Issuu on Google+

Anno 54 - Numero 5

Sabato 5 novembre 2011

DIRETTORE FABIO NOARO

C O M M E R C I A L E

C O M M E R C I A L E

C U C I N E

C U C I N E

AZIENDA SPECIALIZZATA IN FORNITURE CAPANNONI CHIAVI IN MANO PREFABBRICATI IN C.A. SERRAMENTI IN ALLUMINIO PORTONI A LIBRO

AZIENDA SPECIALIZZATA IN FORNITURE CAPANNONI CHIAVI IN MANO PREFABBRICATI IN C.A. SERRAMENTI IN ALLUMINIO PORTONI A LIBRO

Strada Ca’ Balbi, 230 - 36100 Vicenza tel. 0444 912331 - fax 0444 912373

S E T T I M A N A L E

S P O R T I V O

Strada Ca’ Balbi, 230 - 36100 Vicenza tel. 0444 912331 - fax 0444 912373

CURIOSITÀ | MUSICA | SPETTACOLO | ATTUALITÀ POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - DL 353/2003 (CONV. IN L.27/02/04 N.46) ART. 1, COMMA 1, DCB VICENZA - REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI VICENZA N.98 DEL 28/10/1957 - DISTRIBUZIONE GRATUITA CON ABBONAMENTO SOSTENITORE

Sabato al“Menti”con inizio per le ore 15:00 di scena la matricola del maestro Simoni. Per il Vicenza nessuna scusante. Solo ed esclusivamente vincere...

Editoriale ALLUVIONE A VICENZA UN ANNO DOPO: “FERITE NON ANCORA RIMARGINATE” Martedì 1 novembre 2011, in varie località del vicentino si sono svolte commemorazioni fatte anche di spettacolo. L’alluvione scorsa mise in ginocchio il Veneto, inondando le province di Vicenza, Padova e Verona, provocando 3 morti e colpendo oltre mezzo milione di persone. Tutto questo per una serie di circostanze, ad esempio, una corrente di scirocco africana, precipitazioni costanti e lo scioglimento delle nevi. La catastrofe si abbattè su quasi trecento Comuni, per un totale di circa 500 milioni di euro di danni. Quasi 4.000 le persone evacuate dalle case, oltre 2.000 le imprese che subirono danni pesanti e circa 200 mila furono i capi di bestiame annegati. Grazie al lavoro congiunto di istituzioni, forze dell’ordine, volontari della protezione civile, la nostra regione s’è ristabilita; ma soprattutto si è affidata ad un piano che dovrebbe portare negli anni alla sistemazione idrogeologica definitiva del territorio. Se il Veneto venisse investito ancora da un’ondata d’acqua come quella del 2010, la catastrofe non registrerebbe i numeri così pesanti, perchè molti lavori per la sistemazione idraulica del territorio sono già stati fatti. Per evitare che il Veneto finisca sott’acqua sono i bacini: migliaia di ettari di pianura pronti a trasformarsi in laghi naturali per evitare il carico eccessivo d’acqua nei fiumi che attraversano i centri abitati. Tre sono i bacini già avviati, quello di Caldogno, l’affluente del Bacchiglione, quello di Trissino e Arzignano valvola di sfogo per il fiume Agno-Guà e quello di Riese Pio destinato al Lastego-Muson. Se non vi saranno ostacoli, queste ”piscine” saranno pronte entro 4 anni. Più lunghi i tempi per altri 9 bacini, in fase di progettazione, distribuiti tra le province di Vicenza Verona e Padova. Meditate gente, meditate. Se son rose, fioriranno! Il direttore responsabile

Vicenza, che vita da Ca(g)ni Gubbio, col ballo di Simon(i)e LE VESPE PUNGONO UN VICENZA CHE NON HA MAI TENTATO DI PROVOCARLE. Le agressive vespe gialloblù di Braglia riescono a pungere un Vicenza senza mai venire provocato e Cagni, con una formazione reinventata in avanti, (ha preferito mettere a riposo Abbruscato e Paolucci, poi nella ripresa) schiera Baclet, il quale, ancora una volta, non sfrutta al meglio l’occasione fornendo una prestazione inguardabile. Per fortuna era l’ex di turno, Tulli (tanto movimento ma inconcludente), eccezzion fatta per capitan Martinelli protagonista in assoluto della gara, il resto, non merita commenti. Nessun tiro in porta e solo un affondo nel finale, si fa per dire, con la sfera colpita da Martinelli e fuori di poco. Così il Vicenza esce anche dal

Simoni con un ruolino di marcia che lo vede aver raggranellato 7 punti in tre gare. Il maestro sa il fatto il suo!

Cagni con un ruolino di marcia che lo vede aver ragranellato 7 punti in cinque gare. Però qualcosa non gira!

Menti di Castellammare con una prestazione che lascia ben poco sperare e non sono servite nemmeno le urla del buon Cagni per raddrizzare il risultato. C’è da lavorare parecchio cambiare tendenza per non complicare maggiormente il cammino che sembra decisamente farsi duro e tutto in salita. Ora arrriva il Gubbio, diretta concorrente per la salvezza, che ha vinto ancora una volta e che, con la cura Simoni, da tre gare ha raccolto 7 punti con due vittorie e un pareggio. Cagni invece dopo 7 punti in cinque gare con due successi, un pareggio e subito due sconfitte. Se a Gubbio vanno a ritmo col ballo di Simon(i)e, a Vicenza tira brutta aria. Che vita da Ca(g)ni! F.N.

L AP DANCE - TOPLESS BAR

Club DA MERCOLEDI ALLA DOMENICA DALLE 23:00 ALLE 24:00 ENTRATA GRATUITA

INGRESSO RISERVATO AI SOCI Turno di chiusura mercoledi LONGA DI SCHIAVON (VI) - Piazza Libertà, 15 - tel 0444 665933 sulla statale Vicenza - Marostica

EX LOLITA Viale Europa 42 Thiene (VI) - Info: 327 7860366 - 327 8605511


Sabato 5 novembre 2011

2 Ci sarà da soffrire perché questo organico è smarrito Calcio Vicenza. Altro incidente di percorso, questa volta con la Juve Stabia e classifica drammatica

Se analizziamo le gare sinora fornite dal Vicenza, solo col Torino s’è visto calcio e spettacolo pur perdendo dopo il 90°, poi solo tanta confusione, noia e gambe molli. Colpa di Baldini, si dirà, perché non più con quella grinta che lo contraddistingueva. Esonero e orientamento su un altro tecnico esperto come Cagni col compito di dare una svolta, una lucidità e un po’ di spessore. Però ancora non ci siamo! Dopo cinque gare un bottino discreto, uno che dalla panchina si fa sentire, urla, manda messaggi ma con il risultato finale che la musica rimane sempre la stessa. Squadra che vince in casa con difficoltà, poi va in trasferta uscendo con una prestazione questa volta inguardabile. Nessun tiro in porta e sempre in difficoltà al centrocampo per non parlare

della difesa che sui traversoni, invece di chiudere, rimane ferma dando via libera agli avversari nell’insaccare. Chissà Frison cosa starà provando con una difesa del genere quando lui meriterebbe un sodalizio di categoria superiore. Per il momento manda giù, fa gli straordinari e a volte anche i miracoli. Cagni aveva già intuito che la squadra dopo dieci minuti in campo con la Juve Stabia non dava segnali confortanti. Ha fatto quello che poteva mettendo a riposo quelli che avevano tirato molto con la speranza che i sostituti fossero all’altezza. Invece un buco nell’acqua. Mister (?) ci viene da dire: ma che formazione ha schierato con la Juve Stabia? Ci sembra che anche nel primo tempo con l’Albinoleffe abbia commesso qualche imprecisione. Oppure ci spieghi queste scelte dove i sostituti hanno fatto fiasco! Se già l’undici titolare è limitato, figuriamoci la panchina. Baclet non c’è proprio, Tulli corre ma poi si perde, Alemao è discontinuo, Misuraca ora non si vede più, Botta non è più lo stesso e allora lo si mandi via visto che sembra voglia rimanere per forza e che dire poi di Mustacchio, Zanchi, Pisano. Ci fermiamo qui!

Abbruscato (6 goal) non ha giocato con la Juve Stabia ed ora col Gubbio vuol rientrare per segnare e far decollare il Vicenza. Senza di lui un vero tabù. LAVAGGIO MOTO

LAVAGGIO AUTO

DISTRIBUTORE

GPL

AUTOLAVAGGIO ROBOTIZZATO CON NERO GOMME AUTOMATICO L’UNICO CON LAVAGGIO SCOCCA GRATUITO APERTO TUTTO IL GIORNO DAL LUNEDI AL SABATO E DOMENICA MATTINA

Juve Stabia-Vicenza 1-0. Frison sa bene che i suoi compagni non lo aiutano molto ed è costretto fare anche gli straordinari. Non possiamo chiedergli anche i miracoli. Se non si monta la testa, merita la serie A in un grosso sodalizio.

PAVIMENTAZIONI INDUSTRIALI

S.S 11 PER VERONA, LOC. PONTE ALTO VICENZA VIA PONTE STORTO, 11 OLMO DI CREAZZO (VI) TEL 0444 522731

CALCESTRUZZI PRECONFEZIONATI

vibeton

VIBETON SpA Via Gorizia, 5 - 36100 Vicenza tel 0444 546066 - fax 0444 320319 CANTIERI 36100 Vicenza - Via Marosticana, 450 - tel 0444 597677 - 36100 Vicenza - Via Riviera Berica, 636 tel 0444 530098 36050 Pozzoleone (VI) - Via Casonetto, 5 tel 0444 668181 - 35014 Fontaniva (PD) - Via A.Velo tel 049 5940978


Sabato 5 novembre 2011

3

Calcio Vicenza. Rispetto alla passata stagione in ritardo di sei punti. Dopo il Gubbio cammino in salita!

Gubbio, poi doppia trasferta con Sampdoria e Nocerina Speriamo che anche questa lezione con le vespe sia servita ai biancorossi per iniziare finalmente a mettere via punti in classifica per via di una posizione che non promette nulla di buono. Gubbio che con la cura Simoni, da tre gare sulla panca, ha vinto col Toro e il Cittadella e pareggiato col Livorno, sette punti su nove a disposizione. Ruolino niente male. Poi sarà la volta in casa della decantata Sampdoria che per quanto possa essere altalenante il suo cammino, alla fine la spunterà per giocarsi uno dei tre posti valevoli per la serie A. Ancora in trasferta con la meteora Nocerina che ha tre punti in più ma che ha battuto 4-2 la Samp, pertanto altra formazione ostica e ritorno

al Menti per ospitare il Pescara di Zeman. Ci fermiamo qui perché solo a guardare il percorso viene un certo magone allo stomaco perché senza speranze dovendo fare i conti con un organico spaesato, smarrito che quando credi abbia in pugno la gara, poi si perde d’animo. Bisogna attendere il triplice fischio finale con tanta agonia e ansia. Ed è normale che il tifoso perda stima e fiducia dei suoi beniamini una volta protagonisti (leoni), poi delle pippe (conigli). Qui c’è gente che dovrebbe mangiare l’erba, sacrificarsi e correre il doppio. Invece quando si dice che il calcio non è più un divertimento lo si capisce proprio dagli atteggiamenti di certi giocatori. Speriamo che col Gubbio si possa trionfare senza patemi d’animo.

La posizione del Vicenza Dopo 13 gare del girone di andata And P 2-0 0-1 1-1 0-1 4-2 1-1 2-2 0-2 1-1 2-1 2-1 2-1 1-0

Paolucci con un gol all’attivo si augura di fare centro anche contro il Gubbio e soprattutto dare un contributo maggiore alla squadra. Adesso deve uscire tutta la sua forza.

0 0 1 0 0 1 1 0 1 3 0 3 0

Totale 10

Incontro BRESCIA - VICENZA VICENZA - SASSUOLO ASCOLI - VICENZA VICENZA - TORINO CITTADELLA - VICENZA VICENZA - LIVORNO CROTONE - VICENZA VICENZA - VARESE GROSSETO - VICENZA VICENZA - VERONA PADOVA - VICENZA VICENZA - ALBINOLEFFE JUVE STABIA - VICENZA VICENZA - GUBBIO SAMPDORIA - VICENZA NOCERINA - VICENZA VICENZA - PESCARA MODENA - VICENZA VICENZA - EMPOLI BARI - VICENZA VICENZA - REGGINA

Rit P

CLASSIFICHE A CONFRONTO DOPO LA 13^ CLASS. 2010

CLASS. 2011

NOVARA 29 SIENA 25 ATALANTA 24 REGGINA 21 LIVORNO 21 EMPOLI 21 PADOVA 20 VARESE 18 PESCARA 18 TORINO 17 CROTONE 16 MODENA 16 VICENZA 16 FROSINONE 16 ALBINOL. 15 PIACENZA 14 GROSSETO 13 SASSUOLO 12 TRIESTINA 12 CITTADELLA12 PORTOGR. 12 ASCOLI -7 4

TORINO 32 PESCARA 28 SASSUOLO 27 PADOVA 26 REGGINA 23 SAMPDORIA 21 BARI 20 VERONA 19 VARESE 18 GROSSETO 17 LIVORNO 16 BRESCIA 16 CROTONE -1 15 CITTADELLA14 GUBBIO 14 NOCERINA 13 MODENA 13 J. STABIA -6 13 ALBINOL. 13 EMPOLI 11 VICENZA 10 ASCOLI -10 -1

DIFF +15 +10 +15 +6 +2 A A C1 -+4 -5 A -1 +2 C1 C1 -3 C1 -2 -10 -6 -5

Soligo veneziano doc e con una magnifica esperienza con la Salernitana, anche col Vicenza si sta prendendo delle belle soddisfazioni. Meriterebbe più fiducia da Cagni.

COLORIFICIO ALTE di Zucchi Italo

COLORI AD OLIO, TEMPERA ED ACQUARELLO PRODOTTI PER BELLE ARTI SMALTI ED IMPREGNANTI AD ACQUA LINEA DECORATIVA “METALLIC” ED “EFFECT” TINTE SPRAY SU CAMPIONE

Viale P.Ceccato, 6 - ALTE CECCATO (VI) - Tel. 0444 698189 - colorificioalte@libero.it


Sabato 5 novembre 2011

4

Calcio serie B. Sassuolo outsider, Padova, Reggina, Samp nel giro delle candidate. In coda si risveglia l’Empoli

Torino e Pescara vere regine Ascoli e Vicenza allarme rosso

Zeman che belle soddisfazioni si sta prendendo col suo spettacolare Pescara. È sempre un grande in tutti i sensi.

Non si discute il cammino del Torino, seguito pure dalla Dea Bendata, deciso, battagliero, a mantenere le giuste distanze dalle sue inseguitrici. Sempre più sorprendente il Pescara, rinato con la cura Zeman, spettacolare in ogni incontro, con un attacco mitraglia e una difesa colabrodo ma al secondo posto a soli quattro punti dai granata. Altra sorpresa, anche se era già nell’aria la scorsa stagione, per via di una campagna acquisti d’alto livello, ma poi fallita sul campo, mentre quest’anno regolare sul rettangolo di gioco con risultati eccellenti a posizionare il Sassuolo al terzo gradino. Il Padova, invece, occupa il quarto posto anche se va troppo a fasi alterne: la sua fortuna che mantiene le distanze da quelli dietro permettendosi di gestire la posizione con discreta tranquillità. Appunto da quella Reggina sconfitta in casa dal Toro che non ha agganciato i veneti ma ha le carte in regola per inseguire i playoff. Ecco il Bari che si affaccia a ridosso dei calabresi anche se il suo ruolino di marcia non è ancora così consistente, però da segni di risveglio che vuol esserci per giocarsi il passaporto della serie A. Il Verona occupa un dignitoso ottavo posto ma il problema che non sappiamo se ha le qualità per rimanerci oppure di scivolare ancora nel basso. Il Varese di Maran esce bastonato non poco da Pescara ma ha dimostrato che con la tesi dell’altoatesino, ci sono buoni presupposti per qualificarsi bene.

Lutto Non ci sono parole per esprimere quanto siamo addolorati per la scomparsa dell’avv. Luigi Arena, Presidente del Centro di Coordinamento dei Club Biancorossi. Abbiamo avuto il privilegio di conoscere l’avvocato super tifoso del Vicenza, le sue qualità e la sua grande forza, proprio per il rispetto che gli dobbiamo, cercheremo di fare in modello del suo ricordo. Uniti al dolore, la redazione di Sport Vicenza.

La cura Giannini col Grosseto è rimandata alla prossima gara aspettando possa mettere del suo per far decollare i biancorossi. Livorno e Brescia partite bene, ora sembrano un po’spaesate, ma visto che hanno i mezzi per fare bene, pensiamo stiano attraversando un momento poco felice. Eccoci nella zona bassa dove dal Crotone al Vicenza, tutte se la giocheranno per non retrocedere mentre per l’Ascoli, ultimo e fortemente penalizzato, stessa cosa anche la passata stagione, sembra essersi già arreso portando pesante il suo distacco dal Vicenza, penultimo, di 11 lunghezze. La 14^ giornata mette in evidenza il match-clou tra Sassuolo-Toro, da non perdere e quel Bari-Verona con i galletti che potrebbero fare un gran salto in avanti. Le rondinelle bresciane alla prova del 9 affrontano la Sampdoria chiamata a non fallire in trasferta e cambiare in fretta il suo stradario. Zeman va a Livorno per verificare quanto può valere il suo Pescara. In coda l’Ascoli alla prova definitiva col Cittadella per risollevare la posizione mentre il Vicenza ci prova col Gubbio temibile del maestro Simoni. F.N.

A

RISULTATI 13^ GIORNATA

1-0 1-0 2-0 1-0 0-1 2-5 1-0 2-0 1-0 3-1 0-1

PADOVA - LIVORNO ALBINOLEFFE - ASCOLI EMPOLI - NOCERINA VERONA - BRESCIA GROSSETO - BARI MODENA - SASSUOLO JUVE STABIA - VICENZA SAMPDORIA - CROTONE GUBBIO - CITTADELLA PESCARA - VARESE REGGINA - TORINO CLASSIFICA

32 28 27 26 23 21 20 19 18 17 16

TORINO PESCARA SASSUOLO PADOVA REGGINA SAMPDORIA BARI VERONA VARESE GROSSETO LIVORNO * - 10 punti

BRESCIA CROTONE*** CITTADELLA GUBBIO NOCERINA JUVE STABIA** MODENA ALBINOLEFFE EMPOLI VICENZA ASCOLI*

** - 6 punti

16 15 14 14 13 13 13 13 11 10 -1

***- 1 punto

14^ GIORNATA EMPOLI - ALBINOLEFFE ASCOLI - CITTADELLA PADOVA - JUVE STABIA CROTONE - REGGINA LIVORNO - PESCARA VARESE - MODENA SASSUOLO - TORINO NOCERINA - GROSSETO VICENZA - GUBBIO BARI - VERONA BRESCIA - SAMPDORIA

Classifica marcatori serie B 9 Sansovini, Tavano; 8 Immobile; 7 Cocco; 6 Abbruscato, Boakye, Castaldo, Ceravolo, Insigne, Missiroli, Ragusa; 5 Bertani, Bianchi, Cacia, Caridi, Ciofani, Cutolo, Dionisi, Pozzi, Sansone, Sforzini; 4 Campagnacci, Catania, Di Maio, Feczesin, Halfredsson, Jonathas, Maah, Papa Waigo; 3 Alfageme, Cellini, Danielvicius, De Luca, Ebagua, Ferrari, Gomez Taleb, Greco, Maccarone, Marchi, Marotta, Masucci, Mbakogu, Sau, Sgrigna; 2 Berlingheri, Bellazzini, Bjelanovic, Buscè, Carrozza, Cascione, Ciano, Cisseè, Cuffa, De Paula, De Vitis, Djuric, Dumitru, Farias, Fiorenzi, Foggia, Gasparetto, Girasole, Lupoli, Mendicino, Milanetto, Paro, Pettinari, Piovaccari, Rizzato, Ruopolo, Sbaffo, Stanco, Vitofrancesco.

Ventura e il suo Torino volano anche se più di qualche gara son stati seguiti dalla fortuna. Altra conferma da Sassuolo.

Taccuino Le partite della 14^ giornata di andata La serie B gioca sabato 5 novembre, ore 15:00 Posticipi lunedì 7 novembre, ore 19:00 Bari-Verona lunedì 7 novembre, ore 21:00 Brescia-Sampdoria

Le partite della 15^ giornata di andata Pescara-Padova; Reggina-Nocerina; Juve Stabia- Albinoleffe; Verona-Crotone; Sampdoria-Vicenza; Grosseto-Varese; Brescia-Ascoli; Gubbio-Sassuolo; Cittadella-Livorno; Modena-Empoli; Torino-Bari

di Milano Angelo

LOCALE CLIMATIZZATO

SPECIALITA’ PESCE SALE RISERVATE PER FESTE GIARDINO ESTIVO SCONTO PER COMITIVE E SPORTIVI RISTORANTE E PIZZERIA Via San Martino, 45 - Vicenza tel 0444 924480 SERVIZIO A DOMICILIO Via Medici, 66 - Vicenza tel 0444 920601


Sabato 5 novembre 2011

5

Juventus mantiene scettro, brave Udinese e Lazio a rimanere a ridosso di una lunghezza Calcio Triestina, serie A. l’avversario diloturno.

Riecco la Juventus, bene Lazio Udinese e Milan, Napoli in tilt!

Migliorano le condizioni di Cassano che aveva allarmato un po’ tutto il mondo per un ritiro dal calcio. Da quanto riferito dall’equipe medica, potrà ritornare a giocare fra un paio di mesi. A

RISULTATI 10^ GIORNATA

3-1 0-3 2-1 1-0 1-2 1-1 2-0 2-3 4-1 1-0

BOLOGNA - ATALANTA CAGLIARI - LAZIO CATANIA - NAPOLI FIORENTINA - GENOA INTER - JUVENTUS LECCE - NOVARA PARMA - CESENA ROMA - MILAN SIENA - CHIEVO UDINESE - PALERMO CLASSIFICA

19 18 18 17 14 14 13 13 13 12

JUVENTUS UDINESE LAZIO MILAN NAPOLI CATANIA SIENA PALERMO CAGLIARI FIORENTINA

GENOA PARMA ROMA BOLOGNA ATALANTA* CHIEVO INTER NOVARA LECCE CESENA

12 12 11 10 9 9 8 7 5 3

* - 6 punti

11^ GIORNATA ATALANTA - CAGLIARI CESENA - LECCE CHIEVO - FIORENTINA GENOA - INTER LAZIO - PARMA MILAN - CATANIA NAPOLI - JUVENTUS NOVARA - ROMA PALERMO - BOLOGNA UDINESE - SIENA

Classifica marcatori serie A 7 Di Natale; 6 Denis, Giovinco, Klose; 5 Calaiò, Jovetic, Palacio; 4 Cavani, Ibrahimovic, Marchisio, Matri, Moralez, Nocerino, Osvaldo, Rigoni; 3 Berghessio, Boateng, Cerci, Destro, Hernandez, Miccoli, Milito, Moscardelli, Hernanes; 2 Acquafresca, Cambiasso, Campagnaro, Cassano, Conti, Giacomazzi.

10^ giornata. Campionato di Serie A che continua a sorprendere per l’andamento da matricola e da pericolante per l’Inter di Ranieri ora traballante anche in difesa per il numero altissimo di gol subiti; bene invece la Juventus di Conte che al Meazza ha dimostrato di essere tornata la “signora” di un tempo decisa a lottare per lo scudetto. Il Milan continua la sua rimonta, prima col Lecce ed ora con la Roma con la quarta vittoria consecutiva e stavolta anche in uno scontro diretto, per giunta in trasferta. La Roma dimostra i suoi limiti difensivi e anche una certa mancanza di personalità, troppe le formazioni cambiate da Luis Enrique. Il Catania sorprende come non mai specialmente in casa, dopo l’Inter cade anche il Napoli, il quale continua a soffrire le vigilie di Champions League. In coda si avvicina il Chievo che non sa più vincere. Mister Di Carlo lascia in panchina pezzi da novanta e fa pensare che lo spogliatoio gli remi contro, mentre il Siena, travolgente, va alla grande relegandosi nei quartieri alti; male il Cesena che silura il tecnico Giampaolo e bene il Parma di Colomba, che vola, proprio come il titolo della storica canzone della Pizzi, “Vola Colomba bianca vola”che in casa

Taccuino

riesce a combinare cose buone, il Bologna grande passo in avanti, cede l’Atalanta anche se nel primo tempo trema. Ottima reazione della Fiorentina contro un lanciato Genoa anche se i viola contestano il proprio tecnico; l’Udinese riprende il secondo posto momentaneamente ceduto al Milan, il Palermo a secco ancora in trasferta e la Lazio raggiunge i friulani al secondo posto, travolgendo gli uomini del presidente Cellino; pareggio inutile per Lecce e Novara.

Le partite dell’ 11^ giornata di andata

La serie A gioca domenica 6 novembre, ore 15:00 Anticipi sabato 5 novembre, ore 18:00 Palermo-Bologna sabato 5 novembre, ore 20:45 Novara-Roma domenica 6 novembre, ore 12:30 Genoa-Inter Posticipi domenica 6 novembre, ore 20:45 Napoli-Juventus

Le partite della 12^ giornata di andata Bologna-Cesena; Catania-Chievo; Fiorentina-Milan; Genoa-Novara; Inter-Cagliari; Juventus-Palermo; NapoliLazio; Parma-Udinese; Roma-Lecce; Siena-Atalanta

Mister Reja si gode il buon momento con la Lazio e lancia una sfida alle bianconere Juve e Udinese.

IMPERMEABILIZZAZIONI ISOLAMENTI TERMICI

VICENZA TEL 0444 928766 - FAX 0444 928749


Sabato 5 novembre 2011

6

Una meteora serie B che con lasconfitti cura delalmaestro iniziato correre e macinare punti Giuliani Nereo ha Rocco dal aToro e all’ultimo posto L’avversario di turno. Calcio Triestina, l’avversario didella turno.

Il Gubbio con Simoni non ha mai perso:due vittorie ed un pareggio Chi sottovaluta il Gubbio pagherà caro. Toro e Cittadella ne sanno qualcosa mentre il Livorno in casa ha sudato tanto per chiudere in parità. Seconda vittoria per il Gubbio di Gigi Simoni, che, nella sfida del Barbetti contro il Cittadella, incontro valido per la tredicesima giornata del campionato di serie B, si impone per 1-0 grazie al gol nel finale siglato da Boisfer. Per la formazione eugubina, ancora imbattuta con Simoni in veste di allenatore, si tratta del settimo punto raccolto nelle ultime tre partite, dopo la vittoria con il Torino ed il pareggio di Livorno. Con il successo ottenuto ai danni della compagine veneta, migliora decisamente la classifica dei lupi, ora a quota 14 insieme allo stesso Cittadella e con sette squadre alle spalle. Anche contro il Vicenza Gigi Simoni vuole vedere nel Gubbio «la voglia di crederci sino in fondo». Sabato 5 al Menti il tecnico punterà con la sua squadra

al quarto risultato utile consecutivo dopo il suo ritorno in panchina. I rossoblù sono infatti reduci dalla vittoria sul Torino e il Citta e dal pareggio col Livorno, che hanno consentito loro di uscire quel che basta dalla zona salvezza. Crederci fino in fondo «La partita col Cittadella ci ha dato ulteriori conferme – ha detto Simoni – e la squadra ha meritato la vittoria, anche se conquistato con un pizzico di fortuna. Vorrei vedere anche contro il Vicenza quella voglia di crederci sino in fondo, ma mi rendo conto che potrebbe subentrare una certa stanchezza mentale, dopo aver disputato tre partite così intense in pochi giorni. Questi tre risultati ci hanno dato vigore in classifica. Ritengo però che siano anche una spinta a farci dare ancora di più per migliorarci». Il Gubbio potrebbe scendere in campo con questo undici: Donnarumma; Bartolucci, Benedetti, Cottafava, Caracciolo; Sandreani, Mario Rui, Gaffriedi, Raggio Garibaldi (o Gerbo); Bazzoffia, Ciofani.

La formazione del Gubbio che sabato si schiererà al Menti per vendere cara la propria pelle. Simoni intende allungare la serie positiva.

PROBABILI FORMAZIONI | VICENZA-GUBBIO | sabato 5 novembre 2011 - ore 15:00

VICENZA (4-4-2)

Allenatore Luigi Cagni A disposizione in panchina: Acerbis, Misuraca, Mustacchio, Rossi, Baclet, Zanchi, Tulli

Bartolucci

Boisfer Gavazzi

Bastrini

Frison

Paolucci

Ciofani

Benedetti

Donnarumma Caracciolo

Sandreani

Graffiedi

Paro

Augustyn

R.Garibaldi

Cottafava

Abbruscato

Bazzoffia

Soligo Giani

Allenatore Luigi Simoni A disposizione in panchina: Farabbi, Almici, Mario Rui, Ragatzu, Gerbo, Paonessa (ex di turno), Mendicino

Rigoni Martinelli

Mister Simoni vorrebbe allungare la serie positiva anche se riconosce che col Vicenza sarà dura.

GUBBIO (4-4-2)

È NATO www.sportvicenza.com


Sabato 5 novembre 2011

7

Il personaggio. 72 anni portati divinamente, il maestro di Crevalcore dopo ventanni da calciatore e 40 da tecnico ritorna

Gigi Simoni e il suo Gubbio a ritmo col“ballo di Simone” A 13 anni dalla Coppa Uefa vinta alla guida dell’Inter, Luigi Simoni cerca ora una nuova impresa sulla panchina del Gubbio, inseguendo la salvezza in serie B. Da tre stagioni direttore tecnico degli umbri ha accettato infatti di sostituire l’allenatore Fabio Pecchia, esonerato dopo la sconfitta col Crotone. ‘’Mi sono sentito in dovere di accettare la panchina’’ ha detto Simoni ricordando di ricoprire già un incarico tecnico all’interno della società e di essere impegnato a coordinare il lavoro della squadra. ‘’Siamo riusciti a convincere Simoni ad accettare di tornare ad essere un allenatore - ha spiegato il direttore sportivo degli eugubini, Stefano Giammarioli - e sarà lui a guidare il Gubbio per tutta la stagione. La prossima settimana decideremo se affiancare a Simoni un ulteriore collaboratore che possa lavorare con lui sul campo’’. Lo scorso 22 gennaio Simoni ha compiuto 72 anni e ha alle spalle 915 panchine. Aveva guidato l’ultima squadra da allenatore nella stagione 2005-2006, in C1 con la Lucchese. In seguito all’esonero dalla guida dell’Inter, avvenuta nella stagione successiva al trionfo europeo, dopo una vittoria per 3-1 in Champions League a San Siro contro il Real Madrid, ha allenato anche Piacenza, Torino, Cska Sofia, Ancona, Napoli e Siena. In precedenza era stato al timone di Genoa, Cremonese, Pisa, Lazio e di altre squadre.

Durante l’esperienza di direttore tecnico a Gubbio, iniziata nell’estate del 2008, era stato in panchina una sola volta. L’11 aprile 2009, nella trasferta di Ferrara, contro la Giacomense, perdendo 1-0 e rimediando un’espulsione nel finale di gara, che gli costò due giornate di squalifica. La società eugubina ha intanto confermato in una nota che rimangono nello staff tecnico sia il preparatore dei portieri Giovanni Pascolini e quello atletici Romano Mengoni e Michele Barilari. Mister, quali sono state le sue emozioni tornato su una panchina? “Emozioni non direi, le chiamerei sensazioni e pensieri. Ho avuto delle preoccupazioni dopo sei anni. Certo poi quando prepari una partita dopo sei anni ti tornano alla mente molti momenti e situazioni passate. Sono nel calcio, non l’ho lasciato quindi non ho avuto emozioni particolari. Le più grandi le ho avute alla fine, dopo la vittoria. È stato come ai vecchi tempi ed è stato bello vincere contro una squadra forte come il Torino e aver pareggiato dopo in casa del Livorno”. Come ha trovato i suoi ragazzi? “Mi ha meravigliato la loro determinazione, che finora non era stata mai così grande. Li ho trovati bene dal punto di vista atletico, ma quello non può essere merito mio che li ho allenati pochi giorni. Vuol dire che chi mi ha preceduto (Pecchia ndr) ha svolto un buon lavoro. Hanno dato l’anima contro una squadra più forte, soffrendo e facendola soffrire. Sono felice della loro prestazione”. Sembra di capire che l’organico potrà lottare per salvarsi? “Sono tutti determinanti. Mi piace il sistema di gioco che applichiamo e non dimentichiamo che i tre là davanti (Mario Rui, Ciofani e Bazzoffia)” possono diventare fastidiosi per le difese avversarie”. La domanda sorge spontanea, Mister continuerà lei a guidare il Gubbio? “A dire il vero non lo so ancora. Devo parlare con il Presidente e valutare alcune cose. Avevamo scelto diversi allenatori, ma poi con alcuni rifiuti siamo arrivati a questa situazione alla vigilia della partita. Ora devo fare delle considerazioni”. La voglia però c’è di tornare in panchina?

info@vigilanzarangers.it

“Non posso dire che manca, ma devo valutare. Ho 72 anni e un conto è allenare una squadra per una partita, durante una settimana. Un conto invece è farlo per 30 gare, tutti i giorni. Vedremo”. Intanto in tre gare ha raccolto sette punti un bottino più che dignitoso... “Stiamo lavorando bene, con ritmi giusti e mentalità vincente. Ogni avversario va rispettato ma pure noi dovremmo farci rispettare. Non siamo in B per caso e chi scende in campo dovrà farlo per il bene della squadra, dei compagni e della tifoseria.” Mister trasferta insidiosa al Menti contro il Vicenza. Cosa teme? “Vicenza è una blasonata squadra, ha un bravo tecnico e alcuni giocatori che fanno la differenza. Poi il Menti lo conosciamo tutti è un pezzo di storia, scendere in quel terreno è sempre emozionante. Mi auguro che i miei giocatori sappiano sfruttare il buon momento senza farsi influenzare dal clima caldo che troveranno.”


Sabato 5 novembre 2011

8

Cinema. Intervista con l’attrice argentina, protagonista nel nuovo film 3D diretto da Fausto Brizzi

Georgia Viero, attrice in 3D di Andrea Turetta

C’è un argomento che ti sta a cuore di cui vorresti parlare in questa occasione? Il cuore, scusa il gioco di parole ma ovviamente mi sta a cuore anche quello! Esco da un rapporto massacrante e fondato su bugie. Inaspettatamente da un po’ di tempo vivo una frequentazione molto bella, emozionante e piacevole con un uomo speciale che è entrato un po’ magicamente nella mia vita. Le certezze non esistono, si sa, comunque vada sono contenta di avere incontrato questa persona che riesco ad apprezzare al di là di tutto. Oggi non è facile relazionarsi con gente di un certo spessore, vera e sensibile. Mi stupisco quando scopro personalità del genere; dovrebbe essere la norma invece è molto difficile anche confrontarsi con menti aperte, libere e che non sfocino nell’egoismo o nella pretesa.

Georgia Viero è nata a Buenos Aires ed è una delle giovani attrici più promettenti. Al suo attivo, un ruolo nel nuovo film di Stefano Calvagna che sarà nei cinema a Gennaio 2012 (che è già presentato alla 68ma edizione della Mostra del Cinema di Venezia). Inoltre, l’attrice ha partecipato nel nuovo film 3d “Com è bello far l’amore” di Fausto Brizzi in uscita a febbraio 2012. Ecco allora, l’occasione di conoscere questa brava attrice, direttamente attraverso l’intervista che segue…

Per chiudere, i tuoi prossimi progetti? Tanti! Quest’ inverno mi vedrete sul grande e piccolo schermo e nel mese di Novembre sarò impegnata a teatro e nella conduzione di diversi eventi televisivi e sul web, ci sarà inoltre anche qualcosina in radio. Insomma: tante belle cose mi attendono e io non vedo l’ora di farle!

Hai sempre desiderato fin da piccola entrare nel mondo del Cinema e della Tv? Ciao Andrea! Sin da piccolissima ero abbastanza mattacchiona: mi divertivo ad imparare le favole a memoria e a recitarle buffamente davanti a chiunque incontrassi, per non parlare del fatto che mi mascheravo spesso con i vestiti di mia madre e di mio padre facendoli impazzire! Quindi direi che è qualcosa che in qualche modo c è sempre stato in me. C’è stato qualche evento o situazione particolare che ti ha “spinto” verso il mondo dello spettacolo? La prima vera pulsione verso il mondo dello spettacolo -purtroppo- coincide con la scomparsa di mio padre. Dissi a me stessa che per superare un simile dolore mi avrebbe aiutato l’approfondire alcuni aspetti di me e farli emergere creando qualcosa di divertente e di sano. Insomma dovevo esprimermi! Certi eventi ti fanno capire che la vita è oggi, adesso, in questo istante e la cosa migliore che puoi fare è proseguire la tua vita anche in onore di chi non c è più, non essendo possibile farli resuscitare ma almeno farli vivere attraverso di noi. Qual è il ricordo del tuo debutto davanti ad una telecamera? Ricordo il mio primo provino: ero terrorizzata! Anche se avevo alle spalle i miei studi di recitazione avevo una gran carica di adrenalina in circolo, tra l’altro il casting director era e tutt’oggi è un nome importante nell’ambiente. Con mia grande gioia e sorpresa il provino ebbe esito positivo e divenni uno dei volti della Genialloyd Assicurazioni, spot ad ora in onda sulle reti Sky. Cosa ti piace particolarmente del mondo del cinema o della tv? È un ambiente davvero spietato e se non hai personalità solida o non sai muoverti con la dovuta astuzia e cautela rischi grandi disagi. La cosa che forse apprezzo davvero di cinema e tv è la possibilità di esprimermi quando presento e di indossare i panni di un’altra persona vivendo la sua vita durante i ciak quando recito. C’è un ruolo, tra quelli interpretati finora, che hai trovato maggiormente nelle tue corde? Sono agli inizi e quindi la strada è ancora molto lunga ma finora ho interpretato tutti ruoli molto lontani da me e credo sia una gran fortuna perché puoi lavorare molto su te stesso e crescere emotivamente. Cosa ti attira in un copione e quali ruoli vorresti interpretare prossimamente? Mi focalizzo subito sulle battute per capire se le direi in

Sito Ufficiale dell’artista: www.georgiaviero.com maniera un po’ diversa e se fosse il caso ne parlerei con il regista al momento delle letture anche se mi è capitato spesso di vedermi modificate alcune battute direttamente sul set. Sogno di recitare in un film d‘epoca; interpreterei volentieri il ruolo di qualche donna d’altri tempi, magari un po’ ribelle. Un‘altra cosa che mi piacerebbe sarebbe il confrontarmi con un ruolo forte, caotico e un caso psichiatrico! Dulcis in fundo spero di essere sul set di un film horror o thriller come vittima!

Si ringrazia per la gentile collaborazione Laura Gorini

Quanto è importante lo studio ed il perfezionamento per un’attrice? Gli studi sono determinanti e fanno sicuramente la differenza però come iniziale “infarinatura”. Credo che l’esperienza diretta sia ancor più formativa; dal mio canto ho immagazzinato molte più cose stando direttamente sul set. Purtroppo, determinati meccanismi si capiscono solo vivendoli più che simulandoli. Un film da consigliare… Il mio preferito in assoluto è l’ emozionante “Profumo di donna”-“Scent of a woman”con uno strepitoso Al Pacino dal momento che racchiude tante chiavi di lettura di me! Oggi molti giovani cercano il successo tramite reality e talent show. Credi sia una cosa utile per arrivare al successo? Credo sia utile per arrivare al successo in maniera immediata ma non per questo duratura. Sembrerò retorica ma se davvero si vuole arrivare e mantenere questo traguardo è indispensabile saper fare qualche cosa come recitare, presentare, ballare, cantare, suonare etc non basta essere personaggio per sentirsi solidi per quanto credo sia meraviglioso anche mostrarsi per chi si è. Questo però è un valore aggiunto! Prima sarebbe meglio dimostrare di essere capaci artisticamente. Infatti nel mio caso quando ho avuto l’opportunità di partecipare al reality “Appuntamento al buio” non mi sono preclusa l’esperienza sia perché trovavo l’idea molto interessante sapendo che per il mio tipo di personalità non mi sarei mai sentita “arrivata”chissà dove, ma soprattutto perché già avevo un bagaglio di esperienza come attrice, presentatrice e deejay. Penso che ad ogni modo il punto focale verta su con che “testa” si affrontano le cose.

Pasticceria

Susanna Via Calvi, 18 • 36100 Vicenza

tel 0444 302467

Produzione propria di Semifreddi Dolci tradizionali e Torte nuziali Specialità salate Buffet su prenotazione

Pasticceria

La Vicentina

C.so SS. Felice e Fortunato, 61 • 36100 Vicenza

tel 0444 543178


Sabato 5 novembre 2011

9

Musica. Da mercoledì 2 novembre sono aperte le prevendite per i tour nei palasport che inizieranno a maggio 2012

Al Colosseo Biagio il gladiatore

È uscito “COLOSSEO”, il primo album interamente dal vivo di Biagio Antonacci composto da CD e DVD tratto dallo spettacolo musicale “Biagio Antonacci COLOSSEO Concerto per l’UNESCO” tempo e ancora, per citarne alcuni, fino all’’omaggio musicale, pensato appositamente per questa serata esclusiva, di Amore caro, amore bello scritta da Mogol e Battisti e portata al successo da Bruno Lauzi. L’album “COLOSSEO” consente a tutti di poter vivere la magia di un grande evento che ha visto come protagonista lo stesso Cantautore -attualmente impegnato in studio di registrazione per la realizzazione del suo nuovo album di inediti la cui pubblicazione è prevista per la primavera del 2012- in un concerto d’eccezione, tenutosi in una cornice unica al mondo e che per la dovuta cautela - che doveva essere garantita al celebre Anfiteatro Flavio - era stato riservato ad un pubblico di soli 600 spettatori. Come l’evento-concerto dello scorso 3 Luglio, l’album “COLOSSEO” sostiene l’istituzione di borse di studio per giovani archeologhe ed archeologi provenienti da Paesi in stato di guerra.

Un evento organizzato dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, presieduta dal Professor Giovanni Puglisi, in collaborazione con Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e La Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma. L’album “COLOSSEO” è stato ripreso e registrato a Roma in data 3 Luglio 2011 all’interno del “COLOSSEO”, il monumento originariamente conosciuto come “Anfiteatro Flavio” e sin dall’antichità considerato il più maestoso anfiteatro romano di tutti i tempi. Questo eccezionale evento è stato immortalato in un documento unico, composto dal primo CD album interamente live del Cantautore e da un DVD che oltre al concerto integrale propone molti esclusivi ed inediti contributi filmati nel backstage dello spettacolo. Completamente ripreso e registrato in presa diretta al Colosseo, questo nuovo lavoro di Biagio Antonacci è un documento unico per l’’esclusività delle atmosfere e per la rarità delle immagini che hanno avvolto il concerto di un cantautore italiano, dal momento che sino ad ora nessun artista ha mai registrato, all’interno del celebre Anfiteatro Flavio, un live ai fini della relativa pubblicazione. Per l’evento del 3 luglio, Biagio Antonacci - artista da sempre sensibile al tema della salvaguardia e della valorizzazione dei beni culturali - aveva elaborato un suggestivo concerto semi-acustico, creato ad hoc nel pieno rispetto dell’incommensurabile valore del sito Patrimonio dell’Umanità e tenendo conto delle ineguagliabili atmosfere dell’arena più famosa del mondo. Suonando e cantando accompagnato da violini, chitarre, percussioni e poco più, attorniato dalla magica ed esclusiva scenografia naturale del Colosseo, cui sono stati aggiunti solo pochi giochi di luce. Ed è un Biagio Antonacci, interprete ed autore emozionato ed ispirato, quello che emerge dalle immagini, un artista che ha arricchito ancora con maggiore anima i brani più famosi del suo lungo repertorio di successo, da Iris (tra le tue poesie) ad Inaspettata, da Sognami a Se fosse per sempre, da Pazzo di lei a Buongiorno Bell’anima, passando per Se è vero che ci sei, Vivimi, Quanto

Biagio Antonacci tornerà quindi ad esibirsi live il prossimo anno a maggio in un tour che farà tappa nei palasport delle più importanti città italiane: il 5 a Bari, il 7 ad Acireale (CT), il 9 a Eboli (SA), il 10 a Caserta, il 12 a Roma, il 13 a Firenze, il 15 ad Ancona, il 16 a Bologna, il 18 a Mantova, il 19 a Padova, il 20 a Conegliano (TV), il 22 a Trieste, il 23 a Trento, il 24 a Genova, il 26 a Torino, il 29 a Rimini e il 30 a Perugia. Le prevendite per acquistare i biglietti sono aperte da mercoledì 2 novembre su www.ticketone.it e da sabato 5 novembre nei punti vendita Ticketone e nelle prevendite abituali. www.goigest.com


Sabato 5 novembre 2011

10

Mostre. A Verona, Palazzo della Gran Guardia dal 26 novembre 2011 al 9 aprile 2012, il settecento in... mostra

Il settecento a Verona. Tiepolo, Cignaroli, Rotari Il Comune di Verona, con l’Assessorato alla Cultura e il Museo di Castelvecchio, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le province di Verona, Rovigo e Vicenza, presenta la mostra “Il Settecento a Verona. Biglietti Intero 10,00 euro Ridotto* 8,00 euro

Tiepolo, Cignaroli, Rotari. La nobiltà della pittura”, una grande rassegna espositiva che vuole approfondire un momento della civiltà pittorica scaligera finora mai indagato. La mostra, curata da Fabrizio Magani, Paola Marini e Andrea Tomezzoli, è incentrata sulle peculiarità che la cultura e la tradizione pittorica assunsero nel Settecento a Verona, città che riuscì a mantenere sempre autonomia e originalità rispetto alle correnti dominanti nella vicina Venezia.

Prenotazioni biglietti e visite guidate: Singoli e Gruppi Silvana Editoriale tel. 02 61 83 64 44 Scuole Aster, tel . 045 80 36 353 / 045 59 71 40 www.settecentoaverona.it www.studioesseci.net

Con 150 capolavori tra dipinti, disegni, stampe e documenti, provenienti da importanti musei stranieri come l’Ermitage di Pietroburgo, il Prado di Madrid, il Victoria and Albert di Londra, la Gemäldegalerie di Dresda, il Kunsthistorisches di Vienna, lo Szépmuvészeti di Budapest, oltre che dai principali musei italiani, la mostra porta Tiepolo e i suoi contemporanei alla Gran Guardia. Ampio spazio sarà dedicato a due importanti artisti veronesi: Pietro Antonio Rotari, definito il “pittore della corte russa” per aver lavorato a lungo a servizio degli zar e dell’imperatrice Elisabetta, e Giambettino Cignaroli, fondatore dell’Accademia di Pittura che porta il suo nome. I due furono emblemi di un classicismo di grande innovazione e modernità che, grazie al patrocinio di un altro grande veronese, Scipione Maffei, ha dominato la pittura dell’intero secolo. Le sezioni della mostra daranno conto anche della ricchezza e della varietà dei risultati conseguiti a Verona nell’età dei Lumi, nonché della rete di committenti prestigiosi – anche internazionali (del calibro di Stanislao Augusto Poniatowsky di Polonia, dei principi di Sassonia, di Clemente Augusto di Baviera o Carlo Firmian, plenipotenziario di Maria Teresa) – che richiesero opere veronesi. Nell’esposizione avrà un posto speciale la sezione dedicata ai vedutisti come Bernardo Bellotto, così come il nucleo di opere realizzate per la città scaligera da Giambattista e Giandomenico Tiepolo. Con modalità assolutamente innovative,

Pietro Antonio Rotari, Testa di fanciulla, collezione privata

Giambettino Cignaroli, Madonna con il Bambino e i santi Lucia, Lorenzo, Antonio da Padova Barbara e l’Angelo Custode, Madrid, Museo Nacional del Prado grazie all’ausilio delle nuove tecnologie, il pubblico avrà il privilegio esclusivo di scoprire il lavoro di recupero che ha portato alla restituzione virtuale del soffitto dipinto da Giambattista Tiepolo per Palazzo Canossa a Verona, andato in parte distrutto al termine della seconda guerra mondiale. La mostra sarà integrata da itinerari che guideranno il visitatore alla scoperta, da un lato, di opere d’arte sacra conservate nelle chiese di Verona, dall’altro, di straordinari interventi pittorici realizzati per palazzi e ville signorili della città e della provincia che sveleranno il secolo d’oro della decorazione delle ville venete. Alla realizzazione di questa importate iniziativa partecipano il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Veneto, Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le province di Verona, Rovigo e Vicenza, l’Università degli Studi di Verona, l’Università degli Studi di Padova, la Fondazione Ermitage Italia. Contribuiscono: Regione Veneto, Fondazione Cariverona, Agsm, Banco Popolare di Verona, Camera di Commercio di Verona - Winetop, Fondazione Masi, Inner Wheel Distretto 206 Italia, Rotary Distretto 2050 e 2060. Collaborano: Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Verona, Amici di Castelvecchio e dei Civici Musei d’Arte di Verona. Il Settecento a Verona. Tiepolo, Cignaroli, Rotari Verona, piazza Bra, Palazzo della Gran Guardia Dal 26 novembre 2011 al 9 aprile 2012 Catalogo Silvana Editoriale Orari lun. - dom. 9.30 alle 19.30 31 dicembre 9.30 - 18.00 1 gennaio 13.30 - 19.30 25 dicembre chiusura

Giambattista Tiepolo, Eliodoro saccheggia il tempio, Verona, Museo di Castelvecchio

Fondato nel 1957 da Claudio Noaro

EDITORE Edizioni TAEV di Fabio Noaro Strada Ca’ Balbi, 230 - 36100 Vicenza Direttore Responsabile Fabio Noaro REDAZIONE Strada Ca’ Balbi, 230 - 36100 Vicenza tel 0444 912331 - fax 0444 912373 Art Director Roberto Scattolin Direttore Commerciale Susanna Noaro Redattori Andrea Turetta, Luca Turetta GRAFICA E IMPAGINAZIONE

scatto@scattoartdesign.it STAMPA UTVI Tipolito Srl - Vicenza

Registrazione al Tribunale di Vicenza n.98 del 28/10/1957 Iscrizione al ROC n. 11438

sportvicenza@teletu.it www.sportvicenza.com Forum Internet www.sportvicenza.forumfree.it - www.freeartnews.forumfree.it


Sabato 5 novembre 2011

11

Salute e benessere. Ne soffre oltre il 15% della popolazione ed è la responsabile di circa il 22% degli incidenti

Eccessiva sonnolenza: epidemiologia e impatto sociale Dalla XLII edizione del congresso nazionale della Società Italiana di Neurologia (SIN) S. Garbarino (Genova) Servizio Sanitario Polizia di Stato – Ministero dell’Interno Dipartimento di Neuroscienze Oftalmologia e Genetica – Università di Genova L’Eccessiva Sonnolenza Diurna (ESD) è una condizione specifica, che colpisce oltre il 15 % della popolazione, correlata alla riduzione della vigilanza; si manifesta con una tendenza all’addormentamento, peggioramento delle performances motorie, impossibilità a mantenere un’attenzione costante, rallentamento dei processi decisionali. L’ESD è un fattore importante nel determinismo di incidenti stradali, essendo causa o concausa di circa il 22% degli incidenti che avvengono sulle strade italiane con una percentuale di mortalità doppia rispetto agli incidenti dovuti ad altre cause (11.4% contro il 5.62%) e di un’alta percentuale di infortuni sul lavoro e delle morti bianche. Le condizioni che determinano sonnolenza eccessiva sono molteplici e alcune di esse modificabili. La guida nelle ore notturne o con un debito di sonno eccessivo espone a maggiore rischio ed è intuitivamente sconsigliabile. Tuttavia necessità sociali legate all’organizzazione del lavoro in turni, e spinte culturali che realizzano particolari stili di vita (“Società delle 24 ore”), rendono questa pratica sempre più diffusa. Ulteriore elemento di pericolosa riduzione dei livelli di vigilanza è rappresentato dall’assunzione di farmaci o sostanze d’abuso inducenti sonnolenza o capaci di potenziarla. A rendere noti i dati di questa patologia è il Professor Sergio. Garbarino , Neurologo del Centro di Fisiopatologia del Sonno del Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Genova, in occasione della XLII edizione del Congresso della Società Italiana di Neurologia, che si è conclusa oggi presso il Centro Lingotto di Torino. “Le conoscenze acquisite sui meccanismi regolatori della sonnolenza e della vigilanza sono ampie e già utilizzabili per lo sviluppo di strategie preventive efficaci.” Ha dichiarato l’esperto. “Esistono patologie comportanti di per sé livelli elevati di ESD. Altri stati patologici disturbano in termini quantitativi e soprattutto qualitativi il sonno notturno, in maniera tale da rendere insufficienti le sue capacità ristorative comportando quindi sonnolenza nel periodo di veglia Queste patologie sono spesso non percepite dal paziente e non adeguatamente tenute in considerazione dal sistema di cura e prevenzione del SSN – ha aggiunto il prof. Garbarino - per cui diviene fondamentale il ruolo del Neurologo che deve prestare massima attenzione ai primi segni e sintomi della sonnolenza.”

Fra le patologie comportanti EDS la più rappresentativa è la Sindrome delle Apnee Ostruttive nel Sonno (OSA): sono circa 4 milioni e quattrocentomila gli italiani di entrambi i sessi affetti da OSA nella fascia di età fra i 30 e 60 anni con un considerevole impatto economico stimato, da uno studio condotto dall´Istituto Superiore della Sanità, tra i 3,5 e i 5 miliardi di euro maggiormente dovuti all’ospedalizzazione, alla perdita di produttività, al maggior rischio di incidenti stradali ed infortuni. Tutti questi fattori causali inducono, con diverse modalità, a livello del sistema nervoso centrale l’attivazione di una cascata di eventi fisiologici che termina in una “via finale comune” caratterizzata da progressiva riduzione del livello di vigilanza, ESD fino al “colpo di sonno Al Congresso della SIN sono state illustrate le nuove linee guida nazionali Medico Legali COMLAS, in materia di idoneità alla guida in particolare per i professionisti del trasporto (autisti, autotrasportatori ecc.), redatte grazie alla collaborazione con la Commissione AIMS (Associazione Italiana Medicina del Sonno) “Sonnolenza, Sicurezza Stradale e Trasporti” per i capitoli relativi alle due patologie del sonno maggiormente responsabili di ESD, OSAS e Narcolessia, inserite per la prima volta in Italia. Allo stato attuale le “Nuove Linee Guida COMLAS” rappresentano un riferimento per tutta la Sanità Pubblica italiana per la valutazione dell’idoneità psicofisica alla guida e possono essere considerate fra le più evolute in campo internazionale. www.neuro.it www.gascommunication.com

I colpi di sonno sono sempre al primo posto fra le cause degli incidenti stradali

IL MATTONE investimento reale A CARMIGNANO IN UNA ZONA TRANQUILLA VENDO NUOVI APPARTAMENTI OTTIME FINITURE, GARAGE AMPI, CANTINA, GIARDINO, INGRESSO DA CORTILE INTERNO PREZZI INTERESSANTI

INFO 346 3592062

Immobili costruiti con particolare attenzione al comfort e risparmio energetico. Ottimi isolamenti e serramenti di qualità. Un sicuro investimento per il futuro.


Sabato 5 novembre 2011


SportVicenza5