Page 1

Skate per tutti S/Composizione di due forze complanari

Le forze si disegnano come vettori (frecce) con una direzione, un senso - indicato dalla freccia, ed una lunghezza -proporzionale all'entità della forza. Per semplicità nel testo uso spinta come sinonimo di forza. Di due forze che agiscono nello stesso punto si può disegnare la risultante come indicato nella figura. Ugualmente ogni forza può essere scomposta idealmente in due o più forze agenti nello stesso punto di origine della prima. Tip Tap Il Tip Tap (o tic tac) consiste in una sequenza di kickturn a destra e poi a sinistra che hanno come effetto quello di spingere lo skateboard in avanti. Questo si ottiene perchè la spinta in diagonale che si dà per ruotare può essere divisa in due componenti: una trasversale, ortogonale alla direzione desiderata, ed una propulsiva, orientata nella direzione desiderata. Fig.1

Nella sequenza di kickturn le spinte trasversali orientate verso destra sono annullate dalle analoghe spinte orientate verso sinistra mentre le successive spinte propulsive si sommano tra di loro essendo dirette nello stesso senso.


Skate per tutti Pompare Sulle transizioni curve Prima di tutto riflettiamo su cosa succede allo skate che vada su una curva senza pompare. Passando dal movimento in piano al movimento su una curva (arco di cerchio) la spinta orizzontale che abbiamo verrà trasformata via via in una spinta sempre più inclinata verso l'alto grazie al vincolo opposto dalla rampa. (Figura in basso a destra)

In questo processo l'entità della spinta (la lunghezza del vettore rosso) viene via via ridotto da due fattori, man mano che varia la sua direzione: la forza centripeta, data dal vincolo della rampa (giallo) e la forza di gravità (blu) Come si vede nella figura la forza centrifuga (arancione) è costituita dalla spinta delle ruote sulla superficie della rampa, mentre la forza centripeta (giallo) si oppone momento per momento alla prima ed è costituita dalla resistenza della rampa: è questa che sposta l'orientamento della spinta verso l'alto e quindi ci fa salire lungo la curva. ( = più la rampa è rigida meno si disperdono le forze ) Man mano che saliamo lungo la curva la velocità diminuisce per l'opposizione della forza di gravità alla componente verticale della spinta (blu). L'azione del pompare ( celeste ) consiste in una spinta graduale effettuata con le gambe (e con le braccia) verso l'alto effettuata gradualmente mentre si sale lungo la curva del quarter. Perchè sia efficace dev'essere cominciata quando ancora le ruote si trovano sul piano orizzontale. Questa spinta va a sommarsi alla forza centripeta e quindi aumenta la forza risultante indicata in bianco.


Skate per tutti Glossario Posizione dei piedi sullo skateboard Regular : il praticante che mette avanti il piede sinistro Goofy : il praticante che mette avanti il piede destro Per questo nasce l'esigenza di usare i termini Piede anteriore e Piede posteriore (idem per le mani), durante la spiegazione degli esercizi o dei trick. Nota: pare che gli skater siano nella globalità divisi quasi perfettamente al 50% tra goofy e regular per cui regular non è affatto la maggioranza 'regolare' e i goofy non sono una minoranza. Lo spingere lo skateboard appoggiando il piede posteriore in corrispondenza del truck posteriore e spingendo con il piede anteriore è un errore che viene anche stigmatizzato in maniera antipatica come Mongo Footed. (sia per i regular che per i goofy) E' un errore perché : - comporta uno squilibrio mentre si riportano i piedi nella posizione adatta - non si può velocemente riportare i piedi nella posizione di cui sopra (nota: dovremmo trovare un nome per questa posizione) - in caso di squilibrio per sassolini o per altri motivi è più difficile levare il piede dalla tavola, quindi è più pericoloso. Andatura in fakie: vuol dire semplicemente che si sta andando all'indietro, tail in avanti, piedi in posizione normale. Andatura switch: ovvero con i piedi scambiati rispetto alla propria postura preferita (Regular o Goofy) Nota: non esiste lo switch nollie , corrisponde al fakie ollie. Descrivere lo skateboard Nose: l'estremità anteriore della tavola, in genere è la più lunga e con inclinazione maggiore tra le due. Tail: l'estremità posteriore della tavola


Skate per tutti Shape: la forma della tavola Concave: la concavità Le dimensioni della tavola sono misurate in pollici (1 inch = 2.54 cm), in quanto il prodotto è americano. Bisogna ricordare per esempio che la differenza tra 7.8 e 8 pollici è solo di 5 millimetri (due decimi di pollice) per cui 2,5 mm su ciascun lato: è una differenza difficilmente apprezzabile. Però è importante saperlo per poter aiutare i ragazzi che potrebbero essere confusi dalla moda e dal marketing a comprare tavole più piccole o più larghe senza rapporto con i loro bisogni. La larghezza della tavola dev'essere proporzionata all'uso, al peso e alla dimensione del piede. Uso: a maggior velocità, come su halfpipe o bowl, la larghezza maggiore porta a una maggiore stabilità. Mentre sulla half pipe si usano ruote dure per mantenere la velocità, in downhill si usano più morbide per mantenere la presa sul terreno nelle curve. ATTENZIONE: Molti ragazzi vengono indotti a credere che le tavole più strette ruotino più velocemente sull'asse longitudinale (e quindi sia più facile compiere l'ollie flip) ma la differenza è molto piccola al prezzo di una riduzione della stabilità generale e ad una maggiore possibilità di rompere la tavola. Bisogna invece promuovere la cura del gesto e il condizionamento generale. (salta che ti passa!) Naturalmente uno skater esperto può scegliere in modo diverso rispetto a questa prassi, ma per imparare è meglio seguire la via più semplice. Truck: sono i 'carrelli', la parte snodata dello skate che porta le ruote ed è indispensabile per curvare. Anche qui, ATTENZIONE: 1) molti ragazzi si presentano con dei truck 'stretti a morte' perchè “così mi trovo meglio” ovvero perché il suo equilibrio dinamico è poco sviluppato. Errore: finchè si skatea a basso livello va tutto bene ma quando si aumenta la velocità o l'altezza del salto lo skater comincia a cadere o non riesce più a compiere i trick che prima sapeva fare perché se l'atterraggio non è perfettamente in linea con la direzione di marcia precedente al trick lo skate devia su un lato e lo skater tira dritto, sbilanciato su un lato. In questo caso vanno allentati (meglio se gradualmente) finché non siano abbastanza lenti da curvare fino poter appena toccare la tavola con le ruote o poco più stretti.


Skate per tutti 2) caso inverso: truck pessimi ovvero che non tornano nella posizione orizzonatale o non offrono nessuna resistenza al peso (spesso perché è stato acquistato uno skate giocattolo). Difficilmente l'allievo potrà imparare o skateare in queste condizioni, è necessario cambiare truck e se è uno skate giocattolo conviene comprare uno skate completo, preassemblato ma decente. In generale acquistare uno skate completo sotto i 55 euro non conviene. (almeno nel 2012) Se è possibile avvisare il genitore PRIMA si risparmia comprando uno skate decente ad un prezzo tra i 65 e i 75 euro: la tavola e/o le ruote si dovranno forse cambiare dopo un anno, a seconda dell'uso, del peso dell'allievo della pavimentazione e di come viene conservata la tavola (lontano dall'umidità/secchezza eccessive), i truck si cambieranno ancora più tardi, basterà cambiare i gommini. Wheelbite: è il segno che lasciano le ruote sotto la tavola quando la toccano durante la corsa: se sono molto evidenti i truck sono troppo lenti e c'è il rischio che lo skateboard si blocchi nell'atterraggio di un trick.

La fisica nello skate  

Le forze si disegnano come vettori (frecce) con una direzione, un senso - indicato dalla freccia, ed una lunghezza -proporzionale all'entità...