Page 1

22 GENNAIO 2017

N.1 ANNO 2017

SEDE CENTRALE

IN ABRUZZO 4 SQUADRE DI SOCCORRITORI

UN NUOVO COLLABORATORE PER LA NOSTRA SEDE

SEDE CENTRALE

PREVENZIONE PROGETTO RIFUGIO CARDIO PROTETTO

Notizi@rio Newsletter del CNSAS - Servizio Provinciale Trentino

Emergenza neve in Centro Italia

Partite per l’Hotel Rigopiano 4 squadre del Soccorso Alpino del Trentino

Oggi pomeriggio sono partite per l’Hotel Rigopiano, sul Gran Sasso, quattro squadre della nostra Organizzazione, per un totale di 16 soccorritori che andranno ad affiancarsi alle altre forze in campo per collaborare alle !1


22 GENNAIO 2017

N.1 ANNO 2017

SEDE CENTRALE

operazioni di ricerca delle persone sepolte dalla valanga che ha distrutto il resort. Il Servizio è stato richiesto per fornire il cambio alle squadre del Soccorso Alpino degli altri Servizi Regionali fino ad ora impegnati. I nostri colleghi, motivati da un forte spirito di solidarietà, opereranno con turni di lavoro da Lunedì mattina all’alba fino a mercoledì in tarda serata, giorno in cui è previsto il loro rientro. Non si esclude, secondo gli sviluppi della situazione di emergenza in Centro Italia, l’invio di altre squadre del CNSAS-TN. Il Presidente Adriano Alimonta, in continuo collegamento con il Centro di Coordinamento della Protezione Civile allestito a Penne (PE), nonché in stretta collaborazione con la Direzione Nazionale del Soccorso Alpino e il Dirigente Generale della Protezione Civile della Provincia Autonoma di Trento, ha rivolto un ringraziamento ai numerosi Soci che si sono resi disponibili a partecipare alla missione di aiuto e soccorso alla popolazione dell’Abruzzo e ha salutato con raccomandazioni i colleghi soccorritori che saranno direttamente impegnati nell’intervento. Il Soccorso Alpino - Servizio Provinciale Trentino esprime vicinanza alle persone coinvolte nella tragedia e a tutte le organizzazioni di soccorso impegnate nelle operazioni di aiuto.

Gli Uffici di Direzione e Segreteria si rafforzano

Pubblicato il bando di selezione per l’assunzione di un nuovo collaboratore La nostra Organizzazione, al fine di migliorare ulteriormente i servizi resi dalla Sede Centrale nei confronti delle realtà territoriali dei propri Soci, ha deciso di procedere con l’assunzione a tempo determinato con mansioni di gestione amministrativa del parco mezzi !2


22 GENNAIO 2017

N.1 ANNO 2017

SEDE CENTRALE

e delle dotazioni, ivi compresa la gestione e i lavori di magazzino, gestione ordini e fornitori, gestione e archiviazione documentale, registrazioni contabili, con impegno ad operare servizi in trasferta. Il sopracitato bando è consultabile sul nostro sito web www.soccorsoalpinotrentino.it. Le candidature dovranno pervenire secondo le modalità indicate entro il giorno 5 febbraio 2017.

Attività di Prevenzione

PROGETTO “RIFUGIO

CARDIPROTETTO ”

L’iniziativa del “Tavolo Trentino della Montagna” per dotare i rifugi alpini di defribrillatore Il Soccorso Alpino - Servizio Provinciale Trentino si è fatto promotore con il Tavolo Trentino della Montagna di un’iniziativa finalizzata alla prevenzione degli incidenti in montagna, sostenendo la pubblicazione del libro “Montagne senza vetta”, il cui ricavato della vendita sarà interamente destinato all’acquisto di defibrillatori da destinare ai rifugi alpini, con priorità a quelli logisticamente disagiati. Il volume sarà in vendita nelle più importanti librerie di Trento e Rovereto e sarà disponibile anche nei rifugi alpini del Trentino al prezzo di 15,00 euro. Per i Soci del CNSAS-TN è possibile, previa prenotazione tramite mail a segreteria@soccorsoalpinotrentino.it, prenotarne l’acquisto al prezzo riservato di 10,00 euro. Si tratta di un libro davvero originale, curato dallo scrittore e alpinista Massimo Dorigoni, alla cui stesura hanno partecipato, ciascuno con un

!3


22 GENNAIO 2017

N.1 ANNO 2017

SEDE CENTRALE

proprio scritto, oltre venti alpinisti, tra cui Mario Corradini, Rolando Larcher, Fabio Leoni, Marika Favè, Sergio Martini, Caterina Mazzalai, Franco Nicolini, Elio Orlandi, Denis Redolfi, Ermanno Salvaterra, Heinrich Steinkötter, Sabrina Tamanini e molti altri. Hanno sostenuto l’iniziativa anche Tamara Lunger (che ha scritto la prefazione) e Reinhold Messner. “Il Tavolo Trentino della Montagna - ha spiegato Adriano Alimonta - ha deciso di patrocinare questo libro perché i racconti di celebri alpinisti sulle loro esperienze di rinuncia alla vetta possono costituire un esempio di prevenzione da seguire quando esiste un solo minimo sospetto di un possibile rischio in montagna e perché l’opera ha l’obiettivo sociale di raccogliere fondi per dotare i rifugi del Trentino più isolati e difficili da raggiungere di un d e f i b r i l l a t o r e semiautomatico, strumento che può salvare la vita di tante persone. La montagna è una dei luoghi più affascinanti e s t ra o r d i n a r i d e l n o s t r o pianeta, capace di regalare emozioni infinite e indimenticabili, ma allo stesso tempo un ambiente che, per essere vissuto appieno e intensamente, richiede prudenza, rispetto, preparazione ed esperienza. Ma anche il coraggio e la forza di sapere rinunciare, ancor prima di trovarsi in difficoltà. Perché prevenire è meglio che curare e perché importanti non sono la vetta o la destinazione finale della gita, ma il tragitto per raggiungerle.” “Per realizzare questa iniziativa - ha aggiunto Massimo Dorigoni - si è creato, come per magia, una sorta di campo base da dove siamo partiti tutti in cordata. Non le piccozze, ma le penne ci hanno aiutato nell’impresa. Ne è nato così un libro dove ognuno ha fatto traspirare il lato “debole” dell’alpinista e nel contempo il lato “forte” dell’uomo tradotto nel coraggio di sentirsi libero di non salire in vetta”.

!4

1/2017 Notizi@rio CNSAS-TN  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you