JES!

Page 3

Cerco lavoro. Lo immagino. Lo trovo.

L’AGENZIA INTERSTIZIALE

JES! È PRIMA DI TUTTO UN’AFFERMAZIONE CHE, DICENDO ‘SI!’, METTE IN MOTO UN PENSIERO PROPOSITIVO. È L’INVITO AD UN MOVIMENTO CHE OSI SFIDARE ‘LA CRISI’ ATTUALE, CHE DA ECONOMICA È DIVENTATA INEVITABILMENTE ANCHE SOCIALE.

JES! / PARTE 01

Negli anni abbiamo avuto modo di provare sulla nostra pelle come non ci troviamo di fronte ad una situazione di difficoltà temporanea; si tratta, piuttosto, di un sistema che ha perso le sue fondamenta e che va ripensato alla radice, immaginando nuove soluzioni che possano traghettarci verso un futuro diverso da quello che sembra attenderci. I giovani, e soprattutto i professionisti della cultura e della creatività, vivono in un contesto di grande precarietà e frammentazione, ma possono essere i primi protagonisti di questo ripensamento. Occorre fornire loro gli strumenti, seguendo il suggerimento di Leopardi, per proiettare l’infinito al di là della siepe che oggi occlude la vista. La crisi, che etimologicamente significa bivio, scelta, non è altro, infatti, che il momento dialettico fondamentale tra quello che c’era prima e quello che ci può essere. La crisi può essere un’opportunità per uscire dai percorsi battuti fino ad ora e fare un doppio salto mortale per accogliere questo momento storico pieno di incognite e, dunque, di possibilità. Un luogo in cui non si immagina una strategia per il futuro è un luogo che non può crescere. In un territorio come le Marche esistono le competenze e le condizioni materiali per ridisegnare il paesaggio nel quale ci muoveremo di qui ai prossimi anni. La creatività, nelle sue molteplici forme, può e deve essere la leva di questo cambiamento, in quanto strumento di innovazione. Non possiamo competere con i Paesi emergenti sulla produzione seriale, lo

5