Page 1

27

MARTEDÌ 24 giugno 2008

calabria

ora

P I A N A

Nuovo volto ai centri storici Rosarno, riunione di sindaci per una strategia comune Sindaci e tecnici a confronto per disegnare ti scelti, dovranno stendere un piano che tenuna strategia comune per accedere ai fondi ga conto di criteri alquanto rigidi: fattibilità, strutturali, dedicati al recupero e riqualifica- concertazione e coerenza. Indicatori, questi, zione dei centri storici. Ieri podecisivi per la valutazione del meriggio, nei locali del muniSono 9 i Comuni progetto. Avanti, dunque, sulcipio di Rosarno, si sono riudella riqualificaziointeressati a fare lanestrada niti i sindaci ed i tecnici dei 9 urbana, intesa non solo cocomuni interessati a far “rete” me occasione per il migliora“rete” per per agganciare questo treno di mento del decoro pubblico, raggiungere il aiuti economici, attraverso il ma anche per una maggiore finanziamento quale si può cambiare il volto coesione sociale intercomudelle città. Insieme ai sindaci nale. hanno preso parte al summit rosarnese anche DOMENICO MAMMOLA alcuni esponenti del consorzio Priorità 10, l’orpiana@calabriaora.it ganismo consortile che mette insieme 23 tra comuni e comunità montane per l’innovazione e lo sviluppo degli enti locali. I progetti in- galatro tegrati per la riqualificazione, recupero e valorizzazione dei centri storici della Calabria, si propongono di essere lo strumento non solo capace di incidere profondamente sul rinnovamento urbanistico delle città, ma anche un’opportunità per costruire un percorso di progettazione intercomunale. Non a caso l’assessore regionale al ramo, Michelangelo Tripodi, è ormai da giorni impegnato in un tour calabrese al fine di informare compiutamenGalatro ospiterà domani con inizio alle te sull’importanza di tali fondi. Carlo Martel16.30, presso la sala convegni delle Terme, li, primo cittadino rosarnese, ha voluto chiauna conferenza, il cui tema sarà il nuovo rire che «i comuni che condividono questa fabando regionale per il recupero, la riqualise progettuale hanno il reale obiettivo di creaficazione e la valorizzazione dei centri storire una rete territoriale per confrontarsi e per ci calabresi. inaugurare una stagione di sviluppo integraAll’introduzione del sindaco di Galatro, to comune. Non è una unione artificiale al fiCarmelo Panetta, seguirà l’intervento del dine di superare i 50.000 abitanti giusto per porettore generale del dipartimento Urbaniter accedere ai fondi, ma la tappa inaugurale stica, Rosaria Amantea, che esporrà nel detdi un percorso nuovo». Rosarno, infatti, è stataglio le novità del bando e le modalità che to scelto come capofila dell’associazione di codovranno essere seguite chi volesse partecimuni che comprende anche San Ferdinando, parvi. Gioia Tauro, Laureana, Feroleto, Anoia, TerLe conclusioni saranno affidate – si legge ranova e Candidoni. L’iter progettuale, benin una nota diramata nella giornata di ieri ché agli inizi, deve fare i conti con la scadenza all’assessore regionale all’Urbanistica Mifissata al 30 di luglio, ed entro quella data, chelangelo Tripodi (nella foto), che ha sotquindi, i progettisti, che ancora non sono sta-

30 luglio L’ultima data utile per la presentazione del Piano associato

PRIMA TAPPA A destra il Municipio di Rosarno sede dell’incontro di ieri dei primi cittadini; di fianco, il sindaco rosarnese Carlo Martelli

Intanto Tripodi illustra il bando Domani un’altra tappa della campagna d’informazione sui fondi tolineato gli sforzi della Regione per rendere il più noto possibile al territorio il bando e le “grandissime opportunità” che offre, attraverso seminari informativi, incontri e convegni promossi in molti centri calabresi. Continuando Tripodi ha dichiarato, in merito ad un analogo convegno svolto di recente a Mammola, al quale hanno partecipato numerosi esponenti delle istituzioni locali e delle categorie produttive, i quali hanno mostrato interesse per il bando di gara, che l’iniziativa «è tesa a recuperare il patrimonio storico e a valorizzare le risorse esistenti creando sviluppo ed occupazione». CHIARA MORABITO piana@calabriaora.it

Gioia, legalità per la scuola Pentimalli

BREVI

Valle del Marro premiata La I D si aggiudica il primo premio al concorso “Uno slogan per fermare la contraffazione” da Legambiente nazionale Educare alla legalità, partendo dalle norme basilari che regolano la libertà dell’impresa e dell’economia. Con questo obiettivo il Ministero dell’Interno, Dipartimento pubblica istruzione, ha indetto il concorso “Uno slogan per fermare la contraffazione”, rivolto alle scuole medie inferiori delle regioni del Sud Italia. Con lo slogan “Il vero è vita” accompagnato da un disegno, la I D della scuola media Gioiese “F. Pentimalli” (foto), si è aggiudicata il primo premio Nazionale che consiste in un personale computer di ultima generazione con un abbonamento annuale ad internet ad alta velocità ed alcun servizi on line utili ai fini didattici. Grande soddisfazione, per il successo, è stata espressa dalla Dirigente scolastica dell’istituto Liliana Di Certo e dai docenti della classe e curatori della proposta Maria Josè Azzarà e Giuseppa Pugliatti. Entusiasti, naturalmente, gli alunni della I D capaci con il loro slogan e con il loro disegno - a destra la rappresentazioni di prodotti veri, a sinistra quelli dei contraffatti, con un X segnata sul vero di “sbaragliare” tutte le altre classi concorrenti. Il concorso indetto dal Ministero rientrava all’interno di un più vasto progetto di “Lotta alla contraffazione a tutela della salute, della sicurezza, della libertà economica e di impresa” mirato alla promozione della cultura della legalità che deve rappresentare la norma basilare di senso civico, e deve riuscire a penetrare profondamente nello strato sociale costituito dalla scuola. La classe sarà premiata a Luglio in quel di Catania nel corso di una cerimonia ad hoc. Per la “Piromalli”, per la direttrice scolastica, per le professoresse e per gli stessi allievi, un giusto e degno riconoscimento per l’assiduo lavoro svolto. VINCENZO IELACQUA piana@calabriaora.it

LAUREANA

Primavera in musica Cala il sipario Si è conclusa con l’esibizione della associazione musicale di Ardore la rassegna musicale “Primavera in Musica”, organizzata dall’Associazione musicale “Paolo Ragone” con il patrocinio dell’amministrazione Comunale. La manifestazione, la prima nel suo genere, è iniziata ad aprile e, con due appuntamenti mensili, si è protratta fino a ieri sera riscuotendo, nel suo complesso, apprezzamenti e un ottima partecipazione di pubblico in tutti gli appuntamenti, sia in quelli con musica da camera, con il concerto per pianoforte di Beatrice Zoccali, quello di Maria Carmela Calipari e Rosy Lo faro pianoforte e flauto e del quartetto di clarinetti Stravinsky, sia con gli appuntamenti orchestrali con Melicucco e Delianuova. Bilancio positivo, come ricorda Alvaro, Assessore alla Cultura. E’ stato bello, continua, vedere tanti ragazzi. alcuni davvero piccoli, esibirsi con professionalità, osservarli se-

reni e a loro agio nelle interpretazioni dettati dai maestri. Nello specifico della serata si è assistito all’esibizione, come dicevamo, della formazione orchestrale di Ardore, 40 ragazzi circa, diretti dal Maestro Salvatore Sgambelluri. Apprezzato un collage di Verdi con l’esecuzione di tre brani dal Trovatore, Rigoletto e Traviata. Simpatico fuori programma quando è stato invitato a dirigere un brano il Maestro Managò, presente in qualità di direttore dell’orchestra “Ragone” e molto vicino all’ensemble di Ardore. Ottima impressione, quindi, per questi ragazzi che si trovano a operare sostenuti da poche persone e dai propri familiari, come ci dice il presidente Armando Infusini, ma fare musica, comunque, diciamo noi, oltre a far bene sia al corpo che allo spirito, è espressione di intelligente aggregazione sociale. SALVATORE LAROCCA piana@calabriaora.it

Valle del Marro, la prima cooperativa agricola che gestisce in Calabria i terreni confiscati alla mafia, ha ricevuto il premio annuale “La buona Calabria” di Legambiente. La consegna del riconoscimento è avvenuta ieri durante la tappa calabrese del tour nazionale “NoEcomafie”. I rappresentanti dell’associazione ambientalista Antonino Morabito, Nuccio Barillà e Antonio Pergolizzi, hanno consegnato una targa al vicepresidente della coop.Antonio Napoli, al termine della conferenza stampa nella sede dell’autorità portuale di Gioia Tauro a cui ha partecipato anche don Pino De Masi, referente regionale di Libera e coofondatore dell’impresa agricola.

Palmi, venerdì apertura del circolo di dell’Utri Grande attesa nel popolo del centrodetra palmese e non, per la presentazione del “Circolo del buon governo” di Palmi. All’evento parteciperanno, oltre al moderatore della serata Antonio Malgeri e del presidente del circolo dell’utriano Daniele Margiotta, il consigliere nazionale Amedeo Canale, il portavoce di Forza Italia Daniele Capezzone e il segretario nazionale dei circoli Nicola Formichella.


Chiusura primavera in musica  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you