Page 1

La Mia città è il mio Tempo www.corrieredellosport.it/mt-milano ALLEGATO GRATUITAMENTE AL NUMERO ODIERNO DEL

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA A CURA DELLE RELAZIONI ESTERNE DELLA CONCESSIONARIA SPORT NETWORK

MUSICA Tre appuntamenti al Blue Note con il jazz eclettico e imprevedibile del Paolo Fresu Devil Quartet tra classici e brani originali

p.9 ARTE A Palazzo Reale dal 10 febbraio grande mostra su Arcimboldo, il pittore meneghino dei cicli delle Stagioni e degli Elementi

p.12

FLASH 02 u ARRIVA KATY PERRY 10 u IL BANCHIERE ANARCHICO 14 u LA CENA DI S.VALENTINO 18 u IN FORMA CON MAMMAFIT

Pizzeria Ristorante Pub

Da Andrea

Un ROMANO a MILANO GIGI PROIETTI PROTAGONISTA AL TEATRO SMERALDO CON IL CLASSICO “DI NUOVO BUONASERA” ono pochi gli attori che sanno stare su un palcoscenico come Gigi Proietti. Mattatore che ha la fortuna di vivere del proprio hobby, come ha recentemente dichiarato in un'intervista, Proietti diverte e si diverte, imperversa da Eduardo a Athanasoulis, da Ovidio a Mandrake. “Di nuovo buonasera” è un omaggio al varietà e all’avanspettacolo, con tanto di corpo di ballo coreografato da Fabrizio Angelini, un’orchestra, la sua compagnia e le figlie

S

Lunedì, Mercoledì e Giovedì sera Giropizza a € 15.00!!!

Susanna e Carlotta, una cantante e l’altra attrice. È il trionfo auto-compiaciuto delle abilità mimetiche, del piacere per la burla e lo sberleffo che da sempre lo caratterizzano. Così il racconto procede, tra aneddoti e canzoni, con i suoi cavalli di battaglia, come il monologo Fattaccio o i ricordi delle sue peripezie da cantante esistenzialista nei night club anni Sessanta. A pagina 5

di Dattolo Pasquale - Via Roma, 3 - Cadorago (CO) - Tel. 031 904727


>La pin-up statunitense per la prima volta in Italia al Mediolanum Forum

2

PRIMO PIANO

di Assago, il 23 febbraio 2011, per un live travolgente all’insegna del divertimento

Nuovo sogno californiano EAMONN J MCCABE

Katy Perry presenta il secondo album di inediti “Teenage Dream” in occasione della data meneghina del “The California Dreams tour 2011” EAMONN J MCCABE

er chi ha sempre sognato la California, l’appuntamento è per il 23 febbraio al Mediolanum Forum di Assago dove si esibirà per la prima volta in Italia la regina della costa ovest americana dei giorni nostri, Katy Perry. Provocatoria, sexy e giocosa allo stesso tempo la nuova icona dello Stato del sole è riuscita in pieno nell’impresa di scrivere in versi e in note il sogno californiano del divertimento e dell’ilarità continua ma sotto una veste perso-

P

nale e moderna, che non è più quella dei Beach Boys degli anni ’60 o quella degli Eagles dei Seventies. La prova è il singolo “California gurls” estratto dal secondo album di inediti “Teenage Dream”, vero tormentone che ha spopolato nella radio di tutto il mondo che nel video corredato ha espresso la linea artistica della cantautrice americana solare e “zuccherosa” come un marshmallow di cui la stessa copertina ha il sapore, esplicito riferimento alla pop-art dell’America anni ’50. Il live

Tra i brani del nuovo album anche “California gurls” vero e proprio tormentone degli ultimi mesi meneghino, un mix vertiginoso di elettronica, tastiere accelerate e ballate intense, sarà l’occasione, quindi, per assistere dal vivo ad un luna park di luci e suoni, con il Mediolanum che si trasformerà in una gigantesca gio-

stra del divertimento all’insegna della dance-music e dell’elettro-pop ritmato dei pezzi che via via riassumono tutto il mondo e la forza prorompente di questa giovane artista. Una cantante sempre sopra le righe che saprà regalare un divertissement visivo inedito che spazia dall’autoironia e dal kitsch voluto e ricercato al trash puro per chi come lei si definisce una ragazza che si da alla pazza gioia, attualizzando musicalmente e liricamente un classico: quello della “girl gone wild”.

www.torocostruzioni.it

Bioedilizia. Risparmio energetico. Ampi spazi destinati al verde.

TORO COSTRUZIONI Via Italia, 25 20064 Gorgonzola (MI)


LOREY SEBASTIAN

3

PRIMO PIANO

I COEN vanno al WESTERN Con Il Grinta offrono la loro lettura di un genere nella sua fase più decadente l racconto Il Grinta di Charles Portis è del 1968 e narra di una ragazzina di 14 anni che ingaggia uno sceriffo federale ubriacone e dal grilletto facile per catturare il cowboy che ha assassinato il padre. Tutta la vicenda è vista attraverso gli occhi dell’adolescente che entra così nell’universo della frontiera in una fase storica in cui tutti i filtri epici alla John Ford sono ormai caduti, non c’è più il buono con il cappello bianco e il cattivo con quello nero ma solo tante sfumature di grigio. È da questa porta verso un mondo in piena decadenza di valori e costumi che i fratelli Coen hanno deciso di entrare, almeno ufficialmente, dentro un genere che è sempre stato nelle loro corde. Ne Il Grinta portano sullo schermo alcuni degli attori che amano di più:

I

>Il 17 febbraio via alla Bit

La vetrina del TURISMO Mettere sotto una lente di ingrandimento le tendenze principali che emergono nel mondo del turismo e che orientano sempre più le scelte dei viaggiatori: è uno degli obiettivi di Bit 2011, un appuntamento ormai consueto per la città di Milano, giunto alla 31a edizione, che si terrà al Quartiere Fiera di Rho dal 17 al 20 febbraio. Alle grandi aree storiche Italy, The World e Tourism Collection, da quest’anno si affianca Bit Technology, spazio rivolto al mondo delle tecnologie per il turismo online e offline. Il bacino del Mediterraneo resta il fulcro dell’evento, ma non mancheranno delle gradite new entry: Indonesia, Oman e Gambia.

Jeff Bridges (l’indimenticabile Drugo de Il Grande Lebowsky) e Josh Brolin (visto in Non è un paese per vecchi). Con loro, Matt Damon e la sorprendente Hailee Stanfeld che nei panni della giovanissima Mattie Ross ha sorpreso pubblico e critica americano. E sebbene sia il primo film western dei fratelli si può dire che lo sia solo formalmente. Lo stesso Non è un paese per vecchi è la caccia di uno sceriffo a un assassino e per certi suoi confini concettuali e stilistici è un film di frontiera e sulla frontiera. Inoltre, Il Grinta è già stato un film, diretto e interpretato da un grande John Wayne segnato negli anni ma non nello spirito. E anche questo è un soffio da frontiera per i registi più stilisticamente ricchi e capaci di tratteggiare personaggi enormi, citando un’icona western senza tempo.

>Fiera dedicata dal 3 al 6 febbraio

L’ARTE a basso costo Debutto in Italia per “The Affordable Art Fair”, la principale fiera internazionale per l’arte contemporanea con limite di prezzo: 5.000 euro. Un successo globale, ottenuto grazie a un progetto giunto al dodicesimo anno di vita, che ha già raccolto oltre 800 mila visitatori e 130 milioni di opere d’arte vendute. L’evento porterà a Milano – è la decima città al mondo che lo ospita - più di 60 gallerie dall’Italia e dall’estero, un’opportunità in più per ammirare pitture, sculture, fotografie e stampe. AAF è molto più che una fiera, è un’esperienza educativa e sensoriale.


Gigi Proietti e il teatro «Nel ‘76 con “A me gli occhi, please” ho inventato un nuovo modo di stare in scena, quello con la cassa piena di oggetti. Da allora ho fatto numerosi spettacoli, ma quello è rimasto il mio modo di stare in scena». «Questo mestiere è bellissimo, un grande divertimento. È un lavoro pieno di hobby. Progettare uno spettacolo, magari coinvolgendo famiglia e amici: che cosa c’è di più affascinante?».

5

PRIMO PIANO

Occhi su Gigi, please XXXXXXXXXXXX

Proietti sarà al Teatro Smeraldo dal 17 al 20 febbraio con “Di nuovo buonasera”, un omaggio al varietà e all’avanspettacolo con barzellette e balletti, arricchito da inserti di poesia e di prosa

LE 10 COSE DA NON PERDERE • Il banchiere anarchico al Teatro Arsenale • La ciociara al Teatro Manzoni • Mostra su Arcimboldo a Palazzo Reale • Katy Perry e Skunk Anansie al Forum Assago • San Valentino speciale al Matinée • Mostre su Ercole e Matisse al Museo Santa Giulia di Brescia • Il grande jazz al Blue Note • Happy Tech a Triennale Bovisa • Ludovico Einaudi a Gallarate • Il 79° Cross dei Cinque Mulini

ono pochi gli attori che sanno stare su un palcoscenico come Gigi Proietti. Mattatore che ha la fortuna di vivere del proprio hobby, come ha recentemente dichiarato in un’intervista, Proietti diverte e si diverte, imperversa da Eduardo a Athanasoulis, da Ovidio a Mandrake. "Di nuovo buonasera" è un omaggio al varietà e all’avanspettacolo, con tanto di corpo di ballo coreografato da Fabrizio Angelini, un’orchestra, la sua compagnia e le figlie Susanna e Carlotta, una cantante e l’altra attrice. È il trionfo auto-compiaciuto delle abilità mimetiche, del piacere per la burla e lo sber-

S

Senza un copione definito, Proietti passa dal monologo “Pericolosamente” di Eduardo alla rivista leffo che da sempre lo caratterizzano. Così il racconto procede, tra aneddoti e canzoni, con i suoi cavalli di battaglia, come il monologo Fattaccio o i ricordi delle sue peripezie da cantante esistenzialista nei night club anni Sessanta. È uno spettacolo corale e insieme individuale, che fa ridere ma lascia un segno profondo, pur se dominato da cla-

quette, nastrini, luci e paillettes. Uno show che va avanti d’un fiato, con il magnetismo dell’esperienza, con tutto il dispiego di trucchi del provato prestigiatore della parola che sa come scatenare reazioni di commozione e ilarità. Senza un copione definito, con l’orizzonte fluido del collage, Proietti rispolvera numeri classici dell’avanspettacolo degli anni ‘30 e si cimenta insieme con il teatro di prosa in una delle sue massime espressioni, Eduardo, di cui ripropone l’atto unico “Pericolosamente”: l’accostamento ai suoi stilemi procede senza caricature, ma con la precisione di una dizione affinata e di una voce

che da sola riempie il teatro. Una voce che, con l’attore illuminato dal solo occhio di bue, si fa testimone del “Testamento” di Kriton Athanasoulis, già nel repertorio di Vittorio Gassman, l’eredità di orgoglio e speranza di un padre che si chiude con un invito senza tempo, che sembra scritto per i nostri tempi: “Io conquistai il coraggio / d’essere fiero. Sforzati di vivere. / Salta il fosso da solo e fatti libero. / Attendo nuove. È questo che ti lascio”. Agli spettatori, Proietti lascia una passione che conquista, lascia il senso di una serata da cui tornare più contenti e più ricchi.


>È tra i film più attesi dell'anno

6

e già tra quelli più premiati. In sala il 18 febbraio

CINEMA

La BALLERINA e il SUO INCUBO Il cigno nero è una sontuosa epopea drammatica di un’artista preda della sua paranoia

I

protagonisti di Darren Aronofsky vivono grandi sogni. A partire dal suo primo film (Π – il teorema del delirio) in cui Maximilian, un geniale matematico, cerca un linguaggio universale capace di regolare gli uomini, la natura e le fluttuazioni della Borsa; i ragazzi di Requiem for a dream distruggono le loro esistenze per inseguire il mito americano; passando per The

Fountain - L’Albero della vita in cui il ricercatore Tomas cerca una cura per il cancro; fino a The Wrestler, dedicato a un'ex stella della lotta professionistica americana che si autoannienta nel disperato anelito a rivivere il glorioso passato. Anche la protagonista dell'ultimo film del regista americano è consumata da un grande sogno: essere perfetta. Nina è una ballerina del Balletto di New York a cui è offerta l'occasione di essere l'etoile de Il lago dei cigni. Per il suo ruolo si spinge fino a essere un impeccabile cigno bianco e un cigno nero

altrettanto perfetto nell’adesione al lato oscuro della vita. Sarà la ricerca paranoica della perfezione ad aprire nel cuore e soprattutto nella mente di Nina una ferita difficile da rimarginare. Natalie Portman è Nina, una prova essenziale, scolpita sul suo piccolo corpo da ballerina che vive tutti i traumi della disperata aspirazione artistica. Per questa interpretazione, ha già vinto un Golden Globe ed è tra le favorite per la statuetta alla Miglior attrice nella notte degli Oscar. Lo stesso stile di Aronofsky è asciutto ma non semplice, raffinato

La protagonista de Il cigno nero, Natalie Portman, è nata a Gerusalemme nel 1981 ma è naturalizzata statunitense. Ha esordito al cinema nel 1994, in Leon. In passato ha rinunciato a L’uomo che sussurava ai cavalli per lavorare in una recita teatrale de Il diario di Anna Frank

con le tecniche che abbiamo imparato a riconoscere all'americano: la cinepresa a spalla, il montaggio ardito, la forte immedesimazione con i propri attori. Nuova è la voglia di costruire un noir che si ispiri ai classici degli anni Trenta, Quaranta e Cinquanta, rendendolo però, per la sua destrutturazione, un prodotto fortemente intriso della cultura urbana del XXI secolo. I protagonisti di Darren Aronofsky spesso impazziscono o si autodistruggono per vivere i loro grandi sogni ma se non fosse così non avremmo grandi film.

Darren Aronofsky si è regalato un cast femminile di prima grandezza. Oltre alla Portman, c’è la veterana Barbara Hershey, Winona Rider che sta lentamente tornando protagonista, la giovane e splendida Mila Kunis che molti avrebbero voluto candidata all’Oscar. Beato fra le donne è Vincent Cassel.

>The Green Hornet

>Storia di un campione NORIO KOIKE © ASE

COLUMBIA PICTURES

Michel Gondry in MASCHERA Nelle sale italiane da un paio di giorni l’ultimo esperimento dell’immaginifico regista francese Michel Gondry. L’autore di Se mi lasci ti cancello si è dato ai supereroi con la trasposizione cinematografica delle vicende di The Green Hornet, eroe mascherato che nella tv statunitense fu il primo banco di prova del talento di Bruce Lee, nei panni della spalla del protagonista Kato. La pellicola è un interessante tentativo di spostare verso la commedia pura, anche demenziale, il genere di azione, e sembra più che riuscito, offrendo due ore di cinema godibilissimo.

CARTELLONE febbraio

Quando correva SENNA La straordinaria storia di un campione, con le sue conquiste fisiche e spirituali sul tracciato e fuori, la ricerca della perfezione sono il soggetto di Senna, un documentario che racconta il percorso sportivo del pilota, dalla prima stagione fino alla sua morte, un decennio dopo, utilizzando una grande quantità di filmati di repertorio, perlopiù recuperati dagli archivi della Formula Uno e mai mostrati prima e realizzato grazie alla collaborazione della famiglia di Ayrton, che per la prima volta ha detto si ad un film documentario sulla sua vita.

04

Biutiful Di Alejandro Gonzalez Inarritu Con Javier Bardem

04

Femmine contro maschi di Fausto Brizzi Con Claudio Bisio, Nancy Brilli

04

I fantastici viaggi di Gulliver di Rob Letterman Con Jack Black

Milano – MM2-3 stazione Centrale Cell. 389/8349472 - Tel. 02/39430749


7

CINEMA

La grande occasione di Colin Firth L'attore britannico può vincere l'Oscar per il ritratto di Giorgio VI ne Il Discorso del re a notte del 27 febbraio Colin Firth si giocherà le chance più importanti della sua carriera per vincere un Oscar. Il ritratto di re Giorgio VI e della sua lotta per guarire dalla balbuzie per condurre il popolo inglese attraverso il dramma della Seconda Guerra Mondiale è una delle più solide interpretazioni di Firth che gli hanno già fruttato un Golden Globe. Il Discorso del re è arrivato nelle sale lo scorso venerdì annunciandosi come un invidiabile film di attori. Nel cast, oltre a Firth, compaiono Helena Bohnam Carter, Geoffrey Rush (altro candidato al-

L

>La poesia di Leigh UN ANNO DI VITA

Facce da Oscar FEBBRAIO, IL MESE DELLE STATUETTE

Un cinema di persone, non personaggi; vita, non fiction. È quello di Mike Leigh, sublime autore del cinema inglese che il 4 febbraio arriva in Italia con una pellicola già passata al Festival di Cannes: Another Year, un capolavoro minimalista intorno alla vita di Tom e Gerry, coppia felicemente sposata con un figlio, Joe, attenti a prendersi cura di se stessi, della propria famiglia e degli amici che ruotano intorno a loro lottando contro differenti gradi di infelicità. Leigh sceglie le stagioni per attraversare le loro esistenze: dalla pioggia foriera di nuova vita della primavera, attraverso i prati color verde intenso dell’estate, le prime foglie arancioni dell’autunno fino al grigio dell’inverno che chiude il cerchio. Il tutto regalando un perfetto spaccato della vita londinese e i meccanismi che ingoiano le esistenze, stritolano e lasciano immancabilmente soli a fare i conti con le nostre imperfezioni. Un cinema di persone, non di personaggi, con cui è facile immedesimarsi o ragionare o semplicemente commuoversi.

11

Burlesque di Steve Antin Con Cher, Christina Aguilera

11

Sanctum 3D di Alister Grierson Con Richard Roxburgh

11

l’Oscar per il Miglior attore non protagonista), Guy Pearce, Michael Gambon, Timothy Spall e Derek Jacobi. Il regista Tom Hooper ha portato sul grande schermo la vera storia di un sovrano che lotta per trovare la propria voce con cui parlare al popolo in un'epoca di tempesta. E il film, malgrado alcune critiche sul modo in cui è stato rappresentato il rapporto tra Churchill, Eduardo VII e il futuro Giorgio VI, è tratto da una piece teatrale di successo e ancor di più dai diari e la corrispondenza del logopedista del re (interpretato da Rush) da cui sono tratti alcuni dei dialoghi più riusciti.

1

Jeff Bridges in Il Grinta Oscar 2010 e nominato all’Oscar per questo film

2

Natalie Portman in Il cigno nero

3

Colin Firth in Il discorso del re

Per cui è stata nominata all’Oscar 2011 e ha vinto Golden Globe

Per cui è stato nominato all’Oscar e ha vinto un Golden Globe

4

Nicole Kidman in Rabbit Hole Oscar 2003 e nominata per questo film

5

Rabbit Hole di John Cameron Mitchell Con Nicole Kidman, Aaron Eckhart

Javier Bardem in Biutiful Oscar 2008 e nominato all’Oscar per questo film

18

Amore & Altri rimedi di Edward Zwick Con Jake Gyllenhaal, Anne Hathaway

MEDIAIMPRESYT

CERCASI FUNZIONARI con esperienza di contatti a livello imprenditoriale, buona dialettica, automuniti, disposti a viaggiare, zone nord-Italia, per informazioni telefonare al cellulare MEDIAIMPRESIT

TRENTINO VAL DI SOLE vicinanze MARILLEVA MADONNA DI CAMPIGLIO cercasi socio-soci possibilmente del settore, per realizzo progetto Alberghiero, residenziale commerciale, su area di 15.000 mq. e superficie edificabile di mq. 22.000

PROVINCIA PORDENONE cedesi attività di BAR TRATTORIA ENOTECA avviamento 17 anni adatto nucleo familiare ampio parcheggio

GROSSO CENTRO IN PROVINCIA DI PADOVA in punto strategico, si valuta cessione di ALIMENTARI TABACCHI BAR con panificio possibilità muri

PROVINCIA DI UDINE in zona industriale si valuta cessione di avviata azienda EDILE ANTINFORTUNISTICA OPERE PUBBLICHE

CODROIPO in zona centrale si

NORD-EST azienda settore LEGNOARREDO lavorazione primaria, terreno 40.000 mq. superficie coperta 7000 mq. avviamento trentennale, ottimo fatturato, in fase di espansione, esamina proposte di cessione

SULLA STATALE FELTRINA a 3 km da Treviso cedesi attività di ARTICOLI SPORTIVI con laboratorio, noleggio sci, avviamento trentennale, adatto a 3 persone

VAL VENOSTA - BZ- negozio di ABBIGLIAMENTO e ARTICOLI SPORTIVI ubicato centro storico estivo invernale cerca azienda leader nel settore, possibilmente outdoor, disposta a lavorare in conto vendita con titolare, si esaminano anche altre soluzioni

TRA CONEGLIANO E SACILE

adatto multiuso

VICINANZE CASELLO SAN DONA' NOVENTA su strada provinciale, si valuta cessione quote d'azienda con CAPANNONE 1100 m. in ottimo stato adatto a più possibilità

LAZISE LAGO DI GARDA versante veronese vendesi attività di Albergo 10 stanze Bar Ristorante posti 60 circa, avviamento quarantennale, elevato volume affari, adatto a nucleo familiare, ubicato centro storico

VICINANZE MERANO A 3 Km. Vendesi ALBERGO 3 stelle 43 camere, sauna piscina, sala giochi, fitness, apertura annuale adatto a nucleo familiare, avviamento ventennale + terreno ed immobile di 4 appartamenti privati, parcheggio totale 6400 mq. circa

UDINE in zona centrale, si valuta cessione di immobile commerciale prestigioso

ZONA TREVISO cedesi azienda srl completamente attrezzata, settore lavorazione MARMI con proprietà immobiliari capannone, uffici e terreno avviamento quarantennale

VICINANZE MONFALCONE si cede ventennale attività di TABACCHI GIORNALI GIOCHI

ROMAGNA azienda IMPIANTI

STATALE UDINE-GORIZIA si cede in posizione strategica, TERRENO 20.000 mq. ottimo affare

VICENZA CENTRO STORICO posizione centralissima, cedesi attività commerciale in palazzo storico, avviamento consolidato, clientela medio alta

GROSSO CENTRO PROVINCIA DI PORDENONE in zona centrale, si cede trentennale attività di RICAMBI e accessori AUTO MOTO

DESENZANO DEL GARDA cedesi attività ventennale settore ALIMENTARI in posizione centrale adatta a 2 persone, possibilità di vendita immobile mq. 95 circa

Intermediazioni marketing Mobiliare Via Pietro Torelli 9, Mantova Tel./fax 0376/369843 cell. 347/4764826 dal Lunedì al Venerdì: 9 - 12,30 • 14 - 17

vende IMMOBILE adatto a multiuso 160 mq. + appartamento 70 mq.

TUBI X METANODOTTI cerca socio o acquirente x importanti commesse

si valuta cessione di avviatissima PALESTRA mq. 850 attrezzatissima IN PRESTIGIOSO CENTRO COMMERCIALE di UDINE, si valuta la cessione di 2 attività, TABACCHI EDICOLA ART. REGALO VICINANZE CASELLO autostradale EGNA-ORA prov. Bolzano vendesi terreno mq. 7000 circa, mq. 12000 libero edificabile interesse commerciale artigianale AZIENDA COMMERCIALE SETTORE ECOLOGIA con attrezzatura per la nettezza urbana, manutenzione strade e verde pubblico


>Skin e soci presentano dal vivo

8

il nuovo lavoro discografico di inediti Wonderlustre

MUSICA

Il RUGGITO della PANTERA Il 12 febbraio al Mediolanum Forum di Assago, un graditissimo ritorno live per una delle band più amate in Italia: gli Skunk Anansie

Q

uaranta anni sono spesso uno spartiacque per la vita di chiunque, se questo chiunque corrisponde al nome di Deborah Anne Dyer, meglio nota come Skin, la linea di confine tra passato e presente desta maggior interesse. Quarant’anni per la pantera dall’animo rock è significato non solo mettere da parte i vecchi dissapori con gli altri della band, ma soprattutto le proprie ambizioni solistiche, che l’avevano in parte allontanata dalla sua naturale indole rockeggiante. Dalla voce inconfondibile e dalla personalità grintosa si è dimostrata sin dagli esordi un raro animale da palcoscenico oltre ad essere stata una delle più celebri e controverse cantanti degli anni novanta prima dello scioglimento del 2001.

THE SCRIPT

11

Alcatraz

21.00

Zara

21.00

Maciachini

febbraio

10

Dergano

CONCERTI

MARRACASH Live Club

14 20.30

Ora a distanza di quasi un decennio, la band sembra aver sotterrato l’ascia di guerra e si ripresenta dal vivo al Mediolanum Forum il 12 febbraio, per presentare il frutto del ritrovato feeling e la carica dei bei tempi, il nuovo album “Wonderlustre”. Un appuntamento atteso da tutti i fan che scalpitano nel riabbracciare l’innato e incontenibile carisma di Skin, con il suo mix di carica erotica amplificata da movenze feline e un mix fra occhiate cattive e sorrisi a cuore aperto, oltre alla sua sublime voce da brividi che hanno fatto impazzire tanti suoi proseliti in passato. Gli Skunk Anansie sono ufficialmente tornati e il loro presente mostra una nuova forza, quasi avessero fatto un patto con il tempo e fossero ripartiti da dove avevano lasciato.

TIROMANCINO Teatro Manzoni


9

MUSICA

BLUE NOTE l’isola del jazz Dal 2003, anno di apertura, il club rappresenta un punto di riferimento per gli amanti del genere con artisti di fama internazionale

n ‘isola felice, un luogo accogliente dove assaporare tutti i lati di un genere musicale trascinante come il jazz con artisti di fama internazionale magari sorseggiando un drink. È questo il Blue Note, un punto di riferimento per gli amanti del genere, che ha aperto le porte nel 2003. Un’iniziativa unica nel panorama europeo che riprende in tutto e per tutto i fa-

U

sti dello storico jazz club di New York. E come vuole la tradizione ereditata dal leggendario circolo del Greenwhich Village, ogni sera – salvo la domeniche e d eventuali modifiche prontamente segnalate sul sito internet (www.bluenotemilano.com) – si tengono due spettacoli live. Dislocato su una superficie di 1.000 metri quadrati, la struttura e le dimensioni del locale per-

ATTENTA POLITICA DEI PREZZI Tra le particolarità del Blue Note l’attenta politica dei prezzi. È possibile, infatti, acquistare il biglietto entro le due ore precedenti il concerto con un prezzo “advance”, minore rispetto al prezzo “door" di chi acquista il biglietto direttamente alla porta. E’ previsto inoltre uno sconto del 40% sul prezzo “door” per i clienti in pensione oltre i 65 anni (tutti gli spettacoli) e per i giovani sotto i 26 anni (secondi spettacoli e spettacolo unico della domenica).

mettono di vivere da vicino i concerti degli artisti grazie anche agli olte trecento posti dislocati ad un passo dal palco. Da ogni posizione, infatti, e dalle affascinanti balconate, lo spettatore viene immerso in un’elegante atmosfera da jazz club con il massimo della qualità acustica ascoltando nel migliore dei modi artisti di livello internazionale. Per il mese di febbraio, ad esempio, si alterneranno sul palco del Blue note, musicisti del calibro di Alessio Menconi Trio Feat.Tullio De Piscopo (1 febbraio), Lucky Peterson (2), Paolo Fresu (3,4,5), Ronnie Jones (6), Matteo Sabattini New York Quintet feat.

GLI ALTRI - BLUE NOTE

RICCARDO CRIMI

Paolo Fresu Devil Quartet

• Andrea Celeste Quartet 13 • San Valentino con Eliane Elias 14 • Chihiro Yamanaka 16 • Nick the Nightfly & Monte Carlo N. O. 19 • Joyce E. Yuille & The Light Jazz Trio con dan Mela 20 • Simona Bencini & L.M.G.4tet 22 • Orchestra Maniscalchi e Gianluca de Martini 23 • Ronny Jordan Trio 24-26

>MUSICA senza confini Tre appuntamenti da non perdere con la musica jazz in compagnia di Paolo Fresu Devil Quartet. L’eclettico quartetto di musicisti, si esibirà sul palco del Blue Note nei giorni 3,4,5 febbraio con un repertorio che spazia tra materiale originale a standard “sacri”, ovviamente rivisitati grazie a raffinate ottiche moderne. l’idea alla base della nuova avventura di Paolo Fresu nasce alla fine del 2003, quando decise di formare un nuovo quartetto dopo la fortunatissima esperienza dell’Angel Quartet. Nell’intento di scherzare sulla continuazione del discorso musicale intrapreso, nasce quindi “Devil”, un nuovo gruppo con la caratteristica di puntare su una band di livello internazionale con grandi musicisti nazionali e non solo: Paolino dalla Porta (contrabbasso), Bebo Ferra (chitarra) e Morten Lund, in un secondo momento sostituito da Stefano Bagnoli (batteria).

19

21.00

VERDENA Alcatraz

21

VANILLA SKY Alcatraz

21.00

San Valentino è l’occasione per venire a farci visita nel nostro punto vendita nel cuore della città dove puoi trovare qualsiasi cosa cerchi, per te... per lei... per la coppia... & gli altri. VIDEO, GADGETS, LINGERIE, COSTUMI, HOME CARE & TOYS per adulti provenienti da ogni parte del mondo. Sempre aperti domeniche & festivi compresi fino a tarda notte, oppure collegati ai nostri siti: www.easytoys.it - www.easytoysex.com

Aaron Parks (8), Ray Gelato and his Giants Orchestra (9,10,11,12), Antonella Ruggiero (17) e tanti altri. Sono questi alcuni dei nomi e delle qualià che hanno permesso, in sette anni, al Blue Note di posizionarsi ai primi posti tra i migliori club di jazz d’Europa. inoltre il locale meneghino, ha stretto una partnership con Radio Montecarlo e una volta alla settimana, Nick the Nightfly (storico dj e conduttore di Montecarlo Nights nonché direttore artistico del Blue Note) conduce a partire dalle ore 22.00 la sua trasmissione Montecarlo Nights da un’apposita postazione all’interno del Blue Note.

24

21.00

EUGENIO FINARDI Magazzini Generali

25

MAMBASSA Live Forum

21.00

Night Sex Shop V.le Tunisia,19 20124 MILANO Telefono 022043179 - Fax 0274233096 - info@nightshop.easytoys.it


10

TEATRO

>Il protagonista cerca

di combinare la libertà di pensiero e un elevato status sociale

LIBERO E RICCO Dall’1 al 27 febbraio “Il banchiere anarchico”, adattamento di un romanzo di Fernando Pessoa

n paradosso, scriveva Fernando Pessoa, ha valore solo quando non lo è. E il suo Banchiere anarchico rappresenta proprio la ricerca del punto di congiunzione tra la libertà di pensiero e la ricchezza. Il racconto compare per la prima volta nel 1922 sulla rivista “Contemporanea”, da lui stesso fondata come ideale continuazione di “Orfeu”. Saranno i due capisaldi della nascita del modernismo portoghese. È una storia di contraddizioni e moltitudini, tra verità e finzione, tra realtà e rappresentazione. La scena è un lungo dialogo, ambientato in un ristorante ad inizio Novecento, tra un banchiere e un traduttore di lettere commerciali, che si chiama Fernando Pessoa (altra contraddizione, altro esempio di sdoppiamento, in questo caso tra personaggio e a autore), che stravede per la radio e i futuristi e lavora per una concessionaria della Coca Cola, per cui dovrà inventare

U

un paio di slogan. Il banchiere è uno strano tipo, è stato anarchico mistico in gioventù, di quelli che non ha paura delle bombe e ha la rivoluzione nel cuore. In questa sorta di dialogo platonico sviluppa tutta la sua storia che l’ha portato, apparentemente, in direzione ostinata e contraria rispetto alle intenzioni, eppure in una ricerca sincera dell’intima essenza delle cose. Marina Spreafico, che cura la regia dell’allestimento teatrale che sarà al Teatro Arsenale dall’1 al 27 febbraio, ha dovuto adattarne lo stile, che benché dialogico riflette un linguaggio scritto pensato per un lettore, in modo che risultasse fruibile da un pubblico di spettatori. Il racconto infatti, più che un’opera filosofico-politica, è in fondo un’appassionata orazione che unisce una stringente logica aristotelica e l’ornata costruzione sintattica di matrice latina. Un po’ Platone e un po’ Quintiliano, Pessoa affida alla finzione letteraria il compito di indicare la via per il

raggiungimento della libertà, per comunicare la propria concezione dell’individuo e della comunità. Il banchiere diventa così l’espressione di un ideale libertario, da realizzare non attraverso una rivoluzione sociale, che comporterebbe semplicemente la sostituzione di un regime dispotico con una nuova tirannia, ma con una rivoluzione dei singoli, perché è l’applicazione che fa la differenza. Anarchia, sostiene il banchiere, non vuol dire rinunciare al talento e all’intelli-

genza. E non è in contraddizione con la ricchezza. “Il vero male” sostiene il protagonista, “l’unico male, sono le convenzioni e le finzioni sociali, che si sovrappongono alle realtà naturali – tutto, dalla famiglia al denaro, dalla religione allo stato. Si nasce uomo o donna – voglio dire, si nasce per essere, da adulti, uomo o donna; non si nasce, a buon diritto naturale, né per essere marito, né per essere ricco o povero, come non si nasce per essere cattolico o protestante, o portoghese o inglese”.


Cartellone >PRIME SANTOS Teatro Ciak 3-13 febbraio La gioia e la spensieratezza di una semplice partita a pallone, con echi lontani di Sudamerica, nella trasposizione di un racconto di Roberto Saviano.

VOLLMOND Piccolo Strehler 10-13 febbraio Prima nazionale per lo spettacolo di teatro-danza firmato dal Tanztheater Wupperthal Pina Bausch, che porta in scena tutte le declinazioni dell’amore.

NOTE DI SCENA La regia immagina una messinscena che traduce i ricordi in immagini proiettate. Sul palco la scenografia è minimale, dominano le proiezioni interiori. I costumi sono di Mariano Tufano, David di Donatello per Nuovo Mondo di Crialese. Nel cast anche Daniele Russo, che interpreta il ruolo di Michele, l’eroe partigiano.

11

TEATRO

Tra cinema e teatro Al Manzoni, dall’8 al 27 febbraio rivive “La Ciociara” con la regia di Roberta Torre a scrittura di Annibale Ruccello e la regia di Roberta Torre restituiscono al palcoscenico uno dei personaggi simbolo della stagione del neo-realismo, “La Ciociara”. Ma la sfida di

L

far trasmigrare l’interpretazione di Sofia Loren sarebbe stata persa in partenza. Per questo il testo crea una sorta di sequel della pellicola. Tutto accade ai giorni nostri, conservando solo qualche accenno, qualche immagine, alcuni oggetti del film. La storia guarda al dopo, lo stupro subito dalla protagonista è relegato nel cassetto dei ricordi spiacevoli. La vita scorre in una normalità piccolo-borghese in cui anche la guerra è solo un sottofondo sonoro, un accompagnamento che viene da un altrove di cui

arrivano solo suoni ovattati e innocui. Rosetta e Cesira possono abbracciarsi ancora mentre la tv produce sogni in serie, dicendosi che la vita continua, che adesso è meglio di prima, che il benessere ha cambiato tutto. Per il ruolo di protagonista, Roberta Torre, alla prima da regista teatrale, ha voluto Donatella Finocchiaro con cui aveva già lavorato al cinema in Angela e ne I baci mai dati. Ersilia Lombardo, della scuola Emma Dante, sarà Rosetta. Insieme restituiranno un viaggio e una lezione da non dimenticare. MASSIMILIANO PAPPA

AMNESIE Teatro Libero

finalmente puoi sentire bene TV e cellulare!

15-21 febbraio Max Pisu, in questo spettacolo teatrale, lascia i panni di Tarcisio per vestire quelli di diversi personaggi che ci danno la misura di quanto possa essere “surreale” la realtà.

PROSPETTIVE SULLA GUERRA CIVILE Teatro Studio 15-20 febbraio Storia di un eccentrico professore, firmata Hans Magnus Enzensberger, che viaggia attraverso i conflitti per rivolgersi ai sopravvissuti, in mezzo alle macerie.

Paolo Cevoli nella Penultima Cena ad Agrate

>RISATE AI FORNELLI Un viaggio nel tempo. Un monologo storico-comicogastronomico ambientato nella Roma imperiale. Paolo Cevoli porterà ad Agrate, il prossimo 19 febbraio, il suo ultimo spettacolo teatrale, “La penultima cena”. L’attore riccionese interpreta Paulus Simplicius Marone, cuoco che sta allestendo un sontuoso banchetto in una villa patrizia e tra un piatto e l’altro racconta la sua vita avventurosa. Dall’incontro con il cuoco più famoso dell’antichità, Apicio, al processo per truffa a causa della vendita di un afrodisiaco egiziano. Scappa così a Cana, per evitare la schiavitù, dove tenta di convincere gli sposi biblici ad affidargli l’incarico di organizzare il banchetto. In Palestina incontra Gesù, con cui racconta di

cercare una sorta di partnership commerciale, e chiede a Giuda di organizzare una cena per la Pasqua ebraica con sessantasettanta invitati. Ma, come si sa, a quella cena saranno in tredici. E Paulus torna a Roma, ma è cambiato. E un giorno, per le strade del caput mundi, incontra qualcuno dei commensali per una nuova, ultima cena.

PAOLO CEVOLI Imprenditore e manager nel settore della ristorazione con l'hobby del cabaret, Cevoli è al suo quarto spettacolo teatrale, dopo le commedie “Motonave Cenerentola”, “Ah, che bel vivere!” e “Disco Paradise 77”.

FILIALI:


12

ARTE

IN MOSTRA... TERRE VULNERABILI Sette artisti con lavori differenti per dimensioni, materiali e carattere (emozionali alcuni, concettuali altri) indagano un concetto centrale per capire il mondo e la società in cui viviamo. 2 febbraio-2 marzo Hangar Bicocca Via Privata Chiese 2

GLI OCCHI DI CARAVAGGIO L’esposizione ripercorre gli anni della formazione del Merisi grazie a cinquanta opere che l'artista, all'epoca adolescente, ha potuto ammirare in chiese e studi prima della partenza per Roma. 15 febbraio-30 giugno Museo Diocesano Corso di Porta Ticinese 95

IL TEMPO DELLA DISTANZA Nella poetica di Ernesto Morales c’è sempre l’intento, talvolta sopito, talvolta più espresso di confrontare la storia e la cultura del suo paese d’origine, l’Argentina, con quelle del Vecchio Continente. 16 febbraio-11 marzo Galleria Russo – Asso di quadri Via dell’Orsa 12

>Per l’imperatore Massimiliano

d’Asburgo realizzò i famosi cicli delle Stagioni e degli Elementi

Arcimboldo a MILANO Dal 10 febbraio a Palazzo Reale una grande mostra sull’artista meneghino celebrato nelle corti d’Europa itrattista di corte, decoratore, visionario, immaginifico realizzatore di equilibri visionari e antropomorfi secondo una giustapposizione di forme viventi ed escrescenze. Arcimboldo, che ha allietato la vita di corte con giochi e mascherate e ha curato la regia dei fasti nuziali per il matrimonio dell’Arciduca Carlo di Stiria con

R

Maria di Baviera, ha portato in arte i capricci e le bizzarrie, come i cicli degli Elementi e delle Stagioni, dipinti in più versioni e al centro della grande esposizione milanese. Nelle otto allegorie si ammira la cura dei particolari di evidente ascendenza nordica e la varietà cromatica della sua tavolozza. Queste opere furono pensate per fronteggiarsi a coppie sulle pareti della residenza imperiale di Massimiliano II d’Asburgo: ogni stagione rivolta ad un elemento. Secondo Fontana qui si manifesta un sistema di corrispondenze tra micro- e macro-cosmo. I profili sarebbero "Cesareos vultus", ritratti dell’Imperatore che celebrano il suo dominio sulle stagioni e gli elementi (macro) e sul microcosmo ad essi subordinato. Tali rapporti

sembrano proclamare la sopravvivenza nel tempo del clemente dominio asburgico, paragonato alla ciclicità delle stagioni. Nella sua cifra stilistica c’è la "discors concordia" del tardo manierismo e il collezionismo a volte mostruoso (come avrebbe definito la sua arte il semiologo Roland Barthes) delle Wunderkammer, le camere delle meraviglie. Nella dialettica fra tutto e parte, nell’ambiguità delle meta-

morfosi, riecheggiano le caricature e gli studi sugli animali di Leonardo. E non è un caso se per secoli le opere di Arcimboldo saranno attribuite a una non meglio specificata "Scuola di Leonardo". Ma c’è anche, soprattutto nella Testa reversibile con canestra di frutta, l’anticipo della natura morta. E l’ispirazione per il capolavoro del genere: la Canestra di frutta di Caravaggio della Pinacoteca Ambrosiana.

INFINITOTRACCIA Personale di Bruno Querci - pensata in stretto rapporto con lo spazio espositivo - in cui saranno presentate 18 opere, in cui domina il bianco e nero, appartenenti al nuovo ciclo “Infinitotraccia”. 17 febbraio-1 aprile A Arte Studio Invernizzi Via Domenico Scarlatti 12

MOVIMENTO DELLE COSE Omaggio alla figura e all’opera di Eduarda Emilia Maino, in arte Dadamaino, eclettica protagonista del dopoguerra, vicina agli spazialisti e alle sperimentazioni internazionali. 18 febbraio-30 aprile Dep Art Via Mario Giuriati 9

“Testa reversibile con canestro di frutta” (1590 circa). In alto “Vertunno (Ritratto di Rodolfo II” (1590)


FORTE E MILANO

CORSI FRUIT CARVING Corso pratico, il 21 e 22 febbraio, per l’apprendimento di tecniche di intaglio di frutta e vegetali. Dalle piccole composizioni ai segreti per realizzare centritavola, presentazioni e vere e proprie sculture. Scuola Bartending Via Montecuccoli 21/A Tel. 339 3300256

LABORATORI Acram Formazione realizza una serie di corsi privati come restauro ligneo, ebanisteria, intarsio, doratura base, policromia di lacche antiche e finti marmi, restauro, mosaico, graffiti e antiquariato. Acram Formazione Via Lurani 10-12 (Bresso) Tel 02 61420125

CERAMICA Quattro incontri per imparare le basi della modellazione del paper clay, impasto ceramico arricchito da cellulosa che, fatto cuocere ad alte temperature, brucia e scompare lasciando la terra leggerissima. Laboratorio Athanor Via Walter Tobagi 8 Tel 339 3195626

FOTOGRAFIA Ciclo di lezioni di base sulla fotografia digitale che spiega le regole, le informazioni fondamentali per l’utilizzo del proprio corredo alle massime potenzialità e i trucchi della postproduzione. DS Visuals School Via Paolo Lomazzo 27 Tel 340 3781849

13

«Milano mi piace perché è una città che pur avendo una lunga storia alle spalle è moderna, ha sempre risuscitato, riconvertito i luoghi del suo passato. Il fatto che non abbia così tante “attrazioni turistiche” per me è un bene, sono più concentrato sul mio lavoro».

ARTE

La magia della COMMISTIONE Intervista con l’artista e architetto italo-svedese Duilio Forte na mente visionaria e l’eclettica capacità di dare forma alle sue visioni. Duilio Forte, architetto di origine svedese, laureato al Politecnico di Milano, è uno degli artisti più singolari sulla scena dell’arte contemporanea italiana. «Mi piace fare più cose, riuscire ad abbracciare varie discipline» ci spiega, e infatti è insieme progettista ed esecutore delle sue opere, che realizza interamente in prima persona. Nel 2009 ha scritto il Manifesto Arkizoic, lo stile caratterizzato dal connubio tra architettura e Anemos, il soffio vitale. Diviso tra forma e metodo, Forte vuole «provocare emozioni, pur nelle diverse dimensioni che ogni ricerca artistica sviluppa. Mi interessa , l’effetto scenografico, teatrale dell’opera». Vive e lavora nell’ala dismessa di un complesso industriale tessile, che è diventato il luogo primigenio delle sue sperimentazioni. «L’ultima aggiunta che ho realizzato è un’eclettica biblioteca. All’interno ho inserito sculture e immagini così da farne un luogo per l’accumulo di oggetti d’arte e insieme un’opera di per

U

sé. A me piace lasciare i lavori aperti, non chiuderli in una cornice secca». Uno dei soggetti dominanti della sua arte è il cavallo, e principalmente lo sleipnir, creatura della mitologia nordica che simboleggia il senso della sua

ricerca. «Sono molto affascinato dal lato etico ed estetico del fantasy, che qui viene interpretato un po’ naif, fagocitato da un lato dal metal e dall’altro dagli aspetti più “fumettosi”». Il cavallo è simbolo di esplorazione e insieme unione di due cultu-

re, in quanto accomuna Ulisse e Odino, italiani e svedesi. «Ognuno di questi due popoli vede l’altro come strano. Mi piacerebbe creare, attraverso l’arte, un luogo ideale, un territorio in cui la frammistione sia la normalità».

A Triennale Bovisa “Happy Tech” dal 22 febbraio

>LA TECNOLOGIA RENDE FELICI Arte e scienza mettono insieme i loro linguaggi per parlare dell’uomo e del suo tempo. È la magia di “Happy tech, macchine dal volto umano”, al centro della manifestazione “Arte e scienza in piazza”. La mostra sarà ospitata prima a Bologna per approdare a Milano, presso Triennale Bovisa, dal 22 febbraio al 31 marzo.

L’esposizione si propone di indagare il rapporto tra l’uomo e la tecnologia, grazie ad artisti di fama internazionale Tony Cragg, Cao Fei Martino Gamper, Rainer Ganhal, Candida Höfer, Alfredo Jaar, Thorsten Kirchhoff, Armin Linke, Vik Muniz, Mark Napier, Tony Oursler, Pipilotti Rist, Thomas Ruff, Tom Sachs, Bill Viola. Opere ispira-

te a tecnologie che sviluppano e potenziano le capacità umane, che saranno affiancate da un exhibit scientifico che permetterà di cogliere il senso dell’ispirazione. Bruno Munari, Pietro Fogliati, Nam June Paik e John Godfrey arricchiranno l’evento milanese con creazioni legate alla tematica trasversale del gioco.

QUADRERIA DELL'800 Milano - Via Manzoni, 40

(al centro della Galleria Manzoni, di fronte all'entrata del teatro)

Tel. e fax 02 794619 - www.quadreria.it - e-mail: quadreria@uli.it presenta: Mostra retrospettiva dedicata al maestro

UGO CELADA DA VIRGILIO (Cerese di Virgilio, Mn, 1895 - Milano, 1995)

30 opere selezionate provenienti da una collezione privata 4 - 19 Febbraio 2011 - Orari: 10-19 domeniche escluse


14

GUSTO

>Perle di gusto incastonate

nell’atmosfera raffinata del quartiere: dai Fratelli la Bufala all’Osteria Brunello

Mille gusti di BRERA Il meglio della cucina campana, toscana e siciliana nel cuore del capoluogo lombardo

opo una breve parentesi per le feste natalizie, riparte il nostro tour virtuale alla scoperta della Milano “da gustare”. Al di là del Duomo, si apre uno dei quartieri più caratteristici della città: Brera. Nell’atmosfera raffina-

D

ta e bohémien che lo caratterizza, si sono affermate tre cucine “d’importazione” regionale: quella campana, toscana e siciliana. La prima si è messa in luce, in particolar modo, grazie al marchio “Fratelli la Bufala – Pizzaioli Emigranti”. La catena di ristoranti vanta diverse sedi nel capoluogo lombardo. La genuinità è un must per il Gruppo Flb: oltre ai migliori prodotti della tradizione (dalla pizza alla carne di bufalo, passando per la più famosa mozzarella), la location di via Palermo, 11 offre ai clienti un servizio impeccabile e prezzi contenuti. Per informazioni www.fratellilabufala.eu o 02 72096866. Il meglio dell’arte

Interno della sala dei Fratelli la Bufala

culinaria toscana si trova, invece, su Corso Garibaldi. Al civico 117 si apre l’“Osteria Brunello”, d’impronta tipicamente senese, con qualche piatto lombardo come “ospite d’onore”. Da provare assolutamente la ribollita e la crema di zucca mantovana e castagne. Senza dimenticare il filetto al Brunello, specialità della casa. Infine fra i dessert, tutti artigianali, spicca la torta pere e cioccolato. Per saperne di più, visitate il sito www.osteriabrunello.it o contattate il numero 02 6592973. A pochi metri di distanza, in

piazza Mirabello, lasciatevi tentare dalle specialità siciliane del “13 Giugno”, paradiso per gli amanti della tradizione della maggiore isola italiana. La pasta con finocchio e sarde e il rombo chiodato al forno in crosta di patate e carciofi, solo per citare alcune delle delizie in menu, sono dei veri e propri capolavori d’alta cucina. E per chi vuole un pasto “fast” ma di qualità, proprio lì accanto c’è la “Fattoria di Brera”, aperta dalle 8.00 alle 23.00. Info: www.ristorante13giugno.it o 02 29003300.

Ristorante Romani

>LA PASSIONE È SERVITA Dopo il “life” e il “business”, l’ultima frontiera in fatto di motivazione è oggi il “love coach”. Se pensate che al vostro rapporto di coppia manchi un po’ di smalto, non perdetevi la lezione di Mario Furlan, la sera di San Valentino al “Ristorante Romani” di via Zebedia, 9. L’importanza della “complicità a tavola”, sarà uno dei temi da affrontare con il fondatore dei City Angels, nelle due ore che precederanno la cena (a partire dalle 18.30). Il menu, rigorosamente afrodisiaco, è stato concepito per entusiasmare il palato e accendere la passione. Si parte dall’antipasto: un cuore di avocado gelatinato con gamberetti e noci risveglierà in voi emozioni sopite. Come del resto anche la “zuppa degli innamorati” (cozze al peperoncino) e la rosa di salmone selvaggio con ananas. Infine, il dolce al cioccolato e peperoncino piccante, stimolerà sensazioni nascoste. Info: www.ristoranteromani.net e 02 8057796.


INCONTRI

15 Vivere un giorno romantico in compagnia del proprio partner gustando un menu delizioso e particolare studiato appositamente per San Valentino

DA CECCO Un giorno speciale da trascorrere in un ambiente accogliente con un meraviglioso giardino al ristorante Da Cecco, nella caratteristica via Solferino, in una casa d’epoca con un’ottima cucina mediterranea creativa, pasta fatta in casa e specialità carne e pesce alla brace, senza dimenticare le ottime pizze. Via Solferino, 34 - Tel. 02 67075242 Zona Brera

A tavola con L’AMORE Una serata di passione culinaria al ristorante Matinée

NOON Un menu per la serata più romantica dell’anno in un locale scandito dalle lampade di Simone D’Auria e dai colori caratteristici del NooN: il bianco nitido delle pareti e dei tavoli, il marrone delle tovaglie e l’arancio caldo delle lampade ed infine il tocco fresco e singolare delle decorazioni floreali. Via Boccaccio, 4 - Tel. 02 67075242 Zona Cadorna

RIFU Un ristorante che si distingue soprattutto per la varietà culinaria proposta. L’offerta spazia dalla cucina giapponese a quella cinese e con la formula “mangi quanto vuoi” con soli 18 euro puoi assaggiare la totalità delle pietanze offerte da questo sushi restaurant di Milano.

GUSTO

osa c’è di meglio del trascorrere il giorno più romantico dell’anno in compagnia del proprio partner , seduti al tavolo di un ristorante magari a lume di candela? Sono tanti, per questo motivo, i ristoranti di Milano ce hanno deciso di far vivere un giorno speciale a tutte le coppie della città, preparando un menu romantico e stuzzicante esclusivamente per San Valentino. Uno di questi

C

è il ristorante Matinée (Via D. Cirillo, 12 – Tel. 02 33606183), vero e proprio punto di riferimento per quanti vogliono trascorrere una serata piacevole in un ambiente intimo e accogliente. Quella del ristorante Matinée è una proposta gastronomica concreta, ma allo stesso tempo raffinata e leggera. Il menu di San Valentino propone un viaggio gastronomico che spazia da una Mille foglie di pasta fillo fileangeau di zucchine e parmigiano, con crema di topinambur e flan di carciofi con crema di basilico a un primo di Tagliatelle di grano saraceno con tartufo nero, pinoli e mire pois di patate per finire con Filet mignon alla Rossini con purè di zucca e patate e un dessert di cioccolato.

Viale Coni Zugna, 15 - Tel. 02 468709 Zona Papiniano

TARA Tempio indiano della buona cucina, il ristorante Tara è un perfetto mix di emozione e suggestione. Locale molto attento all'evoluzione del gusto in grado di adattarsi ai cambiamenti, ma senza perdere l'anima vera dei sapori autentici della cucina indiana.

Sostieni chi aiuta

Via D. Cirillo, 16 - Tel. 02 3451635 Zona Sempione

IL GIARDINO DEL NAVIGLIO

i giovani

Nel cuore dei navigli a Milano sorge l’unica oasi verde, ricca di atmosfera, relax ed irresistibili sapori. Il locale è un’accogliente nido per coppie dove gustare qualità della cucina proposta dallo chef Ivan Olindo, con piatti prevalentemente di pesce.

Tramite c/c BPM Ag.500 Cod. IBAN IT21M0558401700000000024694

Via Conchetta ang. Via Ettore Troilo, 14 Tel. 02 39811074 - Zona Navigli

FOTOLIA

CORSI di ENOGASTRONOMIA LA TAVOLA DEL MENU DI SAN VALENTINO Volete organizzare una serata romantica per la festa degli innamorati e volete stupire il vostro partner? Non sopportate di improvvisare ma volete seguire i consigli di professionisti? Ecco il corso giusto. 4 febbraio (20 - 23) - Con Gusto Via Enrico Tazzoli, 11 - Tel 02 63471982

PICCOLI CHEF CRESCONO: CIOCCOLATO 5 lezioni pratiche per apprendere la conoscenza delle diverse tipologie di pesci, le tecniche di pulitura, della sfilettatura e i diversi sistemi di cottura. Dal 15 febbraio (19-22) - Altopalato Via Ausonio, 13 - Tel 02 58111000

LE COTTURE LUNGHE Un corso pratico dove apprendere le tecniche per cucinare nel migliore dei modi carni che necessitano di una lunga cottura come l’agnello, il coniglio e la faraona. 15 e 29 gennaio (10-18) - LaboratorioCingoli Via Tucidide, 56 - Tel 02 70003837

0270107070 www.sorrisotelefonogiovani.it

aiuta i giovani a trovare sempre qualcuno che li possa ascoltare Per donare il 5x1000 al Sorriso Telefono Giovani Onlus, inserisci nella tua dichiarazione dei redditi il nostro CF 97374670152 nel riquadro

“a sostegno del volontariato”


INCONTRI

16

GUSTO

STUDIO ODONTOIATRICO ASSOCIATO PROJECT

DON JUAN

AANGAN

MAISON ESPANA

Considerato dalla critica specializzata e dal pubblico il migliore ristorante argentino in Italia, a due passi dalla zona dei Navigli. Ottima cucina dove la carne è la protagonista assoluta.

Come non farsi incuriosire dalla mistica India. L’Aangan ne rispecchia la cucina e l’atmosfera caratteristiche, offrendo un servizio raffinato, con personale in abiti tradizionali e cuochi nativi.

Una antica Stazione della Posta dei primi del 1900, ora è un ambiente elegante e accogliente dove percorrere un viaggio nei profumi e nei sapori dei piatti tipici della Spagna.

Via Altaguardia, 2 Tel. 02 58430805

Viale Monza, 90 Tel. 02 28510258

Via Montegani, 68 Tel. 02 89540234

Colazione all’ora di pranzo Anche a Milano il rito del brunch è sempre più diffuso: ecco i locali più “cool” dove consumarlo

ritmi giornalieri sempre più frenetici a cui siamo sottoposti stanno cambiando anche le nostre abitudini alimentari: emblematica è la crescente diffusione, soprattutto nelle grandi città, di un pasto a metà tra colazione e pranzo, tipico del Nord America e delle Isole Britanniche, il brunch. Può essere dolce o salato, caldo o freddo, e insieme alle bevande può essere servito il caffè. Insomma, il brunch scardina quei principi, quell’ordine ben preciso (antipasto, primo piatto ecc.) che da sempre accompagna i pasti degli italiani. A Milano sono diversi i locali dove consumarlo. Al Noy Concept Restaurant Cafè (Via Soresina 4, - tel 02 48110375) ad esempio, un loft di 800 metri quadri, uno spazio in continua evoluzione in cui cibo, arte, musica, design ed eventi convivono e si mescolano. Qui l’appuntamento con il brunch è tutte le domeniche: i piatti caldi variano ogni settimana e sono preparati dalla cucina del ristorante, fra le sfiziosità ritroviamo ravioli al nero di seppia con ripieno di branzino, baccalà e polenta, tortelli di magro con burro fuso e salvia, arrosto di vitello, gnocchi e pasta al ragù; molto ricca anche l’area dei salumi e dei formaggi. Anche all’Armani Caffè (Piazza Croce Rossa, 2 – tel 02 72318680) il brunch

I

STUDIO CONVENZIONATO: FASI - FASI OPEN - FASDAC DAY MEDICAL - UNISALUTE FISDAF - PREVIMEDICAL - FASCHIM PRONTOCARE - PRIMADENT PRIMA HEALTH - EUROPE ASSISTANCE ODONTONETWORK - ASSOPAR

Noy Concept Restaurant Cafè

è domenicale, rigorosamente à la carte, con ampie possibilità di scelta tra dolce, salato, mediterraneo o americano. Più in linea con le abitudini di casa nostra è il brunch offerto, sempre

di domenica, all’osteria Porca Vacca (Piazzale Lavater, 2 – tel 02 20520503) con tante pietanze presentate a buffet, tipiche della tradizionale cucina mediterranea.

FOTOLIA

DEGUSTAZIONI IN CITTÀ Continua fino a domani, lunedì 31 gennaio, Winelove, la manifestazione al Milano Convention Centre dedicata a vini di altissima qualità a prezzi accessibili. Ogni anno Winelove ricerca una selezione di Cantine, emergenti o già affermate, che vantano nella loro produzione autentici oscar qualità prezzo. Ideato e curato da Ludovica Amat, è il punto di riferimento per migliaia di appassionati del nettare di Bacco, operatori ho.re.ca., giornalisti e blogger, a caccia di scoperte e nuove promesse. L’ottava edizione di Winelove si svolge in partnership con Identità Golose, the International Chef Congress, ideato e curato da Paolo Marchi. L’ottava edizione di Winelove e Identità Golose si svolgono in via Gattamelata 5, oggi, domenica 30 gennaio dalle 11 alle 20, lunedì 31 gennaio dalle 10 alle 15 (Ingresso 15 euro). Il 7 febbraio, invece, l’associazione Vinando, organizza un corso di Chianti. In degustazione alla cieca 4 grandi Chianti, classici, moderni e tradizionali. In abbinamento la bistecca Fiorentina da mucche di razza chianina.


INFORMAZIONE PUBBLICITARIA


18

SPORT

>Un corso di ginnastica mirata che aiuta le donne a ritrovare la forma ottimale dopo il parto

MAMME SPORTIVE

FITNESS

PISCINE

Tenersi in forma dopo la gravidanza senza abbandonare il proprio bambino

hi lo ha detto che una donna dopo il parto deve rimanere segregata in casa ad accudire il proprio piccolo rinunciando alla propria forma fisica? Partendo da questo interrogativo, due istruttrici di fitness e mamme allo stesso tempo, Monica Taranto ed Elaine Barbosa hanno ideato un metodo di allenamento mirato studiato per il dopo parto, rivolto a quante sono mamme e credono con tutto il cuore che una mamma serena è una mamma migliore. Da questo semplice ma tanto efficace in-

C

tuizione, nasce MammaFit, un nuovo modo di concepire il fitness, una ginnastica che dà l’opportunità alle madri di pensare a se stesse senza nulla togliere ai loro bambini e consente quindi di sentirsi donna anche in una fase nuova della vita da madre. MammaFit è un programma che si svolge all’aperto, nei parchi delle città, e che segue con attenzione le richieste del corpo materno dopo il parto, lavorando. Questa nuova disciplina prevede, infatti, una classica lezione di ginnastica della durata di circa un’ora e ha come obiettivo principale aiutare le mamme a tornare in forma e a sentirsi bene anche a livello psicologico. Presente in Italia da circa un anno, MammaFit (www.mammaf.it) ha avuto grande successo ed ha già conquistato i parchi di città come Milano, Monza, Varese, Pavia e Padova. L’iniziativa, che ha avuto un enorme successo presto coinvolgerà anche Cagliari, Roma, Ravenna, Genova e Treviso.

RISTORANTE

CENTRO BENESSERE

>A S.Vittore Olona torna il classico del Cross dei Cinque Mulini

OPEN DAY 13 FEBBRAIO 2011 CAMPUS AQUAE Strada Cascina Cascinazza, 29 27100 Pavia (Zona Cravino) Tel. 0382.38361 info@campusaquae.it www.campusaquae.it

PASSIONE corsa campestre Molte le novità studiate per l’edizione 2011 della Corsa dei Cinque Mulini, classico appuntamento del cross italiano e internazionale, come la gara Open, a numero chiuso: tre giri per un totale di sei chilometri. Dopo il successo dell’anno scorso tornano le prove Amatori e Master, per tutti i tesserati Fidal. La 79ma edizione della corsa sarà anche il teatro del campionato italiano dei Vigili del Fuoco e della Coppa Europa a squadre, evento per il quale l’Unione Sportiva San Vittore Olona, che organizza la manifestazione, potrà contare sul supporto organizzativo delle Fiamme Gialle.

>Corsi sportivi per tutti e per tutti i gusti

Lo SPORT a ogni età Parte la nuova stagione dei corsi di Milanosport. Dal 24 gennaio è possibile iscriversi per le attività sportive della capillare rete di piscine, palestre e i suoi centri sportivi polifunzionali in ogni zona della città. I corsi consentono di praticare l’attività preferita sotto la guida di istruttori professionisti. Sono suddivisi per fasce di età. Quelli per bambini di età prescolare si propongono di sviluppare le doti di coordinazione, l’agilità, la corretta postura, l’equilibrio e, più in generale, di favorire la conoscenza del proprio corpo. Quelli per ragazzi hanno lo scopo di aiutare un’armonica crescita del fisico; di abituare all’autocontrollo, di stimolare il confronto in modo da vincere la timidezza di alcuni o di contenere l’esuberanza di altri. I corsi per adulti, invece, puntano al raggiungimento di un generale benessere psicofisico, a offrire l’occasione per unire sport, relax e divertimento. Infine ci sono corsi per gli “Over 60”, che si differenziano per un approccio dolce all’attività fisica, finalizzato a conservare un ottimo stato di attività motoria e articolare. Nel dettaglio, si tratta di corsi di nuoto, acquafitness, cardiofitness, spinning, ginnastica master, tennis, tennis tavolo, pilates, step e punto vita. Quest’ultima è un’attività rivolta ad adulti con più di quarant’anni con l’obiettivo, attraverso esercizi mirati, di migliorare il benessere dei praticanti. Per informazioni www.milanosport.it.


19

SPORT

Importatore & Distributore per il mercato Nazionale

ABBIGLIAMENTO - ACCESSORI - OFFICINA SPECIALIZZATA

VEROLAVECCHIA (BS) - Via degli Artigiani, 64/66 Tel. e Fax 030.9361567 - 333.7951961 danielegarda@libero.it - www.bicisportive.com

La Broker Immobiliare offre i seguenti servizi:

Ultimi giorni per il Magico Villaggio d’inverno all’Idroscalo

>PATTINAGGIO LAST MINUTE Il 5 febbraio chiude i battenti il Magico Villaggio d’inverno dell’Idroscalo: ultimi giorni dunque per i milanesi per poter disporre delle tre piste della struttura: una rettangolare per il pattinaggio su ghiaccio tradizionale, una per il pattinaggio veloce e una più piccola per curling e ice stock. Niente paura, però se l’Idroscalo chiude. La città meneghina offre altri impianti

dove poter continuare a praticare gli sport invernali più diffusi. Si può fare un salto, ad esempio, allo Stadio del Ghiaccio Agorà (via dei Ciclamini, 23 – tel 02 48300946), la struttura milanese più capiente per gli sport del ghiaccio (4.000 posti a sedere) e con una pista regolamentare 30x60 metri. Oltre a ospitare diversi eventi internazionali come gare di hockey su ghiac-

cio, di pattinaggio artistico, danza, sincronizzato e short track, l’Agorà promuove dei corsi di avviamento al pattinaggio. Appena fuori dalla città, a Sesto San Giovanni, c’è il Palasesto (Piazza 1° Maggio – tel 02 26229988): pattinaggio, hockey, curling e persino l’arrampicata le attività che si possono svolgere all’interno dell’impianto. FOTOLIA

• Compravendita e locazione singole unità residenziali • Compravendita e locazione singoli uffici • Compravendita e locazione interi immobili • Compravendita e locazione in località turistiche (mare, montagna, campagna) • Frazionamenti e vendite “su progetto” • Immobili a reddito • Stime e perizie • Gestione patrimoniale di privati e/o di società


20

IN REGIONE

APPUNTAMENTI POOH 1, 2, 8, 9, 11 e 12 febbraio Sei concerti in tre città della regione per lo storico gruppo che proporrà, con rinnovata energia, i brani del nuovo album “Dove comincia il sole” e i grandi successi. Appuntamento l’1 e il 2 al Teatro Che Banca di Varese, l’8 e il 9 al Palabrescia, l’11 e il 12 al Teatro Creberg di Bergamo.

DALLA-DE GREGORI

>In contemporanea sarà ospitata

nelle sue sale “Matisse. La seduzione di Michelangelo”

Scoprire le RADICI Dall’11 febbraio al Museo Santa Giulia di Brescia una mostra racconta il mito di Ercole, fondatore della città

5 e 18 febbraio Continua l’imperdibile e appassionante tour “Duemiladieci Work In Progress” dei due cantautori, due autentici mostri sacri della canzone italiana, che fanno tappa prima al Palabam di Mantova (5 febbraio) e poi al Palaravizza di Pavia (18 febbraio).

LIGABUE 10, 12 e 16 febbraio Prosegue il tour teatrale “Quasi acustico 2011” che toccherà anche tre città e altrettanti teatri della regione. Per i fan lombardi tre gli appuntamenti da annotare sull’agenda: il 10 febbraio al Teatro Ponchielli di Cremona, il 12 al Teatro Sociale di Mantova e il 16 al Teatro Creberg di Bergamo.

Umanesimo come anello di congiunzione tra l’antico e il moderno. È questo il senso del percorso tracciato dall’11 febbraio al Museo Santa Giulia di Brescia, che diventerà una delle capitali dell’arte italiana. Due le mostre in programma. Da un lato “Ercole il fondatore. Dall’antichità al Rinascimento” rilegge in una chiave inedita la figura mitologica. Verrà tracciato il passaggio fra il mito pagano e il suo re-

L’

“Ercole il fondatore” rilegge in una chiave inedita la figura e il suo recupero in epoca cristiana Henry Matisse, Pianista e giocatori di dama (1924) cupero che avvenne in sede cristiana, con le raffigurazioni sulle facciate delle chiese duecentesche. Il perno dell’esposizione rimane, comunque la celebrazione del mito di Ercole, indicato a partire dal Quattrocento come il fonda-

tore della città di Brescia. È invece Michelangelo l’altro pilastro dell’originale mostra che, nello stesso periodo, pone il genio rinascimentale

come il principale polo di fascinazione per l’opera di Matisse. 180 opere del maestro francese tra dipinti, disegni, inci-

Ludovico Einaudi in concerto a Gallarate il 26 febbraio ELIO 12 febbraio Stefano Roberto Belisari, in arte Elio, è “Figaro il barbiere”, una versione cameristica de “Il Barbiere di Siviglia” di Rossini. Alla musica si unisce un narratore che dialoga con il pubblico, racconta i momenti salienti e introduce i personaggi, con l’obiettivo di rendere l’opera lirica più accattivante.

MARLENE KUNTZ 26 febbraio Vent’anni di carriera alle spalle per una delle rock band più apprezzate del panorama musicale italiano che si esibirà negli spazi del Latte Più Live di Brescia. Oltre all’ultimo album “Ricoveri virtuali e sexy solitudini” Godano e soci proporranno i loro maggiori successi.

>UN PIANOFORTE E NIENTE PIÙ Un maestro e il suo pianoforte: saranno loro gli unici protagonisti della serata al Teatro Vittorio Gassman di Gallarate il 26 febbraio. Il maestro in questione è Ludovico Einaudi, artista molto apprezzato e richiesto in Europa grazie alle sue melodie, profondamente evocative e di grande impatto emotivo. La sua musica affonda le radici nella tradizione classica, ma con influenze pop, rock, folk e di contemporanea. All’ultimo lavoro del pianista torinese, “Nightbook” (2009) ha fatto seguito un tour in sestetto che ha toccato tutta Europa e fatto registrare numerosi sold-out. Il punto più alto lo ha toccato però nel novembre 2007 con un concerto alla Royal Albert Hall di Londra.

WEEKEND.it musicclub.it ticketone.it borghitalia.it exibart.com lakecomo.it visitbrianza.it savethedate.it vareselandoftourism.it bergamoavvenimenti.it livigno.eu eventiesagre.it


21

IN REGIONE

francese del fauvismo. L’esposizione brilla per la presenza di opere raramente concesse in prestito come Lo schiavo o Il piccolo busto

accovacciato, bronzo che rappresenta una citazione quasi letterale di Michelangelo e del suo tipico procedimento maieutico, “a togliere”.

Antonio del Pollaiolo, Ercole e l’Idra (1460)

Ecco una nuova versione tutta italiana della fiaba di Lewis Carroll

Forse non sapevate che...

>ALICE IN MUSICAL «A differenza del film di Disney, che ha molte suggestioni dark che fanno paura ai bambini, ho voluto fare un musical adatto a tutti, sia agli adulti che ai più piccoli. I nostri bambini sono tali e volerli trattare come adulti è sbagliato». Sono le parole di Christian Ginepro, regista di “Alice nel Paese delle meraviglie – Il musical”, che porta in scena la fiaba di Carroll privilegiando appunto l’immaginario dei più piccoli. Divertimento e paura, dubbi e certezze, balli e canzoni si alterneranno in una serie di situazioni in cui realtà e sogno sono i protagonisti. La figura del Cappellaio Matto è interpretata dal Mago Casanova. L’appuntamento è al Palabrescia il 12 e 13 febbraio.

Lo spettacolo dura 1h 45’

Per la prima volta a

LENNO È UNA META ROMANTICA In quel ramo occidentale del lago di Como, a nord del capoluogo, sorge Lenno, immersa in una delle zone più affascinanti del Lario, caratterizzata da vegetazione lussureggiante e acque tranquille. Scorci panoramici notevoli, belle insenature e una relativa tranquillità fanno della località una delle più adatte per la gita di un giorno, magari a San Valentino con la propria amata. Oltre al centro abitato, è d’obbligo visitare la vicina Villa del Balbianello, situata su un promontorio sul lago, che ha affascinato anche registi di fama come George Lucas che ne fece la residenza della senatrice Padmè Amidala in “Star Wars – L’attacco dei cloni”. Da qui è passato anche James Bond in occasione di “Agente 007 – Casino Royale”.

MANTOVA

C.C. La Favorita dal 27 gennaio dal 7 febbraio Ambiente riscaldato

Presentandoti alla cassa con questo tagliando paghi solo € 7 Valido per il 2° settore (1° settore Euro 10,00)

PER INFO 329.6212090

Non cumulabile con altre offerte fino ad esaurimento posti

sioni, gouaches découpées (le tempere ritagliate, la sua grande invenzione) permetteranno di ricostruire l’intero percorso artistico del maestro


22

IN ITALIA

<

In mostra al Mar di Ravenna da domenica 13

L’ARTE ITALIANA tra ’45-’53

Due opere di Renato Guttuso: qui La zolfara (1953) e a destra Donne di Solfatari (1953)

Natura morta con pipa e calamaio di Filippo De Pisis (1951)

L’Italia s’è desta, excursus post guerra alla ricerca dei segnali di rinascita di una nazione attraverso la pittura arte italiana alla conclusione del secondo conflitto mondiale per la prima volta in mostra in maniera complessiva con l’esposizione L’Italia s’è desta: 1945 – 1953, al Museo d’arte della città di Ravenna dal 13 febbraio al 26 giugno. Il progetto, curato da Clau-

L’

dio Spadoni e promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, con oltre 160 opere ripercorre le diverse fasi artistiche del secondo dopoguerra da De Chirico a Guttuso, da Fontana a Burri, da Morandi a Martini, Ma-

rini e Manzù, una generazione alla ricerca, affannosa e creativa, di nuove possibilità espressive con la comune degli artisti italiani di rimuovere quasi senza appello quasi tutto ciò che era accaduto fra le guerre. Si guarda soprattutto a Picasso, al Picasso di Guernica, inteso come modello stilistico e insieme ideologico. L’arco di tempo analizzato nel percorso espositivo ha proprio come termine il 1953, quando all’artista spagnolo viene dedicata in Italia una vasta rassegna a Roma e a Milano.

Composizione n.222 di M.Moreni (1952) e in alto Natura morta di Giorgio Morandi (1949)

A Firenze dal 4 al 13 febbraio

LA FIERA DEL CIOCCOLATO Per chi vuole concedersi una pausa di allegria e gusto, ecco l’edizione numero sette per la Fiera del Cioccolato Artigianale di Firenze. Dieci intere giornate dedicate al cibo degli dei nella centralissima Piazza Santa Croce, in compagnia dei

più importanti maestri cioccolatieri italiani e stranieri, impegnati nell’esposizione delle loro prelibatezze, ma anche in pratiche e workshop. All’interno della fiera sarà allestita una mostra fotografica che ripercorre la storia della produzione del

cacao da fine ‘800 a oggi. Inoltre, nei giorni della manifestazione, i ristoratori del centro storico proporranno cene interamente a base di cacao, mentre nei weekend è previsto l’appuntamento con le maschere del Carnevale fiorentino.

Anno 2011 - STAMPA - Monza Stampa S.r.l. - Via Buonarroti, 153 - Monza - Milano SPORT NETWORK SRL Via Messina, 38 Milano - Tel. 02 349621

di Grazioli Nicola

Riparazione, Vendita, Costruzione Marmitte su Misura per AUTO, MOTO e VEICOLI IN GENERE

MARMITTE PER OGNI MEZZO Web: www.steelartmarmitte.com Email: steelartgrazioli@fastwebnet.it Tel. 0376.921155 Cell. 339.1168425

DETRAZIONE IRPEF 36-55%


MT Milano Corriere dello Sport  

Allegato gratuito del Corriere dello sport, di musica, cinema, spettacolo, arte e cultura