Page 1

INSERTO SPECIALE

CYCLING OFF-ROAD

VERONA

CALENDARIO EVENTI OFF-ROAD VERONA 2018

1


CYCLING OFF-ROAD

VERONA

INDICE 5 6

MASSIMO COMFORT A CONTATTO CON LA NATURA

8 10 12 14

ALLA SCOPERTA DI VERONA VERONA MTB INTERNATIONAL BARDOLIN BIKE GRANFONDO TRE VALLI CAMPIONATI EUROPEI BMX 16ª GRANFONDO DEL DURELLO

Per l’Amministrazione comunale è importante promuovere la diffusione della pratica e dei valori positivi dello sport. Verona, fortunatamente, può contare non solo su atleti di alto livello nelle diverse discipline e vantare numerose squadre nella massima serie, ma anche impianti di eccellenza e un territorio che ben si presta ad ospitare eventi sportivi di carattere internazionale. Tra questi quelli legati di Bmx e al Mtb, che negli ultimi anni hanno acquisito sempre più seguito tra i giovani e che, da qualche anno, trovano a Verona un impianto di eccellenza alla Spianà, in grado di richiamare nella nostra città oltre che gli atleti anche i numerosi appassionati. Avv. Federico Sboarina Sindaco di Verona

2

16 LESSINIA LEGEND 18 GRANFONDO KASK SOAVE D’AUTUNNO 20 GRANFONDO CITTÀ DI VERONA 28°

22

TROFEO BRUNO BENINI CALENDARIO GARE MTB-BMX 2018

Lo sport non è solo agonismo e sana competizione, ma anche occasione di svago, divertimento e socializzazione. Praticare sport significa condividere i valori positivi ad esso legati, quali la costanza, la determinazione, il sacrificio, l’amicizia e lo spirito di squadra. Verona, con il suo territorio, conferma ancora una volta il forte legame con le grandi manifestazioni sportive, pronta ad accogliere gli sportivi e gli appassionati che, nella nostra terra, trovano anche un palcoscenico naturale di straordinaria bellezza. Filippo Rando Assessore allo Sport del Comune di Verona

Una comunicazione inclusiva e propulsiva è quella lanciata dal magazine del Comitato Provinciale FCI di Verona dedicato al fuoristrada: intelligente iniziativa del Consigliere Federale Paolo Fantoni, delegato per questo settore strategico dell’attività federale. Per la prima volta l’informazione coinvolge anche le società degli Enti di Promozione Sportiva che organizzano e praticano nella provincia. L’intento è quello di valorizzare tutte le realtà associative impegnate in queste specialità, innescando un moltiplicatore di iniziative e sinergie a vantaggio di tutto il movimento. Un esperimento da seguire con grande interesse e che potrebbe fungere da volano per ulteriori sviluppi sul piano regionale e nazionale. Complimenti vivissimi! Renato Di Rocco Presidente FCI

Bici e Verona, un binomio che, anno dopo anno, si consolida grazie ad una serie di iniziative ed eventi che garantiscono alla nostra provincia grande visibilità. L’attenzione sul mondo della due ruote coinvolge sportivi professionisti, dilettanti e amatori che, pedalando, hanno la possibilità di gareggiare e di scoprire nuovi e unici paesaggi. Con questo primo numero di Cycling Verona, speciale di SportDi+ magazine iniziamo un percorso che, nella nostra idea, porterà alla realizzazione di una nuova rivista che ‘brillerà di luce propria’. Albert Einstein diceva: “La vita è come andare in bicicletta. Per restare in equilibrio devi muoverti”. E allora cosa aspettiamo? Muoviamoci… pedalando! Alberto Cristani Giornalista e direttore SportD+

3


CYCLING OFF-ROAD

VERONA

ALLA SCOPERTA DI VERONA

#Fincato23BikeConcept Via Fincato 23 A/B, 37131 – Verona T + 39 045 2223437 W www.fincato23.it FB @Fincato23Verona Segui il nostro nuovo progetto! su Facebook @MTBposturaltraining via mail info@mtbposturaltraining.it sul sito www.picottiriabilita.it

MOUNTAIN BIKE WORLD CUP MOUNTAIN BIKE WORLD CUP

4

VAL DI SOLE - TRENTINO ITALY VAL DI SOLE - TRENTINO ITALY

Verona, città ricca di arte, cultura e storia, famosa in tutto il mondo per le sue imponenti mura, le bellezze architettoniche, i romantici scorci sull’Adige e le caratteristiche vie del centro che trasudano atmosfere antiche e nobili. Una città in cui convivono armoniosamente tracce di diverse epoche: dall’insediamento romano, all’età dei comuni, dalla Signoria degli Scaligeri fino alle dominazioni veneziana e asburgica. Una delle icone della città veneta, probabilmente la più conosciuta anche a livello internazionale, è l’Arena, situata in Piazza Bra, l’anfiteatro romano che ogni estate, ormai da molti anni, ospita il prestigioso festival lirico, ma anche molti concerti di artisti italiani e stranieri. Sempre all’interno della nota Piazza si trovano altri due importanti edifici: Palazzo Barbieri, di stile neoclassico, oggi sede del comune di Verona e il Palazzo della Gran Guardia, sede di importanti mostre ed eventi. Un altro luogo da menzionare è sicuramente Piazza delle Erbe, antico Foro romano, meta di molti turisti ma frequentata e apprezzata anche dai veronesi per la presenza di vari ristoranti e bar. Proprio sulla Piazza svetta la Torre dei Lamberti, struttura di origine medievale alta 84 metri, da cui è possibile godere di un meraviglioso panorama. Rappresenta tutto lo splendore della dinastia Scaligera la Piazza dei Signori, conosciuta anche come Piazza Dante, in cui sono presenti

edifici di grande importanza, come il Palazzo della Ragione, la Loggia del Consiglio, il Palazzo di Cansignorio, la Chiesa di Santa Maria Antica e il Palazzo del Podestà. Dista solo qualche metro la Casa di Giulietta, che con il suo famoso balcone accoglie ogni giorno migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo, affascinati dalla triste storia dei due sfortunati amanti protagonisti della tragedia Shakespeariana. Meritano sicuramente una sosta la Cattedrale di Santa Maria Matricolare o Duomo di Verona, al cui interno è conservata l’Assunzione della Vergine di Tiziano, il Palazzo e giardino Giusti e il Teatro Romano, senza dimenticare la Basilica di San Zeno, vero capolavoro del romanico in Italia e Castelvecchio, il più importante monumento della signoria Scaligera, oggi sede del Museo Civico di Verona. Restando in tema di edifici militari, non può di certo mancare una visita a Castel San Pietro, situato sull’omonimo colle che si affaccia sulla città. Il castello, che sorge su una spianata in cui in età romana era presente un tempio, è oggi visitabile solo esternamente, ma la vista ammirabile dalla cima della collina ripagherà tutti gli sforzi fatti durante la salita. Infine, resta solo da contemplare uno dei più bei ponti di Verona, Ponte Pietra, l’unico esempio di ponte romano visibile in città, senza dubbio anche il più suggestivo dal punto di vista panoramico.

5


CYCLING OFF-ROAD

VERONA

VERONA MTB INTERNATIONAL

24-25|02

2018

Si preannuncia già come uno degli eventi internazionali più partecipati e rappresentati del calendario italiano della mountain bike per la stagione 2018 e quel che è certo è che nel weekend del 24 e 25 febbraio il Parco delle Colombare, l’oasi verde che domina dall’alto lo “skyline” della città di Verona, richiamerà a se alcuni tra i maggiori protagonisti dell’XCO internazionale. Sfoggiando un prestigioso ‘parterre de roi’ la Verona MTB International si prepara ad accogliere all’esordio della nuova stagione agonistica internazionale campioni e stelle provenienti da tutta Europa. Rispetto l’edizione d’esordio targata 2017, la Verona MTB International ha anticipato la data di una settimana per meglio integrare l’evento con le già esistenti attività ed eventi culturali che una città come Verona propone e rinnova ogni anno a favore dei milioni di turisti che ne fanno una delle mete più ambite e prestigiose d’Italia. Anche per il 2018 sarà proprio la Verona MTB International ad assegnare i titoli del GP d’Inverno per le categorie agonistiche e master. Riconoscimento che per il terzo anno consecutivo vede l’ASD Giomas ricevere la designazione da parte della Federazione Ciclistica Italiana dopo i brillanti successi organizzativi ottenuti con La Mesa Bike nel 2016 ed appunto con l’esordio in campo internazionale della prova cittadina di Verona della scorsa stagione. Novità nei programmi gara con l’inversione delle prove che vedono le categorie agonistiche dei top rider mondiali in pista nella giornata di domenica 25 febbraio, mentre toccherà agli appassionati delle categorie amatoriali l’onore di esordire su

di un tracciato rivisto, ma non stravolto, nella giornata di sabato 24 febbraio. L’anello di gara non subirà infatti particolari cambiamenti ma qualche miglioria e variante ci saranno sul tracciato di 4500mt, modifiche utili ad ottimizzare la resa di quello che a tutti gli effetti è un palcoscenico d’assoluto livello internazionale, impreziosito da un panorama senza eguali, un balcone naturale affacciato su una della città più belle e suggestive del mondo. Dieci i paesi europei rappresentati dagli atleti presenti nella starting list della Verona MTB International. Francia, Svizzera, Germania, Rep.Ceca, Polonia ed Estonia le più importanti bandiere rappresentate. Forte dell’incredibile doppietta centrata nella scorsa edizione, sarà certamente della partita il Team Bianchi Countervail al gran completo, guidato dall’asso francese Stephan Tempier e dall’idolo azzurro, il ‘Prorider’ Marco Aurelio Fontana, deciso più che mai a difendere il titolo nazionale d’inverno ottenuto con forza, nove mesi fa, sempre questo percorso. Ai nastri di partenza anche maglie tricolori e titoli continentali. Al via troveremo il tricolore del campione italiano Gerhard Kershbaumer, quindi la classe dei ‘Braidot-­Twins’, dell’olimpionico Andrea #IronTibi Tiberi, il talento di Gioele #IlBullo Bertolini e della rediviva Eva Lechner, ma anche le stelle che contraddistinguono il titolo continentale XCO nella massima serie. Florian Vogel, l’atleta svizzero attualmente numero 10 del ranking mondiale U.C.I. cross country, ha scelto Verona, ha scelto la sua tanto amata Italia per l’esordio stagionale: “Amo l’Italia e poter iniziare la stagione

proprio da qui è un vero piacere -­ha commentato Florian -­conosco Verona, una tra le città più belle al mondo, e l’idea di poter correre una gara di mountain bike a pochi passi dal centro di una delle capitali dell’arte e della storia mondiale è suggestivo e stimolante, una bella vetrina per il nostro sport, uno spettacolo incredibile per il pubblico che sarà presente a fare il tif Grande soddisfazione per lo staff del Team Giomas impegnato in questi giorni nella tracciatura del circuito di gara dopo gli ultimi test positivi sulle nuove varianti: “Siamo molto soddisfatti della risposta e dell’interesse che atleti e team da tutta Europa hanno mostrato nei confronti dell’evento -­racconta Ivan Cristofaletti, responsabile dell’organizzazione -­il progetto che vuole portare Verona a diventare capitale anche nello spettacolare sport della mountain bike sta prendendo sempre più vita e concretezza” Con la presenza di atleti in rappresentanza di 10 paesi europei, pronti a darsi battaglia e regalare spettacolo alla prima stagionale internazionale, con in palio i titoli del GP XCO d’Inverno per l’esordio del calendario nazionale, la Verona MTB International accenderà per un intero week end i riflettori dell’off-­road mondiale su Verona. Uno spettacolo che a questo punto non ha più bisogno d’essere raccontato e presentato. Ora conta solo esserci! INFO www.veronamtbinternational.com

INFO FLASH Evento: VERONA MTB INTERNATIONAL Quando: 24-25 FEBBRAIO 2018 Dove: VERONA PARCO DELLE COLOMBARE Partenza: GARE DEL 24/02: ORE 11-13-15 CAT. MASTER GARE DEL 25/02: ORE 12.15 CAT. FEMMINE E JUNIOR ORE 14.45 CAT. ELITE MASCHILE

OFFICIAL SPONSOR

6

7


CYCLING OFF-ROAD

VERONA

BARDOLINO BIKE

18|03

INFO FLASH Evento: BARDOLINO BIKE Quando: 18 MARZO 2018 Dove: BARDOLINO Partenza: PRIMA PARTENZA ORE 9.45 LUNGO LAGO PARCO VILLA CARRARA DI BARDOLINO Percorso: UNICO 43 KM CIRCA E CON 1000 METRI DI DISLIVELLO

2018

A poco meno di un tre mesi dal suo ritorno la Bardolino Bike si prepara già ad accogliere appassionati e campioni della mountain bike provenienti da tutta Italia per vivere una nuova ed indimenticabile giornata di sport e divertimento a due ruote. Domenica 18 marzo 2018 sarà ancora la suggestiva passeggiata che caratterizza il lungolago di Bardolino ad ospitare centinaia di bikers pronti a sfidarsi lungo gli sterrati che contraddistinguono l’incantevole entroterra della cosa orientale del Lago di Garda. Un tracciato divenuto ormai un “must” per chi mastica l’agonismo off-­‐road, ma anche uno dei percorsi più accattivanti e ricercati dai bikers che vogliono uscire dal lungo letargo invernale ritrovando già a marzo un clima dai profumi estivi. Merito della posizione geografica di Bardolino e delle incredibili influenze “mediterranee” offerte dal Garda e dal suo affascinante entroterra ove prendono vita i 42 chilometri della Bardolino Bike. La partenza sarà direttamente sul caratteristico lungolago di Bardolino, all’interno del Parco Villa Carrara, Un’ampia area verde, affacciata sul Lago di Garda, che accentrerà in un unico punto tutti i servizi a disposizione dei bikers che avranno così tutto comodamente a portata di mano. La prima parte di gara sarà caratterizzata dalla lunga ascesa “Palai” seguita dal ripido strappo “Paerno”, che condurranno in breve tempo all’incantevole altipiano da cui si domina Bardolino e l’intero Lago di Garda. Veloci ed ampie strade sterrate condurranno alla zona boschiva della “Rocca” dove si trova il primo tratto tecnico in single track, uno

dei settori più apprezzati e divertenti del percorso. Si segue quindi per Costermano ed ha inizio la parte più nervosa. Una serie di brevi strappi conducono verso la seconda parte del tracciato, la più impegnativa. Al km 25 inizia l’ascesa al “Monte Moscal”, intervallata da una veloce discesa che permetterà di riprendere un po’ di fiato prima di giungere al GPM di giornata posto al km 29, a circa a 400 mt slm. Sarà proprio il Monte Moscal a fungere da trampolino di lancio per l’ormai mitica “Val Sorda” dove i bikers avranno il consueto appuntamento con il divertimento. Circa 2 km di adrenalina allo stato puro, un single track in discesa alla portata di tutti, caratterizzato da più di 10 entusiasmanti guadi a rendere il tutto ancora più yeah ed accattivante. Ormai il traguardo è vicino, ed usciti dalla vallata ci sarà giusto il tempo per attraversare l’incantevole “Poggio del Nando” correndo attraverso filari ed ulivi secolari prima d’entrare negli ultimi 2 km, l’ultima insidia di giornata! Una serie di curve e controcurve che si susseguono nel centro abitato di Bardolino, un veloce labirinto che termina con la tradizionale passerella finale all’interno del Parco Villa Carrara dove la storia della Bardolino Location mozzafiato, clima unico ed un profilo altimetrico di soli 100mt rendono la Bardolino Bike uno degli appuntamenti più partecipati d’inizio stagione, non solo per i bikers che vorranno essere della partita, ma anche per le famiglie che nell’occasione si potranno dedicare del tempo per visitare l’incantevole e carat-

teristico centro, vera e propria perla del Lago di Garda, assaporare le tipicità che caratterizzano la cucina locale oppure permettersi una visita culturale tra musei e palazzi storici. E per chi ama lo svago!? Basta spostarsi presso i vicini parchi divertimento veronesi o dedicarsi ad una più rilassante passeggiata godendo delle bellezze naturali del lago, della campagna o delle colline retrostanti dove nasce il celebre vino Bardolino. INFO www.baldobikeevent.com BARDOLINO Bardolino è una delle località più belle e conosciute del lago di Garda, grazie anche alla sua posizione, in un’ansa fuori dal traffico di massa. Chi vuole visitare Bardolino per conoscere anche la sua storia e la sua cultura può dedicare una giornata alla visita del suo pittoresco centro storico. Da non perdere la visita al castello di Bardolino che fu edificato verso la fine del IX secolo, quando il re Berengario autorizzò gli abitanti del Lago a costruirsi fortilizi dì protezione. Successivamente il Castello fu continuamente rifatto e modificato per le mutate esigenze. In una mappa del 1439 esistente all’ Archivio di Stato

di Venezia, risulta già nettamente delineata la topografia locale con la cinta muraria quadrata aperta verso il Lago, quattro torri ai quattro lati, due porte (porta 5. Giovanni verso Garda e porta Verona a Sud). Gli appassionati dell’arte non devono perdersi una visita alle due belle chiese di Bardolino. La Chiesa di San Zeno fuori delle mura presenta evidentissime analogie col Mausoleo di Galla Placidia in Ravenna, costituisce il grande patrimonio storico-artistico di Bardolino. Questa chiesa è considerata fra i più importanti monumenti storici d’origine carolingia in Italia. Anche la Chiesa di San Severo è da vedere. È costruita in puro stile romanico del XII secolo, anche se, il nucleo originario della chiesa risale addirittura all’893, come indicano le fondazioni dell’abside messe allo scoperto. I turisti di Bardolino troveranno le attrezzature per tutti gli sport acquatici, vela, canottaggio, windsurf e per il più riposante sport delle vacanze: fare il bagno in acque pulitissime e prendersi il sole su una delle belle spiagge. Le trattorie locali offrono menù che comprendono le antiche ricette con il freschissimo pesce di lago, contornato da verdure dei colli circostanti condite dall’ olio d’oliva locale (il migliore d’Italia, dicono qui) e soprattutto innaffiato dal vino locale: il favoloso Bardolino. Merita una visita anche il Museo dell’Olio d’Oliva nella vicina Cisano. Per i giovani non mancano grandi discoteche e affollati locali notturni per il divertimento mentre e a pochi chilometri c’è Gardaland ed altri parchi acquatici ed a tema.

OFFICIAL SPONSOR

8

9


CYCLING OFF-ROAD

VERONA

GRANFONDO TRE VALLI

25|03

2018

La Granfondo Tre Valli by Gist è giunta quest’anno alla sua diciannovesima edizione e rappresenta, da oltre la metà della sua vita, un vero e proprio must di inizio stagione al pari dei più titolati appuntamenti dolomitici estivi. I grandi specialisti la considerano un ottimo banco di prova per ‘fare ritmo’ in vista della nuova stagione, mentre i numerosissimi veri e propri appassionati, giungono da tutta Italia accompagnati da parenti e amici, per lasciarsi trasportare dalla magica atmosfera di uno degli eventi più apprezzati di tutto il mondo off-road nazionale. La scorsa edizione furono quasi 2.400 gli appassionati presenti ai nastri di partenza in una giornata, metereologicamente parlando, ideale per pedalare lungo i 43 chilometri di percorso. Un vero e proprio successo in termini numerici che si ripete ormai da quasi un decennio e che, di anno in anno brucia le tappe ben prima dell’effettivo termine di chiusura delle iscrizioni. L’edizione 2018 si correrà il 25 marzo. Gran parte del successo ottenuto in questi anni dalla Tre Valli è dovuto proprio al suo particolare percorso. Tecnicamente completo ma allo stesso tempo alla portata di tutti, da sempre entusiasma sia l’agonista più convinto che l’amatore più spensierato. Studiato proprio per essere proposto all’inizio di una nuova stagione, prevede un unico tragitto che si snoda attraverso i luoghi più suggestivi della Val d’Illasi, della Val Tramigna e della valle di Mezzane. Il fondo si presenta prevalentemente sterrato con strade larghe e ben battute e qualche divertente single track. Dopo i primi km su asfalto, e con pendenza praticamente nulla, il tracciato svolta secco a destra ed imbocca la prima ascesa di giornata fino in località Ferrara, posta a 781 metri sul livello del mare. La salita per arrivare al GPM è scorrevole e invoglia ad usare il “rapportone”. Ma i chilometri a venire sono diversi: con lo splendido double track del Monte Belloca e la discesa che da Caltrano porta a Contrada Riva, si raggiunge in un battibaleno la metà gara, idealmente sancito con il caratteristico guado sul torrente Tramigna. Dopo aver sfiorato il paese di Cazzano di Tramigna con il suo Lago della Mora e i caratteristici ciliegi in fiore si punta dritto alla Via Cara, l’antico tragitto di origine romana che collega la pianura veronese con i verdi pascoli dell’alta Lessinia. La discesa nella Val di Mezzane, passando tra le coltivazioni di ulivi e pregiatissimi vigneti, è il preludio alla famosa ascesa dei Cancelli: 5 km su ampia strada bianca in sottobosco con pendenze non particolarmente impegnative.

Arrivati alla sommità rimane da affrontare l’ultima discesa di giornata: un interessante e divertente single track. Due km finali in leggera discesa lungo il torrente Progno, accompagnano sul rettilineo di arrivo nel cuore della festa tra gli stand enogastronomici e l’area expo. INFO www.granfondotrevalli.com www.facebook.com/granfondotrevalli

LA VAL D’ILLASI Val d’Illasi, Tramigna e Mezzane: terre di sport e di sportivi, ma non solo. Borghi arroccati dominati da antichi castelli, corti rurali circondate da campi coltivati, malghe e rifugi tra boschi e montagne, possenti ville padronali, paesi pieni di storia, cultura e tradizioni. Sono i luoghi del pregiato vino Amarone, dell’olio e di numerosi sapori raffinati. Queste verdeggianti valli, situate alle porte di Verona e a poca distanza dal Lago di Garda, sono solcate da una fitta rete di sentieri e mulattiere che, attraverso dolci saliscendi, accompagnano all’alta Lessinia e alle più severe Piccole Dolomiti. Tregnago è il paese che ne sta al centro.

INFO FLASH Evento: GRANFONDO TRE VALLI BY GIST Quando: 25 MARZO 2018 Dove: TREGNAGO - VERONA Partenza: PRIMA PARTENZA ORE 10.00 Percorso: UNICO DI 43 KM E1290 METRI DI DISLIVELLO

OFFICIAL SPONSOR

10

11


CYCLING OFF-ROAD

VERONA

CAMPIONATI EUROPEI BMX

22-25|03

2018

“Se ripensiamo a cos’era questo posto prima che arrivasse la BMX… “. Paolo e Linda non la finiscono la frase. Perché un finale non c’è. Non ancora. Anzi, gli ultimi cinque anni sono passati con una tale intensità da far pensare ogni giorno come a un nuovo inizio. Un altro. Era il 1991 quando nacque il Team BMX Verona, la BMX disciplina arrivata da poco all’epoca, in Italia, sull’onda lunga del contagio americano, dove questa disciplina invece era in voga già da alcuni decenni. Partirono così i progenitori del Team BMX Verona, con l’entusiasmo dei pionieri, quelli che scelgono di affrontare un’avventura senza sapere fin dove arriveranno. Paolo Fantoni ha fatto per quasi un decennio il Presidente del Team. Poi, un anno fa, ha lasciato la carica a Linda Spiazzi, sua moglie, per ricoprire quello di Consigliere Nazionale della Federazione Ciclistica Italiana. Insomma, un pezzo di Verona e del BMX di Verona ai vertici del Ciclismo Nazionale. In questi 27 anni, di soddisfazioni il team se ne è tolte parecchie. E’ stata società Campione d’Italia per una decina di stagioni e tra le sue fila militano alcuni fra i più forti rider in circolazione in Italia e in Europa, sia fra gli Elite, sia nelle categorie più giovani. Giacomo Fantoni è uno degli atleti di punta della Nazionale ed è anche il responsabile di Vrp117, un piccolo gruppo di rider del Team BMX Verona selezionati per puntare a risultati importanti. Fra essi ci sono ad esempio Mattia Girlanda, Campione Italiano Allievi 2017, e Leonardo Cantiero, quarto nel ranking dell’European Cup 2017 fra gli Esordienti. Ma l’acuto più forte l’anno scorso lo ha fatto registrare Alice Braghi, Campionessa Europea fra le ragazze dieci anni. L’immarcescibile Mauro Paiusco, inoltre, ha trionfato in Italia fra i master e molti atleti del Team BMX Verona hanno indossato la maglia di Leader del Circuito Italiano 2017. “I risultati sono importanti e fanno sempre piacere”, commenta Linda, “ma quello che più incoraggia è l’entusiasmo crescente che stiamo registrando attorno a questo bellissimo sport. Anche quest’anno sulla nostra pista sono arrivati un centinaio di ragazzini, seguiti da sei istruttori con brevetto federale, desiderosi di cimentarsi in questa disciplina capace di regalare emozioni vere, autenticamente sportive. E’ il frutto del lavoro che abbiamo fatto nelle

PATROCINI

12

Ormai da diversi anni a questa parte Verona rappresenta un punto fermo per quanto riguarda la BMX in Europa e il successo dei Campionati Europei 2016 e delle prove della BMX European Cup 2017 ne sono la miglior dimostrazione. Questa località, sportivamente all’avanguardia e ricca di eccellenze culturali e non solo, si appresta ad ospitare ancora una volta un grande evento per quanto riguarda una delle discipline più accattivanti e spettacolari del panorama olimpico e lo farà con le prime due prove dell’edizione 2018 della UEC BMX European Cup i prossimi 24 e 25 marzo in un contesto tecnico/agonistico di altissimo spessore. L’Union Européenne de Cyclisme è sempre particolarmente attenta alle novità e proprio da quest’anno abbiamo dato un ulteriore impulso alla BMX European Cup che si presenterà con una nuova veste grafica; questa è solo la prima novità di questa stagione che, per la prima volta, vedrà la diffusione delle immagini live delle otto prove anche su siti generalisti, sui socialnetwork e su piattaforme extra-europee oltre che sui canali abituali (Youtube e Dailymotion) delle edizioni passate.Qui ci sono tutte le condizioni necessarie per il successo di una manifestazione: la collaudata macchina organizzativa del Team BMX Verona, attivo da oltre 20 anni in questa disciplina, è sinonimo di un’organizzazione di alto livello, lo scenario del rinnovato BMX Olympic Arena è considerato dagli addetti ai lavori e dagli atleti come uno dei migliori impianti in Europa, tutto quanto la città di Verona e il suo territorio possono offrire alle migliaia di partecipanti e alle loro famiglie faranno di queste due giornate di gare un momento di grande sport ma soprattutto contribuiranno a rendere questa disciplina ancora più spettacolare ed attrattiva. Vorrei ringraziare il comitato organizzatore con tutti i suoi volontari, senza i quali tutto questo non sarebbe possibile, e la Federazione Ciclistica Italiana con il suo Presidente Renato Di Rocco per l’ottima collaborazione.

scuole e in varie attività divulgative. Ci auguriamo che questo trend continui, magari anche nelle altre città”. Attualmente sono circa 120 i tesserati del team, un numero che conferma la società come la più grande d’Italia. Ma c’è un altro fiore all’occhiello per la compagine veronese: l’impianto altamente competitivo, abitualmente scelto dalla Nazionale per lo svolgimento degli stage periodici e, sempre più spesso, anche dai Team stranieri per finalizzare la preparazione, non solo per le competizioni che si svolgono alla Spianà. Alle due tappe veronesi dell’European Cup del 24 e 25 marzo non meno di un migliaio di rider provenienti da tutta Europa si daranno battaglia nella spettacolare cornice della BMX Olympic Arena Verona. “Ancora una volta”, spiega Fantoni, “sarà l’occasione per confrontarci con i migliori rider del Continente e, allo stesso tempo, per parlare di Verona in Europa. Tutto questo è stato possibile grazie al contributo del Comune di Verona, di AGSM e di amici e volontari che hanno creduto nella realizzazione di questo progetto e che si rendono sempre disponibili a dare una mano. Il prestigio della nostra pista, a livello Internazionale lo stanno riconoscendo tutti. E anche questa volta, grazie agli accordi con Rai Sport e Sky Sport e alla diffusione in streaming delle gare, saranno centinaia di migliaia ad assistere all’evento organizzato qui, nella nostra città. Mi auguro che sugli spalti vengano anche molti veronesi, perché questa pista è un patrimonio della città”. INFO www.teambmxverona.it

INFO FLASH Evento: BMX EUROPEAN CUP Quando: 24-25 MARZO 2018 Dove: BMX OLYMPIC ARENA DI VERONA

Rocco Cattaneo Presidente de l’Union Européenne de Cyclisme

OFFICIAL SPONSOR

OFFICIAL SPONSOR NOLEGGIO E VENDITA EDILIZIA SPORT SPETTACOLO

www.edilcdp.it

tel. 045 508866

13


CYCLING OFF-ROAD

VERONA

GRANFONDO DEL DURELLO

29|04

2018

Quindici anni di storia per la Granfondo del Durello, la più ‘anziana’ manifestazione del Lessinia Tour, meta fissa di grandi e piccini nel mese di aprile. In un territorio totalmente immacolato la Granfondo del Durello offre panorami mozzafiato e single track senza eguali tra ciliegi in fiore, vigneti di vino Durello e pareti di basalti colonnari. Nell’edizione 2017 il percorso è stato totalmente modificato, fino a raggiungere la Pesciara di Bolca, uno dei giacimenti fossiliferi più famosi al mondo, risalente a 50 milioni di anni fa. Storia Passione Divertimento sono le caratteristiche che fanno di questa competizione un appuntamento al quale i bikers non vogliono mancare organizzata dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Basalti, nata nel 2002 a San Giovanni Ilarione, con lo scopo di promuovere la passione per la bicicletta e in partico- lare per la Mountain Bike, quale strumento sportivo, di svago, ma anche di unione. Nel 2003, va in scena la prima edizione della Granfondo del Durello, manifestazione agonistica che richiama nella valle centinaia e centinaia di bikers affamati di salite, sterrati e paesaggi incantevoli tra ciliegi in fiore e vigneti. La Granfondo , in pochi anni, riesce a ricavarsi, soprattutto grazie all’organizzazione puntuale e alla bellezza dei luoghi oltre che alla tecnicità del percorso, un posto al sole tra le gare più affascinanti che si svolgono nei territori della Lessinia tanto da essere oggi considerato un appuntamento classico e Tra gli eventi correlati da segnalare la Durellina Cup Baby, gara promozionale per bambini, che da quattro anni registra più di cento partecipanti ad ogni edizione. L’attività principale del Gruppo rimane l’organizzazione della Granfondo del Durello, che negli ultimi anni ha ampliato il proprio programma arrivando a ben quattro giorni di manifestazione inserendo degli eventi collaterali come ad esempio il Durello Night Party, una serata di festa dedicata non solo ai ciclisti ma a tutto il paese. La Granfondo del Durello fa parte del circuito Lessinia Tour ma sopratutto del Bike World Zerowind. La tappa Ilarionese, quindi, farà da trampolino di lancio per il Campionato del Mondo di Mountaibike che si terrà il 14 settembre 2018 ad Auronzo Misurina (BL). La Granfondo del Durello si presenta con un tracciato completamente rivolu-

zionato, rispetto a quello delle passate edizioni, che si snoda su 44 chilometri con 1.437 metri di dislivello posi- tivo. Il tutto disegnato tra ciliegi, vigneti (Durello). La Granfondo del Durello rimane sempre nel segno del volontariato che vede come protagonista l’ Avis di San Giovanni Ilarione e Vestenanova INFO www.asbasalti.it www.facebook.com/GFDURELLO SAN GIOVANNI ILARIONE San Giovanni Ilarione dista circa 42 chilometri da Verona. Rispetto al capoluogo è in posizione nord est. Confina con la provincia di Vicenza, dal cui capoluogo dista 39 chilometri. È posizionato nella media val d’Alpone, e attraversato da nord a sud dal torrente Alpone. È in posizione collinare, adagiato su un fianco della valle. Da vedere la Chiesa di Santa Caterina in Villa. E’ stata eretta ai primi del 1900 in sostituzione dell’edificio quattrocentesco, in uno stile che richiama quello bizantino esternamente e quello liberty internamente. Nella Chiesa si può ammirare una pregevole pala di Giuseppe Dalla Corte (1582), in cui sono raffigurate anche le chiese di Bolca, di Sant’Antonio di Vestenavecchia, del Castello, di Santa Caterina in Villa e il “Castello” di Castelvero.

INFO FLASH Evento: GRANFONDO DEL DURELLO Quando: 29 APRILE 2018 Dove: SAN GIOVANNI ILARIONE (VR) Partenza: VIA QUATTRO NOVEMBRE Percorso: UNICO DI 44 KM CON 1.437 METRI DI DISLIVELLO POSITIVO

OFFICIAL SPONSOR

14

OFFICIAL SPONSOR

15


CYCLING OFF-ROAD

VERONA

GRANFONDO KASK SOAVE 27|05

2018

INFO FLASH Evento: GRANFONDO KASK SOAVE MTB Quando: 25 MAGGIO 2018 Dove: SOAVE Partenza: ORE 9.15 DA VIA ROMA Percorso: UNICO DI KM 50 CON DISLIVELLO TOTALE DI 1600 METRI

La Granfondo KASK Soave MTB, point to point di mountain bike raggiunge quest’anno la maggiore età, proseguendo lungo un percorso di crescita che, dai 376 partecipanti del 2001, ha visto 1313 biker al via nell’edizione di quest’anno. Al via, domenica 27 maggio, sono attesi, non più di 1.500 biker, limite fissato dall’organizzazione. La manifestazione si svolgerà lungo un percorso lungo 50 chilometri, un dislivello totale di 1.600 metri e l’ambientazione ineguagliabile di Soave, nel cuore della provincia di Verona. Prendere parte a una competizione è sempre fonte di grandi emozioni e il gareggiare in sella alla propria mountain bike, lungo un percorso di 50 chilometri fatto di storia e indelebili segni del passato, non può che tradursi in un’esperienza indimenticabile. La gara si sviluppa intorno al paese di Soave, un piccolo borgo medievale a una ventina di chilometri da Verona. Un territorio, quello di Soave, inserito in un ambiente particolarmente suggestivo grazie alla presenza delle torri e delle mura del celebre castello, dei numerosi palazzi, dei monumenti - reduci di un glorioso tempo passato - ma anche delle immense distese dei vigneti, da sempre punto di riferimento nazionale per la produzione vinicola. A rendere unica questa gara non è però solo l’affascinante scenario fatto di colline, suoli vulcanici, dolci pendii e verdi distese di vigneti, ma anche lo spettacolare tracciato. Un percorso lungo 50 chilometri, con un dislivello totale di 1.600 metri, che ben si presta alla mountain bike. Otto

i chilometri asfaltati e 42 quelli di sterrato che attraversano boschi e prati, con sentieri caratterizzati da ciottoli, gradoni, rocce e radici, con un grip vario, tendenzialmente buono, e con curve non sempre ampie e agiate. Quattro le salite da affrontare, tutte con una pendenza massima compresa tra il 15% e il 18 per cento. Particolarmente impegnativa sarà la risalita sul monte Garzon, lunga 3,7 chilometri, con una pendenza media dell’8% e una massima del 18 per cento. Decisiva sarà anche la salita situata al chilometro 45 – introdotta quest’anno e non presente nella passata edizione – che si sviluppa su un fondo cementato di 1,3 chilometri caratterizzato da una pendenza media del 9% e una massima del 17 per cento. Per quanto riguarda le discese ciò che farà la differenza saranno invece gli ultimi due chilometri prima dell’arrivo: altamente tecnici e con un fondo sconnesso di pietre e sassi, ma particolarmente apprezzati dai partecipanti. Tre i punti di ristoro: a Tregnago, all’altezza del chilometro numero 16; a Campiano, al 32° chilometro; e l’ultimo a Soave, in zona arrivo. Una gara, la Granfondo KASK Soave, che assicura forti emozioni anche a tutti gli spettatori. I migliori punti di osservazione, oltre alla zona di partenza e arrivo, sono sul monte Tabor (all’altezza dell’11° chilometro) e a Castelcerino (dopo il chilometro numero 39), entrambi raggiungibili tramite strade asfaltate. Inoltre, per essere completamente immersi nel clima della gara e vedere i concorrenti

battagliare non c’è niente di meglio che la salita finale nota come Luamari, tra il 44° e il 45° chilometro, facilmente raggiungibile a piedi in quanto situata a poche centinaia di metri dal centro di Soave. INFO www.gfkasksoave.com www.facebook.com/gfkasksoave/ GOLD SPONSOR

SOAVE È una terra generosa, fatta di colline, di suoli vulcanici, di dolci pendii e di verdi distese di vigneti quella che si vede quando si arriva a Soave, da sempre zona ad alta vocazione viticola e culla di un passato glorioso i cui segni si colgono GOLD SPONSOR ancora oggi grazie alla cinta muraria e soprattutto grazie al castello medievale che troneggia austero nel cuore della cittadina. Il nome di Soave deriva con tutta probabilità dagli Svevi (popolo nordico qui giunto durante le invasioni barbariche) però, senza dare troppo peso all’etimologia, incarna anche molto bene il tipo di sentimento che vi si respira: la dolcezza delle sue verdi colline, il sapore della sua uva, l’atmosfera fitta di romantico mistero, i ritmi della natura e l’accoglienza della genteSILVER sembrano infatti far proGOLD SPONSOR SPONSOR

SILVER SPONSOR

GOLD SPONSOR

PATROCINI

pendere per il significato più immediato. Una vacanza a Soave vi lascerà dentro questa delicatezza. Nonostante l’immagine ancora perfettamente conservata di ‘Città del Medioevo’, la cinta muraria di Soave stringe un sistema urbano di chiara origine romana, in cardi e decumani, e diverse sono le popolazioni, in età ben più remote, che avevano scelto queste zone per l’insediamento. Le mura scaligere scandite da 24 torri merlate risalgono al XIV secolo, mentre il castello da cui si sviluppano ad impianto quadrangolare discendendo dal Monte Tenda appartiene al X secolo. All’interno del centro lungo le vie Roma e Camuzzoni si concentrano gli edifici di maggiore interesse storico ed artistico, a partire dalla parrocchiale di San Lorenzo fondata nel 1303, contenente una vasca battesimale quattrocentesca e affreschi del Cinquecento, e continuando fino al Palazzo Scaligero oggi sede del Comune. In Piazza Antenna si trovano il gotico-veneziano di Palazzo Cavalli e sul lato opposto il Palazzo dei Giudici (1375), dove ha sede la Pretura, con splendidi portici e una Madonna in marmo del Quattrocento. Del Castello sono visitabili la sala del Corpo di Guardia e gli appartamenti dei signori in cui capeggia una splendida Crocifissione in stanza da letto.

GOLD SPONSOR

SILVER SPONSOR

16

17 SILVER SPONSOR


CYCLING OFF-ROAD

VERONA

LESSINIA LEGEND 23|05

2018

INFO FLASH Evento: LESSINIA LEGEND EXTREME Quando: 23 GIUGNO 2018 Dove: BOSCO CHIESANUOVA Partenza: ORE 8.00 PIAZZA BOSCO CHIESANUOVA Percorso: UNICO 100 KM E CON 3610 METRI DI DISLIVELLO

La miglior definizione della Lessinia Legend è stata espressa da un biker (vincente): “Non è una gara, è un viaggio! Ecco , questa è la forza di un tracciato , anzi un percors , disegnato sulle gobbe di un fantastico mondo alpestre dove le quote e l’altimetria la fanno severe. Il fondo, selvaggio, rende la Lessinia Legend maestosa. Il terminarla la rende leggenda. Ti resta dentro la voglia di raccontarla, di riviverla immaginandola, di aspettare e di pedalarla l’anno successivo. Voglia di tornare negli scorci unici che di chilometro in chilometro ti accompagnano; uno strano pedalare a testa alta per non perdere un attimo di bellezza. Certo, molto sudata, anche maledetta quando le gambe scoppiano, ma con l’occhio attratto dal prossimo panorama. E così, pedalando ti ritrovi stregato dal suo essere una gara dura ma infinitamente fantastica. Se così non fosse non sarebbe diventata... leggenda! LESSINIA LEGEND EXTREME La partenza è fissata proprio nella piazza centrale di Bosco Chiesanuova, a 1.106 metri slm.S i sale per 3,5 km su asfalto, giunti in località Grietz imbocchiamo l’ampia forestale dei Dossetti che conduce fino a Malga Vigna, da dove inizia la picchiata verso la mitica strada delle Pozzette. Oltrepassato il Baito dei Pastori,ad un bivio, teniamo la sinistra per una breve discesa che ci porta nel cuore della Foresta dei Folignani. Ne percorriamo il bel fondovalle su una carrareccia pedalabile. Poco oltre la fontana naturale degli Arbi di Cornicello svoltiamo a destra e in decisa salita giungiamo ai Folignani di Fondo e quindi al Rifugio Bocca di Selva posto a 1550 metri slm. Risaliamo ancora sullo sterrato ampio e pedalabile della Translessinia, che ci dà già modo di spaziare con lo sguardo sull’altopiano. Arrivati quasi ai piedi del Monte Tomba svoltiamo a sinistra e prendiamo una traccia prativa che ci conduce alla storica e significativa Malga Podestaria, uno dei simboli della

INFO FLASH Evento: LESSINIA LEGEND CLASSIC Quando: 23 GIUGNO 2018 Dove: BOSCO CHIESANUOVA Partenza: ORE 9.00 PIAZZA BOSCO CHIESANUOVA Percorso: UNICO 55 KM E CON 1740 METRI DI DISLIVELLO

Lessinia. Da qui si risale nuovamente sulla Translessinia in direzione Castelberto. Arrivati quasi al rifugio si svolta a destra su traccia prativa a scendere verso l’incontaminata conca delle Scorteghere. Ritornati sulla strada dei Cordoni (storici cippi di confine in pietra scolpita) si procede sulla sommità dei pascoli fino al balcone natuale sulle Dolomiti Trentine della Pozza Morta. La picchiata al cospetto del Carega ci conduce a Malga San Giorgio e successivamente in leggera salita, oltrepassando Malga Malera al GPM del Monte Grolla. Arrivati in località Pigarolo si imbocca in discesa il temutissimo e sassoso sentiero delle Gosse che ci porterà in meno di 6 chilometri a Giazza, situato a circa 700 metri di altitudine. Siamo a metà percorso e ora ci attende la lunga risalita verso malga Lobbia al confine con la Provincia di Vicenza. Una lunga discesa e il successivo fondovalle ci fanno arrivare abbastanza velocemente a Badia Calavena dove ad attenderci ci sarà l’ascesa al Monte San Moro. Da questo punto il percorso è completamente rinnovato rispetto allo scorso anno. Non si percorrono piu’ i tecnici e coperti sottoboschi della Val Squaranto ma, percorrendo il crinale ovest della Val d’Illasi si sale gradualmente sino a Conca dei Parpari attraversando le tipiche contrade cimbre di Velo Veronese. In località Conca dei Parpari ci si riaggancia al percorso classic e, percorrendo in discesa il sentiero E5, risaliamo la Val Marisa fino a Maregge. Un breve e dolce strappetto ci riporta a scavalcar i “Dossetti” per poi scendere ed attraversare le caratteristiche contrade Cimbre Tinazzi, Zamberlini, Scala,Croce, Biancari ed infine Ongar per poi guadagnarci gli ultimi metri di dislivello e tagliar il traguardo all’ombra del campanile! LESSINIA LEGEND CLASSIC Il percorso classic è stato nuovamente rinnovato. Creato appositamente per dare la possibilità anche ai meno allenati di sfidare l’aquila rossa ed entrare nella leg-

genda misura 55 chilometri e presenta un dislivello di poco superiore ai 1700 metri. Il percorso classic rappresenta il giusto compromesso per chi intende affrontare qualcosa di “fuori dalla norma” senza per forza doversi ammazzare di allenamenti preparatori. Se cerchi una sfida e non ti senti pronto per affrontare l’”estremo”, questo percorso è quello che fa per te. La partenza è fissata proprio nella piazza centrale di Bosco Chiesanuova, a 1.106 metri slm.Si sale per 3,5 km su asfalto, giunti in località Grietz imbocchiamo l’ampia forestale dei Dossetti che conduce fino a Malga Vigna, da dove inizia la picchiata verso la mitica strada delle Pozzette. Oltrepassato il Baito dei Pastori,ad un bivio, teniamo la sinistra per una breve discesa che ci porta nel cuore della Foresta dei Folignani. Ne percorriamo il bel fondovalle su una carrareccia pedalabile. Poco oltre la fontana naturale degli Arbi di Cornicello svoltiamo a destra e in decisa salita giungiamo ai Folignani di Fondo e quindi al Rifugio Bocca di Selva posto a 1550 metri slm. Risaliamo ancora sullo sterrato ampio e pedalabile della Translessinia, che ci dà già modo di spaziare con lo sguardo sull’altopiano. Arrivati quasi ai piedi del Monte Tomba svoltiamo a sinistra e prendiamo una traccia prativa che ci conduce alla storica e significativa Malga Podestaria, uno dei simboli della Lessinia. Da qui si risale nuovamente sulla Translessinia in direzione Castelberto. Arrivati quasi al rifugio si svolta a destra su traccia prativa a scendere verso l’incontaminata conca delle Scorteghere. Ritornati sulla strada dei Dossi si procede sulla sommita’ dei pascoli fino al balcone natuale sulle Dolomiti Trentine della Pozza Morta. La picchiata al cospetto del Carega ci conduce a Malga San Giorgio e successivamente in leggera salita, oltrepassando Malga Malera al GPM del Monte Grolla da dove inizia la lunga discesa che attraverso altre innumerevoli malghe dell’alta Val Squaranto ci conduce alla sperduta Laitela, indi in val Marisa e a risalir fino a Maregge. Un breve e dolce strappetto ci riporta a scavalcar i “Dossetti” per poi

scendere ed attraversare le caratteristiche contrade Cimbre Tinazzi, Zamberlini, Scala,Croce, Biancari ed infine Ongar per poi guadagnarci gli ultimi metri di dislivello e tagliar il traguardo all’ombra del campanile! INFO https://www.lessinialegend.it/ https://www.facebook.com/lessinialegend/ LA LESSINIA La Lessinia è una montagna che sembra essersi addolcita per permettere alla gente di camminarci, di andare in mountain bike, a cavallo, con le ciaspole d’inverno, con gli sci da fondo. E’ una montagna per tutti che sa’ accogliere e che va scoperta. Pedalando lungo le carreggiate, per i sentieri, si incontrano le antiche contrade in pietra, testimonianza di un’architettura popolare unica alo mondo che fa’ di queste montagne la più interessante per quanto riguarda le stalle e le malghe che qui in Lessinia sembrano monumenti costruiti da gente semplice che conosceva la sua montagna, conosceva i luoghi dove vivere. Pedalando lungo i sentieri si incontrano i capitelli e le stele di pietra, ci si può perdere in un prato ed entrare in una città di roccia, si può deviare e andare a visitare i covoli dove le leggende popolari vogliono raccontare storie di fade e di orchi, di fiabe venute da lontano. La Lessinia è una montagna che ha bisogno di lentezza, che ha bisogno di perdersi in una faggeta, di attraversare un pascolo e di stupirsi di fronte a questo altopiano che è come un grande balcone naturale che si affaccia sulla pianura e apre lo spazio alle Alpi. Alessandro Andreloni - Direttore artistico Film Festival della Lessinia - Tratto da video promo Lessinia Tour 2011

OFFICIAL SPONSOR

18

19


CYCLING OFF-ROAD

VERONA

GRANFONDO D’AUTUNNO CITTÀ DI VERONA

23|09

2018

Domenica 23 settembre 2018 prenderà il via l’edizione 2018 della Granfondo d’autunno Città di Verona, valida come 28° Trofeo Bruno Benini. La manifestazione, che può vantare una storia di lunga data e tanti successi, è dedicata all’indimenticabile Bruno Benini, grande appassionato della mountain bike nonché ideatore di questa gara. La volontà dei ragazzi del Team Benetti (ASD 365 Pro Team), che hanno preso alcuni anni fa il testimone di Bruno nell’organizzazione dell’evento, è quella di migliorare ulteriormente e di consolidare il prestigio che questa gara. Una decina di anni fa un gruppetto di amici, legati dalla passione per la mountain bike, decisero di costituire una società con l’intento di promuovere questo splendido sport. Di quel gruppetto storico sono rimasti: Diego Bertani, Luca Cerpelloni, Paolo Saletti e Fabrizio Agnolin. Negli anni si sono aggiunti altri amici e si è consolidata una squadra che è diventata un vero punto di riferimento per il movimento veronese della Mountain Bike, grazie all’organizzazione di uscite corali, sia su sterrato, che su strada, di eventi aggreganti e da 8 anni della Granfondo d’Autunno,raccogliendo il testimone dell’indimenticabile amico Bruno Benini. Questa storica gara, l’unica Granfondo di mountain bike sempre con partenza da Verona città, grazie alla loro passione, al loro entusiasmo ed ottima organizzazione riconosciuta da tutti, si è elevata a livello nazionale. Questi risultati sono stati possibili grazie anche agli Sponsor che sono stati contagiati dall’entusiasmo di tutti i Ragazzi del Team Benetti. Anche quest’anno sarà la tappa finale del circuito MTB Ahead Tour, uno tra i più importanti a livello nazionale. La conferma della crescita della manifestazione è certificata anche dall’interesse dei media, al punto di poter vantare il passaggio delle immagini su Rai 3 Regione il giorno seguente la gara e nella trasmissione dedicata al ciclismo Radiocorsa in onda su Raisport. Nei giorni a seguire la visione è passata anche su Nuvolari. A corollario della Granfondo, nel pomeriggio di sabato 22 settembre si svolgerà la settima edizione della Baby Cup d’Autunno, una grande festa per tutti i bambini dai 6 ai 12 anni. Questa manifestazione sarà aperta a tutti i bambini. L’ultima edizione ha portato a gareggiare, ma soprattutto a divertirsi, più di 250 bambini, armati di bici, caschetto e tanta, tanta grinta. Categoria dopo categoria i 250 mini atleti si sono dati battaglia nello splendido percorso fettucciato, arricchito con slalom e ostacoli, e centinaia di

genitori orgogliosi, assiepati lungo tutto l’anello, li incitavano a non mollare: un vero e proprio spettacolo! Tornando alla Granfondo d’autunno, il percorso sarà unico di circa 38 km e con 1.300 metri di dislivello. I bikers saliranno immediatamente verso Montericco affrontando così la prima impegnativa e selettiva salita su asfalto. Scendendo poi nella piana di Ronchi, raggiungeranno nuovamente l’abitato di Parona e, ripassando vicini all’oratorio, affronteranno la salita del Monte Cillario, che li condurrà nuovamente in località Montericco. Da qui si dirigeranno sui monti di Quinzano e, con i vigneti a fare da cornice, i bikers raggiungeranno il Gpm di giornata posto in località Costa del Buso. Si apre, così, il tratto centrale, e più spettacolare, del percorso di gara che condurrà ad uno dei luoghi più caratteristici della off road veronese: la tenuta di Villa Novare, compreso anche l’accesso esclusivo al parco storico di Villa Mosconi-Bertani, che verrà attraversata fino a sbucare in zona Montericco. Allora, a farla da padrona sarà la Valle di Quinzano con la salita all’eremo di San Rocchetto, da dove si può ammirare un fantastico paesaggio per poi lasciarsi andare di corsa verso il traguardo di Parona. INFO http://granfondodautunno.com https://www.facebook.com/MTB-Granfondo-dAutunno-1422636294698210/ https://www.facebook.com/Teambenetti/

INFO FLASH Evento: GRANFONDO D’AUTUNNO CITTÀ DI VERONA Quando: 23 SETTEMBRE 2018 Dove: VERONA Partenza: ORE 9.30 ORATORIO DI PARONA DI VALPOLICELLA VILLA MONASTERO Percorso: UNICO DI CIRCA 38 KM E CON 1.300 METRI DI DISLIVELLO

RA

E TELAI IN C A

RB O

NI O

20

RIP A

OFFICIAL SPONSOR ON ZI

OFFICIAL SPONSOR

21


CYCLING OFF-ROAD

VERONA

CALENDARIO GARE MTB-BMX 2018 SABATO 24 FEBBRAIO 2018

DOMENICA 25 FEBBRAIO 2018 MTB - XCO

Torricelle di Verona - G.P. D’ Inverno Master - Gara nazionale XCO

SABATO 3 MARZO 2018

Affi - XC le Cocche

MTB RPP

DOMENICA 11 MARZO 2018

Settimo di Pescantina - Gara regionale BMX

DOMENICA 18 MARZO 2018

MTB RPP

Bardolino - G.F. 6^ Bardolino Bike

SABATO 24 MARZO 2018

1^ GIORNATA - BMX

Olympic Arena di Verona - European Cup 2018

DOMENICA 25 MARZO 2018

MTB RPP

Tregnago - Gran Fondo Tre Valli e pedalata ecologica

2^ GIORNATA - BMX

Olympic Arena di Verona - European Cup 2018

SABATO 31 MARZO 2018

MTB RXC

Rivoli Veronese - La Mesa Bike

DOMENICA 15 APRILE 2018

MTB - RXCM

Garda - Garda Marathon

DOMENICA 22 APRILE 2018

BMX

San Giovanni Lupatoto - Campionato Regionale

DOMENICA 29 APRILE 2018

MTB - RPP

S. Giovanni Ilarione -16^ Gran Fondo del Durello

MTB

S. Giovanni Ilarione - Pedalata del Durello Cicloturistica/Cicloamatoriale

DOMENICA 6 MAGGIO 2018

SHORT TRACK (XCC)

San Giovanni Illarione - 4° G.P. La Durellina Cup Baby

SABATO 12 MAGGIO 2018

SHORT TRACK (XCC)

Arbizzano di Negrar - 1° Trofeo Verona MTB

DOMENICA 13 MAGGIO 2018

BMX

Olympic Arena zona Stadio di Verona - 1^ prova Campionato Triveneto

SABATO 19 MAGGIO 2018

SHORT TRACK (XCC)

Salionze - 3° Trofeo junior MTB “ Miglioranzo Tecnologiaverde”

SABATO 26 MAGGIO 2018

XC GIOVANILE

Monteforte D’Alpone - 5° Divinus Boys

DOMENICA 27 MAGGIO 2018

MTB - RPP

Soave - G.F. Kask Soave Bike

MTB

Soave - Pedalata del Soave

DOMENICA 3 GIUGNO 2018

BMX

Settimo di Pescantina - 2^ prova Campionato Triveneto

SABATO 23 GIUGNO 2018

Bosco Chiesanuova - Legend Kids

MTB - RXCM

Bosco Chiesanuova - 21^ Lessinia Leggend Marathon

MTB - RXCP

Bosco Chiesanuova - Lessinia Leggend Classic

PEDALATA ECOLOGICA

Bosco Chiesanuova - Lessinia Leggend E-BIKE

DOMENICA 1 LUGLIO 2018

MTB - RXCP

Caprino Veronese - 7^ Baldo bike

BMX

Olympic Arena Zona Stadio di Verona - Campionato italiano Bmx e Cruiser 2018

SABATO 7 LUGLIO 2018

XC GIOVANILE

Rivoli Veronese - La Mini Mesa Bike

SABATO 14 LUGLIO 2018

SHORT TRACK (XCC)

Torri del Benaco - 3° Trofeo Berengario Junior Bike

DOMENICA 9 SETTEMBRE 2018 BMX

Olympic Arena Zona Stadio di Verona - 1° Trofeo VECOM Internazionale

SABATO 15 SETTEMBRE 2018 SHORT TRACK (XCC)

Castelnuovo del Garda - 7° Trofeo Citta’ di Castelnuovo Junior Bike

Benetti, i luoghi delle emozioni.

INTERNAZIONALE - MTB - XCO Torricelle di Verona - G.P. D’ Inverno Internazionale Classe 2

BMX

San Giovanni Lupatoto - Circuito Italiano

DOMENICA 16 SETTEMBRE 2018 MTB RXC

Santa Lucia D.M. Valeggio sul Mincio - Xc Santa Lucia dei Monti

San Giovanni Lupatoto - Circuito Italiano

BMX

SABATO 22 SETTEMBRE 2018 SHORT TRACK (XCC)

Avesa di Verona - 6^ Baby Cup Princy

DOMENICA 23 SETTEMBRE 2018 MTB RPP

Verona - Gran Fondo d’Autunno – 28°Trofeo Benini Auto

Benetti da oltre 50 anni a Verona

gruppobenetti.com

Vecomp Academy Vecomp Academy

ERP e Gestionali Aziende ERP e per Gestionali per Aziende

Gestionali per Professionisti Gestionali per

Consulenza Privacy Consulenza

Professionisti

Privacy

Amministrazione del Personale Amministrazione del Personale Soluzioni CRM

Soluzioni CRM

Soluzioni ICT

Soluzioni ICT

Siti Web e Ecommerce Siti Web e Ecommerce

Soluzioni in Cloud Soluzioni in Cloud

Il tuo partner informatico di fiducia Il tuo partner informatico di fiducia www.vecomp.it www.vecomp.it

22

23


IL SALONE DELLE BICI PER TUTTI IL SALONE DELLE BICI PER TUTTI THE BIKE EXHIBITION FOR EVERYONE IL SALONE DELLE BICI PER TUTTI THE THE BIKE BIKE EXHIBITION EXHIBITION FOR FOR EVERYONE EVERYONE THE BIKEDELLE EXHIBITIONBICI FOR EVERYONE IL SALONE PER TUTTI IL SALONE PER TUTTI THE BIKEDELLE EXHIBITIONBICI FOR EVERYONE IL SALONE PER TUTTI THE BIKEDELLE EXHIBITIONBICI FOR EVERYONE IL SALONE PER TUTTI THE BIKEDELLE EXHIBITIONBICI FOR EVERYONE THE BIKE EXHIBITION FOR EVERYONE

Verona 8 10 Settembre / September 2018 Verona 8 -- 10 Settembre // September 2018 Verona 8 10 Settembre September 2018 COSMOBIKE OUTDOOR DEMO 7 Settembre / September 2018 Verona 8 - 10 Settembre / September 2018 COSMOBIKE OUTDOOR DEMO 7 Settembre / September 2018 COSMOBIKE OUTDOOR DEMO 7 Settembre / September 2018 Verona 8 - 10 Settembre / September 2018 COSMOBIKE OUTDOOR DEMO 7 Settembre / September 2018 Verona 8 - 10 Settembre / September 2018 COSMOBIKE OUTDOOR DEMO 7 Settembre / September 2018 Verona 8 - 10 Settembre / September 2018 COSMOBIKE OUTDOOR DEMO 7 Settembre / September 2018 Verona 8 10 Settembre / September 2018 COSMOBIKE OUTDOOR DEMO 7 Settembre / September 2018 COSMOBIKE OUTDOOR DEMO 7 Settembre / September 2018

24

Off Road Cycling Verona  
Off Road Cycling Verona  
Advertisement