Page 1

“E quale sarebbe l’inizio? Io credo Edgar e tu ?” Si, per Stella tutto ha inizio da Edgar, lo psicopatico uxoricida che incontra nell’ospedale psichiatrico dove il marito è vicedirettore. Stella, invece, è la moglie bellissima di Max, insipido psichiatra dedito al lavoro e succube della madre. Si annoia, vuole risistemare la residenza all’interno del parco dell’istituto, dove lei, suo figlio Charlie, e il marito vanno a vivere. Edgar è impiegato nei lavori di restauro nella vecchia serra in fondo all’orto, è stato un affermato artista, prima di uccidere ferocemente la moglie per un folle attacco di gelosia. E' un uomo forte, trasmette passione e vigore mentre lavora, e gli incontri con Stella nella serra prima casuali, diventano via via più frequenti, intensi. Poi c’è il ballo. Edgar stringe forte Stella a se, la sconvolge, disorienta i suoi sensi, ne scatena la passione. “Essermi innamorata, questo mi sembrava inebriante” In amore si è un po’ folli, no? Vogliamo lasciarci andare, cogliendone l’attimo, sublimandolo, vorremmo che non finisse mai, ci stordisce, esalta i nostri sensi, e nello stesso tempo ci fa perdere il contatto con la realtà. E’ adrenalina pura. L’attimo, lo dice la parola stessa, non dura però in eterno, non possiamo calcolarlo, ma sappiamo che poi finisce, ci fa ritornare sulla terra, in mezzo ai “comuni mortali”. E’ così, “lo sappiamo”. Patrick McGrath, invece, l’amore folle di Edgar e Stella ce lo descrive con gli occhi e la mente di Peter, psichiatra amico di famiglia, che lo vivrà in terza persona, raccontandocene la storia e del suo tentativo di razionalizzarla per poi curarne le inaspettate conseguenze. “Follia”, non è solo un libro, è una turbinosa discesa nei meandri della psiche umana, scatenata da un’ossessione amorosa bruciante e irreversibile.

1

Follia  

edgard

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you