Page 46

PaLLanUoto S erie a1 F.

Waterpolo Messina, vittoria con brivido Pazza Waterpolo Despar Messina alla piscina Cappuccini, vince, ma con un grosso brivido finale, una partita quasi senza storia. Per tre tempi doma il Bologna, poi, però, rischia di sciupare tutto nell’ult imo quarto, quando la squadra di Posterivo, approfittando di un lungo passaggio a vuoto delle padrone di casa, accarezza il sogno di un incredibile pareggio. La rete sul filo della sirena di Verducci viene, però, vanificata da un precedente fallo di Rendo. La Waterpolo Despar Messina può, quindi, tirare il classico sospiro di soll ievo, anche se rimangono gl i interrogativi su un finale di partita così brutto dopo una partita condotta sempre avant i, anche con autorevolezza. In classifica, la vittoria sulle emil iane consente a Sabatini e compagne di staccarsi ulteriormente dalla parte più bassa della graduatoria e di rimanere nella scia delle migl iori. Alla fine del girone di andata, il “sette” peloritano occupa il quinto posto, una posizione che potrà migl iorare. Il prossimo esame del 13 febbraio ( turno infrasett imanale) in casa contro Firenze dirà se la Waterpolo Despar Messina ha le carte in regola per cambiare le attual i gerarchie. Inizio soft con molti errori. Poi Begin sblocca il risultato in diagonale e Abbate raddoppia con una conclusione 46

ilcittadinodimessina.it

dalla media distanza. Nel secondo parziale, il Bologna trova il gol in superiorità con Mina ma non dà, quasi mai, la sensazione di pericolosità. Bujka e ancora Abbate riportano la Waterpolo a distanza di sicurezza, dopo la rete di Pasqual i, Bujka segna la rete del 52. Si va all’intervallo lungo con Messina al comando ma con Begin e Verde gravate di due fall i. Il tecnico di casa fa ruotare tutti gl i elementi a disposizione e nel terzo tempo, la Waterpolo prende il largo. Real izzano Abbate e Dal Fiume, ma dopo i gol di Bujka e Murè ( 8-3) il più per le padrone di casa sembra fatto. Mina riduce il gap a dieci secondi dalla fine e prova a dare fiato al Bologna che, nel frattempo, aveva cambiato port iere affidandosi alla maggiore esperienza di Agosta. Nell’ult imo parziale, Messina accusa uno dei consueti black-out e rischia la clamorosa rimonta. Segnano Dal Fiume, l’ungherese Takacs su rigore e

04 Febbraio 2013

il Cittadino Sport n. 53  

L'unico settimanale sportivo gratuito interamente digitale e sfogliabile dedicato a tutti gli sportivi messinesi.

il Cittadino Sport n. 53  

L'unico settimanale sportivo gratuito interamente digitale e sfogliabile dedicato a tutti gli sportivi messinesi.

Advertisement