Issuu on Google+

Anno 55 - Numero 9

Sabato 7 gennaio 2012

DIRETTORE FABIO NOARO

C O M M E R C I A L E

C O M M E R C I A L E

C U C I N E

C U C I N E

AZIENDA SPECIALIZZATA IN FORNITURE CAPANNONI CHIAVI IN MANO PREFABBRICATI IN C.A. SERRAMENTI IN ALLUMINIO PORTONI A LIBRO Strada Ca’ Balbi, 230 - 36100 Vicenza tel. 0444 912331 - fax 0444 912373

AZIENDA SPECIALIZZATA IN FORNITURE CAPANNONI CHIAVI IN MANO PREFABBRICATI IN C.A. SERRAMENTI IN ALLUMINIO PORTONI A LIBRO

S E T T I M A N A L E

S P O R T I V O

Strada Ca’ Balbi, 230 - 36100 Vicenza tel. 0444 912331 - fax 0444 912373

CURIOSITÀ | MUSICA | SPETTACOLO | ATTUALITÀ POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - DL 353/2003 (CONV. IN L.27/02/04 N.46) ART. 1, COMMA 1, DCB VICENZA - REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI VICENZA N.98 DEL 28/10/1957 - DISTRIBUZIONE GRATUITA CON ABBONAMENTO SOSTENITORE

Venerdì 6 gennaio con inizio per le ore 15:00, al Menti scenderanno Vicenza-Reggina per l’ultima gara del girone di andata. Occasione da non fallire per i berici anche se la sosta potrebbe riservarci sorprese

Buon 2012! Che brutti Doni sotto l’albero del calcio e che storie tristi le scommesse... Le scommesse mettono addosso tristezza. Una partita finisce condizionata da appetiti criminali che partono dall’altra parte del mondo e arrivano dentro gli spogliatoi. È pazzesco non avere difese, lasciar passare questo buio. Il calcio non è un’isola ma specchio della crisi del Paese? Il comportamento di una comunità, di uno Stato, lo fanno le persone. La loro etica e la loro morale. Questi sono i dirigenti che abbiamo. Ma questo è un Paese che vive di commenti, non di fatti. Chi ha di più, deve pagare di più. È CAMBIATO TUTTO - Un tempo, finita la partita, i giornalisti bazzicavano lo spogliatoio. Costruivamo rapporti veri. Calciatori, dirigenti, giornalisti e tifosi s’incontravano e si confondevano. Poi questo spaccato pieno di soldi si è popolato di molte persone nuove, e ogni ruolo voleva il suo boccone di torta. Il calcio è diventato un veicolo dove ognuno è salito per fare i propri interessi. In Inghilterra cosa c’è di più rispetto al calcio italiano? La loro cultura dello sport, per dirla bene. Non siamo lontani, ma quel poco da fare è un passo avanti, deciso. Il presidente del Coni Gianni Petrucci ha messo intorno a un tavolo i proprietari della maggiori società di calcio, e la Federazione, per trovare una civile riconciliazione per una vicenda, Calciopoli, che non è ancora cenere... Eppure l’iniziativa è giusta, importante, anche se il risultato massimo dovesse essere una civile lontananza. FACCIAMO GLI STADI - Comodi, coperti, senza barriere. Bisogna avere ambizione e coraggio, il risultato sarà bellissimo: là in Inghilterra la partita rappresenta una giornata di festa. Due ore da passare insieme. In Italia la partita diventa ‘troppo’. È caricata di tensione. Non è più uno spettacolo ma una resa dei conti. Il direttore responsabile

Vicenza inizia bene il 2012 puoi avvicinarti ai play/off! SPERIAMO CHE LA LUNGA SOSTA NON CI RISERVI BRUTTE SORPRESE E CHE IL NUOVO ANNO CONTINUI SULLA STRISCIA POSITIVA CHE DURA DA BEN 7 GIORNATE. Il Vicenza piazza il settebello e riprende il cammino al Menti contro la Reggina per fare altri punti ed allungare la serie si ad otto risultati utili consecutivi. Sosta nalazia permettendo! Bisognerebbe fare un monumento a mister Cagni per quello che è riuscito a trasmettere ad una squadra che all’inizio di stagione, dopo otto giornate, aveva collezionato la miseria di soli 3 punti con Baldini in panca dando pure la sensazione di scendere di categoria. Subentrato al toscano, un vero cataclisma in via Schio. Quel signore nativo di Brescia, riusciva a dare una svolta, rimettendosi in gioco, visto che da

Mister Cagni brinda al nuovo anno e si augura che la lunga sosta non abbia spento le energie ai suoi giocatori.

Abbruscato nuovamente nell’undici base ha una voglia matta di rimettersi in discussione per i compagni e la classifica cannonieri.

alcuni anni mancava dai palcoscenici, riprendendosi delle belle soddisfazioni, con risultati alla mano che parlano dopo 12 gare, 22 punti ragranellati, grazie a 6 vittorie, (2 esterne) 4 pareggi e 2 Ko. Baldini invece 3 pareggi e 5 sconfitte. Il cammino nelle ultime dodici gare, vede il Vicenza, subito dietro al Verona, la squadra che ha fatto più punti, (scaligeri 26, biancorossi 22). Un ruolino di marcia da super favoriti e play/off che potrebbero avvicinarsi superando gli avversari della Reggina che occupano il sesto gradino che delimita le partecipanti agli spareggi. Occasione da prendere al volo per Abbruscato e soci il quale finalmente rientra dall’infortunio e si rimette in discussione per la classifica marcatori e per contribuire al gioco di squadra. Intanto ci sono movimenti sul fronte societario, con ogni probabilità, nuovi proprietari, ma la sostanza più o meno la stessa e ci si rituffa sul mercato con la speranza che il 2012 ci riservi delle magnifiche sorprese e non le solite agonie. F.N.

visita il portale di Sport Vicenza sport attualità cultura

Turno di chiusura mercoledi LONGA DI SCHIAVON (VI) - Piazza Libertà, 15 - tel 0444 665933 sulla statale Vicenza - Marostica

www.sportvicenza.com


Sabato 7 gennaio 2012

2 Con occhi...“Cristallini” uno sguardo alla società Calcio Vicenza. Ad un passo dal cambio di proprietà, si pensa alla gestione del mercato, ai bilanci ed agli obiettivi

be allungare i tempi od a contribuire ad intralciare il nuovo corso dirigenzial-proprietario, potrebbe essere rappresentato dall’eventuale acquisizione-gestione del Centro Sportivo di Isola, operazione che però, almeno al momento, non parrebbe in agenda per il passaggio di consegne. (continua)

PASSAGGIO DEL TESTIMONE IN SOCIETÀ! SARÀ LA SOLITA MINESTRA OPPURE AVRÀ PIU’ SOSTANZE? In un quadro, almeno ad oggi, molto più rassicurante, sotto l’aspetto del rendimento di squadra (e, conseguentemente, della classifica) riteniamo doveroso fare una breve annotazione riguardante il futuro prossimo della Società Vicenza Calcio che, a scanso d’equivoci, va detto fin da subito (come peraltro sottolineato a più riprese, dall’attuale proprietà) non potrà permettersi, a livello economico-operativo, passi falsi alcuno (alias, colpi di testa). Altresì, sarà fondamentale, in vista del già avviato mercato di “riparazione” di gennaio, poter contare su d’una certa solidità anche in tal senso. Le ultime notizie, prepotentemente fattesi sempre più realistiche ed accreditate, porterebbero infatti ad un’ormai imminente (dopo i molteplici ininfluenti pour-parler degli ultimi mesi…) passaggio di consegne dall’attuale proprietà. La cordata più accreditata a rilevare la maggioranza di azioni biancorosse, sarebbe quella facente capo al medico odontoiatra vicentino (nonché tifosissimo della squadra be-

Cassingena a cena per definire le ultime cose con la cordata vicentina. Speriamo sia la volta buona per le casse societarie! LAVAGGIO MOTO

Il diesse Cristallini al gran lavoro per sfoltire la rosa di Cagni e per andare sul mercato alla caccia di un terzino e un attaccante. Ricci dal Cesena e il sogno Cacia del Lecce ora al Padova.

PAVIMENTAZIONI INDUSTRIALI

rica) Massimo Masolo il quale, assieme ad altri imprenditori vicentini (Luca Moretti sarebbe tra questi) ed ad un pool di investitori di più ampia territorialità, sarebbe ad un passo (ma gli incontri tra le parti proseguiranno non prima del 10 gennaio) dal cogliere il testimone dalla famiglia Cassingena. Per l’acquisizione della maggioranza delle quote azionarie (il 51%) si starebbe trattando per una cifra non troppo lontana dai due milioni di Euro dopodichè la nuova ripartizione delle medesime sarebbe di un 15% a Dario Cassingena, un altro 15% a Nicola Baggio, con il restante 19% che dovrebbe rimanere di pertinenza degli attuali detentori, ossia quelli del gruppo Sisa (tra cui, probabilmente, l’ex vicepresidente del Vicenza, Tiziano Cunico). Oltre alla cordata Masolo però, ce ne sarebbe almeno un’altra in ballottaggio (seppur con minor credito o, comunque, ad una certa distanza, non solo chilometrica…) nata questa sulle… ceneri di quella guidata dal professionista nel campo della pubblicità e marketing, Paolo Di Stanislao e sarebbe quella “romana”, facente riferimento ad Alberto Gianni (imprenditore operante nel settore edile, finanziario tra gli altri…). L’unico scoglio che potreb-

LAVAGGIO AUTO

DISTRIBUTORE

GPL

AUTOLAVAGGIO ROBOTIZZATO CON NERO GOMME AUTOMATICO L’UNICO CON LAVAGGIO SCOCCA GRATUITO APERTO TUTTO IL GIORNO DAL LUNEDI AL SABATO E DOMENICA MATTINA S.S 11 PER VERONA, LOC. PONTE ALTO VICENZA VIA PONTE STORTO, 11 OLMO DI CREAZZO (VI) TEL 0444 522731

CALCESTRUZZI PRECONFEZIONATI

vibeton

VIBETON SpA Via Gorizia, 5 - 36100 Vicenza tel 0444 546066 - fax 0444 320319 CANTIERI 36100 Vicenza - Via Marosticana, 450 - tel 0444 597677 - 36100 Vicenza - Via Riviera Berica, 636 tel 0444 530098 36050 Pozzoleone (VI) - Via Casonetto, 5 tel 0444 668181 - 35014 Fontaniva (PD) - Via A.Velo tel 049 5940978


Sabato 7 gennaio 2012

3

Calcio Vicenza. La cordata vicentina appare in netto vantaggio su quella romana del duo Di Stanislao e Gianni

Nuova società ma la musica con ogni probabilità la stessa! segue dalla seconda

CASSINGENA-MASOLO, SARÀ PASSAGGIO DI CONSEGNE? Di certo c’è che comunque sia, poiché i passaggi di proprietà (soprattutto per una Società di calcio) necessitano inevitabilmente di tempi piuttosto cadenzati e non certo rapidissimi per giungere all’epilogo (si facesse anche in fretta, non si dovrebbe concludere prima di febbraio), appare quasi scontato che il mercato di gennaio verrà gestito dall’attuale proprietà Cassingena (attraverso passaggi… Cristallini) con tutti gli onori ed oneri.

La posizione del Vicenza Dopo 20 gare del girone di andata And P 2-0 0-1 1-1 0-1 4-2 1-1 2-2 0-2 1-1 2-1 2-1 2-1 1-0 3-1 0-1 2-2 1-1 0-3 1-0 2-2

0 0 1 0 0 1 1 0 1 3 0 3 0 3 3 1 1 3 3 1

Totale 25

Incontro BRESCIA - VICENZA VICENZA - SASSUOLO ASCOLI - VICENZA VICENZA - TORINO CITTADELLA - VICENZA VICENZA - LIVORNO CROTONE - VICENZA VICENZA - VARESE GROSSETO - VICENZA VICENZA - VERONA PADOVA - VICENZA VICENZA - ALBINOLEFFE JUVE STABIA - VICENZA VICENZA - GUBBIO SAMPDORIA - VICENZA NOCERINA - VICENZA VICENZA - PESCARA MODENA - VICENZA VICENZA - EMPOLI BARI - VICENZA VICENZA - REGGINA

Rit P

Chiarito che chi fino ad oggi ha gestito (e gestisce) il Vicenza Calcio, lo sta facendo comunque con passione e dovizia (seppur non senza qualche inevitabile limite, peraltro già sottolineato in più occasioni: vedi bisogno di migliorarsi facendo esperienza ed ammenda di errori passati…) avremmo piacere di conoscere se, nel caso giungessero (come lo saranno di certo) offerte “importanti” per alcuni giocatori-base dello scacchiere biancorosso (i Frison, Botta, Rigoni, Gavazzi, Abbruscato, tanto per citare i più acclamati…) la dirigenza sia o meno in grado di poter realmente respingere al mittente le stesse profferte magari gestendole in modo da rinviarne la concertazione che porterebbe, inevitabilmente, alla dipartita di qualche singolo elemento di prestigio?! Perché deve essere ben chiaro (lampante) che un conto è poter contare su di un Vicenza con tutti gli effettivi (e quelli sopraccitati in primis) al loro posto fino a fine stagione (e, possibilmente, con uno o due rinforzi a supporto) il che garantirebbe un certo risultato, mentre un complesso che perdesse due o più pedine (del “calibro” citato) a metà torneo, senza rimpiazzarle con pari consistenza, ben difficilmente potrebbe proporsi in termini di protagonista (con classifica tranquilla o più…) fino a maggio (o… giugno).

LE SQUADRE CHE HANNO RACCOLTO PIU’PUNTI NELLE ULTIME 12 GIORNATE

Il Vicenza con Gigi Cagni dopo 12 gare ha collezionato 22 punti e da 7 giornate non perde dalla gara interna col Gubbio vinta 3-1. VERONA 26 VICENZA 22 SASSUOLO 20 JUVESTABIA 19 TORINO 18 CROTONE 18 PESCARA 17 REGGINA 16 VARESE 16 CITTADELLA 15 EMPOLI 15 16 ASCOLI GROSSETO 14 MODENA 14 SAMPDORIA 12 PADOVA 12 GUBBIO 11 ALBINOLEFFE 11 BARI 10 NOCERINA 8 BRESCIA 6 LIVORNO 5

Come ben si sa infatti, ormai da alcuni anni, ci sono delle esigenze di bilancio da cui ogni Società seria (e quella biancorossa, va detto, in tal senso, lo è, inequivocabilmente) non può prescindere, tanto che la classifica generale consta ormai da qualche stagione, d’una doppia graduatoria, una dettata dai risultati del campo ed un’altra dalla solidità economico-finanziaria, dalla solvibilità e dai bilanci societari conseguenti. Ecco che allora, una volta trovato il giusto mix “sostanzial-operativo”, non dovrebbe più essere così impossibile sognare ad occhi aperti, con fondate percentuali concretizzazione. Con la possibilità di cogliere l’obiettivo più ambizioso che per scaramanzia (e non solo quella) non ci va di menzionare, ma che poi è quello che ogni tifoso del Vicenza, si augura, dal lontano 2000. Come dire, un secolo fa. Luca Turetta

di Milano Angelo

LOCALE CLIMATIZZATO

SPECIALITA’ PESCE SALE RISERVATE PER FESTE GIARDINO ESTIVO SCONTO PER COMITIVE E SPORTIVI RISTORANTE E PIZZERIA Via San Martino, 45 - Vicenza tel 0444 924480 SERVIZIO A DOMICILIO Via Medici, 66 - Vicenza tel 0444 920601

COLORIFICIO ALTE di Zucchi Italo

COLORI AD OLIO, TEMPERA ED ACQUARELLO PRODOTTI PER BELLE ARTI SMALTI ED IMPREGNANTI AD ACQUA LINEA DECORATIVA “METALLIC” ED “EFFECT” TINTE SPRAY SU CAMPIONE

Viale P.Ceccato, 6 - ALTE CECCATO (VI) - Tel. 0444 698189 - colorificioalte@libero.it


Sabato 7 gennaio 2012

4

Calcio serie B. In B non c’è un leader perché anche il Toro ha mostrato i suoi limiti mentre sorprende la Juve Stabia

Il Vicenza potrebbe aprire la strada playoff a dieci squadre Nella ventesima giornata del campionato di Serie B abbiamo assistito alla sconfitta del Torino ad opera del Modena, di questa inaspettata sconfitta granata non ne hanno approfittato le inseguitrici: il Verona ha pareggiato a Varese, il Sassuolo a Reggio Calabria ed il Padova in casa con la Nocerina. Sono finiti in parità anche gli incontri Albinoleffe – Gubbio, Empoli – Grosseto, Bari – Vicenza. Vittoria importante del Pescara contro la Sampdoria, della Juve Stabbia contro il Cittadella e in ottica salvezza quelle dell’Ascoli a Crotone e del Brescia a Livorno. Un Livorno in caduta libera, senza gioco e senza carattere è stato sconfitto in casa dal Brescia ed ora si trova in piena zona play out. Per il Brescia una vittoria importante, si è allontanata dalla zona retrocessione ed ha cominciato nel migliore dei modi l’avventura del tecnico Calori sulla panchina delle rondinelle. Il Torino dopo aver dominato la partita subisce nel finale una incredibile sconfitta, ma rimane saldamente in testa alla classifica. Per il Modena di Cuttone, una vittoria prestigiosa ed insperata, che darà tanto morale alla squadra per il prosieguo del campionata. In una partita molto equilibrata il Verona ha pareggiato ha Varese ed ha interrotto la serie positiva di otto vittorie consecutive senza approfittare della sconfitta del Torino. Per il Varese con il terzo pareggio consecutivo per il momento si trova fuori della zona play off. Il Padova ha pareggiato in casa con la Nocerina, la squadra campana ha conquistato un importantissimo punto che le darà tanto morale. La Reggina ancora una volta non è riuscita ha vincere, Breda ha cambiato ancora formazione ma non ha ottenuto il risultato sperato. Se il presidente Foti non interverrà sul mercato e non sarà cambiato allenatore, i play off saranno pura utopia. Il Sassuolo ha giocato la sua onesta partita ed il punto conquistato consente di rimanere al terzo posto. Continua a salire posizioni in classifica la Juve Stabia, che con una buona prestazione ha battuto il Cittadella meritatamente. Il derby toscano tra Empoli e Grosseto è finito in parità, è stata una bella partita con tanti gol e soddisfazione da parte dei due tecnici per il risultato ottenuto. E’ finita in parità anche Bari e Vicenza, i galletti erano in vantaggio per 2 a 0, ma non sono riusciti a vincere la partita; sono ormai due mesi che non vincono in casa. Il Vicenza, dopo un primo tempo giocato male, nella ripresa l’allenatore Cagni ha indovinato le sostituzione, ha pareggiato ottenendo il settimo risulto utile. L’Ascoli ha vinto a Crotone, e ha ricordato nel migliore dei modi la memoria del suo presidente Costantino Rozzi, ha conquistato tre punti importanti e ha fatto un bel passo in classifica, per i pita-

gorici un passo indietro rispetto alle ultime prestazioni. Nella sfida fra due squadre di bassa classifica Albinoleffe e Gubbio hanno pareggiato, un punto che fa muovere la classifica a tutte due le squadre. Nel posticipo è tornato alla vittoria il Pescara, che ha battuto la Sampdoria, la squadra di Zeman ha disputato una splendida partita ed il risultato poteva essere più rotondo. I sampdoriani con questa sconfitta si allontanano dalla zona play off.

A

RISULTATI 20^ GIORNATA

0-0 2-2 1-2 2-2 3-1 0-2 2-1 2-2 1-0 1-1 0-0

ALBINOLEFFE - GUBBIO BARI - VICENZA CROTONE - ASCOLI EMPOLI - GROSSETO JUVE STABIA - CITTADELLA LIVORNO - BRESCIA MODENA - TORINO PADOVA - NOCERINA PESCARA - SAMPDORIA REGGINA - SASSUOLO VARESE - VERONA CLASSIFICA

41 38 37 36 35 30 28 28 28 26 25

TORINO VERONA SASSUOLO PESCARA PADOVA REGGINA VARESE JUVE STABIA ** GROSSETO SAMPDORIA VICENZA

BARI*** CITTADELLA CROTONE **** EMPOLI BRESCIA ALBINOLEFFE LIVORNO MODENA GUBBIO NOCERINA ASCOLI *

25 25 24 22 22 21 20 20 18 16 15

* - 7 punti | ** - 4 punti | ***- 2 punti | **** -1 punto

21^ GIORNATA Mister Braglia continua a stupire con la sua Juve Stabia. Si troverebbe in zona play/off se non fosse partito con l’handicap di 4 punti.

Taccuino

Le partite della 21^ giornata di andata

La serie B gioca venerdì 6 gennaio, ore 15:00 Anticipo venerdì 6 gennaio, ore 12:30 Torino-Albinoleffe Posticipo venerdì 6 gennaio, ore 20:45 Grosseto-Livorno

Le partite della 1^ giornata di ritorno Torino-Ascoli; Varese-Bari; Vicenza-Brescia; Albinoleffe-Cittadella; Livorno-Crotone; Juve Stabia-Empoli; Gubbio-Grosseto; Modena-Reggina; Padova-Sampdoria; Nocerina-Sassuolo; Pescara-Verona

THIENE presso C.C. Europa ALTAVILLA VICENTINA Mega Shop TORRI DI QUARTESOLO presso C.C. Le Piramidi

TORINO - ALBINOLEFFE SAMPDORIA - VARESE BRESCIA - CROTONE VICENZA - REGGINA ASCOLI - PADOVA GUBBIO - BARI CITTADELLA - EMPOLI NOCERINA - PESCARA SASSUOLO - JUVE STABIA VERONA - MODENA GROSSETO - LIVORNO

Classifica marcatori serie B 13 Tavano; 12 Sforzini; 11 Abbruscato, Immobile, Sansovini; 9 Cocco, Sau, Sansone; 8, Castaldo, Jonathas; 7 Insigne, Maah, Missiroli, Papa N’Diaye; 6 Cacia, Pozzi; Ceravolo, Dionisi, Ragusa, Boakye; 5 Greco, Hallferdsson, Bianchi, Caetano, Sgrigna, Cellini, Caridi, Cutolo, Bertani, Ciofani, Campagnacci, De Luca; 4 Buscè, Pichlmann, Feczesin, Paulinho, Martinetti, Masucci, Alfageme, Mbakogu, Schiavon, Marchi, Di Maio, Catania.


Sabato 7 gennaio 2012

5

Siena-Lazio e Inter-Parma nel posticipo di sabato 7 gennaio mentre il Napoli domenica 8 sarà a Palermo Calcio Triestina, serie A. l’avversario di turno.

Juve sul campo del Lecce Milan nella tana dei “Doni” A

RISULTATI 16^ GIORNATA

1-1 2-2 0-0 2-0 2-3 1-1 0-1 1-1 0-2 2-1

CATANIA - PALERMO CESENA - INTER CHIEVO - CAGLIARI FIORENTINA - ATALANTA GENOA - BOLOGNA JUVENTUS - NOVARA LAZIO - UDINESE MILAN - SIENA NAPOLI - ROMA PARMA - LECCE

Con il recupero della prima giornata di campionato avvenuto mercoledì, si è chiuso il 2011 calcistico, e con lui la prima parte del campionato attuale.

CLASSIFICA 34 34 32 30 26 24 24 22 21 21

JUVENTUS MILAN UDINESE LAZIO INTER NAPOLI ROMA CATANIA PALERMO GENOA

ATALANTA* CHIEVO PARMA FIORENTINA CAGLIARI SIENA BOLOGNA NOVARA CESENA LECCE

* - 6 punti

20 20 19 18 18 15 15 12 12 9

17^ GIORNATA ATALANTA - MILAN BOLOGNA - CATANIA CAGLIARI - GENOA INTER - PARMA LECCE - JUVENTUS NOVARA - FIORENTINA PALERMO - NAPOLI ROMA - CHIEVO SIENA - LAZIO UDINESE - CESENA

Campionato molto appassionante, che ha visto il ritorno ai vertici della Juventus, dopo 16 gare imbattuta e prima in coabitazione con il Milan, con i rossoneri favoriti assoluti alla conquista del titolo, ma anche le conferme dell’Udinese e della Lazio, 3^ e 4^ vicine alla coppia di testa. Dietro, però, c’è stato il risveglio dell’Inter che con 4 successi consecutivi balza al 5° posto in recupero sui rivali, ora a -8 dalla vetta, mentre continua il campionato altalenante del Napoli che, a anche a causa degli impegni a cui i suoi giocatori nono sono ancora avvezzi, si ritrova 6° a meno dieci dalla vetta, insieme alla Roma, anche lei in recupero, con i calciatori che finalmente iniziano a capire il modo di giocare del loro allenatore. Restano queste sette squadre, fino ad ora, coloro che si giocheranno i posti in Europa, in quanto dietro le altre tra alti e bassi, e qualità tecniche non di prim’ordine, non sembrano in grado di inserirsi, come il Palermo, il cui presidente ha cambiato già tre tecnici da inizio anno, o il Genoa, che ha appena esonerato il suo di tecnico. Resta, invece, il grande campionato di Catania, 8° con un applauso al suo giovane tecnico Vin-

Taccuino

Le partite della 17^ giornata di andata

La serie A gioca domenica 8 gennaio, ore 15:00 Anticipi sabato 7 gennaio, ore 18:00 Siena-Lazio sabato 7 gennaio, ore 20:45 Inter-Parma domenica 8 gennaio, ore 12:30 Udinese-Cesena Posticipo domenica 8 gennaio, ore 20:45 Palermo-Napoli

Classifica marcatori serie A

Le partite della 18^ giornata di andata

12 Denis; 11 Ibrahimovic; 10 Di Natale; 9 Cavani; 8 Klose; 7 Giovinco, Osvaldo, Jovetic; 6 Palacio, Marchisio, Matri, Nocerino, Rigoni; 5 Calaiò, Pepe, Hamsik; 4 Milito, Moralez, Miccoli, Mutu, Lodi, Di Vaio, Ramirez.

Catania-Roma; Cesena-Novara; Chievo-Palermo; Fiorentina-Lecce; Genoa-Udinese; Juventus-Cagliari; Lazio-Atalanta; Milan-Inter; Napoli-Bologna; Parma-Siena

cenzo Montella, ed Atalanta, che partita da meno 6 ha 20 punti in classifica 11^, ma poteva essere 5^. Le delusioni sono sicuramente Fiorentina, soli 18 punti ed il cambio del tecnico non ha portato molti giovamenti, ma la situazione a Firenze è difficile in quanto molti calciatori vogliono andare via, Cagliari, dal quale ci si aspettava qualcosa in più, e Parma, tutte e tre dietro al Chievo Verona, che continua con i suoi buoni campionati. Mentre campionato di sofferenza sia per il Bologna che per il Siena, dalle quale ci si aspetta la salvezza, che al momento sembra esserci, con i toscani che nelle ultime sette gare hanno raccolto due punti. Mentre in zona retrocessione Novara e Cesena stanno tentando di risollevarsi, son a 3 punti proprio da Bologna e Siena, mentre il Lecce è ultimo distanziato di ulteriori 3 punti. Ora si8 riparte e ci si rituffa sul mercato con le grandi che hanno già iniziato a muoversi, infatti il Napoli ha preso il giovane, classe 1989, cileno Edoardo Vargas, considerato un vero fenomeno, ed il Milan sta stringendo per Carlos Tevez, l’argentino classe 1984 del Manchester City. Ma ci saranno ancora dei colpi, come Borriello dalla Roma alla Juve per un 2012 emozionante, sperando che il calcio scommesse non lo faccia accora da padrone.

IMPERMEABILIZZAZIONI ISOLAMENTI TERMICI

VICENZA TEL 0444 928766 - FAX 0444 928749


Sabato 7 gennaio 2012

6

Reggina chedi vuol iniziare ilGiuliani nuovo anno nel migliore di modi e non compromettere i play/off sconfitti al Nereo Rocco dal Toro e all’ultimo posto L’avversario di turno. Calcio Triestina, l’avversario turno.

Reggina al Menti per vincere e convincere LA REGGINA NON È LA REGINA DEL TORNEO

Interessante schieramento proposto dal tecnico trevigiano Breda, con l’inserimento di Montiel come play di centrocampo, accanto a Rizzo e in posizione più avanzata Nicolas Viola. Confermato,dunque, lo schieramento 3-5-2, con la variante del 3-4-3. La presenza di Missiroli fra le riserve, a prima vista farebbe pensare ad un avvio degli esperimenti in vista della cessione del fantasista di Gallina. Si vedrà. Intanto, ancora a parte Colombo e Adejo, con il primo che preoccupa più del colored. Lavoro con il gruppo e lavoro in solitudine per Kovacsic, rientrato dall’Ungheria. Ancora assenti Ragusa e Bombagi. i Altra soluzione provata,è lo spostamento di Barillà sulla fascia destra. Coppia offensiva dei “titolari”, Alessio Viola-Bonazzoli. È apparso in buona forma Ruggeri, mentre qualche attaccante ancora deve digerire il panettore. Così come la Reggina aveva iniziato il 2011, con uno

scialbo 0-0 a gennaio contro il Sassuolo, allo stesso modo chiude l’anno solare: con i neroverdi finisce 1-1, un pareggio che soddisfa più gli emiliani che gli amaranto. Settimo punto nelle ultime otto gare, in cui ha vinto solo una volta, con la Nocerina. Intanto la lunga sosta è servita agli amaranto per trovare idee, brillantezza e magari qualche correttivo nei ruoli chiave, per invertire il trend nella seconda parte della stagione. Reggina che al Menti sa bene che troverà un avversario in salute ma sarà importante verificare le condizioni un po di tutti dopo la lunga sosta natalizia, se avrà mantenuto le energie di sempre o se avrà appesantito le gambe. Ed è quello che mister Breda si augura che i suoi non accusino il colpo sulla condizione atletica, sul piano caratteriale per non correre certi rischi che in certe gare han costato caro. La trasferta col Vicenza capita in un brutto momento ma se gli amaranto giocheranno da vera antagonista, per gli uomini di Cagni saranno solo dolori.

Il tecnico trevigiano Breda sta facendo grandi cose con la Reggina.

PROBABILI FORMAZIONI | VICENZA - REGGINA | venerdì 6 gennaio 2012 - ore 15:00

VICENZA (4-4-2) Allenatore Luigi Cagni A disposizione in panchina: Acerbis, Minieri, Maiorino (Botta) Mustacchio, Misuraca (Paolucci), Pisano, Rossi

Castiglia

A. Marino Cosenza

Martinelli

Frison

Bonazzoli è l’uomo bomber degli amaranto il quale ogni volta che affronta le squadre venete si esalta e segna. IL CAMMINO DELLA REGGINA And C F 4-1 + MODENA 0-1 PADOVA 1-1 = GROSSETO 3-1 + GUBBIO 4-2 + PESCARA 2-3 EMPOLI 1-2 JUVE STABIA 1-1 = ASCOLI 3-1 + BARI 2-0 + LIVORNO 3-2 + VARESE 3-0 + BRESCIA 0-1 TORINO 1-1 = CROTONE 2-1 + NOCERINA 1-1 = ALBINOLEFFE 0-1 VERONA 0-0 = SAMPDORIA 2-3 CITTADELLA 1-1 = SASSUOLO VICENZA Fuori Casa Ultima Vittoria : 29/10/11 Brescia-Reggina 0-3 Ultimo Pareggio : 19/11/11 Albinoleffe-Reggina 1-1 Ultima Sconfitta : 10/12/11 Cittadella-Reggina 3-2

Rigoni

Paolucci (Misuraca)

Bonazzoli

Soligo

Bariti

Abbruscato Botta (Maiorino)

P. Marino

Rizzo D’Alessandro Rizzato

Ragusa (Campagnacci)

Emerson Missiroli

Augustyn Giani Tonucci

Allenatore Roberto Breda A disposizione in panchina: Kovacsik, Barillà, Bini, Ceravolo, N. Viola, De Rose, Campagnacci (Ragusa)

REGGINA (4-4-2)

Rizzato e Ragusa esultano dopo una rete


Sabato 7 gennaio 2012

7

Cambio della guardia. È Paolo Di Stanislao l’imprenditore che vuole acquistare il Vicenza con Alberto Gianni

Il Vicenza ai romani? LA CORDATA ROMANA POTREBBE ACQUISIRE LE QUOTE DI MAGGIORANZA DEL VICENZA

Nell’aprile scorso Di Stanislao è stato rinviato a giudizio assieme ad altre sette persone dal gip di Lanciano con l’accusa di bancarotta documentale e fraudolenta e distrazione di fondi per circa 670mila euro dell’ex societa SS Lanciano Calcio, dichiarata fallita il 4 aprile 2008. Un crac che per i giudici ammonterebbe a 1,8 milioni. Di Stanislao sostiene di non agire da solo, ma per conto di un gruppo di imprenditori edili dell’Alto Lazio. E sembra pure che siano pronti i soldi necessari a pagare stipendi e contributi (poco meno di 300mila euro) a calciatori e staff tecnico e a garantire, attraverso una fideiussione bancaria, la gestione sportiva nella stagione 2011-2012. Self made man. Originario di Colonnella (Teramo), ma trapiantato a Roma, Di Stanislao è attivo nel campo della pubblicità. Per diversi anni ha lavorato come concessionario marketing e merchandinsing della Lazio. Chi lo conosce bene è una colonna della Lazio: il responsabile del settore giovanile Wolfango Patarca, per 20 anni scuot dei biancazzurri e scopritore di calciatori del calibro di Di Biagio, Di Vaio, Di Canio e Nesta che lo considera come un suo secondo padre. Patarca ha seguito Di Stanislao nella sua avventura a Lanciano ricoprendo il ruolo di responsabile dell’area tecnica. Di Stanislaio si definisce broker o procacciatore d’affari e proprio nell’ambito del suo lavoro sarebbe entrato in contatto con gli imprenditori edili interessati all’operazione Porta Elisa. La passione del calcio Di Stanislao fa una breve esperienza nella Viterbese per poi apparire sulle scene calcistiche nella stagione 20062007. Nell’ estate 2006 vuol acquistare il Chieti appena retrocesso nell’ex C2. Incontra il presidente Buccilli e alcuni imprenditori locali, promette di effettuare il versamento necessario per l’iscrizione, ma l’ultimo giorno utile si tira indietro e il Chieti fallisce e piomba in Eccellenza. A quel punto sposta la sua attenzione su Lanciano. Il presidente Riccardo Angelucci che aveva portato i frentani dalla D alla C1 - pure lui rinviato a giudizio nel crac del Lanciano con l’accusa di aver distratto fondi per 210mila euro, proventi della vendita alla Lucchese del calciatore Francesco Di Gennaro nel corso della gestione Hadj - cede le quote societarie per 700mila euro a Di Stanislao e alla moglie. Stando all’accusa, però Di Stanislao non garantisce la necessaria copertura fideiussoria e, dopo la scoperta dell’irregolarità da parte della Co.Vi.Soc (nel secondo anno di gestione, 2007-2008), il Lanciano viene penalizzato di 10

Giuliano Giuliani, con cui ha parlato della Lucchese. “Vero, ci siamo incontrati con Giuliano Giuliani, con cui ho disquisito su alcune cose. Una sorta anche di chiarimento sulle molte voci che mi vedevano accostato ad una cordata rappresentata da Paolo Di Stanislao.” Appunto, ma esiste realmente questo connubio tra lei e Di Stanislao? “Assolutamente no, Paolo Di Stanislao è una persona che conosco, ma con cui non sono in affari nè tantomeno impegnato in una cordata atta a rilevare la Lucchese, o altre squadre.” Ma quindi lei non è interessato in alcun modo ad entrare alla Lucchese? “No, e non perché la piazza di Lucca non meriti il mio interessamento, ma solo per un motivo. Sarei stato interessato ad una compagine di Serie B. In Serie C ho già lavorato a Terni e in altre piazze e vorrei cimentarmi con un calcio più di livello.”

Paolo Di Stanislao, 51 anni, il personaggio che vuol acquistare le quote di maggioranza del Vicenza Calcio. punti, retrocede sul campo nei playout e viene poi ripescato nell’ex C1 in seguito al fallimento pilotato datato 4 aprile 2008, che porta all’indomani della declaratoria fallimentare (a fine maggio) all’acquisto dalla curatela del titolo sportivo, attraverso un’asta fallimentare, da parte dell’imprenditore del settore rifiuti Franco Maio che costituisce una società ex novo: la Virtus Lanciano. Contestualmente muore il vecchio SS Lanciano con i suoi debiti contratti, per l’accusa, da Di Stanislao, dai legali rappresentanti e dagli intermediari. Stando alla Guardia di Finanza, 316mila euro distratti dalle casse sociali per acquisto di mobili e macchine agricole, 139mila per incassi di false fatture su conti correnti di ignari titolari e 77mila euro proventi in parte degli incassi della Coppa Italia Tim 2006 e della vendita di abbonamenti. Per un po’ Di Stanislao sparisce. Ma la passione per il calcio è talmente forte che eccolo di nuovo in pista per cercare di fare calcio altrove: s’interessa a Sambenedettese, Casertana, Messina, Arezzo. Senza però riuscire nel suo intento. L’ultimo approccio, due-tre mesi fa, con il Giulianova in grave crisi societaria. Ma il presidente dopo un colloquio declina l’offerta e lo saluta. ALTRO IMPRENDITORE Alberto Gianni, è l’uomo del momento, a lui abbiamo rivolto alcune domande nel tentativo di capire meglio se l’imprenditore romano, proprietario tra le altre del centro sportivo Francesca Gianni, fosse interessato ad un eventuale ingresso nella Lucchese. Buonasera signor Gianni. Sappiamo che ha incontrato

info@vigilanzarangers.it

Alberto Gianni


Sabato 7 gennaio 2012

8

Spettacolo. Intervista esclusiva con Umberto Smaila, show-man versatile dalla grande capacità comunicativa

Da gatto “solo” a... cane sciolto e libero A “Sanremo”? Non appartengo a partiti politici, non ho tessere, non sono “inquadrato” né schedato. Per arrivare a quei programmi devi far parte di alcuni clan

intervista di Luca Turetta

Inauguriamo il 2012 proponendo una frizzante quanto sferzante intervista realizzata qualche tempo fa presso il Centro Commerciale “Le Piramidi” a Torri di Quartesolo (VI) nell’immediato postspettacolo, con un artista di sicuro effetto e grande capacità comunicativa. Nato a Verona il 26/6/1950, milanese d’adozione montenegrino d’origini, sposato con Patrizia Frassini prima, da cui ha avuto i figli Rudy e Giorgia, (acquisita in prime nozze da lei) indi con la colombiana Fanny Minati (sposata nel febbraio 2008 ma con cui convive da 14 anni) con la quale genera gli altri due pargoli, Roy e Greta, l’artista in questione è diplomato in pianoforte, composizione (compone 25 colonne sonore), recitazione, laureto in Legge ed è stato per una lunga parentesi (anni ’70-’80) componente della mitica compagnia “Gatti di Vicolo Miracoli” (con Jerry Calà, Franco Oppini e Ninì Salerno), scioltasi solo come gruppo professionale ma ancora unitissima a livello umano. Tra le sue passioni ci sono il biliardo, la musica ed il cabaret. Come avrete certamente capito, stiamo parlando di Umberto Smaila, artista versatile, in grado di traslare dal teatro al cinema alla tv con immutata bravura e simpatia, da autentico show-man. Negli anni egli ha saputo creare dei locali prestigiosi (gli “Smaila’s) in varie parti del mondo, a partire dalla Sardegna, ove non mancano, oltre allo spettacolo ed all’intrattenimento più genuino e di classe, occasioni di conoscenza (non solo tra i “VIP”) se non pure unioni, consolidatesi nel tempo tanto da passare alla storia (v. Laurito-Cordova, Parietti-Bonaga, Parietti-Lambert, Ventura-Bettarini o Totti-Blasi) nonché duetti ivi intercorsi con “Il trenino trasversale” dei vari: Zucchero, Vandelli, D’Alessio, Parodi, Panatta, indi politici come i fratelli Berlusconi (e loro figli), La Russa, Alemanno e non solo… A livello di recitazione invece, Umberto partecipa nei film “I mitici” (’94) e “Non chiamatemi papà” (’97), compone colonne sonore, tra cui quelle per “Ti voglio bene Eugenio”, “Soldati, 365 all’alba”, “Torno a vivere da solo”. E, come spesso il nostro ama sottolineare, in ogni suo spettacolo nasce un perfetto feeling tra musica e pubblico, tanto che “sono come un sarto che crea per ogni serata, il vestito su misura”; come dire, oltre l’artista c’è la psicologia-interattiva. Ma non è il caso di dilungarci in eccessivi preamboli e dati statistici dell’artista (peraltro doverosi) lasciando semmai al lettore il piacere di leggere quanto egli c’ha reso, perché di certo avrà sì modo di conoscere un grande show-man ed un grandissimo uomo “solo” perché libero e libertario. Da vero Signore del palcoscenico e, soprattutto, della vita! Cantante, autore musicale, cabarettista, attore, show-

man. “Se si sanno ‘suonare’ più corde, si ha meno possibilità di rimanere senza lavoro”. Solo opportunità od effetto d’un’indole versatile a tutto tondo? Io ho sempre pensato che il mestiere dell’artista debba essere completo, nel senso che, fin da quando avevo otto anni, i miei genitori m’iscrissero a due scuole, una di recitazione, l’altra di pianoforte. Per cui già allora si prevedeva un qualcosa che non fosse monotematico ma a più vasto raggio. Poi, a questo si sono aggiunte la composizione e tante altre cose, come ad esempio lo scrivere musica, dove mi sono molto ispirato agli artisti americani, di cui conosciamo il valore (perché hanno delle scuole straordinarie) i quali sanno fare di tutto, dal ballo, al tip-tap, far ridere, far piangere... Quindi quelli erano i miei modelli. Con i mitici “Gatti” (scoperti da Gabriella Ferri, lanciati da Arbore ed affermatisi al “Derby”) ha trascorso, probabilmente il periodo fondamentale per il suo futuro professionale, e non solo… Che ricordi ha di quella parentesi (anni ’70-’80)? Beh, più che una parentesi s’è trattato di una “portaerei” perché è durata 18 anni, quindi una parentesi quadra-graffa, perché è stato un periodo lunghissimo della mia vita, che ha fatto sì che rimanessimo sempre in ottimi rapporti tra noi. Ricordo con la dolcezza che ti porta a ricordare gli anni della propria gioventù; anni spensierati, senza problemi, cullati anche da un grande successo popolare che ci faceva essere felici. Dall’inizio (anni ’90) praticamente fa 250 serate l’anno, alternando prima cinque poi due orchestre in giro per i locali d’Italia; vive tra auto, aeroporti, alberghi, dorme cinque ore per… mattina. Certo, fattura 7-800mila euro l’anno, si diverte, ma vicino ai 40 anni di carriera, vale ancora la pena sobbarcarsi quest’impegno “che ci mantiene giovani, strapagati e che ci diverte”? Mah, strapagati sono altri non so… Fiorello, Bonolis, che guadagnano 70-80 milioni d’Euro l’anno; io sono uno che poi (aggiunge con un sorriso eloquente Umberto, ndr) ha anche queste cinque orchestre che poi devo pure pagare. Diciamo che quella che ho creato è una piccola impresa che però produce molto lavoro. E questo devo dire, è molto importante perché mantiene giovani, e mantiene tali sia questo tourn-over di lavoro, sia il fatto che ho avuto da poco due bambini piccoli (uno di nove, l’altra di dodic’anni) per cui tutto contribuisce a non farmi guardare la carta d’identità ed a dirmi: “No, non è vero”. In Tv vanta non poche esperienze… (Da “Speciale per noi” a “Gioco città”, “Quo Vadis”, “Drive In”, “Non Stop”, “Help”, “C’est la vie”, “Buona Domenica”, a “Domenica sport”, “Trenta, sessanta, novanta”, tra Rai, Mediaset, Telenova e “Colpo Grosso”). Tv che le ha dato molto ma anche tolto non poco (nel ’92 Fatma Ruffini t’escluse da Canale 5 e Italia 7)… C’è stato un momento della mia carriera in cui forse m’ha penalizzato l’avere accettato di fare “Colpo Grosso”, un programma che era stato recuperato e sdoganato soltanto recentemente. Però adesso sto raccogliendo, in qualche modo, i frutti di quell’esperienza, perché sento veramente l’affetto di tantissimo pubblico, che a quel programma era molto legato e che ha caratterizzato un aspetto della nostra storia di costume. A proposito di “Colpo Grosso”, deve a quella trasmissione (indubbiamente accattivante) la sua “salvezza” professionale. Parimenti fu causa di proteste Reganiane, minacce missilistiche di Gheddafi e curiosità gorbaciovane. Caspita, un grosso intrigo internazionale…! Sì, c’erano stati diversi problemi legati a quel programma

Pasticceria

Susanna Via Calvi, 18 • 36100 Vicenza

tel 0444 302467

Produzione propria di Semifreddi Dolci tradizionali e Torte nuziali Specialità salate Buffet su prenotazione

Pasticceria

La Vicentina

C.so SS. Felice e Fortunato, 61 • 36100 Vicenza

tel 0444 543178 e quello che ha detto lei è verissimo! Ma poi, vedendo l’ultimo Gheddafi quello arrivato recentemente in Italia (con esternazioni che hanno fatto discutere non poco, anche riguardo la religione ed il “rispetto verso le donne”, ndr) forse si ricrederebbe…(E qui il nostro chiosa la replica con un sorriso eloquentemente amaro. Va detto che l’intervista è antecedente alla cattura ed uccisione dell’ex leader libico, ndr) Ritiene i Reality “diseducativi”, che ne pensa di talentshow come “Amici” e “X-Factor”? Penso che siano interessanti per i ragazzi, finché li fanno. Dopodiché, per molti di loro, penso subentri un momento di depressione. Non li conosco ma penso sia facile sospettarlo, perché non per tutti arriderà il successo che ciascuno s’attende quando si pone sul nastro di partenza. Sul filo di lana arriveranno in pochissimi ed alle volte, quasi nessuno. Riguardo a “Sanremo”, mai pensato ad una tua candidatura nel presentarlo? Indi, non crede che sempre più la kermesse si stia riducendo a puro format televisivo ove la sua essenza canora viene relegata nel retrobottega? Ah, il “Festival di Sanremo” intanto non lo faccio perché non mi chiameranno mai e questo anche in virtù del fatto che sono un uomo “solo”; ho il mio manager, Francesco Recco, e basta! Cioè non appartengo a partiti politici, non ho tessere, non sono “inquadrato” né schedato mentre invece, per arrivare a quei programmi, devi far parte di alcuni clan… Quanto alla musica, oltre alle colonne sonore, firma le musiche di “Amici miei musical” nel disco “Umberto I”. Ha un nuovo lavoro da presentarci, con relativi pregi e difetti? Ho scritto una bellissima canzone su Venezia, che canterà un tenore di Padova, che si chiama Francesco Grollo, ed è un gradissimo tenore che canta anche all’“Opera” di Roma, il quale ha ascoltato il brano e gli è piaciuto molto. Spero che tale canzone possa diventare il pezzo simbolo della città di Venezia, visto che, finora almeno, la stessa città lagunare, non ha una sua canzone importante. Nelle sue serate agli “Smaila’s”, accoglie, oltre a persone più o meno comuni, “il partito del “trenino trasversale”, sia a livello politico che di spettacolo. Spesso in tali occasioni sono nate storie d’amore, balli imprevedibilmente coinvolgenti e non solo. Ha un frangente particolare da raccontarci? Beh, lo dice sempre anche lei stessa, Simona Bettarini


Sabato 7 gennaio 2012

9

Unverosignoredelpalcoscenico(edellavita!) Con i Gatti una parentesi “quadra-grafa” di 18 anni. Unioni di fatto, gay, eutanasia? Sono un libertario, ognuno fa quello che vuole. Il suo Dio? Un’Entità superiore palle”, “Un’utopia”, o che altro? “L’amore fa girare il mondo”; dopodiché c’è la famiglia che lo consolida. Con “Colpo Grosso” ha evidenziato un certo erotismo. Dove sta il confine con la pornografia? Ed il sesso si sposa o meno con l’amore? La pornografia è la violenza, quella violenza che vediamo in televisione tutti i giorni, quella verbale, politica… Pornografia, non lo so… Può essere un aiuto per chi magari ha dei problemi. Chi la pratica, s’arrangia. Io non la facevo, comunque il mio era un programma non certo pornografico. Concorda o meno che con “Calciopoli” e “Vallettopoli” tutto va a “Puttanopoli” con tanto di gavetta, lealtà, rispetto, meritocrazia e spirito decoubertiano al seguito? Mah, guardi, queste cose, a carattere fortemente di “scoop-giornalistico”, le considero vecchie prima di nascere, cioè sono già cose superate. Infatti, già nel momento in cui mi faceva la domanda, capiva che mi stava chiedendo una cosa vecchia. (Certo, ma purtroppo, sempre attuale, ndr)

anzi, Simona Ventura in Bettarini e Stefano, scoprirono di amarsi proprio nel mio locale, poi ebbero due bellissimi bambini. La stessa cosa poi successe pure nel caso di Francesco Totti ed Ilary Blasi. Dopodiché anche tanti altri, anche gente meno famosa… Ed anche stasera, durante lo spettacolo, avrà notato come io sia uno che unisce le folle. (Non c’è dubbio! ndr) Quale il brano che fa da colonna sonora alla sua vita? …Forse “My Way” perché ho sempre fatto a modo mio. È scettico circa l’uso di Internet, Pc vari… “Meglio suonare un pezzo di Chopin che rimbambirmi davanti ad un video”. Uomo d’altri tempi… Sì! Ed avere espresso parere negativo su questa cosa m’è costato parecchi “Buuu!” a migliaia… (aggiunge l’artista, con un sorriso, ndr) tanto che non voglio più tornare sull’argomento; tutto questo nasce anche dalla mia poca abitudine… sono poco avezzo alla manualità, alle cose tecnologiche; preferisco un pianoforte a coda, oppure leggere un libro… Ormai me la sono messa via di mettermi a fare “il tecnologico”. A proposito di tempi, “La meglio gioventù” (tatoo, piercing, lifting, i-Pad, i. Phone, hi-tech, griffe…) e la “Gioventù bruciata” (bullismo, anoressia di e per moda, alcolismo, xenofobia, stupri, droga…). Solo esemplificazioni estreme di un’epoca che muta o d’un’umanità confusa ed infelice, incapace di ritrovarsi? Eh, questa è una domanda dove la risposta è già inclusa nella domanda stessa, per cui condivido pienamente quando ha detto. A proposito di amici, è da sempre legato agli ex “Gatti”, Diego Abatantuono, Ugo Conti, Di Francesco. In occasione del suo recente incidente ai Caraibi, ce ne fosse stato bisogno, ne ha avuto conferma… Ma tutte queste cose, chi gliele ha dette (m’interrompe Umberto, con un sorriso divertito, ndr)? Per la serie, “Quando si trova un amico…”. Beh… L’hai detto lei: “Chi trova un amico, trova un tesoro”! L’amore è: “Una cosa meravigliosa”, “Eterno finché dura”, “Il sentimento che fa cambiare il mondo”, “le…

Riguardo la Fede, chi è il suo Dio? Come, dove o in chi Lo riconosce? Eh… Diciamo che sono un simpatico agnostico che crede in un Entità superiore. Parimenti, non posso pensare che il nostro Dio sia migliore di Maometto, di Buddha o di Confucio. L’inizio Millennio s’è aperto all’insegna dei drammi e terrori globalizzati. Come se ne esce? Come sopra! Infatti, uno che la pensa come me, già s’è spiegato molto ampiamente prima… Diciamo che, fra l’andare a Formentera ed in discoteca, preferisco una scopa ed una trippa col sugo rosso ed un bel fiasco “de vin” (di vino, ndr)! Grillo, Celentano, Benigni, Crozza, Littizzetto, Luttazzi, Guzzanti, li vediamo (censure permettendo) “costretti” spesso a vestire i panni dei politici, con quest’ultimi a finire per rubare la scena “teatrale” ai primi. Che segnale è se i ruoli si capovolgono? Beh, su quello non scopro “niente di nuovo sotto il sole”.

Se vediamo le vignette umoristiche del ‘700 od ‘800, già là si rappresentavano i vari Cavour e Vittorio Emanuele in maniera tragi-comica; erano già oggetto di sberleffi e, comunque, protagonisti di aneddoti curiosi e buffi. Unioni di fatto, adozioni anche da parte di coppi gay, eutanasia. Dipendesse da lei… Mah, sono un libertario, per cui ognuno può fare quello che vuole. È nuovamente a Vicenza, città con le sue problematiche, un po’ restia ai cambiamenti, un po’ chiusa ma pur sempre ospitale; ricca d’arte, cultura, operosità, enogastronomia e noto Santuario. Dovessie spedire una cartolina, con una sorta di titolo di canzone, sarebbe… L’artista prende un attimo di respiro (la fatica post-spettacolo si fa sempre sentire) poi replica.... Mi piace molto una canzone di Umberto Bindi, che si chiamava “Arrivederci”: “Forse sarà un addio, ma non pensiamoci, con una stretta di mano, da buoni amici sinceri, ci rivedremo per dirci, arrivederci”. Cioè, la vita dev’essere sempre un arrivederci, mai un addio! Renda agli “ultimi” di questo mondo, un paio di motivi per credere ancora in questa esistenza, spesso ingrata se non peggio, incomprensibile… Come diceva Woody Allen in “Manhattan”: “Beh, vediamo, c’è la musica di Gershwin, la rapsodia in blu, ci sono i Beatles, indi i romanzi di Oscar Wilde, Hemingway…”. Personaggi, tra l’altro, in cui mi riconosco parzialmente. Come si definirebbe Umberto Smaila, con tre aggettivi, come artista ed uomo? Un pacioso, signore, tollerante. Un SI ed un NO a… …Posso dirlo in veneto? Certamente. Va in mona! E la chiosa finale è assolutamente divertita e divertente, come il sorriso che accompagna il “celeberrimo” invito, ormai facente parte del “bon ton”… ndr).


Sabato 7 gennaio 2012

10

Libri. In libreria, Don Diego Goso racconta Steve Jobs e Napolitano esce con le riflessioni sui 150 anni dell’Italia

Il Vangelo secondo...Steve Jobs Diego Goso. Dalla mela di Adamo a quella dell’IPhone Steve Jobs era un industriale a volte spregiudicato e con un carattere molto difficile, ma amava il suo lavoro e non sopportava la mediocrità.

Fondato nel 1957 da Claudio Noaro

EDITORE Edizioni TAEV di Fabio Noaro Strada Ca’ Balbi, 230 - 36100 Vicenza Direttore Responsabile Fabio Noaro

E se lui ci metteva anima e corpo per vendere quelli che alla fine sono solo giocattoli costosi, come è possibile invece che spesso un sacerdote, un catechista o un animatore si presentino davanti ad un gruppo o un’assemblea mal preparati, improvvisando, recitando luoghi comuni, quando dovrebbero annunciare il messaggio di vita eterna del Vangelo? Si tratta qui di imparare “il metodo Jobs”, di saper stupire con umorismo e genialità il proprio pubblico non con la manipolazione della pubblicità ma con la passione per la verità e il valore del proprio annuncio.

REDAZIONE Strada Ca’ Balbi, 230 - 36100 Vicenza tel 0444 912331 - fax 0444 912373 Art Director Roberto Scattolin Direttore Commerciale Susanna Noaro Redattori Andrea Turetta, Luca Turetta GRAFICA E IMPAGINAZIONE

scatto@scattoartdesign.it

Don Diego Goso, sacerdote della diocesi di Torino, scrittore e giornalista, lavora per la Federazione Italiana Scuole Materne e si occupa di pastorale giovanile. Usa i Macintosh da quando aveva 8 anni, recita il breviario sull’iPad e dice il rosario con l’iPhone. Dialoga con i suoi lettori ogni giorno sul suo blog-portale www.idondi.net, ovviamente sviluppato con un Mac... Per Effatà Editrice cura la collana “Ridere fa buon sangue” dove ha pubblicato Cattolicesimo. Manuale di sopravvivenza; Scherzi da prete. Ridere della religione, religiosamente; Il Vangelo secondo... dr. House; Il Vangelo secondo... i Simpson e Chiesa, 10 consigli per farla più bella.

STAMPA UTVI Tipolito Srl - Vicenza

Registrazione al Tribunale di Vicenza n.98 del 28/10/1957 Iscrizione al ROC n. 11438

sportvicenza@teletu.it www.sportvicenza.com Forum Internet www.sportvicenza.forumfree.it - www.freeartnews.forumfree.it

www.effata.it

Una e indivisibile

Le celebrazioni dell’anniversario dell’Unità d’Italia hanno visto una partecipazione popolare al di là di ogni aspettativa e le parole scolpite nella Costituzione per definire la Repubblica – “una e indivisibile” – hanno trovato un riscontro autentico in milioni di italiani Dalla Prefazione di Giorgio Napolitano: “Abbiamo insistito tanto su quel che l’Italia e gli italiani hanno mostrato di essere in periodi cruciali del loro passato, e sulle grandi riserve di risorse umane e morali, d’intelligenza e di lavoro di cui disponiamo, perché le sfide e le prove che abbiamo davanti sono più che mai ardue, profonde e di esito incerto” . Secondo la Carta costituzionale, il Presidente della Repubblica “rappresenta l’unità nazionale”. Giorgio Napolitano ha colto ogni occasione – nella difficile fase attraversata dal nostro Paese e dall’Europa intera – per dare risalto alle ragioni del movimento di unificazione. Questo libro, nei diversi testi che lo compongono, tocca gli aspetti salienti di quel processo: la sapiente architettura ideata da Cavour, lo slancio eroico suscitato da Garibaldi, la partecipazione attiva della società meridionale, i profondi legami del movimento per l’unità nazionale con le esperienze europee, l’azione unificante della lingua e della cultura. Napolitano non nasconde le zone d’ombra e le promesse non mantenute, in particolare lo squilibrio tra Nord e Sud e l’attuazione lenta e parziale di quell’autonomismo, fino al federalismo, ben presente nelle visioni risorgimentali e infine nel dettato della Costituzione repubblicana. Ma proprio la consapevolezza delle durissime prove che l’Italia è stata costretta a superare per diventare un grande,

visita il portale di Sport Vicenza sport attualità cultura

www.sportvicenza.com moderno Paese europeo deve darci la fiducia indispensabile a superare le ardue sfide che ci attendono. GIORGIO NAPOLITANO (Napoli 1925) è stato Presidente della Camera tra il 1992 e il 1994. Più volte parlamentare europeo, tra il 1996 e il 1998 è stato ministro dell’Interno nel governo Prodi. Nominato senatore a vita nel 2005 da Carlo Azeglio Ciampi, è stato eletto Presidente della Repubblica il 10 maggio 2006. Tra i suoi libri ricordiamo Intervista sul Pci (con Eric J. Hobsbawm, Laterza 1975), Oltre i vecchi confini. Il futuro della sinistra e l’Europa (Mondadori 1989), Dove va la Repubblica. 1992-94, una transizione incompiuta (Rizzoli 1994) e Dal Pci al socialismo europeo. Un’autobiografia politica (Laterza 2005).


Sabato 7 gennaio 2012

11

Animali. Questa settimana parliamo di gatti, igiene quotidiana e come trasportarli nei nostri spostamenti

Igiene quotidiana di cani e gatti

www.pethotels.it il portale che AMA chi AMA gli animali ha intervistato la dottoressa Federica Bubini Regini, che collabora al progetto codavispa.it, il primo social network d’Italia, rispondendo alle domande più frequenti relative all’igiene e pulizia di cani e gatti

Esiste un modo pratico ed efficace per pulire i denti del nostro cane? “Il consiglio che posso dare è di abituare fin da cucciolo il cane alla manualità dello spazzolino, inizialmente con piccole sedute di pochi secondi e via via aumentando la durata dello spazzolamento. Per gli adulti invece non è facile cominciare di punto in bianco, in ogni caso si può provare piano piano ad abituarli, magari usando gli appositi spazzolini a ditale gommato”. Cosa serve per tenere puliti i denti del gatto? “In questo caso la questione si fa decisamente più complicata: quasi impossibile spazzolare, quindi meglio affidarsi ai cibi appositamente formulati per l’igiene orale”. Se il nostro amico peloso rifiuta la pulizia dentale, esistono metodi alternativi? “Sì fortunatamente abbiamo a disposizione vari prodotti, che vanno dai cibi specifici come detto prima, agli snack, agli integratori studiati appositamente per ridurre la deposizione della placca e la formazione del tartaro, regalando anche un alito profumato. Nei casi avanzati comunque la pulizia completa eseguita dal veterinario resta l’unica soluzione: a partire da questa però si possono attuare tutti gli altri metodi per ridurre la frequenza dell’intervento medico”. Bicarbonato, sì o no? “Meglio lo spazzolino senza niente”. Come far splendere il manto del nostro amico a quattrozampe? “Tra un bagno e l’altro si può utilizzare una soluzione di acqua e aceto molto diluita da passare con una spugna ben strizzata contropelo”.

Trasportare il gatto Se dovete fare un viaggio da soli in auto con il/i vostri gatti, portatevi dietro tutto l’occorrente, ciotole, acqua in bottiglie, cibo, salviette o rotolo di carta, pannolini assorbenti per i bisogni, non fate la follia di fermarvi in qualche prato e liberare là il gatto, sperando che, come il cane, faccia i bisogni lì a comando… si spaventerebbe del luogo sconosciuto e correreste il rischio di non riprenderlo più! Se in auto siete in due, e se il carattere del micio lo consente, si può fare uscire il gatto dal trasportino: alcuni amano stare in grembo di chi è accanto al conducente. In ogni caso non deve passeggiare nella macchina e distrarre chi guida. È frequente che i gatti, chiusi nel trasportino, durante il tragitto in auto vomitino o facciano i bisogni; se accade fermatevi e pulite subito prima che il micio, rigirandosi, si imbratti tutto. Non lasciate mai il/i gatti chiusi in macchina specialmente nella stagione estiva, dove c’era l’ombra arriva il sole, il micio si surriscalda e può morire: è molto pericoloso anche se l’auto è all’ombra e la temperatura è elevata. È sconsigliato e pericoloso trasportare i gatti (anche se apparentemente docili) su mezzi a due ruote perchè si spaventano moltissimo per i rumori. Rischiosissimo anche trasportare un gatto in braccio, anche se cucciolo: trovandosi in un ambiente non familiare e rumoroso si spaventerebbe a morte e potrebbe essere colto dal panico, graffiare, mordere e sgusciare via col risultato che lo perdereste forse irrimediabilmente. Se vi è un’emergenza (soccorso di micio ferito o ammalato) e non avete un trasportino, fate molta attenzione e avvolgetelo in un panno e se l’avete, mettetelo in una borsa. Per i tragitti a piedi, coprite il trasportino con un telo in modo che il felino non veda ciò che accade fuori. http://gatti.felinesoul.com/index.html

Contro i batteri del pelo, quando si preferisce lo shampoo a secco e quando l’acqua? “I batteri sono causa di infezioni cutanee e vanno combattuti con bagni medicati frequenti sotto controllo veterinario, soprattutto se le infezioni sono estese. Per piccole lesioni invece vanno benissimo le formulazioni disinfettanti in schiuma. Per una normale pulizia di mantenimento a mio avviso shampoo a uso veterinario e acqua restano la miglior soluzione e riserverei lo shampoo secco ai cuccioli molto piccoli o agli anziani o malati cronici molto debilitati”. Con quale frequenza settimanale si effettua la pulizia delle orecchie? Qual è il metodo meno invasivo? “Dipende dai soggetti, per alcuni una volta a settimana è più che sufficiente, altri richiedono pulizie più frequenti. Io preferisco utilizzare prodotti ceruminolitici senza risciacquo che non richiedono alcuna manualità all’interno del condotto uditivo ma solo un massaggino alla base del padiglione, di solito molto ben tollerati anche dai soggetti meno pazienti”. In quali casi sarebbe utile una depilazione del condotto uditivo? “In tutti quei soggetti che hanno una crescita pilifera abbondante all’interno del condotto uditivo (barboncini, shitzu...) è fondamentale per evitare che il cerume si accumuli e il microclima interno al condotto si alteri favorendo proliferazioni batteriche e non solo. Meglio comunque che questa operazione venga fatta dal veterinario o presso toelettature specializzate”. Il modo più semplice di tagliare le unghie senza commettere errori è...

“Per le unghie non pigmentate bisogna guardare in trasparenza dove finisce il vaso all’interno e tenersi distanti; per quelle scure limitarsi alla puntina. In caso di dubbi rivolgersi al veterinario”. Come mantenere l’igiene dell’ambiente in cui vivono cani e gatti? “Direi che le normali norme igieniche sono sufficienti: lavare spesso i giacigli su cui riposano, evitare che i cani dormano sui letti e sui divani (questo però è difficile!) oppure pulire le zampette al rientro dalla passeggiata con antisettici blandi, cambiare frequentemente la lettiera ai gatti e usare sempre antiparassitari esterni. Per una pulizia più profonda dell’ambiente con un occhio di riguardo all’inquinamento consiglio l’impiego del vapore, che igienizza a fondo senza l’uso di detergenti”. www.guest.it

IL MATTONE investimento reale A CARMIGNANO IN UNA ZONA TRANQUILLA VENDO NUOVI APPARTAMENTI OTTIME FINITURE, GARAGE AMPI, CANTINA, GIARDINO, INGRESSO DA CORTILE INTERNO PREZZI INTERESSANTI

INFO 346 3592062

Immobili costruiti con particolare attenzione al comfort e risparmio energetico. Ottimi isolamenti e serramenti di qualità. Un sicuro investimento per il futuro.


Sabato 7 gennaio 2012

IL MONDO DEGLI ANIMALI

La catena di negozi dove puoi trovare tutto per gli animali da compagnia

Vieni a trovarci presso i nostri punti vendita di...

VICENZA

Incrocio via Quadri con strada di Bertesina - Tel 0444 380332

THIENE Via delle Arti, 13 Tel 0445 364002


sportvicenza9