Issuu on Google+

ProvaSuzuki Irrompe sul mercato la nuova proposta di Suzuki con un mezzo facile, divertente ed economico dedicato soprattutto ai giovani e alle ragazze

Semplicemente

Gladius Testo n Filippo Delmonte

Si chiama Gladius, evoca i gladiatori e la spada che utilizzavano nelle giornate circensi del Colosseo. Agile, leggera, compatta: le sue caratteristiche tecniche e per questo in dotazione anche all’esercito romano. Spada e moto sulla stessa linea, ma solo immaginaria, e con le stesse propensioni. La nuova nata di Casa Suzuki si presenta così in conferenza stampa. Aspetta i giornalisti all’entrata di un’antica villa di fronte alla splendida rocca di Fontanellato, nella verde pianura a pochi chilometri da Parma. A prima vista è accattivante e se ci si immedesima in un giovane l’occhio viene ancor più riempito da forme taglienti, all’avanguardia che attirano l’attenzione. Il marchio giapponese è dal 2006 che lavora sul progetto Gladius, ora è diventato realtà e anche se la congiuntura economica non è di quelle favorevoli i riscontri sono già positivi. Diverse le prenotazioni per un mezzo facile che si avvicina a un target giovane, alle ragazze e a gente alle prime armi con la moto. A tutto ciò si affianca un prezzo competitivo, 6390 euro, che valorizza il prodotto e ne esalta il rapporto qualità - prezzo. Gladius va a completare la gamma Naked della factory di Hamamatsu affiancandosi a GSR e Bandit e così si rivolge a tutte le categorie di pubblico. L’ultima nata è moto semplice da guidare con una posizione in sella comoda fin dalla prima salita. Il motore dalla sua è sempre attivo, brioso a ogni regime di giri e aiuta parecchio a uscire dalle curve e sbrigarsi nel traffico cittadino. Una moto adatta a tutti i tipi di utenza: a giovani, ragazze e anche per gli esperti. Una moto quindi per tutti, che piace come dimostrato dall’attenzione riservata dagli avventori di un noto bar del Ducato, Parma, alla moto parcheggiata lì davanti, non per caso ma per semplice curiosità giornalistica. L’esperimento è riuscito. Così come è riuscito divertirsi alla guida. Il due cilindri ha spinta e una bella coppia, caratteristiche che si sposano con un telaio di bell’aspetto ed efficace. I giovani gladiatori, avranno di che divertirsi, anche alle prime armi.

66


ProvaSuzuki

La tecnica: tanti miglioramenti Il cuore praesto pulsante, il motore, due cilindri a V di 90°, è stato totalmente rivisto e migliorato rispetto a quello che già aveva incontrato successo sulla SV 650. L’unità di base è così stata modificata nell’albero motore che ora vanta un’inerzia del 5% in più e regala un’erogazione più fruibile ai bassi e medi regimi. Le valvole ora hanno solo una molla anziché due, mentre le camme hanno un profilo più spinto e il cilindro ha subito un trattamento SCEM che garantisce risparmio di peso ed elevata dissipazione di calore, mentre i corpi farfallati con il dispositivo SDTV danno una risposta più

dolce quando si va a dare gas. Anche il radiatore ha subito modiche ed è più sottile. Il radiatore dell’olio è ora uno scambiatore acqua- olio che ha il vantaggio di ridurre e centralizzare il peso della Gladius. A livello di ciclistica cambia l’interasse, ora 1445 mm, per garantire migliore stabilità in curva, mentre l’angolo di inclinazione dello sterzo misura 25 gradi. A livello di sospensione la forcella ha steli tradizionali da 41 mm, mentre al posteriore il mono è dotato di beveraggio progressivo con precario molla regolabile su 7 posizioni.

LA SCHEDA

Suzuki Gladius Motore V2 di 90°, 4 tempi, 2 cilindri, raffreddato a liquido, DOHC Alesaggio x Corsa 81,0 mm x 62,6 mm Cilindrata 645 cm (cc) Rapporto di compressione 11,5 : 1 Alimentazione Iniezione elettronica Accensione Elettronica Avviamento Elettrico Lubrificazione A carter umido Cambio 6 marce ad ingranaggio costante Telaio Travi in acciaio Inc. sterzo/avancorsa 25,0 gradi / 104,0 mm (4,1’’) Sospensioni Anteriore Telescopica, molla elicoidale, ad olio Sospensioni Posteriore A tirante, a molla, ammortizzazione ad olio, precarico regolabile Ruote Anteriore 17 M/C x MT3,50 in fusione di lega d’alluminio Ruote Posteriore 17 M/C x MT5,00 in fusione di lega d’alluminio Freni Anteriore pinza a 2 pistoncini, doppio disco da 290 mm Freni Posteriore pinza a 1 pistoncino, disco da 240 mm Pneumatici Anteriore 120/70ZR17M/C (58W) Pneumatico Posteriore 160/60ZR17M/C (69W) Lunghezza massima 2.130 mm Larghezza massima 760 mm Altezza massima 1.080 mm Interasse 1.445 mm Altezza sella 785 mm

68

69


SportMoto Speciale Gladius