Issuu on Google+

-GIORNALISTA: Ben trovati cari telespettatori alla puntata di Idee in movimento. Diamo subito il benvenuto e la buona serata al sindaco di Ripi. -CELLI: Buonasera a lei e a tutti coloro che ci stanno seguendo da casa. -GIORNALISTA: Diamo il benvenuto e la buona serata al consigliere comunale di Cassino, Francesco Evangelista. -EVANGELISTA: Buonasera. -GIORNALISTA: Questi sono giorni davvero caldi per quanto riguarda la politica, soprattutto nella nostra regione perché ormai è ufficiale, anche nel Lazio ci sarà l'election day, si voterà infatti il 24 e 25 febbraio prossimo. Ma Silvio Berlusconi proprio in un'intervista che ha rilasciato alla nostra emittente, ha detto che per quanto riguarda il centro destra non si riesce ancora al momento a trovare un candidato. Voi siete sorpresi?Iniziamo da Evangelista. -EVANGELISTA: Si sono sorpreso e meravigliato perché se Silvio Berlusconi non riesce a trovare un candidato ideale alla presidenza della regione Lazio siamo veramente messi male, ma male male. C'è la convinzione che chi c'è stato prima non ha operato bene. -GIORNALISTA: Allora sindaco qual è il vostro candidato ideale per le prossime regionali. -CELLI: Il nostro è un movimento che si colloca in un centro destra rinnovato. Il PDL ormai ha compiuto il proprio percorso e non esiste più. Abbiamo già detto che siamo contrari alla ricandidatura della Polverini per tutto quello che ha rappresentato sui nostri territori. Come del resto siamo contrari a Storace perché ormai rappresenta comunque il passato, qualcosa di superato. Ecco perché con forza abbiamo detto che il nostro candidato ideale, era il presidente della provincia di Latina, Armando Cusani. Credo possa essere il candidato ideale, per tutta la coalizione nell'ambito del centro destra per la regione Lazio. -GIORNALISTA: Anche perché Berlusconi, nell'intervista che ha rilasciato a Teleuniverso, ha dichiarato un'altra cosa molto importante per quanto riguarda la nostra regione, non si devono ricandidare i consiglieri uscenti. Voi siete d'accordo? Iniziamo dal sindaco Celli. -CELLI: Si d'accordissimo. Bisogna avere il coraggio di tagliare i rami secchi,di dare un taglio con il passato per tutti i danni che hanno prodotto gli stessi consiglieri uscenti. -GIORNALISTA: Lei è d'accordo consigliere Evangelista? -EVANGELISTA: Non voglio entrare nel merito di questo problema che è all'interno del Pdl. Però una cosa dico, che gli elettori sapranno dare la giusta risposta a chi ha operato bene e a chi non ha operato bene. Il popolo è sovrano, in questo caso gli elettori daranno la giusta risposta.


-GIORNALISTA: Ecco sindaco a proposito del rapporto con i cittadini come vi relazionerete con loro da qui alla campagna elettorale? -CELLI: Io volevo tornare un attimino sull'argomento sulla domanda precedente per concludere in questo modo. Nel nostro movimento,l'idea del nostro presidente Paliotta dello stesso Cusani è quella che,i nostri candidati in questa tornata elettorale,uomini e donne, al di là dell'età anagrafica, rappresentino il rinnovamento delle idee e proposte e soprattutto gente capace di amministrare, gente che possa riavvicinare il cittadino alla politica vera, gente capace di sopperire a tutti i disagi e disastri che sono stati fatti sui territori. Alcuni comuni sono stati costretti ad interrompere le opere perché la regione non paga. Io credo che i consiglieri uscenti che si sono dedicati a ben altro, invece di pensare alle sofferenze dei comuni, e al trasferimento dei fondi. -GIORNALISTA: Sindaco, come si riconquistano i cittadini? -CELLI: In modo molto semplice, bisogna parlare chiaro alla gente, bisogna avere il coraggio di guardare la gente negli occhi, non raccontare fesserie, e soprattutto camminare, andare a trovare le persone, le famiglie. Noi questo stiamo facendo in questi giorni. A Ripi venerdì 4 gennaio 2013, nella sala polivalente alle ore 17 si terrà un evento pubblico. L'11 a Cassino, credo al ristorante Il Boschetto. Poi avremo Frosinone, e infine la zona nord. Questo per toccare tutto il territorio, e insieme a Armando Cusani, Giuseppe Paliotta, Giovanni Celli, e Francesco Evangelista, insieme a tanti altri amministratori che abbiamo coinvolto e che stanno aderendo a questo nostro progetto. Le 10 proposte devono essere, come ha detto bene il consigliere comunale Evangelista, i 10 comandamenti. Bisogna crederci e io nelle ultime brochure che ancora sto predisponendo, ho messo una frase simbolica “ Io ci credo” , e la mia faccia. Proprio perché bisogna metterci la faccia e il cuore per cercare di riavvicinare il cittadino, colui che non vuole andare più a votare . Noi dobbiamo riconquistare gli elettori, riavvicinare la gente alla politica vera, fatta di fatti concreti. Non dimentichiamo che tanti hanno perso il lavoro, che tanti non riescono ad arrivare a fine mese. -GIORNALISTA: Ecco consigliere Evangelista, io le chiedo che cosa manca alla politica di oggi per tornare ad essere credibili. -EVANGELISTA: La politica è una cosa molto ma molto importante, per il benessere di un territorio, per il benessere di una famiglia. Noi faremo di tutto, con queste nostre 10 proposte, che noi, io in prima persona mi sono imposto come comandamenti, di scendere in mezzo alla gente, per risolvere i problemi quotidiani. Dai piccoli poi piano piano possiamo anche risolvere altri problemi un pò più grandi. Noi dobbiamo essere fiduciosi e dare la fiducia alla gente che non ci saranno più gli sprechi che ci sono stati una volta. Questo è quello che ho nel cuore e voglio che sia fatto così. -GIORNALISTA: Quindi possiamo dire che questo è il suo augurio e il suo auspicio per il 2013. -GIORNALISTA: Siamo giunti quasi al termine della nostra trasmissione, un'ultima domanda per il sindaco di Ripi Gianni Celli; nella giornata di giovedì c'è stato il Consiglio Regionale del Lazio, in aula non sono arrivate le correzioni in quanto ritenute inammissibili che prevedevano la riduzione dei consiglieri regionali da 70 a 50. Se l'aspettava? -CELLI: Si. Io me l'aspettavo, perché è l'ulteriore prova della scelleratezza con cui è stata amministrata e ancora oggi viene amministrata la regione Lazio. Perché io credo che noi tutti sappiamo che per poter ridurre da 70 a 50 c'era bisogno di un passaggio in Consiglio Regionale e poteva già essere stato fatto, non si doveva arrivare all'ultima seduta, quindi non c'è stata la volontà.


E' l'ennesima prova che questi signori hanno prodotto solo danni e devono andare a casa in modo definitivo. Il mio augurio per tutte le famiglie, a tutti coloro che ci seguono è di trascorrere la fine dell'anno serenamente in famiglia, con la speranza che l'anno nuovo porti serenità, un po' di lavoro, un pò di tranquillità nelle famiglie che ne hanno bisogno. -GIORNALISTA: Siamo giunti al termine di questa puntata di "Idee in movimento". Io ringrazio il sindaco di Ripi Gianni Celli. Grazie e buonasera. -CELLI: Grazie a te e a tutti coloro che ci seguono. Buonasera. -GIORNALISTA: E ringrazio il consigliere comunale di Cassino, Francesco Evangelista. Grazie e buonasera. -EVANGELISTA: Grazie e buonasera a tutti.


Idee in Movimento - TeleUniverso