Page 60

6. A queste parole, i ministri del Tempio tacquero, si guardarono l'un l'altro con tanto d'occhi, ed il giovane levita disse: "Miei reverendissimi superiori, questo ragazzo, del resto amabilissimo, diventa oramai assolutamente insopportabile! Il più bello di tutto è che egli conosce perfettamente ogni cosa e per conseguenza è sempre dalla parte della ragione!". 7. Disse il gran sacerdote, rivolto al commissario romano: "Oh, illustre giudice, con tutti i titoli e diritti che a te competono! Questo ragazzo ci ha indirizzati a te, allo scopo di conoscere l'ulteriore motivo per il quale egli non ci ha salutati. Vorresti aver la compiacenza di farcelo conoscere?". 8. Rispose il giudice: "Perché no? Anzi assai di buon grado! Che questo però possa procurarvi una soddisfazione speciale, stento a crederlo". 9. Dissero tutti: "Ebbene, sentiamo pure, oggi noi siamo di buon umore e sopportiamo certe cose che altrimenti difficilmente tollereremmo!". 10. Allora il giudice disse: "Ebbene, ascoltate dunque! Questo ragazzo qui è appunto quello stesso ragazzo-prodigio di Nazaret che egli ieri sembrava voler soltanto rappresentare! E così, vi piace questa storiella? Avverto che chi gli torcesse un solo capello, avrebbe da attendersi tutta la mia ira!". 11. All'udire queste parole, il collegio arretrò spaventatissimo e tremante! 12. Dopo qualche momento il gran sacerdote disse: "E perché non ci hai detto questo già ieri? Se lo avessimo saputo già ieri, certamente avremmo parlato con te ben diversamente e tu avresti anche ricevuto da noi risposte ben differenti, che evidentemente ti avrebbero soddisfatto meglio di quelle di ieri!". 13. Io dissi: "Oh, lo so benissimo! Ma siccome Io non ci tengo all'ipocrisia, bensì soltanto alla pura verità, Io agii appunto come ho agito! E se Io fossi oggi ancora quello di ieri, non avrei di nuovo 60

I Tre Giorni Nel Tempio - 5.a Ed.2009 (Jakob Lorber)  
I Tre Giorni Nel Tempio - 5.a Ed.2009 (Jakob Lorber)  

La Parola del Signore attraverso Jakob Lorber

Advertisement