Issuu on Google+

Informazione pubblicitaria a cura della Sport Network - Allegato al

FILM | CONCERTI | SPETTACOLI | MOSTRE | ENOGASTRONOMIA | FIERE | EVENTI SPORTIVI | CORSI | ITINERARI | FUORI PORTA

GATTI PROTAGONISTI IN FIERA CON SUPERCAT SHOW

> P.5 AL SISTINA LAGANÀ IN CAMPO DE’ FIORI

> P.10 ROME RESTAURANT WEEK GUSTO LOW COST

> P.13

BOND,

JAMES

BOND

PER I 50 ANNI DI 007 AL CINEMA ARRIVA NELLE SALE SKYFALL > P.2-3

Biglietteria

(oltre prevendita)

I prezzi indicati includono un buffet di aperitivi all’ingresso e due primi piatti (pasta e fagioli e penne all’arrabbiata) serviti durante l’intervallo. Prodotto dalla Cosmophonies Roma


2

COPERTINA

PALLOTTOLE SU

007

“Skyfallâ€? è il piĂš ambizioso di tutti i film targati James Bond e sicuramente tra i piĂš riusciti

Daniel Craig con Javier Bardem in una scena di “Skyfall� SKYFALL Š2012 COLUMBIA PICTURES INDUSTRIES

C

inquant’anni e non sentirli. Arrivato nelle sale ieri 31 ottobre, l’ultimo James Bond è il 23° della serie ed esce a 50 anni esatti dal primo “Licenza di uccidereâ€? e a 60 dalla pubblicazione del primo romanzo di Ian Fleming, “Casino Royaleâ€?. Per “Skyfallâ€?, l’anniversario ha spinto la produzione – la Albert R. Broccoli’s Eon Productions e in particolare Michael G. Wilson che fa parte della squadra dal 1964 e la figlia di Albert R. Broccoli (il primo storico produttore di Bond), Barbara – a fare le cose in grande. E può essere ricordato come l’avventura di 007 con la piĂš alta percentuale di nominati e vincitori di premi Oscar. Con la statuetta dell’Academy a casa, nel cast ci sono Javier Bardem (il cattivo nei panni del temutissimo Silva), Judy Dench (che torna come M), il regista Sam Mendes e lo scenografo Dennis Gassner; tra i nominati il bravissimo Ralph Fiennes, il direttore della fotografia Robert Deakins (collaboratore molto stretto dello stesso Mendes e dei fratelli Coen, che in carriera ha avuto 9 nominations) e Albert Finney, nominato 5 volte. Manca lui, Daniel Craig, alias James Bond da quando è stato deciso il reboot della serie nel 2006 con “Casino Royaleâ€?, pensando uno 007 piĂš vicino ai nostri tempi, oscuro, vulnerabile e realistico. Mai nominato agli Academy Awards, Craig è da alcuni anni uno degli attori piĂš carismatici della sua generazione, perfetto, con il suo volto scolpito da classe operaia inglese, a creare un nuovo immaginario per uno dei marchi british piĂš conosciuti al mondo. CosĂŹ, “Skyfallâ€? sembra piĂš un Batman di Christopher Nolan che un prodotto glamour alla Sean Connery, Ro-

ger Moore o Pierce Brosnan. Come sempre, il film inizia con l’agente segreto all’inseguimento: una spia ha rubato l’elenco dei membri dell’MI6 infiltrati in organizzazioni terroristiche mediorientali. Dietro il furto si nasconde il pericoloso Silva, che non sembra interessato a vendere la lista ma a perseguire un suo personale obiettivo. Nel dare la caccia a Silva, Bond passa dalla Turchia alla Cina, da Macao fino a Londra. Come il Cavaliere Oscuro, è ferito, tradito, ma decide di tornare a difendere la Gran Bretagna minacciata da un mondo pieno di ombre, con nemici invisibili che si nascondono dietro un computer, armato solo di una pistola, un completo Tom Ford e la sua esperienza. Come per “Il Cavaliere Oscuro – Il Ritornoâ€? e “Inceptionâ€?, è stato chiamato Chris Corbould agli effetti speciali insieme a Gary Powell, un superesperto della saga di 007. Proprio per ricordare i 50 anni, “Skyfallâ€? è pieno di citazioni dei vecchi film bondiani – una per tutte, la partecipazione della mitica l’Aston Martin DB5, vista per la prima volta in “Goldfingerâ€?, nel 1964, poi tornata in “Agente 007- Thunderball Operazionte tuonoâ€?, “GoldenEyeâ€?, “007 Il domani non muore maiâ€? e “Casino Royaleâ€?. Anche le donne non sono piĂš le stesse, e la classica “Bond Girlâ€? lascia spazio ad attrici action come Naomie Harris e BĂŠrĂŠnice Marlohe. Il contrasto tra vecchio e nuovo mondo è continuo, tra nuovi e vecchi metodi, il tutto perchĂŠ con questo “Skyfallâ€? nasce definitivamente una nuova franchigia che ha nel cinema d’azione un caposaldo, come nell’approccio autoriale. Ăˆ un nuovo mondo ma serve il buon vecchio Bond, James Bond.

Le “Bond Girlâ€? sono Naomie Harris e BĂŠrĂŠnice Marlohe, meno donna-oggetto e piĂš manipolatrici SKYFALL Š2012 COLUMBIA PICTURES INDUSTRIES

BĂŠrĂŠnice Marlohe è Severine, una delle “Bond Girlâ€?

¡ (  ( 1 , /  3 / ( +  < $ *                 $ 5 ' $ 8 4 6  $ 8 7  $ /                    

 $'       35217,

     $ 6 & 2 / 7 $ 5 7 ,  JD\KHOSOLQH LW


3

COPERTINA

SKYFALL ©2012 COLUMBIA PICTURES INDUSTRIES

BACKSTAGE QUELLO CHE NON SAPETE DI SKYFALL SKYFALL ©2012 COLUMBIA PICTURES INDUSTRIES

La casa di M che si vede in “Skyfall” era la vecchia casa del leggendario compositore delle musiche di Bond, John Barry. I realizzatori hanno voluto rendere omaggio così al compositore, scomparso nel 2011. Il campione inglese di rally Mark Higgins, ha guidato al posto di Naomie Harris per le riprese in cui la Land Rover sguscia nel traffico. Sono state necessarie 9 settimane e 250 operai per costruire il quartier generale dell’MI6 nel teatro 007. Durante gli allenamenti, gli attori hanno sparato oltre 200.000 colpi.  Bond ha 85 copie dell’abito di Tom Ford che indossa nella sequenza d’apertura.

SKYFALL ©2012 COLUMBIA PICTURES INDUSTRIES

SKYFALL ©2012 COLUMBIA PICTURES INDUSTRIES

Il coordinator stunt, Gary Powell, viene da una dinastia di stuntmen. Nell’insieme la famiglia Powell ha sempre lavorato ai film di James Bond fin da “Agente 007-Licenza di uccidere” del 1962. Il padre, Nosher Powell e lo zio Dinny hanno lavorato a tutti i film con Connery e Lazenby, il fratello Greg ha lavorato a tutti quelli con Moore e Dalton e Gary a tutti quelli di Brosnan e Craig fino ad ora. Skyfall è il terzo film di Bond ad essere girato a Istanbul. Il primo è stato “007 Dalla Russia con amore” (1963) e quella volta fu Ian Fleming stesso ad accompagnare Cubby Broccoli, Harry Saltzman e la troupe, mentre il secondo è stato Il mondo non basta (1999). Per la scena dell’inseguimento a Istanbul, la produzione ha dovuto rimuovere le tegole dei tetti del bazaar e sostituirle con altre, per evitare che fossero danneggiate. Alla fine delle riprese tutto è tornato a posto. Anche se la sequenza iniziale dura solo dodici minuti sullo schermo, sono stati necessari tre mesi di prove e due di riprese per girarla. La cravatta di Bond è stata appesantita per l’inseguimento in moto per evitare che svolazzi. Le strade di Istanbul sono state innaffiate di Coca Cola per evitare che le moto slittassero.

Naomie Harris è la “Bond Girl” Eve

dall’originale ricetta francese vi presentiamo

I MACARON delizioso pasticcino ripieno di crema parigina

Via Salaria 260 Roma altezza v.le Regina Margherita tel. 06 85 47 922 www.gelateriasalaria.it

Anche senza Glutine!


IN ESCLUSIVA NEI CINEMA IL 6 NOVEMBRE EVENTO UNICO DA NON PERDERE seguici su

/StudioGhibliItalia

Il nuovo capolavoro dello Studio Ghibli

LA COLLINA DEI PAPAVERI UN FILM DI

GORO MIYAZAKI

www.luckyred.it/lacollinadeipapaveri


5

PRIMO PIANO

(A)MICI DA ESPOSIZIONE Sabato 3 e domenica 4 novembre alla Nuova Fiera di Roma torna SuperCat Show, la kermesse internazionale dedicata all’universo felino tra sfilate, gare e adozioni

I contendenti pelosi vogliono puntare ancora più in alto: con il mondo della politica nel caos, hanno deciso di prendere in zampa il potere e candidarsi alle primarie per l’elezione del “Governo dei gatti”

I

baffi allineati ci saranno. Le code attorcigliate pure. Disporli in fila per sei col resto di due però potrebbe essere un problema visto che saranno 600 i gatti che il 3 e 4 novembre faranno rotta sulla Nuova Fiera di Roma per una manifestazione dedicata interamente a loro. Dopo il trionfo di presenze delle scorse edizioni, SuperCat Show torna a riunire felini di ogni razza e provenienza per una due giorni all’insegna della gattofilia più sfrenata tra gare di bellezza, stand, mostre e incontri con ve-

terinari ed esperti del settore. I fotografi sono già in posizione sul cat carpet, pronti a immortalare il passaggio dei protagonisti dello star cat system: Persiani, Bengal, Turchi Van, Norvegesi, Maine Coon, Siberiani, Blu di Russia e molti altri potranno fare sfoggio di tutto il loro splendore sul magnifico palco di oltre 50 metri, davanti a una commissione di dieci giudici internazionali arrivati da tutto il mondo per valutare il loro cat-appeal ed eleggere il “Super Gattone” che si aggiudicherà l’ambitissimo Oscar Felino Supercat di quest’anno. Belli fuori e dentro, questi mici solidali divideranno la ribalta con i loro fratelli meno fortunati, quei gatti di strada puri di cuore più che di razza ospiti della sezione “Qua la zampa” presieduta dell’Associazione Romana Cura Animali e Ambiente (Arca onlus) di Matilde Talli, partner storico dell’evento che sarà presente per sensibilizzare l’opinione pubblica sul fenomeno dell’abbandono e trova-

re una casa ad almeno 80 trovatelli tra i quattro e i sette mesi. Da non perdere il mercatino gattofilo, la competizione “Porta il tuo gatto” riservata ai felini di casa, il “Premio Gatto Nero” e quello “Very Important Cat”, le lezioni multietniche di “Che razza di gatto” e tante altre iniziative tra cui il concorso fotografico “S-Cat – Scatto al gatto”, l’esposizione filatelica dei “Gattobolli” e ultima ma non ultima la campagna “Aiuta un a-micio” per raccogliere cibo da destinare alle colonie feline della Capitale. Anche i cuccioli di uomo avranno di che divertirsi con lo spazio animazione, gli spettacoli della sezione “Festa coi baffi” e i mille giochi della “Cat Show Area”. Guest star dell'evento saranno i World Winner del Fife (Fédération Internationale Féline) World Show 2012 di Zagabria: il Persiano bianco e rosso Bon Jovi, proveniente dal Brasile, e la golden couple composta dai due Abissini Solea e Turandot, italianissimi di Milano.

Coccoliamo i vostri amici dalla A alla Z

10.000 MQ E OLTRE di allestimenti nel padiglione 8 della Nuova Fiera di Roma

600 I GATTI in corsa per l’Oscar Felino Supercat: Burmesi, Maine Coon, Turco Van, Persiani, Siberiani, Norvegesi, Siamesi, Abissini, Sacri di Birmania, British, Devon Rex, Sphynx e molti altri

Via Cecilia Metella, 32 Guidonia (RM) Tel. 0774.015498 cell. 3493214123 www.beautyfarma4zampe.it

Toeletta altamente specializzata e lavaggio self service a soli € 0,50 al minuto


6

CINEMA

INCUBI CINEMATOGRAFICI Dal videogame al grande schermo: “Silent Hill: Revelation 3D”

L

a notte di Halloween ha portato al cinema il terzo capitolo della celebre serie di videogiochi, l’horror “Silent Hill: Revelation 3D”. Protagonista Heather Mason, una ragazza tormentata da spaventosi incubi legati alla città di Silent Hill. Decisa ad investigare sulla scomparsa del padre e sul motivo dei suoi strani sogni, Heather arriva nella città fantasma dove scoprirà di non essere chi pensava e capirà che uscire da Silent Hill non è poi così facile. La serie di videogiochi survival horror è stata creata dalla Konami, ma il film è molto più di un semplice adattamento, con una sto-

CARTELLONE IL MEGLIO DI NOVEMBRE

ria ideale per il grande schermo. Sebbene si tratti del sequel del primo film (Silent Hill, diretto da Christophe Gans nel 2006), que-

pena scoprendo. Cast importante. Protagonista l’emergente Adelaide Clemens, australiana di appena 23 anni (da compiere il

Creato dalla Konami, il film è molto più di un semplice adattamento, con una storia ideale per il cinema sto nuovo episodio può essere visto anche da chi non conosce il precedente capitolo. Non solo susciterà dei brividi, ma colpirà molti spettatori, quelli familiari con il mondo di Silent Hill e quelli che lo stanno ap-

8

VENUTO AL MONDO di Sergio Castellitto Con Penelope Cruz, Emile Hirsch

8

30 novembre) che dopo “Silent Hill: Revelation 3D” vedremo l’anno prossimo nell’attesissima trasposizione cinematografica del “Grande Gatsby” di Baz Luhrmann al fianco di Leonardo DiCaprio. Con lei tro-

ARGO di Ben Affleck Con Ben Affleck, Bryan Cranston

14

viamo, Radha Mitchell attrice dal solido repertorio sci-fi e horror che prese parte già al primo “Silent Hill” del 2006 e che qualche anno fa balzò agli onori delle cronache cinematografiche per essere stata scelta da Woody Allen per “Melinda e Melinda”; Sean Bean e Kit Harington direttamente dal cast del celebrato “Il trono di spade” (anche Bean ha una importante carriera alle spalle di caratterista in film d’azione); Deborah Kara Unger – anche lei l’abbiamo vista nel primo “Silent Hill”; Malcom McDowell, l’indimenticabile Alex, il drugo di “Arancia Meccanica”.

THE TWILIGHT SAGA: BREAKING DAWN - PARTE 2 Con Kristen Stewart, Robert Pattinson


7

CINEMA

VITTORIO CARFAGNA

IL SOGNO ITALIANO DI AMI Cresciuta nella campagna inglese, nemmeno lei avrebbe immaginato un giorno di vivere a Roma e recitare in Italia. Con “E io non pago”, Ami Veevers-Chorlton, invece, è già al suo secondo film nel nostro Paese e presto arriverà il terzo

L’INGLESE E LA COMMEDIA In “E io non pago” un cast di vecchie glorie di cinema e televisione italiane Alessandro Capone è il regista della commedia “E io non pago”. Con esperienze con il cinema negli Stati Uniti, una commedia in Francia, commedie in teatro, ancora cinema e poi tanta fiction passando, Capone arriva al genere che ha sempre adorato fin dall’infanzia. Dirige Maurizio Mattioli, Maurizio Casagrande, Jerry Calà, Enzo Salvi e Valeria Marini, oltre ad Ami Veevers-Chorlton. Come è evidente fin dal titolo, il motivo scatenante delle vicende di “E io non pago” è il bliz antievasione che il maresciallo Remo Signorelli e il brigadiere Riccardo Riva della Guardia di Finanza devono preparare a Poltu Quatu, bellissimo centro turistico sulla Costa nord orientale della Sardegna. Qui si inseriscono vecchie rivalità di donne e cattive abitudini italiche.

Un momento di “E io non pago”

Quali sono le differenze, secondo te, tra il cinema italiano e quello britannico? In Italia il cinema è più comico e leggero, mentre in Inghilterra i film sono perlopiù drammatici

L’abbiamo vista in “007 – Die Another Day”, “Rambo 4”, “Relic Hunter” e con Al Pacino, in “Wilde Salomè”

a ieri è nelle sale con “E io non pago” una commedia con Jerry Calà ed Enzo Salvi che racconta con ironia l’annosa questione dell’evasione fiscale nel nostro Paese. Per Ami Veevers-Chorlton è solo il secondo film girato in Italia, ma il suo curriculum è di tutto rispetto: “007 – Die Another Day”, “Rambo 4”, “Relic Hunter”. Ha persino lavorato al fianco di Al Pacino, in “Wilde Salomè”. Da circa un anno e mezzo Ami – cresciuta in una fattoria del Suffolk – vive a Roma, dove ha incontrato l’amore della sua vita (nei prossimi giorni partirà per il viaggio di nozze).

D

22

DRACULA 3D di Dario Argento Con Thomas Kretschmann, Asia Argento

22

Hai incontrato delle difficoltà? Molte: innanzitutto pochissimi attori e registi parlano inglese. Devo dire che Alessandro Sanacore, l’aiuto regista, mi ha dato una mano. Durante il primo film non capivo nulla, oggi con l’italiano va molto meglio. Quale sarà il tuo ruolo in “E io non pago”? Sono Elga, assistente di un commercialista spregiudicato che froda il fisco in continuazione. Sono una ragazza seria e dura nel mio ruolo. Però mi sarebbe piaciuto interpretare un personaggio più spiritoso. Quali sono stati i momenti più divertenti sul set?

END OF WATCH: TOLLERANZA ZERO di David Ayer Con Anna Kendrick, Jake Gyllenhaal

22

Sicuramente in una delle scene finali, dove io guidavo la macchinetta dell’hotel con Enzo Salvi a fianco. Enzo aveva davvero paura e mi chiedeva in continuazione se era tutto ok. Credeva che di lì a poco avrei messo sotto qualcuno. C’era un segno per terra dove mi dovevo fermare: le prime due volte l’ho superato e ci hanno fatto ripetere la scena. E di Roma cosa ci racconti? La città è bellissima, piena di monumenti e ricca di cultura, il cibo è fantastico, il clima buono. Il grande difetto è che è una città poco internazionale, dove nessuno parla inglese e dove una bionda alta 182 centimetri è guardata come un extraterrestre. La gente quando ti urta quasi mai chiede scusa o se te lo chiede è di sicuro uno che vuole rimorchiare. Dopo questo film, ti rivedremo presto al cinema? Sì, a gennaio sarò di nuovo nelle sale con “The Best Offer”, l’ultimo film di Giuseppe Tornatore.

IL PEGGIOR NATALE DELLA MIA VITA di Alessandro Genovesi Con Fabio De Luigi, Cristiana Capotondi

29

LE 5 LEGGENDE di Peter Ramsey Con Chris Pine, Hugh Jackman


8

MUSICA

SONORITÀ NEW WAVE Il palco dell’Orion è pronto ad accogliere una delle band più interessanti del panorama rock inglese: The Maccabees

A

molti il loro nome non dice un granché, ma dopo l’ultima fatica discografica forse qualcuno ne avrà sicuramente sentito parlare. Sono The Maccabees, una delle più apprezzate band del panorama new wave inglese, che dopo aver conquistato le classifiche in patria e ottenuto le copertine di Nme e servizi sul New York Times senza benché minimo sforzo puntano al grande passo, quello decisivo. Merito, come anticipato, di “Given to the wild”, il nuovo album contenente il singolo “Pelican”, considerato uno dei brani rock alter-

CONCERTI

1-7 novembre

native più importanti del 2012. Prodotto da prima parola della pagina – sono riusciti a riTim Goldsworthy, fondatore della DFA Re- cavarsi il loro spazio attraverso una crescicords e producer di Massive Attack, The Rap- ta lenta ma costante, racchiudendo nei suoi ture e Cut Copy, cromosomi l’es“Given to the wild” senza del pop-rock è un disco che se- Il nome The Maccabees è stato scelto inglese: una rielagna la maturazio- sfogliando la Bibbia e prendendo borazione ingene del quintetto in- la prima parola della pagina gnosa e fantasiosa glese nonché defidella new-wave nitiva consacraziomade in UK iniziane anche a livello internazionale. Negli anni, ta con il primo album “Colour It In” e contiinfatti, i The Maccabees – il nome è stato nuata con lo splendido “Wall Of Arms” che scelto sfogliando la Bibbia e prendendo la contiene l’epica e gelida “No Kind Words”,

01 21.30

DER NOIR Traffic Club

01 22.30

99 POSSE CSA Intifada

singolo utilizzato anche recentemente nella colonna sonora della serie TV “Gettysburg” di Ridley e Tony Scott. Ora la band londinese, considerata la risposta britannica ai canadesi Arcade Fire, si presenta al pubblico della Capitale con il terzo capitolo della loro carriera dimostrando una maturità artistica in cui regna l’essenza del pop-rock britannico, fortemente caratterizzato da un mood sintetico, un’atmosfera onirica, quasi vintage, che spinge il discorso addirittura verso lidi new wave e post punk. Appuntamento il 4 novembre all’Orion di Ciampino.

02 21.00

SUZANNE VEGA Crossroads Live CLUB


9

MUSICA

LA MUSICA DELLA RABBIA

PREMI E RICONOSCIMENTI Ai primi dieci posti della “Top 50 brand new 2010” del MeiWeb, con il singolo “Nei Palazzi”, ricevono il premio al MEI per l’innovazione tecnologica nella promozione musicale. Come un esercito affamato vincono tutti i concorsi ai quali partecipano (tra cui Italia Wave, Primo Maggio Tutto l’Anno, Il Rock è Tratto, UPLOAD di Bolzano, come rappresentanti dell’Italia al POPKOMM di Berlino). Hanno anche vinto il “Premio produzione al MArteLive 2010”, entrano quindi nel roster dell’etichetta MArteLabel.

I Management del dolore post-operatorio all’Auditorium Parco della Musica per presentare il disco d’esordio “AUFF!!”

A

volte da una tragedia possono seguire grandi rinascite. È questo il caso dei Management del dolore post-operatorio, quattro ragazzi costretti in ospedale per un brutto incidente d’auto e alle prese con una lunga convalescenza. Ed è proprio nei corridoi dell’ospedale e negli interminabili giorni di “dolore post-operatorio” che sviluppano il loro modo di intendere la musica, ovvero il piacere come unica alternativa al trauma. Piacere declinato in note in ogni sua forma più personale e astratta, promettendo allo stesso tempo di urlare tutta la loro rabbia contro tutti coloro che per il pro-

prio tornaconto e per opportunismo puro, hanno reso il presente un insopportabile tormento. Ma il futuro è altra roba. E per scrivere il futuro non bastano le parole, servono anche musica e movimento. Tutti ingredienti fondamentali che arrivano da una terra non propriamente rock come quella abruzzese, ma che a volte nasconde delle piacevoli sorprese. È il caso dei Management del dolore postoperatorio, che originari di Lanciano, si muovono nell’universo indie con un tono aggressivo, leggermente low fi e un suono accattivante che ha conquistato pubblico e critica sin dal loro debutto. Dopo

anni di gavetta, premi e riconoscimenti vari, il disco d’esordio “AUFF!!”, un lavoro in cui si respira la scuola del Belpaese degli anni Ottanta con il punk e la new wave di CSI, Diaframma e Cccp a tracciare le linee guida, il resto è opera dei Management che nel tentativo di modernizzare la lezione di alcune band storiche riesce nel fine di creare un sound che colpisce, fra riff di chitarra killer e incessanti costruzioni ritmiche che non lasciano scelta. O si è con loro o contro di loro. Per chi è dalla loro parte l’appuntamento è il 3 novembre all’Auditorium Parco della Musica.

A TUTTO JAZZ Tre appuntamenti da non perdere con la musica di genere al Cotton Club Un’altra settimana di grande musica è quanto promette il calendario del Cotton Club. A Lino Patruno & His Blue Four con Mauro Carpi l’onore di inaugurare il mese di novembre con un omaggio alla musica del violinista Joe Venuti e del chitarrista Eddie Lang che per primi negli anni Venti inserirono nel jazz il violino e la chitarra. Il 2 novembre, invece, sul palco del Cotton sarà la volta di Agorabossa, gruppo nato nel 2008 da un’idea di Bruno Paparazzo, chitarrista e voce, da sempre appassionato di Bossa Nova e Samba.

02 22.00

THE BULLDOGS Big Mama

03 21.00

FRANCESCO BEARZATTI Auditorium Parco della Musica

03 22.00

ANDY C XS Live

Passione trasmessa dal fratello maggiore Ettore (anche lui musicista) il quale già dai primi Anni Sessanta ascoltava questa musica. Sul palco con loro, la cantante Luisa Tavanti, innamorata di musica e cultura brasiliana da molti anni, che con la sua voce delicata interpreterà i più celebri pezzi di Bossa con l´intensità e la passione di una vera cultrice del genere. Sabato 3 novembre largo a jump-swing e jump-blues del periodo d’oro delle big band di colore, ritmo e sensualità con le note della Billy Bros Jumpin’ Orchestra.

05 21.30

LINO PATRUNO AlexanderPlatz


10

TEATRO

IL TEATRO IN PIAZZA In â&#x20AC;&#x153;Campo deâ&#x20AC;&#x2122; Fioriâ&#x20AC;?, Rodolfo LaganĂ  regala il gusto delle storie e dei luoghi di un tempo. In scena al Sistina

Oltre ai cinque personaggi, ai sei ballerini e al testo sempre brillante, protagonista è la musica che avvolge tutto, fatti e personaggi, in un unico cono di luce, dove al centro, câ&#x20AC;&#x2122;è sempre lei, Roma

Ă&#x2C6;

Il cast di Campo deâ&#x20AC;&#x2122; Fiori. In alto e a destra, Milena Miconi e Rodolfo LaganĂ 

una prima nazionale quella di â&#x20AC;&#x153;Campo deâ&#x20AC;&#x2122; Fioriâ&#x20AC;?, la commedia musicale scritta a quattro mani da Gianni Quinto e Rodolfo LaganĂ . SarĂ  in scena dal al 6 al 25 novembre su uno dei palchi storici di Roma, quello del Sistina. Non è una sorpresa che â&#x20AC;&#x153;Campo deâ&#x20AC;&#x2122; Fioriâ&#x20AC;? transiti su quelle assi di legno che hanno fatto la storia dello spettacolo in cittĂ . Come Campo deâ&#x20AC;&#x2122; Fiori, è il luogo dove tante cose accadono e tante altre si raccontano: storie vere che sembrano favole, favole che sembrano storie vere. Qui, si racconta la storia di Cesare, un fruttarolo romano che a quasi cinquantâ&#x20AC;&#x2122;anni vive ancora con suo padre. Cesare, infatti, non si è mai sposato e sembra non prendere niente sul serio. Ă&#x2C6; nato e vissuto a Campo deâ&#x20AC;&#x2122; Fiori, come del resto la sua famiglia, che da diverse generazioni ha il banco di frutta in piazza. Burlone ma sensibile, in apparenza faceto e approssimativo, Cesare (LaganĂ ) è in grado di esprimere la cruda realtĂ  con ironia tagliente. Cesare ama la sua piazza e soprattutto ama Claudia (che ha il volto di Milena Miconi), la fioraia con cui da sempre litiga e a cui non ha mai trovato il coraggio di dichiarare il suo amore. Non vorrebbe lasciare la casa e il suo banco nonostante intorno a lui sia tutto cambiato. Di opinione contraria è Tiberio, suo padre, che trova unâ&#x20AC;&#x2122;acquirente a cui vendere casa in cambio di un bel poâ&#x20AC;&#x2122; di soldi. In questo spaccato della vita di Roma di oggi non potevano mancare altri loschi individui e infine i giovani che vivono la piazza di notte (a volte esagerando), e che sono il segno del cambiamento, del nuovo che prende il posto del vecchio.

CAMPO DEâ&#x20AC;&#x2122; FIORI DEBUTTO NAZIONALE ROMA, TEATRO SISTINA, 6 NOVEMBRE 2012 Personaggi e interpreti Cesare Rodolfo LaganĂ  Claudia Milena Miconi Alvaro Marco Passiglia Annibale Renato Raimo Tiberio Tonino Tosto Dal martedĂŹ al sabato ore 21.00, la domenica ore 17.00. Info 06. 4200711 Biglietti prevendita inclusa da â&#x201A;Ź 21,00 (ridotto infrasettimanale) a â&#x201A;Ź 44,00 (intero pomeridiana domenica)

/ ĹŻ  Ć? Ĺ? Ć&#x161; Ĺ˝ Ä? ŽŜ Ć&#x161; ƾƊÄ&#x17E;  ĹŻ Ä&#x17E;  Ĺ? ŜĨ Ĺ˝Ć&#x152; ĹľÄ&#x201A; Ç&#x152; Ĺ? ŽŜĹ?  Ć? ƾů ĹŻ Ä&#x201A;  Ć? Ä&#x201A; ĹŻ ĆľĆ&#x161; Ä&#x17E;  Ä&#x161;Ä&#x17E; Ĺ?  Ä&#x161;Ä&#x17E; ĹśĆ&#x; Ä&#x161;Ä&#x17E; ĹŻ  Ć&#x161; ƾŽ Ä?Ä&#x201A; ĹľÄ?Ĺ? ŜŽ WĆ&#x152; Ä&#x17E; Ç&#x20AC; Ä&#x17E; ĹśÇ&#x152; Ĺ? ŽŜÄ&#x17E; Í&#x2022;  Ĺ˝Ä&#x161;ŽŜĆ&#x161; Ĺ˝Ĺ? Ä&#x201A; Ć&#x161; Ć&#x152; Ĺ? Ä&#x201A;  Ć&#x2030;Ä&#x17E; Ä&#x161;Ĺ? Ä&#x201A; Ć&#x161; Ć&#x152; Ĺ? Ä? Ä&#x201A; Í&#x2022;  Ä? ŽžÄ&#x17E;  Ć&#x2030;Ć&#x152; Ä&#x17E; Ć&#x2030;Ä&#x201A; Ć&#x152; Ä&#x201A; Ć&#x152; Ä&#x17E; Ĺ? ĹŻ  Ä?Ä&#x201A; ĹľÄ?Ĺ? ŜŽ Ä&#x201A; ĹŻ ĹŻ Ä&#x201A;  Ć&#x2030;Ć&#x152; Ĺ? ĹľÄ&#x201A;  Ç&#x20AC; Ĺ? Ć? Ĺ? Ć&#x161; Ä&#x201A; Í&#x2022;  Ć&#x2039;ĆľÄ&#x201A; ĹśÄ&#x161;Ĺ˝ Ć&#x2030;Ĺ˝Ć&#x152; Ć&#x161; Ä&#x201A; Ć&#x152; ĹŻ Ĺ˝ Ä&#x161;Ä&#x201A; ĹŻ  Ä&#x161;Ä&#x17E; ĹśĆ&#x;Ć? Ć&#x161; Ä&#x201A; Í&#x2022;  Ä? Ĺ˝Ć? Í&#x203A; Ä&#x;  ĹŻ Ä&#x201A;  Ć? Ä&#x17E; Ä&#x161;Ä&#x201A; Ç&#x152; Ĺ? ŽŜÄ&#x17E;  Ä? Ĺ˝Ć? Ä? Ĺ? Ä&#x17E; ĹśĆ&#x161; Ä&#x17E; Í&#x2022;  Ĩ Ĺ˝Ć&#x152; ƾžÍ&#x2022;  & YÍ&#x2022;  Ä&#x17E; ĹľÄ&#x17E; Ć&#x152; Ĺ? Ä&#x17E; ĹśÇ&#x152; Ä&#x17E;  Ĺ˝Ä&#x161;ŽŜĆ&#x161; Ĺ˝Ĺ? Ä&#x201A; Ć&#x161; Ć&#x152; Ĺ? Ä? Ĺ&#x161;Ä&#x17E; Í&#x2022;  Ĺ˝Ć&#x152; Ć&#x161; Ĺ˝Ä&#x161;ŽŜÇ&#x152; Ĺ? Ä&#x201A;  Ä&#x17E;  Ć&#x2030;Ĺ˝Ć? Ć&#x161; ĆľĆ&#x152; Žů Ĺ˝Ĺ? Ĺ? Ä&#x201A;  3HU  XQ DSSU RF F L R V HU HQR GHL  EDPEL QL  F RQ L O  GHQW L V W D DEEL DPR L QGL YL GXDW R SU RW RF RO O L  H SU RF HGXU H F KH U HQGRQR O H YL V L W H GDO  GHQW L V W D XQ HYHQW R SL DF HYRO H  1HJO L  V W XGL  RGRQW RL DW U L F L  DGHU HQW L  DO  SU RJHW W R L  EDPEL QL  YHQJRQR DF F RO W L  L Q XQ DPEL HQW H L QI RU PDO H F RQ JL RF KL   F DU W RQL  DQL PDW L  H SHU V RQDJJL  GHL  I XPHW W L   6SHF L DO L V W L  TXDO L I L F DW L  V HJXRQR L O  SHU F RU V R GL  F XU H GHO  EDPEL QR H YDO XW DQR SHU F RU V L  GL  SU HYHQ] L RQH SHU V RQDO L ] ] DW L  SHU  JDU DQW L U H L O  V XR EHQHV V HU H


11

DESIGN

I NON LUOGHI DELLA CITTÀ Fino al 13 novembre al MAXXI, una mostra in collaborazione con il marchio Alcantara esplora i nuovi spazi della vita quotidiana

Il tema dell’esposizione è ambizioso quanto i suoi promotori: “Nuovi scenari dell’abitare (con)temporaneo”, creare habitat attrezzati per sentirsi a proprio agio dentro ma soprattutto fuori dalle mura private

L’

umanità ha perso le chiavi di casa. Mentre il baricentro del vivere esce dalla sfera domestica e gravita sempre più lontano dal focolare, all’uomo non resta che fare di nomadismo virtù e costruire la propria identità negli spazi condivisi di un “fuori” collettivo. E dove l’uomo va, l’arte segue. Sono queste le premesse che hanno spinto il MAXXI a rinnovare la felice collaborazione con il marchio italiano Alcantara nell’allestimento della

mostra “Shape your life!”, in cartellone alla Sala Carlo Scarpa fino al 18 novembre. A quasi un anno dal successo del progetto “Can you imagine?”, la premiata distilleria di genio e innovazione torna alla sua missione di ricerca sperimentale per esplorare la versatilità di un materiale di rivestimento unico nel suo genere. Il tema dell’esposizione a cura di Giulio Cappellini e Domitilla Dardi è ambizioso quanto i suoi promotori: “Nuovi scenari dell’abitare (con)temporaneo”,

creare habitat attrezzati per sentirsi a proprio agio dentro ma soprattutto fuori dalle mura private. Cinquanta segnalatori di caratura internazionale hanno scandagliato l’universo del design alla ricerca dei più validi emergenti under 35, rosa che una giuria di esperti ha ulteriormente ristretto a otto finalisti, ognuno chiamato a declinare un aspetto del claim di partenza. All’austriaco Mischer’ Traxler è stato affidato il sedile di mezzo pubblico, il tedesco Sebastian Herkner ha

riletto il tavolo da riunione, i coreani Society of Architecture si confronteranno con la panchina del parco, Lanzavecchia + Way con l’abitacolo dell’automobile e la brasiliana Mana Bernardes con la scrivania di lavoro. Gli italiani Matteo Zorzenoni, Vittorio Venezia e i paradisi artificiali si occuperanno infine, rispettivamente, del bar/ristorante, del lettino da spiaggia e della poltrona di cinema e teatro. Otto artisti per otto nuovi indirizzi della vita quotidiana.


12

GUSTO

CHICKEN LOVE Per tutte le tasche, le etnie e l’età, il pollo veste diversi abiti e accontenta ogni palato © JJAVA - FOTOLIA.COM

© SCPIXBIT - FOTOLIA.COM

Qui, il pollo tandoori, specialità della tradizione indiana. A fianco il pollo alla cacciatora

Dal colore dorato, croccante e gustoso, si presta a mille interpretazioni e a mille diversi modi di cucinarlo e mangiarlo, con la forchetta, con le bacchette, ma soprattutto con le mani

a li conti che se fanno seconno le statistiche d'adesso risurta che te tocca un pollo all'anno: e, se nun entra nelle spese tue, t'entra ne la statistica lo stesso perch'è c'è un antro che ne magna due». Così disse Trilussa per spiegare, nella poesia “Statistica”, che se qualcuno mangia due polli e qualcun altro no, in media hanno mangiato un pollo a testa. A quell’epoca il galletto era con-

«D

siderata “una cosa da ricchi”, non si può certamente dire lo stesso oggi, anzi a quanto pare è un cibo che mette d’accordo tutte le tasche, tutte le età (è molto amato dai bambini) e tutte le etnie. Dal colore dorato, croccante e gustoso, si presta a mille interpretazioni e a mille diversi modi di cucinarlo e mangiarlo, con la forchetta, con le bacchette, ma soprattutto con le mani. Ovunque si vada, in America, in India lo si può gustare. Il Belpaese lo addolcisce accompagnandolo con i peperoni, nella classica ricetta romana o con il sugo nella versione toscana in cui veste i panni di pollo alla cacciatora. L’Oriente lo rende forte accompagnandolo con sapori speziati così in India, dove le religioni vigenti non permettono di mangiare suino e bovino, si cerca di insaporirlo il più possibile con il curry, non una, ma un insieme di spezie (paprika,

zenzero, pepe, zafferano). Il pollo al curry ormai talmente famoso da trasmettere il proprio eco dall’India fino a qui dove non è raro lo si cucini anche in casa. Dall’Oriente all’Occidente, o meglio agli Stati Uniti d’America, nella patria del super size il galletto si fa un po’ più pesante così le sue ali, arricchite di farina e paprika, finiscono nella friggitrice per acquisire le sembianze, la doratura e la croccantezza del pollo fritto. Un utile consiglio per gli abitanti della Capitale che non amano particolarmente i fast food, ma apprezzano il pollo soprattutto alla griglia, “Galloway” è un grillpub rustico e moderno dove il galletto è gustoso e fragrante, alla griglia naturale o piccante. Chi invece ama anche i fast food, non passerà inosservato “Chicken Hut”, con tanto, ma tanto pollo cucinato in molti modi diversi, dal tandoori al kebab fino all’immancabile frittura.

> A TUTTE LE ORE, CAMP’S CAFÈ Dalla colazione all’aperitivo per iniziare e chiudere la giornata in bellezza Dal dolce profumo del caffè al forte sapore dei cocktail, Camp’s Cafè apre con la colazione e arriva fino alla sera per concludere la giornata con l’aperitivo. Il locale è caffetteria, bistrot, pasticceria e cocktail bar. Per iniziare la giornata con un sorriso e il giusto ritmo, Camp’s Cafè propone ricche colazioni con specialità dolciarie e ottimi cornetti al burro di propria produzione, in più, una volta al mese il vero brunch americano con cupcake, uova strapazzate, bacon, salmone affumicato, brownies, e cheescake. Attiva fin dalle prime ore del mattino anche la pasticceria in grado di offrire prodotti sempre freschi e fatti artigianalmente, dal gelato ai mignon. Dalle 17, Camp’s è aperitivo con buffet illimitato e un cocktail a scelta tra le diverse proposte, il locale ha un’enoteca diretta da sommelier dell’AIS con 15 whisky, 15 rum e 60 grappe, tutte di ottima marca. Il ristorante soddisfa ogni preferenza culinaria negli orari dei pasti dove il tempo dedicato a pasti veloci si coniuga con la qualità dell’offerta, ottima anche, la pizza alla pala. A qualsiasi ora, Camp’s cafè c’è.


13

GUSTO

LA CRISI? MANGIAMOCI SU

Arcangelo Dandini, chef de L’Arcangelo

Grazie a Rome Restaurant Week si potrà pranzare o cenare nei migliori ristoranti di Roma e dintorni a prezzi contenuti

U

n occhio al portafoglio e un altro alla qualità di quello che viene servito. È l’obiettivo di Rome Restaurant Week, durante la quale si potranno gustare i piatti preparati dai migliori chef della Capitale a prezzi modici. Dal 5 all’11 novembre, alcuni tra i più prestigiosi ristoranti di Roma apriranno le porte a giovani, studenti, turisti e appassionati della buona cucina che vorranno essere deliziati da una cena o un pranzo “stellato”. Già perché all’evento partecipano ristoranti selezionati e premiati dalle Guide più apprezzate del settore: Espresso, Gambero Rosso, Michelin, Slow Food. Il programma prevede un menu degustazione di tre portate a partire da 25 euro a persona. I posti sono limitati. Occorre dunque affrettarsi: si può prenotare attraverso il sito della Rome Restaurant Week (www.restaurantweek.it).

I RISTORANTI CHE PARTECIPANO A ROMA: Ambasciata d’Abruzzo – Babette – Cafe Romano dell’Hotel d'Inghilterra - Camponeschi – Casa del Jazz – Casa Coppelle – Charlys Sauciere - Chinappi – Crispi19 – Cybo – Ditirambo - Enoteca Ferrara – Gaetano Costa – Rooftop Granet dell’Hotel Savoy - Imago dell’Hotel Hassler Roma – Inopia – Isole di Sicilia – La Luna – La Regola – La Terrasse Cuisine e Lounge dell’Hotel Sofitel – L’Arcangelo di Arcangelo Dandini – L’Olimpo dell’Hotel Bernini Bristol – Magnolia - Metamorfosi – Minerva Roof Garden del Grand Hotel De La Minerva – Moma – Oliver Glowig – OS Club – Osteria dell’Ingegno – Salotto Culinario – Sensus - Pastificio Cerere - Percento – Pierluigi - Pipero al Rex-The Cabiria - Vino e Camino NEL LAZIO: Sibilla (Tivoli), Accademia (Frascati), L’Oste della Bon’Ora (Grottaferrata), Perbacco (Aprilia), Vino e Camino (Bracciano), Chinappi (Formia)

> IL CAFFÈ PARNASO RADDOPPIA Lo storico locale annuncia l’apertura serale: sfilata di vip per festeggiare l’evento Sembrava di essere tornati ai tempi della dolce vita romana, quella magistralmente raccontata da Federico Fellini, venerdì scorso al Caffè Parnaso, nel cuore dei Parioli. Il motivo è presto detto: la famiglia Drisaldi, che gestisce il ristorante dal 1965, ha dato il via alla nuova apertura serale. E lo ha fatto dando vita a una vera e propria festa, alla quale non potevano mancare alcuni dei personaggi più importanti del mondo dello spettacolo. I primi a giungere sono stati l’attore Beppe Fiorello con la famiglia. Lo hanno presto seguiti Alessandra Mastronardi scortata dal fidanzato Liam McMahon, Camilla Filippi e marito, il regista Lucio Pellegrini e la bellissima attrice Katy Saunders. Si sono visti anche Fabrizio Biggio (I Soliti Idioti) accompagnato da Daniela Virgilio (Patrizia nella serie “Romanzo Criminale”), Andres Gil vincitore di “Ballando con le Stelle”, Carlotta Natoli (Tutti pazzi per amore) con lo sceneggiatore Ivan Cotroneo. E ancora Daniele Liotti e Luca Calvani, Roberta Giarrusso, Edoardo Natoli, Marco Rossetti, Anna Safroncik, Flavia Vento, Massimo Giletti e Roberta Beta. Tutti gli ospiti hanno brindato con il famoso cocktail Parnaso preparato con champagne, fragoline di bosco e un ingrediente segreto, mentre il menu della serata è stato preparato da Camilla Monteduro, chef protagonista di numerosi programmi televisivi del Gambero Rosso. Oltre all’apertura serale, è stata annunciata anche un’altra novità: i brunch domenicali che partiranno dalla prima domenica di novembre.

Alessandra Mastronardi, Camilla Filippi e Katy Saunders al Caffè Parnaso


14

GUSTO

SOLO IL MEGLIO NEL PIATTO CHICCHE POCO CONOSCIUTE IN CITTÀ, LUOGHI DI INCONTRO E DI GUSTO SCELTI APPOSITAMENTE PER UNA SERATA PERFETTA

CUCINA ETNICA

CARNE

PIZZERIA

TAPA LOCA

IN ROMA

BAFFETTO

Come suggerisce il nome, la pazzia è la chiave di lettura di un locale creativo ma soprattutto famoso per la paella spagnola. Come da tradizione, tapas e tortilla di patate e cipolla vanno accompagnate con la sangria. Speciale anche la crema catalana. www.tapaloca.it Via di Tor Millina, 5 - Tel 06 6832266 Piazza Navona

Ristorante dedicato al cinema con una splendida terrazza sulla Roma antica. Nel menu spiccano i prodotti del territorio, le specialità di carne con tagliate e filetto di manzo e i gelati artigianali di Pizzo Calabro. www.inroma.eu Via dei Fienili, 56 Tel 06 69191024 Zona Piazza del Campidoglio

Fiori di zucca, supplì, verdure gratinate sono semplicemente gli antipasti, per quanto riguarda le pizze l’occhio è attratto dalla pizza all’amatriciana con mozzarella, sugo all’amatriciana, pecorino e parmigiano. www.pizzeriabaffetto.it P.zza del Teatro di Pompeo, 18 – Tel 06 68210807 Zona Monti

SAHARA

BISTEAK

MINI PIZZA

In Africa mettersi a tavola è un rito e il ristorante Sahara lo rispetta proponendo i sapori della tradizione eritrea. Dalle Felafel (polpette fritte a base di ceci o fave con cipolla, aglio e coriandolo), allo Zighinì (agnello in salsa piccante). www.ristorante-sahara.com Viale Ippocrate, 43 – Tel 06 44242583 Zona Policlinico

Dalla macelleria al ristorante, qui la carne si sceglie, si fa tagliare, pesare e cuocere sotto i propri occhi. Uno standard di qualità, la filosofia del ristorante vuole che la carne sia sempre la stessa, proveniente da una cultura alimentare tracciata. www.bisteak.it Via di Pietralata, 141 - Tel 06 41792126 Zona Monti Tiburtini

Pizza a domicilio, pizze al taglio, pizze tonde, pizze piene e fredde. Ce n’è per tutti i gusti. I prodotti sono di altissima qualità e le pizze sono fatte con una lunga lievitazione naturale e condite sempre con olio extravergine d’oliva. www.minipizzaroma.it Via Massacciuccoli, 49 – Tel 06 86391006 Zona Quartiere Africano

IPPOKRATES

DAI TOSCANI

Direttamente dalla Grecia, questo ristorante porta nei piatti il gusto tradizionale dell’isola e la simpatia. Tra i piatti tipici, la Spanakotiropita, torta di spinaci e feta, la Mousaka, il Gyros e i Souvlaki. www.ippokrates.it Via Piave, 30 – Tel 06 64824179 Zona Piazza Fiume

Carne di tutti i tipi cotta alla griglia, tutto segue la tradizione della cucina toscana già dagli antipasti come il prosciutto al colatello e le polpettine di carne. Una tradizione rispettata anche nella scelta dei fornitori, amici toscani. www.daitoscani.it Via Forlì, 41 - Tel 06 44231302 Zona Policlinico

GIRARROSTO FIORENTINO

DAR POETA

Bistecche alla fiorentina, châteaubriand, entrecôte. Un ristorante classico d’ispirazione toscana con una selezione attenta di carni pregiate da servire a accompagnare con ottimi vini da scegliere tra le oltre 400 etichette. www.girarrostofiorentino.it Via Sicilia, 46 Tel 06 42880660 Zona Villa Borghese

Pizzeria con forno a legna e menu vario. Dalla classica margherita alla particolare pizza Peperino con mozzarella, stracchino e peperoni o la Lingua de foco con pomodoro, mozzarella, salame piccante e peperone. www.darpoeta.com Vicolo dei Bologna, 45 – Tel 06 5880516 Zona Trastevere


GUSTO

15

APERITIVI CANTINA PARADISO

COMÒ BISTROT

SOFA WINE BAR

Aperitivi, buffet bio, vini naturali, birre artigianali e drink. Tanti piatti particolari dalle tortilla alle polpettine di pollo con farina di cocco, ai biscotti salati con zucchine. Un locale piccolo, ma di ottima qualità dove gustare il proprio aperitivo. comobistrot.tumblr.com Viale Gottardo, 95 Zona Montesacro

Una grande varietà di prodotti sia da bere che da mangiare. Vino, ma anche whisky, rum e cocktail. Sul piatto prodotti della tradizione nazionale. Ricche insalate,carpacci di carne e pesce, ma anche scamorze, tomini e un ricco tagliere di salumi e formaggi. www.sofawinebar.it Via Cimone, 181 – Tel 06 86897655 Zona Montesacro

AI TRE SCALINI

GEP

Un’antica vineria del 1895, oltre al vino anche la birra Menabrea e una lavagna sempre aggiornata con i piatti del giorno. Dal menu, frisella, ricotta di bufala e miele al tartufo, torta salata tipica romana e salsicce dolci di Siena. www.aitrescalini.org Via Panisperna,251 – Tel 06 48907495 Zona Monti

Un’enoteca, ma anche una caffetteria e un locale per aperitivo a cui si è aggiunto un servizio di piccola ristorazione per la pausa pranzo e per la cena. L’aperitivo è consolidato da tempo con degustazioni di salumi, formaggi e specialità regionali. www.gep.it Via Massaciuccoli, 16-18 – Tel 06 86328792 Zona Nomentana

SOFA WINE BAR

AVIO VITTO E BEVERAGGIO

DOPPIO ZERO

Una grande varietà di prodotti sia da bere che da mangiare. Vino, ma anche whisky, rum e cocktail. Sul piatto prodotti della tradizione nazionale. Ricche insalate, carpacci di carne e pesce, ma anche scamorze, tomini e un ricco tagliere di salumi e formaggi. www.sofawinebar.it Via Cimone, 181 – Tel 06 86897655 Zona Montesacro

L’aperitivo qui è a partire dalle 17.00. Colori e arredamento vintage rivisitati con la creatività dei giorni nostri. Un locale polifunzionale, non solo aperitivi, ma tavola calda, ristorante e location per eventi. www.avioroma.it Via Flaminia, 638/640 – Tel 06 69308209 Zona Fleming

Aperitivo tutti i giorni dalle 18.00 alle 21.00 con ricco buffet di insalate, pasta calda e fredda, cous cous, farro, pizze, teglia di patate appena sfornate e per chiudere, “bocconcini con la nutella”. www.doppiozeroo.com/ Via Ostiense, 68 – Tel 06 573019861 Zona Ostiense

Atmosfere vintage per questo cocktail bar di Trastevere. Imperdibile ogni sera a partire dalle 18.00 gli aperitivi con prezzo fisso. Un’offerta che va incontro a diverse esigenze, da qui il menu vegetariano, il tutto da gustare con una musica jazz e fusion in sottofondo. www.cantinaparadiso.it Via di S. Francesco a Ripa, 73 – Tel 06 5899799 Zona Trastevere

FRENI E FRIZIONI

CASA CLEMENTINA

Il nome può ingannare, eppure questo è un locale in piena regola. All’interno arredamenti vintage convivono con opere d’arte contemporanee. A partire dalle 19.00 un ricco buffet di piatti di stagione: insalate, focacce, paste e tanto altro. www.freniefrizioni.com Via del Politeama, 4/6 – Tel 06 45497499 Zona Trastevere

È come una casa, con tanto di camera da letto e giardinetto. In cucina, nell’ora dell’aperitivo il tavolo si riempie di lasagne, frittate, quiche, verdure, insalate e pasta. Proprio come a casa si possono riscaldare le pietanze nel forno a microonde. http://www.facebook.com/pages/Casa-Clementina/179469585463377?ref=ts&fref=ts Via Clementina, 9 - Zona Monti


16

ARTE

ITALO CALVINO NEL PAESE DELLE FIABE Fino al 20 gennaio al Palazzo delle Esposizioni, diciotto illustratori raccontano il catalogo favolistico del grande maestro della letteratura italiana

C’

era una volta un uomo speciale che nel 1954 decise di prendere per mano tutte le fiabe d’Italia e accompagnarle una a una tra le pagine di un libro. Il suo nome era Italo Calvino e quel libro, che avrebbe visto la luce due anni dopo, era la prima sistemazione organica e omogenea dell’intero patrimonio favolistico dello Stivale, meticoloso lavoro di raccolta e scandaglio in cui l’autore si immerse «disarmato d’ogni fiocina specialistica» ed equipaggiato solo del guizzo d’invenzione che natura gli aveva dato. Lo stesso di cui danno prova i diciotto illustratori italiani e francesi nelle trentasei tavole da ammirare nella mostra “Viaggio

con figure nelle fiabe italiane di Italo Calvino”, in cartellone al Palazzo delle Esposizioni fino al 20 gennaio. Dalla figlia grassa e mangiona di “E sette!”, storia originaria della Riviera ligure di Ponente, prende le mosse un’escursione geografica e artistica nel segno di stili e tecniche diversi: il giovane re che si trasforma in pappagallo nelle matite colorate di Pia Valentis, “Il lupo e le tre ragazze” che rivivono nel collage su legno di Agnese Baruzzi, fino a “Il re vanesio” firmato Isabelle Chatellard. Nella convinzione, «quell’unica convinzione mia che mi spingeva al viaggio tra le fiabe» – come aveva ammesso Calvino – «che io credo questo: le fiabe sono vere».

STANLEY KUBRICK COME NON L’AVETE MAI VISTO Una mostra delle fotografie del regista Il regista di “Arancia Meccanica”, “Eyes Wide Shut” e “Il dottor Stranamore”, tanto per citare una parte della sua filmografia, realizzò una serie di scatti a 17 anni. Quelle stesse immagini sono arrivate a Roma in una mostra dedicata a un giovanissimo Stanley Kubrick, fotografo. Iniziata il 19 ottobre l’esposizione, che si protrarrà fino al 25 novembre al Chiostro del Bramante, mette in scena più di 160 fotografie pubblicate da Look Magazine per cui il regista ha lavorato fino ai 21 anni d’età, tra il 1945 e il 1950. Un

incarico affidatogli per documentare la vita quotidiana nell’America dell’immediato dopoguerra. Tra gli scatti anche personaggi celebri come Rocky Graziano e Montgomery Clift, che attraverso l’obiettivo di Kubrick, appaiono dei comuni mortali. Il visitatore potrà, attraverso gli scatti, scoprire il leitmotiv che il regista ha in seguito sviluppato nei suoi film. La fotografia è stata evidentemente il primo step per la crescita di un genio dell’universo cinematografico.


PERGOLE TENDE DA SOLE ZANZARIERE ARREDO GIARDINO ARREDAMENTO PORTE DA INTERNI 30% SCONTO TIPI TI I PER TUT URA T DI COPER

SOPPRALLUOGHI CON PROGETTAZIONE GRATUITA

SPECIALE ZANZARIERE PLISSE RETI COLORATE dal 145 al 85€ al mq.

COMPRESO TRASPORTO E MONTAGGIO IVA INCLUSA

TENDA A BRACCI CON BARRA QUADRA MISURE LARGHEZZA 300 PROFONDITÀ 200 CON MOTORE TELECOMANDO E ANEMOMETRO VENTO SOLE E PIOGGIA da 1500 a 850€ iva trasporto e montaggio incluso e 30% su tutte le altre tende

Scegli l’immagine e personalizza il tuo mobile

COPERTURE IN LEGNO SU MISURA A PARTIRE DA 120€ AL MQ IVA INCLUSA Via Tiburtina, 264 Km 18.800 Guidonia Montecelio (RM) Tel. 0774-357444

www.coverdesignroma.it

Aperto dal lunedi’ al sabato 9,30/13,00 - 15/19,30 domenica 9,30/13,00


18

SPORT

LA MARATONA DI… ROMA Pronti, partenza, via con la quinta edizione della “Corsa dei Santi” il 1° novembre

4.000 PODISTI per la “Corsa dei Santi”

Si corre e si suda per una causa nobile, aiutare i bambini di strada di Porto Alegre

N

on sarà la maratona di New York, ma anche Roma ha la sua corsa a novembre. Torna puntuale come ogni anno, la “Corsa dei Santi”. Partenza alle 10 in Piazza San Pietro per i 4.000 podisti iscritti alle due prove in programma, la competitiva di 10,5 km e la non competitiva di 3. Si corre e si suda per una causa nobile, aiutare i bambini di strada di Porto Alegre. In cambio, i podisti avranno la possibilità di correre tra le meraviglie storiche e architettoniche del centro di Roma. Al percorso agonistico si affiancherà quello aperto a tutti che si snoda nel quartiere attorno a San Pietro. A mettersi in gioco anche i due fon-

disti del CS Esercito Gianmarco Buttazzo e Laila Soufyane, e Alessandro D’Ascoli dell’Aeronautica Militare. Entrambe le corse avranno la partenza (ore 10 la competitiva, a seguire la non competitiva) e l’arrivo di fronte a Piazza San Pietro dove il Santo Padre benedirà i partecipanti nel corso dell’Angelus. Promossa dalla Fondazione Don Bosco nel Mondo, come iniziativa per sostenere le attività dei missionari salesiani nelle zone più critiche della terra, lo scorso anno l’evento ha raccolto e destinato 120.000 euro per un progetto nel Corno d’Africa colpito dalla siccità. Si spera di poter eguagliare, se non migliorare il risultato per lo scopo di quest’anno. Una corsa e una competizione sì, ma soprattutto una festa nella quale si ritrovano ragazzi, adulti e famiglie in rappresentanza di scuole, parrocchie e circoli sportivi di tutta Italia. La quinta edizione della “Corsa dei Santi” sarà trasmessa in diretta a partire dalle 9.50 su Canale 5.

RISTORANTE PIZZERIA

e antipasti di mar Girandola di 10 a di scampi em risotto alla cr ngole veraci spaghetti alle vo e assaggio e sc grigliata di pe lamari di frittura di ca isti m ni or cont della casa no vi e a qu ac caffè -

Euro 30,00

Antipasto misto di affettati fagioli con le cotiche trippa alla romana grigliata di carne no stop contorni misti caffè acqua vino o birra

Euro 25,00

Misto di fritti Bruschette mis te Pizza a volontà Dolce della ca 1 Bibita o 1 Birr sa a piccola

Euro 12,00

Via Palombarese, 313 - S. Lucia di Fonte Nuova (Rm) Tel. 06.9051636 anticaroma@ristorante-anticaroma.com - riccardobaretta378@vodafone.it www.ristoranteanticaroma.it

PERCORSO DELLA GARA COMPETITIVA Via della Conciliazione, ponte Vittorio Emanuele II, largo di Torre Argentina, via delle Botteghe Oscure, via Teatro Marcello,via Petroselli, piazza della Bocca della Verità, via dei Cerchi, piazza di Porta Capena, via di San Gregorio, via Celio Vibenna, piazza del Colosseo, via e piazza di San Giovanni in Laterano, via Merulana, piazza Santa Maria Maggiore, via Liberiana, via cavour, via dei Fori Imperiali, piazza Venezia, via del Plebiscito, corso Vittorio Emanuele II, via San Pio X e via della Conciliazione.

PERCORSO DELLA GARA COMPETITIVA Via della Conciliazione, via della Traspontina, via di Porta Castello, via Sforza Pallavicini, via Terenzio, via Fabio Massimo, viale Giulio Cesare, via Marcantonio Colonna, via Cicerone, piazza Cavour, piazza Adriana, largo Giovanni XXIII e via della Conciliazione.


19

SPORT

MOMENTI DI GLORY Grande attesa per la Final Eight delle Glory World Series il 3 novembre al Palalottomatica: gli otto migliori kickboxer al mondo in lotta per 300.000 dollari

on è importante come colpisci, l'importante è come sai resistere ai colpi, come incassi, e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti». Così parlò Rocky Balboa, sommo profeta della dura legge del ring. E così faranno senza dubbio alcuni tra i suoi più tosti discepoli in quello che si preannuncia come uno degli appuntamenti più caldi dell’autunno sportivo nella Capitale. Glory World Series, la famosa lega mondiale di kickboxing e arti marziali, sbarca a Roma con la finalissima dei pesi medi

«N

che il 3 novembre al Palalottomatica vedrà l’incontro-scontro tra gli otto fighter più forti del circuito nella categoria 70 kg. Tutti gli occhi sono puntati su di lui, Giorgio “The Doctor” Petrosyan, ventiseienne armeno di nascita e azzurro d’adozione noto per la precisione chirurgica dei suoi colpi. Per conservare il titolo iridato, il pluridecorato campione in carica – alla sua prima apparizione nella Città Eterna – dovrà vedersela con altri sette combattenti di caratura stellare: gli olandesi Albert Kraus e Robin van Roosmalen, lo svizzero Shemsi Bequiri, lo statunitense

Ky Hollenbeck, il georgiano Davit Kiria, lo svedese Sanny Dahlbeck e il britannico Tim Thomas. Le sfide si articoleranno in match di tre round da tre minuti ciascuno a eliminazione diretta, intervallati da prestige fight al cardiopalma in cui a incrociare i guantoni saranno atleti di fama internazionale, tra cui i tre romani David Dolce, Alessandro Campagna e Manuele Raini. E non è solo la “glory” ad attendere i contendenti: chi riuscirà ad allungare i pugni sulla vittoria si aggiudicherà infatti un ricco bottino di 300.000 dollari.

Tutti gli occhi sono puntati su di lui, Giorgio “The Doctor” Petrosyan, ventiseienne armeno di nascita e azzurro d’adozione noto per la precisione chirurgica dei suoi colpi


20

AGENDA IN REGIONE 1-3 novembre

REGIONE

ALBERTAZZI INAUGURA LA STAGIONE A LATINA

RIETI - Antrodoco In Piazza del Popolo, nel piccolo centro del Reatino, si terrà la festa del “Marrone Antrodocano” dedicata a uno dei più importanti prodotti del posto: le castagne, rinominate appunto “marroni”. Saranno tre giorni di cene in piazza e intrattenimento musicale. Per il giorno 3, sarà organizzata anche un’escursione.

Il 6 novembre, al Teatro Gabriele d’Annunzio, il decano degli attori italiani apre il calendario con un omaggio a Giacomo Puccini

3-4 novembre

LATINA - Teatro Moderno A Nathalie Caldonazzo l’onore di inaugurare la stagione 2012-2013 del Teatro Moderno con “Sedia Sediola”, una commedia divertente su un tema molto attuale: come i bambini riescano a comprendere e penetrare i sentimenti umani anche meglio degli adulti. Inizio spettacoli: sabato ore 21; domenica 17.30.

3-4 novembre

FROSINONE - Boville Ernica Un percorso enogastronomico con piatti e prodotti tipici ambientato nel centro storico, spettacoli musicali e visite guidate a tesori d’arte, uliveti e antichi frantoi animeranno la due giorni di “Pane, Olio e Fantasia”. Ci sarà anche la possibilità di acquistare l’olio extravergine d’oliva direttamente dai produttori.

7 novembre

LATINA - Teatro D’Annunzio “Terrybilmente divagante” è il nome dello spettacolo con cui Teresa Mannino farà sorridere e graffierà al tempo stesso. La protagonista è costantemente in bilico fra mondi contrapposti: il Nord operoso e il Sud filosofico, lo zelante universo femminile e quello “infantil-materialista” maschile. Start ore 21.15.

n omaggio a un grande compositore e alle sue opere immortali che ci restituiscono ancora oggi un teatro modernissimo. “D’arte e d’amore…” è un omaggio a Giacomo Puccini, ma è anche un omaggio ad Albertazzi e alle sue straordinarie doti drammatiche. Con questo spettacolo, il decano degli attori teatrali inaugura, martedì 6 novembre, la stagione del Teatro Gabriele D’Annunzio di Latina. Albertazzi vestirà i panni del grande compositore lucchese e farà rivivere – attraverso un ottimo mix di musica e parole, di lirica e prosa – agli spettatori i momenti più salienti di una vita artistica e sentimentale vissuta al limite dell’incredibile. A ripercorrere l’intera produzione pucciniana, dalla Bohéme a Tosca, dalla Manon Lescaut al Gianni Shicchi fino alla Turandot, ci penseranno le magnifiche voci dei tenori e dei soprani.

U

D’ARTE E D’AMORE con Giorgio Albertazzi Testo e regia: Giovanni De Feudis Orchestrazione: Luca D’Alberto


21

REGIONE

IL NERF SBARCA A FROSINONE Per la gioia dei ragazzi, lo street game più amato al mondo arriva con il suo tour nel capoluogo ciociaro

PAGANICO SABINO FESTEGGIA LA “GHIANDA DI GIOVE” Tredicesima edizione della castagnata nel piccolo borgo della Valle del Turano Attraverso il Nerf Training Camp, saranno selezionati i giovani più abili che andranno a formare la nazionale italiana della disciplina

D

opo il grande successo di Napoli (circa mille ragazzi in un solo giorno), ma anche di Comacchio, Mestre, Ravenna e Sondrio, il Nerf Training Camp sbarca sabato 3 novembre a Frosinone. Per chi non lo conoscesse, il Nerf è tra gli stre-

et game più amati al mondo: tutto ruota attorno ai cosiddetti “blaster”, delle pistole per bambini, costruite dalla Hasbro, che sparano anche a distanza (fino a 23 metri) degli innocui dardi di gomma. L’obiettivo del gioco è – ovviamente – colpire quanti più avversari possibile e al tempo stesso non farsi eliminare. Presso il negozio Giocheria Frosinone, sarà allestita un’arena di 600 metri quadrati con strutture degne del miglior campo di addestramento, con tiro a segno, strutture gonfiabili, salto all’ostacolo, ma soprattutto con la possibilità di provare i nuovissimi “blaster” della linea

Nerf. I ragazzi dovranno superare con destrezza tre diverse prove. La prima si svolge nell’area poligono: l’obiettivo è migliorare la mira e la precisione nel tiro utilizzando il Jolt, il blaster più piccolo, ma anche il più potente. Nella seconda prova, prevista nell’aera addestramento, gli appassionati dovranno superare una serie di ostacoli e dimostrare di essere svegli e veloci, perfezionando così agilità, destrezza e rapidità. La terza e ultima prova è la più entusiasmante: è quella di squadra, nella quale emergono tutte le abilità del “nerfista”. I migliori saranno poi selezionati per entrare a far parte della nazionale italiana di Nerf.

Gli antichi romani la chiamavano la “ghianda di Giove”. Per noi, oggi, è più comunemente la castagna, frutto tipico di questa stagione e che ci ricorda il periodo freddo alle porte. A Paganico Sabino, piccolo centro del reatino, facente parte della valle del Turano, viene festeggiata per il tredicesimo anno consecutivo con una sagra a essa dedicata. L’appuntamento è fissato per domenica prossima, 4 novembre, dalle ore 11 fino al tramonto. La castagna verrà servita calda e arrostita. Ma non sarà l’unica a comparire nel menu: ci sarà spazio infatti anche per la pasta fatta in casa, la salsiccia, la bruschetta, il vino e le ciambelline da intingere nel vino. In programma anche delle visite guidate: alla chiesa di Santa Maria dell’Annunciazione e alla “Pietra Scritta”, un monumento funerario a forma quadrangolare, situato a 2,5 chilometri dal paese, nelle vicinanze del fiume Turano.


ITALIA

22

UN’EDIZIONE DA FINE DEL MONDO Lucca Comics & Games, al via la kermesse dedicata al gioco e al fumetto, dal 1° al 4 novembre

Una grande “caccia al padiglione” dato che l’intera città con le sue bellezze e i luoghi più celebri ospiterà una diversa area dedicata alla grande kermesse di Lucca Comics & Games ucca si prepara alla fine del mondo, non alla profezia dei Maya, ma a un evento che sia letteralmente la “fine del mondo”. Torna anche quest’anno il Festival Internazionale del Fumetto, del Gioco e dell’Illustrazione, dal 1° al 4 novembre. Una gran-

L

de “caccia al padiglione” dato che l’intera città con le sue bellezze e i luoghi più celebri ospiterà una diversa area dedicata alla grande kermesse di Lucca Comics & Games. Si parte dall’area comics in cui non delude il parterre di ospiti, tanto per fare un nome: Takeshi Obata, uno dei più grandi mangaka del ventunesimo secolo, conosciuto per i bestseller internazionali “Death Note e Bakuman”. L’autore, in Italia per la prima volta, sarà protagonista di una conferenza stampa e di una serie di eventi a lui dedicati. L’altra faccia della manifestazione è: games, così nell’area dedicata al gioco, nel

padiglione Carducci verranno presentate le ultime novità in materia, sia per quanto riguarda il gioco tradizionale che il videogioco. A tal proposito, non mancheranno le grandi major: Sony Computer con un grande stand interattivo, Nintendo che per l’occasione presenterà la nuova Wii e la Ubisoft che organizzerà una celebrazione in grande stile del gioco “Assassin’s Creed”. Si ferma nel padiglione games anche Christopher Paolini nell’area dedicata alla Fantasy dove, lo scrittore di fama mondiale di libri sul drago Eragon, sarà ospite. Musica con il fenomeno dell’Anime Pop, per la prima volta in Italia, che porterà alcuni ar-

tisti del mondo musicale dei cartoon e del Japan rock direttamente dal Sol Levante, mentre a colorare le strade di Lucca ci penseranno i Cosplay. Non si può non segnalare l’appuntamento con la serie TV più acclamata dell’ultimo anno televisivo, Warner Home Video ricostruirà a Lucca la sala del trono della corte di Approdo del Re, con tanto di Trono di Spade ricostruito a grandezza naturale. In più, presso il ristorante Il Caffè delle Mura, verrà ricostruita la Corte di Approdo del Re, al cospetto della quale il pubblico si sfiderà ogni giorno in un torneo di spade per eleggere “Il Campione di Westeros a Lucca”.

Anno 2012-STAMPA - Società Tipografico Editrice Capitolina S.p.A. Via Giacomo Peroni, 280 Roma SPORT NETWORK SRL Via Messina, 38 Milano - Tel. 02 349621


SETTIMANA BIANCA 0-12 anni BAMBINI GRATIS HOTEL + SKIPASS + SCUOLA SCI (valido per i nati dopo il 30/11/2001 ed appartenenti allo stesso nucleo familiare dell'adulto)

Soggiorno gratis per un bambino con sistemazione in camera dei genitori

+

Skipass gratis bambino per ogni adulto che acquisterà lo skipass

+

Scuola Sci gratis bambino per ogni familiare pagante o in alternativa al costo di 25 € (2 ore al giorno di lezione collettiva)

In più, per grandi e piccini, l'offerta prevede tariffe ridotte per: Noleggio attrezzature (sci + scarponi) 5gg. Adulto € 50 Bambino € 35 - 7gg. Adulto € 70 Bambino € 50

L’offerta include Soggiorno di 5 notti sistemazione in camera standard trattamento di mezza pensione, bevande escluse; ricca colazione a buffet; servizio navetta per gli impianti da sci WI-FI gratuito

Costo € 299,00 a persona Settimane di validità dal 6 al 25 gennaio 2013 e dal 17 al 29 marzo 2013. L’arrivo è possibile solo la domenica.

Piana S. Liberata – 67031 Castel di Sangro (AQ) – Italia Tel. +39 0864 847280 Fax +39 0864 847095 info@sportvillagehotel.it – www.sportvillagehotel.it


IN ROMA 1 Novembre