a product message image
{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade

Page 1

FIORENZA NOSTRA

1


Fiorenza nostra Attività del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino - Anno 2019 Filippo Giovannelli Š Copyright - All rights reserved / Tutti i diritti riservati Comune di Firenze - Ufficio Tradizioni Fiorentine a diffusione gratuita, viatata la commercializzazione

2


“Tutte le strade del mondo conducono al cuore del guerriero: egli s’immerge senza esitazioni nel fiume di passioni che scorre sempre attraverso la vita.� Paulo Choelo

3


4


Filippo Giovannelli

FIORENZA NOSTRA AttivitĂ del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino Anno 2019

presentazione di Andrea Vannucci e Michele Pierguidi

Ufficio Tradizioni Popolari 5


6


INDICE Ringraziamenti Presentazione di Andrea Vannucci e Michele Pierguidi Introduzione

pag. pag. pag.

9 11 13

Iniziative ricorrenti pag. 15 Centro studi e documentazione pag. 27 Manifestazioni pag. 44 Appendice pag. 203

7


8


RINGRAZIAMENTI Grazie al Sindaco di Firenze Dario Nardella, all’Assessore alle Tradizioni Popolari del Comune di Firenze Andrea Vannucci, al Presidente del Calcio Storico Fiorentino Michele Pierguidi, il loro appoggio e la loro fiducia è fonte di grande orgoglio e responsabilità che cerchiamo di onorare con il massimo del nostro impegno. Grazie all’Ufficio Tradizioni Popolari, alle dirigenti Francesca Santoro, Milly Valdevies e Carla De Ponti, a Fabio Minnella e Mariella Bergamini, a Massimo Coppi e Fabio Vegni, Maria Grazia Sicari, Francesca Pisciotta, Gianni Ranieri e ai magazzinieri Giacomo Cambini, Donato Toscano, Francesco Valencetti. Grazie all’assessorato Antonella Zagli, Lorella Guarnieri, Daniela Pulvirenti, Franco Dardanelli, Claudio Mattolini, all’Ufficio Sport, in particolare Barbara Barberini e Paolo Mangini e tutti gli altri colleghi. Grazie a Natascha Ferrucci, prima e preziosa collaboratrice; senza di lei nulla avrebbe forma. Grazie a Fabio Bonciani, Ivan Bucelli, Enrico Bicci, Claudio Mariani, Andrea di Stefano, Andrea Marini, Antonio Marrone, Fernando Cremoni, principali collaboratori sui quali poggia tutta l’organizzazione delle manifestazioni gestite o partecipate dal Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino e a tutti gli altri Capogruppo del Corteo: Silvano Borghi, Roberto Cappelli, Duccio Baglioni, Andrea Vermigli, Antonio Galeotti, Roberto Belli, Gianni Palchetti, Sauro Fiumalbi, Andrea Galluzzo, Gerardo Gondi, Pasquale Ippolito, Giordano Palpacelli, Maurizio Maleci, Fabio Travagli, Andrea Breschi, Luca Giannelli, Fabio Bianchi, primo baluardo di gestione delle varie compagini storiche, pietre fondamentali e a Filippo Paganelli per l’aiuto sempre puntuale e costante della commissione tesseramenti. Un grazie enorme a tutti i Personaggi del Corteo, vecchi e nuovi, che sono e restano i veri protagonisti di tutte le manifestazioni: sono loro la forza reale della nostra attività rievocativa. Grazie ai Presidenti delle Associazioni di Colore, ai Capitani, agli Alfieri e a tutti i Calcianti di questo grande “giochino”, ai Veterani, le Vecchie Glorie, le Mezze Cacce e a tutti gli appassionati di Calcio in Costume. Grazie infinite ai fotografi che seguono incessantemente e con passione la nostra attività rendendola indelebile con le loro immagini, che sono utilizzate anche in questo report: Maurizio Rufino, Gabriele Mantellini, Gianluca Botta, Giuseppe Sabella, Michele Virgillo, Alessandro Bruni, Alessandra Tognarini, Walter Cicali, Consuelo Calitri, Lulu Costel Dorneanu, Marco Pucci, Giulio Monasta, Stefano Pancani, Marco Bennati, Massimo Ferradini e tutti coloro dei quali non conosco il nome ma che mettono a disposizione di tutti le loro immagini e con i quali rimaniamo a disposizione per ogni eventuale evenienza, a Barbara Biggio e Nausikaa Mandana Rahmati per la correzione di bozza e l’impaginazione. Grazie al sostegno di chi è sempre vicino al Corteo e al Calcio, sponsor e partner che supportano ogni iniziativa, e a tutte le associazioni di supporto ai gruppi del corteo. Grazie ai nostri accompagnatori del Ruolo d’Onore che ci aiutano durante le manifestazioni rendendole più belle facilitando la nostra attività. Filippo Giovannelli 9


La Sala del Caminetto del Palagio di Parte Guelfa e le armature dei Sergenti degli Otto di Guardia e Balia

10


PRESENTAZIONE L’anno 2019 dell’attività del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina è stato davvero importante per i risultati raggiunti e per l’impegno che ognuno di noi ha dedicato a questa bellissima attività rievocativa. Abbiamo messo in campo energie e risorse economiche importanti, in particolare in questo fine anno finanziario, per rendere la presenza del Corteo ancora più bella, efficace e filologicamente attinente. Il rapporto che intercorre tra le varie componenti delle Tradizioni Popolari Fiorentine è saldo e l’impegno per il futuro è proiettato verso il miglioramento amministrativo, logistico e organizzativo. Grazie a tutti coloro che si impegnano per mantenere viva questa bellissima tradizione, agli uffici dell’amministrazione comunale che si adoperano giornalmente per la gestione e a tutti i fiorentini che in ogni momento seguono con amore le nostre attività. Andrea Vannucci - Assessore alle Tradizioni Popolari Le Associazioni di Colore, il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e tutto il favoloso mondo del Calcio Storico sono una parte fondamentale della Firenze più schietta e vera. Le manifestazioni che in ogni periodo dell’anno vengono organizzate a Firenze sono la parte commemorativa e rievocativa più bella che i fiorentini possono esprimere. Mai come negli ultimi anni si è rivolta l’attenzione al Calcio Storico e a tutto ciò che lo circonda. Siamo orgogliosi di aver contribuito in maniera forte e fondamentale alla valorizzazione delle nostre Tradizioni e per il futuro non mancherà l’impegno per continuare a migliorare le nostre attività. Michele Pierguidi - Presidente del Calcio Storico Fiorentino

11


12


INTRODUZIONE Appartenere al mondo del Calcio Storico Fiorentino e del Corteo Storico presuppone una grande consapevolezza e coscienza critica. Alcune parole possono aiutare a cogliere la vera essenza di ciascuno di noi, di coloro che impiegano una consistente parte del proprio tempo a favore di queste inimitabili e originali manifestazioni rievocative la cui partecipazione è riservata solo ad alcuni “personaggi” che hanno la legittima ambizione di far rivivere coloro che nel lontano 1530 difesero la Repubblica e di rappresentare Firenze. Queste parole sono orgoglio, appartenenza, divertimento, amicizia, socialità, generosità, amore, gloria, servizio, abnegazione, volontà, disponibilità, dedizione, adorazione, soddisfazione, passione, e rispecchiano solo in parte ciò che siamo e quello che proviamo. Perchè le sensazioni e le emozioni provate da chi vi partecipa si esprimono profondamente solo indossando un abito storico, o più comunemente un costume, per incarnare per qualche ora colui o coloro che nel passato hanno combattuto a difesa della città e diventare simbolo di libertà. Sono quei fiorentini che non abbiamo conosciuto, ma che sono descritti nei testi di storia come eroi della Repubblica Fiorentina, fortemente voluta ma inesorabilmente sconfitta. Coloro che in quel momento erano a difesa dei baluardi e delle mura cittadine. I fiorentini che scesero dalle mura per deridere il nemico con spirito irriverente e di sfida. Uomini che sentivano la tradizione nel cuore. Individui forti e consapevoli che giocare a Calcio per Carnevale era più importante che prestare attenzione al nemico. Un popolo incurante dei colpi di cannone degli imperiali che non fecero particolari danni alla città. Che siano stati Malatesta Baglioni, Stefano Colonna, Dante da Castiglione, oppure Morticino degli Antinori o Caccia degli Altoviti o qualsiasi altro personaggio arruolato nella milizia cittadina ideata dal Machiavelli, noi adesso, oggi, nel nostro tempo, dopo quasi 500 anni, siamo presenti; noi li impersoniamo ogni volta, noi li eleviamo ad eroi cittadini. È questa la più alta motivazione che ci permette di “essere” e non figurare. Siamo rievocatori di grandi personaggi della nostra storia, siamo interpreti di un sentimento unico per Firenze, siamo i rappresentanti del più grande evento storico che la città voglia ricordare oggi come motivo di orgoglio cittadino. Rappresentiamo coloro che difesero la Repubblica Fiorentina dagli assedianti, amiamo Firenze perché è nostra madre, siamo uomini d’onore uniti da un unico sentimento. Abbiamo il privilegio di far parte di un insieme di persone scelte, unite dalla volontà e dalla voglia di rievocare un preciso periodo storico. Lo facciamo con orgoglio, con passione e con estremo impegno. Siamo i rievocatori dei personaggi della Firenze repubblicana, umanista e rinascimentale, siamo i rappresentanti istituzionali della Città di Firenze e questo è il massimo a cui possiamo aspirare. Filippo Giovannelli

13


14


INIZIATIVE RICORRENTI In questo report sono descritte le attività ricorrenti che nel corso dell’anno 2019 sono state realizzate dal Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino nel quadro generale delle iniziative volte alla valorizzazione delle tradizioni. Fanno parte delle attività ricorrenti il Cambio della Guardia a Palazzo Vecchio, ripristinato con una nuova formula completamente rivista e standardizzata sin dal febbraio 2017, le Chiavi della Città, le dodici Conferenze dei Capogruppo, cioè gli incontri mensili con i responsabili dei vari gruppi del Corteo Storico per condividere “gioie e dolori” sull’attività programmata delle tradizioni popolari. Diciassette sono stati gli eventi con ACF Fiorentina per la Cerimonia del Saluto in ogni partita casalinga della squadra di football di Firenze con la predisposizione del Saluto alla Voce cinque minuti prima dell’inizio della partita per il campionato di calcio 2018/2019. Oltre venti le sessioni di Catalogazione dei modelli del Corteo a seguito della convenzione siglata il 20 luglio 2018 tra Comune di Firenze, Soprintendenza delle Belle Arti di Firenze e Università di Firenze Dipartimento SAGAS.

Nella foto in Palazzo Vecchio, il Comune di Firenze rappresentato dall’Assessore Vannucci, il Presidente del Calcio Storico Fiorentino Michele Pierguidi, il Direttore del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino Filippo Giovannelli, il Soprintendente Andrea Pessina e Jennifer Celani della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e per le province di Pistoia e Prato, la professoressa Dora Liscia e il professor Fulvio Cervini dell’Università di Firenze dipartimento SAGAS per la firma della convenzione che impegna le tre amministrazioni a rendere il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina organismo da salvaguardare e tutelare come Patrimonio di Firenze.

15


La Conferenza dei Capogruppo

La Conferenza dei Capogruppo è una riunione mensile, convocata dal Direttore del Corteo di norma ogni ultimo lunedì del mese. La Conferenza dei Capogruppo ha lo scopo primario di aggiornare ogni responsabile sull’evoluzione organizzativa del corteo e delle tradizioni popolari, in particolare sulle nuove indicazioni da seguire e sulle manifestazioni che mese dopo mese ne richiedono la presenza. È inoltre uno scambio di opinioni che riguardano strettamente l’ambito del corteo storico, le problematiche da risolvere di ogni gruppo e di ogni singolo tesserato, è la sede per avanzare proposte, idee, contributi che potrebbero essere utili al miglioramento dell’organizzazione, un incontro propositivo, da cui emergono contributi e idee per trovare soluzioni.

16


Catalogazione dei modelli del Corteo

Durante tutto l’anno, presso la sede di Palazzo Giandonati, si è svolta una preziosa e laboriosa raccolta di dati sui costumi, abiti, attrezzature e armature del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino. Questo dettagliatissimo studio contribuirà in maniera sostanziale alla catalogazione di tutti i modelli del Corteo Storico a seguito del protocollo d’intesa appena descritto. Elena Zinanni e Gina Berni dell’Unifi, con la collaborazione dei Personaggi del Corteo Storico, attraverso una sequenza di sessioni di catalogazione, hanno svolto un lavoro propedeutico lungo e minuzioso, con la consulenza del Dipartimento Sagas dell’Unifi, della Soprintendenza e della direzione del Corteo. Il risultato potrà essere la base scientifica per la valorizzazione del patrimonio demoetnoantropologico delle tradizioni fiorentine e salvaguardare l’intera struttura attraverso linee guida stabilite dal Mibact. Finalmente avremo una consulenza qualificata che potrà essere utilizzata per migliorare in futuro la nostra già fedele attività rievocativa e considerare il Corteo, il Calcio e tutte le nostre tradizioni patrimonio intangibile di Firenze e di tutta la nazione, con uno sguardo lontano verso l’Unesco.

17


Il “Saluto alla Voce” allo Stadio Franchi

ACF Fiorentina da qualche anno sta lavorando sugli aspetti storici legati al Football, che come noto trae origine dal Gioco del Calcio Fiorentino, secolare attività ludica da sempre rappresentata a Firenze nelle grandi occasioni. Il Campionato di Calcio di Serie A ha ospitato nelle partite casalinghe di ACF Fiorentina, qualche minuto prima dell’inizio della gara, il “Saluto alla Voce”, cerimonia di grande valore storico e simbolico che riflette la Cerimonia del Saluto delle partite del Calcio Storico Fiorentino giocate ogni anno nel mese di Giugno in Piazza Santa Croce. È un pensiero intelligente che lega sempre di più i veri fiorentini, amanti della storia e della tradizione della propria città, alla loro squadra di football, al radicamento dell’orgoglio nel tessuto cittadino, alla vicinanza di coloro che praticano l’attività rievocativa allo stadio di calcio Artemio Franchi, alla possibilità di poter gridare quel “Viva Fiorenza” a squarciagola in un’arena ben più grande di quella di Piazza Santa Croce, davanti a 20-30000 spettatori, tutti fiorentini, tutti ansiosi delle prestazioni dei propri beniamini. Trasmettere ai calciatori un po’ dell’origine del Calcio attraverso la nostra parata militare a passo di tamburo, seguire con l’orecchio la “Marcia al Campo” egregiamente suonata dai nostri Musici, identificarsi con coloro che combatterono durante l’assedio del 1530 da parte dei nostri gruppi armati emulando i Personaggi di quel tempo e rispondere in modo secco e preciso ai comandi militari del XVI secolo, è una vera e propria emozione. Trasmettere inoltre la voglia e la grinta più autentica dei nostri calcianti, caratteristica che deve dare slancio e forza ai calciatori della Fiorentina, è un altro degli aspetti positivi di questa iniziativa. L’identificazione della squadra attraverso l’adozione delle maglie dei quattro colori del Calcio Storico è stato molto apprezzato. Quanti di noi avrebbero voluto essere protagonisti di una vittoria, quanti di noi avrebbero voluto partecipare alla motivazione generale della squadra, quanti di noi avrebbero voluto l’occasione di contribuire all’ascesa del Calcio 18


Storico in Italia e nel Mondo. Adesso lo abbiamo fatto. A partire dal 26 agosto 2018 il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino, con alcuni dei propri rappresentanti, ha cercato di dare il massimo per confermare tutte le aspettative già descritte in premessa e il risultato, a detta di tutti, è stato entusiasmante. L’impegno di tutti i Personaggi (chiamarli figuranti è riduttivo) che si sono presentati ai test nel corso della settimana è stato encomiabile, tutti con l’orgoglio e la voglia di poter partecipare a questa occasione, a questa bella iniziativa che ha visto tanti protagonisti coinvolti, il Comune di Firenze, il Calcio Storico Fiorentino e ACF Fiorentina in testa.

Positive inoltre le reazioni degli spettatori e della stampa sulla preoccupazione dei nostri Personaggi per i tempi stretti imposti dalle rigide regole del pre gara. Ma alla fine il “Saluto alla Voce” ha suscitato emozioni, trascinando lo stadio, come avviene sul sabbione di Santa Croce prima delle partite di calcio in costume. Un grande momento indimenticabile per Firenze. Una grande iniziativa che resterà impressa nella memoria di tutti. Grazie ACF Fiorentina per questa bellissima esperienza!

19


Il Cambio della Guardia

Il Cambio della Guardia in numerose città europee è uno degli appuntamenti da non perdere per i visitatori di tutto il mondo. È un rito che si rinnova periodicamente e per alcune occasioni speciali di grande impatto emozionale. Il Cambio della Guardia è uno degli atteggiamenti e pratiche militari che non hanno tempo. È espressione di sicurezza militare di castelli e di recinzioni protettive di campi di battaglia o di città. Successivamente all’evoluzione delle tattiche di guerra, è divenuta una pratica di forte portata simbolica delle più grandi realtà militari e civili, anche del nostro tempo. Alcuni esempi sono quello di Londra per la Regina, quello del Milite Ignoto a Roma, il Cambio della Guardia di Atene, divenuto famoso per le tradizionali calzature dei soldati con il pon pon. La storia di Firenze ci riporta sicuramente agli anni dell’Assedio del 15291530, quando Carlo V volle riportare a Firenze la famiglia Medici. Firenze aveva un proprio esercito cittadino e Palazzo della Signoria, sede cittadina dell’amministrazione e del potere, veniva protetta da un gruppo militare di Fanti costituito appositamente per proteggere il “Palazzo”, luogo del potere. L’Esercito della Repubblica Fiorentina era comunque composto da numerosi altri gruppi militari diversamente caratterizzati, che all’occasione sostituivano gli stessi Fanti di Palazzo in questo loro importantissimo compito, e sono rappresentati nel Corteo Storico della Repubblica Fiorentina in ogni propria specifica peculiarità. Tale attività si svolge ogni prima domenica del mese presso l’Arengario di Palazzo Vecchio in Piazza della Signoria in orario 9.00 - 10.00 - 11.00 - 12.00 - 13.00. L’evento non viene effettuato in caso di pioggia. Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, con i suoi Musici, accompagna il Gonfalone e i reparti armati sull’Arengario di Palazzo Vecchio dove, allo scoccare di ogni ora a partire dalle 9.00, i reparti armati montano la Guardia al Simbolo Cittadino, il GONFALONE DI FIRENZE. 20


Le Chiavi della Città

Anche per l’anno scolastico 2018-2019 il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina ha contribuito al grande successo del programma educativo del Comune di Firenze denominato “Le Chiavi della Città”, progetto da sempre auspicato dal mondo delle tradizioni popolari e che da vari anni viene regolarmente attuato in ogni suo aspetto. Nell’ambito di tale cornice è stato proposto a insegnanti, studenti e loro famiglie un percorso sulle Tradizioni Popolari Fiorentine e la loro attualità. La simbologia della città di Firenze, lo Scoppio del Carro, le Feste fiorentine, il Calcio Storico vengono raccontati dai veri protagonisti. Il Palagio di Parte Guelfa è il luogo ideale per questi incontri di circa due ore dove facciamo conoscere ai giovani fiorentini la storia della città attraverso le tradizioni popolari più importanti che nei secoli si sono tramandate fino ai giorni nostri. Gli incontri interattivi con i ragazzi, svolti mediante l’utilizzo di sistemi multimediali per la produzione di immagini e di video utili per spiegare la composizione e l’origine del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e le dinamiche del Calcio Storico Fiorentino, si sono alternati a momenti di esperienza didattica. Gli studenti, attraverso il coinvolgimento emotivo, si sono 21


calati nel contesto storico e hanno avuto la possibilità di vedere e provare gli strumenti utilizzati dai vari personaggi che compongono il Corteo (tamburi, bandiere, balestre, riproduzioni di armi ecc.). Gli incontri si sono svolti nei mesi invernali, con cadenza mensile al mattino in orario 10:00-12:00, coinvolgendo oltre 150 ragazzi e 15 maestre. Il Corteo ha messo in campo, oltre al Direttore Filippo Giovannelli, anche numerosi membri di ogni gruppo facente parte del Corteo Storico, dai Musici ai Bandierai degli Uffizi, dai Fanti di ogni ordine e grado ai Balestrieri, Archibusieri, Alabardieri e importanti personaggi rappresentativi per il ruolo assunto durante le manifestazioni come il Maestro di Campo, il Capitano di Guardia del Distretto e del Contado, il Capitano dei Fanti dell’Ordinanza, il Sergente degli Alabardieri, gli Ufficiali di Scorta e gli Ufficiali Comandanti, Ufficiali delle Fanterie e Madonne Fiorentine, le Milizie di Quartiere e i Bombardieri, il Proconsolo, le Arti e le Magistrature. Tutti i rappresentanti hanno contribuito in maniera determinante raccontando il loro ruolo e la loro storia. Grazie a tutti per l’interesse dimostrato e all’impegno di competenza e di tempo messi a disposizione formando i fiorentini del futuro.

22


La Cerimonia del Saluto detta “Saluto alla Voce”

La Cerimonia del Saluto popolarmente detta anche “Saluto alla Voce”, fu adottata per la prima volta il 4 maggio del 1930 in occasione della prima partita di Calcio Fiorentino dopo la lunga sospensione settecentesca. Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino sfila in parata militare all’interno del campo di gioco e si schiera secondo un preciso ordine, al completo, rispondendo agli ordini del Direttore che è anche il Capitano di Guardia del Distretto e del Contado, istruttore dei gruppi storici che rappresentano l’Esercito della Repubblica Fiorentina che difese Firenze dall’assedio imperiale le Arti, le Corporazioni, le Magistrature fiorentine, le Squadre e i Quartieri. A ogni partita ufficiale del Gioco del Calcio Fiorentino, dopo lo schieramento completo in campo del Corteo Storico, il Capitano di Guardia del Distretto e del Contado ordina i cosiddetti “tocchi di tamburo” che sono eseguiti dai Musici del Calcio e pronuncia gli ordini stabiliti da Alfredo Lensi e dai “riesumatori” del Calcio nel 1930 (citati nel volume “Il Calcio Fiorentino” di A. Lensi, 1931) secondo l’etichetta militare del XVI secolo: 1 - “State attenti al comando” - tocco di tamburo e posizione di attenti; 2 - “Badate a voi, le armi in pugno” - tocco di tamburo e posizione d’ordinanza; 3 - “Presentate le armi, salutate!” - tocco di tamburo e ogni arma impugnata dai militi del corteo viene presentata alle autorità insieme a tutte le bandiere, gonfaloni e insegne, le chiarine intonano lo squillo del Saluto e le colubrine sparano un colpo a salve; 4 - “Rimettetevi, armi a terra” - tocco di tamburo e posizione di attenti; 5 - “Riposatevi sulle vostre armi” - tocco di tamburo e posizione di riposo; 6 - “Gridate con me, Viva Fiorenza!” - tocco di tamburo e tutti gridano Viva Fiorenza, aspetto che rende tutto molto suggestivo ed esprime l’orgoglio e l’appartenenza alla città. 23


La Cerimonia dell’Accoglienza detta “Saluto Veloce”

La Cerimonia dell’Accoglienza è per definizione una piccola e breve presentazione alle autorità del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina in occasione di particolari eventi e un saluto alla loro presenza. Occasione principale è quella dell’accoglienza del Sindaco, del Gonfalone di Firenze, del Magnifico Messere e della Leggiadra Madonna o delle altre autorità sull’Arengario di Palazzo Vecchio durante il Calcio Storico Fiorentino o durante le principali manifestazioni organizzate per onorare le Feste e Tradizioni Fiorentine previste dal calendario annuale del Comune di Firenze. Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino, marciando nella storica piazza della Signoria, si posiziona frontalmente e parallelamente all’Arengario di Palazzo Vecchio o alla scalinata di accesso alla porta principale. Il Capitano di Guardia del Contado e del Distretto, o suo sostituto, posiziona tutte le compagini storiche, ordinatamente e in senso progressivo di sfilata in modo da non interrompere il senso di marcia del Corteo. Una volta che il Corteo è posizionato e fermo in posizione di “ordinanza”, il Direttore, o suo sostituto, ordina i “Tocchi di Tamburo” con un saluto breve detto anche “veloce” secondo le seguenti formule: “State attenti al comando” - tocco di tamburo “Salutate” - tocco di tamburo e squillo delle chiarine “Rimettetevi” - tocco di tamburo “Passo” - i Musici iniziano a marcare il “passo” con i tamburi per la ripartenza del Corteo. Si precisa che, in ogni caso e per ogni manifestazione dove sia prevista l’accoglienza delle autorità, il Corteo Storico dovrà sempre essere disposto secondo un inquadramento consono, dignitoso e militarmente organizzato.

24


La Cerimonia degli Onori La Cerimonia degli Onori è una pratica recentemente codificata in maniera tale da esaltare la personalità che si intende omaggiare con la medesima cerimonia. Si basa essenzialmente sull’integrazione della Cerimonia del Saluto, normalmente detta Saluto alla Voce già descritta, con ulteriori formule “State attenti al comando” “Badate a voi, le armi in pugno” “Presentate le armi, salutate!” “Squillo del Saluto” Integrazione: “Si rendano gli Onori, a Titolo, Nome e Cognome” “Squillo del Comune” “Rimettetevi, le armi a terra” “Riposatevi sulle vostre armi” “Gridate con me, Viva Fiorenza!” La Cerimonia degli Onori è stata adottata per la prima volta in questa forma al Diotto di Scarperia dell’8 settembre 2015, quando l’Esercito della Repubblica Fiorentina rese gli Onori al Vicario entrante di Scarperia nella consueta cerimonia iniziale della manifestazione utilizzando queste parole: Si rendano gli Onori, al Vicario di Scarperia, Vieri di Giovanni Salviati! oppure in occasione della Celebrazione di Filippo Brunelleschi: Si rendano gli Onori, a Filippo, di Ser Brunellesco! oppure in occasione della Celebrazione di Francesco Ferrucci: Si rendano gli Onori, al Capitano fiorentino Francesco Ferrucci!

25


26


CENTRO STUDI E DOCUMENTAZIONE

In un periodo di grande interesse e apertura a livello “glocal” di enti, istituzioni pubbliche e private e, non ultimo, del mondo accademico, verso le Tradizioni Popolari (e nello specifico nei confronti del Calcio Fiorentino e della Rievocazione dell’Esercito della Repubblica Fiorentina), si rende sempre più necessario approfondire in modo rigoroso gli aspetti storico-scientifici e documentali a esse connessi, in virtù di un corretto processo di diffusione della conoscenza delle Tradizioni Popolari di Firenze. È esattamente dal 22 maggio 2018 che si è cominciato a parlare di Centro Studi e Documentazione del Calcio Storico Fiorentino (CSD), da quando è apparsa la sezione a esso dedicata sul sito www.calciostoricofiorentino.it. In questo modo si è data ufficialità a un’idea nata qualche anno prima dall’attuale Direttore del Corteo della Repubblica Fiorentina, Filippo Giovannelli Checcacci. L’intenzione è creare uno strumento di conservazione e divulgazione di tutto ciò che gravita intorno al Calcio Storico Fiorentino, attraverso articoli di approfondimento, interviste, brevi saggi, monografie, filmati, ecc. Nel CSD confluiscono diversi progetti nati separatamente, ma dal comune obiettivo di conservazione della memoria storica del Corteo: la “Banca della Memoria”, ossia una serie di interviste video-riprese fatte ai veterani del Corteo, realizzate grazie al contributo di Andrea Di Stefano e Consuelo Calitri; l’inventariazione di tutti i documenti e materiali (oltre duemila!) presenti nella storica sede dell’ex Palazzo Giandonati-Canacci, cominciata il 3 novembre 2017 e tuttora in fase di completamento; la creazione di un “Archivio e Biblioteca del Calcio Storico e delle Tradizioni Popolari Fiorentine”, ancora inesistente a Firenze, ma in fase di realizzazione a opera del CDS attraverso il reperimento di materiale edito e inedito riguardante le tradizioni della nostra città. Anche grazie alla recente convenzione tra la Soprintendenza, l’Università e il Comune di Firenze per il riconoscimento del patrimonio demoetnoantropologico immateriale delle nostre tradizioni fiorentine, il CSD diventa parte 27


attiva nella ricerca storica e documentale, garantendo una fattiva consulenza e assistenza agli studiosi impegnati nel progetto. Il CSD, inoltre, si sta impegnando nella creazione di una fitta rete di rapporti tra diversi enti pubblici e privati, col fine ultimo di dare al Calcio Fiorentino e al suo Corteo una ancor maggiore valenza culturale e storica. Il CSD è aperto alla collaborazione di chiunque sia interessato a farne attivamente parte, e in particolare si rivolge a tutti coloro che a vario titolo vorranno contribuire tramite la loro esperienza e il loro sapere al progetto, descrivendo fatti, curiosità, episodi, personaggi, ricordi – nelle modalità preferite, in digitale o tradizionale, tramite audio-video interviste o in forma scritta – al fine di conservare e mettere a disposizione di privati e ricercatori un importantissimo patrimonio culturale e biografico legato al nostro territorio. Le storie, raccontate con attenzione e dovizia di particolari, corredate da eventuali documenti, serviranno a non disperdere la memoria continuando a “rivivere” nella storia di questa nostra bella manifestazione. Ogni nostro nuovo o vecchio tesserato avrà la possibilità di lasciare un segno indelebile negli archivi del Corteo e del Calcio Storico Fiorentino, che già si avvalgono di diverse donazioni ricevute da numerosi appassionati di Fiorenza e della sua storia. Claudio Mariani

28


La Tessera Storica

Per non interrompere l’aspetto storico del tesseramento e in particolare per continuare ad alimentare il senso di appartenenza al sodalizio e all’attività a favore della città di Firenze, si è istituita la “Tessera Storica” del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino. Hanno diritto a ottenere la Tessera Storica coloro che possiedono le caratteristiche citate nel seguente regolamento per la consegna della Tessera Storica del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino. La Tessera Storica del Corteo della Repubblica Fiorentina è istituita per onorare coloro che abbiano fatto parte del Corteo a titolo continuativo e che abbiano raggiunto importanti traguardi di partecipazione a manifestazioni e eventi organizzati dal Comune di Firenze, Corteo Storico, Ufficio Tradizioni oppure a eventi di livello nazionale e internazionale ai quali abbiano partecipato da protagonisti. Hanno diritto a ottenere la Tessera Storica coloro che sono regolarmente Tesserati al Corteo Storico, con i documenti in corso di validità da almeno 1000 giorni continuativi e che abbiano partecipato ad almeno 30 manifestazioni, con spirito di servizio e con animo nobile, con orgoglio e dedizione, con l’intento di rappresentare la città di Firenze in Italia e nel mondo. Il Capogruppo, dalla tenuta delle statistiche di partecipazione alle mani29


festazioni dei propri Tesserati, segnala i nominativi alla Direzione del Corteo che provvede, dopo verifica dei propri archivi, a produrre la Tessera Storica che viene consegnata in occasione di cerimonie ufficiali del Corteo. La nuova “Tessera Storica” (a differenza di tutte le edizioni precedenti), è scritta a piuma d’oca in china, in eleganti caratteri gotici, dall’abile mano di Enrico Roncaglia, ex Sergente e Capogruppo degli Alabardieri e celebre scrittore di “grida” al Magnifico Messere. La fototessera è punzonata per mezzo di rivetto e contrassegnata dal timbro a rilievo del Calcio Storico Fiorentino, di recente realizzazione, ma ispirato a un timbro risalente agli anni ’70, ritrovato su antichi documenti di archivio. La nuova “Tessera Storica” è quindi un simbolo tangibile di adesione alla grande famiglia del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino, e costituisce anche un piccolo cimelio, quasi una vera e propria opera d’arte. Essa rappresenta un premio alla fedeltà, un tributo all’impegno e alla dedizione personale per la città di Firenze. Filippo Giovannelli e Claudio Mariani

30


La parata araldica di Santa Reparata

La Parata Araldica di Santa Reparata riprende una festa della tradizione popolare fiorentina dedicata alla compatrona di Firenze. Santa Maria del Fiore custodisce un cuore antico: la cripta della chiesa protocristiana di Santa Reparata, quella che fu il “primo” duomo di Firenze. Santa Reparata divenne la patrona dei fiorentini perché l’8 ottobre del 406 le milizie fiorentine sconfissero gli Ostrogoti di Radagaiso. Una tradizione vuole che la Chiesa venisse costruita proprio in seguito a questa vittoria e dedicata alla santa dal vescovo Zanobi. L’otto settembre 1296 veniva posata la prima pietra del duomo arnolfiano. Nel 1375 i lavori per il Duomo richiesero la demolizione della chiesa di Santa Reparata, che venne integrata dalla nuova costruzione. Gli scavi archeologici effettuati tra il 1965 e il 1974 hanno consentito di chiarire quale fosse la pianta originaria della chiesa di Santa Reparata. Il Live Museum e la Parata dell’Araldica Fiorentina è un nuovo modo di pensare l’attività del Corteo del Calcio Storico, per valorizzarne uno degli aspetti culturalmente più rilevanti: evidenziare tutta l’araldica presente a vario titolo nelle bandiere e nelle insegne dello stesso Corteo. Il Live Museum è una forma d’arte che ha lo scopo di rappresentare, o meglio di esporre, qualcosa che non è stato immaginato in altre forme artistiche, è una performance vivente che esplicita con l’impiego di persone, cose e luoghi, l’arte della rappre31


sentazione vivente e iconica di una cultura, di uno status o di una rievocazione o ricostruzione di periodi storici particolarmente interessanti. Il Live Museum rende protagonisti gli interpreti di questa forma d’arte che aiutano formalmente all’esposizione di uno o più temi culturali. Questa che presentiamo è una performance pensata proprio in quest’ottica. Le parate militari medievali e rinascimentali, i giochi storici e le rievocazioni storiche, le rappresentazioni, le interpretazioni d’arte vivente, particolarmente a Firenze, possono essere rappresentate sotto forma museale anche con eventi limitati nel tempo. Le insegne delle Armi della Repubblica dipinte o ricamate sulle bandiere sono rappresentative dell’appartenenza a un gruppo o a una corporazione, a un ufficio o a una magistratura fiorentina che gestiva il pubblico potere; le insegne dei quartieri fiorentini con le sue compagnie sono rappresentate in molti luoghi storici della città, affreschi e dipinti che ne esaltano la simbologia. La storia dell’araldica fiorentina è stata così ripercorsa assistendo alla grande Parata Araldica di Santa Reparata, dove sono state ammirate in modo inedito, attraverso la nuova formula del “Live Museum”, tutte le bandiere del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino che riproducono, “dipinte a mano” o ricamate, le Armi della Repubblica. Hanno sfilato il Gonfalone di Firenze con il Giglio Rosso in campo bianco, l’arme del Popolo, della Repubblica, della Parte Guelfa, del Comune, dei Priori di Libertà, della Chiesa e a seguire le insegne dei quartieri fiorentini, Santa Maria Novella, Santo Spirito, Santa Croce e San Giovanni, con le 16 compagnie diffuse su tutto il territorio fiorentino che delimitavano amministrativamente la città, le insegne delle Arti e delle Corporazioni con il Tribunale di Mercatanzia, le sette Arti Maggiori e le quattordici Arti Minori e per chiudere le sedici principali Magistrature fiorentine in tutta la loro bellezza, evidenziata anche dai recenti restauri. Una parata di circa cento personaggi che orgogliosamente hanno portato sulle proprie spalle i simboli di un’appartenenza storico-culturale molto importante per la Firenze istituzionale e per tutta la popolazione.

32


Il primo incontro in-Formativo

Il Centro Studi e Documentazione ha organizzato al termine del 2018 il Primo incontro in-Formativo del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina. Oltre 120 partecipanti a una mattinata all’insegna della tradizione e della consapevolezza che far parte di questa comunità significa impegno e gioia, appartenenza e orgoglio di essere e non figurare. L’incontro si è concluso con grande soddisfazione da parte di tutti e con una citazione di Gustav Mahler: “Tradizione non è la conservazione della cenere, ma la trasmissione del fuoco”! Non fermiamoci, alimentiamo il fuoco che c’è dentro di noi per essere sempre di più il simbolo della Tradizione di Fiorenza!

33


Il “Patrimonio di Firenze”

Sono un antropologo culturale e sono stato incaricato di condurre una ricerca etnografica volta alla documentazione degli aspetti materiali e immateriali di interesse etnoantropologico del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico, nell’ambito del progetto pilota di salvaguardia avviato dal Ministero per i beni e le attività culturali, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Firenze. In pratica, sono stato chiamato a documentare quello che per le persone coinvolte in questo ambiente sembra essere così scontato ed evidente, ovvero che il Calcio Storico e il Corteo costituiscono aspetti culturali fondamentali per la vita e per l’identità della città e che dunque è importante prendersene cura, tutelarli. Parlo di Calcio Storico e Corteo perché le due entità hanno guadagnato di recente una relativa indipendenza l’una dall’altra, col Corteo che esce di frequente dalla città per andare a rappresentare Firenze altrove e con le Associazioni di Colore che vivono la loro quotidianità in maniera relativamente autonoma nei rispettivi “quartieri”. Eppure, c’è una forte interdipendenza tra queste due realtà, che non sono altro che i due aspetti di quello che in gergo istituzionale viene definito un bene demo-etno-antropologico. Il Corteo offre infatti alla manifestazione i suoi riferimenti storici, evidenti a un primo sguardo anche per chi, da fuori, non conosce esattamente tutta la storia. La sfida dei calcianti sul sabbione, d’altro canto, porta a un livello atleticamente elevato e per molti aspetti radicale quella dimensione a(nta)gonistica che sembra essere al centro di molte altre manifestazioni rievocative in Toscana e altrove, offrendo a chi vi prende parte un modo per alimentare un senso di appartenenza condiviso, paradossalmente proprio attraverso l’opposizione tra “quartieri”. 34


In una Firenze che sembra oggi sfuggire dalle mani dei fiorentini, assalita com’è dai turisti internazionali e messa in affitto, in una Firenze che appare sempre più impersonale, con bancarelle piene di paccottiglia e coi grandi marchi che rimpiazzano le compiante “botteghe” artigianali, il Calcio Storico e la storia affascinante e pure un po’ guascona che ogni anno ci racconta, possono diventare modi per continuare a sentirsi (e dunque essere) ancora fiorentini, nonostante tutto.

Dario Nardini

35


Studio sull’evoluzione del tesseramento

Ricordati che rappresenti Firenze. Questo è il monito che ciascun appartenente al Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino deve avere ben impresso nella mente: non a caso è il motto che compare, dagli anni ’50 in poi, sulla tessera di ciascun Personaggio del Corteo. Dal materiale finora recuperato è possibile ricavare una piccola storia del tesseramento del Calcio Storico durante le sue differenti fasi temporali, fino ad arrivare alla descrizione del nuovo tesseramento storico, che avrà ufficialmente inizio dall’anno 2019. Dal 1930, anno della sua rifondazione, il Calcio Storico nasce come Società Storica per il Gioco del Calcio Fiorentino e in quanto tale, ad ogni socio è rilasciata una tessera molto semplice, senza informazioni sul gruppo di appartenenza, ma solo nominativo dell’individuo e della residenza. Unico elemento decorativo una piccola figura stilizzata di tamburino in alto a sinistra. Dopo la guerra sicuramente il Calcio Storico cambia assetto, non è più una società ma rientra tra gli enti di pertinenza del Comune, e di conseguenza anche il tesseramento, con relative tessere, assume una valenza più importante. È sicuramente in questo periodo che si avvalora e si nobilita l’adesione al corteo con la celebre frase: “Ricordati che durante le manifestazioni rappresenti Firenze”; quindi ciascun personaggio rappresenta la sua città quando sfila con i costumi dell’esercito della Repubblica Fiorentina del 1530. Il disegno presente sul frontespizio dei tesserini degli anni ‘50 (firmato F. Serena) raffigura Palazzo Vecchio sormontato da una bandiera con la croce rossa del popolo in campo bianco e davanti un tamburo imperiale nell’atto di essere suonato da due bacchette. Le caselle con le date presenti sul retro avevano lo scopo di convalidare le presenze annuali al torneo di San Giovanni. Dopo l’alluvione, nel processo di riformazione del corteo, anche il tesseramento subisce una modifica: mentre l’interno rimane pressoché identico, cambia l’immagine del frontespizio, e rimarrà inalterata fino ad oggi. 36


Si tratta infatti del celebre disegno del tamburino di Baldi, che è diventato il simbolo vero e proprio del Calcio Storico Fiorentino. Negli archivi del Centro Studi e Documentazione si può ammirare un raro esempio di tessera, immediatamente successiva all’alluvione, dedicata agli appartenenti al Comitato Organizzativo del Calcio Storico Fiorentino. Anche in questo caso sono presenti gli appositi spazi per registrare le presenze ai tornei, anche se far parte del Comitato Organizzativo non necessariamente voleva dire far parte del Corteo (infatti manca il classico motto). Il casellario sui tesserini comportava un rinnovamento delle tessere ogni 5 anni, per cui negli anni ’70 si passò al registro delle presenze su uno schedario separato, tuttora presente negli archivi del Centro Studi e Documentazione del Calcio Storico Fiorentino, in modo tale che il tesserino fosse valido per sempre. Da qui in avanti il tesserino non subirà più grosse modifiche, eccetto per dimensioni e grafica e per la scomparsa del casellario sostituito da un giglio rosso. Se finora si è parlato delle tessere per gli appartenenti al Corteo, non si può non citare anche i tesserini ideati per i Calcianti di quartiere. Si tratta di una vera e propria scheda cartacea formato tessera che riporta quasi tutti i dati personali, compreso, naturalmente, il quartiere di appartenenza, ma anche il Gonfalone e il Ruolo. Per i calcianti il motto presente sulla tessera è lapidario, quasi imperativo: “Ricordati che rappresenti Firenze”. Questo è tutto ciò che ci è pervenuto fino a oggi. Con il nuovo tesseramento avviato a fine 2015 dal Consiglio per le Feste e Tradizioni Fiorentine, la tessera ha un valore annuale, anche per l’applicazione puntuale del Regolamento di Organizzazione e Disciplina delle Feste e Tradizioni Fiorentine e della Rievocazione Storica del Gioco del Calcio Fiorentino, che lega l’appartenenza e il tesseramento a una serie di caratteristiche legate all’attività del Corteo Storico. Si è quindi modificata la forma e la grafica ed è stato inserito l’anno di tesseramento che corrisponde al periodo di validità della tessera. Filippo Giovannelli e Claudio Mariani

37


Il nuovo colore del Gonfalone del Lion Nero del Quartiere di S.Croce

Il recente restauro delle Bandiere dei Gonfaloni di Quartiere e di quelli di Compagnia, delle Bandiere delle Arti fiorentine, delle Bandiere della Repubblica del Corteo Storico di Firenze, ha restituito alla città una bella immagine dei simboli iconografici della propria storia. Un percorso iniziato vari mesi fa con Andrea Vannucci Assessore alle Tradizioni Popolari, Michele Pierguidi Presidente del Calcio Storico Fiorentino, Luca Giannelli e Scramasax, proseguito con Rotary Club Lorenzo il Magnifico e concluso con l’Ufficio dei Consulenti finanziari di Mediolanum Firenze. Queste realtà private e associative hanno dato un fondamentale slancio al finanziamento legato alla sponsorizzazione tecnica delle operazioni artistiche e artigianali necessarie al restauro o al rifacimento delle bandiere. La nostra realtà storica ha finalmente la possibilità di favorire le sponsorizzazioni per valorizzare le nostre Tradizioni Popolari e rendere sempre più belle le nostre rappresentazioni. Agevolare queste pratiche di sostegno economico diretto in supporto a quello dell’Amministrazione Comunale può essere la chiave per raggiungere elevati livelli qualitativi di Rievocazione Storica e favorevoli al riconoscimento come Patrimonio intangibile a vari livelli istituzionali. Nella revisione araldica e durante la preparazione dell’importante Mani38


festazione della Parata Araldica di Santa Reparata realizzata per la prima volta il 7 ottobre del 2018, sono emerse tuttavia alcune criticità che hanno avuto necessità di risoluzione. Uno studio svolto negli ultimi mesi e che presentiamo con questo articolo evidenzia una variabile importante nell’iconografia di alcuni Gonfaloni di Compagnia. In particolare, studiando dipinti e affreschi di storica importanza si evidenzia che il Gonfalone del Lion Nero del Quartiere di Santa Croce è rappresentato nella maggioranza dei casi con un Leone rampante su fondo argento, che nella rappresentazione iconografica della bandiera è ricamato o dipinto su fondo bianco. L’attuale bandiera, che immaginiamo realizzata vari decenni fa per il Corteo Storico, vede invece un Leone rampante Nero su fondo azzurro. Queste alcune rappresentazioni in luoghi storici di Firenze: – Salone dei 500, Giorgio Vasari, Lion Nero Rampante su fondo bianco; – Emeroteca biblioteca di Parte Guelfa, ex Chiesa di San Biagio, Lion Nero su fondo bianco; – Affreschi loggiato del Bargello, Lion Nero su fondo giallo (oro); – Dipinto N. Diana, Istituto Geografico Militare Piazza San Marco, Lion Nero su fondo bianco. Abbiamo quindi realizzato una nuova bandiera che rappresenta il Gonfalone della Compagnia del Lion Nero del Quartiere di Santa Croce, e che sostituirà quella precedente su fondo azzurro. Nel corso dei precedenti restauri si era verificato il particolare deterioramento di questa vecchia insegna.

39


L’Onorificenza della “Chiave di San Gallo”

La Chiave di San Gallo è una onorificenza stabilita dal Direttore del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino. La decorazione è concessa a coloro che si siano distinti all’interno del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino per dedizione, competenza, perizia e buona condotta morale. - dedizione: è premiato l’impegno che il Personaggio apporta alla sua posizione all’interno del Corteo della Repubblica Fiorentina, dedicandosi con sempre maggiore disponibilità all’attività volontaria di partecipazione al Corteo; - competenza: è premiata la conoscenza delle attività rievocative del Corteo Storico e la conoscenza del periodo storico rappresentato, nonché la caratteristica peculiare che la figura propria rappresenta all’interno del Corteo; - passione: sono premiati l’amore per il Corteo, la ricerca di un costante perfezionamento nelle modalità di partecipazione e la cura dell’abito storico e delle attrezzature affidate per le manifestazioni, l’attenzione ai rapporti umani, lo spirito di servizio; - buona condotta morale: elemento di base che deve essere connaturato in ciascun Personaggio, lo sviluppo armonico dei tre requisiti fondamentali per migliorare: “Essere di esempio, incitamento e insegnamento agli altri”.

40


Il nuovo Capitano degli Alabardieri

Il 2019 è stato un anno florido per il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina. Il mondo della cultura e dell’arte ha riscoperto l’importanza della rievocazione storica e delle tradizioni popolari, storiche e culturali in cui affonda. La convenzione stipulata nel 2018 tra Comune di Firenze, Soprintendenza dei Beni Culturali e Università di Firenze per lo studio demoetnoantropologico del Corteo Storico e dei suoi partecipanti è la prova che il nostro Corteo e le nostre tradizioni hanno un’importanza strategica a livello nazionale e internazionale. In occasione del cinquecentenario della nascita di Cosimo I de’ Medici le Gallerie degli Uffizi hanno allestito una mostra di dipinti, incisioni, abiti e armature denominata “Cento lanzi per il Principe” che è stata dedicata alla guardia tedesca dei Medici (‘guardia de’ lanzi’ in vernacolo fiorentino), composta dai caratteristici Alabardieri in livrea. I Lanzi (abbreviazione dal tedesco “Lanzknecht”, lanzichenecchi) arrivarono a Firenze nel 1541 in sostituzione della Guardia Italiana a dimostrazione della fedeltà di Cosimo I all’imperatore Carlo V d’Asburgo. Per quasi duecento anni, fino al 1738, i Lanzi hanno svolto una funzione cruciale nell’ambito della corte medicea. Compito principale della guardia era difendere la persona del sovrano e i suoi più stretti congiunti, pertanto nelle raffigurazioni degli eventi legati al sovrano i suoi soldati appaiono quasi sempre facilmente individuabili grazie ai loro costumi sgargianti e alla loro arma iconica: l’alabarda. La mostra, e ancor più la ricerca storica presente nel catalogo, percorrono la cronologia della milizia: oltre novanta opere tra armature, armi, vestiti, incisioni, dipinti, documenti e libri ne raccontano l’istituzione e la storia, senza tralasciare l’impatto che essa ebbe sulla vita cittadina. Sono stati esposti oggetti sensazionali: quello che resta dell’armatura di Cosimo I e la splendida armatura del capitano Fernberger con impresso lo stemma mediceo, proveniente dal Künsthistorisches Museum di Vienna, oltre ad armi, oggetti, 41


incisioni e ritratti forniti dal museo Stibbert di Firenze. Se le armature possono essere attribuite a Corsaletti di Guardia Alemanna o Guardia dei Lanzi, l’elaborazione e la decorazione sono di una bellezza strabiliante. Se in studi più datati si individuavano i Corsaletti come di produzione alla “pisana”, studi recenti, attribuiti a Boccia e Godoy, fanno prevalere l’ipotesi che la manifattura fosse lombarda e particolarmente di Brescia. Il corsaletto da piede, come dimostra un recente ritrovamento di un documento, era radicato nella città di Brescia almeno dal 1549, frutto di un sistema produttivo capillare e specializzato che coinvolgeva decine di maestri e botteghe, e che includeva persino la lavorazione della decorazione finale: per la forgiatura di un corsaletto erano necessari cinque maestri di forgia e cinque maestri armorari. Il nucleo delle armature della guardia dei Lanzi del Granduca era composto da numerosi Corsaletti e Zuccotti che sono arrivati sino a noi in numero consistente e conservati al Museo del Bargello. 72 petti decorati di cui 25 di questi sono decorati con l’arme dei Medici e la Croce di Santo Stefano sormontato dalla corona granducale. 70 schiene (schienali) delle quali 24 con lo stesso simbolo. 34 zuccotti di cui 15 con l’arme dei Medici e la corona ducale incisa. Si aggiungono per completare le armature diversi spallacci, golette con braccia e scarselle. 22 petti e 15 schiene sono invece decorati, sempre con incisioni sul petto, con i due cammei con figure maschile e femminile, la figura di San Giovanni Battista protettore cittadino che trova lateralmente la figurazione dell’impersonificazione del dio Marte come re all’antica o i draghi, anch’esso simbolo di Firenze. Da notare che laddove è presente la decorazione del Santo non è riportata l’arme dei Medici. Sono gli studi archivistici del Medici Archive Project sugli Alabardieri tedeschi a Firenze, dai quali il Centro Studi e Documentazione del Calcio Storico ha preso ispirazione, che hanno fatto emergere una serie di informazioni inedite, portando alla luce opere d’arte dimenticate o sconosciute che offrono ora una nuova lettura per innumerevoli documenti figurativi del periodo legati alla storia di Firenze al tempo dei lanzichenecchi. La realizzazione del costume è stata affidata a una sartoria specializzata e la ristrutturazione dell’armatura, individuata tra quelle disponibili appartenenti al Calcio Storico Fiorentino, ad artigiani locali restauratori esperti, sia delle parti in cuoio che per la pulimentatura e per il trattamento del metallo. E’ con questa solida base storico-culturale che abbiamo deciso di portare all’interno della capacità rappresentativa e di rievocazione storica del Corteo una figura che fino a oggi non era stata evidenziata nella sua totale specificità. Le armature relative, ben evidenziate dal museo Stibbert, dal Museo del Bargello e specificatamente indicate da questa mostra temporanea della Galleria degli Uffizi, evidenziano la concreta possibilità di introdurre nel Gruppo Storico degli Alabardieri del Calcio Storico Fiorentino l’armatura. Al pari di altri Gruppi come i Fanti di Palazzo e i Fanti dell’Ordinanza, potrà essere esibita stabilizzando un nuovo elemento rievocativo, quello del Capitano degli Alabardieri munito di Corazza composta da una Gorgera (collarina), un Corsaletto con Petto e Schienale, Spallacci e uno Zuccotto aguzzo (bacinetto fiorentino) decorato e piumato.

42


Banca della Memoria del Calcio Storico Fiorentino e del suo Corteo

Molti di noi ricordano spesso e con piacere storie, fatti, curiosità, episodi, personaggi che, sia vissuti che raccontati, fanno parte del grande mondo del Corteo e del Calcio Storico Fiorentino. Queste storie hanno l’opportunità di rimanere nel tempo come esempi che potranno servire a mantenere la memoria di ciò che dal lontano 4 maggio 1930, prima partita di Calcio Storico giocata dopo la grande pausa, è successo a Firenze con il Torneo del Calcio Storico. Per molti di noi l'importanza di queste esperienze è cresciuta man mano che abbiamo partecipato alle partite di Calcio fiorentino, oppure durante le manifestazioni della Tradizione Fiorentina alle quali partecipa il Corteo o anche quando in una manifestazione all’estero siamo stati protagonisti di un evento particolare o di un momento ludico o divertente. Questo progetto vuole portare un po’ di questa magia a chiunque abbia del tempo da dedicare a scrivere i propri ricordi sul Corteo e sul Calcio Storico, perché è un mondo estremamente affascinante. E non disponiamo solo di diari o memorie scritte, dato che le moderne tecnologie ci permettono di essere ancora più spontanei e diretti: videointerviste e riprese video delle manifestazioni potranno essere conservate, insieme ai documenti più importanti ed interessanti, in una Banca della Memoria. Chiunque potrà avere la possibilità di contribuire alla creazione dei contenuti, nuovi e vecchi, che potranno servire alle nuove generazioni per conoscere la nostra attività. La Banca della Memoria è quindi un progetto “no profit” già in essere, con l’aiuto di Andrea Di Stefano e Consuelo Calitri, dedicato alla raccolta spontanea, oltre che di documenti, di esperienze (o di racconti di vita) legate al Corteo e al Calcio Storico in formato digitale. La conservazione dei documenti digitalizzati protegge nel tempo gli archivi e ha l’obiettivo di impedirne la perdita o la distruzione e di garantirne l’autenticità e l’integrità. Questo processo non è fine a se stesso, è strutturale e rivolto alla costituzione di un archivio digitale che potrà essere in futuro la base di ricerche storiche, bibliografiche e biografiche. 43


MANIFESTAZIONI Di seguito elenchiamo le manifestazioni che dal 1 gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 sono state organizzate, partecipate oppure dedicate ad argomenti specifici di divulgazione dal Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino. Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina è da sempre il protagonista di alcune manifestazioni della Tradizione Popolare che si svolgono a Firenze, in altre città d’Italia e del mondo. Numerose sono le manifestazioni che ogni anno vengono svolte dal Corteo anche con organici parziali o ridotti. L’amministrazione comunale ha reso ufficiali una serie di manifestazioni che ogni anno vengono organizzate a Firenze e che possono a pieno titolo essere considerate istituzionali. Manifestazioni Ufficiali: 6 Gennaio - Cavalcata dei Magi ­- Piazza del Duomo 26 Gennaio - Miracolo San Zanobi ­- Piazza del Duomo 17 Febbraio - Partita dell’Assedio ­- Piazza Santa Croce 18 Febbraio - Elettrice Palatina ­- San Lorenzo - Cappelle Medicee 25 Marzo -­Capodanno Fiorentino - Piazza SS. Annunziata Marzo/Aprile - Fuoco Santo - Piazza del Duomo Marzo/Aprile - Scoppio del Carro - Piazza del Duomo 1 Maggio - Trofeo Marzocco - Piazza della Signoria Prima domenica di Maggio - Trofeo Marzocchino - Piazza della Signoria Terza domenica di Maggio - Palio del Baluardo - Baluardo della Ginevra 23 Maggio - Morte di Savonarola - La Fiorita - Piazza della Signoria Giugno - Calcio Storico - 1 Semifinale - Piazza Santa Croce Giugno - Calcio Storico - 2 Semifinale - Piazza Santa Croce 24 Giugno - Offerta dei Ceri - Festa degli Omaggi - Piazza del Duomo 24 Giugno - Calcio Storico - Finale - Piazza Santa Croce 26 Luglio - Sant’Anna - Orsanmichele 10 Agosto - San Lorenzo - Piazza San Lorenzo fine Settembre - Carro Matto - Piazza della Signoria 8 Ottobre - Santa Reparata - Piazza del Duomo 30 settembre - Festa della Toscana - Piazza della Signoria 21 dicembre - Commemorazione Ugo di Toscana - Badia Fiorentina fine Dicembre -­Corteo degli Omaggi Natalizi - Centro Storico

44


Manifestazioni civili cittadine: 9 ottobre - Festa del Corpo Polizia Municipale 8 dicembre - Accensione albero di Natale Manifestazioni del Corteo Storico: prima domenica di ogni mese - Cambio della Guardia Palazzo Vecchio Carnevale - Ballo rinascimentale - Salone dei 500 - Palazzo Vecchio Manifestazioni storiche ricorrenti: febbraio/marzo - Ricordo della carestia - Vernio (PO) 29 Giugno - Palio della Vittoria - Battaglia di Anghiari (AR) Luglio o Settembre - Rievocazione della Battaglia di Scannagallo (AR) prima domenica di Agosto - Morte di Francesco Ferrucci - Gavinana (PT) primi di Luglio - Dante Ghibellino - San Godenzo (FI) 24 luglio - San Cristoforo - Barga (LU) 8 Settembre - Diotto - Scarperia (FI) seconda domenica di settembre - Festa Medievale - Brozzi (FI) metĂ Settembre - Assedio alla Villa - Poggio a Caiano (FI) metĂ  Settembre - Assedio di Vicchio (FI) fine Settembre - Bacco Artigiano - Rufina (FI) Manifestazioni commemorative e celebrative: 6 marzo - Commemorazione Michelangelo Buonarroti - Santa Croce 16 aprile - Commemorazione Filippo Brunelleschi - Piazza del Duomo 2 maggio - Commemorazione Leonardo Da Vinci - Palazzo Gondi Manifestazioni sportive cittadine: Ultima domenica di settembre - Corri la Vita - Piazza della Signoria Ultima domenica di novembre - Firenze Marathon - Piazza del Duomo

45


6 gennaio 2019 - Cavalcata dei Magi

Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino è presente a tutte le edizioni della Cavalcata dei Magi organizzata dall’Opera del Duomo di Santa Maria del Fiore. Come di consueto il Corteo Storico di Firenze ha aperto la parata degli oltre 500 personaggi provenienti dai comuni limitrofi. Una grande sfilata di costumi, armati, dame e cavalieri hanno percorso le principali vie del centro storico fiorentino con in testa il Gonfalone di Firenze. Nella giornata dedicata all’Epifania si svolge a Firenze la “Cavalcata dei Magi” una “Festa Fiorentina” di antichissima tradizione che quest’anno è arrivata alla XXIII edizione dal ripristino del 1996. La “Festa dei Magi” risale al periodo storico del Rinascimento Fiorentino, ai tempi di sviluppo della città nei confronti del mondo conosciuto. La confraternita della “Stella”, chiamata anche “Compagnia dei Magi”, compagnia di laici, per l’intero secolo XV organizzava, ogni tre anni e poi dal 1447 ogni cinque, un solenne corteo, con abiti fastosi e belli, che rievocava, fin dal quel tempo, l’arrivo dei Magi, i Re saggi e stranieri, a Betlemme; Melchiorre, Gaspare e Baldassarre, rappresentanti le tre stirpi giapetica, semitica e camitica, che guidati dalla stella cometa, adorarono Gesù Bambino offrendo46


gli oro, incenso e mirra, e ritornando poi ai loro paesi per diffondervi la lieta novella. Il giorno è appunto il 6 gennaio, giorno dell’Epifania che significa “manifestazione” proprio a esaltare la rievocazione storica che si svolgeva in quel periodo. La Signoria della Repubblica Fiorentina, decise di sovvenzionare la “Compagnia de’ Magi” - “compagnia de ‘Magi que in ecclesia sancti Marci de Florentia congregatur” - nel 1417. Risulta che della confraternita, negli anni d’oro della famiglia Medici, fecero parte tutti i suoi componenti, oltre che personaggi vicini ai Signori di Firenze, come gli umanisti Cristoforo Landino e Donato Acciaiuoli, il poeta Luigi Pulci e Angelo Poliziano. Benozzo Gozzoli nel 1459 realizzò in Palazzo Medici, su commissione di Cosimo il Vecchio, un affresco raffigurante “La Cavalcata dei Magi” dove vennero ritratti molti dei personaggi protagonisti dell’epoca; i membri della famiglia, compresi Giuliano e probabilmente Lorenzo. Molte altre opere d’arte, in particolare di pittura fiorentina dell’Angelico, del Botticelli, di Leonardo, di Filippo Lippi, traggono ispirazione da questa festa e anche poesie e lodi del XII e XIII secolo. Particolare è quella di Lucrezia Tornabuoni, madre di Lorenzo il Magnifico, che compose una laude: “E’ Magi son venuti dalla stella guidati, co’ lor ricchi tributi, in terra inginocchiati e molto consolati, adorando il Messia”. La “Compagnia dei Magi” organizzò la manifestazione fino al 1494, anno 47


in cui i Medici furono cacciati da Firenze e di seguito venne soppressa con probabile responsabilità del Savonarola, che fece considerare questa festa qualcosa di profano. Lo stemma della Compagnia, cappato di nero e di bianco, mostra una parte nera centrale nella cui sommità è posizionata una stella d’oro a sei punte, simboleggiante la cometa che indicò la strada ai Magi. Anche se molto collegata all’istituzione religiosa, questa festa era uno spettacolo ben organizzato da appositi “festaiuoli” i quali, secondo un decreto della Signoria, dovevano ricevere il massimo rispetto dagli altri confratelli. I cortei mascherati arrivavano a Firenze dai quartieri vicini e dalle comunità limitrofe portando carri allegorici e nuove tradizioni che attualmente fanno parte più del Carnevale che della festa dell’Epifania. La Befana era spesso attorniata da “Befanotti” o “Befani”, giovani dal volto tinto di nero, abbigliati in modo sgargiante e spesso ridicolo, che in un qualche modo richiamavano i Re Magi. Altre più recenti tradizioni circolano intorno a questa festività, anche di un folclore moderno, teso a esaltarne la solennità. Ogni anno quindi, a riprendere la manifestazione del tempo, si svolge di nuovo la “Cavalcata dei Magi”, che parte da Piazza della Signoria nel primo pomeriggio del 6 gennaio, solennità dell’Epifania, e giunge in piazza del Duomo, nella zona detta anticamente “il Paradiso”, fra la Cattedrale e il Battistero. I “Magi” a cavallo indossano durante il corteo costumi rinascimentali ricostruiti dall’affresco di Benozzo Gozzoli. Una grande festa e una bella manifestazione, che è rimasta viva a Firenze come altrove, la rievocazione dell’Epifania nei suoi aspetti religiosi, culturali e tradizionali, che per merito del Comune di Firenze, dell’Arcivescovado e dell’Opera del Duomo, è ormai ripristinata ed è una delle maggiori ricorrenze della tradizione fiorentina. La Piazza del Duomo di Firenze diventa quindi protagonista, schiere di personaggi in costume rinascimentale e il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina con i suoi colori fanno da cornice all’offerta dei doni all’immagine di Gesù Bambino, con il lancio dei palloncini carichi di messaggi d’amore e di pace a Gesù, distribuiti dall’Opera del Duomo di Firenze.

48


6 gennaio 2019 - Befana dei Verdi

Le Madonne Fiorentine hanno partecipato alla “Befana dei Verdi� alla sede dell’Associazione di Colore di San Giovanni in via Bassi. Doni ai bambini e giri in carrozza al campo dei Verdi.

49


13 gennaio 2019 - Fiorentina Basket - Mandela forum

In campo per la partita della Fiorentina Basket al Mandela Forum di Firenze. La Fiorentina basket ha incontrato il Piombino, in lotta per le prime posizioni del campionato. Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina ha riproposto la Cerimonia del Saluto detta anche Saluto alla Voce che invoca un momento saliente del senso di appartenenza che rende unico il rapporto tra la tradizione e lo sport di Firenze.

50


18 gennaio 2019 - Il Corteo alla Fondazione Zeffirelli

Per Fondazione Sistema Toscana, presso la Fondazione Franco Zeffirelli a Firenze, i nostri Armati dei Fanti delle Corporazioni e dell’Ordinanza hanno accolto illustrissimi ospiti per la presentazione del volume “Toscana Passato Vivente� e per la proiezione di un filmato del maestro Zeffirelli sul Calcio Storico Fiorentino. La Fondazione Zeffirelli, da qualche anno centro culturale importantissimo nel Palazzo ex Tribunale ex delle Esposizioni di piazza San Firenze, organizza eventi legati alla cultura cittadina, regionale e nazionale di grande interesse.

51


25 gennaio 2019 - World Heritage Lab

Interessante incontro sulla gestione del Patrimonio Unesco all’Istituto degli Innocenti di Firenze. Numerosi gli argomenti di interesse e tanti riferimenti al coinvolgimento delle comunità e della partecipazione attiva della popolazione alla gestione dei siti. Argomenti trattati anche nei nostri incontri degli Stati Generali della Rievocazione Storica e precursori, con il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, della convenzione tra Città di Firenze, Calcio Storico Fiorentino e Università degli Studi di Firenze per il patrimonio demoetnoantropologico. La Rievocazione storica e ancora di più tutte le nostre tradizioni popolari avranno un grande futuro all’interno dei siti Unesco, parte fondamentale del coinvolgimento della popolazione attiva nel volontariato culturale.

52


26 gennaio 2019 - La Commemorazione del Miracolo di San Zanobi

Piazza del Duomo, Colonna di San Zanobi, il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina insieme alle autorità comunali e religiose, ha commemorato il 1590esimo anniversario del Miracolo di San Zanobi. Un evento unico legato alla storia e alla tradizione di Firenze! Il 26 gennaio del 429 a Firenze si verificò un evento del tutto innaturale, assimilabile a un vero e proprio Miracolo. La leggenda ci tramanda che al passaggio delle reliquie di San Zanobi, che erano trasferite dalla cattedrale di San Lorenzo a quella di Santa Reparata, un olmo secco miracolosamente rinverdì quando si sfiorarono i suoi rami. Da quel preciso istante cominciarono a spuntare nuove foglie verdi. A Zanobi è dedicata la Colonna posta lateralmente al Battistero di San Giovanni, davanti alla porta nord. Ha un fusto in granito con sopra un albero in ferro e una croce. Fu eretta in data imprecisata. Abbiamo notizie certe dal 1333, quando fu abbattuta dall’alluvione e immediatamente ricostruita. Sulla stessa colonna di granito vi è un’iscrizione che ricorda la leggenda di San Zanobi. San Zanobi è vissuto nel IV secolo d.C. ed è stato vescovo di Firenze. E’ il patrono principale dell’arcidiocesi fiorentina, assieme ad Antonino Pierozzi, entrambi Santi della Chiesa Cattolica. 53


Un documento assolutamente originale che potete ammirare nella foto seguente è contenuto nel Messale EDILI 145 conservato alla BML nel quale si vede il corpo del Santo portato in direzione di Santa Reparata con dietro l’Olmo rinverdito. Il Corteo è aperto da religiosi in processione e seguito dalle alte cariche religiose e civili. La miniatura è tratta da Biblioteca Medicea Laurenziana ms. Edili 145, c. 13 9V. Veri e propri miracoli sono attribuiti a “Zenobio” (altro nome che si ritrova nei testi storici) durante il suo vescovado, come la risurrezione del figlio di una pellegrina francese, testimoniato anche da una targa presente sulla facciata di Palazzo Valori e Altoviti, è uno dei più emblematici. Il tronco di quell’albero fu in seguito utilizzato per scolpire un crocifisso che attualmente si trova nella chiesa di San Giovannino dei Cavalieri in via San Gallo. Altre fonti ci tramandano che lo stesso legno fu utilizzato per un dipinto del “Maestro del Bigallo”, che raffigura le gesta di San Zanobi nella propria vita vescovile. Molti fiorentini non conoscono il vero significato per il quale la colonna è collocata in quella posizione per questo e per altri motivi legati alla Tradizione Popolare e Religiosa, ogni anno è organizzata una commemorazione di quell’episodio. E’ così significativo che è stato tramandato sino a noi. Con il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, ogni 26 gennaio omaggiamo la ricorrenza del Miracolo di San Zanobi con una Fiorita all’omonima colonna in piazza San Giovanni a Firenze. Alla presenza delle autorità civili e religiose ogni anno facciamo nuovamente “rifiorire” quell’Olmo che al passaggio del feretro del Santo da secco ritornò in vita. Un Santo che la città non dimentica e che ricorda ogni anno con fiorentini e turisti che si ritrovano per celebrare le proprie tradizioni popolari.

54


27 gennaio 2019 - Andrea Dini ci ha lasciato

Personaggio di grande spessore umano, amico e grande appassionato della Storia di Firenze, della Fiorentina, del Calcio Storico e del Corteo della Repubblica Fiorentina, era entrato nel tessuto cittadino attraverso il suo spirito gioviale esprimendosi sempre con educazione e spirito di amicizia. Componente di spicco del gruppo dei Fanti di Palazzo da molti anni, sin dagli esordi aveva contribuito, in maniera fondamentale, alla realizzazione del Cambio della Guardia di Palazzo Vecchio che riteneva una delle più belle occasioni per indossare il proprio costume. Orgoglioso di portare l’armatura da Capitano, era un Personaggio di fondamentale importanza del Corteo e della grande famiglia del Calcio Storico Fiorentino. Una grave perdita che ci ricorda l’uomo, il suo importante ruolo nell’azienda nella quale lavorava, il suo impegno a favore della città di Firenze come Personaggio del Corteo e del Calcio Storico.

55


29 gennaio 2019 - Mibact Antropologia

Riunione presso la Sovrintendenza dei Beni Culturali di Firenze in Palazzo Pitti con il Servizio VI del Mibact e in particolare con gli antropologi del Ministero, dell’Università di Pisa, dell’Università di Firenze, il Dirigente Leandro Ventura e il Soprintendente Andrea Pessina e il Direttore del Corteo Filippo Giovannelli. L’incontro verte sui contenuti etno-antropologici, le modalità di ricerca e le possibili forme di inserimento fra le attività previste dal protocollo d’intesa tra Comune di Firenze, Soprintendenza di Firenze e Unifi.

56


4 febbraio 2019 - Top player Brivido Sportivo

La Sportmedia Group in collaborazione con Luca Calamai e Mario Tenerani, per il secondo anno consecutivo, ha promosso la classifica del miglior giocatore della Fiorentina nel girone di andata. I tifosi viola hanno scelto German Pezzella. Il premio è stato consegnato nella prima parte della serata al Teatro Carlo Monni di Campi Bisenzio. La seconda parte della serata, condotta da Mario Tenerani e Lucia Petraroli, è stata intitolata “Capitano, mio Capitano” e dedicata ai Capitani fiorentini e della Fiorentina. Sono stati premiati: Ardico Magnini, Giancarlo De Sisti, Giancarlo Antognoni, Stefano Carobbi, Dario Dainelli, Manuel Pasqual, Milan Badelj, Alia Guagni, i 4 capitani del Calcio Storico e Gianni De Magistris. Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina ha partecipato alla manifestazione onorando l’importante collaborazione in essere con ACF Fiorentina e con tutte le personalità presenti.

57


6 febbraio 2019 - Presentazione restauro bandiere delle Arti

Sono tornate a nuovo splendore le 21 bandiere delle Arti e Corporazioni del Corteo Storico della Repubblica fiorentina e del Calcio Storico. Il restauro è stato finanziato dal Rotary Club Lorenzo il Magnifico, presieduto da Paola del Mastio. Le bandiere sono state presentate in Palazzo Vecchio dall’assessore alle Tradizioni Popolari Andrea Vannucci, dal Presidente del Calcio Storico Fiorentino Michele Pierguidi e dal Direttore del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina Filippo Giovannelli. Il restauro è stato realizzato da Scramasax.

58


16 febbraio 2019 - Presentazione “San Giovanni ‘un vole inganni”

Alle ore 14.15 tutti i protagonisti del Calcio Storico Fiorentino si sono ritrovati in Palagio di Parte Guelfa per la presentazione di “San Giovanni ‘un vole inganni”, un libro di Enrico Miniati e Alessandro Orlando.

59


17 febbraio 2019 - Partita dell’Assedio

E’ stata giocata dai Veterani del Calcio Storico Fiorentino in Piazza Santa Croce la partita dell’assedio. Il Corteo con Milizie, Musici e Sbandieratori hanno accompagnato le due squadre di Calcianti proprio come nello stesso giorno del 1530. All’interno della Basilica di Santa Croce si è svolto un dialogo tra Malatesta Baglioni, comandante delle truppe fiorentine e il Principe d’Orange, comandante delle milizie assedianti. Successivamente lo schieramento del Corteo, il Saluto alla Voce e poi la partita!

60


17 febbraio 2019 - Ipotetico dialogo tra Malatesta Baglioni e Filiberto di Chalons principe d’Orange

“Addì 17 febbraio 1530. Firenze assediata da oltre un anno. La popolazione alla stremo delle forze per mancanza di cibo. Le avanguardie imperiali comandate da Filiberto di Chalons principe di Orange, agli ordini di Carlo V hanno circondato la città fin dal 12 ottobre del 1529 e quel giorno fecero capolino all’Apparita. Qualcuno di loro disse: Signora Fiorenza apparecchia i broccati che noi venghiamo per comperargli a misura di picche, cioè con armi in pugno. Non si entra e non si esce dalle mura che la circondano. Gli assedianti sono numerosissimi: a est ci sono le bandiere di Giovanbattista Savelli, accampate sul colle di Rusciano; alla Torre del Gallo aveva preso posizione il conte di San Secondo; sul Giramonte si acquartierarono i reparti di Alessandro Vitelli; a Santa Margherita a Montici aveva stabilito la sua base Sciarra Colonna; più sotto si erano fermate le bande di Giovanni da Sassatello, detto ‘Il Cagnaccio’; a ovest di Fiorenza si stabiliscono le truppe del duca di Amalfi e di Pirro Colonna che comandavano il contingente senese; più vicini, verso la Porta san Giorgio, dalla parte di San Leonardo, c’erano gli attendamenti del marchese di Vasto; il principe d’Orange, insieme alla cavalleria napoletana e alla sua guardia del corpo personale, prendono dimore nelle case dei Guicciardini, al Pian de’ Giullari, insieme ai fuoriusciti fiorentini del commissario pontificio, presso l’armata imperiale, Baccio Valori. Più in là verso Poggio Baroncelli (oggi Poggio Imperiale) si erano accampati i terribili lanzichenecchi insieme alle fanterie spagnole e gli avventurieri guidati dal vile Maramaldo. Impossibile varcare le mure di Firenze. Solo pochi temerari, quello che rimaneva dei seguaci di Giovanni dalle Bande Nere, di notte, fanno scorribande nel Valdarno per procurarsi i viveri necessari. L’esercito del Sacro Romano Impero e quello spagnolo che vogliono impossessarsi di Firenze per ricondurre i Medici in città è composto da dodicimila uomini, più mercenari vari. Vogliono Firenze alla loro maniera, con saccheggio, distruzione e violenza, ma non l’avranno così! I fiorentini non ci stanno e si preparano alla difficile 61


battaglia; Stefano Colonna si fortifica con i suoi veterani guasconi sul poggio di San Miniato, insieme a Mario Orsini; sul bastione che guardava Porta Romana, all’epoca porta San Piero Gattolino, stava la banda di Jacopo Tabussi; la cavalleria al comando di Giorgio da Santa Croce e del fuoriuscito Jacopo Bichi, aveva trovato alloggio in Borgognissanti. Il resto dei soldati ingaggiati da Firenze fu distribuito sulle mura. E Malatesta Baglioni, il capo delle guarnigioni in difesa della città, cosa aveva in mente? Il suo quartier generale era nelle case dei Serristori, lungo l’Arno, ma poco tempo dopo per stare più vicino al nemico si trasferì nelle case dei Bini a Porta Romana. Al mattino del 17 febbraio, per espressa richiesta della Signoria, Malatesta si portò sui bastioni di San Miniato seguito da un rumoroso corteggio di musici e trombettieri e ivi incontrò il principe Filiberto Chalons!” Malatesta: Chi è venuto si baldanzosamente a pigliar tutta Firenze non pigliasse né anco una delle sue Torri!” Chalons: “Farem di case briciole e di uomini, donne e bambini polvere se resa non avviene”. Malatesta: “La guerra è un bene incerto ed è un mal certo perdendosi chiaramente uomini, possessioni e bestiame mai però la libertà, l’onore e la vita. Noi saremo poveri ma liberi e se mai, meglio morir di ferro che di peste e fame”. Chalons: “Dopo il sacco di Roma, niente ci vorrà a condurre Firenze alla capitolazione. I Medici torneranno e voi, Baglioni Malatesta, sarete confinato da prigioniero nella vostra Perugia”. Malatesta: “Principe di Orange, voi non conoscete Firenze e il suo popolo, mai faranno un passo indietro e state pur certo che presto ricacciato sarete con la vostra orda di barbari da dove veniste”. Chalons: “Quando invaderemo la città saremo accolti al grido di Palle! Palle! Palle!” Malatesta: “Ne siete proprio sicuro, Chalons? Guardate davanti a voi (dicendo questo fa il gesto con la mano a indicare i Calcianti seduti sulle panche) questi nobili Guerrieri che smesse le armature sono pronti a scendere in campo, in quel di Santa Croce, per giocar storica Partita a dispetto vostro!” Chalons: “Vi spareremo in testa le palle di cannone!” Malatesta: “E voi pensate che questi valorosi uomini abbian paura delle vostre armi? Guardate loro in faccia! Guardate i loro Capitani: il Morticino degli Antinori; Dante da Castiglione, Alemanno de’ Pazzi, Lione Ricasoli. E’ un esercito ben più fornito del vostro perché essi son comandati dal cuore!!!” Chalons: “E’ solo finzione, non riuscirete mai a trasportare in Santa Croce né gente, né vessilli né giuocatori! E le cannonate che spareremo da Giramonte vi faranno rintanar in casa!” Malatesta: (rivolto ai Calcianti in fervente attesa) “Abbiam dunque noi paura delle palle, quelle di ferro e di altre blasonate???” Calcianti (all’unisono dai due schieramenti di Calcianti si alza un solo grido): “NO! MAI!!!” Malatesta: “E allora andiamo!”. Uberto Bini

62


17 febbraio 2019 - Final Eight di Basket

I Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino si sono esibiti al Mandela Forum di Firenze in occasione della cerimonia di apertura del Final Eight di Basket.

63


18 febbraio 2019 - Commemorazione della morte dell’Elettrice Palatina, Anna Maria Ludovica de’ Medici

Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina il 18 febbraio ha celebrato l’anniversario della morte di Anna Maria Luisa de’ Medici con il Comune di Firenze, che ha aperto i musei comunali per l’intera giornata gratuitamente e organizzato visite guidate alle Cappelle Medicee. Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina è partito alle ore 10:30 dal Palagio di Parte Guelfa e ha sfilato per le vie cittadine portando un omaggio di fiori gialli (colore preferito da Anna Maria Luisa de’ Medici) sulla tomba all’interno delle Cappelle Medicee alle ore 11:00. Nella stessa giornata a Palazzo Pitti e a Palazzo Vecchio è stato rievocato il personaggio storico di Anna Maria Luisa de’ Medici ultima del ramo granducale. Il Comune di Firenze in collaborazione con l’Associazione MUS.E e le Gallerie degli Uffizi hanno proposto per l’occasione un suggestivo evento rievocativo. Le scelte dell’Elettrice Palatina sono state determinanti per la definizione di Firenze città d’arte, così come oggi é conosciuta nel mondo intero. Il suo grande merito ha fondamento nella stesura di un atto giuridico, noto come Patto di Famiglia, grazie al quale l’ultima erede della dinastia ha vincolato allo Stato – il Granducato di Toscana – tutto il complesso dei beni che facevano parte delle collezioni medicee: «…Gallerie, Quadri, Statue, Biblioteche, Gioje ed altre cose preziose […] a condizione espressa che di quello è per ornamento dello Stato, per utilità del Pubblico e per attirare la curiosità dei forestieri, e non ne sarà nulla trasportato e levato fuori dalla Capitale e dello Stato del Gran Ducato». La lungimiranza di questa grande donna ha permesso a tutti noi di essere sicuramente orgogliosi della nostra bella città.

64


23 febbraio 2019 - Calciante parola bella

Esce su La Nazione un articolo del Presidente Michele Pierguidi sulla strumentalizzazione della parola Calciante. - Ringrazio La Nazione di Firenze per l’ospitalità sulle sue colonne, questa mattina. Calciante è una parola bella, calciante è passione, appartenenza, orgoglio, coraggio, paura, onore fratellanza. E’ fiorentinità. Calciante non è per tutti: può dirsi Calciante solo chi ha affrontato più volte la sfida di quella piazza. Chi su quella rena ha giocato con lealtà, con rispetto per la città e per il proprio colore. E soprattutto chi su quella piazza ha saputo conquistare il rispetto degli altri calcianti e di Firenze. Non si è calciante se in quel campo non hai mai giocato, o ci sei stato una volta soltanto. Non si è calciante se in piazza ti sei macchiato di atti sleali. Calciante è una bella parola! I Calcianti, quelli veri, sono persone amate e rispettate da tutti, che giocano per una grande passione e per l’amore di Firenze. Essere un calciante è un onore da difendere giorno dopo giorno. È sbagliato chiamare calciante chi non risponde a questi requisiti esclusivi, e spiace vedere usata questa definizione quando succedono fatti in cui il Calcio, e i Calcianti, non c’entrano nulla. Vogliamogli bene a questa parola bellissima che è “Calciante” 65


24 febbraio 2019 - 6 Nazioni di Rugby - Italia - Irlanda

I Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino si sono esibiti alla partita del 6 Nazioni di Rugby tra le nazionali di Italia e Irlanda allo Stadio olimpico di Roma.

66


27 febbraio 2019 - Sessione test foto modelli del Corteo

Nella Sala dei Capitani del Palagio di Parte Guelfa è stata organizzata una sessione test con i fotografi che hanno aderito all’iniziativa in modo volontario di fotografia dei Modelli del Corteo del Calcio Storico Fiorentino. Capire come e quali sono le migliori ambientazioni per realizzare una documentazione fotografica di immagini utilizzabili per pubblicazioni future e per la catalogazione sistematica degli stessi modelli a favore della memoria storica della nostra attività rievocativa permetterà, oltre che di avere un archivio sempre più completo, di confermare il riconoscimento del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio come Patrimonio culturale di Firenze e di avviare un percorso per il riconoscimento delle nostre tradizioni come Patrimonio Immateriale e Intangibile dell’Umanità. Sarà una bella sfida, sarà un percorso difficile, ma talmente affascinante che potrà portare grandi soddisfazioni a tutti i fiorentini e a tutti noi.

67


3 marzo 2019 - Gemellaggio

Gemellaggio tra i Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e gli Sbandieratori Carbium di Calvi dell’Umbria (TR) in Piazza della Signoria. Presenti il Sindaco di Calvi dell’Umbria Guido Grillini, il Presidente del Calcio Storico Fiorentino Michele Pierguidi e il Direttore del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino Filippo Giovannelli e i due gruppi di sbandieratori al completo. 68


4 marzo 2019 - Incontro con il Gruppo dei Bandierai degli Uffizi e Gonfalonieri delle Magistrature

Incontro molto costruttivo con il gruppo dei Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino. Un gruppo agile e organizzato, che ha una propria storia che, in particolare quella degli ultimi dieci anni, ha dato slancio e interesse all’attività. Finalità, prospettive, impegno comune, unità d’intenti e relazioni esterne sono stati gli argomenti trattati per migliorare l’attività. Siamo un’unica organizzazione che spinge ad affrontare il futuro con entusiasmo nei limiti istituzionali che ci sono stati indicati. Uniti per un solo obiettivo. Viva Fiorenza!

69


10 marzo 2019 - Vernio, ricordo della carestia

La prima domenica di Quaresima a San Quirico di Vernio (PO) è stata rievocata la Festa della Polenta, con la quale si è voluto ricordare la carestia del 1512 causata dall’invasione delle truppe spagnole durante la loro discesa dall’Appennino verso Firenze mettendo a ferro e fuoco tutta la Val di Bisenzio e depredando e saccheggiando le popolazioni. Si tratta di una importante rievocazione storica con la costante presenza del Corteo del Calcio Storico Fiorentino.

70


16 marzo 2019 - 500 Cosimo e Caterina

In uno dei rari fine settimana in cui il Corteo non era impegnato in manifestazioni celebrative o rievocative, è stata una grande soddisfazione comunicare che, nell’ambito delle celebrazioni del 500 anniversario di Cosimo I e Caterina de’ Medici, il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino è entrato a far parte del Comitato Organizzativo dei festeggiamenti, insieme alle più grandi istituzioni culturali fiorentine, presieduto dall’Assessore Andrea Vannucci. Un bel riconoscimento per l’impegno e l’attività storico-culturale-rievocativa di questi ultimi anni di tutti i Personaggi del Corteo a cui va il ringraziamento più sentito.

71


22 marzo 2019 - Istituto Marco Polo

Nell’ambito della diffusione delle Tradizioni Popolari cittadine agli istituti scolastici superiori, sono state raccontate all’Istituto Marco Polo le origini del Gioco del Calcio Fiorentino. Un Istituto completamente riorganizzato: pitture murali e arte accolgono i ragazzi in un ambiente davvero bello ed efficiente! Un grande piacere e onore trasmettere le nostre identità alle nuove generazioni. All’interno del progetto anche una sezione sportiva sull’onda di ciò che è stato iniziato con l’Istituto Gobetti Volta. Grande soddisfazione e grazie per l’invito, raccolto con grande piacere.

72


24 marzo 2019 - Firenze per Boboli

Grande successo in occasione della vigilia del Capodanno Fiorentino a partire dalle 15 per la manifestazione “Firenze per Boboli”. La Commissione Cultura del Quartiere 1 del Comune di Firenze presieduta da Mirco Dinamo Rufilli in collaborazione con le Gallerie degli Uffizi dirette da Eike Smith e il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina hanno organizzato la manifestazione nel prato delle Colonne del Giardino di Boboli. Firenze per Boboli nasce con l’obiettivo e l’auspicio di riportare il Corteo del Calcio Storico Fiorentino in uno dei luoghi più belli di Firenze. In un lontano passato anche le partite di Calcio fiorentino furono giocate nei giardini di Boboli. La grande parata del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina si è svolta per le vie del centro e dell’Oltrarno con partenza alle ore 15 dal Palagio di Parte Guelfa e arrivo nel Giardino di Boboli dall’ingresso di Annalena a Porta Romana. Raggiunto il Prato delle Colonne, a partire dalle ore 16 si sono susseguiti la cerimonia del saluto, l’esibizione dei Bandierai degli Uffizi e il balletto rinascimentale delle Madonne fiorentine. Al termine, il corteo storico ha proseguito all’interno del Giardino di Boboli per dirigersi in Piazza Pitti e attraverso Ponte Vecchio è rientrato in Palagio di Parte Guelfa con grande entusiasmo per la performance riuscita e la soddisfazione di aver contribuito in modo determinante alla riscoperta di un luogo magico e suggestivo.

73


24 marzo 2019 - Inaugurazione del nuovo gonfalone

Ha fatto bella mostra di sé il nuovo Gonfalone del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino inaugurato in occasione della manifestazione Firenze per Boboli. E’ stato realizzato con le medesime caratteristiche dell’originale che adesso è in fase di restauro. Il Giglio Rosso in campo Bianco con la scritta FIORENZA è visibile su entrambi i lati del gonfalone in modo che possa essere riconosciuto di fronte e di retro con le stesse caratteristiche e misure. Il Gonfalone del Corteo è stato realizzato dalla Sartoria Madame Flò e commissionato dalla Lega del Chianti che lo ha donato al Corteo Storico della Repubblica Fiorentina. Ha la peculiarità inequivocabile di rendere riconoscibile ogni manifestazione storica e rievocativa di Firenze. Grazie a tutti per la generosa collaborazione.

74


25 marzo 2019 - Capodanno Fiorentino 2019

Da tempo antichissimo la Chiesa cattolica festeggia l’annuncio a Maria Vergine da parte dell’Arcangelo Gabriele dell’Incarnazione del Verbo. Dal settimo secolo questa ricorrenza viene fissata alla data del 25 marzo, esattamente nove mesi prima di Natale, giorno della nascita di Gesù. Legandolo a questo importante avvenimento, fino al 1750, Firenze iniziava l’anno civile e per questo la datazione del periodo compreso tra il primo gennaio e il 24 marzo veniva indicata come “ab incarnatione”. Quindi il 25 marzo all’ombra del Cupolone e di tutte le terre soggette al dominio della città, si festeggiava il Capodanno, anche se sin dal 1582 era in vigore il calendario gregoriano, in base al quale l’anno iniziava il primo gennaio. La ricorrenza del 25 marzo per i fiorentini durò ben 168 anni in più, differentemente dagli altri stati della penisola, fin quando un decreto del granduca Leopoldo II di Lorena, impose l’uso del calendario gregoriano. Una targa sotto la Loggia dei Lanzi ricorda quel decreto di soppressione della festa. Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino ha omaggiato l’Effige della SS. Annunziata nella basilica omonima con l’offerta di un mazzo di fiori portato sull’altare dalle Madonne Fiorentine e una parata che da Palagio di Parte Guelfa ha attraversato la città sino alla 75


Chiesa della SS. Annunziata e ritorno. Nel 1252, secondo una leggenda, i Servi di Maria vollero far dipingere l’affresco dell’Annunciazione da un pittore chiamato Bartolomeo, che dispiegò tutta la sua perizia per rappresentare degnamente la scena. Ma nonostante diversi tentativi, non riusciva a dipingere il volto della Vergine. Cadde così in una strana sonnolenza e al risveglio, per miracolo, il volto apparve già dipinto, completato da un angelo. L’affresco che nei tempi successivi darà il nome alla chiesa, tuttora conservato nella cappella dell’Annunziata, divenne presto oggetto di grande venerazione e di profonda devozione da parte dei fiorentini. Nel 1255 il Comune di Firenze fece tracciare una strada, l’odierna via dei Servi, che dalla Porta di Balla conduceva a Santa Maria dei Servi, mentre i frati acquisirono il terreno per creare la piazza (1299, grazie alla donazione da parte del Comune di 400 fiorini d’oro). Nel secolo successivo la chiesa e il convento vennero inclusi nella cinta muraria trecentesca.

76


30 marzo 2019 - Open Day Coverciano

In occasione dell’Open Day del Centro Tecnico di Coverciano della FIGC e della Nazionale di Calcio, i Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino hanno partecipato alla cerimonia con una rappresentativa dei piccoli sbandieratori.

77


30 marzo 2019 - Il Calcio Storico a Plan de Corones

La data è epica! Il Gioco del Calcio Fiorentino è stato giocato sulla neve di Plan de Corones. Una location unica con un panorama mozzafiato, una giornata stupenda e un’ospitalità esemplare! Grazie a tutti per il sostegno e il grande apprezzamento ricevuto. Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino, dopo una bella sfilata nel centro storico di Brunico, con Personaggi, Arbitri e Calcianti, si sono concentrati nella piazza del municipio e hanno omaggiato le autorità con la Cerimonia del Saluto e l’esibizione dei Bandierai degli Uffizi. 78


Il giorno successivo, grande partita in quota a oltre 2400 mslm, dove Corteo e Calcianti hanno dato un emozionante spettacolo con tantissimi spettatori saliti per l’evento.

79


31 marzo 2019 - 50° Compleanno Gabriel Omar Batistuta

In occasione del 50° anniversario della nascita di Gabriel Omar Batistuta, storico e amato calciatore della Fiorentina, il Corteo Storico ha partecipato con una rappresentativa alla manifestazione svoltasi in piazza della Signoria alla presenza di oltre 6000 spettatori.

80


11 aprile 2019 - Restaurate le bandiere del Corteo Storico

Sono state restaurate le Bandiere del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina. La presentazione è avvenuta per voce dell’Assessore alle Tradizioni popolari Andrea Vannucci e del Direttore del Corteo Storico Fiorentino Filippo Giovannelli in Palazzo Vecchio. Sono tornate così a splendere la bandiere del Corteo storico. Grazie alla sponsorizzazione tecnica dell’Ufficio consulenti finanziari di Banca Mediolanum, sono state restaurate le ultime cinque bandiere che mancavano per completare il lavoro di questi anni: da oggi tutte le 47 bandiere restaurate potranno sfilare nei colori e nelle stoffe rinnovate con l’intervento di Scramasax Firenze. Una bella dimostrazione di affetto per quello che è il simbolo per eccellenza della Repubblica fiorentina, ovvero il suo Corteo storico. Un simbolo della tradizione più bella e ricca che rappresenta al meglio lo spirito dei fiorentini. Tutto ciò che fa bene a Fiorenza fa bene a Firenze. Le bandiere restaurate rappresentano: Bandiera del Comune - Bianca e Rossa bipartita; Bandiera della Parte Guelfa - Aquila rossa che ghermisce un Drago Verde; Bandiera dei Priori di Libertà - su fondo azzurro la scritta Libertas; Bandiera della Chiesa - Chiavi d’oro su fondo rosso; Bandiera della Repubblica Fiorentina - Croce bianca su fondo rosso. E’ stata inoltre realizzata una nuova bandiera che rappresenta il Gonfalone di Compagnia del Lion Nero del Quartiere di Santa Croce: la bandiera, realizzata a mano, ha consentito anche di correggere un errore araldico nella rappresentazione che vedeva un Leone rampante Nero su sfondo azzurro, anziché su sfondo argento, come testimoniato da uno studio condotto su dipinti e affreschi di importanza storica.

81


13 aprile 2019 - Bandierai Day con Trisomia 21

Si è svolta in Piazza della Signoria l’edizione 2019 del Bandierai Day, la manifestazione benefica organizzata dai Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino. Il ricavato della manifestazione è quest’anno devoluto a favore di Trisomia 21 Onlus Firenze, l’associazione fiorentina che da 40 anni sostiene le persone con sindrome di Down. Nell’arco dell’intera giornata è stato possibile assistere alle esibizioni dei Bandierai degli Uffizi, provare le attrezzature e conoscere tutte le iniziative e le attività che Trisomia 21 svolge.

82


16 aprile 2019 - Commemorazione Filippo Brunelleschi

Il 16 aprile 2019 si è commemorata la morte di Filippo di ser Brunellesco Lapi. L’Associazione “Filippo di Ser Brunellesco” presieduta dal Prof. Massimo Ricci, grande esperto della Cupola realizzata dal genio, in collaborazione con la Città di Firenze e il Corteo del Calcio Storico Fiorentino ha organizzato una parata e un momento commemorativo nella cattedrale di Santa Maria del Fiore. Il programma: ore 15:00 partenza del corteo da Palagio di Parte Guelfa; ore 15:30 saluto alle autorità da parte del Corteo Storico con la Cerimonia degli Onori; ore 15:40 lettura dell’epitaffio di Carlo Marsuppini; ore 16:20 deposizione di una corona di alloro e una di mirto sulla tomba di Brunelleschi. Nella foto il Prof. Massimo Ricci promotore dell’iniziativa e presidente dell’Associazione Filippo di Ser Brunellesco e i rappresentanti istituzionali dei comuni interessati e della Regione Toscana.

83


20 aprile 2019 - Firenze Rugby 1931 - Finali CTO

I Bandierai degli Uffizi si sono esibiti in occasione delle manifestazioni Finali CTO del Firenze Rugby 1931

84


20 aprile 2019 - Benedizione del Fuoco Santo

Come ogni anno alla vigilia di Pasqua il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina ha accompagnato il Gonfalone di Firenze e le autorità civili e religiose per il trasferimento, dalla Chiesa dei SS. Apostoli di piazza del Limbo, delle pietre del Santo Sepolcro di Cristo e dei simboli religiosi tra i quali il “portafoco” alla Cattedrale di Santa Maria del Fiore per l’accensione del Fuoco Santo. Un momento mistico religioso, molto silenzioso, che dal 2012 ha recuperato un’antica liturgia. Gustav Mahler diceva che la “Tradizione non è la conservazione della cenere, ma la trasmissione del fuoco!”. Mai come oggi, alla vigilia della Pasqua queste parole sono di grande riflessione religiosa e altrettanto importanti per il futuro delle nostre Tradizioni. Le nostre radici servono per alimentare il fuoco della vita e della cultura della nostra civiltà.

85


21 aprile 2019 - Scoppio del Carro - Pasqua del Signore 2019

Pasqua all’insegna dello Scoppio del Carro a Firenze - Il Corteo protagonista insieme al Brindellone della Santa Pasqua fiorentina. Quattro i cortei diversi messi in campo per questa manifestazione: il primo da Porta al Prato, che accompagna il Carro di Fuoco in piazza del Duomo, il secondo con partenza da Palagio di Parte Guelfa per accompagnare le autorità in Piazza del Duomo, il terzo quello dei Bandierai degli Uffizi che si sono recati di prima mattina in piazza del Duomo per una lunga esibizione preparatoria alla manifestazione, il quarto, sempre dei Bandierai degli Uffizi e dei Gonfalonieri delle Magistrature per accompagnare sulla via del ritorno le pietre e il portafoco dalla Cattedrale di Santa Maria del Fiore alla chiesa dei SS. Apostoli in piazza del Limbo. La diretta televisiva ha permesso a chi non è potuto arrivare in piazza di poter vedere lo spettacolo.

86


21 aprile 2019 - Sorteggio abbinamenti semifinali Calcio Storico

Sorteggiate le due semifinali del Torneo di San Giovanni del Calcio Storico Fiorentino nel corso dello Scoppio del Carro di Firenze. 15 giugno 2019 - ROSSI - VERDI 16 giugno 2019 - AZZURRI - BIANCHI 24 giugno 2019 - FINALE

87


26-28 aprile 2019 - I Bandierai degli Uffizi a Montpellier (Francia)

I Bandierai degli Uffizi del Corteo della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino si sono trasferiti per due giorni a Montepellier in Francia per la manifestazione “L’Italie au Village” svoltasi nella bella cittadina sull’Esplanade Charles de Gaulle, organizzata dall’Associazione Villart. L’iniziativa ha avuto lo scopo di esportare la cultura italiana all’estero.

88


29 aprile 2019 - Inaugurazione palazzina Azzurri di Santa Croce

Una nuova palazzina spogliatoi al servizio del campo di allenamento dei calcianti di Parte Azzurra. La nuova struttura, in località Rifredi, è stata inaugurata dal sindaco e dall’assessore alle Tradizioni Popolari. I vecchi spogliatoi e servizi, due box prefabbricati uniti in un unico volume, erano ormai inadeguati all’utilizzo da parte dei Calcianti, sia per gli spazi che per la tipologia di struttura. La nuova palazzina è stata invece realizzata in muratura, secondo i principi della bioarchitettura e con l’utilizzo di fonti rinnovabili. Il fabbricato ospita due spogliatoi per atleti con relativi servizi, una infermeria con servizio, un magazzino e le centrali termica e idrica. Si è poi provveduto alla sistemazione dell’area esterna e dei collegamenti pedonali con il campo di allenamento.

89


29 aprile 2019 - Progetto PON Istituto Matteotti

Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina ha supportato l’Istituto Comprensivo Statale “Matteotti” che si è aggiudicato un progetto europeo PON dal titolo: “potenziamento dell’educazione artistica, culturale e paesaggistica - l’arte e le sue sfumature”, articolato nel modulo: “Gridate con noi: Viva Fiorenza”. Il progetto, coordinato dagli insegnanti Paoli Lisanna e Bombardieri Antonio ha visto impegnati i ragazzi con numerosi incontri tenuti da Fabio Bonciani, la realizzazione finale dell’incontro tra una rappresentativa del Corteo Storico con i ragazzi che hanno realizzato una vera e propria manifestazione in costume d’epoca. Un’ottima iniziativa per diffondere la cultura delle nostre tradizioni e rievocazioni ai bambini in fase formativa.

90


1 maggio 2019 - Trofeo Marzocco - Gara di sbandieratori

Mercoledì 1 maggio si è svolta a partire dalle ore 15.30 in Piazza della Signoria la XXVI edizione del Trofeo Marzocco, gara di sbandieratori. L’evento fa parte delle manifestazioni ufficiali della tradizione fiorentina del Comune di Firenze ed è organizzata dal gruppo dei Bandierai degli Uffizi. Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina ha condotto i gruppi in gara in piazza della Signoria, luogo di svolgimento della tenzone. I gruppi invitati quest’anno a partecipare sono stati i Musici e Sbandieratori Città di Bucchianico, gli Sbandieratori di Giove e gli Sbandieratori Città di Narni. Uno spettacolo unico nella cornice storica più bella della città, che ha fatto vivere al pubblico e agli appassionati momenti indimenticabili. I Bandierai degli Uffizi hanno vinto la XXVI edizione del Trofeo Marzocco piazzandosi davanti agli Sbandieratori Città di Narni, ai Musici e Sbandieratori Città di Bucchianico e al gruppo sbandieratori città di Giove. Il gruppo Sbandieratori Città di Narni ha vinto il premio per la musica “Armido Morellato”, la Squadra Piccola e il Premio alla Storicità “Leonardo Artusi”. I Bandierai degli Uffizi si sono classificati al primo posto nella squadra grande e hanno ricevuto il premio alla Critica “Filippo Galli”. 91


2 maggio 2019 - Commemorazione della Morte di Leonardo da Vinci

In occasione del 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci, avvenuta il 2 maggio 1519, il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, in collaborazione con il Rotary Club Firenze e la Famiglia Marchesi Gondi ha organizzato una cerimonia commemorativa all’interno del Palazzo Gondi, luogo nel quale Leonardo soggiornò per un periodo della propria vita. Il Corteo ha percorso le vicinanze di alcuni luoghi dove la famiglia Da Vinci ha vissuto (San Biagio, Borgo de’ Greci, Chiasso de’ Baroncelli, Via de’ Gondi, Via Ghibellina) In Palazzo Gondi, uno dei palazzi più belli e storici di Firenze, esiste una testimonianza della vita fiorentina di Leonardo da Vinci, una iscrizione dettata da Cesare Guasti: LEONARDO DA VINCI VISSE LA BENAUGURATA GIOVINEZZA IN UNA CASA DELL’ARTE DEI MERCATANTI CHE DA GIULIANO GONDI FU COMPRATA E DISFATTA NEL MURARE QUESTO PALAGIO AL QUALE DANDOSI PERFEZIONE NEL MDCCCLXXIII IL COMUNE E IL SIGNORE CONCORDI VOLLERO CHE LA MEMORIA DI TANTO NOME AL NOBILE E VAGO EDIFICIO ACCRESCESSERO DECORO”

92


4 maggio 2019 - I Bandierai degli Uffizi alla finale di ginnastica artistica

I Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino al Mandela Forum in occasione della prova finale della serie A di Ginnastica Artistica.

93


8 maggio 2019 - Modulo Sportivo Calcio fiorentino Gobetti Volta

È stato attivato per il terzo anno scolastico consecutivo, il Modulo sportivo del Liceo Gobetti-Volta sul Calcio Storico Fiorentino. Sono state coinvolte due classi che hanno affrontato la parte teorica riguardante l’origine del Calcio, la storia del Gioco del Calcio Fiorentino e le principali regole storiche, curata dal Direttore Filippo Giovannelli. Il protocollo di collaborazione con il Comune di Firenze per l’insegnamento del Calcio Storico Fiorentino come disciplina sportiva prevedeva un modulo didattico con assegnazione di valutazione finale dell’allievo. Il modulo si è completato con altri incontri dedicati al gioco vero e proprio presso un impianto sportivo, dove i ragazzi hanno provato a giocare come veri Calcianti con l’aiuto di rappresentanti delle quattro squadre cittadine. La novità di quest’anno è che il Calcio Storico Fiorentino è stato materia d’esame per la Maturità. Un altro grande passo in avanti per la diffusione di questo Gioco Storico che permette di coniugare la storia di Firenze, lo sport e la cultura delle tradizioni popolari fiorentine. Una bella iniziativa che dura nel tempo e che appassiona tutti, studenti e insegnanti.

94


9 maggio 2019 - I Bandierai degli Uffizi all’inaugurazione di Erasmus+

Taglio del nastro al Festival d’Europa in piazza Santa Maria Novella con i Bandierai degli Uffizi di Firenze e tutti i promotori dell’evento: Indire, l’Agenzia Erasmus+, Fondazione sistema Toscana, Comune di Firenze, Miur, Università degli Studi di Firenze, Città Metropolitana... tutti insieme per dire Nice to meet Eu!

95


9 maggio 2019 - Raccontiamo Firenze - I luoghi del Calcio fiorentino

Con i bambini del Conservatorio SS. Annunziata di Empoli abbiamo ripercorso l’origine e i luoghi simbolo del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, del Calcio Storico Fiorentino e della storia di Firenze. Da Palagio di Parte Guelfa fino a piazza Santa Croce. Assistiti dall’assenza di pioggia, abbiamo provato una grande soddisfazione nel vedere i bimbi interessatissimi e curiosi come solo loro sanno essere. Una giornata bella e gratificante.

96


10 maggio 2019 - Commissione bando Palio e Paliotti

Si è riunita in data odierna la commissione per la scelta del Palio e dei Paliotti per il Torneo di San Giovanni Calcio Storico Fiorentino. Il Direttore del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina Filippo Giovannelli, la Dirigente del Servizio Sport del Comune di Firenze Carla De Ponti, il Presidente del Calcio Storico Fiorentino Michele Pierguidi e la D.ssa Silvia Colucci della direzione Cultura e Sport del Comune di Firenze hanno individuato il vincitore del bando di concorso per la realizzazione del Palio 2019 del Torneo di San Giovanni del Calcio Storico Fiorentino in Silvia Serafini, artista e pittrice di Firenze.

97


10 maggio 2019 - San Zanobi patrono di Scandicci (FI)

I Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, il 10 maggio 2019 hanno partecipato ai festeggiamenti del Patrono di Scandicci San Zanobi.

98


11-12 maggio 2019 - I Bandierai degli Uffizi a Calvi dell’Umbria

I Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino hanno partecipato ai festeggiamenti del Santo Patrono San Pancrazio a Calvi dell’Umbria.

99


11 maggio 2019 - Cosimo e Eleonora nel Palazzo della Signoria

Il Corteo Storico, nell’ambito della propria attività rievocativa, in collaborazione con Mus.e e numerose associazioni del territorio, ha organizzato il trasferimento della corte ducale da Palazzo Medici al Palazzo della Signoria, avvenuto il 15 maggio 1540 dal titolo “Cosimo e Eleonora nel Palazzo della Signoria: un giorno fausto, felice e fortunato”. L’evento è stato rievocato in occasione del Cinquecentenario della nascita di Cosimo I (1519-2019) Il Duca Cosimo I de’ Medici e la Duchessa Eleonora di Toledo sono stati accompagnati da un variegato corteo storico attraverso le vie del centro cittadino e sono stati condotti da Palazzo Medici, originaria residenza di famiglia, al Palazzo della Signoria, assunto da Cosimo come dimora ducale. L’evento ha avuto il Patrocinio dell’Associazione Toscana Rievocazioni Storiche e si è avvalso della partecipazione di personaggi provenienti da diversi associazioni del territorio quali Scannagallo (Foiano della Chiana), Palio del Diotto (Scarperia), Palio del Cerro (Cerreto Guidi), Giostra della Stella (Bagno a Ripoli), Contrada Alfiere (Bagno a Ripoli), Danze Storiche (Montopoli Valdarno), Bizzarria d’Amore (Fucecchio).

100


101


11 maggio 2019 - Ballo Rinascimentale

Il Corteo del Calcio Storico Fiorentino ha organizzato nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio, in occasione del 500esimo anniversario della nascita di Cosimo I, un Ballo Rinascimentale con la collaborazione di numerose realtà rievocative del territorio che hanno partecipato anche all’iniziativa del trasferimento della coppia ducale da Palazzo Medici al palazzo della Signoria. Il principio del Live Museum, già sperimentato con la Parata Araldica della Repubblica Fiorentina di Santa Reparata, è stato applicato per realizzare eventi a scopo rievocativo a favore del pubblico: sabato 11 maggio 2019 è stata riproposta una sequenza di balli in abiti rinascimentali, aperti alla popolazione e diretti a rievocare le danze organizzate a corte nel Rinascimento Mediceo che si svolgevano all’interno delle sale dei palazzi più importanti della città.

102


13 maggio 2019 Raccontiamo Firenze - I luoghi del Calcio fiorentino

Visita ai luoghi del Calcio Storico Fiorentino con l’Istituto Marco Polo. Fantastici i ragazzi che ci hanno accompagnato lungo le strade e i luoghi piÚ importanti legati al Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e al Calcio Storico Fiorentino senza tralasciare l’importantissimo Palagio di Parte Guelfa sede del Calcio e della F.I.G.S. - Federazione Italiana Giochi Storici. Sono state due ore piacevolissime dove abbiamo visto direttamente sul terreno i luoghi della storia di Firenze e del Calcio Storico Fiorentino che avevamo percorso con la chiacchierata fatta in classe. Un privilegio poter trasmettere questi valori, che spero incontreranno in queste nuove generazioni altri appassionati; riusciranno a portare nel futuro la nostra storia e la passione che da sempre ci contraddistingue.

103


15 maggio 2019 - Incontro con 100 ragazzi del Cellini-Tornabuoni

Nell’ambito della diffusione della cultura delle tradizioni popolari della nostra città, il Direttore Giovannelli è stato ospite dell’Istituto Cellini Tornabuoni di Firenze per raccontare il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e il Calcio Storico Fiorentino ai ragazzi. Studenti e insegnanti hanno partecipato con grande interesse e attenzione, rendendo possibile la costruzione di un proficuo dialogo. Alcuni di loro si stanno anche allenando con le squadre. Dai primordiali giochi con la palla diffusi nel mondo, fino alle regole odierne del gioco senza dimenticare la storia di Firenze al tempo dell’Assedio imperiale del 1529/30. Una grande soddisfazione vedere ragazzi molto attaccati alla propria città e alla conoscenza della nostra manifestazione, ci siamo trattenuti oltre mezz’ora per domande e risposte che si sono rivelate fonte di grande conoscenza e consapevolezza. Sono loro il nostro futuro.

104


17 maggio 2019 - Il mio primo soccorso

Manifestazione alla Misericordia di Badia di Ripoli “il mio primo soccorsoâ€?. Presente una rappresentativa del Gruppo Alabardieri e delle Mezze Cacce Fiorentine, nuova realtĂ associativa legata ai bambini con il Calcio Storico Fiorentino.

105


18 maggio 2019 - Asta ANT

Le Madonne Fiorentine, parte femminile del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino, hanno collaborato con la loro presenza alla buona riuscita dell’asta a favore dell’Associazione Nazionale Tumori. Un sodalizio che si ripete ogni anno in favore di una delle realtà benefiche più importanti di Firenze.

106


20 maggio 2019 - Premio Villa Arrivabene 2019 a Federico Dini

I Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino, sbandieratori Ufficiali di Firenze, hanno presenziato alla sede del Quartiere 2 del Comune di Firenze al Premio Villa Arrivabene 2019. Questo riconoscimento è stato istituito nel 2017 per valorizzare le persone che si sono distinte per meriti culturali, sociali, artistici e sportivi. Quest’anno il premio è stato assegnato al Generale dell’Esercito Carlo Lamanna della Brigata Friuli impegnata nell’operazione Strade Sicure, Patrizia Cipriani per gli Angeli del Bello, Federico Dini della Società Canottieri Firenze campione mondiale Juniores nel canottaggio “quattro con” e Andrea Mori della ASD il Ritrovo, squadra di calcio integrato.

107


23 maggio 2019 - Mondiali Qatar 2022

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha annunciato la possibilità di portare il Calcio Storico Fiorentino e il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina a Doha per i Mondiali del Qatar 2020 come fu fatto in Spagna ‘82, Messico ‘86, Italia ‘90, Francia ‘98.

108


23 maggio 2019 - Le Tradizioni Fiorentine per la delegazione Danese

Nella mattinata del 23 maggio 2019, in occasione della manifestazione tradizionale della “Fiorita” in onore di Girolamo Savonarola, il Direttore del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino Filippo Giovannelli ha accompagnato, insieme a Elisabetta Borghi delle Relazioni Internazionali della Città di Firenze, una delegazione istituzionale danese che si trovava in città per incontrare varie personalità locali. Abbiamo raccontato le nostre tradizioni e sono rimasti affascinati dalla descrizione del Gioco del Calcio Fiorentino e delle poche regole che lo contraddistinguono. Tra il Battipalla e l’immensa visuale della bellissima piazza, tra un ricordo e le citazioni di documenti storici che attestano la veridicità della nostra tradizione, abbiamo concluso la nostra passeggiata con uno scambio di doni molto gradito. Diffondiamo la nostra cultura.

109


23 maggio 2019 - La Fiorita per Girolamo Savonarola

Il Corteo Storico e le autoritĂ cittadine hanno commemorato uno dei personaggi piĂš famosi e controversi della storia di Firenze. Girolamo Savonarola fu arso in Piazza della Signoria il 23 maggio 1498 e le ceneri di quel rogo furono attentamente raccolte e gettate in Arno in modo che non restassero reliquie del Frate Domenicano. Abbiamo ricordato simbolicamente i due eventi con la deposizione di un cuscino di fiori sulla lapide che ne ricorda la morte e con il lancio di petali di rosa da Ponte Vecchio.

110


23 maggio 2019 - Cena di piazza degli Azzurri di Santa Croce

Ai piedi della Basilica di Santa Croce, si è svolta la cena propiziatoria della squadra degli Azzurri di Santa Croce. Presenti tante personalità legate al Calcio Storico Fiorentino e alla città di Firenze.

111


23 maggio 2019 - Benedizione Bandiera dei Bianchi di Santo Spirito

Si è svolta il 23 maggio 2019 nella Basilica di Santo Spirito a Firenze la cerimonia della Benedizione della Bandiera di Parte Bianca del Calcio Storico Fiorentino alla presenza delle piÚ alte cariche cittadine e della manifestazione.

112


24 maggio 2019 - Inaugurazione Mostra del Calcio Storico Fiorentino

Alla presenza dell’Assessore alle Tradizioni Popolari Andrea Vannucci, del Direttore del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina Filippo Giovannelli, della Presidente della Commissione Cultura di Palazzo Vecchio Maria Federica Giuliani, del Maestro di Campo Duccio Baglioni e di numerosi Personaggi del Corteo Storico fiorentino è stata inaugurata la Mostra Permanente del Calcio Storico Fiorentino. La mostra è visitabile in Palagio di Parte Guelfa 1, sede del Calcio Storico e del Corteo nei giorni di apertura feriali.

113


25 maggio 2019 - Raccontiamo Firenze

Con gli amici dell’ENS - Ente Nazionale Sordi abbiamo organizzato una visita al Palagio di Parte Guelfa, dove abbiamo raccontato, con l’aiuto dell’interprete in lingua dei segni Raffaella Pelluso e Giacomo Cambini, le due più grandi tradizioni, Calcio Storico Fiorentino e Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, legate a manifestazioni della tradizione come lo Scoppio del Carro. Una bella mattinata insieme, dedicata anche alla Mostra Permanente del Calcio Storico e alla casa del Brindellone a Porta a Prato! Esperienza unica!

114


26 maggio 2019 - Palio di Santo Stefano in Pane

Le Madonne Fiorentine del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino hanno vinto, nel pomeriggio del 26 maggio 2019, la Categoria di Danza al Palio di Santo Stefano in Pane organizzato dalla Misericordia di Rifredi e inserito negli eventi dell’Estate Fiorentina. Complimenti alle nostre Madonne sempre piÚ brave ed eleganti.

115


27 maggio 2019 - I simboli dei quartieri nelle sacche delle elezioni

L’Archivio di Stato di Firenze ha proposto un focus sulle procedure elettorali a Firenze a partire dal 400: in una prima fase, lo squittinio, i cittadini dotati dei requisiti necessari venivano passati al vaglio di una commissione istituita ad hoc; seguiva l’imborsazione, in cui i nomi degli approvati venivano immessi nelle borse, e infine la tratta o estrazione a sorte con cui, al momento opportuno, si estraevano i nomi dalle borse (nella foto le borse in pelle corrispondenti ai quattro quartieri di Firenze, sec. XV, conservate presso l’AdS).

116


27 maggio 2019 - Il Palio del Baluardo 2019

La collezione della sede del Corteo Storico si è arricchita di un’altra opera d’arte. Il 19 maggio 2019 per condizioni atmosferiche avverse, il Palio del Baluardo non è stato disputato. Il Palio, magistralmente dipinto da Tiziana Furlan, non è stato assegnato e adesso fa parte della collezione del Calcio Storico Fiorentino. Grazie ai Balestrieri Fiorentini che hanno voluto donarlo per arricchire e abbellire la nostra sede. 117


30 maggio 2019 - Cena di Piazza Verdi di San Giovanni

In una cornice mozzafiato, proprio accanto al Battistero di Firenze, si è svolta la cena propiziatoria della squadra dei Verdi di San Giovanni. Presenti tante personalità legate al Calcio Storico Fiorentino e alla città di Firenze.

118


31 maggio 2019 - Cena di piazza Rossi di Santa Maria Novella

Nella cornice mozzafiato di Piazza Santa Maria Novella, si è svolta la cena propiziatoria della squadra dei Rossi di Santa Maria Novella. Presenti tante personalità legate al Calcio Storico Fiorentino e alla città di Firenze.

119


2 giugno 2019 - Torneo Cosimo I de Medici Balestra Manesca

Nella splendida cittadina di Cerreto Guidi (FI) si è svolto il Torneo Cosimo I de’ Medici di Balestra Manesca al quale hanno partecipato i nostri Balestrieri Fiorentini. Con grande soddisfazione, nella sezione Singolo, il nostro Zanza si è classificato al secondo posto con 301 punti e per la categoria a Squadre i Balestrieri Fiorentini hanno VINTO il torneo! Complimenti a tutti, Firenze ringrazia!

120


7 giugno 2019 - Istituto Liceo Sportivo Gobetti Volta

Partita di fine corso scolastico al campo sportivo di Bagno a Ripoli (FI) degli allievi di 3-4-5 dell’Istituto Liceo Sportivo Gobetti Volta di Calcio Fiorentino con maglie dei 4 storici quartieri alla presenza del Presidente del Calcio Storico Fiorentino Michele Pierguidi e del Direttore del Corteo Storico Filippo Giovannelli, con il Professor Alessandro Dei. Il tema Calcio Storico Fiorentino è stato discusso in sede di Esame di Stato durante la prova orale degli studenti della 5^F dell’Indirizzo Sportivo del Liceo Scientifico “Gobetti Volta” di Bagno a Ripoli - Firenze, il nostro Calcio Storico è stato materia di esame per la Maturità Scientifica del Liceo Sportivo. Tutto ciò si è potuto realizzare grazie allo sviluppo nel terzo anno di studi per la materia Discipline Sportive, il Modulo appunto relativo al Calcio Storico, appositamente istituito con un protocollo d’intesa siglato dal Comune di Firenze, dall’Assessore alle Tradizioni Fiorentine Andrea Vannucci, dal Presidente del Comitato CSF Michele Pierguidi e ovviamente dall’ I.S. Gobetti Volta, Liceo Sportivo. Questo aspetto ha legato insieme tre temi come lo studio e l’insegnamento, l’attività motoria e lo sport, il Calcio Storico e Firenze. Grazie a Rodrigue Nana, Pagliazzi Alessandro, Rocchi Dimitri e Luigi Ferraro, per la loro disponibilità a trasmettere la propria conoscenza, fino a tutte le studentesse e a tutti gli studenti che hanno frequentato le lezioni partecipando e interagendo con forte entusiasmo.

121


6 giugno 2019 - Il Calcio Storico Fiorentino su Topolino

Con questa Cover d’Autore la Panini Comics e la Disney omaggiano il Calcio Storico Fiorentino per i 500 anni di Leonardo e gli 85 di TOPOLINO.

122


7 giugno 2019 - FIORENZA - Cena del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina in Piazza SS. Annunziata

Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino ha organizzato il venerdì 7 giugno 2019 alle ore 20: “FIORENZA” la cena dei fiorentini, evento quest’anno alla terza edizione. Abbiamo esteso l’organizzazione di questa bella festa alla collaborazione delle più importanti istituzioni associative di Firenze, come partner attivi della manifestazione. Piazza SS. Annunziata è una cornice incredibile che può regalare una grande emozione. Abbiamo chiesto il patrocinio e la collaborazione dell’Istituto degli

123


Innocenti che quest’anno compie i 600 anni dalla sua fondazione e di tante altre realtà associative fiorentine. Un evento unico che ci rende orgogliosi della loro e della nostra partnership. Abbiamo così aperto la stagione fiorentina delle tradizioni popolari a partire dall’imminente Torneo di San Giovanni del Calcio Storico Fiorentino e dell’associazionismo legato alla nostra bellissima realtà.

124


9 giugno 2019 - Un invito alla Corte de’ Medici

Al Parco Mediceo di Pratolino si è tenuta la prima edizione di “Un invito alla Corte de’ Medici”, una giornata a tema rinascimentale che ha permesso ai numerosi visitatori di rivivere gli aspetti della vita alla corte medicea, attraverso laboratori di cucina, conferenze, visite, spettacoli teatrali e molto altro. 125


Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina ha percorso vie e viali del parco mediceo con una bellissima marcia militare seguito da numerosissimi Personaggi in abito rinascimentale, dame, madonne, cavalieri del periodo, che si sono poi esibiti in balli e balletti con musica del tempo. Una giornata ideale che ha permesso di ripercorrere la storia: dagli antenati di Cosimo I fino alla proclamazione del Granducato di Toscana.

126


10 giugno 2019 - Centro di Firenze per la Moda Italiana

Il Centro di Firenze per la Moda Italiana e il Comitato Oltrarno Promuove 2.0 hanno realizzato l’evento di pre-apertura della settimana della Moda che si è tenuto il 10 giugno 2019 e che ha goduto del patrocinio del Comune di Firenze. La volontà che ha animato il progetto è stata quella di unire idealmente, tramite installazioni artistiche, le due location iconiche di Pitti Uomo, ovvero Palazzo Pitti e la Fortezza da Basso, oltre che due settori di eccellenza come l’Artigianato e la Moda. Da un lato, quindi, un progetto di arredo urbano che trae ispirazione dall’antica tradizione delle feste e dei ricevimenti della Firenze medicea in occasione dell’ingresso in città di personalità di rilievo e che è inserito nel cinquecentesimo anniversario della nascita di Cosimo I e Caterina de’ Medici. Questo si è configurato con l’allestimento di festoni, bandiere e stendardi lungo via Maggio e via de’ Tornabuoni. Un benvenuto per gli ospiti internazionali del Pitti e della città che, durante la settimana della moda, hanno potuto vivere un’atmosfera di festa, declinata in chiave contemporanea. Dall’altro lato, ulteriore fulcro del legame fra Artigianato e Moda, nonché simbolo di Firenze nel mondo, è stato Ponte Vecchio (che peraltro unisce Palazzo Pitti alle aziende orafe artigiane che lo abitano da lungo tempo), con un’installazione di alto impatto, lungo il quale è stato steso un tappeto realizzato in foglia d’oro. Volendo dunque ricollegarsi a quelle che sono le radici fiorentine, mostrando il volto più bello della città nell’accogliere gli ospiti del Pitti, il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e i Bandierai degli Uffizi hanno realizzato 127


due parate apposite, una per via Maggio e via de’ Tornabuoni per arrivare poi sul “ponte d’oro”, e l’altra da Por Santa Maria sempre in direzione Ponte Vecchio. A conclusione dello spettacolo e a far da splendida scenografia durante il momento istituzionale le autorità hanno presenziato all’iniziativa e ringraziato tutti i presenti. L’emozione di passeggiare su un tappeto d’oro è stata grande, mai un allestimento così bello era stato ralizzato. Un ringraziamento va al Centro per la Moda Italiana e al Comitato Firenze Promuove 2.0 per il nostro coinvolgimento e alla Once Extraordinary Event per l’organizzazione.

128


4 - 11 giugno 2019 - Prove serali Corteo della Repubblica Fiorentina

L’emittente televisiva RTV38 ha voluto creare uno speciale in due puntate sulla preparazione del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina intervistando vari protagonisti ed evidenziando il notevole impegno che ogni Personaggio del Corteo dona alla propria città. Tempo di musica, tamburi, gruppi armati, ognuno con la proprie caratteristiche, compongono un variegato e variopinto corteo che rappresenta l’Esercito della Repubblica Fiorentina che difese Firenze dall’assediante. Con questo spirito svolgiamo il nostro addestramento, basato su distanze, conversioni, gestualità, tempi e modalità militari del XVI secolo. Le interviste, effettuate durante le pause delle prove, hanno dato la possibilità a numerosi Personaggi del corteo di poter esprimere la gioia e la passione di appartenere a questo bellissimo sodalizio che unisce un grande numero di persone, che hanno per scopo primario quello di ritrovarsi per rappresentare istituzionalmente la propria città.

129


130


12 giugno 2019 - Presentazione Palio e Paliotti Torneo di San Giovanni

Il torneo di San Giovanni del Calcio Storico Fiorentino è stato presentato oggi in Palazzo Vecchio dall’assessore alle Tradizioni popolari Andrea Vannucci, dal presidente del Calcio storico fiorentino Michele Pierguidi e dal direttore del Corteo Storico Filippo Giovannelli. Nell’occasione, sono stati presentati il Palio e i Paliotti realizzati dall’artista Silvia Serafini. Le partite del Torneo di San Giovanni 2019 sono state trasmesse in diretta da Rtv38 e da Radio Bruno. 131


132


15 giugno 2019 - Semifinale Calcio Storico 2019 Verdi - Rossi

Prima semifinale del Torneo di San Giovanni 2019 tra i Verdi di San Giovanni e i Rossi di Santa Maria Novella: Wanny Di Filippo, Daly Santana, rispettivamente Presidente e giocatrice del Bisonte Volley, sono il Magnifico Messere e la Leggiadra Madonna, personalità di spicco a cui è stata dedicata la partita.

133


Formazione Rossi di Santa Maria Novella PERA - Fattori Leonardo OCA - Lopez Massimo AQUILA - Rhamani Lotfi ROSA - Mulè Luca VESPA - Fashandi Jacopo RUOTA - Marin Alex RICCIO - Vincenti Gabriele SCALA - Stefanini Francesco BRANCA - Casamassima Marco ORSO - Ferrara Enrico CERVO - Gherdovich Stefano SPADA - Putrone Dario CHIAVE - Fattori Lorenzo STELLA - Lo Bue Riccardo CHIODO - Bocci Stefano RONDINE - Picone Andrea CORNO - Zanco Fatjon CROCI - Gianassi Enrico DELFINO - Fattori Vieri VITE - Amanuel Giuseppe DRAGO - Baggiani Francesco ZAMPA - Arcidiacono Mattia ERMELLINO - Marri Lorenzo FALCETTO - Renzoni Matteo LEONE - Lopez Manuel MAZZE - Pagano Angelo MEZZALUNA - Spina Manuel CAPITANO - Lopez Luigi ALFIERE - Degl’Innocenti Claudio ALLENATORE - Rocchi Dimitri

134


Formazione Verdi di San Giovanni PERA - Fossi Lorenzo OCA - Pascia Lorenzo AQUILA - Ghini Emanuele ROSA - Attori Andrea VESPA - Tamburini Tommaso RUOTA - Franceschini Niccolò RICCIO - Borgianni Lorenzo SCALA - Costantin Razuan BRANCA - Vespro Marco ORSO - Ghini Mirko CERVO - Vasa Emiliano SPADA - Valli Dario CHIAVE - Ciacchi Sascha STELLA - Bertarelli Luca CHIODO - Recati David RONDINE - Prezioso Giovanni CORNO - Berni Dario CROCI - Bonaiuti Niccolò DELFINO - Caiazzo Cesare VITE - Possemato Francesco DRAGO - Memmolo Simone ZAMPA - Ottimi Matteo ERMELLINO - De lucia Michele FALCETTO - Russo Omar LEONE - Manzella Francesco MAZZE - Petricella Niccolò MEZZALUNA - Borgosano Pierguido CAPITANO - Bertoli Gianni ALFIERE - Ottimi Simone ALLENATORE - Burchi Andrea

135


16 giugno 2019 - Semifinale Calcio Storico 2019 Bianchi - Azzurri

Magnifico Messere e Leggiadra Madonna della seconda semifinale tra Bianchi di Santo Spirito e Azzurri di Santa Croce sono stati Gianpaolo Donzelli, presidente della Fondazione Mayer di Firenze e Maria Grazia Giuffrida, presidente dell’Istituto degli Innocenti.

136


Formazione Bianchi di Santo Spirito PERA - Valleri Fabrizio OCA - Campisi Antonio AQUILA - Parlapiano Andrea ROSA - Bicchi Andrea VESPA - Scarpelli Duccio RUOTA - Ardito Lorenzo RICCIO - Grifingi Mirko SCALA - Cherici Lapo BRANCA - Baldi Andrea ORSO - Ardito Filippo CERVO - Luzzi Marco SPADA - Iavanat Alvin CHIAVE - Antonacci Leonardo STELLA - Carlesi Simone CHIODO - Cataldi Daniele RONDINE - Maniani Alberto CORNO - Anfuso Gabriele CROCI - Natali Fabio DELFINO - Massimo Salvatore VITE - Salvino Matteo DRAGO - Albi Shanko ZAMPA - Peggion Giacomo ERMELLINO - Nanà Rodrigue FALCETTO - Bastianelli Niccolò LEONE - Selvaggio Fabio MAZZE - Matarrese Nicola MEZZALUNA - Sebastiani Stefano CAPITANO - Vieri Marino ALFIERE - Venturi Emiliano ALLENATORE - Cappelletti David

137


Formazione Azzurri di Santa Croce PERA - Nava Matteo OCA - Marino Niccolò AQUILA - Conti Michele ROSA - Galli Mirko VESPA - Bellotti Matteo RUOTA - Rabassi Sauro RICCIO - Falciani Alessio SCALA - Zgura Dorjam BRANCA - Poli Michele ORSO - Di Raffaele Davide CERVO - Mafara Simone SPADA - Marcellini Giacomo CHIAVE - Magnolfi STELLA - Ceccherelli Emanuele CHIODO - Bastiani Jacopo RONDINE - Romualdi Cristiano CORNO - Fani Simone CROCI - Rambelli Luca DELFINO - Marcelli Antonio VITE - Ghelardi Duccio DRAGO - Ferraro Luigi ZAMPA - Stabile Alessio ERMELLINO - Bologna Paolo FALCETTO - De Castro Jo Bel LEONE - Banchi Simone MAZZE - Sparacino Alessandro MEZZALUNA - Tito Stefano CAPITANO - Rigucci Athos ALFIERE - Cerchi Andrea ALLENATORE - Ciampa Gregorio

138


19 giugno 2019 - Conferenza stampa eventi collaterali - Partita delle Vecchie Glorie - Beach Rugby - Giostra del Giglio

Gli appuntamenti sono stati presentati in Palazzo Vecchio dall’Assessore alle Tradizioni Popolari Andrea Vannucci, dal Presidente del Calcio Storico Michele Pierguidi e dal Direttore del Corteo Storico Filippo Giovannelli. Venerdì 21 giugno alle 18 partita di Calcio Fiorentino giocata dalle Vecchie Glorie per beneficenza a favore dell’Associazione Nazionale Tumori (ANT) con il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina. Sabato 22 giugno partita di Beach rugby sull’arena del Calcio Storico in piazza Santa Croce a favore della Fondazione Tommasino Bacciotti Onlus dalle 11 alle 17. Presenti per l’occasione i Bandierai degli Uffizi. Sabato 22 giugno piazza Santa Croce dalle 15 alle 17 partita di Beach rugby nazionale non udenti formazioni fiorentine seniores, alle 17.30 piazza Santa Croce semifinali e finale della prima edizione del Torneo dei Gonfaloni fiorentini. Nel pomeriggio esibizione delle Mezze Cacce fiorentine. Sabato 29 giugno Giostra del Giglio, il torneo equestre agli anelli di Firenze con i cavalieri rappresentativi dei 4 quartieri fiorentini.

139


21 giugno 2019 - Partita di Calcio Fiorentino dei Veterani

Dal Palagio di Parte Guelfa, il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina ha accompagnato le squadre dei Veterani del Calcio Storico che si sono sfidate in Piazza Santa Croce. Squadra Rossa: CRESCIOLI, LAZZERINI, UVA, FIASCHI, NARDOZZA, CHERICI, VESTRINI, CORRADESCHI, PIGLIAFIORI, NALDINI, BENVENUTI, NICCOLAI, BALDOCCI, ARESTI, LOPEZ, GAMUZZA, MICCINI, MACCIANTI, BARTOLETTI, TOZZI RICCARDO, BARTOLINI, PANERAI, MAIONCHI, MURIELLA, CENCETTI, CARRARESI, MONTANARI, TEMPERINO, UCCELLIERI. Squadra Azzurra: BIANCHI, CARRANI, PICCOLO, ORLANDINI, SPOSATO, VILLANI, CONTI, AFELBA, SCOMA, BROGIALDI, CAPPELLA, CALAMANDREI, MONTI, SERRA, TROTTI, MEZZADRI, CECCHERELLI STEFANO, GALLETTI, LUNGHERINI, LUNARDI, SARCINELLI, LAPI, BARGELLINI, FALCINI, DAL CANTO, DEL BUONO, SANGIOVANNI, NANNONI, PELLI, CENTURIONI. Capitani: Dei, Nigi Massimo, Prosperi - Alfieri: Nigi Maurizio, Parri Patrizio, Mazzanti - Risultato: 4 ROSSI - 3 AZZURRI

140


16 - 18 - 22 giugno 2019 - Maggio Musicale Fiorentino

Bellissima collaborazione tra il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e il Maggio Musicale Fiorentino, istituzioni nate novanta anni or sono. I Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino, hanno impreziosito gli “Intermedi della Pellegrina”, fastosi interludi musicali inseriti tra gli atti della commedia. Un ulteriore importante passo verso l’elevazione culturale della nostra rievocazione storica e la collaborazione concreta con le grandi istituzioni cittadine con una prospettiva di lungo termine che proporrà nuove iniziative coinvolgendo tutto il Corteo.

141


22 giugno 2019 - Partita Mezze Cacce Fiorentine

Dimostrazione di Calcio Fiorentino da parte delle Mezze Cacce, nuova realtĂ vicina al Calcio Storico che accompagna i giovani bambini e ragazzi alle tradizioni popolari e con la fornitura di abbigliamento storico per i bambini.

142


22 giugno 2019 - Beach Rugby nell’Arena di Santa Croce

Giornata dedicata a un evento collaterale al Calcio Storico Fiorentino con l’accompagnamento delle squadre giovanili di Rugby da parte dei Bandierai degli Uffizi con partenza alle ore 10 da palagio di Parte Guelfa sino a raggiungere piazza Santa Croce, luogo di svolgimento delle gare. Partita di Rugby con la nazionale non udenti.

143


24 giugno 2019 - Festa degli Omaggi e Offerta dei Ceri Società San Giovanni Battista

Tradizionale cerimonia dell’Offerta dei Ceri e della Croce di San Giovanni Battista alle alte cariche cittadine civili e religiose con l’accompagnamento da parte del Gruppo delle Arti del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina. Due sono stati i cortei che hanno animato la mattinata di San Giovanni. Un primo corteo, quello della Società San Giovanni Battista, ha raggiunto dalla sede della stessa società la Loggia del Bigallo per ricongiungersi con quello della Repubblica Fiorentina proveniente da Palagio di Parte Guelfa con Armati, Musici e Sbandieratori, che hanno proseguito in direzione di piazza della Signoria dove è stato predisposto uno spettacolo di bandiere e tamburi durante la visita al Sindaco di Firenze Dario Nardella. Il Sindaco ha ricevuto la Croce di San Giovanni, realizzata dalla Bottega Orafa Paolo Penko. Il ritorno in Battistero per via Calzaiuoli con le autorità, l’Offerta dei Ceri da parte della Società di San Giovanni Battista e del Comune di Firenze all’Arcivescovo Giuseppe Betori, sseguita dalla messa in Duomo.

144


24 giugno 2019 - La Festa degli Omaggi

Il 24 giugno, festa del patrono della città di Firenze, è oggi associato soprattutto alla tradizione dei “fochi d’artificio” che i fiorentini guardano dai ponti e dalle spallette dell’Arno. Un tempo la festività di San Giovanni si svolgeva in contemporanea con la 145


“Festa degli omaggi”, durante la quale le comunità sottomesse e le varie magistrature venivano a recare un’offerta di lunghi ceri votivi al santo, e quindi alla città. Durante il Principato mediceo e poi lorenese la processione, alla quale si erano aggiunti variopinti carri allegorici e stendardi, perse sempre di più il suo carattere religioso e di identità civile per assumere quello politico e celebrativo della famiglia regnante. Alcuni manoscritti illustrati conservati nella Biblioteca Nazionale di Firenze costituiscono un’importante testimonianza di come si svolgesse la festa e delle sue trasformazioni. La prima immagine è tratta dal “Priorista” di Luca Chiari (ms. II.I.262) del 1640 e mostra il carro di san Giovanni, o della Zecca, trainato da quattro buoi. La seconda, dove la parte superiore del carro, profondamente modificato, è tagliata in modo da non mostrare l’immagine del santo, proviene da un anonimo della fine del XVIII secolo (Cappugi 172).

146


24 giugno 2019 - Finale Calcio Storico Fiorentino 2019

Rossi - Bianchi - Rocco Commisso Magnifico Messere, nuovo presidente della ACF Fiorentina con la bandiera della Repubblica di Firenze.

147


Formazione Rossi di Santa Maria Novella PERA - Fattori Leonardo OCA - Borselli Luca AQUILA - Rhamani Lotfi ROSA - Stanca Iulian VESPA - Fashandi Jacopo RUOTA - Nannini Fabio RICCIO - Vincenti Gabriele SCALA - Marizi Ervin BRANCA - Casamassima Marco ORSO - Ferrara Enrico CERVO - Gherdovich Stefano SPADA - Guidotti Tommaso CHIAVE - Fattori Lorenzo STELLA - Lo Bue Riccardo CHIODO - Bocci Stefano RONDINE - Gatta Edoardo CORNO - Zanco Fatjon CROCI - Gianassi Enrico DELFINO - Fattori Vieri VITE - Amanuel Giuseppe DRAGO - Baggiani Francesco ZAMPA - Mulè Luca ERMELLINO - Marri Lorenzo FALCETTO - Renzoni Matteo LEONE - Lopez Manuel MAZZE - Piras Andrea MEZZALUNA - Spina Manuel CAPITANO - Lopez Luigi ALFIERE - Petragallo Massimiliano ALLENATORE - Rocchi Dimitri

148


Formazione Bianchi di Santo Spirito PERA - Parlapiano Andrea OCA - Campisi Antonio AQUILA - Mattoni Giacomo ROSA - Bicchi Andrea VESPA - Scarpelli Duccio RUOTA - Ardito Lorenzo RICCIO - Ceglia Matteo SCALA - Ardito Angelo BRANCA - Baldi Andrea ORSO - Ardito Filippo CERVO - Morosi Maurizio SPADA - Iavanat Alvin CHIAVE - Taddeucci Leonardo STELLA - Carlesi Simone CHIODO - Cataldi Daniele RONDINE - Cherici Lapo CORNO - Anfuso Gabriele CROCI - Natali Fabio DELFINO - Valleri Fabrizio VITE - Rinaldi Tommaso DRAGO - Albi Shanko ZAMPA - Peggion Giacomo ERMELLINO - Nanà Rodrigue FALCETTO - D’Eligio Raffaele LEONE - Selvaggio Fabio MAZZE - Matarrese Nicola MEZZALUNA - Sebastiani Stefano CAPITANO - Vieri Marino ALFIERE - Venturi Emiliano ALLENATORE - Cappelletti David

149


25 giugno 2019 - Archivio di Stato di Firenze

L’Archivio di Stato di Firenze ha pubblicato il giorno successivo alla finale del Torneo di San Giovanni del Calcio Storico Fiorentino un documento con la seguente didascalia: Si è disputata ieri a piazza S. Croce a Firenze la finale di torneo del Calcio Storico Fiorentino, storica rievocazione di un’antica manifestazione organizzata ogni anno nel mese di giugno per le festività del santo patrono della città, San Giovanni Battista. Nel carteggio del cardinale Leopoldo di Cosimo II de’ Medici si conserva una stampa dei capitoli seicenteschi del gioco, molto utili per verificare l’evoluzione del regolamento [fonte: Mediceo del principato, f. 5556 (1646-1675), Capitoli del gioco del Calcio di piazza S. Croce, c. 275]

150


27 giugno 2019 - Cinema Uffizi - Il Sangue di Firenze

Proiezione del documentario “Calcio Storico - Il sangue di Firenze, di Ouis Myles e Lorenzo Sorbini (Gran Bretagna 2018) al piazzale degli Uffizi alle ore 22 del 27 giugno 2019. Il documentario ha seguito per un anno le vicende dei 4 colori del Calcio Storico Fiorentino, i calcianti, gli ex giocatori le famiglie e gli amici: è una storia di orgoglio, di unione, di storia e tradizione, di scandalo, violenza e passione.

151


29 giugno 2019 - Palio della Vittoria - Battaglia di Anghiari

Tradizionale trasferta del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino nella cittadina della Val Tiberina di Anghiari per la rievocazione della battaglia omonima e del Palio della Vittoria. Una entusiasmante corsa a piedi lungo tutto il tratto in salita con una particolare similitudine con il Calcio fiorentino: i corridori possono eliminarsi a vicenda. 152


29 giugno 2019 - Giostra del Giglio

Manifestazione di corsa all’anello in piazza Santa Croce della Cavalleria fiorentina. L’attività rievocativa del corteo non si ferma, dopo il grande successo del Torneo di San Giovanni del Calcio Storico Fiorentino 2019, continua la grande passione dei nostri Personaggi che giornalmente si impegnano per raccontare la Storia di Firenze. La Giostra del Giglio è una gara all’anello tra i cavalieri rappresentativi dei quattro colori del Calcio Fiorentino e dei Quartieri storici cittadini.

153


6 luglio 2019 - Battaglia di Scannagallo

Il Corteo si è trasferito per un giorno a Pozzo della Chiana, in provincia di Arezzo, per rievocare la vittoria fiorentina sui senesi nella Battaglia di Marciano detta anche di Scannagallo. Ormai da vari anni, la rievocazione organizzata dall’Associazione Scannagallo riesce a eccitare gli animi dei rievocatori. Noi siamo Firenze!

154


6 luglio 2019 - Lions Club International

I Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino, sbandieratori Ufficiali di Firenze, si sono resi protagonisti sabato 6 luglio 2019 a Milano del raduno internazionale dei Lions Club. Apprezzati e applauditi, hanno reso felici i numerosi partecipanti al grande evento internazionale milanese. Si trattava della parata delle nazioni, corteo composto da oltre 15000 persone, con bande musicali, gruppi rievocativi e folkloristici in rappresentanza di tutti i Lions Club del mondo. I Bandierai degli Uffizi sono stati giudicati come il miglior gruppo della parata!

155


10 luglio 2019 - Lettera di compiacimento del Sindaco di Firenze

156


157


17 luglio 2019 - I nuovi Gladiatori - Italia 1

Mercoledì 17 luglio, in seconda serata su Italia 1, è andato in onda “I nuovi gladiatori”, un documentario emozionante dedicato al Calcio Storico Fiorentino. Lo speciale, firmato News Mediaset, ha raccontato tradizione e retroscena di quello che è un evento unico in tutto il mondo attraverso le testimonianze dei protagonisti. Da quasi 500 anni la città celebra la storia mettendo uno contro l’altro i quattro quartieri simbolo del capoluogo toscano: i Bianchi di Santo Spirito, gli Azzurri di Santa Croce, i Rossi di Santa Maria Novella, i Verdi di San Giovanni. Ogni anno si gioca nell’affascinante cornice di Piazza Santa Croce, il 24 giugno giorno di San Giovanni patrono della città. In coda al documentario, che si è limitato a raccontare solo una parte della manifestazione, è stata trasmessa l’intera partita finale tra i Rossi di Santa Maria Novella e i Bianchi di Santo Spirito.

158


23 luglio 2019 - Tesi sul Corteo Storico

Elena Zinanni ha discusso la Tesi di diploma della scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici. Il tema è sempre più importante: Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico. Progetto per un vincolo demoetnoantropologico. Il grande impegno profuso in questi ultimi anni, di tutti i personaggi del corteo, è risultato fondamentale per elevare il livello culturale della nostra attività rievocativa. Il protocollo tra le più importanti istituzioni cittadine interessate al tema comincia a dare i primi risultati. Il Mibact ci guarda e studia il fenomeno con la presenza costante di un antropologo. Complimenti a Elena per la sua tesi e grazie a tutti per condividere questo percorso di grande soddisfazione!

159


24 luglio 2019 - Processione di San Cristoforo - Barga (LU)

È diventata une bella tradizione la consueta partecipazione del Corteo Storico di Firenze alla Processione di San Cristoforo patrono di Barga! Il Santo patrono viene festeggiato il 24 e 25 luglio con solenni funzioni religiose e una processione in notturna, la più importante della Valle del Serchio, con la partecipazione di tutti i comuni e delle Confraternite della Valle. Firenze si è posizionata alla testa dei gruppi che compongono la Processione con una forte rappresentativa del Calcio Storico Fiorentino. Hanno partecipato inoltre la Contrada di San Paolino di Lucca e la rappresentativa di San Ranieri di Pisa. Nel pomeriggio di sabato, il Sindaco ha consegnato ai Personaggi che si sono particolarmente distinti per la valorizzazione di Barga il premio San Cristoforo d’Oro.

160


26 luglio 2019 - Festa di Sant’Anna

E’ il giorno della co-patrona di Firenze. La Festa della santa protettrice della città con il corteo storico e la Consegna del cero. Ricordare Sant’Anna vuol dire anche ricordare la cacciata di Gualtieri di Brienne, noto come Duca d’Atene, con una sollevazione popolare, proprio il giorno di Sant’Anna, il 26 luglio 1343; così Firenze metteva fine alla tirannia dello straniero, iniziata l’anno precedente. In ricordo della cacciata del Duca, il tema di Sant’Anna assume dunque un valore civico oltre che religioso, al punto da far diventare la Santa protettrice della città. Nel corteo che ha attraversato la città erano rappresentate le sette Arti maggiori e le quattordici Arti minori con il Proconsolo. La liberazione di Firenze avvenne proprio grazie alle Arti cittadine, coloro che finanziarono la costruzione di palazzi, chiese e monumenti. Orsanmichele è stata addobbata con le bandiere delle Arti con un grande effetto scenografico. Il programma si è svolto come previsto, con la partenza di una rappresentanza del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina dal Palagio di Parte Guelfa diretto verso piazza della Signoria, passando per via Porta Rossa e via Vacchereccia; alle 21 dall’Arengario di Palazzo Vecchio il Corteo Storico con le Autorità 161


si è unito al Corteo del Rotary Club Lorenzo il Magnifico e degli altri Rotary dell’area fiorentina, che percorrendo via Calzaiuoli ha raggiunto il Duomo; alle 21.30 sul Sagrato di Santa Maria del Fiore le Autorità religiose si sono unite al Corteo che, percorrendo via Roma e via Calimala, ha raggiunto la Chiesa di Orsanmichele; alle 22.00 nella Chiesa di Orsanmichele ci sono state benedizione e Consegna del cero.

162


30 luglio 2019 - Fortezza da Basso

Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina protagonista della cerimonia in occasione della serata finale del 57° Convegno annuale dell’Association for Computational Linguistics. L’ACL è la più importante associazione scientifica internazionale per la linguistica computazionale. A cavallo tra linguistica, intelligenza artificiale e scienze cognitive, la linguistica computazionale studia come dotare i computer della capacità di comprendere e usare il linguaggio naturale come gli esseri umani. Il convegno annuale dell’ACL è il momento in cui scienziati di tutto il mondo si confrontano per fare il punto sullo stato dell’arte di questa disciplina e sulle prospettive future. 163


1-3 agosto 2019 - Villeneuve-Loubet (Francia)

I Bandierai degli Uffizi invitati alle Serate del Rinascimento a VilleneuveLoubet. Le tradizioni popolari fiorentine hanno valicato ancora una volta i confini nazionali e sono approdate in Francia. Giovedì e venerdì i Bandierai degli Uffizi si sono esibiti nella cittadina francese di Villeneuve-Loubet, nelle Alpi Marittime, nell’ambito della dodicesima edizione della rievocazione storica denominata ‘Serate del Rinascimento’ (‘Soirée Renaissance’). Quest’anno la festa ha onorato Leonardo da Vinci in occasione del 500esimo anniversario della morte. Ogni anno l’associazione François Ier à Villeneuve Loubet invita un gruppo di sbandieratori italiani alla rievocazione che riporta indietro nel tempo all’epoca di Francesco I. Per il presidente dell’associazione Patrice Demeocq la partecipazione alla manifestazione “è anche un’opportunità di scambio culturale. Tutti sanno che gli italiani hanno giocato un ruolo essenziale nel Rinascimento francese”.

164


4 agosto 2019 - Battaglia di Gavinana - Onoranze a Francesco Ferrucci e partita di Calcio fiorentino

“Vile, tu uccidi un uomo morto!”. Era il 3 agosto 1530 e l’esercito imperiale di Carlo V sconfisse definitivamente quello fiorentino, comandato da Francesco Ferrucci, nella battaglia di Gavinana, una località della Montagna pistoiese. La Repubblica Fiorentina perse la guerra e Papa Clemente VII fece rientrare a Firenze la famiglia Medici cacciata tre anni prima. Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina ricorda le gesta di Francesco Ferrucci e dell’Esercito della Repubblica ogni prima domenica di agosto deponendo una corona di alloro al monumento equestre nella piazza principale di Gavinana. 165


Le Celebrazioni Ferrucciane si sono concluse, oltre che con l’omaggio a Francesco Ferrucci e il Corteo Storico, con una partita di Calcio Fiorentino. Il Corteo Storico e i Veterani di ogni squadra di Firenze sono stati i protagonisti di un giorno speciale.

166


10 agosto 2019 - San Lorenzo

Firenze celebra San Lorenzo. La festa di San Lorenzo costituisce da sempre l’occasione del ricordo dei legami fra la città e la prima chiesa consacrata nel centro di Firenze, nel 393 d.C., da Sant’Ambrogio. La festa popolare per eccellenza nella storia della città. Fu valorizzata soprattutto dall’insediarsi della famiglia dei Medici nel quartiere di San Lorenzo, con la costruzione del palazzo che Cosimo il Vecchio commissionò a Michelozzo nel 1444. Alla Basilica di San Lorenzo i Medici vollero associare la Cappella di famiglia, dove sono sepolti tutti i più importanti appartenenti al casato, da Cosimo il Vecchio fino a Anna Maria Luisa, Elettrice Palatina. La festività rappresenta anche un omaggio alla coscienza popolare della città, che ha sempre vissuto questa festa come un’occasione di ritrovo e d’incontro della comunità anche con la tradizionale distribuzione di cocomero e lasagne in Piazza San Lorenzo, oltre un a concerto di musica classica sul sagrato della chiesa a conclusione della giornata. La manifestazione ha previsto sin dalla mattina la partecipazione del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino che, insieme al Gonfalone del Comune di Firenze, ha offerto simbolicamente i Ceri alla chiesa cittadina.

167


24 agosto 2019 - Feste rinascimentali Portoferraio - Isola d’Elba (LI)

Il Gonfalone della Città di Firenze e i Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino sono stati assoluti protagonisti a Portoferraio, antica Cosmopoli, per la Serata Rinascimentale in occasione dei 500 anni dalla nascita di Cosimo e Caterina de’ Medici. 168


Cosimo I° de’ Medici nasceva a Firenze il 12 giugno 1519, successivamente granduca di Toscana. Dalla sua visione nacque nel 1548 Cosmopoli, pensata per incarnare la visione della “città ideale”. Oggi, a 500 anni di distanza, si chiama Portoferraio e mantiene intatto il fascino di un tempo.

169


30 agosto 2019 - Antica Fiera di Lastra

A grande richiesta, il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino ha aperto ufficialmente la 238° Antica Fiera di Lastra. Siamo felici di contribuire alla buona riuscita di questa grande tradizione lastrigiana che ogni anno rinnova l’appuntamento con tante iniziative storiche e contemporanee di uno dei centri più attivi della Città Metropolitana di Firenze.

170


1 settembre 2019 - L’Astiludio di Volterra

I Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino hanno vinto l’Astiludio di Volterra! La competizione si è svolta in piazza dei Priori. Se i nuovi regolamenti Fisb hanno costretto gli organizzatori a spostare il torneo federale a giugno, si doveva celebrare la data storica della prima domenica di settembre, che commemora la vittoria di Firenze su Pisa, con una edizione storica del torneo fra sbandieratori riportando la manifestazione allo splendore degli anni ’80. La formula dell’Astiludio storico di domenica, infatti, si è ispirata alla prima edizione del 1981, una manifestazione che è stata soprattutto un incontro di sbandieratori finalizzato alla realizzazione di uno spettacolo che ha riunito coreografia, colore, tecnica e abilità. Nell’arco di 30 minuti ciascun gruppo è stato libero di presentare i propri esercizi nel modo e nell’ordine che ha ritenuto opportuno, e possibilmente legato a una coreografia. La giuria era formata da due commissioni completamente autonome, una tecnica che valutava l’esibizione complessiva degli sbandieratori e dei musici, una coreografica formata da almeno tre persone sorteggiate tra il pubblico che hanno avuto il compito di valutare la spettacolarità e la coreografia dei giochi nel loro insieme. La somma dei voti delle due commissioni hanno determi171


nato l’assegnazione del “Guiderdone”, quest’anno realizzato da un collettivo del Gruppo Storico (Brunella Signorini, Renato Casini, Roberto Chiti, Nicola Pineschi e Angela Pineschi). Tre i gruppi partecipanti. Innanzitutto, sono tornati in piazza dei Priori dopo 19 anni gli sbandieratori ufficiali della Città di Firenze e del Calcio Storico con la loro caratteristica colubrina e le evoluzioni spettacolari degli sbandieratori come il salto del fiocco. Il gruppo vanta due vittorie all’Astiludio nel 1983 e 1985. E’ stata invece la prima apparizione in piazza dei Priori per la Compagnia dell’Orso di Pistoia, gruppo di rievocazione medievale, spettacoli di musici e sbandieratori, combattimenti di spade e tiro con l’arco della città di Pistoia. Terzo gruppo partecipante, ovviamente, il Gruppo storico sbandieratori Città di Volterra. L’ambito premio, il “Guiderdone”, che in senso letterario significa proprio ricompensa meritata, premio, remunerazione, ciò che spetta come beneficio in ragione dei meriti e dei servigi resi e talvolta come equa compensazione agli errori commessi o patiti, sia in senso morale che materiale, è stato consegnato ai Bandierai degli Uffizi di Firenze. La parola deriva dall’occitano guizardon, poi dal latino medievale “widerdonum”, influenzata dal latino classico donum “dono” e dal tedesco antico widar “dietro, contro”, ed è menzionata in molte opere di Dante, Boccaccio, Giacomo da Lentini e molti altri poeti medievali e rinascimentali. Insomma una ricompensa per le capacità dimostrate. 172


6 settembre 2019 - Palio dei Ragazzi a Cerreto Guidi (FI)

I Bambini dei Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino si sono uniti alla grande festa del Palio dei Ragazzi di Cerreto Guidi. I gruppi dei giovani musici e sbandieratori delle Quattro Contrade hanno dato il meglio sul Palco del Palio in esibizioni di musici e bandiere. Alla Palazzina dei Cacciatori è stata organizzata una mostra di Alfonso Fantuzzi, pittore del Palio dei Ragazzi.

173


7 settembre 2019 - Festa della Curva Fiesole

Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, i Bandierai degli Uffizi e le Mezze Cacce fiorentine, con i rappresentanti delle Associazioni di Colore, hanno presenziato allo Stadio Artemio Franchi di Firenze in occasione della Festa della Curva Fiesole, per una partita di Calcio Storico Fiorentino nella lunetta di fronte alla curva. Hanno giocato i settori giovanili delle quattro squadre, Rossi, Bianchi, Azzurri, Verdi. Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina con la sua parata e con tutta la parte cerimoniale del Saluto alla Voce e della lettura della Grida, ha coronato il bellissimo evento. Sempre in prima fila per Firenze!

174


8 settembre 2019 - Palio del Diotto di Scarperia

Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina tra i protagonisti del Palio del Diotto di Scarperia. Scarperia, fondata dalla Repubblica Fiorentina il 7 settembre 1306, ha da sempre organizzato i festeggiamenti della ricorrenza dell’8 settembre per associarli alla santissima festa della Natività della Madonna, che appunto cade il giorno seguente il “Dì otto”. Nel 1953 le autorità scarperiesi decisero di far rivivere l’antica usanza della successione vicariale, riproponendo in chiave storica la festa del Diotto sempre molto sentita in terra mugellana. La festa vuol ricordare il fatto storico del passaggio dei poteri tra Albertaccio di Andrea Corsini, Vicario uscente, e Carlo di Roberto Acciaioli, nuovo Vicario, avvenuto nel settembre del 1545. Attualmente per dare più importanza a detta festività vengono, in successione, alternati consequenzialmente i vicari che hanno governato la città. Quest’anno i festeggiamenti sono stati in onore di Francesco Ginori di Piero. Il Corteo Storico di Firenze accompagna scortandolo il Vicario entrante proveniente dalla Signoria.

175


8 settembre 2019 - Ostensione della Sacra Cintola di Maria

Oltre 50 personaggi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina si sono trasferiti a Prato per il Grande Corteggio Storico in occasione dell’Ostensione della Sacra Cintola di Maria. La Sacra Cintola, conosciuta anche come Sacro Cingolo, è la reliquia più preziosa della città di Prato, una cintura di colore verde, intessuta di fili d’oro, con delle piccole nappe, probabilmente appartenuta alla Vergine Maria. Grazie alla città di Prato. Più passione, più emozione!

176


12 settembre 2019 - Presentazione Campionato Italiano Balestrieri

Nella bellissima Sala d’Arme di Palazzo Vecchio è stato presentato il XVII Campionato Nazionale LITAB con la Balestra da Braccio. Il Campionato si è svolto al Baluardo a San Giorgio o della Ginevra (vicino al Forte Belvedere) domenica 22 settembre a partite dalle ore 15. Presentazione dell’Assessore alle Tradizioni Popolari del Comune di Firenze Andrea Vannucci, del Presidente della LITAB Alessandro Benassai e del Direttore del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina Filippo Giovannelli con il Capogruppo dei Balestrieri Fiorentini Maurizio Maleci. I Balestrieri Fiorentini del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina hanno vinto il Campionato Italiano del Tiro con la Balestra Manesca disputato al Baluardo a San Giorgio sotto la pioggia.

177


14 settembre 2019 - Festa Medievale a Brozzi

La manifestazione “Un salto nel Medioevo all’ombra del Torrione di Brozzi” si svolge ogni anno nel mese di Settembre, il secondo o il terzo sabato del mese, nelle strade e piazze dell’area più antica di Brozzi, antico borgo medievale alla periferia ovest del Comune di Firenze. Non deve trarre in inganno il fatto che la manifestazione si svolga in un’unica giornata, quando invece le principali rievocazioni storiche della regione presentano un’estensione temporale di almeno tre o quattro giorni. Infatti, sebbene di breve durata, la festa medievale di Brozzi propone ogni anno un gran numero di attrattive e divertimenti: spettacoli di sbandieratori, cortei di nobili e servi, rievocazioni di antichi mestieri, esibizioni musicali, dimostrazioni di tiro con l’arco e di scherma medievale, spettacoli teatrali, esibizioni di falconeria, giochi per grandi e piccini d’ispirazione storica, e così via. Nei suoi aspetti più popolari e allegramente chiassosi, la festa medievale di Brozzi rievoca e riecheggia, seppure in modo sfumato, l’antica tradizione fiorentina delle Potenze o Signorie Festeggianti, facinorose compagnie goliardiche composte da popolani che tra Trecento e Cinquecento a Firenze e nel Contado, organizzavano grottesche parate in alta uniforme, feste, convitti e banchetti, ma anche e soprattutto furibonde zuffe e sassaiole. Uno di questi raggruppamenti di povera gente era attivo anche nel territorio brozzese, e il capo della locale congregazione era detto per l’appunto il Re di Brozzi.

178


15 settembre 2019 - Firma della Pace di Montopoli

In occasione della Firma della Pace di Montopoli, il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina ha partecipato in rappresentanza di Firenze per questa importante rievocazione. I Pisani nel 1329, dopo la morte dell’Imperatore e scomunicati anche dal Papa, decisero di cercare la Pace con i Fiorentini e con gli altri Castelli della Toscana. Tra tutti i Comuni della Toscana venne scelto Montopoli come sede per la firma di questo importante trattato. È stato molto emozionante essere presenti insieme a tutti i rappresentanti istituzionali di tutte le città coinvolte. La pace con Pisa è fatta?

179


21 settembre 2019 - Partita Vecchie Glorie - Vigili del Fuoco

Si è svolta alla spiaggetta di San Niccolò in Firenze una partita di beneficenza tra le Vecchie Glorie del Calcio Storico Fiorentino e la squadra dei Vigili del Fuoco di Firenze, dove a vincere è stata prima di tutto la solidarietà.

180


22 settembre 2019 - Premio Porcellino

Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina è da sempre presente alla manifestazione organizzata dal Mercato del Porcellino. Nel 2002 la Loggia venne restaurata e la festa per la fine dei lavori di restauro, proprio sotto la Loggia, fu indimenticabile con la presenza degli operatori, delle istituzioni, di illustri personaggi e tanti amici. Fu allora che un gruppo di esercenti pensò di organizzare una cena che fosse un appuntamento prestigioso in un contesto magico quale la Loggia del Porcellino; per l’occasione venne così istituito il “Premio Porcellino”. Il “Premio Porcellino” è stato ideato con l’intento di offrire un riconoscimento a personalità che in ambiti professionali diversi hanno contribuito a valorizzare il ruolo di Firenze, quale città simbolo di cultura, scienza e sensibilità. La serata si svolge in un angolo storico della città, la Loggia del Mercato Nuovo, dove quotidianamente si tiene il tradizionale mercato, trasformato per l’occasione in un luogo di “grazia conviviale”.

181


22 settembre 2019 - Campionato Over 39 Faenza

Le Vecchie Glorie dei Bandierai degli Uffizi di Firenze “Old flags” hanno reso onore e lustro a Firenze con una bellissima prestazione in terra faentina! È bello vedere un gruppo così numeroso di Capitani, Tamburini, Chiarine e tanti amici partecipare a una così bella manifestazione. I Bandierai degli Uffizi parteciparono a questo tipo di campionati nelle prime due edizioni, e anche in quelle occasioni fu un successo.

182


28 settembre 2019 - Il Carro Matto

Il mese di settembre è periodo di vendemmia. La campagna fiorentina sin dai tempi più remoti ha sempre primeggiato nell’attività vitivinicola e nella produzione di alcuni dei migliori vini del panorama nazionale. Era dovere, nel rinascimento più maturo, offrire i prodotti della terra al Signore di Firenze da parte della popolazione del contado. Un po’ per dovere un po’ per diletto il popolo della Val di Sieve, attuale zona di produzione del Chianti Rufina Docg, omaggiava la Signoria del prodotto principe e più pregiato delle loro terre, il vino. La tradizionale offerta del vino si è tramandata fino ai giorni nostri. La rievocazione di questo nobile gesto avviene di norma l’ultimo sabato del mese di settembre nell’ambito della manifestazione del Carro Matto. Sull’Arengario di Palazzo Vecchio in Piazza della Signoria, per quest’anno spostato temporaneamente in Piazza San Firenze, il sindaco della comunità di Rufina offre alla città di Firenze il vino del Chianti insieme alle chiavi della “Contea di Turicchi”. Un tradizionale carro sormontato da una piramide di 1500 fiaschi pieni di Chianti, trainato dai tipici “bovi” di razza Chianina, storicamente ritratto nelle più belle foto storiche dei F.lli Alinari, sfila per le vie fiorentine del centro storico di Firenze. Il vino è stato benedetto sul sagrato del Duomo dal Vescovo, per essere poi offerto in dono in Palazzo Vecchio alla Comunità Fiorentina in rappresentanza simbolica della “Signoria di Firenze” alla presenza del Corteo Storico di Firenze e di Rufina.

183


29 settembre 2019 - Apertura Brindellone

In occasione della manifestazione Corri la Vita, l’alloggio del “Brindellone” è rimasto aperto per l’intera giornata in modo da permettere la visita al carro e a tutte le particolarità e dettagli che riguardano una delle più belle e secolari tradizioni di Firenze, quella dello Scoppio del Carro di Pasqua. Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina ha contribuito per l’intera giornata con la presenza ininterrotta di Personaggi armati e dei Gonfaloni dei Quartieri di Firenze.

184


29 settembre 2019 - Corri la Vita

L’appuntamento podistico, giunto alla XVII edizione, promuove la raccolta di fondi per progetti dedicati alla cura e prevenzione del tumore al seno. I Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino hanno animato come ogni anno la manifestazione, in sinergia con le numerose iniziative previste nel programma. La collaborazione con i Bandierai degli Uffizi, che si rinnova ogni anno da oltre un decennio, è un appuntamento fisso che coinvolge grandi e bambini con rapporti umani e sociali speciali, e instaura rapporti con tutte le istituzioni coinvolte.

185


29 settembre 2019 - Bacco Artigiano a Rufina (FI)

Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina a Rufina, in Provincia di Firenze per il 44° Bacco Artigiano, la festa del vino e dei prodotti tipici del territorio, organizzata dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con il Consorzio Chianti Rufina e le Associazioni locali. Il Carro Matto è stato di nuovo protagonista domenica alle 12:15 davanti alla Chiesa di San Martino a Rufina per la celebrazione della benedizione. Sempre domenica a partire dalle 14:45 è stata riproposta la sfilata del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, del Corteo Storico del Vino e del Contado di Rufina, accompagnati dalla Banda G.Verdi di San Godenzo per le vie del paese. A conclusione l’esibizione dei Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina in Villa Poggio Reale.

186


8 ottobre 2019 - Commemorazione Santa Reparata

Firenze commemora Santa Reparata. L’8 ottobre 406 Firenze sconfigge gli Ostrogoti di Radagaiso. Per la ricorrenza il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina rende omaggio alla santa compatrona di Firenze nella cripta dedicata sotto il pavimento del Duomo, nelle fondamenta dell’antica basilica ad essa dedicata. Feste e tradizioni popolari alimentano il ricordo e la conoscenza della storia di Firenze.

187


17 ottobre 2019 - Gran Galà ANT

Nel meraviglioso Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio le Madonne Fiorentine si sono distinte con il loro Balletto Rinascimentale al Gran Galà ANT accompagnate dal Gonfalone di Fiorenza e dalle “Chiarine” del Gruppo Musici del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino. Un appuntamento importante al quale siamo molto affezionati.

188


19 ottobre 2019 - Volley femminile

I Bandierai degli Uffizi si sono esibiti al palazzetto dello sport di Scandicci in occasione dell’incontro valido per il campionato di volley femminile di serie A1 tra la Savino Del Bene ”Volley Scandicci” e la Cuneo Granda Volley.

189


31 ottobre 2019 - Presentazione nuovo abito Ufficiale di Scorta

E’ stato presentato in Palazzo Vecchio il nuovo abito dell’Ufficiale di Scorta al Maestro di Campo. L’abito è stato realizzato dal Palio del Cerro di Cerreto Guidi e donato al Corteo Storico della Repubblica Fiorentina. La donazione è frutto della pluridecennale collaborazione tra i due gruppi storici e recentemente rinsaldato attraverso il rinnovo del rapporto di amicizia e collaborazione sempre proficuo e sincero. Felici del risultato raggiunto, ringraziamo con grande affetto e stima reciproca Cerreto Guidi!

190


10 novembre 2019 - Giornata Volontario AVIS

I Fanti dell’Ordinanza del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino hanno presenziato nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, alla Giornata del Volontario AVIS. Un modo per sostenere l’impegno dei Donatori di Sangue, preziosi tesori della nostra società. 191


24 novembre 2019 - Firenze Marathon

Ogni anno i Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina si esibiscono in occasione della Firenze Marathon. Una collaborazione proficua che da molti anni resiste per contribuire in modo concreto al successo di questa importante manifestazione sportiva, con grande partecipazione di pubblico. E’ occasione per ringraziare la Firenze Marathon e ogni persona che ha contribuito a questo importante sodalizio.

192


30 novembre 2019 - Festa della Toscana - Corteo dei Gonfaloni

In occasione della Festa della Toscana, il Comune di Firenze con la collaborazione della Società di San Giovanni Battista e il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino, ha organizzato un Corteo dei Gonfaloni istituzionali dei Comuni e delle Province e il Gonfalone della Regione Toscana, che hanno percorso le strade cittadine in memoria dell’abolizione della pena di morte avvenuta con la pubblicazione della legge penale del 30 novembre del 1786 voluta dal granduca di Toscana Pietro Leopoldo, primo esempio nel mondo a decretare la fine della pena capitale. La manifestazione, alla quale ha partecipato il presidente del Consiglio comunale Luca Milani con il Gonfalone di Firenze in testa, insieme a quello della Regione Toscana con Eugenio Giani presidente del Consiglio Regionale e della San Giovanni Battista con Claudio Bini, seguiti da tutti i Gonfaloni istituzionali, da quelli dei Gruppi Storici aderenti e delle Associazioni d’Arma, hanno percorso via Martelli, piazza Duomo e via Calzaiuoli per raggiungere piazza della Signoria dove sono stati effettuati i saluti istituzionali ed è stato ricordato l’editto descritto sulla lapide posta nel cortile della Dogana di Palazzo Vecchio sull’abolizione della pena di morte.

193


1 dicembre 2019 - Mercatino di Natale in Santa Croce

I Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino si sono esibiti in occasione della cerimonia d’apertura dell’annuale Mercatino di Natale che si svolge in piazza Santa Croce. Un evento speciale per la collaborazione con gli esercenti fiorentini ambasciatori dei prodotti tipici di Firenze nel mondo.

194


2 dicembre 2019 - Hall of fame Viola

E’ abituale la presenza di una rappresentativa del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino alla Hall of Fame Viola organizzata dal Museo Fiorentina. Gonfalone e Capitani con Chiarine e bandiere rinsaldano il rapporto tra ACF Fiorentina, Museo Viola e Calcio Storico Fiorentino.

195


7 dicembre 2019 - Cerimonia di Consegna delle pergamene del ruolo d’onore e della tessera storica

Si è svolta la Cerimonia di consegna del Ruolo d’Onore e delle Tessere Storiche riservata ai Personaggi del Corteo e ai loro familiari, presso il Salone Brunelleschi del Palagio di Parte Guelfa. Anche quest’anno abbiamo reso onore e giusto merito a coloro che per vari motivi hanno lasciato l’attività, inserendoli nel Ruolo d’Onore e consegnando loro la pergamena relativa. Ci sono stati momenti molto emozionanti al momento della consegna delle pergamene alla memoria. E’ stata anche l’occasione per la consegna della Tessera Storica, anch’essa un riconoscimento a coloro che hanno raggiunto l’obiettivo delle 30 manifestazioni e almeno 1000 giorni di attività continuativi. Una bella cerimonia che ha visto la partecipazione di tantissimi amici del Corteo Storico e la gradita introduzione dell’Assessore alle Tradizioni Popolari Andrea Vannucci. Grazie a tutti per questa bellissima mattinata.

196


8 dicembre 2019 - Accensione Albero Flight Firenze

Così si presentava piazza del Duomo per l’inaugurazione di Flight Firenze con l’accensione del grande albero di Natale di piazza del Duomo e con la presenza del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e della Compagnia dei Babbo Natale. Un momento magico di luci e colori che esaltano la bellezza di Firenze nelle notti natalizie. Un giorno di grande affluenza di fiorentini che seguono i percorsi delle numerose iniziative di successo organizzate dalla città di Firenze.

197


9 dicembre 2019 - Donazione Istituto degli Innocenti

Una rappresentativa del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino composta dal Direttore Filippo Giovannelli, dal Capitano dei Sergenti degli Otto Roberto Cappelli, dal Capitano dei Fanti di Palazzo Roberto Belli, dal Proconsolo delle Arti Antonio Galeotti, ha consegnato l’assegno dell’importo raccolto a favore dell’Istituto degli Innocenti durante la Cena di Piazza “Fiorenza” svoltasi lo scorso 7 giugno in Piazza Santissima Annunziata. Ringraziamo la Presidente Maria Grazia Giuffrida e il direttore Giovanni Palumbo per la gentilezza e l’ospitalità ricevuta. “Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano, ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno” (Maria Teresa di Calcutta).

198


15 dicembre 2019 - Open Day Four Season

Ogni anno al Four Season Hotel di Firenze in occasione dell’Open Day, il cui ricavato va a favore di importanti realtà assistenziali e di volontariato sociale, i Bandierai degli Uffizi si esibiscono in varie occasioni e sono presenti tutta la giornata con uno stand dove i bambini possono provare le attrezzature e ritirare i gadget a scopo benefico. Visto il grande successo di frequentazione del Giardino della Gherardesca da parte dei fiorentini e dalla disponibilità dell’organizzazione, la collaborazione con il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina potrà essere incrementata in futuro con altre iniziative e proposte per esaltare ancora di più questa importante manifestazione.

199


19 dicembre 2019 - Corteo degli Omaggi Natalizi

Come tradizione vuole, il Corteo del Calcio Storico Fiorentino ha reso omaggio alle più alte cariche cittadine offrendo un cesto natalizio. Qui nelle foto l’Assessore Vannucci con il Prefetto Laura Lega e S.E. Cardinale Giuseppe Betori. Il Corteo degli Omaggi Natalizi è riproposto in questa particolare occasione ogni anno in città. Vengono omaggiati il Cardinale di Firenze, il Prefetto, il Sindaco della Città Metropolitana e il Sindaco di Firenze.

200


19 dicembre 2019 - Auguri del Sindaco di Firenze Dario Nardella

Auguri di Natale alla cittadinanza del Sindaco di Firenze Dario Nardella nel Salone dei Cinquecento. L’evento inizia sempre con il Saluto alla Voce a favore e omaggio della piÚ alta carica cittadina e con l’offerta di un cesto natalizio da parte del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina. Emozione unica in un luogo suggestivo e denso di storia.

201


20 dicembre 2018 - Auguri del Calcio Storico Fiorentino

Auguri del Calcio Storico Fiorentino in Palagio di Parte Guelfa alla presenza dell’Assessore Andrea Vannucci, del Presidente Michele Pierguidi e del Direttore Filippo Giovannelli.

202


APPENDICE

203


Sondaggio - Opinione per lo sviluppo del Corteo Abbiamo chiesto a tutti i tesserati al Corteo Storico della Repubblica Fiorentina di rispondere a un breve sondaggio anonimo. Alcune risposte relative alle motivazioni e alla tipologia di attività esercitata indicano un particolare attaccamento all’attività rievocativa che, a differenza di altre realtà della stessa natura, privilegia la parte rappresentativa, dell’orgoglio di appartenere a Firenze, seguito dall’amicizia e dal divertimento. Questa parte “istituzionale” che ognuno di noi ha nel proprio animo fa riflettere molto sullo spirito con il quale il fiorentino si avvicina al Corteo Storico e partecipa alle oltre 140 manifestazioni annue. L’incitamento a fare ancora meglio e bene da parte di tutti coloro che volontariamente si mettono a disposizione è una bella indicazione di quanto le nostre tradizioni siano ancora ben radicate nella nostra città.

204


205


Elenco mensile manifestazioni anno 2019 GENNAIO 2019 06.01 - Cavalcata dei Magi 06.01 - Befana dei Verdi 06.01 - Cambio della Guardia 13.01 - Fiorentina Basket, Mandela forum 18.01 - Documentario Zeffirelli, Museo Zeffirelli 20.01 - Fiorentina-Sampdoria 26.01 - Miracolo San Zanobi 29.01 - Funerale Andrea Dini 31.01 - Chiavi della Città FEBBRAIO 2019 03.02 - Cambio della Guardia 04.02 - Top Player Brivido Sportivo 06.02 - Presentazione Restauro Bandiere Arti 09.02 - Fiorentina-Napoli 14.02 - Chiavi della Città 17.02 - Partita dell'Assedio 17.02 - Final eight Basket 18.02 - Elettrice Palatina 24.02 - 6 Nazioni Rugby Italia-Irlanda, Roma 24.02 - Fiorentina-Inter 28.02 - Chiavi della città MARZO 2019 03.03 - Cambio della Guardia 03.03 - Gemellaggio Sbandieratori Calvi dell’Umbria (TR) 07.03 - Chiavi della Città 10.03 - Festa della Polenta, Vernio 10.03 - Fiorentina-Lazio 21.03 - Chiavi della città 24.03 - Firenze per Boboli 25.03 - Capodanno Fiorentino 30.03 - Partita di Calcio Storico, Plan de Corones 30.03 - Open Day Centro Tecnico Coverciano 31.03 - Fiorentina-Torino 31.03 - 50° Compleanno Batistuta APRILE 2019 04.04 - Chiavi della Città 07.04 - Lions Club Day Milano 07.04 - Fiorentina-Frosinone 11.04 - Presentazione Restauro Bandiere 13.04 - Bandierai Day 13.04 - Piaggeliadi 14.04 - Cambio della Guardia (annullata per pioggia) 14.04 - Fiorentina-Bologna 16.04 - Commemorazione Brunelleschi 20.04 - Torneo Rugby allo Stadio Padovani 20.04 - Benedizione del Fuoco Santo 206


21.04 - Scoppio del Carro 27.04 - Mercato Italiano a Montpellier (Francia) 29.04 - Incontro Scuola Poliziano/Matteotti 29.04 - Fiorentina-Sassuolo MAGGIO 2019 01.05 - Trofeo Marzocco 02.05 - Commemorazione Leonardo da Vinci 04.05 - Premiazione Campionato Italiano Ginnastica 05.05 - Trofeo Marzocchino (annullata per pioggia) 09.05 - Europa Erasmus 10.05 - San Zanobi a Scandicci 11.05 - Corteo Mediceo Cosimo ed Eleonora e Ballo Rinascimentale 11.05 - Fiorentina-Milan ((annullata) 12.05 - Cambio della Guardia 12.05 - Festa a Calvi dell’Umbria 17.05 - Il mio Primo Soccorso a Badia a Ripoli 18.05 - Asta ANT 19.05 - Palio del Baluardo (annullata per pioggia) 19.05 - Piccoli in Piazza a Castiglion Fiorentino 20.05 - Premio Quartiere 2 a Federico Dini 23.05 - La Fiorita 23.05 - Benedizione Bandiere dei Bianchi 24.05 - Inaugurazione Mostra in Palagio di Parte Guelfa 26.05 - Palio di Santo Stefano a Rifredi 26.05 - Fiorentina-Genoa (annullata) GIUGNO 2019 02.06 - Balestrieri a Cerreto Guidi 02.06 - Montespertoli 900 04.06 - Prove Corteo Mercafir 09.06 - Cambio della Guardia 09.06 - Un invito alla Corte de’ Medici - Pratolino 10.06 - Tappeto d’oro su Ponte Vecchio 15.06 - 1^ Semifinale Calcio Storico 16.06 - 2^ Semifinale Calcio Storico 16.06 - Maggio Musicale a Boboli 18.06 - Maggio Musicale a Boboli 21.06 - Partita Vecchie Glorie 22.06 - Beach Rugby in Piazza Santa Croce 22.06 - Maggio Musicale a Boboli 24.06 - Festa degli Omaggi 24.06 - Finale Calcio Storico 29.06 - Palio della Vittoria di Anghiari 29.06 - Giostra del Giglio LUGLIO 2019 06.07 - Lions Club International a Milano 06.07 - Battaglia di Scannagallo 07.07 - Cambio della Guardia 24.07 - Festa di San Cristoforo a Barga 26.07 - Festa di Sant’Anna 30.07 - Evento culturale alla Fortezza 207


AGOSTO 2019 01-02.08 - Serate Rinascimentali a Villeneuve Loubet (Francia) 04.08 - Cambio della Guardia 04.08 - Commemorazione a Gavinana - Partita di Calcio Storico 10.08 - San Lorenzo 24.08 - Serata Rinascimentale a Portoferraio (LI) 28.08 - Antica Fiera di Lastra a Signa (FI) SETTEMBRE 2019 01.09 - Cambio della Guardia 01.09 - Astiludio Gara di Sbandieratori a Volterra (PI) 06.09 - Palio dei Ragazzi a Cerreto Guidi (FI) 07.09 - Festa della Curva Fiesole 08.09 - Ostensione della Sacra Cintola a Prato 08.09 - Diotto a Scarperia 12.09 - Presentazione Bus Ataf 12.09 - Perdono a San Giovanni Valdarno 14.09 - Festa Medievale a Brozzi 15.09 - Festa a Montopoli in Valdarno (PI) 21.09 - Partita Vecchie Glorie - VVF alla Spiaggetta (solo partita) 22.09 - Campionati Italiani Balestrieri al Baluardo (annullata per pioggia) 22.09 - Gara Sbandieratori Over 35 a Faenza 22.09 - Premio Porcellino 25.09 - Fiorentina-Sampdoria 28.09 - Carro Matto 29.09 - Apertura del ricovero del Brindellone 29.09 - Corri la Vita 29.09 - Bacco Artigiano 29.09 - Gara Piccoli Sbandieratori a San Gemini (annullata) 30.09 - No Dig - Evento alla Fortezza da basso OTTOBRE 2019 06.10 - Cambio della Guardia 08.10 - Santa Reparata 15.10 - Florence Ambassador in Piazza della Signoria 17.10 - Gran GalĂ ANT 20.10 - Nozze di Cangrande Della Scala a Verona (annullata per pioggia) 26.10 - Inaugurazione nuovo Mercatino delle Pulci NOVEMBRE 2019 03.11 - Cambio della Guardia 10.11 - Festa Avis a Palazzo Vecchio 24.11 - Firenze Marathon 30.11 - Festa della Toscana DICEMBRE 2019 01.12 - Mercatino di Natale in Santa Croce 01.12 - Cambio della Guardia 02.12 - Hall of Fame Viola 08.12 - Accensione Albero di Natale 15.12 - Open Day Giardino del Four Season 19.12 - Corteo degli omaggi natalizi

208


Statistica numero manifestazioni - anno 2019

Gruppo Numero % su effettuate Alabardieri 41 32,80 Arbitri e Giudici di Campo 11 8,80 Archibusieri 34 27,20 Arti e Proconsolo 37 29,60 Balestrieri 32 25,60 Bandierai degli Uffizi 71 56,80 Bombardieri 40 32,00 Cavalleria fiorentina 10 8,00 Fanti delle Corporazioni 41 32,80 Fanti dell’Ordinanza 43 34,40 Fanti di Palazzo 39 31,20 Figure Singole 77 61,60 Gonfalonieri delle Magistrature 60 48,00 Madonne Fiorentine 40 32,00 Musici 83 66,40 Nobili 3 2,40 Quartiere di Santa Croce 25 20,00 Quartiere di San Giovanni 24 19,20 Quartiere di Santa Maria Novella 24 19,20 Quartiere di Santo Spirito 26 20,80 Sergenti degli Otto di Guardia 20 16,00 Ufficiali delle Fanterie 57 45,60 MANIFESTAZIONI TOTALI 134 MANIFESTAZIONI ANNULLATE 9 MANIFESTAZIONE EFFETTUATE 125 GIORNI DI ALLENAMENTO/PROVE 260 ORE/UOMO TOTALI DI ALLENAMENTO 26.000 ORE TOTALI DI MANIFESTAZIONE 375 ORE/UOMO TOTALI DI MANIFESTAZIONE 30.000 ORE IMPEGNO CENTRO STUDI 1.200 ORE IMPEGNO GESTIONE ORGANIZZATIVA 1.200 ORE INCONTRI/RIUNIONI/RELAZIONI 1.500 TESSERATI 640 PERSONAGGI IMPEGNATI CALCIO STORICO 550 CONFERENZE STAMPA 23 GRUPPO PIU’ NUMEROSO 85 PUBBLICO STADIO FRANCHI 39585 TRASFERTE IN ITALIA 9 TRASFERTE ESTERO 2

209


Finito di Stampare febbraio 2020 Tipografia del Comune di Firenze

210

Profile for Filippo Giovannelli

Fiorenza nostra 2019  

Attività del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino - Anno 2019

Fiorenza nostra 2019  

Attività del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino - Anno 2019

Profile for silaip
Advertisement