__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

1 GIROVENDITA 1-2-3 2021


Jonathan Coe Io e Mr Wilder NARRATORI

Traduzione di Mariagiulia Castagnone Ambientato tra Londra, Los Angeles, la Grecia, Monaco e Parigi, è un ritratto immaginario di Billy Wilder, visto con gli occhi di una giovane donna ingaggiata per lavorare sul set del suo penultimo film, Fedora.

copertina non definitiva

Calista Frangopoulos è una donna sposata di cinquantasette anni, con due figlie in procinto di lasciare casa. Francesca, la grande, andrà a fare l’università negli Stati Uniti e Arlene, la piccola, è stata presa per l’anno successivo a Oxford. Dopo aver lasciato Francesca all’aeroporto, Calista ricorda quando lei stessa era stata in America per tre settimane nel 1976 e l’incontro casuale che le aveva segnato l’esistenza, quando una sera a Los Angeles, con la sua amica Gill, si era ritrovata a tavola con Billy Wilder, senza sapere chi fosse. Un’occasione fortuita che un anno dopo l’aveva portata a lavorare come interprete dal greco sul set del penultimo film di Wilder, Fedora, che avrebbe determinato la sua scelta di diventare compositrice di colonne sonore e che, molti anni dopo, le avrebbe permesso di maturare una decisione importante con la leggerezza del finale di A qualcuno piace caldo: “Why not?”. Già, perché no? La vita è grande. Billy Wilder è Hollywood, la celebrità, il genio, ma anche il Novecento, il nazismo, la Shoah, la fuga di tanti verso l’America, è una potente ossessione che permette a Jonathan Coe di scrivere un romanzo bellissimo e complesso, nelle cui pagine scorre con forza una vena di nostalgia: la nostalgia degli anni che passano, delle cose che si lasciano, di quello che siamo stati e non siamo più. E, soprattutto, di ciò che possiamo ancora dare e di cui nessuno sembra avere più bisogno.

L’AUTORE Jonathan Coe è nato a Birmingham nel 1961, si è laureato a Cambridge e a Warwick, e vive a Londra. Ha scritto due biografie (di Humphrey Bogart e James Stewart) e con Feltrinelli ha pubblicato:  La famiglia Winshaw  (1995),  La casa del sonno  (1998),  L’amore non guasta  (2000),  La banda dei brocchi  (2002),  Donna per caso  (2003),  Circolo chiuso  (2005),  La pioggia prima  che cada  (2007),  Questa notte mi ha aperto gli occhi (2008), I terribili segreti di Maxwell Sim (2010), Come un furioso elefante. La vita di B.S. Johnson in 160 frammenti (2011), Lo specchio dei desideri (2012), Expo 58 (2013), Disaccordi imperfetti (2015), Numero undici. Storie che testimoniano la follia (2016) e Middle England (2019).

pag 224 euro 16,50 isbn 978-88-07-03424-4 In libreria da: marzo 2021

2


Dal vincitore del Costa Award 2019 con Middle England

50.000 COPIE IN ITALIA Un delicato romanzo di formazione che è anche l’intimo ritratto di una delle figure più intriganti del cinema di tutti i tempi.

Piano marketing: • Materiali per il punto vendita • Spazi e corner • Vetrine • Pubblicità sui quotidiani • Banner e newsletter • Attività promozionale sui social network • Recensioni • Interviste

3


Giuseppina Torregrossa Al contrario

NARRATORI

“Era il 6 agosto 1927, quando il dottor Giusto Salonia arrivò alla stazione di Malavacata e subito capì di essere stato fregato.”

copertina non definitiva

Il dottore Giustino Salonia, medico condotto negli anni del fascismo, vive e lavora in un piccolo centro dell’entroterra siciliano. Ha un animo irrequieto, contraddittorio, un matrimonio infelice e il suo lavoro è frustrante – la gente muore costantemente di polmoniti e malaria. Presto il suo studio medico diventa il cuore del paese, attorno a cui si muove un universo di personaggi: una ragazza che rischia di morire per un aborto illegale, per la quale il dottore finisce per nutrire un amore sentimentale e platonico; Domenico Frangipane, detto Mimì Stallatico, uomo saggio che ha un rapporto di profondo rispetto con la terra e si oppone con fierezza alle nuove coltivazioni promosse dall’Istituto del grano; il federale, ricco proprietario terriero che si approfitta dei finanziamenti pubblici; Ignazio, il sensale velenoso, schiavo di don Ettore, che ha soggiogato il dottore; Primarosa, una ragazzina generosa, con molti figli e un marito violento, al servizio della famiglia del medico condotto… Quando, allo scoppio della guerra, gli uomini sono costretti a partire per il fronte, ecco che nel paese si costituisce una comunità di sole donne che, prive dei loro mariti e dei padri prepotenti, vivono nonostante il conflitto il periodo più bello della propria vita. Anche il dottore, pur di allontanarsi dalla moglie arcigna, parte volontario e al suo ritorno è costretto ad affrontare nuove sfide: le malattie infettive svaniscono infatti grazie agli antibiotici portati dagli Alleati, ma i contadini – quelli che non emigrano verso le città del Nord e verso la Germania – si trasformano in operai nelle fabbriche dell’amianto. Il dottore deve fronteggiare una nuova e più terribile malattia, il cancro ai polmoni. Eppure la sua vita rifiorisce: finalmente scopre il segreto che lo spinge a prendere decisioni sempre per contrarietà, a essere una personalità al contrario, e questo lo renderà libero di agire e felice di errare.

L’AUTRICE Giuseppina Torregrossa è nata a Palermo. Madre di tre figli, vive tra la Sicilia e Roma, dove ha lavorato per più di vent’anni come ginecologa. Ha pubblicato, fra gli altri, L’assaggiatrice (Nottetempo, 2007), Il conto delle minne (Mondadori, 2009, tradotto in dieci lingue), Manna e miele, ferro e fuoco (Mondadori, 2011), La miscela segreta di Casa Olivares (Mondadori, 2014), Panza e prisenza (Mondadori, 2012), Il figlio maschio (Rizzoli, 2015), Cortile Nostalgia (Rizzoli, 2017), Il basilico di Palazzo Galletti (Mondadori, 2019), Il sanguinaccio dell’Immacolata (Mondadori, 2019).

pag 304 euro 17,00 isbn 978-88-07-03423-7 In libreria da: febbraio 2021

4


Una Sicilia meno nota, lontana dal mare e vicina alla terra – le bonifiche, il grano, l’olio, il vino. Una storia corale di personaggi indomiti e controcorrente, primo fra tutti un medico scontroso, ma capace di costruire attorno a sé una comunità. Una saga familiare che corre dal fascismo agli anni della modernità, sapido e arguto – come nello stile inconfondibile di Giuseppina Torregrossa, autrice bestseller che fa il suo ingresso nella grande narrativa Feltrinelli.

Piano marketing: • Materiali per il punto vendita • Corner • Vetrine • Pubblicità sui quotidiani • Banner e newsletter • Attività promozionale sui social network • Recensioni • Interviste

5


Andrea Bajani Il libro delle case NARRATORI

Un romanzo costruito come un’appassionante partita di Cluedo: i segreti di un uomo e di un Paese raccontati dalle case che li hanno custoditi. In un’opera unica per architettura, poesia e visionarietà, Bajani traccia il grande affresco di un’educazione sentimentale a metri quadri.

copertina non definitiva

A quante parti di noi siamo disposti a rinunciare per continuare a essere noi stessi? E soprattutto: dove abbiamo lasciato ciò che non ci siamo portati dietro? Quali case custodiscono in segreto o tengono in ostaggio i pezzi mancanti di noi? Per raccontare la vita di un uomo, l’unica possibilità è setacciare le sue case, cercare gli indizi di quel piccolo inevitabile crimine che è dire “io” sapendo che dietro c’è sempre qualche menzogna. Il libro delle case è la storia di un uomo – “che per convenzione chiameremo Io” –, le amicizie, il matrimonio nel suo riparo e nelle sue ferite, la scoperta del sesso e della poesia, il distacco da una famiglia esperta in autodistruzione, e la liberazione dal mobilio che per vent’anni si è trascinato dietro a ogni trasloco. Le case di Io sono tante. La prima è la Casa del sottosuolo a Roma, è sotto il livello della strada ma vi si sente ogni giorno il cannone che dal Gianicolo spara a salve contro la città. È lì che Io muove i primi passi a fine anni settanta, lì che si spartisce lo spazio con il resto della sua famiglia, lì che si rovesciano, dalla tv, le immagini di Aldo Moro sequestrato, del corpo di Pasolini rinvenuto all’Idroscalo. La storia di Io salta di casa in casa, su e giù per gli anni, tessere ciascuna di un puzzle che si costruisce tra l’ultimo quarto del millennio e il primo degli anni zero: è giovane amante di una donna sposata in una casa di provincia, infante che insegue una tartaruga a quattro zampe; è marito in una casa borghese di Torino, e bohémien in una mansarda parigina; adolescente preso a pugni dal padre in una casa di vacanza, e giovane universitario buttato sopra un materasso; e poi semplicemente un uomo, che si tira dietro la porta di una casa vuota. In questo romanzo costruito come una partita di Cluedo o un poliziesco esistenziale, Andrea Bajani scrive una prosa che si leva in poesia, sa di cielo e di angeli ma anche di terra e bruciato. È un viaggio, Il libro delle case, attraverso i cambiamenti degli ultimi cinquant’anni, nelle sue architetture reali così come in quelle interiori, i luoghi da cui veniamo e quelli in cui stiamo vivendo, le palazzine di periferia degli anni sessanta, lo sparo che cambia il corso della storia, e il bacio rubato dietro una tenda.

L’AUTORE Andrea Bajani (1975) ha pubblicato Cordiali saluti (2005 e 2008), Se consideri le colpe (ultima edizione Super ET 2016, premio Super Mondello, premio Brancati, premio Recanati), Domani niente scuola (2008), Ogni promessa (2010; premio Bagutta, ET scrittori 2016), Presente (con Michela Murgia, Paolo Nori e Giorgio Vasta; 2012), La vita non è in ordine alfabetico (2014 e 2015), Un bene al mondo (2016 e 2018) e i volumi di poesie Promemoria (2017) e Dimora naturale (2020), tutti per Einaudi. Con Feltrinelli ha pubblicato il romanzo Mi riconosci (2013), l’audiodramma La gentile clientela (2013). Per il teatro è autore di Miserabili, di e con Marco Paolini, e di 18mila giorni. Il Pitone, con Giuseppe Battiston e Gianmaria Testa. Collabora con diversi quotidiani e riviste. I suoi romanzi sono tradotti in molte lingue. Attualmente è writer in residence presso la Rice University di Houston, Texas.

pag 256 euro 16,50 isbn 978-88-07-03433-6 In libreria da: febbraio 2021

6


“La vita che succede è soprattutto la vita nelle stanze.” Il premio Nobel Olga Tokarczuk e il Pulitzer Richard Powers sono i naturali compagni de Il libro delle case. Andrea Bajani fa in questo romanzo con le case ciò che I vagabondi e Il sussurro del mondo fanno con i viaggi e con gli alberi: con un’architettura straordinaria e ambiziosa, fa sentire quante storie ci sono dentro l’apparente silenzio delle cose. L’approdo nel catalogo Feltrinelli di uno dei più importanti autori italiani.

Piano marketing: • Vetrine • Corner ed esposizioni dedicate • Materiali per il punto vendita • Pubblicità sui quotidiani • Pubblicità online • Banner e newsletter • Attività promozionale sui social network • Anticipazioni • Recensioni • Interviste

Scopri di più sul folder allegato a questo copertinario 7


Raven Leilani Chiaroscuro NARRATORI

Traduzione di Ilaria Piperno, Stella Sacchini Tagliente, comico, dirompente, tenero, l’esordio di Raven Leilani è il ritratto di una giovane donna afroamericana che cerca di dare un senso alla sua vita, ai suoi desideri e alle sue rabbie, in un’epoca di grandi cambiamenti e di nuove consapevolezze.

copertina non definitiva

La protagonista di questo romanzo di formazione, Edith, è una brillante ventitreenne afroamericana orfana di una famiglia disfunzionale. Condivide in subaffitto un appartamento a Bushwick, Brooklyn, timbra come impiegata in una casa editrice, unica ragazza di colore dell’ufficio, e fa scelte sbagliate in materia sentimentale. Nelle prime pagine la troviamo a chattare con Eric, un archivista digitale quarantenne in piena crisi di mezza età, di cui diventa l’amante. Eric ha un matrimonio aperto, e il sesso è così per Edith il campo dove verificare la distanza che la separa dagli altri mondi: lei è nera, giovanissima, non ha molto denaro; sente il peso delle parole altrui, cieche, irrispettose, che sanciscono l’impossibilità di superare le distanze. Le cose precipitano e diventano esplosive quando Edith perde il lavoro e, inaspettatamente, trova una strana alleata nella moglie di Eric, Rebecca, che la invita ad andare a stare nella loro casa in una periferia bianca ed elegante del New Jersey, anche per fare compagnia alla figlia Akila, una ragazzina afroamericana di dodici anni adottata dalla coppia. Sexy ed estremamente avvincente, Chiaroscuro è un romanzo di formazione, sui privilegi e le diseguaglianze di classe e di colore della pelle.

L’AUTRICE Raven Leilani ha pubblicato racconti su “Granta”, “McSweeney’s Quarterly Concern”, “Narrative Magazine”, “The Yale Review”, “Conjunctions”, “The Cut” e “New England Review”. Chiaroscuro è il suo primo romanzo.

pag 224 euro 16,50 isbn 978-88-07-03429-9 In libreria da: gennaio 2021

8


Tra i libri Usa più anticipati del 2020, un grandissimo esordio, sulla scia di romanzi come Il mio anno di riposo e oblio di Ottessa Moshfegh e Asimmetria di Lisa Halliday.

“Severo, esilarante e micidiale…” Zadie Smith, “Harper’s Bazaar”

Piano marketing: • Materiali promozionali per il punto vendita • Corner e spazi dedicati • Banner e newsletter • Attività promozionale sui social network • Recensioni

9


Colum McCann Apeirogon NARRATORI

Traduzione di Marinella Magrì La storia vera dell’inaspettata amicizia fra due padri, un palestinese e un israeliano, che hanno rispettivamente perso le loro figlie a causa della violenza e che trasformano il loro dolore in attivismo per la pace. Una storia epica raccontata sullo sfondo delle tensioni irrisolte nel cuore della Terra Santa.

copertina non definitiva

Bassam Aramin è palestinese. Rami Elhanan è israeliano. Il conflitto colora ogni aspetto della loro vita quotidiana, dalle strade che sono autorizzati a percorrere, alle scuole che le loro figlie, Abir e Smadar, frequentano, ai check point. Sono costretti senza sosta a negoziare fisicamente ed emotivamente con la violenza circostante. Come l’Apeirogon del titolo, un poligono dal numero infinito di lati, infiniti sono gli aspetti, i livelli, gli elementi di scontro che vedono contrapposti due popoli e due esistenze su un’unica terra. Ma il mondo di Bassam e di Rami cambia drammaticamente e irrimediabilmente quando Abir, di anni dieci, è uccisa da un proiettile di gomma e la tredicenne Smadar rimane vittima di un attacco suicida. Quando Bassam e Rami vengono a conoscenza delle rispettive tragedie, si riconoscono, diventano amici per la pelle e decidono di tentare di usare il loro comune dolore come arma per la pace. Nella sua opera più ambiziosa, McCann crea Apeirogon con gli ingredienti del saggio e del romanzo. Attraversa i secoli e i continenti, cucendo insieme tempo, arte, storia, natura e politica, in un racconto nello stesso momento struggente e carico di speranza. Musicale, cinematografico, muscolare, delicato, Apeirogon è un romanzo per i nostri tempi.

L’AUTORE Colum McCann è autore di sette romanzi e tre raccolte di racconti. Nato e cresciuto a Dublino, ha ricevuto numerosi premi, inclusi il National Book Award e l’International Dublin Impac Literary Award. I suoi lavori sono stati tradotti in più di 40 lingue. Insegna all’Hunter College e vive a New York.

pag 464 euro 22,00 isbn 978-88-07-03408-4 In libreria da: marzo 2021

10


Una novità importante per il mercato italiano. Dopo Dave Eggers, l’approdo nel catalogo Feltrinelli di un altro grande della narrativa mondiale. Dall’autore del pluripremiato bestseller internazionale Questo bacio vada al mondo intero, l’epica storia di due uomini divisi dal conflitto e riuniti dalla perdita. “È un capolavoro, un romanzo che cambierà il mondo.” Alex Preston, “The Guardian” “Sbalorditivo… Colum McCann ci consegna un libro oltremodo necessario.” Elisabeth Strout “Apeirogon è un libro come non ne avete mai letti. Pensate di scoprire una forma narrativa senza precedenti e profondamente vera. Pensate che la stessa idea di romanzo, di ciò che è capace di contenere, sia stata espansa, per sempre. Un libro importante.” Michael Cunningham I diritti cinematografici del romanzo sono stati acquistati da Amblin Partners di Steven Spielberg, reduce dal successo con i tre premi Oscar di 1917. Piano marketing: • Spazi e corner dedicati nei punti vendita • Vetrine • Pubblicità sui quotidiani • Banner e newsletter • Attività promozionale sui social media • Anticipazioni stampa • Interviste • Recensioni


Elisa Ruotolo L’innocenza del bianco NARRATORI

Elisa Ruotolo ha una voce che si riconosce sempre, dentro c’è un mondo, il Meridione con la forza riarsa e terrigna delle sue immagini, e lo sguardo personalissimo di un’autrice destinata a conquistare uno spazio ben illuminato nel panorama della letteratura italiana. E nuovi lettori.

copertina non definitiva

In un Meridione ben distante dai segni della modernità urbana, la protagonista cresce oppressa da un ambiente familiare in cui le condotte pubbliche e private sono spietatamente misurate sul terrore del giudizio sociale e sul rigore vincolante del dovere quotidiano. Il nido protettivo diventa allora nodo difficile da sciogliere e da portare. “Famiglia era questo: una messa in comune del privato, un difetto di autonomia, una continua chiamata in causa dell’altro, un sostenersi che diveniva peso.” A smentire il clima familiare, la figura della nonna materna, una donna vitale, attenta ai propri spazi di autonomia e libertà, un modello stigmatizzato dai genitori della ragazza ma di cui lei sente di aver ereditato il “sangue ferino”, una sotterranea spinta a spezzare i legami per seguire i propri desideri. Questa attrazione si incarna per lei, nell’infanzia ma soprattutto nell’adolescenza, in Nicla, una ragazzina libera e istintiva che non ha paura di andare con i ragazzi. Paura che al contrario la protagonista non riesce a vincere se non nelle sue fantasie o nei libri, tanto che la ritroviamo adulta ma ancora inesperta di sé e degli uomini: la sua piccolezza assai simile a quella del bonsai, che – frenato nella crescita con tagli e legature – non è in grado di dare ombra né frutto. Ha un lavoro e si è lasciata alle spalle il dialetto da cui proviene quando conosce un uomo che rappresenta il proibito, il desiderio: forse il nodo più difficile da affrontare: “Avevo sempre pensato che per me tutto potesse risolversi nel chiuso di una stanza o negli affetti in cui ero nata, ma Andrea ora mi dimostrava che c’era anche altro”. Si tratta di fidarsi, ma quanto coraggio serve per assumersi la responsabilità del proprio piacere?

L’AUTRICE Elisa Ruotolo è nata nel 1975 a Santa Maria a Vico (Caserta). Con nottetempo ha pubblicato nel 2010 il suo libro d’esordio, la raccolta di storie brevi Ho rubato la pioggia (premio Renato Fucini e finalista al premio Carlo Cocito; tradotto in Francia e Stati Uniti) e nel 2014 il suo primo romanzo Ovunque, proteggici (Selezione premio Strega 2014, presentato da Dacia Maraini e Marcello Fois, e finalista al premio internazionale Bottari Lattes Grinzane). La sua ultima pubblicazione in prosa è Una grazia di cui disfarsi. Antonia Pozzi: il dono della vita alle parole (edizioni rueBallu, 2018). Nel 2019 per Interno Poesia ha curato il volume Mia vita cara. Cento poesie d’amore e silenzio di Antonia Pozzi e ha pubblicato con l’editore nottetempo la raccolta poetica intitolata Corpo di pane (tradotta in spagnolo dall’Istituto Italiano di Cultura di Madrid).

pag 160 euro 15,00 isbn 978-88-07-03425-1 In libreria da: marzo 2021

12


Già autrice di Ovunque, proteggici selezione premio Strega 2014 e della raccolta di poesie Corpo di pane

Un’educazione che imbriglia il corpo, la paura del desiderio, la vergogna dell’inadeguatezza – essere vergine a quarant’anni. Elisa Ruotolo è una delle scrittrici più promettenti del panorama letterario italiano. Hanno scritto di lei: “Il suo è uno sguardo sincero, crudo, ma non senza pietà.” Michela Murgia, “Domenicale-il Sole24Ore” e “la Repubblica” “Siamo di fronte a una penna da tenere d’occhio.” Valeria Parrella, “Grazia” “Ha una prosa compatta, sensuale, evocativa, e un fraseggiare sinuoso ma che mai si avvolge su se stesso.” Chiara Valerio, “l’Unità”

Piano marketing: • Materiali per il punto vendita • Spazi e corner • Pubblicità sui quotidiani • Banner e newsletter • Attività promozionale sui social network • Recensioni

13

Ph. Mauro Zorer © 2020

“Stupisce di Ruotolo l’impasto linguistico, pieno di coraggiosi neologismi e la capacità di dare voce a una provincia incolta e avara con tutti i cuori semplici.” Brunella Schisa, “il Venerdì”


Carmen Barbieri Cercando il mio nome NARRATORI

Attraversare un lutto attraversando se stessi, il proprio corpo, il sesso. Un romanzo d’esordio potente, sincero, senza pelle.

copertina non definitiva

Anna e suo padre sono “due pupi mossi dalla stessa coppia di aste di metallo”, i fili che li legano sembrano destinati a non spezzarsi mai, il loro legame inviolabile. Ma non può essere così, non è mai così, e a diciannove anni, dopo una malattia che brucia il tempo, Anna perde il padre per un melanoma. Il rispecchiamento in lui è così forte, la sua figura così sensibile e piena di cura, così materna, che Anna perdendo suo padre perde se stessa, si confonde, senza lo sguardo di lui è come se fosse diventata niente. L’attraversamento del lutto diventa perciò, necessariamente, ricerca di sé, della propria femminilità, e finisce per passare attraverso una scarnificazione del corpo, il suo oltraggio. Trasferitasi da Napoli a Roma, usando l’università come un pretesto per allontanarsi dalla morte incombente, Anna si ritrova a doversi mantenere da sola, la madre non può aiutarla nelle spese né lei vuole gravare, così si indirizza a un prete grazie al quale la sua coinquilina ha trovato lavoro come ragazza delle pulizie. Il prete però la vede bella – “bisognerebbe proteggere la propria carne con squame più spesse di quelle che il lutto fa risplendere sopra le nostre teste. E invece ci esponiamo al sole dell’angoscia senza alcuna protezione, quasi a pretenderli, i segni sulla pelle di questo nostro attraversamento tisico del tempo” – e le propone un lavoro meglio pagato, in un night club. Anna è turbata, pensa di rifiutare ma poi accetta, e c’è repulsione e attrazione nel suo sì. Mescolato al racconto delle notti in cui si trasforma in Bube, con i muscoli tesi attorno al palo della lap dance, riemerge il passato, riemergono i vicoli e i bassi di Napoli, l’infanzia delle veglie con la nonna, i pomeriggi a fare i compiti con Alfredo e Cristina, e soprattutto il padre, la malattia che scompiglia tutto, la possibilità di esistere nonostante la morte.

L’AUTRICE Carmen Barbieri, nata a Napoli nel 1984, scrive e recita. Alcuni suoi racconti sono stati pubblicati da “Abbiamo le prove”, “Minima&moralia”, “Rivista inutile”, “Reader For Blind”, “Lahar magazine”, Futura – “Corriere della Sera”. Finalista nel 2014 al premio Hystrio alla vocazione per giovani attori. È autrice di una tesi in Filosofia del linguaggio sul Teatro Povero di Jerzy Grotowski.

pag 224 euro 16,50 isbn 978-88-07-03427-5 In libreria da: gennaio 2021

14


La scrittura di Carmen Barbieri è un miracolo di luci e di ombre, mescola la carne, il sentimento e lo spirito, vive di echi biblici anche quando racconta lo scandalo, proprio perché racconta una perdita, e il rischio di perdersi. Cercando il mio nome è il suo folgorante romanzo d’esordio.

“Ho chiuso gli occhi, papà, mentre poggiavo il primo piede sulla pedana, stringendo il palo tra le mani come per fare leva e buttarmi su una piazza dalla vertigine di un campanile. Ho sentito la pelle di tutto il corpo andare contromano, fino a svuotarsi, a rendermi acquosa, del tutto trasparente. Potevo vedermi le ossa papà, le costole, il femore. Mi sono entrata negli occhi e l’ho visto il mio corpo. Il sudore brucia, sai papà?”

© Alessandra Di Ronza

Piano marketing: • Materiali espositivi • Spazi dedicati nei punti vendita • Pubblicità sui quotidiani • Banner e newsletter • Attività promozionale sui social network • Recensioni

15


Rosario Pellecchia Le balene mangiano da sole

NARRATORI

Com’è la nostra vita, vista da chi ci consegna la cena? Un rider ventitreenne e un ragazzino. Un’amicizia un po’ improbabile. Un viaggio pieno di sorprese. La storia tenera e avventurosa di due esistenze che si incrociano, per non separarsi più.

copertina non definitiva

Bicicletta, cuffie con la musica e via, verso la prossima consegna. Napoletano ventitreenne trapiantato a Milano, Gennaro Di Nola, detto Genny, di professione rider, ha l’abitudine di fare un gioco: indovinare il tipo di persona che gli aprirà la porta in base al cibo che ha ordinato. Quei pochi secondi in cui sbircia nella vita degli altri, fermo sulla soglia della loro casa, sono per lui una tentazione irresistibile, ed è difficile che sbagli a tracciare un profilo. Una sera però, contro ogni pronostico, incontra Luca, dodici anni, capelli a spazzola con un po’ di crestina, maglia del Napoli e un secchio grande di pollo fritto di Crispy World da mangiare da solo. La madre è uscita, il padre non c’è mai stato: è in un posto lontano a nutrire le balene, o almeno così gli hanno detto fin da piccolo. Un’assenza che si riflette nei suoi occhi nerissimi e profondi, in cui Genny intuisce un dolore che in qualche modo li accomuna. Bastano poche battute perché il ragazzino riesca a convincerlo a entrare in casa per guardare la Champions League in tv. Di partita in partita, nasce così un’amicizia tenera e un po’ surreale, inizialmente osteggiata dalla madre di Luca, restia a fidarsi di uno sconosciuto, e poi sempre più stretta. Finché Luca annuncia di voler andare a Napoli con Genny. Sarà insieme una grande avventura e un viaggio nel passato, per poi scoprire di essere a casa.

L’AUTORE Rosario Pellecchia, per tutti Ross, è una delle voci più amate della radio italiana. Nato a Castellammare di Stabia, vive a Milano, dove conduce da anni 105 Friends, lo storico programma di metà mattina di Radio 105. Giornalista, autore e cantante, ha pubblicato cinque album con il suo progetto musicale Flabby, e il suo romanzo d’esordio, Solo per vederti felice (Mondadori, 2019).

pag 224 euro 15,00 isbn 978-88-07-03430-5 In libreria da: marzo 2021

16


@GiulianoSangiorgi_official

Dopo il successo di Lorenzo Marone e di Pif, il nuovo romanzo di Rosario Pellecchia. 900.000 ascoltatori ogni mattina su Radio 105.

© Ray Tarantino

#rossfacechallenge

Un esordio che ha avuto ottima accoglienza, ampia copertura radio/tv, e una campagna spontanea sui social (#rossfacechallenge).

“Un esordio luminoso.” CHIARA GAMBERALE

“TTL - La Stampa”, su Solo per vederti felice

17

Piano marketing: • Materiali espositivi per il punto vendita • Corner e vetrine • Pubblicità su quotidiani e riviste • Video • Banner e newsletter • Attività promozionale sui social network • Interviste • Recensioni • Incontri con i lettori


Chiara Bongiovanni Maschi e murmaski NARRATORI

Una libreria di Parigi molto originale. Un’appassionata libraia animalista. Un cliente misterioso che è il suo esatto opposto. Avventuroso, frizzante e sorprendente, un esordio irresistibile e ricco di colpi di scena.

copertina non definitiva

Alla libreria “Claudine et les chats” – una grande vetrina che si affaccia sul canale Saint-Martin, due stanzoni luminosi e, ovunque, casse e cassette piene di libri, tutte rigorosamente eco-friendly – può e deve succedere di tutto perché “leggere non serve a niente, se non ci metti del tuo prima e dopo e non ti mette fame di vita”. È la filosofia di madame Albertine, proprietaria del negozio e grande sacerdotessa del tout Paris alternativo da oltre sessant’anni. Ed è l’ideale e l’incubo di Babette, giovane libraia animalista e pasticciona, affascinata dalle stravaganze della titolare, ma intimorita dalla sua intraprendenza. Ogni terzo martedì del mese, alle cinque in punto, tutto dev’essere impeccabile da Claudine: è il giorno della visita dell’Orco, un amico di madame Albertine così ribattezzato per la sua aria scorbutica e accigliata. Freddo e distante, lui. Appassionata e impulsiva, Babette. Elizabeth e Mr Darcy. È amore, finché l’Orco si rivela tale dichiarandosi favorevole alla sperimentazione sugli animali: il massimo affronto per Babette, che raccoglie firme anti-vivisezione e vive con un porcospino che dorme nel cassetto della biancheria. È l’inizio di una rocambolesca corsa a ostacoli dove, in pieno stile “Claudine”, succede davvero di tutto. Tra irruzioni in un allevamento abusivo, improbabili feste in costume e una notte in un castello isolato nella tempesta e circondato da urla disumane, Babette finirà per entrare in un giardino segreto dove scoprirà che Arsenio Lupin era molto più sexy di Sherlock Holmes, che anche i porcospini nel loro piccolo si incazzano e che il vero amore, come la vera via di Kafka, “passa per una corda che non è tesa in alto, ma appena al di sopra del suolo e sembra destinata a far inciampare più che a essere percorsa”.

L’AUTRICE Chiara Bongiovanni ha una laurea in Storia del teatro e un dottorato in Letteratura francese. Ha abitato a Parigi e ha tradotto dal francese numerosi testi di saggistica per Einaudi, Bollati Boringhieri, il Saggiatore. Da quando è tornata in Italia, insegna italiano e storia, prima alle medie e ora in un istituto tecnico. Collabora regolarmente con il mensile “L’Indice dei libri del mese”. Vive a Torino.

pag 224 euro 15,00 isbn 978-88-07-03431-2 In libreria da: gennaio 2021

18


“LEGGERE NON SERVE A NIENTE... se non ti dà una scossa di vita.” Un esordio sorprendentemente maturo, ricco di citazioni letterarie e ambientato in una libreria. Un libro per chi ama i libri, con una scrittura brillante, una storia originale, ottimo ritmo e molta ironia, che colloca Chiara Bongiovanni accanto a scrittrici di successo come Stefania Bertola.

Piano marketing: • Materiali espositivi • Corner e spazi dedicati • Banner e newsletter • Attività promozionale sui social network • Recensioni • Incontri con i lettori

19


Emiliano Poddi Quest’ora sommersa NARRATORI

“Ballerina, attrice nei film di montagna, regista di Hitler, fotografa e infine subacquea. Ho raccolto in un album le tue cinque vite, e sai, mi sembra davvero incredibile che centinaia di immagini tra loro così diverse stiano dentro un solo album, in una sola esistenza.”

copertina non definitiva

A centouno anni Leni Riefenstahl nuota tranquilla a quindici metri di profondità, alle Maldive: è la sua ultima immersione, l’ultima volta in cui potrà catturare con i suoi scatti le creature della barriera corallina. Appena dietro di lei c’è Martha Krems, biologa marina trentanovenne, che ha il compito di scortarla sott’acqua. In effetti, Martha non è lì per caso: è da moltissimo tempo che segue Leni, sia pure a distanza. Per anni ha raccolto notizie sulla “regista di Hitler” e le ha riordinate in schede divise per argomenti – citazioni, abitudini sessuali, incidenti… –, tutti disperati tentativi di classificazione cui quella donna enigmatica sembra regolarmente sfuggire. In particolare Martha è ossessionata da Tiefland, un film che Leni ha girato nel 1941 utilizzando come comparse alcuni internati – soprattutto bambini – di un campo per rom e sinti, destinati, finite le riprese, alla deportazione ad Auschwitz. E ora, finalmente, Martha ha l’occasione di studiare Leni da vicino, di tornare indietro, di starle addosso. Di scoprire, forse, perché nel ’41 ha fatto quello che ha fatto alla sua famiglia. Quest’ora sommersa mette in scena il confronto fra due donne diverse per età, origini, indole e scelte etiche. Autoritaria, manipolatrice, pronta a sacrificare qualunque cosa all’estetica la prima; figura dolorosa la seconda, che sceglie la vita contro la morte, la biologia contro la storia: entrambe immerse in un mondo liquido dove il respiro e i movimenti seguono altre leggi, dove un’ora può dilatarsi fino ad abbracciare cento anni. Emiliano Poddi – abilissimo nell’alternare voci e registri – costruisce un romanzo forte, in crescendo, che racconta il male gettando luce sul suo rapporto con l’arte e la sua presunta neutralità, scritto senza mai cedere al sentimentalismo eppure così emozionante.

L’AUTORE Emiliano Poddi è nato a Brindisi nel 1975. Autore teatrale e radiofonico, ha scritto i romanzi Tre volte invano (Selezione premio Strega), Alborán e, per Feltrinelli, Le vittorie imperfette. Insegna alla Scuola Holden.

pag 256 euro 16,50 isbn 978-88-07-03432-9 In libreria da: gennaio 2021

20


Attraverso la figura eccezionale e inafferrabile di Leni Riefenstahl, “la regista di Hitler”, Poddi racconta il tema del male radicale da un’angolazione rara, quella della bellezza artistica. Un romanzo che non cede mai al sentimentalismo, eppure emoziona a ogni pagina. Un consiglio ideale per le letture del Giorno della Memoria, ma non solo.

Piano marketing: • Materiali per il punto vendita • Spazi dedicati • Pubblicità sui quotidiani • Banner e newsletter • Attività promozionale sui social network • Recensioni

21


SUSIE ORMAN SCHNALL ADESSO SPLENDI Traduzione di Chiara Mancini

NARRATORI

copertina non definitiva

New York, 1939. La fiera mondiale più grande e sfarzosa di sempre sta per cominciare, inaugurata da Roosevelt in persona, e Vivi Holden ha l’occasione per splendere. Dopo una lunga gavetta a Los Angeles come aspirante attrice, sempre eclissata da starlette più raccomandate e spregiudicate di lei, sarà la stella dell’Aquacade, lo spettacolo di nuoto sincronizzato più atteso della manifestazione. Poco importa che Vivi non sia Esther Williams e che non sappia come danzare e sorridere sott’acqua senza annegare: è decisa a non farsi sfuggire la sua grande occasione. Anche Maxine Roth, aspirante giornalista, ha sogni di gloria: scrivere per “The New York Times”. Il suo professore, però, aveva altri piani per lei e le ha procurato uno stage nel giornale che si occupa di pubblicare il programma della fiera. Maxine dovrà trovare il modo per farsi comunque notare. Le due ragazze si conoscono nella sfavillante e inarrestabile New York, mentre lottano per farsi largo in un mondo dominato da pregiudizi, segreti e uomini che pretendono di avere il controllo delle loro vite. L’amicizia farà emergere il meglio di loro, ricordando a entrambe di non smettere mai di lottare per ciò che più conta e che le farà davvero splendere.

L’AUTRICE Susie Orman Schnall è cresciuta a Los Angeles e si è laureata alla University of Pennsylvania. Ha scritto su “The New York Times”, “The Huffington Post”, “Popsugar”, “Writer’s Digest” e “Glamour”. Ha fondato “The Balance Project” e ha intervistato centinaia di donne in carriera per studiare il loro rapporto con il successo e come coniugare al meglio vita professionale e privata. Organizza conferenze sul tema e vive vicino a New York con il marito e i tre figli. Per Feltrinelli ha pubblicato Le ragazze di New York (2019). www.susieschnall.com

Due donne tenaci e indipendenti, decise a coronare i loro sogni in un mondo ancora in gran parte in mano agli uomini. La New York degli anni trenta e un divertente dietro le quinte della fiera mondiale del 1939. Dopo il successo di Le ragazze di New York, una spumeggiante storia di amicizia, ambizione e perseveranza.

“Un grande inno all’amicizia, con due protagoniste per cui vale la pena tifare.” “Publishers Weekly”

pag 320 euro 16,50 isbn 978-88-07-03428-2 In libreria da: febbraio 2021

22


AKI SHIMAZAKI HŌZUKI Traduzione di Cinzia Poli

NARRATORI

copertina non definitiva

La coraggiosa e determinata Mitsuko ha finalmente realizzato il suo sogno di aprire una libreria specializzata in volumi di arte e filosofia. Vive con la madre e Taro, il figlio meticcio e sordomuto, conducendo una vita riservata. Non ha ancora tagliato del tutto i ponti con un passato ingombrante: il venerdì infatti continua a lavorare in un locale lussuoso come entraîneuse, conversando piacevolmente con la sua clientela di intellettuali e uomini di cultura. Un giorno in libreria si presenta una signora dell’alta società insieme alla figlioletta coetanea di Taro. I due bambini fanno subito amicizia e la donna, dopo un primo acquisto di testi rari e costosi, cerca con insistenza Mitsuko per rivedere lei e il piccolo. Mitsuko, sempre sfuggevole e diffidente verso gli altri, alla fine accetta di incontrarla, scoprendo che, come lei, la donna custodisce un misterioso segreto. La suspense cresce in questo romanzo agile e scorrevole, dove la maternità, vissuta in passato da Mitsuko con tormento e contraddizione, è diventata un sentimento totalizzante che la lega indissolubilmente al figlio, per il quale è disposta a qualunque cosa. Mitsuko, figura materna commovente, delicata e grintosa insieme nell’intento di proteggere l’adorato figlio, si staglia nell’universo dei personaggi femminili che Shimazaki tratteggia sempre con sensibile e autentico realismo.

L’AUTRICE Aki Shimazaki è nata a Gifu, in Giappone, nel 1954, ma vive a Montréal, in Canada, dal 1991. I suoi libri sono tradotti in inglese, giapponese, serbo, tedesco, russo e ungherese. È autrice della pentalogia Il peso dei segreti (Feltrinelli, 2016), con cui si è aggiudicata il Prix du Gouverneur-Général nel 2005, di un secondo ciclo romanzesco intitolato Nel cuore di Yamato (Feltrinelli, 2018) e nel 2014 ha dato inizio a un terzo ciclo, intitolato L’ombra del cardo, prima con Azami (Feltrinelli, 2020) e ora Hozuki, il secondo romanzo della serie. Tra i suoi scrittori di riferimento ci sono Marguerite Duras, Osamu Dazai e Ágota Kristóf.

Aki Shimazaki ci propone un’altra storia appassionante e ricca di emozioni, che vede il ritorno di alcuni personaggi e vicende del precedente volume, Azami, di cui questo nuovo romanzo rappresenta il seguito, seppure in una cornice narrativa di completa e squisita autonomia. Per questa vicenda l’autrice ha scelto come simbolico filo conduttore il frutto dell’hōzuki, l’alchechengi, che con la sua forma a lanterna indica la luce della speranza e della salvezza per la protagonista e suo figlio.

pag 144 euro 13,00 isbn 978-88-07-03426-8 In libreria da: febbraio 2021

23


KARL OVE KNAUSGÅRD IN INVERNO Traduzione di Margherita Podestà Heir

NARRATORI

copertina non definitiva

Il secondo volume del suo quartetto autobiografico sulle stagioni, In inverno, è una struggente raccolta di lettere e meditazioni quotidiane indirizzate alla figlia Anna. Ci uniamo a Karl Ove mentre aspetta la nascita della figlia. Per prepararsi al suo arrivo, fa il punto sul mondo, osservandolo come se fosse la prima volta. Nel suo stile inimitabile, scrive della Luna, dell’acqua, di gufi e compleanni, solo per nominare alcuni dei soggetti. Oggetti e idee fin troppo familiari a cui rende loro un nuovo significato, senza dare nulla per scontato. La scrittura di Knausgård è a suo modo unica. Sorprendente, generosa e precisa, ci mostra il mondo così com’è, straordinariamente ordinario e sublime al tempo stesso.

L’AUTORE Karl Ove Knausgård è nato a Oslo nel 1968. Ha studiato Letteratura all’Università di Bergen e vive tra Londra e Malmö, in Svezia. Per il suo primo romanzo, Ute av verden (1998), è stato insignito del Norwegian Critics Prize for Literature, primo caso di assegnazione del premio a un esordiente. Il secondo romanzo, En tid for alt, ha vinto molti premi ed è stato giudicato tra i migliori 25 romanzi norvegesi di tutti i tempi. Ma è con la pubblicazione del suo capolavoro, i sei volumi intitolati La mia battaglia, più di 3500 pagine autobiografiche, e con le traduzioni che sono seguite, che Karl Ove Knausgård viene definitivamente consacrato. Con Feltrinelli ha pubblicato i sei volumi de La mia battaglia: La morte del padre (2014), Un uomo innamorato (2015), L’isola dell’infanzia (2015), Ballando al buio (2016), La pioggia deve cadere (2017), Fine (2020); il primo volume del suo progetto ispirato alle stagioni: In autunno (2020); e nella collana digitale “Zoom”, L’altra faccia della faccia (2014).

In inverno è il secondo volume del nuovo progetto di Knausgård: quattro libri, uno per ogni stagione, dedicati alla figlia Anna. Vogliono essere un vademecum, una specie di enciclopedia personale scritta da un padre per una figlia che deve ancora nascere.

pag 192 euro 18,00 isbn 978-88-07-03422-0 In libreria da: gennaio 2021

24


MALCOLM LOWRY LA MORDIDA Traduzione di Marco Rossari Introduzione di Tommaso Pincio COMETE

copertina non definitiva

Messico. I coniugi Wilderness, Sigbjørn e Primrose, decidono di trascorrere una piacevole vacanza ad Acapulco anche per esorcizzare i fantasmi dell’uomo, un inglese che aspira a scrivere e beve così tanto da non riuscire nemmeno a firmare un documento. Eppure qualcosa va storto. Un piccolo contrattempo burocratico degenera e si ingigantisce fino ad assumere dimensioni metafisiche e a riattivare tutte le paure della coppia. Ogni poliziotto messicano diventa una minaccia, ogni turista un presagio, perfino ogni onda del mare rischia di sommergere la psiche fragile dei due personaggi. Scritto dopo Sotto il vulcano e basato su un viaggio in Messico fatto da Malcolm Lowry nel 1945, La mordida – e cioè il piccolo morso, la “bustarella”, in gergo messicano – è una nuova discesa agli inferi, fatta di allucinazioni e tremiti e paesaggi stravolti, un libro incompiuto che proprio nella frammentarietà trova una propria lucidissima visione dell’amore e della disperazione.

L’AUTORE Malcolm Lowry, nato a Birkenhead, in Inghilterra, nel 1909, da una ricca e morigerata famiglia di commercianti metodisti, nutrì da subito la passione per la vita di mare e per la letteratura marinaresca. A diciott’anni fece un viaggio in Cina e da qui trasse ispirazione per il suo primo romanzo, Ultramarina (1932). Si laureò a Cambridge. Viaggiò molto e soprattutto in Messico, a Hollywood, in Canada. Lowry cominciò a scrivere Sotto il vulcano nel 1936, ma lo pubblicò solo nella sua terza stesura nel 1947. Venne subito acclamato come un capolavoro e, nel giro di poco tempo, diventò prima un classico moderno e poi un film di John Huston. Dopo, Lowry si imbarcherà in molti progetti letterari ambiziosi, ma non riuscirà a vederne nessuno stampato fino alla sua morte improvvisa nel 1957. Feltrinelli sta pubblicando tutte le sue opere.

The voyage that never ends, il viaggio che non finisce mai, era il ciclo di opere che Lowry aveva in mente nel 1947, dopo aver finalmente pubblicato il suo capolavoro Sotto il vulcano. Doveva essere una trilogia messicana che comprendeva anche Buio come la tomba dove giace il mio amico e La mordida. Non riuscirà mai a portare a termine i suoi progetti. La mordida è un romanzo rimasto incompiuto, finora inedito da noi, che rappresenta bene le immense ambizioni artistiche di uno scrittore che chiamava il successo “un orribile disastro” e paragonava la morte “al veder pubblicato il manoscritto della vita”.

pag 400 euro 25,00 isbn 978-88-07-53041-8 In libreria da: marzo 2021

25


Guido Tonelli Tempo Il sogno di uccidere Kronos

VARIA

Il tempo non è un concetto astratto. È una sostanza materiale che occupa l’universo intero e si deforma, vibra, oscilla. È nato in modo furibondo e poi ha avuto una strana evoluzione. Ma allora scorre o sta fermo? Esiste o non esiste? E noi possiamo farne a meno? Si può uccidere Kronos?

copertina non definitiva

Esiste un tempo delle grandi distanze cosmiche. Esiste un tempo dell’esperienza, scandito dalla memoria e dal desiderio. Esiste un tempo del battito cardiaco. “Il tempo del mondo è fuori dai cardini; ed è un dannato scherzo della sorte ch’io sia nato per riportarlo in sesto,” dice Amleto. Kronos è un mistero e non solo per i fisici. Lo era per i primi uomini e continua a esserlo per noi oggi. Da Newton a Einstein, da Planck all’orologio cosmico, è stato protagonista di metamorfosi vertiginose, affascinanti e mostruose. Il tempo scorre? Oppure sta fermo? E come si misura? Come fa la gravità a rallentarlo? E in che modo i buchi neri riescono a fermarlo? Da sempre viviamo nel tempo, che però non è eterno. La sua è una lunga storia, segnata da un prima e un dopo. Per avventurarci in questa straordinaria vicenda dobbiamo accettare un paradosso e chiederci cosa ci fosse all’inizio, per immaginare il non-luogo del non-tempo da cui scaturì la coppia indissolubile: spazio-tempo e massa-energia. Avremo bisogno della logica e anche della fantasia, dell’arte e della filosofia per vedere la bizzarra relazione che lega il tempo all’energia, alla massa e alla gravità. Guido Tonelli ci conduce lungo la tortuosa via d’accesso alla comprensione di mondi dominati da effetti relativistici, dove esiste un futuro che arriva prima del passato e anzi lo crea. Un viaggio in cui si impara ad ascoltare anche la misura del nostro tempo interiore, per sentire la velocità e la sospensione, l’attesa e l’accelerazione, che alterano le dimensioni del tempo attraverso i nostri ricordi e le nostre aspettative.

L’AUTORE Guido Tonelli, fisico al Cern di Ginevra e professore all’Università di Pisa, è uno dei padri della scoperta del bosone di Higgs. Ha ricevuto il premio internazionale Fundamental Physics Prize (2013), il premio Enrico Fermi della Società italiana di fisica (2013) e la Medaglia d’onore del presidente della Repubblica (2014) per essere “l’ultimo esempio di una tradizione di eccellenza che è cominciata con Galileo Galilei per passare attraverso scienziati come Enrico Fermi, Bruno Pontecorvo e Carlo Rubbia”. Ha pubblicato La nascita imperfetta delle cose. La grande corsa alla particella di Dio e la nuova fisica che cambierà il mondo (Rizzoli, 2016; vincitore del premio Galileo), Cercare mondi. Esplorazioni avventurose ai confini dell’universo (Rizzoli, 2017) e Genesi. Il grande racconto delle origini (Feltrinelli, 2019).

pag 224 euro 17,00 isbn 978-88-07-49292-1 In libreria da: marzo 2021

26


Guido Tonelli, scienziato e divulgatore di fama mondiale, ha saputo incantare i lettori narrando il mistero dell’universo

50.000 copie vendute, tradotto in undici paesi Ritorna nel 2021 con un viaggio prometeico ai confini del sapere: che cos’è il Tempo? Un cammino vertiginoso fatto di meraviglie e di rompicapi per rispondere alla domanda più antica e misteriosa della storia degli uomini. Piano marketing: • Materiali per il punto vendita • Vetrine • Corner e spazi nei negozi • Pubblicità sui quotidiani • Banner e newsletter • Attività promozionale sui social network • Anticipazioni • Recensioni • Interviste

27


WU MING 2 IL SENTIERO DEGLI DEI VARIA

copertina non definitiva

Questo libro è un intreccio di scrittura e cammino. Percorre e racconta un sentiero che va da Bologna a Firenze, da piazza Maggiore a piazza della Signoria, conosciuto come Via degli dei. Cinque giorni di viaggio a cinque chilometri all’ora, tra episodi storici e strane leggende, disastri ambientali e faggete silenziose, caprioli che brucano sotto i viadotti e ruderi di antiche locande. Dieci anni fa, quando uscì la prima edizione, il percorso era noto solo agli appassionati di cammini. Oggi lo frequentano più di diecimila persone all’anno. Intanto, sotto i loro piedi, i treni ad Alta velocità tagliano l’Appennino in quaranta minuti, e sul fondovalle, la Variante di valico raddoppia il traffico dell’Autosole. Due “grandi opere” che hanno imposto un costosissimo sacrificio di esseri umani, alberi, animali, fiumi e sorgenti. Danni irreversibili, come testimonia questa nuova edizione, dove l’autore torna sui luoghi e aggiorna il suo racconto, con il finale delle storie rimaste aperte, i processi che si sono celebrati nel frattempo, le riflessioni maturate grazie a nuovi incontri. Il passato è scritto, non si può cambiare, e il futuro non è alla nostra portata, ma possiamo sforzarci di educare il presente, di raccontarlo altrimenti, per chi si metterà in ascolto e in cammino: “Le tappe della Via degli dei attraversano due regioni, due province e quattordici comuni. Se non vi piace attraversare i confini, camminare sui crinali e stare nei margini, temo che questo libro non faccia per voi. In caso contrario, potreste provare a leggerlo, e trovarci dentro una guida per escursionisti, una raccolta di novelle, un diario di bordo, un saggio, un reportage, un’inchiesta e chissà cos’altro”.

L’AUTORE Wu Ming 2 fa parte del collettivo di scrittori che ha pubblicato romanzi come Q, Asce di guerra, 54, Manituana e Altai. I suoi ultimi libri da solista sono La Via del sentiero (2017) e Ussita, deviazioni inedite raccontate dagli abitanti (con Alessandro Chiappanuvoli; 2020).

“Questo è un racconto che si cammina, queste storie sono fatte di tronchi e di pietra, prima che di parole. Puoi abitarci dentro, puoi respirarle e i tuoi passi calcheranno le impronte di chi ti ha preceduto e te lo faranno conoscere attraverso le gambe.” Cinque giorni di viaggio a piedi lungo la Via degli dei, da Bologna a Firenze, tra incontri inattesi e disastri ambientali, per conoscere le verità e le leggende di un pezzo meraviglioso del nostro Paese. E magari provare a salvarlo.

pag 208 euro 16,00 isbn 978-88-07-49291-4 In libreria da: marzo 2021

28


ALESSANDRO VANOLI IL RACCONTO DEI RITORNI Esercizi di vita e di memoria

VARIA

copertina non definitiva

Il ritorno. Capita talvolta che l’essenza di un viaggio sia tutta lì: nel tempo sospeso in cui ogni cosa si chiude, quando le avventure cominciano a riassumersi nei ricordi, nello sforzo di far coincidere ciò che si è vissuto con il senso della vita precedente ormai lontana. Ritornare significa avviarsi verso casa carico di conoscenze e di esperienza; e ritrovarsi inevitabilmente diverso da come eri partito. Così, parlare del ritorno è anche parlare di se stessi e dell’età matura, del momento in cui ci si ritrova a fare i conti con quello che si è fatto, guardandosi indietro, come si fosse alla fine di un viaggio. Ma non c’è per forza tristezza nel ritorno. C’è anche il senso delle scelte compiute: ricordando e ragionando su ciò che si ritrova, si può raggiungere una maggiore pienezza e una comprensione più profonda. E alla fine non si potrebbe capire davvero ciò che si è fatto se non si avesse il coraggio di tornare. Storie lontane sul ritorno da un viaggio o sul ritorno a casa al termine della vita possono svelare qualcosa di nuovo riguardo al passato e, allo stesso tempo, rivelare qualcosa in più su di noi. Ecco dunque il racconto: per Alessandro Vanoli il senso del ritorno si trova nell’Odissea e nei nostoi, nei grandi archetipi di Ulisse e Agamennone, ma anche nelle avventure esemplari di grandi viaggiatori, su tutti quello di Cristoforo Colombo, incapace di vedere il nuovo e di cogliere la portata epocale del suo viaggio. Di lì sino a incrociare, tra storia e letteratura, il ritorno a Venezia di Casanova, per finire con l’avventura prometeica di Neil Armstrong, che vide la Terra dalla Luna. “Riflettere sul ritorno,” scrive Vanoli, “è riflettere su un momento fondamentale della nostra vita e dunque su ciò che siamo.” L’AUTORE Alessandro Vanoli, storico e scrittore, ha lavorato come docente in numerose università. Collabora con diversi festival culturali e si dedica tanto a progetti teatrali quanto ad attività didattiche. Si occupa prevalentemente di storia mediterranea, di rapporti tra mondo cristiano e mondo musulmano e di presenza islamica nelle Americhe. Tra i suoi libri: Quando guidavano le stelle. Viaggio sentimentale nel Mediterraneo (2015), Storie di parole arabe (2016), Storia del Mediterraneo in 20 oggetti (con Amedeo Feniello; 2018), Inverno (2018) e Primavera (2020). Per Feltrinelli ha pubblicato Strade perdute. Viaggio sentimentale sulle vie che hanno fatto la storia (2019).

In ogni viaggio il ritorno ci obbliga a fare i conti col nostro passato ed è per questo che assomiglia così tanto alla vita. Da Ulisse e Agamennone a Colombo, da Martin Guerre a Casanova, da Napoleone a Evita Perón e fino al ritorno dalla Luna di Neil Armstrong, un racconto dolce e malinconico di chi nei secoli e nei millenni è tornato indietro e solo allora ha conosciuto se stesso.

pag 208 euro 16,00 isbn 978-88-07-49293-8 In libreria da: febbraio 2021

29


ANDY WARHOL POP Traduzione di Alessandro Carrera

VARIA

copertina non definitiva

“Questo è il mio personale punto di vista sul fenomeno del pop a New York negli anni sessanta. Scrivendo questo libro, Pat Hackett e io abbiamo ricostruito il decennio a partire dal 1960, quando cominciai a dipingere le mie prime tele pop. È uno sguardo all’indietro, sulla vita che facevamo i miei amici e io, sui dipinti, i film, le mode e la musica, sulle superstar e le relazioni che animarono la scena nel nostro loft a Manhattan, un luogo noto come la Factory.” Una tempesta culturale travolse gli anni sessanta: la Pop Art, Bob Dylan, la psichedelia, i film underground. Al centro della tempesta sedeva un giovane artista confuso con i capelli argentati: Andy Warhol. Andy conosceva tutti (dal commissario per la Cultura di New York alle drag queen) e tutti conoscevano Andy. Il suo studio, la Factory, era il cuore di questa rivoluzione: dove Warhol creò le grandi tele delle lattine e delle icone pop che definirono la Pop Art, dove si potevano ascoltare i Velvet Underground e sedersi di fianco a Edie Sedgwick e dove Warhol stesso poteva osservare come un sismografo il movimento irrequieto dell’avanguardia. La turbolenza degli anni sessanta si riflette in un memoir straordinario, che documenta il successo di Warhol come artista pop e come filmmaker e allo stesso tempo entra nelle vicende travolgenti e drammatiche della sua vita.

L’AUTORE Andy Warhol, genio creativo, pittore, scultore, regista, scrittore, è figura tra le più importanti della Pop Art e della scienza artistica e intellettuale del Novecento. Tutti i suoi libri saranno pubblicati in Italia in una nuova edizione da Feltrinelli.

“Pop si legge come un romanzo. La storia sociale del genere più raro, messa a fuoco in modo estremamente nitido da chi ha contribuito a plasmare gli eventi che descrive.” “The New Yorker” Degli anni sessanta Warhol racconta tutto: la storia definitiva di un decennio di rivoluzione culturale.

pag 480 euro 25,00 isbn 978-88-07-49289-1 In libreria da: marzo 2021

30


SHAUN USHER (a cura di) AMORE Traduzione di Vincenzo Mantovani, Tommaso Pincio e Silvia Rota Sperti

VARIA

copertina non definitiva

Beethoven che si strugge per la sua celebre Amata immortale. Steinbeck che dà consigli sentimentali al figlio quattordicenne. La sorprendente lettera d’amore di Simone de Beauvoir a Nelson Algren. Frida Kahlo a Diego Rivera prima di farsi amputare una gamba. Johnny Cash che festeggia il compleanno della sua amata June Carter. Shaun Usher ha raccolto alcune delle più incredibili lettere d’amore mai composte, vuoi ispirate dai primi ardori o dalle recriminazioni finali, dal rammarico per sentimenti non corrisposti all’entusiasmo per le passioni sperimentate.

IL CURATORE Shaun Usher è uno scrittore e il solo custode del popolare blog www.lettersofnote.com. Vive a Manchester con la moglie Karina e i loro due figli. Con Feltrinelli ha pubblicato nel 2014 il bestseller internazionale L’arte delle lettere. 125 indimenticabili corrispondenze e nel 2020 i primi due volumi del suo nuovo progetto, Gatti (2020) e Musica (2020).

30 indimenticabili lettere sull’amore raccolte da Shaun Usher, infaticabile cacciatore di corrispondenze, nonché curatore del bestseller internazionale L’arte delle lettere. John Steinbeck, Simone de Beauvoir, Vladimir Nabokov, Beethoven, Ansel Adams, Frida Kahlo, Napoleone Bonaparte, Nelson Mandela, Johnny Cash, Vita Sackville-West sono solo alcuni degli autori di questo volume che mette insieme le più potenti lettere sull’amore mai scritte. “Causa dipendenza, come infilare la mano in una busta di caramelle assortite e seducenti, con la certezza che la successiva sarà una sorpresa e un piacere.” “The New Yorker” pag 160 euro 12,00 isbn 978-88-07-49290-7 In libreria da: febbraio 2021

31


Carlo Cottarelli All’inferno e ritorno Istruzioni per la nostra ripresa economica e sociale

SERIE BIANCA

copertina non definitiva

Il mondo sta affrontando la peggiore crisi economica dalla Seconda guerra mondiale. Nel 2020 il Pil globale potrebbe scendere del 5 per cento. Nel Dopoguerra era sempre cresciuto, a parte una piccola discesa nel 2009, l’anno della grande crisi finanziaria. Il virus sta facendo danni più gravi di Lehman Brothers. E l’Italia? Bisogna tornare al 1945 per trovare un dato peggiore di caduta del Pil. Negli ultimi vent’anni, siamo stati il fanalino di coda dell’Europa in termini di crescita. Oggi, mentre il mondo che conosciamo sembra al collasso, dobbiamo essere all’altezza delle misure necessarie ad ammortizzare la crisi economica, con interventi di lunga durata e con una rapida capacità di attuazione. Dobbiamo chiederci perché non ci sia (ancora) stata una crisi finanziaria. E, a proposito dell’Italia, quanto può salire ancora il debito pubblico? Di certo abbiamo davanti a noi la responsabilità della ricostruzione. Carlo Cottarelli si pone al confine tra il mondo che crolla e il mondo che verrà dopo. Precipitati nel baratro dell’emergenza, abbiamo una grande opportunità: correggere molti errori ripetuti nel passato per aprire strade che accompagnino il nostro Paese in un futuro migliore. L’Italia ha bisogno di tornare a crescere, ma in modo sostenibile dal punto di vista sociale, finanziario e ambientale. Quali sono le sfide che dobbiamo raccogliere per raggiungere una crescita del 2 per cento l’anno? E che tipo di giustizia sociale vogliamo? Dobbiamo salvare la nostra economia, ma per farlo abbiamo bisogno di più uguaglianza, soprattutto nelle opportunità che vengono fornite alle nuove generazioni.

L’AUTORE Carlo Cottarelli (Cremona, 1954), dopo aver lavorato in Banca d’Italia ed Eni, dal 1988 al 2013 è stato nello staff del Fondo monetario internazionale, dirigendo il dipartimento di Finanza pubblica dal 2008 al 2013. È stato commissario straordinario per la revisione della spesa, nominato dal governo italiano, dall’ottobre 2013 al novembre 2014. Dopo il ritorno per tre anni al Fondo monetario come direttore esecutivo, dal novembre 2017 dirige il nuovo Osservatorio sui conti pubblici dell’Università Cattolica di Milano e insegna all’Università Bocconi, sempre a Milano. Ha scritto numerosi articoli e libri accademici. Per Feltrinelli ha pubblicato: La lista della spesa. La verità sulla spesa pubblica italiana e su come si può tagliare (2015), Il macigno. Perché il debito pubblico ci schiaccia e come si fa a liberarsene (2016), I sette peccati capitali dell’economia italiana (2018) e Pachidermi e pappagalli. Tutte le bufale sull’economia a cui continuiamo a credere (2019).

pag 176 euro 15,00 isbn 978-88-07-17390-5 In libreria da: febbraio 2021

32


Siamo precipitati nella crisi più drammatica dal Dopoguerra. Giustizia sociale e crescita sostenibile: questa è la ricetta per evitare il collasso e cominciare la ricostruzione. Così possiamo cambiare l’Italia. La nuova analisi di uno degli economisti più autorevoli del nostro Paese e del panorama internazionale. I suoi libri con Feltrinelli hanno venduto oltre 100.000 copie.

Piano marketing: • Materiali per il punto vendita • Vetrine • Corner e spazi nei negozi • Pubblicità sui quotidiani • Banner e newsletter • Attività promozionale sui social network • Interviste radio, stampa e tv • Recensioni

33


PAOLO VINEIS, LUCA SAVARINO LA SALUTE DEL MONDO Società, natura, pandemie

SERIE BIANCA

copertina non definitiva

Questo libro parla di ciò che dopo il Covid-19 non possiamo più ignorare. Il virus ha sospeso la nostra forma di vita e all’improvviso ha aperto la possibilità di ripensare non solo il nostro atteggiamento nei confronti delle malattie e della salute, ma anche il nostro rapporto con la natura, con le diseguaglianze e la solidarietà sociale. Qual è il ruolo della scienza oggi? Come deve essere la sua relazione con l’etica e la politica, che davanti al pericolo e all’incertezza sembrano dimenticare il discorso sui fini e sui valori a favore di procedure dettate dalla scienza? Nessuna decisione pubblica, nessuna misura drastica come un lockdown può giustificarsi sul solo piano dei mezzi, senza esplicitare in nome di che cosa essa è necessaria. Sono i fini a essere in questione innanzi tutto nel dibattito pubblico. Nell’epoca delle pandemie e del cambiamento climatico le coordinate del mondo in cui viviamo si sono trasformate. La realtà è sempre più interconnessa, e per modificarne le regole dobbiamo accettare il fatto che le nostre vite dipendono sempre più da fattori esterni, umani e non umani. La responsabilità non può più riferirsi alle azioni di un agente singolo, ma è responsabilità globale nei confronti della natura come casa comune e delle generazioni future. La salute inizia con la difesa dell’ambiente e con la prevenzione su un duplice livello, locale e globale: il potenziamento dei sistemi sanitari nazionali non potrà mai fare a meno di organismi politici sovra-nazionali che siano in grado di governare una realtà sempre più interconnessa. Relazione, responsabilità e salute hanno un significato nuovo. Per ripensare e costruire una salute globale dobbiamo cominciare da qui.

GLI AUTORI Paolo Vineis è professore di Epidemiologia ambientale all’Imperial College di Londra ed è visiting professor all’Istituto italiano di tecnologia di Genova. È vicepresidente del Consiglio superiore di sanità. Tra i suoi ultimi libri, Salute senza confini (2014) e Prevenire. Manifesto per una tecnopolitica (con Luca Carra e Roberto Cingolani; 2020).

La salute degli uomini e quella del pianeta oggi sono più intrecciate che mai. Il clima, le regole della politica e dell’etica, e il nostro stile di vita sono nomi diversi dello stesso problema. E a problemi globali devono corrispondere risposte globali.

Luca Savarino è professore di Filosofia all’Università del Piemonte orientale e membro del Comitato nazionale di bioetica. Si è occupato di alcune figure fondamentali della filosofia del Novecento e dei rapporti tra etica, vita e biotecnologie. Il suo ultimo libro è Bioetica cristiana e società secolare (2013).

pag 240 euro 16,00 isbn 978-88-07-17389-9 In libreria da: marzo 2021

34


DIDIER ERIBON MICHEL FOUCAULT

Il filosofo del secolo. Una biografia Traduzione di Lorenzo Alunni STORIE

copertina non definitiva

Al momento della sua morte nel 1984, all’età di cinquantotto anni, Michel Foucault era considerato una delle menti più grandi del Ventesimo secolo. Oggi continua a suscitare un dibattito molto vivace. Foucault scoraggiava le domande biografiche, perché le considerava poco interessanti. Il racconto di Didier Eribon rovescia questa affermazione. Eribon conosceva Foucault e lo intervistò a lungo. Per scrivere la biografia definitiva del grande filosofo ha attinto ai resoconti dei testimoni più vicini a Foucault in tutte le fasi della sua vita: sua madre, i suoi insegnanti di scuola, i suoi compagni di classe, i suoi amici e nemici nella vita accademica e i suoi celebri compagni di attivismo politico, tra cui Simone Signoret e Yves Montand. Eribon ha ripercorso le orme del suo soggetto peripatetico, dalla Francia alla Svezia alla Polonia, dalla Germania alla Tunisia, dal Brasile al Giappone, fino agli Stati Uniti. Il risultato è una narrazione serrata, leggibile e rigorosamente documentata che ci avvicina alla verità sulla vita del pensatore che si sostituì a Sartre nel ruolo dell’intellettuale parigino e cosmopolita. E ci costringe a considerare seriamente l’idea che tutti i suoi libri siano davvero, proprio come Foucault disse alla fine della sua vita, “frammenti di un’autobiografia”. Una grande narrazione di vita e di pensiero, che ricostruisce il clima culturale, politico e intellettuale della Francia dal Dopoguerra alla fine del Ventesimo secolo. È la storia di un uomo e del suo tempo.

L’AUTORE Didier Eribon è un filosofo e sociologo, professore all’Università di Amiens. Il suo ultimo libro pubblicato in Italia è Ritorno a Reims (Bompiani, 2017). Oggi è considerato uno dei più importanti pensatori a livello internazionale.

Chi era quest’uomo, Michel Foucault? Che cos’è un’esistenza filosofica? In che modo un gesto teorico è ancorato all’esperienza vissuta? Esce in Italia in una nuova edizione la biografia definitiva di Michel Foucault.

pag 428 euro 25,00 isbn 978-88-07-11154-9 In libreria da: marzo 2021

35


FRANCESCO STOPPA LE ETÀ DEL DESIDERIO

Adolescenza e vecchiaia nella società dell’eterna giovinezza

CAMPI DEL SAPERE

copertina non definitiva

“Il primo esercizio vocale della nostra storia è stato un grido. Urlare alla vita nel momento della nascita significa farle da subito opposizione, resistere a quella realtà traumatica che si abbatte contro di noi. La vita continuerà a mantenere i suoi tratti di insostenibilità”, perché a ogni età ci costringerà a crescere e a trasfigurarci. Ciascuno, infatti, nel corso della sua esistenza attraversa per due volte una trasformazione che rompe tutti gli equilibri. Questi due momenti sono l’adolescenza e la vecchiaia, le età per eccellenza della vita, le età del desiderio, nelle quali l’esperienza del proprio corpo e del mondo cambia completamente e si traduce in un nuovo sentimento delle cose. Essere adolescenti significa sperperare per poter ereditare ed essere vecchi significa imparare l’arte di tramontare. Adolescenza e vecchiaia, mostra Francesco Stoppa, “sono le età in cui dire di sì alla vita, nel primo caso salendo sulla scena, nel secondo sapendo uscirne”. Come si può trovare salvezza? Come si affronta l’assoluta insostenibilità della metamorfosi che ci coglie necessariamente impreparati? Da questa prospettiva del tutto inedita scopriamo un significato nuovo nel rapporto tra le generazioni, perché esiste un vuoto che solo lo sguardo reciproco tra un genitore e un figlio, un maestro e un allievo può riempire. Con una lingua suggestiva e con l’aiuto di alcuni struggenti riferimenti clinici, Stoppa esplora gli enigmi, le contraddizioni e le sfide che animano ogni passaggio generazionale.

L’AUTORE Francesco Stoppa, analista membro della Scuola di psicoanalisi dei Forum del Campo lacaniano è docente dell’Istituto ICLeS per la formazione degli psicoterapeuti e presso la Scuola di filosofia di Trieste. È redattore della rivista “L’Ippogrifo”. Tra i suoi libri: La restituzione. Perché si è rotto il patto tra le generazioni (Feltrinelli, 2011) e La costola perduta. Le risorse del femminile e la costruzione dell’umano (Vita e Pensiero, 2017). Ha curato il volume La rivoluzione dentro. Per i 40 anni della legge 180 (Libreria al Segno editrice, 2018).

Ogni età deve rinegoziare le cose col mondo, con gli altri, col corpo alle prese con le proprie trasformazioni esterne e interne. Solo lo sguardo reciproco tra genitori e figli, maestri e allievi può frenare l’irruenza della vita e “renderla materia di studio e di ispirazione artistica, scenario di sogni e fantasie, paesaggio interiore”.

pag 160 euro 17,00 isbn 978-88-07-10552-4 In libreria da: gennaio 2021

36


ELENA SBROJAVACCA LETTERATURA ASSOLUTA Le opere e il pensiero di Roberto Calasso

CAMPI DEL SAPERE

copertina non definitiva

Nel suo saggio su Nietzsche del 1969, Roberto Calasso accennava a “quel pensiero unico che è proprio soltanto dei grandi pensatori, gli altri di pensieri ne hanno tanti”. Una dichiarazione d’amore per un “pensiero unico” che si manifesta sotto molte vesti ma rimane fedele a se stesso. Per la prima volta Elena Sbrojavacca costruisce una mappa dei testi che Calasso ha indicato come parti di una sola opera: l’“opera in corso”. Undici volumi, un’opera unica, che comincia nel 1983 con La rovina di Kasch e continua ancora oggi. Questa grande impresa enigmatica, mostra Sbrojavacca, conserva una tensione ambigua e perenne con il presente ed è guidata da un’idea precisa di letteratura. Come scrisse una volta Calasso, “saper collegare i fili di quel vecchio impianto elettrico che è la nostra mente mi sembra l’unica ambizione che si possa legittimamente attribuire alla letteratura, la quale, per il resto, come tutte le cose essenziali della vita, non ha funzione, ma si appaga del capire ciò che è, rivelando ciò che è in una forma”. La letteratura per Calasso è assoluta, è un’esperienza totale che offre a chi la pratica infinite possibilità. E l’“opera in corso” attraversa vertiginosamente i campi del sapere in un percorso sul quale questo libro getta luce, mostrandone le trame e gli intrecci più profondi. Così Sbrojavacca costruisce una chiave d’accesso all’opera e al pensiero del grande scrittore, aiutandoci a seguire le tracce che disegnano l’avventura dell’esplorazione di quel territorio pieno di segreti e in larga parte ignoto che è la nostra mente.

L’AUTRICE Elena Sbrojavacca (1989) è dottoressa di ricerca in Italianistica presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, con una tesi su Roberto Calasso. Le sue ricerche sono dedicate, oltre a Calasso, a Luigi Pirandello, Luciano Erba e Andrea Zanzotto.

Il primo grande studio su Calasso, un’indagine critica, storica e letteraria dello spazio che la sua opera e il suo pensiero occupano nell’arazzo della letteratura del nostro tempo, per cogliere la sua attualità ma anche la sua enigmatica inattualità.

pag 304 euro 25,00 isbn 978-88-07-10555-5 In libreria da: febbraio 2021

37


ROBERTO PRESILLA LUDWIG WITTGENSTEIN EREDI

L’AUTORE Roberto Presilla è professore di Filosofia contemporanea presso la Pontificia Università Gregoriana e coordina il Centro universitario cattolico.

copertina non definitiva

Il pensiero di Ludwig Wittgenstein si presta a un’eredità, perché Wittgenstein stesso è stato un erede: ancora più che da Bertrand Russell, ha ereditato da Gottlob Frege una visione del linguaggio che, già nel Tractatus logicophilosophicus, pubblicato per la prima volta nel 1921, modificò in modo pesante. L’avventura del pensiero di Wittgenstein è, secondo Roberto Presilla, la ricerca di una via d’uscita dalla modernità, arrivata alla sua crisi definitiva. La reazione del filosofo austriaco prende la forma di un tentativo di cura. Prima, con il Tractatus, radicale e definitivo, quasi a cercare una forma di salvezza, poi, nelle Ricerche filosofiche del 1953, più attento alla varietà e complessità dell’esperienza e a raggiungere una sorta di “salute” concettuale. L’eredità che Presilla raccoglie da Wittgenstein non riguarda questa o quella dottrina: riguarda piuttosto la posizione che il filosofo dovrebbe tenere nell’epoca contemporanea. Il lavoro del filosofo consiste in un’indagine critica che riconduca quanto si “afferma” nel linguaggio all’esperienza umana. L’esercizio del filosofare può essere illustrato accostandolo da un lato al discernimento, dall’altro alla psicoanalisi. La “purezza” della logica è un’esigenza che ci porta nella direzione sbagliata. Allontanarsi dal terreno scabro dell’esperienza ci conduce infatti a una rarefazione nella quale il linguaggio “fa vacanza”, gira a vuoto. Ma quell’esperienza è un terreno multiforme, nel quale l’esercizio filosofico si esplica non costruendo uno sguardo dall’alto, ma nel discernimento dei casi singoli.

In che cosa consiste il lavoro del filosofo? Wittgenstein riletto come un filosofo socratico.

pag 144 euro 14,00 isbn 978-88-07-22720-2 In libreria da: marzo 2021

38


DAVIDE ASSAEL BARUCH SPINOZA EREDI

copertina non definitiva

La storia della filosofia è una storia di fraintendimenti. Un susseguirsi di interpretazioni dove la successiva spesso smentisce la precedente. Se questo è vero per tutti i classici, lo è a maggior ragione per Baruch Spinoza. Spinoza è un filosofo atipico, un crocevia di culture, una vera eccezione nell’itinerario del pensiero occidentale. Del resto, pochi autori sono stati così interpretati, pochi hanno rappresentato un riferimento così intenso per le epoche successive. Allora chi è davvero Baruch Spinoza? Il pensiero di Spinoza si nutre di diverse fonti: ebraica, filosofica, scientifica, solo per citare le principali. Ridurlo a una sola di queste è impossibile, perché l’una si intreccia nell’altra in una sintesi che ha pochi eguali per altezza, profondità e originalità. Tutte sono presenti nell’opera del filosofo, ma rispetto a ciascuna si registra un’eccedenza, che rende il Maledictus (uno dei tanti nomi attribuiti a Spinoza) un pensatore eccentrico e forse unico proprio per questo. Di Spinoza abbiamo infinite interpretazioni, ma da lui non nasce una scuola. Non si può parlare di uno spinozismo negli stessi termini in cui parliamo di un cartesianesimo, di un kantismo, di un hegelismo. Forse per questo la sua figura ha potuto ispirare intellettuali così diversi: dai medici e gli scienziati positivisti del Seicento e Settecento ai grandi metafisici a lui successivi, da Fichte a Hegel, da Schopenhauer a Fechner, passando per le correnti libertarie prerivoluzionarie. Forse, però, Spinoza non ha voluto parlare a nessuno. La sua è stata una riflessione solitaria, volta alla ricerca della felicità, non certo intesa come godimento dell’istante. Questo, che può apparire un limite, è in realtà la grande virtù che gli ha permesso di attraversare indenne le varie epoche e arrivare fino a noi. L’AUTORE Davide Assael presiede l’Associazione Lech Lechà, collabora con la rivista di geopolitica “Limes” ed è fra i conduttori della trasmissione di Rai Radio3 Uomini e profeti, oltre che docente al master Filosofia del vino e del cibo dell’Università Vita e Salute San Raffaele di Milano. I suoi libri più recenti sono Il perdono (2018) ed Elogio del limite (2020).

“All’uomo niente è più utile dell’uomo,” diceva Spinoza. Un viaggio nel “pensiero abissale” del grande filosofo ebreo, eccentrico e tante volte frainteso, che ha tracciato un percorso per superare i conflitti fra le parti.

pag 144 euro 14,00 isbn 978-88-07-22719-6 In libreria da: gennaio 2021

39


SANDI MANN LA SINDROME DELL’IMPOSTORE

Perché pensi che gli altri ti sopravvalutino e i tuoi successi siano un inganno Traduzione di Virginio B. Sala URRA

copertina non definitiva

Vi chiedete come mai proprio voi siate stati assunti e abbiate ottenuto responsabilità inaspettate e di rilievo al lavoro? Non vi capacitate di ricevere apprezzamenti dagli altri e, anzi, pensate di averli tratti in inganno? Siete in buona compagnia. Uno studio recente sostiene che il 70 per cento delle persone “sperimenta almeno un episodio” di sindrome dell’impostore nell’arco della vita. Questo fenomeno psicologico descrive le persone caratterizzate da una incapacità cronica di interiorizzare i risultati conseguiti e da una paura costante che la loro presunta “frode” sia portata allo scoperto. Restano convinte di essere degli imbroglioni e di non meritare il successo che hanno ottenuto. Ogni prova del loro merito viene accantonata come frutto della fortuna, dell’essersi trovati al posto giusto al momento giusto, o come risultato dell’aver indotto fraudolentemente gli altri a ritenerle più intelligenti e competenti di quello che sono in realtà. Il libro indaga in modo accessibile e coinvolgente la sindrome dell’impostore e come essa colpisca non solo chi ricopre posizioni ambite al lavoro, ma anche gli adolescenti, i genitori e altri ancora. Utilizzando test che aiutano a identificare se ne soffriamo e offrendo suggerimenti e strumenti pratici per affrontare le nostre insicurezze nei vari contesti di vita, la psicologa Sandi Mann mette a disposizione la sua esperienza, come accademica e come psicologa clinica, per presentare una guida completa alla comprensione e al superamento della sindrome dell’impostore.

L’AUTRICE Sandi Mann è Chartered Academic Psychologist e Senior Psychology Lecturer all’Università del Central Lancashire, dove insegna, fra le altre cose, Psicologia clinica applicata. Specializzata nel trattamento dell’ansia e di condizioni depressive come fobie, attacchi di panico, disturbo ossessivo-compulsivo, traumi e disturbi del sonno, esercita anche nel suo studio privato. Ha un certificato e un diploma in Terapia cognitivo-comportamentale (Cbt) e in Emdr (Eye Movement Desensitization Reprocessing). È autrice di oltre venti libri di psicologia e di autoaiuto ed è spesso invitata a tenere conferenze in tutto il mondo. Collabora regolarmente con vari media, fra cui la Bbc, e tiene un blog per l’“Huffington Post”.

Siamo convinti che tutti i traguardi che abbiamo raggiunto siano il frutto della fortuna, o di un errore, ma non certo delle nostre capacità? Molti di noi condividono un piccolo segreto del quale si vergognano: nel profondo pensiamo che i nostri successi siano una truffa, frutto di un bluff, o, nella migliore delle ipotesi, di un colpo di fortuna. Perché? Da cosa nasce questa attitudine? Come riconoscere e fare pace con i nostri meriti?

pag 176 euro 14,00 isbn 978-88-07-09149-0 In libreria da: febbraio 2021

40


GIUSEPPE VERCELLI, GABRIELLA D‘ALBERTAS GLI ANTIFRAGILI

Fai della fragilità il tuo punto di forza e dell’incertezza un cavallo di battaglia

URRA

E se il punto di vista andasse capovolto? Se quelle che noi consideriamo disgrazie fossero in realtà le più grandi opportunità che la vita ci offre? Se nel caos si nascondesse la straordinaria possibilità di riorganizzare la nostra vita? E, infine, se la chiave della nostra evoluzione fosse proprio nelle esperienze che getteremmo volentieri via, considerandole un intralcio al nostro cammino?

copertina non definitiva

Quando ci imbattiamo in una nostra fragilità generalmente ce ne rammarichiamo, ci sentiamo deboli e vulnerabili; ma quando intraprendiamo un cammino antifragile tutto questo cambia, perché comprendiamo che la fragilità, se riconosciuta e trasformata, è una risorsa impareggiabile. Diventiamo cioè consapevoli che le nostre debolezze sono le pietre più preziose che possediamo, non qualcosa da gettare via. È come trovare un diamante grezzo: se siamo inesperti lo scambiamo per un inutile sasso che intralcia il nostro percorso, ma quando diventiamo degli intenditori sappiamo riconoscerlo, raccoglierlo e raffinarlo. Finché troviamo in noi fragilità, troviamo anche risorse. Gli antifragili sono coloro che hanno compreso tutto questo. E non solo. Nel cuore della fragilità ci sono le chiavi della nostra vera forza, perché la forza che non ha incontrato la fragilità è debole e può crollare in qualsiasi momento. Invece, la forza che ha conosciuto e accolto la fragilità acquisisce un immenso potere: quello dell’invulnerabilità.

GLI AUTORI Giuseppe Vercelli, psicologo e psicoterapeuta, insegna Psicologia dello sport all’Università di Torino. Ha insegnato alla Bocconi di Milano e alla facoltà di Economia dell’Università di Torino. Responsabile dell’area psicologica della Fisi (Federazione sport invernali), della Federazione canoa e kayak e della Federvolley, ha partecipato a cinque Olimpiadi come psicologo ufficiale del Coni. È il responsabile dell’area psicologica di Juventus Football Club dal 2011. Dirige il Centro di psicologia dello sport e della prestazione umana dell’Isef di Torino. È autore di pubblicazioni scientifiche e divulgative, tra cui Vincere con la mente e L’intelligenza agonistica.

Dallo “psicologo della Juventus”, un libro per conquistare la forza dell’invulnerabilità e cavalcare l’incertezza.

Gabriella D’Albertas, coach e counselor con approccio ipnotico-costruttivista, in passato manager d’azienda, ha lasciato il mondo delle imprese per la sua vera passione: l’esplorazione del potenziale interiore. Da oltre quindici anni accompagna le persone a liberarsi dai condizionamenti e dalle convinzioni che ostacolano la loro realizzazione. Nei suoi libri condivide la sua esperienza aiutando il lettore a riconoscere le proprie aree di fragilità e a trasformarle in risorse.

pag 256 euro 16,00 isbn 978-88-07-09148-3 In libreria da: gennaio 2021

41


MICHELE ZAPPELLA BAMBINI, NON ETICHETTE

Dislessici, autistici, iperattivi: dalla cattiva diagnosi all’esclusione

URRA

copertina non definitiva

Una nuova emarginazione, basata su diagnosi di disabilità trasformate in etichette di “diversità” irrecuperabile, è in pieno sviluppo nel nostro Paese e coinvolge un numero crescente di bambini e ragazzi. Le diagnosi più comuni, e più facili da rendere “etichette”, si riferiscono ad abilità considerate oggi importanti anche in una prospettiva lavorativa, come leggere bene e relazionarsi con gli altri adeguatamente. Si tratta di dislessia e autismo, cui non di rado si aggiungono discalculia e iperattività. Spesso, infatti, si confondono ritardi di lettura con la dislessia, oppure si certifica l’autismo mentre si è di fronte a ritardi del linguaggio, depressioni, mutismo elettivo, o persino transitorie timidezze. Dietro la loro pretesa “oggettività”, le diagnosi sbagliate nascono dall’importanza attribuita a determinati test e sono quasi sempre rese pubbliche, diventando marchi indelebili che definiscono il bambino, e danneggiano l’emotività sua e dei genitori compromettendone l’identità. Come può avvenire tutto ciò? Perché? E con quali conseguenze? Cosa ha portato all’esplosione di diagnosi, spesso senza fondamento, degli ultimi anni? A queste domande e a molto altro risponde Michele Zappella, con una chiarezza e una semplicità rara, preziosa e utile per tutti. La ricca casistica, la profonda esperienza clinica e di ricerca dell’autore, invita i genitori e gli educatori ad aprire gli occhi senza cedere al “fascino sottile dell’etichetta”, e i professionisti a mantenere aggiornata la cultura specialistica sperimentando modi di approccio ai bambini che ne stimolino fantasia e creatività. Gli effetti possono essere sorprendenti! L’AUTORE Michele Zappella (Viareggio, 1936) è uno dei più autorevoli e riconosciuti neuropsichiatri infantili italiani, noto per il suo impegno nell’abolizione delle classi differenziali a metà degli anni sessanta, per aver scoperto tra gli anni novanta e il duemila due nuove sindromi cliniche e per i suoi studi sull’autismo. Da essi ha elaborato la proposta terapeutico-educativa che porta il suo nome e che lo inserisce nella storia delle maggiori voci contemporanee che si occupano di autismo. Conclusa la sua formazione medica in importanti istituti ospedalieri a Londra e negli Usa, è stato primario del reparto di Neuropsichiatria infantile dell’Ospedale generale di Siena dal 1973 al 2006. Attualmente continua a visitare i bambini e a fare ricerca, occupando il ruolo di Research Coordinator della Foundation for Autism Research di New York. È autore di 350 articoli scientifici, 103 dei quali citati sul prestigioso “Pub Med”, e di numerosi libri, tra cui, editi da Feltrinelli, Il pesce bambino (1976) e Il bambino nella luna (1979).

E se la diagnosi fosse errata o impropria, o “comoda”? Se l’esclusione dei bambini “non conformi” viaggiasse sotto le mentite spoglie di una fallace e ipocrita integrazione? Da uno dei massimi esperti e studiosi di neuropsichiatria infantile, un campanello d’allarme rivolto a genitori, educatori e insegnanti per entrare nelle pieghe dell’”epidemia” diagnostica che sta investendo i nostri bambini e i loro genitori e contrastarla.

pag 176 euro 14,00 isbn 978-88-07-09150-6 In libreria da: marzo 2021

42


STEFANIE STAHL L’AMORE, SENZA PERDERE SE STESSI Tra legame e autonomia, la via per la felicità in coppia Traduzione di Cristina Malimpensa URRA

copertina non definitiva

Appartieni anche tu alla “generazione incapace di relazionarsi”? Alla schiera di persone che vedono naufragare la loro vita sentimentale a causa della paura dell’intimità e del legame, o che vi hanno addirittura rinunciato? Stefanie Stahl sostiene che tutti sono in grado di intraprendere e mantenere una relazione duratura e gratificante. Perché la felicità in amore non è un dono del destino, ma una questione di atteggiamento interiore. Fondamentale è rafforzare l’autostima e trovare il giusto equilibrio fra la tendenza ad adattarsi e l’affermazione di se stessi. Una volta compresi i meccanismi che portano a rompere questo equilibrio e come ripristinarlo, non dovremo più sperare che il nostro partner cambi o che l’uomo o la donna ideale suonino alla porta, ma potremo dare forma noi stessi alla nostra relazione. Con uno stile chiaro e convincente, un’impostazione pratica e l’indispensabile aiuto del nostro “bambino interiore”, Stefanie Stahl, nella prima parte, conduce il lettore a comprendere a fondo il “programma relazionale” che ci fa rifuggire o esacerbare la vita di coppia, facendoci identificare le strategie di protezione che abbiamo sviluppato nel corso degli anni e in base alle nostre esperienze infantili. Nella seconda parte, presenta le tecniche per modificare questo schema e i comportamenti disfunzionali acquisiti, veri responsabili delle problematiche relazionali. Alla fine, potremo riconoscere quando una relazione sentimentale può dirsi riuscita, senza perderci nella vana ricerca di storie che esistono solo nelle favole, ma imparando a vivere la realtà con soddisfazione.

L’AUTRICE Stefanie Stahl (Amburgo, 1963) è una psicologa, terapeuta e autrice tedesca, tra le più note e amate. Laureata in Psicologia, lavora come psicoterapeuta nel suo studio privato, tiene numerosi seminari in diverse città, ed è spesso presente sulla stampa o in programmi televisivi tedeschi. Ha scritto otto libri, tra i quali il bestseller che ha occupato per molte settimane il vertice delle classifiche dello “Spiegel”, Chi ha spento la luce? (Macro Edizioni, 2017).

Per chi teme di legarsi o è insoddisfatto del suo rapporto di coppia, le chiavi per trovare la felicità in amore da una delle più amate e popolari autrici tedesche. Dai Commenti di Amazon.de: “100 stelle! Uno dei migliori libri che abbia letto.” “Vale oro! Ho letto quasi tutti i libri della Stahl e questo è ancora una volta più che eccezionale!” “Utile non solo per le relazioni d’amore problematiche, ma in linea di principio per tutte le relazioni interpersonali.” “Ho letteralmente divorato questo libro. Chiunque abbia difficoltà con le relazioni o con se stesso nelle relazioni, dovrebbe assolutamente leggerlo!” pag 176 euro 14,00 isbn 978-88-07-09147-6 In libreria da: gennaio 2021

43


Carlo e Renzo Piano Alla ricerca di Atlantide A caccia della bellezza su e giù per il mondo

KIDS

Illustrazioni di Tommaso Vidus Rosin Nonno Renzo e la nipotina Elsa partono da Genova, dove è stato appena inaugurato il nuovo Ponte San Giorgio, sorvolano l’aeroporto di Osaka, l’isola che non c’era, si arrampicano sullo Shard, il grattacielo sul Tamigi che sfuma fino a 400 metri di altezza, e infine approdano a Itaca, meta di ogni ritorno.

copertina non definitiva

Il lungo viaggio di nonno Renzo e la nipote Elsa inizia dal porto di Genova in una giornata di fine estate. A guidarli è un desiderio ancestrale: salpare e prendere il largo alla ricerca di Atlantide, la città perfetta che, come tale, è il sogno di ogni architetto, l’idea regolativa che muove la sua creatività. Per trovarla, Renzo Piano e la nipote Elsa fanno tappa nei luoghi in cui per tutta la vita il nonno ha inseguito la perfezione, costruendo nel mondo intero le proprie opere. Di certo sarà un’avventura, come d’altronde è il mestiere dell’architetto! In tutti i capitoli sono presenti aneddoti e curiosità, oltre che nozioni marinaresche di venti, onde, stelle, ancoraggi, naufragi scampati che rendono il viaggio coinvolgente. Accompagna la narrazione anche la storia di Atlantide e tutti i posti in cui gli studiosi l’hanno collocata nei secoli. GLI AUTORI Carlo Piano (Genova, 1965) si laurea nel 1991 in Lettere moderne all’Università di Genova con una tesi in Filologia romanza. Giornalista, collabora da anni con diversi quotidiani e settimanali. Ha curato insieme a suo padre l’Almanacco dell’Architetto (2012). Per Feltrinelli ha pubblicato Atlantide. Viaggio alla ricerca della bellezza (con Renzo Piano; 2019).

Renzo Piano (Genova, 1937) è una figura chiave dell’architettura internazionale. Nel 2013 è stato nominato senatore a vita dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. È il presidente della Fondazione Renzo Piano, un’istituzione no-profit nata nel 2004 che promuove la professione dell’architetto con attività di studio e programmi di ricerca. Tra le sue opere più importanti: la Menil Collection a Houston, il Terminal dell’Aeroporto Internazionale del Kansai a Osaka, Potsdamer Platz a Berlino, il nuovo Ponte San Giorgio di Genova, l’Auditorium Parco della Musica a Roma, The Shard a Londra, il Centro culturale della Fondazione Stavros Niarchos ad Atene e il nuovo Tribunale di Parigi. Per Feltrinelli ha pubblicato Atlantide. Viaggio alla ricerca della bellezza (con Carlo Piano; 2019).

pag 164 con ill. euro 19,00 isbn 978-88-07-92336-4 In libreria da: marzo 2021

44


Sulla scia del magico viaggio tra le meraviglie della filosofia di Umberto Galimberti

50.000 COPIE VENDUTE Un giro del mondo e delle meraviglie progettate da nonno Renzo, a caccia della bellezza che abbiamo il dovere di cercare e che può salvare l’uomo. Il viaggio percorso da Renzo e Carlo Piano nel libro Atlantide in una nuova versione illustrata per ragazzi. Erano gli inizi degli anni Settanta del secolo scorso quando il presidente francese, che allora era appunto Georges Pompidou, bandì un concorso tra architetti per progettare nel quartiere del Marais un centro culturale, un edificio che doveva contenere un museo d’arte moderna e contemporanea, una grande biblioteca e inoltre sale per la musica, cinema, spazi per le mostre, l’informazione e il design. Quello che si definisce un centro polifunzionale. Il nonno e Richard, che a quel tempo erano due giovani di poco più di 30 anni, parteciparono al concorso ma senza sperare di vincerlo sul serio. Non erano ancora famosi, nessuno li conosceva quei due. Però era venuta loro un’idea e vollero tentare lo stesso.

Quando venne concepito il Beaubourg non era come adesso e ai musei ci andavano in pochi. Erano posti tristi, noiosi e anche un po’ polverosi. Intimidivano le mamme e spaventavano i bambini. Noi volevamo ribellarci a questa situazione. Renzo e Richard inventarono allora una specie di parco divertimenti della cultura, allegro, tutto colorato e gioioso, per rispondere alle esigenze di un mondo che stava cambiando. In quegli anni c’era stato il Sessantotto, quando gli studenti e i giovani scesero in piazza per contestare e cambiare la società. In quegli anni io non ero ancora nata e allora il nonno, mentre passeggiamo davanti all’edificio in una splendida giornata di sole, mi spiega meglio.

BEAUBOURG UN'ASTRONAVE A PARIGI

P

er raggiungere Parigi, dopo la traversata della Manica, abbiamo risalito la Senna. Non era possibile a bordo della nostra nave oceanografica: pesca troppo in profondità con la chiglia e avremmo rischiato d’incagliarci nel letto del fiume. Così nel porto fluviale di Rouen, io e il nonno, ci siamo trasferiti su una chiatta che lentamente ha percorso le acque calme della Senna. Ma perché siamo venuti nella capitale della Francia? Forse il nostro lungo viaggio avrebbe dovuto partire proprio da qui, perché da questa città è cominciata la vera carriera d’architetto di nonno Renzo. Atlantide l’aveva già cercata a Parigi tanto tempo fa quando costruì, con il suo amico Richard Rogers, una strana astronave, fatta di tubi colorati e trasparenti, che si chiama Beaubourg. Il nome ufficiale del centro culturale è Centre Pompidou e ora vi spiego come mai, ma il nonno preferisce sempre usare Beaubourg.

In qualche modo Beaubourg è figlio del Sessantotto. Era il momento di reagire all’idea che i musei fossero destinati a pochi, dovevano essere aperti a tutti. Volevamo costruire una scanzonata e disubbidiente macchina culturale, nata non solo per offrire cultura, ma anche per produrne. Quando il nonno seppe di aver vinto il concorso non credeva alle sue orecchie. C’è una storia divertente che mi racconta. Gli telefonarono da Parigi per avvertirlo e una signora gli disse «c’etait le laureat» che significa che era il vincitore, ma lui non conosceva bene il francese, e poi come vi ho già detto a scuola era un po’ somaro, e così capì fischi per fiaschi. Rispose che certo che era laureato in architettura e che aveva discusso la tesi all’università di Milano. Glielo dovette ripetere tre o quattro volte e alla fine comprese. Mai più avrebbe pensato che potesse succedere. Invece il loro progetto era stato scelto a sorpresa tra quelli dei 681 studi d’architettura, anche grandi e importanti, di 49 nazioni diverse che avevano partecipato alla gara.

Nella pagina a fianco, appesi alla parete, puoi vedere alcuni schizzi di Renzo Piano per il Centro Nazionale d’Arte e di Cultura Georges Pompidou di Parigi.

4

2

3

Piano marketing: • Materiali per il punto vendita • Spazi e corner • Banner e newsletter • Attività promozionale sui social network • Recensioni

45

5


Walter Veltroni Devi vivere, Sami Samuel Modiano, il bambino che tornò da Auschwitz

UP

L’orrore della deportazione che ha vissuto a tredici anni e la forza di raccontarlo ai ragazzi. “Ciò che mi ha tenuto in vita sono le parole di mio padre,” spiega: “Tu devi vivere, Sami. Tieni duro”.

copertina non definitiva

Sami Modiano ha solo otto anni quando viene espulso dalla scuola. Abita a Rodi, all’epoca territorio italiano, dove frequenta la scuola elementare, che adora. Il maestro non gli dà motivazioni, gli dice solo di tornare a casa dal padre che gli spiegherà tutto. Da quel giorno Sami smette di essere un bambino e diventa un ebreo. Con il padre e le sorelle vive con difficoltà le restrizioni delle leggi razziali, arrivate sull’isola senza avvisaglie, fino al rastrellamento dell’intera comunità ebraica avvenuto con l’inganno il 23 luglio del 1944. Sami e la sua famiglia vengono caricati su una nave mercantile e da Atene su un treno. Un mese di viaggio in condizioni disumane verso il campo di sterminio nazista di AuschwitzBirkenau. In pochissimo tempo perde ciò che ha di più caro al mondo: il padre e la sorella Lucia, con cui era riuscito a restare in contatto scambiando bocconi di pane della propria razione quotidiana. Per due volte viene selezionato dai medici del campo e si salva miracolosamente, come pure sopravvive alla marcia finale e alla fuga dei nazisti dal campo con i prigionieri perché creduto morto. Nella casa in cui trova rifugio e viene raccolto dai sovietici il 27 gennaio 1945 conosce Primo Levi e Piero Terracina. Di tutta la comunità ebraica di Rodi, è stato tra le sole venticinque persone riuscite a salvarsi. Nel 2005 ha trovato la forza di tornare ad Auschwitz, accompagnato da una classe di ragazzi e dall’allora sindaco di Roma Walter Veltroni ed è diventato testimone della Shoah. La sua storia arriva al grande pubblico nel 2018 grazie al docufilm Tutto davanti a questi occhi girato proprio da Veltroni.

L’AUTORE Walter Veltroni è stato direttore de “l’Unità”, vicepresidente del Consiglio, sindaco di Roma, segretario del Partito democratico e candidato premier alle elezioni politiche del 2008. Ha scritto Noi (2009), Quando cade l’acrobata, entrano i clown (2010), L’inizio del buio (2011), L’isola e le rose (2012), E se noi domani (2013), Quando c’era Berlinguer (2014), che è diventato un film da lui diretto, Ciao (2015), Quando (2017), Il sogno spezzato (1993; 2018), La sfida interrotta (1994; 2019), Roma. Storie per ritrovare la mia città (2019), Assassinio a Villa Borghese (2019). Il suo libro più recente è Odiare l’odio (2020). È regista anche di I bambini sanno (2015), Gli occhi cambiano (2016), Indizi di felicità (2017), Tutto davanti a questi occhi (2018), C’è tempo (2019) e Fabrizio De André e Pfm. Il concerto ritrovato (2020).

pag 144 euro 13,00 isbn 978-88-07-91064-7 In libreria da: gennaio 2021

46


“Sono stato l’unico della mia famiglia a sopravvivere e per anni mi sono chiesto ‘Perché?’. L’ho capito solo nel 2005, quando ho deciso di raccontare la mia esperienza ai ragazzi: sono sopravvissuto per testimoniare.” La commovente storia di uno degli ultimi superstiti di Auschwitz raccolta da Walter Veltroni in un libro speciale per il Giorno della Memoria. Nominato cavaliere di Gran croce dal presidente Mattarella in occasione del suo novantesimo compleanno, dal 2005 Sami Modiano si dedica a far conoscere la sua storia ai ragazzi. Il più recente successo di Walter Veltroni, Assassinio a Villa Borghese (Marsilio, Natale 2019, 50.000 copie vendute), è il primo titolo di una serie il cui secondo episodio è atteso per il Natale 2020. Piano marketing: • Materiali per il punto vendita • Spazi e vetrine • Pubblicità sui quotidiani • Banner e newsletter • Attività promozionale sui social network • Recensioni • Interviste

47


Wlodek Goldkorn Il bambino che venne dal fiume KIDS

Le avventure di Mosè

Illustrazioni di Sergio Staino Una rilettura del mito di Mosè in chiave avventurosa. Un inno alla forza delle storie e al potere dell’immaginazione.

copertina non definitiva

Mosè è un trovatello balbuziente, che viene cresciuto come nipotino del Faraone e che, diventando grande, prende consapevolezza dell’ingiustizia del potere. Scappa nel deserto, dove salva un gruppo di giovani donne tra cui sceglie in seguito la propria sposa. Così, in modo avventuroso, comincia il racconto della vita del liberatore del popolo di Israele. Nelle sue azioni Mosè sembra dotato di superpoteri ed è guidato dai colloqui che ha con Dio. O almeno, questo è ciò che racconta al suo popolo per spingerlo a liberarsi dalla schiavitù e intraprendere la strada verso la libertà… È invece proprio il potere delle storie (con qualche aiuto da parte della natura) a muovere gli ebrei alla ribellione e la forza dell’immaginazione a guidarli attraverso le imprese più ardue. Il libro si basa sul testo biblico originale ed è arricchito di miti, leggende e spunti liberamente elaborati dall’autore. L’ILLUSTRATORE Sergio Staino è nato nel 1940. È uno dei più celebri disegnatori satirici italiani ed è il “papà” di Bobo. Nel 1979 ha pubblicato le sue prime tavole su “linus”, diretto da Oreste del Buono. Nel 1982 inizia la sua avventura con “l’Unità”, di cui poi diventa direttore. Nel 1986 ha fondato il settimanale “Tango”, sulle cui pagine è apparso il meglio della satira italiana. Ha lavorato per la televisione (Drive In, Teletango, Cielito Lindo), per il teatro e per il cinema (ha diretto Cavalli si nasce e Non chiamarmi Omar, tratto da un racconto di Altan). Ha pubblicato molti libri, tra cui, per Feltrinelli, Il romanzo di Bobo (2001), Pinocchio Novecento (2001), Il mistero BonBon (2006), Alla ricerca della pecora Fassina (2016) e Hello, Jesus! (2019).

A partire dai 9 anni L’AUTORE Wlodek Goldkorn è stato per molti anni il responsabile culturale de “L’Espresso”. Ha lasciato la Polonia nel 1968. Vive a Firenze. Ha scritto numerosi saggi sull’ebraismo e sull’Europa centro-orientale. È coautore, con Rudi Assuntino, de Il guardiano. Marek Edelman racconta (1998; 2016) e di Civiltà dell’Europa Orientale e del Mediterraneo (con Massimo Livi Bacci e Mauro Martini; 2001). Ha scritto La scelta di Abramo. Identità ebraiche e postmodernità (2006), Il bambino nella neve (2016) e L’asino del Messia (2019).

pag 128 con ill. euro 15,00 isbn 978-88-07-92337-1 In libreria da: marzo 2021

48


“Nessuno avrebbe creduto possibile attraversare il deserto e mettersi in salvo al di là del mare, ma Mosè voleva che il suo popolo fosse libero, così cominciò a raccontare una storia…” La vicenda dell’eroe biblico raccontata ai più piccoli in forma di favola e magnificamente illustrata dalle tavole di Sergio Staino.

Piano marketing: • Spazi dedicati • Banner e newsletter • Attività promozionale sui social network • Recensioni

Tra i titoli promossi dalle attività di Feltrinelli Editore per la Scuola. Cara libraia, caro libraio, richiedi l’autore per incontri con le scuole all’indirizzo scuola@feltrinelli.it 49


ANNA VIVARELLI LA CASA DELLE MERAVIGLIE KIDS

copertina non definitiva

Case, case, case: da quando sua mamma è andata via, Emma non ha fatto che cambiarne. Il padre possiede un catalogo sconfinato di abitazioni che propone in vendita ai clienti e un mazzo di chiavi che può aprire tutte le porte. Così, ogni volta che l’appartamento in cui vivono viene venduto Anna e il suo papà possono sceglierne uno nuovo. La casa perfetta deve avere qualche imperfezione, altrimenti verrebbe subito comprata! L’attico senza ascensore, la casa spaziosa che affaccia sulla ferrovia, la villetta difficile da raggiungere. Dopo la ventunesima casa, però, i due arrivano al Bosco delle Fate, una radura alle porte della città con alcune casette mobili parcheggiate. È la casa più piccola che abbiano abitato, tanto che Anna immagina di averla presa in prestito da una fata. Anche le persone che conoscono in quel posto hanno qualcosa di speciale: la misteriosa Giulietta delle stelle con il suo telescopio, il fattore Giacomino e la sua banda di piccoli Giacomini, il ciclista De Filippis con un aneddoto dei tempi andati sempre in tasca… e quando viene l’ora di partire la bambina non ha dubbi: quello è il posto che non vuole smettere di chiamare casa. A partire dagli 8 anni Libro ad alta leggibilità. Lettura facilitata per avvicinare ogni tipo di lettore, anche dislessici e con disturbi dell’apprendimento.

L’AUTRICE Anna Vivarelli è nata a Torino dove si è laureata in Filosofia. Giornalista per “La Stampa” e la Rai, drammaturga, autrice di programmi radiofonici, ha esordito nella letteratura per ragazzi nel 1994 e da allora ha pubblicato oltre cinquanta titoli con Einaudi, Piemme, Salani e altri editori. Ha vinto due volte il premio Cento, due volte il Bancarellino e nel 2010 il premio Andersen. Per “Feltrinelli Kids” ha pubblicato Una capra tibetana in giardino (2019; con le illustrazioni di Giulia Sagramola).

Da una delle voci più interessanti della narrativa italiana per ragazzi, una storia dal sapore fiabesco scritta con spirito lieve e ironia.

pag 128 con ill. euro 10,00 isbn 978-88-07-92339-5 In libreria da: marzo 2021

50


GIANGIACOMO FELTRINELLI EDITORE S.r.l. Sede legale: via Andegari 6, 20121 Milano Sede operativa: viale Pasubio 5, 20154 Milano Tel. 02.3596681 Fax 02.35966860 e-mail: commerciale@feltrinelli.it www.feltrinellieditore.it In copertina: Š cover di Susie Orman Schnall, Adesso splendi / Progetto grafico: Ufficio Grafico Feltrinelli


KAHO NASHIKI YERBI, IL GUARDIANO DEL FIUME Traduzione di Gala Maria Follaco Illustrazioni di Sakae Ozawa KIDS

“Yerbi è la forza vitale che è stata in me per molto tempo.” Kaho Nashiki

copertina non definitiva

In una zona paludosa, ben nascosta in un’ansa del fiume e all’ombra dei giunchi, vive un piccolo popolo di creature magiche. Non somigliano a nessun animale, sono ricoperti da una morbida pelliccia bianca e camminano su due zampe. Con i loro dieci centimetri di altezza temono le altre creature, l’uomo in particolare. Yerbi è l’unico della colonia ad aver sviluppato la capacità di comunicare con gli umani, anche se non ha mai potuto mettere in pratica la sua abilità. Un giorno Yerbi avvista Torika, una giovane maestra del collegio che si trova sulla sponda opposta del fiume. La scuola è chiusa e la ragazza, che non ha una famiglia da cui tornare in città, passa le vacanze estive esplorando la laguna a bordo della sua canoa. Yerbi la osserva affascinato, e la maestra lo scopre. Attraverso piccoli gesti la ragazza si avvicina e, quando si trova davanti il suo musetto espressivo e spaventato, fa rotolare verso di lui una caramella mou, che Yerbi raccoglie in fretta sparendo tra le canne. Da quel momento i due diventano amici e il piccolo guardiano guiderà Torika alla scoperta dei segreti del suo mondo magico. A partire dai 7 anni

L’AUTRICE Kaho Nashiki è nata nel 1959 nella prefettura di Kagoshima e si è laureata all’Università Doshisha di Kyoto. È autrice di romanzi, libri illustrati e saggi, per adulti e per bambini. Nel 1994, con il suo primo romanzo, Un’estate con la Strega dell’Ovest, pubblicato in Italia da Feltrinelli, vince il premio Jawc New Talent Award, il premio Nankichi Niimi e il premio Shogakukan; il libro ha un successo enorme in Giappone e viene adattato al cinema.

Magico e imprevedibile come Totoro di Miyazaki, simpatico come i Mumin o i Barbapapà, Yerbi è pronto a guidare i bambini nelle sue avventure alla scoperta dello spirito della natura. Un piccolo popolo di personaggi stravaganti nati dalla fantasia della scrittrice giapponese Kaho Nashiki, autrice del successo Un’estate con la Strega dell’Ovest. 320.000 copie vendute in Giappone.

pag 160 con ill. euro 13,00 isbn 978-88-07-92338-8 In libreria da: marzo 2021

51


STEFANO SANDRELLI, GASPARE POLIZZI GIACOMO LEOPARDI, IL CORAGGIO DI RIDERE KIDS

copertina non definitiva

Giacomo Leopardi non ha bisogno di presentazioni. Lo si studia a scuola fin dalle medie. Tuttavia, la sua sensibilità leopardiana è molto distante da quella dei ragazzi di oggi, in genere più orientati alla vita attiva e a una visione ottimistica del presente e del futuro. Leopardi, però, è molto più complesso e interessante di uno stereotipo. Al centro della narrazione c’è la sua straordinaria forza vitale: i suoi aspetti giocosi e divertenti, di ribellione, di amicizia, di amori, di passione, di curiosità instancabile, di voglia di viaggiare, di camminare, di vedere, di incontrare, anche attraverso i libri e gli amici, le culture e società più diverse nel tempo e nello spazio. Allo stesso modo sono raccontati i suoi interessi che non sono quelli tipici di un letterato. La sua immaginazione infatti si alimenta anche della sua vastissima cultura scientifica con una predilezione per l’astronomia, la chimica e la “storia naturale”. Prendendo spunto dalla sua vasta produzione vengono descritti gli ambienti vissuti dal poeta e i personaggi incontrati, gli amici, gli scontri, le passioni. Si ripercorrono la sua vita e le sue opere attraverso flashback e aneddoti, nel corso del lungo viaggio in carrozza, a 35 anni, da Firenze verso Roma e Napoli. E all’arrivo si torna “in diretta” per seguire gli ultimi anni. Per completare il quadro sono previsti box tematici, scritti con lo stesso registro leggero e agile.

GLI AUTORI Stefano Sandrelli, astrofisico di formazione, ha pubblicato per “Feltrinelli Kids”: A spasso per l’Universo, Quanti amici, Nello spazio con Samantha e Di Luna in Luna.

“Chi ha il coraggio di ridere, è padrone degli altri, come chi ha il coraggio di morire.” Giacomo Leopardi, Zibaldone dei pensieri

Gaspare Polizzi, storico della filosofia e della scienza, membro del comitato scientifico del Centro nazionale di studi leopardiani, è autore di sei libri dedicati a Leopardi (l’ultimo, riccamente illustrato, in collaborazione con il fisico teorico Giuseppe Mussardo).

pag 144 con ill. euro 14,00 isbn 978-88-07-92340-1 In libreria da: febbraio 2021

52


MARCO PONTI R

Ribelli Resistenza Rock ‘n Roll

UP

copertina non definitiva

Questa storia inizia a Barge, un piccolo paese nelle Langhe. È il settembre del 1943 quando Pompeo Colajanni, detto Barbato, arriva sulla piazza del paese con la divisa da ufficiale dell’esercito e il fazzoletto rosso delle Brigate Garibaldi al collo. Traccia una linea a terra spiegando che è il momento di scegliere da che parte stare: se da quella in cui si è tranquilli, dove si potrà sempre dire di non aver visto nulla (ma dove si saprà, sempre, di essere stati complici dei fascisti e dei nazisti) o da quella in cui si uccide o si viene uccisi. Franco, occhi scuri e un’aria da scugnizzo, Ester, che non ha ancora compiuto sedici anni, Pietro, un giovane soldato appena arrivato in paese, compiono il passo oltre quella linea, mentre Leletta, figlia di notabili del paese, deve restare al di qua, anche se solo per il momento. Così entriamo in questo romanzo, una grande avventura in cui, attraverso gli occhi di un gruppo di ragazzi e di altri personaggi, ispirati a persone realmente esistite, scopriamo (e viviamo) la storia della Resistenza italiana. Ispirato a una storia vera e liberamente tratto dal saggio La Resistenza perfetta di Giovanni De Luna (Feltrinelli, 2015). A partire dai 13 anni

L’AUTORE Marco Ponti ha scritto e/o diretto dieci film per il cinema, tra i quali il cult movie Santa Maradona (vincitore di due David di Donatello) e la coppia tratta dai romanzi di Luca Bianchini Io che amo solo te e La cena di Natale. Ha diretto videoclip con Vasco Rossi, Lorenzo Jovanotti, Emma Marrone, Luciano Ligabue, Giorgio Faletti, Elisa e Giuliano Sangiorgi. Tra le altre cose, ha realizzato un documentario sugli schiavi italiani di Hitler, ha tradotto Romeo e Giulietta di William Shakespeare per una messinscena e scritto una storia di “Topolino” dedicata a Federico Fellini. Ombre che camminano (Salani, 2019) è il suo primo romanzo per ragazzi ed è attualmente in sviluppo per diventare una serie televisiva per Disney+.

Questa è una storia della Resistenza italiana, iniziata con l’8 settembre del 1943 e conclusa con il termine del conflitto mondiale. Venti mesi di durissime lotte, di smarrimento, di coraggio, di amori, di guerra e amicizia. Venti mesi di vita di un gruppo di ragazzi e ragazze che cercarono di cambiare il mondo ribellandosi.

pag 208 euro 13,00 isbn 978-88-07-91063-0 In libreria da: febbraio 2021

53


AA.VV. SCOZIA ROUGH GUIDES

Il secondo aggiornamento della Rough Guide Scozia descrive in maniera esaustiva tutti i luoghi, i paesaggi, i profumi che rendono grandioso questo Paese. Al suo interno si possono trovare ricche pagine dedicate alle rocciose città scozzesi pervase di storia, alle valli delle Highlands, alla birra artigianale e alle distillerie di whisky Speyside, come anche ai coinvolgenti festival musicali. In questa raccolta di meraviglie non possono mancare le osservazioni degli autori sulle Orkney e sulle Shetland, isole dalla bellezza naturale, battute da incessanti venti.

copertina non definitiva

• L’Eilean Donan Castle è la fortezza più fotografata di Scozia, nonché protagonista di numerosi film. • La penisola a martello dello Rhins of Galloway attende i visitatori con il suo clima sempre mite grazie all’influsso della corrente del Golfo. • A Glasgow i pub più alternativi attorno a Glasgow Green sono una tappa obbligata per vivere a fondo la Scozia.

GLI AUTORI Norm Longley ha trascorso la maggior parte della sua vita lavorativa nell’Europa centro-orientale, innamorandosi dei suoi Paesi. Ha, infatti, curato le Rough Guides Slovenia e Romania. Recentemente ha contribuito anche alla scrittura delle guide Scozia, Galles e Irlanda. Vive nel Somerset. Rachel Mills è una scrittrice e redattrice freelance che abita nel Kent. È coautrice delle Rough Guides Nuova Zelanda, Canada, Vietnam, Irlanda e Inghilterra, India. Scrive regolarmente per il “Telegraph”. È possibile seguire i suoi viaggi su Instagram e Twitter: @rachmillstravel. Olivia Rawes è una scrittrice di viaggi e fotografa freelance. È coautrice delle Rough Guides Yorkshire ed Europa. Helena Smith è una scrittrice e fotografa che lavora a Londra. È cresciuta in Scozia e in Malawi, e torna in entrambi i Paesi ogni volta che ne ha la possibilità. Jackie Staddon e Hilary West sono scrittori di viaggi. Hanno collaborato per oltre vent’anni per produrre una serie di guide per tutto il mondo. La Scozia occupa un posto speciale nei loro cuori.

Un aggiornamento esaustivo per accompagnare i viaggiatori alla scoperta di una terra che rapisce lo sguardo e il cuore.

edizione aggiornata pag 632 euro 26,00 isbn 978-88-07-71456-6 In libreria da: gennaio 2021

56


AA.VV. GIAPPONE ROUGH GUIDES

Senza ombra di dubbio tra tutti i Paesi dell’Estremo Oriente il Giappone è quello che negli ultimi secoli ha affascinato di più l’Occidente. Il nuovo aggiornamento della Rough Guide Giappone setaccia ogni centimetro di questo arcipelago formato da 6800 isole vulcaniche. Oltre alle descrizioni, ai consigli e agli aneddoti, corredati da immagini e cartine a colori, questa guida vuole suggestionare il lettore raccontandogli come l’ultra modernità del presente del Paese del Sol Levante si mescola al suo rigoroso passato nelle luminose strade di Tokyo, nell’autentica Kyoto o nelle isole di Okinawa.

copertina non definitiva

• I cedri millenari del Parco nazionale di Kirishima-Yaku, patrimonio Unesco, a Yakushima, sono uno spettacolo naturale che toglie il fiato. • Shinjuku e Shibuya sono i quartieri immersi in luci al neon di Tokyo e mostrano il lato più moderno e suggestivo del Giappone moderno. • Furano in estate è un’esplosione di colori e un posto perfetto per una gita a piedi o in bicicletta che attraversa sconfinati campi di lavanda e girasoli.

GLI AUTORI Paul Gray dopo vent’anni di peregrinazioni ha di recente messo radici in Thailandia. È coautore della Rough Guide Thailandia oltre che della Rough Guide dedicata all’Irlanda. Sally McLaren si occupa e scrive di argomenti giapponesi su riviste del posto e internazionali da oltre vent’anni; ha contribuito a quattro edizioni della Rough Guide dedicata al Giappone. Tamatha Roman ha girato il mondo per molti anni insegnando inglese e scrivendo articoli giornalistici per diverse pubblicazioni dedicate ai viaggi tra cui Rough Guides e “Metropolis Japan”. Simon Scott si è trasferito in Giappone nel 1999 e sente di avere forti affinità con Shikoku; oggi vive e lavora come giornalista e scrittore di viaggi freelance nel frenetico quartiere di Shinjuku (Tokyo). Greg Ward ha scritto da solo o insieme ad altri, venti Rough Guides, tra cui Bretagna e Normandia, Francia, Spagna, Grecia, Provenza e Costa Azzurra, Usa, Hawaii e Las Vegas. Martin Zatko ha scritto o ha partecipato alla stesura di oltre venti Rough Guides, tra cui quelle di Corea, Cina, Giappone, Vietnam, Turchia ed Europa.

Pronti per partire verso la terra del domani? Il Giappone vi aspetta.

edizione aggiornata pag 904 euro 35,00 isbn 978-88-07-71457-3 In libreria da: gennaio 2021

57


MATTEO JESSOULA (a cura di) EQUO, INCLUSIVO E SOSTENIBILE: PER UN RIPENSAMENTO DEL WELFARE ALL’ITALIANA FONDAZIONE FELTRINELLI

L’emergenza sanitaria e la crisi economica e sociale che seguirà la pandemia da Covid-19 sollecitano una riflessione sulle priorità collettive e impongono una ridefinizione dell’agenda di policy. Se l’attenzione si è dapprima concentrata sulle precarie condizioni di salute del Servizio sanitario nazionale, a cascata le misure di salute pubblica adottate per il contenimento del contagio stanno riportando in primo piano altri temi centrali per il sistema delle politiche sociali, mettendo in evidenza i nervi scoperti del “welfare state all’italiana”: dalle politiche del lavoro e di sostegno al reddito ai servizi per l’infanzia e per le persone più anziane. Il volume curato da Matteo Jessoula delinea alcune prospettive di intervento finalizzate a rimodulare il sistema di welfare nel senso di una maggiore inclusività secondo l’approccio delle “3E”: un welfare efficace nel rispondere a rischi e bisogni sociali, equo nel perseguimento di questo obiettivo attraverso i diversi gruppi e fasce sociali, efficiente nel reperimento e nell’allocazione delle risorse. Il volume si articola in otto capitoli, curati da studiosi di diverse discipline (scienziati politici, sociologi, economisti), per prendere in esame diversi settori di politica sociale, dalla salute alla questione della casa, dal social investment alle misure di contrasto alla povertà. Una fotografia del caso italiano nel quadro di un’analisi comparata dello scenario europeo, nella consapevolezza – maturata anche a fronte delle criticità emerse con la crisi determinata dal Coronavirus – che il welfare locale, regionale e nazionale possa svilupparsi solo nella cornice più ampia della dimensione comunitaria.

RICERCHE

Equo, inclusivo e sostenibile: per un ripensamento del welfare all’italiana A cura di

copertina non definitiva

Matteo Jessoula

IL CURATORE Matteo Jessoula è professore associato di Scienze politiche presso il dipartimento di Scienze sociali e politiche dell’Università degli Ssudi di Milano. È inoltre coordinatore del team italiano nello European Social Policy Network (Espn), co-direttore dell’Osservatorio internazionale per la coesione e l’inclusione sociale, e direttore del Laboratorio Welfare (WeL) presso il Centro Einaudi. I suoi interessi di ricerca includono stati assistenziali comparati, sviluppi politici e dinamiche politiche. Ha pubblicato numerosi contributi, in italiano e in inglese, sui sistemi di welfare specialmente con riferimento a politica pensionistica, politica dell’assistenza sociale, politiche del lavoro, politica sociale europea.

La crisi apre una finestra di opportunità anche sul fronte delle politiche sociali: serve, tuttavia, che il principio dell’equità si proponga come la nuova stella polare capace di dare voce ai gruppi maggiormente a rischio e alle categorie più vulnerabili e meno organizzate.

pag 208 euro 15,00 isbn 978-88-6835-398-8 In libreria da: febbraio 2021

54


JACOPO LARENO FACCINI MILANO UNPLUGGED Inchiesta su una città in movimento

FONDAZIONE FELTRINELLI

Prima che la crisi del Covid-19 proiettasse la città in una nuova dimensione piena di incognite sul futuro, Milano correva: incremento demografico, irresistibile attrazione di capitali stranieri, boom immobiliare, riqualificazione diffusa di pezzi di città, crescita del numero di studenti nelle università, esposizione mediatica senza precedenti. Proiettata nel firmamento delle città globali, Milano era diventata il campo da gioco delle nuove economie, come quelle di piattaforma, palinsesto degli esercizi di stile dell’architettura globale, vetrina alla continua rincorsa dell’ultimo evento. Una città-bolla, che “non restituisce più niente di quello che attrae,” ha detto un ministro. Una locomotiva sì, ma di un Paese che stava perdendo i vagoni. Sullo sfondo dell’inarrestabile corsa, gli effetti sulla salute dell’inquinamento atmosferico, la pervasività del precariato lavorativo, l’esplosione dei costi abitativi, la crescita di una popolazione di invisibili e non rappresentati, il sobbollire delle periferie. Nell’incertezza del presente, riparte la corsa verso un nuovo grande evento: le Olimpiadi del 2026 che, dopo il doloroso intermezzo, ancor più appaiono come una promessa di crescita, sviluppo e redistribuzione. Ma occorre anche fermarsi un attimo e chiedersi se il decantato “modello” non possa offrirsi a una revisione, partendo dall’ascolto dei bisogni – concreti, incalzanti, plurali – di chi abita la città. Un’inchiesta costruita attraverso le testimonianze di coloro che in prima persona si confrontano quotidianamente con i rimossi della città, che però propone anche tracce di alternativa, attraverso l’interlocuzione con esperienze che alludono a un nuovo municipalismo: inclusivo, democratico e sostenibile.

RICERCHE

Milano unplugged

Inchiesta su una città in movimento

copertina non definitiva

Jacopo Lareno Faccini

L’AUTORE Jacopo Lareno Faccini è ricercatore presso Codici dove si occupa di rigenerazione urbana, percorsi di sviluppo locale e politiche abitative. Laureato in Pianificazione urbana e politiche territoriali con lode, ha lavorato in nel progetto di rigenerazione urbana a base culturale Dencity all’interno del quale si è sviluppato il progetto Mercato Lorenteggio. Si è occupato di aree interne e di servizi di carattere innovativo all’interno del settore abitativo sociale. È volontario e membro del direttivo dell’organizzazione di comunità Laboratorio di quartiere Giambellino-Lorenteggio.

Povertà, emarginazione sociale, solitudini, tossicodipendenze. L’ombra della corruzione e le speculazioni immobiliari, la gentrificazione e la forza centripeta che finisce per depauperare i margini e il resto del Paese. Il ventre di Milano ribolle di contraddizioni, ma ha in sé anche i semi per un ripensamento collettivo a partire dalle voci e dalle esperienze di chi reclama e disegna una città più equa e accogliente.

pag 176 euro 14,00 isbn 978-88-6835-397-1 In libreria da: marzo 2021

55


la collana delle meraviglie

comics.feltrinellieditore.it


Nadia Terranova Lelio Bonaccorso

Caravaggio e la ragazza IL LIBRO

Rissoso, sanguigno, amante del vino e delle donne, dopo l’accusa di omicidio Michelangelo Merisi trascorse in Sicilia un periodo inquieto ma fecondo, dove diede vita ad alcune delle sue opere più significative. E dove fu chiamato al palazzo di un ricco commerciante di seta per realizzare il ritratto di sua figlia, la giovane Isabella. Ribelle e appassionata di pittura, la ragazza si rivelerà molto più che il semplice soggetto di un dipinto e sarà protagonista di una storia, sospesa tra realtà e immaginazione, dedicata all’arte e alla libertà.

gli autori

ISBN 978-88-07-55070-6

9 788807 550706

pag 96 | euro 16,00 formato 16 x 24 cm isbn 978-88-07-55070-6 In libreria febbraio 2021

Lelio Bonaccorso ha disegnato, su sceneggiatura di Marco Rizzo, Peppino Impastato – Un giullare contro la mafia, Gli ultimi giorni di Marco Pantani, Primo, Que Viva el Che Guevara – La mafia spiegata ai bambini. Sue le illustrazioni della versione a puntate di Gli arancini di Montalbano, edita su “La Gazzetta dello Sport”. Sempre in team con Marco Rizzo, ha pubblicato per Feltrinelli Comics i due reportage a fumetti Salvezza e ...A casa nostra. Cronaca da Riace.

Nadia Terranova, nata a Messina nel 1978, è una scrittrice che ha ottenuto grande successo e numerosi riconoscimenti grazie ai suoi romanzi, racconti, libri per ragazzi e saggi. Fra le sue opere più importanti, tradotte in diversi paesi, Gli anni al contrario (Einaudi, 2015) e Addio fantasmi (Einaudi, 2018), finalista al premio Strega. Nel 2019 ha pubblicato Omero è stato qui (Bompiani), con le illustrazioni di Vanna Vinci.

Una graphic novel scritta da Nadia Terranova, finalista al premio Strega 2019 con Addio fantasmi. I disegni sono di Lelio Bonaccorso, già autore di Salvezza e ...A casa nostra. Cronaca da Riace. Tra ricostruzione storica e invenzione narrativa, un racconto che ha per protagonista Caravaggio, durante il periodo che trascorse in Sicilia. Un’opera suggestiva e avvincente, di grande forza visiva, che parla di amore e di arte, sfruttando al massimo le potenzialità del fumetto.


Uova di lucertola Wallie * Walter Petrone * IL LIBRO

Un paese in cui la vita scorre tranquilla, una scuola come tante e una classe di bambini che, come tutti i bambini, ha fiducia negli adulti, anche quando i gesti si fanno troppo bruschi, quando le voci si alzano fino a spaventare. È facile seminare un segreto nel silenzio e farlo crescere con altro silenzio, finché chi ha vissuto quei giorni non decide di parlare. Attraverso una serie di interviste con gli ex compagni di scuola, Wallie intraprende una coraggiosa, sincera analisi dell’infanzia, del rapporto con i propri genitori e dei segni che hanno lasciato nella sua vita, senza mai perdere il guizzo ironico e lo sguardo lieve che animano le sue storie. Un libro che segna un nuovo, importante passo nella poetica dell’autore, una riflessione consapevole e adulta sulla violenza connaturata al genere umano, malgrado la società evoluta tenti di contenerla ed esorcizzarla. ISBN 978-88-07-55069-0

9 788807 550690

pag 112 | euro 16,00 formato 16 x 24 cm isbn 978-88-07-55069-0 In libreria marzo 2021

l'autore Wallie, nome d’arte di Walter Petrone, è un illustratore e fumettista che vive e lavora a Bologna, dove frequenta l’Accademia di Belle Arti. Emerso in rete, ha un seguito di oltre centoventimila follower su Instagram, in continua crescita. Cantore dei sogni e delle angosce della sua generazione, ha esordito nel 2018 con Solo un altro giorno (ManFont). Per Feltrinelli Comics nel 2020 ha pubblicato Croce sul cuore, Un sogno chiamato Giffoni, sceneggiato da Tito Faraci, e un racconto nell’antologia Sporchi e subito, a cura di Fumettibrutti.

L'autore scava nel proprio passato e torna a incontrare i compagni di scuola per raccontare un episodio di bullismo e sopraffazione. Un tema drammatico e attuale. Walter “Wallie” Petrone è un fenomeno della rete, con 130.000 follower su Instagram. Dopo Croce sul cuore , un’analisi lucida e ironica, cruda e surreale, autobiografica e universale della generazione dei ventenni. Un libro destinato a fare discutere, anche al di fuori del mondo del fumetto.


Giulio “Il Baffo” Mosca

CLOROFILLA IL LIBRO

Un’auto esce di strada e precipita in un dirupo. Al suo interno una giovane coppia. Durante la caduta è come se il tempo si fermasse e attraverso una serie di flashback ricostruiamo la loro vita e il loro rapporto. Cosa li avrà portati a quell’incidente? Cosa avrà causato “l’uscita di strada” della loro relazione? Si salveranno? E, se ce la faranno, resteranno insieme? Le relazioni, come le piante, vanno curate o non dureranno a lungo. Una storia in cui è facile riconoscersi e riconoscere chi ci circonda. Un amore che in molti possono avere vissuto, eppure unico.

ISBN 978-88-07-55071-3

9 788807 550713

pag 128 | euro 16,00 formato 20,5 x 25,2 cm isbn 978-88-07-55071-3 In libreria gennaio 2021

l'autore Classe 1991, Giulio Mosca è il creatore del Baffo. Nasce a Genova e si trasferisce a Torino all’età di vent’anni, dopo aver conseguito una borsa di studio per lo IED (Istituto Europeo di Design) dove si laurea con 110/110 in Graphic design. Comincia a lavorare come freelance durante il percorso di studi per diverse agenzie in tutta Italia. Il personaggio del Baffo nasce nel Natale del 2016 e poche settimane dopo è già virale. Nel 2017 esce la prima graphic novel dell’autore, La notte dell’oliva. Dal 2018 si dedica interamente alla carriera di

autore e parallelamente lavora come consulente per diverse aziende e insegna allo IED di Torino. Nel 2018 escono Sublimi banalità quotidiane per persone blu, una raccolta delle vignette pubblicate sul web affiancate da diversi scritti inediti, e la graphic novel La fine del mondo di qualcun altro, mentre nel 2019 pubblica con Longanesi Le poesie si possono disegnare, raccolta di poesie illustrate.


Giulio Mosca, “Il Baffo”, ha un seguito su Instagram di quasi mezzo milione di follower. Un fenomeno in continua espansione. Un autore molto amato da ragazzi e ragazze che trovano in lui un interprete di sogni e aspirazioni di una generazione. Una graphic novel che racconta una “semplice” e meravigliosa storia d’amore fra due giovani. Un libro che avrà una grandissima risonanza in rete, e in particolare sui social.


Sergio Algozzino

La fabbrica onirica del suono IL LIBRO

La storia di un immaginario gruppo di rock progressive italiano, a cavallo fra gli anni Sessanta e i primi anni ottanta, dai grandi palchi americani alle sagre di paese, fra litigi, battaglie politiche e crollo degli ideali, amicizie nate, spezzate e ritrovate. Il tutto raccontato in un contesto storico che attraversa il ‘68, il terrorismo e i grandi raduni musicali, affollati quanto contestati, sullo sfondo delle trasformazioni (e dei compromessi) della musica popolare e d’autore nel nostro paese.

ISBN 978-88-07-55068-3

l'autore

9 788807 550683

pag 128 | euro 16,00 formato 16 x 24 cm isbn 978-88-07-55068-3 In libreria febbraio 2021

Sergio Algozzino scrive, disegna e colora fumetti per le principali case editrici di settore italiane. Fra le serie a cui ha collaborato, Monster Allergy e Dylan Dog. Il suo più recente libro a fumetti è Nellie Bly, scritto da Luciana Cimino ed edito da Tunué. Algozzino unisce all’attività di autore quella di insegnante e saggista.

l’ascesa, la gloria e la caduta di un'immaginaria (eppure credibilissima) band di rock progressive italiana, nella stagione di PFM, Banco del Mutuo Soccorso e Area. La musica raccontata attraverso il fumetto, in un'opera ricchissima dal punto di vista visivo e da quello narrativo. Sergio Algozzino è un autore poliedrico, che ha lavorato ai più alti livelli dei comics Dylan Dog, Monster Allergy, Magico Vento, Linus... Il libro sarà promosso con una serie di interviste ed eventi in rete.


1 GIROVENDITA 1-2-3 2021


ALESSANDRO LEOGRANDE LE MALE VITE Storie di contrabbando e di multinazionali

UE

copertina non definitiva

La genesi, l’ascesa e il declino di un business che sembra scomparso ma invece è ancora oggi molto attivo: il contrabbando di sigarette. Attraverso quella che era un tempo considerata una delle più classiche occupazioni del sottoproletariato, Leogrande indaga la trasformazione della Sacra corona unita, l’universo degli scafi e dei suoi uomini, e quel groviglio di società che, controllando, rappresentando o mediando con altre aziende, si sono mescolate alla criminalità. Arrivando a valicare i confini dell’Adriatico e a delineare le dinamiche di un traffico globale in cui non solo le mafie dell’Est e quelle nostrane hanno un ruolo, ma anche le multinazionali. “Il contrabbando è sempre un prodotto della società contemporanea, e come questa sa rinnovarsi costantemente. Per questo, interrogarsi sul suo passato prossimo, sulle forme che ha assunto e sul modo in cui esse hanno attraversato l’Italia e il Mezzogiorno, è importante. È la prima arma che abbiamo per comprendere il modo di agire dei trafficanti. Le loro metamorfosi, la loro capacità di penetrare l’economia, la finanza, la politica.” Un reportage dal ritmo narrativo che, con grande chiarezza, non parla solo di contrabbandieri ma ci regala un racconto del nostro paese e delle sue metamorfosi recenti.

L’AUTORE Alessandro Leogrande (Taranto, 1977 – Roma, 2017) è stato vicedirettore del mensile “Lo straniero”. Ha collaborato con “il Corriere del Mezzogiorno”, “il Riformista”, “Saturno” (inserto culturale de “il Fatto Quotidiano”), Radio Tre. Ha scritto: Un mare nascosto (L’ancora del Mediterraneo, 2000), Nel paese dei viceré. L’Italia tra pace e guerra (L’ancora del Mediterraneo, 2006), Fumo sulla città (Fandango, 2013). Ha curato le antologie Nel Sud senza bussola. Venti voci per ritrovare l’orientamento (con Goffredo Fofi; L’ancora del Mediterraneo, 2002), Ogni maledetta domenica. Otto storie di calcio (minimum fax, 2010). Feltrinelli ha pubblicato Il naufragio. Morte nel Mediterraneo (2011; premi Volponi e Kapus´cin´ski), da cui è stata tratta l’opera Katër i Radës, La frontiera (2015), Uomini e caporali. Viaggio tra i nuovi schiavi nelle campagne del Sud (Mondadori, 2008; Feltrinelli, 2016), Dalle macerie. Cronache sul fronte meridionale (2018; a cura di Salvatore Romeo) e, nella collana digitale “Zoom”, Adriatico (2011), Katër i Radës. Il naufragio (2014), Le maschere di San Giovanni (2017) e Haye. Le parole, la notte (2017).

“Imprescindibile per comprendere le dina­ miche del contrabbando, del capitalismo criminale che si trasforma in economia le­ gale e cinetica finanziaria vincente. Uno dei migliori libri degli ultimi dieci anni.” Roberto Saviano

novità pag 272 euro 12,00 isbn 978-88-07-89448-0 In libreria da: marzo 2021

4


ROSELLA POSTORINO L’ESTATE CHE PERDEMMO DIO Nuova edizione

UE

copertina non definitiva

Ci sono luoghi che sono condanne, che lasciano nelle ossa il peccato dell’origine, come Nacamarina, paese meridionale affacciato sul mare, dove “si vive nel solco di una disgrazia sempre in agguato”. E una notte d’agosto la tragedia arriva: il focu, la catastrofe, si abbatte su Laura, Salvatore e sulle figlie Caterina e Margherita, costringendo la famiglia – collusa con la ’ndrangheta per “parentele inevitabili” – a emigrare in Altitalia. Il viaggio verso il Nord è un gesto di amore che sovverte le regole delle loro terre, preteso da Laura a dispetto della volontà del marito e consumato senza parole né spiegazioni, secondo l’antica legge del silenzio. Caterina e Margherita avvertono nondimeno tutta la paura di quella fuga, che non comprendono ma di cui respirano gli effetti, una paura che ha il sapore della pastina col formaggino – la cena della notte del focu, il piatto del lutto. Nell’intercapedine delle parole taciute, ognuno dei quattro tenta di ricucire lo strappo, ognuno ha una personale storia familiare con cui fare i conti, un peccato originale da scontare. In questo suo secondo romanzo, ambientato durante la guerra di ’ndrangheta degli anni ottanta, Rosella Postorino intesse i fili delle loro storie, e in particolare quelli della dodicenne Caterina, indagando la contiguità con il male nelle sue ricadute intime, inaspettate – la distorsione dei legami familiari, la collusione inconsapevole, le gabbie da cui ci si sforza di uscire, il bisogno di espiazione. Ne emerge, estrema ribellione al male indecifrabile che percorre ogni pagina, una tensione insopprimibile verso la felicità. L’estate che perdemmo Dio ha vinto il premio Benedetto Croce e il premio speciale della giuria Cesare De Lollis. L’AUTRICE Rosella Postorino (Reggio Calabria, 1978) è cresciuta in provincia di Imperia, vive e lavora a Roma. Ha esordito con il racconto In una capsula, incluso nell’antologia Ragazze che dovresti conoscere (Einaudi Stile Libero, 2004). Ha pubblicato i romanzi La stanza di sopra (Neri Pozza, 2007; Feltrinelli, 2018; premio Rapallo Carige Opera prima), Il corpo docile (Einaudi Stile Libero, 2013; premio Penne), il libro per bambini Tutti giù per aria (Salani, 2019), la pièce teatrale Tu (non) sei il tuo lavoro (inWorking for Paradise, Bompiani, 2009), Il mare in salita (Laterza, 2011) ed è fra gli autori di Undici per la Liguria (Einaudi, 2015). Con Le assaggiatrici (Feltrinelli, 2018), romanzo tradotto in oltre 30 lingue, ha vinto il premio Campiello 2018 e diversi altri prestigiosi premi letterari, quali il premio Rapallo, il premio Chianti, il premio Lucio Mastronardi Città di Vigevano, il premio Pozzale Luigi Russo, il premio Wondy e, per l’edizione francese del romanzo (La goûteuse d’Hitler, ed. Albin Michel), il prix Jean Monnet. Ne verrà inoltre tratto un film, per la regia di Cristina Comencini.

Dopo il successo de Le assaggiatrici, Feltrinel­ li ripropone ai lettori il secondo romanzo di Rosella Postorino, dove la compromissione con il male, il crinale fra vittima e carnefice – temi cardinali nella poetica dell’autrice – e tutte le contraddizioni del nostro Meridione vengono esplorate attraverso lo sguardo di due bambine. “Per raccontare la spirale criminale del Mez­ zogiorno, Rosella Postorino sceglie, con molta originalità, una strategia obliqua, passando per l’elaborazione di un lutto che da privato diviene comune. E attraverso il racconto affet­ tuoso di una bambina, Caterina, che compren­ de ma non redime, il libro cerca di recuperare un senso nella banalità del male.” Valeria Parrella novità pag 288 euro 10,00 isbn 978-88-07-89443-5 In libreria da: gennaio 2021

5


NADIA FUSINI POSSIEDO LA MIA ANIMA Il segreto di Virginia Woolf

UE

copertina non definitiva

Com’è possibile restituire, in una biografia, la voce di un autore? Nadia Fusini, massima studiosa e interprete di Virginia Woolf, lo fa ricorrendo alle sue opere, ai romanzi ma anche ai saggi, ai diari e alle lettere: dà voce alla voce della scrittrice, ricreandone la vita e la passione per l’esistenza. Come in un’autobiografia che, facendo affidamento sulla memoria, non può seguire una cronologia, Fusini ricostruisce l’infanzia della Woolf, la figura del padre Leslie, e poi insegue la malattia, gli anni di Bloomsbury, le passioni, il marito Leonard e il legame con Vita, la battaglia femminista e il pacifismo, in un intrecciarsi di tempi che rendono ancora più vivido il quadro della sua esistenza. Poiché, come scrive Fusini “Virginia non crede che il senso dell’esistenza individuale si racchiuda in una trama di eventi: è piuttosto una caccia al tesoro. Perché riconosce che la vita assomiglia, sì, a un romanzo, ma solo quando il romanzo non pecchi di arroganza e non voglia imporre all’esperienza un ordine estraneo”. Più che una biografia, questo è un lungo, incalzante racconto in presa diretta.

L’AUTRICE Nadia Fusini ha ricoperto la cattedra di Critica shakespeariana presso l’Università La Sapienza di Roma. Ora insegna Letterature comparate presso la Scuola Normale Superiore di Pisa. Tra i suoi libri più importanti: con Mondadori, Lo specchio di Elisabetta (2001), I volti dell’amore (2003), Possiedo la mia anima (2006), Di vita si muore. Lo spettacolo delle passioni nel teatro di Shakespeare (2010). Presso Feltrinelli ha pubblicato Nomi (1986), Due. La passione del legame in Kafka (1988), La luminosa. Genealogia di Fedra (1990). Dirige nella collana “I Classici” la riedizione delle opere di William Shakespeare, per la quale ha curato Il sogno di una notte di mezza estate (insieme ad Agostino Lombardo; 2006), La commedia degli errori (2008), Tutto è bene quel che finisce bene (2012), Le allegre madame di Windsor (2017). Sempre nella collana “I Classici” ha tradotto e curato Al faro (1992) e La signora Dalloway (2013) di Virginia Woolf, e Lettere sulla poesia (1992) di John Keats.

A ottant’anni dalla morte della formidabile scrittrice inglese, lo straordinario racconto della vita di Virginia Woolf dalla penna del­ la sua principale studiosa.

novità pag 368 euro 12,00 isbn 978-88-07-89446-6 In libreria da: febbraio 2021

6


ISABEL ALLENDE LUNGO PETALO DI MARE

UE

Traduzione di Elena Liverani

L’AUTRICE Isabel Allende è una delle voci più importanti della narrativa contemporanea in lingua spagnola. In Italia tutte le sue opere sono state pubblicate da Feltrinelli. Nel 2014 Barack Obama l’ha premiata con la Medaglia presidenziale della libertà. pag 352 euro 12,00 isbn 978-88-07-89444-2 In libreria da: gennaio 2021

CHIARA GAMBERALE L’ISOLA DELL’ABBANDONO

copertina non definitiva

1939. Alla fine della Guerra civile spagnola, il giovane medico Víctor Dalmau e un’amica di famiglia, la pianista Roser Bruguera, sono costretti, come altre migliaia di spagnoli, a scappare da Barcellona. Attraversati i Pirenei, a Bordeaux, fingendosi sposati, riescono a imbarcarsi a bordo del Winnipeg, il piroscafo preso a noleggio da Pablo Neruda per portare più di duemila profughi spagnoli in Cile – il “lungo petalo di mare e neve”, nelle parole dello stesso poeta –, in cerca di quella pace che non è stata concessa loro in patria. Lì hanno la fortuna di essere accolti con generosa benevolenza e riescono presto a integrarsi, a riprendere in mano le loro vite e a sentirsi parte del destino del paese, solo però fino al golpe che nel 1973 fa cadere il presidente Salvador Allende. E allora, ancora una volta, si ritroveranno in esilio, questa volta in Venezuela, ma, come scrive l’autrice, “se si vive abbastanza, i cerchi si chiudono”.

La commovente storia di un uomo e una donna in fuga per sopravvivere agli sconvolgi­ menti della Storia del Vente­ simo secolo.

UE

L’AUTRICE Chiara Gamberale è nata nel 1977 a Roma, dove vive. Con Feltrinelli ha pubblicato Per dieci minuti (2013), Adesso (2015), Come il mare in un bicchiere (2020), le nuove edizioni de La zona cieca (premio Campiello Giuria dei letterati 2008) e dell’opera d’esordio Una vita sottile. Ha scritto inoltre, fra gli altri, Le luci nelle case degli altri (2010) e Qualcosa (2017). I suoi libri sono tradotti in sedici paesi. È autrice e conduttrice di programmi televisivi e radiofonici. Collabora con “La Stampa”, “Donna Moderna”, “Marie Claire” e “7 – Corriere della Sera”. pag 224 euro 9,50 isbn 978-88-07-89447-3 In libreria da: gennaio 2021

7

copertina non definitiva

Pare che l’espressione “piantare in asso” si debba a Teseo che, uscito dal labirinto grazie all’aiuto di Arianna, anziché riportarla con sé, la lascia sull’isola di Naxos. Proprio a Naxos, l’inquieta protagonista di questo romanzo sente l’urgenza di tornare. È lì che, dieci anni prima, è stata brutalmente abbandonata da Stefano, il suo primo, disperato amore, e sempre lì ha conosciuto Di, un uomo capace di metterla a contatto con parti di sé che non conosceva e con la sfida più estrema per una persona come lei: rinunciare alla fuga. Che cosa è davvero finito, che cosa è cominciato su quell’isola? Un romanzo coraggioso sulla paura che abbiamo di perdere il filo, il controllo della nostra esistenza: mentre è proprio quando ci abbandoniamo a quello che non avevamo previsto che rischiamo di scoprire davvero chi siamo.

“Ci sono scrittori che danno l’impressione di sedersi da­ vanti a te e raccontarti una storia. Una storia che ti riguar­ da, che parla anche di te.” Aldo Cazzullo


JOSÉ SARAMAGO DEL RESTO E DI ME STESSO

UE

Traduzione di Giulia Lanciani

L’AUTORE José Saramago (Azinhaga, Portogallo, 1922 – Tías, Isole Canarie, 2010) è stato narratore, poeta, drammaturgo e giornalista, premio Nobel per la letteratura nel 1998. Feltrinelli sta pubblicando tutte le sue opere.

copertina non definitiva

Le cronache sono il primo regolare esercizio della prosa del futuro Nobel Saramago: vi si può scorgere, in filigrana, allo stato embrionale, quell’immenso tessuto finzionale dei romanzi, in cui la meravigliosa potenza dell’invenzione permette allo scrittore di sviluppare il disegno ardito di storie che comunicano una nuova visione dell’infinita ricchezza e pluralità dell’uomo e del mondo. È in tale prospettiva che vanno lette quelle lontane cronache, in cui, come afferma lo stesso Saramago, “c’è già tutto”. Di questo mondo e degli altri (Feltrinelli, 2013) raccoglieva una parte delle cronache scritte da José Saramago tra il 1968 e il 1969 per i giornali di Lisbona “A Capital” e “Jornal do Fundão”. Valeva dunque la pena di continuare, con l’integrazione delle “storie” non contemplate nella precedente raccolta, quella straordinaria avventura, quel singolare viaggio, fino al termine, attraverso il mondo dei ricordi, che l’autore ha fissato sulla carta.

“Piccole perle di scrittura.” Valeria Parrella

pag 160 euro 9,00 isbn 978-88-07-89450-3 In libreria da: gennaio 2021

ALEJANDRO JODOROWSKY LA VITA È UN RACCONTO

UE

Traduzione di Michela Finassi Parolo

L’AUTORE Alejandro Jodorowsky (Cile, 1929) è artista eclettico, regista teatrale, drammaturgo, autore di romanzi e di libri a fumetti ma anche di amatissimi film, fra i quali Il paese incantato, El Topo, La montagna sacra e Santa sangre – Sangue santo. Tra i libri pubblicati da Feltrinelli, Manuale pratico di psicomagia (2018), Il maestro e le maghe (2010), La Via dei Tarocchi (2005) e La danza della realtà (2004).

pag 304 euro 12,00 isbn 978-88-07-89445-9 In libreria da: gennaio 2021

8

copertina non definitiva

Alejandro Jodorowsky confessa che, fin dall’infanzia, deve la sua salvezza alla passione per la lettura delle storie. Da allora gli piace raccontarle: corte o lunghe, sagge o folli. Le storie sono state le vertebre della sua vita e del suo percorso di scrittore. Le quasi quattrocento storie che compongono La vita è un racconto vanno dall’autobiografico al sapienziale, dagli aforismi ai microracconti, dalle narrazioni erotiche a quelle del terrore, dai sogni agli incubi. È un libro volutamente disordinato, da cui ciascuno può pescare la storia che preferisce secondo l’umore del momento, la propria sensibilità o disposizione d’animo. Come lo definisce l’autore: è un bonsai liberato.

“Uno degli artisti più entusia­ smanti dei nostri tempi. Un profeta della creatività.” Kanye West


ERRI DE LUCA IMPOSSIBILE

UE

copertina non definitiva

Si va in montagna da soli per starsene da minuscoli dentro le immensità di natura. Molte le variabili in salita, dall’incontro con una cerva all’attraversamento di una foresta sradicata dal vento. Unico il caso di due che si ritrovano in un passaggio esposto a decenni di lontananza dalla fine della loro amicizia. Qui c’è il verbale del loro avvenimento. Il loro impossibile non avviene come fulmine a cielo sgombro, ma come crollo di valanga per lento accumulo di tempo sopra un pendio. Se ne occupa un magistrato che deve ricostruire, insieme al presente, anche un passato sconosciuto. L’AUTORE Erri De Luca è nato a Napoli nel 1950. Tra gli ultimi libri pubblicati con Feltrinelli: Il torto del soldato (2012), La doppia vita dei numeri (2012), Ti sembra il Caso? (con Paolo Sassone-Corsi; 2013), Storia di Irene (2013), La musica provata (2014; libro e dvd del film), La parola contraria (2015), Il più e il meno (2015), La faccia delle nuvole (2016), La Natura Esposta (2016) e Il giro dell’oca (2018). “Impossibile è la definizione di un avvenimento fino al mo­ mento prima che succeda.” pag 128 euro 8,00 isbn 978-88-07-89451-0 In libreria da: gennaio 2021

WLODEK GOLDKORN L’ASINO DEL MESSIA

UE

L’AUTORE Wlodek Goldkorn è stato per molti anni il responsabile culturale de “L’Espresso”. Ha lasciato la Polonia nel 1968. Vive a Firenze. Ha scritto numerosi saggi sull’ebraismo e sull’Europa centro-orientale. Per Feltrinelli ha pubblicato anche Il bambino nella neve (2016).

pag 224 euro 9,50 isbn 978-88-07-89442-8 In libreria da: gennaio 2021

9

copertina non definitiva

Nel 1968 Wlodek Goldkorn è un ragazzo gettato dal cuore dell’Europa alle strade di Gerusalemme. Con la sua famiglia è costretto a lasciare Varsavia, da apolide, da “non cittadino”, e va in Israele, per trovare una terra in cui poter essere libero. Con un formidabile esercizio della memoria l’autore racconta Israele e Gerusalemme: non solo la città reale, ma anche le altre Gerusalemme, immaginarie e sognate. Riflette sui simboli e sulle identità, su quella sovrapposizione dei ricordi e dei luoghi che ha qualcosa di morboso e artificiale. Parla dello scarto fra l’ideale sionista di creare un ebreo nuovo, pioniere e agricoltore, e la realtà che ha riprodotto il vecchio mondo, popolato dai fantasmi della Shoah. La chiave del suo racconto è la nostalgia del futuro, che mette in moto il bisogno di ricostruire un passato denso di dolore e di violenza, ma anche il desiderio di conoscere e amare che appartiene a ogni adolescente impegnato nella fatica di diventare uomo.

“Sono un devoto, di più, un fanatico della memoria degli sconfitti e rivendico con tutte le mie forze la dignità della di­ sfatta.”


MA JIAN SPAGHETTI CINESI

UE

Traduzione di Nicoletta Pesaro

copertina non definitiva

Dal coraggioso autore di Pechino in coma, le cui opere sono tuttora bandite in Cina, l’incontro fra uno scrittore e un donatore di sangue di professione. I due personaggi sono molto diversi e hanno filosofie e stili di vita opposti, ma vivono nella medesima realtà, la Cina post-Tienanmen, quella delle grandi opportunità, delle libertà ritrovate e dei facili guadagni. Mentre mangiano e riflettono sul presente, lo scrittore racconta i personaggi che popolano il suo immaginario. Con questo dipinto corale Ma Jian dimostra di essere un raffinato e disincantato psicologo del gesto e del sentimento e traccia un corrosivo ritratto dei personaggi che popolano la Cina odierna. L’AUTORE Ma Jian è nato in Cina, a Qingdao, nel 1953. Nel 1987 pubblica la raccolta di racconti sul Tibet Tira fuori la lingua (Feltrinelli, 2008), libro che gli costa la condanna pubblica del governo cinese, il bando delle sue opere e lo spinge all’esilio a Hong Kong. Malgrado le sue opere non possano essere pubblicate in Cina, Ma Jian ci torna regolarmente. Per Feltrinelli sono usciti inoltre Pechino in coma (2009), La via oscura (2015) e Il sogno cinese (2021). “Una delle voci più importanti e coraggiose della letteratura cinese.” Gao Xingjian, premio Nobel 2000

pag 182 euro 9,50 isbn 978-88-07-89449-7 In libreria da: febbraio 2021

KAHO NASHIKI UN’ESTATE CON LA STREGA DELL’OVEST

UE

Traduzione di Michela Riminucci

L’AUTRICE Kaho Nashiki è autrice di romanzi, libri illustrati e saggi, per adulti e per bambini. Nel 1994, con questo romanzo vince il premio Jawc New Talent Award, il premio Nankichi Niimi e il premio Shogakukan; il libro ha un enorme successo in Giappone e viene adattato al cinema. pag 144 euro 8,50 isbn 978-88-07-89441-1 In libreria da: gennaio 2021

10

copertina non definitiva

Mai ha tredici anni e non vuole più andare a scuola. La madre, preoccupata, decide di mandarla a stare dalla nonna nella campagna giapponese, sul limitare dei monti. Sia Mai sia la madre si riferiscono all’anziana donna come alla “Strega dell’Ovest”, ma nel momento in cui la nonna le rivela di possedere realmente dei poteri magici, Mai rimane incredula e diffidente. Quando però la donna le propone di affrontare il duro addestramento da strega, accetta senza esitazioni. Immerse nella natura incontaminata del Giappone, nonna e nipote si dedicheranno a quelli che sono, secondo la nonna, i rudimenti di base per una giovane strega. A questa storia catartica e rivelatrice, negli anni, l’autrice ha voluto aggiungere tre brevi racconti che ne riprendono i personaggi e l’ambientazione e che proponiamo nella presente edizione.

“C’è un’arte nel fare ogni cosa, forse un’arte di vivere e il piccolo libro incanta per come riesce, con pochissimo, a mostrarcelo.” Paolo Cognetti


ISABEL ALLENDE IL MIO PAESE INVENTATO

UE

Traduzione di Tiziana Gibilisco

L’AUTRICE Isabel Allende è nata a Lima, in Perù, nel 1942, ma è vissuta in Cile fino al 1973 lavorando come giornalista. Dopo il golpe di Pinochet si è stabilita in Venezuela e, successivamente, negli Stati Uniti. È una delle voci più importanti della narrativa contemporanea in lingua spagnola.

ristampa in prenotazione pag 192 euro 9,50 isbn 978-88-07-89461-9 In libreria da: gennaio 2021

WILLIAM SHAKESPEARE LA COMMEDIA DEGLI ERRORI

copertina non definitiva

Come i personaggi di alcuni suoi romanzi memorabili, Isabel Allende, segnata da un doloroso senso dell’esilio, torna con il ricordo alle sue radici, a un paese ormai “inventato” e sfocato per la lunga distanza, i traumi del golpe, la diaspora della famiglia, la sua odissea intessuta di passioni, drammi, successi. Oggi, dopo tanta vita e tanti abbandoni, tanti libri scritti e tanta nostalgia, al Cile di Isabel, immaginato e sognato, custodito come paesaggio interiore e abitato dagli spiriti dei defunti, si sovrappone un luogo finalmente reale: l’orgoglio felice delle radici, il piacere di riscoprire una parte silenziosa di se stessa dentro la familiarità delle parole, l’incanto dei paesaggi luminosi, il calore e l’eccentrica vitalità dei suoi compatrioti. Così un luogo della mente diventa la tangibile terra delle origini e, se tutto questo non basta a cancellare il dolore dell’esilio, serve a dare un senso e un valore alla nostalgia.

“Da quando attraversai le Ande ho cominciato inconsa­ pevolmente a inventarmi un paese.”

UE CLASSICI

A cura di Nadia Fusini Testo originale a fronte

L’AUTORE Willliam Shakespeare è considerato il più grande autore di lingua inglese e uno dei maggiori scrittori e poeti di tutti i tempi. A lui si deve, oltre ai Sonetti, una serie importante di tragedie e commedie.

ristampa in prenotazione pag 208 euro 9,00 isbn 978-88-07-90385-4 In libreria da: gennaio 2021

11

copertina non definitiva

L’anziano Egeone è da anni alla ricerca dei figli gemelli, chiamati entrambi Antifolo. Da uno fu separato a causa di un naufragio, l’altro è partito alla ricerca del fratello assieme a Dromo, lo schiavo che pure perse un gemello, ma non ha mai fatto ritorno. Proprio mentre Egeone rischia di essere giustiziato nella terra di Efeso a causa di un debito, i destini dei figli e dei servi si incrociano nelle stesse strade del padre e la loro perfetta somiglianza genera equivoci e situazioni grottesche. Ispirata alle commedie di Plauto, La commedia degli errori è una delle prime opere di Shakespeare. Come scrive Nadia Fusini: “indaga sulla differenza – cos’è reale? cos’è irreale? – con profonde intuizioni. E tratta con freschezza e maestria umori e sentimenti, emozioni e sconcerti dell’anima e della mente, su cui più avanti Shakespeare costruirà i suoi grandi personaggi.”

“Con grande sottigliezza Shake­ speare orchestra il sentimento dell’inganno, fino al delirio.” Nadia Fusini


Finalmente in Universale Economica GEORGE ORWELL LA FATTORIA DEGLI ANIMALI A cura di Franca Cavagnoli

UE UE CLASSICI

copertina non definitiva

Una fiaba allegorica per adulti, in cui gli animali sono specchio per gli umani e le nostre tendenze da gregge. Orwell trae spunto dalle favole di Esopo e Fedro per ricostruire le dinamiche che portano dall’energia rivoluzionaria all’instaurazione di un governo autoritario. Tutto ha inizio dallo stato di sfruttamento e maltrattamento in cui vivono gli animali – parlanti e pensanti – della tenuta del fattore Jones, e dall’anziano maiale Vecchio Maggiore, che dipinge ai suoi sodali un futuro di libertà tale da spingerli a ribellarsi. Cacciati gli umani, nascerà la “Fattoria degli animali”, organizzata sull’uguaglianza di diritti e doveri. Grazie a questo nuovo assetto gli animali prospereranno e progrediranno. Tuttavia in breve tempo i maiali, guidati da Palla di Neve e Napoleon, si ergeranno a classe dirigente, imponendosi sugli altri con una prepotenza che sfocerà ben presto in brutalità. Pur ispirata a eventi che Orwell aveva visto accadere, la Rivoluzione russa e l’ascesa al potere di Stalin, grazie all’universalità del suo racconto e dei personaggi che lo vivono, La fattoria degli animali riesce a cogliere le dinamiche in atto ovunque la libertà venga compromessa, prosperino i culti della personalità e le verità siano distorte da coloro che detengono il potere. Ed è nella capacità di ricostruire in modo tanto limpido il repentino passaggio da una giovane democrazia a una dittatura che si annida la genialità di George Orwell.

L’AUTORE George Orwell è lo pseudonimo dello scrittore inglese Eric Arthur Blair (Motihari, Bengala, 1903 – Londra, 1950). Conosciuto in vita soprattutto come opinionista politico e giornalista, fu romanziere, saggista, critico letterario e attivista politico. Pur convinto socialista, ebbe una forte presa di coscienza delle contraddizioni rappresentate dalla linea politica stalinista, che lo portò ad abbracciare un virulento antisovietismo e da cui nacquero le sue opere più famose, La fattoria degli animali (1945) e 1984 (1949).

“Tutti gli animali sono uguali (ma alcuni sono più uguali degli altri).” La sempre attuale allegoria di Orwell si iscrive a pieno diritto nel novero dei gran­ di classici, tanto che il “Time” lo ha definito “uno dei cento migliori romanzi in lingua inglese”.

LA CURATRICE Franca Cavagnoli, scrittrice e traduttrice, ha tradotto e curato opere di J.M. Coetzee, Nadine Gordimer, Katherine Mansfield, Toni Morrison, V.S. Naipaul. Per “I Classici” Feltrinelli ha curato e tradotto Il grande Gatsby (2011; premio Von Rezzori 2011 per la traduzione letteraria), Un ritratto dell’artista da giovane di James Joyce (2016) e ha curato i Racconti (2013) di Francis Scott Fitzgerald. Nel 2014 ha ricevuto il premio nazionale per la Traduzione del ministero dei Beni culturali. Collabora a “il manifesto” e “Alias”.

novità pag 160 euro 9,00 isbn 978-88-07-90379-3 In libreria da: gennaio 2021

12


due giganti della letteratura mondiale GEORGE ORWELL 1984 A cura di Franca Cavagnoli

UE UE CLASSICI

copertina non definitiva

Scritto più di settant’anni fa come monito contro i rischi dei totalitarismi, 1984 si iscrive di diritto nel novero dei grandi classici. Con incredibile preveggenza, quelle che leggiamo in queste pagine sono le derive autoritarie di alcuni stati odierni, la loro volontà di manipolare e controllare ogni forma di comunicazione, l’abdicazione sempre più diffusa del ragionamento critico, ma anche l’appiattimento del linguaggio e persino il pervicace fenomeno delle fake news. In una Londra semidistrutta da una guerra, in cui l’ordine è mantenuto da una psicopolizia che interviene alla minima situazione di dissenso e le case sono provviste per legge di televisori-telecamere, vive Winston Smith. L’uomo è un funzionario di basso livello del Partito, il governo che supervisiona e controlla le vite di tutti e al cui comando si trova il Grande Fratello, misteriosa figura che nessuno ha mai visto di persona, ma le cui immagini campeggiano da ogni muro per ricordare agli abitanti che sono osservati. Il lavoro di Smith al Ministero della Verità consiste nel riscrivere la storia per allinearla all’attuale pensiero politico, ma la sua propensione per la decenza e un certo interesse per la verità lo porteranno su una strada che, se scoperta, verrebbe considerata “ribelle”. Con questo capolavoro, Orwell ci trasmette un chiaro monito contro i rischi dei totalitarismi e dell’involuzione mediatica del mondo moderno. Più che un romanzo distopico, una terribile profezia del nostro presente.

L’AUTORE George Orwell è lo pseudonimo dello scrittore inglese Eric Arthur Blair (Motihari, Bengala, 1903 – Londra, 1950). Conosciuto in vita soprattutto come opinionista politico e giornalista, fu romanziere, saggista, critico letterario e attivista politico. Pur convinto socialista, ebbe una forte presa di coscienza delle contraddizioni rappresentate dalla linea politica stalinista, che lo portò ad abbracciare un virulento antisovietismo e da cui nacquero le sue opere più famose, La fattoria degli animali (1945) e 1984 (1949).

“Il potere non è un mezzo, è un fine. Non si stabilisce una dittatura nell’intento di sal­ vaguardare una rivoluzione; ma si fa una rivoluzione nell’intento di stabilire una dit­ tatura.” Un grande classico sempre d’attualità, uno dei capostipiti del genere distopico in una curatissima nuova edizione.

LA CURATRICE Franca Cavagnoli, scrittrice e traduttrice, ha tradotto e curato opere di J.M. Coetzee, Nadine Gordimer, Katherine Mansfield, Toni Morrison, V.S. Naipaul. Per “I Classici” Feltrinelli ha curato e tradotto Il grande Gatsby (2011; premio Von Rezzori 2011 per la traduzione letteraria), Un ritratto dell’artista da giovane di James Joyce (2016) e ha curato i Racconti (2013) di Francis Scott Fitzgerald. Nel 2014 ha ricevuto il premio nazionale per la Traduzione del ministero dei Beni culturali. Collabora a “il manifesto” e “Alias”.

novità pag 352 euro 10,00 isbn 978-88-07-90381-6 In libreria da: gennaio 2021

13


Finalmente in Universale Economica CESARE PAVESE DIALOGHI CON LEUCÒ A cura di Salvatore Ritrovato

UE UE CLASSICI

copertina non definitiva

Ventisette brevi dialoghi che Pavese considerava il suo “biglietto da visita presso i posteri”.Prendono la parola i principali dèi ed eroi dei miti greci, da Achille e Patroclo a Calipso e Odisseo, da Eros e Tànatos a Edipo e Tiresia, intenti a discutere dei temi più cari all’autore: il rapporto tra uomo e natura, il senso del destino, il dolore, l’importanza delle proprie radici. Scritto tra il 1945 e il 1947, è una delle opere più complesse e affascinanti di Pavese, in cui confluiscono i suoi studi sulle religioni antiche e sulla psicoanalisi (la Leucò del titolo è la sua amica, letterata e psicoanalista, Bianca Garufi). Lo stesso autore definì quest’opera come “il suo capriccio, la musa nascosta” che a un tratto lo indusse “a farsi eremita”. Ma per chi la considerasse un’opera difforme, dissonante dello scrittore piemontese, valgono le parole di Italo Calvino: “Qualcuno, a leggere i Dialoghi con Leucò ci rimarrà disorientato: questa da Pavese non se l’aspettava. Chi lo conosce, no: sa che questo Pavese dei Dialoghi è sempre esistito accanto all’altro, quello dei romanzi; anzi senza questo l’altro non sarebbe possibile: sono un Pavese solo, insomma”.

L’AUTORE Cesare Pavese (Santo Stefano Belbo, 1908 – Torino, 1950) è stato uno scrittore, poeta, traduttore e critico letterario italiano. Visse per lo più a Torino, dove si laureò in Lettere con una tesi su Whitman. Amico di Leone Ginzburg e di altri intellettuali antifascisti, fin dagli anni venti iniziò a tradurre scrittori inglesi e americani. Fra il 1935 e il 1936, per i suoi rapporti con i militanti del gruppo Giustizia e Libertà venne inviato al confino a Brancaleone Calabro. Tornato a Torino, fu tra i principali collaboratori della Einaudi. Dopo la Liberazione, si iscrisse al Partito comunista e cominciò a collaborare a “l’Unità”. Seguirono anni di lavoro intenso, in cui egli scrisse le sue opere di maggior successo. Venne trovato morto, per effetto di una dose eccessiva di sonnifero, il 27 agosto 1950. È considerato uno dei maggiori intellettuali italiani del Ventesimo secolo.

I temi più cari a Pavese nel libro da lui più amato. “Il desiderio non è canto. Il desiderio schian­ ta e brucia, come il serpe, come il vento.”

IL CURATORE Salvatore Ritrovato (1967) è saggista, critico e poeta. Insegna presso l’Università degli Studi “Carlo Bo” di Urbino Letteratura italiana, Letteratura italiana contemporanea, Letterature comparate e Storia del cinema.

novità pag 208 euro 10,00 isbn 978-88-07-90384-7 In libreria da: gennaio 2021

14


due giganti della letteratura mondiale CESARE PAVESE LA LUNA E I FALÒ A cura di Stefano Scioli

UE UE CLASSICI

copertina non definitiva

Pubblicato nell’aprile del 1950, La luna e i falò è l’ultimo romanzo di Pavese, uno dei capisaldi della letteratura italiana del Novecento. Ambientato nelle Langhe all’indomani della Liberazione, ha per protagonista un uomo di cui conosciamo solo il soprannome, Anguilla, che torna al suo paese dopo molti anni trascorsi in America, dov’era emigrato per sfuggire al regime fascista. In compagnia di Nuto, il falegname che un tempo fu figura paterna per l’orfano Anguilla, l’uomo ripercorre i luoghi dell’infanzia e dell’adolescenza alla ricerca delle proprie radici e delle persone che hanno abitato la sua giovinezza. Tuttavia il mondo della memoria non esiste più: i luoghi amati sono in possesso di mezzadri violenti e le persone con cui il protagonista aveva condiviso i primi anni di vita, morte nella guerra o vittime di soprusi. Costruito come un continuo viavai tra il passato e il presente, La luna e i falò mette in scena i temi della guerra partigiana, della cospirazione antifascista, della lotta di Liberazione, e li lega a esperienze private come l’amicizia, la sensualità, la morte. Una straordinaria miscela che rende questo romanzo il capolavoro di Pavese e l’opera che ricompone la sua esperienza umana e letteraria.

L’AUTORE Cesare Pavese (Santo Stefano Belbo, 1908 – Torino, 1950) è stato uno scrittore, poeta, traduttore e critico letterario italiano. Visse per lo più a Torino, dove si laureò in Lettere con una tesi su Whitman. Amico di Leone Ginzburg e di altri intellettuali antifascisti, fin dagli anni venti iniziò a tradurre scrittori inglesi e americani. Fra il 1935 e il 1936, per i suoi rapporti con i militanti del gruppo Giustizia e Libertà venne inviato al confino a Brancaleone Calabro. Tornato a Torino, fu tra i principali collaboratori della Einaudi. Dopo la Liberazione, si iscrisse al Partito comunista e cominciò a collaborare a “l’Unità”. Seguirono anni di lavoro intenso, in cui egli scrisse le sue opere di maggior successo. Venne trovato morto, per effetto di una dose eccessiva di sonnifero, il 27 agosto 1950. È considerato uno dei maggiori intellettuali italiani del Ventesimo secolo.

L’ultimo, autobiografico capolavoro di Ce­ sare Pavese. “Un paese ci vuole, non fosse che per il gu­ sto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspet­ tarti.”

IL CURATORE Stefano Scioli è assegnista di ricerca presso il dipartimento di Filologia classica e Italianistica dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna.

novità pag 224 euro 10,00 isbn 978-88-07-90378-6 In libreria da: gennaio 2021

15


ARTHUR CONAN DOYLE LE AVVENTURE DI SHERLOCK HOLMES A cura di Giancarlo Carlotti Postfazione di Joseph Bell UE UE CLASSICI

Dopo i romanzi di Sherlock Holmes, arriva in “Universale Economica” la prima delle due raccolte di racconti che il creatore del famoso investigatore pubblicò su rivista. Dodici testi che mettono in scena la maestria di Conan Doyle nell’allestire misteri complessi persino in poche pagine. Dall’iconico Uno scandalo in Boemia in cui viene presentata l’unica donna che abbia mai colpito l’immaginario di Holmes, Irene Adler, “La donna”, al bizzarro caso della Lega dei capelli rossi, passando per le misteriose morti che avvengono dopo poco che si sono ricevuti per posta Cinque semi d’arancio.

copertina non definitiva

“Il dottor Conan Doyle s’è dimostrato in questa notevole serie di storie un narratore nato. È stato capace di escogitare trame eccellenti e colpi di scena interessanti, e di raccontare la vicenda in uno stile onesto, pieno di vigore e schiettezza. E, soprattutto, il suo maggior merito fra i tanti risiede nel fatto che i suoi racconti sono privi di riempitivi, di lungaggini. Sa quanto sia piacevole la brevità, quanto ogni storia tenda sempre a essere troppo lunga, e così ci ha dato racconti che possiamo leggere sul divano dopo cena mentre ci beviamo un caffè. Impossibile scordarsi l’inizio prima di essere arrivati alla fine. Il dottor Doyle non ti permette mai di scordare un incidente o di perdere un dettaglio. Non mi stupisce che i suoi racconti abbiano avuto tanto successo.” Dalla postfazione di Joseph Bell, medico che ispirò il personaggio di Sherlock Holmes

L’AUTORE Sir Arthur Ignatius Conan Doyle (Edimburgo, 1859 – Crowborough, 1930) contribuì a fondare o reinventare generi che spaziano dal giallo al soprannaturale, dalla fantascienza al romanzo storico e avventuroso. Feltrinelli ha pubblicato nei “Classici” Il mastino dei Baskerville (2011), Uno studio in rosso (2015), Il segno dei quattro (2017) e La valle della paura (2019).

Dodici dei racconti dedicati a Sherlock Hol­ mes che apparvero su rivista, riscuotendo un incredibile successo. In poche pagine, Co­ nan Doyle dimostra di saper allestire misteri complessi.

IL CURATORE Giancarlo Carlotti, conoscitore della letteratura del fantastico e della letteratura d’appendice, è anche traduttore di consolidata esperienza, con oltre quattrocento libri al suo attivo. Ha curato, tra l’altro, per “I Classici” Feltrinelli Uno studio in rosso (2015), Il segno dei quattro (2017) e La valle della paura (2019) di Arthur Conan Doyle, Il castello di Otranto di Horace Walpole (2015), Il giardino segreto di Frances Hogdson Burnett (2017), La Primula rossa (2020) di Emma Orczy. novità pag 304 euro 9,00 isbn 978-88-07-90380-9 In libreria da: febbraio 2021

16


VIRGINIA WOOLF FLUSH Una biografia

A cura di Iolanda Plescia Prefazione di Nadia Fusini

UE UE CLASSICI

copertina non definitiva

È l’inizio dell’estate 1842 quando Flush – un cucciolo di cocker spaniel di razza purissima, manto marrone tendente all’oro, coda folta, nessun ciuffo fuori posto – varca la soglia del numero 50 di Wimpole Street, a Londra, per essere regalato a una delle più grandi poetesse inglesi, la brillante e sventurata Elizabeth Barrett. Tra i due basta un’occhiata, un lampo di riconoscimento, perché nasca un’intesa. Finché, qualche tempo dopo, nella vita tranquilla di Flush entra un rivale: il poeta Robert Browning. Leggendo la corrispondenza di Elizabeth Barrett Browning, Virginia Woolf rimane così colpita dalle descrizioni che la poetessa fa del suo cane da decidere di dedicargli una biografia. Mescolando realtà e finzione, guizzi di umorismo e lampi di autentica poesia, la Woolf ricostruisce la vita di Flush, che diventa non solo il racconto del rapporto unico e straordinario che si crea tra un cane e il suo padrone, ma anche un vivido ritratto della società vittoriana e un’acuta riflessione sulla natura umana, vista attraverso lo sguardo di un cane.

L’AUTRICE Virginia Adeline Woolf (Londra, 1882 – Rodmell, 1941) fu autrice di alcuni dei più importanti romanzi inglesi del Novecento. Agli inizi del Ventesimo secolo, con la sorella Vanessa e intellettuali quali Wittgenstein, Forster e Keynes, diede vita al gruppo chiamato Bloomsbury, destinato a dominare per oltre un trentennio il panorama culturale londinese. Feltrinelli ha pubblicato nei “Classici”: Al faro (1992; 2014), Le tre ghinee (1992), La signora Dalloway (1993; 2013), Una stanza tutta per sé (2011), Gli anni (2015), Orlando (2017) e la sua prefazione a Poesie sacre e profane di John Donne (1995) e a Casa Howard di Edward M. Forster (2008).

“La più riuscita incursione dell’immagina­ zione umana nella sensibilità canina.” “The Spectator”

LA CURATRICE Iolanda Plescia insegna Storia della lingua inglese alla Sapienza di Roma. È autrice di saggi sulla lingua shakespeariana e ha tradotto e curato le Lettere d’amore di Enrico VIII ad Anna Bolena (Nutrimenti, 2013). Fa parte del comitato di direzione di “Memoria di Shakespeare”, versione online della rivista fondata da Agostino Lombardo. Ha curato nei “Classici” Feltrinelli, Troilo e Cressida (2015) e La bisbetica domata (2019) di Shakespeare.

novità pag 160 euro 9,00 isbn 978-88-07-90383-0 In libreria da: febbraio 2021

17


FRIEDRICH ENGELS LA SITUAZIONE DELLA CLASSE OPERAIA IN INGHILTERRA Traduzione di Raniero Panzieri A cura di Enrico Donaggio e Peter Kammerer

UE UE CLASSICI

copertina non definitiva

Una delle prime inchieste sulla condizione operaia, ad opera di un Engels appena ventiquattrenne. Il testo, uno studio sulla classe operaia inglese durante l’epoca vittoriana, fotografa gli orrori del primo capitalismo industriale: la schiavitù alle macchine, la disoccupazione tecnologica, la competizione per la sopravvivenza tra gli operai, il lavoro malsano, femminile e minorile. È questo in assoluto il primo testo che tratta la classe operaia nel suo insieme, nonché un’analisi che non si limita alla sola osservazione del lavoro, ma si estende allo sviluppo del capitalismo industriale nel suo impatto con la società. Engels stesso riconosce, nell’introduzione all’edizione del 1892, quarantacinque anni dopo, che il testo pecca di qualche ingenuità di giovinezza, in particolar modo nel prevedere un’imminente rivoluzione operaia. Nonostante ciò il saggio mantiene l’incredibile pregio di essere il primo ad analizzare sistematicamente il concetto di rivoluzione industriale e le conseguenti trasformazioni sulla società inglese, fra tutte la nascita del proletariato. Con questo testo prosegue la pubblicazione delle grandi opere marxiste, a cura di Enrico Donaggio e Peter Kammerer.

L’AUTORE Friedrich Engels (Barmen, 1820 – Londra, 1895) è stato un filosofo, sociologo ed economista, compagno di avventure intellettuali e politiche di Marx, ha firmato con lui il Manifesto del Partito comunista (1848), La sacra famiglia (1845) e L’ideologia tedesca (1846). Fu dirigente politico sia della Prima Internazionale sia della Seconda. Tra le sue numerose opere ricordiamo L’evoluzione del socialismo dall’utopia alla scienza (1880) e la revisione e pubblicazione del secondo e del terzo volume del Capitale.

Dalla penna di un giovanissimo Engels, il primo saggio che analizzò sistematicamen­ te la rivoluzione industriale e le sue conse­ guenze sociali.

I CURATORI Enrico Donaggio insegna Filosofia della storia all’Università di Torino e Figures du pouvoir e Écrire et penser all’Université Aix-Marseille. Sempre con Kammerer ha curato i Manoscritti economico-filosofici del 1844 di Karl Marx (Feltrinelli, 2018) e ha scritto la Postfazione a Colloqui con Marx e Engels, a cura di Hans Magnus Enzensberger (Feltrinelli, 2019). novità pag 400 euro 12,00 isbn 978-88-07-90382-3 In libreria da: febbraio 2021

Peter Kammerer ha insegnato Sociologia all’Università di Urbino. Ha pubblicato studi sull’immigrazione e l’emigrazione. Ha tradotto opere di Gramsci e Pasolini. 18


GIOVANNI BORGOGNONE STORIA DEGLI STATI UNITI

UE STORIA

La democrazia americana dalla fondazione all’era globale Nuova edizione

L’AUTORE Giovanni Borgognone è professore associato di Storia delle dottrine politiche all’Università di Torino. Corrispondente di “Passato e presente”, membro del comitato editoriale dell’“Indice dei libri” e della direzione di “Storia del pensiero politico”, è autore di numerosi saggi e volumi. novità pag 400 euro 13,00 isbn 978-88-07-89468-8 In libreria da: marzo 2021

GIORGIO BOCCA TOGLIATTI

copertina non definitiva

Una storia degli Stati Uniti aggiornata, agile ma esauriente, dalla narrazione trascinante ma sempre scientificamente rigorosa. Il volume copre l’intero arco temporale del percorso storico statunitense. In cosa gli Stati Uniti si sono subito identificati come “diversi dall’Europa”? In che modo percepiscono e perseguono il loro “destino manifesto”? Quale ruolo ha avuto il Vecchio continente nel loro sviluppo? Nell’epoca delle sfide globali, comprendere i nodi fondamentali dell’essenza degli Stati Uniti aiuta a capire anche le grandi linee di tendenza della loro politica internazionale che tanto ha influenzato – e influenza – la vita di tutti. Una nuova edizione che si aggiorna agli ultimi avvenimenti politici per portarci alle elezioni presidenziali del novembre 2020.

“La Costituzione federale del 1787 si apre con tre parole ine­ quivocabili: We, the People – Noi, il Popolo.”

UE STORIA

Prefazione di Luciano Canfora

L’AUTORE Giorgio Bocca (Cuneo, 1920 – Milano, 2011) nell’arco della sua lunga carriera ha scritto libri di attualità politica, di analisi sociale ed economica, di ricostruzione storica nonché di memorialistica legata all’esperienza della guerra partigiana, da lui combattuta nelle formazioni di Giustizia e Libertà. I suoi ultimi libri, apparsi per Feltrinelli, sono Storia dell’Italia partigiana (2012), Il bandito Cavallero (2016), Storia della guerra fascista (2017) e Miracolo all’italiana (2018).

copertina non definitiva

Sono passati cinquant’anni dalla sua morte e di Togliatti è sopravvissuta forse un’immagine di uomo freddo, scostante, che portava occhiali da professore, un intellettuale avaro nei sentimenti, un politico scaltro e cinico, troppo filosovietico e ortodosso per ispirare o appassionare. Bisogna allora spiegare perché l’Italia proletaria fu pronta all’insurrezione armata quando si attentò alla sua vita, e perché milioni di italiani di ogni ceto ebbero il sentimento, nel giorno della sua morte, che con lui se ne andava uno dei padri della Repubblica. Giorgio Bocca tentò nel 1973 di rispondere a questo interrogativo e ci ha lasciato la biografia che ancora oggi resta il racconto più appassionante e completo della vita del leader comunista, ripubblicata a cento anni dal Congresso di Livorno.

La vita e il mondo del “Miglio­ re”, il leader comunista italiano. “Un libro che fece epoca.” Luciano Canfora

pag 656 euro 17,00 isbn 978-88-07-89469-5 In libreria da: gennaio 2021

19


CARLO COTTARELLI PACHIDERMI E PAPPAGALLI

UE SAGGI

Tutte le bufale sull’economia a cui continuiamo a credere

L’AUTORE Carlo Cottarelli (Cremona, 1954) dirige l’Osservatorio sui conti pubblici dell’Università Cattolica di Milano e insegna all’Università Bocconi. Ha lavorato per Banca d’Italia, Eni e Fondo monetario internazionale. Dall’ottobre 2013 al novembre 2014 è stato commissario straordinario per la revisione della spesa, nominato dal governo italiano. I suoi ultimi libri per Feltrinelli sono I sette peccati capitali dell’economia italiana (2018) e All’inferno e ritorno (2021). pag 272 euro 10,00 isbn 978-88-07-89466-4 In libreria da: febbraio 2021

GERMANO CELANT ARTMIX

copertina non definitiva

Questo libro parla di come la realtà economica viene percepita e, soprattutto, di come si voglia farla percepire. Parla di false informazioni che circolano ormai da parecchio tempo e sono considerate verità assolute. Una volta le si chiamava “palle” o “bufale”. Oggi si chiamano “fake news”. Spesso le bufale contengono elementi di verità. Però, se vogliamo capire l’economia italiana e quella mondiale, è importante separare la verità dalle esagerazioni create ad arte sui social e anche sui media tradizionali per indirizzare l’opinione pubblica secondo strategie ben definite. Con un’analisi limpida e schietta, Carlo Cottarelli ci aiuta a distinguere il vero dal falso e a riconoscere le bufale che compromettono la nostra capacità di scegliere.

“Un’analisi serissima e spieta­ ta dei luoghi comuni e delle falsità che ogni giorno affolla­ no la rete per rimbalzare nel mondo reale.” “la Repubblica”

UE SAGGI

Flussi tra Arte, Architettura, Cinema, Design, Moda, Musica e Televisione

L’AUTORE Germano Celant (1940-2020) è stato storico, critico e teorico dell’arte. Ha diretto la Fondazione Prada e curato centinaia di mostre in tutto il mondo. Nel 1987 è stato insignito del Frank Jewett Mather Award, massimo riconoscimento americano per la critica d’arte. Con Feltrinelli ha pubblicato anche: Artmakers (1984), Arte dall’Italia (1988) e Fotografia maledetta e non (2015). pag 256 euro 14,00 isbn 978-88-07-89467-1 In libreria da: febbraio 2021

20

copertina non definitiva

Artmix è una raccolta variegata di interventi sulle diverse forme espressive dell’arte contemporanea in ambiti non convenzionali. L’arte come contaminazione tra linguaggi diversi, sconfinamento da una materia all’altra, da una tecnica all’altra, da un’espressività all’altra. Celant indaga anche la trasformazione dei musei, da istituzioni per la conservazione di opere a macchina da spettacolo e di qualificazione urbana. E cerca di approfondire i modi in cui l’architettura, la cui capacità progettuale è stata tanto amplificata dalle nuove tecnologie virtuali, espande le potenzialità comunicative fino a diventare visione totale a cui concorrono anche pittori e scultori. Questo saggio apre dunque a una modalità di fare arte, al “cosa” è arte oggi, in cui le distinzioni si fondono e si confondono, in un rapporto fluido di tutti i modi di espressione.

“Celant è stato in grado di ri­ scattare movimenti e artisti ostracizzati, aprendo la strada a un ‘artmix’ tra discipline.” Jacqueline Cerasoli


EMILIO MINELLI, FABRIZIA BERERA IL LINGUAGGIO SEGRETO DEI SOGNI

UE SAGGI

Guida all’interpretazione psicosomatica dei sogni

copertina non definitiva

Il sogno agisce sia a livello psichico sia a livello corporeo: nel sogno si manifestano gli scompensi notturni del corpo. Il ricco linguaggio onirico, grazie al simbolo e all’analogia, porta in superficie i segni rivelatori di squilibri profondi che possono essere sintomi fastidiosi oggi e di patologie, anche gravi, domani. Grazie ai sogni possiamo imparare a decodificare i segni di un malessere organico e cogliere così in anticipo gli squilibri che si possono trasformare in malattie. Dopo aver compreso cosa il sogno vuole comunicarci, i suggerimenti proposti nel libro ci aiuteranno ad agire in tempo per ritrovare il nostro benessere psicofisico. GLI AUTORI Emilio Minelli è professore di Agopuntura e Medicina tradizionale cinese alla facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università di Milano. È autore di numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative. Fabrizia Berera è docente del Corso di perfezionamento in agopuntura all’Università di Milano. Ha scritto, insieme a Emilio Minelli, La rivincita degli emotivi (Feltrinelli, 2014) e Curarsi secondo stagione (Urra Apogeo, 2013). pag 240 euro 10,00 isbn 978-88-07-89464-0 In libreria da: febbraio 2021

DIDIER PLEUX IN FAMIGLIA COMANDO IO!

“I segni dei sogni e i sintomi sono dunque un linguaggio; attraverso di essi il corpo e l’a­ nima esprimono l’indicibile.”

UE SAGGI

Riconoscere e frenare per tempo il bambino tiranno Traduzione di Paolo Poli

L’AUTORE Didier Pleux è psicologo clinico, direttore dell’Istituto francese di terapia cognitiva. È anche autore di numerose altre pubblicazioni divulgative relative alla psicologia dell’infanzia. novità pag 224 euro 9,50 isbn 978-88-07-89462-6 In libreria da: gennaio 2021

21

copertina non definitiva

Ogni famiglia, o quasi, annovera almeno un caso di bambino viziato e capriccioso, un vero piccolo principe, che, almeno agli inizi, gli adulti trattano amorevolmente come tale, prima che il principino mostri di volersi trasformare in un vero despota. In questo libro, guidati dallo psicologo cognitivo francese Didier Pleux, scopriamo le tappe di questa escalation, i segni che la annunciano e che possiamo individuare fin dalla più tenera età. Osserviamo l’acutizzarsi e il concretizzarsi di questa tirannia al suo apogeo, durante l’adolescenza, e impariamo così, a poco a poco, a riconoscere i ricatti morali e a fronteggiare le strategie della piccola “guerra” che il figlio tiranno combatte (e spesso vince) con i genitori e i famigliari, fino a soggiogarli completamente. Con grande ricchezza di consigli pratici, l’autore aiuterà i genitori sopraffatti dai figli a riacquistare il proprio ruolo educativo e a guidare i bambini verso un processo di crescita e maturazione equilibrato. Cosa fare di fronte a un bam­ bino che si rifiuta di obbedire? Come comportarsi con uno che risponde in malo modo agli insegnanti e si rifiuta di riordinare la camera?


DIDIER VAN CAUWELAERT LE EMOZIONI NASCOSTE DELLE PIANTE

UE SAGGI

Come si esprimono, comunicano e interagiscono i vegetali Traduzione di Paolo Poli

L’AUTORE Didier Van Cauwelaert, premio Goncourt nel 1994 con il romanzo Un aller simple, ha venduto oltre cinque milioni di libri, tradotti in trenta lingue. pag 128 euro 8,00 isbn 978-88-07-89463-3 In libreria da: febbraio 2021

PAOLO CREPET LE DIMENSIONI DEL VUOTO

copertina non definitiva

Per quanto incredibile ci possa sembrare, è stato recentemente dimostrato sperimentalmente che le piante sono in grado di provare un’ampia gamma di emozioni e sanno anche trasmettere quello che provano. Si difendono, attaccano, siglano alleanze, cacciano, costruiscono, trascinano, comunicano a distanza le loro paure, le loro sofferenze e le loro gioie. Le piante sono dotate di intelligenza, di sensibilità e perfino di una forma di “telepatia”, rilevata anche dagli strumenti di misurazione. Sebbene sorprendente, ciò che viene raccontato in questo libro è il risultato di osservazioni ed esperimenti scientifici. Tra saggio e narrazione, la vita emotiva e relazionale del regno vegetale raccontata dalla penna evocativa di un affermato romanziere, appassionato botanico, che ci porterà a riscoprire l’“Homo ecologicus” dentro di noi. A quanto sembra, la natura non smette di parlarci. Sta a noi, quindi, smettere di essere sordi.

UE SAGGI

I giovani e il suicidio

L’AUTORE Paolo Crepet (Torino, 1951), psichiatra e sociologo, è un esperto nel campo della ricerca sul tentato suicidio, dell’epidemiologia psichiatrica e della psichiatria sociale. Con Feltrinelli ha pubblicato anche: Psichiatria senza manicomi. Epidemiologia critica della riforma (con Domenico De Salvia; 1982), Cuori violenti. Viaggio nella criminalità giovanile (1995), Solitudini. Memorie di assenze (1997) e I giorni dell’ira. Storie di matricidi (con Giancarlo De Cataldo; 1998). ristampa in prenotazione pag 176 euro 9,00 isbn 978-88-07-89465-7 In libreria da: marzo 2021

22

copertina non definitiva

Se questo libro potesse andare nelle mani di un ragazzo o di una ragazza, di quelli che guardano attraverso come se nessuno e nulla avesse più senso nella loro vita, se questo libro potesse per un attimo soltanto fermare il loro progetto distruttivo, allora questo libro avrebbe trovato un senso. Se questo libro potesse finire nella borsa di una mamma che non sospetta ancora nulla, nella tasca della giacca di un papà distratto e troppo occupato e se fosse l’occasione per loro per fermarsi e chiedersi “va davvero tutto bene?”, allora questo libro piccino avrebbe eseguito il suo compito. Ancora oggi, il tasso di suicidio degli adolescenti è in crescita in molti paesi del mondo occidentale. Paolo Crepet indaga, descrive, analizza e mette a fuoco un fenomeno rimosso dalla cultura sociale moderna.

Il difficile tema del suicidio, una delle prime cause di mor­ te tra i giovani, in un libro dall’attualità preoccupante.


Il rivoluzionario dispositivo di Feltrinelli per crescere lettori

ISBN 978-88-07-89406-0

ISBN 978-88-07-89409-1

ISBN 978-88-07-89411-4

ISBN 978-88-07-89407-7

ISBN 978-88-07-89404-6

9 788807 894060

9 788807 894091

9 788807 894114

9 788807 894077

9 788807 894046

ISBN 978-88-07-89410-7

ISBN 978-88-07-89408-4

ISBN 978-88-07-89361-2

ISBN 978-88-07-89359-9

ISBN 978-88-07-89360-5

9 788807 894107

ISBN 978-88-07-89370-4

9 788807 893704

ISBN 978-88-07-89354-4

9 788807 893544

9 788807 894084

ISBN 978-88-07-89412-1

9 788807 894121

ISBN 978-88-07-89353-7

9 788807 893537

ISBN 978-88-07-89413-8

9 788807 894138

ISBN 978-88-07-89347-6

9 788807 893476

9 788807 893612

9 788807 893599

ISBN 978-88-07-89348-3

9 788807 893483

ISBN 978-88-07-89351-3

9 788807 893513

ISBN 978-88-07-89355-1

9 788807 893551

ISBN 978-88-07-89356-8

9 788807 893568

9 788807 893605

ISBN 978-88-07-89349-0

9 788807 893490

ISBN 978-88-07-89357-5

9 788807 893575

ISBN 978-88-07-89405-3

9 788807 894053

ISBN 978-88-07-89358-2

9 788807 893582

ISBN 978-88-07-89350-6

9 788807 893506

ISBN 978-88-07-89352-0

9 788807 893520


Paolo Di Paolo I classici compagni di scuola UER

Illustrazioni di Mariachiara Di Giorgio Facciamo l’appello! March, Jo. Twist, Oliver. Caulfield, Holden. Sawyer, Tom. Darling, Wendy.

copertina non definitiva

Immaginate una classe di scuola fatta dei protagonisti dei grandi classici della letteratura. Ciascuno con il suo carattere, le sue attitudini… e la sua pagella. Jo March, la “piccola donna”, è bravissima a scrivere. Tom Sawyer è un disastro in tutte le materie ma è leale come nessuno. Wendy Darling ha dieci in condotta, anche se dimostra una spiccata propensione al sogno. I classici sono compagni di classe molto speciali perché ognuno ha una storia straordinaria da raccontare. Per avvicinare le lettrici e i lettori più giovani a romanzi che hanno segnato la storia della letteratura per ragazzi, Paolo Di Paolo ha scelto dieci personaggi. Ce ne racconta pregi e difetti, rivela avventure e azzardi, li avvicina a noi come se fossero davvero i nostri compagni di banco. Perché, in fondo, leggere significa questo: incontrare gli altri. Scoprirli, innamorarsene, trovarli alleati nella scoperta del mondo, sentirli complici nelle imprese più spericolate e di fronte alle paure… per poi non lasciarli più! L’AUTORE Paolo Di Paolo è nato nel 1983 a Roma. Ha pubblicato i romanzi Raccontami la notte in cui sono nato (2008), Dove eravate tutti (2011; premio Mondello e superpremio Vittorini), Mandami tanta vita (2013; finalista premio Strega), Una storia quasi solo d’amore (2016), Lontano dagli occhi (2019; premio Viareggio Rèpaci), tutti nel catalogo Feltrinelli e tradotti in diverse lingue europee. Molti suoi libri sono nati da dialoghi: con Antonio Debenedetti, Dacia Maraini, Raffaele La Capria, Antonio Tabucchi, di cui ha curato Viaggi e altri viaggi (Feltrinelli, 2010), e Nanni Moretti. È autore di testi per bambini, fra cui La mucca volante (2014; finalista premio Strega Ragazze e ragazzi), e per il teatro. Scrive per “la Repubblica” e per “L’Espresso”. novità pag 160 con ill. euro 8,50 isbn 978-88-07-89453-4 In libreria da: gennaio 2021

24


Oliver Twist Il giovane Holden Jo March Alice nel Paese delle meraviglie Wendy di Peter Pan Scout Finch de Il buio oltre la siepe Franti di Cuore Passepartout de ll giro del mondo in ottanta giorni Cosimo Piovasco de Il barone rampante Anne Frank

Compagni di lettura. Compagni di vita. Attraverso ricordi di lettura e riflessioni Paolo Di Paolo ci porta a spasso nella letteratura e invita i ragazzi a scoprire la bellezza dei classici nella nuova e curatissima edizione Universale Economica Feltrinelli Ragazzi. Una guida alla lettura e all’amore per i libri che ragazzi, insegnanti e genitori adoreranno. Un racconto che tocca in profondità temi importanti del nostro tempo. Piano marketing: • Materiali per il punto vendita • Spazi dedicati • Banner e newsletter • Attività promozionale sui social network

Tra i titoli promossi dalle attività di Feltrinelli Editore per la Scuola. Cara libraia, caro libraio, richiedi l’autore per incontri con le scuole all’indirizzo scuola@feltrinelli.it


ANTOINE DE SAINT-EXUPÉRY IL PICCOLO PRINCIPE

UER

Traduzione di Yasmina Melaouah “Se mi addomestichi, avremo bisogno l’uno dell’altra. Per me tu sarai unico al mondo. Per te io sarò unica al mondo…”

copertina non definitiva

Libro ad alta leggibilità. Per avvicinare ogni tipo di lettore, anche dislessici e con disturbi dell’apprendimento. Con apparato didattico finale: sintetico, ma ricco di note e curiosità e una mappa concettuale. L’AUTORE Antoine de Saint-Exupéry (Lione, 1900 – Mar Tirreno, 1944) divenne pilota nel 1921. Tra le sue opere: Corriere del Sud (1926), Volo di notte (1931, pubblicato con una prefazione di André Gide), Terra degli uomini (1939) e Pilota di guerra (1942). Postumi sono apparsi Cittadella (1948) e i Taccuini (1961). Il piccolo principe (1943), il suo capolavoro, è proposto da Feltrinelli nella traduzione di Yasmina Melaouah. Il capolavoro per bambini e adulti più letto in assoluto nel mondo, in un‘edizione ricca e a un prezzo speciale!

pag 144 euro 6,50 isbn 978-88-07-89452-7 In libreria da: gennaio 2021

ROBERT LOUIS STEVENSON L’ISOLA DEL TESORO

UER

Traduzione di Lilla Maione Trovata la mappa del tesoro del famoso capitano Flint, il giovane Jim Hawkins organizza assieme al dottor Livesey e al nobile Trelawney la spedizione verso l’isola indicata, a bordo dell’Hispaniola. copertina non definitiva

Con apparato didattico finale: sintetico, ma ricco di note e curiosità e una mappa concettuale. L’AUTORE Robert Louis Stevenson (1850-1894) è uno dei più grandi scrittori di lingua inglese della seconda metà dell’Ottocento. Si cimentò nei più diversi generi letterari: dalla poesia al romanzo storico e d’avventura.

Salpare a bordo della Hispaniola e partire all’avventura in compagnia del pirata Long John Silver!

pag 288 euro 9,00 isbn 978-88-07-89454-1 In libreria da: gennaio 2021

26


ALESSANDRO BARICCO OMERO, ILIADE UER “Tutti mi conoscevano. Io ero l’uomo più brutto che fosse andato lì, all’assedio di Troia: storto, zoppo, le spalle curve e ripiegate sul petto: la testa a punta, coperta da una rada peluria. Ero famoso perché mi piaceva parlare male dei re, di tutti i re: gli Achei mi ascoltavano e ridevano. E per questo, i re degli Achei mi odiavano. Voglio raccontarvi quel che so, perché anche voi capiate quello che io ho capito: la guerra è un’ossessione dei vecchi, che mandano i giovani a combatterla.”

copertina non definitiva

La più grande storia di guerra mai raccontata. Una storia che evoca il cozzare delle armi, la brutalità della violenza e delle stragi, ma anche la pietà, la ragione dei vinti, l’amore ostinato per la pace. Alessandro Baricco interviene sulla traduzione integrale accorciando, togliendo le ripetizioni senza riassumere ma usando il testo originale. Sceglie di eliminare tutte le scene con le apparizioni degli dei, rende il linguaggio vivo e la narrazione soggettiva. Un modo nuovo di leggere l’Iliade. A partire dai 13 anni

L’AUTORE Alessandro Baricco è nato nel 1958. Ha scritto saggi e romanzi che sono stati tradotti in tutto il mondo. baricco.feltrinelli.it

La rilettura d’autore di un testo fondamen­ tale, un successo straordinario amato dai ragazzi e consigliatissimo dagli insegnanti.

pag 204 euro 9,00 isbn 978-88-07-89460-2 In libreria da: gennaio 2021

27


MASSIMO BIRATTARI SCRIVERE BENE È UN GIOCO DA RAGAZZI

UER

Un corso di scrittura avventuroso come un romanzo

copertina non definitiva

Scrivere bene non serve solo a prendere un bel voto in italiano. Serve a pensare bene, a esprimere i sentimenti, a comunicare le cose che ci stanno a cuore, a convincere gli altri, addirittura a creare interi mondi. Lo sperimentano i ragazzi protagonisti di questo libro, vittime di uno scienziato che sostiene di aver inventato una macchina capace di trasformare in realtà le cose scritte (ma solo quelle scritte “bene”, con precisione ed efficacia). La macchina fa quel che promette, anzi ben di peggio. I ragazzi entrano nel più straordinario videogioco mai concepito, Scriptoria: con l’aiuto del professor Furio Mangiafuoco dovranno superare una serie di prove tutte legate alla scrittura, mettendosi all’opera su testi diversi, imparando a servirsi di una lingua chiara ed espressiva. A partire dai 9 anni L’AUTORE Massimo Birattari, redattore, traduttore, consulente editoriale e scrittore. Tra i suoi libri per “Feltrinelli Kids”: La grammatica ti salverà la vita (2012), Leggere è un’avventura (2014), L’Italia in guerra (2015) e Terrore a Grammaland (2018). pag 176 euro 9,00 isbn 978-88-07-89457-2 In libreria da: gennaio 2021

CLAUDIA DE LILLO (ELASTI) DIRE FARE BACIARE

Un vero romanzo che però risponde a un’esigenza fon­ damentale: fornire a ragazzi, insegnanti e genitori una serie di idee e consigli per imparare a scrivere in italiano! Un successo da 15.000 copie.

UER

Istruzioni per ragazze alla conquista del mondo

copertina non definitiva

Questo è un libro per femmine. Per quelle che rimpiangono la cesta dei giocattoli e per quelle che vorrebbero vivere dentro la trousse dei trucchi. Per quelle che aspettano il principe azzurro, per quelle che non lo vogliono, per quelle che lo hanno trovato e per quelle che hanno bisogno di una bussola. È un libro per quelle che da grandi governeranno il mondo ma adesso non riescono a crederci. È un libro per chi vuole fare la vigilessa del fuoco, la chirurga e la pittrice, però insieme. È un libro per quelle che non si vergognano a dire che hanno le mestruazioni. Per quelle che sognano il primo bacio e quelle che già sanno quel che verrà dopo. Per quelle che non hanno paura di niente e per quelle che se la fanno sotto. Questo è un libro per figlie. Ma anche un po’ per mamme. E magari anche per qualche zia. A partire dai 12 anni L’AUTRICE Claudia de Lillo, più conosciuta al pubblico di lettori come Elasti, vive a Milano con il marito e i figli e lavora come giornalista finanziaria. Nel settembre 2006 ha aperto il blog nonsolomamma.com. Nel 2008 il suo primo libro, Nonsolomamma, a cui ne sono seguiti molti altri. Dal febbraio 2010 tiene una rubrica su “D di Repubblica”. pag 128 euro 8,00 isbn 978-88-07-89458-9 In libreria da: gennaio 2021

28

“Questo è un libro per noi, trop­ po magre e troppo grasse, trop­ po alte e troppo basse, troppo chiare e troppo scure, troppo e troppo poco, insomma pratica­ mente perfette.”


ANNIE M.G. SCHMIDT MINÙS

UER

La gatta che scese dal tetto Traduzione di Anna Patrucco Becchi

copertina non definitiva

“Tibbe si alzò e aprì la porta della cucina. Ebbe un soprassalto. Non era Fluff. Era una ragazza, la ragazza dell’albero, che ora stava rovistando nella sua spazzatura. Poteva essere entrata in un’unica maniera: attraverso la finestra dell’abbaino. Appena lo sentì arrivare, si voltò. Una grande lisca di pesce le pendeva dal muso, anzi dalla bocca, si corresse Tibbe immediatamente.” A partire dagli 8 anni L’AUTRICE Annie M.G. Schmidt (1911-1995) è considerata la Astrid Lindgren olandese. Divenne famosa come autrice per bambini, ma scrisse anche con grande successo canzoni e musical per adulti. Nel 1988 ha vinto ha vinto il premio Hans Christian Andersen, considerato il Nobel della letteratura per ragazzi. Da Minùs (2012) è stato tratto un film diretto da Vincent Bal. Un classico intramontabile amato da generazioni di gio­ vani lettori. pag 208 con ill. euro 9,00 isbn 978-88-07-89455-8 In libreria da: gennaio 2021

SCUOLA HOLDEN 100 STORIE PER QUANDO È TROPPO TARDI

UER

copertina non definitiva

Consultate questo libro e scoprite la collaudata efficacia di quelle che chiameremo Storie per quando è troppo tardi. Storie e altri mezzi di soccorso per mettere in salvo genitori sprovveduti che pensavano che crescere un figlio fosse tutto sommato una passeggiata. “Save the Parents” è una collana di libri che potrebbero sembrare manuali e invece sono storie, e viceversa. “Save the Parents” è un progetto della Scuola Holden. A partire dai 6 anni L’AUTORE Nata a Torino nel 1994 con l’intento di creare un percorso di studi inedito per obiettivi, contenuti e metodi didattici, la Scuola Holden è una scuola di scrittura e storytelling. Si è specializzata fino a diventare un vero e proprio laboratorio: chi ha l’urgenza di una storia qui impara a raccontarla con linguaggi e strumenti differenti. Ma la Scuola Holden è anche altro, un centro di produzione culturale: eventi, incontri, progetti, contenuti. Un luogo aperto dove far nascere e crescere le idee. pag 128 euro 8,00 isbn 978-88-07-89459-6 In libreria da: gennaio 2021

29

Il vostro bambino vuole la sto­ ria? Dategliela. Ma corta. Lui vince e voi non perdete. Tutti contenti.


GENNAIO 2021

Torna la coperta del lettore

La promozione piÚ calda dell’anno. Consulta il folder allegato a questo copertinario per scoprire tutti i dettagli.

feltrinellieditore.it


UNIVERSALE ECONOMICA FELTRINELLI


Copertinario Gennaio - Marzo 2021


David Leavitt Ballo di famiglia David Leavitt è uno scrittore magistrale, i suoi dialoghi sono perfetti. Kevin Wilson

Uno degli scrittori più dotati della sua generazione.

Leavitt è uno scrittore che non ha bisogno di essere accostato a nessuno. Fernanda Pivano

David Leavitt, dopo la laurea a Yale, si afferma poco più che ventenne con questi racconti come scrittore centrale della nuova narrativa americana. Mrs Campbell, madre dalla mente illuminata e aperta, presidentessa della Coalizione dei Genitori di Lesbiche e Gay, scopre quanto sia difficile accettare davvero l’omosessualità di un figlio quando il suo Neil le porta a casa il suo compagno. I membri di una famiglia “allargata”, divisa e ricostruita da molteplici divorzi e matrimoni che, durante una riunione, si accorgono di essere indissolubilmente uniti da quegli stessi sentimenti che li hanno separati. Una madre di famiglia costretta a fare i conti con una malattia incurabile nella routine della quotidianità… Teneri, spiazzanti, divertenti, i nove racconti di Ballo di famiglia mettono in scena genitori, figli, figliastri, amici e amanti della middle-class americana degli anni Ottanta, rappresentanti di una generazione delusa, testimoni di conflitti profondi, in lotta per sopravvivere cercando nuove e scintillanti forme di fuga dal senso di vuoto e di precarietà. David Leavitt, nato a Pittsburgh nel 1961, è cresciuto in California. Professore di inglese all’Università della Florida, dirige la rivista letteraria “Subtropics”. Tra i suoi romanzi ricordiamo: La lingua perduta delle gru, Eguali amori, Un posto dove non sono mai stato, Mentre l’Inghilterra dorme e I due Hotel Francfort. Tutte le sue opere sono in corso di pubblicazione da SEM. L’ultima è Il decoro. Traduzione di Delfina Vezzoli

David Leavitt, Ballo di famiglia Formato: Brossura 15 x 22,5 cm Pagine: 210 Prezzo: 15 Isbn: 9788893903134

3


Chris Kraus Le ragioni del sangue L’epopea di due fratelli tedesco-baltici nel vortice del XX secolo. Un capolavoro.

Kraus scrive davvero bene, questo romanzo si divora.

Un’incalzante miscela di romanzo picaresco, tragedia familiare e un grande affresco storico.

La sua storia è come un cercapersone. Impossibile non rispondere.

Le ragioni del sangue racconta la storia di un’intera epoca: un dramma di tradimento e illusioni che attraversa il secolo scorso dal 1905 al 1975 e ci porta da Riga a Mosca, da Berlino a Monaco, fino a Tel Aviv. I protagonisti sono Hubert, Konstantin ed Ev Solm, due fratelli tedesco-baltici e la loro sorella adottiva di origine ebrea. I due fratelli di Riga avanzano nella loro carriera: prima nella Germania nazista, poi come spie per la Germania occidentale. Una bugia, mascherata da segreto, è compagna dei loro contorti percorsi attraverso la vita. Insieme a loro c’è l’ebrea Ev, l’amante di entrambi a turno. Si sviluppa un appassionato ménage à trois che porta i protagonisti fino a profondissime e terrificanti situazioni morali e politiche. La storia dei fratelli Solm è anche la storia della Germania del XX secolo: il declino di un vecchio mondo e l’ascesa di quello nuovo, sotto nuovi auspici, ma con gli stessi protagonisti. Con questo romanzo Chris Kraus si dimostra un grande narratore, capace di trovare immagini di forza biblica. Un romanzo che porta i lettori nelle oscurità sollevate dalle macerie del regime nazista. Chris Kraus è nato a Göttingen nel 1963. È un regista, sceneggiatore e autore di romanzi. Ha ricevuto diversi premi per i suoi lavori, tra cui miglior film tedesco del 2007. Questo è il suo secondo romanzo.

Traduzione di Simone Aglan-Buttazzi

Chris Kraus, Le ragioni del sangue Formato: Brossura 15 x 22,5 cm Pagine: 1200 Prezzo: 24 Isbn: 9788893903073


Laura Calosso Ma la sabbia non ritorna Laura Calosso racconta le trappole che nasconde la quotidianità.

Laura Calosso unisce con estrema abilità la narrazione al giornalismo d’inchiesta.

Una prosa matura e coinvolgente, unita a una rigorosa documentazione.

Elena, giornalista d’inchiesta, ha un rapporto traumatico con il padre - arricchitosi negli anni Sessanta cavando sabbia e distruggendo dune - e una storia d’amore con un uomo fragile e debole che Elena idealizza per necessità, pur vedendone i limiti e l’inconsistenza. Scappata di casa giovanissima, negli ultimi tempi sta preparando un reportage sulle organizzazioni criminali che rubano sabbia in tutto il mondo per rivenderla dove manca. Indagando sul traffico di sabbia e sul cemento impoverito, causa del crollo di molte costruzioni, la giornalista comprende alcuni fatti avvenuti nella sua adolescenza. Inoltre scopre il motivo della morte del fratellino di quattro anni, morte di cui il padre è colpevole e che diventa fonte di ricatto da parte di operai della cava collegati al mondo criminale. Il filo che lega il libro è una riflessione sull’amore, altra risorsa scarsa sul pianeta. L’amore, come la sabbia, può infatti abbandonarci e non ritornare a causa degli sbarramenti che artificialmente costruiamo per proteggerlo. Laura Calosso è nata ad Asti. Giornalista, ha esordito nel 2011 con il romanzo A ogni costo, l’amore (Mondadori). Con SEM ha pubblicato nel 2017 La stoffa delle donne, dal quale nella stagione 201819 sono state tratte due puntate di REPORT, la trasmissione d’inchiesta di Rai3. Nel 2019 ha pubblicato Due fiocchi di neve uguali.

Laura Calosso, Ma la sabbia non ritorna Formato: Brossura 15 x 22,5 cm Pagine: 300 Prezzo: 18 Isbn: 9788893903097


Katerina Poladjan La restauratrice di libri NOMINATO PER IL GERMAN BOOK PRIZE 2019 Emozionante, carico di tensione e alle volte quasi fiabesco.

Katerina Poladjan riflette sull’enorme tragedia del genocidio armeno attraverso un linguaggio poetico e spigoloso.

Forte nei dialoghi, conciso negli schizzi umani. Katerina Poladjan padroneggia l’arte dell’omissione. Eppure nei suoi romanzi tutto è atmosfera.

1915: la vecchia Bibbia di una famiglia armena sulla costa del Mar Nero è l’unica cosa che rimane di due fratelli in fuga, Anahid e Hrant. Cento anni dopo, a Yerevan, capitale dell’Armenia, alla restauratrice di libri Helen viene affidata una Bibbia. “Hrant non vuole svegliarsi” è la scritta che qualcuno aveva scarabocchiato sul bordo di una pagina. Helen approfondisce gli enigmi del vecchio libro nell’Armenia di oggi, ritrovandosi immersa ed emotivamente coinvolta in una storia di esilio, perdita e dolore, che si ripercuote tuttora, generazioni più tardi. Così decide di partire per un viaggio verso la costa del Mar Nero, fino all’altra parte dell’Ararat, per arrivare in fondo alla realtà. “Dikranian. Abovyan. Petrosian. Mazavian. Il mio cognome improvvisamente suonò bene. Fino a quel momento, l’avevo vestito come un capo di abbigliamento inadatto, come un cappello ammaccato, che non potevo togliere mentre mangiavo.” Katerina Poladjan è nata a Mosca e vive in Germania. Ha scritto i romanzi In una notte, altrove e Forse Marsiglia, oltre al diario di viaggio letterario Dietro la Siberia. È stata nominata per il premio Alfred Döblin e per il premio europeo di letteratura, oltre ad aver vinto le borse di studio dal Fondo tedesco per la letteratura e dal Senato di Berlino.

Traduzione di Emilia Benghi

Katerina Poladijan, La restauratrice di libri Formato: Brossura 15 x 22,5 cm Pagine: 300 Prezzo: 18 Isbn: 9788893902960


Sergi Pàmies L’arte di portare il soprabito

Un crescendo di emozioni fino al momento conclusivo, forte come un pugno al cuore.

Sergi Pàmies è uno specchio della società contemporanea. È impossibile leggere i suoi libri e non trovare un personaggio che ci assomigli. L’ironia e il pessimismo mediterranei condiscono storie che prendono vita da una realtà intima e segreta.

Concepite come un concentrato di ricordi, emozioni e piacere narrativo, le tredici storie de L’arte di indossare un soprabito confermano la capacità di Sergi Pàmies di osservare e dominare la breve distanza narrativa. Con uno stile sempre più raffinato, in cui sentimenti e dettagli sono i protagonisti, il libro combina episodi dell’infanzia, ritrae la vecchiaia dei suoi genitori, riflette sul romanticismo della delusione o sul panico di essere all’altezza delle aspettative dei bambini. Dalla perplessità dell’adolescenza alle cicatrici collettive del ventesimo secolo (gli attacchi dell’11 settembre, la transizione spagnola, la caduta fratricida del comunismo, l’esilio), Pàmies attraversa il suo repertorio di preoccupazioni con ironia, causticità, malinconia e lucidità e trova nella fascinazione per l’assurdo e la “muscolatura” della sorpresa gli antidoti più efficaci per combattere assenze, insuccessi e altri lasciti della maturità. Sergi Pàmies (Parigi, 1960) divenne noto con La faccia della vergogna dovrebbe cadere. I suoi romanzi successivi hanno ricevuto il plauso della critica internazionale. Il suo lavoro è stato tradotto in francese, tedesco, italiano e greco. Collabora regolarmente con vari media. È stato insignito del Premio giornalistico sportivo Manuel Vázquez Montalbán.

Traduzione di Francesco Ferrucci

Sergi Pàmies, L’arte di portare il soprabito Formato: Brossura 15 x 22,5 cm Pagine: 180 Prezzo: 16 Isbn: 9788893903035


ANNA VERA SULLAM IL SESTO COMANDAMENTO 1940, IL DELITTO DEL GHETTO DI VENEZIA

IN UNA CITTÀ DI SOGNO UN OMICIDIO INSPIEGABILE E UN MARESCIALLO CAMPANO DETERMINATO A RISOLVERLO.

Venezia, 1940. L’Italia è entrata in guerra da quattro mesi, troppo pochi perché si sentano i morsi della fame, troppi per chi aveva creduto che sarebbe durata qualche settimana. Ma ciò che brucia alla comunità israelitica della città sono le leggi razziali che hanno sconvolto l’esistenza di tutti i suoi membri. È per che hanno acquistato un edificio che possa ospitare alunni e professori a cui il regime impedisce di frequentare le scuole pubbliche. Ma proprio lì, nella biblioteca, un pomeriggio, il segretario scopre il cadavere di Ida Forti, professoressa di lettere antiche, uccisa da un colpo in testa inferto con una statuetta del Duce. È l’inizio di un’indagine che viene affidata al vicequestore Gigli, il quale ha una gran fretta di concluderla, tanto che in tempi brevissimi annuncia il nome dell’assassino. Ma la soluzione del caso non convince il suo sottoposto, il maresciallo Russo. Sarà lui a condurre un’indagine parallela che porterà alla luce segreti e misteri, fino al sorprendente finale. Sullo sfondo di una città magica, un giallo avvincente e appassionante che scava, con grande garbo, nei meandri più oscuri dell’animo umano. Anna Vera Sullam è nata e vissuta a Venezia. Laureata in Lettere, è stata a lungo ricercatrice presso l’università Ca’Foscari dove ha insegnato Lingua e Storia della lingua italiana. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: I nomi dello sterminio (Einaudi 2001, Marietti 2018) e Undici stelle risplendenti (Mondadori 2012).

A.V. Sullam, Il sesto comandamento Formato: Cartonato 14 x 21,5 cm Pagine: 280 Prezzo: 15 Isbn: 9788893903141


A.A. DHAND LA CITTÀ DEL PECCATO Uno degli autori più interessanti della letteratura gialla britannica.

Straordinario, inarrestabile, ricco di suspense e di umanità. Lee Child

Dhand è un autore impavido, ha il coraggio di scavare nei meandri più bui della società.

Un personaggio destinato a sfondare anche in televisione.

Dai suoi romanzi verrà tratta una serie televisiva prodotta dalla BBC. È una normale mattinata nello Yorkshire, fredda e miserabile. Le strade sono ancora perlopiù deserte. Delle macchine della polizia si fermano precipitosamente nel centro della città, ma nessuna delle loro luci lampeggia e le sirene sono silenziose. È stato trovato un corpo, minuziosamente e precisamente posizionato per inviare un chiaro messaggio. Ma quale messaggio? E a chi? È compito del detective Harry Virdee scoprirlo. Ma Harry non sa che il killer lo sta guardando, che il killer sta puntando lui. Perché questa volta è una questione personale.

A.A. Dhand ex farmacista, ora si dedica interamente alla scrittura dopo il successo dei suoi libri. Vive a Bradford, un tempo città industriale, ora degradata e preda di conflitti sociali, dove sono ambientati tutti i suoi libri. Con SEM ha pubblicato La ragazza Zero (2020). Traduzione di Maria Baiocchi e Anna Tagliavini

A.A. Dhand, La città del peccato Formato: Cartonato 14 x 21,5 cm Pagine: 430 Prezzo: 20 Isbn: 9788893902991


LIVIA SAMBROTTA NON SALVARMI Livia Sambrotta esplora il mondo di giovanissimi in modo fedele.

Con una scrittura agile, intensa e dal ritmo serrato, l’autrice mette in primo piano ansie, dubbi e solitudini dei personaggi. IL MUCCHIO SELVAGGIO

PER CHI HA AMATO IO UCCIDO DI FALETTI, UN THRILLER DAL RESPIRO INTERNAZIONALE. UNA STORIA DI FANATISMO E DI VENDETTE, SULLO SFONDO DEL MONDO DEL CINEMA.

Estate 2018, Aeroporto di Phoenix, Arizona. Deva Wood, una ragazza italo-americana di ventitré anni, scompare misteriosamente subito dopo aver effettuato il check-in per imbarcarsi su un volo diretto a Milano. Deva è in fuga da un centro di riabilitazione per giovani con dipendenze provenienti dal mondo del cinema. Ad aspettarla in Italia c’è David Jones, figlio del fondatore del centro e produttore cinematografico. Ma Deva non arriverà mai all’appuntamento con David. Le ultime immagini che si hanno di lei sono quelle dalle telecamere di sorveglianza dell’aeroporto che la riprendono mentre si dirige in bagno con le gambe sporche di sangue. Il giorno dopo viene ritrovato il corpo di una ragazza con il viso bruciato dall’acido, che persino il padre di Deva identifica come quello di sua figlia. Ma è davvero lei? Un thriller appassionante, una trama costruita con grande abilità, ricca di colpi di scena.Alternando il racconto di carriere patinate a devastanti vicende personali, l’autrice apre uno squarcio sui risvolti segreti del mondo del cinema. Livia Sambrotta pubblica nel 2015 il primo romanzo noir Amazing Grace, seguito due anni dopo da Tango Down. Attualmente lavora nel cinema, a Milano, come coordinatrice della promozione UCI Cinemas per il sud dell’Europa.

Livia Sambrotta, Non salvarmi Formato: Cartonato 14 x 21,5 cm Pagine: 280 Prezzo: 16 Isbn: 9788893903127


SAM LLOYD IL BOSCO DEI RICORDI Una storia raccontata magistralmente, con due personaggi giovani delineati in modo superbo. Lloyd è un nuovo talento del thriller mondiale.

Un thriller intenso, carico d’atmosfera e assolutamente originale. Shari Lapena Ciò che rende speciale questo libro è il gioco di potere sotterraneo meravigliosamente eseguito. Splendidamente inquietante, questa è una fiaba moderna molto cupa.

Scrittura brillante, storia terrificante e personaggi così reali che sembra di conoscerli. Samantha Downing

Elijah ha sempre vissuto nel “Bosco dei ricordi” da quando ha memoria. Per lui si tratta della sua unica casa. Elissa, invece, ci è appena arrivata, ed è disposta a tutto pur di fuggire. Quando Elijah si imbatte casualmente nella tredicenne Elissa, nelle profondità del bosco in cui il suo rapitore la tiene imprigionata, si rifiuta di avvisare la polizia della situazione. Questo perché, in tutti i suoi dodici anni di vita, il ragazzo non ha mai avuto un vero amico, e non vuole vedere la sua nuova conoscenza portata via. Oltre ciò, Elijah sa bene come può andare a finire questa storia, del resto Elissa non è la prima ragazza che incrocia nel bosco. Man mano che il comportamento del suo rapitore diventa sempre più irregolare e imprevedibile, Elissa giunge alla conclusione che raggirare lo strano, solitario Elijah sia la sua unica possibilità di salvezza. Sarà la loro particolare sfida tra gatto e topo, colma di inganni e tradimenti, a decidere il destino di entrambi e se uno di loro lascerà mai il “Bosco dei ricordi”. Sam Lloyd è cresciuto nell’Hampshire, inventando storie e creando un suo mondo tra i boschi vicino la sua casa. Questo è il suo esordio.

Traduzione di Valentina Zaffagnini

Sam Lloyd, Il bosco dei ricordi Formato: Cartonato 14 x 21,5 cm Pagine: 420 Prezzo: 20 Isbn: 9788893903202


PIERNICOLA SILVIS LA PIOGGIA Questo scrittore conosce bene le storie che racconta, grazie alla sua carriera ai vertici della polizia.

La violenza vissuta da poliziotto permette a Silvis di superare il confine tra realtà e finizione e diventa materia potente per i suoi thriller. I meccanismi investigativi, le dinamiche criminali e la psicologia dei malavitosi sono perfettamente descritti.

Roma, Trastevere. Cinzia e il suo ragazzo Harry comprano qualche grammo eroina ma vanno in overdose, e Harry muore. Renzo Bruni e la sua squadra vengono inviati a indagare sulla vicenda per risalire la catena dello spaccio romano e individuare chi ha venduto la dose letale. Ma, mentre gli investigatori muovono i primi passi, il cartello Jonico, l’onnipotente organizzazione che gestisce il commercio di coca ed eroina in tutto il Paese, trama, su mandato di misteriosi mandanti, un piano criminale chiamato in codice la “Pioggia”. È un progetto in cui girano centinaia di chili di eroina, milioni di dollari e altrettanti barili di petrolio. Il vertice del cartello Jonico è controllato dalla ‘Ndrangheta e dal potente padrino calabrese don Vittorio Condofuri, coadiuvato dal suo uomo di fiducia, Armando Nappi. Se attuata, la Pioggia porterebbe alla morte certa di migliaia di tossicodipendenti. Tutto sembra andare secondo i piani del cartello, quando compare una variabile del tutto inattesa: Annina Latini, la madre di Cinzia, donna apparentemente tranquilla, che si inserisce nelle indagini come un cuneo d’acciaio. Piernicola Silvis è nato nel 1954 a Foggia. Alto dirigente della Polizia di Stato, ha lasciato il servizio nel 2017 come questore di Foggia. Con SEM ha pubblicato Formicae (2017), La Lupa (2018) e Gli illegali (2019), finalista al Premio Bancarella 2020. I suoi libri sono stati tradotti in diverse lingue.

Piernicola Silvis, La pioggia Formato: Cartonato 14 x 21,5 cm Pagine: 320 Prezzo: 20 Isbn: 9788893903189


PAOLO REGINA MORTE DI UN CUOCO Il finanziere De Nittis capovolge gli schemi. Ama la cucina, gli amori passeggeri, il blues.

Un giallista unico, un personaggio indimenticabile.

Scrittura ricercata e ritmata.

Durante un concerto alla biblioteca di Ferrara viene rubato un prezioso Guarneri del Gesù appartenuto al gerarca fascista Farinacci. Il furto avviene sotto gli occhi di De Nittis, finanziere, incaricato di sorvegliare lo strumento. Lo scacco subito dal capitano lo induce a gettarsi a capofitto in una complicata indagine che lo porterà fino alla città della liuteria, Cremona. Lì, alcuni imprevedibili sviluppi lo condurranno ad una sconcertante soluzione del caso. Ma un altro avvenimento sconvolge Ferrara: il ritrovamento di un cadavere decapitato. Delle indagini viene incaricato il capitano dei carabinieri Cuviello, antagonista storico di De Nittis. Il corpo appartiene a un noto ristoratore ferrarese, ma il movente e gli autori sembrano essere un impenetrabile mistero. È un’inchiesta decisiva per Cuviello, un altro fiasco implicherebbe necessariamente il trasferimento. Dopo aver brancolato nel buio il carabiniere chiede un aiuto “ufficioso” proprio al suo acerrimo ma brillante nemico De Nittis. Il nostro capitano accetta di dargli una mano per amore di giustizia. La soluzione alla quale giungerà si rivelerà inaspettata e sorprendente… Paolo Regina, avvocato, ha insegnato discipline economiche alla facoltà di Lettere dell’Università di Ferrara, città dove vive. È anche docente di comunicazione e public speaking in corsi per manager e imprenditori. Con SEM ha pubblicato Morte di un antiquario (2018) e Morte di un cardinale (2019).

Paolo Regina, Morte di un cuoco Formato: Brossura 14 x 21,5 cm Pagine: 220 Prezzo: 16 Isbn: 9788893903165


GIOVANNA PANCHERI CHE VE NE SEMBRA DELL’AMERICA? VITA, LIBERTÀ, RICERCA DELLA FELICITÀ. QUANTO I DIRITTI INDIVIDUATI DAI PADRI FONDATORI TROVANO SPAZIO NELL’AMERICA POST COVID?

Giovanna Pancheri è, come ogni buon giornalista, “uno storico del presente”. Il suo primo libro è da ascrivere ai migliori reportage prodotti in Italia, si sente come un calco degli esempi di Luigi Barzini, Corrado Stajano, Virgilio Lilli. Roberto Saviano

Una penna coinvolgente e carica di emozione, ma sempre lucida.

Cosa succederà alla più grande democrazia del mondo? Il racconto di una nazione in un momento cruciale della sua storia; Giovanna Pancheri, inviata negli Stati Uniti per SKYtg24, descrive i quattro anni di presidenza Trump che hanno cambiato il volto del Paese. Le elezioni presidenziali di novembre arriveranno nel pieno di una difficile gestione della salute pubblica; l’autrice stessa ha contratto il Covid-19, pertanto nella sua narrazione si intersecano aspetti personali agli stravoglimenti della società americana. Una società che Giovanna Pancheri analizza profondamente nelle sue trasformazioni e nelle dimostrazioni violente diffuse a macchia d’olio da costa a costa. Da una giornalista tra le più stimate in Italia, un libro che è uno spaccato su grandi temi come economia, salute, lavoro, ambiente, razzismo, immigrazioni, e possibili scenari geopolitici. Giovanna Pancheri è nata a Roma nel 1980. Giornalista e inviata di Sky TG24 dal 2005, è stata corrispondente dal 2009 al 2016 per l’Europa per la stessa testata con base a Bruxelles. Prima di Sky, ha lavorato in Rai e nei settori stampa e comunicazione della World Trade Center Association a New York, del World Heritage Center dell’Unesco a Parigi e come Policy Officer all’European Youth Forum a Bruxelles. Dal settembre 2016 è corrispondente per il Nord America. Nel 2017 ha pubblicato Il buio su Parigi.

Formato: Brossura 14 x 21,5 cm Pagine: 250 Prezzo: 17 Isbn: 9788893903110


Marsilio

1/2021

inverno gennaio febbraio

www.marsilioeditori.it www.sonzognoeditori.it

1 GIROVENDITA ISBN: 978-88-073-4049-9 1-2-3 2021


Lo chiamano “il libraio di via del Pellegrino”. Ha lasciato la polizia per dimenticare. Ma quando il passato torna a perseguitarlo, dovrà scendere all’inferno per capire chi è davvero

Ermanno D’Amore – un ex ispettore che dopo aver lasciato la polizia ha rilevato la piccola libreria di famiglia a Roma e tiene a bada i propri demoni inanellando conquiste femminili – accetta malvolentieri di dare una mano al vecchio collega Walter Canzio nelle indagini su una serie di efferati delitti che insanguinano la Capitale. Un serial killer sta massacrando a colpi di fiocina da sub dei colpevoli di gravi reati sessuali che per un motivo o per l’altro erano riusciti a farla franca. Il caso sembra riguardarli da vicino: tutte le vittime sono persone che ai tempi avevano arrestato loro, ed è a loro che l’ignoto giustiziere spedisce le registrazioni delle sue imprese effettuate con una telecamera GoPro. Con l’aiuto di Ermanno, che prima di dimettersi era noto per il suo eccezionale intuito investigativo, Walter spera di risollevare la sua traballante carriera catturando il colpevole. Lo scenario però cambia non appena emerge una possibile connessione tra i delitti di “Er Fiocina” e una vecchia inchiesta la cui tragica conclusione aveva sconvolto le loro vite e distrutto la loro amicizia. Sette ragazzine violentate e fatte a pezzi, due delle quali potrebbero essere ancora vive se Ermanno non avesse compiuto un imperdonabile errore di valutazione e Walter non gli avesse dato retta. Credevano che dopo il suicidio del principale sospettato quel caso fosse chiuso. Ma lo è davvero? Quando la loro indagine, ormai diventata una caccia rabbiosa e disperata, si incrocia con quella condotta dal commissario Gaetano Brugliasco, i tre poliziotti, mettendo da parte rivalità e antiche ruggini, uniscono le forze giurando di interrompere una volta per sempre una scia di sangue e orrore che forse in tutti quegli anni non ha mai smesso di allungarsi. Non immaginano ancora quanto sarà alto il prezzo che ognuno di loro dovrà pagare per tener fede a quella promessa.

copertina non definitiva

Farfalle

Roberto Cimpanelli La pazienza del diavolo Un ex poliziotto tormentato dai sensi di colpa Un commissario disilluso in età da pensione Un ispettore ostaggio del suo cancro Tre uomini disposti a tutto pur di sconfiggere il Male. Anche a vendergli l’anima Un ritmo travolgente, una suspense implacabile. Un thriller che lascerà il segno

«Questo urlo che sento dentro, che viene da profondità inimmaginabili e dalla notte dei tempi, questa sete di vendetta, questo sangue che chiama sangue... è tutto più forte della ragione, lo so, ed è terribile»

L’esordio nella scrittura di un affermato produttore e regista cinematografico

Roberto Cimpanelli è nato e vive a Roma. Attivo nel campo della distribuzione e produzione cinematografica, è stato regista di due film, Un inverno freddo freddo (Nastro d’Argento come migliore regista esordiente, finalista ai David di Donatello) e Baciami piccina. La pazienza del diavolo rappresenta il suo esordio come romanziere.

isbn 978-88-297-0713-3 uscita nel mese di gennaio

brossura con alette 14 × 21,5 cm pp. 448 euro 18,00

ISBN: 978-88-297-0713-3

2

3


L’ottava avventura del giornalista hacker protagonista della fortunata saga di Roversi, che diventerà anche una serie tv

Pål lavora come bigliettaio nella metro di Stoccolma. Dopo anni incerti e bui, sente di essere di nuovo in grado di amare e di tornare a vivere come una persona normale. Iris è una grafica freelance. Anche lei ha un periodo difficile alle spalle, ma ora è stanca di essere sola. Vuole avere accanto a sé qualcuno che la ama sinceramente, così com’è. Quando Pål e Iris si incontrano, credono di aver trovato quello che stavano cercando, e si abbandonano all’estasi e alla passione. Ma davvero è tutto perfetto come sembra? Sono i nostri bisogni più elementari a muovere le azioni e i pensieri dei due protagonisti nel nuovo, trascinante romanzo di Ninni Schulman: il desiderio di avere qualcuno che si prenda cura di noi, e di essere indispensabile per qualcuno. Il desiderio di amare ed essere amati. In un crescendo sconvolgente di tensione e colpi di scena, la relazione esemplare si trasforma in un incubo, dando vita a un thriller vertiginoso.

Il passato di Enrico Radeschi torna a cercarlo e lo fa colpendolo negli affetti che gli sono più cari: dopo la notte di Capodanno, la sua giovane cugina Marika scompare nel nulla, e tocca a lui scoprire perché. Ben presto si renderà conto che quel rapimento è solo una scusa per qualcosa di più grande e malvagio che costringerà il nostro giornalista hacker a una spasmodica lotta contro il tempo. In questo sarà aiutato dall’immancabile vicequestore Sebastiani, col suo sigaro perennemente spento fra le labbra, e dai metodi sbrigativi ed extralegali del Danese. Una storia tesa e avvincente tra Milano e la Bassa, in bilico fra traffici di droga, criminali senza scrupoli e l’ombra del terrorismo, dove antichi nemici ritorneranno dal buio per reclamare la loro vendetta. Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Sessanta, Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella 2015, premio Garfagnana in giallo 2015). Per la serie con protagonista il giornalista hacker Enrico Radeschi, sempre con Marsilio ha pubblicato La confraternita delle ossa (2016), Blue Tango (2018), Cartoline dalla fine del mondo (2018), La mano sinistra del diavolo (2019, premio Camaiore di letteratura gialla 2007), Alle porte della notte (2019), Niente baci alla francese (2020) e L’uomo della pianura (2020). I suoi libri sono tradotti in otto paesi tra cui Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi. È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.

Ninni Schulman (1972), giornalista, è cresciuta in Svezia nella zona industriale del Värmland, dove è ambientata anche la sua serie poliziesca con protagonista la reporter Magdalena Hansson, bestseller nei paesi scandinavi, di cui Marsilio ha pubblicato Rispondi se mi senti (2017) e Il nostro piccolo segreto (2018). Vive a Stoccolma. Un’autrice da 1 milione di copie in Svezia «I gialli di Ninni Schulman sono brillanti e profondamente ancorati alla realtà» Dagens Nyheter «Una storia d’amore come una favola, in cui la tensione sale vorticosamente pagina dopo pagina, e dove diventa sempre più difficile capire chi è il pazzo e chi l’assennato» Tara 978-88-317-4233-7 e 12,00

isbn 978-88-297-0702-7 uscita nel mese di febbraio

brossura con alette 14 × 21,5 cm pp. 320 euro 17,00

978-88-317-2984-0 e 18,00

ISBN: 978-88-297-0702-7

4

La serie di Radeschi (7 episodi) è disponibile nella collana Universale Economica Feltrinelli

isbn 978-88-297-0675-4 uscita nel mese di febbraio 5

978-88-297-0267-1 e 12,00

978-88-297-0529-0 e 9,50

978-88-297-0191-9 e 9,50

brossura con alette 14 × 21,5 cm pp. 256 euro 17,00

Farfalle

Tutto iniziò come una storia d’amore. Poi cominciò la violenza. Un thriller psicologico e claustrofobico su dipendenza e ossessione

Traduzione dallo svedese di Stefania Forlani

copertina non definitiva

Paolo Roversi Il pregiudizio della sopravvivenza copertina non definitiva

Farfalle

Ninni Schulman Sei tu la mia ossessione

«Milano resta una scacchiera in continua evoluzione su cui gioca Radeschi» Corriere della Sera «Sebastiani & Radeschi sono ormai una coppia collaudata del noir meneghino del bravo Paolo Roversi» il Fatto Quotidiano

978-88-297-0606-8 e 9,50

978-88-297-0686-0 e 10,00

978-88-317-0811-6 e 9,50

nel copertinario UE 978-88-297-0916-8 e 9,50

ISBN: 978-88-297-0675-4


Giulio Mozzi insegna scrittura creativa. I suoi saggi, manuali e racconti hanno venduto oltre 20.000 copie

Maurizio Serra è l’unico scrittore italiano ad aver vinto il premio Goncourt. Amori diplomatici si avvicina ai toni e alle ombre del Console onorario di Graham Greene

Mario è un uomo che inventa storie, modifica la realtà, non è interessato alla verità, né sulle cose né sulle persone. Mario sfugge, per indolenza, a quell’obbligo a capire che tutti ci lega e tutti ci frustra. Vuole sposare Viola ignorandone la doppia, forse tripla vita. Anni prima è stato lasciato da Bianca, subito prima che nascesse Agnese, che forse è sua figlia e forse no. Tuttavia, se Bianca, spuntando dal nulla dopo anni, chiede aiuto, Mario subito accorre, disponibile ad accollarsi la paternità. È succube di Santiago, un ragazzo dedito a pratiche sessuali estreme, e affida alle fotografie la coerenza e consistenza della propria vita. Se dei giorni della vita di Mario possiamo dire – quasi sempre è il 17 giugno –, degli spazi in cui Mario si muove non siamo certi. La ripetizione è l’unica realtà di Mario. Con una scrittura avvolgente, sensuale e che procede per variazioni di capitolo in capitolo, pur conservando un incalzare ipnotico, Giulio Mozzi conduce il suo protagonista attraverso avventure in parte reali e in parte – ma la cosa è sempre indecidibile – del tutto immaginarie, portandolo a sfiorare le vite strane e misteriose di personaggi senza nome – il Grande Artista Sconosciuto, il Terrorista Internazionale, il Martellatore di Frati, il Capufficio – che Mario contempla come enigmi incomprensibili e rivelatori. Arrivando, nell’ultima pagina, alla più orribile delle conclusioni: Mario, della propria vita, non se ne farà nulla. Giulio Mozzi ha pubblicato diverse raccolte di racconti (Questo è il giardino, Theoria 1993; La felicità terrena, Einaudi 1996; Il male naturale, Mondadori 1998; Fantasmi e fughe, Einaudi 1999; Fiction, Einaudi 2001; Sono l’ultimo a scendere e altre storie credibili, Mondadori 2009; Favole del morire, Laurana 2015). Con Stefano Brugnolo ha scritto due fortunati manuali: Ricettario di scrittura creativa (Zanichelli 2000) e L’officina della parola (Sironi 2014). Per Sonzogno ha pubblicato Oracolo manuale per scrittrici e scrittori (2019) e, insieme a Laura Pugno, Oracolo manuale per poete e poeti (2020). Insegna scrittura creativa dal 1993. Nel 2011 ha fondato a Milano la Bottega di narrazione (bottegadinarrazione.com).

copertina non definitiva

Romanzi e racconti

Giulio Mozzi Le ripetizioni

brossura con alette 14 × 21,5 cm pp. 288 euro 17,00

Uno stile avvolgente, sensuale, che procede per variazioni conservando un incalzare ipnotico

Hanno scritto dei suoi racconti:

«Voglio essere felice, dice Mario nella propria mente, voglio essere felice per sempre, voglio essere legato e incatenato e ridotto alla più totale impotenza, e non voglio più volere nulla, nulla e nulla d’altro. Voglio essere lasciato fuori della porta, alla neve e all’acqua, col freddo e con la fame; voglio essere scacciato con ingiurie e crudeltà; voglio essere pigliato, gettato in terra, picchiato con un bastone noccheruto, e chiamato gaglioffo e ladro. E ringrazierò, ringrazierò, e conoscerò la perfetta letizia» 978-88-454-0053-7 e 16,00

isbn 978-88-297-0887-1 uscita nel mese di gennaio

Le ripetizioni è il suo romanzo d’esordio ed è la conferma di un grande scrittore italiano

«Ho letto il libro di Giulio Mozzi con vero entusiasmo. Mi ha colpito il linguaggio, che è quello della vita. Pur affidandosi ad argomenti che diventano metaforici, Mozzi si serve delle parole della quotidianità rendendole però misteriose» Federico Fellini «Questo scrittore ha preso la parola con il tono di chi detta legge» Tiziano Scarpa

978-88-454-0104-6 e 16,00

ISBN: 978-88-297-0887-1

6

Con la Bottega di narrazione, la sua pagina FB e il blog Vibrisse, Mozzi anima un’ampia comunità di scrittori e lettori che coinvolge migliaia di persone 7


Maurizio Serra è l’unico scrittore italiano ad aver vinto il premio Goncourt. Amori diplomatici si avvicina ai toni e alle ombre del Console onorario di Graham Greene

Come si sopravvive quando l’uomo con cui si condivide l’esistenza e il grande amore muore improvvisamente, a soli ventisette anni? Un romanzo che «riesce nel compito impossibile di dare voce al dolore e a quel che segue: altra vita» Litteratursiden

Un romanzo in tre movimenti

Romanzi e racconti

Puk Qvortrup In una stella

Un ambasciatore in esilio dal Michoumistan, un lontano paese di guerra civile, rivive le speranze e le illusioni di un’esistenza intrecciata con la Storia e il grande amore per i tempi passati. Un addetto culturale giapponese insegue la donna dei suoi sogni, prima a Roma alla vigilia della guerra, poi a Tokyo vent’anni dopo, poi ancora a Denver. Una donna, avvezza all’alcol, guida un’Alfa Romeo lungo il Lago di Ginevra alla ricerca dell’uomo della sua vita, che è appena morto... cosa che finge di ignorare. Maurizio Serra, già vincitore del Premio Goncourt, scompone un romanzo in tre pannelli, tre vite luminose e piene, con una lingua che governa – come i suoi diplomatici, come il diplomatico che l’autore stesso è – sia i toni della parodia che quelli della malinconia.

copertina non definitiva

Traduzione dal danese di Maria Valeria D’Avino

copertina non definitiva

Romanzi e racconti

Maurizio Serra Amori diplomatici

Una giovane donna, madre di un bambino di due anni e in attesa del secondo figlio, sta preparando la festa di compleanno del piccolo Elmer. Aspetta suo marito, Lasse, che è andato a correre una mezza maratona. All’improvviso, una telefonata l’avverte che Lasse ha avuto un arresto cardiaco ed è in coma. La donna lascia tutto e corre in ospedale, dove suo marito morirà il giorno dopo, senza aver ripreso conoscenza. In una stella è il racconto di come si attraversa l’inconcepibile. Di come si può continuare a vivere con un bambino di due anni che non capisce perché il suo papà non torna più da lui. Di un altro bambino che viene al mondo tre mesi dopo la morte di chi l’ha generato. Di due domande che sembrano rispondersi a vicenda: «Come potevo essere tanto infelice, se Kaj era nato? E come potevo essere tanto felice, se Lasse era morto?» È il racconto della quotidianità che riprende piano piano, inavvertitamente e quasi controvoglia, delle scintille di gioia e speranza che tornano a manifestarsi, provocando vergogna e senso di colpa. Ma anche della riconoscenza per la vita che va avanti, nonostante tutto.

Maurizio Serra (Londra, 1955), diplomatico e scrittore, è membro dell’Académie française. Tra le sue opere ricordiamo: Malaparte. Vite e leggende (Marsilio 2012, vincitore del Premio Goncourt per la biografia), Antivita di Italo Svevo (Aragno 2017) e L’Imaginifico. Vita di Gabriele D’Annunzio (Neri Pozza 2019, vincitore del Prix Chateaubriand e del Prix de l’Académie des Littératures). Nel 2020 è stato insignito del Premio internazionale Viareggio-Versilia.

Puk Qvortrup (1986) è una giornalista culturale. In una stella è il suo esordio letterario. Vive a Aarhus con il marito e i suoi tre figli.

«Chi ha degli scrupoli in amore non ama e io amavo» «Compresi allora quello che tante volte avrei verificato in seguito, ossia che è inutile opporsi alla sorte che congiura contro di noi. Bisogna, semplicemente, partire»

«Un libro che riesce a trasformare l’esperienza e la materia autobiografica in arte» Weekendavisen «Romanzo di forza non comune: va dritto al cuore del lettore» Nordjyste «La storia viva e commovente di un doloroso percorso di conoscenza. È difficile non abbandonarsi a questo bel racconto» Kristeligt Dagblad

978-88-317-1332-0 e 25,00

isbn 978-88-297-0794-2 uscita nel mese di gennaio

brossura con alette 14 × 21,5 cm pp. 256 euro 17,00

ISBN: 978-88-297-0794-2

8

isbn 978-88-297-0845-1 uscita nel mese di febbraio 9

brossura con alette 14 × 21,5 cm pp. 240 euro 16,00

ISBN: 978-88-297-0845-1


A cento anni dalla nascita del Pci, storia e ricordi di un partito che fu di massa e prospettive sulla politica che verrà. Un grande affresco che racconta sfide e miti di riferimento delle diverse anime del Pci

Storie e controstorie di un partito lungo un secolo

er

o ni

W a lt

lt r Ve

a epubblic r a m a Pri l rl i n g u e r l e Be d

’A le m a

o

En ric

Giu s ep p c in

i

ec chia

G lla

fredda a r r ue

d fon a a ll lm

iro To gliatti

di amministrazione della Rai tra il 2005 e il 2009. A lungo rappresentante politico della sinistra italiana, è stato direttore dell’«Unità» prima di Macaluso. Ha pubblicato Rendiconto (2001), in cui viene raccontata la scissione del Pci del 1991, e L’Aquila 1971. Anatomia di una sommossa (2011), in cui ricostruisce l’esperienza come segretario regionale del Pci nell’Abruzzo degli anni settanta.

oS

a nn id e

de lla

e

Vi tt o r i o

U

Claudio Petruccioli (Terni, 1941) è stato presidente del consiglio

ao gr

ra

«In questi lunghi anni della mia lunga vita rifletto spesso sulla mia militanza nel Pci. E a volte mi chiedo qual è stata la motivazione che ha spinto tante persone di più generazioni a militare nel Pci; e alcune di loro a esserne dirigenti» Emanuele Macaluso

Di

rto m be Ter

po

li t a n o

s Re

nza e t is

ia ’Ungher d i t t ei fa d e tr

L

Lui gi

en d ola

La ge nera zio ne

a

tt o

G iorgi o N

«Leggiamo continuamente che gli operai votano Salvini, ed è vero. Ma io mi pongo una domanda. Questi operai che votano Salvini sono molto diversi, e in che cosa, da quelli che votavano per il Pci?» Claudio Petruccioli

e ch

go

e del Partito ag azion li

Am

on

Gi org

io

Da lS

es

tto o t n sa

fine a l al

P ie

F

Mass

i

oD

sin o

Pie ro

as

n

Iscrittosi al Partito comunista d’Italia prima della caduta del regime fascista, è stato dirigente sindacale della Cgil e senatore della Repubblica, oltre ad aver diretto «l’Unità» e «Il Riformista». È autore di numerose pubblicazioni sul comunismo e sulla storia politica dell’Italia, tra cui: 50 anni nel PCI (2003), Al capolinea. Controstoria del Partito Democratico (2007), Leonardo Sciascia e i comunisti (2010) e Comunisti e riformisti. Togliatti e la via italiana al socialismo (2013).

m

P i e tr o I

Emanuele Macaluso (Caltanissetta, 1924), politico e giornalista.

Dal crollo del comunismo davanti al mondo globalizzato, al futuro del Partito democratico, alle nuove ondate della destra

A c h il l e O c

Apparentemente ormai conclusa, la vicenda politica irripetibile del comunismo italiano continua a generare furiosi dibattiti e polemiche ogni volta che si cerca di raccontare cosa ha rappresentato per l’Italia quella galassia di uomini e donne eccezionali che fu il Pci. Nel dialogo serrato tra Emanuele Macaluso e Claudio Petruccioli ripercorriamo sviste tragiche e svolte epocali, formidabili conquiste sociali e strade alternative che l’Italia avrebbe potuto imboccare, mancanze e omissioni che avrebbero potuto scongiurare il declino politico e culturale del paese. Entrambi ex direttori dell’«Unità», Macaluso, militante già durante gli anni del regime fascista e dirigente di lungo corso, più volte deputato e senatore del Pci, e Claudio Petruccioli, che del partito fu l’ultimo coordinatore della segreteria, si confrontano senza sconti e tentano un bilancio tra due visioni contrastanti: quella che vede per la sinistra italiana una cesura netta tra un prima e un dopo Pci, e quella per cui le diverse incarnazioni della sinistra post-comunista corrispondono alla naturale evoluzione di un’idea dell’Italia e degli italiani. Sullo sfondo, un secolo di avvenimenti, dal ritorno di Togliatti dalla Russia all’approvazione della Costituzione, dalla Guerra fredda al disastro dell’Ungheria nel 1956, passando per la breve ma cruciale stagione di Luigi Longo e gli anni di Berlinguer con il fallimento del compromesso storico, fino a i giorni nostri.

copertina non definitiva

Nel centenario della fondazione del Pci, l’originale rilettura di una grande storia politica, dalla viva voce di due esponenti illustri di generazioni diverse

D Gr

a m sci

ISBN: 978-88-297-0903-8

10

11

io

brossura con alette 14 × 21,5 cm pp. 416 euro 20,00

A nto n

isbn 978-88-297-0903-8 uscita nel mese di gennaio

Pa

Specchi

Emanuele Macaluso con Claudio Petruccioli Certi comunisti


Viaggio tra passioni e disamori

Miti e rabbia, umori e amori di generazioni di italiani, raccontati con maestria da un indomabile cantore dei vizi e delle virtù nostrane, all’insegna del politicamente scorretto e di una memoria collettiva non pacificata

Questo libro nasce dai desideri e contemporaneamente è capace di generarli: se l’intento di Mughini è infatti quello di fare i conti con se stesso e chiarire l’itinerario percorso sino a qui, leggendo queste pagine il lettore si imbatte in un potente immaginario in cui storia, cronaca, letteratura e sequenze cinematografiche si combinano in un perfetto equilibrio, che ha la potenza di un racconto formidabile. In questa rutilante sfilata di eventi e personaggi dello spettacolo e della politica, le cui vicende si intrecciano non solo con i suoi ricordi privatissimi, ma anche con fatti rimasti nella memoria collettiva del paese, entriamo in casa di Marco Pannella nei suoi ultimi giorni di vita; scopriamo il lato politico di Clint Eastwood; ci addentriamo fra i protagonisti della Resistenza italiana diventati quasi perfetti sconosciuti per i trentenni del 2020; gustiamo un’inedita intervista a Leonardo Sciascia. Mughini conserva lo sguardo pungente con cui aveva raccontato e pesato gli anni sessanta, arricchito con la profondità «di un uomo – come si definisce lui stesso – con i capelli completamente bianchi». Del dizionario restano il procedere rapsodico e frammentato, i paradigmi morali e sentimentali, la capacità di catturare i tratti fondamentali del nostro paese, oggi come trent’anni fa. Giampiero Mughini (Catania, 1941), narratore delle vicende politiche e sociali del nostro paese (Addio compagni, 1987; Gli anni della peggio gioventù, 2009; Addio gran secolo dei nostri vent’anni, 2012), è stato tra i fondatori del «Manifesto», ha collaborato con «L’Europeo», «Panorama», «il Giornale» di Montanelli, «Libero», «Il Foglio». Dalla fine degli anni ottanta si è distinto come opinionista sul piccolo schermo. Per Marsilio ha pubblicato Era di maggio. Cronache di uno psicodramma (2018), A via della Mercede c’era un razzista. Lo strano di caso di Telesio Interlandi (2019) e Uffa. Cartoline amare da un tempo in cui accadde di tutto (2020).

copertina non definitiva

Specchi

Giampiero Mughini Nuovo dizionario sentimentale

Un geniale affresco in cui si mescolano vita pubblica italiana del terzo millennio e mondo professionale e personale dell’autore, in un mosaico di ritratti, aneddoti e rivelazioni inedite

brossura con alette 14 × 21,5 cm pp. 256 euro 18,00

«C’è un altro Giampiero Mughini oltre al popolarissimo personaggio noto a tutti. È sconosciuto al grande pubblico ed è un intellettuale italiano di sfacciato coraggio» Pietrangelo Buttafuoco, Il Fatto Quotidiano

«Mughini è un novecentista incorrotto, un uomo di lettere che crede nell’avventura delle idee e nelle idee universali» Giuliano Ferrara «Lo sentirete, pagina per pagina, il peso dei polpastrelli che battono la vita sulla tastiera» Mattia Feltri, La Stampa

978-88-317-2915-4 e 15,00

isbn 978-88-297-0904-5 uscita nel mese di febbraio

A trent’anni dal primo Dizionario sentimentale, in cui narrava in trenta voci una vita di passioni e battaglie controcorrente, Giampiero Mughini torna a raccontare senza censure se stesso e il nostro paese

978-88-297-0023-3 e 18,00

978-88-297-0343-2 e 18,00

ISBN: 978-88-297-0904-5

12

13


Il capitalismo è sotto attacco da più parti. In realtà il mondo non è mai stato così bene. Brillante imprenditore, alla guida di grandi aziende, pioniere nel settore delle tecnologie, Franco Debenedetti suggerisce un percorso critico tra verità e ipocrisie oggi accentuate dalla crisi

Da due secoli si celebrano la decadenza e la fine di Venezia. Ma quante sono state le sue morti? E quante le sue risurrezioni? Da un autorevole studioso, veneziano doc, il racconto per tappe di un falso storico: il capovolgimento che ha trasformato Venezia da luogo della modernità e del buon governo a trionfo di un immaginario declinista. Sullo sfondo, un affresco di vita nazionale lungo tre secoli, tra storia e microstoria, tra riscoperte e nuove interpretazioni

Politici ed economisti si domandano se la soluzione ai problemi del capitalismo non vada cercata nella società per azioni a responsabilità limitata, il mattoncino di Lego del capitalismo, che ne ha fatto il successo e l’ha diffuso per il mondo. Per molti bisogna trovare un diverso equilibrio, passando dal «fare profitti per gli azionisti» ad agire in favore di altri portatori di interessi: una grande battaglia ideologica. Eppure sono risparmiatori quelli che, grazie all’industria finanziaria, partecipano di quei profitti senza correre il rischio dell’imprenditore. Sono state società per azioni e industria finanziaria a produrre l’avvento della quarta rivoluzione digitale, la vittoria del bit sull’atomo che ha connesso miliardi di persone. E a far sì che dalla crisi del Covid emergesse un altro modo di lavorare, di abitare e di fare profitti. Contro ogni luogo comune e pregiudizio, Franco Debenedetti ci accompagna attraverso un viaggio che ha lo scopo di fondare una nuova teoria dell’impresa, che ne definisca la natura, le responsabilità, i diritti di chi vi investe, gli interessi degli azionisti, gli strumenti finanziari per investire i risparmi in modo coerente con le proprie idee. Allo stesso tempo riflette sul tema della diseguaglianza, tra classi sociali, tra città e campagna, tra vertici e dipendente mediano; analizza la crisi della produttività, il monopolio dei giganti del Web e il loro rapporto con la politica. Franco Debenedetti (Torino, 1933), imprenditore e saggista, se-

Storie di resistenza e immaginario

«Ci deve essere una causa strutturale se qualcosa è andato storto, se si è verificata una distonia tra il funzionamento delle imprese e quello del mondo che hanno costruito: è l’obiettivo che esse perseguono. È necessario che le società per azioni cambino la loro funzione»

natore dal 1994 al 2006 in quota Pds e Ds. A lungo amministratore delegato di Olivetti, fa oggi parte del consiglio di amministrazione di diverse società, enti e fondazioni. Scrive per «Il Foglio», dopo aver collaborato con il «Sole 24 Ore», ed è autore di vari volumi, tra cui La guerra dei trent’anni (con A. Pilati, 2009). Per Marsilio ha pubblicato Il peccato del professor Monti (2013) e Scegliere i vincitori, salvare i perdenti (2016). 978-88-317-1517-1 e 10,00

isbn 978-88-297-0906-9 uscita nel mese di gennaio

brossura con alette 14,5 × 21 cm pp. 208 euro 17,00

978-88-317-2393-0 e 18,00

ISBN: 978-88-297-0906-9

14

«Il re della festa non è Thomas Mann». La morte a Venezia, sostiene Mario Isnenghi, è un fecondo genere letterario, ma, se usato come criterio di verità storica, diventa un veleno mortifero, una falsa coscienza, un’altra faccia della consuetudine tutta italiana all’autodenigrazione. Chiamando in causa eventi, luoghi, personaggi tra la fine del Settecento e i giorni nostri, Isnenghi fornisce plurime e contrastanti prove dell’esistenza della vita a Venezia, delle sue identità mobili, e mostra come le origini del mito della decadenza non si trovino affatto nella storia della città, perché da molto tempo la storiografia attesta che nell’Otto-Novecento Venezia non ha cessato di vivere con la fine della Serenissima, ma ha continuato a esistere, sebbene in maniera diversa. Un percorso appassionante e sorprendente tra raid, idrovolanti e dirigibili, donne borghesi illuminate ed emancipate, il rapporto con Milano, l’avanguardia di viabilità, fabbriche e porti, la vita intellettuale di campielli e calli, dalla «Repubblica di Santa Margherita» all’invenzione del Lido fino all’antifascismo e alla Resistenza, tra mille personaggi come Pietro Selvatico, Giuseppe Volpi e D’Annunzio, veneziano d’elezione che vaticinò il futuro della città. Una visione europea e mondiale di Venezia, una rielaborazione critica della sua storia che assume ancora più valore oggi davanti al suo necessario ripensamento. Mario Isnenghi (Venezia, 1938) è docente emerito di Storia contemporanea presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Ha insegnato anche a Padova e Torino. Tra i più importanti studiosi della storia d’Italia, è stato condirettore della rivista «Belfagor» ed è attualmente presidente dell’Iveser, l’Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea. È autore, tra gli altri, di Le guerre degli italiani (1989, 2005), L’Italia in piazza (1994, 2004), La tragedia necessaria. Da Caporetto all’8 settembre (1999, 2013), La Grande Guerra (con G. Rochat, 2000, 2014). Presso Marsilio ha pubblicato Oltre Caporetto (con P. Pozzato, 2018).

isbn 978-88-297-0905-2 uscita nel mese di febbraio 15

brossura con alette 14,5 × 21 cm pp. 352 euro 18,00

copertina non definitiva

L’etica dell’impresa

Nodi

Mario Isnenghi Se Venezia vive copertina non definitiva

Nodi

Franco Debenedetti Per profitto

«Su Venezia tutti fantasticano, è fatta apposta. Sorta sull’acqua, in lei tutto è riflesso di qualcos’altro: ogni casa, ogni finestra, ogni porta si raddoppia mentre le onde si muovono. E allora dove sta la verità?» «A Venezia, e quando di Venezia si parla in giro per il mondo, siamo assai più prigionieri dei luoghi comuni che non consapevoli di ciò che gli storici hanno detto» «Le interpretazioni di Isnenghi sono obiettive, dimostrate, spesso controcorrente e perfino coraggiose» Corriere della Sera 978-88-317-4909-1 e 19,50

ISBN: 978-88-297-0905-2


«L’Apocalisse è forse la più grande creazione poetica che sia mai esistita sulla terra. Essa è in ultima analisi un racconto del nostro destino»

Il più enigmatico tra i libri della Bibbia, l’Apocalisse, contiene intere biblioteche e altrettante ne sono state scritte per interpretarne gli arcani, a partire dal mistero del suo autore e della sua lingua. Da uno tra gli intellettuali più raffinati del panorama italiano contemporaneo, un originale commento al testo che si intreccia con le vite di altrettanti «apocalittici», figure note, da Pavel Florenskij ad Andrej Tarkovskij, o dimenticate, da Adrienne von Speyr a Sergej Bulgakov

Andrej Tarkovskij

«Sono uno studioso dell’Apocalisse, libro interminabile che continuo a leggere, ma su cui non scriverò mai niente». Invece Alvi ne ha scritto. E però ha mantenuto la sua promessa, perché in questo libro sono gli Apocalittici e le loro esistenze, ancora prima delle loro idee, a commentare l’Apocalisse. Personalità di rilievo europeo, ma che da sempre conduce una vita di grande riserbo, Alvi è approdato a quest’opera, frutto di una ricerca di decenni, nella fase più buia della nostra storia recente, quella fine del mondo com’era ch’è la pandemia da coronavirus. Il risultato è un percorso per storie e figure, spirituale e simbolico, un imponente affresco sull’uomo e il suo destino, in una scrittura evocativa e rapsodica, stimolante e musicale. Un potente viaggio nella condizione umana che prende le mosse dal rinascere della gnosi cristiana tra Otto e Novecento, bacino inestimabile di vite dolorose e feconde, a cui ha sentito l’urgenza di ridare un posto nella storia del pensiero. Il discorso interpretativo segue in parallelo le vie degli apocalittici, «le cui esistenze sono commento dell’Apocalisse migliore di ogni altro mai scritto, essendone stati il vivente sacrificio». Tutti i nuovi materiali raccolti negli ultimi decenni sono stati riorganizzati in una sintesi che costringe a riformare le semplificazioni consuete. Geminello Alvi (Ancona, 1945), economista e saggista. Ha lavorato alla Banca dei Regolamenti Internazionali di Basilea, è stato consigliere del ministero del Tesoro, di banche e multinazionali, nonché della Presidenza del consiglio. È stato direttore della rivista «Surplus» per il Gruppo Espresso nonché editorialista del «Giornale», «la Repubblica», il «Corriere della Sera». Ha fondato la rivista online «La Confederazione Italiana», a cui collabora. È autore di numerosi libri, tra cui: Le seduzioni economiche di Faust (1987, 2014), Le Siècle Américaine en Europe (1994), L’anima e l’economia (2005), Una Repubblica fondata sulle rendite (2006), La vanità della spada. Vita e ardimenti dei fratelli Nadi (2008), Uomini del Novecento (2015) ed Eccentrici (2015). Con Marsilio ha pubblicato Il Capitalismo. Verso l’ideale cinese (2011) e La Confederazione italiana. Diario di vita tripartita (2013).

isbn 978-88-297-0907-6 uscita nel mese di gennaio

cartonato con sovraccoperta 14,5 × 21 cm pp. 416 euro 28,00

copertina non definitiva

Biblioteca

Geminello Alvi La necessità degli apocalittici

«L’economia si vuole ormai teologia, e tutto confonde nella grevità che veste il creato e l’uomo di un utile inutile, ma sociale il più possibile. L’esito è questo caos presente: il disastro individuale della felicità pubblica. L’Apocalisse è ora» «Una forza straordinaria che risiede soprattutto nella forma del suo pensare e del suo metodo di ricerca e di analisi, prima ancora che nel suo contenuto» Il Foglio

978-88-317-1010-7 e 21,00

Economista e saggista di rilievo europeo, Geminello Alvi ci consegna il frutto di una ricerca decennale: un commento al libro dell’Apocalisse in cui l’interpretazione si intreccia con le vite degli Apocalittici. L’opera rappresenta una nuova visione dello spiritualismo occidentale Un percorso per storie e figure, spirituale e simbolico, un imponente affresco sull’uomo e il suo destino, in una scrittura evocativa e rapsodica, stimolante e musicale

978-88-317-1566-9 e 22,00

ISBN: 978-88-297-0907-6

16

17


Nel settecentesimo anniversario della morte del sommo poeta, una autorevole e inedita lettura-commento per riscoprire il capolavoro di Dante. Un vasto progetto multidisciplinare, tra nuove interpretazioni e risonanze con le voci più significative della contemporaneità. Dal grande italianista, docente al Collège de France e presidente del comitato per le celebrazioni dei settecento anni dalla scomparsa di Dante, un illuminante approccio all’universo sterminato della Divina Commedia

Il salotto più importante della pittura e della letteratura francese raccontato mentre Picasso e Hemingway diventano Picasso e Hemingway

a cura di Carlo Ossola

Come rifondare il rapporto tra il sommo poeta e l’umanità del xxi secolo? Come avvicinarsi al mistero e alla grandezza del viaggio ultraterreno di Dante pur avvinti dalla profonda diversità e dalle categorie della società di oggi? Quali elementi storici e interpretazioni frutto degli studi più recenti possono aiutarci, non riducendo il testo a materia di studio, ma ripartendo dal contenuto? Alfa e omega della cultura italiana ed europea, la Commedia è ancora oggi la fonte primaria della nostra identità, lo scrigno della nostra lingua. Ma per Carlo Ossola, tra i suoi più importanti studiosi al mondo, alla Commedia si torna non solo come a un «poema mistico, a un itinerario sapienziale o iniziatico», ma come a un «accessus – pur impervio e limitato – alla letizia dello sguardo, di lume in lume, di cielo in cielo». Mescolando le più importanti e recenti acquisizioni sul piano storico-critico, filologico e filosofico, il lettore odierno viene accompagnato in un percorso immersivo e sorprendente nel testo fondativo della nostra letteratura, seguendo la traiettoria e lo sguardo di Dante lungo la discesa verso le profondità dell’Inferno; nel Purgatorio, verso la sommità del monte; e, nel Paradiso, dai pianeti alle stelle all’Empireo, con al centro il mistero e la Gloria. Nell’ambito delle riletture e delle iniziative programmate in tutta Italia nel 2021, il libro intende restituire centralità al testo, per mostrare come, oggi più che mai, secondo la definizione di Pound, Dante è veramente «everyman». Carlo Ossola è professore al Collège de France. Tra i suoi libri presso Marsilio: Il continente interiore (2010), Introduzione alla Divina Commedia (2012), Ungaretti, poeta (2016), Nel vivaio delle comete. Figure di un’Europa a venire (2018), Trattato delle piccole virtù. Breviario di civiltà (2019).

isbn 978-88-297-0908-3 uscita nel mese di gennaio

cartonato con sovraccoperta 14,5 × 21 cm pp. 800 euro 34,00

Letteratura universale

Gertrude Stein Autobiografia di Alice B. Toklas

«In questo XXI secolo un poema luminosamente frontale ci attende» «Dante è teste per l’umanità intera, nella sua storia personale, di esule e di “fedele d’amore”. È il “novello Adamo” di un’umanità redenta» «È assurdo leggere i canti di Dante senza attrarli verso l’attualità. Essi sono fatti per questo. Sono dei proiettili lanciati per cogliere l’avvenire. Esigono un commento in futurum» Osip Mandel’štam

978-88-317-1189-0 e 17,50

978-88-317-2235-3 e 17,00

978-88-317-1950-6 e 17,50

978-88-297-0162-9 e 15,00

ISBN: 978-88-297-0908-3

18

Autobiografia di Alice B. Toklas è il romanzo nel quale Gertrude Stein racconta, come nessuno, la vita artistica e letteraria a Parigi dall’inizio del secolo agli anni trenta del Novecento. Il romanzo è, in realtà, almeno tre biografie: quella di Alice Toklas, compagna di vita della Stein, l’autobiografia della Stein raccontata con la voce di un’altra, e l’autobiografia di un gruppo di artisti e intellettuali che hanno rivoluzionato la cultura del Novecento: Braque, Matisse, Hemingway, Cocteau e soprattutto Picasso. Scrive Alessandra Sarchi: «Gertrude Stein raggiunge il successo letterario come scrittrice, e non solo come la mecenate e la critica che era, con l’Autobiografia di Alice B. Toklas, un libro in cui rivelava pregi e difetti di moltissimi artisti e scrittori, in cui stilava classifiche e gerarchie che oggi possono risultare criticabili – ad esempio come sottostima il pittore svizzero Henry Vallotton, ora considerato una delle figure più interessanti e originali nella pittura degli anni venti, o come liquida Gino Severini e il movimento futurista – ma allora avevano il sapore di un sigillo autorevole: a pronunciarle era stata Gertrude Stein, l’americana che viveva a Parigi di cui esistevano già cinque ritratti, fra dipinti e sculture, una mecenate generosa che aveva favorito la nascita del Cubismo, una donna che non aveva esitato a lavorare insieme alla compagna Alice Toklas per soccorrere i feriti durante la prima guerra mondiale, una scrittrice che dichiarava di preferire le battute delle cameriere a quelle degli intellettuali, una cosmopolita che si vantava di non sapere dove si trovava Lovanio, insomma una contraddizione vivente in grado di attrarre intorno a sé e riflettere le innumerevoli contraddizioni con cui il nuovo secolo si era aperto e aveva già concluso una stagione poiché, sempre stando alle parole di Stein: “La pittura adesso, dopo il suo grande periodo, è tornata a essere un’arte minore”, e lei, vissuta con l’imperativo il faut être absolument moderne, cominciava già a rimpiangere il proprio passato prossimo». Alessandra Sarchi (Reggio Emilia, 1971) vive a Bologna. Ha pubblicato Segni sottili e clandestini (Diabasis 2008). Per Einaudi ha pubblicato il romanzo Violazione (2012), vincitore del premio Paolo Volponi opera prima, L’amore normale (2014), La notte ha la mia voce (2017), vincitore del premio Mondello, del premio Wondy e finalista al premio Campiello, e Il dono di Antonia (2020). isbn 978-88-297-0900-7 uscita nel mese di febbraio 19

brossura con alette 12 × 18,2 cm pp. 224 euro 15,00

copertina non definitiva

a cura di Alessandra Sarchi

copertina non definitiva

Biblioteca

Dante Alighieri Divina Commedia

Il libro esce in una nuova traduzione di Alessandra Sarchi, scrittrice e intellettuale, che aggiunge la sua all’unica altra traduzione italiana firmata da Cesare Pavese «Traducendolo, ho capito che è il primo romanzo contemporaneo fondato sul name-dropping» Alessandra Sarchi «Alice B. Toklas è una governante piuttosto brava, un giardiniere piuttosto bravo, una ricamatrice piuttosto brava, una segretaria piuttosto brava, una redattrice piuttosto brava e una veterinaria piuttosto brava con i cani... dovendo fare tutto questo tutto insieme non poteva essere anche una brava autrice, così ho scritto la sua autobiografia»

ISBN: 978-88-297-0900-7


Un grande classico della letteratura mondiale amato da adulti e bambini

Sospetti, gelosie, rivelazioni e riconciliazioni al centro di una delle opere letteralmente più straordinarie di Shakespeare

a cura di Stefano Manferlotti | con testo a fronte

traduzione di Alessandro Serpieri | a cura di Piero Boitani | con testo a fronte

A settant’anni dalla sua morte, il capolavoro di Orwell in una nuova edizione splendidamente curata

Scritta in soli tre mesi (novembre 1943 - febbraio 1944) con l’intento di affiancare a una satira della Russia stalinista la denuncia di qualunque forma di totalitarismo, La fattoria degli animali diventò subito un best seller internazionale. Ancora oggi è uno dei libri più amati di Orwell. La storia degli animali che si ribellano ai loro sfruttatori per instaurare una società degli uguali che a poco a poco degenera in un incubo macchiato di sangue è narrata in uno stile terso e ammaliante, che trascorre con felice naturalezza dall’ironia al sarcasmo, dal grottesco all’umorismo nero. I temi dibattuti in questa avvincente parabola sono fra quelli che ancora travagliano il nostro presente: la lotta per il potere, l’uso fraudolento del linguaggio, la falsificazione del passato, la menzogna come strumento politico, la violenza riservata a chiunque dissenta. Stefano Manferlotti, già ordinario di Letteratura inglese all’Università di Napoli Federico ii, ha dedicato numerosi studi a Orwell, nonché alla letteratura britannica rinascimentale, modernista e postmoderna. Ha tradotto, oltre a 1984 dello stesso Orwell, opere di Dickens, Chesterton, Melville, London, Huxley. Adottato a Napoli «Eliminato l’Uomo, tutto ciò che produciamo con la nostra fatica sarebbe nostro. In brevissimo tempo diventeremmo ricchi e liberi. Che cosa dobbiamo fare, allora? È chiarissimo: adoperarci notte e giorno, anima e corpo, per rovesciare la razza umana!» «Tutti gli animali sono uguali ma alcuni animali sono più uguali degli altri» «Dall’esterno gli animali volgevano lo sguardo dal maiale all’uomo, dall’uomo al maiale, poi di nuovo dal maiale all’uomo; ma già risultava impossibile distinguere l’uno dall’altro»

isbn 978-88-297-0885-7 uscita nel mese di gennaio

brossura con alette 12 × 18,2 cm pp. 240 euro 15,00

Letteratura universale

William Shakespeare Il racconto d’inverno copertina non definitiva

Letteratura universale

George Orwell La fattoria degli animali

Il racconto d’inverno (1610), insieme a Pericle (1607), Cimbelino (1609) e La tempesta (1611), fa parte dei cosiddetti romances o «drammi romanzeschi». Articolata in due grandi blocchi, il primo furiosamente tragico e il secondo meravigliosamente fantastico, è la storia di un re che all’improvviso, costruendosi una trama senza fondamento, impazzisce di gelosia per la regina sua moglie, e apre così una catena di morte e distruzione: questo è il triste racconto invernale dei primi tre atti. Ma all’inizio del iv una grande ellissi temporale, introdotta dal Tempo stesso in funzione del Coro, fa passare sedici anni in un colpo solo, e in un contesto primaverile d’amore e di rinascita cui fanno da cornice scene festive, musica e intrecci comici, ricuce il plot tragico nel segno della riconciliazione. Fino al massimo impatto dell’agnizione conclusiva, un grande colpo di teatro nel teatro in cui la statua della regina Ermione, morta da sedici anni, scende dal piedistallo a rendere credibile la “realtà” della vita che si rinnova e dell’illusione teatrale. Tutto questo in una vena inesauribile di invenzioni che, facendosi gioco di ogni coerenza spaziale, cronologica, mitica e immaginaria, mescola tempi, luoghi, generi teatrali e registri linguistici, lacrime e canzoni, risate e imbrogli, turbamenti profondi e ritrovate tenerezze. Piero Boitani ha insegnato Letterature comparate alla Sapienza di Roma e all’Università della Svizzera italiana. Dirige la collana «Scrittori greci e latini» della Fondazione Lorenzo Valla. Tra i suoi libri più recenti, Il Vangelo secondo Shakespeare, Il grande racconto delle stelle, Il grande racconto di Ulisse (il Mulino 2009, 2012, 2016), Riconoscere è un dio (Einaudi 2014), Dieci lezioni sui classici (il Mulino 2017). Di Shakespeare ha curato Cimbelino (Feltrinelli 2014). Nel 2016 ha vinto il premio Balzan per la letteratura comparata.

978-88-317-2863-8 e 22,00

ISBN: 978-88-297-0885-7

20

978-88-317-2462-3 e 17,50

isbn 978-88-297-0892-5 uscita nel mese di gennaio 21

978-88-317-1901-8 e 19,00

978-88-317-9780-1 e 20,00

brossura con alette 12 × 18,2 cm pp. 384 euro 20,00

«Col Racconto d’inverno si piange di dolore e si ride della grossa e si piange nuovamente: di gioia» Piero Boitani «Che sia viva, se vi fosse solo raccontato, / ne ridereste come a una vecchia fiaba; / ma qui appare manifesto che lei vive, / pur se ancora non parla»

978-88-317-8983-7 e 13,00

978-88-317-6541-1 e 12,50

978-88-317-6367-7 e 13,50

978-88-317-6962-4 e 16,50

ISBN: 978-88-297-0892-5


Una collana con testi, editi e inediti, scelti e curati da autorevoli studiosi italiani, per celebrare l’opera dell’intellettuale veneziano a 60 anni dalla fondazione della Marsilio Editori

a cura di Giuseppe Lupo

Una mappa del Novecento letterario italiano, un bilancio storico e allo stesso tempo una sorta di autobiografia intellettuale. Da studioso ed editore Cesare De Michelis ha scandagliato e ripercorso in tutte le sue forme quello che ha definito «il secolo innominabile». Ne dà qui una originale rilettura che è insieme la brillante costituzione di un anticanone sospeso tra storia e letteratura, con il quale è oggi sempre più necessario confrontarsi

Dal rigore degli studi sul canone classico italiano all’esplorazione dei caratteri dell’identità e modernità nazionale, dai saggi sulle figure del Settecento veneziano alle ardite indagini sul Novecento letterario, dalle imprese editoriali all’attività politico-culturale sul territorio, dalle intuizioni sulla storia alle tesi controcorrente sul futuro di Venezia

copertina non definitiva

I libri di C. De Biblioteca Michelis

Cesare De Michelis Moderno Antimoderno

Fin dal titolo, l’opera saggistica più rilevante di Cesare De Michelis evoca la compresenza delle due anime del Novecento, «quell’intima contraddittorietà che non riusciamo a risolvere»: la corsa all’innovazione, da un lato, la resistenza antimoderna della letteratura, dall’altro. Questa ambivalenza è il filo rosso che il grande editore e docente di Letteratura italiana ha seguito per tutta la vita, mostrando come la sostanziale doppiezza del Novecento coinvolga e si specchi nei testi della letteratura, radendo al suolo distinzioni di genere e di stile. Il volume raccoglie scritti frutto di quarant’anni di ricerca, «tutti animati dal medesimo sforzo: penetrare il senso della scrittura e rivelare la relazione che essa intrattiene con l’universo dei valori perduti». I primi quattro saggi disegnano un profilo critico generale, che analizza il romanzo come genere della modernità e culmina nella critica al conformismo degli intellettuali, veri protagonisti del volume. Vi sono poi i ritratti degli scrittori che ha seguito nel corso degli anni e sentito vicini, spesso per prossimità geografica – Stuparich, Berto, Tomizza, Camon, Magris – a cui si aggiungono Tozzi, Pannunzio, Vittorini, Debenedetti, Tamaro, Del Giudice, Lodoli. Un bilancio che pone non poche domande, molte delle quali appaiono profetiche: «Ora che il Novecento è finito, ora che la storia è finita e lo spazio si allarga davvero “globale”, che storie mai riusciremo a narrare che non siano solo testimonianze di un viaggio, diari di un’esistenza, ricostruzioni di quel che, infimi gnomi, siamo riusciti a vedere?». L’edizione del volume, arricchita da un’introduzione e da testi inediti curati da Giuseppe Lupo, viene presentata nell’elegante progetto grafico di Leonardo Sonnoli.

Ad arricchire l’opera, un originale ed elegante progetto grafico di Leonardo Sonnoli che si ispira al formato dei volumi di Aldo Manuzio «I suoi studi sull’Illuminismo e il Settecento veneziano, Boccaccio, Goldoni, Nievo, Bembo, il Novecento e molti altri autori e temi della sua vasta produzione critica hanno lasciato un segno profondo» Claudio Magris

Questo è un libro di Cesare De Michelis.

Cesare De Michelis (1943-2018), professore emerito di Letteratura italiana moderna e contemporanea all’Università di Padova, ha diretto le riviste «Studi novecenteschi» e «Studi goldoniani». Dal 1965 nel consiglio di amministrazione della Marsilio, ne è stato presidente fino all’agosto 2018. Tra le sue ultime pubblicazioni: Editori vicini e lontani (2016), Scritture della bonaccia. Avvisaglie del futuro (2017) e, postumo, Quante Venezie... (2019). isbn 978-88-297-0946-5 uscita nel mese di febbraio

cartonato 12,5 × 20,1 cm pp. 608 euro 35,00

ISBN: 978-88-297-0946-5

22

23

Q ue st o è un lib ro di C es ar e D e M ic he lis.

Quest o è un libro di Cesar e De Miche lis.

Que sto è un libro di Ces are De Mic helis .

Ques to è un libro di Cesa re De Mich elis.


Grandi Libri Biblioteca Illustrati

Peter Humfrey Giovanni Bellini

giovanni bellini

Madonna con Bambino e Santi, 1488

E

Giovanni Bellini è considerato il capostipite della scuola pittorica veneziana PETER HUMFREY

Manca da molti anni sul mercato una monografia aggiornata su Giovanni Bellini (c. 1435/40-1516), uno dei massimi pittori dell’Italia del Rinascimento e certamente la figura dominante nell’arte veneziana della seconda metà del xv secolo. La sua lunga carriera, quasi sessant’anni di attività tutti trascorsi in una Venezia splendente e ricchissima, fa da ponte tra lo stile tardo gotico in voga negli anni della sua giovinezza e la Maniera moderna di Giorgione e Tiziano. Il suo successo fu tale da influenzare enormemente lo sviluppo della scuola pittorica veneta per i tre secoli seguenti, e la sua particolare sensibilità per il potere espressivo della luce e del colore e per la poesia del paesaggio divenne una caratteristica fondamentale dell’intera produzione artistica veneziana. Questo volume racconta, in modo breve e accessibile, ma allo stesso tempo autorevole e aggiornato, il lavoro del grande maestro. Organizzato cronologicamente, il libro ne descrive lo stile in costante evoluzione, dalla metà del Quattrocento fino al 1520 circa, e prende in considerazione la sua continua sperimentazione tecnica – a partire dall’abbandono graduale della tecnica pittorica tradizionale della tempera su tavola per la novità dell’olio su tela. Grande attenzione viene prestata alla vita e alla folgorante carriera dell’artista nel contesto storico e culturale del primo Rinascimento a Venezia, alle influenze reciproche con i grandi artisti contemporanei quali Andrea Mantegna e Antonello da Messina e alla sua committenza. Chiude il volume un racconto originale e inedito della fortuna dell’opera belliniana dalla sua morte fino a tutto l’Ottocento.

PETER HUMFREY

jacopo bellini

15.38

A

Madonna col Bambino, 1465 circa

A

giovanni bellini

Madonna col Bambino in trono, angeli musicanti e i santi Francesco, Giovanni Battista, Giobbe, Domenico, Sebastiano e Ludovico da Tolosa (Pala di San Giobbe), 1434/1439 - 1516

A

THE 1460S: UNDER THE SPELL OF MANTEGNA

La più grande monografia aggiornata su Giovanni Bellini, maestro indiscusso del Rinascimento, un progetto editoriale destinato a durare a lungo

Un racconto semplice ma completo dell’opera del grande maestro del Rinascimento, pensato per un pubblico non specialista Un linguaggio diretto e un ricchissimo apparato iconografico ci portano a scoprire i più grandi capolavori dell’arte veneziana Manca da molti anni sul mercato una monografia aggiornata sull’argomento

tà di St. Andrews in Scozia, dove ha insegnato dal 1977 fino al 2012. È autore di numerose pubblicazioni sull’arte italiana del Rinascimento, tra cui monografie sui pittori veneziani Cima da Conegliano (1983), Lorenzo Lotto (1997) e Tiziano (2007). È anche autore dell’approfondita ricerca The Altarpiece in Renaissance Venice (1993) e co-autore dei cataloghi ragionati di prossima pubblicazione delle opere di Giovanni Bellini e Bonifacio de’ Pirati. È stato membro del comitato consultivo di numerose mostre internazionali alla National Gallery of Art, Washington, al Metropolitan Museum of Art, New York e al J. Paul Getty Museum, Los Angeles. È curatore della grande mostra su Vittore Carpaccio in programma a Venezia a luglio 2021.

cartonato 21 × 27 cm pp. 280 con 150 ill. a col. euro 60,00

A

0010_impaginato.indd

Peter Humfrey è Professore emerito di Storia dell’arte all’universi-

isbn 978-88-297-0942-7 (italiano) 978-88-297-0943-4 (inglese) uscita nel mese di febbraio

A

dis del ipid etustem id esequat ectureicius dolore voloreh enihili gendem dus nonse volorest, omnimincto quaepres aliquas eosam qui consecaeped mi, quostium voluptate nullupta dolupic ipistorrovid quiat. Tus, sum eosto quam vid modi occum, coreictur, coriand essequos exceatum inumet acea sequam, sinvendit atem aut doluptus min re eseque pro enis ad magnatur arum rem et ipsapis doloreperum amende doloreped etur reptati net, nimus eatibus et es debis quati asi aut quiaspe lloreperibus dit il ius, se et officiati imenisc ientur re sim quam velest, il eiciatem quam rerumet vello cori dolorer uptibusae voluptatqui destenda et, apelitibus eat et volessim rae odi debitas abor asim que rem ipsus mos sum, cone quae etur aut rectur sit ressimet, officitaes ut et molum, accus. Latur? Aximus eateturit et omnisci tioribusdam que sa es ex es con rem id quiant exerspis descitat maximet est facescipsam ilit poriae velic to beaque quunt et facearu ndantion eatur simustibus, comnissint quibus. Rovit omnihil leniscid quaepta tiorum ratibustium re od quia que eatur sit assimol uptatec eraercid eatium quaturit lant fugit latius in non etur, quam lati occabo. Nam doluptaqui consequi to tem volorerum unto exces solorruntur? Feribus, ut vellore, conseni sit exped modio ium qui audis aut ium abor sitas reri volorest volorro volupta sperum reiur, que modi utet omniati ullent quibus vitiusa epercipsunt quam aut volupictes atecabo. Nem ad event volorep erovidest, comnimet, quatem alitas accae molupta quidunda si derum aut harum est estiatu sapiderrovid quos dolum non nem fuga. Git ipiet labo. Evellessum excea solum reiur sitaesci sunda por alis aut ex et a susam re nus. Mossitaquo volut abore mo ende sequiati diciis ea is ium ari velit, ut officae am, quibusa nduciam soluptat impore eni omnis aut ut illa volo iunduciis sectatis doloremodi officil luptati que que es intotatur, nonet volorem porumqui arite solor aut laut mollor a voloratur? As molupitem quiatii scidunto estiae sae sum landae placepe rspiciat ut molecus dolenis que dernation et quo ea nulpa aut officae nimpore mporendi nonsequis eum qui cumque is nectis perit abo. Namus molorrum THEasperae 1460S: UNDER THE SPELL OF MANTEGNA por antiam re senihilis sequibust plam, omnis consecabore, ut volent molorer citatem fugitia atemoloriam aut moloressita quiassita dolorem es et assitisin ratumquis as reprate mporrum, consequatem qui assi ipitatur, conserferate eos aut fugiae vellita volupta quiatur? Tis imusanduci des de erate sum nimenem asi susam entio. Olecerro volorion porehen ditatur sit quam velitiatusam harument la de nimus dipit quodiatempor asperis quossecere pliquas cuscipsam accatur sitibus evellor mincit ommodipit rerro doluptatur min consectem quamust eum quuntotatem aut aut quam rerferum. Tis imusanduci des de erate sum nimenem asi 46 28/05/18 susam entio. Olecerro volorion porehen ditatur sit quam velitiatusam haru-

edis del ipid etustem id esequat ectureicius dolore voloreh enihili gendem dus nonse volorest, omnimincto quaepres aliquas eosam qui consecaeped mi, quostium voluptate nullupta dolupic ipistorrovid quiat. Tus, sum eosto quam vid modi occum, coreictur, coriand essequos exceatum inumet acea sequam, sinvendit atem aut doluptus min re eseque pro enis ad magnatur arum rem et ipsapis doloreperum amende doloreped etur reptati nimus eatibus es debis quati asi aut quiaspe lloreperibus dit il ius, se Edis del ipid etustem id esequatnet, ectureicius doloreetvoofficiati imenisc ientur re sim quam velest, il eiciatem quam rerumet vello loreh enihili gendem dus nonseetvolorest, omnimincto cori dolorer quaepres aliquas eosam qui consecaeped mi,uptibusae quostiumvoluptatqui destenda et, apelitibus eat et volessim rae odi debitas voluptate nullupta dolupic ipistorrovid quiat.abor asim que rem ipsus mos sum, cone quae etur aut rectur sit et molum, accus. Tus, sum eosto quam vid modiressimet, occum, officitaes coreictur,utcoAximussinvendit eateturit et omnisci tioribusdam que sa es ex es con rem id riand essequos exceatum inumet Latur? acea sequam, exerspis descitat maximet est facescipsam ilit poriae velic to beaque atem aut doluptus min re esequequiant pro enis ad magnatur et doloreped facearu ndantion arum rem et ipsapis doloreperumquunt amende etur eatur simustibus, comnissint quibus. Rovitquati omnihil leniscid reptati net, nimus eatibus et es debis asi aut quia-quaepta tiorum ratibustium re od quia que eatur sit spe lloreperibus dit il ius, se et assimol officiati uptatec imenisceraercid ientur eatium quaturit lant fugit latius in non etur, quam lati occabo. consequi to tem volorerum unto exces solorre sim quam velest, il eiciatem quam rerumetNam vellodoluptaqui cori runtur?et, apelitibus eat dolorer uptibusae voluptatqui destenda Feribus, vellore, et volessim rae odi debitas abor asim que ut rem ipsus conseni mos sit exped modio ium qui audis aut ium abor sitas reriressimet, volorestofficitaes volorro volupta sperum reiur, que modi utet omniati ullent quisum, cone quae etur aut rectur sit ut bus vitiusa epercipsunt quam aut volupictes atecabo. Nem ad event volorep et molum, accus. erovidest, comnimet, Latur? Aximus eateturit et omnisci tioribusdam que saquatem alitas accae molupta quidunda si derum aut harum est estiatu sapiderrovid quos dolum non nem fuga. Git ipiet labo. es ex es con rem id quiant exerspis descitat maximet est Evellessum solum reiur sitaesci sunda por alis aut ex et a susam re nus. facescipsam ilit poriae velic to beaque quuntexcea et facearu Mossitaquo volut abore mo ende sequiati diciis ea is ium ari velit, ut officae ndantion eatur simustibus, comnissint quibus. quibusa nduciamresoluptat impore eni omnis aut ut illa volo iunduciis Rovit omnihil leniscid quaepta am, tiorum ratibustium sectatis eraercid doloremodi officil luptati que que es intotatur, nonet volorem poruod quia que eatur sit assimol uptatec eatium arite solor aut laut mollor a voloratur? quaturit lant fugit latius in non mqui etur, quam lati occabo. molupitem quiatii Nam doluptaqui consequi to temAsvolorerum unto excesscidunto estiae sae sum landae placepe rspiciat ut molecus dolenis que dernation et quo ea nulpa aut officae nimpore mporendi solorruntur? nonsequis cumque is nectis perit abo. Namus molorrum asperae Feribus, ut vellore, conseni sit exped modioeum ium qui qui auporvolorro antiamvolupta re senihilis dis aut ium abor sitas reri volorest spe-sequibust plam, omnis consecabore, ut volent molorer citatem aut moloressita quiassita dolorem es et assitisin rum reiur, que modi utet omniati ullentfugitia quibusatemoloriam vitiusa ratumquis as erovidest, reprate mporrum, consequatem qui assi ipitatur, conserferate epercipsunt quam aut volupictes atecabo. Nem ad event volorep aut fugiae vellita est volupta quiatur? comnimet, quatem alitas accae molupta quidunda sieosderum aut harum imusanduci des de erate sum nimenem asi susam entio. Olecerro voestiatu sapiderrovid quos dolum non nem fuga. GitTis ipiet labo. Evellessum lorionreporehen excea solum reiur sitaesci sunda por alis aut ex et a susam nus. ditatur sit quam velitiatusam harument la de nimus dipit Mossitaquo volut abore mo ende sequiati diciis ea is quodiatempor ium ari velit, utasperis officaequossecere pliquas cuscipsam accatur sitibus evellor rerro doluptatur min consectem quamust eum quuntotaam, quibusa nduciam soluptat impore eni omnis autmincit ut illaommodipit volo iunduciis temnonet aut aut quamporurerferum. Tis imusanduci des de erate sum nimenem asi sectatis doloremodi officil luptati que que es intotatur, volorem susam entio. Olecerro volorion porehen ditatur sit quam velitiatusam harumqui arite solor aut laut mollor a voloratur? As molupitem quiatii scidunto estiae sae sum landae placepe rspiciat ut molecus dolenis que dernation et quo ea nulpa aut officae nimpore mporendi PETER HUMFREY nonsequis eum qui cumque is nectis perit abo. Namus molorrum asperae por antiam re senihilis sequibust plam, omnis consecabore, ut volent molorer citatem fugitia atemoloriam aut moloressita quiassita dolorem es et assitisin ratumquis as reprate mporrum, consequatem qui assi ipitatur, conserferate

ISBN: 978-88-297-0942-7

ISBN: 978-88-297-0943-4

24

25

A

THE 1460S: UNDER THE SPELL OF MANTEGNA


Il meglio del Walker Art Center di Minneapolis, una delle più complete collezioni di arte americana

Una selezione dal Walker Art Center a cura di Arturo Galansino, Vincenzo de Bellis

Del Monte Peach Halves Box 1964 synthetic polymer paint, screenprint on wood cm 24,1 x 38,1 x 30,3 Minneapolis, Walker Art Center Gift of Kate Butler Peterson, 2002, 2002.306 Heinz Tomato Ketchup Box 1964 synthetic polymer paint, screenprint on wood cm 21,6 x 26,7 x 39,4 Minneapolis, Walker Art Center Gift of Kate Butler Peterson, 2002, 2002.307 Kellogg's Corn Flakes Box 1964 synthetic polymer paint, screenprint on wood cm 63,4999976080656 x 53,2999979922819 x 43,1999983727313 Minneapolis, Walker Art Center Gift of Kate Butler Peterson, 2002, 2002.308

25

Yellow Brillo Box 1964 synthetic polymer paint, screenprint on wood cm 33 x 40,6 x 29,2 Minneapolis, Walker Art Center Gift of Kate Butler Peterson, 2002, 2002.311

20

21

It is also worth considering the “American-ness” of the Electric Chair and other works in the Death and Disaster series, within Warhol’s broader work that depicted clear icons and items of American mass-culture. While death, accidents and violence are of course universal, Warhol’s treatment of them through replications of mass-media images works to “Americanize” them, and contextualize them alongside his more obviously Pop subject matter. Similarly, his selection of subjects to include tragic celebrity figures like Jackie Kennedy and Marilyn Monroe, as well as vehicle crashes and poisoned canned food, punctured the comfort and security of idealized American glamour and consumerism. The electric chair is a specifically American example of death, a mechanized mode of administering it, and so for the non-American viewer its connotations with the United States are clear, making it another (far more dark, muted and violent) symbol of twentieth-century America.

Andy Warhol’s series of painted and screenprinted boxes are icons of Pop Art, eye-catching and instantly recognizable now as Warhol artworks just as much as the famous branded products and logos they are based on. First exhibited at Warhol’s second solo show at the Stable Gallery in 1964, they were displayed in stacked towers, echoing shop stockroom storage and were for sale for low prices at around $200-$400 each. Although they sold poorly at the exhibition, they were a critical success and have become iconic works of Warhol’s artistic practice, emblematic of his preoccupation with reproduction and mass consumer culture and media. Warhol began his career as a commercial artist, producing illustrations for magazines and advertisements before he reinvented himself as a fine artist producing works that made use of repetition and the reproductive techniques of printmaking, and that used media imagery as source material. These boxes are made of wood, with their designs screenprinted and painted onto the surfaces. There is necessarily a tension in the placement of the consumer aesthetic into the fine art object, but this is somehow heightened by the materials of the work. Wood in place of disposable cardboard (although later versions were produced in different woods and cardboard), and the combination hand-painting and small-scale screenprinting of the boxes’ designs (as opposed to factory-scale printing) points to the complicated nature of these artworks: they are simultaneously reproductions in multiple of disposable mass-produced objects, but have been created to an extent by hand. The question of the hand-of-production is also pertinent in Warhol’s practice, as much of his output was created in his famous Factory, an old warehouse building occupied by a lively, rotating group of people

Mott's Apple Juice Box 1964 synthetic polymer paint, screenprint on wood cm 45,7 x 75,9 x 55,9 Minneapolis, Walker Art Center Gift of Kate Butler Peterson, 2002, 2002.309

Diffusione della Pop Art. Warhol fonda la Factory al quinto piano del 231 East 47th Street: la sede (“Silver Factory”) è decorata dal fotografo Billy Name con stagnola e vernice argentata. Warhol inizia a usare la Polaroid per i suoi lavori. Lo statunitense di origine svedese Claes Oldenburg realizza Soft Typewriter. [2]

CRONOLOGIA

aprile 15 Robert Rauschenberg regala Election (1960) al presidente Kennedy e alla moglie. Nella lettera che accompagna il dono Rauschenberg scrive:

19612001

aprile 12 Il russo Yuri Gagarin compie il primo volo umano nello spazio rimanendo in orbita ‎1 ora e 48 minuti. agosto Per fermare l’esodo dalla Germania Est viene costruito il Muro di Berlino, lungo oltre 155 chilometri, che divide la città nei settori Est (di influenza sovietica) ed Ovest (sotto l’influenza delle potenze occidentali). dicembre 11 Inizia ufficialmente la guerra del Vietnam, quando i primi elicotteri americani arrivano a Saigon insieme a quattrocento soldati statunitensi. Roy Lichtenstein esegue le prime tele ispirate alle immagini dei fumetti. Prime opere di Jasper Johns sul tema della mappa. Claes Oldenburg apre The Store a New York, dove mette in vendita le sue sculture pop. Andy Warhol scopre alla galleria Leo Castelli i dipinti di Lichtenstein ispirati ai fumetti.

ISBN: 978-88-297-0927-4

aprile Invasione della Baia dei Porci: tentativo fallito di rovesciare il governo di Fidel

tre guarda attraverso le tende imbracciando una carabina. È la risposta alle minacce di morte che aveva ricevuto per attestare la sua determinazione per difendere la famiglia e sé stesso. L’immagine è divenuta popolare ed è stata imitata nella cultura pop, come la copertina di By Any Means Necessary del gruppo Boogie Down Production’s (1988). [6]

Accordo USA-Unione Sovietica per la messa al bando degli esperimenti nucleari nell’atmosfera.

Gli abitanti degli USA sono 179 milioni.

1961

gennaio 20 John F. Kennedy presta giuramento come 35° presidente degli Stati Uniti: è il primo cattolico a ricoprire l’incarico.

[3]

agosto 28 “Marcia su Washington per il lavoro e la libertà” con 250.000 dimostranti neri. Al termine Martin Luther King pronuncia il celebre discorso “I Have a Dream” davanti al Lincoln Memorial. [3]

1960

«

Dear Mr. President: This drawing should belong to you or me. If you enjoy it I would be deeply honored if you accept it. My concern with the election, primarily your becoming our next president, interrupted a 2 1⁄2 year project of illustrating Dante’s Inferno. That fact + a need to celebrate your victory in my own medium is the subject. It is the only drawing in which the Dante image is used outside of the illustrations. (Small figure, lower right hand corner next to large D). The Greek head and Washington reiterates that the content of the drawing is art and politics. Red, white + blue is your color. The headlined, televised, radioed purple is Jacqueline’s. The rest is, I think, self-explanatory, including the formal fading waves of “Dick + Pat” in the upper right. Very truly yours, Robert Rauschenberg

1962

»

Crisi russo-americana causata dalle basi missilistiche sovietiche a Cuba.

settembre 18 Rauschenberg visita – su invito del critico e curatore e insieme a Ileana e Michael

Sonnabend – lo studio di Andy Warhol a New York. Nel corso della visita Rauschenberg vede i recenti dipinti serigrafici di Warhol che, nel mese precedente aveva iniziato le serigrafie su tela usando materiale fotografico invece di stencil.

Johnson viene confermato presidente, contro l’ultraconservatore Barry Goldwater.

1965

Riforme sociali.

febbraio23-aprile 25 Al Museum of Modern di New York si tiene The Responsive Eye, curata da William C. Seitz, una delle mostre simbolo degli anni Sessanta, in cui vengono presentati 125 dipinti e installazioni di circa 75 artisti provenienti da 10 Paesi. Tra gli artisti americani sono esposte opere di Irwin, Kelly, Stella, Stroud. [7]

Il filosofo e politologo tedesco naturalizzato americano Herbert Marcuse pubblica One-Dimensional Man: Studies in the Ideology of Advanced Industrial Society (L’uomo a una dimensione). [5]

agosto 5 Muore Marilyn Monroe. Warhol si ispira a un grave incidente aereo per la prima serie di opere Death and Disaster e inizia la serie con scatolette di zuppa Campbell, ritratti di Marilyn Monroe e di Elvis Presley.

[4]

Betty Friedan pubblica The Feminine Mystique (La mistica della femminilità), un «deliberato progetto di persuasione e condizionamento che ha portato milioni di americane a segregarsi nei sobborghi residenziali americani».

1963

1964

maggio 9 Première di Pelican, prima performance coreografata di Robert Rauschenberg a Washington D.C. con il/al Judson Dance Theater. [1]

Escalation dell’intervento militare americano in Vietnam con crescenti proteste e manifestazioni in tutto il mondo.

andy warhol Self-Portrait 1978 acrylic, silkscreen ink on canvas cm 41 x 33,5, x 2,2 Minneapolis, Walker Art Center T. B. Walker Acquisition Fund, 1993, 1993.186

andy warhol Sixteen Jackies 1964 acrylic, enamel on canvas cm 204,2 x 165,9 x 5,4 Minneapolis, Walker Art Center Art Center Acquisition Fund, 1968, 1968.2

During his life as an artist, Warhol became a celebrity in his own right, joining the status of the figures he depicted in his work. These two paintings from 1978 are self-portraits, by an artist whose practice was defined by portraits of iconic people and objects, and allow us to capture a sense of how he regarded himself. These canvases are small in scale, and each shows the artist’s head, screenprinted in black, amidst textured, colored paint. In one, Warhol is seen in high-contrast, his features somewhat reduced, with a skull placed on top of his head. The canvas is dark orange, which both intensifies the[2]slightly ominous quality of the image, and dampens the intensity of the black ink, so that Warhol appears to be emerging from, or receding into, the frame. In the other portrait, Warhol appears startled and with hands – detached from any body – around his neck. He is framed by a bright, apricot-orange background and light green brushstrokes, and the coloring on his face is lighter, emphasizing his frightened or ghostly appearance. While both of these self-portraits have an eerie quality and directly allude to death, the collage-like compositions add an element of artifice or theater. Warhol was clearly fascinated with the subject of death, depicting many fatal scenarios and incidents across his Death and Disaster series. He faced his own encounter with death in June 1968 when his acquaintance and previous film-extra Valerie Solanas shot him. While this incident is considered to have affected his art practice, these developments were also shaped by broader changes between the 1960s and 1970s, and his reconfiguring of the relationships between the art, film and business elements of his work.

Four repetitions of four images of Jackie Kennedy make up Sixteen Jackies, perhaps one of Warhol’s most iconic works based on media images of her from before and after the assassination of her husband President John F. Kennedy. This moment of violent tragedy that punctured the image of all-American glamour and success sets the scene for this work, and provoked Warhol’s interest in the pervasive image of the widowed First Lady. This work is occupied by a grid structure, creating a uniformity to the repeated images with each photo of Jackie repeated horizontally. This gridded format gives the canvas a sense of pace and is suggestive of film strips or contact sheets, pointing to the extensive and repeated news coverage of Jackie in the wake of the assassination. For Warhol, this was key. He was concerned not just with Jackie as an individual figure and celebrity, but with her image and its presentation in the media, and he made several works based on images of her repeated in various configurations [inc. some dates/titles?]. The four different photographs that make up this work were sourced from print media and show Jackie in different emotional states, smiling before the shooting and somber in moments afterwards. These different states are included non-chronologically, and with the close-cropping of each image to center on Jackie’s face they heighten the sense of repetition in the work and in the barrage of news coverage of her key moments. The repetition in this work operates multiply: all sixteen images are of the same figure, each individual photograph is repeated four times, Jackie wears a hat in both the top and bottom rows, each row alternates between black-on-white to black on shades of blue. The images in each repetition are the same but different – there are misalignments across the rows, smudges and process marks from the process of printing, and different shades and

Il sociologo e filosofo canadese Marshall McLuhan nel saggio Understanding Me-

26

27

ISBN: 978-88-297-0928-1

26

27

luglio Il presidente Lyndon B. Johnson (LB l’acronimo con cui veniva chiamato) firma il Civil Rights Act che vieta le discriminazioni basate su razza, sesso, religioni e nazione di origine nei locali pubblici, nei contratti di lavoro e nei programmi con finanziamenti federali. Per indicare la sua presidenza LB utilizzò l’espressione Great Society e il Congresso vara importanti riforme sociali e politiche. metà settembre Rivolta studentesca alla UCLA a Berkeley.

1954-1964 Rauschenberg è direttore artistico della compagnia di Merce Cunningham.

novembre 22 Assassinio del presidente Kennedy a Dallas. Il vicepresidente Lyndon B. Johnson  pronuncia il  giuramento presidenziale meno di due ore dopo la morte di Kennedy. [4]

[1]

Castro messo in atto dalla CIA attraverso un gruppo di esuli cubani anticastristi.

1961-2001

White Brillo Box 1964 synthetic polymer paint, screenprint on wood cm 43,2 x 42,9 x 35,6 Minneapolis, Walker Art Center Gift of Kate Butler Peterson, 2002, 2002.310

15

brossura con alette 21 × 27 cm pp. 224 con 150 ill. a col. euro 35,00

24

newspaper, and emphasizes both the immediacy and distance of disaster within media images. As a representation of death, the sparse image conveys it as absence, emptiness, void. While Warhol often repeated images within a piece, there is repetition too in his seriality: many works were produced in editions and images were revisited and reconfigured over and over again, as with the Electric Chair. Interview accounts from Warhol point to two layers of meaning here. Firstly, there is the element of neutralizing the content of the images through their repetition, corresponding to the effect of ongoing mass-media coverage, as he said: “when you see a gruesome picture over and over again, it doesn’t really have any effect.” However, his assertion in the same interview about the regularity of violent accidents and incidents in society – “It’s sick, but I’m sure it happens all the time” – points to another way to consider the serial repetition of these images, as references to the repeating of such events, as well as their images.

SEZIONE 1

Campbell's Tomato Juice Box 1964 synthetic polymer paint, screenprint on wood cm 25,1 x 48,3 x 24 Minneapolis, Walker Art Center Gift of Kate Butler Peterson, 2002, 2002.305

ottobre 4-novembre 12 Mostra The Art of Assemblage al MoMA.

isbn 978-88-297-0927-4 (italiano) 978-88-297-0928-1 (inglese) uscita nel mese di marzo

While Warhol is most famous for his works that depict celebrity figures and consumer items, he produced works throughout his career that dealt with darker subjects in his extensive Death and Disaster series. The Electric Chair is considered the “most iconic” of this series, which also features images such as car crashes, riots, suicide, poisoned food, and wanted criminals. Some of these explicitly show the moments of disaster in the imagery whilst others, like the Electric Chair, reference violence and death without actually depicting it, instead calling to mind their place in broader narratives. For his first show with gallerist Ileana Sonnabend in Paris in January 1964, Warhol wanted to produce an exhibition titled “Death in America” that centered on these Death and Disaster images, including electric chair works, but Sonnabend was reluctant about this presentation. In the end, the title of the show was changed to simply “Warhol” but the content went ahead. The exhibition was respected by local European audiences, something that may not have been possible with an exhibition like this in America at the time. Warhol produced works based on the image of the electric chair over a number of years, beginning in 1963, working with various sizes, colors, repetitions and crops of the original image. In this example from 1971, the image is closely cropped, bringing the chair itself into the foreground so that it occupies most of the composition. Somewhat unusually in Warhol’s broader work, this piece is fairly restrained in composition, with no figures present, no repetition, and no allusions to the pace or products of mass-culture. The screenprinting technique however highlights the graininess of the image, sourced from a

Campbell's Tomato Juice Box 1964 synthetic polymer paint, screenprint on wood cm 25,4 x 48,3 x 24,1 Minneapolis, Walker Art Center T. B. Walker Acquisition Fund, 2001, 2001.212

SEZIONE 1

al Walker Art Center di Minneapolis dal 2016. Precedentemente ha diretto la fiera per l’arte moderna e contemporanea MiART ed è stato co-fondatore dello spazio indipendente per l’arte contemporanea Peep-Hole.

andy warhol Electric Chair 1971 screenprint on paper cm 90,2 x 121,9, ciascuno dei 10 Minneapolis, Walker Art Center McKnight Acquisition Fund, 1995, 1995.92.1-.10

andy warhol

a Milano con Giovanni Agosti e in seguito ha lavorato al Louvre, alla National Gallery e alla Royal Academy a Londra. Dal 2015 è direttore di Palazzo Strozzi a Firenze.

reproduction slightly differs. These works from the Walker’s broad Warhol collection shows a range of box designs, including those from iconic brands Campbell’s, Brillo, Heinz, Kellogg’s, Del Monte, and Mott’s. Displaying these works today, they appear to capture a specific moment in time, and so bring with them a sense of nostalgia. When first exhibited in 1964, these designs were modern and familiar, present in supermarkets and homes across the United States, and they captured the boom of American consumer culture. With this series of sculptures, Warhol raised important and lasting questions about what counts as art – as art critic and philosopher Arthur C. Danto notes: “It would have been impossible for Andy’s boxes to have been art before 1964.”

23

SEZIONE 1

Like Warhol’s series of painted and printed boxes, this piece is a direct rendering of an individual can of Campbell’s Chicken with Rice soup – in fact it looks like it could have come out of another grocery box in the stack, earlier discarded. Warhol first made the soup can a subject of his work in 1962 on painted canvases – “a series of “portraits” of Campbell's Soup cans in living color” as described in a Time article in May of that year – and he continued to produce these throughout his life. The first exhibition of these included thirty-two individual canvases, one of each variety of soup, presented on a shelf in a single row all around the gallery wall, an early example of the repetition that would come to define his practice. Warhol’s soup can paintings have been interpreted as both celebrations and critiques of mass American culture. For some, they revere this item of American life, an example of instantly recognizable and uniform mass production, always the same no matter the status of the consumer, and Andy is quoted as saying “I just paint things I always thought were beautiful, things you use every day and never think about.” For others though, the representations of the cans in multiple, and indeed in the form of artworks, points to a criticism of American consumerism. In his own life and words, Warhol did enjoy mass-produced consumables, and from some his soup can works are read biographically to refer to his own daily meals of soup. However, their first iterations can also be seen as a strategy on his part to achieve career success representation and exhibition in Castelli Gallery. This gallery was seen as a center of new, forward-looking and experimental art in New York and represented artists including Robert Rauschenberg, Jasper Johns and Roy Lichtenstein. These artists’ work had connections to Warhol’s, and he respected Rauschenberg and Johns especially, so viewed recognition at Castelli as an indicator of success. He had spent a number of years refining his work in order to develop a visual style that would allow him to sit alongside these artists, and his soup can prints were the product of this. This piece, produced four years after printing soup packaging designs as large-scale paper works, returns the design to its original scale and form, printed directly onto an aluminum cylinder. Like the series of boxes produced four years earlier, this piece plays with appropriation and reproduction: the soup can designs are now reproduced on the scale of the original, but as with the grocery cartons, inconsistencies remain with the replication, with the design printed directly onto the metal can rather than on a paper label. In doing this, Warhol emphasizes the details and design of the packaging as a subject of consideration, rather than something incidental to the contents inside. His attention to packaging, logos and advertisements made use of his background as a commercial artist, and then came full-circle later in his career as he took on advertising commissions for big brands including Perrier and Absolut.

Catalogo della mostra Palazzo Strozzi, Firenze 06/03 – 25/07/2021

who, as well as socializing, assisted in producing artworks (and even featured in some film works). The wooden boxes themselves were produced out-of-house, made to order from a woodwork shop, and then painted in the Factory to match the base colors of the original cardboard packaging and screenprinted with the logos and designs. In some ways this Factory set-up harks back to art historical traditions of artists workshops, but when combined with Warhol’s appropriated imagery and reproductive techniques, it raised many questions in the 1960s American art world about the figure of the artist as the author of their work. Similarly, outsourcing the production of certain aspects of an artwork is a practice that became increasingly common in the 1960s, perhaps most notably in the industrially-fabricated works of Minimalism. Warhol’s boxes, however, straddle these multiple modes of production: part-pre-fabricated, part-painted, part-printed; both standardized and handmade. The nature of Warhol’s boxes as facsimiles of standard, mass-produced objects places them in a lineage of appropriation in modern art, connecting to – but not entirely fitting in with – practices of re-photographing, collage, assemblage and the ready-made. These works are not pre-existing objects themselves placed directly into the gallery, but instead are constructed in a studio by hand(s), using printing techniques similar to those used in industrial processes, resulting in an object that looks like the one it copies. Warhol however did not use reproductive mediums to fool the viewer. In his large-scale prints and paintings on paper, for example Sixteen Jackies produced in the same year as these boxes, process marks like ink smudges and misalignments are incorporated into the work, making the process of production visible to the viewer. Here, this can be seen by looking closely at the materials used: the texture of the paint and wood is visible, and the edges of some of the lettering is uneven. Unlike the ‘real’ boxes where each one is identical, in Warhol’s each

SEZIONE 1

andy warhol Campbell's Soup Can (Chicken with Rice Soup) 1966 screenprint on aluminum cm 10,2 x 6,7 x 6,7 Minneapolis, Walker Art Center Gift of Kate Butler Peterson, 2002, 2002.312

Arturo Galansino è uno storico e critico dell’arte. Si è formato

Vincenzo de Bellis è Curator and Associate Director of Programs

SEZIONE 1

22

CRONOLOGIA

American Art 1961-2001 indaga in modo inedito la storia dell’arte moderna negli Stati Uniti tra due momenti decisivi della storia americana, la guerra del Vietnam e l’attacco terroristico alle Torri Gemelle, attraverso una straordinaria selezione di opere di celebri artisti come Jasper Johns, Donald Judd, Barbara Kruger, Robert Mapplethorpe, Bruce Nauman, Cindy Sherman, Robert Rauschenberg, Kara Walker e Andy Warhol. Il volume mette a confronto la ricchezza e la diversità di temi e correnti dell’arte americana in quarant’anni di storia, dall’astrazione modernista alle contaminazioni con la produzione di massa, dalle ricerche concettuali e performative alle rivendicazioni per i diritti civili, attraverso una straordinaria selezione di oltre ottanta opere tra pittura, fotografia, video, scultura e installazioni della collezione del Walker Art Center di Minneapolis, uno dei più importanti musei di arte contemporanea del mondo. Investigando la nozione stessa di opera d’arte viene analizzato il suo rapporto con le trasformazioni della società contemporanea. Le diverse generazioni di artisti americani sperimentano linguaggi che aprono infatti alla ridefinizione dei confini dell’arte, unendo tecniche e media diversi, e usano il potere dell’arte anche come strumento per affrontare temi quali il consumismo e la produzione di massa, il femminismo e l’identità di genere, le questioni razziali e la lotta per i diritti civili.

SEZIONE 1

Un racconto inedito di quarant’anni d’arte americana. Un volume quanto mai di attualità, che tiene conto delle questioni sociali che agitano gli USA

1961-2001

Biblioteca Cataloghi

American Art 1961-2001

dia: The Extensions of Man usa l’ossimoro “villaggio globale” per indicare la rivoluzione compiuta grazie alla tecnologia (all’epoca radio e televisione) che, permettendo di comunicare contemporaneamente anche a grandi distanze, ha trasformato il mondo provocando comportamenti da piccolo borgo.

[8]

1964-1965 Disordini a sfondo razziale nei ghetti delle metropoli: Harlem, Watts a Los Angeles, Newark nel New Jersey, Detroit, con decine di morti. febbraio 21 All’Audubon Ballroom di New York viene assassinato Malcom X da membri della Nation of Islam (NOI) di cui aveva fatto parte ma da cui si era poi distaccato. Prima mostra di Op Art al MoMA di New York.

1966

Mao Zedong annuncia la Grande rivoluzione culturale proletaria cinese. Il Partito Comunista Cinese è guidato da quella che sarà detta la Banda dei quattro. Viene fondata la NOW (National Organization for Women) che pone come

The exhibition will bring together paintings and constructions that initiate a new, highly perceptual phase in the grammar of art. Using only lines, bands and patterns, flat areas of color, white, gray or black, or cleanly cut wood, glass, metal and plastic, certain of these artists establish a totally new relationship between the observer and a work of art. (Press-release)

»

A Oakland (California) viene fondato il Black Panther Party (o Pantere Nere) organizzazione rivoluzionaria che teorizza la violenza armata di autodifesa contro le prepotenze della polizia.

1967

L’Egitto è sconfitto da Israele nella Guerra dei Sei giorni.

La Pop Art viene presentata alla XXXII Biennale di Venezia. Il Gran Premio come miglior artista straniero è assegnato a Robert Rauschenberg. [5]

Sol LeWitt conia il termine Arte concettuale, che indica un movimento attento soprattutto all’aspetto mentale del fare artistico. Sviluppatasi negli Stati Uniti, è stata poi declinata autonomamente nei vari paesi. In Italia dialogano con la nuova tendenza dell’Arte Povera.

Una donna armata spara nella Factory su un dipinto della serie Marylin. 1964 settembre La rivista Ebony, dedicata alla popolazione afroamericana degli Stati Uniti, pubblica una fotografia dell’attivista nero Malcom X nella sua casa, men-

obiettivo l’uguaglianza economica, civile e politica delle donne. Diventerà la più numerosa organizzazione femminista degli Stati Uniti.

«

[6]

16

17

[7]

estate I raduni dell’Estate dell’amore” di San Francisco, diffondono le mode hippy (definizione californiana della contro-


Il linguaggio politico di Bettino Craxi

Per una rilettura della documentazione Collana del Centro Studi Vitruviani | introduzione di Lorenzo Braccesi

Il linguaggio come strumento di costruzione della leadership: l’attività verbale del leader socialista

Un’accurata indagine documentaria per ricostruire i natali di Vitruvio

A più di trent’anni dalla sua prima pubblicazione uno studio ancora estremamente attuale ed efficace che ci svela i segreti della comunicazione attraverso un’analisi originale, oggettiva, razionale e chiara 978-88-297-0897-0 uscita nel mese di gennaio brossura con alette, 12 × 18,2 cm pp. 80, euro 13,00

La comunicazione e le proposte politiche, ieri come oggi, costituiscono un elemento di grande tensione mondiale, e un fattore cruciale nella nostra tendenza o direttrice di marcia verso la democrazia compiuta. Paola Desideri si inserisce nell’ambito di quel necessario impegno di ricerca e di riflessione sollecitate dal nostro tempo 978-88-297-0894-9 uscita nel mese di gennaio brossura, 14,5 × 21 cm pp. 192, euro 20,00

ISBN: 978-88-297-0894-9

Diverse sono le località che si accreditano come patria del celebre trattatista e architetto Vitruvio, ma Fano si candida come la città più indiziabile per esserlo. Esaminata tutta la documentazione letteraria ed epigrafica riguardante la gens Vitruvia, il libro giunge alla conclusione che Vitruvio potrebbe essere stato fra i neo-ecisti della colonia di Fano ottavianea. Il distretto censitario, o tribus, al quale era iscritto Vitruvio era quello della tribus Pollia che, non a caso, comprendeva anche Fanum Fortunae nel proprio ambito territoriale; inoltre nessuna delle città dove è attestata una gens Vitruvia – e che per questo motivo rivendicano i natali dell’architetto – è compresa nella tribus Pollia.

ISBN: 978-88-297-0897-0

Questo studio esamina le procedure e le strategie linguistiche della produzione discorsiva di Bettino Craxi dal 1965 al 1985, ventennio che copre la formazione e l’ascesa dell’uomo politico. L’indagine prende in considerazione un corpus vasto ed eterogeneo – appelli elettorali televisivi, conferenze stampa, interventi parlamentari, discorsi commemorativi, interviste, articoli giornalistici, dichiarazioni presidenziali – e mette in luce, attraverso l’esame dei procedimenti che mirano a stabilire precisi rapporti comunicativi tra il soggetto parlante e l’uditorio, un’articolata rete di operazioni persuasive. La ricerca si sofferma inoltre sul ruolo di ricorrenti fenomeni linguistici di ri-uso, responsabili, insieme al traslato del registro informale, di quel carattere di concretezza discorsiva funzionale alla promozione della leadership craxiana.

Artigianato e progetto

Convegno sulle arti applicate in Italia Fondazione Cologni | a cura di Ugo La Pietra e Alberto Cavalli

Le arti applicate in Italia tra artigianato e cultura del progetto

Adottato a Chieti - Pescara

Dario Tomasello Playtelling

Elementi

Ricerche

Serena Evelina Peruch Vitruvio e Fano

978-88-297-0902-1 uscita nel mese di gennaio brossura con alette, 15,5 × 21,3 cm pp. 136, euro 14,00

Performance narrative nell’Italia contemporanea

Ricerche

Saggi

Paola Desideri Il potere della parola

Il volume raccoglie i contributi del convegno Né arte né design – organizzato presso la Triennale di Milano nel settembre 2019 –, che ha indagato in una prospettiva contemporanea l’area disciplinare riguardante le arti applicate legate all’artigianato artistico italiano. L’iniziativa ha chiamato a raccolta molti nomi autorevoli di storici, studiosi e professionisti, per affrontare il tema da molteplici prospettive e sulla base di diverse esperienze, rinnovando l’attenzione nei confronti di una disciplina che a livello internazionale viene definita come craft o delle “arti decorative”. Un’area che non coincide con l’arte, è lontana dal disegno industriale e non può essere assimilata all’artigianato artistico di tradizione.

ISBN: 978-88-297-0902-1

978-88-297-0895-6 uscita nel mese di febbraio brossura, 13,5 × 18,5 cm pp. 192, euro 12,50

Nell’estenuazione attuale del postmoderno, con la conclamata fine illusoria delle grandi narrazioni, assistiamo inopinatamente a un ritorno su vasta scala dell’arte del racconto, dotato di compatta consapevolezza e reso più eclatante dal dominio pervasivo dei media. Tuttavia, ricondursi a un’esecuzione orale, anche come contraltare complesso (e non privo di contraddizioni) al mediascape contemporaneo, segna per forza di cose un discrimine che merita ulteriori approfondimenti, alla luce del dibattito dominato da due parole chiave del nostro tempo come performance e performatività. Negli ultimi trent’anni abbiamo assistito, a partire dalle fortunate tesi di Richard Schechner, all’imporsi inesorabile delle teorie della performance, intese come paradigma epistemologico ad ampio spettro. Il volume intende analizzare la narrazione in relazione a una possibilità di comunicazione più specificamente legata all’azione, alla performance. L’azione viene esaminata come testimonianza transeunte che rivendica il primato non effimero di una presenza attoriale, dal vivo, non solo in un fenomeno fortunato come quello delle performance monologanti del teatro di narrazione, ma anche e soprattutto nel ritorno, in una drammaturgia corale, a nozioni date troppo frettolosamente per estinte, come rappresentazione e trama.

Adottato a Messina ISBN: 978-88-297-0895-6

Giovanni Silvano Profili rinascimentali Saggi di storia del Cinquecento

Un approfondimento a tutto tondo di alcuni tra i profili più rilevanti del Rinascimento

978-88-297-0898-7 uscita nel mese di febbraio brossura, 14,5 × 21 cm pp. 320, euro 26,00 ISBN: 978-88-297-0898-7

La rinascita del classico, il suo rinnovamento in una cultura nuova, è il tratto peculiare del Rinascimento, che portò a nuova vita forme, linguaggi, espressioni della classicità. Ciò avvenne anche nel discorso politico: storia e riflessione si lanciarono in un’ardita interpretazione del tempo presente alla luce di un modello classico che, solo, poteva suggerire indizi utili alla comprensione di ciò che appariva ai più un mondo mai visto. La riflessione sulla repubblica occupò una parte cospicua dell’intera meditazione politica rinascimentale, che vide come protagonisti Machiavelli, Guicciardini, Giannotti e Contarini. La rinascita si avvertì forte anche nel mondo della scienza: tutto si rinnovò sulla base della medicina classica e del sistema tolemaico, che aveva posto la terra al centro dell’universo.

Adottato a Padova

36

37

Ricerche

Da storytelling a playtelling: un’analisi della narrazione in relazione alla dimensione performativa


Traduzione dall’inglese di Monica Capuani

Natalie Haynes ricostruisce una delle più grandi narrazioni di tutti i tempi da una prospettiva interamente femminile. Un intreccio raffinato che solca i classici, riattualizzandoli e mostrando che la guerra di Troia appartiene alle donne altrettanto quanto agli uomini

Una donna sola corre nella notte, circondata dalle fiamme che avvolgono la sua città. È la fuga da Troia raccontata da Creusa, moglie di Enea. Dieci interminabili anni di guerra tra i greci e i troiani sono giunti alla tragica fine. Le conseguenze devastanti della rovina di Troia si propagano dall’Olimpo al Monte Ida, dall’Asia Minore alle lontane isole della Grecia, oltre tutti i mari e i cieli che li sovrastano. Il grande poeta Omero ha raccontato le gesta degli eroi, ma la musa che lui ha invocato, Calliope, reclama ancora di essere ascoltata, convinta che non tutto sia stato narrato. Perché mai la morte degli uomini è epica, mentre quella delle donne no? Se il bardo vuole che lei canti, allora lei canterà con tutte le donne, non essendo le loro gesta meno eroiche. Dando voce a ciascuna di loro, la musa prende in mano la storia e ce la racconta da una nuova prospettiva, se possibile ancora più sorprendente. Così conosciamo Andromaca, moglie di Ettore, in tutta la sua complessità, seguiamo Pentesilea, regina delle Amazzoni, fino al campo di battaglia dove affronterà Achille, ci appassioniamo al destino di Enone, la ninfa abbandonata da Paride col figlio ancora piccolo; al coro si uniscono anche tutte le altre, da Penelope a Briseide, da Ecuba a Clitennestra, dalle troiane che, vinte, saranno rese schiave, alle greche che attendono il rientro dei loro uomini, senza dimenticare le capricciose divinità. Il canto di Calliope è l’epica delle donne, è il romanzo di una società intera dilaniata dalla guerra.

copertina non definitiva

Romanzi

Natalie Haynes Il canto di Calliope

«Con la passione, l’intelligenza, e il fiero femminismo che la contraddistingue, Haynes restituisce la voce alle donne, rimaste finora in silenzio, della guerra di Troia» Madeline Miller, autrice di Circe e La canzone di Achille «Questa sovversiva rivisitazione dei classici è una delizia piena di sorprese» The Guardian Indimenticabili figure femminili narrate con vivacità, valore didattico e sguardo contemporaneo

«Non è la storia di una donna sola, o due. È la storia di tutte le donne» «È intelligente e appassionante: le storie che racconta ci seducono da quasi tremila anni» The Times, Saturday Review

Natalie Haynes è scrittrice e giornalista. Classicista di formazione, ha pubblicato romanzi, tra cui The Amber Fury, The Children of Jocasta, e il saggio The Ancient Guide To Modern Life. È autrice e conduttrice della trasmissione Natalie Haynes Stands Up for the Classics per Bbc Radio 4. Nel 2015 ha ottenuto il Classical Association Prize come riconoscimento per il suo lavoro nella divulgazione dei classici. Il canto di Calliope (A Thousand Ships) è finalista del prestigioso Women’s Prize for Fiction 2020.

isbn 978-88-454-0143-5 uscita nel mese di gennaio

brossura con alette 14,5 × 21 cm pp. 348 euro 18,00

ISBN: 978-88-454-0143-5

28

29


La scienza che governa le relazioni

La prima indagine scientifica sull’amore: l’attrazione raccontata attraverso la storia evolutiva e le neuroscienze, le ultime scoperte sul piacere femminile e maschile, consigli sentimentali e sessuali per lei e per lui

Come fa una donna a capire qual è l’uomo giusto? Come riesce a distinguere un dongiovanni dal potenziale compagno di vita? E lui, dal canto suo, quali strategie può adottare per conquistarla? E sarà poi vero amore? Le risposte arrivano dalla scienza e le raccoglie il libro Uomini che piacciono alle donne, scritto da un grande esperto delle relazioni di coppia, il sessuologo ed endocrinologo Emmanuele A. Jannini, unico professore universitario di sessuologia medica in Italia. Attraverso la sua decennale esperienza clinica e di ricerca, sulla base dei più importanti studi sul tema, il medico racconta con un linguaggio chiaro e gradevolissimo il romanzo della passione: le dinamiche del corteggiamento maschile e delle preferenze femminili, l’amore che sboccia e quello che declina. Un manuale di seduzione, quindi, ma con la prospettiva dello scienziato. Ciascuno ha i suoi gusti, ma è stupefacente apprendere come nella selezione del potenziale partner entrino in gioco motivazioni di tipo evoluzionistico, psicologico, emotivo, biologico e culturale. Questo saggio regala a ogni lettore la possibilità di comprendere meglio se stessi e di capire i complessi meccanismi biologici e psicologici, scientificamente valutati, che fanno perdere la testa, volare le farfalle nello stomaco, che spingono a voler fare l’amore, e portano al bisogno, o alla decisione, di condividere la propria vita con quella persona e con nessun altro. Emmanuele A. Jannini è professore di endocrinologia e sessuologia medica all’Università Tor Vergata di Roma. Specialista in endocrinologia e andrologia e ricercatore noto in tutto il mondo, è segretario generale della Società Italiana di Endocrinologia, presidente eletto della Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità e Chairman dell’Educational Committee dell’European Academy of Andrology. Ha promosso e coordinato il primo corso di laurea in sessuologia in Italia.

isbn 978-88-454-0139-8 uscita nel mese di gennaio

brossura con alette 14,5 × 21 cm pp. 224 euro 16,00

copertina non definitiva

Scienze per la vita

Emmanuele A. Jannini Uomini che piacciono alle donne

Il secondo libro della collana Scienze per la vita ideata e diretta da Eliana Liotta Cosa ci attrae? Cosa ci respinge? A chi non sappiamo dire di no? La misteriosa scienza dell’amore

Professore di endocrinologia, pioniere nell’insegnamento della sessuologia in Italia: Jannini ci guida nella comprensione di noi stessi e dei meccanismi biologici e psicologici che regolano l’attrazione Il libro uscirà prima di San Valentino per avere la massima visibilità della stampa e in tv

ISBN: 978-88-454-0139-8

30

Emmanuele A. Jannini conduce da anni la rubrica Questione di ormoni all’interno di Superquark ed è un volto noto al grande pubblico. Questo è il suo primo libro divulgativo 31


50 donne che si sono fatte strada

Nel 1752 Pietro venne colto da un malore e morì. Il“fortunoso accidente tolse di mezzo l’impedimento”. Gaetana Agnesi a 34 anni fu libera di seguire le sue inclinazioni monacali; divise l’eredità, organizzò in casa un ospedale, scelse di vivere in povertà e aiutare gli altri. Finalmente fece quello che voleva lei.

rs

o

lo

di

ve na

ia

esi

ro

agn

ard

via giulio romano

via

na co

roc

via crema

agu

ta

alt

gae

s.

via

nza

piace

Dentro di me coltivo un sogno: che quei bambini, da adulti, abbiano continuato ad essere un coro.

*

Mariele Ventre, con il piglio dolce e autorevole di una insegnante, il rigore e la tenacia della musicista e la sua capacità di saper apprezzare le piccole cose della vita, è sempre stata vicina al cuore della gente. E lo è ancora.

“era troppo estranea ai canoni tradizionali, bisognava controllare quanto fosse costata!”. In realtà era stata donata dall’artista... Non importava, avevo affrontato sfide più difficili. Che mi accusassero pure, io avrei cercato sempre di vedere il nuovo e di promuoverlo

Largo

ali e artigli felini. Come le donne triestine, forti e indipendenti, come mia madre Malvina, come me.

Mariele Ventre

o de

lla

la

na

via

uc rd

giu

sep

pe

via clotilde tambroni

sav

an

ovic

of

ca

o

zz

lud

pa

ol

o

via

co

st

a

ti

via

è

su

gio

ioli

red

po

alf

co

e

ja

ci

le

via

vial

via

ori

ani

largo mariele ventre

me

Leonor Fini nacque Buenos Aires, la città di suo padre Erminio. Sua madre, Malvina Braun, lasciò il marito violento e fuggì a Trieste dai suoi genitori. A 17 anni Leonor si trasferì a Milano, poi a Parigi per poter vivere della sua pittura, ma trascorse tutta la sua infanzia nella Trieste del primo novecento, cosmopolita e vivace, piena di fermenti e frequentata da personaggi-chiave della storia europea. Grande artista, donna innovativa e anticonformista, Leonor non si può catalogare come un’artista Surrealista, perché è stata molto di più.

musicista educatrice 1939 - 1995

Bologna

*

Palma Bucarelli fu la prima donna in Italia a essere nominata direttrice di un museo, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma. Segnò una svolta nella politica culturale del nostro paese aprendo le porte delle istituzioni museali alle avanguardie e alle ricerche artistiche più contemporanee. Amata e odiata, adulata e criticata, fu costretta a difendersi da pesanti accuse circa i criteri d’acquisto adottati durante la sua gestione, non cedette di un passo, difendendo sempre in modo documentato la trasparenza del proprio operato. Nel ’72 ricevette la Légion d’Honneur e nel ’75 fù nominata Grande ufficiale della Repubblica.

Via

Palma Bucarelli

Giardino

Leonor Fini

storica dell’arte 1910 - 1998

Roma

artista 1907 - 1996

vic

cial

to

l

de

mar

bu lm

gra io

pa via

on

via piazza jose de san martin

via

le

galleria nazionale d’arte moderna

an t

or

tt

ga

e

arios

o

ol

mer

e mira

cio

vial

cac

com

i boc

via

ann vico

ludo

de

via

no

e

giov

via

a

piazza thorvaldsen

udin

giardino leonor fini

msci

car

ell

i

Trieste

lle

bel

le

ar

ti

omero

e via

to

qua

tor

o

tass

Una guida turistica on the road per scoprire – e seguire – alcune donne straordinarie

Un libro che racconta le donne come protagoniste della storia del nostro paese

o di vincenz

sesso. Le cose, all’alba del quinto secolo erano finalmente cambiate.

*

Giardino

Ipazia d’Alessandria FilosoFa e matematica 370 - 415

via le o mell

i

est

o ric

chi

ica

la

bal

de

lo

gio

e gior

car

a cica

rini

farfal

i del

la

casal via dei

a form

dell

via

vial

ert

dell

rob

via

via

via

di

via della

i nono

rgio

luig

gio

via

moran

via

riani

cesc

vale

ri

o orio

li za

fran

iel

goz

luigi

onof

cur

sara

via

nio

via

ban a

gino

irm via

via ferrares e

a

sirani

dall’arc

tta

via nicolò

via elisabe

via antonio

nti via fiorava

euge

via jacopo leonardis

orte

via

via chiusaf

PartiGiaNa 1915 - 1944

via

o

zo costa

via saragozza

giardino ipazia d’alessandria

drago

33

Irma Bandiera

1945 via xxi aprile

rg

via loren

piazza dell’unità

Roma

32

Via

Bologna

i

Nel 415 il bellicoso vescovo Cirillo, dotato di esercito privato e in guerra con chi non fosse cristiano, perseguitò gli ebrei ed i pagani, fino ad annientarne la presenza nella città. Nel marzo di quell’anno, un gruppo di monaci si appostò vicino alla casa di Ipazia, in attesa del suo rientro. «Tiratala giù dal carro, la trascinarono fino alla chiesa che prendeva il nome da Cesario; qui, strappatale la veste, la uccisero usando dei cocci. Dopo che l’ebbero fatta a pezzi membro a membro, trasportati i brani del suo corpo nel cosiddetto Cinerone, cancellarono ogni traccia bruciandoli». Nel Settecento, Ipazia, in una disputa tra cattolici ed anglicani inglesi, fu dichiarata dai cattolici “di facili costumi” (che ci faceva, altrimenti, per le strade di Alessandria?) Per gli anglicani invece, così come per gli illuministi (Voltaire, Fielding, Gibbon...), era ritenuta vittima del fanatismo religioso.

ISBN: 978-88-454-0136-7

Mimma, era giovane, bellissima e vestiva in modo elegante. In tutte le foto dell’epoca appare sorridente e fiduciosa. La sera del 7 agosto, di ritorno da una missione, Mimma finì nelle mani dei fascisti. Fu fatta prigioniera. Per sei giorni e sei notti fu torturata; arrivarono ad accecarla, ma Irma resistette, non parlò, salvò i suoi compagni partigiani. Il 14 agosto i fascisti la portarono sotto casa dei genitori al Meloncello e la fucilarono con alcuni colpi di pistola a bruciapelo. Mimma aveva 29 anni. La madre continuò a cercarla, insieme alla sorella. Il suo corpo fu ritrovato sul selciato, dove i suoi aguzzini l’avevano lasciata in vista per una intera giornata, a monito.

be

sco albani

*

i

eon

tal

pan

ilim

via france

Ma dopo la guerra le hanno cambiato nome. Ora si chiama via Irma Bandiera.

ro

sp

tibald

a

ld

mi

via

o

rino

ti

da

via pelleg

con

ra

fici ori

Pittrice 1638 - 1665

lau

ne

Elisabetta Sirani

medico e amBieNtalista 1921 - 1993

via

ire

Bologna

Via

Laura Conti

Udine

col

Via

Laura Conti è considerata la madre dell’ecologismo italiano. Molto prima di altri, intuì l’importanza delle tematiche ambientali e il suo libro “Che cos’è l’ecologia” divenne un testo fondamentale per la formazione del nascente movimento ambientalista. Laura Conti fece capire agli italiani che, oltre all’ecologia delle piante e degli uccelli, conta anche quella delle fabbriche, dei lavoratori, delle periferie urbane.

via

Elisabetta morì a 27 anni in circostanze sospette. In tre furono sospettati di averla avvelenata: Ginevra Cantofoli, sua discepola, per gelosia d’amore; il padre, forse per invidia nei confronti della figlia; e la domestica Lucia Tolomelli. Nessuno dei tre indagati fu però accusato formalmente e la pittrice fu dichiarata morta a causa di un’ulcera perforante. Ma forse è solo leggenda.

*

del

dell’accademia, se quello era diventato uno dei periodi più fertili della storia dell’arte femminile. Allora mi domando: cos’altro avrei potuto fare, per non sentire quella diffidenza nei confronti della mia pittura?

Mi hanno dedicato una strada senza uscita, è un vicolo cieco. Ma siamo proprio sicuri che sia il vicolo ad essere cieco?

ra

Romana Rimondi, graphic designer, è appassionata di storia e di mappe stradali. L’idea originale di questo libro è sua.

il modo capitalistico di produrre e la violenza alla natura. Bisognava urlare, manifestare: per migliorare le condizioni dei lavoratori nelle fabbriche, per sostenere un’agricoltura compatibile con l’ambiente. Nubi tossiche avvelenavano la gente... eppure tutti si comportavano come se le risorse della terra fossero illimitate e la questione ambientale secondaria, irrilevante. Importava solo lo sviluppo industriale.

via

Interamente illustrato a due colori, un originale inspirational book che unisce valore storico e praticità motivazionale

die

Tre autrici di età e biografie assai diverse tra di loro unite da una grande passione

nel programma Il Volo del mattino.

brossura con alette 14,5 × 21 cm pp. 260 euro 18,00

via

di tanti. Perché - dicevo ai bimbi - cantare in un coro, ci obbliga ad ascoltare gli altri e a non prevaricarli. Impossibile essere egoisti, tutte le voci, alla fine, devono fondersi in un’unica musica.

Viola Afrifa è autrice e voce di Radio Deejay. Affianca Fabio Volo

isbn 978-88-454-0136-7 uscita nel mese di febbraio

co

via

Un’ottima idea regalo per la festa della donna, e non solo via atto vannucci

via

lavora dal 2001. Dal 2003 ha avviato il sodalizio con La Pina e Diego nel programma Pinocchio. Insieme a loro ha scritto Ciao che fate? (Mondadori 2011). Nel 2019 ha pubblicato Le posizioni dell’amore (Vallardi).

matematica 1718 - 1799

viale sabotino

via

Valentina Ricci, la “Vale”, è autrice e voce di Radio Deejay, dove

Via

Gaetana Agnesi Milano

via

Uno stupefacente giro d’Italia attraverso cinquanta storie di donne che ci hanno spianato la strada. Il primo stradario narrato, tutto al femminile

Lo sapevate che le strade d’Italia sono assai più degli uomini che delle donne? Sono poche, pochissime, le donne alle quali si dedicano vie, piazze, vicoli nelle nostre città. Una percentuale troppo bassa, che racconta quanto sia difficile ottenere una consacrazione. Le autrici di questo libro sono andate a cercarle tutte, una per una. Le hanno individuate, geolocalizzate, e hanno scoperto storie di donne straordinarie. Dall’antichità ai tempi più recenti, queste figure hanno avuto un ruolo importante nelle vicende del nostro paese, ma anche del mondo intero. Dalle artiste, come Artemisia Gentileschi e Tina Modotti, alle scienziate come Ipazia e Maria Gaetana Agnesi, alle partigiane come Irma Bandiera o alle imperatrici come Costanza d’Altavilla, fino alle sportive, le educatrici, le imprenditrici, ma anche le brigantesse, sono in tutto cinquanta le grandi donne che si raccontano in prima persona e che, grazie al loro carattere, alle loro opere, al loro spirito libero, dispensano insegnamenti di vita. Organizzato come uno stradario, una guida turistica on the road, che da nord a sud percorre tutta la penisola, ogni capitolo racchiude non solo tesori di curiosità, ma anche lezioni esemplari di creatività e di coraggio cui possiamo ispirarci per trovare la nostra “strada” nel mondo.

Valentina Ricci e Viola Afrifa sono speaker delle trasmissioni di punta di Radio Deejay

lui aveva rifiutato; l’impedimento era che lui non poteva fare a meno “de la delizia del viver suo”. Che altro potevo fare? Mi sono buttata sulla matematica. A trent’anni aveva scritto un trattato sul calcolo infinitesimale, praticamente la base dell’analisi matematica.

copertina non definitiva

Varia

Valentina Ricci, Viola Afrifa, Romana Rimondi Via Libera

via

adel

aide

rist

ori


«Non insegno a picchiare ma a prevenire i soprusi attraverso le tecniche proprie delle discipline di combattimento. Alzate lo sguardo, cambiate postura, smettete di subire. Rinascete»

Il libro di How I met your mother, una delle serie televisive più seguite degli ultimi 15 anni.

Il collega si permette di fare battute inopportune? Il capo approfitta della tua disponibilità per rifilarti i compiti peggiori? Il partner non riconosce il lavoro che fai in casa? Sono soprusi belli e buoni: anche se non arriva alla violenza fisica, il tuo interlocutore ti sta sminuendo, ignora le tue esigenze e ti relega in un ruolo subalterno, demolendo la tua autostima. Chi agisce in questo modo si comporta come un aggressore, che ha riconosciuto in te una potenziale vittima: la tua acquiescenza si legge nella postura e nello sguardo, segnati dall’insicurezza e da esperienze negative precedenti. Non permettergli di trattarti così! Hai il diritto-dovere di proteggerti, afferma Gabrielle Fellus, istruttrice di Krav Maga ed esperta di discipline di autodifesa. Niente scontro fisico, ovvio: basta adattare i principi delle discipline di combattimento alle normali situazioni di conflitto quotidiano. Ispirandosi alla sua pluriennale esperienza nel campo della sicurezza e del sostegno alle vittime di bullismo e aggressioni, Gabrielle ha messo a punto un metodo in sette mosse basato sul linguaggio del corpo, il controllo dello spazio e la gestione delle emozioni disturbanti (ansia, rabbia, paura...). In questo libro, ricco di casi ed esperienze pratiche, spiega come prevenire e disinnescare le situazioni sfavorevoli, insegna ad affrontare le esperienze che ci bloccano e suggerisce come gestire i conflitti, guidandoci passo dopo passo a ritrovare la consapevolezza e il rispetto di noi stessi. Gabrielle Fellus è l’unica donna in Italia ad aver raggiunto il livello Expert di Krav Maga. Ha seguito corsi di specializzazione nelle aree Sicurezza, Vip Protection, Law Enforcement e Antiterrorismo. Grazie al suo metodo, ha collaborato con importanti strutture ospedaliere per il supporto a donne vittime di violenze. A Milano ha aperto la prima palestra di “autostima e autodifesa” per minori con problemi di bullismo, dipendenze e disturbi alimentari.

Semplici strategie per conquiste leggendarie

«Ci sono milioni di uomini privi di fascino nel mondo, che a quanto pare sono negati nell’arte di portarsi a letto una donna. Ma tutto questo sta per cambiare: con l’aiuto del Playbook, persino tu potrai abbordare una bella ragazza e andare facilmente a segno. Come? Dopo aver letto questo libro, crederai talmente in te stesso da convincere – lei e te! – delle tue (probabilmente inesistenti) doti»

La serie How I Met Your Mother, trasmessa in America tra il 2005 e il 2014, è stata una delle più fortunate di sempre, al pari di Friends. Rilanciata negli ultimi anni in Italia in chiaro e sulle principali piattaforme in streaming, è diventata un vero e proprio cult transgenerazionale, generando un crescente interesse per le storie, i luoghi, gli attori. E ovviamente per i libri ufficiali, bestseller in America e finora inediti da noi. Come questo manuale, firmato da uno dei protagonisti della sit-com, Barney Stinson. Seduttore incallito, infaticabile affabulatore di donne giovani, molto belle e ben dotate, inventa elaborati stratagemmi per portarle a letto e sparire prima che possano sospettare che non è realmente un astronauta della Nasa, un atleta olimpico, un vincitore del Pulitzer, l’erede di 83 milioni di dollari, Leonardo DiCaprio in incognito (tecnica raccomandata solo tre settimane prima degli Oscar, perché dopo è uno sfigato qualunque). Questo libro è il suo generoso lascito a tutti gli uomini che, purtroppo, non nascono irresistibili come lui. Raccoglie 75 strategie di seduzione, tra cui quelle appena menzionate: testate con dedizione sul campo, sono efficaci, garantite, adatte a ogni occasione e livello di (in)esperienza. Persino i casi disperati (scusa Ted) andranno a segno.

Solo Gabrielle Fellus è così competente da rilasciare interviste per la Repubblica, Corriere della Sera, Vanity Fair, Vogue e altre importanti testate. È stata inoltre ospite delle trasmissioni Le Iene e Detto Fatto L’autrice tiene corsi e seminari in tutta Italia, che diventeranno un’ulteriore occasione di visibilità e promozione

copertina non definitiva

Conquista il rispetto che meriti in 7 mosse

Varia

Barney Stinson Il Playbook copertina non definitiva

Varia

Gabrielle Fellus La palestra dell’autostima

Barney Stinson è il single cinico ed egocentrico della sit-com How I Met Your Mother. Pur non essendo il vero protagonista, è diventato il personaggio più amato, creando veri e propri tormentoni, come «Irresistibile» e «Leggendario», ormai noti a tutti i fan.

Il Playbook viene spesso menzionato nella serie e appare più volte con questa stessa copertina Negli ultimi tre anni l’intera serie è stata riproposta da Netflix, Prime Video e Sky: risulta stabilmente tra le più viste, conquistandosi un pubblico sempre più numeroso La vendita dei gadget ufficiali va di pari passo con questo successo. I libri, finora disponibili solo online e in inglese, vendono molto bene anche in Italia e sono nelle prime posizioni delle classifiche dedicate

Matt Kuhn è stato uno degli autori di How I Met Your Mother, nonché la penna dietro il blog di Barney, che ha accompagnato la messa in onda della serie.

isbn 978-88-454-0146-6 uscita nel mese di febbraio

brossura con alette 14,5 × 21 cm pp. 192 euro 16,00

ISBN: 978-88-454-0146-6

34

isbn 978-88-454-0148-0 uscita nel mese di gennaio 35

brossura con alette 14,5 × 21 cm pp. 176 euro 10,90

ISBN: 978-88-454-0148-0


David Lagercrantz La caduta di un uomo

Jussi Adler-Olsen Vittima numero 2117

Traduzione di Carmen Giorgetti Cima

Traduzione di Maria Valeria D’Avino ed Eva Valvo

I casi della Sezione Q | 8 copertina non definitiva

«Un poliziesco con ambizioni filosofiche che è un inno all’immenso potenziale dell’intelletto umano» Expressen

Un mattino di giugno del 1954, in piena Guerra fredda, Alan Turing viene trovato morto nel letto di casa, nell’assonnata cittadina inglese di Wilmslow. Accanto al corpo, una mela morsicata a metà porta evidenti tracce di cianuro. Gli accertamenti su quello che per tutti è un caso di suicidio sono affidati al giovane ispettore Leonard Corell, un uomo dall’apparenza mite che un tempo coltivava sogni di scienziato, e che molto presto viene assalito dai dubbi. Perché la documentazione del grande matematico relativa alla guerra è secretata? Forse Turing era ricattato da spie al servizio dell’Unione sovietica? La sua recente condanna per omosessualità sembra aver messo in allarme i servizi segreti: potrebbe trattarsi di un complotto che coinvolge le cerchie più alte del potere? Affascinato dal genio visionario di Turing e dal suo lavoro brillante e rivoluzionario, Corell comincia a indagare con passione nella vita di uno spirito libero e anticonformista e cerca di ricostruire una vicenda che in qualche modo sembra riguardare lui stesso, spingendolo a fare cose che non avrebbe mai dovuto fare. David Lagercrantz (1962), affermato giornalista e scrittore tradotto in 46 paesi, vive a Stoccolma. È autore di romanzi e biografie, tra cui la celebre Io, Ibra sulla vita di Zlatan Ibrahimovic´. Di Lagercrantz, oltre a La caduta di un uomo. Indagine sulla morte di Alan Turing, Marsilio ha pubblicato gli ultimi tre volumi della saga Millennium creata da Stieg Larsson – un fenomeno editoriale da 100 milioni di copie vendute nel mondo – e il romanzo Il cielo sopra l’Everest (2018).

«Un’appassionante miscela di thriller, storia delle idee, scienza e psicologia» Svenska Dagbladet

brossura 13 × 20 cm pp. 468 euro 12,00

Quando lungo la costa di Cipro le onde spingono a riva il cadavere di una donna mediorientale, il grande contatore della vergogna che si affaccia sullo stesso mare a Barcellona segna il numero 2117. Tante sono le vittime del Mediterraneo dall’inizio dell’anno, i tanti disperati che nella loro fuga verso l’Europa non ce l’hanno fatta. Ma la donna senza nome non è annegata mentre cercava di raggiungere la terra promessa, perché qualcuno l’ha uccisa prima, gettandone il corpo in acqua. E mentre i media di tutto il mondo fanno circolare la sua immagine, un ragazzo di Copenaghen, novello samurai rinchiuso da mesi nella sua stanza a giocare a Kill Sublime, mette a punto un piano folle per vendicarla. Anche Assad, l’enigmatico assistente di Carl Mørck, nell’istante in cui riconosce la nuova vittima del mare ha un violento crollo nervoso. Come una misteriosa forza della natura, per più di dieci anni l’uomo dai mille talenti ha lavorato ai casi dimenticati affidati alla Sezione Q, ma nessuno conosce veramente la sua storia, nessuno potrebbe giurare sulla sua origine, tanto meno immaginare i segreti che costudisce. Mentre ha inizio un estenuante conto alla rovescia per fermare un attentato che potrebbe spazzare via uno dei centri nevralgici del vecchio continente, il resto della Sezione Q, Gordon e Rose in testa, si trova ad affrontare l’inchiesta a più alto tasso emotivo che abbia mai avuto tra le mani. Per tutti sarà una sconvolgente corsa contro il tempo, che potrebbe finalmente restituire ad Assad il suo passato. Dopo aver svolto i lavori più vari, Jussi Adler-Olsen (Copenaghen, 1950) è oggi scrittore a tempo pieno. Con la serie della Sezione Q, guidata da Carl Mørck, ha ottenuto un immenso successo di critica e pubblico, vendendo oltre 20 milioni di copie in 42 paesi nel mondo. I suoi libri hanno conseguito importanti riconoscimenti internazionali e ispirato serie tv e film per il grande schermo.

«Con La caduta di un uomo, Lagercrantz esplora nel dettaglio la storia del matematico e le circostanze dietro alla sua morte, ma soprattutto disegna un quadro cupo e perturbante della società inglese degli anni Cinquanta, malata di paranoia e ancora pervasa da sentimenti di virulenta omofobia» Vanni Santoni, la Lettura – Corriere della Sera

isbn 978-88-297-0913-7 uscita nel mese di gennaio

«I gialli della Sezione Q sono un fenomeno editoriale assoluto» Le Monde

copertina non definitiva

Indagine sulla morte di Alan Turing

«Un thriller superbo, dove cinismo e romanticismo si mescolano a vendetta e disperazione, il tutto combinato con grande equilibrio dalla penna geniale e sottile di Jussi» Læsegodter «Il ritratto sconvolgente della tragedia umana che l’ondata di rifugiati porta con sé» Freie Presse I casi della Sezione Q 1. La donna in gabbia 2. Battuta di caccia 3. Il messaggio nella bottiglia 4. Paziente 64 5. L’effetto farfalla 6. La promessa 7. Selfie 8. Vittima numero 2117

ISBN: 978-88-297-0913-7

2

isbn 978-88-297-0915-1 uscita nel mese di gennaio 3

brossura 13 × 20 cm pp. 512 euro 12,00

ISBN: 978-88-297-0915-1


Paolo Roversi Alle porte della notte

Dittico della Città rossa | 1

La serie di Radeschi | 7

«Tra storia e fiction, il romanzo della malavita milanese» la Repubblica copertina non definitiva

«Uno stile inconfondibile, leggero ma mai distratto» Robinson – la Repubblica

Una spettacolare rapina in via Montenapoleone – il salotto buono della città – dà il via a una nuova indagine che porterà il giornalista hacker Enrico Radeschi e il vicequestore Loris Sebastiani a scoprire un nesso con un’altra rapina milionaria svoltasi quindici anni prima nel Diamond Center di Anversa, i cui colpevoli non sono mai stati arrestati. Uno dei banditi implicati in quel colpo memorabile era stato ucciso dai compagni, e oggi le sue impronte vengono ritrovate all’interno della gioielleria che ha appena subito la rapina nel centro di Milano. Com’è possibile? Nel tentativo di catturare i colpevoli e di far luce sul mistero di quelle impronte, il capo della polizia di Anversa invia in Italia Julie De Vos, una conturbante poliziotta dell’Interpol che instaurerà un rapporto speciale con Sebastiani, mettendosi a disposizione per aiutarlo a risolvere il caso. Nel frattempo, Radeschi si farà coinvolgere dal Danese – il suo amico greco dall’animo da bandito – in uno strano sequestro di persona maturato negli ambienti della mafia russa... Con questa nuova avventura, Paolo Roversi cattura e trascina il lettore attraverso le piste e i colpi di scena di un inedito e avvincente mistero milanese.

La serie di Radeschi 1. La confraternita delle ossa 2. Blue Tango 3. La mano sinistra del diavolo 4. Niente baci alla francese 5. L’uomo della pianura ISBN: 6. Cartoline dalla fine del mondo 7. Alle porte della notte 8. Il pregiudizio della sopravvivenza

978-88-297-0917-5

copertina non definitiva

I delitti del casello | 4

«La nuova catturante indagine di Libera, la fioraia detective del Giambellino che noi lettrici aspettavamo con ansia» Sveva Casati Modignani

«Ritmo serrato e meccanismo a orologeria perfetto» Donna Moderna «Sebastiani e Radeschi sono ormai una coppia collaudata del noir meneghino» il Fatto Quotidiano

È una sera umida di fine agosto, alla periferia di Milano. Sotto le luci intermittenti della balera dell’Ortica, tutti gli sguardi sono puntati sul corpo sinuoso di Katy, che danza un tango sensuale allacciata al suo cavaliere e che poi, appena la musica finisce, fugge via. Quella stessa notte, fuori dal locale, viene trovato il cadavere di un giovane uomo, assassinato a colpi di pistola: era un ex di Katy, geloso e molesto, che la pedinava e la perseguitava. Chi l’ha ucciso? Forse la stessa Katy? Forse un altro spasimante? Per il delitto, però, la polizia arresta un personaggio insospettabile, il maggiordomo di una dama dell’alta società milanese. Sarà proprio questa signora ad assoldare Libera, la fioraia detective, e la sua eccentrica madre Iole, perché lo tirino fuori dai guai. Sullo sfondo di una Milano contemporanea che conserva il sapore di quella di ieri, la romantica fioraia Libera e l’eterna hippie Iole riescono ancora una volta a sorprendere il lettore con le loro invenzioni. E ci accompagnano in un giallo tenero e duro, dove ognuno ha un segreto e insieme un buon motivo per mentire.

Dittico della Città rossa 1. Milano criminale 2. Solo il tempo di morire

brossura 13 × 20 cm pp. 256 euro 9,50

isbn 978-88-297-0917-5 uscita nel mese di gennaio brossura al vivo 13 × 20 cm pp. 400 euro 12,00

Rosa Teruzzi Ultimo tango all’Ortica

La serie di Radeschi 1. La confraternita delle ossa 2. Blue Tango 3. La mano sinistra del diavolo 4. Niente baci alla francese 5. L’uomo della pianura 6. Cartoline dalla fine del mondo 7. Alle porte della notte 8. Il pregiudizio della sopravvivenza

isbn 978-88-297-0916-8 uscita nel mese di gennaio

Anni Sessanta. Anche Milano aveva i suoi eroi criminali. Erano gli anni del boom economico, dell’uomo sulla Luna, delle grandi passioni politiche e i banditi rapinavano le banche, assaltavano i furgoni portavalori e sfidavano la polizia in sparatorie a volto scoperto. Amavano i soldi e la bella vita, avevano le donne più affascinanti, bevevano champagne e indossavano abiti firmati. Volevano conquistare la città, e la presero con la forza. Milano criminale, prequel di Solo il tempo di morire, racconta la grande saga della malavita degli anni Sessanta e Settanta, le atmosfere noir e i leggendari protagonisti di una Milano da film. La cronaca di un’epoca e di una città che guarderete con occhi nuovi. Dittico della Città rossa 1. Milano criminale 2. Solo il tempo di morire

Paolo Roversi è nato nel 1975. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, vive a Milano. Con Marsilio, oltre ai volumi della serie di Radeschi, nel 2015 ha pubblicato il dittico Città rossa, due romanzi sulla storia della criminalità milanese degli anni Sessanta, Settanta e Ottanta: Milano criminale e Solo il tempo di morire (premio Selezione Bancarella, premio Garfagnana in giallo). I suoi libri sono tradotti in otto paesi tra cui Francia, Spagna, Germania e Stati Uniti. Collabora con quotidiani e riviste ed è autore di soggetti per serie televisive e cortometraggi. È fondatore e direttore del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival e del portale MilanoNera.

copertina non definitiva

Paolo Roversi Milano criminale

ISBN: 978-88-297-0916-8

4

Rosa Teruzzi (1965) vive e lavora a Milano. Esperta di cronaca nera, è caporedattore della trasmissione televisiva Quarto grado (Retequattro). Oltre ai libri della serie I delitti del casello, editi da Sonzogno, ha pubblicato diversi racconti e tre romanzi. Per scrivere si ritira sul lago di Como, in un vecchio casello ferroviario dove colleziona libri gialli. 5

I delitti del casello 1. La sposa scomparsa 2. La fioraia del Giambellino 3. Non si uccide per amore 4. Ultimo tango all’Ortica 5. La memoria del lago

isbn 978-88-297-0918-2 uscita nel mese di gennaio brossura al vivo 13 × 20 cm pp. 144 euro 8,50

ISBN: 978-88-297-0918-2


Gabriella Genisi Mare nero

Gabriella Genisi Dopo tanta nebbia

Nel 2021 Luisa Ranieri vestirà i panni della commissaria Lolita Lobosco in una importante serie televisiva

Nel 2021 Luisa Ranieri vestirà i panni della commissaria Lolita Lobosco in una importante serie televisiva

«La commissaria Lolita Lobosco è la detective più sexy del Mediterraneo. E mediterranea è la luce che inonda il delitto perfetto» Valeria Parrella, Grazia

In una giornata di metà settembre, al largo di Bari, il mare restituisce i corpi di due giovani, da poco fidanzati. Insieme ad altri amici, approfittando del clima invitante, erano usciti per una gita in barca e per delle immersioni subacquee nei pressi di un relitto, ma l’allegra escursione si è trasformata in tragedia. Sembra il tipico incidente, dovuto all’imprudenza o alla fatalità. Eppure qualche indizio non quadra e, quando arrivano i risultati dell’autopsia, tutto un altro scenario prende forma. Qualcuno ha voluto uccidere. Ma perché? Toccherà al commissario Lolita Lobosco, animata, come sempre, da un’inesausta passione per la giustizia (oltre che per la buona cucina e i tacchi a spillo), indagare su questo caso. La ricerca della verità si rivelerà particolarmente difficile, tanto più che le acque dell’Adriatico nascondono misteri che in troppi hanno interesse a non far venire a galla. E, come se non bastasse, perfino il questore, attento a non pestare i piedi ai potenti di turno, metterà i bastoni tra le ruote. Ma la bella Lolita, grazie all’aiuto dei suoi fidi collaboratori Esposito e Forte, del sorprendente medico legale Franco Introna e, perché no, di un imprevisto nuovo amore, riuscirà a mettere insieme i pezzi di un inquietante rompicapo. Senza esitare a tuffarsi, letteralmente, nelle gelide profondità del suo mare. Gabriella Genisi è una scrittrice pugliese e vive tra Bari e Parigi. Ha creato la fortunata serie di cui è protagonista Lolita Lobosco: otto volumi, tutti pubblicati da Sonzogno. Per Rizzoli è uscito nel 2019 Pizzica amara.

isbn 978-88-297-0919-9 uscita nel mese di gennaio

brossura 13 × 20 cm pp. 208 euro 9,50

«Tosta e preparata, Lolita è bella e non rinuncia al suo lato femminile. Ha quarant’anni, si rassegna al precariato sentimentale e sogna il grande amore: “Lo troverò prima o poi un uomo fatto a uomo”» la Lettura – Corriere della Sera

Lolita Lobosco è stata promossa questore e deve trasferirsi a Padova. Ma gli inizi non sono facili: l’ambiente si rivela più intollerante del previsto, la nebbia confonde i pensieri e mortifica i capelli, l’orizzonte d’acqua di Bari è troppo lontano per curare la solitudine. Anche il lavoro stenta a decollare, e poi, con i nuovi colleghi, proprio non riesce a legare. Solo grazie all’aiuto e ai consigli di Giancarlo Caruso, affascinante vicequestore di origini siciliane, le cose migliorano, mentre un caso di bullismo – la scomparsa, nell’omertà generale, di un ragazzo da uno dei licei più in vista della città del santo – mette a dura prova il talento investigativo di Lolì. Dopo tanto freddo, intorno e nell’anima, la commissaria più bella del Mediterraneo riesce finalmente a farsi richiamare nella sua amata Puglia, dove pure l’attende un mistero da risolvere: una sensuale arpista è stata massacrata in un appartamento. I sospetti sono tanti, ma c’è uno strano testimone... Alle due estremità della penisola, tra panzerotti e pettole di Natale, la passionale poliziotta barese torna a ricercare la verità, sui luoghi di delitti efferati e nel fondo stropicciato del proprio cuore.

«Lolita si inserisce nel filone delle poliziotte toste» la Lettura – Corriere della Sera

copertina non definitiva

Le indagini di Lolita Lobosco | 7 copertina non definitiva

Le indagini di Lolita Lobosco | 6

Le indagini di Lolita Lobosco 1. La circonferenza delle arance 2. Giallo ciliegia 3. Uva noir 4. Gioco pericoloso 5. Spaghetti all’Assassina 6. Mare nero 7. Dopo tanta nebbia 8. I quattro cantoni

«Gabriella Genisi mette alla prova la protagonista della sua serie di gialli in una città che la respinge, e racconta con una prosa dal ritmo vivace le sue difficoltà» Robinson – la Repubblica «Colpisce, nei romanzi di Gabriella Genisi, l’approccio consapevole e problematico alle tante questioni dell’attualità, dal cyber-bullismo alle ossessioni dell’amore che uccide e all’inquinamento ambientale» il Fatto Quotidiano Le indagini di Lolita Lobosco 1. La circonferenza delle arance 2. Giallo ciliegia 3. Uva noir 4. Gioco pericoloso 5. Spaghetti all’Assassina 6. Mare nero 7. Dopo tanta nebbia 8. I quattro cantoni

ISBN: 978-88-297-0919-9

6

isbn 978-88-297-0920-5 uscita nel mese di gennaio 7

brossura 13 × 20 cm pp. 208 euro 9,50

ISBN: 978-88-297-0920-5


Giuseppe Lupo Breve storia del mio silenzio

«Al centro degli interessi di Franchini sta la fisicità, il linguaggio del corpo, i suoi rapporti con quello che chiamiamo spirito o anima» Ernesto Ferrero, tuttolibri – La Stampa

Giuseppe Lupo è nato in Lucania (Atella, 1963) e vive in Lombardia, dove insegna Letteratura italiana contemporanea presso l’Università Cattolica di Milano e Brescia. Per Marsilio, dopo l’esordio con L’americano di Celenne (2000; premio Giuseppe Berto, premio Mondello), ha pubblicato anche Ballo ad Agropinto (2004), La carovana Zanardelli (2008), L’ultima sposa di Palmira (2011; premio Selezione Campiello, premio Vittorini), Viaggiatori di nuvole (2013; premio Giuseppe Dessì), Atlante immaginario (2014), L’albero di stanze (2015; premio Alassio-Centolibri) e Gli anni del nostro incanto (2017; premio Viareggio Rèpaci). È autore di numerosi saggi e collabora alle pagine culturali del Sole 24 Ore e di Avvenire.

isbn 978-88-297-0921-2 uscita nel mese di gennaio

brossura 13 × 20 cm pp. 208 euro 9,50

copertina non definitiva

Selezionato tra i 12 candidati alla LXXIV edizione del Premio Strega

Acqua, sudore, ghiaccio sono tre racconti lunghi con una voce narrante unica. Sono storie di uomini messi di fronte alla paura e al coraggio: a una rapida, a un pendio e a un avversario. Essi vivono quasi sempre chiusi nella prigione dei rischi e delle ombre che attraversano la mente, tra fatica, follia e smemoratezza, ma qualche volta li sfiora il bisogno di conoscere la ragione dei loro sforzi, il senso ultimo della loro recita e della loro sfida. Antonio Franchini è nato a Napoli nel 1958. Ha esordito nel 1992 con Camerati. Quattro novelle sul diventare grandi (Leonardo). Per Marsilio ha pubblicato anche Quando vi ucciderete, maestro? (1996, 2019), Cronaca della fine (2003, 2019), L’abusivo (2009, 2020), Signore delle lacrime (2010, 2020) e Memorie di un venditore di libri (2011). isbn 978-88-297-0922-9 uscita nel mese di gennaio brossura al vivo 13 × 20 cm pp. 288 euro 10,00 ISBN: 978-88-297-0922-9

Sergio Maldini La casa a Nord-Est

copertina non definitiva

L’infanzia, più che un tempo, è uno spazio. E infatti dall’infanzia si esce e, quando si è fortunati, ci si torna. Così avviene al protagonista di questo libro: un bimbo che a quattro anni perde l’uso del linguaggio, da un giorno all’altro, alla nascita della sorella. Da quel momento il suo destino cambia, le parole si fanno nemiche, anche se poi, con il passare degli anni, diventeranno i mattoni con cui costruirà la propria identità. Breve storia del mio silenzio è il romanzo di un’infanzia vissuta tra giocattoli e macchine da scrivere, di una giovinezza scandita da fughe e ritorni nel luogo dove si è nati, sempre all’insegna di quel controverso rapporto tra rifiuto e desiderio di dire che accompagna la vita del protagonista. Natalia Ginzburg confessava di essersi spesso riproposta di scrivere un libro che racchiudesse il suo passato, e di Lessico famigliare diceva: «Questo è, in parte, quel libro: ma solo in parte, perché la memoria è labile, e perché i libri tratti dalla realtà non sono spesso che esili barlumi di quanto abbiamo visto e udito.» Così Giuseppe Lupo – proseguendo, dopo Gli anni del nostro incanto, nell’“invenzione del vero” della propria storia intrecciata a quella del boom economico e culturale italiano – racconta, sempre ironico e sempre affettuoso, dei genitori maestri elementari e di un paese aperto a poeti e artisti, di una Basilicata che da rurale si trasforma in borghese, di una Milano fatta di luci e di libri, di un’Italia che si allontana dagli anni Sessanta e si avvia verso l’epilogo di un Novecento dominato dalla confusione mediatica. E soprattutto racconta, con amore ed esattezza, come un trauma infantile possa trasformarsi in vocazione e quanto le parole siano state la sua casa, anche quando non c’erano.

copertina non definitiva

Antonio Franchini Acqua, sudore, ghiaccio

«Un romanzo che considero tra i più alti e più riusciti di queste stagioni della nostra narrativa» Giulio Nascimbeni, Corriere della Sera

«Lupo ha scritto una sorta di autobiografia semiseria che altro non è se non la biografia di numerosi italiani della sua generazione ma non soltanto» Corriere della Sera

A quarantasei anni Marco Gregori, giornalista televisivo che risiede a Roma con la moglie e il figlio, entra in una crisi esistenziale che lo porta a sentirsi disgustato dal lavoro e dalla città. All’oscuro dai suoi familiari decide di costruire una casa in campagna, dove trascorrere il tempo che gli resta da vivere. Opta per il Friuli di cui è originario, rivolgendosi all’estremo Nord-Est dove, tra le strade diritte, i campi di mais a perdita d’occhio e i corsi d’acqua in cui fare il bagno, è certo che potrà essere felice. Tra progetti teatrali improvvisati, amori sfuggenti e attese insperate, forse la vita di Marco non sarà esattamente come se l’era immaginata.

«Il romanzo di Lupo è, tra le pieghe, una teoria, quasi un’allegoria della vocazione letteraria» Il Sole 24 Ore

Sergio Maldini (1923-1998) è stato scrittore e giornalista e ha vissuto tra Roma e il Friuli. Con Marsilio ha pubblicato I sognatori (1993, premio Hemingway nel 1953), La stazione di Varmo (1994, premio Palazzo al Bosco e premio San Vidal 1995), Bologna brucia (1996) e Descrizioni (1998). Con La casa a Nord-Est ha vinto il premio Campiello nel 1992.

ISBN: 978-88-297-0921-2

8

isbn 978-88-297-0923-6 uscita nel mese di gennaio brossura al vivo 13 × 20 cm pp. 272 euro 9,50 ISBN: 978-88-297-0923-6

9


copertina non definitiva

Winston Graham I quattro cigni La saga di Poldark | 6

Traduzione di Maura Parolini e Matteo Curtoni

Winston Graham (1908-2003), nato a Manchester e poi trasferitosi a diciassette anni a Perranporth, in Cornovaglia, è stato un prolifico romanziere inglese, noto principalmente per la saga di Poldark, la grande opera della sua vita in dodici volumi che ha ispirato ben due serie televisive, e per il thriller Marnie, portato sul grande schermo da Alfred Hitchcock.

La saga di Poldark 1. Ross Poldark 2. Demelza 3. Jeremy Poldark 4. Warleggan 5. La luna nera 6. I quattro cigni 7. La furia della marea 8. Lo straniero venuto dal mare 9. La danza del mulino ISBN:

isbn 978-88-297-0924-3 uscita nel mese di gennaio brossura al vivo 13 × 20 cm pp. 544 euro 13,00 978-88-297-0924-3

copertina non definitiva

La saga di Poldark | 7

Traduzione di Maura Parolini e Matteo Curtoni

«Winston Graham ha una marcia in più rispetto a qualsiasi altro autore» The Guardian

Cos’è stato davvero l’esodo istriano del secondo dopoguerra? Come ha cambiato la fisionomia e le sorti di un territorio? E come ha stravolto le vite dei molti esuli e di quei pochi che scelsero di rimanere? Nemmeno il tempo è stato capace di cancellare il trauma subito, che via via è riemerso dalle pieghe della storia per andare incontro a una dolorosa rielaborazione. Anna Maria Mori, che con la famiglia lasciò la nativa Pola per l’Italia, ha sentito il bisogno di ripercorrere quelle vicende attraverso il confronto epistolare con Nelida Milani, che a suo tempo scelse invece di restare, rinunciando alla lingua, a molti affetti, alle consuetudini di un mondo che, con ferocia, veniva snaturato. Il dialogo che anima queste pagine restituisce intatta, a distanza di settant’anni, la condizione di estrema fragilità e spaesamento, il dolore di un popolo diviso, il sofferente vissuto di entrambe le parti: l’umanità dei «rimasti» e quella degli «andati». Mentre gli spettri dell’esilio e dell’intolleranza sembrano incombere nuovamente sull’Europa e sul mondo intero, appare più che mai necessario fare i conti con questa storia e con gli interrogativi che ancora la accompagnano, perché, scrive Guido Crainz nella prefazione, «ci parla anche (e talvolta soprattutto) dell’Italia. Della sua insensibilità di allora e dei decenni che sono seguiti. Del suo non essere realmente nazione, perché altro sarebbe stato l’animo di una nazione vera». Anna Maria Mori è nata a Pola, ha studiato a Firenze e vive a Roma. Giornalista, ha lavorato in radio, ha scritto per vari periodici femminili, per «Il Messaggero» e si è occupata di cultura e spettacoli per «la Repubblica». È autrice di numerosi volumi, tra cui L’anima altrove (2012) e Origami. Figure e figurine del mio Novecento (2017). Con Marsilio ha pubblicato Nove per due. L’ansia del diventare madre oggi (2009).

La saga di Poldark 1. Ross Poldark 2. Demelza 3. Jeremy Poldark 4. Warleggan 5. La luna nera 6. I quattro cigni 7. La furia della marea 8. Lo straniero venuto dal mare 9. La danza del mulino

isbn 978-88-297-0925-0 uscita nel mese di gennaio brossura al vivo 13 × 20 cm pp. 576 euro 13,00

ISBN: 978-88-297-0925-0

10

copertina non definitiva

In uno struggente dialogo tra due donne, il racconto di chi ha scelto la via dell’esilio e di chi è rimasto. Un libro che parla del mondo di ieri ma drammaticamente anche di quello di oggi

Winston Graham La furia della marea

Il Diciottesimo secolo volge al termine. Ross Poldark è diventato membro del parlamento, eletto nel distretto di Truro in competizione proprio con il suo antico rivale George Warleggan. Divide il proprio tempo tra Londra e la Cornovaglia, mentre il suo cuore è diviso dai sentimenti che prova per la moglie Demelza: le crisi passate hanno lasciato ferite amare, eppure il desiderio di riconciliarsi è ancora vivo in entrambi. Il loro complicato amore sarà presto messo a dura prova da un nuovo corteggiatore di Demelza, un libertino senza scrupoli che Ross non esiterà a sfidare a duello. Intorno a loro, anche gli altri personaggi vanno incontro al proprio destino. L’infelice matrimonio di Morwenna con il turpe reverendo Osborne e il suo amore adulterino con Drake subiscono improvvisamente una svolta. Così come tragiche novità sono in vista per Elizabeth, tormentata dalla gelosia di George, convinto che il loro figlio sia in realtà di Ross. E intanto – mentre le passioni umane, nel piccolo paesino di Nampara, si agitano come il mare tempestoso della Manica – nuove generazioni si affacciano alla vita e nuovi intrecci contribuiscono ad arricchire, con forze fresche, la saga di Poldark.

Istria, il vento dell’esilio Prefazione di Guido Crainz

Il sesto romanzo della saga creata dal genio di Winston Graham

Cornovaglia, 1795-1797. Mentre i venti della Rivoluzione francese continuano a soffiare in Europa, dove comincia a brillare la stella del generale Bonaparte, Ross Poldark – riacquistati finalmente la prosperità economica e il rispetto dei suoi concittadini – si trova a dover combattere una nuova battaglia, che vede coinvolte le donne della sua vita. Tutte e quattro – i quattro cigni – sono scosse da crisi profonde: Demelza, la moglie amata e tradita, per la prima volta si sente attratta da un altro uomo, un giovane ufficiale di Marina salvato in Francia dallo stesso Ross; Elizabeth, l’antica fiamma andata in sposa a Warleggan, deve tenere a bada la gelosia distruttiva del marito; Caroline vede messo a dura prova il suo matrimonio con Dwight, così diverso da lei per carattere; e l’infelice Morwenna, ora incinta, non sa più come sopportare le violenze dello sposo, il reverendo Osborne Whitworth. La passione, la lealtà, la vendetta: sono questi i sentimenti che muovono le azioni dei personaggi, costretti ad affrontare le conseguenze delle loro scelte passate e presenti in questo nuovo episodio della saga di Poldark.

Anna Maria Mori, Nelida Milani Bora

«Questo è il libro da cui ho imparato di più. È stato per me – ed è stato e sarà per molti – una grande lezione di storia» Guido Crainz «Bora è un libro attuale, che si ama» Goffredo Fofi

Nelida Milani, nata in Istria, vive a Pola, dove ha insegnato Letteratura italiana all’università. I suoi racconti italiani sono comparsi in antologie pubblicate nella ex Iugoslavia. Nel 1992 ha vinto il premio Mondello opera prima con Una valigia di cartone.

isbn 978-88-297-0911-3 uscita nel mese di gennaio 11

brossura 13 × 20 cm pp. 256 euro 9,50

ISBN: 978-88-297-0911-3


Edith Bruck Chi ti ama così

Salmen Gradowski Sonderkommando

Diario di un crematorio di Auschwitz, 1944 A cura di Pierre Mesnard e Carlo Saletti

«Quando ero nei campi di concentramento e nessuno veniva a liberarmi, mi chiedevo: come può il mondo essersi dimenticato di noi?». Appena dodicenne all’epoca della sua deportazione, Edith Bruck è oggi fra i pochi superstiti dell’Olocausto, che come i messaggeri di Giobbe sono scampati per raccontare. Chi ti ama così è un romanzo autobiografico in cui il debito nei confronti del passato e del dolore non può dirsi mai saldato completamente. Un diario che attraversa il tempo, lo spazio e diverse lingue, per consegnarci intatti l’orrore ma anche la speranza di tornare a vivere: «Ho incominciato a scrivere questo racconto autobiografico alla fine del 1945 in Ungheria, nella mia lingua. Ma durante la fuga in Cecoslovacchia persi il mio quaderno marrone che conteneva anche poesie scritte nell’infanzia e dedicate a mia madre. Ho cercato poi di riscriverlo più volte nei vari paesi dove sono stata. Solo a Roma, tra il 1958 e il 1959, sono riuscita a scriverlo fino in fondo in una lingua non mia». Edith Bruck è nata in Ungheria. Dopo la deportazione, bambina, nei lager nazisti, ha vissuto in diversi paesi e dal 1954 abita a Roma. Autrice di romanzi, racconti, raccolte di poesia e di tre film, con Marsilio ha pubblicato Due stanze vuote (1974), Nuda proprietà (1993), Transit (1995), L’attrice (1995), Il silenzio degli amanti (1997), L’amore offeso (2002) e Signora Auschwitz (2014). Recentemente sono usciti La rondine sul termosifone (2017) e Ti lascio dormire (2019).

isbn 978-88-297-0912-0 uscita nel mese di gennaio

brossura 13 × 20 cm pp. 112 euro 8,00

Un prezioso memoriale per conoscere la drammatica condizione di vita quotidiana nella fabbrica della morte di Auschwitz

copertina non definitiva

copertina non definitiva

«Una testimonianza appassionata e indimenticabile della sua discesa agli inferi» Primo Levi

Il Sonderkommando, la squadra speciale di detenuti ebrei obbligati a lavorare nelle camere a gas e nei crematori di Auschwitz-Birkenau, ha in Salmen Gradowski il suo maggiore testimone. Scritto molto probabilmente nella primavera del 1944, questo diario è il primo documento pubblicato che racconta il cuore della terribile esperienza dello sterminio degli ebrei all’interno dei lager tedeschi, destinati a distruggere l’intero popolo ebraico dell’Europa e coloro che nel progetto nazista di Nuovo Ordine Europeo non avrebbero mai avuto il diritto alla vita. Gradowski scrisse con la morte addosso, per raccontarci di uomini che sono riusciti a resistere al male anche grazie al pensiero di poter consegnare ai vivi la loro storia disperata, vincendo per sempre l’oblio. Salmen Gradowski, ebreo polacco, nacque nel 1909 a Suwalki, vicino al confine lituano, e venne deportato ad Auschwitz nel dicembre del 1942. Assegnato al Sonderkommando di Birkenau, fu ucciso dai nazisti probabilmente il 7 ottobre 1944, dopo la rivolta di parte della squadra speciale in servizio ai crematori. È autore di alcuni scritti testimoniali, redatti in lingua yiddish durante il periodo di prigionia e sepolti nel terreno di Birkenau, ritrovati nei mesi successivi alla liberazione del campo.

«Se appena riesco a far cambiare idea a 3-4 giovani fascisti, non sarà stata inutile né la mia sopravvivenza, né la mia vita»

«Di Auschwitz non si saprà mai tutto perché alcuni accadimenti sembrano destinati a rimanere senza parole» Elie Wiesel

«La voce che viene da queste pagine è ugualmente forte e perenne: quella dell’umanità travolta che urla, senza odio, la sua condanna agli arcangeli della vita» Guido Vergani

«Quest’opera merita un posto d’onore in quella “letteratura sui lager” che trova in Levi e in Solzenicyn i suoi massimi esponenti. Questo diario può sicuramente essere considerato alla pari di capolavori quali Se questo è un uomo e Una giornata di Ivan Denisovič» Millenovecento

ISBN: 978-88-297-0912-0

12

isbn 978-88-297-0914-4 uscita nel mese di gennaio 13

brossura 13 × 20 cm pp. 224 euro 9,50

ISBN: 978-88-297-0914-4


20 21

GENNAIO MARZO


Novità

Philippe Jaccottet

QUEGLI ULTIMI RUMORI…

ISBN 978-88-8306-322-0

9 788883 063220

A cura di Ida Merello e Albino Crovetto pag 176 euro 16,00 | In libreria gennaio 2021 isbn 978-88-8306-322-0

Quegli ultimi rumori… è un raffinato gioiello di Philippe Jaccottet, uno degli ultimi grandi maestri della letteratura del Novecento ancora viventi. Dalle barricate di Couperin ai frammenti di Kafka, il brusio denso e sottile dei secoli insiste sul presente, forma un basso continuo da cui a volte si alza una sola nota: il racconto piano, quasi orizzontale, con cui è trascritta l’angoscia di certi sogni; il doloroso tableau-vivant di un lutto; la nostalgia di una forma classica ormai impossibile; quegli ultimi rumori che non smettono di propagarsi, quelle ultime fioriture che parlano ancora e dettano l’annotazione fulminea e ragionata; quel nido che insieme protegge e unisce: puntini di sospensione per rinviare un congedo che è autentico solo se lascia un segno per gli altri.

Philippe Jaccottet, nato il 30 giugno 1925 nella Svizzera francese, da più di sessant’anni vive a Grignan, nell’Auvergne, insieme alla moglie, la pittrice Anne-Marie Haesler. Solitario, ma solidale con i più significativi poeti del Novecento, come Bonnefoy, Dupin e Du Bouchet, stringe amicizia anche con scrittori e poeti italiani, soprattutto Ungaretti. Comincia a scrivere molto presto, alternando poesie a prose brevi: in italiano sono usciti, tra gli altri, Arie (Airs, tradotto da Albino Crovetto), Il barbagianni (L’Effraie), L’ignorante (L’Ignorant), Paesaggi con figure assenti (Paysages avec figures absentes). La sua produzione poetica si accompagna a un’intensa attività critica e traduttiva da greco, tedesco e italiano. Magistrali le sue versioni da Leopardi.


Riedizione

Aldo Nove

FUOCO SU BABILONIA!

ISBN 978-88-8306-324-4

9 788883 063244

A cura di Gemma Gaetani Introduzione di Elio Pagliarani pag 160 euro 15,00 | In libreria febbraio 2021 isbn 978-88-8306-324-4

Fuoco su Babilonia!, uscito in prima edizione nel 2003 e da tempo introvabile, restituisce finalmente alle lettrici e ai lettori un percorso poetico decisivo, cominciato molti anni prima della nascita del “fenomeno” narrativo Aldo Nove, la cui essenza fondamentale è interamente contenuta nelle liriche di questa raccolta. L’ironia, il nonsense, la mimesi pop – calibrate con straordinaria (e precocissima) competenza metrica e stilistica – sono le forme assunte da Aldo Nove come logica conduttrice del suo formidabile discorso poetico, sempre teso alla ricerca del vero e dell’Altro da sé, secondo l’insegnamento dei suoi maestri prediletti (in sorprendente convergenza) Nanni Balestrini e Milo De Angelis.

Aldo Nove (pseudonimo di Antonello Centanin) è nato a Viggiù, in provincia di Varese, nel 1967. A 19 anni, finiti gli studi classici e iscritto a Filosofia, pubblica, a cura di Milo De Angelis, il suo primo libro di versi, Tornando nel tuo sangue, per la casa editrice Polena, poi ristampato da Crocetti, con il successivo Musica per streghe (con introduzione di Giampiero Neri) e altri testi giovanili, in Fuoco su Babilonia! (2003). Ha poi edito, in versi, Nelle galassie oggi come oggi. Covers (Einaudi 2001), con Raul Montanari e Tiziano Scarpa; Maria (Einaudi 2004), A schemi di costellazioni (Einaudi 2009), Poemetti della sera (Einaudi 2020). Ha scritto diversi romanzi e racconti, tra cui Woobinda (Castelvecchi 1996), a cura di Nanni Balestrini; Amore mio infinito (Einaudi 2001), La vita oscena (Einaudi 2011), da cui l’omonimo film di Renato de Maria, e Tutta la luce del mondo (Bompiani 2014). Per l’Istituto Treccani ha pubblicato il volume I tarocchi, con Mimmo Paladino (2017).


Riedizione

Ghiannis Ritsos

EROTICA

ISBN 978-88-8306-326-8

9 788883 063268

Traduzione di Nicola Crocetti pag 128 euro 12,00 | In libreria febbraio 2021 isbn 978-88-8306-326-8

Niente più della poesia, sembra dirci Ritsos, può esprimere la forza travolgente dell’eros. Nelle tre raccolte comprese in Erotica (Piccola suite in rosso maggiore, Corpo nudo e Parola carnale) l’amore è cantato da Ritsos in tutte le sue manifestazioni. Ora tenero, ora spirituale, ora selvaggio, ora carnale, l’amore racchiude in sé il senso ultimo del mondo, la sua cifra occulta, celata nel corpo della persona amata ma anche nella natura: la lussureggiante natura greca, fatta di suoni, profumi, luce, sensualità purissima, diventa così partecipe dei sentimenti umani, e assurge a simbolo della forza creatrice dell’amore, della sua carica vitale ed esistenziale.

Ghiannis Ritsos è uno dei maggiori poeti del Novecento. Nasce nel 1909 a Monemvasià, nel Peloponneso, in una famiglia benestante segnata dai lutti e dalla follia. Dopo le scuole superiori si trasferisce ad Atene per frequentare l’università, ma contrae la tubercolosi e rimane per tre anni in sanatorio. Uscito, fa vari lavori, tra cui il copista per una banca, l’attore e il correttore di bozze. Militante di sinistra in una Grecia governata da dittature militari, viene a più riprese arrestato e deportato in vari campi di concentramento, i suoi libri bruciati e messi al bando, sia durante l’occupazione nazifascista della Grecia, sia durante la dittatura dei colonnelli (1967-1974). Autore assai prolifico, comincia a scrivere versi da giovanissimo, e in mezzo secolo di attività pubblica più di 150 raccolte, molte delle quali segnate da una fortissima aspirazione alla giustizia sociale, altre marcate da un’elaborata ricerca esistenziale. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti in patria e all’estero, e molte sue opere sono state musicate da importanti musicisti.


Riedizione

Nasos Vaghenàs

BALLATE OSCURE

ISBN 978-88-8306-323-7

9 788883 063237

Traduzione di Filippomaria Pontani Introduzione di Filippomaria Pontani pag 144 euro 14,00 | In libreria marzo 2021 isbn 978-88-8306-323-7

Con quali strumenti si può scrivere poesia oggi? Questa è, in buona sostanza, la partita che si gioca in questo libro: il tentativo di una vera e propria “riconsacrazione” della parola poetica. La poesia di Nasos Vaghenàs è ricchissima di riferimenti più o meno dichiarati alla tradizione letteraria e artistica greca ed europea, trattati però con una leggerezza e un’autonomia che ne fanno una lirica dotta ma non iniziatica, sul crinale tra la raffinatezza e l’aristocraticità. La poesia delle Ballate oscure è dunque una poesia di caratura pienamente europea, che si vuole “nuova” guardando all’antico, e configura un modello destinato ad ampliare e ad aprire lo spazio letterario della Grecia d’oggi, lanciando una sfida espressiva di grande portata per i poeti che verranno.

Nasos Vaghenàs è nato nel 1945 a Drama, nella Grecia settentrionale. Ha studiato letteratura alle Università di Atene, Roma e Cambridge. Ha pubblicato cinque raccolte di versi: Campo di Marte (1974), Biografia (1978), Le ginocchia di Roxani (1981), Vagabondaggi di un non viaggiatore (1986), La caduta dell’uomo volante (1989), un libro di prosa: La corporazione (1976), e quattro volumi di saggi sulla poesia: Il poeta e il danzatore (1979), Il labirinto del silenzio (1981), La veste della Dea (1988), Poesia e traduzione (1989). Ha insegnato Teoria e critica della letteratura all’Università di Atene, di cui è professore emerito.


Riedizione

Daniele Piccini

INIZIO FINE

ISBN 978-88-8306-327-5

9 788883 063275

pag 128 euro 12,00 In libreria marzo 2021 isbn 978-88-8306-327-5

Filologo e critico letterario, Daniele Piccini è una delle voci più intense e preziose del panorama letterario italiano. Esito altissimo di un percorso poetico ormai ventennale, Inizio fine è il frutto originale e sorprendente – e sempre tecnicamente provvedutissimo – di un lungo e attento ascolto dei grandi maestri della tradizione: tra lo sconcerto leopardiano per l’orribile “mistero delle cose e della esistenza universale” e la luziana pietà per l’“oscura carne” delle creature, la poesia di Piccini vuole dare voce – con fraterna dedizione – ai “lamenti dei cuori più affannati”, portare caritatevole “notizia delle cose / che nell’ombra ci appaiono e nel turbine”.

Daniele Piccini (1972) insegna Filologia della letteratura italiana all’Università per Stranieri di Perugia. Come critico letterario, ha concentrato la sua riflessione sulla poesia italiana contemporanea nell’antologia La poesia italiana dal 1960 ad oggi (Rizzoli 2005; 2012). Ha pubblicato i saggi Letteratura come desiderio (Moretti & Vitali 2008) e La gloria della lingua. Sulla sorte dei poeti e della poesia (Morcelliana 2019). In veste di filologo, ha curato l’edizione critica delle Rime di Sennuccio del Bene, un’edizione commentata del Ninfale fiesolano di Boccaccio e i testi di altri poeti trecenteschi. Oltre a Inizio fine, ha pubblicato le raccolte di versi Terra dei voti (Crocetti 2003), Canzoniere scritto solo per amore (Jaca Book 2005), Altra stagione (Aragno 2006), Regni (Manni 2017).


Riedizione

Antonis Fostieris

NOSTALGIA DEL PRESENTE

ISBN 978-88-8306-325-1

9 788883 063251

Traduzione di Nicola Crocetti e Massimo Cazzulo Introduzione di Massimo Cazzulo pag 112 euro 12,00 | In libreria marzo 2021 isbn 978-88-8306-325-1

Antonis Fostieris è una delle voci più sensibili e rappresentative della poesia greca contemporanea. Oltre che poeta, è traduttore e saggista. Assieme a Thanassis Niarchos ha fondato e diretto per molti anni la prestigiosa rivista letteraria I Lexi (La Parola). Più di venti volumi delle sue opere sono stati tradotti nelle lingue principali e pubblicati in vari Paesi, tra cui Italia, Francia e Stati Uniti. Ha ricevuto i più prestigiosi riconoscimenti letterari greci. I testi antologizzati in Nostalgia del presente coprono un arco di tempo di oltre vent’anni, e sono trascelti da quattro delle sue dieci raccolte: Amore oscuro, Il futuro e l’imperativo della morte, Il diavolo ha cantato a tempo, Il pensiero appartiene al dolore.

Antonis Fostieris è nato nel 1953 ad Atene. Ha studiato Giurisprudenza all'Università di Atene e Storia del Diritto a Parigi. Dal 1971 ha pubblicato dieci raccolte di versi e il volume Tutte le poesie 1970-2005. Fostieris è un poeta doctus che si alimenta con sapiente ironia dei filoni più vivi della propria tradizione (come Sofocle, Kavafis o i filosofi presocratici), esplora i diversi significati della lingua greca, senza rifiutare il confronto con i codici linguistici della poesia contemporanea.


POESIA


Il servizio di apertura del n. 5 di “Poesia” è dedicato a Federico García Lorca e alla sua raccolta Poeta en Nueva York, composta novant’anni fa durante la permanenza del poeta alla Columbia University (1929- 1930). Considerata l’apice dell’opera lorchiana, la raccolta fonde temi politico-sociali e modi espressivi del Surrealismo. Il servizio su L’urlo del mare e il buio di Malcolm Lowry anticipa la pubblicazione presso Feltrinelli dell’unica raccolta di versi del grande narratore inglese, autore del celebre romanzo Sotto il vulcano. Le poesie, tutte di carattere autobiografico, ripercorrono i suoi vagabondaggi per mare e per terra e le sue riflessioni sotto il vulcano. Fabio Scotto, tra i più noti francesisti italiani, propone una nuova versione di una delle maggiori opere di poesia della seconda metà del secolo scorso, Dans le leurre du seuil (Nell’insidia della soglia, del 1975) di Yves Bonnefoy. La quinta puntata della rubrica di Silvio Ramat, “La giovinezza della poesia in Italia”, si occupa di Guido Gozzano (1883-1916).

ISBN 978-88-8306-299-5

9 788883 062995

Rivista Poesia 5 | pag 128 | euro 13,00 formato 16 x 24 cm | In libreria gennaio 2021 isbn 978- 88-8306-299-5


1

GIROVENDITA 1-2-3 2021


Yeah! 100 storie incredibili di giovani rivoluzionari che vogliono un futuro migliore Gilda Ciaruffoli con la prefazione di Lorenzo Jovanotti

collana “Le grandi raccolte” formato 17×24 cm confezione cartonato pagine 224 in libreria gennaio prezzo € 16,90

7+

Una raccolta che nasce per far conoscere e celebrare 100 tra i personaggi più rivoluzionari che si sono distinti in giovane età, in diversi campi di interesse, per migliorare il mondo. Storie note e meno note di ragazzi che hanno lasciato il segno, cambiando il loro tempo e quello a venire. Tra essi troviamo: Greta Thunberg, la sedicenne che con le sue parole ha messo l’ambiente al centro dell’attenzione internazionale come nessuno prima di lei era riuscito a fare; Boyan Slat, che a soli 17 anni elabora un sistema che sfrutta le correnti marine per raccogliere la plastica dispersa nelle acque del Pacifico; Alfonsina Strada, che nel 1924 partecipa al Giro d’Italia maschile, dimostrando al mondo che il ciclismo non è uno sport per soli uomini; Fanny Ben-Ami, che a 13 anni beffa l’esercito nazista e mette in salvo venti bambini ebrei. Un libro importante, ispirazionale, per dimostrare che non si è mai troppo piccoli per salvare il mondo.

Gilda Ciaruffoli è giornalista pubblicista, editor, content writer e autrice. Negli anni ha collaborato come freelance alla redazione di diverse riviste mensili, ricoprendo anche il ruolo di editor e coordinatrice di redazione. Elabora contenuti per il web e ha lavorato alla stesura di libri tematici.

con la prefazione di

Lorenzo Jovanotti

2

ba m b i n i


«Segui la melodia che hai dentro e cambia il mondo!» Lorenzo Jovanotti

argomenti di vendita La prefazione scritta da Lorenzo Jovanotti: una lettera aperta ai ragazzi in cui il cantante li incoraggia a prendere spunto dalle vite di questi giovani rivoluzionari per non arrendersi di fronte alle difficoltà e fare delle loro vite qualcosa di unico. Il successo dei format “biografie illustrate”, come Storie della buonanotte per bambine ribelli e Perché? 100 storie di filosofi per bambini curiosi. La rilevanza delle tematiche dell’attivismo, da quello ambientale di Greta Thunberg, a quello femminista di Emma Watson, a quello per i diritti di Malala Yousafzai. Una rosa di illustratori che ha dato un volto “artistico” a ogni personaggio, impreziosendo il volume.

sullo stesso scaffale Amici da leggere Eroi a quattro zampe 100 storie di atleti per piccoli e grandi campioni

ba m b i n i

3


Ti racconto i campioni della Juventus 50 fuoriclasse che hanno fatto la storia del club bianconero

collana “Le grandi raccolte” formato 19,2×22,8 cm confezione cartonato pagine 240 in libreria febbraio prezzo € 18,50

7+

Antonio Cabrini - Paolo Castaldi

COPERTINA PROV VISORIA

Una raccolta illustrata delle biografie narrative dei campioni che hanno fatto la storia della Juventus, selezionate e scritte da Antonio Cabrini, storico difensore della “Vecchia Signora” e della Nazionale che vinse il Campionato del Mondo 1982. Un excursus che parte dalle indimenticabili storiche glorie della squadra, come Sivori, Bettega, Boniperti, Furino, passando per i magnifici anni Ottanta di Zoff, Scirea, Platini e i Novanta di Del Piero, Nedved e Baggio, arriva ai giorni nostri con Buffon, Cristiano Ronaldo e Chiellini. Ciascuna biografia, oltre a dare informazioni sul calciatore (scheda tecnica, palmares…) si concentra soprattutto sul racconto “personale” dell’autore, offrendo il punto di vista unico e privilegiato di un grande calciatore che i migliori campioni li ha conosciuti, sul campo e fuori, regalandoci anche episodi e aneddoti inediti.

Le biografie e le schede tecniche dei 50 CAMPIONI più rappresentativi del club bianconero, curate da un grande calciatore che li ha conosciuti, o ha tifato per loro, e li racconta attraverso ricordi e aneddoti personali.

Antonio Cabrini (Cremona, 1957) è ritenuto uno dei primi terzini moderni e uno dei maggiori interpreti del ruolo a livello mondiale. Protagonista di grande spessore e simbolo di un calcio pulito, Cabrini legò il proprio nome principalmente alla Juventus, squadra in cui militò per tredici stagioni a cavallo degli anni 1970 e 1980 e di cui fu capitano dal 1988 al 1989. Nel 1982 vinse la Coppa del Mondo con la Nazionale di Enzo Bearzot, segnando il gol contro l’Argentina di Maradona ed entrando nella leggenda. Nel 2007 divenne CT della Nazionale di calcio della Siria. Nel 2012 fino al 2017 è stato alla guida della Nazionale Italiana di calcio femminile, donando visibilità ed esperienza a tutto il movimento. Paolo Castaldi (1982), milanese, è fumettista e visual artist. I suoi lavori, editi in Italia e all’estero, hanno vinto numerosi premi. Nel 2018 pubblica Zlatan, graphic novel che segna il suo debutto per la collana “Feltrinelli Comics”. Il suo ultimo lavoro è La buona novella.

4

ba m b i n i


argomenti di vendita La rilevanza di Antonio Cabrini, indimenticabile ex difensore della Juventus e della Nazionale, allenatore di successo della Nazionale femminile dal 2012 al 2017. Oggi continua a partecipare a trasmissioni televisive, rilasciare interviste e a essere un volto noto per il grande pubblico. La narrazione in prima persona di un campione tra i campioni: Cabrini racconta i calciatori che ha ammirato, conosciuto e con i quali ha giocato, svelando aspetti, aneddoti e particolari inediti “da spogliatoio”, non noti al grande pubblico: chicche che ogni tifoso vorrebbe sapere! Un libro – e una potenziale collana – trasversale che può coprire target molto differenti e piacere a tutta la famiglia: dal padre tifoso, al ragazzo appassionato, al bambino che inizia a seguire la squadra del cuore. Il successo dei format “biografie illustrate”, come Storie della buonanotte per bambine ribelli e Perché? 100 storie di filosofi per bambini curiosi di Umberto Galimberti. Oltre 100 ritratti illustrati dalla matita di Paolo Castaldi, fumettista apprezzato già autore Feltrinelli Comics, che darà un sapore originale al volume, con un tratto e uno stile crossover che piaceranno sia ai bambini che agli adulti.

un regalo perfetto per tifosi grandi e piccoli! dopo ti racconto i campioni del milan, il secondo volume di una collana dedicata ai club calcistici più importanti, sia italiani che internazionali.

ba m b i n i

COPERTINA PROV VISORIA

della stessa serie Ti racconto i campioni del Milan

5


Il Lupo che visitò Parigi

collana “Amico Lupo” formato 25×25 cm confezione cartonato bombato con lamina pagine 32 in libreria febbraio prezzo € 9,90

4+

Orianne Lallemand - Éléonore Thuillier

Lupa sogna di visitare Parigi, ma Lupo non sopporta le grandi città e tutta quella confusione… Così, Lupa parte da sola. Pentito di non averla accompagnata, Lupo decide di cercarla per le vie della capitale. Tra i magnifici monumenti e i famosi palazzi della città dell'amore, riuscirà Lupo a ritrovare la sua amata Lupa?

una nuova, avvincente avventura del lupo più amato dai bambini!

argomenti di vendita Orianne Lallemand, nata in Francia nel 1972, è scrittrice, svolge attività di animazione per bambini presso le scuole e le biblioteche e si occupa dei suoi quattro figli.

Éléonore Thuillier illustra libri per l’infanzia. Lavora impiegando principalmente gli strumenti tradizionali, quali matite, pittura con colori acrilici e ad acquerello, talvolta unendovi la tecnica digitale.

6

400.000 copie vendute dei precedenti titoli della collana. La forza comunicativa del personaggio. Il successo in Francia: oltre due milioni di copie vendute.

ba m b i n i


Diventa grande con Lupetto

collana “Amico Lupo” formato cofanetto 17×17,8×5 cm formato libri 16×16 cm confezione cofanetto con 4 libri pagine 20×4 libri in libreria gennaio prezzo € 19,90

Orianne Lallemand - Éléonore Thuillier

2+ 4 storie tenere e divertenti per imparare a usare il vasino, abbandonare il ciuccio, non avere più paura del buio e lavarsi da soli… insomma, diventare grandi in compagnia di Lupetto. Il cofanetto contiene i volumi: Lupetto usa il vasino, Lupetto vuole il ciuccio, Lupetto ha paura del buio, Lupetto si lava da solo.

argomenti di vendita

contiene i volumi: lupetto usa il vasino, lupetto vuole il ciuccio, lupetto ha paura del buio, lupetto si lava da solo

Il successo internazionale di Lupo e Lupetto, sempre più amato dai piccoli lettori e da genitori e insegnanti della scuola dell’infanzia. Un’offerta editoriale sempre più ampia, capace di soddisfare ogni desiderio ludico e narrativo dei bambini, e le esigenze educative e didattiche degli adulti. Formati sempre nuovi e vari che piaceranno a grandi e piccini, confezioni di pregio e qualità, perfette da regalare!

nella stessa collana La valigetta dei primi passi di Lupetto La valigetta di Lupetto Il gioco della buonanotte di Lupetto Lupetto ama… - cofanetto Buonanotte Lupetto Lupetto - Il bagnetto Lupetto - Al mare Lo specchio delle emozioni di Lupetto A tavola con Lupetto Impara a contare con Lupetto Il libro puzzle di Lupetto Le 7 storie di Natale di Lupetto Le 7 storie della buonanotte di Lupetto p

8

Lupetto e i giorni della settimana Lupetto scopre i veicoli Il libro della calma di Lupetto Lupetto ama la sua nonna Lupetto ama la sua baby sitter Lupetto ama la sua maestra Lupetto alla fattoria Lupetto è educato Lupetto festeggia il compleanno Lupetto va a trovare i nonni Lupetto ama il suo papà Lupetto ama la sua mamma Lupetto p ama Babbo Natale

Lupetto si lava da solo Lupetto vuole fare il capo Lupetto festeggia il Natale Lupetto va dal dottore Lupetto va a scuola Lupetto ha paura del buio Lupetto usa il vasino Lupetto mangia solo pastasciutta Lupetto diventa fratello maggiore Lupetto va in vacanza Lupetto dice sempre no Lupetto non vuole condividere Lupetto vuole il ciuccio

ba m b i n i


O

BA FI F

d’

A C CIAI

Una capra da salvare Chiara Balzarotti - Andrea Salaris

I POMPIERI, gli eroi dei bambini! Fox e i suoi compagni sono una squadra di pompieri che ogni giorno affronta una pericolosa missione: che ci sia un incendio da domare, un gattino su un albero da salvare o un’invasione di api a scuola, loro sono sempre pronti, in prima linea per salvare persone e cose, riportando l’ordine… e il buonumore!

collana “Fox Baffi d’acciaio” formato 25x25 cm confezione

cartonato imbottito pagine 40 in libreria febbraio prezzo € 9,90

5+

Una capretta è rimasta bloccata sopra uno spuntone di roccia a strapiombo sul torrente… Fox e la sua squadra devono correre in suo aiuto! Per recuperare la capretta sana e salva, Fox dovrà affrontare due pericoli: calarsi lungo la parete rocciosa con la fune e… affrontare il vecchio pastore adirato che parla un dialetto incomprensibile!

COPERTINA PROV VISORIA

argomenti di vendita

Chiara Balzarotti è nata a Biella. È autrice di libri per bambini e creativa. Gira l’Italia in lungo e in largo incontrando, durante laboratori manuali e di lettura, bambini di ogni età. Collabora con diverse case editrici per le quali progetta libri-gioco; ha scritto e illustrato manuali e albi, pubblicati in Italia e all’estero. Cura rubriche di giochi creativi per riviste dedicate ai bambini e tiene corsi di manualità applicata per insegnanti ed educatori.

Una nuova serie italiana di cui Gribaudo detiene i diritti di sfruttamento per diverse categorie: un lancio importante che affianca ai libri anche i peluche. I pompieri: figure amatissime dai bambini, perfetti messaggeri dei più importanti valori civili (sicurezza, collaborazione, solidarietà) che, nell’immaginario collettivo, sono considerati veri e propri “eroi moderni”. Le storie raccontate sono ispirate a reali interventi: Andrea Salaris, uno dei due autori, è un ex vigile del fuoco che ha messo la sua esperienza al servizio della serie. La collana è studiata come ideale supporto ai laboratori sulla sicurezza nelle scuole. Chiara Balzarotti, autrice e illustratrice, lavora nelle scuole organizzando e gestendo laboratori di vario tipo. Gli autori sono entusiasti all’idea di portare Fox nelle classi, per raccontare ai bambini il mestiere del vigile del fuoco. I personaggi sono animali antropomorfizzati, per rendere le storie accessibili e appetibili anche al pubblico dei più piccoli.

Andrea Salaris è nato a Biella, dove vive e lavora. A 22 anni entra a far parte, quasi per gioco, del corpo dei Vigili del Fuoco. Da allora questo lavoro lo coinvolge in situazioni sempre diverse: interventi pericolosi, alcuni drammatici, incredibili e alcuni anche divertenti. Appassionato di fotografia, ha collaborato alla pubblicazione di due libri. Oggi, ancora una volta quasi per gioco, inizia questa avventura di raccontare in un libro le imprese sue e della sua squadra di pompieri.

nella stessa collana Allarme: api a scuola! Operazione Tigre Volante Incendio e uova sode Box Baffi d’acciaio. Il caposquadra peluche Fiammetta - peluche Notturnio - peluche Pitonio - peluche

10

ba m b i n i


Dov’è Giganto?

collana “Gigantosaurus” antosauru us formato 20,3x20,3 x20,3 cm confezione cartonato rtonato accoppiato

con elementi mobili

Dalla serie tv in onda o su Rai Yoyo, arriva un nuovo libro libro dedicato ai din dinosauri più amati dai piccoli lettori. Amicizia, curiosità e condivisione sono i valori che legano Mazu, M zu, Tiny, Bill e Rocky, sempre alle prese con nuove avventure. Ma Qualcuno ha v visto il terribile Gigantosarus? Apri le finestrelle, scorri s le pagine, scopri le immagini e cerca il temutissimo dinosauro!

pagine 8 con slider ider in libreria febbraio braio prezzo € 10,90 0

3+

COPERTINA PROV VISORIA COPER

Vivi insieme a Mazu, Tiny, Bill e Rocky l’avventura nel mondo Cretaceo alla ricerca di Gigantosaurus! Che cos’è questo rumore? Forse Giganto si nasconde là dietro? È lui che sta ruminando? È sull’albero o dentro la caverna? Leggi e divertiti con i piccoli dinosauri alla scoperta del pauroso Gigantosaurus.

argomenti di vendita Il fascino dei dinosauri e della preistoria incantano da sempre i più piccoli. Gigantosaurus è il famoso libro di Jonny Duddle che ha venduto nel mondo oltre 500.000 copie. I diritti editoriali della serie tv sono stati venduti in molti Paesi tra cui Francia, Canada, Stati Uniti, Germania, Austria, Portogallo, Brasile, Russia e Repubblica Ceca. La pubblicazione dei libri in Italia è affiancata dal lancio di altri prodotti: i giocattoli con Jakks, i videogiochi con Nintendo Switch, i puzzle con Clementoni, le uova di Pasqua con Witor’ e le biciclette con Dino Bikes. La seconda stagione andrà in onda su Disney Plus e Netflix nell’estate 2021 e il film sarà nelle sale cinematografiche nel 2022.

ba m b i n i

nella stessa collana La storia di Gigantosaurus Gigantosaurus. L’uovo perduto Gigantosaurus. Non arrenderti!

11


Non aprire questo libro Una volta per tutte!

collana “Albi illustrati” formato 23×27 cm confezione cartonato pagine 32 in libreria gennaio prezzo € 9,90

Andy Lee

4+

COPERTINA PROV VISORIA

È tornato... sì, ancora una volta! Ma sarà davvero l’ultima? Questa divertente storia delizierà i bambini e gli adulti, che continueranno a girare le pagine impazienti di scoprire cosa succede... sempre se ne hanno il coraggio! Un libro interattivo dall’umorismo semplice e diretto, che permetterà a chi legge di scatenare tutta la propria verve comica e farà sbellicare dal ridere i piccoli ascoltatori.

l’ultimo l’ulti volume (beh, forse…) di forse… serie di una ser successo succe

argomenti di vendita Il successo dei primi tre volumi della serie, soprattutto in GD: il primo è stato ristampato a soli due mesi dall’uscita, e tutti continuano a rifornire. L’originalità e la qualità del progetto di Andy Lee, attore comico che con questa serie – tradotta in 35 lingue – ha venduto più di un milione di copie nel mondo. L’interattività del libro: i bambini si divertiranno come matti a fare quello che il protagonista del libro vieta di fare e gli adulti potranno dare sfogo al proprio istrionismo interpretando un capolavoro di umorismo demenziale.

Andy Lee, australiano, è comico e musicista. È noto per aver lavorato insieme a Hamish Blake come parte del duo comico Hamish & Andy. Di recente si è reinventato come scrittore di libri per bambini, con la serie divertente e originale “Non aprire questo libro”.

12

ba m b i n i


dello stesso autore Non aprire questo libro Non aprire questo libro ti prego! Non aprire questo libro sul serio!

ba m b i n i

113 3


Le più belle storie della tradizione ebraica

collana “Le grandi raccolte” formato 19,6×28 cm confezione cartonato pagine 192 in libreria gennaio prezzo € 14,90

Guia Risari - Cinzia Ghigliano

5+

La mitologia ebraica indica le narrazioni sacre e tradizionali che aiutano a spiegare e simbolizzare l’ebraismo. Molti elementi di questa mitologia hanno avuto un'influenza profonda su quella cristiana e islamica, come sulla cultura universale in genere. In queste storie incontreremo re (Aragorn), dinastie (Shannara), tribù, e creature fantastiche come il Leviathan, il Behemoth, Nephilim e il Golem, figure che ritroviamo ancora oggi, più vivide che mai, nell’immaginario fantasy.

argomenti di vendita

COPERTINA PROV VISORIA

Il successo dei precedenti titoli della collana. L’autrice, profonda conoscitrice dell’ebraismo e della materia ebraica, saprà dare un tocco letterario, ma accessibile, alle storie. Il volume uscirà in libreria per la ricorrenza del Giorno della Memoria. La ricchezza di illustrazioni, presenti in tutte le pagine del libro, e lo stile del disegno, per un’immersione totale nell’affascinante tradizione ebraica.

in uscita per il giorno della memoria, 27 gennaio

Una raccolta di storie ispirate alla mitologia ebraica, che contiene figure e racconti del folklore presenti nelle scritture sacre e non solo.

Guia Risari è nata nel 1971 a Milano, dove ha compiuto studi classici e si è laureata in Filosofia Morale all’Università Statale, lavorando come educatrice e giornalista per “L’Unità”. Si è specializzata in Modern Jewish Studies alla Leeds University con ricerche su Saadia, Maimonide, Mendelsohn, Rosenzweig, Lévinas, Jabès, Rawicz, Bauman, Rose e una tesi di M.A. sull’antisemitismo italiano. In seguito, si è trasferita in Francia, dove, oltre a scrivere e tradurre, ha insegnato e svolto ricerche in sociocritica, storia, letteratura orale e comparata delle migrazioni. Ha pubblicato due saggi, vincendo cinque premi letterari. Scrive anche racconti e testi per l’infanzia. Per Gribaudo ha pubblicato l’albo La stella che non brilla (2019).

14

Cinzia Ghigliano vive a Mondovì. Inizia la sua carriera come fumettista nel 1976 sulle pagine del mensile Linus. Nel 1978 ottiene il prestigioso premio Yellow Kid, a Lucca, come "miglior autore italiano". Nel campo della divulgazione scientifica riceve, insieme a Luca Novelli, il premio Andersen nel 1986. Sviluppa anche la professione di illustratrice nell'editoria per bambini e ragazzi, ottenendo il Premio Gigante delle Langhe nel 2004. Sue opere sono esposte nei Musei del Fumetto di Bruxelles, Angoulême e Lisbona. Come pittrice ha realizzato opere sulle poesie di Cesare Pavese e per le canzoni di Fabrizio de André. Nel 2019 ha vinto il premio Andersen nella categoria "Miglior libro fatto ad arte" per l'albo illustrato Lei. Vivian Maier, edito da Orecchio Acerbo.

ba m b i n i


Le sei storie tutte sbagliate

collana “Le sei storie” formato 19×19 cm confezione cartonato imbottito pagine 96 in libreria febbraio prezzo € 9,90

Maria Loretta Giraldo - Silvia Colombo

4+

COPERTINA PROV VISORIA

Quando scocca mezzogiorno, Cenerentola scappa dal ballo e perde una scarpetta sulle scale; Cappuccetto Rosso va a trovare la zia e lungo il sentiero incontra un lupo cattivo… ma, un momento! In queste fiabe classiche ci sono degli errori! I bambini si divertiranno a trovarli e a correggere il testo… e come per magia le storie torneranno a essere tutte giuste!

Sta affacciata alla finestra Biancaneve una mattina, quando arriva una vecchietta che le dona una susina. Questa è la storia, ma suppergiù, quella più giusta dimmela tu!

Maria Loretta Giraldo, nata a Vallonga (Padova), vive e lavora sulla riviera del Brenta. È da sempre appassionata di filastrocche, ma scrive anche fiabe, racconti e testi scolastici. Ha pubblicato con Giunti, La Coccinella, Il Castoro e, per Gribaudo, Le sei storie della buonanotte. Silvia Colombo è nata nel 1978 in Brianza. Diplomata al liceo artistico, ha completato la sua formazione presso la scuola di Arte e Messaggio del castello Sforzesco di Milano. Ha realizzato il suo sogno: illustrare fiabe e racconti, per incantare piccoli e grandi con la magia del colore. Collabora con numerose case editrici e i libri da lei illustrati sono stati tradotti in diverse lingue nel mondo.

16

ba m b i n i


collana “Primissime letture -QUID+” formato 14×19 cm confezione cartonato pagine 32 in libreria gennaio prezzo € 6,90

5+

I libri per imparare a leggere che crescono con te! Trasmettere la passione per la lettura è uno dei regali più preziosi che possiamo fare al nostro piccolo. Il tempo investito leggendo insieme è tempo di qualità!

di Barbara Franco illustrazioni di Sergio Gerasi

COPERTINE PROV VISORIE

Tre nuove piccole divertenti storie in cui Pietro dovrà porre rimedio ai pasticci di Quid, il suo speciale compagno di giochi: alla scoperta delle emozioni, tra le creature di uno straordinario acquario e tra schizzi d’acqua, in compagnia di un superpompiere...

Quid scopre le emozioni

Un acquario straordinario

argomenti di vendita Il successo di “Quid+” tra addetti ai lavori, insegnanti e genitori. Una collana innovativa, strutturata su livelli di apprendimento, con l’obiettivo di accompagnare il bambino nei suoi primi passi verso la lettura in autonomia. La nascita di un nuovo e divertente character in cui i bambini possono facilmente immedesimarsi e grazie al quale si appassioneranno alla lettura.

Quid superpompiere LINGUAGGIO Lessico, Comunicazione orale, Lettura, Comunicazione scritta, Lingue straniere

Barbara Franco si laurea in Ingegneria Gestionale al Politecnico di Torino per poi specializzarsi nel settore delle imprese con alto valore culturale. Da anni lavora in campo editoriale con le più grandi realtà italiane e internazionali. Nel 2013 è diventata mamma di Pietro. Nel 2015 ha ideato la linea editoriale QUID+ condividendo la sua esperienza e la sua ricerca in campo pedagogico. Affidandosi di prodotto in prodotto ai più grandi specialisti del settore di riferimento, lo scopo di QUID+ è regalare ai bambini gli strumenti per vivere al meglio il proprio futuro.

parlo

nella stessa collana primissime letture - quid+ primissime letture

Regine e pirati nei guai primissime letture

primissime letture

Sul bob

Che calcio!

primissime letture

primissime letture

Che pesci pigliamo?

Al topo, al topo!

Chi ha paura del buio?

Un elefante in mongolfiera

primissime letture

primissime letture

Occhio al pidocchio!

Il mondo in treno

Come in una favola

primissime letture

Ago il mago primissime letture

primissime letture

primissime letture

primissime letture

Mamma, che rabbia! primissime letture

primissime letture

Il ghiro che non dorme

Il topino del dentino

Quid scopre il bosco

primissime letture

primissime letture

primissime letture

Carote in fuga

18

primissime letture

Missione in montagna

Una scheggia in bicicletta!

ba m b i n i


Le mie carte delle emozioni un gioco di intelligenza emotiva

collana “QUID+” formato scatola 15×15×3,5 cm formato libro 14×14 cm confezione scatola + libro + 80 flash card

(7×7 cm) + poster double face (42×28 cm) pagine 16 + 80 flash card

+ poster in libreria gennaio prezzo € 12,90

di Barbara Franco

2+

con la consulenza scientifica di Nicola Tomba illustrazioni di Ferdinando Batistini

COPERTINA PROV VISORIA

Siamo emozione: tutto ciò che facciamo scaturisce da un’emozione. Grazie alle emozioni, impariamo, ricordiamo, socializziamo, cresciamo e affrontiamo le sfide che la vita ci propone. Parlare di emozioni, però, non è sempre semplice, soprattutto per i più piccoli. Questo perché il mondo non è tutto bianco o nero, le nostre emozioni vanno ben oltre l’essere tristi o felici. Esiste, infatti, un universo di sfumature che ci permette di raccontare la realtà nella sua complessità. Dare al nostro bambino gli strumenti necessari per decifrare le sue emozioni e imparare a condividere ciò che prova in modo consapevole significa anche aiutarlo a costruire relazioni sane ed equilibrate. Ecco perché QUID+ fa seguire al successo editoriale Le sfumature delle emozioni, questa nuova scatola gioco Le mie carte delle emozioni, un nuovo prodotto che propone inedite carte-emozione e carte-situazione per divertirci insieme e stimolare il nostro bambino a conoscere il suo mondo interiore e quello degli altri. Questo kit può essere anche utilizzato come ampliamento e integrazione delle attività proposte in Le sfumature delle emozioni.

argomenti di vendita Il libro guida che accompagna il genitore aiutandolo a comprendere lo sviluppo del bambino e offre una chiara spiegazione delle metodologie educative applicate. La scientificità dei contenuti, elaborati con la consulenza di uno specialista del settore e basato sul metodo delle flash card di Doman. Il poster delle emozioni come strumento di gioco e apprendimento. Il successo editoriale del tema delle emozioni. La continuità con altri prodotti della linea, Le sfumature delle emozioni e Il linguaggio delle emozioni, che da soli contano più di 20.000 copie vendute.

Nicola Tomba è dottore in Scienze e Tecniche di Psicologia Cognitiva (Università di Trento). Ha girato il mondo per studiare a fondo le diverse tecniche pedagogiche, acquisendo una vasta conoscenza dei metodi più avanzati per prendere i punti di forza di ognuno e creare la sua personale selezione. Dal 2009 promuove corsi per aiutare i genitori a esprimere il potenziale dei propri figli, e per fornire loro tecniche semplici e pratiche, applicabili in ogni famiglia, che portino al bambino risultati concreti attraverso il divertimento e la scoperta di punti di vista differenti.

EMOZIONI E SOCIALITÀ Inteligenza emotiva, Affettività, Consapevolezza di sè/dell’altro, Regole sociali e di comportamento

io e gli altri

nella stessa collana quid+ Il mago delle tabelline

Quanto manca a domani?

Senti come parlo

Il linguaggio delle emozioni

Le parole per leggere

Tante paure, senza paura

Scopriamo il mondo

Le sfumature delle emozioni

Il superpotere della mindfulness

Scopriamo l’Europa

La mente matematica

Il grande libro del buonumore

Senti come suono

L’inventafiabe

Letture ad alta voce

Tutte le facce delle emozioni

ba m b i n i

Il Rubasillabe 9

788858 025130

19


Le più belle storie di dinosauri, orsi, balene e altri animali giganteschi

collana “Le grandi raccolte” formato 19,8×24 cm confezione cartonato imbottito pagine 192 in libreria gennaio prezzo € 12,90

5+ Luca Azzolini - Laura Giorgi Un avventuroso viaggio nella natura alla scoperta di animali viventi, estinti o da proteggere. Tanti esemplari diversi, tra cui: un poderoso drago di Komodo, che assomiglia ai draghi delle favole e vuole diventare cavaliere del sultano; uno squalo bianco triste perché, quando sorride, i suoi denti scintillanti e aguzzi spaventano tutti i pesci dell’oceano; un enorme titanosauro dal cuore d’oro e una buffa squadra di panda maggiori alle prese con il Torneo di Palla Tonda. Animali immensi, portentosi, giganteschi… ma soprattutto unici!

argomenti di vendita

COPERTINA PROV VISORIA

Il successo dei precedenti titoli della collana. Un autore dalla penna vivace, che ha saputo interpretare la personalità di ogni creatura gigantesca in modo efficace e originale, spaziando dal registro avventuroso a quello più introspettivo. Un volume coloratissimo, allegro, dedicato agli animali di grande stazza!

Luca Azzolini è nato a Ostiglia (in provincia di Mantova) nel 1983 e si è laureato presso l’Università degli Studi di Verona in Scienze dei Beni Culturali nel 2006 e in Storia dell’Arte nel 2009. Ha pubblicato con Piemme, Einaudi e Giunti.

una raccolta di storie in cui i protagonisti sono animali mastodontici dal fascino smisurato!

Laura Giorgi è nata nel 1975 a Torino. Nel 2000 ha iniziato a collaborare con successo con molti editori, giornali, riviste, agenzie pubblicitarie e produttori di giochi, sia italiani che stranieri. Il suo stile è divertente e giocoso, molto amato dai bambini, ma anche dalle persone adulte, che trovano i suoi disegni buffi e malinconici allo stesso tempo.

nella stessa collana Le più belle storie delle Mille e una notte Le più belle fiabe dei fratelli Grimm Le più belle favole degli animali Favole di Esopo Le avventure di Pinocchio Le più belle fiabe di principesse I racconti di Mamma Oca di Perrault Le più belle fiabe di Andersen Le più belle storie di pirati Le più belle storie di draghi e folletti Le più belle storie di maghi e streghe Le più belle fiabe di tutto il mondo Le più belle fiabe della buonanotte

20

ba m b i n i


Le più belle storie di ragni, farfalle, coccinelle e altri animali minuscoli

collana “Le grandi raccolte” formato 19,8×24 cm confezione cartonato imbottito pagine 192 in libreria gennaio prezzo € 12,90

5+ Paolo Valentino - Sara Benecino Un avventuroso viaggio nella natura alla scoperta di animali che popolano giardini e parchi. Incontrerete insetti, uccelli minuti e piccoli mammiferi, tra cui un’ape coraggiosa che vuole salvare il mondo, una farfalla bianca che sogna di essere variopinta, un gruppo di termiti artiste che fanno sculture di legno e il ragno Alberto, alle prese con un nuovo, inaspettato inquilino. Un avventuroso viaggio nel Grande Prato, alla scoperta di animali piccolissimi ma molto preziosi, da rispettare e proteggere.

argomenti di vendita

COPERTINA PROV VISORIA

Il successo dei precedenti titoli della collana. Un autore dalla penna brillante e duttile, che ha saputo dare personalità e carattere anche all’insetto più minuscolo. Un volume coloratissimo, allegro, dedicato agli animali di piccolissima taglia!

una raccolta di storie in cui i protagonisti sono animali minuscoli, ma dalla grande personalità!

Paolo Valentino è nato nel 1982 a Rho, in provincia di Milano. Lavora nell’editoria come redattore, consulente editoriale e ghost writer. È autore di narrativa per adulti e ragazzi, e di poesia. Ha pubblicato con successo per Mondadori Il metodo Catfulness - La felicità insegnata da un gatto, tradotto in molti paesi, oltre ai romanzi Ritratto di famiglia con errore e Tu salvati per SEM. Sara Benecino è nata a Cuneo ma vive a Milano, dove ha lavorato prima per un'agenzia pubblicitaria e poi per una casa editrice di riviste d'informatica, continuando a disegnare nel tempo libero per case editrici e agenzie pubblicitarie. Ha tenuto corsi di “progetti editoriali di libri per bambini” alla Scuola del Fumetto a Milano. Collabora con alcune case editrici nella progettazione di nuove collane di libri per bambini e ragazzi e lavora come grafica e illustratrice freelance sia in digitale che in tradizionale.

ba m b i n i

21


Pollyanna

collana “Vola la pagina” formato 13,5×19 cm confezione cartonato + sovraccoperta

Eleonor H. Porter

pagine 192 in libreria gennaio prezzo € 8,90

poster (53,7×39,2 cm)

7+

Pollyanna Whittier ha 11 anni quando rimane orfana di entrambi i genitori. Viene così affidata alla zia Polly, donna rigida e austera che accetta di prendersi cura della bambina solo per senso del dovere. Pollyanna, però, non si scontra con l’atteggiamento duro della zia, anzi, grazie al suo carattere ottimista e altruista, e al “gioco della felicità”, che consiste nel trovare gli aspetti positivi in qualsiasi situazione, ben presto conquisterà il cuore di tutti gli abitanti del villaggio. Proprio quando anche il cuore di zia Polly inizia a intenerirsi, il destino gioca un altro, brutto scherzo alla piccola Pollyanna.

COPERTINA PROV VISORIA

Eleonor H. Porter (1868- 1920) nacque nel New Hampshire e studiò canto al conservatorio, ma un giorno decise di cambiare strada e si dedicò alla scrittura. Ha scritto romanzi di diverso genere, sia per adulti che per ragazzi, tuttavia è conosciuta soprattutto per essere l’autrice di Pollyanna (1913) e Pollyanna cresce (1915), personaggio che ha ispirato film e serie TV.

STO NIFEFELICITA A A L M ELL

I

D

Usa questo man ifesto come un dove scrivere i diario tuoi se vuoi appe nder pensieri e poi deci di lo nella tua stan za perche' gli altri o ripiegarlo e nasc possano vederlo onderlo in un cass etto.

5

Il g io c

COSE

con un fantastico manifesto della felicità!

D A FA DA FA R E PER SE N TI RSI PI Ù A LL EGR I

Accendi la musi ca e balla con molt a energia! Canta a voce alta sotto la doccia. Quando vai a dorm ire, pensa a una cosa bella che ti è successa durante la giorn ata.

argomenti di vendita Il successo dei precedenti titoli con lo stesso concept (confezione elegante dal taglio cross-over e copertina/poster sorpresa dedicata ai bambini). Una nuova traduzione, firmata da Alessandra Orcese, traduttrice di Wonder di R.J. Palacio e i suoi spin-off. Un grande classico di inizio Novecento, un romanzo commovente e portatore di valori semplici, profondi e attualissimi, che mostra ai bambini che la felicità si può conquistare, se si guarda alla vita con ottimismo e generosità.

22

Scrivi qui 5 cose che ti rendono TRISTE

o 1.

della f e l i ci t a

2.

Grazie al suo “gioc o della felicità”, Pollyanna riesce a superare tutti i momenti diffic ili, a sorridere semp re e a contagiare con il suo ottimismo tutte le persone che la circondan o. Il gioco della felici tà consiste nel trovare lati posit ivi anche nelle situazioni negative, o nel mettere nella giusta pros pettiva i piccoli grandi problemi della vita quotidian a, alleviando così la tristezza o l’ans ia e ritrovando l’alle Tutti possiamo gioca gria. re al gioco della felicità e impa rare a sorridere un po’ di più!

3. 4. 5.

Scrivi qui 5 cose che ti rendono FELI CE

Sorridi e cerca di esse gentile con gli altri. re Abbraccia la mam ma, il papà, i nonni o i tuoi fratelli.

1. Questo manifesto è di

2. 3.

E LA SCATOLA

FELICE

MAT ERIALE Prendi due vecc - 2 vecchie hie scatole e, segu con colori, ades endo la tua fanta scatole da scarp ivi, glitter... Fallo sia, decorale e o sopra vecc su un tavolo che - colori hi fogli si possa pulire e una che rappresen di giornale. Preparane una che (pennarelli, rappresenti la felici ti la tristezza. Face pratica un’incisio tà ndoti aiutare da tempere...) ne nel centro del un adulto, coperchio e reali - adesivi, glitter... Metti le due scato zza una fessura. le sulla tua scriv - forbici un mobile facilm ania, oppure su ente un - foglietti di carta di carta e una penn accessibile, e a fianco appoggia tavolo o sopra ci dei foglietti a. - penna Ogni volta che ti senti triste per qualc ti ha fatto stare osa scrivi su un male, piega il fogli foglietto cosa etto e inseriscilo tristezza. Fai la stessa cosa ogni nella scatola della volta che sei felice ti ha fatto stare bene e inserisci : scrivi quello che il foglietto dentro Se non riesci a farlo la scatola della felicità. subit o, puoi anche comp alla sera prima ilare i foglietti di andare a dorm ire, ricordando durante il giorn quello che è succ o. esso Dopo una settim ana apri le scato i momenti belli o le e scopri se sono quelli tristi. stati di più Anche se la triste zza è un’emozion e normale e le cose di no), l’obiettivo, naturalmente, è brutte succedon cercare di trova o (non bisogna re più occasioni possibili per esser fare finta e felici.

4. 5.

“Le persone più felic non sono necessar i iamente coloro che hann o il meglio di tutto, ma colo ro che traggono il meg lio da ciò che hann o.” Khalil Gibrain

ba m b i n i


“Facile” Due nuovi titoli vanno ad arricchire la collana “Facile!”, con font specifici per facilitare la lettura ai primissimi lettori e ai bambini dislessici.

collana “Facile!” formato 14×19 cm confezione cartonato pagine 32 in libreria gennaio prezzo € 7,90

5+

Alessandra Cattori - Simona Meisser Il ladro di disegni | Nella foresta si aggira un ladro dalla mano lesta. Ma non ruba cibo, borse e le solite robette… No, lui si avvicina di soppiatto alle sue prede – zebre, giraffe, ghepardi… – e ZAC!, ruba i disegni del loro manto. Così, gli animali della foresta si ritrovano senza strisce, macchie e pallini, che disastro! Per fortuna il poliziotto Gianni è già sulle tracce del malvivente.

argomenti di vendita

COPERTINA PROV VISORIA

Un nuovo titolo di Alessandra Cattori che richiama Il ladro di risate, volume amato dai bambini e che ebbe buoni risultati di vendita. L’ottima accoglienza della collana “Facile!”, molto apprezzata dagli insegnanti per la qualità di titoli, grafica, confezione e stampa, e il prezzo contenuto. Un font che facilita la lettura per i primissimi lettori e per i bambini dislessici verso i quali sta crescendo l’attenzione da parte delle istituzioni. Illustrazioni accattivanti e d’effetto, con ambientazioni immersive in una giungla in cui i protagonisti sono animali.

Simona Meisser è nata a Lugano, in Svizzera, nel 1984. Dopo aver frequentato lo IED a Milano inizia a illustrare libri per Einaudi Ragazzi, Il Ciliegio, Fatatrac. Per Gribaudo ha illustrato tutti i volumi scritti da Alessandra Cattori.

Alessandra Cattori è presentatrice televisiva e animatrice radiofonica della Svizzera italiana. Da sempre ama scrivere, soprattutto per bambini. Con Gribaudo ha pubblicato Il ladro di risate e Miss Puzzett. È autrice di spettacoli teatrali per bambini che porta in scena, anche come attrice, per la compagnia teatrale Patatrakkete, di cui è fondatrice.

nella stessa collana Iole, la balena mangiaparole Il topino che si mangiò la luna Il topino che cercava casa Il lupo che voleva fare il giro del mondo Ti regalo la luna Il signor Paltò Pronti, attenti, buh! Il Principe Antipatico Il lupo che voleva cambiare colore Il ladro di risate

24

Il lupo che voleva la festa di compleanno A scuola in elefante La promessa della nonna La felicità ha le ali Il lupo che viaggiava nel tempo La grande prova Il figlio dei draghi Il topino che non aveva paura L’uccellino caduto dal nido Miss Puzzett

ba m b i n i


Matteo De Benedittis - Francesca Buonanno Anna Hillop e lo gnomo Scacciapuzze | Anna Hillop si arrabbia per tutto. Si arrabbia tantissimo! Anna Hillop oggi è arrabbiatissima perché ha perso le sue ciablatte, che non sono normali ciabatte ma enoormi coccinelle di plastica fucsia a forma di ciabatta che Anna indossa quando cerca passaggi segreti, fa giardinaggio, rincorre il cane, guada i fossi… Quindi le sue ciabatte sono puzzolentissime, ma sono anche insuperabili compagne di avventura… e ora le ha perse! Che fine avranno fatto?

COPERTINA PROV VISORIA

Matteo De Benedittis è nato nel 1981 a Reggio Emilia, è insegnante di lettere alle scuole secondarie superiori. Scrive da sempre. Nel 2009 ha pubblicato il saggio di musica e poesia Cantami o DJ… e nel 2017 la storia per bambini Dinotrappole. Per Gribaudo ha scritto Le sei storie della rabbia (2018), Le sei storie dei desideri (2019), Le sei storie della Meraviglia (2020) e Anna Hillop e il drago Bruciabiscotto (2020). Francesca Buonanno nasce ad Ancona nel 1992. Da sempre attratta dal disegno e dall’animazione, si avvicina al mondo dell’illustrazione iscrivendosi all’Accademia di Belle Arti di Macerata. Ricerca la sua forma stilistica all’Académie Royale des Beaux-Arts de Liège in Belgio e frequenta poi il Master Ars in Fabula sviluppando una tecnica personale usando gli inchiostri e pastelli. Per Gribaudo ha illustrato Anna Hillop e il drago Bruciabiscotto.

argomenti di vendita Il secondo libro dedicato a un personaggio buffo e divertente: Anna Hillop, la bambina arrabbiatissima! L’ottima accoglienza della collana “Facile!”, molto apprezzata dagli insegnanti per la qualità di titoli, grafica, confezione e stampa, e il prezzo contenuto. Un font che facilita la lettura per i primissimi lettori e per i bambini dislessici verso i quali sta crescendo l’attenzione da parte delle istituzioni.

ba m b i n i

25


Il mostro della buonanotte Ed Vere

Ti sei mai chiesto se da qualche parte, non troppo lontano, forse esistono… i MOSTRI?

collana “Albi illustrati” formato 24,5×24,5 cm confezione cartonato pagine 32 in libreria gennaio prezzo € 12,00

3+

Cosa succede se un mostro sta cercando uno spuntino notturno? E cosa succede se questo spuntino… sei tu? Aiuto! Un crescendo di brivido e suspense con un epilogo che fa scoppiare dalle risate!

argomenti di vendita Una nuova edizione di un albo molto amato, che torna sugli scaffali grazie proprio alla richiesta costante di librai e genitori affezionati al libro e al personaggio. Un tema evergreen come la buonanotte declinato in modo originale e divertente, un libro pieno di suoni e di colori, con un finale a sorpresa! Un piccolo aiuto per sdrammatizzare alcune paure comuni a molti bambini.

Ed Vere è uno scrittore e illustratore britannico di libri per bambini molto apprezzato. Ha vinto l'Highland Children's Book Award nel 2007 ed è stato selezionato per la medaglia di Kate Greenaway per l'illustrazione nel 2008. Il mostro della buonanotte è stato nominato nel 2011 al Roald Dahl Funny Prize.

nuova edizione sullo stesso scaffale I colori delle emozioni pop-up (1) I colori delle emozioni cartonato accoppiato (2) I colori delle emozioni albo illustrato (3) Il mostro dei colori va scuola L’oca brontolona Il topino che cercava casa Il topino che si mangiò la luna La capra ingorda Il pinguino blu Il topino che non aveva paura Io aspetto te, tu aspetti me Il re del castello

26

1

2

3

ba m b i n i


I miei primi 50 animali

collana “Imparare per gioco” formato 16×16 cm confezione cartonato accoppiato

Francesco Zito

pagine 58 in libreria febbraio prezzo € 10,90

con angoli stondati

1+ Tante pagine colorate per familiarizzare con gli animali e il loro nome. Ogni pagina è dedicata a un animale di un determinato habitat, con una grande illustrazione accompagnata dal nome scritto in maiuscolo. Un volume pensato per favorire l’associazione tra testo e immagine.

Francesco Zito (1987) è nato in un piccolo borgo COPERTINA PROV VISORIA

del Sud Italia e ha studiato all’accademia di Belle Arti di Napoli. Vive a Roma e ama illustrare fiabe classiche e moderne mescolando diversi stili e media artistici. Ha pubblicato, tra gli altri, con Einaudi, Mondadori, Editoriale Scienza e Pearson.

argomenti di vendita Il successo e la richiesta costante dei libri di “primi concetti” nel settore primo apprendimento Un libro concepito per incoraggiare il bambino a scoprire e conoscere il mondo che lo circonda. Il formato maneggevole che raccoglie tanti oggetti, nomi e immagini da guardare, per stimolare la curiosità e incoraggiare lo sviluppo cognitivo. Le illustrazioni vivaci ed efficaci di Francesco Zito, specializzato nei prodotti editoriali per il target 0-3.

sullo stesso scaffale Facciamo le facce Cane e gatto La fattoria

ba m b i n i

Le forme I numeri I colori

I contrari La fattoria La giungla

27


Gli appendilibri

collana “Osservo e imparo” formato 12,5×30 cm confezione cartonato

accoppiato fustellato

Una nuova collana di libri teneri e simpatici dedicati alle prime routine da imparare. Un formato originale: la coda del panda e il collo della giraffa fustellati permettono di appendere il libro alla maniglia della porta, al passeggino, o, semplicemente, il bambino può afferrarli e portarli con sé… a letto o sul vasino!

pagine 10 in libreria gennaio prezzo € 7,90

2+

libri da prendere per la coda!

28

Panda fa la nanna

Giraffa usa il vasino

È l’ora della nanna! Panda si prepara per andare a letto. Indossa il pigiama, si lava i denti, legge una storia con papà e poi chiude gli occhi… sogni d’oro, Panda!

Basta pannolino! Giraffa sta imparando a usare il vasino. Poi si lava le mani con molta attenzione, facendo le bolle col sapone. Infine indossa le mutante e Giraffa si sente già più grande!

ba m b i n i


argomenti di vendita Un formato originale, pratico e spiritoso, che conquisterĂ i bambini: si divertiranno ad afferrare i libri per la coda e ad appenderli dappertutto. Tenere storie in rima che aiutano i bambini a prendere confidenza. con le prime sfide e le prime routine da acquisire. Una grafica trendy, dai pattern con effetto vintage e dai colori brillanti. Il prezzo!

sullo stesso scaffale Fattoria - Schiaccia il naso! Giungla - Schiaccia il naso!

ba m b i n i

29


Insetti e altre creature formidabili

collana “Enciclopedie per ragazzi” formato 22,8×28 cm confezione cartonato pagine 80 in libreria febbraio prezzo € 12,90

Un viaggio sorprendente nel mondo segreto di questi piccoli, grandi amici.

7+ Sotto i nostri piedi c’è un regno abitato da incredibili creature: gli insetti e i loro cugini invertebrati. Ragni, lombrichi, grilli… ma anche api, farfalle, coleotteri e lucciole che si librano nell’aria. Spesso vengono ignorati solo perché sono piccoli, ma si tratta di animaletti affascinanti e importantissimi. Scopri dove vivono, quali ingegnose strategie usano per nutrirsi e difendersi, come cercano il vero amore e perché sono indispensabili al nostro ecosistema.

argomenti di vendita Il successo della collana di enciclopedie a marchio DK-Gribaudo. La serietà scientifica dei progetti di divulgazione proposti da DK e le meravigliose illustrazioni del volume. Il precedente volume della serie, La magia e il mistero degli alberi, ha ottenuto un buon assorbimento. Un volume approfondito e appassionante, per scoprire e sapere proprio tutto dell’affascinante mondo degli insetti.

Jess French è una veterinaria da sempre affascinata dal mondo degli insetti. Claire McEflatrick illustratrice inglese, vive nel Quando non è impegnata a curare gli animali, scrive libri sulle meraviglie della natura e conduce un programma televisivo per bambini dedicato proprio agli insetti: Minibeast Adventure with Jess, sulla rete britannica Cbeebies.

Northamptonshire ed è conosciuta e amata soprattutto per i suoi lavori nell’ambito della cartoleria. Per DK-Gribaudo ha già illustrato La magia e il mistero degli alberi.

nella stessa collana La grande enciclopedia dei dinosauri n.e. 101 grandi esperimenti scientifici

Trattori e altre macchine da lavoro Ruspe, trattori e altri mezzi di trasporto

Esperimenti scientifici

Minerali & gemme

Animali intriganti

Super corpo umano

Superinsetti

Le mappe del cielo

Explanatorium della natura Il regno animale

La grande enciclopedia degli animali Superpianeta

30

Esperimenti scientifici (da fare a casa) La grande enciclopedia del corpo umano

La grande enciclopedia della scienza Come funzionano tutte le cose

La grande enciclopedia dell’universo

Supersquali

L’enciclopedia degli elementi

Supernatura

La scienza anno per anno

Robot

ba m b i n i


Paesi, culture, popoli & luoghi il giro del mondo per immagini

collana “Enciclopedie per ragazzi” formato 21,5×27 cm confezione cartonato pagine 192 in libreria febbraio prezzo € 18,90

7+ Un libro che ti mostrerà quanto è differente un Paese dall’altro, ma che rivelerà anche insospettabili somiglianze. Scopri come si festeggia il Giorno dei Morti in Messico (con una incredibile parata per le strade delle città), l’emozionante fioritura dei ciliegi in Giappone o la stupefacente raccolta dei mirtilli in Svezia. Un viaggio alla scoperta dei Paesi del mondo: geografia, tradizioni, arte, luoghi del cuore… Fai le valigie, volta la pagina e parti insieme a noi!

argomenti di vendita

COPERTINA PROV VISORIA

Il successo della collana di enciclopedie a marchio DK-Gribaudo. La serietà scientifica dei progetti di divulgazione proposti da DK e la qualità dei materiali. I dati di vendita dei precedenti volumi della stessa seriedi enciclopedie. Il mondo come non lo avete mai visto: un apparato visuale e info-grafico ricchissimo, per imparare con un colpo d’occhio le caratteristiche principali di ciascun Paese.

Esperimenti scientifici all’aperto

Alberi, foglie, fiori & semi

Superspazio

Esploratori

Invenzioni La storia di tutte le cose

La grande enciclopedia della storia La grande enciclopedia dei ragazzi

Inventor Lab

Explanatorium della scienza

La magia e il mistero degli alberi

Natura strabiliante

Dinosauri Genius! Sfida te stesso

ba m b i n i

31


I libri con le finestrelle Conosci l’universo degli animali e il mondo della fattoria con questi libri sagomati con finestrelle, tutti da scoprire!

collana “Osservo e imparo” formato 18×18 cm confezione cartonato accoppiato sagomato

con finestrelle pagine 12 in libreria febbraio prezzo € 8,50

2+

Gli animali |

Conosci tutti gli ambienti in cui vivono gli animali: la fattoria, la foresta, l’oceano, la banchisa, la savana e la giungla… Alza le finestrelle e troverai tante curiose sorprese!

ll

fin

10

es

e

con co

tre

argomenti di vendita Un formato originale, maneggevole e resistente per far conoscere ai bambini i nomi degli animali e dei loro habitat. Una primissima divulgazione colorata e divertente. Per stimolare la curiosità, la scoperta e il coordinamento occhio-mano attraverso le finestrelle da aprire e richiudere. Due temi forti che funzionano sempre molto bene sul target.

32

ba m b i n i


La fattoria | Conosci tutti gli ambienti della fattoria e gli animali che ci abitano: il cortile, il campo, la stalla, il porcile, l’ovile e il prato‌ Alza le finestrelle e troverai tante curiose sorprese!

sullo stesso scaffale La parata dei pompieri Storie da toccare La danza della savana Storie da toccare La festa in fattoria Storie da toccare La macchina gialla Storie da toccare

ba m b i n i

33


HCE La scienza delle interazioni umane

collana “Straordinariamente” formato 15×21 cm confezione brossura con alette pagine 200 fotografie e illustrazioni circa 80 in libreria marzo prezzo € 14,90

vendita e ingaggio dei clienti Paolo Borzacchiello, Luca Mazzilli

COPERTINA PROV VISORIA

Questo nuovo libro dedicato al metodo HCE parte dal presupposto che oggi “vendere”, e soprattutto acquisire clienti, è sempre più complesso, per le dinamiche sociali ormai note a tutti gli addetti ai lavori: bombardamento di informazioni, clienti distratti (o spesso confusi) da un lato, dall’altro sempre più consapevoli e informati sulle opzioni disponibili sul mercato. Le ripercussioni, per chiunque si occupa di vendita e marketing, sono evidenti: spesso si va alla cieca, quasi sempre si sprecano soldi e tempo senza concretizzare alcunché. Ma la scienza delle interazioni umane può aiutarci. Gli autori hanno valutato le esperienze di migliaia di persone con le quali hanno lavorato, analizzandone le strategie. Hanno verificato centinaia di approcci, prendendo in considerazione tutti i casi di successo e soprattutto tutti i casi in cui le tecniche tradizionali non hanno funzionato. In puro stile HCE, hanno esplorato le più recenti scoperte neuroscientifiche applicate al comportamento umano, ai processi di vendita e, soprattutto, ai processi di acquisto. Tutto questo si traduce in uno strumento rivoluzionario, pensato per commerciali, venditori, addett marketing e imprenditori di qualsiasi settore.

un metodo innovativo legato alla comunicazione che sta già facendo parlare di sé 34

m a n ua l i


argomenti di vendita La popolarità degli autori, che partono già con una base di lettori molto forte, in aumento costante grazie a corsi di vendita di successo e a un programma Audible su HCE. Il libro conterrà le testimonianze di importanti manager, testimonial di realtà di successo. Il libro precedente di Paolo Borzacchiello su un argomento similare, Le parole per vendere, è uno dei suoi titoli più altovendenti, a oggi oltre 20.000 copie.

Paolo Borzacchiello, nato a Brescia il 25 maggio 1974, è uno scrittore, un consulente e imprenditore italiano. È uno speaker quotato, divide la sua vita fra corsi di formazione sulle interazioni umane, consulenze per le più importanti aziende del mondo e speech che tiene, ogni anno, davanti a migliaia di persone. Ha pubblicato saggi sul potere del linguaggio, ha ideato un innovativo sistema di algoritmi linguistici e ora i suoi romanzi sono diventati best seller, come ad esempio La Parola Magica (Oscar Mondadori), Il codice segreto del linguaggio (ROI edizioni) e Il Super Senso (Mondadori – secondo capitolo della trilogia Il Signore delle Menti). Il fiore all’occhiello della sua carriera è HCE (Human Connections Engineering), la prima scienza che studia il modo in cui gli esseri umani interagiscono e crea modelli per prevedere il risultato di qualsiasi interazione umana. Lui ne è il co-founder, con Luca Mazzilli, e brand ambassador.

Luca Mazzilli, nato a Milano il 17 giugno 1983, è un imprenditore seriale, un consulente del lavoro, un trainer, un programmatore, un insegnante di kung fu e, ora, anche uno scrittore. All’età di 27 anni aveva già contribuito ad avviare direttamente oltre 50 aziende e ora è consulente strategico di centinaia di realtà nazionali e internazionali. Da sempre affascinato dalla comprensione di come funzionano le cose, si è avvicinato al mondo della comunicazione da giovanissimo, per poi approfondire lo studio delle neuroscienze cognitivo-comportamentali, in particolare dei processi decisionali e della comunicazione non verbale. È cocreatore, con Paolo Borzacchiello, di HCE e supervisiona lo sviluppo del modello.

dello stesso autore HCE La scienza delle interazioni umane - vol. 1

m a n ua l i

35


Welcome to the jungle Il primo manuale per giovani in ingresso nel mondo del lavoro

collana “Straordinariamente” formato 14,3×23 cm confezione brossura con alette pagine 288 fotografie e illustrazioni circa 60 in libreria febbraio prezzo € 16,90

scopri il metodo spoilerbox per progettare la tua strada

COPERTINA PROV VISORIA

Lucio Zanca Un manuale studiato prima di tutto come strumento pratico per aiutare i giovani in un frangente complesso e delicato: l’ingresso nel mondo del lavoro. Il libro, realizzato da un autore che, tramite la sua attività all’Università di Bologna, è quotidianamente a contatto con decine di giovani, è calibrato su bisogni, modalità comunicative, parole, colori, illustrazioni, tratti e abitudini relazionali dei ragazzi contemporanei, parla dunque un linguaggio specifico. Un testo che segue il metodo spoilerbox, ideato dall’autore, dove spoiler ha il significato di «prevedere». Attraverso cinque parole chiave (contesto, esperienza, riflessione, azione e valutazione) sarà infatti possibile capire qual è la strada migliore per scegliere e ottenere un impiego. Il libro è anche un’occasione per mettere in relazione due mondi, lavoro e giovani, che fanno fatica a dialogare in modo efficace, e può essere anche un valido sopporto per chi organizza il job placement per le scuole superiori e l’università. Infine, ma non ultimo, l’opera è pensata non solo per i ragazzi e per gli addetti ai lavori, ma anche per tutti quei genitori desiderosi di supportare i propri figli nella ricerca del lavoro ideale.

Lucio Zanca per oltre 20 anni è stato direttore generale di squadre di pallacanestro di serie A: Savolini Pesaro, Virtus Bologna, Premiata Montegranaro e EA7 Emporio Armani Milano, tutti team di livello internazionale. Il suo ampio background gli ha permesso di specializzarsi nello sviluppo delle risorse umane e nella formazione per l'eccellenza professionale. Dal 2015 è docente a contratto presso Alma Mater Università di Bologna, dove si occupa dei progetti speciali: “Verso il lavoro”, “Progetta la tua strada”, “Un passo in azienda”, “Dialoga con l'esperto”, “Dialoga con il top manager”. Dal 2010 svolge l'attività di Talent Designer, occupandosi di competenze trasversali, comunicazione, job placement, team management, intelligenza relazionale, project management, coaching sistemico, personal branding, storytelling, organizzazione sistemica, change management e sviluppo di carriera. Ha ideato Spoilerbox.it, un progetto totalmente dedicato ai giovani in ingresso nel mondo del lavoro. Ha sviluppato delle metodologie esclusive per lo sviluppo personale e professionale: Spoilerbox, Design Your Way, Design Your Team, Design Your Brand, Design Your Talent, Design Your Business, Comunico Bene e Communication over the wor(l)d.

36

m a n ua l i


argomenti di vendita Un metodo nuovo e originale che parla il linguaggio dei giovani. L’autore investirà importanti risorse per la promozione del libro e la creazione del “brand” Lucio Zanca e Spoilerbox. Una tematica molto attuale.

sullo stesso scaffale Capi, colleghi, carriere, questi sconosciuti La guida visuale alla negoziazione

spoilerbox! un metodo innovativo per favorire la comunicazione tra giovani e mondo del lavoro

m a n ua l i

37


Le regole d’oro del Feng Shui la guida definitiva

collana “Straordinariamente” formato 14,8x21 cm confezione brossura con alette pagine 134 fotografie e illustrazioni 30 in libreria gennaio prezzo € 14,90

Rinoie Yuchiku

Molte volte intraprendiamo una ricerca per migliorare la nostra vita, ma non partiamo dal punto più semplice ed essenziale. L’autrice di questo libro, una vera autorità in materia, ci dice che mettere in ordine ciò che ci circonda, disfarsi del superfluo e conservare le nostre cose, approfittando al massimo degli spazi, sono gli elementi chiave per condurre una vita più salutare e attrarre cambiamenti positivi per noi e i nostri cari. Considerato in Giappone come la Bibbia del Feng Shui dal momento della sua pubblicazione, quindici anni fa, questo libro ci insegna come ottenere i suddetti cambiamenti in modo molto pratico. In questa nuova edizione ampliata e illustrata, l’autrice introduce proposte per creare intorno a sé un contesto favorevole, e aggiunge un serie di domande e risposte su vari temi come il matrimonio, la gravidanza, le interrelazioni personali e le attenzioni verso le persone più anziane.

argomenti di vendita COPERTINA PROV VISORIA

Il libro è considerato in Giappone come “la Bibbia del Feng Shui”. Oggi proposto da Gribaudo in edizione aggiornata e illustrata. Oltre 300.000 copie vendute solo in Giappone. I diritti di questa nuova edizione sono già stati venduti in Corea, Francia e Portogallo. Il libro è stato consigliato, in un live Instagram del 14 marzo 2020, da Marie Kondo.

sullo stesso scaffale Rinoie Yuchiku è nata a Tokyo ed è discendente della

Metti in ordine la tua vita

famiglia coreana Richō, che ha trasmesso gli insegnamenti del Feng Shui per generazioni. Yuchiku rappresenta la diciannovesima generazione e come depositaria di questo sapere familiare ha iniziato i suoi studi di Feng Shui all’età di appena tre anni e si sta dedicando a diffonderli non solo in Giappone, ma in tutto il mondo. Per divulgare questo sapere, lavora anche come consigliera di Feng Shui per privati e aziende, partecipa a programmi televisivi, collabora con diverse riviste e tiene lezioni e seminari.

38

m a n ua l i


un libro considerato in giappone “la bibbia del feng shui�, recensito anche da marie kondo

m a n ua l i

39


“Straordinariamente” grandi idee spiegate in modo semplice

formato 19,5×23,5 cm confezione cartonato pagine 352 fotografie e illustrazioni

circa 500 in libreria febbraio prezzo € 22,00

COPERTINA PROV VISORIA

COPERTINA PROV VISORIA

Prosegue la fortunata collana che, con milioni di copie stampate, sta continuando a conquistare i mercati di numerosi Paesi. I volumi sono organizzati con brevi e semplici spiegazioni che vanno dritte al cuore delle principali questioni, senza tralasciare di contestualizzare azioni o avvenimenti. Numerosi diagrammi e incisive didascalie aiutano a ripercorrere le tappe fondamentali dello sviluppo dell’argomento; immagini semplici e immediate ricostruiscono la storia, aiutando a fissare con chiarezza le principali idee e a comprendere senza sforzi le cause di tanti eventi che fanno parte del nostro quotidiano.

Il libro della fisica |

Come può un magnete generare elettricità? Che cos’è l’antimateria? È possibile, teoricamente, viaggiare nel tempo? Con lo stile sempre intuitivo e smart che contraddistingue una collana fortunatissima, il libro fornisce le risposte a queste e ad altre novanta grandi domande, per esplorare le leggi, le teorie e le scoperte fondamentali della fisica. Un punto di vista unico e originale basato su una grafica intuitiva, che riporta alla luce concetti, personaggi, citazioni memorabili, spesso inquadrandoli da un nuovo punto di vista. Da Pitagora e i suoi studi sulla musica, passando per gli esperimenti di Galileo, gli studi sul Big Bang o sui buchi neri, arrivando alle ultimissime scoperte. Il risultato è un’opera brillante e innovativa, pronta a inquadrare sotto nuova luce il mondo della fisica. Un libro pensato per tutti, dallo studioso (o studente) al semplice appassionato.

40

Il libro della legge | Perché le civiltà hanno sempre avuto necessità di leggi e prescrizioni. Quali diritti, oggi, ci garantiscono? Come nasce la Costituzione? Che cos’è e come viene applicata la scienza forense? In quale misura gli animali sono protetti dalla legge? Un’opera dedicata al concetto di “legge” che risponde alle grandi domande, illustrando le regole e i codici morali, religiosi e politici che hanno dato forma al mondo e alle diverse civiltà così come oggi le conosciamo. Grazie a uno stile intuitivo e diretto, il libro esplora le principali teorie, spiegandole senza ricorrere al linguaggio specialistico degli addetti ai lavori, presentando le pietre miliari e i capisaldi della legge nei vari Paesi del mondo. Illustrazioni e infografiche rendono la lettura ancora più intuitiva. Dal codice di Hammurabi, passando per la Magna Carta, o l’abolizione della schiavitù negli Stati Uniti, un’opera che è un’originale panoramica su tutto ciò che è “legge”, pensata per tutti, dallo studioso (o studente) al semplice appassionato. m a n ua l i


Compositori le loro vite e le loro opere

collana “Passioni” formato 21,5x25,4 cm confezione cartonato pagine 360 fotografie e illustrazioni circa 200 in libreria febbraio prezzo € 29,90

COPERTINA PROV VISORIA

Dopo gli splendidi volumi dedicati agli scrittori e ai filosofi, ecco un nuovo titolo rivolto al mondo della musica e alle sue pietre miliari. Dal Medioevo ai giorni nostri, dagli insegnamenti di Guido d’Arezzo alle architetture sonore di Stravinksij, una magnifica storia illustrata dedicata ai grandi protagonisti della musica, che ne rivela le idee, le amicizie, gli amori e le rivalità che ispirarono i più grandi capolavori di ogni tempo. Biografie e ritratti ci portano ancora più vicini ai geni musicali di ogni epoca, così come le tante illustrazioni o fotografie, esplorandone non soltanto la creatività e i metodi di lavoro, ma anche il contesto e il periodo storico che li videro nascere e affermarsi. Un volume originale, pensato per tutti gli appassionati di musica, ma anche per chi voglia avvicinarsi a questa splendida arte grazie a una chiave di lettura inedita.

42

uno splendido viaggio illustrato, dal medioevo ai giorni nostri, dedicato a circa 100 compositori di tutte le nazionalità

m a n ua l i


argomenti di vendita Un libro da sfogliare, pensato per tutti gli amanti della musica classica o per chi voglia conoscerne sia le basi, sia aneddoti e curiosità. Un’opera che, attraverso i secoli, abbraccia stili e correnti diversi, dagli esordi fino ai nomi più attuali. Ogni compositore è calato, grazie al testo e allo splendido apparato iconografico, nel preciso contesto del tempo e dei luoghi che lo hanno visto in attività. Il risultato è quasi un lungo racconto, che si svolge per testi e immagini.

m a n ua l i

sullo stesso scaffale Filosofi Scrittori

43


Mixology Reloaded il cocktail rivelato

collana “Sapori e fantasia” formato 13x17 cm confezione cartonato in finta pelle pagine 392 fotografie e illustrazioni circa 50 in libreria gennaio prezzo € 24,90

Dario Comini

COPERTINA PROV VISORIA

Dario Comini, titolare del popolare Nottingham Forest, a Milano e a Parma, è considerato fra i massimi esperti di cocktail in Italia e in Europa. L’autore propone oggi questa nuovissima guida, con l’intento di offrire ai lettori il libro più aggiornato sul mondo dei cocktail. Fra queste pagine trovano infatti spazio i grandi classici, ma anche le ultimissime novità, non solo legate ai cocktail veri e propri, ma anche alle tecniche e alle nuove tecnologie che possono aiutare a creare cocktail eccezionali. Il risultato è un libro che si pone come la guida definitiva, pensato sia per gli appassionati sia per gli addetti ai lavori, firmato da un grandissimo esperto del settore e impreziosito da un’edizione curatissima nel layout e nei materiali.

argomenti di vendita Il nuovo libro di uno fra i maggiori esperti in Italia e in Europa nel mondo dei cocktail. Edizione di pregio, curatissima nei materiali e nel layout. Un’opera che si pone come la guida definitiva e più esaustiva, ideale per appassionati e curiosi, ma anche per i professionisti di settore.

da un autore che è un punto di riferimento nel settore, il libro più aggiornato e completo sul mondo dei cocktail

Dario Comini, figlio d’arte, è bartender da generazioni. Mixologist pluripremiato, ha al proprio attivo esperienze internazionali. È proprietario del Gazebo di Nottingham a Parma e del Nottingham Forest di Milano, che il “Financial Times” annovera tra i 5 migliori “molecular bar” del mondo e che dal 2007 è tra i “50 best bars in the world”. I suoi cocktail sono preparati nei migliori bar, dalla Cina all’America.

44

e n o g a s t ro n o m i a


40 settimane in dolce attesa con l’aiuto dello yoga

collana “Straordinariamente” formato libro 18×22,8 cm confezione brossura con alette

+ schede fustellate da staccare pagine 160 + 24 fotografie e illustrazioni circa 80 in libreria gennaio prezzo € 17,90

Valentina Maggetti

COPERTINA PROV VISORIA

Lo yoga può apportare enormi benefici in gravidanza, anche soltanto grazie alla pratica degli asana più semplici, alla maggiore consapevolezza del respiro, dei piedi, dei fianchi, del pavimento pelvico, della propria postura. L’autrice, insegnante di yoga colta e preparata, con alle spalle un’esperienza ventennale, svolge anche corsi appositi per le donne in gravidanza, constatandone sul campo i grandi vantaggi. Dal suo percorso nasce questo libro originale, pensato appositamente per la gravidanza e suddiviso per i tre trimestri. L’opera contiene inoltre consigli legati all’alimentazione, ma anche su come affrontare il delicato momento del parto e sulle settimane successive. In chiusura di volume, 24 schede che raffigurano le singole posizioni e che la lettrice potrà staccare e utilizzare comodamente come punto di riferimento per verificare la qualità della propria pratica.

argomenti di vendita Due temi di grande successo editoriale, lo yoga e la gravidanza, si incontrano in un singolo volume. Contiene 24 schede con altrettanti asana, da staccare e da consultare comodamente mentre si pratica. Non solo asana: il libro contiene anche consigli sul “come iniziare”, sull’alimentazione corretta in gravidanza, sulla respirazione, la consapevolezza corporea e molto altro. Il libro diventa così una vera e propria guida alternativa sulla gravidanza.

con 24 schede sugli asana, da staccare e conservare

Valentina Maggetti si avvicina al massaggio thailandese durante un soggiorno nella “meravigliosa e caotica” Bangkok. L'incontro con Anna Carla Possanzini, allieva di Asokananda e a sua volta docente e formatrice per i corsi della Sunshine Network, le permette di entrare in contatto con questa disciplina antichissima, e di apprenderne le basi pratiche e le potenzialità terapeutiche. Pratica yoga dal 2002. Per lei, oltre che un modo per godere di buona salute e per mantenersi in equilibrio, è un percorso per realizzarsi e dare valore alla vita. Con Rino Siniscalchi, Insegnante della Federazione Italiana Yoga, già allievo di Patrik Tomatis e del maestro indiano Bhole, ha ampliato le conoscenze su questo aspetto troppo spesso sottovalutato. Ha frequentato incontri e seminari tenuti da Antonio Nuzzo, Daniela Borroni, Claudio Conte e Patrick Tomatis, nonché il Corso di specializzazione Yoga in Gravidanza tenuto da Valentina Beretta, approfondendo l'argomento attraverso il meraviglioso percorso condotto da Marialaura Bonfanti, volto a riconoscere la sacralità della donna. Continua a dedicare molto spazio all'aggiornamento seguendo incontri, seminari e workshop incentrati sul benessere della persona.

46

m a n ua l i


Muscoli in salute la chiave del benessere a tutte le età in collaborazione con Fondazione Istituto Danone a cura di Silvia Di Maio e Federico Mereta

collana “Salute e cibo” formato 15x21 cm confezione brossura con alette pagine 200 fotografie e illustrazioni circa 50 in libreria febbraio prezzo € 14,90

COPERTINA PROV VISORIA

A volte tendiamo a “dare per scontato” il benessere del nostro corpo, trattandolo quasi come una macchina che, finché non ci dà problemi, non necessita di particolari cure e attenzioni. Fra gli elementi che ne favoriscono il buon funzionamento, senz’altro i muscoli giocano un ruolo fondamentale, ma cosa succede quando il tono muscolare non è più quello di una volta, o se ci rendiamo conto che il nostro stile di vita migliorerebbe se avessimo un apparato muscolare più efficiente? Questo nuovo titolo, realizzato in collaborazione con la Fondazione Istituto Danone, viene in nostro aiuto. Un pool di esperti risponde alle domande e alle problematiche più comuni legate alla muscolatura, fornendo soluzioni utili e personalizzate per le varie fasce d’età: la prevenzione, infatti, per essere efficace deve iniziare il prima possibile. Inoltre, il libro contiene esercizi mirati e una dieta specifica che favorisce il mantenimento e il benessere del muscolo.

argomenti di vendita L’autorevolezza di un team di esperti, e della Fondazione Danone, al servizio di un tema che riguarda tutti, senza distinzione di età. Il libro continua il filone fortunato inaugurato o con il libro del Microbiota. Non solo informazioni utili, ma anche esercizi zi specifici e una dieta mirata per una muscolatura tura tonica ed efficiente.

un libro su un tema a universale, un e, pensato per un pen larghissimo la o pubblico p e per tutte e le fasce d’età

della stessa serie Microbiota

Fondazione Istituto Danone è un ente non-profit, dedicato ad attività non commerciali, nato il 30 novembre 1991. Ha l’obiettivo di diffondere la cultura dell’alimentazione legata alla salute, ponendosi come interlocutore autorevole sui complessi temi della nutrizione umana per gli specialisti del settore, i loro pazienti e la collettività. Nel tempo, l’Istituto ha sviluppato numerosi programmi a livello locale con lo scopo di supportare la ricerca e la formazione nel campo della nutrizione. La Fondazione Istituto Danone si avvale di esperti provenienti da diversi ambiti scientifici quali: nutrizione, pediatria, geriatria, microbiologia, medicina dello sport e comunicazione scientifica.

m a n ua l i

47


Le 40 parole della psicologia da conoscere, capire e… colorare!

collana “Passioni” formato 19,5×28,5 cm confezione brossura pagine 96 fotografie e illustrazioni circa 60 in libreria febbraio prezzo € 9,90

Alessio Rocco Ranieri - Elena Della Rocca Ascolto, coscienza, emozioni, empatia, ma anche metacognizione, mindfulness, neuroplasticità. Parole con cui abbiamo più o meno familiarità, ma che si contraddistinguono tutte perché rientrano in un ideale “dizionario” di psicologia. L’autore di Psicologia al tuo servizio torna con un libro da colorare dedicato alle 40 parole chiave della psicologia. Con il consueto stile ironico, ogni parola viene spiegata ed esaminata, con esempi che la calano nella vita di tutti i giorni, diventando così utile alla nostra crescita psicologica e non solo. Le 40 parole sono poi affiancate da altrettante tavole da colorare, disegnate da Elena Della Rocca, per unire l’utile al dilettevole e scoprire un nuovo modo di intendere il coloring book.

argomenti di vendita

COPERTINA PROV VISORIA

Il titolo si inserisce in un filone di successo, i coloring book, rivisto però in chiave originale. Un libro da colorare diverso dagli altri: la competenza e l’ironia dell’autore affiancano alle tavole da colorare brevi schede che permettono di imparare divertendosi o, più semplicemente, di porsi qualche domanda su se stessi. L’autore gestisce la pagina Facebook Psicologia al tuo servizio, seguita da circa 120.000 utenti.

una nuova collana per imparare colorando

Alessio Rocco Ranieri è dottore in psicologia clinica e divulgatore scienitifico, fondatore di PATS - Psicologia Al Tuo Servizio, pagina Facebook seguita da oltre 120.000 utenti. Dal 2016 si impegna a sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo all’importanza della psicologia, in relazione al miglioramento della qualità della vita e della crescita personale (empowerment). Collabora con università e aziende, italiane ed estere, fornendo consulenza psicologica, formazione sul campo e strategie di marketing per i new media.

dello stesso autore Psicologia al tuo servizio

Elena Della Rocca è grafica e illustratrice negli ambiti più disparati, dai prodotti editoriali al mondo dell’advertising. Ha una passione particolare per i progetti per l’infanzia, ma anche per quelli declinati al femminile, che interessano la sfera del sociale, della cultura e dell’educazione.

48

m a n ua l i


Alla fine di questo libro saprai disegnare... volti nuova edizione

collana “Hobby” formato 18,9×24,6 cm confezione brossura pagine 160 fotografie e illustrazioni circa 200 in libreria gennaio prezzo € 14,90

Jake Spicer Torna in libreria la nuova edizione, con un prezzo ancora più competitivo, di un libro pensato per tutti coloro che vogliano esercitarsi nel disegno dei volti, dal disegnatore principiante al più esperto. Dalle istruzioni di base ai dettagli più tecnici, il libro spiega i fondamenti per creare ritratti classici o creativi, permettendo inoltre di fare pratica... direttamente sulla pagina. Fra gli argomenti trattati: rudimenti di anatomia e delle forme, utilizzo delle ombre e della luce, come catturare una particolare espressione o un dettaglio e molto altro.

argomenti di vendita Le basi del disegno e della ritrattistica spiegate in modo semplice e immediato, con rappresentazioni visive, in un format di collana che è ormai una garanzia nel catalogo Gribaudo. Un libro pensato per tutti gli appassionati di disegno, sia per i principianti sia per chi già disegna e desidera migliorarsi. Un testo ricco di esercizi, consigli, trucchi e astuzie per iniziare a disegnare in brevissimo tempo.

Jake Spicer è un pittore e insegnante di disegno di Brighton, nel Regno Unito, dove è anche tutor alla scuola indipendente di disegno Draw. L’insegnamento di Jake si focalizza sul rendere il disegno accessibile a ognuno basandosi sull’idea che tutti quelli che hanno la volontà di disegnare possono imparare a farlo e che chiunque può migliorare sempre più, fino a dare il meglio. Jake scrive libri didattici che hanno l’obiettivo di aiutare le persone a sviluppare le proprie capacità nel disegno, qualunque sia il loro livello di abilità.

nuova edizione, a un prezzo ancora più competitivo

dello stesso autore Alla fine di questo libro saprai disegnare... Alla fine di questo libro saprai disegnare con... l’inchiostro Alla fine di questo libro saprai disegnare... volti

m a n ua l i

49


1

GIROVENDITA 1-2-3 2021


Kids

2

Il libro degli esperimenti Scopri la scienza divertendoti Janice VanCleave

Pagine: 288 Prezzo: € 24,90 Formato: 19,5 x 25,5 cm In libreria: gennaio

Con 100 esperimenti divertenti e sicuri, questo libro illustrato guida insegnanti, genitori e ragazzi in un affascinante viaggio alla scoperta della scienza. Concepito per essere eseguito in classe o a casa, ogni esperimento contiene le informazioni di base, l'elenco dei materiali necessari, istruzioni chiare, una descrizione di ciò che dovrebbe accadere e una spiegazione del motivo per cui accade. Alla fine domande stimolanti e suggerimenti aiutano a riflettere e ad approfondire alcuni aspetti della scienza alla base dell'esperimento. Dalla creazione di melma appiccicosa e vulcani in eruzione alla previsione della prossima fase lunare, Il libro degli esperimenti di Janice VanCleave è l'ideale per mostrare ai giovani lettori il fantastico mondo della scienza che li circonda. Età consigliata 11+ Argomenti trattati • Sperimentare con la chimica: la materia, le proprietà e i cambiamenti fisici e chimici • Sperimentare con la fisica: le leggi del moto di Newton, le forze, il calore, la luce, l'elettricità • Sperimentare con l'astronomia: le misure dello spazio, la Luna, le costellazioni • Sperimentare con la scienza della terra: la geologia, la meteorologia • Sperimentare con la biologia: il sistema nervoso, i cambiamenti fisici e biochimici

Janice VanCleave è un'insegnante di scienze autrice di oltre 50 libri, le cui vendite hanno superato i 2 milioni di copie. Creatrice del popolare sito web www. scienceprojectideasforkids.com, ha assistito migliaia di studenti ed educatori in tutto il mondo.

CONSIGLIATO CON

Un'autrice da 2 milioni di copie vendute


Fotografia

3

Il fotografo professionista Farsi notare e costruire una carriera di successo Roberto Valenzuela

Pagine: 240 Prezzo: € 24,90 Formato: 19,5 x 25,5 cm In libreria: marzo

Scattare foto eccezionali e avere successo non sempre vanno a braccetto ed essere un grande fotografo ma non riuscire a costruirsi una carriera è un problema da affrontare. Per creare un'attività che funzioni è necessario un diverso tipo di conoscenza e una nuova serie di strumenti. In questo libro, Roberto Valenzuela si concentra sugli aspetti di business nel campo della fotografia, mostrando tutti i passi necessari per lavorare e ottenere successo come fotografo. Si parte dagli strumenti per farsi notare dai potenziali clienti: dall'uso di Instagram, YouTube e Facebook alla SEO, dalla creazione di video promozionali alla pubblicazione di scatti su riviste e blog. Quindi viene affrontato il rapporto con i clienti, mostrando come fare una buona impressione, entrare in sintonia con le aspettative di chi si ha di fronte e convincerlo ad assumerci. Infine, vengono affrontati tutti gli aspetti economici e di business che un fotografo professionista non può tralasciare, dalla corretta valutazione del proprio lavoro alla strategia di prezzo e di vendita. Una guida originale e allo stesso tempo fondamentale per chiunque voglia portare la propria attività a un livello superiore, mettendo in pratica le tecniche per avviare e consolidare una carriera di successo nel campo della fotografia. Argomenti trattati • Sfruttare il potenziale di Instagram, YouTube e Facebook • Farsi trovare in Rete grazie alla SEO • Chiedere recensioni ai clienti • Creare video live su YouTube e Facebook • Creare video promozionali efficaci • Pubblicare i propri scatti su riviste e blog • Fare una buona prima impressione sui possibili clienti • Presentarsi in modo efficace per ottenere il lavoro • Dare il giusto valore economico al proprio lavoro • Definire la strategia di prezzo e di vendita • Presentare il proprio listino ai clienti

Roberto Valenzuela è un fotografo di matrimoni e ritratti apprezzato a livello internazionale. Crede che la chiave del successo non sia tanto il talento, ma la pratica e ha tenuto seminari in tutto il mondo per motivare i fotografi a praticare e approfondire i singoli aspetti della fotografia. È autore di quattro best seller dedicati alla composizione, la posa, l'illuminazione e la fotografia di matrimonio.

CONSIGLIATO CON


Fotografia

4

Fotografare con il flash Tecniche e strumenti per modellare la luce Stefano Tealdi

Pagine: 160 Prezzo: € 19,90 Formato: 19,5 x 25,5 cm In libreria: febbraio

Spesso quando si acquista un flash i primi risultati sono talmente deludenti da cominciare a odiarlo. Usare un flash non è però così difficile, basta apprendere le tecniche e i trucchi per controllarlo e sfruttarlo correttamente. Questa agile guida accompagna il lettore alla scoperta della luce e all'utilizzo del flash, mostrando come ottenere ottimi risultati senza dover investire grandi cifre. Si parte dall'analisi della luce come mezzo di comunicazione e dei suoi comportamenti, valutando la qualità della luce ambiente, per poi passare all'utilizzo del flash negli scatti, illustrando sia le tecniche on-camera che quelle off-camera, così come gli accessori necessari. Infine sono spiegati diversi stili di illuminazione e vengono mostrati vari esempi di scatti con il relativo backstage. Un testo pratico e immediato, adatto a chiunque voglia imparare a utilizzare al meglio la luce del flash per creare scatti mozzafiato. Argomenti trattati • Sfruttare la luce in fotografia • Conoscere i cinque comportamenti della luce • Analizzare e manipolare la luce ambiente • Imparare l'uso di base del flash • Apprendere le tecniche di utilizzo del flash on-camera e off-camera • Usare gli accessori per modificare la luce del flash • Conoscere e applicare diversi stili di illuminazione

Stefano Tealdi si è appassionato alla fotografia all’inizio del 2008 e da allora non ha più smesso di approfondire le sue conoscenze in ogni modo possibile. Dal 2013 è un Adobe Certified Photoshop Expert. Il suo canale YouTube (https://www.youtube.com/c/stefanotealdi) conta circa 13.000 iscritti ed è incentrato sulla fotografia con l'uso del flash.

CONSIGLIATO CON


Web marketing e business

5

Marketing Aumentato Guida ai nuovi scenari del martech Vincenzo Cosenza

Pagine: 192 Prezzo: € 24,90 Formato: 16,8 x 24 cm In libreria: gennaio

Internet ci ha trasformati da consumatori passivi a consumatori attivi, da ricettori a connettori e trasmettitori di opinioni. Proprio a causa di questo impatto sull'uomo-consumatore, la tecnologia è entrata di prepotenza anche nella quotidianità dei marketer. In questo libro Vincenzo Cosenza guida il lettore alla scoperta degli scenari del Martech — ovvero l'insieme delle iniziative, le pratiche e gli strumenti che utilizzano la tecnologia per raggiungere obiettivi di marketing — proponendo il concetto di "marketing aumentato", inteso come disciplina e pratica in grado di permettere l'acquisizione di abilità che sfruttano tecnologia e dati come volano di creatività ed empatia. Dunque non un marketing pigro che appoggia su meccanismi automatici, che si fa pensare e guidare dalla macchina, ma un marketing attivo che usa consapevolmente la potenza della Rete e dei computer come amplificatore di abilità e possibilità. Un volume che non propone ricette preconfezionate ma che vuole fornire spunti di riflessione ai manager di piccole e grandi aziende, ai liberi professionisti e agli studenti, osservando quello che sta accadendo e che accadrà all’incrocio tra marketing e tecnologia. Argomenti trattati • Comprendere l'evoluzione del marketing dal passato a oggi • Approfondire l'impatto della tecnologia sulle persone, la società e le aziende • Conoscere i paradigmi tecnologici per il futuro • Sfruttare le potenzialità del "marketing aumentato" con Big Data, AI e Automation • Gestire il processo di marketing con un occhio al cambiamento

CONSIGLIATO CON

Vincenzo Cosenza, laurea in Economia e Commercio e Master in Management dell’Innovazione alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, si è occupato di marketing e pubbliche relazioni per Microsoft Italia ed è stato il responsabile della sede romana di Digital PR (WPP). Oggi è social media strategist e responsabile di BlogMeter. L’attività di ricerca e la pratica quotidiana nel campo della comunicazione sui social media lo hanno condotto alla creazione del primo Osservatorio Facebook italiano e della Mappa Mondiale dei Social Network. Potete trovarlo online, sul suo blog: http:// vincos.it.

Un influencer di settore da 50.000 follower


Web marketing e business

6

Il manuale della PayTech Guida ai pagamenti digitali per imprenditori, manager e operatori della finanza Susanne Chishti, Tony Craddock, Robert Courtneidge, Markos Zachariadis Pagine: 304 Prezzo: € 34,90 Formato: 24 x 18,7 cm In libreria: gennaio

Man mano che le tecnologie di pagamento diventano più veloci ed efficienti, gli investitori e le aziende di tutto il mondo cercano sempre più di beneficiare dell'innovazione PayTech per migliorare l'esperienza del cliente e ridurre i rischi. Questa guida mette a disposizione di imprenditori, professionisti dei servizi finanziari, manager e investitori un ampio ventaglio di prospettive su come capitalizzare il mercato PayTech. Scritto da esperti delle tecnologie finanziarie riconosciuti a livello mondiale, questo volume unico nel suo genere descrive gli sviluppi chiave del settore e presenta informazioni strategiche frutto dall'esperienza degli autori. Oltre a definire cosa si intende per PayTech e identificarne i principali attori, il volume spiega come accelerare la crescita economica affrontando argomenti come i pagamenti con importi elevati, le regolamentazioni, la sicurezza, le criptovalute e la blockchain, le tecnologie di trasferimento di denaro, fino alle implicazioni sociali e politiche delle nuove tecnologie. Un volume pensato per aiutare imprenditori e investitori a tenere il passo con gli ultimi sviluppi e opportunità in un settore dinamico e in continua evoluzione. Argomenti trattati • Conoscere le moderne tecnologie di pagamento • Approfondire le infrastrutture e le tecnologie di trasferimento di denaro • Rispettare leggi e regolamenti • Conoscere la normativa sulla Blockchain a livello mondiale • Esplorare le tecnologie di pagamento nella pratica • Analizzare le prospettive future

Affrontare le sfide dell'industria 4.0

Susanne Chishti è il CEO di FINTECH Circle, il primo network europeo incentrato sugli investimenti in ambito FinTech e fondatrice del FINTECH Circle Institute, la principale piattaforma di insegnamento FinTech focalizzata sull'innovazione e la digital transformation. È considerata una delle principali influencer FinTech a livello globale e presta la sua consulenza a top manager nei servizi finanziari. Tony Craddock è un famoso commentatore, speaker e scrittore. Ha coniato il termine "PayTech" ed è l'ideatore di The Emerging Payments Academy, Emerging Payments Awards, EPA Inclusion Accreditation Service, The Inclusion Foundation e della conferenza PAY360. Robert Courtneidge è un avvocato specializzato in pagamenti e CEO di Moorwand, Ltd, un fornitore internazionale di servizi di pagamento. Vanta 27 anni di esperienza nel settore dei pagamenti. Markos Zachariadis è Professore Ordinario di Tecnologia Finanziaria (FinTech) e Sistemi Informativi presso l'Alliance Manchester Business School, membro del Consiglio del World Economic Forum e FinTech Research Fellow presso l'Università di Cambridge.


Web marketing e business

7

Il manuale dell'Intelligenza Artificiale Guida all'IA per imprenditori, manager e operatori della finanza Susanne Chishti, Ivana Bartoletti, Anne Leslie, Shân M. Millie

Pagine: 352 Prezzo: € 34,90 Formato: 24 x 18,7 cm In libreria: gennaio

L'ascesa dell'intelligenza artificiale (IA) ha avuto un impatto importante su vari settori della tecnologia di consumo. Tuttavia, il suo ruolo può essere ancora più importante nei servizi finanziari. Dai chatbot all'automazione dei processi e all'analisi dei dati, gli strumenti di intelligenza artificiale possono offrire importanti alternative ai servizi tradizionali, consentire di proteggersi dall'errore umano, prevenire le frodi e molto altro ancora. Questa guida illustra il presente e il futuro del settore finanziario globale, mostrando come l'IA consentirà di migliorare la salute finanziaria degli individui ed estendere nuove opportunità di investimento a più persone che mai. Un volume unico nel suo genere, adatto a tutti i professionisti delle tecnologie finanziare che desiderano comprendere come l'intelligenza artificiale stia cambiando il settore e in che modo i loro clienti possano trarre vantaggio da questi cambiamenti. Argomenti trattati • Comprendere l'impatto dell'IA nel settore finanziario • Analizzare il futuro di depositi e prestiti • Conoscere il ruolo dell'IA nel settore assicurativo • Capire come l'IA rivoluzionerà i pagamenti • Approfondire il valore dell'IA per gli investimenti e la gestione del patrimonio • Valutare gli aspetti di fiducia, trasparenza ed etica • Conoscere i rischi legali e le normative • Esplorare gli scenari futuri dell'IA nel settore finanziario

Susanne Chishti è il CEO di FINTECH Circle, il primo network europeo incentrato sugli investimenti in ambito FinTech e fondatrice del FINTECH Circle Institute, la principale piattaforma di insegnamento FinTech focalizzata sull'innovazione e la digital transformation. È considerata una delle principali influencer FinTech a livello globale e presta la sua consulenza a top manager nei servizi finanziari. Ivana Bartoletti è Direttore Tecnico presso Deloitte, cofondatrice di Women Leading in AI Network e speaker internazionale. È stata premiata come donna dell'anno 2019 ai Cyber Security Awards. Anne Leslie è Senior Managing Consultant presso IBM Security. Appassionata di tecnologia responsabile, ha trascorso l'intera carriera all'intersezione tra servizi finanziari, regolamentazione e IT, in ruoli chiave sia nelle vendite che nella consulenza. Shân M. Millie è specializzata in innovazione per aziende del settore InsurTech, in particolare nel campo del Design e del Business Storytelling.

Affrontare le sfide dell'industria 4.0


Web marketing e business

8

Turismo 4.0 Guida all'innovazione per un approccio customer centrico Francesco Piersimoni

Pagine: 240 Prezzo: € 24,90 Formato: 16,8 x 24 cm In libreria: febbraio

Negli ultimi anni il "turismo esperienziale" è diventano uno dei concetti che più intrigano gli imprenditori e i marketer dell'ospitalità. A questo modo di intendere l'esperienza del soggiorno, tagliata sui bisogni e sui gusti del cliente, si arriva però solo attraverso un approccio "customer centrico". Questo manuale mostra come nurturing, profilazione e segmentazione attraverso strumenti digitali permettono di formulare proposte completamente personalizzate sul target scelto, incrementando i tassi di prenotazione. Si parte dall'analisi della customer journey dei nuovi turisti e dal funnel di acquisizione dei clienti per poi passare agli strumenti che consentono di offrire una proposta "su misura", come l'uso di CRM e di data hub, la progettazione di flussi di marketing automation e l'esecuzione di attività di marketing in tempo reale durante un soggiorno. Tutto questo senza dimenticare l'importanza dell'analisi dei dati e della loro interpretazione per ottimizzare i servizi proposti e ottenere risultati sempre migliori. Una guida strategica e dall'approccio pratico, dedicata ai professioni del settore turistico che desiderano acquisire nuove conoscenze per rilanciare le proprie attività e affrontare le sfide del futuro. Argomenti trattati • Conoscere la customer journey dei nuovi turisti • Progettare il funnel di acquisizione per generare lead • Sfruttare le potenzialità dei CRM • Realizzare preventivi che convertono • Costruire un data hub per creare valore da dati e statistiche • Offrire proposte centrate sul cliente • Progettare flussi di marketing automation • Fare real time marketing durante il soggiorno • Gestire i dati secondo la normativa GDPR • Far funzionare la reception in modalità "agile"

Francesco Piersimoni è un imprenditore digitale con una conoscenza del digital marketing a 360 gradi. Dal 1998 al 2005 è stato amministratore e docente della Talent School di Rimini, una delle prime realtà nel panorama italiano a occuparsi di formazione per le nuove professioni del Web. Dal 2007 è co-fondatore e socio titolare di Adrias Online, una Web agency dedicata al settore del turismo.

Soluzioni per ripensare il settore dopo il COVID


Web marketing e business

9

Design & Storytelling Ideare, progettare e vendere prodotti multidevice Anna Dahlström

Pagine: 288 Prezzo: € 29,90 Formato: 16,8 x 24 cm In libreria: marzo

Una rapida ricerca su Google di "storytelling" e "business" restituisce oltre cento milioni di risultati. Non c'è dubbio che lo storytelling sia diventato una vera e propria parola d'ordine in ambito aziendale: le storie hanno il potere di stimolare l'immaginazione, di emozionare oltre che spingere all'azione, e di fissare fatti e momenti nella mente. Questa guida pratica mostra come lo storytelling possa fare la differenza nella progettazione di prodotti digitali. Lo scopo è quello di prendere metodi, strumenti e principi dallo storytelling e usarli per integrare e migliorare ciò che i designer fanno abitualmente. La prima parte del libro fornisce il contesto della teoria dello storytelling e la sua rilevanza per il design di prodotti ed esperienze digitali. Nella seconda parte viene esaminato nel dettaglio cosa è possibile imparare dallo storytelling e come applicare quelle lezioni al design, affrontando in ogni capitolo un aspetto chiave. Infine, nell'ultima parte, viene illustrato come raccontare e presentare la propria storia. Un libro dedicato non solo agli UX designer ma a chiunque abbia a che fare con la progettazione di prodotti e servizi: service designer, product owner, strategist, visual designer, sviluppatori, marketer e startupper. Argomenti trattati • Capire perché applicare lo storytelling al product design • Comprendere il ruolo delle emozioni • Definire e strutturare le esperienze con la drammaturgia • Usare le personas nel processo di design • Definire l'ambiente e il contesto del prodotto • Utilizzare lo storyboarding • Visualizzare l'esperienza utente • Definire scenari diversi per la user journey • Sviluppare un tema e la sua storia nel design • Applicare i principi dello storytelling a wireframe, layout e prototipi • Presentare e condividere la propria storia

Anna Dahlström è nata in Svezia e vive a Londra. UX designer con un'esperienza ventennale, collabora con agenzie, startup e brand su progetti diversi, dai siti web alle app, dai bot alle interfacce utente per smart TV.

CONSIGLIATO CON


Programmazione

10

Sviluppare applicazioni con Unity Guida pratica per creare app di realtà virtuale e aumentata Giambattista De Giorgis

Pagine: 224 Prezzo: € 19,90 Formato: 16,8 x 24 cm In libreria: febbraio

Unity è un motore grafico multipiattaforma che consente lo sviluppo di videogiochi e altri contenuti interattivi come rendering architettonici e animazioni 3D in tempo reale. Questa guida pratica è rivolta a chiunque desideri imparare a creare app di realtà virtuale o aumentata partendo da zero attraverso esercitazioni di complessità crescente. Grazie agli strumenti e alle risorse disponibili in Unity è infatti possibile sviluppare applicazioni da testare direttamente sul PC o smartphone, senza dover acquistare un visore. Dopo aver introdotto i concetti di realtà virtuale (VR) e aumentata (AR), il volume illustra le caratteristiche principali di Unity e il flusso di lavoro da seguire. Una volta acquisite le basi, è il momento di espandere conoscenze e possibilità grazie a toolkit open source come VRTK e Vuforia, che consentono di realizzare interazioni complesse con le scene di realtà virtuale e di realtà aumentata. Un manuale semplice e dall'approccio pragmatico, rivolto a creativi, gamer, designer, maker, studenti, ricercatori e chiunque sia interessato a scoprire Unity e i mondi che permette di creare. Argomenti trattati • Conoscere che cos'è la realtà virtuale e aumentata • Scoprire vantaggi e opportunità di VR e AR • Muovere i primi passi con Unity • Realizzare le prime applicazioni di realtà virtuale • Interagire con la scena virtuale grazie al toolkit VRTK • Creare app di realtà aumentata con Vuforia

Giambattista De Giorgis è docente di software di grafica e progettazione CAD per SinerVis Consulting Srl e redattore di relazioni tecnico-scientifiche presso il dipartimento di scienze e tecnologie informatiche di CRSLaghi.

Per creativi, gamer, designer e studenti


Programmazione

11

Basi di dati Tecnologie, architetture e linguaggi per database Serena Sensini

Pagine: 480 Prezzo: € 39,90 Formato: 16,8 x 24 cm In libreria: febbraio

La progettazione, gestione e interrogazione dei database è una parte fondamentale dell'informatica su cui si basano applicazioni, servizi e piattaforme di vario tipo e dimensione. Questo manuale vuole fornire al lettore i fondamenti per lavorare con le basi di dati, analizzando le diverse tipologie esistenti e le modalità per gestire, interrogare e archiviare i dati. Dopo aver esaminato i concetti di base, vengono affrontati sia i principali database SQL (MySQL, PostgreSQL, DB2, Oracle), sia i principali database NoSQL (MongoDB, Elasticsearch, Cassandra). Quindi si passa al delicato tema della progettazione di un nuovo database, alla gestione della qualità del dato, e all'organizzazione dei dati in data warehouse. Una guida completa, ricca di esempi e suggerimenti pratici, pensata per studenti e professionisti che vogliono capire come lavorare al meglio con i dati. Argomenti trattati • Conoscere cos'è un database e come funziona • Lavorare con database SQL: MySQL, PostgreSQL, DB2, Oracle • Lavorare con databse NoSQL: MongoDB, Elasticsearch, Cassandra • Progettare basi di dati • Gestire i dati: la Data Quality Management • Organizzare dati in data warehouse

Serena Sensini è un ingegnere informatico con esperienza nello sviluppo di soluzioni web e stand-alone from scratch. Appassionata di AI, Deep Learning e Data Analysis, e di linguaggi come Python e R, collabora con diverse associazioni no profit per corsi e seminari. È socio fondatore del Linux User Group dell'Università di Roma Tre. Per Apogeo è autrice di Analisi del linguaggio con Python e Docker.

CONSIGLIATO CON

Per studenti e professionisti


Computer e programmi

12

Analisi dei dati con Excel Conoscere e utilizzare gli strumenti e le tecniche avanzate Francesco Borazzo

Pagine: 384 Prezzo: € 24,90 Formato: 16,8 x 24 cm In libreria: marzo

Utilizzare Excel per operazioni basilari è semplice. Utilizzare Excel per svolgere complesse analisi su basi di dati è invece tutta un'altra storia: il software è dotato di grandi potenzialità, bisogna però imparare a sfruttarle. Ecco lo scopo di questa guida: il lettore non troverà la descrizione dell'interfaccia, ma affronterà temi come la corretta archiviazione di dati, la rappresentazione e il raggruppamento di dati, le frequenze relative e cumulate, l'unione di dati da due o più tabelle, le relazioni tra variabili e le tabelle a doppia entrata, la classificazione di dati, la descrizione dell'andamento di una variabile, le tabelle pivot, i grafici e molto altro ancora. Il testo è arricchito da esempi pratici ed esercizi i cui file sono disponibili online ed è utilizzabile per le versioni di Excel 2019 e 2016. Argomenti trattati • Archiviare i dati in forma di elenco • Raggruppare i dati: filtri automatici e personalizzati • Calcolare le frequenze • Classificare i dati: relazioni tra variabili e tabelle a doppia entrata • Creare e utilizzare tabelle pivot • Trasformare i dati con le formule • Rappresentare i dati con i grafici

CONSIGLIATO CON

Francesco Borazzo è consulente e formatore aziendale e nel corso della sua carriera ha utilizzato Excel per la gestione e l'analisi di insiemi di dati di complessità crescente. Per Apogeo è autore di Tabelle pivot con Excel, Business Intelligence con Excel e VBA dal problema alla soluzione.


13

Manuale di redazione Mariuccia Teroni Pagine: 432 Prezzo: € 35,00 Formato: 17 x 24 cm

Da libri e riviste a siti e blog: saper lavorare sui testi è una necessità e padroneggiare la "redazione" significa poter giocare un ruolo importante nel vita dei contenuti.

Ristampa in prenotazione

4.000 copie

Manuale di grafica e stampa Mariuccia Teroni Pagine: 360 Prezzo: € 35,00 Formato: 17 x 24 cm

Un libro per chi lavora nel mondo editoriale, ma anche per chi vuole imparare a progettare e realizzare un oggetto editoriale pronto per la stampa, esplorandone fasi e aspetti della produzione.

Ristampa in prenotazione

3.000 copie

Profile for simona tagliati

novità gennaio febbraio 21 polo Feltrinelli  

novità gennaio febbraio 21 polo Feltrinelli  

Advertisement