Page 1

! " !

#

! "!

"

!

settimanale

valliscriviaborberalemme

Giovedì 12 giugno 2014 · N. 23 · Anno 52 - euro 1,00 Poste Italiane s.p.a. - spedizione in abb. postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n°46) art.1, comma 1, DCB/AL - Edizioni SIC s.r.l. - Novi Ligure · Iscr. al Registro Stampa del Tribunale di Alessandria al n. 149 del 27/8/1963 · Direttore Responsabile: Marco Matteini

La squadra

lacrisi

Al Cit autisti senza stipendio

di Rocchino

Niente stipendio per gli autisti del Cit (Consorzio intercomunale trasporti). E, purtroppo, la situazione non si risolverà in tempi brevissimi. Il Consorzio non ha la liquidità sufficiente per pagare i dipendenti a causa dei continui tagli eseguiti dalla Regione e a seguire dalla Provincia rispetto al trasporto pubblico locale. «Attendiamo ormai da mesi- dicono alla sede del Cit di via Garibaldi- circa 300 mila ero da Torino. Con questa somma potremmo pagare lo stipendio di questo mese e anche del prossimo.» I Comuni consorziati con il Cit hanno già provveduto a sborsare le quote di loro competenza, l’unico ancora con qualche debito è il Comune di Novi «ma si tratta di cifra davvero molto molto modesta che non va a incidere assolutamente su quella che è la situazione di bilancio» Bilancio che dovrà essere esaminato e approvato dall’assemblea dei soci il prossimo 24 giugno. Già nei mesi scorsi il presidente dell’ente, Federico Fontana aveva preannunciato tempi davvero difficili per il Cit causati appunto dalla mancanza di risorse.

Il neo sindaco è già al lavoro sulla giunta. Entro venti giorni si terrà la prima seduta del consiglio comunale. Tra le prime preoccupazioni, quelle per il futuro dell’ospedale San Giacomo e dello stabilimento Ilva. Intanto il nuovo governatore del Piemonte, Sergio Chiamparino, ha già presentato i propri assessori: tra di loro, nessuno della provincia di Alessandria. ALLE PAGINE 2-3

PAGINA 2

latassa

Tasi, niente sanzioni ai ritardatari Novità importante riguardo il pagamento della Tasi tassa sui servizi indivisibili – la cui scadenza è fissata al 16 giugno per tutti quei Comuni che avevano già deliberato la tariffa, quindi anche per Novi Ligure. Il senatore Federico Fornaro, membro della Commissione Finanze, dopo aver avuto parlato con i responsabili del Ministero, ha confermato che non verrà applicata alcuna sanzione o interesse ai cittadini che non riusciranno ad effettuare i versamenti entro il 16 giugno. E la Tasi sarà al centro della prima delibera del neo sindaco Rocchino Muliere.

PAGINA 3

BASALUZZO

IL TAGLIO

LO SPORT

Don Aldo picchiato dal ladro

Cane chiuso in auto muore per il caldo

Novese, si riparte con umiltà

PAGINA 5

LA TRAGEDIA

Motociclista tradito dalla curva Oggi i funerali di Franco Modena Apprezzato artigiano, è morto domenica a Campo Ligure mentre era in gita con la fidanzata. PAGINA 5

PAGINA 5

PAGINA 25 Saranno celebrati oggi, giovedì 12 giugno, alle 10.30, presso la chiesa della Pieve, i funerali di Franco Modena, il motociclista novese di 51 anni, morto domenica 8 giugno per le ferite riportate in una caduta accidentale, mentre a bordo della sua Suzuki Gsxr 1000, percorreva la strada provinciale tra Campo Ligure e Rossiglione, in valle Stura. Martedì mattina a Genova è stata effettuata l’autopsia, dopodiché il magistrato ha rilasciato il nulla osta per le esequie. Modena aveva lavorato come carrozziere e verniciatore in diverse aziende del settore, anche ad Alessandria e a Bosco Marengo. La moto era una grande passione. Teneva molto al suo mezzo, un’edizione limitata in Italia a mille esemplari e condivideva questo interesse con la fidanzata, la ristoratrice Luisa Lombardo.


primo piano È Rocchino Muliere il nuovo sindaco di Novi Ligure. Il candidato del centrosinistra ha vinto il ballottaggio con il 59,3 per cento dei voti, contro lo sfidante del Movimento 5 Stelle, Fabrizio Gallo, che si è fermato al 40,7 per cento. Muliere partiva in vantaggio: due settimane fa, al primo turno, aveva raccolto il 47,4 per cento dei consensi, pari a 6.972 voti, mentre Gallo si era fermato al 21,9 per cento (3.225). Bassa l’affluenza, pari al 46,6 per cento (10.671 votanti): al primo turno era stata del 68,4 per cento (15.383 votanti). «Nelle ultime settimane abbiamo discusso con i cittadini dei problemi di Novi e ora cominceremo ad affrontarli. Nessuno ha la bacchetta magica ma ci metteremo passione, esperienza e disponibilità – ha detto Rocchino Muliere il giorno dopo il ballottaggio. – Ho apprezzato Fabrizio Gallo che è venuto a salutarmi in piazza. Lo ritengo un gesto di disponibilità importante. Anche da parte mia c’è la piena disponibilità a lavorare con le forze di opposizione, tutte, anche quelle di centrodestra. Detto questo, come in tutte le elezioni quando c’è un calo di affluenza dei votanti, come è accaduto a Novi, ciò è sintomo di malcontento. Per cui dovremo interpretarlo impegnando tutte le forze del consiglio comunale al fine di recuperare la fiducia del cittadino. Il mio primo atto da sindaco, non appena ci sarà la proclamazione, sarà di verificare alcune questioni. Subito chiederò un appuntamento con i vertici Asl per discutere lo stato di salute dell’ospedale e poi mi occuperò delle aziende, in particolare dell’Ilva. Naturalmente dovrò formare la giunta, e poi, incontrare il personale comunale facendo il giro di tutti gli uffici». Soddisfatto del risultato anche il sindaco uscente, Lorenzo Robbiano: «I cittadini novesi si sono espressi in modo chiaro dando fiducia al candidato del centrosinistra. Credo che il voto premi anche l’attività svolta e le scelte compiute in questi anni dalla mia giunta».

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

2 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Muliere: «I primi nodi sono l’ospedale e l’Ilva» ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

Alla fine, della lunga notte elettorale di domenica, ai novesi rimarrà impresso soprattutto il grande gesto di fair play di Fabrizio Gallo. Il candidato del Movimento 5 Stelle è arrivato in piazza Dellepiane, dove i sostenitori di Rocchino Muliere stavano festeggiando il successo nelle urne, ha stretto la mano del neo sindaco e gli ha alzato il braccio in segno di vittoria. Un riconoscimento pubblico importante, certo, ma che finisce lì: i Cinque Stelle hanno fatto capire durante la campagna elettorale appena terminata che la loro opposizione in consiglio comunale sarà netta e che non faranno

sconti nel caso in cui la nuova amministrazione comunale targata Muliere dovesse commettere qualche errore. Nella massima assise cittadina, il M5s sarà rappresentato da Fabrizio Gallo, Luigi Gambarotta e Lucia Zippo: una pattuglia piccola ma agguerrita. L’altro dato significativo della giornata di domenica riguarda l’affluenza alle urne. Rispetto a due settimane fa, hanno votato quasi 5 mila persone in meno. Nei 29 seggi allestiti in città, si sono recate alle urne 10.671 persone, pari al 46,6 per cento degli aventi diritto. Al primo turno, i votanti erano stati quasi 15.400, con un’affluenza pari al 68,4 per cento. In città si è registrata l’affluenza più bassa della

provincia: a Casale Monferrato si è arrivati al 52,1 per cento, a Tortona al 51,3 per cento. Guardando ai voti assoluti, Muliere ha ottenuto 6.163 preferenze, Gallo 4.223. Rispetto al 25 maggio, dunque, il candidato del centrosinistra perde 809 voti (era a quota 6.972), mentre quello del Movimento 5 Stelle ne guadagna quasi mille (998 per la precisione: al primo turno ne aveva ottenuto 3.225). Le motivazioni possono essere diverse. Sul fronte del centrosinistra, può

aver pesato la convinzione di “avere già vinto” – visto il netto vantaggio raggranellato al primo turno – e alcuni elettori che il 25 maggio avevano votato per Muliere potrebbero aver preferito la cabina dello stabilimento balneare a quella elettorale. Non è impossibile che qualche elettore non troppo convinto della scelta effettuata al primo turno sia rimasto scottato dallo scandalo Mose e abbia deciso di non andare a votare o, addirittura, di votare per Gallo. Infine, nel primo turno ha giovato al Pd

“l’effetto Renzi”, che ieri non si è sentito. L’avanzata di Gallo può avere motivazioni speculari: il 25 maggio erano i Cinque Stelle quelli convinti di vincere, e chi tra i grillini ha disertato le urne due settimane fa stavolta ha probabilmente deciso di andare a votare. Altri voti potrebbero essere arrivati da quei settori politici della città che volevano la discontinuità a Palazzo Pallavicini. Infine, gli arresti per la vicenda del Mose hanno sicuramente motivato di più gli elettori del M5s.

Il caso I tagli sono stati pesanti e la situazione adesso rischia di peggiorare ancora

Mancano i soldi: al Cit non si paga lo stipendio per i dipendenti Niente stipendio per gli autisti del Cit (Consorzio intercomunale trasporti). E, purtroppo, la situazione non si risolverà in tempi brevissimi. Il Consorzio non ha la liquidità sufficiente per pagare i dipendenti a causa dei continui tagli eseguiti dalla Regione e a seguire dalla Provincia rispetto al trasporto pubblico locale. «Attendiamo ormai da mesi- dicono alla sede del Cit di via Garibaldicirca 300 mila ero da Torino. Con questa somma potremmo pagare lo stipendio di questo mese e anche del prossimo.» I Comuni consorziati con il Cit hanno già provveduto a sborsare le quote di loro competenza, l’unico ancora con qualche debito è il Comune di Novi «ma si tratta di cifra davvero molto molto modesta che non va a incidere assolutamente su quella che è la situazione di bilancio» Bilancio che dovrà essere esaminato e approvato dall’assemblea dei soci il prossimo 24 giugno. Già nei mesi scorsi il presidente dell’ente, Federico Fontana aveva preannunciato tempi davvero difficili per il Cit causati appunto dalla mancanza di risorse che prima arrivavano dalla Regione. I tagli, infatti, toccano quota 70% nella provincia di Alessandria. Sono stati tagliati i fondi e contestualmente anche il chilometraggio dei mezzi soprattutto extraur-

bani. Ma questo non ha coinciso con la diminuzione del personale anche perché «noi – spiegano al Cit- dobbiamo continuare a mantenere il servizio, quindi si ha necessità del personale che, come in ogni altra azienda, deve avere i turni di riposo, le ferie e la malattia» Inoltre se una riduzione è possibile nel periodo estivo, specialmente nell’urbano, dal momento che sono chiuse le scuole, difficile diventa il discorso per l’extraurbano, anche se, come è avvenuto l’anno passato, proprio ad agosto c’è stata una diminuzione delle corse sia in città sia fuori. «Alla luce dei servizi tagliati così –ha spiegato il presidente Federico Fontana, durante una commissione consiliare- si potrebbe pensare alla riduzione del lavoro piuttosto che ad ammortizzatori sociali che per il caso del nostro ente significa cassa integrazione in deroga. C’è però anche un’altra questione: negli orari di punta, e cioè specialmente nel periodo invernale quando ci sono gli studenti, e quindi alle 7 del mattino e alle 12 la forza lavoro è tutta necessaria.» Ora la dirigenza del Cit è al lavoro per riuscire a recuperare, in tempi non biblici, i soldi necessari a pagare gli stipendi, sicuramente di questo si parlerà durante la riunione del bilancio. Nella

stessa sede si dovrà anche nominare il nuovo consiglio di amministrazione che oggi è presieduto da Federico Fontana, docente alla facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Genova. Non è escluso, però, che il sindaco Rocchino Muliere, appena in-

sediatosi a Palazzo Pallavicini, decida di prorogare il mandato dell’attuale consiglio di qualche mese e di promuovere un bando attraverso il quale valutare personalità competenti che possano ricoprire la carica al posto di Fontana. (M.P.)

L’ultimo saluto a Oreste Soro

Cerimonia funebre al cimitero di Novi Ligure, mercoledì 4 giugno, per Oreste Soro. In tanti hanno voluto dare l’estremo saluto all’amministratore e sindacalista novese mancato due giorni prima all’età di 76 anni. Soro è stato ricordato anche in piazza Dellepiane, domenica sera, dopo gli esiti del ballottaggio: «Brindo con il vino di Oreste», ha detto il neo sindaco Rocchino Muliere alzando al cielo una delle ultime bottiglie prodotte da Soro prima della malattia che l’ha strappato alle sue amate colline novesi [foto nella pagina a lato].


primo piano

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

3 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Totogiunta, i nomi in pole position ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

Si è tenuta ieri, mercoledì 11 giugno, la proclamazione del nuovo sindaco: a Rocchino Muliere è stata consegnata ufficialmente la fascia tricolore, dopo che martedì l’Ufficio Elettorale Centrale ha convalidato i risultati usciti dalle urne domenica 8 giugno. Entro venti giorni, il neo primo cittadino dovrà convocare la prima seduta del consiglio comunale, in cui comunicherà i componenti della giunta e, se necessario, sarà effettuata la surroga dei consiglieri rinunciatari. Proprio il totogiunta è al centro delle attenzioni delle ultime ore. Muliere dovrà confrontarsi non solo con le aspirazioni delle tante formazioni politiche che hanno fatto parte della coalizione vincente alle elezioni comunali, ma anche con la riduzione del numero degli assessori imposta dalla legge. Secondo le ultime modifiche normative, infat-

ti, le città tra i 10 mila e i 30 mila da e Stefano Gabriele, confermato abitanti, come Novi Ligure appun- consigliere per i “Venti per Novi”, to, gli assessori potranno essere al che, Pd escluso, è l’unica lista di maggioranza che è riuscita a portamassimo cinque. Un nome in pole position sembra re un proprio uomo sui banchi di essere quello di Federico Fontana, Palazzo Pallavicini. Nel caso in cui attuale presidente del Cit e asses- la spunti la Broda, per lei potrebbe sore al bilancio con le giunte Lovel- anche arrivare il titolo di vicesinli, che tornerebbe al proprio incari- daco. Guardando alle preferenze co di responsabile delle finanze co- ricevute, ci sono sicuramente in lizmunali. Un “esterno” dunque. L’al- za anche Simone Tedeschi e Cecilia tro nome che circola – anche in Bergaglio. Per Tedeschi potrebbe questo caso si tratta di un “ester- prospettarsi il rinnovo del mandato all’assessorato alla no” – è quello di Encultura, mentre rico Gattorna: ingeBergaglio potrebbe gnere e ricercatore SOLO CINQUE POSTI essere indicata copresso l’Università Ridotto il numero me capogruppo del di Genova, 34 anni, degli assessori. Pd in consiglio copotrebbe venire deDifficile appagare munale. stinato al difficile Le cinque pedine assessorato all’urtutte le liste che degli assessori non banistica. hanno appoggiato sono però le uniche Sono in due a conil neo sindaco. E da sistemare: tralatendersi l’assessosciando per ora le rato alle politiche chi sarà presidente aziende municipasociali: l’assessore del consiglio? lizzate, rimane l’inuscente Felicia Bro-

carico di presidente del consiglio comunale. Di solito viene affidato a un consigliere con qualche mandato di esperienza alle spalle. Tra gli eletti del Pd, gli unici due con questo profilo sono Dilva Manfredi e Diego Motta. Il gioco delle surroghe potrebbe far rientrare in campo anche Enzo Garassino (anche se prima di lui come voti c’è Alfredo Lolaico). A meno che la maggioranza non ritenga opportuno di affidare l’incarico di presidente del consiglio a un esponente della minoranza: in tal caso un bis per Maria Rosa Porta sarebbe praticamente certo, sempre se si considera prioritaria l’esperienza in consiglio. Diversamente, presidente potrebbe diventare Luigi Gambarotta, il più votato del Movimento 5 Stelle. Ma i grillini accetteranno di farsi “legare le mani” con un incarico super partes?

IL NUOVO CONSIGLIO COMUNALE

Simone Tedeschi

Felicia Broda

Cecilia Bergaglio

Daniele Gualco

Stefano Negro

Francesco Andronico Bruno Motta

Martina Sciutto

Dilva Manfredi

Stefano Gabriele

Fabrizio Gallo

Luigi Gambarotta

Lucia Zippo

Costanzo Cuccuru

Maria Rosa Porta

Marco Bertoli

Consiglio Entro l’inizio di luglio la seduta inaugurale

Sarà quella sulla Tasi la prima delibera Il ballottaggio è terminato ora è tempo di riflessioni sull’esito del voto che ha portato a Palazzo Pallavicini Rocchino Muliere. Il dato più triste di questo ballottaggio, per altro in linea con quanto è accaduto in altre realtà comunali, è la diminuzione dell’affluenza alle urne che ha penalizzato più il candidato sindaco del Movimento 5 stelle che il centrosinistra. Ed è lo stesso Gallo a rimarcarlo: «Sicuramente la poca affluenza ha influito sull’esito del voto. Si sono recati a votare soprattutto gli anziani che hanno dato un voto a ciò che è già consolidato. Quindi anche questo fattore ha fatto cambiare la situazione. Onore, comunque a chi ha vinto». Ora inizia l’attività amministrativa e per Fabrizio Gallo e gli altri due consiglieri pentastellati (Luigi Gambarotta e Lucia Zippo) «saran-

no cinque anni di lavoro per la città, mai ci tireremo indietro su provvedimenti condivisibili ma, al contempo, saremo organo di controllo severissimo» Benché sia stato sconfitto, Gallo rimarca che «il nostro è stato un ottimo risultato tenendo conto del fatto che il Partito Democratico ha candidato l’uomo più forte che aveva». E sulla poca partecipazione al voto lo scorso 8 giugno punta il dito anche Costanzo Cuccuru, candidato a sindaco per Forza Italia e Lega Nord che siederà fra i banchi della minoranza accanto a Marco Bertoli. «I numeri dell’8 giugno- spiega Cuccuru- ci fanno capire chiaramente che anche a Novi l’aria è cambiata. È cambiato l’atteggiamento dei novesi nei confronti della politica soprattutto locale, situazione in controtendenza con il passato

quando la partecipazione era molto elevata». Aggiunge Cuccuru: «La percentuale di affluenza rientra nella media nazionale ma questa poca partecipazione ha penalizzato indubbiamente più il candidato del Movimento 5 Stelle che, ricordiamo, nelle politiche 2013 era stato il partito più votato in città. Comunque il Movimento di Grillo ha confermato la sua consistenza». Cuccuru ha già annunciato che quella del suo gruppo sarà un’opposizione costruttiva «perché la campagna elettorale è finita e oggi si deve amministrare». Per Maria Rosa Porta che siederà in consiglio comunale accanto al gruppo azzurro e a quello grillino, il dato dell’affluenza «delegittima la vittoria di Muliere. Credo che su questo il centrosinistra debba fare una riflessione. Perché è

vero che oggettivamente ha vinto l’esponente del Partito Democratico ma oggi rappresenta meno del 50% dei novesi. Il dato è che il Movimento 5 Stelle ha attratto più consensi al secondo turno (sono stati recuperati da Gallo mille voti) mentre Muliere ne ha persi circa 800. Questo mi fa pensare che certamente il trend favorevole dovuto all’onda lunga di Renzi abbia influito anche il voto novese così come anche negli altri centri zona ma, dall’altra, il candidato Pd forse non è stato così attrattivo. Questa diminuzione di voti potrebbe anche essere

legata al fatto che i candidati delle 7 liste che appoggiavano il candidato Pd, tante rimaste fuori dal consiglio comunale, non abbiano poi lavorato molto per il secondo turno». Entro la fine del mese, massimo primi giorni di luglio, sarà convocato il primo consiglio comunale. E la prima delibera che sarà sottoscritta dalla nuova assemblea sarà quella relativa alla Tasi, tassa sui servizi indivisibili. I novesi che pagheranno la tassa oltre il limite del 16 giugno prossimo non subiranno alcuna sanzione per il ritardo. (M.P.)

inregione Chiamparino ha scelto la formazione La Regione Piemonte avrà «una guida solida e sicura, in linea che con le grandissime aspettative che ci attendono». Così il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino ha ringraziato i partiti di centrosinistra che hanno collaborato a questa nuova sfida, durante la conferenza stampa di presentazione della nuova squadra di governo. Undici assessori, di cui tre esterni, vale a dire non eletti, quattro donne, il 60 per cento dei esponenti del Pd. Una “proclamazione politica” visto che l’insediamento ufficiale avverrà solo nei prossimi giorni. Nella nuova giunta regionale nessun alessandrino: il neo eletto presidente terrà per se le deleghe internazionali, mentre la vice presidenza e il bilancio sono toccati a Aldo Reschigna, ex capogruppo Pd in consiglio regionale nell’ultima legislatura, «uomo di grande esperienza e a me particolarmente utile», ha detto Chiamparino. L’altro assessorato di peso è quello della sanità, che sarà affidato a un altro esponente politico di lungo corso, Antonio Saitta presidente uscente della Provincia di Torino, che lascerà Palazzo Cisterna a fine mese. Poi Gianna Pentenero, già assessore durante la giunta Bresso, all’istruzione, formazione professionale e lavoro. Francesco Balocco, ex sindaco di Fossano avrà Trasporti, infrastrutture e opere pubbliche. Alberto Valmaggia, ex sindaco di Cuneo, all’ambiente, parchi montani, foreste, programmazione territoriale e protezione civile. Giorgio Ferrero, già presidente della Coldiretti piemontese, all’Agricoltura, caccia e pesca. Poi De Santis che curerà i rapporti con gli atenei, con i centri di ricerca pubblici e private e avrà la delega alle partecipate (che è la poltrona aggiunta in extremis che curerà le attività produttive, appunto). Per la direttrice del circolo dei Lettori di Torino, Antonella Parigi, cultura, turismo e promozione. All’attuale presidente del consiglio comunale di Torino dei Moderati Giovanni Maria Ferraris, sport e personale. Per l’esponente Sel Monica Cerutti, i giovani, le pari opportunità, i diritti universitari e le politiche per l’immigrazione, infine a Augusto Ferrari, già assessore al comune di Novara, le politiche sociali della famiglia e della casa.


ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

4 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

BOSC BOSCO OM MARENGO ARENGO STR STRADA ADA STATALE ST TA ATALE 35 3 bis dei Giovi Giovi km km 15+450 TEL. 0131 291043

CIRCONVALLAZIONE, NV VALL A AZIONE, 174 VIA CIRC ONV TEL. 0144 311283


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

5 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La violenza Visto da una coppia, caccia all’aggressore nella campagna nei pressi del paese. Bloccato solamente a tarda notte e arrestato vicino al Lido di Predosa

Scene da Arancia Meccanica nella canonica di Basaluzzo Il parroco legato, imbavagliato, derubato e picchiato selvaggiamente

ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

Scene da “Arancia meccanica” nella serata di giovedì 5 giugno, a Basaluzzo. L’anziano parroco della chiesa di Sant’Andrea Apostolo, don Aldo Tacchino, è stato legato, imbavagliato e picchiato selvaggiamente da un uomo di 30 anni, residente a Predosa, Mohamed Bounafaa, pregiudicato, che è stato poi arrestato dai carabinieri dopo che alcune persone del paese avevano scatenato una “caccia all’uomo” per le campagne basaluzzesi.

Secondo una prima ricostruzione, giovedì sera l’aggressore si sarebbe recato in canonica, forse per chiedere a don Aldo qualche soldo, o forse per tentare un furto. Qualcosa però va storto e si scatena la violenza: il parroco, 88 anni, viene legato a una sedia, imbavagliato con il nastro adesivo e picchiato duramente. La sua fortuna, se così si può dire, è che una giovane coppia del paese aveva preso appuntamento con lui proprio quella sera, per discutere i dettagli di un battesimo. Quando i due neo genitori ar-

Il caso Ferisce un connazionale

rivano, l’aggressore è costretto a dileguarsi: farfuglia una scusa, dice che non possono andare in canonica («il don è occupato, sta spazzando per terra») e scappa via in bicicletta. Il tentativo di depistaggio non può funzionare. I due parrocchiani entrano e vedono sùbito don Aldo con il viso completamente coperto di sangue. Scatta l’allarme alle forze dell’ordine e al 118. La voce dell’aggressione si diffonde in poco tempo e i mezzi che passano a sirene spiegate tra le vie del paese fanno il resto: ben

inteatro

presto si forma una squadra di abitanti che inizia a cercare l’autore della violenza. Mohamed Bounafaa nella zona è ben conosciuto, non è la prima volta che si mette nei guai. Sabato, ad esempio, secondo quanto si dice in paese avrebbe rubato un’autovettura a Basaluzzo ma sarebbe stato sorpreso e nel tentativo di fuggire si sarebbe schiantato contro un albero, nei pressi del cimitero. Ormai è buio completo, nel cielo c’è solo una falce di luna a illuminare la fuga di Bounafaa. Viene visto nella zona del Lemme, nei pressi del depuratore. Arrivano anche i vigili del fuoco, per illuminare la zona con le fotoelettriche. Alla fine, intorno alle due di notte, l’uomo viene arrestato dai militari dell’Arma, vicino al Lido di Predosa. Con sé aveva ancora il provento della rapina in canonica, circa 900 euro. Le accuse nei confronti

di Bounafaa sono quelle di sequestro di persona, rapina aggravata, lesioni personali. Don Aldo Tacchino, nato a Castelletto d’Orba nel 1926, dal 1972 è parroco di Basaluzzo: da oltre quarant’anni, dunque, è il punto di riferimento spirituale e religioso della comunità. Ma non solo: nel corso del proprio apostolato sacerdotale, si è anche adoperato per l’ampliamento dell’asilo “Pelucchi e Paleari”. Entrato in seminario a Stazzano nel 1938 e ordinato sacerdote nel 1950, prima di approdare in val Lemme ha servito la Chiesa a Broni, a Dova e a Montebruno. Attualmente regge anche la parrocchia di Nostra Signora delle Grazie, a Francavilla Bisio. Ricoverato al San Giacomo, i medici hanno riscontrato a don Tacchino lesioni costali, un trauma cranico e mascellare, e si sono riservati la prognosi.

Attrice si sente male Grave incidente giovedì sera al teatro Giacometti di Novi Ligure, durante lo spettacolo di fine anno della scuola media Boccardo. Una giovane attrice, impegnata a cantare accompagnandosi con la chitarra, forse ha avuto un calo di pressione e ha cominciato a vacillare sul palco, fino a che non è rovinosamente caduta giù, precipitando sulla platea. La ragazza è stata soccorsa dai militi della croce rossa e accompagnata in ospedale dove le è stato riscontrato un trauma cranico e la frattura di una spalla, ma le sue condizioni non destano grave preoccupazione. Lo spettacolo è stato interrotto a causa dell’incidente e il numeroso pubblico inviato a uscire. La recita, dal titolo “Dallo zolfo al carbone con lo trenu di lu suli”, ha visto la partecipazione di numerosi allievi delle scuole medie Boccardo. La regia è stata curata dal professor Samuele Restivo, che è anche autore del testo. (RED.)

La vicenda Colpo di calore

L’incidente La caduta

Accoltellamento Tre ore in auto, Oggi i funerali presso la stazione il cane non ce la fa del centauro morto È durata poco la fuga di Youssef Gouzly, un 39enne marocchino che nella sera di mercoledì 4 giugno ha accoltellato un connazionale durante una lite avvenuta in viale Saffi, a Novi Ligure. I carabinieri lo hanno arrestato alla stazione ferroviaria, dove aveva tentato di nascondersi. Secondo una prima ricostruzione delle forze dell’ordine, Youssef Gouzly avrebbe aggredito un altro marocchino con un coltello, provocandogli gravi lesioni gravi al volto, alla testa e agli arti superiori, e dileguandosi subito dopo. Sul posto sono immediatamente arrivati i militari della Compagnia di Novi Ligure che – dopo aver soccorso il ferito – si sono messi sulle tracce dell’aggressore. Ci hanno messo poco a individuarlo e ad arrestarlo dopo un inseguimento a poco per le vie di Novi, durante il quale il 39enne ha tentato di liberarsi del coltello, gettandolo via.A Gouzly non è servito né scappare né abbandonare l’arma: una volta catturato e ammanettato, i carabinieri hanno infatti trovato sia il coltello (posto sotto sequestro) sia alcuni grammi di hashish, che l’uomo aveva addosso. Il marocchino è accusato di lesioni personali gravi e di porto abusivo d’armi, mentre all’ospedale San Giacomo la sua vittima è ancora ricoverata in prognosi riservata, sebbene non corra pericolo di vita. (E.D.)

È morto dopo aver trascorso più di tre ore chiuso in auto, sotto il sole cocente di lunedì 9 giugno. I vigili del fuoco, il veterinario e i volontari dell’Arca Novese sono arrivati troppo tardi per salvare un cane che i padroni avevano lasciato a bordo della propria autovettura. Soffocamento o colpo di calore le probabili cause della morte del povero animale, che è stato notato verso mezzogiorno di lunedì, nel grande parcheggio di piazza Gobetti, quasi di fronte all’ospedale San Giacomo. Quando i soccorsi sono arrivati, per la femmina di Breton di 11 anni, non c’era ormai più nulla da fare: i pompieri hanno sfondato uno dei finestrini della vettura per estrarlo dall’abitacolo, che era diventato un forno, ma il veterinario ha dovuto constatarne il decesso. I proprietari del cane, un’anziana coppia di Grondona, erano venuti a Novi per sottoporsi ad alcune visite mediche, e hanno detto di non essersi accorti che il cane fosse entrato nell’auto, quando sono partiti da casa. L’Arca Novese, l’associazione animalista che gestisce il canile di Novi Ligure, ha annunciato che presenterà denuncia. I cani soffrono il caldo più dell’uomo perché non hanno ghiandole sudoripare. Per i nostri amici a quattro zampe, l’unico modo per disperdere il calore è l’iperventilazione. Quindi il padrone non può regolarsi solo in base a ciò che sente sulla propria pelle. In macchina un uomo apre il finestrino e sta meglio, a un cane non basta. Nelle ore calde l’animale non va tenuto in auto, neanche all’ombra e con finestrini aperti. (E.D.)

Si terranno oggi, alle 10.30, alla Pieve, i funerali di Franco Modena [nella foto], il motociclista novese di 51 anni, morto domenica 8 giugno per le ferite riportate in una caduta accidentale, mentre a bordo della sua Suzuki Gsxr 1000, percorreva la strada provinciale tra Campo Ligure e Rossiglione, in valle Stura. Martedì mattina a Genova è stata effettuata l’autopsia, dopodiché il magistrato ha rilasciato il nulla osta per le esequie. Modena aveva lavorato come esperto carrozziere e verniciatore in diverse aziende del settore, anche ad Alessandria e a Bosco Marengo. La moto era una grande passione. Teneva molto al suo mezzo, un’edizione limitata in Italia a mille esemplari e condivideva questo interesse con la fidanzata, la ristoratrice Luisa Lombardo, che domenica lo seguiva a bordo della sua moto, a poca distanza. La gita in Liguria si è conclusa in tragedia quando Modena ha perso il controllo della guida nell’effettuare una curva pericolosa. L’impatto sull’asfalto non gli ha lasciato scampo. La notizia ha suscitato molta emozione in città, dove Modena era molto conosciuto e stimato. Originario del Veneto, da molti anni viveva a Novi in via Amendola. Oltre alla fidanzata, lascia la madre Lina, i fratelli Giuliano e Graziano e le sorelle Laura e Cinzia. (G.F.)


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

6 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La vicenda Molto interesse per il bando pubblicato da poco

Marenco, la ristrutturazione alletta già anche all’estero MARZIA PERSI m.persi@ilnovese.info

La ristrutturazione del teatro “Romualdo Marenco”, struttura risalente al 1800, sta interessando molto. Si tratta di un lavoro di alto livello che richiede competenze specifiche. Il bando di gara europeo è stato pubblicato pochi giorni fa e sono già stati eseguiti una serie di sopralluoghi da parte di ditte specializzate provenienti da tutta Italia. «La prossima settimana- spiega Nino Andronico, presidente della Fondazione “ Teatro Marenco”- abbiamo già diverse prenotazioni. Al momento si sono fatte avanti studi di architettura provenienti da Lombardia, Piemonte, Veneto, Toscana e anche Sicilia.». Il bando rimarrà pubblicato fino al 15 luglio, poi il 22 luglio la commissione della Fondazione “Teatro Marenco” esaminerà le domande pervenute. La Fondazione “Marenco” ha realizzato anche un sito internet dove saranno pubblicate le informazioni relative alla varie fasi di appalto. Per il restauro del “Marenco”, edificio storico tutelato dalle Belle Arti, la società Arcus, costituita in seno al ministero per i Beni e le Attività Culturali, ha stanziato due milioni di euro, a cui ne vanno aggiunti altrettanti della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria. Le risorse sono vincolate, pertanto possono essere utilizzate esclusivamente per la ristrutturazione del teatro. Per far partire la riqualificazione della struttura, il Comune di Novi ha stanziato a bilancio 400 mila euro. Prossimamente poi si procederà con i lavori relativi alle

inbreve IL CONCORSO

Foto in vetrina A partire da sabato 14, 224 fotografie realizzate da fotoamatori di tutta Italia (e non solo) saranno esposte nelle vetrine dei negozi del centro di Novi Ligure. Le immagini hanno per soggetto la città di Novi e i suoi scorci più caratteristici, e sono il frutto di un concorso organizzato dal locale Lions Club e dall’associazione Amici dell’Arte di Serravalle Scrivia. L’inaugurazione della mostra – patrocinata anche dal Comune – si terrà sabato alle ore 17.30 presso le sale “ex Mariposa” di piazza Dellepiane. Contestualmente, si potrà ammirare anche una collettiva dal titolo “Linee prospettive suggestioni”, a cura degli Amici dell’Arte (la mostra rimarrà aperta fino al 22 giugno, con il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle 16.00 alle 19.00, sabato e domenica anche dalle 10.00 alle 12.30). Saranno esposte le opere di Daniela Demergasso, Donatella Traverso, Eugenio Traverso, Fausto Mogni, Gianni Camera, Giovanni Torchia, Paolo Bianchi, Pino Loiacono e Silvana Rebora. Tornando al concorso del Lions Club, la premiazione avverrà il 29 giugno, in piazza Dellepiane, alle ore 21.00, nel corso dell’iniziativa “La cena in bianco”. I fondi raccolti – come spiega il presidente dei Lions Luca Picollo – saranno devoluti all’associazione novese di volontariato Ascolta l’Africa. (E.D.)

CIAMPINI-BOCCARDO

Doppio colpo a Bibione

apparecchiature sceniche, il cui bando sarà scorporato da quello generale. La progettazione e la realizzazione del restauro del “Marenco” si presentano complesse volendo mantenere l’intera struttura lignea del teatro stesso, particolarmente adatta a una acustica perfetta, originaria della sala e del palcoscenico oltre alle raffinate decorazioni. Le caratteristiche architettoniche del teatro “Mernco”, copia del “Carlo Felice “di Genova, collocano la struttura, a parere degli

esperti, tra le più belle sale teatrali italiane di dimensioni analoghe (550600 posti). I primi interventi riguarderanno proprio la parte storica del teatro, ovvero quella che si affaccia su via Girardengo. Successivamente si metterà mano alla Casa Giorgi di via del Municipio. La scelta di escludere da questo primo lotto la Casa Giorgi è legata ai costi, se si fosse proceduto alla riqualificazione dell’intero teatro si sarebbero dovuti sborsare circa 9 milioni di euro.

Doppio colpo messo a segno a Bibione dai ragazzi dell’istituto “Ciampini Boccardo” di Novi Ligure, che hanno partecipato al meeting sportivo organizzato dalla “Beach & Volley School” per l’anno scolastico 2013/2014. L’Istituto si è qualificato al primo e al secondo posto con due squadre maschili dai fantasiosi nomi: “Scanna squali” (primi classificati, Moreno Coccolo, Mirko Bonvini, Marco Gianbrone) e “Barella” (secondi classificati, Alberto Melfi, Franco Muhametaj, Cristian Pasquali). Tutti gli allievi hanno tenuto un comportamento esemplare durante il soggiorno con uno spirito di squadra degno di atleti professionisti. Hanno portato in sede l’ambita coppa con lusinghiere motivazioni e vivi complimenti sia degli organizzatori dell’evento sportivo, sia degli insegnanti accompagnatori, Carlo Sartirana, Daniela Remotti, Francesco Firpo, Susanna Mangini e Giuseppe Carbone. Oltre al beach volley, con stupende allenatrici Californiane, che hanno condotto tutti gli allenamenti in lingua inglese, hanno fatto da completamento, anche altre attività, quali: beach tennis, arbitraggio, calcetto, piscina, canoa, tiro con l’arco, (molto gradito anche dagli insegnanti accompagnatori), corsa sulla spiaggia e lunghe passeggiate. L’obiettivo di questo evento è stato realizzato, l’evento ha favorito la conoscenza tra i ragazzi ed è stato molto formativo. I risultati ottenuti, e i complimenti ricevuti, non solo hanno inorgoglito gli allievi che hanno partecipato al progetto e la scuola che li ospita, ma anche i loro insegnanti. (RED.)

GAVAZZA POMPE FUNEBRI DAL 1950

L’eccellenza adesso è per tutti. Servizi funebri a partire da 1.190,00

euro

danibelsrl

PAGAMENTI RATEALI SENZA INTERESSI

NOVI LIGURE VIA VERDI 58

POZZOLO FORMIGARO VIA PALENZONA 14

0143.74.62.62 • www.gavazzapompefunebri.it


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

7 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Il caso Rischiano circa in duecento nelle industrie del polo dolciario

Per gli stagionali allarme sussidio di disoccupazione GINO FORTUNATO g.fortunato@ilnovese.info

Allarme tra i lavoratori stagionali del novese. Circa 200, occupati periodicamente nelle industrie del polo dolciario, rischiano di non percepire il sussidio di disoccupazione. Proprio in questi giorni, infatti, i sindacati si sarebbero accorti dei gravi problemi che provocherà in questo ambito una delle leggi del non certo rimpianto ex ministro Elsa Fornero, del Governo Monti. Una delle pagine più oscure della recente storia italiana. “Purtroppo stiamo scoprendo adesso le conseguenze dell’ideazione dell’“Aspi” (norma che regola e sostituisce l’ex sussidio di disoccupazione, ndr) poiché contiene requisiti assai ridotti, nei confronti dei lavoratori precari a contratto determinato – spiega il coordinatore della Camera del Lavoro di Novi, Gianfranco Marchesotti. – Sono stati modificati modi e tempi di erogazione dell’ex “sussidio”. Per cui, nel caso degli stagionali, si apre la disoccupazione, la si interrompe per procedere ai mesi lavorativi (di solito per la campagna delle uova di Pasqua), quindi la si interrompe in attesa di poterla riaprire per la successiva chiamata dell’azienda. L’avvicendamento si articola in 12 mesi. L’Inps calcola solo il periodo di spettanza. E come prevede l’Aspi è di soli 8 mesi che non sono sufficienti per beneficiare del sussidio di disoccupazione tra la prima e la seconda chiamata. Questo significa che già quest’anno le lavoratrici e i lavoratori con meno di 50 anni (per gli over

Spettacolo dei ragazzi dell’Aias Venerdì 6 giugno, grazie al contributo del Lions Club di Novi, i ragazzi dell’Aias hanno potuto mettere in scena il loro spettacolo annuale, frutto di un anno di impegno, studio e prove, finalmente in un vero teatro, il Teatro Giacometti di Novi. Il Gruppo alpini di Novi e numerosi altri volontari hanno fornito supporto tecnico. Locale strapieno per la rappresentazione dei “Promessi sposi”, in un adattamento di Alberto Basaluzzo, per la regia di Stefania Ferrari e con la partecipazione del parroco del Sacro Cuore, don Giuseppe, nelle vesti del cardinal Borromeo. Tutti bravissimi e applauditissimi gli attori: Chiara L., Chiara G.C., Giovanna, Salvatore, Andrea, Simone, Paolo B., Stefania, Massimo, Paolo P., Luca, Lucia. E le attività del gruppo si chiuderanno in bellezza domenica 14 giugno, ancora grazie a un’iniziativa del Lions club, con un’esperienza di gita in barca nel mar Ligure.

La colletta alimentare

50 rimane la regola dei 12 mesi) e hanno quindi diritto a 8 mesi di trattamento Aspi, la maggioranza si troverà ad aver esaurito tutti gli 8 mesi di trattamento economico. In passato, invece, l’erogazione era continua poiché partiva ogni volta dalla fine del contratto stagionale (o “a termine”)” e non dall’inizio”. Evidentemente l’ex ministro non aveva calcolato la tempistica degli stagionali che nel novese operano prevalentemente verso il periodo pasquale.

L’anno scorso, quindi, Pasqua ricadeva a marzo, mentre nel 2014 verso la fine di aprile. In questo lasso di tempo, essendo scaduti i requisiti per ottenere la “disoccupazione”, molti lavoratori stagionali rimarranno senza sussidio. Nel novese se ne contano oltre 200, prevalentemente impiegati nelle industrie dolciarie Pernigotti, Suissa, Gambarotta e Bodrato. Non si conta la Novi – Elah – Dufour, in quanto i dipendenti sono a contratto indeterminato.

Alla Pernigotti tira aria dolce

ciati sul mercato internazionale dal 2015, in particolare quelli asiatico e statunitense. In questa fase la Pernigotti si deve riproporre sulla rete di distribuzione puntando proprio sulle materie prime e sulla qualità. Quindi sul lavoro. C’è l’intenzione di mantenere

l’importazione vecchia e l’utilizzo sistematico dei lavoratori stagionali, come avvenuto negli anni passati che alla Pernigotti sono circa un centinaio. Considerate la ambizioni della proprietà, il sindacato misurerà sui fatti le intenzioni». (G.F.)

Dei Fr atelli Barbato

Assistenza - Impianti Elettrici Elettronici - Iniezione benzina Freni ABS - Autoradio Impianti gas autorizzati “LANDI” Meccanica generale

A AUTO UTO SOSTITUTI SO SOSTITUTIVA VA su p prenotazione renotazione e

I “PROMESSI SPOSI”

NUOVE POVERTÀ

La vertenza Segnali distensivi tra azienda e sindacati

Segnali distensivi tra Pernigotti e sindacati. Si è svolto venerdì sorso nella sede della Confindustria di Alessandria, il primo incontro che ha posto dinanzi i rappresentanti di Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil (rispettivamente Marco Malpassi, Enzo Medicina e Tiziano Crocco) col nuovo amministratore delegato, Massimo Potenza, scelto dal Gruppo Toksoz, nuovo proprietario del marchio. «Non si è trattato della presentazione del piano industriale come auspicavamo – dice Malpassi – tuttavia questo primo faccia a faccia col nuovo amministratore, proveniente dal prestigioso marchio “Barilla”, lancia segnali rassicuranti. Potenza ci ha presentato le intenzioni industriali del nuovo gruppo turco per i prossimi anni. Viene confermata la qualità di nuovi prodotti che saranno lan-

inbreve

INCENTIVI PER IL GPL (GAS)

IMPIANTO TO INIEZIONE IMPIAN 3/4 CILINDRI LANDI RENZO

DA D A € 1300 IVATO IVATO

POSSIBILITA SIBILITA TA A DI FINANZIAMENTO NANZIAMENTO à D FI IN OM MA M AGGIO IO BORSA BO PO RTARUOTA OMAGGIO PORTARUOTA

Via Novi 1 OVADA (AL) - Tel. 0143.86166 Fax 0143.86186 0143 E-mail: info@elett o@el rauto81.it

La povertà fa sentire la sua morsa ancora più stretta e dolorosa, per questo il Csva alessandrino, coinvolgendo le associazioni di volontariato del territorio, aderisce sabato 14 giugno alla Colletta Alimentare straordinaria che si terrà in tutta Italia. «Un’edizione straordinaria della popolare “Giornata Nazionale della Colletta Alimentare" – dicono i volontari- che si rende necessaria per far fronte all’emergenza alimentare che affligge il nostro Paese: sono oltre 4 milioni le persone in Italia che vivono grazie a pacchi alimentari o pasti gratuiti presso le mense, di questi oltre 400 mila sono bambini che hanno meno di 5 anni». I dati, allarmanti, dicono che circa 2 milioni di persone povere nei prossimi 4 mesi rischiano di non avere sufficienti aiuti alimentari. Infatti mentre le richieste di aiuto sono in continuo aumento, nei magazzini della Rete Banco Alimentare diminuisce la disponibilità di cibo. A breve anche il Governo dovrebbe dare il via all’attuazione del Fondo Nazionale che andrà a unirsi al nuovo Fondo di aiuti agli indigenti finanziato dall’Unione Europea. Ma l’emergenza è ora e quindi è necessario attivarsi per dare un concreto aiuto ai nuovi poveri. Il 14 giugno, nei supermercati di tutta Italia e quindi anche a Novi e provincia che aderiscono all’iniziativa, sarà possibile acquistare e donare alimenti a lunga conservazione, che poi la Rete Banco Alimentare distribuirà alle oltre 8.800 strutture caritative convenzionate, che ogni giorno assistono circa 2 milioni di poveri. In provincia la Colletta si realizza grazie al Banco Alimentare per la Provincia di Alessandria e il supporto del Csva. Si potranno acquistare olio, carne e tonno in scatola, alimenti per l’infanzia e tutto ciò che è al lunga conservazione. (M.P.)


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

8 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Associazionismo Il 5 di ottobre il cinquantesimo anniversario della Fidas

inbreve

Donatori di sangue a Novi

IL VOLUME

L’Indicatore novese

Si terrà in città il prossimo congresso regionale della Federazione REDAZIONE redazione@ilnovese.info

Donatori di sangue Foto di gruppo per alcuni partecipanti alla Associazione novese.

o malattie. Dal 2013 è gestita dal consiglio direttivo con presidente Maria Rosa Ballestrero, vice presidenti Gian Franco Tromba e Franco Tomasetti, Piero Scotto segretario. Della Federazione Fidas fanno parte ben 73 associazioni di donatori volontari di sangue, già sei solo in Piemonte, Torino, Ovada, Novi Ligure, Mondovì, Saluzzo e Cuneo. La caratteristica principale di questa associazione e dei gruppi che ne fanno parte è il costante aggiornamento sulle novità in molti ambiti da quello scientifico, a quello sanitario, da quello legislativo a quello politico. Da precisare che i donatori novesi sono raddoppiati negli

ultimi vent’anni, si è passati da 700 a 1413. Nonostante ciò, la festa sarà l’occasione ideale per riunirsi, ma anche un’opportunità per chi vuole avvici-

progetto

Quest’anno l’Andvs (Associazione novese donatori Volontari di sangue)compie sessant’anni di attività e il 5 ottobre 2014, giorno della Festa nazionale della federazione Fidas (Federazione italiana donatori volontari di sangue), il raduno regionale si terrà proprio a Novi Ligure. La festa sarà accompagnata da una sfilata con i labari di tutte le associazioni piemontesi di donatori di sangue. L’Andvs è un’associazione di volontariato facente parte del gruppo Fidas, sita in Via Mazzini 29/5 a Novi Ligure e svolge il suo importante ruolo dal 1954, dopo che si iniziò a percepire la necessità della donazione di sangue. Infatti la loro attività è mirata a diffondere questo principio con una forte sensibilizzazione delle masse tramite giornali, tv, radio, scuole, perché ancora oggi il dono del sangue è esperienza poco conosciuta e poco praticata dalla maggior parte degli italiani. Sono in molti a essere all’oscuro dei tre caratteri principali della donazione, anonimato, gratuità, volontarietà, e ancora molti ignorano lo scopo principale di questa associazione, cioè quello di aiutare persone in gravi difficoltà, bisognose di trasfusioni di sangue perché vittime di incidenti

narsi e saperne di più sull’argomento, ricordandosi che per aiutare una persona malata occorre essere “solo una persona sana”.

I ragazzi premiati In data 13 maggio 2014, ad Alessandria, è stato proposto il Progetto “Donare il sangue fa del bene e non fa male” finanziato dalla Provincia di Alessandria e dall’Avis di Gavi. Hanno partecipato gli studenti dell’Istituto Comprensivo Desimoni, che sono stati allievi alle lezioni di Paolo Maresca, direttore sanitario della sezione Avis gaviese. Annamaria Bisio, dirigente scolastico, spiega come i ragazzi abbiano potuto apprendere nozioni da temi importanti come la donazione, l’alimentazione corretta e il ruolo del sangue nel nostro organismo. Successivamente sono state scritte relazioni cartacee sottoposte poi a valutazione. Gli studenti premiati sono: Sara Mazzarello, Riccardo Massone, Domenico Scheday, Matteo Traverso, Giulia Leva, Greta Cristoforo. (RED.)

Sarà presentato giovedì prossimo, 19 giugno, alle ore 17.00 in biblioteca civica, l’edizione 2014 dell’“Indicatore novese”, realizzato dall’associazione culturale Orizzonti Novi. È la quarta edizione del volume, dopo quasi trent’anni dalle prime pubblicazioni. Anche quest’anno l’Indicatore ci conduce in un viaggio tra i luoghi, i ricordi e i volti della Novi del passato, ma ci racconta anche quello che oggi la nostra città propone nei più vari ambiti, dall’arte allo sport, alla cultura, fino alla cronaca dei nostri giorni. Ed ecco quindi un breve excursus sulla storia di Novi, tratto dagli scritti di Serafino Cavazza, dalla leggenda dei Nove Castelli alla Battaglia di Novi, fino all’avvento delle grandi industrie. Quindi un interessante viaggio conduce i lettori tra i tesori della Trinità, purtroppo ancora chiusa per restauri che tardano a vedere il compimento, riscoperti grazie a una mostra allestita nel 2013 presso il Museo dei Campionissimi. Quest’anno cadono alcuni importanti anniversari, e l’Indicatore non poteva non ricordarli: i trent’anni del Centro d’Arte Pieve, dove sono passati tanti pittori novesi, e i settant’anni del tragico bombardamento del 7 luglio 1944, che tanti danni e tanto dolore causò alla nostra città. Poi alcune curiosità: il racconto del pellegrinaggio di alcuni novesi a Roma nel 1750 per chiedere al Papa il corpo di un martire, ovvero san Prospero, compatrono della nostra città la cui urna si trova alla Maddalena. (RED.)

San Pietro La quattordicesima edizione della rassegna

onoranze funebri

. . . cit Professionalità, totale assistenza che generano armonia e conforto

Quei canti della montagna... Sabato 14 giugno alla chiesa di San Pietro, in via Roma a Novi Ligure, quattordicesima edizione della rassegna “I Canti della Montagna – memorial Giorgio Garavelli”. Alle ore 21.00 prenderà il via la manifestazione che vede la partecipazione di affermate formazioni corali: quest’anno, oltre al Coro Montenero di Alessandria, toccherà al Coro Alpi Cozie di Susa, che nella sua ultracinquantennale attività vanta più di 1.800 concerti e trasferte in quasi tutti i cinque continenti. Il patrocinio all’iniziativa dell’amministrazione comunale di Novi Ligure e della provincia di Alessandria, la consueta e preziosa collaborazione del Gruppo Alpini cittadino nonché la cortesia personale del parroco don Livio, hanno fatto si che questa rassegna ca-

nora diventasse una delle più importanti e seguite della tarda primavera novese. L’appuntamento di sabato assume un significato particolare, in quanto ricorre il quarantesimo anniversario di fondazione del Montenero. In quel lontano 1974, tra quel manipolo di appassionati che diedero vita al Coro, molti erano gli Alpini novesi, tra cui il

compianto Arturo Pedrolli. Dal 1998 la direzione del Coro è stata affidata al maestro Marco Santi, diplomato in pianoforte, composizione e direzione d’orchestra. In occasione del 35esimo anniversario di fondazione, il Coro ha inciso il cd “Là dietro ai monti” e ha tenuto una tournée negli Stati uniti d’America (California). (E.D.)

Servizio continuato

24 ore su 24

%

via Giacometti n. 22 (Palazzo Pallavicini)

Novi Ligure

0143 2411

AZIENDA AGRICOLA NOI SIAMO QUI CAPRIATA D’ORBA (AL)

STRADA PER S. CRISTOFORO

SAN CRISTOFORO

%" 0+72*2 )/'66.)2 +:75' (587 %" 0+72*2 )/'66.)2 526+ '-180 /7

##

0/

  21,+55'72 

'5(+5' *+/ 2/)+772 *. 9'*' 257+6+ *+// /72 21,+55'72 9'*' '5(+5' *+/ 21, '5(+55.48+ %.12 *' 89+ '33'6.7+ " ""

&+%

" $"

2/)+772 *. 9'*' '5(+5' *+/ 21,+55'72 257+6+ *+// /72 21,+55'72 .+0217+ '5(+5'

"75'*' 3+5 "'1 5.672,252 '6).1' +17./+ ! # ; ! #+/ + ': +// *'1.+/+ 2**21+ -0'./ )20


ovada

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

9 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La presentazione Prima uscita per la squadra di Lantero: al Bilancio Pastorino, all’Urbanistica Dipalma, alla Cultura Pareto, ai Lavori Pubblici Capello, all’Igiene Ambientale Subrero

Esordio per il nuovo Consiglio: subito commissioni e bilancio Delucchi passa la mano alla Gaggero. “Il gruppo sarà unito e di stimolo all’Amministrazione” EDOARDO SCHETTINO ovadese@alice.it

Si riunisce questa sera per la prima volta il nuovo Consiglio Comunale, quello scaturito dall’esito del voto del 25 maggio scorso. Esordio quindi per i nuovi assessori, ma anche per una compagine della Minoranza profondamente modificata. Non ci sarà tra i banchi dell’opposizione Emilio Delucchi, il candidato sindaco di “Essere Ovada”, incompatibile a causa del suo ruolo di direttore del Consorzio Servizi Sociali. Al suo posto Anna Maria Gaggero, a fianco di Mauro Rasore. «Sono molto dispiaciuto ma non c’era altra strada – ha commentato Delucchi– il gruppo resterà unito per fare da pungolo

Simone Subrero

Grazia Dipalma

all’Amministrazione”. La sua squadra, il neo sindaco Paolo Lantero, l’ha varata mercoledì scorso. Poca curiosità sui nomi, ampiamente previsti. Qualche dubbio in più sulle competenze. L’ex coordinatore del circolo del Pd, Giacomo Pastorino, sarà assessore al Bilancio occupandosi anche di marketing territoriale. Sergio Capello, indipendente, si cimenterà con i Lavori Pubblici, la Viabilità e il Servizio Idrico Integrato. L’altra indipendente Grazia Dipalma raccoglie il testimone dello stesso Lantero all’Urbanistica alla quale aggiunge anche l’Istruzione e la Formazione Professionale. Roberta Pareto (Pd) si occuperà di Cultura, Manifestazioni e Eventi. L’esponente di Rifondazio-

Sergio Capello

Roberta Pareto

La scuola I primi risultati degli scrutini di fine anno scolastico

Piùpromossiallemedie, pochi‘sospesi’alleMadriPie Scende ancora il numero degli alunni “non ammessi” (quelli che una volta erano i bocciati) nella scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo “Pertini”. Nelle classi prime e seconde, dopo diversi anni, la percentuale del promossi è risultata infatti superiore al 96% e solo 7 alunni su 217 (pari al 3,2%) non è stata ammessa alla classe successiva. Si tratta di una tendenza in atto da alcuni anni. Nel 2011 il 5,5% era stato “fermato”; l’anno dopo però la percentuale scendeva al 4,6%; nel 2013 calava ancora di poco sotto il 4% (3,98, per la precisione) e quest’anno c’è stata un’altra

“limatina” al ribasso. Nelle classi prime i non ammessi sono stati in tutto 4, mentre nelle seconde 3, ma concentrati tutti nella II E che, con l’oltre il 10% di bocciati, rappresenta un po’ (almeno dal punto di vista statistico) l’eccezione alla regola. Tutti promossi invece alla secondaria di primo grado dell’Istituto S. Caterina – Madri Pie, come da tradizione. Cinquanta erano gli iscritti, nelle due prime e nella seconda, e cinquanta sono stati gli ammessi alla classe successiva. Qualche novità invece, sempre all’Istituto Santa Caterina, si registra al Liceo Linguistico e al Liceo delle

ne Comunista Simone Subrero avrà la competenza sull’Igiene Ambientale, l’Assistenza e Integrazione Sociale, i Trasporti. Per se Lantero ha conservato le competenze su Sanità, Protezione Civile, Ambiente e Gestione del Personale. Ordine del giorno tecnico quello previsto per stasera: c’è da nominare le diverse commissioni. Nell’occasione si scoprirà anche chi sarà il capogruppo della Maggioranza, deciso in una riunione andata in scena mercoledì 11 col giornale già in stampa: l’occasione per riconsiderare la posizione di Flavio Gaggero, assessore nella passata tornata, e per ora senza un ruolo. “La mia concentrazione – ha commentato Giacomo Pastorino, che sarà anche vice sindaco, subito dopo la no-

Scienze Umane (escluse le classi quinte). Rispetto allo scorso anno è aumentata la percentuale dei “non ammessi”, passati dallo 0,8 al 2,1%, mentre è letteralmente crollata quella degli alunni col “giudizio sospeso” (un tempo erano i “rimandati”): nel 2013 erano l’11,2 % mentre ora sono solo il 2,1%. Se si pensa che nel 2012 i “sospesi” erano il 18,3%, si può quasi parlare di una mezza rivoluzione. Il risultato finale quindi è stata la crescita del numero dei promossi, 91 su 95, pari al 91,8%: non sappiamo se si tratta di un record, ma certamente è un esito notevole.

mina – andrà totalmente al bilancio di previsione che per forza di cose sarà tecnico, dato il poco tempo a disposizione. Vogliamo però provare a dare qualche indirizzo e coinvolgere comunque le associazioni”. “E’ un dato di fatto – la prima dichiarazione di Sergio Capello nel suo nuovo ruolo - che i soldi sono quelli che sono, che il patto di stabilità ci lega le mani e che il personale a disposizione del Comune è sempre meno. Senza contare che dobbiamo ancora redigere il bilancio del 2014 e quindi ancora non so quale sarà il budget a disposizione. Per certi progetti non si potrà procedere prima di 6 o 7 mesi. Ma in città ci sono tanti problemi di manutenzione ordinaria sui quali si deve e si può agire subito”

Giacomo Pastorino


ovada

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

10 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Il furto Le altre tre sono state nel frattempo già rimosse

La campagna In questo fine settimana

Vandali in azione rubano la tartaruga della fontana

Terremoto e rischi: militi della Croce spiegano cosa fare

DANIELA PRATO ovadese@alice.it

Ci tocca parlare nuovamente di vandalismo. Pochi giorni fa è stata portata via una delle tartarughe ornamentali della fontana di piazza dei Cappuccini. Una bravata di cattivo gusto avvenuta a ridosso del Marcatino dell’Antiquariato. E dire che la fontana era stata rimessa a nuovo con un intervento di restauro andato in scena solo qualche anno fa. “Gli ovadesi hanno a cuore la loro città e le cose belle e sono certo che non sia stato nessuno di loro a trafugare la scultura – è stato il commento del sindaco Paolo Lantero - Ma abbiamo comunque deciso di evitare che gesti simili possano ripetersi ancora”. Nell’immediato sono state rimosse anche le tre sculture superstiti in attesa di trovare un modo per ancorarle al basamento e di fatto impedire che siano portate via. Nel frattempo è stata avanzata una denunzia contro ignoti. Piazza dei Cappuccini, ora che le belle serate estive lo consentono, è spesso meta dei ragazzi giovani che stazionano nell’area del parco Pertini anche fino a notte tarda. Quello del non rispetto della cosa pubblica è un problema sempre molto urgente. Pochi mesi fa, a farne le spese an-

che la Scalinata di piazza Castello, deturpata nella sua sommità superiore, da scritte colorate e segni. Nelle scorse settimane dall’Ufficio Tecnico del Comune hanno fatto capire di non aver messo in cantiere un intervento per rimuoverle. E così sembra che nel complesso si chiuda un occhio nei riguardi di chi si rende protagonisti di gesti di questo tipo. Indirettamente collegato

Brutte abitudini Gli angoli riammordernati della città sembrano essere bersagli facili di atti contro il patrimonio pubblico. Altro esempio: la scalinata di piazza Castello.

c’è anche l’aspetto di ridare frequentazione a spazi della città che sembrano una calamita per i vandali. In questo senso rimane da decifrare il rebus su cosa installare all’interno dei due torrioni ricavati dalla ristrutturazione della scalinata stessa. In questo senso siamo fermi alle ipotesi pre elezioni, in particolare allo Iat il cui ufficio però ha un senso ben preciso anche nel centro della città.

Periodo intenso quello in casa della Croce Verde Ovadese onlus. Nel fine settimana i volontari dell’ente di largo 11 gennaio saranno impegnati nella quarta (seconda nella nostra città) edizione della campagna “Io non rischio”, iniziativa promossa dall’Anpas con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico e suggerire norme di comportamento per minimizzarlo. I militi che hanno frequentato l’apposito corso, unitamente a tre rappresentanti del gruppo comunale di Protezione Civile, saranno in piazza Assunta nelle giornata di sabato 14 e domenica 15 giugno, pronti a rispondere a ogni domanda consegnare materiale divulgativo. Ancora una volta, al centro della manifestazione ci sarà il totem, la struttura di cartone concepita come rassegna rapida della storia sismica del nostro territorio, supporto visivo di come è necessario comportarsi in caso di scossa. Ancora più significativa la settimana del 20 giugno. In quella data partirà infatti il week end gastronomico, la festa organizzata ogni anno per raccogliere fondi a sostegno delle attività dell’ente e per l’acquisto di materiale sanitario. Saranno quattro giorni, l’ultima serata sarà quella del 23 giugno, con il menù oramai collaudato. Ma l’occasione è ancora più significativa perché nella mattinata di domenica 22 è prevista l’inaugurazione della 76, la nuova ambulanza acquistata negli ultimi mesi e che sarà utilizzata nelle operazioni di soccorso dei pazienti dell’Ovadese. Il programma prevede la messa, dalle 11.00 presso la Parrocchia di N.S. Assunta, la successiva benedizione del mezzo alle 12.00. Di tutto questo leggete più diffusamente nello speciale “Croce Verde News” nella parte centrale di questo numero.

La festa Presso il Santuario di S. Paolo; il 14 giugno la cena

Musica sacra coi Little Pipers Associazione Over 50

4 --) % 1%)(" *%3 )( -"!" %( 0% ,)..% ),# (%11 /( -)##%),() 0"() -/& #) ##%)," ("% #%),(% &/#&%) #%)0"!2 " 0"(",!% *,"--) %& ,/**) & ",#$%",) $", )."& %( ) -%)(" !"& )($)*+) *)+# )%+&# &,,-*# -+&$#

" ! 4 ,." !"&& !"- ,%1%)(" )( , ( "- )

,+/%(%

)"-% " &4"!/ 1%)(" !"% -"(.%'"(.% )( &%) " ), "! %(+/" -"(-% !"&&4 ,." )( (,% ) "( #&%

"

0 ,"'% 1%)(" !"% -/*",0%( %.),% !"& )( ),-) "! %(+/" -"(-% !"&&4 ,." )( (,% ) "( #&%

)"-% " &4"!/ 1%)(" !"% -"(.%'"(.% )( &%) " ),

! ./, , $%."../, )( %( &&)..

& $%'% !% /( %( )(.,) "!

"

&/ .&#

" )( %& ' "-.,) %( "(1)

" %&%**)

,%'

*),,&

Il 30 maggio, nell’ambito delle manifestazioni per il ventesimo anniversario della dedicazione del Santuario di corso Italia a San Paolo della Croce, il gruppo dei “Little Pipers” hanno offerto un suggestivo concerto di musica classica e sacra. I sei musicisti – il Prof. Francesca Bottero, il Prof. Matteo Cagno, Beatrice Pastorino, Carlotta Lantero, Elisa Zunino, Andrea Succio - diretti dal poliedrico Prof. Giorgio Ratto, hanno proposto brani di Haendel, Mozart, Bach tratti da alcune delle loro opere più famose di musica sacra con una particolarità: i flauti al posto degli archi. Se è sempre piacevole ascoltare musica, ancor di più lo è stato ascoltando questo ensemble dal vivo e composto da giovani studenti e Maestri della nostra zona. Come la preghiera anche la musica

sacra, ha osservato don Giorgio ringraziando artisti e pubblico presente, sa offrire all’uomo di oggi un momento di pace così ricercato, mai come in questi tempi, dall’animo umano. I festeggiamenti per l’anni-

versario della dedicazione proseguiranno ancora nei locali sottostanti il santuario con la cena prevista per il 14 giugno, a cui sono invitati tutti, Ovadesi e non, purché dotati un buon appetito.


ovada

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

11 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

L’indagine Più del 35% dei nostri concittadini ha più di sessant’anni e pertanto …

Ecco i malanni degli ovadesi

inbreve IL PROGETTO

Gli studenti Le patologie? Quelle del sistema respiratorio, circolatorio, nervoso, visivo e uditivo per l'ENPA nonni e, in quanto tali, spesso ricoprono anche il ruolo di baby-sitter. “E poi, nel mondo femminile, c'è l'inesorabile menopausa - sottolinea Anita, casalingaLa mia, con caldane e disturbi vari, è iniziata tanto tempo fa che quasi non ricordo neppure più di avere avuto il ciclo”. Le persone intervistate dimostrano sempre e comunque un buon rapporto con le proprie patologie, seguendo, involontariamente, i consiglio di Michele Gallizzi, medico acquese che nel suo libro “Versi malati” induce gli anziani, e non solo, a curarsi con il sorriso. Il libro contiene una serie di poesie in rima che ironizza sui malesseri più comuni e, come farebbe un buon prontuario medico, dà anche la soluzione...

Il 20% della popolazione di Ovada ha più di settant'anni e il 35,1% ne ha più di sessanta. Un’età, questa, in cui incominciano a manifestarsi acciacchi e malanni di ogni genere e momento in cui i controlli da medici e specialisti diventano sempre più frequenti. “Il medico della mutua e i farmacisti sono ormai parte della famiglia- scherza Gino, settantotto anni, mentre prende la pastiglia per la pressione- e tutto va bene fino a quando è possibile metterci una pezza”. Fortunatamente, infatti, è emerso da accurate statistiche sulla popolazione italiana che solo il 17% degli anziani soffre di gravi problemi di salute tanto da non essere autosufficiente. Tralasciando le infermità più gravi, quali sono, allora, i principali disagi cui si va incontro superata la fatidica soglia? Tra le patologie croniche più frequenti si trovano quelle a carico del sistema osteo-muscolare, specialmente fra le donne, seguite dalle patologie del sistema respiratorio, circolatorio, nervoso, visivo e uditivo. A proposito di questi ultimi, la conferma ci arriva da Paolo, pensionato: “Se si ha la fortuna di arrivare con una buona vista e un buon udito alla

Ma si ci scherza su “Il medico della mutua e i farmacisti sono ormai parte della famiglia” – ci dice Gino, settantotto anni, mentre prende la pastiglia per la pressione

nostra età, è praticamente impossibile esserne esenti negli anni futuri. C'è un calo di queste funzioni e si è costretti almeno all'uso degli occhiali... Per l'apparecchio, dico io, c'è ancora tempo!”. “La gran fatica è alzarsi dal letto anche se poi, dopo mezz' ora di attività, si risvegliano tutti i muscoli, o quasi, in modo da poter svolgere le mansioni che mi sono prefissata con i nipoti” afferma Giovanna, ex infermiera. Non dimentichiamo, infatti, che molti anziani sono anche

Il bilancio Lions Club di Ovada

17-22giugno

SIMONETTA ALBERTELLI ovadese@alice.it

“Festa del Tempo 2014” Nella settimana dal 17 al 22 giugno prossimo l’Associazione Culturale e Banca del Tempo “l’idea” organizza, presso la Sala Mostre di Piazza Cereseto, la Festa del Tempo 2014: una serie di incontri per far conoscere le attività che l’associazione ha svolto in 17 anni di vita. I pomeriggi saranno rivolti ad illustrare ai visitatori le iniziative realizzate ed i futuri progetti, mentre alla sera (ore 21) si svolgeranno 5 eventi: martedì 17 si inizia con “Illocality”, vita, lettere e poesie di Emily Dickinson a cura di Vittorio Rebuffo e Paola Cannatà; mercoledì 18 “Ovada meteo”, guida all’interpretazione dei dati fornita dalla stazione meteo della BdT , a cura di Pino Giancotti del Centro Meteo Ligure; Giovedì 19 “Serata d’Arte” a cura di Ermanno Luzzani; Venerdì 20 “Introduzione all’ascolto del Jazz” a cura di Andrea Gaggero; Sabato 21 “le foto di Photo 35”, proiezioni a cura del Club Fotografico Photo 35.

Le iniziative Un incremento, rispetto all’anno scorso, pari al 25%

Aiuto allo Splendor, Estate ricca di appuntamenti il risultato è ok per la piscina del Geirino Tempo di bilanci per il Lions Club di Ovada, che ha organizzato il 18° meeting annuale alla Tenuta Montebello per fare il punto della situazione sul cinema Splendor. Due progetti che sono stati seguiti con particolare attenzione dal Club presieduto da Giulio Morbelli, che a fine mese sarà sostituito da Fabio Raffaghello per l’inizio del nuovo anno lionistico. Il presidente uscente ha consegnato al parroco Don Giorgio Santi un assegno di 18.200 euro, che rappresentano il ricavato delle attività svolte dai Lions a favore del cinema, a partire dalla lotteria. Questo permetterà alla Parrocchia – proprietaria dello Spendor – di pagare le rate mensili da 700 euro per estinguere il finanziamento quinquennale. “Sono commosso e meravigliato per la vostra intuizione – ha detto Don Giorgio Santi –. Grazie alla vostra collaborazione e all’aiuto di varie associazioni (tra cui il Comune) abbiamo dato futuro a un servizio per la cittadinanza”. Anche le scuole di Ovada hanno potuto beneficiare dello Spendor durante l’anno scolastico appena terminato, con proiezioni ed eventi riservati agli alunni. “I nostri progetti con i ragazzi delle medie e delle superiori proseguiranno” – ha detto Giulio Morbelli rivolgendosi ai dirigenti scolastici presenti alla serata. “Ho già avuto modo di collaborare con il Club in passato – ha affermato il sindaco Paolo Lantero –. Guardando al futuro credo che si possa fare molto per la città”.

Grande attesa per la riapertura della piscina del Geirino, che da sabato pomeriggio e per tutta l’estate resterà scoperta e ricca di appuntamenti – tra cui stage e campus – di varie discipline: calcio, basket, pallavolo e ginnastica ritmica. «Quest’anno – dice il manager del complesso, Andreas Brignoli - avremo almeno il 25% di attività in più rispetto al 2013 e un raddoppio dell’utenza». Si prevede un flusso di circa 1000 atleti, a partire dal ritiro di 2 giorni dei ragazzi del Lugano Basket. «In programma – aggiunge Brignoli – abbiamo molte iniziative, incentrate soprattutto sui campus per i bambini tra i 6 e i 10 anni. Dal 16 giugno avremo un appuntamento a settimana». Si comincia con il Genoa Camp per i baby cal-

Bomboniere

ciatori, il campus specializzato di basket, il ritiro del PegliVolley. Dal 23 al 29 giugno sarà la volta delle atlete della ginnastica ritmica, che per il secondo anno saranno al Geirino per uno stage con la coreografa della nazionale Francesca Frassinello. Tanti appuntamenti anche in piscina, con il centro estivo «Estate qui» (la seconda parte si svolgerà al centro sportivo) e con i tornei di beach volley e beach soccer, che vanno a integrarsi con la scuola di

latino organizzata da Mambo Rico (a partire dal 26 giugno). Il tutto nella speranza di ridare fiato al Consorzio Servizi Sportivi, bloccato dai costi sostenuti per la bonifica dei rifiuti rinvenuti durante i lavori di costruzione della vasca. «Vorremmo investire, ma quella spesa ci obbliga a tagliare: confidiamo nel fatto che la nuova amministrazione voglia ancora puntare sul Geirino» è l’appello di Mirco Bottero, presidente del Consorzio.

Al mercato di Sabato 7 giugno, in via Cairoli, uno stand diverso dal solito ha attirato l'attenzione dei visitatori: era quello dei ragazzi della Scuola Media Pertini a favore dell'ENPA di Ovada. Nel corso dell'anno scolastico i ragazzi della scuola hanno partecipato ad un laboratorio artistico avente tema "Riciclo creativo". Ogni ragazzo, aiutato dall'esperto, ha elaborato un oggetto usando fantasia, manualità, nozioni artistiche acquisite, tecniche e soprattutto materiale di riciclo: carta di giornale, cartoni, bottiglie di plastica, contenitori per uova, CD, barattoli e quant'altro. Il manufatti creati sono stati venduti appunto durante la mattinata di sabato 7 giugno e il ricavato, più di 500 euro, sarà consegnato dal Dirigente scolastico Patrizia Grillo all'ENPA. Si tratta di un progetto che ha messo insieme due filoni didattici: l'educazione all'ambiente e al riciclo e il rispetto per gli animali e la natura.

TRIBUTI

Acconto IMU Il Comune di Ovada ad oggi non ha deliberato le aliquote 2014 per i tributi IMU e TASI. Pertanto il versamento dell'acconto IMU, relativamente ai soli immobili diversi dall'abitazione principale e sue pertinenze, dovrà essere versato entro il 16 giugno prossimo sulla base delle aliquote già applicate per l'anno 2013. La scadenza per l'acconto TASI è di fatto prorogata alla data che verrà a breve indicata da un'apposita norma statale (presumibilimente il 16 settembre o il 16 ottobre).

DAL COMUNE

Una causa presso il Tar Il 26 maggio scorso l’amministrazione comunale ha versato allo Studio Legale Casavecchia – Santilli e associati con sede a Torino, la somma di 1373 per il patrocinio legale a favore del Comune nel ricorso al Tar Piemonte presentato da un gruppo di dieci cittadini ovadesi contro un’istanza di demolizione di un manufatto.

Sartoria specializzata in Abiti da Sposa Cerimonia uomo e donna

Via Grassano, 62 - 15122 San Giuliano Vecchio (AL) Tel./Fax 0131 387372


ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

12 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

*% ' !* #) $'" ( #*$( % #( ) % ' '"$# . . '( ! $#) ()$ # ! &* ! # ' ##$ #( ' '( + *#$ (% . $ ') # ! $# * ( ' %%'$%' &* ( #&* #)7 ## ()$' " #* ! )/ $# ! % ( ( $# !7 " . $# % ' ! ! ' "%' ( 7! )' ' + ( (# %' ! %'$(( "$ * #$ # !$ ! !!7 , ! # ' ..$! ( 7 ##$ +$!*) $(2 ($ '!$ ' '$# ' ' ! # *. *#$ (% # '% ' ' ' !! . $ " !! " )' &* ' ) " ! ()' + )'$ % #$ % .. + '$ %'$%' $ ') # )$ '$%' $ ' ' ! # *. ##$ !! (% !! *#7 (% ' #. + #) ## ! # ! "%$ ! $ "$! )*' ( $" )*' ' ! .. . $# '' # ' () !!$ (% $' (* + )' % # % ' # $# ' %' # % ! %'$ $)) # *( ) !!$ () ! " #)$ 5 ' +$! "$ 4 '!$ ' '$# 4 ($%' ))*))$ ! # " ' (% + )' ' ( '' " #) () ' ) )) $# *# $ $ ' * ' $ !! ( #. %' + ) "$ # ' $ $# '' #$()' %'$ $)) $ # ) %$ $'" ( $# !! ( #. #$()' ! #) 6 5 " # $# )'$!!$ #*" ' $ 4 *# ' ' ( '+ # $ ! ()'*" #) ! " () ' % 3 *) ! .. ) 4 $# *#$ ( #) ' ( ' ! + )'$ $# ' ' ! ! ( $" ' () 6 ' !! #) .. $' ! + ) !* ) 1 &* !! )% !" ) ' ! ! + ' $# *# ')$ $' $ !$ ! " # ' $ ( * !! % ' . $# )*)) ! # . $# #( ' ) # ! !!7$% ' )$' . $# # $ *# ))$ 7 &* # (( ' $ % ' ' ' ' ! "$! ) ! #$ !* #$ ! ! ()' "% # $ " #) ) ! $'" . $# ' ' ( $# $ ' ))*' '$))*' ! " # ' ! .. *'+ + '( "% .. $# ' # $ !! ! ()' ! ( $" ( ' ) + '($ ! ( () " $' . $# 5 % ') !! ' ! .. . $# ! "$ !!$ # %+ (* * + # #) ! )$ ! ( #$ 4

! # *. "$()' # $ ! " ( ' % ' ! ' ! .. . $# ! ' )' ))$ ! (( $ ' ! # $#'$ # ' $! 4 # !! ( $# ( ( *) ! .. %$ ! ( )' ( + # $ +*$) ' %$') &* #)$ ( # )$ ))$ + ' $% #)$ ! (*!! ! ()' 6 ! ' (*!) )$ # ! 1 *# $ * "$) +$ $'# " #) ! !$ ' # *# $ % '($# ! . . )$ # )*' ! $"%! " #)$ '' $ % ' "$ ! ! "% (% %$') #) '# ' % # &* #)7 !)'$ ( ' ! .. ! # ' () !!$ ! ( # $# #) )) ! # )* ' ! !*" #$( )/ 71 *# ! " $') )' &* () #*$+ ++ #)*' "%' # )$' ! ! % (( )$ ( " $! '!$ *' $ '$ ' # (% ')$ !! ! +$' 1! . $# ! + )'$ "$!)$ $#$( *)$ # ))/ % ' ! (* ' ! .. . $# '$%' $ !! (* $#$( #. 1 # ) *# !! ()$' % 3 ( # $! ' ( # )+ ! + !$' &* #)$ ' ! .. )$ # ! ## % (( ) (* ! )/ 1 # )) () ) ( !) !! '' ' % ' ! ' ! .. . $# # ' () !!$ 5 7 % ') )$ )*))$ # (*$ ' )) ' () " ' ' !)/ $# ! *+ #)*( 4 ' $#) !$ () (($ '$ 4 " ! " ' # % (( $# 1 ( "%' () ) &* !! !! ( * ' ' # !!$ +$' ' % ' !$'$ 1 () )$ *# ' # $' $ ! $ $!)' 0 "$) +$ ' ) . $# % ' ($# ! 6 # ! ( ' ) !)'$ %' () $($ ' # !!7 *)$"$ ! !*(($ ) ! # ( 1 %$ ) !! (* )) ' %%' ( #) #. " # % ' ' ! .. ' (*$ $ $# ' # !! $ ( $# % ') $! ' 5 # !$'$ 4 *# '$ % '! # $ ' ! # 4 '+ $ ! " () (( % (( $# 6 5 ' ) #) ## $ ! +$' )$ # ! !7 . # !)' 4 "$) + $(2 ! (*$ % (($ ' ' 4 $' $ +$!*)$ + ' ' $( ( %'$+ $ ()'* ' &* ! $( # %'$%' $6 5 7 ( "%' &* ! ! +$'$6 $# '" ! # *. (* " # ($#$ *# %'$+ &* #) $' &* #)$ "% #$ % ' &* ( ' ! # (( ' " () .. $# ! ) #

-

-

/

! $, *, " )#%$ &#)'#( + ! ! .

*


ovada

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

13 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La manifestazione Appuntamento alle 15,30 alla Soms di Ovada sabato 14 giugno

inbreve

La voce di Enrico Berlinguer

SCUOLA

Ovadesi bravi in chimica

L’incontro si aprirà con un filmato presentato alla 70ª Mostra del Cinema di Venezia Gli organizzatori si augurano di poter vivere una giornata nel ricordo di Enrico Berlinguer, insieme a quei tanti che sanno bene che “tutto è cambiato da allora”, a parte lo sfruttamento dell’uomo sull’uomo e quindi è ancora necessario impegnarsi affinché la democrazia torni ad essere luogo dove uomini e donne si organizzano per discutere, decidere, contare e rompere così la terribile potenza di un’economia mondiale globalizzata, iniqua e dannosa per l’intero pianeta. La giornata che, come si diceva, è organizzata dalla Fondazione Longo, ha ottenuto il patrocinio dell’amministrazione comunale di Ovada nonché la collaborazione della Soms, dell'Arci del “Borgo” di Ovada , della Policoop e dell’Archivio fotografico de L’Unità.

La Fondazione Luigi Longo di Alessandria organizza ad Ovada ( Soms via Piave 30) sabato 14 giugno una giornata dedicata ad Enrico Berlinguer, figura centrale della politica italiana di cui quest’anno ricorre il trentesimo anniversario della morte. L’incontro si aprirà alle 15,30 con il filmato di Mario Sesti e Teho Teardo “La voce di Berlinguer”, presentato fuori concorso alla 70° Mostra del Cinema di Venezia. Sull’onda del discorso di chiusura del Festival Nazionale de L’Unità del 1981 a Torino, scorrono le immagini delle masse di uomini e donne che hanno vissuto e animato le piazze del Paese dal dopo-guerra fino agli anni ’80 per la conquista della dignità del lavoro e per migliorare l’umanità. La voce di Berlinguer affronta sia temi vertiginosi come la ricerca della felicità, che quelli più aderenti alla materialità, come la conquista di un nuovo modello di sviluppo e poi la annosa e (purtroppo) attualissima questione morale. Questa voce austera e ritmata, al tempo stesso, assume più che mai la forza e l’autorevolezza di un pensiero ormai così lontano dal vuoto di idee politiche che caratterizza il nostro presente, un pensiero così distante da apparire, allo stesso tempo, toccan-

I relatori L’ex senatrice Carla Nespolo, presidente dell’ISRAL, Aldo Tortorella, dirigente storico del PCI, e lo storico Alexander Hobel, autore di una biografia di Luigi Longo

te e doloroso. I relatori del pomeriggio saranno: Carla Nespolo, oggi presidente dell’ISRAL, è stata per anni eletta nel collegio senatoriale di Acqui – Ovada - Novi ed il suo legame con questo territorio è ancora vivo e persistente; Aldo Tortorella, che fu membro dell’ultima segreteria nazionale diretta da Berlinguer, più volte deputato e dirigente storico del P.C.I ed infine lo storico Alexander Hobel, che è l’autore della biografia di Luigi Longo dal titolo” Luigi Longo: una vita partigiana”.

scuola

STEFANO DANIELLI ovadese@alice.it

Scambio di classe …polacco Prosegue l’esperienza dello scambio di classe all’Istituto S. Caterina: il prossimo anno scolastico 11 studenti delle classi IV Liceo Linguistico e delle Scienze Umane saranno coinvolti in un progetto interculturale con 11 studenti della città polacca di Bielsko Biała. La città sorge ai piedi dei monti Beschidi ed è una nota località turistica. La referente per lo scambio è la prof.ssa di Inglese Marcella Barisione, che prosegue così l’esperienza della collega Elisa Olivieri: i contatti sono stati resi possibili da Intercultura. Si stanno mettendo a punto gli adempimenti formali e gli accordi circa i periodi dello scambio: in autunno i polacchi verranno in Ovada e gli studenti dell’Istituto S. Caterina si recheranno in Polonia in primavera. In entrambi i casi gli studenti sono ospitati nelle famiglie per un periodo di circa 10 giorni e parteciperanno alle attività programmate nella scuola di pertinenza.

L’evento Promosso dal Rotary Club

Scuola Grazie alla collaborazione con la Polizia Municipale

Serata di danze per la solidarietà

All’Istituto “Carlo Barletti” l’educazione alla legalità

Si è svolto il 30 maggio scorso al palazzetto del Geirino il sesto “Rotary Dance Festival”, una manifestazione a scopo benefico promossa ed organizzata dal Rotary Club Ovada del Centenario. Al termine della serata è stata consegnata una pergamena ai partecipanti, agli sponsor ed a tutti coloro che hanno fornito un aiuto per la realizzazione di questo evento. Nella foto, la coppia di classe “AS internazionale” Sabrina ed Alessandro Tecchio insieme ad Antonella e Gianni Franza, questi ultimi "solo" di classe A2

Si sono svolti nel maggio scorso alcuni incontri di “Educazione alla legalità e alla sicurezza stradale”, tenuti dall’agente della polizia municipale. Marco Maggio e rivolti alle classi dell’Istituto d’Istruzione Superiore “C. Barletti”. L’iniziativa aveva lo scopo di far conoscere la natura e la funzione delle regole nella vita sociale, i valori della democrazia, l'esercizio dei diritti di cittadinanza. Educare alla legalità significa infatti elaborare e diffondere la cultura dei valori civili, consente l'acquisizione di una nozione più profonda dei diritti di cittadinanza, partendo dalla consapevolezza della reciprocità fra soggetti dotati della stessa dignità. L’agente Maggio ha sottolineato come tutto ciò aiuti a com-

prendere meglio l'organizzazione della vita personale e sociale che si fonda su un sistema di relazioni giuridiche e, dunque, sviluppi la consapevolezza che condizioni quali dignità, libertà, solidarietà, sicurezza non possono considerarsi come acquisite per sempre, ma vanno perseguite e, soprattutto, protette. L'educazione alla legalità tende, quindi, a facilitare la partecipazione responsabile alla vita sociale, sviluppando la concezione del diritto come

espressione del patto sociale, e valorizzando la nozione di interesse comune. Per questo il Dirigente scolastico, la dott. ssa Laura Lantero, e tutti i docenti dell’istituto “Barletti” ringraziano il Comandante della Polizia Municipale, la Dott.ssa Laura Parodi, e l’agente Marco Maggio che hanno realizzato e realizzano progetti specifici nelle scuole con la finalità di costruire percorsi che rafforzino il concetto di legalità nei giovani.

Si sono concluse da pochi giorni le selezioni regionali delle Olimpiadi della Chimica, che si sono svolte presso la Facoltà di Chimica dell’Università del Piemonte Orientale di Alessandria. Gli alunni della classe IV B del Liceo Scientifico “Pascal” di Ovada, che hanno partecipato alla manifestazione, si sono distinti per gli ottimi risultati conseguiti; in particolare Luca Maranzana si è piazzato tra i primi 27 nella classifica generale della Regione in cui figuravano moltissimi studenti provenienti da diversi istituti in rappresentanza di tutte le province del Piemonte. Luca Maranzana ha ricevuto inoltre un certificato di eccellenza che gli è stato consegnato sabato scorso alla Facoltà di Scienze dell’Università di Alessandria.

CON IL CAI

Passeggiata sotto le stelle Martedì 17 Giugno la sezione di Ovada del CAI, nell’ambito di “Passeggiate sotto le stelle” organizza il “Giro del Castello”, un facile percorso per escursionisti, con ritrovo e partenza presso la Chiesa parrocchiale di Silvano d'Orba. Per informazioni: Cai, sez. di Ovada; Via XXV Aprile, 10. Tel 0143 822578 - email: ovada@cai.it - apertura mercoledì e venerdì dalle ore 21.

MOLARE

Tre giorni col Polentone Week-end ricco a Molare con la Sagra del Polentone. La festa si svolgerà da venerdì 13 a domenica 15 giugno quando, nel pomeriggio, alle 17, verrà scodellata la tradizionale polenta. Nelle serate gastronomiche si potranno gustare ravioli, polenta, friciolata, salsiccia e spiedini alla brace, pollo alla molarese, stracotto al barbera. Venerdì, accompagnata dall'orchestra Antico Rione, verrà servita anche la lonza in agrodolce e sabato, con l'orchestra Myrò Fantasy, il coniglio alla ligure. Nel pomeriggio della domenica banchetti e animazioni, mentre la sera si esibirà l'orchestra Nanni Bruno. A mezzanotte del sabato appuntamento col megaschermo per vedere la partita dei Mondiali di calcio Italia-Inghilterra.

IN PIAZZA

Mercatino biologico Tutti i sabati del mese in Piazzetta Cereseto, ad Ovada, si tiene il “Mercatino del biologico e dell’artigianato ecocompatibile”.

UFFICIO OVADA

Piazzetta Stura, 5 Tel. 0143.80149 %!( ))& #" (& % &($ -"&%" &'( ##+&!& ) (&! ** -"&% +&(" $")+( ( , %*"," !( *+"*" "% %-" $ %*" &%) !% &## + & ))")* %- '&)* , % "*

UFFICIO ALESSANDRIA

Via Marengo, 16 Tel. 0131.261085

Dott. Gianpaolo Piana - Dott. Lorenzo Bisio Promotori - Consulenti finanziari e previdenziali ,"

(( , ## $& "#" " "& ##" ," #" (& "*

Dott. Gianpaolo Piana

Dott. Lorenzo Bisio

cell. 333.6712602

cell. 339.8411489 e-mail: lorenzo.bisio@finanzaefuturo.it

e-mail: gianpaolo.piana@finanzaefuturo.it


ovada

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

14 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Trisobbio E presto sarà realizzata un'are con l'acqua bassa

inbreve

Restyling della piscina: quattro vasche nel verde

SABATO

Concerto a Olbicella Sabato 14 Giugno, a Molare, in frazione Olbicella, presso la Chiesa di San Lorenzo, è in programma “Cantare Olbicella”. Si terrà infatti un concerto di canti popolari e di montagna che vedrà come protagonista il coro “Monte Zerbion A.N.A.” di Sant'Olcese (Genova). Per informazioni telefonare ai n. 339 2931720 - 347 0642601.

EDOARDO SCHETTINO ovadese@alice.it

E’ tutto pronto alle piscine di Trisobbio per i fine settimana tradizionalmente più intensi, tra fine giugno e inizio luglio. L’impianto comunale, gestito dalla società Astema, si è ripresentato la settimana scorsa rinnovato al termine del lavoro di restyling della zona bar che ha comportato la realizzazione di una nuova struttura, posta di fronte alla vasca principale, ampia quasi 300 metri quadri. “La vecchia disposizione nata nel 1989 – spiega il sindaco Marco Comaschi – non era più adeguata. L’intervento lo abbiamo realizzato con un investimento del comune di quasi 90 mila euro, per il quale siamo ricorsi a un mutuo, fondi regionali per 120 mila euro, la partecipazione dei gestori per altri 100 mila. Il tutto per rendere più confortevole uno spazio che si rivolge alle famiglie a chi ama stare tranquillo, a contatto con la natura attorno al paese. La nostra utenza tipica non è composta da sportivi, bensì da famiglie in cerca in un po’ di frescura”. Proprio il verde è il colore di sotto fondo, tra la pineta che fa da sfondo agli impianti, l’ampio prato all’inglese e la colorazione delle

CAMPO LIGURE

Ecco i “Sapori del borgo” La Pro Loco di Campo Ligure in collaborazione ANPI, CRI, PGS ARCA pattinaggio, Associazione “Amici del Castello” e Confraternita dell’Oratorio dell’Assunta, organizza, domenica 15 giugno la manifestazione Sapori nel Borgo, ovvero una degustazione itinerante lungo le vie dell’antico borgo di Campo Ligure. Numerosi gli eventi collaterali: alle 10 lungo la strada principale, apriranno i banchetti del mercatino alimentare ed artigianale; alle 12 inizieranno le degustazioni; alle 17 sarà la volta dei laboratori di Cake design per gli adulti, mentre per i più piccoli ci sarà il “trucca bimbi”; alle 18 inizieranno gli spettacoli degli artisti di strada che riprenderanno nuovamente alle 21 con spettacoli di giocoleria infuocata.

LERMA

Musica dalle Americhe Domenica 15 Giugno a Lerma, alle ore 21, presso la sede della Società Filarmonica in Via Baldo 24, nell’ambito de “I Concertini della Filarmonica di Lerma”, si terrà il concerto “Musica dalle Americhe”. Al pianoforte Natalia Ratti.

MASONE superfici attorno alle vasche principali. Ma non è finita qui. A settembre partiranno i lavori per la realizzazione della nuova vasca. “Sarà una vera e propria zona lagunare con l’acqua bassa – prosegue Comaschi – pensata perché i bambini giochino in sicurezza. Una volta ultimati i lavori la parte adibita agli specchi d’acqua raggiungerà gli 800 metri quadrati. In questo caso

La stagione Gli impianti favoriscono il relax e sono un’alternativa per chi non può permettersi il mare. Ingressi scontati per i residenti

!!

saranno necessari altri 106 mila euro”. L’intero progetto si inserisce nel quadro di una valorizzazione più generale di quanto hanno da offrire i piccoli comuni in tema di turismo, tempo libero all’aria aperta, nel complesso maggiore qualità della vita. Accanto alle piscine c’è infatti anche un’area indipendente, più specificamente attrezzata per lo sport, con campo da calcio e da tennis.

Luigi Pastorino è cavaliere Lunedì 2 giugno il prefetto di Genova Giovanni Balsamo ha consegnato le onorificenze di Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica italiana. Tra questi anche il masonese novantenne Luigi Pastorino, meglio conosciuto come Cantaragnin. Conosciuto in tutta la valle Stura, soprattutto per le sue interviste che da trent’anni vengono trasmesse dall’emittente locale Telemasone, oggi Rete Valle Stura, è noto anche per il suo grande spirito d’iniziativa, per il grande impegno profuso nella promozione di Masone e dell’intera Valle Stura.

! "!

#


lospeciale

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

15 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Croce Verde Ovadese news

È in arrivo la 76: gioiello innovativo L’ambulanza sarà presentata agli ovadesi domenica 22 giugno alle 11.45. «L’allestimento è stato pensato per coniugare confort del paziente e degli operatori». Si apre nel segno del numero 76 il biennio 2014-2015 del direttivo della Croce Verde Ovadese onlus. Saranno infatti queste due cifre a contrassegnare la nuova ambulanza, da poco acquistata, che andrà a arricchire la dotazione di mezzi a disposizione dell’autoparco dell’ente di largo 11 gennaio. Il veicolo, un Fiat Ducato che sarà presentato nel corso dell’annuale week end gastronomico sarà utilizzato per i servizi in emergenza. L’inaugurazione è prevista per domenica 22 giugno, a partire dalle 11.45, di fronte alla nostra sede. Nel primo pomeriggio il tradizionale corteo per presentare il veicolo agli ovadesi. Il suo acquisto, in programma da tempo, si è concretizzato nel mese di marzo. “Il parco degli automezzi – spiega il presidente dell’ente da poco riconfermato, cav. Giuseppe Barisione – rappresenta il patrimonio più importante dell’ente, oltre al contributo dei nostri volontari. Per questo motivo l’acquisto della 76 è inserito nel quadro del rinnovamento continuo che ci permette di essere in regola con i dettami della Regione in fatto di anzianità e chilometri percorsi. Oltre alla 76, abbiamo stilato un programma che in linea di massima ci porterà a rinnovare altre due ambulanze nei prossimi tre anni”. Quella appena acquistata è destinata all’utilizzo come “base”, il veicolo che di norma risponde alle chiamate del 118 per i casi meno gravi. “I numeri dell’ultimo anno e mezzo di attività - prosegue Barisione – mostrano chiaramente come sia il più utilizzato in termini di interventi e chilometri percorsi. In questo senso la sicurezza e il massimo confort possibile per il paziente rappresentano i due aspetti prioritari”. L’investimento complessivo, tra acquisto e allestimento, è stato

di 70 mila euro circa. Proprio l’allestimento curato da Ambitalia, altamente innovativo nella distribuzione degli spazi, permette anche la massima libertà di manovra agli operatori. “Tutto è a portata di mano o di sguardo – spiega Roberto Cazzulo, responsabile dell’autoparco della Croce Verde - favorendo l’operatività degli addetti in servizio e limitando i fattori di distrazione durante le fasi del soccorso. L'abitabilità sia del vano sanitario che di quello guida sono stati particolarmente curati per consentire di sfruttare meglio gli spazi e dare facilità di movimento agli operatori durante le fasi del soccorso”. Anche la motorizzazione è più adeguata alle caratteristiche del territorio ovadese: in particolare, alla velocità, privilegia la potenza necessaria ad affrontare percorsi in salita e a curve. Sono poi state utilizzate sospensioni di tipo automobilistico

delux che riducono la percezione delle asperità della strada e la sensazione di mal d'auto tipica di chi viaggia coricato contromarcia. Anche l’occhio vuole la sua parte: i militi che negli ultimi giorni hanno verificato di persona le ultime fasi di lavoro, parlano di un mezzo davvero moderno e diverso rispetto ai precedenti. La 76 sarà intitolata a Attilio Pesce e Tina “Nucci” Pesce. “Quest’ultima – racconta ancora Barisione – per seguire la volontà del fratello, cittadino ovadese molto sensibile rispetto all’attività portata avanti dall’ente, ha donato alla Croce Verde un appartamento situato in via Galliera. L’ente ha risposto conferendo ai due la qualifica di soci benefattori”. La delibera necessaria per il provvedimento è stata di fatto l’ultimo provvedimento del passato direttivo giunto alla naturale scadenza dei due anni.

Intensa l’ultima domenica: in dodici ore diciotto uscite Era da tempo che, anche secondo il parere dei militi di più lunga esperienza, non si viveva una domenica così intensa. E l’ultima è stata una giornata di grande lavoro in casa Croce Verde. Diciotto codici, cioè diciotto interventi, tra le 8.00 del mattino e le 20.00 hanno tenuto impegnati i volontari della squadra 5, nell’ultimo giorno di festa. E a questi vanno aggiunti i servizi già programmati, come l’assi-

stenza a Montaldo Bormida alla manifestazione “Gardening in collina” e un paio di trasferimenti. Casi diversi, alcuni abbastanza gravi, altri per fortuna meno e contrassegnati quindi dal colore verde in questi diciotto codici. Il più delicato quello verificatosi tra Madonna delle Rocche e Olbicella, poco dopo il mezzo giorno, per il quale da Alessandria si è alzato anche l’elisoccorso del 118: i militi hanno presta-

to assistenza a un giovane caduto da un costone di roccia, un’altezza attorno ai tre metri, sul quale si era arrampicato per scattare alcune foto ai suoi amici e all’ambiente circostante. Particolarmente difficili le operazioni di recupero del paziente che ha riportato una significativa lesione a un arto inferiore. Ogni anno le prime domeniche estive fanno segnare un aumento della richiesta di intervento come naturale con-

seguenza di una maggiore mobilità delle persone e di più tempo libero trascorso all’aperto. Il lavoro della direzione dei servizi è quello di assicurare la massima copertura, soprattutto in caso di emergenza. Tutto questo non sarebbe però possibile senza la disponibilità di chi decide di investire una parte del suo tempo, sottraendola alle proprie attività e alla famiglia, per mettersi al servizio della collettività.

in breve Eletto il nuovo direttivo: otto conferme, tre novità Poche le novità scaturite dalle elezioni per il rinnovo del direttivo tenutesi lo scorso maggio presso la nuova sede. Conferma alla carica di presidente per Giuseppe Barisione. Conferma anche per otto degli undici consiglieri del biennio precedente. In ordine per numero di preferenze di seguito l’elenco degli eletti per il periodo 2014-2015: Alberto Nicolai (109), Giuseppe Barisione (94), Roberto Cazzulo (89), Antonio Barbieri (87), Vincenzo Nervi (86), Giandomenico Malaspina (80), Fabio Rizzo (77), Fabio Dal Bo (75), Valentina De Palo (67), Mauro Giacchero (66), Gianfranco Maggio (66). Nella prima riunione del direttivo rinnovato sono poi state decise le deleghe operative. Il vice presidente e segretario sarà Antonio Barbieri, il tesoriere Giandomenico Malaspina. Alla guida della direzione dei servizi sarà Alberto Nicolai, in staff con Vincenzo Nervi, Gianfranco Maggio e Valentina De Palo. Alla direzione dell’autoparco Roberto Cazzulo, in staff con Mauro Giacchero e Fabio Dal Bo. Fabio Rizzo sarà l’economo. Sempre nel corso delle ultime elezioni è stato determinata la carica di delegato milite che sarà Francesco Core.

Calendario 2015 in fieri: la fantasia al potere Si aggirano strane figure in questi giorni nella sede del nostro ente. Personaggi reali e di fantasia provenienti direttamente da epoche differenti. Niente di strano. E’ già al lavoro il “gruppo calendario” impegnato nelle operazioni preliminari allo scatto delle fotografie. Ci sono da realizzare i costumi e le scenografie. L’impresa da realizzare per il 2015 è particolarmente impegnativa. I soggetti delle foto sono i classici del romanzo: personaggi celeberrimi, trame che fanno parte del patrimonio culturale di tutti noi, ambientazioni fantastiche e pittoresche. Proprio perché il numero dei figuranti richiesti per il progetto è particolarmente alto, la principale novità di quest’anno è l’apertura dell’iniziativa a soggetti esterni. “Abbiamo chiesto – spiegano Camilla Pernigotti e Valentina Razeto, curatrici del progetto – tramite i social network e il passaparola di avanzare candidature per entrare a far parte delle nostre fotografie. E la risposta è stata più che positiva in termini disponibilità e curiosità. Quindi in ogni foto di quest’anno compariranno uno o più “ospiti”. L’anno scorso tutte le foto furono scattate a settembre in due fine settimana. Quest’anno il lavoro sarà diluito nel corso dell’estate. L’obiettivo è quello di sfruttare per la vendita i mesi di novembre e dicembre.


lospeciale

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

16 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Croce Verde Ovadese news

Per Ovada ci facciamo in quattro: arriva il week end gastronomico Come ormai tradizione i nostri militi lavoreranno in una veste un po’ diversa dal solito

Fa “13” la Croce Verde. Parte infatti venerdì 20 giugno, e terrà banco fino a lunedì 23, la tredicesima edizione del nostro week end gastronomico. Siamo già al lavoro da quasi un mese. E non solo perché la nostra festa quest’anno ha avuto un’anteprima gustosa in “piazza rossa” per “Paesi&Sapori”. Proprio due giorni fa è stato allestito il capannone, lo spazio coperto nel nostro piazzale. Il conto alla rovescia è già iniziato. Gli stand gastronomici saranno aperti sempre alla sera, anche a pranzo la domenica. E quest’anno si apre subito con il botto. Nel corso della prima serata sarà infatti riproposto lo “stoccafisso accomodato”, la novità introdotta l’anno scorso che ha riscosso un notevole successo. “Ci abbiamo pensato bene – spiegano dall’ente di largo 11 Gennaio – perché la preparazione richiede molto tempo e l’impegno di tante persone contemporaneamente. Ma tutto sommato

pensiamo ne valga la pena”. Tra gli stessi militi, c’è qualcuno che egoisticamente spera ne avanzi un po’ per la cena del dopo. L’altro piatto forte è rappresentato dai testaroli, la pasta tipica della Lunigiana tagliata a rombi irregolari da condire con il pesto. Come già fatto l’anno scorso saranno gli stessi militi a prepararli ogni mattina, curando l’impasto realizzando la prima cottura dalla quale si ricavano i tradizionali dischi circolari. Alla sera poi vengono bolliti: un minuto nell’acqua e sono pronti! “L’impegno richiesto è molto – spiega il presidente Giuseppe Barisione – I preparativi partono molto prima e nei giorni della festa si lavora a ciclo continuo dal mattino fino allo spegnimento dei fornelli. Da quando è stato creato il nostro week end si è molto ingrandito. Ma lo sforzo è ben ripagato dalla generosità degli ovadesi che ci permettono con il loro contributo di raccogliere i fondi neces-

sari per sostenere le attività della nostra associazione e ad acquistare materiale sanitario”. Le ragioni della festa sono anche altre. Per i volontari è piacevole presentarsi agli ovadesi in veste diversa rispetto al solito. Il lavoro comune poi cementa i rapporti e lo spirito di squadra all’interno dell’ente. Il menù ripropone i piatti già collaudati. Per chi ama la carne: ravioli, stinco e braciole. Per chi preferisce il pesce: spaghetti ai frutti di mare, il fritto misto. E poi antipasti misti, dolci assortiti e gelato, vini dell’ovadese e birra. Tra le iniziative collaterali, nella giornata di domenica mattina, è previsto il raduno dei trattori d’epoca, introdotto l’anno scorso. In piazza Martiri della Libertà sarà allestita l’esposizione che, come dodici mesi fa, prenderà per mano i visitatori in un viaggio curioso alle radici della cultura contadina delle nostre zone.


lospeciale

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

17 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Croce Verde Ovadese news

Cartoline dalla festa

Sotto coi testaroli Ogni giorno i militi preparano l’impasto fatto di farina normale e farina, acqua e sale realizzando i caratteristici “dischi volanti” di pasta.

Il re dei fuochi e il generale Miche e Gigio il vero segreto del nostro week end. Il primo coordina l’attività ai fornelli, il secondo è il coordinatore di tutta l’organizzazione necessaria all’iniziativa.

Spazio per un sorriso Tutti danno una mano in questi quattro giorni, primo fra tutti il nostro presidente Giuseppe Barisione.

Tanti piccoli lavori Quanti enti possono vantare un direttore dei servizi, Alberto Nicolai, così dedito alle mansioni umili?

Distribuzione dei compiti “Ridi, ridi. Ma se tagliassi un po’ di carne che la festa si avvicina?

Facce da festa/1 “A volte la stanchezza fa assumere pose strane. Ma io sarò al mio posto. E tu?”

Il grande dubbio “Quale sarà per i primi e quale per i secondi?” A volte, tra le tante cose da fare, si va un po’ in confusione.

Un momento di pausa “Dopo tanto lavorare ci sediamo un attimo e ci facciamo fuori un po’ di gelato”

Facce da festa/2 “Coltello e forchetta sempre in mano. Ma qui è solo per preparare cose buone da mangiare”

Antipasti ne abbiamo? Il nostro classico antipasto misto. Una delle tante specialità che potrete gustare tra il 20 e il 23 giugno.

Un altro sorriso Siamo qui: ti aspettiamo


lospeciale

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

18 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Croce Verde Ovadese news

Rischio sismico come prevenirlo Buone pratiche di prevenzione dal rischio sismico atto secondo. Tornano in piazza i militi della Croce Verde ovadese onlus, assieme a tre membri del gruppo comunale di Protezione Civile. L’appuntamento è per il 14 e 15 giugno davanti alla Parrocchia di N. S. Assunta. In tutta Italia è infatti in programma la quarta edizione di “Terremoto io non rischio”, l’iniziativa che coinvolgerà in tutto il Paese quasi 3.500 i volontari, appartenenti a 21 organizzazioni nazionali. Protagonista principale del punto informativo allestito in piazza Assunta il totem, la costruzione di cartone immaginata come facile e immediato supporto visivo dei corretti comportamenti da mettere in atto in caso di scossa di terremoto. “Per la nostra città – spiega Sara Roveta, responsabile della piazza di Ovada – si tratta della seconda edizione. In occasione della prima esperienza, quella dello scorso autunno, davanti

all’ingresso del parco Pertini, abbiamo potuto verificare molto interesse e curiosità da parte dei cittadini. L’ente ha deciso di aderire perché l’iniziativa entra compiutamente nel novero delle azioni da attuare per un’associazione che come missione principale non solo l’assistenza diretta ma un più generale concetto di benessere della popolazione del nostro territorio”. Spesso, i primi a rispondere alle sollecitazioni dei militi sono i bambini, incuriositi dal totem, attratti dai disegni colorati. E grazie a loro è quindi possibile coinvolgere anche gli adulti con utili notizie sulla storia sismica del nostro territorio. “Io non rischio” è una campagna promossa e realizzata dal Dipartimento della Protezione Civile, Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e ReluisRete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica, in ac-

cordo con le Regioni e i Comuni interessati. L’inserimento del rischio maremoto nasce dopo la positiva esperienza maturata in occasione dell’esercitazione europea dell’ottobre 2013 TWIST (Tidal Wave In Southern Tyrrhenian Sea), coinvolgendo anche l’Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale e Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale. Sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it è possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto o un maremoto. In particolare è possibile consultare le mappe interattive e graduate del rischio sismico zona per zona, mentre le Faq, domande comuni permettono di mettere a fuoco concetti semplici, e proprio per questo spesso sottovalutati, che però possono diventare importanti per l’incolumità nostra e di chi ci sta accanto.

Vivi in un comune

a RISCHIO SISMICO? In spiagg spiaggia riconoscere p ggia sai ricono oscere

l’ll’arrivo i ddi un MAREMOTO? MARE EMOTO?? EMOT

Il 1 4e1 5 giugno giugno i volontari volontari di di protezione protezione ccivile Il 14 15 ivile ti ti aaspettano spet tano in in più di di 2 00 piazze piazze con con la la campagna campagna informativa più 200 informativa IO NON R RISCHIO ISCHIO. Scopri llaa piazza piazza più più vicina vicina sul sul sito sito www.iononrischio.it w w w.iononrischio.it Scopri


pozzolo

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

19 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La manifestazione Esordio pubblico per la squadra di Miloscio

Una domenica in piazza con protagonista lo sport LISA LANZONE l.lanzone@ilnovese.info

È lo sport a essere stato protagonista la scorsa settimana a Pozzolo Formigaro, dove è stata organizzata la manifestazione denominata “Sports Day”. La giornata è stata anche la prima occasione pubblica per la nuova giunta guidata da Domenico Miloscio. Infatti, alla presenza del sindaco, del vicesindaco Felice Pappadà e dell’assessore alle Politiche Sociali Rosaria Maggio, nel pomeriggio di sabato 7 giugno l’Osservatorio Sociale del paese, in collaborazione con la Protezione Civile, ha organizzato un momento di aggregazione e di gioco che si è svolto presso il Centro Sportivo pozzolese intitolato a Giovanni Paolo II. La giornata ha avuto come protagonisti un gruppo di bambini impegnati in diversi giochi, tra cui la corsa nei sacchi e la pallacanestro. Inoltre, un gruppo di giovani calciatori pozzolesi ha disputato una gara contro due compagini formate da profughi provenienti dal continente africano, attualmente ospiti della comunità “Il Giglio” di Novi Ligure e di una struttura di accoglienza di Stazzano. Un ringraziamento particolare gli organizzatori lo vogliono rivolgere agli allenatori delle squadre di calcio dei rifugiati, Vincenzo Riccio e Massimo Aurelio, entrambi di Pozzolo, per l’impegno e la disponibilità: «Vorremmo, inoltre, ringraziare la scuola Ctp e in particolare la succursale di Novi Ligure per l’importante ruolo svolto» (nella foto le due squadre allenato da Riccio e Aurelio).

inbreve COMUNE

Prima seduta del Consiglio Si è tenuto ieri sera (mercoledì 11 giugno alle 21.15) mentre il nostro settimanale era già in stampa, la prima seduta del consiglio comunale di Pozzolo Formigaro, dopo le elezioni del 25 maggio scorso. All’ordine del giorno proprio la convalida degli eletti alla carica di sindaco e di consigliere comunale, con il giuramento del neo primo cittadino Domenico Miloscio. All’ordine del giorno, anche la comunicazione della composizione della nuova giunta, alla quale segue la discussione e l’approvazione delle linee programmatiche di governo del paese per il prossimi cinque anni. Da determinare, poi, gli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune presso enti, aziende e istituzioni. Infine, l’elezione della nuova commissione elettorale comunale. (L.L.)

VILLALVERNIA

Ecco la nuova Giunta A Villalvernia, il nuovo sindaco Franco Persi ha nominato il vicesindaco nella persona di Ernesto Tizzone, al quale vanno anche le deleghe a Sport, Istruzione, Cultura, Turismo, Attività ricreative e tempo libero e Politiche Sociali. L’assessore a Lavori pubblici, Viabilità, Patrimonio, Verde pubblico, Acque, Rifiuti e Servizi cimiteriali sarà, poi, Agostino Bisio. Rimangono, invece, competenza del sindaco l’Urbanistica, l’Edilizia e il territorio, la Sicurezza e la Protezione Civile, il Bilancio e Tributi, le Politiche Intercomunali, la gestione associata di funzioni e servizi e le relazioni istituzionali. (L.L.)

POZZOLESE

Donato un defibrillatore La manifestazione si è conclusa con la premiazione, da parte delle autorità politiche intervenute, di tutti coloro che hanno partecipato ai giochi. Ancora di sport e di aggregazione si parla con la XXIV edizione della “Strapozzolo”, che si è svolta martedì 3 giugno per le vie del paese. La gara è stata organizzata dalla Pro Loco Pozzolese in collaborazione con l’Atletica novese. L’evento ha visto la partecipazione di più di 300 iscritti che hanno percorso il tracciato di 6

chilometri per la corsa podistica competitiva e di 2 chilometri per la non competitiva. I vincitori assoluti sono stati Vincenzo Scuro (categoria uomini) e Katia Figini (donne) che sono stati premiati con la medaglia d’oro; borse alimentari per il primo e la prima pozzolese Mauro Casarini e Sara Grassano; mentre il premio al gruppo più numeroso è andato all’Atletica novese. Da ricordare, infine, la partecipazione di un podista classe 1936.

Un defibrillatore è stato donato alla Pozzolese durante lo svolgimento del secondo Memorial Carlo Fossati. Il defibrillatore è stato consegnato dal dottor Aggeri della Farmauniti, su segnalazione del dottor Valletta della omonima farmacia novese. Il progetto dal titolo: “Gesti che fanno bene al cuore... tuo e degli altri” è stato organizzato nell’ambito della sensibilizzazione sulle malattie cardiovascolari. La Pozzolese, rappresentata in questo progetto da Gianluca Tavella, vice presidente dell’associazione, si inserisce nelle associazioni sportive più attente e vicine alla salute dei propri giocatori. (D.F.)

COLORIFICIO BM COLOR srl

Per liberare la Tua fantasia entra nel mondo BM COLOR, potrai trovare un vasto assortimento di pitture rispettose dell’ambiente,colori anche molto forti garantiti in esterno prodotti decorativi per le piu’ svariate, esigenze estetiche e funzionali. Inoltre da noi troverai tutte le soluzioni per problemi di umidita’,muffe,isolamento termico, pavimenti in resina e .... molto altro.

‘’I maestri del colore ‘’ CAPAROL

MaxMeyer

Friends

Corsi per progettazione e applicazione cappotto termico Assistenza e consegne in cantiere ACQUI TERME Corso Divisione 43 Tel. 0144.356006

Cortesia e professionalita’ roberto@bmcolor.it

SERRAVALLE SCRIVIA Quartiere Ca’ del Sole (di fronte McDonald’s)

Tel. 0143.61793


serravalle

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

20 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La rassegna Da oggi all’Outlet la quarta edizione del Fashion

Moda, design e spettacoli: il Vintage Festival è servito LISA LANZONE l.lanzone@ilnovese.info

Comincerà oggi, giovedì 12 giugno, la quarta edizione del Vintage Fashion Festival all’Outlet di Serravalle Scrivia, una originale combinazione di moda, design, musica e spettacolo, capace di offrire una rilettura dell’universo vintage in chiave contemporanea. La rassegna anche quest’anno sarà realizzata in collaborazione con “A.n.g.e.l.o.”, il pioniere del vintage in Italia e uno dei massimi esperti in campo internazionale. Gli abiti e gli accessori vintage raccontano una storia che solo un attento osservatore sa assaporare e rivivere. Questa storia sarà raccontata da “Forever Florals” una speciale mostra allestita all’interno dei temporary store di “A.n.g.e.l.o.”, dove i visitatori potranno ammirare alcune straordinarie creazioni del passato, realizzate da importanti atelier di sartoria italiani o dai più celebri maestri della haute couture parigina. Gli abiti esposti, saranno poi riprodotti come vere e proprie opere di wire couture, l’arte di realizzare sculture tridimensionali modellando maglie di metallo, realizzando così all’interno dell’Outlet un percorso nella storia della moda dagli anni Venti agli anni Cinquanta. Le sculture saranno teatralizzate da una pedana circolare e da un leggio riportante la storia dell’abito e i dettagli dell’artista, Elvezia Allari, che le ha ideate e realizzate. Pezzi unici, senza tempo, capaci di raccontare l’evoluzione del tema floreale nella moda. Domenica 29 giugno (ultimo giorno

del Vintage Fashion Festival), a partire dalle ore 17.00, una di queste installazioni sarà personalizzata e resa unica grazie all’intervento di un floral artist, che decorerà le maglie in metallo dell’abito con un intreccio di bellissime rose e ortensie. I fiori saranno protagonisti anche nelle vetrine dei negozi e nelle installazioni appositamente create nel centro commerciale di Serravalle per celebrare il Vintage Fashion Festival. L’animo glamour del festival si rivelerà invece sabato 14 giugno, alle ore 17.00, in una parata a tema vintage che coinvolgerà i visitatori con inaspettati

passi di danza e omaggi floreali. All’interno del temporary store di “A.n.g.e.l.o.” verrà inoltre allestita una speciale “swap area”, dove i visitatori potranno portare i loro abiti e accessori vintage di Chanel, Hermès, Dior, YSL, Celine o di sartoria italiana tra gli anni Venti e Sessanta, e ricevere una valutazione dei loro capi, e decidere se scambiarli con prodotti di “A.n.g.e.l.o.” oppure se lasciarli in conto vendita. Iscrivendosi alla newsletter nel temporary shop di “A.n.g.e.l.o.” sarà possibile aggiudicarsi un autentico oggetto di culto, una borsa vintage Chanel.

inbreve KME

Un giorno di festa Una festa che, per un giorno, ha lasciato fuori dalla porta la crisi alla Kme di Serravalle Scrivia. “Crediamo nel futuro dello stabilimento di Serravalle Scrivia”. Sono le parole che in molti si attendevano e che ha pronunciato l’amministratore delegato Riccardo Bottura, nelle veste di padrone di casa alle celebrazioni per il cinquantenario dello stabilimento di Serravalle Scrivia. Il primo applauso lo ha chiesto per i lavoratori “che hanno fatto la storia di questo stabilimento” e che sabato hanno partecipato numerosi, con le famiglie, per la festa del cinquantenario. Una celebrazione “scacciacrisi”, o, comunque, ben augurante. L’amministratore delegato non ha infatti nascosto il momento di difficoltà che il gruppo sta attraversando e che, in un passato non molto remoto, ha portato i sindacati a temere per la sopravvivenza dell’unità produttiva di Serravalle Scrivia. Poco spazio alla retorica dal palco allestito nel grande piazzale di Kme. Sabato era il momento della festa. Solo qualche numero per sottolineare l’evento: “più di mille persone oggi hanno potuto visitare lo stabilimento. 420 dipendenti, cento mila metri quadrati coperti e una storia che dura da cinquant'anni. La nostra prima preoccupazione è e resta la sicurezza dei lavoratori”. Sollecitato dal sindaco di Serravalle Alberto Carbone, che dice: “faremo di tutto perché Kme rimanga a Serravalle”, Bottura risponde: “teniamo duro per andare avanti. Noi ci crediamo”. Il prefetto di Alessandria, Romilda Tafuri, ha concluso il suo intervento sottolineando tre concetti: “la passione per il lavoro, la speranza e il futuro”. All’interno dello stabilimento di Serravalle convivono due distinte società, Kme Italy e Kme Brass per la produzione di tubi di rame e barre di ottone. È soprattutto il settore rame che ha conosciuto il volto più duro della crisi nell’ultimo periodo, dovuto a un calo di domanda del mercato. Poco più di un anno fa si parlava, per la sola Serravalle, di 90 esuberi, rientrati poi con la sottoscrizione di un sofferto accordo tra sindacati e azienda che ha visto il rinnovo dei contratti di solidarietà e l’internalizzazione di una serie di funzioni, prima affidate a ditte esterne. “La festa arriva in un momento difficile – commenta Angelo Paternò della segreteria provinciale di Fiom-Cgil – Ben vengano i momenti come questi, ma resta la preoccupazione per il futuro. A fine agosto scadrà infatti la solidarietà per il settore rame e ci attendiamo che le parole dell’amministratore delegato si traducano in un piano industriale concreto per il rilancio dello stabilimento”. (I.N.)

• PESCHERIA - OSTERIA • GASTRONOMIA DI PESCE • ASPORTO E SERVIZIO A DOMICILIO

A cena ogni sera lo Chef propone un menù a rotazione nel quale scegliere i piatti a prezzi contenuti

Via Berthoud, 66 (centro storico) - Serravalle Scrivia (Al) Tel. 0143.61366 • osteriapescheria@tiscali.it Info: 389.1633915 • Facebook: Osteriapescheria Pescaemangia


arquata · val borbera

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

21 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Anno accademico 2013-2014 Domani alle 21 alla sala Juta

L’iniziativa Una domenica a tutto bio

Unitre, festa conclusiva serata a suon di chitarra

Grondona si veste di verde, cultura e tante bancarelle

ARIANNA BORGOGLIO a.borgoglio@ilnovese.info

L’estate si avvicina, le scuole sono ormai chiuse, e anche l’anno accademico 2013- 2014 dell’Unitre Arquata- Grondona è giunto al termine, dopo un altro anno di successi e soddisfazioni. La cerimonia di chiusura sarà un’occasione di festa e divertimento, affidata alle sapienti chitarre di Gege Picollo e Umberto Ferrarazzo, due maestri che vantano una cultura musicale di prim’ordine. La serata, che si terrà domani sera alle 21.00 presso la sala Juta di Arquata Scrivia, vuole essere un ringraziamento non solo ai docenti, la cui preziosa e gratuita collaborazione ha permesso di organizzare ben 32 corsi, tutti molto seguiti, ma anche agli iscritti che, associandosi, hanno dato vita all’anno accademico. Il concerto dei due chitarristi ripercorre un po’ la loro storia, un’occasione per riascoltare brani divenuti ormai celebri, che spaziano tra generi diversi tra loro, con una veste molto leggera. Chitarrista acustico ed elettrico, diplomato in jazz al Conservatorio “ A. Vivaldi” di Alessandria, Gege Picollo ha collaborato con diversi musicisti dell’area jazz, è autore di numerosi lavori teatrali con i Triptic, e attual-

mente è membro del gruppo di musica folk Canzoniere Popolare Tortonese. Chitarrista classico, acustico ed elettrico, diplomato al “Vivaldi” di Alessandria in chitarra classica, Umberto Ferrarazzo ha collaborato dal vivo e in studio con diversi artisti e produttori. Lavora come arrangiatore presso l’Inferno8 Studio. I due musicisti hanno recen-

Il duo Gege Picollo e Umberto Ferrarazzo domani sera saranno sul palco della Juta

temente pubblicato il loro nuovo cd T42, lavoro strumentale dedicato alla chitarra acustica, con brani inediti e altri attinti dal repertorio jazz e dalla canzone d’autore, il tutto riarrangiato in chiave originale. La serata si concluderà con un rinfresco. Unitre ha anticipato che l’8 settembre si apriranno le iscrizioni al nuovo anno accademico, che sarà inaugurato il 3 ottobre.

La vicenda Colpo notturno da trenta mila euro

Maxi furto nel negozio di bici Maxi furto da 30 mila euro nel noto negozio La Bici di Arquata Scrivia, avvenuto nella notte tra venerdì 6 e sabato 7 giugno. Per chi non lo conoscesse, si tratta di uno dei punti di riferimento per gli amanti delle due ruote locali, aperto da ormai trentacinque anni e molto conosciuto in zona. Il locale si trova in via del Vapore 17, al piano terra di un palazzo, proprio di fronte al supermercato Unes. Il furto è stato perpetrato all’incirca alle 3 del mattino quando i ladri, cinque in tutto come sottolineato dai testimoni che hanno assistito alla vicenda dalle proprie abitazioni, hanno parcheggiato un furgone di fronte al negozio, forzando la serranda

dell’ingresso e caricamdo la refurtiva sul veicolo. Nonostante il sistema di allarme sia immediatamente entrato in funzione, i malviventi hanno comunque caricato oltre venti biciclette, sia da corsa che mountain bike, e sono fuggiti prima dell’arrivo delle Forze dell’Ordine. Testimoni della vicenda alcuni inquilini degli appartamenti sopra il negozio, svegliati dai rumori duranto lo scasso e, soprattutto, dal suono assordante dell’allarme, che hanno potuto fornire qualche dettaglio ai Carabinieri accorsi sul luogo. I danni sono risultati particolarmente ingenti, anche considerando le condizioni della serranda dell’ingresso. (A.B.)

Lions Club, due corsi di informatica

Il Lions Club della val Borbera ha finanziato e organizzato due corsi di informatica, uno rivolto ai bambini fino ai 14 anni e uno per persone adulte. Il corso ha avuto un notevole successo di partecipazione, si sono infatti iscritti ben 34 bambini e 25 adulti. Ancora una volta i Lions hanno voluto essere presenti con un service legato al territorio della valle: è tuttora in corso, ad esempio, un service voluto dal presidente Sergio Guaraglia che vede impegnati i Lions in una iniziativa di sostegno alle famiglie bisognose attraverso la donazione di buoni acquisto per generi alimentari. [foto Torchia]

Grondona si veste di verde, arte, cultura alternativa, bancarelle e buona cucina biologica. Dopo l’esito dell’anno scorso, “Grondona Bio” si prepara, domenica 15 giugno, alla sua seconda edizione, invitando a esporre le aziende, le associazioni e le persone che operano nel settore del biologico, della biodinamica e dell’artigianato creativo sul territorio piemontese. Il programma della manifestazione sarà un grande laboratorio a cielo aperto per grandi e per piccini. Durante la mattina, il laboratorio del forno solare cuocerà il pane in piazza, mentre Francesco Panella, presidente dell’Unione Nazionale Apicoltori Italiani, terrà la sua conferenza “Le api ci parlano”, un omaggio al mondo di queste straordinarie creature. Tra le bancarelle del mercato dei produttori biologici e degli artigiani, non mancheranno le aree dedicate alla bioedilizia e alle nuove/antiche tecniche di costruzione e al benessere, dove ci sarà l’imbarazzo della scelta tra prodotti, dimostrazioni, consulenze e recupero dei saperi tradizionali. Nel pomeriggio mentre i più piccoli s‘intratterranno in attività ricreative, organizzate per loro, chi lo desidera potrà perdersi tra gli incontri o sperimentarsi nel laboratorio di pittura su tela. E per finire, alle 17.30, perché ognuno porti con sé un dono di questa giornata, Nadeshwari Joythimayananda si esibirà in un Rituale di Danza Bharatanatyam dell’India dedicato alla Madre Terra. Grondona Bio, mercatino dei prodotti naturali e dell’artigianato creativo, nel celebrare l’arrivo dell’estate, mira a promuovere i produttori agricoli locali e a mantenere vive le antiche tradizioni che valorizzano il territorio offrendo una visione etica della vita, basata sulla cooperazione, il rispetto, la tutela dell’ambiente e l’attenzione alla salute e al benessere di ognuno. L’iniziativa, coordinata dall’Associazione Culturale Chakaruna, in collaborazione con il Comune, la Proloco, il Circolo del Ponte Vecchio di Grondona, la Regione e Agribiopiemonte, è un invito a far festa, a conoscersi, a condividere idee ed esperienze, ma soprattutto a riflettere per realizzare, con allegria e partecipazione, il sogno di un mondo migliore. (RED.)


gavi · vallemme

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

22 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Il caso Si attendono i risultati delle analisi dell’acqua

Gavi Viaggio nelle bellezze (2)

Portino Schiuma bianca nel Lemme, ilNelpassato medievale un sopralluogo dell’Arpa che sopravvive Sopralluogo dell’Arpa nel cantiere del Terzo Valico a Voltaggio, dopo la segnalazione da parte della lista “Voltaggio da vivere”, per la presenza di una «schiuma bianca che ha lasciato una scia lunga e persistente» lungo il torrente Lemme. Arpa si è attivata nelle ore successive alla segnalazione, giunta nella mattinata di martedì scorso: «I campionamenti sono stati effettuati nel primo pomeriggio e in serata, in presenza dei carabinieri – spiega il direttore di Arpa Alessandria Alberto Maffiotti – Purtroppo la schiuma non era più presente quindi i prelievi sono stati effettuati prelevando acqua». Dalle immagini scattate da chi ha dato il primo allarme, è ben visibile una schiuma non vaporosa. Potrebbe trattarsi di tensioattivi, usati per il lavaggio. Nella mattinata di ieri, mercoledì, i tecnici Arpa hanno fatto anche un sopralluogo presso gli impianti di trattamento delle acque reflue del cantiere dove da qualche mese sono in corso i lavori preparatori alla realizzazione del Terzo Valico dei Giovi. Anche da parte di Cociv, il consorzio di imprese che ha l’appalto per la realizzazione dell’opera,

non ci sono dichiarazioni ufficiali in attesa dei risultati dei prelievi di acqua. Non sono segnalate, al momento, altre situazioni anomale, come moria di pesci o altre specie che vivono lungo il torrente. La corrente sostenuta e i piovaschi che si sono registrati nelle giornate di martedì potrebbero aver “dilavato” la sostanza. «Proprio per questi fattori – prosegue Maffiotti – segnalazioni tempestive sono importanti».

iltorneo

IRENE NAVARO irene.navaro@alessandrianews.it

Bosio Piemontemare ok È stata la squadra Bosio Piemontemare ad aggiudicarsi la finale del torneo di calcio a 7 organizzato dalla Proloco di Gavi, in collaborazione con la Gaviese Calcio. La squadra di Tassarolo si è aggiudicata la finale per il terzo e quarto posto, sconfiggendo il Principato di Alice ai rigori. A vincere il titolo di campione della val Lemme è stata la squadra bosiese, che ha battuto il Parodi per 4 a 1. La squadra di capitan Luca Sacco è passata in vantaggio grazie a un gol dell’ottimo Rosset. Il primo tempo si è concluso con il Bosio in avanti di due gol, dopo il raddoppio dell’instancabile Grillo. La ripresa si apre con il Parodi in attacco, che riesce ad accorciare le distanze per merito di Perfumo, a segno su rigore. Le speranze di rimonta però vengono deluse poco dopo, grazie a una nuova prodezza di Rosset. La partita si conclude con un gol di Persivale, allenatore in campo. (RED.)

Continua con un salto indietro di qualche secolo il nostro viaggio per le bellezze di Gavi. Dobbiamo tornare nel XIII secolo, quando per entrare nel borgo (o per assaltarlo, vedete voi) sareste passati per quella che è l’ultima delle porte medievali di Gavi a essere interamente sopravvissuta fino ai giorni nostri, Il Portino. Indagando su questa costruzione, abbiamo scoperto come essa risalga proprio ai primi anni del Duecento, quando Gavi divenne oggetto delle attenzioni dei genovesi, freschi della vittoria contro i Marchesi Obertenghi, dei quali avevano così conquistato i domini. Lo scopo del Portino era difensivo: la sua struttura esterna rendeva impossibile per gli assedianti attaccare frontalmente la città. Inoltre è ancora visibile una caditoia, progettata e costruita per far cadere su chi veniva preso dalla fantasia di assediare Gavi proiettili, frecce e sabbia rovente che, finendo tra le maglie della cotta di ferro indossata dai soldati nemici, diventava un’autentica tortura. Che dire, non c’è da stupirsi che il medioevo non sia rimasto celebre per lo spirito di accoglienza verso i nuovi arrivati in città. Il Portino non è però l’unica vestigia degli anni a cavallo tra XII e XIII secolo rimasta a Gavi. Del periodo, cruciale per la storia del borgo, si può ammirare anche la chiesa di San Giacomo. Il primo documento che conferma l’esistenza di quella che è tutt’oggi la parrocchia di Gavi risale al 1172. È nel XII secolo infatti che la Chiesa, fu eretta seguendo i dettami dello stile romanico sui resti di un ospizio per i pellegrini. Risalente al periodo di costruzione anche il portale e la rappresentazione dell’“Ultima Cena”, racchiusa nell’architrave. L’interno risente invece delle trasformazioni subite nel periodo barocco. (S.M.)

Bosio, un grazie alla Pro loco

Parodi, concerto e video

Durante la manifestazione di chiusura dell’anno scolastico, a Bosio, gli alunni e i loro familiari, unitamente a tutto il personale della scuola, hanno ringraziato il presidente della Proloco Manuel Persano, e i suoi collaboratori, per la consistente donazione di arredi fatta alla scuola. Alla manifestazione era presente il sindaco neo eletto, Stefano Persano, che ha colto l’occasione per spiegare ai bambini, attraverso parole sentite, il senso della partecipazione alla vita pubblica.

Lo scorso 3 giugno, all’abazia di San Remigio, a Parodi Ligure, si è tenuto un concerto e la proiezione di un video a cura dell’istituto comprensivo “Cornelio De Simoni” di Gavi. Molto applauditi gli studenti dal folto pubblico presente per il saggio musicale e per il video che hanno realizzato sotto la guida dei professori Marcello Crocco, Daniela Scavio e Luisa Maria Casacia, e della preside Anna Maria Bisio. [foto Gianni Torchia]

IL MIGLIO R RAPPORTO QUALITÀ CO N V E N I E NZ A

Località Bettolino 3 (Valle) - GAVI (AL) - Tel. 0143 64.50.54 Via Arzani 50/52 ang. F.lli Pepe - TORTONA (AL) - Tel. 0131 81.34.44 www.puntotenda.net - info@puntotenda.net

*iniziativa valida solo per le tende a bracci estensibili


inagenda

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

23 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Tassarolo, si riscopre il cavallo da lavoro ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

Due giorni di festa per riscoprire una tradizione antica, ormai quasi completamente persa: a Tassarolo il 21 e 22 giugno si terrà infatti la festa del cavallo da lavoro, anticipata all’inizio della prossima settimana (16, 17 e 18 giugno) da tre giorni di conferenze e incontri. La festa è organizzata dall’associazione Cavallavor fondata da Henry Finzi-Costantine all’azienda vinicola del castello di Tassarolo: lo scopo, costruire un ponte tra il passato e il presente sposando le an-

tiche esperienze della terra con la tecnologia moderna. Infatti «l’introduzione dei cavalli da lavoro nell’agricoltura di oggi non deve essere vista come una polemica provocatoria contro la modernità, ma una sua rivisitazione», spiegano i promotori. Nel 2011 a Tassarolo arriva il primo cavallo dalla Francia: Titouan. È un bell’esemplare di razza Comtois di sei anni, una tra le nove razze di cavalli da tiro che vengono tutt’ora usate in Francia in svariati lavori agricoli. Dopo un anno sbarca, di nuovo dalla Francia, Nicotine. L’ultimo arrivato è un puledro Comtois salvato dalla macellazione all’ultimo mo-mento: è il preferito di Mike Paddock, braccio destro di Carlo d’Inghilterra per il lavoro agricolo con i cavalli nell’azienda del principe britannico. I Comtois sono cavalli molto calmi, flessibili e adatti a molti usi agricoli. Finzi-Costantine studia le tecnologie agricole in Francia e Germania e comincia a lavorare le vigne, l’orto, i campi e i boschi. Molti si chiederanno come ci si sente a lavorare faticosamente dietro a un cavallo piuttosto che su un trattore con l’aria condizionata. Possiamo paragonarlo a navigare il mare in solitaria, con una barca a vela, o essere su un confortevole ma rumoroso yacht. Per farsi un’idea, ci sono i tre giorni di convegni, e poi i due di festa. Nel dettaglio, lunedì 16 Henry Finzi-Costantine parlerà delle “Dinamiche economiche con i cavalli da lavoro in azienda”. Il giorno successivo, Pit Schlechter, presidente della Federazione europea per il cavallo da lavoro, terrà una relazione su “Situazione e sviluppo degli attrezzi moderni

Gavi “Giallo Paglierino”: a tavola con gli autori

Detective che cercano cibo e territorio La ricetta di un buon giallo che si rispetti deve avere come ingredienti: ottimo cibo, grandi vini e naturalmente un crimine da risolvere. Quindi il posto migliore per gustare un giallo non più che essere a tavola. Nasce così l’iniziativa “Giallo paglierino”, portata avanti da Maurizio Fontana, professionista della cucina e appassionato lettore che, grazie alla collaborazione della casa editrice genovese Fratelli Frilli, per tre venerdì aprirà il suo locale e la sua cucina ad alcuni scrittori di giallo e ai loro personaggi proponendo menù ad hoc. “Giallo paglierino” si terrà a Gavi, nella Tenuta la Guardia, venerdì 13 giugno con inizio dalle ore 20 e proseguirà per i due venerdì successivi, il 20 e il 27 giugno. Per l’occasione verranno proposti tre menù ispirati ai personaggi e alle atmosfere del giallo, chiacchierando con gli autori. Venerdì 13 giugno, a rompere il ghiaccio sarà lo scrittore Massimo Tallone [nella foto]. Al centro della chiacchierata le indagini svolte dal “Cardo” all’ombra della Mole, tra ironiche e curiose vicende. Venerdì 20 giugno gli autori saranno tre:

Andrea Ferrari, Francesco Gallone, Riccardo Besola. Questa volta ci si sposta di spazio e tempo, perché i tre autori raccontano i misfatti del “trio della Madonnina” nella Milano degli anni Settanta. Venerdì 27 giugno si torna a casa. Infatti, l’ospite sarà Maria Tersa Valle e i luoghi visitati sono proprio gli Appennini tra Liguria e Piemonte. Sulle tracce del lupo si seguiranno anche le indagini della biologa Maria Viani.

per lavorare con i cavalli da lavoro in agricoltura”. Mercoledì 18, sarà la volta del presidente di Agribio Piemonte Ivo Bertaina con “La biodinamica e l’importanza della presenza degli animali in azienda (cavalli da lavoro)”. Tutte le conferenze si terranno alle ore 20.30, presso il salone del castello di Tassarolo. Nel weekend seguente, invece, spazio alla festa vera e propria presso l’azienda agri-

cola “Castello di Tassarolo”, in località Alborina. Sabato 21, al mattino, dimostrazione di aratura, semina e di lavoro in boschi, vigne e orti. Nel pomeriggio, addestra-mento e spettacolo con i cavalli. Alla sera, live music a partire dalle 20.30. Domenica 22, al mattino, sfilata dei cavalli in paese; nel pomeriggio, gara di precisione con la Tassarolo Cup e spettacolo con carrozze ed esibizioni freestyle.


• lavate le verdure lasciandole a bagno in un recipiente e usate acqua corrente solo per il risciacquo finale • l’acqua pubblica è più controllata, più fresca, meno costosa e produce meno rifiuti • scegli lavatrici e lavastoviglie a basso consumo idrico • usiamo l’acqua di cottura della pasta per lavare le stoviglie: ha un forte potere sgrassante e fa risparmiare detersivo • non lavare i piatti utilizzando acqua corrente In giardino o in terrazzo

Come usare correttamente l’acqua Rubrica a cura di Enrico Pagella www.acosenergia.it

In bagno • lavando le mani, evitate di far scorrere l’acqua durante l’insaponatura. Lo stesso vale per il lavaggio dei denti. • lasciare aperto un rubinetto per un minuto provoca uno spreco d’acqua che va da 2 a 5 litri • preferite la doccia alla vasca da bagno: un bagno richiede una quantità doppia di acqua

• non utilizzate acqua potabile per innaffiare il giardino • raccogliete l’acqua piovana per innaffiare le piante o l’orto • annaffiare al mattino o alla sera può ridurre l’acqua che si spreca con l’evaporazione • raggruppate le piante che hanno esigenze idriche simili • le piante dei terrazzi possono essere bagnate con la stessa acqua utilizzata per lavare frutta e verdura Prima di partire • prima di lasciare la casa per periodi prolungati ricordarsi di chiudere la valvola centrale dell’acqua • isoliamo le condutture dell'acqua calda: si riduce il tempo necessario per ottenere la temperatura necessaria • i frangi getto miscelano l'acqua con l'aria e permettono di risparmiare fino a 6000 litri d'acqua l'anno • installate per il water un sistema con tasto stop o uno scarico a due portate. L'uso dello scarico è responsabile del 30% del consumo idrico domestico • riparando un rubinetto che gocciola si eviterà un notevole spreco (90 gocce al minuto sono 4.000 litri d’acqua sprecati all’anno) • per lavare l’automobile usa il secchio e non l’acqua corrente del getto.

daovada Un grazie a “Patto per Ovada” Il Coordinamento zonale ovadese di F.I. al termine della tornata elettorale per le Europee, regionale e Comunali, ringrazia i cittadini elettori ovadese che con il loro voto hanno contributo a eleggere due Deputati al Parlamento Europeo, nelle persone dell’on. Lara Comi, deputata uscente e del neo deputato, Alberto Cirio, piemontese, che entreranno nel gruppo del Partito Popolare Europeo. La conferma dell’eurodeputata on. Comi e l’ingresso dell’on. Cirio, costituiscono motivo di soddisfazione per F.I. ovadese che vede premiato l’impegno di centinaia di volontari durante la conclusa campagna elettorale svoltasi in un clima di non facile confronto. Un grande apprezzamento va inoltre sottolineato, per il successo personale del neo eletto in Consiglio regionale, Massimo Berruti, sindaco uscente di Tortona che raccoglie il premio del suo ottimo lavoro di amministratore e ben saprà rappresentare in Regione Piemonte, le problematiche del nostro territorio. Per le elezioni svoltesi nei Comuni, un eguale ringraziamento va esteso alle decine di militanti resisi disponibili a far parte delle liste civiche nei diversi Comuni che anno marcato con la loro partecipazione la spinta al rinnovamento e il tentativo di costituire un’alternativa al sistema ultra decennale dominio delle sinistre nelle amministrazioni comunali. Da ultimo, un particolare riconoscimento, va rivolto alla lista “Patto per Ovada” di Ovada, che pur risultando vincitrice nei confronti delle altre liste di minoranza, causa le divisioni, ha mancato l’obbiettivo di conquistare la maggioranza di consensi. Il questo quadro il Coordinamento zonale dell’ovadese di Forza Italia, pur ritenendo conclusa questa esperienza, consapevole tuttavia del ruolo del primo partito dell’opposizione, riconferma l’impegno dei dirigenti e dei militanti a lavorare affinché F.I. costituisca il punto di riferimento e di aggregazione dell’area dei moderati dell’ovadese, condizione indispensabile per raggiungere l’obiettivo di un futuro successo. Coord. di Zona ovadese – Forza Italia

24 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Istruzioni per invecchiare meno/9

In cucina

Pensatedistile

SportelloAmbiente

rubriche · lettere

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

Ecco le principali indicazioni - addome - fianchi - regione trocanterica - interno coscia e ginocchio - braccia - cuscinetti - doppio mento - borse adipose palpebrali inferiori

Smart Lipomodel scioglie i grassi e elimina la cellulite Rubrica a cura di dott. Mario Sirito cell. 392 9895017 carodottore@gmail.com www.mariosirito.it Corso Felice Cavallotti 64/1°P - Alessandria

Rubrica a cura di Giulia Cipollina letintarellediluna.blogspot.com

GIARDINI realizzazione e manutenzione

TINTEGGIATURE interni ed esterni smalti

PICCOLE OPERE EDILI

DECORAZIONI

NUOVI ORIZZONTI PER ABITARE San Giuliano Vecchio - ALESSANDRIA - cell. 329.207.17.67 nuovi.orizzonti@ymail.com

Vantaggi: - non è traumatico perché non aspira il grasso ma lo scioglie - non è necessaria alcuna anestesia poiché è quasi indolore - assenza di avvallamenti o irregolarità cutanee residue - assenza di cicatrici - recupero velocissimo - basso costo

Ė una tecnica sciogli grasso che riduce spessori e volumi della cellulite, utilizzando in modo moderno ed efficace la fosfatidilcolina. La fosfatidilcolina ė estratta dalla lecitina di soia e scioglie i grassi con lo stesso meccanismo del sapone. Ė sicura e strasperimentata. Lo Smart Lipomodel è una tecnica innovativa e sicura che rimodella il corpo con iniezioni direttamente nel grasso riducendo e smaltendo il grasso.

Maggio e giugno sono per eccellenza i mesi delle cerimonie: comunioni, cresime e matrimoni sono all’ordine del giorno, anzi, del weekend, e vestirsi in modo adeguato ad una di queste occasioni manifesta sicuramente il riguardo che abbiamo verso i nostri ospiti. Tuttavia questo genere di feste rischia sempre di scatenare il panico tra le invitate: il dress code, infatti, non è così scontato e le troppe opzioni del guardaroba femminile possono trarci in inganno. Per mostrarci al nostro meglio, nel rispetto del rito al quale stiamo assistendo, basterà seguire alcuni di questi piccoli consigli.

Dress code per le cerimonie estive

Come viene effettuato il trattamento? Si fanno delle punturine nel grasso da ridurre, 1 seduta di 10' alla settimana o ogni 2 settimane per 4-8 volte. Si può avere sensazione dolorosa, eventualmente di prurito e rossore, ed eventuali ecchimosi. Si torna immediatamente alla vita abituale. Si consigliano massaggi drenanti nelle ore che seguono i trattamenti. Il controllo del peso è importante per migliorare i risultati. Occorre non aumentare di peso nel corso dei trattamenti, per non annullare i risultati.

Un abito è quasi sempre la scelta migliore, ma per trovare quello giusto bisogna prima premurarsi di conoscere alcune cose: la funzione è di giorno o di sera, in chiesa o in comune? Perché si sa, a ciascuno il suo. Infatti se la funzione è di giorno sono consigliati gli abiti in colori chiari (giallo, rosa, celeste; ovviamente non il bianco e assolutamente non il nero) e possibilmente con una lunghezza adeguata al luogo in cui vi trovate, cioè non oltre i dieci centimetri sopra il ginocchio. Inoltre, se siete in chiesa, sarà necessario qualcosa per coprire spalle e scollatura: una stola o un foulard da drappeggiare, o un bolero abbinato al vestito. Se invece il ricevimento è di sera si possono indossare abiti lunghi, tessuti leggeri e fluenti come lo chiffon e colori più scuri (un bel blu intenso dona a tutte ed evita di essere fuori luogo). Le stampe, come i pois e il floreale sono ben accette, ma solo se non eccessive. Fate attenzione alle dimensioni dei

disegni: se la stampa in questione è più grossa del vostro pugno è da evitare – non solo è esagerata ma rischia anche di ingrossarvi! Per le donne che non amano gli abiti, l’alternativa è il tailleur pantalone: scegliete un modello moderno, con una bella giacca sciancrata e i pantaloni a sigaretta da abbinare ai tacchi alti. Se vi sentite coraggiose, provate un completo in un colore acceso (che però non sia il rosso!) in grado di illuminare il vostro incarnato: con una blusa sotto la giacca sarete elegantissime. Infine gli accessori: la regola vuole che le borse siano piccole e possibilmente senza manici, quindi la scelta dovrebbe ricadere su una pochette. Se questo modello è troppo scomodo, sceglietene uno con una catenella sottile – molte clutch le hanno già al loro interno – così che potrete portarla alternativamente a mano o a spalla, a seconda del momento. Sbizzarritevi con un colore a contrasto o una borsa gioiello: sarà l’accessorio perfetto per impreziosire il vostro look. Le scarpe dovrebbero essere chiuse, ma non è strettamente necessario: un’open toe risolverà ogni problema. Da evitare le infradito e gli stivali; i sandali bassi sono ammessi solo nel caso in cui la cerimonia si svolga in un giardino o sulla spiaggia (caso più che mai raro dalle nostre parti). Niente colpi di testa, dunque, ma solo un po’ di buon senso, perché ricordatevi: le foto delle cerimonie, quelle sì che sono per sempre!


losport

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

25 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

CALCIO

CICLISMO

BASKET

Per l’Ovada la parola al mister Mura

Coppa Romita con un finale a sorpresa

Serravalle destino a Tortona?

PAGINA 26

PAGINA 28

PAGINA 29

Alla Novese è ormai tempo di scelte per l’anno prossimo NUOVA FILOSOFIA Il club biancoceleste al lavoro per chiudere i conti con il passato e creare un nuovo futuro

MAURIZIO IAPPINI sport@ilnovese.info

Da tempo, sulle colonne di questo settimanale, chi scrive aveva invocato prudenza sulla pianificazione del futuro della Novese: troppe le indicazioni provenienti dall’interno della società che chiedevano tempo per poter pianificare la stagione, segnale importante perché sinonimo di un club che deve ancora chiudere i conti col passato. In effetti, a un mese dal termine della stagione agonistica, la dirigenza biancoceleste è ancora impegnata nel far quadrare i conti (economici soprattutto) che servono a chiudere il 20132014. Patron Traverso ha ribadito questo concetto con forza: ”Per pianificare il futuro occorre tirare una riga

sul passato ma al momento non siamo ancora riusciti a chiudere tutto perché alcune sponsorizzazione, importanti economicamente, non hanno rispettato le scadenze economiche e questo manda in sofferenza i nostri conti”, parole che sono sinonimo di un 2014-2015 che deve ancora essere pianificato, se non sportivamente, economicamente perché anche sul punto la dirigenza è chiara: solo quando avremo chiuso le pendenze con fornitori e sponsor si potrà capire il budget di cui si dispone ed è palese che più soldi serviranno per il passato meno se ne investiranno per il futuro. La scadenza che i vertici del club di piazza Dellepiane si erano dati era l’8 giugno anche per una forma di rispetto verso il nuovo pri-

mo cittadino di Novi con cui ci si vuol confrontare per capire quanto la nuova amministrazione possa dare (in termini di supporto, se non economico o logistico, almeno morale) alla Novese. Il redde rationem è ormai alle porte e i vertici novesi non escludono anche soluzioni estreme come l’allestimento di una squadra con pochissimi investimenti ma appare difficile credere che il team non si iscriva alla serie D, i conti economici non fermano però la parallela attività sportiva. Anche nel fine settimana il direttore sportivo in pectore Merlin (non c’è una nomina ufficiale per rispetto al neo dirigente sportivo perché lo si indicherà quando si capirà che budget potrà avere a disposizione) ha

ilcorsivo

visionato alcuni giovani classe 1995 e 1996 provenienti da vivai professionistici lombardi da mettere eventualmente a disposizione del nuovo tecnico su cui la Novese ha le idee chiare perché salvo clamorosi ritorni di fiamma per Koetting il nuovo trainer biancoceleste sarà uno fra Stefano Lovisolo e Fabio Fossati, con il primo favorito sia per la competenza che per la

conoscenza del calcio locale perché l’altra novità sarà l’allestimento di una rosa a chilometri 0 con tanti elementi della zona in grado di reggere la categoria e a questo proposito si parla di giocatori come il portiere Basso, la punta Merlano (uno nato nella Novese), il centrocampista Mazzucco e l’altro fantasista Ilardo. Prima però serve avere le idee chiare sul futuro e a questo proposito la dirigenza ha avuto contatti con alcuni imprenditori locali per convincerli a entrare nella compagine societaria anche per incrementare le forze a disposizione, una scelta che indica la direzione che il team intende seguire, essere la squadra di un territorio da cui prende nome.

La buona e la cattiva strada A meno di un anno dalle prime conferenze stampa un po’ trionfalistiche, il “progetto triennale” della Novese è finito in un cassetto con buona pace di chi fra i dirigenti biancocelesti, si adombrò quando, fra i pochi, osammo mettere in dubbio le basi della programmazione indicate. Inutile girare il coltello nella piaga o piangere sul latte versato come è inutile ergersi sul pulpito. Meglio guardare il lato positivo della vicenda e soprattutto apprezzare la serietà di una dirigenza che da un mese a questa parte ha cambiato passo: i vertici cioè si stanno esponendo in prima persona per sanare una situazione che era sull’orlo del baratro (economico e non solo) e va dato atto alla triade TraversoGiacomello-Taverna di avere parlato chiaro a tutti con parole che non si possono non apprezzare perché il primo intendimento è quello di rimettere in sesto i conti economici della società, preludio alla ricerca di nuovi soci che possano avvicinarsi senza correre il rischio di trovarsi brutte sorprese. L’aspetto sportivo passa in secondo piano ma se si riuscirà a trovare risorse per la squadra, affidare la panchina a Stefano Lovisolo sarebbe un passaggio cruciale perché il trainer acquese ha sempre dimostrato di trarre il massimo in ogni categoria dalle situazioni di emergenza come qualche anno fa ad Acqui quando la salvezza arrivò al termine di un’annata allucinante sotto il profilo extracalcistico. (M.I.).

Eccellenza Mentre Merlo se ne va a Valenza, la dirigenza cerca soci

SERIE D

Derthona trattativa continua Continuano le trattative societarie in casa Derthona con il ds Emanuele Balsamo che sembra avere già sulla scrivania proposte interessanti. "La pista della cordata tortonese è sempre aperta -spiega il ds- posso dire che stiamo tentando un "incastro" tra più soggetti che dia un certo polmone alla società. Inoltre abbiamo avuto contatti anche con un immobiliarista di Bergamo. È ancora presto, ma spero che la futura Amministrazione possa darci una mano". Sembra invece cosa fatta il ritorno di mister Banchieri sulla panchina bianconera. Intanto si è svolta nei migliori dei modi la bellissima festa organizzata al Coppi dal trust "Noi Siamo Il Derthona" in occasione del 106esimo anno di vita del glorioso sodalizio tortonese. Presenti alle celebrazioni tantissimi ex leoncelli ma anche mostri sacri dirigenziali come i Icardi, Pelagalli e lo storico direttore sportivo Berago. La tribuna della stadio ha ospitato una splendida galleria fotografica che ha fatto affiorare alla mente dei tifosi più diverse gioie tra cui lo storico pareggio a Chiavari con l'Entella che sancì il salto in C1 nel 1987. La partita tra vecchie glorie si è conclusa con un divertente 6-3 con reti di Visca, Zaffiri, Farina, Massaro, Pellegrini e Marrazzo.

Eccellenza Mazzariol verso il Derthona?

Libarna, un mese per decidere il futuro Per il Villalvernia silenzio anomalo

Un mese di tempo, anzi qualche giorno meno. E’ il tempo che i verticii del Libarna si sono dati per capire quale sarà la prossima stagione agonistica dei rossoblù che a meno di 10 giorni dalla fine dell’annata 2013-2014 navigano a vista per il loro futuro. Patron Ponassi e i suoi vice Forlini e Bruni infatti per tutto giugno cercheranno di reperire nuove risorse economiche per sostenere ancora un campionato di Eccellenza ma se non ce la facessero hanno in mente cosa fare: chiedere il declassamento in prima categoria (o in promozione) e ripartire senza assilli economici e facendo principalmente leva sui giovani del florido vivaio. Una soluzione estrema ma franca perché in

questo modo il futuro del Libarna non sarebbe a rischio anche se si farà di tutto per mantenere quello che sul campo si è strameritato di disporre. Ovvio che un ciclo si sia chiuso

indipendentemente dal futuro del club perché mister Alberto Merlo è stato intercettato dalla Valenzana come è naturale che sia per un tecnico fra i migliori della categoria e a cui non

si poteva certo chiedere di temporeggiare per un mese: in giugno si fanno le squadre per cui il trainer acquese ha preferito salutare i serravallesi e accasarsi in un team ambizioso dove probabilmente approderanno alcuni elementi ex rossoblù come Manno e, forse Pellegrini e qualche altro. Mentre Mazzucco è appetito da Novese e Casale (ma il suo mentore Viassi non sarà più trainer dei nerostellati), anche gli altri elementi della rosa sono in stand-by per decidere del futuro perché se davvero si scendesse di categoria, sarebbero in tanti a salutare e ad approdare in lidi a loro più consoni come ha dimostrato la recente semifinale nazionale playoff col Kras Repen. (M.I.)

Un silenzio che fa parecchio rumore quello che aleggia intorno al Tortona Villalvernia con posizioni societarie ed organico che rimangono ancora da definire. A oltre un mese dalla fine di una stagione iniziata nel peggiore dei modi e conclusasi nel migliore (salvezza senza affanni e soprattutto una notevole valorizzazione dei giovani che ha portato a un riconoscimento economico da parte della Federazione) poco o nulla sembra muoversi anche se come speso accade sembra di assistere a una condizione che preannuncia tempesta e profondi cambiamenti. Per quanto riguarda la par-

te tecnica, dopo i saluti di mister Diliberto, il candidato con più chance sembra essere Cisco Guida, che bene ha fatto con la juniores del Derthona e che ha già esperienze di prima squadra. Diversa la situazione della società: pare infatti che patron Vittorio Mazzariol sia uno dei tortonesi interessati ad entrare nel Derthona, certezze però si avranno solo più avanti. Non è semplice ipotizzare uno scenario di questo tipo soprattutto dopo i rapporti tesi creatisi in seguito alla gestione del "Fausto Coppi", ma il calcio ci ha insegnato che tutto può cambiare nel giro di un attimo.


losport

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

26 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Prima Categoria A colloquio con il nuovo mister dell'Ovada

Prima categoria Primi movimenti di mercato

Dell’Aira ad Arquata, Mura: “Lavoro e tanta corsa Lolaico verso Gavi per stare in alto in Prima” e Promutico a Cassano? EDOARDO SCHETTINO sport@ilnovese.info

Porta la visione da professionista di tanti anni vissuti da uomo di calcio in giro per l’Italia, ma anche l’orgoglio di chi a livello giovanile ha vinto il torneo di Viareggio con la Samp e affrontato futuri “signori del calcio” come Franco Baresi, Collovati e Paolo Rossi. E’ previsto per stasera, per chi legge il giornale giovedì, il primo incontro tra Francesco Mura, neo mister dell’Ovada Calcio e i giocatori attualmente in organico. Lunedì scorso invece è stata la volta delle dirigenza. Obiettivo dell’allenatore ex Libarna e Gaviese, per citare solo squadre della nostra zona, capire spirito e motivazioni dei giocatori. “Lavoreremo tanto – spiega in un misto di accento siculo e inflessione genovese che gli viene dai tanti anni vissuti nel vivaio della squadra blucerchiata – a partire dalla preparazione che sarà di tre settimane piene. Sul campo dovremo correre, lavorare assieme. Se due anni fa il gruppo è arrivato ai playoff, non vedo perché non si possa ripetere la stessa cosa confermando un buon numero di giocatori”. Sul fronte delle uscite è ufficiale, non ci sarà Gioia destinato, come anticipato, alla Silvanese. Da capire come sarà rimpiazzato. Ma è presto per fare nomi. “Faremo tre innesti – aggiunge – uno per reparto”. Più o meno quanto già anticipato dal direttore sportivo Massimo Coscia. In organico c’è già Guido Gaggero che con Mura ha lavorato alla Gaviese. “Fuori dal campo rido e scherzo, sul campo sono un’al-

tra persona. Vedremo come impostare la squadra. Ho le mie idee ma dovrò capire se e come i giocatori mi seguiranno. All’inizio della mia carriera da allenatore ero forse più attento alla fase difensiva. Ora mi piace vedere un atteggiamento aggressivo. Ma dipende anche tanto dalle situazioni. Se gli avversari sono meglio di te devi arrangiarti”. Sulla sfondo un campionato che rappresenta un’incognita con il Savoia,

realtà consolidata che l’anno scorso ha avuto la sfortuna di trovare l’Arquatese dei record sulla sua strada, il Cassine e la Viguzzolese che si preannunciano contendenti importanti. “Mi dicono che anche la Silvanese sta facendo cose importanti – conclude Mura – vorrà dire che sarà un bel derby, noi saremo pronti. A in estate tutte le squadre sono fortissime. Poi inizia il campionato e le cose cambiano”.

Amatori Domenica il gran finale provinciale a Spinetta

Acsi, le ultime finaliste per il trono A Basaluzzo playoff per la Fase Provinciale Acsi di domenica a Spinetta Marengo. Nella prima semifinale parte sottotono Alessandria contro un Parodi ben determinato a cercare di superare un avversario sulla carta più attrezzato. Il primo tempo si chiude sull'1-1 ma nella ripresa dopo l’effimero vantaggio di Parodi, Alessandria si scatena e passa il turno. Nella seconda semifinali Kick Ass supera Com-Pet. La partita è stata molto combattuta ma sempre corretta. Il primo tempo si è chiuso sul risultato di 2-1 in favore di Kick Ass. Nel secondo tempo Kick Ass entra in campo più determinato e chiude imponendosi 5-2. La Finale Playoff ha visto ancora una volta contrapporsi quindi Alessandria e Kick Ass. Gara tirata con le due squadre decise a conquistare l'ultimo trofeo disponibile della stagione. Il primo tempo si chiude sul pareggio con un risultato inusuale per il calcio a 5: 0-0. Nel secondo tempo parte forte Alessandria che nel giro di tre minuti riesce a segnare due gol. Kick Ass però non demorde e si rifà sotto dopo solo 1’ con un bel gol di Miano. Lo stesso Miano poi riporta Kick Ass al pareggio siglando un rigore. La partita si accende e le due squadre cercano in ogni modo il gol vittoria. Lo trova Alessandria a 4’ dalla fine con un tocco di Ben Yahya A. A fine gara si sono svolte le premiazioni Campio-

Cominciano i primi movimenti in casa Gaviese che dopo essere retrocessa ed aver rischiato di scomparire sembra determinata a riguadagnarsi subito la Promozione. Queste le parole del direttore sportivo Massimo Figini: "Abbiamo già avuto qualche colloquio preliminare con i ragazzi e da molti abbiamo ricevuto piena disponibilità a rimanere. In primis però è opportuno scegliere l'allenatore: stiamo vagliando una rosa di tre candidati con uno leggermente più avanti rispetto agli altri, in settimana dovrebbero esserci novità". I bene informarti parlano di Luca Lolaico, ultima stagione al Cassine, come primissima scelta per la società amaranto. Bocche cucite in quel di Cassano dove sembra che il direttore generale Andrea Campi stia lavorando sotto traccia: "Per il momento è prematuro parlare di operazioni, l'unica entrata ufficiale è quella di mister Giancarlo Traverso. Nei prossimi giorni tracceremo con lui le linee guida per operare nel migliore dei modi sul mercato. Prima di ciò dobbiamo definire alcune modifiche allo staff tecnico, inoltre non dobbiamo dimenticare che è ancora vacante il posto di presidente. La situazione di Dell'Aira? Per il momento nulla di nuovo". Non si sbilancia il dirigente cassanese ma, come avevamo anticipato nei giorni scorsi, il bomber sembra destinato ad una squadra di categoria superiore che oggi ha un nome: l'Arquatese. Da Arquata non confermano e non smentiscono, sintomo che qualche cosa stia bollendo in pentola. La fatidica data del 30 giugno chiarirà tutti i dubbi a riguardo. Promutico, ex Villalvernia e San Giuliano sembra il giocatore giusto per raccogliere un eredità così pesante, ora è opportuno intervenire su una difesa che nell'ultima stagione è stata la peggiore del campionato.

inbreve TORNEI ESTIVI

Al via il Don Salvi: slalom con i Mondiali

nato e Playoff. Oltre a Alessandria-Borgoratto (Vincitrice Playoff) e Cortilese/Pizzeria Il Portico (Vincitrice Campionato), sono stati premiati Autolavaggio Crovara con il Premio Fairplay, Roberto Condipodero di Kick Ass come miglior portiere e Ayman Bouzai di Gavi come Capocannoniere.

Al Moccagatta il torneo dei genitori va al Genoa calcio

Inizierà domenica sera e proseguirà fino a metà luglio il torneo “Don Salvi”, il tradizionale appuntamento dell’estate ovadese. Diciannove squadre suddivise nelle tre categorie (over 16, under 16 e femminile) hanno risposto “presente” all’appello degli organizzatori, che da quest’anno hanno imposto la presenza massima di due calciatori tesserati (esclusi gli amatori) per ogni formazione iscritta. “Il torneo è intitolato a una persona (Don Salvi) che faceva suo il motto ‘divertendo educo, educando diverto’ e il rispetto delle regole, nello spirito di un torneo non professionale, ci pare molto educativo” spiegano gli organizzatori per spegnere le ultime polemiche prima dell’inizio delle ostilità. La compagine più numerosa è quella degli “over 16” con 10 squadre (#Bomberoni, Baretto, Gli Stracotti, Internazionale, Officina del Gusto, M.g.a., Stilottica, X-Team, Bar Soms Ovada, Finanza e Futuro Banca), seguita dalle 5 formazioni del “femminile” (Edil Verde, Bar Drogheria Silvano, A.c. Picchia, Le Bombers, Calcio’s Girls) e da 4 “under 16” (J-Stars, Noname, Cassine e Scarsi ma non troppo). Lo scorso anno i ragazzi del “Caffè Trieste” conquistarono il torneo battendo in finale “Gli Stracotti”, mentre il premio per il capocannoniere fu assegnato ad ex aequo a Filippo Bisso e Andrea Perasso.

CALCIO E’ andato al Genova Calcio, che in finale ha battuto 2-1 il Savoia, il primo torneo Esordienti 2002 andato in scena domenica al Moccagatta e organizzato dai genitori della formazione dell’Ovada. Quest’ultima è arrivata quarta, perdendo la finale per il 3° e 4° posto con il Multedo per 3-2. Nelle qualificazioni Boys Ovada – Savoia 1-2; Multedo – Genova Calcio 0-1; Multedo – Savoia 0-1; Boys Ovada – Genova Calcio 1-4. Tra i premiati il capocannoniere Alessandro Vacca e il centrocampista Mattia Celentano del Genova Calcio, il difensore Matteo Pellegrini dell’Ovada e il portiere Federico Palma del Multedo.

Capriata: arriva l’Arsenal per lezioni di calcio e inglese Al via a Ovada e in zona anche gli stage di calcio estivi. Dall’11 al 21 giugno al “Geirino” di Ovada lo stage di calcio compie dieci anni. La manifestazione viene organizzata dall’Ovada Calcio, dal Due Valli “Stefano Rapetti” con il Comune di Ovada e il Consorzio Servizi Sociali. Per informazioni 347 3122169 – 338 4860170. All’ impianto sportivo “Maccagno” di Capriata d’Orba è in programma dal 23 al 27 giugno per i nati dal 2000 al 2009 lo stage dell’Arsenal che comprende oltre al calcio anche lezioni d’inglese. La giornata tipo prevede alle 9 il ritrovo, dalle 9,15 alle 10.30 riscaldamento e tecnica; dalle 10,45 alle 11: break; 1112 esercizi a tema. Nel pomeriggio lezione di inglese, esercizi sul campo e partite. Per informazioni Carmelo Barca 347 3122169: Paolo Brenta 328 7723149. Infine dal 6 al 12 luglio al Geirino ritorna il Genoa Summer Camp con il quarto turno. Per informazioni Marcello Musso 335 1301783, Andrea Ottone 349 5765938, Marco Pellegri 335 7096568.


losport

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

27 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Equitazione La tredicenne Oddone ha vinto la gara riservata ai Brevetti Principianti Juniores

Camilla, campionessa degli ostacoli “Con il mio cavallo un legame speciale. Ora mi concentro sugli esami” portanti. “E’ naturale che per fare bene bisogna impegnarsi a fondo, ma per me più che un impegno è un divertimento e questo mi rende tutto più facile. Quando salgo in sella mi sento a mio agio e libera di esprimere appieno questa grande passione. Prima dei campionati ho preso parte a quattro gare che ho concluso tutte a punteggio pieno. Proprio in virtù di questi risultati il mio istruttore mi ha proposto di prendere parte alla manifestazione che si è tenuta a Tortona, poi come è andata a finire lo sapete già”. Il prossimo impegno non è di tipo sportivo. La Oddone infatti dovrà sostenere gli esami per la licenza media. “Spero di poter fare bene, perché anche dall’esito positivo di questo avrò la possibilità di dedicarmi alla passione sportiva. Mi sembra una cosa normale dare la priorità allo studio rispetto all’equitazione. Ma sono fiduciosa che tutto possa andare per il meglio”.

Tiene molto alla provenienza, e ancora di più al legame speciale con il suo cavallo, Ecu de Moyon. E’ la storia della giovanissima Camilla Oddone, classe 2000, dai Cazzuli, angolo di Castelletto d’Orba, che si è laureata campionessa regionale di equitazione per la categoria Brevetti Principianti Juniores di salto ad ostacoli nella competizione che di recente ha fatto arrivare a Tortona quindici tra i migliori binomi della nostra regione. “Sono felicissima – è stato il primo commento - un risultato che nemmeno potevo immaginare prima delle gare e, proprio perché inaspettato, è ancora più bello”. Era la prima esperienza a questo livello per la Oddone. Ma si è capito fin dal percorso netto ottenuto nella prima giornata di gara, come sarebbe andata a finire. Il giorno dopo Camilla si è ripetuta. A quel punto la terza sessione è diventata un discorso a tre per le medaglie. La prima ad affrontare la prova è stata proprio la Oddone che ha chiuso con un errore alla quarta barriera. Poco male perché la più pericolosa delle due sfidanti di penalità ne ha raccolto due. Dopo tanta tensione è quindi arrivato il momento di festeggiare. “Ho iniziato con l’equitazione per puro caso, andando ad aiutare le mie amiche Tullia e Sofia ad accudire i loro cavalli durante le vacanze estive. Insieme a loro ho imparato ad amare ed apprezzare questi splendidi animali. Su loro consiglio ho iniziato a prendere lezioni di equitazione nel settembre del 2011

presso il centro ippico “Ippocastano” di Lerma sotto la guida dell’istruttore Alessandro Pirottina al quale devo la maggior parte della mia breve carriera di amazzone”. La svolta proprio con la nascita del connubio con Ecu de Moyon: “Si tratta di un cavallo sauro ormai anziano per poter competere su ostacoli di alta misura, ma certamente competitivo per quelli delle categorie giovanili. Con lui mi sono sentita subito a mio agio e siamo riusciti a comporre un binomio con un’intesa davvero enorme”. Ore di allenamento, passata ad affinare tecnica e dettagli im-

golf

EDOARDO SCHETTINO sport@ilnovese.info

I vincitori a Villa Carolina Prosegue la stagione sui green di Villa Carolina a Capriata. I percorsi sulla tradizionale distanza delle 18 buche hanno ospitato sabato la Zingarata 2014, memorial Anna Carbone, evento ormai giunto all’ottava edizione. Successo della quadretta composta da Eric Rovati, Luca Nolli, Cesare Buizza ed Enzo De Michelis (primi lordi Matteo e Pierluigi Laposani, Paolo Martinotti e Paolo Ferrando) secondi Gemma Carbone, Mattia Venturi, Daniele Cerasuolo e Michele Rosa, terzi Caterina Agnoli, Andrea Meroni, Riccardo Meroni e Luca Naseddu. Domenica invece era la volta del trofeo sociale Ferrero con barattoli di Nutella a bizzeffe. Primo netto Davide Schiavo su Mel Clara Prete, primo lordo Paolo Martinotti. Nei secondi categoria, successo di Carla Chiappuzzo su Carlo Alberto Pagella mentre fra i terza Elisa Borgonovo è stata preceduta da Isabel Mariana Conde, premi speciali per Elena Sacco (lady), Giovanni Cerruti (senior) e Francesca Mocchi (juniores).

Pozzolo, Aurora sugli scudi nell’Interregionale

PATTINAGGIO

La lunga estate calda della Lucky

A Pozzolo, Trofeo Interregionale Uisp “Solo Dance” Piemonte e Liguria e nuovi trionfi per l’Aurora Pattinaggio. Camilla Persi è argento nelle Senior mentre nei Cadetti, seconda Francesca Semino, 4ª Alice Bonzano che ha sfiorato il podio (4°). Bronzo di Virginia Persi e 5° Danil Kochetov fra i Jeunesse; Magda Agosti 4ª negli allievi Uisp, Sonia Sisimbrio 5ª negli Juniores. Infine nella Primavera buone prove per Valeria Calissano (8ª) e Camilla Grasso (10ª).

Pattinaggio: Pavesi d’oro ai Regionali Uisp Dopo gli ultimi impegni regionali nei quali Elisa Parodi ha conquistato l’argento nella gara a Novi Ligure a formula Uisp, al via gli impegni nazionali. A Misano Adriatico oro x Simone Pavesi, 5° posto x Lorena Bisio. Bene anche Sara Repetto, Alice Panzi e Anna Repetto che si sono allenati sotto la guida di Alessia Puppo. E ora in vista i Nazionali Uisp di Calderara di Reno: prima però qualche giorno di allenamento per rifinire la preparazione, curare gli ultimi dettagli.

Pattinaggio Uisp d’oro per la Lucky Star che ha brillato in tutte le specialità Uisp. Nella specialità “Solo Dance” Divisione Internazionale classifica Regionale, nella categoria Primavera, Desiré Cavallo e Lidia Fossati hanno conquistato rispettivamente il secondo e il terzo posto, mentre Viola Fossati si è distinta nella categoria Allievi. Argento per Beatrice Giuso Del Alba (Jeunesse) e oro per Giulia Francavilla (Junior). Nella Divisione Nazionale Solo Dance, nella categoria Allievi Uisp argento per Ludovica Gaseni, 6° posto per Francesca Sezzella e 7° per Dania Carrara, Fra i Juniores vince l’oro Simone Sardi seguito da Gaia Cassano. A inizio giugno a Novi tornei regionali Uisp. Per la Formula 1B 5° posto per Francesca Caprifoglio, 8° per Desiré Cavallo e buon piazzamento per Kiriaky Muca. Oro per Simone Sardi. Ottima performance per Chiara Assenza che nella Formula 3C è prima. Andrea Marangoni è oro in Formula 4, oro e titolo di Campionessa Regionale anche per Giorgia Margarone. In Formula 1C medaglia d’oro per Viola Fossati 7° posto per Alessia Parisi, 10° per Elisa Provera, 11° per Francesca Sezzella e buoni piazzamenti per i Gaia Seminara e Dania Carrara e Sofia Alberti. Podio quasi tutto Lucky nella Formula 2C con Gaia Cassano prima e Alisia Meneghello, ottima medaglia d’argento, 6° posto per Laura Rosolen. Gli allenatori Virginia Di Pasquale, Andrea Russo e Stefania Caracciolo, infatti, sono ora chiamati all’impegno più importante e sfidante della stagione.

inbreve BOCCE

A Serravalle i talenti del futuro Prestigioso appuntamento a Serravalle che domenica per tutto il giorno ospiterà sui campi della Bocciofila la seconda selezione individuale per il campionato italiano Under 14 di bocce. La kermesse inizierà alle 8,30 per concludersi intorno alle 18 con a seguire le premiazione e fra gli atleti che potrebbero giocarsi la vittoria finale, oltre ai “soliti” cuneesi, astigiani e torinesi, c’è anche Lorenzo Guido, una delle migliori promesse del movimento locale che ha già il pass per gli italiani.

ATLETICA

Al quartiere G3 il Giacomazzi a staffetta Stasera torna il memoria Giacomazzi, la kermesse organizzata dall’Atletica Novese per ricordare un suo presidente prematuramente scomparso. La formula della manifestazione è originale nel panorama delle prove podistiche provinciali perché la «staffetta» è una formula inusuale dove vengono abbinati o si iscrivono due atleti della stessa categoria (ma anche di categorie diverse, dove la classifica è mista) che affrontano il percorso e dove il tempo finale è dato dalla sommatoria dei tempi impiegati dai componenti della squadra. Si parte in prima serata e nel passato la gara ha richiamato tanti podisti accorsi nella piazza principale del quartiere G3 per provare una corsa più unica che rara.

ATLETICA

Forza & Virtù, saggio di fine anno Mentre sul fronte sportivo si prospetta una lunga estate calda fatta di allenamenti intensi per la Golden League settembrina di Pesaro e per le tante convocazioni in nazionale che il team potrebbe ricevere, lo scorso weekend è stato il momento apicale dell’annata non agonistica della Forza & Virtù che al palaBarbagelata ha svolto il suo saggio di fine stagione dove sono stati impegnati tutti i suoi iscritti che sono la reale forza che permette al club di primeggiare a livello agonistico sia in campo maschile che femminile.

EVENTI

Domenica torna il tour Rondinaria Domenica è in programma il Settimo Gran Tour di Rondinaria. La cicloturistica medio fondo di 75 Km, il cui ricavato sarà donato in beneficienza, è aperta a tutti ed è organizzata dal team Caviriò Pro Team. Il ritrovo è previsto per le 8 alla bocciofila di Basaluzzo con partenza alle 9. Il percorso si snoderà da Basaluzzo lungo le strade dell’Oltregiogo. Al termine della cicloturistica saranno premiate le prime tre squadre più numerose e tutte le donne e verrà donato un pacco gara ai primi cento iscritti. Verrà offerto un rinfresco a fine gara a tutti i partecipanti presso i locali della bocciofila di Basaluzzo. Per informazioni contattare il numero: 338/ 3120001.


losport

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

28 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Ciclismo Quando il gregario batte il favorito

inbreve

Alla coppa Romita un finale a sorpresa

TAMBURELLO - SERIE A

Gran colpo Carpeneto E’ davvero complessa la situazione di classifica del Cremolino che si avvicina al match salvezza di domenica sul campo del Castiglione. Non che la formazione di Viotti si attendesse troppo dalla gara col Monte, peraltro persa 13-4. Troppo forte la squadra guidata da Pierrone che è salita sull’8-1 per poi concedere ben poco anche nel finale. Probabilmente però nessuno nell’ambiente biancorosso si aspettava di trovarsi di fronte a un vero e proprio spareggio senza alternative. E l’avversario di turno è in un periodo tutto sommato positivo, come indicato della bella porzione di gara giocata domenica scorsa contro il Castellaro di Beltrami: equilibrio fino al 7-6, poi la formazione mantovana ha preso il largo. Si festeggia nel frattempo in casa Carpeneto dove Baldini e soci hanno conquistato un importantissimo successo sul campo del Solferino. E’ finita 13-7 con cinque giochi consecutivi per gli ovadesi dall’8-7 e la formazione di casa a farsi condizionare anche da un certo nervosismo. Con questo risultato il gruppo di Porazza acciuffa il provvisorio ottavo posto che significherebbe qualificazione ai playoff. Non male anche se tutto l’ambiente è consapevole di dover tenere i piedi per terra. Prossimo turno ostico: arriva un Medola che nell’ultimo turno ha ceduto un punto alla Cavrianese e ora divide la vetta proprio col Castellaro.

MAURIZIO IAPPINI sport@ilnovese.info

Pochi sport come il ciclismo presentano storie che di per se stesse andrebbero raccontate con un capitolo a parte e anche la coppa Romita numero 52 ha contribuito a questa leggenda. Nel mondo del pedale capita raramente che il gregario superi il capitano e quando accade spesso le storie dei due si separano perché significa che il comprimario è ormai maturo per avere un ruolo da leader. Come non pensare a Pantani con Chiappucci o a Indurain con Lejarreta? Questa bella favola è accaduta anche alla coppa Romita dove si è imposto il bergamasco Simone Consonni che nel tirare la volata al leader della Coldpack Francesco Rosa ha finito per mettere in moto una turbina che si è rivelata insuperabile per tutti, anche per il leader del team. Per Consonni un successo a sorpresa al termine di una corsa estremamente frastagliata, fatta di continue fughe da lontano che hanno tenuto alta la media finale come impone una manifestazione che oltre a essere il fiore all’occhiello della sc Novese Fausto

TAMBURELLO-SERIE D Coppi (team organizzatore) è una delle prove più ambite nel mondo del ciclismo dilettante. Basti pensare che nelle prime due ore di corsa la media sfiorava i 47 chilometri orari, media poi scesa nella parte finale quando il gioco si è fatto duro per le salite delle colline della val Lemme, da sempre momento chiave della prova che si corre nel primo weekend di giugno. Nelle salite che portano a Gavi, San Cristoforo e a

Novi attraverso i vigneti della Lomellina infatti sono usciti dal gruppo i grimpeur che hanno saputo fare la differenza e fra loro anche alcuni atleti di team nostrani che però nulla hanno potuto di fronte alla locomotiva messa in moto da Consonni: il futuro vincitore infatti ha agguantato i primi fuggitivi a un paio di chilometri dal traguardo e ha imposto un rtmo impossibile, anche per il compagno di squadra e capita-

no Rosa. Per Consonni, l’ennesimo trionfo di una carriera ancora da sbocciare perché a 19 anni si può guardare al futuro in bicicletta con giuste ambizioni e speranze. Ora la stagione della Sc Novese Fausto Coppi proseguirà con la tradizionale kermesse notturna di metà mese sul circuito cittadino, abbinata ai premi Calissano e Broglia, altro evento molto sentito nell’ambito del team giallorosa.

Calcio giovanile Domenica altri 400 calciatori in campo a Voltaggio

Memorial Benassi, tutti i risultati Nel 5° Memorial Giovanni Benasso, torneo organizzato dal Carrosio con la Polisportiva Voltaggio sono andate in scena 3 categorie di calcio giovanile: esordienti misti (leve 2001-2002), piccoli amici e i pulcini 2003. Nei più grandi, si è imposto il San Gottardo Genova che ha battuto in finale l'Arquatese. Nella Finale per il terzo e quarto posto, il Serra Riccò ha avuto la meglio 2-1 sui padroni di casa del Carrosio. Medaglia per tutti e premi speciali per Nicolo Canonero del Carrosio (miglior portiere), Dario Maroni sempre del team di casa (Capocannoniere) e Alessio Marchesi miglior giocatore del torneo con la maglia dell’Arquatese. Nei Piccoli amici a farla da padrone ed a occupare i tre gradini del podio sono state le tre squadre della Scuola Calcio Club Erg, a seguire Novese, Carrosio A, Don Bosco Quarto e Carrosio B. Premi speciali sono andati portiere del Ledakos Riccardo Vingiani e a Gabriele Fabbrucci dell Erg (miglior giocatore). Nella categoria 2003 un'altra ge-

Il Basaluzzo stende la capolista: al Cremolino solo le briciole Non ha tradito le attese il big match dell’ottava giornata del girone Alto Monferrato di serie D tra Cremolino e Basaluzzo Acos. E proprio la formazione ospite aveva assolutamente bisogno di fare punteggio pieno per riaffiancare gli avversari in classifica. Contro la formazione composta da Piana, Parodi, Oddone e i Gollo, un Basaluzzo finalmente al completo con Ferrari, Delfitto, Notarangelo, Riva e Capasso. Il Cremolino va sotto 40-15 nel 12° gioco, rimonta ma perde il punto per una splendida giocata del giovane Notarangelo. Sul 6-6 un crescendo per i ragazzi di Basaluzzo che arrivano fino alla chiusura sul 13-8. Mister Bavazzano prova a cambiare la formazione ma non ottiene il risultato sperato Nell’altra gara di giornata, netta la vittoria del Basaluzzo Giovani che si è imposto sul fanalino di coda della Paolo Campora. Mai in discussione il risultato con i vincitori avanti anche 10-2. Giocata in settimana invece il derby di Carpeneto.

MOTOCROSS

Il gaviese Ravera in lotta per il tricolore

novese ha procurato il tris ligure. Il Ledakos ha battuto in finale un bel Don Bosco Quarto - il quale si è però meritatamente portato a casa applausi e il titolo per il miglior giocatore: Davide Franchini. Del Ledakos anche il capocannoniere del torneo Federico Ravaioli. Nella finale per il terzo e quarto l'Audax

Orione ha battuto ai rigori il Carrosio, poi il Valli Borbera e Scrivia che però si è pregiato di mettere in mostra il miglior portiere del torneo Tivadar Razvan. Nel prossimo weekend ancora calcio con la leva 2001 nel pomeriggio di sabato e domenica in contemporanea 2004 e 2005 per un totale di quasi 400 atleti.

Ciclismo: Overall fa gare all’attacco

Continua la stagione per il motociclista Lorenzo Ravera, impegnato coi colori del team Italia (in pratica la nazionale giovanile tricolore) nel campionato nazionale giovanile 125 Mx. In Umbria a Castiglione del lago, il talento gaviese ha ottenuto il quarto posto assoluto, piazzamento eguale a quello della classifica generale e che gli permette di rimanere i lizza per la platonica maglia di campione italiano. Anche nel perugino, Ravera ha fatto gara generosa come gli è usuale. Nella prima manche dopo un buon terzo posto in qualifica la promessa del motocross azzurro ha risalito una posizione chiudendo di un soffio a ridosso del vincitore. Tutt’altra musica nella seconda manche che lo vede partire al quinto posto, rimontare con grinta un paio di posizioni e poi, sul più bello, scivolare e perdere un paio di posti fino al quinto finale. Per Ravera il prossimo impgno ai campionati italiani sarà a fine giugno a Esanatoglia, nelle Marche, una pista che conosce bene perché vicina al suo campo di allenamento quotidiano. Prima però Ravera volerà in Germania a Teutschental per una nuova prova del campionato europeo, kermesse particolarmente impegnativa per la varietà di fondi dei vari tracciati.

Tennis Mentre prosegue il torneo di terza categoria

Tennis Ilva a singhiozzo

Due giorni di gara e due giorni di prestazioni superlative per i corridori dell’Overall. Un lavoro di squadra che, seppur non premiato dalla meritata vittoria, ha condotto sabato un determinato Alessandro Ferrarotti al 7° posto nella Coppa Romita e domenica Alberto Nardin al 4° posto nel Trofeo Figros di Barberino di Mugello. Ma va sottolineato il gran lavoro di tutta la squadra che in questo fine settimana è stata sempre presente in tutte le fughe sia a Novi che nel Mugello dove va sottolineata la bravura del giovane Mario Ruo Rui, Federico Borella e Santo Cataudella che a più riprese sono stati all’attacco.

Ha preso il via il Torneo Fit di terza categoria organizzato dal Nuovo Circolo Ilva. Più di 80 tennisti si daranno battaglia per due settimane sui campi in terra battuta, regalando emozioni e spettacolo al pubblico folto e competente. Proseguono inoltre i campionati a squadre, con buoni risultati per i portacolori novesi. Grande impresa per la squadra della D2 che ha sconfitto in rimonta Terzo; sotto 0-2 dopo i primi singolari, ko Giacobbe e Sessa, le vittorie di Milanesi e Gallinotti hanno ristabilito la parità ed i doppi decisivi hanno visto prevalere Edo e Fulvio Giacobbe e Milanesi/Sessa. In D3 giornata amara per le compagini

novesi; la squadra A è tornata dalla trasferta alessandrina al Dlf 1-3: vittoria in singolo per Martino Milanese, sconfitte per Simonassi, Gallinotti (ritirato per infortunio) e per il doppio; identico punteggio per la B in trasferta ad Ovada: vittoria per Frisone, sconfitte per Longo, Giuliano e per la coppia Bruzzone/Longo in doppio. Grande soddisfazione per la squadra femminile in D3, che con un secco 3-0 sui campi del Vho vince il suo girone e si qualifica ai playoff; vittorie in singolare per Stefania Cova ed Elena Castelli, che s’aggiudica anche il doppio con Cristina Sanguinazzi.


losport

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

29 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Pallacanestro Coach Ponta: «Partire da chi ha vinto»

Gruppo Praga: il futuro è puntare sulla stabilità EDOARDO SCHETTINO sport@ilnovese.info

Ha scelto la via informale il Gruppo Praga Serravalle per festeggiare la promozione ottenuta dieci giorni fa con la vittoria in gara sull’Alcoolital Fossano. Dirigenti, staff tecnico e giocatori si sono infatti trovati per una cena, il modo giusto per rivivere assieme una stagione fatta di successi. Non si dice apertamente, ma il pensiero di tutti è già rivolto alla prossima annata. Due i fronti sui quali lavorare: quello del campo, di cui leggete diffusamente a fianco, e l’allestimento della squadra. “E’ presto per stilare un vero e proprio programma – spiega coach Sandro Ponta – perché prima dovremo verificare il budget a nostra disposizione e il sostegno da parte degli sponsor. Dal punto di vista tecnico la mia intenzione è però quella di partire con lo stesso gruppo che quest’anno si è guadagnato la promozione”. Alla base c’è il concetto di permettere a chi ha sudato per ottenere un obiettivo di difenderlo, puntando anche sullo spirito e il senso di appartenenza di chi ha conquistato risultati brillanti. C’è però anche la consapevolezza d’avere in mano una squadra solida, un organico che è cresciuto negli ultimi mesi. “Abbiamo punti di riferimento importanti come Zunino e Serafin, un pacchetto di lunghi che si integrano con Magnone e Mozzi. E’ chiaro che su quest’aspetto dovremo parlare con i giocatori, non è detto che per chi fatto molto bene quest’anno possano arrivare richieste da categorie superio-

ri”. Le richieste arriveranno anche dai procuratori, interessati a piazzare loro “protetti” in un sistema di pallacanestro e una realtà che si è dimostrata al tempo stesso tranquilla ma in grado di far migliorare chi ne fa parte. Un esempio tra tutti l’ala Marotto, arrivato al Pala Patri con l’esigenza e rilanciarsi e che ha chiuso con 20 punti in gara3 a Fossano, emblema di quanto le cose siano fatte nel modo giusto. Proprio una situazione di que-

sto tipo potrebbe interessare alla dirigenza serravallese: trovare altri giocatori che vogliono provare a rilanciarsi. Nel frattempo sarà da verificare la composizione della prossima Divisione Nazionale C. Dalla B è sceso il Cus Torino, che però potrebbe ambire al ripescaggio, risorse permettendo. Dalla Liguria arriverà l’altra squadra universitaria, il gruppo di Maestri che nella finale ha battuto 3-1 Sarzana. Ma la situazione è ancora parecchio fluida.

La novità Sul palco i più piccoli, under 14 e under 17

GIOVANILI

Red Basket: la festa del vivaio va in scena al teatro Splendor

Novi-Serravalle, nasce Dolci Terre

Un momento di festa comune, un’occasione per rivivere assieme un anno intenso, tra allenamenti, partiti amichevoli e tornei. E’ in programma per domani, venerdì 13 giugno, al teatro Splendor di Ovada la serata di chiusura della stagione del settore giovanile della Red Basket. Tra video, foto, la presentazione delle squadre e momenti di gioco, si ritroveranno sul palco del teatro di via Buffa quasi 70 ragazzi del settore vivaio, compresi tra le categorie scoiattoli, aquilotti, esordienti, under 15 e under 17. “Quello di quest’anno – spiega Mirco Bottero, presidente della Red Basket – è stato un anno in cui siamo ripartiti e abbiamo posto le

basi per lo sviluppo dei prossimi anni. Non escludiamo, già dall’anno prossimo di avere una squadra completa da iscrivere. Per la nostra società questo significa avere una base più solida, programmare meglio le attività future”. Alla base di tutto la partenza del Progetto Basket Time che ha portato Andreas Brignoli, responsabile tecnico, nonché coach della prima squadra, a proporre la palla a spicchi nelle scuole elementari e medie ovadesi. “Due settimane fa – spiega lo stesso Brignoli – abbiamo portato al Geirino più di 40 bambini dell’asilo per una giornata di gioco e primi rudimenti del nostro sport. E’ andata bene anche

l’attività nelle scuole medie, culminata qualche mese fa con il torneo finale tra le classi. La ricetta è sempre la stessa: permettere alle nuove leve di divertirsi imparando uno sport di squadra che sviluppa doti motorie di base e la capacità di lavorare in gruppo”. A supportare il lavoro di Brignoli, specie nelle ora di allenamento in palestra, il mini staff composto da Matteo Cardano, Andrea Migone e Lorenzo D’Avino, giovani già nell’orbita della prima squadra biancorossa. A loro nei prossimi anni se ne aggiungeranno sicuramente degli altri per una società che sui prodotti del vivaio punterà sempre più decisamente.

Ormai è molto più che una idea. A giorni infatti verrà presentata ufficialmente una nuova società di basket giovanile che in realtà ambisce alla fusione delle squadre baby di Novi e Serravalle. Anche il nome sarà tutto nuovo con un logo che non potrà che fa piacere alle amministrazioni comunali dei due centri perché il nome Dolci Terre è di fatto l’elemento che sull’asse stradale Novi-Serravalle tende a unire le due cittadine. Un nome che potrà diventare un marchio di un vivaio dalle potenzialità maggiori perché il bacino di utenza diventerà ampio e il lavoro dei tecnici dei due club sarà qualificato anche perché la tradizione di Serravalle unita all’entusiasmo di Novi potrebbe permettere nel giro di qualche anno di fondare le prime squadre su giovani del vivaio, un’esigenza sempre più impellente in un basket ormai improntato su linee che guardano all’ingresso degli stranieri anche nei tornei minori come la serie C nazionale dove nella prossima stagione ci sarà spazio per un atleta proveniente dall’estero. Anche per questo l’idea è di unire le forze e fondare un vivaio che possa essere, in un futuro non troppo lontano, il fulcro di un unico club. Il nome già ci sarebbe e si tratterebbe di un matrimonio alla pari.

inbreve PALLACANESTRO

Incontro in municipio per la grana del campo Grande entusiasmo e soddisfazione per il Basket Club di Serravalle Scrivia che, sul campo esterno di Fossano, ha dominato la gara della finale play-off, arrivando in serie C nazionale. La terza partita delle finali è stata decisiva: se nelle prime due la vittoria è arrivata sul filo del rasoio, nell’incontro decisivo il Fossano non ha avuto scampo, e Serravalle ha stravinto. Ma, a freddare un po’ gli animi ancora infuocati per il risultato raggiunto, il fatto che il PalaPatri, il palazzetto sportivo intitolato all’amato insegnante di educazione fisica e allenatore Gian Patri, non è omologato per questo genere di partite. Infatti, per categorie come, appunto la C1, occorre un’area di gioco di 28x15 metri, mentre a Serravalle le misure sono di 26x14 metri. A questo punto, è possibile trovare una soluzione, oppure la squadra dovrà trasferirsi ed effettuare i propri allenamenti altrove, per esempio ad Arquata Scrivia, dove la squadra si era trasferita tra il 2007 e il 2008? “La questione è delicata: il mio suggerimento è stato quello di inviare una lettera, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, alla Federazione Italiana Pallacanestro, per chiedere una proroga di un anno per poter comunque giocare nel nostro palazzetto”, ha ribadito Emanuele Parodi, dirigente responsabile del Basket Club. L’alternativa, escludendo Novi (anche in questo caso il campo di gioco non è omologato) e Arquata (per alcuni problemi tecnici all’impiantistica riscontrati negli scorsi anni), rimane soltanto Tortona. In ogni caso, come ricordato ancora da Parodi, un intervento di ampliamento sarebbe necessario, insieme a un più generico intervento di ristrutturazione e manutenzione del palazzetto sportivo. Parodi ha comunque sottolineato i sostegno da parte del Sindaco, Alberto Carbone, e dell’Assessore allo Sport, Marco Freggiaro, che hanno mostrato interesse immediato per la questione, nonostante i vincoli, a livello economico, imposti dal patto di stabilità. “Noi da sempre sosteniamo le attività e le associazioni sportive cittadine, facendoci carico di tutte le relative spese di manutenzione – afferma Freggiaro – e per dimostrare la nostra stima nei confronti della squadra e dei dirigenti, ho scritto una lettera per incoraggiare i nostri ragazzi a non mollare mai, e a inseguire un sogno che è diventato, ad oggi, tangibile”. L’auspicio è che il Basket Club, sostenuto dall’Amministrazione (che ha previsto per domani sera un incontro per discutere della faccenda), riesca a ottenere, se non il permesso per l’ampliamento, perlomeno la proroga, una soluzione palliativa per il futuro immediato. (A.B.)

PALLACANESTRO

In DNB l’Orsi Derthona vede il traguardo della Poule Cerca la storia l’Orsi Derthona. La formazione di coach Arioli è infatti impegnata questa sera a Piacenza nella gara2 della finale per l’accesso alla poule promozione della DNB. Samoggia e compagni ci arrivano forti del successo ottenuto nella prima sfida. Sabato scorso infatti è finita 65-47 per una squadra forse non efficacissima sotto il canestro offensivo che ha però messo in mostra una grandissima determinazione e una difesa davvero impenetrabile. Per tutta la sera la formazione di casa, davanti a un pubblico foltissimo, ha concesso solo tiri molto forzati agli avversari. Pochi dati numerici che la dicono lunga: 7 punti segnati dagli emiliani nei primi 10 minuti, il primo tempo chiuso a quota 19 con 15 lunghezze da recuperare. Percentuale di tiro da minibasket con Cernivani e soci che hanno chiuso col 12% dall’arco del tiro da tre. I leoncelli hanno avuto le loro buone difficoltà contro la difesa schierata. Ma alla lunga, a fronte di tante palle perse di Piacenza sono arrivati 25 punti in contropiede e transizione che hanno fatto la completa differenza. Le note liete non sono però finite qui. Ottima davvero la prestazione di capitan Leone Gioria, al rientro dopo l’infortunio: l’ala ha chiuso con 10 punti e 7 rimbalzi, 21 al capitolo valutazione che più d’ogni altro testimonia dell’utilità del giocatore. Di fatto la ripresa non s’è giocata o quasi. Venuto ha subito trovato il +20, la formazione ospite è stata sotto anche di 24 punti. “Grande cuore – fanno sapere dalla dirigenza dell’Orsi – per un gruppo che voleva regalare una serata speciale ai suoi tifosi. Ora prepariamo la sfida in trasferta che sarà durissima”. Da Tortona la partenza della carovana dei tifosi, muniti di mezzi propri, è prevista per le 18.30 dall’Uccio Camagna. Tutti consapevoli che al PalaAnguissola questa sera la clava servirà più del fioretto. (Foto tratta da www.derthonabasket.it)

PALLACANESTRO

Giocatori veri vs appassionati: a Tortona il torneo Armana Parte ufficialmente sabato la decima edizione del Torneo Armana, la manifestazione più importante nel panorama del basket da campetto alessandrino, che nel prossimo fine settimana radunerà a Tortona la stragrande maggioranza degli appassionati di palla a spicchi. Il programma è particolarmente ricco e intenso. Si inizia alle 14.00 di sabato, solita location di dei campetti attorno a piazza Garibaldi, con i tornei giovanili: si sfidano i bambini del minibasket, l’under 13, l’under 15, l’under 17, e l’under 19. Alle 17.00 è prevista la gara delle schiacciate, intermezzo divertente dedicato a chi ha doti atletiche più spiccate. Alle 18.00 le finali delle diverse competizioni, accompagnate da Happy Hour e musica dal vivo. Perché l’Armana non è solo una manifestazione sportiva ma soprattutto un’occasione di socializzazione e divertimento. Seconda parte domenica. Dalle 11 al via i tornei open maschili e femminili. Alle 12.00 parte il torneo Special Olympics. Alle 14.00 il torneo per dilettanti. Dalle 15.30 infine c’è il torneo Over 40. Anche in questo caso le finali sono previste dalle 18.00. Da sempre il ricavato dell’iniziativa viene devoluto all’associazione Enrico Cucchi e ai suoi volontari attivi nel campo delle cure palliative. Per ogni informazione è possibile consultare il sito http://www.tortonastreetbasket.com/ e la pagina Facebook del torneo.


latelevisione

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

30 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

laprogrammazione giovedì

venerdì

dal 12 al 18 giugno

sabato

domenica

lunedì

martedì

mercoledì

12 13 14 15 16 17 18 giugno

giugno

giugno

giugno

16.30 Estate in diretta, attualità 17.00 Tg1-Che tempo fa 18.50 Reazione a Catena, gioco 20.00 Tg1 20.35 Rai Sport: Campionati del M.. 21.00 Calcio: Spagna-Olanda 23.00 Tg1 60 secondi

17.00 Tg1 - Che tempo fa 17.15 A Sua Immagine, documenti 18.50 Reazione a Catena, gioco 20.00 Tg1 20.30 Col cuore nel nome di Fr.., var. 23.10 Tg1 60 secondi 23.15 Rai Sport: Campionati del M..

14.00 Calcio: Inghilterra-Italia 16.35 Il mio cuore dice sì, film 18.50 Reazione a Catena, gioco 20.00 Telegiornale 20.35 Rai Sport: Campionati del M.. 21.00 Calcio: Francia-Honduras 23.05 Rai Sport-Notti Mondiali

14.05 Legami, soap 15.00 Che Dio ci aiuti, fiction 17.15 Rai Sport: Campionati del M.. 18.00 Calcio: Germania-Portogallo 20.30 Techetechetè, varietà 21.20 L’uomo che cavalcava..., film 23.45 Rai Sport-Notti Mondiali

14.05 Legami, soap 14.55 Che Dio ci aiuti, fiction 17.15 Estate in diretta, attualità 18.50 Reazione a catena, gioco 20.35 Rai Sport: Campionati del M.. 21.00 Calcio: Brasile-Messico 23.05 Rai Sport-Notti Mondiali

14.05 Legami, soap 15.00 Che Dio ci aiuti, fiction 18.50 Reazione a catena, gioco 20.00 Tg1 20.35 Rai Sport: Campionati del M.. 21.00 Calcio: Spagna-Cile 23.05 Rai Sport-Notti Mondiali

14.00 Detto Fatto Mix, attualità 15.30 The Good Wife, telefilm 17.45 Tg2 Flash L.I.S. 18.15 Tg2 18.45 Il commissario Rex, tf 21.10 Elementary, telefilm 22.45 Due uomini e mezzo, telefilm

14.00 Detto Fatto Mix, attualità 15.30 The Good Wife, telefilm 17.45 Tg2 Flash L.I.S. 18.15 Il commissario Rex, telefilm 20.00 Diario Mondiale 21.10 Pasion Proibida, soap 00.20 Tg2 - Punto di vista

14.00 Marie Brand e la stanza b.., fl 15.30 Squadra speciale Colonia, tf 17.00 Dribbling Mondiale 17.50 Reign, telefilm 20.30 Tg2 21.05 The Expatriate film 22.55 Luther, telefilm

14.15 Delitti in paradiso, telefilm 16.45 Dribbling Mondiale 17.50 Reign, telefilm 19.15 Il commissario Rex, telefilm 20.30 Tg2 21.05 Hawaii Five-0, telefilm 22.40 Strike Back, telefilm

14.00 Detto Fatto Mix, attualità 15.30 The Good Wife, telefilm 16.55 Tg2 Flash L.I.S. 18.15 Il commissario Rex, telefilm 20.30 Tg2 21.10 Stolen, film 23.15 Fuori in 60 secondi, film

14.00 Detto Fatto Mix, attualità 15.30 The Good Wife, telefilm 17.50 Tg2 Flash L.I.S. 18.45 Il commissario Rex, telefilm 20.30 Tg2 21.10 Squadra Speciale Cobra 11, tf 23.50 Tg2

14.00 Detto Fatto Mix, attualità 15.30 The Good Wife, telefilm 17.50 Tg2 Flash L.I.S. 18.15 Il commissario Rex, telefilm 20.30 Tg2 21.10 La carica dei 101, film 23.15 Under the Dome, telefilm

14.00 Tg Regione 15.00 Terra Nostra 2, soap 17.45 Geo Magazine 2014 19.00 Tg3 - Tg Regione 20.10 Ai confini della realtà 21.05 Pane amore e fantasia, film 22.50 Quel gran pezzo dell’Italia, doc.

15.05 Terra Nostra 2, soap 15.55 Storia di fifa e di coltello, film 17.30 Geo Magazine 2014 20.00 Blob 20.35 Un posto al sole, soap 21.05 Operazione San Gennaro, fl 23.00 La tredicesima ora, docum.

15.00 Venezia, la luna e tu, film 16.40 Ghiaccio verde, film 19.00 Tg3 - Tg Regione 20.00 Blob 20.15 Superstoria 2014, documenti 21.05 Ulisse: il piacere della sc.., doc. 23.10 Tg3 - Tg Regione

12.55 La signora del West, telefilm 15.00 Tg3 L.I.S. (per non udenti) 15.10 L’estate del mio primo bacio, fl 16.30 The Boys from Country.., fl 20.00 Blob 20.20 Colpo di scena, attualità 21.05 Mr. Selfridge, telefilm

15.00 Terra Nostra 2, soap 17.15 Geo magazine 2014, docum. 19.00 Tg3 Regione 20.00 Blob 20.35 Un posto al sole, soap 21.05 Hotel 6 stelle, documenti 23.05 Correva l’anno, documenti

14.55 Tg3 Flash LIS 15.50 La fabbrica degli eroi, film 17.45 Geo magazine 2014, docum. 19.00 Tg3 Regione - Blob 20.35 Un posto al sole, soap 21.05 Ballarò, attualità 23.20 Report Cult, attualità

15.00 Terra nostra 2, soap 15.50 Tolgo il disturbo, film 19.00 Tg3 Regione - Blob 20.00 Blob 20.35 Un posto al sole, soap 21.05 Chi l’ha visto?, attualità 23.15 Doc 3, documenti

15.30 Hamburg distretto 21, film 16.35 Zorro, telefilm 18.50 Tg4-Meteo.it 19.55 Tempesta d’amore, telefilm 20.30 Il Segreto, soap 21.15 Stanno tutti bene, film 23.30 In amore niente regole, film

14.00 Lo sportello di Forum, attualità 15.30 Zorro, telefilm 18.50 Tg4-Meteo.it 19.35 Ieri e oggi in TV 20.30 Il Segreto, soap 21.10 Il profumo del mosto selvatico, fl 23.40 Mr. Brooks, film

15.30 Nuove scene da un matrim.., real. 16.10 Ieri e oggi in tv, documenti 17.00 Poirot: il seme del sosp.., film 18.55 Tg4-Telegiornale-Meteo 20.30 Il Segreto, soap 21.30 The mentalist, film 00.00 Nome in codice: Nina, film

13.55 Donnavventura, documenti 14.45 Un tè con Mussolini, film 17.10 Zorro il dominatore, film 18.55 Tg4-Telegiornale-Meteo 19.35 Colombo, telefilm 21.15 Poseidon, film 23.30 Lo squalo, film

14.00 Lo sportello di Forum, attualità 15.30 Hamburg distretto 21, telefilm 18.55 Tg4 - Meteo 19.55 Tempesta d’amore, soap 20.30 Il segreto, soap 21.15 Alive: storie di sopravv..., doc. 00.35 28 settimane dopo, film

15.30 Hamburg distretto 21, telefilm 16.35 Zorro, telefilm 18.50 Tg4 - Meteo 19.35 Ieri e oggi in tv, attualità 20.30 Il segreto, soap 21.15 Tempesta d’amore, soap 23.00 Carne tremula, film

15.30 Hamburg ditretto 21, telefilm 16.50 Mister miliardo, film 18.50 Tg4 - Meteo 19.35 Ieri e oggi in tv, attualità 19.55 Tempesta d’amore, soap 21.15 Bomber, film 23.15 Squadra antiscippo, attualità

16.10 Le tre rose di Eva, fiction 17.00 Inga Lindstrom, film 18.50 Il segreto, soap 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Paperissima Sprint, varietà 21.10 The Perfect Man, film 23.30 Matrix, attualità

14.40 Uomini e Donne e poi 16.10 Le tre rose di Eva, fiction 18.50 Il segreto, soap 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Paperissima Sprint, varietà 21.10 Segreti e delitti, attualità 23.30 Hit the Road Man, attualità

13.40 Dallas, telefilm 15.40 The Storm, film 18.50 Il Segreto, soap 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Paperissima Sprint, varietà 21.10 Rosamunde Pilcher, film 23.00 Speciale Tg5, attualità

13.40 L’arca di Noè, attualità 14.00 Agata e Ulisse, fl 17.00 Due imbroglioni e mezzo, fl 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Paperissima Sprint, varietà 21.10 Il segreto, soap 23.30 X-Style, attualità

14.10 Cuore ribelle, soap 14.40 Uomini e donne e poi 18.50 Il segreto, soap 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Paperissima Sprint, varietà 21.10 Extreme makeover Italia, real. 23.30 Amore e altri rimedi, film

16.10 Le tre rose di Eva 2, fiction 17.00 La locandiera, film 18.50 Il segreto, soap 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Paperissima Sprint, varietà 21.10 Orgoglio e pregiudizio, film 23.40 Matrix, attualità

16.10 Le tre rose di Eva 2, fiction 17.00 Inga Lindstrom, film 18.50 Il segreto, soap 20.00 Tg5 - Meteo.it 20.40 Paperissima Sprint, varietà 21.10 Furore, il vento della sper.., fic. 23.00 Marie Antoinette, fl

14.05 I Simpson, cartoni 14.55 Nikita, telefilm 16.40 The O.C., telefilm 18.30 Studio Aperto - Meteo 19.20 Person of interest, telefilm 21.10 Wild-Oltrenatura, film 23.35 Chiambretti Supermarket, var.

14.05 I Simpson, cartoni 14.55 Nikita, telefilm 16.40 The O.C., telefilm 18.30 Studio Aperto - Meteo 19.20 Person of interest, telefilm 21.10 Stardust, film 23.50 Chiambretti Supermarket, var.

14.05 Single by Contract, film 16.05 Una canzone per te, film 18.10 Vecchi bastardi, varietà 18.30 Studio Aperto 19.15 Striscia, una zebra alla.., fl 21.10 Il re scorpione 2, film 23.30 Chiambretti Supermarket, var.

13.00 Sport Mediaset 14.05 Motocross: GP Italia 17.10 Motocross: GP Italia 18.30 Studio aperto - Meteo.it 19.25 Big Mama, film 21.30 Parto col folle, film 23.30 Confessione reporter, attual.

14.05 I Simpson, cartoni 14.55 Nikita, telefilm 16.40 The O.C., telefilm 18.30 Studio Aperto 19.20 Person of interest, telefilm 21.10 Sherlock II, film 23.10 Chiambretti Supermarket, var.

14.05 I Simpson, cartoni 14.55 Nikita, telefilm 16.40 The O.C., telefilm 18.30 Studio Aperto 19.20 Person of interest, telefilm 21.10 Cambia la tua vita con.., film 23.30 Chiambretti Supermarket, var.

14.05 I Simpson, cartoni 14.55 Nikita, telefilm 16.15 The O.C., telefilm 18.30 Studio Aperto 19.20 Person of interest, telefilm 21.10 La mummia, film 23.50 Chiambretti Supermarket, var.

14.40 Starsky & Hutch, telefilm 16.40 Il commissario Cordier, telef. 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, telefilm 21.10 Quel che resta del giorno, fl 23.45 La7 Night desk, attualità

14.40 Starsky & Hutch, telefilm 16.40 Il commissario Cordier, telef. 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, telefilm 21.10 Crozza nel paese dell.., att. 22.40 Il federale, film

14.00 Tg La7 - Cronache 14.40 Starsky & Hutch, telefilm 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, attualità 21.10 Il commissario Maigret, film 00.45 La7 Sport

14.40 Jane Doe, film 16.30 La libreria del mistero, film 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Domenica nel paese delle.. 21.10 La tela dell’assassino, film 23.10 The Constant Gardener, film

14.40 Starsky & Hutch, telefilm 16.40 Il commissario Cordier, telef. 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, attualità 21.10 L’aria che tira, attualità 00.00 La 7 Night Desk, attualità

14.40 Starsky & Hutch, telefilm 15.50 Il commissario Cordier, telef. 18.00 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, attualità 21.10 Mondo senza fine, fiction 00.30 La7 Night Desk, attualità

14.40 Starsky & Hutch, telefilm 16.40 Il commissario Cordier, telef. 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, attualità 21.10 La gabbia, attualità 00.00 La7 Night Desk, attualità

La7

Rai3

Rai2

Rai1

15.00 Segreto a Praga, film 16.35 Estate in diretta, attualità 18.50 Reazione a Catena, gioco 20.00 Tg1 20.15 Cerimonia apertura Mond.. 20.40 Rai Sport: Campionati del M.. 22.00 Calcio:Brasile-Croazia

Rete4

giugno

Canale5

giugno

Italia1

giugno

R OT T WE I L E R & JAC K R U SS E L TE R R I E R

Regione Chiappini, 225 Rocca Grimalda (AL) Tel. 347 5760185 www.dialbascura.com

Nel nostro allevamento è possibile trovare i cuccioli delle nostre razze più adatti alle vostre esigenze e anche alle vostre possibilità! Addestramento/educazione cinofila per tutte le razze. Contattateci per avere maggiori informazioni.


ilmercatino

ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

31 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

l’arredo

gliimmobili illavoro

imotori

VE N DO mobile arte povera buone condizioni base 3 ante, cassetto alzata 3 vetrine. Euro 25 0. Tel. 0143 7410 9 8 o 3200961461. VE N D E S I lavello in acciaio con 2 vasche e mobiletto bianco. Tel. 340 4033242. REGALO mobilia in buono stato a chi se la ritira. Tel. 340 4033242. QUATTRO sedie di legno massiccio per tinello color miele. Euro 50,00. Tel. 347 4453799. VENDO divano 2 posti in pelle bianca di ottima qualità. Come nuovo. Causa trasloco. Tel. 348 0148694. VENDO divano in ottime condizioni in pelle marrone chiaro euro 180,00 e 2 poltrone come il divano ad euro 50 cad. Tel. 347 0857429. CAUSA inutilizzo vendo poltrona in pelle marrone a metà prezzo. Telefonare al numero 347 1995633. VE N D O divano tre posti + pol-trona stile Luigi Filippo, restaurato. Tel. 368 3814860. VE N D O letto matrimoniale con doghe e materasso, 2 comodini, comò e specchio. Come nuovo. Euro 400 tratt. Tel. 333 3654547. VENDO divano letto e mobile soggiorno come nuovo. Tel. 348 7837215. VENDO mobile da bagno con specchiera m. 1,2x1,8 tinta ciliegio. Euro 170,00. Tel. 329 7958911. VENDO cucina m l 2,25x0,60, cucina Rex nuova incasso in ac-ciaio satinato piano in granito grigio. Euro 800,00. Tel. 329 7958911. VENDO scrivania ciliegio con cassetti in legno massello. Euro 70. tel. 329 7958911. VE N DO credenza a 5 ante (base+cristalliera) anni 60. Tutto legno in ciliegio. Ottimo stato. Tel 320 0684930 CERCO armadio-guardaroba a 2 ante piccolo. Tel. 333 1857298. CERCO 6 seggiole impagliate stile fratino. Tel. 333 1857298. VENDO tavolo + 4 sedie in legno massello color noce euro 500. Comò legno euro 100 e poltrano giardino a euro 50. Tel. 347 5759829. VENDESI arredamento di appartamento: 2 camere, 1 sala, 1 salotto + tinello e accessori vari. Tel. 329 7958911. VENDO 2 divani (3 posti), 2 poltrone in tessuto marrone. Euro 200,00. Anche separatamente. Telefonare al numero 339 3835070. VENDO causa trasloco mobilia varia tutta in buono stato. Tel. 340 5458645. VENDO sala Chippendale fine anni ‘50 in radica noce intarsiata con buffet con specchio, tavolo, 8 sedie, ecc. Tel. 339 4878425.

AFFITTASI garage in zona stadio. Tel. 377 1169323. AFFITTO a giovani mansarda 60mq, risc.aut, 2 camere, arredata. Ecc. Euro 250 mens. + 50 spese. Tel. 347 6958430. PRIVATO affitta appartamenti, arredati, euro 400 mens. Risc.aut. 2/3 camere, cucina, sala, cantina. Ecc. Tel. 347 6958430. AFFITTO alloggio tra Gavi e Arquata: 2 vani e mezzo, poggiolo e box. Completamente arredato. Tel. 338 3885163. AFFITTASI o vendesi appartamento in via P.Isola al 2°p: tinello, cucinino, sala, camera, bagno, terrazzo, cantina. Tel. 340 4848527. AFFITTASI alloggio a Novi in c.so Italia: ingresso, cucina, sala, 3 camere, 2 terrazzi, cantina, servizi. 2°p. Tel. 366 9574745. AFFITTASI casa colline di Garbagna: 4 camere + servizi, cortile e orto. Tel. 0143 741037. OVADA strada Voltri vendo casa ind., ristr. Con 4500 mq di terreno. Su 2 piani con camino, caldaia gpl. Classe energ. G – Ipe 421 Kwh/mq. Tel. 0143 835022 ora negozio. AFFITTASI locale comm. 40Mq via P.Isola a Novi zona di passaggio. Tel. 0143 73722. CERCASI casa affitto con posto auto, zona adiacente Novi o periferia. Risc.autonomo possibilità stufa pellet. Tel. 320 6919050. CENTRO Pozzolo affittasi appart. amm. Term.: 2 camere, soggiorno, bagno, cantina. Ecc. No spese cond. No agenzia. Tel. 335 8309106. CERCO in Novi locale comm. Mq 70. Tel. 329 7958911. CERCASI casa in affitto in Ovada centro: 2 camere, cucina, servizi. Risc.aut. No spese cond. Piano 1 o 2. Tel. 340 3520272. AFFITTASI 3 locali + servizi al pt in via Gramsci 39 a Novi. Euro 300 + euro 5 spese cond. mensili Tel. 0143 75643. NOVI centro, privato affitta bilocale 50mq arredato: cucina, letto, bagno, poggiolo. Tel. 338 4276382. CENTRO Novi affittasi alloggio ammobiliato termoaut con 2 camere, bagno e cucina. No spese cond. Tel. 388 0603244. Tel dopo le 20. Tel. 388 0603244. AFFITTO alla Barbellotta casa semind. Semiarred. Con giardino. Solo ref. Tel. 335 6123187. AFFITTO Novi Ligure centro storico bilocale con o senza box (lunghezza 2mt). Solo ref. Tel. 335 6123187. GARAGE vendesi in via Dei Mille 27 a Novi. Tel. 0143 744995 ore serali. AFFITTO in zona G3 a Novi appart. al 2°p con ascens., cucina, bagno, 4 camere, 2 terrazzi ecc. Tel ore pasti 338 4610180 o 0143 745480. Solo referenziati. AFFITTASI in Novi zona cen-trale n. 2 box. Tel. 328 4791007 ore pasti.

CERCO lavoro come collaboratrice domestica o assistenza anziani nell’Ovadese. Automunita tel al 347 1405185 OVADESE, referenziato, cerca lavoro come giardiniere e custode. Esp. Pluriennale. Tel. 348 3733503 SIGNORA seria, ref., cerca lavoro come badante, piccolo lavori dom. (Solo donne) mattino o pomeriggio. Tel. 347 1018724. CERCO lavoro come baby sitter, pulizie, badante ecc. Max serietà. Tel. 380 3844122. SIGNORA italiana con esperienza Avo presso Rsa offresi per ass.anziani. Tel. 331 8575108. COPPIA cerca alloggio come custodi, offresi max serietà. Disponibili per giardinaggio e allevamento bestiame. Referenziati. Tel. 347 1027893. CERCO lavoro come badante (notte) o come collab. domestica. Disponibile anche per tutta zona Ovadese e Valle Stura. Tel. 345 9463110. RAGAZZA italiana cerca lavoro per assistenza anziani, collaboratrice domestica, ottima stiratrice. Tel. 333 8913984. SIGNORA seria cerca lavoro come pulizie, ass.anziani a giornata zona Ovada, Cremolino, Acqui Terme. Tel. 339 2880999. IMPARTISCO lezioni di Fisica e Matematica Tel 0143 510657 o 329 1428222. S IG NORA rumena ref. con esper. Cerca lavoro come badante, pulizia, ass.alla persona. Anche festivi. Tel. 345 1721012. RAGAZZO 39enne, laureato, cerca impiego come addetto front-office o altro a Novi. Referenziato. Tel. 377 1211426. SIGNORE italiano offresi per lavori di giardinaggio, di verniciatura cancelli, sgombero cantine, ecc. Tel. 347 4374087.

VENDO Motard gas gas 50cc in ottime condizioni. Pochi chilometri. Tel. 347 0680450. VENDO moto Morini 3½ Cappa anno 1984. Tel. 338 2242816. VENDO Fiat 600 Young 1.2 grigio met. Unico prop. Anno 2000. Ottimo stato. Euro 1100,00. Tel. 338 1776516. CERCO auto e moto d’epoca, anche Vespa e Lambretta. Sono amatore. Max serietà. Tel. 342 5758002. PRIVATO vende scooter Honda Pcx125, agosto 2012, gommato nuovo, Km. 14000. Euro 1800. Tel. 335 5615611. CERCO furgoncino anche vecchio purchè funzionante. Max euro 1000. Tel. 342 5758002. VENDO scooter Piaggio Beverly 300 anno 2010, nero met. Euro 2600. Tel. 340 8713044 ore serali. VENDO Opel Corsa, motore rifatto 1.2, Km. 100.000. Euro 2000,00. Tel. 333 7863235. VENDO Opel Corsa anno ‘97, motore rifatto. Ottime condizioni, grigio met. Tel. 333 7863235. VENDO ciclomotore Peugeot (50) anno 2007 Km. 50722. euro 400 non trat. Tel. 380 6955530. VE N DO Toyota Yaris anno 2010 grigio met. Cambio aut. 5P, diesel. Km. 38140. euro 9500. Tel. 380 6955530 VENDO scooter Dink 150, bauletto per 2 caschi. Ottime condizioni. Euro 500. Tel. 339 4222265. VENDO Malaguti Phantom F12 rev. 2013, marmitta Leovincett, ecc. € 400. Tel. 338 3011925. VENDO vespa Piaggio 200 colore verde acqua met., con 2 caschi km 8.400 euro 2.000. Ottimo stato. Tel. 3389946307 Deborah

anniversario

anniversario

Attenzione

Il 16 giugno ricorre il 14° anniversario della scomparsa di

E’ ricorso il 25° anniversario della scomparsa di

Compila il tagliando con il testo dell’annuncio e consegnalo o spediscilo a Sic srl, Via Garibaldi 17, 15067 Novi Ligure. Verranno pubblicati solo gli annunci pervenuti sul tagliando in originale (non sono ammesse fotocopie, fax, email).

La figlia e il genero la ricordano con immenso affetto.

La figlia e il genero lo ricordano con immenso affetto.

VENDO collezione di scarpe e sandali n. 37, tacco alto, di Cellerino, marca Ramirez. Qualità eccellente. Euro 40 al paio. Tel. 338 2595888. COMPRO in contanti dischi in 45-33 giri e mangiadischi. Tel. 338 7546581. REGALO cactus di altezza mt. 1,50. Tel. 0143 842263. VENDO cyclette da camera usata (Atala Gimmy) con sforzimetro a regolazione manuale e consumo in watt (calorie) - tel 320 0684930. VE N DO monete Italiane ed estere (1900/2000) Vari Metalli Fuori Corso. Tel 320 0684930.

RINGRAZIAMENTO

ANNIVERSARIO

TRIGESIMA

La famiglia Soro sentitamente commossa ringrazia tutti coloro che hanno partecipato al suo dolore per la scomparsa del caro

I familiari sentitamente commossi ringraziano tutti coloro che hanno partecipato al loro dolore per la scomparsa del caro

Nel 1°anniversario della scomparsa della cara

Nel trigesima della scomparsa della cara

ORESTE MICHELANGELO SORO 1937-2014

ERCISO CECCHETTO 1928-2014

SANTINA CLEMENTE VED. OBERTI

Un particolare ringraziamento ai Dottori Montefiore, Castagneto, Balbi e a tutto il Personale dei Reparti di Urologia, oncologia e medicina dell’ospedale di Novi Ligure.

Un particolare ringraziamento a tutto il Personale del Reparto di chirurgia dell’ospedale di Novi Ligure per le cure prestate.

I figli, il genero e i parenti tutti la ricordano con immutato affetto. Una S. Messa di suffragio sarà celebrata domenica 22 c.m. alle ore 11.30 nella chiesa parrocchiale di s.pietro. Si ringrazia quanti si uniranno nel ricordo e nella preghiera.

Novi Ligure, 5 giugno 2014

Novi Ligure, 10 giugno 2014

Novi Ligure, 19 giugno 2014

MARIA CELESTE LORENZA GHIO IN SIMONELLI I familiari, gli amici e i parenti tutti la ricordano in una messa di suffragio domenica 29 alle ore 11 nella chiesa del Sacro Cuore. Si ringrazia quanti si uniranno nel ricordo e nella preghiera. Novi Ligure, 26 giugno 2014

S.p.A. Pompe Funebri - via Paolo Giacometti, 22 - c/o Comune di Novi

Per inserzioni a pagamento contattare la redazione: MARIO MARCHESE

levarie

VENDO tappatrice manuale per bottiglie e bottiglioni Usata tel 320 0684930. VENDO betoniera elettrica – una carretta. Usata solo un anno. Tel 320 0684930. COMPRO cose vecchie e antiche: dischi, radio, libri, monete, ecc. Tel. 338 7546581. COLLEZIONISTA autorizzato acquista armi antiche e oggetti militari. Max serietà. Tel. 339 2707271. VENDO trogolo in vetroresina 50x45 con mobiletto bianco. Prezzo da concordare. Tel. 340 5440525. VENDO climatizzatore Olimpia con telecomando. Ottimo stato. Euro 270 poco tratt. Tel. 331 5776294. VENDO giacca e pantaloni moto in pelle tg 52, come nuovi. Euro 450,00 poco tratt. Tel. 331 5776294. VENDO panca per inversione marca Carnielli. Nuova. Euro 150. Tel. 339 4222265. VENDO tosaerba elett. 1200W Bosch, altezza taglio regolabile. Euro 60,00. Tel. 339 2447613 VENDO enciclopedia del novecento Treccani 6 volumi. Euro 200,00. Tel. 339 2447613. VENDO dizionario enciclopedico Treccani 12vol. + atlante. Euro 300. Tel. 339 2447613. VENDESI abito da sposa bellissimo tg. 44-46 con strascico. Prezzo da concordare. Tel. 347 0647363. VENDO pelliccia di visone scuro tg 48-50 usata pochissimo. Euro 900,00. Tel. 333 2301426. VENDO macchina per cucire del 1965 elettrica Singer con mobile a scomparsa. Tel. 333 7859380. GAVI a 100mt da sede comunale affittasi posteggio autovetture private con diritto lavaggio macchina. Tel. 340 4554611. VENDO poltrona elettrica come nuova a metà prezzo. E-mail: bisio.marco@mclink.net

RINGRAZIAMENTO

Non si ricevono annunci per telefono

IDA CASSANO VED. MARCHESE

VENDO Touareg diesel grigio met. Anno 2004 - € 9000. Tel 334 3563405. VENDO moto Ducati in ottimo stato. Tel. 333 1857298. VE N D E S I Fiat 500 F 1965 uni-proprietario, buone condizioni, con ricambi. Euro 5000 tratt. Tel. 3480505323 dopo le 21. VENDO ciclomotre Peugeot anno 2007. Km. 782. Euro 700,00. Tel. 320 5688074. VENDO Volkswagen Touareg Grigio Metalizzato – anno 2004. Tel 334 3563405. DS Squalo ‘72 d’epoca versione D super 5 marce e gomme e impianto gpl. Euro 9500,00. Perfetta. Telefonare al 347 0706404. VENDO scooter elettrico per anziani: 4 ruote, 15Km/h, autonomia 40 km. Come nuovo. Tel. 340 5012752 ore serali. VENDO APE 50 in ottimo stato. Anno 2005, km 12000. Prezzo interessante. Tel. al 339 2106399 VENDO Vespa pk 125 motore rifatto, carrozzeria da riordinare. Tel. 331 5814234.

0143. 314700 annunci@ilnovese.info Annunci e ricordi dei propri cari devono pervenire entro e non oltre il venerdì antecedente l’uscita del giornale

GLI ANNUNCI DE ‘IL MERCATINO’ SONO GRATUITI ESCLUSIVAMENTE PER I PRIVATI

Non verranno pubblicati annunci pervenuti in forma anonima. Il nome – se non espressamente richiesto – non comparirà sul giornale. Le inserzioni gratuite vengono pubblicate a discrezione del giornale e in base alla disponibilità di spazio. L’editore si riserva a proprio insindacabile giudizio di rifiutare gli annunci che non siano conformi alle istruzioni indicate o comunque ritenuti non pubblicabili. L’inserzionista è informato dell’esistenza dei diritti che il d.lgs. 196/2003 riserva al titolare dei dati personali ed in particolare al diritto di verifica e del diritto di richiederne la cancellazione. L’inserzionista pertanto acconsente alla raccolta di tutti i dati forniti ed alla loro comunicazione ai nostri partner contrattuali.

Nome e Cognome . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Indirizzo

.......................................................................................

Telefono . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Testo dell’annuncio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ........................................................................................................... ........................................................................................................... ........................................................................................................... ........................................................................................................... ........................................................................................................... ........................................................................................................... ...........................................................................................................

Firma leggibile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .


ilsettimanale • giovedì 12 giugno 2014

32 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Comunica

GLOCal

Il tuo prodotto sul web locale e globale VENERDÌ 20 giugno

Andrea BOSCARO The Vortex - esperto di e-business e e-commerce La regola del "purché se ne parli vale anche su Internet?". Monitorare e gestire la reputazione aziendale

Massimiliano SPOLDI

dalle ore 16 alle ore 18 Sala conferenze Associazione Cultura e Sviluppo Piazza De Andrè, 76

Alessandria

Google Italia - Industry Manager Automotive, Fashion and Luxury "Going local, come le aziende possono estendere la loro rilevanza con la Search"

Christian PALMIERI (Salotto Creativo) Il caso Tripo, uno spicchio di arredo nella nostra città Introduce e modera:

Alessio DEL SARTO AlessandriaNews - Direttore editoriale SiC srl

VI FAREMO ANDARE A CASA PRIMA DI ITALIA-COSTA RICA! CON IL PATROCINIO DI

PARTNERS

salotto W

E

B

|

G

R

A

F

I

C

A

|

C

O

M

U

N

I

C

A

Z

I

O

N

E

IL NOVESE n. 23 del 12 giugno 2014  

Settimanale di informazione delle valli Borbera, Lemme e Scrivia. Dal 1963 il giornale di Novi Ligure

Advertisement