Page 20

5. Tuttavia, Io sono dell'opinione che nella storia di quella nascita a Betlemme ci sia qualcosa di più importante di quanto voi riteniate e che quella coppia di genitori, il noto carpentiere Giuseppe di Nazaret e la vergine unitasi poi a lui in matrimonio, vivano ancora in buonissima salute assieme al Figlio nato a Betlemme, poiché, in seguito all'intervento molto saggio del comandante romano Cornelio, allora in carica, essi sono sfuggiti alla crudeltà del vecchio Erode manifestatasi più tardi e vivono ora sani e salvi a Nazaret in Galilea. 6. Ciò è noto a Me che sono un ragazzo di dodici anni, ed a voi, che pur sapete ogni cosa, dovrebbe essere ignoto? E tanto più che Giuseppe - uno dei più abili maestri carpentieri - ha avuto sempre, ogni anno, dei lavori da eseguire qui a Gerusalemme, e voi lo conoscete benissimo, come pure sua moglie che è nativa di Gerusalemme e che, fino al suo quattordicesimo anno, è stata educata nel Tempio! Non è figlia di Gioacchino e di Anna, che, secondo le annotazioni delle vostre cronache, venne al mondo in modo prodigioso? Anna era già in età avanzata, e, tranne per miracolo, non sarebbe stato assolutamente possibile pensare ad un concepimento! 7. Ebbene, questa coppia di genitori assieme al neonato Bambino, visse, subito dopo la fuga da Betlemme, per quasi tre anni in Egitto, e precisamente nelle vicinanze della piccola città d'Ostracina, ovvero in egiziano antico Austrazhina; ciò che significa in altre parole “un'opera del terrore”, cioè una fortezza che ai tempi dei Faraoni riusciva micidiale a tutti i nemici. Più tardi i nemici più potenti dell'antico Egitto conquistarono questa terribile fortezza, come molte altre ancora, ed ai tempi nostri null'altro è rimasto del baluardo del terrore d'allora che il suo vecchio nome alterato, al quale certamente i Romani hanno attribuito un significato differente da quello degli antichi Egizi. 8. Ma ciò poco importa, ed Io ho fatto menzione di queste circostanze a Me note al solo scopo di precisarvi il luogo dove, per lo spazio di tre anni, soggiornarono i genitori in questione. Da lì, in seguito ad una misteriosa istruzione superiore, sarebbero di nuovo ritornati a Nazaret, dove essi vivono attualmente, pienamente 20

I Tre Giorni Nel Tempio - 5.a Ed.2009 (Jakob Lorber)  

La Parola del Signore attraverso Jakob Lorber

I Tre Giorni Nel Tempio - 5.a Ed.2009 (Jakob Lorber)  

La Parola del Signore attraverso Jakob Lorber

Advertisement