Page 1


Sinistra per… Giurisprudenza Da   ormai   vent’anni   Sinistra   per...   è   in   campo   per   la   salvaguardia   dei   diritti   degli   studenti   iscritti   all'Università   di   Pisa,   sia   attraverso   la   promozione   di   radicati   percorsi   di   partecipazione   e   mobilitazione,   sia   attraverso   la   rappresentanza   dei   bisogni  reali  della  popolazione  studentesca  all’interno  degli  organi  dell’Ateneo.  Da   alcuni   anni   a   questa   parte   ci   vediamo   costretti   a   rispondere   ad   un   progetto   di   evidente   ridimensionamento   dell'università   pubblica,   in   termini   di   qualità   della   didattica  e  dell'offerta  formativa,  e  di  progressivo  smantellamento  del  sistema  di   diritto  allo  studio.   Contro   questo   attacco   all’idea   di   istruzione   pubblica   e   di   qualità   ci  siamo  mobilitati  coinvolgendo  la  quasi  totalità  della  popolazione  studentesca.     Non  è  però  nella  nostra  natura  attivarci  e  spegnerci  ad  intermittenza  in  base  alle   fasi   di   movimento:   la   nostra   idea   di   formazione   e   il   nostro   progetto   politico   all'interno   dell'università   ci   portano   a   una   continua   ricerca   della   loro   attuazione,   attraverso  la  rappresentanza  nei  Dipartimenti  e  negli  organi  centrali  dell'Ateneo.   Da  sempre  ambiamo  a  presidiare  le  istituzioni  per  rendere  esponenziali  e  concrete   le  rivendicazioni,  le  istanze  e  i  bisogni  che  esistono  nella  composizione  studentesca   ed   essere   realmente   incisivi   ed   efficaci   sulle   condizioni   materiali   della   vita   accademica.   Vogliamo   costruire   un   orizzonte   diverso,   che   abbiamo   individuato,   dapprima   nel   redigere   il   testo   di   un’“Altrariforma”   dell'università,   poi   attraverso   l’ingresso   nell’organizzazione  nazionale  Link  –  Coordinamento  Universitario.  Ma  l'alternativa   parte   da   qui,   dall'approccio   col   quale   affrontiamo   le   questioni   quotidiane   e   le   decisioni   strategiche   che   si   prendono   in   Ateneo.   Continueremo   a   portare   in   ogni   sede,   dalle   aule   dei   dipartimenti   agli   organi   centrali   d’ateneo,   la   nostra   visione   complessiva   di   un’università   pubblica,   laica,   di   qualità,   aperta   ai   contributi   degli   studenti  e  al  confronto  politico.  Con  questo  spirito  ci  candidiamo  anche  quest'anno   alle  elezioni,  con  la  forza  degli  obiettivi  raggiunti  nel  corso  degli  anni  e  soprattutto   con  lo  spessore  dei  contenuti  del  nostro  programma!      

VITA

ALLE

PIAGGE!

 

Come  e  dove  posso  mangiare?   Vorresti   mangiare   un   pasto   caldo   e   non   il   solito   panino?   Vorresti   evitare   le   code   infinite   della   Mensa   di   Via   Betti?   Esiste   una   soluzione   a   tutto   questo   –   e   Sinistra   per...  lo  dice  da  mesi  ormai.   L'ex   convento   di   Santa   Croce   in   Fossabanda,   di   proprietà   comunale,   potrebbe   diventare   una   mensa   universitaria   e   casa   dello   studente:   basterebbe   locare   l'immobile   dietro   corrispettivo   all'Azienda   per   il   Diritto   allo   Studio   Universitario.   Come   Sinistra   per...   continueremo   a   lavorare   affinché   ciò   avvenga,   se   volete  

jus@sinistraper.org


6-7-8 maggio 2014

elezioni studentesche

sostenerci  firmate  la  nostra  petizione!    

Dove  posso  studiare?   L'aula   studio   è   sempre   piena?   Le   aule   aperte   per   studiare   sono   una   risposta.   Abbiamo   già   chiesto   in   più   sedi,   tra   cui   il   Consiglio   degli   Studenti,   che   le   aule   del   polo   inutilizzate   fossero   tenute   aperte   per   far   studiare   o   ripetere   gli   studenti   durante  la  giornata.  Qualora  i  portieri  si  rifiutassero  di  aprirle,  segnalatecelo!   Inoltre   stiamo   lavorando,   sulla   base   di   una   delibera   del   Consiglio   di   Amministrazione  dello  scorso  giugno,  affinché  la   palazzina   gialla   di   fronte   il   polo   venga  ristrutturata  e  adibita  ad  aula  studio,  con  delle  stanze  lasciate  ad  uso  degli   studenti  anche  per  ripetere  o  con  postazioni  computer.    

GLI

OBIETTIVI RAGGIUNTI    

 

Di  seguito,  un  riepilogo  di  tutti  gli  obiettivi  contenuti  nel  programma  delle  elezioni   del  maggio  2012  che  hanno  trovato  reale  concretizzazione!        

•  Regolamentazione  delle  assemblee  studentesche  

La  richiesta  di  disciplinare  le  assemblee  studentesche  all’interno  del  Dipartimento,   attraverso   lo   strumento   della   sospensione   dell’attività   didattica,   nasceva   fondamentalmente   dall’esigenza   garantire   alla   popolazione   studentesca   la   partecipazione  ai  momenti  assembleari,  senza  rinunciare  a  seguire  le  lezioni.  Nello   specifico,  la   proposta   che   abbiamo   portato   avanti,  e  sulla  quale  c'è  stato  un  ampio   consenso   di   tutte   le   componenti   (fatta   eccezione   per   pochi   «rappresentanti»   che   hanno  ritenuto  il  diritto  di  assemblea  non  meritevole  di  tutela),  è  stata  recepita  in   sede  di  redazione  del  Regolamento  di  funzionamento  del  Dipartimento.   L'obiettivo   che   abbiamo   portato   avanti   era   quello   di   mantenere   spazi   di   democrazia   diretta   all’interno   dell’Università   (in   controtendenza   con   il   disegno   autoritario   previsto   dalla   riforma   Gelmini)   e   soprattutto   di   ridurre   al   minimo   la   distanza   tra   «rappresentati»   e   «rappresentanti»,   dando   ai   primi   la   possibilità   di   farsi   promotori   di   istanze   che   i   secondi   non   fossero   stati   in   grado   di   cogliere   autonomamente.          

•  Tabelle  di  congruenza       Dopo  anni  si  è  finalmente  deciso  di  affrontare,  su  nostra  richiesta,  la  tematica  dei  6   CFU   a   scelta   libera,   che   fino   ad   oggi   erano   sostanzialmente   ridotti   al   settimo   opzionale.   Il  regolamento  infatti  stabilisce  che  tra  i  vari  modi  di  conseguire  questi   CFU   c'è   la   possibilità   di   sostenere   esami   all'esterno   del   Dipartimento,   ma   solo   se   questi   vengono   giudicati   congruenti   con   il   piano   di   studi.    Grazie   al   nostro   www.sinistraper.org


Sinistra per… Giurisprudenza intervento   nell’allora   commissione   didattica   di   facoltà,   ad   oggi   è   presente   una   tabella   contenente   tutta   una   serie   di   esami   esterni   al   Dipartimento,   la   cui   congruenza   è   riconosciuta   automaticamente.    Da   parte   nostra   riteniamo   fondamentale   assicurare   un'ampia   libertà   di   scelta   anche   in   ambiti   di   conoscenza   diversi   da   quelli   prettamente   giuridici,   nell'ottica   di   una   personalizzazione   dei   piani   di   studio   dei   singoli   studenti,   improntata   alla   valorizzazione   di   specifici   interessi  e  aspirazioni  dello  studente.      

•  Attivazione  di  altri  esami  di  lingua  straniera  (nello  specifico  Francese  e   Spagnolo)       L’indirizzo   del   Dipartimento,   su   nostra   sollecitazione,   è   stato   quello   di   implementare   l’offerta   formativa   nell’ambito   delle   lingue   straniere,   dando   la   possibilità   allo   studente   di   scegliere   di   sostenere   l’esame   di   idoneità   di   lingua     Francese  oltre  all’idoneità,  già  prevista,  di  Inglese  giuridico.    

•  Prove  intermedie    

La   proposta   fatta   in   sede   di   Commissione   Didattica   e   recepita   dal   Consiglio   di   Dipartimento   con   delibera   del   20   Novembre   2012   prevede   la   possibilità   di   sostenere  prove  intermedie  per  tutti  gli  insegnamenti  annuali  (vale  a  dire  spalmati   nei   due   semestri   dell’anno   accademico)   in  tutti  e  tre  gli  appelli  del  1°  semestre  (e   non   solo   in   due   appelli   come   avveniva   precedentemente),   ferma   restando   la   possibilità   di   ripetere   la   stessa   prova,   in   caso   di   esito   negativo.   È   garantita   la   possibilità   per   gli   studenti   lavoratori   di   sostenere   la   prova   intermedia   in   tutti   gli   appelli  a  prescindere  dal  semestre  in  cui  si  tiene  il  corso.          

•  Attivazione  curricula  a  DILPA     Abbiamo   ottenuto   la   reintroduzione   dei   curricula   (in   particolare   quello   di   operatore   giudiziario,   ridisegnato   per   formare   figure   che   possano   operare   nel   settore   della   sicurezza   e   della   gestione   del  fenomeno  migratorio),  a  cui  potranno   su   richiesta   accedere   anche   gli   attuali   iscritti    (la  proposta  dei  docenti  era  di  fare   il   passaggio   obbligatorio   per   tutti   facendo   perdere   alcuni   esami,   ma   siamo   riusciti   a   scongiurare   questo   rischio).  

jus@sinistraper.org


6-7-8 maggio 2014

PROGRAMMA

PER

elezioni studentesche

LMG: GIURISPRUDENZA

 

Tabelle  di  congruenza   Abbiamo  riscontrato  che  lo  strumento  delle  tabelle  di  congruenza  non  ha  riscosso   sufficiente  successo:  ci  impegneremo  quindi  affinché  esso  venga  potenziato  e  reso   di  più  facile  fruizione,  così  da  favorire  l'arricchimento  dell'esperienza  universitaria   con  lo  studio  presso  Dipartimenti  diversi  da  quello  di  Giurisprudenza.    

Didattica  alternativa  7+1   Nel   2011,   il   Consiglio   dell'allora   Facoltà   istituì   il   cosiddetto   «7+1»,   sistema   in   grado   di   superare   l'impostazione   tradizionale   della   lezione   frontale,   tenuta   dal   docente,   in  favore  di  una  maggiore  interazione  tra  docente  e  studente  utilizzando  strumenti   come:  simulazione  di  processi,  workshop,  seminari  su  questioni  di  attualità  giuridica,   laboratori  di  scrittura  giuridica.    

Poiché   tale   sistema   non   ha   avuto   una   concreta   attuazione,   riteniamo   opportuna   una   maggiore   attenzione   da   parte   dei   docenti   e   lavoreremo   affinché   le   suddette   “buone  pratiche”  siano  formalmente  recepite  in  un  apposito  catalogo  e  applicate.    

Riconoscimento  delle  idoneità  di  lingua  straniera   Lavoreremo  perché  venga  suddiviso  l'esame  di  inglese  giuridico  in  2  moduli,  inglese   generale   e   inglese   giuridico,   e   sia   riconosciuta   la   validità   delle   idoneità   di   lingua   conseguite  al  di  fuori  del  corso  in  sostituzione  del  modulo  di  inglese  generale.    

Tirocini  e  seminari   Riteniamo   che   sia   fondamentale   implementare   l'offerta   formativa   con   l'introduzione   di   seminari   e   tirocini   che   permettano   di   coprire   i   sei   crediti   dell'esame   a   scelta   libera.   A   tale   scopo,   abbiamo   da   tempo   in   cantiere   l'idea   di   proporre   l'istituzione   di   un   consultorio   giuridico   per   migranti,   in   collaborazione   con   il   Centro   Interdipartimentale   di   Scienze   per   la   Pace,   sul   modello   di   un'esperienza   di   “Legal   clinic”   già   esistente   in   altre   realtà   universitarie   italiane,   come  l'Università  di  Roma  Tre.   La  nostra  richiesta  è  quella  di  istituire  una  commissione  permanente  che   si   occupi   della   gestione   di   queste   due   forme   di   didattica.  Nel  caso  dei   tirocini   sarà  necessario  sviluppare  convenzioni   apposite,  sia  nel  settore   pubblico   che   in   quello   privato,   e   un   sistema   di   controllo   sulla   validità   e   sull'efficacia   formativa   di   queste   iniziative.   Per   quanto   riguarda   i   seminari   chiediamo  che  vengano  inseriti  in  programmazione  didattica  con  un  peso  di  3   o   6   CFU,  prevedendo  una  relazione  tra  ore  di  didattica  e  CFU.   www.sinistraper.org


Sinistra per… Giurisprudenza  

Anticipo  del  praticantato  

L'art.   9   comma   6   del   D.L.   n.   1/12,   c.d.   "Decreto   Liberalizzazioni",   coordinato   con   la   L.  di  conversione  n.27/2012  prevede  a  chiare  lettere  che  il  "tirocinio  previsto  per   l’accesso  alle  professioni  regolamentate  per  i  primi  sei  mesi,  può  essere  svolto  in   concomitanza   col   corso   di   studio   per   il   conseguimento   della   laurea   di   primo   livello   o  della  laurea  magistrale."  Questo  vuol  dire  che  finalmente  qualcuno  si  è  accorto   che   gli   studenti   iscritti   al   Dipartimento   di   Giurisprudenza   acquisiscono   troppe   nozioni   teoriche   e   pochissime   pratiche.   Noi   vogliamo   che    il   Dipartimento   di   Giurisprudenza  proceda  alla  stipula  di  convenzioni  con  l'Ordine  degli  Avvocati  per   rendere   effettiva   questa   possibilità   tutelando   allo   stesso   la   coerenza   di   questa   esperienza   con   il   percorso   formativo   ed    diritti   connessi   alla   delicata   situazione   della  nuova  figura  dello  studente-­‐praticante.    

Miglioramento  dell'offerta  Erasmus   Riteniamo   che   l'offerta   Erasmus   di   cui   dispone   il   nostro   Dipartimento   non   sia   sufficientemente  adeguata  alle  esigenze  di  maggiore  “internazionalizzazione”  degli   studi   universitari   che   il   mondo   odierno   richiede.   Per   questo   motivo   abbiamo   sviluppato   una   proposta   di   riforma   del   programma   che   abbiamo   intenzione   di   portare   al   più   presto   all'attenzione   degli   organi   di   Dipartimento.   Tale   proposta   è   così  articolata:     •  Erasmus  Placement.  A  tale  strumento,  volto  a  promuovere  l'attivazione  di  stage   presso   imprese   o   centri   di   formazione   e   di   ricerca   in   uno   dei   Paesi   Europei   partecipanti   al   Programma   Erasmus,   attualmente   non   è   riconosciuto   alcun   valore   formativo.   Chiederemo   che   sia   automaticamente   riconosciuto   come   “attività   a   scelta  libera  da  6  CFU”  tramite  il  suo  inserimento  nelle  tabelle  di  congruenza.   •  Ampliamento   della   rosa   delle   convenzioni.  Attualmente,  se  le  convenzioni  con  le   università  spagnole  abbondano,  non  si  può  dire  altrettanto  di  quelle  con  atenei  di   Paesi  come  Francia,  Germania  o  Regno  Unito.  In  particolare,  riteniamo  fortemente   insufficiente   rispetto   al   numero   di   richieste   che   ogni   anno   pervengono   e   all'importanza   dello   studio   in   uno   dei   Paesi   di   common   law   più   importanti   al   mondo,  l'offerta  verso  la  Gran  Bretagna.   •   Dato   il   recente   ampliamento   del   numero   di   CFU   conseguibili   in   Erasmus   (60   CFU)   e   la   contemporanea   restrizione   delle   materie,   vigileremo   affinché   la   rosa   degli   esami  sostenibili  non  sia  eccessivamente  limitata.   •   Lavoreremo   alla   creazione   di   una   tabella   di   conversione   dei   voti   conseguiti   all’estero   che   sia   uguale   e   più   equa   per   tutta   l’area   del   sociale   (Giurisprudenza,   Scienze  Politiche,  Economia).    

jus@sinistraper.org


6-7-8 maggio 2014

elezioni studentesche

PROGRAMMA PER DILPA: DIRITTO DELL'IMPRESA, DEL LAVORO

E DELLA

P.A.

 

Con   la   creazione   della   Laurea   Magistrale   in   Giurisprudenza,   le   lauree   triennali   professionalizzanti   hanno   assunto   un'importanza   strategica   fondamentale   per   il   nostro   dipartimento,   specialmente   per   coprire   la   formazione   di   chi   desidera   intraprendere  percorsi  professionali  diversi  dalle  carriere  forensi.   Durante   lo   scorso   mandato   abbiamo   ottenuto   alcuni   rilevanti   risultati   come:   l'attivazione  dell'esame  di  elementi  di  ragioneria,  che  è  una  materia  dell'esame  di   stato  per  i  consulenti  del  lavoro;  l'istituzione  dei   seminari   integrativi  per  le  scelte   libere   e   ci   siamo   adoperati   per   tutelare   gli   iscritti   al   vecchio   corso   di   Diritto   Applicato  permettendogli  di  terminare  il  loro  percorso  di  studi.      

Cosa  proponiamo   • È   necessario   completare   l'offerta   didattica   dando   un   naturale   sbocco   ai   curriculum   privatistici,   per   questo   chiediamo   alla   facoltà   di   attivarsi   per   dare   ai   laureati   triennali   la   possibilità   di   proseguire   i   propri   studi   con   un   percorso   nell'ambito  economico.   • Miglioramento   dei   curricula   di   nuova   attivazione:   per   giurista   d’impresa   chiediamo   che   vengano   adeguatamente   valorizzati   ed   implementati   gli   esami   a   scelta   nel   settore   dell'economia   aziendale;   per   consulente   del   lavoro   chiediamo,   invece,  l’aumento  del  numero  di  esami  nel  settore  tributario.   •   Abolizione   delle   propedeuticità   –   l'anno   scorso   il   consiglio   di   dipartimento   ha   scelto  di  ridurre  fortemente  le  propedeuticità  previste  per  la  laurea  magistrale  ma   da  questo  provvedimento  è  rimasto  escluso  DILPA  (senza  nessuna  valida  ragione).   Crediamo   che   sia   essenziale   eliminare   questa   insensata   disparità   andando   a   rivedere   il   sistema   previsto   per   la   triennale   che   al   momento   prevede   propedeuticità  eccessive  e  spesso  completamente  inutili  che  rallentano  la  carriera   degli  studenti.   •  Pensiamo  che  sia  opportuno  creare  per  DILPA  una   tabella   di   congruenza  per  le   materie   a   scelta   libera,   sul   modello   di   quella   della   magistrale,   legata   in   parte   ai   piani  di  studio  previsti  dal  corso  di  laurea.   •   Riteniamo   fondamentale   sviluppare   maggiormente   le   convenzioni   che   rendono   possibili   i   tirocini   ampliandone   il   numero   e   legandoli   maggiormente   al   piano   di   studi.   •   Crediamo   che   sia   essenziale   migliorare   la   gestione   dei   seminari   integrativi   e   ampliarne  l’offerta.   www.sinistraper.org


!"#$%"&!'(!%#)!#!"#$%&"'()&*#)!#*!+,!&-,+)."/01# *+!)%#20,!&!# 30,4!"0#5!%!# $04.,!"0#20,.%# 6(.&&!0#$0-+0"%# 7.,.&0#2!%(!# 6(.&&0"),0#30''!# 8%,0#90,/0':!#

#

;0,0#$.!# <.,"0")%#2.4,%(!4%# =%>.,4%#;?0(!&!# 5+?0#$0"4%".# *0>,!.(.#9!0"?:!# <(%,!0"0#6??%'(!# ;!@%"0#A,B!.4%#

#

2!.4,0"'.(%#8!#5!((%# $0,(%440#;0(B04%,!# 6""0(!&0#9+&),0':!# $:!0,0#90?0(!"!# 6(!?.#6,."0# 30,4!"0#;?:!CC!"!# *!%,'!0#3!,4%#

!"#$%"&!'(!%#)!#$%,&%#)!#+,-1# $04.,!"0#20,.%## 7.,.&0#2!%(!# 6(.&&!0#$0-+0"%# *+!)%#20,!&!#

#

8%,0#90,/0':!# *0>,!.(.#9!0"?:!# 6(.&&0"),0#30''!## 30,4!"0#5!%!##

#

5+?0#$0"4%".## <.,"0")%#2.4,%(!4%## <(%,!0"0#6??%'(!# $:!0,0#90?0(!"!#

!"#$%"&!'(!%#)!#$%,&%#)!#!.+/01# 6""0(!&0#9+&),0':!# 6(!?.#6,."0## 30,4!"0#;?:!CC!"!# #

;!@%"0#A,B!.4%# 3!'."0#5(0C4!+# <!(!--%#$%,&!#

D.,%"!?0#*.((!# 5!")0#;0&&!# E.F)0#G0(!4

V O T A


Giurisprudenza 2014  
Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you