Issuu on Google+

i

Pol

23 maggio 2013

numero 6

Periodico della segreteria nazionale del Silp per la CGIL

REGOLAMENTO ARMONIZZAZIONE PENSIONI E BLOCCO CONTRATTI LA POSIZIONE DEL SILP­CGIL; ESITO DELLA RIUNIONE CON LA CONSULTA DEL PD IN ATTESA DEI PROSSIMI APPUNTAMENTI IN COMMISSIONE

IN QUESTO NUMERO Esito della riunione con la consulta, posizione del Silp ­ Concorso Sovrintendenti Comunicato Silp­ Concorsi nella polizia di Stato ­ Sit In di protesta a Milano ­ Ultime Circolari

Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia per la CGIL

1


i

Pol

23 maggio 2013

R e g o l a m e n to e b l o c c o c o n tr a tti , e s i ti e a p p u n ta m e n ti

Si è tenuto mercoledì 22 maggio il previsto incontro con la Consulta Sicurezza e Difesa del PD alla presenza del responsabile del Forum, On. le Emanuele Fiano, con la partecipazione del Presidente della Commissione Lavoro della Camera, On. Cesare Damiano, ed il Vice Presidente della Commissione Difesa, On. Calipari. All'ordine del giorno la trattazione dello schema di D.P.R. recante il regolamento in materia di proroga del blocco della contrattazione e degli automatismi stipendiati per i pubblici dipendenti nonché lo schema di decreto del regolamento per l'armonizzazione di accesso al sistema pensionistico del personale del comparto sicurezza e difesa, e del comparto vigili del fuoco e soccorso pubblico. Durante l'incontro il SILP ha preliminarmente osservato che, come si evince dalla relazione al Parlamento 2013 presentata dal Ministro Grilli e relativa al conto della P.A. sia emersa una diminuzione complessiva dei costi per la voce "redditi da lavoro dipendente" nel

periodo 2010­2012 come si è sostanzialmente verificato un calo di personale che ha riguardato, anche, il personale del Comparto. In questo contesto di calo di retribuzioni e personale, (nel triennio 2009­2011 si sono persi 6518 posti di lavoro nell’intero comparto e la previsione per il 2012 è di una ulteriore diminuzione di ulteriori 2000 unità), il SILP ha pertanto rivendicato la necessità di sbloccare le risorse per il rinnovo dei contratti attraverso un segnale di discontinuità che corrisponda a non mandare avanti il decreto Berlusconi aprendo, nel contempo, un confronto con le OO.SS., al fine di ricercare ogni utile soluzione. Il SILP ha anche ricordato le difficoltà degli operatori che, pur fronteggiando, quotidianamente, ogni genere di problematicità, hanno a che fare con il continuo accumularsi di ritardi nel pagamento delle ore prestate per turni di lavoro, spesso anche massacranti, effettuati in regime di straordinario, per le missioni o per servizi di O.P. svolti, addirittura, durante il trascorso anno 2012 e tutt’ora non retribuiti. In relazione al regolamento pensionistico, il SILP ha riaffermato la propria netta contrarietà verso lo schema di delega del decreto di armonizzazione che non riconosce la specificità degli addetti del Comparto e che, anzi, li penalizza attraverso le previsioni di innalzamento dell'età pensionabile. Il SILP reputa inoltre errata e penalizzante l'applicazione, anche per il nostro Comparto, dell'incremento legato alla speranza di vita in ragione del fatto che la condizione psico­fisica degli operatori, che diminuisce con l'avanzare dell'età, sia un requisito fondamentale per lo svolgimento delle specifiche attività operative.

Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia per la CGIL

2


i

Pol

23 maggio 2013

Ogni ulteriore penalizzazione presente nello schema di decreto è vista dal SILP come ingiusta e mortificante e appare in controtendenza con le affermazioni rese dal Presidente del Consiglio Enrico Letta che, nel corso del suo insediamento, ha manifestato attenzione verso la Specificità del nostro Comparto. In un tale contesto, dopo tre anni durante i quali le retribuzioni delle forze di Polizia hanno subito una pesante perdita di potere di acquisto registriamo, solo per effetto del fattore inflativo, una inaccettabile perdita salariale di circa 80 euro mensili per singolo operatore. In ragione di ciò la nostra O.S. ha quindi chiesto ai rappresentanti del Partito Democratico un forte impegno su entrambi i versanti, finalizzato al reale riconoscimento della Specificità nonché allo sblocco delle risorse per il rinnovo contrattuale. Il Presidente della Consulta ha preliminarmente precisato che competente sulla materia è il Governo, ma che il PD ha ben chiare le criticità e le ricadute negative sul modello sicurezza e difesa del Paese che il Regolamento sull’armonizzazione del sistema pensionistico in discussione, se approvato così com’è, determinerebbe. Per tale ragione egli stesso predisporrà una relazione analitica sul provvedimento e sui suoi effetti. L’On. Damiano ha ribadito che competente sul Regolamento è il Governo e che alla Commissione, da egli presieduta, spetterà fornire un parere nel merito, atto non vincolante circa le determinazioni dell’Organo esecutivo. Ha altresì affermato di essere consapevole che non tutte le professioni, sicurezza e difesa ma anche altre, possono essere svolte a tutte le età in ragione, proprio, della loro specificità. Per tale ragione si farà portavoce con il Ministro del Lavoro delle esigenze del comparto, dichiarandosi disponibile a soluzioni che leniscano le criticità del Regolamento secondo principi di

flessibilità che prevedano, per tutte queste professioni, un processo graduale per il pensionamento. In ordine al rinnovo contrattuale, che riguarda il comparto sicurezza e difesa e tutto il pubblico impiego, lo stesso ha spiegato che, anche in questo caso, competente sulla materia è il Governo, l’On Damiano ha inoltre riferito di aver già fatto richiesta al Ministro competente di incontrare le Organizzazioni Sindacali e le Rappresentanze dei Militari per un confronto sulle esigenze del comparto. La nostra O.S. si prepara, quindi, ai prossimi appuntamenti in commissione parlamentare previsti per il 28 p.v. in sede di audizione con tutte le OO.SS. sul blocco dei contratti presso la Camera dei Deputati nonché, il giorno 30 p.v., in audizione congiunta Camera dei Deputati e Senato della Repubblica in materia di Regolamento Pensionistico. In queste sedi continueremo a sostenere le ragioni per le quali siamo e saremo sempre contrari ad ogni intervento peggiorativo in materia pensionistica, decisi a rivendicare con fermezza un trattamento economico tale da restituire dignità agli appartenenti al comparto operando, sempre, per la difesa dei diritti delle donne e degli uomini in divisa.

Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia per la CGIL

3


i

Pol

23 maggio 2013

C o m u n i c a to S i l p ­C g i l : C o n c o r s o S o v r i n te n d e n ti CONCORSONE "SOVRINTENDENTI" UNA BOZZA INAFFIDABILE! SENZA SOSTANZIALI MODIFICHE E INTEGRAZIONI AL REGOLAMENTO CONCORSUALE, IN VISTA UNA "BEFFA" PER TUTTO IL RUOLO AGENTI E ASSISTENTI DELLA POLIZIA DI STATO Assistenti. L’attuale impianto previsto dalla bozza, non garantisce quel necessario equilibrio che tenga conto dell'anzianità di servizio e di quel, condiviso, principio meritocratico che dovrebbe riconoscere gradualmente un punteggio a coloro che beffardamente sono risultati vincitori non ammessi addirittura a più concorsi banditi in precedenza. Inoltre manca trasparenza e chiarezza su alcuni aspetti organizzativi fondamentali, che in realtà gli aventi diritto a partecipare al concorso, ritengono erroneamente già acquisiti:

I tempi stretti previsti dal Decreto Legge 28.12.2012 n° 227 , G.U. 28.12.2012, ovvero il termine del 31.12.2013 entro il quale il Dipartimento della Pubblica Sicurezza dovrà bandire il cosiddetto "concorsone" per ripianare più di 8 mila vacanze nel Ruolo dei Sovrintendenti della Polizia di Stato, non possono giustificare scelte affrettate ed approssimative che potrebbero creare confusione intorno ad un argomento di vitale importanza per gli equilibri generali degli organici della Polizia di Stato. Com’è noto l’Amministrazione ha già inoltrato una bozza del regolamento relativo al suddetto concorso all’Ufficio Legislativo, (per il successivo inoltro al Consiglio di Stato per il parere definitivo) che se non sarà migliorata, alimenterà le preesistenti situazioni di criticità e disagio all’interno del Ruolo Agenti

­ riteniamo che la bozza debba essere ulteriormente modificata, attribuendo maggior e diversificato punteggio ai cosiddetti “vincitori non ammessi” (vedasi tabella allegata) ­ non è comprensibile quale meccanismo sarà introdotto per determinare le vacanze di posti disponibili per le singole annualità previste (dal 2004 al 2012) ­ non è quantificabile la durata dell'iter concorsuale:si prevedono tempi lunghissimi per la valutazione di più di 60 mila titoli che rendono imprevedibile la ripartizione e conseguentemente, l'inizio dei corsi. Tale situazione oltre a creare incertezza sulla durata complessiva del concorso, non aiuta a rassicurare i concorrenti aventi diritto, sui tempi previsti per il mantenimento della sede di servizio;

Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia per la CGIL

4


i

Pol

23 maggio 2013

­ non si hanno riscontri certi in merito all'eventuale utilizzo di supporti telematici a scopo didattico. Scelta, condizionata dalle enormi carenze logistiche ed informatiche presenti su tutto il territorio nazionale, che non permette di chiarire la durata del periodo di corso che sarà effettuato presso la sede di assegnazione (ricordiamo che la durata complessiva dovrebbe essere di 4 mesi)

mettere in campo un mini riordino delle carriere "mascherato". La specificità del Comparto Sicurezza passa anche attraverso un reale rinnovamento dell'assetto organizzativo che rivaluti la professionalità dei ruoli e delle qualifiche. (compresi anche i ruoli tecnici) Per questo siamo pronti a mettere in campo ogni iniziativa utile ad evitare che la categoria subisca gli effetti negativi di scelte organizzative affrettate.

Se l'Amministrazione non intenderà valutare la proposta del Silp Cgil, dimostrando di non voler ascoltare chi rappresenta la categoria, trincerandosi dietro alla non negoziabilità del tavolo sindacale in merito alle modalità dei bandi di concorso, confermerà quanto il Silp Cgil già in tempi non sospetti aveva denunciato, ovvero che il Dipartimento della Pubblica Sicurezza si sta preparando a

La ripartizione del punteggio per l'anzianità di servizio, nello schema viene calcolato dividendo per 25 i punteggi di 14 per la riserva degli Assistenti Capo e 10 per la riserva degli Agenti e Assistenti – Valutazione attuata nei precedenti concorsi a titoli ed esami del 108 e 116 . I punteggi relativi ai titoli ed ai rapporti informativi sono stati calcolati in maniera ipotetica partendo dal presupposto che dai 14/15 anni di servizio in sù i colleghi possono aver raggiunto il punteggio di 45+2; inoltre abbiamo ipotizzato che la maggior parte di essi, intorno ai 18 anni di servizio, possano aver raggiunto il massimo punteggio per quanto concerne le onoreficenze. Giova precisare che ad oggi questa materia è oggetto di discrezionalità dei Dirigenti dei reparti di appartenenza pertanto si deve assolutamente valutare quale ripercussione possa avere per il candidato. Per il titolo di studio è stato attribuito 1 punto per il diploma alla totalità dei colleghi, considerando che la percentuale dei colleghi in possesso di laurea breve, specialistica o diploma di terza media rappresentano una percentuale minima rispetto al totale. Si è ipotizzato di attribuire 6 punti per l'idoneità al concorso per titoli ed esami da Vice Sovrintendente, se lo stesso candidato risulta idoneo successivamente ad altri concorsi tale punteggio aumenta di un terzo per raggiungere una massimo di punti 10 ( si rammenta che attualmente vi sono tre graduatorie in atto); si prevedere una differenziazione di punteggio sulle due graduatorie (riducendo a 5 punti per ogni idoneità per i colleghi più giovani per la riserva del 40%) per ricompensare maggiormente gli AC anziani che si sono messi in gioco partecipando ai concorsi per titoli ed esami, azzardando il non rientro nella sede di servizio precedente. Nella tabella la somma del totale non comprende i punteggi inerenti le idoneità ai precedenti concorsi.

per la versione web: clicca qui Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia per la CGIL

5


i

Pol

23 maggio 2013

Concorsi in Polizia, articolo tratto da: La Notizia Nella Polizia di Stato l’ultimo concorso per agenti aperto alla vita civile risale al 1996. I poliziotti ormai provengono dal servizio militare e sono volontari in ferma breve e in ferma prefissata. Questo vuol dire essenzialmente due cose: sempre meno donne in polizia (attualmente solo il 12% degli agenti) e personale che arriva già “vecchio” dopo la leva. “Sono anni che chiediamo un concorso pubblico per i civili – spiega Daniele Tissone, segretario nazionale Silp­Cgil – Anche perché attualmente gli agenti sono in sottorganico di 7 mila unità. Per ogni tre persone che se ne vanno, ne entra una. E ormai l’età media è arrivata a 40 anni”. Lo stesso discorso vale per gli ispettori e i periti tecnici, gli ultimi concorsi

risalgono rispettivamente al 1998 e al 2000. Solo i commissari di polizia riescono ad avere il giusto ricambio con 100 posti banditi annualmente.

S i t­I n d i p r o te s ta a Mi l a n o c o n tr o c h i u s u r a d e l l a D I A Organizzazione Sindacale alla chiusura di tale presidio, non solo perché ritenuto indispensabile per le attività info­investigative, ma soprattutto perché tale decisione trasmette alle Istituzioni ed all'opinione pubblica un messaggio negativo in merito all’impegno nella lotta alla criminalità organizzata.

Il Silp Nazionale, con il Silp Lombardia e Cgil Lombardia, ha effettuato alle ore 10,30 del 17 maggio 2013 una pubblica manifestazione a Milano, via Macchi n.87, nei pressi dell’ingresso del Centro DIA, per protestare contro la decisione di chiusura del Nucleo Informativo della Dia di Malpensa e per sensibilizzare l’opinione pubblica in merito al dannoso segnale che proviene da tale non condivisibile decisione. E' stata ribadita l’assoluta contrarietà della nostra

Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia per la CGIL

6


i

Pol

23 maggio 2013

Ultime Circolari Mobilità del personale dei ruoli Sovrintendenti, Assistenti e Agenti nella stessa sede. Incontro tra OO.SS. al Ministero dell'Interno per il giorno 29 maggio 2013

per la versione web: clicca qui Diritto pagamento straordinario nei riposi sentenza del Consiglio Stato ­ Sezione IV ­ n. 01342/2012

per la versione web: clicca qui Concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento di n. 964 Allievi Agenti della Polizia di Stato, riservato ai sensi dell'articolo 2199, comma 1, del D.Lgs. 15 marzo 2010, n. 66, ai volontari in ferma prefissata di un anno o quadriennale ovvero in rafferma annuale, i quali, se in servizio, abbiano svolto alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda almeno sei mesi in tale stato o, se collocati in congedo, abbiano concluso tale ferma di un anno. Sulla Gazzetta Ufficiale – Supplemento Concorsi del 24 maggio 2013 saranno pubblicate le date in cui i candidati dovranno sostenere la prova scritta d’esame, che dovrebbe tenersi nei giorni 11, 12, 13 e 14 giugno 2013, presso la Scuola Allievi Agenti di Alessandria, la Scuola Allievi Agenti di Campobasso, il Palacatania di Catania, la Fiera Internazionale di Cagliari, l’istituto per Ispettori di Nettuno, il Reparto Mobile di Palermo, l’Istituto per Sovrintendenti di Spoleto e la Scuola Allievi Agenti di Vibo Valentia.

La Direzione Centrale per le Risorse Umane ­ Servizio T.E.P. e Spese Varie ­ I Divisione ha diffuso la circolare prot. 333­G/Div.1­Sett.2/aagg95 del 23 aprile 2013 avente oggetto "INPS Gestione ex INPDAP. Prestazione e consultazione telematica delle domande di prestazioni creditizie"

per la versione web: clicca qui Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia per la CGIL

7


i

Pol

23 maggio 2013

Ultime Circolari L'Ufficio per le Relazioni Sindacali con nota n. 557/RS/01/58/6522 del 20 maggio 2013 ha trasmesso alle OO.SS., per la formulazione delle osservazioni, la bozza di regolamento di attuazione ex art. 8 del decreto del Capo della Polizia del 25 gennaio 2008, relativa ai servizi ippomontati e cinofili della Polizia di Stato.

per la versione web: clicca qui

Soggiorno studio all'estero ­ in Inghilterra e negli Stati Uniti d'America ­ riservato ai figli ed agli orfani dei dipendenti della Polizia di Stato.

per la versione web: clicca qui

La Direzione Centrale per gli Affari Generali della Polizia di Stato con nota n. 559/C/3/F/6 del 17 maggio 2013 ha illustrato le competenze in occasione di ricorrenze e commemorazioni del personale della Polizia di Stato "vittima del dovere, del terrorismo e della criminalitĂ  organizzata" e "deceduto in servizio".

per la versione web: clicca qui

Il 17 maggio 2013 ultima data per la presentazione della revoca delle domande di trasferimento del personale del ruolo degli Ispettori della Polizia di Stato il 10 giungno 2013.

per la versione web: clicca qui

Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia per la CGIL

8


i

Pol

23 maggio 2013

Per la compilazione della dichiarazione dei redditi rivolgiti ai CAAF CGIL

Vantaggi per gli iscritti 足 Trova il tuo CAAF 足 Clicca qui

Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia per la CGIL Via delle Quattro Fontane n. 109 00184 Roma www.silpcgil.it segreterianazionale@silp.cgil.it tel. 06 4927111 足 fax 06 44702297 Seguici su twitter! @silp_cgil Sindacato Italiano Lavoratori di Polizia per la CGIL

9


iPol n. 6