Issuu on Google+

Informazione pubblicitaria a cura della Sport Network - Allegato al

FILM | CONCERTI | SPETTACOLI | MOSTRE | ENOGASTRONOMIA | FIERE | EVENTI SPORTIVI | CORSI | ITINERARI | FUORI PORTA

L’arte DELL’abitare> P.2-3

LE MIGLIORI SOLUZIONI D’ARREDO ALLA FIERA DI ROMA CON Moa casa


coPertina

2

DiMMi Dove abiti E TI DIRĂ’ CHI SEI Dal 27 ottobre al 4 novembre il futuro dell'arredo è alla Fiera di Roma: torna “Moa Casa Autunnoâ€?

“D

alla conchiglia si può capire il molluscoâ€?, scriveva Victor Hugo, “e dalla casa l’inquilinoâ€?. Abitare lo spazio domestico vuol dire reinterpretarlo, declinarlo secondo suggestioni e affinitĂ  elettive, corrispondenze di materiali e cromature che insieme costruiscono la definizione individuale del dolce calore di casa. Declinazioni che si ritrovano alla Fiera di Roma, che dal 27 ottobre al 4 novembre ospita Moa Casa Autunno. Dal bianco, colore che torna predominante per la zona giorno, alle soluzioni piĂš ardite nei toni del caffè e della melanzana. Oltre ai colori e ai materiali (con un ritorno dei legni naturali), il futuro si caratterizza per la gestione personalizzabile dello spazio, come dimostrano i moduli di Lago, in anteprima nazionale, che sfruttano il soffitto come aggancio per far scendere men-

sole e contenitori sospesi nel vuoto. La personalizzazione passa anche per i dettagli. “Time Labâ€?, il nuovo spazio dedicato ai giovani designer, propone “tHOMEaâ€?, una serie di complementi di arredo dalla veste estremamente contemporanea: un tagliere double-face, un leggio per leggere comodamente ovunque, un set floreale di piatti e vassoi per il finger food. Presentata in anteprima assoluta a Moa Casa, la collezione è progettata interamente dagli studenti del corso di Industrial Design dell’Accademia delle Arti e Nuove Tecnologie di Roma con l’art direction di Michele Fanfulli, e prodotta da Tomea Materie Plastiche. Naturalmente, il futuro dell’arredamento non può dimenticare l’espressione della miglior tradizione artigiana che ha fatto grande lo stile italiano. PerchĂŠ in autunno, alla Fiera di Roma, il Made in Italy è di casa.

MOA CASA Edizione Autunnale Dal 27 ottobre al 4 novembre Nuova Fiera di Roma Fiumicino Ingresso Est Ingresso gratuito nei giorni feriali Ingresso sabato e festivi: 7 euro Tel 06 72900200/201 www.cooperativamoa.com

&$ 8', *,  7,  &+,  (¡ &¡

35217,$' 

$6&2/7$57 JD\KHOSOLQHLW


coPertina

3

«TRADIZIONE, NOVITÀ, MADE IN ITALY CON UN OCCHIO AL FUTURO» Massimo Prete, Presidente della Cooperativa Moa Casa, svela i segreti di una manifestazione di successo e gli impegni futuri per una maggiore crescita Partiamo da questa edizione. Quali le novità più interessanti e quali gli obiettivi? Moa Casa, giunta quest’anno alla sua XXXVIII edizione, propone sempre tutte le ultime novità dell’arredo e del design. Forte tendenza di quest’anno è un ritorno all’utilizzo di legni naturali, in particolare quercia e rovere, e la scelta di arredi dai colori neutri. Fra questi protagonista indiscusso sarà il bianco: elaborato con un effetto che richiama lo stucco veneziano per lo stile classico e opaco per l’arredamento moderno. Novità assoluta è la scelta del color melanzana, usato quest’anno per la prima volta nel settore. Non mancano rivisitazioni di mobili da collezione in chiave moderna, realizzati in materiali innovativi, e nuove soluzioni dell’abitare. Come la nuova soluzione “Weightless” che Lago presenta in anteprima a Moa Casa, composta da moduli che sfruttano il soffitto come parete di aggancio.

Massimo Prete, Presidente della Cooperativa Moa Casa

Tradizione e futuro, giovani e made in Italy. Questi come sempre i capi saldi della manifestazione. Quanto è importante questa scelta? La missione di Moa Casa è sempre stata quella di promuovere la tradizione italiana con manufatti artigianali di qualità prodotti dalle nostre aziende. La presenza di artigiani e imprese di CNA e Camera di Commercio ne sono la testimonianza. In tutto il mondo il pregio di un prodotto made in Italy è riconosciuto immediatamente. Tutto questo è possibile grazie al supporto di operatori qualificati con anni di tradizione e di esperienza alla spalle. Per evidenziare l’alto livello dei prodotti, ogni edizione è contraddistinta da iniziative a vario titolo: dagli spazi riservati ai giovani designer alle mostre a tema, ai pezzi unici firmati dai maggiori architetti, fino alle aree dedicate agli artigiani e alla ristrutturazione. Ospitando i maggiori produttori nazionali, apprezzati in tutto il mondo, Moa Casa presenta in anteprima ai visitatori i trend di design e di mercato. Sempre con un occhio al futuro: per questo motivo da anni Moa Casa dedica ai giovani designer uno spazio espositivo gratuito, vetrina nazionale e di start-up per molti dei ragazzi che hanno partecipato nelle diverse edizioni passate. Ogni appuntamento di Moa Casa ospita al suo interno un Laboratorio creativo curato dagli studenti dell’Accademia delle Arti e Nuove Tecnologie di Roma. Qual è il tema scelto per questa edizione e quali i lavori più interessanti? Quest’anno Moa Casa presenta Time Lab, un laboratorio creativo ispirato alla continua ricerca individuale ed esperienziale. Il nuovo spazio dedicato ai giovani designer vedrà protagonista la collezione tHOMEa, progettata da studenti del corso di Industrial Design dell'Accademia delle Arti e Nuove Tecnologie di Roma con l’art direction di Michele Fanfulli. Risultato del progetto è una serie di complementi di arredo dalla veste estremamente contemporanea, realizzati e prodotti da Tomea Materie Plastiche: dal tagliere double-face al leggio per leggere comodamente ovunque, dal set floreale di piatti-vassoi per il finger food alla stola da tavolo animalier. Un mix creativo nato dalle materie plastiche e dalla forma espressiva della durevolezza e dell'eleganza formale, che diventa punto di incontro tra piccola impresa e scuola. Una collaborazione di ricerca e studio sulle nuove tendenze del living e del saper fare diffuso, che i visitatori di Moa Casa potranno osservare in anteprima. Moa Casa negli anni è diventato un vero e proprio punto di riferimento per i professionisti del settore e non solo. Cosa significa per la città di Roma ospitare una manifestazione come questa? Moa Casa è una manifestazione dove trovano spazio le diverse forme dell’arredo, ma sempre all'insegna della qualità. Il principale espositore delle nostre edizioni è il mobiliere in grado di garantire un lavoro di progettazione a misura, realizzato a regola d’arte, a differenza della grande distribuzione. Senza dimenticare i servizi di assistenza tecnica, montaggio e garanzia, prestazioni sempre più richieste e apprezzate dall’utente finale. Ciò giustifica il grande successo di Moa Casa che ha esordito nel 1975 e vanta oggi una partecipazione attiva di 120 mila visitatori e 250 espositori per 30.000 metri quadri di esposizione. Moa Casa è senza dubbio una delle vetrine più importanti del settore dell’arredo e del design. Ma secondo lei, cosa manca ancora a questa manifestazione per diventare un vero e proprio punto di riferimento a livello nazionale per le fiere di settore? Dal 2000 la nostra mostra è già di rilevanza nazionale, con espositori e aziende provenienti da diverse regioni d’Italia, tutti altamente qualificati e specializzati. Decine di migliaia di visitatori a ogni edizione hanno ormai eletto Moa Casa come guida del comparto per idee proposte, progetti realizzati e, naturalmente, per la varietà di prodotti presentati sempre in linea con le ultime tendenze in fatto di arredamento e design dei maggiori brand nazionali. L’impegno è quello di consolidare queste posizioni, continuando ad offrire una manifestazione di alto livello. Una vetrina per il visitatore sempre più esigente che richiede un arredo personalizzato, evidenziando la cura nel dettaglio, nelle linee e negli oggetti proposti.

4 I PADIGLIONI In questa edizione autunnale, il pubblico sarà catturato dalla calda atmosfera fatta di design, arte, materiali pregiati e innovazione, per un arredo sempre più personalizzato.

Quali le prospettive future e quali i suoi impegni per la crescita della manifestazione nei prossimi anni? Le prospettive future sono difficili da prevedere a causa del periodo congiunturale notoriamente difficile. Nonostante la crisi economica generale che penalizza anche il mercato dell’arredamento, l’interesse verso il settore e la distribuzione che lo rappresenta sul territorio è rimasto piuttosto elevato. Anche se il primo fattore di scelta resta la convenienza dei prezzi, com’è del resto facilmente intuibile dato il periodo di stretta economica, la possibilità di toccare/provare i prodotti esposti e la presenza di personale di vendita competente e professionale sono qualità particolarmente apprezzate dall’utente finale. Da circa 40 anni Moa Casa è il felice mix di tradizione e innovazione, tra i suoi espositori sono presenti le migliori aziende italiane specializzate nel settore, il cui pregio viene valorizzato da un format espositivo progettato con lo specifico intento di far dialogare con intelligenza industria e artigianato di alto livello, classico e design, promuovendo i marchi più significativi del made in Italy.


in pelle, 2 motori a partire da 780 â‚Ź fino al 15 novembre

Via Scorticabove, 141 00198 Roma Tel. 06 - 4112251 Fax 06 - 4110587 www.industriapizzetti.it info@industriapizzetti.it

Birra, Patatine e Relax‌.


PriMo Piano

5

coLLeZionisti SI DIVENTA Dal 26 al 28 ottobre “Affordable Art Fair” all’ex Mattatoio: perché l’arte (specie ai tempi della crisi) appartiene a tutti

Villa del Arte - Johan Thunell

L’Image di Sergio Vanni

È la fiera più importante al mondo per l’arte contemporanea accessibile e approda nella Capitale con un ventaglio di capolavori adatti a portafogli di tutte le taglie

I

n principio era il Grand Tour. I giovani rampolli dell’aristocrazia se ne andavano per il Vecchio Continente a far man bassa di opere pregiate e costose. Oggi sono le opere a raggiungere SANDRO MOSCOGIURI

In alto Rinascita di Mazzocca & Pony. A destra Urban Comics 2 di George Heidweiller

il pubblico e in tempi di crisi hanno imparato a non guardare in tasca a nessuno. Dopo Londra, Amsterdam, Stoccolma, New York, Singapore, Hong-Kong e altre tappe a non finire, “Affordable Art Fair”, la fiera più importante al mondo per l’arte contemporanea accessibile, approda anche nella Capitale con un ventaglio di capolavori adatti a portafogli di tutte le taglie. Artisti forse si nasce, ma di sicuro collezionisti si diventa con le incredibili proposte dai 100 ai 5.000 euro che le oltre 50 gallerie internazionali esporranno dal 26 al 28 ottobre nello spazio de La Pelanda,

ex Mattatoio di Testaccio. Tantissime le attività e i workshop in cui sperimentare da vicino tecniche e strumenti del mestiere. E in più conferenze, art talks nell’area wine bar, una sezione speciale dedicata ai nuovi Young Talents under 35 e uno spazio Limited Edition in cui il Macro venderà delle esclusive tirature limitate. L’arte è proprio di tutti, anche dei più piccoli, che potranno imparare a viverla e a giocarla nello Spazio Bimbi riservato interamente a loro, per la gioia di mamma e papà.

I LABORATORI GRATUITI Venerdì 26 ottobre h. 15.30-18.30 Sperimentare la ceramica Sabato 27 ottobre h. 15.30-17.00 Scultura, il ritratto dal vero h. 17.30-19.00 Pittura a olio h. 19.30-21.30 Videomaker Domenica 28 ottobre h. 15.30-17.30 Scultura bassorilievo h. 18.00-20.00 Fotografia h. 18.00-20.00 Pittura a olio

L’ARTE IN vetrina “Contemporary Art in Extraordinary Shops”: dal 27 ottobre al 3 novembre i negozi del centro ospitano Vetrinale, il festival di arte contemporanea, relazionale e performativa

Nicoletta Grasso

Bella e impossibile. È così che appare l’arte agli occhi dei comuni mortali, una matrona austera e irraggiungibile chiusa dentro la teca di un museo. E se invece si trasferisse nella vetrina di un negozio? L’intuizione alla base di “Vetrinale – Contemporary Art in Extraordinary Shops” è forte abbastanza da abbattere il muro del pregiudizio: un festival di arte contemporanea, relazionale e performativa per sancire l’unione tra espressione artistica e realtà commerciali d’eccellenza. Sono 21 i negozi del centro storico che hanno raccolto la sfida. Selezionati in virtù della loro apertura

creativa e culturale, ospiteranno i frutti del talento di 30 interpreti di pittura, scultura, videoarte, fotografia, musica e danza. Opere e istallazioni firmati, tra gli altri, da Liliana Moro, Donatella Landi e NIcoletta Grasso. Unica musa ispiratrice: l’interazione con gli spazi ospitanti, nomi del calibro di Mia, Nia, Degli Effetti, Nuyorica, Loco e Nora P. I vernissage si terranno tutti sabato 27 ottobre dalle 10.30 alle 20, a cominciare dai negozi dell’area del Tridente per proseguire poi con quelli in zona Pantheon e Campo de’ Fiori, fino alle inaugurazioni conclusive del quartiere Monti dalle 18.


cineMa

6

stone, UNA “STORIA” DI CINEMA Con “Le belve”, il regista di “Platoon” ritorna all'attualità raccontando una vicenda di droga e amicizia

Blake Lively in “Le Belve”

Cast spettacolare con Taylor Kitsch, Blake Lively, Aaron Johnson, John Travolta, Uma Thurman, Benicio Del Toro, Salma Hayek ed Emile Hirsch n uomo, ma soprattutto un cineasta, con una visione molto personale della violenza. Un uomo e un cineasta che non ha rinunciato a indagare sul cuore nero dell'America, dopo che lui stesso era andato nel “Cuore di tenebra” della guerra in Vietnam, quando si arruolò volontario. Ecco che il cuore della filmografia di Oliver Stone sono gli anni Sessanta. Da quel capolavoro di inchiesta rappresentato da “JFK”, o la biografia di Jim Morrison, fino a “Pla-

U

John Travolta e Taylor Kitsch

toon”, oppure “l'altro” capolavoro, quel “Nato il 4 luglio”, tuttora la migliore interpretazione di Tom Cruise. Oliver Stone ha indagato la guerra e la pace, gli intrighi di oggi e del passato, come quando, in pieno delirio di età imperiale di Bush figlio, si dedica al progetto su Alessandro Magno, per poi girare “W”, dedicato proprio al presidente dell'11 settembre. Oliver Stone è tutto questo, contraddizioni incluse. Oggi, 25 ottobre, ritorna il tre volte premio Oscar Oliver Stone con “Le belve”, un intenso thriller che riunisce un cast di star come Taylor Kitsch, Blake Lively, Aaron Johnson, John Travolta, Uma Thurman, Benicio Del Toro, Salma Hayek, Emile Hirsch e Demian Bichir. Il film è basato sul romanzo bestseller a tinte criminali di Don Winslow, nominato dal New York Times come uno tra i migliori dieci libri del 2010. Due imprenditori di Laguna Beach, Ben (Johnson), pacifico e caritatevole buddi-

sta, e il suo migliore amico Chon (Kitsch), ex Navy Seal ed ex mercenario, conducono una lucrativa attività fatta in casa, producendo la migliore marijuana mai coltivata prima d'ora. Condividono inoltre un amore unico nel suo genere per la bellissima Ophelia (Lively). La vita è idilliaca nella loro cittadina nel sud della California, almeno fino a quando il cartello dei trafficanti della Mexican Baja decide di irrompere nei loro piani imponendosi come socio. Droga, marijuana... Stone non si è mai nascosto al riguardo come quando ricorda che, in Vietnam, si è dedicato con particolare trasporto all'uso dell’erba, tant'è che, qualche mese fa, su una nota rivista cinematografica inglese, il regista di “Platoon” si è lanciato in una minuziosa recensione dei “migliori” prodotti, divisi per epoca. Chissà se è riuscito a mettere questa sua competenza ne “Le belve”...


cineMa

7

MASSIMILIANO BRUNO AL CINEMA

10 Attore

Massimiliano Bruno dietro la macchina da presa. Sotto, Michele Placido, Ambra Angiolini, Alessandro Gassman e Raoul Bova

VIVA L’itaLia? La nuova commedia di Massimiliano Bruno, tra attualità e divertimento se un giorno un politico cominciasse a dire la verità, tutta la verità, nient’altro che la verità? Una favola? Forse, ma è la premessa del nuovo film di Massimiliano Bruno, uno che nel panorama di cinepanettoni e drammi per pochi eletti si distingue per lo sforzo di cercare sempre un cinema intelligente, divertente e che non perda mai il contatto con la realtà. Il suo “Viva l'Italia”, nelle sale da oggi 25 ottobre, sembra “Bugiardo, bugiardo” con Jim Carrey. Se nella lettura a stelle e strisce il “cattivo” è un avvocato ed è il desiderio di compleanno del figlio a costringerlo per un giorno a dire la verità, qui è la malattia a forzare il politico a essere sincero a ogni costo. Nell'immaginario del Belpaese è lui il cattivo, colui che, per definizione, dice solo menzogne. Ma anche Michele Spagnolo che sullo schermo ha il volto di Michele Placido, non solo è un nome forte, di quelli che comandano, ma ha anche famiglia. Quanto è italica questa famiglia: Riccardo, medico integerrimo e socialmente impegnato; Susanna, attrice di fiction senza alcun talento; Valerio, un buonannulla in carriera che deve tutto al padre. In oltre trent’anni di onorata carriera Michele ha sempre anteposto i suoi interessi personali a quelli della collettività ed è passato indenne attraverso i mille scandali che hanno flagellato il nostro Paese. L’ultima cosa al mondo che dovrebbe succedere ad un uomo del genere è dire la

E

10 Sceneggiature

Nel cast Raoul Bova, Michele Placido, Alessandro Gassman, Rocco Papaleo, Ambra Angiolini e Maurizio Mattioli verità. Così, dopo una notte trascorsa con una “promettente” soubrette televisiva, Michele viene colto da un malore, si salva, ma non senza conseguenze. L’apoplessia ha colpito proprio la parte del cervello che controlla i freni inibitori e ora il politico dice tutto ciò che gli passa per la testa, fa tutto quello che gli va e non ha la minima cognizione della gravità delle sue azioni. Da questo momento in poi Michele Spagnolo diventa una mina vagante per se stesso, per la famiglia e per il partito. Il cinema di Bruno, semplice ed essenzialmente divertente, ha sempre un collegamento con la realtà. Come nella sua opera prima cinematografica, quel “Nessuno mi può giudicare”, ultimo capitolo, solo in ordine di tempo, dell'importante sodalizio artistico che Bruno ha intrapreso con Paola Cortellesi, è la quotidianità più disperata a irrompere nella vita dorata dei privilegiati di questa Italia del XXI secolo. Rimasta vedova, Alice è costretta a improvvisarsi escort per pagare i debiti. Anche in “Viva l'Italia” come in “Nessuno mi può giudicare”, Bruno ritrova Raoul Bova e Rocco Papaleo.

• Barbara, regia di Angelo Orlando (1998) • Si fa presto a dire amore, regia di Enrico Brignano (1999) • Il giorno più bello, regia di Massimo Cappelli (2005) • Questa notte è ancora nostra, regia di Paolo Genovese e Luca Miniero (2008) • Feisbum! Il film, regia di Mauro Mancini (2009) • Maschi contro femmine, regia di Fausto Brizzi (2010) • Questo mondo è per te, regia di Francesco Falaschi (2010) • Nessuno mi può giudicare, regia di Massimiliano Bruno (2011) • Boris - Il film, regia di Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre, Luca Vendruscolo (2011) • Viva l'Italia, regia di Massimiliano Bruno (2012)

• Notte prima degli esami, regia di Fausto Brizzi (2006) • Notte prima degli esami - Oggi, regia di Fausto Brizzi (2007) • Questa notte è ancora nostra, regia di Paolo Genovese e Luca Miniero (2008) • Ex, regia di Fausto Brizzi (2009) • Tutto l'amore del mondo, regia di Riccardo Grandi (2010) • Balla con noi, regia di Cinzia Bomoll (2011) • Maschi contro femmine, regia di Fausto Brizzi (2010) • Femmine contro maschi, regia di Fausto Brizzi (2011) • Nessuno mi può giudicare, regia di Massimiliano Bruno (2011) • Viva l'Italia, regia di Massimiliano Bruno (2012)

2 Regista Rocco Papaleo

• Nessuno mi può giudicare (2011) • Viva l'Italia (2012)


Musica

8

rose D’IRLANDA I Cranberries all'Auditorium Parco della Musica per uno straordinario concerto la notte di Halloween

T

ra zucche e rose... al sapore di mirtilli. L’Auditorium di Roma festeggia i dieci anni di vita e per Halloween regala e si regala un concerto speciale. Torna la voce unica di Dolores O’Riordan. Tornano i Cranberries, il 31 ottobre alla Sala Santa Cecilia, con i brani dell'ultimo album, “Roses” e gli evergreen come “Zombie”, probabilmente la loro canzone più celebre. Una carriera di tensioni, di scioglimenti e di ritorni, quella che inizia nel 1989 a Limerick.

concerti

25-31 ottobre

L’Irlanda è in grande fermento musicale: ci sono gli U2, i Clannad, Enya, gli Hot House Flowers e Sinead O'Connor. Nel 1992 pubblicano l’album di debutto “Everybody Else Is Doing It So Why Can’t We?”, seguito da “No Need To Argue” del 1994 che vende 12 milioni di copie. Nuovi riconoscimenti arrivano da “To The Faithful Departed”, che esce nel 1996 ed è prodotto da Bruce Fairbairn (Aerosmith, Bon Jovi, AC/DC). Quello che più affascina è lo stile privo di fronzoli del gruppo,

25 21.30

XIU XIU Lanificio 159

in cui la musica non riempie i vuoti ma respira al ritmo della voce insieme raffinata e selvaggia di Dolores O’Riordan. Dopo “Bury the Hatchet”, in vetta alle classifiche in 17 Paesi, si lanciano in una tournée da 110 concerti in cinque continenti. Il nuovo millennio si apre con “Wake Up And Smell The Coffee”. Ma non è del tutto un buongiorno. Tre anni dopo la band si scioglie. Si ritrova nel 2009, per una performance acustica in occasione della consegna della laurea honoris causa a Do-

26

RITA MARCOTULLI Auditorium Parco della Musica

21.00

lores O’ Riordan al Trinity College nel 2009. «Nel momento in cui abbiamo incominciato a suonare ho capito che non ci saremmo mai più fermati», ricorda Dolores. «C’è qualcosa di speciale nel suonare con i Cranberries. È come indossare un paio di scarpe perfette. Ti vanno bene». Talmente bene da partire per un reunion tour che li ha portati per la prima volta in Cina e da iniziare a lavorare al nuovo album con un rinnovato senso di freschezza. E se son Roses...

26

BRUSCO Crossroads Live CLUB

21.30

corso per bambini dai ai anni Associazione Artistico Culturale

di SIMONETTA GAGLIANO (docente di Pittura Università Rufa) “Giocare con l’Arte, capiranno così piccoli? Capiranno cos’è l’Arte? Capire cos’è l’Arte, è una preoccupazione (inutile) dell’adulto, capire come si fa a farla è invece interesse autentico del bambino”. (B. Munari; Arte come gioco).

corso per adolescenti anni in poi... dai I corsi si svolgeranno nei giorni di lunedì, giovedì, venerdi… Dalle ore 17.00 alle ore 19.00 (venerdi, dalle ore 15.00 alle ore 17.00, corso per adolescenti; dalle ore 17.00 alle ore 19.00 per bambini dai 5 ai 12 anni).

Via Lariana, 14 - 00199 Roma - cell. 339 7644860 www.juniorartacademy.it - info@juniorartacademy.it


Musica

9

DAL cineMa ALLA Musica Violante Placido abbandona il set per imbracciare la chitarra e salire sul palco del Crossroads Live Club il 25 ottobre al fianco di LeLe Battista

LA scuoLa CHE FORMA I Musicisti DI DoMani La Mississippi Music School, attiva a Roma da oltre 25 anni, ha lanciato grandi talenti affermatisi poi a livello italiano e internazionale

U

na delle più affascinanti ed eclettiche attrici italiane sveste i panni di scena per imbracciare la chitarra e dare libero sfogo al suo primo grande amore: la musica. Un amore con lo strumento a sei corde per nulla improvvisato per Violante Placido aka Viola, ma iniziato nell’intimità della sua stanza e coltivato sui set cinematografici dove tra un ciak e l’altro ha

27 21.00

L’attrice ha collaborato con Bugo nel singolo “Amore mio infinito”e con Mauro Ermanno Giovanardi nella cover di “Bang Bang” firmato il suo primo disco “Don’t be shy”. Un lavoro che non rappresenta un “capriccio” dell’attrice poiché alla sua pubblicazione sono seguite inedite collaborazioni con Bugo prima, nel singolo “Amore mio infinito”, e

ANNALISA Auditorium Conciliazione

30 21.00

con Mauro Ermanno Giovanardi poi con il quale ha interpretato la storica “Bang Bang” inclusa nell’album “Ho sognato troppo l’altra notte?”. Collaborazioni alle quali Violante Placido sembra aver preso gusto ed è così

GIANLUCA PETRELLA Auditorium Parco della Musica

che il prossimo 25 ottobre salirà sul palco del Crossroads Live Club al fianco di LeLe Battista per una serata tutta da gustare all’insegna della musica d’autore. Una collaborazione che proseguirà anche negli studi di registrazione dove Viola è impegnata alla lavorazione del suo secondo album, che vede proprio il contributo di LeLe Battista insieme a quello di Leziero Rescigno e Gaben.

31 21.00

TONY CERQUA GANG Big Mama

Dai suoi corsi di insegnamento sono usciti musicisti che tuttora fanno parte del panorama italiano e internazionale. È un vero e proprio laboratorio di formazione di talenti musicali quello della Mississippi Music School, che va avanti da oltre 25 anni e ancora oggi mantiene vivo l’impegno culturale e didattico attraverso corsi a livello professionale rivolti a bambini, ragazzi e adulti. Gli allievi qui trovano un luogo dove non solo apprendono la musica, ma hanno la possibilità di confrontarsi quotidianamente tra loro e con i propri insegnanti, mettendo a frutto le proprie esperienze, grazie a programmi di studio specifici per jazz, pop, rock ecc. La struttura del Mississippi è efficiente e completa, con docenti molto preparati, una biblioteca ben fornita, strumenti a disposizione degli allievi e aule per lo studio al di fuori delle lezioni. I corsi – ai quali ci si può iscrivere in ogni periodo dell’anno – sono rivolti a ragazzi e adulti e ai bambini. Nel primo caso, è suddiviso in quattro anni o livelli con lezioni individuali di strumento e collettive di solfeggio, teoria musicale e laboratorio di musica d’insieme o coro. Per i più piccoli, il corso è mirato all’insegnamento più ampio della musica, attraverso il gioco, i colori, il canto e l’ascolto. La Mississippi Music School porta avanti l'iniziativa "Lo strumento te lo diamo noi", atta a promuovere l’insegnamento della musica, fornendo ai nuovi iscritti, lo strumento che intendono apprendere. La Mississippi organizza anche corsi di musica d’insieme, rivolta a chi già sa suonare o uno strumento o a gruppi musicali che desiderano migliorare il proprio stile. Mississippi Music School Borgo Angelico 18-a - Tel. 06 68806348 Email: mjschool@mjsound.it www.mjsound.it

31

JOE JACKSON Auditorium Parco della Musica

21.00

Arte Orafa Gioielleria

ORO BIANCO 18KT BT 0,35 ct Z 9,00 ct

P.zza della Maddalena, 1/A 00186 Roma Tel. 06.68808039 www.arte-orafa.com

ORO BIANCO 18 KT BT 0,50 ct PERLA COLTIVATA


teatro

10 VALERIO IACOBINI - ARTMOBBING.IT

A teatro, TRA MOGLIE E MARITO Sul palco del Parioli Peppino De Filippo divertenti frammenti di vita di coppia in “Cani e gatti”

I

n alcuni casi, il teatro è una questione di grande artista e a una grande tradizione arfamiglia. Al Parioli Peppino De Filippo, Lui- tistica che Peppino De Filippo ha onorato. Nei gi, figlio del grande Peppino, porta in sce- prossimi mesi, il pubblico che affollerà la sala na per l'apertura di via Borsi potrà della stagione 2012scegliere tra il teatro 2013 “Cani e gatti dei De Filippo, di ScarLa stagione del teatro di via (Marito e moglie)” del petta, di Shakespeare, nonno, Eduardo Scardi Goldoni, di Molière, Giosuè Borsi continuerà con petta. Una commedia Margerite Yourcenar, tanti attesissimi protagonisti di sorprendente atPlauto, Neil Simon, Arcome Giorgio Albertazzi, tualità, che conferma mando Curcio o novità Debora Caprioglio, Marco ancora una volta la italiane come Daniele Messeri e Corinne Clery validità del teatro di Falleri. grande tradizione Assieme a Luigi De Filnapoletana.«In un moippo ci saranno promento come quello che viviamo, nel quale il tagonisti artisti come Giorgio Albertazzi, Maumatrimonio fra i giovani è in crisi, questa com- rizio Scaparro, Debora Caprioglio, Marco media racconta con umorismo ed ironia di Messeri, Corinne Cléry, Franco Oppini, un’anziana coppia di coniugi costretti, loro mal- Domenico Pantano, Gaia De Laurentiis, Valeria grado, a fingersi in chiassosa lite per mostrare Ciangottini, Stefano Artissunch, Andrea Ronalla figlia, da poco sposata e sempre in con- cato, Monica Scattini, Pia Engleberth, Roberflitto col marito, quanto sia dannoso e peri- ta Giarrusso, Mario Zucca, Marina Thovez e coloso litigare a causa dell’eccessiva gelosia». tanti altri. Ci sarà il teatro per bambini, conParole di Luigi De Filippo, regista e interprete certi, l’evento-spettacolo del Burlesque, il oramai affermato come una delle personalità tango argentino di Los Hermanos. più rappresentative e autorevoli del teatro napoletano, è un protagonista di eccezionale Info misura comica insieme a una compagnia di Teatro Parioli Peppino De Filippo undici giovani attori. Via Giosuè Borsi 20 È la seconda stagione alla direzione artistica tel 06 8073040 del Teatro Parioli, dedicato, fin dal nome, a un www.teatropariolipeppinodefilippo.it


arte

11

PERCORRENDO LA “via DeLLa seta” Al Palazzo delle Esposizioni, “Silk road” per ripercorrere il cammino da Oriente a Occidente OMAGGIO A FABRIZIO DE ANDRÈ A ROCCA DI PAPA UNA MOSTRA DEDICATA AL GRANDE CANTAUTORE

Coppa in pasta vitrea turchese - Iran (Khorasan)

Tamburo decorato contenente pelle di bue domestico Bos taurus, Cina, fine XIX sec.

Ricostruzione del mercato di Turfan

S

i provi a immaginare carovane di cammelli carichi di seta, mercanti, faticosi viaggi su dune roventi, aspri terreni montuosi. Si provi a sentire l’odore delle spezie, a farsi accecare da pietre preziose. Si è sulla “Via della Seta”, una volta descritta come la “prima strada di comunicazione mondiale”, in realtà un intreccio di itinerari che si estendevano per tutta la Cina attraverso l’Asia e in direzione dell’Europa. Trasformarsi per un giorno in coraggioso mercante e ripercorrere questa strada espressione delle culture e delle terre che l’attraversavano. Con la fantasia si può tutto e ad aiutarla arriva una mostra dedicata interamente alla Via della Seta, “Silk road” dal 27 ottobre al 10 marzo al Palazzo delle Esposizioni. Organizzata in collaborazione con l’Ame-

rican Museum of Natural History di New York, la mostra è un viaggio che ripercorre il cammino da oriente a occidente nel periodo tra il VII e il XIV secolo d.C. attraverso la ricostruzione di quattro città simbolo: Chang'an, l'odierna Xi'an, la capitale cosmopolita della dinastia cinese dei Tang; Turfan, città-oasi del deserto del Gobi; Samarcanda, grande centro mercantile e culturale; e infine Baghdad, capitale del mondo islamico e sede del califfato. In più una sezione speciale dedicata alle città italiane (in particolare Venezia e Genova) e alla loro relazione con l’estremo Oriente negli ultimi secoli del Medioevo. Una mostra che in realtà diventa una raccolta di secoli di storia, un incontro con popoli e culture lontane.

RISTORANTE PIZZERIA

e antipasti di mar Girandola di 10 a di scampi em risotto alla cr ngole veraci spaghetti alle vo e assaggio e sc grigliata di pe lamari di frittura di ca isti m ni or cont della casa no vi e a qu ac caffè -

Euro 30,00

Antipasto misto di affettati fagioli con le cotiche trippa alla romana grigliata di carne no stop contorni misti caffè acqua vino o birra

Euro 25,00

Misto di fritti Bruschette mis te Pizza a volontà Dolce della ca 1 Bibita o 1 Birr sa a piccola

Euro 12,00

Via Palombarese, 313 - S. Lucia di Fonte Nuova (Rm) Tel. 06.9051636 anticaroma@ristorante-anticaroma.com - riccardobaretta378@vodafone.it www.ristoranteanticaroma.it

“Omaggio a Fabrizio De Andrè” è nato con l'intento di divulgare l'opera del cantautore genovese e ricordarne il valore artistico, poetico e culturale, una mostra a carattere itinerante costituita dall'intera discografia, bibliografia e altro materiale interessante (stampe, riviste, foto, poster) del cantautore genovese. A cura di Miki Inverno, la mostra è patroncinata dalla Fondazione De Andrè e offre una rappresentazione a 360° dell’artista attraverso libri, foto e soprattutto i vinili, quei dischi che rappresentano tuttora un pezzo importante della storia della musica italiana. “Omaggio a Fabrizio De Andrè” continua fino al 28 ottobre alla Sala 1° Piano Ex Poste di Via del Duomo 8 a Rocca di Papa


gusto

12

LA FRONTIERA DEL gusto L’arte culinaria di Roma e le nuove idee che cambiano il nostro modo di mangiare

1987-2012 venticinque anni di grandi successi

© SHAWN HEMPEL - FOTOLIA.COM

ucina molecolare, questa sconosciuta. Si tratta di volgere a proprio vantaggio le leggi della chimica e della fisica. Così è possibile cucinare utilizzando procedimenti che lasciano a bocca aperta. Come il gelato istantaneo, ad esempio. Si possono cuocere le uova utilizzando alcool etilico a 90 gradi, che è in grado di coagulare le proteine dell’uovo e renderlo quindi solido, senza alterarne il sapore, il pesce (avvolto in foglie di porro e cotto in una miscela di zuccheri fusi al posto dell’olio con tempi di cottura dimezzati), il gelato istantaneo con azoto liquido a -196 °C che permette di gustare un gelato di sapore intenso senza che la bocca si raffreddi. La cucina molecolare tratta i cibi come singole particelle che reagiscono a determinate reazioni e non come massa globale da considerare per l’intero. Si tratta di una disciplina nata dai mille ri-

C XVII Edizione

27-30 ottobre 2012 FIERA INTERNAZIONALE Panificazione, Pasticceria, Gelateria, Bomboniera, Confezionamento, Pizzeria, Birra, Vini, Ristorazione, Pasta fresca, Bar, Pubblici Esercizi & Hotel. INTERNATIONAL EXHIBITION Bakery, Confectionery, Ice-cream, Bombonnière, Packaging, Pizza, Beer, Wines, Restaurant, Egg-noodles, Bar, Public Services & Hotel.

D.M.P. SRL 00163 Roma Via del Fontanile Arenato 144 Tel./Fax 06-6634333 r.a. www.dmpsrl.eu

info@dmpsrl.eu

voli della nouvelle cuisine, che in Italia (e nella Capitale) non ha mai attecchito del tutto. Malgrado ciò, incontriamo alcune esperienze che, in un modo o nell’altro si richiamano a questo tipo di tradizione. Come Hostaria Glass, nel cuore di Trastevere, è un’esperienza che tende a coinvolgere tutti i sensi, dal design fino a una cucina fantasiosamente moderna. Una peculiarità rinverdita dallo chef Cristina Bowerman. All’Oro di via Eleonora Duse si vanta di trasformare la tradizione per farla diventare moderna ed è un’esperienza da provare. Ma la cucina molecolare e la nouvelle cuisine non sono da sperimentare solo in un’esclusiva serata mondana. Alcune tecniche sono facilmente esportabili anche a casa nostra. Proprio il principio guida dello sfruttare le caratteristiche chimiche dei componenti degli alimenti, ci aiuta a gustare meglio i nostri piatti o sem-

plicemente renderli più nutrienti. Le verdure sono una importantissima fonte di vitamine ma il rischio è di perderle con la cottura. Come cucinare, dunque, senza perdere le sostanze nutritive importanti? Il segreto può essere la cottura al vapore che, sebbene non consenta di salvare la totalità delle vitamine presenti negli alimenti a causa del calore, ne salva buona parte. La cottura senza acqua è il miglior modo di prepararle in quanto non fa perdere molte vitamine: in questo un prezioso alleato è il forno a microonde che presenta numerosi vantaggi dal punto di vista nutrizionale. La cottura è breve e le vitamine, molto sensibili al calore, non vengono eliminate. Inoltre non essendoci acqua, esse non vengono disperse in alcun liquido di cottura. Oppure si potrebbe bere l’acqua della bollitura ma non pensiamo la cosa possa incontrare il gusto di molti...

> iL saLone DeLLa ristoraZione Dal 27 al 30 ottobre alla Fiera di Roma, PA.BO.GEL, l’appuntamento per scoprire tutte le evoluzioni del comparto Il Salone internazionale biennale dei prodotti e delle attrezzature del settore food e della filiera del grano, Pa.Bo.Gel. si tiene dal 27 al 30 ottobre alla Fiera di Roma. Si rivolge agli operatori dei settori della panificazione, pasticceria, gelateria, enogastronomia, ristorazione, e ai proprietari di bar, pizzerie e pubblici esercizi, offrendo una panoramica a 360 gradi sull'evoluzione della ristorazione e sulle opportunità commerciali che i vari comparti offrono: nuovi format commerciali, soluzioni concrete di tecnologie, allestimenti, attrezzature, macchinari e materie prime. Tante novità saranno presentate nei padiglioni della Nuova Fiera di Roma durante i quattro giorni di manifestazione nell’ambito della quale non mancheranno incontri e dibattiti aperti anche e soprattutto ai visitatori su temi di scottante attualità che meritano attenzione e riflessione oltre a una ricerca intelligente di soluzioni adatte e applicabili al momento che stiamo vivendo. Così la 17ma Edizione di PA.BO.GEL ribadirà l’amore per la professione, la soddisfazione per i risultati che nonostante tutto riesce ad ottenere da quasi due decenni, molle che non potranno mai essere scaricate e che sempre spingeranno i nostri operatori a migliorare la qualità e la quantità del loro operato.


gusto

13

DoLcetto O SCHERZETTO?

Alla Maison du Chocolat di Acilia la risposta è scontata

“R

endere bello il buono che offriamo” è la mission di Maison du Chocolat e cosa c’è di più buono del cioccolato? Fondente, al latte o bianco che sia? Valentina De Carolis e il suo compagno Daniele Massimi hanno abbracciato la famiglia Maison e aperto una propria boutique ad Acilia. I più golosi e non, entrando, vengono da subito avvolti dall’aroma inebriante della cioccolata calda e del cioccolato speziato, delle praline, delle truffes cremose e ripiene e dei marron glacés ricoperti al fondente. Tutto preparato con materie prime di ottima qualità. «I nostri prodotti, dalle forme di cioccola-

to alle tavolette fino agli agrumi ricoperti al fondente sono fatti con i cacao pregiati del Sud America, tutti attentamente selezionati per dare vita a tavolette di differenti provenienze (Ecuador, San Felipe) e gradazioni di cacao (63%, 73%, 75%)» precisa la proprietaria Valentina De Carolis. Oltre ad espositori in cui è possibile trovare le forme di cioccolato più svariate (simpatici animaletti, cucchiaini, domino) rigorosamente fatte a mano, il locale dispone anche di una gelateria e pasticceria. Fino a 30 gusti di gelato avvolti, su richiesta del cliente, da cioccolata calda. La pasticceria propone diverse torte, dalle più classiche come la torta tipo Sacher alle particolari

come la frolla ripiena di ganache al cioccolato e scorze d’arancia. Per Halloween alla domanda “dolcetto o scherzetto?” niente paura, la Maison du Chocolat non deluderà con zucche di cioccolato travestite da portagioie da riempire con veri e propri gioielli come praline, truffes cremini e altre prelibatezze. Insomma, bussare alla porta di Maison du Chocolat conviene. Maison du Chocolat Roma Acilia Via di Acilia, 69 – Tel 06 45664873 acilia@maisonduchocolat.it www.maisonduchocolat.it/ Facebook: Maison du Chocolat Roma Acilia

> saPori Di grecia Dal 1999 il ristorante Akropolis porta la migliore tradizione gastronomica greca nel cuore di Trastevere Il riverbero del sole sugli scorci di case bianche che si stagliano contro l’azzurro del mare. I nostalgici della Grecia da cartolina farebbero bene a riemergere dai ricordi d’estate e a puntare la bussola verso un luogo speciale dove riviverne profumi e sapori senza allontanarsi dalla propria città. Consigliato dalle migliori guide enogastronomiche, Akropolis è il primo ristorante tradizionale che dal 1999 porta un boccone di gusto greco nel cuore della vecchia Roma trasteverina. La gestione vale la garanzia di autenticità: con cura e dedizione mai spente, il titolare Antonis Militsis, cretese Doc, seleziona e importa con l’aiuto del figlio Gabriele solo il meglio dei prodotti della sua terra d’origine, per trasformarli poi in una vasta gamma di specialità preparate in casa rigorosamente con olio extravergine di oliva cretese. Dagli antipasti ai dolci, il menu è un concentrato di qualità e fantasia: a cominciare dai dolmades, deliziosi involtini di foglie di vite ripieni di riso aromatizzato alla menta, per proseguire con polpette di polpo o di pomodoro, agnello con prugne e mandorle ingolosito da un tocco di miele, peperoncini ripieni di feta e ricotta fino all’imperdibile yogurt con marmellata di rose. All’interno della taverna i clienti potranno inoltre acquistare una selezione di prelibatezze artigianali per continuare il viaggio del gusto anche di ritorno a casa. Ristorante greco Akropolis Via San Francesco a Ripa, 103 Tel 06 58332600 www.akropolistavernagreca.com

> aMerican stYLe aL tribeca caFÉ Dove il gusto italiano si unisce alle atmosfere della Grande Mela New York, simbolo del sogno americano è lì che nella parte sud di Manhattan prende vita il quartiere TriBeCa dove i magazzini e le architetture commerciali riconvertiti in loft lo hanno reso un’area residenziale e alla moda. Strano ma vero, nella Capitale è possibile rivivere la stessa atmosfera al Tribeca Café dove l’architettura industriale di mattoni, il parquet scuro, i mobili in legno e i libri d’arte e fotografie creano la piacevole illusione di trovarsi nella Grande Mela, a Manhattan, per una piccola e virtuale realizzazione del sogno americano. Un sogno voluto, realizzato e gestito dai proprietari Alberto e Gianfranco. Al Tribeca si comincia fin dalla mattina presto con l’American breakfast, ma anche la colazione italiana con il classico cornetto e si arriva fino alla sera con l’happy hour a partire dalle 18 con spuntini preparati sul momento. I clienti possono rilassarsi non solo gustando le specialità dello chef, ma anche con la lettura di libri e giornali che trovano spazio all’interno del Tribeca. Tra i piatti migliori dello chef Ernesto Danese: maltagliati con ricotta di bufala e fiori di zucca e insalata con pollo, avocado, grana, bufala e salmone affumicato per finire con il semifreddo croccante di nocciole. Periodicamente vengono offerte serate di degustazione di vini accompagnate da un ricco buffet e allietate da una vocalist. Si è in tempo per i prossimi appuntamenti previsti il 16, 23 e 30 novembre. Un angolo d’arte e cibo dove il binomio tra gusto italiano e stile newyorkese trova un proprio spazio. Tribeca Cafè Via Messina, 29 – Tel 06 44250923 www.tribecacafe.net


gusto

14

SOLO IL MEGLIO NEL Piatto CHICCHE POCO CONOSCIUTE IN CITTÀ, LUOGHI DI INCONTRO E DI GUSTO SCELTI APPOSITAMENTE PER UNA SERATA PERFETTA

ENOTECHE

TRATTORIE

CIOCCOLATERIE

CUL DE SAC

TRATTORIA DER PALLARO

GIULIANI

Storica enoteca di Roma, offre una selezione di 1.500 etichette di vino e piatti di produzione propria sia tipici della cucina romana (trippa, coda alla vaccinara) sia internazionali (zuppa di cipolle, crema di lenticchie). www.enotecaculdesac.com Via P. Pasquino, 73 – Tel 06 68801094 Zona Piazza Navona

Si mangia quello che propone il menu del giorno ed è tutto fatto a mano. La cucina è quella della tradizione romana e qui semplicità e genuinità sono le due parole d’ordine. Per scoprire le radici romane è una tappa obbligata della Capitale. www.trattoriaderpallaro.com Largo Pallaro, 15 – Tel 06 68801488 Zona Campo de’ fiori

Cioccolateria dal 1949, elabora artigianalmente prodotti di alta qualità, oltre ai cioccolatini, maron glacés, frutta farcita e secca, creme e confetture. Grande attenzione per le materie prime e cura nella creazione dei prodotti offerti. www.marronglaces.it Via Paolo Emilio – Tel 06 3243548 Zona San Pietro

BUCCONE

LA GATTABUIA

CIOCCOLARIUM

Da osteria a enoteca, non solo vini però, ma un’ampia offerta di prodotti alimentari (pasta, miele, marmellate) e un ristorante che oltre ai primi e secondi di carne offre ricchi piatti di pesce affumicato. www.enotecabuccone.com Via di Ripetta, 19- Tel 06 3612154 Zona Piazza del Popolo

In una taverna seicentesca il menu del locale spazia dagli antipasti, fritti, vegetali, grigliate di verdura e piatti tipici romani, ma anche proposte dallo chef come il patè di zucchine, gli strozzapreti porcini e tartufi e le orecchiette alla Norma. www.lagattabuia.jimdo.com Via del Porto, 1 – Tel 06 584813 Zona Trastevere

Tante creazioni di altissima qualità, una vera cioccolateria artigianale di Roma. Oltre a una variegata scelta di prodotti offre la possibilità di personalizzarli. Il cioccolato è puro e il cacao proviene da selezionate piantagioni. www.cioccolarium.com Corso Trieste, 74/76 – Tel 06 9794461 Zona Quartiere Trieste

GEP

FELICE A TESTACCIO

Un’enoteca, ma anche una caffetteria e un locale per aperitivo a cui si è aggiunto un servizio di piccola ristorazione per la pausa pranzo e per la cena. L’aperitivo è consolidato da tempo con degustazioni di salumi, formaggi e specialità regionali. www.gep.it Via Massaciuccoli, 16-18 – Tel 06 86328792 Zona Nomentana

Tradizione romanesca, ogni giorno della settimana corrisponde a un diverso piatto della tradizione. Da Felice a Testaccio anche una cantina unica con circa 200 etichette. Dal menu una cacio e pepe mantecata direttamente al tavolo. www.feliceatestaccio.it Via Mastro Giorgio, 29 – Tel 06 5746800 Zona Testaccio

SULLE ALI DEL CIOCCOLATO

Menu della tradizione capitolina con un’attenzione particolare al pesce: tartar, crostacei, crudi ed elaborazoni di piatti sul momento, nonché cartocci con il pescato di giornata. Per mangiare alla romana, amatriciana e abbacchio. www.argalletto.it Piazza Farnese, 104 – Tel 06 6861714 Zona Campo de’ Fiori

Non una semplice cioccolateria, ma un choco travel club, ovvero un emporio del gusto e un’agenzia di viaggi. Assaggiare il cioccolato proveniente da ogni parte del mondo e poi visitare il luogo di provenienza di quel cacao specifico. www.sullealidelcioccolatotm.com Via di Torre Argentina, 80 – Tel 06 68193343 Zona Torre Argentina

Compacta

AR GALLETTO

IIN N OGNI OGNI MOMENTO MOMENTO D DELLA ELLA G GIORNATA,UN IORNATA,UN M MOMENTO OMENTO PER PER TE TE D Dalle alle 8 alle alle 1 11, 1, B Breakfast. reakfast. La La colazione colazione taliana taliana con con cornetti pasticceria cornetti di di p asticceria e ilil b breakfast reakffast internazionale. internazionale.

D Dalle alle 12 12 a alle lle 1 15, 5, L Lunch. unch. Il pranzo pranzo di di lavoro lavoro e di di Il piacere, piacere, un’appuntamento un’appuntamento con buona con la la b uona cucina. cucina.

Dalle 1 Dalle 18 8 alle alle 23, 23, Happy Happy Hour. Hour. L’aperitivo con con buffet buffet di di piatti piatti L’aperitivo caldi, dopo dopo un un museo museo o prima prima caldi, di un un cinema. cinema. di

Tribeca Cafè Tribeca Cafè V ia Messina, Messina, 2 9R oma Via 29 Roma ttel. el. 06 06 44250923 44250923 www.tribecacafe.net w ww.tribecacafe.net iinfo@tribecacafe.net nfo@tribecacafe.net


gusto

15

PIADINERIE TIME

LA CAVEJA

GIANGUSTO

Una sfogliata prodotta secondo la tradizione romagnola con una variante più dietetica nella lavorazione, lo strutto è stato sostituito con la margarina vegetale. Abbinamenti classici con lo squacquerone e più di 100 gusti dai sapori del Belpaese. www.la-caveja.it Via Flavia, 70 Zona via XX Settembre

Piadine e rotoloni dai gusti classici come la crudo, mozzarella e lattuga ai più saporiti come la piada con salame, scamorza e rucola. GianGusto è il nuovo marchio franchising di L’altraPiadineria amante dei prodotti gustosi della tradizione italiana. www.giangusto.it Via Tuscolana, 335 – Tel 06 7843385 Zona Furio Camillo

PIADINA PIÙ

PIADINA FIAMMA

Friabile, leggera e dorata, la piadina viene arricchita dai menu con bibite, insalate e patatine. Sono personalizzabili, ma l’offerta è comunque ricca. Divise in quattro categorie, le piadine sono: più classiche, più sfiziose, più speciali, più insalate. www.piadinapiu.it Via Oderisi da Gubbio 184 - Tel 06 5591380 Zona San Paolo

La piadina è quella in stile Forlì, più alta rispetto a quella di Rimini o Ravenna. La piadineria offre anche il crescione, molto simile al calzone ma più piatto. Personalizzabile la piada, preparata sul momento con gli ingredienti richiesti. www.facebook.com/PiadinaFiamma Via Polinesia, 20 - Ostia

LA PIADINERIA

LORD LICHFIELD

MISS PIADINA

Nasce nel 1994 nel centro di Brescia e poco dopo è franchising. A Roma ha diversi punti vendita. Dal menu le piadine consigliate, quelle per l’inverno e la versione dolce per chiudere in bellezza. In più cascioni e rotoli. www.lapiadineria.com Corso Vittorio Emanuele II, 275 – Tel 06 68802220 Zona Campo De’ Fiori

Le piadine sono preparate con impasti semplici e farce gustose. La piadina consigliata da Lord Lichfield è farcita con gamberetti, brie, rucola, tabasco e salsa rosa. Il locale è un pub, oltre alle piadine anche focacce, panini e tanta birra. www.lordlichfield.it Via Luca Valerio, 19 – Tel 06 5582799 Zona Portuense

L’impasto è light con l’olio d’oliva al posto dello strutto. Davvero particolari le farciture come la piadina con fichi e prosciutto o quella con bresaola, zucchine al limone e mozzarella. Non mancano i rotoli e i formati speciali. www.misspiadina.it Via Giulio Rocco, 65 – Tel Tel 06 31056572 Zona Garbatella

Immerso nel Centro Storico propone diverse farciture, oltre al dolce e salato, anche farciture di mare e di terra. La piada viene stesa, cotta e farcita sul momento con prodotti dop, igp e di produzione propria come le confetture. www.piadineriatime.com Piazza del Teatro di Pompeo, 3 – 06 45504430 Campo De’ Fiori

PIADINA 4 U

AMARCORD PIADINA

Una piadina senza grassi idrogenati e animali, ma solo con grassi polinsaturi. Una piadina altamente digeribile, farcita con prodotti di qualità e offerta anche nella versione integrale con prosciutto cotto con Omega 3. www.piadina4u.it Piazza dei Consoli, 5/6 – Tel 06 64731891 Zona Tuscolana

Piadine allo strutto e all’olio d’oliva farcite con verdure fresche, salumi e saporiti formaggi. Abbondante l’offerta di piadine preparate sul momento e personalizzabili per accontentare le richieste del cliente. Via San Giovanni in Laterano, 162/164 Zona San Giovanni Tel. 347 7679342


news

16

aPPOSTA PER TE! Tecnologia e innovazione protagoniste fino al 28 ottobre al Centro Commerciale Euroma2 fruttare i dati resi pubblici e messi a disposizione da Roma Capitale grazie alle innovazioni tecnologiche per offrire un servizio ai cittadini. È questa l’iniziativa promossa dal sindaco Gianni Alemanno che ha reso, infatti, disponibili on line sul nuovo portale dedicato (http://dati.comune.roma.it) agli open data che saranno i protagonisti di un’iniziativa speciale Apps4Roma ospitata dal Centro Commerciale Euroma2. Sino al 28 ottobre è aperto un concorso d’idee per lo

S

sviluppo di nuove applicazioni che vedrà coinvolte sia le aziende che i singoli cittadini, che potranno presentare le proprie applicazioni pensate per rendere gli open data utili a tutti e di immediata consultazione. Tutte le applicazioni sviluppate, consultabili in loco grazie a postazioni temporanee, passeranno al vaglio di una giuria di esperti e in base alle opinioni raccolte tra i cittadini mediante sondaggi online, verranno premiate le migliori nel corso di una cerimonia pubblica che si terrà il 28 ottobre alle ore 17.00.

PROFESSIONALITÀ E quaLità Il meglio dell’arredo imbottito, dalla poltrona al divano, in qualsivoglia entità e natura firmato Pizzetti Rilassarsi comodamente su una poltrona reclinabile. Un’esigenza che da oltre 50 anni l’industria Pizzetti soddisfa con professionalità e innovazione. Lo stesso spirito e lo stesso standard qualitativo che l’azienda ha esteso alla produzione di altri settori del mobile imbottito. Grazie all’impegno della proprietà e all’utilizzo di nuove tecnologie, infatti, l’azienda ha incrementato enormemente la propria produttività pur conservando la massima qualità e il carattere artigianale dei propri prodotti. Un successo reso possibile anche grazie al prezioso contributo di designer e responsabili di produzione con oltre 40 anni di esperienza nel settore del mobile imbottito e contract ad alta specializzazione di prodotto. Esperienza che Pizzetti mette a disposizione dei suoi

clienti soddisfacendo ogni richiesta: divani su misura, progetti di arredamenti per privati, alberghi, enti e commesse di qualsivoglia entità e natura. Il tutto in tempi di realizzazione brevissimi e garantendo quella qualità e professionalità che da 50 anni caratterizza l’Azienda Pizzetti. Si ricorda, inoltre, che recentemente è stato aperto un nuovo showroom in Roma Tiburtina all’altezza del GRA ove è possibile visionare l’intera campionatura oltre che poter usufruire delle sensazionali offerte nello spazio outlet. Via Scorticabove, 141 Tel 06 4112251 www.industriadellapoltronapizzetti.it info@industriapizzetti.it

gaY HeLP Line FA IL TIFO PER TE Immaginiamo un campo di calcio, una competizione sportiva e immaginiamo che a vincere sia lo spirito di squadra, l’amicizia, il sostegno, la solidarietà reciproca, la passione per lo sport, per la vita. Tutto questo ha ispirato la campagna di comunicazione di quest’anno della Gay Help Line, la linea verde anti omofobia del Gay Center. “Nelle sfide quotidiane c’è chi ti giudica, chi ti ascolta, chi

ti sta accanto, chi ti sostiene. Gay Help Line fa il tifo per te. Chiama l’800.713.713. Siamo pronti ad ascoltarti”. Questo lo spot che vuole raggiungere soprattutto i più giovani e che vuole dare un segnale anche a quel mondo del calcio dove ancora la parola gay è abbastanza un tabù. Alla Gay Help Line si rivolgono in molti che vogliono sostegno legale, psicologico, nei rapporti

familiari e con gli amici, sostegno medico per la prevenzione o la cura delle malattie sessualmente trasmissibili, che sono vittime di atti di omofobia e di aggressioni. Con una media di 2.000 contatti al mese Gay Help Line dall’inizio del servizio ha raggiunto circa 120mila contatti raggiungendo ogni fascia di età, e garantendo strettamente la privacy di chi chiama.


MoDa

18

TOTAL bLacK Anche quest’inverno, il nero ha uno spazio speciale nelle collezioni d’alta moda: ecco come i grandi stilisti reinterpretano il signore dei non-colori per lui e per lei

Krizia

C’N’C

J.P.Gaultier

Se è vero che il nero è un colore molto amato dalle donne, nell’altra metà del cielo questa passione per il total black è altrettanto forte

D

a che mondo è mondo, il nero è il colore per eccellenza, almeno nella moda. Sfina, si adatta ad ogni occasione, si può indossare di giorno e di notte, è misterioso, sexy e allo stesso tempo sobrio… Insomma, il nero è davvero onnicomprensivo. Sarà per questo che, ogni anno, le grandi griffe della moda presentano nelle loro collezioni diversi capi total black. Silhouette allungate e spalle rialzate per la nuova collezione autunno/inverno di Krizia, che con i suoi capolavori ha voluto ricordare la cantante Whitney Houston, scomparsa a febbraio e grande estimatrice della maison. Le linee sono morbide ma grintose, come dimostrano i pantaloni dal cavallo basso o i jeans aderenti abbinati a bustini in pelle o in neoprene. Come non citare anche i modelli di Jean Paul Gaultier, che per l’inverno si è ispirato allo street style e soprattutto al guardaroba di lui. La donna immaginata dall’enfant terrible è sicura di sé, tanto da indossare con disinvoltura capi dal taglio maschile ed essere comunque sensuale da morire. Anche quella di C’N’C Costume National è una don-

C’N’C

C’N’C

na forte che sa quello che vuole, ma che, a livello d’estetica, si pone a metà fra il post punk e il post chic. Ennio Capasa, designer del marchio, propone una collezione praticamente monocromatica che punta sull’eterogeneità delle superfici e delle linee. Ed è così che inserti in pelliccia o vernice, orli in pelle e zip diagonali conferiscono ai modelli un senso di profondità e spessore sorprendenti. Se è vero che il nero è un colore molto amato dalle donne, nell’altra metà del cielo questa passione per il total black è altrettanto forte. Ne sa qualcosa Jean Paul Gaultier, che nella sua nuova linea presenta l’immagine di un uomo raffinato e d’altri tempi (l’atmosfera è quella della Londra di fine ’800, riletta in chiave moderna). Qualche esempio? I pantaloni dalla linea morbida, portati rigorosamente dentro gli anfibi; gli inserti di pelliccia che movimentano giacche e soprabiti, la pelle che diventa protagonista. Per non parlare del cappello, altro must della collezione. Quello proposto da C’N’C Costume National, invece, è un uomo casual chic che non si preoccupa del futuro e sperimenta nuove prospettive e direzioni: con noncuranza, infatti, abbina pantaloni dal taglio netto e dall’orlo alto sopra la caviglia a giubbotti, giacche e cappotti di costruzione sartoriale. Tutti, naturalmente, in tinta con il colore della notte. Total black, total chic.

L’uomo di Costume National

www.motosprint.it

Dove i motori non si spengono mai.

La donna Jean Paul Gaultier


eventi

19

LA notte PIÙ terriFicante DELL’ANNO Halloween a Roma è per tutti i gusti: aperitivi a bordo di tram d’epoca, cene con delitto, feste da ballo, reggae party e dj famosi MAURY

Il top DJ Cristian Marchi suonerà al Palladium di Trevignano Romano

n America è considerata una vera e propria festa nazionale, molto attesa dai ragazzini che non vedono l’ora di vestirsi da fantasmi, maghetti o streghette e andare a bussare alle porte di ogni casa reclamando il “Trick or Treat” (dolcetto o scherzetto). Il cinema, la tv e persino i fumetti ci hanno fatto conoscere questa tradizione molto sentita oltreoceano e – come spesso accade – l’abbiamo importata. E, così, anche in Italia, la notte del 31 ottobre è diventata per tutti, grandi e piccini, la notte di Halloween. I più piccoli emulano i pari età americani, mentre i giovani un po’ più cresciuti si lasciano andare a feste in maschera, balli sfrenati oppure cene a tema con la ricorrenza. Roma non snobba certo Halloween e i modi per celebrarlo si sono moltiplicati negli ultimi anni. Tra i più originali c’è di sicuro l’aperitivo con delitto offerto da Tea Tram. L’ap-

I

puntamento (doppio) è a Piazza di Porta Maggiore alle 20 e alle 21.45 per un affascinante tour della città a bordo del Tram Meeting, una vettura storica del 1928. Si potrà gustare un aperitivo e partecipare allo spettacolo della compagnia “Gli Avvelenati” che metterà in scena un giallo dal titolo “Il delitto del Cavalier Rubacuori sull’Orient Express”: fra i passeggeri di un treno diretto a nord si nasconde il killer dell'illustre Cavalier Rubacuori, l’uomo che ha indetto un summit segreto nella sua villa per rivelare verità scottanti ai collaboratori più intimi. Due uomini e una donna sono gli unici indiziati. Gli spettatori si trasformeranno in veri investigatori, avranno indizi da studiare ed enigmi da risolvere, fino allo svelamento finale che prevede anche la premiazione dei vincitori con un gadget personalizzato. Sarà in compagnia della Famiglia Addams la cena con de-

litto presso il ristorante Chalet Squisito (Via Fiume Bianco, 26). Ma lo spettacolo offre molto di più: oltre alla cena a tema a base di zucca, ci sarà musica dal vivo e un divertente coinvolgimento nel gioco e nelle scene. I presenti parteciperanno, infatti, alla seduta spiritica con Zio Fester e verranno coinvolti nell’esibizione canora di Morticia. Per chi invece vuole lasciarsi andare ai ritmi della notte più terrificante dell’anno, può fare un salto al Circolo degli Artisti dove dalle 20.30 scatta l’Halloween Party targato Screamadelica oppure all’Intifada dove torna, dopo il grande successo dello scorso anno, la Halloween Reggae Dance Hall (start ore 23). Infine, al Palladium di Trevignano Romano, appuntamento con il top fashion dj Cristian Marchi, che farà ballare i presenti con le hit della sua nuova label: Violence Rec.


regione

20

AGENDA IN REGIONE 25-28 ottobre

FROSINONE - Mezzano (Sora) Si attendono quattro giorni tutti da gustare in questa piccola frazione di Sora, in compagnia di due dei grandi protagonisti della tavola d’autunno, vale a dire le castagne e il vino rosso. Organizzata dall’associazione “La Selva”, si tiene l’ottava edizione della Sagra della castagna e del vino rosso.

LE LEGGENDE DEL rocK A LATINA Dire Straits Legend al Tenda Rock Citroen il 27 ottobre

27 ottobre

FROSINONE - Roccasecca Degustazione di piatti tipici, mostra dell’artigianato, un corso di pittura e la mostra fotografica “Roccasecca de na vota” saranno gli ingredienti essenziali della terza edizione di “Sapori d’Autunno e Notte Bianca”. A condire il tutto, ci penseranno musiche popolari, giochi e animazioni per bambini.

28 ottobre

RIETI - Colle di Tora Edizione numero 20 per la Sagra del Fagiolo a Pisello, pregiato legume del posto coltivato dal XIX secolo. In occasione della sagra, viene cucinato secondo ricette locali e con vari tipi di pasta. La manifestazione si apre a mezzogiorno. Saranno anche allestiti stand con mercatino e prodotti tipici locali.

28 ottobre

LATINA - Pantanello (Oasi di Ninfa) Un’escursione nella nuova area dell’Oasi di Ninfa con sosta per il birdwatching (osservazione degli uccelli) e poi una visita guidata ai frantoi per degustare l’olio nuovo e i prodotti tipici costituiscono il programma dell’iniziativa “Passeggiando”. Per maggiori informazioni e prenotazioni: www.tell-cat.it

Phil Palmer egli originali è rimasto solo uno, Pick Withers, batterista e fondatore dei Dire Straits che nel 2005 insieme al talentuoso chitarrista italiano Marco Caviglia ha voluto ricreare una leggenda mai tramontata del rock, portando dal vivo il “concept show” intitolato “Dire Straits Legend”. Whiters, Caviglia, Phil Palmer e Mel Collins (ex membro dei King Crimson) si ritroveranno insieme sul palco del Tenda Rock Citroen di Latina per un evento unico in programma nel capoluogo pontino. L’appuntamento è per sabato 27 ottobre alle 21.15: un modo per vedere ancora una volta insieme i musicisti che hanno fatto parte della storia dei mitici Dire Straits e per riascoltare il suono magico di capolavori come Sultans of Swing, Walk of Life, Money for Nothing, Romeo & Juliet, Tunnel of Love.

D

Mel Collins

PROVE, TECNICA, SPORT, TURISMO. IN MOTO. La rivista per chi vive la moto, fatta da chi ama la moto allo stesso modo di chi la legge. Vivi la tua passione insieme a noi.

Il bello comincia adesso.

DAL 10 DI OGNI MESE IN EDICOLA Ora In Moto è anche su iPad. Troverai tutti i servizi della rivista con in più gallery fotografiche e video. E risparmi: € 2,99 la copia singola, € 24,99 per un anno intero


regione

21

Feste DA BRIVIDI Gli appuntamenti più originali della notte di Halloween in tutta la regione: da Rieti a Latina passando per Viterbo © HUGOLACASSE - FOTOLIA.COM

I Ventreska saranno in concerto allo Youthless Club di Rieti

A

tmosfere magiche, luoghi misteriosi da scoprire, streghe da cacciare, letture spaventose e ovviamente balli in maschera: un brivido di festa attraverserà l’intera regione nella notte di Halloween, dalla Sabina a Latina passando per Viterbo. Il nostro viaggio parte dallo Youthless Club di Rieti dove è organizzata una festa in maschera (ingresso gratuito per chi indossa la toga) con concerto ska della band dei Ventreska: Gran Galà del Disagio è il nome dell’evento organizzato per festeggiare degnamente Halloween; dopo il concerto dei Ventreska, dj set a cura di Curvo, il re dei dancefloor balcani e di Imene Redemption. Restando a Rieti, si prevede un po’ più “tranquilla” la serata alla Ludoteca-Libreria Moby Dick

con la terza edizione della Cena degli Orrori e - prima della mezzanotte – terrificanti letture di alcuni brani dei più grandi maestri dell’horror come Lovercraft, Ireland e Edgar Allan Poe. Un’atmosfera magica è quella che si respirerà a Castelnuovo di Farfa con l’antico borgo che si trasformerà in un luogo suggestivo e pauroso, dove troveranno spazio degli stand gastronomici, mentre presso la Cripta si terrà una cena horror a tema. All’ombra della Torre di Catino si celebra la quarta edizione di “Stregate dalla torre” che prevede appuntamenti con teatro, musica dal vivo, stand gastronomici fino all’atteso corteo delle streghe di mezzanotte che giungerà allo “sprofondo” dove

rata Programma: della se con musica ena: Dalle 18:00 Aperic A M TE BUFFET A verdure grigliate (pizza pasta fritti no limits ed altro ancora..) 7,00 € a il ta + 1 cock marzadro omaggio gadget

2° cocktapilrezzo a meta

HALLOWEEN Dalle 20:30 CENATI IA SFIZI INDEMON a, Gateau di patate (Frittelle di zucc zucca e alici) e zucca, Fior di rangolata Fettuccine alla st ta con contorno Scaloppina strega Dolci maligni Acqua minerale € 20,00 IL HALLOWEEN Dalle 22.30 COCKTA Halloween con gadget & Shot a € 1,50!!! ALI CALDI CORNETTI ARTIGIAN

Concorso Vinci una Cena al Camp’s Cafè

Seguici su

Camp’s Cafè

verrà bruciata, tra canti, balli e suoni, l’effige dell’Indifferenza. Si andrà alla scoperta del sottosuolo a Viterbo con l’associazione “Tesori d’Etruria” che organizza Halloween nella Viterbo sotterranea: visita guidata da brividi, ricco buffet alla zucca e tanto spettacolo. Halloween, da tempo, ha conquistato anche Latina, in particolare l’Irish Pub Doolin che organizza festeggiamenti per questa ricorrenza da più di un decennio. Anche quest’anno la notte delle streghe sarà festeggiata in maniera classica, con piatti a base di zucca, musica tradizionale irlandese e un’atmosfera da paura, con le sale illuminate dalle sole candele e decorazioni a tema.


Pet

22

vita DA CANI Yoga, voli privati e social petwork: ovvero, cosa fare quando Fido è più stressato del suo padrone TUTOR PHOTOGRAPHY

TUTOR PHOTOGRAPHY

TUTOR PHOTOGRAPHY

Il proverbiale quality time tra cane e padrone passa per il tappetino, dove entrambi possono cimentarsi nei principali “asana”, le posizioni della serenità a notizia non è di quelle più fresche: Fido somatizza i comportamenti sbagliati dei suoi genitori a due zampe fino a covare un disagio che non può contare sulla parola per farsi sentire. Eppure non tutto è perduto, perché chi di rapporti disfun-

L

zionali ferisce, di rapporti funzionali può anche guarire. Lo dice la filosofia ispiratrice del Doga, intuibile versione canina della nota disciplina relax, che si propone come una sorta di terapia di coppia a beneficio di uomini e animali. Il codice postale di provenienza è quello della terra delle soluzioni a ogni problema, in tre lettere USA, patria della newyorkese Suzi Teitelman, alchimista dello sport che nell'impasse di non riuscire a dedicarsi egualmente alle lezioni di Yoga e al suo cocker spaniel, pensò bene di escogitare un sistema per ridurre due impegni in uno. Beata intraprendenza. Il proverbiale quality time tra

cane e padrone passa quindi per il tappetino, dove entrambi possono cimentarsi nei principali “asana”, le posizioni della serenità in grado di aprire un interscambio continuo di benessere tra i due partner alla pari. A patto che l’amico peloso percepisca l’attività come un gioco e mai come una forzatura. Ma le risorse del Paese dei Sogni non finiscono qui: qualora lo stress del cane fosse dovuto ai viaggi traumatici nella stiva polverosa di qualche velivolo poco pet-friendly, i padroni possono imbarcare i loro amici con la PetAirways di Dan Wiesel e Alyssa Binder. E per una volta saranno loro a dire “io non posso

entrare”, perché le cucce e le cabine superlusso di questa rivoluzionaria compagnia aerea sono ad uso esclusivo di Fido e compagni, che saranno accuditi a dovere da un team di veterinari altamente qualificati, mentre due hostess passeranno a controllarli ogni quindici minuti. Per discutere di questa e delle altre novità dal fronte pet care, è nata la piazza telematica di Griddixdog e Griddixcat, primo social petwork per mettere in contatto padroni con dritte e consigli da convidere ma soprattutto per lanciare cani e gatti alla conquista della rete. L’uccellino di Twitter è avvisato.

Anno 2012-STAMPA - Società Tipografico Editrice Capitolina S.p.A. Via Giacomo Peroni, 280 Roma SPORT NETWORK SRL Via Messina, 38 Milano - Tel. 02 349621

Scuola cinofila Agility Dog • Educazione • Pensione • Pascolo Scuola di Formazione Via del foro italico, 564 - Roma - tel.0686200884

www.lavalletta.eu


generation

City SUZUKI

TUTTO DI SERIE SENZA SORPRESE

€ 7.990 con

Alto da

Clima - CD Mp3 - 4 airbag - Sedili sdoppiabili 5 porte in 3 metri e mezzo

Splash da €

8.990 con

Clima - CD Mp3 - 4 airbag - Sedili sdoppiabili

Swift da

€ 10.900 con

ESP - Clima - CD Mp3 - USB - 7 airbag - 4 vetri elet. Vetri privacy - Cerchi in lega - Fendinebbia

I prezzi sono validi su un limitato numero di vetture in stock per immatricolazione entro il 31/10/2012 ipt e metallizzato esclusi. I prezzi sono riferiti a Alto GL 1.0 5 porte, Splash GL 1.0 VVT 5 porte, Swift 1.2 Style 3 porte. Le auto in foto sono indicative e possono avere accessori ottenibili a pagamento. Consumi ed emissioni ciclo combinato: Alto da 4,4 a 5,2 l/100km e CO2 da 103 a 122 g/km. Splash da 4,5 a 5,9 l/100 km e CO2 da 120 a 142 g/km. Swift da 4,7 a 7,2 l/100km e CO2 da 119 a 175 g/km.

AUTOSPORT Divisione AUTOIMPORT S.p.A. dal 1957 www.autosportsuzuki.it

Centro Principale Via Salaria 745 (Aeroporto dell’Urbe) Tel. 0688648329

APERTI SABATO E DOMENICA INTERA GIORNATA

Via Salaria 745 (Centro Prove) Tel. 0688648329 Via delle Tre Fontane 170 (EUR) Tel. 065922202 Via Mattia Battistini 184/F Tel. 0661240210 Via Veturia 49 (Alberone) Tel. 06784601 Via Tiburtina 1166 (GRA usc.13) Tel. 064116177



IN ROMA 25 OTTOBRE