Page 1

Amianto strutture private Cosa deve fare l’amministrazione comunale Abbiamo appreso che nel piano delle priorità della commissione straordinaria di Sedriano, è stata inserita al primo punto: ”la rimozione, la bonifica e il ripristino degli edifici scolastici del comune di Sedriano nei quali verrà rilevata la presenza di amianto”. Questo per noi è stato, ed è motivo di grande soddisfazione, perché era quello che chiedevamo da tempo e che ormai doveva trovare un’urgente risoluzione. Ora però è necessario gestire ed analizzare anche la situazione amianto del territorio, negli edifici privati e la mancata informazione ai cittadini.

A tale scopo rammentiamo quanto sancito:  all’art. 6 della Legge Regionale n. 17 del 29/09/2003, che obbliga i soggetti pubblici e privati a comunicare la presenza d’amianto o materiali che lo contengono all’ASL di competenza  in attuazione del comma 5, dell’art. 12, della Legge 257/1992 che prevede questa ricognizione in tutto il territorio nazionale,  e quanto ancora sancisce l’art. 4, dove è indicato l’obbligo di collaborazione tra ASL e Comuni al fine della realizzazione del suddetto censimento.  A seguito della L.R. 17/2003 sopra indicata, con d.g.r. n. VIII/1526 del 22/12/2005 è stato approvato il primo PRAL (Piano Regionale Amianto Lombardia) nel quale si definivano tra l’altro i contenuti della comunicazione che il proprietario del manufatto in amianto deve inviare all’ASL e s’indicava che tale attività doveva svolgersi in collaborazione con i Comuni  Il 6/12/2012 è stata emanata la d.g.r. n. IX/3913, che prevedeva di procedere al completamento del censimento dei siti con presenza d’amianto, anche attraverso un rinnovato sollecito all’invio delle comunicazioni da parte dei proprietari dei manufatti a cura dei Comuni in sinergia con le ASL. A fronte di tutto quanto riportato, con questa nota intendiamo sollecitare l’amministrazione comunale a:

sinistradisedriano@hotmail.it

intraprendere tutte quelle iniziative, peraltro supportate dalle citate norme atte ad informare i cittadini circa le buone prassi da seguire in caso di presenza nelle loro proprietà di manufatti contenenti amianto; segnalare all'ASL le situazioni anomale e pericolose per farle monitorare ed eventualmente chiederne la bonifica; indirizzare il cittadino al rispetto delle incombenze obbligatorie di legge in merito, comunicando le sanzioni previste per gli inadempienti in applicazione dell'art. 8 bis istituito dalla Legge Regionale n. 14 del 31/7/2012 che modifica e integra la L.R. 17/2003.

A questo proposito vorremmo far pervenire alcuni nostri suggerimenti:  istituire presso gli Uffici comunali, con spirito collaborativo nei confronti dei cittadini che non conoscono la normativa, uno sportello amianto, aperto anche il sabato per i cittadini lavoratori, dove rivolgersi per avere tutte le informazioni necessarie, la modulistica idonea da compilare, l'elenco delle aziende abilitate all’attività di bonifica amianto, dando in particolare informazioni circa la pericolosità dell'autosmaltimento e che faccia da tramite con l'Asl del territorio competente, chiedendo ai cittadini, forti di un gran senso civico, di segnalare le situazioni dubbiose sul territorio; tale iniziativa potrebbe essere gestita dando incarichi di borsa lavoro giovani e andrebbe pubblicizzata con ordinanze, manifesti, volantini, apposita sezione sul sito del comune, etc.  utilizzare il GADIT (Guardie Ambientali d’Italia) presente e convenzionato con il comune, dopo idonea formazione, magari coadiuvati dal personale di Pubblica Sicurezza locale, per girare nel territorio comunale e parlare ai cittadini ed eventualmente constatare, per quanto è possibile, la presenza d’amianto nei siti privati; potrebbero inoltre consegnare opuscoli informativi, verificare e rilevare le situazioni anomale e pericolose per la collettività, nonché invitare i cittadini presso lo Sportello Amianto per sistemare le loro incombenze;  prendere spunto da alcuni comuni, come Pregnana Milanese, dove è stato costituito un fondo nel bilancio comunale di € 50.000 per contribuire alla spesa che i cittadini devono sostenere per lo smaltimento dell'amianto dalle proprie abitazioni, come, ad esempio la rimozione o sostituzione di lastre di cemento amianto usate per la copertura d’edifici, e per l'eliminazione di rivestimenti isolanti, sempre in amianto, posti in tubazioni, caldaie, canne fumarie, serbatoi, pareti e soffitti, includendo anche le relative pertinenze, come garage e rimesse, oppure come Bareggio, dove s’incentiva la bonifica dell’amianto, correttamente denunciato all’ASL, dando contributi economici a metro quadro smaltito.

Pagina 1


Amianto strutture private Che cosa deve fare e sapere il cittadino L'amianto o asbesto è un minerale naturale a struttura fibrosa. Per le sue caratteristiche è stato molto utilizzato in passato e dal 1992 è stato vietato in Italia. Dove si trova Prodotti in cemento-amianto  lastre di grande formato per rivestimento facciate  lastre per tetti e facciate, lastre ondulate  canali di ventilazione, tubi, condutture di scarico  elementi prefabbricati e articoli da giardino ( es. cassette per fiori, tavoli e sedie da giardino, lastre per tennis da tavolo)

 Promozione d’iniziative d’educazione ed informazione finalizzate a ridurre la presenza d’amianto. IL PRAL, in particolare, stabilisce una serie di azioni per perseguire tali obiettivi ed eliminare la presenza d’amianto dal territorio regionale entro il 2015. Tali azioni prevedono principalmente:  Mappatura dell’amianto presente sul territorio regionale.  Monitoraggio dei livelli di concentrazione delle fibre d’amianto nell’aria.  Criteri per la valutazione del livello di rischio e l’individuazione delle priorità di bonifica.  Tutela sanitaria dei lavoratori che sono esposti e che sono stati esposti all’amianto.

Perché è pericoloso E’ pericoloso essenzialmente perché le fibre di amianto molto sottili, tendono a sfaldarsi dividendosi longitudinalmente, rimangono sospese in aria e vengono respirate. E’ quindi necessario ridurre il più possibile l’inalazione e non disperderle nell’ambiente per eliminare il rischio di tumori (principalmente polmone, pleura, laringe).

La normativa Richiede il controllo dello stato di conservazione dell’amianto e dei materiali che lo contengono. Quando le condizioni di degrado sono tali da creare una condizione di rischio, è necessario effettuare un intervento di bonifica. La legge Regionale n. 17/03 ed il Piano Regionale Amianto (PRAL) hanno come obiettivo:  Salvaguardia del benessere delle persone rispetto all’inquinamento da amianto.  Prescrizione di norme di prevenzione per la bonifica dell’amianto.

www.sinistradisedriano.blogspot.it

Mappatura dell’amianto: modello NA/1 e istruzioni per compilazione e trasmissione Per il conseguimento del censimento dell’amianto presente sul territorio regionale è anche previsto che i soggetti pubblici e privati proprietari comunichino all’ASL di competenza la presenza di amianto o materiali contenenti amianto secondo il modulo NA/1 (scaricabile anche dal nostro blog). Pertanto il cittadino che rileva presenza d’amianto o anche per informazioni o chiarimenti, si può rivolgere al Dipartimento di prevenzione medica dell’ASL, Via Spagliardi 19 Parabiago tel. 0331.498469-501-502 (dipartimento.prevenzione@aslmi1.mi.it) oppure contattare la sede territoriale di Magenta: 02 7973404. In attesa che l’amministrazione comunale si organizzi sulla problematica, consigliamo comunque di inviare la segnalazione anche all’attenzione dell’ufficio tecnico del comune di Sedriano urbanistica@comune.sedriano.mi.it Rimozione d’amianto Nel caso si debba procedere alla rimozione dell’amianto si dovrà incaricare una ditta specializzata che segua le procedure previste dalla legge. Avere manufatti di AMIANTO non è reato e non c’è nulla da vergognarsi. Va semplicemente comunicato e censito perchè se usurato o danneggiato diventa pericoloso per se e per gli altri. Di AMIANTO si muore. Pagina 2

Anno zero febbraio 2014  

Amianto Strutture private Cosa deve fare l'amministrazione comunale Che cosa deve fare e sapere il cittadino

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you