Page 1

www.ovadaonline.net

settimanale

valliorbalemmestura

Giovedì 8 maggio 2014 · N. 18

Anno 17 - euro 1,00

Poste Italiane s.p.a. - Spediz. in abb. post. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, DCB/AL - Edizioni SIC s.r.l. Novi Ligure · Iscr. al Registro Stampa del Tribunale di Alessandria al n. 485 del 9/10/1997 · Direttore Responsabile: Marco Matteini

ilcorsivo

Una domanda al prossimo sindaco di Edoardo Schettino Partecipazione. Una parola sempre più spesso evocata nel vocabolario politico. E in particolar modo sotto elezioni quando quasi tutti i concorrenti, quasi indistintamente, se ne ricordano pregi e opportunità. Poi il voto passa e in molti casi il dialogo si interrompe. In alcune occasioni partecipazione assume un significato ambiguo. Perché, se è vero che una cittadinanza più coinvolta nel processo decisionale può essere un fatto auspicabile, chi vince una qualsiasi consultazione ha poi la responsabilità di fare delle scelte. Al tempo stesso questo processo dovrebbe implicare una maggiore consapevolezza del quadro generale da parte della gente. Bisogna investirci tempo, disponibilità (da parte di chi amministra) a mettersi in discussione, ad ascoltare (da parte di chi è amministrato). E’ altrettanto necessario che il cittadino, in epoca di risorse risicate e possibilità di spesa ancora minori, accetti di mettere sul piatto della bilancia l’esigenza a chilometro zero, la più impellente ai suoi occhi, con quelle degli altri quartieri per poi soppesarla nel quadro generale. Di sicuro quest’esercizio, che di per se non può portare grandi risultati nell’immediato, potrebbe rappresentare un antidoto contro il discredito crescente di cui (non) gode l’amministrazione pubblica in quanto istituzione e, di riflesso, chi la esercita. Anche un settimanale come il nostro può avere un ruolo in questo processo, non solo veicolando opinioni e dati fondamentali a formarsi la propria. Specie in una realtà locale un giornale può porsi come tramite, anello di congiunzione tra chi amministra e chi è amministrato. Per questo, in vista del tradizionale dibattito “pre elezioni comunali”, in programma per giovedì prossimo al Teatro Splendor a partire dalle 21.00 abbiamo pensato di stimolare i nostri lettori. Inviateci segnalazioni sui temi, ponete possibili domande. C’è una cassetta delle lettere di fronte alla nostra sede. Ma anche la casella di posta elettronica, ovadese@alice.it è a disposizione. I più sentiti saranno girati a chi si candida a guidare la città.

Polo al palo: Cota non firma

A cinque anni dalla presentazione del primo progetto, poi notevolmente rivisto al ribasso, si fa ancora attendere il via libera ai lavori del polo scolastico di via Voltri: manca la firma della Regione, in particolare del presidente Roberto Cota, all’accordo di programma con la Provincia. Nuovo rinvio quindi. L’intervento prevede la realizzazione di nuovi laboratori e aule , una palestra per un totale di 3,8 miPAGINA 15 lioni di euro.

L’AMBULANZA

IL RINVIO

L’APPELLO

Croce Verde acquista un nuovo mezzo

Lai: tempi lunghi per le palazzine

Enpa: aiuto per i gatti di Mornese

PAGINA 15

PAGINA 17

Violino ovadese in Giappone

Tamburello: dove vai?

La musica non solo come passione ma anche come scelta per la vita. Adele Viglietti, violinista diciottenne della nostra città, è stata selezionata per esser parte della prestigiosa orchestra del Pacific Music Festival: nel mese di luglio, conclusa la maturità, suonerà nelle città principali del Giappone in un’istituzione creata 25 anni fa da Leonard Bernstein proprio per lanciare giovani musicisti di tutto il mondo. PAGINA 18

Ingialliscono le foto di 35 anni fa, l’anno in cui l’Ovada vinse lo storico e unico scudetto del Tamburello in uno sferisterio straboccante di gente e tifo. Oggi lo sport che più di ogni altro ha saputo accendere la passione locale ha proprio nell’Ovadese l’unica credibile alternativa al dominio delle mantovane e veronesi della Serie A. Per questo abbiamo tastato il polso a Cremolino e Carpeneto: due storie diverse di come si può provare a fare sport di vertice, sebbene in una disciplina minore, anche in piccoli paesi. A parlare sono i dirigenti dei due sodalizi, Claudio Bavazzano e Gianni Porazza. PAGINA 36

" # ),(- *&+/'..%+',0) &-+

! "

$

"

"

PAGINA 20

"

L’INCHIESTA


primo piano

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

2 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Sofio, lista giovane per puntare in alto rispetto di tutti. Il mio gruppo e io partiamo motivati per vincere e quando si crede in ciò che si fa i risultati arrivano. Credo che faremo un grande risultato». — A proposito di Alternativa Novese, avete mai preso in considerazione la partecipazione alle loro primarie? In fondo poteva essere una bella occasione… «La nostra idea di scendere in campo con una lista di cittadini composta prevalentemente da giovani è nata nei primi giorni di febbraio 2014, di conseguenza il discorso primarie avallato da Alternativa Novese non poteva avere nessun raccordo con noi. Siamo una lista apartitica che non ha alcuna necessità di confrontarsi in primarie in cui concorrono partiti tradizionali, non avremmo avuto nulla in comune».

ERMANNO CECCONETTO novionline@novionline.net

Francesco Sofio, 40 anni, consigliere comunale indipendente, è candidato sindaco a Novi Ligure con la lista civica “Progetto Comune”. Una lista composta prevalentemente da giovani, come ha tenuto a sottolineare durante la presentazione, ma il cui capolista sarà un volto novese conosciuto, quello di Pino Rapisarda. Dato prima vicino all’Udc, poi in “NoviSiamo” e infine nelle grazie di Forza Italia, Sofio è stato eletto in consiglio comunale nel 2009 con la lista di centrodestra “Novi Nuova”; pur essendo un volto nuovo del panorama novese ha ricevuto 199 preferenze, battendo molti “big” nostrani. La sua attiSu circa 28 mila persone che risiedono a Novi Ligure, il 15 per cento ha meno di 18 anni. Si tratta di circa 4 mila tra ragazzi e ragazze che rappresentano un segnale di speranza, ma tra non più di dieci anni saranno in cerca di un lavoro a Novi, e, se non lo troveranno, lasceranno la città. Quasi 5 mila persone hanno tra i 19 e i 35 anni e sono quelli di cui a Novi rimane solo la residenza, perché per studio o per lavoro essi sono già fuori città. Che cosa proponiamo a questa fascia di popolazione “invisibile”? La nostra generazione vive sulla propria pelle i limiti di una città che, dopo essere stata per decenni un polo industriale di primissimo piano nel panorama provinciale, si sta avviando verso una posizione di marginalità – economica e sociale – legata in particolare modo all’uscita di larghi strati della popolazione dalla vita lavorativa attiva e al suo invecchiamento. Il fenomeno è davanti a noi tutti: è nelle statistiche ufficiali così come nel modo di vivere e di pensare la città da parte della fascia generazionale maggioritaria, quella che ha superato la soglia dei sessant’anni. I giovani e i giovanissimi novesi vivono, nella maggior parte dei casi, esperienze di studio e di lavoro fuori dalla città: i flussi si muovono in direzione dei centri urbani più impor-

vità in consiglio è stata costante e ha prodotto numerose interpellanze, arrivando anche a provocare qualche scintilla con qualche assessore. — Com’è maturata questa decisione di scendere in campo in prima persona? «La decisione è maturata dopo una seria riflessione e soprattutto a seguito delle richieste di tanti cittadini, che mi chiedevano di andare avanti e non lasciare cadere nel dimenticatoio tutto il lavoro fatto in questi anni. Insieme ad un gruppo di persone abbiamo deciso di dare vita alla lista “Progetto Comune”, che non ha alcuna connotazione partitica: si tratta di cittadini che si mettono in gioco per il bene comune».

— Rumors locali dicono che alla fine ha fatto una sua lista perché nessuno le garantiva un cadreghino. Mentre così, se otterrà un buon risultato, siederà nuovamente in consiglio. Punta alla vittoria o allo sbarramento? «I miei candidati e io non siamo interessati a quelle che possono essere chiacchiere di corridoio o rumors come li definisce lei, a casa ho un divano molto comodo sul quale mi posso sedere tutte le volte che voglio con il mio amato gatto sempre in braccio; il nostro scopo è di fare una campagna elettorale basata sui contenuti, ci proporremo e diremo alla gente che cosa abbiamo intenzione di fare per la nostra città. La nostra sarà una campagna elettorale improntata sulla correttezza e il

— Il 25 maggio a contendervi lo scranno di Palazzo Pallavicini sarete in otto. Così frammentati non rischiate di fare il gioco del Pd? «La scelta su chi dovrà governare spetta agli elettori e non penso che il nocciolo della questione sia rappresentato da quante persone concorrono alla carica di sindaco ma da chi concretamente sarà la persona più adatta a rappresentarli e fare i loro interessi. La gente ormai ha capito che necessita un radicale cambiamento ai vertici della politica, con un sistema nuovo, fatto soprattutto di giovani, di idee innovative e di competenza. Un sistema basato sul principio che il politico deve fare l’interesse del cittadino e non il proprio». — Rapisarda a parte, gli altri componenti sono giovani, ma per

governare un Comune non serve anche un po’ di esperienza? «Esperienza non significa competenza. Si può avere esperienza e non avere alcuna competenza e in quel caso si fanno solo danni, oppure essere privi o con poca esperienza politica perché giovani, ma con grande competenza tecnica per amministrare e fare le cose nel migliore dei modi». — Terzo Valico e Ospedale. Due temi delicati e controversi. Partiamo dal primo: “Progetto Comune” come si pone nei confronti della nuova linea ferroviaria? «Credo che l’argomento Terzo Valico dovrà essere ripreso dalla nuova amministrazione in quanto c’è molta confusione e disinformazione in merito. “Progetto Comune” non è contro il progresso ma prima di tutto viene la salute pubblica. La salute è tutelata dalla nostra Costituzione tra i beni fondamentali di ogni uomo e noi intendiamo rispettare quanto stabilito dalla legge». — Ospedale: megastruttura tra Alessandria, Novi e Tortona o mantenimento del San Giacomo? «L’ospedale di Novi è sempre stato un centro di riferimento per la tutela della salute pubblica nella nostra zona; non credo debba essere smantellato ma semmai potenziato e migliorato con tante nuove professionalità. “Progetto Comune” è a favore del nostro ospedale e di chi vi opera e faremo di tutto per tutelarlo». — Cosa vuol fare domani Sofio che non ha fatto oggi Robbiano? «Ritengo che sia fondamentale per noi guardare al futuro e non a quello che è stato fatto o non fatto in passato. Il nostro programma è improntato a vari temi quali il sociale, le politiche per i giovani, la rinascita del commercio in città, l’urbanistica a passo coi tempi, la tutela della salute. In questi anni da consigliere comunale ho sviluppato tanti progetti di cui alcuni già avviati e che saranno ripresi quali gli orti sociali e la gratuità dei farmaci alle persone indigenti, e molti altri da realizzare. C’è tanta voglia di fare da parte di tutti noi e non ci tireremo indietro davanti alle sfide che ci attendono».

La lettera Circa 5 mila ragazzi vivono, studiano o lavorano fuori città

«Idee per una Grande Novi su misura per gli under 35» tanti del triangolo industriale, ma sono diretti anche più lontano, verso il resto dell’Italia, verso l’Europa, l’Oriente e gli Stati Uniti. Se la città non riesce a dotarsi, nell’immediato futuro, degli strumenti necessari per essere pienamente vivibile anche per questa generazione di studenti e lavoratori “ad alta mobilità”, è destinata, irrimediabilmente, a un lento declino. Noi non vogliamo una città che invecchia in attesa della fine, vogliamo costruire una città che, grazie a particolari condizioni di vivibilità, di qualità della vita, e ai servizi offerti, possa essere scelta come luogo di residenza stabile anche da chi ogni giorno si sposta per centinaia di chilometri e da chi vive all’estero ma rientra regolarmente nella propria città natale. Crediamo fermamente che per immaginare Novi come punto – fisico e virtuale – di partenza e di ritorno di flussi di persone, di scam-

bi, di esperienze, di connessioni virtuali, sia necessario, in primo luogo, raccogliere le idee, confrontando anche le proposte di chi ha visto, sperimentato, conosciuto altre realtà, vicine e lontane dalla nostra. La Grande Novi che abbiamo in mente è portavoce di un modello di sviluppo sostenibile dal punto di vista economico e ambientale, al cui centro vi sono la tutela dell’ambiente e del paesaggio, i servizi alla persona, il ciclo dei rifiuti, le reti energetiche, il servizio idrico integrato, la sanità, la logistica, l’assetto infrastrutturale, l’accesso alle risorse comunitarie. Noi siamo per la Grande Novi digitale perché riteniamo che non sia possibile tradurre in realtà progetti innovativi che siano logistica, nuovi insediamenti industriali, servizi culturali, o attività direzionali senza una connessione internet ad alta velocità. La Grande Novi che abbiamo in mente dispone di una rete capilla-

re a fibre ottiche per essere un centro nevralgico della Provincia e della Regione, per permettere lo sviluppo di nuove attività produttive, per promuovere nuove forme occupazionali. Noi siamo per la Grande Novi in Europa: da tutti i punti di vista. Essere in Europa vuol dire in primo luogo crederci, diffondendo in maniera sempre più coinvolgente tra i cittadini una cultura e una pratica dell’Unione Europea. Essere in Europa vuol dire sviluppare le competenze e le professionalità – ovvero, nuove forme di impiego – necessarie per partecipare a tutte le forme di finanziamento comunitario utili alle attività della pubblica amministrazione e a quelle dei cittadini. Con l’Europa la Grande Novi può sopperire ai tagli dei trasferimenti statali, essere competitiva, partecipare attivamente a una rete internazionale di scambi, dare impulso a una nuova proget-

tualità – economica, sociale e istituzionale – innovativa e di qualità. Essere in Europa vuol dire anche dotare la Grande Novi di una rete di trasporti, locale ed extraurbana, efficiente, integrata, di qualità, e funzionale alle esigenze di chi si sposta ogni giorno per raggiungere il luogo di lavoro o di studio. Noi siamo per la Grande Novi città aperta allo sviluppo economico e sociale. Nella Grande Novi non c'è più posto per chi resta indietro nella mobilità dei lavoratori, nel trasporto delle merci, nella produzione e diffusione dell’energia, nella tecnologia dell’Informazione e nella consapevolezza di cosa vuol dire fare impresa e creare lavoro, oggi e domani. Oggi, nel settore manifatturiero, vi è un posto di lavoro nuovo ogni 250 occupati. Nel commercio all’ingrosso, ogni 300. Questo significa che nei settori in cui Novi è specializzata vi sono enormi difficoltà a creare posti

di lavoro nuovi. I settori attualmente in crescita sono altri, le attività professionali, scientifiche, tecniche, i servizi alle imprese, i servizi di informazione e di comunicazione: dobbiamo muoverci in questa direzione, con proposte innovative, semplici, concrete. Noi siamo per la Grande Novi della cultura: Una città vivibile dal punto di vista culturale significa prima di ogni altra cosa che i cittadini possono scegliere di spendere parte del loro tempo libero in attività che si svolgono nella dimensione pubblica. In questo senso, nella Grande Novi la cultura è una sfida per nuove forme di impiego. Ci vogliono gli spazi adeguati per la creazione e la diffusione, la capacità di fare rete con istituzioni culturali regionali e nazionali, la capacità di attivare forme di collaborazione con gli Atenei universitari a noi più vicini, la capacità di incentivare e promuovere tutte le forme di cultura e di creatività che nascono dal territorio, un servizio bibliotecario efficiente e al passo con i tempi, un’offerta diversificata e diffusa dal centro alla periferia, che consenta a cittadini diversi per età, per grado culturale e per interessi di trovare nella città un’offerta su misura per sé. Cecilia Bergaglio Daniele Gualco


primo piano

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

3 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Legalità, gli otto vanno al confronto

Libera chiama a raccolta i candidati per Palazzo Pallavicini: di fronte alla città dovranno impegnarsi a rispettare il manifesto antimafia stilato dall’associazione da oggi attiva anche a Novi ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

Sono le nove e mezza di sera del 17 marzo. A Palagiano, in provincia di Taranto, Carla Maria Fornari, 30 anni, sta guidando la sua auto, diretta a casa. Accanto a lei c’è il compagno Cosimo Orlando, una condanna per un duplice omicidio, da poco in semilibertà. In braccio l’uomo ha il piccolo Domenico Petruzzelli, 3 anni, figlio della Fornari. Dietro, sul sedile posteriore, ci sono altri due fratellini, di 7 e 6 anni. Quando i killer della mafia incrociano la famiglia, speronano l’auto, la bloccano, la investono con una raffica di proiettili. Almeno quindici, che causano la morte di Carla Maria, di Cosimo e del piccolo Domenico. Una bugia bell’e buona, quella della mafia che non tocca i bambini: negli ultimi anni, Otto candidati alla carica di sindaco, otto programmi depositati in municipio a Novi Ligure. La visione della città di ogni candidato, e le sue proposte per la futura gestione. Si va dal più lungo, le 54 pagine di Rocchino Muliere, al più breve con Andrea Scotto che se la cava con 5. In totale 162 pagine che rappresentano la visione della città di ogni candidato e raccolgono le proposte per la futura gestione amministrativa di Novi Ligure. Nel dettaglio, dopo Muliere in ordine di lunghezza vengono le 27 pagine presentate da Fabrizio Gallo del Movimento 5 stelle. Segue Maria Rosa Porta con 26, Alessandro Molinari con 18, Francesco Sofio e Costanzo Cuccuru con 13, Pino Dolcino con 8 pagine e chiude Andrea Scotto con solo 5 pagine. Ma la lunghezza non può essere il parametro attraverso cui gli elettori giudicano la bontà dei programmi dei vari candidati. È possibile scrivere a lungo, senza dire nulla, o esporre idee ottime in poche parole. Ogni elettore ovviamente può decidere a chi dare la sua preferenza senza leggersi le 162 pagine totali dei vari programmi, ma noi abbiamo fatto questa piacevole fatica per voi e abbiamo cercato di confrontare le proposte dei vari candidati sui principali temi di dibattito cittadino. Partiamo dal principe dei temi, il Terzo Valico. Curiosamente, alcuni candidati non lo citano. Dimenticanza oppure scelta deliberata di “sorvolare” questo tema? Andrea Scotto e Francesco Sofio non entrano nel merito di questo tema nel loro

non solo i più piccoli sono stati vittime accidentali del fuoco dei malavitosi, ma addirittura bersagli designati, come nel caso di Giuseppe di Matteo tanto per fare un esempio, rapito a 12 anni, strangolato e sciolto nell’acido per una vendetta trasversale. A Domenico Petruzzelli è intitolata la sezione novese di Libera, il network di associazioni che combattono la criminalità organizzata. Giorgio Bergaglio [nel riquadro] è il referente cittadino del neonato presidio. Ufficialmente fondato il 12 aprile, Bergaglio e i suoi hanno già cominciato a dif-

fondere il seme della legalità: lunedì 12 maggio (ore 21.00), la biblioteca civica di Novi Ligure, in via Marconi 66, ospiterà un dibattito con gli otto candidati a sindaco della città. Il tema sarà il manifesto “L-8” stilato da Libera: otto proposte per il governo di Novi tutte improntate a legalità, correttezza, trasparenza, lotta a tutte le mafie. In sintesi, Libera chiede che non siano candidate persone rinviate a giudizio o condannate per reati di mafia o contro la pubblica amministrazione, e che lo stesso criterio sia esteso a tutte le nomine di competenza del sindaco. Gli attivisti del presidio “Domenico Petruzzelli” chiedono inoltre che sia istituita una anagrafe pubblica degli eletti, degli amministratori pubblici, delle nomine di competenza del sindaco e di coloro che ricoprono ruoli pubbli-

ci nelle società comunali o partecipate. Lo scopo è rendere tra l’alto noti i compensi, lo stipendio, i rimborsi e i gettoni di presenza, nonché i benefit percepiti a qualsiasi titolo dal Comune o dalle società comunali o partecipate (e ancora: la dichiarazione dei redditi, i finanziamenti ricevuti, il registro delle spese per l’ufficio, per viaggi, spese telefoniche e dotazione informatica, sia dell’eletto sia dello staff). La lotta al gioco d’azzardo è un altro degli otto punti di Libera: la richiesta è quella di far comprendere alla cittadinanza i rischi del gioco d’azzardo e di concedere agevolazioni fiscali ai locali “no slot”. Maggiori garanzie di diritti alle persone che vivono in condizioni di vulnerabilità a causa della povertà e impegno nel celebrare il 21 marzo, “Giornata regionale in ricordo delle vittime delle mafie” sono altre due richieste di Libera. L’associazione antimafia punta inoltre a estirpare il retroterra culturale in cui la criminalità organizzata trova il proprio humus. «La crescita di giovani responsabili è un elemento fondamentale

di contrasto della mentalità mafiosa, a tal fine chiediamo che vengano attuati progetti per i giovani e punti di incontro. Chiediamo che l’amministrazione comunale si impegni a collaborare con le scuole cittadine per garantire l’apertura degli ambienti scolastici anche al di fuori dell’orario previsto dalla didattica, nell’ottica di una scuola che diventi centro di cultura, non solo per gli studenti ma per tutti i cittadini». Il penultimo punto del manifesto “L-8” riguarda il consumo di suolo e verde pubblico: l’obiettivo, per Libera, dev’essere «azzerare il consumo di suolo, promuovendo il recupero del patrimonio edilizio pubblico e privato esistente». Infine la mobilità, con la richiesta al Comune di Novi di «un piano di mobilità integrata urbano ed extraurbano che ponga al centro le difficoltà dei pendolari» e di «favorire la mobilità ciclistica e pedonale, completando i pochi percorsi ciclabili presenti». Al termine del dibattito, i candidati saranno invitati a firmare il manifesto, come impegno nel caso venissero eletti.

L’analisi Depositati i programmi per le elezioni comunali di Novi Ligure

Quelle 162 pagine di novità, proposte e qualche banalità programma. Fabrizio Gallo e Alessandro Molinari, No Tav convinti, affermano la loro piena contrarietà a quest’opera definendola inutile e dannosa. Pino Dolcino e Costanzo Cuccuro sono invece pienamente favorevoli. Cuccuru in particolare riprende la vecchia idea di eliminare la linea storica dal centro di Novi e spostare la stazione ferroviaria nel basso Pieve. Rocchino Muliere segue la linea tracciata dall’amministrazione comunale, e propone di entrare nel merito del progetto cercando di annullare gli effetti negativi sul territorio e valorizzare quelli positivi. Un altro tema di attualità è quello della Farmacia comunale. Venderla o rilanciarla? Anche qui abbiamo parecchi “sbadati”: Maria Rosa Porta, Andrea Scotto, Costanzo Cuccuru e Francesco Sofio non citano il problema. Dolcino propone di venderla senza indugi, e usare gli introiti per fare manutenzione al verde pubblico. Gallo è contrario alla vendita, così come Muliere che propone la stesura di un piano industriale di rilancio. Altro tema di attualità è quello della proliferazione

delle sale slot. Solo Muliere e Gallo pongono la lotta al gioco d’azzardo come punto qualificante del loro programma.

ne, nell’attesa di riavere una sala a Novi, l’istituzione di servizi navetta per portare i novesi al cinema nelle altre città.

Sul problema della mancanza di una sala cinematografica in città non tutti sono presenti. Scotto, Cuccuru, Molinari e Dolcino non citano il problema. Maria Rosa Porta propone un accordo tra comune e privati che porti all’apertura di una sala. Gallo sostiene che i grillini si “inventeranno un modo” per riaprire il cinema. Muliere e Sofio sostengono che si debba partire dalla richiesta di revisione della legge regionale che attualmente impedisce l’apertura di una sala a Novi, perché in provincia ce ne sono già troppe. Sofio inoltre propo-

Il tema degli animali sta a cuore a quasi tutti i candidati: solo Cuccuru e Dolcino non citano il tema. Gallo, Muliere, Sofio e Porta sono favorevoli alla realizzazione di un cimitero per gli animali domestici. Andrea Scotto propone che in ogni parco cittadino venga realizzata un’area recintata per i cani, mentre Maria Rosa Porta propone di realizzare un gattile. Molinari propone di realizzare interventi di educazione alla popolazione per il rispetto degli animali e l’istituzione del divieto di vivisezione degli animali sul territorio

cittadino. Muliere propone di istituire invece il divieto agli spettacoli circensi che utilizzano animali. Il Movimento 5 Stelle, proponendo la realizzazione del cimitero per gli animali, mette tra gli animali di affezione anche i cavalli. Ci vorrà parecchio spazio per la nuova struttura... La fantasia è un requisito importante per un sindaco? Eccovi una carrellata delle proposte più innovative e particolari dei vari candidati. Il Movimento 5 Stelle propone l’istituzione di case editrici di “riposo” per gli anziani che vogliono scrivere le loro memorie. Maria Rosa Porta, che di mestiere fa l’insegnante, propone l’istituzione di corsi di autodifesa per studenti. Francesco Sofio propone che il comune sovvenzioni la realizzazione di orti sui balconi dei novesi. Costanzo Cuccuru propone di sovvenzionare economicamente chi viene “beccato” a fare correttamente la raccolta differenziata. Alessandro Molinari propone di dotare ogni neonato novese di un indirizzo di posta elettronica certificata. Rocchino Muliere propone interventi di sostegno alla auto imprenditorialità giovanile nel set-

tore agricolo. La proposta più forte però la fa Pino Dolcino: vendiamo Acos per 25 milioni di euro e investiamoli tutti sulla manutenzione della città. Qualcuno arriva a proporre anche cose già fatte: il M5s ha l’idea di istituire una consulta dei disabili, mentre Scotto propone di coinvolgere le società sportive nella gestione degli impianti. Tutte cose già da tempo attive in città. Nel programma di Fabrizio Gallo si legge che «la provincia di Alessandria è una delle aree più inquinate d’Italia». Poche righe sotto si propone di sensibilizzare la «cittadinanza sui temi del cibo biologico e a kilometro zero». A parte l’uso del termine «kilometro» con la k, la contraddizione appare chiara: se siamo una delle zone più inquinate d’Italia, sarà meglio che i prodotti a chilometro zero non li mangiamo... L’intento educativo verso la popolazione dei grillini appare evidente in molti punti del programma: si propone che il comune avvii una campagna di informazione «massiva sulle connessioni tra alimentazione e patologie» e campagna di sensibilizzazione a favore dell’alimentazione naturale. Ci mancano solo le multe per i cittadini beccati in flagrante a mangiare un kebab. Infine, ci è venuto il dubbio che qualcuno abbia copiato. Abbiamo dato in pasto i vari programmi elettorali a un programma informatico in grado di trovare “plagi” da fonti in rete e ne sono venute fuori delle belle. Ma queste ce le teniamo per noi. (A.V.)


primo piano

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

4 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Regionali, ci provano nove facceconosciute Per il consiglio regionale sono in corsa oltre 60 alessandrini. Quasi un sesto arrivano dal novese e dall’ovadese. E dopo Sergio Chiamparino (Pd) e Davide Bono (M5s) continua la calata dei big. ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

Sarà che l’annullamento delle elezioni regionali del 2010 ha fatto precipitare gli eventi e che i partiti non hanno avuto il tempo (o non hanno voluto) trovare un’intesa. Sarà che il Movimento 5 Stelle si è ormai accreditato come terzo polo e ha un po’ sparigliato le carte del bipolarismo a cui il sistema elettorale regionale ci aveva abituati. Fatto sta che il 25 maggio i piemontesi saranno chiamati a scegliere tra sei aspiranti presidenti, di cui ben tre fanno riferimento all’area di centrodestra. Sergio Chiamparino è quello che sulla carta ha messo insieme la coalizione più grande: Partito Democratico, Sel, Moderati, Idv e Scelta Civica. Con Gilberto Pichetto ci sono invece Forza Italia, Lega Nord, Verdi Verdi, Destre Unite e Grande Sud. Enrico Costa è il candidato di Nuovo Centro

Destra e Udc, Guido Crosetto di Fratelli d’Italia, Mauro Filingeri della lista di sinistra “L’altro Piemonte” e Davide Bono del Movimento 5 Stelle. Chiamparino e Pichetto sono sostenuti anche da alcune liste civiche. Dalla provincia di Alessandria arriveranno a Palazzo Lascaris quattro consiglieri (fino al 2010 erano cinque, ma nel frattempo è intervenuta la legge per la riduzione delle spese della politica). Con Sergio Chiamparino ci sono i novesi Graziano Moro (nella lista del Pd) e Guido Trespioli (Scelta Civica); dall’ovadese arrivano invece Pasquale Morabito (Sel) e Francesco Piana (“Chiamparino per il Piemonte”). Nel dettaglio, Partito Democratico: Domenico Ravetti, Valter Ottria, Gloria Zenari, Graziano Moro; Moderati: Cesare Miraglia, Katia Nalin, Roberto Silvano, Mauro Orsini; Scelta Civica: Vincenza Palermo, Angelo Gandini, Carlo Olivieri, Guido Trespioli; Sel:

Guido Crosetto Il candidato di Fratelli d’Italia sarà sabato in biblioteca a Novi. In precedenza sono sbarcati in città Davide Bono [foto sopra con Gallo] e Sergio Chiamparino [nella pagina a lato con Muliere].

Loretta Ortolani, Pino Ciardullo, Salvatore Di Carmelo, Pasquale Marabito; Italia dei Valori: Vincenzo De Marte, Manuel Bosco, Piero Ardito, Massimiliano Carta; Chiamparino per il Piemonte: Raffaele Breglia, Maria Assunta Prato, Carlo Biscaglia, Francesco Piana). Alessia Lantieri, 31 anni, di Rocca Grimalda, è candidata con i Cinque Stelle insieme a Paolo Domenico Mighetti, Sean Sacco e Mauro Traverso. Il consigliere comunale Giovanni Cirri, di Arquata Scrivia, scende in campo con “L’altro Piemonte a sinistra”. In lista con lui ci sono pure Claudio Cesaroni, Angelo Silvera e Stefanella Ravazzi. Sei le liste a sostegno di Gilberto Pichetto. Forza Italia candida Massimo Berutti, Luca Rossi, Grazia Bocca e Paolo Ricagno. Nella Lega Nord, oltre a Lino Pettazzi e Paola Valenti, ci sono due nomi noti ai novesi, quello di Carlo Alberto Balduz-

VERSO PALAZZO LASCARIS Sperano in un posto da consigliere regionale Carlo Alberto Balduzzi, Graziano Moro, Guido Trespioli e Giovanni Cirri per la zona di Novi. Da Ovada in lizza ci sono Pier Sandro Cassulo, Alessia Lantieri, Pasquale Morabito, Francesco Piana e Alessandro Figus. zi (consigliere provinciale, per due mandati sindaco di Borghetto Borbera) e Pier Sandro Cassulo (sindaco uscente di Capriata d’Orba). L’ovadese Alessandro Figus è can-

COLORIFICIO BM COLOR srl

Per liberare la Tua fantasia entra nel mondo BM COLOR, potrai trovare un vasto assortimento di pitture rispettose dell’ambiente,colori anche molto forti garantiti in esterno prodotti decorativi per le piu’ svariate, esigenze estetiche e funzionali. Inoltre da noi troverai tutte le soluzioni per problemi di umidita’,muffe,isolamento termico, pavimenti in resina e .... molto altro.

‘’I maestri del colore ‘’ CAPAROL

MaxMeyer

Friends

Corsi per progettazione e applicazione cappotto termico Assistenza e consegne in cantiere ACQUI TERME Corso Divisione 43 Tel. 0144.356006

Cortesia e professionalita’ roberto@bmcolor.it

SERRAVALLE SCRIVIA Quartiere Ca’ del Sole (di fronte McDonald’s)

Tel. 0143.61793


primo piano

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

5 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

L’iniziativa Da questa sera a Cultura e Sviluppo

laproiezione

didato in “Per il Piemonte” insieme a Giovanni Arfini e Francesca Cangemi. Sempre con Pichetto ci sono i Verdi Verdi (Giorgia Rocchetta, Mara Biscaro, Elisabetta Tarocchiono, Donato d’Auria), le Destre Unite (Maurizio Zingales, Giacomo Giovanni Talpone, Cristina Cassarin, Nicola Francesco Balbi) e il Grande Sud (Giacinto Marra, Ivo Benzi, Enrico Cognasso, Michela Farabella). Ncd e Udc puntano su Enrico Costa come candidato governatore. Nella sua lista, per la provincia di Alessandria, ci sono Giovanni Barosini, Remo Benzi, Paola Bonzano e Giovanni Lanzavecchia). Infine Guido Crosetto e Fratelli d’Italia: i quattro aspiranti consiglieri regionali sono Federico Riboldi, Carlotta Sartorio, Stefano Parlati e Federica Balza. Sabato 10 maggio, tra l’altro, Crosetto sarà a Novi Ligure per la campagna elettorale di Fratelli d’Italia e per sostenere la candidatura a sindaco di Andrea Scotto (ore 15.30, biblioteca civica di via Marconi 66).

Sanità,tutelaambientale e trasporti: un’indagine nel cuore della Regione

Veltroni al Giacometti con “Quando c’era Berlinguer” Sabato 10 maggio alle ore 10.00 presso il teatro Giacometti di Novi Ligure sarà presente Walter Veltroni, per presentare il suo film “Quando c’era Berlinguer”. Nell’anno del trentennale della morte di Enrico Berlinguer, uno dei maggiori leader comunisti italiani, Walter Veltroni diventa regista e dedica alla sua figura carismatica un documentario. Ed ecco “Quando c’era Berlinguer”, film dal 27 marzo al cinema con Bim Distribuzione e da giugno in onda su Sky Cinema Hd e History Channel Hd. Pensato non tanto come una biografia completa, vuole essere il racconto del modo in cui l’opera di Berlinguer è stata vissuta da un ragazzo di allora, che non veniva da una famiglia co-

munista, ma che guardava con grande interesse e suggestione al lavoro tenace di un uomo che guidava un Partito Comunista verso approdi inimmaginabili in termini di consenso popolare. Nello stesso pomeriggio, appuntamento con “La politica è donna”. A partire dalle 17.00, incontro in centro città con le candidate dei democratici alle elezioni per il parlamento europeo, il consiglio regionale e il consiglio comunale. Saranno presenti, oltre alle candidate Pd al consiglio comunale, l’onorevole Alessia Mosca, candidata al parlamento europeo, e Gloria Zenari, candidata al consiglio regionale del Piemonte. Sarà presente anche l’onorevole Cristina Bargero. (A.V.)

Con l’avvicinarsi dell’appuntamento elettorale del 25 maggio, quando i cittadini saranno chiamati a eleggere i rappresentanti al Parlamento Europeo e alla Regione Piemonte, l’associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria propone una serie di conferenze per riflettere sull’importanza di queste istituzioni e sulle ripercussioni che le loro funzioni hanno sulla nostra vita quotidiana. Nel primo incontro si parlerà del ruolo della Regione e di cosa potrebbe cambiare con le proposte di riforma del Titolo V, la parte della Costituzione in cui vengono disegnate le competenze delle autonomie locali. Inoltre, si discuterà di due temi che coinvolgono direttamente i cittadini piemontesi: la sanità e i trasporti. Quali sono le competenze regionali in questi due settori? Qual è la situazione attuale, quali sono le prospettive e i cambiamenti che i cittadini devono attendere o pretendere dai nuovi rappresentanti in Regione? E, infine, in ambito ambientale quali sono le competenze attribuite allo Stato e quali alle Regioni? Per discutere assieme a tecnici esperti di questi temi, questa sera, giovedì 8 maggio, a partire dalle 19.00, la sede di Cultura e Sviluppo (piazza De André 76 a Alessandria) ospiterà la conferenza dal titolo “A cosa servono le Regioni? Salute, trasporti, ambiente in vista delle elezioni in Piemonte”. Ospiti della serata saranno Luca Geninatti Satè (professore di Istituzioni di Diritto pubblico e di Diritto amministrativo all’Università di Alessandria ed esperto di diritto dell’ambiente), Marco Pinti (professore di Economia applicata al Politecnico di Milano ed esperto di trasporti, già consulente della Banca Mondiale) e Vittorio Demicheli (direttore del Servizio di Epidemiologia dell’Asl ed esperto di problemi sanitari). Giovedì prossimo, 15 maggio, sempre presso la sede di Cultura e Sviluppo e sempre a partire dalle 19.00, sarà la volta di “Tenere viva la speranza: l’Europa al voto. Istituzioni e populismi” con Corrado Malandrino e Alberto Martinelli. (E.D.)

-50% -30% su espo s

to ome fo ci c a n i io Cuc mesti Esemp di elettrodo eta compl op in quarzo 0 t 0 6.500, € a o n i List contat

izione

su misura

ATTENZIONE ANCHE NEL 2014 CONTINUANO GLI INCENTIVI STATALI DEL 50%

0,00 s per 24 mesi cquisti 5 5 . 4 a e € r altri al mes

+4 5

9,00 ar e pe a € 18 ni da utilizz in buo 5,00 €

SCONTO 30% SU TUTTE LE CUCINE REALIZZATE SU MISURA CON TOP QUARZO E LAVASTOVIGLIE COMPRESI INOLTRE RICEVERETE UN BUONO DEL 10% DA UTILIZZARE SU ALTRI ACQUISTI

FINANZIAMENTI 24 MESI TASSO ZERO Via Cassano, 17 - Serravalle Scrivia (AL) - tel. 0143 340320 fax 0143 608472 email: fossatimobili@yahoo.it - www.fossatimobili.it


primo piano

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

6 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Cinque sindaci per Tortona la carica delle quindici liste STEFANO BROCCHETTI redazione@tortonaonline.net

Anche a Tortona è entrata nel vivo la campagna elettorale: cinque candidati sindaci, quindici liste, ciascuna con 16 candidati consigliere. Ampio ricorso alla forma della lista civica, in qualche caso per celare le difficoltà connesse alla concessione dell’uso dei simboli dei partiti, in altri per cercare di ottenere qualche consenso in più in tempi di poca popolarità della forma partito, in altri per effettiva vocazione di fondo e reale trasversalità alle ideologie. Due coalizioni da sei liste, corrispondenti ai tradizionali poli di centro destra e centro sinistra, tre candidati sostenuti da una sola lista, ovvero il movimento fondato da Beppe Grillo, la lista civica di sinistra e una lista civica esclusivamente locale, per un quadro complessivamente rappresentativo dell’arco parlamentare e delle varie possibilità civiche. Nel dettaglio, i cinque candidati sono Fabio Morreale, 47 anni, finanziere (lista civica “Nuova Tortona”), Stefanella Ravazzi, 60 anni, insegnante di musica (lista civica “Tortona in comune”), Giuseppe Bottazzi, 62 anni, manager in pensione (Forza Italia, Fratelli d’Italia, Nuovo Centro De-

Gianluca Bardone

Stefanella Ravazzi

Fabio Morreale

Danilo Bottiroli

Giuseppe Bottazzi

stra, Lega Nord e liste civiche “Nel cuore di Tortona” e “Tortona da vivere”), Gianluca Bardone, 47 anni, ispettore del lavoro (Partito Democratico, Moderati, Sel e liste civiche “Insieme per Tortona”, “Tortona viva” e “SiAmo Tortona”), Danilo Bottiroli, 44 anni, inse-gnante (Movimento 5 Stelle). Degli attuali componenti di organi di governo, non si ripresentano il sindaco uscente Massimo Berutti, che sarà candidato consigliere regionale con Forza Italia, il vicesindaco Carlo Galuppo (Lega Nord), l’assessore Mario Galvani (Pdl), i consiglieri comunali Giorgio Bailo (Udc), Fedelfranco Filella (Pd), Antonio Fracassi (Lega Nord) Gian Pietro Porta (Pdl), Lorella Repetto (Pdl),

Margherita Torlasco (Pdl), Antonio Zanardi (lista civica), Antonella Zanassi (Pdl). La settimana si sono completate le diffusioni dei nomi delle liste che ancora mancavano: nessuna sorpresa rispetto agli annunci, con Forza Italia che ripresenta molti nomi della maggioranza che governa attualmente il comune, con la nuova lista civica del candidato sindaco Giuseppe Bottazzi, che si propone come raggruppamento legato al centro destra, mentre la nuova lista civica Insieme per Tortona invece si schiera nel centrosinistra e si connota con elementi cattolica, includendo anche esponenti che per vent’anni hanno militato convintamente nei partiti di centro destra,

come il presidente del consiglio comunale uscente Franco Carabetta, e socialista. Con questa lista, si può quindi definire bene il panorama delle tre liste civiche della coalizione che sostiene Gianluca Bardone: “Insieme per Tortona” rappresenta una lista con personaggi più politici, di derivazione cattolica e socialista; “Tortona viva”, modificato lievemente il nome che nel 2009 aveva un «viva» in più, mantiene la connotazione civica di area socialdemocratica con esponenti anche di associazioni e sindacati, “SiAmo Tortona” si propone come area liberale della coalizione, includendo esponenti già in liste civiche vicino al centro destra, di

“Fare Per Fermare il Declino”, di Scelta Civica. Le due liste civiche del centro destra non paiono particolarmente connotabili se non in termini liberali, ovvero “Nel cuore di Tortona”, che in qualche esponente ha anche una matrice più socialista, e “Tortona da Vivere”, in qualche caso più liberista, entrambe dell’area moderata dello schieramento. C’è poi il caso Udc: il partito che nelle ultime tre elezioni aveva espresso un candidato sindaco per conto delle due maggiori coalizioni, due volte il centro destra, una il centro sinistra, arrivando a vincere le elezioni con un proprio candidato in ben due casi, questa volta non ha il simbolo autonomo sulla scheda, ma lo scudo cro-

ciato compare nel logo dell’Ncd. La lista dell’ex vicesindaco Pierpaolo Cortesi si schiera nel centro destra ma ha avuto lo stesso simbolo che correrà alle europee, segno dell’alleanza tra il partito di Alfano e l’area cattolica. Gli esponenti Udc di Tortona però sono schierati con il centro sinistra e fanno parte della lista civica Insieme Per Tortona; forse, se ci fosse stata meno pressione da parte delle principali aree politiche e meno fretta da parte degli esponenti o meno prudenza da parte delle segreterie locali, si sarebbe arrivati a una lista unica per le Comunali in coerenza con quanto avviene in Regionali ed Europee, entrando poi nell’uno o nell’altro schieramento.


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

7 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Le anticipazioni Anche l’ex moglie Michelle Hunziker sarebbe attesa a Gavi. Sarà un cerimonia blindatissima. E ora gli occhi sono puntati sul Poggio, la tenuta acquistata da Eros nel 2010

Ramazzotti, nozze vip sui colli di Monterotondo Il 21 giugno il cantante romano sposerà la modella Marica Pellegrinelli ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

Si sposeranno a Monterotondo di Gavi – dove hanno acquistato una tenuta – Eros Ramazzotti e Marica Pellegrinelli. Il cantante romano e la modella bergamasca convoleranno a nozze il 21 giugno, primo giorno d’estate. La cerimonia, blindatissima, si svolgerà a Villa Sparina: un matrimonio vip, certo, ma lontano dagli sfarzi delle prime nozze di Ramazzotti (quelle con la show girl Michelle Hunziker, celebrate al Castello Odescalchi di Bracciano in perfetto stile principesco). La notizia è stata anticipata dal settimanale “Novella 2000”. Ancora top secret i testimoni e gli invitati. Di sicuro ci sarà la piccola Raffaella Maria (2 anni) figlia di Eros e Marica, che si sono messi insieme nel 2009, e anche Aurora (ormai diciottenne), la prima figlia che il cantante ha avuto da Michelle Hunziker. E al matrimonio ci potrebbe essere anche lei, la bionda presentatrice svizzera compagna di vita di Eros dal 1995 al 2002. Stando alle indiscrezioni, inoltre, Marica Pellegrinelli potrebbe essere nuovamente incinta: che oltre il matrimonio, a Monterotondo, ci sia altro da festeggiare? La famiglia Moccagatta – titolare della azienda vitivinicola di Villa Sparina e delle attività turistico-ricettive che sono state realizzate intorno a essa, a Monterotondo – vanta una lunga amicizia con Ramazzotti, che ha deciso di tenere l’evento proprio sulle colline gaviesi che ormai conosce molto bene. A Villa Sparina non si tratta del primo matrimonio vip. Per esempio quello dell’attore Ugo Conti, amico fraterno di Diego Abatantuono, altro aficionado di Villa Sparina. Negli anni sono stati a pranzo o a cena nel ristorante di Monterotondo personaggi famosi, come l’ex

premier Romano Prodi, oppure giocatori del Milan, come Costacurta e Maldini. Tra l’altro da almeno quattro anni Ramazzotti ha comprato una vecchia cascina proprio a Montero-tondo, il Poggio, poco distante da Villa Sparina. È l’ultima casa della famiglia del conte Bianchi, un tempo padrone di quasi tutta la terra a Monterotondo, dieci cascine dove abitavano mezzadri e coloni che non coltivavano ancora la vite ma si dedicavano soprattutto al grano. Nel 2010 il Comune di Gavi aveva rilasciato un permesso di costruire intestato a Ramazzotti per una ristrutturazione edilizia, il recupero degli

Eros e Marica Stanno insieme dal 2009 e due anni fa hanno avuto la piccola Raffaella Maria. Aurora, la prima figlia del cantante, avuta dal matrimonio con Michelle Hunziker, ha invece ormai 18 anni.

edifici rustici per creare delle abitazioni e per la costruzione di locali pertinenziali intorno all’immobile principale della cascina, situata lungo la strada per Zerbe Superiori. Finora però non è stato effettuato alcun intervento edilizio importante. È possibile che tutto sia stato rinviato a dopo il matrimonio con Marica Pellegrinelli. Pare infine che Eros e Marica si stiano occupando personalmente dell’organizzazione della cerimonia a Villa Sparina. Se vi capitasse di incontrare qualcuno che assomiglia alla star del pop italiano sulle colline di Gavi, beh, probabilmente è proprio lui.

La polemica I residenti del centro storico contestano i frequentatori di alcuni locali

Raccolta di firme contro la movida Sta prendendo forma una raccolta di firme fra i residenti del centro storico, i quali chiedono, pur tenendo in considerazione chi lavora e opera nel cuore della città, maggior rispetto della convivenza civile. I residenti lamentano il fatto che alla sera e di notte, dormire diventa pressoché impossibile a causa del rumore continuo fino anche alle 2 e alle 3 del mattino. Accanto al disturbo notturno poi c’è il brutto spettacolo del mattino: vasi rotti, bottiglie di vetro “parcheggiate” ovunque, cocci di bottiglia sparpagliati qua e là e, talvolta, anche vomito agli angoli delle vie. Insomma una scena non edificante per nessuno. Il centro storico, quindi,

torna alla ribalta delle cronache con i vecchi problemi. Già tempo fa gli abitanti della zona avevano sollecitato un intervento affinché alla sera, il centro non si trasformasse in una movida continua che lascia poco spazio alla quiete. Con questa raccolta di firme i novesi non vogliono a priori danneggiare chi possiede delle attività in loco ma allo stesso tempo rivendica il diritto al riposo. Ancora una volta il centro storico fa parlare di sé. La discussione sulla Ztl (zona a traffico limitato) continua, anche se in questo momento è in stand by a causa della campagna elettorale. Il cambio di orario di accesso libero veicolare in via Roma

e, quindi, nelle vie limitrofe, è uno dei “tormentoni” fissi della cronaca cittadina. Ripetutamente l’assessore al commercio Paolo Parodi e il vicesindaco Enzo Garassino hanno incontrato i commercianti, le associazioni di categoria e i residenti per trovare una soluzione che possa essere positiva per entrambi le parti. Ora la questione si sposta e diventa quella di “gestire” nel modo migliore la movida cittadina che richiama, in particolare con la stagione primaverile ed estiva, tanti giovani in centro che desiderano trascorrere la serata in compagnia degli amici. Sembra un po’ come ritornare al passato quando parecchi anni fa, al parco Ca-

Raccolta firme contro la movida I residenti di via Roma chiedono maggior rispetto della convivenza civile: anche in piena notte gli abitanti della zona sarebbero vittime del rumore. stello era nata una discoteca. La vita del locale è stata davvero di poca durata. La musica diffusa a tutto volume si propagava in tutto il centro storico arrivava anche in salita Bricchetta e i residenti avevano alzato le barricate. Certamente non

si tratta oggi della stessa situazione, le discoteche non ci sono, e la musica all’aperto viene di regola spenta alle 24 ma rimane il via vai delle persone che sostano ai tavolini fino a tardi, degli schiamazzi notturni e così via. (M.P.)

ilcaso La crisi cambia la spesa: meno pasta, più farina di Elio Defrani Per effetto della crisi nei consumi e dell’andamento stagionale, che ha favorito la maturazione anticipata, i prezzi dei vegetali freschi sono diminuiti del 6,2 per cento. Un dato negativo che va a ricollegarsi al crollo del commercio tradizionale al dettaglio in tutte le sue forme. «Oggi è prioritario fare la fare spesa in modo più oculato, guardare con più attenzione la data di scadenza e acquistare dosi più con-tenute. Risultato? Il drammatico cedimento storico della spesa accompagnata dal cambiamento nella composizione del carrello ma anche dei luoghi di acquisto», dice la Coldiretti. In controtendenza con il calo generale delle vendite degli alimentari si registrano valori in crescita per l’acquisto di materie prime, dalla farina alle uova fino al miele. A cambiare sono anche i luoghi tradizionali della spesa, l’unica forma di distribuzione commerciale in crescita sostenuta nel tempo della crisi sono i mercati degli agricoltori dove si trovano prodotti locali del territorio, messi in vendita direttamente dall’agricoltore nel rispetto di precise regole comportamentali e di un codice etico ambientale, sotto la verifica di un sistema di controllo di un ente terzo. «Piacciono i mercati degli agricoltori e piacciono i prodotti locali – affermano il presidente e il direttore della Coldiretti alessandrina Roberto Paravidino e Simone Moroni – L’esempio è dato dai numeri: infatti, in controtendenza rispetto all’andamento generale dei consumi aumenta la spesa nei mercati degli agricoltori che sono l’unica forma di vendita organizzata che cresce nell’alimentare a due cifre, facendo emergere tre chiare linee di tendenza come la ricerca della combinazione ottimale tra qualità, sicurezza e prezzo, la percezione della responsabilità sociale ed ambientale che ha ogni atto di acquisto e il rapporto tra il cibo ed il territorio con il riconoscimento del valore che ha l’identità territoriale delle produzioni». Un modo per promuovere la conoscenza della sta-gionalità dei prodotti, ma anche la filosofia del km zero, con i cibi in vendita che non devono percorrere lunghe distanze, riducendo le emissioni in atmosfera dovute alla combustione di benzina e gasolio. E gli effetti si fanno sentire anche sugli sprechi che vengono ridotti per la maggiore freschezza della frutta e verdura in vendita che dura anche una settimana in più, non dovendo rimanere per tanto tempo in viaggio.


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

8 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La vicenda Negato l’uso gratuito all’amministrazione comunale

L’iniziativa Il corso di Aspromiele

Il Demanio risponde no per l’ex caserma Giorgi

Se l’apicoltura è una passione molto condivisa

MARZIA PERSI m.persi@ilnovese.info

Il “pezzo forte” del pacchetto Demanio rimane fuori ovvero la Caserma Giorgi. Il Demanio, infatti, ha risposto “picche” al Comune. Alla fine dell’anno scorso l’amministrazione comunale aveva richiesto in uso gratuito gli immobili di proprietà demaniale, nell’elenco, ovviamente, compariva anche la Caserma di via Verdi che attualmente ospita il comando di Polizia Municipale, la Guardia di Finanza e alcune associazioni di volontariato. L’Agenzia demaniale ha risposto alla richiesta e ha concesso al Comune un appezzamento di terreno in via Toscana,, parte dell’alveo del rio Gazzo e l’ex poligoni di tiro a Bettole di Novi. Per quanto riguarda l’ex poligono l’amministrazione comunale ha già inserito la riqualificazione del sito nell’ambito del Piano Strategico che è stato approvato nelle settimane scorse dal consiglio comunale. Si tratta di uno spazio in riva al torrente Scrivia con un’ampia spiaggetta che potrebbe essere utilizzata dai novesi, anche le costruzioni presenti riqualificate potrebbero diventare luoghi di ritrovo per la cittadinanza. Tempo fa l’Acos S.p.A aveva dichiarato che avrebbe potuto prendere la gestione di questa zona che si trova proprio a fianco del parco dell’acquedotto “Pagella e Bottazzi” che ogni anno viene aperto al pubblico in occasione della Festa dell’Acqua ed è anche meta di visite da parte degli alunni delle scuole del novese. Certo il “pezzo forte” era ed è rap-

presentato dalla Caserma “Giorgi”, l’amministrazione, comunque, intende riprovare a richiedere nuovamente l’uso della struttura. Il motivo della non cessione dell’immobile è dovuto al fatto che già nell’ormai lontano 2004 la direzione dei beni culturali e paesaggistici del Piemonte aveva dichiarato la Caserma compendio di interesse storico-artistico. Per quanto riguarda le eventuali destinazioni d’uso dell’immobile in questione, è arrivata in Comune la domanda da parte delle associazioni cit-

ODONTOIATRIA CONSERVATIVA, CHIRURGIA E CHIRURGIA IMPLANTARE, CHIRURGIA DEGLI OTTAVI, CEREC CAD/CAM “IL DENTE IN UN GIORNO” (preparazione, impronta, progettazione e fabbricazione in modalità digitale), ENDODONZIA, ESTETICA DENTALE, ORTODONZIA, PREVENZIONE E IGIENE, PROTESI FISSA E MOBILE, TERAPIA LASER ANTALGICO E BIORIVITALIZZAZIONE PRIMA VISITA SENZA IMPEGNO La NoviMedical appartiene al ristretto novero di strutture sanitarie che ritengono opportuno offrire ai loro pazienti la possibilità di usufruire di una prima visita, completa di indagine radiologica se necessaria, senza impegno. La scelta nasce dalla volontà di consentire al paziente di percepire gli standard qualitativi delle cure NoviMedical. TECNOLOGIA D’AVANGUARDIA I protocolli di cura, sia per adulti che per bambini, sono personalmente verificati dal Direttore Sanitario del Centro. Tutte le metodiche diagnostiche e terapeutiche, così come quelle di sterilizzazione, dispongono di equipaggiamenti e di tecnologie d’avanguardia. La NoviMedical sié dotata del rivoluzionario sistema CAD/CAM che consente di eseguire in completa autonomia le fasi di preparazione, di impronta virtuale,

tadine di poter utilizzare come propria sede gli ex uffici del tribunale che, dal 2 settembre scorso, ha chiuso definitivamente i battenti. Ora tutte le pratiche sono passate a Alessandria. La sistemazione delle associazioni nella Caserma dovrebbe avvenire nei prossimi mesi. Si presume che entro l’estate possa avvenire l’inaugurazione della “Casa delle associazioni”. Prima si deve attendere il trasferimento degli uffici del Giudice di Pace che è attualmente in corso.

di progettazione e fabbricazione del manufatto protesico senza l’utilizzo di laboratori esterni. La Novi Medical è inoltre specializzata nella protesi a carico immediato: con questa metodica è possibile riabilitare entro 48 ore dalla chirurgia implantare la bocca attraverso l’utilizzo di una protesi fissa.

CONSULENZE SPECIALISTICHE Allergologia cutanea Dermatologia Dermatologia pediatrica Andrologia Urologia Anestesia e Rianimazione Agopuntura Biologia Cardiologia Chirurgia Plastica e Ricostruttiva Chirurgia Vascolare e Senologica Consulenze Dietistiche - Dietologia Ecografia Endocrinologia, Diabetologia Ginecologia ed Ostetricia Fisiopatologia della Riproduzione Umana Ortopedia Neurologia Pediatria Psicoterapia Cognitiva e Sessuologia

FF MEDICAL GROUP SRL Autorizzazione sanitaria n.538 - Direttore Sanitario: Dott. Mario Fossati

Via Garibaldi 91 Novi Ligure (AL) T: 0143.2056 - 0143.321064 F: 0143.1862029 info@novimedical.it – www.novimedical.it

Passione, tanta passione, è questo il comune denominatore delle persone che hanno seguito il corso di apicoltura, promosso dal Comune di Novi in collaborazione con Aspromiele di Alessandria. «Deve esserci tanta curiosità e passione – dicono alcuni iscritti al corso di secondo livello terminato da poco – poi magari, in prospettiva, la produzione di miele può diventare anche un lavoro vero e proprio». C’è davvero tanto entusiasmo fra gli iscritti al corso di apicoltura, sono come una grande famiglia che si riconosce in un prodotto genuino e salutare come il miele. Alcuni hanno solamente un paio di cassette, altri hanno raggiunto quota 70 cassette «ma per ora è un hobby. Ho iniziato quattro anni fa con 2 cassette, poi sono passato a dieci e oggi ne ho 70» dice con il sorriso Salvatore che rimarca anche l’importanza di essere affiancati dagli esperiti di Aspromiele. «Se hai un problema, se le api si ammalano o non riesci a gestire le tue cassette- continua Salvatore- Aspromiele ti aiuta sempre». Un altro ragazzo ha iniziato l’attività con il padre che era già apicoltore poi «ho frequentato il corso qui a Novi l’anno passato e poi quest’anno. Oggi ho 27 alveari. Il corso è stato davvero stimolante. Anche per me quello dell’apicoltore non è un lavoro primario ma certamente credo che, in un momento di crisi occupazionale come è quello attuale, questo settore possa rappresentare uno sbocco». Quest’anno hanno preso parte al corso di primo livello 170 persone e cento a quello di secondo. Il successo del corso per apicoltori è dovuto al fatto che una volta terminato l’iter, cioè dopo aver seguito sia le lezioni teoriche che quelle pratiche, si diventa apicoltori a tutti gli effetti e si è, quindi, pronti a intraprendere una attività lavorativa. (M.P.)

INDAGINI DIAGNOSTICHE CARDIOLOGIA: Elettrocardiogramma (ECG), ECOCARDIOGRAFIA ECOGRAFIE: ADDOME COMPLETO, ADDOME SUPERIORE, ADDOME INFERIORE, CARDIACA, CUTE E SOTTOCUTE, MAMMARIA, MUSCOLO-TENDINEA, OSTEOARTICOLARE, URO ANDROLOGICHE (sovrapubiche e transrettali), SCROTALE, TIROIDE ECODOPPLER: VASCOLARE, PENIENO DINAMICO con farmacoerezione (per lo studio della disfunzione erettile) ECG DINAMICO HOLTER: CARDIACO E PRESSORIO

AREA INFERTILITÀ MASCHILE E FEMMINILE Alla Novimedical sappiamo quanto sia importante il desiderio di avere un bambino. Abbiamo un servizio dedicato alle coppie con problemi di fertilità: vogliamo offrire la possibilità di instaurare una giusta diagnosi e di intraprendere una corretta strategia per affrontare i problemi e per raggiungere il risultato desiderato in

breve tempo. Un team composto da un andrologourologo, una biologa, un endocrinologo, una ginecologa, uno psicologo-sessuologo, segue la coppia passo dopo passo

CHIRURGIA ESTETICA, DERMATOLOGICA, UROLOGICA E VASCOLARE Trattamenti Filler con collagene e acido ialuronico Peeling chimico con acido glicolico Biorivitalizzazione Interventi di chirurgia plastica e dermatologici ambulatoriali Terapia sclerosante Terapia con laser KTP532 delle teleangiectasie (dilatazione di piccoli vasi sanguigni) Urologia: circoncisione, frenulotomia, vasectomia, escissione cisti scroto, biopsia pene/scroto

AREA OBESITÀ E DISTURBI COMPORTAMENTO ALIMENTARE Prestazioni: Visite specialistiche Gruppi psico-nutrizionali di supporto


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

9 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

L’evento Dal 16 al 18 maggio. Con un anticipo domenica prossima

Acqua, ambiente, solidarietà in arrivo tre giorni di festa ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

Ritorna anche quest’anno l’appuntamento con la Festa dell’Acqua, dell’Ambiente e della Solidarietà, organizzata da Acos e Gestione Acqua. L’iniziativa, nata 17 anni fa in adesione alla manifestazione nazionale di Federutility “Impianti Aperti”, ha l’obiettivo di fare conoscere ai cittadini la complessa macchina tecnica e organizzativa per l’erogazione di servizi irrinunciabili per la collettività, quali l’acqua potabile e il successivo recupero e trattamento in sicurezza delle acque reflue. Diciassette anni, cosa che fa dire al presidente di Gestione Acqua Mauro D’Ascenzi, durante la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa, che le polemiche di questi giorni sono fuori luogo: «Quasi ogni anno la nostra festa ha coinciso con una campagna elettorale, perché quasi ogni anno, in primavera, nel nostro Paese si vota. Ma cosa ne possiamo noi?». Negli anni grazie alla partecipazione di migliaia di cittadini, la festa è cresciuta e con essa il gradimento e la condivisione dei messaggi sociali che veicola: rispetto dell’ambiente, delle risorse naturali, del territorio e valori fondamentali quali l’amicizia e la solidarietà. Da oggi e fino al 30 maggio, ad esempio, gli studenti degli istituti scolastici del territorio potranno visitare l’acquedotto di Bettole di Novi e scoprire il funzionamento degli impianti di prelievo ed erogazione

dell’acqua potabile destinata alla zona del novese e a quella del tortonese. La Festa dell’Acqua, dell’Ambiente e della Solidarietà si terrà il 16, 17 e 18 maggio prossimi e, come di consueto offrirà un ricco programma che comprende convegni tematici, mostre, giochi dedicati ai più piccoli, gare sportive, battesimo della sella, esibizioni di musica e ballo. Rispetto agli anni passati, il 17 maggio a ospitare l’evento sarà Piazza Dellepiane: dal pomeriggio fino a sera la piazza si animerà con giochi e spettacoli. Il momento clou è rappresentato, alle ore 21, dal concerto “Vittorio De Scalzi – La Storia dei New Trolls”. Il celebre musicista sarà accompagnato, tra l’altro, da un Quartetto d’Archi grazie al quale verranno eseguiti anche alcuni brani estratti dal Concerto Grosso. Per l’occasione i negozi del centro storico rimarranno aperti fino a mezzanotte per festeggiare i dieci anni del Consorzio “Il Cuore di Novi”. Domenica 18 maggio poi la festa si sposterà al parco “Pagella e Bottazzi” di strada Cassano, a Bettole di Novi dove i cittadini potranno visitare l’acquedotto, qui personale specializzato di Acos sarà a disposizione per rispondere a ogni tipo di quesito in merito al funzionamento degli impianti. La festa si chiuderà il 1° giugno, nuovamente in Piazza Dellepiane, con la giornata dedicata alla solidarietà, promossa dall’associazione “Ascolta l’Africa”. Dal pomeriggio fino a sera la piazza si animerà con

spettacoli, stand e aree ristoro. Alle ore 21 saliranno sul palco, direttamente da Zelig, Antonio D’Ausilio e poi i Cluster in concerto che, con le loro voci, ci immergeranno nel jazz, pop e fusion. Il ricavato delle offerte sarà interamente devoluto per i campi di lavoro a sostegno dell’istruzione a Murayi in Burundi. La tre giorni del 16, 17 e 18 maggio sarà anticipata domenica 11 maggio, al Villaggio del Benessere di via fratelli Rosselli dove si terrà la festa di Aquarium per il decennale di apertura della piscina coperta. Si comincia alle 9.30, con la gara di nuoto “Giovani promesse” per i bambini dai 6 ai 10 anni, con squadre provenienti dalla provincia di Alessandria (premiazione alle ore 12.30). Sempre al mattino, dalle 10.30 alle 12.30, la palestra Pathos Wellness Club ospiterà l’evento gratuito “Fitness show”, con lezioni di tonificazione e step. A pranzo, aperipizza alla pizzeria “L’ultima spiaggia”, che ha sede proprio all’interno del centro sportivo. Nel pomeriggio la piscina sarà aperta per provare gratuitamente le varie attività, con dimostrazioni e prove di fitness, nuoto, aquagol, pallanuoto e così via. Infine, alle 18.00, celebrazione del decennale di apertura della piscina coperta. Sabato 31 maggio il Parco “Pagella e Bottazzi” sarà aperto al pubblico dalle 15 alle ore 18.30. Alle ore 16.30 ospiterà la tappa ristoro della ventunesima edizione della pedalata ecologica 2014, organizzata dal Dlf di Novi Ligure.

PILLOLE DI RISPARMIO Quindicinale di consigli “risparmiosi” COME USARE CORRETTAMENTE L’ACQUA IN BAGNO • lavando le mani, evitate di far scorrere l’acqua durante l’insaponatura. Lo stesso vale per il lavaggio dei denti. • lasciare aperto un rubinetto per un minuto provoca uno spreco d’acqua che va da 2 a 5 litri • preferite la doccia alla vasca da bagno: un bagno richiede una quantità doppia di acqua

IN CUCINA • lavate le verdure lasciandole a bagno in un recipiente e usate acqua corrente solo per il risciacquo finale • l’acqua pubblica è più controllata, più fresca, meno costosa e produce meno rifiuti • scegli lavatrici e lavastoviglie a basso consumo idrico • usiamo l’acqua di cottura della pasta per lavare le stoviglie: ha un forte potere sgrassante e fa risparmiare detersivo • non lavare i piatti utilizzando acqua corrente

IN GIARDINO O IN TERRAZZO • non utilizzate acqua potabile per innaffiare il giardino

• raccogliete l’acqua piovana per innaffiare le piante o l’orto • annaffiare al mattino o alla sera può ridurre l’acqua che si spreca con l’evaporazione • raggruppate le piante che hanno esigenze idriche simili • le piante dei terrazzi possono essere bagnate con la stessa acqua utilizzata per lavare frutta e verdura

PRIMA DI PARTIRE • prima di lasciare la casa per periodi prolungati ricordarsi di chiudere la valvola centrale dell’acqua • isoliamo le condutture dell'acqua calda: si riduce il tempo necessario per ottenere la temperatura necessaria • i frangi getto miscelano l'acqua con l'aria e permettono di risparmiare fino a 6000 litri d'acqua l'anno • installate per il water un sistema con tasto stop o uno scarico a due portate. L'uso dello scarico è responsabile del 30% del consumo idrico domestico • riparando un rubinetto che gocciola si eviterà un notevole spreco (90 gocce al minuto sono 4.000 litri d’acqua sprecati all’anno) • per lavare l’automobile usa il secchio e non l’acqua corrente del getto.


ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

10 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

BOSC BOSCO OM MARENGO ARENGO STR STRADA ADA STATALE ST TA ATALE 35 3 bis dei Giovi Giovi km km 15+450 TEL. 0131 291043

VIA CIRC ONV CIRCONVALLAZIONE, NV VALL A AZIONE, 174 TEL. 0144 311283


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

11 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La storia I raggiri e i furti a numerosi negozianti del centro storico

Presa l’insospettabile ladra seriale Si tratta di una casalinga cinquantacinquenne denunciata dai carabinieri no beccata: si tratta di una novese incensurata, considerata responsabile, tra l’altro, di un tentativo di truffa sfociato in rapina per la reazione della giovane vittima, schiaffeggiata e spintonata, compiuta presso il centro estetico “El Sol del Paraiso” di via Roma, lo scorso 15 marzo. Le successive indagini – anche grazie alla collaborazione di alcune commercianti novesi che avevano diffuso l’allarme su Facebook e con i volantini – hanno permesso ai carabinieri di attribuire alla casalinga altri episodi di truffa commessi in danno di edicole, bar e pasticcerie del centro novese, sempre negli ultimi mesi. La donna è stata così denunciata e, in attesa del processo, è sottoposta all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

È stata denunciata dai carabinieri l’insospettabile casalinga 55enne che era diventata l’incubo dei commercianti novesi. Una “ladra seriale” contro cui i negozianti avevano tappezzato la città di volantini contenenti una sorta di identikit della donna. Dopo mesi di indagini, i militari al comando del capitano Carlo Giordano l’hanno individuata come la responsabile di una lunga serie di furti e truffe e – almeno in un caso – anche di rapina. Una serie di reati che però potrebbe allungarsi: gli uomini dell’Arma spiegano infatti che «sono in corso ulteriori accertamenti» e per questo rivolgono un invito ai negozianti affinché segnalino alle forze dell’ordine eventi simili subìti e non ancora denunciati. Tra la fine del 2013 e l’inizio del 2014, a Novi sono state denunciate una rapina, quattro truffe e un tentativo di truffa ai danni di vari esercizi commerciali, eventi accomunati dallo stesso modus operandi e dalla corrispondenza descrittiva dell’autrice, indicata come una donna di bassa statura e di mezza età. Da subito si è potuto rilevare come la tecnica criminale denotasse un’attenta premeditazione, «chiaro indice di professionalità nel delinquere», dicono gli inquirenti.

Insospettabile Era una casalinga incensurata di 55 anni la “ladra seriale” che per mesi ha raggirato e derubato numerosi negozianti del centro storico di Novi Ligure.

La donna agiva da sola e a viso scoperto, modificando di volta in volta pettinatura, taglio e colore di capelli. Si spacciava per la moglie di un noto dentista ed era solita utilizzare l’espediente del “resto”: diceva di voler pagare con una banconota di grosso taglio (da 200 o 500 euro) precisando di averla dimenticata a casa e, con la promessa di consegnarla in un secondo momento riusciva a ottenere in anticipo il resto ancor prima di aver fatto il pagamento, dileguandosi sùbito dopo. Alla fine però i militari l’han-

ilcaso/2

ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

Condannato per furto di benzina Uno solo degli 11 imputati di furto di carburante al distributore guasto di Novi è stato condannato: il giudice gli ha inflitto sei mesi di reclusione. Il fatto era avvenuto il 18 agosto 2010: l’erogatore del self service in via Raggio si era gustato e consentiva di rifornirsi gratuitamente. Con il passaparola in molti lo avevano fatto. Ma erano stati ripresi dalle telecamere: il benzinaio aveva consegnato i filmati ai carabinieri e sporto denuncia. Alcuni si erano presentati al titolare e avevano pagato. Undici erano finiti a processo per furto. Il giudice Maiola ha condannato solo Luigi Petroso che, dai filmati, aveva fatto il pieno in tre auto. Assolti Gianni Coccia, il primo a fare rifornimento pagando, e Giorgio Dell’Aira che, accortosi del guasto, aveva avvertito il benzinaio. Remissione di querela per Emanuela Coccia, Vincenzo Nesci, Ludovica Napolitano, Gianfranco Nesci, Carla Parodi, Serena Risso, Francesco Cabella e Alessandro Gabiloni. (RED.)

Il dramma Un imprenditore e il proprietario Il processo Formula piena secondo il Tribunale alessandrino

Per la casa crollata Ghiaccio istantaneo ‘esplosivo’ finora due indagati assolto il titolare della ditta Ci sono almeno due indagati per il crollo dell’edificio di via San Giovanni Bosco, avvenuto lo scorso lunedì 28 aprile, in cui ha perso la vita la 84enne Nevina Assunta Beltracchini. Si tratterebbe di un impresario edile novese, che aveva eseguito alcuni lavori in una costruzione adiacente a quella coinvolta dal cedimento, e del proprietario dell’edificio, un pozzolese. L’anziana era un tempo lei stessa proprietaria dell’alloggio in cui abitava, ma aveva venduto la nuda proprietà conservando l’usufrutto vita natural durante. Nei prossimi giorni, la procura della Repubblica nominerà un perito che dovrà stilare una relazione sulle cause del crollo. Anche i difensori dei due indagati – Davide Bianchi per l’imprenditore novese, il legale d’ufficio Alberto Raiteri per il proprietario – potrebbero incaricare un perito di parte. Entro breve dovrebbero arrivare anche i risultati dell’autopsia: il pm Anna Bertini, titolare dell’indagine, ha infatti chiesto al medico legale Stefano Consonno di eseguire l’esame necroscopico. (E.D.)

Assolto per non aver commesso il fatto. Il tribunale di Alessandria ha revocato il decreto penale con cui il novese Elvio Bonabello, nel marzo del 2013, era stato condannato dal Gip per la vicenda del ghiaccio istantaneo “esplosivo”. Secondo l’accusa, Bonabello, già titolare della ditta farmaceutica Euritalia, aveva violato la normativa sulla restrizione all’impiego di sostanze chimiche. Per il Gip, il 62enne novese avrebbe commissionato al-

la Dispotec, azienda con sede a Brescia, la fabbricazione di ghiaccio istantaneo, denominato “Ice bag”, con quantitativi di azoto su-

periori ai limiti di legge, fissati dalla normativa europea e nazionale per evitare il rischio di esplosioni, in rapporto con la quantità di nitrato d’ammonio. Secondo i Nas, «l’azoto rilevato nei campionamenti effettuati nell’aprile 2011 era al 33 per cento, ben oltre la quota del 16 per cento fissata per legge. Il prodotto è stato per questo ritenuto non conforme e non commercializzabile poiché causa di possibili esplosioni». Il giudice Gianluigi Zulian ha però assolto con formula

inbreve IL CASO

Morta in ospizio, fu fatalità? Fu una tragica fatalità o una negligenza a causare la morte di un’anziana ospite della casa di riposo “La Serenella”, a Novi Ligure, il 13 gennaio 2009? La donna, in piena notte, si alzò dal letto nella sua camera al pian terreno, salì la scala fino al primo piano, aprì una finestra e si accasciò (o cadde) sulla pensilina che proteggeva l’ingresso della struttura. Era pieno inverno ed era anche nevicato: quando l’anziana venne trovata, il mattino dopo, era ormai morta assiderata. Il figlio presentò denuncia, sostenendo che l’anziana madre non era in condizioni psichiche tali da poter compiere autonomamente «atti quotidiani della vita» e pertanto doveva essere sorvegliata costantemente. Al tribunale di Alessandria sono così finiti a processo Angelo Piero Morchio, 58 anni, di Ovada (difeso da Luca Gastini), presidente della cooperativa sociale Policoop che fornisce il personale alla casa di riposo, e Marcello Bovone, 39 anni, di Genova (tutelato da Enrico Magaglio), amministratore della struttura novese per anziani. Si contesta loro il reato di omicidio colposo per non aver garantito un’adeguata assistenza degli ospiti con la presenza di un numero adeguato di operatori. Nell’ultima udienza è stata ascoltata l’infermiera di turno quella sera: ha riferito di aver visto, verso mezzanotte, la sagoma dell’anziana, sotto le coperte, che dormiva. La prossima udienza è in calendario per il 1° luglio. (RED.) piena Bonabello, difeso dall’avvocato Lorenzo Marangoni del foro di Milano. Anche il pm Luca Regalzi, nella propria requisitoria, aveva chiesto di mandare assolto Bonabello. Questo perché il novese, nel momento in cui veniva prodotto e commercializzato l’“Ice bag”, non era più amministratore della Euritalia srl. Bonabello infatti aveva annunciato le proprie dimissioni nell’ottobre 2009 e nel marzo dell’anno successivo il consiglio di amministrazione della ditta aveva redistribuito le sue deleghe. Per un errore formale, però, i dati del Registro delle Imprese non erano stati aggiornati con tempestività, e così Bonabello era finito nei guai per una vicenda in cui non c’entrava nulla. (E.D.)


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

12 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Il personaggio La storia di una vera grande passione

Il lutto La morte dello scultore

Roberta Borello, sinonimo di danza da ormai 35 anni

Marco Barbieri se ne è andato a poco più di 40 anni

MARZIA PERSI m.persi@ilnovese.info

Danza, a Novi, è sinonimo, per tutti, Centro danza Borello. Sono, infatti, ben 35 anni (il compleanno sarà festeggiato con il saggio di fine anno che si terrà, a metà giugno, al teatro “Paolo Giacometti”) che Roberta Borello insegna una delle più antiche arti alle bambine novesi. — Cosa ti ha portato da Torino a Novi 35 anni fa? «Ero assistente, stiamo parlando dell’anno accademico 1978/79, di Loredana Furno a Alessandria, la scuola si trovava nella sede de “I pochi” di via Cavour. C’era anche Maria Paola Casorelli che, oggi, gestisce un centro di danza a Casale Monferrato. L’allora direttrice dell’asilo Garibaldi di viale Saffi, Carla Bisio, ci aveva contattato perché voleva dare vita a corsi di danza per bimbe. Così sono venuta a Novi, avevo 18 anni, per valutare la fattibilità della cosa. Ho iniziato con 15 bambine». — Quale il ricordo più bello? «Mah, potrei dire l’incontro con il primo novese. Nell’estate 1978, a Torino, ero stata modella per un centro di acconciatori. A tagliarmi i capelli, in quella circostanza, era stato il noto parrucchiere novese Pietro Fossati. Da quell’incontro nacque un’amicizia. Il negozio di Pietro era diventato, per me, l’approdo sicuro in città». — Dove facevi lezione all’asilo Garibaldi?

«Nell’ingresso! E mentre le bimbe prendevano lezione, c’erano gli altri piccoli ospiti dell’asilo che trotterellavano da una parte all’altra. Dopo un paio di anni ci siamo trasferiti al primo piano delle stesso stabile. Nel 1984 mi sono sistemata in via Roma, al piano nobile di palazzo della Dogana». — Quale è il segreto della magia della danza? «Che il corpo non mente. Chi pratica attività fisica non può mentire. Come sei nella sala di danza sei nella vita».

— Quale è stata la tua più grande soddisfazione? «Ogni momento è giusto. La soddisfazione, se vuoi, la trovi ogni giorno, ogni giorno è una conquista quando lavori con i giovani. E poi grande soddisfazione arriva quando le tue ex allieve portano a danza le loro figliolette, ciò significa che si è creato un legame, un rapporto che continua e si rinnova». — L’obiettivo da raggiungere? «Quello di riuscire ad avere più collaborazione in città perché è l’unico modo per sopravvivere».

Negli ultimi mesi aveva iniziato a lavorare ancora più alacremente. Un progetto dietro l’altro, come se avesse capito che il tempo a sua disposizione stesse per finire. Lo scultore novese Marco Barbieri [nella foto] è infatti mancato sabato 3 maggio, dopo una lunga malattia, a soli 42 anni. Grande tifoso del Torino, se n’è andato a poche ore di distanza dall’anniversario della tragedia di Superga. Barbieri aveva scoperto la sua vena artistica nel 2006, quando era stato folgorato dall’incontro con il maestro scultore Franco Casoni, di cui diventa allievo. Da allora, non passerà giorno senza che Marco si dedichi con impegno alla propria passione per l’intaglio del legno. Aveva esposto in numerose mostre collettive e manifestazioni fieristiche in Piemonte, Liguria e Lombardia, e ovviamente nella sua Novi (al centro d’arte Pieve e a “Mastro Artigiano”, tanto per fare un paio di esempi). Per la sua capacità di scolpire il legno, si era distinto in varie edizioni della fiera “Tuttoantico” di Genova, a cui aveva partecipato con l’Istituto nazionale superiore per il restauro del mobile. Esattamente un anno fa, nel maggio 2013, era stato premiato per la sua opera emblematica “Testa di un giovane guerriero” nella mostra collettiva internazionale “Premio Città di Foglizzo”. Lo scrittore Antonio Pisotti disse di Marco: «Non tutti gli artisti creano. Molti si limitano a riproporre esperienze passate. Alcuni stentano, e imprigionano emozioni nei loro manufatti. Pochi, quelli veri, le liberano; e il risultato è che l’opera vibra di vita propria. Barbieri è uno di questi pochi artisti, creatori. L’arte è il mestiere dell’anima. E solo una grande anima può fare grande l’arte». (E.D.)

CONCESSIONARIA

VENDITA AUTO NUOVE • VEICOLI COMMERCIALI AUTO E VEICOLI AZIENDALI • AUTO KM ZERO NOLEGGIO A LUNGO TERMINE Finanziamenti personalizzati - Leasing

ASSISTENZA OFFICINA • GOMMISTA • ELETTRAUTO

LA TUA CONCESSIONARIA ECOINCENTIVI STATALI +

DI NOVI LIGURE È A

ECOINCENTIVI UNICAR

POZZOLO FORMIGARO (AL)

=

STRADA PER ALESSANDRIA, 4A TEL. 0143.418418 · FAX 0143.419299 v.floris@unicarspa.it

FIESTA GPL AL PREZZO DEL BENZINA

POL G A T FIES CON SOL 400 KM

O LLO R U E 7 2 PAGA IL BO E

SI IAR E NON A RISPARM INIZIA


novi ligure

ilsettimanale • giovedÏ 8 maggio 2014

13 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Il concorso “La tua idea di impresa�: il Ciampini-Boccardo arriva terzo

Ciampagne vince il progetto virtuale con il Timorasso principali progetti con cui i Giovani Imprenditori rafforzano i legami tra Confindustria e gli istituti scolastici presenti sul territorio. I ragazzi che partecipano hanno modo sia di stimolare la propria creatività , sia di confrontarsi con gli aspetti piÚ pratici del mestiere di imprenditore, come quello di far quadrare i conti – ha detto ancora Alfonso – Quest’anno sono emersi progetti attinenti alle attività manifatturiere tradizionali, contenenti al tempo stesso spunti innovativi, una costante quando viene data ai giovani la possibilità di esprimersi.

Un’azienda che punta sul Timorasso, un antico vitigno autoctono a bacca bianca originario dei colli tra Novi Ligure e Tortona, per spumantizzarlo e commercializzarlo in tutto il mondo, anche grazie a bottiglie raffinate frutto del design made in Italy che richiami la leggerezza della flute. Un progetto che unisce tradizione, valorizzazione del territorio e tecniche moderne, concentrandosi sull’eccellenza e sulla unicitĂ del prodotto. L’azienda in questione, in realtĂ , non esiste, ma gli studenti novesi dell’istituto Ciampini-Boccardo che l’hanno ideata si sono aggiudicati il terzo premio al concorso “La tua idea d’impresaâ€? promosso da Confindustria Alessandria, a conferma che il progetto di business non è campato in aria ma potrebbe davvero funzionare. “Ciampagneâ€? è il nome dato dagli studenti delle classi 4ÂŞN, 4ÂŞO, 5ÂŞN, 5ÂŞO e 3ÂŞO alla ditta virtuale, unendo la denominazione della scuola – Ciampini – al metodo di vinificazione champagne. Purtroppo il terzo posto non è bastato ai ragazzi del Ciampini per accedere alla fase nazionale del concorso, ma il premio ricevuto da Manuel Alfonso [nella foto con gli studenti novesi], presidente del gruppo Giovani

Imprenditori di Confindustria Alessandria, è comunque un riconoscimento importante. ÂŤPer il terzo anno consecutivo – ha commentato Marco Giovannini, presidente degli industriali alessandrini – nell’esaminare i vari progetti dei nostri studenti, provo stupore, ammirazione, entusiasmo sia per i molteplici spunti che emergono, che per la genialitĂ che pervade alcune delle loro soluzioni. E tutto questo costituisce il miglior carburante per alimentare lo sviluppo nel futuro prossimoÂť. Il presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Alessandria, Manuel Alfonso, ha sottolineato che ÂŤdal 2008 “La tua idea d’impresaâ€? rappresenta uno dei

borsadistudio

ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

Giulia, la migliore laureata in medicina Ăˆ Giulia Merlo, 26 anni, di Novi Ligure, a essersi aggiudicata la borsa di studio annuale per il migliore neolaureato in medicina della provincia. La borsa di studio è stata istituita nel 2006, dalla vedova Lidia Croce e dai figli Mariacaterina Rita e Antonio Giovanni, per ricordare la figura del medico alessandrino Giovanni Maconi, primario di chirurgia generale. Giulia Merlo si è laureata nel 2012 con il massimo dei voti, la lode e la medaglia conferita dall’UniversitĂ di Genova. L’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Alessandria entro ha ritenuto di istituire la borsa, aderendo alla richiesta della famiglia Maconi, ricordando la lunga carriera professionale del chirurgo alessandrino, profondo cultore della storia della medicina, che ha lasciato un ricordo indelebile della sua attivitĂ  in chi lo ha conosciuto. La borsa di studio sarĂ  consegnata alla vincitrice nel corso dell’assemblea annuale degli iscritti all’Ordine che si terrĂ  il prossimo 17 maggio, alle ore 9.30, presso il salone dell’associazione Cultura e Sviluppo (piazza De AndrĂŠ 76, Alessandria). (E.D.)

6WVVGNG&QOGPKEJG FCNNGQTGCNNC Q O KC VV G R U C K X K F T G 8 KC T RK\\G G P KQ \ C KO P C G K J E KQ I EQP FGFKECVCCKRKÔRKEEQNK ›ITCFKVCNCRTGPQVC\KQPG

inbreve GLI ORARI

Asili nido, iscrizioni Le iscrizioni agli asili-nido comunali per l’anno scolastico 2014/15, per i bambini fino a tre anni di etĂ , si effettuano da lunedĂŹ 12 maggio a venerdĂŹ 23 maggio presso l’ufficio Pubblica Istruzione, in via Giacometti 22, con il seguente orario: tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.00 (lunedĂŹ e mercoledĂŹ anche dalle 14.30 alle 16.30). All’atto dell’iscrizione occorre autocertificare il reddito complessivo del nucleo familiare relativo all’anno 2013 e l’attivitĂ  lavorativa dei genitori. Il personale degli asili-nido comunali sarĂ  a disposizione delle famiglie per una visita guidata dell’asilo e per fornire informazioni e chiarimenti sul servizio martedĂŹ 13 maggio – dalle ore 16.30 alle ore 18.00 – presso le due sedi degli asili “Aquiloneâ€? di via Crispi 20 e “Girasoleâ€? di via Robotti 7. (E.D.)

IL CONVEGNO

Le malattie allergiche Un convegno per i medici e gli amministratori locali – ma non solo – dedicato al tema delle malattie allergiche e di come la gestione del verde pubblico può influire su tali patologie. Sabato 10 maggio, a partire dalle 8.30, l’Ostelliere di Monterotondo di Gavi ospiterà l’incontro patrocinato dall’Asl di Alessandria e il cui coordinamento è affidato a Luigi Cremonte, responsabile dell’Allergologia dell’azienda sanitaria locale. Purtroppo la pollinosi è una patologia in costante aumento: oggi ne soffrono circa due italiani su dieci, ma i cambiamenti climatici, con la modifica dei periodi di fioritura e della intensità della pollinazione, stanno aggravando questa situazione. Con la progettazione di nuovi spazi verdi, nelle città si sono spesso introdotte specie che hanno contribuito ad aumentare notevolmente il contenuto di pollini nell’atmosfera. Il consiglio per gli amministratori pubblici è quello di non utilizzare, nella realizzazione di giardini e aree verdi, piante arboree altamente allergeniche come cipressi, noccioli, carpini, betulle, ontani, olivi; come da evitare è la diffusione di piante erbacee come graminacee, parietaria e ambrosia. (E.D.)


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

14 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

L’appuntamento L’imitatore novese sabato sera sul palco del Teatro Giacometti

L’Aido riparte con Lauretta

IL MUSEO

Una iniziativa per far conoscere meglio la donazione degli organi L’Aido riparte con Claudio Lauretta. Il noto imitatore novese sarà il protagonista della serata di sabato 10 maggio, organizzata dall’associazione per la donazione degli organi al teatro Giacometti di Novi Ligure. Alle 21.00, andrà infatti in scena lo spettacolo “Mister Voice”. Ancora una volta il cabarettista Lauretta ha accettato l’invito del gruppo Frederick di Novi Ligure di esibirsi nella “sua” Novi. Anche attraverso questo spettacolo i volontari dell’Aido avranno la possibilità di far conoscere a un pubblico sempre più vasto le attività dell’associazione. Se l’Aido è riuscita a scalare le vette d’Europa (siamo secondi solo alla Spagna) è anche grazie all’impegno quotidiano di tutti coloro che con passione raccolgono le adesioni alla donazione. Quarant’anni di lavoro che hanno trasformato l’alessandrino nella provincia più generosa d’Italia, con una percentuale del 40 per cento di donazioni per milione di abitanti,

contro il 22 per cento che è il dato nazionale. Per l’occasione, Lauretta sarà accompagnato sul palco dal maestro Sandro Picollo, talentuoso chitarrista. Se i ringraziamenti ai due artisti sono dovuti, altrettanto è per due consiglieri comunali che negli ultimi cinque anni hanno devoluto il proprio gettone di presenza all’Aido «contribuendo a finanziare il nostro lavoro informativo e divulgativo legato all’atto libero e gratuito della donazione e ai trapianti», dice la presidente dell’associazione Isabella Sommo. Si tratta di Federico Tuo e Giovanni Piazzale. «Nella società di oggi, nella crisi che ci attanaglia, si corre il rischio di non cogliere quei comportamenti che testimoniano la solidarietà umana e l’amore per il prossimo. La donazione degli organi dovrebbe essere un gesto naturale. L’impegno dei volontari Aido è diffondere questa cultura della normalità e insieme della straordinarietà, dell’atto di decidere di donare una nuova vita», spiegano i volontari del gruppo Frederick, nato ormai 31 anni fa. «Il gesto di Tuo e Piazzale ha contribuito a potenziare la nostra associazione. Gli stessi ringraziamenti giungano anche a tutti coloro che hanno sostenuto e sostengono la nostra opera», conclude Isabella Sommo. (E.D.)

ilconcerto

ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

inbreve Ai Campionissimi una “nuova” sala Cambia volto una delle due salette espositive del Museo dei Campionissimi di Novi Ligure. E’ stata, infatti, allestita in questi giorni una nuova esposizione che ha per oggetto gli accessori ed i cimeli dedicati agli appassionati delle due ruote. All’interno della mostra, oltre alle leggendarie biciclette a marchio Giuntelli, sono state riorganizzate cinque teche che contengono scarpette, accessori e soprattutto caschi appartenuti ai grandi campioni del ciclismo.

NovinCanto in Collegiata Un concerto da non perdere quello che sabato 10 maggio, alle ore 21.00, animerà l’insigne chiesa Collegiata, in piazza Dellepiane a Novi Ligure. La corale “NovinCanto” presenta un progetto musicale di alto livello diretto dal soprano Cecilia Lee Hyo In con la partecipazione del tenore Franco Carrega e al pianoforte Virginia Fracassi. Oltre ai trenta elementi che compongono la corale sarà presente il coro parrocchiale delle voci bianche. Cecilia Lee, soprano, laureata in Canto Lirico con il massimo dei voti all’università di Daejeon, Corea del Sud, è venuta in Italia per perfezionarsi al conservatorio di Parma. Ha cantato come solista in vari allestimenti d’opera e in selezioni d’opera in forma di concerto (Bohème, Traviata, Tosca). Ha tenuto concerti di musica lirica e di musica sacra in Corea del Sud, in Svizzera e in Italia. Ha inciso come solista vari cd di musica sacra. L’ingresso è libero. (E.D.)

La sezione della mostra – corredata da pannelli esplicativi – dedicata al caschetto protettivo da gara, vuole inoltre essere un incentivo alla sicurezza tra coloro che praticano questo sport a livello tanto amatoriale quanto professionistico. Tra i “pezzi” in esposizione ci sono i pesanti caschi in cuoio e feltro utilizzati da Fausto Coppi durante le gare in pista al velodromo Vigorelli di Milano, ma anche i caschi più moderni, simili a quelli utilizzati da Gianni Bugno, sempre durante le prove di velocità. Chiude la rassegna sulla storia del casco una serie di prototipi ultramoderni e leggeri realizzati dalla ditta Limar, leader nel settore. (E.D.)

L’evento Silvana Silbano e i Cameristi di Alessandria

onoranze funebri

. . . cit Professionalità, totale assistenza che generano armonia e conforto

Servizio continuato

24 ore su 24 via Giacometti n. 22 (Palazzo Pallavicini)

Novi Ligure

0143 2411

Il Musical al cinema approda alla biblioteca civica Un viaggio tra le più belle melodie tratte da musical che hanno reso famose importanti pellicole cinematografiche e viceversa. Brani da Cabaret e New York, New York di J. Kander, Hello Dolly di J. Herman, West Side Story di L. Bernstein, Mary Poppins di R. Sherman e ancora Cats e Evita di A. L. Webber. È “Il musical al cinema” il titolo dell’iniziativa che si terrà domani, venerdì 9 maggio, alle ore 21.00, presso la biblioteca civica di Novi Ligure (ingresso 6 euro). Protagonisti della serata – che fa parte della rassegna concertistica Musicanovi, organizzata dall’associazione novese “Alfredo Casella” – saranno il mezzosoprano Silvana Silbano e i Cameristi dell’Orchestra Classica di Alessandria: Massimo Barbierato al violino, Luciano Girardengo al violoncello, Giuseppe Canone al clarinetto e Luigi Giachino al pianoforte. Silvana Silbano, vincitrice di numerosi concorsi, ha eseguito un repertorio assai vasto, che va dal Settecento alla musica contemporanea, interpretando svariati ruoli in prestigiosi teatri. È anche titolare della cattedra di Canto presso il Conservatorio di Torino. Massimo Barbierato ha collaborato con i maggiori organismi cameristico-sinfonici (Orchestra Nazionale della Rai, Accademia della Scala, Orchestra Filarmoni-

Silvana Silbano La mezzosoprano sarà protagonista del concerto “Il musical al cinema”, con i cameristi dell’Orchestra Classica di Alessandria [foto Giorgio Carlin]. ca Italiana). Giuseppe Canone, polistrumentista eclettico, ha tenuto concerti in tutto il mondo in formazioni orchestrali, cameristiche e in veste di solista. Attivo come compositore e arrangiatore, dirige stabilmente l’Orchestra di Fiati della città di Vercelli nonché la “Variabile Big Band”. Luciano Girardengo, noto musicista novese, ha tenuto concerti praticamente in tutto il mondo, collaborando con le più im-

portanti orchestre italiane. È anche direttore artistico del concorso internazionale di composizione intitolato a Angelo Francesco Lavagnino, il compositore gaviese scomparso nel 1987. Infine Luigi Giachino, titolare della cattedra di Composizione presso il conservatorio “Paganini” di Genova e docente presso l’Università della stessa città, che è noto al pubblico soprattutto per le sue composizioni per la televisione. (E.D.)


ovada

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

15 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La doccia fredda Si allungano i tempi per il congiungimento degli studenti di via Galliera con quelli di via Voltri. La conferenza dei servizi ha sostanzialmente dato il via libera all’accordo.

Polo scolastico al palo: la Regione non firma L’accordo prevede un intervento del costo complessivo di 3,8 milioni DANIELE PRATO ovadese@alice.it

Doveva essere la volta buona per la “chiusura” di una partita che dura da anni e che rappresenta uno dei “fiori all’occhiello” avanzati alla fine del secondo mandato dal sindaco Andrea Oddone. Ed invece, il nuovo polo scolastico, complesso che dovrebbe materializzarsi in via Voltri con l’adeguamento di alcuni spazi in cui ricavare nuove aule per gli studenti ora dislocati in vai Galliera, la costruzione di nuovi laboratori e una palestra per un costo complessivo di 3,8 milioni di euro, subirà un nuovo rinvio. La settimana scorsa si è tenuta la conferenza dei servizi che prevedeva l’atto conclusivo della vicenda, la ratifica dell’accordo tra Provincia e Regione. E’ però mancata la firma di Roberto Cota, presidente della Regione uscente, ad allungare ulteriormente i tempi di un iter lumaca che dura da anni. Come sempre in questi casi scatta il rimpallo delle responsabilità. “Aspettiamo – confermano dall’assessorato regionale all’Istruzione della delibera della Provincia, che dovrebbe arrivare al massimo entro un paio di giorni, dopo di che potremo procedere con la nostra, con il massimo sforzo per approvarla prima del voto. A quel punto, l’atto finale sarà la sottoscrizione dell’accordo”. Rimane da capire a quel punto chi firmerà. Conferma l’assessore all’Edilizia Scolastica, Graziano Moro: “Di buono c’è che è arrivato parere positivo alla sottoscrizione dell’accordo di programma tra

Provincia e Regione, indispensabile per sbloccare i fondi necessari all’intervento - spiega Moro -. Resta, però, il nodo della firma”. E d’altronde lo stesso Moro il suo allarme l’aveva lanciato qualche mese fa. Nel concreto: slittano i lavori di adeguamento del Pascal, slitta la pubblicazione del bando europeo per palestra e laboratori. Non si vede la fine di una storia iniziata con la prima presentazione del progetto, eravamo nel 2009, poi notevolmente ridimensionato. “Fi-

nalmente – aveva annunciato lo stesso Oddone nell’ultimo consiglio comunale della settimana scorsa si è arrivati all’accordo di programma fra Regione e Provincia, dopo quello firmato tra Comune e Provincia a dicembre”. Ci sarà ancora da aspettare. In stand by anche l’operazione di alienazione degli spazi di via Galliera i cui proventi dovrebbero cofinanziare i lavori. Sempre in tema di edilizia scolastica, si attende da Roma l’ufficialità

del provvedimento che esclude dai vincoli del patto di stabilità la ristrutturazione di questo tipo di edifici. “In ballo c’è il tetto della scuola di via Dania – ha spiegato di recente l’assessore all’Urbanistica Paolo Lantero – Se non riusciremo a partire con la gara d’appalto al più presto trascorrerà un’altra estate senza che siano completati i lavori”. L’intervento già finanziato, da tempo è però fermo (come altri) per i vincoli di spesa imposti agli enti pubblici.

La donazione Inaugurazione il 22 giugno: sarà la “76”. Allestimento molto innovativo

Croce Verde: nuova ambulanza Arriverà nelle prossime settimane Sarà presto a disposizione della Croce Verde Ovadese onlus la nuova ambulanza da poco acquistata che andrà ad affiancarsi ai mezzi attualmente in uso da parte del servizio 118 e dei militi dell’ente di largo 11 gennaio. Si tratta infatti di un Fiat Ducato, contrassegnato con il numero di riconoscimento 76, mezzo allestito per il trasporto dei pazienti in emergenza. “Il rinnovo continuo dell’autoparco – spiega il presidente dell’Ente Giuseppe Barisione – è dettato dall’esigenza di poter contare su mezzi conformi con le regole imposte in fatto di chilometri e anzianità, ma soprattutto dalla volontà di offrire ai pazienti ovadesi servizi nella massima si-

curezza e tempestività. In questo senso la novità principale è l’allestimento innovativo pensato in base alle esigenze di chi è trasportato. Per questo motivo l’ente ha gettato le basi per un piano che dovrebbe portare, nei prossimi tre anni alla sostituzione di altre ambulanze con l’aiuto di fondazioni e associazioni da sempre a noi vicine”. La ”76” sarà presentata alla città nella cerimonia in programma il 22 giugno nel corso dell’annuale festa gastronomica, in programma dal 20 al 23 del prossimo mese. L’investimento complessivo è stato di 72 mila euro. Il mezzo sarà intitolato alla signora Tina “Nucci” Pesce. “Di recente – aggiunge Ba-

risione – si è concretizzata la donazione da parte sua di un appartamento in via Galliera, come precisa disposizione del fratello Attilio, ovadese molto sensibile alla nostra attività. Per questo l’ente ha deciso di attribuire a entrambi la qualifica di socio benefattore”. La delibera di acquisto del mezzo è stata di fatto l’ultimo provvedimento assunto dall’attuale consiglio direttivo. E’ infatti partita la procedura per il rinnovo delle cariche che culminerà il prossimo 18 maggio con le elezioni. I termini per la presentazione delle candidatura sono scaduti ieri, (mercoledì 7 maggio con il giornale in stampa). Le urne saranno aperte dalle 10.00 alle 19.00.

La prima uscita. Il mezzo sarà presentato alla città il 22 giugno nel corso della festa gastronomica

lapolemica Molti rifiuti, pochi programmi di Diego Cartasegna Negli ultimi 5 anni si è molto parlato di raccolta differenziata, ferma da tempo a poco più del 35%. Si anche parlato dello “sceriffo dei rifiuti” che avrebbe dovuto controllare i cittadini per verificare che mettessero la spazzatura nel posto giusto (con relative multe). Si è anche discusso all’infinito su come fosse possibile migliorare il sistema di raccolta, del “porta a porta” e di come convincere, con le buone o con le cattive, gli ovadesi a “differenziare” di più. E’ pur vero che tutto ciò compete in massima parte a Econet ed al Consorzio per lo Smaltimento, ma l’amministrazione comunale ha la possibilità di svolgere un suo ruolo e di incidere in qualche modo su questa materia, anche se nell’ultimo quinquennio non si è dimostrata particolarmente dinamica. Stando così le cose, abbiamo dato un’occhiata ai programmi elettorali delle cinque liste per vedere cosa proponevano per risolvere il problema. Non è stata una ricerca particolarmente lunga, anche perché nessuno ha sprecato molte parole su questo argomento. “Insieme per Ovada” (candidato sindaco Lantero) dice che è necessario “intervenire in modo strutturato ed integrato sul ciclo produzione – raccolta – conferimento – smaltimento ed eventuale riciclo dei rifiuti per contenere i costi” attraverso campagne di informazione e sensibilizzazione. “Patto per Ovada” (Bricola) afferma di essere “sensibile alle problematiche ambientali” e di non accettare i risultati fin qui ottenuti da Econet. “Essere Ovada” (Delucchi) dice semplicemente di voler incrementare la raccolta differenziata, contando sulla collaborazione dei cittadini. “AmOvada” (Briata) propone una riduzione della tassa sui rifiuti per chi porta gli “ingombranti” nell’area della Rebba. Il Movimento 5 Stelle (Braini) vuole “sensibilizzare più incisivamente in cittadini” sul tema della differenziata e propone l’adozione della strategia “Rifiuti Zero” prendendo esempio dai Comuni che l’hanno già adottata ed una tassazione che premi privati ed aziende in base al livello di riciclo. Francamente ci aspettavamo qualcosa di più e soprattutto qualcosa di più preciso. L’impressione è che le cinque liste si siano limitate a generiche dichiarazioni d’intenti che assomigliano in modo preoccupante a certe promesse delle elezioni precedenti. Insomma: pochi programmi per tanti rifiuti.


ovada

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

16 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

L’iniziativa Promossa dal Consorzio Servizi Rifiuti nel centro storico della città

Domani c’è “Ecorienteering” per la raccolta differenziata LUCA PIANA ovadese@alice.it

Si svolgerà domani per le vie del centro storico di Ovada “Ecorienteering”, una manifestazione organizzata dal Consorzio Servizi Rifiuti per sensibilizzare gli alunni delle scuole secondarie di 1° grado sulla raccolta differenziata. L’evento, che nei giorni scorsi si è svolto anche a Novi Ligure, Tortona e Acqui Terme, avrà la sua base in Piazza Assunta dalle ore 9 alle ore 13. Le squadre iscritte a Ecorienteering dovranno districarsi tra le vie della città e passare attraverso punti di controllo, chiamati “lanterne”. La ricerca di queste dovrà avvenire entro l’orario stabilito dagli organizzatori, e ad ogni “lanterna” i ragazzi dovranno rispondere ad alcune domande sulla raccolta differenziata. La ricerca delle lanterne e la risposta ai quesiti sul corretto conferimento dei rifiuti aggiungono quel “sale” che rende l’ecorienteering un’attività molto motivante per loro. Intorno alle ore 12 è prevista la premiazione dei vincitori in piazza Assunta. Il maggior numero di risposte esatte contribuirà alla formazione della classifica finale. “Il nostro obiettivo è di far comprendere agli alunni l'importanza della raccolta differenziata attraverso l'orientee-

taccuinoelettorale OGGI ALLA SOMS

Si presenta la “Lista Tsipras” Oggi, giovedì 8 maggio alle ore 18 presso la Soms incontro con Nicolò Ollino, candidato per la lista "L'altra Europa con Tsipras" a sostegno della candidatura per le elezioni comunali di Laura Robbiano e Simone Subrero di Rifornazione Comunista. Sarà presente anche il candidato Sindaco Paolo Lantero. A partire dalle 21.00, Marco Revelli presenterà i tre candidati alle Europee della nostra circoscrizione, lo stesso Ollino, Daniela Padoan e Argyrios Panagopoulos.

9 MAGGIO

Incontro con Luigi Bobba Venerdì 9 Maggio, alle ore 18, presso il Salone della SOMS di Ovada, in via Piave, iniziativa organizzata dalla lista “Insieme per Ovada” e incentrata sul tema del lavoro. Interverrà l’onorevol Luigi Bobba, sottosegretario al Lavoro e alle Politiche Sociali. E’ prevista anche la presenza del Senatore Federico Fornaro.

LA FESTA

Al Pertini per sostenere Bricola Si terrà sabato 10 maggio, al Parco Pertini di via Cairoli, la “Festa della Famiglia”, organizzata dal “Patto per Ovada”. A partire dalle 16.00 animazione con il Mago Giò, gonfiabili e gadget. Il candidato della lista Enrico Ottonello Lomellini incontrerà i cittadini, nel banchetto allestito in piazza Mazzini, nelle mattine di sabato 10 e sabato 17 maggio. Precisazione: sull’ultimo numero, per errore è stata esclusa dell’elenco la candidata Assunta Boccaccio: ci ne scusiamo con l’interessata e con i lettori. ring” spiegano dal Consorzio Servizi Rifiuti. “Vogliamo trasmettere attraverso i partecipanti messaggi di sostenibilità ambientale in particolare sulla necessità di effettuare una corretta separazione dei rifiuti urbani”. Il Consorzio Servizi Rifiuti del novese, tortonese, acquese ed ovadese, la SRT S.p.a. (società per il trattamento e

Il gioco E’ riservato ai ragazzi della scuola primaria che, suddivisi in squadre, dovranno passare attraverso punti di controllo e rispondere a domande su come separare rifiuti

recupero dei rifiuti urbani, le società di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani del bacino consortile (Econet, Gestione Ambiente e 5 Valli Servizi) organizzeranno inoltre quest’anno molte attività di comunicazione e formazione ambientale per promuovere la raccolta differenziata dei rifiuti dedicate agli alunni delle classi delle scuole secondarie di primo grado.

LA PRESENTAZIONE

Appuntamenti con “Essere Ovada” La Lista “Essere Ovada” incontrerà i cittadini sabato 10 maggio dalle ore 9,30 alle ore 12,30 in P.zza Cereseto. Il 13 maggio alle ore 21 allo Splendor ci sarà presentazione del programma e della lista dei candidati al consiglio comunale. Altri incontri: sabato 17 maggio dalle ore 9,30 alle ore 12,30 in Via Cairoli e mercoledì 21maggio dalle ore 9,30 alle ore 12,30 all’ingresso Scuola di Musica. La chiusura della campagna elettorale avrà luogo in piazza Cereseto nel pomeriggio del 23 maggio

• PESCHERIA - OSTERIA • GASTRONOMIA DI PESCE • ASPORTO E SERVIZIO A DOMICILIO

Menù business lunch SOLO PESCE al mezzogiorno € 13,00 A cena ogni sera lo Chef propone un menù a rotazione nel quale scegliere i piatti a prezzi contenuti

Via Berthoud, 66 (centro storico) - Serravalle Scrivia (Al) Tel. 0143.61366 • osteriapescheria@tiscali.it Info: 389.1633915 • Facebook: Osteriapescheria Pescaemangia


ovada

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

17 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Il progetto Dopo l’insediamento della Lidl, nell’area tutto è rimasto tristemente fermo

Ex Lai: a quando i palazzi?

inbreve RETTIFICA

I volontari Il ritardo causato dalla crisi che di fatto ha bloccato il mercato immobiliare di “Equazione” vranno comunque rispettare le caratteristiche urbanistiche ed estetiche previste dal Pec del Comune: non dovranno superare i 35.357 metri cubi, commerciale compreso, e le caratteristiche esteriori dovranno essere le stesse per tutti. Per la Veneta Grandi Impianti, quindi, non c’è fretta: l’obiettivo primario era la consegna dell’area commerciale al discount Lidl, di cui sono stati rispettati i tempi. Ora, per vedere di nuovo in azione le ruspe a breve, bisognerà attendere gli sviluppi della trattativa per la nascita di un secondo mini – lotto commerciale da 500 metri quadri, accanto al discount. “Gli interessati – spiega Rava – stanno facendo le loro valutazioni”.

A cinque anni di distanza dalle promesse elettorali sulla possibile nascita di un’Ovada 2 presso il quartiere residenziale ex Lai di via Voltri, il progetto è rimasto solo sulla carta per problemi economici. Eppure negli ultimi mesi si è investito molto su quell’area, con l’installazione di lampioni, con il rifacimento della strada e dei marciapiedi e la nascita di un’area commerciale. Tutto sarebbe pronto per la realizzazione di un quartiere modello dove vivere. E invece la zona resterà un rione “fantasma” ancora per diverso tempo, nonostante sia stata presentata come un’area di 23.583 metri quadri da riqualificare alle elezioni comunali del 2009. Il ritardo sarebbe imputabile soprattutto alla crisi che ha zavorrato il mercato immobiliare, rallentando qualsiasi negoziazione e compravendita tra le parti. Tutto dipenderà dalle scelte della società Veneta Grandi Impianti di Pordenone, che s’è presa l’onore di realizzare il Pec comunale, accollandosi anche la parte della Blindo Office di Valenza, fuoriuscita dall’operazione. I tempi saranno comunque lunghi, visto che non sarà la società veneta a realizzare le

Le previsioni I tempi saranno sicuramente lunghi perché non sarà la Veneta Grandi Impianti a realizzare i dieci edifici previsti; gli spazi saranno venduti ad altre imprese

10 palazzine previste, per un totale di 70 appartamenti. La Veneta venderà i lotti a imprese e soggetti interessati a edificarli a spese proprie, con cui tra l’altro ci sarebbero già stati i primi contatti. “Nulla di concreto, però, solo qualche interessamento – spiega Emanuele Rava, direttore dei lavori del lotto 1 per le opere di urbanizzazione -. La società, visto il momento, si sta muovendo con discrezione, senza clamori”. L’obiettivo è infatti quello di vendere le aree ad altri, che al momento di costruire do-

La “biciclettata” Sabato e domenica

lalotteria

FIRMA DEL GIORNALISTA indirizzo email

Lions: estrazione vicina Ha riscosso un grande successo “Tutti per lo Splendor”, la lotteria benefica avviata lo scorso febbraio dal Lions Club di Ovada per sostenere la Parrocchia che ha acquistato l’attrezzatura digitale per la proiezione dei film nell’unica sala rimasta in Città. L’estrazione finale è prevista per il 22 maggio alle 20.00. Ma per tutti ci sarà la possibilità di comprare i tagliandi fino alle ore immediatamente precedenti. “Siamo molto soddisfatti di come sono andate le cose – spiega Augusto Compalati che per l’associazione si è occupato di raccogliere i primi in palio – Evidentemente tutti hanno sentito, come noi del resto, l’importanza del ruolo che lo Splendor esercita per la cultura della nostra città”. E per questo si chiede un ultimo sforzo. La lista dei vincitori sarà poi pubblicata sul nostro settimanale, sulle pagine locali dei quotidiani nazionali e sul sito internet creato per l’occasione

La ricorrenza Nel fine settimana la trasferta a Pordenone

La Campionissima: Grande festa per i 47 anni ciclismo e nostalgia del Gruppo Alpini di Ovada Ovada e Molare unite nella celebrazione del ciclismo dei pionieri, quello che ha fatto innamorare tanti italiani, non solo dalle nostre parti. Si terrà infatti nel prossimo week end la quinta edizione de “La Campionissima” manifestazione per veri nostalgici delle due ruote, organizzata dal Gruppo Ciclistico Negrini. Quest’anno spiega Nico Bonaria, fra i membri del comitato organizzatore - abbiamo avuto qualche difficoltà in fase di preparazione, ma nelle ultime settimane siamo riusciti a recuperare il tempo perduto e possiamo affermare di essere pronti per l’evento. Come già per le precedenti edizioni ci aspettiamo l’arrivo di molti appassionati dalle località più diverse”.Si parte sabato 10, presso il Geirino di Ovada con la “Crono degli Assi”, gara a coppie in cui i due partecipanti dovranno percorrere l’apposito circuito con tempi il più possibile simili. Alla domenica la manifestazione vera e propria. Ritrovo al Caffè Trieste, passerella nel centro storico e il via con i partecipanti che saliranno verso Costa e il confine con la Liguria per poi decidere, raggiunto il Termo, scendere verso Rossiglione per raggiungere Ovada e quindi Molare, oppure proseguire verso Tiglieto e, successivamente Olbicella prima di tornare sul traguardo. Poco dopo mezzogiorno sono previste le premiazioni. La gara è inserita nel circuito del Giro d’Italia d’epoca. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.lacampionissima.it.

Raduno al ristorante “Grotta” per il Gruppo Alpini di Ovada per i festeggiamenti del 47° anno dalla fondazione. L’associazione si sta avviando verso il mezzo secolo di vita e il gruppo intende coinvolgere per quell’appuntamento il maggior numero di persone che hanno prestato il servizio militare con la penna sul cappello. C’è bisogno, infatti, di forze nuove, visto che gli attuali componenti sono a rappresentanza del gruppo storico. L’organizzazione della celebrazione annuale è stata solo il primo passo, in attesa di programmare il futuro e arrivare ai festeggiamenti del 50° anno dalla fondazione dell’associazione con qualcosa di simpatico e innovativo che faccia onore agli Alpini. Il pranzo conviviale ha rappresentato l’occasione ideale per trascorrere alcune ore in compagnia con vecchi amici, rispol-

verando aneddoti ed episodi vissuti di naja alpina, con il ricordo del primo capogruppo Giuseppe Piccione e l’ultimo iscritto scomparso pochi giorni prima del ritrovo, Domenico Barisione. Impeccabile anche l’organizzazione del capogruppo Gianni Bovone, che a fine pranzo ha omaggiato le consorti presenti al ristorante con un dono floreale, in vero stile alpino. L’appuntamento è per il prossimo anno, l’invito è aperto a tutti alpini ovadesi in congedo e non e ai loro famigliari, per i festeggiamenti del 48° anno di vita dell’associazione. Intanto il gruppo di Ovada, come tanti altri, è pronto per la trasferta a Pordenone, per l’adunata nazionale in programma nel fine settimana. Ci sarà infatti un buon numero di persone che raggiungerà il Veneto per questo momento di festa.

Sullo scorso numero, nell'articolo relativo all'inaugurazione della nuova sede della bottega del commercio equo e solidale, abbiamo erroneamente parlato di “proprietaria” del negozio. In realtà la bottega è gestita dalla cooperativa EquAzione Onlus che si avvale dell'impegno di tanti volontari.

IL SERVIZIO

Derattizzazione ad Airone Spa Il 23 aprile scorso l’amministrazione comunale ha affidato, dopo una gara effettuata con il sistema del “cottimo fiduciario”, attraverso il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione, alla ditta Airone Spa, con sede ad Ovada, il servizio di derattizzazione del territorio del Comune per il periodo compreso tra l’aprile e il dicembre dell’anno in corso. La spesa complessiva, al netto del ribasso di gara (che è risultato del 5%), è pari a poco più di 9 mila 200 euro.

L’INCARICO

Fiera S. Croce: 4 mila euro L’amministrazione comunale, con un decreto del 17 aprile scorso, ha affidato alla ditta consorzio Pro. Com. di Alessandria l’organizzazione e la gestione della Fiera di Santa Croce per un compenso pari a 4 mila euro.

STANZIAMENTO

Tre mercatini dell’antiquariato Con un decreto del 17 aprile scorso l’amministrazione comunale ha impegnato la somma di 4 mila 182 euro per la realizzazione di tre edizioni del Mercatino dell’Antiquariato (21 aprile, 1° maggio e 2 giugno). La gestione delle tre manifestazioni sarà curata come sempre dalla Pro Loco di Ovada e del Monferrato Ovadese.

L’AFFIDAMENTO

La difesa della vite Ammonta a 20 mila euro la spesa prevista per il servizio di difesa antiperonosporica e tutela fitosanitaria delle colture agricole (e della vite in particolare) per il 2014. L’esecuzione dell’intervento è stata affidata all’apposito coordinamento provinciale con sede in Alessandria, come si legge nel decreto dell’amministrazione comunale che reca la data del 18 aprile.

D.M. SERVIZI N OLEGG IO MI N IG R U C IN G OLATE R ACCOR DAT U R A TU B I OL EO D INA MI CI P E R M E DI E E ALT E P R E S S IO N I manutenzioni e riparazioni di MACCHINE OPERATRICI MEZZI AGRICOLI, MEZZI DA GIARDINAGGIO montaggio ARCHI DI PROTEZIONE revisione e riparazione di CILINDRI IDRAULICI revisione, riparazione e montaggio di componenti meccanici, elettrici ed idraulici

Via Provinciale 9 - 15060 Capriata d’Orba (AL) cell. 346 8532451 fax 0143 46598 - www.dmservizi.net - d.m.serviziminigru@gmail.com


ovada

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

18 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Il personaggio La diciottenne Viglietti nell’orchestra del “Pacific Music Festival”

Adele: il mio violino in Giappone Tour a luglio con giovani di tutto il mondo diretta da Lorin Maaze retti, dal ’99 collaboratrice dei primi violini al “Carlo Felice”, seguita da Alessandria a Genova. Il diploma arriva puntualmente a 16 anni. “In questo momento porto avanti gli studi frequentando l’accademia i corsi dell’Accademia “Perosi” di Biella, grazie ad una borsa messa a disposizione dall’Associazione De Sono. Una volta al mese vado poi a Vienna dal maestro Boris Kuschnir”. Quest’ultimo è attualmente considerato tra gli insegnanti più validi al mondo. “Voglio diventare una concertista: l’obiettivo è fare della musica il mio lavoro – conclude Adele – Quando suono entro in un mondo che è il mio, mi sento sicura. Il repertorio che preferisco, forse perché sono ancora giovane è quello romantico di fine ‘800 inizio ‘900, da Franck a Ravel”.

Anni di studio, pomeriggi trascorsi a migliorare tecnica ed espressività, guidati dall’insegnante che hai scelto per la tua crescita artistica. E’ la storia di Adele Viglietti, violinista diciottenne di Ovada. Il premio, per Adele, è l’introduzione nella prestigiosa orchestra giapponese del Pacific Music Festival, creata 25 anni fa dal grande direttore Leonard Bernstein, che si pone l’obiettivo di far crescere nuovi musicisti di tutto il mondo. L’appuntamento è per luglio, subito dopo l’esame di maturità allo Scientifico di Alessandria, quando la formazione sarà nel paese del Sol Levante per una serie di concerti nelle città principali, da Osaka a Sapporo, da Nagoja a Tokio. Per entrare tra gli “eletti”, Adele ha sostenuto un’audizione ed è stata selezionata, unica italiana, tra 1.351 partecipanti. “Non pensavo di essere scelta – ammette – Ho provato perché ho sempre sentito parlare di quest’orchestra di grande fascino che rappresenta un’opportunità di crescita importante per un giovane”. La Viglietti ha inviato un Dvd perché il nostro Paese non è tra quelli in cui le audizioni sono dal vivo. Ha scelto Mozart, il “Concerto in La Maggiore”, e Tchaikovsky, col Concerto in Re Maggiore” fra

Una vita per la musica Ha iniziato a sette anni. “Voglio diventare concertista”. Ora si metterà alla prova nell’istituzione creata da Leonard Bernstein.

i brani inseriti nel programma obbligatorio. A dirigerla, nel corso del tour sarà il maestro Lorin Mazel attualmente uno dei direttori più stimati al mondo. Il violino, per Adele, è una storia che inizia a sette anni. In famiglia, l’esempio è quello della sorella che studia pianoforte e attualmente insegna alla “A. Rebora”. “All’inizio è stato un gioco, ma ho capito in fretta che si trattava del gioco più bello”. L’ingresso in Conservatorio al “Vivaldi” di Alessandria, l’incontro con la professoressa Elisabetta Ga-

almuseo

EDOARDO SCHETTINO ovadese@alice.it

Un laboratorio sugli squali Sabato 10 maggio, presso il Museo Paleontologico “Giulio Maini”, alle ore 16.30, si volgerà un laboratorio per bambini dai 6 agli 11 anni che avrà come argomento gli squali. Anche questa iniziativa, come tutte le altre rivolte ai ragazzi, avrà la durata di circa un’ora ed un costo di 5 euro a persona. La partecipazione è consentita soltanto con prenotazione obbligatoria da effettuarsi telefonando al numero 3477520743 (Alberto) dopo le ore 17. Il ritrovo è sempre alle 16.15 al museo, con inizio delle attività alle 16.30. Ricordiamo inoltre che fino al 18 maggio la mostra fotografica “Rii e corsi d’acqua” curata dal club Photo 35 sarà visitabile durante gli orari di apertura del museo: sabato dalle 15 alle 18, domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. Per informazioni: Associazione Calappillia, tel. 340.2748989; e-mail: museomaini@comune.ovada.al.it; sito web: www.museopaleontologicomaini.it.

L’iniziativa La sede sarà a Cremolino

Tagliolo Un’iniziativa promossa dall’associazione produttori “E’ Ovada”

Laboratori estivi con “Agriteatro”

Degustando il nostro Dolcetto che sarà il “vino del mondo”

Il 5 maggio scorso, a Genova, AgriTeatro ha presentato i Laboratori Estivi 2014. Tema: il teatro, che si declina in “recitazione per bambini”, “recitazione per adulti”, “recitazione per professionisti” e, novità di quest’anno, “organizzazione teatrale”. Ai corsi si affianca anche la rassegna “L’Altro Monferrato”. La sede sarà come sempre la Cascina San Biagio, a Cremolino. I laboratori di questa stagione sono dedicati a William Shakespeare, nel 450° anno dalla sua nascita. Il primo appuntamento è fissato per sabato 5 e domenica 6 luglio con una novità: per la prima volta viene proposto un seminario in Organizzazione Teatrale, a cura Valentina Falorni e Marisa Villa di AV Turné. Anche quest’anno non poteva mancare AgriTeatro per bambini, il laboratorio teatrale dedicato ai più piccoli, (previsto dal 7 al 12 luglio). E visto che l’estate agriteatrale 2014 è dedicata a Shakespeare il titolo non poteva che essere “Sulle tracce di Puck”. Poi c’è la proposta per attori professioni: Romeo/Giulietta secondo studio, è il titolo a cura di Oscar De Summa, autore, attore e regista che nel suo percorso ha collaborato con Claudio Morganti, Pamela Villoresi, la Fura dels Baus, Massimiliano Civica, Marinella Anaclerio e molti altri. Il laboratorio è finalizzato alla selezione di attori per la messa in scena dello spettacolo, con la regia dello stesso De Summa, che andrà in scena nella Stagione 20142015.

Domenica 11 maggio si svolgerà al Castello di Tagliolo Monferrato, culla della tradizione vitivinicola ovadese, la manifestazione “Degustando Ovada: vino del mondo”. L’iniztiva, promossa dall’associazione “E’ Ovada”, che riunisce un gruppo di viticoltori e produttori dell’Ovada docg, ha lo scopo di offrire a un pubblico molto vasto l'opportunità di conoscere e verificare, piatto in tavola e bicchiere in mano, le eccellenti capacità dei vini Dolcetto d' Ovada doc e Ovada docg di accostarsi, con eccellenti risultati, a una grande varietà di piatti regionali e internazionali: dai locali storici agnolotti alle esotiche costolettine di maiale laccate al caffè in salsa d'ostriche. La degustazione avrà inizio alle ore 12 e si

UFFICIO OVADA

Piazzetta Stura, 5 Tel. 0143.80149 UFFICIO ALESSANDRIA

Via Marengo, 16 Tel. 0131.261085

Dott. Gianpaolo Piana - Dott. Lorenzo Bisio Promotori - Consulenti finanziari e previdenziali Dott. Gianpaolo Piana

Dott. Lorenzo Bisio

cell. 333.6712602

cell. 339.8411489 e-mail: lorenzo.bisio@finanzaefuturo.it

e-mail: gianpaolo.piana@finanzaefuturo.it

concluderà alle 15. Ma una prima parte della giornata, alle ore 11, è riservata a un limitato numero di operatori professionisti che verranno coinvolti nell'esperienza denominata “Si fa presto a dire Dolcetto!”. Due personalità del mondo

del vino accompagneranno gli ospiti in un percorso di approfondimento culturale e di verifica pratica e immediata delle caratteristiche dei dolcetto d'Ovada. Si tratta di Gigi Brozzoni, per venticinque anni direttore del Seminario Veronelli e successore dell'indiscusso primo e grande maestro del mondo enogastronomico italiano, che racconterà come i consumatori hanno vissuto e vivono il vino dolcetto e come questo vino, nelle sue varie espressioni, potrebbe e dovrebbe avere l'ambizione di proporsi ai mercati nazionali e internazionali. Interverrà anche Emanuele Riva, giovane e affermato sommelier, che illustrerà e verificherà dal vivo le possibilità di abbinamento dei dolcetto ovadesi.

inbreve DOMANI

Conversazioni filosofiche Venerdì 9 maggio, alle ore 21, al Piano Nobile di Palazzo Spinola presso i Padri Scolopi in Piazza San Domenico, nell’ambito di “Conversazioni Filosofiche”, la prof.ssa Simona Langella terrà un conferenza sul tema “Il diritto di essere uomo e la scoperta dell'altro mondo”.

ALLO SPLENDOR

Una commedia dialettale Sabato 10 Maggio, alle ore 21 al Teatro Splendor, nell’ambito della 18^ Rassegna Teatrale "Don Salvi”, la Compagnia Teatrale "I Villezzanti" presenta "Guastavin e Passalaegua" di E. Canesi, per regia di Anna Nicora. Prenotazioni e informazioni ai numeri telefonici 339 2197989 0143 823170 oppure all’Ufficio IAT (0143 821043).

L’INIZIATIVA

I fiori dell’ANFFAS Sabato 10 e domenica 11, in occasione della Festa della Mamma, presso Piazzetta Cereseto, i Volontari Anffas della Sezione di Ovada allestiranno, come ogni anno, un banco di fiori: le offerte saranno destinate a finanziare le attività dell'Associazione.

AL MUSEO

Le nuove donazioni Dal 10 Maggio al 21 settembre, al Museo Paleontologico "Giulio Maini", si terrà l’esposizione temporanea delle “nuove donazioni al Museo”. Per informazioni: Associazione Calappilia 340 2748989 - museomaini@comune.ovada.al.it - www.museopaleontologicomaini.it

NEL WEK END

Fiera di Santa Croce Il 10 e 11 maggio si svolgerà ad Ovada la tradizionale Fiera di Santa Croce, il primo dei tre appuntamenti annuali di questo tipo. L’organizzazione è curata dalla Pro.Com. di Alessandria.

IN PIAZZA

Mercatino biologico Tutti i sabati del mese in Piazzetta Cereseto, ad Ovada, si tiene il “Mercatino del biologico e dell’artigianato ecocompatibile”.

COCCO MASSIMO LAVORI AGRICOLI LAVORI AGRICOLI MECCANIZZATI MECCANIZZATI SCAVI MOVIMENTO TERRA S CAVI E MOVIMENTO TERRA DEMOLIZIONI COSTRUZIONI EDILI D EMOLIZIONI E C OSTRUZIONI E DILI Serietà e professionalità al vostro servizio Cascina Minetti, 19 - Capriata d’Orba (AL) Tel. 0143 46203 - Fax 0143 467424 Cell. 330 600235 - e-mail: mc.cocco@libero.it


ovada

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

19 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

L’indagine Qualche parere degli ovadesi sul prossimo appuntamento elettorale Escursionismo Alla fine di aprile

Quando si andrà a votare? Ma è proprio obbligatorio? SIMONETTA ALBERTELLI ovadese@alice.it

“Ah..si vota. Ma quando di vota? E perché si vota? Per il sindaco? Già, l'avevo letto da qualche parte...è obbligatorio votare?!”, ed ecco l'unica risposta, in merito alle prossime elezioni amministrative del 25 maggio, alla quale lasciamo libera interpretazione ai lettori. A darla un ventitreenne ovadese: età e risposta la dicono lunga. Più secchi, invece, i pareri di chi vuole astenersi al voto: “Non ci vado. A 'sto giro mi hanno proprio stufato”. A complicare la scelta delle persone intervistate è la presenza di cinque liste, come sottolinea Franco P., ottantenne e da sempre residente in città: “C'è maggiore democrazia, ma più confusione. Questo mescolamento di partiti crea disagio: non c'è più colore o c'è troppo colore”. “Nelle amministrative il partito è relativamente importante- dice Ilaria, commessaA contare sono invece le persone. Il voto lo si dà in base alla conoscenza. L'errore grande, tuttavia, è quello di votare degli incompetenti in campo amministrativo solo per la simpatia”. E davanti all'affermazione “i ventenni sono troppo giovani per essere candidati”, risponde un candidato dei paesi limitrofi (per ovvie ragioni non metteremo

il nome): “Tocca a noi iniziare a mettere il naso nell'amministrazione dei comuni. Certo non si pretende di essere candidati a sindaco o non si vuole un ruolo da assessore, ma sicuramente gli anni del mandato ci saranno utili per fare gavetta e per proporci, in futuro, in modo più consapevole e costruttivo”. Va oltre il territorio ovadese l'analisi di Fabio, operatore sanitario: “Mi

Poco entusiasmo C’è chi dichiara che proprio non si recherà alle urne perché “stufo” e chi invece sostiene che cinque liste sono troppe, ma c’è anche chi ha deciso di impegnarsi

dispiace quando sento persone che non vanno a votare. La situazione, in Italia, non è buona e la conseguenza sono i tagli che arrivano ai comuni. Non sono, però, le amministrazioni a scegliere di tagliare i fondi per la sanità o a chiudere uffici come quello del giudice di pace. Forse non bisognerebbe ragionare come caproni, seguendo le indicazioni che arrivano da Roma...ma questa è un'utopia...”

Costa d’Ovada Sabato scorso la prima riunione per organizzare l’evento

Assemblea per l’Estate Costese Il 3 maggio scorso, presso la Saoms, si è tenuta la prima riunione per programmare l’Estate Costese ed in particolare “Costa Fiorita”. Pochi i presenti, ma non è stata certo una novità; già in passato le prime assemblee erano pressoché deserte, però al momento di mettere in atto quanto deciso, la partecipazione non è mai mancata. Giuliano Gaggero, presidente dell’Ente, ha illustrato gli eventi più imminenti e le novità previste. In primis, la Festa a carattere gastronomico che si terrà il 7 e 8 giugno prossimi, le cui modalità, essendo questa la prima edizione, si metteranno a punto appena risolte le problematiche burocratiche e di impostazione. Si

definirà il tutto nella riunione del 20 maggio prossimo. Questo evento è dovuta alla decisione di non partecipare all’edizione di quest’anno di “Paesi e Sapori” perché il cambio delle date è risultato incompatibile con lo schema già prefissato. “A "Paesi e Sapori" – ha proseguito poi il presidente -. la Saoms ha sempre preso parte con successo e auguro alla Pro Loco un’ottima riuscita dell'evento, importante per Ovada e comuni limitrofi”. Per “Costa Fiorita”, la festa clou di tutto il programma, si sta valutando la scelta dei gruppi musicali, degli espositori e dei collezionisti “inediti”, per renderla sempre più attraente.

Le danze dei cow boys coinvolgono tutti Grande festa il pomeriggio del 25 Aprile scorso nell’area verde di via Palermo. La Pro Loco Costa d'Ovada e Leonessa ha ben organizzato una bella manifestazione che ha visto la partecipazione dei bravissimi “Country Paradise”. I cowboys e le cowgirls del gruppo hanno ballato, coinvolgendo anche il pubblico presente. Ancora una volta grazie all'impegno delle volontarie e dei volontari della Pro Loco si è data la possibilità agli ovadesi (e non solo) di passare un bel pomeriggio di svago ed allegria. (G.S.)

Per il Cai di Ovada partita la stagione dei grandi trekking Il 27 aprile scorso, per il 14° anno consecutivo, il CAI ovadese ha organizzato il “Trenotrekking” con un’escursione che, partendo da Genova Brignole, ha raggiunto i forti del Levante: Quezzi, Ratti e Richelieu. Purtroppo, a causa delle avverse condizioni atmosferiche, solo una piccola pattuglia di coraggiosi si è cimentata nell’impresa. Pioggia e nebbia hanno tenuta compagnia ai partecipanti (per altro ben equipaggiati) per gran parte del percorso. L’operazione comunque si è felicemente conclusa e già si sta pensando all’edizione 2015. Ma nell’ultimo scorcio di aprile c’è stato un altro trekking. Una decina di soci del Cai di Ovada ha affrontato, in tre giorni, l’ultimo tratto (quello in provincia di La Spezia), dell’Alta Via dei Monti Liguri, il classico percorso escursionistico che collega, seguendo il crinale alpino ed appenninico, Ventimiglia con La Spezia. Nello specifico, i dieci ovadesi hanno coperto un tratto di circa un’ottantina di chilometri, tra il paesino di Ceparana e il colle Craiolo, quest’ultimo situato a monte di Chiavari, superando un dislivello complessivo (in salita) di circa 2500 metri. Per 2 giorni il tempo è stato clemente ed il trekking è stato effettuato senza intoppi. Sono stati superate diverse montagne, anche se la massima elevazione del percorso è stata costituita dal passo denominato “Foce dei tre confini”, a 1408 metri, così chiamato perché in quel punto convergevano, nel Settecento, i territori del Granducato di Toscana, della repubblica di Genova del Ducato di Parma (esiste ancora il cippo originale). La conclusione del trekking però è stata un po’ complicata a causa della pioggia, che ha costretto ad anticipare di qualche chilometro la lunga scarpinata.


ovada

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

20 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La campagna L’ente alle prese col problema dei gatti lasciati da Edda Vigo nella sua casa

Enpa: adotta un gatto a Mornese

inbreve CASALEGGIO

L’amministratore La donna alla sua morte ha lasciato l’appartamento nel centro del paese ai suoi “amici” di sostegno Attualmente la loro gestione resta un problema e costa almeno 700 euro al mese, tra cibo, lettiera e bollette per le utenze. Per questo motivo l’associazione ha deciso di chiedere aiuto agli amanti degli animali, lanciando la campagna “Adotta a distanza un gatto della Vigo” (per info, ovada@enpa.org). L’iniziativa ha debuttato domenica scorsa a “Uno per tutti, tutti per loro”, giornata dedicata agli animali organizzata al centro sportivo di Mornese, con passeggiate, sfilata canina, interventi tematici, benedizione degli animali. “Ognuno – spiega Ferrario – potrà dare il proprio piccolo contributo per il benessere di questi animali, adottando un micio di cui saremo poi noi a occuparci”. Di sicuro anche i vicini di casa apprezzeranno.

Una simpatica famiglia allargata a quattro zampe. Sono ben 27 i gatti “padroni” dell’inquilino di via Benso numero 9 a Mornese. E’ lì che i felini sono stati accolti dalla padrona di casa, la ragioniera Edda Vigo, prima della sua scomparsa. L’anziana donna è mancata il 31 agosto scorso e nel testamento ha specificato che l’immobile dovrà restare a disposizione dei suoi amati animali con l’aiuto dell’Enpa di Ovada, che si è organizzato per soddisfare le volontà della donna. E così nelle poche stanze della casa, grande meno di cento metri quadri, due piani e un piccolo giardinetto, i “padroni” sono diventati i 27 gatti, che da anni hanno trovato rifugio e conforto in quella zona. La Vigo ha infatti accolto tutti i felini bisognosi e quelli che si trovavano in zona, cercando in loro un antidoto alla solitudine delle sue giornate. Ai suoi amici animali ha lasciato ogni spazio possibile della casa senza preoccuparsi minimamente dei problemi che avrebbero potuto creare. Ben presto, infatti, i gatti hanno iniziato a riprodursi, fino ad aumentare di qualche decina. La donna era peraltro immobilizzata e in condizioni precarie e i vicini di casa si sono lamentati più volte della si-

Famiglia a quattro zampe . Bianca, Silvio e Luiso, Mamma e Codamozza: sono cinque dei 27 gatti che hanno preso possesso dell’appartamento. Per info: ovada@enpa.org.

tuazione che si era venuta a creare. “Abbiamo iniziato a salire a Mornese già nel maggio 2013, per tentare di arginare il problema e non è stato facile – spiega Patrizia Ferrario, presidente dell’Enpa di Ovada Per la Vigo, però, siamo diventati un punto di riferimento, la aiutavamo per i problemi quotidiani”. La donna ha così deciso di donare la casa all’Enpa, affinché potessero accudire i suoi felini anche dopo la sua morte, senza che potessero essere sfrattati.

lerma

DANIELE PRATO ovadese@alice.it

Restauri nella chiesetta Nuovi restauri all’interno della chiesetta di San Giovanni al Piano, gioiello medievale nel cimitero di Lerma. I lavori sono serviti per eliminare le infiltrazioni d’acqua, anche se gli effetti devastanti provocati dall’umidità di questi anni sugli affreschi quattrocenteschi sono ancora visibili. Il Comune si è pronto a intervenire, grazie anche all’ingresso di capitali privati, dopo aver ricevuto un aiuto dalla Fondazione Crt per realizzare l’intercapedine. “A darci una mano sarà Flavio Repetto, presidente del gruppo Novi, originario di Lerma – annuncia il sindaco, Bruno Aloisio -. Ci siamo incontrati e, con grande generosità, ci ha dato la sua disponibilità a sostenere parte dell’intervento, che costa 10 mila euro. Si tratta del restauro dell’affresco raffigurante S. Cristoforo, sulla facciata della chiesa: provvederemo al fissaggio d’emergenza il più in fretta possibile, poi si procederà con il restauro”.

Molare Alle Comunali

Valle Stura Le squadre per le prossime amministrative

In corsa tre liste: elenchi completi

Rossiglione: tanti volti nuovi Campo: a rischio il quorum

Conto alla rovescia a Molare in vista delle Amministrative del dopo Gian Marco Bisio, primo cittadino giunto al termine del suo secondo mandato. Tre le liste che si affrontano in una competizione che mette di fronte anche l’attuale vice sindaco, Enrica Albertelli, e il consigliere di maggioranza Tito Negrini. A sostegno di Enrica Albertelli (1956), lista “Molare nostra nell’Ovadese” Gabriella Arata (1956), Francesca Bocchini (1988), Raffaella Bombonato (1960), Eloisa Cuppari (1967). Vittorio De Prà (1964, consigliere di maggioranza uscente), Alessio Librandi (1988), Nicoletta Olivieri (1974), Marta Pesce (1975), Giacomo Priarone (1952), Simone Robbiano (1988).

Qualche riconferma, tante facce nuove per le Amministrative nei tre Comuni della Valle Stura. A Rossiglione la lista “Insieme per crescere” candida la trentenne Katia Piccardo. Con lei Giuseppe Gambarini (1976) e Marco Giannini (1953), i nuovi Barbara Bobbio (1963), Andrea Carlini (1986), Federico Odone (1984), Caterina Pesce detta Graziella (1961), Lorenzo Pesce (1979), Marta Repetto (1972), Dino Sebrero Dino (1962) e Donatella Zunino (1990). “L’altro paese”, capeggiata da Giuliano Zorzan (1950), presenta Franco Martini (1953), Ivana Grisanti (1951), Giuliano Donato (1950), Mauro Merlin (1958), Maurizio Ronsval (1954), Maria Angela Bonzi

“Vivere Molare”, lista a sostegno della candidatura di Andrea Barisone (1986) che nasce dalla costola dell’attuale minoranza in consiglio, presenta Paolo Albertelli (1956), Lodovico Alpa (1949), Orietta Barigione (1967), Andrea Bruzzone (1980), Paolo Caimi (1964), Paolo Danielli (1968), Barbara Ghelfi (1976), Patrizia Priano (1962), Fausto Rossi (1988) e Mirko Vignolo (1962). “Noi di Molare” è la squadra che sostiene la candidatura di Tito Negrini (1942), già sindaco del paese, nonché presidente di Econet. In lista: Vincenzo Avenoso (1970, consigliere di maggioranza uscente), Angelo Biancato (1954), Franco Callio (1944), Antonio Devoto (1946), Irene Giardini (1963), Rosaria Sciutto (1972), Erika Subrero (1982), Marco Vignolo (1993).

(1958), Luigi Franceschi (1947), Marco Filippin (1968). Lista Unica a Campo dove è importante raggiungere il quorum per scongiurare l’arrivo di un Commissario Prefettizio. “Amare Campo”, con il sindaco uscente Andrea Pastorino, presenta Antonino Oliveri (1953), Arianna Bruzzone (1991), Valentina Bruzzone (1984), Matteo Gorziglia (1973), Angelo Laigueglia (1957), Giuseppe Macciò ( 1955), gli Assessori uscenti Nicoletta Merlo (1987) e Massimo Piana (1958), Irene Ottonello (1980), Cristina Pisano (1992), Nicolò Rizzo (1991), Daniele Rosi (1991). A Masone il Sindaco uscente Paolo Ottonello (1953) si ripresenta con “Vivi Masone”. Con lui gli Assessori uscenti Giuliano Pastorino

(1962) ed Alberto Lipartiti (1968) poi Manuel Macciò (1991), Danila Macciò (1976), Monica Pastorino (1974), Clara Ravera (1981), Laura Siro (1988), Paola Zunino (1970), Elio Alvisi (1951), Vincenzo La Camera (1991), Andrea Macciò (1990), Porrata Alessandro (1992). Contrapposta troviamo la lista “Per Masone Piccardo Sindaco” guidata da Enrico Piccardo (1944), affiancato da Silvia Pastorino (1992), Filippo Toscano (1988), Fabrizio Macciò (1986), Fabio Ottonello ( 1979), Stefano Pastorino (1973), Marco Parodi (1972), Elisabetta Iurilli (1970), Petro Pastorino (1966), luisa Macciò (1964), Lorenza Ottonello (1961), Anna Carlini (1959), Stefano Bessini (1942).

Venerdì 9, presso la Sala Consiliare di Casaleggio Boiro, ore 21, nell'ambito della Rassegna "I venerdì di Casaleggio" a cura dell'Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale Casal Regium, si parlerà di "Leggi e Persone, come il diritto cambia la vita... e la vita cambia il diritto”. L’argomento trattato sarà “l'amministratore di sostegno. Quando la gestione delle responsabilità diventa troppo difficile si può chiedere un aiuto”.Relatrice della serata sarà la dott.ssa Barbara Merlo, avvocato.

SILVANO

Raduno di San Pancrazio Domenica 11 Maggio si svolgerà, a Silvano, l’undicesima edizione del “Raduno di San Pancrazio”, una manifestazione dedicata alla auto ed alle moto d’epoca. L’appuntamento è fissato alle ore 8 in via Roma.

PREDOSA

Mercatino dell’usato Domenica 11 al Lido di Predosa, si terrà il Mercatino dell'Usato, una manifestazione che si svolge ogni seconda domenica del mese con hobbistica, antiquariato e modernariato vecchio e nuovo. Informazioni tel. 0131 719914 e 335 6485254 - info@lidodipredosa.it

NEL PARCO

Escursione in mountain bike Domenica 11 maggio il Parco delle Capanne di Marcarolo organizza un’escursione in mountain bike, con l’accompagnamento dei guardaparco (costo 5 euro a partecipante). Il 18 maggio invece è prevista un’escursione botanica sul monte Tobbio, con l’intervento di due ricercatori, la prof.ssa Barberis e il prof. Orsino.

TAGLIOLO

Festa di primavera Domenica 18 si svolgerà a Tagliolo Monferrato la “Festa della Primavera”, in località Magnoni. E’ prevista un’escursione con partenza alle ore 9 da piazzale Colma. Alle 12 pranzo al sacco. Alle 16 merenda con focaccini preparati sulla “ciappa”. L’iniziativa è promossa dal CCRT, dai Ragazzi di Tagliolo e dagli “Amici della Colma.”

GIARDINI realizzazione e manutenzione

TINTEGGIATURE interni ed esterni smalti

PICCOLE OPERE EDILI

DECORAZIONI

NUOVI ORIZZONTI PER ABITARE San Giuliano Vecchio - ALESSANDRIA - cell. 329.207.17.67 nuovi.orizzonti@ymail.com


pozzolo

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

21 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

E l’ex vicesindaco Coluccio si rimette in gioco... LISA LANZONE l.lanzone@ilnovese.info

Questa settimana tocca a Pasquale Coluccio presentare la propria candidatura a sindaco di Pozzolo. La sua sarà una lista nata dal basso che si chiamerà “Pozzolo 2.0. Innovare la tradizione”. Coluccio, già vicesindaco all’interno della maggioranza uscente, ha deciso di rimettersi in gioco in seguito alla richiesta arrivata da un gruppo di cittadini che hanno deciso di dar vita a una lista civica: «Ho dedicato dieci anni a Pozzolo in qualità di vicesindaco, occupandomi di urbanistica e opere pubbliche e sino a pochi mesi fa ritenevo giusto

concludere la mia avventura da amministratore. Poi, l’entusiasmo e la determinazione di un gruppo di persone umili mi ha letteralmente travolto, chiedendomi di unire la loro voglia di cambiamento alla mia esperienza e non ho saputo e potuto dire di no». Nessuna spaccatura, quindi, all’interno dell’attuale maggioranza? «Le divisioni non ci sono e non ci saranno sino all’ultimo giorno. Questa maggioranza è sempre stata compatta anche in momenti difficili e di questo ne vado fiero perché ho lavorato molto in tal senso. Detto questo è innegabile che dieci anni sono molti e una fase è finita: Pozzolo ha bisogno di nuovo entusiasmo e voglia di fare e questo gruppo ha tutte queste caratteristiche. In qualche modo ricorda noi dell’attuale maggioranza dieci anni fa». Non è facile, però, per Coluccio parlare di Terzo Valico: «Non mi entusiasma parlare oggi di questo tema, in campagna elettorale, dove tutti si proclamano “notav” credendo che questo basti per accaparrarsi una fetta di elettorato. Io non voglio ammiccare nessuno, voglio solo proseguire la battaglia intrapresa. Abbiamo il diritto di essere ascoltati, di non essere calpestati e di non essere usurpati. Vogliamo quindi risposte: ho dovuto litigare in Regione Piemonte, in conferenza dei servizi, perché ancor prima di iniziare la preparazione della cava alla Cascina Romanellotta, vole-

vano essere disattese, da parte di Cociv, le prescrizioni e i vincoli imposti. Non avremo molte armi in questa battaglia ma le poche che avremo le useremo tutte. Non sono e non siamo contrari alle infrastrutture, siamo contrari a progetti pensati decenni fa, con costi economici e ambientali assurdi e benefici che nessuno ci ha ancora spiegato. Siamo contrari a un metodo che è quello della prepotenza dove nemmeno a un ente locale vengono date risposte e siamo contrari a pagare un prezzo così alto per un’opera inutile, quando, nel frattempo dobbiamo fare i salti mortali per tenere in piedi i conti del comune e delle nostre famiglie». E parlando di programmi, la lista guidata da Coluccio pone al centro l’occupazione; i lavori pubblici; il decoro e la cura del paese e i piccoli interventi pratici per i cittadini. Al centro anche le esigenze degli abitanti della frazione Bettole: «Per esempio, vorremmo mettere a disposizione, una mattina alla settimana, un dipendente comunale con computer in remoto, per offrire uno sportello per la stampa di certificati e altra assistenza per gli abitanti della frazione». Di seguito i nominativi dei dodici consiglieri in lista: Fabio Crisafulli, Caterina (Ketty) Rodini, Davide Milano, Enzo Baldon, Riccardo Starni, Monica Milanese, Emanuela Garbarino, Silviana Anteghini, Fabrizio “Bito” Fossati, Fiore Rullo, Matteo Raviolo, Giada Conti.

Al voto/2 Lista mutilata?

Bosco Marengo Due giorni di protesta degli operai

Un colpo di scena a Villalvernia

Alla “Fabbricazioni” ancora scioperi

Mancano ancora parecchi giorni alle elezioni comunali del 25 maggio ma a Villalvernia c’è già il primo colpo di scena. Sembra infatti che la lista “Villalvernia futura” promossa dall’ex assessore Carmelo Ritondale avrà una defezione nell’organico dei possibili consiglieri. È stata infatti respinta la richiesta di candidatura di Maria Mirabela Giorgi, cittadina italiana di origini rumene. Nello specifico la commissione elettorale, verificata la documentazione prodotta, ha constatato la non candidabilità per mancanza di un documento del Consolato Rumeno. Non sono possibili sostituzioni in corsa quindi la lista avrà un candidato consigliere in meno rispetto al numero previsto. Tutto confermato invece sul fronte opposto con “Per un domani Migliore” di Franco Persi che sarà al completo. Difficile al momento fare previsioni sull’esito, la sensazione comunque è che gran parte della popolazione si sia già schierata a favore di uno o dell’altro candidato: rimangano in stand-by quindi gli “indecisi” che con ogni probabilità saranno determinanti per la volata finale. (E.S.)

Altri due giorni di sciopero, questa settimana, per i lavoratori di Fabbricazioni Nucleari, il sito di Bosco Marengo dove fino agli anni Ottanta si producevano pastiglie di uranio. I dipendenti, tutti ricercatori specializzati, non percepiscono gli stipendi da oltre cinque mesi e hanno incrociato le braccia lunedì 5 e mercoledì 7 maggio.Sono in agitazione fin dallo scorso 28 aprile, quando si è riunita l’assemblea dei soci (la società è partecipata per il 98 per cento da Enea) per ratificare le dimissioni dell’amministratore delegato e presidente Stefania Baccaro.

«Non abbiamo informazioni dirette sull’esito dell’assemblea – dicono i sindacati – Ma sembrerebbe che sia stato nominato un commissario il cui compito sarà quello di fare il punto della situazione nell’ottica di un rilancio dell’azienda». Le difficoltà maggiori che Fn sta affrontando da diversi mesi sono relative alla mancanza di liquidità. Nel corso di una recente conferenza stampa, infatti, sindacati e lavoratori evidenziavano come ci potrebbero essere progetti e commesse da portare avanti se l’azienda investisse opportunamente nel sito di Bosco. In-

tanto, il 28 aprile, i dipendenti del sito di Bosco hanno manifestato sotto la sede di Enea a Saluggia, dove c’è il timore che si possa spostare tutta l’attività. La nomina di un commissario, però, potrebbe andare nell’ottica di un rilancio del sito di Bosco dove da diversi anni si svolge ricerca nel settore delle nuove tecnologie e delle energie rinnovabili. (I.N.)

inbreve L’INIZIATIVA

Castelli aperti sino a ottobre È iniziata ufficialmente la scorsa settimana la nuova stagione di “Castelli Aperti”. Anche il Castello Medievale di Pozzolo Formigaro aderisce al progetto regionale e propone diciannove giornate di apertura, che proseguiranno sino domenica 26 ottobre: come già avveniva negli anni passati, però, le visite saranno sospese durante i mesi di giugno e luglio. Domenica il castello, oggi sede del Municipio, sarà visitabile dalle ore 15 alle ore 18.30, con visite guidate a cura dell’associazione “Pozzolo d’argento”. (L.L.)

CAMPO DI VOLO

La gara di aeromodelli La giornata di domenica scorsa ha accompagnato la nuova gara al campo di volo per aeromodelli di Pozzolo Formigaro. Durante la prova di “Autonomy”, il vincitore, Andrea Forcolin il secondo da sinistra, insieme alla sua bambina e al presidente del Club, Benito Alberici), con 33 lanci ha battuto il record della categoria. Intanto la gestione del campo di volo di Pozzolo sta organizzando una manifestazione in ricordo del suo primo presidente Ferrari, che dovrebbe tenersi il prossimo 1° giugno. (L.L.)

BOSCO MARENGO

Due denunce per truffa I carabinieri della stazione di Bosco Marengo hanno denunciato due italiani di 44 e 27 anni, entrambi pregiudicati e residenti in provincia di Caserta, per truffa e sostituzione di persona. Uno dei due ha telefonato a una tabaccheria e dopo essersi qualificato quale tecnico della società Lottomatica, ha indicato che il sistema relativo alle ricariche telefoniche del locale pubblico era in avaria ed era necessario riavviarlo. Dopo il riavvio del terminale, l’uomo ha chiesto tre operazioni di prova di ricarica da 990 euro ciascuna, per un totale di 2.970 euro, per verificare la funzionalità del sistema. Le ricariche sono risultate essere state accreditate sulle carte di credito dei due indagati. Il titolare della tabaccheria si è accorto quindi della truffa subita e ha presentato denuncia. Gli accertamenti hanno permesso di identificare i due uomini non nuovi a truffe di questo genere. (RED.)

MESSAGGIO ELETTORALE. COMM. RESP. ALESSANDRO MARRUCHI

Al voto “Innovare la tradizione”, ha deciso di presentarsi con lista e candidato


serravalle · stazzano

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

22 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

L’appuntamento Tre incontri a sostegno di progetti educativi salesiani

Fisco Il Comune ha deciso

Quel viaggio appassionato di “Massi on the road”...

Ecco le scadenze per pagare la nuova imposta

ARIANNA BORGOGLIO a.borgoglio@ilnovese.info

Uno sguardo sincero, e una prospettiva nuova e affascinante su Paesi spesso sconosciuti e sottovaliutati come l’India e le terre del Sud America, ecco cosa ha saputo regalare Massimiliano Schilirò, meglio conosciuto con lo pseudonimo di “Massi on the road”, ai suoi ascoltatori venerdì scorso, presso il circolo degli Amici del Bardo di Serravalle Scrivia. Un viaggiatore appassionato che ha trascorso gli ul-timi 20 mesi della sua vita sulla strada, proprio come nel celebre romanzo manifesto di un’epoca di Jack Kerouac, il volume che ha ispirato ed è stato la molla che ha spinto questo trentenne gaviese, classe '81, a lasciare il suo piccolo paese di origine con zaino in spalla ma soprattutto tanta voglia di avventura. Dopo aver vissuto e lavorato come traduttore e interprete a Vienna per svariati anni, Massimiliano un bel giorno decide di mollare tutto: “Il mio sogno, fin da bambino, è sempre stato quello di scoprire luoghi nuovi, ma non da turista, bensì come un viaggiatore”. Sì, perché la differenza tra le due accezioni è fondamentale, come ci spiega il giovane gaviese: il viaggiatore penetra nello spirito del luogo, rispettando la natura e tutto ciò che lo circonda. Ed è per questo che l’incontro ha toccato numerosi punti, seguendo le linee direttrici del volontariato, del contatto con la natura, della meditazione e dell’ecosostenibilità. “Nei miei viaggi ho imparato che è più importante il tempo del denaro; la calma e la serenità sono da sempre le

cifre distintive del mio percorso, che mi hanno portato a prendere contatto e a collaborare con l’opera dei Salesiani di Don Bosco, facendo il volontario a sostegno dei bambini delle favelas, insegnando loro l’inglese, e imparando a mia volta il loro modo di vivere.” Un racconto accompagnato da foto suggestive e sorretto dalla voce di chi ha vissuto sulla propria pelle paesi e terre lontane, 15 mesi tra Brasile, Uruguay, Argentina, Cile, Perù, Colombia, Bolivia e Venezuela, e cinque mesi e mezzo in India.

Da queste esperienze è nato un libro, “Massi on the road in sud America”, disponibile durante ciascun incontro con l’autore a offerta libera. Il ricavato andrà a sostegno di progetti educativi promossi dai Salesiani in Sri Lanka. Per chi si fosse perso questo interessante incontro, Massi riproporrà l’evento domani, alle ore 20.45, presso l’oratorio Don Bosco di Novi Ligure, venerdì 16 maggio alle ore 21.00 presso il bar Delizia di Novi Ligure, sabato 17 maggio alle ore 20.45 al teatro comunale di Gavi e sabato 24 maggio al teatro della Juta.

L’incontro Il 16 ad Alessandria

inbreve

Scuola media unica a cinquant’anni dalla sua nascita Venerdì 16 maggio a partire dalle ore 15.00, presso il liceo scientifico statale “Galileo Galilei” di Alessandria, si terrà l’incontro “Riflessioni sulla scuola media unica a cinquant’anni dall’istituzione”, patrocinato dal Ministero dell’Istruzione. Un momento di riflessione sulle condizioni delle scuole del nostro territorio, al’avanguardia ma accomunate dagli stessi problemi e dalle stesse difficoltà di gestione, con ragazzi e famiglie sempre più esigenti. L’introduzione vedrà gli interventi di Antonino Meduri, reggente dell’Ufficio scolastico territoriale di Alessandria, Roberto Davico e Maria Clelia

SUL WEB

Software prg

Zanini, rispettivamente preside e vicepreside del Comitato alessandrino della società Dante Alighieri, e Maria Paola Minetti, dirigente scolastico dell’Isituto comprensivo Galilei di Alessandria. L’evento riguarderà da vicino anche il terrirtorio di Serravalle Scrivia, grazie alla partecipazione di Paolo Modena, di-rigente scolastico dell’Istituto comprensivo Martiri della Benedicta, che raccoglie sotto di sé le scuole dell’infanzia, elementari e medie di Serravalle, Cassano Spinola e Stazzano. L’intervento di Modena, che si svolgerà intorno alle 15.45,è intitolato “Dalla scuola media unica

"!

Si torna a parlare delle famigerate Iuc, l’imposta unica sui rifiuti entrata istituita il 27 dicembre 2013 con con la legge di stabilità, e Tari, la componente tassa sui rifiuti, che insieme hanno sostituito le normative vigenti fino all’anno scorso. Nello specifico, la Iuic si compone dell’imposta municipale propria (Imu), di natura patrimoniale, dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali, e di una componente riferita ai servizi, che si articola nel tributo per i servizi indivisibili (Tasi), a carico sia del possessore che dell’utilizzatore dell’immobile, e nella tassa sui rifiuti (la Tari, appunto), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell’utilizzatore. Da sottolineare che la Tasi nasce per coprire i costi per il mantenimento dei servizi pubblici comunicali, come l’illuminazione, il rifacimento del manto stradale, la manutenzione del verde pubblico. Infatti in questi giorni l’amministrazione comunale di Serravalle Scrivia ha stabilito il versamento in un’unica rata dell’acconto del nuovo tributo comunale, con scadenza prevista il 31 maggio prossimo. Il provvedimento è stato preso al fine di allineare le tempistiche di incasso del tributo a quelle di liquidazione del servizio di gestione dei rifiuti, definendo per l’anno 2014 specifiche scadenze e modalità di versamento. L’acconto in questione verrà calcolato sul 35 per cento di quanto dovuto, applicando alle superfici occupate le tariffe vigenti al 31 dicembre 2013 ai fini Tares. Le altre tre scadenze stabilite ricadono il 31 luglio, il 30 settembre e il 30 novembre, quando avverrà anche il conguaglio al termine del versamento degli acconti. (A.B.)

Riflessioni sulla scuola Anche il preside dell’istituto comprensivo di Serravalle Scrivia parteciperà all’incontro organizzato al liceo “Galilei” di Alessandria. all’Istituto comprensivo”. In merito, Modena ha dichiarato: “Il mio intervento servirà a ripercorrere i grandi cambiamenti che la scuola, e nello specifico quella di Serravalle, ha subito negli anni: una serie di eventi, iniziative e percorsi che ci hanno portato a superare numerose difficoltà,

!

!

tel. 0131 261868 - www.paletta.it

una su tutte l’integrazione tra le varie etnie, in classi dove il numero di bambini stranieri è sempre più elevato”. Tra le iniziative future, lezioni su bullismo, educazione sessuale e altri temi di attualità, fondamentali specialmente per i ragazzi delle scuole medie. (A.B.)

Cos’è un S.I.T. (sistema informativo territoriale)? Questa la domanda posta dall’assessore alla Viabilità di Serravalle Scrivia, Antonino Bailo, sulla pagina web dei Serravallesi Inquieti, per anticipare uno dei prossimi provvedimenti dell’amministrazione, ovvero la creazione di un’applicazione software che permette il collegamento di informazioni grafiche di vario tipo a dati alfanumerici contenuti in data base relazionali. In parole un po’ più comprensibili, si tratta di un sistema che, grazie all’esperienza del geometra Bailo e alla collaborazione dei servizi Urbanistica e Lavori Pubblici del Comune di Serravalle, conterrà il Piano regolatore generale comunale completamente informatizzato e accessibile tramite internet. “Un primo passo voluto dall’amministrazione per rendere più facile e veloce l’accesso dei cittadini ai servizi comunali – sottolinea l’assessore. Non appena terminata la fase di pre collaudo del sistema la giunta organizzerà un incontro pubblico per presentare il progetto alla cittadinanza. (A.B.)

LA NOVITÀ

Zona disco in piazzetta L’amministrazione comunale di Serravalle Scrivia ha reso noto, attraverso la pagina Facebook del popolo dei Serravallesi Inquieti, che a breve su piazza Emma e Giacinto Guareschi in zona Lastrico verrà istituita la zona di sosta regolamentata (zona disco). La piazzetta, come sottolineato da numerosi inquieti e da alcuni abitanti della zona, veniva usata frequentemente come parcheggio personale, con auto in sosta anche per giorni interi. (A.B.)

!

! !

!

!

!

! !

! ! ! !


arquata · val borbera

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

23 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Al voto/1 Due le liste in lizza per le elezioni del 25 maggio

Al voto/2 Un solo concorrente

Vignole, Paolo Caviglia va all’assalto del sindaco Teti

Stazzano, Cantalupo Grondona e Cassano corse solitarie

ARIANNA BORGOGLIO a.borgoglio@ilnovese.info

Le Comunali del 25 maggio 2014 si avvicinano sempre più: con il termine per la consegna delle candidature scaduto nella giornata di sabato 26 aprile, si prospetta sempre più chiara la situazione che gli elettori dei comuni che andranno al voto il 25 maggio troveranno nelle urne. Per un’analisi più approfondita della situazione nei vari aesi della Val Borbera partiamo da Vignole Borbera, dove si fronteg-geranno due liste, quella del primo cittadino uscente Giuseppe Teti, in corsa con la lista “Per Vignole”, e quella di Paolo Caviglia, con la lista “Rinascita Vignolese”. Tra i candidati cionsigliere del primo gruppo tro-viamo Maria Nicoletta Repetto, Italo Cavo, Natalino Traverso, Carlo Luigi Pasquale, Piera Ardrizzi, Roberta Pesso, Francesco Fotia, Simona Odano e Simona Raddavero, mentre nel secondo figurano Roberto Allegrotti, Sabrina Canevaro, Alberto Catino, Ezio Fossati, Alessia Lo Iacono, Anna Marcenaro, Mattia Merlo, Alessandra Benedetta Renati, Gianfranco Sarzo e Giorgio Vignoli. Nel programma della lista guidata da Teti, tra i punti principali la tutela dell’ambiente, il potenziamento della

viabilità sul territorio, energia e innovazione tecnologica, oltre alla creazione di un mercato agricolo a km 0 e di gruppi di acquisto popolare. Nel secondo caso, Caviglia ha scelto un nome eloquente, che indica la volontà di rinascita del paese, esprimendo il proprio programma attraverso sei parole chiave: visione, concretezza, garanzie, vivibi-

Scontro a due A Vignole Borbera il 25 maggio la scelta nell’urna sarà tra il sindaco uscente Giuseppe Teti e Paolo Caviglia.

lità, equità e correttezza. Tra i punti principali, il ripristino del servizio di Polizia Municipale e un piano di riqualificazione del centro storico, la promozione delle attività ricettive e commerciali tipiche della Val Borbera e l’istituzione dello sportello “Diamoci una mano”, per offrire ai cittadini consulenze di tipo burocratico ma non solo.

Conferenze Si chiude il ciclo

inbreve

Unitre, domani c’è l’ultimo appuntamento Il ciclo di conferenze dell’università delle tre età (Unitre) di Arquata Scrivia/Grondona si concluderà domani, venerdì 9 maggio, alle ore 21.00, come di consueto presso la sala Juta di Arquata, in via Buozzi. Il tema dell’ultimo appuntamento sarà “Le teorie dell’evoluzione della vita e il posto degli esseri umani nella natura: aspetti biologici e riflessioni filosofiche”. La relatrice, Luisa Montecucco, partirà dalla rivoluzione concettuale iniziata tra la metà del Settecento, con la classificazione degli esseri viventi, e la metà dell’Ottocento, con l’“Origine delle specie per mezzo

Le Comunali del 25 maggio 2014 si avvicinano, ed ecco una carrellata dei comuni al voto in Val Borbera e zone limitrofe per i quali si è presentato un solo candidato al ruolo di Primo Cittadino, e le liste in corsa. Partiamo da Stazzano, dove l’unica candidatura è quella della lista “Insieme per Stazzano” di Pierpaolo Bagnasco, e Cassano Spinola, con il candidato alla poltrona di sindaco Marco Stefano Traverso. Nel primo caso, fanno parte della lista civica, nel ruolo di candidati consiglieri, Graziano Montessoro (sindaco uscente), Rosanna Boveri, Davide Carrega, Camilla Lasagna, Roberto Magrì, Luigi Merlassino, Filippo Morando, Roberto Rebuffo, Daniela Rodrigo ed Enrico Zerbinati. All’interno della lista “Per Cassano”, troviamo Giovanni Alliano (sindaco uscente), Sandro Tortarolo, Luigi Bottaro, Sabrina Aliano, Angelo Montecucco, Alessia Massone, Vincenzo Agostino Divano, Gian carlo Firpo, Mattia Frisone e Caterina Varcari. A Cantalupo Ligure troviamo la lista del primo cittadino uscente Gian Piero Daglio, “Nuovo impegno”, mentre nel Comune di Grondona è stata presentata la coalizione “Noi per la valle Spinti”, di Silvio Barbieri. Fanno parte della coalizione di Cantalupo Teresa Maria Nebioli, Loredana Ranaldo, Domenico Torre, Anna Luisa Fiori, Cristiano Bisio, Marco Sergio Repetto, Raffaella Repetto, Antoniotto Luigi Guidobono Cavalchini, Claudio Bergonzi e Piero Roveta, mentre a Grondona, nel ruolo di candidati consiglieri, figurano Umberto Bagnasco, Alfio Bottaro, Fabrizio Figini, Manuela Gaviglio, Giulio Angelo Ghezzi, Fabio Lazzari, Simona Piras, Amedeo Flavio Pratolongo e Fabrizio Monaghelli. (A.B.)

JUTA

Il fiore dell’amor svagato

della selezione naturale” di Charles Darwin, per arrivare ai progressi della scienza in ambito contemporaneo. Da allora la biologia ha fatto un lungo e affascinante cammino, con fondamentali risultati sperimentali e con ipotesi teoriche relative ai meccanismi attraverso i quali innumerevoli forme di vita sono comparse e si sono modificate in diversi ambienti terrestri. Lo scopo della conferenza è rendere comprensibile questo cammino, che arriva alla genetica contemporanea, spiegandone i concetti fondamentali senza tecnicismi e riflettendo, insieme ai presenti, sulle conseguenze

Si chiude con l’evoluzione Il ciclo di conferenze dell’Unitre di Arquata su concluderà con una conferenza sulle teorie dell’evoluzione della vita, con Luisa Montecucco. per gli esseri umani e la natura. Luisa Montecucco, dopo la laurea in Filosofia presso l’Università di Genova, ha proseguito la sua formazione logico-filosofica per tre anni prima all’Institute for Mathematical Studies in the Social Sciences dell’Università di Stanford in

California, vincitrice di una borsa di studio Nato, e in seguito al Center for the Study of Language and Information dello stesso ateneo. Dal 2000 insegna Filosofia della scienza e dal 2003 anche Filosofia della mente presso l’Università di Genova. (A.B.)

Sabato alle ore 21.00 presso il teatro della Juta di Arquata verrà recuperata la data dello spettacolo “Il fiore dell’amor svagato”, della Compagnia teatrale genovese La Pinguicola sulle Vigne. Sul palco della Juta potrete assistere a una originale e frizzante versione di “Sogno di una notte di mezza estate” di William Shakespeare. Uno spettacolo basato su ritmi sostenuti dove, a una recitazione che privilegia la precisa caratterizzazione di ogni singolo personaggio, si affianca con pari importanza lo studio del gesto e la precisione del movimento, il tutto sottolineato da interventi cantati che accompagnano l’intimo vissuto dei personaggi e dalla colonna sonora, realizzata con le sole voci degli interpreti che sottolinea atmosfere e suggestioni. Da sottolineare che parte del ricavato della serata verrà devoluto alla Croce Verde Arquatese. Il biglietto intero costa 8 euro, il ridotto 5. Per informazioni è possibile rivolgersi al numero 345 0604219. (A.B.)

VIGNOLE

Convenzione sciistica La Giunta comunale di Vignole Borbera ha stipulato una convenzione con gli amici del Monterosa Ski, grazie alla quale, esibendo una speciale tessera disponibile gratuitamente presso gli uffici comunali o la carta di identità attestante la residenza nel comune di Vignole, verrà applicato alle casse uno sconto incondizionato (in base al prezzario disponibile insieme alla tessera). Per i ragazzi delle scuole medie ed elementari il prossimo anno il gruppo Monterosa invierà a scuola delle proposte per gite o settimane bianche. (A.B.)

Via Mazzini, 1 int. 2 - Novi Ligure (AL) mail: digennaro.ferrari@studioigienedentale.it

SIAMO REPERIBILI 7 GIORNI SU 7

Si riceve su appuntamento tel. 345 9207492

Dr.ssa Elisabetta Di Gennaro Sig. Francesco Ferrari Responsabile marketing

LEZIONI DI IGIENE ORALE

PER LA PREVENZIONE DELLA CARIE

SBIANCAMENTO DENTALE

RISOLUZIONE PROBLEMI DI:

PER CARIE RICORRENTI

Lezioni personalizzate per bambini, ragazzi, adulti

- sigilli dentali - impacchi di gel al fluoro

Sedute di sbiancamento dentale professionale con lampade di ultima generazione

- alito cattivo - gengive che si ritirano - gengive che sanguinano - denti che si muovono - cattiva igiene orale

suggerimenti per una corretta alimentazione al fine di ridurre al minimo questo problema


gavi · vallemme

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

24 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Al voto/1 Domani sera la presentazione della lista alle elementari

Al voto/2 Giochi già fatti

Michele Bisio è in campo con “Fai la differenza”

A Bosio, Parodi e a San Cristoforo solo un candidato

SARA MORETTO s.moretto@ilnovese.info

Con un’esperienza di diciannove anni come consigliere comunale, Michele Bisio [nella foto] si sente pronto a scendere in campo e si propone come candidato sindaco della lista “Fai la differenza”. Quali motivazioni stanno alle spalle della scelta di candidarsi? «Non sono certo nuovo dell’ambiente – esordisce Bisio – Le scorse consultazioni sono state vinte, a sorpresa, da un’amministrazione che si è poi dimostrata priva di esperienza. Amministrazione di cui la lista del candidato Benasso, che contiene i nomi degli attuali sindaco e vicesindaco, porta il fardello». La presentazione della lista è attesa per la serata di domani, venerdì 9 maggio, alle 21.00 presso la scuola elementare. Intanto il consigliere non nega alcune anticipazioni, iniziando da due questioni spinose: il Terzo Valico e l’unione dei Comuni. «Per il Terzo Valico non intendo derogare sulla salute dei cittadini, e su questo punto metteremo il massimo impegno – spiega il candidato – Ok all’opera, ma non mancheremo di valutare le opportunità che

il Terzo Valico potrà offrire, che siano lavorative, economiche e per i trasporti. Spingeremo affinché chi di dovere operi controlli e

perché i disagi per i pendolari siano ridotti al minimo». Anche sull’unione dei Comuni la risposta è decisa.

«Già fatta sulla carta, è ora da creare nei fatti – afferma Michele Bisio – dobbiamo passare dalla logica del singolo campanile a quella del grande Comune. Su una cosa non intendo cedere: non si può avere un solo segretario per otto Comuni». Tanti ancora i punti della lista “Fai la differenza”, riassunti in quattro punti centrali: «Puliamo, abbelliamo, illuminiamo e accogliamo». «Il primo punto riguarda i rifiuti – spiega Bisio – Vogliamo potenziare la raccolta differenziata e l’isola ecologica, riattivare la raccolta degli oli esausti e intervenire per le deiezioni canine. Intendiamo rendere più bella Voltaggio, migliorando l’arredo urbano e le aree verdi, riattivando i servizi pubblici. Agiremo sull’illuminazione pubblica. Messi in pratica questi punti, saremo pronti ad accogliere i turisti, lavorando con le associazioni e ampliando il calendario degli eventi». Intanto sono già stati svelati i nomi dei consiglieri. Si tratta di Alessandro Bucich, Giacomo Cavo, Mauro Di Benedetto, Caterina Guido, Francesca Guido, Giovanni Ottonello, Paola Merlo, Gianfranco Mossetti, Bruno Rossi e Giorgio Sebastianelli.

La seduta Il Consiglio

inbreve

Comune, il bilancio chiude in attivo di 214 mila euro Si è svolta nella serata di mercoledì 30 aprile la seduta del consiglio comunale. All’ordine del giorno, l’approvazione del rendiconto di gestione dell’esercizio finanziario per il 2013. In poche parole, la messa ai voti del bilancio consuntivo. Una seduta giunta in extremis: si trattava degli ultimi giorni utili per l’approvazione da parte del consiglio del rendiconto di gestione. Il rendiconto del 2013, che registra un avanzo di 214 mila euro, è stato approvato. Entusiasta il primo cittadino Albano, meno le minoranze, da cui sono stati espressi i tre voti negativi. Sembra invece destinato a

non divenire oggetto delle sedute consiliari quella che ormai è una spina nel fianco dell’amministrazione Albano: la caserma dei carabinieri di piazza Dante. «Dopo l’incontro in Prefettura, alla presenza di Romilda Tafuri e del comandante provinciale Della Nebbia – spiega il consigliere di “Gavi futura” Livio Destro – abbiamo chiesto al sindaco Albano di svolgere un consiglio comunale aperto sulla questione, ma abbiamo ricevuto risposta negativa. La motivazione? La richiesta veniva solamente da due consiglieri». Secondo quanto emerso in seguito all’incontro dal Pre-

Sono tre i Comuni della val Lemme dove, già dal momento della presentazione delle liste, i giochi risultano chiusi. A Bosio, Parodi Ligure e San Cristoforo si presenta, infatti, un solo candidato alla corsa per la poltrona di sindaco. Stefano Persano, vicesindaco uscente a Bosio, raccoglie il testimone da Marco Ratti e si candida con la lista Bosio nel cuore e riconferma nella sua coalizione i consiglieri uscenti Tobia Ghio, Amalio Merlo, Massimo Merlo, Paola Merlo e, dalla minoranza, Mario Repetto. Sono invece nuove entrate Dino Bianchi, Carmen Guido, Linda Guido e Laura Vecchione. Staffetta anche nel Comune di Parodi, dove il primo cittadino uscente Ferruccio Repetto lascia il posto al vicesindaco Bruno Merlo, unico in corsa con la lista Insieme per Parodi. Nella coalizione che amministrerà Parodi per i prossimi cinque anni sono stati riconfermati il cinquanta per cento dei consiglieri uscenti. Si ritrovano i nomi di Alfredo Barisone, Elio Bricola, Giuseppe Calcagno, Michele Calcagno e Marco Persegone. Il rinnovamento passa invece per i nomi di Matteo Bosio, Francesca Ghiotto, Diego Repetto, Emanuele Repetto e Ivan Repetto. Anche a San Cristoforo non saranno molte le novità all’apertura delle urne alla chiusura delle votazioni. L’unica coalizione scesa in campo è quella del sindaco uscente Monica Ghio, che si presenta per il suo secondo mandato con la lista Il Campanile, Insieme per migliorare ancora, insieme per guardare lontano. In lista vengono confermati i consiglieri uscenti Laura Anna Rosa Bianchi, Cristina Pozzi, Silvana Tancredi, Mauro Roncali, Fabio Ferrari, Elio Ghio e Marco Brozzo. «I nuovi – conferma Monica Ghio – sono Marcello Ferrari, Stefano Brengi e Alessandro Biorci». (S.M.)

TEATRO

Paci e Bottesini al Civico Prosegue la rassegna del Teatro Civico di Gavi e arriva al quarto appuntamento. Sul palco nella serata di sabato 10 maggio alle 21.00 saliranno due ospiti d’eccezione: Enzo Paci e Andrea Bottesini. La coppia arriva dalle scene del Teatro Stabile e del Teatro Carlo Felice di Genova, e da Zelig, con lo spettacolo “Fin qui tutto bene”. Apriranno la serata iTaliGeni con “Cose che fanno Ridere”. L’evento è organizzato dalla Proloco e dal Comune di Gavi. Il prezzo del biglietto è di 10 euro. (S.M.)

BASALUZZO Arma e bilancio Approvato a Gavi il rendiconto del 2013, che registra un attivo di 214 mila euro. Ma sul tavolo del sindaco Albano rimane la questione della caserma dei carabinieri. fetto Romilda Tafuri, il primo cittadino avrebbe espresso la volontà di tenere i carabinieri a Gavi, impegnandosi per la ristrutturazione della caserma, in attesa di lavori dagli anni Novanta. Promessa che, secondo il gruppo di minoranza “Gavi futura”, cozza con la delibera di vendita vota-

ta dalla maggioranza nell’estate. «Abbiamo chiesto al sindaco di ritirare la delibera del luglio 2013, un segno concreto – conclude Livio Destro – ma anche in questo caso abbiamo ricevuto risposta negativa. Voci però parlano di trattative con un privato». (S.M.)

%!( ))& #" (& % &($ -"&%" &'( ##+&!& ) (&! ** -"&% +&(" $")+( ( , %*"," !( *+"*" "% %-" $ %*" &%) !% &## + & ))")* %- '&)* , % "*

Amici a quattro zampe Domenica 18 maggio, l’appuntamento per tutti gli amanti degli amici a quattro zampe è a Basaluzzo. Il centro cinofilo Canis in Fabula, in collaborazione con il Comune di Basaluzzo e con il circolo bocciofila basaluzzese, organizza la prima edizione della “Basaluzzo a 6 zampe”, la passeggiata non competitiva aperta a tutti i proprietari di cani. Le iscrizioni saranno aperte dalle 9.00 alle 10.00 della mattinata. Terminata la raccolta delle adesioni, partirà la passeggiata, che si concluderà alle 12.30. Al termine, verranno estratti i premi e i partecipanti potranno partecipare al pranzo offerto a tutti, presso la bocciofila. La quota di partecipazione è di 5 euro. (S.M.)

,"

(( , ## $& "#" " "& ##" ," #" (& "*


puntolavoro ovada

Per informazioni rivolgersi a: SPortello territoriale via Nenni 12/16 • tel. 0143 80150 • Fax 0143 824455 RIF. 1538 ristorante/hotel dell'ovadese cerca n. 1 addetta alla reception con esperienza consolidata nel settore e nell'utilizzo della lingua inglese (requisito necessario: ottima conoscenza della lingua), di eta' compresa tra i 25 ed i 50 anni. Contratto a tempo determinato di 6 mesi, part-time (su turnazioni, dalle ore 08.00 alle 22.00), un giorno di riposo infrasettimanale. RIF. 1537 ristorante dell'ovadese cerca n. 1 cameriere/a con esperienza consolidata nel settore superiore ai 2 anni, di eta' compresa tra i 20 ed i 50 anni. Contratto a tempo determinato di 6 mesi, full-time (pranzo e cena), un giorno di riposo infrasettimanale. RIF. 1536 ristorante dell'ovadese cerca n. 1 cuoco/a con esperienza consolidata nel settore superiore ai 2 anni, di età compresa tra i 30 ed i 50 anni. Contratto a tempo determinato di 6 mesi, full-time (pranzo e cena), un giorno di riposo infrasettimanale. RIF. 1186 ristorante di ovada cerca n. 1 cameriere con esperienza superiore ai due anni. Un giorno di riposo infrasettimanale da concordare. richiesta flessibilità di orario e buona predisposizione a lavorare a contatto con il pubblico. Contratto a tempo determinato della durata di 3 mesi, con possibilità di trasformazione. età richiesta: superiore ai 25 anni e residenza nella zona dell’ovadese. RIF. 1161 Ditta metalmeccanica dell’ovadese cerca n. 1 ingegnere meccanico progettista (per collaborazione nell’ufficio progetti di ricerca e sviluppo), con esperienza superiore ai 2 anni, buona conoscenza della lingua inglese, disponibilità allo svolgimento di trasferte, automunito. RIF. 1151 ditta metalmeccanica dell’ovadese cerca n. 1 ingegnere meccanico, con esperienza superiore ai 2 anni in disegno e progettazione in 3d (solid edge) ed in circuiti idraulici, oleodinamici, trasmissioni e strutturali. orario di lavoro full-time, contratto a progetto. RIF. 991 azienda metalmeccanica di Genova cerca n. 1 fresatore finito, con esperienza consolidata. Necessaria ottima capacità di lettura del disegno meccanico (utilizzo programma mastercam od analoghi). orario di lavoro: dal lunedi’ al venerdi’, dalle ore 08.00 alle 12.00 e dalle 13.00 alle 17.00. contratto della durata di 12 mesi, con possibilità di trasformazione.

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

25 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

casalemonferrato

Per informazioni rivolgersi a: CeNtro Per l’iMPieGo via Magnocavallo 11/13 • tel. 0142 452394

RIF. 1542 Azienda in Valenza cerca n°1 PULITRICE con pluriennale esperienza nella mansione – assunzione a tempo determinato con possibilità di trasform. a tempo indeterminato RIF. 1541 Azienda in Valenza cerca n°1 ORAFO con alcuni anni di esperienza nella mansione – assunzione a tempo determinato con possibilità di trasform. a tempo indeterminato oppure APPRENDISTA ORAFO con minima esperienza RIF. 1508 Azienda progettazione HARDWARE e SOFTWARE vicinanze Casale cerca n° 1 ADDETTO ASSISTENZA TECNICA richiesto diploma o Laurea in elettronica o informatica – disponibilità a trasferte – buona conoscenza lingua inglese e tedesco – automunito - la ditta valuta assunzione in apprendistato o tempo indeterminato a seconda delle caratteristiche del lavoratore – preferibili sgravi contributivi RIF. 1509 Azienda progettazione HARDWARE e SOFTWARE vicinanze Casale cerca n° 2 TECNICI ADDETTI SVILUPPO FIRMWARE E SOFTWARE richiesta Laurea in elettronica o informatica – buona conoscenza TOOL specifici per progettazione elettronica - disponibilità a trasferte – ottima conoscenza lingua inglese e buona conoscenza lingua tedesca – automunito - la ditta valuta assunzione in apprendistato o tempo indeterminato a seconda delle caratteristiche del lavoratore – preferibili sgravi contributivi RIF. 1511 Azienda progettazione schede elettroniche in Casale cerca n°1 ADDETTO A SUPPORTO UFFICIO TECNICO E PRODUZIONE richiesto diploma perito elettronico o Laurea Ingegneria elettronica – uso macchine per la produzione e per i test dei prodotti – uso software gestionali e per la progettazione elettrica ed elettronica – disponibile a trasferte – automunito – assunzione a tempo determinato 3 mesi con possibilità di proroga e trasformazione a tempo indeterminato – preferibili sgravi contributivi RIF. 1531 Azienda vicinanze Casale cerca n° 1 MURATORE per opere in muratura - rivestimenti in pietra - posa di ringhiere, cancellate e armatura in ferro per costruzioni in cemento armato – 30/50 anni – automunito - richiesta pluriennale esperienza nella mansione – disponibilità a trasferte – licenza media – TD 3 mesi con possibilità di proroga e trasformazione a TI - preferibili sgravi contributivi RIF. 1532 Azienda vicinanze Casale cerca n° 1 CARPENTIERE IN LEGNO per esecuzione di casseformi per armatura opere in cemento armato – 30/50 anni – automunito - richiesta pluriennale esperienza nella mansione – disponibilità a trasferte – licenza media – TD 3 mesi con possibilità di proroga e trasformazione a TI - preferibili sgravi contributivi

alessandria

Per informazioni rivolgersi a: CeNtro Per l’iMPieGo via Cavour 17 • tel. 0131/303359 - 303367 RIF. 1438 azienda agricola fuori Alessandria cerca operaio addetto alla agricoltura con passione per il settore e soprattutto con esperienza in guida di mezzi agricoli - trattori. Mansioni di potatura, viticultura. Indispensabile giovane età, non superiore ai 30 anni. Si offre contratto iniziale a tempo determinato con possibile conferma definitiva. RIF. 1525 Negozio di acconciature cerca parrucchiera/e con esperienza di almeno 2 anni, autonomia e capacità relazionale, assunzione a tempo determinato. RIF. 1545 Agenzia di comunicazione ed eventi cerca promoter settore elettrico/elettronico presso rivenditori o grossisti in provincia di al, disponibili a formazione. Requisiti: auto propria , età massima 35 anni. Presenza, ottima dialettica. Ricerca urgente. Si offre contratto di collaborazione. RIF. 1526 Pizzeria ristorante cerca con urgenza pizzaiolo/a con esperienza e buone capacità relazionali per ruolo anche a contatto col pubblico, età massima 40 anni. Ottima conoscenza lingua italiana. Disponibile anche al ruolo di addetto servizio ai tavoli. Residente in zona vicinanze Alessandria RIF. 1540 Ufficio di consulenza automobilistica cerca add. pratiche automobilistiche requisiti: doti relazionali per accoglienza clienti, compiti di registrazione pratiche su pc, raccolta documentazione ed elaborazione telematica nei pubblici archivi, rapporti con enti pubblici. Età massima 29 anni, ottima conoscenza lingua italiana, diploma, buona conoscenza pc, presenza, residenti in Alessandria o immediate vicinanze. RICHIESTE RISERVATE ALLE CATEGORIE PROTETTE L.68/99 RIF. 1546 Offerta numerica riservata collocamento mirato – disabili – Azienda settore assicurazioni cerca n. 1 addetto alla vendita di prodotti assicurativi per la zona di Alessandria. Titolo di studio richiesto scuola media superiore o laurea. Automunito. Attitudine alla vendita e buone capacità di relazione. Si offre un contratto a tempo determinato della durata di 12 mesi, tempo pieno. Retribuzione in parte fissa e in parte variabile in base alle provvigioni e incentivi. RIF. 1547 offerta nominativa riservata collocamento mirato – disabili - Azienda con sede di lavoro in Castelletto Monferrato cerca n. 1 impiegato ufficio magazzino per attività di controllo della qualità in ingresso dei materiali e dell’entrata merce in magazzino. E’ richiesta esperienza almeno biennale nella mansione, uso office avanzato e patentino muletto. Si offre contratto a tempo determinato della durata di 7 mesi.


lacultura

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

26 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

D’après Morando, omaggio all’artista lavernice Ezio Minetti, per grazia ricevuta

Le opere A sinistra la sala “Alessandria romantica” con il lavoro di Mario Fallini. Sopra il quadro di Vito Boggeri “L’albero dell’artista”

Prosegue la mostra “Pietro Morando tra Pellizza, Carra? e Severini. Viaggio nel tempo di un giramondo alessandrino” a Palazzo del Monferrato. Nove artisti hanno realizzato un’opera scaturita dalla rielaborazione dei temi propri di quello che è ritenuto il pittore alessandrino per eccellenza

MILVA CALDO m.caldo@ilnovese.info

Pablo Picasso amava ripetere «A me la pittura piace tutta», sottolineando con ciò il suo apprezzamento verso l’arte di ogni epoca e il suo desiderio di trasmetterne il senso nelle sue opere. Con il termine “d’après” si intende la rielaborazione da parte di un artista dell’opera di un altro artista del passato e il suo modo di rendergli omaggio, riconoscendolo come maestro e fonte di ispirazione. E il risultato è un’opera del tutto nuova e diversa da quella citata con cui ne condivide l’ispirazione e il soggetto. Citare significa dunque scegliere, reinterpretare e dare nuova collocazione a qualcosa che è fondamentalmente lontano dall’ambito in cui viene reinserito, attraverso l’utilizzo di nuovi linguaggi che ne determinano anche nuovi significati. Nella mostra “Pietro Morando tra Pellizza, Carrà e Severini. Viaggio nel tempo di un giramondo alessandrino” in corso ad Alessandria a Palazzo del Monferrato, i due curatori Maria Luisa Caffarelli e Rino Tacchella hanno creato un percorso intuitivo, fatto

di somiglianze e riferimenti, tra le opere di Morando e dei suoi contemporanei, completato dai lavori di nove artisti di oggi ai quali è stato chiesto di realizzare, appunto, un “d’après” confrontandosi con i soggetti propri del pittore alessandrino scomparso nel 1980, dopo un'esistenza fatta di viaggi e di relazioni culturali attraverso il Novecento. Ne è scaturito così un suggestivo allestimento che si snoda lungo le sale del piano nobile del Palazzo, che non segue un percorso cronologico, ma che sottolinea rapporti, rispecchiamenti, affinità e suggestioni, nate dal confronto tra i diversi modi di interpretare e di proporre soggetti analoghi nel passato e nel presente. Ogni sezione, titolata e introdotta da un testo critico dei curatori che contestualizza storicamente e artisticamente le opere esposte, rivela una tematica sviluppata da Morando e dagli altri protagonisti della vita artistica del suo tempo a lui affini. Ogni tematica è stata quindi rielaborata di volta in volta da Antonio De Luca, con un lavoro ispirato dalle foto di Morando posizionate all'ingresso dell'esposizione, da Vi-

gliappuntamenti

to Boggeri nella sala “Il nudo dall'accademia al simbolismo”, da Nadir Montagnana nella sala “Affreschi e mosaici”, da Davide Minetti nella sala “Tra guerra e ricostruzione”, da Giovanni Tamburelli nella sala “La famiglia”, da Tamara Repetto nella sala “Il mondo dei vinti”, da Mario Annone e Mario Fallini nella sala “Alessandria romantica”, da Massimo Orsi nella sala “Paesaggi”. Il viaggio si conclude con la figura ieratica e imponente del viandante, come simbolo del mai appagato transitare di Morando tra le espressioni d’arte del suo tempo e come ideale conclusione dell’itinerario che ognuno può scoprire nel corso della visita. Pietro Morando tra Pellizza, Carrà e Severini. Viaggio nel tempo di un giramondo alessandrino Palazzo del Monferrato via San Lorenzo 21, Alessandria Fino al 30 maggio 2014 Orario di apertura: da martedi a venerdi 16.00-19.00; sabato e domenica 10.00-13.00, 16.00-19.00 Per informazioni: www.palazzomonferrato.it

L’artista ovadese Ezio Minetti, giovedi? 8 maggio alle 18, inaugura la personale “Per grazia ricevuta” alla Galleria Pow Alessandro Icardi di Torino, nella nuova sede di via Rocciamelone 7C. In questa mostra, curata da Edoardo Di Mauro, Aline Blanc e Verdiana Oberto, si affronta il tema della perversione e religiosità che Ezio Minetti riesce a far proprio, spesso con un sottile sarcasmo, creando opere che intendono far riflettere lo spettatore. Oggetti di normale quotidianità sono ricercati dall’artista con estrema cura e trasformati in vere e proprie icone memoriali. In Ezio Minetti è molto forte l’attaccamento alla materia che diventa tramite delle sue emozioni e dei suoi sentimenti, poetica dell'oggetto del tutto spontanea, casuale e non studiata. La materia che viene separata dal suo uso consueto e decontestualizzata acquisisce nuovi significati nelle sue opere impregnate del proprio vissuto. Ezio Minetti inizia la sua carriera nel 2001 partecipando a diversi progetti in Italia e all'estero. Ha esposto alla Biennale di Venezia, ha partecipato a numerose mostre personali e collettive, nel 2012 è stato invitato a partecipare al Premio internazionale Bice Bugatti-Giovanni Segantini. Le sue opere sono presenti in importanti collezioni tra cui ricordiamo quella di Gabriele Caccia Dominoni e Giuseppina Panza di Biumo. La mostra sarà visitabile fino al 7 giugno, dal giovedì al sabato dalle 15 alle 19.30. Per informazioni: www.powalessandroicardi.com. (M.C.)

eventi in programma nel raggio di cento chilometri

km10 SANTA CROCE

km25 L’INCONTRO

km60 LA FOTOGRAFIA km100 LA MOSTRA

BOSCO MARENGO • Il complesso monumentale di Santa Croce ospita le opera di Matilde Izzia di Ricaldone in una mostra permanente nella nuova sezione di arte contemporanea di recente inaugurazione. L'arte di Izzia (Casale Monferrato 1931 Moncalvo 2005) può essere apprezzata attraverso opere che fanno parte di importanti collezioni private, raffiguranti paesaggi, nature morte e figure. Oltre alle numerose tele, acquerelli e disegni, merita attenzione particolare un busto di donna in argilla eseguito da Izzia nello studio di Guido Capra. Per informazioni: www.complesso monumentale.it.

ALESSANDRIA • Continua il nuovo ciclo di conferenze della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria a Palatium Vetus, organizzato in collaborazione con il Circolo Culturale I Marchesi del Monferrato. L’argomento trattato sarà Monferrato in Terrasanta: la conquista di un regno al tempo delle Crociate che si propone di ricostruire le vicende dei Marchesi di Monferrato, dei loro alleati e dei loro nemici. Lunedì 12 maggio alle 16.30 è in programma l'appuntamento “Corrado re di Gerusalemme” che avrà come relatori Roberto Maestri (I Marchesi del Monferrato) e Giuseppe Ligato (Society for the Study of the Crusades and the Latin East).

GENOVA • La mostra “Gianni Berengo Gardin. Storie di un fotografo” approda a Palazzo Ducale in versione rinnovata e con un intero capitolo dedicato a Genova, città natale dell’autore. Le sue immagini sono uno spaccato della vita politica, sociale, economica e culturale dell’Italia dagli anni del boom a oggi, sia nei suoi risvolti positivi che nelle sue pieghe drammatiche (basti pensare al suo lavoro su L’Aquila prima e dopo la devastazione del terremoto). La mostra resterà aperta fino all’8 giugno; orario: lunedì 14.0019.00, da martedì a domenica 10.0019.00.

TORINO • Oltre 70 capolavori preraffaelliti arrivano, dopo un tour mondiale, a Palazzo Chiablese, prima di rientrare alla Tate Britain di Londra. L’esposizione presenta per la prima volta in Italia alcuni capolavori della Confraternita dei Preraffaelliti, summa pittorica dell’età vittoriana. La voce italiana della mostra è Luca Beatrice, che racconta l’influenza che i Preraffaelliti hanno avuto sulla cultura occidentale, tra gotico e dark, a partire dagli anni ’80. La mostra, aperta fino al 13 luglio, si articola in 7 sezioni: storia, religione, paesaggi, società contemporanea, stile pittorico, bellezza e simbolismo. Per informazioni: tel. 011 0881178, www.mostrapreraffaelliti.it.


inagenda

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

27 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

RIVALTA

TAGLIOLO MONFERRATO

Echos fa tappa in Abbazia con Askin

Canto moderno, in teatro masterclass con Michele Luppi

La sedicesima edizione del Festival “Echos. I Luoghi e la Musica” sabato 10 maggio alle 21.15 fa tappa all’Abbazia di Rivalta Scrivia, dove si esibirà Cihat Askin, il più importante violinista turco vivente, che sarà accompagnato dal chitarrista Tolgahan Cogulu. Cihat Askin inizia la carriera concertistica a 12 anni e, prima di compierne 15, esegue in pubblico tutti i Capricci di Paganini. Viene premiato al concorso “Y. Menuhin” e al concorso “Carl Flesch” di Londra e, da allora, conduce una prestigiosa carriera che l’ha portato a esibirsi in tutta Europa, Asia, Africa e Stati Uniti. È professore presso il Conservatorio di Istanbul e suona un violino Vuillaume del 1846. Prima del concerto, a partire dalle 20.45, l’associazione Amici dell’Abbazia di Rivalta curerà una visita guidata gratuita allo storico edificio. (E.D.)

Sabato 17 maggio, a partire dalle 14, presso il teatro comunale di Tagliolo Monferrato, si terrà una Masterclass di canto moderno tenuta dal noto vocal coach e cantante Michele Luppi che presenterà il suo personale metodo denominato “Voice Control”. L’evento è organizzato dalla scuola di musica Matra, che ha sede proprio a Tagliolo, e sarà diretto dall’insegnante di canto Tiziano Spigno. Durante la Masterclass, che durerà circa 6 ore, si toccheranno tutti gli aspetti fondamentali legati alla tecnica vocale, al canto in studio e live e alla “professione” del cantante. «Ho avuto modo di collaborare con Michele durante le registrazioni del mio ultimo disco con i Lucky Bastardz – spiega Spigno – e sono rimasto travolto dal suo entusiasmo e dalla sua estrema professionalità. Il seminario è aperto a professionisti e neofiti: sarà un’occasione preziosa di arricchimento». Info 347 3046013 o tizianospigno@libero.it.

Libri, va in mostra il lavoro manuale ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

“Mani all’opera, quando un’idea diventa arte” è il titolo della ventesima edizione di Librinmostra, fiera dell’editoria e mostra mercato allestita nell’androne di Palazzo Dellepiane, che si terrà il 9 e 10 maggio a Novi Ligure. Tema dominante della due giorni sarà la creatività, l’ingegno e la capacità del lavoro manuale. Tanti gli appuntamenti in programma, a iniziare dall’inaugurazione (venerdì 9 maggio ore 9.30) quando si svolgerà la premiazione delle scuole partecipanti al concorso Librinmostra a scuola. Si conclude, quindi, “Girolibrando leggiamo viaggiando” il progetto che, a partire dal 15 febbraio scorso, ha coinvolto tutte le scuole del territorio. In questi mesi gli studenti di Novi e dei Comuni del Sistema Bibliotecario novese hanno incontrato scrittori, illustratori ed esperti del mondo letterario nazionale. Il tutto si chiude con una grande festa che, oltre alla premiazione, prevede l’esposizione delle opere che hanno partecipato al concorso. Nel salone di rappresentanza di Palazzo Dellepiane verrà inaugurata la mostra “L’arte di creare libri per bambini” di Attilio Cassinelli, autore e illustratore di libri per l’infanzia. Nell’arco della giornata si terranno i laboratori di pittura e for-

me con l’artista e didatta Alessandra Cassinelli, “Il mio colore” con Fuad Aziz (illustratore, pittore, scultore e favolista di origine curda-irachena, fondatore dell’associazione Biblioteca della pace a Firenze) e il laboratorio di origami con Ganna Patsal. Sabato mattina, alle ore 10.00, appuntamento con la presentazione del progetto “Ben Essere” con una conferenza dal titolo “Dalla salute allo star bene”. Uniti dal titolo conduttore “Quando un’idea diventa arte”, seguiranno diversi laboratori durante i quali esperti artisti e artigiani daranno dimostrazioni pratiche della loro opera e sapranno coinvolgere il pubblico nella realizzazione di piccole creazioni. La ceramica sarà affrontata da Anna Cesura (artista, docente dell’Associazione Laboratori d’arte), la sartoria da Grazia Fragnan (sarta artigiana, docente presso la Scuola di Formazione Professionale Foral di Novi Ligure) la legatoria da Giorgio e Giulio Ravazzi (rilegatori artigiani). Walter Fochesato – coordinatore redazionale della rivista Andersen, scrittore e docente di Storia dell’illustrazione – terrà un seminario sull’opera di Attilio Cassinelli. Il programma termina con due conferenze, una sull’editoria con i direttori editoriali di Joker, Puntoa-

capo e Tagete edizioni e l’altra sulla gioielleria con Massimo Megazzini, gioielliere artigiano. Nel dettaglio, il programma della manifestazione a Palazzo Dellepiane prevede – venerdì alle 9.30 – l’inaugurazione della mostra “Attilio Cassinelli. L’arte di creare libri per bambini”. A seguire, “Grande festa delle scuole” cui interverranno i bambini delle scuole di Novi, Vignole e Arquata. Alle 10.30, premiazione delle opere vincitrici del concorso “Librinmostra a scuola”. Sono previsti anche vari laboratori gratuiti (ma con prenotazione obbligatoria in biblioteca, 0143 76246): alle 10.00 e alle 11.00 “Pensare e ragionare per immagini” (laboratorio di pittura e forme con Alessandra Cassinelli, artista e didatta), “Il mio colore” (con Fuad Aziz, scrittore e illustratore) e “Cartolandia” (laboratorio di origami con Ganna Patsal). La giornata di vener-dì si chiude alle 17.30, presso il salone di rappresentanza di Palazzo Del-

lepiane, con “Narraleggendo fiabe”, un corso di lettura espressiva con Ombretta Zaglio del Teatro del Rimbalzo. Sabato 10 maggio si comincia alle 10.00 con la conferenza “Progettare Ben Essere: dalla salute allo star bene”. Dalle 10.30 cominciano i lavoratori “La ceramica” (con Anna Cesura, artista e docente dell’Associazione Laboratori d’arte di Novi Ligure), “La sartoria” (con Grazia Fragnan, sarta artigiana, docente presso la scuola Foral di Novi) e “La legatoria” (con Giorgio e Giulio Ravazzi, rilegatori artigiani). Nel pomeriggio di sabato la manifestazione si sposta nel salone di salone di rappresentanza di Palazzo Dellepiane con il seminario “Attilio Cassinelli, l’arte di creare libri per bambini” (ore 15.00). Interverranno l’artista e Walter Fochesato coordinatore redazionale della rivista Andersen, scrittore e docente di Storia dell’illustrazione all’Accademia di Belle Arti di Macerata. Alle 17.00 chiusura con la conferenza “Quando un’idea diventa arte: l’editoria e la gioielleria”.

Gavi Appuntamento al Forte

Novi Oggi esibizione di fine corso

Occhi puntati al cielo per osservare Saturno notturno

Bisarca Musical Lab di scena al Giacometti

Nella notte tra sabato 10 e domenica 11 maggio in tutta Italia, centinaia di migliaia di persone scruteranno il cielo per osservare Saturno, molto vicino alla terra quindi ben visibile con un semplice telescopio. Pochi però avranno l’opportunità di farlo da un luogo imponente, fuori dal tempo, intriso di storia e di magia. In occasione della terza edizione dell’iniziativa nazionale “Occhi su Saturno” che nel 2013 ha visto l’organizzazione di oltre cento eventi in tutta Italia, il Consorzio Tutela del Gavi assieme agli “Amici del Forte” – associazione che opera con la Soprintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici – propone due giorni di avventure astronomiche ed enogastronomiche “Alla Corte del Gavi: vino, arti e sapori”. L’appuntamento è

per sabato dalle ore 15.00 alle ore 17.00 al Forte con “I bambini raccontano la principessa Gavia” a cura dell’Interact Gavi Libarna: gli alunni del distretto scolastico novese illustrano la storia del Forte e rappresentano la leggenda della Principessa Gavia. Segue la visita guidata alla rocca millenaria e dalle 18.30 “Il Gavi brinda a Saturno”, un suggestivo aperitivo a base di Gavi Docg. Dalle 20.30 sarà la volta de “Il cielo sopra Gavi” con la proiezione di un filmato sull’osservazione dei corpi celesti cui seguirà la contemplazione della Luna e di Giove dal bastione di San Tommaso, in attesa, dalle 21.30, di poter ammirare tra gli astri della volta celeste gli anelli di Saturno. A guidare i visitatori tra le stelle saranno i componenti del Gast, il Gruppo Arqua-

tese Astrofili. Si prosegue domenica 11 maggio con “Gavi Arti e Sapori”: in Gavi si potranno visitare i tesori del borgo medievale a cura dell’associazione Amici del Forte e gustare i prodotti tipici proposti dal mercatino delle prelibatezze gastronomiche, a cura dell’Associazione Esercenti Gaviesi. Per tutta la giornata dalle 9.30 alle 17.30, si susseguiranno le visite guidate al Forte. Il pomeriggio è dedicato alla degustazione di Gavi Docg e a “Mille anni di storia cortese”: nella corte del Forte verrà presentata al pubblico dai sommelier dell’Ais il frutto dell’ultima vendemmia. La scelta della notte tra il 10 e l’11 maggio non è casuale: quella sera,

infatti, Saturno sarà alla minima distanza (1,3 miliardi di chilometri) dalla Terra e apparirà più grande e luminoso che in qualsiasi altro momento del 2014. Gli astronomi chiamano questo evento “opposizione”, perché Saturno si troverà in una posizione opposta a quella del Sole. Il pianeta degli anelli in questo periodo sorge al tramonto, raggiunge la sua massima altezza in cielo verso la mezzanotte, e rimane visibile per tutta la notte. Ad occhio nudo, Saturno in opposizione è circa due volte più brillante di una stella di prima grandezza. Questo rende relativamente facile trovarlo e osservarlo con normali telescopi. (E.D.)

Anche quest’anno il laboratorio di musical “La Bisarca Musical Lab” – frequentato dagli alunni delle scuole superiori di Novi Ligure – saluterà il pubblico esibendosi nello spettacolo a conclusione del corso che li ha visti protagonisti per la stagione 2013/14. Questa sera, giovedì 8 maggio alle ore 21.15 infatti i giovani attori, cantanti e ballerini andranno in scena al teatro Giacometti in “Shakespeare in Lab – Sogno di un musical di... quasi estate”, spiritosa rivisitazione in chiave musicale di una delle più famose opere shakespeariane. I personaggi della commedia più famosa di tutti i tempi si troveranno a interpretare i brani più amati della storia del musical: da Mamma mia, al Fantasma dell’opera, da Hair e High School Musical sino alle celebri note degli Aristogatti, Mary Poppins e di tanti altri grandi successi. Uno spettacolo ricco di divertimento, musica e colori, in cui i giovani protagonisti sorprenderanno il pubblico cimentandosi in passi di danza, duetti e interpretando i brani più conosciuti di tutti i tempi. «Un particolare ringraziamento per la collaborazione va al Comune di Novi Ligure e agli insegnanti del Musical Lab dell’associazione culturale La Bisarca che hanno contribuito alla realizzazione della stagione teatrale che tra poco si concluderà. Vi aspettiamo numerosi», dicono i giovani artisti. Sul palco ci saranno fate e folletti (Antonella Perez, Biagio Carrella, Federica Leonardi, Francesca Leonardi, Francesca Tamburini, Marianna Agnelli), amanti (Davide Chiaramonte, Lillo Zarri, Linda Fossati), attori (Alice Silvano, Alma Magaglio, Camilla Navone, Emanuela Guerci, Giovanna Carrella, Luca Borghero) e un narratore (Sara Porta). (L.L.)


lelettere

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

28 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Una trappola per ciclisti

Se l’amore non è peccato Una vera e propria trappola per ciclisti, ma non solo, il buco profondo una ventina di centimetri e lungo almeno trenta che si trova in via P. Isola, poco dopo la rotonda del sottopasso di via Crispi, in direzione di Bosco Marengo, proprio in corrispondenza delle strisce pedonali. Solo un manto superficiale di asfalto, infatti, copriva un tubo di scarico della fognatura. Con il passaggio dei veicoli, l’asfalto se n’è andato e il tubo in plastica si è rotto, lasciando un buco profondo in cui pedoni, ma soprattutto ciclisti, rischiano di incappare. Il punto è uno dei più trafficati di Novi, e una caduta lì potrebbe avere effetti drammatici. Poco più in là, denuncia uno degli abitanti, Luigi Francesco Ricci, una perdita d’acqua sotto la strada è in attesa di essere riparata dal mese di settembre 2013.

Erba troppo alta, panchine ko

Il 30 aprile a Serravalle Scrivia, presso il salone pastorale “Maria Regina”, la compagnia teatrale dell’Oratorio di San Nicolò “I SemiSeri”, di Pozzolo Formigaro, ha presentato alla presenza di un folto pubblico l’opera teatrale in due atti: “L’amore non è peccato”. La serata era finalizzata a scopo benefico per il centro pastorale ospitante. Tanti applausi per gli interpreti durante tutto lo spettacolo e un «brava» particolare alla regista Cristina Lucchini. Per il Comune – che ha patrocinato l’evento – era presente l’assessore alla cultura Marco Freggiaro. [foto Gianni Torchia]

daovada Quella partita elettorale falsata negli ultimi minuti

Erba troppo alta, fontane non funzionanti, panchine e giochi per i bimbi danneggiati: è la situazione che Pietro Matteo Gallo, attivista novese del Movimento 5 Stelle, denuncia in viale Pinan Cichero.

Pirati per un giorno

È stata un vero successo la “caccia al tesoro” organizzata dal Retail Park per le famiglie della comunità locale di Serravalle e dintorni. Tanti bambini si sono scatenati nella ricerca dei premi in palio e divertiti a farsi truccare per trasformarsi in pirati per un giorno!

L’osservazione del dott. Schettino sulla stranezza che una delle squadre partecipanti alla competizione elettorale abbia un passato fatto di conoscenza e di esperienza circa la “partita”, tale da metterla in posizione di vantaggio, è corretta, ma aggiungerei che questa “squadra”, attualmente in carica, può permettersi anche operazioni che agli altri sono impossibili. A meno di 30 giorni dalle elezioni si “investe” per recuperare il degrado della segnaletica orizzontale; solo ora se ne accorgono? Il potabi-lizzatore entra a pieno regime solo ora? Solo ora ci si decide a creare un censimento per dare slancio al turismo, al B&B, alla valorizzazione delle varie cantine, creando due posti di lavoro (ma solo per 6 mesi..)? Si legge “sono finalmente partiti i

lavori di messa in sicurezza dello Stura lungo via Voltri”…; ma come si deve leggere il “finalmente”? E l’illuminazione pubblica (ma solo in alcuni punti)? Interventi circoscritti e non strutturali, non razionali e sempre incompleti. Una “manutenzione” solo in zona “Cesarini”? Per questa “storica squadra” basta lavorare solo negli ultimi 30 giorni e sperare che la gente abbia memoria corta? Ad Ovada, da millenni, governa praticamente una sola forza. Quindi perché chiedere dettagli operativi agli altri? Anche una parte di coloro che oggi si trovano a fare proposte alternative, in diverse “squadre”, erano componenti della maggioranza attuale, ma come si sa, il loro malessere per l’impossibilità di discutere gli interventi o di avere documenti e bilanci, pur giocando nella stessa squadra, ha impedito di continuare la (inesistente) collaborazione. Se una “squadra” alternativa avrà finalmente la possibilità di dimostrare i suoi valori, come primo compito dovrà scoprire le carte del passato, valutare le decisioni opportune, le sinergie possibili e necessarie. Non si potrà risolvere tutto subito, tracceremo i percorsi in modo da raggiungere gli

obiettivi in tempi credibili e solo allora potremo, vorremo e dovremo dare i concreti dettagli operativi. Gentile dott. Schettino, la definizione “promesse campate in aria”, ne converrà, è attribuibile a chi ha fatto promesse ed poi non le ha mantenute pur essendo ai posti di comando, cioè la squadra che Lei individua come quella con esperienza. Esperienza nel promettere? La garanzia di stabilità (non voler cambiare nulla), potremmo sospettarla leggendo la composizione di questa “squadra”, che ripresenta l’ex sindaco, l’aspirante sindaco ex assessore, vari assessori, vari componenti del consiglio. Come non essere d’accordo con il dott. Schettino quando dice che occorre superare preclusioni mentali e limiti ideologici? Superando certe assurde barriere, concentrandoci sui programmi, sui singoli candidati e non solo sul colore della maglia, magari ormai stinto dai troppi lavaggi, Ovada andrà avanti. Se invece vedremo nuovamente le stesse persone e gli stessi colori… no comment!. E Schettino mette correttamente e dolorosamente il dito sulla piaga… Bruno Bertone

daovada

dapredosa

La famiglia naturale è il faro che ci deve guidare

Ma la Grassano Riccoboni non è come la si vuole dipingere

Premesso che la mia adesione alla lista civica AmOvada, che candida a sindaco di Ovada Fulvio Briata, è vincolata al fatto che Fulvio è l’unico, tra i cinque candidati, che dia serie garanzie a difesa della famiglia naturale, impegnandosi, nel caso fosse eletto sindaco e nel caso fosse approvata una legge in merito a livello nazionale, a porre ferma obiezione di coscienza dinanzi a una qualsiasi richiesta di matrimonio, o di equiparazione al matrimonio, tra persone dello stesso sesso; premesso questo, in quanto candidato nella suddetta lista civica al Consiglio comunale di Ovada, il mio personale impegno, in accordo con gli intenti del nostro, a Dio piacendo, futuro sindaco Briata, e in sinergia con gli altri aderenti a AmOvada, sarà di mettermi al servizio delle famiglie ovadesi perché siano assicurate loro le migliori condizioni di crescita (parchi-gioco più puliti, ampi e sicuri; creazione di una ludoteca negli ampi spazi di via Galliera – ex Ufficio Entrate – gestita da genitori, volontari, associazioni di genitori; scelte scolastico-educative maggiormente condivise con i genitori; contributo economico a sostegno di coloro che in famiglia curano anziani e disabili; massimo sostegno possibile a maternità e natalità con particolare attenzione e riguardo verso le famiglie numerose). Mi impegnerò altresì nell’identificazione delle sacche nascoste di povertà sul nostro territorio, nel contrasto educativo nei confronti di ogni tipo di gioco d’azzardo che utilizza il piacere del gioco fino a spingerlo al limite della patologia, nell’inserimento degli immigrati regolari in un percorso di integrazione nella nostra società. Gianluca Valpondi

Siamo un gruppo di operai e impiegati che lavorano allo stabilimento Grassano di Predosa. In questi mesi abbiamo letto sui giornali un sacco di cose, abbiamo sentito un sacco di gente parlare della nostra azienda. Siamo rimasti in silenzio anche quando non eravamo d’accordo perché non siamo abituati ad andare sui giornali. Crediamo però che sia arrivato il momento di fare sentire la nostra voce. A lavorare nello stabilimento di Predosa siamo in circa sessanta. Sessanta famiglie e molti di noi con figli a casa. Abbiamo letto sul giornale che noi lavoriamo per un’azienda che avvelena le acque, che sfrutta il territorio dove viviamo. Queste cose non sono giuste. Noi in questa azienda ci andiamo ogni giorno e sappiamo bene che cosa accade lì dentro oggi e come le cose sono gestite. Le insinuazioni di chi non conosce la nostra realtà potrebbero mettere a rischio il futuro di sessanta famiglie, le nostre famiglie e il futuro dei nostri figli. Per chi scrive sui giornali dire che Riccoboni vuole avvelenare il territorio è solo una frase da dire magari con leggerezza, mentre per noi è una bugia, perché lavoriamo tutto il giorno per fare del bene all’ambiente e non per inquinarlo. Per questo chiediamo a chi vuole di venire a vedere come lavoriamo. Noi ci mettiamo la faccia. Mettetecela anche voi e venite allo stabilimento di Predosa: abbiamo chiesto all’azienda di aprire le porte dello stabilimento a tutti coloro che vorranno visitarci, basta chiamarci al numero 0131 718313. Vi accorgerete che c’è gente che lavora onestamente, che non ci sono rischi per l’ambiente e che tutti noi vogliamo un futuro migliore per il nostro territorio. Gli operai Grassano-Riccoboni

25 aprile e 1 maggio, date fondamentali

danovi Ricordando Dardo e Villa, uccisi a Campo Ligure

Venticinque Aprile e Primo Maggio: due feste importanti per la nostra collettività. Nella prima foto [di Gianni Torchia] la commemorazione alla stele di Pertuso. Nella seconda [di Dino Ferretti] il corteo dei sindacati a Novi Ligure.

Nei giorni scorsi, in occasione delle celebrazioni per il sessantanovesimo anniversario della liberazione dell'Italia dai nazifascisti, a Campoligure, sono stati commemorati due giovani partigiani novesi fucilati in località Mucchi: Campi Bruno (Dardo), nato a Novi Ligure il 16 aprile 1926, e Prato Aurelio (Villa), nato a Novi Ligure il 26 febbraio 1926. Furono uccisi il 25 gennaio 1945. Hanno partecipato alla cerimonia gli alunni e le alunne della scuola media di Campoligure ed hanno pronunciato brevi discorsi il sindaco di Campoligure Andrea Pastorino e il presidente dell’Anpi locale Giulio Merlo, il vicesindaco Enzo Garassino e il vice presidente dell’Anpi novese Gianni Malfettani.


ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

29 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

la pagina dei piccoli A CURA DI SARA MORETTO

il giornalino dei bambini di novi, ovada e dintorni Continua il viaggio nel mondo di Alice nel paese delle meraviglie. Nello scorso numero abbiamo costruito insieme il cappello del Cappellaio Matto, cucinato i biscottini “Mangiami” (Ricordate che brutto scherzo avevano giocato ad Alice?) e letto un brano del romanzo di Lewis Carroll. Questa volta, impareremo a costruire una rosa rubata al giardino della Regina di Cuori, giocheremo, coloreremo e vedremo chi di voi ci ha inviato il disegno più bello.

COLORA IL DISEGNO COME VUOI TU!

Le rose Regina di Cuori Avete visto il cartone di “Alice nel paese delle meraviglie”? Ricordate quale personaggio era il più tremendo e spaventoso quando si arrabbiava? Ma ovviamente la Regina di Cuori! Nella versione Disney la regina è una donna grossa e irascibile, oltre che crudele e autoritaria. Quando si arrabbia, come accade spessissimo, comincia a prendersela con tutti. Ma cosa la fa alterare tanto da urlare al suo esercito di carte di “tagliare la testa” ad Alice? Scoprire che le sue amatissime rose non sono rosse, ma tinte di vernice. Impariamo oggi a costruire le rose del giardino della Regina di Cuori e divertiamoci a colorare le nostre rose. Ci servono: CaRtonCino bianCo CoLLa - FoRbiCi - Matita RaMetto seCCo - teMpeRe Rosse Prendete il cartoncino e disegnate, una spirale con una penna o una matita. Dopo, con l’aiuto della mamma o del papà, ritagliate lungo la spirale che avete tracciato e arrotolate la striscia di cartoncino che avete ottenuto, realizzando la vostra rosellina. Realizzate le rose incollale ad un rametto secco. Una volta asciugata la colla, divertitevi a colorare le rose con la tempera rossa, chissà se voi sarete più bravi di Alice ad ingannare la Regina di Cuori.

Aiuta le carte a colorare le rose, prima che la Regina di Cuori scopra l’inganno! Buon divertimento!

il libro

il tutorial

mini editoriale

Il disegno della piccola Giada Giada Aita, 8 anni, di Predosa, ci ha inviato la sua interpretazione del tema “Personaggi del mondo di Alice”. Al fianco delle Stregatto, una coloratissima Alice ci accoglie nel Paese delle Meraviglie. Brava Giada!

alice attraverso lo specchio Nello scorso appuntamento, abbiamo letto un brano del romanzo originale da cui nasce la storia di Alice. Non tutti sanno però che le avventure della ragazzina inglese non finiscono con questo primo libro. Lo scrittore inglese Lewis Carroll ha voluto continuare le vicende di Alice in un secondo romanzo, scritto qualche anno più tardi rispetto alla prima opera. “Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò”. La storia inizia in una giornata d’autunno, esattamente sei mesi dopo il viaggio nel Paese delle Meraviglie. Alice, sonnecchiando su una poltrona del suo salotto, comincia a chiedersi cosa ci sia dall'altra parte dello specchio e, con sua grande sorpresa, riesce a passarci attraverso. Al di là della superficie fredda scopre il diario del Re Rosso, dove viene scritto un poema incomprensibile, leggibile solo se riflesso in uno specchio. Presto iniziano le disavventure e qui incontra fiori parlanti, insistenti personaggi della scacchiera ed improbabili animali, fino ai bizzarri gemelli Tweedledum e Tweedledee. Ed è così che Alice li incontra… “Essi se ne stavano sotto un albero, ciascuno con un braccio intorno al collo dell’altro, e Alice seppe subito chi fosse l’uno e chi l’altro; perchè uno aveva un "Dum" ricamato sul collare e l’altro un "Dì". "Certo tutti e due portano scritto "Tuiddle di dietro sul collare", ella disse fra sè. Se ne stavano così calmi, che ella dimenticando assolutamente ch’erano vivi, stava per girar loro intorno per veder la parola "Tuiddle" scritta di dietro sul collare, quando fu sorpresa da una voce che veniva da quello segnato "Dum". — Se credi che noi siamo statue di cera, — egli disse, — avresti dovuto pagare, sai. Le statue di cera non sono fatte per esser vedute gratis. No. — Viceversa, — aggiunse quello segnato "Dì" — se credi che siamo vivi, avresti dovuto parlare. — Mi dispiace tanto, — fu tutto ciò che Alice potè dire, perchè le parole d’una vecchia canzone continuavano a risonarle nel cervello come il tic-tac d’un pendolo, ed ella non potè fare a meno dal gridare:

Tuidledum e Tuidledì si sfidarono a duello: Tuidledum a Tuidledì avea rotto un campanello. Proprio allora volò un corvo nero assai più della pece: ei guardò gli eroi sì torvo che ambedue scappar li fece.


losport

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

30 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

CALCIO

CALCIO

TAMBURELLO

La Gaviese alla sfida Promozione

Mornese si tinge di viola per la promozione

Viaggio tra fasti antichi e problemi

PAGINA 31

PAGINA 32

PAGINA 36

Libarna ama l’impossibile, domenica la Cheraschese per i rossoblù che con i biancoverdi alessandrini, in un Bailo che da tempo non era così colmo di gente, hanno sempre saputo dare il meglio. La differenza l’ha fatta ill fantasista Matteo Mossetti capace di una doppietta decisiva con una rete per tempo ma il secondo gol è stato un capolavoro di intelligenza perché avere la freddezza, a tu per tu col portiere avversario, di cercare la soluzione apparentemente più semplice è una dote dei campioni e Mossetti in questa categoria, nonostante si alleni un paio di volte la settimana, possiede piedi che nessuno ha. Col Castellazzo però vanno esaltate le doti tattiche di mister Merlo capace di cambiare assetto difensivo in corsa passando dal 3-5-2 al 4-3-1-2 ma soMAURIZIO IAPPINI sport@ilnovese.info

Ancora una magia per il Libarna che ha conquistato la finale playoff regionale. Per i rossoblù la gioia della vittoria con il Castellazzo si è trasformata nella soddisfazione di affrontare la sfida decisiva per uscire dalla fase regionale in casa. La Cheraschese infatti ha superato in trasferta il Benarzole secondo in regular season e domenica sarà l’avversario dei serravallesi che potranno ospitare i Lupi al Bailo in virtù di un miglior piazzamento in classifica a fine stagione, quando la truppa di Merlo recuperò 12 punti in 9 match. Guai però a pensare che si trat-

ti di una passeggiata perché la Cheraschese è fra i team meglio attrezzati per il salto di categoria con un attacco stellare dove Melle è bomber di razza in

Mossetti superlativo Il Fantasista con una doppietta regala la finale coi lupi nerostellati grado di far male con ogni palla che tocca mentre in mezzo al campo ci sono elementi navigati da mille battaglie che già in campionato seppero espugnare il Bailo a ottobre 2013 ma

prattutto di adottare le giuste contromosse per impedire a Rosset, l’uomo in più del Castellazzo, di fare male. Impeccabile Frisone con parate che sanno di vendetta verso la sua ex squadra, una spanna sopra gli altri anche Francia e Mazzucco mentre Motta è stato ingenuo nel farsi espellere e il rosso diretto gli costerà la finale playoff di domenica pomeriggio al Bailo, un appuntamento a cui i veri tifosi non potranno mancare perché il Libarna, con due risultati su tre a disposizione (in caso di parità al termine di regolamentari e supplementari passa il turno il team meglio piazzato in classifica) è davvero a un passo dalle porte dell paradiso e dalla chance di giocarsi la serie D, anzi, la quarta serie.

allora era un altro Libarna, insicuro, ancora alla ricerca della sua vera identità, l’esatto contrario della squadra di questa entusiasmante stagione. Anche col Castellazzo infatti, i serravallesi sono stati in grado si mettere in mostra un calcio bello, piacevole, fatto di schemi chiari e definiti. In altre parole si sente la mano di mister Alberto Merlo, il vero collante di un gruppo di uomini che al campo antepongono i legami di amicizia e di coesione perché solo un team affiatato è in grado di poter cavalcare le mille difficoltà affrontate. Paradossalmente il playoff vinto con il Castellazzo non è stato uno dei match più difficili

Serie D Dopo il brutto pareggio col Verbania che ha chiuso una stagione difficile

Novese, una lunga estate calda ma la D è salva

Si è chiusa domenica con un poco confortante pareggio interno per 2-2 una delle peggiori annate sportive della Novese. Partita con neppure tanto velati propositi di lottare per il duplice salto di categoria (chi vince la serie d quest’anno si ri-

trova nella serie C unica), la compagine biancoceleste si è salvata solamente alla penultima giornata fra mille sofferenze, societarie, tecniche e tattiche. Fin dal primo mese di lavoro le idee non erano molto chiare perché una squadra che

trasforma il ritiro in una sorta di maxi casting dimostra o di non avere le idee chiare o di affidarsi a tecnici poco illuminati cui viene concesso troppo potere decisionale. Infatti, dopo un primo fuoco di paglia, le fondamenta della casa ce-

dono e a dicembre la Novese si ritrova con un tecnico (Banchieri) esonerato troppo tardi e una squadra da rifondare cercando però di contenere le spese per un budget esagerato fin dal primo giorno. L’arrivo di mister Cotta sulla panchina è stata una delle poche note positive della stagione perché il trainer ha lavorato più fuori dal campo che in campo: troppo spesso ha dovuto mandare in campo formazioni obbligate causa infortuni o squalifiche e troppo spesso il trainer ha gestito situazioni che col campo da calcio hanno ben poco a che fare. L’essere riusciti a mantenere la categoria nonostante un 2-2 poco bello col Verbania (12 ko consecutivi prima di pareggiare al Girardengo) è

una nota positiva ma ora si deve guardare al futuro. L’attuale dirigenza, impegnata nel far quadrare i conti della stagione appena chiusa, ha già fatto sapere che da sola non è in grado di reggere la categoria mentre in città girano voci di presunte cordate (composte in parte da vecchi dirigenti biancocelesti) pronte a rilevare il club in caso di defaillance dell’attuale presidenza. Non ci sembrano essere spazi di mediazione per riunire le forze, un’ipotesi che sarebbe logica in ogni città, non a Novi. L’unica certezza, in attesa che la dirigenza dica chiaramente cosa intenda fare per la prossima stagione, è che per la Novese si preannuncia una lunga estate calda. (M.I.)

SERIE D

Derthona va alla lotteria dei playout Il Derthona rovina tutto all’ultima di campionato e dovrà giocarsi la salvezza ai play out. All’ultimo turno si è infatti verificata l’unica combinazione su 18 che avrebbe spedito la sestultima a giocarsi i play out con la terzultima: il Derthona ha perso 3-1 sul campo della Caratese, l’Albese, ha pareggiato 2-2 in casa col Borgosesia, la Pro Dronero ha vinto 1-0 sul campo della Caronnese e sarà quindi l’avversario dei bianconeri il prossimo 18 maggio alle 16 in gara unica al Coppi per giocarsi la permanenza in serie D. Nella stessa data, si deciderà anche l’altra retrocessione tra Albese e Sestri Levante. Al Derthona sarebbe bastato non perdere per garantirsi la permanenza in categoria, ma ha pagato stanchezza e limiti nei cambi, con tre squalificati (Chirico, Temperino e Dell’Aera) un infortunato (Serlini), un acciaccato, Mazzocca. Nei lombardi, allenati da Cristiano Bacci è stato determinante l’ex di turno, ovvero la punta Giulio Valente, autore dei due gol che hanno condannato il Derthona. Tortonesi avanti al 12’ del primo tempo con un gran gol di Dario Serra, su un lungo lancio di Zefi e ha effettuato un tiro cross che si è infilato nel “sette”. Il Derthona ha legittimato il vantaggio tenendo il gioco nel primo tempo, anche se la Caratese è cresciuta. Iintanto da Alba arrivavano notizie confortanti, con i cuneesi sotto. Ma al 26’ del primo tempo è arrivato il pari ad opera di Valente, abile a raccogliere e girare in porta un cross da sinistra di Cesana e allo scadere mischione in area con cui Valente ha raddoppiato. al 43’. Da lì in poi il Derthona ha accusato il colpo, lasciando campo ai locali e solo due parate di Ferraroni hanno impedito il terzo gol lombardo. Che arriva allo scadere, quando il Derthona è tutto in avanti, a opera di Cesana. E ora sarà lotteria playout.


losport

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

31 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Promozione Il team vive una situazione incredibile

L’attesa Per le scelte societarie

Gaviese autogestita cerca la salvezza diretta

Nodi da sciogliere: per la nuova Ovada pausa di riflessione

UMBERTO CABELLA u.cabella@ilnovese.info

Si avvicina l’appuntamento più importante della stagione per che domenica alle 15.30 sfiderà al “Pedemonte” il Boves. Match da dentro o fuori per i vallemmini che per l’occasione dovranno fare a meno degli squalificati Rossi e Russo. Tutto invariato per quanto riguarda le modalità dei playout che prevedono in caso di parita al termine dei tempi regolamentari solo i tempi supplementari senza i consueti calci di rigore. In caso di ulteriore parita verra considerata vincente la societa in migliore posizione di classifica al termine del Campionato e ciò va a favore proprio della società amaranto. Occhi puntati anche alla situazione in serie D dove, nel malaugurato caso dovessero retrocedere quattro squadre piemontesi, la vincente di Gaviese-Boves dovrà sfidare anche il Canelli per mantenere la categoria. Gli avversari di Tinto e compagni hanno disputato un campionato dai due volti: sono partiti arrancando nella prima fase di stagione per poi riuscire ad mettere in fila una serie di risultati utili consecutivi che hanno permesso alla società cuneese di poter giocare i playout. Principale punto di riferimento il folletto Ahanotu, veloce e potente in gradi di far impazzire ogni difesa. La Gaviese tra società e spogliatoio ha dovuto affrontare mille peripezie: la squadra infatti è priva da mesi di un allenatore di ruolo con i giocatori che si stanno autogestendo, inoltre la situazione societaria continua ad essere poco chiara con la dirigenza che

ha più volte minacciato la chiusura dello storico sodalizio. La sensazione è che non si dovrebbe arrivare a tanto ma un risultato negativo dallo spareggio potrebbe innescare una serie di malumori che facilmente comprometterebbero la vita del club. “La squadra è carica -spiega il direttore generale Massimo Figini- in questa stagione abbiamo dimostrato più volte che nelle difficoltà riusciamo a dare il nostro meglio. Servirà l’appor-

to di tutti in particolare dei tifosi per far si che ci siano le condizioni psicologiche ideali. Siamo concentrati e pronti, sappiamo di meritarci la permanenza in Promozione e lotteremo fino alla fine. Le vicende societarie? È prematuro parlarne, ora la nostra attenzione è tutta sulla partita di domenica. Quando la stagione sarà ufficialmente finita tireremo le somme. Forse lo sfogo delle settimane scorse è riuscito a smuovere qualcosa”.

Amatori I tornei si avviano alla fase finale con tante reti

Acsi, tutti i nomi dei marcatori Nel calcio a 7 girone ovadese targato Acsi, importante vittoria per Morbello contro il San Giacomo, 3-2 il risultato finale grazie ai gol di Palazzo, Sobrero e Peruzzo, per gli avversari in gol due volte Hoxa. Goleada per la Capriatese contro il Monferrato, 12-4 il risultato finale grazie ai gol di Crocco, Valente, la doppietta di Marchelli e 8 reti di Sorbino, per gli avversari in gol Ravera e tre volte Valeri. Chiude la giornata il 4-0 del Belforte sul Trisobbio e il 4-0 del Sezzadio sulla Polisportiva Castelferro. Nel campionato di calcio a 5 Ovada invece, ATeam in ripresa: rifilato un netto 11-5 allo Sport Service grazie alle doppiette di Lotero, Ottonelli, alla tripletta di Zunino e la quaterna di Sobrero, per gli avversari in gol due volte Er Sannar e tre volte Sanna. Cade Vasluy contro la Taverna del Falco, 6-5 per la compagine della Valle grazie al gol di Stefano Pastorino e la cinquina di Davide Pastorino, per gli avversari n gol di Schiffer (doppietta) e Drescam (tripletta). Vince l’Happy Day’s 5-3 contro l’Atletico ma non Troppo grazie ai gol di Vignolo, Macrì e la tripletta di Triglia, per gli avversari in gol Grillo e De Lorenzi. Vince il San Giacomo contro gli Animali alla Riscossa e ipoteca il Campionato. 4-0 il finale grazie ai gol di Vesel, Perfumo e la doppietta di Delfino. Vince la Pizzeria Gadano contro il Bar Roma per 13-7

Tutto fermo in casa Ovada Calcio. Dovrebbe essere la prossima settimana quella decisiva per capire qualcosa di più delle strategia della società. Il tassello fondamentale sarà il si definitivo di Massimo Coscia, uomo designato alla direzione dell’area che coinvolge la prima squadra e le giovanili più vicine, dalla Juniores agli Allievi. Sulla base della decisione definitiva dell’attuale presidente della RealNovi G3, si penserà a come allestire la formazione per la prossima stagione. Secondo chi è informato due le questioni in ballo. La prima: il legame ancora molto forte con una società creata a fatta crescere negli anni. La seconda: la necessità di capire in crocreto, una volta proposta una linea di condotta e un’organizzazione il grado di adesione reale e coinvolgimento da parte degli attuali dirigenti. Difficile comunque rimettere assieme i cocci dopo un campionato molto deludente, un’avventura in che ha lasciato solo 23 punti in 30 partite, oltre al gusto amaro di una scelta, quella del salto di categoria, condivisa da tutti e a conti fatti rivelatasi errata. Negli ultimi dieci giorni pare aver perso definitivamente credito l’ipotesi di dialogo comune con il Libarna. Anche perché a Serravalle si gioca ancora, e per traguardi alti. Primo nodo da sciogliere la guida tecnica, il nome del successore di Pier Mario Fiori. E’ possibile che in breve tempo si sappia qualcosa di più in una rosa di cinque nomi. Secondo nodo: ricoinvolgere nel progetto quegli ovadesi che in Prima Categoria erano stati protagonisti e che nell’ultimo campionato per diverse ragioni hanno fatto più fatica. Se l’estate scorsa offrire una categoria superiore aveva rappresentato comunque un valore aggiunto decisivo, quest’anno le “sirene” potrebbero avere argomenti più convincenti.

inbreve AMATORI

Cortilese e Immaturi i nuovi campioni Asi Tanta gente domenica sera per la finale della fase provinciale del calcio Asi a Stazzano. In campo le finaliste della poule di qualificazione e quelle che si contendevano il titolo provinciale. Nella poule di qualificazione gli Immaturi hanno ottenuto l’iscrizione gratuita al Gazzetta Challenger in programma da martedì prossimo a spese della New Muppet, superata 4-0. Nella sfida più attesa, la Cortilese ha invece superato di stretta misura (3-2 il finale) i campioni uscenti della Premafer a dimostrazione dell’equilibrio che ha regnato nella kermesse.

grazie ai gol di Marenco, la doppietta di Bisio,le triplette di Agosto e Domino e la quaterna di Malvasi, per gli ospiti in gol Puppo, D’Agostino, due volte Maruca e tre volte Lorefice.Netta vittoria per il Play contro l’Atletico ma non Troppo, 11-1 il finale grazie ai gol di Repetto,le doppiette di Tumminelli e Caddeo e sei reti di Facchino, per gli avversari in gol De Lorenzi. Continua il Campionato di Calcio a 5 a Basaluzzo con Cortilese/Pizzeria Il Portico e Borgoratto che continuano la sfida a suon di vittorie alla conquista del titolo. La classifica in testa rimane invariata con Cortilese che guida con 52 punti, 2 in più di Alessandria. Cortile-

se regola 6-3 Legère Team Parodi. Portano al successo la capolista Cortilese Atzeni D (2), Grosso, Carbone, Romano e Cabella. Per Parodi non bastano i gol di Gualco, Fossati e Giordano. A Cortilese risponde Alessandria-Borgoratto che travolge 14-0 la malcapitata cenerentola I-Team. Kick Ass consolida il terzo posto con 35 punti e mette un piede nei playoff grazie alla vittoria per 5-3 nello scontro diretto con Devils. Portano Kick Ass alla vittoria Dal Ponte con una bella tripletta, Miano e Reyes con un gol a testa. Per Devils non bastano i gol di De Luca (2) e Tellalli. A quattro lunghezze si trovano Parodi e Autolavaggio Crovara.

A tre lunghezze, con 28 si trovano Devils, Virtus Pieve e Com-Pet. Altro risultato a sorpresa per la Virtus che esce sconfitta dallo scontro con Valrossara. Per Valrossara una vittoria meritata grazie ai gol di Priano (2) e Vigo. Per la Virtus Pieve limita il passivo Seminara. Torna alla vittoria invece Com-Pet che superando 9-3 Gavi Drink Team del capocannoniere Bouzai vede riavvicinarsi la zona playoff, ora distante solo 3 punti. Portano al successo Com-Pet un ritrovato Crisafulli, autore di ben 4 gol, Nicastro con una bella tripletta, Viglione e Brusaschetto D con un gol a testa. A Gavi non bastano i gol di Bouzai, Karbal e Lasagna.

CALCIO

Per il Villavernia un premio dai giovani Si conclude una buona stagione per il Tortona Villalvernia che, dopo la travagliata retrocessione dalla serie D, si è dovuto affacciare ad una realtà totalmente diversa e complicata come può essere il campionato di Eccellenza. Grazie al sapiente lavoro della società coordinata dall’esperienza del direttore generale Francesco Musumeci la squadra ha ottenuto una salvezza meritata malgrado la grande mole di infortuni che hanno compromesso il suo percorso. Può festeggiare due volte la società tortonese perché grazie al massiccio utilizzo di giovani si è assicurata il premio di 6mila euro staccando di ben 200 punti i secondi classificati di questa speciale graduatoria. “Siamo orgogliosi spiega Musumeci- il risultato è importante ed arriva dopo una stagione difficile. Ad inizio campionato tutti ci davano per spacciati perché arrivavamo da una retrocessione, avevamo troppi giovani in squadra e l’organico era rinnovato all’85%. Invece proprio i giovani sono stati la nostra forza e da questa base dobbiamo ripartire. Inoltre l’essere riusciti a rimanere nei budget preventivati ad inizio stagione è stato il vero e proprio capolavoro. Per questo è giusto ringraziare tutti coloro che hanno contribuito: da vertici alti della società fino alla Picci”.


losport

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

32 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Da sogno a realtà Il paese in festa per la Seconda Categoria

Mornese tinta di viola per la squadra fatta in casa EDOARDO SCHETTINO sport@ilnovese.info

Quello della favola a lieto fine è uno dei luoghi comuni più abusati nella cronaca sportiva. Ma la storia del Mornese ci va molto vicino. Era partita con presupposti diversi la stagione: una squadra assemblata esclusivamente con giocatori locali per la passione del gioco e l’intento di fare un passo indietro rispetto alle logiche che spesso, anche nelle categorie inferiori, governano lo sport. E’ stato un successo da 53 punti in 24 partite. Solo il Fresonara ha sconfitto “i viola” nel girone di andata, strappando un altro punto nel girone di ritorno con una condotta di gara discutibile. E la festa è stata bella e simpatica domenica scorsa: prima dell’ultima gara ogni giocatore ha indossato la maglia con il suo avatar sul petto. Tutto sommato “sobrio” se qualcuno aveva “minacciato” di tingersi i capelli di viola. “E’ stato un grande risultato – spiega il mister Alberto Boffito – che premia l’impegno profuso durante l’anno. Una squadra in cui i giocatori sono anche dirigenti e che rappresentava un’incognita per un età media molto bassa, 23 anni, di

sicuro inferiore alle nostre concorrenti”. Eppure si è capito subito che le cose sarebbero andate bene: nove vittorie in dieci turni, un collettivo spesso in grado di chiudere gli avversari nella loro metà campo. “Qualche giocatore – prosegue Boffito – aveva fatto campionati di Prima con Tagliolo e Silvano ma sempre come giovani. Qui si trattava di farsi carico del gruppo. Forse all’inizio qualche squadra ci ha sottovalutato. Ma con il passare delle giornate l’atteggiamento è cambiato. C’è chi ha festeggiato il pareggio con noi come se fosse successo con una grande squadra. La vittoria con il Casalcermelli nel girone di andata è stata quella che ci ha fatto capire che poteva-

mo stare in alto”. Ora la vittoria non deve cambiare il presupposto alla base di quest’avventura. “Siamo pronti a fare la Seconda Categoria con la stessa voglia, le stesse prerogative. Per me è un divertimento. Qualche giocatore non ci

sarà più, per impegni di studio; qualcuno andrà all’estero. Ma altri sono pronti a venire, incuriositi da queste realtà, consci che non essendo più giovani non troveranno spazio in Promozione o Prima”. Sarà più difficile, ma “il sogno continua”.

Manifestazioni Tre tornei per la Novese

TigerNoviNews

Una Tiger Novi di carattere recupera e vince 3-2 contro l’Audax Nella partita di domenica scorsa, in casa contro l’Audax, la Tiger Novi ha dimostrato il proprio carattere andando a vincere 32 con i tortonesi. La Tiger era passata in vantaggio al 32’pt. con un bel tiro da destra di Riad che scavalcava il portiere ospite. Nella ripresa, con una Tiger ancora con la testa negli spogliatoi, i tortonesi hanno recuperato andando in rete al 2’ e al 6’ st. Un black out che sembrava fatale per i tigrotti che, nonostante la caldissima giornata, negli ultimi venti minuti hanno ricominciato a macinare gioco aumentando gli attacchi che hanno premiato i padroni di casa che al 37’st. hanno pareggiato con Ashian che al 43’st. ha segnato anche la rete del vantaggio finale per 3-2. Domenica prossima ultima partita di campionato per la Tiger novi che sarà di scena a Pontecurone contro l’Aurora. TIGER NOVI: Cancello D., Spinelli, Spataro, Nocerino, Lamanauri, Raid, Ashian, Cancello S. (7’st. Scarato), Ciliberto (31’st. Cancello W.), Romanini, Massone (7’st.Cosentino). A disposizione: Angiulli. Allenatore: Cazzadore G.

Giovanissimi si fanno raggiungere e superare dalla Virtus Doppia partita per i Giovanissimi che mercoledì hanno giocato ad Alessandria contro la Virtus Junior, partita dominata per 3-1 dalla Tiger Novi, (reti di Leppa, Rabia e Pala), ma poi persa negli ultimi 15’ per 4-3. Altro, ed ultima di campionato, domenica mattina a Fresonara dove era di scena il Tortona Villalvernia. Incontro finito 4-0 per i tortonesi.

Recuperi per Esordienti e Pulcini. I Piccoli Amici di scena ad Alessandria. Fine settimana di riposo per le squadre della Scuola Calcio dell’ASD. Tiger Novi. Nella settimana le squadre saranno impegnate nei recuperi di campionato, a Carrosio per gli Esordienti e Pulcini 2004 a San Salvatore per i Pulcini Misti. Invece la squadra Piccoli Amici, saranno impegnati sabato ad Alessandria con il torneo della federazione.

Il Pernigotti a settembre A maggio e giugno la Novese allestirà tre tornei giovanili ma non ci sarà quello che da oltre 25 anni è il suo fiore all’occhiello. Il memorial Paolo e Lorenzo Pernigotti infatti non rientra nel calendario di tornei organizzati dalla società biancoceleste nel finale di stagione. La prestigiosa kermesse di calcio giovanile da sempre riservata a Giovanissimi e che negli ultimi anni ha registrato l’ingresso di una parte di gare riservate agli Esordienti infatti è stata rinviata a settembre. Difficile conoscere le cause di questa decisione ma il dato di fatto è che il torneo che vanta nel

suo albo d’oro team vincenti di serie a come Genoa, Sampdoria, Torino, Piacenza e Parma non è stato allestito in questa fase e sarà giocato a settembre, probabilmente nella prima quindicina del mese e ci dovrebbero essere in campo proprio i due maggiori team genovesi. Intanto proseguono le manifestazioni riservate al calcio giovanile con in campo per i memorial Gemme e Gambarotta a fine maggio tanti piccoli potenziali campioni. Per il Pernigotti invece occorre attendere settembre ma non è dato sapere se la nuova collocazione sarà definitiva o solamente occasionale.

Libarna, parte il Città di Serravalle

PRIMA SQUADRA

ASD TIGER NOVI - “Calcio e Solidarietà” Cell. 335/6882654 – 339/7334611 – 349/3133652

Numeri da record per l’edizione 2014 del Città di Serravalle che è iniziato lunedì scorso per chiudersi il prossimo 13 giugno. Il Libarna ha allestito una kermesse che coinvolge tutte le categorie giovanili, dai Piccoli amici fino agli Allievi per un totale di oltre 80 squadre e sfide finali in programma il 13 giugno. Si gioca tutte le sere al Bailo di Serravalle in notturna. L’ennesima dimostrazione della vivacità di un settore giovanile che sta attraversando una fase felice e con numeri record in fatto di iscrizioni e squadre allestite.


losport

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

33 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

1ª CATEGORIA - GIRONE H

SERIE D - GIRONE A Squadra GIANA ERMINIO RAPALLOBOGLIASCO BORGOSESIA CARONNESE LAVAGNESE CHIERI VADO CHIAVARI C. ASTI NOVESE VALLEE D'AOSTE F.CARATESE DERTHONA ALBESE SESTRI L. PRO DRONERO SANTHIA' VERBANIA

ACQUI BENE NARZOLE LIBARNA CHERASCHESE CASTELLAZZO B. VALENZANA LUCENTO CAVOUR PINEROLO SALUZZO FOSSANO TORTONA VILLALV. OLMO COLLINE ALFIERI BUSCA CHISOLA ATL.GABETTO SPORTING CENISIA

P.ti 78 66 59 57 57 56 56 49 47 47 47 46 45 44 28 26 17 15

Partite G V N 34 21 10 34 21 5 34 20 7 34 18 8 34 17 10 34 19 3 34 14 9 34 11 13 34 11 11 34 11 11 34 10 12 34 10 11 34 10 9 34 10 9 34 9 8 34 7 9 34 4 10 34 2 7

P 3 8 7 8 7 12 11 10 12 12 12 13 15 15 17 18 20 25

Reti F S 68 29 60 32 74 36 52 29 46 28 53 44 55 46 35 30 46 38 40 50 41 42 35 48 37 44 38 52 38 52 51 75 26 69 18 69

RISULTATI (34ª giornata): Chieri-Vallee d'Aoste 3-2, Chiavari C.-Giana Erminio 1-2, Novese-Verbania 2-2, Santhià-Asti 33, F.Caratese-Derthona 3-1, Sestri L.-Lavagnese 1-1, AlbeseBorgosesia 2-2, RapalloBogliasco-Vado 2-1, Caronnese-Pro Dronero 0-1

ECCELLENZA - GIRONE B Squadra

P.ti 73 68 67 62 61 60 51 46 44 44 42 41 39 39 35 30 22 13

Partite G V N 34 24 6 34 18 12 34 17 8 34 15 12 34 16 9 34 15 11 34 16 8 34 13 10 34 12 11 34 12 11 34 14 5 34 12 10 34 12 9 34 11 11 34 8 4 34 6 8 34 3 8 34 4 3

P 4 4 9 7 9 8 10 11 11 11 15 12 13 12 22 20 23 27

Reti F S 77 28 60 41 56 42 53 29 54 45 64 43 51 35 60 49 49 42 42 40 39 44 50 42 41 41 51 46 34 78 29 63 39 76 29 94

RISULTATI (32ª giornata): Lucento-Cheraschese 0-0, OlmoSaluzzo 0-1, Libarna-Busca 4-0, Castellazzo B.- Cenisia 2-1, Chisola- Atl.Gabetto 0-0, Bene Narzole- Cavour 3-0, Fossano- Valenzana 1-2, Colline Alfieri-Pinerolo 0-0, Acqui-Tortona Villalv.1-1

2ª CATEGORIA - GIRONE M Squadra P.ti QUARGNENTO DILETTANTI 63 SEXADIUM 51 LUESE 50 MANDROGNE 47 MONTEGIOCO 43 VALMILANA CALCIO 36 CASTELLETTO MONFERRATO 31 30 POZZOLESE DON BOSCO ALESSANDRIA 29 G3 REAL NOVI 29 FULVIUS 1908 28 PADERNA 28 TASSAROLO 23 GARBAGNA 15

Squadra ARQUATESE SAVOIA FBC CASSINE AURORACALCIO AL VILLAROMAGNANO FRUGAROLO X FIVE A.C.BOSCHESE SILVANESE QUATTORDIO PRO MOLARE CASSANO FORTITUDO F.O. VIGUZZOLESE CASTELNOVESE C. MONFERRATO FELIZZANOLIMPIA

P.ti 77 71 59 49 49 48 45 44 37 36 34 32 28 25 18 16

RISULTATI (26ª giornata): Castelletto M. – Luese 0-2, Don Bosco Al – Sexadium 1-3, Fulvius – Paderna 4-4, Garbagna – Mandrogne 1-2, Montegioco – Quargnento 1-5, Tassarolo - G3 Real Novi 1-1, Valmilana – Pozzolese 2-2

P 3 3 7 13 7 10 9 10 13 12 12 14 16 17 22 20

Reti F S 91 32 62 30 58 37 60 51 43 39 50 44 43 39 55 44 44 51 35 45 58 71 35 47 41 62 30 54 37 62 34 68

RISULTATI (30ª giornata): Pro Molare-Monferrato 2-1, A.C.Boschese-Villaromagnano 3-0, Felizzanolimpia-Fortitudo F.O. 1-2, Arquatese-Cassine 2-1, Cassano-Silvanese 2-4, Quattordio-Castelnovese C. 0-1, Viguzzolese-Auroracalcio AL 5-2, Savoia Fbc-Frugarolo X Five 3-2

PROMOZIONE - GIRONE D Squadra

Partite Reti G V N P F S 26 20 3 3 56 25 26 15 6 5 48 28 26 15 5 6 54 24 26 14 5 7 41 32 26 13 4 9 35 39 26 8 12 6 39 38 26 9 4 13 25 37 26 8 6 12 39 43 26 7 8 11 35 41 26 7 8 11 30 39 26 7 7 12 35 42 26 7 7 12 33 40 26 5 8 13 29 41 26 4 3 19 26 56

Partite G V N 30 25 2 30 22 5 30 18 5 30 16 1 30 13 10 30 14 6 30 12 9 30 12 8 30 10 7 30 9 9 30 8 10 30 8 8 30 7 7 30 6 7 30 5 3 30 3 7

VIRTUS MONDOVI' FC SAVIGLIANO CASTAGNOLE P. VILLAFRANCA CORNELIANO ASCA MORETTA SANTOSTEFANESE PEDONA B.S.D. SOMMARIVA P. CANELLI S.GIULIANO N. BOVES MDG CN GAVIESE OVADA LA SORGENTE

P.ti 64 52 52 49 45 45 43 42 39 39 37 37 36 36 23 16

Partite G V N 30 20 4 30 16 4 30 15 7 30 15 4 30 12 9 30 11 12 30 11 10 30 10 12 30 9 12 30 11 6 30 8 13 30 10 7 30 9 9 30 10 6 30 4 11 30 4 4

P 6 10 8 11 9 7 9 8 9 13 9 13 12 14 15 22

Reti F S 66 29 68 46 50 34 41 35 40 34 29 28 44 43 36 36 38 36 33 46 35 35 33 37 42 42 28 39 24 50 28 65

RISULTATI (30ª giornata): Sommariva P.- S.Giuliano N. 1-3, Gaviese-La Sorgente 1-0, Castagnole P.-Boves MDG CN 0-2, Fc Savigliano-Virtus Mondovì 2-1, Canelli-Asca 0-0, Pedona B.S.D.-Santostefanese 0-1, Moretta-Ovada 3-1, Corneliano-Villafranca 3-1

In edicola rinnovati e sempre più completi

e abbonarsi costa sempre 35 euro

dal 1997 la voce della città VIA BUFFA 39 • OVADA • CCP 13718150

mezzo secolo al servizio dei lettori VIA GARIBALDI 17 • NOVI LIGURE • CCP 12398111


losport

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

34 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Pallavolo Ora si deve iniziare a pensare al futuro del club

Mangini, addio playoff di B2 La Spezia interrompe il sogno dei novesi. Sabato ultima con Massa

inbreve CICLISMO

Nardin 4° a Tortona

MAURIZIO IAPPINI sport@ilnovese.info

gliore dei modi dai suoi tifosi. Per molti elementi del roster sarà forse l’ultima volta in biancoblù. Più che le scelte societarie, sono i dati anagrafici a determinare le scelte de futuro ma prima di parlare della squadra da allestire per la prossima stagione di B2, la Manginii dovrà fare chiarezza in società. il presidente Diego Mangini infatti ha già preannunciato di voler chiudere il suo triennio alla guida del club ma il gruppo dirigente si sta già attivando per trovare un sostituto in grado di dare continuità al progetto che prevede di giocare con sempre più giovani del vivaio da affiancare a qualche “cavallo di ritorno” che potrebbe tornare nel suo team di origine dopo anni da protagonista in giro per l’Italia. Il nome più gettonato è quello dell’opposto Moro ma è presto per voli pindarici. Prima c’è da allestire il nuovo gruppo dirigente e da individuare il nuovo

tecnico perché coach Agosto da tempo va preannunciando la sua uscita dal club e con lui è probabile che se ne tornino in Liguria tanti elementi a lui legati. Prima di parlare del futuro però c’è da onorare

pallavolo

Addio sogni di gloria per la Mangini Novi. La sconfitta ad Aulla contro lo Zephir Spezia ha matematicamente estromesso i novesi dalla chance di lottare per il salto di categoria. La concomitante vittoria di Scandiano cui in settimana sono stati assegnati i 3 punti del match non giocato per assenza del defibrillatore dieci giorni fa al PalaBarbagelata ha inoltre fatto precipitare la Mangini al sesto posto in classifica, una posizione che non rende onore al favoloso campionato che i biancoblù hanno disputato fino a 3 match dal termine. Paradossalmente, sul più bello, la Mangini ha pagato dazio con una incredibile serie di errori costati cari perché il defibrillatore che sabato non si trovava faceva il pari con l’assenza dell’opposto Diolaiuti. Ad Aulla, contro uno Spezia allestito per vincere il campionato, la Mangini ha disputato un match di medio livello ma la tensione che avrebbe dovuto esserci secondo le intenzioni della dirigenza non si è vista: i liguri che giocano in Toscana infatti si sono rivelati più forti dei novesi che il loro meglio l’avevano offerto nel finale e nell’inizio del girone di andata. La squadra novese si è presentata a questo finale di stagione con le pile un po’ scariche e la final four di coppa Italia ha tolto ulteriori energie. Ora c’è da onorare la stagione con l’ultimo impegno: sabato prossimo infatti la Mangini Novi ospiterà alle 21 un Massa ancora in lotta per il potenziale primo posto anche se Mondena non sta perdendo un match da troppe settimane. La Mangini però deve dare il massimo per congedarsi nel mi-

il presente e per farlo serve una prestazione da Mangini, tutta cuore e tecnica per lasciare il miglior ricordo possibile di una stagione che comunque sarà difficile dimenticare.

Plastipol: vittoria col Cus quota 30 ultimo obiettivo Spiccioli di fine stagione per la Plastipol che nella prima gara post retrocessione matematica batte il Cus Genova 3-0. Non brillantissima la prova del sestetto biancorosso, rivisto da coach Suglia. Cus sembra giocare più “leggero” all’inizio e sale sul 24-22. Servono un paio di belle giocate di Graziani, subentrato da poco al dolorante Gianluca Quaglieri, per ribaltare e chiudere 2624. I due successivi parziale sono appannaggio ovadese per 25-22 e 25-16. “Di sicuro – ha commentato al termine il direttore sportivo Alberto Pastorino – giocare la prima partita senza implicazione di classifica ha avuto un peso rispetto a una squadra abituata a giocare solo per onor di firma. Però è arrivato il successo. Ora pensiamo all’ultima di Campegine dove vogliamo ancora dimostrare qualcosa e avvicinarci il più possibile a quota 30”. Tabellino: Nistri, G. Quaglieri, Bisio 11, Belzer 10, Demichelis 15, Zappavigna 7. Libero: U. Quaglieri. Ut.: Bernabè 7, De Leo 1, Ricceri. All.: Suglia.

Pallavolo Cantine Rasore a una giornata dal termine

PALLAVOLO

Ovada: secondo posto sicuro I playoff saranno in salita

Argos Lab Arquata a un passo dalla serie D

E’ in mezzo al guado la Cantine Rasore Ovada. Il 30 di sabato con San Francesco assicura a Fabiani e compagne il secondo posto, per la concomitante sconfitta al tiebreak di San Mauro. C’è ancora una minima speranza di vincere il girone. Serve una vittoria sul difficile campo di Canelli e una sconfitta (anche per 3-2) dell’Argos Lab in casa con Occimiano. Non si fanno illusione in casa biancorossa. E si preparano a una seconda fase per le quali le regole sono incredibilmente cambiate negli ultimi giorni. La Federazione ha deciso di “salvare” le decime e undicesime dei gironi di C. I posti per il salto di categoria saranno solo 3. Con ogni probabilità, ma bisogna aspettare l’ultimo turno, le ovadesi affronteranno in casa le due terze degli altri gironi di D, una formazione di C in trasferta. Per tornare al campo, ottima la prova della Cantine Rasore contro un’avversaria che nel girone d’andata s’era imposta per 3-1. I problemi li ha avuto coach Gombi che nell’immediato pre partita ha dovuto rinunciare a Guidobono e Morino, schierando Fossati nel ruolo di opposto. La grande serata di Pettinati che ha chiuso con 18 punti e il 50% di positività offen-

siva è risultata decisiva. I parziali: 25-18, 25-16, 25-19. Nel primo set proprio Pettinati propizia il primo break e si arriva sul 17-9. Parziale rientro delle avversarie sul 20-16 ma chiusura tranquilla per le ovadesi. Nel secondo parziale c’è equilibrio fino al 10-6. Poi Ovada scappa sul 19-9 e chiude. Nel terzo squadra a braccetto fino al 14-13. Poi decide il servizio di Fossati, schierata come opposto, per il 17-13 che permette

alle padrone di casa di gestire. “L’ultima gara – analizza il ds Alberto Pastorino – sarà molto dura. Però la prova di sabato è stata decisamente positiva per qualità di gioco e concentrazione generale. Una sconfitta di Arquata è improbabile ma è importante essere sicuri del secondo posto è già un traguardo”. Tabellino: Fabiani, Pettinati 18, Ravera 9, Fossati 6, Grua 15, Massone 10. Libero: Lazzarini. All.: Gombi.

L’Argos Lab Arquata Volley supera anche la trasferta insidiosa di Torino contro il Lingotto, vince 3-0 e conferma il primo posto in classifica nel campionato interregionale di serie D femminile ad una sola giornata dalla fine. Sicura dell’accesso ai play-off promozione, ora ha la possibilità di promozione diretta alla serie C se sabato prossimo, tra le mura amiche, saprà superare la Fortitudo Occimiano anch’essa impegnata nella lotta per non retrocedere. Match contro il Lingotto comunque combattuto, con la formazione del coach Roberto Tamburini che ha dovuto affrontare una formazione giovane e che era decisa ad ottenere il punto necessario a garantirle la permanenza in serie D. Primo e secondo set dall’andamento analogo, con le due squadre appaiate sino alle fasi finali della frazione quando la formazione arquatese ha avuto il merito di mantenersi più lucida e concentrata, anche grazie ad una maggior maturità ed esperienza, e chiudere a proprio favore i parziali con il punteggio rispettivamente di 25/21 e 25/23. Nel secondo set parte più decisa l’Arquata Volley che conduce nettamente (17-9, 2015) sino al 24-19 quando, un po’ di deconcentrazione e la mai repressa determinazione del Lingotto, fanno correre qualche rischio di troppo alle bianco-blu, ma sul 24-23 un muro di Moro chiude definitivamente la partita. All’Arquata basterà vincere l’ultima partita, appuntamento al Palazzetto dello Sport di Arquata sabato 10 maggio alle 20,30, per mantenere il primato in classifica.

Dopo lo splendido quarto posto ottenuto da Nardin nella storica Milano-Tortona, la due giorni di Osteria Grande non ha riservato acuti per il ProgettoCiclismo Overall. Sia sabato nel circuito pianeggiante che domenica sul percorso della Coppa Varignana i gialloblù novesi hanno dovuto fare i conti con gli imprevisti (forature e guasti meccanici) che hanno compromesso la prestazione. Bravo Moret domenica, che pur dovendo sostituire la bicicletta e accollarsi un difficile inseguimento, nel finale di gara ha saputo ancora inserirsi nel gruppo a ridosso dei fuggitivi. Prossimo appuntamento: domenica 11, trasferta in terra toscana ancora con una gara di categoria Nazionale di alto livello, l’ambito Trofeo Matt.

CICLISMO

Staltari sul podio In una gara durissima, la Coppa Città di Borgomanero con salite con pendenze anche del 16%, il Città dei Campionissimi–Tre Colli ha raccolto il terzo podio stagionale, questa volta con l'acquese Stefano Staltari. I segnali che il giovane portacolori gialloverde avrebbe presto ottenuto i risultati auspicati all'interno del team, si era già avuta in occasione della 65° Coppa Primo Maggio a Ponzano Magra. La corsa di Borgomanero è stata caratterizzata dall'impegnativo percorso e da numerose cadute e guasti meccanici: dei 126 partenti, solo 50 hanno tagliato il traguardo. In successione Staltari, D'Onise, Scarabello e Baratella hanno avuto guai meccanici, soprattutto forature e ruote rotte. Stefano Staltari è riuscito a entrare nella fuga giusta e nella volata finale a 8 arrivando sul podio. La squadra parteciperà al Gran Premio Roero, corsa internazionale, in programma a Canale d'Alba mentre il team è stato invitato alla Tre giorni orobica di luglio, il massimo per la categoria.

CICLISMO

Sabato a Cassano l’Avogadro Sabato alla 14 sulla piazza XXVI aprile di Cassano Spinola l’8° trofeo ciclistico Universitario “Avogadro”: gara ciclistica su tracciato di 67,2 chilometri con un anello da ripetere 3 volte. Iscritti 150 atleti dei centri universitari sportivi, universitari, associati alle categorie ciclistiche incluse dall’Acsi. Iscrizione gratuita per gli studenti universitari. L’evento è organizzato dal Cus Piemonte Orientale (Cuspo) con Asd Costante Girardengo sotto col patrocinio del Centro Universitario Sportivo Italiano e la collaborazione del Comune di Cassano Spinola.


losport

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

35 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Basket Con la fase a eliminazione direttasi entra nel vivo

Serravalle chiude in vetta, ora i playoff MAURIZIO IAPPINI sport@ilnovese.info

La lunga cavalcata del Serravalle Basket griffato Gruppo Praga è terminata nel migliore dei modi. I rossoblu infatti hanno chiuso la regular season al primo posto del girone unico di serie C piemontese con sole 4 sconfitte su 26 incontri e un piazzamento che permette loro di affrontare la fase a eliminazione diretta col ruolo di teste di serie numero 1, nella parte alta del tabellone. La griglia playoff prevede però tempi ristretti e gli uomini di coach Ponta saranno già in campo sabato sera al PalaPatri di via Rimembranza alle 21 contro il Cirié in una sfida al meglio delle due partite con il ritorno previsto martedì sera nel torinese e l’eventuale bella tra dieci giorni ancora a Serravalle. In caso di passaggio del turno gli alessandrini se la vedranno con la vincente di Fossano-Torino mentre nella parte bassa del tabellone Aosta sfiderà Trecate e Cuneo affronterà Biella. Un campionato in cui nessuno ha regalato nulla nessuno ed emblematica è stata l’ultima sfida con Serravalle che ad Ivrea si è ritrovata di fronte avversari motivati perché in caso di successo e di contemporanea sconfitta di Borgomanero ad Alessandria, gli eporediesi si sarebbero salvati senza playout ma i due punti servivano anche agli ospiti che non hanno arretrato nel loro modo di affrontare la partita e il finale di 58-72 la dice lunga sulla differenza di valori in campo. Nota positiva il rien-

PALLACANESTRO

La Red Basket fa il bilancio di una stagione da protagonista E’ un bilancio in chiaro scuro quello della Red Basket, eliminata al primo turno dei playoff di C come non succedeva dal 2007. Grande amarezza in casa biancorossa per la doppia sconfitta con il Cus, maturata in condizioni particolari, contro un’avversaria di valore che però, come confermato anche nella prima gara della semifinale contro Sestri Levante, sembra godere di un occhio di riguardo da parte delle coppie arbitrali chiamate a dirigere le sue gare. Ma c’è anche orgoglio per una stagione molto brillante, e per certi versi superiore alle attese. “I ragazzi della C hanno dato tutto nel bene e nel male – sintetizza coach Andreas Brignoli - Siamo partiti a fari spenti e insieme abbiamo fatto ottime cose tanti risultati positivi”. I numeri sono importanti: venti vittorie e sei sconfitte in stagione regolare. Da aggiungere anche una bella partecipazione alla Coppa Liguria, terminata solo con la sconfitta in finale contro Sestri Levante dopo aver eliminato anche una formazione di categoria superiore come l’Azimut Loano. “Ancora di più conta il gruppo che si è formato nei mesi – spiega il presidente Mirco Bottero - l’unità di intenti, lo spirito con il quale abbiamo nascosto i difetti, fatto prevalere i pregi. Vittorie come quella “in emergenza” con Granarolo nel girone di andata e con Sestri Levante sono l’esempio lampante di questi concetti”. Anche nell’ultima partita, la sconfitta del Geirino per 83-71, la squadra ha comunque lottato fino a che c’è stata possibilità. Fondamentale la crescita durante l’anno di Dario Gay, playmaker che 18 anni li ha compiuti solo da poco, che ha rappresentato la principale novità nel panorama cestistico. “Non posso che ringraziare tutti i ragazzi – conclude Brignoli – per il lavoro fatto assieme”. Si riparte da qui per gettare le basi del prossimo campionato.

GINNASTICA tro sul parquet dopo un’assenza di quasi 5 mesi di Mozzi, forse preludio al recupero anche di Lavagno, l’altro grande infortunato rossoblu che Ponta spera di recuperare nella fase decisiva dei playoff. Prima parte di gara equilibrata al punto che si va al riposo lungo con Serravalle avanti di soli 5 punti ma al rientro in campo gli alessandrini allungano a +15, gap che si rivelerà decisivo nell’economia del match e infatti nell’ultimo quarto i serraval-

lesi allungano anche perché da Alessandria arrivano notizie poco confortanti per i padroni di casa. Per il gruppo Praga Serravalle c’è poco tempo per festeggiare perché in un certo senso i playoff riazzerano il vantaggio costruito e basta una serie di partite poco felici per dilapidare quanto di buono costruito in quasi 10 mesi di regular season. Il vantaggio di giocare in un palaPatri che ha conosciuto poche sconfitte i match decisivi però è di conforto.

Nuovo Circolo Ilva, poca fortuna per i team Poca fortuna per le compagini del Nuovo Circolo Ilva impegnate nei campionati estivi. La squadra A è stata sconfitta dallo Sporting Casale (vittoria in singolare di Gallinotti, sconfitte per Tinello, Parodi e per la coppia Milanese/Tinello) mentre la squadra B (Bruzzone, Giuliano e Longo), ha perso 4-0 a Sale. Bene i novesi in D3: 4-0 su Alessandria C (successi di Morgavi, Orione e della coppia Morgavi/Patrucco). Male i giova: Under-16 (Bruzzone e Frisone) battuti 3-0 in casa dalla Canottieri Casale, identico punteggio per gli Under 14 (Ghirardi, Giuliano, Longo e Romagnano) a Sale.Grande prestazione del novese Martino Milanese, nel Torneo Fit di 4ª Categoria organizzato dal Circolo Tennis Park di Ovada. Il portacolori del Nuovo Circolo Ilva in finale ha ceduto al padrone di casa Lottero che, dopo aver salvato un set-point e aver vinto il tie-break, ha preso il largo nella seconda frazione. Per le formazioni del Nuovo Circolo Ilva impegnate nei campionati a squadre esordio degli Under-14, che hanno inflitto un secco 3-0 alla Canottieri Casale C grazie alle vittorie di Romagnano e Longo nei singolari e della coppia Ghirardi/Giuliano in doppio.

Maratona: Costantino in evidenza a Padova Ha sfiorato il traguardo personale di 3 ore Salvatore Costantino (secondo da destra) che alla maratona di Padova, salita agli onori delle cronache per il calvario del keniano Eliud Magutfermato stremato a pochi metri dall’arrivo, è arrivato al traguardo col tempo comunque ragguardevole di 3h01’04”. Tra i fattori che hanno impedito al podista ovadese di fare meglio anche un forte vento contrario che ha rallentato tutti gli atleti, costringendoli anche a spendere molta più energia. Al termine della fatica Costantino si è comunque dichiarato soddisfatto rimandando ad una maratona autunnale il tentativo di migliorarsi ulteriormente.

inbreve

BADMINTON

Novesi super in Alto Adige oro sfiorato Grandi risultati per gli atleti del Boccardo BadmintoNovi nel Torneo Internazionale della Gioventù di Merano. I giovani novesi non hanno sfigurato,ottenendo numerose vittorie e sfiorando l’oro con Stefano D’Elia che assieme all’altoatesino Rudi Sagmeister superava i primi turni del Doppio Under 15 e battendo in semifinale con due sloveni; niente da fare contro Elias Oberschmied-Gregor Radner. I croati fermano nei quarti del Doppio U13 la coppia Luca Ottaviano-Federico Demicheli, con quest’ultimo che supera il girone eliminatorio del Singolare. Negli Under 19 Manuel Scafuri cede ai quarti Imitato da Tommaso Cardi. Da menzionare l’incredibile match nel Doppio U19 da parte del duo Daniele Serventi-David Capozza che nei quarti incontrano il campione degli ultimi Assoluti di Doppio Misto Pirmin Klotzner (nonchè atleta in forza al BadmintoNovi per il Campionato a Squadre di Serie A) e la promessa azzurra Philip Pontiero. Il risultato di 16-21 18-21 è quasi una vittoria. Ma sono le ragazze a dare al tecnico biancoceleste le maggiori soddisfazioni, con Camilla Negri che arriva alla finale dell’Under 17. La partita per il primo posto parte bene con la conquista del primo set a danno dell’austriaca Natalie Herbst che si riprende e chiude i due set 21-9 21-12. E dopo un secondo arriva anche un terzo posto ad opera di Costanza Sansebastiano e Sofia Zacco.

La Forza & Virtù sale di categoria con qualche rimpianto Passaggio di categoria centrato per la Forza & Virtù che così il prossimo anno potrà iscrivere alla serie B1 una squadra che di fattor rappresenta il vivaio cui fare affidamento per i prossimi anni. In Veneto le allieve guidate da Roberto Gemme ed Eleonora Gabrielli però hanno solamente sfiorato il successo finale, precedute di sei decimi dalle lombarde della Juventus Nova Melzo. Per le novesi il rammarico è rappresentato da qualche errore di troppo in alcuni attrezzi da alcune pedine chiave che hanno compromesso il risultato finale: soprattutto alla trave Emma Novello ha pagato dazio alla voce emozioni forti e infatti ha commesso un paio di errori che non le appartengono. Anche nel girone di qualificazione le bianconere virtussine Emma Novello, Carola Cuccia, Asia Pandolfo, Irina Adouchkina, Camilla Repetti e Valentina Massone avevano chiuso al secondo posto precedute da Ferrara ma nelle qualificazioni le novesi avevano dato il massimo proponendo esercizi con quozienti di difficoltà elevati, superati con discreta sicurezza, quella che un po’ è mancata in finale dove forse la paura di commettere errori ha preso il sopravvento ma l’obbiettivo di approdare alla serie superiore è stato ampiamente raggiunto. La stagione agonistica della Forza & Virtù prosegue ora con un impegno internazionale perché il 17 maggio Marta Novello e Carlotta Necchi saranno di scena n A di Francia in prestito al principato di Monaco. Poi gli Assoluti di Ancona dove Arianna Rocca difenderà il tricolore al Volteggio e l’argento alle parallele, preludio di un estate di lavoro per strappare la convocazione ai campionati del Mondo in Cina.

CICLISMO

Tacchino in Spagna con Cassani in preparazione del Mondiale C’era anche il preparatore castellettese Fabrizio Tacchino al sopralluogo disposto dal neo commissario tecnico della nazionale di ciclismo Davide Cassani sul percorso di Ponferrada in Spagna, teatro nel prossimo settembre dei mondiali su strada. Tacchino ha preso parte alla spedizione in quanto membro del Settore Studi della Federazione Ciclistica Italiana. Della delegazione facevano parte anche il ct della nazionale femminile Dino Savoldi, diversi collaboratori come Filippo Paolini, Filippo Pozzato, Oscar Gatto. “E’ sta un esperienza interessante – spiega il preparatore dell’Androni Giocattoli e del Team sovietico RusVelo - che è servita ad elaborare dati utili per ottimizzare la scelta degli atleti che saranno selezionati per le nazionali professionisti, dall’Under 23, alla Juniores sia in linea che a cronometro. Il mio compito era quello di monitorare la performance con strumenti a bordo delle bici e con registrazioni video sia dall’ammiraglia che montate sui manubri degli atleti. Successivamente ho elaborato i dati e realizzato un documento utile per atleti e tecnici. Nei prossimi mesi il lavoro sarà quello di appoggio ai CT nei collegiali di allenamento, programmando la preparazione e contribuendo alla migliore scelta degli atleti che faranno parte della squadra azzurra”. Il percorso dei Mondiali è un tracciato adatto ad atleti passisti veloci.


losport

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

36 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

TAMBURELLO passione e problemi

tra sport e identità culturale EDOARDO SCHETTINO sport@ilnovese.info

I risultati

Che fine ha fatto il Tamburello. Lo sport che, come nessun’altro ha acceso la passione degli sportivi ovadesi. Trentacinque anni fa lo squadrone composto da Marello, il popolare “Cerot”, Capusso, Bonanate, Chiesa, Scattolini e Arata conquista lo storico e unico scudetto di un’Ovada che è rimasta nell’immaginario di chi ha almeno 45 anni. E lo Sferisterio a fianco di via lung’Orba, oggi meta di pochi appassionati, simbolo triste di ciò che è sfiorito, traboccava d’entusiasmo con quasi 3.500 presenze. Non c’era solo il campionato. L’altro appuntamento attesissimo era “L’agosto tamburellistico”. Forse non a caso l’Ovadese, con Cremolino e Carpeneto, è rimasto l’unico territorio, nel primo anno post traumatica scomparsa del Callianetto dominatore degli ultimi dieci campionati, a poter vantare tradizione, in una Serie A che si è “rintanata” al confine tra mantovano, sei delle undici squadre vengono da li, veronese e provincia di Trento. Il 25 aprile, per il derby, l’impianto alla base di Cremolino, dominato sulla sommità dalla figura imponente del castello, era pieno. La partita, dicono i conoscitori, non è stata tecnicamente di livello elevato. Ma è stata appassionante come da molto non si vedeva. Questa la molla che ci ha spinto a fare il punto, 35 anni dopo.

L'istantanea di un tempo Dal libro “Il Tamburello nell’Ovadese” di Diego Sciutto una foto degli anni d’oro dell’Agosto Tamburellistico, manifestazione che si tenne tra il ’70 e l’81 in grado di richiamare formazioni da tutto il nord Italia. Tre le affermazioni di squadre ovadesi: doppietta dell’Enal nel 1974 e nel 1976, successo del CRO nel 1979. La Pro Loco di Cremolino si impose nel 1977.

Qui Cremolino

La stagione che sta per arrivare al giro di boa finora non è stata delle più felici. Ma ne hanno viste tante nella società che vanta longevità e risultati importanti, solo un anno di stop assoluto nel 1981. Non ha sorpreso nemmeno la scomparsa del Callianetto. “Ci sono tanti esempi di realtà basate solo sugli investimenti di un singolo. Via Fassio, è finito tutto”. Sulla parete del bar ci sono i tre scudetti di Serie B conquistati negli anni. C’è anche una finale assoluta nel curriculum societario, persa proprio con la squadra astigiana nel 2009. “L’ambizione – spiega il presidente Claudio Bavazzano, protagonista prima come giocatore – di scrivere un giorno il nostro nome sull’albo d’oro c’è. Lo meriteremmo, se non altro per i tanti anni di impegno. Mi creda, non è solo un problema di risorse. Star dietro alle regole imposte dalla Federazione è sempre più difficile”. Eppure qui si gioca ai massimi livelli ma anche per pura passione con le formazioni di Serie C e D. La femminile non è stata riproposta, con le protagoniste principali fermate da esigenze di lavoro. Per assicurare un futuro alla disciplina si va nelle scuole, al Comprensivo di Molare. Le risorse vengono da due sponsor importanti, una serie di marchi che danno una mano con piccoli contributi. “E poi non dimentichiamo anche l’aiuto di diversi tifosi”. In luglio c’è anche la sagra del pesce, molto impegnativa, per raccogliere fondi. La passione c’è . Con il Sabbionara l’affluenza è buona anche per rivedere l’ex Alessio Monzeglio, “E’ ancora uno dei più forti. Qui il Tamburello è argomento di discussione durante la settimana, e poi nel periodo in cui allestiamo la squadra”. Sugli spalti l’età media è elevata, la presenza di donne pure. Si discute anche di come rendere più appetibile il gioco ai neofiti. “Per me – conclude Bavazzano – bisogna velocizzare il gioco, favorire chi attacca. Questo sport non può essere solo una dimostrazione di bravura nel palleggio fine a se stessa. Una volta la partita era il modo per passare il pomeriggio. Ora non è possibile che una gara duri più di tre ore”.

Provano a risollevarsi le due squadre. Il colpo vero il Carpeneto l’ha fatto nell’incontro del 1° maggio battendo 13-9 il Castiglione, una gara molto importante per la salvezza. Inizio contratto per Baldini e compagni indietro anche 5-2. Sale però il gioco dei padroni di casa, cala sull’altro fronte Luca Monzeglio e la gara cambia padrone. Sorpasso sull’8-7 e vittoria col rush finale. Sabato scorso gara sospesa a Cavriana sull11-7. Ieri, col giornale in stampa, recupero interno col Castellaro. Domenica turno di riposo. Importante anche la vittoria del Cremolino sul Sabbionara. La formazione di Viotti s’è scrollata di dosso la paura nell’ultima parte di match, dopo essere stata sull’8-8. Domenica, dalle 16.00, è in programma la gara interna con il forte Solferino (le due squadre hanno invertito il campo). Il 14 di nuovo in campo con il Guidizzolo, la gara riparte dall’1-5. Straordinari anche il Carpeneto che se la vedrà con il Monte. Delusione infine per la Serie C del Cremolino che è stata sconfitta dal fanalino di coda Piea. Troppi errori per una formazioni rivista a causa dell’assenza di Frascara, il conseguente spostamento sul fondo di Ottria.

Qui Carpeneto “Questo sport è in crisi”. Non utilizza mezzi termini Gianni Porazza, presidente e direttore tecnico; è stato anche giocatore, ma nella variante a muro. E’ l’anno zero anche qui. La squadra deve salvarsi, terminata la fase delle ambizioni frustrate, guidata dal fratello Pier Giulio che ha “traslocato” all’Asti Calcio. Di quegli anni è rimasta la sponsorizzazione di Erg, quasi un lascito del concittadino Riccardo Garrone. “Qui gli anni scorsi si diceva che avevamo preso ex giocatori”. E’ arrivata una finale di Coppa Italia, poche vere soddisfazioni. Eppure da quest’anno l’impianto, un gioiellino incastonato tra le colline attorno al paese, è stato rinnovato: è stata aggiunta una tribuna centrale, per la quale il Comune ha ottenuto un finanziamento dal Credito Sportivo. “Non so cosa deve succedere. Però i costi stanno diventando insostenibili: 5 mila euro di iscrizione più la cauzione di 2.500 (le sanzioni imposte dalla Federazione vengono scalate ndr)”. E poi trasferte interminabili: un anno la squadra è dovuta andare tre volte a Mezzolombardo. Per questo Porazza ha le idee chiare. “Si dovrebbe dividere il campionato in quattro gironi regionali: Piemonte, Lombardia, Veneto e Trentino. Solo le migliori si sfiderebbero alle finali. In questo modo chi ha passione potrebbe venire anche fuori casa. E le sfide sarebbero più interessanti”. “La dimensione nazionale – fa eco Pinuccio Malaspina, tornato a dare una mano dopo tanti anni nell’indoor femminile con la Paolo Campora - la puoi tenere al coperto, quando basta una palestra per giocare”. Contro il Castiglione, sfida fondamentale di bassa classifica, la squadra è stata in campo tre ore e un quarto, l’orologio del campanile a scandire il tempo. Sulla tribuna, la “lingua ufficiale” non è l’italiano ma il dialetto. Le due squadre hanno “paura”, specie nella fase centrale del match: questo si traduce in quel tipico palleggio alto che gli stessi protagonisti indicano come uno degli aspetti negativi del gioco. Quando Saverio Bottero trova un punti decisivi sono le sette passate molti se ne sono già andati: è calato il fresco e poi è ora di cena. Tre giorni dopo a Cavriana si è andati fino all’11-7 prima di veder sospesa la partita. Poi ti chiedi perché qualcuno chiede trasferte più accettabili.


latelevisione

ilsettimanale • giovedì 8 maggio 2014

laprogrammazione

dal 8 al 14 maggio

giovedì

venerdì

sabato

37 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

domenica

lunedì

martedì

mercoledì

08 09 10 11 12 13 14 maggio

15.20 La vita in diretta, attualità 17.00 Tg1-Che tempo fa 18.50 L’Eredità, gioco 20.00 Tg1 20.30 Affari tuoi 21.15 Un medico in famiglia 9, fict. 23.15 Tg1 60 secondi

15.20 La vita in diretta, attualità 17.00 Tg1-Che tempo fa 18.50 L’Eredità, gioco 20.00 Tg1 20.30 Affari Tuoi, gioco 21.15 Si può fare, varietà 23.40 TV7, attualità

16.50 Tg1 - Che tempo fa 17.00 A Sua Immagine, documenti 18.50 L’Eredità, gioco 20.00 Tg1 20.30 Rai Tg Sport 21.30 Sissi, fiction 23.45 Fede e coraggio, film

14.00 L’Arena, varietà 16.35 Domenica In.., varietà 18.50 L’eredità, gioco 20.00 Tg1 20.40 Affari tuoi, gioco 21.30 La stessa luna, film 23.30 Speciale Tg1, attualità

14.10 Verdetto finale, attualità 15.20 La vita in diretta, attualità 17.00 Tg1-Che tempo fa, attualità 18.50 L’eredità, gioco 20.30 Affari tuoi, gioco 21.15 Mister Ignis, fiction 23.10 Tg1 60 secondi

14.10 Verdetto finale, attualità 15.20 La vita in diretta, attualità 18.50 L’eredità, gioco 20.00 Tg1 20.30 Affari tuoi, gioco 21.15 Mister Ignis, fiction 23.25 Tg1 60 secondi

14.10 Verdetto finale, attualità 15.20 La vita in diretta, attualità 18.50 L’eredità, gioco 20.00 Tg1 20.30 Affari tuoi, gioco 21.15 Carissima me, film 23.35 Porta a Porta, attualità

14.00 Detto Fatto, attualità 16.15 The Good Wife, telefilm 17.45 Tg2 Flash L.I.S. 18.15 Tg2 18.45 Squadra Speciale Cobra 11, tf 21.10 Unici...essere Vasco Rossi, doc. 23.30 I più grandi di tutti, film

14.00 Detto Fatto, attualità 16.15 The Good Wife, telefilm 17.45 Tg2 Flash L.I.S. 18.15 Tg2 18.45 Squadra Speciale Cobra 11, tf 21.10 Virus-Il contagio delle idee, att. 23.35 La Pantera Rosa 2, film

14.00 Voyager Factory, documenti 15.40 Sea Patrol, telefilm 17.10 Sereno Variabile, attualità 19.35 Countdown, telefilm 20.30 Tg2 21.00 Eurovision Song Contest, mus. 00.20 Rai Sport Sabato Sprint

15.40 Quelli che il calcio 17.10 Rai Sport Stadio Sprint 18.10 90° minuto, attualità 19.35 Countdown, telefilm 20.30 Tg2 21.00 Formula 1: GP di Spagna 23.00 La domenica sportiva, attual.

14.00 Detto Fatto, attualità 16.15 The Good Wife, telefilm 17.45 Tg2 Flash L.I.S. 18.45 Squadra Speciale Cobra 11, tf 20.30 Tg2 21.10 Resurrection, telefilm 23.45 Intelligence, telefilm

14.00 Detto Fatto, attualità 16.15 The Good Wife, telefilm 17.45 Tg2 Flash L.I.S. 18.45 Squadra Speciale Cobra 11, tf 20.30 Tg2 21.10 Made in Sud, varietà 23.45 2Next, attualità

14.00 Detto Fatto, attualità 16.15 The Good Wife, telefilm 17.45 Tg2 Flash L.I.S. 18.45 Squadra Speciale Cobra 11, tf 20.30 Tg2 21.10 The Voice of Italy, reality 00.30 Tg2

13.10 Rai Educational 14.00 Tg Regione 15.10 Terra Nostra 2, soap 16.00 Ciclismo: presentazione... 19.00 Tg3 - Tg Regione 20.10 Un posto al sole, soap 21.05 Il 13° guerriero, film

15.05 TgR Piazza Affari 16.40 Geo, documenti 19.00 Tg3 Regione 20.00 Ciclismo: 97° Giro d’Italia 20.15 Un posto al sole, soap 21.05 Sfide, documenti 23.05 La tredicesima ora, docum.

15.05 Ciclismo: 97° Giro d’Italia 17.30 Processo alla tappa 19.00 Tg3 - Tg Regione 20.00 Blob 20.10 Che tempo che fa, talk show 21.30 Ulisse: il piacere della sco.., doc. 23.40 Tg3 - TG Regione

14.30 In 1/2 ora, attualità 15.00 Tg3 L.I.S. (per non udenti) 15.05 Ciclismo: 97° Giro d’Italia 17.30 Processo alla tappa 20.00 Blob 20.10 Che tempo che fa, talk show 23.00 Glob-Diversamente italiani, var.

15.10 Terra Nostra 2, soap 16.40 Geo, documenti 19.00 Tg3 Regione 20.00 Blob 20.35 Un posto al sole, soap 21.05 Report, attualità 23.00 Visionari, documenti

14.50 TgR Leonardo 15.10 Ciclismo: 97° Giro d’Italia 17.15 Processo alla tappa 19.00 Tg3 Regione - Blob 20.35 Un posto al sole, soap 21.05 Ballarò, attualità 23.30 Nemico pubblico, varietà

15.10 Ciclismo: 97° Giro d’Italia 17.15 Processo alla tappa 19.00 Tg3 Regione - Blob 20.10 Pane quotidiano 20.35 Un posto al sole, soap 21.05 Chi l’ha visto?, attualità 23.15 Le storie di “Chi l’ha visto?”, var.

15.30 Hamburg distretto 21, film 16.30 My Life-Segreti e passioni, soap 18.55 Tg4-Meteo.it 19.35 Il Segreto, soap 20.30 Tempesta d’amore, telefilm 21.15 Il tempo del coraggio e..., fict. 23.15 Nuove scene da un matr.., att.

14.00 Lo sportello di Forum, attualità 15.30 Zorro, telefilm 18.55 Tg4-Meteo.it 19.35 Il Segreto, soap 20.30 Tempesta d’amore, telefilm 21.15 Quarto grado, attualità 00.00 36 Quai des Orfèvres, film

15.30 Come si cambia Celebrity real. 16.10 Ieri e oggi in tv, documenti 17.00 Poirot: sfida a Poirot, film 18.55 Tg4-Telegiornale-Meteo 19.35 Il Segreto, soap 21.30 Nico, film 23.20 Facile preda, film

13.55 Blue Beach Paradise Story, att. 14.45 Letti separati, film 18.55 Tg4-Telegiornale-Meteo 19.35 Il segreto, soap 20.30 Tempesta d’amore, soap 21.15 Anche gli angeli mangiano.., fl 01.40 Tg4 Night News

14.00 Lo sportello di Forum, attualità 15.30 Hamburg distretto 21, telefilm 18.55 Tg4 - Meteo 19.35 Il segreto, soap 20.30 Tempesta d’amore, soap 21.15 Quinta colonna, attualità 23.55 Confessione reporter, att.

15.30 Hamburg distretto 21, telefilm 17.00 L’indiana bianca, film 18.55 Tg4 - Meteo 19.35 Il segreto, soap 20.30 Tempesta d’amore, soap 21.15 Alive-Storie di sopravvissuti, doc. 00.25 Romeo deve morire, film

15.30 Hamburg ditretto 21, telefilm 16.35 Il grande Caruso, film 18.55 Tg4 - Meteo 19.35 Il segreto, soap 20.30 Tempesta d’amore, soap 21.15 Il bambino con il pigiama a.., fl 24.00 Dentro la notizia, attualità

16.15 Il segreto, soap 18.50 Avanti un altro!, gioco 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Striscia la notizia, varietà 21.10 Ammutta Muddica, varietà 23.30 Matrix 01.30 Tg5 - Notte - Meteo.it

14.40 Uomini e Donne 16.05 Grande Fratello 13 16.15 Il segreto, soap 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Striscia la notizia, varietà 21.10 La bella società, film 23.30 Supercinema, attualità

15.25 Il segreto, soap 16.10 Verissimo, attualità 18.50 Avanti un altro!, gioco 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Striscia la notizia, varietà 21.10 Amici, varietà 23.30 Speciale Tg5, attualità

13.40 L’arca di Noè, attualità 14.00 Incompreso, fiction 18.50 Avanti un altro!, gioco 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Paperissima Sprint, varietà 21.10 Il segreto, soap 23.00 Grande Fratello 13, reality

14.40 Uomini e donne, talk show 16.05 Grande Fratello 13, reality 17.10 Pomeriggio Cinque, attualità 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Striscia la notizia, varietà 21.10 Grande Fratello 13, reality 00.15 Grande Fratello 13 Live, real.

16.15 Il segreto, soap 17.10 Pomeriggio Cinque, attualità 18.50 Avanti un altro!, gioco 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Striscia la notizia, varietà 21.10 Vicino a te non ho paura, film 23.40 Matrix, attualità

16.15 Il segreto, soap 17.10 Pomeriggio Cinque, attualità 18.50 Avanti un altro!, gioco 20.00 Tg5 - Meteo.it 20.40 Striscia la notizia, varietà 21.10 Calcio: Finale Europa League 23.05 Speciale Europa League

14.35 Dragon ball Saga, cartoni 15.20 Vecchi bastardi, varietà 16.15 Urban Wild, documenti 17.15 Come mi vorrei, telefilm 19.20 CSI - Scena del crimine, tf 21.10 Wild-Oltrenatura, film 00.35 True Justice, film

14.35 Dragon Ball saga, cartoni 15.20 Vecchi bastardi, varietà 16.15 Urban Wild, documenti 18.30 Studio Aperto - Meteo 19.20 CSI - Scena del crimine, tf 21.10 Colorado, varietà 00.20 The Pills, telefilm

13.40 Grande Fratello 13, reality 14.10 I Simpson, cartoni 15.55 La recluta dell’anno, film 18.30 Studio Aperto 19.00 Immagina che, film 21.10 Un’impresa da Dio, film 23.05 Life, film

14.15 Grande Fratello 13, reality 14.40 Tremors, film 16.35 Tiger-Team, film 18.30 Studio aperto - Meteo.it 19.30 StreetDance, film 21.30 Lucignolo, varietà 00.30 Confessione reporter, attual.

14.35 Dragon ball Saga, cartoni 15.20 Vecchi bastardi, varietà 16.15 Urban Wild, documenti 18.30 Studio Aperto 19.20 CSI - Scena del crimine, tf 21.10 Ghost Rider, film 23.00 Tiki Taka

14.35 What’s my destiny Drag.., cart. 15.20 Vecchi bastardi, varietà 16.15 Urban Wild, documenti 18.30 Studio Aperto 19.20 CSI - Scena del crimine, tf 21.10 Arrow, telefilm 22.55 Nikita, telefilm

14.35 What’s my destiny Drag.., cart. 15.20 Vecchi bastardi, varietà 16.15 Urban Wild, documenti 18.30 Studio Aperto 19.20 CSI - Scena del crimine, tf 21.10 Stardust, film 23.45 Chiambretti Night, varietà

14.40 Le strade di San Francisco, tf 16.40 Il commissario Cordier, telef. 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, telefilm 21.10 Michele Santoro presenta.., att. 00.00 La7 Night desk, attualità

14.40 Le strade di San Francisco, tf 16.40 Il commissario Cordier, telef. 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, telefilm 21.10 Crozza nel paese dell.., att. 22.40 Bersaglio mobile, attualità

14.00 Tg La7 - Cronache 14.40 Le strade di San Francisco, tf 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, attualità 21.10 Il commissario Maigret, film 00.45 La7 Sport

14.40 Assassinio sul palcoscenico, fl 16.30 La libreria del mistero, film 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Domenica nel paese delle.., var. 21.10 Omicidio a luci rosse, film 23.30 Terrore cieco, film

14.40 Le strade di San Francisco, tf 16.40 Il commissario Cordier, telef. 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, attualità 21.10 Piazzapulita, attualità 00.00 La 7 Night Desk, attualità

14.40 Le strade di San Francisco, tf 15.50 Il commissario Cordier, telef. 18.00 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, attualità 21.10 Nel centro del mirino, film 23.15 Sex & the City, telefilm

14.40 Le strade di San Francisco, tf 16.40 Il commissario Cordier, telef. 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, attualità 21.10 La gabbia, attualità 00.00 La7 Night Desk, attualità

Canale5

Rai1

maggio

Rai2

maggio

Rai3

maggio

Rete4

maggio

Italia1

maggio

La7

maggio

R OT T WE I L E R & JAC K R U SS E L TE R R I E R

Regione Chiappini, 225 Rocca Grimalda (AL) Tel. 347 5760185 www.dialbascura.com

Nel nostro allevamento è possibile trovare i cuccioli delle nostre razze più adatti alle vostre esigenze e anche alle vostre possibilità! Addestramento/educazione cinofila per tutte le razze. Contattateci per avere maggiori informazioni.


notizieutili lefarmacie

www.farmapiemonte.org

NOVI LIGURE Giovedì 8 maggio: Giara (via Girardengo); venerdì 9: Moderna (via P.Giovanni XXIII); sabato 10: Beccaria (via P.Isola), di appoggio diurno: Valletta (via Garibaldi) e Moderna (via P.Giovanni XXIII); domenica 11: Cristiani (via IV Novembre); lunedì 12: Nuova (viale Saffi); martedì 13: Baiardi (via Girardengo); mercoledì 14: Comunale (via Verdi). OVADA Domenica 11 maggio: Gardelli, Corso Saracco. NEI PAESI Giovedì 8 maggio: Belleri (Gavi), Maiocchi (Cabella); venerdì 9: Balbi (Serravalle), Belforte (Albera); sabato 10: Giacoboni (Arquata); domenica 11: Di Matteo (Vignole), Libarna (Serravalle); lunedì 12: Cantù (Gavi), Sartorotti (Rocchetta); martedì 13: Foco (Stazzano), Marucchi (Borghetto); mercoledì 14: Foco (Stazzano). BASALUZZO: Moccagatta (aperta la seconda domenica del mese); CAPRIATA D’ORBA: Opizzi (terza domenica del mese); CABELLA: Maiocchi (seconda domenica del mese); PASTURANA: Bianchi (prima domenica del mese); POZZOLO FORMIGARO: Perseghini (seconda e quarta domenica del mese). Contattando il sito www.farmapiemonte.org al link: “cerca la farmacia aperta più vicina” è possibile conoscere, anche con largo anticipo, le farmacie di turno desiderate.

leedicole NOVI LIGURE Domenica 11 maggio Mandirola (corso Marenco); Magenta (via Marconi); Fanin (via Papa Giovanni XXIII); Salinelli (piazza XX Settembre); Ferrarese (via Verdi); Ponte (Stazione Fs); Scarsi (viale P.Cichero); Arecco (via Amendola); Rebora (via Casteldragone); Edicola di viale Saffi. OVADA Domenica 11 maggio Piazza Assunta , Corso Saracco, Corso Libertà

ilsettimanale • giovedì 9 maggio 2013

38 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

leposte

parrocchieemesse

ORARIO CONTINUATO (dal lunedì al venerdì 8.25-19.10; sabato 8.25-12.35) Novi Ligure (p.zza De Negri 1), Ovada (via Monsignor Cavanna 16).

NOVI LIGURE

ORARIO ORDINARIO (dal lunedì al venerdì 8.25-13.35; sabato 8.25-12.35) Novi Ligure (via Garibaldi), Arquata Scrivia (via Libarna 201), Cassano Spinola (via Arzani 93), Cremolino (via San Bernardino 1), Gavi (piazza Dante 10), Pasturana (via Roma 18), Serravalle Scrivia (via Brodolini 17) (dal lunedì al venerdì 8.15-13.45; sabato 8.15-12.45) Basaluzzo (via Stazione 3), Borghetto Borbera (via Roma 63), Borghetto Borbera (Persi, via Provinciale 14), Bosio (via Umberto I 42), Cabella Ligure (piazza della Vittoria), Capriata d’Orba (via San Giovanni 2), Carpeneto (piazza Vittorio Emanuele II 1), Castelletto d’Orba (via G. B. Borgatta 7), Lerma (corso Spinola 12), Molare (via P. Albareto), Pozzolo Formigaro (piazza IV Novembre 4), Prasco (via Roma 1), Predosa (via Cavour 6), Rocca Grimalda (piazza Vittorio Veneto 1), Silvano d’Orba (piazza Battisti 48), Stazzano (piazza Risorgimento 5), Tagliolo Monferrato (via Roma 2), Trisobbio (via Roma 12), Vignole Borbera (viale Torino 14), Voltaggio (piazza Garibaldi 6).

OVADA ORARIO RIDOTTO (lunedì, mercoledì e venerdì 8.15-13.45) Rocchetta Ligure (piazza Regina Margherita), Cantalupo Ligure (via Umberto I 27), Albera Ligure (via Roma), Belforte Monferrato (via San Colombano 3), Carrosio (via G. Odino 39), Francavilla Bisio (via Guasco 16), Fresonara (piazza Italia 10), Grondona (via Municipio), Parodi Ligure (piazza Municipio 5), San Cristoforo (via Irmo Ferrari 16a), Tassarolo (piazza Libertà 10). (martedì, giovedì e sabato) Predosa (Castelferro, via Pellizza 3)

numeridiemergenza Ambulanza 118; Carabinieri 112; Vigili del fuoco 115; Polizia 113; Guardia di finanza 117

Direzione GENOVA 6.00 R 21107 (§) • Serravalle Scrivia 6.08, Arquata 6.21, Genova Sampierdarena 7.21, G. Principe 7.29, G. Brignole 7.35. 6.44 RV 1759 Serravalle 6.51, Arquata 6.57, G. Principe 7.32, Brignole 7.38 7.05 R 6111 (*) Serravalle 7.12, Arquata 7.19, G. Principe 7.54, Brignole 8.00. 7.44 RV 2503 Serravalle 7.50, Arquata 7.56, Principe 8.30 8.44 RV 2505 Serravalle 8.51, Arquata 8.57, Principe 9.30, Brignole 9.38. 9.44 RV 2161 Serravalle 9.51, Arquata 9.57, Principe 10.30, Brignole 10.38. 11.44 RV 2511 Serravalle 11.51, Arquata 11.57, Principe 12.30, Brignole 12.38. 12.44 RV 2513 Serravalle 12.51, Arquata 12.57, Principe 13.30, Brignole 13.38. 13.44 RV 2515 (§) Serravalle 13.51, Arquata 13.57, Principe 14.30, Brignole 14.38. 14.44 RV 1761 Serravalle 14.51, Arquata 14.57, Principe 15.30, Brignole 15.38. 15.15 IC 515 (§) G. Principe 15.56, G. Brignole 16.02 16.44 RV 2521 Serravalle 16.51, Arquata 16.57, Principe 17.30, Brignole 17.38. 18.44 RV 1745 Serravalle 18.51, Arquata 18.57, Principe 19.30, Brignole 19.38. 19.15 IC 519 G. Principe 19.56, G. Brignole 20.02 19.43 RV 2527 Serravalle 19.48, Arquata 19.56, Principe 20.32, Brignole 20.38. 20.44 RV 2529 Serravalle 20.51, Arquata 20.57, Principe 21.30, Brignole 21.38. Direzione MILANO 6.20 R 2160 (§) Pozzolo 6.27, Tortona 6.43, Voghera 6.56, Pavia 7.16, Rogoredo 7.41, Milano Lambrate 7.46, Milano Centrale 7.55. 6.38 R 2162 (§) Pozzolo 6.44, Tortona 6.58, Voghera 7.12, Pavia 7.32, Rogoredo 7.53 7.56 R 2164 (§) Pozzolo 8.02, Tortona 8.16, Voghera 8.29, Pavia 8.51, Rogoredo 9.10, Lambrate 9.18, Milano Centr. 9.30.

Nostra Signora Assunta (piazza Assunta): ore 8.00, 11.00, 17.30; prefestivi ore 17.30; feriali ore 8.30. San Paolo della Croce (corso Italia): ore 11.00; prefestivi ore 20.30; feriali ore 20.30. Padri Cappuccini: ore 10.30. Padri Scolopi (piazza San Domenico): ore 7.30, 10.00; prefestivi ore 16.30; feriali 7.30, 16.30. Madri Pie: feriali ore 17.30. Monastero Passioniste: ore 10.00. Ospedale: prefestivi e feriali ore 18.00. San Venanzio (frazione San Venanzio): festivi ore 9.30. Grillano: festivi ore 9.00. Nostra Signora della Neve (frazione Costa): festivi ore 10.00. San Lorenzo (frazione San Lorenzo): festivi ore 11.00.

guardiamedica

itreni Partenze da Novi

Collegiata (piazza Dellepiane): ore 9.00, 11.00, 12.00, 17.00; prefestivi ore 17.00. Sant’Andrea (piazza Sant’Andrea): ore 10.00. Sant’Antonio (viale Rimembranza): ore 8.00, 10.00, 11.00, 17.30. Cimitero (via P. Isola): ore 8.45. Sacro Cuore (via Don L. Sturzo): ore 8.00, 11.00, 17.00; prefestivi ore 17.00. San Nicolò (via Girardengo): ore 8.30, 10.30, 11.30, 18.00; prefestivi ore 18.00. Cristo Risorto (quartiere G3): ore 9.30. Maddalena (via Abba): prefestivi ore 17.00. San Pietro (via Roma): ore 10.00, 11.30, 18.15; prefestivi ore 18.15. Santa Rita (via Monte Grappa): ore 9.00. San Giovanni Bosco (via San G. Bosco): ore 9.00. Barbellotta (frazione Barbellotta): ore 11.00. Ospedale (via Raggio): prefestivi ore 18.00. Pieve di Santa Maria (piazzale Pieve): ore 9.00, 11.00, 17.00; prefestivi ore 17.00.

Direzione TORINO

Direzione ALESSANDRIA

6.14 RV 2500 Alessandria 6.29, Asti 6.52, Torino Lingotto 7.21, Torino Porta Nuova 7.30. 6.24 RV 10438 (*) Alessandria 6.39, Asti 7.00, Torino Lingotto 7.37, Torino Porta Nuova 7.45. 7.14 RV 2505 Alessandria 7.29, Asti 7.52, Torino Lingotto 8.21, Torino Porta Nuova 8.30. 7.41 IC 500 (§) Alessandria 7.57, Asti 8.18, Torino Lingotto 8.47, Torino Porta Nuova 8.55. 8.41 IC 502 Alessandria 8.57, Asti 9.18, Torino Lingotto 9.47, Torino Porta Nuova 9.55. 9.14 R 2506 Alessandria 9.29, Asti 9.52, Torino Lingotto 10.21, Torino Porta Nuova 10.30. 10.14 R 2508 Alessandria 10.29, Asti 10.52, Torino Lingotto 11.21, Torino Porta Nuova 11.30. 11.14 R 2510 Alessandria 11.29, Asti 11.52, Torino Lingotto 12.21, Torino Porta Nuova 12.30. 13.14 RV 2514 Alessandria 13.29, Asti 13.52, Torino Lingotto 14.21, Torino Porta Nuova 14.30. 14.14 RV 2516 Alessandria 14.29, Asti 14.52, Torino Lingotto 15.21, Torino Porta Nuova 15.30. 15.14 RV 1746 Alessandria 15.29, Asti 15.52, Torino Lingotto 16.21, Torino Porta Nuova 16.30. 17.14 RV 2522 Alessandria 17.29, Asti 17.52, Torino Lingotto 18.21, Torino Porta Nuova 18.30. 17.22 IC 512 (§) Alessandria 17.34, Asti 17.58, Torino Lingotto 18.30, Torino Porta Nuova 18.40. 18.14 RV 2524 Alessandria 18.29, Asti 18.52, Torino Lingotto 19.21, Torino Porta Nuova 19.30. 19.14 RV 1748 Alessandria 19.29, Asti 19.52, Torino Lingotto 20.21, Torino Porta Nuova 20.30.

6.34 R P 518 (#^) Predosa 6.55, Alessandria 7.30. 7.06 RP 11399 (#§) Predosa 6.53, Alessandria 7.20. 7.40 R P 520 (#§) Predosa 8.01, Alessandria 8.26. 8.07 R P 538 (#§) Predosa 8.27, Alessandria 8.54. 11.00 RP 508 (#§) Predosa 11.21, Alessandria 11.46. 13.30 RP 528 (#§) Predosa 13.51, Alessandria 14.16. 14.31 RP 560 (#§) Predosa 14.51, Alessandria 15.18. 14.36 RP 530 (#^) Predosa 14.57, Alessandria 15.32. 15.35 RP 532 (#§) Predosa 15.56, Alessandria 16.21. 18.50 RP 562 (#*) Predosa 19.10, Alessandria 19.37.

Direzione LA SPEZIA 6.44 RV 1759 Serravalle Scrivia 6.51, Arquata Scrivia 6.58, Principe 7.49, Brignole 7.58, Portofino 8.31, Rapallo 8.36, La Spezia 09.59. 14.44 RV 1761 Genova Principe

15.30, Genova Brignole 15.38, Rapallo 16.27, La Spezia 17.58. 18.44 RV 1745 Serravalle Scrivia 18.50, Arquata Scrivia 18.56, Genova Brignole 19.40, Portofino 20.31, Rapallo 20.35, La Spezia 21.51

Partenze da Ovada Direzione GENOVA 6.33 R 11399 (§) Rossiglione 6.41, Campo-Masone 6.47, Genova Sampierdarena 7.26, Genova Principe 7.34, Genova Brignole 7.43. 7.30 R 6155 (§) Rossiglione 7.38, Campo-Masone, 7.44, Sampierdarena 8.20, Genova Principe 8.27, Genova Brignole 8.33. 7.55 R 6157(§) Rossiglione 8.04, Campo-Masone, 8.10, Genova Sampierdarena 8.37, Principe 8.45, Genova Brignole 8.53. 9.14 R 6159 (^) Rossiglione 9.22, Campo-Masone, 9.28, Sampierdarena 10.02 10.47 R 6161 (^) Rossiglione 10.54, Campo-Masone, 11.00, Sampierdarena 11.38 12.35 R 6163 (§) Rossiglione 12.44, Campo-Masone, 12.51, Sampierdarena 13.28, Genova Principe 13.35, Genova Brignole 13.41. 13.42 R 6165 (§) Rossiglione 13.51, Campo-Masone, 13.57, Sampierdarena 14.33, Principe 14.40, Brignole 14.46. 14.40 R 6167 (§) Rossiglione 14.49, Campo-Masone, 14.55, Sampierdarena 15.31, Principe 15.38, Brignole 15.44. 16.12 R 6169 (§) Rossiglione 16.22, Campo-Masone, 16.28, Genova Sampierdarena 17.05, Genova Principe 17.12, Genova Brignole 17.18. 17.37 R 6171 (^) Rossiglione 17.46, Campo-Masone, 17.56, Sampierdarena 18.44. 18.43 R 6173 (§) Rossiglione 18.52, Campo-Masone, 18.58, Genova Sampierdarena 19.35, Genova Piazza Principe 19.45, Genova Brignole 19.51.

Direzione ACQUI TERME 7.06 R 6150 Acqui 7.28. 8.15 R 6152 (§) Acqui 8.38. 8.31 R 6178 (^) Acqui 8.52. 9.56 R 6154 (§) Acqui 10.17. 11.18 R 6156 (*) Acqui 11.39 11.35 R 6182 (^) Acqui 11.55 13.01 R 6184 (^) Acqui 13.22 13.18 R 6158 (§) Acqui 13.39 14.18 R 6160 (*) Acqui 14.38 15.19 R 6162 (§) Acqui 15.40. 15.33 R 6188 (^) Acqui 15.54. 16.45 R 6164 (§) Acqui 17.06. 17.03 R 6190 (^) Acqui 17.23. 17.58 R 11396 (*) Acqui 18.15. 18.44 R 6166 Acqui 19.05. 19.22 R 6168 (*) Acqui 19.44. 20.09 R 6192 (^) Acqui 20.31. 20.18 R 6170 (§) Acqui 20.39. Sono indicate solamente le fermate nelle stazioni principali dei treni che circolano dalle 6.00 alle 21.00. Per gli orari completi visitate il sito www.trenitalia.it oppure consultate le bacheche della vostra stazione ferroviaria. (^) Circola solo i giorni festivi (§) Non circola nei giorni festivi (*) Non circola nei giorni festivi né il sabato (#) Bus sostitutivo

Il servizio è attivo nei giorni feriali, dalle ore 20.00 alle 8.00 del mattino successivo. Il sabato e nei giorni prefestivi dalle ore 10.00 alle 8.00 del lunedì o del giorno successivo a quello festivo.

NOVI LIGURE (tel. 0143 746569) risponde per i comuni di Novi, Basaluzzo, Capriata, Cassano Spinola, Francavilla Bisio, Pozzolo Formigaro, Pasturana, Tassarolo. OVADA (tel. 0143 81777) Ovada, Carpeneto, Casaleggio, Cremolino, Lerma, Molare, Rocca Grimalda, Silvano d’Orba, Tagliolo, Trisobbio. ARQUATA SCRIVIA (tel. 0143 636129) Arquata Scrivia, Albera Ligure, Borghetto Borbera, Cabella Ligure, Cantalupo Ligure, Carrega Ligure, Grondona, Mongiardino Ligure, Roccaforte Ligure, Serravalle Scrivia, Vignole Borbera. GAVI (tel. 0143 642551) Gavi, Bosio, Carrosio, Fraconalto, Parodi Ligure, San Cristoforo, Voltaggio. CASTELLAZZO BORMIDA (tel. 0131 270027) Predosa.

edizioni sic srl • novi ligure Direttore responsabile: MARCO MATTEINI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .direttore@ilnovese.info Vicedirettore: ELIO DEFRANI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .e.defrani@ilnovese.info Direttore marketing: MILVA CALDO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .m.caldo@ilnovese.info Segretaria di Redazione: PIERA FIRPO . . . . . . . . . . . . . . . . . . .amministrazione@ilnovese.info Impaginazione in proprio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .grafica@ilnovese.info Pubblicità: Paolo Moncalvo (cell. 393 3377444) - Mauro Piccarolo (cell. 349 3566402) marketing@ilnovese.info

Redazione di Novi Ligure

Redazione di Ovada

via Garibaldi 17 - Tel. 0143.314700 Fax 0143.314701 - redazione@ilnovese.info Maurizio Iappini . . . . . . . . . . . . .sport@ilnovese.info Lisa Lanzone . . . . . . . . . . . .l.lanzone@ilnovese.info Sara Moretto . . . . . . . . . . .s.moretto@ilnovese.info Marzia Persi . . . . . . . . . . . . . .m.persi@ilnovese.info Collaboratori: Arianna Borgoglio, Umberto Cabella, Daria Ubaldeschi, Claudio Casonato, Michela Ferrando, Gino Fortunato, Giulia Cipollina. Abbonamenti: Euro 35 - c.c.p. n° 12398111 intestato a ‘il novese’ Via Garibaldi 17 - Novi Ligure

via Buffa 39 - Tel. e fax 0143.81054 ovadese@alice.it Redattori capo: Diego Cartasegna, Claudio Priarone Edoardo Schettino . . . . . . . .eschet@gmail.com Collaboratori: Simonetta Albertelli, Elisabetta Baschiera, Giuliana Cantamessa, Dania D’Amato, Stefano Danielli, Lorenzo Martinengo, Luca Piana, Daniele Prato, Stefano Priarone, Laura Caneva (fotoservizi) Abbonamenti: Euro 35 - c.c.p. n° 13718150 intestato a ‘l’ovadese’ Via Cavallotti 118 Novi Ligure

Stampa AGA Arti Grafiche Associate - corso C. Brunet 13/15 - Cuneo


ilmercatino

ilsettimanale • giovedì 9 maggio 2013

39 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

VENDESI lavello in acciaio con 2 vasche e mobiletto bianco. Tel. 340 4033242. REGALO mobilia in buono stato a chi se la ritira. Tel. 340 4033242. QUATTRO sedie di legno massiccio per tinello color miele. Euro 50,00. Tel. 347 4453799. VENDO divano 2 posti in pelle bianca di ottima qualità. Come nuovo. Causa trasloco. Tel. 348 0148694. VENDO divano in ottime condizioni in pelle marrone chiaro euro 180,00 e 2 poltrone come il divano ad euro 50 cad. Tel. 347 0857429. CAUSA inutilizzo vendo poltrona in pelle marrone a metà prezzo. Telefonare al numero 347 1995633. VENDO divano tre posti + poltrona stile Luigi Filippo, restaurato. Tel. 368 3814860. VENDO letto matrimoniale con doghe e materasso, 2 comodini, comò e specchio. Come nuovo. Euro 400 tratt. Tel. 333 3654547. VENDO divano letto e mobile soggiorno come nuovo. Tel. 348 7837215. VENDO mobile da bagno con specchiera m. 1,2x1,8 tinta ciliegio. Euro 170,00. Tel. 329 7958911. VENDO cucina m l 2,25x0,60, cucina Rex nuova incasso in acciaio satinato piano in granito grigio. Euro 800,00. Tel. 329 7958911. VENDO scrivania ciliegio con cassetti in legno massello. Euro 70. tel. 329 7958911. VENDO credenza a 5 ante (base+cristalliera) anni 60. Tutto legno in ciliegio. Ottimo stato. Tel 320 0684930 CERCO armadio-guardaroba a 2 ante piccolo. Tel. 333 1857298. CERCO 6 seggiole impagliate stile fratino. Tel. 333 1857298. VENDO tavolo + 4 sedie in legno massello color noce euro 500. Comò legno euro 100 e poltrano giardino a euro 50. Tel. 347 5759829. VENDESI arredamento di appartamento: 2 camere, 1 sala, 1 salotto + tinello e accessori vari. Tel. 329 7958911. VENDO 2 divani (3 posti), 2 poltrone in tessuto marrone. Euro 200,00. Anche separatamente. Telefonare al numero 339 3835070. VENDO causa trasloco mobilia varia tutta in buono stato. Tel. 340 5458645. VENDO sala Chippendale fine anni ‘50 in radica noce intarsiata con buffet con specchio, tavolo, 8 sedie, ecc. Tel. 339 4878425.

CERCO in Novi locale comm. Mq 70. Tel. 329 7958911. CE RCAS I casa in affitto in Ovada centro: 2 camere, cucina, servizi. Risc.aut. No spese cond. Piano 1 o 2. Tel. 340 3520272. AFFITTASI 3 locali + servizi al pt in via Gramsci 39 a Novi. Euro 300 + euro 5 spese cond. mensili Tel. 0143 75643. VENDESI alloggio vicinanza Gavi: cucina, camera, bagno, disp., poggiolo, box. Soleggiato. Termoaut., ristrutt. Certificato e arredato. Tel. 338 3885163. NOVI centro, privato affitta bilocale 50mq arredato: cucina, letto, bagno, poggiolo. Tel. 338 4276382. CENTRO Novi affittasi alloggio ammobiliato termoaut con 2 camere, bagno e cucina. No spese cond. Tel. 388 0603244. Tel dopo le 20.se cond. Tel. 388 0603244. AFFITTO alla Barbellotta casa semind. Semiarred. Con giardino. Solo ref. Tel. 335 6123187. AFFITTO Novi Ligure centro storico bilocale con o senza box (lunghezza 2mt). Solo ref. Tel. 335 6123187. GARAGE vendesi in via Dei Mille 27 a Novi. Tel. 0143 744995 ore serali. AFFITTO in zona G3 a Novi appart. al 2°p con ascens., cucina, bagno, 4 camere, 2 terrazzi ecc. Tel ore pasti 338 4610180 o 0143 745480. Solo referenziati. AFFITTASI in Novi zona centrale n. 2 box. Tel. 328 4791007 ore pasti. VENDO Tassarolo casa ind. 2 piani con cortile doppi vetri, cortile 300mq, risc.aut., doppi vetri. Tel. 0143 745480 o 338 4610180. PRIVATO affitta nuovo centralissimo bilocale arredato, termoaut., no spese cond. . 50Mq al piano terra. Tel. 335 6109033. PRIVATO affitta studio 100mq centro Novi. Posizione unica (via Cavallotti – davanti giardini). 1°piano. Tel. 335 6109033. VENDO appartamento zona mutua piano rialz.: ingresso, cucina, sala, cucina, 2 camere, bagno, ecc. Tel. 0143 745666. SESTRIERE affittasi app. 5 posti letto nel village olimpico. Settimana Natale-Capodanno. Euro 1300,00. Tel. 347 8272477. CERCO cascina con stalla, terreni agricoli, con possibilità di irrigare. In affitto o comodato d’uso. Tel. 346 0904528. CERCASI locale commerciale in Novi per attività somministrazione e asportazione cibi e bevande. Tel. 345 3332283. NOVI (via Dante) affitto o vendo alloggio 2p: 2 stanze, bagno, cucina. Mq 70. Tel. 329 3807834. VENDO a Serravalle S. appartamento al piano rialzato: cucina, bagno, 2 camere, sala, dispensa, ecc. Tel. 0143 322657 (orario negozio).

SIGNORA seria cerca lavoro come pulizie, ass.anziani a giornata zona Ovada, Cremolino, Acqui Terme. Tel. 339 2880999. IMPARTISCO lezioni di Fisica e Matematica Tel 0143 510657 o 329 1428222. S IG NORA rumena ref. con esper. Cerca lavoro come badante, pulizia, ass.alla persona. 345 Anche festivi. Tel. 1721012. RAGAZZO 39enne, laureato, cerca impiego come addetto front-office o altro a Novi. Referenziato. Tel. 377 1211426. SIGNORE italiano offresi per lavori di giardinaggio, di verniciatura cancelli, sgombero cantine, ecc. Tel. 347 4374087. S IG NORA con esperienza ass.anziani offresi quale bdante anche tempo pieno e notte. Baby sitter e cameriera. Tel. 342 1242255. SIGNORA diplomata cerca occupazione come ass.anziani, commissioni, ecc. Tel. 320 6733725. SIGNORA diplomata con esperienza amm.e vendita cerca occupazione Novi e zona. Tel. 329 7643803. CERCO lavoro come autista. Patente auto e camion. Patentino per muletto e rullo. Disp. come muratore e saldatore in polietilene. Tel. 3494327265. Paolo CERCO lavoro come badante anche 24 ore su 24. tel. 348 8038409 Caterina SIGNORA italiana diplomata OSS disponibile per assistenza anziani o disabili. Referenze. Tel. 320 6919050. S IG NORA italiana ref. Aut. Of-fresi come badante/colf giorno, notte e festivi. Anche part-time. Tel. 342 0952279. OFFRO lezioni di computer a domicilio xp – windows7 – windows 8.1. Tel. 333 5954452. SIGNORA referenziata offresi per ass.anziani e pulizie domestiche. Disp.imm. Tel. 320 6919050. SIGNORE 54enne, refer., con esperienza nella cura degli anziani, cerca lavoro. Tel. 345 0848558. RAGAZZA italiana automunita e refer. offresi come colf/baby sitter a Novi e dintorni. Max serietà. No preditempo. Tel. 340 7209266. SIGNORA cerca lavoro come coll.domestica, ripet. inglese, pulizie, aiuto panificio. Ottima ricamatrice. Tel. 349 2495681. CERCO lavoro come baby sitter, lavapiatti, pulizie. Max serietà. Tel. 324 8323996. RAGAZZA italiana cerca lavoro per assistenza anziani, collaboratrice domestica, ottima stiratrice. Tel. 333 8913984. SIGNORA rumena 47anni ref, con esperienza come badante cerca lavoro. Disp. Immediata. Tel. 345 1721012.

gliimmobili

anniversario

Attenzione

AFFITTAS I appartamento a Novi (via P.Isola): ingresso, 2 letto, cucina, ripost., bagno e cantina. Tel. 346 1803567. AFFITTASI casa colline di Garbagna: 4 camere + servizi, cortile e orto. Tel. 0143 741037. OVADA strada Voltri vendo casa ind., ristr. Con 4500 mq di terre-no. Su 2 piani con camino, cal-daia gpl. Classe energ. G – Ipe 421 Kwh/mq. Tel. 0143 835022 ora negozio. AFFITTAS I locale comm. 40Mq via P.Isola a Novi zona di passaggio. Tel. 0143 73722. CERCASI casa affitto con posto auto, zona adiacente Novi o periferia. Risc.autonomo possibilità stufa pellet. Tel. 320 6919050. CENTRO Pozzolo affittasi appart. amm. Term.: 2 camere, soggiorno, bagno, cantina. Ecc. No spese cond. No agenzia. Tel. 335 8309106.

L’8 maggio ricorre l’anniversario della scomparsa di

Compila il tagliando con il testo dell’annuncio e consegnalo o spediscilo a Sic srl, Via Garibaldi 17, 15067 Novi Ligure. Verranno pubblicati solo gli annunci pervenuti sul tagliando in originale (non sono ammesse fotocopie, fax, email).

glianimali REGALO pastore tedesco di 10 mesi con pedigree. Tel. 380 6955530.

l’arredo

illavoro

Non si ricevono annunci per telefono Per inserzioni a pagamento contattare la redazione: GIOVANNI BOTTAZZO

0143. 314700 annunci@ilnovese.info

I familiari tutti lo ricordano in una messa celebrata domenica 11 maggio alle ore 11 presso la parrocchia della Pieve.

Annunci e ricordi dei propri cari devono pervenire entro e non oltre il venerdì antecedente l’uscita del giornale

SIGNORA referenziata con 10 anni di esperienza come badante cerco lavoro disp.immediata (anche notte e giorno). Tel. 346 0326018. SIGNORA diplomata cerca lavoro, esperienza nel settore segreteria, amministrazione e vendita. Tel. 329 7643803. RAGAZZA con esperienza di assis. anziani offresi come badante a tempo pieno. Tel. 345 1595681. ITALIANA 50enne, referenz., diplomata, cerca lavoro come commessa, segretaria, babysitter, ecc. Anche festivi. Tel. 339 5796596. AUTI STA pat. C con CQC, esperienza con camion frigo cerco lavoro. Disp. Immediata. Tel. 338 1724033. CERCO lavoro come badante anche 24ore su 24 Tel 348 8038409 SIGNORA referenziata. 28enne, cerca lavoro come colf, assistenza anziani, baby sitter, cameriera, ecc. Chiede serietà. Tel 346 784 4810 CERCO lavoro come giardiniere e/o aiuto in campagna. Tel 349 3349575. SIGNORA 54enne italiana refer. Offresi per far compagnia a bambini e a persone anziane. No badante. Tel. 331 8575064. CERCO lavoro come part-time anche s altuario. Tel. 345 8052130. SIGNORA con esperienza decennale di badante offresi a tempo pieno, anche cameriera o cuoca. Novi e Genova. Tel. 393 3731298. CERCO lavoro come assistente anziani, anche di notte. Non automunita. Tel 348 3422176. 60ENNE italiano, non pensionato, offresi come badante anziani, anche notturno, solo Ovada. Pratico lavori casa e cucina. Tel 3491437338. SIGNORA italiana cerca lavoro in ambito pulizie o altro purchè serio. Zona Novi e dintorni. Au-tomunit a. Tel. 347 0647363. PIZZAIOLO, aiuto cucina, offresi. Lunga esperienza. Tel. 347 2749606. OPERAIO rumeno cerco lavoro in zona dell’ovadese, di qualsiasi tipo. Prevalentemente Muratore e/o Factotum. Tel . 389 8342977 SIGNORA 27enne cerca lavoro per zona di Ovada e dintorni, come baby sitter, pulizie, ass.anziani. Si chiede massima serietà. Tel. 388 1183182 e/o 346 7844810 SIGNORA rumena 39enne, referenziata, 10 anni in Italia, offresi per ass.anziani,pulizie, ecc. Tel. 346 2870086. SIGNORA italiana referenziata, automunita, offresi per pulizie domestiche e uffici. Tel. 349 0796441. RAGAZZA diplomata in lingue straniere impartisce lezioni private. Offresi anche in qualità di baby sitter. Tel 339 2129991.

RAGAZZA italiana cerca lavoro per assistenza anziani, collaboratrice domestica, ottima stiratrice. Tel. 333 8913984. I N S EG NANTE laureato impar-tisce lezioni anche dom. di ma-tematica e fisica. Assist. Per ricerche e tesi. Tel. 333 4255019. INSEGNANTE impartisce lezioni a ragazzi di elementari, medie di matematica, chimica, fisica, ecc. Tel. 333 9751762. SIGNORE 46enne ungherese, serio, cerca lavoro di qualsiasi tipo anche come badante. Zona Novi, Tortona, Alessandria. Tel. 339 1412924. CERCO lavoro come baby sitter, lavapiatti, pulizia, stiro. Ecc. Tel. 389 0239748. S I G N ORA it aliana 3 9enne cerca qualsiasi lavoro purchè serio. Disp. 7 giorni su 7. Arquat a e dintorni. Tel. 3 4 0 7597065. FISIOTERAPISTA disponibile a domicilio. No perditempo. Tel. 348 7054753. RAGAZZA bella presenza offresi quale baby sitter, commessa, cameriera, ecc. Tel. 342 7219764. CERCO lavoro come muratore e/o operaio. tel 389 8342977. SIGNORA rumena cerca lavoro di pulizie domestiche e stiratura zona Novi. Tel. 329 9306661.

imotori VENDO scooter Piaggio Beverly 300 anno 2010, nero met. Euro 2600. Tel. 340 8713044 ore serali. CERCO moto d’epoca, qualunque modello anche Vespa e Lam-bretta. Tel. 342 5758002. VENDO Opel Corsa, motore rifatto 1.2, Km. 100.000. Euro 2000,00. Tel. 333 7863235. CERCO auto e moto d’epoca, anche Vespa e Lambretta. Sono amatore. Max serietà. Tel. 342 5758002. VENDO Opel Corsa anno ‘97, motore rifatto. Ottime condizioni, grigio met. Tel. 333 7863235. VENDO ciclomotore Peugeot (50) anno 2007 Km. 50722. euro 400 non trat. Tel. 380 6955530. VE N DO Toyota Yaris anno 2010 grigio met. Cambio aut. 5P, diesel. Km. 38140. euro 9500. Tel. 380 6955530 VENDO scooter Dink 150, bauletto per 2 caschi. Ottime condizioni. Euro 500. Tel. 339 4222265. VENDO Malaguti Phantom F12 rev. 2013, marmitta Leovincett, ecc. € 400. Tel. 338 3011925. VENDO vespa Piaggio 200 colore verde acqua met., con 2 caschi km 8.400 euro 2.000. Ottimo stato. Tel. 3389946307 Deborah VENDO Touareg diesel grigio met. Anno 2004 - € 9000. Tel 334 3563405. VENDO moto Ducati in ottimo stato. Tel. 333 1857298.

VENDESI Fiat 500 F 1965 uniproprietario, buone condizioni, con ricambi. Euro 5000 tratt. Tel. 3480505323 dopo le 21. VENDO ciclomotre Peugeot anno 2007. Km. 782. Euro 700,00. Tel. 320 5688074. VENDO Volkswagen Touareg Grigio Metalizzato – anno 2004. Tel 334 3563405. DS Squalo ‘72 d’epoca versione D super 5 marce e gomme e impianto gpl. Euro 9500,00. Perfetta. Telefonare al 347 0706404. VENDO scooter elettrico per anziani: 4 ruote, 15Km/h, autonomia 40 km. Come nuovo. Tel. 340 5012752 ore serali. VENDO APE 50 in ottimo stato. Anno 2005, km 12000. Prezzo interessante. Tel. al 339 2106399 VENDO Vespa pk 125 motore rifatto, carrozzeria da riordinare. Tel. 331 5814234. VENDO Suzuki Ignis 4x4 gpl, esente bollo 2014, grigio met. Tel. 348 9133470. VENDO moto Honda Hornet 600, anno 2002, Km 20000. Euro 2000,00 tratt. Tel. 339 8667584 VENDO Suzuki Santana Sj410 anno ‘87, gpl, frizione e motore rifatti, rev. Euro 5000,00 . Tel. 331 3640823.

levarie COMPRO cose vecchie e antiche: dischi, radio, libri, monete, ecc. Tel. 338 7546581. COLLEZIONISTA autorizzato acquista armi antiche e oggetti militari. Max serietà. Tel. 339 2707271. VENDO trogolo in vetroresina 50x45 con mobiletto bianco. Prezzo da concordare. Tel. 340 5440525. VENDO climatizzatore Olimpia con telecomando. Ottimo stato. Euro 270 poco tratt. Tel. 331 5776294. VE N DO giacca e pantaloni moto in pelle tg 52, come nuovi. Euro 450,00 poco tratt. Tel. 331 5776294. VENDO panca per inversione marca Carnielli. Nuova. Euro 150. Tel. 339 4222265. VE N D O tos aerba elett. 1200W Bosch, altezza taglio regolabile. Euro 60,00. Tel. 339 2447613 VENDO enciclopedia del nove-cento Treccani 6 volumi. Euro 200,00. Tel. 33 9 2447613. VENDO dizionario enciclopedi-co Treccani 12vol. + atlante. Euro 300. Tel. 339 2447613. VENDESI abito da sposa bellissimo tg. 44-46 con strascico. Prezzo da concordare. Tel. 347 0647363. VE N D O pelliccia di visone scuro tg 48-50 usata pochissimo. Euro 9 00,00. Tel. 333 2301426. VENDO macchina per cucire del 1965 elettrica Singer con mobile a scomparsa. Tel. 333 7859380.

GLI ANNUNCI DE ‘IL MERCATINO’ SONO GRATUITI ESCLUSIVAMENTE PER I PRIVATI

Non verranno pubblicati annunci pervenuti in forma anonima. Il nome – se non espressamente richiesto – non comparirà sul giornale. Le inserzioni gratuite vengono pubblicate a discrezione del giornale e in base alla disponibilità di spazio. L’editore si riserva a proprio insindacabile giudizio di rifiutare gli annunci che non siano conformi alle istruzioni indicate o comunque ritenuti non pubblicabili. L’inserzionista è informato dell’esistenza dei diritti che il d.lgs. 196/2003 riserva al titolare dei dati personali ed in particolare al diritto di verifica e del diritto di richiederne la cancellazione. L’inserzionista pertanto acconsente alla raccolta di tutti i dati forniti ed alla loro comunicazione ai nostri partner contrattuali.

Nome e Cognome . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Indirizzo

.......................................................................................

Telefono . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Testo dell’annuncio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ........................................................................................................... ........................................................................................................... ........................................................................................................... ........................................................................................................... ........................................................................................................... ........................................................................................................... ...........................................................................................................

Firma leggibile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .


ilsettimanale • giovedì 9 maggio 2013

40 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

StraFAI

Per mostrare e dimostrare a tutta la città cosa per prepararti alla tua StrAlessandria... mandaci una foto! Non è necessario essere atleti per StraFARE... basta avere un telefono cellulare e tanta voglia di divertirsi...

Allora cosa aspetti? Le cinque foto più originali saranno stampate su una speciale t-shirt personalizzata consegnata in diretta dagli speakers di Radio Alex

www.alessandrianews.it/stralessandria homepage homepage epagge ep piemonte piemo pie iemon eemo em mont onntttee.it.iitt on W HYT? NO

collaborazioni professionali

L’OVADESE n. 18 del 8 maggio 2014  

Settimanale di informazione delle valli Orba e Stura. Dal 1997 il giornale di Ovada

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you