Page 1

Il Post Viola » “Più libri più liberi, la qualità non si misura coi fatturati”, una chiacchierata al bar con Andrea Iacometti

ULTIMA ORA

23 Nov 2015 -

Type here to search

22/11/2015 | by Andrea Leccese

“Più libri più liberi, la qualità non si misura coi fatturati”, una chiacchierata al bar con Andrea Iacometti A Roma, il quartiere che mi piace più di tutti è la Garbatella… E in un bar della Garbatella, ho preso un buon caffè con Andrea Iacometti, direttore generale della casa editrice Armando. Abbiamo parlato della fiera Più libri più liberi. Noi ci saremo, a Roma, nel Palazzo dei Congressi, dal 4 all’8 dicembre 2015.

http://violapost.it/2015/11/22/piu-libri-piu-liberi-la-qualita-non-si-misura-coi-fatturati-una-chiacchierata-al-bar-con-andrea-iacometti/[23/11/2015 14.11.22]


Il Post Viola » “Più libri più liberi, la qualità non si misura coi fatturati”, una chiacchierata al bar con Andrea Iacometti

ndrea Iacometti lavora da sempre nella casa editrice di famiglia. Ha iniziato a 18 anni, nel magazzino. Poi si è occupato di promozione, prima presso le librerie e poi nelle scuole. Con il passare degli anni, ha quindi diretto la rete di vendita, per diventare prima direttore commerciale e oggi direttore generale.

A

Siamo ormai alla quattordicesima edizione della fiera Più libri più liberi. Da dove nasce l’idea di una fiera della media e piccola editoria? Da molto tempo, specialmente negli ultimi 20 anni, a causa di una sempre maggiore pressione dei grandi gruppi editoriali sulle librerie (con la conseguente richiesta di maggior spazio espositivo sugli scaffali a discapito degli editori indipendenti), c’è la necessità di rilanciare la piccola e media editoria, dandole uno spazio esclusivo e riservato che possa assicurarle la visibilità che merita. Per questo, proprio Enrico Iacometti, amministratore delegato della nostra casa editrice, 14 anni fa, ha “inventato” dal nulla questa fiera, cercando di coinvolgere il maggior numero possibile di editori. Il primo anno fu totalmente organizzata da lui, e i costi interamente divisi tra gli editori che allora (non molti) credettero all’iniziativa. Eppure fu un successo enorme di pubblico e di incassi! Il secondo anno, le richieste di partecipazione da parte delle case editrici esplosero, cosicché l’organizzazione dovette affittare anche tutto il secondo piano del Palazzo dei Congressi di Roma. Oggi, molti editori vorrebbero partecipare, ma non possono per motivi di spazio. C’è una lista d’attesa! Dimenticavo: visto l’enorme successo del primo anno, l’anno successivo si interessò alla fiera l’A.I.E (Associazione Italiana Editori), che da quel momento si occupa di organizzarla. Oggi Più libri più liberi è anche sostenuta da diversi soggetti pubblici e privati, come il Ministero dei Beni Culturali, la Regione Lazio, il Comune di Roma, la Rai, etc.

http://violapost.it/2015/11/22/piu-libri-piu-liberi-la-qualita-non-si-misura-coi-fatturati-una-chiacchierata-al-bar-con-andrea-iacometti/[23/11/2015 14.11.22]


Il Post Viola » “Più libri più liberi, la qualità non si misura coi fatturati”, una chiacchierata al bar con Andrea Iacometti

Come avete vissuto la fusione tra Mondadori e RCS?    Ho già riposto in parte a questa domanda. La fusione di due colossi dell’editoria italiana crea nei confronti dei librai una pressione ancor maggiore rispetto a prima, che più di prima escluderanno dai loro scaffali i piccoli e medi editori. Per questo, una fiera della piccola e media editoria sarà sempre più necessaria.  Dammi qualche buono o ottimo motivo per venire quest’anno alla fiera.   Più di uno. Per prima cosa chi verrà alla Fiera si accorgerà di quanto è viva l’editoria indipendente e che la qualità non sempre si misura con i fatturati. Pubblicare con un piccolo e medio editore non vuol dire pubblicare con un’editoria di serie B. Anzi! Un altro motivo è che Più libri più liberi è davvero una fiera molto riuscita. Ci saranno grandi autori, interventi e presentazioni di libri interessanti. Eppoi, la fiera cade, sin dalla prima edizione, ai primi di dicembre. È un’ottima occasione per il pubblico di acquistare un libro come regalo, un regalo importante ed economico…  

http://violapost.it/2015/11/22/piu-libri-piu-liberi-la-qualita-non-si-misura-coi-fatturati-una-chiacchierata-al-bar-con-andrea-iacometti/[23/11/2015 14.11.22]


Il Post Viola » “Più libri più liberi, la qualità non si misura coi fatturati”, una chiacchierata al bar con Andrea Iacometti

A

NDREA IACOMETTI

ARMANDO EDITORE PIÙ LIBRI PIÙ LIBERI

Andrea Leccese Andrea Leccese, saggista, è nato a San Severo (FG) il 7 giugno 1976 e vive a Bari. È laureato in giurisprudenza, scienze politiche ed economia e commercio. Tra le sue pubblicazioni, "Le basi morali dell’evasione fiscale" (Armando, 2008), "Torniamo alla Costituzione!" (Infinito, 2009), "Innocenti evasori" (Armando, 2012) e "Inciucio forever" (Armando, 2014). Nel 2009, è vincitore del premio nazionale “Paolo Borsellino”.

Autori Calendario di lotta e resistenza Grazie per il tuo contributo! Home Viola Sostenitori Cercasi Yop Poll Archive

Contatti Il Meteo in Italia

http://violapost.it/2015/11/22/piu-libri-piu-liberi-la-qualita-non-si-misura-coi-fatturati-una-chiacchierata-al-bar-con-andrea-iacometti/[23/11/2015 14.11.22]

Intervista con andrea iacometti  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you