Page 1

www.corrieredellosport.it/mt-milano

MUSICA I Negramaro si riprendono la scena dopo la cancellazione dei live dello scorso marzo per i problemi alle corde vocali di Giuliano Sangiorgi

p.2 ARTE A Palazzo Reale “Cèzanne. Les ateliers du midi”, la prima mostra dedicata al pittore francese con l’esposizione di circa sessanta dipinti

p. 12

FLASH 06 u SORRENTINO CON SEAN PENN 10 u PIVETTI E LE SORELLE D’ITALIA 15 u LA CUCINA D’OLTRALPE 20 u L’ESTETICA SUBLIME A CREMONA

Una serata da ZALONE CRESCE L’ATTESA PER IL RESTO UMILE WORLD TOUR, IL TRAVOLGENTE SPETTACOLO DEL COMICO PUGLIESE l trash elevato ad arte. Se per farsi notare non c’è niente di meglio delle tre S, sesso-sangue-soldi, per far ridere ne basta una, la prima. Lo sa bene Checco Zalone, o meglio “che cozzalone” (tamarro, per l’appunto) nome d’arte di Luca Medici. Cognome nobile e soprannome di tutt’altra natura, cultura alta e istinti bassi che si fondono uno stile e uno spettacolo in cui toni e battute maschiliste sono talmente stereotipate che non offendono le numerose donne

I

spesso presenti tra il pubblico. Uno show che, per stessa ammissione dell’intrattenitore di Capurso, funziona benissimo nelle parti cantate. Il pubblico canta a memoria le parodie che ne hanno scandito i successi televisivi: da Jovanotti con una “s” più vera del vero a Vasco Rossi che procede per intere strofe senza dire una frase di senso compiuto, da Carmen Consoli a Tiziano Ferro. A pagina 5


2

PRIMO PIANO

>Dopo l’annullamento del Casa 69 Tour

dello scorso marzo a causa dei problemi vocali di Giuliano Sangiorgi, i Negramaro tornano sul palco

Il mio CANTO è LIBERO La band salentina sarà a Milano per tre imperdibili appuntamenti live il 12, 13 e 15 ottobre al Mediolanum Forum

uesto è il momento esatto in cui vorrei che le parole scritte avessero il suono di una voce rassicurante. Vorrei fossi io a leggervele. Vorrei fosse mia quella voce. Ma oggi, meglio di no! Meglio che siate voi a leggerle, immaginando che sia io a farlo per voi, con la voce di sempre. Quella voce, oggi, è in silenzio… non parla… non canta. E non lo farà per il tour che tanto abbiamo atteso assieme e preparato con infinitesimale e amorosa cura. Per un incidente di percorso, ahimè, il mio canto si è interrotto. In questi giorni, le mie corde vocali saranno sottoposte ad

«Q

un meticoloso intervento chirurgico». Con queste parole il leader dei Negramaro, Giuliano Sangiorgi, salutava malinconicamente i suoi fans e il tour tanto atteso del fortunatissimo album Casa 69 inizialmente programmato per lo scorso marzo ma poi rinviato a causa di un problema inaspettato alle corde vocali. Ora quel silenzio si è interrotto, il canto Negramaro è finalmente libero. L’attesa è finita e dopo l’assaggio del 10 giugno scorso all’Heineken Jammin’ Festival, è tempo del tanto agognato Tour di Casa 69 che partirà il 1° ottobre da Pesaro per poi toccare tutte le grandi città da Roma (4-5-7-8 al Palalottomatica), Milano

(12-13-15 al Mediolanum Forum) e poi via via Torino, Firenze, Bari e tante altre. Come sempre sarà una vera e propria macchina da guerra musicale quella che attraverserà lo Stivale per gli appuntamenti live del gruppo salentino, che proprio del live fanno il loro punto di forza artistico capace di trascinare migliaia di fans da palco in palco. Una macchina inarrestabile che ha scalato tutte le classifiche e ricevuto riconoscimenti di ogni tipo da quando la band si è mostrata in tutta il suo potenziale con Mentre tutto scorre sul palco dell’Ariston, coinvolgendo un pubblico non tanto avvezzo alle sonorità rockeggianti. Da quel

momento in poi è stato un crescendo interminabile che li ha portati ad esibirsi in Vaticano per il concerto di Natale, a chiudere l’Mtv Day del 2005 di fronte a 80.000 persone, deliziare gli ospiti del Quirinale, davanti al Presidente della Repubblica per l’apertura dell’anno scolastico, estasiare 315.000 spettatori ne La Finestra Tour, ai quali si sommano gli oltre 45.000 che il 31 maggio 2008 hanno assistito al concerto-evento allo Stadio di San Siro: la prima volta in cui una band italiana ha varcato la soglia della Scala del calcio. Ora è il tempo di Casa 69, è tempo di nuovi record, è tempo di rompere il silenzio e liberare il canto.


© 2011 UNIVERSAL STUDIOS

3

PRIMO PIANO

COWBOY contro ALIENI L’improbabile scontro arriva nelle sale cinematografiche dal 14 ottobre owboy contro alieni; poi James Bond, Indiana Jones, il regista dei due Iron Man, dalla serie tv Dexter l’agente speciale Frank Lundy mentre una misteriosa donna altri non è che una componente dello staff del Dottor House. Al secolo sono Daniel Craig, Harrison Ford, Jon Favreau, Keith Carradine e Olivia Wilde. La lista continua e comprende anche due attori molto talentuosi come Sam Rockwell e Paulo Dano. Cowboys&Aliens nasce con le stimmate dell’ibrido, mescolando il DNA di western e sci-fi, passando dalla mitologia della frontiera, colt e indiani allo Spielberg di E.T. In questo minestrone che a qualcuno potrebbe ricordare certi B.-Movie degli anni ’50 e ’60, quando Totò ammirava le forme di Cleopatra, il film di Jon Favreau potrebbe

C

>Tanti eventi dal 6 al 9

Il WEEKEND del design Giunge alla seconda edizione Milano Design Weekend, che quest’anno si focalizza sul tema Diamoci del tu. Dialoghi tra arte e design. Durante la manifestazione, che si svolge dal 6 al 9 ottobre, i negozi aderenti si trasformeranno in contenitori di eventi volti a un nuovo dialogo con il consumatore al quale si vuole offrire un’esperienza unica prima ancora di una selezione di prodotti. Tra i partner dell’iniziativa c’è il Triennale Design Museum, che aderisce con una serie di proposte mirate ad avvicinare il grande pubblico al mondo del design, tra cui Le fabbriche dei sogni (ingresso gratuito dal 6 al 9 ottobre).

essere scambiato per una commedia. Invece, Cowboys&Aliens ha una solida impostazione western e uno spigliato approccio fantascientifico. E se c’è poco da immaginare riguardo a cappelli, stivali, frecce e pistole della prima parte del titolo, molta dell’attesa del film è sull’aspetto degli alieni. Lo spunto è arrivato da District 9 in cui le creature dello spazio erano dei crostacei bipedi ghiotti di cibo per gatti. Il risultato è ovviamente differente ma l’approccio è il medesimo: creare degli extraterrestri che incuriosiscano lo spettatore. Per sostenere tutto ciò Favreau impiega un po’ prima di farceli conoscere, creando la suspense prima del finale pirotecnico. Non resta che aspettare: gli alieni sbarcano nel Far West datato 1875 a partire dal 14 ottobre.

>Dal 19 al 21 ottobre a Fieramilanocity

Le novità di SMAU Edizione numero 48 per il principale appuntamento dedicato all’Information e Communication Technology in Italia. Ai padiglioni 3 e 4 di Fieramilanocity, in tre giorni sarà possibile scoprire tutte le ultime novità presentate dai maggiori player del comparto e le tendenze in crescita nell’ambito dell’innovazione al servizio del business. Oltre 300 gli eventi in calendario tra premi, workshop, laboratori, contest e occasioni di networking. Tra le iniziative più interessanti di Smau 2011, spicca l’area dei Percorsi dell’Innovazione con 100 start up che presentano i loro nuovi progetti.


IL TOUR Checco Zalone, che in autunno tornerà su Canale 5 con alcuni speciali che riprenderanno il meglio di questo show, ha rivelato la sua battaglia con l’ansia. «Non riesco ad affrontare con serenità le cose. Qualche tempo fa ero a Milano in viale Monza, a Zelig e mi sono bloccato completamente, non volevo salire sul palco. Faccio milioni di spettatori, e poi mi capitano queste cose».

5

PRIMO PIANO

IL FINTO TAMARRO XXXXXXXXXXXX

Luca Medici si è cucito addosso un personaggio che è il suo opposto, Checco Zalone, che regala risate crasse giocando su doppi sensi espliciti e volgarità tanto esposta da essere inoffensiva

LE 10 COSE DA NON PERDERE • Due serate con Checco Zalone • Negramaro al Mediolanum Forum • The Kooks all’Alcatraz • Jazz made in Catania di Mario Biondi • Pivetti, Danieli e le Sorelle d’Italia • Elio De Capitani all’Elfo Puccini con The History boys • Nichetti dirige Dapporto in La Verità • Cézanne a Palazzo Reale • Milano SaporBio a Palazzo Giureconsulti •Be the change con lo YogaFestival

l trash elevato ad arte. Se per farsi notare non c’è niente di meglio delle tre S, sesso-sangue-soldi, per far ridere ne basta una, la prima. Lo sa bene Checco Zalone, o meglio “che cozzalone” (tamarro, per l’appunto) nome d’arte di Luca Medici. Cognome nobile e soprannome di tutt’altra natura, cultura alta e istinti bassi che fondono uno stile e uno spettacolo in cui toni e battute maschiste sono talmente stereotipate che non si offendono le numerose donne spesso presenti tra il pubblico. Uno show che, per

I

Il comico sbeffeggia Saviano, Vendola, Vasco e Jovanotti. E duetta a distanza con Al Bano stessa ammissione dell’intrattenitore di Capurso, funziona benissimo nelle parti cantate. Il pubblico canta a memoria le parodie che ne hanno scandito i successi televisivi: da Jovanotti con una “s” più vera del vero a Vasco Rossi che procede per intere strofe senza dire una frase di senso compiuto, da Carmen

Consoli a Tiziano Ferro. Ma ci sono anche pezzi nuovi, scritti con la sua solita spalla autorale Gennaro Nunziante, come “Giurami”, sul matrimonio, o “Maremoto a Porto Cervo”, su uno tsunami per ricchi. Non può mancare una quota di satira, anche se monotematica, scorretta nelle intenzioni e bipartisan nella scelta degli obiettivi, nel “Resto umile world tour”, Mediolanum Forum il 21 e 22 ottobre. Dalle telefonate tra un Cassano con la testa a posto dopo il matrimonio e Berlusconi a un Nichi Vendola che entra in scena con tunica

bianca e aureola sulle note di Jesus Christ Superstar. Zalone si concede di parodiare anche Roberto Saviano, con la giacca di velluto mentre risuona Vieni via con me: quando parla dei rifiuti a Napoli, però, non è certo per discutere di termovalorizzatori, ma della sua collezione di no ricevuti dalle ragazze. Lo show occhieggia al varietà vecchio stile, con tanto di corpo di ballo, e ci mette poco Zalone a sottolineare che è stato scelto “non per il ballo”. È la ricetta Zalone: il Paese è in difficoltà, meglio farsi una risata.


>This must be the place esce

6

il 14 ottobre con protagonisti Sean Penn e Frances McDormand

CINEMA

SORRENTINO in the USA Primo tentativo americano per uno dei registi italiani di maggior talento visivo l suo mito giovanile David Byrne ha chiesto tre cose: di usare This must be the place come titolo e canzone portante del film, di comporre la colonna sonora e di interpretare se stesso. In risposta Paolo Sorrentino ha ricevuto altrettanti “Sì”. Così arriva nelle sale, il 14 ottobre, This must be the place il primo film “americano” di uno dei registi più importanti di casa nostra.

A

Soprattutto dopo Le conseguenze dell’amore e Il Divo, era evidente che il regista napoletano ma che vive trapiantato a Roma nella sua casa nel quartiere Esquilino - piena di cd, libri e una statuetta di Drugo, il protagonista de Il grande Lebowsky – fosse destinato a grandi orizzonti. Girato tra gli States e Dublino, con protagonista un mostro sacro e Premio Oscar, Sean Penn, This must be the place è la storia di una rock star pigra e invecchiata, che dopo la morte del padre insegue l'ultima ossessione del genitore: trovare un criminale di guerra nazista. Un film che nasce sullo sfondo del dramma dell’Olocausto, e il suo avvicinamento a un mondo opposto, fatuo e mondano per definizione, quale quello della musica pop. Inte-

ressante come l’aspetto della sua rockstar che dal manifesto del film fa la sua apparizione: un Robert Smith, il cantante dei Cure, ma con gli occhi di Sean Penn. «Il look è ispirato a lui. Da ragazzo avevo visto i Cure in concerto diverse volte. Poi, tre anni fa, ci sono tornato e ho visto Robert Smith, ormai cinquantenne, con lo stesso, immutabile look di quando aveva vent’anni. È stato “impressionante” nel senso positivo della parola. Vedendolo da vicino, mentre attraversava il backstage, ho compreso quanto può essere bella e commovente la contraddizione nell’essere umano. Un cinquantenne immerso in un look da adolescente. E non c’era niente di patetico». La musica sembra essere una potente ispirazione: come

>Incontro tra Spielberg e Jackson

scritto, il titolo stesso della pellicola è tratta da un successo anni Ottanta dei Talking Heads, già sentito nella colonna sonora di Wall Street. Non resta che fermarsi ad ascoltare This must be the place.

> Storia di bambini e vampiri

BLOOD story

Le avventure di TINTIN

È una vicenda che parte da lontano quella di Blood story, opera di Matt Reeves già nelle sale. Il film è uscito il 1° ottobre 2010 e fu presentato lo scorso anno fuori concorso al Festival internazionale del film di Roma. C'è di più: si tratta di un remake statunitense di un meraviglioso film svedese, Lasciami entrare, storia dell’amicizia tra due bambini. Uno è un vampiro e proteggerà l’altro dalle piccole asperità della vita. Stephen King lo ha definito semplicemente “Il miglior film americano degli ultimi 20 anni”.

La storia dell’innamoramento di Steven Spielberg per Tintin, creato dal fumettista belga Hergé, risale al 1981, quando lesse su una rivista un paragone ardito: I predatori dell’arca perduta e Indiana Jones come un Tintin dell’archeologia. Da allora sono innumerevoli i suoi tentativi di produzione di un film ispirato al personaggio. Il 28 ottobre 2011 arriva in sala il suo sforzo e quello di Peter Jackson, che produce. Le Avventure di Tintin: il Segreto dell'Unicorno è girato in motion capture e si annuncia come uno dei titoli più importanti dell’anno.

CARTELLONE Ottobre

07

Final Destination 5 di Steven Quale Con Nicholas D'Agosto

07

Abduction di John Singleton Con Taylor Lautner

07

Ex: amici come prima di Carlo Vanzina, Con Enrico Brignano, Alessandro Gassman


7

CINEMA

Se l’EROE è SUPER L’universo di riferimento del film di James Gunn sono i supereroi ma non quelli tradizionali universo dei supereroi ha fatto passi da gigante. Dalla mera stilizzazione dei comics – come lo Spiderman di Sam Raimi, tributo a un genere – siamo passati al giustiziere realistico fino all’eccesso di Christopher Nolan e il suo Cavaliere oscuro per giungere, negli ultimi tempi, ai supereroi da strada: persone normali che si travestono cercando di rendere il mondo un posto migliore, anche semplicemente partendo dal loro quartiere. Kick-Ass e Defendor sono due esempi, il terzo è Super e arriva in sala il 21 ottobre. Abbandonato dalla moglie (Liv Tyler) per uno spacciatore di droga seduttore e psi-

L’

CINQUE DONNE PER OTTOBRE AL CINEMA

Un regista e maestro del cinema, definito un “filosofo esistenzialista” incontra l'inventore della psicanalisi. È David Cronenberg, 68enne canadese che da sempre ha posto al centro della sua indagine artistica l'uomo e le sue pulsioni più profonde. Nei suoi ultimi film, ad esempio, ha esplorato la violenza in tutte le sue manifestazioni, con La promessa dell'assassino e A history of violence. In A dangerous method c'è il suo attore feticcio degli ultimi anni, Viggo Mortensen, che veste i panni di Sigmund Freud. Il suo allievo, Jung, è Michael Fassbender, emergente che ha sulle spalle già titoli importanti come Bastardi senza gloria e Xmen: l'inizio. Del film si è parlato molto anche per le scene di sesso tra l'attore e la collega Keira Knightley. Insieme, sullo schermo, danno vita alla liason tra lo stesso Jung e la sua paziente Sabina Spielrein, vicenda sentimentale al centro di un altro film, Prendimi l'anima di Roberto Faenza. La pellicola è tratta da un lavoro teatrale del 2002 del premio Oscar Christopher Hampton (Le relazioni pericolose), adattato per il grande schermo, a sua volta basato sul libro di John Kerr, Un metodo molto pericoloso del 1993.

L'amore che resta di Gus Van Sant. Con Henry Hopper, Mia Wasikowska

14

I tre Moschettieri di Paul W.S. Anderson Con Christoph Waltz.

21

copatico (Kevin Bacon), Frank (Rainn Wilson) con una tuta fatta a mano e una chiave inglese diventa Crimson Bolt. Insieme alla sua assistente un po’ folle, Boltie (Ellen Page), Crimson Bolt tenta di salvare la moglie. Chi lo ha visto lo ha definito un film “disturbato, divertente, dolce, pop”. All’estero è un piccolo cult, favorito dalla regia di James Gunn, autore dell’interessante Slither e ora giunto alla prova del nove. Che sembra brillantemente superata.

Consigliati da MT

>Tra Jung e Freud UNA DONNA

07

Cast importante con Rainn Wilson, Ellen Page, Liv Tyler e Kevin Bacon

1 Mia Wasikowska in Jane Eyre e L’amore che resta

2 Olivia Wilde

in Cowboys&Aliens

3 Milla Jovovich in I tre moschettieri

4 Mila Kunis in Amici di letto

Grimaudo 5 Nicole in Baciato dalla fortuna

Melancholia di Lars von Trier Con Kirsten Dunst, Charlotte Gainsbourg

21

Another Earth di Mike Cahill. Con William Mapother, Brit Marling


>I The Kooks all’Alcatraz

8

per presentare il terzo album di inediti Junk of the heart

MUSICA

Il ROCK d’Oltremanica Il live del 27 ottobre è l’unica data italiana del nuovo tour intrapreso da Luke Pritchard e compagni ue album alle spalle e due milioni di copie vendute. Con l’arrivo del terzo lavoro discografico, Junk of the heart, e l’annuncio di una svolta dal punto di vista musicale per i The Kooks è tempo di conferme. Il bello e dannato frontman Luke Pritchard e soci, da critica e pubblico considerati una delle più interessanti realtà indie del panorama mu-

D

sicale made in UK, ritornano in Italia, il 27 ottobre all’Alcatraz, per presentare proprio l’ultimo disco scritto e registrato per metà in patria e per metà in California con la

Il nuovo lavoro vede la collaborazione di Tony Hoffer, in passato produttore tra gli altri di Beck, Air e Phoenix

supervisione del celeberrimo produttore Tony Hoffer (in passato ha lavorato per Beck, Air, Belle And Sebastian, Phoenix). Il gruppo cresciuto sulle spiagge di Brighton e che deve il suo nome ad una canzone di David Bowie contenuta in Hunky Dory, rappresenta al meglio una sorta di continuità tra le note del british rock che parte proprio dalle melodie del Duca Bianco e passa dai

Kinks, Blur e Supergrass. Sono passati cinque anni dall’esordio travolgente con il tormentone Naive che li ha lanciati al grande pubblico e in cima alle classifiche di mezzo mondo con i successivi Eddie’s Gun, She Moves In Her Own Way e Always Where I Need To Be. Ora ci riprovano con 12 nuovi brani che segnano la maturità artistica sia dal punto di vista del suono che dei testi, un

>Mario Biondi in concerto il 21 ottobre

VICTOR DE MELLO

Il nu-jazz crooner più importante d’Italia, Mario Biondi, in occasione del tour dedicato ai suoi 40 anni, torna ad esibirsi a Milano, il 21 ottobre al Teatro degli Arcimboldi, per coinvolgere ancora una volta il pubblico con la sua assoluta naturalezza espositiva grazie alla voce calda, profonda, sensuale, ma sempre limpida e sicura che l’ha consacrato, negli anni, nel gotha del soul. L’artista catanese dal suono black presenterà i suoi successi accompagnato dalla sua, ormai, consolidata band composta da musicisti e solisti di primo piano.

ottobre

acustiche ed elettriche a cui si aggiunge una dose di elettronica che rende il sound della band più organico e completo.

>Tori Amos al Teatro degli Arcimboldi

Il JAZZ made in Catania

CONCERTI

po’ meno spensierati e disincantati dei primi due album, e che alternano melodie pop-rock a ritornelli killer tenuti insieme da chitarre

Il ROCK è al femminile Figura eclettica del panorama musicale internazionale, Tori Amos torna a far parlare di sé con la pubblicazione di Night of Hunters, il suo nuovo progetto musicale edito da Deutsche Grammophon, l’etichetta di musica classica più famosa al mondo. Figlia di un pastore metodista, allieva-prodigio di uno dei più prestigiosi Conservatori degli Stati Uniti, Tori Amos in passato si è ribellata al suo destino di musicista classica ed è diventata una rockstar di spicco mondiale. Ora torna alle origini e propone i suoi nuovi “tormenti” musicali dal vivo, il 7 ottobre all’Arcimboldi.

08

20.30

BIG ONES Live Club

14

21.00

ALICE COOPER Live Club

16 20.30

ARCHITECTURE IN HELSINKI Bloom


CURIOSITÀ

9

L’ultimo album Viva I Romantici, ha debuttato e mantenuto la numero uno per 6 settimane consecutive.

MUSICA

La favola MODÀ

opo il secondo posto al Festival di Sanremo al fianco di Emma Marrone, un album che ha incoronato la band regina di iTunes, distributori canori prediletti dal gentil sesso per le loro canzoni d’amore e un tour estivo che ha spopolato in ogni an-

D

Il singolo Junk Of The Heart (Happy) è il singolo che ha anticipato l’uscita dell’album omonimo dei The Kooks, una canzone di facile impatto radiofonico con un ritmo abbastanza fresco e trascinante che ricorda molto quello di Susie Q, canzone dei Creedence Clearwater Revival.

>Il mio SUONO LIBERO

21.00

LACUNA COIL Boom

22 21.00

ALTER BRIDGE Palasesto

24

21.00

golo d’Italia, i Modà tornano a scaldare i cuori dei loro fans anche in autunno con un nuovo calendario di appuntamenti live. Il nuovo Viva i Romantici Tour, partirà il 3 ottobre dalla terra d’origine del gruppo, Milano (Mediolanum Forum) e farà tappa a Torino, Genova, Bologna, Firenze e

molte altre città per chiudere, il 30, al Palalottomatica di Roma. Il live sarà, quindi l’occasione per continuare a emozionarsi con i versi ammiccanti del frontman Checco Silvestre e riabbracciare un’identità musicale e una cultura pop-rock italiana d’altri tempi.

QUESTO MESE A MILANO...

Per la sua ventesima edizione il Festival Milano Musica presenta una monografia dedicata a Helmut Lachenmann, musicista tedesco creatore di un suono nuovo. “La mia musica è come scalare una montagna”, uno spazio aperto e ignoto in cui l’udito si ipersensibilizza e il rumore diventa canto. Apertura il 2 ottobre alla Scala con la composizione per orchestra Schrebein, abbinata alla Quarta Sinfonia di Schumann. Mercoledì 5, all’Auditorium San Fedele, saranno eseguiti Pression per violoncello solo e Trio fluido per clarinetto, viola e percussione. L’8, al Teatro dal Verme Notturno Musik für Julia per piccola orchestra e violoncello solista. All’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, diretta da Andrea Pestalozza, è affidata l’esecuzione di uno dei suoi brani più complessi, Concertini, il 16, all’Auditorium. Lunedì 24 la Schola Heidelberg suonerà Consolation I per coro e percussione al Teatro Elfo Puccini. Ultimo appuntamento al Conservatorio Verdi, il 28, con Toccatina eseguita dal Quator Diotima.

21

La band milanese ritorna sul palco per il nuovo Viva i Romantici Tour. Il 3 ottobre al Mediolanum Forum

GUANO APES Alcatraz

Luca Jurman Vallanzaska Niccolò Agliardi Carpacho Iotatola J-Ax Gianluca Petrella Anna Calvi Francesco De Gregori Chiara Canzian

26 21.00

06 08 09 14 16 18 19 19 21 26

HURTS Alcatraz

BLUE NOTE P. GRANAIO BLUE NOTE IL CIRCOLONE BARRIO’S CAFÈ ALCATRAZ BLUE NOTE ALCATRAZ LIVE CLUB LA SALUMERIA


10

TEATRO

>Sorelle d’Italia per riscoprire la storia del Belpaese nel più probabile dei confronti

PIVETTI VS DANIELI Al Manzoni le attrici protagoniste di un excursus nella storia dello Stivale tra canzoni e un futuro possibile

ilano contro Napoli, Nord contro Sud. Una sfida, un confronto, un duello che ha fatto l’Italia, segnandone la storia e, probabilmente, contribuendo a definire il carattere italico, sempre in bilico tra due mondi. Da questo presupposto parte lo spettacolo Sorelle d’Italia, in scena al Teatro Manzoni dall’11 al 30 ottobre, pensato e realizzato per celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, che ha debuttato in prima nazionale al Porto Venere Arcipelago Teatro nel luglio 2010 ed è stato presentato nella prestigiosa rassegna Taormina Arte 2010. Protagoniste due attrici emblema dei mon-

M

Cartellone

>PRIME SE TOCCO IL FONDO…SFONDO Teatro San Babila Dal 4 al 23 ottobre Di S. Schettino e V.Coppola. Regia di Vincenzo Coppola. Tra reality show e un talk show un giovane comico napoletano entra nel tritacarne della tv

SISTER ACT IL MUSICAL DIVINO Teatro Nazionale Dal 7 ottobre Con Loretta Grace e Tia Architto. Il film di straordinario successo del ’92, è infatti diventato un musical e sbarca in Italia.

SONJA Teatro Franco Parenti Dal 30 settembre al 2 ottobre Regia Alvis Hermanis con Gundars Abolins, Jevgenijs Jsajevs. Passando dal burlesco al tragico gli interpreti fanno vivere l’esistenza di Sonja.

di che vogliono raccontare: la milanese Veronica Pivetti e la napoletana Isa Danieli. Anche anagraficamente le due rappresentano generazioni che si guardano da lontano: la prima è del 1965, spesso ha giocato con le sue origini familiari, con una sorella ex presidente della Camera e deputato della Lega nord, mentre più recentemente è stata protagonista su La7 di Fratelli e Sorelle d’Italia raccontando la storia del Belpaese attraverso il meglio dell’arte tricolore; la Danieli è del 1937, ha vissuto differenti ere del nostro Paese, guardando dal suo universo artistico una nazione che è cambiata, profondamente, da quando ha iniziato frequen-

tando la compagnia teatrale di Edoardo De Filippo. Le due, accompagnate dal vivo dal maestro Alessandro Nidi, nella migliore tradizione fantaprofetica dell’avanspettacolo danno vita alla fantastoria d’Italia dal 2011 al 2061, con un’ipotesi futuribile e tragicomica sull’Italia di domani. Sarà

un confronto senza esclusione di colpi, mescolando stereotipi e luoghi comuni, pregiudizi e verità sull'inconciliabile diversità delle reciproche appartenenze, fino ad arrivare a inaspettate sorprendenti contaminazioni musicali ed emotive. Dalle canzoni classiche più note (Nostalgia de Milan, 'O

All’Elfo Puccini dal 19 ottobre al 20 novembre

>COMMEDIA DELL’ADOLESCENZA Alan Bennett è uno dei più importanti drammaturghi di lingua inglese. Lasciato il tranquillo posto di ricercatore di Storia presso l’Exeter College, si è dedicato alla sua passione per il teatro. Dalla sua penna sono arrivati opere come La pazzia di Re Giorgio, un successo che l’ha spinto fino al cinema, e The History Boys che sarà alla Sala Fassbinder del Teatro Elfo Puccini con prima in programma il 19 ottobre. Fino al 20 novembre, vanno in scena le vicende di un gruppo di adolescenti all’ultimo anno

di college, impegnati con gli esami di ammissione all’università. Ragazzi molto diversi tra loro ma affiatati: dal leader della classe, il donnaiolo Dakin, al fragilissimo Posner, innamorato - per nulla segretamente - di lui, fino al poco convenzionale Scripps, in crisi spirituale. Tra loro, l’insegnante di inglese, Hector (Elio De Capitani) e quella di storia, Mrs Lintott (Ida Marinelli), che cercano di stimolare la loro curiosità al di là dei percorsi consueti e preconfezionati, mentre il preside (Gabriele

Calindri), per buon nome della scuola, li vorrebbe tutti a Oxford o Cambridge. È uno scontro di idee, con uno sguardo anche sul dove sta andando il sistema educativo occidentale, rappresentato dalla figura di un giovane professore, cinico e ambizioso incaricato dal preside di dare una “ripulita” allo stile dei ragazzi, renderlo più brillante, “giornalistico” e più spendibile al “supermercato del sapere”, con buona pace della ricerca storica e dei dibattiti di metodologia.


11

TEATRO

surdato 'nnamurato, O mia bèla Madunina, Santa Lucia luntana) al raffinato graffiante cabaret dei Gufi, da Modugno alla macchietta, da Munastero 'e S.Chiara a Luci S. Siro, fino ad arrivare a una versione milanese della notissima Napul’ è di Pino Daniele e ad una napoletana di Vincenzina di Enzo

Jannacci, le due contendenti si confrontano e si scontrano fino ad una imprevista separazione... Nella seconda parte della storia - ambientata in un futuribile 2061 - Isa la Tirolese e Veronica l'Ottomana narreranno che cosa è accaduto domani nel nostro imprevedibile Belpaese...

SORELLE D’ITALIA Avanspettacolo fondamentalista interpretato da Isa Danieli e Veronica Pivetti drammaturgia originale di Roberto Buffagni direzione musicale e pianoforte Alessandro Nidi contrabbasso e batteria Giuliano Nidi vibrafono e percussioni Sebastiano Nidi per la regia di Cristina Pezzoli Recite sino a domenica 30 ottobre (feriali ore 20,45 - domenica ore 15,30).

Al Teatro Nuovo con la regia di Maurizio Nichetti

>LA VERITÀ DI COPPIA Massimo Dapporto

>ANCORA IN SCENA È stato il primo amore ma dopo l’infatuazione e la storia di vita con cinema e tv, dal 2002 Maurizio Nichetti è tornato al teatro. Forse non si può parlare di tradimento ma proprio il tradimento, quelli veri e quelli presunti, sono al centro di La Verità. Scritto dall’enfant prodige della letteratura francese Florian Zeller, è una storia di mondi che si reggono su verità non dette fino a quando Alice non confessa al marito Paul che lo tradisce con il suo miglior amico, Michel. Dall’11 al 23 ottobre, sono diretti dal regista milanese, Massimo Dapporto e Antonella Elia.

Torna in scena lo spettacolo rivelazione

>PETER PAN ALLA BENNATO È uno dei muscal più apprezzati degli ultimi anni, nuovo, divertente, spumeggiante, coloratissimo. Protagonista Manuel Frattini con Pietro Pignatelli nei panni di Capitan Uncino mentre Wendy ha il viso di Martha Rossi e Spugna ha la comicità di Jacopo Pelliccia. Dal 18 ottobre allo Smeraldo, la compagnia di 25 artisti si muove sulle musiche dell’album “Sono Solo Canzonette” di Edoardo Bennato, appositamente riarrangiate per l’occasione.

Cartellone

NON TUTTO È RISOLTO Piccolo TeatroTeatro Grassi Fino al 9 ottobre Riferimenti autobiografici per Franca Valeri protagonista di una vecchiaia capricciosa e caparbia.

NOTRE DAME DE PARIS Teatro degli Arcimboldi Fino al 9 ottobre Dal celebre romanzo di Victor Hugo, uno dei musical di maggior successo al mondo.

MEMORIE DEL SOTTOSUOLO Sala Fontana Fino al 14 ottobre Un libro difficile diventa la rappresentazione di una confessione.


12

ARTE

CORSI... DISEGNO ANATOMICO – NUDO Il corso propone lo studio approfondito della figura umana a partire dallo schizzo fino ad arrivare alla fedele riproduzione della figura umana, impadronendosi del disegno a mano libera e della perfetta conoscenza delle proporzioni e della muscolatura del corpo umano. Aperto a tutti i livelli, inserimento in qualsiasi momento. OD’A Palestra Artistica Via Giambellino, n.79 (fine Via Savona) Tel : 0247718594 www.odarte.com

SCULTURA Il corso è incentrato sulla modellazione dell’argilla, acquisendo o affinando la manualità e la capacità di realizzare una forma tridimensionale, imparando varie tecniche di foggiatura e utilizzo della creta. OD’A Palestra Artistica Via Giambellino, n.79 (fine Via Savona) Tel 0247718594 www.odarte.com

FOTOGRAFIA DIGITALE Il corso intende fornire gli strumenti teorici e pratici necessari per un utilizzo consapevole ed approfondito delle apparecchiature fotografiche digitali. A partire dai rudimenti della tecnica, saranno successivamente approfondite le funzioni più complesse e specialistiche del mezzo. Nuova Accademia di Belle Arti Milano via Darwin 20 Tel 02973721 www.naba.it

CORSO DI PITTURA Il Corso di Pittura è volto all’acquisizione e alla sperimentazione delle varie tecniche pittoriche (tempera, acquerello, olio, acrilico, pastelli) in funzione dell’esigenza espressiva. Viene affrontato lo studio del disegno e della composizione come stimolo alla creatività, all’espressività e per approfondire gli equilibri formali e cromatici in rapporto allo spazio. Le lezioni si svolgono con uno stretto contatto maestro-allievo in modo da trasmettere ogni segreto della pittura come in una bottega d’arte. Scuola Arte Castello Sforzesco Tel 0234932021 via Giusti 42 www.scuolaartecastellosforzesco.it

>Appuntamento imperdibile

a Palazzo Reale dal 20 ottobre con il padre della pittura moderna

GLI ANNI di CÉZANNE Il francese ha ispirato Cubismo e Surrealismo modificando il corso della storia dell’arte del Novecento ieci capolavori dal Musée d’Orsay di Parigi e opere provenienti dal Musée Granet di Aix-en-Provence, l’Ateneum Art Museum di Helsinki, la Tate National di Londra, il Chrysler Museum of Art di Norkolk, il Musée de l’Orangerie e il Petit Palais di Parigi, oltre al già citato Musée d’Orsay, il Princeton University Art Museum, l’Hermitage di San Pietroburgo, il Fuji Art Museum di Tokyo, la National Gallery di Washington. Tutte insieme compongono Cézanne e les atéliers du Midi a Palazzo Reale dal 20 ottobre al 26 febbraio 2012. Un omaggio al maestro originario di Aix-en-

D

Provence, a una straordinaria maniera pittorica che, in vita, gli ha procurato ben pochi apprezzamenti ma che ha avuto una notevole influenza su chi lo ha seguito, come seguaci del Cubismo e il Surrealismo. È l’attività in Provenza il tema portante dell’esposizione. Sono i celebri atéliers ad Aix dove l’artista realizza moltissime sue opere - a cominciare da quello di Jas de Bouffan, la casa di campagna paterna, passando per quelli di Estaque, Gardanne, Bellevue, Château Noir, Bibémus, Lauves, compreso quello di rue Boulegon sopra il suo appartamento ad Aix. Cezanne lavorerà en plein air o, come amava ripetere, sur le motif, ma anche nel chiuso del suo studio ai ritratti e alle nature morte, ma dove in realtà spesso rielabora, rifinisce, sviluppa i temi cominciati all’aperto in una delle tantissime escursioni effettuate ogni giorno, a piedi o in carrozza, sino all’ultimo, nell’ottobre del 1906, quando sarà sorpreso da un temporale e morirà pochi giorni dopo.


IN PILLOLE

DETTAGLI

13

La mostra è a cura di Silvana Annicchiarico e Jan van Rossem e con uno speciale progetto di allestimento di Patricia Urquiola. In partnership con il marchio di alta orologeria Officine Panerai sarà presentata un’installazione dedicata al design dei propri orologi.

ARTE

IO AMO L’ITALIA Dal 20 ottobre 2011 al 8 gennaio 2012, la Fondazione Stelline di Milano ospiterà la mostra di Leonard Freed. L’esposizione presenterà cento immagini scattate in diverse località della Penisola, dalla metà del Novecento agli inizi del nuovo secolo, che testimoniano la lunga storia d’amore del fotografo americano con il nostro Paese. Fondazione Stelline corso Magenta, 61 www.stelline.it Info 0245462.411

ANTONIO CALDERARA Quindici lavori di Antonio Calderara, appartenenti agli anni Sessanta e Settanta, saranno esposti fino al 25 novembre 2011 alla Fondazione Zappettini di Milano. Maestro della pittura italiana del Novecento, è stato riconosciuto fin dagli anni Sessanta in tutta Europa come un protagonista del panorama concretista e precursore delle sperimentazioni percettive e analitiche che si affermarono nel decennio seguente, Fondazione Zappettini via Nerino 3

LA NUOVA SCUOLA DI FOTOGRAFIA SICILIANA La “Scuola” fa riferimento alle figure e al lavoro di tre fotografi siciliani Carmelo Bongiorno, Carmelo Nicosia, Sandro Scalia – appartenenti alla generazione di autori nati in Sicilia fra il 1950 e il 1960, in quell’isola operanti. La mostra è in programma dal 27 ottobre all’8 gennaio. Galleria Gruppo Credito Valtellinese Corso Magenta n. 59

PRECISIONI d’arte O’Clock - Design del tempo, tempo del design, dall’11 ottobre all’8 gennaio alla Triennale e l’arte figurativa, il cinema e la fotografia hanno sviluppato una lunga e approfondita riflessione sul tema del tempo, il design si è spesso invece limitato a trattare questo argomento rinchiudendolo entro le categorie della precisione, della misurabilità, della funzionalità. Eppure i rapporti fra tempo e design sono molto più complessi e tali da aprire prospettive sorprendenti sia dal punto di vista estetico che da quello funzionale. Triennale Design Museum presenta O’Clock. Design del tempo, tempo del design, un’ampia selezione di opere site-specific, installazioni, oggetti di design, opere d’arte, video di artisti e designer internazionali cercano di rispondere a domande come: “In che modo misurare il tempo?”, “Come mostrare il tempo che passa?”, “Come vivere in modo esperienziale il tempo?”. Tutti i lavori esposti affrontano temi come il passare del tempo, il tempo in divenire, la deperibilità, in modo talvolta divertente, talvolta poetico, talvolta meditativo e critico.

S

Dal 6 ottobre Céleste Boursier-Mougenot all’HangarBicocca

>TUTTI I SUONI DELLA VITA Tutto ciò che facciamo è musica, diceva John Cage. Un approccio che l’artista visivo francese Céleste Boursier-Mougenot ha ripreso e rielaborato. Non abbraccia il caos di suoni, ma orchestra situazioni, crea una casualità intenzionale attraverso il comportamento imprevedibile di oggetti o animali in un ambiente controllato.

Questo approccio è dimostrato al meglio nell’opera Index nella quale dei file su un computer passano attraverso un codice che è stato attentamente progettato dall’artista ed emergono attraverso un pianoforte a coda al centro della stanza, alla maniera di Gyorgy Kurtag. A Milano Boursier-Mougenot, che ha fatto suonare aspirapolveri

come fisarmoniche, porta all’HangarBicocca un’evoluzione di From here to ear già presentato a Londra. Un paesaggio artificiale per 40 fringuelli zebrati, utilizzando chitarre elettriche e altri strumenti. Dal 6 ottobre i visitatori potranno passeggiare nell’installazione accompagnati da un tappeto sonoro sempre nuovo..


14

GUSTO

Sala e specialità del ristorante Feel Fusion

FASCINO d’Oriente Nuove esperienze sensoriali: Feel Fusion e Bon Wei, dove l’armonia dà sapore alla vita on chiamatelo semplicemente ristorante, il Feel Fusion è molto, molto di più! Eleganza, professionalità e alta cucina sono gli elementi principali della ricetta perfetta creata dalla famiglia Zhao. A cui è stato aggiunto un ingrediente segreto: l’armonia. L’arredamento dal design moderno, i colori ricercati e le luci soffuse si fondono in

N

un unicum raffinato e accogliente, dove l’antica tradizione della cucina orientale è soprattutto una composizione di gusto. I migliori sushi-man della città, infatti, creano vere e proprie opere d’arte: ed è così che l’Uramaki Special si trasforma in un lungo drago dal sapore divino e il Sashimi mix in un branco di delfini dalle pinne colorate. E che dire del nuovissimo Motuorola Roll? Il nome ricorda quello di un telefonino, ma in realtà si tratta di uno special roll creativo: immaginate un involtino di alga ripieno di gambero tritato, avvolto da un carpaccio di branzino, ricoperto con tobiko (uova di pesce volante) ed erba cipollina e colorato con salse speciali giapponesi... Da provare assolutamente! Ma non è tutto: se non avete voglia di uscire, il locale di via Boezio 10

fa anche consegne gratuite a domicilio, con una spesa minima di 30 euro. Per info: www.feelfusion.it o 023451669 e 3403793872. Se siete a caccia di esperienze sensoriali uniche, l’altro indirizzo da tenere bene a mente è via Castelvetro. Al civico 16/18, infatti, si trova il ristorante cinese Bon Wei. La bellezza dei marmi indiani è stemperata dai dettagli simpaticamente chic che animano gli ambienti. Dalle sfumature rosse del legno, passando per le palline da golf usate come pomelli dei mobili, fino agli specchi serigrafati: tutto contribuisce a esaltare il sapore delle pietanze, rigorosamente freschissime e di prima qualità. Qui, persino l’anatra alla pechinese e i fritti sono, al contempo, sublimi e leggerissimi. Per info: www.bon-wei.it e 02341308.

Al Papas and Beer

>MESSICO E SPORT Rimanendo in tema “alla scoperta delle cucine del mondo”, cosa c’è di più buono di un burrito? Nulla, specialmente se gustato nel famoso Papas and Beer! Il locale di Corso Italia 40 racchiude in sé l’energia e la vitalità della cultura messicana. Gli occhi sono rapiti dai colori sgargianti delle pareti, l’olfatto è risvegliato dai profumi più diversi, l’udito si bea dell’allegria che si diffonde di sala in sala, il palato raggiunge l’estasi assaporando le delizie dello chef. Senza dimenticare la sangria, il margarita e i cocktail della casa che accompagnano carne alla griglia, fajitas, chili e tacos. Una passione tutta italiana ispira il Papas and Beer, insieme con quella per la buona cucina: lo sport. Il ristorante è, infatti, sponsor di una squadra di volley e di alcuni eventi legati alla kickboxing. Aperto anche a pranzo. Info: www.papasandbeer.it e 0272021827.


INCONTRI

15

HOSTARIA BORROMEI

BAGUTTA

TORRE DI PISA

Professionalità e ospitalità al ristorante Hostaria Borromei, un tranquillo locale in centro città, inserito in un suggestivo androne del ’400 con grazioso giardino estivo.

Uno dei locali storici italiani protetto dal Ministero dei Beni Culturali dal 1991. Le pareti del locale sono tappezzate di opere d’arte di molti artisti famosi italiani e internazionali.

La filosofia della cucina di un tempo, fatta di cose semplici e genuine con ingredienti e ricette che vengono dalla tradizione della civiltà contadina.

Via Borromei, 4 Tel. 02 86453760

Via Bagutta, 14 Tel. 02 76002767

Via Fiori Chiari, 21 Tel. 02 874877

L’ELEGANZA a tavola Viaggio tra i sapori della cucina francese a Milano: Petit e La Malmaison

a cucina francese è nota in tutto il mondo per la sua raffinatezza e varietà. Frutto di evoluzioni culturali e sociali con il tempo è passata dai banchetti opulenti dell’alta società medievale ricchi di preparazioni elaborate con condimenti molto saporiti, all’era della rivoluzione francese che portò con sé minore uso di spezie a favore di una maggiore diffusione di erbe aromatiche, verdure fresche e tecniche di preparazione più raffinate. Oggi, la cucina francese è l’unica che per creatività e piatti ricchi di tradizione contende il primato all’arte culinaria del Belpaese. Tante le specialità, dalle lumache, alle cosce di rana, fino ai delicati filetti di carne, o alla Bourguignon o alla Fondue, fino alle Coquilles Saint Jacques, ovvero delle ostriche cucinate in maniera particolare. Per chi cerca dei ristoranti che propongano questa cucina così elegante, Milano offre un’ampia scelta. In zona Corso Como, ad esempio, c’è Petit (Via A. Vespucci 5, Tel 02 89690870), un ristorante provenzal, distinto e curato nei dettagli che accoglie i propri clienti all’ingresso con un cesto pieno di baguette e un’affettatrice per il Pata Negra in perfetto stile Bistrot francese. Altro locale elegante e suggestivo, dove il lusso e la raffinatezza degli ambienti si uniscono alla freschezza e prelibatezza delle delicate pietanze, è La Malmaison (Via Comune Antico, 27 – Tel 02 67101302) un binomio fantstico di sapori, profumi, musica e sogni.

L

FOTOLIA

CORSI di ENOGASTRONOMIA I SAPORI DEL SUD Un viaggio culinario attraverso i sapori inconfondibili del Sud: per assaporare il gusto autentico e genuino dei prodotti tipici e delle migliori ricette tradizionali. 1 ottobre (11-14) - ConGusto Via Enrico Tazzoli, 11 - Tel 02 63471982

IL CIOCCOLATO Dai tartufi al rum, alle nocciole pralinate, dalla mitica torta Sacher alla Ganache al tè, le più ricercate preparazioni a base di cioccolato per realizzare dolci dal sapore unico e inconfondibile. Dal 4 ottobre (19-22) - La Cucina Italiana Piazza Aspromonte 15 - Tel 02 70642242

PASTICCERIA Un corso di 6 lezioni pratiche, di 3 ore ciascuna, una volta alla settimana, in cui viene trattata tutta la gamma della pasticceria, dagli impasti di base, alle torte, ai dolci al cucchiaio, alle creme. Dal 10 ottobre (19-22) - Altopalato Via Ausonio, 13 - Tel 02 58111000

GUSTO


INCONTRI

16

GUSTO VIA LATTEA

LE GRAND FOODING

MIPP

Due giornate dedicate alla scoperta della strada del latte e dei formaggi: nel centro di Milano saranno allestiti stand con degustazione e promozione di prodotti lattiero-caseari.

Una gara tra quattro maestri della cucina, di cui due chef italiani e due stranieri, che cercheranno di reinterpretare il tema principale dell’evento: lo “spaghetto gigante”.

È l’acronimo di Milan Bread, Pizza and Pasta Show, appuntamento dedicato all’intera filiera della lavorazione e del trattamento dei prodotti legati all’arte bianca.

1-2 ottobre Parco Agricolo Sud

20-22 ottobre Tortona Events

21-25 ottobre Fiera di Milano

La bontà del BIOLOGICO Quinta edizione per Milano SaporBio dal 7 al 9 ottobre al Palazzo Giureconsulti. Un progetto ideato da Marco Columbro e Stefania Santini n “vero e proprio centro commerciale ecologico” dedicato alle bio-eccellenze nel cuore di Milano. Dal 7 al 9 ottobre l’elegante Palazzo Giureconsulti, a due passi dal Duomo, si trasforma per ospitare Milano SaporBio, evento dedicato all’alimentazione biologica e agli stili di vita eco-compatibili giunto ormai alla quinta edizione. Il fulcro della manifestazione sarà ancora una volta la mostra-mercato di prodotti da agricoltura biologica selezionati e offerti in degustazione libera dagli espositori (è possibile anche l’acquisto in loco dei prodotti esposti). Milano SaporBio nasce da un’idea dell’attore e conduttore televisivo Marco Columbro con Stefania Santini. Il progetto mira a educare e coinvolgere il pubblico verso uno stile di vita e abitudini alimentari orientate al biologico. Non solo food all’interno dell’edizione 2011: oltre a una ricca parte espositiva dedicata a prodotti e servizi, ci sarà spazio anche per l’intrattenimento con degustazioni, aperitivi, spettacoli, allestimenti artistici, performance dal vivo e musica. Due i partners della manifestazione: Virgin Active, noto network di centri fitness e benessere che metterà a disposizione un programma di attività legate alla cura

U

del corpo, e Macro Edizioni, gruppo editoriale tra i più importanti in Italia nel settore “body” e “mind e spirit” che curerà le conferenze, i talk, le presentazioni di li-

FOTOLIA

bri e gli approfondimenti culturali. Milano SaporBio apre i battenti venerdì 7 ottobre a partire dalle ore 15. L’ingresso è libero.


18

SPORT

>5.000 visitatori ogni edizione,

1.600 iscritti ai seminari, oltre 2.000 presenze nelle freeclass, 50 scuole di Yoga presenti

Ecco YOGA FESTIVAL Venerdì 14, sabato 15, domenica 16 ottobre in via Tortona sesta edizione per un evento che unisce star bene e filosofia

losofia antica e approfondire anche altre scienze e discipline correlate. Il tema centrale è proprio “Be the change” ovvero prepararsi al cambiamento che il futuro ci riserva, praticando yoga, meditazione, curando l’alimentazione, il corpo e la mente. La formula del festival quest’anno cambia e si rinnova mantenendo grande attenzione alla qualità dei contenuti. Seminari più specifici, diretti soprattutto a chi già pratica (costo invariato delle scorse edizioni: 25 euro) ma anche un incremento delle classi, delle conferenze e

degli eventi gratuiti: più di 100 in soli 3 giorni, con spazi appositi studiati per i principianti assoluti. Tra le novità oltre 700 metri quadrati dedicati alle discipline olistiche, ovvero tutte quelle arti, scienze, filosofie, tecniche, te-

rapie che si occupano di salute e benessere naturale, di ricerca interiore e spirituale, rivolgendosi all'essere umano nella sua globalità e all’Ayurveda, disciplina olistica di tradizione antichissima proveniente dall’India.

ii tu il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”. Dall’augurio del Mahatma Gandhi prende spunto la sesta edizione dello YogaFestival, tra gli appuntamenti internazionali più attesi di Yoga e Olistica. Un programma d'eccellenza sviluppa le mille sfumature che la disciplina ha assunto nel corso del tempo, rivolgendosi a tutti coloro (insegnanti, appassionati o semplici curiosi) che vogliono scoprire le diverse sfumature di questa fi-

“S

>Quinta edizione per il Trofeo Milano il 15 ottobre

SFIDA tra AUTO d’epoca Cento auto d’epoca sono pronte a sfilare per le vie di Milano e Varese per la quinta edizione del Trofeo Milano. Come negli anni passati, si parte da Piazza Duomo e, percorrendo strade secondarie, le vetture raggiungeranno il centro di Varese dove saranno esposte al pubblico all’interno dei Giardini Estensi. Faranno poi il loro rientro a Milano sfilando per via Montenapoleone. Sono previste prove di regolarità, effettuate con strumentazione classica, e di abilità oltre a un’originale “caccia fotografica”. Per quest’edizione è stata riservata particolare attenzione alle automobili costruite prima del 1940.

>Il 24 ottobre torna il classico Trofeo Montestella

In memoria di CRISTINA LENA Cristina Lena è stata un simbolo del Gruppo Sportivo Montestella, un’atleta tanto grintosa in pista quanto umile e dolce fuori. È morta di cancro a fine ottobre 2009. Dall’anno scorso a lei è dedicato lo storico Trofeo Montestella, appuntamento classico che l’anno scorso ha visto al via 1.300 corridori, che si svolgerà il 24 ottobre. Una gara che si è mantenuta su buonissimi livelli tecnici: il record della manifestazione è di 28’19” e nel 2010 un terzo dei partecipanti è giunto al traguardo sotto il muro dei 40 minuti. La corsa, che si svolge sulla distanza dei 10 chilometri nel quartiere Gallaratese, partirà dal Centro Scolastico di Via Natta. I lavori per la realizzazione della metropolitana 4 hanno costretto gli organizzatori a cambiare il percorso che quest’anno si addentra nel parco di Trenno, abitualmente frequentato dai podisti milanesi. Questa edizione è abbinata alla Montestella Easy - Run for Fan, una prova non competitiva di circa 5 chilometri, pensata per le famiglie. L’obiettivo del Gruppo Sportivo, che collabora anche all’organizzazione di Corrimilano, è di superare le 2.000 presenze cumulate tra le due prove.


IN PROGRAMMA 24 seminari di pratica e meditazione con grandi maestri contemporanei Incontri, dibattiti e conferenze gratuite su “Lo Zero e lo Yoga”, conferenza e meditazione attorno al significato di questo simbolo, tra spirito e scienza. “Quando la Body Therapy incontra il Seitai”, incontro con il medico giapponese Tomoharu Sakanashi Oltre 50 lezioni brevi (45 minuti) e gratuite tenute da scuole qualificate, per entrare in contatto con realtà diverse di alto livello. Yoga Primi Passi Tutto quello che c’è da sapere sullo Yoga con Antonio Nuzzo e il suo staff di allievi Laboratorio di cucina yogica e spazio vegan per imparare a preparare cibo energetico, salutare e biologico

Dal 13 al 16 ottobre torna l’attesa manifestazione equestre

>CAVALLI A MILANO Tante conferme ma anche tante novità per la seconda edizione di Cavalli a Milano, che si terrà dal 13 al 16 ottobre presso il polo fieristico di Rho. Quattro grandi padiglioni per una superficie totale di 60 mila metri quadrati sono pronti a ospitare il meglio della monta western, un concorso di salto a ostacoli nazionale a 6 Stelle e un concorso interna-

zionale di dressage con la presenza di campioni di fama internazionale come la nostra Valentina Truppa e la tedesca Isabell Werth. Per gli amanti del cavallo iberico, si avrà la possibilità di assistere al campionato europeo di Doma Vaquera, una disciplina in cui il cavaliere deve realizzare in pista una serie di esercizi che prendono origine dal

lavoro nei campi con le mandrie. Non mancherà un soffio d’oriente alla fiera milanese: saranno infatti presenti i migliori esemplari di purosangue arabo egiziano, che sfileranno in tutta la loro eleganza in un grande concorso di morfologia interamente dedicato a loro. Infine, nella rassegna Cavalli a confronto, spazio ai campioni di domani.

19

SPORT


20

IN REGIONE

>L’evento si inserisce all’interno

di Liuteria in Festival che prevede tanti altri appuntamenti

STRADIVARI IN MOSTRA Fino al 9 ottobre in esposizione al Museo Civico di Cremona alcuni dei capolavori del maestro liutaio per eccellenza

irca un migliaio di strumenti costruiti nell’arco della sua vita, di cui circa la metà è giunta intatta sino a noi. È ciò che rimane della straordinaria opera di Antonio Stradivari, il liutaio per eccellenza, nato, cresciuto e vissuto a Cremona. Proprio la città lombarda dedica al maestro la mostra Stradivari, l’estetica sublime che per la prima volta raduna nelle sale del Museo Civico ben cinque violini intarsiati, cioè tutti quelli esistenti a eccezione del Quartetto del Patrimonio Nacional spagnolo e del “Rode”. La mostra è stata inaugurata lo scorso 24 settembre e resterà aperta al pubblico fino al 9 ottobre. L’evento fa parte di Liuteria in Festival che dal 15 settembre al 9 ottobre porta a Cremona concerti e spettacoli negli angoli più suggestivi della città e del territorio circostante. Sarà possibile ascoltare alcuni dei capolavori di Stradivari affidati a grandi solisti, da Vera Beths a Salvatore Accardo, per audizioni irripetibili. Il Mu-

C

seo Civico ospita anche due omaggi: all’antica corporazione dei liutai di Füssen, la cui abilità sarà testimoniata da otto strumenti antichi, e al maestro bolognese Giuseppe Fiorini, che donò alla città i preziosi cimeli provenienti dalla bottega di Stradivari. A questi si aggiungono tanti altri appuntamenti nel calendario di Liuteria in Festival: il concerto del Quartetto di Torino con gli strumenti Friends of Stradivari, l’audizione con Enrico Dindo e i violoncelli contemporanei vincitori del Concorso Triennale Internazionale, le escursioni musicali di Cremona in Concerto, l’esecuzione di In C di Terry Ryley con grandi star accompagnati da musicisti cittadini nel cuore medievale di Cremona, il recital di Yusuke Hayashi vincitore del Concorso Internazionale di violino “Città di Brescia” 2010, l’omaggio della scuola di liuteria a Stradivari, il weekend dedicato al liuto con il concerto dell’Aura Soave e ancora convegni e incontri a tema.


APPUNTAMENTI

LA BAND Dieci gli elementi che accompagnano Paolo Conte sul palco: Nunzio Barbieri, Lucio Caliendo, Claudio Chiara, Daniele Dall’Omo, Daniele Di Gregorio, Luca Enipeo, Massimo Pizianti, Piergiorgio Rosso, Jino Touche e Luca Velotti.

21

IN REGIONE

BRESCIA 1° ottobre Dopo il lancio dell’album Meglio Prima, arrivato subito nei primi posti delle classifiche di vendita, J-Ax parte con il suo nuovo tour. Dopo aver fatto tappa all’Alcatraz di Milano (il 29) e a Bologna il 30, il rapper milanese sbarca con i suoi versi di protesta al Palaeib della città lombarda.

Un paroliere INSTANCABILE Paolo Conte in concerto il 1° ottobre a Varese al Teatro Apollonio

BRESCIA 6 ottobre Sono la band del momento, amatissimi da adolescenti e non solo. Dopo il debutto milanese del 3 ottobre, i Modà arrivano con il loro tour autunnale anche alla Fiera di Brescia. Un’occasione quasi irripetibile per vederli dal vivo stando alle parole del frontman Kekko Silvestre: «Ci fermiamo per almeno un anno e forse più».

VARESE 18-19 ottobre Brachetti, Ciak si Gira! È il titolo dello spettacolo di Arturo Brachetti con la regia di Serge Denoncourt. Dopo lo straordinario successo a Parigi, il celebre trasformista terrà due spettacoli al Teatro Che Banca! Ben 80 le trasformazioni per un one-man show unico e divertente.

MANTOVA 22 ottobre Dopo l’intervento alle corde vocali della scorsa primavera che l’ha costretto a rinviare il tour, Giuliano Sangiorgi con la sua band, i Negramaro, riprende i concerti in giro per l’Italia. Il gruppo salentino, che prende il nome dal vino tipico della loro terra, si esibiscono al Palabam.

MANTOVA 27 ottobre Ha duettato con i migliori artisti del panorama soul internazionale grazie anche alla sua voce “black” ed è considerato una delle maggiori rivelazioni della scena musicale italiano. Mario Biondi, con la sua incredibile band, arriva al Palabam di Mantova per un concerto unico.

opo aver toccato grandi città europee come Lisbona, Lione e il principato di Monaco, prosegue il tour di Paolo Conte che tocca il 1° ottobre il Teatro Apollonio di Varese. Nato ad Asti nel 1937, l’artista è considerato uno dei più grandi parolieri di sempre della canzone italiana. Suoi alcuni capolavori come Azzurro interpretata da Adriano Celentano, Insieme a te non ci sto più di Caterina Caselli e Messico e Nuvole di Enzo Jannacci. Accanto ai grandi successi di sempre, frutto di una carriera pluridecennale, il “maestro” proporrà anche i brani del suo ultimo album, Nelson, pubblicato esattamente un anno fa e dedicato al suo cane «dalle orecchie musicali» (Nelson appunto) venuto a mancare nel 2008 e a Renzo Fantini, produttore che ha collaborato a lungo con Conte, anche lui scomparso. Il cantautore sarà accompagnato sul palco da una band di dieci elementi.

D

HIGHLIGHTS FESTE E SAGRE ChocoMoments, la grande Festa dedicata al Cioccolato scende in Piazza Garibaldi a Casalmaggiore, in provincia di Cremona, dal 7 al 9 ottobre: tre giorni dedicati al cioccolato, tutto da scoprire attraverso tantissime iniziative divertenti come corsi dedicati, eventi speciali, degustazioni e appuntamenti golosi, che mixeranno cultura, sapori e divertimento. Per grandi e piccini, i migliori Artigiani Cioccolatieri d’Italia interpreteranno il cioccolato in tutte le sue forme.

Il 9 ottobre appuntamento con l’edizione numero 51 della Sagra della Castagna di Pietragavina che si tiene al Passo di Pietragavina, nel territorio di Varzi, in provincia di Pavia. Alle 9.30 apertura degli stand gastronomici e bancarelle e inizio cottura caldarroste. Da mezzogiorno è possibile degustare presso i vari stand della Sagra dei piatti tipici del posto. Inoltre, la vicinanza dei boschi permette una passeggiata per raccogliere le castagne, raccolta ovviamente libera a tutti.

Dal 7 al 9 ottobre appuntamento speciale per gli amanti della gastronomia italiana a Mantova. Si terrà nella monumentale Piazza Sordello la prima fiera-mercato Gusto & Buongusto, che riunirà circa quaranta operatori del settore alimentare provenienti da tutta Italia, ognuno dei quali mostrerà al pubblico le proprie eccellenze gastronimiche. La manifestazione è organizzata dalla società Novecento di Parma in collaborazione con Confesercenti, Cooperativa Atena e il Comune di Mantova.

WEEKEND.it scopridovequando.com finesettimana.it savethedate.it cremonaonline.it eventiesagre.it disagrainfesta.it musicclub.it provincia.pv.it visitbrianza.it lakecomo.it


22

IN ITALIA

<

Al centro dell’esposizione 59 linogravure del Museo Picasso di Barcellona GASULL FOTOGRAFIA

Il marchio T del GENIO Dal 15 ottobre al 29 gennaio la mostra Ho voluto essere pittore e sono diventato Picasso al Palazzo BLU di Pisa

utto l’interesse dell’arte sta nel principio. Una massima quasi calviniana, questa di Picasso, che potrebbe fare del più grande genio del Novecento uno dei viaggiatori di una notte d’inverno che accompagnano il Lettore e Ludmilla nel più celebre metaromanzo della letteratura italiana. Un principio Picasso che ha applicato in tutta la sua vita e la sua prolifica carriera: si sentiva, come ha detto in una celebre inter-

vista a George Steiner, come Dio, “quell’altro artigiano” che “non fa altro che provare cose diverse”. A Pisa, nella mostra che Palazzo BLU gli dedica dal 15 ottobre, saranno esposte 200 opere tra dipinti, ceramiche, disegni e opere su carta, alcune celebri serie di litografie e acqueforti, libri, tapisserie. Ma soprattutto 59 linogravure, che arrivano direttamente dal Museo Picasso di Barcellona. Si tratta di disegni ottenuti intagliando blocchi di li-

noleum. Picasso non ha mai abbandonato questa tecnica, anzi l’ha perfezionata negli anni. Inizialmente usava una lastra per ciascun colore,

poi ha raffinato e semplificato la realizzazione lavorando sullo stesso blocco in cui creava uno strato per ciascun livello cromatico.

La gustosa manifestazione di Perugia diventa maggiorenne

TANTI AUGURI EUROCHOCOLATE Eurochocolate diventa maggiorenne. La manifestazione dolciaria più famosa d’Italia è giunta, infatti, alla sua 18ma edizione e per festeggiare l’evento ha preparato un allestimento particolare, ricco di novità e sorprese per tutti i golosi. Uno dei gadget dell’edizione 2011, ad esempio, è la cornice porta-foto. Una cornice di cioccolato, talmente

golosa che chi vi è immortalato all’interno…non resisterà nel morderla! Un’evento da “incorniciare”, quindi, dal 14 al 23 ottobre per le strade di Perugia, con un calendario ricco di appuntamenti, tra stand alle immancabili sculture di cioccolato. Special event della visita sarà l’imponente Italia del Cioccolato, un’opera che misura 13,5 metri di lun-

ghezza e ha un peso di ben 14 tonnellate, realizzata per festeggiare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

Anno 2011 - STAMPA - Monza Stampa S.r.l. - Via Buonarroti, 153 - Monza - Milano SPORT NETWORK SRL Via Messina, 38 Milano - Tel. 02 349621

INFO UTILI Per il calendario completo della settimana “golosa” e per ulteriori informazioni, consultare il sito www.eurochocolate.com


MT CdS - Ottobre 2011 Milano  

mensile di cultura, spettacolo, musica, cinema, coserti, teatro, danza, manifestazioni culturali della città di milano, in abbinamento gratu...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you