Page 1

“Il Sognatore”di Pam Muños Ryan e Peter Sís con analisi dell'indice "Il Sognatore. Storia del ragazzo che diventò Pablo Neruda" è, appunto, la storia dell'infanzia e dell'adolescenza del grande poeta cileno, il cui vero nome è Neftalì Ricardo Reyes Basoalto. E' un libro cross-over, cioè scritto per ragazzi ma adatto a tutte le età. Ciò che mi è piaciuto di più è stato scoprire la vita di uno dei miei poeti preferiti, scoprire che fosse balbuziente e che avesse un padre-padrone che non accettava il suo desiderio di diventare uno scrittore e lo considerava un ragazzo svagato e distratto. Neftalì era affascinato dalla foresta, dai suoi animali e dai suoi suoni e da tutto ciò che in natura o per strada gli suggerisse una storia ed il padre non accettava che suo figlio collezionasse questi oggetti. Oltre a questi, Neftalì collezionava parole, le scriveva su foglietti di carta e le ripeteva all'infinito per poi raccoglierle tutte in un cassetto. Questo particolare mi ha affascinato perché è stato da questo che ho scoperto da dove deriva la stupenda musicalità che hanno i suoi testi (possiedo una copia di un libro di sue poesie con testo originale a fronte) e proprio la sua balbuzie è stata la causa, secondo me, della sua spasmodica ricerca del suono delle parole. Così come forse la rigidità di suo padre ha contribuito a non spegnere in lui la sua passione ma, forse, ad alimentarla sempre di più, fino a renderla realtà. Ho conosciuto questo libro durante il corso di didattica della lettura, in cui lo abbiamo usato come testo per una lettura condivisa in classe. Riporto qui sotto una breve analisi dell'indice del libro che abbiamo fatto in aula insieme al professore e che ho scritto personalmente: Il 16 maggio, a lezione, con il professore, abbiamo analizzato i titoli dei capitoli che compongono il libro “Il Sognatore”. Il tutto è iniziato dal loro elenco scritto alla lavagna: PIOGGIA VENTO FANGO FORESTA ALBERO PIGNA FIUME OCEANO LAGUNA AMORE PASSIONE FUOCO Il professore ci ha chiesto se notavamo qualcosa di particolare; abbiamo visto che: FORESTA, ALBERO e PIGNA sono legati insieme perché avviene una “zoomata” dal generale al particolare, da tanti alberi si arriva al singolo frutto che ognuno di essi produce ; l’effetto contrario si ha con FIUME e OCEANO, in cui dal dettaglio si arriva al generale, più fiumi insieme formano un oceano ;


AMORE, PASSIONE e FUOCO sono associate dal colore rosso, dal calore e dall’intensità; PIOGGIA, VENTO e FANGO rappresentano, insieme, ciò che avviene quando piove . Il primo capitolo è, appunto, PIOGGIA: il professore ci ha riportato l’esempio delle storie a fumetti di “Dylan Dog” in cui piove ogni volta che accade un evento particolare. Da questo raffronto, abbiamo pensato che la pioggia stia perciò ad indicare l’inizio di una storia, di un racconto. La pioggia, però, è anche la caratteristica della terra d’origine di Neftalì - Neruda, il Cile, una striscia di terra (lunga 4200km) stretta tra l’Oceano Pacifico e la Cordigliera delle Ande, e, in particolar modo, della sua parte meridionale dove Neftalì è nato. Da questa riflessione, ne è scaturita subito un’altra : abbiamo notato come ogni capitolo del libro si possa facilmente associare ad uno dei 4 elementi naturali, ACQUA, TERRA, ARIA e FUOCO: PIOGGIA · ACQUA VENTO · ARIA FANGO · TERRA FORESTA · TERRA ALBERO · TERRA PIGNA · TERRA FIUME · ACQUA OCEANO · ACQUA LAGUNA · ACQUA AMORE · FUOCO PASSIONE · FUOCO FUOCO · FUOCO Contando quante volte ogni elemento è presente nell’indice – ARIA 1 volta, FUOCO 3 volte, ACQUA e TERRA rispettivamente 4 volte – abbiamo tratto la conclusione che il fatto che i più presenti siano ACQUA e TERRA non sia un evento casuale (come d’altronde non lo è nessun particolare del libro “Il Sognatore”) ma che questi due elementi siano proprio i più rappresentativi del Cile , della terra di Neruda, terra con cui l’autore ha avuto uno stretto legame per tutta la vita .

Riporto due passi di Neurda , li ho scelti per il loro richiamo agli elementi naturali, spesso presenti nelle sue poesie: •

Oggi lasciate | che sia felice, | io e basta, | con o senza tutti, | essere felice | con l'erba | e la sabbia, | essere felice | con l'aria e la terra, | essere felice | con te, con la tua bocca, | essere felice. (da Ode al giorno felice, in Odi elementari, traduzione di Roberta Bovaia, Guanda)

L'amore, mentre la vita ci incalza, | è semplicemente un'onda alta sopra le onde. (da Cento sonetti d'amore, traduzione di Roberta Bovaia, Guanda)

Il sognatore  

breve racconto delle mie impressioni ed analisi dell'indice del libro "Il sognatore. Storia del ragazzo che diventò Pablo Neruda"

Advertisement