Issuu on Google+

acli oggi S P O RT D I T U T T I

utti i colori del far bene, tutti i colori dello sport è il motivo che caratterizzerà la Campagna tesseramento dell’US Acli nell’anno sociale il cui avvio è come sempre fissato al 1 di ottobre. Lo slogan - che nella sua prima parte riprende quello delle Acli - sottolinea la convinzione e la responsabilità di essere “tra i colori” dell’impegno Acli: in particolare nel momento in cui la nostra Assemblea organizzativa e programmatica di metà mandato (23/25 novembre 2007) si incontra con il percorso congressuale delle Acli. Di fatto, questa contemporaneità va colta anche come occasione per rendere visibile un “percorso nel percorso” e la concretezza di questioni che investono e interrogano - con specificità proprie ma su terreni comuni - l’US e le Acli. Impostare ed avviare una Campagna tesseramento richiede attenzione e competenza sulle tante procedure che siamo chiamati a rispettare e da questo punto di vista, “Sport di tutti” rappresenta tradizionalmente uno degli strumenti più utili e più richiesti per facilitare il lavoro. Ma una Campagna tesseramento è anche la traccia manifesta di “chi” è l’US Acli, del suo essere e sentirsi “Acli al plurale”, della sua capacità di organizzare e proporre attività, iniziative di sport per tutti, del fatto che il suo “interesse” è soprattutto “passione” per lo sport. Non è un caso che passione, iniziativa, progetto siano parole chiave della piattaforma per la discussione in Assemblea. Se il nostro obiettivo - sottolinea infatti la piattaforma - “è fare appello al potere dell’intelligenza e del sapere organizzativo dell’US Acli per affrontare efficacemente un ambiente instabile e in continua trasformazione”, proprio mentre si pone la questione di promuovere un più forte sviluppo associativo “si deve tener conto che una organizzazione non è fatta solo di razionalità ma anche di emotività e di passioni”. Saper comunicare questo, anche negli spazi di un’operatività in cui sembra prevalere il dato “tecnico”, è una carta vincente e una scommessa di futuro.

T ACLI OGGI EDITORE: Aesse Comunicazione srl Via G. Marcora, 18 - 00153 Roma Dir. Amm. e Red. - Via G. Marcora, 18 00153 Roma - Tel. 06/58401 Dir. Resp.: Lanfranco Norcini Pala Reg. Trib. n. 9408/63 - Poste italiane spa - Sped. in abb. post. D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, DCB Roma Stampa: Tip. Ugo Quintily - Roma

Anno XLV - n. ?? del ?? settembre 2007

SPECIALE TESSERAMENTO 2007/2008

ne e b r fa l e d rt o i r p o s l co lo l i e d i t Tut i colori i Tutt


US Acli

acli sport di tutti oggi

SOMMARIO

Settembre 2007 n.1

Tesseramento 2007-2008 Sintesi condizioni assicurative Assemblea organizzativa e programmatica di metà mandato Domanda di affiliazione Domanda di affiliazione soci collettivi Informativa privacy Comitato provinciale/Società sportive Domanda di ammissione a socio Informativa privacy Società sportive/Soci Scheda tesseramento tecnici-dirigenti US Acli Modulo per la richiesta di tessere associative Elenco soci tessere e opzioni Elenco soci tessera e bollino integrativo B Requisiti statutari Associazioni sportive dilettantistiche Statuto tipo ASD Statuto tipo ASD presso i Circoli Acli Statuto tipo ASD presso i Circoli Parrocchiali Statuto tipo associazoni polisportive dilettantistiche Testo del contratto assicurativo Tabella lesioni (Allegato A) Norme da seguire in caso di lesione Modulo denuncia lesioni convenzione US Acli Norme da seguire in caso di responsabilità civile terzi Modulo denuncia responsabilità civile contro terzi convenzione US Acli (1) Modulo denuncia responsabilità civile contro terzi convenzione US Acli (2) Carta d’identità dell’US ACLI Indirizzi sedi US ACLI Il sistema associativo ACLI

I nostri indirizzi:

passaggio De Gasperi 3 - 351331 Padova Tel. 049/8750823 - Fax 049/8750910 e-mail: transfair@intercity.it - www.equo.it

www.usacli.org segreteria@usacli.org

3 8 13 14 16 18 20 21 23 24 25 26 27 28 32 36 40 44 63 69 70 71 72 73 74 77 85


US Acli

acli oggi

sport di tutti

Settembre 2007 n.1

Tesseramento 2007/2008 Unione Sportiva Acli

(Approvata dal Consiglio nazionale del 28 luglio 2007)

TEMA Il tema della Campagna tesseramento 2007-2008 è:

“TUTTI I COLORI DEL FAR BENE, TUTTI I COLORI DELLO SPORT” TEMPI Il tesseramento 2007-2008 inizia il 1 ottobre 2007 e termina il 30 settembre 2008.

MODALITÀ DI ADESIONE TESSERA/OPZIONE Possono richiedere la qualifica di socio tutti coloro che intendono partecipare alla vita associativa e democratica dell’US ACLI, nonché contribuire come atleti, tecnici, allenatori, collaboratori a vario titolo, alla promozione e all’organizzazione dell’attività motoria e sportiva, tramite l’iscrizione e la partecipazione attiva all’interno di un’associazione/società sportiva affiliata. La tessera US ACLI dà diritto ad ogni socio alla qualifica di “praticante sportivo”. Ogni socio ha il potere di elettorato attivo e passivo all’interno della propria associazione; partecipa e decide, attraverso il proprio voto, alle assemblee elettive, amministrative, di programmazione e può proporsi per l’assunzione di cariche sociali. Si diventa soci secondo le due modalità di seguito specificate. 1. TRAMITE TESSERA US ACLI La tessera è disponibile in due formule: tessera associativa; tessera associativa Promocard. 1.1 Tessera Associativa Alla tessera associativa è possibile collegare, a scelta, le diverse coperture assicurative: - copertura base rappresentata dalla tessera stessa valida per tutti gli atleti di tutte le discipline; - copertura integrativa rappresentata dal bollino “B” che andrà applicato sulla tessera base nell’apposito spazio.

È obbligatoria per dirigenti, arbitri, tecnici e giudici. È facoltativa ma consigliata per quegli atleti che praticano sport a più alto rischio (es.: Arti Marziali, Calcio, Sub, Ciclismo, Motociclismo). Tale bollino non può essere applicato sulla tessera Promocard; - copertura integrativa + invalidità permanente rappresentata dal bollino “B-Plus” che andrà applicato sulla tessera base nell’apposito spazio. Una formula integrativa facoltativa che consente oltre a quanto previsto con il bollino B, una copertura assicurativa per l’invalidità permanente con franchigia al 10%. Come il bollino B non può essere rilasciato sulla tessera Promocard.

Tesserino Dirigenti – Tecnici Il Tesserino (Dirigente, Tecnico, Arbitro) con relativa qualifica, viene rilasciato su richiesta, mediante apposito modulo, ai soci già possessori di tessera US con copertura assicurativa integrativa. La richiesta dei tesserini con i relativi allegati (attestazioni qualifiche) deve essere presentata dai comitati provinciali US all’Ufficio Coordinamento tecnico della sede nazionale (vedi scheda p. 23). Il tesserino rilasciato ha validità quadriennale (2005-2008, quadriennio congressuale) sempre e solo se associato alla tessera associativa con copertura integrativa. Per i dirigenti a tutti i livelli, in possesso dello specifico tesserino, è prevista una copertura assicurativa integrativa con massimale morte e RCT aumentati e con condizioni assicurative aggiuntive. I dirigenti US ACLI, a norma di statuto, devono essere anche iscritti alle ACLI. Bollino ciclismo Ai tesserati praticanti attività di ciclismo deve essere rilasciata la tessera base con coperture assicurative integrative sulla quale deve essere applicato l’apposito bollino ciclismo. I bollini vanno richiesti alla Segreteria nazionale dell’US ad inizio anno sportivo. Per il ciclismo la stagione sportiva parte il 1 dicembre e si conclude il 31 dicembre 2008; a questa si deve far riferimento per il calcolo della categoria agonistica di appartenenza sulla base del millesimo dell’anno di nascita.

3


US Acli sport di tutti acli oggi

Tesserino ciclismo È possibile, dietro richiesta, ricevere un tesserino specifico per il ciclismo. Il tesserino ciclismo non ha in alcun modo valore assicurativo e non sostituisce per nessuna ragione la tessera US Acli con la copertura integratica “B o B plus”. È, quindi, esclusivamente un cartellino tecnico da presentare, se richiesto, nelle gare a garanzia di iscrizione al settore ciclismo. N.B. Il tesserino può essere rilasciato in abbinamento alle tessere US Acli esclusivamente per le tessere consegnate dopo il 1° gennaio 2008.

1.2. Tessera Associativa PROMOCARD La Promocard è la tessera di socio US ACLI che viene distribuita ai partecipanti alle attività sportive nei settori e nei casi sotto specificati: A.1. attività per bambini da 0 – 15 anni con particolare riferimento alle attività sportive, all’attività motoria nelle scuole materne, all’attività dei Centri di formazione fisico-motoria e all’attività ludica, ricreativa e motoria nei centri estivi; A.2. senza limiti di età nei settori: biliardo, dama, scacchi, giochi da tavolo, pesca sportiva, danza e ballo sportivi, bocce, ruzzola, ginnastica a corpo libero o ginnastica dolce rivolta alla terza età (più di 60 anni), yoga, shiatsu, tai chi chuan; A.3. per tutte le attività e manifestazioni che si svolgano nel periodo maggio-settembre 2008 e abbiano durata massima di 90 giorni. In quest’ultimo caso la copertura assicurativa ha valore temporaneo, ma il tesseramento risponde ai criteri generali validi per le altre tipologie di tessere. Alla tessera Promocard è collegata una copertura assicurativa che si differenzia da quella garantita dalla tessera base nei massimali fissati per caso morte e responsabilità civile terzi. Sulla Promocard non è possibile aggiungere la copertura assicurativa integrativa.

2. TRAMITE OPZIONE US ACLI L’opzione è lo strumento che conferisce qualità di socio US ACLI, ai possessori di tessera: 1. ACLI, CTA, UNASP, ACLI-Anni Verdi, FAP-ACLI, Acliterra; 2. delle associazioni sportive affiliate, aventi tessera propria; 3. di associazioni nazionali che hanno siglato o sigleranno accor-

4

Settembre 2006 n.1

di di collaborazione con l’Unione Sportiva al momento dell’avvio o durante il corso dell’anno sportivo. Come la tessera associativa è disponibile in due formule: - opzione base, garantisce le stesse coperture assicurative della tessera base. A questa è possibile affiancare il “bollino B” o il “bollino B-plus” per una copertura integrativa dell’assicurazione; - opzione-Promocard rilasciata con le stesse modalità e per gli stessi settori per i quali è prevista la tessera Promocard. N.B. Sia l’opzione base (più l’eventuale bollino integrativo) sia l’opzione-Promocard applicata sulla tessera delle associazioni nazionali convenzionate con l’US consentono l’attivazione delle relative coperture assicurative limitatamente alle attività svolte dall’associazione stessa. La richiesta di estensione della copertura assicurativa anche per le altre attività sportive deve essere richiesta ai comitati provinciali US ACLI. OPZIONI SU TESSERA US ACLI I tesserati dell’Unione Sportiva possono, a loro volta, diventare soci ACLI, CTA, UNASP, ACLI-Anni Verdi, FAP-ACLI, Acliterra, applicando la relativa opzione sulla tessera dell’US ACLI. Tale adesione consente di partecipare alla vita associativa e alle iniziative promosse dalle specifiche Associazioni (ricreative-culturali, turistiche, ambientali e rivolte alla terza età). Le richieste delle opzioni (secondo il tipo di esigenza) devono pervenire alle Presidenze provinciali ACLI o agli organi direttivi provinciali delle relative Associazioni specifiche che le trasmettono all’Ufficio Tesseramento della Funzione sviluppo associativo delle ACLI.

QUALIFICAZIONE ATTIVITÀ SPORTIVA E TUTELA SANITARIA Come da delibera del Consiglio nazionale US ACLI del 28 aprile 2007, le attività motorie e sportive dell’US ACLI sono da considerarsi NON AGONISTICHE e pertanto i partecipanti alle stesse devono osservare le norme per la certificazione sanitaria previste dal Decreto del Ministero della Sanità del 28 febbraio 1983 riguardante la tutela dell’attività sportiva non agonistica. Tuttavia l’attività sportiva nazionale promossa e/o organizzata dalla Presidenza nazionale dell’US ACLI, se rappresentante la conclusione di attività di fasi propedeutiche territoriali, intenden-


US Acli

acli sport di tutti oggi

do come tali fasi selettive e/o eliminatorie e riservata quindi alle sole società vincitrici di manifestazioni territoriali, configurandosi in essa un’attività sportiva sistematica e/o continuativa è da qualificarsi ATTIVITÀ SPORTIVA AGONISTICA e in tal caso le società e gli atleti devono osservare le norme per la certificazione sanitaria previste dal DMS 18 febbraio 1982 (DM Attività Agonistica). Per la partecipazione ai Campionati nazionali è, quindi, richiesto il certificato medico di idoneità per attività sportiva agonistica. La certificazione sanitaria richiesta dagli organi territoriali US ACLI per il rilascio della tessera/opzione non può essere in alcun caso inferiore a quella prevista dalla delibera nazionale US ACLI e dalla legislazione della regione di competenza in materia di tutela sanitaria delle attività sportive agonistiche e non agonistiche e delle attività ginnico motorie e ludico-motorie. Sarà cura dell’associazione/società sportiva conservare il certificato medico presentato dal socio all’atto dell’iscrizione. Per i soci con copertura integrativa deve essere richiesto anche l’elettrocardiogramma. La presentazione dell’elettrocardiogramma, con l’attestazione dell’assenza di patologie cardiovascolari preesistenti, è condizione necessaria per rendere operante la copertura assicurativa in caso di morte per infarto.

MODALITÀ AFFILIAZIONE Possono affiliarsi all’Unione Sportiva ACLI: - le associazioni/società sportive senza scopo di lucro, che abbiano oggetto e finalità compatibili con quelle dell’Unione Sportiva ed un minimo di 10 iscritti, dei quali almeno 3 maggiorenni. Attraverso l’affiliazione tali soggetti acquisiscono la qualità di affiliati all’US ACLI (artt. 6-7-8 dello statuto US ACLI). L’affiliazione consente a tali associazioni/società sportive di ricevere gratuitamente il modulo “Dichiarazione di appartenenza per la SIAE”, che consente loro di usufruire delle particolari condizioni di trattamento in materia di Diritto d’Autore per le utilizzazioni di repertorio musicale in occasione di attività spettacolistiche, culturali e ricreative svolte nell’ambito degli scopi statutari delle singole strutture associative in virtù dell’accordo siglato tra le ACLI e la SIAE; - le associazioni nazionali legate da un accordo di collaborazione all’US ACLI e le società ad esse iscritte, le strutture di base dell’intero sistema ACLI che decidono di aderire all’US ACLI senza modificare il proprio statuto o senza costituire una ASD, le associazioni anche scolastiche e parrocchiali, le cooperati-

Settembre 2007 n.1

ve, i comitati, le pro-loco e tutti quei soggetti che condividono gli scopi e le finalità dell’US pur non svolgendo prevalentemente attività sportiva. L’affiliazione consente a tali soggetti di acquisire la qualifica di soci collettivi (artt. 4 e 5 dello statuto US ACLI). In entrambi i casi l’affiliazione ha durata annuale e, nelle forme previste dallo statuto US e dal relativo regolamento consente di: - partecipare alla vita associativa dell’US ACLI; - avere una copertura assicurativa RCT in qualità di proprietari o gestori di strutture sportive e per le manifestazioni e le attività di società; - ricevere l’attestato di affiliazione: Le strutture affiliate ricevono inoltre il notiziario dell’US ACLI “Sport di Tutti. Speciale tesseramento 2007-2008”.

RICHIESTA AFFILIAZIONE La richiesta di affiliazione deve essere presentata al Comitato provinciale US ACLI territorialmente competente compilando e firmando, in ogni sua parte e in triplice copia, il modulo “Domanda di affiliazione” predisposto dalla Sede nazionale e versando, unitamente alla richiesta, la quota fissata dal Comitato provinciale. A questo modulo deve essere allegato il primo elenco soci contenente anche i nominativi dei dirigenti e tecnici indicati nella domanda di affiliazione. La Presidenza provinciale, una volta verificata la documentazione presentata e l’esistenza dei requisisti statutari, accetta la domanda attraverso la compilazione della parte di competenza e invia, in originale, le tre copie alla Presidenza nazionale per la relativa ratifica. Ogni Comitato provinciale può affiliare solo società con sede nel territorio di competenza, salvo accordi scritti tra Comitati o delibere regionali con diverse indicazioni, da inviare alla Segreteria nazionale. In mancanza di indicazioni le affiliazioni che non rispettano il criterio della territorialità vengono rispedite al mittente. Le associazioni nazionali legate da un accordo di collaborazione all’US ACLI possono: 1. presentare la loro domanda di affiliazione direttamente alla Presidenza nazionale US. Spetta alla Presidenza nazionale US ACLI verificare sia l’esistenza dei requisiti statutari sia la com-

5


US Acli sport di tutti acli oggi

pleta compilazione della domanda e attivare le procedure amministrative e operative legate a tale affiliazione; 2. proporre alla Presidenza nazionale US ACLI l’affiliazione delle associazioni/società ad esse iscritte che intendono aderire all’US. In questo caso spetta alle associazioni nazionali convenzionate con l’Unione Sportiva, gestire la raccolta e la verifica dei requisiti delle domande di affiliazione e il successivo loro invio alla Sede nazionale US per l’accettazione e ratifica. L’accettazione della domanda di affiliazione conferisce in entrambi i casi la qualifica di socio collettivo. È quindi cura della Sede nazionale restituire le copie di spettanza alle sedi competenti insieme all’attestato di affiliazione. Non sono prese in considerazione le affiliazioni inviate tramite fax, quelle poco chiare o mancanti di dati e/o firme.

REGISTRO

NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI/SOCIETÀ SPORTIVE

Settembre 2007 n.1

MODALITÀ DISTRIBUZIONE TESSERE, OPZIONI E AFFILIAZIONI US ACLI 1. SEDE NAZIONALE  COMITATO PROVINCIALE Le tessere e le opzioni sono distribuite dalla Segreteria nazionale US ACLI ai Comitati provinciali con le seguenti modalità: • Tessere in Banca Le tessere e le Promocard possono essere ritirate presso le filiali BNL incaricate della distribuzione. I prelievi possono essere effettuati dagli incaricati della Presidenza provinciale US ACLI utilizzando l’apposito modulo di cui una copia va restituita alla Sede nazionale. La sede nazionale US ACLI si impegna a sostenere il Comitato provinciale riconoscendo un contributo, in fase di chiusura di tesseramento, sui costi dell’operazione. Tale contributo ammonta € 2,00 per ogni prelievo rendicontato superiore alle 50 tessere e fino ad un massimo di 15 prelievi annui.

DILETTANTISTICHE

L’affiliazione all’US e la conseguente iscrizione al Registro istituito dal Coni rende definitivo il riconoscimento sportivo delle Associazioni Sportive Dilettantistiche. Il Registro è lo strumento attraverso il quale viene stilato l’elenco delle associazioni e società sportive dilettantistiche trasmesso dal Coni annualmente al Ministero dell’Economia e delle Finanze – Agenzia delle Entrate ai fini della legittima fruizione dei benefici fiscali in favore delle stesse. Questo significa che le associazioni/società sportive, in possesso dei requisiti statutari che ne attestino le finalità sportive dilettantistiche, una volta affiliate all’US e quindi in possesso del codice di affiliazione attribuito dalla Sede nazionale possono procedere all’iscrizione al Registro del Coni (www.coni.it) e con questo accedere alle agevolazioni fiscali previste dall’art. 90 della legge 289/2002 e sue successive modifiche e integrazioni. Si ricorda, quindi, che l’affiliazione all’US Acli non rende automatica l’iscrizione al registro Coni. La validità dell’iscrizione, documentata dall’attribuzione del numero e dal relativo certificato di iscrizione, coincide con quella dell’affiliazione all’US ACLI. È necessario, quindi, in prossimità della scadenza provvedere al rinnovo dell’affiliazione. Tale rinnovo, comunicato dalla Sede nazionale US ACLI al Coni, consente l’aggiornamento della data di scadenza e la stampa, da parte dell’associazione/società sportiva interessata, del certificato di iscrizione con la nuova data di scadenza, senza dover procedere nuovamente all’iscrizione al Registro.

6

• Richiesta diretta di tessere e opzioni Le opzioni US ACLI, le tessere, le Promocard e i bollini assicurativi, in numero non inferiore a 50, possono essere richieste direttamente alla Segreteria nazionale, tramite l’apposito modulo, allegando la ricevuta dell’avvenuto pagamento (c/o BNL, conto corrente bancario n. 7900, ABI 01005 CAB 03339 CIN V intestato a US ACLI, Sede nazionale, Roma). Le tessere/opzioni possono, inoltre, essere spedite in contrassegno (in tal caso è prevista l’aggiunta di un costo fisso di € 5,00 quale contributo per le spese di spedizione sostenute dalla Sede nazionale) o ritirate, previo appuntamento, direttamente in Sede nazionale e pagate alla consegna. • Domande di affiliazione All’avvio del tesseramento 2007-2008 la Segreteria nazionale provvede a inviare ad ogni provincia, in triplice copia, un numero di domande di affiliazione sulla base dei dati provvisori di chiusura tesseramento 2006-2007 accompagnate da uno stesso numero di “Dichiarazione di appartenenza SIAE”. In caso di esaurimento dei moduli di affiliazione i Comitati provinciali possono farne richiesta alla Sede nazionale o scaricarli dal sito www.usacli.org. 2. SEDE PROVINCIALE  ASSOCIAZIONI/SOCIETÀ SPORTIVE I comitati provinciali possono rilasciare le tessere/opzioni US ACLI esclusivamente ai soci delle associazioni/società sportive


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

affiliate, con sede nei Comuni della stessa provincia e su presentazione degli elenchi soci completi di tutti i dati richiesti. Questo consente ai comitati provinciali US ACLI la registrazione e l’invio dei dati alla sede nazionale. Le tessere devono essere consegnate, complete di data di emissione in quanto a tale dato è legata la copertura assicurativa del socio.

ACLI e delle associazioni nazionali convenzionate deriva una gestione centralizzata del tesseramento i cui contenuti e modalità operative vengono definiti a livello nazionale dalle controparti e riportati nello stesso accordo di collaborazione e le cui norme organizzative e amministrative sono definite annualmente dal protocollo aggiuntivo, che costituisce parte integrante dell’accordo stesso.

La segreteria provinciale deve fornire alle associazioni/società sportive che intendono affiliarsi all’US ACLI, il modulo “Domanda di affiliazione” rilasciato insieme alla “Dichiarazione di appartenenza SIAE” o nei casi previsti dagli artt. 4 e 5 dello statuto US ACLI, il modulo “Domanda di affiliazione per i soci collettivi”, verificarne l’esatta compilazione in triplice copia e provvedere all’accertamento dei requisiti statutari prima dell’invio della domanda alla Sede nazionale (vedi Modalità Adesione/Affiliazione). Alle associazioni/società sportive che si affiliano per la prima volta all’US ACLI deve essere rilasciata anche l’informativa di cui all’art. 13 del Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lgs 196/03) (vedi capitolo CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI (D.LGS 196/03)

Per il tesseramento delle associazioni nazionali convenzionate, delle associazioni/società sportive ad esse iscritte e dei rispettivi soci valgono le norme indicate nella presente circolare relative ai tempi, alle modalità di adesione e alle coperture assicurative (limitate all’attività svolta dall’associazione di riferimento). Per quanto non precisato nella circolare (ad es. forma di tesseramento scelta: opzione, opzione Promocard, ecc.) si rimanda ai singoli accordi. Le affiliazioni, le opzioni ecc, vengono quindi distribuite dalla Segreteria nazionale US ACLI direttamente alle Sede nazionale dell’associazione convenzionata che, impegnandosi a rispettare quanto previsto dalle norme del tesseramento US ACLI e a informare le proprie società e soci dei diritti e doveri legati all’affiliazione/tesseramento all’US e all’accordo siglato, si occuperà della gestione del tesseramento e della tempestiva trasmissione della documentazione alla Sede nazionale US.

Si consiglia di - conservare insieme ai moduli di affiliazione anche la fotocopia del documento di riconoscimento del Presidente della società (non è necessario il suo invio alla Sede nazionale US), lo statuto e l’atto costitutivo dell’associazione/società e l’eventuale verbale di elezione del Presidente ( nel caso in cui quello in carica al momento della sottoscrizione dell’affiliazione non sia quello indicato nell’atto costitutivo); - fornire a tutte le società una copia della polizza e far firmare una liberatoria di presa visione della stessa. 3. SEDE NAZIONALE  ASSOCIAZIONI NAZIONALI CONVENZIONATE – SOCIETÀ/SOCI Gli accordi di collaborazione siglati tra l’Unione Sportiva ACLI ed alcune associazioni nazionali, finalizzati a una reciproca crescita associativa e a una diffusione capillare della pratica sportiva, rendono possibile l’affiliazione all’US ACLI delle stesse associazioni nazionali e delle associazioni/società sportive ad esse iscritte e il tesseramento dei rispettivi soci, consentendo loro di acquisire la qualifica di soci collettivi e quindi di partecipare alla vita associativa dell’US ACLI nei modi previsti dallo statuto e dal relativo regolamento. Dalla diversa struttura e coordinamento organizzativo dell’US

CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI (D.LGS 196/03) Sulla base di quanto previsto dall’“Autorizzazione al trattamento dei dati sensibili da parte di organismi di tipo associativo e delle fondazioni” (Autorizzazione 3/2007) del Garante per la protezione dei dati personali, per l’US il trattamento dei dati personali e sensibili dei soci è subordinato ad una loro autorizzazione, dal momento che per il perseguimento delle finalità istituzionali tali dati vengono trasmessi anche all’esterno (Coni, Compagnia assicurativa, ecc.). Come previsto dalla stessa Autorizzazione 3/2007 il consenso scritto deve essere acquisito previa idonea informativa resa agli interessati ai sensi dell’art. 13 del Codice, la quale deve precisare le specifiche modalità di utilizzo dei dati tenuto conto delle idonee garanzie adottate relativamente ai trattamenti effettuati. Sia il modulo di affiliazione (per le associazioni/società) sia quello per la domanda di ammissione a socio (singoli) prevedono uno spazio riservato all’autorizzazione al trattamento e il loro rilascio deve essere accompagnato dall’informativa di cui all’art. 13 del Codice. Deve

7


US Acli

acli sport di tutti oggi

essere cura dei Comitati provinciali US ACLI o delle associazioni nazionali convenzionate, predisporre l’informativa e distribuirla, in caso di nuova affiliazione, alle associazioni/società sportive insieme al modulo di affiliazione. Le associazioni/società sportive devono invece predisporre l’informativa da rilasciare ai soci al momento della presentazione della domanda di ammissione a socio. In caso di rinnovo di iscrizione (delle associazioni/società e dei soci) i Comitati e le associazioni/società sono tenute al rilascio dell’informativa solo in caso di variazioni dell’informativa precedentemente rilasciata. A tal fine il modulo di affiliazione prevede uno spazio nel quale il Rappresentante legale della società sottoscrive la conoscenza delle normativa riguardante la tutela della privacy (d.lgs 196/03) e si impegna al rispetto degli adempimenti che ne conseguono.

REGOLAMENTO TRASMISSIONE DOCUMENTAZIONE Tutte le province sono tenute all’utilizzo del programma informatico del tesseramento predisposto dalla Sede nazionale e all’invio periodico dell’elenco soci, tramite posta elettronica (tesseramento@usacli.org). Solo le province con meno di 100 soci possono trasmettere tali elenchi su file excel (contenente i dati indicati nella tessera). L’invio periodico dei dati da parte delle province, consente alla Sede nazionale di monitorare il tesseramento nel corso dell’anno. Ogni Comitato provinciale deve quindi provvedere alla trasmissione dei dati parziali del tesseramento entro il:  31 dicembre 2007  31 marzo 2008  30 giugno 2008  30 ottobre 2008 dati definitivi. La data della ratifica e il numero di affiliazione, attribuito dalla Sede nazionale alla singola domanda, consentono: • l’attivazione delle coperture assicurative previste per le associazioni/società sportive; • la possibilità per le associazioni/società sportive dilettantistiche di poter procedere all’iscrizione al registro nazionale Coni, rendendo definitivo il riconoscimento ai fini sportivi e, di conseguenza, possibile l’accesso ai benefici previsti dalla legge. È pertanto necessario che i Comitati provinciali si impegnino a inviare tempestivamente alla Sede nazionale le domande di affiliazione accettate.

8

Settembre 2007 n.1

Si ricorda che per l’attivazione e per ogni chiarimento riguardo l’utilizzo del programma informatico è possibile contattare l’Ufficio del tesseramento, tel. 06. 5840590-649 e-mail: tesseramento@usacli.org. Al fine di attivare la copertura assicurativa integrativa, l’elenco dei tesserati per i quali è previsto l’ampliamento delle garanzie assicurative (“bollino B” o “bollino B-plus”) deve essere trasmesso tempestivamente a U.C. SPORT & SICUREZZA S.r.l., (e-mail: uc.segreteria@ucass.it, fax 0744 277963). Si ricorda che le garanzie integrative sono operanti dalle ore 24.00 del giorno di trasmissione degli elenchi.

POLIZZA ASSICURATIVA Da quest’anno il partner assicurativo dell’US ACLI è la CARIGE ASSICURAZIONI S.p.A. a cui si può far riferimento anche per la gestione sinistri. Mentre l’agenzia incaricata della gestione del contratto assicurativo è U.C. SPORT & SICUREZZA che, attraverso US Acli Sporte e Sicurezza, mette a disposizione del sistema associativo anche altre polizze di copertura opzionale di attività sportive e non. Rispetto agli anni precedenti, questo non comporta sostanziali differenze riguardo alle condizioni assicurative, alla modalità di gestione, alle norme e alla modulistica inerenti la denuncia degli infortuni. Nello specifico, le novità riguardano: • miglioramento delle condizioni assicurative; • nuovi indirizzi per invio elenchi tesserati con copertura integrativa; • nuovi riferimenti per l’apertura e gestione dei sinistri; • nuovi riferimenti per attivazione coperture integrative (copertura manifestazione); • servizi assicurativi opzionali per società e soci. Miglioramento delle condizioni assicurative • Inserimento di una “tabella lesioni” per i titolari di tessere con coperture integrative, maggiorata del 10% rispetto alla tabella lesioni prevista per le promocard e per le tessere base (i cui importi sono indicati nella colonna 2 della tabella lesioni. Allegato A della polizza assicurativa); • arrotondamento all’euro superiore degli indennizzi previsti nella tabella lesioni per i possessori di tessera base;


US Acli

acli sport di tutti oggi

• inclusione delle attività di yoga, shiatsu e tai chi chuan tra le attività promozionali. Per cui oltre all’attività per bambini e ai tornei estivi (con durata non superiore ai 90 giorni nei mesi maggio-settembre) la Promocard può essere, rilasciata, senza limiti di età, nei settori: biliardo, dama, scacchi, giochi da tavolo, pesca sportiva, danza e ballo sportivi, bocce, ruzzola, ginnastica a corpo libero o ginnastica dolce rivolta alla terza età, yoga, shiatsu, tai chi chuan; • massimali aumentati su tessera base per caso morte da € 26.000,00 a € 34.000,00; • massimali aumentati su tessera per RCT - promocard da € 105.000,00 a € 150.000,00 - copertura base da € 260.000,00 a € 300.000,00 - copertura integrativa B e B plus da € 385.000,00 a € 400.000,00 - copertura integrativa dirigente € 1.500.000,00 • massimali aumentati per società e circoli • massimale unico da € 2.585.000,00 a € 3.000.000,00 • possibilità per possessori di copertura integrativa di scegliere, in caso di distorsioni, tra la garanzia diaria e la liquidazione in forma forfetaria; • inserimento indennizzo per l’immobilizzazione in caso di fratture della clavicola e delle costole. Nuovi indirizzi per invio elenchi tesserati per attivazione coperture integrative U.C. SPORT & SICUREZZA S.r.l., e-mail: uc.segreteria@ucass.it, fax 0744 277963. Nuovi riferimenti per l’apertura e gestione dei sinistri Apertura sinistro: Numero Verde 800.811.167 per attribuzione numero di sinistro e di dossier invio modulo di denuncia e relativa documentazione: Centro Liquidazione Sinistri Distaccato (CLD) USACLI - CARIGEASSICURAZIONI SPA VIA SAPRI, 34/9 -20156 MILANO Nuovi riferimenti per attivazione copertura per manifestazioni Invio dati manifestazione + fotocopia della ricevuta di versamento a: US ACLI SPORT & SICUREZZA s.r.l. - Via Marcora 18-20, 00153 Roma tel. 06.5840559 fax 06.5840564 e-mail: assicurazione@usacli.org Versamento premio: su conto corrente bancario intestato a US ACLI SPORT E SICUREZZA s.r.l. BNL AG.39 di ROMA C/C 243 ABI 01005- CAB 03339 . (tel. 06.5840559 www.usacli.org - sport di tutti on line o Tesseramento).

Settembre 2007 n.1

Servizi assicurativi opzionali per società e soci Tra le polizze integrative proposte: - polizza circoli, per coprire gli immobili delle associazioni/società affiliate e l’attività non svolta con l’associazione; - polizza campus/centri residenziali ed in città, per mettere in copertura 24 ore su 24 i partecipanti, compreso gli eventuali non tesserati; - polizza istruttori, per estendere le coperture anche nello svolgimento di attività non legate all’associazione; - polizza gare auto/moto/kart per gli organizzatori ex legge 990/79; - polizza auto e moto d’epoca; - polizza tuttisport per coprire tutte le attività sportive di un socio anche fuori da quelle svolte con l’associazione; (per informazioni tel. 06.5840559, www.usacli.org - Tesseramento: assicurazione@usacli.org). VALIDITÀ ASSICURAZIONE Le coperture assicurative entrano in vigore a partire dalle ore 24.00 del giorno del tesseramento, mentre quelle delle polizze integrative (bollino “B” e “B-plus”) entrano in vigore dalle ore 24.00 del giorno di arrivo della copia degli elenchi soci all’agenzia U.C. SPORT & SICUREZZA S.r.l. I dati relativi a questi tesserati, come ricordato, devono essere riportati negli appositi moduli, compilati in ogni loro parte e inviati con urgenza tramite posta elettronica a uc.segreteria@ucass.it (tale modalità consente di ricevere tramite stesso mezzo, riscontro immediato dell’avvenuta ricezione da parte dell’agenzia) o tramite fax al n° fax 0744 277963. Si consiglia di archiviare sempre la ricevuta di trasmissione, in quanto elemento utile in caso di eventuali contestazioni. Chi si tessererà nel periodo ottobre-dicembre 2007, avrà una copertura assicurativa di 365 giorni a partire dalla data di emissione della tessera; chi si tessererà il 1° gennaio 2008 o successivamente sarà assicurato comunque, fino al 31 dicembre 2008. ASSICURAZIONI INFORTUNI LEGATE ALLA TESSERA Il metodo di indennizzo utilizzato è quello a tabella (Allegato A della polizza assicurativa). Allegato A - colonna 1: coperture promocard e base. Allegato A - colonna 2: coperture integrative. Ricordiamo che il sistema a tabella si basa sulla quantificazione del

9


US Acli

acli sport di tutti oggi

rimborso spettante per ogni lesione tabellata; la quantificazione del rimborso tiene conto in origine della gravità della lesione e di una quota fissa di rimborso delle spese, pertanto agli infortunati spetta solo l’indennizzo riportato nella tabella per la lesione subita. I possessori di coperture integrative oltre che a una diaria per immobilizzazione o ricovero hanno diritto anche a condizioni particolari (vedi sezione 6 – 7 – 8 polizza assicurativa). Per l’invio dei dati relativi ai tesserati con coperture integrative deve essere utilizzato l’apposito modulo compilato accuratamente. RIEPILOGO 1. LESIONI: a) la tabella con ampia tipologia di lesioni è stata elaborata con il parere di medici sportivi e di medici legali; b) per fratture scomposte viene data una maggiorazione del 20% sulla somma indennizzata per la corrispondente lesione; c) per fratture esposte viene data una maggiorazione del 50% sulla somma indennizzata per la corrispondente lesione, salvo per le fratture biossee di avambraccio e arti inferiori espressamente tabellate; N.B. tali maggiorazioni non sono tra loro cumulabili. d) per la morte i massimali sono: promocard € 26.000,00; tessere base € 34.000,00; integrativa “B” e “B plus” € 46.500,00; tessere dirigenti € 62.000,00. e) a seguito di lesione che comporti nell’arco di 60 gg dall’evento, paraplegia e tetraplegia il capitale di indennizzo corrisponderà a quello spettante per il caso morte della tessera posseduta; f) il massimale previsto per i possessori di bollino B plus in caso di invalidità permanente è di € 75.000,00; g) tra le garanzie contemplate nelle polizze integrative B è prevista una diaria giornaliera di € 15,50 in caso di gessatura e/o ricovero con franchigia fissa di 3 giorni per un massimo di 60 giorni. Tale diaria viene concessa, se ne ricorrono le condizioni, anche per le lesioni non tabellate; h) la polizza integrativa B-plus prevede una copertura di invalidità permanente con franchigia fissa al 10%; i) è previsto un rimborso in cifra fissa per tutte le distorsioni, certificate da pronto soccorso pubblico, con prognosi di immobilizzazione forzata di almeno 9 giorni. I titolari della tessera integrativa B e B-plus possono optare per la garanzia diaria da ricovero e gessatura. In assenza di tale scelta la Società liquiderà l’importo stabilito in forma forfetaria.

10

Settembre 2007 n.1

2. RESPONSABILITÀ CIVILE Sulle coperture di RCT i massimali legati alle tessere sono: copertura promocard € 150.000,00; copertura base € 300.000,00; copertura integrativa B e B plus € 400.000,00; copertura integrativa dirigente € 1.500.000,00. Le coperture collegate all’affiliazione decorrono dalla data di ratifica della Presidenza nazionale. Per le società e i circoli affiliati è prevista una copertura assicurativa per l’organizzazione di gare, manifestazioni e ogni altra attività prevista dallo statuto: - massimale unico € 3.000.000,00; - è prevista una garanzia RCT per obblighi derivanti dalla proprietà e/o conduzione di strutture con massimale di € 775.000,00 con una franchigia pari a € 520,00. Per i Comitati provinciali, regionali e nazionale è prevista una copertura RC per ogni attività promossa dagli stessi, purché prevista dallo statuto: - massimale unico € 3.615.000,00. Sono esclusi dalla garanzia: - le gare riguardanti i natanti ed i veicoli a motore in quanto soggette alla legge 990 del 24 dicembre 1969; - i rischi di responsabilità civile dei proprietari e/o dei conducenti degli autoveicoli, motoveicoli e natanti al seguito di gare sportive. POLIZZA MANIFESTAZIONI La polizza per “manifestazioni” rappresenta un’opportunità che si aggiunge a quanto già previsto con l’affiliazione. Consente di estendere le garanzie infortuni e RCT previste dalla tessera base a: - personale non tesserato addetto a gare e manifestazioni; - partecipanti a manifestazioni; in seguito a richiesta scritta da inoltrare a US ACLI SPORT & SICUREZZA s.r.l (Via Marcora 18-20, 00153 Roma tel. 06.5840559 fax 06.5840564 e-mail: assicurazione@usacli.org) accompagnata dalla fotocopia dell’avvenuto pagamento. Sintesi dati e costi: - copertura lesioni/morte e RCT come tessera base per atleti, tesserati e non, partecipanti a manifestazioni. Premio da corrispondere per ogni giornata: fino a 300 partecipanti € 104,00


US Acli

acli sport di tutti oggi

da 301 a 1000 € 414,00; da 1001 a 5000 € 1.033,00 oltre 5000 € 181,00 ogni 1000 partecipanti. - copertura lesioni/morte e RC come tessera base, per addetti, tesserati e non, alle manifestazioni. Premio per ogni giornata: fino a 30 addetti € 15,50; per ogni addetto in più € 0,52. Per l’estensione al personale addetto necessita allegare anche l’elenco nominativo del suddetto personale. L’assicurazione non ha effetto prima delle ore 24 del giorno risultante dal timbro postale della raccomandata o del versamento in conto corrente dell’importo dovuto. N.B. Per maggiore garanzia di copertura è quindi utile avere la documentazione almeno due giorni prima dell’effettuazione dell’evento assicurato. L’associazione/società organizzatrice della gara o manifestazione deve inviare preventivamente a US ACLI SPORT & SICUREZZA s.r.l. al n. di fax 06.5840564: • denominazione della manifestazione da assicurare; • l’elenco nominativo del personale addetto; • decorrenza e durata della manifestazione; • fotocopia dell’avvenuto versamento. Il versamento del premio per l’attivazione della polizza manifestazione deve essere fatto sul conto corrente bancario intestato a US ACLI SPORT E SICUREZZA s.r.l. BNL AG.39 di ROMA C/C 243 - ABI 01005- CAB 03339 IBAN IT 74 J 01005 03339 000000000243 (per informazioni tel. 06.5840559 www.usacli.org - sport di tutti on line o Tesseramento: assicurazione@usacli.org )

DENUNCE SINISTRO In caso di infortunio la prima cosa da fare è telefonare al numero verde 800.811.167, per ottenere il numero di sinistro e di dossier, da indicare nell’apposito modulo di denuncia sinistro che deve essere trasmesso dall’assicurato (o dai suoi aventi causa), a pena di decadenza, entro 30 giorni (lavorativi), dall’evento stesso o dal momento in cui l’assicurato o gli aventi diritto ne ha avuto conoscenza tramite lettera raccomandata, al Centro Liquidazione Sinistri Distaccato (CLD) USACLI - CARIGEASSICURAZIONI SPA VIA SAPRI, 34/9 -20156 MILANO e p.c. - Comitato provinciale US ACLI di appartenenza - Sede nazionale US ACLI Via Marcora,18/ 20 – 00153 ROMA

Settembre 2007 n.1

Unitamente alla denuncia di sinistro deve essere trasmessa, a seconda dei casi: 1. una copia fronte retro della tessera base/opzione o della promocard/opzione; 2. per i titolari di tessera dirigente, una copia fronte retro sia della tessera dirigente sia della tessera base con bollino INTEGRATIVA B o INTEGRATIVA B PLUS; 3. una copia del Certificato di AFFILIAZIONE nonché le ulteriori indicazioni sulle modalità di accadimento del sinistro di cui l’assicurato sia venuto a conoscenza, i documenti e gli atti giudiziari o amministrativi relativi al sinistro. In caso di infortunio, la data di vidimazione (data di rilascio) indicata sulla tessera/affiliazione deve essere anteriore alla data del sinistro. Nel caso in cui la data del sinistro risulti antecedente alla data della scelta della garanzia integrativa B o integrativa B-plus in corso di anno, la Società riterrà la garanzia Integrativa non operante. La denuncia di apertura del sinistro sia che si tratti di lesioni o di RCT, deve sempre essere fatta sugli appositi moduli che devono essere compilati con la massima cura e accompagnati dalla documentazione richiesta. Qualora un socio, una società o un Comitato US ACLI, ricevesse una richiesta danni, deve immediatamente avviare la procedura di RCT seguendo le procedure già indicate. PROCEDURA IN CASO DI SINISTRI Denuncia lesioni Dopo aver telefonato al numero verde e aver ottenuto il numero di sinistro e di dossier occorre inviare, entro 30 giorni lavorativi dall’evento, l’apposito modulo denuncia con la relativa documentazione, da cui deve risultare inequivocabilmente l’identificazione della persona lesa e deve essere accompagnata dal relativo referto. Nel caso di fratture o lesioni particolari è necessario che il referto clinico radiologico evidenzi la diagnosi in modo chiaro e specifico e sia redatto da un pronto soccorso pubblico e/o una struttura privata equivalente (clinica, casa di cura, ecc.). Se il ricovero, la degenza e/o la riabilitazione dovessero protrarsi per un periodo lungo, inviare alla compagnia la documentazione di cui si è in possesso facendo la massima attenzione a non superare i 12 mesi senza inviare comunicazioni, altrimenti si rischia la prescrizione del sinistro.

11


US Acli

acli sport di tutti oggi

Solo quando la compagnia ha ricevuto tutti i documenti, inizia la procedura di liquidazione, che prevede l’invio di una quietanza /proposta di risarcimento. Se l’assicurato riscontra l’esattezza del rimborso, in base alle tabelle definite dalla polizza, può sottoscrivere la quietanza e riceverà l’assegno di risarcimento. Se invece non ritiene idonea o esaustiva la proposta di liquidazione, respingerà la quietanza motivandone le ragioni e si prefiggerà un’ipotesi di nuovo concordato con la compagnia che porterà o ad una nuova proposta di risarcimento o all’apertura di un contenzioso legale. Denuncia responsabilità civile Anche in questo caso l’invio della denuncia deve essere effettuato entro 30 giorni dall’accaduto. Per procedere alla liquidazione del sinistro la compagnia necessita di documentazione relativa all’ammontare dei danni subiti dalla parte lesa sia fisici (se esistono) sia materiali (fatture e/o preventivi di riparazione). Qualora la parte lesa dovesse citare in giudizio l’assicurato per la richiesta di risarcimento danni, inoltrare immediatamente l’originale della citazione al Centro Liquidazione Sinistri - CARIGE ASSICURAZIONI S.p.A. che dovrà tutelare l’assicurato stesso. Qualora il sinistro avvenga durante una gara è necessario produrre il verbale di gara redatto dagli organi competenti (arbitro, giudice, uff.le di gara). Qualora il sinistro avvenga durante una fase di allenamento, è necessaria una dichiarazione da parte del Presidente della società del danneggiante, che certifichi la programmazione dello stesso allenamento in funzione di un calendario gare cui la società prenderà parte. Quelle riportate sono una sintesi delle norme e delle garanzie che regolano il contratto assicurativo. Il testo della polizza assicurativa e delle tabelle di assicurazione delle lesioni è riportato alle pagine 44 e seguenti con le norme e la modulistica completa.

!

Settembre 2007 n.1

CONVENZIONI PER I SOCI I possessori della tessera ACLI e US ACLI possono accedere ad una serie di convenzioni utili per la vita quotidiana di ciascun associato e stipulate su piano nazionale con: ACI: i soci ACLI e US ACLI potranno acquistare la tessera ACISistema ad un prezzo vantaggioso e usufruire di numerosi altri vantaggi; MOC OLIMER: i soci ACLI e US ACLI potranno acquistare olio extravergine italiano a prezzi vantaggiosi; RAS: i soci ACLI e US ACLI potranno godere di benefici per diversi prodotti assicurativi; CAF ACLI: i soci ACLI e US ACLI che si rivolgeranno ad un Centro di Assistenza Fiscale delle ACLI avranno diritto ad uno sconto sui servizi richiesti; AMPLIFON: i soci ACLI e US ACLI potranno usufruire di uno sconto pari al 6% sul listino ufficiale oltre al controllo dell’udito e consulenza gratuita presso i punti Amplifon;

CONVENZIONI PER LE STRUTTURE DI BASE ACI ALITALIA MOC OLIMER NRG ITALIA – GESTETNER RAS

RISTOMAT TIM ALGIDA SAN CARLO AMPLIFON

Nel sito www.acli.it (nella sezione dedicata alle “opportunità per i soci”) sono disponibili le informazioni e gli aggiornamenti riguardanti le convenzioni. Per qualsiasi chiarimento è possibile telefonare al n. 06/5840389 o scrivere a: convenzioni@acli.it.

Si ricorda che le associazioni/società sportive affiliate all’US Acli sono autorizzate all’utilizzo della dicitura “associazione/società sportiva affiliata all’US Acli” su tutti i materiali che vengono prodotti per lo svolgimento dell’attività istituzionale (carta intestata, sito internet, materiali divulgativi, ecc.) mentre ogni uso del logo US Acli è subordinato alla preventiva comunicazione e richiesta al Comitato provinciale US Acli di appartenenza.

12


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

ORGANIZZATIVA-MENTE. UN PENSIERO ORGANIZZATIVO PER LIBERARE PASSIONE, INIZIATIVA, PROGETTO ASSEMBLEA ORGANIZZATIVA E PROGRAMMATICA DI METÀ MANDATO Roma, 23-25 novembre 2007 • Gli obiettivi L’Assemblea organizzativa svolge un ruolo di verifica e valutazione rispetto ad un mandato che, in sede congressuale, è stato affidato a tutti i dirigenti US Acli. Il suo compito prioritario è infatti quello di confermare, ridefinire o rimodulare, in base alla consapevolezza maturata e al contesto modificato interno ed esterno, la reale sostenibilità delle strategie di percorso (politiche, progettuali, organizzative) che porteranno l’US Acli verso il prossimo Congresso. Al di là dell’adempimento statutario, l’Assemblea rappresenta un’importante occasione di crescita associativa; un momento di incontro per mettere in comune fabbisogni, riflessioni, saperi, competenze che dal Congresso (2005) ad oggi sono emersi e maturati all’interno di un’esperienza lunga due anni. • Dal Congresso di Montesilvano all’Assemblea Nel suo ultimo Congresso l’US Acli ha scelto quale impegno prioritario del quadriennio quello di rafforzare la capacità di cogliere e seguire nella concretezza della sua attività, dei suoi progetti, del suo impegno politico e sociale sia le trasformazioni dell’attività sportiva sia il processo di riforma e ridefinizione del welfare, di cui lo sport sociale, per le sue caratteristiche e potenzialità, deve essere uno dei principali protagonisti. Da qui l’avvio di un processo di autoinnovazione e di riorganizzazione finalizzata a una presenza più capillare sul territorio perché solo grazie al radicamento territoriale e alle sinergie attivate localmente che l’US Acli può cogliere i nuovi bisogni, individuare nuovi ambiti di azione, sperimentare quelle frontiere dello sport per tutti, propulsore di nuovi diritti e nuova cittadinanza. È chiara allora la funzione che svolge la rete delle 4.000 strutture di base (i veri e primi “sensori” dei bisogni dei cittadini) coordinata e supportata dai 104 comitati provinciali e dai 20 regionali US Acli, che assume l’importante ruolo di “prima linea” associativa. • Il territorio, fulcro dell’Assemblea organizzativa e programmatica Perché il territorio è: • punto di partenza per “leggere” dentro e fuori l’US (punti di forza, punti deboli, opportunità, pericoli/minacce) e per indirizzare la progettualità futura dell’associazione; • luogo di concreta verifica del rapporto tra organizzazione e sviluppo associativo; • luogo di conoscenze: imprescindibile risorsa da condividere, diffondere e trasformare in patrimonio associativo “per” e “oltre” l’Assemblea. • La nostra scommessa Far uscire l’Assemblea dall’impegno circoscritto istituzionale, per trasformarla in un processo associativo politico-organizzativo “permanente”, per “liberare” il dibattito, per ritrovare senso e valore della dimensione collettiva, di quella relazione associativa che consente di riconoscere con consapevolezza le responsabilità e il ruolo di ognuno nell’US Acli. • Uno strumento “luogo di incontro” Uno dei luoghi/strumenti privilegiati dell’Assemblea è rappresentato dal sito internet (www.usacli.org). Oltre ai documenti e alle tappe che tracciano il percorso, sono stati attivati dei “luoghi d’incontro” (“Organizzativa-mente”, “La staffetta delle idee”) che consentono di vivere da protagonisti e “in diretta” l’Assemblea, soprattutto a chi è impegnato quotidianamente a concretizzare la proposta associativa nel territorio. Una modalità di lavoro e di confronto funzionale alla costruzione e all’efficacia del processo permanente che l’Assemblea si propone di realizzare.

13


Per la tipologia del modulo di affiliazione da utilizzare vedere norme del tesseramento, paragrafo “modalità affiliazione” e “richiesta affiliazione” (pag5)

UNIONE SPORTIVA ACLI - Ente Nazionale di promozione sportiva riconosciuto dal CONI Presidenza Nazionale - Via G. Marcora, 18-20 - 00153 Roma - Tel. 06.5840649 - Fax 06.5840564

ANNO SOCIALE

DOMANDA DI AFFILIAZIONE

...................................

Nuova

Rinnovo Cod. affiliazione................................. (indicare n° assegnato negli anni precedenti)

L’ASSOCIAZIONE/SOCIETÀ SPORTIVA: denominata ............................................................................................................................................................................................................................ (se ASD - Associazione Sportiva Dilettantistica - deve essere specificato nella denominazione)

con sede in ........................................................................................................................................................................................................................... cap............................... comune .................................................................................................... provincia ................................................................... tel. ................................................................ cell. ....................................................................... fax ...................................................................................... sito web ................................................................................................................................. e-mail ....................................................................................... recapito postale ....................................................................................................................................................................................................................... (indicarlo se diverso da quello della sede)

codice fiscale .......................................................................................... partita IVA ............................................................................................................... CHIEDE DI ESSERE AFFILIATA ALL’UNIONE SPORTIVA ACLI, Ente di Promozione a carattere nazionale riconosciuto dal CONI. DICHIARA: a) di conoscere e rispettare lo Statuto e i regolamenti dell’US ACLI; b) che la sede della Società è: di proprietà c/o Circolo Acli o altra struttura aclista presso Parrocchia o altro ist. religioso .................................................................................... altro (specificare) ..................................................................................................................................................................................................................... c) che la società svolge attività di mescita

non svolge attività di mescita

d) che la società svolge attività: monosportiva polisportiva che le discipline sportive svolte in forma strutturata e/o continuativa sono: 1) ................................... 2) ................................... 3) ................................... 4) ................................... 5) ..................................... 6) ................................... e che le discipline sportive svolte in forma non strutturata e/o occasionale sono: 1) ................................... 2) ................................... 3) ................................... 4) ................................... 5) ..................................... 6) ................................... e) di essere affiliata con la sigla ACLI, US ACLI, presso le seguenti Federazioni del Coni e/o altri Enti di Promozione: (allegare documentazione)

1) ................................... 2) ................................... 3) ................................... 4) ................................... 5) ..................................... 6) ................................... f) di essere stata fondata il .............................................. e di essere stata affiliata per la prima volta all’US ACLI il .................................................. ((gg/mm/aa)

g) di disporre dei seguenti impianti e strutture: disciplina/n° campi

titolo d’uso

indirizzo

1) ............................................................................................................................................................................................................................................. 2) ............................................................................................................................................................................................................................................. 3) ............................................................................................................................................................................................................................................. h) La Presidenza è così composta: Cognome e Nome

Indirizzo

n° bollino integrativo US

Presidente (Rappresentante legale) ......................................................................................................................................................................................... V. Presidente ........................................................................................................................................................................................................................... Segretario ............................................................................................................................................................................................................................... Amministr. ............................................................................................................................................................................................................................... Coord. Tec. .............................................................................................................................................................................................................................. Consigliere .............................................................................................................................................................................................................................. Consigliere .............................................................................................................................................................................................................................. i) i quadri tecnici (allenatori, medici, massaggiatori, istruttori, etc.) sono composti da: Cognome e Nome

indirizzo

n° bollino integrativo US

qualifica

1) ............................................................................................................................................................................................................................................. 2) ............................................................................................................................................................................................................................................. 3) ............................................................................................................................................................................................................................................. 4) ............................................................................................................................................................................................................................................. Si allega modulo del tesseramento (minimo 10 tesserati di cui almeno 3 adulti): ........................... li .........................

IL PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE/SOCIETÀ SPORTIVA

CAMPI OBBLIGATORI: Dati dell’Associazione e del Presidente/Rappresentante legale, tipo di attività svolta, data 1a affiliazione e n° bollino dirigenti tecnici.

(timbro e firma)


Il sottoscritto ..................................................................................………................……………………………....................... Presidente dell’Associazione/Società sportiva ……………………........................................................................................... Cod. fiscale ……………………………………......………………. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che l’Associazione/Società sportiva (per le ASD barrare l’opzione 2; per le altre barrare l’opzione 1): 1.

è stata costituita ed opera in conformità con le norme stabilite dal codice civile artt. 36, 37, 38 e dal D.lgs 460/97 e che lo statuto è opportunamente registrato con atto pubblico o con scrittura privata autenticata o registrata data .........................................

2.

Firma ……………...............……………………………..

è stata costituita ed opera in conformità con le norme stabilite dal codice civile artt. 36, 37, 38, dlgs 460/97 e dalla legge 289/2002 art.90, che lo statuto, predisposto a norma dell’art. 90 L. 289/2002 e L. 128/04, è opportunamente registrato con atto pubblico o con scrittura privata autenticata o registrata e che, nello specifico, ha assunto la natura giuridica di*: Associazione sportiva dilettantistica senza personalità giuridica Associazione sportiva dilettantistica con personalità giuridica Società sportiva dilettantistica costituita nella forma di capitali Cooperativa data .........................................

Firma ……………...............……………………………..

* si ricorda che il riconoscimento ai fini sportivi delle ASD si completa con l’iscrizione al Registro delle Associazioni/Società sportive dilettantistiche istituito dal Coni

DICHIARA inoltre di essere a conoscenza: delle disposizioni vigenti in materia di tutela sanitaria delle attività sportive e degli obblighi conseguenti, e che, tenuto conto delle decisioni dei competenti organi dell’US ACLI in merito alla qualificazione delle attività “agonistiche” e “non agonistiche”, ha provveduto/si impegna a sottoporre i propri iscritti praticanti agli accertamenti previsti e che conserva i relativi certificati di idoneità presso la propria sede; del regolamento predisposto dai competenti organi del Coni e dell’US ACLI in materia di antidoping e ne applica le procedure; delle coperture assicurative, delle procedure relative alla loro attivazione e di quelle da seguire in caso di infortunio e si impegna a permetterne la visione e ad informarne i propri associati al momento dell’iscrizione; della normativa inerente la tutela della privacy (D.lgs 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali) e si impegna al rispetto degli adempimenti e che ne derivano. data .............................................

Firma ………......……...............……………………………..........

Consenso Pienamente informato delle finalità e modalità del trattamento e rilevato che lo stesso è rispettoso dell’autorizzazione n. 3/2007 del Garante per la protezione dei dati personali, esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali anche sensibili, in conformità con quanto illustrato nell’informativa allegata. Data ..........................................

Firma ........................................................................

PARTE RISERVATA AL COMITATO PROVINCIALE Il Comitato provinciale di ........................................ in data ............................. visto lo statuto e la documentazione relativa, preso atto di quanto dichiarato nel presente modulo e verificata l’autenticità della firma del Presidente accetta la presente domanda di affiliazione La Presidenza Provinciale (timbro e firma)

PARTE RISERVATA ALLA PRESIDENZA NAZIONALE La presente domanda è stata ratificata in data .........................................................................………………………………………………………........... cod. affiliazione attribuito alla società ...............……………………...........................................................……………………………………..................... (necessario alle ASD per procedere all’iscrizione al Registro Coni)

La Presidenza Nazionale (timbro e firma)


UNIONE SPORTIVA ACLI - Ente Nazionale di promozione sportiva riconosciuto dal CONI Presidenza Nazionale - Via G. Marcora, 18-20 - 00153 Roma - Tel. 06.5840649 - Fax 06.5840564

ANNO SOCIALE

...................................

DOMANDA DI AFFILIAZIONE SOCI COLLETTIVI Nuova

Rinnovo Cod. affiliazione................................. (indicare n° assegnato negli anni precedenti)

L’ASSOCIAZIONE/SOCIETÀ: denominata ............................................................................................................................................................................................................................ (se ASD - Associazione Sportiva Dilettantistica - deve essere specificato nella denominazione)

con sede in ........................................................................................................................................................................................................................... cap............................... comune .................................................................................................... provincia ................................................................... tel. ................................................................ cell. ....................................................................... fax ...................................................................................... sito web ................................................................................................................................. e-mail ....................................................................................... recapito postale ....................................................................................................................................................................................................................... (indicarlo se diverso da quello della sede)

codice fiscale .......................................................................................... partita IVA ............................................................................................................... CHIEDE DI ESSERE AFFILIATA ALL’UNIONE SPORTIVA ACLI, Ente di Promozione sportiva a carattere nazionale riconosciuto dal CONI. DICHIARA: a) di conoscere e rispettare lo Statuto e i regolamenti dell’US ACLI; b) che la sede della Società è: di proprietà c/o Circolo Acli o altra struttura aclista presso Parrocchia o altro ist. religioso .................................................................................... altro (specificare) ..................................................................................................................................................................................................................... c) che la società svolge attività di mescita

non svolge attività di mescita

d) che la società svolge attività: monosportiva polisportiva che le discipline sportive svolte in forma strutturata e/o continuativa sono: 1) ................................... 2) ................................... 3) ................................... 4) ................................... 5) ..................................... 6) ................................... e che le discipline sportive svolte in forma non strutturata e/o occasionale sono: 1) ................................... 2) ................................... 3) ................................... 4) ................................... 5) ..................................... 6) ................................... e) di essere affiliata con la sigla ACLI, US ACLI, presso le seguenti Federazioni del Coni e/o altri Enti di Promozione: (allegare documentazione)

1) ................................... 2) ................................... 3) ................................... 4) ................................... 5) ..................................... 6) ................................... f) di essere stata fondata il .............................................. e di essere stata affiliata per la prima volta all’US ACLI il .................................................. (gg/mm/aa)

g) di disporre dei seguenti impianti e strutture: disciplina/n° campi

titolo d’uso

indirizzo

1) ............................................................................................................................................................................................................................................. 2) ............................................................................................................................................................................................................................................. 3) ............................................................................................................................................................................................................................................. h) La Presidenza è così composta: Cognome e Nome

Indirizzo

n° bollino integrativo US

Presidente (Rappresentante legale ......................................................................................................................................................................................... V. Presidente ........................................................................................................................................................................................................................... Segretario ............................................................................................................................................................................................................................... Amministr. ............................................................................................................................................................................................................................... Coord. Tec. .............................................................................................................................................................................................................................. Consigliere .............................................................................................................................................................................................................................. Consigliere .............................................................................................................................................................................................................................. i) i quadri tecnici (allenatori, medici, massaggiatori, istruttori, etc.) sono composti da: Cognome e Nome

indirizzo

n° bollino integrativo US

qualifica

1) ............................................................................................................................................................................................................................................. 2) ............................................................................................................................................................................................................................................. 3) ............................................................................................................................................................................................................................................. 4) ............................................................................................................................................................................................................................................. Si allega modulo del tesseramento (minimo 10 tesserati di cui almeno 3 adulti): ........................... li .........................

IL PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE/SOCIETÀ SPORTIVA

CAMPI OBBLIGATORI: Dati dell’Associazione e del Presidente/Rappresentante legale, tipo di attività svolta, data 1a affiliazione, nomi e n° tessera dirigenti tecnici.

(timbro e firma)


Il sottoscritto ..................................................................................………................……………………………....................... Presidente dell’Associazione/Società ……………………........................................................................................................ Cod. fiscale ……………………………………......………………. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che l’Associazione/Società (per le ASD barrare l’opzione 2; per le altre barrare l’opzione 1): 1.

è stata costituita ed opera in conformità con le norme stabilite dal codice civile artt. 36, 37, 38 e dal D.lgs 460/97 e che lo statuto è opportunamente registrato con atto pubblico o con scrittura privata autenticata o registrata data .........................................

2.

Firma ……………...............……………………………..

è stata costituita ed opera in conformità con le norme stabilite dal codice civile artt. 36, 37, 38, dlgs 460/97 e dalla legge 289/2002 art.90, che lo statuto, predisposto a norma dell’art. 90 L. 289/2002 e L. 128/04, è opportunamente registrato con atto pubblico o con scrittura privata autenticata o registrata e che, nello specifico, ha assunto la natura giuridica di*: Associazione sportiva dilettantistica senza personalità giuridica Associazione sportiva dilettantistica con personalità giuridica Società sportiva dilettantistica costituita nella forma di capitali Cooperativa data .........................................

Firma ……………...............……………………………..

* si ricorda che il riconoscimento ai fini sportivi delle ASD si completa con l’iscrizione al Registro delle Associazioni/Società sportive dilettantistiche istituito dal Coni

DICHIARA, inoltre di essere a conoscenza: delle disposizioni vigenti in materia di tutela sanitaria delle attività sportive e degli obblighi conseguenti, e che, tenuto conto delle decisioni dei competenti organi dell’US ACLI in merito alla qualificazione delle attività “agonistiche” e “non agonistiche”, ha provveduto/si impegna a sottoporre i propri iscritti praticanti agli accertamenti previsti e che conserva i relativi certificati di idoneità presso la propria sede; del regolamento predisposto dai competenti organi del Coni e dell’US ACLI in materia di antidoping e ne applica le procedure; delle coperture assicurative previste, delle procedure relative alla loro attivazione e di quelle da seguire in caso di infortunio e si impegna a permetterne la visione e ad informarne i propri associati al momento dell’iscrizione; della normativa inerente la tutela della privacy (D.lgs 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali) e si impegna al rispetto degli adempimenti e che ne derivano. data .............................................

Firma ………..……...............……………………………......

Consenso Pienamente informato delle finalità e modalità del trattamento e rilevato che lo stesso è rispettoso dell’autorizzazione n. 3/2007 del Garante per la protezione dei dati personali, esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali anche sensibili, in conformità con quanto illustrato nell’informativa allegata. Data ..........................................

Firma ........................................................................

PARTE RISERVATA AL COMITATO PROVINCIALE US O ALL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE PROPONENTE 1. Il Comitato provinciale di ........................................ in data ............................. visto lo statuto e la documentazione relativa, preso atto di quanto dichiarato nel presente modulo e verificata l’autenticità della firma del Presidente accetta la presente domanda di affiliazione La Presidenza Provinciale (timbro e firma) 2. La Presidenza nazionale dell’Associazione nazionale ..................... in data ...................... visto lo statuto e la documentazione relativa, preso atto di quanto dichiarato nel presente modulo e verificata l’autenticità della firma del Presidente propone la presente domanda di affiliazione La Presidenza (timbro e firma)

PARTE RISERVATA ALLA PRESIDENZA NAZIONALE La presente domanda è stata ratificata in data .........................................................................………………………………………………………........... cod. affiliazione attribuito alla società ...............……………………...........................................................……………………………………..................... (necessario alle ASD per procedere all’iscrizione al Registro Coni)

La Presidenza (timbro e firma)


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

MODELLO TIPO DELL’INFORMATIVA CHE OGNI

COMITATO PROVINCIALE DEVE PREDISPORRE E RILASCIARE ALLE

ASSOCIAZIONI/SOCIETÀ SPORTIVE AL MOMENTO DELLA SOTTOSCRIZIONE DEL MODULO DI AFFILIAZIONE ALL’US INFORMATIVA EX ART. 13 D.LGS. N. 196/03 (Codice in materia di protezione dei dati personali) Il D.lgs 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali” regola la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo tale normativa tale trattamento: 1. deve essere improntato sui principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti della persona (socio, beneficiario/utente, collaboratore, ecc.) o dell’ente cui i dati si riferiscono; 2. prevede la raccolta, registrazione, elaborazione ed utilizzo dei dati solo per scopi determinati, espliciti e legittimi (principalmente, se non esclusivamente, gli scopi indicati nello statuto). Tra gli adempimenti da rispettare c’è quello di: • informare il soggetto cui i dati si riferiscono in merito all’utilizzo che viene fatto delle relative informazioni; • chiedere il consenso allo svolgimento delle operazioni sopra elencate. Ai sensi dell’art. 13 del citato decreto legislativo, la informiamo, pertanto, che: 1. I dati verranno inseriti nella banca dati di cui il Comitato provinciale dell’Unione Sportiva Acli di (nome provincia) è titolare. 2. Il trattamento dei dati sarà finalizzato al perseguimento degli scopi statutari ed alla comunicazione dei servizi ed iniziative proposte dall’US ACLI a qualsiasi livello. 3. Il trattamento potrà effettuarsi con o senza l’ausilio di strumenti elettronici o comunque automatizzati nei modi e nei limiti necessari per il perseguimento dei fini statutari, anche in caso di eventuale comunicazione a terzi e nel rispetto delle modalità previste dall’art. 11 del D.lgs. 196/03 (modo di raccolta, utilizzo, aggiornamento, pertinenza e conservazione). 4. I dati personali saranno trattati da soggetti autorizzati all’assolvimento di tali compiti, costantemente identificati, opportunamente istruiti e resi edotti dei vincoli imposti dalla normativa e con l’impiego di misure di sicurezza atte a garantire la riservatezza del soggetto interessato cui i dati si riferiscono e a evitare l’indebito accesso a soggetti terzi o personale non autorizzato. 5. I dati potranno essere comunicati: • alle strutture US ACLI previste dallo Statuto per lo svolgimento dell’attività istituzionale, organizzativa e tecnica e per la gestione del rapporto associativo; • alle pubbliche amministrazioni, per lo svolgimento delle funzioni istituzionali, nei limiti stabiliti dalla legge e dai regolamenti; • al CONI e alle strutture del sistema sportivo nazionale e internazionale; • alle organizzazioni e/o enti e/o società che in relazione alle finalità istituzionali, organizzative e tecniche hanno contatti regolari con l’associazione al fine della gestione dell’attività, delle risorse e dell’ informazione sulle iniziative e servizi proposti per la migliore realizzazione degli scopi statutari dell’US ACLI; • ai servizi e settori del sistema complessivo delle Acli. 6. I dati identificativi potranno essere diffusi tramite comunicati, video, presentazioni fotografiche, siti web, media, il tutto sempre nel contesto delle attività istituzionali, organizzative e tecniche. 7. É prevista la possibilità di utilizzare tramite i canali di cui sopra anche immagini, solo se inerenti l’attività associativa così come indicato nel punto 6.

18


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

8. Il conferimento dei dati è necessario ai fini del perfezionamento della domanda di adesione, anche ai fini dell’attivazione della copertura assicurativa prevista per le associazioni/società sportive affiliate all’US ACLI e la loro mancata indicazione preclude la formalizzazione della domanda e la sua valutazione ai fini dell’ammissione stessa. 9. L’ammissione della domanda di adesione vincola alla conoscenza della normativa vigente in materia di tutela sanitaria dell’attività sportiva (Decreto del Ministero della Sanità del 28 febbraio 1983 e del 18 febbraio 1982) e delle disposizioni stabilite dall’US Acli inerenti la qualificazione dell’attività sportiva e la tutela sanitaria e al rispetto degli obblighi conseguenti. 10.Il titolare del trattamento è (nome e cognome), Presidente provinciale pro-tempore dell’US Acli domiciliato per la sua carica in Via (indirizzo). 11.Il/i responsabile/i del trattamento è/sono (nome/i e cognome/i) , avente/i domicilio in Via (indirizzo). 12.Agli interessati sono riconosciuti i diritti di cui all’art. 7 del D.lgs. 196/03, che riportiamo integralmente. Il Rappresentante Legale dell’Associazione/società sportiva ____________________________

Il Titolare (nome Presidente provinciale US Acli) _________________________________

Decreto legislativo 196/2003 art. 7 - Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti 1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione: a) dell’origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati. 3. L’interessato ha diritto di ottenere: a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchÈ pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. Letto e sottoscritto Il Rappresentante Legale dell’Associazione/società sportiva__________________________-

19


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

DOMANDA DI AMMISSIONE A SOCIO Spett.le Consiglio Direttivo Società/Associazione Sportiva Il/la sottoscritto/a nato/a

il

Via

N.

domiciliato/a Cap.

Prov.

chiede al Consiglio direttivo dell’Associazione di essere ammesso/a nella qualità di socio all’Associazione stessa affiliata all’US ACLI, di conoscere lo Statuto e il Regolamento della stessa associazione e dell’US ACLI e di accettarli integralmente. Preso atto inoltre delle polizze assicurative messe a disposizione, richiede: tessera associativa base A  bollino integrativo B  bollino integrativo B/plus  promocard  opzione  opzione promocard  Dichiara di conoscere e di impegnarsi ad osservare il primo comma dell’art. 1914 del Codice Civile, riguardante l’assicurazione contro gli infortuni e cioè: “l’assicurato deve fare quanto gli è possibile per evitare o diminuire il danno”. Dichiara inoltre di essere a conoscenza delle disposizioni vigenti in materia di tutela sanitaria delle attività sportive e degli obblighi conseguenti. In fede IL RICHIEDENTE

Per minori

Dichiarazione dei genitori o di chi ne fa le veci

I sottoscritti

in qualità di genitori dichiarano di accettare, in base a quanto previsto dal Codice Civile sull’esercizio della patria potestà, il tesseramento alla Società/Associazione Sportiva del proprio figlio/a nonché di conoscere e concorrere a far rispettare le disposizioni statutarie e regolamentari della stessa associazione e dell’US ACLI (Ente di promozione sportiva a cui l’associazione è affiliata). Dichiarano inoltre di essere a conoscenza delle disposizioni vigenti in materia di tutela sanitaria delle attività sportive e degli obblighi conseguenti. Data

Firma CONSENSO

Pienamente informato delle finalità e modalità del trattamento e rilevato che lo stesso è rispettoso dell’autorizzazione n. 2/2007 e n. 3/2007 del Garante per la protezione dei dati personali, esprimo il consenso al trattamento dei miei dati anche sensibili, in conformità con quanto illustrato nell’informativa ricevuta.

Data

Firma leggibile dell’associato.

20


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

MODELLO TIPO DELL’INFORMATIVA CHE OGNI DEVE PREDISPORRE E RILASCIARE

ASSOCIAZIONE/SOCIETÀ SPORTIVA AFFILIATA ALL’US ACLI

AI SOCI AL MOMENTO DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE

INFORMATIVA EX ART. 13 D.LGS. N. 196/03 (Codice in materia di protezione dei dati personali) Il D.lgs 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali” regola la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo tale normativa tale trattamento: 1. deve essere improntato sui principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti della persona (socio, beneficiario/utente, collaboratore, ecc.) o dell’ente cui i dati si riferiscono; 2. prevede la raccolta, registrazione, elaborazione ed utilizzo dei dati solo per scopi determinati, espliciti e legittimi (principalmente, se non esclusivamente, gli scopi indicati nello statuto). Tra gli adempimenti da rispettare c’è quello di: - informare il soggetto cui i dati si riferiscono in merito all’utilizzo che viene fatto delle relative informazioni; - chiedere il consenso allo svolgimento delle operazioni sopra elencate Ai sensi dell’art. 13 del citato decreto legislativo, la informiamo, pertanto, che: 1. I dati da lei forniti saranno trattati per la gestione dell’attività istituzionale, organizzativa e tecnica dell’Associazione/società sportiva dilettantistica (specificare nome) 2. Il trattamento verrà effettuato con modalità manuale, utilizzando supporti cartacei o informatici con o senza l’ausilio di strumenti elettronici o comunque automatizzati con l’impiego di misure di sicurezza atte a garantire la riservatezza dei dati personali e ad evitare indebiti accessi a soggetti non autorizzati e nel rispetto delle modalità previste dall’art. 11 del D.lgs. 196/03 (modo di raccolta, utilizzo, aggiornamento, pertinenza e conservazione). 3. I dati personali saranno trattati da soggetti autorizzati all’assolvimento di tali compiti, costantemente identificati, opportunamente istruiti e resi edotti dei vincoli imposti dalla normativa. 4. I dati potranno essere comunicati: - all’Unione sportiva ACLI, Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal Coni a cui l’associazione/società sportiva (nome associazione) è regolarmente affiliata, per lo svolgimento dell’attività istituzionale, organizzativa e tecnica e la gestione del rapporto associativo. Nello specifico i dati saranno trasmessi al comitato provinciale US ACLI di (nome provincia); - alle pubbliche amministrazioni, per lo svolgimento delle funzioni istituzionali, organizzative e tecniche nei limiti stabiliti dalla legge e dai regolamenti; - alle organizzazioni e/o enti e/o società che in relazione alle finalità istituzionali hanno contatti regolari con l’associazione al fine della gestione dell’attività, delle risorse e dell’ informazione sulle iniziative e servizi proposti per la migliore realizzazione degli scopi statutari dell’associazione/società sportiva (nome associazione). 5. I dati identificativi potranno essere diffusi tramite comunicati, video, presentazioni fotografiche, siti web, media, il tutto sempre nel contesto delle attività istituzionali, organizzative e tecniche. 6. É prevista la possibilità di utilizzare tramite i canali di cui sopra anche immagini, solo se inerenti l’attività associativa così come indicato nel punto 5. 7. Il conferimento dei dati è necessario ai fini del perfezionamento della domanda di adesione, anche ai fini dell’attivazione della copertura assicurativa prevista per lo svolgimento dell’attività sportiva, e la loro mancata indicazione preclude la formalizzazione della domanda e la sua valutazione ai fini dell’ammissione stessa. 8. L’ammissione della domanda di adesione vincola alla conoscenza della normativa vigente in materia di tutela sanita-

21


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

ria dell’attività sportiva (Decreto del Ministero della Sanità del 28 febbraio 1983 e del 18 febbraio 1982 e delle disposizioni stabilite dall’US Acli inerenti la qualificazione dell’attività sportiva e la tutela sanitaria (vedi sito web: www.usacli.org) e al rispetto degli obblighi conseguenti. 9. I dati inerenti la salute (trattati da Centri specializzati nel valutare l’idoneità della pratica sportiva specifica ed il loro conferimento riveste caratteri di obbligatorietà per consentire l’adempimento degli obblighi di legge), eventuali selezioni o provvedimenti disciplinari, saranno trattati nei limiti dell’Autorizzazione generale del Garante 2 e 3 del 2007. Il trattamento sarà effettuato con le stesse modalità di cui al precedente punto 7; inoltre precisiamo che i dati riferiti alla salute non saranno oggetto di diffusione, come da art. 26 del d.lgs 196/2003. Potranno essere, eventualmente, portati a conoscenza dei componenti la Presidenza, dei Responsabili tecnici e dell’Assemblea dei soci, oltre che degli incaricati del trattamento. 10.Il titolare del trattamento è (nome e cognome), Presidente pro-tempore dell’associazione/società sportiva (nome) domiciliato per la sua carica in Via (indirizzo). 11.Il/i responsabile/i del trattamento è/sono (nome/i e cognome/i), avente/i domicilio in Via (indirizzo). 12.Agli interessati sono riconosciuti i diritti di cui all’art. 7 del D.lgs. 196/03, che per comodità riportiamo integralmente. Il Socio Il Titolare (nome Presidente Associazione/società sportiva) ___________________________ _________________________________________________

1. 2.

3.

4.

Decreto legislativo 196/2003 art. 7 - Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione: a) dell’origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati. L’interessato ha diritto di ottenere: a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. Letto e sottoscritto il Socio ________________________

22


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

SCHEDA TESSERAMENTO DIRIGENTI - TECNICI US ACLI Spett.le Ufficio Coordinamento Tecnico US Acli Via G. Marcora, 18/20 00153 Roma Il Comitato Provinciale di

per l’anno sociale

richiede il tesserino tecnico per il Sig.: Tessera US Acli n°

Bollino “B” n°

Bollino “B” plus n°

DATI ANAGRAFICI nato a

in data

Residente a Cap

in via Provincia

Tel.

Professione Fax

E-mail

(campo obbligatorio)

TIPOLOGIA DEL TESSERINO RICHIESTO  TECNICO

 DIRIGENTE

 ARBITRO

Qualifica richiesta (indicare la dicitura esatta da riportare sul tesserino)

Altre notizie (eventuali altri incarichi, attestati e/o qualifiche da segnalare)

DATI DELLA SOCIETÀ/ASSOCIAZIONE SPORTIVA Denominazione cod. affiliazione Cap

Indirizzo

Località

Tel. (campo obbligatorio)

Provincia Fax

E-mail DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE

1. 2. 3. 4.

Foto formato tessera Copia attestato o diploma della qualifica richiesta per il tesserino Fotocopia tessera US Acli tipo “B” o tipo “B” plus valida per l’anno in corso Attestato di pagamento della quota di € 5,00

Lì _____________________ (Timbro e Firma)

Il Presidente Prov.le ___________________________________________

N.B. Il presente modulo va riempito in ogni sua parte e la documentazione richiesta è assolutamente necessaria al rilascio del tesserino Il trattamento dei dati è autorizzato ai termini dell’art. 13 del DLGS 196/03.

23


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

MODULO PER LA RICHIESTA DI TESSERE ASSOCIATIVE

COMITATO PROVINCIALE US ACLI DI..............................

SI RICHIEONO:



Tessere A

N._______________



Promocard

N._______________



Opzioni

N._______________



Opzioni Promocard

N._______________



Bollini integrativi B

N._______________



Bollini integrativi B plus

N._______________

Modalità di pagamento



alla consegna in contrassegno



ritiro in sede e pagamento diretto



tramite bonifico bancario o c/c postale (si allega copia ricevuta)

24

Il Presidente Provinciale

Spett.le UFFICIO TESSERAMENTO Sede Nazionale US Acli Via Giuseppe Marcora, 18/20 00153 ROMA Fax 06-5840564 e-mail: tesseramento@usacli.org


ELENCO SOCI TESSERE E OPZIONI Anno 2007/2008


26

Residenza

Cap

Indirizzo (domicilio)

Data N. N. N. di nascita Tessera Bollino Bollino B B-plus

Comitato di (indicare Provincia)........................... Associazione/Federazione nazionale convenzionata US Acli.............................

A - Atleta

T -Tecnico

D - Dirigente

il ......................................

Il Presidente dell’associazione/società sportiva

T T T T T T T T T T T T T T

A A A A A A A A A A A A A A

D

D

D

D

D

D

D

D

D

D

D

D

D

D

Qualifica

acli sport di tutti oggi

Il sottoscritto, in conformità al d.lgs 196/03 relativo alla tutela dei dati personali, dà il consenso, avendolo a sua volta ricevuto dai soci sopra elencati, al trattamento dei dati ai fini assicurativi.

Cognome e nome

Società Sportiva/Circolo

e p.c. al Comitato prov.le US Acli di....................................

Certificato di adesione da inviare tramite e-mail: uc.segreteria@ucass.it o fax 0744 277963

La garanzia decorre dalle ore 24 del giorno di invio del presente certificato

Anno 2007/2008

I Contraenti/assicurati dichiarano di conoscere ed approvare le condizioni della Convenzione

ELENCO SOCI US ACLI TESSERA E BOLLINI INTEGRATIVI

US Acli Settembre 2007 n.1


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

Requisiti statutari delle associazioni sportive dilettantistiche

Nella Gazzetta Ufficiale n° 119 del 22 maggio 2004 e n°136 del 28 maggio 2004 sono stati pubblicati due provvedimenti legislativi nei quali sono contenute importanti disposizioni concernenti le società e associazioni sportive dilettantistiche. Il primo (legge 21 maggio 2004 n°128, art.4 comma 6 bis) con le modifiche apportate all’art. 90 comma 18 della legge 289/2002 precisa i requisiti che debbono contenere gli statuti delle società e associazioni sportive per essere riconosciute come tali e conseguentemente usufruire delle agevolazioni fiscali per esse previste dalla legislazione vigente oltre che della priorità sull’utilizzo delle strutture pubbliche (scuole, impianti ecc…) e di eventuali contributi pubblici. Il secondo provvedimento (D.Lgs 28 maggio 2004 n°136) conferma la centralità del CONI nello sport, gli assegna la funzione di organismo che riconosce la “qualità sportiva” di società o di associazioni aventi finalità sportive dilettantistiche, di compilare l’elenco di tali società ed associazioni e di trasmetterlo annualmente al Ministero delle Finanze- Agenzia delle Entrate, ai fini della legittima fruizione dei benefici fiscali previsti in favore delle stesse. In considerazione che solo le associazioni/società che avranno statuti conformi alle disposizioni vigenti (D.Lgs.460/97L.289/2002-L.128/2004) potranno usufruire delle facilitazioni suddette, abbiamo ritenuto utile predisporre statuti tipo, contenenti tutte le clausole delle leggi richiamate che con gli opportuni adeguamenti alle situazioni concrete (ad esempio colori sociali, riferimento a particolari discipline ecc…) potranno essere adottati dalle nostre associazioni sportive e polisportive. Vi ricordiamo anche che le eventuali modifiche da apportare agli statuti esistenti debbono essere approvate da una assemblea straordinaria dei soci appositamente convocata e che tale verbale assieme allo statuto modificato (o le sole modifiche apportate se il vecchio statuto era già registrato), vanno registrati presso l’Agenzia delle Entrate competente per territorio (in triplice copia), al costo di Euro 168,00 più una marca da bollo di Euro 14,62 ogni 4 pagine; qualora lo statuto modificato avesse forma di “atto pubblico”, anche le modifiche vanno registrate dal notaio.

Nel caso la vostra Società abbia forma giuridica diversa da quella associativa (Srl o cooperativa), prima di procedere alle modifiche statutarie è opportuno contattare la Sede nazionale US ACLI. In considerazione del fatto che le Associazioni Sportive Dilettantistiche hanno assunto una qualificazione giuridica propria, si pone la problematica del gruppo sportivo operante all’interno del circolo Acli o della Parrocchia. Per quanto sopra, al fine di poter fruire delle agevolazioni riservate alle Associazioni Sportive Dilettantistiche, queste ultime dovranno ottemperare ad una serie di adempimenti (denominazione che includa l’acronimo ASD, statuto con particolari clausole, iscrizione presso il registro Coni, etc) che le differenziano profondamente dalla associazione Acli o dalla Parrocchia. Abbiamo ritenuto opportuno predisporre uno statuto tipo di Associazione Sportiva Dilettantistica che si configura quale sezione sportiva del circolo Acli o della Parrocchia. Per ulteriori informazioni è comunque a vostra disposizione l’Ufficio consulenze amministrativo-fiscali dell’US ACLI (tel. 06/5840 563).

ACCORDI DI COLLABORAZIONE In questi anni il percorso dell’US ha incontrato quello di alcune associazioni nazionali che si caratterizzano per la specificità della propria proposta sportiva e/o educativa. Da questi incontri sono nati percorsi comuni che hanno portato all’attivazione di accordi di collaborazione finalizzati alla realizzazione di progetti e iniziative comuni, alla messa in rete delle realtà e delle specifiche esperienze, all’elaborazione di nuove proposte e opportunità per i soci. Ad oggi, sono attivi accordi di collaborazione con: AIFA • AIGD • ANVI • FDSI • FENDAM • FESIK • FISDC FISDJ* • FIKSDA • FIKTA • FIWH • FISBA • SPECIAL OLYMPICS • WJJKO • WFSF Per maggiori informazioni consulta il sito www.usacli.org

27


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

Statuto tipo delle associazioni sportive dilettantistiche

Art. 1 - Costituzione e Sede Sulla base dell’articolo 18 della Costituzione Italiana e degli art. 36, 37, 38 del codice civile è costituita l’associazione sportiva denominata: “………. Associazione Sportiva Dilettantistica” con sede in…………….. Via…………………………………...

nale sull’associazionismo sportivo, collaborando con altre esperienze sportive, forze sociali ed istituzioni per migliorare le leggi, le normative e gli interventi pubblici in materia di sport.

Art. 3 - Durata Art. 2 - Scopi e finalità A) L’Associazione sportiva - Ha lo scopo di sviluppare, promuovere, coordinare iniziative per rispondere ai bisogni di attività motorio-sportiva dilettantistica di tutti, uomini e donne di ogni età, condizione sociale e nazionalità, con un’attenzione particolare ai lavoratori, alle persone più esposte a rischi di emarginazione fisica e sociale ed alle loro famiglie. - Per la crescita umana e sociale dei propri soci l’Associazione, può promuovere e gestire attività culturali, ricreative, educative e formative compresa l’attività didattica per l’avvio ed il perfezionamento dell’attività sportiva dilettantistica. - Sviluppa il proprio compito educativo favorendo un’esperienza comunitaria rivolta alla maturazione della personalità. - Si impegna a rispettare ed osservare lo Statuto ed il Regolamento e a conformarsi alle norme e alle direttive dell’Ente di promozione Sportiva e/o delle Discipline Associate e Federazioni Sportive Nazionali riconosciute dal CONI a cui intenderà affiliarsi e a partecipare al programma di attività delle stesse. - Si impegna ad esercitare con lealtà la sua attività osservando i principi e le norme sportive al fine di salvaguardare la funzione educativa, popolare, sociale e culturale dello sport. B) L’Associazione sportiva non ha finalità di lucro, è ispirata a principi di democrazia e di pari opportunità di tutti gli associati ed opera nel quadro delle leggi a carattere nazionale e regio-

28

La durata dell’Associazione è illimitata e la stessa potrà essere sciolta solo con delibera dell’Assemblea straordinaria degli associati.

Art. 4 - Soci dell’associazione A) Possono essere Soci dell’associazione sportiva tutti i cittadini che ne condividono le finalità. B) Non sono ammessi soci temporanei. C) Le richieste di iscrizione vanno indirizzate al Consiglio Direttivo su modulo a ciò predisposto. D) L’accettazione della domanda di ammissione dà diritto a ricevere la tessera sociale. È compito del Consiglio Direttivo ratificare tale ammissione entro 30 giorni. Nel caso la domanda venga respinta, l’interessato potrà presentare ricorso sul quale si pronuncerà in via definitiva l’Assemblea ordinaria, nella sua prima convocazione. E) I soci hanno diritto a frequentare i locali dell’Associazione ed a partecipare a tutte le manifestazioni indette dalla stessa. F) Sono eleggibili alle cariche sociali tutti i soci che purché: - non abbiano riportato condanne penali passate in giudicato per reati non colposi a pene detentive superiori ad un anno, ovvero a pene che comportino l’interdizione dai pubblici uffici per un periodo superiore ad un anno; - non abbiano riportato nell’ultimo decennio, salvo riabilitazione, squalifiche od inibizioni complessivamente superiori ad un anno;


US Acli

acli sport di tutti oggi

- non abbiano subito sanzioni di sospensione dell’attività sportiva a seguito dell’utilizzo di sostanze e metodi che alterino le naturali prestazioni fisiche nelle attività sportive. G) Per le cariche che comportano responsabilità civile o verso terzi, sono eleggibili soci che hanno raggiunto la maggiore età. H) I Soci sono tenuti: - al pagamento della tessera sociale o di eventuali quote contributive mensili od altre periodicità in relazione all’attività dell’associazione sportiva; la tessera sociale e le quote versate non sono trasmissibili né rivalutabili; - all’osservanza dello Statuto, degli eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli Organi sociali, comprese eventuali integrazioni della cassa sociale attraverso versamenti di quote straordinarie. I) I Soci possono essere sospesi, espulsi o radiati per i seguenti motivi: - qualora non ottemperino alle disposizioni del presente statuto ed altre delibere prese dagli organi sociali; - qualora si rendessero morosi nel pagamento della quota sociale senza giustificato motivo; - qualora in qualche modo arrechino danni morali o materiali all’associazione sportiva. Avverso la sospensione, l’espulsione o la radiazione i soci possono ricorrere in prima istanza all’Assemblea dei Soci e, in seconda, agli Organi di Giustizia del Coni.

Art. 5 - Gli Organi dell’associazione Gli Organi dell’Associazione sportiva sono l’Assemblea dei Soci, il Consiglio Direttivo, il Presidente.

Art. 6 - L’Assemblea A) L’assemblea della Associazione sportiva - È l’organo sovrano della Associazione sportiva. - È costituita con voto deliberativo dagli iscritti in regola con il pagamento delle quote associative e che non abbiano in corso sanzioni disciplinari; non sono ammesse deleghe. - È convocata dal Consiglio Direttivo, in via ordinaria almeno una volta l’anno e, in via straordinaria, qualora lo richiedano un terzo dei soci. La convocazione deve: • avvenire almeno dieci giorni prima dello svolgimento della riunione;

Settembre 2007 n.1

• essere affissa presso la sede e comunicata con ogni mezzo che ne consenta una idonea pubblicità; • indicare: la data ed il luogo della riunione; l’ora della prima e della seconda convocazione, distanziate di almeno un’ora; gli argomenti all’ordine del giorno ed il programma dei lavori. - Decide gli indirizzi programmatici e ne verifica l’attuazione da parte del Consiglio Direttivo. - Approva annualmente il conto economico preventivo ed il rendiconto economico e finanziario consuntivo. - Approva e modifica eventuali regolamenti. B) Alla scadenza del mandato e nei casi di dimissioni, decadenza, impedimento del Presidente è convocata con all’ODG: - Elezione del Presidente. - Determinazione della composizione del Consiglio Direttivo in base alle specifiche caratteristiche dell’Associazione. - Elezione, su proposta del Presidente, di uno o più Vice Presidenti e degli altri componenti del Consiglio Direttivo tenendo conto che devono essere comunque attribuite le responsabilità dell’organizzazione e dell’amministrazione. C) Le delibere dell’Assemblea (e i rendiconti consuntivi) devono essere portati a conoscenza dei soci con le medesime modalità previste per la sua convocazione.

Art. 7 - Validità assembleare A) L’assemblea ordinaria è validamente costituita in prima convocazione con la presenza della maggioranza assoluta degli associati aventi diritto di voto e delibera validamente con voto favorevole della maggioranza dei presenti. Ogni socio ha diritto ad un voto. B) L’assemblea straordinaria in prima convocazione è validamente costituita quando sono presenti due terzi degli associati aventi diritto di voto e delibera con il voto favorevole della maggioranza dei presenti. C) Trascorsa un’ora dalla prima convocazione tanto l’assemblea ordinaria che l’assemblea straordinaria saranno validamente costituite qualunque sia il numero degli associati intervenuti e delibera con il voto dei presenti.

Art. 8 - Assemblea straordinaria A) L’assemblea straordinaria deve essere convocata dal Consiglio Direttivo con lettera raccomandata o altra idonea

29


US Acli

acli sport di tutti oggi

forma di comunicazione spedita ai soci almeno 15 giorni prima dell’adunanza. B) L’assemblea straordinaria delibera sulle seguenti materie: approvazione e modificazione dello statuto sociale; atti e contratti relativi a diritti reali immobiliari, scioglimento dell’associazione e modalità di liquidazione.

Art. 9 - Il Consiglio Direttivo della Associazione Sportiva A) È l’organo esecutivo dell’Associazione sportiva. B) Sviluppa il programma stabilito dall’Assemblea dei soci. C) Dura in carica 4 anni, ma decade qualora, per dimissioni o altri motivi, venisse a mancare la maggioranza dei componenti eletti dall’Assemblea. D) È composto da un minimo di tre a un massimo di cinque membri. I membri del Consiglio Direttivo non possono ricoprire cariche analoghe in altre società o associazioni sportive dilettantistiche nell’ambito della medesima Federazione Sportiva Nazionale o Disciplina Associata se riconosciute dal CONI, ovvero nell’ambito della medesima disciplina facente capo ad un Ente di Promozione Sportiva. E) Nel caso l’assemblea le abbia delegato l’elezione del Presidente, procede alla sua elezione tra i suoi componenti e, su proposta del Presidente, procede all’attribuzione delle responsabilità associative agli altri componenti del Consiglio Direttivo.

Settembre 2007 n.1

- fissare le date delle assemblee ordinarie dei soci da indire almeno una volta all’anno e convocare l’Assemblea straordinaria qualora lo reputi necessario o venga chiesto dai soci; - redigere gli eventuali regolamenti interni relativi all’attività sociale da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea degli associati; - adottare i provvedimenti di radiazione verso i soci qualora si dovessero rendere necessari; - attuare le finalità previste dallo statuto e l’attuazione delle decisioni dell’Assemblea dei soci.

Art. 12 - Il Presidente A) Ha la rappresentanza legale dell’Associazione e la rappresenta nei rapporti esterni, personalmente o a mezzo di suoi delegati. B) Convoca e presiede la Presidenza e ne cura le deliberazioni. C) Stipula gli atti inerenti l’attività associativa. D) In caso di impedimento o di prolungata assenza del Presidente, il Vice Presidente lo sostituisce nei suoi compiti. E) Il Presidente uscente è tenuto a dare regolari consegne organizzative, finanziarie e patrimoniali al nuovo Presidente entro 20 giorni dall’elezione di questi; tali consegne devono risultare da apposito processo verbale che deve essere portato a conoscenza della presidenza alla prima riunione.

Art. 10 - Convocazione Direttivo

Art. 13 - Processi verbali

Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni qualvolta il Presidente lo ritenga necessario, oppure se ne sia fatta richiesta da almeno due Consiglieri, senza formalità. Le riunioni ordinarie del Consiglio Direttivo sono convocate e presiedute dal Presidente e sono valide con la presenza della maggioranza dei suoi componenti.

Di tutte le riunioni dell’assemblea e del Consiglio Direttivo, deve essere redatto un processo verbale che va trascritto negli appositi libri.

Art. 11 - Compiti del Consiglio Direttivo Sono compiti del Consiglio Direttivo: - deliberare sulle domande di ammissione dei soci; - redigere il rendiconto economico-finanziario preventivo e quello consuntivo da sottoporre all’Assemblea;

30

Art. 14 - Il rendiconto A) Il Consiglio direttivo redige il rendiconto economico-finanziario dell’associazione, sia preventivo che consuntivo da sottoporre all’approvazione assembleare. Il rendiconto consuntivo deve informare circa la situazione economico-finanziaria dell’associazione, con separata indicazione dell’eventuale attività commerciale posta in essere accanto all’attività istituzionale; ciò anche attraverso una separata relazione di accompagnamento.


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

B) Il rendiconto deve essere redatto con chiarezza e deve rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale ed economico - finanziaria della associazione, nel rispetto del principio della trasparenza nei confronti degli associati. C) Copia del rendiconto deve essere messo a disposizione di tutti gli associati.

modo indiretto utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione e la distribuzione non siano imposte dalla legge. C) I beni patrimoniali dell’Associazione devono essere inventariati.

Art. 17 - Scioglimento dell’Associazione Art. 15 - Anno sociale L’anno sociale e l’esercizio finanziario iniziano il 1° gennaio e terminano il 31 dicembre di ciascun anno.

Art. 16 - Patrimonio A) Il patrimonio dell’Associazione è costituito dai contributi dei Soci e da tutti i beni mobili ed immobili ad esso pervenuti per qualsiasi titolo o causa. I singoli Soci non potranno, in caso di recesso, chiedere all’Associazione la divisione del fondo comune. B) Data la natura di associazione senza scopo di lucro, è obbligatorio reinvestire gli eventuali utili prodotti per le finalità istituzionali e conseguentemente è vietato distribuire anche in

Sito www.usacli.org

A) Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea generale dei soci, convocata in seduta straordinaria, con l’approvazione, sia in prima che in seconda convocazione, di almeno 3/5 dei soci esprimenti il solo voto personale, con esclusione delle deleghe. Così pure la richiesta dell’Assemblea generale straordinaria da parte dei soci aventi per oggetto lo scioglimento dell’Associazione deve essere presentata da almeno 3/5 dei soci con diritto di voto, con l’esclusione delle deleghe. B) L’Assemblea, all’atto di scioglimento dell’Associazione, delibererà, sentita l’autorità preposta, in merito alla destinazione dell’eventuale residuo attivo del patrimonio dell’Associazione. C) La destinazione del patrimonio residuo avverrà a favore di altra Associazione che persegua finalità analoghe ovvero a fini di pubblica utilità, fatta salva diversa destinazione imposta dalla legge.

Sul sito www.usacli.org, oltre alle norme e alla modulistica riguardante il tesseramento 2007-2008 e le coperture assicurative, troverai il contenuto dei documenti/convenzioni a cui si fa riferimento nella circolare sul tesseramento o che possono essere utili alla tua associazione/società sportiva. Tra questi: - Statuto US ACLI - Convenzione ACLI-SIAE - Testo integrale della delibera US ACLI per la certificazione sanitaria delle attività sportive e la tutela sanitaria - Convenzioni US ACLI e Istituto per il Credito Sportivo Confcooperative - Federcultura, turismo e sport - Accordi di collaborazione con Associazioni nazionali: oggetto dell’accordo e riferimenti nazionali e territoriali - Normativa fiscale delle associazioni/società sportive - Manuale per la gestione integrata del marchio Coni - Documento/appello: per una nuova cultura sportiva, per la riforma dello sport italiano.

31


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

Statuto tipo delle associazioni sportive dilettantistiche costituite presso i Circoli ACLI

Art. 1 - Costituzione e Sede Sulla base dell’articolo 18 della Costituzione Italiana e degli art. 36, 37, 38 del codice civile è costituita l’associazione sportiva denominata: “………....Associazione Sportiva Dilettantistica”; con sede in……………...Via……...........................……………. essa si configura quale sezione sportiva del circolo Acli …………………………………………………………………..

B) L’Associazione sportiva non ha finalità di lucro, è ispirata a principi di democrazia e di pari opportunità di tutti gli associati ed opera nel quadro delle leggi a carattere nazionale e regionale sull’associazionismo sportivo, collaborando con altre esperienze sportive, forze sociali ed istituzioni per migliorare le leggi, le normative e gli interventi pubblici in materia di sport.

Art. 3 - Durata . Art. 2 - Scopi e finalità A) L’Associazione sportiva - Ha lo scopo di sviluppare, promuovere, coordinare iniziative per rispondere ai bisogni di attività motorio-sportiva dilettantistica di tutti, uomini e donne di ogni età, condizione sociale e nazionalità, con un’attenzione particolare ai lavoratori, alle persone più esposte a rischi di emarginazione fisica e sociale ed alle loro famiglie; si ispira, facendone pieno e costante riferimento, alle linee di indirizzo delle Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani, il cui statuto è stato adottato dal circolo Acli. - Per la crescita umana e sociale dei propri soci l’associazione può promuovere e gestire attività culturali, ricreative, educative e formative compresa l’attività didattica per l’avvio ed il perfezionamento dell’attività sportiva dilettantistica. - Sviluppa il proprio compito educativo favorendo un’esperienza comunitaria rivolta alla maturazione della personalità. - Si impegna a rispettare ed osservare lo Statuto ed il Regolamento e a conformarsi alle norme e alle direttive dell’Ente di promozione Sportiva e/o delle Discipline Associate e Federazioni Sportive Nazionali riconosciute dal CONI a cui intenderà affiliarsi, e a partecipare al programma di attività delle stesse. - Si impegna ad esercitare con lealtà la sua attività osservando i principi e le norme sportive al fine di salvaguardare la funzione educativa, popolare, sociale e culturale dello sport.

32

La durata dell’Associazione è illimitata e la stessa potrà essere sciolta solo con delibera dell’Assemblea straordinaria degli associati.

Art. 4 - Soci dell’associazione A) Possono essere Soci dell’Associazione sportiva tutti i cittadini che ne condividono le finalità. B) Non sono ammessi soci temporanei. C) Le richieste di iscrizione vanno indirizzate al Consiglio Direttivo su modulo a ciò predisposto. D) L’accettazione della domanda di ammissione dà diritto a ricevere la tessera sociale. È compito del Consiglio Direttivo ratificare tale ammissione entro 30 giorni. Nel caso la domanda venga respinta, l’interessato potrà presentare ricorso sul quale si pronuncerà in via definitiva l’Assemblea ordinaria, nella sua prima convocazione. E) I soci hanno diritto a frequentare i locali dell’Associazione ed a partecipare a tutte le manifestazioni indette dalla stessa. F) Sono eleggibili alle cariche sociali tutti i soci che purché: - non abbiano riportato condanne penali passate in giudicato per reati non colposi a pene detentive superiori ad un anno, ovvero a pene che comportino l’interdizione dai pubblici uffici per un periodo superiore ad un anno; - non abbiano riportato nell’ultimo decennio, salvo riabilitazione, squalifiche od inibizioni complessivamente superiori ad un anno;


US Acli

acli sport di tutti oggi

- non abbiano subito sanzioni di sospensione dell’attività sportiva a seguito dell’utilizzo di sostanze e metodi che alterino le naturali prestazioni fisiche nelle attività sportive. G) Per le cariche che comportano responsabilità civile o verso terzi, sono eleggibili soci che hanno raggiunto la maggiore età. H) I Soci sono tenuti: - al pagamento della tessera sociale o di eventuali quote contributive mensili od altre periodicità in relazione all’attività dell’associazione sportiva; la tessera sociale e le quote versate non sono trasmissibili né rivalutabili; - all’osservanza dello Statuto, degli eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli Organi sociali, comprese eventuali integrazioni della cassa sociale attraverso versamenti di quote straordinarie. I) I soci possono essere sospesi, espulsi o radiati per i seguenti motivi: - qualora non ottemperino alle disposizioni del presente statuto ed altre delibere prese dagli organi sociali; - qualora si rendessero morosi nel pagamento della quota sociale senza giustificato motivo; - qualora in qualche modo arrechino danni morali o materiali all’associazione sportiva. Avverso la sospensione, l’espulsione o la radiazione i soci possono ricorrere in prima istanza all’Assemblea dei Soci e, in seconda, agli Organi di Giustizia del Coni.

Art. 5 - Gli organi dell’associazione Gli organi dell’Associazione sportiva sono l’Assemblea dei Soci, il Consiglio Direttivo, il Presidente.

Art. 6 - L’Assemblea A) L’Assemblea della Associazione sportiva - È l’organo sovrano della Associazione sportiva. - È costituita con voto deliberativo dagli iscritti in regola con il pagamento delle quote associative e che non abbiano in corso sanzioni disciplinari; non sono ammesse deleghe. - È convocata dal Consiglio Direttivo, in via ordinaria almeno una volta l’anno e, in via straordinaria, qualora lo richiedano un terzo dei soci, la convocazione deve: • avvenire almeno dieci giorni prima dello svolgimento della riunione;

Settembre 2007 n.1

• essere affissa presso la sede e comunicata con ogni mezzo che ne consenta una idonea pubblicità; • indicare: la data ed il luogo della riunione; l’ora della prima e della seconda convocazione, distanziate di almeno un’ora; gli argomenti all’ordine del giorno ed il programma dei lavori. - Decide gli indirizzi programmatici e ne verifica l’attuazione da parte del Consiglio Direttivo. - Approva annualmente il conto economico preventivo ed il rendiconto economico e finanziario consuntivo. - Approva e modifica eventuali regolamenti. B) Alla scadenza del mandato e nei casi di dimissioni, decadenza, impedimento del Presidente è convocata con all’ODG: - Elezione del Presidente; - Determinazione della composizione del Consiglio Direttivo in base alle specifiche caratteristiche dell’Associazione; - Elezione, su proposta del Presidente, di uno o più Vice Presidenti e degli altri componenti del Consiglio Direttivo tenendo conto che devono essere comunque attribuite le responsabilità dell’organizzazione e dell’amministrazione; C) Le delibere dell’Assemblea (e i rendiconti consuntivi) devono essere portati a conoscenza dei soci con le medesime modalità previste per la sua convocazione.

Art. 7 - Validità assembleare A) L’assemblea ordinaria è validamente costituita in prima convocazione con la presenza della maggioranza assoluta degli associati aventi diritto di voto e delibera validamente con voto favorevole della maggioranza dei presenti. Ogni socio ha diritto ad un voto. B) L’assemblea straordinaria in prima convocazione è validamente costituita quando sono presenti due terzi degli associati aventi diritto di voto e delibera con il voto favorevole della maggioranza dei presenti. B) Trascorsa un’ora dalla prima convocazione tanto l’assemblea ordinaria che l’assemblea straordinaria saranno validamente costituite qualunque sia il numero degli associati intervenuti e delibera con il voto dei presenti.

33


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

Art. 8 - Assemblea straordinaria

Art. 11 - Compiti del Consiglio Direttivo

A) L’assemblea straordinaria deve essere convocata dal Consiglio Direttivo con lettera raccomandata o altra idonea forma di comunicazione spedita ai soci almeno 15 giorni prima dell’adunanza. B) L’assemblea straordinaria delibera sulle seguenti materie: approvazione e modificazione dello statuto sociale; atti e contratti relativi a diritti reali immobiliari, scioglimento dell’associazione e modalità di liquidazione.

- Sono compiti del Consiglio Direttivo: - deliberare sulle domande di ammissione dei soci; - redigere il rendiconto economico-finanziario preventivo e quello consuntivo da sottoporre all’Assemblea; - fissare le date delle assemblee ordinarie dei soci da indire almeno una volta all’anno e convocare l’Assemblea straordinaria qualora lo reputi necessario o venga chiesto dai soci; - redigere gli eventuali regolamenti interni relativi all’attività sociale da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea degli associati; - adottare i provvedimenti di radiazione verso i soci qualora si dovessero rendere necessari; - attuare le finalità previste dallo statuto e l’attuazione delle decisioni dell’Assemblea dei soci.

Art. 9 - Il Consiglio Direttivo della Associazione Sportiva A) È l’organo esecutivo dell’Associazione sportiva. B) Sviluppa il programma stabilito dall’Assemblea dei soci. C) Dura in carica 4 anni, ma decade qualora, per dimissioni o altri motivi, venisse a mancare la maggioranza dei componenti eletti dall’Assemblea. D) È composto da un minimo di tre a un massimo di cinque membri; I membri del Consiglio Direttivo non possono ricoprire cariche analoghe in altre società o associazioni sportive dilettantistiche nell’ambito della medesima Federazione Sportiva Nazionale o Disciplina Associata se riconosciute dal CONI, ovvero nell’ambito della medesima disciplina facente capo ad un Ente di Promozione Sportiva. E) Nel caso l’assemblea le abbia delegato l’elezione del Presidente, procede alla sua elezione tra i suoi componenti e, su proposta del Presidente, procede all’attribuzione delle responsabilità associative agli altri componenti del Consiglio Direttivo.

Art. 12 - Il Presidente A) Ha la rappresentanza legale dell’Associazione e la rappresenta nei rapporti esterni, personalmente o a mezzo di suoi delegati. B) Convoca e presiede la Presidenza e ne cura le deliberazioni. C) Stipula gli atti inerenti l’attività associativa. D) In caso di impedimento o di prolungata assenza del Presidente, il Vice Presidente lo sostituisce nei suoi compiti. E) Il Presidente uscente è tenuto a dare regolari consegne organizzative, finanziarie e patrimoniali al nuovo Presidente entro 20 giorni dall’elezione di questi; tali consegne devono risultare da apposito processo verbale che deve essere portato a conoscenza della presidenza alla prima riunione.

Art. 10 - Convocazione Direttivo Art. 13 - Processi verbali Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni qualvolta il Presidente lo ritenga necessario, oppure se ne sia fatta richiesta da almeno due Consiglieri, senza formalità. Le riunioni ordinarie del Consiglio Direttivo sono convocate e presiedute dal Presidente e sono valide con la presenza della maggioranza dei suoi componenti; partecipano ai lavori del Consiglio Direttivo, in qualità di invitati, i rappresentanti del circolo Acli ____________ al quale l’associazione fa riferimento.

Di tutte le riunioni dell’assemblea e del Consiglio Direttivo, deve essere redatto un processo verbale che va trascritto negli appositi libri.

Art. 14 - Il rendiconto A) Il Consiglio direttivo redige il rendiconto economico-finanziario dell’associazione, sia preventivo che consuntivo da sot-

34


US Acli

acli sport di tutti oggi

toporre all’approvazione assembleare. Il rendiconto consuntivo deve informare circa la situazione economico-finanziaria dell’associazione, con separata indicazione dell’eventuale attività commerciale posta in essere accanto all’attività istituzionale; ciò anche attraverso una separata relazione di accompagnamento. B) Il rendiconto deve essere redatto con chiarezza e deve rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale ed economico - finanziaria della associazione, nel rispetto del principio della trasparenza nei confronti degli associati. C) Copia del rendiconto deve essere messo a disposizione di tutti gli associati.

Art. 15 - Anno sociale L’anno sociale e l’esercizio finanziario iniziano il 1° gennaio e terminano il 31 dicembre di ciascun anno.

Art. 16 - Patrimonio A) Il patrimonio dell’Associazione è costituito dai contributi dei Soci e da tutti i beni mobili ed immobili ad esso pervenuti per qualsiasi titolo o causa. I singoli Soci non potranno, in caso di recesso, chiedere all’Associazione la divisione del fondo comune.

Settembre 2007 n.1

B) Data la natura di associazione senza scopo di lucro, è obbligatorio reinvestire gli eventuali utili prodotti per le finalità istituzionali e conseguentemente è vietato distribuire anche in modo indiretto utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione e la distribuzione non siano imposte dalla legge. C) I beni patrimoniali dell’Associazione devono essere inventariati.

Art. 17 - Scioglimento dell’Associazione A) Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea generale dei soci, convocata in seduta straordinaria, con l’approvazione, sia in prima che in seconda convocazione, di almeno 3/5 dei soci esprimenti il solo voto personale, con esclusione delle deleghe. Così pure la richiesta dell’Assemblea generale straordinaria da parte dei soci aventi per oggetto lo scioglimento dell’Associazione deve essere presentata da almeno 3/5 dei soci con diritto di voto, con l’esclusione delle deleghe. B) L’Assemblea, all’atto di scioglimento dell’Associazione, delibererà, sentita l’autorità preposta, in merito alla destinazione dell’eventuale residuo attivo del patrimonio dell’associazione. C) La destinazione del patrimonio residuo avverrà a favore di altra Associazione che persegua finalità analoghe ovvero a fini di pubblica utilità, fatta salva diversa destinazione imposta dalla legge.

Considerando lo sport un formidabile strumento educativo, l’US ACLI rifiuta e ripudia ogni pratica tesa a degradare e spegnere lo sport, e pertanto aderisce a “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” per ribadire l’impegno alla promozione di uno sport pulito, a servizio della persona e strumento di cittadinanza attiva. L’US si mette in gioco insieme a Libera, consapevole del ruolo e della responsabilità dello sport nella diffusione e valorizzazione di una “cultura di legalità, giustizia e solidarietà”.

35


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

Statuto tipo di circolo parrocchiale costituito come associazione sportiva dilettantistica

Art. 1- Costituzione e Sede Sulla base dell’articolo 18 della Costituzione Italiana e degli art. 36, 37, 38 del codice civile è costituita l’associazione sportiva denominata: “...............Associazione Sportiva Dilettantistica”; con sede in ………………Via…………...................…………... essa si configura quale sezione sportiva della Parrocchia ___________________________________________________

- L’Associazione sportiva non ha finalità di lucro, è ispirata a principi di democrazia e di pari opportunità di tutti gli associati ed opera nel quadro delle leggi a carattere nazionale e regionale sull’associazionismo sportivo, collaborando con altre esperienze sportive, forze sociali ed istituzioni per migliorare le leggi, le normative e gli interventi pubblici in materia di sport.

Art. 3 - Durata Art. 2 - Scopi e finalità A) L’Associazione sportiva - Ha lo scopo di sviluppare, promuovere, coordinare iniziative per rispondere ai bisogni di attività motorio-sportiva dilettantistica di tutti, uomini e donne di ogni età, condizione sociale e nazionalità, con un’attenzione particolare ai lavoratori, alle persone più esposte a rischi di emarginazione fisica e sociale ed alle loro famiglie; si ispira, facendone pieno e costante riferimento, alle linee di indirizzo morale e pastorale della Parrocchia ________________________________ - Per la crescita umana e sociale dei propri soci l’Associazione può promuovere e gestire attività culturali, ricreative, educative e formative compresa l’attività didattica per l’avvio ed il perfezionamento dell’attività sportiva dilettantistica. - Sviluppa il proprio compito educativo favorendo un’esperienza comunitaria rivolta alla maturazione della personalità. - Si impegna a rispettare ed osservare lo Statuto ed il Regolamento e a conformarsi alle norme e alle direttive dell’Ente di promozione Sportiva e/o delle Discipline Associate e Federazioni Sportive Nazionali riconosciute dal CONI a cui intenderà affiliarsi, e a partecipare al programma di attività delle stesse. - Si impegna ad esercitare con lealtà la sua attività osservando i principi e le norme sportive al fine di salvaguardare la funzione educativa, popolare, sociale e culturale dello sport.

36

La durata dell’Associazione è illimitata e la stessa potrà essere sciolta solo con delibera dell’Assemblea straordinaria degli associati.

Art. 4 - Soci dell’associazione A) Possono essere Soci dell’associazione sportiva tutti i cittadini che ne condividono le finalità. B) Non sono ammessi soci temporanei. C) Le richieste di iscrizione vanno indirizzate al Consiglio Direttivo su modulo a ciò predisposto. D) L’accettazione della domanda di ammissione dà diritto a ricevere la tessera sociale. È compito del Consiglio Direttivo ratificare tale ammissione entro 30 giorni. Nel caso la domanda venga respinta, l’interessato potrà presentare ricorso sul quale si pronuncerà in via definitiva l’Assemblea ordinaria, nella sua prima convocazione. E) I soci hanno diritto a frequentare i locali dell’Associazione ed a partecipare a tutte le manifestazioni indette dalla stessa. F) Sono eleggibili alle cariche sociali tutti i Soci che purché: - non abbiano riportato condanne penali passate in giudicato per reati non colposi a pene detentive superiori ad un anno, ovvero a pene che comportino l’interdizione dai pubblici uffici per un periodo superiore ad un anno; - non abbiano riportato nell’ultimo decennio, salvo riabilita-


US Acli

acli sport di tutti oggi

zione, squalifiche od inibizioni complessivamente superiori ad un anno; - non abbiano subito sanzioni di sospensione dell’attività sportiva a seguito dell’utilizzo di sostanze e metodi che alterino le naturali prestazioni fisiche nelle attività sportive. G) Per le cariche che comportano responsabilità civile o verso terzi, sono eleggibili soci che hanno raggiunto la maggiore età. H) I Soci sono tenuti: - al pagamento della tessera sociale o di eventuali quote contributive mensili od altre periodicità in relazione all’attività dell’associazione sportiva; la tessera sociale e le quote versate non sono trasmissibili né rivalutabili; - all’osservanza dello Statuto, degli eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli Organi sociali, comprese eventuali integrazioni della cassa sociale attraverso versamenti di quote straordinarie; I) I soci possono essere sospesi, espulsi o radiati per i seguenti motivi: - qualora non ottemperino alle disposizioni del presente statuto ed altre delibere prese dagli organi sociali; - qualora si rendessero morosi nel pagamento della quota sociale senza giustificato motivo; - qualora in qualche modo arrechino danni morali o materiali all’associazione sportiva; Avverso la sospensione, l’espulsione o la radiazione i soci possono ricorrere in prima istanza all’Assemblea dei Soci e, in seconda, agli Organi di Giustizia del Coni.

Art. 5 - Gli organi dell’associazione Gli organi dell’associazione sportiva sono l’Assemblea dei Soci, il Consiglio Direttivo, il Presidente.

Art. 6 - L’Assemblea A) L’Assemblea della Associazione sportiva - È l’organo sovrano della Associazione sportiva. - È costituita con voto deliberativo dagli iscritti in regola con il pagamento delle quote associative e che non abbiano in corso sanzioni disciplinari; non sono ammesse deleghe. - È convocata dal Consiglio Direttivo, in via ordinaria almeno una volta l’anno e, in via straordinaria, qualora lo richiedano un terzo dei soci, la convocazione deve:

Settembre 2007 n.1

• avvenire almeno dieci giorni prima dello svolgimento della riunione; • essere affissa presso la sede e comunicata con ogni mezzo che ne consenta una idonea pubblicità; • indicare: la data ed il luogo della riunione; l’ora della prima e della seconda convocazione, distanziate di almeno un’ora; gli argomenti all’ordine del giorno ed il programma dei lavori; - Decide gli indirizzi programmatici e ne verifica l’attuazione da parte del Consiglio Direttivo. - Approva annualmente il conto economico preventivo ed il rendiconto economico e finanziario consuntivo. - Approva e modifica eventuali regolamenti. B) Alla scadenza del mandato e nei casi di dimissioni, decadenza, impedimento del Presidente è convocata con all’ODG: - Elezione del Presidente. - Determinazione della composizione del Consiglio Direttivo in base alle specifiche caratteristiche dell’Associazione. - Elezione, su proposta del Presidente, di uno o più Vice Presidenti e degli altri componenti del Consiglio Direttivo tenendo conto che devono essere comunque attribuite le responsabilità dell’organizzazione e dell’amministrazione. C) Le delibere dell’Assemblea (e i rendiconti consuntivi) devono essere portati a conoscenza dei soci con le medesime modalità previste per la sua convocazione.

Art. 7 - Validità assembleare A) L’assemblea ordinaria è validamente costituita in prima convocazione con la presenza della maggioranza assoluta degli associati aventi diritto di voto e delibera validamente con voto favorevole della maggioranza dei presenti. Ogni socio ha diritto ad un voto. B) L’assemblea straordinaria in prima convocazione è validamente costituita quando sono presenti due terzi degli associati aventi diritto di voto e delibera con il voto favorevole della maggioranza dei presenti. C) Trascorsa un’ora dalla prima convocazione tanto l’assemblea ordinaria che l’assemblea straordinaria saranno validamente costituite qualunque sia il numero degli associati intervenuti e delibera con il voto dei presenti.

37


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

Art. 8 - Assemblea straordinaria

Art. 11 - Compiti del Consiglio Direttivo

A) L’assemblea straordinaria deve essere convocata dal Consiglio Direttivo con lettera raccomandata o altra idonea forma di comunicazione spedita ai soci almeno 15 giorni prima dell’adunanza. B) L’assemblea straordinaria delibera sulle seguenti materie: approvazione e modificazione dello statuto sociale; atti e contratti relativi a diritti reali immobiliari, scioglimento dell’associazione e modalità di liquidazione.

A) Sono compiti del Consiglio Direttivo: - deliberare sulle domande di ammissione dei soci; - redigere il rendiconto economico-finanziario preventivo e quello consuntivo da sottoporre all’assemblea; - fissare le date delle assemblee ordinarie dei soci da indire almeno una volta all’anno e convocare l’Assemblea straordinaria qualora lo reputi necessario o venga chiesto dai soci; - redigere gli eventuali regolamenti interni relativi all’attività sociale da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea degli associati; - adottare i provvedimenti di radiazione verso i soci qualora si dovessero rendere necessari; - attuare le finalità previste dallo statuto e l’attuazione delle decisioni dell’Assemblea dei soci.

Art. 9 - Il Consiglio Direttivo della Associazione Sportiva A) È l’organo esecutivo dell’Associazione sportiva. B) Esso sviluppa il programma stabilito dall’Assemblea dei soci. C) È composto da un minimo di tre a un massimo di cinque membri; I membri del Consiglio Direttivo non possono ricoprire cariche analoghe in altre società o associazioni sportive dilettantistiche nell’ambito della medesima Federazione Sportiva Nazionale o Disciplina Associata se riconosciute dal CONI, ovvero nell’ambito della medesima disciplina facente capo ad un Ente di Promozione Sportiva. D) Il Consiglio Direttivo dura in carica 4 anni, ma decade qualora, per dimissioni o altri motivi, venisse a mancare la maggioranza dei componenti eletti dall’assemblea. E) Nel caso l’Assemblea le abbia delegato l’elezione del Presidente, procede alla sua elezione tra i suoi componenti e, su proposta del Presidente, procede all’attribuzione delle responsabilità associative agli altri componenti del Consiglio Direttivo.

Art. 12 - Il Presidente A) Ha la rappresentanza legale dell’Associazione e la rappresenta nei rapporti esterni, personalmente o a mezzo di suoi delegati. B) Convoca e presiede la Presidenza e ne cura le deliberazioni. C) Stipula gli atti inerenti l’attività associativa. D) In caso di impedimento o di prolungata assenza del Presidente, il Vice Presidente lo sostituisce nei suoi compiti. E) Il Presidente uscente è tenuto a dare regolari consegne organizzative, finanziarie e patrimoniali al nuovo Presidente entro 20 giorni dall’elezione di questi; tali consegne devono risultare da apposito processo verbale che deve essere portato a conoscenza della presidenza alla prima riunione.

Art. 10 - Convocazione Direttivo Art. 13 - Processi verbali Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni qualvolta il Presidente lo ritenga necessario, oppure se ne sia fatta richiesta da almeno due Consiglieri, senza formalità. Le riunioni ordinarie del Consiglio Direttivo sono convocate e presiedute dal Presidente e sono valide con la presenza della maggioranza dei suoi componenti; partecipano ai lavori del Consiglio Direttivo, in qualità di invitati il Consulente Ecclesiastico che è di diritto il Parroco delle Parrocchia _________________________ alla quale l’associazione fa riferimento e i rappresentanti delle realtà associative attive nell’ambito parrocchiale.

38

Di tutte le riunioni dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo, deve essere redatto un processo verbale che va trascritto negli appositi libri.

Art. 14 - Il rendiconto A) Il Consiglio direttivo redige il rendiconto economico-finanziario dell’associazione, sia preventivo che consuntivo da sot-


US Acli

acli sport di tutti oggi

toporre all’approvazione assembleare. Il rendiconto consuntivo deve informare circa la situazione economico-finanziaria dell’associazione, con separata indicazione dell’eventuale attività commerciale posta in essere accanto all’attività istituzionale; ciò anche attraverso una separata relazione di accompagnamento. B) Il rendiconto deve essere redatto con chiarezza e deve rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale ed economico - finanziaria della associazione, nel rispetto del principio della trasparenza nei confronti degli associati.

Art. 15 - Anno sociale L’anno sociale e l’esercizio finanziario iniziano il 1° gennaio e terminano il 31 dicembre di ciascun anno.

Art. 16 - Patrimonio A) Il patrimonio dell’Associazione è costituito dai contributi dei Soci e da tutti i beni mobili ed immobili ad esso pervenuti per qualsiasi titolo o causa. I singoli Soci non potranno, in caso di recesso, chiedere all’Associazione la divisione del fondo comune.

Settembre 2007 n.1

B) Data la natura di associazione senza scopo di lucro, è obbligatorio reinvestire gli eventuali utili prodotti per le finalità istituzionali e conseguentemente è vietato distribuire anche in modo indiretto utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione e la distribuzione non siano imposte dalla legge. I beni patrimoniali dell’Associazione devono essere inventariati.

Art. 17 - Scioglimento dell’Associazione A) Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea generale dei soci, convocata in seduta straordinaria, con l’approvazione, sia in prima che in seconda convocazione, di almeno 3/5 dei soci esprimenti il solo voto personale, con esclusione delle deleghe. Così pure la richiesta dell’Assemblea generale straordinaria da parte dei soci aventi per oggetto lo scioglimento dell’Associazione deve essere presentata da almeno 3/5 dei soci con diritto di voto, con l’esclusione delle deleghe. B) L’Assemblea, all’atto di scioglimento dell’Associazione, delibererà, sentita l’autorità preposta, in merito alla destinazione dell’eventuale residuo attivo del patrimonio dell’associazione. C) La destinazione del patrimonio residuo avverrà a favore di altra Associazione che persegua finalità analoghe ovvero a fini di pubblica utilità, fatta salva diversa destinazione imposta dalla legge.

CAMPAGNA TESSERAMENTO 2007/2008

Tutti i colori del far bene, tutti i colori dello sport 39


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

Statuto tipo delle associazioni polisportive dilettantistiche

Art. 1 - Costituzione e Sede Sulla base dell’articolo 18 della Costituzione Italiana e degli art. 36, 37, 38 del codice civile è costituita l’Associazione sportiva denominata: “Polisportiva__________ - Associazione Sportiva Dilettantistica” con sede in ________________Via/Piazza_________________

Art. 2 - Scopi e finalità A) L’Associazione sportiva - Ha lo scopo di sviluppare, promuovere, coordinare iniziative per rispondere ai bisogni di attività motorio - sportiva dilettantistica di tutti, uomini e donne di ogni età, condizione sociale e nazionalità, con un’attenzione particolare ai lavoratori, alle persone più esposte a rischi di emarginazione fisica e sociale ed alle loro famiglie. - Per la crescita umana e sociale dei propri soci l’Associazione, può promuovere e gestire attività culturali, ricreative, di turismo sportivo ecocompatibile nonché educative e formative compresa l’attività didattica per l’avvio ed il perfezionamento dell’attività sportiva dilettantistica. - Sviluppa il proprio compito educativo favorendo un’esperienza comunitaria rivolta alla maturazione della personalità. - Si impegna a rispettare ed osservare lo Statuto ed il Regolamento e a conformarsi alle norme e alle direttive dell’Ente di Promozione Sportiva e/o delle Discipline Associate e Federazioni Sportive Nazionali riconosciute dal Coni a cui intenderà affiliarsi, e a partecipare al programma di attività delle stesse. - Si impegna ad esercitare con lealtà la sua attività osservando i principi e le norme sportive al fine di salvaguardare la funzione educativa, popolare, sociale e culturale dello sport. B) L’Associazione non ha finalità di lucro, è ispirata a principi di democrazia e di pari opportunità ed opera nel quadro delle leggi a carattere nazionale e regionale sull’associazionismo sporti-

40

vo, collaborando con altre esperienze sportive, forze sociali ed istituzioni per migliorare le leggi, le normative e gli interventi pubblici in materia di sport. C) L’Associazione potrà essere suddivisa in sezioni sportive, a capo delle quali vi è un coordinatore di sezione, che dovrà periodicamente riferire al Consiglio Direttivo dell’Associazione stessa circa i problemi ed i programmi delle sezioni stesse. Ogni sezione potrà essere disciplinata da un proprio regolamento interno approvato dalla maggioranza degli iscritti alle discipline sportive, oggetto delle sezioni stesse.

Art. 3 - Durata La durata dell’Associazione è illimitata e la stessa potrà essere sciolta solo con la delibera dell’Assemblea straordinaria degli associati.

Art. 4 - Soci dell’Associazione A) Possono far parte dell’Associazione in qualità di Soci anche tutti i cittadini che ne condividono le finalità. B) Non sono ammessi soci temporanei. C) Le richieste di iscrizione vanno indirizzate al Consiglio Direttivo su modulo a ciò predisposto. D) L’accettazuibe della domanda di ammissione dà diritto a ricevere la tessera sociale. E’ compito del Consiglio Direttivo ratificare tale ammissione entro 30 giorni. Nel caso la domanda venga respinta, l’interessato potrà presentare ricorso sul quale si pronuncerà in via definitiva l’Assemblea ordinaria, nella sua prima convocazione. E) I soci hanno diritto a frequentare i locali dell’Associazione ed a partecipare a tutte le manifestazioni indette dalla stessa. F) Sono eleggibili alle cariche sociali tutti i soci purché: - non abbiano riportato condanne penali passate in giudicato per reati non colposi a pene detentive superiori ad un anno,


US Acli

acli sport di tutti oggi

ovvero a pene che comportino l’interdizione dai pubblici uffici per un periodo superiore ad un anno; - non abbiano riportato nell’ultimo decennio, salvo riabilitazione, squalifiche od inibizioni complessivamente superiori ad un anno; - non abbiano subito sanzioni di sospensione dell’attività sportiva a seguito dell’utilizzo di sostanze e metodi che alterino le naturali prestazioni fisiche nelle attività sportive. G) Per le cariche che comportano responsabilità civile o verso terzi, sono eleggibili soci che hanno raggiunto la maggiore età. H) I soci sono tenuti: - al pagamento della tessera sociale o di eventuali quote contributive mensili od altre periodicità in relazione all’attività della società sportiva; la tessera sociale e le quote versate non sono trasmissibili né rivalutabili; - all’osservanza dello Statuto, degli eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli Organi sociali, comprese eventuali integrazioni della cassa sociale attraverso versamenti di quote straordinarie. I) I Soci possono essere sospesi, espulsi o radiati per i seguenti motivi: - qualora non ottemperino alle disposizioni del presente statuto ed altre delibere prese dagli organi sociali; - qualora si rendessero morosi nel pagamento della quota sociale senza giustificato motivo; - qualora in qualche modo arrechino danni morali o materiali all’ Associazione. Avverso la sospensione, l’espulsione o la radiazione i soci possono ricorrere in prima istanza all’Assemblea dei Soci e, in seconda, agli Organi di Giustizia del Coni.

Settembre 2007 n.1

- È convocata dalla Presidenza, in via ordinaria almeno una volta l’anno e, in via straordinaria, qualora lo richiedano un terzo dei soci. La convocazione deve: • avvenire almeno dieci giorni prima dello svolgimento della riunione; • essere affissa presso la sede e comunicata con ogni mezzo che ne consenta una idonea pubblicità; • indicare: la data ed il luogo della riunione; l’ora della prima e della seconda convocazione, distanziate di almeno un’ora; gli argomenti all’ordine del giorno ed il programma dei lavori. - Decide gli indirizzi programmatici e ne verifica l’attuazione da parte del Consiglio Direttivo. - Approva annualmente il conto economico preventivo ed il rendiconto economico e finanziario consuntivo. - Approva e modifica eventuali regolamenti. B) Alla scadenza del mandato e nei casi di dimissioni, decadenza, impedimento del Presidente è convocata con all’ODG: - Elezione del Presidente. - Determinazione della composizione del Consiglio Direttivo in base alle specifiche caratteristiche dell’Associazione. - Elezione, su proposta del Presidente, di uno o più Vice Presidenti e degli altri componenti del Consiglio Direttivo tenendo conto che devono essere comunque attribuite le responsabilità dell’organizzazione e dell’amministrazione. C) Le delibere dell’Assemblea (e i rendiconti consuntivi) devono essere portati a conoscenza dei soci con le medesime modalità previste per la sua convocazione.

Art. 7 - Validità assembleare Art. 5 - Gli Organi dell’Associazione Gli Organi dell’Associazione sono l’Assemblea dei soci, il Consiglio Direttivo, il Presidente.

Art. 6 - Assemblea A) L’assemblea dell’Associazione - È l’organo sovrano dell’Associazione. - È costituita con voto deliberativo dagli iscritti in regola con il pagamento delle quote associative e che non abbiano in corso sanzioni disciplinari; non sono ammesse deleghe.

A) L’assemblea ordinaria è validamente costituita in prima convocazione con la presenza della maggioranza assoluta degli associati aventi diritto di voto e delibera validamente con voto favorevole della maggioranza dei presenti. Ogni socio ha diritto ad un voto. B) L’Assemblea straordinaria in prima convocazione validamente costituita quando sono presenti due terzi degli associati aventi diritto di voto e delibera con il voto favorevole della maggioranza dei presenti. C) Trascorsa un’ora dalla prima convocazione tanto l’Assemblea ordinaria che l’assemblea straordinaria saranno validamente costituite qualunque sia il numero degli associati intervenuti e delibera con il voto dei presenti.

41


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

Art. 8 - Assemblea straordinaria

Art. 11 - Compiti del Consiglio direttivo

A) L’Assemblea straordinaria deve essere convocata dal Consiglio Direttivo con lettera raccomandata o altra idonea forma di comunicazione spedita ai soci almeno 15 giorni prima dell’adunanza. B) L’assemblea straordinaria delibera sulle seguenti materie: approvazione e modificazione dello statuto sociale; atti e contratti relativi ai diritti reali immobiliari, scioglimento dell’Associazione e modalità di liquidazione.

Sono compiti del Consiglio Direttivo: - deliberare sulle domande di ammissione dei soci; - redigere il rendiconto economico-finanziario preventivo e quello consuntivo da sottoporre all’assemblea; - fissare le date delle assemblee ordinarie dei soci da indire almeno una volta all’anno e convocare l’assemblea straordinaria qualora lo reputi necessario o venga chiesto dai soci; - redigere gli eventuali regolamenti interni relativi all’attività sociale da sottoporre all’approvazione dell’assemblea degli associati; - adottare i provvedimenti di radiazione verso i soci qualora si dovessero rendere necessari; - attuare le finalità previste dallo statuto e l’attuazione delle decisioni dell’assemblea dei soci.

Art. 9 - Il Consiglio Direttivo dell’Associazione A) È l’organo esecutivo dell’Associazione. B) Sviluppa il programma stabilito dall’Assemblea dei soci. C) Dura in carica 4 anni, ma decade qualora, per dimissioni o altri motivi, venisse a mancare la maggioranza dei componenti eletti dall’Assemblea. D) È composto da un minimo di tre a un massimo di cinque membri. I membri del Consiglio Direttivo non possono ricoprire cariche analoghe in altre società o associazioni sportive dilettantistiche nell’ambito della medesima Federazione Sportiva Nazionale o Disciplina Associata se riconosciute dal CONI, ovvero nell’ambito della medesima disciplina facente capo ad un Ente di Promozione Sportiva. E) Nel caso l’Assemblea abbia delegato l’elezione del Presidente, procede all’attribuzione delle responsabilità associative agli altri componenti del Consiglio Direttivo.

Art. 10 - Convocazione Direttivo A) Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni qualvolta il Presidente lo ritenga necessario, oppure se ne sia fatta richiesta da almeno due Consiglieri, senza formalità. B) Le riunioni ordinarie del Consiglio Direttivo sono convocate e presiedute dal Presidente e sono valide con la presenza della maggioranza dei suoi componenti. C) Alle riunioni del Consiglio Direttivo partecipano in veste consultiva i coordinatori delle sezioni sportive.

Art. 12 - Il Presidente A) Ha la rappresentanza legale dell’Associazione e la rappresentanza nei rapporti esterni, personalmente o a mezzo dei suoi delegati. B) Convoca e presiede la Presidenza e ne cura le deliberazioni. C) Stipula gli atti inerenti l’attività associativa. D) In caso di impedimento o di prolungata assenza del Presidente, il Vice Presidente lo sostituisce nei suoi compiti; E) Il Presidente uscente è tenuto a dare regolari consegne organizzative, finanziarie e patrimoniali al nuovo Presidente entro 20 giorni dall’elezione di questi; tali consegne devono risultare da apposito processo verbale che deve essere portato a conoscenza della presidenza alla prima riunione.

Art. 13 - Processi verbali Di tutte le riunioni dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo deve essere redatto un processo verbale che va trascritto negli appositi libri.

Art. 14 - Il rendiconto A) Il Consiglio Direttivo redige il rendiconto economico-finanziario dell’Associazione, sia preventivo che consuntivo da sot-

42


US Acli

acli sport di tutti oggi

toporre all’approvazione assembleare. Il rendiconto deve informare circa la situazione economica-finanziaria dell’Associazione, con separata indicazione dell’eventuale attività commerciale posta in essere accanto all’attività istituzionale; ciò anche attraverso una separate relazione di accompagnamento. B) Il rendiconto deve essere redatto con chiarezza e deve rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale ed economico - finanziaria dell’Associazione, nel rispetto del principio della trasparenza nei confronti degli associati. C) Copia del rendiconto deve essere messo a disposizione di tutti gli associati. D) Il rendiconto delle sezioni autonome si consolida nel bilancio generale dell’Associazione.

Art. 15 - Anno sociale L’anno sociale e l’esercizio finanziario iniziano il 1° gennaio e terminano il 31 dicembre di ciascun anno.

Art. 16 Patrimonio A) Il patrimonio dell’Associazione è costituito dai contributi dei Soci e da tutti i beni mobili ed immobili ad essa pervenuti per qualsiasi titolo o causa. I singoli Soci non potranno, in caso di recesso, chiedere all’Associazione la divisione del fondo comune. B) Data la natura di associazione senza scopo di lucro, è obbligatorio reinvestire gli eventuali utili prodotti per le finalità istituzionali e conseguentemente è vietato distribuire anche in

Settembre 2007 n.1

modo indiretto utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione e la distribuzione non siano imposte dalla legge. C) I beni patrimoniali dell’Associazione devono essere inventariati.

Art. 17 Scioglimento dell’Associazione A) Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea generale dei Soci, convocata in seduta straordinaria con l’approvazione, sia in prima che in seconda convocazione, di almeno 3/5 dei Soci esprimenti il solo voto personale, con esclusione delle deleghe. Così pure la richiesta dell’Assemblea generale straordinaria da parte dei Soci aventi per oggetto lo scioglimento dell’Associazione deve essere presentata da almeno 3/5 dei Soci con diritto di voto, con l’esclusione delle deleghe. B) L’assemblea, all’atto di scioglimento dell’Associazione, delibererà, sentita l’autorità preposta, in merito alla destinazione dell’eventuale residuo attivo del patrimonio dell’Associazione. C) La destinazione del patrimonio residuo avverrà a favore di altra associazione che persegua finalità analoghe ovvero ai fini di pubblica utilità, fatta salva diversa destinazione imposta dalla legge.

Art. 18 Norme di rinvio Per quanto non espressamente previsto dal presente statuto si applicano le disposizioni le norme e le leggi vigenti che regolano l’associazionismo sociale, sportivo dilettantistico, nonché le norme del codice civile.

43


US Acli

acli oggi

sport di tutti

Settembre 2007 n.1

Testo del contratto assicurativo 2007/2008 ALLA CONVENZIONE VENGONO ATTRIBUITI I SEGUENTI NUMERI DI POLIZZA: Polizza R.C.T. n. 560381387 Polizza infortuni n. 560670367 Contraente:

UNIONE SPORTIVA ACLI

Domicilio:

VIA G. MARCORA, 18 – 00153 ROMA

Codice Fiscale: 80215550585 Effetto: Scadenza:

ore 24 del 30.09.2007 ore 24 del 30.09.2008

CONVENZIONE TRA US ACLI E CARIGE ASSICURAZIONI S.P.A. Tra US ACLI – Unione Sportiva Acli con sede in Roma 00153 – Via G. Marcora,18 e CARIGE ASSICURAZIONI S.p.A., con sede in Milano 20156 – Viale Certosa, 222, tramite U.C. Sport & Sicurezza S.r.l., con sede in Firenze 50126 – Via F. Bocchi, 12/r si conviene di stipulare la presente Convenzione allo scopo di fornire, a condizioni di particolare vantaggio, le seguenti coperture assicurative: la Responsabilità Civile verso Terzi di US ACLI, dei suoi Comitati Territoriali, Regionali, Circoli e Società Sportive affiliati alla US ACLI; la Responsabilità Civile verso Terzi e gli Infortuni a favore dei tesserati alla US ACLI.

44

DEFINIZIONI Ai seguenti termini le Parti attribuiscono il significato qui precisato: Assicurato: il soggetto il cui interesse è protetto dall’assicurazione. Assicurazione: il contratto di assicurazione. Contraente: Unione Sportiva ACLI - US ACLI. Cose: sia gli oggetti materiali sia gli animali. Lesione: ogni modificazione delle strutture di una parte del corpo specificamente prevista nell’Allegato A -Tabella Lesioni, purché determinata da infortunio. Day Hospital: la degenza, senza pernottamento, in Istituto di cura. Franchigia: l’importo prestabilito che l’Assicurato tiene a suo carico e per il quale la Società non riconosce l’indennizzo (la franchigia può essere espressa in giorni o in percentuale). Frattura: una soluzione di continuo dell’osso, parziale o totale, prodotta da infortunio. Indennizzo: la somma dovuta dalla Società in caso di sinistro. Infortunio: ogni evento dovuto a causa fortuita, violenta ed esterna che produca lesioni fisiche obiettivamente constatabili, le quali abbiano per conseguenza la morte o una invalidità permanente o una lesione alla persona di cui all’Allegato A. Ingessatura: mezzo di contenzione costituito da fasce gessate o altri apparecchi comunque immobilizzanti ed applicati in Istituto di cura. Invalidità Permanente: perdita definitiva, anatomica o funzionale, di organi o arti o parte di questi. Istituto di cura: ogni struttura sanitaria regolarmente autorizzata all’erogazione dell’assistenza ospedaliera. Non sono considerati istituti di cura gli stabilimenti termali, le strutture che hanno prevalentemente finalità dietologiche, le case di cura per convalescenza o lungodegenza o per soggiorni, le strutture per anziani. Polizza: il documento che prova l’assicurazione. Premio: la somma dovuta alla Società. Ricovero: la degenza comportante pernottamento nell’Istituto di


US Acli

acli sport di tutti oggi

cura. Viene considerata ricovero anche la degenza avvenuta in regime di Day Hospital, purché non inferiore a 5 giorni consecutivi (fatta eccezione per le festività) e certificata da cartella clinica. Rischio: la probabilità che si verifichi il sinistro. Scoperto: percentuale della somma liquidabile a termini di polizza che rimane a carico dell’Assicurato per ciascun sinistro. Sinistro: il verificarsi del fatto dannoso per il quale è prestata l’assicurazione. Società: La Carige Assicurazioni S.p.A..

SEZIONE 1. NORME CHE REGOLANO LA CONVENZIONE Art. 1.1. - DICHIARAZIONI Le Parti dichiarano che: • il testo della presente Convenzione; • la Polizza R.C.T. n. 560381387; • la Polizza Infortuni n. 560670367; • Allegato A - Tabella Lesioni; formano unico documento contrattuale redatto in tre esemplari e danno atto che tutti i rapporti e le controversie saranno regolati esclusivamente in base a quanto in essi contenuto e negli eventuali documenti di modifica/integrazione concordati dalle parti. Art. 1.2. DURATA DELLA CONVENZIONE La presente convenzione viene stipulata per la durata di anni uno, con inizio dalle ore 24 del 30 Settembre 2007 e termina alle ore 24 del 30 Settembre 2008. In mancanza di disdetta data da una delle parti, da inviarsi con lettera Raccomandata AR con preavviso di almeno 60 giorni, la Convenzione è prorogata per la durata di un anno, e così successivamente. Art. 1.3. PRECISAZIONI SUL TESSERAMENTO US ACLI Le tipologie di Tessere/Affiliazione del Contraente sono: A. TESSERA BASE/ OPZIONE US ACLI La tessera BASE è riservata agli iscritti di tutte le discipline sportive. L’opzione US ACLI è rappresentata da un bollino da apporre su una pre-esistente tessera, ha la stessa validità della TESSERA BASE e viene rilasciata ai soci del sistema Acli e ai soci di quel-

Settembre 2007 n.1

le associazioni/società che hanno una tessera autonoma e sono convenzionate con il Contraente. B. TESSERA DIRIGENTE La tessera DIRIGENTE, è riservata ai Presidenti di Società ed a tutti gli Associati con qualifica sportiva di: istruttore-allenatore, dirigente di circolo sportivo, medico sportivo, arbitro, giudice di gara, dirigente territoriale dell’associazione, dirigente regionale dell’associazione, dirigente nazionale dell’associazione. La tessera DIRIGENTE ha durata quadriennale e viene emessa in aggiunta alla tessera BASE (tessera o opzione) con INTEGRATIVA B o INTEGRATIVA B PLUS, conseguentemente la copertura assicurativa derivante dalla tessera dirigente sarà valida solo in presenza della tessera BASE annuale con INTEGRATIVA B o INTEGRATIVA B PLUS. C. TESSERA PROMOCARD La tessera PROMODCARD è rilasciata nei seguenti casi: C.1. attività per bambini da 0 a 15 anni con particolare riferimento alle attività sportive, all’attività motoria nelle scuole materne, all’attività dei Centri di formazione fisico-motoria e all’attività ludica, ricreativa e motoria nei centri estivi; C.2. senza limiti di età nei settori: biliardo, dama, scacchi, giochi da tavolo, pesca sportiva, danza e ballo sportivi, bocce, ruzzola, ginnastica a corpo libero o ginnastica dolce rivolta alla terza età, yoga, shiatsu, tai chi chuan; C.3. per le attività, i tornei e le manifestazioni estive, purché si svolgano nel periodo maggio-settembre, abbiano durata massima di 90 giorni ed il cui calendario sia stato preventivamente comunicato dal Contraente all’Agenzia. L’opzione promocard US Acli è rappresentata da un bollino da apporre su una pre-esistente tessera, ha la stessa validità della PROMOCARD e viene rilasciata ai soci del sistema Acli e ai soci di quelle associazioni/società che hanno una tessera autonoma e sono convenzionate con il Contraente. Le Tessere BASE, DIRIGENTE e PROMOCARD sono rilasciate unicamente dal Contraente e dai suoi organici periferici (comitati regionali, provinciali, territoriali), tramite le associazioni/società sportive e soci collettivi affiliati. D. AFFILIAZIONE Il Certificato di AFFILIAZIONE è riservato alle associazioni, società sportive e soci collettivi. Il Certificato di AFFILIAZIONE può essere rilasciato unicamente dal Contraente, o direttamente o attraverso i suoi

45


US Acli

acli oggi

sport di tutti

organici periferici (comitati regionali, provinciali, territoriali). L’Affiliazione costituisce titolo all’emissione/rilascio delle tessere US ACLI. Art. 1.4. COPERTURA ASSICURATIVA DELLE TESSERE Le tessere BASE, DIRIGENTE e PROMOCARD numerate, datate, vidimate, con l’indicazione dell’annualità sportiva, costituiscono diritto all’assicurazione Infortuni e Responsabilità Civile. La copertura assicurativa è operante dalle ore 24:00 della data di vidimazione trascritta sulla tessera (data di rilascio), per un massimo di 365 giorni e comunque non oltre il 31/12 dell’annualità sportiva riportata sulla tessera. Unicamente per le tessere PROMOCARD rilasciate per le attività di cui alla lettera C.3. dell’Art. 1.3. che precede (attività, tornei e manifestazioni estive, che si svolgono nel periodo maggio-settembre), la copertura assicurativa è operante dalle ore 24:00 della data di vidimazione trascritta sulla tessera (data di rilascio), per un massimo di 90 giorni e comunque non oltre il 30/09 dell’annualità sportiva riportata sulla tessera. Essendo escluso il tacito rinnovo sulle coperture assicurative legate alla tessera, non vale quanto è disposto dal 2° comma dell’art. 1901 c.c. Le tessere con indicazione dell’annualità sportiva 2006/2007, non costituiscono diritto alla presente assicurazione. Pertanto le garanzie sono applicabili per le tessere riportanti annualità sportiva uguale o superiore al 2007/2008. Ogni tessera, pena la decadenza della copertura assicurativa, dovrà riportare le seguenti indicazioni: • tipo e numero della tessera; • annualità sportiva; • nominativo, data e luogo di nascita e domicilio dell’Associato; • società sportiva di appartenenza; • data di vidimazione (data di rilascio). Il nominativo, il numero di tessera e la data di vidimazione, devono risultare inoltre dall’archivio soci tenuto sia dalla US ACLI, sia dalla sede periferica che ha provveduto al rilascio. Art. 1.5. COPERTURA ASSICURATIVA DELL’AFFILIAZIONE Per le associazioni/società sportive e per i Soci Collettivi il Certificato di AFFILIAZIONE, numerato, datato e vidimato, con l’indicazione dell’annualità sportiva, costituisce diritto all’assicurazione di Responsabilità Civile.

46

Settembre 2007 n.1

La copertura assicurativa per l’AFFILIAZIONE è operante dalle ore 24:00 della data di vidimazione trascritta sul certificato (data di rilascio), per un massimo di 365 giorni e comunque non oltre il 31/12 dell’annualità sportiva riportata sull’AFFILIAZIONE. Essendo escluso il tacito rinnovo sulle coperture assicurative legate all’affiliazione, non vale quanto è disposto dal 2° comma dell’art. 1901c.c.. Le Affiliazioni con indicazione dell’annualità sportiva 2006/2007, non costituiscono diritto alla presente assicurazione. Pertanto le garanzie sono applicabili per i certificati riportanti annualità sportiva uguale o superiore al 2007/2008. Ogni certificato di AFFILIAZIONE, pena la decadenza della copertura assicurativa, dovrà riportare le seguenti indicazioni: • annualità sportiva; • nominativo e indirizzo del Circolo o Società Sportiva; • codice di affiliazione; • data di vidimazione (data rilascio). Il nominativo e la data di vidimazione, devono risultare inoltre dall’archivio soci tenuto dal Contraente. Art. 1.6. GARANZIE INTEGRATIVE Le garanzie connesse alle tessere BASE possono essere ampliate all’atto dell’acquisto della tessera o nel corso della stagione sportiva. Gli ampliamenti possibili (comprensivi delle prestazioni assicurate con le “garanzie base”), sono quelli delle seguenti formule integrative: • INTEGRATIVA B; • INTEGRATIVA B PLUS. Le Garanzie Integrative saranno operanti dalle ore 24:00 del giorno in cui U.C. SPORT & SICUREZZA S.r.l., con sede operativa in Firenze, Via F. Bocchi 12 rosso, avrà ricevuto tramite posta elettronica al seguente indirizzo uc.segreteria@ucass.it o tramite fax al seguente numero 0744 277963 (ufficio di Terni), la comunicazione, da parte del Contraente o dei suoi organi periferici, contenente i seguenti dati: • numero della tessera; • numero del Bollino dell’Integrativa; • INTEGRATIVA scelta (B o B PLUS); • annualità sportiva; • nominativo, data e luogo di nascita e domicilio dell’Associato; • circolo/società sportiva di appartenenza. Il Contraente o i suoi organi periferici, ricevuto il versamento del premio previsto, applicano sulle tessere BASE uno speciale bollino numerato denominato INTEGRATIVA B o INTEGRATIVA B PLUS.


US Acli

acli sport di tutti oggi

Le garanzie previste dalle formule INTEGRATIVA B o INTEGRATIVA B PLUS, hanno la medesima scadenza delle garanzie delle tessere BASE. Nel caso in cui il titolare (persona fisica) di una Tessera BASE, opti in corso di anno per una qualunque delle forme Integrative di cui sopra, dovrà corrispondere l’intero premio annuale a prescindere dal giorno della sottoscrizione dell’Integrativa e senza possibilità di compensazione con il premio della Tessera BASE. Le garanzie integrative: INTEGRATIVA B e INTEGRTIVA B PLUS non possono essere acquistate dal titolare della Tessera PROMOCARD.

SEZIONE 2. SINISTRI Art. 2.1. DENUNCIA DEI SINISTRI In caso di sinistro, la denuncia dovrà essere preceduta da una telefonata al Numero Verde 800.811.167 che fa capo al Centro Servizi per il Contraente, per ottenere il numero di sinistro e di dossier. In ogni caso la denuncia deve essere trasmessa dall’assicurato (o dai suoi aventi causa), a pena di decadenza, entro 30 giorni (lavorativi) da quando ne ha avuto conoscenza, inviando apposito modulo di denuncia sinistro tramite lettera raccomandata, al seguente indirizzo che fa capo all’ufficio gestione sinistri dedicato al Contraente: Centro Liquidazione Sinistri Distaccato (CLD) USACLI - CARIGEASSICURAZIONI SPA VIA SAPRI, 34/9 20156 MILANO Copia di tale modulo dovrà essere inviato inoltre, anche al Comitato US ACLI provinciale di appartenenza. Unitamente alla denuncia di sinistro dovrà essere trasmessa, a seconda dei casi: 1. una copia fronte retro della Tessera BASE/opzione o della Tessera PROMOCARD/opzione; 2. per i titolari di Tessera DIRIGENTE, una copia fronte retro sia della Tessera DIRIGENTE sia della Tessera BASE con bollino INTEGRATIVA B o INTEGRATIVA B PLUS; 3. una copia del Certificato di AFFILIAZIONE. In caso di sinistro, la data di vidimazione (data di rilascio) indicata sulla Tessera/Affiliazione dovrà essere anteriore alla data del sinistro. Nel caso in cui la data del sinistro risulti antecedente alla data della scelta della Garanzia INTEGRATIVA B o INTEGRATIVA B

Settembre 2007 n.1

PLUS in corso di anno, la Società riterrà la garanzia Integrativa non operante. La Società si riserva di richiedere in copia od in visione al Contraente le registrazioni sociali e tutti gli altri documenti ritenuti probanti ai fini della liquidazione dei sinistri. In caso di sinistro, la denuncia va confermata con firma di presa visione da parte del Presidente del Circolo o Società Sportiva cui appartiene l’Assicurato. Il Contraente si impegna a produrre, se richiesto, i documenti di cui sopra agli incaricati della Società, nonché a permettere verifiche e controlli, attinenti al sinistro, da parte della Società stessa.

SEZIONE 3. CONDIZIONI COMUNI R.C.T. E INFORTUNI Art. 3.1. GARANZIA DI RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI (R.C.T.) E GARANZIA INFORTUNI La convenzione riguarda l’assicurazione: - della responsabilità civile verso terzi del Contraente, dei Comitati territoriali, delle Società e Circoli Sportivi affiliati; - della responsabilità civile verso terzi dei tesserati della US ACLI, che siano in possesso delle tessere rilasciate dal Contraente; - degli infortuni dei tesserati della US ACLI in possesso delle tessere rilasciate dal Contraente. Art. 3.2. ATTIVITÀ SPORTIVE NON ORGANIZZATE DEL CONTRAENTE Le presenti garanzie assicurative sono operanti anche quando gli atleti tesserati del Contraente partecipino a manifestazioni con altre organizzazioni/associazioni nazionali alle quali il Contraente abbia ufficialmente e formalmente aderito. Art. 3.3. OPERATIVITÀ DELLE COPERTURE Nei limiti della presente convenzione, le garanzie saranno operanti contro i rischi di responsabilità civile verso terzi o derivanti da infortunio, quando: - i tesserati, partecipano alle manifestazioni sportive, ricreative e culturali, comprese le attività di allenamento, di corsi, di gare organizzate dal Contraente, - i tesserati, nelle funzioni di dirigenti, tecnici e giudici sportivi partecipino alle gare e allenamenti, ai corsi e alle attività sportive

47


US Acli

acli oggi

sport di tutti

organizzate dal Contraente, nonché quando partecipino a riunioni organizzative regolarmente indette con convocazione scritta.

SEZIONE 4. CONDIZIONI PARTICOLARI R.C.T. Art. 4.1. OGGETTO DELL’ASSICURAZIONE R.C.T. La Società si obbliga a tenere indenni il Contraente ed i suoi responsabili e le sue strutture, di quanti questi siano tenuti a pagare, quali civilmente responsabili ai sensi di legge, a titolo di risarcimento (capitale, interessi e spese) per danni involontariamente cagionati a terzi per morte, per lesioni personali e per danneggiamenti a cose, in conseguenza di un fatto accidentale verificatosi in relazione ai rischi per i quali è stipulata l’Assicurazione. L’Assicurazione vale anche per la responsabilità civile che possa derivare al Contraente, da fatto doloso di persone delle quali debba rispondere. La garanzia sarà operante: a) per la responsabilità civile derivante ai tesserati nell’ambito della partecipazione alle manifestazioni sportive, ricreative e culturali, comprese le attività di allenamento, di corsi, di gare organizzate dal Contraente, dai Comitati Provinciali, Regionali, dai Circoli e dalle Società Sportive affiliate, per danni involontariamente cagionati a terzi. b) per la responsabilità civile derivante ai dirigenti, tecnici e giudici sportivi, nell’ambito dello svolgimento delle loro funzioni in occasione di gare e manifestazioni nonché, corsi, allenamenti e trasferimenti in genere, per partecipazioni a gare e manifestazioni; limitatamente ai trasferimenti la garanzia è operante in qualità di accompagnatori, escluso il rischio di circolazione dei veicoli a motore. c) per la responsabilità civile derivante al Contraente, ai suoi Comitati Territoriali e Regionali e ai Circoli e Società Sportive affiliate, nell’ambito dell’organizzazione delle attività di allenamento, di corsi, manifestazioni sportive, ricreative e culturali e gare. L’assicurazione di responsabilità civile comprende, altresì, l’esercizio di tutte le attività complementari, preliminari, accessorie, commerciali, assistenziali ed è valida sia che l’Assicurato agisca nella qualità di proprietario sia che operi quale esercente, conduttore, gestore o committente. N.B.: La garanzia di responsabilità civile verso terzi per tutte le attività complementari, preliminari, accessorie, commerciali,

48

Settembre 2007 n.1

assistenziali sia che l’Assicurato agisca nella qualità di proprietario sia che operi quale esercente, conduttore, gestore o committente, diversamente da quanto disposto dalla SEZIONE 11. MASSIMALI ASSICURATI PER LA GARANZIA R.C.T., viene prestata con un massimale di Euro 775.000,00 con una franchigia pari a Euro 520,00 per ogni sinistro, limitatamente ai danni a cose. Art. 4.2. ESTENSIONE DEL NOVERO DEI TERZI A parziale modifica di quanto previsto nella Polizza di Responsabilità Civile verso Terzi, sono considerati Terzi fra di loro: • i tesserati; • il coniuge, i genitori, i figli degli Assicurati, nonché qualsiasi parente o affine con essi convivente, esclusivamente nel caso in cui, pur sussistendo i precedenti rapporti, il danno si sia verificato durante l’effettivo svolgimento delle attività per cui è operante la garanzia ed alle quali partecipano contemporaneamente danneggiante e danneggiato. Art. 4.3. ESCLUSIONI Sono esclusi dalla garanzia: • le gare riguardanti i natanti ed i veicoli a motore in quanto soggette alla legge n. 990 del 24 Dicembre 1969; • i rischi di responsabilità civile dei proprietari e/o dei conducenti degli autoveicoli, motoveicoli e natanti a seguito di gare sportive.

SEZIONE 5. CONDIZIONI PARTICOLARI INFORTUNI Art. 5.1. OGGETTO DELL’ASSICURAZIONE INFORTUNI La garanzia sarà operante per gli infortuni dei tesserati del Contraente, titolari di tessera BASE, DIRIGENTE o PROMOCARD, durante la partecipazione alle manifestazioni sportive, ricreative e culturali, comprese le attività di allenamento, di corsi, di gare, organizzate dal Contraente, dai Comitati Provinciali, Regionali, dai Circoli e dalle Società Sportive affiliate. La Società assicura: a) le persone individuate in polizza contro gli eventi fortuiti violenti ed esterni che producano la morte purché verificatasi entro un anno dall’accadimento dell’evento stesso e in conseguenza dello stesso; b) le persone individuate in polizza contro gli eventi fortuiti vio-


US Acli

acli sport di tutti oggi

lenti ed esterni che producano una o più lesioni previste nell’Allegato A – Tabella Lesioni. Ai fini di polizza sono equiparati alle Lesioni alla Persona, le “Lesioni particolari” previsti nell’Allegato A, purché determinati da evento fortuito violento ed esterno e verificatesi entro e non oltre 60 giorni dal verificarsi dall’evento stesso. Art. 5.2. PRESTAZIONI Le prestazioni sono regolamentate dalla normativa che segue. La singola prestazione è operante a condizione che sia prevista in riferimento al tipo di tessera e/o bollino posseduto dall’assicurato. Per maggior chiarimento si precisa quanto segue: • per i titolari della tessera BASE e PROMOZIONALE, saranno operanti le prestazioni previste nella SEZIONE 12. Capitali Assicurati Garanzia Infortuni che segue; • per i titolari della tessera DIRIGENTE, saranno operanti le prestazioni previste nella SEZIONE 12. Capitali Assicurati Garanzia Infortuni e quelle previste nelle SEZIONI 6. e 7. che seguono; • per i titolari della tessera con INTEGRATIVA B saranno operanti le prestazioni previste nella SEZIONE 12. Capitali Assicurati Garanzia Infortuni e quelle previste nella SEZIONE 7. che segue; • per i titolari della tessera con INTEGRATIVA B PLUS, saranno operanti le prestazioni previste nella SEZIONE 12. Capitali Assicurati Garanzia Infortuni e quelle previste nelle SEZIONI 7. e 8. che seguono. Art. 5.3. CRITERI DI INDENNIZZABILITÀ Art. 5.3.1. CASO MORTE In caso di morte dell’iscritto, purché avvenuta entro un anno dall’evento assicurato ed a causa di esso, la Società liquida agli eredi legittimi o testamentari la somma assicurata. Nel caso in cui dopo il pagamento di un’indennità per lesione, ma entro due anni dal giorno d’accadimento dell’evento che ha generato la lesione di cui sopra, ed in conseguenza dell’evento stesso l’Assicurato muoia, la Società corrisponde ai beneficiari la differenza tra l’indennità pagata per lesione e quella assicurata per il caso morte. Art. 5.3.2. CASO LESIONI La Società corrisponde l’indennizzo nella misura prevista dalla Tabella Lesioni – Allegato A, per le lesioni che siano causate da un evento assicurato.

Settembre 2007 n.1

In caso di evento che produca più Lesioni comprese nell’Allegato A – Tabella Lesioni, la Società non corrisponderà complessivamente per sinistro, indennizzo superiore ai seguenti importi: - per Tessera PROMOCARD - per Tessera BASE - per Tessera DIRIGENTE - per Tessera INTEGRATIVA B e INTEGRATIVA B PLUS

Euro 26.000,00 Euro 34.000,00 Euro 62.000,00 Euro 46.500,00

Art. 5.4. DENUNCIA DELLA MORTE O DELLE LESIONI E OBBLIGHI RELATIVI La denuncia della morte o delle lesioni, con indicazione del luogo, giorno ed ora dell’evento e delle cause che le hanno determinate, corredata da ogni documentazione clinica atte ad accertare le lesioni subite e la loro indennizzabilità, deve essere fatta secondo quanto previsto dalla SEZIONE 2. SINISTRI, entro 30 giorni (lavorativi) dall’evento stesso o dal momento in cui il Contraente, l’Assicurato o gli aventi diritto ne abbiano avuto la possibilità (in deroga a quanta stabilito dagli artt. 1913 e 1915 c.c. La documentazione di cui sopra deve consentire inequivocabilmente l’identificazione della persona lesa e deve essere accompagnata dal relativo referto, nel caso di fratture o lesioni particolari è necessario che il referto clinico radiologico evidenzi la diagnosi in modo chiaro e specifico e sia redatto da un Pronto Soccorso Pubblico e/o una Struttura Privata equivalente (clinica, casa di cura, ecc.). Ricevuta la necessaria documentazione, la Società, determinato l’indennizzo che risulti dovuto, provvede al pagamento. L’indennizzo verrà corrisposto in Italia, in valuta corrente. L’Assicurato, i suoi familiari e gli aventi diritto devono consentire alla visita dei medici della Società ed a qualsiasi indagine od accertamento che questa ritenga necessari, a tal fine sciogliendo dal segreto professionale i medici che hanno visitato o curato l’Assicurato stesso. Art. 5.5. PRECISAZIONI Per “frattura” s’intende una soluzione di continuo dell’osso, parziale o totale, prodotta da una causa violenta, fortuita ed esterna. Sono escluse le fratture patologiche, le fratture spontanee ed i distacchi cartilaginei di qualsiasi natura. Fratture ed infrazioni sono equiparate ai fini dell’indennizzo. Le fratture che, per estensione, interessano parte di epifisi e parte di diafisi, verranno indennizzate per un solo segmento (quello più favorevole all’assicurato).

49


US Acli

acli oggi

sport di tutti

Fratture polifocali o comminute del medesimo segmento osseo non determineranno né una duplicazione né una maggiorazione dell’indennizzo indicato. Le fratture “scomposte” determineranno una maggiorazione del 20% sulla somma indennizzata per la corrispondente lesione; le fratture esposte determineranno una maggiorazione del 50%, salvo per le fratture biossee di avambraccio e arti inferiori espressamente tabellate. Le maggiorazioni non sono cumulabili tra loro. I casi assicurati relativi alle “amputazioni” si riferiscono esclusivamente alle perdite anatomiche complete ed ogni diversa menomazione anatomo-funzionale non corrispondente a tale parametro non sarà presa in considerazione ai fini dell’indennizzo. Per lussazione s’intende la perdita completa dei reciproci rapporti degli estremi ossei di un’articolazione, per causa violenta, fortuita ed esterna. Qualora la lesione riportata dall’assicurato produca allo stesso, nell’arco di 60giorni dall’evento, tetrapiegia o paraplegia, gli verrà indennizzato un capitale pari a quello spettante per il caso morte della tessera posseduta. Per i casi di lesioni legamentose l’indennizzo a termini di polizza è previsto esclusivamente a seguito di intervento chirurgico effettuato entro sei mesi dal prodursi dell’evento stesso. Per rottura dei denti si intende la perdita di almeno 1/3 del tessuto duro di dente deciduo (sono escluse le lesioni del tessuto paradontale e dei denti molli), per l’accertamento del caso è richiesta la documentazione radiologica. Art. 5.6. VIAGGI IN COMITIVA Si conviene altresì che la garanzia lesioni/morte sarà operante anche per i rischi di viaggio effettuato in comitiva regolarmente organizzata ed assistita dagli appositi accompagnatori con gli ordinari mezzi pubblici di trasporto o di proprietà della Società sportiva. Si considerano mezzi pubblici dì trasporto anche gli automezzi di noleggio da rimessa, appositamente noleggiati con autista dell’impresa, per spostamenti collettivi di complessi di atleti o di squadre. Art. 5.7. GARANZIA “DISTORSIONI” In caso di distorsione certificata da referto di pronto soccorso pubblico, con prognosi di almeno 9 giorni di immobilizzazione forzata, la Società liquiderà in forma forfetaria l’importo di Euro 105,00. La presente garanzia “Distorsioni”, non è cumulabile con la garanzia Diaria da Ricovero e Gessatura, prevista per i tesserati titola-

50

Settembre 2007 n.1

ri di INTEGRATIVA B o INTEGRATIVA B PLUS, di conseguenza i titolari della tessera INTEGRATIVA B e B PLUS potranno scegliere una delle due opzioni, in assenza di tale scelta la Società liquiderà l’importo stabilito in forma forfetaria del presente articolo. Art. 5.8. CONCENTRAZIONE Qualora più persone assicurate viaggino contemporaneamente sul medesimo mezzo di trasporto terrestre o navale, la Società garantisce le indennità complessive massime di Euro 775.000,00 ancorché le singole applicazioni di garanzia, effettuate nel modo stabilito dal contratto, indichino complessivamente indennità superiori. La riduzione conseguente ai limiti che precedono verrà effettuata proporzionalmente alla somma assicurata per ogni persona. Art. 5.9. ESONERO DENUNCIA DI INFERMITÀ Il Contraente è esonerato dal denunciare infermità, difetti fisici o mutilazioni da cui gli Assicurati fossero affetti al momento della stipulazione della polizza o che dovessero in seguito sopravvenire.

SEZIONE 6. CONDIZIONI PARTICOLARI VALIDE ESCLUSIVAMENTE PER I TITOLARI DI TESSERA “DIRIGENTE” Al titolare di tessera “DIRIGENTE”, le garanzie previste dal paragrafo 5. CONDIZIONI PARTICOLARI INFORTUNI, vengono integrate con le seguenti garanzie: Art. 6.1. RISCHIO ITINERE La garanzia morte/lesioni per i titolari della tessera DIRIGENTE (Dirigenti, Tecnici, Giudici Sportivi), viene estesa agli eventi, indennizzabili a termini del presente contratto, subiti in qualità di conducenti di veicoli di proprietà dei singoli Assicurati limitatamente al tragitto necessario per partecipare (nelle rispettive funzioni istituzionali di Dirigenti, Tecnici e Giudici Sportivi), a gare e manifestazioni nonché in occasione di riunioni organizzative regolarmente indette con convocazione scritta. Art. 6.2. ESTENSIONE AL RISCHIO VOLO L’assicurazione è estesa agli eventi indennizzabili a termini del presente contratto, che l’Assicurato subisca durante i viaggi aerei di trasferimento per partecipare ad attività sportive organizzate dal Contraente, effettuati in qualità di passeggero, su velivoli o


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

elicotteri da chiunque eserciti, tranne che da società/aziende di lavoro aereo in occasione di voli diversi da trasporto pubblico di passeggeri e da aeroclubs. L’assicurazione vale dal momento in cui l’Assicurato sale a bordo dell’aeromobile fino al momento nei quale ne è disceso. Il totale delle somme garantite per i suindicati eventi aeronautici assicurati con la presente polizza o con altre polizze stipulate dagli stessi Assicurati o dal Contraente è di: PER PERSONA: CASO MORTE e LESIONI PER AEROMOBILE: CASO MORTE e LESIONI

Euro 1.000.000,00 Euro 5.000.000,00

Nell’eventualità che le somme complessivamente assicurate eccedano gli importi sopra indicati, gli indennizzi spettanti in caso di sinistro sono ridotti con imputazione proporzionale ai singoli contratti.

SEZIONE 7. CONDIZIONI PARTICOLARI VALIDE ESCLUSIVAMENTE PER I TITOLARI DI TESSERE CON “INTEGRATIVA B”, “INTEGRATIVA B PLUS” E TESSERA “DIRIGENTE” Al titolare di tessera “DIRIGENTE”, tessera con bollino “INTEGRATIVA B” e tessera con bollino “INTEGRATIVA B PLUS”, le garanzie previste nella SEZIONE 5. CONDIZIONI PARTICOLARI INFORTUNI, vengono integrate con le seguenti garanzie: Art. 7.1. EVENTI GRAVI Premesso che l’attività degli iscritti al Contraente si svolge nel pieno rispetto della “disciplina dell’accesso alle singole attività sportive” e delle “norme per la tutela sanitaria dell’attività sportiva agonistica e non agonistica” e che, pertanto, il singolo iscritto è in possesso di apposito certificato medico di idoneità in corso di validità, a parziale deroga dell’art. 3 - Rischi esclusi, della Polizza Infortuni, l’assicurazione viene estesa a coprire la morte dovuta ad infarto, ad ictus provocato da emorragia cerebrale, a trombosi cerebrale, ad embolia o rottura di aneurisma, che sia comprovatamente intervenuta quando in qualità di atleta partecipi a gare o a manifestazioni organizzate dal Contraente e di conseguenza si sia verificato il decesso immediato dell’Assicurato, o il decesso nel corso del ricovero immediatamente disposto.

La garanzia morte viene estesa agli eventi assicurati subiti durante gli allenamenti effettuati in forma collettiva o di squadra e vale esclusivamente se gli allenamenti stessi: • siano preventivamente autorizzati e programmati; • si svolgano sotto il controllo dei responsabili competenti dell’organizzazione sportiva; • abbiano come fine la preparazione fisico atletica per l’attività agonistica praticata come indicata sui documenti a suo tempo rilasciati. Tale estensione vale esclusivamente per: • l’attività agonistica se l’Assicurato è in possesso dell’apposito certificato medico di idoneità rilasciato da non oltre un anno, per la specifica attività agonistica, dai soggetti previsti dalle apposite leggi (Nazionali/Regionali) in vigore; • l’attività non agonistica, purché l’Assicurato, alla data del sinistro, sia in possesso di certificato medico di idoneità sportiva non agonistica rilasciato da non oltre un anno e si sia sottoposto ad un esame di elettrocardiogramma da non oltre un anno che confermi l’assenza di patologie cardiovascolari preesistenti. La denuncia di sinistro, oltre alla documentazione contrattualmente prevista, dovrà essere avallata dalla dichiarazione del tecnico responsabile della squadra, presente all’allenamento e controfirmata dal Presidente della Società sportiva di appartenenza. Art. 7.2. PERDITA ANNO SCOLASTICO In favore di Assicurati studenti che frequentano scuole italiane di istruzione primaria e secondaria, in caso di evento rientrante nella garanzia prestata che, a motivo della entità delle lesioni, dovesse comportare l’impossibilità alla frequenza delle lezioni per un periodo che, a norma delle disposizioni ministeriali vigenti, determini la perdita dell’anno scolastico, la Società liquida un’indennità pari ad un importo di Euro 1.050,00. La predetta garanzia è operante anche nei confronti degli studenti Assicurati che frequentano scuole nella Repubblica di S. Marino, nonché scuole straniere situate nel territorio della Repubblica italiana. Art. 7.3. BENEFICIO SPECIALE IN CASO DI MORTE DEL TESSERATO GENITORE Se a causa di un evento garantito con la presente polizza consegue la morte di un tesserato genitore, unico produttore di reddito, l’indennità per il caso di morte spettante ai figli minorenni se conviventi ed in quanto beneficiari sarà aumentata del 100%. Ai figli minori vengono equiparati i figli maggiorenni che siano

51


US Acli

acli oggi

sport di tutti

già portatori di invalidità permanente di grado pari o superiore al 50% della totale. Art. 7.4. DIARIA DA RICOVERO E GESSATURA La Società in caso di ricovero in istituto di cura e/o applicazione di apparecchio gessato, a seguito di infortunio indennizzabile a termini di polizza, con o senza intervento chirurgico, corrisponde all’Assicurato l’indennizzo giornaliero per ogni giorno di ricovero o applicazione di apparecchio gessato per una durata massima di 60 giorni. Per gessatura si intende ogni apparecchio di immobilizzazione fisso o rimovibile che abbia lo scopo di bloccare le articolazioni, escluso il collare dì Schanz. Per le fratture del bacino, della clavicola, delle costole e del femore, si considerano anche le immobilizzazioni che richiedono interventi medici diversi dalla gessatura. Il giorno di ricovero nell’Istituto di cura o di applicazione della gessatura e quello di dimissione o della rimozione della gessatura, al fine di definire il periodo di indennizzo, sono considerate una sola giornata, qualunque sia l’ora del ricovero e della dimissione. L’indennizzo viene liquidato con deduzione di una franchigia fissa di 3 giorni. La liquidazione dell’indennizzo avrà luogo a degenza ultimata o alla rimozione della gessatura, previa presentazione alla Società dell’originale dei documenti giustificativi, e se richiesta, di copia della cartella clinica con l’indicazione della natura e dell’esito dell’infortunio nonché del giorno di uscita dall’Istituto di cura o della rimozione della gessatura.

SEZIONE 8. CONDIZIONI PARTICOLARI VALIDE ESCLUSIVAMENTE PER I TITOLARI DI TESSERA CON “INTEGRATIVA B PLUS” Al titolare di tessera con bollino “INTEGRATIVA B PLUS”, le garanzie previste dalla SEZIONE 5. CONDIZIONI PARTICOLARI INFORTUNI, vengono integrate con le seguenti garanzie: Art. 8.1. INVALIDITÀ PERMANENTE L’indennizzo per il caso di Invalidità Permanente è dovuto soltanto se l’invalidità stessa si verifica - anche successivamente alla scadenza della polizza - entro un anno dal giorno dell’infortunio.

52

Settembre 2007 n.1

L’indennizzo per Invalidità Permanente parziale è calcolato sulla somma assicurata per Invalidità Permanente totale, in proporzione al grado d’invalidità accertato secondo i criteri e le percentuali previste dalla “Tabella delle valutazioni del grado di Invalidità Permanente per l’industria” allegata al Testo Unico sull’Assicurazione obbligatoria degli Infortuni sul lavoro 30 giugno 1965 n. 1124 e successive modificazioni intervenute fino alla data di stipulazione della presente polizza. Se la lesione comporta una minorazione, anziché la perdita totale (anatomica o funzionale), le percentuali di invalidità permanente vengono ridotte in proporzione alla funzionalità perduta. Nei casi di Invalidità Permanente non specificati nella tabella di cui sopra, l’indennizzo è stabilito, con riferimento alle percentuali dei casi indicati, tenendo conto della diminuita capacità generica lavorativa, indipendentemente dalla professione dell’Assicurato. La perdita totale (anatomica o funzionale) di più organi od arti comporta l’applicazione di una percentuale d’invalidità pari alla somma delle singole percentuali dovute per ciascuna lesione, con il massimo del 100%. In caso di constatato mancinismo le percentuali di riduzione dell’attitudine al lavoro stabilite per l’arto superiore destro o la mano destra si intendono applicate all’arto superiore sinistro e alla mano sinistra e viceversa. Art. 8.2. FRANCHIGIA PER IL CASO INVALIDITÀ PERMANENTE Si conviene che non si farà luogo ad indennizzo per Invalidità Permanente quando questa sia di grado non superiore al 10%. Se essa risulterà superiore a detta percentuale, l’indennizzo verrà corrisposto solo per la parte eccedente. Nel caso in cui l’Invalidità Permanente sia di grado superiore al 50% della totale, l’indennizzo verrà liquidato senza deduzione di alcuna franchigia. Nel caso in cui l’Invalidità Permanente sia di grado superiore al 70% della totale, verrà liquidato l’indennizzo pari al 100% del capitale assicurato (70=100).

SEZIONE 9. PERSONALE NON TESSERATO, ADDETTO E/O PARTECIPANTE A GARE O MANIFESTAZIONI Le garanzie infortuni e responsabilità civile previste dalla tessera BASE possono essere estese in seguito a richiesta scritta a: • personale non tesserato addetto a gare e/o manifestazioni;


US Acli

acli sport di tutti oggi

• partecipanti alle sole manifestazioni organizzate dal Contraente; in seguito a richiesta scritta, da inoltrare alla sub-Agenzia US ACLI Sport & Sicurezza S.r.l., Via G. Marcora, 18 - 00153 Roma (tel. 06.5840559 fax 06.5840564 e-mail: assicurazione@usacli.org). Art. 9.1. MODALITÀ PER LA COMUNICAZIONE DEGLI ADDETTI A GARE/MANIFESTAZIONI La società organizzatrice della gara o manifestazione (Contraente, Comitato Provinciale o Regionale, Società Sportiva, Circolo), dovrà comunicare preventivamente: • denominazione della manifestazione da assicurare; • l’elenco nominativo del personale addetto; • decorrenza e durata della manifestazione; • fotocopia dell’avvenuto versamento sul conto corrente intestato a US ACLI Sport & Sicurezza S.r.l. BNL AG.39 di ROMA C/C 243 - ABI 01005- CAB 03339 (tel. 06.5840559 www.usacli.org - Tesseramento 2007-2008);

II premio minimo per ogni gara o manifestazione è stabilito in Euro 15,50 giornaliere lorde (di cui Infortuni Euro 14,00 e RCT Euro 1,50), fino a 30 addetti. Il premio per ogni addetto oltre i primi 30 è stabilito in Euro 0,52 per giornata (di Infortuni Euro 0,47 e RCT Euro 0,05). Art. 9.2. MODALITÀ PER LA COMUNICAZIONE DEI “PARTECIPANTI” A MANIFESTAZIONI La società organizzatrice della gara o manifestazione (Contraente, Comitato Provinciale o Regionale, Società Sportiva, Circolo), dovrà inviare alla sub-Agenzia US ACLI Sport & Sicurezza S.r.l., Via G. Marcora, 18 - 00153 Roma (tel. 06.5840559 fax 06.5840564 e-mail: assicurazione@usacli.org). almeno 24 ore prima della manifestazione, i seguenti dati: • denominazione della manifestazione da assicurare; • numero massimo dei partecipanti previsto (tesserati e non tesserati); • decorrenza e durata della manifestazione; • fotocopia dell’avvenuto versamento (sul conto corrente intestato a US ACLI SPORT E SICUREZZA s.r.l. BNL AG.39 di ROMA C/C 243 - ABI 01005- CAB 03339 (tel. 06.5840559 IBAN IT 74 J 01005 03339 000000000243 www.usacli.org - Tesseramento 2007-2008) o assegno circolare non trasferibile intestato a U.C. Sport & Sicurezza, dell’importo del premio dovuto.

Settembre 2007 n.1

L’assicurazione non avrà effetto prima delle ore 24 del giorno risultante dal timbro postale della raccomandata o del versamento in conto corrente dell’importo dovuto. Premesso che la totalità dei partecipanti deve essere considerato un mero parametro per il calcolo del premio, altrimenti difficilmente calcolabile, si precisa che nei confronti dei partecipanti tesserati la garanzia è prestata esclusivamente nei termini previsti dalle tessere BASE. Il premio lordo dovuto per ogni giornata di manifestazione è il seguente: Fino a 300 partecipanti, (tra tesserati o non tesserati) € 104,00 (Inf. € 93,60 - Rct € 10,40) Da 301 a 1.000 partecipanti, (tra tesserati o non tesserati) € 414,00 (Inf. € 372,60 - Rct € 41,40) Da 1.001 a 5.000 partecipanti, (tra tesserati o non tesserati) € 1.033,00 (Inf. € 929,70 - Rct € 103,30) Oltre 5.000 partecipanti, ogni 1.000 in più (tra tesserati o non tesserati) € 181,00 (Inf. € 162,90 - Rct € 18,10)

SEZIONE 10. RESPONSABILITÀ CIVILE AMMINISTRATIVA E DI CARICA Art. 10.1. OGGETTO DELL’ASSICURAZIONE In caso di richieste risarcitorie che abbiano dato luogo a controversie oggetto di copertura, Ia Società si obbliga altresì a manlevare gli Organismi nazionali dell’U S ACLI, i funzionari Delegati regionali e provinciali, i Presidenti dei Circoli da ogni onere pecuniario derivante da: sentenza definitiva di loro condanna ad esaurimento dei gradi di giudizio consentiti; sentenza dichiarata provvisoriamente esecutiva nei loro confronti, nel caso in cui la Società esprima parere favorevole per la prosecuzione del giudizio e venga proposto appello. Le stesse disposizioni si applicano per la scelta del Consulente e del Perito. La Società non è responsabile dell’operato dei Legali, dei Consulenti e dei Periti scelti dal Contraente, dagli assicurati e dagli aventi causa. Art. 10.2. RISCHI ESCLUSI Sono esclusi i danni derivanti direttamente da: - danni conseguenti a perdita, distruzione o deterioramento di denaro e i titoli al portatore;

53


US Acli

acli oggi

sport di tutti

- danni conseguenti all’intenzionale violazione di leggi, regolamenti e norme dello statuto del contraente, limitatamente all’Assicurato che abbia commesso la violazione; - danni conseguenti ad atti compiuti dagli Assicurati successivamente alla promozione dell’azione di responsabilità da parte del contraente, delle Società affiliate, o dei creditori ovvero successivamente alla denuncia la Tribunale del sospetto di irregolarità nell’adempimento dei doveri inerenti alle rispettive cariche. - fatti connessi alla circolazione di veicoli a motore ed alla navigazione e giacenza in acqua di natanti, nonché all’impiego di aeromobili; - responsabilità civili e penali derivanti da fatto doloso degli Assicurati, limitatamente all’Assicurato che abbia commesso il fatto; - rapporti contrattuali di natura assicurativa assistenziale o previdenziale, limitatamente alle vertenze con Società od Istituti eroganti tali prestazioni; - violazioni di norme di diritto civile, penale od amministrativo derivanti da detenzione od impiego di sostanze radioattive o da contaminazione o inquinamento, da qualsiasi causa originati, atmosferici, di acque, terreni e colture; - danni conseguenti ad atti compiuti successivamente alla richiesta di commissariamento; - per le richieste di danno formulate da un Assicurato verso un altro Assicurato; - in tutti i casi in cui gli Assicurati abbiano acquisito un utile o un vantaggio personale o una remunerazione a cui non avessero legalmente diritto; - per le richieste di danni conseguenti ad insufficienza o mancanza di copertura assicurativa od aventi come oggetto la perdita o la distruzione, compresi i danni indiretti, d’immobili, installazioni, materiali merci dei quali il Contraente o gli Assicurati abbiano la proprietà, il possesso o l’uso o la custodia per le necessità dell’attività sociale; - per danni derivanti dallo svolgimento, da parte degli Assicurati, di qualsiasi attività presso altri Enti e Società; - responsabilità conseguenti ad atti od operazioni esorbitanti dai limiti dell’oggetto e del perseguimento del fine sociale. Art. 10.3. VALIDITÀ DELL’ASSICURAZIONE L’Assicurazione vale per le controversie e/o richieste di risarcimento pervenute agli Assicurati durante il periodo di validità del contratto e denunciate nei modi e nei termini previsti dalle Condizioni Generali di Assicurazione indipendentemente dalla

54

Settembre 2007 n.1

data in cui si sia verificato l’atto o il fatto colposo che ha originato la richiesta di risarcimento. Agli effetti di quanto disposto dall’art 1892 c.c. il Contraente dichiara e la Società ne prende atto di non essere a conoscenza di circostanze o situazioni che possano determinare, durante il periodo di validità del contratto, richieste di risarcimento occasionate da fatti già verificatisi prima della data di effetto della presente polizza. Art. 10.4. PLURALITÀ DI ASSICURATI Qualora la garanzia venga prestata per una pluralità di Assicurati il massimale stabilito in polizza per il danno cui si riferisce la domanda di risarcimento resta per ogni effetto unico anche nel caso di corresponsabilità di più assicurati fra di loro. Art. 10.5. LIMITI DI INDENNIZZO Il massimale indicato in polizza rappresenta il massimo esborso della Società per ogni richiesta di risarcimento; in nessun caso la Società risponderà per somme superiori a detto massimale: per più richieste di risarcimento, anche se presentate in tempi diversi, che traggano origine da una stessa causa; per più richieste di risarcimento, comunque originate, presentate in uno stesso periodo annuo di assicurazione. In caso di più richieste di risarcimento originate d a una medesima causa, Ia data della prima richiesta sarà considerata come data di tutte le richieste, anche se presentate successivamente alla cessazione dell’assicurazione. A tal fine, più richieste di risarcimento originate da una stessa causa sono considerate unico sinistro. Art. 10.6. INTERVENTO PER LA TACITAZIONE DELLA PARTE CIVILE Qualora a seguito di sinistro dovesse aversi la costituzione di parte civile, nel procedimento penale, dei danneggiati o loro aventi causa, la Società si impegna, in accordo con l’Assicurato ad intervenire per ottenere dalla/e controparte/i costituitasi parte/i civile/i la remissione della querela anche prima dell’accertamento in punto di responsabilità, a condizione che ciò sia opportuno e utile per la gestione del sinistro. Il giudizio circa l’opportunità e utilità di tale intervento è demandato ai legali nominati dalla Società e all’Assicurato e/o suoi legali. L’impegno della Società ai sensi di questo articolo, non potrà essere superiore alla somma che sarà stata riconosciuta necessaria in base al giudizio di opportunità e utilità più sopra indicato e non potrà comunque eccedere per uno o più sinistri durante il periodo assicurato, il 20% del massimale assicurato.


US Acli

acli sport di tutti oggi

Art. 10.7. SCOPERTO In caso di danno risarcibili, di ciascun danno resterà a carico degli Assicurati Euro 155,00. Art. 10.8. MASSIMALI Presidenza, Comitato Nazionale, Consigli Regionali, Consigli Provinciali, Euro 510.000,00 per organo. Membri Comitato nazionale, Membri comitato regionali, Membri comitato provinciali, Presidenti delle Società Sportive, Euro 415.000,00

SEZIONE 11. MASSIMALI ASSICURATI PER LA GARANZIA R.C.T. Art. 11.1. TESSERA PROMOCARD • € 150.000,00 per ogni sinistro, qualunque sia il numero delle persone decedute o che abbiano riportato lesioni personali o abbiano sofferto danni a cose od animali di loro proprietà, ma con il limite di: • € 150.000,00 per ciascuna persona deceduta o che abbia subito lesioni personali, e di: • € 150.000,00 per danni a cose ed animali, anche se appartenenti a più persone. Art. 11.2. TESSERA BASE • € 300.000,00 per ogni sinistro, qualunque sia il numero delle persone decedute o che abbiano riportato lesioni personali o abbiano sofferto danni a cose od animali di loro proprietà, ma con il limite di: • € 300.000,00 per ciascuna persona deceduta o che abbia subito lesioni personali, e di: • € 300.000,00 per danni a cose ed animali, anche se appartenenti a più persone. Art. 11.3. TESSERA DIRIGENTI • € 1.500.000,00 per ogni sinistro, qualunque sia il numero delle persone decedute o che abbiano riportato lesioni personali o abbiano sofferto danni a cose od animali di loro proprietà, ma con il limite di: • € 1.500.000,00 per ciascuna persona deceduta o che abbia subito lesioni personali, e di: • € 1.500.000,00 per danni a cose ed animali, anche se appartenenti a più persone.

Settembre 2007 n.1

Art. 11.4. SOCIETÀ E SOCI COLLETTIVI AFFILIATI • € 3.000.000,00 per ogni sinistro, qualunque sia il numero delle persone decedute o che abbiano riportato lesioni personali o abbiano sofferto danni a cose od animali di loro proprietà, ma con il limite di: • € 3.000.000,00 per ciascuna persona deceduta o che abbia subito lesioni personali, e di: • € 3.000.000,00 per danni a cose ed animali, anche se appartenenti a più persone. Art. 11.5. FORMA “INTEGRATIVA B” E “INTEGRATIVA B PLUS” PER I SOLI ATLETI, IN SOSTITUZIONE DEI MASSIMALI DI CUI ALL’ART. 11.2. • € 400.000,00 per ogni sinistro, qualunque sia il numero delle persone decedute o che abbiano riportato lesioni personali o abbiano sofferto danni a cose od animali di loro proprietà, ma con il limite di: • € 400.000,00 per ciascuna persona deceduta o che abbia subito lesioni personali, e di: • € 400.000,00 per danni a cose ed animali, anche se appartenenti a più persone. Art. 11.6. US ACLI - COMITATI NAZIONALI, PROVINCIALI E REGIONALI • € 3.615.000,00 per ogni sinistro, qualunque sia il numero delle persone decedute o che abbiano riportato lesioni personali o abbiano sofferto danni a cose od animali di loro proprietà, ma con il limite di: • € 3.615.000,00 per ciascuna persona deceduta o che abbia subito lesioni personali, e di: • € 3.615.000,00 per danni a cose ed animali, anche se appartenenti a più persone.

SEZIONE 12. CAPITALI ASSICURATI GARANZIA INFORTUNI Art. 12.1. TESSERA PROMOCARD • in caso di morte € 26.000,00 • in caso di lesioni Tabella Lesioni - Allegato A (colonna 1) Altre garanzie previste dalla SEZIONI 5. della presente Convenzione.

55


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

Art. 12.2. TESSERA BASE

Art. 12.4. INTEGRATIVA B

• in caso di morte € 34.000,00 • in caso di lesioni Tabella Lesioni - Allegato A (colonna 1) Altre garanzie previste dalla SEZIONI 5. della presente Convenzione.

• in caso di morte € 46.500,00 • in caso di lesioni Tabella Lesioni - Allegato A (colonna 2) • in caso di diaria da ricovero e gessatura € 15,50 Altre garanzie previste dalle SEZIONI 5. e 7. della presente Convenzione.

Art. 12.3. TESSERA DIRIGENTE • in caso di morte € 62.000,00 • in caso di lesioni Tabella Lesioni - Allegato A (colonna 2) • in caso di diaria da ricovero e gessatura € 15,50 Altre garanzie previste dalle SEZIONI 5., 6. e 7. della presente Convenzione.

Art. 12.5. INTEGRATIVA B PLUS • in caso di morte € 46.500,00 • in caso di lesioni Tabella Lesioni - Allegato A (colonna 2) • in caso di diaria da ricovero e gessatura € 15,50 in caso di invalidità permanente € 75.000,00 Altre garanzie previste dalle SEZIONI 5., 7. e 8. della presente Convenzione.

CONDIZIONI ASSICURATIVE R.C.T.

Art. 4 - Modifiche dell’assicurazione Le eventuali modificazioni dell’assicurazione devono essere provate per iscritto.

NORME CHE REGOLANO L’ASSICURAZIONE IN GENERALE

Art. 5 - Aggravamento del rischio Il Contraente o l’Assicurato devono dare comunicazione scritta alla Società di ogni aggravamento del rischio. Gli aggravamenti di rischio non noti o non accettati dalla Società possono comportare la perdita totale o parziale del diritto all’indennizzo, nonché la stessa cessazione dell’assicurazione (art. 1898 c.c.).

Art. 1 - Dichiarazioni relative alle circostanze del rischio Le dichiarazioni inesatte o le reticenze del Contraente o dell’Assicurato relative a circostanze che influiscono sulla valutazione del rischio, possono comportare la perdita totale o parziale del diritto all’indennizzo, nonché la stessa cessazione dell’assicurazione (artt. 1892, 1893 e 1894 c.c.). Art. 2 - Altre assicurazioni Gli Assicurati sono esonerati dall’obbligo di denunciare alla Società eventuali altre polizze da essi stipulate. Art. 3 - Pagamento del premio L’assicurazione ha effetto dalle ore 24 del giorno indicato in polizza se il premio o la prima rata di premio sono stati pagati, altrimenti ha effetto dalle ore 24 del giorno del pagamento. I premi devono essere pagati all’agenzia alla quale è assegnata la polizza oppure alla Società. Se il Contraente non paga i premi o le rate di premio successivi, l’assicurazione resta sospesa dalle ore 24 del 15° giorno dopo quello della scadenza e riprende vigore dalle ore 24 del giorno del pagamento, ferme le successive scadenze (art. 1901 c.c.).

56

Art. 6 - Diminuzione del rischio Nel caso di diminuzione del rischio la Società è tenuta a ridurre il premio o le rate di premio successivi alla comunicazione dell’Assicurato (art. 1897 c.c.) e rinuncia al relativo diritto di recesso. Art. 7 - Obblighi dell’Assicurato in caso di sinistro In caso di sinistro, l’Assicurato o il Contraente devono darne avviso scritto con le modalità stabilite nell’Art. 2.1. DENUNCIA DEI SINISTRI, della Convenzione, entro 30 giorni (lavorativi) da quando ne ha avuto conoscenza (art. 1913 c.c.). Devono inoltre far seguito nel più breve tempo possibile, le ulteriori indicazioni sulle modalità di accadimento del sinistro di cui l’Assicurato o il Contraente sia venuto a conoscenza, nonché i documenti e gli atti giudiziari o amministrativi relativi al sinistro e successivamente a lui pervenuti. Se l’Assicurato o il Contraente omette o ritarda la presentazione della denuncia di sinistro, l’invio di documentazione o di atti di natura giudiziaria o amministrativa, la Società ha diritto di rifiu-


US Acli

acli sport di tutti oggi tare o ridurre il pagamento del danno in ragione del pregiudizio sofferto (art. 1915 c.c.). Art. 8 - Proroga della assicurazione In mancanza di disdetta, mediante lettera raccomandata spedita almeno 60 giorni prima della scadenza dell’assicurazione, quest’ultima è prorogata per un anno e così successivamente. Art. 9 - Oneri fiscali Gli oneri fiscali relativi all’assicurazione sono a carico del Contraente. Art. 10 - Foro competente Foro competente è esclusivamente quello del luogo ove ha sede l’Assicurato o il Contraente. Art. 11 - Rinvio alle norme di legge Per tutto quanto non è qui diversamente regolato, valgono le norme di legge.

NORME CHE REGOLANO L’ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE RISCHI DIVERSI

Art. 12 - Oggetto dell’assicurazione Assicurazione responsabilità civile verso terzi (R.C.T.) La Società si obbliga a tenere indenne l’Assicurato di quanto questi sia tenuto a pagare, quale civilmente responsabile ai sensi di legge, a titolo di risarcimento (capitale, interessi e spese) di danni involontariamente cagionati a terzi, per morte, per lesioni personali e per distruzione o deterioramento di cose, in conseguenza di un sinistro verificatosi in relazione ai rischi per i quali è stipulata l’assicurazione. Art. 13 - Estensione territoriale L’assicurazione R.C.T. vale per i danni che avvengono nel territorio di tutti i Paesi europei. Art. 14 - Persone non considerate terzi Non sono considerati terzi ai fini dell’assicurazione R.C.T.: a) il coniuge, i genitori, i figli dell’Assicurato, nonché qualsiasi altro parente od affine con lui convivente; b) quando l’Assicurato non sia una persona fisica, il legale rappresentante, il socio a responsabilità illimitata, l’amministratore e le persone che si trovino con loro nei rapporti di cui alla lett. a); b) le persone che, essendo in rapporto di dipendenza con l’Assicurato, subiscano il danno in occasione di lavoro o di ser-

Settembre 2007 n.1

vizio; i subappaltatori ed i loro dipendenti, nonché tutti coloro che, indipendentemente dalla natura del loro rapporto con l’Assicurato, subiscano il danno in conseguenza della loro partecipazione manuale alle attività cui si riferisce l’assicurazione. Art. 15 - Danni esclusi dalla assicurazione L’assicurazione R.C.T. non comprende i danni: a) da circolazione su strade di uso pubblico o su aree ad esse equiparate di veicoli a motore, nonché da navigazione di natanti a motore e da impiego di aeromobili; b) da impiego di veicoli a motore, macchinari od impianti che siano condotti od azionati da persona non abilitata a norma delle disposizioni in vigore; c) alle opere in costruzione e a quelle sulle quali si eseguono i lavori; d) alle cose trasportate sui mezzi di trasporto sotto carico o scarico, ovvero in sosta nell’ambito delle anzidette operazioni; e) conseguenti ad inquinamento dell’aria, dell’acqua o del suolo; f) provocati a cose che l’Assicurato abbia in consegna o custodia o detenga a qualsiasi titolo; g) provocati a cose altrui derivanti da incendio di cose dell’Assicurato e da questi detenute; h) da furto; i) dovuti ad errori od omissioni, disguidi o ritardi nella redazione, consegna, conservazione, pubblicazione, diffusione di atti, documenti, valori e simili; j) da responsabilità volontariamente assunte e non derivanti direttamente per legge; k) derivanti dalla detenzione o dall’impiego di aeromobili; l) derivanti dall’inosservanza delle norme previste dal D.Lgs. n. 196 del 2003 per il trattamento e la tutela dei dati personali; m) derivanti dallo svolgimento delle attività professionali previste dal D.Lgs. 494/1996; n) da fatti di guerra e insurrezioni, terremoti, inondazioni, alluvioni, ed eruzioni vulcaniche; o) da interruzione, impoverimento o deviazione di sorgenti e corsi d’acqua, alterazioni od impoverimenti di falde acquifere, di giacimenti minerari ed in genere di quanto trovasi nel sottosuolo suscettibile di sfruttamento; p) a terreni e colture provocati da animali. q) da detenzione o impiego di esplosivi; r) provocati da persone non in rapporto di dipendenza con l’Assicurato e della cui opera questi si avvalga nell’esercizio della propria attività; s) derivanti dalla proprietà di fabbricati e dei relativi impianti fissi; t) a condutture ed impianti sotterranei in genere; u) a fabbricati ed a cose in genere dovuti ad assestamento, cedimento, franamento o vibrazioni del terreno, da qualsiasi causa determinati;

57


US Acli

acli sport di tutti oggi v) derivanti da interruzioni o sospensioni totali o parziali di attività industriali, commerciali, artigianali, agricole o di servizi; w) di cui l’Assicurato debba rispondere ai sensi degli artt. 1783, 1784, 1785 bis e 1786 del Codice Civile. x) verificatisi in connessione con trasformazioni o assestamenti energetici dell’atomo, naturali o provocati artificialmente (fissione e fusione nucleare, isotopi radioattivi, macchine acceleratrici, ecc.); y) causati da atti di terrorismo (come previsto dall’Art. 16); z) causati da amianto (come previsto dall’Art. 17); aa) derivanti dai rischi informatici (come previsto dall’Art. 18); bb) derivanti dall’emissione di onde e campi elettromagnetici (come previsto dall’Art. 19). Art. 16 - Esclusione terrorismo Si conviene tra le Parti che la Società non risponde di danni, perdite, costi o spese direttamente o indirettamente originati da contaminazione biologica e/o chimica a seguito di atti terroristici di qualsiasi genere . Per atto di terrorismo s’intende, ai sensi della presente clausola, l’uso di violenza minacciato o applicato, per scopi o motivi politici, religiosi, ideologici o etnici, esercitato da una persona o un gruppo di persone che agisce per conto proprio, su incarico o d’intesa con un’organizzazione o organizzazioni, un governo o governi con l’intenzione di esercitare influenza su un governo e/o intimorire l’opinione pubblica o parte di essa . Per contaminazione s’intende, ai sensi della presente clausola, l’inquinamento, l’avvelenamento o l’uso mancato o limitato di beni a causa dell’impiego di sostanze chimiche e/o biologiche. Art. 17 - Esclusione danni da amianto Si conviene tra le Parti che la Società non risponde di danni, perdite, costi o spese direttamente o indirettamente originati dalla presenza, uso, contaminazione, estrazione, manipolazione, lavorazione, vendita, distribuzione e/o stoccaggio di amianto e/o prodotti contenenti amianto. Art. 18 - Esclusione rischi informatici La presente polizza non copre i danni: a dati o software, in particolare qualsiasi modifica che causi deterioramento di dati, software o programmi per computer a seguito di cancellazione, manipolazione o sconvolgimento della struttura originaria e conseguenti danni da interruzione d’esercizio. causati da malfunzionamento, indisponibilità, impossibilità di usare o accedere a dati, software o programmi per computer ed i conseguenti danni da interruzione di esercizio. Art. 19 - Esclusione campi elettromagnetici L’assicurazione non comprende i danni di qualsiasi natura derivanti dall’emissione di onde e campi elettromagnetici.

58

Settembre 2007 n.1

Art. 20 - Gestione delle vertenze di danno - Spese legali La Società assume fino a quando ne ha interesse, a nome dell’Assicurato, la gestione stragiudiziale e giudiziale delle vertenze in sede civile, penale amministrativa, designando, ove occorra, legali o tecnici, ed avvalendosi di tutti i diritti ed azioni spettanti all’Assicurato stesso. L’Assicurato è tenuto a prestare la propria collaborazione per permettere la gestione delle suddette vertenze e a comparire personalmente in giudizio ove la procedura lo richieda. La Società ha diritto di rivalersi sull’Assicurato del pregiudizio derivatole dall’inadempimento di tali obblighi. Sono a carico della Società le spese sostenute per resistere all’azione promossa contro l’Assicurato, entro il limite di un importo pari al quarto del massimale stabilito in polizza per il danno cui si riferisce la domanda. Qualora la somma dovuta al danneggiato superi detto massimale, le spese vengono ripartite fra Società e Assicurato in proporzione del rispettivo interesse. La Società non riconosce le spese incontrate dall’Assicurato per i legali o tecnici che non siano da essa designati e non risponde di multe od ammende né delle spese di giustizia penale.

CONDIZIONI ASSICURATIVE INFORTUNI NORME CHE REGOLANO L’ASSICURAZIONE INFORTUNI

Art. 1 - Oggetto dell’assicurazione L’assicurazione vale per gli infortuni che l’Assicurato subisca nello svolgimento delle attività assicurata indicate nella Convenzione. Sono considerati infortuni anche: l’asfissia non di origine morbosa; gli avvelenamenti acuti da ingestione o da assorbimento di sostanze; le affezioni e gli avvelenamenti conseguenti a morsi di animali od a punture di insetti, escluse le affezioni di cui gli insetti siano portatori necessari; l’annegamento; l’assideramento o il congelamento; i colpi di sole o di calore o di freddo; la folgorazione; le lesioni determinate da sforzi con esclusione degli infarti e delle ernie; quelli sofferti in conseguenza di malore o in stato di incoscienza,


US Acli

acli sport di tutti oggi purché non determinati da abuso di alcolici, dall’uso di allucinogeni o dall’uso non terapeutico di psicofarmaci e di stupefacenti; quelli subiti a causa di imperizia, imprudenza o negligenza anche gravi; quelli conseguenti ad atti compiuti dall’Assicurato per dovere di solidarietà umana e per legittima difesa; l’avvelenamento del sangue e infezione, escluso il virus H.I.V., sempreché il germe infettivo si sia introdotto nell’organismo attraverso una lesione esterna traumatica contemporaneamente al verificarsi della lesione stessa. Art. 2 - Infortuni derivanti da colpa grave e da tumulti popolari In deroga agli artt. 1900 e 1912 c.c. si considerano in garanzia gli infortuni derivanti da colpa grave dell’Assicurato, nonché quelli derivanti da tumulti popolari a condizione che l’Assicurato non vi abbia preso parte attiva. Art. 3 - Rischi esclusi Sono esclusi dall’assicurazione gli infortuni causati: da infarto, ictus provocato da emorragia cerebrale, a trombosi cerebrale, ad embolia o rottura di aneurisma; dall’uso, anche come passeggero, di veicoli o natanti a motore in competizioni non di regolarità pura e nelle relative prove; dalla guida di qualsiasi veicolo o natante a motore, se l’Assicurato è privo dell’abilitazione prescritta dalle disposizioni vigenti, salvo il caso di guida con patente scaduta, ma a condizione che l’Assicurato abbia, al momento del sinistro, i requisisti per il rinnovo; dall’uso, anche come passeggero, di aeromobili (compresi deltaplani, ultraleggeri e parapendio), salvo quanto disposto dall’Art. 6.2. Estensione al Rischio Volo, della Convenzione; dalla pratica di salto dal trampolino con sci o idrosci, bob, slittino (skeleton), sci acrobatico; dalla pratica di pugilato, paracadutismo e sport aerei in genere; dalla partecipazione a imprese di carattere eccezionale (a titolo esemplificativo spedizioni esplorative o artiche, himalyane, andine, regate oceaniche, sci estremo); da ubriachezza, da abuso di psicofarmaci, dall’uso di stupefacenti o allucinogeni; da operazioni chirurgiche, accertamenti o cure mediche non resi necessari da infortunio; dalla partecipazione dell’Assicurato a delitti da lui commessi o tentati; di sport costituenti per l’Assicurato attività professionale, principale o secondaria o che comunque comporti remunerazione sia diretta che indiretta, non dichiarata; da guerra, insurrezione, movimento tellurico, inondazione od eruzione vulcanica; da trasformazioni o assestamenti energetici dell’atomo, naturali o

Settembre 2007 n.1

provocati, e da accelerazione di particelle atomiche (fissione o fusione nucleare, isotopi radioattivi, macchine acceleratrici, raggi X, ecc.); direttamente o indirettamente, da contaminazione biologica e/o chimica a seguito di atti terroristici di qualsiasi genere. Sono altresì escluse: le ernie; le infezioni del virus H.I.V. anche se derivanti da infortunio. Art. 4 - Persone non assicurabili La Società presta l’assicurazione su dichiarazione dell’Assicurato di non essere affetta da: alcoolismo, tossicodipendenza, sieropositività ove già diagnosticata dal testo H.I.V., sindrome di immunodeficienza acquisita, né dalle seguenti infermità mentali: sindromi organiche cerebrali, disturbi schizofrenici, disturbi paranoici, forme maniaco-depressive indipendentemente dalla concreta valutazione dello stato di salute dell’Assicurato medesimo. In caso di dichiarazioni inesatte o reticenti si applica quanto disposto dall’Art. 10 - Dichiarazioni relative alle circostanze del rischio, delle presenti Norme. Il manifestarsi nell’Assicurato di una o più delle affezioni o malattie di cui sopra nel corso del contratto costituisce causa di cessazione dell’assicurazione. Art. 5 - Limiti territoriali L’assicurazione vale per il mondo intero. Art. 6 - Criteri di indennizzabilità La Società corrisponde l’indennizzo per le conseguenze dirette ed esclusive dell’infortunio. Se, al momento dell’infortunio, l’Assicurato non è fisicamente integro e sano, sono indennizzabili soltanto le conseguenze che si sarebbero comunque verificate qualora l’infortunio avesse colpito una persona fisicamente integra e sana. In caso di perdita anatomica o riduzione funzionale di un organo o di un arto già minorato, le percentuali di cui all’Art. 8.1. Invalidità Permanente, della Convenzione, sono diminuite tenendo conto del grado di invalidità preesistente. Art. 7 - Limiti di età L’assicurazione è prestata per gli iscritti senza limiti di età. Art. 8 - Controversie - Arbitrato irrituale Le controversie di natura medica sulla Lesione, sul grado di Invalidità Permanente, nonché sull’applicazione dei criteri di indennizzabilità previsti dall’Art. 6 - Criteri di indennizzabilità, possono essere demandate per iscritto ad un Collegio di tre medici, nominati uno per parte ed il terzo di comune accordo o, in caso contrario, dal Consiglio dell’Ordine dei Medici avente giurisdizione nel luogo ove deve riunirsi il Collegio dei Medici.

59


US Acli

acli sport di tutti oggi Il Collegio medico risiede nel Comune, sede di Istituto di medicina legale, più vicino al luogo di residenza dell’Assicurato. Ciascuna delle Parti sostiene le proprie spese e remunera il Medico da essa designato, contribuendo per la metà delle spese e competenze per il terzo medico. È data facoltà al Collegio medico di rinviare, ove ne riscontri l’opportunità, l’accertamento definitivo della Invalidità Permanente ad epoca da definirsi dal Collegio stesso, nel qual caso il Collegio può intanto concedere una provvisionale sull’indennizzo. Le decisioni del Collegio medico sono prese a maggioranza di voti, con dispensa da ogni formalità di legge, e sono vincolanti per le Parti, le quali rinunciano fin da ora a qualsiasi impugnativa salvo i casi di violenza, dolo, errore o violazione di patti contrattuali. I risultati delle operazioni arbitrali devono essere raccolti in apposito verbale, da redigersi in doppio esemplare, uno per ognuna delle Parti. Art. 9 - Rinuncia al diritto di surrogazione La Società rinuncia, a favore dell’Assicurato e dei suoi aventi diritto, al diritto di surrogazione di cui all’art. 1916 c.c. verso i terzi responsabili dell’infortunio ad esclusione degli infortuni derivanti da circolazione su strada. Art. 10 - Dichiarazioni relative alle circostanze del rischio Le dichiarazioni inesatte o le reticenze del Contraente relative a circostanze che influiscono sulla valutazione del rischio, possono comportare la perdita totale o parziale del diritto all’indennizzo, nonché la stessa cessazione dell’assicurazione, ai sensi degli artt. 1892, 1893 e 1894 c.c.. Art. 11 - Altre assicurazioni Gli Assicurati sono esonerati dall’obbligo di denunciare alla Società eventuali altre polizze da essi stipulate. Art. 12 - Pagamento del premio L’assicurazione ha effetto dalle ore 24 del giorno indicato in polizza, se il premio o la prima rata di premio sono stati pagati; altrimenti ha effetto dalle ore 24 del giorno del pagamento. Se il Contraente non paga i premi o le rate di premio successivi, l’assicurazione resta sospesa dalle ore 24 del 15° giorno dopo quello della scadenza e riprende vigore dalle ore 24 del giorno del pagamento, ferme le successive scadenze, ai sensi dell’art. 1901 c.c.. I premi devono essere pagati all’Agenzia che ha in gestione il contratto o alla Società. Art. 13 - Modifiche dell’assicurazione Le eventuali modificazioni dell’assicurazione devono essere provate per iscritto.

60

Settembre 2007 n.1

Art. 14 - Aggravamento del rischio Il Contraente deve dare comunicazione scritta alla Società di ogni aggravamento del rischio. Gli aggravamenti di rischio non noti o non accettati dalla Società possono comportare la perdita totale o parziale del diritto all’indennizzo, nonché la stessa cessazione dell’assicurazione, ai sensi dell’art. 1898 c.c.. Art. 15 - Diminuzione del rischio Nel caso di diminuzione del rischio la Società è tenuta a ridurre il premio o le rate di premio successivi alla comunicazione dell’Assicurato o del Contraente, ai sensi dell’art. 1897 c.c. e rinuncia al relativo diritto di recesso. Art. 16 - Obblighi dell’Assicurato o del Contraente in caso di sinistro In caso di sinistro, l’Assicurato o il Contraente deve darne avviso scritto, con le modalità stabilite nell’Art. 2.1. DENUNCIA DEI SINISTRI, della Convenzione, entro 30 giorni (lavorativi) da quando ne ha avuto conoscenza, ai sensi dell’art. 1913 c.c. L’inadempimento di tale obbligo può comportare la perdita totale o parziale del diritto all’indennizzo, ai sensi dell’art. 1915 c.c. La denuncia dell’infortunio deve contenere l’indicazione del luogo, giorno, ora e causa dell’evento e deve essere corredata da certificato medico. Il decorso delle lesioni deve essere documentato da ulteriori certificati medici. L’Assicurato o, in caso di morte, i beneficiari, devono consentire alla Società le indagini e gli accertamenti necessari. Art. 17 - Proroga dell’assicurazione In mancanza di disdetta mediante lettera raccomandata spedita almeno 60 giorni prima della scadenza, l’assicurazione di durata non inferiore ad un anno è prorogata per un anno e così successivamente. Art. 18 - Oneri fiscali Gli oneri fiscali relativi all’assicurazione sono a carico del Contraente. Art. 19 - Foro competente Foro competente è quello del luogo di residenza o sede del Contraente o Assicurato. Art. 20 - Ininfluenza degli obblighi assicurativi di legge Ai fini della presente assicurazione è ininfluente qualsiasi obbligo dovesse derivare al Contraente da leggi vigenti o future. Art. 21 - Rinvio alle norme di legge Per tutto quanto non è qui diversamente regolato, valgono le norme di legge.


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

Decreto Legislativo n. 196 del 30/06/03 “Codice in materie di protezione dei dati personali” Informativa ai sensi dell’Art. 13 del D. Lgs. 196/2003

Secondo quanto previsto dal D. LGS 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” che reca disposizioni sulla tutela della persona e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali (d’ora innanzi “il Decreto Legislativo”), CARIGE ASSICURAZIONI intende informarla in merito ai punti sotto indicati. 1. FONTE E NATURA DEI DATI PERSONALI I dati personali in possesso della Società sono raccolti presso di Lei, ad esempio in occasione della stipula di un contratto. I dati personali raccolti dalla Società possono eventualmente includere anche quei dati che il Decreto Legislativo definisce “sensibili”: tali sono i dati relativi allo stato di salute, alle opinioni religiose, ovvero all’adesione a sindacati, partiti politici e a qualsivoglia organizzazione o associazione. 2. FINALITÀ DEL TRATTAMENTO DEI DATI I dati personali sono trattati nell’ambito della normale attività della Società, in relazione alle seguenti finalità: A) connesse all’adempimento di obblighi previsti da leggi, regolamenti e dalla normativa comunitaria, nonché disposizioni impartite da autorità a ciò legittimate dalla legge e da organi di vigilanza e di controllo (es.: UIC; Casellario Centrale Infortuni; Motorizzazione Civile). B) di conclusione, gestione ed esecuzione dei contratti, di gestione e liquidazione dei sinistri attinenti esclusivamente all’esercizio dell’attività assicurativa e riassicurativa, a cui la Società è autorizzata ai sensi delle vigenti disposizioni di legge; C) di informazione e promozione commerciale, ricerche di mercato e indagini sulla qualità dei servizi e sulla soddisfazione dei clienti, non strettamente legate con i servizi che La riguardano, ma utili per migliorarli e per conoscere nuovi servizi offerti dalla Società e dai soggetti di cui al successivo punto 4), lettera c). 3. MODALITÀ DEL TRATTAMENTO DEI DATI In relazione alle indicate finalità, il trattamento dei Suoi dati personali è effettuato a mezzo di strumenti informatici, telematici e/o manuali, con logiche strettamente correlate alle finalità sopra indicate e con l’adozione delle misure necessarie ed adeguate per garantirne la sicurezza e la riservatezza. 4. COMUNICAZIONE A TERZI DEI SUOI DATI PERSONALI In relazione alle attività svolte dalla CARIGE ASSICURAZIONI può essere necessario comunicare i Suoi dati a soggetti terzi; più precisamente possono essere necessarie le seguenti tipologie di comunicazione dipendenti dalle diverse attività svolte dalla nostra Società: a) Comunicazioni obbligatorie: sono quelle comunicazioni che la società È tenuta a effettuare in base a leggi, regolamenti, normativa comunitaria, o disposizioni impartite dalle diverse Autorità preposte come ISVAP, Ministero delle Attività Produttive, CONSAP, UCI, Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, altre banche dati nei confronti delle quali la comunicazione dei dati è obbligatoria, ad esempio: Ufficio Italiano Cambi; Casellario Centrale Infortuni; Motorizzazione Civile e dei Trasporti in concessione; Enti gestori di assicurazioni sociali obbligatorie: (INPS, Anagrafe Tributaria, Consorzi agricoli di difesa dalla grandine e da altri eventi naturali); Magistratura; Forze dell’ordine (P.S., C.C., C.d.F., VV.UU.); organismi associativi ANIA e consortili propri del settore assicurativo, quali: Comitati delle Compagnie di Assicurazioni Marittime; CID; Pool Rischi Atomici; Pool Handicappati; Pool R.C. Inquinamento; ANADI; CIAA; ULAV. b) Comunicazioni strettamente connesse al rapporto intercorrente: rientrano in questa tipologia le comunicazioni necessarie per la conclusione di nuovi rapporti contrattuali e/o per la gestione ed esecuzione dei rapporti giuridici in essere, con ad esempio società di servizi preposte alla lavorazione delle diverse tipologie di dati,

61


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

sempre nei limiti necessari per l’esecuzione della prestazione richiesta; soggetti appartenenti al settore assicurativo, quali assicuratori, coassicuratori e riassicuratori, agenti, sub-agenti, produttori di agenzia, mediatori di assicurazione ed altri canali di acquisizione di contratti di assicurazione (ad esempio: banche e SIM); legali, periti, società di servizi a cui siano affidati la gestione, la liquidazione ed il pagamento dei sinistri, autofficine, centri di demolizione di autoveicoli, società di servizi per il quietanzamento, società di servizi informatici o di archiviazione, società di revisione, società di informazione commerciale per rischi finanziari, società di servizi per il controllo delle frodi, società di recupero crediti, società di servizi postali. Le chiediamo di esprimere il Suo consenso alla comunicazione dei dati alle categorie di soggetti indicati alle lettere a) e b) del presente punto, in relazione alle finalità di cui al punto 2, lettere A) e B) dell’informativa stessa. c) Comunicazioni strumentali all’attività della ns. Società: è ns. obiettivo migliorare la qualità dei ns. servizi; a tal fine può essere indispensabile fornire i Suoi dati personali a Società che collaborano con CARIGE ASSICURAZIONI, ad esempio le società del Gruppo BANCA CARIGE, società controllanti, collegate, correlate, ed altri soggetti, che possano offrire servizi di qualità alla ns. Clientela. Tali soggetti utilizzeranno i dati comunicati in qualità di “Titolari” autonomi del trattamento. Per consentirci di poterle offrire servizi sempre migliori ed aderenti alle Sue necessità, Le chiediamo di esprimere il Suo consenso al trattamento dei dati e alla comunicazione ai soggetti sopra indicati di cui alla lettera c), in relazione alle finalità di cui al punto 2, lettera C) della presente informativa. Un eventuale diniego non pregiudica il rapporto giuridico, ma preclude l’opportunità di svolgere attività di informazione e di promozione commerciale da parte della ns. Società e delle Società che collaborano con noi. 5. DIFFUSIONE DEI DATI I dati personali acquisiti non sono oggetto di diffusione. 6. TRASFERIMENTO DEI DATI ALL’ESTERO Nello svolgimento della propria attività, la Società si avvale anche di soggetti situati all’estero per effettuare le attività relative alla Riassicurazione. In ogni caso, non è previsto trasferimento all’estero di Suoi dati in relazione alle finalità di cui al precedente punto 2, lettera C). 7. DIRITTI DI CUI ALL’ART. 7 del D. LGS 196/2003 (DIRITTI DELL’INTERESSATO) La informiamo che l’art. 7 del Codice conferisce ad ogni Interessato taluni specifici diritti, e in particolare: di ottenere dal Titolare la conferma dell’esistenza dei Suoi dati personali e la comunicazione in forma intelligibile dei dati stessi; di conoscere l’origine dei dati, nonché la logica e le finalità su cui si basa il trattamento; di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge nonché l’aggiornamento, la rettifica o, se vi è interesse, l’integrazione dei dati; di opporsi, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorché pertinenti allo scopo della raccolta; di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. 8. TITOLARE E RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO Titolare del trattamento dei dati personali è la CARIGE ASSICURAZIONI S.p.A. , con sede in Viale Certosa, 222 - 20156 Milano, nella persona del Legale Rappresentante pro tempore. Il Responsabile del trattamento dei dati è il Responsabile della Privacy, il cui nominativo è depositato presso la Sede della Società e presso l’Ufficio del Garante. Le richieste di cui all’Art. 7 del Decreto Legislativo vanno indirizzate per iscritto al responsabile della Privacy presso la Sede della Società. Infine, i suoi dati personali possono essere conosciuti dai dipendenti e dai collaboratori esterni della Società in qualità di incaricati del trattamento (autorizzati quindi formalmente a compiere operazioni di trattamento dal titolare o dal responsabile).

62


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

TABELLA LESIONI

ALLEGATO "A"

TIPO DI DANNO

(promocard e base)

(copertura integrativa)

ARTO SUPERIORE (Dx o Sn) BRACCIO FRATTURA DIAFISARIA OMERALE FRATTURA EPIFISI PROSSIMALE O SUPERIORE OMERALE (DELIMITATA DAL COLLO CHIRURGICO) FRATTURA EPIFISI DISTALE O INFERIORE OMERALE (DELIMITATA DALLA LINEA IDEALE CHE UNISCE TROCLEA E CAPITELLO) AVAMBRACCIO FRATTURA DIAFISARIA RADIALE FRATTURA EPIFISI PROSSIMALE RADIO (FRATTURA TUBEROSITA’ RADIALE O CAPITELLO O COLLO O CIRCOFERENZA ARTICOLARE) FRATTURA EPIFISI DISTALE RADIO (FACCIA ARTICOLARE CARPICA O PROCESSO STILOIDEO O INCISURA ULNARE) FRATTURA DIAFISARIA ULNARE FRATTURA EPIFISI PROSSIMALE ULNA (OLECRANO O PROCESSO CORONOIDEO O INCISURA SEMILUNARE E RADIALE) FRATTURA EPIFISI DISTALE (CAPITELLO O CIRCONFERENZA ARTICOLARE O PROCESSO STILOIDEO) FRATTURA BIOSSEA RADIO E ULNA COMPOSTA FRATTURA BIOSSEA RADIO E ULNA SCOMPOSTA POLSO E MANO FRATTURA SCAFOIDE FRATTURA SEMILUNARE FRATTURA PIRAMIDALE FRATTURA PISIFORME FRATTURA TRAPEZIO FRATTURA TRAPEZOIDE FRATTURA CAPITATO FRATTURA UNCINATO FRATTURA I METACARPALE FRATTURA II O III O IV O V METACARPALE SINDROME DA TUNNEL CARPALE O M. DI DUPUYTREN (trattato chirurgicamente)

124,00 248,00

136,40 272,80

248,00

272,80

83,00

91,30

166,00

182,60

166,00 83,00

182,60 91,30

166,00 166,00 166,00 207,00

182,60 182,60 182,60 227,70

207,00 124,00 83,00 52,00 83,00 83,00 83,00 83,00 248,00 124,00 166,00

227,70 136,40 91,30 57,20 91,30 91,30 91,30 91,30 272,80 136,40 182,60

FRATTURA PRIMA FALANGE DITA POLLICE INDICE MEDIO ANULARE MIGNOLO

166,00 124,00 124,00 83,00 124,00

182,60 136,40 136,40 91,30 136,40

FRATTURA SECONDA FALANGE DITA POLLICE INDICE MEDIO ANULARE MIGNOLO

124,00 104,00 83,00 52,00 83,00

136,40 114,40 91,30 57,20 91,30

83,00 52,00 52,00 83,00

91,30 57,20 57,20 91,30

248,00 414,00

272,80 455,40

414,00 166,00

455,40 182,60

124,00

136,40

FRATTURA TERZA FALANGE DITA INDICE MEDIO ANULARE MIGNOLO ARTO INFERIORE (Dx o Sx) FRATTURA FEMORE DIAFISARIA EPIFISI PROSSIMALE (Delimitata dal collo chirurgico) EPIFISI DISTALE (Delimitata da una linea ideale che congiunge i due epicondili attraverso la fossa intercondiloidea a quella sopratrocleare) FRATTURA ROTULA FRATTURA TIBIA DIAFISARIA

63


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

ESTREMITÀ SUPERIORE (eminenza intercondiloidea o faccette articolari superiori o condili o faccette articolare fibulare) ESTREMITÀ INFEFIORE (malleolo mediale o faccetta articolare inferiore)

207,00 207,00

227,70 227,70

FRATTURA PERONE DIAFISARIA ESTREMITÀ SUPERIORE (capitello o faccetta articolare tibiale) ESTREMITÀ INFERIORE (malleolo laterale o faccetta articolare) FRATTURA BIOSSEA TIBIA E PERONE COMPOSTA FRATTURA BIOSSEA TIBIA E PERONE SCOMPOSTA

83,00 124,00 166,00 207,00 248,00

91,30 136,40 182,60 227,70 272,80

TARSO FRATTURA ASTRAGALO FRATTURA CALCAGNO FRATTURA SCAFOIDE FRATTURA CUBOIDE FRATTURA CUNEIFORME

248,00 290,00 124,00 166,00 52,00

272,80 319,00 136,40 182,60 57,20

METATARSI FRATTURA I METATARSALE FRATTURA II O III O IV O V METATARSALE

166,00 83,00

182,60 91,30

FALANGI FRATTURA ALLUCE (I o II Falange) FRATTURA I o II o III FALANGE DI OGNI ALTRO DITO DEL PIEDE

104,00 52,00

114,40 57,20

LESIONI DENTARIE ROTTURA INCISIVO CENTRALE SUPERIORE (per ogni dente) ROTTURA INCISIVO CENTRALE INFERIORE (per ogni dente) ROTTURA INCISIVO LATERALE (per ogni dente) ROTTURA CANINI (per ogni dente) ROTTURA PRIMI PREMOLARI (per ogni dente) ROTTURA SECONDI PREMOLARI (per ogni dente) ROTTURA PRIMI MOLARI (per ogni dente) ROTTURA SECONDI MOLARI (per ogni dente) ROTTURA TERZO MOLARE SUPERIORE ROTTURA TERZO MOLARE INFERIORE

78,00 52,00 78,00 78,00 78,00 78,00 104,00 78,00 52,00 52,00

85,80 57,20 85,80 85,80 85,80 85,80 114,40 85,80 57,20 57,20

LESIONI PARTICOLARI ASPORTAZIONE CHIRURGICA DI PARTE DI TECA CRANICA (indipendentemente dall’estensione delle braccia)

331,00

364,10

414,00 1.163,00 414,00 3.099,00 1.550,00 3.099,00 1.163,00 3.099,00 15.494,00 207,00 166,00 248,00

455,40 1.279,30 455,40 3.408,90 1.705,00 3.408,90 1.279,30 3.408,90 17.043,40 227,70 182,60 272,80

414,00 166,00 3.874,00 124,00 207,00 1.163,00 2.325,00 1.550,00 1.163,00 2.712,00

455,40 182,60 4.261,40 136,40 227,70 1.279,30 2.557,50 1.705,00 1.279,30 2.983,20

PIEDE

LESIONI

ROTTURA MILZA CON SPLENECTOMIA ROTTURA RENE CON NEFRECTOMIA ESITI EPATECTOMIA (oltre un terzo del parenchima) GASTRORESEZIONE ESTESA (oltre la metà) o GASTRECTOMIA TOTALE RESEZIONE DEL TENUE (fino al 70% con conservazione valvola ileo-cecale) - non cumulabile RESEZIONE DEL TENUE (oltre il 70% con coinvolgimento valvola ileo-cecale) - non cumulabile RESEZIONE PARZIALE DEL COLON CON INTEGRITÀ DEL RETTO - non cumulabile COLECTOMIA TOTALE –non cumulabileAMPUTAZIONE ADDOMINO-PERINEALE E ANO PRETERNATURALE - non cumulabile COLECISTECTOMIA –non cumulabileSAFENECTOMIA MONOLATERALE O EMORROIDECTOMIA SAFENECTOMIA BILATERALE (non cumulabile) EPATITI TOSSICHE O INFETTIVE (con test enzimatici e sieroproteici alterati e con bilirubinemia oltre i valori normali) PORTATORE ASINTOMATICO ANTICORPO POSITIVO (HIV+) PANCREATECTOMIA SUBTOTALE (oltre la metà) O TOTALE - non cumulabile ERNIA CRURALE O IPOEPIGASTRICA O OMBELICALE O DIAFRAMMATICA (trattate chirurgicamente) ERNIA INGUINALE (trattata chirurgicamente) LOBOCTOMIA POLMONARE PNEUMONECTOMIA PROTESI SU AORTA TORACICA PROTESI SU AORTA ADDOMINALE PERDITA ANATOMICA DI UN GLOBO OCULARE

64


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre Settembre 2007 2007 n.1 n.1

CECITÀ MONOLATERALE (Perdita irreversibile non inferiore a 9/10 di visus) PERDITA TOTALE DELLA FACOLTÀ VISIVA DI AMBEDUE GLI OCCHI SORDITÀ COMPLETA UNILATERALE SORDITÀ COMPLETA BILATERALE PERDITA NASO (oltre i due terzi) CORDECTOMIA EMILARINGECTOMIA LARINGECTOMIA PERDITA LINGUA (oltre i due terzi) PERDITA COMPLETA DI UN PADIGLIONE AURICOLARE PERDITA COMPLETA DI ENTRAMBI I PADIGLIONI AURICOLARI ERNIA DISCALE DA SFORZO (unica o plurima - trattata chirurgicamente) ROTTURA SOTTOCUTANEA TENDINE D’ACHILLE (trattata chirurgicamente) PROTESI D’ANCA (non cumulabile) PROTESI DI GINOCCHIO (non cumulabile) PATELLECTOMIA TOTALE PATELLECTOMIA PARZIALE PERDITA ANATOMICA DI UN TESTICOLO PERDITA ANATOMICA DEI DUE TESTICOLI ISTERECTOMIA (non cumulabile) ISTEROANNESSIECTOMIA BILATERALE OVARIECTOMIA O SALPINGECTOMIA MONOLATERALE PTOSI PALPEBRALE EVIRAZIONE COMPLETA PERDITA ANATOMICA DEL PENE IMPOSSIBILITÀ ALL'EREZIONE CASTRAZIONE LESIONI MUSCOLO-TENDINEE ROTTURA DELLA CUFFIA DEI ROTATORI (trattata chirurgicamente) - non cumulabile ROTTURA DEL TENDINE DISTALE DEL BICIPITE BRACHIALE (trattata chirurgicamente) ROTTURA DEL TENDINE PROSSIMALE DEL BICIPITE BRACHIALE (trattata chirurgicamente) ROTTURA DEI TENDINI DELLE DITA DI UNA MANO (trattata chirurgicamente) - valore massimo per ogni dito ROTTURA DEI TENDINI DEL QUADRICIPITE FEMORALE (trattata chirurgicamente) - non cumulabile LUSSAZIONE ARTICOLAZIONE TEMPORO-MANDIBOLARE (Documentata radiologicamente) LUSSAZIONE RECIDIVANTE GLENO-OMERALE (trattata chirurgicamente) LUSSAZIONE GLENO-OMERALE (evidenziata radiologicamente) LUSSAZIONE STERNO-CLAVEARE (trattata chirurgicamente) LUSSAZIONE ACROMION-CLAVEARE (trattata chirurgicamente) LUSSAZIONE GOMITO (evidenziata radiologicamente) LUSSAZIONE RADIO-CARPICA (trattata chirurgicamente) - non cumulabile LUSSAZIONE MF O IF 2-3-4-5 DITO DELLA MANO (evidenziata radiologicamente) - valore massimo per ogni dito LUSSAZIONE MF O IF POLLICE (trattata chirurgicamente) LUSSAZIONE D’ANCA (Documentata radiologicamente) LUSSAZIONE METATARSO-FALANGEA O IF DELL’ALLUCE (Documentata radiologicamente) LUSSAZIONE METATARSO-FALANGEA O IF II O III O IV O V DITO DEL PIEDE (Documentata radiologicamente) LESIONE DEI LEGAMENTI COLLATERALI DEL GINOCCHIO (trattata chirurgicamente) LESIONI DEL CROCIATO ANTERIORE O POSTERIORE O DEL PIATTO TIBIALE (trattate chirurgicamente) - non cumulabili tra loro LESIONI ISOLATE DELLA CAPSULA O MENISCALI (trattate chirurgicamente) non cumulabili tra loro LESIONE TENDINE ROTULEO (trattata chirurgicamente) LESIONI CAPSULO-LEGAMENTOSE DELLA TIBIO-PERONEO-ASTRAGALICA (trattate chirurgicamente) non cumulabili tra loro LUSSAZIONE ULNO CARPICA LUSSAZIONE ROTULA LUSSAZIONE TIBIO TARSICA LUSSAZIONE VERTEBRALE

1.937,00 25.823,00 930,00 3.874,00 2.325,00 1.163,00 1.937,00 3.874,00 18.076,00 331,00 1.163,00 331,00 166,00 1.550,00 1.937,00 414,00 166,00 207,00 1.937,00 1.550,00 2.324,00 207,00 83,00 3.254,00 2.478,00 1.705,00 1.705,00

2.130,70 28.405,30 1.023,00 4.261,40 2.557,50 1.279,30 2.130,70 4.261,40 19.883,60 364,10 1.279,30 364,10 182,60 1.705,00 2.130,70 455,40 182,60 227,70 2.130,70 1.705,00 2.556,40 227,70 91,30 3.579,40 2.725,80 1.875,50 1.875,50

372,00 207,00 290,00 124,00 248,00

409,20 227,70 319,00 136,40 272,80

166,00 290,00 207,00 124,00 166,00 248,00 207,00 104,00 166,00 414,00 83,00

182,60 319,00 227,70 136,40 182,60 272,80 227,70 114,40 182,60 455,40 91,30

52,00 207,00

57,20 227,70

331,00 104,00 104,00

364,10 114,40 114,40

248,00 25,00 25,00 104,00 83,00

272,80 27,50 27,50 114,40 91,30

20.659,00 18.076,00 16.785,00 13.428,00 14.978,00

22.724,90 19.883,60 18.463,50 14.770,80 16.475,80

AMPUTAZIONI ARTO SUPERIORE AMPUTAZIONE OLTRE I DUE TERZI DELL’ARTO SUPERIORE AMPUTAZIONE OLTRE I DUE TERZI DELL’AVAMBRACCIO AMPUTAZIONE DI UNA MANO O DI TUTTE LE DITA DI UNA MANO AMPUTAZIONE POLLICE E INDICE E MEDIO E ANULARE AMPUTAZIONE POLLICE E INDICE E MEDIO E MIGNOLO

65


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

AMPUTAZIONE POLLICE E INDICE E ANULARE E MIGNOLO AMPUTAZIONE POLLICE E MEDIO E ANULARE E MIGNOLO AMPUTAZIONE INDICE E MEDIO E ANULARE E MIGNOLO AMPUTAZIONE POLLICE E INDICE E MEDIO AMPUTAZIONE POLLICE E INDICE E ANULARE AMPUTAZIONE POLLICE E INDICE E MIGNOLO AMPUTAZIONE POLLICE E MEDIO E ANULARE AMPUTAZIONE POLLICE E MEDIO E MIGNOLO AMPUTAZIONE POLLICE E ANULARE E MIGNOLO AMPUTAZIONE INDICE E MEDIO E ANULARE AMPUTAZIONE INDICE E MEDIO E MIGNOLO AMPUTAZIONE MEDIO E ANULARE E MIGNOLO AMPUTAZIONE POLLICE E INDICE AMPUTAZIONE POLLICE E MEDIO AMPUTAZIONE POLLICE E ANULARE AMPUTAZIONE POLLICE E MIGNOLO AMPUTAZIONE INDICE E MEDIO AMPUTAZIONE INDICE E ANULARE AMPUTAZIONE INDICE E MIGNOLO AMPUTAZIONE MEDIO E ANULARE AMPUTAZIONE MEDIO E MIGNOLO AMPUTAZIONE ANULARE E MIGNOLO AMPUTAZIONE OLTRE I DUE TERZI DEL POLLICE AMPUTAZIONE OLTRE I DUE TERZI DELL’INDICE AMPUTAZIONE OLTRE I DUE TERZI DEL MEDIO AMPUTAZIONE OLTRE I DUE TERZI DELL’ANULARE AMPUTAZIONE OLTRE I DUE TERZI DEL MIGNOLO AMPUTAZIONE OLTRE I DUE TERZI DELLA FALANGE UNGUEALE DEL POLLICE AMPUTAZIONE OLTRE I DUE TERZI DELLA FALANGE UNGUEALE DELL’INDICE AMPUTAZIONE OLTRE I DUE TERZI DELLA FALANGE UNGUEALE DEL MEDIO AMPUTAZIONE OLTRE I DUE TERZI DELLA FALANGE UNGUEALE DELL’ANULARE AMPUTAZIONE OLTRE I DUE TERZI DELLA FALANGE UNGUEALE DEL MIGNOLO AMPUTAZIONE DELLA II E III FALANGE DELL’INDICE AMPUTAZIONE DELLA II E III FALANGE DEL MEDIO AMPUTAZIONE DELLA II E III FALANGE DELL’ANULARE AMPUTAZIONE DELLA II E III FALANGE DEL MIGNOLO

14.461,00 3.874,00 3.409,00 3.487,00 3.254,00 3.642,00 2.944,00 332,00 3.099,00 2.479,00 2.867,00 2.325,00 2.712,00 2.712,00 2.170,00 2.557,00 1.860,00 1.705,00 2.092,00 1.395,00 1.782,00 1.550,00 1.550,00 1.085,00 414,00 290,00 930,00 1.008,00 207,00 145,00 104,00 186,00 414,00 331,00 248,00 372,00

15.907,10 4.261,40 3.749,90 3.835,70 3.579,40 4.006,20 3.238,40 365,20 3.408,90 2.726,90 3.153,70 2.557,50 2.983,20 2.983,20 2.387,00 2.812,70 2.046,00 1.875,50 2.301,20 1.534,50 1.960,20 1.705,00 1.705,00 1.193,50 455,40 319,00 1.023,00 1.108,80 227,70 159,50 114,40 204,60 455,40 364,10 272,80 409,20

ARTO INFERIORE AMPUTAZIONE OLTRE I DUE TERZI DELL’ARTO INFERIORE (al di sopra della metà della coscia) AMPUTAZIONE AL DI SOTTO DELLA META’ DELLA COSCIA (ma al di sopra del ginocchio) AMPUTAZIONE TOTALE O OLTRE I DUE TERZI DELLA GAMBA (al di sotto del ginocchio) AMPUTAZIONE DI GAMBA AL TERZO INFERIORE PERDITA DI UN PIEDE PERDITA DELL’AVAMPIEDE ALLA LINEA TARSO-METATARSALE PERDITA DI AMBEDUE I PIEDI PERDITA DELL’ALLUCE PERDITA DELLA FALANGE UNGUEALE DELL’ALLUCE PERDITA DI OGNI ALTRO DITO DEL PIEDE

18.076,00 16.785,00 16.785,00 3.874,00 3.487,00 2.092,00 25.823,00 248,00 124,00 42,00

19.883,60 18.463,50 18.463,50 4.261,40 3.835,70 2.301,20 28.405,30 272,80 136,40 46,20

290,00 207,00

319,00 227,70

124,00 166,00 290,00 124,00 83,00 104,00 166,00 207,00 331,00

136,40 182,60 319,00 136,40 91,30 114,40 182,60 227,70 364,10

LESIONI APPARATO SCHELETRICO CRANIO FRATTURA OSSO FRONTALE OCCIPITALE O PARIETALE O TEMPORALE O LINEE DI FRATTURA INTERESSANTI TRA LORO TALI OSSA FRATTURA SFENOIDE FRATTURA OSSO ZIGOMATICO O MASCELLARE O PALATINO O LINEE DI FRATTURA INTERESSANTI TRA LORO TALI OSSA FRATTURA LEFORT I (distacco dell’arcata superiore del mascellare) FRATTURA LEFORT II O III (non cumulabili tra loro nè con LEFORT I) FRATTURA ETMOIDE FRATTURA OSSO LACRIMALE O JOIDEO O VOMERE (non cumulabile) FRATTURA OSSA NASALI FRATTURA MANDIBOLARE (PER LATO) LACERAZIONE DEL TIMPANO DA BAROTRAUMA TRAUMA CRANICO COMMOTIVO CON FOCOLAI CONTUSIVI A LIVELLO CEREBRALE

66


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

TRATTO CERVICALE FRATTURA CORPO III-IV-V-VI-VII VERTEBRA (PER OGNI VERTEBRA) FRATTURA PROCESSO SPINOSO O PROCESSI TRASVERSI III-IV-V-VI-VII VERTEBRA (PER OGNI VERTEBRA) FRATTURA CORPO O PROCESSO TRASVERSO O PROCESSO SPINOSO II VERTEBRA FRATTURA ARCO ANTERIORE O ARCO POSTERIORE O MASSE LATERALI (PROCESSO TRASVERSO o PROCESSI ARTICOLARI) I VERTEBRA

269,00

295,90

104,00 352,00

114,40 387,20

434,00

477,40

186,00 352,00

204,60 387,20

104,00

114,40

TRATTO LOMBARE FRATTURA CORPO (PER OGNI VERTEBRA) FRATTURA PROCESSO SPINOSO O PROCESSI TRASVERSI DALLA I ALLA V VERTEBRA (PER OGNI VERTEBRA)

352,00

387,20

104,00

114,40

OSSO SACRO FRATTURA CORPI VERTEBRALI O BASE O ALI O PROCESSI ARTICOLARI O APICE O CRESTE SPINALI

166,00

182,60

COCCIGE FRATTURA CORPI O BASE O CORNA O PROCESSI TRASVERSI O APICE

166,00

182,60

BACINO FRATTURA ALI ILIACHE O BRANCA ILEO-ISCHIO-PUBICA (DI UN LATO) O DEL PUBE FRATTURA ACETABOLARE (PER LATO)

124,00 248,00

136,40 272,80

TORACE FRATTURA CLAVICOLA (PER LATO) FRATTURA STERNO FRATTURA DI UNA COSTA (COMPOSTA) FRATTURA DI UNA COSTA (SCOMPOSTA) FRATTURA SCAPOLA (PER LATO) PNEUMOTORACE DA BAROTRAUMA PNEUMOPERICARDIO DA BAROTRAUMA

166,00 83,00 52,00 78,00 124,00 248,00 414,00

182,60 91,30 57,20 85,80 136,40 272,80 455,40

ARTO SUPRIORE LESIONE TOTALE PLESSO BRACHIALE SINDROME RADICOLARE SUPERIORE TIPO DUCHENNE ERB C5-D1 SINDROME RADICOLARE INFERIORE TIPO DEJERINE KLUMPKE PARALISI COMPLETA NERVO ASCELLARE PARALISI COMPLETA NERVO RADIALE PARALISI BASSA NERVO RADIALE PARALISI COMPLETA NERVO MEDIANO PARALISI COMPLETA NERVO ULNA PARALISI BASSA NERVO ULNARE

7.283,00 3.254,00 3.254,00 1.163,00 2.479,00 1.705,00 2.867,00 1.705,00 1.405,00

8.011,30 3.579,40 3.579,40 1.279,30 2.726,90 1.875,50 3.153,70 1.875,50 1.545,50

ARTO INFERIORE PARALISI COMPLETA PLESSO LOMBARE D12-L4 PARALISI COMPLETA NERVO FEMORALE PARALISI COMPLETA NERVO SCIATICO PARALISI BASSA NERVO SCIATICO PARALISI COMPLETA NERVO SCIATICO POPLITEO ESTERNO PARALISI COMPLETA NERVO SCIATICO POPLITEO INTERNO

2.479,00 2.092,00 3.254,00 2.712,00 1.405,00 1.471,00

2.726,90 2.301,20 3.579,40 2.983,20 1.545,50 1.618,10

930,00

1.023,00

2.092,00

2.301,20

2.867,00

3.153,70

TRATTO DORSALE FRATTURA DEL CORPO DALLA I ALLA XI VERTEBRA (PER OGNI VERTEBRA) FRATTURA DEL CORPO XII VERTEBRA FRATTURA PROCESSO SPINOSO O PROCESSI TRASVERSI DALLA I ALLA XII VERTEBRA (PER OGNI VERTEBRA)

LESIONI SISTEMA NERVOSO PERIFERICO (Permanenti - Stabilizzati)

LESIONI SISTEMA NERVOSO CENTRALE EPILESSIA POST TRAUMATICA, CONTROLLATA FARMACOLOGICAMENTE, CON CRISI SPORADICHE EPILESSIA POST TRAUMATICA, CONTROLLATA FARMACOLOGICAMENTE, CON CRISI SETTIMANALI PARAPARESI CON DEFICIT DI FORZA MODERATA E POSSIBILITÀ DI DEAMBULAZIONE CON APPOGGIO

67


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

MONOPARESI DI ARTO SUPERIORE CON DEFICIT DI FORZA E IMPOSSIBILITÀ AI MOVIMENTI FINI DELLA MANO MONOPARESI DI ARTO INFERIORE CON MODERATO DEFICIT DI FORZA, ANDATURA FALCIANTE E POSSIBILE SOLO CON APPOGGIO

2.867,00

3.153,70

2.479,00

2.726,90

123,00 414,00 1.085,00 1.935,00 124,00 414,00

135,30 455,40 1.193,50 2.128,50 136,40 455,40

124,00 414,00 1.163,00 1.550,00

136,40 455,40 1.279,30 1.705,00

414,00 1.163,00 1.550,00 2.325,00

455,40 1.279,30 1.705,00 2.557,50

USTIONI CAPO USTIONE II O III GRADO DEL 6-10% DELLA SUPERFICIE DEL VISO USTIONE II O III GRADO DEL 11-15% DELLA SUPERFICIE DEL VISO USTIONE II O III GRADO DEL 16-25% DELLA SUPERFICIE DEL VISO USTIONE II O III GRADO SUPERIORE AL 25% DELLA SUPERFICIE DEL VISO USTIONE II O III GRADO DEL 15-30% DELLA SUPERFICIE DEL CUOIO CAPELLUTO USTIONE II O III GRADO SUPERIORE AL 30% DELLA SUPERFICIE DEL CUOIO CAPELLUTO ARTI SUPERIORI E INFERIORI USTIONE II O III GRADO DI 11-20% DELLA SUPERFICIE DI ARTO SUPERIORE O INFERIORE USTIONE II O III GRADO DI 21-30% DELLA SUPERFICIE DI ARTO SUPERIORE O INFERIORE USTIONE II O III GRADO DI 31-50% DELLA SUPERFICIE DI ARTO SUPERIORE O INFERIORE TRONCO USTIONE II O III GRADO DI 25-35% DELLA SUPERFICIE DEL TRONCO USTIONE II O III GRADO DI 36-50% DELLA SUPERFICIE DEL TRONCO USTIONE II O III GRADO DI OLTRE IL 50% DELLA SUPERFICIE DEL TRONCO USTIONI ESTESE A PIU' DEL 25% DELLA SUPERFICIE CORPORREA (Documetate fotograficamente)

DENUNCE SINISTRO In caso di sinistro telefonare al numero verde 800.811.167 per l’attribuzione del n° del sinistro e n° dossier da parte del Centro Liquidazione Sinistro da riportare nel modulo di denuncia che deve essere poi trasmesso a:

Centro Liquidazione Sinistri Distaccato (CLD) USACLI CARIGEASSICURAZIONI SPA VIA SAPRI, 34/9 -20156 MILANO e p.c. Comitato provinciale US ACLI di appartenenza Sede nazionale US ACLI Via Marcora,18/ 20 – 00153 ROMA La denuncia di apertura del sinistro, sia che si tratti di lesioni o di R.C., deve sempre essere fatta sugli appositi moduli allegati che devono essere compilati con la massima cura e accompagnati dalla documentazione richiesta. Qualora un socio, una società o un comitato US ACLI, ricevesse una richiesta danni, deve immediatamente avviare la procedura di R.C. seguendo le procedure già indicate.

68


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

NORME DA SEGUIRE IN CASO DI LESIONE In caso di infortunio, la denuncia dovrà essere trasmessa entro 30 giorni dall’accaduto al Centro Liquidazioni Sinistri USACLI - Carige Assicurazioni S.p.A. Il Centro è operativo dal Lunedì al Venerdi (esclusi i festivi) dalle 09:00 alle 20:00. La denuncia dovrà essere trasmessa al Centro Liquidazioni servendosi dell’apposito Numero Verde 800 811 167 o via fax allo 02/33433562 o inviata tramite lettera raccomandata al seguente indirizzo: Centro Liquidazioni Sinistri USACLI - Carige Assicurazioni S.p.A. Via Sapri, 34/9 Cap 20156 – Milano È necessario trasmettere il modulo di denuncia debitamente compilato in ogni punto ed allegare allo stesso la seguente documentazione: - Fotocopia della tessera nazionale US Acli; - Fotocopia del codice fiscale; - Fotocopia del primo certificato medico da cui dovrà risultare inequivocabilmente la diagnosi e la prognosi; - Referto radiologico dal quale dovrà risultare l’identità, la data di effettuazione dell’indagine e il tipo di lesione per la quale si richiede il rimborso; - Copia conforme cartella clinica (per le lesioni il cui rimborso è subordinato all’intervento chirurgico); - Accertamento radiologico dentistico (ove necessario); - Solo per i possessori di tessera Integrativa B e Integrativa B Plus referto medico con data di eventuale applicazione e rimozione di gesso o apparecchi ortopedici immobilizzanti. N.B.: Anche per le lesioni particolari contenute in polizza e verificatesi entro 60 giorni dall’evento occorre inviare la documentazione sopra descritta.

ATTENZIONE In mancanza della documentazione sopra evidenziata necessaria ad una corretta valutazione della lesione riportata non sarà possibile dar corso alla vostra pratica Documentazione richiesta in caso di decesso: - Modulo di denuncia debitamente compilato; - Fotocopia della tessera nazionale US ACLI; - Certificato di morte (in originale); - Stato di famiglia (in originale); - Dichiarazione sostitutiva atto di notorietà ai fini successori; - Certificato di idoneità alla pratica sportiva in caso di decesso dovuto agli eventi gravi previsti nell’art. 7.1 della convenzione; - Verbali autorità intervenute; - Cartella clinica e copia referto autoptico o certificato medico attestante le cause cliniche che hanno provocato il decesso; - Copia del rapporto di gara se l’infortunio è avvenuto durante una competizione; - Eventuali dichiarazioni di terzi presenti al fatto; - Eventuali articoli di stampa. Inviare la documentazione raccolta al seguente indirizzo: Centro Liquidazioni Sinistri USACLI - Carige Assicurazioni S.p.A. Via Sapri, 34/9 Cap 20156 – Milano Per ogni dubbio che dovesse insorgere l’assicurato potrà rivolgersi al Centro Liquidazioni Sinistri USACLI - Carige Assicurazioni S.p.A. Numero Verde 800 811 167 o via fax allo 02/33433562.

69


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

Allegato B

N. Sinistro_______________

MODULO DENUNCIA LESIONI CONVENZIONE US ACLI da compilarsi in ogni sua singola voce in stampatello DATI ANAGRAFICI DELL’INFORTUNATO Cognome

Nome

Paternità (obbligatoria in caso di minorenne) Professione Indirizzo Comune

Prov.

Codice Fiscale

C.A.P.

Telefono

Cell.

Nato a

il

Disciplina Sportiva Tipo Tessera: Base



Integrativa B



Integrativa B PLUS

Rilasciata il



Promozionale



Dirigente



dalla Società ESTREMI LESIONI

Data lesioni

Gara/Allenamento

Luogo

Provincia

Infortuni precedenti? (SI/NO)

in data

Quali lesioni aveva riportato? Descrizione chiara e circostanziata e delle cause che lo hanno provocato:

Testimoni Data e luogo

Tipo Tessera

Tessera nazionale N. Firma DA COMPILARSI A CURA DELLA SOCIETÀ/ASSOCIAZIONE SPORTIVA Società/Associazione

Presidente

Comune Cap

Indirizzo Prov.

Timbro

Tel.

Cell. Firma

N.B.: Il sinistro verrrà respinto se la tessera sarà mancante dei seguenti dati: nominativo, data di nascita dell’associato, Società Sportive di appartenenza e data di rilascio tessera. Da inviare a: Centro Liquidazioni Sinistri USACLI - Carige Assicurazioni S.p.A. - Via Sapri, 34/9 - Cap 20156 – Milano Numero Verde 800 811 167 o via fax allo 02/33433562.

70


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

NORME DA SEGUIRE IN CASO DI RESPONSABILITÀ CIVILE TERZI Compilare il modulo di Denuncia Responsabilità Civile contro Terzi convenzione US ACLI in ogni sua parte in stampatello ed inviare lo stesso entro 30 giorni dall’accaduto.al Centro Liquidazioni Sinistri USACLI - Carige Assicurazioni S.p.A. Il Centro è operativo dal Lunedì al Venerdi (esclusi i festivi) dalle 09:00 alle 20:00. La denuncia dovrà essere trasmessa al Centro Liquidazioni servendosi dell’apposito Numero Verde 800 811 167 o via fax allo 02/33433562 o inviata tramite lettera raccomandata al seguente indirizzo: Centro Liquidazioni Sinistri USACLI - Carige Assicurazioni S.p.A. Via Sapri, 34/9 Cap 20156 – Milano È necessario trasmettere il modulo di denuncia debitamente compilato in ogni punto ed allegare allo stesso la seguente documentazione: - Fotocopia leggibile della tessera o affiliazione nazionale US Acli; - Eventuali dichiarazioni testimoniali di terzi presenti al fatto; - Eventuale copia del verbale redatto da giudici di gara e/o direttore di corsa (se l’evento è avvenuto durante una competizione); - Eventuale copia del verbale redatto dall’autorità intervenuta sul luogo del sinistro; - Fotocopia del codice fiscale; - Fotocopia eventuale richiesta danni ricevuta; Il danneggiante dovrà informare il danneggiato che per la trattazione del sinistro dovrà rivolgersi al Centro Liquidazioni Sinistri USACLI - Carige Assicurazioni S.p.A. Via Sapri, 34/9 Cap 20156 – Milano QUALORA IL DANNEGGIATO SIA UN SOCIO O UNA SOCIETÀ US ACLI (A) - NEL CASO DI DANNI A COSE DOVRÀ PRODURRE: - Richiesta danni; - Preventivo, fattura o comunque giustificativi spese (in originale); - Fotografie dei particolari danneggiati; - Copia del libretto di circolazione (nel caso l’oggetto danneggiato fosse un autoveicolo); - Eventuali dichiarazioni testimoniali di terzi presenti al fatto; - Fotocopia del codice fiscale; - Documentazione comprovante la proprietà dell’oggetto danneggiato; - Eventuali documenti comprovanti il valore dell’oggetto; (B) NEL CASO DI LESIONI PERSONALI DOVRÀ PRODURRE: - Richiesta danni; - Documentazione medica; - Giustificativi spese mediche (in originale); - Certificato di guarigione; - Eventuali dichiarazioni testimoniali di terzi presenti al fatto; - Eventuali giustificativi altre spese (in originale); Per ogni dubbio che dovesse insorgere l’assicurato potrà rivolgersi al Centro Liquidazioni Sinistri USACLI - Carige Assicurazioni S.p.A. Numero Verde 800 811 167 o via fax allo 02/33433562.

71


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

Allegato C

N. Sinistro_______________

MODULO DENUNCIA RESPONSABILITÀ CIVILE CONTRO TERZI CONVENZIONE US ACLI (DANNEGGIANTE PERSONA FISICA) da compilarsi in ogni sua singola voce in stampatello DATI ANAGRAFICI DEL DANNEGGIANTE Cognome Nome Paternità (obbligatoria in caso di minore) Professione Indirizzo Comune Prov. Codice Fiscale Telefono Cell. Nato a il Disciplina Sportiva Tipo Tessera: Base  Integrativa B  Integrativa B Plus  Promozionale Rilasciata il : dalla Società

C.A.P.



Dirigente



ESTREMI DEL SINISTRO Data sinistro Gara/Allenamento Luogo Provincia Descrizione chiara e circostanziata delle cause che lo hanno provocato:

Sono intervenute autorità di Pubblica sicurezza? Se sì quali? Polizia  Carabinieri  Vigili urbani Danni provocati Testimoni



della località di

Firma

Cognome Indirizzo Prov.

Società Comune Cap Timbro

DATI ANAGRAFICI DEL DANNEGGIATO Nome n. Comune C.A.P. Telefono Cell. DA COMPILARSI A CURA DELLA SOCIETÀ/ASSOCIAZIONE SPORTIVA Presidente Indirizzo Prov. Tel. Firma

N.B.: Il sinistro verrrà respinto se la tessera sarà mancante dei seguenti dati: nominativo, data di nascita dell’associato, Società Sportive di appartenenza e data di rilascio tessera. Da inviare a: Centro Liquidazioni Sinistri USACLI - Carige Assicurazioni S.p.A. - Via Sapri, 34/9 - Cap 20156 – Milano Numero Verde 800 811 167 o via fax allo 02/33433562.

72


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

Allegato D

N. Sinistro_______________

MODULO DENUNCIA RESPONSABILITÀ CIVILE CONTRO TERZI CONVENZIONE US ACLI (DANNEGGIANTE SOCIETÀ/ASSOCIAZIONE SPORTIVA O COMITATO) da compilarsi in ogni sua singola voce in stampatello DATI ANAGRAFICI DEL DANNEGGIANTE Ragione Sociale Indirizzo Comune

Prov.

Codice Fiscale/P. IVA

C.A.P.

Telefono

Data affiliazione

ESTREMI DEL SINISTRO Data sinistro Gara/Allenamento Luogo Provincia Descrizione chiara e circostanziata delle cause che lo hanno provocato:

Sono intervenute autorità di Pubblica sicurezza? Se sì quali? Polizia  Carabinieri  Vigili urbani Danni provocati Testimoni



della località di

Firma

Cognome Indirizzo Prov.

Società Comune Cap Timbro

DATI ANAGRAFICI DEL DANNEGGIATO Nome n. C.A.P.

Comune Cell.

Telefono

DA COMPILARSI A CURA DELLA SOCIETÀ/ASSOCIAZIONE SPORTIVA Presidente Indirizzo Prov. Tel. Firma

N.B.: Il sinistro verrrà respinto se la tessera sarà mancante dei seguenti dati: nominativo, data di nascita dell’associato, Società Sportive di appartenenza e data di rilascio tessera. Da inviare a: Centro Liquidazioni Sinistri USACLI - Carige Assicurazioni S.p.A. - Via Sapri, 34/9 - Cap 20156 – Milano Numero Verde 800 811 167 o via fax allo 02/33433562.

73


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

Unione Sportiva Acli Carta d’identità

L’Unione sportiva Acli è l’Associazione sportiva nazionale promossa dalle Acli per favorire, sostenere ed organizzare attività motorie, ludiche e sportive rivolte a soggetti di ogni età e di ogni condizione, con particolare attenzione alle persone più esposte a rischi di emarginazione fisica e sociale. L’Unione Sportiva Acli si caratterizza come soggetto promotore di sport per tutti e di tutti attraverso iniziative funzionali a migliorare la qualità della vita delle persone, la società e la vita civile. Nel quadro di queste finalità statutarie, un’attenzione privilegiata è da sempre rivolta ai bambini e ai giovani, non soltanto perché lo sport rappresenta una delle più “facili” attività di ricreazione, di aggregazione e di impegno ma soprattutto perché la pratica motoria, ludica e sportiva riveste un fondamentale ruolo educativo e formativo. L’Unione Sportiva Acli mette in campo • più di 40 specialità sportive con manifestazioni agonistiche e amatoriali; • attività motorie e ricreative per tutte le età; • programmi di educazione corporea e motoria per l’infanzia; • iniziative di educazione alla salute, al rispetto della natura e dell’ambiente; • attività formative e di aggiornamento per operatori e figure professionali dello sport; • consulenza giuridica e fiscale alle società sportive affiliate. Parte consistente dell’impegno dell’Unione Sportiva Acli è inoltre rivolto alla promozione e al sostegno di interventi diretti a migliorare leggi e normative in materia sportiva, alla tutela del diritto allo sport di tutti i cittadini, al riconoscimento dello sport per tutti quale elemento irrinunciabile nella costruzione di un nuovo welfare.

74

I nostri numeri L’Unione Sportiva Acli è un’associazione democratica articolata in 104 sedi provinciali, 20 sedi regionali, 4.000 società sportive, conta in Italia 350.000 soci e circa 600.000 utenti dei suoi impianti sportivi. 16.650 sono i dirigenti dell’associazione e più di 9.131 i suoi tecnici. La presenza degli iscritti sul territorio nazionale è così distribuita: 42% al Nord, 25% al Centro, 33% al Sud e nelle Isole. Il 39% dei soci sono donne e il 33% sono giovani sotto i 15 anni.

I nostri riconoscimenti - reti interassociative L’Unione Sportiva Acli è riconosciuta dal CONI come Ente Nazionale di Promozione Sportiva; fa parte del Comitato per la Promozione dello Sport per Tutti (CPS), è socia fondatrice di “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”, della Confederazione Europea Sport-Salute (CESS) e aderisce alla Federazione Internazionale Sport per Tutti (FISpT) riconosciuta dal CIO, è inserita nell’Unione europea della FISpT (UESpT) e nell’ISCA, l’Associazione Internazionale Sport e Cultura.

L’USAcli è un’Associazione di Promozione Sociale (Legge 383/2000) ed anche un’associazione di terzo settore con una rete di imprese sociali funzionali a progettare e a realizzare servizi sportivi qualificati. Su questo piano, oltre ad essere socia attivamente impegnata di FairTrade Italia, (il marchio per la promozione del consumo etico e solidale), di Banca Etica, del Forum del Terzo Settore e di AsterX, mantiene significativi rapporti con il Credito sportivo, la Confcooperative e Federcultura Turismo e Sport.


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

La nostra storia

GRANDI EVENTI NAZIONALI US ACLI

Nel 1944 nascono le ACLI: ai Circoli di base viene affidato il compito di essere centro permanente di contatto con i lavoratori e di iniziative sociali, ricreative, professionali, cooperativistiche. Il settore sportivo trova da subito collocazione nell’ambito della “ricreazione sociale”. Già nel 1947, si afferma che il settore sportivo delle Acli rappresenta lo sport popolare nelle sue originali e legittime espressioni, estraneo ad ogni carattere speculativo. L’autonomia del settore sportivo aclista viene auspicata fin dal 1958, nella prima “Assemblea Nazionale Quadri Dirigenti” e formalizzata dall’Assemblea nazionale del 1963. A partire dal 1969 l’Unione Sportiva avrà un proprio statuto e una propria organizzazione democratica. Nel 1976 l’US ACLI viene riconosciuta Ente Nazionale di Promozione Sportiva dal Consiglio nazionale del CONI ai sensi de Decreto Legge del Presidente della Repubblica del 2/8/74, successivamente confermato dal DPR n.157 del 28 marzo 1986. La “mission” iniziale dell’US ACLI è quella di uno sport ricreativo per i lavoratori e le loro famiglie, accessibile in termini economici e in termini di pratica non professionistica. Nella cultura di allora “ricreazione sociale” è ciò che oggi, nel quadro dei cambiamenti culturali intervenuti, si definisce “Sport per Tutti”. Attraverso successive modulazioni - Sport come servizio sociale; Sport per tutti e di tutti; Sport come diritto di cittadinanza - la ragione di esistenza dell’US ACLI e la sua attività essenziale, è rimasta quella di promuovere lo sport con un’attenzione privilegiata alla centralità della persona.

febbraio/marzo 2008 SCINSIEME - 24a edizione Località: da definire (2 località - centro e nord Italia). Festa nazionale sulla neve e degli sport invernali. Gare di sci alpino e nordico (criterium nazionali e trofeo famiglia), giochi sulla neve, visite guidate, intrattenimenti pomeridiani e serali, scuola sci, kinder-park, passeggiate e trekking sulla neve, animazione serale, degustazioni prodotti tipici, fiaccolate ed escursioni notturne.

Le discipline sportive più praticate Con l’ US Acli si possono praticare: Calcio - Calcetto - Ginnastica - Fitness - Danza - Bocce volo Bocce raffa - Atletica leggera - Pallacanestro - Pallavolo Pallamano - Pattinaggio -Hockey - Ciclismo - Cicloturismo Mountain bike - Tiro con l’arco - Orientamento - Arrampicata Nuoto - Windsurf - Canoa - Rafting - Pesca sportiva - Tennis Tennis tavolo - Scacchi - Biliardo - Sport invernali - Sport equestri - Motociclismo - Kart - Arti orientali tra cui Judo, Karate, Kung Fu, Taekwon do, Ju- Jutzu, Aikido. Ed anche: Attività per anziani - Modellismo - Psicomotricità Attività ludico motoria - Attività pre-sportiva - Sport popolari e tante altre attività nuove o meno conosciute.

maggio/giugno 2008 MEETING POLISPORTIVO NAZIONALE - 13a edizione località: Pesaro o località del centro Italia. Festa dello sport per tutti, festa dello sport giovanile, concentramento delle fasi nazionali degli sport tradizionali, prove coreografiche e spettacolari, intrattenimenti pomeridiani e serali, kinder-park, animazione serale, corsi di formazione, corsi di educazione stradale, game points di avviamento allo sport, esibizioni di sport sperimentali, assaggi di prodotti tipici, visite guidate e incontri pubblici. Oltre 35 campionati ed oltre 25 discipline sportive interessate con attività indoor e all’aperto. giugno/luglio 2008 MAREINSIEME - 14a edizione località: da definire (villaggio turistico del sud Italia). Festa del mare e degli sport da spiaggia e del mare. Gare open amatoriali in discipline sportive calibrate che permettono la partecipazione a prescindere dal grado di allenamento. Visite guidate, escursioni e passeggiate, corsi di formazione, corsi di avviamento agli sport del mare (vela, surf, canoa, sub, ecc.), intrattenimenti diurni e serali, animazione permanente, tornei degli sport da tavolo, corsi di formazione, proiezioni filmati, laboratori artigianali, assaggi di prodotti tipici, corsi di pesca in mare. Settembre 2008 REGIO TRATTURO - 7a edizione Itinerario: da Pescasseroli a Candela o viceversa. Itinerario di Turismo sportivo a cavallo, a piedi ed in mountain-bike lungo le vie verdi della transumanza, attraversan-

75


US Acli

acli sport di tutti oggi

do le province di Isernia, Aquila, Campobasso, Benevento, Avellino e Foggia. Ogni giorno animazioni ed intrattenimenti serali, degustazione di prodotti tipici locali e visite guidate ai siti archeologici, ai musei, ai luoghi di culto, alle masserie ed alle antiche taverne. Conoscenza e valorizzazione dei beni ambientali, paesaggistici, culturali, storici ed archeologici che il fenomeno della transumanza ha generato nei secoli.

ALTRI EVENTI Campionato nazionale di Bocce Volo 48a edizione ottobre 2008 - Località da definire. Festa del Ciclismo (7a edizione) e Campionati nazionali di Ciclismo (23a edizione) maggio/giugno 2008- località da definire

Settembre 2007 n.1

SPAZI AGIBILI E INDIPENDENTI, promosso in collaborazione con il Patronato Acli e il co-finanziamento del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, è un itinerario socio-sportivo-educativo per disabili che si propone come strumento di intervento individualizzato - destinato a persone con diverse tipologie di handicap - per favorirne una migliore qualità della vita e consolidare itinerari di integrazione. UNA PALESTRA PER… una buona pratica educativa e sociale nello sport e attraverso lo sport: promosso in collaborazione con Libera e Anni Verdi (l’associazione ambientalista delle Acli) e cofinanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, il progetto è mirato alla costruzione di un solido percorso educativo per diffondere tra giovani e giovanissimi i valori positivi dello sport.

Come diventare soci dell’Unione Sportiva Acli La nostra formazione Itinerari formativi promossi a diversi livelli, preparano e sostengono i dirigenti e gli operatori dell’US ACLI sul piano dell’acquisizione di competenze educative, politiche, organizzative e gestionali. Sul piano tecnico relativo alle singole discipline, l’US ACLI organizza stages di aggiornamento e di formazione ad elevato contenuto specialistico.

Per partecipare alle iniziative dell’US Acli occorre richiedere annualmente la tessera di socio presso una società sportiva affiliata o un circolo ACLI. Presso tutte le Sedi provinciali è possibile avere informazioni sulle iniziative dell’Associazione, i programmi e i calendari delle attività nazionali e della provincia. La tessera dà diritto a partecipare alle attività sportive scelte e alla vita associativa organizzata. I soci contribuiscono alla vita democratica dell’Associazione con diritto a votare nelle assemblee di società; ad essere eletti alle cariche sociali; ad intervenire nella programmazione e realizzazione delle attività; ad usufruire dei servizi associativi e della copertura assicurativa per gli infortuni sportivi.

Il lavoro per progetti Il lavoro per progetti è un aspetto significativo della proposta dell’US Acli poiché consente di valorizzare tutte le risorse presenti nell’associazione e di cogliere quegli elementi che fanno dello sport un fenomeno socialmente rilevante. “Sport a scuola”, “Sport e ambiente”, “Sport e solidarietà”, sono i progetti più radicati nella storia dell’US ACLI in questi ultimi anni.

PER DOCUMENTI

VITATTIVA, promosso in collaborazione con il Patronato ACLI, la partecipazione della Federazione Anziani Pensionati, il co-finanziamento del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, è un percorso integrato di promozione alla salute e al ben essere riservato agli over 60 per un miglioramento della qualità della vita personale e sociale.

IL SITO

76

E CONTATTI CONSULTA www.usacli.org


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

Indirizzi sedi US ACLI

SEDE NAZIONALE Via Giuseppe Marcora 18/20 - 00153 Roma Tel. 06.5840650 - Fax 06.5840564 E-mail: segreteria@usacli.org Internet: http//www.usacli.org Presidente: Alfredo Cucciniello

Segreteria di Presidenza

tel. 06.5840414

presidenza@usacli.org

Segreteria organizzazione territoriale

tel. 06.5840652

segreteria@usacli.org

Progetti - Formazione

tel. 06.5840650

formazione@usacli.org

Tesseramento

tel. 06.5840649

tesseramento@usacli.org

Area tecnica Eventi

tel. 06.5840561 tel. 06.5840566

coordinamentotecnico@usacli.org manifestazioni@usacli.org

Impiantistica sportiva

tel. 06.5840561

impiantistica@usacli.org

Amministrazione Consulenza normativo-fiscale

tel. 06.5840563

amministrazione@usacli.org

Copertura Assicurativa

tel. 06.5840559

assicurazione@usacli.org

Assistenza iscrizione ASD Registro CONI

tel. 06.5840590

registroasd@usacli.org

77


US Acli

acli sport di tutti oggi COMITATI REGIONALI ABRUZZO Via della Riviera, 277 65123 Pescara Tel./Fax 085.76360 E-mail abruzzo@usacli.org Presidente Nicola Tritella VALLE D’AOSTA Piazza Giovanni XXIII, 2 11100 Aosta cell. 338.8858938 Fax 0165.541946 E-mail valledaosta@usacli.org Presidente: Stefano Gosatti BASILICATA Piazza Giovanni XXIII, 1 75010 Metaponto (MT) Tel. 0835.748903 Fax 0835.745606 E-mail basilicata@usacli.org E-mail pinuccio.gallo@libero.it Presidente Giuseppe Gallo CALABRIA Piazza delle Province, 28 87100 Cosenza Tel./Fax 0984.36215 E-mail calabria@usacli.org Presidente: Giovanni Manganaro CAMPANIA Piazza Principe Umberto, 14 80414 Napoli Tel. 081.5634967 Fax 081.289612 E-mail campania@usacli.org Presidente Antonio Meola EMILIA ROMAGNA Piazza dei Martiri, 8 40121 Bologna Tel. 051.254612 Fax 051.246443 E-mail emiliaromagna@usacli.org E-mail usacli.emilia-romagna@acli-multimedia.it Sito Internet www.acli-multimedia.it/usacli_er Presidente Urano Borelli FRIULI VENEZIA GIULIA Via S. Francesco, 4/1 34133 Trieste Tel. 040.370408

78

Settembre 2007 n.1

Fax 040.3480993/ 040.3478833 E-mail friuliveneziagiulia@usacli.org Presidente Silvio Nauta LAZIO Via Prospero Alpino, 20 (c/o Sede Prov. le Acli Roma) 00154 Roma Tel. 06.5780079 Fax 06.5780103 E-mail lazio@usacli.org Presidente Luca De Rosa LIGURIA Via Tommaso Schiva, 56 18100 Imperia Tel. 0183.296367 Fax 0183.293099 E-mail liguria@usacli.org Presidente Edoardo Tomasella LOMBARDIA Via B. Luini, 5 20123 Milano Tel. 02.86995618 Fax 02.80298442 E-mail lombardia@usacli.org E-mail segreteria@aclilombardia.it Presidente Vittorio Villa MARCHE Via Urbisaglia, 3/A 63100 Ascoli Piceno Tel. 335/1766848 Fax 1782721441 E-mail marche@usacli.org Commissario Nicola Tritella MOLISE Via A. Grandi, 7 86100 Camponasso Tel./Fax 0874.60230 E-mail molise@usacli.org Presidente Guido Faonte PIEMONTE Via Allioni, 4 10122 Torino Tel./Fax 011.5212495 E-mail piemonte@usacli.org Vice Presidente Fausto Costero PUGLIA Via Dante, 142 70122 Bari Tel. 080.5222311

Cell. 339.6668586 E-mail puglia@usacli.org E-mail carlopatrono@virgilio.it Presidente Carlo Patrono SARDEGNA Via Tiziano, 37 09128 Cagliari Tel./Fax 070.400213 E-mail sardegna@usacli.org E-mail usacliregsardegna@tiscali.it Presidente Tullio Farci SICILIA Via F. Crispi (c/o Sede Prov.le Us Acli Palermo) 90139 Palermo Tel./Fax 090.2936536 Cell. 333.5987666 E-mail sicilia@usacli.org E-mail ninoscimone@usacli.org Presidente Antonino Scimone TOSCANA Via Sant’Antonino, 20 (c/o Sede Acli Firenze) 50123 Firenze Tel. 055.290473 Fax 055.576891 E-mail p.staffa@aclipisa.it Incaricato Pino Staffa TRENTINO ALTO ADIGE Via Roma, 57 38100 Trento Tel. 0461.237277 Fax 0461.980952 E-mail trentinoaltoadige@usacli.org Presidente Walter Mosna UMBRIA Via Tiacci, 6 05100 Terni Tel. 0744.422095 Fax 0744.402625 E-mail umbria@usacli.org Presidente Flavia Chitarrini VENETO Via Lisbona, 18/20 35127 Camin Di Padova (PD) Tel. 049.8670659 Fax 049.8670501 E-mail veneto@usacli.org Commissario Enrico Boni


US Acli

acli sport di tutti oggi

ABRUZZO Chieti Piazza Templi Romani, 3 66100 Chieti Tel. 0871.330593 Fax 0871.330593 E-mail chieti@usacli.org Presidente Antonio Marcucci L’Aquila Via Arco dei Francesi, 6/A 67018 L’Aquila Tel. 0862.452081 Fax 0862.452081 E-mail laquila@usacli.org Sito internet www.usacliaq.org Presidente Luca Paiola

E-mail potenza@usacli.org Presidente Ottavio Bochicchio

CALABRIA Catanzaro Corso Mazzini, 251 88100 Catanzaro Tel. 0961.741358 Fax 0961.741358 E-mail catanzaro@usacli.org Presidente Giuseppe Costa Cosenza Via S. Lucia, 6 87040 Castrolibero (CS) Tel./Fax 0984.856671 E-mail coseza@usacli.org Presidente Bruna Primicerio

m ov i m

Pescara Via della Riviera, 277 65123 Pescara Tel. 085.75738 Fax 085.763601 E-mail pescara@usacli.org Presidente Francesco D’Angelo Teramo Via A. Gasbarrini, 22 64100 Teramo Tel. 0861.413687 Fax 0861.243907 E-mail teramo@usacli.org Presidente Alfonso Petrella

BASILICATA Matera Viale Salerno, 99 c/o Sporting Club 88 75025 Policoro (MT) Tel. 0835.972361 Fax 0835.593919 E-mail matera@usacli.org Presidente Vincenzo Di Sanzo Potenza Via Dragonara, 26/a 85100 Potenza Tel. 0971.449354 Fax 0971.449354

Benevento Via F. Flora, 31 Pal. De Sanctis 82100 Benevento Tel. 0824.314653 Fax 0824.317424 E-mail acli.benevento@tin.it Presidente Angelo Donisi Caserta Via G. Verdi, 42 81100 Caserta Tel. 0823 351224 Fax 0823.253688 E-mail caserta@usacli.org Presidente Aldo De Lellis Napoli Piazza Principe Umberto, 14 80142 Napoli Tel. 081.5634967 Fax 081.289612 E-mail usaclinapoli@libero.it Presidente Umberto Cristadoro

e

COMITATI PROVINCIALI

Settembre 2007 n.1

a enti di p

Crotone Via Elsa Morante, 1 88900 Crotone (KR) Tel. 0962.964651 Fax 0962.964651 E-mail crotone@usacli.org Presidente Paola Panucci

Reggio Calabria Via Possidonea, 31 89100 Reggio Calabria Tel. 0965.300322 Fax 0965.81692 E-mail reggiocalabria@usacli,org Presidente Filippo Moscato Vibo Valentia Via G. Pascoli, 8 88900 Vibo Valentia Tel.0963.41516 Fax.0963.41516 E-mail vibovalentia@usacli.org

Salerno C.so Vittorio Emanuele, 94 84122 Salerno Tel. 089.226979 Fax 089.251948 E-mail usaclisa@tiscali.it Presidente Vittorio Mastrovito

EMILIA ROMAGNA

CAMPANIA

Bologna Via Lame, 116 40122 Bologna Tel. 051.522066 Fax 051.554867 E-mail bologna@usacli.org Presidente Piero Bassi

Avellino Via S. De Renzi, 28 83100 Avellino Tel. 0825.781107 Fax 0825.781107 E-mail avellino@usacli.org Presidente Giampaolo Londra

Ferrara Via Montebello, 46 44100 Ferrara Tel. 0532.202853 Fax 0532.202853 E-mail acliferrara@virgilio.it Presidente Ciro De Simone

79


US Acli

acli sport di tutti oggi Forlì-Cesena Via Merlini, 2 47100 Forlì – Cesena Tel. 0543.32609 Fax 0543.32448 E-mail info@aclifc.it Sito internet www.aclifc.it Presidente Elisabetta Piraccini Modena Via Morandi, 71 41100 Modena Tel./Fax 059.271164 E-mail us.acli.mo@libero.it Presidente Antonio Galli Pesenti Parma Strada Cairoli, 21 43100 Parma Tel. 0521.282789 Fax 0521.223441 E-mail parma@acli.it E-mail parma@usacli.org Presidente Maria Teresa Mora Piacenza Via Beverora, 18/b 29100 Piacenza Tel. 0523.338593 Fax 0523.334320 E-mail piacenza@usacli.org Presidente Paolo Celli Ravenna Via Baccarini, 66 48100 Ravenna tel. 0544.39534 Fax 0544.245471 E-mail ravenna@usacli.org Presidente Andrea Ravaioli Reggio Emilia Via Montefiorino, 10/1 42100 Reggio Emilia Tel. 0522.285504 Fax 0522.294797 E-mail reggioemilia@usacli.org Incaricato Elisa Brucellaria Rimini Circ.ne Occidentale, 58 47900 Rimini Tel. 0541.784193 Fax 0541.780534 E-mail segreteria@aclirimini.it

80

Settembre 2007 n.1

Sito internet www.aclirimini.it Presidente Fabio Tampieri

FRIULI VENEZIA GIULIA Gorizia Via G. Mazzini, 98 34077 Ronchi dei Legionari (GO) Tel. 0481.778312 Fax 0481.778312 E-mail gorizia@usacli.org Sito internet: www.usacli.fgv.it/gorizia Presidente Alessandro Di Tora Pordenone Via Revedole, 1 33170 Pordenone Tel. 0434.28666 Fax 0434.580797 E-mail pordenone@usacli.org E-mail pordenone@acli.it Presidente Roberto Peruch Trieste Via San Francesco, 4/1 34133 Trieste Tel. 040.370408 Fax 040.3478833 E-mail trieste@usacli.org Presidente Stefano Costa Udine Piazza della Repubblica, 5 33050 Ruda (UD) Tel. 0432.504244 Fax 0432.506125 E-mail udine@usacli.org Presidente Alessandra Ulian

LAZIO Frosinone c/o Patronato Acli Cassino Viale Dante, 113 03043 Cassino Tel. 0776.24236 cellulare 349.7880413 E-mail frosinone@usacli.org Sito Internet: www.usaclifrosinone.it Presidente Raffaele Frattaioli Latina Via Adua, 34

04100 Latina Tel. 0773.488998 Fax 0773.488998 E-mail usacli.lt@tin.it E-mail latina@usacli.org Presidente Anna Maria Tufano Rieti Via S. Agnese, 4/D 02100 Rieti Tel. 0746.491547 Fax 0746.257651 E-mail rieti@usacli.org Presidente Antonio Angelucci Roma Via Prospero Alpino, 20 00154 Roma Tel. 06. 5781601 – 06.5780079 Fax 06.5780103 E-mail usacliroma@usacliroma.it E-mail roma@usacli.org Sito internet: www.usacliroma.it Presidente Claudio Mannino Viterbo Via A. Volta, 1/A 01100 Viterbo Tel. 0761.340019 Fax 0761.324186 E-mail viterbo@usacli.org Presidente Ivo Valentini

LIGURIA Chiavari Via Delpino, 2/A 16043 Chiavari (GE) Tel. 0185.325064 Fax 0185.312688 E-mail chiavari@acli.it E-mail chiavari@usacli.org Presidente Alberto Sanguineti Genova Vico Falamonica, 1/7 16123 Genova Tel. 010.2530410 Fax 010.2478511 E-mail usaclige@yahoo.it Sito internet www.usacligenova.it Presidente Emiliano Cogni


US Acli

acli sport di tutti oggi Imperia Via T. Schiva, 56 18100 Imperia Tel. 0183.296367 Fax 0183.293099 E-mail imperia@usacli.org E-mail acliIM@uno.it Presidente Gerolamo Bisso La Spezia Piazza Chiodo, 8 19121 La Spezia Tel. 0187.735013 Fax 0187.750868 Email laspezia@usacli.org Email laspezia@acli.it Presidente Gianfranco Temani Savona Via dei Mille, 4 17100 Savona Tel. 019.823708 Fax 019.8402069 E-mail savona@usacli.org Presidente Bruno Pissarello

LOMBARDIA Bergamo Via S. Bernardino, 70/A 24122 Bergamo Tel. 035.210284 Fax 035.223094 E-mail segreteria@aclibergamo.it Email bergamo@usacli.org Presidente Giorgio Carrara Brescia Via Corsica, 165 25125 Brescia Tel. 030.2294012 Fax 030.2294025 E-mail segreteria@aclibresciane.it E-mail brescia@usacli.org Sito internet www.aclibresciane.it Presidente Luigi Dino Botti Como Via Brambilla, 35 22100 Como Tel. 031.3312726 Fax 031.3312750

Settembre 2007 n.1

E-mail como@usacli.org Sito internet www.aclicomo.it Presidente Antonio Lessi Cremona Via S. Antonio del Fuoco, 9/A 26100 Cremona Tel. 0372.800425 Fax 0372.20577 E-mail cremona@usacli.org Presidente Bortolo Zigliani Lecco Via S. Nicolò, 7 23900 Lecco Tel. 0341.288217 Fax 0341.288217 E-mail lecco@usacli.org E-mail acli.lecco@libero.it Lodi Via Trento e Trieste, 37 26900 Lodi Tel. 0371.421714 Fax 0371.421714 E-mail lodi@usacli.org Presidente Giovanni Livraghi Mantova Via Solferino, 36 46100 Mantova Tel. 0376.4327556 0376.4327558 Fax 0376.367569 E-mail mantova@usacli.org Sito internet www.aclimantova.it Presidente Loris Veneri Milano Via della Signora, 3 20122 Milano Tel. 02.76017521 – 02.45487147 Fax 02.45487148 E-mail milano@usacli.org E-mail usacli@aclimilano.com Sito internet: www.usaclimi.it Presidente Alessandro Galbusera Pavia Viale C. Battisti, 148 27100 Pavia Tel. 0382.29638 Fax 0382.20909 E-mail pavia@usacli.org Presidente Paolo Maio

Sondrio Via C. Battisti, 30 23100 Sondrio Tel. 0342.212352 Fax 0342.516582 E-mail sondrio@usacli.org E-mail presidenza@usaclisondrio.it Sito internet www.usaclisondrio.it Presidente Raimondo Antonazzo Varese Via Speri della Chiesa, 7/9 21100 Varese Tel. 0332.281204 Fax 0332.238281 E-mail varese@usacli.org E-mail usacli@aclivarese.it Sito Internet: www.aclivarese.it Presidente Ester Siluri MARCHE Ancona Via Montebello, 69 60122 Ancona Tel. 071.203067 Fax 0731.56646 E-mai ancona@usacli.org E-mail bollanet@libero.it Presidente Dino Bolletta Ascoli Piceno Via Urbisaglia, 3/A 63100 Ascoli Piceno Tel. 335/1766848 Fax 1782721441 E-mail ascolipiceno@usacli.org Presidente Giulio Lucidi Macerata Piazza Mazzini, 42 62100 Macerata Tel. 0733.230611 Fax 0733.230611 E-mail macerata@usacli.org Presidente Piero Gitto Pesaro-Urbino Via Belvedere, 54 61100 Pesaro Tel. 0721.31783 Fax 0721.31783 E-mail pesaro@usacli.org Presidente Monica Fusillo

81


US Acli

acli sport di tutti oggi MOLISE Campobasso Via A. Grandi, 7 86100 Campobasso Tel. 0874.60230 Fax 0874.618008 E-mail campobasso@usacli.org E-mail campobasso@acliservice.acli.it Presidente Grazia Di Felice Isernia Via G. Berta, 13 Trav. Pansini 86170 Isernia Tel. 0865.3239 Fax 0865.411497 E-mail isernia@usacli.org Presidente Oreste Castaldi

PIEMONTE

Settembre 2007 n.1

E-mail segreteria.circoli@aclicuneo.it Sito internet www.aclicuneo.it Presidente Franco Via Novara Largo Donegani, 5/A 28100 Novara Tel. 0321.596776 Fax 0321.688021 E-mail novara@usacli.org Sito internet: www.usaclinovara.it Presidente Michele Iulitta Torino Via Perrone, 3 Bis 10122 Torino Tel. 011.5712863 Fax 011.5712864 E-mail usacli@inwind.it E-mail torino@acli.it Presidente Fausto Costero

Alessandria Via FaĂ  di Bruno, 79 15100 Alessandria Tel. 0131.264171 Fax 0131.264171 E-mail alessandria@usacli.org Commissario Gianni Girardo

Verbania Via Borgnis, 28/A 28845 Domodossola (VB) Tel. 0324.45475 Fax 0324.249273 E-mail verbania@usacli.org E-mail aclidomo@tin.it Incaricato Giovanni Girardo

Asti Via Carducci, 22 14100 Asti Tel. 0141.324619 Fax 0141.356921 E-mail asti@usacli.org E-mail acli_asti@libero.it Presidente Giovanni Calosso

Vercelli Via P. Gobetti, 1 13100 Vercelli Tel. 0161.250100 Fax 0161.214514 E-mail vercelli@usacli.org Presidente Giovanni Lervinotti

Biella Via G. Galilei, 3 13900 Biella Tel. 015.20515 Fax 015.23630 E-mail biella@usacli.org Presidente Gianfranco Penna Cuneo Piazza Virginio, 13 12100 Cuneo Tel. 0171.452611 Fax 0171.452640 E-mail cuneo@usacli.org E-mail info@aclicuneo.it

82

PUGLIA Bari Via de Bellis, 37 70124 Bari Tel. 080.5968409 Fax 080.5226129 E-mail bari@usacli.org E-mail aclibari@libero.it Presidente Cataldo Olivieri Brindisi Corso Umberto I, 122 72100 Brindisi

Tel. 0831.564117 Fax 0831.564117 E-mail brindisi@usacli.org E-mail usaclibrindisi@libero.it Presidente Claudio Carone Foggia Via Gaetano Salvemini, 102/h 71100 Foggia Tel. 0881.614065 Fax 0881.614065 Cell. 338.9177693 E-mail foggia@usacli.org Presidente Luigi Buonamano Lecce Viale Gallipoli, 1/F 73100 Lecce Tel. 0832.248170 Fax 0832.248170 E-mail lecce@usacli.org Sito internet: www.usaclilecce.it Presidente Luigi De Donno Taranto Via Maturi, 19 74100 Taranto Tel. 099.7352773 Fax 099.7352773 E-mail taranto@usacli.org Presidente Tiziano Calò

SARDEGNA Cagliari Via Tiziano, 37 09128 Cagliari Tel. 070.400213 Fax 070.400213 E-mail cagliari@usacli.org E-mail usaclica@tiscali.it Sito internet www.usaclicagliari.org Presidente Daniela Noli Nuoro Via Cucca, 24 08100 Nuoro Tel. 0784.260106 Fax 0784.260106 E-mail nuoro@usacli.org Presidente Salvatore Rosa Oristano Via Cagliari, 234


US Acli

acli sport di tutti oggi 09170 Oristano Tel. 0783.766214 Fax 0783.766214 Cell. 329.5735617 E-mail oristano@usacli.org Presidente Anna Schirru Sassari Via Roma, 130 07100 Sassari Tel. 079.274032 Fax 079.274032 E-mail sassari@usacli.org Presidente Mario Rizzu

SICILIA Agrigento Via Aldo Moro, 119 92026 Favara (AG) Tel. 0922.419907 Fax 0922.419907 E-mail stefurso@libero.it Presidente Stefano Urso Caltanissetta Via Malta, 105 93100 Caltanissetta Tel. 0934.591640 Fax 0934.591640 Cell. 349.5101876 E-mail caltanissetta@usacli.org Presidente Nicola Sposito Catania C.so Sicilia, 111 95131 Catania Tel. 095.2503240 Fax 095.2503240 E-mail catania@usacli.org Sito internet www.acli.ct.it Presidente Antonino Nicolosi Enna Via IV Novembre, 16 94100 Enna Tel. 0935.37490 Fax 0935.38216 E-mail enna@usacli.org Presidente Marco Caraccio Messina Via Beata Eustochia, 13 98122 Messina

Settembre 2007 n.1

Tel. 090.6409861 Fax 090.6409861 E-mail messina@usacli.org Presidente Giuseppe Silvestri Palermo Via F. Crispi, 120 90139 Palermo Tel. 091.584624 Fax 091.586403 E-mail palermo@usacli.org Commissario Antonino Scimone Ragusa Via Sant’Anna, 27 97100 Ragusa Tel./fax 0923.928577 E-mail ragusa@usacli.org Incaricato Giovanni Catania Siracusa Via Senatore di Giovanni, 46 96100 Siracusa Tel. 0931.750630 Fax 0931.492051 E-mail siracusa@usacli.org Presidente Antonino Gimmillaro Trapani C/o Conticelli Vito Via Vaccari, 25 91025 Marsala (TP) Tel. 0932.715329 Tel. 0932.715329 E-mail trapani@usacli.org Presidente Andrea Conticelli

TOSCANA

Fax 055.603241 E-mail firenze@usacli.org Incaricato Graziano Biagiotti Grosseto Via Manetti, 11 58100 Grosseto Tel. 0564.492945 Fax 0564.492945 E-mail grosseto@usacli.org Presidente Enzo Gigi Livorno Via Cecconi, 40 57126 Livorno Tel. 0586.800802 Fax 0586.800802 Cell. 3402518248 E-mail livorno@usacli.org Presidente Marco Romito Lucca Piazza S. Agostino, 7 55100 Lucca Tel. 0583.496100 Fax 0583.955773 E-mail lucca@usacli.org E-mail presidenza@usaclilucca.it Sito internet www.usaclilucca.it Commissario Giovanni Girardo Massa Carrara Via Beatrice, 16 54100 Massa Carrara Tel. 0585.43280 Fax. 0585.43280 E-mail massacarrara@usacli.org E-mail sportacli.ms@virgilio.it Presidente Carlo Vignali

Arezzo Via G. Monaco, 48 52100 Arezzo Tel. 0575.21700 Fax 0575.300886 E-mail arezzo@usacli.org E-mail segreteria@acliarezzo.it Sito internet www.acliarezzo.it Incaricato: Enrico Donati

Pisa Piazza Toniolo, 4 56125 Pisa Tel. 050.43068 Fax 050.43094 E-mail pisa@usacli.org E-mail aclipisa1@interfree.it Sito internet www.aclipisa.it Incaricato Livia Mariotti

Firenze Piazza Cestello, 4 50124 Firenze Tel. 055.561367

Pistoia Corso Gramsci, 77 51100 Pistoia Tel. 0573.24654

83


US Acli

acli sport di tutti oggi Fax 0573.24022 E-mail pistoia@usacli.org E-mail pistoia@acli.it Sito internet www.aclipistoia.it Incaricato Carlo Pecorini Prato Via del Romito, 47 59100 Prato Tel. 0574.30497 Fax 0574.28175 E-mail prato@usacli.org E-mail acliservice.prato@acli.it Presidente Aldo Vaiani Siena Piazza La Lizza, 1 53100 Siena Tel. 0577.47260 Fax 0577.47260 E-mail siena@usacli.org Incaricato Iole Cialdai

TRENTINO ALTO ADIGE Bolzano Via Alto Adige, 28 39100 Bolzano Tel. 0471.973472 Fax 0471.978842 E-mail bolzano@usacli.org E-mail aclibz@tin.it Incaricato Letizia Miorandi Trento Via Roma, 57 38100 Trento tel. 0461.232391 Fax 0461.232391 E-mail trento@usacli.org E-mail usacli@aclitrentine.it Presidente Walter Mosna

UMBRIA Perugia Via Sicilia 57 06128 Perugia tel. 075.5000949 Fax 075.5002732 E-mail perugia@usacli.org Presidente Francesco Sensi

84

Settembre 2007 n.1

Terni Via Tiacci, 6 05100 Terni Tel. 0744.422095 Fax 0774.430959 E-mail terni@usacli.org Presidente Franco Cappanera

VALLE D’AOSTA Aosta Piazza Giovanni XXIII, 2 11100 Aosta cell. 338.8858938 Fax 0165.541946 E-mail valledaosta@usacli.org Presidente Stefano Gosatti

VENETO Belluno Via Segato, 13 32100 Belluno Tel. 0437.25786 Fax 0437.292326 E-mail belluno@usacli.org Incaricato: Lino Dall’Agnol Padova Via Cà rasi, 2/B 35142 Padova Tel. 049.8670659 Fax 049.8670501 E-mail segreteria@usaclipadova.org Sito internet www.usaclipadova.org Presidente Elisabetta Mastrosimone Rovigo Piazza G. D’Annunzio, 33/A 45100 Rovigo Tel. 0425.28609 Fax 0425.28609 E-mail rovigo@usacli.org E-mail burattorenato@libero.it Presidente Renato Buratto Treviso Via San Nicolò, 42 31100 Treviso tel. 0422.56340 Fax 0422.544276

E-mail treviso@usacli.org Sito internet www.usaclitreviso.it Presidente Tarcisio Rigato Venezia Via Castellana, 27 30174 Venezia – Mestre Tel. 041.971701 Fax 041.971447 E-mail venezia@usacli.org Presidente Giuseppe Rossetti Verona Via Interrato dell’acqua morta, 22 37129 Verona Tel. 045.8065531 – 045.8065532 Fax 045.8065581 E-mail verona@usacli.org Incaricato Maurizio Corazza Vicenza Via Rossini, 8 36100 Vicenza Tel. 0444.965439/964069 Fax 0444.964335 E-mail vicenza@usacli.org Presidente Marco Meneghello


US Acli

acli sport di tutti oggi

Settembre 2007 n.1

Il sistema associativo ACLI La forza dell’US ACLI è quella di essere ACLI: un sistema dinamico sul territorio, capace di offrire azione sociale e servizi alla comunità, nel rispetto della “mission” associativa.

Consorzio SOLARIS (Solidarietà e Lavoro Realizzano Impresa Sociale) È nato per promuovere e sostenere la cooperazione, in particolare quella sociale, fornendo servizi di formazione, informazione e consulenza.

SERVIZI E IMPRESE SOCIALI

Sede nazionale: tel. 06 58.40.587 - fax 06 58.40.410 solaris@acli.it - www.consorziosolaris.it

PATRONATO Il Patronato ACLI fornisce assistenza gratuita in campo previdenziale fiscale e socio-sanitario. Garantisce un’efficace attività di consulenza e orientamento, preparazione e invio di tutte le pratiche relative alla previdenza, tutelando il cittadino nei confronti di Inps, Inpdap, Inail, Pubbliche Amministrazioni ed Enti Locali. Sede centrale: tel. 06.58.40.428 - 426 fax 06.58.40.655 segreteria.sedecentrale@patronato.acli.it www.patronato.acli.it

CAA-ACLI Il Centro di Assistenza Agricola delle Acli fornisce assistenza nelle dichiarazioni di coltivazione e per le domande di ammissione a benefici comunitari, nazionali e regionali, verifica lo stato di ciascuna pratica dei soggetti assistiti, svolge le attività agricole sulla base di specifiche convenzioni con regioni e province. Segreteria: tel. 06 39.38.82.19 - fax 06 39.37.74.50

ENAIP L’Ente ACLI per l’Istruzione Professionale offre una molteplicità di servizi nelle varie fasi del processo formativo. Rappresenta la realtà più significativa nel campo della formazione professionale in Italia. Gli interventi, rivolti soprattutto verso le fasce più deboli della popolazione, vengono realizzati oltre che in Italia anche nei Paesi dell’Unione Europea e in quelli del Terzo mondo. Sede nazionale: tel. 06.58.40.422 - fax 06.58.40.607 sedenaz@enaip.it - www.enaip.it

SOGGETTI SOCIALI G.A. I Giovani delle ACLI promuovono l’aggregazione delle persone al di sotto dei 28 anni stimolando educazione e formazione alla politica, all’impegno civile a alla cittadinanza attiva. Sede nazionale: tel. 06 58.40.210 - fax 06 58.40.206 giovani@acli.it - www.giovanidelleacli.org

CAF Il Centro di Assistenza Fiscale aiuta gli utenti a compilare le denunce dei redditi con competenza e professionalità attraverso una presenza capillare su tutto il territorio nazionale. Il CAF è impegnato anche in nuovi servizi tra cui l’ISEE, indicatore della situazione economica equivalente, uno strumento che consente alle famiglie di accedere a particolari agevolazioni (sulle tasse scolastiche, tariffe telefoniche, elettrice, ecc.). Sede nazionale: tel. 06 58.40.298/286 - fax 06 58.40.224 organizzazione@caf.acli.it - www.caf.acli.it

COORDINAMENTO DONNE È il “luogo” organizzato delle donne nelle ACLI. La sua finalità è quella di promuovere la partecipazione delle donne, valorizzarne il pensiero e l’esperienza, sostenerne l’iniziativa, le attività l’assunzione di ruolo e di responsabilità. Segreteria: tel. 06 58.40.503 - fax 06 58.40.403/615 coordinamento.donne@acli.it antonella.melai@acli.it

85


US Acli

acli sport di tutti oggi FAP ACLI La Federazione nazionale Anziani e Pensionati ACLI ha lo scopo di tutelare i diritti e promuovere la qualità della vita degli anziani e dei pensionati. Ha la facoltà di sottoscrivere deleghe per la riscossione delle quote sindacali su pensioni in convenzione con l'INPS. Segreteria: tel. 06 58.40.355/322 e fax 06 58.40.575 sedenazionale@fap.acli.it

SOGGETTI PROFESSIONALI ACLI COLF È un’associazione professionale che organizza e tutela le collaboratrici e i collaboratori familiari. Raccoglie e mette in relazione le domande e le offerte di lavoro, informa sulla normativa che riguarda le persone e le famiglie migranti, dà informazioni sui servizi pubblici disponibili sul territorio, favorisce l’auto-organizzazione di servizi attraverso il lavoro associato e raccoglie la domanda di formazione. Segreteria: tel. 06 58.40.367/343 - fax 06 58.40.436 acli.colf@acli.it

ACLITERRA È l’associazione professionale agricola, impegnata a tutelare i lavoratori rurali e le loro famiglie. Il suo impegno articolato è volto alla promozione di uno sviluppo rurale di qualità. Opera nell’ambito di un’azione di ampio respiro per la difesa dell’ambiente, della qualità della vita, delle garanzie alimentari, della salute e della valorizzazione delle produzioni agricole. Segreteria: 06 5840.510 - fax06 5819103 servizi@acliterra.acli.it - www.acli.it/acliterra

UNAPOL L'Unapol, Unione Nazionale delle Associazioni dei Produttori Olivicoli, segue le problematiche connesse alla salvaguardia degli interessi e del reddito degli associati e dello sviluppo dell'olivicoltura italiana. Segreteria: tel. 06 39.36.521 - fax 06 39.365.211

86

Settembre 2007 n.1

ASSOCIAZIONI E INIZIATIVE SPECIFICHE CTA – Centro Turistico ACLI È una delle più prestigiose associazioni di turismo sociale e opera da diversi anni nella promozione del settore inteso come occasione di crescita umana e culturale, secondo un criterio che favorisce il turismo di gruppo delle famiglie, dei giovani e della terza età. Sede nazionale: tel. 06 58.40.209 - fax 06 58.33.2509 presidenza@cta.acli.it UNASP L'Unasp (Unione Nazionale Arti e Spettacolo Popolare) propone un programma rivolto soprattutto alle giovani generazioni attraverso attività sociali e assistenziali nei settori delle arti, della cultura, del turismo culturale e del tempo libero. Sede nazionale: tel. 06 58.40.361 ANNI VERDI ACLI Anni Verdi, è l’associazione nazionale di protezione ambientale nata per rispondere alla domanda di informazione e di formazione espressa dagli iscritti alle ACLI e più in generale da tutti i cittadini, sulle problematiche ambientali. Segreteria: tel. 06 58.40.618 IREF L’Istituto di Ricerche Educative e Formative è stato fondato con lo scopo di progettare e realizzare ricerche, convegni e seminari di studio di natura sociale, economica e culturale, utilizzando metodologie scientifiche innovative. Segreteria: tel. 06 58.40.449 e fax 06 58.40.411 iref@acli.it IPSIA L’Istituto Pace Sviluppo Innovazione ACLI è l’organizzazione di cooperazione internazionale che svolge attività di educazione allo sviluppo, campagne e seminari sui problemi dell’immigrazione, attività di formazione per operatori di pace e sviluppo, e attività di cooperazione attraverso la realizzazione di progetti. Segreteria: tel. 06 58.40.400 - fax 06 58.40.403 ipsia@acli.it


ORGANIZZATIVA-MENTE. UN PENSIERO ORGANIZZATIVO PER LIBERARE PASSIONE, INIZIATIVA, PROGETTO ASSEMBLEA ORGANIZZATIVA E PROGRAMMATICA DI METÀ MANDATO Roma, 23-25 novembre 2007


Us acli - Sport di tutti