Page 1

AIPE s ew

n

43 Marzo 2010

NOTIZIE DALL’ASSOCIAZIONE ITALIANA POLISTIRENE ESPANSO

PROGRAMMA attività “ 2010 ” Acustica e sostenibilità ambientale, le linee guida di quest’anno

Aipe da oltre 20 anni è impegnata a tutelare e promuovere l’utilizzo dell’EPS di qualità nei 2 principali settori applicativi, edilizia e imballaggio, raggruppando oltre 90 aziende di settore che ne condividono gli obiettivi. Le attività per il 2010, previste dai vari Gruppi di lavoro settoriali operanti all’interno dell’Associazione (Cappotto, Sistemi e Componenti per l’Edilizia, Macchine e Imballaggio), si concentrano su due principali tematiche: sostenibilità ambientale e isolamento acustico. Grande attenzione viene come sempre rivolta dall’Associazione al mercato dell’EPS, ai suoi sviluppi normativi e tecnologici. Con due specifiche aree tecnica e comunicazione - Aipe intende aggiornare costantemente i soci e gli attori del mercato attraverso strumenti consolidati quali studi, ricerche, convegni, corsi, comunicati stampa, articoli e newsletter ma

anche utilizzando canali meno tradizionali. È prevista la realizzazione di video divulgativi sulla produzione dell’EPS e sulle varie applicazioni nei settori edilizia e imballaggio. Gli sforzi di Aipe per una sempre maggiore ecocompatibilità del polistirene si concretizzano quest’anno nella preparazione di una ricerca con i dati scaturiti dagli studi LCA ed EPD e nella promozione di sistemi e metodologie per il riutilizzo e/o il riciclo del materiale in entrambi i settori. Prosegue l’iniziativa legata al programma di monitoraggio della qualità HQI (High Quality Insulation) attraverso un continuo monitoraggio del mercato e la divulgazione di una specifica brochure, per garantire il progettista e l’utilizzatore finale sulla qualità e sulla compatibilità ambientale dei manufatti in EPS posti sul mercato come isolanti termici e quindi marcati CE. Formazione e informazione rappresentano come sempre il nodo centrale delle attività associative. Klimahouse, Made Expo, Saie (e altre importanti manifestazioni fieristiche da definire) ospitano il nuovo e originale stand di Aipe e i 2 convegni istituzionali: • “Tetti, facciate e solai. Isolamento acustico e benessere ambientale” - organizzato al Made Expo lo scorso 4 Febbraio.

sommario Curiosità dal mondo del polistirene

Lape “fabbrica intelligente”

EPS per “avvolgere” gli avvolgibili

Attività Aipe


• “Gli edifici sostenibili” - Saie (Bologna) a Ottobre. L’isolamento acustico è al centro anche dei 3 corsi di formazione organizzati in collaborazione con gli Ordini Professionali (ingegneri e architetti) a Bari, Messina e Firenze. Aipe è referente in Borse di Studio messe a disposizione da Plastics Europe per gli studenti dell’Università di Novara che riguardano 3 tematiche connesse al polistirene: edilizia, imballaggio e riciclo. L’associazione arricchisce la propria collana di volumi tecnici con un nuovo manuale sul riscaldamento e il raffrescamento con pannelli radianti. Il resto della documentazione prevista riguarda una relazione sulle emissioni in luogo di lavoro e in atmosfera per pentano e stirene, il regolamento Reach e il CREEP relativo alle prove sulla resistenza a compressione nel tempo. Altro aspetto fondamentale è sicuramente quello normativo e legislativo. L’Associazione partecipa attivamente a gruppi di lavoro tra i quali UNI, CTI, UNIPLAST, ECOLABEL, ITACA e a Gruppi Ministeriali nei settori termica, acustica, imballaggio, ambiente e fuoco. Focus sull’imballaggio Il settore dell’imballaggio rappresenta la seconda applicazione per importanza con circa il 40% di EPS immesso nel mercato nazionale.

Aipe ha da sempre posto particolare attenzione alla promozione del polistirene per il Packaging, analizzandone i principali settori: elettrodomestico, alimentare, florovivaistico e tecnicoindustriale. Il comparto vive oggi una nuova realtà rappresentata dai rapporti prestazione-ambiente-costi. Le attività 2010 di Aipe si concentrano particolarmente sulla seconda tematica, l’impatto ambientale viene declinato nelle sue diverse accezioni: • divulgazione del ciclo di vita di imballi in EPS; • adeguamento e risposta alle linee guida del GPP (Green Public Procurement); • rispondenza alle richieste del Regolamento Reach sulle sostanze chimiche; • analisi dei processi produttivi e verifica delle emissioni verso l’ambiente interno e verso l’ambiente esterno; • studio delle linee principali da adottare per gli imballi post uso permettendone: - il recupero con una prima trasformazione, mediante frantumazione e/o compattazione; - il riutilizzo come fonte di energia (termovalorizzazione); - il riciclo con le differenti possibili modalità. Riguardo alle singole attività, è in fase operativa una revisione delle norme UNI 10667 (in particolare parte 1, 12 e 14) sulle materie plastiche prime se-

condarie finalizzata principalmente a semplificare le procedure di trasporto dei rifiuti. Aipe sta redigendo una lista completa di termovalorizzatori per valutare la possibilità di incrementare questo metodo di riutilizzo. È prevista la divulgazione di una ricerca effettuata dallo studio LCE (Life Cycle Engineering) di Torino sulla “Valutazione di mercato e potenziale di sviluppo del fine vita dell’EPS – settore packaging”. Oggetto dello studio commissionato da Aipe è l’analisi del mercato nazionale e dei possibili sviluppi per la valorizzazione dell’EPS post uso proveniente dal settore imballaggio. Si intende indicare, in via preliminare e per famiglie di prodotto, la fattibilità del riciclo e i campi di applicazione che sono attualmente giudicati economicamente interessanti. Prosegue la collaborazione di Aipe al progetto CAST, nato per definire e condividere le strategie di approccio alla sicurezza alimentare in tema di contatto con gli alimenti (MCA) mediante l’attività congiunta dei vari stakeholder sotto la responsabilità scientifica dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS). Ricordiamo che lo scorso 20 novembre a Roma sono state ufficialmente presentate le linee guida alle GMP, strutturate in una parte di applicazione generale e in una di applicazione specifica per i vari materiali tra cui la plastica. L’idea di partenza di questo lavoro del CAST è “valoriz-


Si ringrazia Polirama Italia per le immagini fornite.

zare quanto già eventualmente esistente a livello aziendale e di settore, finalizzando i sistemi di gestione più diffusi nel rispetto del Regolamento 2023/2006/CE”. Un’attenzione particolare è stata rivolta anche alle realtà delle piccole e medie imprese con l’obiettivo di costituire una base d’orientamento per

effettuare le scelte operative più opportune. A livello europeo la UE sta redigendo un Regolamento Unico EC PIM (Plastics Implementation Measure) che andrà a sostituire la Direttiva 2002/72/EC unificando la disciplina dei materiali plastici a contatto con gli alimenti. Gli aggiornamenti su tutte le attività

associative sono liberamente consultabili su www.aipe.biz Aipe 2010 activities will focus on the environmental sustainability and the acoustic insulation for B&C and on EPS end-life collection and recycling for Packaging.

Curiosità dal mondo del polistirene The evolution of the species, creatività in EPS Con “The evolution of the species” lo scultore piacentino Valerio Saltarelli Savi (www.valeriosaltarellisavi.com) è stato tra i selezionati nella categoria “Installazione e scultura” del Premio Celeste 2009, prestigioso concorso nazionale dedicato alle arti figurative. L’opera vuole celebrare i 200 anni dalla nascita del famoso biologo Charles Darwin (1809-1882) con una interpretazione personale e volutamente negativa della sua famosa teoria evoluzionistica. Lo scultore realizza un’istallazione (150 X 40 X 200 cm) con 2 barelle per il trasporto dei feriti, la prima risalente ai primi anni del Novecento e utilizzata durante la Prima Guerra Mondiale, la seconda dei giorni nostri, sulle quali sono stati adagiati 2 corpi umani carbonizzati modellati in EPS. Il messaggio di Saltarelli Savi è decisamente forte e diretto: il progresso scientifico e tecnologico maturato dall’uomo in decenni di evoluzione ha portato alla realizzazione di armi e di strumenti di distruzione sempre più tragicamente perfetti e pericolosi. Un inutile spreco

di risorse che invece di salvaguardare la “specie” potrebbe portare alla sua estinzione. L’opera rientra nel progetto dedicato al celebre trattato di Darwin “L’origine della specie” (1859) e nasce dall’assemblaggio di oggetti di reimpiego e di materiali Si ringrazia Polirama Italia per la provenienti da utilizzi diversi. È segnalazione della notizia e per il caso dell’EPS, un polimero l’invio della foto. spesso “prestato” all’arte per le sue caratteristiche di resistenza e di facile lavorabilità. The Italian sculptor Valerio Saltarelli Savi made “The evolution of the species”, a sculpture presented in occasion of “Celeste Prize 2009”. The artwork represents his negative interpretation of the famous theory of evolution (Charles Darwin): 2 stretchers, one came from the First War and the second one up to date, with 2 charred human bodies made of EPS.


Lape “fabbrica intelligente” Altro importante riconoscimento ottenuto da un’azienda di Aipe L’azienda Lape di Empoli (www. lape.it) ha recentemente ricevuto il premio “Fabbrica intelligente”, promosso dalla Camera di Commercio di Padova in collaborazione con Confindustria e rivolto a enti e aziende che si siano distinti sul mercato per scelte eco-efficienti. Un importante riconoscimento ottenuto grazie a Greycicle®, isolante termico realizzato con EPS riciclato, che si è imposto nella categoria “Innovazione amica dell’edilizia”. Per realizzarlo, Lape recupera tutti gli scarti di produzione e ritira quelli dei clienti, riciclandoli. Un prodotto marcato CE in conformità alla norma UNI 13163 che garantisce elevati standard qualitativi e che è corredato dall’analisi del ciclo di vita LCA con dichiarazione EPD (Environmental Product Declaration). Greycicle si presenta in due tipologie: Greycicle Inside e Greycicle Key. Il primo è un pannello in EPS stampato contenente materia prima riciclata all’80%, ricoperto da uno strato di EPS 100 G, caratterizzato da resistenza a compressione al 10% di schiacciamento CS (10) ≥70 kPa e conduttività termica dichiarata λD a 10 °C = 0,035 W/mK. Il secondo è un

Greycicle Inside

L’Ing. Leonardo Vetturi, responsabile dell’Ufficio Tecnico di Lape e la signora Giovanna Ceccatelli, responsabile della qualità, ritirano il premio.

pannello prodotto con il 100% di polistirene riciclato con una resistenza a compressione al 10% di schiacciamento CS(10) ≥70 kPa e una conduttività termica dichiarata λD a 10 °C = 0,032 W/mK. Lape, che da oltre 40 anni produce EPS per l’edilizia e l’imballaggio, è una realtà che concentra molte energie nella ricerca e nell’innovazione sostenibile. Oltre al premio appena ricevuto, l’azienda ha ottenuto le principali certificazioni del settore tra cui la ISO 14001 e la successiva EMAS per il sistema di gestione ambientale e la ISO 9001:2000 (gestione per la quali-

Greycicle Key

tà). In accordo con i più severi standard internazionali, si è inoltre dotata di un innovativo impianto di abbattimento del pentano (composto organico gassoso che espande le perle di polistirene) in grado di trattenere le particelle derivanti del processo produttivo. L’azienda toscana arricchisce ulteriormente il già numeroso gruppo di “fabbriche intelligenti” associate ad Aipe che hanno ottenuto importanti riconoscimenti per i propri sforzi indirizzati a realizzare prodotti eco-efficienti, in totale sintonia con la filosofia associativa.

Lape, Aipe member, was recently awarded the Prize “Intelligent factory”, promoted by Padua Chamber of Commerce, for Greycicle® (thermal insulation product made of recycled EPS).


EPS

per “avvolgere” gli avvolgibili

Cassonetti prefabbricati a scomparsa in polistirene espanso Un’eccellente coibentazione deve coinvolgere ogni elemento del fabbricato, compresi i cassonetti destinati a contenere le tradizionali tapparelle spesso responsabili della creazione di ponti termici che invalidano anche il corretto isolamento di altre parti dell’edificio. Il problema trova un’efficace soluzione nell’utilizzo di innovativi cassonetti in EPS prefabbricati e a scomparsa che rispondono alle più elevate esigenze in termini di isolamento termico e acustico, contribuendo attivamente al risparmio energetico. Grazie al polistirene questi elementi evitano il passaggio di correnti fredde, di umidità e il propagarsi dei rumori. Integrandosi nella muratura e

letteralmente “scomparendo”, a differenza dei tradizionali sistemi esterni, garantiscono flessibilità nella progettazione, valore estetico e facilità di montaggio con il vantaggio anche economico di evitare molte fasi costruttive del vano finestra. Edilcass (www.edilcass.it), azienda di Cisternino (BR) da anni associata ad Aipe, è leader nella produzione di questi elementi composti da profili in EPS autoestinguente ad alta densità (30-35 Kg/Mc), armatura in acciaio zincato da 4 mm con passo da 250 mm, parte superiore sagomata con incavi per favorire l’aggancio all’architrave e parte inferiore in alluminio. Nella fase di espansione, il tutto è inserito in un’unica fusione, creando una struttura stabile, solida e al contempo leggera. Grazie alle diverse linee disponibili (standard, con interno rotondo, con lamiera, modulari per murature con spessori particolari, per negozi e garage e per frangisole) i cassonetti Edilcass si adattano ad ogni esigenza costruttiva.

La loro efficacia isolante è certificata dai rapporti di prova rilasciati dall’ITC-CNR di San Giuliano Milanese che ne ha verificato l’indice di isolamento termico (U = 2,289 w/mq °C) e quello di isolamento acustico (Rw = 34/38 dB). Edilcass ha recentemente lanciato sul mercato anche 2 evoluzioni di questo elemento: un cassonetto composto da polistirene con una spalla in laterizio (verso l’esterno della costruzione) per evitare eventuali problemi di ritiro differenziato degli intonaci o diversi coefficienti di dilatazione termica e il binomio cassonetto + pretelaio in lamiera zincata che delimita lo spazio dove viene montato il serramento.

Edilcass, Aipe member, produces boxes for roller shutters made of selfextinguishing high density EPS to guarantee an excellent thermal and acoustic insulation.


Attività Aipe AIPE Via Via M.A Colonna, 46 20149 Milano Tel. +39 02 33606529 Fax +39 02 33606604 e-mail: aipe@epsass.it http://www.aipe.biz

Aipe al seminario LIUC Lo scorso 18 Febbraio LIUC (Università Carlo Cattaneo di Castellanza), in collaborazione con UNIVA (Unione Industriali Provincia di Varese) e con le associazioni di categoria dei

materiali polimerici (Assocomaplast, Federazione Gomma-Plastica, Federchimica PlasticsEurope Italia), ha organizzato il seminario “Risparmio energetico in edilizia. Sfide e soluzio-

Prossimi incontri “LE NORME UNI TS 11300 QUALE SISTEMA NAZIONALE DI RIFERIMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI E LA MISURA DELLA LORO SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE” Convegno CTI – Next Energy

23 Marzo 2010 – Mostra Convegno Expo Comfort, Rho Fiera ore 9.45 – 13

ni (il ruolo delle materie plastiche e della gomma)”. È stato presentato un aggiornamento sulla normativa nazionale ed europea e sono state analizzate le opportunità offerte dai polimeri e dalle gomme. Parterre ricco di illustri relatori, tra cui Andrea Taroni (rettore dell’Università), Roberto Moneta (Ministero dello Sviluppo Economico), Damiano Di Simine (Presidente Legambiente Lombardia), nel quale Aipe ha avuto l’onore di sedere. Marco Piana con la relazione “Progetti innovativi per l’efficienza energetica” ha presentato il progetto pilota della Casa 2 Litri di Ozzano sottolineandone il ridottissimo consumo energetico ottenuto anche grazie ad un efficace impiego dell’EPS come isolante.

Programma: 9.45 – Apertura dei lavori • prof. Giovanni Riva – Direttore Generale CTI 10.00 – Le norme UNI TS 11300: visione generale, programma di sviluppo e loro utilizzo per la determinazione della sostenibilità degli edifici arch. Anna Martino – CTI 10.30 – La UNI TS 11300 Parte 3. Contenuti e metodi applicati ing. Walter Pennati – COAER – Coordinatore GL 503 del CTI 11.00 - La UNI TS 11300 Parte 4. Contenuti e metodi applicati ing. Augusto Colle – Presidente Sottocomitato 6 CTI 11.30 Gli audit energetici come strumento per la diminuzione dei consumi energetici degli edifici esistenti. Progetti di norme tecniche in corso. ing. Vincenzo Lattanzi – Enea – Esperto CTI 12.00 – I protocolli per la dichiarazione di sostenibilità ambientale: il contributo del CTI • ing. Marco Piana – AIPE - Coordinatore GL 101 CTI 12.30 – Discussione 13.00 Termine dei lavori

Aipe activities: - Last 18 February Aipe took part in the seminary “Energy Saving in B&C”, organised by the LIUC (University Carlo Cattaneo in Castellanza – VA), with the presentation “Innovative projects for the energy efficiency” - Next 23 March Aipe will present a speech at the conference organised by CTI (Comitato Termotecnico Italiano) to discuss the standard UNI TS 11300 on the Italian buildings energy certification.

/AIPENews43  

http://www.aipe.biz/pdf/AIPENews43.pdf

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you