Issuu on Google+

Progetto S.T.A.F.

Sviluppo Territoriale AutoimprenditorialitĂ  Femminile


Il Progetto è finanziato dalla Provincia di Roma nell’ambito dell’Avviso Pubblico Progetto Obiettivo “Sostegno alla qualificazione e all’occupabilità delle risorse umane” P.O.R. Lazio Ob. 2, Competitività Regionale e Occupazione Regione Lazio 2007/2013 Asse II - Occupabilità - Obiettivo Specifico “e” ed Asse IV - Capitale Umano - Obiettivi Specifici “i” “l”.


Il progetto


Obiettivi Il Progetto, cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo, è finalizzato a supportare donne inoccupate disoccupate e persone in stato di mobilità interessate ad avviare una propria attività autonoma o iniziative imprenditoriali, mediante un intervento integrato di orientamento, acquisizione di competenze nella gestione d’impresa ed accompagnamento allo sviluppo dell’idea imprenditoriale. Alle partecipanti è stata riconosciuta un’indennità di frequenza di 3 euro per ogni ora effettivamente frequentata, subordinata al raggiungimento di almeno il 70% delle ore previste per ogni fase.


Destinatari Il Progetto è rivolto prevalentemente a donne inoccupate, disoccupate o in stato di mobilità, maggiorenni, diplomate o laureate, prioritariamente residenti nella Provincia di Roma. Sono stati comunque ammessi alle selezioni anche utenti di genere maschile in possesso dei requisiti in termini di età, titolo di studio e stato di inoccupazione o disoccupazione.


Azioni Il Progetto S.T.A.F. è organizzato su tre azioni

Orientamento Formazione Accompagnamento al lavoro


Orientamento

L’azione ha offerto un supporto alle beneficiarie in relazione alle loro vocazioni lavorative ed imprenditoriali. Ha mirato a sostenere le aspiranti imprenditrici nell’esplorazione delle loro motivazioni e nell’attivazione delle risorse personali per l’elaborazione e lo sviluppo del proprio progetto imprenditoriale e nell’individuazione delle competenze da sviluppare per la realizzazione della propria attività. Ciascuna partecipante ha lavorato alla stesura di un bilancio orientativo per mettere meglio a fuoco la propria propensione all’auto-imprenditorialità. L’azione di orientamento è durata 24 ore.

Formazione

Il percorso formativo è stato focalizzato sullo sviluppo delle conoscenze e delle competenze necessarie alla definizione dell’idea imprenditoriale, alla stesura del business plan, ed alla conoscenza di tutti gli adempimenti fiscali e amministrativi connaturati alla gestione d’impresa. Il corso è durato 160 ore, suddiviso in 9 moduli.


N. 1 2 3 4 5 6 7 8 9

Modulo formativo

Ore

Creazione e gestione di impresa Diritto societario: i tributi e la fiscalitĂ  Impresa e Mercato Amministrazione, Finanza e Controllo Sistema del Credito Organizzazione e Risorse Umane Business Plan Valutazione dei Risultati Sicurezza sul lavoro (D.lgs. 81/08) Totale Ore

12 14 16 26 22 12 28 10 20 160


Accompagnamento al lavoro L’azione di accompagnamento ha offerto assistenza informativa ed operativa alle aspiranti imprenditrici per creare le condizioni per il passaggio dall’idea imprenditoriale all’avvio d’impresa. Una consulente esperta le ha supportate nell’applicare le competenze apprese durante la formazione, soprattutto nella fase di stesura del business plan, e fornendo assistenza sulle procedure formali necessarie alla creazione dell’impresa. L’azione è stata articolata attraverso incontri di gruppo ed individuali, con particolare supporto nella ricerca dei bandi di finanziamento. L’azione è durata 40 ore.


La partecipazione


Si sono iscritte alle selezioni circa 90 persone, nella stragrande maggioranza donne (essendo un requisito preferenziale). Dopo la fase di selezione, che ha coinvolto più di 60 candidati, e dopo qualche rinuncia iniziale nella fase dell’orientamento che ha comportato lo scorrimento della graduatoria, hanno partecipato alla fase formativa 20 donne (4 in qualità di uditrici). Le beneficiarie del corso sono donne di un’età compresa tra i 26 e i 52 anni, con una differente formazione e provenienza, ma tutte a vario modo interessate a inserirsi o reinserirsi sul mercato del lavoro confrontandosi con la sfida di avviare una propria attività autonoma o un’iniziativa imprenditoriale. Le aspiranti imprenditrici sono state coinvolte nell’intervento integrato di orientamento, formazione per l’acquisizione di competenze nella gestione d’impresa e quindi nella fase di accompagnamento allo sviluppo dell’idea imprenditoriale. Delle 20 donne che hanno intrapreso il percorso formativo 18 hanno portato a termine le attività (anche 2 uditrici), dimostrando grande entusiasmo ed una attiva partecipazione con intensi momenti di scambio e confronto tra le partecipanti e i professionisti intervenuti in qualità di docenti.


I risultati


Consapevolezza di sé

Nella fase di orientamento è emerso che non tutte Ie partecipanti, all’inizio dell’attività, fossero pienamente consapevoli del percorso da effettuare per concretizzare la propria idea di impresa. Insieme all’orientatrice hanno lavorato alla costruzione del proprio progetto professionale, facendo un bilancio orientativo delle esperienze maturate, per focalizzare con chiarezza le proprie aspettative da un punto di vista lavorativo, anche in un’ottica di conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro (diverse partecipanti sono madri con bambini piccoli, e nell’auto-impiego hanno intravisto la possibilità di ritagliarsi una maggiore flessibilità d’orario). Maturata la consapevolezza rispetto alle competenze possedute ed a quelle necessarie per realizzare il proprio progetto di auto-imprenditorialità il percorso formativo ha quindi fornito i contenuti necessari a colmare i gap emersi e gli stimoli di approfondimento autonomo in base alle specifiche esigenze, essendo le allieve molto attive e partecipi.


Qualche criticità

Le allieve hanno manifestato talvolta insofferenza nell’apprendere i numerosi adempimenti burocratici e le autorizzazioni necessarie per avviare delle specifiche tipologie d’impresa. Il contesto economico attuale e il quadro normativo, peraltro in continua evoluzione, rendono assai complesso l’avvio di un nuova attività, innanzitutto per quanto riguarda le disponibilità di finanziamento e in generale per le difficoltà di accesso al credito. Inoltre le allieve sono state sollecitate a lavorare sulla concreta sostenibilità delle proprie idee d’impresa, dovendo confrontarsi con l’elevata pressione fiscale, i bassi consumi, i costi di investimento. Alcune hanno dovuto reimpostare il proprio progetto professionale, valutandone con maggior pragmatismo la possibile redditività economica.


Valore aggiunto: la rete di imprese

Il clima d’aula, di partecipazione e collaborazione, ha favorito la conoscenza reciproca delle partecipanti e la creazione di relazioni caratterizzate da un approccio cooperativo. Il progetto ha favorito una progressiva condivisione dei vissuti delle partecipanti ed anche delle difficoltà connesse alla propria condizione di donne disoccupate intenzionate a rientrare nel mercato del lavoro. La dinamica di gruppo ha innescato un processo costruttivo di rispecchiamento, accoglienza e scambio delle reciproche esperienze, facendo emergere le potenzialità e le aree di miglioramento di ciascuna e le affinità di alcune. Il valore aggiunto è stato infatti la creazione di reti tra alcune delle partecipanti per l’attivazione di collaborazioni nello sviluppo di idee imprenditoriali comuni e/o complementari.


Ecco le idee di impresa emerse nel percorso formativo. Alcune sono state ulteriormente definite e sviluppate con la stesura del business plan nella fase conclusiva di Accompagnamento alla creazione d’impresa.

Ludoteche, baby parking, librerie per bambini

Idee...

Commercio itinerante di articoli e prodotti artigianali da materiali di riciclo e riuso. Bazar di articoli usati Produzione da orti biologici con vendita a domicilio B&B con degustazione di prodotti di alta qualtiĂ , biologici e a KM 0 CaffĂŠ culturale per mamme e bambini


Agenzia di grafica e comunicazione Vendita ed istallazione infissi

Idee...

Centro sportivo specializzato in sport di combattimento e allenamento funzionale (CrossFit) Consulenza su writing ed editoria digitale di qualitĂ 

Servizi CAF - raccolta ed elaborazione dati contabili Counselor di immagine per professionisti, artisti, manager


Progetto realizzato da Solco srl - www.solcosrl.it


Staf brochure web