Page 1

Lunedì 14 febbraio 2011- Numero 5 - Curato da Andrea Scappazzoni Stampato da All Media Comunicazione - Corso Siracusa 152, Torino

SPRING TEAM C5 - POOL CIRIE’ Quarta giornata del girone di ritorno - Serie C2 - Girone A Le altre gare del Girone A

All'andata questa sfida finiva 12-5 per i ciriaciesi. Da allora sono trascorsi quasi quattro mesi e lo Spring Team vuole cancellare quell'unica gara in cui il passivo è stato talmente alto da eliminare ogni alibi o attenuante.  Tra  le  mura  amiche  di  Valdellatorre lo Spring Team deve ritrovare la vittoria: nelle ultime due partite in casa, i biancoverdi hanno collezionato quattro punti contro Smilte e Sporting Grugliasco. Ora bisogna ripetersi contro l'attuale terza forza del campionato, un Pool Ciriè che insegue la coppia di vetta a soli tre punti e di certo non verrà in gita al Palazzetto di Valdellatorre. Bisognerà lottare quindi, dimenticando  ciò  che  finora  è  stato  in  questo

DB CASELLE

A.M.M.P.

SP. GRUGLIASCO

ANGEL

CHIAVAZZESE 75

CINZANO Ca5

DEPORTIVO FUTSAL

PRATIGLIONE

SMILTE R. CAMPETTO

ESSETI Ca5

campionato maledetto o anche solo una settimana fa:  si  riparte,  senza  pensare  al  3-0  subito  in  casa degli Angel. Il ko va messo alle spalle: occorre pensare alle prossime otto gare mancanti, una per volta, con la consapevolezza che si possono vincere tutte, a partire da quella di stasera.  Sarà però necessario metterci impegno, sacrificio, sudore e voglia, per sconfiggere avversari e sfortuna: altrimenti ancora una volta tutto sarà vano e si dovrà ricominciare ancora una volta da capo, per rimettere in piedi una stagione condizionata dal destino, che ha fatto andare storte troppe cose finora.


Pezzoli non molla: «E’ ancora troppo presto per ritirarmi» Il bomber: «Sì, ci ho pensato, ma ho ancora troppa voglia di giocare e vincere qui» bero vitali per la nostra corsa a un piazzamento di valore». Quindi parli di una salvezza senza play-out. «Io credo che sia importante guardare una partita alla volta, senza pensare troppo alla classifica.E' chiaro che l'obiettivo sia la salvezza, visto che siamo alla prima avventura in C2. Ma  non  poniamo  limiti  alla  provvidenza,  d'altronde  ce  la siamo sempre giocata con tutti, in questi mesi». Quando ti rivedremo in campo? «Di questa settimana dovrei avere la risposta per la visita ortopedica con pianificazione dell'intervento chirurgico. Penso che ormai la stagione sia finita, con sole tre presenze, compresa la coppa». Ma i tuoi propositi da dirigente per ora vanno in soffitta, non è così? «I  primi  giorni  dopo  l'ennesimo  infortunio  stagionale  mi hanno fatto pensare al peggio. Ma sinceramente ho ancora troppa voglia di giocare, segnare e portare questa maglia alla vittoria».

E

Chi sarà l'uomo in più di questa seconda parte di stagione, secondo te? «Scommetto su Ongari: il suo è stato un grande rientro, che non potrà fare altro che dare esperienza e sicurezza a tutta la squadra in campo. Sono poi sicuro che anche Mola, appena smaltirà il suo infortunio, potrà essere decisivo se riuscirà a essere continuo, compiendo quel salto di qualità che tutti noi ci aspettiamo da lui».

Simone, quanta sfortuna... «Per quanto mi riguarda, l'annata è da dimenticare. Prima c'è stata una frattura del secondo metatarso del piede destro e adesso il menisco interno del ginocchio sinistro. Purtroppo però non sono stato l'unico ad avere problemi fisici».

Tutto questo in attesa che torni Pezzoli. Che cos'è per te lo Spring Team? «E' una famiglia più che un gruppo sportivo. Ho visto nascere e crescere questa società e ho deciso di passare al calcio a 5 proprio grazie alla passione e all'entusiamo che i ragazzi, giocatori e dirigenti, sono riusciti a trasmettermi. Non smetterò mai di ringraziarli per questo».

Simone Pezzoli, 26 anni

' l’emblema di questa sfortunata stagione biancoverde: Simone Pezzoli, pivot dello Spring Team, si è infortunato due volte finora, in coppa Italia a settembre e in allenamento, poche settimane fa, a breve distanza dal suo rientro in campo. A  fermarlo stavolta è stato il ginocchio, ma Simone non ha alcuna intenzione di mollare.

Stasera però bisogna affrontare il Pool Ciriè e provare a vincere per non perdere ulteriore terreno. «Stasera, anche se decimati dalle assenze, dobbiamo dare il 150 percento per cercare di fare punti in casa che sareb-

Lo hai detto prima, ma te la senti di giurarci una cosa? «Tranquilli,  non  ho  ancora  terminato  la  mia  carriera  in campo: è una promessa!».


Ceschi: «Voglio i play-off. E coi nostri tifosi ce la faremo» Il laterale biancoverde non si nasconde: «Obiettivo dieci gol, per mantenere una promessa...» Ci sono degli obiettivi personali a cui punti? «Devo arrivare almeno in doppia cifra in fatto di gol per mantenere una promessa e contribuire a raggiungere i nostri traguardi mettendomi sempre a disposizione del mister e dei compagni». Ma oltre a questo, ti distingui anche nell'opera di talent scout. E di questo ti è riconoscente anche il ds. «Mi piace l'idea di poter contribuire alla creazione di un progetto fatto di giovani e che, secondo me, è molto importante anche per la prima squadra».

Alessandro Ceschi, 25 anni

P

iù che un giocatore è un simbolo. Alessandro Ceschi non fa parte del gruppo storico dello Spring Team, quello che per intenderci esiste dal 2005, ma dall'estate 2009 vi ha fatto parte e da fin subito ha saputo conquistare società e compagni col suo spirito e la sua voglia di fare bene, rivelandosi fondamentale nell'amalgama di una squadra che “resiste” tuttora nel suo zoccolo duro. Alessandro, gli ostacoli più “duri” con questa partita andranno in archivio, almeno sulla carta: non trovi? «In realtà credo che gli ostacoli ce li abbiano creati gli infortuni  finora.  Questo  ci  ha  condizionato,  ma  il  morale  della truppa è alto, perché siamo consapevoli della nostra forza». La squadra stasera affronta il Pool Ciriè, l'unica compagine che nell'andata è riuscita a dilagare, nel risultato, contro lo Spring Team. «Giocheremo contro una buona formazione e la classifica lo dimostra. In campo si scende 5 contro 5 e si può perdere come si può vincere, contro tutti. All'andata abbiamo avuto la peggio, ma stasera faremo in modo da portare a casa i tre punti. Daremo tutto per farlo: per noi e per la società - compreso il capitano - che ci è sempre stata vicino anche nei momenti di difficoltà». La classifica dice che i play-out sono distanti quattro punti e i play-off sette: l‘obiettivo? «Ma noi vogliamo assolutamente i play-off. Se giochi per accontentarti, allora fai prima a stare a casa. Bisogna puntare sempre al massimo».

E la società di sicuro non ti ostacola in questo. «No, anzi, appena ho parlato con la società di alcuni giovani interessanti di mia conoscenza, questi sono stati subito presi in considerazione e visionati in allenamento. Qualcuno da subito è stato tesserato, per altri se ne riparlerà invece più avanti: ma l'intenzione di lavorare in tal senso c'è eccome». Carlo Perrotta è uno di questi giocatori. «E' un ottimo portiere, classe 1993, che si è immediatamente integrato nel gruppo grazie alla società e ai miei compagni, che dal primo allenamento l'hanno fatto sentire uno di noi». Dai giovani ai “veterani”: tu sei molto attento ai talenti emergenti, ma allo stesso tempo non vuoi dimenticare l'apporto di giocatori più esperti in questo gruppo. «Beh sì, l'età ha vantaggi e svantaggi, ma di sicuro è necessario avere un po' d'esperienza nel gruppo. Un giocatore come Ongari, che ha un'età superiore a quella della media della squadra, è fondamentale per tutti noi, per quello che dà in campo e che ci può trasmettere». Ormai sei allo Spring Team da due anni: cosa ti piace di più di questa società? «L'organizzazione e, senza dubbio, il concetto di squadra che lo Spring Team ha saputo creare. Non è da tutti aver la fortuna di giocare in un club con dei valori. Rispetto e sportività sono di colore bianco e verde». Siamo alla conclusione. C’è qualcosa che vuoi aggiungere per congedarti da questa intervista? «Voglio invitare la gente a sostenerci in numero sempre maggiore, perché sono la nostra arma in più. Sarebbe bello che Invito ancora la gente a sostenerci perché è la nostra arma in più. Sarebbe bello poterli ritrovare anche in trasferta, ricordandoci sempre che lo scopo è quello di incitare la squadra perché solo così potremo arrivare lontano».

Lo Spring Team vicino al capitano: un abbraccio a Cristiano Le condoglianze della società biancoverde, ma anche l’augurio di tornare presto in campo

L

o Spring Team non può esimersi dall'abbracciare più forte che mai il suo capitano, Cristiano Crotti, colpito dalla scomparsa della nonna nella giornata di sabato: per questo la società biancoverde esprime a Cristiano e ai suoi famigliari sentite condoglianze. Il giocatore e vicepresidente biancoverde tuttavia sta attraversando  un  periodo  negativo  anche  a  livello  sportivo. 

Durante la sfida di lunedì scorso contro gli Angel, a Leinì, Crotti è stato vittima di un grave infortunio alla caviglia: lesione ai legamenti e gesso, oltre ad uno stop che terrà Cristiano lontano dai campi di gioco per almeno due mesi. Lo Spring Team, anche per questo, si stringe in un abbraccio collettivo al suo capitano, certo che potrà tornare a vestire la maglia biancoverde prima del previsto e ancora più forte.


Morra: «Con la forza del gruppo si vince. Crediamoci» Giorgio, collaboratore tecnico dello Spring Team: «C’è margine per recuperare terreno» E di difficoltà finora ce ne sono state... «Ma abbiamo tutto il tempo per recuperare. Stiamo facendo progressi e credo che il nostro sia un calcio a 5 valido, soprattutto nel girone in cui ci troviamo, molto competitivo e di alto livello». L'obiettivo salvezza è possibile, quindi, secondo te? «Il nostro campionato deve ancora iniziare. Per ora ci siamo espressi al 50 percento per colpa di molta sfortuna e altrettanti infortuni: nulla è perduto però. Episodi e classifica ci hanno penalizzato eccessivamente, ma noi ci siamo. E sono sicuro che non saremmo in questa delicata posizione se ad ogni partita non ci mancassero elementi importanti». La classifica è corta, non trovi? «Sì e infatti possiamo recuperare il terreno perduto. E' bene però parlare di obiettivi gradualmente: prima raggiungiamo i play-out, poi penseremo alla salvezza diretta». Giorgio Morra, 39 anni

L

a forza di una squadra, spesso e volentieri, è soprattutto il risultato del duro lavoro di chi sta dietro le quinte, più di chi va in campo. Tra queste persone c'è sicuramente Giorgio Morra, collaboratore tecnico dello Spring Team che assiste in particolar modo l'allenatore-giocatore, Fabio Mussino, durante partite ed allenamenti. Giorgio, parliamo del tuo ruolo all'interno della società. «Diciamo che cerco di dare una mano per quanto mi è possibile. Aiuto Fabio laddove gli occorra la mia presenza: lo faccio con entusiasmo e spero di trasmetterlo a tutta la squadra. Allo stesso modo spero di riuscire a portare nel gruppo la forza di superare le difficoltà con serenità e tranquillità».

Chi può essere l'uomo in più dello Spring Team da qui al termine della stagione? «Un giocatore solo non fa la differenza. C'è un gruppo, un gioco corale: il gioco di squadra fa vincere, non i singoli». Concludiamo parlando di un giocatore che a te sta particolarmente a cuore. E' vero che sono tutti uguali per un dirigente, ma Liuni – senza nulla togliere agli altri – è anche una tua scommessa. «Beh sì, siamo molto legati. Io credo che lui abbia fatto notevoli progressi dall'anno scorso ad oggi, ma ancora non si è espresso secondo quelle che per me sono le sue potenzialità. Deve accrescere la propria autostima e sono certo che diventerà insostituibile».

Il punto della situazione: convocati, arbitro e classifica Biancoverdi ancora penultimi. Tra i convocati c’è anche Mola. Arbitra Zanfino di Nichelino Spring Team C5: Agnello, Curcelli, Liuni, Ongari, Barone, Bruno, Bresciani, Ceschi, F. Mussino, Miracola, (Mola).

Pool Ciriè 2010: Moschetti, Gioanetti, Federici, Di Caso, Perino, Fredes, Gatto, Frezza, Colacino, Massimino, Morreale, Contestabile. Arbitro: Cristian Zanfino di Nichelino, alla prima assoluta in un match dello Spring Team. La classifica: Angel 29; Sp. Grugliasco 29; Pool Ciriè 26; Chiavazzese 22; DB Caselle 21; Deportivo Futsal 21; Cinzano Ca5 21; A.M.M.P. 20; Esseti Ca5 18; Pratiglione 18; Spring Team 14; Smilte R.C. 3. SEGUITECI NUMEROSI ATTRAVERSO IL NOSTRO SITO UFFICIALE: WWW.SPRINGTEAM-C5.COM PRESTO, SUL NOSTRO FORUM, SARA’ POSSIBILE PRENDERE PARTE A DISCUSSIONI E SONDAGGI! NON DIMENTICATE INOLTRE DI ISCRIVERVI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK CHE CONTA OLTRE

450 FAN!

Spring Team News - N. 5  

Il periodico dello Spring Team in uscita ad ogni match casalingo della compagine biancoverde.