Page 1

Informazione pubblicitaria a cura della Sport Network - Allegato al

FILM | CONCERTI | SPETTACOLI | MOSTRE | ENOGASTRONOMIA | FIERE | EVENTI SPORTIVI | CORSI | ITINERARI | FUORI PORTA

GRANDE ATTESA PER GLI all blacks

> P.5

ARRIVA NELLE SALE IL CAPITOLO FINALE DI twilight

> P.6

IL ROCK DEGLI skunk anansie AL TENDASTRISCE

> P.8

i soliti idioti

PAOLO PROSERPIO

RISATE ASSICURATE AL GRAN TEATRO CON BIGGIO E MANDELLI > P.2-3


2

coPertina

AL GRANTEATRO LA comicitĂ  CHE PIACE Dopo aver conquistato tv e cinema, “I Soliti Idiotiâ€? arrivano sul palcoscenico con i loro personaggi e sketch irriverenti. Appuntamento il 17 novembre

C

on il loro nome volevano omaggiare “I soliti notiâ€?, un film capolavoro firmato dal maestro Monicelli e pietra miliare della commedia all’italiana. In realtĂ , Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio, alias “I Soliti Idiotiâ€? hanno guardato piĂš all’Inghilterra e in particolare alla serie comica “Little Britainâ€? per raccontare a modo loro l’Italia di oggi con tutti i suoi difetti e luoghi comuni. I piĂš giovani conosceranno molto bene il duo sbocciato sugli schermi di Mtv e che probabilmente andrĂ  a segnare una generazione, come hanno fatto in passato altre coppie di comici, da Stanlio e Ollio a Franco e Ciccio passando per Cochi e Renato e Gianni e Pinotto. Dopo aver bucato il piccolo e grande schermo, ora passano al palcoscenico con uno spettacolo teatrale – il 17 novembre dalle 21.15 al Gran Teatro – in cui si rivedranno i loro sketch e i personaggi piĂš buffi, da Ruggero e Gianluca a Padre Boi e Padre Giorgio, alla postina che promette di essere “subito da leiâ€? e poi non torna, e ancora Maria Luce e Giampietro fino al piccolo Niccolò. Biggio e Mandelli sono molto abili nell’indossare maschere completamente diverse per raccontare uno spaccato del nostro Paese. E lo fanno attraverso una comicitĂ  buffa che spesso sfocia in demenzialitĂ  e – a volte – in volgaritĂ , che il grande pubblico non nasconde di gradire. Anche questo segno di un profondo cambiamento dei tempi, se si pensa che un tempo a far ridere gli italiani dei propri difetti erano Totò, Gassman e Mastroianni, protagonisti de “I soliti notiâ€?. Infoline e prevendite: 0773/414521 - 0773/664946 www.ventidieci.it - info@ventidieci.it

CHI SONO Fabrizio Biggio e Francesco Mandelli, uno nato a Firenze e l’altro a Erba, da oltre dieci anni sono protagonisti sugli schermi di Mtv, dove hanno condotto numerosi programmi. Dal 2009 iniziano l’avventura de “I Soliti Idiotiâ€? di cui sono anche sceneggiatori. Biggio ha debuttato in tv nel 1998 come conduttore su Canale 10, una rete televisiva toscana. Mandelli, invece, soprannominato “Nongiovaneâ€?, ha iniziato nel 1998 sempre su Mtv al fianco di Andrea Pezzi in “Tokushoâ€?. “I Soliti Idiotiâ€? hanno fatto la loro apparizione anche all’ultimo Festival di Sanremo. La serie tv è intanto giunta alla quarta stagione. Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio sono I Soliti Idioti nello sketch Father and son

¡ (  ( 1 , /  3 / ( +  < $ *                 $ 5 ' $ 8 4 6  $ 8 7  $ /                    

35217,$' 

$6&2/7$57 JD\KHOSOLQHLW


coPertina PAOLO PROSERPIO

3 PAOLO PROSERPIO

PAOLO PROSERPIO

I PERSONAGGI FATHER AND SON Ruggero De Ceglie è un padre autoritario, volgare e disonesto. Il figlio Gianluca ha invece un animo sensibile, è laureato ed è amante dell’arte e della tecnologia. Ruggero sprona il figlio a vivere una vita fatta di “piaceri veri” spronandolo a suon di “Dai, cazzo!” DOLCE ATTESA Due ragazzi gay credono di poter partorire un figlio naturalmente e accusano chi li guarda increduli gridando al mondo di essere omo-ses-sua-li (scandendolo a voce stridula). IL RINNOVAMENTO DELLA CHIESA Padre Boi e Padre Giorgio sono due stravaganti preti che vedono la Chiesa come una grande azienda e cercano di aumentare il consenso dei credenti presentando innovativi progetti di rinnovamento persino al Papa. LA POSTINA Un tranquillo ragazzo di provincia è alle prese con la burocrazia italiana e in particolare con un’impiegata delle Poste che lo lascia in perenne attesa. GLI (IM)MORALISTI Maria Luce e Giampietro sono una coppia benestante che si imbatte in alcune imbarazzanti situazioni del quotidiano. Il loro perbenismo li porta a immobilizzarsi con surreali ragionamenti (Im)moralisti. MAMMA ESCO...! Il piccolo Niccolò esce di casa fornendo ai genitori, un po’ disinteressati, le giustificazioni più stravaganti per portare a termine azioni quasi sempre illegali e non adatte a un ragazzino della sua età. LA MINISTRA Questo sketch dissacra una parte della politica odierna, dove la meritocrazia cede il posto ad altre (discutibili) doti. Un’anestesista è stata eletta ministra e ha per assistenti degli ex dottori. Non capisce le domande dei giornalisti e i suoi discorsi sono infarciti di doppi sensi.


RADDOPPIA

LA TUA VOGLIA DI VINCERE FRQODQXRYDGRSSLDSLDWWDIRUPDGL63,(/2H12920$7,&        

VIENI, DIVERTITI e VINCI 1(//(6$/(7(55<%(//9,17,-$&.3272/75(     

BROADWAY ROMA - Via delle Giunchiglie, 72 TERRYBELL ROMA - Via di Tor Pignattara, 68/72 TERRYBELL ROMA - Via Tiburtina, 594/596 ULFFREXкаHWSHUWXWWLLFOLHQWL    


Primo Piano

5

LO SPETTACOLO DEL rugby L’Italia sfida la Nuova Zelanda dei mitici All Blacks, un evento nell’evento

Gli All Blacks e la celeberrima Haka. A fianco, due momenti di Italia-Tonga

U

n appuntamento da circoletto rosso che seall’Olimpico per trascorrere delle ore all’insegna della gna l’ambizione di una federazione e di un comunità che la palla ovale rappresenta. Lo sforzo delmovimento sportivo in crescita. Il trittico di test la federazione è stato importante proprio per coinvolmatch novembrini arriva al suo apice sabagere la grande famiglia degli appassionati, di tutte le to 17, Stadio Olimpico, dove la nazionale italiana di rugetà. Terzo Tempo Azzurro 15 esalterà il meraviglioso sceby conta di battere il record di presenze nella struttunario del Foro Italico: già nei pressi dell’Obelisco e in ra capitolina e, chissà, sognare contro gli All Blacks, viale dei Mosaici sarà possibile ammirare una messa la squadra che più di in scena che esalta l’ectutte accende il desicellenza italiana. Ci sarà Al Foro Italico, il Terzo Tempo Azzurro 15 un palco con un dj e dederio e i sogni degli apospiterà tutti gli appassionati che passionati della palla gli intrattenitori; l’area rivorranno entrare a far parte della ovale. storo sarà allestita da AuLo spettacolo sul camtogrill mentre nella zona comunità che la palla ovale rappresenta po lo forniranno le squaStadio dei Marmi sarandre. È indubbio che l’Itano predisposte iniziative lia conta sui test match per confermare i suoi progressi. ludiche e ricreative con animatori che coinvolgeranno Lo stesso Brunel, il c.t. della nazionale, è certo della con giochi e sport grandi e piccini. Ma il rugby non rivoglia dei suoi ragazzi. «Negli ultimi anni l'Italia è crenuncia a esaltare se stesso: nel Museo saranno esposciuta, ma vogliamo puntare più in alto. Abbiamo l'amste le maglie dei più grandi campioni di questo sport bizione di imporre il nostro gioco all'avversario. E per di ogni epoca e ogni nazione. Invece, vicino la palla delvedere se siamo una buona squadra è necessario aflo Stadio Olimpico, ci saranno degli allestimenti che raffrontare i migliori al mondo per vedere quanto valiamo, figurano i grandi campioni che hanno vestito la maglia vogliamo salire ancora più su». azzurra e quella “all black”. Degli All Blacks neozelandesi si sa tutto, inutile ricorInfine, nella pancia dello stadio, in zona tribuna Mondare i titoli – anche se la Coppa del Mondo vinta in casa te Mario, sarà l’occasione del pranzo pre-partita (un’alnel 2011 mancava dal 1987 – o la danza maori che intra delle tradizioni che fanno grande uno sport emblema timidisce gli avversari prima dell’inizio (“Ka Mate? Ka di fair play) con 1.500 ospiti. Il tema sarà la cucina roMate? Ka Ora! Ka Ora!” cantano e ballano mostrando mana preparata dallo chef Anna Dente, una delle la loro forza) o la stratosferica percentuale del 74,5% espressioni più tipiche e dal grande rilievo internaziodi vittorie ottenute nella loro storia (341 su 458 inconnale, definita la “Regina della Matriciana” da Stefano tri). Quello che forse non si sa ancora è lo spettacolaBonilli del Gambero Rosso. Non solo: ci sarà anche lo re Terzo Tempo Azzurro 15 allestito al Foro Italico per show cooking, con grandi cucine a vista dove sarà posospitare le decine di migliaia di persone che correranno sibile ammirare la preparazione del pranzo.

OFFERTA SOLO PER IL PUNTO VENDITA DI VIA LATA, 34 VELLETRI Non cumulabile con altri prodotti in offerta

600 mq di ALIMENTI PER ANIMALI ACCESSORI FERRAMENTA GIARDINAGGIO

Siamo anche in Via Appia Nord 177 - 179, Velletri Tel/Fax 06.9635301 AGRIAPPIA@TISCALI.IT


cinema

6

AL cinema È TEMPO DI VamPiri Con “The Twilight Saga: Breaking Dawn-Parte 2” si chiude uno dei fenomeni di massa più significativi degli ultimi anni sul grande schermo

Robert Pattinson e Kristen Stewart, Edward e Bella, coppia sullo schermo e nella vita wilight finisce. Con “Breaking Dawn – fastidio ai suoi personaggi “soprannaturali” Parte 2” si chiude una delle saghe ciin quanto, si sa, i vampiri raccontati nei libri nematografiche di maggior successo. di Stephenie Meyer posso camminare e lotI quattro film che la compongono tare alla luce del sole. Il mito del vampiro è hanno incassato più di un miliardo di dollastato sfilacciato da tutte le parti. Come il Jerri negli Stati Uniti e hanno superato i due miry Dandrige di Colin Farrell in “Fright Night – liardi e mezzo di dollari in Il vampiro della porta actutto il mondo. Solo negli canto” che mangia tranKristen Stewart e Robert USA sono stati venduti quillamente una mela alla più di trenta milioni di faccia di tutto quello che saPattinson sono apparsi DVD/Blue-ray. Il twitter pevamo sul loro modo di di nuovo insieme ufficiale – @Twilight – è nutrirsi. È innegabile, però, all’anteprima mondiale stato il primo resoconto che siano il fenomeno culdel film a Los Angeles di un film a contare un turale degli ultimi anni. Alil 12 novembre milione di followers. Così, meno nell’intrattenimento. da ieri sera (il film in ItaVa riconosciuto che fu un lia, infatti, è uscito il 14 novembre) una luce visionario come Francis Ford Coppola a riè stata gettata sui segreti e i misteri della saga portare in auge i vampiri, con il suo “Dracuromantica. Una luce che non ha dato troppo la di Bram Stoker”, tratto dal capolavoro go-

T

cartellone 15 - 21 noVembre

15

ACCIAIO di Stefano Mordini Con Michele Riondino, Vittoria Puccini

tico dello scrittore inglese che riprese un perche ha tenuto sulle spine milioni di fan. In sonaggio ideato dal medico John William Po“Breaking Dawn – Parte 2”, Bella (Kristen Stelidori. Era il 1992 e da allora è incalcolabile wart) si sveglia trasformata, è madre e finalla carta stampata e le pellicole ispirate a vammente… è un vampiro. Mentre il marito Edpiri e simili uscite in libreria o al cinema. Proward (Robert Pattinson) ammira la bellezza, prio in questi giorni sta andando in onda sul la velocità e l’eccezionale autocontrollo delcanale satellitare Fox, la la nuova Bella, lei non si quinta stagione di “True Bloè mai sentita più viva; e “The Twilight Saga: od”, ambientata in un preil destino del suo misente alternativo al nostro, in gliore amico Jacob Breaking Dawn-Parte 2” cui vampiri, licantropi, muBlack (Taylor Lautner) è diretto da Bill Condon, taforma e altre creature sosi è intrecciato con quelpremio Oscar nel 1999 prannaturali vivono e amano lo della loro straordinaper la sceneggiatura nel nostro mondo, rivendiria figlia Renesmee di “Demoni e dei” cando ognuno le proprie (Mackenzie Foy). L’arridiversità. vo di una creatura tanto “The Twilight Saga” è un’altra storia. Non c’è rara cementa la famiglia allargata, ma riacalcuna rivendicazione di un mondo multicenderà ben presto forze oscure che miculturale e multietnico: è una storia d’amore nacciano di distruggerli tutti.

15

IL SOLE DENTRO di Paolo Bianchini Con Angela Finocchiaro, Giobbe Covatta

15

LA SPOSA PROMESSA di Rama Burshtein Con Hadas Yaron, Yiftach Klein


cinema

7

CHUCK ZLOTNICK

CHUCK ZLOTNICK

Woody Harrelson

Da sinistra, Colin Farrell, Christopher Walken e Sam Rockwell in una scena di “Sette Psicopatici”

Michael Pitt e Michael Stuhlbarg

UN NUOVO MODO DI essere criminali Dal premio Oscar Martin McDonagh, arrivano “Sette Psicopatici”, uno sceneggiatore in crisi e quattro grandi attori

Colin Farrell: «Ogni tanto, la scrittura schizza fuori dalle pagine, come avviene in questo caso, trasportandoti in un viaggio magnifico»

arty è uno sceneggiatore alla disperata ricerca di un’idea. Ha venduto un copione a Hollywood ma di fatto ha solo un titolo: “Sette Psicopatici”. Billy è il suo migliore amico che cerca di aiutarlo come può. Billy, insieme ad Hans, rapisce cani al parco per restituirli e ricevere laute ricompense. Intorno agli eventi che si susseguono cresce la sceneggiatura di Marty e procede passo passo “Sette Psicopatici”, il film di Martin McDonagh che ritorna dopo “In Bruges” e a sei anni di distanza da “Six Shooter”, il cortometraggio che gli valse il

M

15

QUELL'ESTATE di Guendalina Zampagni Con Alessandro Haber, Pamela Villoresi

15

premio Oscar. E come nel suo primo lungometraggio, c’è Colin Farrell, che sta diventando un vero e proprio feticcio per McDonagh. L’attore irlandese ha ricordato cosa ha pensato la prima volta che ha letto la sceneggiatura: «Ogni tanto, la scrittura schizza fuori dalle pagine, come avviene in questo caso. Ti prende a schiaffi e a calci nel culo, trasportandoti in un viaggio magnifico». Se “In Bruges” era una caustica crime story con degli elementi grotteschi, in “Sette Psicopatici” questa componente è stata ulteriormente rafforzata. Così, presto la storia sfocia nel drammatico e nel comico allo stesso tempo, quando Billy rapisce il cane sbagliato: un piccolo Shih-Tzu del boss della mala Charlie Costello, è così che Marty potrà incontrare il primo psicopatico… L’idea è venuta fuori sei o sette anni fa. «Io avevo solo la storia di uno degli Psicopatici», ricorda Martin McDonagh. «Un altro paio di storie sono arrivate rapidamente e da quel punto è stata una passeggiata. Mentre si sviluppava la sto-

ALÌ HA GLI OCCHI AZZURRI di Claudio Giovannesi Con Nader Sarhan, Stefano Rabatti

19

ria, continuavo a pensare al tipo di persona che scriverebbe questo genere di storia, così come a quello che dà vita a un buon film e alla difficoltà continua tra voler fare qualcosa di emotivamente coinvolgente, ma che fosse allo stesso tempo anche pulp e folle». Per far funzionare un film così, che gira tutto sui personaggi al limite dell’assurdo, erano necessari degli attori pieni di carisma e “Sette Psicopatici” non si è fatto mancare niente. Detto di Colin Farrell, nel cast incontriamo Sam Rockwell, Woody Harrelson, Christopher Walken, Tom Waits, Michael Pitt e Michael Stuhlbarg.

Dopo “In Bruges”, il regista di origine irlandese si immerge ancora in un mondo fatto di piccola malavita

ONE LIFE di Michael Gunton, Martha Holmes Con Daniel Craig, Mario Biondi

20

HUNGARIAN RHAPSODY QUEEN LIVE IN BUDAPEST di János Zsombolyai Con i Queen


musica

8

IL rock DELLA Pantera Dopo l’uscita del nuovo lavoro in studio, “Black Traffic”, gli Skunk Anansie si riprendono la scena live. Il 20 novembre al Teatro Tendastrisce STUART WESTON

D

opo il grande successo dello scorso anno con l’album “Wonderlustre” e il successivo tour sold out, gli Skunk Anansie tornano a infiammare i propri fan con il loro inconfondibile marchio di fabbrica capace di combinare ruvidi riff rock di chitarra, funk profondo, batteria frenetica e canto lussureggiante, con una sicurezza e maturità del tutto rinnovate. A partire dalla reunion del 2009, dopo 8 anni di interruzione, la band capitanata dalla ruggente pantera del rock Skin sembra, infatti, aver ritrovato la verve degli esordi e non solo non si è più fermata, ma vedendola sul palco sembra tornata più forte di sempre. E il nuovo album “Black Traffic” ne è la conferma. Disco che, anticipato dal singolo “I believed in you”, ha visto dal punto di vista della scrit-

tura gli Skunk Anansie affrontare il panorama dell’attuale realtà politica e sociale. Musicalmente, invece, si trovano contemporaneamente il carattere aggressivo e provocatorio della band, ma anche una nuova percezione di raffinatezza, come sottolineato da Skin stessa: «La nostra energia è rimasta la stessa, solo che diciamo le cose in modo più conciso e abbiamo trovato anche il modo di esprimerci più duramente se vogliamo». E saranno proprio i brani di “Black Traffic” ad animare i nuovi entusiasmanti live che Skin e compagni porteranno in giro per l’Europa con un tour adrenalinico che toccherà l’Italia per tre appuntamenti da non perdere. Tra questi quello del 20 novembre al Teatro Tendastrisce. Pronti a saltare, quindi, la pantera del rock è tornata!

PAOLO DE FRANCESCO

INFO CAMBIO LOCATION E BIGLIETTI Inizialmente in programma al Palalottomatica, il concerto è stato spostato al Teatro Tendastrisce. I biglietti precedentemente acquistati rimangono validi anche per la nuova location, con le seguenti modalità: gli spettatori in possesso di un tagliando di parterre avranno accesso allo stesso settore (verde) all’interno del Teatro Tendastrisce, mentre gli spettatori in possesso di un biglietto di 1° anello numerato per il Palalottomatica avranno un posto a sedere riservato nell’area arancio (non numerata) nella nuova location. Chi è in possesso di biglietti per il 2° anello numerato del Palalottomatica avrà un posto a sedere riservato nell’area blu (non numerata) della nuova location. Infine, gli spettatori in possesso di un tagliando di 3° anello numerato per il Palalottomatica avranno accesso al parterre.

LE mille facce MUSICALI DI morgan L’eclettico cantante alla Stazione Birra tra brani live e un dj set di sicuro successo Le sue partecipazioni come giudice di X-Factor lo hanno reso celebre al grande pubblico. Pubblico che ha imparato ad apprezzare la sua infinita cultura musicale e l’amore per un’arte che lui non hai mai trascurato di vivere in prima persona. Dal fortunato sodalizio con i Bluvertigo alla altrettanto apprezzata carriera da solista, Marco Castoldi, in arte Morgan, non ha infatti mai smesso di fare musica e di regalare ai suoi tanti fan brani e lavori che gli sono valsi premi e riconoscimenti. Un amore per il mondo della musica che l’eclettico cantante e polistrumentista riesce ad esprimere al meglio nelle performance dal vivo e la prossima occasione per apprezzare la sua vena artistica è quella del 16 novembre alla

concerti

15-21 novembre

15 22.15

FOUR FRIENDS IN BARI Cotton Club

16-17

Stazione Birra. Per l’occasione Morgan eseguirà diversi brani live ripercorrendo la sua lunga carriera, dalla “Trilogia Chimica” con i Bluvertigo ai brani più celebri di “Canzoni dell’appartamento” fino ai suoi ultimi lavori raccolti nei volumi “Italian Songbook”, per poi deliziare il pubblico con una selezione di dischi che lo vedranno protagonista alla consolle per un dj set assolutamente da non perdere. Info Stazione Birra Special Guest: Gaetano Cappa (Vocal Coach di X-Factor) Apertura cancelli ore 20 - Inizio live ore 22 Tel 06 79845959

POOH Auditorium Conciliazione

21.00

16 21.00

FABIOLA TRIVELLA SEXTET Casa del Jazz

Arte Orafa Gioielleria

ORO GIALLO ANNI 50/60 OPALE AUSTRALIA BT 0,80 ct

P.zza della Maddalena, 1/A 00186 Roma Tel. 06.68808039 www.arte-orafa.com

ORO BIANCO 18 KT BT 2,00 ct Z 0,95 ct


musica

9

francesco de gregori ON THE ROAD Il cantautore romano sul palco dell’Atlantico Live per presentare in anteprima il suo nuovo album “Sulla strada”

DIECI ANNI CON ennio morricone Il Maestro al Palalottomatica accompagnato da Roma Sinfonietta e la straordinaria Orchestra Sinfonica della Rai

L’artista ha confessato di aver letto solo recentemente il capolavoro di Kerouac che ha segnato la cultura della “Beat Generation”

L

e sue canzoni hanno attraversato decenni, mode e raccontato pensieri e idee di generazioni intere dagli anni ’70 in poi. E sembra continuare a farlo nel migliore dei modi ancora oggi. Sì, perché il cantautore italiano, nel senso pieno del termine, torna “sulla strada” per raccontare le sue esperienze di vita in versi come solo lui riesce a fare.

17 22.00

THE RASMUS Orion

20 21.00

Il risultato è un nuovo album, “Sulla strada” appunto, disco anticipato dal singolo omonimo che Francesco De Gregori presenterà in anteprima, il 20 novembre, all’Atlantico Live. “Sulla strada” è anche il titolo del celebre libro di Jack Kerouac pubblicato nel 1957, manifesto della beat generation che l’artista confessa di aver letto solamente negli ultimi tempi, ma dell’opera letteraria riecheggia soltanto quella sensazione di prosa spontanea tradotta in una musicalità rock e “rotolante”. Il De Gregori di oggi è, infatti, il musicista adulto che canta e scrive “del bene e del male di vivere” con sorprendente serenità. Il suo disco è ancora una volta un manuale del cantautorato, con testi ricchi di metafore, di costrutti logico-sintattici inusuali, accompagnati da una musica defilata, ma originale e complessa, tipica dello stile De Gregori.

TÊTES DE BOIS Auditorium Parco della Musica

21 22.30

KATATONIA Orion

Le sue note hanno fatto sognare milioni di spettatori davanti al grande schermo grazie a una carriera da compositore che ha reso immortali film come “Per un Pugno di Dollari”, “Per Qualche Dollaro in Più”, “Il Buono, il Brutto, il Cattivo”, “C’era una Volta il West”, “Giù la Testa” ma anche “La leggenda del pianista sull’oceano”, “C’era una volta in America”, “Malena”, “Gli Intoccabili” e tanti altri. Composizioni che gli sono valse premi e riconoscimenti tra cui 10 Nastri d’Argento, 4 Bafta, 5 nomination all’Oscar, 9 David Di Donatello, 3 Golden Globe, 1 Grammy Award, 1 European Film Award, oltre al Leone d’Oro e l’Oscar alla Carriera. Ora Ennio Morricone raggiunge un altro traguardo nella sua ineguagliabile carriera e si presenta al pubblico della Capitale alla veneranda età di 84 anni per soffiare sulle candeline che sanciscono un altro grande traguardo. Dieci candeline come dieci sono gli anni di concerti che il Maestro ha intrapreso nel lontano 2002 con il suo primo live all’Arena di Verona. Da quell’appuntamento sono seguiti circa altri 200 concerti in altrettante città del mondo che hanno potuto godere della musica di Ennio Morricone: dal primo storico concerto nella sala dell’Assemblea Generale dell’ONU a New York, passando per la Royal Albert Hall di Londra e il Teatro del Popolo sulla Piazza Tienanmen di Pechino, al Teatro alla Scala di Milano, a Piazza San Marco a Venezia, a Mosca, San Pietroburgo, Kiev, Messico, Cile, Corea del Sud, Giappone, Spagna, Ungheria, Marocco, Australia. Ora tocca all’Italia con una serie di live (TEN – 2002/2012 dieci anni di concerti) che hanno visto protagonista il Maestro a Udine, Verona, Firenze, Torino, Milano prima della tappa romana del 16 novembre al Palalottomatica. Sul palco, al fianco di Morricone, due straordinarie formazioni orchestrali: l’orchestra Roma Sinfonietta e la straordinaria Orchestra Sinfonica della Rai, oltre al Coro di Verona e il Nuovo Coro Lirico Sinfonico Romano e il Coro Claudio Casini dell’Università di Roma Tor Vergata.

21 21.00

RADIODERVISH Auditorium Parco della Musica


teatro

10

A teatro, DUE VITE Come costruirsi un’esistenza felice, e una infelice, nonostante il successo: parola di Paolo Villaggio

“La Corazzata Potemkin è una cagata pazzesca” è in scena dal 14 al 25 novembre al Teatro dei Satiri

È

uno dei comici più importanti del nostro tempo. Paolo Villaggio non ha fatto solo ridere l’Italia, è stato anche un fine pensatore, a modo suo, un intellettuale. Il suo Fantozzi non è solo una macchietta cialtrona di un pigro e un mediocre. È un pezzo di Belpaese. Ci sono tutti gli italiani nei vizi, i difetti e soprattutto le debolezze del ragioniere Ugo Fantozzi, commedia tragicomica di un intero paese e del suo sistema produttivo. Prima di sfilacciarlo con tanti, troppi sequel, Fantozzi ha rappresentato un tempo e un fenomeno di costume. Ma Villaggio non è stato solo Fantozzi. Un modo per scoprirlo è l’imperdibile one man show che prende il titolo da una delle frasi più celebri del personaggio che lo ha reso famoso, “La Corazzata Potemkin è una cagata pazzesca”, in scena a Roma al Teatro dei Satiri dal 14 al 25 novembre. Torna a teatro e lo fa con uno spettacolo da lui scritto e diretto: la scena è vuota, solo un grande fondale bian-

co sul quale vengono proiettate immagini. Una carrellata di ricordi e nostalgie: l'infanzia, la timidezza, l'insuccesso con le ragazze, la guerra, l'euforia della fine della guerra, il successo, gli amici del successo. E poi le lettere, le foto e le interviste agli amici: Fellini, Gassman, Tognazzi, De Andrè, Ferreri, Volontè, Olmi. Paolo Villaggio racconta come costruirsi una vita felice, e una infelice, nonostante il successo. Del resto, la vita di Villaggio è entrata nella sua arte. L’amicizia con Fabrizio De Andrè, con cui ha scritto le canzoni “Il fannullone” e “Carlo Martello ritorna dalla battaglia di Poitiers”; l’incarico come intrattenitore su navi da crociera della Costa, dove lavora anche Silvio Berlusconi come pianista; l’assunzione all’Italsider come impiegato. A questa esperienza lavorativa si ispira per la creazione del personaggio del ragionier Fantozzi. Nel ’67, una sera per caso, Maurizio Costanzo è alla Baistrocchi e lo vede. A fine spettacolo gli propone di andare a cena con lui per parlare. Vanno alla Manuelina di Recco e, mentre gustano la famosa focaccia col formaggio, Costanzo gli chiede di lasciare tutto per andare a Roma a lavorare in un piccolo teatrino-cabaret di Trastevere: il 7x8. Lui accetta e, con la famiglia, si trasferisce a Roma tra la fine del’67 e l’inizio del’68. Qui, a Roma, nacque un grande comico; oggi Villaggio ritorna a casa.

È TEMPO DI comicidio Dal 15 novembre all’11 dicembre Pablo & Pedro al Teatro Greco Continua la rassegna “Comici in prima linea” al Teatro Greco: dopo Alessandro Di Carlo è la volta di Pablo&Pedro e proseguirà fino a gennaio inoltrato con Dario Cassini e Luciano Lembo. Pablo & Pedro. I due comici romani saranno in scena fino all’11 dicembre con la loro comicità fantasiosa e surreale, accompagnata da una buona dose di improvvisazione. Come due bambini, furbi ma ancora incuriositi dalla possibilità di giocare e divertirsi ingenuamente con tutto ciò che li circonda, raccontano la loro

realtà attraverso una lente deformante in cui tutti noi ci riconosciamo. In “Comicidio”, due infallibili investigatori, due professionisti, i migliori sul campo, gli unici capaci di risolvere anche i casi più difficili, inspiegabili e incomprensibili indagheranno perché la serenità del cittadino è seriamente compromessa da innumerevoli e inquietanti eventi: chi sta uccidendo il matrimonio? Chi sta uccidendo l’educazione? Chi sta uccidendo la politica, la musica, l’arte, il cinema ma soprattutto... Chi sta uccidendo la comicità?

IL TEATRO GRECO Stabile del Teatro Musicale e della Danza “COMICIDIO” con Pablo & Pedro Testi di Fabrizio Nardi, Nico Di Renzo e Mirko Setaro Orario spettacoli: tutti i giorni alle 21,30 Domenica alle 17,45 Sabato 8 dicembre ore 21,30 Mercoledì riposo.


teatro

11

UNA PLATEA PIENA DI libri Un po’ spettacolo e un po’ lettura collettiva: con “Fiabe pop up”, dal 20 al 24 novembre al Teatro Tor Bella Monaca il palcoscenico è una pagina bianca ancora da scrivere

Per affrontare questo viaggio, in valigia devono esserci solo tanta fantasia e un libro di favole. Che ne contenga una o molte poco importa, starà al narratore aggirarsi tra i presenti e scegliere quella giusta da cui partire

T

roppo rumorosi. Troppo irrequieti. Troppo poco ligi alle regole della rigida etichetta di sala. A dar retta alle insofferenze degli adulti che portano i bimbi a teatro e se ne pentono ancor prima di aver raggiunto la poltrona, sembra che per staccare un biglietto ai più piccoli la condicio sine qua sia l’uso di museruola e catena corta. Eppure proprio loro, che ogni sera si cimentano nel copione dei racconti della buona notte accanto al letto, dovrebbero sapere che nessuno meglio di un bambino è in grado di ascoltare tutto orecchi e credere al di là della finzione. Di sicuro lo sanno Fabrizio Pallara e Dario Garofalo, i papà intellettuali di “Fiabe pop up”, un progetto innovativo in programma dal 20 al 24 novembre al Teatro Tor Bella Monaca per ridefinire il terreno di confine tra lettura e

rappresentazione se non la nozione stessa di messa in scena. L’obiettivo è ambizioso ma irrinunciabile: stabilire un contatto tra i bambini e l’oggetto-libro, condurli a riscoprire il piacere tattile di una zazzera di pagine da pettinare con le dita, l’emozione di tuffare il naso tra due fogli che profumano di storie che c’erano una volta sulla carta e dovrebbero continuare a esserci ancora, in barba alla tecnologia e ai surrogati digitali. Per affrontare questo viaggio, in valigia devono esserci solo tanta fantasia e un libro di favole. Che ne contenga una o molte poco importa, starà al narratore aggirarsi tra i presenti e scegliere quella giusta da cui partire per crearne dieci, cento, mille altre con parole, personaggi e avvenimenti da cucire in un patchwork di infinite possibilità. Con la partecipazione attiva degli spettatori, la “lettura in tre dimensioni” – come recita il sottotitolo esplicativo dello spettacolo – diventa un rito collettivo in cui allenare i muscoli dell’immaginazione e dare vita a intrecci e svolte sempre nuovi. E vissero tutti felici e contenti. Fino alla prossima storia da inventare.

sette fiabe IN CERCA DI SPETTATORI Dal 18 novembre arriva al Teatro Capocroce di Frascati “Lo Scrigno delle Favole” con un cartellone di storie senza tempo per la gioia e lo stupore di grandi e piccini Quando la dolce sposina incinta espresse il desiderio di gustare dei raperonzoli, mai avrebbe immaginato di pagarli con la libertà della piccola nascitura, rinchiusa vita natural durante in una torre impenetrabile tra le grinfie di una perfida strega. Finché un bel giorno, un principe di passaggio la sentì cantare… È da qui, dalle lunghe trecce di Raperonzolo, che il 18 novembre si aprirà “Lo Scrigno delle Favole”, rassegna teatrale interamente dedicata al pubblico in miniatura che trasformerà il Teatro Capocroce di Frascati in un paese delle meraviglie costellato di maschere, animali e una buona dose di lezioni da imparare. Dai fratelli Grimm a Esopo, dal folklore natalizio alla Commedia dell’Arte, un percorso di sette tappe alla riscoperta dei tesori sopiti della tradizione, per sgranchire la fantasia di grandi e piccini e invitarli ad accomodarsi in platea per un sano pomeriggio formato famiglia. Domenica 2 dicembre si prospetta una sfida al fotofinish in attesa di sapere chi taglierà per prima il traguardo tra “La lepre e la tartaruga”, mentre il 26 dicembre e il 5 gennaio, in pieno calendario festivo, è tempo di scartare due doni del periodo più magico dell’anno, rispettivamente “Il regalo di Natale” e “La Befana vien di notte”. Si prosegue poi con le rocambolesche avventure di “Arlecchino re del Carnevale” e “Pulcinella Maraja” per chiudere in bellezza con il muso a muso tra “Il topo di campagna e il topo di città”, due filosofie di vita a confronto per decidere se sia più auspicabile un’abbondanza ansiogena o una frugalità povera di tutto tranne che di quiete e serenità. Ai piccoli l’ardua sentenza.

Compleanni • Feste a Sorpresa Serate Musicali • Feste a Tema Noleggio Audio/Video Feste di Piazza • Baby-Parking Animazione Centri Estivi/Invernali 01033 - Civita Castellana (VT) Via Falisca 18 - 389/1258461 info@pmtournee.it


gusto

12

QUANDO IL cioccolato SI FA hot Dolci e “calorici” momenti di piacere per combattere il freddo La ricetta è semplice: cacao, latte, amido di mais o farina e zucchero, si aggiunga anche il camino acceso e una bella coperta

inverno è alle porte e anche se per il momento sembra rimanere lì, arriverà di sicuro per cui tanto vale organizzarsi. Quale rimedio migliore nonché più dolce per prevenire il battito dei denti e i brividi provocati dal freddo inverno, di una bella tazza di cioccolata calda? La ricetta è semplice: cacao, latte, amido di mais o farina e zucchero, si aggiunga anche il camino acceso e una bella co-

L’

perta. La cioccolata calda è il cibo dell’inverno per eccellenza resa sempre più ricca grazie all’aggiunta di ulteriori e calorici ingredienti, dalla panna montata, alla cannella, al pistacchio, alle nocciole. Bianca, fondente, al latte, con il cocco, al biscotto, sembra una bevanda semplice, eppure si presta a tante diverse preparazioni e se il cambio di stagione non basta, ecco una serie di locali dove poter gustare il più dolce antidoto al freddo. Appena si entra alla “Maison du Chocolat” ad Acilia, si è inebriati dall’aroma della cioccolata calda, ce n’è per tutti i gusti, la si può gustare liscia oppure speziarla nei modi più svariati: con la cannella, il peperoncino, lo zenzero, la noce moscata o arricchirla con il cocco, la liquirizia, la menta, i pistacchi, le

mandorle e le nocciole. In più, per i più temerari, oltre 30 gusti di gelato a cui aggiungere (su richiesta) la cioccolata calda. Servita sul momento e preparata con il cacao Collefiorito, la cioccolata calda della “Wonka Chocolate” in zona Tuscolana può essere portata via e gustata durante una fredda passeggiata, con o senza aggiunta di panna. C’è solo l’imbarazzo della scelta con la cioccolata Eraclea, più di 32 gusti tutti diversi, le basi sono tre: fondente, latte, bianca cui si possono accostare aromi più tradizionali o più particolari, dalla menta alla cannella fino alla gianduia e ai marron glacé. Una delizia da gustare all’“Abc bar”, davanti a un bel gioco da tavola offerto gratuitamente, il pomeriggio, all’interno del locale.

> Per-bacco! Una giornata dedicata al dio del vino. Degustazioni a Palombara Sabina il 18 novembre Cibo e vino, mai binomio fu più piacevole. Torna per il decimo anno consecutivo “Il Giorno di Bacco”, il 18 novembre tra i vicoli ciottolosi di Palombara Sabina. Protagonisti indiscussi della manifestazione enogastronomica saranno ancora una volta il vino, le eccellenze del territorio e la cultura locale. “Se magna e se beve” tutto il giorno al Castello Savelli tra convivialità, condivisione e buona tavola. Presso la foresteria si potranno gustare i principali vini del Lazio e del centro Italia con una particolare attenzione al territorio del Parco Regionale dei Monti Lucretili. “Bicchiere in bicchiere” è il percorso che abbinerà musica e degustazioni, un complesso accompagnerà il tintinnio della forchetta che si poserà su penne ubriache, zuppa rustica del contadino, tagliere di Bacco, porchetta cotta e mangiata, delizie di ricotta e pizza fritta. Un appuntamento diverso in ogni sala del castello, nella sala Ottaviani un assaggio guidato dei migliori prodotti delle terre sabine con la collaborazione di Slow Food. Si percorreranno 0 km con l’acquisto di “beni di gusto” direttamente dal produttore nei diversi punti di degustazione. Un momento particolare sarà dedicato all’olio dop della Sabina, ma la vera novità del decennale sarà il coinvolgimento di tutto il borgo medioevale del paese in cui la Pro Loco allestirà diversi punti di ristoro dove poter continuare ad assaggiare prodotti locali. Non solo cibo e vino, ma anche un concorso fotografico, “Scatti d’annata” che prevede una sezione per adulti con oggetto il vino con le sue forme e colori e una per i giovani under 15 che rappresenteranno il cibo attraverso le immagini.


gusto

13

L’HAMBURGER nostrano Giovanni Kahn della Corte parla di Biff, la casa dell’hamburger e della carne italiana

A fianco l’hamburger di Biff e la Cheese Steak. In questa foto Giovanni Kahn della Corte ome nasce Biff e qual è la sua mission? Nasce dalla volontà di creare un format che possa fondarsi sulle materie prime nostrane. Un vero e proprio hamburger restaurant dato che oggi l’hamburger gourmet è quello che si differenzia da tutte le formule che lo hanno preceduto. Sia i fast food che i pub tradizionali non sono mai stati sinonimo di eccellenza. Da Biff la qualità è al di sopra di tutto. La dicitura stessa del locale, “casa dell’hamburger e della carne italiana” sta ad indicare come le materie prime rappresentino lo zoccolo duro di questo format, o meglio l’imperativo categorico. E per quanto riguarda i prodotti nostrani? Per quanto riguarda le birre parliamo di birre artigianali della Valsugana, un prodotto eccellente che si differenzia da tutti gli altri brand più commerciali e

C

meno attenti alla qualità. Per quanto concerne la carne, la nostra “napoletanità” è racchiusa nella specialità di una pietanza denominata “cheese steak”, un panino con carne macinata e formaggio che nacque nella zona di Monte di Procida e fu esportato negli USA. Per quanto riguarda poi la carne e tutti gli altri prodotti parliamo di provenienza, prevalentemente piemontese, umbra e marchigiana. È previsto lo sviluppo di franchising? Biff è un marchio registrato. Ci sarebbero tutti i presupposti per avviare un sistema di franchising, ma la mia esperienza nella ristorazione mi porta a non rischiare come molti miei colleghi. Un sistema di franchising, per essere considerato tale, deve avere una grande standardizzazione e quindi un’applicazione maniacale del sistema operativo/gestionale. Molti brand prematuramente hanno avviato

lo sviluppo in franchising, “bruciandosi” subito. Preferiamo ottimizzare tutto il nostro sistema e siamo quindi concentrati per il momento sulla nostra prestigiosissima location di Monteverde a Roma, diventata oramai già un’istituzione per molti romani. Il locale prevede anche iniziative particolari? La location è strutturata su due livelli, ciò ha consentito di allestire nel piano inferiore un palco per eventi musicali. Siamo diventati un punto di riferimento per la zona di Monteverde consentendo a tutti i monteverdini di non doversi necessariamente allontanare dal quartiere per trovare qualche locale dove ci sia anche intrattenimento. Info Viale Isacco Newton, 68 Tel 06 6530724 www.biff.it

> mangia e ridi Contro l’ansia da crisi il Ristorante Antica Roma propone “Ridere con gusto”, le prime tre serate all’insegna della comicità per regalarsi un menu ricco di sapore e simpatia Ride bene chi ride sazio. Quale modo migliore di farsi beffe di chi ogni giorno predica di tasche e conti in banca che si svuotano se non riempiendosi la bocca di delizie e di risate? In barba ai profeti di musi lunghi e cinghie tirate, il Ristorante Antica Roma con l’expertise di Claudio Testi – in collaborazione con Roberto Ranelli che assieme a lui cura anche la conduzione – ha messo a punto un parterre di comici irresistibili per condire i manicaretti che da più di quarant’anni ne fanno la fama con la giusta spruzzata di leggerezza e positività. Si parte il 16 novembre alle 21 con un sestetto “mica da ridere”: Roberto Ranelli, Emilio Pitzalis, i Sequestrattori, Antonio Covatta, Fabio Isaia e Fabrizio Gaetani. Venerdì 30 Roberto Ranelli concede un bis da non perdere mentre il 14 dicembre, direttamente dal palco di Colorado Cafè, arrivano Carmine Faraco e i suoi dissacranti “Pecchè?” con cui è solito castigare i mostri sacri della canzone italiana. Musica a cura del maestro Riccardo Gnerucci. E se evasione dev’essere, ci vuole la giusta atmosfera: dall’arredamento agli affreschi storici che ammantano le pareti del locale, basterà uno sguardo per sentirsi trasportati a ritroso verso i gloriosi fasti della Roma imperiale. Lontani, almeno per una sera, dalla crisi del presente. Menu fisso e spettacolo al prezzo complessivo di 35 euro. Per info e prenotazioni 338 9954721. Ristorante Antica Roma Via Palombarese, 313 – Fonte Nuova - Tel 06 9051636 www.ristoranteanticaroma.it


gusto

14

SOLO IL MEGLIO NEL Piatto CHICCHE POCO CONOSCIUTE IN CITTÀ, LUOGHI DI INCONTRO E DI GUSTO SCELTI APPOSITAMENTE PER UNA SERATA PERFETTA

CARNE

FRITTI

PANINI

I FRITTI DI SORA MILVIA

BISTEAK

ER BUCHETTO

Una friggitoria che soddisfa ogni tipo di palato, dai più curiosi ai più tradizionalisti. La cucina è attenta alla qualità e alla ricerca di prodotti freschi. Dal menu: polpette, baccalà e patate bravas al cartoccio. www.ifrittidesoramilvia.it Via Cassia, 4 – Tel 06 33220828 Zona Ponte Milvio

Dalla macelleria al ristorante, qui la carne si sceglie, si fa tagliare, pesare e cuocere sotto i propri occhi. Uno standard di qualità, la filosofia del ristorante vuole che la carne sia sempre la stessa, proveniente da una cultura alimentare tracciata. www.bisteak.it Via di Pietralata, 141 - Tel 06 41792126 Zona Monti Tiburtini

Dal 1890, una piccola tavernetta dove gustare panini caserecci ripieni di porchetta di Ariccia, affettati e formaggi. Un locale davvero caratteristico non solo per il piccolo spazio, ma anche per la simpatia del personale. www.erbuchetto.wordpress.com Via del Viminale, 2-f - Tel 06 4883031 Zona Termini

MONDO ARANCINA

DAI TOSCANI

LA SANDWICHERIA

Le arancine, prodotte in 15 differenti gusti, sono il cavallo di battaglia di questo locale famoso per le sue specialità siciliane: il pane ca’ meusa, le sarde beccafico, la focaccia messinese, lo sfincione, i cartocci, la caponata e tanto altro. www.mondoarancina.it Via Marcantonio Colonna, 38 – Tel 06 3202395 Zona Cola di Rienzo

Carne di tutti i tipi cotta alla griglia, tutto segue la tradizione della cucina toscana già dagli antipasti come il prosciutto al colatello e le polpettine di carne. Una tradizione rispettata anche nella scelta dei fornitori, amici toscani. www.daitoscani.it Via Forlì, 41 - Tel 06 44231302 Zona Policlinico

L’idea di due ragazzi romani è nata nel quartiere di Soho a New York. Per chi cerca uno spuntino veloce da gustare nel centro di Roma, questo locale offre la soluzione. Tanti e diversi panini tra cui l’Alibert (stracchino, melanzane grigliate, prosciutto cotto, rucola). www.lasandwicheria.it Largo Nazareno, 16/17 – Tel 06 69797805 Zona Barberini

BAR EUROSIA

GIRARROSTO FIORENTINO

Il piatto forte sono i fritti di mare, ma anche i panini di pesce. Ampia la possibilità di riempire il proprio cartoccio di fritti con diverse combinazioni oltre alla vasta scelta di insalate con cui accompagnare i propri piatti “unti”. www.bareurosia.it Piazza Sant’Eurosia, 4 - Tel 392 68.15.287 Zona Garbatella

Bistecche alla fiorentina, châteaubriand, entrecôte. Un ristorante classico d’ispirazione toscana con una selezione attenta di carni pregiate da servire e accompagnare con ottimi vini da scegliere tra le oltre 400 etichette. www.girarrostofiorentino.it Via Sicilia, 46 - Tel 06 42880660 Zona Villa Borghese

I BUTTERI

LA BAGUETTERIA

Carne rossa, di bovini di razza maremmana e chianina allevata allo stato brado. Ampia scelta di carni, dalla fiorentina al filetto, alla loro famosa Buttera. Tutte servite sulla piastra calda. www.ibutteri.it Viale Kennedy (Città dello sport) - Tel 06 9596381 Valmontone

Nata nel 2009 come piccola paninoteca nel cuore dei Parioli di Roma è poi cresciuta divenendo un franchising. Le baguette vengono impastate in Francia e cotte nel forno del locale, poi farcite con numerosi prodotti a marchio d.o.p., d.o.c, i.g.p. www.labaguetteria.it Via Gualtiero Castellini, 20 – Tel 06 80693753 Zona Parioli


gusto

15

ETNICI SUSHI TEI

BERIMBAU

SAKURA RESTAURANT

Una casa del sushi, ovvero Sushi Tei, in zona San Giovanni, completamente immersa in un’atmosfera giapponese dall’arredamento ai suoni, ai profumi e ovviamente al cibo, una cucina in perfetto japanese style, semplice, di qualità e dai sapori forti. www.ristorantesushitei.com Via Carlo Felice, 29 – Tel 06 7001821 Zona San Giovanni

Una vera e propria churrascaria, una steakhouse brasiliana. I camerieri vi serviranno al tavolo con spade in cui vengono inseriti vari tipi di carne: manzo, maiale, agnello , filet mignon, anatra, pollo e tante altre varietà. www.berimbauroma.it Via Oslavia, 54 – Tel 06 4825156 Zona San Pietro

Un vero e proprio sushi bar della Capitale il cui segreto non è solo nella qualità e nella genuinità, ma anche nell’estetica e dunque nella bellezza dei piatti per dare a occhi e palato un’esperienza unica. www.sakura-sushi.it Piazza di Porta Pia, 122/123 – Tel 06 44254329 Zona Policlinico

JAIPUR

LA FORTALEZA DEL INCA

Cucina indiana con specialità cucinate nel tipico forno di terra cotta come il Japuri Special Murgh, ovvero pollo piccante marinato con erbe e spezie indiane, yogurt, zenzero e aglio. Oltre al classico menu un menu degustazione. www.ristorantejaipur.com Via San Francesco a Ripa, 56 Zona Trastevere

Unico ristorante etnico peruviano. Una cucina ricca di colori e di sapori forti, piccanti dati da varie specie di peperoncino. Dal menu specialità come i Tachaco, sformato di banane verdi con maiale. www.fortalezadelinca.it Via Romanello da Forlì, 14 – Tel 06 21702789 Zona Prenestino

LE MILLE E UNA NOTTE

TAPA LOCA

ENSÒ

Piatti tipici della cucina araba, libanese e italiana con specialità di pesce e carne. Atmosfera accogliente con l’intrattenimento di ballerine di danza del ventre. Dal menu: cous cous e felafel. www.lemilleeunanotte.it Via Nomentana, 1141/A – Tel 06 86802255 Zona Nomentana

Come suggerisce il nome, la pazzia è la chiave di lettura di un locale creativo ma soprattutto famoso per la paella spagnola. Come da tradizione, tapas e tortilla di patate e cipolla vanno accompagnate con la sangria. Speciale anche la crema catalana. www.tapaloca.it Via di Tor Millina, 5 - Tel 06 6832266 Piazza Navona

Il rispetto della vera tradizione giapponese, non solo nel menu, ma anche nel servizio, nell’ambiente e nell’atmosfera. Le specialità sono il sushi e il sashimi, ma anche l’insalata di alghe Goko e per chi non ama troppo il cibo crudo: il tè verde e tempura di gamberi e verdure. Piazza Ponte Milvio, 33 Tel 06 33221175 Zona Ponte Milvio

ARRIBA ARRIBA

HIMALAYA PALACE

Piatti tipici messicani: speedy chicken, burritos, enchiladas, tortillas chili e altro ancora. Durante la settimana oltre al menu alla carta verrano proposti piatti diversi a seconda dell’estro giornaliero dello chef. www.arriba-arriba.it Via delle Capannelle, 104 – Tel 06 7213772 Zona Capannelle

Immersi totalmente in un’atmosfera indiana, anche grazie alla musica si avrà la possibilità di gustare la genuina (yogurt e formaggi freschi fatti in casa) e tipica cucina dell’India. Menu di carne, di pesce, ma anche vegetariano. www.himalayapalace.com Circonvallazione Gianicolense, 227/229 Tel 06 58260012 Zona Portuense


temPo libero

16

PASSIONE salsera Esibizioni, musical e un ricco programma di stage per professionisti e principianti: dal 16 al 18 novembre il PalaCavicchi Center si scatena al ritmo del Roma Salsa Festival © FRANCISCO MEMBRENO PHOTOGRAPHY

Frankie Martinez

Tropical Gem

Venerdì arriverà il migliore al mondo, Frankie Martinez, che porterà in scena un musical di oltre novanta minuti per raccontare una storia sulle note e i colori di un irresistibile mix di danza classica, musica tribale e salsa portoricana

Roma come ai Caraibi senza bisogno dell’interprete. Perché quando a parlare è il linguaggio del corpo, non c’è barriera di incomunicabilità che tenga. L’asticella della febbre tropicale è alle stelle: il 16, 17 e 18 novembre al PalaCavicchi Center torna il Roma Salsa Festival, l’evento più caliente dell’anno che alle soglie della settima edizione si prepara a trascinare la Capitale in un vortice di passione salsera. Stage, spettacoli, balli e un vero e proprio musical scandiranno il ritmo infuocato della kermesse che in passato ha già fatto scatenare oltre 40.000 tra bailadores della domenica e animali da pista di professione. Sarà meglio allenare muscoli e polmoni perché non ci sarà tempo di riprendere fiato, a cominciare da venerdì pomeriggio quando, in collaborazione con la Midas, avranno inizio i workshop – per un totale di più di 80 ore complessive – in cui ballerini e maestri internazionali impartiranno lezioni a tutti i livelli di salsa New York style,

A

portoricana, cubana e Los Angeles passando per il cha cha cha e la bachata. Ed è proprio venerdì che, direttamente dalla Grande Mela, arriverà insieme al suo corpo di ballo quello che è considerato il miglior salsero al mondo, Frankie Martinez, che porterà in scena un musical di oltre novanta minuti per raccontare una storia sulle note e i colori di un irresistibile mix di danza classica, musica tribale e salsa portoricana. La star sarà però in buona compagnia: mentre la temperatura delle altre sale sarà sapientemente arroventata dalle consolle dei più acclamati dj di fama mondiale, sul palco principale si alterneranno i migliori interpreti del ballo “de calle” per eccellenza, da Maykel Fonts a Fernando Bum Bum y Michela, da Adolfo Indacochea a Juan Matos y Amneris, fino ai Tropical Gem che insieme ai Ciquito y Dominican Power onoreranno la serata conclusiva con una personalissima rivisitazione in chiave caraibica del fenomeno “Twilight”. Non mancheranno le novità, per la prima volta infatti tre piste saranno dedicate al Latin Hustle (chi non ricorda John Travolta in “Saturday Night Fever”?), alla sensualità afro-latina del Zouk Kizomba e alla ormai quotatissima Zumba, originale cocktail di aerobica e danza caraibica. «Era difficile pensare di migliorare le passate edizioni», aveva confessato Cristian Cavicchi, patron del locale e curatore della rassegna. A giudicare dai risultati, la missione – più o meno impossibile che fosse – è da considerarsi completamente riuscita.

20.000

MQ

Tutti da ballare nelle 7 sale del PalaCavicchi

PROGRAMMA Venerdì 16 novembre h 14.00 apertura desk h 16.00/19.00 stage h 22.00 inizio dj set h 23.00 inizio musical Frankie Martinez Sabato 17 novembre h 10.00 apertura desk h 11.00/18.00 stage h 22.00 inizio dj set h 22.30 International Festival Show Domenica 19 novembre h 10.00 apertura desk h 11.00/13.00 stage h 14.00/18.00 stage h 19.30 inizio dj set h 22.00 International Festival Show


hi-tech

18

QUESTO Piccolo grande PORTATILE Il mercato dei laptop vive un paradosso: si allarga “restringendosi”. Le ultime novità offerte sono più compatte, più leggere ma con prestazioni super © ANDERSEN ROSS / GETTY IMAGES

Asus EEE PC X101

L Dell XPS 14

aptop, netbook, notebook, tablet, ultrabook. In italiano si può riassumere tutto in una parola: portatile. Un concetto – quello di portabilità – che si va ampliando sempre più: merito della Intel che prima ha lanciato il netbook (febbraio 2008); poi, non contenta, la multinazionale californiana ha deciso di registrare un nuovo marchio, l’Ultrabook, stabilendo persino dei vincoli per peso e dimensioni. Dunque massima mobilità e leggerezza, dimensioni sempre più compatte senza però inficiare le prestazioni sono le caratteristiche principali delle ultime novità in arrivo dall’universo dei computer portatili che in Italia continua a conquistare importanti fette di mercato.

APERITIVO DI BENVENUTO

ANTIPASTI Salmone marinato al Pepe Rosa, Insalata di mare, Ostriche Gamberetti e Rucola, Moscardini fritti, Alici fritte, Zucchine, Soute di Cozze PRIMI (variabili) Risotto alla crema di scampi, Orecchiette ai frutti di mare, Sorbetto SECONDI Filetto Orata in crosta di patate, Scampo - Mazzancolla Fritto di Calamari, Contorno, Pinzimonio Acqua, Vino Vermentino, Caffè, Frutta, Cocomerata

a persona 35€ valido fino al 9 dicembre

Via Vallericcia, 11 (IV Miglio dell’Appia) – Roma tel. 06 7188691 - tel/fax 06 71299820 393 9032212 - 393 9960392

www.incontradaIVmiglio.it

PESCE FRESCO Arrivi giornalieri, Ombrina, Cocci, Spigola al sale, Zuppa di pesce, Zuppa di Crostacei, Scorfano, Ricciola Pezzogna, Crudo, Orate alla griglia Spigole alla griglia


hi-tech

19 Devo Evodroid U7 HP Envy Ultrabook

TrekStor Surf Tab ventos 8.0

Tra le prime case produttrici a seguire le nuove massime imposte dal mercato c’è Asus che ha presentato l’EEE PC X101, un netbook con numeri da primato: profilo di soli 18 mm e peso di appena un chilogrammo. Punta tutto sull’ultrabook invece il marchio Dell che, dopo il grande successo dell’XPS 13, ha lanciato XPS 14 e XPS 15. Il primo è perfetto per tutti gli ambienti e garantisce fino a undici ore di autonomia di batteria. Nuovi ultrabook anche per Hp, con la “sottile” linea Envy: appena 19,8 mm di spessore e un peso di 1,79 chilogrammi. Amplia la sua gamma di notebook Sony Vaio con il nuovo Vaio Serie E 11, una denominazione scelta per via degli 11 pollici di dimensione e vanta un processore AMD Dual-Core E2-Series APU per notebook con grafica AMD Radeo HD 7340 che permette di fruire al meglio anche dei contenuti multimediali più pesanti; insomma, un vero specialista dell’intrattenimento. Infine, impossibile non parlare dei tablet. Le novità più fresche arrivano da due produttori magari non proprio noti al grande pubblico: TrekStor, che entra in questo segmento di mercato con quattro modelli, due “grandi” tablet da 10,1 e 9,7 pollici con prestazioni al top e due modelli entry level da 7 e 8 pollici; l’italiana Devo propone invece due modelli ultra-portatili: Evodroid 7.2 ed Evodroid U7, il primo offerto a un prezzo davvero competitivo e il secondo è fornito di un modulo 3.5G Dual SIM integrato che permette di collegarsi a Internet con qualsiasi dei principali operatori.

Sony Vaio Serie E 11


20

agenda 16 novembre

RIETI - Teatro Flavio Vespasiano A cura della compagnia Excursus, va in scena lo spettacolo di danza “Merlino”. Le leggende intorno al mago celtico e i cavalieri della tavola rotonda offrono il pretesto per un gioco coreografico con regole e riti propri, una sorta di partita a scacchi senza soluzione, che diventa il contenitore di storie, atmosfere surreali e incontri fra i personaggi.

regione

IL RE DEL reggae ROMANO A marta Brusco sbarca per la prima volta nella cittadina sul Lago di Bolsena per presentare il suo nuovo singolo

17-18 novembre

LATINA - Teatro Moderno Cos’hanno in comune un piccolo rapinatore romano, un bancario logorroico falso marxista, un mago siciliano da quattro soldi e una bella ragazza? Assolutamente nulla se non una piccolissima cosa: sono tutti morti. Ritmi serrati e battute dirompenti per una delle commedie più originali degli ultimi anni: “Una volta nella vita”.

18 novembre

RIETI - Magliano Sabina Al Teatro Manlio, una nuova e divertente commedia di Antonio Grosso: “Giggino passaguai”. Un racconto di storie, personaggi e situazioni variopinte con due preti, Don Sabatino e Don Ezio, simpatici e goffi che conducono lo spettatore in uno spaccato di vita difficile e spesso attuale.

17-18 novembre

FROSINONE - Campoli Appennino Nel piccolo centro della Valle di Comino, si svolge la quarta edizione della Fiera Nazionale del Tartufo bianco e nero pregiato. Previste degustazioni di piatti tipici al tartufo di Campoli all’interno di uno stand gastronomico nella centralissima Piazza Umberto I. Sarà possibile anche visitare la Chiesa del 1200 e il centro storico.

a musica reggae “made in Roma” protagonista per la prima volta a Marta. Il Riverside, locale situato lungo la strada che conduce dalla cittadina lacustre a Tuscania, si accende sabato 17 novembre con il concerto di Brusco. La storica voce del reggae romano presenterà il suo nuovo singolo “Sbaglio e deraglio”. Non mancherà poi di far ascoltare i suoi vecchi successi, come “Sotto i raggi del sole”, “Ti penso sempre” e “Ancora & Ancora”, dedicata alla sua squadra del cuore: la Roma. Giovanni Miraldi – vero nome dell’artista – si muove inizialmente nel vivace ambiente delle “posse” romane, un fenomeno nato in sintonia con lo sviluppo dei movimenti nei centri sociali. Prima di intraprendere, nel 2000, la

L

carriera da solista, ha fatto parte per diversi anni dei Villa Ada Posse. La decisione di continuare da solo arriva durante la registrazione del brano “Se vola”, facente parte della colonna sonora del film “Zora la vampira” dei Manetti Bros. Da lì in avanti è un successo inarrestabile, con otto album e diversi singoli passati di continuo nelle radio romane e non solo. La serata al Riverside sarà aperta dalla band “Lachi Streik”. Seguirà una selezione musicale dei “Root Soldier”. Info: Ingresso ore 21 - Costo 8 euro www.riversidemusicpub.com


regione

21

sagra DELLA BRUSCHETTA A monteleone sabino

eduardo IN SCENA AD aPrilia Al Teatro Europa quarto appuntamento con il grande attore e drammaturgo napoletano

U

no dei capolavori più amati dell’opera di Eduardo De Filippo sarà rappresentato domenica 18 novembre alle ore 18 al Teatro Europa di Aprilia. La rassegna dedicata al grande drammaturgo partenopeo, organizzata dall’attore e regista Roberto Becchimanzi, prosegue con il quarto appuntamento: “Non ti pago”, commedia famosissima

e divertente, portata in scena dalla Compagnia “Piccolo Teatro al Borgo”, interamente composta da attori campani e realtà consolidata del panorama teatrale non professionistico. Le vicende di “Non ti pago” ruotano attorno a uno dei fenomeni più caratteristici della tradizione partenopea: il gioco del Lotto. Al centro della storia c’è Ferdinando Quagliolo, gestore di un “ban-

co”, ma anche giocatore incallito e sfortunato. E poi c’è il suo dipendente, Mario Bertolini, che ama (ricambiato) la figlia di Ferdinando ed è particolarmente fortunato nel gioco. Quando Mario vince una grossa somma grazie a una quaterna datagli in sogno dal padre del futuro suocero, Don Ferdinando va su tutte le furie e si rifiuta di pagare la vincita.

www.motosprint.it

Dove i motori non si spengono mai. Corri sul web. C’è motosprint.it il sito per chi ama l’emozione della moto in pista e su strada. Una finestra sempre aggiornata sulla MotoGP, la Superbike, l’off road con tutti i risultati, le classifi che, i retroscena le news e le anteprime. E ancora una ricca fotogallery e tanti video mozzafi ato, interviste esclusive ai piloti e le prove degli ultimi modelli. Sei ancora lì? Corri su motosprint.it

Pranzo in piazza, visite guidate e un filone lungo 20 metri per una giornata all’insegna del gusto e della tradizione Per il diciassettesimo anno consecutivo, Monteleone Sabino festeggia la bruschetta, un piatto povero e contadino, ma da sempre il miglior supporto per nobilitare l’oro verde della Sabina, vale a dire l’olio che la nuova stagione porta con sé. Nel centro di questo piccolo paese, che mantiene intatto il suo fascino medievale e la sua semplicità, venti metri di pane “bruschettato” saranno esposti su una tavolata, recintata all’occorrenza per evitare gli assalti dei più affamati. La giornata inizierà alle ore 10 con le visite all’Anfiteatro romano, al museo comunale e al Santuario di Santa Vittoria. A mezzogiorno, sarà servito il pranzo in piazza con prodotti tipici cucinati dalla Pro Loco locale, in attesa dell’arrivo del filone di 20 metri, alle ore 15. Saranno inoltre proposte delle visite guidate nel frantoio biologico del paese, per mostrare l’intero processo di lavorazione dell’olio. L’appuntamento con la 17a edizione della “Sagra della Bruschetta” è per domenica 18 novembre. Nessun problema in caso di pioggia: l’organizzazione provvederà a coprire lo spazio dove pranzare.


italia

22

milano SI METTE IN “moto” Dal 15 al 18 novembre alla Fiera Milano di Rho torna “EICMA”, l’appuntamento più atteso dagli amanti delle due ruote

ilano si conferma capitale delle due ruote. Dal 15 al 18 novembre torna, infatti, l’appuntamento con EICMA, l’Esposizione Internazionale del Motociclo pronta ad accogliere le anteprime mondiali e le nuove tendenze di tutti i top brand e di molte new entry. In questa 70a edizione tante le conferme come le aree speciali, gare, spettacoli, test drive ed eventi fuori salone, ma anche tante novità che il pubblico potrà provare negli appositi spazi esterni. Cornice della manifestazione i 41.000 metri quadrati di superficie interna e gli 80.000 metri quadrati di area esterna della Fiera Milano a Rho con la quale l’EICMA ha, pochi giorni fa, siglato un importante accordo che legherà le due realtà sino al 2020 con l’intento di percorrere insieme un cammino segnato da eccellenza, visibilità e opportunità di business.

M

Quattro giorni che vogliono essere una vetrina importante per appassionati e addetti ai lavori che nonostante la crisi guardano all’EICMA come un punto di riferimento per rilanciare un settore sempre ricco di novità e volontà di rinascita, come sottolineato da Corrado Capelli, presidente di Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori): «Se nel 2010 si parlava di crisi, oggi la situazione è precipitata e siamo in pieno declino. A fronte di questa considerazione, posso affermare con orgoglio che EICMA rimane un punto di riferimento. Il nostro settore subisce la crisi e vive le conseguenze della recessione nella quale versa il Paese. A maggior ragione per le aziende è fondamentale avere una vetrina credibile e di prestigio che riesca a dare al prodotto la dimensione che merita. Quella, cioè, di mezzi che appartengono

per definizione alla mobilità sostenibile e che rispondono alle esigenze di questa nuova epoca. Non abbiamo bisogno di inventare numeri e gonfiare la situazione reale. La nostra forza è e rimane il contenuto». Tra gli appuntamenti da non perdere l’arena esterna “MotoLive” dove emozione e agonismo saranno i protagonisti di gare di quad e supermoto, della finale del campionato europeo di supercross, MX freestyle, trial acrobatico, esibizioni e spettacolo puro con stunt d’eccezione. Non mancheranno, inoltre, lo spazio Custum rivolto alla fantasia e all’eccellenza delle personalizzazioni, e la tradizionale area dedicata a Sicurezza e Turismo. Tutti in sella, quindi, e appuntamento alla Fiera Milano dove passione e mobilità offrono il meglio dell’universo delle due ruote a motore dei top brand mondiali.

Pescara TRA LE RIGHE Dal 15 al 18 novembre la città abruzzese ospita la decima edizione del “Festival delle Letterature dell’Adriatico”

Daria Bignardi

Incontri con scrittori, giornalisti e autori per bambini. Ma non finisce qui. Anche cinque sezioni dedicate, due performance teatrali e un concerto. Sono questi gli ingredienti del “Festival delle Letterature dell’Adriatico” in programma dal 15 al 18 novembre a Pescara vecchia. Un mix di novità, curiosità, intrattenimento ed emozioni sparse tra Auditorium Petruzzi, Circolo Aternino e la Casa natale di Gabriele d’Annunzio. Il nastro di questa decima edizione verrà tagliato il 15 novembre alle ore 17.00 presso il Città Sant’Angelo Village con la cerimonia di premiazione del contest letterario “Love me do”, un contest che ha raccolto ben 428 adesioni. Tra gli appuntamenti da segnare in agenda durante il Festival, gli incontri all’Auditorium Petruzzi con Daria Bignardi, autrice e conduttrice televisiva, che

interverrà venerdì 16 novembre e con lo scrittore e poeta napoletano Erri De Luca, che incontrerà il pubblico domenica 18 novembre in una formula nuova di interazione con i lettori. Tra le novità del 2012 c’è la sezione “Un grande paese”, coordinata dal giornalista Luca Sofri, fondatore e direttore della testata on line “Il Post”, in cui si parlerà di com’è diventata l’Italia e di come potrebbe diventare. Sabato 17 novembre ospite della manifestazione, uno dei nomi di spicco del giornalismo femminile, Concita De Gregorio. Altri nomi, selezionati tra docenti universitari e collaboratori delle principali testate italiane, sono Carlo Bonini (La Repubblica), Marco Imarisio (Corriere della sera), Mattia Feltri (La Stampa), Marco Simoni (London School of Economics), Sofia Ventura (Università di Bologna), Makkox (Il Post).

Anno 2012-STAMPA - Società Tipografico Editrice Capitolina S.p.A. Via Giacomo Peroni, 280 Roma SPORT NETWORK SRL Via Messina, 38 Milano - Tel. 02 349621


generation

City SUZUKI

TUTTO DI SERIE SENZA SORPRESE

€ 7.990 con

Alto da

Clima - CD Mp3 - 4 airbag - Sedili sdoppiabili 5 porte in 3 metri e mezzo

Splash da €

8.990 con

Clima - CD Mp3 - 4 airbag - Sedili sdoppiabili

Swift da

€ 10.900 con

ESP - Clima - CD Mp3 - USB - 7 airbag - 4 vetri elet. Vetri privacy - Cerchi in lega - Fendinebbia

I prezzi sono validi su un limitato numero di vetture in stock per immatricolazione entro il 30/11/2012 ipt e metallizzato esclusi. I prezzi sono riferiti a Alto GL 1.0 5 porte, Splash GL 1.0 VVT 5 porte, Swift 1.2 Style 3 porte. Le auto in foto sono indicative e possono avere accessori ottenibili a pagamento. Consumi ed emissioni ciclo combinato: Alto da 4,4 a 5,2 l/100km e CO2 da 103 a 122 g/km. Splash da 4,5 a 5,9 l/100 km e CO2 da 120 a 142 g/km. Swift da 4,7 a 7,2 l/100km e CO2 da 119 a 175 g/km.

AUTOSPORT Divisione AUTOIMPORT S.p.A. dal 1957 www.autosportsuzuki.it

Centro Principale Via Salaria 745 (Aeroporto dell’Urbe) Tel. 0688648329

Via Salaria 745 (Centro Prove) Tel. 0688648329 Via delle Tre Fontane 170 (EUR) Tel. 065922202 Via Mattia Battistini 184/F Tel. 0661240210 Via Veturia 49 (Alberone) Tel. 06784601 Via Tiburtina 1166 (GRA usc.13) Tel. 064116177


IN ROMA 15 novembre  

settimanale di cultura, spettacolo, cinema, musica, teatro. Tutti gli appuntamenti culturali della capitale

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you