Issuu on Google+

NOVAR A?


02

Numero 02 Anno 2 | Giovedì 9 settembre 2010

SERIE B

Cittadella-Novara 0-2 Modena-Padova 1-0 Livorno-Siena 1-1 Atalanta-Frosinone 0-0

La rete di Velardi (all’esordio in serie B) replica alla vittoria esterna dei piemontesi

Novara - Modena: le altre inseguono Il duo comanda la classifica a sette punti; solo un pari per Torino, Siena e Atalanta ■ LA SORPRESA. Novar(A?), azzardiamo in copertina. Ben consapevoli che alla terza di campionato - di una serie, la cadetteria, sempre incerta fino alle ultime battute leggere la graduatoria significa pochissimo, nulla. Eppure, quel che colpisce della neopromossa è la sicurezza con cui ha saputo affrontare - e battere - squadre candidate alla vittoria finale (Torino) e club che nella passata stagione si sono resi protagonisti (Cittadella) di una marcia da applausi (non trasformatasi in favola per inesperienza). Non stupisce allo stesso modo il primo posto provvisorio del Modena: che alle partenze a razzo ci ha bene abituati tanto quanto agli intoppi improvvisi che durano parecchi mesi.

Torino-Crotone 1-1: granata ancora frastornati e incapaci di esprimere quel predominio territoriale dettato dal blasone. In realtà, all’Olimpico brillano solo gli avversari che sfiorano la vittoria esterna grazie a un gol da cineteca della punta Cutolo, abile a calciare da 30 metri e trafiggere la porta di Rubinho. Da annotare un incrocio di Gasbarroni prima del pari locale, messo a segno da Iunco su assist di Sgrigna. Modena-Padova 1-0: remissivi i veneti di Calori, eccessivamente guardinghi nonostante lo svantaggio giunto al 42' della prima frazione di gioco in virtù del primo gol in cadetteria dell’esordiente Velardi. Un tap in vincente a risolvere una mischia in area ospite è bastatao

ad assicurare i tre punti agli uomini di Bergodi. As co l i -A lb in ol ef fe 2- 0: una prodezza di Sommese regala il vantaggio ai marchigiani. Bolide da fuori area, nulla da fare per Tomasig. In affanno la retroguardia di Mondonico (due gialli in 45') mentre il reparto offensivo fatica a trovare il bandolo della matassa. Buon fraseggio bianconero, la ripresa tuttavia mette in evidenza la solidità degli uomini di Gustinetti, bravi a coprirsi sulle iniziative lombarde, e il cinismo di Gazzola, in gol alla prima occasione. A t a l a n t a - Fr o s i n o n e 0 - 0 : classico esempio di quanto le previsioni iniziali (campionato da protagonista per la formazione orobica) potessero essere poi smentite dai fatti. Atalanta evidentemente in difficoltà di condizione (a fronte di un Frosinone in palla), a nulla vale il talento teorico (Tiribocchi, Ruopolo, Doni) se la squadra manifesta ancora difficoltà di amalgama. Ospiti vicini al gol con Santoruvo e Lodi (allo scadere). C i ttad el l a- N ov a ra 0- 2: Rigoni per Gonzalez, conclusione da dentro l’area e palla in gol. Il vantaggio del Novara si concretizza al 4' della ripresa dopo

che la prima frazione si era chiusa a reti inviolate. Occasionissima locale al 20', quando Bellazzini si fa ipnotizzzare da Fontana che gli para un calcio di rigore. Gol fallito, gol subito: a non smentire la regola, ci pensa Bertani su azione personale.

Viviani – potrebbe anche iniziare a pensare in grande. Perchè se da un lato il gioco si vede, dall’altro i risultati arrivano. Ad aggiungere tre punti in graduatoria basta la rete di Gerardi dopo 13' di gioco. Sassuolo, più ombre che luci.

Gros se to- Vic enza 1 -2 : botta e risposta nel primo tempo, toscani abili a passare per primi in vantaggio (conclusione di Alessandro che si infila all’angolino) e veneti pronti nella replica (Abbruscato dal dischetto). Gara nervosa (quattro gialli nei primi 45'). Il raddoppio ospite a 8' dal termine: seconda rete stagionale di Alemao.

Reg gina- Pia cen za 2- 0: non perdono tempi, i calabresi, e sbloccano l’incontro al primo affondo grazie alla conclusione vincente di Barillà. Sterile reazione emiliana mentre i locali cercano il raddoppio per mettere al sicuro il risultato: la seconda rete dei padroni di casa è di Cosenza a metà frazione.

P o rto gr . - Sas suo l o 1 -0 : altro che favola, continuasse così – l’undici di

Serie B CLASSIFICA SQUADRE Modena Novara Portogruaro Vicenza Ascoli Atalanta Empoli Siena Varese Livorno Reggina Sassuolo Triestina Cittadella Crotone Frosinone Grosseto Padova Pescara AlbinoLeffe Piacenza Torino

RISULTATI (3° giornata) P 7 7 6 6 5 5 5 5 5 4 4 4 4 3 3 2 2 2 2 1 1 1

G 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3

V 2 2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0

N 1 1 0 0 2 2 2 2 2 1 1 1 1 0 3 2 2 2 2 1 1 1

P 0 0 1 1 0 0 0 0 0 1 1 1 1 2 0 1 1 1 1 2 2 2

F 3 5 4 6 3 2 3 4 2 4 3 5 2 2 2 3 2 2 1 1 1 3

S 1 1 4 4 1 0 2 3 1 5 2 2 3 5 2 4 3 3 2 6 4 5

Ascoli-AlbinoLeffe Atalanta-Frosinone Cittadella-Novara Grosseto-Vicenza Livorno-Siena Modena-Padova

2-0 0-0 0-2 1-2 1-1 1-0

Portogruaro-Sassuolo Reggina-Piacenza Torino-Crotone Triestina-Pescara Varese-Empoli

1-0 2-0 1-1 1-0 0-0

MARCATORI 2 reti: Abbruscato E. (Vicenza,1), Gonzalez P. (Novara), Iunco A. (Torino), Alemao J. (Vicenza), Coralli C. (Empoli), Pasquato C. (Modena), Catellani A. (Sassuolo), Bertani C. (Novara), Larrondo M. (Siena), Mastronunzio S. (Siena), Dionisi F. (Livorno), Baclet A. (Vicenza), Masucci G. (Sassuolo). 1 rete: Motta M. (Novara,1), Caridi C. (Grosseto,1), Tiribocchi T. (Atalanta,1), Cutolo A. (Crotone), Buzzegoli D. (Varese), Tavano F. (Livorno), Bonazzoli E. (Reggina), Fabbrini D. (Empoli), Rabito A. (Padova), Altinier C. (Portogruaro), Pereira N. (Varese), Sommese V. (Ascoli), Gerardi F. (Portogruaro), Barillà A. (Reggina), Cacia D. (Piacenza).

PROSSIMO TURNO 11/09/2010 AlbinoLeffe-Varese, Crotone-Modena, Empoli-Triestina, FrosinonePortogruaro, Novara-Grosseto, Padova-Reggina, Pescara-Atalanta, Piacenza-Ascoli, Sassuolo-Torino, Siena-Cittadella, Vicenza-Livorno.

Triestina-Pescara 1-0: il Pescara va ancora oliato (le potenzialità non sono in discussione) mentre la

Triestina non fallisce. Mister Iaconi gongola quando Marchi sblocca le marcature (9'). Sarà il gol del definitivo 1-0. Varese-Empoli 0-0: il duello d’area di rigore tra Cellini e Coralli termina con un “pari e patta” che rispecchia l’andamento di un incontro mai decollato. Ritmi blandi, poche occasioni da gol, nervosismo eccessivo (sei ammoniti). Dominio (sterile) dei padroni di casa nella ripresa. Livorno-Siena 1-1: Dionisi illude il Picchi, i labronici sembrano in grado di gestire il vantaggio ma la rete di Larrondo a 4’ dal triplice fischio (retroguardia di casa disattenta nella circostanza) smorza l’esultanza del pubblico locale.

Abbruscato 2 reti


03

Numero 02 Anno 2 | Giovedì 9 settembre 2010

SERIE B

Tabellini e risultati della 3a giornata

Varese Empoli

0 0

VARESE: Moreau, Pisano, Pesoli, Camisa, Pugliese, Zecchin (Tripoli 19' s.t.), Corti, Buzzegoli (Osuji Chinoye 17' s.t.), Carrozza, Cellini, Neto (Ebagua 34' s.t.). A disposizione: Cafè, Gambadori, Lepore. All.: Sannino. EMPOLI: Pelagotti, Vinci, Mori (Tonelli 13' s.t.), Stovini, Gorzegno, Musacci, Nardini (Lazzari 15' p.t.), Moro, Valdifiori, Cesaretti (Foti 31' s.t.), Coralli. A disposizione: Handanovic, Marzoratti, Gotti, Saponara. All.: Aglietti. Arbitro: Tozzi di Ostia. Ammoniti: Stovini (E), Moro (E), Valdifiori (E), Pesoli (V), Corti (V).

Atalanta Frosinone

0 0

ATALANTA: Consigli, Raimondi, Capelli (Talamonti 1' s.t.), Peluso, Bellini, Pettinari, Carmona, Padoin, Doni, Ruopolo (Ardemagni 25' s.t.), Tiribocchi (Ceravolo 12' s.t.). A disposizione: Frezzolini, Basha, Troest, Defendi. All.: Colantuono. FROSINONE: Sicignano, Catacchini, Terranova, Guidi, Bocchetti, Grippo, Bottone (Biso 40' s.t.), Di Tacchio (Ben Djemia 45' s.t.), Lodi, Basso (Sansone 29' s.t.), Santoruvo. A disposizione: Frattali, Calil Caetano, Di Carmine, Stellone. All.: Carboni.

Cittadella Novara

0 2

CITTADELLA: Pierobon, Nocentini, Marchesan, Manucci, Gasparetto, Job (De Gasperi 35' s.t.), Magallanes, Bellazzini, Dalla Bona, Gabbiadini (Piovaccari 13' s.t.), Di Roberto (Martignago 24' s.t.). A disposizione: Villanova, Semenzato, Gorini, Carteri. All.: Foscarini. NOVARA: Fontana, Ludi, Morganella, Lisuzzo, Porcari, Rigoni (Shala 40' s.t.), Gemiti, Marianini, Bertani (Ventola 43' s.t.), Gonzalez, Motta (Drascek 23' s.t.). A disposizione: Steni, Gheller, Gigliotti E., Rubino. All.: Tesser.

Arbitro: Pinzani di Empoli. Ammoniti: Doni (A), Sicignano (F), Grippo (F), Di Tacchio (F), Santoruvo (F).

1 1

Marcatori: Gonzalez (N) al 4', Bertani (N) al 29' s.t.

Modena Padova

2 0

ASCOLI: Guarna, Gazzola, Marino, Micolucci, Giallombardo, Sommese (Cristiano 21' s.t.), Di Donato, Pederzoli, Giorgi, Bonvissuto (Djuric 16' s.t.), Lupoli (Moretti 33' s.t.). A disposizione: Coser, Ciofani, Faisca, Mendicino. All.: Giustinetti. ALBINOLEFFE: Tomasig, Garlini, Luoni, Lebran, Piccinni, Martinez (Cia 7' s.t.), Previtali, Hetemaj (Passoni 10' s.t.), Foglio (Momentè 33' s.t.), Bombardini, Torri. A disposizione: Layeni, Salvi, Geroni, Maino. All.: Mondonico. Arbitro: Velotto di Grossetto Marcatori: Sommese (As) al 19' p.t.; Gazzola (As) al 23' s.t. Ammoniti: Piccinni (Al), Djuric (As).

Grosseto Vicenza

1 2

GROSSETO: Narciso, Turati, Melucci, Consonni, Mora, Caridi (Bondi 36' s.t.), Freddi, Allegretti (Vitiello 26' s.t.), Greco, Alessandro, Soncin (Guidone 30' s.t.). A disposizione: Mangiapelo, Sereni, Federici, Statella. All.: Apolloni. VICENZA: Frison, Schiavi, Zanchi (Minieri 18' s.t.), Di Matteo (Paro 17' s.t.), Martinelli, Botta, Bastrini, Soligo, Abbruscato (Alemao 36' s.t.), Baclet, Gavazzi. A disposizione: Russo, Oliveira, Rossi, Tulli. All.: Maran. Arbitro: Guida di Torre Annunziata. Marcatori: Alessandro (G) al 21', Abbruscato (V) su rig. al 36' p.t.; Alemao (V) al 38' s.t.

Arbitro: Baratta di Salerno

Ammoniti: Melucci (G), Greco (G), Alessandro (G), Bastrini (V), Baclet (V).

Ammoniti: Morganella (N), Lisuzzo (N).

Livorno Siena

Ascoli AlbinoLeffe

1 0

Portogruaro Sassuolo

1 0

LIVORNO: De Lucia, Salviato, Perticone, Knezevic, Lambrughi, Surraco, Luci, Iori, Schiattarella (Pagano 38' s.t.), Dionisi (Cellerino 40' s.t.), Tavano. A disposizione: Mazzoni, Bernardini, Miglionico, Prutsch, Pieri. All.: Pillon.

MODENA: Alfonso (Guardalben 37' p.t.), Gozzi, Diagouraga, Giampà, Tamburini, Signori, Perna, Velardi, Gilioli (Spezzani 23' s.t.), Cani, Luisi (Colucci 27' s.t.). A disposizione: Milani, Carini, Canzian, Stanco. All.: Bergodi.

PORTOGRUARO: Rossi, Cristante, D'Elia, Amodio (Mattielig 36' s.t.), Pisani, Schiavon, Madaschi, Espinal, Altinier (Tarana 15' s.t.), Gerardi (Pià 19' s.t.), Cunico. A disposizione: Marcato, Gargiulo, Puccio, Bocalon. All.: Viviani.

SIENA: Coppola, Vitiello, Rossettini, Terzi, Del Grosso, Troianello, Sestu, Carobbio (Codrea 11' p.t.), Rossi (Kamatà 24' s.t.), Mastronunzio, Calaio' (Larrondo 24' s.t.). A disposizione: Iacobucci, Odibe, Ficagna, Reginaldo Da Silva. All.: Conte.

PADOVA: Agliardi, Legati, Cesar, Vicente, Renzetti, Cuffa, Crespo, Bovo (Filippini 37' s.t.), Di Nardo (El Shaarawi 20' s.t.), Succi, Di Gennaro (Rabito 28' s.t.). A disposizione: Cano, Cappelletti, Gallozzi, Jidayi. All.: Calori.

SASSUOLO: Pomini, Bianco P., Polenghi (Consolini 21' s.t.), Troiano (De Falco 15' s.t.), Minelli, Riccio, Donazzan, Magnanelli, Catellani, Masucci, Martinetti (Bruno 29' s.t.). A disposizione: Bressan, Valeri, Quadrini, Noselli. All.: Arrigoni.

Marcatori: Dionisi (L) al 17' p.t.; Larrondo (S) al 41' s.t.

Arbitro: Giacomelli di Trieste.

Arbitro: Ciampi di Roma.

Ammoniti: Salviato (L), Lambrughi (L), Luci (L), Iori (L), Coppola (S), Rossettini (S), Terzi (S), Sestu (S), Calaio' (S).

Marcatori: Velardi (M) al 44' p.t.

Marcatori: Gerardi (P) al 14' p.t.

Ammoniti: Gozzi (M), Giampà (M), Tamburini (M), Perna (M), Legati (P), Cuffa (P).

Ammoniti: D'Elia (P), Schiavon (P), Cunico (P).

Espulsi: Sestu (S) al 45' s.t..

Reggina Piacenza

2 0

Torino Crotone

1 1

Triestina Pescara

1 0

REGGINA: Puggioni, Acerbi, Laverone, Cosenza (Burzigotti 28' s.t.), Rizzo, Missiroli, Barillà, Viola (Tedesco 38' s.t.), Adejo, Zizzari (Campagnacci 29' s.t.), Bonazzoli. A disposizione: Kovacsik, Montiel, Rizzato, Adiyah. All.: Atzori.

TORINO: Rubinho, Filipe, Rivalta, Carrieri, Garofalo, De Vezze, Zanetti (Obodo 7' s.t.), Sgrigna, Gasbarroni (Lazarevic 23' s.t.), Iunco, Pellicori (Bianchi 13' s.t.). A disposizione: Bassi, Zavagno, De Feudis, Stevanovic. All.: Lerda.

TRIESTINA: Colombo, Sabato, D'Ambrosio, Toledo (Malago' 45' s.t.), Brosco, Matute Ewome, Scurto, Lunardini, Marchi (Filkor 20' s.t.), Godeas, Testini (Antonelli 21' s.t.). A disposizione: Viotti, D'Aiello, Longoni, Gerbo. All.: Iaconi.

PIACENZA: Cassano, Rickler, Avogadri, Bini, Calderoni, Zammuto, Bianchi, Marchi (Mandorlini 24' s.t.), Volpi (Guzman 8' s.t.), Graffiedi, Cacia (Guerra 8' s.t.). A disposizione: Donnarumma, Mei, Wolf, Sbaffo. All.: Madonna.

CROTONE: Belec, Crescenzi, Viviani, Abruzzese, Migliore, Beati, Galardo, De Giorgio (Parfait 35' s.t.), Cutolo (Ledesma 23' s.t.), Napoli, Ginestra. A disposizione: Bindi, Uccello, Eramo, Cabeccia, Tedeschi. All.: Menichini.

PESCARA: Pinna, Zanon, Del Prete, Gessa, Mengoni, Cascione, Sembroni, Nicco (Verratti 32' s.t.), Ganci, Sansovini, Soddimo (Maniero 16' s.t.). A disposizione: Bartoletti, Capuano, Olivi, Zappacosta, Aquilanti. All.: Di Francesco.

Arbitro: Nasca di Bari.

Arbitro: Tommasi

Arbitro: Palazzino di Ciampino.

Marcatori: Barillà (R) al 4', Cosenza (R) al 28' p.t. Ammoniti: Calderoni (P), Zammuto (P), Bianchi (P), Graffiedi (P), Guerra (P), Laverone (R), Cosenza (R), Bonazzoli (R).

Marcatori: Cutolo (C) al 3', Iunco (T) al 31' s.t.

Marcatori: Marchi (T) al 9' p.t.

Ammoniti: Napoli (C), Gasbarroni (T).

Ammoniti: Zanon (P), Toledo (T).


04

Numero 02 Anno 2 | Giovedì 9 settembre 2010

SERIE B

Torino-Novara 1-2 Cittadella-Torino 2-1 Torino-Crotone 1-1

Un punto nelle prime tre giornate e la sensazione che i vecchi problemi non siano archiviati

Nessuna nuova in casa Toro: crisi

Petrachi e Lerda chiedono tempo, Cairo fiducioso. Il riscatto passa per Rolando Bianchi www.sportevai.it Registrato al tribunale di Milano il 20/05/2008 N°316 Direttore Responsabile: Bisci Cosimo Redazione: Via Mariani, 8 Cernusco sul Naviglio (MI)

Amministratore unico Formenti Rosa Elisabetta Redazione: Auden Bavaro Art Director: Jacopo Feola Informazioni relativa ai dati personali:

Tel: 02/923923

Contattare Cosimo Bisci 02/923923

Mail: info@sportevai.it

Editore: Italia Media Service srl

Tipografia Stampa: in proprio Service Provider: Kpnqwest Italia - Via Leopardi, 9 - Milano

ROC n° 17220 del 26/09/2009

Sede Legale Via Mariani, 8 Cernusco sul Naviglio (MI) C.F. e P.I.V.A. 05199690966 L e f o t o p re s e n t i s u l M a g az i n e s o n o p e r l a m a g gi o r parte tratte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualc o s a i n c o n t r a ri o a l la p u b b l i c a z io n e , p o s s o n o s e g n a l ar l o a ll ’ i n d i r i zz o e - m a i l: s p o r t @ i t a l ia m ed i a . i t - e o t t e n e r e i m m e d i a t a r im o z i o n e d i d e t t e im m a gini. ■ Torino, ennesima partenza risicata fatta di sconfitte (due in tre gare) e un misero punticino, racimolato in virtù del pareggio interno contro il Crotone, 1-1 con gol in rimonta del neoacquisto Iunco. Tre reti fatte, cinque subite: incapacità di sfruttare il fattore campo (come accaduto contro il Varese e contro i calabresi) e di gestire il vantaggio iniziale (lo insegna la sfida contro il Cittadella). Fragilità di tenuta, vecchie abitudini (gioco frammentato e scarsa lucidità) non tramontate. Difficile capire cosa accade ai granata, soprattutto in seguito a una campagna acquisti estiva che porta a pensare anche stavolta quel che veniva facile riflettere lo scorso anno:

il Toro è tra le squadre da battere.

di pezzi pregiati (Rolando Bianchi su tutti).

CALCIOMERCATO. Lo dettano gli scenari dell’ultimo mercato: alla voce “acquisti”, sotto la Mole si registrano (oltre a Iunco, due reti in tre partite) gli innesti di Scaglia, Rubinho, De Feudis, Obodo, Filipe , Di Cesare, Sgrigna, De Vezze, Pellicori. Tradotto: non gli ultimi arrivati ma calciatori provenienti dalla massima serie o profondi conoscitori ed eccellenti interpreti dei campionati di serie B. Non solo: i tasselli messi a disposizione di Franco Lerda (new entry in panchina: ex calciatore che proviene dalle giovanili granata) dal Ds Gianluca Petrachi non hanno comportato la cessione

IL CASO. Eppure, l’inizio non è stato dei migliori. Non solo per la carenza di risultati immediati ma anche per la vicenda legata a Marco Bernacci, anch’egli nel novero degli acquisti estivi: l’ex Ascoli (15 reti nella passata stagione), infatti, si è reso protagonista di un caso più unico che raro. Avrebbe dovuto scaldare la tifoseria a suon di gol e invece ha deciso – a soli 26 anni – di ritirarsi dalle scene calcistiche per “motivi personali”, come comunicato dal sito ufficiale del club. Pare che sia caduto in depressione e che necessiti di un periodo di tempo imprecisato per ritrovarsi. Una tegola, Pellicori

(arrivato sul filo di lana) non sembra poter sopperire. MANOVRE. Rifondazione, forse. Rivoluzione, ma anche no. In fondo, il Torino di Urbano Cairo è squadra che, pur avendo fallito il traguardo stagionale nel corso dell’ultimo campionato (avrebbe dovuto conseguire la promozione diretta, è riuscito ad approdare alla finale play off persa con il Brescia), poteva fare affidamento su un dato incontrovertibile. Ovvero, prestazioni e risultati in evidente miglioramento nella fase finale della cadetteria 2009/10. Ricominciare da lì, dimenticando le difficoltà dell’inizio, archiviando una parte centrale delicata (cam-

bio di allenatori, contestazioni del tifo, scontro frontale tra ultras e squadra). Con la certezza che il patron granata stavolta avrebbe avuto un atteggiamento più oculato in sede di mercato. Fare tesoro degli insegnamenti per intervenire in maniera progettuale: il ruolo di Petrachi (“Date tempo al tempo’”) va nella direzione di apportare accorgimenti in seno alla dirigenza, in passato impreparata a gestire una piazza tanto importante e rendere onore al blasone della società. IL PRESENTE. Scelte discutibili e frettolose (eccessivo ricorso all’esonero) sono oggi leggibili come controproducenti, non da meno la sensazione che

l’apparato dirigenziale sia stato poco strutturato. Di rimando, lo sfilacciamento ai vertici ha prodotto uno sfaldamento della base: squadra anonima, impaurita, tifoseria inferocita e pronta a contestare al primo starnuto lievemente fragoroso. Neppure il cuore Toro – proverbiale, storico – si vede, se non in tale Rolando Bianchi, diventato anima dei granata nonchè anello di congiunzione tra tifo e squadra. Entra in campo (come contro il Crotone) e i compagni si trasformano in meglio, il pubblico comincia a crederci. Prematuro giudicare l’operato di Lerda, il Torino si farà: intanto, Sassuolo è un crocevia, il Capitano indispensabile.


Sportevai - Numero 2 9 settembre 2010