Issuu on Google+

i

Pol

5 giugno 2014

numero 56

Settimanale della Segreteria Nazionale del SILP CGIL

S B A R C H I , E ' S E MP R E E ME R G E N Z A S e r v o n o i n v e c e i m p e g n o c o m u n e e r i s o r s e c e r te

IN QUESTO NUMERO Sbarchi: superare emergenza con soluzioni strutturali ­ Sicurezza: serve nuovo modello che riconosca specificità operatori ­ Spending review: basta tagli a forze polizia ­ Poste Italiane S.p.A. non paga l'indennità: la risposta del Dipartimento al SILP CGIL ­ News e circolari ­ Segnaliamo: 10 giugno Palermo

Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia CGIL

1


i

Pol

numero 56

5 giugno 2014

Sbarchi: superare emergenza con s o l u zi o n i s t r u t t u r a l i

Roma, 31 mag. (Adnkronos) ­ Nuovi sbarchi di migranti a Porto Empedocle e Lampedusa. Altri 700 nel ragusano. La notizia che vede un ulteriore impegno di chi, in queste ore, fornisce supporto all'emergenza umanitaria in atto ''deve spingere ­per il Silp Cgil­ tutte le istituzioni a ricercare soluzioni strutturali per una questione che deve vedere l'Europa impegnata a dare risposte ai richiedenti asilo che sbarcano in queste ore nelle coste italiane''. Per il segretario del Silp Cgil, Daniele Tissone, ''serve un impegno comune volto ad affrontare un esodo che deve colpire, innanzitutto, chi si rende partecipe del reato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina offrendo nel contempo un maggiore sostegno e integrazione comunitaria''. Per Tissone, dunque, ''la risposta deve essere adeguata, organica e soprattutto strutturale. Abbiamo bisogno di un sistema nazione di

accoglienza e di integrazione che si sviluppi dall'esperienza positiva del sistema Sprar. La decisione del ministro dell'Interno di portare da 8 a 16mila la capienza dei centri di accoglienza del sistema va nella giusta direzione ­rimarca il leader del Silp Cgil­ ma non potrà decollare senza una copertura attraverso risorse certe e una pianificazione che coinvolga regioni, comuni e altri enti locali''. ''D'altra parte ­sottolinea ancora Tissone­ per giungere ai posti previsti bisogna coinvolgere numerosi enti locali per evitare centri troppo grandi e di difficile gestione, ovvero, come sta accadendo adesso, che i prefetti con le loro risorse si vedono costretti a chiedere a qualsiasi struttura della provincia una improvvisata disponibilità di accoglienza''. ''In sostanza ­rimarca il Silp Cgil­ occorre avere un piano che parta da una cabina di regia individuata con una specifica normativa, in grado di gestire i diversi sistemi di accoglienza che, non sempre, dialogano perfettamente tra di loro. In questo scenario ­spiega ancora Tissone­ ci preoccupa l'elevato impegno delle forze di Polizia che, incessantemente, offrono il loro contributo sottraendo impegno ai delicati compiti istituzionali''. ''Occorre pertanto dirottare ad altri enti e istituzioni tale carico di lavoro ­conclude Tissone­ nella consapevolezza che una riuscita degli obiettivi umanitari di cui sopra si consegue attraverso una sinergia di più forze deputate alla soluzione di un problema che non può riguardare il solo nostro Paese''.

Sicurezza: serve nuovo modello che riconosca s p e c i fi c i tà o p e r a to r i Roma, 1 giu. (Adnkronos) ­ ''La sicurezza pubblica costituisce un bene costituzionalmente tutelato. Il Silp Cgil reputa che i numerosi e ripetuti tagli di risorse che negli ultimi anni hanno riguardato il comparto della sicurezza e del soccorso pubblico, hanno dato vita a un graduale e marcato cambiamento del modello di sicurezza in Italia, che ha anche negativamente interessato gli stessi operatori''. E' quanto si legge in una nota

del Silp Cgil. ''Oggi più che mai ­spiega il segretario generale del Silp Cgil, Daniele Tissone­ occorre intervenire al fine di impedire l'innalzamento dell'età media di tutti gli operatori del settore, che supera i 45 anni di età ed è tra le più alte d'Europa, con conseguenze tutt'altro che trascurabili su lpiano dell'efficienza, su quello dell'efficacia degli interventi operativi delle forze segue a pagina successiva...

Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia CGIL

2


i

Pol

numero 56

5 giugno 2014

...segue da pagina precedente

dell'ordine ma anche sul piano della lievitazione dei costi necessari per fronteggiare le esigenze di ordine e sicurezza pubblica poste da un personale con un età così elevata che, se scorporata nelle qualifiche (gradi) intermedie (ispettori e marescialli) o apicali (funzionari­dirigenti e ufficiali), ha superato da tempo i 50 anni''. Per Tissone, un "nuovo modello di sicurezza" che vada sempre più verso "il soddisfacimento dei bisogni dei cittadini" passa attraverso il ''riconoscimento della specificità delle donne e degli uomini in divisa che vedono assommarsi un ulteriore aggravio dei carichi di lavoro con inevitabile disagio organizzativo per un comparto a cui dovrebbero essere affidate solo le delicate funzioni dell'ordine e della sicurezza pubblica''. ''In questo senso ­rimarca Tissone­ a fronte di ulteriori tagli previsti nel Def appena approvato, e dell'annunciata spending review che riguarderà tutti i settori dello Stato, appare improcastinabile ripensare un nuovo modello di sicurezza per il nostro Paese che, ferme restando le esigenze e gli obiettivi di bilancio, ne ridisegni obiettivi,

funzioni e organizzazione''. Questo, conclude il leader del Silp Cgil ''anche al fine di rendere più efficace ed efficiente il lavoro svolto dagli operatori del comparto sicurezza, dotandolo delle risorse necessarie a perseguire gli obiettivi istituzionali, progetto che passa attraverso il reale riconoscimento, da parte del governo e delle istituzioni, della specificità dei lavoratori della sicurezza''.

Spending rewiew: basta tagli a forze polizia (ANSA) ­ ROMA, 29 MAG ­ "Siamo contrari a ulteriori tagli". Lo dice il segretario del Silp Cgil Daniele Tissone commentando la notizia secondo la quale il commissario alla spending review Carlo Cottarelli avrebbe intenzione di presentare nuove misure che riguarderebbero le forze di polizia per

reperire risorse e ridurre pressione fiscale e costo del lavoro. "Se la strada che si vorrebbe percorrere sara' nuovamente quella della soppressione di oltre 200 presidi delle forze di Polizia ­ afferma il Silp Cgil ­ è una strada profondamente sbagliata perchè diminuirebbe la presenza delle forze dell'ordine sul territorio senza affrontare il nodo vero delle questioni che dovrebbe essere quello della unificazione delle forze di polizia". Anzichè insistere ancora con simili progetti, sostiene ancora Tissone, "chiediamo al governo di pensare a come ridurre realmente le spese, unificando le tante sale operative, utilizzando stabili demaniali quali sedi di uffici, accorpando uffici e caserme in identici luoghi fisici". "Tutto ciò ­ conclude ­ oltre a realizzare un risparmio vero aumenterebbe la capacità di risposta da parte delle forze dell'ordine con un aumento, reale, della sicurezza in favore dei cittadini.

Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia CGIL

3


i

Pol

numero 56

5 giugno 2014

P o s te I ta l i a n e S . p . A . n o n p a g a l ' i n d e n n i tà : l a r i s p o s ta d e l D i p a r ti m e n to a l S I L P C G I L

Oggetto: Mancata corresponsione dell’indennità per servizi specialistici da parte di poste Italiane S.P.A. in favore del personale della Polizia di Stato in servizio negli Uffici della Polizia postale e delle Comunicazioni.

Con riferimento a quanto segnalato da codesta Segreteria Nazionale con la nota sopra indicata, relativa alla corresponsione dell’indennità per servizi specialistici da parte

di poste Italiane S.p.A.; la Direzione Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato ha comunicato che, a seguito della recente avvenuta registrazione da parte della Corte dei Conti del decreto Interministeriale disciplinante le modalità di corresponsione delle indennità in parola, si provvederà alla liquidazione delle somme riferite all’annualità 2011, non appena la Direzione Centrale per i Servizi di Ragioneria, che è stata invitata a sollecitare l’iter burocratico, comunicherà la disponibilità in termini di cassa delle relative somme. E’ stato riferito, inoltre, che per le annualità successive si provvederà di volta in volta a seguito del completamento delle consuete procedure di riassegnazione dei fondi versati da Poste Italiane S.p.A. sul capitolo di entrata del Bilancio dello Stato, Cap. 2439 art. 17, del Ministero dell’Economia.

N EW S e C I R C OL A R I Affidamento dei servizi assicurativi per la copertura dei rischi e tutela legale, inerenti alle responsabilità connesse allo svolgimento delle attività istituzionali del personale della Polizia di stato ai sensi della Legge 28 dicembre 2001, n.448 Per approfondire clicca qui

Pianificazione assegnazione frequentatori 188° e 189° corso per agenti. Per approfondire clicca qui

Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia CGIL

4


i

Pol

numero 56

5 giugno 2014

N EW S e C I R C OL A R I Circolare ministeriale n. 600.C.CONT.M.F.501.501/6/9 del 7 dicembre 2010, concernente le procedure amministrative inerenti agli incidenti stradali e danneggiamenti occorsi agli auto­motomezzi e natanti della Polizia di Stato. Chiarimenti e precisazioni in origine all’attuazione degli adempimenti di cui al paragrafo 2) pagg. 2 e 3. Per approfondire CLICCA QUI

Indennità di comando prevista dall'art. 10, comma 2 della Legge 78/1983.Circ.3 giugno 2014 ­ convocazione Per approfondire CLICCA QUI

Decreto ministeriale per l'individuazione delle sedi disagiate ex art. 55 del D.P.R. 335/82 ­ convocazione Per approfondire CLICCA QUI

Concorso interno a 7563 posti per l'accesso al corsp professionale per la nomina alla qualifica di vicesovrintendente indetto con decreto del capo della polizia datato 23 dicembre 2013. Compilazione e trasmissione foglio notizie elettronico Per approfondire CLICCA QUI

Campo estivo per orfani e figli personale della polizia di stato in servizio o in congedo, nonché figli dipendenti amm.ne civile, riservato bambini dai 5 ai 13 anni ­ centro sportivo "Tor di Quinto" (Roma) Per approfondire CLICCA QUI

Compenso per lavoro straordinario al personale degli uffici e/o reparti della polizia di stato­disposizioni generalui sulla gestione mensile ed annuale delle risorse assegnate. Esercizio 2014 Per approfondire CLICCA QUI

Riorganizzazione Squadre Mobili di Roma, Milano, Napoli e Palermo. Per approfondire CLICCA QUI

Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia CGIL

5


i

Pol

numero 56

5 giugno 2014

...SEGNALIAMO

Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia CGIL

6


i

Pol

5 giugno 2014

numero 56

TESSERAMENTO 2014 Per la LegalitĂ  il Lavoro e i Diritti Sempre dalla Tua parte

Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia CGIL Via delle Quattro Fontane n. 109 00184 Roma www.silpcgil.it segreterianazionale@silp.cgil.it

tel. 06 4927111 ­ fax 06 44702297

Seguici su twitter! @silp_cgil

Seguici su facebook! clicca qui

Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia CGIL

7


iPol n. 56