Page 1

Digital Magazine Bimestrale di Cinema & Intrattenimento a cura dello Staff di Gerry’s Corner Numero 2 – Luglio / Agosto 2011


Digital Magazine Bimestrale di Cinema & Intrattenimento a cura dello Staff di Gerry’s Corner & Gerry’s Ladies

Anno 1 – Numero 2 – Luglio / Agosto 2011

Indice Cover Story: The Gerard Butler Story – Parte 2

5

News – Si Parla di Lui: Gerard Membro dell’Academy

8

News – Gossip: Speciale Ischia

9

Prossimamente: Coriolanus

16

Progetti Futuri: Mavericks

21

Amarcord: Gli Esordi – Parte 2

24

Law Abiding Citizen

26

Photoshoot: Perry Hagopian 2008 Locandina del Mese: Dracula’s Legacy Fanart: Aysun’s Wallpapers Fotoracconto: Il Crimine Non Paga

29 32 33 34

La Recensione:

Immagini:

Non Solo Gerard… Guest Star del Mese: Russell Crowe 38 Cinema & Dintorni: 43 Emozioni Sulla Carta – Le Storie che ci appassionano: Outlander 45 Viaggi e Vacanze: La West Higland Way 47

Disclaimer: Gerry’s Corner è una pubblicazione digitale bimestrale di intrattenimento curata dallo staff di Gerry’s Corner & Gerry’s Ladies, il sito e forum italiani dedicati a Gerard Butler. Le notizie tradotte sono di proprietà di Gerry’s Ladies Forum, hosted by Gerry’s Corner Gallery. Gli articoli originali sono di proprietà dei rispettivi autori/titolari, come citati nei rispettivi credits. Il materiale fotografico è di proprietà dei rispettivi titolari, così come accreditati. Qualora si ravvisassero violazioni del copyright di qualsiasi natura, prego contattare staff@gerry’scorner.it per la segnalazione e gli interventi del caso


.


Cover Story

The Gerard Butler Story – Parte 2

V VIIDDII ““TTRRAAIIN NSSP PO OTTTTIIN NG G” ” AALL F FEESSTTIIVVAALL...... U UN NA AN NN NO OD DO OP PO ON NE EE ER RO O IILL P PR RO OTTA AG GO ON NIISSTTA A "THE GERARD BUTLER STORY" - SETTIMANA 2: COME LA STAR SCOZZESE OTTENNE LA SUA PRIMA GRANDE OCCASIONE Traduzione articolo “I Watched Trainspotting at Festival… One year later I was the star of it” - Di Scott Hussey – News of the World - 15/08/2010

Uno scapestrato Gerard Butler assistette ad una produzione teatrale del classico di Irvine Welsh "Trainspotting" e seppe cosa doveva fare... SCEGLIERE LA VITA! E quello significava mandare all'aria la sua carriera legale e seguire il proprio sogno di farcela come attore. "Il tizio che interpretava il ruolo principale era fenomenale. C'era una atmosfera talmente incredibile. Ed io stavo morendo dentro," ricorda Gerard, che vide il dramma al Festival di Edimburgo. "Questa è la vita che volevo vivere. Dissi a me stesso: 'Posso farcela. So che posso farcela. Ma ora è passata. E' andata. Ho 25 anni. Ho perso quella opportunità." Ma qualche giorno dopo fu licenziato dallo studio legale - ove era ad una settimana dal qualificarsi come avvocato - e si stava imbarcando nella carriera d'attore. All'età di 27 anni, il ragazzo di Paisley Gerard lasciò la Scozia ed andò a Londra, dove cercò l'aiuto del suo solo contatto, una poco importante direttrice di casting. Quel che lei gli disse non fu incoraggiante. Gerard non conosceva nessuno nell'industria cinematografica. Non aveva formazione nella recitazione. Senza altre opzioni, finì a fare strani lavori: consegnare volantini per caldaie, fare dimostrazioni di giocattoli e vendere PC nei centri commerciali. Ma presto ebbe la sua occasione fortunata. L'attore Steven Berkoff, noto per i suoi ruoli malvagi in Rambo e Octopussy, stava scritturando attori per una produzione teatrale del "Coriolano", la "tragedia romana" di William Shakespeare. Gerry’s Corner – 2/2011

Berkoff, 72 anni, accettò che Gerard leggesse una parte. Fu così impressionato da Gerard che gli diede il ruolo principale. Gerard, che ora interpreterà con Ralph Fiennes una versione cinematografica hollywoodiana (hollywoodiana… ma non troppo: il finanziamento è totalmente "indipendente" - ndt) di Coriolano, spiega: "Stavo facendo telemarketing, andando in giro per centri commerciali cercando di far interessare la gente ai computer quando nemmeno io sapevo cosa stavo vendendo. Poi que-sta direttrice di casting mi disse che la potevo aiutare a passare le pagine agli attori per un dramma realizzato da Steven Berkoff. "Comunque, mi imbattei in Berkoff nella caffetteria di sotto e dissi, 'Mi piacerebbe fare una lettura per questo [dramma]. Lui rispose, 'Certo, perché no?' Diedi tutto. «Questa era la vita che volevo vivere» "In seguito, la direttrice del casting venne da me quasi in lacrime. Mi disse, 'Sei il migliore che lui abbia visto in questi due giorni!' Tornare a casa fu probabilmente il momento più felice della mia vita, quando c'è un'energia in te che non può essere smorzata." Berkoff afferma: "Era la sua prima uscita - era la prima volta che calcava un palcoscenico. Avevo una donna al casting e stavo cercando attori per "Coriolano" per sostituirne alcuni che non potevano farlo. "La mia selezionatrice, Sue, disse, 'Ho portato questo ragazzo solo per fare una lettura'. Quando lesse lo fece con tale entusiasmo e sincerità da essere molto migliore rispetto agli attori importanti che avevamo sentito, e tuttavia non era ancora nemmeno un attore all'epoca. 5


«L'infelicità è segno che qualcosa va male» "Doveva scegliere ruoli che avessero una maggiore profondità. Non mi piace che faccia quelle commedie romantiche. "La sola volta dove l'ho visto davvero avere profondità e tremendo carisma fu in “300”. Ne emerse in modo assolutamente fenomenale. Fu una interpretazione assolutamente fantastica. Quello è ciò che dovrebbe fare - non questi ruoli 'carucci' e dalle battutine svelte. "Talvolta non è questione di ciò che scegli ma di ciò che ti viene offerto. Se può scegliere, e sceglie i film giusti, penso che farà molta strada. "E' molto, molto auto-disciplinato e focalizzato. Ha un'energia enorme e una vera forza." Berkoff aggiunge: "Ora non gli parlo del tutto perché è un ragazzo di Hollywood, no? L'ultima volta l'ho incontrato circa tre-quattro anni fa. "Ma espresse la sua gratitudine e gliene sono grato. E' un bravo figliolo scozzese della classe lavoratrice ed ha una sua integrità." Durante le prove per "Coriolano", Gerard ebbe sentore delle audizioni per l'adattamento teatrale di Trainspotting, che aveva visto ad Edimburgo. Un anno dopo aver visto il dramma, era di ritorno ad Edimburgo - ma questa volta era l'interprete della Gerry’s Corner – 2/2011

produzione, avendo ottenuto il ruolo di Renton, interpretato nel film da Ewan McGregor. Trasferirsi a Londra diede a Gerard le opportunità che desiderava. Racconta: "Non avevo conoscenze, nessuna esperienza, nessuna formazione e nemmeno prospettive. Tutti ridevano di me. Tutti pensavano che avevo appena mandato all'aria la mia intera carriera.

Photo by Dominick Guillemot 2008

"Aveva soltanto il desiderio di esserlo ed una intelligenza e prontezza di spirito, e - naturalmente quella meravigliosa inflessione scozzese. Era così definito come guerriero per un'opera sui Romani. "Per cui dissi che poteva farne parte. Sue chiese, 'Ne sei sicuro? Non ha mai fatto niente. E' solo un principiante'. "Al che dissi, 'Sì, sono abbastanza sicuro'. Poi lui entrò ed ecco come tutto cominciò. Ci si mise con naturalezza. "Stava ancora passando dei momenti tormentati quando stava lavorando con me, ma riuscivo a vedere i suoi miglioramenti." Gerard apparve in una serie di successi, con ruoli nel film della serie Bond "Il Domani Non Muore Mai", "Attila" e "Il Fantasma dell' Opera". Ha avuto inoltre ruoli da protagonista maschile al fianco di Katherine Heigl in "La Dura Verità" e Jennifer Aniston in "Il Cacciatore di Ex". Berkoff dice che fu "allibito" dal successo di Gerard, ma lo spinse ad essere più selettivo nei film che sceglieva. Afferma: "Solitamente lavoro con attori che hanno una concentrazione molto forte e sono coraggiosi, per cui molti di loro riescono veramente bene. Gerry non sarebbe stato il primo. Anche così, sono sbalordito dal suo successo. Penso che abbia fatto grandi progressi ma deve essere un po' più selettivo ora".

"So che cambiare carriera era quello di cui avevo bisogno. Ma che diavolo stavo pensando? "Va capito che ero totalmente fuori controllo. "Se non fossi stato così sperduto e folle, sarei ancora un avvocato. "L'infelicità è segno che qualcosa è sbagliato, che la tua vita ha bisogno di alcuni grandi cambiamenti. "Sapevo che trasferirmi a Londra costituiva un grosso rischio. Ma dissi a me stesso: 'Sto mirando alle stelle. Mi preoccuperò più avanti dei dettagli'." Poi arrivò la sua occasione cinematografica in "La Mia Regina - Mrs. Brown". Ottenne la parte di Archie Brown, il fratello di John Brown interpretato da Billy Connolly. «Ero in condizioni molto cupe» Durante una pausa nelle riprese, Gerard andò con sua madre Margaret a godersi un picnic sulle rive del fiume Tay. Sentì delle urla: un ragazzino rischiava di annegare. Gerard si tuffò e lo salvò e si guadagnò un riconoscimento per il proprio coraggio dalla Royal Humane Society. Nel corso dei tre anni successivi lavorò in una serie di progetti sul piccolo e sul grande schermo, incluso un piccolo ruolo in qualità di ufficiale di marina nel film di Bond "Il Domani Non Muore Mai". Interpretare il capo degli Unni nella serie televisiva americana di successo "Attila", un preludio al suo ruolo macho in 300, gli portò attenzione negli Stati Uniti e pose le fondamenta per le cose a venire. 6


Un altro ruolo che lo fece notare fu quello di protagonista nell'adattamento cinematografico del musical teatrale "Il Fantasma dell' Opera".

Anche pezzi grossi di Hollywood come Antonio Banderas e John Travolta erano stati interpellati per il ruolo protagonista. Gerard dice della sua interpretazione del tormentato Fantasma: "Non ho visto mio padre per 14 anni, ed un giorno si presenta e non sapevo nemmeno che fosse vivo. Per cui, c'erano molte cose forti da cui trarre. Sai, attraverso il mio stesso abusare di me mi sono ritrovato in condizioni piuttosto nere, cosicché quando lessi questo copione non riuscii a credere che fossero analoghe alle sensazioni del Fantasma." Ma fu il suo ruolo in 300 che lo catapultò alla fama e con esso arrivò l'intensa attenzione verso la vita sentimentale di Gerard. E' svelto a liquidare le voci che sia uscito con le sue co-star come la star di Friends, Jennifer Aniston. Quelle voci solitamente hanno coinciso con la pubblicità per il lancio dei vari film. Ritiene di aver sacrificato il lato romantico della sua vita per la propria carriera cinematografica: "Sarebbe fantastico sistemarsi, ma allo stesso tempo penso che se le cose fossero andate diversamente e avessi una relazione a lungo termine, ora non sarei dove mi trovo. "Se avessi dovuto fare i sacrifici che una relazione avrebbe richiesto, probabilmente sotto certi aspetti sarei molto più felice, ma non avrei avuto altrettanto successo. Non sarei andato così avanti nel mio lavoro. "Mi piacerebbe avere figli, ma non sarò l'unico 40enne che non ha bambini. "Sarò felice quando accadrà. Sono realistico a tale proposito. L'entusiasmo di vedere la propria carriera progredire e fare balzi in avanti porta molta felicità e c'è anche molta felicità nell'essere innamorati ed avere una relazione. "Il conforto e la stabilità che trovi in quello non è qualcosa che ottieni quando sei follemente

Gerry’s Corner – 2/2011

impegnato, di successo e continuamente in viaggio, perché alla fine dei conti non hai nessuna relazione." Non ci sarebbe penuria di volontarie. Gerard ha decine di migliaia di devote fans, che si autodefiniscono Tarts (è emblematico che"tart" in Inglese significhi anche "donnaccia" - ndt). Tamara Halstead, madre di due figli, residente in Virginia negli USA, ha fondato il fansite GerardButler.net nel 2001. Da allora ha avuto più di 10 milioni di visitatori. I membri più tenaci fioccano in Scozia per delle conventions. Ad una di queste, qualche anno fa, fu ospite d'onore la famiglia di Gerard, inclusa sua madre, due delle sue zie e il patrigno Alex Coll, 68 anni. Mamma Margaret, 67 anni, ex proprietaria di una caffetteria, ha detto agli astanti: "Non riesco ad esprimere l'alta opinione che lui ha di voi e dell'incoraggiamento e sostegno che gli date." Gerard insiste che la celebrità non lo ha cambiato. "Si è sempre la stessa persona che deve aver a che fare con l'alzarsi dal letto ogni mattina," afferma. "E' strano. Penso che ci sia una parte di te che immagina sempre che se si ha successo ogni fibra del proprio essere cambierà. E invece no. Pensi sempre, 'Oh, il tale non mi ha chiamato,' e 'C***o, devo occuparmi delle bollette." Una cosa che rimpiange della sua fama e che sta perdendo l'accento scozzese. Ammette: "Ho passato un anno e mezzo interpretando ruoli da Americano e non sono abbastanza a mio agio da potermi limitare a fare quegli accenti solo quando giriamo, quindi devo continuare tutto il tempo. Mi odio perché lo faccio." Il suo attaccamento per le sue radici scozzesi resta forte. Si illumina: "Amo tutto degli Scozzesi: il loro calore, senso dell'umorismo, il potenziale violento. "Nessuno a Glasgow si butta nella recitazione. Venivi visto come uno strambo se volevi fare l'attore. Ma non mi importa. E' quello che ho sempre voluto fare." Fonte: http://www.newsoftheworld.co.uk/scottish/scottis h_showbiz/908733/Part-2-of-our-Gerard-Butlerstory.html Traduzione per Gerry's Corner & Gerry's Ladies La Dame du Lac - 10 Novembre 2010

7


News – Si Parla di Lui

A Acca ad deem myy EEsstteen nd dee IIn nvviittii a a 1 17 78 8N Nu uo ovvii M Meem mb brrii Traduzione Comunicato Stampa Academy of Motion Picture Arts & Sciences – 17 Giugno 2011

Beverly Hills, CA (17 Giugno 2011) – La Academy of Motion Picture Arts and Sciences sta estendendo gli inviti ad unirsi all’organizzazione a 178 artisti e funzionari che si sono distinti tramite i loro contributi alle opere cinematografiche. Coloro che accettano l’invito saranno le sole aggiunte del 2011 alla schiera dei membri della Academy. “Questi individui sono tra i migliori cineasti operanti oggi nel settore,” ha dichiarato il Presidente della Academy, Tom Sherak. “Il loro talento e creatività hanno intrattenuto gli spettatori di tutto il mondo, e do il mio benvenuto a ciascuno di loro tra i nostri ranghi.” Le politiche di ammissione dell’A-cademy avrebbero consentito un Massimo di 211 nuovi membri nel 2011, ma come in altri anni recenti, diversi comitati hanno appoggiato meno candidati di quanti fossero stati loro proposti. L’appartenenza di votanti nell’organizzazione è stata ad oggi mantenuta costante ad appena meno di 6000 membri dal 2003. Con un gesto senza precedenti, la lista dei nuovi membri comprende il realizzatore di documentari Tim Hetherington, che fu ucciso in azione in Libia in Aprile. Hetherington fu uno dei nominati nel 2010 per il suo film “Restrepo,” ma morì prima delle riunioni primaverili dell’Academy per la selezione dei membri. Il Settore Documentari ha proposto che il nome di Hetherington fosse incluso tra gli invitati di quest’anno. I Governatori sono stati d’accordo.

Gerard tra i 178 invitati ad unirsi alla Academy Traduzione articolo “Beyonce among178 invited to join Film Academy” By AP Associated Press - 17 Giugno 2011

LOS ANGELES (AP) — Beyonce Knowles, Russell Brand, David Duchovny ed il regista de "Il Discorso del Re" Tom Hooper sono stati invitati ad unirsi alla Academy of Motion Picture Arts and Sciences. Venerdì, la Academy ha comunicato di aver invitato quest’anno 178 lavoratori dell’industria cinematografica ad unirsi ai propri ranghi. Il documentarista Tim Hethe-rington, nominato ad un Oscar quest’anno e poi ucciso in Libia due mesi dopo la cerimonia, è stato invitato ad unirsi alla Academy in via postuma. Gli altri invitati com-prendono gli attori Bradley Cooper, Gerard Butler, Mila Kunis, Jennifer Garner (con Butler nella foto qui a fianco scattata in occasione dei Golden Globes 2010), Jesse Eisenberg and Ellen Page; l’autrice-regista de "I Ragazzi Stanno Bene" Lisa Cholodenko; l’autore Aaron Sorkin; il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige ed il nuovo Direttore Operativo in Capo della Academy, Ric Robertson. La Academy ha poco meno di 6000 membri votanti. Fonte: http://beta.news.yahoo.com/beyonceamong-178-invited-join-film-academy203647006.html

Gli invitati per il 2011 sono: Attori Gerard Butler – "The Ugly Truth," "300" (Per gli altri 177 nomi si rimanda al sito ufficiale dell’Academy: www.oscars.org – ndt) Courtesy of WireImage 18.01.2010

Fonte: http://www.oscars.org/press/pressreleases/2011/2 0110617.html

Gerry’s Corner – 2/2011

Traduzioni per Gerry’s Corner & Gerry’s Ladies La Dame du Lac – 18 Giugno 2011

8


News - Gossip – Speciale Ischia SAB, 09 LUG 2011 9:45 AM

Gerard Butler: 'Machine Gun Preacher' Ottiene Data di Uscita Traduzione articolo “Machine Gun Preacher Gets a Release Date” – Just Jared – 09 Luglio 2011

Gerard Butler si prepara ad essere celebrato ad Ischia Traduzione articolo “Gerard Butler Gears Up to Be Honored in Ischia” – Celebrity Gossip.Net – 09 Luglio 2011

Postato Sabato 9 Luglio 2011 9:19 AM GMT Compiendo un lungo viaggio oltreoceano, Gerard Butler è arrivato sull’isola vulcanica di Ischia, Sabato (9 Luglio). Il fusto scozzese si trova nella località tirrenica per l’Ischia Global Film Fest – che ha luogo dal 10 al 17 Luglio.

Courtesy of SplashNewsOnLine

Non semplice spettatore, Gerard si prepara a ricevere l’alto titolo di "Attore dell’Anno" nel corso della manifestazione.

Gerard Butler fa una chiacchierata con Pascal Vicedomini, il fondatore dell’Ischia Global Fest, mentre pranzano in un ristorante, Sabato (9 Luglio) sull’isola di Ischia vicino a Napoli, Italia. Il 41enne fusto scozzese è in città per ricevere il riconoscimento di Attore dell’Anno al festival cinematografico. Il film di Gerard Machine Gun Preacher ha appena ricevuto una data di uscita come anche un nuovo distributore. Il film sarà distribuito in un numero limitato di sale il 23 Settembre dalla Relativity Media dopo che la società ne ha acquisito i diritti da Lionsgate

Fonte: http://justjared.buzznet.com/2011/07/09/gerardbutler-machine-gun-preacher-gets-release-date/

Courtesy of SplashNewsOnLine

Durante il suo primo giorno in città, Butler è stato visto in compagnia del manager dell’Ischia Film Fest Pascal Vicedomini – mentre i due chiacchieravano presso il lussuoso hotel Regina Isabella prima di uscirne per godersi le vedute e gli eventi della località italiana.

Fonte: http://celebrity-gossip.net/gerardbutler/gerard-butler-gears-be-honored-ischia522536

Gerry’s Corner – 2/2011

9


SAB, 09 LUG 2011 - 6:45 PM

Leonardo DiCaprio & Gerard Butler: cena in Italia! Italia!

Leonardo DiCaprio cena con Gerard Butler in Italia

Traduzione articolo “Leonardo DiCaprio & Gerard Butler: Dinner in Italy” – Just Jared – 09 Luglio 2011

Traduzione articolo “Leonardo DiCaprio Dines with Gerard Butler in Italy” – Accidental Sexiness – 11 Luglio 2011

Di Rosy– 11 Luglio 2011 Leonardo DiCaprio gusta un pasto all’aperto con Gerard Butler ed altri, Sabato (9 Luglio) a Capri, Italia. Leo, 36 anni, ha anche portato la sua mamma, Irmelin, nella sua rilassante vacanza, ove tutti insieme hanno passato la serata mangiando e chiacchierando con gli amici. Gerard, 41, anch’egli in vacanza in Italia, è stato visto a torso nudo durante un giro in barca all’inizio della giornata! E stato recentemente riferito che Leo potrebbe interpretare il remake di E’ Nata una Stella al fianco di Beyonce! Lo scorso mese, Leo è stato una delle varie celebrità ad aver preso parte ad una campagna per salvare la popolazione di squali della California . Altri coinvolti nella causa comprendevano Alexander Skarsgard, Ke$ha, Megan Fox, Scarlett Johansson, ed altri!

Fonte: http://justjared.buzznet.com/2011/07/09/leonardo -dicaprio-vacation-with-mom/

Courtesy of Fame Pictures

Dopo aver passato una giornata piena di divertimento in giro in scooter con un amico, Leonardo DiCaprio si è accomodato per un pasto con sua madre Irmelin a Capri, Italia, Sabato, 9 Luglio 2011. Ad unirsi a loro in una gran tavolata c’era una varietà di cari amici che comprendeva il fascinoso Scozzese Gerard Butler! Leo ha cercato di passare in incognito quando ha capito che i paparazzi lo avevano beccato a sfrecciare a spasso con lo scooter, che avrebbe potuto causare un incidente mentre cercava di coprirsi il volto. E’ riuscito ad evitare di essere visto balzare su un elicottero. All’inizio della giornata Leo ha fatto un giro in scooter con un amico e ha cercato di evitare di essere fotografato scansando la durante la guida. Più tardi si è unito alla mamma per un giro in elicottero prima di fare il loro arrivo alla cena. Anche Gerry è stato visto divertirsi mentre in Europa. E’ stato visto con una lunga lista di colleghi celebri tra i quali Christoph Waltz, Sting, ed Eli Roth all’Ischia Global Film and Music Festival ad Ischia.

Courtesy of SplashNewsOnLine

Fonte: http://www.accidentalsexiness.com/2011/07/11/leo nardo-dicaprio-dines-gerard-butler-italy/

Gerry’s Corner – 2/2011

10


SAB, 09 LUGLIO 2011 AT 2:15 PM

Gerard Butler: Giro in barca a torso nudo ad Ischia! Traduzione articolo “Gerard Butler: Shirtless Boat Ride in Ischia” – Just Jared – 09 Luglio 2011

Gerard Butler si mette a torso nudo mentre passa del tempo su un battello con una misteriosa signorina Sabato (9 Luglio) al largo della costa dell’isola di Ischia vicino a Napoli, Italia. L’attore 41enne ha passato del tempo con Pascal

Il festival, lungo una settimana, inizia Domenicaa (10 Luglio) – ed il nuovissimo film di Nicole Kidman, Trespass, sarà presentato durante l’IFF Fonte: http://justjared.buzznet.com/2011/07/10/gerardbutler-boating-in-italy/ ***** MAR, 12 LUGLIO 2011 - 9:50 AM

G Ge erra arrd dB Bu uttlle err:: g giirro o ttu urriissttiicco oa ad d IIsscch hiia a!!

Courtesy of SplashNewsOnLine

Traduzione articolo “Gerard Butler: Sightseeing in Ischia” – Just Jared – 12 Luglio 2011

Vicedomini, fondatore dell’Ischia Film Festival, in precedenza nella giornata. Gerard è in città per ricevere il riconoscimento di Attore dell’Anno al festival. L’Ischia Film Festival del 2011 avrà inizio Domenica (10 Luglio) e durerà una settimana. Tra gli eventi del festival ci sarà una prima del film Trespass con Nicole Kidman.

Gerard Butler fa un giro turistico Lunedì (11 Luglio) in giro per la città Ischia, Italia. Il bel 41enne Scozzese ha fatto un giro per l’isola, che si trova nella provincia di Napoli. Gerry è in città per l’Ischia Film Festival, dove gli è stato attribuito il riconoscimento di Attore dell’Anno. Gerry è stato raggiunto dall’attrice Anglo-Iraniana Nazanin Boniadi, che ha interpretato Amira Ahmed in Iron Man!

Fonte: http://justjared.buzznet.com/2011/07/09/gerardbutler-shirtless-boat-ride-in-ischia/ Courtesy of INFdaily

***** DOM, 10 LUG 2011 - 1:45 PM

G Geerraarrd dB Bu uttlleerr:: iin nb baatttteelllloo iin n IIttaalliiaa!! Traduzione articolo “Gerard Butler: Boating in Italy” – Just Jared – 10 Luglio 2011

Nel corso del weekend, Gerry si è rilassato su uno yacht con l’amico regista Eli Roth e Sting dopo su un’imbarcazione con Leonardo DiCaprio! Fonte: http://justjared.buzznet.com/2011/07/12/gerardbutler-sightseeing-in-ischia/

Gerard Butler sale a bordo di una imbarcazione, Domenica (10 Luglio) ad Ischia, Italia. Il bel 41enne Scozzese ha fatto un giro in acqua con il regista Eli Roth ed il rocker Sting! Ieri, Gerry si è messo a torso nudo mentre passava tempo con il fondatore dell’Ischia Film Festival Pascal Vicedomini su un battello. Gerry è in città per ricevere il riconoscimento quale Attore dell’Anno al festival!

Courtesy of SplashNewsOnLine

Gerry’s Corner – 2/2011

11


Gerard Butler: Cena di gala all’Ischia Global Film Fest Traduzione articolo “Gerard Butler: Ischia Global Film Fest Gala Dinner” – Celebrity Gossip.Net + Oh No! They Didn’t – 10 Luglio 2011

Postato Domenica 10 Luglio 2011 10:45 PM GMT Unendosi alle celebrazioni inaugurali, Gerard Butler si è messo tutto elegante per il primo giorno dell’Ischia Global Film e Music Festival ad Ischia, Italia, Domenica (10 Luglio). L’attore di “Law Abiding Citizen” è apparso piacevole in abito grigio mentre presenziava alla cena di gala intanto che si mescolava ai colleghi presenti, tra i quali Paul Haggis e Eli Roth.

DOM, 10 LUG 2011 - 11:00 PM

Gerard Butler: Cena inaugurale all’Ischia Film Festival! Traduzione articolo “Gerard Butler: Ischia Film Festival Opening” – Just Jared – 10 Luglio 2011

Gerard Butler calca il tappet rosso alla cena inaugurale nel primo giorno dell’Ischia Film Festival, Domenica (10 Luglio) ad Ischia, Italy. L’attore scozzese 41enne durante il festival verrà insignito del riconoscimento di Attore dell’Anno. Gerard è stato raggiunto alla cena d’apertura dall’amico Eli Roth, come anche dal regista Paul Haggis. In precedenza nella giornata, Gerard ha fatto un giro in barca con Eli ed il rocker Sting.

Come precedentemente riferito da GossipCenter, Gerard è pronto per essere insignito con il titolo di "Attore dell’Anno" nel corso delle celebrazioni ischitane.

Courtesy of SplashNewsOnLine

Arrivato sabato nella località isolana, Butler è stato visto approfittare al massimo della sua visita oltreoceano – visto che andar per mare nel corso dei due giorni passati con amici comprendenti Mr Roth ed il rocker Sting.

Fonti: http://celebrity-gossip.net/gerardbutler/gerard-butler-ischia-global-film-fest-galadinner-523049 http://ohnotheydidnt.livejournal.com/60955918.h tml#ixzz1RxrxHh1Q Nel corso del weekend, Gerard si è unito a Leonardo DiCaprio ad una cena alla quale era presente anche la madre di Leo.

Fonte: http://justjared.buzznet.com/2011/07/10/gerardbutler-ischia-film-festival-opening-dinner/

Gerry’s Corner – 2/2011

12


LUN, 11 LUG2011 AT 9:20 PM

Gerard Butler: Attore dell’Anno all’Ischia Festival Traduzione articolo “Gerard Butler: Ischia Festival’s Actor of the Year” – Just Jared – 11 Luglio 2011

Gerard Butler mostra orgogliosamente il premio di Attore dell’Anno nel secondo giorno dell’Ischia Film Festival, Lunedì (11 Luglio) ad Ischia, Italia. Il 41enne attore scozzese è stato celebrato durante la cena di gala e cerimonia di premiazione a Casamicciola, alla quale erano inoltre presenti Eli Roth, la modella Karolina Kurkova, ed il regista Kenny Ortega. La sera precedente, Gerard si era messo in tiro per la cena inaugurale dell’annuale festival cinematografico. Gerard ricevette l’Ischia Special Fashion Award, il riconoscimento del festival come Miglior Nuovo Attore, nel 2004 per il suo lavoro ne Il Fantasma dell’Opera.

Fonte: http://justjared.buzznet.com/2011/07/11/gerardbutler-ischia-festival-actor-year/

Gerard Butler riceverà riconoscimento quale Attore dell’Anno all’Ischia Global Film Fest Di Ann Lake – Examiner.com Traduzione articolo “Gerard Butler to Receive Actor of the Year Award at Ischia Global Film Fest” – Examiner.com – 11 Luglio 2011

Gerard Butler riceverà il riconoscimento di "Attore dell’Anno" al nono Ischia Global Film & Music Fest che si tiene ad Ischia, in Italia, dal 10 al 17 Luglio. Butler riceverà il premio Lunedì 11 Luglio durante la cena di gala e cerimonia di premiazione a Casamicciola. Parteciperà inoltre al seminario educativo cinematografico (impegno che ha bellamente saltato perché ancora intento a dormire dopo aver fatto le ore piccole. Non si fa, Gerard! Non si fa! – ndt) “Perseguire la libertà d’espressione” con Paul Haggis. Nel 2004, Butler ricevette l’Ischia Special Fashion Award, approssimativamente tradotto come 'Miglior Nuovo Attore, per il suo lavoro nella versione per il grande schermo de Il Fantasma dell’Opera. Il festival, fondato e prodotto da Pascal Vicedomini, fin dal 2003 coinvolge l’organizzazione di Marina Cicogna, Enrico Lucherini, Franco Nero e per la musica, Tony Renis. E’ stato sviluppato in collaborazione con la RAI e Sky TV Dopo India, China, Russia, Germany, Brazil, Japan, South Africa e Messico, il Paese ospite quest’anno è il Regno Unito, con la partecipazione di molti attori provenienti dall’Inghilterra, la Scozia, il Galles e l’Irlanda.

Courtesy of Getty Images

Per ulterior informazioni sull’Ischia Global Film e Music Fest, visitate http://ischiaglobal.com.

Gerry’s Corner – 2/2011

Fonte: http://www.examiner.com/gerard-butlerin-national/gerard-butler-to-receive-actor-of-theyear-award-at-ischia-global-film-fest

13


G Geerraarrdd B Buuttlleerr rriicceevvee rriiccoonnoosscciim meennttoo ppeerr llaa rreecciittaazziioonnee aallll’’IIsscchhiiaa F Fiillm mF Feessttiivvaall By Vicky Allison Jul 12, 2011, 16:57 GMT Traduzione articolo “Gerard Butler: Receives Acting Award at Ischia Film Festival” – Monsters and Critics – 12 Luglio 2011

La star di Hollywood Gerard Butler ha ricevuto un prestigioso premio per la recitazione in Italia. Il 41enne ha ricevuto la scorsa sera il riconoscimento quale Attore dell’Anno all’Ischia Film Festival. Butler ha ricevuto il premio durante una cerimonia alla quale erano presenti varie star tra le quali Eli Roth e la modella Karolina Kurkova. La star scozzese aveva in precedenza ricevuto il riconoscimento quale Miglior Nuovo Attore nel 2004 per il suo lavoro ne Il Fantasma dell’Opera. L’Ischia Film Festival durerà fino al 17 Luglio. Fonte: http://www.monstersandcritics.com/people/news/ article_1650741.php/Gerard-Butler-receivesacting-award-at-Ischia-Film-Festival ***

G Geerra arrdd B Buuttlleerr -- G Geerra arrdd B Buuttlleerr C Ceelleebbrra attoo a allll’’I Isscchhiia a F Fiillm m F Feessttiivva all

Gerard Butler riceve premio per la r e c it a z io n e Traduzione articolo “Gerard Butler Receives Acting Award” – Music Rooms - 12 Luglio 2011

Di Cover Media del 12/07/2011 Gerard Butler ha ricevuto un prestigioso riconoscimento attoriale in Italia. La scorsa sera è stato consegnato all’attore scozzese 41enne il premio di Attore dell’Anno. E’ stato festeggiato durante la cena di gala e cerimonia di premiazione a Casamicciola, dove erano inoltre presenti Eli Roth, la modella Karolina Kurkova e il regista Kenny Ortega. Gerard ricevette anche il riconoscimento di Miglior Nuovo Attore nel 2004 per il suo lavoro in Il Fantasma dell’ Opera. L’affascinante star ha approfittato al massimo del suo tempo in Italia ed è stato visto a bordo di un lussuoso yacht con una signora misteriosa e cenare con amici, tra quali Leonardo Di Caprio ed il rocker Sting. Gerard ha appena completato le riprese di due film che saranno distribuiti quest’anno – Machine Gun Preacher e Movie 43 (informazione non corretta: Movie 43 uscirà nell’Aprile 2012 - ndt). Riprenderà anche il suo personaggio nel film animato per bambini How to Train Your Dragon, nominato per due Oscar agli Academy Awards di quest’anno.

12 Luglio 2011 12:16 Traduzione articolo “Gerard Butler Honoured at Ischia Film Festival” – Contact Music – 12 Luglio 2011

Si è brindato a Gerard Butler all’Ischia Film Festival in Italia, Lunedì (11 Lug 11) poiché ha ricevuto il massimo premio per la recitazione. La star di 300 ha raccolto il riconoscimento di Attore dell’Anno durante una cerimonia alla quale erano presenti varie star comprendenti Eli Roth, la modella Karolina Kurkova ed il regista Kenny Ortega. Butler era stato precedentemente onorato dagli organizzatori dell’evento nel 2004, quando ricevette il premio di Miglior Nuovo Attore. L’Ischia Film Festival dura fino al 17 Luglio (11).

Fonte: http://www.musicrooms.net/showbiz/37211gerard-butler-receives-acting-award.html

Traduzioni per Gerry’s Corner & Gerry’s Ladies La Dame du Lac – 16 Luglio 2011

Fonte: http://www.contactmusic.com/news.nsf/story/ger ard-butler-honoured-at-ischia-filmfestival_1232288

Gerry’s Corner – 2/2011

14


Gerry’s Corner è…

Il Sito Internet

www.gerryscorner.it

Gerry’s Corner – 2/2011

15


Prossimamente

I Film Rilevanti del 2011: Parte Tre Traduzione articolo "The Notable Films of 2011: Part Three" - di Garth Franklin - Dark Horizon - 22 Dicembre 2011

VÉÜ|ÉÄtÇâá Uscita: 2011 Cast: Gerard Butler, Ralph Fiennes, William Hurt, Eddie Marsan, Brian Cox Regista: Ralph Fiennes

più difficili per offrire un racconto viscerale che “non fa prigionieri”… Non ha lirismo. Mi piace così” dice Fiennes. Inoltre, evita deliberatamente di metterlo in relazione con la moderna politica, gli eserciti sono sempre Romani e Volsci di nome, ma le locations sono state deliberatamente riprese per avere un aspetto che potesse adattarsi ad una qualsiasi nazione militarizzata. Fiennes interpretò il ruolo sulle scene una decina d’anni fa, mentre il co-protagonista Gerard Butler ebbe il suo battesimo della scena nell’opera nel

Sunto: Un moderno adattamento dell'opera di Shakespeare. Spinto dalla madre manipolatrice ad entrare in Senato il valente generale romano Coriolano è ostile ad ingraziarsi le masse dei cui voti ha necessità. Quando il pubblico rifiuta di sostenerlo, la rabbia di Coriolano innesca una rivolta che culmina con la sua espulsione da Roma. L’eroe bandito, allora, si allea con il suo nemico giurato per avere la propria vendetta sulla città. Analisi: Tra le più oscure delle opera del Bardo, e presumibilmente la più sanguinosa a parte "Tito Andronico", T. S. Eliot notoriamente definì questa tragedia shakespeariana superiore al meglio noto "Amleto". Certamente ho per esso un posto speciale, perché una sua messa in scena della Sydney Theatre Company nei primi anni ’90 fu la primissima volta in cui vidi una produzione di Shakespeare a teatro. Ancora oggi essa resta una delle opere che più ha diviso grazie alle sue sfumature politiche e ad un protagonista orgoglioso difficile da definire. L’adattamento d’ambientazione contemporanea, inteso per aggiungere più carne al fuoco, è interpretato da Ralph Fiennes stesso che lo ha diretto e girato a Belgrado all’inizio di quest’anno. Cambiando la decadenza dell’Antica Roma per un paesaggio straziato dalla battaglia simile a molti nelle moderne zone di guerra, le armature da battaglia sono state sostituite dalle tenute da combattimento, e i duelli alla spada con gli scontri a fuoco. Tuttavia il dialogo originale rimane intatto, miscelato con l’urgenza della moderna produzione cinematografica per renderlo un “dramma politico ad alta tensione” secondo un’intervista con Fiennes.

1996, in una versione con interprete Steven Berkoff. Ancor più elettrizzanti sono i co-protagonisti che si sono uniti a loro, tra i quali Vanessa Redgrave nel ruolo di Volumnia, la madre di Coriolano e Brian Cox nella parte del suadente politico Menenio. Il film debutterà al Festival del Cinema di Berlino a Marzo dove la reazione dei critici sarà un fattore importante – è anche un articolo difficile da piazzare considerando che il recente adattamento de La Tempesta ad opera di Julie Taymor ha perso tutto il suo potenziale dopo aver raccolto recensioni insoddisfacenti al Festival del Cinema di Venezia.

Fonte: http://www.darkhorizons.com/news/18969

Traduzione per Gerry’s Corner & Gerry’s Ladies La Dame du Lac – 23 Dicembre 2010

Lo sceneggiatore de “Il Gladiatore”, John Logan, ha adattato la sceneggiatura, eliminandone i passaggi Gerry’s Corner – 2/2011

16


Prossimamente

IILL ""ffuullll--m meettaall""** C CoorriioollaannuuSS D DII RRaallpphh FFiieennnneess Traduzione articolo: "Ralph Fiennes's full-metal Coriolanus" - di Cath Clarke - Guardian.co.uk - 6 Maggio 2010

(*full-metal identifica un tipo di proiettile con anima in piombo fuso e incamiciatura totalmente in metallo – ndt)

La scorsa volta sono rimasti quattro giorni, mettendo in scena battaglie in corsa per le vie, appiccando fuoco ad auto e divani, e persino facendo esplodere un autobus. Sono tornati per girare delle scene con Butler, che fino ad ora non era disponibile. Sembra leggermente irreale. Una seconda unità sta girando delle sequenze aggiuntive di schermaglie.

Ralph Fiennes ha scelto una moderna versione bellica di Coriolano per il suo esordio alla regia. Cath Clarke si trova coinvolta sul set a Belgrado – proiettili, bandane, Gerard Butler e quant’altro Una dozzina circa di soldati sono sparpagliati di fronte ad un blocco di appartamenti dell’era comunista in una città industriale fuori della capitale serba, Belgrado. L’edificio ha visto giorni migliori, graffiti serpeggiano lungo il muro, mattoni che si sbriciolano. I soldati non sono da meno: una pelosa truppa di aspetto meschino in uniformi sporche. Avanza il loro generale e ringhia verso di loro. Dietro la folta barba del generale e occhiali da sole a specchio c’è l’attore Gerard Butler, e i soldati sono comparse che interpretano le sue truppe. Mentre se ne va a passi pesanti, sogghignando, per cominciare le riprese del giorno in un vicino appartamento, uno di loro tira fuori un libro di sudoku. Non così duri dopo tutto – ma i set cinematografici, come le guerre, implicano molte attese. Questa è la settima settimana su otto del debutto registico di Ralph Fiennes, un adattamento contemporaneo del “Coriolano” di Shakespeare, che sarà distribuito il prossimo anno. Fiennes inoltre interpreta l'imperfetto eroe militare romano, una macchina da guerra umana, superfluo rispetto alle necessità del tempo di pace ed odiato dal popolo. Gerard Butler è stato scelto per il ruolo della nemesi di Coriolano, Aufidio, il generale del popolo dei Volsci. La città rappresenta una città dei Volsci sotto attacco, e si tratta della seconda visita della troupe.

Gerry’s Corner – 2/2011

Un corpulento stuntman grida ad una comparsa/soldato che sta arrivando sotto il fuoco su un balcone: "Più energia, amico. Ti hanno appena sfondato il torace." Un’anziana donna che vive nell’appartamento accanto è uscita a guardare. I residenti qui sono così abituati al rumore, che appena sussultano agli spari. Fiennes e Butler emergono all’ora di pranzo, con la troupe di 100 persone più o meno, per mangiare in un tendone ai bordi della città vicino ad un malridotto campo per fiere.

Sono al tavolo di testa con il ministro degli interni serbo, che ha portato la sua famiglia per una giornata a spasso per vedere le riprese. Butler è in versione intrattenimento, posando per foto coi bambini. Di fianco a lui, Fiennes è in piedi, che passa in rassegna le sue truppe. Con la testa rasata, e indosso una t-shirt senza pieghe, blue-jeans e scarpe sportive, potrebbe passare per un militare fuori

17


Nella Germania nazista, Coriolano era un eroe similHitler, e dopo la seconda guerra mondiale gli Americani occupanti lo avevano bandito. Brecht lavorò ad un adattamento marxista negli ultimi anni della sua vita. "Penso che sia un errore farne un messaggio politico," afferma Fiennes.

servizio. E' l'atteggiamento – a proprio agio, ma pronto ad affrontare un problema. Scegliere Shakespeare per il proprio debutto registico – ed uno Shakespeare da affrontare – potrebbe apparire volontariamente attoriale venendo da Fiennes. Scherza a proposito di alcune delle risposte che ha avuto dai finanziatori a Cannes lo scorso anno: "Tu dici ‘film da Shakespeare’ e si vede uno sguardo di panico nei loro occhi." Deve aver odiato tutto quel fare il gentile con i pezzi grossi. "In un certo senso l’ho fatto a denti stretti." Racconta di aver avuto l’idea di girare Coriolanus quando interpretò il ruolo sulla scena nel 2000. Negli ultimi anni, si è trasformato in un’ossessione. Spogliato dei passaggi più difficili, quel che resta è una tragedia viscerale che si presta al cinema. "Non prende prigionieri," dice. "Non c’è lirismo. Mi piace." Fiennes ha fatto molto dell’iniziale lavoro di ricerca prima di avere un qualsiasi sostegno finanziario, avvicinando John Logan, sceneggiatore de Il Gladiatore, che ha stilato la sceneggiatura appositamente. Il prodotto finito è – per metterla giù dura – un lavoro di editing, ed "un avvincente racconto" secondo il produttore esecutivo Colin Vaines. Coriolanus è stato descritto come l’eroe shakespeariano che meno desta simpatia. Esiliato da Roma, si trasforma in un rinnegato e si unisce ad Aufidio per marciare sulla città. "In un certo senso mi piace il fatto che sia spiacevole," spiega Fiennes. E’ il ruolo cinematografico di maggior sostanza da The Reader, e non c’è mai stato dubbio nella sua mente che avrebbe tanto recitato quanto diretto. Desiderava interpretare nuovamente Coriolano immediatamente dopo aver terminato il periodo in teatro. Perché? "Probabilmente perché pensavo di non averlo esplorato totalmente, di non averlo scoperto completamente." L’opera è stata flessibile alle interpretazioni politiche, di destra e di sinistra, nel corso degli anni. Gerry’s Corner – 2/2011

Tuttavia, egli aggiunge che sia un dramma che oggi funziona. Da quando sta mettendo insieme il film, ha trovato richiami nelle guerre e nelle proteste attorno al mondo: Atene, Birmania, Somalia, Iraq. Persino nell’imbarazzo al microfono di Gordon Brown lo scorso anno. Fiennes ha una scena nel film nel quale l’abile politicante di Brian Cox censura Coriolano mentre deride la gente nel senato, piazzando una mano sul suo microfono. Lo ha basato su una gaffe di George Bush al vertice del G8 nel 2006 quando Bush parlottò con Tony Blair, non avvedendosi che il microfono era ancora attivo. "Poi l’altro giorno leggevo i giornali ed ecco Gordon Brown che dice 'bigotto'." Se quello che ho visto è qualcosa a cui attenersi, questo film potrebbe rivelarsi un full-metal Shakespeare. "E’ la cosa più maschia di sempre," dice un altro produttore Gabrielle Tana, ridendo. Fiennes descrive la propria versione di Roma come uno stato potente, e i Volsci come una comunità più antica che lotta per mantenere l’autonomia. Menziona i paralleli: Israele/Palestina, Russia/Cecenia, ma si sforza di sottolineare che questo è un sottotesto, non esplicito nel film. Si può facilmente individuare le differenze tra un soldato romano e uno dei Volsci (non conosco il singolare… - ndt). I Romani sono abbigliati in tute

mimetiche high-tech. Gran parte di loro sono soldati delle forze speciali in prestito dal Governo Serbo, e sebbene Fiennes insista che sono tutti “davvero simpatici”, appaiono granitici e nessuno di loro è sotto l’1 e 90. I Volsci sono più una marmaglia, con le loro barbe alla Che [Guevara], i piercing e le bandane. Hanno anche straordinari tatuaggi: "Armi e rosari," dice l’addetto al trucco, tirando fuori fogli di 18


disegni rappresentanti un misto di simboli protoCristiani e insegne militari. Mi ha mostrato i tatuaggi Butler, il che è quanto più vicino avrò occasione di arrivare – non parla con i giornalisti. Fiennes dice di aver esplorato tutta l’Europa orientale per trovare la sua città “ovunque/nessun luogo”. Bucarest era troppo Ceausescu. dice; è andato a Zagabria e a Sarajevo, prima di decidersi su Belgrado. Per le scene ambientate nel senato romano, è stato loro concesso il permesso di girare nel parlamento serbo per tre fine settimana (questo spiegherà il Ministro dell’Interno). Intermini di troupe, [Fiennes] ha raccolto un gruppo molto stimato. Quello era cruciale, dice. "Mi hanno salvato il c**o parecchie volte. Quando stai cercando di farne parte e dirigere, fai affidamento sullo spirito di osservazione e la prontezza delle altre persone." In particolare parla del direttore della fotografia Barry Ackroyd, che ha incontrato durante The Hurt Locker (nel quale Fiennes è brevemente apparso nel ruolo [come sempre recitato in maniera splendida – ndt] di un mercenario). Vaines, che conosce Fiennes da 20 anni, dice che il regista porta in sé molta lealtà. "Non scende a compromessi, le persone lo rispettano. Questo decisamente ha contribuito a mettere insieme tutto ciò." La troupe è un cordiale miscuglio di Britannici e Serbi. Andando a pranzo, ho avuto uno scontro con un cameraman serbo: "Togliti di mezzo o verrai preso in mezzo." Ha fatto una pausa per chiarire. "Nella scena". (shot, come era nell’originale, significa sia ripreso in video che colpito da uno sparo – ndt) Il cast è similmente variegato. Non semplicemente "un gruppo di attori bianchi della classe media che fanno il loro mestiere", secondo un altro produttore. Dunque, c’è Ashraf Barhom (un Arabo israelita), l’attore sudafricano John Kani, e Dragan Micanovic quale capofila dei Serbi. A rappresentare i Britannici ci sono Brian Cox, che interpreta un volpone malfattore della politica, James Nesbitt e Paul Jesson. Ma l’interpretazione di cui tutti parlano sul set è quella di Vanessa Redgrave: interpreta Volumnia, la madre che ha cresciuto Coriolanus come soldato di Roma – più sfumata e meno virago di quanto sia abituale. Gerry’s Corner – 2/2011

E naturalmente c’è Butler. Fiennes spiega la sua scelta dicendo che voleva un attore dotato di carisma fisico. Qualcuno che il pubblico avrebbe ritenuto credibile nel ruolo di contendente. "La gente deve pensare che può vincere. Aufidio farà sputare sangue a Coriolano?" Ho visto la personal trainer di Butler (sembra più tosta dei soldati serbi), quindi posso crederci. Butler potrebbe aver accettato un taglio al compenso per fare il film, ma ha portato con sé il suo codazzo hollywoodiano (ci sono voci non confermate di un nutrizionista).

Dopo pranzo, la pressione sale. C’è da girare una scena con Butler che, stremato dalla battaglia, corre attraverso la città caduta, inciampando in un’atrocità romana. "Se non stai facendo niente, va a farti fo**ere," urla un line-producer. Qualcuno della troupe sta sistemando a terra, vicino ad una macchina caduta in un’imboscata, un bambino morto con una ferita alla testa. All’interno, un uomo e una donna sono accasciati sui sedili anteriori, ed una bambina è cosparsa sul sedile posteriore. C’è un’orribile autenticità documentaristica nelle goffe angolazioni degli arti. Fiennes sta supervisionando. Butler è fuori vista, ma lo si può sentire ruggire oscenità a sé stesso, dando di matto. Fiennes grida "azione" e corre dietro al monitor. Butler arriva in vista barcollando, si ferma alla macchina e inizia un lungo, feroce discorso, giurando vendetta su Coriolano (un monologo che si preannuncia da pelle d’oca – ndt). Dietro il suo monitor Fiennes si dondola, valutando il suo blocco, totalmente assorto. Butler sbaglia le battute, inserendo un paio di esclamazioni a scelta – più di 19


Paisley che di Stratford-upon-Avon. Fiennes affretta le cose tra le riprese, preoccupato per la "motivazione di Gerry". Un’ora dopo, la scena è nel sacco. C’è uno spontaneo scroscio di applausi per Butler, e Fiennes fa balenare un sorriso luminoso. C’è una macchia di sangue finto sulla sua intonsa t-shirt grigia. Nei momenti di intensità, Fiennes potrebbe aspirare ad un ruolo da serial killer (si veda Red Dragon – ndt). "Fan-tutamen-tastico," dice, allontanandosi. Butler – se non Shakespeare – approverebbe Cath Clarke guardian.co.uk, Giovedì 6 Maggio 2010 22.00 BST

Gerry’s Corner – 2/2011

Immagini: Courtesy of Kinogallery http://www.kinogallery.com/films/foto.php?id=co riolanus http://www.boxofficeBUZ.com Fonte: http://www.guardian.co.uk/film/2010/may/06/ral ph-fiennes-coriolanus-belgrade-serbia

Traduzione per Gerry’s Corner & Gerry’s Ladies La Dame du Lac - 23 Luglio 2010

20


Progetti Futuri

M M• •AA• •VV• •EE• •RR• •II• •CC• •KK• •SS

'Mavericks' Di MIKE FLEMING | Venerdì 11 Febbraio 2011 Traduzione articolo: “Berlin: Gerard Butler Set For Walden Media Surf Pic 'Mavericks'” – Di MIKE FLEMING – Deadline.com - 11 Febbraio 2011

ESCLUSIVO: E' stata definita la partecipazione di Gerard Butler a Mavericks, il dramma di Curtis Hanson basato su una storia vera per la Walden Media. Il film si fonda sulla vera storia del fenomeno del surf di Santa Cruz, Jay Moriarity, e sulla sua impresa di cavalcare le infide baie del Nord California note come breaks known as Mavericks, dove le mareggiate invernali creano onde alte quanto edifici di cinque piani. Butler interpreterà Rick "Frosty" Hesson, il mentore che allenò Moriarity per più di un anno durante il quale strinse con con il surfista una stretta amicizia. Sebbene Moriarity sopravvisse a tali onde impossibili, egli morì a 22 anni in un incidente in immersione. Tuttavia rimane un'ispirazione per i surfisti, che hanno coniato la frase "Vivere alla Jay." Hanson, che ha appena diretto il dramma HBO sulla crisi finanziaria Too Big To Fail, dirigera una sceneggiatura di Kario Salem e Brandon Hooper. Hanson sta cercando un giovane attore per interpretare Moriarity.

Ralph Fiennes, cavalcherà la tavola per Mavericks dopo aver completato Playing The Field. Il film diretto da Gabriele Muccino è ambientato nel mondo del calcio infantile, dove un ex giocatore di calcio professionista casanova cerca di riunirsi alla propria famiglia allenando la squadra di suo figlio, solo per mettersi in pericolosa posizione di "fuorigioco" con un gruppo di belle mamme (il termine originale "gaggle" indichi in senso letterale un branco di oche - ndt). Butler è produttore esecutivo di Mavericks con Alan

Courtesy of SplashNewsOnLine

Berlino: Gerard Butler nel Film sul Surf della Walden Media

Siegel, e Hanson, Hooper e Jim Meenaghan sono produttori. Michael Bostick e Amanda Morgan Palmer sono i supervisori per la Walden. Lakeshore Entertainment venderà all'estero il film, che inizierà le riprese in Ottobre. Butler è rappresentato dalla CAA e Alan Siegel Entertainment. La UTA rapprensenta Hanson. Fonte: http://www.deadline.com/2011/02/berlingerard-butler-set-for-walden-medias-mavericks/

Traduzione per Gerry's Corner & Gerry' s Ladies La Dame du Lac - 14 Febbraio 2011 Courtesy of SplashNewsOnLine

Butler, che ha recentemente recitato per Marc Forster in Machine Gun Preacher e in Coriolanus di Gerry’s Corner – 2/2011

21


Gerard Butler Si Unisce al Film sul Surf di Curtis Hanson ‘Mavericks’ Traduzione articolo: “Gerard Butler Joins Curtis Hanson’s Surf Pic ‘Mavericks’”

23mo compleanno, in un incidente durante un'immersione alle Maldive. Sean Penn era stato collegato al ruolo un anno fa, e ad un certo punto si parlò anche di Russell Crowe, ma Butler ha prevalso. Hanson è ora a caccia di un attore che possa assumere il ruolo di Moriarty. Ordunque, qual è il programma? Butler girerà prima la commedia drammatica calcistica “Playing the Field,” (precedentemente nota come “Slide”) con il regista di “Sette Anime” e “La Ricerca della Felicità” Gabriele Muccino, prima di passare a “Mavericks” cosa che darà a Hanson del tempo per mettere insieme il resto del cast. Sembra un progetto interessante ma se dobbiamo preoccuparci di una cosa è che la Walden Media— nota per materiale puramente leggero e accessibile come “Le Cronache di Narnia,” “Bandslam” e “The Tooth Fairy”— è dietro al film e speriamo che non sia la solita storia fatta per ispirare/moraleggiare. Perché se lo sarà, pensiamo che “Soul Surfer,” che esce tra un paio di mesi, riempirà piuttosto bene la nicchia del film surfistico con un cuore.

Courtesy of SplashNewsOnLine

Curtis Hanson è stato sulla "cresta dell'onda" per un certo periodo. “L.A. Confidential,” “Wonder Boys” e “8 Mile” furono una tripletta di successi di critica (”Wonder Boys” non andò così bene al box office) che misero il regista in cima alla lista dei registi. Purtroppo, i suoi due sforzi successivi lo trovarono in difficoltà con “In Your Shoes - Se Fossi Lei” e “Le Regole del Gioco” che furono grossi fallimenti dappertutto. Sebbene abbia attualmente trovato casa alla HBO dove sta completando il dramma ambientato durante la crisi finanziaria “Too Big To Fail” (accidenti, un altro?), il suo ritorno al grande schermo ha appena avuto una grossa spinta. Deadline riferisce che Gerard Butler ha deciso di cavalcare le onde con Hanson nel film sul surf “Mavericks,” un biopic del defunto surfista Jay Moriarty. Nato a Santa Cruz, trovo la propria vocazione nel mondo del surf in giovane età e presto esplose sotto la guida del veterano locale Rick “Frosty” Hesson, il ruolo per il quale Butler è in lizza. L'ex bagnino allenò Moriarty con un vigoroso programma fisico e mentale per prepararlo a cavalcare le onde di Mavericks, un luogo sulla costa californiana dove onde alte come palazzi di cinque piani si formano durante le mareggiate invernali. Moriarty morì tragicamente il giorno prima del suo

Gerry’s Corner – 2/2011

Courtesy of SplashNewsOnLine

Fonte: http://blogs.indiewire.com/theplaylist/archives/20 11/02/11/gerard_butler_joins_curtis_hansons_sur f_pic_m avericks/

Traduzione per Gerry's Corner & Gerry' s Ladies La Dame du Lac - 14 Febbraio 2011

22


Gerry’s Corner è…

Gerry’s Ladies Forum

http://gerardbutler.forumfree.it

Gerry’s Corner – 2/2011

23


Amarcord

Gli Esordi di Gerard Butler - Pt. 2 Di: La Dame du Lac - 19 Luglio 2011 Riprendiamo il nostro percorso di scoperta degli "Dracula's Legacy - Il Fascino del Male"). Tuttavia esordi del Nostro Eroe. tratteremo di quest'opera in separata sede proprio per l'importanza che riveste all'interno della carriera Dove eravamo rimasti...? di Gerard. Mmm... Ah, sì! A "The Cherry Orchard" e "One A questi due lavori per il grande schermo, fece More Kiss". seguito il ritorno alla televisione con la serie "Lucy A queste due esperienze ha fatto seguito - in ordine Sullivan Is Getting Married". Ne furono girate 2 di tempo - il film "Harrison's Flower". Toccante serie, per un totale di 16 episodi; Gerard aveva qui il dramma bellico ambientato durante la guerra che ruolo di Gus, un'adorabile canaglia impegnato a straziò la ex-Yugoslavia negli anni '90, questa sedurre Lucy Sullivan che sta per sposarsi ma non è pellicola fornì a Gerard l'occasione per un ulteriore sicura su chi sia l'uomo migliore (libera traduzione passo verso la Hollywood "che conta". Si trovò in della tagline: Lucy Sullivan Is Getting Married.She questa occasione a lavorare con attori già affermati, is just not sure who is the best man). come Andie MacDowell, Daniel Strathairn (il quale Tra le varie esperienze professionali di Gerard ci interpretava l'Harrison del titolo) e Adrien Brody, sono anche due cortometraggi, ognuno dei quali con il quale mantiene tuttora un rappresenta di per sé un piccolo caso. rapporto di ottima amicizia. Gerard interpretò qui il ruolo di Chris Kumac, Il primo è "The Jewel of the Sahara". Chi un fotoreporter in prima linea per lo conosce starà già iniziando a trattenere documentare le atrocità del conflitto, le risate... Il corto di circa 15-20 minuti fu che si imbatterà in Sarah, una girato come favore all'amico di lunga giornalista determinata a ritrovare il data Ariel Vromen, aspirante regista, e marito andato disperso durante un narra le tragicomiche avventure del Un'intesa immagine tratta da "The Jury". Capitano Bellamy, inviato in uno bombardamento. Tra sparatorie, Courtesy of Gerry's Corner Gallery posti di blocco e bombardamenti, il sperduto avamposto nel deserto a fare i gruppetto composto da Chris, conti col sole cocente, la nostalgia della Sarah, Kyle Morris (interpretato da Adrien Brody), sua sposa e un cammello femmina messo "a Yaeger Pollack (Elias Koteas) e Marc Stevenson disposizione". Non dico altro: chi ha già visto il (Brendan Gleeson) si destreggerà in una continua corto sa bene cosa intendo dire, chi non ha visto il fuga alla ricerca della propria salvezza, con Sarah corto... beh... spero si sia incuriosito e parta alla guidata dalla fiducia incrollabile che in mezzo a ricerca di questa perla di humour. tutto quello orrore sarà in grado di ritrovare l'amato L'altro cortometraggio vira decisamente al dramma. compagno. "Please!" (che proprio in queste ultime settimane Gerard avrà modo nuovamente di confrontarsi con il viene distribuito in DVD come parte del film tema bellico nel 2006, quando presterà la propria "Guilty Hearts", il quale raccoglie altri voce in "Shadow Company", un documentario sugli cortometraggi uniti dal filo conduttore della "colpa") uomini impegnati nel conflitto in Iraq come Salutato a più riprese come una delle interpretazioni "security contractors", nome elegante con il quale più intense e vissute di Gerard, "Please!" lo vede possiamo identificare i cari, buoni e vecchi interpretare Peter uno scrittore abbandonato da "mercenari", ovvero "soldati privati" al soldo di moglie e figlia, la cui disperazione lo spinge in una corporations e grosse aziende, ma anche governi sorta di personale "via crucis" armato di una Smith sovrani, con l'incarico di proteggere e difendere le & Wesson caricata con un solo proiettile con la proprietà e le postazioni dei loro datori di lavoro. quale Peter giocherà (coinvolgendo altri nel suo folle gioco) una fatale roulette russa. Dopo "Shadow Company" Gerard affrontò il suo primo lavoro "importante, con un ruolo iconico e A questi due cortometraggi ha fatto seguito un che per molti fans rappresenta il primo vero fugace ritorno al piccolo schermo, apparendo nel "incontro" cinematografico con lui. La pellicola in quarto e ultimo episodio della miniserie "An questione è "Dracula 2000" (titolo italiano Unsuitabile Job for a Woman". In "Playing God" questo il titolo della puntata - interpretò Tim Bolton,

Gerry’s Corner – 2/2011

24


giovane medico sul quale si troverà ad indagare la protagonista della serie (l'investigatrice privata Cordelia Gray, interpretata da Helen Baxendale).

Gerry nel ruolo di Jacke Junior in Shooters. Courtesy of Mcheaters.com

Il ritorno al cinema dopo queste parentesi non è stato qualitativamente all'altezza di altri precedenti lavori, ma il ruolo del delinquente Jackie Jr. in "Shooters" si è ritagliato uno scampolo di storia grazie ad un ormai leggendario asciugamano giallo. Un film trascurabile, se non fosse che a far compagnia a Gerard nel cast di questo "crime caper" troviamo anche un giovane Ioan Gruffud. Cosa tocca fare per campare?! Chiudiamo il viaggio negli esordi di Gerard con un ruolo che è rimasto nel cuore dei fans: Johnnie Donne. In "The Jury", serie televisiva in sei puntate di ITV, Gerard interpreta appunto Johnnie chiamato a far parte della giuria in un processo-evento: un 15enne di origine Sikh è accusato di aver ucciso un coetaneo, forse come parte di un rito di passaggio, una iniziazione. Il suo arresto e il suo processo dividono le coscienze della nazione, risvegliando mai totalmente sopiti odi razziali. In un clima del genere la giuria è più che sotto osservazione. E le vite dei giurati si intrecciano con le vicissitudini processuali, fino alla conclusione, quel verdetto che non è solo relativo al processo ma rappresenta anche un verdetto, un punto di non ritorno, nelle vite di coloro i quali lo hanno formulato. Il cast di questa miniserie è composto da attori tra i migliori del panorama britannico; alcuni già affermati, altri in procinto di diventarlo. Il ruolo di maggior spicco, ovvero il Pubblico Ministero e rappresentante della Corona nel processo è nelle sapienti mani di Sir Derek Jacobi, a fianco del quale - oltre a Gerard - troviamo Mark Strong (ora più che mai affermato e apprezzato), e poi ancora Helen McCrory (Narcissa Malfoy nella saga di Harry Potter), e Nicholas Farrell del quale purtroppo non so citarvi lavori noti, ma che appena visto faccia vi strapperà un "Questa faccia non mi è nuova!"

Gerry’s Corner – 2/2011

Ma torniamo al personaggio interpretato da Gerard: Johnnie, con il suo vissuto di alcolista in via di recupero, è un personaggio di contorno, tuttavia l'interpretazione che ci viene è così umana e vera, quasi palpabile da aver reso questo uno dei suoi ruoli più amati. Prima di mettere la parola fine a questo excursus, c'è un altro "lavoretto" che desidero segnalarvi... Nel 2005 Gerard si prestò insieme ad altri attori di un certo peso (Benicio del Toro, Helen Mirren, Courtney Love, Milla Jovovich, per citarne alcuni) a girare un teaser trailer per un supposto remake di "Io e Caligola", film del 1976. Questo finto trailer fu realizzato dal regista Francesco Vezzoli, su sceneggiatura di Gore Vidal, e presentato alla Biennale di Venezia. Il teaser si presenta in tutto e per tutto come un trailer vero e proprio, composto da sequenze orgiastiche e trasgressive, il quale preannuncia l'uscita di questo presunto remake nel quale Gerard compare nel ruolo orgiastico e dissoluto del prefetto Cassio Cærea. Si trattò di un "divertissement" fine a sé stesso, il quale tuttavia rappresenta una sorta chicca cinematografica meritevole di essere segnalata proprio per i propri fini dichiaratamente parodistici e scherzosi con i quali è stata realizzata. Si chiude qui il nostro viaggio indietro nel tempo, alla scoperta dell'alba della carriera di Gerard. Prossimamente cominceremo ad affrontare i suoi lavori più celebrati, cominciando con un'accoppiata alquanto seducente: il Signore delle Tenebre in "Dracula 2000" e il Flagello di Dio in "Attila". La Dame du Lac - 19 Luglio 2011

Nei panni di Cassio Cæerea nel "Trailer for a Remake of Gore Vidal's Caligula". Courtesy of Gerry's Corner Gallery

25


La Recensione

LAW ABIDING  CITIZEN La Dame du Lac – 30 Agosto 2010 Sono uscita dalla sala dopo la visione di Giustizia Privata con una certa quantità di pensieri che mi si accavallavano in testa; ve li propongo così “in ordine sparso”. A ) La sequenza iniziale è una vera “botta in fronte” tal quale quella presa dal povero Clyde Shelton. Lode a Gray per non aver né girato né indugiato troppo attorno alla questione . B) E’ emblematico che il lettino al quale è assicurato uno dei due aggressori per venire giustiziato a mezzo iniezione letale (per inciso: il meno schifoso dei due e per il quale alla sua frase “Oggi qui muore l’uomo sbagliato” mi sono sentita stringere un po’ il cuore) abbia la forma di una croce. Rupert Ames è un martire crocefisso sull’altare di un sistema giudiziario “imperfetto, come imperfetti sono i suoi servitori”. C) L’assassinio dell’altro criminale, Clarence Darby, una specie di bestiale neandertaliano tossico che scampa alla pena capitale vendendo per anche meno dei proverbiali 30 denari (e qui torna il tema, se non biblico, quanto meno evangelico) il proprio complice, reo di aver solo rimosso qualche suppellettile da una mensola, è per Clyde una specie di catarsi purificatrice. Dopo 10 anni di Purgatorio, finalmente si purifica e rinasce, nudo (con grande gioia di noi signore) e crudo, senza nulla da nascondere armi o sensi di colpa che siano. D) Alla fine “l’imperfetto sistema giudiziario” per fare giustizia non fa altro che ricorrere agli stessi Gerry’s Ladies – 2/2011

sistemi dell’uomo che ha chiuso in carcere. Perché? Perché se i rappresentanti della legge non avessero agito al di fuori di essa sarebbero rimasti molto pianamente a braghe calate, non trovando di meglio che abbassarsi al livello di colui che condannano per risolvere la faccenda. Non “giustizia privata” quindi, ma “pubblica vendetta”. Francamente per essere veramente contenta della vittoria dei cosiddetti "buoni" avrei preferito qualcosa di più articolato e sofisticato da parte loro che non l’uso di maniere spicce, lo ripeto: illegali (introdursi in una proprietà privata, seppur intestata ad un carcerato, senza mandato di perquisizione invalida tutto ciò che lì si trova come potenziale prova a carico - Law & Order docet), e che oltretutto (in fondo in fondo) sanno pure di scorciatoia da parte dello sceneggiatore. E) Quando si risponde al telefonino bisogna essere mooolto cauti se sul display appare “numero privato” e quando si accende l’auto forse è meglio farlo non allacciandosi le cinture, tenendo le portiere aperte e un piede ancora fuori dall’abitacolo. Fatte queste premesse, non mi resta altro che dire che Giustizia Privata è un grande, grandissimo film! Avevo già apprezzato alcuni tra i precedenti lavori di F. Gary Gray (Il Negoziatore, The Italian Job e il sottovalutato e incredibilmente spassoso Be Cool) e posso con tutta onestà affermare che anche in questo frangente compie un lavoro egregio. Uno speciale applauso al montatore che ha assemblato le sequenze dosando con sapienza le varie componenti del racconto, azione, tensione e 26


veri e propri sobbalzi. Esteticamente parlando ho molto apprezzato la splendida sequenza finale (dove il nostro si lascia quietamente avvolgere dalle fiamme che lo fanno apparire - perdonatemi se esagero - come una specie di Angelo Vendicatore caduto.) Anche lo sceneggiatore Kurt Wimmer ha compiuto un lavoro sopraffino, sebbene sarebbe stato preferibile che su certi punti avesse lavorato un po’ più in profondità, soprattutto nella scena in cui “CIA” (alias Mr. “Io non sono mai stato qui” frase di rito proferita da ogni spia professionista che si rispetti) spiattella a Cantrell e Rice i trascorsi di Clyde, ed anche nel meccanismo che conduce i rappresentanti della giustizia ad inchiodare il loro uomo. Sono due punti dove la "puzza" di frettoloso era ben percepibile. Ad ogni modo la pellicola garantisce due buone ore di “appollaia mento” sul bordo della mia poltroncina senza poter staccare un momento occhi e orecchie da quello che accadeva sullo schermo apprezzando ogni colpo di scena fino in fondo.

Purtroppo, a dispetto da quanto ventilato da altri recensori, su chi scrive non ha attaccato la storia che dopo l’iniziale simpatia per Clyde ad un certo punto si sarebbe dovuto iniziare a tifare per i tutori dell’ordine… poteva tranquillamente arrivare a far

Gerry’s Ladies – 2/2011

saltar per aria anche la Casa Bianca e non si sarebbe potuto avere niente da ridire. Effettivamente, a rigor di logica, una volta chiusi i conti con i due loschi figuri e “rimesso al suo posto” il loro avvocato difensore Clyde Shelton avrebbe anche potuto ritenersi soddisfatto; tuttavia, avend'egli deciso di impartire di portata assai più importante inizia a demolire i pilastri di quella legge che non gli ha dato la giustizia che desiderava: la procura poteva anche perdere ma doveva farlo combattendo il crimine non scendendoci a patti. Niente di più naturale, quindi, che obbligare “il sistema” a scendere a patti con lui per conseguire il proprio obiettivo. E' un ragionamento che non fa una piega: usare il sistema contro il sistema stesso e allo stesso tempo unire ad un’avvincente e convincente azione dialettica e legale un interessante assortimento di “botti”. Peccato che ad un certo punto il sistema si stufi, arrivando a quanto detto al punto d) qui sopra. E’ risultato sintomatico quanto Clyde lasciasse fuori dalla sua follia persecutoria i poliziotti: il nostro è infatti secondo me perfettamente conscio che la "bassa manovalanza" ce la mette tutta per mettere malfattori vari e assortiti dietro le sbarre, trovandosi spesso poi con il lavoro vanificato da magistratura e avvocati che si trastullano con il codice penale (e qui va citata la grande lezione di giurisprudenza di Clyde, il quale cita ad effetto un precedente giuridico per ribaltare la propria sorte in tribunale, evidenziando così come sia sufficiente una virgola a rimettere a piede libero anche i criminali più efferati) Ho visto bellissime interpretazioni da parte di tutti; persino Jamie Foxx nella sua più totale inespressività ha dato un quadro nitido di Nick Rice, il procuratore che antepone il proprio record di vittorie al perseguimento della giustizia (e su questo punto è illuminante una frase di Sara, la sua assistente, interpretata da Lesilie Bibb: “Vuoi farmi credere che io ho sacrificato quelle opportunità per un record?”). Altra palma dell'immobilità emotiva va a Regina Hall che interpreta la moglie di Rice. Un applauso lo faccio a Colm Meaney, lo spiccio, ruvido e sarcastico detective Dunnigan, fedele ritratto del detective partito dalla gavetta che ci 27


regala preziosi momenti di respiro con le sue battute pungenti. Simpatico il cameo di F. Gary Gray che compare nel ruolo di un detective all’inizio del film. Lo so, lo so che sto “menando il torrone”… E’ che mi piace farvi soffrire Gerard è stato M-A-E-S-T-O-S-O!! Ha disegnato la parabola del buon padre di famiglia che da disperato si trasforma in gelido, lucido e sistematico vendicatore/manipolatore in maniera egregia. Come ho già detto in altre occasioni trovo che la miglior parte della sua recitazione sia nello sguardo, con buona pace di chi si concentra sulla parte più fisica delle sue interpretazioni, per altro notevolissima Clyde, dopo il comprensibile sbando iniziale (e d’altronde come altro può essere un uomo a cui hanno appena sterminato moglie e figlia se non sbattuto e scialbo, consumato com’è dal dolore e dalla cocente delusione che gli infligge la giustizia?), assume per tutto il resto del film un imperturbabile atteggiamento di controllo, anche quando sembra abbandonarsi ad accessi di ira e follia omicida (vedasi: la scena in tribunale già menzionata dove alla fine ricopre di improperi la malcapitata giudice e/o l'omicidio dello sfortunato compare di cella).

Con questo ultimo ruolo Mr. B. ha dimostrato casomai qualcuno avesse avuto bisogno di ulteriori dimostrazioni - che sa fare e può fare veramente di tutto e anche di più. Romantico, full-action, divertente, drammatico, epico, straziato e quant'altro. Gerard ha attraversato con grande professionalità e ottimi risultati qualsiasi genere di interpretazione gli sia stata richiesta, e non vedo l'ora di assistere alle sue prossime prove d'attore: sicuramente non mancheranno di farci scoprire nuovi "luoghi dell'anima" di questo grande e fin qui ancor non giustamente valorizzato attore Il film da è vedere e rivedere, ed ogni volta ci si apriranno agli occhi nuove sfumature e punti di vista magari non colti a botta calda. E’ stato veramente un evento biblico! P.S.: Vogliate benevolmente soprassedere se le citazioni delle battute sono riportate assai probabilmente in modo approssimativo.

La Dame du Lac – 30 Agosto 2010

Gerard tiene sempre il coltello dalla parte del manico, non battendo mai ciglio. La folle lucidità della sua mente è tutta riflessa nella fissità di uno sguardo testimone del fatto che lui intimamente è morto il giorno in cui ha visto la farsesca stretta di mano tra Rice e Darby. Per un solo momento si può cogliere una specie di ombra negli occhi di Clyde: Nick gli chiede cosa pensa che sua moglie e sua figlia provino davanti al suo comportamento. Dopo un millisecondo di tentennamento Clyde risponde, nuovamente padrone: “Loro ormai non possono più sentire niente: sono morte.” Nel finale si può altresì cogliere la sua soddisfazione: Clyde è sconfitto ma compiaciuto: il sistema ha capito la sua lezione e ha smesso di scendere a patti con lui.

Gerry’s Ladies – 2/2011

28


Immagini

Perry Hagopian’s Photoshoot 2008

Gerry’s Ladies – 2/2011

29


Gerry’s Ladies – 2/2011

30


Gerry’s Corner è…

Facebook

http://www.facebook.com/pages/GerrysCorner/114059642008149

Gerry’s Ladies – 2/2011

31


La Locandina del Mese

Dracula’s Legacy

Gerry’s Ladies – 2/2011

32


Immagini – Fanart

Aysun’s Wallpapers

Thanks to Aysun for allowing the usage of her works!

Gerry’s Ladies – 2/2011

33


Il Fotoracconto

Il Crimine Non Paga

- Sai, il mio ultimo affare è stato davvero un colpo di genio!!!

-

Ma va'?

- Io e i ragazzi ci siamo messi a stampare banconote false da dieci Euro

- Davvero? Mmmmm... Bravi!

- Abbiamo trovato la carta , la tipografia e anche il falsario per il conio!

- Molto bravi!!

- Ti garantisco che le banconote erano perfette... Eppure ci hanno beccato subito!!!

- Come mai?

-

Per ammortizzare le spese avevamo stampato banconote da tredici Euro

- Mmmm... Bravissimi!!!

Gerry’s Ladies – 2/2011

34


-

Sai ,alcuni anni fa io e i ragazzi abbiamo tentato un colpo davvero audace.

- Un altro ?

- Purtroppo a causa di un imprevisto io e una ragazza nostra complice siamo stati catturati

- Che sfortuna !

- Ma non dalla polizia. Dagli sgherri del tizio che volevamo fregare... Ci hanno legati alle sedie, mani dietro la schiena, l 'uno di fronte all' altra.

- E cosa hai fatto? - Quando ci hanno lasciati soli, ho avuto uno dei miei colpi di genio!! Abbassandomi su di lei , ho cercato con i denti di sciogliere il nodo delle corde che aveva sul petto.

- Ah, bene... E ci sei riuscito?

- No ... Però sono riuscito a sfilarle il reggiseno... (Benny Hill )

Gerry’s Ladies – 2/2011

35


- Dopo il colpo, ti sei liberato del corpo?

- Certo! Io e i ragazzi l' abbiamo buttato in un burrone !

- Non dovevi farlo sembrare un colpo di sonno?

- Tranquilla . Prima di buttarlo gli abbiamo messo il pigiama !

Gerry’s Ladies – 2/2011

36


-

Baby, ho davvero apprezzato quello che mi hai mandato mentre ero in carcere

- Allora hai ricevuto anche la pagnotta con la lima nascosta ? Sai non sopportavo di saperti rinchiuso là dentro …

- Ok, però dovevi avvisarmi che c'era la lima! Quel giorno ero indisposto e la pagnotta l'ho data al mio compagno di cella..."

- Ma... Allora… E’ fuggito lui?

-

NO. L hanno operato d'urgenza di peritonite!

Screencaps courtesy of GBGals.com

Demrilla - 06 agosto 2008 / 21 agosto 2008 / 23 aprile 2009 / 04 maggio 2009

Gerry’s Ladies – 2/2011

37


Guest Star del Mese

 RUSSELL CROWE  Demrilla - 27 Luglio 2011 esperienze musicali che costituiscono il suo interesse artistico principale.

Con lo pseudonimo di Russ Le Roq incide alcune canzoni, tra cui la canzone dal titolo profetico "I want to be like Marlon Brando". A 17 anni Russell lascia la scuola e inizia a perseguire la sua carriera musicale e cinematografica, mantenendosi con vari lavori saltuari tra cui anche l'animatore turistico. Riesce ad ottenere una parte in una produzione locale del musical "Grease", grazie proprio al fatto che oltre alla recitazione se la cavava bene anche con il canto. Partecipa poi ad un tour in giro per Nuova Zelanda e Australia con "The Rocky Horror Show".

Foto: Courtesy of Blog.Moviefone.com

R

ussell Ira Crowe è nato il 7 aprile 1964 a Strathmore Park, un sobborgo di Wellington, in Nuova Zelanda. Di origine Maori (da bisnonna materna) Crowe ha tuttoggi il diritto di votare nel contingente elettorale che la legge neozelandese garantisce alla minoranza Maori. Russell Crowe non è quello che si potrebbe definire un figlio d'arte, seppure la sua famiglia sia strettamente legata al mondo dello spettacolo: i genitori, Alex e Jocelyn, si occupavano del servizio di catering sui set cinematografici portando spesso Russell e il fratello maggiore Terry con loro. Inoltre il nonno materno, Stanley Wemyss, era stato operatore cinematografico durante la Seconda Guerra Mondiale, guadagnandosi l'onorificenza di Membro dell'Impero Britannico da parte della Regina Elisabetta proprio per i servigi resi al suo Paese.

Perseverando con grande determinazione, nel 1988 arriva l'offerta per una parte da co-protagonista in una versione teatrale di "Blood Brothers": il nome Russell Crowe comincia a farsi conoscere nell'ambiente, così come la sua fama di promettente giovane attore. Il regista George Ogilvie lo vuole per il suo film "The Crossing". Sul set Russell conosce Danielle Spencer, con cui farà coppia fissa per cinque anni. "The Crossing" però non è stato il primo film girato da Crowe: le riprese furono rimandate e nell'attesa partecipò nel ruolo di un soldato in "Blood Oath del

A soli 4 anni si trasferisce in Australia, al seguito dei genitori. A Sydney comincia a frequentare il set cinematografico e ha l'occasione - a soli 6 anni - di comparire nella serie tv australiana "Spyforce", e a 12 nella serie "Young Doctors". All'età di Russell fa ritorno con la famiglia in Nuova Zelanda. A scuola, in questo periodo, inizia le prime

Gerry’s Ladies – 2/2011

Russell Crowe in un'immagine dal film che l'ha reso un'icona: "Il Gladiatore" Courtesy of Blog.Moviefone.com

38


regista Stephen Wallace. Dopo "The Crossing" e "Hammers Over The Anvil" (con Charlotte Rampling - coincidenza: la Rampling ha lavorato anche con Gerard Butler in The Cherry Orchard - ndr), Russel Crowe gira "Proof", che gli vale il premio dell'Australian Film Institute come miglior attore non protagonista. E' con il chiacchierato film (polemiche per i temi nazisti e razzisti affronatati in modo crudo e violento) "Romper Stomper" che nel 1992 Russell Crowe diventa una star australiana, con l'attribuzione del premio dell'Australian Film Institute come miglior attore protagonista. Crowe è un camaleonte che cambia età, accento e persino forma fisica per la parte che deve interpretare. Questa versatilità è già evidente all'inizio della sua carriera quando due anni dopo "Romper Stomper", recita il ruolo di un idraulico gay in "The sum of us".

conquista critica e pubblico a Cannes 1997, vince numerosi premi, tra cui due Oscar. Poi è la volta di "Mystery, Alaska" (nel quale Crowe è il capitano di una squadra dilettante di hockey su ghiaccio), e di "The Insider", con Al Pacino, per cui il regista Michael Mann paragonerà Crowe a Marlon Brando. L'Academy non ha potuto ignorare la qualità dell'interpretazione offerta da Crowe, e "The Insider" gli ha così procurato la sua prima nomination all'Oscar come migliore attore protagonista, superando, nella scelta dei membri dell'Academy, addirittura lo stesso Al Pacino. Tuttavia, il film che gli ha fatto vincere l'ambita statuetta nel 2001 è stato il film successivo: quel "Gladiator" campione di incassi della stagione cinematografica del 2000 che ha trasformato Russell Crowe da grande attore di talento a star mondiale.

Crowe stava ancora girando "Insider - Dietro la verità" quando i produttori di "Gladiator" lo cercarono. Con dieci film Immerso in quel in quattro ruolo anni ed una complesso, varietà di rifiutando ruoli da ogni costituire distrazione, un Crowe curriculum declina di tutto l'offerta. Ma è rispetto, il regista Mann Russell è pronto stesso a e desideroso di consigliargli di mettere alla prova il accettare, per non farsi proprio talento nel tempio scappare l'occasione di lavorare sacro di Hollywood. Dopo Gladiator un altro ruolo iconico: con il maestro Ridley Scott. Sara' Robin Hood - Courtesy of Screenweek.it E' Sharon Stone che dopo averlo l'inizio di un solido sodalizio notato in "Romper Stomper" lo professionale e una vera amicizia. vuole nello spaghetti-western "Pronti a morire" (The Crowe stesso ripete che ormai lui e Ridley "sono Quick and the Dead, di Sam Raimi), che stava cocome una coppia che si capisce al volo solo con lo producendo e che la vedeva protagonista insieme a sguardo". Gene Hackman e Leonardo Di Caprio. Per impersonare il generale Massimo Decimo L'esperienza hollywoodiana prosegue con il film Meridio, Russell Crowe ha dovuto intervenire sul "Virtuosity", con Denzel Washington, nel quale suo fisico, perdendo il peso che aveva messo su in Crowe interpreta il ruolo del cattivo, un serial killer sei settimane per interpretare Wigand, nel film virtuale. precedente. Il film ha segnato la rinascita del genere peplum , dopo anni di oblio , e una ventata Dopo film minori come "Rough Magic", "No Way d'ossigeno per Ridley Scott dai tempi di Thelma e Back", "Heaven's Burning" e "Breaking Up", arriva Louise. "L.A. Confidential" e Crowe ha finalmente la possibilità di dimostrare il suo grande talento: mostra una sottile e straordinaria capacità di sviluppare lentamente il suo personaggio, per far comprendere tutte le sfumature del carattere. Il film Gerry’s Ladies – 2/2011

Dopo "Il Gladiatore" Crowe gira "Rapimento e riscatto" (Proof of Life), un film d'avventura con Meg Ryan come co-protagonista. I due attori,

39


conosciutisi proprio sul set, hanno allacciato una chiacchierata relazione, durata circa sei mesi. Nel marzo del 2001, subito dopo aver ricevuto l'Oscar per "Il Gladiatore", inizia le riprese di un altro grande film che lo porterà ad un'ulteriore nomination all'Oscar come miglior attore protagonista (la terza consecutiva, un record!): "A Beautiful Mind". Nel film, diretto da Ron Howard, Crowe interpreta il ruolo del vincitore del premio Nobel per l'economia John Forbes Nash, sulla cui vita il film è basato.

di Patrick O'Brien. Nella storia di ambientazione marinaresca, con tutto il contorno di grandi velieri, fregate, marinai e avventure nella prima metà dell'Ottocento, Russell interpreta il ruolo del capitano Jack Aubrey. Il 7 aprile 2003, nel giorno del suo trentanovesimo compleanno, Russell Crowe ha sposato l'eterna fidanzata Danielle Spencer. Poche settimane dopo il matrimonio è arrivato l'annuncio della gravidanza di Danielle. Il figlio Charles Spencer Crowe è nato il 21 dicembre 2003. Il 7 Luglio 2006 nasce il secondogenito Tennyson Spencer Crowe . Alla fine di marzo 2004 Russell Crowe si è trasferito a Toronto, in Canada, per indossare i guantoni e salire sul ring in “Cinderella Man – Una ragione per lottare” (2005), nuovamente diretto da Ron Howard, ispirato alla storia vera di James Braddock, un pugile dalla carriera altalenante che arriverà a giocarsi il titolo di Campione del Mondo, rischiando la vita contro il pericoloso rivale Max Baer. Volerà in Provenza per scoprire se stesso in “Un’ottima annata – A Good Year” (2006) di Ridley Scott, e verrà scortato attraverso il west, non senza difficoltà, verso “Quel treno per Yuma” (2007) che lo porterà in prigione, per tornare poi a fare il detective in “American Gangster” (2007) sempre di Scott, e “Tenderness” (2009).

2001 - Oscar quale Miglior Attore Protagonista per "Il Gladiatore" - Courtesy of Oscarbiograpy.Wordpress.com

Le nominations andate a segno nella notte degli Oscar 2002 per "A Beautiful Mind" sono state numerose (miglior film, migliore regia, migliore sceneggiatura non originale, migliore attrice non protagonista - Jennifer Connelly). Crowe è straordinario come il carisma che conferisce al suo personaggio: pur essendo il film in cui forse raggiunse il suo apice artistico, esso non gli fruttò l'ambita statuetta.

In “Nessuna verità” (2008) di Scott, che lo ha reso il suo interprete preferito, è un freddo veterano della Cia che affianca un agente ferito (Leonardo DiCaprio), in un drammatico film tratto dal romanzo “Body of Lies”,del giornalista del Washintgon Post, David Ignatius.

Riceve invece il prestigiosissimo Golden Globe e il premio del sindacato attori (Screen Actor Guild Award - ndr). Terminato "A Beautiful Mind", nel giugno del 2001, Crowe si è poi dedicato a quello che lui definisce il suo "night job": la musica. L'attore non ha mai abbandonato la sua prima passione e tuttora si esibisce con la sua band "Thirty odd foot of grunts", di cui è il cantante e autore principale insieme all'amico Dean Cochran. Nell'estate del 2002 inizia le riprese del film di Peter Weir "Master and Commander", tratto dai romanzi Gerry’s Ladies – 2/2011

Un'espressione sorridente dal film "Un'Ottima Annata" - Courtesy of Amazon.com

Con “State of Play” (2009) è di nuovo sul grande schermo nei panni di un giornalista. 40


Nel 2010 lo attende l’ennesima collaborazione con Ridley Scott che lo chiama per il ruolo del leggendario ladro, che ruba ai ricchi per dare ai poveri: “Robin Hood”. Nello stesso anno recita nella pellicola di Paul Haggis "The Next Three Days". Suo personale progetto, e omaggio all'Australia, sarà la lavorazione del film "The Long Green Shore", basato sul romanzo di John Hepworth sulla partecipazione dell'Australia alla seconda guerra mondiale. Crowe, oltre ad interpretare il personaggio principale, produrrà il film, ne scriverà la sceneggiatura e lo dirigerà. L'attore spera con questo film di coronare il suo sogno di portare i capitali americani in Australia, per lavorare ad un film ad alto budget, girato in Australia e con attori e troupe australiani. Russell Crowe possiede una tenuta/fattoria in Australia, nelle vicinanze di Coff's Harbour, a sette ore d'auto a nord di Sydney, dove ha trasferito tutta la famiglia. Alla fattoria alleva mucche Angus, senza però - dice lui - riuscire ad ucciderle perché le ama troppo; è il luogo dove torna appena ha tempo libero e dove ama passare il periodo di Natale dando gradi feste per amici e parenti.

• Miss Magic (Rough Magic), regia di Clare Peploe (1995) • L.A. Confidential, regia di Curtis Hanson (1997) • Paradiso di fuoco (Heaven's Burning), regia di Craig Lahiff (1997) • Breaking Up - Lasciarsi (Breaking Up), regia di Robert Greenwald (1997) • Mistery, Alaska, regia di Jay Roach (1999) • Insider - Dietro la verità (The Insider), regia di Michael Mann (1999) • Il gladiatore (Gladiator), regia di Ridley Scott (2000) • Rapimento e riscatto (Proof of Life), regia di Taylor Hackford (2000) • A Beautiful Mind, regia di Ron Howard (2001) • Master and Commander - Sfida ai confini del mare (Master and Commander: The Far Side of the World), regia di Peter Weir (2003) • Cinderella Man - Una ragione per lottare (Cinderella Man), regia di Ron Howard (2005)

Filmografia

• Un'ottima annata (A Good Year), regia di Ridley Scott (2006)

• Giuramento di sangue (Blood Oath), regia di Stephen Wallace (1990)

• Quel treno per Yuma (3:10 to Yuma), regia di James Mangold (2007)

• The Crossing, regia di George Ogilvie (1990)

• American Gangster, regia di Ridley Scott (2007)

• Istantanee (Proof), regia di Jocelyn Moorhouse (1991)

• Nessuna verità, (Body of lies) regia di Ridley Scott (2008)

• Spotswood, regia di Mark Joffe (1992)

• State of Play, regia di Kevin Macdonald (2009)

• Skinheads (Romper Stomper), regia di Geoffrey Wright (1992)

• Tenderness, regia di John Polson (2009)

• Un piccolo grande eroe (Hammers Over the Anvil), regia di Ann Turner (1993) • For the Moment, regia di Aaron Kim Johnston (1993) • Love in Limbo, regia di David Elfick (1993) • The Silver Brumby, regia di John Tatoulis (1993) • Tutto ciò che siamo (The Sum of Us), regia di Geoff Burton e Kevin Dowling (1994) • Pronti a morire (The Quick and the Dead), regia di Sam Raimi (1995) • Fino alla fine (No Way Back), regia di Frank A. Cappello (1995) • Virtuality (Virtuosity), regia di Brett Leonard (1995)

Gerry’s Ladies – 2/2011

• Robin Hood, regia Ridley Scott (2010) • The Next Three Days, regia di Paul Haggis (2010) • Superman: Man of steel, regia di Zack Snyder (2012) Doppiatori italiani I doppiatori italiani di Crowe sono alternativamente Fabrizio Pucci e Luca Ward, con alcune eccezioni. In L.A. Confidential fu lo stesso attore a scegliere Ward, mentre in American Gangster Pucci è stato scelto direttamente dal regista Scott assieme al montatore italiano Scalia L'elenco dei doppiatori: • Luca Ward in: Giuramento di sangue, L.A. Confidential, Il gladiatore, Rapimento e riscatto, Master and Commander - Sfida ai confini del mare, Cinderella Man - Una ragione per lottare, Un'ottima annata, Quel treno per Yuma, Nessuna verità, The Next Three Days 41


• Fabrizio Pucci in: Skinheads, A Beautiful Mind, American Gangster, State of Play, Robin Hood • Francesco Prando in: Paradiso di fuoco, Breaking Up - Lasciarsi • Luca Dal Fabbro in: Istantanee

• 2004 - Nomination miglior attore in un film drammatico per Master and Commander - Sfida ai confini del mare • 2006 - Nomination miglior attore in un film drammatico per Cinderella Man

• Massimo De Ambrosis in: Un piccolo grande eroe • Sandro Acerbo in: Pronti a morire • Alessandro Rossi in: Fino alla fine • Saverio Garbarino in: Virtuality • Pino Insegno in: Miss Magic • Francesco Pannofino in: Mistery, Alaska

Fonti http://it.wikipedia.org/wiki/Russell_Crowe www.ecodelcinema.com/russell-crowe--biografia.htm http://biografieonline.it/biografia.htm?BioID=10 69&biografia=Russell+Crowe

• Massimo Corvo in: Insider - Dietro la verità Trailer, spot o altro

Immagini

• Fabrizio Pucci: nel trailer di Master and Commander - Sfida ai confini del mare • Luca Ward nei trailer di Robin Hood

http://www.ilcinemaniaco.com/russell-croweclive-owen-kenneth-branagh/

Premi

http://static.screenweek.it/2009/12/18/RobinHood-Russell-Crowe-Foto-Dal-Film-01_mid.jpg

Premio Oscar • 2000 - Nomination al miglior attore protagonista per Insider - Dietro la verità • 2001 - Miglior attore protagonista per Il gladiatore • 2002 - Nomination al miglior attore protagonista per A Beautiful Mind Premio Golden Globe • 2000 - Nomination miglior attore in un film drammatico per Insider - Dietro la verità • 2001 - Nomination miglior attore in un film drammatico per Il gladiatore

http://blog.moviefone.com/2010/04/28/new-bookclaims-russell-crowe-threatened-to-kill-gladiatorprodu/ http://oscarbiography.wordpress.com/2011/02/06/ russell-crowe-oscar-winners-biography/ http://www.amazon.com/Good-Year-WidescreenRussell-Crowe/dp/B000LXHK2C

Demrilla - 27 Luglio 2011

• 2002 - Miglior attore in un film drammatico per A Beautiful Mind

Gerry’s Ladies – 2/2011

42


Cinema & Dintorni

O Ollttrree 990 00 0m miilliioonnii ddii ddoollllaarrii ppeerr H Haarrrryy P Pootttteerr 88

19esimo posto della classifica di incassi record di tutti i tempi, ma siamo pronti a scommettere che questa non sarà la sua posizione definitiva tra qualche settimana…. Fonte: http://www.bestmovie.it/news/oltre-900milioni-di-dollari-per-harry-potter-8/106141/ *****

Hugo Cabret: il trailer italiano del film di Scorsese In 15 giorni il maghetto più famoso del mondo sta per diventare il secondo film del 2011 ad aver superato il miliardo di dollari di incasso in tutto il mondo

La fantastica avventura 3D dell’orfanello Hugo Cabret ci trascinerà “sull’isola che non c’è, sull’isola del tesoro e nel mondo di Oz”… Alice Zampa - 29/07/2011

Gaia Beduschi - 29/07/2011 Record di incassi per Harry Potter e i Doni della Morte – parte 2: in sole due settimane l’ultimo capitolo della saga ha superato i 900 milioni di dollari di incasso mondiale (di cui oltre 291 milioni solo negli USA e 19,1 in Italia), battendo il colosso Avatar di James Cameron che aveva impiegato 18 giorni per raggiungere lo stesso risultato, ed è sulla retta via per diventare il secondo film del 2011, dopo Pirati dei Caraibi – Oltre i Confini del Mare, ad aver superato il miliardo di dollari. Ci sono anche buone possibilità che il film riesca a superare il primo Harry Potter (il maghetto era alle prese con la pietra filosofale), che fino ad ora detiene il primato di incassi tra tutti e otto i film con un totale di 974 milioni. Ma per paragonare i risultati finali dovremo attendere il termine della proiezione al cinema. Cifre da record comunque per ciascun capitolo della serie, che ha incassato rispettivamente per il secondo episodio (Harry Potter e La Camera dei Segreti) $878,979,634, per il terzo (Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban) $796,688,549, per il quarto (Harry Potter e il Calice di Fuoco) $896,911,078, per il quinto (Harry Potter e L’Ordine della Fenice) $939,885,929, per il sesto ( Harry Potter e il Principe Mezzosangue) $934,416,487 e per la prima parte del settimo (Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 1) $955,417,476 in tutto il mondo. Harry Potter e i Doni della Morte – parte 2 si trova già al Gerry's Corner - 2/2011

Il lieto fine esiste solo nei film? Il piccolo sognatore protagonista del nuovo film di Martin Scorsese Hugo Cabret (prima pellicola in 3D firmata dal regista di Quei bravi ragazzi) non la pensa così… Ispirato al bestseller di Brian Selznick, The Invention of Hugo Cabret il film è ambientato negli anni Trenta e racconta la commovente e fantastica avventura dell’orfanello Hugo Cabret (Asa Butterfield), che vive di espedienti rintanato nella stazione di Parigi, con la compagnia di un misterioso automa a carica lasciatogli in eredità dal papà. Quando si imbatterà nella coetanea Isabelle (Chloe Moretz) scoprirà che lei ha la chiave a forma di cuore che combacia perfettamente con il foro sul petto del suo Uomo Meccanico. Insieme i due ragazzini partiranno per una fantastica avventura che darà loro l’impressione di essere 43


contemporaneamente “sull’isola che non c’è, sull’isola del tesoro e nel mondo di Oz”. In Italia arriverà per Natale il prossimo 16 dicembre. Nel cast del film: Asa Butterfield, Jude Law, Ben Kingsley, Ray Winstone, Christopher Lee e Sacha Baron Cohen.

Screenshots courtesy of Yahoo Movies

Chris Evans: Steve Rogers / Captain America

Fonte: http://www.bestmovie.it/news/hugocabret-il-trailer-italiano-del-film-discorsese/106160/ ***** Chris Hemsworth: Thor

I Vendicatori: tutte le foto dei supereroi Ecco le immagini di Thor, Capitan America, Iron Man, Vedova Nera, Occhio di Falco e Nick Fury, estrapolate dal nuovo teaser trailer di The Avengers Paolo Sinopoli - 29/07/2011

Scarlett Johansson: Natasha Romanoff / Vedova Nera

Poche ore fa abbiamo visto il breve teaser trailer ufficiale di The Avengers, ma il montaggio frenetico del filmato non aiuta certo lo spettatore a immortalare nella mente le immagini dei supereroi di questo crossover in 3D diretto da Joss Whedon. Per questo motivo abbiamo deciso di estrapolare i frame dal nuovo teaser trailer e mostrarvi le foto di tutti i protagonisti della squadra dei Vendicatori, con nuovi costumi (come quello di Thor e Capitan America) e new entry da scoprire (ci riferiamo a Mark Ruffalo per Hulk e Jeremy Renner per Occhio di Falco). Tra le foto anche uno scherzoso Tony Stark/Iron Man (Robert Downey Jr.) che tira una pacca sul braccio possente di Thor (Chris Hemsworth).

Samuel L. Jackson: Nick Fury

Mark Ruffalo: Bruce Banner/ Hulk

Tra i dettagli che potrebbero essere sfuggiti agli occhi meno attenti, il dio del tuono indossa un costume che s’ispira a quello della saga a fumetti Ultimate, mentre quello di Capitan America è più moderno e simile al suo costume classico. The Avengers esordirà nelle nostre sale (anche in 3D) il 25 aprile 2012.

Jeremy Renner: Clint Barton / Occhio di Falco

Robert Downey Jr.: Tony Stark / Iron Man

Sotto, tutte le foto dei supereroi estrapolate dal teaser trailer ufficiale di The Avengers:

Fonte: http://www.bestmovie.it/news/ivendicatori-tutte-le-foto-dei-supereroi/106136/

Gerry's Corner - 2/2011

44


Emozioni sulla carta: Le storie che ci appassionano

OUTLANDER

_ t át zt w | VÄt |Ü x x ]t Å| x Y Ü t áxÜ Di *shaula* - 18 Luglio 2011

Alle frequentatrici del forum Gerry's Ladies sarà capitato - prima o poi - di notare la discussione dedicata alla saga di Outlander, ad opera della scrittrice americana Diana Gabaldon. Qualcun'altra, invece, vi sarà arrivata per caso cercando in Internet informazioni sulla saga, o su uno dei suoi personaggi principali: James Alexander Malcom Fraser McKenzie o, più semplicemente e famigliarmente, Jamie Fraser.

Claire Beauchamp Randall è - suo malgrado - una viaggiatrice nel tempo. Terminato l'inferno della II Guerra Mondiale, Claire e suo marito Frank Randall si concedono il sospirato viaggio di nozze che la guerra aveva impedito loro di fare. La Scozia è la meta del loro viaggio, perché Frank è uno studioso e così potrà riunire le sue due passioni in un unico luogo.

La ragione della presenza di questa discussione nel nostro forum è presto spiegata: da subito abbiamo associato il personaggio di Jamie Fraser a Gerard Butler. Apparentemente hanno poco in comune, ma per coloro che conoscono un po' Gerard Butler e seguono la sua carriera, le affinità ci sono. Per cominciare sono entrambi scozzesi (e non è poco), affascinanti e fisicamente prestanti; inoltre la sua carriera l'ha portato ad interpretare ruoli di guerrieri e condottieri forti e carismatici, ma anche personaggi sensibili ed appassionati.

Ma qualcosa di assolutamente impensabile, imprevedibile e incomprensibile accadrà a Claire e cambierà per sempre la sua vita. Si avvicinerà alle rovine del tempio megalitico di Craigh Na Dun e il vortice del tempo la risucchierà e la trasporterà indietro di 200 anni, verso Jamie Fraser, verso l'uomo del suo destino.

Un'abile fotomanipolazione che ritrae Gerard Butler nei panni di Jamie Fraser

Praticamente le caratteristiche peculiari di Jamie Fraser. Jamie Fraser è un Highlander. E non credo ci sia bisogno di dover aggiungere altro. Siamo nel 1743. Da secoli la Scozia è dominata dagli Inglesi e da altrettanti secoli lotta per la propria indipendenza. Di lì a pochi anni (1746) la sete di libertà sfocerà nella cruenta Battaglia di Culloden. Jamie ha circa 25 anni quando incontra Claire e il loro amore attraverserà il tempo e la storia e arriverà fino alla Guerra d'Indipendenza americana (1776).

Gerry's Corner - 2/2011

Perché nel passato, nel presente e nel futuro, in dimensioni distinte, o sovrapposte Jamie è l'uomo che l'universo ha destinato a Claire e viceversa.

In tema di amore oltre il tempo, non c'è storia che ne possa esprimere meglio il significato. Jamie e Claire sono due personaggi fantastici, forti e passionali. Jamie è tanto determinato quanto sensibile; la lealtà è uno dei suoi grandi pregi. Sotto alcuni aspetti è perfino ingenuo; tuttavia sa anche essere spietato. Claire è intelligente e coraggiosa; pragmatica quanto istintiva e capace di grande sacrificio: ha lasciato il 20° secolo con le sue comodità e le sue (relative) certezze, per una vita alquanto precaria e piena di pericoli di ogni sorta, in una società ancora governata da leggi antiliberali, superstizioni e tradizioni arcaiche. Ha lasciato anche l'adorata figlia

45


(sua e di Jamie), per tornare indietro a cercare il suo uomo. Insieme affronteranno mille situazioni, mille difficoltà e pericoli di ogni sorta, anche mortali. E a quel tempo era più facile morire che sopravvivere. Non c’è luogo (o tempo) dove Claire non seguirebbe Jamie e non c’è ostacolo che impedirebbe a Jamie di raggiungere Claire e non c’è pericolo che non affronterebbe per farlo.

importante, caratterizzato da avvenimenti che hanno determinato il futuro di molte nazioni e di milioni di persone in tutto il mondo. Leggere questi libri sarà anche piacevolmente istruttivo. Attraverso una storia di fantasia si potrà forse capire qualcosa in più su come e perché si sviluppa nei popoli la volontà di autodeterminarsi, di conquistare la speranza in un futuro di progresso e di pace e su come e perché a volte queste battaglie si vincono e a volte (purtroppo) si perdono. Le avventure di Jamie e Claire vi lasceranno sempre con il fiato sospeso e se vi capiterà quel che è capitato a chi scrive, alla fine di ogni romanzo vi sentirete improvvisamente tristi e soli, come se dei cari amici fossero partiti e desidererete ritrovarli al più presto, cominciando a leggere di nuove avventure.

Il motto del Clan Fraser – Courtesy of www.fraserchief.co.uk

Apparentemente potrebbe sembrare una storia che, a lungo andare, scivolerà nella noia e non riserverà più sorprese, ma non è così. I due protagonisti sono troppo sanguigni e i tempi troppo inquieti perché la loro esistenza possa diventare ordinaria. Inoltre, le loro vite si legheranno e s’intrecceranno con quelle di tanti altri personaggi, altrettanto interessanti e appassionanti; tanti di fantasia, ben caratterizzati dalla maestria dell’autrice ed altri realmente esistiti ai quali è stato dato anche un ruolo, più o meno importante o determinante, nella vita dei nostri protagonisti, oltre che nella storia della nostra civiltà. I libri della saga di Outlander non sono da considerarsi romanzi fantasy. Benché il viaggio nel tempo faccia pensare ad ambientazioni o ricostruzioni immaginarie, le vicende di Jamie e Claire sono ben inserite in un periodo storico molto

La sequenza di uscita e di lettura dei libri della saga di Outlander è questa:  La Straniera  L'Amuleto d'Ambra  Il Ritorno  Il Cerchio di Pietre  La Collina delle Fate  Tamburi d'Autunno  Passione Oltre il Tempo  La Croce di Fuoco  Vessilli di Guerra  Nevi Infuocate  Cannoni per la Libertà  Destini Incrociati  Il Prezzo della Vittoria Per Ulteriori informazioni: Casa Editrice Il Corbaccio http://www.corbaccio.it/ricerca_semplice.asp?qu ery=gabaldon&dove=tutto&editore=Corbaccio di *shaula* - 18 Luglio 2011

Gerry's Corner - 2/2011

46


Viaggi e Vacanze

L UN NG GO OL LA AW ES ST TH GH HL LA AN ND DW AY Y LU WE HIIG WA Nel passato numero ci siamo persi tra i castelli da fiaba della Valle della Loira.

recuperandole e rendendole fruibili al popolo dei trekker.

Questa volta affronteremo un percorso più avvincente, ma non meno fiabesco, considerando i luoghi attraverso i quali ci addentreremo.

La convenzione è di affrontare la WHW da Sud verso Nord, poiché i tratti meridionali sono più agevoli e semplici da affrontare, scremando gli utenti in vista delle parti settentrionali più ardue. Tuttavia niente e nessuno impedisce di affrontarla anche in senso contrario.

Si vola in Scozia per un'avventurosa battuta di trekking lungo la West Highland Way, l'Alta Via delle Highlands Occidentali. La West Highland Way (o più brevemente WHW, e così ad essa si farà riferimento nel corso dell'articolo) è il primo tragitto a lunga percorrenza di Scozia, istituito nel 1955 per collegare Milngavie (poco al di fuori della città di Glasgow) a Fort William, coprendo una distanza di 155 km.

Il terreno è geologicamente caratterizzato da rocce dure nel Nord, mentre al Sud sono prevalenti conglomerati e arenaria; il punto in cui esse si incontrano è noto come la Faglia di Confine delle Highlands e la si può meglio osservare dalla sommità di Conic Hill. Il sentiero riecheggia delle storie passate, come quella di Rob Roy MacGregor, visto che – come già detto – si avvantaggia delle vecchie vie di transumanza del bestiame o delle piste militari utilizzate dall’esercito per controllare i Clan Giacobiti (ovvero seguaci di Carlo Edoardo Stuart, meglio noto come Bonnie Prince Charlie)) ribelli. Gli incontri “bestiali” che potremmo affrontare sono di quelli che fanno restare senza parole: cervi, aquile e capre selvatiche sono tra gli abitanti nei quali potremmo imbatterci se saremo cauti, silenziosi, attenti e – soprattutto – molto fortunati. La WHW è marcata in tutta la sua percorrenza con il simbolo del Cardo

Il cippo che segna il punto di inizio della West Highland Way. Courtesy of West-Highland-Way.co.uk

Attraverso il Loch Lomond, il Trossachs National Park passando ai piedi del Ben Nevis (la montagna più alta del Regno Unito, con i suoi 1344 metri d'altezza), il sentiero si snoda attraverso una varietà di terreni che spaziano dalle brughiere delle "terre basse" (lowlands), ai fitti boschi, fino alle morbide colline e alle regioni montane delle Scottish Highlands, offrendo rifugio e habitat ad una flora e fauna assai variegate. Gran parte della WHW segue antiche e storiche vie di comunicazione fa uso di piste per il bestiame, strade militari e tracce ferroviarie ormai in disuso,

Gerry's Corner - 2/2011

Il Long Distance Route Thistle symbol. Courtesy of Writesofway.com

Come è già stato menzionato, le sezioni meridionali della via sono le più agevoli, adatte anche agli inesperti o alle famiglie. Da Rowardennan, sul versante della via sul Loch Lomond, il percorso si addentra in un territorio più desolato, con minor possibilità di rifugio e condizioni di cammino ardue dovute all’alta presenza di fango, motivo per cui l’accesso a quest’area è altamente difficoltoso ai veicoli. Rowardennan è inoltre l’ultimo punto nel quale si può accedere al lato orientale del Loch Lomond

47


arrivando da sud. Il punto successivo, da nord, è Inverarnan.

WHW sono reperibili sul sito Traveline www.travelinescotland.com/welcome.do

Ecco perché viene raccomandato di iniziare da Sud, in modo da potersi abituare gradualmente alle difficoltà che il cammino offrirà mano a mano che si procede verso nord.

Quando sarete nell’area del Loch Lomond potrebbe anche venirvi voglia di muovervi sui due versanti del lago. A questo scopo il sito che fa per voi è www.cruiselochlomond.co.uk dove troverete orari e rotte.

E’ possibile anche completarne solo alcuni tronconi, nell’arco di un periodo di tempo, utilizzando i mezzi di trasporto per arrivare ai punti tappa del proprio programma.

Percorrere la WHW Le Tappe Le tappe convenzionali per la percorrenza della WHW sono quelle sotto elencate: Milngavie – Carbeth – 8 km Carbeth – Drymen – 11,5 km Drymen – Balmaha – 13 km Balmaha – Rowardennan – 11,5 km Rowardennan – Inversnaid – 11,5 km Inversnaid – Inverarnan – 11,5 km Inverarnan – Crianlarich – 10 km

Lungo la WHW: Le cascate di Inversnaid. Courtesy of WestHighland-Way.co.uk

Crianlarich – Tyndrum – 10 km Tyndrum – Bridge of Orchy – 11,5 km

Mediamente si può completare tutta la via in una settimana, camminando circa 23 km al giorno; ovviamente però la distanza è soggettiva e in funzione del grado di allenamento di ciascuno.

Bridge of Orchy – Inveroran – 3,5 km

Inoltre bisogna anche considerare il desiderio di godere a pieno del panorama o la voglia di soffermarsi più a lungo in uno dei villaggi che si attraverseranno.

Kinlochleven – Fort William – 22,5 km

Inveroran – Kingshouse – 16 km Kingshouse – Kinlochleven – 14,5 km

Ovviamente – se debitamente allenati – si può tranquillamente accorpare le tappe più brevi in una sola.

Il sito ufficiale della via www.west-highlandway.co.uk è ricchissimo di informazioni pratiche che vi aiuteranno a programmare il viaggio. Vediamo comunque qualche anticipazione. Come arrivare Scozia e Italia possono contare su collegamenti aerei regolari, assicurati tanto da compagnie aeree di bandiera (British Airways, Aer Lingus) quanto da compagnie “low-cost” (RyanAir, FlyBE) che atterrano regolarmente sia al Glasgow SC International (GLA) che al Glasgow SC Prestwick (PIK). Glasgow è poi a sua volta collegata a Milngavie sia via treno (www.firstgroup.com/scotrail/index.php) che via autobus (Firt Bus – 0044-870-6082608)

Una cartina panoramica che illustra la West Higland Way. Courtesy of Scottish-walks.com

Ulteriori informazioni per organizzare e programmare i vostri spostamenti in Scozia lungo la

Gerry's Corner - 2/2011

48


Cosa portare con sé Quando si affronta un’avventura del genere non si deve MAI lasciare nulla al caso e prepararsi in modo adeguato ad affrontare non solo la fatica del cammino ma anche l’imprevedibilità di un meteo volubile come quello scozzese. Sicuramente il periodo migliore per affrontare la WHW è quello compreso tra Maggio e Settembre, mesi durante i quali vi è più luce (nel mese di Giugno il sole arriva a tramontare alle 22.30), una temperatura più clemente ma un nemico inesorabile in agguato: i “midges”, molesti moscerini che pizzicano e non danno tregua. Ancora: “uomo coraggioso è colui che si azzarda a fare la previsione del tempo per un’intera giornata nelle Highlands”. In parole povere: una buona giacca antipioggia e antivento non è un optional! Così come non sono optional degli ottimi scarponcini che assicurino stabilità nel cammino e piedi asciutti in caso di precipitazioni. E’ consigliato il famoso abbigliamento a strati, partendo da maglie e/o camicie in cotone, sopra le quali indossare un pile o una felpa ed eventualmente la giacca antipioggia. Pantaloni in stoffa traspirante e resistente sono da preferirsi.

rassegnatevi: vaste aree sono “zone morte” e prive di campo tanto per i cellulari quanto per eventuali posizionatori GPS che potreste desiderare utilizzare. Se siete avvezzi al campeggio potete attrezzarvi secondo la vostra esperienza, con uno zaino capiente (circa 65 / 75 litri di capacità), sacco a pelo, utensili per cucinare e – va da sé – cibo e decidere di campeggiare o nelle aree attrezzate o nei boschi (a questo proposito vi rimando al paragrafo sul “Codice” ). Ricordate: tutta l’attrezzatura deve rigorosamente essere “waterproof”. Se però siete dei camminatori che amano anche delle piccole comodità, appoggiarvi alle svariate locande e bed and breakfast disseminati lungo la WHW vi permetterà di alleggerire il vostro carico. Addirittura, se desiderate viaggiare col minimo indispensabile potete fare affidamento sui servigi di ditte specializzate che si occuperanno di portare i vostri bagagli da un punto tappa all’altro. Comodo, no? Il Codice Non spaventatevi… Il Codice è un insieme di regole che lo Scottish Natural Heritage Office ha stilato per la corretta fruizione della WHW, e delle altre grandi vie a lunga percorrenza, fornendo delle semplici regole (molte delle quali sono semplici atti di buon senso) a proposito di campeggio nelle aree boschive, accensione di fuochi, cani, e “bisognini”. Tutte le informazioni sullo Scottish Outdoor Access Code sono disponibili su: www.outdooraccessscotland.com Informazioni Potete trovare esaurienti informazioni su: Sito Ufficiale della WHW: www.west-highlandway.co.uk

Lungo la WHW: Fort William è ormai in vista. Courtesy of WestHighland-Way.co.uk

Dell’equipaggiamento devono poi fare regolarmente parte: un kit di pronto soccorso, articoli di base per l’igiene personale, una bussola, torcia elettrica, mappe delle zone che intendete percorrere, un fischietto che vi sia d’aiuto per chiedere soccorso, una borraccia d’acqua, barrette energetiche, orologio e sacchetti di plastica dove stivare la vostra spazzatura. Potete anche considerare l’idea di portare con voi dei bastoni da passeggio, una fotocamera per eventualmente immortalare fortunati incontri con gli abitanti dei boschi (cervi, scoiattoli, martore, folletti…). Se pensate di portare il cellulare con voi… Beh… mettetevi l’animo in pace e Gerry's Corner - 2/2011

Trasporti: www.travelinescotland.com/welcome.do Treni: www.firstgroup.com/scotrail/index.php Traghetti: www.cruiselochlomond.co.uk Scottish Outdoor Access Code: www.outdooraccesscotland.com Itinerari e Pacchetti Trekking: www.scottishwalks.com Parco Nazionale Loch Lomond e Trossachs: www.lochlomond-trossachs.org Ebbene… Gambe… Ehm… Zaini in spalla! La Dame du Lac – 25 Luglio 2011

49


Gerry’s Corner è…

Twitter

http://twitter.com/#!/GerrysCorner

Gerry's Corner - 2/2011

50


Digital Magazine bimestrale di Cinema & Intrattenimento a cura dello Staff di Gerry’s Corner Anno 1 – Numero 2 – Luglio/Agosto 2011


GERRY'S CORNER - NUMERO 2  

Anno 1 - Luglio/Agosto 2011

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you