Page 1

ACCEPT

La rivista per i clienti di SIX Payment Services N° 1 | aprile 2012

Pagina 7

Con SIX Payment Services tutto sotto un unico tetto Pagina 10

FoxTown: un’attrazione turistica Pagina 12

Con 3-D Secure più sicurezza per il business online


Vista perfetta e qualità svizzera

Offerta McOptik per i lettori di Accept – Controllo della vista in per tutti i collaboratori della vostra azienda, presso di voi o in una filiale McOptik – Possibilità di un buono Risparmio per voi e i vostri collaboratori

Matthias Brozek è CEO e Presidente del Consiglio d‘Amministrazione di McOptik, la prima catena di ottica diffusa in tutta la Svizzera Con le sue 61 filiali, l’impresa a conduzione familiare McOptik rappresenta l’unica catena di ottica presente su tutto il territorio svizzero. I nostri collaboratori, tutti ottici qualificati, sono sempre pronti a consigliare ai clienti gli occhiali più adatti. McOptik punta, con coerenza, sulla qualità al giusto

Referente: Dominique Guillod e-mail: guillod@mcoptik.ch

prezzo. Per tutte le lenti e le relative diottrie ci rivolgiamo al maggiore fornitore svizzero, Optiswiss; inoltre offriamo un’ampia gamma di modelli alla moda, grandi firme incluse. McOptik è anche partner di «Mister Svizzera» e «Miss Suisse romande» ed è il fornitore preferito del gruppo Helsana.


Focus Intervista con il nuovo CEO, Niklaus Santschi

4

Soluzioni di pagamento integrate

7

In breve Sicurezza dei dati nel settore alberghiero

8

Se cambia il titolare

8

Skimming: la parola alla polizia

9

Inlay: Volo virtuale TRX 87654321 Stop alle truffe – Sicurezza per i dati delle carte Ritratto cliente FoxTown – un’importante risorsa per il Ticino

10

Prodotti & Servizi 3-D Secure garantisce il vostro business online

12

Sostituire il terminale risparmiando

13

La soluzione completamente integrata che semplifica i pagamenti con carta in albergo

14

Come proteggere i dati delle carte

15

Tutto sulla Dynamic Currency Conversion (DCC) in soli 10 minuti

15

Ultima pagina Ritratto consulente a tergo

16

Cara lettrice, caro lettore, una nuova era si apre per noi con rinnovate sinergie. SIX Multipay e SIX Card Solutions sono state unificate dando vita a SIX Payment Services. Questo ci consente di offrirle tutte le nostre soluzioni di pagamento sotto un unico tetto. Come cliente potrà continuare a contare sugli stessi referenti ed avvantaggiarsi di servizi ancora più mirati e prezzi sempre competitivi nonostante le condizioni di mercato sfavorevoli. Per saperne di più sulla fusione ed i relativi vantaggi per gli esercenti, la invitiamo a consultare la rubrica Focus. La sicurezza è molto importante per noi. Per contrastare le frodi nei pagamenti senza contanti, nonostante l’archivia­ zione elettronica delle informazioni, le organizzazioni internazionali delle carte hanno adottato uno standard di sicurezza comune per la tutela dei dati. Per prevenire sin dall’inizio le violazioni, si può ricorrere alla trasmissione cifrata senza salvataggio dei dati, un’opzione offertale dai terminali e dalle soluzioni di pagamento di SIX Payment Services. Per maggiori informazioni la rimandiamo all’inserto a metà rivista. Questa edizione di Accept è l’ultima che riceverà per il momento. Dopo aver attentamente analizzato e valutato le opinioni dei lettori, siamo giunti alla decisione di sospen­ dere la pubblicazione della rivista. In futuro la terremo aggiornata tramite nuovi strumenti. Vi auguro una stimolante lettura!

Questo simbolo indica un indirizzo e-mail utilizzabile per contattarci. Questo simbolo rimanda a una pagina Web con ulteriori informazioni. Questo simbolo rimanda a un tagliando di risposta sull'ultima pagina.

Niklaus Santschi CEO Payment Services

Impressum Editore SIX Payment Services SA Responsabile generale Silvan Frik, s.frik@six-group.com Direzione di progetto Dominik Erne, d.erne@six-group.com Concept, redazione, layout open up, AG für Kommunikation und PR, Zurigo, Sonja Studer Grafik AG, Zurigo Testi Dominik Erne e Patrick Haller Immagini di copertina e ritratti Meinrad Schade, Tashi Brauen, Felix Eidenbenz Stampa Speck Print, Zug Tiratura 47 000 Ex. Pubblicato in tedesco, francese e italiano Download all’indirizzo www.six-payment-services.com/accept


4

ACCEPT 1 / 2012

«I nostri clienti beneficiano di buone condizioni e di un eccellente servizio.» All’inizio del 2012 SIX ha effettuato la fusione tra SIX Multipay e SIX Card Solutions. Niklaus Santschi, nuovo CEO, spiega in un’intervista perché la nuova struttura – SIX Payment Services – porta numerosi vantaggi per i clienti. Signor Santschi, in qualità di CEO quanto è personalmente a contatto con la clientela? Per me la vicinanza al cliente è una questione cruciale. Attualmente utilizzo quasi un terzo del mio orario di lavo­ ro per i contatti con la clientela. In qualità di CEO voglio avere in prima persona una buona percezione del merca­ to e delle esigenze dei nostri clienti. Oltre ai tanti contat­ ti con grandi clienti, spesso partecipo anche a eventi con aziende minori della regione: questo mi permette di sco­ prire con grande interesse come i clienti ci percepiscono e se sono soddisfatti di noi. E lo sono? Sì, ne sono convinto. Non da ultimo anche grazie ai risultati dei nostri regolari sondaggi per la clientela. Ma ci sono tan­ ti clienti che non ci conoscono abbastanza bene, anche se lavorano con noi da anni. Questo non è necessariamente un male, perché i pagamenti devono semplicemente fun­ zionare e dare il meno possibile da fare ai clienti. L’essen­ ziale è la loro attività: noi lavoriamo silenziosamente dietro le quinte.

All’inizio dell’anno SIX ha realizzato la fusione tra il reparto terminali e acquiring. Ovviamente i clienti si domandano cosa cambi per loro con la nuova struttura. A contatto diretto con noi, per la maggior parte dei clienti non cambia praticamente nulla. Fondamentalmente i loro referenti restano gli stessi di sempre. I cambiamenti essen­ ziali riguardano lo sviluppo dei prodotti, che vogliamo realiz­ zare con maggiore rapidità e portare prima sul mercato. Inoltre, le sinergie risultanti dalla fusione portano ai clienti ulteriori vantaggi. Per esempio? Siamo in grado di tenere bassi i costi. Da noi le commissio­ ni medie per l’accettazione di carte sono calate già del 50% negli ultimi 7 anni. Questo perché miglioriamo costante­ mente la struttura dei costi, aumentando al contempo il volume delle nostre transazioni. La fusione ci offre l’oppor­ tunità di attuare altre ottimizzazioni, così possiamo conti­ nuare a offrire ai nostri clienti queste commissioni basse, anche se le condizioni del mercato sono difficili. Un altro vantaggio per i clienti è il fatto che i nostri collaboratori del


FOCUS

5

Niklaus Santschi su… … pagamenti senza contanti Per me significa poter pagare in modo semplice e sicuro. Pagare senza contanti è pratico, possibile ovunque, sempre preciso al centesimo e rende superfluo passare in banca. … orientamento alla clientela Per me è la quintessenza della vita lavorativa! Il nostro modo di agire deve essere orientato a comprendere con precisione i gruppi target e assisterli sempre nel miglior modo possibile. … le attuali condizioni di mercato per SIX Payment Services Le condizioni sono impegnative perché siamo spinti da fattori esterni come il corso di cambio dell’euro, e la concorrenza in Europa si fa più intensa. In Svizzera esiste ancora un grande potenziale al rialzo per quanto riguarda la frequenza di utilizzo delle carte di credito.

settore addetto alla gestione dei prodotti ora lavorano anco­ ra più a stretto contatto per lo sviluppo nazionale e inter­ nazionale. Così saremo in grado di offrire più semplicemen­ te e velocemente anche ai nostri clienti svizzeri prodotti che hanno già successo all’estero. Infine, i nostri clienti ricevono ora tutte le soluzioni di pagamento in modo integrato. Un obiettivo importante del nuovo ambito commerciale è la crescita all’estero. Sì. In materia di know­how siamo leader nel settore dei ser­ vizi di pagamento. Vogliamo sfruttare ancora di più questo vantaggio anche all’estero. Proprio come accade per gli esercenti svizzeri, anche all’estero è possibile ricevere in modo integrato, semplice e rapido l’intera infrastruttura per la gestione dei pagamenti. Indipendentemente da dove sia o voglia essere attiva un’azienda sul territorio europeo, noi possiamo offrirle un sostegno. Del resto, questo vale anche per le aziende svizzere attive all’estero, dove riceveranno in loco l’elevata qualità a cui sono abituati, senza costi aggiun­ tivi e spesso con lo stesso referente che hanno anche in Svizzera. Inoltre, accanto ai nostri servizi primari, offriamo

… cosa gli piace del proprio lavoro La nostra attività è molto ampia e complessa. Bisogna offrire un servizio a numerosi gruppi target, mantenen­ do al contempo le nostre offerte più semplici possibile. Per me è molto interessante il collegamento in rete internazionale: si entra in contatto con tante persone diverse. … l’approccio alle persone Collaboratori completamente soddi­ sfatti portano a clienti soddisfatti. In generale sono curioso nei confronti delle persone e voglio conoscerle come personalità complete, cioè come sono e non limitatamente al loro ruolo. … i più grandi «learning» del periodo scolastico e universitario. Ho imparato al massimo quando stavo sul palco come batterista di un gruppo rock. Facevamo tournée anche all’estero, talvolta di fronte a 6000 spettatori. Bisogna riportare subito sul palco quello che si ha imparato con l’esercizio e si ha subito una reazione. Occorre grande preparazione e una precisa autostima. Come musicista ho imparato a essere consapevole di chi ho di fronte e di cosa vorrebbe.<


6

ACCEPT 1 / 2012

anche una serie di prestazioni supplementari per gli eser­ centi, ad esempio la conversione dinamica della valuta (DCC) per i clienti stranieri oppure anche una vasta gamma di coupon che possono essere trasmessi ai clienti finali tramite App o SMS.

«Finora abbiamo raggiunto molto, perché i nostri collaboratori hanno lavorato bene fin dall’inizio» Anche le piccole e medie imprese in Svizzera beneficiano dei vostri obiettivi internazionali? Sì! E questo perché il 90% della nostra cifra d’affari viene realizzata in Svizzera, che è il nostro mercato principale. Ed è anche giusto che resti così, perché anche dopo l’efficace am­ pliamento delle attività europee il 75­80% di tutte le nostre attività continua comunque a svolgersi in Svizzera. La struttu­ ra dei servizi e l’elaborazione del mercato svizzero resteranno invariate. Ma la lieve ridistribuzione verso l’Europa ci consen­ tirà di essere ancora più indipendenti dagli influssi esterni, di sostenere in modo più ampio la nostra base di costi e quindi continuare a offrire buone condizioni ai nostri clienti. Il mer­ cato svizzero, infatti, è troppo piccolo per continuare a ridurre i costi in modo sostenibile. Lei stesso vuole essere vicino ai clienti. Come si può trasmettere questo atteggiamento a tutta l’azienda? Il mio obiettivo è fare in modo che l’orientamento verso la clientela sia percepito ovunque come il bene primario. Non soltanto nel servizio clientela, ma anche nello sviluppo dei prodotti e in ogni altro settore dell’azienda. A tale proposi­ to siamo già ben più avanti della concorrenza, ma vorrei sfruttare ancora di più questo potenziale. È assolutamente prioritario ascoltare bene il cliente. Occorre riconoscere e comprendere le sue esigenze, indipendentemente dal fatto che il servizio in questione sia già presente nella nostra of­ ferta o debba ancora essere sviluppato. Ascoltare intensa­ mente è possibile soltanto facendo visita al cliente, parlan­ do la sua stessa lingua e avendo conoscenze locali simili.

Quali sono per lei le maggiori sfide di SIX Payment Services? A breve termine si tratta di mettere bene in pratica il no­ stro modello imprenditoriale. Vogliamo diventare più velo­ ci, più semplici e migliori sia per i nostri clienti sia inter­ namente. La relativa situazione di partenza è ottima. Finora abbiamo raggiunto molto, perché i nostri collabora tori hanno lavorato bene fin dall’inizio e supportano da dietro le quinte la nuova struttura. A medio termine dob­ biamo mantenere bassa la nostra base di costi, anche in presenza di condizioni impegnative e mutevoli. Possiamo farlo da una parte con la crescita e dall’altra continuando a lavorare alla nostra efficienza. A lungo termine ci verrà richiesto di dare forma alla nostra crescita in Europa come da programma. Abbiamo già addirittura raddoppiato la no­ stra presenza sul mercato in Europa, ma vogliamo andare oltre. Concludendo: bisogna accelerare lo sviluppo dei prodotti. A questo proposito, può svelarci qualcosa già oggi? Oltre alle soluzioni innovative, come l’introduzione dei paga­ menti senza contatto o mobili – due modalità a cui appartiene il futuro – ampliamo anche l’ambito dei nostri servizi supple­ mentari. Meno spettacolari, ma proprio per questo più impor­ tanti per i clienti, sono le costanti ottimizzazioni del servizio. In generale la procedura di pagamento deve diventare più semplice, snellendo così la contabilità del cliente.<

Niklaus Santschi (44 anni) è CEO di Payment Services da gennaio 2012. Santschi ha studiato a Zurigo storia dell’economia e diritto europeo, approfondendo le proprie conoscenze di management internazionale presso l’INSEAD di Fontainebleau. Dal 1991 lavora nell’ambito dei pagamenti. All’interno della ditta Payserv, che fa parte di SIX, Santschi ha costituito una nuova organizzazione europea per vendite e marketing, prima di passare nel 2002 a Telekurs Card Solutions all’interno di SIX, dove è diventato European Sales Manager. Un anno dopo Santschi ha rilevato la posizione di Head of Marketing & Sales ed è entrato a far parte della direzione di Telekurs Multipay. Niklaus Santschi è sposato e padre di due figli adolescenti.


FOCUS

7

Soluzioni di pagamento integrate

SIX ha radunato le forze nel settore dei pagamenti e ora assiste la propria clientela con una sfera d'attività integrata piuttosto che con due come finora: Payment Services si è prefissata obiettivi ambiziosi, a vantaggio dei clienti. Fino alla fine del 2011 SIX Multipay offriva mezzi di paga­ mento con carta e servizi supplementari per il settore dei terminali, mentre SIX Cards Solutions si occupava dell’in­ frastruttura e dell’elaborazione dei pagamenti senza con­ tanti. Da gennaio 2012 sono state unificate nella SIX Payment Services. Lo scopo consiste nell’offrire ora effica­ cemente in modo integrato e con una gestione unificata soluzioni di pagamento complete e stimolare ulteriormente la crescita in particolare all’estero. Una cosa importante per i clienti: tutto sommato i loro referenti non cambiano. Per SIX Payment Services la crescita è un obiettivo impor­ tante che va a vantaggio anche dei clienti esistenti, ad esempio grazie al mantenimento delle condizioni allettanti. Questo è possibile grazie al costante miglioramento della struttura dei costi e anche attraverso il crescente volume delle transazioni. Ci riproponiamo inoltre di essere uno dei fornitori leader in Europa nel settore dei servizi di paga­ mento entro il 2016. Per raggiungere questo scopo, SIX Payment Services rafforza la collaborazione con la cliente­ la, puntando a una crescente presenza sui mercati, non per ultimo anche con un modo di presentarsi nuovo e chia­

ro. Per i clienti, infatti, i pagamenti devono restare sempli­ ci, trasparenti e convenienti. Mantenere costi bassi La struttura dei costi era ed è prioritaria. Negli anni passati, imponendo ottimizzazioni dei costi, siamo riusciti ad abbas­ sare costantemente i tassi di commissione, che oggi si attestano a circa il 50% in meno rispetto a sette anni fa. Dall’unione delle due sfere d'attività emergono ulteriori sinergie e allo stesso tempo anche potenziale per la cresci­ ta. Con la fusione dei due settori commerciali, SIX Payment Services intende porre la prima pietra affinché sia possibi­ le mantenere basse a lungo termine le commissioni per i clienti. Lo sviluppo dei prodotti viene razionalizzato Allo stesso tempo SIX Payment Services concentra lo sviluppo dei prodotti e non distingue più tra team internazio­ nali e svizzeri addetti allo sviluppo. Il nuovo reparto integrato ha quindi più risorse a disposizione e allo stesso tempo è più flessibile. Così, in futuro i prodotti che sono già stati introdotti con successo all’estero saranno disponibili anche in Svizzera in modo più rapido. Un altro vantaggio consiste nel fatto che il reparto addetto allo sviluppo collabora più strettamente con i consulenti alla clientela: in questo modo può reagire più rapidamente alle nuove esigenze. Le idee sui prodotti vengono implementate più rapidamente e sono più velocemente a disposizione dei clienti.<


8

ACCEPT In bREVE 1 / 2012

Evento specializzato

Sicurezza dei dati nel settore alberghiero Siete efficacemente tutelati dai furti di dati nei pagamenti senza contanti? L’evento specializzato sulla sicurezza dei dati organizzato da SIX Payment Services è l’occasione ideale per informarvi sui rischi, le misure di sicurezza e le possibili soluzioni per il settore alberghiero. Nell’incontro di quest’anno, gli esperti tratteranno i punti salienti della sicurezza nei sistemi di gestione alberghiera, forniranno suggerimenti sulla scelta delle piattaforme di prenotazione e illustreranno gli standard di sicurezza PCI avvalendosi della loro esperienza diretta. Con un esempio pratico, inoltre, i partecipanti scopriranno come avviene l’attacco di un hacker. L’evento si svolgerà in quattro città svizzere: – il 6 giugno a Bad Ragaz – il 19 settembre a Basilea – il 26 settembre a Zurigo – il 3 ottobre a Ginevra Iscrivetevi subito.< www.six-payment-services.com/accept-eventi

Cambio titolare

Se cambia il titolare Affinché i pagamenti con SIX Payment Services possano essere elaborati corretta­ mente e senza problemi anche se cambia il titolare dell’esercizio, è indispensabile che ci comunichiate tempestivamente la modifica dei dati o del contratto. La procedu­ ra è molto semplice: basta compilare il «Formulario per modifiche da parte del partner contrattuale» e inviarcelo per posta, fax o e­mail.< Il modulo è disponibile all’indirizzo: www.six-payment-services.com/accept-modifica


Transazione TrX 87654321

Stop alle truffe – Sicurezza per i dati delle carte

Per esercenti e clienti non esiste una procedura di pagamento più semplice, rapida e comoda di quella senza contanti. Il grande volume di transazioni operate a livello mondiale rappresenta tuttavia un terreno fertile anche per le frodi. Rispettando una serie di standard di sicurezza, gli esercenti possono però proteggersi efficacemente dai truffatori e, in caso di danni, godere di ampie tutele.

ale u t r v i 321

4 o VolrX 8765 T

In tutto il mondo, esercenti e clienti puntano sempre più sui vantaggi dei pagamenti senza contanti: l’elaborazione dei pagamenti elettronici è comoda e veloce, ma per ga­ rantirsi la sicurezza occorre adottare determinati provvedi­ menti. Ogni giorno in tutto il mondo si effettuano transa­ zioni nell’ordine di svariati milioni. Non c’è da meravigliarsi che il settore attiri anche i truffatori: ogni anno aumentano i casi di utilizzo indebito dei dati delle carte con conseguen­ ti danni finanziari per le parti coinvolte. Le strategie attuate dai ladri di dati sono molteplici e spesso efficaci. Nel phi­ shing, ad esempio, con e­mail false i contraffattori accedo­ no a dati sensibili quali nomi utente e password per l’online banking o informazioni personali relative alle carte. Nel caso dello skimming, invece, il contenuto della banda ma­

gnetica e PIN vengono spiati manipolando dispositivi quali bancomat e terminali di pagamento rispettivamen­ te tramite moduli applicati. Da un po’ di tempo, tuttavia, il rischio non riguarda soltanto l’effettivo utilizzo della carta: a rappresentare una preda sempre più ambita dai truffatori sono soprattutto i dati delle carte archiviati elettronicamente. Salvataggio elettronico dei dati delle carte quale bersaglio In passato le aziende conservavano i dati dei clienti in forma cartacea, di norma all’interno di una cassafor­ te. Le possibilità di accesso erano quindi limitate ed un eventuale furto sarebbe saltato subito all’occhio. Oggi la situazione è cambiata: di solito i dati dei clienti e del­


Transazione TrX 87654321

le carte vengono registrati elettronicamente, elaborati dal sistema di cassa e salvati in parte sulla rete locale dell’esercente. Anche gli ordini tramite carta di credito effettuati per telefono o fax vengono spesso archiviati in forma cartacea o a dipendenza della situazione elettronica­ mente. Per i truffatori i dati così memorizzati rappresentano una meta più che ambita, poiché accessibili in remoto. Se finiscono nelle mani sbagliate, possono essere utilizzati per acquisti in grande stile, fino a quando il furto viene scoperto e i dati vengono bloccati. Attacchi con trojan e virus Per accedere a queste preziose informazioni, in tutto il mondo i truffatori cercano di entrare nelle banche dati delle aziende usando malware come i trojan e i virus. I trojan sono dei programmi mascherati da applicazioni funzionali che in realtà perseguono altri scopi. Senza che l’utente se ne accorga, i dati delle carte possono così essere tro­ vati e inoltrati direttamente dal computer stesso. Anche i virus informatici funzionano in modo simile: una volta introdotti dagli hacker nel sistema operativo, essi agisco­ no in maniera autonoma consentendo furti di dati in gran quantità. Recentemente persino un colosso internaziona­ le dell’elettronica quale la Sony è caduto nella trappola. Oltre al danno finanziario, un attacco messo a segno da un hacker scredita pesantemente la reputazione dell’azienda colpita. Nei pagamenti senza contanti, quindi, dovrebbe essere dedicata la massima attenzione alla tutela dei dati da parte di tutti i soggetti coinvolti. Soluzioni mobili quale una nuova sfida Anche nel mondo dei pagamenti senza contanti hanno preso piede i dispositivi mobili come smartphone e tablet. Ma anche questi espongono gli utenti a rischi per la sicu­ rezza, dato che per tale tipologia di comunicazione dei dati la protezione dai malware non è ancora avanzata come nei dispositivi fissi. Se ad esempio un cellulare privato viene utilizzato da un addetto al servizio esterno come terminale per il pagamento con carte, sussiste un rischio. Con il Download di una qualsiasi applicazione potrebbe venire scaricato di nascosto un programma dannoso che in seguito durante le transazioni è in grado di spiare i dati delle carte. Standard di sicurezza internazionali Anche le principali organizzazioni internazionali delle car­ te hanno riconosciuto da tempo il problema del furto dei dati delle carte e definito uno standard di sicurezza comu­ ne in relazione alle carte di pagamento. Il Payment Card Industry Data Security Standard (PCI DSS) è vincolante

per tutte le parti coinvolte nel traffico dei pagamenti sen­ za contanti. Ciò significa che le direttive valgono in tut­ to il mondo e per tutti gli interessati quali commercianti, Acquirer o Provider di servizi che trasmettono, elaborano o memorizzano dati di carte. PCI DSS comprende dodici richieste che devono essere osservate anche da tutti i commercianti. Per assicurare l’osservanza degli standard, le organizzazioni delle carte esigono che tutti gli interessa­ ti dichiarino, rispettivamente facciano certificare le loro mi­ sure di sicurezza. Il tipo di validazione dipende dal volume di transazioni del commerciante e va dalla compilazione di un questionario di autocertificazione fino alla verifica dei provvedimenti di sicurezza sul posto da parte di un’a­ zienda di certificazione accreditata. Con ciò le imprese comprovano di avere adottato tutte le misure tecniche ed organizzative necessarie per la sicurezza e la protezione dei dati delle carte. Commercianti che adempiono a que­ ste direttive sono in grado di evitare conseguenze finan­ ziarie in caso di danni per frode. La migliore protezione: non memorizzare i dati delle carte Il modo in cui un commerciante accetta ed elabora paga­ menti senza contanti è determinante per le misure ne­ cessarie da adottare per la protezione dei dati delle carte. In caso di vendita in presenza del titolare della carta, i ter­ minali autonomi come ad esempio il davinci AUTONOM, offrono un’elevata sicurezza in quanto tutte le informa­ zioni necessarie all’elaborazione del pagamento vengono inviate a SIX Payment Services in forma criptata diretta­ mente dal terminale. Grazie alla cosiddetta PAN Trun­ cation, inoltre, i dati delle carte provenienti dal terminale sono riportati in forma abbreviata: il numero della carta è mascherato ad eccezione delle ultime quattro cifre e così i dati reali non sono riconoscibili sullo scontrino in nessuna fase della procedura. Ciò comporta una maggio­ re sicurezza per gli esercenti, poiché grazie a questo tipo di rappresentazione le informazioni risultano inutilizzabili per i truffatori. Con questa procedura, inoltre, gli esercenti soddisfano già una parte consistente delle normative PCI DSS. Anche nella vendita a distanza è possibile proteg­ gersi in modo semplice ed efficace dalle truffe e tutelarsi in caso di danno. Scegliendo un provider di e­payment certificato PCI DSS (PSP – Payment Service Provider) ed una soluzione nella quale il commerciante online non viene a contatto con i dati delle carte, sono già soddisfat­ ti gran parte degli standard imposti dalle organizzazioni delle carte. Esercenti che non si avvalgono di una solu­ zione di questo tipo ma eseguono gli ordini tramite Mail­/ Phone­Order o un proprio modulo d’ordinazione online,


TeMa DeL nUMero

Grazie agli standard internazionali, la sicurezza rappresenta uno dei punti di forza di questa modalità di pagamento.

ale u t r v i 321

4 o VolrX 8765

devono provvedere autonomamente all’applicazione dei requisiti dello standard PCI DSS. Ciò comporta il rispetto di una serie di criteri relativi alle infrastrutture, ai processi ed ai collaboratori. Indipendentemente da questo, è fon­ damentale che i dati delle carte, presenti fisicamente o in formato elettronico e completamente decifrabili, vengano sempre protetti, non rimangano mai incustoditi e vengano progressivamente eliminati nella maniera adeguata. Clienti ed esercenti apprezzano i vantaggi dei pagamen­ ti senza contanti, soprattutto la comodità e la velocità. Grazie agli standard internazionali, anche la sicurezza rappresenta uno dei punti di forza di questa modalità di pagamento. Perché i criminali saranno anche furbi, ma le organizzazioni delle carte dispongono di personale alta­ mente qualificato che si impegna costantemente per mantenere alto il livello di sicurezza e sviluppare ulterior­ mente gli standard stessi a protezione degli esercenti, dei clienti e di tutto il settore. Nell’ambito di questa attrattiva possibilità di pagamento la parola sicurezza viene scritta a lettere maiuscole.

T

Transazione TRX 87654321

Informazioni complete Accompagnateci in un viaggio nel mondo dei pagamenti senza contanti con il nostro volo virtuale TRX 87654321. Come in un aeroplano, anche per un pagamento rapido, affidabile e sicuro ogni singola «rotellina» deve ingranare bene. In questa serie di sei articoli vi informiamo in merito a tutti gli aspetti nell’ambito dei pagamenti senza contanti. Salite a bordo e fatevi sorprendere prendendo visione dell’interessantissimo mondo dei pagamenti senza contanti.


Transazione TrX 87654321

ale u t r v i 321

4 o VolrX 8765 T

Panoramica del prossimo tema – nell’Internet 1. Terminali di pagamento 2. Acquiring ed elaborazione dei pagamenti 3. Organizzazioni delle carte e autorità di vigilanza 4. Emittenti (issuer) 5. Misure di sicurezza 6. Servizi a valore aggiunto Con l’ultimo scalo del nostro volo virtuale nel mondo dei pagamenti senza contanti scoprirete tutto sugli inno­ vativi servizi a valore aggiunto. Incremento del fatturato, fidelizzazione della clientela: nelle vendite in presenza del titolare della carta così come nell’e­commerce, i servizi a valore aggiunto di SIX Payment Services offrono al commerciante ampie opportunità. Gli innovativi pagamenti con il cellulare, la conversione dinamica della valuta DCC

e le promozioni via Mobile Coupon dischiudono interessanti possibilità di vendita e marketing soddisfacendo le esigen­ ze dei clienti di oggi. L’elenco di scali del nostro volo virtuale sarà disponibile sul web all’indirizzo www.six­payment­services.com/accept­volo


In bREVE

9

Skimming

Skimming: la parola alla polizia Urs Widmer, responsabile della polizia cantonale di Zurigo per i reati connessi ai pagamenti, ci spiega il fenomeno dello skimming e le modalità di tutela per esercenti e titolari di carte. una microcamera posizionata sopra la tastiera per spiare il codice PIN. Si tratta di meccanismi difficili da notare a occhio nudo.

Signor Widmer, come agisce chi pratica lo skimming? Normalmente si tratta di gruppi organiz­ zati che operano sempre nella stessa maniera. Per prima cosa un membro della banda inizia a tenere d’occhio un distributore automatico o un terminale di pagamento: un bancomat, una bigliet­ teria automatica, un distributore self­ service di carburante o il terminale di un negozio. In una fase successiva, anche dopo parecchi mesi, vengono applicate strumentazioni speciali per manipolare il dispositivo. Nei bancomat, ad esem­ pio, può trattarsi di un piccolo congegno in grado di leggere i dati della carta, fis­ sato in corrispondenza dello slot e di

Come si fa quindi a proteggersi efficacemente? Consiglio a tutti i titolari di una carta di coprire la tastiera con la mano quando inseriscono il PIN: è un metodo sempli­ ce ed efficace per proteggersi. Nei pagamenti con carta, inoltre, occorre controllare di non essere osservati e assicurarsi di tenere la giusta distanza di sicurezza dalle altre persone. E gli esercenti? Agli esercenti raccomando di controlla­ re più volte al giorno tutti i dispositivi, anche quelli che si trovano vicino alla cassa del negozio. All’atto del pagamen­ to è altrettanto importante ricordare ai clienti di schermare l’inserimento del PIN. Ritengo altresì fondamentale osservare alcune misure di sicurezza di base, come ad esempio l’identifica­ zione dei tecnici che devono verificare il funzionamento dei distributori auto­ matici e dei terminali.

Come combatte lo skimming la polizia cantonale di Zurigo? Operiamo accertamenti sugli episodi di skimming e svolgiamo un lavoro di pre­ venzione atto a sensibilizzare e tutelare i cittadini, come sta avvenendo ad esem­ pio con la campagna «Stop Skimming». Per l’accertamento delle frodi, spesso ci avvaliamo anche del contributo di ester­ ni. Grazie a questo tipo di collaborazione e nel rispetto delle disposizioni di legge, siamo in grado di risalire ai responsabili e risolvere i casi. I dati dimostrano che il fenomeno dello skimming è in calo. Per i bancomat è effettivamente così: il risultato si deve agli interventi tecnici operati sui dispositivi. Tuttavia stiamo purtroppo riscontrando uno spostamen­ to del fenomeno verso le biglietterie automatiche e i sistemi di apertura delle porte. Grazie al lavoro investigativo, alle informazioni riportate sulla stampa e ai casi risolti, i titolari delle carte sono ora più consapevoli dei rischi e prestano maggiore attenzione quando utilizzano terminali e distributori automatici. In ogni caso occorre comunque rimanere vigili.<


10

ACCEPT 1 / 2012

Un’importante risorsa per il Ticino Al FoxTown, il più grande factory outlet-store dell’Europa meridionale, gli affari e il benessere sociale vanno a braccetto: 160 aziende offrono non solo grandi marche a prezzi vantaggiosi ma anche un valido contributo alla società, promuovendo l’economia delTicino e della regione.

Una superficie pari a quattro campi di calcio e mezzo e oltre tre milioni di visitatori all’anno, questo è FoxTown. La storia di successo ha avuto inizio nel 1995, quando l’imprenditore immobiliare Silvio Tarchini inaugurò a Men­ drisio (Ticino) il primo factory outlet­store del versante alpino meridionale. Inizialmente i negozi erano 9, diventati poi 160 con oltre 250 marche di lusso. Boutique come Gucci, Prada o Yves Saint Laurent offrono collezioni delle stagioni passate ed eccedenze di produzione a prezzi bassi. Una formula che funziona e richiama ogni anno numerosi visitatori. Un impulso al turismo e all’economia Se pensiamo al Ticino, le prime cose che ci vengono in mente sono le terrazze soleggiate, il festival cinematogra­ fico e la Svizzera in miniatura; FoxTown rappresenta un nuovo richiamo turistico. Giorgia Tarchini, braccio destro del padre Silvio e responsabile del marketing e delle vendite, ne va particolarmente fiera: «Ogni anno vengono a farci visita circa tre milioni di visitatori; molti provengono dalla regione e dai Paesi vicini ma anche dall’Asia e dall’Europa dell’Est. In questi anni FoxTown è diventato una delle mete preferite per il tempo libero: non solo i prestigiosi negozi, ma anche i ristoranti, i bar, il casinò e le numerose altre occasioni di svago invitano a trattenersi». Inoltre, in colla­ borazione con l’Ente Turistico del Mendrisiotto, è stato al­ lestito uno stand informativo assistito. La regione ne bene­ ficia anche a livello economico. «Grazie al successo ottenuto e alle dimensioni del nostro centro commerciale, abbiamo creato oltre 1000 posti di lavoro; se si considera­ no i servizi supplementari legati all’intera struttura, il nume­ ro aumenta; ciò mi riempie di soddisfazione». Le decisioni si prendono in famiglia A casa Tarchini la famiglia svolge un ruolo fondamentale negli affari. Silvio, il fondatore, gestisce FoxTown con il supporto delle tre figlie: «Da noi tutte le questioni più im­ portanti si affrontano all’interno della famiglia; le decisioni vengono prese insieme, per il bene dei nostri clienti!». Giorgia Tarchini svolge il proprio lavoro con grande passio­

ne: «Quando qualcosa ti appartiene, ce la metti tutta, è naturale! Ed è proprio questo che distingue un’azienda a conduzione familiare da un qualsiasi gruppo». Sebbene nel suo lavoro Giorgia sia circondata da articoli firmati e beni di lusso, il prestigio per lei non è la cosa più importante: «Un prodotto deve piacermi, indipendente­ mente dalla marca. Insomma: se un vestito mi piace e se realizzazione, qualità e prezzo mi soddisfano, allora lo com­ pro. Proprio come a FoxTown: qui i clienti possono trovare marche di ottima qualità a prezzi bassi».<

Tarchini FoxTown SA

Il centro commerciale delle grandi firme FoxTown SA appartiene all’impresa immobiliare Tarchini Group che si occupa di vendita, acquisto, amministrazione, promozione e gestione di immobili. Fondato nel 1995 da Silvio Tarchini, il centro commerciale ospita oggi 160 negozi su una superficie di 30 000 m² e offre a prezzi di fabbrica oltre 250 grandi firme di diversi settori, con sconti dal 30% al 70%. Il centro dispone anche di sette ristoranti, bar, caffetterie, di un casinò e di un ufficio di informazione turistica ed è aperto 360 giorni l’anno.www.foxtown.com


RITRATTO ClIEnTE

11


12

ACCEPT 1 / 2012

3-D Secure garantisce il vostro business online Oggi sono in molti ad acquistare online con la carta di credito. La tecnologia 3-D Secure garantisce la massima sicurezza per queste transazioni e consente agli esercenti di incrementare il fatturato.

Secure. Questa soluzione di pagamen­ to completa e i relativi servizi sono offerti sotto un unico tetto da SIX Payment Services: il vostro referente sarà lieto di fornirvi i dettagli.

3­D Secure è uno standard di sicurez­ za per i pagamenti online introdotto dalle organizzazioni delle carte Visa e MasterCard e riconosciuto a livello in­ ternazionale, concepito per rendere gli acquisti online con carte Visa e Ma­ sterCard 3­D Secure ancora più sicuri. Vantaggi per gli esercenti Nei pagamenti online, i titolari delle carte contano su una procedura rapida e sicura: un’aspettativa soddisfatta dallo standard 3­D Secure, che tra l’al­ tro consente agli esercenti che lo uti­ lizzano di aumentare il fatturato. Per­ ché grazie all’elevato grado di sicurezza, anche i clienti più diffidenti acquistano sempre più online. Come nei pagamenti al terminale, l’identifica­ zione dell’acquirente è garantita dall’inserimento di un codice speciale: ciò impedisce l’utilizzo della carta da parte di terzi non autorizzati. Un altro vantaggio per gli esercenti che scelgo­

no 3 D­Secure è costituito dal «liability shift»: in caso di utilizzo indebito di una carta, non sono responsabili degli eventuali danni. Attualmente sono molti i titolari di car­ te e gli esercenti che sfruttano la tec­ nologia 3­D Secure. E il trend è in ascesa. Lo stesso vale per l’aggiorna­ mento del servizio: una novità, ad esempio, è l’invio al cliente da parte della banca che ha emesso la carta di un SMS contenente una password dinamica da inserire sul Web per com­ pletare l’acquisto. «In questo modo aumenta la fiducia dei clienti nei con­ fronti della compravendita online, che si manifesta anche tramite una conti­ nua diminuzione del tasso di abbando­ no», conferma Rui Huang, product manager di SIX Payment Services. Gli esercenti con un negozio online traggono interessanti vantaggi da 3­D

Come funziona 3-D Secure Durante il pagamento, il titolare della carta 3­D Secure inserisce come di consueto il relativo numero della car­ ta. Se il cliente non ha mai utilizzato 3­D Secure, deve prima registrarsi. La piattaforma di pagamento stabilisce quindi una connessione crittografata SSL con la banca che ha emesso la carta: si apre una nuova finestra nella quale il cliente digita il proprio codice personale che viene verificato dalla banca in pochi secondi. Consiglio: nel vostro negozio online, illustrate la procedura di pagamento 3­D Secure che i clienti devono segui­ re. Risulta utile anche fornire altre in­ formazioni su 3­D Secure, ad esempio tramite link di banche e contatti per dubbi e domande. Ciò assicura più tra­ sparenza e sicurezza e vi consente di incrementare il vostro fatturato.< www.six-payment-services/accepte-commerce e-commerce.ch@six-payment-services.com Per richiedere una consulenza personalizzata contattateci utilizzando il tagliando sull'ultima pagina.


PRODOTTI & SERVIzI

Sostituire il terminale risparmiando

13

o ubit s e t ale titui Sos termin o fino a il iand arm risp

C

0 4 8 HF

Vantaggi in vista per gli esercenti che sostituiscono subito il loro terminale smash o davinci di prima generazione: riceveranno un dispositivo di ultima generazione a un prezzo speciale, consentiranno ai clienti il pagamento senza contatto e si assicureranno un incremento di fatturato.

I terminali smash e davinci di prima ge­ nerazione sono ormai obsoleti e non rispettano più tutti i requisiti tecnologi­ ci e di sicurezza. Secondo quanto sta­ bilito dalle organizzazioni delle carte Visa e MasterCard, tali dispositivi po­ tranno essere utilizzati soltanto fino alla fine del 2012. I vantaggi dei nuovi terminali I nuovi terminali, in particolare yomani e xenta Contactless, sono conformi ai più elevati standard di sicurezza e tecnica­ mente all’avanguardia. Entrambi i dispo­ sitivi consentono agli esercenti di accet­ tare i pagamenti senza contatto e di soddisfare le nuove esigenze dei clienti: ad oggi sono già più di 1,5 milioni le car­ te di credito dotate di chip contactless. E il trend è in ascesa. La semplicità e la rapidità di elaborazione consentono agli esercenti di ridurre i tempi di attesa alla cassa e di incrementare quindi il fattura­

to. I terminali di nuova generazione col­ piscono anche esteticamente. Rispetto ai precedenti, sono molto più piccoli, ingombrano meno spazio al POS e offrono una protezione visiva ottimale. Il terminale yomani si distingue inoltre per il grande display a colori e il sofisti­ cato design, caratteristiche che nel 2010 gli sono valse il Red Dot Award nella categoria «Architettura e interior design per i negozi». Necessità di sostituzione del terminale Per proteggersi dagli abusi, le organiz­ zazioni internazionali delle carte hanno inasprito gli standard di sicurezza. Per­ tanto le transazioni provenienti da ter­ minali senza certificazione PCI potran­ no essere accettate soltanto fino alla fine del 2012. Ciò riguarda anche tutti i terminali smash e i vecchi davinci. Dal 1° gennaio 2013 non sarà più pos­

sibile eseguire pagamenti senza con­ tanti sui dispositivi di vecchia genera­ zione.< Interessanti sconti Approfittate subito del nostro vantaggioso sconto di permuta e sostituite entro il 31 luglio 2012 il vostro vecchio terminale con un terminale yomani (con tecnologie Ethernet e Contactless) o xenta Contactless. lead.ch@six-payment-services.com Ordinate subito il vostro terminale utilizzando il tagliando sull'ultima pagina.

yomani xenta Contactless


14

ACCEPT 1 / 2012

La soluzione completamente integrata che semplifica i pagamenti con carta in albergo Con Swiss Hospitality Solution gli alberghi elaborano in maniera ancora più semplice i pagamenti senza contanti dei propri ospiti. La soluzione si integra facilmente nei sistemi di gestione alberghiera garantendo massima sicurezza e conteggi più chiari. Con vantaggi per voi e i vostri clienti.

Chi lavora in albergo sa di cosa parlia­ mo: il signor Buongiorno, italiano, ha appena effettuato il check­in e conse­ gnato alla receptionist la carta di cre­ dito per l’autorizzazione. L’importo dei costi di soggiorno viene riservato sul­ la carta. Durante la permanenza, il cliente si è concesso anche un mas­ saggio benessere e un bicchiere di vino al bar dell’hotel: voci che vanno aggiunte al conto finale. Swiss Hospi­ tality Solution vi semplifica la vita ge­ stendo tutti gli importi riservati sulla carta del cliente direttamente nel si­ stema gestionale dell’albergo. Risul­ tato: al check­out si ottiene un unico conto per tutti i servizi. Swiss Hospitality Solution è una solu­ zione di pagamento completamente integrata con caratteristiche uniche sul mercato, disponibile per i principa­ li sistemi di gestione alberghiera come Fidelio Opera, Fidelio Suite 8 e

Protel. Il protocollo Internet criptato e la tecnologia Chip & PIN assicurano massima sicurezza e un’elaborazione rapida dei pagamenti. I vantaggi per voi Possibilità di gestire i pagamenti diret­ tamente tramite il software di cassa, evitando errori di digitazione e doppie registrazioni. Grazie all’autorizzazione automatica al check­in e all’incremen­ to automatico dell’importo cauzionale durante il soggiorno, Swiss Hospitali­ ty Solution assicura inoltre procedure efficienti di cui si avvantaggiano an­ che gli ospiti, ricevendo un’unica rice­ vuta finale con indicazione dell’impor­ to addebitato. Grazie alla conversione dinamica della valuta DCC, l’hotel e i suoi clienti esteri beneficiano di ulte­ riori vantaggi: gli importi vengono convertiti direttamente nella valuta dell’ospite a un tasso di cambio con­ veniente, e voi operatori alberghieri

approfittate di una vantaggiosa per­ centuale sugli utili DCC.< lead.ch@six-payment-services.com www.six-payment-services.com/accepthospitality Per richiedere una consulenza personalizzata contattateci utilizzando il tagliando sull'ultima pagina.


PRODOTTI & SERVIzI

15

Come proteggere i dati delle carte Solitamente i clienti che prenotano una camera d’albergo forniscono come garanzia i dati della propria carta di credito – dati da proteggere scrupolosamente. Rispettando le normative PCI DSS (Payment Card Industry Data Security Standard), si garantisce un’adeguata protezione dei dati dei clienti. Oltre che per l’interesse personale di tutela dei dati e prevenzione delle frodi, l’applica­ zione dello standard è richiesto anche da organizzazioni internazionali come Visa e MasterCard. Per prevenire il furto di dati delle carte, SIX Payment Services vi consiglia di: – Aggiornate il vostro firewall e antivi­ rus constantemente e cambiate in ogni caso la vostra password di nor­ ma su tutte le vostre applicazioni; – tutelare i dati da archiviare assicuran­ dovi che i dati elettronici siano pro­ tetti da un salvataggio criptato e che quelli cartacei siano conservati solo

con un’adeguata sorveglianza o sot­ to chiave; – cancellare progressivamente i dati dei quali non avete più assoluto bisogno; – limitare l’accesso ai dati alle persone che ne necessitano per esigenze in­ formative aziendali; – contattare il vostro fornitore di siste­ ma se non siete sicuri del luogo e delle modalità di salvataggio dei dati all’interno della vostra infrastruttura. Per gli operatori alberghieri che richie­ dono i dati delle carte per la prenota­ zione delle camere, è importante che ciò avvenga esclusivamente per telefo­ no o fax, non via e­mail. Nelle confer­ me di prenotazione ai clienti si racco­ manda di applicare il principio «meno è meglio» e limitarsi all’essenziale: indi­

cazioni come prezzi, indirizzo dell’alber­ go, numero di prenotazione, condizioni di annullamento e addebito – mai i numeri di carta. Richiedete subito il manuale con i prin­ cipali consigli e le informazioni per un’elaborazione sicura dei pagamenti con carta negli alberghi. Per voi e i vo­ stri clienti.< pci-info.ch@six-payment-services.com www.six-payment-services/accept-pci Ordinate gratuitamente il manuale utilizzando il tagliando sull'ultima pagina.

Tutto sulla Dynamic Currency Conversion (DCC) in soli 10 minuti Grazie alla conversione dinamica della valuta DCC incrementerete il successo del vostro business. Con il nuovo e-learning, scoprirete come con la DCC i vostri collaboratori potranno offrire ai clienti un servizio ancora migliore. In futuro SIX Payment Services offrirà a tutti gli esercenti che scelgono la DCC un programma audiovisivo inte­ rattivo: l’e­learning gratuito sulla DCC, che consentirà loro di illustrare effica­ cemente ai collaboratori caratteristi­ che e punti di forza della DCC. L’appli­ cazione presenta tutti gli aspetti essenziali, spaziando dalla presenta­ zione del prodotto ai dettagli della pro­ cedura di pagamento ai vantaggi per i clienti fino alla composizione del tas­

so di cambio. Così voi esercenti e la vostra équipe potrete conoscere a fondo la DCC in soli 10 minuti. Tutti i vantaggi in breve: – Formazione standardizzata di alto livello per tutti gli operatori al POS – Ideale per clienti con personale numeroso o turnover elevato – Utilizzo flessibile ed efficiente – Esperienza formativa multimediale e interattiva.<

www.six-payment-services/accept-dcc


Nicht frankieren Ne pas affranchir Non affrancare

Geschäftsantwortsendung Invio commerciale-risposta Envoi commercial-réponse

Partner-ID Partner ID

Frau Sig.ra

Partner ID Firma Società

Sig.

Società

Vorname Nome

Sig.ra

Nome

Ort Località

PLZ NPA

Nr. N°

Strasse Via

Name Cognome

NPA

Via

Cognome

SIX Payment Services SA Lead Management Hardturmstrasse 201 Casella postale 8021 Zurigo

Telefon Telefono

Località Telefono

E-Mail E-mail

Nicht frankieren Ne pas affranchir Non affrancare

Partner-ID Partner ID

Frau Sig.ra

Partner ID

Firma Società

Geschäftsantwortsendung Invio commerciale-risposta Envoi commercial-réponse

E-mail

Sig.

Società

Vorname Nome

Sig.ra

Nome

Name Cognome

PLZ NPA

Nr. N°

Strasse Via

Cognome Via N° NPA

Ort Località Telefon Telefono

SIX Payment Services SA PCI Hardturmstrasse 201 Casella postale 8021 Zurigo

Telefono

E-Mail E-mail

Località

E-mail

Sig. Herr

Sig. Herr

Nicht frankieren Ne pas affranchir Non affrancare

Geschäftsantwortsendung Invio commerciale-risposta Envoi commercial-réponse

SIX Payment Services SA E­Commerce Hardturmstrasse 201 Casella postale 8021 Zurigo

Nicht frankieren Ne pas affranchir Non affrancare

Geschäftsantwortsendung Invio commerciale-risposta Envoi commercial-réponse

SIX Payment Services SA Lead Management Hardturmstrasse 201 Casella postale 8021 Zurigo


Sono interessato all’utilizzo di 3­D Secure. Vi prego di contattarmi per una consulenza.

Più sicurezza per il vostro business online

Pagina 12

Intendo approfittare dello sconto di permuta valido fino al 31 luglio 2012 e ordinare

Offerta di permuta per nuovi terminali

Pagina 13

yomani (con tecnologie Ethernet e Contactless). xenta Contactless.

Pagina 14

Proteggete i dati delle carte

Pagina 15

Sono in procinto di lanciare un Online­Shop. Vi prego di contattarmi per una consulenza.

Vi prego di contattarmi per una consulenza.

Semplificate i pagamenti con carta negli hotel

La fornitura dei terminali avviene a ca. tre mesi dall'ordinazione.

Sono interessato all’utilizzo della Swiss Hospitality Solution.

Desidero ricevere il manuale con importanti consigli e informazioni per un’elaborazione sicura dei pagamenti con carta negli alberghi. Vi prego di inviarmene:

Vi prego di contattarmi per una consulenza.

copie via posta. copie via e­mail.


Sono lieto di fare da consulente a FoxTown Essendo appassionato dello stile di vita italiano, per me ogni visita al FoxTown è un’esperienza unica; nei 160 negozi trovo tutto ciò che un amante della moda come me può desiderare. Un’offerta variegata anche per quanto riguarda i pagamenti senza contanti, sempre all’altezza delle aspettative della nostra clientela. Grazie alla vasta gamma di servizi SIX Payment Services, siamo in grado di soddisfare le esigenze dei diversi esercenti e clienti; è il caso della carta di pagamento UnionPay, accettata presso tutti i negozi e utilizzata da molti clienti asiatici. Da circa otto anni offro la mia consulenza a Giorgia Tarchini e al suo team, dal 2011 con SIX Payment Services; posso contare su una collaborazione ineccepibile che apprezzo molto. Michael Blatter, Head Account Management South

www.six-payment-services.com


Accept 1/2012 - aprile  

La rivista per i clienti Accept di SIX Payment Services

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you