Issuu on Google+

Verso lo scioglimento del consiglio comunale -Una lenta e atroce agoniaA Sedriano è stata attivata la procedura per lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazione mafiosa, e lunedì 8 aprile, in municipio si è insediata la commissione di indagine prefettizia (tre componenti) e un gruppo di supporto composto di cinque unità : il Vice Questore Aggiunto (Questura di Milano), un Tenente dei Carabinieri, un Capitano della GICO (Guardia di Finanza), un Tenente Colonnello della DIA (Direzione Investigativa Antimafia) e il Segretario Generale in quiescenza. E’ una cosa gravissima e senza precedenti! Non solo a Sedriano, ma in tutta la Lombardia. Infatti nella nostra regione, fino ad oggi, non è mai stato sciolto un comune per infiltrazione mafiosa. E questo non perché la mafia non esiste (come diceva qualcuno …), ma semplicemente perché gli amministratori si sono dimessi prima. Un po’ quello che doveva fare anche il nostro caro Alfrè, ma che non ha fatto nonostante i nostri ripetuti inviti. E’ rimasto sempre ben attaccato alla sua poltrona e ha anteposto i suoi interessi davanti al bene comune dei sedrianesi. Noi lo abbiamo detto tante volte che sarebbe stato solo una questione di tempo ma nessuno ci ha mai ascoltato. E hanno fatto male.

Visto che la disinformazione a Sedriano regna sovrana, volevamo far chiarezza su alcuni punti. La commissione di accesso agli atti, nominata dal Prefetto, non è una cosa normale come qualcuno vorrebbe fare credere. Assolutamente no. Questo è il primo passo della procedura di scioglimento del consiglio comunale per infiltrazione mafiosa. Questa commissione svolge l'attività d'indagine per tre mesi prorogabili per altri tre. Dopodiché rassegna le proprie conclusioni e le invia al Prefetto. Quest'ultimo entro 45 giorni dalla conclusione del lavoro della commissione, invia una relazione al ministro dell'interno. Lo scioglimento è disposto con decreto del presidente della repubblica su proposta del ministro dell'interno previa deliberazione del consiglio dei ministri entro tre mesi dalla trasmissione della relazione del prefetto.Ora, Celeste è tutt’ora indagato per corruzione a piede libero. A oggi l’indagine non è ancora

www.sinistradisedriano.blogspot.it

conclusa. A differenza di Costantino e Scalambra a cui è stato chiesto il giudizio immediato (saltando così l’udienza preliminare), la posizione di Celeste è stata stralciata e rientra nel rito ordinario. Ricordiamo inoltre, come ha detto anche il Consiglio di Stato, sez. III sentenza 06.03.2012 n° 1266, che per sciogliere un comune non c’è bisogno di accertare giuridicamente le responsabilità penali o le collusioni con la malavita dei consiglieri comunali, né che i collegamenti tra l'amministrazione e le organizzazioni criminali risultino da prove inconfutabili. Sono sufficienti “semplici elementi”. Per procedere basta ravvisare vicinanze sospette o frequentazioni pericolose di sindaci, assessori e consiglieri con i sodalizi criminali (padrini o picciotti). E a Sedriano di questi elementi ce ne sono a iosa … Dopodiché, il Prefetto locale avanza al Ministero degli Interni la richiesta di scioglimento e il Viminale, di solito, provvede.

Ultima cosa non da poco. Nel decreto del Prefetto, per la nomina della Commissione di indagine si legge : Considerato che sono stati acquisiti elementi su possibili infiltrazioni della criminalità organizzata nell’Amministrazione Comunale di Sedriano (MI); Ravvisata la necessità – anche per esigenze di massima trasparenza – di disporre approfonditi accertamenti sulla sussistenza di forme di condizionamento degli organi elettivi ed amministrativi, tali da compromettere il buon andamento o l’imparzialità della suddetta amministrazione comunale nonché il regolare funzionamento dei servizi ad essa affidati ovvero che risultino tali da arrecare grave e perdurato pregiudizio per lo stato della sicurezza pubblica; Abbastanza inquietante! Quindi caro Alfrè, è la commissione di indagine che è ignobile (come da te dichiarato), o per caso è ignobile il fatto che non ti sei mai dimesso nonostante i tre mesi di domiciliari e le accuse pesanti? E’ la commissione di indagine che infanga il paese (come da te dichiarato), o per caso chi infanga il paese sono i tuoi presunti corruttori Scalambra e Costantino che sono tutt’ora agli arresti (il primo ai domiciliari dal 9 aprile, il secondo in carcere), e a cui è stato richiesto il giudizio immediato? Caro Alfrè, cari assessori, cari consiglieri di maggioranza … sa fem ? Lo molliamo il cadreghino ?

Pagina 1


Dalla Commissione prefettizia al PGT passando per il giudizio immediato a Scalambra e Costantino -Tutto in una settimanaNegli ultimi giorni la situazione a Sedriano è notevolmente peggiorata. Lunedì 8 aprile, si è insediata la commissione di accesso prefettizia, primo passo della procedura di scioglimento del comune per infiltrazione mafiosa. Mercoledì 9, invece Marco Scalambra, che il giorno prima era passato ai domiciliari dopo sei mesi di carcere, e Eugenio Costantino tuttora in carcere, entrambi presunti corruttori di Celeste, sono stati rinviati a giudizio con rito immediato. Il giudizio immediato consiste nel saltare l'udienza preliminare ed è richiesto esclusivamente nel caso in cui la prova risulta evidente. Quindi il loro stato passa da indagati, accusati di un reato ma non ancora sotto processo, a imputati, sottoposti ad un processo penale, che si aprirà il 17 di luglio. E questo è ancora più grave.

solo tante ombre. Una su tutte : i servizi. Sono gli stessi di prima ma con un aumento della popolazione di circa 1200 persone. Oltretutto, sentire parlare l'assessore Marazzini, dove affermava che i posti dell'asilo nido sono già sufficienti per tutti ... ci viene da pensare che la cara Massimiliana abita su Marte, e che della vita a Sedriano ne sa poco o nulla se non per sentito dire dal caro Alfrè. E non contenta, ci allietava anche sull'eventuale esternalizzazione del nido (attendiamo sua secca smentita), che i servizi pubblici perché no andrebbero privatizzati, magari con IL PARTENARIATO che significa aggregare i servizi pubblici e privati. Ma, ciliegina sulla torta, visto che a Sedriano non ci facciamo mancare nulla, perché no … ci facciamo anche una bellissima Centrale a Biogas ! Cari sedrianesi, al di là del proprio credo politico, questa deve essere una battaglia trasversale. Sedriano è il nostro bellissimo paese, quindi è interesse di tutti che, chi amministra i nostri soldi, chi si appresta ad approvare per conto nostro il piano di Governo del Territorio, siano persone trasparenti e senza ombre. E non è questo il caso. Un sindaco tuttora indagato per corruzione, due personaggi rinviati a giudizio immediato a lui molto vicini, che in municipio erano di casa, rispettivamente padre di una consigliera di maggioranza, e l’altro marito del capogruppo PDL in consiglio comunale.

Ciao Tibe

E il caro Alfrè ? Non rientra nel rito immediato, ma in quello ordinario. Rimane tutt’ora indagato a piede libero e si trova ancora nella fase preliminare. La sua posizione è stata stralciata, ovvero separata dagli altri indagati ora imputati. Questi sono motivi più che sufficienti affinché l’intera maggioranza si dimettesse in blocco. Ma non lo faranno mai. Anzi sabato 13 aprile, c’è stato un consiglio comunale dove è stato adottato il Piano di Governo del Territorio (PGT). Materia urbanistica a cui Scalambra prestava molta attenzione, soprattutto su Villa Colombo. E’ un passaggio molto importante per la nostra comunità, perché si decidono le sorti del nostro paese e soprattutto del nostro territorio. E ci viene da piangere sapere che a farlo sarà questa maggioranza che è sotto la lente di ingrandimento sia della Procura che della Prefettura, e a cui è stata attivata la procedura di scioglimento del comune per infiltrazione mafiosa. Ripetiamo : primo caso in Lombardia. Sul PGT entreremo nel merito successivamente, anche perché non abbiamo ancora avuto il tempo di studiarlo bene, in quanto il professionista Buonamassa (avvocato anche di Celeste) ha consegnato solo qualche giorno fa il piano delle regole. Inoltre come al solito, in consiglio comunale non c'è stata una spiegazione dettagliata e chiara, ma le solite letture con relativo sbriciolamento di dati come fossero biscotti. Risultato : un mal di testa infernale ! Comunque, il PGT adottato oggi non ha luci ma

sinistradisedriano@hotmail.it

E così se ne è andato. Il male che ce lo ha portato via è stato causato dall’amianto che ahimè sul lavoro ha respirato, voglio quindi dire qui, chiaramente che l’amianto uccide. E’ stata una delle sue battaglie e purtroppo ne è rimasto coinvolto personalmente. L’amianto che ci circonda, usato in maniera smisurata, in ogni dove e per una miriade di cose, è una bomba ad orologeria perché tutti, inconsapevoli possiamo venire in contatto, respirandolo, con quel terribile aghetto invisibile. Quindi attiviamoci tutti, restiamo vigili e attenti a questo problema anche in memoria di chi ci è morto. Queste mie parole vogliono solo farvi arrivare sfiorandovi la sensazione di vuoto che si sente qui, nello stomaco e che si prova quando qualcuno dei propri cari se ne va e ci lascia per sempre. Buona salute a tutti perché il bene più prezioso e grazie di cuore. Rossella

Pagina 2


Sedriano anno zero nr 08 201304