In questa occasione le associazioni europee dell'industria cartaria e di tutti i settori energivori hanno inviato una lettera congiunta "Misure urgenti a livello dell'Ue per limitare il prezzo del gas naturale e scollegare i prezzi dell'elettricità dai prezzi del gas" alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e al Ministro della Repubblica Ceca Jozef Síkela, presidente di turno del Consiglio energia. I rappresentanti dei settori carta, metallo, acciaio, cemento, ceramica, fertilizzanti e vetro, hanno chiesto anche di adattare il quadro degli aiuti di Stato alla "nuova realtà", in cui prezzi del gas sono "15 volte di più del livello pre-crisi, 10 volte di più dei prezzi statunitensi e ben al di sopra dei prezzi in Asia" e spingono "molti impianti industriali a chiudere o ridurre la produzione".

NEWS ISTITUZIONI.indd 19

L'AD di Bartoli Spa Giorgio Bartoli con il figlio Sergio alla presenza di Malgosia Rybak, Climate Change& Energy Director di CEPI, e di Maria Georgiadou, Raw Materials Officer and Recycling di CEPI

Le proposte di Federazione Carta e Grafica per sostenere la filiera “L’essenzialità della carta non nasce per decreto, ma in quanto materiale indispensabile per l’imballaggio, per la cultura, l’igiene e l’istruzione oltre a essere parte fondamentale dell’economia circolare, riciclando ogni anno 6 milioni di tonnellate di carta e avendo già raggiunto il tasso di riciclo dell’85%. Si può ottimizzarne l’uso, ma farne a meno significa non proteggere gli alimenti, avere meno igiene, penalizzare la cultura e l’istruzione, tornare dunque indietro nella sostenibilità del Paese“, commenta così il presidente della Federazione Carta e Grafica, Emanuele Bona, le dichiarazioni apparse sui media riguardanti il costo dei prodotti in carta e l’intenzione di volerne fare a meno negli esercizi commerciali. “La quotazione del gas è aumentata di circa 12 volte – con punte di 16-17 volte rispetto al giugno 2021 (20 euro Mkwh) – e ciò ha determinato aumenti dei costi in cartiera, che si riverberano su tutta la filiera, e incrementi ingenti in tutte le attività di stampa e trasformazione, incluse quelle relative ai materiali flessibili” prosegue Bona “ma quel che è peggio sono i costi energetici, che a questi livelli rischiano di fermare o rallentare la produzione, mettendo a rischio la tenuta dell’intera filiera”. Secondo Bona bisogna, quindi, intervenire sui costi energetici di produzione e sostenere l’industria culturale tramite un credito d’imposta per l’acquisto di carta per la stampa di libri, come richiesto anche da AIE. “La carta non dev’essere considerata solo un costo, ma un valore per quanto rappresenta in termini di rinnovabilità, riciclabilità, compostabilità e di effettivo riciclo oltre che necessaria per la diffusione della cultura e dell’informazione”. Le proposte della Federazione Carta e Grafica: Come incidere sui costi energetici di produzione Il Price cap a livello europeo e il disaccoppiamento tra prezzo del gas e delle rinnovabili a livello europeo. Electricity e Gas Releases: su questi due punti il Governo ha annunciato delle importanti novità proprio lo scorso 1° settembre. Autorizzare l’utilizzo di altri combustibili (da biomassa, il combustibile solido secondario da rifiuti e gli stessi oli combustibili) da parte degli impianti industriali. Come risolvere il problema dei contratti Un sistema di garanzia pubblico per rinnovare i contratti di fornitura gas per il nuovo anno termico (ottobre) supportando l’approvvigionamento gas all’ingrosso e i contratti di acquisto gas sul mercato retail. Come mitigare gli effetti inflazionistici su beni essenziali Introdurre un meccanismo specifico di credito d’imposta per l’acquisto della carta destinata alla stampa di tutti i libri, in particolare quelli scolastici.

19

04/10/2022 14:30:54


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

TECNOLOGIA• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILP

Modularità, upgradabilità, flessibilità, set up rapidissimi, compatibilità con un’ampia gamma di grammature e tipologie di carta, elevata produttività a fronte di ridotti ingombri, le caratteristiche dei sistemi di stampa contemporanei destinati alla stampa commerciale

La rivincita della stampa commerciale di Alexia Rizzi

20

TECNOL STAMPA COMM.indd 20

Durante il picco della pandemia da Covid-19 si leggevano analisi e previsioni catastrofiche sullo stato di salute dell’industria della stampa. Non tutti i settori risultavano ugualmente penalizzati: i comparti packaging ed etichette ad esempio, tra il 2020 e il 2021, avevano addirittura registrato straordinari balzi in avanti rispetto al trend di crescita, altrimenti previsto in tempi normali, generando così un’eccezione in un’atmosfera di diffuso pessimismo e un business a cui guardare per le aziende di stampa. All’estremo opposto il comparto della stampa commerciale ha sicuramente subito il contraccolpo più grave. Sul report “The Impact Of Covid-19 on the Printing Industry” di Smithers del 2020 si leggeva: “La pandemia da Covid-19 potrebbe ridurre i volumi complessivi di stampa a livello globale fino al 10,7%, per un totale di circa 7,7 trilioni di A4 stampati in meno. Tuttavia, questa riduzione non sarà distribuita in modo uniforme, i prodotti

grafici e la stampa editoriale saranno molto più gravemente colpite rispetto ai segmenti di imballaggi ed etichette. È probabile una riduzione leggermente inferiore nel 2021 ma le perdite di volumi di stampa saranno permanenti”. Il report specificava anche le applicazioni più colpite dal calo della domanda dello straordinario calo della domanda del 2020: materiale marketing, volantini, opuscoli, cataloghi, inviti, programmi per eventi e conferenze, documenti finanziari e legali e anche la comunicazione esterna. Sempre Smithers, durante la pandemia, prospettava “un’industria della stampa che emergerà nel 2021 più snella e che necessariamente dovrà concentrarsi sull’ampliamento della gamma di prodotti per adattarsi alle nuove esigenze del mercato. La necessità di flessibilità e diversificazione dei prodotti di stampa favoriranno l’attuale tendenza alla migrazione ai sistemi a getto di inchiostro in sostituzione delle macchine da stampa analogiche

e di quelle a toner b/n”. Una previsione che se da un lato lasciava trasparire un’auspicabile ripresa dall’altra dava a intendere che la selezione darwiniana avrebbe mutato il panorama del tessuto di aziende di stampa, offrendo anche uno scenario della direzione in cui si sarebbe evoluta la situazione relativamente a chi agli stampatori sopravvissuti alla crisi.

Come sono andate e come stanno andando in realtà le cose? Tornando al qui e ora, risalgono alla fine di agosto 2022 le previsioni di Reporlinker.com che nel suo studio Global Commercial Printing Market ha valutato questo mercato intorno ai 433, 79 miliardi di dollari per l’anno 2021, con una proiezione di crescita fino a 484, 22 miliardi di dollari entro il 2027, con un CAGR di 1. 74% nel periodo 2022 - 2027. Un segno più che non si sarebbe dato per scontato soprattutto perché, superato lo scoglio più elevato

04/10/2022 12:48:51


CONTENUTO DISPONIBILE SU RIVISTA CARTACEA CLICCA QUI PER ABBONARTI


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

TECNOLOGIA• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILP

Speedmaster SX 102 ha un design innovativo ed ergonomico comprensivo di un nuovo set di protezioni che provengono anche dalla serie Speedmaster XL

Destinata principalmente agli stampatori commerciali Speedmaster SX 102 offre un elevato livello di produttività e una stampa di alta qualità

Heidelberg Speedmaster SX 102 perfetta da tutti i punti di vista

22

TECNOL STAMPA COMM.indd 22

Il lancio della nuova Speedmaster SX 102 rientra nella strategia di Heidelberg di spingere l’acceleratore sul proprio core business. Per questo lo slogan “Perfect from all sides” – perfetta da tutti i punti di vista – accompagna la campagna di promozione della Speedmaster in grado di offrire prestazioni in termini di automazione più sofisticate di sempre e con caratteristiche sempre più in linea con le esigenze contemporanee dei clienti. Le aree di utilizzo tipiche di Speedmaster SX 102 spaziano dalle brochure e i prodotti di stampa commerciale agli inserti per l’imballaggio farmaceutico, incluse la stampa su materiali molto sottili che devono essere prodotti in un unico passaggio. Il modello base offre un eccellente rapporto qualità-prezzo, con configurazioni che arrivano fino a una macchina da stampa Push to Stop autonoma. La nuova opzione nel formato 92 (650 x 940 millimetri) è concepita per ridurre i costi delle lastre di stampa fino al 20% rispetto al tradizionale formato da 102 fogli (720x1.020 millimetri), anch’esso

disponibile. Aspetto economico rilevante, soprattutto dato il forte aumento dei prezzi delle materie prime. Con una velocità di stampa di 14.000 fogli/ora ancora in fase di perfezionamento, la nuova Speedmaster SX 102 è progettata per essere scalabile. In base alla gamma di applicazioni a cui sarà destinata e ai requisiti di produzione/automazione richiesti si parte dal modello base, già dotato della collaudata tecnologia di perfezionamento proprietaria, che può essere arricchito con i diversi sistemi di assistenza ereditati dalla tecnologia Speedmaster XL come Intellistart 3, Intelliline, Intellirun, Wash Assistant, Powder Assistant e altri ancora. La configurazione può anche essere estesa fino a Push to Stop per la stampa autonoma. Con il supporto dell’intelligenza artificiale, i sistemi di assistenza digitale offrono un’ulteriore significativa riduzione del numero di interventi manuali da parte degli operatori oltre a consentire un notevole risparmio di tempo, limitando il rischio di errori. Grazie al Prinect Press

Center XL 3 e al flusso di lavoro Prinect, Speedmaster SX 102 può essere completamente integrata nel flusso di lavoro generale di un’azienda di stampa, garantendo una gestione efficiente dei dati e pre-setting ad alta precisione, analisi dei dati di produzione aggiornati e report informativi. Anche l’alimentatore e l’uscita Preset Plus sono gli stessi della tecnologia XL così come altri componenti collaudati. La User Experience (UX) Heidelberg offre al personale un ambiente di lavoro che soddisfa le esigenze contemporanee di gestione e l’ergonomia end-toend è applicata a ogni singolo componente. I sistemi di misurazione del colore Prinect disponibili agiscono efficacemente sulla consistenza del colore riducendo così al minimo gli sprechi di carta. Il 102 è un numero che porta fortuna a Heidelberg, il produttore tedesco offre al mercato macchine nel formato 102 sin dal 1975, segmento in cui l’azienda è leader di mercato. A oggi, sono state vendute oltre 100.000 Heidelberg nel formato 102.

04/10/2022 12:49:09


A, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FL

ApeosPro C810, C750 e C650 producono volantini, brochure, cataloghi e materiale marketing, come banner fino a 1,3 metri

Apeos offre un interessante rapporto qualità prezzo, un’accurata riproduzione dei colori e qualità eccellente su una grande varietà di materiali come carte naturali, patinate, goffrate e supporti speciali da 52 fino a 300 gr

ApeosPro C è una tecnologia a toner 4 colori in grado di stampare alla risoluzione di 2400×2400 dpi su un’ampia

Fujifilm, una nuova piattaforma entry-level a elevate prestazioni Presentata al Peak Performance Print 2022, la serie di stampanti entry-level è dedicata a stampatori con volumi medi di produzione, ma anche ambienti office, reprografie aziendali e agenzie creative. Di ritorno dall’evento, riportiamo i dettagli della prima delle novità che abbiamo visto in azione in anteprima assoluta. Si chiama serie ApeosPro C, ed è basata su una piattaforma a toner quattro colori di nuova generazione progettata per consentire la stampa su una gamma più ampia di supporti con un livello di qualità elevato e una risoluzione di 2400×2400 dpi. Grazie alla tecnologia ibrida, le stampanti della gamma possono essere utilizzate in ufficio, in ambienti di stampa professionale con livelli di produzione medi ma anche da agenzie creative e di marketing e copisterie. I vantaggi della tecnologia Apeos comprendono un interessante rapporto qualità prezzo, un’accurata riproduzione dei colori e qualità eccellente su una grande varietà di materiali come carte naturali, patinate, goffrate e supporti speciali

TECNOL STAMPA COMM.indd 23

che spaziano da grammature da 52 fino a 300 gr. Le possibilità applicative si ampliano notevolmente potendo beneficiare di un formato carta: da 100×148 mm a 330×1300 mm. La gamma comprende tre modelli: quello standard, ApeosPro C750 da 75 pagine/minuto, la versione premium, ApeosPro C810 da 81 pagine/minuto e ApeosPro C650, da 65 pagine/minuto, ideale per le aziende con requisiti di produzione non molto elevati. Le stampanti ApeosPro C810, C750 e C650 sono in grado di produrre volantini, brochure, cataloghi e una serie di altri materiali di marketing, tra cui banner lunghi fino a 1,3 metri in modo rapido, consentendo alle aziende di approfittare delle opportunità di business per cui il tempo è un fattore critico. Ideali anche per la stampa di documenti riservati di alta qualità che non possono essere affidati all’esterno. “Adatte al lavoro collaborativo sicuro in ufficio e alla produzione di materiali di marketing, brochure e materiali promozionali di alta qualità, le stampanti della

serie ApeosPro C consentiranno a diverse tipologie di aziende di godere di un’eccellente qualità di stampa e una vasta gamma di applicazioni. Siamo lieti di offrire i vantaggi della tecnologia Fujifilm a una gamma più ampia di clienti con volumi di produzione inferiori” ha affermato Mark Lawn, Head of POD Solutions, Fujifilm Europe. L’annuncio di questa nuova piattaforma va a completare il portfolio di Fujifilm dedicato alla stampa commerciale che comprende: Revoira sistema a toner ad alta qualità con sei stazioni di imaging che offrono la flessibilità necessaria per aggiungere tonalità oro, argento, bianco, trasparente o rosa al mix di colori, e Jet Press. Di quest’ultimo sistema inkjet di produzione a bobina è stato annunciato un upgrade che aggiunge alle due modalità di stampa già esistenti, High Quality e High Performance, anche il nuovo High Value Mode che coniuga qualità di stampa da 1200x1200 dpi con il saving dato che non impiega il primer.

23

04/10/2022 12:49:12


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

TECNOLOGIA• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILP

La nuova rivoluzionaria piattaforma di stampa inkjet a bobina di HP,

HP High Efficiency Drying (HED), basato sulla tecnologia Energy Efficient, per il minimo il consumo di energia anche a velocità elevate, fa ricircolare fino all'80% dell'aria riscaldata durante l’asciugatura della carta.

che debutta a Printing United (Las Vegas, 19-21 ottobre), rappresenta l’ultima generazione della tecnologia PageWide dedicata alla stampa commerciale, editoriale e direct mail.

La rivoluzione digitale di HP PageWide Advantage 2200

24

TECNOL MACCHINA HP.indd 24

Abbiamo chiesto a Kris Albee, global marketing manager PageWide Industrial di HP, cosa significa oggi rivoluzione nella stampa secondo HP e ci ha rivelato che è “offrire ai fornitori di servizi di stampa di tutte le dimensioni un sistema che corrisponda esattamente alle loro esigenze contemporanee”. La risposta in termini tecnologici è la nuova HP PageWide Advantage 2200, l’ultima frontiera per quanto riguarda la stampa commerciale e industriale a bobina, una macchina che interpreta alla lettera le parole qualità, versatilità, produttività e modularità. “Una rivoluzione reale e concreta che si basa sull’analisi attenta del mercato e della realtà contingente” spiega Albee. “Perché oggi gli stampatori che si dotano di nuove attrezzature chiedono sempre maggiori garanzie di redditività e di salvaguardia dell’investimento per il futuro”. In effetti dalla descrizione delle caratteristiche di HP PageWide Advantage 2200 – che il team di HP di Palo Alto ci ha offerto in anteprima –

la sensazione è stata di una macchina universale e inclusiva essendo in grado di offrire prestazioni e configurazioni per ogni tipo di necessità produttiva e un range di possibilità applicative inedito per una rotativa inkjet.

Il cuore tecnologico Per affrontare le importanti sfide che HP PageWide Advantage 2200 si è posta, questo sistema presenta un’architettura completamente riconcepita per quanto riguarda il rivoluzionario design ad arco di stampa singolo con un percorso carta innovativo. Quest’ultimo, ottimizzato all’ennesima potenza, offre una ancora maggiore affidabilità e stabilità ai supporti e, essendo composto da un numero ridotto di componenti, riduce i tempi complessivi di manutenzione e assistenza e garantisce affidabilità e continuità nella produzione. Anche il design della barra di stampa è stato semplificato per essere più efficiente e affidabile. “Parlando di prestazioni la produttività

è sempre un tema cruciale ed è qui che la flessibilità della nuova HP PageWide Advantage 2200 inizia a scoprire le sue carte vincenti, raggiunge infatti una velocità senza precedenti per lavori a elevato impatto visivo e con una copertura di inchiostro totale, senza compromessi con la qualità” continua Albee. La macchina in tutte e tre le configurazioni in cui è proposta (descritte nel paragrafo successivo) offre diverse modalità di stampa tra cui Mono Performance (monocromatico) che raggiunge i 244 metri/minuto, Performance HDK fino a 152 metri/minuto e Quality con velocità fino a 101 metri/minuto. In termini di produttività si parla di 90 milioni di pagine A4 monocromatiche al mese o 214.000 pagine A3 a colori, personalizzate fronte/ retro per turno. Con la possibilità di stampare utilizzando gli inchiostri base acqua HP Brilliant e 2400 testine di stampa native ugelli per pollice, questa macchina da stampa offre una qualità di prim'ordine per

04/10/2022 12:47:41


PA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI F

Architettura completamente riconcepita con rivoluzionario design ad arco di stampa singolo e percorso carta innovativo.

Teste con tecnologia High Definition Nozzle a 2400 ugelli per pollice che impiegano gli inchiostri HP Brilliant per un’elevata qualità di stampa e un ampio color gamut e una gamma di applicazioni a valore aggiunto decisamente varia.

Design della barra di stampa semplificato per essere più efficiente e affidabile. Composto da un numero ridotto di componenti, riduce i tempi di manutenzione e assistenza garantendo affidabilità e continuità nella produzione

Diverse modalità di stampa tra cui: - Mono Performance (monocromatico) fino a 244 metri/minuto; - Performance HDK fino a 152 metri/minuto - Quality con velocità fino a 101 metri/minuto.

Compatibile con carte e cartoncini che spaziano da 40 g/m² a 300 g/m² comprese le patinate lucide e opache, le naturali, le riciclate, quelle specifiche per inkjet, i supporti ColorPRO ma anche carte con finiture speciali come le perlescenti.

Standard Print System CMYK+HP Optimizer basato su tecnologia thermal inkjet di ultima generazione.

di Alexia Rizzi soddisfare un'ampia gamma di applicazioni di valore superiore, da libri di commercio e didattici più colorati a libri ad alta copertura, articoli di posta diretta di grande impatto che differenziano i clienti sul mercato.

Parole d’ordine scalabilità e flessibilità HP PageWide Advantage 2200 ha un design duplex a motore singolo compatto assolutamente smart che consente di offrire il massimo di qualità e produttività ottimizzando lo spazio. “Proprio perché il target di questa nuova rotativa inkjet è ampio e inclusivo - spazia infatti dallo stampatore commerciale alle aziende di stampa editoriale e direct mail – HP PageWide Advantage 2200 è progettata per offrire un’innovativa flessibilità di configurazione” specifica Albee. “Il design modulare consente ai clienti di iniziare con una macchina con un layout più semplice per poi upgradarla in proporzione non solo alla crescita dei volumi

TECNOL MACCHINA HP.indd 25

ma anche all’offerta di nuove applicazioni, adattando la macchina allo sviluppo del business”. Le configurazioni possibili prevedono uno, due o tre unità di asciugatura indipendenti con moduli di raffreddamento passivi o attivi, modularità che consente un’ampia libertà di upgradare e ottimizzare la macchina nel tempo secondo parametri come qualità, produttività, versatilità ed economia. Opzione che si associa a una usability decisamente semplificata che permette agli operatori di gestire con facilità ed efficienza le diverse funzioni. Un altro punto a favore di una rotativa decisamente “fluida” riguarda le possibilità applicative offerte ed è la compatibilità di HP PageWide Advantage 2200 con una decisamente ampia varietà di materiali: supporta, infatti, carte e cartoncini con grammature che spaziano da 40 a 300 g/m². Anche le tipologie di carte compatibili sono diverse e comprendono le patinate lucide e opache, le naturali, le riciclate,

quelle specifiche per inkjet, i supporti ColorPRO ma anche le carte con finiture speciali come le perlescenti. Come sottolinea Yale Goldis, director strategy, commercial products and solutions di HP PageWide Industrial, si tratta di “un plus eccezionale in questo momento in cui è difficile reperire la materia prima, poter stampare con un’elevata qualità su un così ampio ventaglio di carte consente di mantenere la continuità produttiva in qualsiasi evenienza”. Caratteristica facilitata dall'applicazione del quantitativo di HP Optimizer necessario a ottimizzare la qualità di stampa in base alle specificità delle diverse carte.

Energia e ambiente Anche le prestazioni ambientali proiettano HP PageWide Advantage 2200 tra le rotative più in linea con le esigenze contemporanee delle diverse aziende di stampa. “Temi come il risparmio economico, l’ottimizzazione dell’impiego delle risorse e l’emergen-

25

04/10/2022 12:47:43


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

TECNOLOGIA • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • IL

Configurazioni personalizzabili Le configurazioni possibili di HP PageWide Advantage 2200 prevedono una, due o tre unità di asciugatura indipendenti con moduli di raffreddamento passivi o attivi. Modularità che consente un’ampia libertà di upgradare e ottimizzare la macchina nel tempo secondo parametri come qualità, produttività, versatilità ed economia.

Uno sguardo al mercato

za ambientale sono cruciali. – aggiunge Albee –. L'innovativo sistema HP High Efficiency Drying (HED), basato sulla tecnologia Energy Efficient, consente il minimo consumo di energia anche a velocità di stampa più elevate facendo ricircolare fino all'80% dell'aria riscaldata durante il processo di asciugatura, offrendo vantaggi sia in termini di sostenibilità su tutti i fronti. Inoltre gli inchiostri HP Brilliant hanno ottenuto la certificazione ECOLOGO, pertanto rispettano gli standard ambientali e di sicurezza di questo certificato per la salute degli operatori per l’intero ciclo di vita”. Una caratteristica che – come conferma Kris Albee – aiuterà gli stampatori che installeranno una HP PageWide Advantage 2200 a rientrare nei parametri europei di emissione di VOC negli ambienti di lavoro.

Ed è già in produzione! 26

TECNOL MACCHINA HP.indd 26

Dal momento che le rivoluzioni si fanno qui e ora, HP PageWide Advantage 2200 non solo è già disponibile – dal

Qual è lo scenario in cui si inserisce la nuova HP PageWide Advantage 2200? “Basiamo il nostro successo sul numero di pagine stampate dai nostri clienti, perché pagine stampate significa profitto per loro. Nel 2010 abbiamo festeggiato la bilionesima pagina stampata con i nostri sistemi e oggi con le nostre soluzioni industriali 1 bilione di pagine si stampano in tre giorni. La nostra mission è continuare a investire in nuove aree e creare innovazione finalizzata a generare un ritorno economico per gli utenti delle nostre macchine”. Nel 2021 le pagine stampate dai clienti HP sono cresciute dell’11% rispetto al 2018, il settore del publishing nello stesso periodo ha registrato un +47% mentre il direct mail è cresciuto del 30%, sempre in termini di pagine. “I sistemi PageWide sono macchine industriali dedicate a diverse applicazioni e concepite per operare una rivoluzione nei settori a cui sono destinate. A oggi abbiamo il 20% di clienti di HP PageWide T250 HD che ha richiesto di upgradare la loro macchina e che troverà Advantage 2200 molto interessante” conclude Goldis. Date le sue caratteristiche questa nuova rotativa piacerà molto anche agli stampatori offset che desiderano abbracciare la transizione digitale. prossimo 19 di ottobre potrà essere venduta in tutto il mondo – ma sono stati raccolti i primi commenti di due clienti in USA dove è stata installata. La prima HP PageWide Advantage 2200 al mondo è spettata a O'Neil Digital Solutions che, con l’installazione dell’ultima nata della serie PageWide, ha raggiunto quota 14 rotative HP al suo attivo. Ann Gayou, senior vice president della gestione di produzione, ha confermato che gli operatori hanno appreso con estrema facilità le funzio-

nalità della macchina, entrata rapidamente in funzione con livelli di produzione di milioni di pagine a settimana. Kevin Hughes, COO dell’azienda di stampa SG360º, ha confessato il suo stupore nell’aver visto concludere l’installazione della macchina in appena sette giorni e dopo poche settimane dall’entrata in funzione HP PageWide Advantage 2200 aveva già prodotto oltre 20 milioni di impressioni. Un buon punto di partenza per un futuro di successo!

04/10/2022 12:47:46


# G R L P W R | L E D O N N E N E L L’ I N D U S T R I A D E L P R I N T I N G

Storie di stampa by HP Indigo

M

entre un’istituzione linguistica come Treccani ufficializza finalmente la declinazione femminile di alcuni mestieri tra i più noti, diamo il nostro contributo dal settore del printing invitando come protagonista della pagina di GRL PWR, Federica Ferretti. Per dirla come la definirebbe oggi il noto vocabolario, Federica è una “stampatora” o una “stampatrice”, insomma un’operatrice di sala stampa che lavora su una HP Indigo 15K di ultima generazione. L’azienda che ha accolto Federica nel proprio staff, immediatamente dopo il conseguimento del diploma di perito grafico, è LegoPrint. “Mi ritengo fortunata – chiarisce – non sono molte le realtà di oggi disposte a investire sul personale senza esperienza facendo crescere internamente i propri dipendenti”. Ma non è solo la fortuna di avere incontrato nel suo percorso un’azienda lungimirante ad aver portato la giovane appassionata di stampa a raggiungere il suo livello di competenza. Ci sono anche molto impegno e determinazione. A due anni dalla nascita di LegoDigit – collegata alla capogruppo LegorPrint e dal 2013 attiva con una propria ragione sociale – Federica è entrata a fare parte di questa azienda il core business è la stampa digitale di libri di narrativa scolastica. “Mi divido tra l’ufficio grafico, che si occupa di verificare i file di stampa inviati dai clienti e la sala stampa dove si producono le copertine dei volumi che stampiamo”. spiega “Mi piace questo doppio ruolo perché per mia indole sento il bisogno di svolgere anche mansioni che mi permettano di contribuire operativamente a far nascere i prodotti stampati”. Con la crescita del business LegoDigit si è dotata di una HP Indigo 15K che è stata installata nel reparto di Federica a luglio 2022 e proprio lei è stata incaricata a seguire il training a Barcellona. “Confesso che inizialmente ero intimorita da questa esperienza, ma quando sono arrivata all’HP Training Center mi sono trovata immediatamente a mio agio. Ho visto tecnologie e applicazioni che pur avendo studiato grafica non potevo neanche immaginare. Ho imparato a gestire una macchina all’avanguardia come HP Indigo 15K e ho potuto ammirare cosa si può fare

con i software HP. È stato incredibile!”. A scuola non si studia in modo così approfondito la stampa digitale, ma Federica sostiene che i programmi dell’Istituto Pavoniano Artigianelli di Trento le hanno dato un’ottima base. “Conoscere la stampa offset mi ha aiutata a comprendere l’evoluzione tecnica e tecnologica di altri tipi di sistemi di stampa” conferma Federica, spendendo parole di apprezzamento per la grande professionalità, la competenza unita all’approccio friendly dei tecnici HP che l’hanno seguita nei due percorsi di training, quello teorico e quello pratico a bordo macchina. “Quando sono rientrata al lavoro dopo il corso ho trovato la HP Indigo 15K in fase di installazione: posso dire di avere seguito ogni passaggio dell’ingresso in azienda di questa tecnologia”. Se da una parte Federica si è sentita più sicura dopo il training, dall’altra si è resa conto che trovarsi a tu per tu con una macchina da stampa del calibro di HP Indigo 15K significava accettare una grande sfida. Un vantaggio secondo Federica è poter contare sul supporto tecnico di HP: i tecnici che lei cita chiamandoli per nome sono stati molto pazienti soprattutto nei primi tempi. “Quando racconto ai miei amici che lavoro su una macchina da stampa faticano a credere che una ragazza possa svolgere un ruolo simile – spiega –, restano stupiti perché pensano che studiare grafica abbia come sbocco professionale soltanto la progettazione e non il lavoro in produzione”. Federica sorride quando racconta che invece uno degli aspetti che la appassionano di più del suo lavoro è avere a che fare con gli inchiostri. Sin da piccola amava spassionatamente i libri di carta e quando gliene capitavano tra le mani la prima cosa che faceva era sentirne il profumo. Quel profumo di inchiostro che oggi è lei stessa a sapere gestire imparando ogni giorno qualcosa di nuovo per produrre al meglio le copertine, gli inserti e le fascette. Ma non è tutto, il sogno professionale nel cassetto di Federica è il desiderio e l’ambizione di imparare sempre di più sui processi, le macchine e le nuove tecnologie di stampa. E noi le facciamo i nostri migliori auguri!

Federica Ferretti operatrice di stampa HP Indigo 15K presso LegoDigit

POWERED BY HP INDIGO

RUBRICA GIRL POWER.indd 27

04/10/2022 14:33:44


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

SCENARI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 2

human-centric a p p r o a c h sustainabilit y and resilience Industry 5.0 è un modello di impresa in cui tecnologie e persone cooperano

e si integrano, non solo per favorire la produzione, ma anche per

indirizzare il mercato verso la personalizzazione di massa, per promuovere

il riuso, la riduzione degli sprechi e lo sviluppo sociale e sostenibile.

Industry 5.0

Il nuovo orizzonte di cooperazione

uomo-tecnologia

28

La pandemia mondiale ha riscritto la nostra storia. Ci ha costretti a rimodellare il nostro stile di vita e di pensiero, ha messo a repentaglio la nostra stabilità mentale ed emotiva, ha reso labile, quasi indefinito il concetto di futuro. Si spendono le frasi storiche di grandi donne e uomini che spronano l’umanità a guardare oltre il punto critico, più in là, dove si può intravvedere finalmente un approdo, un lembo di terra, una lama di luce. Scegliamo allora San Paolo di Tarso che, imprigionato durante uno dei suoi lunghi viaggi, scriveva in una delle sue celeberrime lettere: “Ogni situazione è un’occasione”. L’occasione è stata sicuramente quella di fare un salto quantico riguardo alle nuove tecnologie che sono state per la prima volta utilizzate in maniera massiva e hanno permesso che il mondo non si fermasse; milioni di persone rinchiuse in casa, ma connesse, produzioni di aziende intelligenti che, grazie a Industria 4.0, potevano essere monitorate anche da remoto, beni di prima necessità acquistati con un clic, l’eCommerce diventato abitudine ovunque.

SCENARI AYMING.indd 28

di Francesca Sassoli

Un nuovo modello di impresa Ora come cambieranno i modelli organizzativi all’interno delle società, in questa prima fase limbica post pandemica? Si parla sempre più spesso di Industry 5.0, ma cosa significa? Nella recente pubblicazione “Punto HR 2022!” edito da Guerini Next a cura di Sergio Carbone e Angelo Pasquarella, leggiamo: “Con questo termine si vuole dare un nome a un modello di impresa in cui tecnologie e persone cooperano e si integrano, non (solo) per favorire la produzione, ma anche e soprattutto per lo sviluppo sociale e sostenibile. Industry 5.0 dà uno scopo, un obiettivo alla Quarta rivoluzione industriale: promuove il riuso e la riduzione degli sprechi, indirizza il mercato verso la personalizzazione di massa e impiega le tecnologie per abilitare e tutelare le persone. È insomma un cambio di direzione importante, quello di Industry 5.0, quasi un passaggio da shareholder a stakeholder. La Commissione europea ha individuato i pilastri su cui si erge Industry 5.0 in: human-centric approach, sustai-

05/10/22 12:46


CONTENUTO DISPONIBILE SU RIVISTA CARTACEA CLICCA QUI PER ABBONARTI


showroom

ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA,

di Caterina Pucci

30

SCENARI SHOWROOM.indd 30

INNOVAZIONE, ricerca, networking: nuovi spazi dal “multiforme ingegno”

Nell’industria della stampa, come in quello della moda o dell’automotive, il ruolo dello showroom è stato per anni quello di “contenitore”, spazio adibito a contenere ed esporre soluzioni tecnologiche di punta, occasionalmente allestito “ad hoc” per ospitare clienti e prospect. Complice l’emergenza pandemica, il nostro modo di concepire la customer experience si è radicalmente trasformato negli ultimi anni. Così come già avvenuto nell’ambito del retail con i negozi, anche gli showroom di carattere tecnologico hanno cominciato a cambiare pelle, diventando luoghi di relazione dove creare valore aggiunto, ampliando il perimetro d’azione del brand, integrandosi con le diverse strategie di marketing e comunicazione in un’ottica che punta sempre più all’omnicanalità. In altre parole, dopo un lungo periodo di distanza “forzata”, oggi costruttori e distributori sono chiamati a recuperare il rapporto con i consumatori (anche perché ci sono esperienze che solo la presenza dal vivo può garantire), ma al contempo essere presenti nei canali online dove gli utenti si aspettano di trovarli, applicando logiche specifiche per

ciascuno di essi. Oggi, quindi, gli showroom nell’industria del printing sono pensati per essere spazi “matrioska” che si prestano a ospitare attività di formazione e networking, incoraggiando la collaborazione e co-creation con i partner, senza comunque perdere la propria funzione principale di “vetrina” per le novità di carattere tecnologico. Luoghi in cui innovazione, sperimentazione, ricerca e creatività possono (anzi, devono) convivere amabilmente.

Già nei primi mesi della pandemia, data la necessità di ridurre le attività in presenza, molte aziende hanno dunque provato a ripensare gli ambienti espositivi, cercando di garantire un’esperienza coinvolgente anche da remoto, attraverso la progettazione di esperienze virtuali immersive e personalizzate. Questa strategia ha permesso di mantenere la relazione one-to-one con il cliente, assicurandogli la possibilità

04/10/2022 14:42:57


CONTENUTO DISPONIBILE SU RIVISTA CARTACEA CLICCA QUI PER ABBONARTI


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

SCENARI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 2

Forse non sapevi che... Il nuovo quartier generale a Molteno si estende su una superficie di oltre 30 mila m² di cui oltre 20 mila dedicati alla produzione delle macchine per la stampa di etichette ed imballaggi flessibili

L’Innovation Park segna un passo importante per il Gruppo OMET

32

Lo scorso giugno, OMET ha inaugurato l’Innovation Park, uno showroom permanente di 1.500 metri quadrati a Molteno (LC), presentando la nuova linea KFlex, sistema di stampa flessografico dal design ergonomico e flessibile. Un traguardo importante per l’azienda che segna l’esponenziale crescita del Gruppo negli ultimi dieci anni, culminata nel trasferimento presso la nuova sede di Molteno, avvenuto nel 2021, in piena emergenza pandemica, che ha costretto a rimandare l’inaugurazione ufficiale del nuovo head-quarter a un momento più propizio. Il nuovo quartier generale rappresenta l’inizio di un percorso di cambiamento che punta all’aumento della capacità produttiva e all’ottimizzazione dei processi, fattori indispensabili per un cambio di passo in termini di crescita ed innovazione, da sempre pilastri dell’eccellenza dell’azienda. «Come costruttori di macchine abbiamo la necessità di mettere in mostra le nostre tecnologie con una certa costanza – spiega Massimo Bellingardi, Marketing Coordinator del Gruppo OMET – In passato ciò era reso possibile dalla partecipazione alle fiere internazionali e nazionali; col tempo abbiamo cercato di sopperire al problema creando un piccolo showroom “semipermanente” all’interno del nostro stabilimento produttivo. A un certo punto abbiamo avvertito sempre più forte il bisogno da parte di clienti e partner di avere a disposizione un luogo fisico dove vedere le macchine in funzione, fare prove di stampa, ma anche parlare con i tecnici per

SCENARI SHOWROOM.indd 32

individuare la soluzione più adatta alle loro esigenze. Si è trattato di un investimento cospicuo, col quale abbiamo riadattato un’intera area prima destinata alla produzione». Tra le potenzialità dell’Innovation Park, c’è la possibilità per gli stampatori di utilizzare le macchine OMET presenti nello showroom per supportare la loro produzione, realizzando non solo campionature ma veri e propri lotti produttivi che per motivi di picchi di lavoro o altro non riuscissero a produrre presso le loro sedi. Oltre al già nutrito portfolio di sistemi OMET a banda stretta e media per la stampa e il converting sia di etichette sia si imballaggi flessibili, i clienti avranno la possibilità di testare le potenzialità della nuova linea da stampa KFlex. «Nell’immediato cercheremo di portare avanti iniziative di collaborazione coinvolgendo le scuole di stampa e le università, in cui gli studenti possano dedicarsi alla realizzazione di un progetto. Inoltre, stiamo iniziando a proporre ai partner la possibilità di utilizzare lo spazio dell’Innovation Park per iniziative di formazione destinate ai loro clienti» prosegue Bellingardi. Oltre alle tecnologie Omet, all’interno dell’Innovation Park, sono presenti box riservati a sistemi e soluzioni di alcuni dei principali partner tecnologici del Gruppo: Tesa, Simec Group, BST, GEW, Flexowash, Zeller+Gmelin, Simonazzi, Nazdar, Actega Ecoleaf e Rossini. L’obiettivo ultimo è favorire l’incontro e la collaborazione fra stampatori, converter, fornitori di materiali e di tecnologie, ospitando dimostrazioni di stampa, test o prove di nuovi materiali sulle macchine OMET. Tutto con la finalità di migliorare non solo l’esperienza di acquisto di una nuova macchina, ma soprattutto di rendere più fluido il processo produttivo, rafforzando un rapporto di fiducia tra venditori e acquirenti.

In alto, l’inaugurazione dell’Innovation Park di OMET, all’interno del nuovo quartier generale con sede a Molteno (LC)

04/10/2022 14:43:04


SSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRA

BOBST punta tutto sui centri di competenza: esperienze sempre più su misura Nel 2020 BOBST ha preso la decisione strategica di cambiare il modo in cui relazionarsi con i clienti, abbandonando le dimostrazioni di macchine live, in occasione di eventi e fiere di settore, che comportano spese significative e un notevole impatto ambientale, per concentrare le forze sui propri centri di competenza, e fornire un servizio più efficace, conveniente e personalizzato, riducendo al contempo l'onere ambientale. I Centri di Competenza BOBST, dislocati in tutto il mondo, sono strutture uniche in cui le esigenze dei brand owner vengono sviluppate e presentate su scala produttiva. «I competence center sono veri e propri “laboratori in azione” dove accompagniamo i visitatori alla scoperta dell’intero processo, dalla progettazione fino alla realizzazione del prodotto finito». BOBST è stato un pioniere nella digitalizzazione, nell'automazione e nella connessione delle macchine da imballaggio. Questo gli consente di offrire linee di produzione complete – dalla lavorazione del substrato, alla stampa, alla finitura – con il più alto grado di automazione e integrazione per una produzione senza fermi macchina e senza guasti. I centri di competenza sono dunque la vetrina attraverso la quale i clienti hanno la possibilità di vedere, comprendere e testare queste soluzioni di stampa e trasformazione automatizzate e digitalizzate. Durante l’emergenza pandemica, si è avvertita l’esigenza di “virtualizzare” l'esperienza del cliente, con dimostrazioni in live streaming su tutte le apparecchiature presenti all’interno dei centri di competenza. Al momento, le visite possono essere effettuate sia in presenza che online. In entrambi i casi, i clienti possono avere a disposizione un momento di incontro con gli esperti presenti in loco, focalizzandosi su macchine, soluzioni per il flusso di lavoro, substrati e servizi in maniera personalizzata, a seconda delle

Forse non sapevi che... Il Bobst Competence Center a Mex ospita fustellatrici in piano, macchine per la stampa a caldo, piega-incolla, soluzioni digitali e all-in-one

Competence Center di Bobst nella sede di Mex, in Svizzera

loro richieste ed esigenze. «Le strutture offrono ai clienti l'ambiente ideale per effettuare prove e analisi di laboratorio, senza interrompere i programmi di produzione previsti nei loro stabilimenti. Nei nostri Centri di competenza offriamo corsi progettati per la formazione dei dipendenti a tutti i livelli, dall'operatore di macchina al manager. I nostri programmi si adattano al pubblico, sia che si tratti di una macchina nuova o vecchia, sia che si tratti di operatori esperti o appena assunti, sia che si tratti di formazione meccanica ed elettrica per il personale addetto alla manutenzione». I corsi di formazione sono tenuti da esperti BOBST all’interno dei Competence Center o direttamente presso i siti produttivi dei clienti. Vengono messi a disposizione anche apprendistati per garantire che le competenze e i valori dell’azienda siano trasmessi di generazione in generazione. Gli apprendistati offerti da BOBST si rivolgono a disegnatori, addetti meccatronici, impiegati commerciali, meccanici e molto altro. In totale, dal 1929 sono stati formati con successo più di 3.500 professionisiti e attualmente sono quasi 180 gli apprendisti in formazione.

33

SCENARI SHOWROOM.indd 33

04/10/2022 14:43:05


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

SCENARI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 2

Forse non sapevi che... La filosofia Kyosei venne introdotta dal primo presidente, Takeshi Mitarai, che fondò l’azienda nel 1937

Coinvolgere il cliente, in presenza e da remoto: la formula vincente dei CEC di Canon

34

Ripensare i modelli di interazione con clienti e partner, coniugando iniziative in presenza e da remoto, per creare un percorso esperienziale coinvolgente e al tempo stesso sicuro. Questa, negli ultimi anni, è stata una delle priorità per Canon che non solo ha proseguito con l’intenso e già consolidato programma di iniziative esistenti pre-pandemia, ma ha avviato un nuovo piano di attività formative, dimostrative e di networking sia nel Customer Experience Center di Poing che in quello a Cernusco sul Naviglio, alle porte di Milano. Il CEC di Poing è uno spazio di 6.000 m², che ha ereditato gli stabilimenti produttivi derivati dal mondo OCÉ, ed è oggi dedicato in maniera verticale all’ambito production. Inaugurato negli anni Novanta, inizialmente ospitava open house annuali, che si sono trasformati in un’esposizione permanente fino alla nascita dell’Experience Center che conosciamo oggi. Un luogo progettato per accogliere clienti e partner, simulando un reale ambiente di produzione per permettere ai visitatori di avere un’esperienza in tutto e per tutto simile a quella che vivono ogni giorno in azienda. Il palcoscenico presente, che aveva ospitato in passato tanti eventi in presenza, nei primi mesi della pandemia si è trasformato in teatro per demo virtuali e format in

SCENARI SHOWROOM.indd 34

streaming come il MAKE IT, lanciato proprio nel 2020. Un primo esperimento di successo: l’utilizzo del video fu talmente apprezzato dai clienti da spingere l’azienda a creare un corner per la registrazione di video. «Per Canon è importan-

te veicolare il concetto di Kyosei, cioè il “vivere e lavorare insieme per il bene comune", una filosofia che permea il rapporto con i dipendenti e la conduzione del nostro business – spiega Giuseppe D’Amelio, direttore marketing di Canon Italia – Soprattutto quando incontriamo nuovi clienti, che magari conoscono solo alcune nostre business unit, puntiamo a far conoscere l’azienda a 360 gradi. Ed è per questo che abbiamo introdotto la figura degli ambassador». Sia all’interno del CEC di Poing che in quello di Cernusco le soluzioni del segmento imaging sono affiancate a quelle del segmento stampa, proprio per porre l’accento sulla necessità di far convivere le diverse anime dell’azienda. Ma anche mostrare al clien-

te come sia possibile, attraverso l’integrazione tra diverse competenze, creare applicazioni destinate a mercati diversi: dal centro stampa al brand di moda. Anche il CEC in Italia, con sede a Cernusco sul Naviglio, ospita sale riunioni, spazi più riservati dedicati all’incontro coi clienti o all’organizzazione di eventi. «La presenza di sistemi di finitura in linea permette di simulare l’intero ciclo di vita di una produzione, sia che si tratti di accessori per gli interni sia applicazioni per il mondo del fashion. – prosegue D’Amelio – È sempre più importante offrire ai visitatori esperienze ibride. Vicino all’angolo dedicato ai designer di moda, mettiamo a disposizione il kit per fare le foto destinate all’e-commerce, che richiede tutta una

serie di accorgimenti (illuminazione corretta, sfondo bianco) per pubblicare prodotti online. Per il prossimo futuro, puntiamo a intensificare lo sviluppo della mixed reality, cioè il connubio tra fisico e digitale, mettendo a disposizione dei visitatori contenuti sempre nuovi e stimolanti. Una delle innovazioni a cui guardiamo con maggiore interesse è proprio quella del metaverso, con possibilità di introdurre dei digital twin».

04/10/2022 14:43:14


SSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRA

Forse non sapevi che... Lo showroom di Errelle con sede a Collegno (TO) occupa 400 m² e ospita macchine da stampa con luce da 160 cm fino a 320 cm

Errelle, tecnologie tuttigusti Errelle nasce nel 2002 dall’unione di un team dinamico ed efficiente che vanta più di 10 anni di esperienza nella stampa di grande formato. Fin dall’inizio della sua attività ha basato il proprio core business sull’assistenza tecnica e la ricerca delle migliori soluzioni professionali per la stampa digitale wide format, fornendo tecnologie e inchiostri sviluppati dai migliori player del mercato. «Abbiamo a disposizione gamma di soluzioni di stampa e taglio variegata, tutte interconnesse dal denominatore comune che è rappresentato dal software di gestione – spiega Bruno Pallo, marketing manager di Errelle – Il cliente che viene a trovarci può vivere lo spazio come una sorta di laboratorio vero e proprio, in cui effettuare test per capire quali sono le caratteristiche che vorrebbe vedere applicate a una determinata macchina. In questa sperimentazione rientrano anche le prove con diversi inchiostri, che danno risultati diversi a seconda dell’applicazione specifica che si vuole realizzare

e del supporto di partenza (vetro, alluminio, carta, cartone). L’integrazione con il software permette di simulare un’ecosistema di stampa digitale in ottica 4.0. I nostri tecnici sono inoltre a disposizione per effettuare interventi più o meno importanti sulle tecnologie, customizzandole a seconda dell’esigenza specifica di ciascun cliente».

L’experience center di SEI Laser «Non si tratta di un semplice showroom, è un ponte tra azienda e cliente, fiore all’occhiello della nostra realtà tutta italiana». Con queste parole Marco Schiavi, application manager, e Roberto Bonalumi, laser application department manager, hanno presentato l’Experience Center di SEI Laser, un’area dimostrativa di 1000 m² che ospita una parte significativa dei rivoluzionari sistemi laser di taglio, marcatura e incisione prodotti dagli avanguardisti bergamaschi. Per l’esattezza, gli spazi dell’experience center accolgono, dagli anni ‘90, anche open house tematiche e sales meeting internazionali, in cui vengono mostrati non solo i nuovi sviluppi tecnologici, ma anche le potenzialità applicative dei prodotti. I responsabili sono fiduciosi che con l’inizio del 2023 tali eventi possano tornare a svolgersi regolarmente tête à tête. Nel frattempo, amano ricordare con entusiasmo una partnership prestigiosa con Fedrigoni, società produttrice di materiali autoadesivi e carta per packaging, grafica, editoria etc. Grazie a delle demo non-stop, questa Open House ha permesso a centinaia di clienti di toccare con mano l’innovazione tecnologica e di mettersi alla guida della PaperOne, la soluzione laser più completa e veloce progettata per il finishing digitale e la fustellatura laser. Il tutto è stato possibile grazie alla presenza di personale

SCENARI SHOWROOM.indd 35

altamente qualificato nelle numerose applicazioni, capace non solo di interfacciassi direttamente con il cliente, ma anche di collaborare attivamente con la rete vendita. Ciononostante, se da un lato si ha l’obbligo di osservare e gioire dei risultati di oggi, dall’altro è necessario scommettere sul domani e SEI Laser non si tira di certo indietro: nel 2017 ha inaugurato un’area dedicata al textile e aprirà uno spazio espositivo di 2000 m² interamente dedicato al settore converting, con l’intenzione di “ospitare tecnologie laser sempre più all’avanguardia in modo da raggiungere la più alta eccellenza possibile grazie agli investimenti che l’azienda ha destinato alla creazione di un numero crescente di spazi a disposizione della propria sala dimostrativa, alla modernizzazione delle aree dedicate ai visitatori e all’incremento del numero di soluzioni laser per un parco macchine più completo possibile”.

35

04/10/2022 14:43:22


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

SCENARI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 2 Applicazioni realizzate da Luxoro

Luxoro ai Kurz Label Days Dal 20 giugno al 28 ottobre 2022, i produttori di etichette e imballaggi possono programmare la loro visita al quartier generale di Kurz a Fürth, vicino a Norimberga, per assistere alle Kurz Label Weeks. Una vera e propria fiera in-house di 400 metri quadrati il cui tema è “Engineering the Future of Embellishment’. Con questa iniziativa, il grande player internazionale di materiali per la nobilitazione non solo mette in mostra la sua esperienza come produttore di macchine, ma si pone come fornitore di soluzioni olistiche per il finishing. Anche la sostenibilità gioca un ruolo chiave durante l’evento: i contenuti e le relative iniziative saranno presentati in un’area dedicata. “In assenza di grandi fiere di settore come Drupa e Labelexpo, la casa madre ha deciso di organizzare queste sorta di formula “aperta” che non solo permette di osservare dal vico il processo di produzione di KURZ, ma anche aggiornarsi sulle evoluzioni a livello di dispositivi e applicazioni – spiega Marco Gaviglio, business manager per la grafica di Luxoro – Come partner italiano, coinvolgeremo un gruppo di designer e alcuni dei nostri clienti per mostrare la gamma di etichette realizzate in collaborazione con Avery Dennison, ponendo l’attenzione su progetti di punta come Make a mark e Box in box, che è uno degli elementi di novità a Luxepack. Sicuramente iniziative come questa contribuiscono a rafforzare l’idea del marchio Kurz come un partner affidabile che ha voglia di comunicare la propria expertise offrendo momenti di formazione e condivisione ai propri clienti e partner».

Fujifilm Peak Performance Print Experience

36

SCENARI SHOWROOM.indd 36

Dopo il successo della prima edizione del Peak Performance Print Experience nel 2021, Fujifilm ha

organizzato il secondo capitolo dell’evento il 29 settembre 2022 presso il Fujifilm Advanced Print Technology Centre di Bruxelles. Questo showroom nel cuore dell’Europa è l’epicentro delle attività di presentazione delle nuove tecnologie di stampa targate Fujifilm del nostro continente. Il Peak Performance Print Experience è l’occasione in cui lo spazio accoglie aziende

di stampa, ma anche i rivenditori e i partner, di tutta Europa per vedere in anteprima gli ultimi sviluppi nel portfolio di stampa digitale e per incontrare il management di Fujifilm con cui scambiare idee sulle strategie e sull’andamento del mercato. Il Fujifilm Advanced Print Technology Centre è organizzato come uno spazio aperto ma suddiviso idealmente

per aree tecnologiche che danno spazio alle macchine a toner, ai sistemi di grande formato, alle soluzioni inkjet a bobina e alle teste di stampa industriali Fujifilm. Non manca uno spazio dedicato ai software e al flusso di lavoro. Una carrellata di applicazioni e sample sono sempre a disposizione dei clienti.

05/10/22 12:51


SSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRA

Forse non sai che... Nel 2021 è stata siglata la fusione mediante incorporazione della società Konica Minolta IJ Textile Europe S.r.l. nella società Konica Minolta Business Solutions Italia Spa

Konica Minolta inaugura un centro d’eccellenza per il tessile in Italia Il centro dimostrativo e di formazione europeo per la stampa tessile digitale creato da Konica Minolta a Bregnano (CO) è l'unico showroom al mondo dove sono installati i sistemi all'avanguardia Nassenger SP-1 e Nassenger 10. Nei prossimi mesi è in programma l’installazione anche di una Nassenger 8 con cui verranno presentate importanti novità tecnologiche. La mission di questo progetto è di aiutare i clienti che utilizzano la tecnologia inkjet a ottenere un’esperienza concreta con i sistemi digitali più avanzati per la stampa su tessuto. Al momento la strategia prevede di investire nello sviluppo di nuove ed uniche soluzioni volte ad aiutare i propri clienti a raggiungere i livelli di ecosostenibilità richiesti. Attraverso l’utilizzo della nuova soluzione di “in-line pretreatment” i clienti potranno infatti puntare ad incrementare la sostenibilità dei propri processi e ridurre costi e sprechi energetici. A seguito della pandemia, vista l’impossibilità di spostarsi e incontrarsi di persona, il demo center di Bregnano si è rivelato estremamente utile ed innovativo. Il management ha organizzato, grazie alle più innovative tecnologie audio e video, “live demo” customizzate in remoto. Proprio una di queste iniziative, ha permesso di vendere la prima Nassenger 10 in Pakistan. Il centro non offre solo dimostrazioni della tecnologia Konica Minolta con uno scopo commerciale, ma è anche una struttura importante per la formazione e l’istruzione degli operatori del mercato della stampa tessile digitale.

A sinistra, alcune immagini del centro d’eccellenza per la stampa tessile inaugurato da Konica Minolta a Bregnano (CO)

Meccanotecnica Book The Future

E quando lo showroom non c’è, è possibile inventarlo. Come fa Meccanotecnica nella bellissima sede di Torre de’ Roveri (BG)

SCENARI SHOWROOM.indd 37

dove i tre stabilimenti produttivi dell’azienda sono circondati da un parco. Ogni quattro anni proprio in questa cornice, l’azienda organizza l’evento Book the Future, a cui partecipano diverse centinaia di clienti. All’interno dell’area dove si producono le macchine destinate al finishing per la stampa offset viene organizzata un’area espositiva, opportunamente allestita e delimitata ma

non completamente separata dalla produzione. Un’idea coinvolgente perché permette di creare un collegamento ideale tra la competenza dei tecnici al lavoro nell’assemblaggio delle macchine e la qualità dei prodotti realizzati con le tecnologie made in Meccanotecnica. L’evento della durata di quattro giorni – l’edizione 2022 si è svolta dal al settembre – è destinato a mostrare ai clienti provenienti da

tutto il mondo le linee di brossura di ultima generazione in funzione per mostrare il top delle prestazioni. “Book the Future ha un doppio significato: da una parte proietta i partecipanti verso le tecnologie il loro business nel futuro e dall’altro rassicura tutti gli stakeholder, dipendenti, compresi sulla solidità della nostra azienda” spiega Stefano Formentini, sales e marketing manager di Meccanotecnica.

37

04/10/2022 14:43:28


0 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAM

3

Lo ammetto, vi ho voluto stuzzicare già dal titolo. Per una volta, però, non mi sto riferendo a un uomo, ma a quello che potremmo definire un “meccanismo” già ampiamente studiato in economia, marketing e psicologia. Per approfondire il tema, partiamo della tanto a me cara metafora della relazione amorosa. Dunque, se una coppia riesce ad alimentare un’interazione virtuosa, le dinamiche basate su complicità, gratificazione reciproca, stupore e compiacimento, faranno crescere il legame, la condivisione, consolidando l’amore! Al contrario, la mancanza di attenzioni e le aspettative disattese alimenteranno un meccanismo vizioso che porterà a estraniarsi sempre di più dal “sistema coppia”. A questo punto starete pensando: “Questa ‘Marta Flavi di Tradate’ di cosa ci sta parlando?” Eccomi, arrivo al dunque. Questi meccanismi o circoli, come li chiamano in economia/marketing, viziosi o virtuosi, riguardano le relazioni amorose così come il rapporto tra il brand e il consumatore. Perché, alla fine, sempre di amore si sta parlando. E quindi, trasferendo la metafora in ambito di comunicazione, se il brand saprà alimentare l’attrazione, il rapporto fiduciario e la soddisfazione attiverà un circolo virtuoso con il cliente basato su fiducia, rispetto reciproco e fedeltà. Al contrario, se il brand deluderà le aspettative dell’utente, quest’ultimo si sentirà tradito, i suoi desideri saranno disattesi, tanto da renderlo predisposto al “tradimento”. Ma cosa deve comunicare il brand oggi per conquistare e fidelizzare il cliente? È noto a tutti che ormai da un paio di anni stiamo operando in un contesto economico complesso, contraddistinto da un mix di fattori che creano incertezza, per aziende e privati. E l’incertezza a volte paralizza. Nel dubbio, quando non si sa cosa sia giusto fare, alcuni preferiscono stare alla finestra a guardare. Le decisioni, gli investimenti, le comunicazioni vengono messi in standby in attesa di un chiaro di luna, che arriverà prima o poi, come ci insegna la storia fatta di corsi e ricorsi. Il mondo non si può fermare, deve ripartire, dicono gli esperti. Ma quando? Il punto su cui oggi vi invito a riflettere è: siamo sicuri che l’immobilismo sia la scelta migliore oppure le aziende virtuose dovrebbero farsi promotrici della ripartenza? E se sì, come?

NUOVI VALORI

Vizioso o virtuoso?

BRAND

Quando la comunicazione è emozione di Cristina Cortellezzi

Sexy BRAND In primis coltivando il proprio “orticello”. I vostri clienti cercano rassicurazioni, vogliono sentirsi amati, corteggiati, gratificati. Trasferite ai vostri clienti la certezza che voi ci siete, siete solidi, affidabili, trasparenti. Siete un partner di cui ci si può fidare, a cui affidarsi. Alimentate un circolo virtuoso, comunicando sicurezza e facendo sentire i vostri clienti “safe”, seppur in un contesto generale di incertezza. Questa è la base, ma nel nuovo paradigma serve un nuovo approccio al mercato. Gli eventi degli ultimi due anni hanno cambiato non solo le abitudini ma anche la scala valoriale del processo d’acquisto. Oggi è fondamentale capire quali nuovi valori stimolano gli acquirenti, quali bisogni secondari restano disattesi. Qui deve lavorare il nuovo marketing, puntando sui “desiderata limitrofi” che però possono fare la differenza. Il cliente fidelizzato sarà sempre più rassicurato e soddisfatto dal rapporto virtuoso con il proprio partner. Una soddisfazione che a cascata raggiungerà anche il mercato che dovete ancora conquistare, perché oggi più che mai il passaparola riveste un ruolo fondamentale nel processo decisionale. “Ah, sei davvero soddisfatto del tuo fornitore? Interessante, mi fido della tua esperienza e lo contatterò”. Questo è un circolo virtuoso, è ciò di cui abbiamo bisogno per superare un momento storico impegnativo, forti del nostro valore, del nostro spirito imprenditoriale e della qualità che possiamo offrire e che farà la differenza. Il vizioso ha i minuti contati! Potete inviare i vostri commenti a ilpoligrafico@strategogroup.net

Cristina Cortellezzi | CEO and Founder · PinKommunication

38

RUBRICA SEXY BRAND.indd 38

Per presentarmi lascio la parola ad alcuni clienti con cui ho collaborato negli anni. “Cristina appartiene a una specie di Foemina Komunicatrix Milanensis particolarmente evoluta. Quando abbiamo avuto bisogno di una Guida nell’Inferno dantesco della comunicazione, ci siamo rivolti a lei - una specie di Virgilio e Beatrice messi assieme - ed è stata Divina”, Patrizio Roversi – Turisti per caso. “In 20 giorni, sotto ferragosto, abbiamo organizzato una

press conference a cui hanno partecipato un centinaio di giornalisti: un successone! Non solo comunicazione, ma tante idee e proposte per lo sviluppo dell’attività”, Andrea Vai – Lidl Italia. “Capacità di proporre contenuti che si sanno ‘far leggere’ nell’affollato mondo dell’informazione. Tutto questo condito da uno staff disponibile e sorridente, dote rara nel mondo frenetico della comunicazione”, Vittorio Neri – Roland.

04/10/2022 14:46:34


MAKE IT

BIG

TI ASPETTIAMO A VISCOM Visita Canon a Viscom 2022, presso la Fiera Milano Rho nel padiglione 8, stand C01/D08 dal 13 al 15 ottobre e sperimenta nuove brillanti applicazioni con FLXfinish+. Scopri una produttività senza precedenti grazie alla tecnologia Flow, straordinaria e unica nel suo genere! Oltre a Colorado 1630-1650 e ad Arizona 2380 XTF troverai imagePRESS V1000, un moderno sistema di stampa digitale a colore a foglio che integra la collaudata tecnologia Canon imagePRESS con avanzate funzionalità e prestazioni mai proposte prima nel settore del professional print e il sistema grande formato imagePROGRAF GP-4000, per un impiego professionale nel campo delle Arti Grafiche che consente di realizzare lavorazioni sempre più particolari. Grazie al suo inchiostro Pink Flow, è certificato PANTONE PASTEL & NEON GUIDE Coated. Ti aspettiamo! Registrati per avere un ingresso gratuito e vieni a visitare Canon presso il padiglione 8, stand C01/D08 Milano Fiera Rho, 13 - 15 ottobre 2022

www.viscomitalia.it

ADV CANON.indd 39

04/10/2022 15:43:34


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

I dati in Italia nel 2021 di Fabrizio Salmi e Federico Saporiti

SCENARI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO

Garante Privacy: +56% i provvedimenti e oltre 13 milioni di euro di sanzioni. Presentata alle Camere la "Relazione sull'attività 2021". La relazione è un documento che riepiloga le attività e gli interventi diretti del Garante nel campo della difesa e tutela dei dati personali.

La Relazione, che cade nell’anno in cui l’Autorità celebra i 25 anni di attività, illustra i diversi e delicati fronti sui quali l’Autorità è stata impegnata nel far rispettare i diritti fondamentali delle persone e i principi alla base della legislazione in materia di privacy, anche alla luce del nuovo Regolamento Ue, e indica i nuovi scenari con i quali si sta misurando la protezione dei dati. Con le parole dell’Autorità:

"La Relazione illustra i diversi fronti sui quali è stata impegnata l'Autorità nel corso di un anno caratterizzato ancora dall’impatto dell’emergenza sanitaria su tutti i settori della vita nazionale e dal ricorso massiccio alle piattaforme online. La necessità di assicurare, da una parte, un funzionale trattamento dei dati - in particolare di quelli sulla salute - e, dall’altra, il rispetto dei diritti delle persone, ha visto il Garante impegnato in una costante opera di bilanciamento al momento di fornire pareri o di indicare misure di garanzia per tutelare i diritti della persona".

40

SCENARI SALMI.indd 40

Sono stati 9.184 i reclami, 448 i provvedimenti collegiali adottati nel 2021 dal Garante per la protezione dei dati personali, con un aumento di oltre 56% rispetto all’anno precedente. I provvedimenti correttivi e sanzionatori sono stati 388, mentre le sanzioni riscosse sono state di circa 13 milioni 500 mila euro. Significativo il numero dei data breach notificati nel 2021 al Garante da parte di soggetti pubblici e privati. Se ne contano 2.071, con un aumento di circa il 50% rispetto al 2020. Molti dei data breach notificati sono stati relativi alla diffusione di dati sanitari e hanno portato anche a sanzioni. Questi alcuni dei numeri presentati nel report annuale presentato dall’Autorità Garante. Il report presentato dal Garante evidenzia una sempre maggiore presa di coscienza da parte dei soggetti interessati dell’importanza della tutela dei propri dati personali e un incremento dell’attività ispettiva.

04/10/2022 14:40:55


CONTENUTO DISPONIBILE SU RIVISTA CARTACEA CLICCA QUI PER ABBONARTI


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

INCHIESTA • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFI

Aziende Ricambio generazionale nell’industria grafica di Achille Perego

Una marcia lenta verso il ricambio generazionale e il superamento del gender gap: perché se è vero che negli ultimi anni è aumentata la quota di under 40 e quella “rosa” dentro e ai vertici delle aziende grafiche e cartotecniche, di strada ne resta ancora molta da fare, sia nelle imprese sia nelle associazioni imprenditoriali

42

SCENARI PEREGO.indd 42

A sottolineare che di strada “ne resta ancora molta da fare. Sia nelle imprese sia nelle stesse associazioni imprenditoriali” è il presidente di Assografici, Emilio Albertini, alla guida di Albertini Packaging Group. Numeri precisi che fotografino nel mondo della stampa l’attuale situazione del ricambio generazionale e, sul fronte della governance, l’inclusione femminile, non ci sono. L’anno scorso da un brainstorming interno di Assografici sulla presenza femminile in posizioni apicali, per iniziare a comprendere le dinamiche e delineare lo stato dell’arte, era emerso un panorama variegato ma anche i passi in avanti nell’ingresso nelle aziende delle donne, anche all’interno del ricambio generazionale, con una ventina di imprenditrici che avevano portato la loro testimonianza. Un buon numero, certo, ma sicuramente ancora modesto rispetto alla prevalente presenza maschile ai vertici delle aziende grafico-cartotecniche. Così come l’età media dei capi-azienda, dell’imprenditore familiare che ha fondato l’impresa o appartiene alle successive generazioni, sia ancora alta. E l’arrivo sul ponte di comando dei giovani non sia né così immediato né così scontato. E quando questo passaggio non è stato preparato o non avviene spesso le aziende finiscono per essere acquisite o, peggio, destinate a una cessazione dell’attività perché in realtà molto piccole, rispetto a quelle più grandi, è più difficile che entri in

05/10/2022 10:36:39


CONTENUTO DISPONIBILE SU RIVISTA CARTACEA CLICCA QUI PER ABBONARTI


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

Monica Scorzino, vicedirettore generale di Assografici

Per fotografare la situazione rispetto alla presenza di under 40 stiamo realizzando una mappatura sui giovani nelle imprese associate. Iniziativa che servirà anche a rilanciare il gruppo Giovani imprenditori di Assografici.

INCHIESTA • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFI

Alcuni esempi di successo Gli esempi nel mondo della stampa di “passaggi” per tempo per fortuna non mancano dai grandi gruppi come Rotolito, dove da anni nella guida dell’azienda al padre-fondatore Paolo Bandecchi e ai manager si sono affiancati con incarichi sempre più di responsabilità i figli Emanuele, Simone e Federico, a realtà in forte crescita come il Gruppo Sada di Salerno – 5 aziende con 7 stabilimenti in Italia e circa 550 occupati – dove recentemente, spiega Valentina Sada, responsabile marketing e comunicazione, i board sono stati allargati a cinque dei sei figli della quinta generazione della famiglia: Domenico, Mariangela, Sabrina, Alfonso e Maria Eugenia. Un passaggio di grande rilevanza, aggiunge Valentina, perché “siamo tutti fortemente motivati ed entusiasti di continuare nel solco dei valori trasmessi dalle generazioni precedenti”.

Paolo Bandecchi, presidente e Ceo di Rotolito, con i figli Emanuele, Simone e Federico

Patto di famiglia, introdotto nel nostro ordinamento con la legge numero 55 del 14 febbraio 2006 e successive modificazioni e che consente al titolare dell’impresa di anticipare il momento del trasferimento dell’azienda o delle partecipazioni sociali ai discendenti o al discendente che si reputi più adatto alla gestione dell’impresa. Si tratta di un contratto plurilaterale che consente di realizzare diverse finalità fra cui prevenire ed evitare l’insorgere di liti ereditarie, tutelare il valore e la capacità occupazionale delle aziende familiari, assegnare il controllo societario ai soggetti ritenuti dall’imprenditore capaci di garantire la continuità gestionale dell’impresa.

I passaggi necessari

44

Di per sé però – lo dicono le statistiche – non è servito più di tanto a incentivare il ricambio generazionale per il quale andrebbero applicate molte delle regole elaborate per esempio qualche anno fa dall’Ascri, associazione a suo tempo nata per prevenire le crisi d’impresa. Tra queste la presa di coscienza da parte dell’imprenditore del fatto che un familiare non portato per l’azienda non sia un minus, il non utilizzare il capitale dell’impresa a leva per eventuali liquidazioni ai soci o familiari e coltivare un manager all’interno dell’azienda che possa eventualmente “stampellare” l’emergenza del passaggio generazionale. Un pregiudizio da superare consiste nel non dover scartare a priori l’idea di appoggiarsi a un fondo di private equity qualora non si individui un passaggio generazionale in grado di cavalcare la crescita. Occorre un management in grado di mettere in atto con calma e sangue freddo le strategia per mantenere coese le persone e i soci in quanto è importante che ciascuno abbia un proprio ruolo e riconosca implicitamente il leader e, infine, prepararsi per tempo perché un passaggio generazionale imposto per tragici eventi può capitare a tutti.

SCENARI PEREGO.indd 44

Anche nelle piccole imprese Ma il ricambio generazionale indolore riguarda anche le imprese più piccole. Come la milanese Map Rilega dove il trentacinquenne Andrea Sciolino nel 2016 ha rilevato l’azienda dalla madre Paola Milazzo. Un passaggio generazionale, come spiega Sciolino, avvenuto con il pensionamento della mamma e senza traumi e che ha portato a investire nell’impresa, con il nuovo impianto di legatoria, specializzato in particolare nelle spirali wireo, realizzato un paio d’anni fa a Paderno Dugnano. Per Andrea Sciolino, fin da piccolo, come si dice, al lavoro nell’azienda di famiglia, si è trattata di una scelta quasi obbligata mentre il fratello aveva deciso di dedicarsi ad altre attività. Ma vissuta consapevolmente e con soddisfazione. E il rapporto con sua madre? “Non ci sono mai stati problemi – risponde – Fin dal passaggio di consegne ho avuto piena responsabilità nella guida dell’azienda dove mia mamma viene ancora saltuariamente ogni tanto per qualche piccolo lavoretto e alla quale comunque quando serve chiedo sempre un consiglio…”

05/10/2022 10:36:48


FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIG

Non è sempre facile Il passaggio generazionale però a volte può essere più complicato. Com’è successo per esempio in un’impresa storica e familiare come Eurolabel di Lainate produttrice di etichette autoadesive, guidata, insieme con il marito e i figli, dalla cinquantacinquenne Elisabetta Brambilla. Presidente dal 2013 quando Elisabetta con il fratello sono, si può dire, riusciti a imporre il ricambio generazionale mettendo una sorta di aut aut alla forte presenza della mamma, Lidia Cattaneo. “Fino ad allora – ricorda Elisabetta – mi chiamavano la figlia della signora Lidia. Nulla di male. E devo dire che, come donna, non ho mai incontrato particolari difficoltà nel settore. Ma nel passaggio generazionale con mia madre credo sia subentrata anche una certa competizione e ri-

portato a far entrare con incarichi di livello in Albertini Packaging Group due dei suoi tre figli – Mickal Sovieski, amministratore delegato, e Maria Luisa Albertini, direttrice dello stabilimento in Serbia – sapendo quanto sia importante, in questo percorso, un’adeguata gavetta sia all’interno sia fuori l’impresa di famiglia. Quella gavetta che ha caratterizzato anche il percorso professionale e in azienda della cinquantenne Nicole Tassotti, che si occupa, dal marketing alla produzione, dal design allo sviluppo dei prodotti, delle attività dell’azienda Grafiche Tassotti di Bassano del Grappa che, recuperando la tradizione delle stampe da regalo della settecentesca e storica tipografia Remondini, è diventata oggi un brand della cartoleria. “Un’azienda al femminile, con 15 donne su 18 dipendenti”, ricorda

Valentina Sada, responsabile marketing e comunicazione Gruppo Sada

Elisabetta Brambilla, dal 2013 presidente di Eurolabel, è stata di recente rieletta presidente di Gipea

Mickal Sovieski amministratore delegato di Albertini Packaging Group valità femminile”. Le difficoltà quindi sono state quelle di riuscire ad avere le responsabilità in azienda per cui, aggiunge Elisabetta Brambilla, “è servito un vero e proprio taglio netto con i nostri genitori altrimenti la convivenza sarebbe stata difficile”. Ma in tutte le aziende, come in Eurolabel, l’apporto delle nuove generazioni è fondamentale anche per adeguarsi a tempi che cambiano, all’insegna dell’innovazione, del digitale e delle nuove tecnologie. Un’evoluzione fondamentale, anche dal punto degli investimenti, che richiede un approccio verso il quale, anche per motivi di età, l’imprenditore, diciamo così anziano, si mostra più conservatore. Invece, preparare le nuove leve è fondamentale anche per la sopravvivenza dell’impresa sebbene, riferendosi in generale al settore, Albertini riconosce che questo richieda impegno e apertura culturale. Quelli che hanno

SCENARI PEREGO.indd 45

Il panorama dell’inclusione femminile nelle aziende grafico-cartotecniche è molto variegato. Al superamento del gender gap nelle aziende è dedicata una parte del progetto FpS lanciato lo scorso marzo da Federazione carta e Grafica per la Sostenibilità. Elisabetta Bottazzoli, project leader Federazione Carta e Grafica

45

05/10/2022 10:36:51


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

INCHIESTA • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFI

Alessandro Minichilli, professore ordinario del Dipartimento di Management e Tecnologia dell’Università Bocconi

Il problema del ricambio generazionale è soprattutto culturale. E si collega alla difficoltà di chi per una vita ha guidato la sua azienda di lasciarne il comando anche ai figli. Così si ritarda l’assunzione di vere responsabilità di comando alle nuove generazioni. Catia Cantelli e Federica Mazza, mamma e figlia, rispettivamente Ceo e responsabile commerciale di Rotocel

Nicole Tassotti, ma dove il papà-fondatore Giorgio a 88 anni è ancora presidente rinviando così, almeno formalmente, il ricambio generazionale ai vertici.

La presenza femminile ai vertici aziendali

46

SCENARI PEREGO.indd 46

Se nel mondo delle aziende grafiche e cartotecniche si vivono, sul fronte del ricambio generazionale le stesse difficoltà e i traguardi che incontrano e si raggiungono un po’ in tutte le Pmi italiane, più accentuato sembra essere il gender gap. Quella storica, minore, presenza femminile. Un po’ per un settore da sempre considerato maschile e un po’ per aver relegato le quote rose ad ambiti più lontani dai ponti di comando, come il marketing, la comunicazione e gli impieghi amministrativi. Indubbiamente, ricorda Elisabetta Bottazzoli, il panorama dell’inclusione femminile nelle aziende grafico-cartotecniche è molto variegato. E proprio al superamento del gender gap è dedicata una parte del progetto sostenibilità che vede impegnata la filiera carta e grafica con la Federazione e di cui Bottazzoli è project leader. Lanciato lo scorso marzo il progetto FpS, Federazione carta e Grafica per la Sostenibilità mette a disposizione della aziende associate ad Acimga, Assocarta e Assografici, una metodologia integrata – con un protocollo e un software – che rende possibile monitorare e rendicontare le performance ambientali, sociali ed economiche rispondendo ai principali standard internazionali

Lara Botta ha portato avanti la tradizione di famiglia sull'esempio della nonna Alfonsina, diventando vicepresidente di Botta Packaging

e rispettando le linee di indirizzo delle più autorevoli fonti, nazionali, europee e internazionali sui temi della sostenibilità e dell’economia circolare, con una costante coerenza ai criteri della finanza sostenibile. Grazie alla piattaforma FpS-TOOL sviluppata dalla Federazione Carta e Grafica, con la collaborazione di BDO, del Forum Finanza Sostenibile e di Re2N, e certificata da SGS, si può avere accesso a un documento di self assessment strategico da utilizzare (a scopo esclusivamente interno) per verificare il proprio livello di presidio dei temi della sostenibilità e dell’economia circolare e avviare una riflessione su opportunità e criticità. E tra le opportunità e criticità rientra anche l’importante aspetto della presenza femminile nelle imprese del settore. E soprattutto il loro ruolo. Destinato a crescere ma anche con importanti esempi del passato.

Quando la “quota rosa” si eredita Catia Cantelli e Federica Mazza, mamma e figlia rispettivamente Ceo e responsabile commerciale di Rotocel, hanno ereditato da nonna Ida la passione per la stampa che ha guidato prima di loro l’azienda di stampa di famiglia. Mentre in Botta EcoPackaging di Trezzano sul Naviglio Lara Botta prosegue la tradizione di famiglia sulla scia della nonna Alfonsina, fondatrice nel 1947 dell’azienda. Esempio di come anche un’impresa di stampa possa avere una guida “rosa” e dove si possano coniugare l’esperienza delle vecchie e nuove generazioni con presidente di EcoPackaging il padre Floriano e vicepresidenti Lara e il fratello Flavio. “Facendo sì che tutte le esperienze e le generazioni della famiglia – chiosa Lara – portino il loro contributo, e, nel nostro caso, il padre rappresenti ancora un pilastro e noi figli possiamo assumerci, anche con la libertà di sbagliare, decisioni e responsabilità”.

05/10/2022 10:36:53


0 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAM

HP EcoSolution,

Attivo dall’inizio del 2022, il programma HP EcoSolution ha già certificato oltre 40 aziende con sistemi HP Latex L’anima green di HP Latex è un plus indiscusso sin dagli esordi di questa rivoluzionaria tecnologia. Il lancio delle prime macchine Latex nel 2008 e, a seguire le successive evoluzioni, hanno portato la comunicazione visiva a un next step per quanto riguarda il rispetto del pianeta durante l’intero ciclo di vita di uno stampato di grande formato: a cominciare dalla salute degli operatori e delle persone che utilizzano i prodotti stampati, passando per la sicurezza degli ambienti in cui le applicazioni sono impiegate, fino al momento del loro smaltimento. Tra i progetti che vedono HP andare oltre il ruolo di fornitore di tecnologia per supportare i propri clienti ad affrontare le sfide del mercato, c’è il programma HP EcoSolution. Si tratta di uno strumento di formazione pensato per i fornitori di servizi di stampa che desiderano approfondire le opportunità offerte dai sistemi HP Latex per ridurre l’impatto ambientale. Caratterizzato da un livello base e uno avanzato, il programma HP EcoSolution offre un percorso di formazione gratuito per chi acquista una soluzione di stampa HP Latex, ed è rivolto a tutte le aziende di stampa che propongono lavori e progetti sostenibili. Viene erogato agli operatori interessati attraverso una serie di webinar che possono essere seguiti da remoto nelle tempistiche decise dall’utente. “Il programma HP EcoSolution è partito dal 2022 e a oggi sono certificate oltre 40 aziende con soluzioni di stampa HP Latex con elevati volumi di stampa – spiega Micol Padoan, Country Marketing Manager HP Large Format Printing – I clienti che hanno ottenuto la certificazione HP EcoSolution Trained Prin-

PUBLIRED HP.indd 47

ting Company sono oggi in grado elaborare strategie olistiche nei confronti dell’eco-sostenibilità che permette loro di avere benefici in termini di crescita della brand reputation, del loro vantaggio competitivo e delle prospettive di business a breve e lungo termine”. HP EcoSolution segue i fornitori di servizi di stampa nell’analisi dei loro requisiti di eco-sostenibilità aiutandoli a verificare se sono facilmente documentabili e se le loro misure adottate in merito sono ben assimilate all’interno dei processi aziendali. Propone argomenti di approfondimento che spaziano tra certificazioni ambientali necessarie nel mondo della stampa, schede di sicurezza e i documenti disponibili, ciclo di vita completo delle stampe di grande formato, incluso smaltimento, recupero, ri-utilizzo e riciclo. Inoltre mostra come praticare una riduzione degli sprechi di energia e materiali riducendo al contempo le possibilità di errore, impiegando ad esempio profili colore specifici. Una selezione è dedicata ai materiali cosiddetti eco-conscious, ovvero sia quei supporti di stampa che provengono da fonti riciclate e/o che sono a loro volta riciclabili. “Una maggior consapevolezza e competenza nei confronti delle tematiche ambientali permette agli stampatori di essere a loro volta maggiormente propositivi verso l’end user” conclude Micol Padoan “Per un brand scegliere un fornitore di stampa con certificazione HP EcoSolution Trained Printing Company significa avere garanzia di un elevato profilo di sostenibilità”.

COMUNICAZIONE D’IMPRESA

cultura green per un business sostenibile

47

04/10/2022 14:32:50


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

SCENARI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO

HP ha messo in campo a livello globale il progetto Reinventing Creativity, un servizio di cocreation che consente ai brand di passare da un’idea di una campagna di marketing o da un progetto di restyling di una linea pack direttamente al sample stampato e allestito in tempi rapidissimi

Reinventare la creatività Ci avevano parlato dell’entusiasmo contagioso di Jose Gorbea, detto Pepe, ma incontrarlo è stata un’esperienza coinvolgente al di sopra delle aspettative: è raro imbattersi in personalità di questo calibro. Il suo ruolo in HP è global head of brands and agencies innovation e il suo lavoro consiste nell’esprimere la vicinanza di HP nei confronti dei brand che desiderano conoscere le potenzialità della stampa digitale per convertirle in progetti a valore aggiunto basati sull’impiego iper-creativo della personalizzazione. E fin qui sembra non esserci niente di nuovo: è la modalità inclusiva di Jose a fare la differenza. Non si tratta solo di abbattere le barriere formali e culturali, che storicamente esistono tra brand e team creativi nei confronti dello stampatore, ma di sovvertire il paradigma che vuole la stampa subordinata alla supremazia della comunicazione digitale. Nel progetto Reinventing Creativity, la stampa gioca il ruolo da vera protagonista.

e anche per i brand ispirandoli e supportandoli nelle loro attività. “Abbiamo generato una catena del valore che sfrutta potenzialità offerte dai sistemi di stampa e dalle soluzioni HP come leva di differenziazione del prodotto e di coinvolgimento del consumatore, offrendo una soluzione dall’idea al progetto realizzato in real time” aggiunge Jose.

Insieme possiamo fare la differenza Colmare il divario tra gli attori della comunicazione è stato il primo step: Jose ha portato nel proprio team professionisti che parlano il linguaggio dei brand per iniziare da subito stabilendo un contatto “human to human” come lo definisce lui. “Siamo la generazione della co-creation insieme possiamo fare la differenza” spiega, questo assunto sta alla base del metodo creativo proposto da Reinventing Creativity che rende necessario educare, capire, confrontarsi nel contesto di workshop e incontri prima di passare alla parte esecutiva. In pratica il team di Jose si rivolge ai brand e alle agenzie, con

Coinvolgere i brand

48

SCENARI REINVENTARE CREATIVITA.indd 48

“Il mondo e in particolar modo quello della comunicazione cambia a una velocità pazzesca, più rapidamente della capacità umana di adeguarsi ai nuovi paradigmi: quello che funzionava ieri, oggi è già sorpassato. La sfida che i brand si trovano ad affrontare è far emergere i loro messaggi nel flusso ininterrotto di input, informazioni e spesso anche fake news proposto dai diversi media digitali e non, per raggiungere i loro clienti” spiega Jose, sottolineando che per dare via al progetto Reinventing Creativity si è domandato “qual è il ruolo di un produttore leader tecnologia di stampa digitale in questo flusso?” Certamente non è più solo quello di fornitore, ma quello di parte attiva nel creare valore per i propri clienti

05/10/2022 11:15:45

c


à

con la stampa digitale

questo messaggio “ti capisco, puoi raccontarmi le tue idee, parlarmi dei tuoi progetti e io ti offro le soluzioni più innovative per farli diventare immediatamente realtà”. Un approccio unico che, come spiega Jose “nella nostra industria nessun altro fornitore di tecnologia è in grado di offrire questo elevato livello di collaborazione con i brand”.

Dall’idea alla realtà In prima battuta gli esperti di Reinventing Creativity incontrano il brand, in una delle tre sedi HP di Atlanta, Barcellona o Singapore per una sessione conoscitiva in cui le persone incaricate raccontano la storia dell’azienda, mission, vision, aspettative, linee di prodotti e servizi. Il secondo giorno viene coinvolto più direttamente il reparto creativo o l’agenzia nel corso di un innovation workshop che si chiama HP Garage: in questa fase si parla del progetto, si esamina il concept e si elaborano possibili soluzioni. Anche se ne verrà scelta una solitamente si lavora a più di una proposta. “Questo è molto importante perché enfatizza ancora di più le possibilità applicative della tecnologia di stampa HP e aiuta a fidelizzare il nostro rapporto con il brand, un’esperienza così inclusiva e con

SCENARI REINVENTARE CREATIVITA.indd 49

di Alexia Rizzi

risultati così sorprendenti in termini non solo qualità m anche di immediatezza di risultato non si dimenticano ”. Nella giornata successiva i responsabili del brand sono invitati alla presentazione dei progetti finiti. Mentre Jose ci racconta questo incredibile iter creativo, ci mostra un video in cui è ripresa l’espressione incredula ed entusiastica della marketing manager di un’azienda di cosmetica quando vede i nuovi pack stampati per una nuova linea di prodotto. La sua espressione è “WOW” sia per l’apprezzamento del lavoro eseguito ma anche perché non aveva mai avuto modo di vedere da vicino il processo di produzione. Questo processo virtuoso di co-creation crea legami duraturi tra il fornitore di tecnologie e il brand dando vita progetti importanti che quando vanno in produzione su larga scala coinvolgono e aziende di stampa clienti di HP per l’esecuzione. Sono molti i casi di successo che testimoniano il valore di Reinventing Creativity. Il progetti di personalizzazione di packaging “Dedicato a te” di Barilla, Nescafe, Amarula, Milka, Acqua d’Or ma anche delle copertine della rivista Elle… solo per citarne alcuni!

Alcuni dei sorprendenti progetti di personalizzazione che coinvolgono top brand mainstream realizzati e stampati grazie al lavoro del team di Reinventing Creativity di HP

SSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGR

49

05/10/2022 11:15:48


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

EVENTI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 •

Il grande ritorno di PRINTING United Expo Dopo tre lunghi anni di stop a causa della pandemia, torna PRINTING United Expo, che la Printing United Alliance – associazione che organizza l’evento – descrive come “la fiera più completa e dinamica del settore della stampa al mondo”. All’appuntamento fieristico, che si svolge dal 19 al 21 ottobre 2022 presso il Las Vegas Convention Center di Las Vegas in Nevada, e che finalmente potrà riprendere la sua cadenza annuale, sono attesi centinaia di espositori e decine di migliaia di stampatori. I visitatori potranno assistere a dimostrazioni pratiche di sistemi che abbracciano l’intera filiera della stampa, iniziative formative, conferenze e opportunità di networking. Sono circa 700 gli espositori in tutti i segmenti del settore che animeranno l'area espositiva dell'Expo esibendo dimostrazioni dal vivo delle ultime tecnologie e soluzioni di ultima generazione. Sono aziende leader provenienti da tutto il mondo che rappresentano ognuno dei segmenti verticali del mercato del printing, offrendo una panoramica globale della filiera che comprende:

I visitatori saranno coinvolti in demo live durante le quali avranno la possibilità di confrontarsi direttamente con i tecnici e gli esperti e assistere in diretta a lanci mondiali di nuovi prodotti scoprendo inedite potenzialità della stampa, materiali innovativi e applicazioni creative. Un’esperienza stimolante sia per chi sta valutando un investimento specifico sia per chi desidera avere una panoramica generale per aggiornarsi e conoscere nuove tecnologie, ma anche per chi desidera diversificare la propria offerta di prodotti per aprirsi a nuove opportunità di business. Il Keynote Theatre ospita un fitto programma di conferenze e di interventi da parte di guru dei diversi settori e da personalità di spicco, in grado di offrire al pubblico di professionisti importanti spunti per implementare sistemi, soluzioni e strategie di business. Il Café and Beer Garden posizionato nell'area Apparel Zone è aperto a chi desideri prendersi una pausa per incontrare i colleghi del settore di tutto il mondo cogliendo l’occasione per fare networking in un clima informale. PRINTING United Expo è un appuntamento sempre molto ambito per la sua unicità e si svolge in una delle città più attraenti del mondo. A maggior ragione l’edizione del 2022 è attesa con particolare entusiasmo dall’affezionato pubblico americano: dopo tre anni di assenza è molto forte il desiderio degli operatori del settore di tornare a incontrarsi in presenza in un’atmosfera globale in cui è possibile avere una panoramica dell’intero mondo della stampa in un’unica manifestazione.

Dal 19 al 21 ottobre 2022 presso il Las Vegas Convention Center va in scena PRINTING United Expo, una delle fiere del macrocosmo della stampa più importanti al mondo, teatro tra i più attesi nuovi annunci di prodotto da parte dei maggiori leader tecnologici globali.

50

• Abbigliamento • Stampa commerciale • Grafica/Grande formato • Elettronica industriale e stampata • Mailing, shipping e fulfillment • Packaging ed etichette • Prodotti promozionali • Tessile e interior decoration

EVENTI PRINTING UNITED.indd 50

www.printingunited.com 05/10/2022 11:27:58


PERCHÉ CONTIAMO SU KOMORI?

‘ ORA POSSIAMO STAMPARE ETICHETTE PIÙ CREATIVE IN MODO ECONOMICO.’ Gökhan Öztel Vice Chairman Ilketap Etiket, Bursa, Turkey

In qualità di decisore del business della stampa, competi in un settore in rapida evoluzione. Per mantenere il successo, dovrai adattarti più velocemente che mai. Avere Komori come fornitore di soluzioni di stampa farà la differenza. La società di stampa turca Ilketap conta su di noi dal 1994. Di recente lo abbiamo fatto, aiutandoli creando una configurazione Komori G40 Advance che stampa etichette con inchiostri metallizzati in un unico passaggio. Portando la produzione ad un livello più creativo, veloce e redditizio. Abbracciamo insieme il cambiamento e iniziamo a realizzare i tuoi obiettivi di business. Contattaci su komori.eu.

Komori Italia S.r.l. | Via Enrico Fermi No. 44 20057, Assago (MI), Italy | +39 024 888 4811 | info@komori.eu

ADV KOMORI.indd 51

05/10/2022 11:42:40


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

SCENARI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO

Il service nell’era dell’Industry 5.0

52

Così come nel sempre più competitivo mondo del BtoC, l’after sale di prodotti tecnologici sta assumendo un ruolo marcatamente strategico nella scelta di acquisto oltre a essere un elemento indispensabile per sostenere la fidelizzazione del cliente finale, anche nel BtoB altamente verticale come quello della fornitura di attrezzature per stampa, prestampa e finishing, il service è fondamentale per la relazione che il cliente ha con il fornitore. Un altro concetto che ha preso prepotentemente spazio nell’ambito dei servizi è quello del phygital. La pandemia ha accelerato un trend che già fisiologicamente si stava affermando. Negli ultimi due anni abbiamo tutti sperimentato e successivamente teorizzato sulle lunghe giornate passate davanti a uno schermo alle prese con le diverse piattaforme per le video conferenze; abbiamo assistito a eventi e demo virtuali e, non ultimo, ci siamo trovati – specialmente durante il lockdown – a dover dare la precedenza all’impiego di servizi di assistenza e training da remoto. Tutto questo è diventato parte del new normal in cui mondo fisico e digitale sono sempre più complementari e complici diventando un tutt’uno quando le aziende di stampa si trovano a interagire con i fornitori. Il mondo del service e dell’after sale segue questa tendenza grazie all’inclusione sempre più spinta dello IOT e dell’AI nelle macchine di ultima generazione. Per questo i produttori di tecnologia si sono organizzati per mettere a punto pacchetti modulari in cui supporto remoto e intervento on site generano un’offerta integrata in grado di garantire la massima efficienza, rispondendo così alle diverse esigenze delle aziende di stampa e converting. Ma anche per far fronte alle diverse necessità di intervento che dipendono dal modello di business, dal tipo di applicazioni prodotte e dalla tipologia di parco macchine installato. Il supporto tecnico assiste il cliente anche per quanto riguarda l’aggiornamento del training degli operatori nel corso degli upgrade dei software a bordo macchina. L’elettronica sempre più sofisticata di cui sono dotate le macchine se da una parte permette una connettività continua con la produzione con la possibilità di monitorare i processi anche dallo smartphone, dall’altra offre applicazioni sempre più sofisticate che consentono analisi, statistiche e reporting. Raccolta dati a supporto di una pianificazione sempre più precisa ed efficiente della manutenzione predittiva e preventiva finalizzata a prolungare la vita delle macchine e di

PUBLIRED MULLER MARTINI-deleted26250.indd 52

conseguenza ad accrescere l’efficienza delle macchine. Come è cambiato dunque il service nell’era dell’Industry 5.0? Come affrontano i produttori di tecnologie le criticità dell’attuale momento storico in cui il reperimento di consumabili e parti di ricambio è particolarmente difficoltoso. E quali sono le esigenze contemporanee delle aziende di stampa in merito al supporto.

Abbiamo chiesto a Rodolfo Guglielmetti, region service director Western Europe di Müller Martini, di aiutarci a fare una fotografia dello stato dell’arte dei modelli contemporanei di servizio after sale nel settore dei sistemi di finitura entrando nel dettaglio dell’offerta del produttore svizzero. “La pandemia ha generato un’accelerazione della tendenza già in atto a trasferire in remoto quegli interventi di manutenzione che è possibile diagnosticare se non addirittura risolvere a distanza” spiega Guglielmetti. “Anche per Müller Martini l’assistenza da remoto è il prodotto di maggior successo in termini numerici e come tasso di fidelizzazione dei clienti per quanto riguarda il service”. Il servizio da remoto inteso come intervento online del tecnico che accede attraverso strumenti informatici e opera a distanza

direttamente sull’impianto richiede che le macchine coinvolte siano quelle più moderne, ovvero collegate alla rete per questo dotate dei requisiti dell’Industry 4.0. Per i sistemi più datati installati presso le aziende grafiche – cosa non rara perché le soluzioni Müller Martini hanno il pregio di essere robuste e per questo piuttosto longeve – quando si parla di supporto remoto si fa riferimento all’assistenza telefonica. Questo servizio è utile, se non a trovare la soluzione definitiva, a fornire e consigli importanti e a formulare ipotesi diagnostiche che possano semplificare un successivo intervento sul posto. “Entrambe le soluzioni sono molto apprezzate dai

05/10/2022 10:38:06


SSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGR

nostri clienti “specifica Guglielmetti “Il supporto online include nell’offerta l’accesso a un portale di servizi e alla disponibilità di una serie di applicazioni a bordo macchina che chiamiamo Mpower – dove M sta per Müller Martini, ma il significato gioca sulla pronuncia empower”. Tutti gli impianti di ultima generazione di Müller Martini includono questo pacchetto che offre la possibilità di accedere direttamente da bordo macchina al supporto remoto, di richiedere l’intervento on-site, di accedere alla documentazione tecnica, ai report relativi agli interventi tecnici e di collegarsi all’eshop Müller Martini per consultare la disponibilità di parti di ricambio, verificare i codici e acquistare componenti. Chiaramente le diverse opzioni basate sulla connettività si affiancano e supportano il lavoro del team qualificato di tecnici Müller Martini che mette a disposizione dei clienti un capillare e tempestivo supporto onsite presso le aziende di stampa di ogni tipologia e dimensione. La varietà di servizi e l’esigenza di

PUBLIRED MULLER MARTINI-deleted26250.indd 53

customizzazione da parte dei clienti ha reso indispensabile formulare un’offerta standardizzata per quanto riguarda il service, al fine di semplificarne la comunicazione e per ottimizzare l’organizzazione degli interventi tecnici da parte dell’azienda e dei suoi partner in tutti i paesi in cui Müller Martini commercializza i propri sistemi. “Abbiamo optato per una formula modulare che ci permette di erogare diversi livelli di assistenza mantenendo la flessibilità dell’offerta” aggiunge Guglielmetti. Sono diverse le tipologie di intervento che caratterizzano il supporto tecnico di Müller Martini: • MM Startup mette a disposizione un supporto per i traslochi di macchine fino a intere linee di produzione; • MM Support offre l’accesso al Müller Martini Solution Portal, la sottoscrizione a due livelli di help line telefoniche e di supporto remoto; inoltre l’accesso alla linea telefonica diretta non in abbonamento ma con tariffa a chiamata; • MM Parts offre la più ampia disponibilità di parti di ricambio originali; • MM Inspect propone un programma di manutenzione preventiva che segue gli step suggeriti da un manuale di ispezione;

documentazione tecnica e investire molte risorse nella formazione continua dei nostri tecnici”. Per questo Müller Martini ha attivato un ulteriore servizio per i propri clienti, si chiama Lifecycle Management e supporta le aziende di stampa a prendere in esame i vantaggi La tipologia di servizio dell’aggiornamento scelta dalle aziende di tecnologico in termini stampa dipende dal di efficienza anche in mercato in cui operano, relazione alla gestione dalle applicazioni della manutenzione e dei proposte e dal modello servizi. Ma soprattutto li di business. Ad esempio invita a valutare i rischi che c’è una differenza molto comporta non operare il marcata tra le richieste rinnovamento tecnologico dello stampatore delle macchine. tradizionale, rispetto a L’altra sfida che investe quelle delle realtà che Müller Martini come la offrono l’online printing. maggioranza dei fornitori Per queste ultime per a livello globale è far cui le tempistiche di fronte alla peggiore crisi consegna dei lavori della supply chain di cui rappresentano una abbiamo memoria: che fondamentale variabile richiede di supportare i di revenue necessitano clienti in questo delicato di un supporto tecnico momento. “Cerchiamo di basato su una formula continuare a fare sentire on-demand e spesso loro la nostra vicinanza anche del servizio di mettendo in campo tutta assistenza fisso in la nostra esperienza e il produzione durante le nostro know-how spesso peak season. per trovare anche soluzioni Alle peculiarità delle temporanee ai problemi richieste delle diverse per evitare fermi macchina tipologie di cliente si quando i pezzi di ricambio aggiungono le sfide di non sono disponibili “continuare a garantire come programmato” – l’elevata qualità ed conclude Guglielmetti. “Un efficienza nel servizio paradosso in un momento che da sempre ci in cui si è diffusa la cultura contraddistingue della manutenzione dovendo occuparci preventiva resa ancora di una base installata più facile dalle tecnologie estremamente ampia, di ultima generazione. ma anche piuttosto varia Del resto è proprio in dal punto di vista delle periodi come questo che diverse generazioni di si rafforza la complicità sistemi. Questo comporta tra fornitore e cliente gestire un magazzino e i nostri clienti stanno di ricambi molto riconoscendo la nostra vasto, provvedere alla affidabilità”. • MM Improve riguarda il training, quindi l’aggiornamento formativo degli operatori ma anche un supporto di consulenza per il miglioramento delle performance produttive.

53

05/10/2022 10:38:08


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

SCENARI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO

La manutenzione preventiva supporta la business continuity Rotolito è un cliente storico di Müller Martini, produttore con cui è attiva una collaborazione per la fornitura delle linee di brossura fresata, linee per il punto metallico, una soluzione per la piega e le brossuratrici destinate ai reparti di stampa digitale. “Un rapporto consolidato in decenni di fornitura di soluzioni di finishing che soddisfano le esigenze di qualità, affidabilità e produttività richiesta dalla nostra clientela”, come lo descrive Emanuele Bandecchi, sales & marketing director di Rotolito, che parla di Müller Martini come di “un fornitore a 360° di tecnologia e servizi per quanto riguarda il post-stampa”. Rotolito serve tra i più importanti editori di libri e magazine sia nazionali sia internazionali con elevati volumi di stampa: rivolgersi a un partner di fiducia con cui condivide lo stesso livello di puntualità ed efficienza è un fattore determinante, non solo per quanto riguarda la fornitura di macchine ma anche per il servizio di assistenza.

Emanuele Bandecchi, sales & marketing director di Rotolito

Quest’ultimo, infatti, è cruciale per garantire la continuità produttiva e far fronte a tempi di consegna sempre più ristretti. “Abbiamo incluso nel nostro contratto di assistenza il servizio che prevede la manutenzione preventiva per tutti i sistemi Müller Martini installati nelle nostre sedi produttive – continua Bandecchi – Attraverso analisi sulle macchine vengono pianificati interventi di controllo e sostituzione preventiva di componenti soggetti a usura. Un servizio fondamentale per prevenire il più possibile i fermi di produzione, situazioni in cui gestire l’emergenza può diventare più oneroso e soprattutto dispendioso a causa dei tempi di inattività” Bandecchi sottolinea che il servizio di manutenzione preventiva è utile a prolungare anche la vita utile delle macchine e a mantenere efficiente il loro livello di produttività e affidabilità. “Prevenire aiuta a ridurre le situazioni in cui ci si trova a fron-

Nel service la professionalità dei tecnici fa la differenza

54

Anche Palladio Group, azienda storica attiva nella produzione di packaging farmaceutico, ha un legame radicato nel tempo con Müller Martini. Presso i suoi stabilimenti di Dueville (VI) e di Pontedera (PI) sono in funzione diverse soluzioni del produttore svizzero tra cui sistemi di stampa offset e una linea di brossura. Quest’ultima è dedicata alla finitura di fogli illustrativi con spessori importanti che richiedono lavorazioni specifiche per cui è indispensabile l’impiego di macchine per la legatoria. ”Per mantenere la massima efficienza possibile delle nostre macchine, a maggior ragione per il fatto che impieghiamo sistemi in continua evoluzione, abbiamo stipulato un contratto di manutenzione programmata annuale che copre le tecnologie Müller Martini presenti in azienda” spiega Emanuele Burichetti, responsabile manutenzioni di Palladio Group. “La formula prevede la programmazione di controlli periodici con un budget annuale prestabilito, che ci permette di pianificare i costi di manutenzione oltre a prevenire il più possibile guasti tecnici e conseguenti fermi macchina che rallentano la produzione”. Una soluzione collaudata che Burichetti trova molto efficace in quanto permette a Palladio Group di mantenere la continuità produttiva prevenendo

PUBLIRED MULLER MARTINI-deleted26250.indd 54

Emanuele Burichetti, responsabile manutenzioni di Palladio Group

il più possibile la necessità di interventi urgenti straordinari. “Il controllo preventivo consente di allungare il ciclo di vita delle attrezzature, un’efficienza che si traduce non solo nella garanzia di efficienza e produttività ma anche in una maggiore sicurezza e salute per gli operatori che lavorano sulle macchine”. Palladio Group sottoscrive annualmente anche il servizio di assistenza telefonico che descrive come “una sorta di ancora di salvezza” che fino a oggi non ha avuto modo di utilizzare spesso. La regolare manutenzione preventiva – che non si è interrotta neanche durante la pandemia – permette di ridurre al minimo gli interventi urgenti. Il servizio after sales di Müller Martini è proattivo anche dal

05/10/2022 12:45:49


SSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGR

geografica con la sede italiana dell’azienda e tutto sommato anche con l’head quarter svizzero, ci permettono di avere la disponibilità dei ricambi in tempi più che accettabili”. Rotolito si avvale, inoltre, dell’opzione dell’intervento tecnico in loco in tempi prestabiliti, esigenza di tempestività data dai volumi di stampa elevati e dalla produttività industriale dell’azienda. Un’ulteriore garanzia di business continuity indispensabile per soddisfare la clientela con l’adeguato just-in-time.

punto di vista della formazione degli operatori quando si tratta di aggiornare il personale in seguito agli upgrade software ed elettronici delle macchine. Soprattutto in un periodo come quello attuale in cui le aziende si trovano ad affrontare problematiche di approvvigionamento delle materie prime con la conseguente difficoltà a fornire parti di ricambio in tempi utili, Palladio Group apprezza il valore di un fornitore come Müller Martini. “Ciò che mi permette di valutare un buon service è sicuramente l‘affidabilità del partner tecnologico e la puntualità degli interventi, ma quello che fa la differenza è la professionalità delle persone” prose-

PUBLIRED MULLER MARTINI-deleted26250.indd 55

gue Burichetti. “Müller Martini ha saputo scegliere e fidelizzare un ottimo personale tecnico, costantemente formato per essere in grado di individuare i problemi e risolverli rapidamente ma anche sempre disponibile a cercare la soluzione più adeguata al di là della mera sostituzione delle parti di ricambio”. A questo si aggiunge il valore umano e il rapporto di complicità che abbiamo stabilito nel tempo che rende la collaborazione ancora più efficace. Un valore aggiunto che Burichetti si augura che Müller Martini possa trasferire anche ai tecnici di nuova generazione che in futuro si aggiungeranno al team dell’assistenza tecnica.

COMUNICAZIONE D’IMPRESA

teggiare problemi tecnici imprevisti durante la produzione per i quali è necessario ricorrere a soluzioni a breve termine non definitive per terminare la commessa in corso. Situazioni in cui si rischia di utilizzare i macchinari non in condizione ottimale, trovandosi poi a dover sostituire parti di hardware più onerose”. In un periodo come quello attuale in cui è più difficile reperire le parti di ricambio programmare la manutenzione è ancora più importante, anche se Bandecchi non ricorda che Rotolito abbia avuto problemi di questo genere: “Müller Martini ha un magazzino ben fornito e la nostra prossimità

Tra i servizi after sales di Müller Martini c’è anche il training, oggi più che mai importante per mantenere aggiornati gli operatori in seguito ai progressivi upgrade software delle macchine di ultima generazione. “Se tradizionalmente i sistemi per la legatoria avevano a bordo meno elettronica rispetto alle soluzioni di stampa, Müller Martini ha investito molto nello sviluppo di sistemi informativi che offrono funzionalità di reportistica e analisi. Per questo è strategico è strategico programmare momenti di formazione per il personale di produzione” prosegue Bandecchi che in generale si dichiara soddisfatto del service di Müller Martini. Ritenendo, infatti, che il team tecnico sta dimostrando flessibilità anche in momenti come quello attuale in cui, a causa delle difficoltà di reperimento delle materie prime, sì è costretti a utilizzare materiali, come colle e carte, diversi dal consueto. Situazione che può richiedere interventi per ottimizzare la produzione.

55

05/10/2022 10:38:14


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

SCENARI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO

1

2

3

4

1 5

“Fotografa” la situazione di partenza a livello macro e nei minimi dettagli.

Identifica le persone direttamente coinvolte e i leader non ufficiali.

Crea un’agenda di eventi per tenere tutti informati e un punto di raccolta del feedback del personale.

Stabilisci un piano di attuazione del progetto e comunicalo a tutti, anche al personale non coinvolto inizialmente.

Definisci unala “Fotografa” strategia didi situazione ricollocazione partenza a livello del personale macro e neie individuane minimi dettagli. il percorso di crescita.

Una check list da seguire per assicurarti che la trasformazione dei flussi aziendali segua gli step adeguati a ridurre i rischi

Come attuare la

trasformazione del flusso di lavoro

La trasformazione digitale è sicuramente uno dei temi più caldi del momento. Articoli su riviste e sessioni di conferenze esaminano cosa significhi operare una trasformazione digitale mantenendo attivo il business. La maggior parte dei consulenti concorda sul fatto che il primo step da compiere è fare un’attenta analisi del personale, dei processi (in particolare dei flussi di lavoro) e della tecnologia: in questo modo è possibile creare una solida base per qualsiasi cambiamento verrà messo in atto. Tale valutazione consente di stabilire la priorità e individuare i membri del team che saranno in prima linea. Anche resistenze e sabotatori diventeranno evidenti e chiariranno perché il 70% dei progetti di trasformazione e cambiamento fallisce. Quel numero ha avuto origine in uno studio condotto dal professor John Kotter di Harvard negli anni '90: in rete è presente una lunga lista di riferimenti al suo lavoro e in particolare a questo leggendario 70%. È ancora attuale? Nel settembre 2021, l'Harvard Business Review ha aggiornato questo dibattito pubblicando un nuovo articolo con i dati raccolti da Copperfield Advisory (Copperfield), Insider e Revolution Insights Group (RIG). Il loro lavoro ha riscontrato un tasso di fallimento del 78% e ha ribadito la maggior parte dei punti deboli individuati da Kotter più di 25 anni fa. Il punto è che il cambiamento è difficile, il personale e la direzione possono resistere al cambiamento stesso di cui affermano di aver bisogno ma l’evoluzione delle tecnologie non semplifica le cose, anzi le rende più complicate.

In cosa consiste la difficoltà?

56

Basta guardarsi intorno per comprenderlo. Nei nostri luoghi di lavoro siamo circondati da tecnologia. Ma non solo, anche a casa. laptop, tablet, telefoni, dispositivi di assistenza (Alexa, Bixby, Siri, Google) e soluzioni di automazione intelligente ci mettono faccia a faccia con

SCENARI WORKFLOW PAT.indd 56

di Pat McGrew, McGrew Group, Inc.

ostacoli tecnologici. Il semplice aggiornamento di uno smartphone può essere un'esperienza complessa perché non siamo sicuri che le nostre app preferite funzioneranno allo stesso modo. I nuovi aggiornamenti di Windows e Mac sui computer o tablet creano la stessa preoccupazione in quanto gli upgrade del software se da una parte portano benefici dall’altra possono creare disagi. Partendo da questo presupposto se pensiamo allo stesso cambiamento trasponendolo in azienda ci rendiamo conto del motivo per cui il cambiamento possa essere vissuto con preoccupazione. In qualche modo obbliga operatori e manager, sia nel back office sia nell’ambiente di produzione, a uscire dalla loro zona di comfort. Parlare di automazione solleva lo spettro del cambiamento dei ruoli lavorativi. Sostituire i codici dei programmi e degli script creati in house con suite di automazione è vissuto come un complotto per eliminare il personale di programmazione. L'integrazione dei sistemi per aggiornare i dashboard aziendali e di produzione cambia continuamente la dinamica del flusso di lavoro. L'aggiunta di nuove soluzioni che mettono a disposizione nuove funzionalità può sembrare una criticità per la routine quotidiana. Questi sono i motivi costanti che rendono l'adattamento ai cambiamenti tecnologici paragonabile al passaggio a un nuovo paradigma che richiede pianificazione, comunicazione e un supporto esecutivo costanti. A questo scenario si è sommata la pandemia globale che rappresenta un ingrediente aggiuntivo alla “ricetta”. Satya Nadella, CEO di Microsoft, lo ha detto meglio: abbiamo bisogno di empatia per promuovere il cambiamento necessario. Ha trovato l’azienda carente dal punto di vista di questa attitudine e quando ha preso questo incarico in Microsoft è diventato un filo rosso con cui ha tessuto la trasfor-

04/10/2022 16:03:33


CONTENUTO DISPONIBILE SU RIVISTA CARTACEA CLICCA QUI PER ABBONARTI


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

SOFTWARE• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAF

Il workflow

vola

nel cloud

58

WORKFLOW ALEXIA.indd 58

Sono sempre di più le piattaforme workflow che offrono una versione cloud-based supportata da una serie di applicazioni progettate per soddisfare le specifiche esigenze di

aziende di stampa di tutte le dimensioni. I vantaggi? Una maggiore efficienza, flussi produttivi sempre più automatizzati e tutti i lati positivi di avvalersi di una soluzione SaaS

04/10/2022 17:31:50


CONTENUTO DISPONIBILE SU RIVISTA CARTACEA CLICCA QUI PER ABBONARTI


CONTENUTO DISPONIBILE SU RIVISTA CARTACEA CLICCA QUI PER ABBONARTI


FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLI

PRISMAprepare Go

Apogee v12 Il lancio di Apogee v12 ha segnato un’ulteriore passo verso l’automazione della produzione di prodotti stampati. La versione più recente della piattaforma workflow di Agfa introduce nuove funzionalità di imposizione e approvazione e aggiunge una nuova interfaccia utente basata su browser che consente il collegamento da remoto per la visualizzazione dell’avanzamento dei lavori. Le nuove funzionalità offerte dalla soluzione per la gestione del flusso di lavoro Apogee v12 assicurano un ulteriore risparmio in termini di costi e tempi, grazie alla maggiore automazione, flessibilità e qualità. Con Apogee Cloud è possibile accedere ai moduli di Apogee 12 esistenti, ma affidandosi all’infrastruttura, al know-how e alla sicurezza dell’hardware offerti da Agfa. La soluzione è in linea con le esigenze di produzione delle aziende di stampa e include hardware, software, assistenza e servizi ICT-managed, consentendo di ridurre al minimo gli investimenti, ottenendo il massimo della flessibilità. Con l’ulteriore vantaggio per cui i software sono costantemente aggiornati. Per semplificare ancora di più l’utilizzo di Apogee Cloud, Agfa ha sviluppato l’interfaccia utente basata su browser chiamata WebFlow, che consente di accedere da remoto ai dati di produzione. Si può così ottenere rapidamente un quadro completo di tutti i lavori e del loro stato di avanzamento nonché constatare se tutte le pagine sono disponibili o se alcune devono ancora essere approvate. Gli operatori possono creare, mettere in pausa o modificare i lavori, avviare prove cartacee, dare inizio alla produzione di lastre e altro ancora. Il gruppo tipografico svedese Taberg Media Group che utilizza WebFlow ha così commentato “In tempi di pandemia abbiamo potuto lavorare da casa grazie ad Apogee. I colleghi del reparto vendite inviavano, direttamente e con la massima comodità, i lavori per l’elaborazione all’interno del flusso di lavoro; dieci minuti dopo le nostre linee CTP hanno già le lastre pronte!”, ha affermato Magnus Sandström, responsabile del flusso di lavoro digitale presso TMG.

WORKFLOW ALEXIA.indd 61

Anche le aziende di stampa di piccole dimensioni possono dotarsi di un flusso di lavoro cloud-based per rendere più efficiente la gestione delle commesse. Canon PRISMAprepare Go velocizza il processo di acquisizione dei lavori del cliente, consentendo di controllare rapidamente che siano pronti per la stampa e di eseguire le principali verifiche di preflight al fine di evidenziare la presenza di errori o la mancanza di formato pagina, formattazione, font e risoluzione delle immagini. Ciò contribuisce a ridurre i costosi errori di stampa e risparmiare tempo prezioso. Non è richiesta alcuna competenza IT o formazione specifica per configurare, gestire e provvedere alla manutenzione di PRISMAprepare Go. Gli utenti possono essere operativi in pochi minuti grazie a un servizio intuitivo e di facile utilizzo. L’applicazione supporta le stampanti di produzione Canon gestite dai controller PRISMAsync, Fiery o Canon PDL, oltre alle stampanti con protocollo JDF di terzi. Per le piccole aziende di stampa, gestire un numero crescente di lavori a basse tirature rispettando scadenze stringenti e cercando, al tempo stesso, di attrarre e fidelizzare i clienti senza compromettere la propria redditività è una sfida quotidiana. PRISMAprepare Go è il primo prodotto SaaS per la gestione dei flussi di lavoro, pensato per consentire a qualsiasi azienda di automatizzare, in modo facile ed economico, l’invio, l’elaborazione e la produzione dei lavori, senza investire in complessi software on-premise o competenze IT. E agli stampatori in-house, PRISMAprepare Go offre un nuovo livello di automazione e professionalità e consente di offrire nuovi servizi ai clienti interni. “A fronte di un piccolo abbonamento mensile e senza alcun costo iniziale, i piccoli PSP commerciali e in-house possono ora compiere un passo avanti verso la semplificazione dei processi, il miglioramento del servizio offerto ai clienti e l’eliminazione degli errori e degli sprechi. Possono, inoltre, concentrare le loro risorse sulla creazione di relazioni con i clienti al fine di promuovere la crescita del business. L’automazione è diventata accessibile a tutti”, ha commentato Pierluigi Fioretti, sales Director Document Solutions di Canon Italia. I clienti accedono a PRISMAprepare Go attraverso PRISMA Home, il nuovo portale alla base di tutte le soluzioni cloud e gli strumenti PRISMA. PRISMAprepare Go include un portale, cui le aziende di stampa possono apporre il proprio brand, utilizzabile dai clienti per inviare rapidamente i lavori online.

61

04/10/2022 17:32:10


Polyprint è un fornitore specializzato in sistemi DTG e DTF, i sistemi della serie TexJet consentono di stampare con entrambe le modalità

Industrial

Direct-to-Film, l’ultima frontiera della stampa su tessuto Basta dare un’occhiata alle vetrine di un qualsiasi negozio per accorgersi di come l’abbigliamento stampato – che si tratti di abiti sportivi, casual o eleganti – sia sempre più personalizzato. Anche grazie al contributo proveniente dall’innovazione tecnologica raggiunta dalla stampa digitale su tessuto, l’industria del textile printing ha raggiuEpson 62 nto negli ultimi anni livelli di avanguardia inediti. Accanto alle soluzioni tecnologiche ormai note e consolidate, nell’ultimo periodo sta prendendo piede la tecnologia Direct-to-Film (DTF).

Che cos’è la stampa DTF

62

SCENARI PRINT FLUID.indd 62

L’acronimo DTF indica una tecnologia che permette di stampare direttamente su una pellicola che viene poi applicata a qualsiasi tipo di supporto tessile. Si tratta di una tipologia di decorazione che prima era possibile ottenere solo attraverso la stampa transfer su termoadesivo. La tecnologia di stampa direct-to-film ha “digitalizzato” questo processo: imprimendo le grafiche in quadricromia direttamente su poliestere, con l’ag-

giunta dell’inchiostro bianco, gli operatori di stampa hanno il vantaggio di non dover “spellicolare” i termoadesivi. Il che si traduce in un notevole risparmio sia in termini di tempo che di costi delle materie prime.

A chi si rivolge In un articolo per il blog di FESPA, l’editorialista Sonja Angerer ha spiegato come questa innovazione rappresenti un’ottima opzione per la decorazione di tessuti, che apre inedite opportunità, soprattutto agli stampatori con un’attività già avviata nel mondo dell’abbigliamento, soprattutto sportivo, per via del costo dell’investimento contenuto. In alcuni casi, le soluzioni di stampa diretta o transfer possono essere trasformate all’occorrenza in stampanti DTF, cambiando semplicemente il set di inchiostri. Molte stampanti a sei colori, come ad esempio la serie Epson L800, possono essere trasformate in una stampante DTF semplicemente cambiando gli inchiostri. Per questo tipo di stampa occorre infatti utilizzare inchiostri dedicati che vengono applicati sui film. Il bianco è necessario come base per garantire che i colori risaltino anche su tessuti scuri.

05/10/2022 12:07:38

ILPOLIGRAF


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

SCENARI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMP

Una tecnologia innovativa che, grazie all’integrazione con le soluzioni di stampa diretta su tessuto più note e consolidate, apre nuove opportunità agli stampatori del segmento tessile Una volta stampati, i film vengono ricoperti con una polvere adesiva a caldo mentre l’inchiostro è ancora bagnato. Questa operazione viene eseguita manualmente nel caso di piccole tirature, mentre nelle produzioni su scala industriale vengono preferite soluzioni automatizzate. Successivamente, la pellicola viene sottoposta ad asciugatura in un forno a polimerizzazione o tramite una pressa termica. La pellicola con il motivo decorativo preincollato viene quindi trasferita sul tessuto prestampato. Questo processo viene chiamato curing e richiede circa 20 secondi. Quando il tessuto raggiunge la temperatura ambiente, la pellicola applicata a freddo viene rimossa; le pellicole applicate a caldo possono essere rimosse immediatamente dopo l’apertura della pressa termica.

On demand, su qualsiasi fibra Un altro vantaggio della tecnologia DTF è che estende le possibilità di personalizzazione su capo d’abbigliamento, anche su piccole tirature on demand. Inoltre rende possibile stampare su una gamma di tessuti molto ampia: fibre naturali come cotone o seta, ma anche materiali sintetici come rayon e poliestere, oltre che supporti con superfici idrorepellenti come la pelle, il nylon e il gore-tex. La resistenza ai lavaggi intensivi, insieme alla durabilità, rendono questa tecnologia indicata alla realizzazione di applicazioni a base poliestere, come abbigliamento da lavoro o sportivo, ma anche articoli promozionali, loghi aziendali, ombrelli, zaini. Questo processo di decorazione non richiede particolari operazioni di pretrattamento e risulta quindi più versatile ed economica rispetto ad altri processi di decorazione ottenuti con l’applicazione di film standard o con la tecnica del flockfoil. Anche perché molti stampatori che già possiedono un’attività nell’ambito della stampa destinata al settore sportivo, sono probabilmente già in possesso di una pressa termica o di un forno a polimerizzazione.

Alcune componenti indispensabili Cosa serve per ottenere una stampa DTF come si deve? Ce l’ha spiegato Errelle: le pellicole, che sono diverse

SCENARI PRINT FLUID.indd 63

Le stampanti della serie Epson L800 diventano sistemi DTF semplicemente sostituendo gli inchiostri

La tecnologia Ricoh che integra stampa DtG e DtF in un’unica soluzione

da quelle usate in serigrafia, sono in polietilene e vengono vendute sia in fogli che in bobina, con uno spessore di circa 0,75 mm; la polvere adesiva a caldo (di colore bianco), che agisce da sostanza adesiva per consentire ai pigmenti di legarsi alle fibre del tessuto; gli inchiostri, formulati specificamente per questo tipo di stampa, attualmente disponibili in CMYK (con l’aggiunta del bianco), ma si prevede a breve l’arrivo sul mercato di colori fluo; il RIP, che è una delle componenti più importanti perché da questo dipendono la resa cromatica, la gestione dei colori speciali, i livelli di inchiostro, la dimensione delle gocce, ecc; l’agitatore automatico della polvere, che consente di applicarla uniformemente, rimuovendo la quantità in eccesso; il forno di polimerizzazione, utilizzato per sciogliere la polvere applicata sulla pellicola di trasferimento. Oltre alle soluzioni DTF per la personalizzazione dell’abbigliamento e dei tessuti in genere, in casa Errelle offre stampanti UV come la Xled 6090 Pro UV o la Signracer 1610 flatbed per la stampa DTF UV. Quest’ultima amplia notevolmente il campo di personalizzazioni di oggetti di qualunque forma e misura. Oltre al mondo della comunicazione visiva, questi supporti trovano applicazione anche nel segmento più specificatamente industrial.

Ricoh, integrazione tra DtG e DtF Durante l’ultima edizione di Print4All, Ricoh ha presentato la sua tecnologia che integra stampa DtG e DtF in un’unica soluzione. Si tratta di una naturale estensione delle capacità delle soluzioni di stampa Direct-to-Garment Ricoh Ri1000 e Ri2000. Nei processi di stampa DTG “standard”, prima

63

05/10/2022 12:07:41


CONTENUTO DISPONIBILE SU RIVISTA CARTACEA CLICCA QUI PER ABBONARTI


SEMPLIFICA LA STAMPA PER IL TUO BRAND

Realizziamo gli stampati indispensabili per far crescere la tua azienda. Ti consigliamo supporti, lavorazioni e interveniamo in caso di problemi tecnici sul file.

PREMIATI TOP TIPOGRAFIA ONLINE

ADV SPRINT24.indd 65

CONSEGNA GRATIS SU TUTTI I PRODOTTI!

05/10/2022 11:43:05


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

1

Individuate da subito un Project Manager “Da subito” vuol dire quando il Cliente vi chiede di formulare un’offerta. È in quel momento che dovete capire se siete in grado di realizzare il progetto, in quali tempi, a quali costi, se vi servono terzisti e consulenti esterni, quali potrebbero essere i rischi.

2

SCENARI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 2

Mantenete la coerenza con i vostri obiettivi di margine, differenziandoli ex-ante (tabella 1)

3

Non state vendendo un pacchetto di zucchero alla GdO, ma un progetto complesso. I vostri clienti operano in un settore ad alti margini? Parte di quegli alti margini sono per voi.

Il/la Controller non è (solo) un number cruncher

Sarà lui/lei a dirvi se l’offerta sta in piedi e a quali condizioni, prima ancora che a “presentarvi il conto” in corso di progetto e a fine lavori.

Gestire la commessa in un mondo “impazzito”

di Cristina Mariani, Federica Dallanoce e Patrizia Saviolo – Alinea

Chi lavora su commessa è oggi sotto pressing, visto ciò che succede a monte (materie prime scarse o costose ed energia alle stelle) e a valle della catena, con clienti e consumatori in preda a grandi cambiamenti. L’incertezza sembra regnare, eppure bisogna trovare il modo per preservare la redditività aziendale, tenendo sotto controllo obiettivi, margini e risultati. Questo mondo “impazzito” mette in luce i punti deboli e qualcuno resterà darwinianamente al palo; ogni crisi presenta però anche opportunità per chi le sa cogliere e cambiare. Ma per fare le cose in modo diverso bisogna evolvere, e per evolvere bisogna imparare qualcosa di nuovo. Con la formazione, per esempio. Perché “fare come si è sempre fatto” non basta più e può essere anche pericoloso.

La GAP, ovvero Gestione Approssimativa di Progetto L’errore più comune? Non rendersi conto che il progetto (o la commessa) nasce prima di trasformarsi nell’ordine che avete sperato di portare a casa dal vostro cliente. Spesso è la fase cruciale di preventivazione che determina il successo o l’insuccesso di una commessa. E non è solo perché abbiamo voluto essere ottimisti sui costi o concedere un prezzo “apripista”, quanto piuttosto perché in quella fase ci siamo detti che, a contratto firmato, avremmo trovato una soluzione. Già, ma chi l’avrebbe trovata, a quale costo e in quali tempi? I risultati si vedono poi a consuntivo, quando il controller, ammesso che ne abbiamo uno, ci mostra piangente i risultati di commessa. Nella sequenza in alto qualche spunto per evitare di trovarsi in questa spiacevole situazione.

Il segreto di una commessa con meno intoppi? Un buon Handover, parola ancora poco conosciuta

66

Chi ha vissuto sulla propria pelle le conseguenze del “misunderstanding” con il Cliente sa quanto è importante il passaggio di consegne tra chi ha portato a casa la commessa (la funzione Sales) e il Buyer, che dovrà

SCENARI ALINEA.indd 66

procurare componenti e materiali per realizzarla. Nel nostro gergo, la fase di Handover. Molti danno per scontato che questo scambio di note e dettagli di progetto tra Sales e Procurement avvenga in modo chiaro e fluido; non sempre è così, e in tal senso è cruciale adottare non solo un metodo o protocollo consolidato, ma anche il timing; anticipare l’handover in fase di predefinizione del contratto è spesso il segreto per prevenire problemi in fase di esecuzione. Veniamo ora a un ruolo a volte sottovalutato: il responsabile acquisti, strategico perché evoluto.

Ufficio acquisti: oltre l’ordinificio Chi è il Buyer evoluto? Il Buyer deve − tra l’altro − ottimizzare le scorte e coordinare tutte le attività relative, per ridurre i costi e migliorare flussi e processi di stoccaggio, tenendo conto delle richieste dei vari “clienti interni”: ufficio tecnico, produzione, qualità e amministrazione. Più grande è il volume di acquisto, più le voci di spesa rappresentano importi significativi del bilancio aziendale. “Comprare bene” è importante per mantenere alta la redditività. Però in passato questa attività era ritenuta ripetitiva e di scarso valore: una volta decisa la distinta base o il contenuto del servizio, il compito del Buyer era quello di reperire tutti gli “ingredienti” da fornitori selezionati e testati, solitamente sempre gli stessi. Da qui l’idea che il ruolo del procurement sia routinario e non strategico: il Buyer deve “solo” trasmettere l’ordine.

04/10/2022 14:35:40


CONTENUTO DISPONIBILE SU RIVISTA CARTACEA CLICCA QUI PER ABBONARTI


EVENTI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 •

MBO ALLIANCE DAYS 2022 HOHNER WOHLENBERG

H+H

BOGRAMA

ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

THE OPEN HOUSE IN TUTTLINGEN

NOVEMBER 8 - 11, 2022

Alliance Days 2022

We warmly invite you to the Alliance Days 2022 of the Postpress Alliance. This time the Alliance Days 2022 will take place with the participation of the companies BOGRAMA, H+H, Hohner, MBO and Wohlenberg at the headquarters of Hohner Maschinenbau GmbH in Tuttlingen:

68

Un vero e proprio summit tutto dedicato al post press, quello in programma dall'8 all'11 novembre 2022 presso il al Postpress Center Hohne di Tuttlingen. Torna, infatti, l’appuntamento autunnale con gli Alliance Days che, per l’edizione 2022, radunerà un folto pubblico di addetti ai lavori per scoprire le ultime novità dei partner della manifestazione in ambito di finishing. In scena fustellatrici, linee di brossura, rilegatura, finitura per macchine digitali, piegatura, robotica e naturalmente tutte le numerose opportunità di connettività tra le diverse soluzioni. Hohner si concentrerà sul sistema HHS FUTURA in due configurazioni diverse. A due anni dal lancio di questa soluzione che offre la massima upgradabilità e possibilità di configurazione fino a cinque diverse opzioni di alimentazione, consentendo di soddisfare le richieste di tirature più brevi e lavori diversificati, arriva la versione più compatta per la finitura digitale. In questa nuova configurazione, il KDAL sostituisce il tradizionale alimentatore a pila piatta che, oltre al design compatto, offre il vantaggio di alimentare fogli stampati in continuo eliminando i tempi morti. La seconda macchina mostra HHS FUTURA nella sua configurazione completa con sella convenzionale cucitrice, piega incrociata, torri di fascicolazione, piegatrice e finitura digitale da bobina. Dato che HHS FUTURA è in grado di gestire anche bobine stampate in digitale, fanno parte della linea la piegatrice combinata K70, uno svolgitore UW23, il riavvolgitore SVC525C e una piegatrice digitale DFT560/4 tutti di MBO. Quest’ultima azienda mostrerà in funzione anche il sistema T50, piegatrice per fogli di formato B2 e non mancherà il robot impilatore MBO CoBo-Stack con nuove importanti funzioni.

EVENTI ALLIANCE DAY.indd 68

Hohner Maschinenbau GmbH, Gänsäcker 19, 78532 Tuttlingen, Germany

Dall'8 all'11 novembre 2022 presso il Postpress Center Hohner Tuttlingen si svolgono Opening hours: Tuesday, November 8,di 2022 - Thursday, November 10, 2022: 9 am - 5gli pm Friday, November 11, 2022: 9 am - 1 pm Alliance Days. L’appuntamento autunnale con il post-stampa vedrà Registration la 2022 partecipazione, oltre aregister Hohner If you plan to attend the Alliance Days of the Postpress Alliance, please on our website www.postpressalliance.com. For any questions, please contact your responsible supplier – thus, one of your Maschinenbau, diH+H, BOGRAMA, dealers or agents – or directly one of the Alliance Partners BOGRAMA, Hohner, MBO or Wohlenberg. H+H, MBO e Wohlenberg. We look forward to meeting you!

The exhibiting partners are already looking forward to sharing their latest innovations in the finishing areas of diecutting, pharma, wire stitching, perfect binding, digital finishing, folding and robotics as well as the connectivity possibilities of their machines and components. Interested visitors will have the opportunity to see all of this from November 8 to 11, 2022 at Hohner‘s Postpress Center.

H+H, il brand leader nelle piegatrici per i settore farmaceutico, parte del Gruppo KOMORI, espone M9 adatta alla produzione di fogli illustrativi per una vasta gamma di settori, come quello farmaceutico, cosmetico e industria agroalimentari. BOGRAMA è presente con la collaudata fustellatrice rotativa BSR 550 in combinazione con l’impilatore STA 550 BK adatto per la raccolta di etichette di piccolo formato, biglietti da visita e fogli di ogni forma: rettangolari, quadrate, tonde o sagomate, con formati che spaziano da 50x60 mm a 230x230 mm e altezza massima della pila di 150 mm. L'altezza di scorrimento del piano di raccolta può essere regolata in base all'altezza della pila, consentendo un notevole risparmio di tempo. STA 550 BK è dotata di un'interfaccia per il collegamento a una macchina fascettatrice o confezionatrice, che può essere robotizzata o manuale. Wohlenberg sarà presente all’evento con uno stand informativo.

Per informazioni: www.postpressalliance.com

04/10/2022 16:25:40


SSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGR

Etichette? Digitale senza frontiere Dal 13 al 15 settembre scorsi si è svolta a Chicago Labelexpo Americas, l’edizione d’oltreoceano della fiera mondiale di riferimento per il mondo del labelling. Un evento che è stato accolto con particolare entusiasmo dopo tre anni di pausa forzata causata della pandemia. Eccezionale vivacità la cui risonanza al netto del jetlag è arrivata forte e chiara fino al nostro continente e senza dubbio amplificata dall’onda positiva di un mercato, quello delle etichette, che sta vivendo uno dei periodi più floridi di sempre dal punto di vista della domanda da parte del mercato e di conseguenza dei volumi di stampa. Ma non solo: l’effervescenza del

comparto è data anche da un generoso proliferare di nuove soluzioni, alcune evoluzioni di tecnologie che proseguono la loro parabola ascendente, altre decisamente in controtendenza rispetto alle aree di sviluppo che fino a oggi sembravano abbastanza nettamente delineate. Ma abbiamo imparato che in merito a industrie in espansione come quella delle etichette non si può più parlare di veri e propri trend. È meglio farsi sorprendere da novità più o meno inattese e dai loro interessanti sincretismi espressione di quel concetto di “printing fluid” che abbiamo rilevato in diversi comparti della stampa.

Dunque cosa ci ha particolarmente affascinato di questa Labelexpo americana? 1 Vedere la tecnologia digitale spingersi oltre l’inkjet con grande determinazione: il debutto di HP Indigo V12, che porta la tecnologia Elettroink a livelli industriali, ma anche Mark Andy che propone la sua prima macchina a toner e la nuova Accuriolabel 400 di Konica Minolta. 2 Sentire parlare di soluzioni ibride completamente digitali (toner+inkjet). 3 Apprendere di una Gallus TUTTA digitale… Perché no? E tanto altro ancora… ma non vogliatecene, il presente articolo non vuole essere un report completo della fiera: ci sono un sacco di altre macchine che ci hanno letteralmente emozionato e che prossimamente troveranno spazio sui nostri media.

SCENARI ETICHETTE.indd 69

69

04/10/2022 14:36:40


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

SCENARI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO

HP Indigo V12, soluzione industriale oltre l’inkjet Una delle protagoniste più attese di Labelexpo Americas è stata sicuramente HP Indigo V12, una tecnologia a banda stretta per la produzione di etichette annunciata nel 2016 e al cui fine tuning il reparto R&D di HP Indigo ha lavorato costantemente fino al traguardo che ha visto la macchina presentarsi sotto i riflettori della fiera americana. Contestualmente sono partiti i primi beta test a livello globale tra USA ed Europa con le prime 9, forse 10, installazioni. Un numero notevole che come ci ha spiegato Eli Mahal, head of global LP products, HP Indigo, serviranno per raccogliere il maggior numero di feedback in merito ad applicazioni, materiali, lavorazioni che i diversi beta-tester riporteranno. A questa macchina è stato conferito il fisic du role di una vera imponente macchina industriale per poter recitare la parte di tecnologia progettata “non

per sostituire macchine esistenti ma per dare un forte impulso alla migrazione dall’analogico al digitale nella stampa high-end di etichette”. Basata sull’innovativa tecnologia LEPx, con la sua velocità di stampa di 120 metri al minuto, 12 stazioni colore, 1600 dpi, HP Indigo V12 è dotata di ben sei i motori che lavorano simultaneamente: ciascuno è composto da una testa, che imprime elettrostaticamente l’immagine sul tamburo, che la passa a una cintura in contemporanea a due colori. Insieme, i sei motori sono in grado di operare a 12 colori, andando a coprire il 97%

“Il sistema industriale HP Indigo V12 è progettato per dare un forte impulso alla migrazione dall’analogico al digitale nella stampa high-end di etichette”

Eli Mahal, head of global LP products, HP Indigo

dello spettro Pantone, tutto in un singolo passaggio. È in grado di lavorare supporti da 12 fino a 450 micron di spessore, sfruttando il primer base acqua in linea integrato nella macchina.

AccurioLabel 400 conquista l’America

70

Vi avevamo dato notizia lo scorso maggio del nuovo sistema di stampa industriale toner based per la stampa di etichette di Konica Minolta, presentato in anteprima mondiale allo showroom di Madrid in occasione del Konica Minolta European Labels&Packaging Exhibition. Labelexpo Americas è stata l’occasione per il debutto oltreoceano di AccurioLabel 400, sistema che raggiunge la velocità di stampa di 39,9 metri al minuto con una capacità di scansione di 1.200 dpi, equivalente a 3.600 dpi, ed è in grado di gestire due diverse larghezze di banda 330 e 250 mm, offrendo un’elevata qualità di stampa. Queste prestazioni vanno di

SCENARI ETICHETTE.indd 70

“Dopo l’anteprima di Madrid, Labelexpo Americas è stata l’occasione per il debutto oltreoceano di AccurioLabel 400 che offre elevate prestazioni in termini di produttività e automazione” pari passo con elevati livelli di automazione, riuscendo anche a ridurre sensibilmente i costi di gestione complessivi grazie a una robustezza delle parti ancora più duratura. AccurioLabel 400 è disponibile nelle versioni a 4 e 5 colori, grazie all’aggiunta del toner bianco. Quest’ultima opzione permette di ampliare le applicazioni realizzabili in quanto offre la possibilità di

Carsten Bamberg Business Development Manager Industrial Printing, Konica Minolta Business Solutions Europe

stampare un bianco brillante e coprente su un’ampia gamma di supporti compresi i film trasparenti e colorati. Al momento non è stata annunciata la

disponibilità di ulteriori colori spot, questi ultimi sono, infatti, in corso di implementazione. AccurioLabel 400 è equipaggiata di serie con il sistema di controllo Intelligent Quality Care e dell’innovativo IQ-501 che consentono di incrementare il livello di automazione del sistema di stampa. Intelligent Quality Care è progettato per controllare in tempo reale e la coprenza del toner bianco, la stabilità del colore, effettuando la calibrazione automatica oltre alle

regolazioni della densità e la creazione dei profili. Il sistema IQ-501 mette a punto registro e colore in modo rapido, effettuando verifiche in linea e consentendo all’operatore di controllare tolleranze di regolazione. AccurioLabel 400 è dotata di pannelli touch posizionati in tre punti della macchina che permettono all’operatore operatore di controllarne il funzionamento in modo semplice e intuitivo. Disponibile nel primo trimestre del 2023, AccurioLabel 400 è completamente upgradabile.

04/10/2022 14:36:42


SSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGR

“I nostri moduli di converting e nobilitazione completamente digitali per etichette sono progettati per essere inclusi in soluzioni ibride”

Una soluzione ibrida made in Xeikon Se i produttori di sistemi di stampa tradizionali per etichette guardano con interesse al digitale per arricchire il loro portfolio con moduli o sistemi che offrano la possibilità di personalizzazione, per contro un fornitore di macchine digitali come Xeikon prende ispirazione dall’esperienza dei vendor tradizionali per proporre un nuovo concetto di soluzione ibrida. Fino a oggi per macchina ibrida si intendeva una soluzione

che incorpora due o più processi di stampa (digitale e convenzionale) in linea con le unità di finitura (verniciatura, stampa a colori spot, taglio, fustellatura e diverse tecniche di nobilitazione). Xeikon ha lanciato una soluzione ibrida completamente digitale basata sulle tecnologie digitali Cheetah o Panther, associata all’unità di converting proprietaria, sviluppata di recente, e al frontend digitale X-800 di Xeikon.

Filip Weymans, VP Marketing di Xeikon

Questa soluzione può essere configurata in base alle esigenze del trasformatore e diventa un potente sistema di produzione che consente ai converter di etichette di aumentare la propria produttività rimanendo al contempo completamente flessibili per soddisfare le esigenze dei clienti. La strategia di sviluppo su cui si è basata Xeikon per proporre questa novità consiste nell’idea secondo cui per espandere il potenziale di crescita del digitale è necessario mettere a punto nuove soluzioni in grado di convertire il lavoro stampato convenzionale in produzione digitale ottimizzando i costi. I vantaggi principali della soluzione ibrida di Xeikon consiste nell’ottenere dal supporto all’etichetta pronta in un solo passaggio attraverso un processo completo. Eliminare una serie di step di produzione incrementa la produttività e consente di ridurre gli sprechi aprendo nuove opportunità di

business. Ecco perché, insieme alle macchine da stampa Xeikon sviluppa moduli di converting e nobilitazioni completamente digitali che possono essere inclusi in soluzioni ibride. Le soluzioni ibride Xeikon possono contenere sia le tecnologie Xeikon’s Cheetah (toner secco) sia Panther (inkjet UV), quindi le applicazioni finali possono beneficiare delle potenzialità di entrambi. Il dry toner è la tecnologia collaudata per le applicazioni che richiedono il rispetto di elevati standard di sicurezza alimentare, offrendo al contempo la massima qualità di finitura opaca e ottenendo un’elevata qualità su supporti come carta naturale standard. Oggi, la tecnologia Cheetah di seconda generazione viene utilizzata nelle attuali macchine da stampa digitali a toner secco di Xeikon. La tecnologia Panther inkjet UV di Xeikon è stata introdotta nel 2017, con un focus specifico sulle etichette in tutti i settori che richiedono un’elevata resistenza nel tempo, compresi i mercati di healt&beauty.

La prima macchina a toner targata Mark Andy Mark Andy ha partecipato a Labelexpo Americas 2022 con un focus specifico sulla transizione digitale: in fiera ha debuttato, infatti, il nuovo sistema di stampa digitale a banda stretta di Mark Andy che incorpora il motore di stampa a toner Accurio Label 400 (AL400) di Konica Minolta. La macchina da stampa è configurata di serie con cinque colori, CMYK e bianco, e stampa a velocità fino a 130 fpm

SCENARI ETICHETTE.indd 71

in configurazione roll to roll e ibrida. “Attraverso la nostra partnership strategica con Konica Minolta, stiamo ampliando l’offerta di soluzioni per la produzione di etichette in digitale per volumi di produzione medioalti”, commenta Phil Baldwin, European Sales Manager Mark Andy. Secondo i termini dell’accordo di partnership, Mark Andy ha l’esclusiva della tecnologia di

stampa AL400 di Konica Minolta nel mercato delle etichette e degli imballaggi. Accanto al nuovo annuncio, Mark Andy ha presentato inoltre anche la sua ultima macchina da stampa a getto d’inchiostro di produzione, Digital Series iQ con motore inkjet Domino N610i. Basata sulla collaudata piattaforma flessografica Evolution Series di Mark Andy si distingue per la flessibilità di applicazioni

“La nostra partnership con Konica Minolta ci permette di ampliare l’offerta di soluzioni per la produzione di etichette in digitale per volumi di produzione medio-alti”

realizzabili ed è sviluppata per i fornitori di stampa di etichette che desiderano migrare al digitale una parte della produzione impiegando la tecnologia inkjet.

Phil Baldwin European Sales Manager Mark Andy

71

04/10/2022 14:36:44


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

Etichette? Digitale senza frontiere

SCENARI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO

Gallus One, un ecosistema digitale

72

Basata sulla collaudata piattaforma Gallus Labelmaster, Gallus One è una macchina da stampa digitale inkjet UV roll-toroll da 340 mm. Progettata per integrare una serie di funzionalità che consentono di ottenere i massimi livelli di automazione ed efficienza, Gallus One offre un’elevata qualità di stampa e la velocità di fino a 70 metri al minuto. Disponibile in preordine, Gallus One si propone come sistema per la produzione autonoma ma può anche essere affiancata a sistemi di stampa tradizionali a supporto delle attività di produzione analogica delle etichette. “Gallus One rappresenta una soluzione unica e offre ai nostri clienti l’opportunità di una transizione digitale di successo”, spiega Dario Urbinati, responsabile vendite e assistenza di Gallus Group. “Grazie alle funzionalità cloud integrate, Gallus One può essere gestita da remoto inserendosi agevolmente nel flusso di lavoro aziendale. Oltre al sofisticato design, Gallus One offre una soluzione digitale completa reel-to-reel, comprensiva del software e l’hardware necessari per produrre etichette digitali di alta qualità. Tutto questo, con il massimo livello di automazione oggi disponibile e con i costi complessivi di gestione più competitivi”. “Gallus One garantisce tutti i vantaggi di Labelmaster proponendosi come soluzione: nel nuovo ecosistema Gallus One, infatti, gli utenti trovano una tecnologia a getto di inchiostro all’avanguardia, un nuovo set di inchiostri Gallus One, un sofisticato software per il workflow e un nuovo servizio di monitoraggio per la manutenzione predittiva che minimizza i tempi

SCENARI ETICHETTE.indd 72

di inattività della macchina. La sinergia di tutti questi elementi Gallus ci ha permesso di migliorare drasticamente l’efficienza e la produttività della nuova Gallus One”. Gallus One nasce dalla sinergia tra il circa un secolo di esperienza alla guida del settore narrow-web di Gallus e le preziose competenze e risorse di Heidelberg. Per mettere a punto questa soluzione sono stati impiegati i laboratori di test per gli inchiostri di Heidelberg che hanno permesso di mettere a punto inchiostri digitali specifici per le teste di stampa Fuji Dimatix integrate in Gallus One. Mentre un secondo laboratorio ne ottimizzava il waveform design per migliorare le prestazioni di stampa. Gallus One si integra con il software leader di settore per il workflow basato su cloud, Heidelberg Prinect. Prinect consente agli addetti alla produzione di ogni tipologia di azienda, dalle start-up alle attività più grandi e affermate nel mondo delle etichette, di accedere a informazioni e analisi per garantire una produzione ottimale: il tutto da remoto da qualsiasi dispositivo smart.

“Gallus One offre è una soluzione digitale completa reel-to-reel, comprensiva di software e hardware necessari per produrre etichette di alta qualità” Dario Urbinati, responsabile vendite e assistenza di Gallus Group

Frank Schaum, CEO del Gallus Group, afferma: “Gallus One è un’importante novità nel nostro portafoglio. Siamo, inoltre, lieti di annunciare la creazione di un nuovo ‘Gallus Experience Center’, al momento in corso di realizzazione a St. Gallen in Svizzera, che dovrebbe essere inaugurato verso la fine dell’anno. Nell’ambito della nostra visione di realizzare ‘il settore delle etichette del futuro’, il nuovo centro è stato pensato per agevolare la collaborazione tra tutti gli attori della filiera. Una volta aperto, inviteremo clienti, brand e fornitori a utilizzare la nuova struttura per sperimentare e condividere soluzioni, oltre a mettere a punto nuove idee per risolvere i problemi chiave del settore e per generare nuove opportunità di business”.

04/10/2022 14:36:45


INNOVATION IN PRINTING & DESIGN

Metamorphosis è la consapevolezza nell'evoluzione Brand Revolution LAB presenta dieci nuovi capolavori nati dalla collaborazione tra brand, designer, stampatori e fornitori di materiali. Un percorso sperimentale fatto di tecniche di stampa, supporti eccezionali e pensiero creativo.

27 e 28 OTTOBRE

Spazio Daylight | Superstudio Più - Via Tortona 27, Milano

REGISTRATI SU www.brandrevolutionlab.it PER VISITARE L’EVENTO IN MOSTRA I PROGETTI DI

®

®

IDEATI DA

REALIZZATI CON

CON IL SUPPORTO DI

ADV BRAND REVOL.indd 73

05/10/2022 09:23:44


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

TEXTILE• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 21

1

Web-to-Print Chiedi (il tessuto), e ti sarà stampato!

SCEGLI IL TIPO DI TESSUTO ADATTO

di Caterina Pucci

2

SELEZIONA O CARICA LA GRAFICA

3

4

74

SCENARI TEXTILE.indd 74

immagine: Caspar

NOI STAMPIAMO E SPEDIAMO

Non è un segreto che la digitalizzazione comporti miglioramenti nella logistica, che si riflettono in minori percentuali di invenduto e una riduzione delle scorte di magazzino. Preferendo produzioni in tiratura limitata, diversificate e altamente personalizzate, molti brand e aziende specializzate nella stampa su tessuto sono riuscite a realizzare prodotti più in linea con le esigenze dei clienti che, tanto nell’ambito della moda quanto in quello dell’arredamento, tendono a cambiare sempre più rapidamente. Le tecnologie di stampa digitale, in combinazione con i più avanzati software di gestione del workflow, hanno reso possibile la realizzazione di applicazioni su richiesta, che non richiedono un quantitativo minimo, proprio sul modello del web-to-print per le applicazioni grafiche. L’innovazione tecnologica e il successo dell’ecommerce hanno contribuito al diffondersi del modelli di business print-on-demand, generando un’industria dal valore di circa 3,4 miliardi di dollari, secondo i dati di Grand View Research. Considerato l’impatto ambientale dell’overproduction (o sovrapproduzione), una delle problematiche che affligge maggiormente l’industria tessile a livello globale, l’adozione di questo modello di business appare ancora più cruciale. La pandemia ha fatto emergere la capacità dei servizi di print-on-demand di arginare l’annoso problema della gestione degli invenduti, accumulati quando i clienti non potevano o non volevano fare acquisti, dimostrando il fallimento dei modelli di previsione, con cui i rivenditori cercano di immaginare in anticipo quello che i clienti acquisteranno l’anno successivo. Nelle prossime pagine vi presentiamo alcune aziende che hanno scelto di operare in questa logica.

GODITI IL TUO TESSUTO PERSONALIZZATO

04/10/2022 14:43:50


SI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAF

Negli ultimi anni, abbiamo visto emergere nuovi modelli di business innovativi più sostenibili da un punto di vista sia economico che ambientale rispetto a quelli tradizionali, basati sulla logica del “produci, vendi, consegna”. Un esempio emblematico è quello delle micro-factory, che si basa sulla logica del printed-to-order e punta a garantire una produzione personalizzata e on demand, basata sulle reali esigenze degli utenti. Questo cambio di paradigma sta avendo come conseguenza un progressivo “reshoring” degli stabilimenti produttivi, dopo decenni in cui la tendenza principale era quella di delocalizzare. La tecnologia digitale è la più adatta a rispondere alle sfide a cui il mondo va incontro, incentivando un ripensamento dell’industria tessile, non solo nel fashion ma anche nell’arredamento. Si può dire che l’avvento delle soluzioni di digital textile printing abbia “democratizzato” la stampa su tessuto, perché offre massima libertà creativa e rappresenta un alleato per i piccoli brand e gli onlineprinters che hanno bisogno di garantire elevata personalizzazione anche su volumi di stampa molto ridotti.

Sulla spinta della digitalizzazione nascono nuovi business Tutti questi fattori hanno contribuito alla nascita di diverse piattaforme specializzate nella realizzazione di tessuti su richiesta. Alcune si rivolgono specificatamente ai clienti finali, offrendo loro un prodotto finito (t-shirt, complementi d’arredo, accessori); altre operano per un target composto prevalentemente da professionisti della stampa, progettisti, architetti, designer. Questi ultimi si trovano sempre più spesso nella condizione di dover stampare prototipi, campionature, semilavorati in volumi ridotti. Non sempre però hanno a disposizione le tecnologie necessarie o comunque preferiscono affidare il lavoro a professionisti della stampa. Per loro, la stampa digitale su tessuto rappresenta uno strumento utile a dare sfogo alla creatività, trasformandola in una concreta opportunità di business. I tessuti stampati con queste soluzioni, venduti in medie e piccole tirature, verranno poi utilizzati per realizzare capi d’abbigliamento, accessori, complementi d’arredo da inserire, a seconda dell’esigenza, in un campionario che, solo in un secondo momento, sarà destinato alla produzione.

SCENARI TEXTILE.indd 75

The ColorSoup The Colorsoup è un e-commerce italiano specializzato nella stampa di tessuti on demand, incluse stoffe e accessori. La start up, nata nel 2015 da un’idea di Elena Guarene, Daniela Bertero e Lorenzo Zottar, viene in seguito acquisita da Sublitex, leader nella produzione di carte e film per stampa transfer. “Considerato l’interesse per la sartoria e la gadgettistica fai da te, siamo partiti con l’idea di dare la possibilità a chiunque, non soltanto ai grandi player di mercato, di vedere i propri design stampati su tessuto, fosse anche un solo metro di stoffa, per realizzare qualsivoglia applicazione: pannelli divisori, accessori, oggetti d’arredo, cartelloni pubblicitari – spiega Bertero – Al momento disponiamo di circa 30 basi di tessuto greggio differenti, che spaziano dalle fibre naturali (cotone, viscosa, seta) a quelle sintetiche (in primis, poliestere) fino a quelle miste”. Per le fibre naturali si utilizza la stampa a pigmento, con un processo water-free frutto di un intenso lavoro di ricerca e sviluppo interno all’azienda “Non ci siamo affidati a nessun costruttore, ma semplicemente abbiamo adattato le tecnologie

a nostra disposizione, in modo da rendere più efficiente il processo e ridurre gli sprechi”. Una volta stampato e asciugato, il tessuto è pronto per essere spedito. Eventualmente, si può scegliere di sottoporlo a un'ulteriore fase di finissaggio, con un processo che non impiega acqua, ma aria calda e scuotimento meccanico. Grazie a questo post-trattamento i tessuti risultano più morbidi e maneggevoli. “Nella stampa con inchiostri reattivi si utilizzano in media dai 30 ai 40 litri di acqua per ogni metro di stoffa, senza contare quella necessaria nelle fasi di pre-trattamento, vaporizzo e finissaggio. Oggi, grazie a questa innovazione tecnologica non emettiamo acque reflue”. La clientela di ColorSoup spazia dall'utente finale al piccolo artigiano che vuole realizzare la propria linea di abbigliamento. Ma ci sono anche molti textile e pattern designer, oltre che studenti di moda, accomunati da un unico desiderio: quello di imprimere su stoffa le proprie idee creative. “In media l’intero processo, dalla progettazione alla spedizione dei tessuti finiti, richiede 7-10 giorni lavorativi. Se normalmente i volumi di stampa minimi nel tessile

75

04/10/2022 14:43:57


CONTENUTO DISPONIBILE SU RIVISTA CARTACEA CLICCA QUI PER ABBONARTI


SI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAF

Nel print-on-demand niente viene stampato prima che il cliente abbia effettuato l’ordine. Questo consente di evitare le eccedenze di magazzino e contrastare uno dei problemi principali che affliggono l’industria tessile in generale e quella della moda in particolare: quello della sovrapproduzione

A destra, un assaggio del processo di progettazione messo a disposizione da Caspar Create

questo, utilizziamo materie prime certificate OEKO e GOTS. Vogliamo garantire una produzione il più possibile etica e sostenibile, ispirata ai principi dello slow fashion. I nostri prodotti sono fatti per durare a lungo e, anche nella comunicazione, invitiamo il consumatore a non effettuare acquisti ogni mese”.

CottonBee CottonBee è una piattaforma online che offre stampe in digitale su tessuti e maglieria con consegna entro cinque giorni lavorativi. Tutti i tessuti sono 100% cotone e certificati OEKO-TEX, per garantire una produzione etica ed ecologica. L’utente può scegliere se caricare i propri design o utilizzare la vasta gamma di creatività presenti nell’archivio della piattaforma.

SCENARI TEXTILE.indd 77

Contrado Anche Contrado, azienda londinese nata nel 2002 oggi attiva in quattordici paesi, è specializzata nell’offerta di tessuti personalizzati on demand di qualità. La piattaforma offre la possibilità di acquistare sia campioni di tessuto sia prodotti finiti come borse, complementi d’arredo, accessori, tag in tessuto. La particolarità di questa piattaforma web-toprint consiste nel poter scegliere tra una vasta gamma di materiali, tra cui la pelle, tessuti per applicazioni outdoor e impermeabili. Anche Contrado, con il suo modello di business, si propone di cambiare il modo in cui le persone fanno acquisti online, mettendo in comunicazione diretta designer e acquirenti.

77

04/10/2022 14:44:15


FESPAITALIA_ADV_soci-170622-24x32.pdf

1

17/06/22

07:02

LE AZIENDE ASSOCIATE

aggiornato al 17 giugno 2022

ADV FESPA ITA.indd 78

www.fespaitalia.it 05/10/2022 09:24:51


SSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGR

Viscom 2022 Prospettive Incredibili Visual Communication — per gli amici Viscom — (in italiano Comunicazione Visiva) è un’espressione entrata nel nostro vocabolario di addetti ai lavori ormai decenni fa. Possiamo definirla “matura” come si dice di una persona con molta esperienza e che ha molto da raccontare e da insegnare. Proprio per questa ragione quanto attiene al suo mondo ci sembra tutto molto familiare e da lei non ci aspettiamo grandi sorprese. A meno che non si decida di attribuire a una parola “tradizionale" un contenuto e un significato nuovi. E – perché no? – osservando la realtà che la Visual Communication rappresenta da una prospettiva diversa da quella consueta. È questa la sfida che ha lanciato Viscom Italia 2022 dandoci appuntamento a Fieramilano Rho dal 13 al 15 ottobre prossimi. L’obiettivo è entrare nell’immaginario collettivo di una community che ha assimilato da tempo le dinamiche del mercato della Visual Communication proponendogli di farne esperienza da prospettive inedite e incredibili. È soprattutto sovvertendo le regole che si trova qualcosa di nuovo e le novità a Viscom 2022 non mancano di certo! 79

VISCOM.indd 79

04/10/2022 12:12:50


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

EVENTI

Grande attesa e grande entusiasmo per ritrovarci in fiera! Conto alla rovescia per l’apertura dei battenti della 33ª edizione di Viscom Italia. Grande attesa e entusiasmo di ritrovarci in fiera, con importanti rientri e grandi nuove partecipazioni

3M Pellicole che passione!!! PAD 12, STAND E16

CANON MAKE IT print with Canon

80

VISCOM.indd 80

PAD 8, STAND C01/D08 All’insegna della campagna MAKE IT, allo stand Canon è presente Arizona 2380 XTF, un sistema di stampa che permette di incrementare la produttività delle applicazioni flatbed di oltre il 20%. Basato sulla tecnologia Arizona FLOW, il piano aspirato della stampante abbina la tecnica di vuoto con un layout senza settori predefiniti, così da ridurre la necessità di mascheratura o il fissaggio dei supporti, velocizzando i tempi operativi. La stampante è anche in grado di lavorare con materiali come cartone, legno o vetro. Riflettori puntati anche su Canon Colorado 1630, che offre numerose opportunità applicative grazie alla tecnologia UVgel. L’architettura modulare di Colorado 1630 permette di configurare la stampante in base alle specifiche esigenze di ogni business di stampa, aggiungendo moduli opzionali come FLXfinish, una tecnica di polimerizzazione LED che incrementa la flessibilità operativa permettendo di aggiungere una finitura lucida o opaca alle singole stampe, un secondo rotolo di carta e la stampa fronte-retro . Ad affiancarla in stand, Colorado 1650, stampante roll to roll UVgel di ultima generazione per la stampa di grande formato, con inchiostri flessibili per stampe opache o lucide, adatta per un’ampia gamma di applicazioni quali carta da parati, decalcomanie, pannelli luminosi, pelli sintetiche. Utilizzando undici colori tra cui rosso, arancione, verde, viola e rosa fluorescente, imagePROGRAF GP-4000 è la prima stampante di grande formato al mondo dotata di inchiostro fluorescente con tecnologia pigmenti ad acqua. E per il piccolo formato è in mostra la nuova imagePRESS V1000, un sistema di stampa digitale a colori a foglio singolo.

Come novità per l’edizione 2022, 3M presenta una nuova collezione per la serie di pellicole decorative in poliestere per vetri. Già disponibili in 120 finiture esclusive e raffinate si aggiungono 21 finiture innovative che consentono di creare uno spazio catturando la bellezza dell’ambiente e garantendo

un’applicazione pratica e veloce. Le nuove sfumature di tendenza e le finiture naturali offrono equilibrio tra praticità e creatività adattando luci e ombre, garantendo una migliore diffusione della luce o creando la privacy. Caratterizzate da un’accattivante sono disponibili in due versioni: la Serie Naturale: “Otticamente Organica” che offrendo l'aspetto e la sensazione della natura a portata di mano, cattura l'essenza otticamente organica dell'esterno portandola indoor. La serie "Armonia Olistica" è progettata per massimizzare la luce disponibile offrendo una vera armonia olistica con la natura e garantendo la privacy desiderata senza creare un senso di chiusura.

04/10/2022 12:12:57


22 •

EVENTI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 21 da parte delle aziende espositrici. Daremo risalto e attenzione a tutti i prodotti e materiali sostenibili con il nostro Sustainable Viscom, non mancheranno i seminari dei Viscom Talks dove affronteremo diverse tendenze del mercato. Ci saranno anche concorsi e mostre per mettere in

evidenza le ultime novità del retail e la creatività di giovani designer con produttori di carta. Infine ma non ultimo sosterremo anche quest’anno il progetto sociale, con il Banco Alimentare Lombardia, “Insieme contro la fame”. Vi aspettiamo numerosi.

Cecilia Montalbetti, Exhibition Manager Viscom Italia

EPSON

Signage, fotografia, tessile e CAD PAD 8, STAND G01/H06

POLYEDRA Tecnologie e applicazioni in sinergia PAD 12, STAND D07/E08 Polyedra torna a esporre a Viscom e lo stand dell’azienda, parte del Gruppo Lecta, è concepito per permettere ai visitatori di immergersi in molteplici possibilità di decorazione di ambienti interni ed esterni, tutti creati con materiali che vanno dai rivestimenti effetto tessuto, alle texture legno, metallo o pietra da applicare sulle pareti, agli effetti cangianti e metallici delle pellicole per vetri fino alle grafiche esclusive per personalizzare i pavimenti. Gli interessati alle tecnologie di stampa e taglio hanno a disposizione la “demo room Polyedra” dove ad accoglierli si trovano i tecnici dell’azienda che presentano e mettono in funzione le nuove macchine da stampa come la nuovissima Ricoh, le HP e la Xerox Biancodigitale e naturalmente i plotter da taglio. Viscom Italia rappresenta quindi un’altra occasione di incontro con gli operatori del settore e i buyer che hanno la possibilità di sperimentare nuove tecniche e scoprire soluzioni innovative per la propria comunicazione visual.

VISCOM.indd 81

Epson è presente in fiera con 3 stampanti per il settore della cartellonistica (SureColor SC-S80600, SC-R5000 e SCV7000), 4 soluzioni per il mercato del tessile e dell'oggettistica a sublimazione (SureColor SC-F100, SC-F500, SC-F3000 e la nuova SC-F6400) e due modelli dedicati alla produzione fotografica e CAD (SureLab SLD1000 e SureColor SC-T7700D). SureColor SC-S80600 consente la massima personalizzazione per ogni tipo di applicazione, spaziando dalla pellicola trasparente al vinile e al canvas, fino alla carta fotografica. Grazie a due teste di stampa Epson PrecisionCore TFP offre una gamma cromatica più ampia con i nuovi colori degli inchiostri Epson UltraChrome GS3 di nuova formulazione (rosso e arancione brillanti, bianco e all'argento metallico) che riproducono il 98,2% dei colori PANTONE su carta patinata. SureColor SC-V7000 è la prima stampante piana UV

LED di Epson, che offre produttività elevata e costi complessivi di gestione inferiori; stampa direttamente su un'ampia gamma di supporti fino a 80 mm di spessore, tra cui acrilici, policarbonati, PVC, vetro, alluminio, metallo, poliestere, poliplat, stirene, legno e pietra con dimensioni fino a 2,5x1,25 metri. SureColor SC-R5000 si contraddistingue per gli inchiostri in resina ecocompatibili e privi di odori (adatti, ad esempio, per la stampa di carta da parati) e assicura assoluta uniformità cromatica da un margine all'altro e dal bordo superiore a quello inferiore grazie al monitoraggio preciso della temperatura. Per la stampa a sublimazione Epson espone le ultime nate di piccolo formato per la produzione di oggettistica e articoli promozionali: SureColor SC-F100 nel formato A4 e SureColor SC-F500 con rotolo da 24 pollici e alimentatore fogli A3. La novità di quest'anno è SureColor SC-F6400, modello a sublimazione a 4 o 6 colori con quadricromia di base e una coppia di colori

opzionali (2 fluo, 2 light o 2 spot). SureColor SC-F3000, infine, soddisfa le esigenze di stampa di immagini complesse su una varietà di capi in cotone chiaro e scuro offrendo elevata produttività e alta precisione. SureLab SL-D1000 consente a fotonegozianti, laboratori fotografici e copisterie di espandere l'offerta di applicazioni ad alto valore aggiunto come libri fotografici personalizzati e calendari. Adatta per la produzione di poster e foto, ma anche per i lavori CAD, SureColor SC-T7700D è un modello di piccole dimensioni a doppio rotolo.

81

04/10/2022 12:13:04


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

EVENTI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 •

LIYU

GUANDONG

Arrivano i sistemi PRO XL PAD. 8, STAND B27/C27 Presentata in anteprima mondiale a Fespa 2022, la nuova linea Liyu Pro XL raddoppia la già vasta gamma di soluzioni per applicazioni industriali del dell’azienda. In particolare, i sistemi Pro XL sono contraddistinti da performance ulteriormente incrementate grazie all’implementazione di soluzioni tecnologiche, tra cui il carrello di stampa in formato Extra Large, in grado di montare fino a 16 teste per offrire prestazioni ancora più elevate in termini di produttività con una velocità che raggiunge i 360 m²/ora. I sistemi della famiglia Pro XL, inoltre, sono equipaggiati con il nuovo motore lineare magnetico di Liyu che permette la movimentazione del carrello tramite una banda magnetica, assicurando massima silenziosità ed eliminando qualsiasi vibrazione in fase di lavorazione. Tra le novità anche le barre Infrarossi di sicurezza per una sempre maggiore tutela degli operatori durante il processo di stampa e le teste Ricoh Gen 6 che assicurano un incremento della velocità del 30% rispetto al modello precedente e una qualità di stampa ancora più elevata grazie alla goccia da 5pl. A rappresentare in anteprima la nuova famiglia Pro XL , la ibrida Q3 Pro XL e la flatbed KC 3020 Pro XL. Al loro fianco, un ampio range di soluzioni in grado di soddisfare le esigenze di molteplici settori, dalla visual communication alla cartotecnica, fino ai diversi comparti dell'industria: il plotter ibrido Liyu Platinum EQ2 con tecnologia UV Led, la fladbed KC-R 2512, con teste Ricoh a goccia variabile e movimentazione sui tre assi con motori Panasonic, e PCT 3200, la roll to roll UV Led per lavorazioni di alta qualità su PVC, canvas, banner, carta fotografica, pelle, ecopelle, vinile e moltissimi altri materiali in bobina. Tra le novità 2022 dello stand Liyu, l’area dedicata alla divisione taglio digitale di Liyu Italia dove per la prima volta a Viscom è in funzione il plotter large format Platinum Q-Cut in versione 3521 in grado di lavorare in linea con l’intera gamma di stampanti Liyu, dando vita a un flusso di lavoro automatizzato e conforme agli standard dell’Industry 4.0.

82

VISCOM.indd 82

TRIO la pellicola smart & green PAD 8, STAND F33 “Il nostro reparto R&D ha lavorato a lungo nella messa a punto di TRIO, prodotto che in base alla mia lunga esperienza nel mondo dei supporti considero rivoluzionario, tanto da dedicargli interamente il nostro stand a Viscom 2022” afferma Edoardo Elmi, presidente e fondatore di Guandong. Si tratta di un supporto pressoché universale in termini di stampabilità e aggrappaggio degli inchiostri. L’innovativo trattamento multistrato rende TRIO adatto all’utilizzo con tutte le principali tecnologie di stampa (laser, indigo, inkjet, offset e digital offset), assicurando risultati di elevata qualità con qualsiasi tipologia di inchiostro (toner liquido e solido, UV, Led, Latex ed ecosolvente). Inoltre, gli speciali leganti che compongono gli strati di

TRIO ne garantiscono performance ottimali anche alle temperature più estreme, per un range che va dai -20°C fino ai +160°C. TRIO è una pellicola a tre strati di alta qualità in materiale composito che coniuga sostenibilità a una grande versatilità applicativa. Realizzato con il 74% di materie plastiche riciclate, è pensato per contenere la maggior quantità possibile di riciclato. Il tutto senza compromettere la qualità del prodotto finito, ma con la garanzia della massima stabilità per qualsiasi applicazione. Disponibile sia in fogli, distribuiti dalla divisione Mr Magnus, sia in bobina, TRIO è completamente riciclabile e contraddistinto da un interessante rapporto prezzo/prestazioni.

AGFA

Think Inkjet Think Agfa PAD 8, STAND B53 Sono diverse le novità con cui Agfa si presenta a Viscom all’insegna di un nuovo claim lanciato in occasione della scorsa Fespa “Think Inkjet Think Agfa”. Da un punto di vista tecnologico, allo stand Agfa sono in mostra due diverse tecnologie che rappresentano oggi le risposte ai più recenti trend di mercato in ambito di Visual Comunication. La novità per il mercato italiano è la presenza del plotter a sublimazione Avinci CX 3200,

con luce di stampa da 3,2 metri per la produzione di materiale Soft Signage dai colori vivaci e di alta qualità, per una vasta gamma di tessuti a base poliestere. Adatto per la produzione di bandiere e display produce applicazioni sia per la decorazione di esterni sia di interni come l’home decoration. La stampante Avinci CX3200 è in grado di stampare anche su carta transfer con la stessa tipologia di inchiostri. Allo stand è presente anche la stampante

04/10/2022 12:13:07


• ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFIC

IML MACHINERY

DURST

PAD 8, STAND B53

PAD. 8, STAND F11/G20

IML machinery espone la nuova DA 850, macchina accoppiatrice con tappeto aspirante che offre una grande versatilità di applicazioni: può essere utilizzata per la produzione di cartelle, scatole rivestite, espositori e per accoppiatura microonda. La linea è composta da un’incollatrice per colla a caldo (animale) o per colla a freddo (vinilica), inoltre è dotata del gruppo viscosimetro, che permette il controllo costante della densità colla stessa. A richiesta è possibile installare la stazione di fermata a registro del tappeto in modo da favorire il posizionamento corretto del cartone sul foglio già incollato. La macchina può essere fornita completa di tappeto aspirante da 2 , 4 o 6 metri, viscosimetro, fermata registro con motori brushless, squadra di puntatura autocentrante, mettifoglio, spotter e calandra.

Durst conferma la propria presenza a Viscom 2022 protagonista la piattaforma P5 e le tecnologie firmate Vanguard. A rappresentare la gamma P5, l’ammiraglia P5 350 in versione High Speed. Già best seller con numerose installazioni all’attivo in Italia, questa ibrida è caratterizzata da eccellente qualità di stampa, produttività oltre i 300 mq/h ed estrema rapidità nel cambio dei materiali.

Nuova accoppiatrice DA 850

ibrida Tauro H2500 a tecnologia UV LED per produrre in qualità e con importanti velocità qualsiasi tipo di materiale rigido o flessibile destinato alla comunicazione visiva, compresa la possibilità di stampa su cartone per la produzione di espositori e scatole. La luce di stampa è di 2,5 metri e sono possibili differenti livelli di configurazione e automazione. Le stampanti in mostra sono pilotate dal pluripremiato software Agfa Asanti che semplifica il flusso di lavoro, assicura la stabilità dei colori e utilizza i suoi algoritmi intelligenti per assicurare il consumo di inchiostro più basso del mercato, nella sua ultima

VISCOM.indd 83

release in versione 5.0. Le stampanti di grande formato di Agfa non solo eccellono nella qualità e produttività di stampa, ma offrono anche il miglior costo di gestione, grazie al consumo di inchiostro estremamente contenuto, che dipende dalla tecnologia “Thin Ink Layer” brevettata di Agfa.

Produttività e innovazione

Tra i plus che contraddistinguono P5 350 HS anche l’elevata versatilità, garantita da funzionalità esclusive come la stampa Multiroll e Multitrack 6 che, grazie a sensori con lettura frontale, consente di gestire fino a 6 code di stampa differenti. Prestazioni ulteriormente potenziate da soluzioni esclusive firmate dall’R&D interno, come Durst AutomatTM, per il carico e scarico di materiali rigidi. E ancora, la nuova tecnologia

opzionale Durst P5 Double 4, presentata in anteprima a Fespa, che consente l’installazione di una seconda fila di teste di stampa CMYK raddoppiando la produttività. Inoltre, i processi di stampa sono ulteriormente ottimizzati dall’integrazione della suite di software proprietari Durst per la gestione del flusso di lavoro, quali Workflow, Analytics e Smart Shop. Configurabile fino a un massimo di nove colori, compresi light colors, bianco e vernice, Durst P5 350 HS permette la realizzazione di stampe multistrato e applicazioni speciali, tra cui gli effetti "Day & Night", "In & Out" e le stampe a rilievo fino a 12 strati. Ad affiancare le soluzioni Durst anche un inedito sistema dalla gamma Vanguard che sarà svelato solo in occasione della fiera. Dedicata a settori quali signage, decoration, corporate, industrial e packaging, la tecnologia Vanguard offre una vasta gamma di stampanti a piano fisso caratterizzate da un ottimo rapporto prezzo/ prestazioni in grado di rispondere in maniera mirata alle esigenze degli stampatori che lavorano su materiali già in formato.

83

04/10/2022 12:13:19


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

EVENTI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 •

HP

Stampare per il futuro PAD 8, STAND C33/E34, PAD 12, STAND F11/G12

MIMAKI

Abbigliamento, sportswear, interior decoration e soft signage

84

VISCOM.indd 84

PAD. 8, STAND G22 Mimaki ha in programma di esporre in fiera una gamma di soluzioni innovative puntando l’attenzione sulla vastissima varietà di applicazioni in ambito di abbigliamento, sportswear, interior decoration e soft signage. Protagonista assoluta dello stand di Mimaki Bompan Textile la stampante TS3301 6 0 0 , p re s e n t a t a per la prima volta a una fiera italiana. Ultimo modello della serie 330 di Mimaki, questa stampante inkjet a sublimazione – con larghezza di stampa da 1.6 metri – garantisce la produttività più elevata del settore grazie alle più innovative tecnologie core di Mimaki di cui è dotata. Equipaggiata con testine di stampa a 8 canali di ultima generazione, la TS3301600 stabilisce nuovi standard di produttività in quadricromia e con colori fluo. Caratterizzata, inoltre, da un sistema di trasporto migliorato e da un livello di fruibilità implementato, raggiunge una qualità di stampa molto elevata, costante e stabile, e consente un’ampia flessibilità in termini di applicazioni. Tra gli altri prodotti in mostra, TS100-1600, stampante inkjet a sublimazione che offre un rapporto qualità-prezzo molto competitivo. Ideale per le aziende interessate a entrare nel mondo della sublimazione o a differenziare la produzione, questa soluzione offre prestazioni elevate – raggiungendo una velocità di 70 m²/ora – ed è di semplice utilizzo. In termini di applicazioni, TS1001600 di Mimaki permette di spaziare tra soft signage, fashion, abbigliamento sportivo e arredamento per la casa. Mimaki Bompan Textile puntai riflettori anche sul sistema di stampa inkjet TX300P-1800 MKII. Soluzione all’avanguardia per versatilità, la TX300P-1800 MKII consente di effettuare sia la stampa diretta su tessuto, sia la stampa transfer in un unico sistema, grazie all’utilizzo di piani intercambiabili e tre diverse combinazioni di inchiostro. Il modello in mostra a Viscom Italia è equipaggiato con inchiostri a pigmento per la stampa su tessuti naturali, una scelta che guarda in direzione della domanda del mercato, sempre più focalizzata su processi di stampa di qualità, cost-effective e sostenibili.

HP si presenta a Viscom con un forte messaggio orientato all’ecosostenibilità mostrando i risultati di un impegno costante e proiettato al futuro a salvaguardia del bene del pianeta, delle persone e delle comunità. Da diversi decenni la multinazionale è impegnata, infatti, nello sviluppo e nel continuo perfezionamento della tecnologia HP Latex a base acqua progettata per la sostenibilità, la qualità, la sicurezza sul posto di lavoro e la produttività. Gli inchiostri HP Latex sono formulazioni in grado di soddisfare i requisiti normativi a livello mondiale e per salvaguardare l'ambiente durante l'intero ciclo di vita di una stampa, dalla produzione allo smaltimento. Sono gli unici inchiostri per il grande formato nel mercato della visual communication a essere certificati UL ECOLOGO® e a soddisfare una serie di criteri rigorosi per la salute umana. Ciò consente di ottenere stampe inodori, anche per gli ambienti più sensibili

come ospedali e scuole. Gli inchiostri HP Latex sono anche certificati UL GREENGUARD Gold con le emissioni più basse e sono conformi allo ZDHC, un certificato che evidenzia le sostanze chimiche più sicure nella produzione tessile e la sicurezza dei giocattoli. Sempre in ambito si sostenibilità ambientale, durante la fiera HP presenta il programma HP EcoSolutons dedicato ai clienti (a cui abbiamo dedicato un articolo a pag. 47). Per quanto riguarda le tecnologie in mostra, sono presenti con dimostrazioni dal vivo: HP Latex 800 W sinonimo di stampa con l’utilizzo dell’inchiostro bianco senza complessità; HP Latex R2000 Plus nota per la qualità e i colori senza precedenti su supporti rigidi e in rotolo fino a 2,50 m, per ambienti di produzione; HP PageWide XL Pro 10000 che stampa alla velocità di 700 m²/ora poster economica su rotoli, fogli e cartoncini. Infine, DesignJet Z9+ Pro offre elevata qualità fotografica professionale alla massima velocità di produzione raggiungendo la più ampia gamma cromatica della sua categoria con gli inchiostri RGB HP Vivid Photo.

04/10/2022 12:13:25


A

B

B

O

N

A

T

84 e

Il Poligrafico

I

S

U

B

I

T

O

Il Poligrafico + Print 6 numeri all’anno

de Il Poligrafico incluso lo Speciale Print Connection con le classifiche delle industrie della stampa e il database dei fornitori

de Il Poligrafico

5 numeri all’anno

Accesso a contenuti esclusivi online

di Print

© STRATEGO Group — 2022

6 numeri all’anno

ADV ABBONAM..indd 85

130 e

Per verificare le promozioni attualmente in corso e abbonarti, consulta il sito www.strategogroup.net

05/10/2022 11:42:37


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

PRINT CONNECTION• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOV

La rubrica “Print Connection” contiene comunicati, riguardanti novità tecnologiche o installazioni, mandati alla redazione del Poligrafico dalle aziende presenti nella “Banca Dati Fornitori”, visibile online nel sito Stampamedia.net. Inquadrando con lo smartphone il QRcode a fianco, puoi accedervi direttamente.

logo cm graphic service.indd 1

08/04/15 13:40

86

LOGHI PRINT CONN.indd 86

04/10/2022 16:12:56


• 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA

New Aerodinamica M O R E T H A N A S P I R AT I O N

RISOGRAPH ITALIA

TM

87

LOGHI PRINT CONN.indd 87

04/10/2022 16:13:05


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

PRINT CONNECTIONI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUO

KYOCERA

GRAFIMEC

Un “Salotto” dedicato a TASKalfa PRO 15000c

Consegnato il 40° tagliacarte nel I semestre

A due anni dalla commercializzazione in Italia gli stampatori confermano che produttività ed efficienza sono i punti di forza di Kyocera TASKalfa pro 15000c. La stabilità cromatica in tiratura, l’affidabilità dell’approvvigionamento dei fogli, la semplicità di manutenzione senza intervento esterno sono le caratteristiche più apprezzate dalle aziende di stampa che hanno scelto di installare questa macchina inkjet di produzione con inchiostri base acqua. Ma non è tutto, Kyocera ha continuato a implementare questo sistema di stampa inkjet di produzione: per fare il punto della situazione sullo stato dell'arte di questa tecnologia lo scorso 15 settembre Kyocera TASKalfa pro 15000c è stata protagonista di una puntata dei “Salotti di Stratego”, una diretta video in cui Alessandro Mambretti, Expert Production Print Solutions di Kyocera Document Solutions Italia, ha risposto alle domande di Alexia Rizzi, coordinatrice editoriale de Il Poligrafico. Durante il webinar sono emerse le novità dal punto di vista dell’automazione dei processi di routine: “Grazie agli accordi con alcune software house, sulla parte wokflow abbiamo avuto un un’implementazione importante in partnership con un nostro cliente che ha consentito l’inserimento in processi di produzione full JDF – ha affermato Mambretti – oltre allo sviluppo proprietario di gestione e chiusura della singola commessa di stampa”. Inoltre, il numero di supporti compatibili si è ampliato e oltre alle carte uso mano e calandrate ora Kyocera TASKalfa pro 15000c stampa in modo produttivo su molte carte patinate inkjet. Si è parlato inoltre del lavoro svolto a supporto dei partner per la distribuzione per i quali Kyocera Italia ha messo in pista una serie di programmi che agevolano la promozione e la vendita della macchina. Se volete conoscere i vantaggi che offre Kyocera TASKalfa pro 15000c, potete rivedere il Salotto su: https://www.youtube.com/watch?v=H4vprObpRYk

Un semestre intenso quello appena trascorso, che ci ha permesso a fine luglio di consegnare il 40° tagliacarte dell’anno. Un traguardo molto importante, perché ci dimostra ancora una volta che il settore è in continuo movimento e che con il nostro approccio e i nostri servizi siamo in grado di soddisfare le richieste dei clienti, soprattutto di quelli che dopo averci contattato una prima volta, decidono di affidarsi nuovamente a noi. In particolare, risulta interessante la richiesta sempre maggiore di tagliacarte di grande formato, dalla luce 115 alla 155 cm, evidenza strettamente legata all’incremento di rapporti con cartotecniche, scatolifici e legatorie. I fattori che indubbiamente ci hanno aiutato a raggiungere questi risultati si riconducono alla nostra esperienza e presenza nel settore da più di 30 anni, oltre alla professionalità e tempestività di intervento dei nostri tecnici, che ci ha permesso di farci conoscere ulteriormente acquisendo sempre più credibilità sia nell’assistenza che nella fornitura di ricambistica. A questo si aggiunge la nostra presenza nelle più famose fiere di settore e non da meno la presenza online, tramite il sito www.grafimec.it sempre aggiornato con le ultime installazioni e i nuovi macchinari disponibili, nonché i social. Le prospettive per i prossimi mesi sono sicuramente altrettanto buone, poiché in questi mesi abbiamo provveduto a siglare diversi contratti che ci assicurano altrettante installazioni. A queste si aggiungono le manutenzioni sui tagliacarte venduti negli scorsi anni e gli interventi tecnici che ogni settimana ci vengono richiesti, oltre che alle movimentazioni di macchinari, servizio che forniamo ai nostri clienti e che richiede nella maggior parte dei casi particolari attrezzature e determinate competenze sui macchinari.

XEIKON

Perché SIRIUS? 6 buone ragioni 1. Piattaforma Nuova piattaforma SIRIUS. Innovativa piattaforma single-pass duplex a toner secco di quinta generazione. Costruita per grandi volumi di stampa, facilità d'uso, connettività e facilità di manutenzione. 2. Condizionamento dei supporti di stampa (PMC) Il nuovo modulo Print Media Conditioning (PMC) offre velocità costantemente elevate con una versatilità dei supporti senza pari, ad es. carte patinate satinate o lucide, non patinate, offset con grammatura sottile e pesante. Il PMC garantirà una qualità di stampa uniforme su tutta la bobina, un avvio rapido e una riduzione degli sprechi.

88

NEWS PRINT CONN.indd 88

3. Tecnologia di imaging Le testine di imaging a matrice di LED di Xeikon stampano a una risoluzione nativa di 1200 dpi 4 bit (dimensione del punto 21μ). La torre di stampa è progettata per funzionare a

30 m/min. Le serie SX sono macchine da stampa duplex a passaggio singolo, completamente rotative con lunghezza di ripetizione variabile. 4. Toner SIRIUS Le speciali caratteristiche di carica del toner di Xeikon sono perfette per la stampa ad alta velocità. Non solo il nostro toner è privo di COV o oli di imaging, ma è anche completamente riciclabile e le stampe sono completamente disinchiostrabili. I toner sono disponibili in CMYK, bianco e colori spot. 5. EkoFuse La tecnologia SIRIUS è molto efficiente dal punto di vista energetico poiché non c'è evaporazione di acqua o olio durante il processo di fusione. 6. Modulo di misurazione della qualità (QMM) La tecnologia SIRIUS dispone di un sistema di gestione della qualità a circuito chiuso basato su spettrofotometri integrati e telecamere di controllo registro che garantiscono un'eccellente uniformità e riproducibilità dell'output.

05/10/2022 12:28:07


0 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAM

HUNKELER

L’innovativa linea di finishing Generation 8 Leader nel settore del paper processing a livello mondiale, l’ultima novità è la Linea Generation 8, progettata per i sistemi di stampa digitale per bobine fino a 570 millimetri di larghezza e velocità fino a 180 metri al minuto. Gen 8 risulta perfetta per le future generazioni di stampanti ad alte prestazioni ed è stata sviluppata appositamente per le peculiari caratteristiche della stampa editoriale e commerciale. I moduli sono in grado di elaborare in maniera delicata prodotti stampati a colori su carte patinate e non patinate, dalle grammature leggere a quelle più pesanti. Il sistema modulare comprende lo Svolgitore UW8 il modulo Web WB8 (in caso di collegamento online con la stampante), la taglierina CS8 con taglio e cilindro di taglio semplice e doppio trasversale, il modulo di impilamento LS8 con impilatore fogli SE opzionale (per l'impilaggio laterale di singoli fogli nelle pile

durante la produzione) e l'LS8-30 Consegna foglio B2. È possibile, in relazione alle applicazioni, prevedere il collegamento online con la piegatrice web WF8, il perforatore dinamico DP8 per la perforazione dinamica longitudinale e trasversale più fori di trascinamento e sistemi di cucitura per la realizzazione di booklet punto metallico o libri filo-refe. Infine, la linea Gen8 può contare sull'Hunkeler Workflow Manager (HWM), presentando una nuova era nel funzionamento online e nella pianificazione della produzione. La tecnologia e l’innovazione firmata Hunkeler si evince dal costante lavoro su app aggiuntive e aggiornate, che offrono ai clienti un valore aggiunto e possono essere installate sull'HWM in qualsiasi momento. Hunkeler.it è orgogliosa di rappresentare l’innovazione tecnologica Hunkeler Ag come unico distributore esclusivo in Italia.

NEWMEC

Soluzione per la stampa combinata di QR code Come anticipato sul Poligrafico n. 208, è stata ultimata recentemente la Holotrack&Trace, una macchina completa di avvolgitore a bobina, per carta adesiva o altri supporti cartacei (bianchi o stampati), in grado di stampare direttamente il QR code e applicare, anche in sovrapposizione al codice, un’immagine olografica totalmente personalizzabile, garantendo un plusvalore al prodotto finito, con ottime performance di velocità e risoluzione grazie alla stampa totalmente customizzabile, come tutti i prodotti NewMec. Holotrack&Trace unisce la tecnologia del QR code alla stampa a caldo di ologramma: non solo stampa a caldo il patch olografico personalizzato (inziale del brand o l’immagine), ma applica foil di alta sicurezza trasparente proprio sopra al QR code che sarà chiaramente ancora visibile.

Pertanto, olograficamente parlando, il supporto cartaceo, l’etichetta, il cartellino o altro disporrà di sicurezza personalizzata di ultima generazione prodotta per tutti i player del mercato, così da creare un canale diretto di comunicazione col cliente finale, garantendo allo stesso tempo l’autenticità del prodotto e la riconoscibilità del proprio brand. Il QR code permetterà al produttore di inserire i dati, le informazioni e i link dell’e-commerce con tutti i vantaggi della blockchain; e al consumatore di verificare il prodotto, accertarne la veridicità e collegarsi al brand prescelto e seguirlo attivamente.

89

NEWS PRINT CONN.indd 89

05/10/2022 12:28:09


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

PRINT CONNECTION• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOV

EPSON

Fedeltà dei colori e gamma cromatica completa SureColor SC-S80600 è la stampante di largo formato che offre una gamma cromatica più ampia con gli inchiostri Epson UltraChrome GS3 di nuova formulazione, capaci di riprodurre in modo accurato il 98,2% dei colori Pantone su carta patinata. Gli inchiostri aggiuntivi comprendono i colori rosso e arancione brillanti, oltre al bianco e all’argento metallico che consentono di ottenere effetti particolari. Nel dettaglio, l’arancione e il rosso assicurano il maggiore gamut cromatico tra le soluzioni presenti sul mercato, mentre i toni metallizzati sono realizzabili grazie al mix con l’argento metallico: i risultati sono stampe caratterizzate da colori nitidi e brillanti. Non solo: SC-S80600 è dotata di due testine di stampa Epson PrecisionCore TFP di ultima generazione e grazie all’avanzato sistema di gestione dei substrati, consente la massima personalizzazione per ogni tipo di applicazione, spaziando dalla pellicola trasparente al vinile e al canvas, fino alla carta fotografica. "Per noi è molto importante essere in grado di offrire una precisione dei colori spot Pantone”, afferma Renato Sangalli, Head of Sales C&I Printing di Epson Italia. “Ciò conferisce valore aggiunto a SC-S80600 e rassicura i potenziali acquirenti che, una volta realizzati, i loro progetti avranno lo stesso aspetto che hanno sullo schermo di un computer". Si tratta di una soluzione progettata per ottenere rapidamente risultati di lunga durata e di alta qualità per applicazioni più esigenti e per usi specialistici che richiedono risultati eccellenti e colori vivaci.

DURST

Nuovo sistema firmato Koenig & Bauer Durst

Delta SPC 130 FlexLine Eco+ è il nuovo sistema digitale firmato Koenig & Bauer Durst per la stampa su cartone teso e ondulato con prestazioni industriali per tirature che vanno da 1 a milioni di metri quadrati. Si tratta di un modello entry-level dal design compatto che offre ai converter una nuova strada per la conversione al packaging digitale e per il potenziamento della capacità produttiva. Delta SPC 130 FlexLine Eco+, che utilizza inchiostri sostenibili a base acqua compatibili con gli alimenti, assicura un inedito rapporto qualità/prestazioni/prezzo per la lavorazione di materiali nei formati fino a 1,3 metri x 2,8 metri. Questo nuovo modello, che include anche un sistema di asciugatura compatto, potrà essere upgradato con le funzioni di Delta SPC FlexLine Automatic in base alle crescenti esigenze produttive dei clienti. La nuova soluzione firmata Koenig & Bauer Durst è la risposta ideale per converter con volumi compresi tra 4 e 8 milioni di metri quadrati all'anno. Inoltre, Delta SPC 130 FlexLine Eco+ sarà equipaggiata con il nuovo Dynamic Nozzle Management (DNM), uno strumento che riduce significativamente la manutenzione delle testine di stampa per tutti i modelli della gamma Delta SPC 130, offrendo un ulteriore impulso alla produttività dei clienti. Il DNM consente di limitare ulteriormente i cicli di manutenzione delle testine di stampa Koenig & Bauer Durst, già molto apprezzate dal mercato per le prestazioni in termini di durata. Il Dynamic Nozzle Management identifica l'eventuale intasamento degli ugelli e può essere programmato per gestire la quantità di inchiostro erogata dalla testina e da ogni singolo ugello, garantendo la massima continuità della qualità di stampa.

KOLBUS

Presentazione ufficiale di RD115S

90

NEWS PRINT CONN.indd 90

Già presentata in anteprima a inizio 2021, la RD115S ha visto la sua presentazione ufficiale in occasione dell’Open House tenutasi presso la sede di Kolbus GmbH a Rahden (Germania) nel maggio scorso, a cui hanno partecipato più di 200 clienti provenienti da varie parti d’ Europa e del mondo. In questa occasione, i clienti intervenuti hanno potuto visionare la RD115S installata presso Packconcept, uno scatolificio situato a Lubeccke, a pochi minuti da Rahden. La RD115S, come le altre macchine Kolbus, è totalmente servoassistita ed è dotata del modernissimo comando macchina “Copilot”, inoltre, grazie alla sua modularità, può implementare fino a otto gruppi di stampa flessografica. L’innovativa tecnologia di stampa dal basso, già sperimentata con successo sulle Kolbus Autobox, permette

una pulizia e una qualità di stampa di altissimo livello. La modularità rappresenta la principale novità e il maggior punto di forza della RD115S: la possibilità di aggiungere non solo moduli di stampa ma altre funzionalità, la rendono una macchina estremamente flessibile in grado di adattarsi al mutare delle esigenze produttive. La larghezza di lavoro di 2.921 mm consente di produrre fino a quattro quadranti per ogni foglio di cartone ondulato. La velocità di lavorazione, fino a 12.000 fogli all'ora, ne fa la soluzione ideale anche per ordini di grandi dimensioni di 100.000 o più pezzi. La RD115S permette di produrre imballaggi di alta qualità, stampati sul lato esterno e di consegnarli in tempi brevi, come sempre più richiesto, ad esempio, dal commercio online. La RD115S riconferma ancora una volta la posizione di Kolbus come punto di riferimento per il mercato cartotecnico, dove qualità ed efficienza sono le parole chiave, perfettamente riassunte dalla Fustellatrice rotativa Kolbus.

05/10/2022 12:28:12


• 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA

27 ottobre ore 18:00

Apertura Vernissage con ingresso solo su invito 28 ottobre dalle 10:00 alle 18:00

Ingresso aperto al pubblico

Brand Revolution Lab 2022 presenta metamorphosis Brand Revolution LAB, l’iniziativa pensata e realizzata da Stratego Group in cui brand, agenzie, stampatori e fornitori si incontrano in un laboratorio creativo e collaborativo per proporre una nuova comunicazione focalizzata sulla stampa, va in scena con i progetti per l’edizione 2022.

www.brandrevolutionlab.it

Un allestimento scenografico, un rebranding e nuove iniziative per contribuire ad allargare le competenze di brand, stampatori, designer e creativi; una serie di sessioni formative e informative su materiali, tecniche, tecnologie e tendenze della comunicazione stampata e i progetti che hanno preso vita dopo nove mesi di preparazione. Questo è quanto sarà messo in mostra durante l’evento di presentazione dei progetti di Brand Revolution LAB 2022, il 27 e 28 ottobre nello spazio DayLight dei SuperStudio Più, di via Tortona 27 a Milano. “Sei anni di esperienza ci hanno insegnato che non basta organizzare un laboratorio dove mettere intorno a un tavolo Brand, Designer, Agenzie creative, Stampatori e Fornitori di materiali – spiega Valentina Carnevali project manager di Brand Revolution LAB e CMO di Stratego Group – è importante che la conversazione vada oltre questa esperienza e continui dentro la community dei professionisti che ogni anno cresce per numero di persone e competenze. Stiamo pensando a una serie di servizi e iniziative che possano contribuire ad arricchire questo spazio di innovazione e le persone che lo frequentano”.

Il concept Metamorphosis I progetti di questa edizione portano un messaggio chiaro: il mondo della stampa cresce ed è proiettato verso il

NEWS PRINT CONN.indd 91

futuro. È un settore che si evolve per rispondere alle diverse esigenze dei brand e dei consumatori, diventando contemporaneo e integrandosi alla dimensione digitale. L’esposizione avrà un allestimento coordinato che sarà una sorpresa per i partecipanti all’evento: “Un bel lavoro di squadra che parte da un’illustrazione e diventa un ambiente immersivo grazie alle competenze di tutti” spiegano Daisy Viviani, curatrice creativa di Brand Revolution LAB e Elisa Seitzinger, illustratrice e artista visiva: insieme hanno creato il concept e l’identità visiva dell’edizione 2022. “Il concetto di Metamorphosis è stato scelto un testimonial d’eccezione, Johannes Gutenberg, inventore della stampa a caratteri mobili, che è stato rappresentato sia in vesti passate che in chiave contemporanea, ma questo è tutto ciò che possiamo svelare sull’allestimento” aggiungono.

Le novità dell’edizione 2022 Brand Revolution LAB inaugura quest’anno anche una nuova area della mostra, intitolata Print & Materials, per dare al mercato l’opportunità di raccontare materiali e supporti in relazione alla loro possibilità e resa di stampa. Il 28 ottobre, sul palco delle sue talk e tavole rotonde i protagonisti dei progetti e alcuni ospiti con conversazioni su: materiali, tecniche e trend degli stampati ecosostenibili dalle più svariate rese estetiche; le soluzioni innovative per rendere riutilizzabile un packaging pensato per la logistica; la stampa digitale al servizio di una comunicazione personalizzata e sempre diversa; l’importanza dell’illustrazione nella comunicazione stampata; i nuovi codici comunicativi per coinvolgere ed emozionare; come sta cambiando la comunicazione del lusso, anche quella stampata, rispetto al cambiamento dei valori; come la stampa dà forma concreta a servizi e prodotti intangibili.

91

05/10/2022 12:28:28


                                   

XI EDIZIONE DEL CONVEGNO NAZIONALE ENIP-GCT DELLE SCUOLE GRAFICHE E CARTOTECNICHE ALL’EVENTO, CHE AVRÀ LUOGO IL 18 OTTOBRE 2022 IN COLLABORAZIONE CON IL COMITATO PROVINCIALE ENIP-GCT DI BARI, GRAFICA E CARTOTECNICA SONO INSIEME PER IL MADE IN ITALY, PER PORTARE VALORE E PROFESSIONALITÀ NELL’INDUSTRIA 4.0 La XI Edizione del Convegno Nazionale ENIP-GCT delle Scuole Grafiche e Cartotecniche si svolgerà a Bari il 18 ottobre 2022. L’evento rientra tra le attività previste in seno al 3° Protocollo d’Intesa firmato il 15/06/2020 in esclusiva tra ENIP-GCT Nazionale e il Ministero dell’Istruzione e sarà realizzato in collaborazione con il Comitato Provinciale ENIP-GCT di Bari.

PROGRAMMA

                               

92

ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NU

LOCATION: Circolo Unione Bari, Teatro Petruzzelli, via Alberto Sordi, 7 – Bari Ore 9.00 Registrazione dei partecipanti Ore 9.30 Saluti di benvenuto Domenico Di Marsico, presidente del Comitato Provinciale ENIP-GCT di Bari Ore 9.45 Saluti Autorità Ore 10.00 Introduzione ai lavori Marco Spada, presidente ENIP-GCT Nazionale Ore 10.30 Scuola, Università, Impresa: ripensare le opportunità educative Federico Visconti, rettore LIUC Università Cattaneo Ore 11.00 Intervento del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi (presenza da confermare) Ore 11.30 Coffee break Ore 11.45 Tavola Rotonda: “Istruzione e formazione grafica e cartotecnica: si riparte tutti insieme” con la partecipazione di: Marco Spada, presidente ENIP-GCT Emilio Albertini, presidente Assografici

ENTE NAZIONALE PER L’ISTRUZIONE PROFESSIONALE GRAFICA CARTOTECNICA E TRASFORMATRICE

Federazioni Sindacali Nazionali di Categoria Rosalba Bonanni, Ministero Istruzione - Direzione generale per gli Ordinamenti scolastici Valeria Vaccari, dirigente scolastico Polo Tecnico Franchetti Salviani Città di Castello in rappresentanza delle Scuole di settore Antonio Maiorano, presidente ARGI Daniele Barbui, presidente ACIMGA Pietro Attoma in rappresentanza di GIFCO

Paolo Giuntarelli, Regione Lazio, Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro Modera: Enrico Barboglio, CEO Stratego Group Ore 12.30 Dibattito Ore 13.00 Lunch break Ore 14.30 L’approfondimento tecnico come leva di crescita Alessandro Mambretti, presidente TAGA Italia Ore 15.00 Premiazione Concorso Nazionale Modiano-ENIP-GCT Nazionale Premiano: Stefano Crechici, presidente Modiano S.p.A. e Antonio Decaro, sindaco Comune di Bari Ore 15.30 Premiazione con Targa d’Oro ENIP-GCT Premia Marco Spada, presidente ENIP-GCT Nazionale Ore 16:00 Conclusione dei lavori Tommaso Savio Martinico, segretario generale ENIP-GCT Nazionale

Con il contributo tecnico di: Argi, Acimga, Stratego Group, 4IT Group, Taga Italia e Aimsc. Con il Patrocinio di: Presidenza del Consiglio dei Ministri - ZES Adriatica, Assografici, SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM, Città di Bari, Regione Puglia, Presidente della Giunta Regionale, Confindustria Puglia, Confindustria Bari e BAT e Confindustria Bari e BAT – Giovani Imprenditori. Sponsored by Comieco, Conai, Heidelberg, Koenig & Bauer, Ricoh, Salute Sempre e Unisalute. La partecipazione al Convegno è gratuita.

RUBRICA FORMAZIONE.indd 92

05/10/22 13:03


                      

                               

0 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAM

FORMAZIONE & INNOVAZIONE

È STATA FINALMENTE VARATA LA RIFORMA DEGLI ITS PREVISTA DAL PNRR

Dopo un lungo iter è stata finalmente approvata la riforma ITS prevista dal PNRR. Questo importante traguardo garantirà al sistema di istruzione terziaria professionalizzante una completa autonomia, per poter meglio rispondere alla domanda di innovazione e di qualità della formazione per le nostre imprese. Fra le principali novità introdotte vi sono la modifica del nome ITS che diventa ITS Academy,

dove ITS sta per Istituti Tecnologici Superiori, e un ampliamento del ruolo delle imprese, poiché di norma il presidente dell’ITS sarà espressione delle aziende che, dunque, avranno la responsabilità della Governance. La docenza degli Istituti dovrà provenire per almeno il 60% del monte orario complessivo dal mondo del lavoro e dell’impresa. Stage aziendali e tirocini formativi saranno obbligatori almeno per il 35% della durata del monte orario complessivo dei percorsi ITS e potranno essere svolti anche all’estero. Per coinvolgere più attivamente le PMI, è previsto il credito d’imposta al 30% per le imprese che decidono di investire negli ITS. Per il proprio finanziamento stabile gli ITS potranno contare sul Fondo per l’istruzione tecnologica superiore istituito dal ministero dell’Istruzione, che prevede a partire da quest’anno 48,35 milioni di euro con una programmazione triennale.

BORSA DI STUDIO “RENZO VIAPPIANI” Essendo venuto meno il sostegno economico di Regione Lombardia agli allievi dei Centri di formazione professionale grafica che, alla fine dell’anno formativo 2021/2022, conseguiranno la qualifica con la votazione di 100/100, il Comitato Provinciale per l'Istruzione Professionale Grafica di Milano ha voluto istituire una Borsa di studio per premiare comunque gli allievi più meritevoli. Il riconoscimento è intitolato a Renzo Viappiani prematuramente scomparso nel 2018, dopo una lunga carriera imprenditoriale, durante la quale si è speso con grande passione e impegno nella formazione proQuesta rubrica nasce dallo stretto legame e fondendovi tutte dal continuo dialogo tra Il Poligrafico e gli orle ultime energie. ganismi istituzionali dedicati alla formazione grafica. In particolare è il frutto di un recente Valore e premi accordo tra Stratego Group ed ENIPG NazionaLa Borsa di stule e parallelamente con il Comitato Provinciale dio mette a didi Milano per gli approfondimenti sulle attivisposizione un tà nel territorio. Collaborazione che estendemonte premi di remo alle altre realtà del circuito Nazionale 4.000 euro. Lo dell’Ente che vorranno farne parte, per dare stanziamento ampio spazio sui nostri mezzi di informazione complessivo veralle iniziative formative e didattiche. rà suddiviso per il numero dei richiedenti che, in

RUBRICA FORMAZIONE.indd 93

UNO SPAZIO PER LA FORMAZIONE

possesso dei requisiti sotto riportati, ne abbiano fatto richiesta. Ciascuna borsa di studio non potrà superare il valore di 400,00 euro e verrà erogata mediante un buono per l’acquisto di materiali o dotazioni scolastiche. Destinatari e requisiti La Borsa di studio sarà conferita a studenti e studentesse che nell’anno formativo 2021/2022 hanno concluso brillantemente il terzo anno del percorso di Istruzione e formazione professionale di Operatore grafico presso le Istituzioni Formative riconosciute, conseguendo la qualifica con votazione pari a 100/100. La Borsa di studio verrà erogata mediante un buono per l’acquisto di materiali o dotazioni scolastiche. Possono partecipare al bando per il conferimento delle Borse gli studenti in possesso dei seguenti requisiti: aver frequentato nell’a.f. 2021/2022 un percorso di IeFP presso una delle istituzioni formative riconosciute dal Comitato Provinciale per l’Istruzione Professionale Grafica; essere in possesso della qualifica di Operatore grafico conseguita nell’a.f. 2021/2022 con votazione finale pari a 100/100; non aver goduto per l’a.f. 2021/2022 di analogo riconoscimento/ Borsa di studio pubblica o privata. Le domande devono pervenire entro le 12:00 del 30 settembre 2022, corredate della documentazione da richiedere a: comitato@gct.mi.it

93

05/10/22 13:03


ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 •

OPINIONI• STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO 210 • 22 • STAMPA, NUOVI FLUSSI • ILPOLIGRAFICO

L’ economia di domani Il mondo intero sta cambiando le abitudini. Tutte le aziende, siano esse clienti o fornitori, stanno cambiando dal punto di vista organizzativo e logistico. Alcune considerazioni per una crescita sana e green.

I cambiamenti che le aziende stanno operando oggi per affrontare la situazione contingente sono orientati a includere e concentrare servizi diversi con nuove modalità di approccio nei rapporti di business. Il comune denominatore è una nuova visione e organizzazione sempre in aggiornamento, con la massima attenzione rivolta sia verso il risparmio dei costi generali sia dei consumi energetici. Reputo che sia possibile creare valore economico riducendo l’impatto sull’ambiente poiché sviluppo sano è sinonimo di crescita rigenerativa, che non spreca risorse e che risolve problemi tenendo in considerazione sempre gli effetti collaterali e le conseguenze ambientali evitando di generare diseguaglianze.

94

OPIN FACCHINI.indd 94

di Sergio Facchini

Franco Angeli Editore ha raccolto in una collana di libri di differenti autori internazionali di diversa provenienza ed esperienza una visione che propone un approccio del tutto nuovo e originale del concetto di “crescita e decrescita” così da mettere a confronto varie fazioni. La presentazione di analoghe problematiche viste, descritte e commentate da parte dello psicologo, dell’economista e dell’imprenditore che rispondono ai medesimi quesiti offrono una serie di possibili soluzioni sia dal punto di vista del liberista, dell’ambientalista e del negazionista. Se partiamo dal presupposto che la crescita economica aumenta il benessere della popolazione intera e dovrebbe ridurre le ingiustizie, purtroppo contemporaneamente vediamo che gli indicatori scientifici individuano, nella crescita dell’economia moderna, i fattori negativi dati da un impatto diretto sulla distruzione dei suoli, sull’acidificazione degli oceani e sul mutamento del clima generale del Pianeta. Da una parte emerge che la lotta all’inquinamento ha un prezzo che le aziende, e di conseguenza tutti noi, dovremo quantificare e pagare come se fosse una voce di costo di un conto economico. Dall’altra parte emerge l’esigenza di una trasformazione del sistema di mercato che punti a fermare la crescita, specialmente nei paesi ricchi, con la riduzione dei consumi e con una inversione di potere tra aziende e società, imponendo una maggiore tassazione ed elevati costi da far pagare per gli sprechi.

Ancora una volta però le differenti teorie e soluzioni proposte si riducono spesso a utopie. La realtà è che la scienza e lo sviluppo non si possono fermare: chi vive nei paesi in via di sviluppo ambisce a raggiungere il livello di benessere dei paesi cosiddetti sviluppati. Occorre delineare una terza via per poter riformulare le modalità con cui intendiamo crescere. Già oggi sono disponibili innovazioni e “driver di mercato” che consentirebbero una crescita sostenibile ma che per essere concretizzate devono essere accompagnate da pratiche di governo e legislazione adeguate. Comportamenti individuali virtuosi e crescita sana sono possibili confrontando best practice messe in atto da aziende che già hanno cambiato il loro modello di business, riuscendo a generare profitti senza impattare sull’ambiente e sulla società.

04/10/2022 14:31:38


DEFINING EXCELLENCE IN PRINTING GLI OSCAR DELLA STAMPA VI DANNO APPUNTAMENTO AL 2 DICEMBRE 2022 Spazio Daylight, Superstudio Più Via Tortona 27 – Milano Prenota un tavolo su www.oscardellastampa.it ❖

BEST CARTOTECNICA

BEST LABEL PRINTER

BEST DIGITAL PRINTER

BEST WIDE & INDUSTRIAL PRINTER

BEST CONVERTER

BEST PUBLISHING & COMMERCIAL PRINTER

BEST PRINTER ON CORRUGATED

BEST NOBILITAZIONI E SUPPORTI SPECIALI

OSCAR DELLA STAMPA È UN’INIZIATIVA

OdS_24x32 scritta nuova.indd 1

CON IL PATROCINIO

03/10/22 17:10


Velocità massima di 600 m²/h

Ideale per stampe su cartone

Produzione automatizzata

Qualità d’immagine pluri-premiata

Basso consumo di inchiostro

Inchiostri certificati Green Guard Gold

Meet the beast

Jeti Tauro H3300 UHS LED Domina questa forza primordiale Robusta Veloce Inarrestabile Affidati alla nostra nuovissima Jeti Tauro H3300 UHS, stampante wide format a getto d‘inchiostro UV LED per creare stampe vivaci su un‘ampia gamma di supporti rigidi e flessibili di larghezza fino a 3,3 mt. 24/7 e completamente automatizzata.

www.agfa.com