Page 70

FISCALITà di Giuliano Zocca

Circolare del Ministero del Lavoro sui rapporti di lavoro nello sport dilettantistico INTRODUZIONE Il Ministero del Lavoro, con la Circolare n. 37 del 21/02/2014, Prot. 37/4036, divulgata il 26 febbraio, torna sul tema delle prestazioni sportive dilettantistiche disciplinate dal primo comma lett. m) dell’art. 67 del Tuir, fornendo importanti indicazioni operative ai dirigenti, ai consulenti e soprattutto ai verificatori. SODALIZI SPORTIVI ED EFFICACIA DELL’ISCRIZIONE AL REGISTRO CONI Nella prima parte della Circolare, il Ministero detta una serie di principi, che pur sembrando scontati, rappresentano delle importanti conferme. In primis, la Circolare evidenzia che “mediante il riconoscimento le società e le associazioni … entrano a far parte dell’ordinamento sportivo e sono quindi sottoposte sia alle norme di tale ordinamento che a quelle dell’ordinamento statale. Tali caratteristiche delineano pertanto una netta differenziazione tra le SSD/ASD e le realtà imprenditoriali che “gestiscono” lo sport con fini di lucro”. Negli ultimi anni abbiamo assistito a numerosissime contestazioni che vertevano sull’indebita utilizzazione di agevolazioni e all’abuso dello strumento associativo non profit, utilizzato, secondo i verificatori, per dissimulare attività che presentavano concretamente caratteristiche e requisiti di natura tipicamente commerciale. La Circolare chiarisce che qualora un ente intenda svolgere attività sportiva e godere delle relative agevolazioni fiscali, effettua una scelta ben precisa, assoggettandosi a quanto previsto dalle normative in tema di sport dilettantistico senza scopo di lucro, quali a titolo esemplificativo: art. 148, comma 8, del T.U.I.R., art. 90, comma 18, della Legge 289/02, obbligo di certificazione medica, affiliazione e tesseramento alle Federazioni, etc.. Il punto successivo precisa la funzione del Registro

70

www.sportdipiu.com

CONI, ovvero che la “certificazione… [del]lo svolgimento da parte di SSD e ASD di attività sportive a livello dilettantistico... costituisce… il presupposto per l’applicazione del citato trattamento di favore”. Successivamente, specifica che “l’Amministrazione fiscale è interessata alla verifica dei presupposti di affiliazione al CONI e quindi della applicabilità del citato trattamento di favore”. è risaputo che l’art. 7

SD+ magazine 28/2014  

Numero 28 - Marzo/aprile 2014 Sportdi+ magazine il primo l'unico freepress dedicato a TUTTO lo sport veronese distribuito nelle scuole di Ve...

Advertisement