Page 13

arte

13

UNA MOSTRA tellUrIca Terraemota di Riccardo Monachesi al Museo delle Mura dal 6 aprile al 25 maggio

INFO Museo delle Mura, Roma, via di Porta San Sebastiano,18 Orario visite: da martedì a domenica 9.00-14.00. Biglietti: intero: 5 euro ridotto: 4. Per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale: intero 4 euro, ridotto 3

TERMINI Cubi: installazione - Anno 2004-2014 BUS

714 (Palazzo Sport) per 7 fermate, scendere alla fermata Terme di Caracalla

VISTO CHE CI SIETE POTRESTE ANCHE… VISITARE LA RONDA DELLA MURA Bocche: particolare Pneuma - Anno 2011

Cubi e opere monumentali per un viaggio emozionale nella scultura contemporanea a Ceramica informale e contemporanea, in continuo dialogo con il passato, capace di confrontarsi e scontrarsi con lo spazio in cui si inserisce. Questa è l’arte di Riccardo Monachesi, ceramista attivo da ben 37 anni. I suoi ultimi lavori saranno protagonisti della mostra personale “Terraemota”, ospitata nella suggestiva cornice del Museo delle Mura di Porta San Sebastia-

L

Pneuma Rosso - Cm 64h - Anno 2010 no dal 6 aprile al 25 maggio. Monachesi è convinto che non solo la terra sia attraversata da forze telluriche ma anche la materia scultorea. Così nelle sue opere si può rintracciare la catastrofe della scultura nel suo divenire, il movimento interno della creta, la sua ancestrale vocazione al racconto dell’umano. L’allestimento scelto per “Terraemota” rende omaggio a questa particolare visione artistica, dialogando con tutto lo spazio museale in un complesso gioco di accordi e contrasti, tra contenitore e contenuto. Il pubblico potrà ammirare per la prima volta in modo completo e in forma installativa i due corpus principali delle opere di Monachesi: “Cubi” e “Pneuma”, che abite-

ranno i due spazi espositivi principali del museo, ossia le due torri a pianta circolare che sorgono ai due lati della Porta. Percorrendo il percorso che da Porta di San Sebastiano arriva sino a Porta Ardeatina il pubblico incontrerà prima “Omenone”, una scultura di grandi dimensioni di ispirazione archeologica, poi la sagoma evanescente di “Dona”, ensemble di grandi vasi di gusto morandiano, per arrivare al punto di arrivo simbolico dell’esposizione costituito dalla grande scultura “Martirio” realizzata echeggiando l’iconografia rinascimentale di San Sebastiano. Un omaggio prezioso all’istituzione che ospita l’inedita personale di Riccardo Monachesi.

Dal Museo era possibile accedere ad un lungo tratto, circa 350 metri, di cammino di ronda sulle mura, che si presenta come una galleria coperta intervallata da dieci torri, che termina in alto con un camminamento scoperto riparato da merli. Lungo il percorso sono conservate le murature di età onoriana (inizi V sec. d.C.) con le feritoie per gli arcieri entro nicchie, e grandi arcate aperte sul lato opposto verso la città, oltre alle scale all’interno di alcune torri che servivano per accedere alle camere di manovra superiori, ormai non più esistenti.

In Roma 27 marzo  

settimanale di cultura, spettacolo, cinema, musica, teatro. Tutti gli appuntamenti culturali della capitale

In Roma 27 marzo  

settimanale di cultura, spettacolo, cinema, musica, teatro. Tutti gli appuntamenti culturali della capitale

Advertisement