Issuu on Google+

!

settimanale

""

valliscriviaborberalemme

Giovedì 10 aprile 2014 · N. 14 · Anno 52 - euro 1,00 Poste Italiane s.p.a. - spedizione in abb. postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n°46) art.1, comma 1, DCB/AL - Edizioni SIC s.r.l. - Novi Ligure · Iscr. al Registro Stampa del Tribunale di Alessandria al n. 149 del 27/8/1963 · Direttore Responsabile: Marco Matteini

!

""

CONTIENE I.P.

ilcomune

«Lasciamo i conti in ordine» L’amministrazione comunale di Novi, si congeda da quest’ultima legislatura con i conti in piena regola. Un’eredità persino difficile da mantenere, qualora si accentuasse il clima di recessione, per la Giunta che subentrerà. In queste settimane a ridosso della campagna elettorale per il rinnovo del sindaco e del consiglio comunale, cadono infatti due appuntamenti importanti per l’amministrazione uscente, chiamata a preparare il bilancio di previsione 2014 (approvato la settimana scorsa dal consiglio comunale) e a tirare le somme del 2013, con il consuntivo che andrà in consiglio a fine aprile. «Chiudiamo con i conti in ordine – sostiene l’assessore alle Finanze, Germano Marubbi – con un bilancio per il 2014 che punta soprattutto all’equità fiscale. Sostanzialmente i due documenti dicono alcune cose. Intanto che i numeri finanziari del Comune sono a posto. Infatti il 2013 si chiude rispettando il patto di stabilità e con un avanzo gestionale di 600 mila euro. Negli ultimi cinque anni il bilancio è stato risanato e consolidato».

Il Pd si spacca su Filippi PAGINE 2-3-4-5

PAGINA 7

loscontro

Tav, prime scintille Sabato 5 aprile, per la prima volta, No Tav e forze dell’ordine sono arrivati allo scontro. È accaduto durante la manifestazione organizzata dai comitati contrari al Terzo Valico a Arquata Scrivia. Circa un migliaio di persone (800 secondo la questura) si erano ritrovate davanti alla stazione di Arquata Scrivia per esprimere ancora una volta il proprio “no” alla nuova linea ferroviaria. Le scaramucce si sono verificati a Radimero, il cantiere che ospiterà la “talpa”, il macchinario che perforerà il terreno per costruire il tunnel da 40 chilometri. Un ferito tra i manifestanti, quattro contusi tra gli agenti.

PAGINA 9

La mancata candidatura del presidente della Provincia alle elezioni regionali agita le acque dei democratici. Per le comunali intanto c’è l’ottavo candidato: è Maria Rosa Porta. E a Roma passa il ddl Delrio: aumenta il numero dei consiglieri nei Comuni più piccoli e in quelli fino a 3 mila abitanti il sindaco potrà ricandidarsi anche per un terzo mandato.

PER I BIMBI

LO SPORT

LO SPECIALE

Con Alice porte aperte alla fantasia

La Novese vince al 90’ e si salva

Al Malfettani in festa i baby calciatori

PAGINA 26

I CONTROLLI

Assicurazione “dimenticata”: in due ore mille automobilisti passati al setaccio A Serravalle grazie al Lince Road. In quattro finiscono nei guai PAGINA 6

ISTITUTO SCOLASTICO

G. MAZZINI con PRESA D’ATTO MINISTERIALE

N OV I L I G U R E

PAGINA 27

PAGINA 28 È cominciata lunedì scorso, nel pomeriggio, a Serravalle Scrivia, la prima azione di controllo della viabilità attraverso l’utilizzo del ”Lince road”, il dispositivo automatico di controllo delle targhe. Simile nell’aspetto a un autovelox, consente di riconoscere immediatamente se un veicolo è privo di assicurazione, o risulta rubato, non revisionato, oppure condotto da persona sospetta. La polizia municipale, nelle prime due ore di messa in funzione del “Lince road”, durante un intenso flusso di automezzi – circa mille i veicoli controllati – ha sorpreso quattro auto non in regola con il pagamento assicurativo (un’auto è stata sequestrata). In media sono stati quindi due veicoli “smascherati” ogni ora di lavoro del “Lince road”, che rispecchiano la percentuale nazionale.

CORSI DIURNI E SERALI · RECUPERO ANNI LEZIONI E RIPETIZIONI DI OGNI MATERIA CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI

SONO APERTE LE ISCRIZIONI PER L’ANNO SCOLASTICO 2013-2014 INFO: SEGRETERIA - PIAZZA REPUBBLICA, 8

TE L. 0143 510579 - CE LL. 328 7435705


primo piano

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

2 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Parte la corsa “Insieme per Ovada” tira la volata La lista a sostegno di Paolo Lantero è la prima a avviare la campagna elettorale nella cornice insolita dello Story Park con un nuovo sito e le idee venute fuori già durante le primarie. “Bilancio partecipativo: non subito ma dobbiamo arrivarci” EDOARDO SCHETTINO ovadese@alice.it

Sta diventando lo Story Park l’ultima moda della politica ovadese. La “strana cosa” inaugurata a novembre in strada Masio, in quest’inizio di campagna elettorale diventa sede per incontri pubblici e per vertici “semi carbonari” in cui definire le ultime trattative. “Insieme per Ovada”, l’alleanza formata da Partito Democratico, Rifondazione Comunista e dal “centrista” Sergio Capello, attuale consigliere di minoranza, lo Story Park l’ha usato la settimana scorsa per avviare ufficialmente la campagna elettorale. E per l’occasione Paolo Lantero ha lanciato l’ipotesi di riprendere un vecchio progetto, vagheggiato in avvio del primo “mandato Oddone”, poi accantonato: “il bilancio partecipativo: non possiamo partire subito perché se vinceremo le elezioni ce ne dovremo occupare in fretta. Ma dobbiamo arrivarci”. Alla serata hanno partecipato gran parte dei nomi che poi si troveranno in lista: dall’ex coordinatore del circolo Giacomo Pastori-

no allo stesso Capello fino agli assessori uscenti Simone Subrero (Rifondazione) e Flavio Gaggero. Ci sono anche Gian Marco Bisio e Gian Franco Comaschi, l’ex sindaco Franco Caneva. Ci sono i rappresentanti della associazioni degli artigiani, Giorgio Lottero e Mauro Ga-

staldo, la referente di zona di Confesercenti Marica Arancio, che è anche nel direttivo del circolo del Pd. C’è anche Gian Piero Sciutto, candidato “di sinistra” sconfitto alle primarie. “La politica – è stato l’appello lanciato dall’attuale capogruppo di “Insieme per Ova-

Movimento Cinque stelle I nomi per la sfida a Palazzo Delfino

da”, Mario Esposito – deve recuperare il suo ruolo, riprendere a fornire indirizzi”. Con l’occasione è stato fatto il punto del lavoro comune portato avanti per arrivare al programma. “Ai tavoli de “E’ il momento dell’Ovadese” hanno partecipato più di 60 persone – ha

spiegato Mario Lottero - nel complesso sono stati 300 i temi affrontati”. Proprio l’Ovadese sarà un altro tema forte. “Con i candidati sindaci di area Pd – è intervenuto l’attuale coordinatore del circolo ovadese, Gianni Olivieri – abbiamo già convenuto di inserire nei

programmi una parte comune sulle politiche di zona”. Lo stesso Olivieri ha rivendicato il lavoro per arrivare al programma: “Noi l’abbiamo fatto, per gli altri non c’è più tempo”. Anche la comunicazione è stata studiata nei dettagli. Da poco è on line il nuovo sito www.insiemeperovada.it, realizzato da Marco Lanza e Grazia di Palma. Nelle case degli ovadesi a breve arriverà un pieghevole che riassume per punti i passi del lavoro che si vuole fare da maggio in poi. E poi i manifesti, uno incentrato sulla figura del candidato, l’altro sui temi del programma. Un lavoro impegnativo, il cui costo in parte sarà coperto tramite una sottoscrizione. “Siamo una lista di centro sinistra – ha ribadito Simone Subrero – con un profilo ben definito. Significa qualcosa di diverso rispetto alle mistificazioni che già stanno avanzando. Ho la tessera di partito da 18 anni e lo considero un onore in un momento così difficile”. “La smart city – conclude Lantero – è la città in cui si recuperano le relazioni, quelle di una volta”.

Patto per Ovada La serata all'Istituto Barletti

«Corriamo per la vittoria» Bricola presenta la squadra L’anno scorso fu secondo partito «Un listone per il futuro» Non vogliono essere chiamati Grillini. Vogliono fortemente essere voce in capitolo nella prossima corsa elettorale. E’ la lista ovadese del Movimento Cinque Stelle. E’ molto chiaro il candidato sindaco Emilio Braini: “Non corriamo solo per la rappresentanza, quella è scontata. Corriamo per vincere”. A confortare questo pronostico c’è il successo, clamoroso e inaspettato di undici mesi fa quando alle politiche furono il secondo partito, 1560 voti alla Camera, 1799 al Senato. “Siamo impegnati su tutti i fronti – spiega Braini – per esempio nel sostegno della rocchese Alessia Lantieri, candidata alle regionali. I nomi delle Comunali sono nati dalla discussione interna. Sono tutte figure senza esperienza politica, gente che però ha voglia di mettersi in gioco”. Erano tutti in piazza Assunta sabato scorso, come da tempo accade, con il loro banchetto elettorale. La prima sfida da vincere, per poter correre poi dav-

vero, è quella di raccogliere 120 firme a supporto della lista. Che è già formata. C’è Nino Cervetto, insegnante di musica, Mariangela Deberchi, che è di Trisobbio ma lavora all’Itis Barletti. Alberto Agresta, è artigiano con laboratorio di stamperia in via Fittaria. Lo stesso Braini è account per l’Enel, in passato è stato presidente di una cooperativa del settore del commercio equosolidale. “Per lavoro – spiega – ho spesso a che fare con gli enti. Ed effettivamente spesso il loro funzionamento appare difficile da comprendere. Il primo passo è quello di far conoscere alla gente i

meccanismi, poi permettere loro di decidere cosa è meglio”. In altre parole: bilancio partecipativo. Una suggestione che torna nei discorsi di diversi candidati nell’ultimo periodo. “Di fare la lista – conclude Braini – ne parliamo da più di un anno. Sia negli incontri settimanali del gruppo che sul nostro meet up. L’intenzione del gruppo è quello di presentare ufficialmente lista e programma entro il 20. E nel frattempo condurre la campagna sui tre fronti”. Per molti un vantaggio, avendo lo stesso simbolo sulle tre schede. Ma non chiamateli Grillini. (E.S.)

Rivendica quanto fatto di buone in questi cinque anni di minoranza il Consigliere di Forza Italia, ma indipendente, Enrico Ottonello Lomellini (nella foto). E lancia uno sguardo al futuro. La lista per la quale si presente si chiamerà Patto per Ovada, e sarà presentata ufficialmente domani sera alle 21.00 al Barletti. E’ il “listone civico” promosso da Giorgio Bricola, quello che pesca in tutto l’orbe terraqueo politico ovadese, da Moderati e Repubblicani che vengono dall’esperienza dentro “Insieme per Ovada”, a Forza Italia appunto e Fare per Ovada di Eugenio Boccaccio, il più duro oppositore delle politiche messe in atto negli ultimi cinque anni. “E’ una lista – spiega Ottonello Lomellini – di persone della società civile in cui i partita saranno un valore aggiunto”. Il quartier generale della sua campagna elettorale sarà in via Cairoli, in pieno centro storico. E soprattutto di centro storico si è occupato. “Mi piace pensare che ognuno dia il suo contributo in base alle competenze. Grazie alle mie interrogazioni e mozioni si è arrivati all’applicazione della Ztl notturna in centro anche se poi il Comune lo ha fatto con modalità che l’hanno resa di fatto inefficace. Abbiamo ottenuto la fermata del bus in piazza Castello. E rivendico anche il successo dell’esenzione totale dalla Tosap per chi ristruttura le facciate”. Il programma della lista è ancora da completare. “Ma me ne sono riservato una porzione”, assicura rivendicando in qualche modo autonomia

dal gruppo con cui corre. Viabilità e sicurezza saranno i temi preponderanti. Tra le azioni più controverse degli ultimi cinque anni la firma sull’esposto promosso da tutti i capogruppo di minoranza per il ritrovamento dei rifiuti sotto al Geirino. “Rifirmerei – afferma convinto – un esposto è solo una segnalazione”. (E.S.)


primo piano

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

3 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

«Rovesciamo il carrozzone» Parte con Costanzo Cuccuru (Forza Italia Lega) una serie di interviste ai candidati sindaci di Novi per le elezioni del 25 maggio ERMANNO CECCONETTO novionline@novionline.net

Costanzo Cuccuru, settant’anni tra un mese, è il candidato di Forza Italia, Lega, Udc e una lista civica che porta il suo nome alla carica di sindaco di Novi Ligure. Volto storico del Partito Socialista, assessore dal 1985 al 1995 con Mario Angeli sindaco, poi confluito nel Pdl e recentemente coordinatore cittadino novese di Forza Italia, con la sua discesa in campo ha messo d’accordo forzisti e padani, sgombrando il campo da rumors locali che davano i due storici alleati in maretta. — Come è nata la sua candidatura? Molti davano come candidato della coalizione Giampaolo Cabella della Lega Nord… «La mia candidatura è nata da una votazione in Forza Italia e da un accordo con la Lega che, legittimamente, aveva proposto Cabella. Ha fatto seguito un incontro con la Lega stessa e abbiamo trovato l’accordo immediatamente. Cabella è certamente un personaggio prezioso per qualsiasi amministrazione, data la sua professionalità ed esperienza delle quali intendiamo avvalercene quando amministreremo la città». — Ha dichiarato che le porte della vostra coalizione restano aperte, ma Dolcino, Sofio e il Nuovo Centro Destra non sembrano intenzionati ad apparentarsi con voi, per lo meno in fase di primo turno. Farete appello al “voto utile” di berlusconiana memoria? «Certo, le porte sono aperte a chiunque voglia “rovesciare il carrozzone” che da troppi decenni amministra Novi. Con Sofio, Dolcino, Porta, l’Ncd, Novisiamo, Alternativa Novese abbiamo avuto incontri per cercare di comporre un quadro unitario. Il fatto che abbiano prevalso scelte diverse e composite non significa che il discorso sia chiuso… anzi. Queste elezioni sono molto particolari e si verificheranno novità che emergeranno clamorosamente al di là delle ambizioni personali».

— Nonostante le iniziali dichiarazioni favorevoli rispetto alle primarie di Alternativa Novese, Lega e Forza Italia sono rimasti a guardare. Le regole erano troppo rigide? «Le primarie sono certamente un metodo di scelta democratica. Le ha fatte per primo il Pd ma sono state primarie di partito. Alternativa Novese ha chiesto di fare “primarie di coalizione”. Per fare questo bisognava sapere preventivamente quale doveva essere la coalizione, firmare l’accordo, poi collegialmente stabilire tempi e modi di elezione. Non siamo contrari a questo metodo, ma le regole si devono scrivere sempre insieme». — Anche le ultime elezioni hanno segnato un netto calo dei votanti e facendo un raffronto tra politiche del 2008 e del 2013, il Pdl a Novi ha perso oltre 3 mila voti, mentre il Pd 2 mila. Solo il Movimento 5 Stelle ha fatto il botto. Pensa che le amministrative seguiranno questo trend o riuscirete a convincere i delusi della politica? «Sì, certamente il Pd e Forza Italia hanno subito arretramenti pesanti in questi anni. La politica nazionale ha dato e sta dando prova di poca sensibilità verso le problematiche della gente. Il ceto medio che un tempo era la spina dorsale della società oggi è alla soglia della povertà. Le piccole e medie imprese hanno avuto tracolli di produzione e capacità di investimenti per varie nefandezze: le imprese falliscono per crediti e non per debiti e dove lo Stato è il maggior debitore. Lo Stato stesso pretende di incassare comunque le imposte verso chi è suo creditore e non accetta neppure la parziale compensazione tra debiti e crediti. Siamo nella condizione descritta decenni fa da Winston Churchill: “lo Stato che vuole risollevarsi con le tasse è come un uomo che, stando in piedi dentro un secchio, vuole sollevarsi tirando il manico del secchio”. Ovvio che nella situazione in cui siamo un movimento come il 5 Stelle fa il botto, quel che è peg-

gio è che chi rappresenta le istituzioni pare proprio non capire o non voler capire che qui sta per succedere qualcosa di tremendo. L’antipolitica è solo un sintomo di un bubbone che deve ancora scoppiare». — Si correrà anche per le regionali, per voi sarà un vantaggio o visto il caso Cota potrà essere un handicap? «Non esiste per me un “caso Cota”, non mi faccio trasportare facilmente dalle sceneggiate strumentali. Esiste certamente un problema etico che riguarda tutti, nessuno escluso. Quello che so di certo è che con Cota e la sua amministrazione i debiti della Regione Piemonte sono drasticamente diminuiti e questo è un segnale di buona amministrazione. Quanto ai facili giudizi faccio riferimento alla biblica citazione: “chi è privo di peccato scagli la prima pietra”. Ma per tanti politici oggi questa citazione è addirittura blasfema… Oggi superiorità morali non esistono in nessun partito, e dico nessuno. E allora preferisco ragionare con uomini e donne e sui problemi». — Alle Regionali del 2010 lei si è dichiarato favorevole al Terzo Valico in quando essenziale per lo sviluppo del territorio, mentre durante la sua conferenza stampa per la presentazione a candidato sindaco ha detto che vigilerà sull’impatto ambientale. Il segretario della Lega Nord Giulio Coppi ha anche aggiunto che il passaggio merci in città è inaccettabile. Quindi alla fine, su Terzo Valico e rilancio di San Bovo, è un sì o un no? «Io resto favorevole al progetto Terzo Valico. Il problema è quello di porre la giusta attenzione all’impatto territoriale che è fatto di natura, costruzioni e attività esistenti e dove vivono intere comunità. Tutto si può fare senza stravolgere gli equilibri consolidati. Il passaggio dei treni merci in città e a quella velocità è una scelta sciagurata dell’attuale amministrazione. Quando i novesi sapranno che sull’attuale linea

passeranno dentro un “tunnel” artificiale tutti i treni, uno ogni 14 minuti 24 ore su 24, e che per fare questo bisognerà allargare la sede ferroviaria fino a ridosso dei palazzi e allargando i sovrappassi, passeggiata di viale Saffi compresa, allora ci sarà la protesta dilagante. Il ministro Lupi e l’ad delle Ferrovie Moretti (quello che vuole andare via perché 850 mila euro all’anno per lui sono pochi) sono d’accordo… e ti credo, le Ferrovie risparmiano, intanto a loro che gliene frega? Mica abitano a Novi, ma il problema per noi rimane per sempre. Su San Bovo sento dire sempre la solita storia ormai stucchevole del “rilancio di Novi San Bovo”. Se la linea di valico darà beneficio al nostro vecchio scalo, qualcuno ci dica come e con quali modalità è stato, o sarà firmato un accordo. Quali sarebbero i termini progettuali ed economici di questo tanto annoso e ventilato “rilancio”. Nessuno dirà mai nulla in proposito. Semmai io vorrei fare una cosa diversa e legata a questo problema: vorrei liberare la strada Castelgazzo da quei due buchi sotto la ferrovia e farci passare i mezzi pesanti. La vera qualità della vita a Novi passa anche dall’eliminazione del traffico dei mezzi pesanti in via Crispi, viale Rimembranza, via Mazzini… Questo sì che è un vero problema». — Ospedale: risorsa del territorio o spreco da tagliare? «Il nostro ospedale è certamente una risorsa. La salute dei cittadini non si misura con le grandi distanze anche se oggi ci sono mezzi e modi molto più funzionali del passato. Esiste certamente un problema di razionalità di servizi che deve comprendere un ampio bacino di utenza. Questo è quanto si sta facendo e tutto sarà commisurato e modificato a seconda delle professionalità e delle tecnologie che devono essere ottimizzate». — In questi ultimi anni l’opposizione del Pdl non è stata particolarmente incisiva nell'incalzare Robbiano e la sua giunta. Una

scelta che spesso è stata fatta passare come “opposizione responsabile”, ma che in molti hanno letto come impreparazione da parte dei consiglieri ad affrontare certi temi. La nuova squadra che vi apprestate a presentare sarà più preparata? «Qualsiasi opposizione deve essere responsabile perché il fine è sempre quello di dare il meglio possibile ai cittadini amministrati. Io ho un concetto diverso su questo. Ogni opposizione e ogni maggioranza devono essere collaborative. Certamente chi fa opposizione deve fare le analisi delle cose che non vanno e farle presenti anche in modo duro se occorre. Credo anche che in tutte le amministrazioni chi comanda lo fa da par suo e senza chiedere collaborazioni a nessuno, è un vezzo italico che denota una nostra immaturità. In molte nazioni avanzate maggioranze e opposizioni cercano sempre le soluzioni condivise quando è necessario per il bene superiore alle beghe singole. Poi ognuno ha il carattere che ha e si comporta meglio che crede. Per esperienza dico che certe volte è stata più utile una opposizione che ha lavorato senza gridare alla luna rispetto a chi fa la voce grossa e cade subito nel dimenticatoio. Poi credo anche che le amministrazioni si devono rinnovare coniugando esperienza e novità, come nelle famiglie dove i vecchi… come me… e i giovani si confrontano e decidono insieme cosa fare per il bene della famiglia». — Il primo provvedimento del Sindaco Cuccuru? La prima cosa che farò è quella di visitare lo stato dei plessi scolastici e vedere quali programmi di migliorie sono o saranno possibili. Fermo restando che i bambini hanno bisogno dell’amore delle rispettive famiglie, possono diventare buoni adulti anche se ricevono i messaggi di attenzione e di amore da parte di chi li amministra. L’altro provvedimento è quello di fare formale richiesta di riaprire il tavolo della trattativa sul Terzo Valico. Per me il passaggio in città è una sciagura».


primo piano

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

4 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Regionali Dopo una prima bocciatura dell’attuale Presidente della Provincia

Tensioni e spaccature nel Pd Filippi non ci sta e il partito si divide ancora sulla sua presenza SARA MORETTO s.moretto@ilnovese.info

Momenti di alta tensione nel PD provinciale. Sono giornate convulse dense di riunioni, riunioncine, colloqui riservati e stanze segrete. Vediamo di ricapitolare l'intricata vicenda. Due settimane fa l'assemblea provinciale del PD aveva deliberato i nomi dei 4 candidati alle elezioni regionali: Domenico Ravetti, Graziano Moro, Walter Ottria e Gloria Zenari. L'assemblea chiudeva così la porta in faccia al Presidente della Provincia Paolo Filippi, in cui inserimento nella lista veniva bocciato con una votazione che vedeva l'80% del partito contrario a tale ipotesi. Ma Filippi non si è dato per vinto, ed è tornato alla carica presso la segreteria regionale, forte del suo legame con il neo eletto segretario Davide Gariglio. Venerdì scorso si è tenuto un incontro tra la segreteria provinciale e la segreteria regionale del PD. In questo incontro, a cui ha partecipato anche il Sindaco di Alessandria Rita Rossa in quanto membro della segreteria regionale, la decisione dell'assemblea alessandrina sarebbe stata invalidata proprio perché contraria alla candidatura di Filippi. A sostenere Filippi, oltre al Sindaco Rossa, anche il segretario regionale Davide Gariglio. Accanto a loro, si sarebbe schierato a sorpresa anche il Sindaco di Rocca Grimalda, Fabio Barisione (di area cuperliana) a nome del PD Ovadese. Pare che sia appunto grazie a questo cambio di posizione questa par-

Paolo Filippi

Graziano Moro

te del partito provinciale che il segretario Gariglio avrebbe invalidato le decisioni alessandrine. Paolo Filippi era uscito dal PD polemicamente circa due anni fa, non condividendo la scelta di abolire le provincie. Si era riavvicinato alcuni mesi fa, pur senza prendere la tessera, per sostenere la candidatura di Pippo Civati a segretario Nazionale. Successivamente ha sostenuto la candidatura del Renziano Davide Gariglio alla segreteria Regionale. Di fronte ai dictat di Gariglio, il segretario provinciale Domenico Ravetti ha rassegnato le dimissioni e

ha convocato per domenica sera una assemblea urgente del direttivo provinciale per esporre le motivazioni del suo gesto. Assemblea che si è svolta ed è stata partecipatissima. Presenti non solo i delegati membri della direzione provinciale, ma anche molti semplici iscritti del PD. La riunione è stata aperta da Ravetti, che ha spiegato le motivazioni delle sue dimissioni, poi ritirate in fine serata. A sorpresa ha preso la parola anche Filippi, che non è membro né del direttivo, né del partito stesso. Filippi ha ripercorso la sua carriera politica, e ha spie-

gato che già in precedenza, in occasione delle primarie per i parlamentari, aveva fatto un passo indietro lasciando campo libero a Borioli e Fornaro. La soluzione di metterlo nel “listino” proporzionale, in cui si viene eletti in base all'ordine di lista e non con le preferenze, non piace a Filippi: «Sono uno che i voti se li raccoglie sul campo» ha detto il Presidente della Provincia. L'assemblea è proseguita senza però giungere a un ulteriore voto ma la soluzione che si prospetta è quella di un inserimento di Filippi nel listino, oppure la chiamata diretta ad un posto di Assessore nella giunta, in caso di vittoria di Chiamparino. Insomma, Filippi uscirebbe da finestra della sede provinciale per rientrare dalla porta direttamente in giunta regionale. Lunedì sera si è tenuta una ulteriore riunione a Torino, tra la segreteria regionale e quella provinciale. Lì si sarebbe consumata l'ennesima somma di spaccature: tra i renziani pro-Moro e quelli pro-Filippi, tra i Civatiani torinesi e alessandrini, tra torinesi e alessandrini in genere. Una situazione complicatissima che il segretario provinciale Ravetti, anche lui parte in causa perché candidato, non sta riuscendo a gestire senza generare frizioni fortissime all'interno del PD. Alla fine la patata bollente resterà nelle mani di Gariglio, che dovrà de-cidere se scontrarsi con il partito alessandrino o con Filippi. Probabile la convocazione, in tempi brevissimi, di una nuova assemblea provinciale del Pd con la presenza di Gariglio stesso.

lalettera Gli impegni di Fratelli d’Italia di Enzo Baiardo L’essere stato inserito quale membro della Costituente Provinciale e Grande Elettore in occasione del congresso svolto a Fiuggi, mi ha permesso di far comprendere a Fratelli d’Italia, l’importanza di rimanere in Alternativa Novese, nonostante le pressioni di “altri”, affinché vi fosse una confluenza in Forza Italia. Ringrazio Giorgia Meloni, Guido Crosetto e Agostino Ghiglia, per aver compreso che avendo io preso un impegno con Alternativa Novese, tale impegno andava rispettato, già troppi sono i personaggi politici che passano con disinvoltura da una casacca all’altra per mere convenienze personali. Pertanto ottenuto l’uso del simbolo, andremo avanti per la nostra strada con serietà e coerenza. Tutto questo oggi è ancor più avvalorato dal fatto che anche per le elezioni regionali, siamo stati chiamati a decidere su come comportarci e di fronte all’ostinazione di Forza Italia nel candidare a tutti i costi Picchetto, abbiamo ritenuto più coerente e soprattutto efficace, invitare Guido Crosetto a correre da solo per Fratelli d’Italia. Non accetteremo più imposizioni da nessuno ma solo interlocutori disposti a dialogare su temi, idee, programmi, e perché no, con il coraggio di sottoporsi alle Primarie anziché imporre ai cittadini decisioni prese.

Via Monterosa 4-6-8 noVi LiGUre - aL teL. 0143 72722 FaX 0143 744007 wwww.albergoverdi.net

Tutte le Domeniche dalle ore 19 Menù bimbi con pi zza e bibita a

5 euro

alla pizzeria Verdi vi aspettiamo con giochi e animazione dedicata ai più piccoli! E' gradita la prenotazione.


primo piano

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

5 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Comunali La presidente del Consiglio Comunale di Novi

Porta scende in campo: è l’ottavo e ultimo candidato ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

Maria Rosa Porta è ufficialmente l’ottavo – e a questo punto ultimo – candidato sindaco della città di Novi Ligure. L’attuale presidente del consiglio comunale arriva in coda a Costanzo Cuccuru (Forza Italia, Lega Nord, Udc), Fabrizio Gallo (Movimento 5 Stelle), Rocchino Muliere (Partito Democratico, Sel, Moderati e varie liste civiche), Andrea Scotto (Alternativa Novese) e Francesco Sofio, Alessandro Molinari e Pino Dolcino (ciascuno dei quali scende in campo con una propria lista civica). «Una scelta non motivata da un’azione di “marketing elettorale”, ma dalla mia carica che mi impone un comportamento super partes», ha spiegato Porta durante la presentazione alla stampa della sua candidatura. Ora che le sedute del consiglio comunale sono praticamente terminate (manca solo l’approvazione del bilancio consuntivo, che però è un atto quasi esclusivamente formale), Porta ha deciso di uscire allo scoperto. Già noti alcuni dei nomi che la sosterranno nella corsa a Palazzo Pallavicini, come Oscar Poletto e Roberto Dellachà. La lista completa dei sedici candidati consiglieri sarà resa nota a breve, probabilmente già la prossima settimana. Al tavolo dei relatori, durante la conferenza stampa, altre due candidate: Milena Lupori e Arianna Salandin. Un tris di donne, dunque, ma chi si aspettava una lista con una maggioranza “rosa” è destinato a rimanere deluso. «Ho scelto di privilegiare

inbreve CAMPAGNA ELETTORALE

Fassino al Dolci Terre Il sindaco di Torino e presidente nazionale dell’Associazione dei Comuni Italiani (Anci) Piero Fassino sarà a Novi mercoledì 16 aprile alle ore 21.00 presso il centro fieristico “Dolci terre” in viale dei Campionissimi. Fassino sarà sul palco di “Dolci Terre” insieme al candidato sindaco del centrosinistra Rocchino Muliere. I due esponenti politici saranno intervistati dal giornalista del Tg3 Michele Ruggero sui temi di attualità della politica nazionale e locale. Qualche giorno prima, sabato 12 aprile alle 17.00, presso il B-White di piazza Carenzi, verrà presentata la lista del Pd alle comunali. I nomi sono quelli di Cecilia Bergaglio, Francesco Andronico, Sonia Biglieri, Enzo Garassino, Felicia Broda, Daniele Gualco, Dilva Manfredi, Alfredo Lolaico, Francesca Marina Priano, Diego Minetto, Martina Sciutto, Bruno Motta, Sonia Soro, Stefano Negro, Stefano Repetto, Simone Tedeschi.

DDL DELRIO

Terzo mandato per i Sindaci

Arianna Salandin, Maria Rosa Porta e Milena Lupori Due aspiranti consigliere con la candidata sindaco. Non sarà però una lista “in rosa”: «Prima di tutto le capacità, le questioni di genere vengono dopo», ha detto Porta. competenze, capacità, voglia di mettersi in gioco e di sentirsi cittadino attivo di questa città – ha detto Porta – L’essere maschio o femmina a questi fini conta davvero poco». Qualche anticipazione sul programma: «Vorrei che Novi si trasformasse in una smart city che risponda velocemente alle istanze di cittadini e aziende», ma soprattutto attenzione all’Expo 2015 di Milano. «Bisogna “entrare nel giro” dell’esposizione mondiale e dei protocolli firmati da Piemonte e Lombardia per il grande evento dell’anno prossimo. Il nostro territorio ha tanto da offrire, a cominciare dai prodotti enogastronomici, ma dovremo essere capaci di “venderci” ai turisti e agli operatori».

Sulle prime scelte che farebbe da sindaco, Porta ha detto: «Istituirei un assessorato al Terzo Valico, perché volenti o nolenti con la realizzazione di quest’opera dovremo fare i conti per i prossimi dieci anni e la prossima amministrazione comunale dovrà occuparsene a tempo pieno. E chiederei l’opinione dei cittadini novesi con un referendum consultivo», ha affermato Maria Rosa Porta. La candidata ha spiegato di non essere contraria all’idea di una nuova linea ferroviaria e di non essere preoccupata per eventuali rischi alla salute («oggi ci sono i mezzi necessari per metterci al riparo dall’amianto»), ma ha espresso preoccupazione per le possibili infiltrazioni della criminalità organizzata.

È diventato legge il ddl Delrio, che prevede l'aumento dei consiglieri comunali da 6 a 10 e da 10 a 12 a seconda della fascia di popolazione, la reintroduzione della giunta nei comuni sotto i mille abitanti e il terzo mandato per i sindaci nei Comuni sotto i 3 mila. «Sono felice di condividere con gli amministratori di migliaia di comunità locali la soddisfazione per il raggiungimento di questo obiettivo che porta più democrazia nei piccoli comuni», ha dichiarato Federico Fornaro. «Un importante risultato – ha detto ancora il senatore del Pd – conseguito nonostante la demagogica opposizione di Forza Italia, Lega e Movimento 5 Stelle che hanno deliberatamente scambiato il “volontariato civile” dei consiglieri dei piccoli comuni con inesistenti 26 mila poltrone stipendiate e con un altrettanto inesistente aumento di costi per uffici e auto. È un comportamento tanto strumentale quanto distante dalla realtà dei nostri territori». Sempre con il ddl Delrio, le Province sono diventate organi di secondo livello, non elettivi, ma composti dagli amministratori – sindaci e consiglieri comunali – dei municipi compresi nei confini territoriali delle stesse Province, che restano immutati. Dunque, la Provincia come ente amministrativo non sparisce, ma conserva alcune competenze come l’ambiente o l’edilizia scolastica. A esser eliminate, sostanzialmente, sono le sue cariche elettive, rimpiazzate dai rappresentanti locali, i quali non percepiranno alcuna indennità di carica, o gettone di presenza, e resteranno in carica per due anni. Fino alla fine del 2014, comunque, rimarranno al loro posto gli attuali presidenti, nelle vesti di commissari straordinari in grado di gestire la transizione dal vecchio al nuovo regime. Dal 2015 si partirà con il nuovo sistema.

CONCESSIONARIA

VENDITA AUTO NUOVE • VEICOLI COMMERCIALI AUTO E VEICOLI AZIENDALI • AUTO KM ZERO NOLEGGIO A LUNGO TERMINE Finanziamenti personalizzati - Leasing

ASSISTENZA OFFICINA • GOMMISTA • ELETTRAUTO

LA TUA CONCESSIONARIA

DI NOVI LIGURE È A

POZZOLO FORMIGARO (AL) STRADA PER ALESSANDRIA, 4A TEL. 0143.418418 · FAX 0143.419299 v.floris@unicarspa.it

AO K D R FOFERTA A SOL

OATORE R U E 0 Z 7.95DI CLIMATIZP3

OF

+M LETA COMP E RADIO CD


lacronaca

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

6 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

I controlli La nuova apparecchiatura ha già dato i primi risultati

La Lince scatta e scopre le auto senza assicurazione GINO FORTUNATO g.fortunato@ilnovese.info

LA DENUNCIA

Vende alcol a minorenni È stato denunciato per aver venduto sostanze alcoliche a cinque minorenni, tre dei quali con meno di 16 anni, il titolare di un bar in via Roma. Il controllo è scattato sabato sera, nell’ambito di un servizio di prevenzione sul territorio, da parte dei carabinieri della compagnia di Novi Ligure. Nella fascia oraria tra le 23 e le 24 di sabato, i militari hanno sorpreso il titolare a somministrare bevande alcoliche ad un gruppo di minorenni. Tre dei cinque hanno meno di 16 anni. È quindi scattata la denuncia penale a carico del titolare per vendita di sostanze alcoliche a minori. I controlli proseguiranno per verificare altre eventuali irregolarità. (I.N.)

NOVI

Due condanne per violenza

bile che in tempo reale segnalava la posizione del veicolo. In caso di riscontrata violazione, lo strumento trasmetteva l’allarme sul tablet a una seconda pattuglia della polizia municipale, posizionata poco più avanti, e quindi gli agenti provvedevano a fermare il mezzo. Per il momento a Serravalle è stato utilizzato solo il “Lince road” mobile, ma la polizia municipale, guidata da Ezio Bassani, ne ha già in dotazione uno fisso che sarà utilizzato prossimamente.

ODONTOIATRIA CONSERVATIVA, CHIRURGIA E CHIRURGIA IMPLANTARE, CHIRURGIA DEGLI OTTAVI, CEREC CAD/CAM “IL DENTE IN UN GIORNO” (preparazione, impronta, progettazione e fabbricazione in modalità digitale), ENDODONZIA, ESTETICA DENTALE, ORTODONZIA, PREVENZIONE E IGIENE, PROTESI FISSA E MOBILE, TERAPIA LASER ANTALGICO E BIORIVITALIZZAZIONE PRIMA VISITA SENZA IMPEGNO La NoviMedical appartiene al ristretto novero di strutture sanitarie che ritengono opportuno offrire ai loro pazienti la possibilità di usufruire di una prima visita, completa di indagine radiologica se necessaria, senza impegno. La scelta nasce dalla volontà di consentire al paziente di percepire gli standard qualitativi delle cure NoviMedical. TECNOLOGIA D’AVANGUARDIA I protocolli di cura, sia per adulti che per bambini, sono personalmente verificati dal Direttore Sanitario del Centro. Tutte le metodiche diagnostiche e terapeutiche, così come quelle di sterilizzazione, dispongono di equipaggiamenti e di tecnologie d’avanguardia. La NoviMedical sié dotata del rivoluzionario sistema CAD/CAM che consente di eseguire in completa autonomia le fasi di preparazione, di impronta virtuale,

gavi

È cominciata lunedì scorso, nel pomeriggio, a Serravalle Scrivia, la prima azione di controllo della viabilità attraverso l’utilizzo del ”Lince road”, il dispositivo automatico di controllo delle targhe. Simile nell’aspetto a un autovelox, consente di riconoscere immediatamente se un veicolo è privo di assicurazione, o risulta rubato, non revisionato, oppure condotto da persona sospetta. La polizia municipale, nelle prime due ore di messa in funzione del “Lince road”, durante un intenso flusso di automezzi – circa mille i veicoli controllati – ha sorpreso quattro auto non in regola con il pagamento assicurativo (un’auto è stata sequestrata). In media sono stati quindi due veicoli “smascherati” ogni ora di lavoro del “Lince road”, che rispecchiano la percentuale nazionale. Come del resto è stato confermato nelle altre sperimentazioni, condotte in altri centri nazionali. In sostanza, all’imbocco di Serravalle, per chi proviene da Arquata, era presente una prima pattuglia con in dotazione il sistema mo-

inbreve

Tenta di investire una ragazza Denunciato per omissione di soccorso, lesioni personali e rifiuto di sottoporsi all’alcool test un operaio che lavora nei cantieri del Terzo Valico, per conto di una delle ditte di Cociv. In due, sulla quarantina, sabato sera, davanti a un bar di Gavi avrebbero fatto apprezzamenti pesanti all’indirizzo di un gruppo di ragazze. All’uscita del locale avrebbero avuto un battibecco con altri ragazzi che erano insieme alle giovani. Raggiunta l’auto, nel fare manovra, l’operaio avrebbe urtato con il veicolo una delle ragazze, facendola cadere a terra e dandosi poi alla fuga. L’uomo è stato rintracciato poco dopo a Voltaggio, condotto in caserma e denunciato, dopo il ritiro della parente. La giovane, medicata al pronto soccorso, ha riportato una lieve ferita al volto, giudicata guaribile in pochi giorni. (I.N.)

di progettazione e fabbricazione del manufatto protesico senza l’utilizzo di laboratori esterni. La Novi Medical è inoltre specializzata nella protesi a carico immediato: con questa metodica è possibile riabilitare entro 48 ore dalla chirurgia implantare la bocca attraverso l’utilizzo di una protesi fissa.

CONSULENZE SPECIALISTICHE Allergologia cutanea Dermatologia Dermatologia pediatrica Andrologia Urologia Anestesia e Rianimazione Agopuntura Biologia Cardiologia Chirurgia Plastica e Ricostruttiva Chirurgia Vascolare e Senologica Consulenze Dietistiche - Dietologia Ecografia Endocrinologia, Diabetologia Ginecologia ed Ostetricia Fisiopatologia della Riproduzione Umana Ortopedia Neurologia Pediatria Psicoterapia Cognitiva e Sessuologia

FF MEDICAL GROUP SRL Autorizzazione sanitaria n.538 - Direttore Sanitario: Dott. Mario Fossati

Via Garibaldi 91 Novi Ligure (AL) T: 0143.2056 - 0143.321064 F: 0143.1862029 info@novimedical.it – www.novimedical.it

Tre mesi per atti osceni in luogo pubblico a Michele Rube, 23 anni, residente a Finale Ligure, e un anno e quattro mesi per Andrea Mignacco, 38 anni, Novi Ligure per violenza minore (articolo 609 bis). È la condanna stabilita dal giudice Moltrasio a carico dei due accusati di violenza sessuale di gruppo per l’episodio che si era verificato circa tre anni fa, a Rocchetta Ligure, ai danni di una ragazza all’epoca minorenne. La richiesta del pubblico ministero era stata, nella precedente udienza, di 3 anni di reclusione. I legali delle parti, avvocati Roberto Cerruti e Luciano Crocco per Mignacco, Paolo Candida per Rube, hanno annunciato di voler fare ricorso in appello, non appena avranno letto le motivazioni della sentenza. I fatti risalgono a circa tre anni fa: dopo una festa di compleanno in un locale della zona, la ragazza si sarebbe ritrovata in riva al torrente Sisola, sola, insieme a sei uomini. A lanciare l’allarme era stato un amico che aveva soccorso la vittima. Ai carabinieri, in un primo momento, la giovane aveva detto di non ricordare nulla ma la segnalazione e il ricovero al pronto soccorso hanno fatto scattare l’indagine della Procura. A supporto della tesi della violenza erano state tre testimonianze. La giovane si è costituita parte civile, assistita dall’avvocato Lorenzo Repetto. La quantificazione del danno subito sarà discussa in sede civile. (I.N.)

NOVI

Lavori in corso Lavori in corso e modifiche della viabilità a Novi Ligure fino a sabato 12 aprile, saranno effettuati, a cura di Gestione Acqua, interventi di ripristino dei chiusini dei sottoservizi lungo via Mazzini nel tratto compreso tra strada della Pavesa e il civico 128. Sempre a Novi, sino al 19 aprile, lungo viale Unione Europea saranno effettuati interventi a cura di Gestione Acqua per la sostituzione dei chiusini stradali. (E.D.)

INDAGINI DIAGNOSTICHE CARDIOLOGIA: Elettrocardiogramma (ECG), ECOCARDIOGRAFIA ECOGRAFIE: ADDOME COMPLETO, ADDOME SUPERIORE, ADDOME INFERIORE, CARDIACA, CUTE E SOTTOCUTE, MAMMARIA, MUSCOLO-TENDINEA, OSTEOARTICOLARE, URO ANDROLOGICHE (sovrapubiche e transrettali), SCROTALE, TIROIDE ECODOPPLER: VASCOLARE, PENIENO DINAMICO con farmacoerezione (per lo studio della disfunzione erettile) ECG DINAMICO HOLTER: CARDIACO E PRESSORIO

AREA INFERTILITÀ MASCHILE E FEMMINILE Alla Novimedical sappiamo quanto sia importante il desiderio di avere un bambino. Abbiamo un servizio dedicato alle coppie con problemi di fertilità: vogliamo offrire la possibilità di instaurare una giusta diagnosi e di intraprendere una corretta strategia per affrontare i problemi e per raggiungere il risultato desiderato in

breve tempo. Un team composto da un andrologourologo, una biologa, un endocrinologo, una ginecologa, uno psicologo-sessuologo, segue la coppia passo dopo passo

CHIRURGIA ESTETICA, DERMATOLOGICA, UROLOGICA E VASCOLARE Trattamenti Filler con collagene e acido ialuronico Peeling chimico con acido glicolico Biorivitalizzazione Interventi di chirurgia plastica e dermatologici ambulatoriali Terapia sclerosante Terapia con laser KTP532 delle teleangiectasie (dilatazione di piccoli vasi sanguigni) Urologia: circoncisione, frenulotomia, vasectomia, escissione cisti scroto, biopsia pene/scroto

AREA OBESITÀ E DISTURBI COMPORTAMENTO ALIMENTARE Prestazioni: Visite specialistiche Gruppi psico-nutrizionali di supporto


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

7 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Consiglio Comunale Il documento di previsione per il 2014 è stato approvato la settimana scorsa. Il consuntivo del 2013 verrà invece discusso in una seduta alla fine del mese di aprile.

I conti sono in regola, è un bilancio risanato L’assessore Marubbi: «Abbiamo puntato soprattutto sull’equità fiscale» GINO FORTUNATO g.fortunato@ilnovese.info

L’amministrazione comunale di Novi, si congeda da quest’ultima legislatura con i conti in piena regola. Un’eredità persino difficile da mantenere, qualora si accentuasse il clima di recessione, per la Giunta che subentrerà. In queste settimane a ridosso della campagna elettorale per il rinnovo del sindaco e del consiglio comunale, cadono infatti due appuntamenti importanti per l’amministrazione uscente, chiamata a preparare il bilancio di previsione 2014 (approvato la settimana scorsa dal consiglio comunale) e a tirare le somme del 2013, con il consuntivo che andrà in consiglio a fine aprile. «Chiudiamo con i conti in ordine – sostiene l’assessore alle Finanze, Germano Marubbi – con un bilancio per il 2014 che punta soprattutto all’equità fiscale. Sostanzialmente i due documenti dicono alcune cose. Intanto che i numeri finanziari del Comune sono a posto. Infatti il 2013 si chiude rispettando il patto di stabilità e con un avanzo gestionale di 600 mila euro. Negli ultimi cinque anni il bilancio è stato risanato e consolidato. In altri termini i crediti degli anni precedenti si sono ridotti del 70 per cento, mentre i debiti del Comune sono scesi di oltre 6 milioni». «Questo ha consentito, insieme ai risparmi ottenuti sulle spese di personale, sulla gestione calore e sulle spese discrezionali, di ridurre la spesa complessiva, liberando risorse per ridurre le tasse – continua ancora Marubbi – Nel 2014 sono confermate le agevolazioni sull’Irpef comunale. Invariata la tassa rifiuti e le tariffe dei servizi. Il Comune ha studiato una manovra sulla nuova Tasi che punta all’equità fiscale. Ci sarà una “no tax area”

ANMI

Corso di vela per bambini Sarà presentato sabato alle 16.00 il corso di vela per i bambini dai 6 ai 12 anni organizzato dall’Anmi di Novi Ligure con la collaborazione del Club Nautico di Varazze. La presentazione avverrà presso la sede dell’associazione Marinai d’Italia in corso Italia 1/A. Sarà anche possibile vedere e “provare” l’imbarcazione di classe Optimist che sarà utilizzata per il corso.

L’APPUNTAMENTO

Week end con Novinfiore

per le rendite sotto i 300 euro e una detrazione fissa di 90 euro per tutti». I due bilanci di fine amministrazione sottolineano quindi che le sfide per i prossimi anni (quindi per l’amministrazione che subentrerà) riguarderanno in prima battuta il mantenimento di un equilibrio, faticosamente ricostruito in seguito alla crisi generale, che dovrà essere difeso con attenzione, guardando sempre, quindi, alla spesa e al rigore. Ma soprattutto, tali sfide, coinvolgeranno il rapporto del Comune con le aziende partecipate, sulle quali potrebbe intervenire a giorni il Go-

Consiglio Comunale Due appuntamenti importati per i bilanci del 2013 e del 2014.

verno, promuovendo la loro privatizzazione, totale o parziale. «Ecco – prosegue Marubbi – sulla privatizzazione di Acos, a esempio, si dovrà ragionare su come si potrebbero usare i 20-30 milioni di euro ricavabili dalla vendita. Per quanto mi riguarda ribadisco ciò che ho detto in sede di consiglio comunale, ovvero che nessuno ci obbliga a tenere le aziende in proprietà pubblica e che sarebbe il caso di parlarne, visto che vendendo si avrebbero i soldi necessari per risolvere la gran parte dei problemi della città».

Il personaggio Intervista a una esponente del vasto mondo del volontariato cittadino

Sandra Negrini, l’anima della Cri «Dal primo gennaio di quest’anno siamo di nuovo provatizzati: si tratta di un cambiamento epocale e di un passaggio di competenze non facile senz’altro da sostenere. Ma ci proveremo facendo assolutamente del nostro meglio».

inbreve

Il mondo del volontariato, in città, è molto vasto. Sono tanti i novesi che dedicano un po’ del loro tempo a favore degli altri. Tra queste persone vi è anche Sandra Mantero Negrini (nella foto) da sempre voce e anima della Cri cittadina. — Perché ha deciso di dedicarsi al volontariato? «La molla che mi ha spinto ormai diversi anni fa a entrare in Croce Rossa è stata la voglia di fare qualche cosa per gli altri. Lo spirito di servizio poi ti fa andare avanti». — Come è cambiato il volontariato nel tempo? «È cambiato tutto molto e anche in fretta. Il volonta-

DAI LUCEDIO

Se il west diventa comico

riato negli anni è dovuto essere meno improvvisato. Oggi il tempo da dedicarvi è decisamente di più e più impegnativo perché è indispensabile, per ogni forma di volontariato, avere la giusta preparazione». — Dal 1° gennaio scorso la Cri, a livello locale, è nuovamente privatizzata, come vi state muovendo? «Stiamo cercando ancora di capire cosa dobbiamo fare e come. Si tratta di un cambiamento epocale. Difficile ora dare impressioni, è trascorso troppo poco tempo. Posso dire che certamente questo “passaggio” di competenze non è facile da sostenere. Ma non abbiamo paura e procediamo».

Weekend all’insegna della primavera con due giornate dedicate a Novinfiore, evento che riprende una denominazione già nota ma che propone contenuti innovativi: non solo dedicato ai fiori ma anche attrezzature e arredi per giardino, artigianato artistico, vivaismo con piante grasse, erbe aromatiche, bonsai. La fase nuova vede le erbe e i fiori in cucina, riproponendo piatti antichi e curiosi della tradizione contadina e montanara (riso alle viole, frittate con erbe e fiori di primavera) ma anche le erbe per la bellezza e la salute. Notevole e qualificata la presenza di operatori professionisti e artigiani che sabato e domenica saranno dislocati in corso Marenco, Portici Vecchi e Nuovi, via Girardengo, piazza Dellepiane, via Roma, piazza Carenzi. Sarà anche occasione per tornare a passeggiare nel centro storico e fare shopping nei negozi, aperti anche la domenica, che presentano le nuove collezioni di primavera. Sarà una festa di città, allegra e fiorita, con bar e ristoranti che offriranno menu, aperitivi ed happy hours sul tema fiorito e con i negozi che propongono, sulle nuove collezioni, offerte vantaggiosissime per i Titolari Novicard, la moderna premium card del consorzio Il Cuore di Novi che viene rilasciata in forma gratuita dal Centro Servizi nei Portici Vecchi e offre, lungo tutto l’anno, shopping scontato e premiato.

— La settimana scorsa è stato presentato, al Museo dei Campionissimi, da parte dell’amministrazione comunale, il Piano strategico. Tu fai parte del comitato scientifico, scelto dal sindaco Lorenzo Robbiano, che ha preso parte alla stesura di questo strumento che ha lo sco-

po di prefigurare la città del domani. Che esperienza è stata? «È stata un’esperienza molto interessante e stimolante. L’incontro con altre persone e, quindi, con altre realtà è stato altamente formativo. È stato certamente arricchente». (M.P.)

Gino Capogna e Giorgio Penotti saranno ospiti domenica 13 aprile, alle ore 21.00, del salotto teatrale Dai Lucedio (via Verdi 138, Novi Ligure). Dalle praterie del selvaggio West, il duo country più improbabile del mondo si esibirà in uno spettacolo che sa di polvere, di cavallo, di lardo e fagioli: “Col cactus”. Giorgio Penotti e Gino Capogna collaborano dal 1998 a livello musicale e teatrale con la Bandarotta Fraudolenta e con il Gruppo dell’Incanto. Nello spettacolo “Attraversando la strada”, musical dedicato a Fellini della Bandarotta Fraudolenta, hanno interpretato la coppia comica formata dal Direttore Giraffa e dal Clown Brillantina. Biglietto 8 euro. Info e prenotazioni al 334 2135445. (E.D.)


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

8 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La confraternita Si rinnova una tradizione risalente al Seicento

Il concerto Domenica in Basilica

La deposizione dalla Croce rivive nella Maddalena

A Musicanovi le note del Messiah di Haendel

MARZIA PERSI m.persi@ilnovese.info

Rivivrà, oggi pomeriggio, alle 16, e domani sera, alle 21, nella basilica della Maddalena, una tradizione risalente al primo Seicento naturalmente in maniera rivista e “corretta”. La Confraternita della Maddalena ha deciso di rinnovare l’antico rito “ della deposizione dalla Croce e delle lamentazioni sul sacro corpo del Cristo morto”. «L’appuntamento consisterà – spiega il priore Mario Ristagno- in un sus-seguirsi di brani musicali, testi poetici e salmi incentrati sull’infinito amore di Gesù per l’uomo, amore che culmina nel Suo sacrificio supremo».È questo, in sintesi, il compito assegnato alle Confraternite dal Concilio di Trento e «la nostra Confraternita,- prosegue Ristagno- che già disponeva di un “Compianto” fittile, rispose all’epoca dotandosi dello splendido e monumentale gruppo ligneo del Calvario».È proprio ai piedi di queste splendide opere d’arte, oggi completamente restaurate, che si svolgerà la manifestazione, in un clima sicuramente suggestivo. La scelta dei testi è stata affidata a Andrea Sisti, la voce recitante saranno Andrea Bobbio e Alessandro Cariola. La regia è affidata a Paolo Sbuttoni, docente di linguaggio della pubblicità all’Università di Milano. L’obiettivo della Confraternita è quello di valorizzare la basilica della Maddalena, monumento unico nel suo genere. Prenderanno parte all’evento il coro delle voci bianche dell’istituto musicale “Casella”, il soprano Francesca Semino e il mezzo soprano Silvia Cili-

berti. Inoltre la Confraternita della Maddalena ha ottenuto l’indulgenza plenaria «che viene concessa- continua Ristagno- una volta all’anno. L’ultima volta che la Basilica della Maddalena ha avuto l’indulgenza è stato nel 1840».Gli esponenti della Confraternita dopo aver ristrutturato completamente la basilica, si stanno attivando per dare il via ad altri progetti. «Abbiamo iniziato da poco tempo –

sottolinea ancora il priore- i lavori per la realizzazione nei locali attigui alla basilica della galleria d’arte dedicata al pittore Aldo Coscia, nostro benefattore».La galleria, nei progetti della Confraternita, ospiterà stabilmente le opere di Aldo Coscia ma, in altri momenti dell’anno, sarà fruibile gratuitamente ad altri artisti. Il cantiere sarà chiuso entro la fine del 2014.

Grande attesa per il prossimo appuntamento della rassegna concertistica Musicanovi, che domenica 13 aprile, alle ore 21.00, vedrà l’esecuzione di uno dei più grandi capolavori del repertorio sacro della musica classica: il “Messiah” di Georg Friedrich Haendel. Importante e prestigiosa cornice del concerto sarà la Basilica della Maddalena in via Abba a Novi Ligure. I solisti, protagonisti della serata, saranno Loredana Bacchetta (soprano) e Enrico Iviglia (tenore) supportati dal Coro di Alessandria “Mario Panatero” e dall’Orchestra Classica di Alessandria, don Pierangelo Pietracatella al cembalo, la direzione è affidata all’abile bacchetta del maestro Gian Marco Bosio. Il “Messiah” è la composizione più famosa di Haendel. Scritta in soli 24 giorni, è divisa in tre parti. Il brano più celebre è l’“Hallelujah”: in alcuni Paesi è d'uso che il pubblico si alzi in piedi durante questa parte dell’esecuzione (tradizione vuole che il re Giorgio II, quando sentì questo coro per la prima volta, si agitò così tanto che balzò in piedi, seguito da tutti gli altri). Gli interpreti della serata sono artisti di grande esperienza. Loredana Bacchetta si è esibita in Francia, Germania, Repubblica Ceca, Olanda e Svizzera. Enrico Iviglia ha vinto numerosi concorsi nazionali e internazionali, calcando i palcoscenici di importanti teatri come il Regio di Torino, il Carlo Felice di Genova, la Fenice di Venezia. Don Pierangelo Pietracatella, al quale sarà affidato il ruolo del primo pianoforte, è presbitero della diocesi di Tortona e direttore di coro; attualmente è parroco di Vignole Borbera e membro della Commissione diocesana per l’arte sacra. Gian Marco Bosio, direttore d’orchestra e compositore, già docente presso il conservatorio “Paganini” di Genova, è consigliere della Fondazione Marenco alla quale è stato affidato l’incarico di curare la ristrutturazione del teatro storico di Novi. L’evento è organizzato dall’associazione “Alfredo Casella” di Novi Ligure in collaborazione con il Comune. Biglietti 6 euro. (E.D.)

COLORIFICIO BM COLOR srl

Per liberare la Tua fantasia entra nel mondo BM COLOR, potrai trovare un vasto assortimento di pitture rispettose dell’ambiente,colori anche molto forti garantiti in esterno prodotti decorativi per le piu’ svariate, esigenze estetiche e funzionali. Inoltre da noi troverai tutte le soluzioni per problemi di umidita’,muffe,isolamento termico, pavimenti in resina e .... molto altro.

‘’I maestri del colore ‘’ CAPAROL

MaxMeyer

Friends

Corsi per progettazione e applicazione cappotto termico Assistenza e consegne in cantiere ACQUI TERME Corso Divisione 43 Tel. 0144.356006

Cortesia e professionalita’ roberto@bmcolor.it

SERRAVALLE SCRIVIA Quartiere Ca’ del Sole (di fronte McDonald’s)

Tel. 0143.61793


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

9 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Terzo Valico La protesta degli oppositori sabato scorso ad Arquata Scrivia

Scintille e poi scontri al corteo Cantiere di Radimero: i manifestanti tagliano reti e la Polizia risponde

LA CORALE

Concerto pasquale Sabato 12 aprile alle ore 21.15 presso la suggestiva parrocchia di Nostra Signora Assunta della Pieve in Novi Ligure, la Corale Novese, diretta da Chris Iuliano, terrà il tradizionale Concerto di Pasqua. Il programma eseguito durante la serata sarà vario toccando diversi stili musicali, particolarmente interessante la “Misa Criolla” di Ariel Ramirez per soli, coro e strumenti musicali tipici argentini.

ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

Sabato 5 aprile, per la prima volta, No Tav e forze dell’ordine sono arrivati allo scontro. È accaduto durante la manifestazione organizzata dai comitati contrari al Terzo Valico a Arquata Scrivia. Circa un migliaio di persone (800 secondo la questura) si erano ritrovate davanti alla stazione di Arquata Scrivia per esprimere ancora una volta il proprio “no” alla nuova linea ferroviaria. Poco dopo le 15.00, la partenza del corteo che, prima di dirigersi verso il cantiere di Radimero, si è snodato per le vie cittadine. Al passaggio sotto il Comune numerosi i fischi all’indirizzo di Paolo Spineto: «Due anni fa – scandisce al megafono la voce di uno degli attivisti No Tav arquatesi – il sindaco prometteva che avrebbe lottato al nostro fianco fino alla fine. Noi oggi siamo qui, ma le porte chiuse del palazzo comunale sono la dimostrazione delle promesse non mantenute». Poi l’arrivo a Radimero, il cantiere che ospiterà la “talpa”, il macchinario che perforerà il terreno verso Rivalta Scrivia, da un lato, e Genova, dall’altro, per un totale di quaranta chilometri di tunnel. Il costo dell’opera, di cui ad oggi sono stati finanziati i primi due lotti esecutivi, sarà di 6 miliardi di euro. A Radimero erano presenti circa 80 persone tra polizia e carabinieri, alcuni in assetto anti sommossa. Circa 100-150 manifestanti a un certo punto si sono diretti verso le reti che delimitano il cantiere e hanno cominciato a tagliarle, poi sono entrati nell’area e a questo

inbreve

L’ASSUNZIONE

La tela restaurata punto c’è stato lo scontro con il cordone di sicurezza dei militari. Qualche spintone, sale la tensione, vola qualche bottiglia, bicchieri di vino, due fumogeni, manganellate. Lo scontro forse era previsto, visto che gli attivisti delle “prime linee” indossavano elmetti protettivi da cantiere. Un 68enne arquatese è rimasto ferito in maniera non grave. E dopo poco il clima è tornato più disteso. «Un gruppo di circa 100150 persone si è recato in fondo alla strada in un tratto in cui era interdetto il passaggio, dove erano posizionati i poliziotti – ha dichiarato a Oggicronaca il dirigente della questura di Alessandria Flavio Buffa – Il divieto di passaggio era stato istituito per proteggere l’incolumità della gente: si tratta, infatti di una strada molto stretta con a fianco un dirupo. Il transito di così tanta gente sarebbe stato pericoloso e noi eravamo lì per im-

pedire appunto che qualcuno potesse farsi male. Questo però i manifestanti non lo hanno capito. Volevano passare a tutti i costi e hanno iniziato a lanciarci qualsiasi cosa. A quel punto noi li abbiamo respinti. Quatto agenti sono rimasti contusi e uno è scivolato nella scarpata». Marco Scibona, senatore grillino, presente alla manifestazione, ha criticato l’operato delle forze dell’ordine e ha dichiarato che

«non sarà questo episodio a farci demordere, continueremo a lottare per un utilizzo delle risorse economiche per servizi utili a tutti i cittadini e per far si che le scarse finanze pubbliche non finiscano in mano a potentati e collusi». Anche Gianni Cirri, consigliere comunale di Arquata Scrivia, ha espresso dure critiche alla gestione dell’ordine pubblico durante la manifestazione.

Domani 11 aprile dopo la messa delle 18 officiata dal vescovo, a San Nicolò, il Rotary Club di Novi presenterà il restauro della tela “Assunzione della Vergine”. Tale quadro appartiene all’importante apparato decorativo dell’oratorio della Misericordia sito a metà di via Gramsci. La tela restaurata sarà collocata temporaneamente a San Nicolò. Dopo il periodo di esposizione la tela dell’Assunzione rimarrà a Novi in maniera permanente ospitata in una adeguata sede. Il finanziamento del restauro è stato garantito dal Rotary Club di Novi, dal Grappolo del Rotary e dalla Fondazione della Cassa di Risparmio di Torino. In occasione di questa cerimonia verrà consegnato all’associazione di volontariato Sea il contributo raccolto dal Rotary novese con la vendita del libro “Scriviamo la mia Novi”.

Scuola Al primo e al secondo istituto comprensivo

Due nuove aule informatiche donate dal Rotary Club Due nuove aule di informatica, con otto computer e una stampante laser ciascuna: le ha donate il Rotary Club di Novi Ligure al primo e al secondo istituto comprensivo. La cerimonia di consegna è avvenuta sabato 5 aprile, presso la scuola media Boccardo in viale Ferrando Scrivia, alla presenza del sindaco Lorenzo Robbiano, del presidente del consiglio comunale Maria Rosa Porta e degli assessori Felicia Broda e Simone Tedeschi. Nell’occasione il presidente novese del Rotary, Andrea Baschirotto, ha ringraziato le autorità comunali e scolastiche per la collaborazioni in queste attività e rivolgendosi agli alunni intervenuti li ha invitati a essere sempre migliori, sostenen-

do che tutti in misura diversa ma ugualmente significativa siamo tenuti ad aiutare la nostra società e la nostra città. Sempre sabato il Rotary Club di Novi Ligure ha anche donato ai tre istituti comprensivi cittadini i sussidi didattici per gli alunni delle scuole elementari che soffrono di Dsa (disturbi specifici dell’apprendimento), acquistati con il ricavato della vendita del libro “Scriviamo la mia Novi” del Natale 2013. L’iniziativa, andata oltre le più ro-

see previsioni, sarà ripetuta l’anno prossimo e i Rotary hanno già invitato tutti (grandi e piccoli) a iniziare a scrivere il proprio racconto per il libro del Natale prossimo. «La cerimonia ha rappresentato anche l’occasione per discutere delle future attività di collaborazione tra il nostro Club e il dirigente scolastico Mario Scarsi, l’amministrazione comunale e gli istituti scolastici cittadini», ha spiegato il presidente Baschirotto. (E.D.)

onoranze funebri

. . . cit Professionalità, totale assistenza che generano armonia e conforto

Servizio continuato

24 ore su 24 via Giacometti n. 22 (Palazzo Pallavicini)

Novi Ligure

0143 2411


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

10 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Il weekend Una serie di appuntamenti dedicati agli appassionati delle due ruote

Esplode la primavera ciclistica Anche una sorta di staffetta fra biblioteche, scuole e librerie

lapubblicazione Quando Casa Coppi racconta di Elio Defrani

biciclette. Alle ore 11.00 trasferimento presso la biblioteca civica dove si terrà la presentazione del libro “Lo Spaventapasseri” di Bruno Morchio. Seguirà una passeggiata amatoriale in bici nel territorio novese con gli autori. Dopo il rientro al Museo dei Campionissimi, seguirà la visita guidata alle sale espositive e, alle ore 17.00, la presentazione del libro “Pantani era un dio” di Marco Pastonesi. Alla sera (ore 21.00, costo biglietto 7 euro) sempre presso il Museo dei Campionissimi, è in programma lo spettacolo teatrale, patrocinato dalla Federazione Ciclistica Italiana, “Costante la nuvola” di Davide Mancini. Domenica, infine, tutti in sella con la 13esima gran fondo “Dolci terre di Novi” [articolo in basso].

Tre giorni di appuntamenti dedicati a chi il ciclismo lo pratica, a chi lo guarda soltanto, a chi lo sport lo vive e a chi si accontenta – per così dire – di leggerne la storia sui libri. La primavera ciclistica novese inaugura domani, venerdì 11 aprile, un lungo weekend che porterà in città anche Marco Pastonesi, firma della Gazzetta della Sport e tra le più celebri “penne” del Giro d’Italia. Ragazzi e studenti saranno protagonisti al Museo dei Campionissimi domani alle 10.00, durante il convegno a loro espressamente dedicato “Sport e cibo: nutrimento per la mente”. I relatori saranno Rocco Cardamone (promuove progetti nelle scuole per lo sviluppo di corretti stili di vita tra i ragazzi), Alice Olmo (ballerina, coreografa e insegnante in numerose scuole di danza) e Ilaria Caprioglio. (scrittrice e modella, è vicepresidente dell’associazione “Mi nutro di vita” per la lotta ai disturbi del comportamento alimentare). Giornata piena sabato 12 aprile con diversi eventi inseriti nell’ambito del “Giro d’Italia in 80 librerie”, iniziativa di carattere nazionale nata da un’idea dell’associazione “Letteratura rinnovabi-

Weekend sulle due ruote Da domani a domenica tante iniziative legate al mondo del ciclismo. Sabato il “Giro d’Italia in 80 librerie”, una staffetta ciclistica che collegherà scuole, librerie e biblioteche.

le” con la collaborazione di tanti editori, librerie, scuole e biblioteche. Si tratta di una staffetta ciclistica, tra cultura e ambiente, con tanti scrittori che si daranno il cambio a bordo di due biciclette “ufficiali” per disegnare su due ruote il filo che lega librerie, scuole e biblioteche, luoghi di sogno e di piacere (iscrizioni allo Iat: 0143 72585; 5 euro a persona, bambini sino 11 anni gratis). Si parte alle ore 10.00 con il ritrovo presso il Museo dei Campionissimi, dove sarà possibile anche noleggiare le

illibro

ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

“Pantani era un dio” In “Pantani era un dio” – il libro di Marco Pastonesi che sarà presentato sabato alle 17.00 al Museo dei Campionissimi – la vita dell’ultimo, grande interprete del ciclismo italiano è raccontata attraverso tutto ciò che, nel bene e nel male, ha contribuito a forgiarne il mito. Innanzi tutto la Romagna delle piadine e di Tonino Guerra, della Cesenatico dove tutto è iniziato e della Rimini dove tutto è finito. E poi le voci, le tante voci, degli amici che non l’hanno mai abbandonato, dei dirigenti sportivi che l’hanno visto crescere e vincere, e dei suoi gregari. «Gli ultimi», li chiama Marco Pastonesi, quelli che non ne hanno mai vinta una ma che per il loro capitàno – e Marco Pantani era, prima di tutto, un capitàno – sarebbero capaci di qualsiasi sacrificio. «Qui non c’è giudizio né verdetto», scrive l’autore. Qui ci sono soltanto «cento cantastorie che raccontano le gesta di un guerriero, di un bandito, di un pirata». (E.D.)

Ciclismo Appuntamento con la tradizionale Kermesse

Per la tredicesima gran fondo “Dolci Terre di Novi” diretta web domenica mattina Appuntamento numero 13 per la gran fondo “Dolci Terre di Novi” che quest’anno ripropone la diretta sul web della gara di ciclismo amatoriale che si disputerà domenica mattina. La kermesse rimane saldamente fra le preferite dagli appassionati della Coppa Piemonte che avvia la sua stagione proprio dalla casa di Coppi & Girardengo, il museo dei Campionissimi. La diretta su www.coppapiemonte.it inizierà mezz’ora prima dell’arrivo quando verranno proposte anche le immagini della partenza e le fasi salienti di una gara che richiama

1.500 appassionati, attratti dalle strade che videro allenarsi Fausto Coppi e Costante Girardengo. La “Dolci Terre” sta diventando sempre più un evento capace di calamitare l’interesse degli appassionati di ciclismo e i tanti eventi collaterali previsti servono proprio a creare l’evento sportivo in grado di trascendere il dato agonistico e di diventare fenomeno sociale e culturale come confermano i quasi 1.500 iscritti (oltre 1.300 i partenti) di ogni edizione. Se l’aspetto sociale e culturale ha il sopravvento, il profilo sportivo non cambia: previsti due tracciati, uno di 130 chilometri

(1.920 metri di dislivello) e uno di 105 (oltre 1.400 metri il dislivello). Tutte le corse partiranno alle 10.00 davanti al Museo dei Campionissimi e avranno una prima parte di tracciato comune che lambirà i centri di Villalvernia, Cassano, Sardigliano, Monterosso (una salita di quelle in grado di fare la prima vera selezione), Sorli, Garbagna: qui i percorsi si biforcheranno con la medio fondo che si snoderà sulle colline tortonesi con l’immancabile e suggestivo passaggio a “casa Coppi” mentre la prova più lunga salirà sulle colline a cavallo tra le valli Borbera e Curone toccando Monte-

bore, Dernice, Brignano Frascata per poi passare anch’essa nelle colline tortonesi e raggiungere Novi via Cassano (dove riposa

Costante Girardengo). L’arrivo per la gran fondo è previsto intorno alle 14.00 (le 13.00 per la medio fondo). (M.I.)

Via Mazzini, 1 int. 2 - Novi Ligure (AL) mail: digennaro.ferrari@studioigienedentale.it

A Castellania, a Casa Coppi, si rinnova ogni giorno, con visitatori che arrivano da ogni parte d’Italia e non solo, il ricordo di una straordinaria storia che, superando i confini dello sport, è diventata leggenda e devozione. Per le generazioni che vogliono ricordare e per i giovani che vogliono sapere, il consorzio turistico “Terre di Fausto Coppi” ha deciso di raccontare la storia sportiva del Campionissimo attraverso le grandi corse internazionali con l’edizione della collana “Casa Coppi racconta” che narra di imprese, vittorie e aneddoti dei campioni di ogni tempo dalle strade sterrate all’asfalto, dal bianco e nero al colore. Il primo appuntamento è con “Sanremo, leggenda centenaria” di Giuseppe Castelnovi, che racconta la classicissima di primavera, ovvero il primo e più atteso appuntamento internazionale con il ciclismo. Una ricca raccolta di aneddoti, come la storica bufera di neve sul Turchino del 1910 che valse alla corsa il titolo di “Milano-Siberia”. E come dimenticare ad esempio la radiocronaca di Nicolò Carrosio che nel 1946 annunciava: «Vince Fausto Coppi, in attesa del secondo trasmettiamo musica da ballo». Questo primo anello della collana ricorda le sei vittorie di Costante Girardengo, il primo Campionissimo, superato in questa classifica solo da Eddy Merckx con il suo “settimo sigillo” nel 1976. E poi il campione del mondo Felice Gimondi che alza le braccia al cielo di Sanremo nel 1974, imitato dieci anni dopo da Francesco Moser reduce dal primato dell’ora in Messico. La corsa, nella classifica per Nazioni, vede l’Italia prima con 50 vittorie, poi il Belgio con 20, la Francia con 12. Tanti i ricordi: dai duelli di Guerra e Binda, alle quattro vittorie di Bartali, alle lunghissime fughe e ai distacchi da record. Ad esempio, escludendo la “Milano-Siberia” (quando il secondo arriva dopo oltre un’ora), è Fausto Coppi nel 1946 ad aver imposto il maggior distacco al proprio inseguitore (14 minuti), seguìto da Girardengo con 13 minuti nel 1918 e da Belloni nel 1917 con poco meno di 12 minuti. Giuseppe Castelnovi ha saputo ancora una volta ben interpretare il pensiero degli sportivi offrendo agli appassionati un documento piacevole e interessante di sport, di storia, di curiosità.

SIAMO REPERIBILI 7 GIORNI SU 7

Si riceve su appuntamento tel. 345 9207492

Dr.ssa Elisabetta Di Gennaro Sig. Francesco Ferrari Responsabile marketing

LEZIONI DI IGIENE ORALE

PER LA PREVENZIONE DELLA CARIE

SBIANCAMENTO DENTALE

RISOLUZIONE PROBLEMI DI:

PER CARIE RICORRENTI

Lezioni personalizzate per bambini, ragazzi, adulti

- sigilli dentali - impacchi di gel al fluoro

Sedute di sbiancamento dentale professionale con lampade di ultima generazione

- alito cattivo - gengive che si ritirano - gengive che sanguinano - denti che si muovono - cattiva igiene orale

suggerimenti per una corretta alimentazione al fine di ridurre al minimo questo problema


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

11 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Monopoli, Risiko, Cluedo: andiamo in ludoteca... ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

Chi l’ha detto che per divertirsi bisogna per forza avere uno smartphone di ultima generazione o una consolle per giocare con gli amici via internet? Oggi c’è anche chi ha deciso di andare controcorrente, e di riscoprire una gioia antica: quella di sedersi attorno a un tavolo e di fare una bella partita a Monopoli, a Risiko, a Cluedo o a carte. Ha da poco aperto a Novi Ligure, infatti, la prima ludoteca cittadina. La sede è all’interno del Centro sportivo comunale di viale Pinan Cichero (ex All Season) e i gestori della struttura – Patrizia Pugno e Paolo Carlevaro – puntano a farla diventare un luogo di ritrovo e di aggregazione per tutti i giovani della città. «L’idea è quella di un posto dove i ragazzi possano trascorrere un pomeriggio o una serata divertendosi, conoscendo amici nuovi e senza dover per forza sborsare tanti quattrini», spiegano i gestori, coadiuvati da Stefano Repetto. Per usare i giochi della ludoteca, infatti, è sufficiente lasciare un documento di identità e versare una cifra simbolica (1 euro a persona). Poi si può andare avanti anche tutto il giorno, sfidandosi ai giochi da tavola più tradi-

zionali oppure a quelli più moderni, come Carcassonne, o ancora ai giochi di ruolo con le carte, come Cappuccetto Rosso o Wherewolf. La ludoteca – che funziona con gli stessi orari del Circolo sportivo comunale – è aperta a tutte le fasce di età: dopotutto ci si può divertire con una bella partita a Risiko anche se non si hanno più vent’anni. I più giovani, invece, trove-

Novi si mette in gioco Ha aperto in città la prima ludoteca, presso il Centro sportivo comunale di viale Pinan Cichero. «Un luogo dove divertirsi riscoprendo la gioia antica dello stare insieme», dicono gli organizzatori.

ranno di sicuro qualcuno disposto a insegnare loro le regole di questo o quel gioco. «Le strutture di questo genere non sono molte – spiega Repetto, fra gli ideatori del progetto – Ma dove esistono richiamano tantissime persone e sono anche un motore per lo sviluppo turistico. A Aosta, ad esempio, la fiera organizzata dalla locale ludoteca dura tre giorni e fa arrivare in città giocatori da tutto il Nordovest».

«L’unica acqua che ci bagna è quella dello Scrivia» Dopo i separatisti veneti, che nascondevano una sorta di “carro armato” in garage e che la settimana scorsa sono stati arrestati dai carabinieri, abbiamo scoperto che anche nella nostra città è presente un pericoloso gruppo indipendentista: i Nuovi Separatisti Novesi. O meglio, a scoprirlo è stata la giornalista d’assalto Linda Rodriguez (al secolo Martina Motta, nella foto) che ha realizzato con Luca Bondino e Marco Ferrari di Zelig Off uno spassoso video (visibile su goo.gl/ok68Vy). «Chiediamo che tolgano la parola “Ligure” dal nome della nostra città, altrimenti noi la Liguria la invadiamo. Altro che mare: l’unica acqua che ci bagna, a noi, è l’acqua dello Scrivia», dicono i Nsn. Ginetto e il Ruspa – i due capi indiscussi della formazione separatista – hanno già preparato il loro personale carro armato: una potente carriola a spinta manuale. (E.D.)

Susanna, la principessa di rosso vestita PRIMA

DOPO

Alla fine della puntata si è trasformata in una principessa vestita di rosso. La novese Susanna Bosio, 40 anni, lo scorso 3 aprile è stata ospite della trasmissione “Detto fatto”, condotta da Caterina Balivo su Rai 2. Grazie al team di esperti stilisti, truccatori e parrucchieri guidati da Giovanni Ciacci, Susanna ha completamente rivoluzionato il proprio look. Iscritta alla trasmissione dalla madre Carlina, Susanna era accompagnata dal padre Luigi e dalla suocera Annina, mentre ad attenderla a casa era rimasto il marito Lino Lioia. Chissà se avrà riconosciuto la moglie, al suo ritorno a Novi! (E.D.)

inbreve IL MUSICAL

Mamma Mia in salsa novese Sabato 12 aprile attori, ballerini e cantanti calcheranno il palcoscenico del teatro Giacometti di Novi Ligure per portare in scena il musical “Oh mamma mia”, una rivisitazione in chiave novese del celebre spettacolo scritto da Catherine Johnson nel 1999 e basato sulle canzoni del gruppo pop Abba. La protagonista è una ragazza che va alla ricerca del padre mai conosciuto. Indagando, grazie al diario segreto della mamma, scopre con stupore che la donna in gioventù aveva avuto diverse avventure e così la ragazza invita tutti i possibili padri al proprio matrimonio. I protagonisti del musical sono Sara Cavina, Alex Montemanni, Virginia Calabresi, Ginevra Krbavcic, Vittoria Tullio, Franca Cosimo, Karine Desneux, Angela Aniceto, Thea Filppini, Antonio Bajardi, Stefano Storti, Cristian Cardone, Gabriele Ivaldi, Ivana Chiappa, Musta Ettori, Ambra Repetto, Angela Petrillo, Francesca Paquariello, Valentina Giannoccolo. I cantanti che prenderanno parte al musical sono Alice Franchini, Fabiana Badiali, Camilla Chiappetta, Luana Cao, Lucrezia Fava, Sara Dionello e Andrea Todarello. Lo spettacolo è organizzato dall’associazione Fabulae. La regia è di Ginevra Paternoster (aiuto regista Martina Sposato), la sceneggiatura è di Daniela Cifrati, le coreografie di Antonio Bajardi e la scenografia di Diego Accili. Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21.00. (E.D.)

ladedica

La novità Al Centro Sportivo di Via Pinan Cichero

Tripli festeggiamenti Tripli festeggiamenti per Sandro Rebora e Maria Bricola, che lo scorso 4 aprile hanno festeggiato il loro 55esimo anniversario di matrimonio. E nel mese di aprile cadranno anche i loro compleanni: Sandro spegnerà ben 88 candeline; mentre Maria festeggerà i suoi 78 anni. Alla bellissima coppia vanno gli auguri dei figli Roberto e Paola, ai quali si uniscono quelli della nuora Hanna e dei nipoti Nicolò, Massimo, Elisabetta e Ketty.


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

12 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La novità Una struttura per l’istruzione degli amici a quattro zampe

Il libro La teologia delle creature

E i cani vanno a scuola per il debutto in società...

Protagonisti paritetici in Paradiso ad attenderci

ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

Portare il cane a scuola? E perché no? Accade sempre più spesso, anche a Novi Ligure. «E devono fare anche i compiti a casa!»: Sara Pastorino, istruttore cinofilo, dal 2008 gestisce in città “Canis in fabula”, la prima struttura per l’istruzione dei nostri amici a quattro zampe. Negli ultimi anni, si è verificata una vera e propria rivoluzione: se all’ingresso dei negozi prima si vedevano i cartelli «Io non posso entrare», oggi sono sempre di più i locali pubblici e le strutture di ricezione turistica che non solo accettano i cani ma invitano addirittura i clienti a portare con sé il proprio cucciolo. Il cane per molte persone è diventato un membro della famiglia, ma per portarlo sempre con sé è necessario che sia educato, che non sia aggressivo con gli uomini, che non abbia paura di vivere esperienze per lui nuove, che riesca a stare al guinzaglio in maniera tranquilla. Per preparare il nostro amico a quattro zampe al “debutto in società”, Sara Pastorino e le sue collaboratrici Claudia Castello e Viviana Bottaro utilizzano esclusivamente il metodo gentile, che non prevede alcuna costrizione o punizione per il cane.

«Ma la collaborazione del padrone è fondamentale – spiega Sara – Un corso di educazione canina deve sempre essere affrontato dalla coppia uomo-cane con pari impegno». Si inizia nel campo di addestramento di viale Pinan Cichero e poi, via via, ci si sposta in situazioni più popolate. Per chi è già più preparato, invece, ci sono corsi di agility dog, anche in vista di competizioni agonistiche.

Sara Pastorino L’istruttrice cinofila insieme ad alcuni cani e a due collaboratrici

Il cane si dimostra essere il migliore amico dell’uomo anche nella cura di alcune patologie. «La pet therapy è un buon supporto per tossicodipendenti, alcolisti e giocatori d’azzardo che devono superare la propria dipendenza», dice Sara Pastorino. Ma il prendersi cura di un cucciolo è di aiuto anche in situazioni meno “estreme”: «Gli anziani soli ritrovano nel proprio cagnolino la sensazione di sentirsi utili».

La “questione animale” è sempre più spesso all’ordine del giorno del dibattito filosofico, etico e giuridico. Tuttavia, raramente la discussione sui diritti degli animali e sul rapporto tra uomini e animali è assurta al livello di questione teologica. A ricordarcelo è proprio un teologo, Vito Mancuso, docente presso l’Università di Padova ed editorialista del quotidiano “La Repubblica”, nell’introduzione di “In paradiso ad attenderci”. Il volume, uscito presso le Edizioni Sonda di Casale Monferrato, è il resoconto di un lungo dialogo tra due amici, affettuoso ma non accondiscendente (i due autori hanno punti di vista molto diversi), che porta nel cuore della riflessione cristiana la questione del nostro rapporto con gli animali. I due amici sono Paolo De Benedetti, teologo e biblista tra i più noti a livello nazionale, e il non credente Maurizio Scordino, sociologo e pubblicista novese, già direttore di questo settimanale, da molto tempo impegnato sul fronte della tutela degli animali. “In paradiso ad attenderci” è una fitta conversazione, in cui Scordino raccoglie il pensiero di De Benedetti attraverso i ricordi familiari, i ritratti di quanti hanno avuto a che fare con lui e la rilettura delle molte pubblicazioni teologiche dell’ex direttore editoriale di Bompiani e Garzanti. Temi importanti, ma poco discussi, come possono esserlo quelli legati al concetto di sacrificio offerto a Dio, alla similitudine tra la sofferenza degli animali e la Shoah e al complesso rapporto tra fede e vegetarismo. Da anni De Benedetti elabora infatti una personale teologia, che considera gli animali protagonisti paritetici dell’uomo nel creato e “In paradiso ad attenderci” non potrà lasciare indifferenti i credenti, permettendo nel contempo a chi non lo è di conoscere la prospettiva della Bibbia. Il volume è completato dai commenti di Massimo Giuliani (docente di pensiero ebraico all’Università di Trento), di Luigi Lorenzetti (presidente dei teologi morali italiani) e di Marilena Bogazzi (presidente dell’associazione cattolici vegetariani). (E.D.)

Il convegno Si è discusso di eutanasia animale

PILLOLE DI RISPARMIO Quindicinale di consigli “risparmiosi” GUIDA ALL’ACQUISTO SOSTENIBILE • leggete le etichette per sapere quali ingredienti contengono cibi, detersivi e prodotti per l’igiene personale • optate per prodotti che contengono percentuali significative di materiali riciclati o componenti ri-fabbricate, oppure che siano facilmente smaltibili e/o riciclabili. • privilegiate prodotti equo-solidali e biologici • scegliete frutta e verdura di stagione e prodotti locali • comprate prodotti alimentari senza fertilizzanti e conservanti • prestate attenzione ai volumi degli imballaggi, un prodotto “nudo” è generalmente meno costoso rispetto ad uno con molto imballo • cerchiamo l’etichetta ecologica dell’Unione Europea (Ecolabel). Il simbolo del fiore ci consente di identificare beni (eccetto alimenti, bevande e medicinali) e servizi che hanno un ridotto impatto ambientale durante l’intero ciclo di vita: dalla produzione, all’utilizzo allo smaltimento finale. • preferite le saponette ai saponi liquidi, i cui contenitori sono in plastica • non acquistate acqua in bottiglia: l’acqua del rubinetto è potabilissima e sottoposta a regolari e accurati controlli di qualità • preferite contenitori in vetro piuttosto che in plastica o in alluminio: si possono riciclare con meno spreco di energie • utilizzate tegami a torre per cucinare al vapore e usate spesso la pentola a pressione

La Consulta di Bioetica si è aperta anche ai veterinari «Verrà il giorno in cui uomini come me guarderanno all’uccisione degli animali nello stesso modo in cui oggi si guarda all’uccisione degli uomini». La frase è attribuita (anche se non correttamente) a quello che nel mondo è considerato forse il più grande genio italiano, Leonardo. Da tempo immemorabile – da ben prima che venisse dipinta la Gioconda – l’uomo utilizza gli animali come fonte di cibo e come mezzo di lavoro. Eppure è solo negli ultimi anni che sono stati fatti concreti passi in avanti nella tutela degli animali. E non parliamo solo dei piccoli amici a quattro zampe che ci tengono compagnia, ma anche della fauna selvatica, di quelli che vengono usati per ottenere carne, latte e uova, dei mammiferi “da lavoro” come cavalli e asini. Anche grazie ad alcuni interventi legislativi (la legge 189 del 2004, che indica gli animali come «esseri senzienti» e non più come «cose», e il regolamento europeo sul benessere animale del 2009), si è diffusa una nuova coscienza civica ed è aumentata la sensibilità nei confronti delle sofferenze patite dagli animali. E così, per la prima volta, il convegno nazionale della Consulta di Bioetica ha aperto le porte anche ai veterinari. La quinta edizione del convegno – che si è

svolta a Novi Ligure e si è conclusa sabato 5 aprile – era dedicata all’eutanasia e ha visto la partecipazione, tra gli altri, di Ugo Spallasso, medico veterinario dell’Asl provinciale. Spallasso ha spiegato che quella dell’eutanasia «è una pratica che in campo veterinario è sempre esistita». L’abbattimento dei cavalli azzoppati è usanza antichissima; più recente l’idea di sopprimere in maniera indolore gli animali ammalati e senza speranza di guarigione. Dall’“abbattimento” alla “soppressione indolore” – cioè alla vera eutanasia (dal greco: buona morte) – passa una vera rivoluzione, che è culturale prima ancora che medica: «Sono pochissimi i “padroni” che affrontano morte del proprio animale come se avessero semplicemente perso una “cosa” – ha affermato Spallasso – Così come non conosco alcun veteri-

nario che oggi sarebbe disposto a sopprimere un cane perché privo delle caratteristiche estetiche o genetiche che il padrone voleva». Sempre più spesso, anzi, càpita che il veterinario debba improvvisarsi psicologo, «per aiutare le persone che perdono un animale a “elaborare il lutto”». L’amico a quattro zampe, ormai, è un vero e proprio componente della famiglia, e come tale viene considerato. Ma se di recente è scomparso il vostro cucciolone o il vostro gatto, una piccola consolazione c’è, come ha spiegato Ugo Spallasso concludendo il convegno: «Gli animali sono esseri senzienti, fuggono istintivamente il pericolo, ma non hanno coscienza della morte». Il pensiero che un giorno dovremo abbandonare questa terra è un dono – o una maledizione – che solo l’uomo ha ricevuto. (E.D.)


l’album

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

13 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Se i bambini puliscono

Martedì mattina protagonisti sono stati i bambini delle scuole elementari della città. Nella rima parte della mattinata sono stati inaugurati dai piccoli i distributori di sacchetti e paletta che sono stati posizionati nei parchi della città. Con tale inaugurazione ha preso il via la campagna di sensibilizzazione denominata “Passeggiata pulita” che prevede il posizionamento di dispenser di sacchetti raccoglitori per le deiezioni canine in vari punti della città. La proposta di attivare questa campagna è partita dal consiglio comunale dei bimbi. Le postazioni sono in tutto tre: presso il parco Nicolas Green in zona Lodolino, presso i giardini pubblici di via Garibaldi e al quartiere G3. L’iniziativa è nata nel corso dell’attuale anno scolastico dai consiglieri comunali “in erba”. Tra i temi dibattuti, infatti, ha destato molta attenzione quello della pulizia della città, in particolare i piccoli hanno rimarcato il fatto che, sovente, nei parchi pubblici dove si trovano i giochi, nessuno pulisce dove il caro “Fido” ha sporcato. Ogni istituto ha provveduto a collaborare per la realizzazione della campagna attraverso disegni, loghi, fotografie. Il simbolo è stato decretato da tutti gli studenti un cane di razza Labrador. Sempre martedì, presso la scuola elementare “Zucca”, è stata anche inaugurata la biblioteca dell’istituto. A portare avanti il progetto sono quattro insegnanti della “Zucca”: Milva Prigione, Manuela Porta, Laura Saletta e Ombretta Capelletti.«L’obiettivo che ci siamo prefissate- dicono le maestre- è quello di avvicinare i bimbi alla lettura del libro. All’interno del progetto prevediamo anche incontri con illustratori, editori, autori di libri per l’infanzia». Aggiungono le insegnanti: «Vogliamo in questo modo rivalutare il valore della carta stampa. Il percorso ovviamente è affiancato anche alla multimedialità» In tutte le sedici classi della “Zucca”, infatti, è presente la lavagna interattiva multimediale. (M.P.)

Giovani energie Con l’esposizione delle opere presso il centro fieristico Dolci Terre di Novi, si è concluso il concorso “Giovani energie”, promosso dal Comune di Novi Ligure per sensibilizzare i ragazzi sui temi del riciclo, del risparmio energetico e della salvaguardia ambientale. Nei quattro giorni di apertura, circa un migliaio di persone hanno visitato la mostra, partecipando anche alla votazione che ha permesso ad altre tre classi di ricevere un premio in denaro. Le classi più votate dal pubblico sono state: la 3ªD della scuola media Doria di Novi Ligure (insegnanti Fiore e Rossi) con l’opera intitolata “Energia di Giornata”; l’Itis Ciampini di Novi Ligure con il “progetto Biogas” (insegnante coordinatore Corrado Sacco; la 4ªB della scuola elementare Zucca di Novi Ligure (insegnanti coordinatrici Porta e Capelletti) con l’opera vaso di fiori in carta bianchi e rosa. Grazie al giudizio espresso dal pubblico, le tre classi più votate sono state premiate con un assegno di 133 euro ciascuna da impiegare per l’acquisto di materiale didattico o per effettuare gite di istruzione. Questi ultimi 400 euro, si aggiungono agli 8100 euro già assegnati dalla giuria tecnica alle scuole partecipanti. Al concorso hanno partecipato una ventina di istituti con sede a Serravalle, Arquata, Predosa, Ovada, Tassarolo, Pasturana, Pozzolo, Sezzadio, Bosco Marengo, Gavi, Alessandria, Basaluzzo, Capriata d’Orba, Bosio, Casale e Viguzzolo.


ovada

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

14 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Il documento La “mappa del rischio” mette a fuoco le criticità della linea. Rete Ferroviaria annuncia venti milioni di euro per interventi in tutta la Liguria, ma non dice dove intende spenderli. E nel mese di marzo i ritardi sono stati come al solito pesanti

Ovada-Genova triste: primato di dissesto Dall’uscita del Turchino fino al bivio sul Polcevera il rischio di frane è alto EDOARDO SCHETTINO ovadese@alice.it

Venti minuti di ritardo alla partenza, un’altra mezz’ora accumulata alla fermata di Acquasanta. E’ capitato a chi lunedì scorso ha preso il regionale in partenza da Genova poco dopo l’una. L’elenco è in continuo aggiornamento. Così come il report mensile redatto dall’Associazione Pendolari dell’Acquese, per marzo inchioda il solito stillicidio di ritardi: tredici sopra i 20 minuti, con il poco edificante primato del primo giorno del mese con tre soppressioni, un treno con quasi due ore di ritardo. Otto i collegamenti giunti a destinazione con un ritardo tra 10 e 20 minuti, 25 tra i 5 e i 10 minuti. Forse però non è questo il record meno lusinghiero tra quelli accumulati tra l’Acqui – Genova. La tratta è infatti finita sulla “lista nera” della Regione Liguria, fra quelle che con maggior urgenza avrebbero bisogno di interventi strutturali. Sono infatti otto i punti “a rischio frana” come indicato dallo screening redatto da Rete Ferroviaria Italiana. Lo sanno bene i pendolari che ogni volte in cui piove un po’ di più incrociano le dita. Due tratti tra la nostra città e Rossiglione sono a rischio per la caduta di massi. E poi c’è il tratto ligure da Mele in poi dove una frana è sempre possibile. Anche avvicinandosi a Borzoli e al bivio con il Polcevera. Senza considerare la più che decennale “strozzatura” all’uscita della galleria del Turchino, direzione Genova. Contro questa vera e propria emergenza, la stessa Rete Ferroviaria Italiana ha annunciato uno stanziamento di una ventina di milioni di euro. Obiettivo: risolvere la questione in 37 dei 44 punti totali a rischio in tutta la Regione. Solo che il dettaglio non è ancora stato divulgato. A “contendersi” la cifra ci sono anche altre tratte, ben

più strategiche nella rete del trasporto ligure su rotaia. In primis le direttive dal capoluogo ligure per La Spezia e Ventimiglia (sono recenti le immagini del convoglio semi travolto ad Andora). Particolarmente mal messo il collegamento verso Levante che evidenzia cinque punti a rischio frana, specie nel tratto delle cinque terre, sei per la potenziale caduta di massi. E poi la Torino Genova, bisognosa di cure tra Serravalle Scrivia e Serra Riccò. E ancora la Ventimiglia Cuneo, tutte linee di confine al centro della disputa andata in scena tra fine 2013 e ini-

Il report Il giorno peggiore di marzo è stato il primo con soppressioni e ritardi oltre le due ore. Nel complesso tredici i collegamenti arrivati a destinazione con 20 minuti di troppo sulla loro tabella di marcia

zio 2014 tra Piemonte e Liguria. Nell’elenco c’è anche la Succursale di Giovi, la Ronco – Arquata e la Savona San Giuseppe. Tutto questo in un panorama di continui tagli ai collegamenti. Si discute in questi giorni di possibili riduzioni al servizio degli Intercity anche in Piemonte e Liguria. Treni che non coinvolgono direttamente la nostra tratta. Ma il loro taglio allontanerebbe ulteriormente anche l’Ovadese dai centri metropolitani. Come al solito Trenitalia mette tutti di fronte al fatto compiuto senza un minimo di concertazione.

Lavori Tra una decina di giorni sarà aperto il cantiere; lo assicura l’Enel Sole

Via Ruffini, nuova illuminazione, le lampade diventeranno dodici Dovrebbero partire a breve i lavori per il restyling di via Ruffini, la “strada dell’ospedale” che negli ultimi tempi trascurata e poco illuminata. “Enel Sole, a cui spetterà la realizzazione dell’intervento, ci ha assicurato che il cantiere verrà aperto tra 10 giorni” fa sapere l’assessore ai Lavori Pubblici, Simone Subrero. Intorno al 20 aprile si concretizzerà l’intervento annunciato a fine 2013, quando la situazione era peggiore di quella attuale, tra luci insufficienti, asfalto groviera, e scarsa pulizia. Per prima cosa di è deciso di intervenire sull’illuminazione, decisamente insufficiente negli ultimi tempi e

cruccio degli automobilisti e dei pedoni intenti ad attraversare la strada, soprattutto nelle ore notturne. Le vecchie lampade saranno presto rimosse e sostituite da altre della ditta Schreder, molto simili a quelle già installate qualche anno fa in via Vela. Rispetto alle otto lampade attuali si passerà a dodici, per rendere più diffusa e capillare l’illuminazione dei 230 metri della via, che unisce corso Saracco con via Dania. A eseguire l’intervento sarà Enel Sole, grazie a un’appendice alla convenzione che la lega al Comune dal 2012 (si tratta di un contratto di nove anni in cui la società dovrà occuparsi di ge-

stire e mantenere 1082 punti luce). I lavori sulla rete costeranno in tutto 105 mila euro, che saranno dilazionati negli otto anni di contratto rimanenti, mentre per il nuovo asfalto Palazzo Delfino dovrà investire 42 mila euro. Ora non resta che attendere l’imminente apertura del cantiere, che porterà anche a un’inevitabile modifica della circolazione stradale, specie se la strada dovrà essere chiusa. Non è ancora stata definita la durata effettiva dei lavori, che saranno coordinati dalla Polizia municipale e dall’ufficio tecnico per la presenza dell’ospedale a pochi metri da via Ruffini.

Una strada buia Problemi per automobilisti e pedoni, specie nelle ore notturne, per l’insufficienza dei punti luce

lapolemica Mamma mia, che ressa! di Diego Cartasegna Elezioni comunali: salvo improbabili sorprese dell’ultima ora, saranno cinque i candidati a contendersi la poltrona di sindaco di Ovada. Rispetto all’ultima tornata, quando i contendenti erano tre, c’è un notevole aumento di aspiranti. Contestualmente ci sarà anche un incremento di coloro che concorrono per il posto di consigliere. Ma quello che impressiona di più in questo movimentato avvio di campagna elettorale, oltre agli spettacolari colpi di scena (a proposito… complimenti alla regia), è il gran numero di partiti grandi e piccoli, di comitati, di movimenti e di altri soggetti coinvolti a vario titolo nella corsa a Palazzo Delfino. Proviamo ad elencarli in ordine sparso, sperando di non dimenticare nessuno. Ci sono le forze politiche che operano più o meno a livello nazionale: Partito Democratico, Rifondazione Comunista, Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d���Italia, Psi, Moderati, Repubblicani, Sinistra Ecologia e Libertà, Italia dei Valori e Movimento Cinque Stelle. Ma ci sono anche molte entità tipicamente ovadesi: AmOvada di Fulvio Briata, Fare per Ovada di Eugenio Boccaccio, Movimento Popolare Italiano di Gianni Viano, Ovada Civica, Circolo della Sinistra Ovadese per finire con il Comitato Promotore Delucchi candidato sindaco di Ovada. Salvo errori ed omissioni, l’elenco telefonico è finito. Insomma, una vera ressa di sigle, gruppi più o meno organizzati e soggetti politici. Ad Ovada non se n’erano mai visti così tanti. A questo punto viene da chiedersi: i nostri concittadini hanno riscoperto la politica e se ne sono appassionatamente innamorati? Può darsi. Ma i dati statistici “storici” relativi all’affluenza alle urne sembrano affermare il contrario: negli ultimi vent’anni i votanti sono stati quasi sempre in calo, passando da percentuali intorno all’80%, negli anni Novanta, al 75% dell’ultima consultazione comunale. Ma forse è successo qualcosa che ha cambiato lo scenario, anche se al momento non è chiaro cosa sia capitato. Di certo sappiamo che è cresciuto il livello di litigiosità politica e ciò è testimoniato dalle poco edificanti sceneggiate avvenute nell’ultimo quinquennio in consiglio comunale. Chissà… forse anche questo ha inciso sulla crescita esponenziale di partiti, partitini, movimenti, comitati ed altro ancora. Che c’entrino pure le antipatie personali in questa inquietante ressa elettorale?


ovada

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

15 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Il dato Secondo le associazioni di categoria perse 100 aziende

La svolta Partnership con un colosso

Artigiani: la crisi morde Ma c’è chi non si arrende

La Policoop diventa bolognese: a Camst il ramo ristorazione

DANIELE PRATO ovadese@alice.it

Doveva essere un’opportunità di visibilità in più la partecipazione degli artigiani ovadesi alla “Fiera di primavera” (nella foto i rappresentanti delle aziende) che si è chiusa lo scorso fine settimana a Genova, una vetrina da quasi 250 mila visitatori. Un modo per ribellarsi a una crisi che nel settore trainante dell’economia ovadese sembra non avere fine. Anche perché il dato che arriva dalle associazioni di categoria è di quelli che fanno riflettere: sarebbero almeno 100 le imprese in meno nell’Ovadese rispetto ai livelli pre-crisi, quando si vantavano oltre mille aziende del settore. “A rendere il numero meno drammatico – spiegano da Confartigianato -ha contribuito qualche apertura ma il valore perduto in termini di esperienza con la chiusura di alcune aziende storiche è molto alto”. Nel frattempo le aziende ovadesi continuano a formare manodopera accogliendo per stage e tirocini gli studenti della Casa di carità arti e mestieri. “Una disponibilità che, altrove, con la crisi è venuta meno - spiega la dirigente del centro professionale, Marisa Mazzarello Quest’anno abbiamo 42 ragazzi pronti ad approdare nelle

imprese della zona”. “Pur tra mille difficoltà - commenta Mauro Gastaldo, segretario di zona della Cna – anche su questo fronte proviamo a fare qualcosa”. A Genova hanno esposto 6 imprese: Nespolo divani, Ambientare di Mario Albertelli, Marmi Arata, Fabbro Mininno, Bieffe serramenti, ospitate in un’unica isola di 160 metri quadri nel settore “casa”, in cui vendere

Progetto scuola Come ogni anno partono gli stage nelle aziende ovadesi organizzati in collaborazione con la Casa di Carità Arti e Mestieri

il “pacchetto Ovada” per intero, e il mobilificioCarosio&Olivieri, nel padiglione dei mobilieri. “In questo periodo – afferma convinto Mario Lottero, presidente di Confartigianato che da tempo lancia il suo appello a fare squadra - occorrono, ancora di più, impegno e costanza per stare sul mercato, farsi conoscere e affrontare con coraggio i tempi non facili della nostra economia”.

E’ una svolta epocale per la Policoop, la cooperativa creata nel 1983 che oggi “cede” il ramo d’azienda della ristorazione alla Camst, colosso bolognese del settore con 20 società presenti sul territorio nazionale ed estero, circa 11.000 dipendenti, di cui 1.350 cuochi. A essere rilevati sono i numerosi contratti che l’azienda, oggi amministrata da Giovanni Pietro Repetto e Nico Gaggero, ha attivi nelle provincie di Alessandria, Cuneo e Torino in Piemonte, Genova, Savona e Imperia in Liguria. “Per gli utenti e per i dipendenti non cambierà nulla – chiariscono dalla sede di Policoop - La sede legale e operativa, tra cui le cucine, resteranno in regione Carlovini a Ovada e non ci saranno contraccolpi neppure dal punto di vista occupazionale. Si tratta, piuttosto, di un’iniziativa che permetterà a entrambe le aziende di ricavare vantaggi reciproci e aumentare le proprie quote di mercato nel Nord Ovest”. Resta ovadese il ramo delle pulizie. Nel concreto, Policoop continuerà a esistere non più intesa come cooperativa almeno fino a fine anno e a maggio approverà il bilancio consuntivo 2013”. Ad essere smentite sono anche le voci di un ricorso alla collaborazione dovuto alla necessità di evitare un tracollo finanziario per un’azienda che vanta elevati crediti da parte dell’Asl e dalle case di riposo tra le quali quella di Lercaro. “Nello specifico, Policoop aveva bisogno del know how di Camst, visto che stava allargandosi nel settore della ristorazione, loro necessitavano del nostro nel comparto delle pulizie, che già gli avevamo fornito dal 2011, quando avevamo formato un gruppo paritetico cooperativo e Camst ci aveva affidato la gestione della Gsi Risorse”.

www.citroen.it

CITROËN C3 PICASSO BENZINA, GPL, DIESEL ALLO STESSO PREZZO.

AD APRILE PUOI SCEGLIERE A 13.290 EURO: Citroën C3 Picasso 1.4 VTi 95 Seduction BENZINA Citroën C3 Picasso 1.4 VTi 95 GPL Airdream Seduction Citroën C3 Picasso 1.6 HDi 90 Seduction DIESEL TI ASPETTIAMO DOMENICA 13. CRÉATIVE TECHNOLOGIE

( Picasso &!) & l/100 "&%% Km; Citroën C3 ( Picasso &!) " #(uso a benzina)$ +6,6 + l/100 "&%% Km #– (uso GPL) $, * &!+1.6 HDi -%90 ) %4,0"&%% ! Emissioni CO ' 2 Consumo su percorso misto: Citroën C3 1.4 VTi -* 95 +6,1 1.4 VTi -* 95 GPL/Benzina 8,5"&%% l/100 Km; Citroën(C3 Picasso l/100 Km. ( Citroën&!) -* &)% ( Citroën &!) C3 Picasso -* "1.4 VTi 95 # GPL/Benzina $ &*( # $ &() ( g/Km;&!+ " 1.6 ! HDi 90 105 g/Km. Offerta! promozionale,esclusi IPT, su percorso misto: C3 Picasso 1.4 "VTi 95 140 g/Km; (uso "a benzina) 153 g/Km" – (uso GPL) 134 Citroën-% C3&%* Picasso #$ %" “Incentivo Concessionarie Citroën”. Offerta delle Concessionarie # ! ! con immatricolazione Kit sicurezza + contributo PFU !e bollo su dichiarazione di conformità, al netto dell’ Citroën che aderiscono all’iniziativa, riservata ai clienti privati, valida sulle vetture in pronta consegna*'&'+&)'(+ " *'&'+&)'(+" " sono inserite a titolo informativo. con altre iniziative in corso. Offerta valida fino al 30/04/2014. Le foto entro il 30/04/2014 e su tutte le vetture disponibili in rete fino ad esaurimento scorte non cumulabile

CONCESSIONARIA CITRÖEN TRAVERSO EUGENIO SRL - VIA SERRAVALLE 60 - 15067 NOVI LIGURE TEL. 0143 329880 VIA DELL'ARTIGIANATO 2 - ALESSANDRIA TEL. 0131 030110


ovada

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

16 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La mostra Dal libro ristampato a cura della Pro Loco l’esposizione in piazza Cereseto

Ovada vecchia… in cartolina

inbreve L’ELEZIONE

Miss Mamma Per dieci giorni, a partire dal 17 aprile, immagini di inizio ‘900 raccolte negli anni Italiana sprint Altro particolare “strano” per i più giovani. “Strade anche molto popolari nel tempo hanno cambiato denominazione. Per questo motivo si potrà riscoprire anche vecchie indicazioni come Corso Regina Margherita o corso Umberto I e vedere a quali scorci della città sono associate”. Il volume si articola in centosessanta pagine e contiene circa trecento immagini della nostra città. Come ovvio, nei giorni dell’esposizione delle foto sarà possibile acquistare il libro. L’effetto cartolina intanto spopola anche su Facebook, a testimonianza di un genere che trascende tempo e supporti tecnologici: sulla pagina “Le belle foto di Ovada” c’è ampio materiale, sia del centro storico che delle frazioni sul quale sbizzarrirsi coi ricordi.

Piazza XX Settembre senza i condomini e il marciapiede centrale, con una triplice fila di alberi da fusto. Piazza Castello com’è tornata a essere dopo il restyling, con l’ampio spazio e la scalinata che arriva fino al marciapiede. E ancora via Cairoli, occupata quasi per intero dal transito di un carro trainato dai buoi. La vista panoramica di corso Saracco, e sullo sfondo lo spuntare del campanile della Parrocchia dell’Assunta. Spiccioli di un’Ovada già abbastanza lontana nel tempo riaffiorano con la ristampa del volume “Ovada in Cartolina”, a cura di Diego Sciutto e della Pro Loco. Il periodo storico in cui le foto sono state realizzate è quello di inizio ‘900. L’anteprima ufficiale, per chi è curioso e chi vuole lasciarsi trasportare da un effetto nostalgia che riscuote sempre grande successo, è fissato per giovedì 17 aprile quando in piazza Cereseto sarà inaugurata la mostra, curata anch’essa della Pro Loco, di parte delle istantanee proposte nel volume. “L’allestimento – spiegano dalla Pro Loco - riprodurrà, in formato 40x30 centimetri, una sessantina di vedute assai suggestive. Sarà possibile osservare quanto la città sia ormai cambiata con la costruzione di

Il collezionista Gran parte degli scatti sono di un abitante del Borgo, Franco “Marlo” Olivieri: nel libro sono 300, in mostra una sessantina.

nuovi edifici e nuove sedi stradali. Non mancherà la visione del trenino che dalla stazione di piazza Castello raggiungeva Novi Ligure”. Una sezione a parte, e particolarmente suggestiva, riguarderà la carrozza, mezzo di trasporto particolarmente utilizzato nel periodo preso in esame. “La raccolta – è l’ulteriore precisazione - delle cartoline è opera di Franco “Marlo” Olivieri, un appassionato del Borgo di Ovada che da parecchi decenni va alla ricerca di cartoline raffiguranti la nostra città”.

casadicarità

EDOARDO SCHETTINO ovadese@alice.it

Corso di autodifesa Potrebbe prendere il via nei prossimi mesi il primo corso di autodifesa presso la Casa di carità Arti e mestieri di via Gramsci. “Attendiamo il via libera ma abbiamo già riscontrato un buon interesse” spiega la direttrice del centro, Marisa Mazzarello. Il programma prevede una serie di lezioni serali aperte a tutti, con una fase di esercitazione pratica, dove gli esperti insegneranno ai partecipanti come reagire in caso di aggressione. Per gli uomini le lezioni saranno invece rivolte soprattutto all’autocontrollo. Un primo assaggio c’è già stato in occasione della Festa della donna, con la giornata “L’otto marzo e lotto ogni giorno”, da cui ha preso spunto il progetto. In quell’occasione sono stati Roberto Beverino e Roberto Curelli della Polizia di Alessandria a spiegare ai partecipanti come decodificare alcuni comportamenti comunicativi in situazioni di pericolo e suggerito alcune tecniche di autodifesa.

La lettera Dalle classi quinte A e B della Scuola Primaria Damilano Scuola Al Concorso del Lions Club

“Quanto vorrei fare l’artigiano” Una studentessa Alunni in viaggio tra i mestieri davvero eloquente Siamo i bambini delle classi quinte A e B e della classe quarta B della Scuola Primaria “Padre Damilano”. In occasione della nostra adesione al Concorso Nazionale: “Vorrei fare l’artigiano! Viaggio tra nuovi e antichi mestieri” abbiamo incontrato i responsabili provinciali dell’Associazione Libera Artigiani. Il nostro incontro è iniziato con una breve presentazione di San Giuseppe, artigiano per eccellenza e patrono degli artigiani, la cui solennità è celebrata il 19 marzo. Gesù era il figlio di un falegname e praticò anche il mestiere di Giuseppe. Per preparare il nostro elaborato per il concorso, noi della quinta A siamo andati a visitare le botteghe artigiane della nostra città e abbiamo scoperto che ogni lavoro artigianale ha un’importanza particolare e utile nella vita di tutti i giorni. Ci siamo mossi tra antichi e nuovi mestieri e abbiamo scoperto che fanno parte dei lavori artigiani alcuni insospettabili e tecnologici mestieri! Invece noi della quinta B abbiamo intervistato il vetraio Massimo, papà di un nostro compagno e la quarta B ha avuto come ospite in classe la giovane Madhura, che da poco ha aperto il suo ne-

%!( ))& #" (& % &($ -"&%" &'( ##+&!& ) (&! ** -"&% +&(" $")+( ( , %*"," !( *+"*" "% %-" $ %*" &%) !% &## + & ))")* %- '&)* , % "*

gozio da estetista. I rappresentanti provinciali e la nostra Preside ci hanno incoraggiati in questo percorso di avvicinamento e conoscenza di mestieri che caratterizzano proprio il nostro territorio cogliendone gli aspetti creativi, progettuali, manuali ma anche tecnologici. I nostri lavori non sono ancora terminati ma siamo molto soddisfatti di aver potuto conoscere, grazie alle nostre insegnanti, tanti artigiani appassionati del loro mestiere e … chissà! un giorno qualcuno di noi farà l’artigiano!

Elisa Pastorino della 4^ Liceo Linguistico dell’Istituto “Santa Caterina - Madri Pie” si è classificata al 2° posto assoluto nella finale del Premio di Eloquenza Italo Francese 2014, svoltasi il 5 aprile scorso, a Montecarlo, presso il Palazzo dell’Accademia della Musica. Si tratta di un’iniziativa, rivolta agli studenti del triennio della scuola secondaria superiore francese, italiana e monegasca, promossa dal Lions Club International e organizzata dai club italiani di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, gemellati con quelli francesi della Costa Azzurra e della Corsica nonché di quelli del Principato di Monaco. Scopo del concorso è incoraggiare presso i giovani la comunicazione nella lingua di prossimità, il francese per gli italiani e l’italiano per i francesi. Elisa Pastorino aveva raggiunto la finale imponendosi su tutti gli altri concorrenti delle scuole delle province di Alessandria, Genova e La Spezia nella semifinale tenutasi nel marzo scorso a Genova.

Proseguono le selezioni relative alla nuova edizione del Concorso nazionale di bellezza - simpatia “Miss Mamma Italiana”. Lo scorso fine settimana, all’arena eventi dell’Hotel “Vis à Vis” di Sestri Levante, si è svolta una selezione. Tra le mamme premiate, che si sono aggiudicate il pass di accesso alle Pre Finali di "Miss Mamma Italiana 2014" in programma a Gatteo Mare dal 26 al 29 giugno, c’è anche un’ovadese, Annunziata Cuomo, 38 anni, insegnante, madre di Alessio, Lucia e Simone di nove, quattro e un anno, che si è aggiudicata il titolo di “Miss Mamma Italiana Sprint”.

PER IL 2014

La spesa per l’acqua Il Comune prevede di spendere per l’anno in corso 22 mila 400 euro per la fornitura di acqua necessaria (fornita dalla Società Acque Potabili) alle varie utenze comunali che includono, oltre agli uffici, anche le scuole, la Protezione Civile, il CRO, lo Story Park, le fontanelle pubbliche.

L’INTERVENTO

Lavori nel Municipio Il Comune con un decreto del 20 marzo scorso, ha deciso di effettuare il rifacimento della zoccolatura perimetrale della facciata principale del Palazzo Comunale “in quanto degradata dalle intemperie a cui risulta esposta”. I lavori saranno effettuati dalla ditta Edil T, con sede a Cremolino, per una spesa pari a 3091 euro.

DAL COMUNE

Pulizie: 3400 euro Il Comune ha provveduto al pagamento di una somma pari a 3 mila 419 euro alla ditta Policoop per il servizio di pulizia degli edifici comunali effettuata nel mese di febbraio. Nel computo della spesa rientra anche il servizio di apertura e chiusura dei servizi igienici pubblici in piazza Battina Franzoni e nel parco Pertini.

STRADE

344 mila euro in un anno Il Comune ha impegnato, per il 2014 344 mila 287 euro per il servizio di pulizia delle aree pubbliche e delle strade comunali. Con un decreto del 26 marzo scorso tale servizio è stato affidato alla ditta Econet.

GIARDINI realizzazione e manutenzione

TINTEGGIATURE interni ed esterni smalti

PICCOLE OPERE EDILI

DECORAZIONI

NUOVI ORIZZONTI PER ABITARE ,"

(( , ## $& "#" " "& ##" ," #" (& "*

San Giuliano Vecchio - ALESSANDRIA - cell. 329.207.17.67 nuovi.orizzonti@ymail.com


ovada

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

17 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Costume I bambini e il cellulare: si comincia molto presto, ben prima dei dieci anni

inbreve

Telefonisti… molto precoci

PRECISAZIONE

Non faccio parte L’uso e l’abuso da parte degli adulti finisce inevitabilmente per condizionare i più piccoli del comitato a scuola c'è chi ci avvisa, quando sono con gli amichetti, normalmente c'è sempre anche un adulto che ha il nostro numero. Piuttosto può essere utile se fanno un breve tratto di strada non accompagnati oppure se, per svariate ragioni devono rimanere a casa da soli, visto che ormai, per molti, il telefono fisso fa già parte degli oggetti obsoleti”. Ultima, ma forse la più importante, la dichiarazione di chi, come Laura, afferma “Ormai è noto: il cellulare è uno strumento dannoso per la salute: le frequenze utilizzate interferiscono con il Dna delle cellule e col loro meccanismo di riparazione. Tutti dovremmo imparare a limitarne l'utilizzo ed insegnare ai nostri figli a fare altrettanto”.

Ma dove sono finiti i tempi in cui i bambini chiedevano per Natale e per il compleanno (ma, volendo, anche per la promozione, i bei voti, la felice condotta) giocattoli, qualche volta libri, al massimo lo stereo? Le loro richieste (potrei dire le nostre, considerando l'età media delle persone in redazione e di quelle intervistate) si fermavano lì. Acconsentire o no era relativamente semplice. Ad oggi, le cose sembrano essersi complicate. Esaurite le richieste di play station, fino alla centoventesima versione, della wii e di console varie, i bambini sembrano esigere il telefonino già intorno agli otto anni, influenzati dall'utilizzo quasi maniacale che ne facciamo noi adulti (chi più chi meno). “In famiglia siamo scandalosi.- confessa Giorgia, la cui bambina ha ricevuto il telefonino per la Comunione- Sempre tutti con il cellulare all'orecchio o impegnati nell'invio di un messaggio. Inutile dire che, poco dopo aver ricevuto il regalo, mia figlia sapeva già come gestire ogni funzione, come se l'avesse sempre avuto”. E su questo non ci piove, come sostiene Alessandro, commerciante: “I bambini di oggi nascono con la tecnologia in

Ma con che rischi? Le frequenze utilizzate interferiscono con il Dna delle cellule e col loro meccanismo di riparazione. Prima o poi bisognerà cercare di limitarne l’utilizzo

mano. Se il mio primo computer e l'accesso ad internet li ho avuti intorno ai trent'anni, mia figlia, a nove anni, sa già come viaggiare in rete e il più piccolo, a cinque anni, conosce già tutte le funzioni del telecomando di sky. Non sono fenomeni, semplicemente vengono continuamente stimolati dalla tecnologia”. La richiesta del cellulare non sembra essere, allora, così strampalata, eppure sono in molti a sostenere “In fondo ai bambini il telefonino non serve. Quando si sentono poco bene

ilritorno

SIMONETTA ALBERTELLI ovadese@alice.it

Rinasce il Consorzio del Dolcetto Sarà presentato oggi presso l’Enoteca Regionale il “nuovo” Consorzio di tutela del Dolcetto d’Ovada che, dopo diversi anni in stand by, vuole rinnovarsi e tornare ad essere piattaforma naturale per la promozione e la valorizzazione del prodotto principe dell’agricoltura locale. “Il Consorzio dovrà lavorare per essere pienamente rappresentativo della produzione e, poiché nell’attuale situazione o si fa sistema o non si conta nulla, siamo certi che questo potrà avvenire a prescindere da logiche ispirate a una visione parziale” ha spiegato il presidente uscente Annamaria Alemanni, lanciando un messaggio diretto alla giovane associazione di tutela dell’Ovada docg. L’assemblea dei soci per il rinnovo del Cda (scaduto nel 2010) è prevista per oggi, mentre da domani il Consorzio proverà a lavorare duro per valorizzare e promuovere un prodotto che produce 1 milione e mezzo di bottiglie ogni anno.

Il dono Collezione dell’Ottocento

Il concorso Da realizzare filmati della durata di 5/6 minuti

Il servizio Raggi a Galleria Spinola

Ovada immortalata in video: parte la gara de “Il Salotto”

E’ stata presentata martedì scorso presso la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola a Genova, la donazione effettuata da Camilla Salvago Raggi del prezioso servizio da tavola in porcellana francese di 150 pezzi, realizzato per la sua famiglia a inizio Ottocento. La collezione andrà a arricchire in modo significativo la sezione ceramiche del museo, aggiungendosi ai servizi Spinola e al servizio da dessert Dufour. Il servizio da tavola Raggi, composto da 84 piatti, 10 piatti da portata, 10 alzate, e da caffettiera, zuccheriera, 22 tazze e piattini, documenta il prediletto riferimento dell’alta società genovese alla produzione coeva francese e alle sue più aggiornate realizzazioni. L’anteprima dell’allestimento del servizio Raggi vuole essere occasione per esprimere la gratitudine a Camilla Salvago Raggi per la scelta di destinare al godimento pubblico un significativo bene di famiglia e per festeggiare il recente importante compleanno della scrittrice: ne saranno portavoce Marizio Galletti, Direttore Regionale della Liguria, Andrea Muzzi, Soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Liguria e Farida Simonetti, Direttore della Galleria Nazionale di Palazzo Spinola. Inoltre, in occasione delle giornate dedicate da “La storia in piazza” a “I tempi del cibo”, saranno proposti quattro incontri durante i quali sarà illustrato, attraverso i pezzi presenti nella rinnovata sezione ceramiche della Galleria, il rapporto tra cibo e servizi da tavola.

Si è aperto ufficialmente con l’inizio del mese di aprile il concorso promosso dal circolo “Il Salotto” per festeggiare il primo anno di attività, e che vede il nostro quotidiano “Ovada on line” coinvolto, che prevede la realizzazione da parte dei partecipanti di video che sappiano raccontare il lato migliore delle bellezze architettoniche e del patrimonio della nostra città. Poche ma precise le regole, contenute nel bando che si può visionare sulla pagina Facebook del circolo. Il primo requisito è quello di essere soci, l’iscrizione annuale è al costo di 50 euro. “L’obiettivo? Stimolare la creatività dei nostri concittadini, come abbiamo cercato di fare finora con tutte le nostre attività e iniziative”, dice Antonio Pini,

che è il promotore dell’iniziaitiva, dal suo negozio di antiquariato in via Cairoli. “E poi vivere i diversi luoghi che compongono la città in modo differente”. Il video inedito dovrà, co-

9 MAGGIO

Chiuso il centro storico Con un’apposita ordinanza l’amministrazione comunale ha disposto la chiusura al traffico di gran parte del centro storico per il 9 maggio prossimo, dalle ore 8,30 alle ore 13,30, in occasione della manifestazione denominata “Ecoorienteering”. In particolare il divieto di transito sarà attivo in via Cairoli, piazza Cappuccini, via Gilardini, via San Paolo, piazza San Domenico, piazza Garibaldi, piazza Assunta, via San Sebastiano, piazza Mazzini e via Roma.

RIPARAZIONI

Tre punti luce: 4 mila euro Costerà quasi 4 mila euro (per la precisione 3907 euro) il ripristino di tre punti luce dell’illuminazione pubblica danneggiati e resi inservibili a causa di incidenti stradali. Sono situati in strada Rebba, in via Firenze ed in via Molare (all’incrocio con via Nuova Costa). L’intervento di riparazione è stato affidato alla ditta Enel SOLE srl per la cifra prima citata.

L’AFFIDAMENTO

me si legge nel bando, “mettere a fuoco le valenze culturali, sociali, artistiche” e non potrà contenere elementi “che possano arrecare danno o pregiudizio a Ovada”. “Il video andrà consegnato entro il 28 giugno su dvd, dovrà avere come colonna sonora il brano “Afa” del sassofonista Antonio Marangolo. Sarà lui, con una giuria composta da Mario Canepa, Franca Mulas, Stefano Repetto e Kiki Bistagnino, a decretare il vincitore dei 500 euro in palio. I primi 3 video classificati saranno pubblicati sul nostro sito, premi sono previsti anche per il secondo ed il terzo lavoro inedito. La fase di realizzazione si concluderà con la fine di giugno. Dopodichè sarà la giuria a fare il suo lavoro di selezione.

!"

In merito all’articolo “L’intervento: Emilio Delucchi per Ovada” apparso a pagina 14 del vostro settimanale in data 03-04-2014 la soscritta Maria Rosa Pizzorno precisa di non far parte di nessun comitato promotore a sostegno della Lista Civica per Emilio Delucchi a candidato sindaco e che il mio nominativo è stato usato impropriamente. (Maria Rosa Pizzorno)

Manutenzione impianti elettrici Con un decreto del 20 marzo scorso l’amministrazione comunale ha aggiudicato alla ditta Piana, Ravera & C., con sede ad Ovada, il servizio di manutenzione degli impianti elettrici e degli impianti di rilevazione degli incendi negli edifici di proprietà o in uso al Comune per il periodo compreso tra il marzo ed il settembre 2014. L’affidamento è stato effettuato dopo una gara effettuata con il sistema del “cottimo fiduciario” tramite il mercato elettronico della pubblica amministrazione. Dal decreto si appende anche che l’offerta della ditta Piana, Ravera & C. è stata l’unica pervenuta. La spesa prevista, al netto del ribasso di gara, è pari a 16 mila 288 euro.

UFFICIO OVADA

Piazzetta Stura, 5 Tel. 0143.80149 UFFICIO ALESSANDRIA

,#-32'-7*.-* ' 0*/#0#7*.-* &* "" "" ,.-2#))*. " 0'4*1*.-' ' 0*/#0#7*.-' &* 0'4*1*.-' 0*/#0#7*.-' ' ,.-2#))*. &* %.,/.-'-2* ,'%%#-*%* '+'220*%* '& *&0#3+*%*

%'++

!*# 0.4*-%*#+' #/0*#2# & 0$# (#6 555 &,1'04*7* -'2 & , 1'04*7*,*-*)03 ),#*+ %.,

Via Marengo, 16 Tel. 0131.261085

Dott. Gianpaolo Piana - Dott. Lorenzo Bisio Promotori - Consulenti finanziari e previdenziali Dott. Gianpaolo Piana

Dott. Lorenzo Bisio

cell. 333.6712602

cell. 339.8411489 e-mail: lorenzo.bisio@finanzaefuturo.it

e-mail: gianpaolo.piana@finanzaefuturo.it


ovada

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

18 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La manifestazione Verrà ricordato questa sera, alle ore 20,30, al Cinema Teatro Splendor

Don Mazzarello, il “giusto”

inbreve CONVERSAZIONI

L’alleanza Fu Cappellano presso il Santuario della Rocchetta di Lerma tra il 1939 e il 1959 scuola-famiglia Venerdì 11 aprile, alle ore 21, al piano nobile di Palazzo Spinola, presso i Padri Scolopi, nell’ambito del ciclo “Conversazioni filosofiche”, si terrà un incontro con la prof. Olga Rossi Cassottana sul tema “L’alleanza scuola famiglia, alla svolta di nuove genitorialità e di una scuola in perenne mutamento, è ancora possibile?

STEFANO DANIELLI ovadese@alice.it

CASALEGGIO

Cani e persone Venerdì 11 Aprile, alle ore 21, presso la Sala Consiliare di Casaleggio Boiro, nell'ambito della Rassegna "I venerdì di Casaleggio" a cura dell'Associazione Casal Regium, in collaborazione con Slowdog, si parlerà di “Cani e Persone”. Le tematiche trattate saranno relative a norme ed accessori per cani quali pettorine, guinzagli, collari. Si parlerà anche di museruola, delle ultime normative e dei reali obblighi di un proprietario senza perdere di vista il benessere del cane.

Il riconoscimento Salvò dalla deportazione due famiglie di ebrei e nel 2012 gli è stato assegnato dallo “Yad Vashem”di Gerusalemme il titolo di “Giusto tra le nazioni” chetta dal 1943 al 1945. Seguirà la proiezione del filmato dedicato alla figura del Sacerdote che, come ha ricordato don Giampiero Armano domenica 6 aprile, è stato anche il primo a benedire le salme dei martiri della Benedicta. Seguirà poi la lettura del dramma degli Ebrei italiani a cura degli alunni della Scuola Media di Mornese, guidati dal prof. Gianni Repetto, che da anni si occupa di storia resistenziale del nostro territorio. Non sarà solo una lettura di quanto accaduto nel passato, ma l'attualizzazione di un percorso di conoscenza in grado di spiegare e valutare anche la realtà del presente. Perché, come di-

Libri Ultima opera di Mavi Pendibene

ceva Primo Levi, “ogni epoca ha i suoi fascismi” e bisogna essere in grado di riconoscerli per combatterli. L'iniziativa rientra nelle celebrazioni per il 69° anniversario della Liberazione ed è organizzata dall’amministrazione comunale di Ovada. “Il nostro territorio – ci ha dichiarato il Vice Sindaco Sabrina Caneva – ha le sue radici proprio nella reazione e nell'opposizione alla barbarie nazifascista. Con esempi di dignità umana, solidarietà ed eroismo, come quello di don Luigi Mazzarello, che ci caricano di fierezza e responsabilità. La responsabilità della narrazione ed anche

dell'azione quotidiana per riconoscere, e contrastare sempre, i fascismi di ogni tempo e colore”.

madripie

Oggi, giovedì 10 aprile, alle ore 20,30, presso il Cinema Teatro Spendor di Ovada, si terrà una serata dedicata alla figura di Don Luigi Mazzarello, che fu Cappellano presso il Santuario della Rocchetta di Lerma tra il 1939 e il 1959. A lui, nel 2012, è stato attribuito il titolo di “Giusto tra le nazioni” per il suo encomiabile comportamento durante le persecuzioni razziali nel Secondo Conflitto Mondiale. Don Luigi, infatti, salvò dalla deportazione due famiglie di ebrei, i Levi e i Soria, ospitandoli e nascondendoli nei loculi della cripta del Santuario della Rocchetta durante le perquisizioni. Il suo esemplare comportamento gli è valso l'onore di essere annoverato tra i “Giusti tra le Nazioni”, infatti il 18 aprile 2012 lo “Yad Vashem”di Gerusalemme ha ufficializzato la nomina riconoscendogli coraggio, solidarietà, amore e spirito umanitario universale. Una bella storia di casa nostra che sarà raccontata, giovedì sera, dal nipote di don Luigi, che all'epoca dei fatti era presente e aveva sette anni. E' stato proprio il nipote a riportare alla luce il gesto eroico del Cappellano e a ricostruire la storia degli ebrei nascosti nel santuario della Roc-

Sistemi delle numerazioni Dal 14 al 18 marzo, all'Istituto Madri Pie di Ovada, si è tenuto il progetto “L'evoluzione dei sistemi di numerazione e degli strumenti di calcolo” per le classi prime della secondaria di I grado. L'attività è stata condotta seguendo lo sviluppo storico dei diversi modi di contare e dei diversi strumenti a partire dall'uomo primitivo, per proseguire con le civiltà antiche fino ai giorni nostri. L'abaco, la macchina di Anticitera, la pascalina, il telaio Jacquard, le macchine elettromeccaniche sono stati alcuni dei progenitori dei moderni strumenti di calcolo. Gli alunni poi sono stati impegnati in un'attività di laboratorio con costruzione di abachi per la base decimale e binaria e nella realizzazione dei bastoncini di Nepero per le moltiplicazioni. L'attività di laboratorio ha avuto l'ulteriore positivo riscontro nel promuovere una maggiore consapevolezza dell'uso delle tecniche già note.

L’iniziativa Sabato 12 aprile all’Istituto “S. Caterina-Madri Pie”

Storia di un viaggio Festa Diocesana dei Giovani, che è tornare a casa evento importante per Ovada

Incontro graditissimo con due scrittrici nella sala Quattro Stagioni del Palazzo Comunale di Ovada la scorsa settimana, ricco di spunti e di atmosfera, data la valenza psicologica e narrativa di Camila Salvago Raggi e di Mavi Pendibene. “I miei fratelli erano marinai” è l’ultima opera della Pendibene ma, come ha colto inizialmente la Salvago Raggi, il titolo è solo apparentemente sorprendente perché è un espediente accattivante per raccontare la quotidianità intrisa di letture e poeticamente vissuta a contato con la natura, già motivo ispiratore dei lavori precedenti. Il ripetersi tematico è approfondimento psicologico delle sensazioni solitarie all’interno delle mura dell’antica dimora, da cui si coglie l’evolversi delle stagioni, i boschi, la nebbia che scende dalle colline sino ad abbracciare la casa e diventarne scudo protettivo. La conversazione coi fratelli, che non erano marinai (ma vivo è il ricordo degli avi che solcavano i mari), diventa storia di un viaggio, dell’approdo della scrittrice nella casa in cui vive adesso, casa non di passaggio, ma casa dalla quale è posseduta, per cui è maggiore la paura di lasciarla che quella di morire. Solitudine, silenzio e nostalgia sono i temi che si rincorrono perché la solitudine è stare bene con se stessi, è ricchezza interiore ed il silenzio, che permette di guardare fuori e dentro di noi, la favorisce. La scrittrice non pone domande per il futuro e la malinconia non fa parte di lei, che vive nel presente: perché la vita è un ampio presente, reso fascinoso dall’amore per la natura e le letture.

La Festa Diocesana dei giovani quest’anno si terrà il 12 Aprile prossimo ad Ovada. E sarà la prima volta. Questa iniziativa è stata organizzata nel 2008 a Cairo Montenotte, a Monastero Bormida (2009), Incisa Scappacino (2010), Rossiglione (2011) e poi ancora a Monastero e Cairo nel 2012 e 2013. L’evento è molto importante per l’oratorio A.C. Borgallegro di Ovada: sono stati chiamati a collaborare oltre la trentina di educatori dell’oratorio anche genitori, ex educatori, le suore della Pietà, il Gruppo Scout Ovada 1 e tutti gli amici che hanno dato la propria disponibilità. Si inizierà nel tardo pomeriggio nei locali dell’Istituto S. Caterina Madri Pie, a cui va un ringraziamento per aver fornito i locali; alle 18:15 nella palestra dell'Istituto ci sarà lo spettacolo curato dall'oratorio Borgallegro. Una successione originale di scene recitate, cantate e interpretate dagli educatori che ricalcano il titolo della festa: “Beati i Poveri in Spirito - tre quadri e un epilogo su tema vagamente noto”, un piccolo intrattenimento di circa 45 minuti concepito, scritto e preparato dai ragazzi e i giovanissimi di Borgallegro. Successivamente interverranno Ernesto Oliveri, fondatore del Sermig e il Ve-

GRILLANO

“Rimembranze”, la presentazione Sabato 12 Aprile, alle ore 16,30, presso i locali dell’USG (ex scuola elementare), in frazione Grillano d’Ovada, avrà luogo la presentazione del libro "Rimembranze" di Tommy Gazzola. Interverrà il Prof. Luigi Surdich.

AL MUSEO

“Rii e corsi d’acqua” Sarà inaugurata domenica 13 Aprile alle ore 16,30 e resterà aperta fino a domenica 18 Maggio, al Museo Paleontologico “Giulio Maini”, in via Sant’Antonio 17, l’esposizione fotografica temporanea “Rii e corsi d'acqua”, curata dal gruppo Photo 35. L’iniziativa rientra nell’ambito del ciclo di iniziative “Museando... in primavera - Natura e dintorni”. Per informazioni: Associazione Calappilia 340 2748989 museomaini@comune.ovada.al.it - museopaleontologicomaini.it

L’INCONTRO

Siamo malati di tiroide? Mercoledì 16 Aprile, alle ore 20,30, presso l'Istituto Madri Pie in Via Buffa, nell’ambito del ciclo di incontri “Scuola Italiana del cittadino responsabile”, il dott. Massimo Dulizia, endocrinologo dell’ASL – AL, terrà una conferenza sul tema “Siamo tutti malati di tiroide?”. L’impegno di Borgallegro Gran lavoro preparatorio per i trenta educatori, con l’aiuto di genitori, ex educatori, Suore della Pietà, Scout e tanti amici scovo Pier Giorgio Micchiardi; dopo cena, alle 21, apriranno gli stand in via Buffa (chiusa al traffico per l’occasione), nel cortile dell’istituto e nei locali dell’oratorio. Parteciperanno il CDV (Centro Diocesano Vocazionale), i Focolarini, la comunità Shalom, il Movimento per la Vita, il Sermig, l’Oftal Giovani, Libera, i Giovani Fidas-Ados, l’AC Diocesana, il Quadrifoglio e i “movimenti spontanei” come Missione Possibile Perù e

servizi di volontariato alle coppie e alle famiglie. Sono in programma anche una di calcio (organizzata dai ragazzi del torneo Don Salvi con l’aiuto degli Scout) e un torneo di pallavolo tra tutti gli oratori presenti. La Casa di Carità Arti e Mestieri presenterà una delle attività per l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e l’Equo Solidale (Equazione Gruppo Abele) di Ovada porterà i propri prodotti. (Marcella, Giorgio, Emilio)

LA MOSTRA

Ovada in cartolina Sarà inaugurata giovedì 17 aprile e resterà aperta fino a domenica 27, presso la sala esposizioni di piazza Cereseto, la mostra “Ovada in cartolina”. Orario: 9-12 e 15-19.

IN PIAZZA

Mercatino Tutti i sabati del mese in Piazzetta Cereseto, ad Ovada, si tiene il “Mercatino del biologico e dell’artigianato ecocompatibile”.


ovada

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

19 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La commemorazione La cerimonia per i settanta anni dell’eccidio della Benedicta

Sull’Appennino, per ricordare

inbreve LERMA

Dialogo Sul luogo del memoriale erano presenti quindici comuni e venticinque gonfaloni sull’amore che “intorno a ottobre termineranno i lavori del Centro di documentazione della Benedicta”. Il Presidente nazionale dell’Anpi, Carlo Smuraglia, ha precisato che al progetto di documentazione parteciperà anche il governo tedesco. “L’Italia è stata percorsa da tragedie come la Benedicta. Non si può risparmiare sulla memoria e sul ricordo”. Dopo aver ricordato il significato della resistenza italiana, Smuraglia ha fatto riferimento alla situazione politica odierna, parlando del pericolo insito nella rinascita di movimenti che definisce di “destra nera” e delle proposte di ritoccare alcuni organi di governo. “Il Senato può essere ritoccato, mantenendo però la struttura che la Costituzione ha voluto”.

La giornata primaverile e il caldo sole di domenica scorsa ha spinto molti ad uscire di casa e a ritrovarsi sull’Appennino ligure-piemontese per ricordare i 70 anni dall’eccidio della Benedicta. Al ritrovo sul luogo del memoriale sono 15 i paesi rappresentati e 25 i gonfaloni. Moltissime le persone ad attendere l’arrivo del corteo sul piazzale e la successiva Messa, che viene interrotta all’arrivo dei ragazzi delle scuole medie di Silvano d’Orba, Molare, Ovada, della media “Monteverde” di Acqui Terme e dell’Istituto Tecnico Superiore Levi Montalcini, sempre di Acqui. I giovano studenti, accompagnati dall’insegnante di educazione fisica Massimo Oliveri, hanno percorso una staffetta di 50 chilometri da Acqui Terme al luogo della memoria. “E’ stato davvero emozionante seguire gli atleti lungo il tragitto e vederli arrivare al traguardo con grande umiltà e compostezza, hanno preparato per settimane questa iniziativa, l’hanno curata in ogni dettaglio e l’hanno realizzata perfettamente” ha dichiarato il docente. All’arrivo gli studenti hanno ricevuto un attestato dai dirigenti scolastici, dott. Felice Arlotta e la dott.ssa Patrizia

La staffetta I ragazzi di quattro scuole medie di un istituto superiore hanno percorso 50 chilometri, guidati dal docente di educazione motoria prof. Massimo Oliveri

Grillo. Al termine della messa, Andrea Foco, presidente dell’Associazione “Memoria della Benedicta”, ha annunciato un gemellaggio con Vassieux-en-Vercors, sede di un centro di documentazione sulla Resistenza. Anche lo sport celebrerà il 70° anniversario dell’eccidio con il Giro dell’Appennino, la tradizionale corsa ciclistica su strada che sarà dedicato alla ricorrenza. Presente alla manifestazione anche il Presidente della Provincia di Alessandria Paolo Filippi, il quale ha annunciato

casaleggio

ELISABETTA BASCHIERA ovadese@alice.it

Nuova aula di informatica E’ stata inaugurata sabato scorso con un aperitivo organizzato dall’associazione di promozione del territorio Casal Regium, la nuova aula di informatica a disposizione dei cittadini. Con l’occasione si è parlato dei progetti prossimi venturi. “La saletta di informatica – spiega Elisabetta Grigorieff, portavoce dell’associazione – è attrezzata con quattro computer e accesso a internet. L’obiettivo è quello di organizzare un piccolo corso, lezioni mirate e rivolte a pochi allievi con i quali di volta in volta decidere gli argomenti in base agli interessi. Altra iniziativa in fase di definizione è il corso di spagnolo per le vacanze, dieci lezioni organizzate con insegnante madre lingua per chi vuole trascorrere un periodo di vacanze e apprendimento in paesi di lingua spagnola”. A breve, sempre a Casaleggio, partiranno anche i venerdì tematici, serate in cui trattare argomenti legali e per amanti dei cani.

Mornese In occasione del Carnevale

Belforte In Provincia la valutazione d’impatto ambientale

Tantissimi carri e tanta allegria

Una centralina sullo Stura? Forse, ma solo fra un anno

Il 30 marzo si è svolto il Carnevale organizzato dai Comuni di Mornese, Casaleggio e Lerma, con la partecipazione anche di Parodi e Bosio. Tanti i carri allegorici con svariati temi: Peter Pan, Biancaneve, il Piccolo Principe, il villaggio di Asterix e Obelix e il carro di tutte le favole. Sfilavano anche la Casa del Mulino Bianco, Circolandia, i Lego, gli Hippies, il carro Rock, il Walter Bus e l’allegro carro delle Suore dell’Istituto di Mornese. Tutti i bambini intervenuti, hanno sfilato indossando abiti in sintonia col tema rappresentato. A Mornese sono state offerte a tutti bugie e divertimento grazie al gruppo di Pazza Animazione.

Mentre a Silvano e a Olbicella di Molare si registrano le proteste per i progetti di centraline idroelettriche lungo i torrenti Piota e Orba, sullo Stura spunta una nuova proposta d’insediamento. Per la realizzazione dell’opera è stata indicata la zona del Gnocchetto, lato Belforte (dove più a valle, al confine con Ovada, è già in funzione un altro impianto da anni), all’altezza del nuovo ponte e che collega la statale all’area di servizio Stura Ovest. Il primo passo è stato fatto pochi giorni fa, in Provincia, con la partenza del procedimento per la Valutazione d’impatto ambientale del progetto, presentato dalla Gibi Hydro Stura di Pinerolo. La ditta è stata contattata dal Comune di

Belforte per un’iniziativa che coinvolge l’intera Unione montana dalla Colma al Tobbio. “Per consentire la realizzazione delle nuove aree di sosta dell’A26 s’è dovuto rimuovere un vecchio pozzo di subalveo comunale” dice il sindaco Franco Ravera. “E’ rimasto uno sbarramento che consentirà, senza nuove derivazioni, di sfruttare l’acqua per produrre energia, da vendere a Enel per ricavare risorse. Si tratterebbe di un impianto da 100 kilowatt/ora, con turbine interrate, a impatto zero”. Il progetto è già pronto sulla carta, ma in ogni caso non si dovrebbe arrivare a nulla di concreto prima di un anno.

Sabato 12 Aprile, alle ore 17, presso la Biblioteca Civica di Lerma, avrà luogo la presentazione del nuovo Libro di Diego De Finis “Dialogo sull'amore passionale”.

PREDOSA

Mercatino usato Domenica 13 Aprile, al Lido di Predosa si svolgerà il Mercatino dell'Usato con l’esposizione e la vendita di oggetti di hobbistica, antiquariato, modernariato vecchio e nuovo. La manifestazione si svolge ogni seconda domenica del mese. Per informazioni ed adesioni telefonare ai numeri 0131 719914 e 335 6485254 - info@lidodipredosa.it.

CARPENETO

Incontro per genitori Mercoledì 16 Aprile, alle ore 21, presso la Biblioteca del Comune di Carpeneto, si terrà un incontro per genitori dal titolo”Ero una brava mamma prima di avere figli” ... strategie semplici da imparare e mettere in pratica. Condurrà la dott.ssa Maddalena Semino, psicologa della famiglia.

BELFORTE

Animali maltrattati La Polstrada di Belforte ha trovato 150 uccellini, 5.200 topi, 50 pappagalli, 4 serpenti e, addirittura, una lince e un canguro, durante un controllo sull’A26. Erano stipati nel vano di carico di un piccolo furgone. Tutti esemplari da allevamento provenienti dalla Slovenia e diretti a Madrid. Grazie all’intervento dell’Asl, gli animali sono stati rifocillati e assistiti, mentre per il conducente, che ha potuto riprendere il viaggio perché le violazioni commesse non prevedevano il sequestro degli animali, è stato multato di mille euro. Qualche tempo fa gli agenti avevano fermato un camion francese che trasportava in Puglia 350 pecore in condizioni precarie. Due avevano le zampe spezzate e sono state abbattute. Gli altri ovini invece sono stati fatti riposare e abbeverare prima della ripresa del viaggio. Al trasportatore, 7 mila euro di multa e una segnalazione per maltrattamento di animali.


pozzolo

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

20 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Verso il voto Prima uscita pubblica per la lista

Ecco il “Rinnovamento”: Miloscio presenta la rosa LISA LANZONE l.lanzone@ilnovese.info

Prima uscita pubblica per la lista “Rinnovamento per Pozzolo”, che sostiene la candidatura a sindaco di Domenico Miloscio, assessore uscente della giunta Silvano. Domenica scorsa, infatti, nelle Cantine del Castello è stata presentata la ‘rosà dei candidati: una squadra che deve, però, ancora essere completata. Gli ultimi nomi potrebbero essere resi noti già la prossima settimana, dopo alcuni incontri che sono previsti con gli abitanti della frazione Bettole. Intanto nella lista dei candidati alla carica di consigliere ci sono l’attuale assessore all’ambiente Felice Pappadà e il consigliere Rosaria Maggio; tra i nomi nuovi, invece, ci sono quelli di Lucia Ferrando (commerciante da anni attiva nella promozione del territorio), Marcello Ghiglione (imprenditore agricolo, dirigente sportivo e storico locale), Lorenzo Caramagna (insegnante, musicista e imprenditore nel campo della cultura) e la giovane Alice Fumai (laureanda in architettura e organizzatrice del Forum Giovani). Dopo aver ringraziato il sindaco uscente – Roberto Silvano – per i dieci anni di amministrazione, Domenico Miloscio ha presentato alcuni punti del programma e ha sottolineato la volontà della lista di volere coniugare continuità e rinnovamento. «Alcune liste si presentano raccogliendo desideri e speranze dei cittadini, magari facendo leva sull’appeal dei social network: la nostra punta, invece, sulla concretezza e ha le idee chiare sul

inbreve IL TRIBUTO

Imposta unica comunale Come previsto dalla Legge di Stabilità 2014, è stata istituita l’Imposta Unica Comunale (Iuc). Unica di nome ma non di fatto, visto che in realtà è composta da tre tasse: l’Imposta Municipale Propria (Imu), la tassa sui rifiuti (Tari) e il tributo sui servizi indivisibili (Tasi). L’amministrazione comunale di Pozzolo Formigaro – nella redazione del bilancio 2014 – ha sottolineato che il nuovo tributo Tasi presenta numerosi problemi applicativi, oltre a essere un nuovo fardello per le famiglie. Per questo, il Comune ha deciso di avvalersi della facoltà prevista dalla normativa di azzerare l’aliquota. Verrà quindi portata all’approvazione del consiglio comunale una deliberazione di “disapplicazione” della Tasi sull’abitazione principale. Il vicesindaco Pasquale Coluccio ricorda, però, che il Comune di Pozzolo non aveva ancora aumentato le aliquote di base dell’Imu e chiederà quindi un ulteriore sforzo fiscale ai propri concittadini applicando una maggiore aliquota Imu su tutti gli immobili (tranne che sulla prima casa e sugli altri immobili esclusi per legge dall’applicazione dell’imposta). (L.L.)

L’APPUNTAMENTO

La Fiera delle Palme Preparativi in corso a Pozzolo per la Fiera delle Palme, che si terrà domenica 13 aprile. La manifestazione è organizzata dal Comune e dalla Pro Loco. Bancarelle in tutto il paese, giochi per bambini, prodotti enogastronomici, esposizione di oggetti di artigianato locale e negozi aperti. Nel pomeriggio, sono in programma anche esibizioni in piazza Italia a cura dell’Asd Athena; esposizioni di auto, camper e mezzi agricoli e l’esibizione del gruppo Country Fever. A seguire concerto di Mario Sarti e della sua band. Sempre nel pomeriggio, appuntamento con il battesimo della sella con l’Asd “I Tre Ponti”. Presso le cantine del Castello, invece, l’Osservatorio Sociale organizza un incontro sulle storia e le tradizioni locali; infine, pesca di beneficenza alla parrocchia di San Nicolò, presso la Chiesa Battuti Bianchi (piazza Italia), aperta già da sabato 12 aprile. Tra le iniziative collaterali, sono previste visite guidate al castello dalle ore 15.00 alle ore 18.30. (L.L.) futuro». Tra i temi principali quello dei rapporti con gli altri enti e comuni: «Oggi, in un momento di crisi, è importante più che mai fare rete con chi ci sta intorno e per questo vogliamo inserirci al meglio in una rete di relazioni, evitando l’isolamento e dialogando con tutti i livelli, istituzionali e non: Stato e Regione innanzitutto, ma anche consorzi, comitati e associazioni». Il particolare, il programma elettora-

le prevede il rilancio delle attività commerciali e industriali, culturali e sportive, che possono diventare un’occasione di crescita, coinvolgendo le scuole e il territorio. Al centro del programma anche la difesa dell’ambiente, che avrà la priorità, in un momento di profonde mutazioni e di rischi concreti per la comunità, senza dimenticare i problemi di tutti i giorni: dalla viabilità, alla vita nelle frazione Bettole.

IL RICONOSCIMENTO

Patriarchi della comunità Nella suggestiva cornice del castello di Pozzolo Formigaro si sono incontrati il presidente del consiglio provinciale Giovanni Barosini e il sindaco Roberto Silvano. Con l’occasione Maria Dellachà (classe 1918) e Mauro Traverso (classe 1923) sono stati investiti della simbolica onorificenza di “Patriarchi della Comunità”, un riconoscimento verso coloro che hanno rappresentato e che rappresentano una testimonianza della nostra realtà territoriale. (L.L.)

.. . ia r e h c s e P Pesca in gia in Osteria! man • PESCHERIA - OSTERIA • GASTRONOMIA DI PESCE • ASPORTO E SERVIZIO A DOMICILIO

Menù business lunch SOLO PESCE al mezzogiorno € 13,00 A cena ogni sera lo Chef propone un menù a rotazione nel quale scegliere i piatti a prezzi contenuti

Via Berthoud, 66 (centro storico) - Serravalle Scrivia (Al) Tel. 0143.61366 • osteria.pescheria@tiscali.it Info: 389.1633915 • Facebook: Osteriapescheria Pescaemangia


serravalle · stazzano

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

21 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Il percorso Sono già iniziati i lavori di livellamento

Stazzano Un volume di storia locale

Un sentiero tra il verde fra il centro e la periferia

Colomba bianca: un santuario ed un mistero

ARIANNA BORGOGLIO a.borgoglio@ilnovese.info

Il tanto auspicato sentiero di collegamento tra il quartiere di Ca’ del Sole e il campo sportivo, da via San Rocco fino a raggiungere via Leopardi a Serravalle Scrivia, a breve diventerà finalmente un progetto concreto. Infatti l’amministrazione comunale ha avviato le prime fasi, propedeutiche alla realizzazione dell’opera pubblica, per creare finalmente un punto di contatto tra due delle zone più frequentate e popolate del paese. «Abbiamo predisposto e messo al lavoro i mezzi per spianare la zona collinare e ottimizzare le fasi successive dei lavori – ha sottolineato il vicesindaco, Pasquale Vecchi – Come si dice in gergo, abbiamo “tirato la livelletta”, cioè stiamo livellando il terreno per renderlo pianeggiante, eliminando gli alberi e tutti gli eventuali ostacoli». Il maltempo dei giorni scorsi e le piogge continue hanno ritardato leggermente l’inizio dei lavori, ma il progetto definitivo dovrebbe essere pronto nel giro di un mese circa. «L’avanzare del progetto definitivo è subordinato all’entrata degli oneri di urbanizzazione, gli unici fondi che ci consentono di mettere a punto progetti di questo tipo a causa del patto di stabilità –

ribadisce Vecchi – ma il sentiero si farà sicuramente, come promesso dalla nostra amministrazione». Grande la soddisfazione della cittadinanza, dopo l’annuncio dell’assessore Antonino Bailo sulla pagina Facebook dei Serravallesi Inquieti, che hanno già ribattezzato il percorso, tradizionalmente noto come “sentiero della volpe”, “sentiero inquieto”. «La nostra

Tracciato nel verde Il percorso che seguirà il sentiero in via di realizzazione tra Ca’ del Sole e il campo sportivo. Un collegamento tra il centro e la periferia che permetterà di tagliare fuori le zone con più smog.

speranza è che il sentiero venga utilizzato dai ragazzi per andare a scuola, specialmente durante la bella stagione, cosicché possano stare a contatto con la natura e transitare in mezzo al verde, piuttosto che nel centro del paese – continua Vecchi – Anche gli amanti delle passeggiate troveranno un nuovo percorso piacevole e sicuro, e potranno raggiungere la Bollina direttamente dal centro cittadino».

Stazzano Nella lista anche il vicesindaco Marco Traverso

VIABILITÀ

Il sindaco Giovanni Alliano riprova e si ricandida ancora

Niente mezzi pesanti in centro

Con l’avvicinarsi delle elezioni comunali, che si terranno il 25 maggio in 889 comuni piemontesi, è tempo di tirare le somme per le amministrazioni comunali locali, tra cui quella di Cassano Spinola. Sul sito del Comune è stata pubblicata, nei giorni scorsi, la relazione di fine mandato della giunta di Giovanni Alliano, relativa al quinquennio 2009-2014. Per quanto riguarda il settore dei lavori pubblici, Alliano ha stilato un elenco delle opere realizzate nel corso degli anni: dagli interventi per la demolizione e la messa in sicurezza di edifici pericolanti (2009), alla realizzazione del nuovo magazzino comunale e all’ampliamento di piazza XXVI Aprile (2009-2010), dagli interventi di manutenzione agli impianti idrici (lungo tutto l’arco del mandato) ai provvedimenti presi per apportare migliorie all’edificio scolastico cittadino (vetrate, pavimentazione, tra 2010 e 2011). Per quanto riguarda l’ambito scolastico, le risorse stanziate nel primo anno ammontano a 76 mila euro circa, mentre nel 2013 l’amministrazione ho investito oltre 81 mila euro, ripartiti tra la copertura assicurativa, le attività integrative musicali e ludicomotorie, il trasporto gratuito degli alunni a livello in-

Alliano ci riprova Grazie alla nuova legge sul terzo mandato, l’attuale sindaco si ricandiderà alle elezioni del 25 maggio. Con lui anche il vicesindaco Marco Traverso. tercomunale, i buoni libri per le elementari e il sostegno e mantenimento della scuola dell’infanzia paritaria. Infine, parlando di servizi nel settore dei rifiuti, oltre alla regolare attività di raccolta differenziata, è in corso la realizzazione di un centro di raccolta intercomunale sul territorio di Cassano. «Siamo molto soddisfatti di tutti i progetti che siamo riusciti a realizzare, e di aver tenuto fede alla parola data ai cittadini – ha ribadito il sindaco uscente, Giovanni Alliano – Abbiamo dedicato impegno, costanza e tutta la nostra attenzione

a ogni settore della nostra comunità, nonostante i continui tagli ai fondi e contributi previsti dalla spending review». E per quanto riguarda il futuro, cioè i prossimi candidati a ricoprire il ruolo di sindaco di Cassano? Al momento, troviamo la lista civica (sostenuta dal Pd) di Alliano, che si ricandiderà cercare di ottenere il terzo mandato, ma all’interno della lista troviamo anche un volto noto della politica cassanese, Marco Traverso, vicesindaco, nonché ex sindaco in carica per due mandati consecutivi. (A.B.)

Niente mezzi pesanti nel centro abitato di Serravalle, ecco cosa porterà l'ordinanza prefettizia tanto auspicata dalla cittadinanza e dalla Giunta stessa, che dovrebbe alleggerire un centro abitato già eccessivamente trafficato. A giorni verranno posizionati i cartelli di divieto e inizierà il controllo del transito dei veicoli. A monte del provvedimento, il sensibile aumento dei passaggi nell’abitato comunale da parte di mezzi d’opera, a seguito dell’inizio dei lavori per la realizzazione del Terzo Valico. Per questo motivo il Prefetto di Alessandria, sollecitato dall'Amministrazione, ha vietato la circolazione dei mezzi adibiti a lavori di scavo e trasporto nel settore dei cantieri edili dalle ore 7.00 alle ore 19.30 di tutti i giorni, nonché la circolazione dei mezzi d’opera nell’arco delle 24 ore di tutti i giorni all’interno del centro abitato di Serravalle. Sul sito del Comune è stato pubblicato un elenco dei mezzi che potranno circolare nel centro di Serravalle: gli autocarri inferiori a 7,5 tonnellate, in qualsiasi giorno e orario della settimana e, dopo le ore 19.30 e sino alle ore 7.00 del giorno successivo, gli autocarri superiori a 7,5 tonnellate ma non i mezzi d’opera. Infine, potranno circolare sempre i veicoli al servizio di commercianti e quelli impiegati per operazioni di carico e scarico. (A.B.)

L’amministrazione comunale di Stazzano ha approvato la pubblicazione del volume “Il mistero della colomba bianca” di Gian Piero Illiani, cultore di storia locale, direttore responsabile del periodico “Res Publica” e assessore del Comune di Stazzano, già vicesindaco. Il libro ricostruisce le vicende storiche che hanno fatto da cornice alle origini del santuario di Monte Spineto, partendo dalla città romana di Libarna e dalla diffusione del cristianesimo nelle valli Scrivia e Borbera. Illiani analizza i fatti relativi al santuario dalle origini fino ai giorni nostri, sia sotto l’aspetto della tradizione sia di quello storico. Vengono tratteggiate le figure di San Luigi Orione e di monsignor Vincenzo Guido, che hanno contribuito in maniera determinante all’affermazione del santuario stazzanese. Nell’ultima parte i protagonisti sono gli ex voto che costituiscono una testimonianza di storia e fede. Alla realizzazione dell’opera sono interessati i comuni di Stazzano, di Serravalle Scrivia e Vignole Borbera, le cui popolazioni sono particolarmente legate alla storia del santuario. Per questo la spesa complessiva di quasi 5 mila euro per la pubblicazione di 1500 copie del volume verrà divisa tra le varie amministrazioni comunali: mille euro a testa da parte dei comuni sopra citati, altri mille da parte di Luca Erizzo, e la restante somma da parte dell’autore. Per quanto riguarda le copie, cinquecento verranno tenute a disposizione dei comuni promotori, e le altre mille verranno date in omaggio all’amministrazione del santuario, i cui proventi serviranno a finanziare opere in ambito religioso e assistenziale. (A.B.)

inbreve RANDAGISMO

Campagna di sterilizzazione Scatta l’emergenza colonie feline a Serravalle Scrivia, che da sempre si occupa di prevenzione del randagismo con attività di monitoraggio, controllo e tutela degli animali, applicando la normativa che condanna gli atti di crudeltà verso gli animali e il loro abbandono. Vista la massiccia presenza di gatti randagi nel centro abitato del paese, specialmente in prossimità delle strade principali ad alta intensità di traffico, zone particolarmente pericolose per gli animali, l’amministrazione ha deciso di collaborare con alcuni volontari per una campagna di sterilizzazione e ricollocazione nell’ambiente naturale delle bestiole. I presidi Asl interverranno con sterilizzazioni gratuite da concordare con gli enti locali presso lo Sportello regionale per gli animali d’affezione (sezione di Alessandria), sotto il controllo della Regione Piemonte. Per quanto riguarda Serravalle, l’amministrazione comunale si occuperà sia della sterilizzazione che degli interventi urgenti per cure sanitarie, a seguito di ferimenti e incidenti di varia natura. L’incarico verrà affidato allo studio veterinario di Marco Carrega a Cassano Spinola, e alla clinica veterinaria “Serravalle” di Giulio Repetto, in viale Martiri della Benedica a Serravalle. (A.B.)

STAZZANO

Omaggio a Luigi Tenco Appuntamento con la musica sabato 12 aprile a Stazzano, con “Un giorno dopo l’altro. Omaggio a Luigi Tenco”, in collaborazione con il Comune, l’associazione stazzanese Amici della Musica presieduta da Marco Pucci e l’associazione culturale Luigi Tenco di Ricaldone. Alle ore 21.00 nel salone parrocchiale, nel contesto della piccola stagione musicale 2014, allieteranno la serata la chitarra e la voce di Roberto Paravagna, accompagnato dalle letture scelte e interpretate da Gianni Repetto. (A.B.)

AUSER

Una torta per un sorriso Domenica 13 aprile l’associazione Auser – Insieme per Serravalle, con il patrocinio del Comune di Serravalle Scrivia, propone l’iniziativa “Una torta per un sorriso”, una raccolta di fondi il cui ricavato andrà in beneficenza. La vendita a offerta di torte casalinghe servirà ad allestire un locale, presso l’ex tipografia nel centro storico, adibito alla distribuzione gratuita di abiti usati per i bisognosi. L’appuntamento è dalle ore 9.00 alle ore 13.00, in piazza Risorgimento (di fronte al palazzo comunale). (A.B.)


arquata · valborbera

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

22 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Il direttivo Malaspina riconfermato presidente per la continuità

Vignole Dopo la frana a Natale

La Pro Loco si rinnova per mettersi ancora in gioco

Gestione Acqua riposiziona i tubi “sospesi” Gestione Acqua ha ultimato a Vignole Borbera i lavori di risistemazione della tubazione che era rimasta “sospesa nel vuoto” per un tratto di oltre 80 metri, a causa di una frana sulla strada Variano-Castelratti, in seguito delle abbondanti e persistenti piogge del periodo natalizio. In quel periodo, oltre a questa emergenza, si sono verificate anche quelle dell’ormai solito allagamento del campo pozzi di Castel Ratti, dell’intasamento delle prese superficiali di Cosola (Cabella Ligure) e Salogni (Fabbrica Curone), a servizio delle intere valli Borbera e Curone. L’acqua era diventata torbida e non poteva essere trattata dagli impianti di potabilizzazione, e aveva creato disagi e disservizi a una popolazione di oltre 12 mila abitanti. Nello stesso periodo si è verificata anche l’emergenza idrica della bassa val Curone, che ha interessato circa mille abitanti, dovuta all’intasamento della condotta principale per un blocco di calcare e una frana in val Grue che, strappando il tubo, ha interrotto la fornitura a Avolasca. La condotta sulla strada Variano-Castelratti, ora ripristinata, proviene dal campo pozzi di Castel Ratti e porta l’acqua all’impianto di potabilizzazione di Variano, che serve Vignole, Stazzano, Serravalle, e in parte Arquata, Gavi, Novi e Pozzolo per un totale di oltre 20 mila abitanti. La strada di Variano, nonostante «i diversi sopralluoghi da parte dei vari enti preposti», è tuttora interrotta, spiega Gestione Acqua. La condotta è stata risistemata «senza sospendere il servizio di erogazione di acqua potabile, comportando una spesa complessiva di oltre 50 mila euro». (E.D.)

ARIANNA BORGOGLIO a.borgoglio@ilnovese.info

Lo scorso 25 marzo è nata la nuova Pro Loco di Arquata Scrivia, con un direttivo composto da numerosi giovani e famiglie che hanno voglia di vivere il paese e preservare le sue tradizioni. Tuttavia, si è voluto mantenere un legame profondo con chi potrà guidare questi nuovi membri grazie all’esperienza maturata con gli anni, quella di Beniamino Malaspina, che è stato riconfermato presidente. Collaborazione, voglia di mettersi in gioco e tanta vitalità, queste le caratteristiche del nuovo gruppo di lavoro, che si è subito riunito una tavola rotonda per buttare giù nuove idee. Tra i nuovi membri, troviamo Vincenzo Tufano (vicepresidente), Orietta Venturi (segretaria), Michela Balbi (responsabile dei conti), De Franchi Francesca, Giusy Gagliostro, Francesca Giordano, Luisa Fazzi, Federica Pittaluga, Ornella Mazza, Morena Garzi, Elisabetta Muratore, Marco Svanoni e tanti altri. I primi eventi ai quali hanno collaborato le new entries della pro loco sono la rassegna musicale Arquatra, e le festività di Halloween e del tradizionale Carnevale in maschera. «Sono davvero molto soddisfatto di questo nuovo consi-

glio, che porterà una ventata di freschezza e vitalità alla nostra associazione – ha sottolineato con entusiasmo Malaspina – Al momento siamo non abbiamo ancora preparato un vero e proprio calendario delle manifestazioni e degli eventi per la stagione estiva, ma ci daremo da fare per proporre nuove iniziative ai nostri concittadini, sperando nella partecipazione di tutti, enti e Comu-

Nuovo direttivo La Pro Loco di Arquata Scrivia ha rinnovato i propri vertici. Beniamino Malaspina è stato riconfermato presidente.

ne compresi». Uno dei punti focali individuati da Malaspina è il potenziamento delle iniziative tradizionali, le più amate dagli arquatesi e non solo: «Eventi come il “Presepe del borgo” e Arquatra manterranno sicuramente le caratteristiche che li hanno resi celebri anche nei paesi limitrofi». Entro Pasqua si terrà la prossima riunione del direttivo, per stilare un programma e discutere delle iniziative future.

Scuola I risultati del sondaggio

inbreve

Settimana corta: i genitori si sono divisi a metà La diatriba tra i genitori degli alunni dell’istituto comprensivo Arquata-Vignole-ValBorbera circa l’eventuale sospensione delle lezioni scolastiche il sabato mattina si è (momentaneamente) conclusa con una sostanziale parità di opinioni. Infatti, nei giorni scorsi è stato distribuito dalla scuola un questionario che chiedeva ai genitori se preferissero mantenere l’orario prolungato a 36 ore, oppure ridurlo a 30 ore settimanali. La questione è stata sollevata da un gruppo di mamme di Vignole, che aveva chiesto al sindaco, Giuseppe Teti, e all’istituto scolastico di esonerare i figli dalle lezioni del sabato. Un dibattito che

ha riguardato anche altre scuole, tra cui l’Istituto comprensivo di Serravalle Scrivia, dove la proposta si è fermata alla pagina Facebook dei Serravallesi Inquieti. Dai risultati ottenuti sembra emergere una situazione piuttosto equilibrata, senza una significativa maggioranza. Tuttavia, una buona parte dei genitori di Vignole sembrano privilegiare il consueto orario, mentre i borghettesi propendono per una riduzione delle ore. Al momento la situazione dovrebbe mantenersi stabile, poiché un cambiamento radicale dell’orario comporterebbe la modifica di tutto il sistema di trasporti, mensa e

MEDICINA

Conferenza alla Juta

Settimana corta sì o no? Si è chiuso con un sostanziale pareggio il sondaggio circa l’opportunità di chiudere le scuole al sabato. non solo. La dirigente scolastica Silvana Montecucco ha dichiarato: «Di fronte a questo risultato non mi sento di dare delle interpretazioni. L’esito complessivo non ha superato quel 70 per cento che ci si aspettava per poter pensare a un vero cambiamento. Ci sono dei risultati

parziali significativi, ma meno significativi se letti a livelli di Istituto. Entro fine aprile ci sarà una lettura collegiale da parte dei docenti, che, come si evince dal sondaggio, hanno espresso in maggioranza un parere negativo riguardo la settimana corta». (A.B.)

Proseguono le conferenze mediche organizzate dall’Unitre ArquataGrondona, presso la sala Juta di Arquata. Questa volta l’appuntamento è per domani, venerdì 11 aprile, alle ore 21.00, con lo specialista otorinolaringoiatra Gian Paolo Bocca, Marica d’Angelo, specialista otorinolaringoiatra, e Cinzia Aghito, audioprotesista. Durante l’incontro, intitolato “La vertigine e gli acufeni”, si parlerà dell’orecchio e delle patologie che lo interessano, con una particolare attenzione per la vertigine parossitica posizionale, un disturbo particolarmente comune e diffuso. Si manifesta con una sensazione di giramento di testa che dura pochi secondi e che si verifica in seguito a un cambiamento di posizione del capo, specie se brusco, causata da una lesione di una porzione dell’apparato vestibolare. Gli specialisti tratteranno della sintomatologia della patologia, e della terapia più adatta per risolvere il disturbo, con il dovuto supporto psicologico. (A.B.)

CANTALUPO

Polentata e cinghiale Sabato 12 aprile, a partire dalle ore 20.00, appuntamento con la cucina tipica locale a Cantalupo Ligure, con menù a base di polenta e cinghiale, salsiccia e gorgonzola. Esistono tre tipologie di menù, a 10 euro per i bambini, 15 per i ragazzi e 20 per gli adulti, e comprendono affettati misti, polenta a piacere, dolce, acqua e vino. L’evento si svolgerà presso il palazzetto dello sport. Per informazioni e prenotazioni, rivolgersi ai numeri 0143 90910 (tabaccheria Quadrifoglio), 347 5430697 oppure 328 6549410. (A.B.)

COCCO MASSIMO LAVORI AGRICOLI LAVORI AGRICOLI MECCANIZZATI MECCANIZZATI SCAVI MOVIMENTO TERRA S CAVI E MOVIMENTO TERRA DEMOLIZIONI COSTRUZIONI EDILI D EMOLIZIONI E C OSTRUZIONI E DILI Serietà e professionalità al vostro servizio Cascina Minetti, 19 - Capriata d’Orba (AL) Tel. 0143 46203 - Fax 0143 467424 Cell. 330 600235 - e-mail: mc.cocco@libero.it


gavi · vallemme

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

23 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Tradizioni Esce a Pasqua la raccolta “Requiem” pubblicata in digitale

Marcarolo L’edizione 2014

Quegli antichissimi canti delle tre Confraternite

Conferenze, corsi, laboratori e feste: il parco racconta

Uscirà a Pasqua “Requiem”, la seconda raccolta dei canti storici delle Confraternite di Gavi. La raccolta, comprendente i canti della Settimana Santa (“Tantum ergo”, “Stabat Mater”) e l’Officio dei defunti (“Requiem”, “Kyrie”, “Dies irae”, “Alleluja”, “Io credo risorgerò”), verrà pubblicata in formato digitale dall’etichetta romana Maremosso, fondata dal cantautore siciliano Rosario Di Bella e dallo scrittore di origini gaviesi Alessandro Hellmann. Le registrazioni sul campo, risalenti agli Anni Settanta come quelle della precedente pubblicazione intitolata “La notte di Natale”, sono state conservate da Renzo Zerbo, che ha così preservato questa importante testimonianza storica. Sui nastri è stata effettuata un’operazione di ripulitura e restauro del suono per restituirci questi canti in tutta la loro profonda suggestione. Queste registrazioni ci restituiscono in tutta la sua dimensione misteriosa un rituale carico di suggestione e rappresentano un documento di grande valore storico. I canti delle Confrater-

nite, tramandati attraverso i secoli, rappresentano una delle espressioni più intense del canto corale e sapranno affascinare non solo i fedeli e gli appassionati di cultura popolare, ma anche gli spiriti sensibili al fascino delle atmosfere dark. L’Officio dei defunti, che culmina nell’incedere inesorabile del “Dies irae” e nello struggente “Io credo risorgerò”, è l’espressione sublime di una fede che si erge con dignità di fronte al vuoto raggelante della morte.

lastoria

ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

Origini lontane La Confraternita di Morte e Orazione risale agli inizi del secolo XIV, quella di Ns Assunta al 1575 e quella della Ss Trinità al 1601. Le tre Confraternite, denominate anche rispettivamente dei Bianchi, dei Turchini o dei Rossi in ragione del colore delle cappe indossate durante le processioni, sorsero a Gavi per iniziativa spontanea di gruppi laici con finalità religiose e sociali: oltre a costituire luoghi di culto con l’esercizio delle funzioni negli oratori e la celebrazione delle festività, ciascuna Confraternita si occupava infatti di opere di mutuo soccorso, come il Monte di Pietà, la distribuzione delle sementi ai contadini in condizioni disagiate, il forno e la bottega per la vendita dei generi alimentari a basso prezzo, l’ospedale e la sepoltura dei defunti di famiglie indigenti. (E.D.)

Ha appena preso il via l’edizione 2014 de “Il parco racconta”, la rassegna annuale di iniziative realizzate dal parco naturale delle Capanne di Marcarolo. Escursioni (a piedi e in mountain bike), conferenze, corsi di disegno naturalistico, laboratori e feste: un fitto calendario che accompagnerà tutti gli amanti della natura da aprile a dicembre. Domenica 27 aprile, ad esempio, si terrà un’escursione botanica ai laghi della Lavagnina, con l’accompagnamento dei docenti P. Barberis e F. Orsino e dei guardiaparco (l’escursione sarà ripetuta il 18 maggio, ma sul monte Tobbio). Il 24 maggio, il 21 e 22 giugno, il 12 luglio e il 6 e 7 settembre, all’Ecomuseo di cascina Moglioni, corso di disegno e acquerello botanico condotto da Lucilla Carcano (info e prezzi su www.parcocapanne.it). Il 30 maggio, presso la sede del parco a Lerma, presentazione del libro “I lepidotteri del Parco naturale delle Capanne di Marcarolo”. Il 7 giugno “Passeggiata di resistenza” e l’8 giugno laboratorio di creatività “L’arte della natura”, per educare alla bellezza e alla valorizzazione del paesaggio. Il 14 giugno passeggiata notturna con la luna piena e lettura di brani a tema. Il giorno successivo benedizione degli animali nel prato della parrocchia delle Capanne di Marcarolo, una piccola anticipazione dell’antica fiera del bestiame di Sant’Isidoro (27 luglio). Sabato 28 e domenica 29 giugno l’Ecomuseo di cascina Moglioni ospiterà un weekend tutto dedicato al lupo: mostra fotografica, incontri con gli esperti ed escursioni. A luglio due laboratori: il primo il giorno 6 (“Dalla pecora al calzino”) sulla lavorazione tradizionale della lana con l’utilizzo di un arcolaio tipico di Capanne, e il secondo il giorno 20 (“Tutte le lingue del mondo”) sui dialetti locali. [foto Claudio Bergero] (E.D.)

+ #( " !

'%

))) !'

! !!

" "

%#

&'% $ % "*# &


lacultura

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

24 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Il viaggio nel tempo di Pietro Morando Si inaugura martedì a Palazzo del Monferrato la mostra del pittore alessandrino per eccellenza, che fu tra gli artisti piu attivi e partecipi delle vicende espressive della sua epoca

MILVA CALDO m.caldo@ilnovese.info

Con la mostra dal titolo “Pietro Morando tra Pellizza, Carrà e Severini. Viaggio nel tempo di un giramondo alessandrino”, che sarà inaugurata martedì 15 aprile a Palazzo del Monferrato di Alessandria, i curatori Maria Luisa Caffarelli e Rino Tacchella propongono una nuova chiave di lettura del lavoro di Pietro Morando, considerato il pittore alessandrino per eccellenza. La figura dell’artista, già ampiamente esplorata in precedenti esposizioni monografiche, viene oggi proiettata in una dimensione piu ampia rispetto alla tradizione, sottolineando le radici culturali e i legami con alcuni tra i più importanti protagonisti della vita artistica contemporanei di Morando. L’esposizione si snoda attraverso un percorso in cui vengono

evidenziati il ruolo fondamentale di Angelo Morbelli nella sua formazione milanese, l’attrazione esercitata dal divisionismo di Pellizza e il fascino lontano di Segantini, l’amicizia con Leonardo Bistolfi, il sodalizio in età matura con Carlo Carra, il rapporto con Cino Bozzetti e, infine, il ruolo di Morando come collaboratore nella realizzazione del mosaico di Gino Severini al palazzo delle Poste di Alessandria. Questi esempi di “rete sociale” collocano Morando tra gli artisti piu attivi e partecipi delle vicende espressive del suo tempo; un vero e infaticabile giramondo indotto, fin da ragazzo, dalla passione per le esperienze delle avanguardie divisioniste a compiere a piedi una sorta di pellegrinaggio nell’Engadina di Giovanni Segantini e, successivamente, a girare per l'Italia in bicicletta. Durante quei viaggi ha occasione di conoscere Filip-

lamostra

Pietro Morando Maternità, Collezione del Comune di Alessandria

po Tommaso Marinetti e, in linea con le istanze filobelliche del movimento futurista, parte volontario per la guerra 19151918: la realtà e gli orrori della trincea saranno descritti con una serie di appunti visivi che costituiranno il corpus del volume “I giganti” pubblicato nel 1926 con la prefazione di Leonardo Bistolfi. Al termine della guerra completa la sua formazione non solo in Italia, ma anche in altri paesi europei e in Sud America. Poi, con una scelta che lo avvicina al suo nume tutelare Giuseppe Pellizza, decide di stabilirsi nella sua città natale, che lo vedrà protagonista di eventi culturali di primo piano. Le nuove generazioni di artisti alessandrini, tra cui Andrea Canestri, Egle Pozzi Biginelli, Cesare e Vittorio Bruno, Ferdinando Ferraris, per la notorietà che Morando nel frattempo aveva raggiunto, riconoscono in lui un vero e proprio maestro. Anche i suoi coetanei, come Alberto Caffassi ed Eso

Peluzzi, pur nella diversità delle opinioni, si confrontano con Morando in un vivace dibattito culturale, generato dalle frequenti occasioni espositive negli anni tra le due guerre. La mostra, organizzata dalla Camera di Commercio di Alessandria e Line Lab, con la collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, della Provincia di Alessandria e del Comune di Alessandria, sarà aperta al pubblico fino al 30 maggio. Pietro Morando tra Pellizza, Carrà e Severini. Viaggio nel tempo di un giramondo alessandrino Palazzo del Monferrato via San Lorenzo 21, Alessandria 15 aprile - 30 maggio 2014 Inaugurazione 15 aprile ore 18 Orario di apertura: da martedi a venerdi 16.00-19.00; sabato e domenica 10.00-13.00, 16.00-19.00 Per informazioni: www.palazzomonferrato.it

Suggestioni e provocazioni visive La mostra è ospitata al piano nobile di Palazzo del Monferrato, in cui è accolta da alcuni anni in permanenza la collezione di Davide Lajolo. Il legame molto profondo tra il critico e l’artista si ripropone a pieno titolo in questa occasione espositiva. Sono esposti cinquanta dipinti di Pietro Morando e circa trenta opere dei suoi maestri e dei suoi contemporanei: Giuseppe Pellizza, Angelo Morbelli, Leonardo Bistolfi, Cino Bozzetti, Alberto Caffassi, Carlo Carrà, Gino Severini. La maggior parte dei lavori appartiene a collezioni pubbliche di Alessandria: Camera di Commercio, Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Comune di Alessandria, Provincia di Alessandria. Altre provengono da collezioni private. L’allestimento non segue un percorso cronologico, ma vuole sottolineare rapporti, affinità e suggestioni tra i dipinti di Morando e degli altri artisti, giocando sulle sottili provocazioni visive che nascono dal confronto tra i diversi modi di interpretare soggetti analoghi. Il percorso si completa con i lavori di nove artisti contemporanei – Mario Annone, Vito Boggeri, Antonio De Luca, Mario Fallini, Davide Minetti, Nadir Montagnana, Massimo Orsi, Tamara Repetto e Giovanni Tamburelli – ai quali è stato chiesto di realizzare un’opera in cui ognuno di loro rende omaggio a Pietro Morando.

gliappuntamenti

l’incontro La definizione di paesaggio sociale

Il programma della Fondazione La Raia della prossima primavera è interamente dedicato alla fotografia e al suo rapporto con il paesaggio. Sabato 12 aprile alle 10.30, Francesco Jodice e Francesco Zanot dialogheranno sul tema del paesaggio come desiderio collettivo. E lo faranno coinvolgendo il pubblico, per arrivare insieme a una nuova definizione di “paesaggio sociale”. Nella sua serie “What We Want” iniziata nel 1995 e attualmente ancora in corso di espansione, Francesco Jodice indaga il paesaggio come frutto dei desideri delle persone. Bisogni, aspettative e territorio, cosi, si trasformerebbero insieme, secondo un dinamica che comprende motivazioni politiche, economiche ed estetiche. In un dialogo con il critico Francesco Zanot, verra affrontato a partire da questi presupposti il tema della rappresentazione del paesaggio contemporaneo, la cui definizione deve ormai tendere a escludere le barriere geografiche e includere gli attori di queste modificazioni. Questo dialogo è uno dei sei incontri che compongono “The Book Tour”, il progetto itinerante di Jodice e Zanot che si svolgerà in altrettante istituzioni dedicate all’arte contemporanea; ogni dialogo è centrato su una parola chiave: “Paesaggio sociale” è la suggestione che muove l’incontro alla Fondazione La Raia. L’incontro è aperto a tutti ma per motivi organizzativi è necessario prenotare con una e-mail all’indirizzo: segreteria@fondazionelaraia.it. Per informazioni: www.fondazionelaraia.it. (M.C.)

eventi in programma nel raggio di cento chilometri

km20 SCULTURA

km40 FOTOGRAFIA

km50 PINOCCHIO

km60 POP

TORTONA • È in corso a Palazzo Guidobono una retrospettiva dedicata a Giancarlo Marchese, scultore tortonese scomparso un anno fa, in cui sono esposte opere in metallo e in vetro, realizzate secondo le innovative tecniche che caratterizzarono il lavoro dell’artista. L’esposizione dal titolo “Luci di forme”, curata da Pierpaolo Cella Mazzariol e Francesca Marchese, figlia dello scultore, mette l’accento sul contributo artistico di Marchese, già insegnante all'Accademia di Brera, che realizzò opere in tutto il mondo. La mostra resterà aperta fino al 27 aprile; mercoledì, giovedì e venerdì 16-19, sabato e domenica 10-12 e 16-19.

VALENZA • È stata inaugurata al Centro Comunale di Cultura la mostra “Arteinfoto”, personale dedicata a Carlo Lenti. Fotografo per quindici anni del Ferrari Club Italia, Lenti ha esposto in numerose mostre fotografiche in tutta Italia e ha pubblicato diversi libri di fotografia, fra i quali “Una vita sul Po” scritto con Bruno Gambarotta. Per l'occasione è stato realizzato un catalogo a cura di Danilo Seregni con testi di Sergio Cassano, Diego Morandini e Danilo Seregni. L'esposizione resterà aperta fino al 24 aprile; dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18, sabato dalle 10 alle 12.

CONZANO • Villa Vidua ospita la rassegna “Artisti e collezionisti per Pinocchio”, che parte da una serie di disegni di Enrico Colombotto Rosso che immortalano il personaggio collodiano, presentati per la prima volta al pubblico. Si tratta delle 16 composizioni su carta dal titolo “Le bugie di Enrico Colombotto Rosso”, realizzate con l’originale tratto distintivo dell’artista. Accanto a quest’opera sono esposti disegni e illustrazioni che interpretano Pinocchio eseguiti da circa cinquanta artisti. La mostra è visitabile fino al 31 maggio, il sabato dalle 16 alle 19 e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19.

CASALE MONFERRATO • “Icone Pop” è il titolo della mostra in corso nella Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, in cui il contemporaneo convive in una delle massime espressioni del Barocco della nostra zona. Attraverso le opere di Emiliano Cavalli sono rappresentate da Mina alla Minelli, dalla Melato alla Callas, in una sfavillante serie di miti dello spettacolo e del mondo femminile. La mostra fa parte del progetto “AcCoolturiAMOci” curato da Laura Gobbi e sostenuto dall’Associazione Cooltura. L’esposizione resterà aperta fino al 13 aprile; venerdì 16-19 e sabato e domenica, 10-12 e 15-20.


inagenda

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

25 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

GENOVA

ALESSANDRIA

Gli scheletri nell’armadio della famiglia Colla

Scatola sonora al Conservatorio Vivaldi

I Colla (padre, madre, figlio e figlia) sembrano la classica famiglia perfetta (il padre ha scritto un best seller sulla famiglia felice). Ma tutto cambia quando sono ospiti di una piccola radio locale. Vengono imprigionati nello studio e la giovane dj dice che uno di loro non uscirà vivo da lì. E allora i Colla mostrano la loro vera faccia e tanti scheletri escono dall’armadio… Così inizia “Radiomorte” (Guanda) il nuovo thriller del bolognese (ma il suo racconto dell’alluvione in Alessandria del 1994 nel romanzo “L’era del porco” è famoso) Gianluca Morozzi. Verrà presentato da Morozzi assieme alla scrittrice genovese Barbara Fiorio venerdì 11 aprile alle 18.00 alla Feltrinelli di Genova in una serata che si preannuncia davvero noir. (S.P.)

Ha preso il via la 17esima edizione di “Scatola sonora”, il festival musicale organizzato dal conservatorio “Vivaldi” di Alessandria. La prima parte è dedicata al teatro di prosa “d’autore”, con due testi di drammaturghi contemporanei: “Il carnevale degli insetti” di Stefano Benni e “Il contrabbasso” di Patrick Süskind. Il testo di Benni è in programma oggi, giovedì 10 aprile, alle 17.00, mentre quello di Süskind sarà portato in scena domani, alle 21.00, dalla compagnia Otto & Marvuglia, con Marco Pagani [nella foto] e la regia di Gian Luca Massiotta. Entrambe le rappresentazioni si terranno all’auditorium Pittaluga del Conservatorio (via Parma 1). “Scatola sonora” continuerà il 17-24 maggio con altri sei appuntamenti. (E.D.)

Il dramma rifugiati a Cultura e Sviluppo ELIO DEFRANI e.defrani@ilnovese.info

Il prossimo appuntamento dei “Giovedì culturali”, all’associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria, è dedicato alla situazione dei rifugiati. Questa sera, a partire dalle 19.00, la sede di piazza De André 76 ospiterà un confronto che spazierà dalla violenza della storia, con la dolorosa eredità del colonialismo, alle controverse espressioni di una cittadinanza e una sovranità ormai differenziate e diversamente distribuite. Intento dell’intervento è quello di riflettere sulla sofferenza dei richiedenti asilo, interrogando le modalità con cui le istituzioni sociali producono una “vittima” ma anche le modalità attraverso cui una “vittima” si produce come tale (accettando, dunque, lo statuto concesso dal Paese d’accoglienza, facendo suo il discorso umanitario e politico dominante oggi in Europa su profughi, richiedenti asilo, rifugiati). Si intende esplorare la forma della violenza perpetrata in quegli spazi abietti (Engin e Rygiel) che sono i centri di “accoglienza” e di “cura”. L’etnografia di questi luoghi e delle relazioni sociali che qui si generano spinge a collocare la sofferenza dei richiedenti asilo oggi, soprattutto quando donne, in più ordini di violenza e in almeno tre “regimi di storicità” (Hartog): la fuga, il viaggio e soprattutto l’arrivo. Ogni gesto, ogni azione e ogni parola sembrano raddoppiare e

amplificare, tra il Paese d’origine e quello d’accoglienza, la maledizione dell’immigrato (Sayad). Si cercherà di far comprendere la portata dei problemi per intravedere insieme possibili soluzioni, a partire da alcune esperienze promosse in questi anni dall’associazione Frantz Fanon e da quelle vissute in provincia di Alessandria con le diverse emergenze.

L’incontro “La maledizione del rifugiato” vedrà la partecipazione di Roberto Bertolino (psicologo presso il centro Frantz Fanon e responsabile clinico delprogetto Teranga2 per l’accoglienza di richiedenti asilo politico e titolari di protezione internazionale ad alta vulnerabilità psichica), Fabio Scaltritti (presidente della Comunità San Benedetto al Porto) e Rosmina Raiteri (psicopedagogista di Ics Onlus).

I prossimi incontri all’associazione Cultura e Sviluppo sono in programma lunedì 14 aprile (ore 17.30) con il Caffè della Scienza, per la conferenza “Dalla scienza alla conoscenza delle droghe di ultima generazione” con esperti dell’Università di Genova e della Polizia Scientifica, e giovedì 17 aprile (ore 21.00) con la presentazione del libro “Non c’è amore sprecato” a cura di Maurizio Molan.

Gavi Doppio ruolo di artista e curatrice

Arquata La rassegna Marte al Teatro della Juta

Le intrusioni della Guerra in mostra a Corte Zerbo

La vita di Matteo inchiodato davanti al suo computer

Chi non ha mai sognato, anche solo per un attimo, di entrar dentro la foto del nostro attore preferito o di un enigmatico paesaggio? Di potersi intrufolarsi in una storia, prendervi parte, cambiarla, partecipare, gioire o spaventarsi, arrabbiarsi di e con i protagonisti o anche… perdere la testa per loro! Le “intrusioni” di Alessandra Guenna scaturiscono da qui, da questo guizzo di fantasia ora allegra, ora dissa-

crante, ora romantica. Presentato ed esposto alla biblioteca del Campus Universitario di Savona e della Facoltà di Scienze della Formazione di Genova, in mostra presso locali e gallerie a Firenze, Genova e Milano, questo ciclo di opere dell’artista novese costituisce un capitolo a sé nella mostra personale di Guenna allestita a Spazio Arte di Gavi. Per questo mese in doppia veste di direttore artistico e autrice, Alessandra Guenna, infatti, si racconta al pubblico della “sua” associazione e, insieme ad alcune tavole in acrilico, sceglie di allestire una parete della sala con alcuni lavori di questa ultima, fortunata serie, in cui il suo morbido, essenziale “alter ego” pittorico entra nel mondo patinato della pubblicità o si fa strada tra foto di quotidiani. Ora si mette in posa con le modelle di uno spot di calze, un po’ ammiccando un po’ parodiando. Ora abbraccia sognante Richard Gere o intervista Paul McCarthy. «Le “intrusioni” – scrive Maria Grazia Montaldo Spigno, docente di Storia dell’Arte all’Università di Genova – hanno il compito di forzare l’immagine pubblicitaria, colpendola al cuore nella dimensione di gioco e introducendola a valori più autentici nell’invito, attraverso il sorriso, a non deporre l’uso del pensiero». La mostra, in Corte Zerbo, è aperta fino al 27 aprile, da giovedì a domenica, dalle 16 alle 19, con entrata libera. (E.C.)

Questa sera, giovedì 10 aprile alle ore 21.00 al Teatro della Juta di Arquata Scrivia, continua la rassegna Marte, organizzata dalla Compagnia Stregatti con la collaborazione dell’associazione Commedia Community e della Compagnia del Barchì. In scena un divertente spettacolo che racconta le conseguenze (tragicomiche) che può avere la dipendenza da Internet sulla vita dei nostri giovani. “Level up”, questo il titolo della commedia a cura della compagnia Mulino ad Arte di Cumiana, racconta la vita di Matteo che spende la sua vita inchiodato alla scrivania davanti al computer. Dai cristalli liquidi del suo pc trae linfa per vivere i suoi vent’anni. Facebook, Twitter e gli altri social network scandiscono le sue giornate, i giochi di strategia e di combattimento online sono le sue uniche “distrazioni”. Solo Miriam, piombata all’improvviso nella sua vita, saprà catturare l’attenzione del ragazzo, e a riportarlo verso emozioni e sensazioni da troppo tempo sopite. L’associazione culturale Mulino ad Arte è una giovane compagnia teatrale under 35, sostenuta dalla fondazione Live Piemonte dal Vivo, ente della Regione che promuove l’attività teatrale mediante la distribuzione di spettacoli nazionali e internazionali. Protagonisti di “Level Up” sono Costanza Maria Frola e Daniele Ronco, che ne hanno curato la regia insieme a Cristian Pio-

vano, con la partecipazione di Jacopo Trebbi. Per quanto riguarda i biglietti, l’intero costa 8 euro, 5 il ridotto (per gli under 18 e over 60), e saranno disponibili presso Anteprima Video, in piazza San Rocco 3, dal lunedì al sabato ore 9.00-17.00. Il prossimo appuntamento con il Teatro della Juta sarà sabato 10 maggio con l’Orange Festival e il recupero della data della Compagnia La Pinguicola sulle Vigne, con lo spettacolo “Il Fiore dell’Amor Svagato”. Per info e prenotazioni 345 0604219. (A.B.)


ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

26 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

la pagina dei piccoli A CURA DI SARA MORETTO

il giornalino dei bambini di novi, ovada e dintorni Continua l'appuntamento con La pagina dei piccoli. Questo mese, un tema che non solo farà impazzire le bambine, ma che sicuramente farà divertire anche i maschietti: voliamo nel mondo di “Alice nel paese delle meraviglie”. Costruiremo insieme il famoso cappello del Cappellaio Matto, faremo merenda con i biscottini “Mangiami” e scopriremo, leggendo le parole del papà di Alice, Lewis Carroll, una delle più divertenti disavventure capitate alla ragazzina mentre insegue il Bianconiglio! Nella pagina, troverete uno spazio dove fare un bel disegno di Alice, del Cappellaio o del personaggio che preferite. Inviatecelo! Lo pubblicheremo la prossima puntata.

il tutorial

mini editoriale

GIALLO, ROSSO, BLU…ORA DISEGNA TU! tema: PERSONAGGI DEL MONDO DI ALICE

Il cappello del Cappellaio Matto Il Paese delle Meraviglie è un posto abitato da personaggi buffi, divertenti, originali, ma soprattutto strani e forse un po' strambi! E chi è più strambo del Cappellaio Matto? Questa settimana impareremo a costruire il suo cappello. Andate a chiamare la mamma o il papà, dovremmo usare le forbici e serve un adulto che faccia da guardia (ma questa forse è una scusa, i vostri genitori mi hanno confidato che si divertono troppo a “tornare bambini” e non vogliono perdere l'occasione di giocare con voi!).

Per costruire il nostro cappello ci servono: CartonCIno ForbICI Metro da sarta CoLLa teMPere CoLorate MatIta rIgheLLo sCotCh bIadesIvo nastro rosso

Per prima cosa, prendete il metro da sarta e dite alla mamma di misurare la circonferenza (ovvero quanto è grande) la vostra testa. Dopo aver trovato la misura, facciamo un cilindro con il cartone e incolliamone le estremità in modo che siano perfettamente aderenti.

Ora ritagliate un cartoncino in modo da fare un tondo di di 30 cm di diametro. Appoggiamo il cilindro al centro del nostro tondo e tracciamo il contorno, poi all'interno del cerchio che abbiamo disegnato disegniamo tanti spicchi e tagliamo dal centro fino alla base dei triangolini che si sono formati.

la ricetta

Rialzate gli spicchi e copriteli di colla, così da poterli incollare all'interno del cilindro. Una volta che la colla sarà asciutta, divertitevi con le tempere a colorare il cappello come più vi piace! Una volta asciugate le tempere posizionate lo scotch biadesivo attorno alla base del cilindro, così da attaccarci sopra il nastro. Ora il vostro cappello è pronto.

I biscottini “Mangiami”di Alice Abbiamo scoperto, nel caso non lo sapessimo già, che cosa succede a dare retta alle bottigliette che dicono “Bevimi”. Ma come dimenticarsi dei biscotti che suggeriscono “Mangiami”? Vi ricordate cosa succede ad Alice? Diventa piccina piccina! Ma faranno veramente diventare alti come un palmo? Proviamo a scoprirlo, facendoci merenda!

Gli ingredienti che dovete procurarvi sono: La mamma (non da mangiare eh, ma per aiutarvi e controllare che non facciate danni) 1 uovo 115 g di burro 200 g di farina 60 g di zucchero scorza di limone spezie a vostro piacimento Dopo aver fatto ammorbidire il burro, mescolatelo in una terrina con lo zucchero e la farina. All'impasto unite l’uovo, le scorze di limone e le spezie che avete scelto per la preparazione, insomma tutti gli altri ingredienti. Formate una palla con l'impasto e lasciatelo in frigo a riposare per 30 minuti. Fatevi aiutare dalla mamma a stendere l'impasto e, con l'aiuto di una tazzina, ritagliate la forma dei biscotti. Infine prendete uno stuzzicadenti o un bastoncino e scriveteci sopra “Mangiami” o “Assaggiami”. Se preferite, potete scriverlo in inglese: “Eat me” o “Try me”. Proprio come nel libro! Aiutate la mamma a metterli in forno, dove dovranno restare per 10 minuti a 200 gradi.

il libro

Una volta formato il cilindro, tracciate ogni 5 centimetri delle linee verticali che vadano dalla cima fino a metà cilindro. Fatto? Ora tagliate lungo le linee e rivoltate il cilindro in modo che le parti tagliate formino dei raggi.

Le avventure di alice nel Paese delle Meraviglie è stato scritto nel 1865 dal matematico e scrittore inglese Lewis Carroll. La storia racconta, come tutti sappiamo, di come la piccola Alice, sognando di seguire un coniglio bianco, cada letteralmente in un mondo sotterraneo fatto di personaggi strani, di assurdità e di pazzie. Il suo inseguimento, alle calcagna del coniglio, la porta a vivere le improbabili disavventure. Leggendo il piccolo brano che segue, scoprirete cosa succede a dare retta alle bevande che suggeriscono “Bevi”! “Sul tavolo c’era, come Alice aveva sperato, un ventaglio e due o tre paia di guanti bianchi e freschi; prese il ventaglio e un paio di guanti, e si preparò ad uscire, quando accanto allo specchio scorse una boccettina. Questa volta non v’era alcuna etichetta con la parola "Bevi". Pur nondimeno la stappò e se la portò alle labbra. "Qualche cosa di straordinario mi accade tutte le volte che bevo o mangio, — disse fra sè; vediamo dunque che mi farà questa bottiglia. Spero che mi farà crescere di nuovo, perchè son proprio stanca di essere così piccina!" E così avvenne, prima di quando s’aspettasse: non aveva ancor bevuto metà della boccettina che urtò con la testa contro la volta, di modo che dovette abbassarsi subito, per non rischiare di rompersi l’osso del collo. Subito depose la fiala dicendo: — Basta per ora, spero di non crescere di più; ma intanto come farò ad uscire! Se avessi bevuto un po’ meno! Oimè! troppo tardi! Continuò a crescere, a crescere, e presto dovette inginocchiarsi, perchè non poteva più star in piedi; e dopo un altro minuto non c’era più spazio neanche per stare inginocchiata. Dovette sdraiarsi con un gomito contro l’uscio, e con un braccio intorno al capo. E cresceva ancora. Con un estremo sforzo, cacciò una mano fuori della finestra, ficcò un piede nel caminetto, e si disse: Qualunque cosa accada non posso far di più. Che sarà di me?”


losport

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

27 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

CALCIO

ATLETICA

GINNASTICA

Al via sabato il Malfettani

La grande Marcia a Serravalle nel weekend

Forza & Virtù nella storia, è quarta in Italia

PAGINA 28

PAGINA 33

PAGINA 35

Ora è davvero fatta la Novese vince ed è salva

MAURIZIO IAPPINI sport@ilnovese.info

Il peggio, salvo clamorose smentite, è alle spalle. Ne è ben cosciente anche Marco Taverna, vice presidente della Novese che ha fine partita non ha esitato a confessare di avere pianto al gol della vittoria sul Sestri Levante di Vigliotta. In effetti la rete dell’ex Avellino è di quelle che valgono un intero campionato perché cacciano a 12 punti di distanza i liguri e permettono alla Novese di sentirsi virtualmente salva con molte domeniche di anticipo. Anche con il Sestri non è stato un bel match: troppo alta la paura di perdere per sperare di vedere dello spettacolo coi liguri falci-

diati da infortuni e coi novesi che giocano anch’essi con gli uomini contati. Contava solo vincere e la Novese ci è riuscita con merito e con maggior voglia di rimanere aggrappati alla cate-

Fondamentali i cambi A segno il giovane Vigliotta, ex Avellino dopo 90’ di paura vera ma i tre punti sono decisivi per il torneo goria anche se il futuro non pare così roseo sia per la nuova forma che la serie D prenderà sia per altri fattori. Il gruppo ha onorato la

maglia con coraggio e a testa alta a costo di qualche battibecco coi tifosi che avrebbe potuto essere evitato da entrambe le parti. Capitolo a parte per il giovane Vigliotta: è al suo primo centro in maglia biancoceleste ma la sua storia merita di essere raccontata. Arrivato a luglio con la fama di giocatore di talento, il trequartista si è da subito rivelato elemento di classe sopraffina ma i muscoli di cristallo lo hanno tradito al primo match di campionato con l’Asti. Poi, un lungo calvario lo aveva allontanato dalla Novese e riportato in Campania per la rieducazione. Da febbraio poi la Novese lo ha riportato in rosa e lui, nonostante una preparazione atleti-

eccellenza

ca precaria, ha saputo farsi trovare pronto quando mister Cotta lo ha messo in campo fino al gol di domenica, una liberazione per lui e la squadra. Ma Vigliotta non è il solo giovane che si è distinto perché il suo compagno di reparto Ponsat è elemento che nonostante la giovane età, può tranquillamente reggere la categoria e il peso dell’attacco come ha dimostrato nel lungo inverno biancoceleste. Ora, come ha ribadito mister Cotta, un tecnico che a Novi verrà ricordato per essere stato un fine gestore di una situazione complessa che ha saputo districare con umiltà e senza teatralità, da uomo di calcio e di sport qual è. Per sua stessa ammissione, avrebbe preferito poter esclusivamente allenare

ma quando lo ha fatto si è fatto trovare preparato. Il campionato però non è finito perché i biancocelesti sabato anticipano in casa del Borgosesia secondo della classe e che all’andata umiliò con un clamoroso 06 i novesi. C’è da vendicare quel pesante rovescio per chiudere la stagione togliendosi qualche piccola soddisfazione e soprattutto per raggranellare altri punti che potranno fornire la matematica certezza della salvezza. Quella virtuale, la Novese l’ha conquistata alle 16,41 di domenica scorsa superando una diretta concorrente per la salvezza. Gioire per la salvezza dopo essersi illusi in estate di poter vincere il campionato, lo strano destino della Novese. E della sua dirigenza.

Libarna, tutto in 90’ E’ stato il match infrasettimanale giocato ieri sera a decidere se il Libarna si è guadagnato o meno i playoff del girone B di Eccellenza. I rossoblù infatti hanno reso visita alla Valenzana in una sfida che valeva per entrambe le compagini una stagione. I rossoblù di Merlo però sono arrivati al derby con gli orafi dopo un rocambolesco ko interno patito col Cavour che ha finito per riaprire dei giochi che sembravano chiusi. Avanti di una rete grazie a bomber Pellegrini, i rossoblù si sono visti rimontare per un penalty assurdo concesso dal direttore di gara. Nella ripresa il Libarna ha fatto la partita anche grazie a scelte coraggiose di Merlo che ha optato per 3 attaccanti e un fantasista come Mossetti ma tanto coraggio non ha ripagato perché in avanti i serravallesi sono stati troppo imprecisi e a una manciata di minuti dal termine in contropiede hanno subito dai torinesi del Cavour il gol della sconfitta arrivata peraltro dopo quasi due mesi di imbattibilità. Domenica il campionato sarà fermo per il torneo delle Regioni e la domenica successiva per la Pasqua: si torna quindi in campo solamente a fine aprile e proprio per questo sarà stato fondamentale fare punti a Valenza perché poi il tempo per recuperare stringe. Ma questo Libarna ci ha già abituati soprattutto a dare il meglio nei momenti di maggior difficoltà, perché il gruppo è fatto da uomini.

SERIE D

Per il Derthona punto esterno con la capolista Preziosissimo pareggio a reti bianche per il Derthona sul campo della capolista Giana. Un punto che in chiave salvezza potrebbe rivelarsi pesante, tanto da fare passare in secondo piano nell’ambiente bianconero l’amarezza per avere perso il sestultimo posto, che oggi vorrebbe dire salvezza in virtù del margine sulla terzultima; la Caratese, sul cui campo il Derthona giocherà all’ultima di campionato in un match che sa tanto di sfida da dentro o fuori, ha infatti vinto ancora e ora ha un punto in più dei bianconeri. Per la cronaca nel primo tempo la capolista Giana Erminio fa valere il suo 4-3-3 ricco di nomi sconosciuti alla categoria (ma non per questo validi) e la tecnica notevole di alcuni elementi, alzando il ritmo e facendo possesso palla, ma risultando pericoloso soprattutto su palla inattiva, in almeno due casi. Nella ripresa il ritmo dei locali cala e il Derthona progressivamente prende il pallino del gioco, creando valide occasioni con Gilio e con Serlini. Al 25’ l’espulsione del terzino destro milanese Sossio ha modificato gli equilibri e la presenza di tre uomini fra le linee ha dato molti spunti ai leoncelli, vicini al gol. Il pareggio è comunque un risultato che dà morale al gruppo, che tecnicamente e mentalmente sta dimostrando di essere all’altezza anche delle situazioni più qualificate. (S.B.)

Calcio giovanile Mentre da sabato parte il memorial Malfettani

Eccellenza Ora un lungo stop

G3, i baby a spasso per la serie A

Villalvernia la salvezza è sicura

Prosegue alla grande l’attività del settore giovanile della G3 Real Novi, che dopo aver raggiunto il maggior numero di iscritti da quando è nata la Società (98), ha anche conseguito buoni risultati dal punto di vista tecnico. Infatti, gli Allievi, dopo aver sfiorato la qualificazione alla fase regionale, stanno disputando un buon campionato provinciale, occupando i primi posti della classifica. Non meno rilevante è il rendimento degli esordienti che, sia nella fase autunnale che in quella primaverile, hanno conseguito numerosi successi, sfoggiando una buona qualità di gioco. I Giovanissimi, invece, squadra completamente rinnovata in questa stagione, nel girone di ritorno stanno pa-

lesando evidenti miglioramenti, oltre ad aver ottenuto importanti vittorie. L’attività del settore giovanile del G3 Real Novi, però, non è solo caratterizzata da allenamenti, partite di campionato e tornei: i dirigenti novesi in questa stagione

hanno voluto premiare i propri bambini e ragazzi portandoli “in giro” per i campi di calcio della Serie A. Infatti, i dirigenti novesi hanno accompagnato i propri giovani calciatori ad assistere a Juventus-Sassuolo, Milan-Parma e Inter-

Atalanta. E così bambini e ragazzi di tutte le età hanno potuto osservare dal vivo le gesta di Tevez, Kakà, Palacio, Pirlo, Balotelli, Buffon, Cambiasso e tanti altri campioni, prima ammirati soltanto davanti alla tv. Intanto, fervono i preparativi per il 31° Memorial Mario e Giuseppe Malfettani, per le categorie Piccoli Amici e Pulcini, che si disputerà dal 14 al 19 aprile, presso la palestra comunale “Rodari” di Via Crispi, con incontri serali. Il torneo, come sempre, riveste un’importanza unica nel panorama calcistico giovanile della provincia: infatti, a fronte delle numerosissime richieste, quest’anno parteciperanno alla manifestazione ben 22 squadre, due in più rispetto alle passate edizioni.

Il Tortona Villalvernia vince sul campo del Chisola terzultima in classifica e può festeggiare la matematica salvezza. Con i suoi 44 punti e i 25 dello stesso Chisola, terzultimo battuto ieri, si è creato quel margine incolmabile superiore ai 10 punti, che esclude la disputa del play out anche contro la quintultima. La formazione allenata da Paolo Diliberto ieri ha vinto una partita soporifera, in cui la pochezza dell’avversario non ha consentito giocate significative. Nel primo tempo una buona occasione per Larganà calciata fuori e una molto favorevole dilapidata da Camussi hanno forse eviden-

ziato un certo nervosismo di una squadra contratta, timorosa di mancare l’occasione facile. Ma in apertura di ripresa, Magnè si fa trovare puntuale su corner di testa e porta in vantaggio i suoi. Pochi minuti dopo, Larganà spreca un’occasione e sul contropiede gli ospiti colpiscono la traversa con Cosenza. Passata la paura, alla mezzora arriva il raddoppio ad opera di Larganà che segna dopo una sgroppata in fascia sinistra di Cesana. Ora, dopo l’infrasettimanale di ieri sera, un lungo stop di due settimane prima di arrivare all’epilogo di una stagione anomala e purtroppo anonima. (S.B.)


lospeciale

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

28 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

31 Malfettani °memorial

Inizia la festa dei baby il programma 31 anni non sono pochi, nella vita come nello sport. Se per quasi un terzo di secolo una manifestazione riesce ad essere sempre al passo con i tempi non è un caso e infatti il segreto del successo del Memorial Mario e Giuseppe Malfettani è nell’entusiasmo e nella dedizione che i vecchi organizzatori hanno saputo tramandare ai loro successori. La kermesse che da sabato sera per una settimana trasformerà l’attrezzata palestra delle scuole Rodari di via Crispi nel suo ideale palcoscenico vanta infatti il piccolo privilegio di essere stata organizzata da club diversi, tutti accomunati dalla voglia di rendere le cose migliori delle edizioni precedenti. Non poco in un mondo, come quello del calcio, sempre meno frequentato da galantuomini. Nei tempi d’oro il Malfettani riusciva a riempire il palazzetto dello sport di Novi con sfide fra giovani prossimi al passaggio fra i grandi che si dannavano l’anima per una coppa che vanta un suo fascino. Oggi invece la scelta della Real Novi G3 è stata quella di concentrarsi sulle nuove leve, dalla categoria Piccoli Amici ai Pulcini, un cambio azzeccato per motivi logistici e che è simbolo di un’attenzione crescente verso i valori veri dello sport e del calcio, dove il risultato è importante (inutile negarlo perdere non piace a nessuno) ma l’educazione, il rispetto

delle regole e soprattutto il divertimento lo sono ancora di più. Da sabato quindi i protagonisti delle serate novesi saranno i bambini con grandi novità. Per la prima volta la kermesse ideata da Gianni e Andreino Malfettani nel 1983 avrà ai nastri di partenza le tre principali società novesi di calcio, un piccolo “muro” che cade e che potrebbe segnare se non una nuova era, l’inizio di un disgelo che ci si augura rapido e caldo come il sole di maggio. Ma la parola passerà presto al campo perché in fondo si tratta pur sempre di una torneo di calcio, anzi di calcetto. Oggi il calcio a 5 è un’istituzione ma nel 1983 fu una sorta di scommessa vinta dai fondatori del torneo perché 30 anni fa il calcetto era semplicemente associato all’ora di ginnastica scolastica. Un altro segno della modernità di un torneo che da sempre cerca la novità e sa guardare avanti, come quando gli organizzatori decisero di allineare al via anche la categoria Primi Calci, in pratica le scuole calcio o come quando si chiese ai ragazzi del settore giovanile del team organizzatore di arbitrare i match perché si potessero rendere conto di quanto fosse impegnativo prendere una decisione in poche frazioni di secondo. Testi a cura di Maurizio Iappini

PALESTRA RODARI - VIA CRISPI, NOVI LIGURE LUNEDÌ 14 APRILE 2014 ore 18:45 ore 19:30 ore 20:15 ore 21:00 ore 21:45

Cat. PICCOLI AMICI 2007/2008 Cat. PICCOLI AMICI 2007/2008 Cat. PICCOLI AMICI 2006 Cat. PICCOLI AMICI 2006 Cat. PULCINI 2005

NOVESE-POZZOLESE G3 REAL-NOVI LIBARNA G3 REAL-NOVI LIBARNA NOVESE-POZZOLESE DON BOSCO-POZZOLESE B

MARTEDÌ 15 APRILE 2014 ore 19:00 ore 19:45 ore 20:30 ore 21:15

Cat. PICCOLI AMICI 2007/2008 Cat. PICCOLI AMICI 2007/2008 Cat. PICCOLI AMICI 2006 Cat. PICCOLI AMICI 2006

DON BOSCO A-LIBARNA DON BOSCO B-NOVESE G3 REAL NOVI-NOVESE LIBARNA-POZZOLESE

MERCOLEDÌ 16 APRILE 2014 ore 19:00 ore 19:45 ore 20:30 ore 21:15

Cat. PICCOLI AMICI 2007/2008 Cat. PICCOLI AMICI 2007/2008 Cat. PULCINI 2005 Cat. PULCINI 2003

DON BOSCO A-G3 REAL NOVI DON BOSCO B-POZZOLESE LEONE DEHON-POZZOLESE A CASTELLARESE-FORTITUDO

GIOVEDÌ 17 APRILE 2014

Patron Coscia: “Tutti dobbiamo imparare dai calciatori più piccoli”

Mario e Giuseppe Malfettani due pionieri del calcio

“Da 5 anni organizziamo il Memorial Malfettani e ne andiamo orgogliosi. Col Trofeo Pernigotti, il nostro torneo è uno dei più longevi e importanti della città e come Real Novi G3 ci mettiamo il massimo dell’impegno”. Massimo Coscia, presidente della Real Novi G3 è giustamente orgoglioso del torneo che è il fiore all’occhiello del settore giovanile della società. I numeri e soprattutto lo sforzo organizzativo raccontano di un evento sentito non solo dai partecipanti ma anche dagli organizzatori, sempre alla ricerca di innovazioni che possano rinnovare la tradizione senza snaturarla. “Quest’anno – prosegue ancora Coscia – per la prima volta ci saranno in campo le 3 società calcistiche di Novi e non è un caso perché per noi il dialogo fra club della stessa città è una priorità da tempi lontani. Ci sembrava giusto passare dalle parole ai fatti”. Ma per la Real Novi G3 è una stagione foriera di soddisfazioni anche a livello giovanile perché il settore che ha in Danilo Salvarezza uno dei referenti principali vive un anno magico nei numeri e nei risultati: oltre 40 nuovi iscritti e un numero di calciatori che supera le 100 unità sono il sinonimo di un team giovane e dinamico che non disdegna anche i risultati come testimoniano le classifiche di alcune compagini della Real Novi G3. Ma Massimo Coscia ha un motivo in più per andare orgoglioso del memorial Mario e Giuseppe Malfettani: “Organizziamo la kermesse per permettere ai piccoli calciatori di sentirsi protagonisti di un evento che per molti è il debutto nelle competizioni sportive. Guardare una gara fra Piccoli Amici o Pulcini è molto educativo soprattutto per noi adulti perché da loro abbiamo molto da imparare. Troppo spesso infatti ci dimentichiamo che il calcio è un gioco e chi meglio dei più piccoli ce lo può ricordare?”

La kermesse è dedicata a due personaggi che nel calcio novese erano fra i primi pionieri. Fratelli in una famiglia numerosa,Mario e Giuseppe amarono il football per tutta la vita. Se il primo fu corrispondente per tutti i principali quotidiani nazionali sportivi e non arrivando anche a essere premiato nel 1978 dal patron del Giro d’Italia Vincenzo Torriani per la sua carriera giornalistica, il secondo fu uno dei mitici personaggi della Novese dove occupò nell’arco di una vita tutti i ruoli. A Gianni e Andreino, i loro figli, inculcarono l’amore per il calcio e infatti il primo è stato tra i fondatori della Comollo oltre che presidente per molti anni mentre il secondo, dopo essersi affermato come arbitro di livello, ha condotto nei primi anni ’80 il Libarna. Comollo e Libarna furono infatti i team organizzatori delle prima edizione di una manifestazione che i due fondatori hanno da sempre voluto improntata al rispetto delle regole fondamentali del calcio e soprattutto al rispetto del fair play. Unico nel panorama locale, da sempre il memorial Mario e Giuseppe Malfettani prevede che ogni singolo calciatore partecipante venga premiato con una coppa: per molti, anche per chi scrive, quella “coppetta” rimane fra i cimeli da non perdere, in bella vista nella vetrinetta, mostrata con orgoglio. Come si può infatti dimenticare il primo trofeo che ti è stato consegnato da calciatore?

ore 18:45 ore 19:30 ore 20:15 ore 21.00 ore 21:45 ore 22:00

Cat. PULCINI 2004 Cat. PICCOLI AMICI 2006 Cat. PICCOLI AMICI 2006

LEONE DEHON A-TIGER NOVI G3 REAL NOVI-POZZOLESE LIBARNA-NOVESE

PREMIAZIONE PICCOLI AMICI 2006

Cat. PULCINI 2004 Cat. PULCINI 2003

AURORA PONTECURONE-POZZOLESE G3 REAL NOVI-PSG LITTA

VENERDÌ 18 APRILE 2014 ore 18:45 ore 19:30 ore 20:15 ore 21:00 ore 21:15 ore 22:00 ore 22.45

Cat. PICCOLI AMICI 2007/2008 DON BOSCO B-LIBARNA Cat. PICCOLI AMICI 2007/2008 G3 REAL NOVI-POZZOLESE Cat. PICCOLI AMICI 2007/2008 DON BOSCO A-NOVESE PREMIAZIONE PICCOLI AMICI 2007/2008

Cat. PULCINI 2005 Cat. PULCINI 2005 PREMIAZIONE PULCINI 2005

FINALE 3°/4° POSTO FINALE 1°/2° POSTO

SABATO 19 APRILE 2014 ore 19:30 ore 20:15 ore 21:00 ore 21:15 ore 22:00 ore 22.45

Cat. PULCINI 2004 Cat. PULCINI 2004

FINALE 3°/4° POSTO FNALE 1°/2° POSTO

PREMIAZIONE PULCINI 2004

Cat. PULCINI 2003 Cat. PULCINI 2003

FINALE 3°/4° POSTO FINALE 1°/2° POSTO

PREMIAZIONE PULCINI 2003


losport

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

29 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Promozione Pareggio che serve a poco contro il Boves

EDOARDO SCHETTINO sport@ilnovese.info

Un punto di speranza o un ulteriore passo verso la sentenza più dura da sopportare: il ritorno in Prima Categoria. L’Ovada Calcio non va oltre lo 0-0 contro il Boves, avvicina di una lunghezza quella fatidica quota playout, ora a dieci punti, ma ha la consapevolezza che nelle ultime due giornate non potrà contare solo sulle sue forze. Poteva andare meglio: nella ripresa Pannone e Gonzalez hanno colto un palo e una traversa clamorosi. Ma poteva andare anche peggio. Il benefattore della squadra di Fiori (allenatore) è stato il centravanti Pepino che in avvio di seconda frazione ha colto un palo da pochi centimetri, sul servizio dell’imprendibile Ahanotu, poi ha calciato centralmente un rigore consentendo a Fiori (portiere) di respingere col corpo. Ce l’ha messa tutta l’Ovada per ottenere il successo, solo che a questo punto non è moltissimo per forza nelle gambe e lucidità di pensiero. In campo c’è anche il classe ’96 Francesco Bisio, attaccante per la necessità di sostituire lo squalificato Barone e l’infortunato Acampora. Nel primo tempo il Boves ha la prevalenza del gioco e fa tremare i tifosi al 15’

con una potente conclusione di De Angelis che dai 20 metri sfiora il palo alla sinistra del portiere. Al 22’ la migliore occasione per l’Ovada con la discesa sulla sinistra di Ferraro e il cross: Pannone sul fronte opposto colpisce al volo di destro ma spedisce a lato. La ripresa è più vivace. La traversa colta da Pannone è un destro secco dall’interno dell’area. Gonzalez, subentrato da poco a Pietramala, prende il palo al volo di destro, servito dal cross di Ottria. Sul capovolgimento di fronte lo stesso Gonzalez atterra in area Sidoli per il contestatissimo rigore. Fiori intercetta buttandosi alla sua destra. Il finale è dav-

vero convulso. L’occasione per i padroni di casa è una punizione di Pannone, respinta sulla linea dalla testa di un difensore. Dagli altri campi arrivano notizie della sconfitta del San Giuliano e della vittoria del Pedona. Domenica arriva al Geirino il Castagnole Pancalieri, ancora in lotta per il secondo posto. In due giornate è necessario recuperare almeno un punto allo stesso Boves o al San Giuliano. Gli alessandrini devono affrontare Moretta in casa e Sommariva. Per i cuneesi c’è la Gaviese e lo stesso Castagnole. Domenica tornerà a disposizione Barone per l’ultimo assalto. La squadra chiuderà poi l’anno sul campo del Moretta.

icommenti

Ovada appesa a un filo Ora servono tre punti per sperare ancora

Seconda categoria La Pozzolese torna a sorridere

PROMOZIONE

Per la G3 un pari inutile nello scontro salvezza

Gaviese a quota 30 ma non basta

Finisce 1-1 lo scontro salvezza tra Don Bosco e RealNoviG3. Risultato che non serve a nessuno e che obbliga entrambe le squadre a giocarsi tutto nelle ultime battute di stagione. La squadra di mister Armento, esattamente come gli avversari, sente l’importanza della gara e ciò fa prevalere la prudenza in entrambi gli schieramenti. A segnare per prima sono gli alessandrini, riacciuffati da Re. Al termine della partita queste le parole del presidente Massimo Coscia: “Il risultato non mi soddisfa anche se per quanto fatto vedere in campo è più che giusto. Entrambe le squadre volevano una vittoria ma forse è proprio questo che le ha frenato facendo uscire un

pareggio che non serve a nessuno. Sarà importantissima la prossima sfida dove dobbiamo assolutamente vincere per continuare ad essere padroni del nostro destino. Doversi giocare la permanenza in categoria l’ultima giornata è un rischio che non dobbiamo correre”. Dopo settimane di digiuno torna alla vittoria la Pozzolese che regola con un netto 4-2 la cenerentola Garbagna, condannandola alla retrocessione. Prova di carattere per la squadra di Monteleone con un Lepori in forma smagliante, autore di una splendida tripletta. In sede di commento questa l’analisi del segretario Marcello Ghiglione: “Dopo un periodo nero che sembrava non aver fine siamo

riusciti a rialzare la testa trovando una vittoria per noi fondamentale. La squadra oggi si è espressa bene facendo vedere cose positive, di più non potevamo pretendere”. Settimana chiusasi nel migliore dei modi per i biancoazzurri che in settimana si sono visti accettare il ricorso dal Giudice Sportivo che ha ridotto le squalifiche comminate per i fattaci di Pozzolese-RealNoviG3: nove mesi in meno (fino al 30 novembre 2014) a Fabio Crisafulli, otto (fino al 31dicembre) a Donato Denzi esei in meno a Marco Caruso(fino al 2 settembre 2015).Inoltre il dirigente Santo Crisafulli potrà tornare in attività il primo luglio anziché il primo ottobre.

Fiori: “Non siamo ancora morti” Una lunga sequenza di occasioni perse C’è poca voglia di parlare. C’è più voglia di sapere com’è andata dalle altre parti, con gli smartphone che in spogliatoio hanno sostituito le radioline e le chiamate dirette di 20 anni fa. E’ meno loquace del solito anche mister Fiori, che ha sofferto in tribuna specie nell’ultimo quarto d’ora, camminando avanti e indietro sulla gradinata. “Peccato – spiega – una vittoria poteva anche starci. Nel secondo tempo abbiamo giocato meglio, rimanendo più alti”. Poco altro. “Non siamo ancora morti, ce la giochiamo fino in fondo”. Non si da pace il direttore sportivo Giorgio Arata: “Sulla punizione (quella di Pannone nel finale ndr) non abbiamo neanche messo un uomo in area per sfruttare l’assenza del fuorigioco”. Effettivamente il numero delle occasioni sprecate non si conta più e vanno a comporre la cronistoria di un’annata da dimenticare: sei punti concessi alla Gaviese, quattro allo stesso Boves, sei al Sommariva Perno, perdendo entrambe le partite nel finale, quattro al San Giuliano Nuovo. Tutte avversarie che gravitano nell’area di classifica in cui dovrebbe stare l’Ovada, a cavallo tra la salvezza diretta e i playout che non sarebbero comunque stati un’ignominia per una matricola. Se la squadra aveva girato alla pausa invernale a quota 8, a due giornate dal termine ha racimolato 23 punti. Dodici dei quindici punti conquistati sono arrivati in quell’improvviso rush di quattro vittorie, Savigliano, Canelli, Corneliano e La Sorgente, in cinque gare. Il bilancio delle ultime cinque uscite parla di un pareggio e quattro sconfitte. Decisamente troppo poco per chi comunque partiva a handicap. E probabilmente ora siamo fuori tempo massimo.

Porta a casa solo un punto la Gaviese che sul campo del Corneliano impatta in uno 0-0 che serve a poco. Buona prestazione da parte dei vallemmini a cui manca solo la gioia del gol, più volte sfiorato da Rossi. La situazione playout adesso diventa bollente con diverse squadre racchiuse in pochi punti: lo scontro con il Boves di domenica prossima potrebbe essere il crocevia della stagione. Guadagnare qualche posizione in vista degli incroci per gli spareggi potrebbe risultare fondamentale. A fine partita queste le parole del segretario Massimo Figini: “Per noi un pareggio oggi equivale quasi ad una sconfitta perché i risultati dagli altri campi non ci aiutano. Dispiace perché la squadra ha fatto una prestazione positiva andando vicinissima al vantaggio in un paio di occasioni. Ora è importante riuscire a mantenere alta la concentrazione per arrivare al meglio alle ultime due sfide. Riteniamo di avere un gruppo di valore non solo a livello tecnico ma anche sotto il profilo umano, sono certo che riusciremo a centrare il nostro obiettivo”. Intanto continuano le voci riguardanti l’attuale stato societario e la possibilità di non vedere la Gaviese partecipare al prossimo campionato. In merito Figini è categorico: “Al momento questi discorsi non ci toccano. Tutte le nostre forze sono concentrate sul campo, quello che succede intorno non deve destabilizzarci”.

inbreve TERZA CATEGORIA

Salgado fa gioire il Mornese: sei punti in due gare Sei punti in quatro giorni per il Mornese che nel recupero di giovedì scorso ha sconfitto 1-0 l’Audax Tortona con una magistrale punizione di Gabriele Mazzarello e domenica ha espugnato il campo di Valmadonna per 2-1. Dopo il vantaggio dei padroni di casa con Giugno, pronta reazione degli ospiti che pareggiavano con un bel tocco di sinistro di Simone Mazzarello al termine di una bellissima azione iniziata dalla propria difesa. Nella ripresa diverse occasioni per gli ospiti che dovevano aspettare però il 90’ per la rete della vittoria grazie ad un colpo di testa di Salgado su assist di Gabriele Mazzarello. Prossimo impegno domenica 13 aprile a Mornese contro la Serravallese. Oramai certo il secondo posto, rimane lontano il primato appannaggio del Fresonara nell’ultimo turno vittorioso a valanga sulla Tiger Novi.

CALCIO GIOVANILE

L’Ovada gioisce con i Boys in un week end avaro di punti Vincono solo i Boys di Sciutto nel week end delle giovanili dell’Ovada. Contro il Revello finisce 1-0 E’ di Vercellino il gol dei tre punti a conclusione di un’azione condotta dallo stesso giocatore in coppia con Marchelli. Poi un paio di occasioni fallite per raddoppiare. Nel finale è Pronestì a salvare il risultato con una bella parata. Sabato 12 alle 16.30 allo “Stefano Rapetti” arriva il Roero. Sconfitti i Giovanissimi 99 di Fabio Librizzi per 4-0 dal Chisola capolista e vicina a conquistare il titolo regionale di categoria. Al primo affondo, al 2’il Chisola passa in vantaggio; l’Ovada potrebbe pareggiare con Potomeanu su imbeccata di Coletti, ma spara alto e il primo tempo si chiude sull’1-0. Nella ripresa Ovada chiusa in difesa e il Chisola dilaga solo nel finale realizzando tre reti in cinque minuti. Domenica trasferta a Corneliano. Ancora una battuta d’arresto per gli Allievi di Jurgen Ajjor battuti a Chisola per 7-1. Ovada in dieci per l’espulsione in avvio di Rossi ma in grado di chiudere la prima frazione sull’1-1 con la rete di Mongiardini. Nella ripresa le altre reti dei padroni di casa. Domenica 13 trasferta a Moretta con il Morevilla. Infine provinciale pareggiava 2- San Salvatore con il Monferrato. In svantaggio di due reti realizzate da Grassi al e Narni al , l’Ovada calciava fuori un rigore con Panariello al . Nella ripresa il pari con una doppietta di Potomeanu su suggerimenti dell’ottimo Arsenie. Espulso dopo Repetto. Sabato 12 al Moccagatta casalinga con Alessandria.


losport

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

30 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Prima categoria Successo complicato e salto di categoria ipotecato

Arquatese, ormai la promozione è fatta UMBERTO CABELLA o.cabella@ilnovese.info

Si è quasi cucita il titolo sul petto l’Arquatese che vince anche una gara complicata come poteva essere quella contro la Castelnovese, compagine in piena lotta per non retrocedere. Il risultato di 1-0 dimostra in pieno quanto sia stato difficile trovare i tre punti per la squadra di mister Pastorino entrata in campo un po’ contratta forse a causa del peso che questa gara avrebbe potuto avere per le sorti del campionato. Raro per una corazzata come la capolista, che vanta una media di più di tre gol a partita, segnare solo una rete, evidente sintomo dell’alto coefficiente di difficoltà che la giornata nascondeva. Non si è vista la solita brillantezza e le trame di gioco a cui eravamo abituati ma il killer instinct da grande squadra è rimasto lo stesso ed è servito per chiudere il match. Lo stop del Savoia porta il vantaggio a +6 che con due giornate ancora da giocare chiude virtualmente tutti i conti. Manca solo un punto per Perfumo e compagni e poi potranno cominciare i meritati festeggiamenti. Per il bomber poi ennesimo gol decisivo: le statistiche ore si fanno mostruose con 41 reti in 28 partite disputate, numeri da capogiro. Al termine dell’incontro queste le parole del direttore generale Vittorio Lipari: “Abbiamo sentito forse un po’ di tensione dovuta all’importanza della partita e quindi non ci siamo espressi nel migliore dei modi. Il merito va ai nostri avversari che sono squadrata tosta e quadrata che non merita la posizione di classifica che occupa ora. So-

no riusciti a metterci parecchio in difficoltà e questo va riconosciuto. C’è però bisogno anche di partite come queste nell’arco di un campionato dove non si gioca bene ma si riesce a vincere lo stesso: una grande squadra fa così. Il clima a fine partita nello spogliatoio era quasi surreale: un silenzio strano, speravamo di poter festeggiare già in questa giornata davanti ai no-

inbreve PRIMA CATEGORIA

Cassano, vittoria pesante contro il forte Frugarolo Vittoria tanto pesante quanto insperata per il Cassano che tra le mura amiche rifila un secco 3-0 ai danni del Frugarolo X Five. Impensabile prima della partita un risultato così netto in favore dei padroni di casa che avevano di fronte una delle compagini rivelazione dell’intero campionato, in piena lotta per un posto ai playoff. Dopo un primo tempo avaro di emozioni, nella ripresa si scatenano i biancocelesti: a decidere il match una doppietta di Inzerillo e il sigillo del solito Dell’Aira. Tre punti meritati ma che ad oggi non bastano per evitare i playout in virtù dei risultati nelle retrovie. Saranno le sfide con Castelnovese e Silvanese che decideranno le sorti della truppa del duo Bottaro-Ghio. La sensazione è che il Cassano abbia qualcosa in più e quindi possa arrivare alle partite cosciente di poter far bene. In sede di commento queste le parole del ds Andrea Campi: “Dopo un periodo in cui non siamo riusciti ad essere brillantissimi era importante trovare una bella vittoria come quella di oggi. Il nostro avversario era di valore e ciò impreziosisce ancora di più la nostra affermazione. Tre punti importanti che però non ci mettono ancora al sicuro: nelle ultime due gare dobbiamo cercare di fare altrettante vittorie e sperare che possa bastare. Ad inizio stagione eravamo partiti con tutt’altri obiettivi, la retrocessione per noi sarebbe un autentico disastro. Direttamente o passando dai playout sentiamo comunque di meritarci questa categoria”.

stri tifosi ma l’appuntamento è stato rimandato. Poco male, dobbiamo cercare di chiudere la pratica già la prossima partita nel match con la Silvanese”. Appuntamento quindi rinviato a domenica prossima per l’Arquatese a cui basterà un solo punto per mettere la parola fine ad un campionato pazzesco che entrerà di diritto nella storia della società.

Prima Categoria Poker per i giallorossi

TigerNoviNews

Tiger Novi in emergenza e il Fresonara ne approfitta E’ finita 5-0 l’incontro Fresonara – Tiger Novi, anticipato a sabato sera per volontà dei padroni di casa. Problemi di lavoro, visto l’anticipo, squalifiche e ben quattro infortunati (Boidi, Carracino, Massone, Romanini), hanno costretto la Tiger Novi ad affrontare la capolista con una formazione d’emergenza. Due netti rigori, stupidamente procurati per scellerati interventi difensivi, hanno spianato la strada al pesante bottino del Fresonara. Inoltre, un altro doppio giallo, questa volta a spese di Raid, che ne segnava l’espulsione al 15’st. hanno costretto per l’ennesima volta la Tiger a disputare buona parte del secondo tempo in dieci e subendo gli ultimi tre gol. Del resto il Fresonara, che da tempo non riusciva a segnare così tanto, ha spinto all’attacco fino alla fine dell’incontro con mister Gotta e la dirigenza che fino all’ultimo hanno spronato i propri giocatori al gol ed a fine gara giocatori e dirigenti del Fresonara erano euforici come fossero un Barcellona che vince una Champions. Tutto a futura memoria. Domenica prossima la Tiger Novi ospiterà la Molinese.

Coccia salva Molare Tafuri: “Sto a Silvano”

TIGER NOVI: Cancello D., Cancello S. (35’st.Piccione), Spinelli, Raid, Gravante, Cancello W., Ciliberto, Troncoso (1’st.Angiulli), Ashian, Cosentino, Faillace (25’st.Scarato). Allenatore: Cazzadore G.

Allievi e Giovanissimi, doppie sconfitte. Doppio impegno settimanale sia per la squadra Allievi che per i Giovanissimi. I primi hanno recuperato mercoledì ad Acqui contro La Sorgente, gara finita 4-1, rete di Virzì, mentre domenica ad Arquata contro i locali è finita 6-1, rete di Manca. I secondi, hanno recuperato giovedì contro il Val Borbera, finale 2-6, reti di Gabbiani e Ache, e domenica mattina a Tortona contro l’Audax, finita 7-2, doppietta di Leppa. Domenica prossima gli Allievi recuperano a Gavi con la Gaviese, mentre i Giovanissimi riposano.

Bene i Pulcini 2004, meno bene Pulcini Misti ed Esordienti. La squadra Esordienti sabato ha giocato a Paderna con il Villalvernia, gara finita 3-2 (0-0, 0-0, 20). Invece, la squadra Pulcini 2004, ha ospitato il Dehon, finale 3-2 (1-1, 0-0, 1-0), le reti Di Carlo e Angioletto. Mentre la squadra Pulcini Misti ha ospitato il Felizzano, gara finita 1-2 (0-4, 2-1, 01), reti della Tiger di Landolfi e del portiere Caruso. Nel prossimo turno gli Esordienti ospiteranno la Virtus, mentre i Pulcini Misti affrontano fuori casa La Sorgente ed i Pulcini 2004 ad Alessandria il Don Bosco AL. Incontri e giochi anche per i Piccoli Amici ad Alessandria.

NICOLÒ CARUSO

ASD TIGER NOVI - “Calcio e Solidarietà” Cell. 335/6882654 – 339/7334611 – 349/3133652

Vittoria fondamentale ai fini della salvezza per la Pro Molare, che si impone per 4 a 2 nella sfida contro il fanalino di coda. Felizzanolimpia. Decisivo il rientro di Coccia che ha siglato tre reti. Il quarto sigillo è arrivato da Guineri. Fatigati ha pareggiato l’iniziale vantaggio giallorosso. Il momentaneo 2-2 è arrivato con la rete su rigore di Garrone. Ma la Pro ha fatto la differenza solo nei minuti finali, proprio con la terza rete dell’ex Castelletto e Ovada. “Fino al 2 a 2 la partita è stata molto equilibrata, nel finale gli episodi sono stati favorevoli a noi”. I tre punti di domenica dicono che ora i giallorossi sono a +5 dalla

Fortitudo a due giornate, Cassine e Monferrato, dalla fine del campionato. “A Silvano ci sono condizioni ideali per fare sport. A me piace fare sport, non politica. Senza nessuna dietrologia dico che mi piacerebbe restare a Silvano per i prossimi anni. I presupposti ci sono, poi dipende dalla dirigenza. E’ chiaro che io non mi accontento, se quest’anno abbiamo fatto 40 punti, un risultato di classifica più che degno. Il prossimo anno voglio fare di più e spero che la società mi dia fiducia su questo progetto. Abbiamo idee chiare e simili con la dirigenza della Silvanese. Anche a Ovada si potrebbe fare sport e

non fare politica, ma in questo momento manca la dirigenza”. In questo modo Marco Tafuri ha risposto alle voci di un possibile ritorno sulla panchina lasciata un anno fa. Sul campo la sua Silvanese ha vinto 3-1 con doppietta di Aloe, particolarmente bella la punizione calciata a dieci minuti dalla fine, e rete di Carnovale. Sulla partita: “Senza un rigore generoso il Cassine non avrebbe neanche segnato, mentre i nostri attaccanti hanno gestito benissimo i palloni puliti giocati da tutta la squadra. Merita una menzione particolare Badino, che con la prestazione di oggi ha portato la classe operaia in paradiso”.


losport

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

31 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Tornei Settimana di recuperi per il calcio ovadese

Acsi, di scena la coppa di Lega Prima di Pasqua tornei fermi per disputare l’evento collaterale REDAZIONE SPORTIVA sport@ilnovese.info

Per due settimane il campionato Acsi di calcio a 7 di Acqui e Ovada, subirà una sosta per dare spazio alla Coppa di Lega di calcio a 7. La manifestazione vede impegnate le compagini di Acqui Terme ed Ovada in gare di andata e ritorno. Negli ottavi, spettacolare pareggia per 3-3 tra Calor e Morbello: padroni di casa in gol con Alessio Paschetta, Andrea Voci e Amed Laziz, per gli ospiti in gol Luca Benzi, Marco Garrone e Alberto Palazzi. Vince sonoramente in trasferta per 3-1 il Dante contro Sezzadio grazie ai gol di Simone Grimaldi, Mirko Vaccotto e Giorgio Lantero, per gli avversari a segno Khalid Aktabrad. Vittoria in trasferta per il Sassello Panificio 3 Torri contro il San Giacomo, 3-1 per merito dei gol di Alberto Piombo e la doppietta di Matteo Gambuto, per i padroni di casa in gol Ionut Habet. Affermazione di misura anche per il circolo La Ciminiera contro Belforte Calcio, 32 grazie ai gol di Giuseppe Accusani, Emilio Comparelli e Mattia Roso, per gli ovadesi in gol Pietro Sonaglio e Alessandro Porotto. La Capriatase espugna Melazzo rifilando un secco 8-3 al Black Jack grazie alle doppiette di Alessio Montaiuti e Diego Marchelli e alle quattro reti di Gennaro Sorbino, per i padroni di casa in gol Simone Gustavino, Bruan Navarro e Diego Dabove. Vittoria esterna anche per l’Atletico ma non Troppo contro Trisobbio, un combattuto 4-3 grazie ai gol di Daniele Coletti, Matteo Ottolia, Eric Grillo e Stefano De Lorenzi; per i padroni di casa in gol Paolo Grillo, Ibrahi-

me M’Baye e Simone Giacobbe. Chiudono la giornata il 4-0 del forte e quotato Monferrato Calcio sulla Betuala Et Carat e della Banda Bassotti sulla Polisportiva Castelferro ma le sfide di coppa di Lega che coinvolgono le compagini del basso Piemonte continuano nelle prossime settimane. Poi la ripresa dei campionato che a maggio chiuderanno le regular season per dare vita ai playoff che individueranno le due finaliste provinciali che si contenderanno il titolo

per l’accesso alla successiva fase regionale. Settimana di recuperi invece nel campionato ovadese di calcio a 5. Vittoria di misura per la Pizzeria Gadano contro il Bar Roma 8-7: padroni di casa in gol con Ajjor, Leone, Bisio, Marenco, Agosto e tre volte con Domino, per gli avversari in gol Lorefice, Grandinetti, due volte D’Agostino. Vince anche Sport Service contro la Taverna del Falco 7-5 per merito dei gol di EL Youmi, Soukrat e cinque

reti di Sanna, per gli avversari in gol Bruzzone e due volte entrambi Ravera e Bisso. Importantissima vittoria per il San Giacomo contro gli Animali alla Riscossa, 4-3 il risultato finale grazie ai gol di Hoxa, Rudino e la doppietta di Farruku, per gli avversari in gol Carbone e due volte D’Antonio. Con queste sfide tutti i team hanno un eguale numero di incontri e possono idealmente e sportivamente affilare le armi per cercare la vittoria finale.

Asi Torneo nel vivo

Lega Ranger Arquata ko in casa

A Stazzano è lotta serrata

Nel calcio targato Uisp non mancano le sorprese I pavesi del New Team Oltrepo passeggiano a Arquata Scrivia e con un secco 0-7 consolidano il proprio primato nel Girone A del campionato provinciale di calcio Uisp. Nel Girone B, giravolta in testa alla classifica con il Deportivo Acqui che riprende il primo posto scalzando il Rossiglione.

Cortilese e Premafer, nel campionato Asi di Stazzano valido per l’assegnazione del titolo provinciale della lega, riagguantano la vetta della classifica mentre Futsal Pavese ad un punto prova il contro-sorpasso nella poule per le finali nazionali che sono in programma a Cesena a giugno in una kermesse di primo piano. Premafer liquida 13-0 gli Smokers danzando sui 4 gol di Priore, del solito Mocka (5 reti) e delle marcature dei Carbone (2 Daniele e 1 Simone) oltre al centro di capitan Moriondo. La Cortilese guadagna tre punti importanti sulla Futsal Pavese, 6-3. Primo tempo equilibrato poi esce capolista. A segno per la Cortilese Grosso (doppietta), Tofalo, del solito Romano e di Karim. Bel pareggio 2-2 fra Omp-Sovatec con le doppiette di Siri e Olivieri per Sovatec. Bella prestazione della Pizzeria il Mulino che con un tenace 7-2 batte il Bar in Piazzetta. Per il Mulino segnano Cabella, Chiara (2), Valenza (2) e Bonaventura (1) . Per la Piazzetta Bisceglie. Nella poule qualificazione Bru 10 battono (reti di Benso, Coinu, Ghigliotti) 4-2 gli Immaturi (Casarini e Cepollina). L’Aston Villagge (Fossati 5 reti) sconfigge 7-4 Mao. Pari New Muppet -Voltaggio United 4-4. Classifica: New Muppet 13, Bru 10 9, Voltaggio 5, 3 punti per Aston, Mao A e B&B Motors.

Girone A. I Rangers di Arquata Scrivia cedono tra le mura amiche a un travolgente New Team Oltrepo. Gli atleti di Robecco Pavese sono andati a segno ben sette volte (poker di Ferrante, doppietta di Papa e gol di Fiorini a chiudere le danze), mentre i padroni di casa non sono mai riusciti a impensierire il portiere avversario. A Fresonara, la Rotonda ha battuto 4-2 i Canottieri Tanaro. I novesi hanno segnato due volte con Meta e poi con Romagnano e Lorito; i mandrogni hanno risposto con Gotta e Lenaz. Gli alessandrini rimangono secondi a 22 punti e 12 partite disputate (New Team Oltrepo ha 28 punti ma 13 partite), mentre la Rotonda ora è terza a 21 punti e 13 partite. Finisce in parità (1-1) l’altra sfida importate, quella tra Volpedo e Sansebastianese: i volpedesi vanno in gol con Sirignano, gli ospiti

con Balossino. Il pareggio danneggia la Sansebastianese che ora è quarta. Il derby tra Pasturana e Lovers di Cassano termina 1-0 gli atleti pasturanesi, a segno con Guarnieri. Girone B. Valanga di gol a Molare, dove il Deportivo Acqui strapazza per 2-9 i padroni di casa. Le doppiette di Cignaco, di Pacelli e di Varano e poi i gol di Salice, Surian e Teti hanno mandato a terra una Molarese che ha provato a difendersi andando in rete con Priarone e Lucchesi. Il Carpeneto fa lo sgambetto al Rossiglione (1-0 per gli ovadesi, gol di Tiro). La

compagine della valle Stura, seconda in classifica a 30 punti, perde quindi terreno nei confronti del Deportivo, che ora è primo a 32 punti. Il Roccagrimalda conferma il terzo posto in classifica grazie al poker rifilato alla Silvanese. Arata, Lazzarini e Filimbaia (due volte) insaccano la palla alle spalle del portiere silvanese: 4-0 il risultato finale. L’Internet&Games vince a casa del Taiò per 1-2 grazie alla doppietta di Maroinie. I tagliolesi hanno risposto con Camera. Predosa-CapriateseLerma, rinviata, sarà recuperata mercoledì 16 aprile. (E.D.)

inbreve BASALUZZO

Alessandria e Cortilese è fuga a due Continua il Campionato Acsi di calcio a 5 a Basaluzzo. Si è giocata la quinta giornata del girone di ritorno con la conferma della fuga di Alessandria/Borgoratto e Cortilese/Pizzeria Il Portico, divise sempre da un punto in favore di Alessandria, in attesa che Cortilese recuperi la gara con Gavi Drink Team. Emozionante la corsa playoff con 5 squadre, Crovara, Virtus Pieve, Parodi, Kick Ass e Devils in 6 punti per i restanti tre posti disponibili. Alessandria-Borgoratto surclassa 12-1 un Valrossara mai in partita e apparso da subito rassegnato alla sconfitta. In rete per Alessandria tutti i giocatori scesi in campo. In gol Ben Yahya (3), Ouchbab A (2), Ouchbab S (2), Ouchbab M (1), Yahya (1), Bouthair (1), Ben Amar (1) aiutati da un autogol. Per Valrossara in gol solo il capocannoniere Priano grazie a un calcio di rigore. L’inseguitrice Cortilese ottiene la vittoria 4-0 a tavolino in quanto l’avversario, Devils non è riuscito a presentarsi all’incontro. La terza forza del Campionato, Autolavaggio Crovara, ha superato 9-7 un Gavi Drink Team molto convincente anche con avversari sulla carta più forti. Da segnalare per Gavi in grande spolvero il bomber Bouzai autore di ben 6 gol. Completa il tabellino per Gavi un gol di Karbal. Portano al trionfo Crovara Manfredi, autore di 4 gol, i fratelli Tiseo, Chillè e Sciascia Giulio autori di un gol a testa. Grande sfida playoff quella tra Virtus Pieve e Legère Team Parodi. La partita è stata molto combattuta, giocata su grandi ritmi con entrambe le squadre determinate a ottenere una vittoria importantissima. Quando a 3’ dal termine Parodi sembra avviato alla vittoria 6-4, Virtus Pieve ha una grande reazione di orgoglio e grazie a una doppietta di Domenico Scarato e al gol decisivo di Daniele Olivieri all’ultimo secondo ribalta il risultato e conquista 3 punti fondamentali. Completano il tabellino per la Virtus altri 2 gol per Scarato e Olivieri. Per Parodi non bastano i gol di Giordano (2), Luca Olivieri (2), Paterniani (1) e Andrea Gualco (1). Continua il momento negativo per All Stars che esce sconfitto 4-2 dallo scontro con Kick Ass che ritrova la vittoria dopo lo stop nell’ultimo turno. Riportano alla vittoria Kick Ass Boveri, Reyes, Bosio e Alessandro Ponta con un gol a testa. Per All Stars non bastano i 2 gol del solito Oliveri. Nell’ultima partita di giornata Com-Pet supera 7-0 I-Team. La partita non è stata così facile per così come sembra dal risultato ma la maggiore determinazione e incisività sottoporta regalano a Com-Pet 3 punti che le permettono di accorciare a -6 dalla zona playoff. Per Com-Pet in gol un ritrovato Crisafulli con una tripletta e Nicastro, Subrero, Andrea Viglione e Piscedda con un gol a testa. La prossima settimana il campionato osserverà un turno di riposo con il ritorno della Coppa di Lega. Si giocheranno le semifinali Cortilese/Pizzeria Il Portico –Alessandria e Autolavaggio Crovara - Kick Ass da cui usciranno le due finaliste che si giocheranno il trofeo. La prossima settimana è in programma anche il recupero Cortilese/Pizzeria Il Portico - Gavi Drink Team, incontro a dir poco fondamentale per Cortilese nella corsa alla vittoria finale del campionato.


losport

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

32 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Pallavolo Sabato derby importante a Ovada prima della coppa Italia

Mangini sciupona successo al tie-break MAURIZIO IAPPINI sport@ilnovese.info

Ancora una vittoria sofferta e combattuta al tie break per la Mangini Novi che ha piegato 3-2 il Sid Vignola solo dopo oltre due ore di battaglia sportiva e di bella pallavolo. Per i novesi l’ennesimo match deciso sul fil di lana, a testimonianza del massimo equilibrio che regna nel girone B della serie B2 di pallavolo maschile dove nulla può essere dato per scontato e dove la sorpresa è sempre dietro l’angolo. Con i modenesi del Sid, i biancoblù hanno giocato una partita ambigua, condita di errori grossolani e momenti di perfezione assoluta ma alla fine sarebbe ingiusto non attribuire i giusti meriti a un Vignola dotato di ottime individualità e di molta qualità. Gran merito della Mangini, contrariamente ad altri match, quello di essere riuscita a rimontare in più di un frangente e soprattutto nel set decisivo quando, sotto 6-10, i ragazzi di patron Diego Mangini, hanno piazzato una rimonta micidiale grazie a una ricezione perfetta e alle potenti braccia di Diolaiuti e Scarrone, due che quando sono in serata sono incontenibili. Come sovente gli accade, la Mangini regala la prima frazione con errori gratuiti per la giornata storta di qualche elemento e per la condizione precaria di altri giocatori, debilitati dalla febbre. Poi secco il distacco (25-19) nel secondo set ma nella terza frazione la Mangini racimola solo 18 punti per alcuni giri a vuoto che arrivano a inizio frazione costringendo i novesi a rimonte importanti poi vanificate da

altri errori in battuta e in fase di attacco. Quarto set senza storia con l’affermazione dei biancoblù che chiudono avanti 25-21. Infine il tie break vinto dopo ben 19 punti e la gioia per 2 punti ottenuti che permettono di prendere due lunghezze di vantaggio su Spezia in chiave playoff anche se il calendario dei novesi non è dei più agevoli perché la truppa di Agosto deve affrontare ancora Spezia e Massa e perché in classifica tornano a farsi sotto altra squadre come

le due reggiane. L’impressione è che la Mangini abbia la mente involontariamente un po’ distratta dall’ormai imminente final four di coppa Italia che si giocherà a Chiusi di Siena giovedì e venerdì Santo e dove i novesi debutteranno in semifinale contro Lagonegro Potenza; in caso di passaggio del turno, finalissima sabato alle 18. Prima però c’è da pensare al derby di sabato sera con la Plastipol ad Ovada, un campo dove spesso la Mangini ha fatto fatica.

Pallavolo Cantine Rasore in rimonta

SCACCHI

Ovada: vetta a un punto

Con la Pasqua alfieri novesi in scacchiera

Si impone per 3-1 la Cantine Rasore Ovada sul campo ostico del San Paolo. La formazione di Gombi è venuta a capo con bella personalità dello svantaggio iniziale, 25-21 per le locali il primo set, e di una situazione ambientale complicata. Pettinati e compagne hanno ribaltato la situazione con un triplice 25-22 su un campo molto temuto dove a lasciarci le penne erano state le arquatesi dell’Argos Lab capolista. “Vincere – ha commentato al termine il direttore sportivo Alberto Pastorino – era presupposto fondamentale per provare a migliorare l’attuale terzo posto in classifica. E’ stata una gara equilibrata, con continue alternanze di punteggio. Ma nel complesso la squadra ha risposto bene. Ora dobbiamo prose-

inbreve PALLAVOLO

Plastipol: brusco stop E’ andata male per la Plastipol sul campo di Sassuolo. La formazione di Suglia ha perso per 3-1 e si ritrova ora ricacciata tra le quattro che, se finissse oggi il campionato, sarebbero retrocesse. Nessun dramma perché la vittoria della Campeginese sul Cus Genova era scritta. Per i biancorossi però la scomoda e delicata situazione di dover inseguire con lo “spauracchio” dello scontro diretto in trasferta all’ultima giornata. Sul campo Ovasa si è aggiudicata il primo set per 26-24, conducendo il gioco per larghi tratti fino al 2217, faticando più del dovuto a chiudere. Dalla seconda frazione qualcosa è cambiato, con la ricezione biancorossa a soffrire l’aggressività del servizio avversario, condizionando così la qualità complessiva del gioco ovadese. I padroni di casa hanno chiuso sul 25-19 il secondo set per poi lasciare solo 16 punti a Quaglieri e compagni nelle sue frazioni successive. “Non è in discussione – ha commentato alla fine il direttore sportivo Alberto Pastorino – il valore dei nostri avversari. Ma forse noi non abbiamo avuto l’atteggiamento giusto”. Più di una protesta ha suscitato l’arbitraggio, con coach Suglia che si è visto rifilare anche un cartellino rosso. “Probabilmente alcune decisioni sono state discutibili ed hanno contribuito a innervosirci. Ma i punteggi dei parziali sono troppo netti perché si possa parlare di chiamate decisive”. Ora la formazione ovadese guarda avanti, al derby di sabato al Geirino, con inizio alle 21.00, contro Novi. “Non proprio una passeggiata – conclude Pastorino – Ma noi dobbiamo fare punti”. Sugli altri campi, come detto, tutto come previsto: la Campeginese torna a + 3, Busseto e Villadoro ferme e rispettivamente a -4 e -7. Tabellino: Ricceri, Demichelis 6, G. Quaglieri 7, Graziani 10, Belzer 8, Zappavigna 9. Libero: U. Quaglieri. Ut.: Bavastro 9, Bernabè 3, Nistri 2, Bisio. All.: Suglia

CICLISMO

Città dei Campionissimi domenica in strada a Biella Anche il Città dei Campionissimi griffato tre Colli alla Novara-Suno anche se l’ok alla presenza del team novese è arrivato in extremis. Ai nastri di partenza della gara, organizzata dal Velo Club Novarese, riservata alla categoria juniores si sono allineati 200 ciclisti. Le cadute alla fine dei 101 chilometri di gara risulteranno numerose e a farne le spese saranno anche i corridori novesi, Ardizzone, Vinci e Baratella: solo quest'ultimo riuscirà comunque a concludere la corsa. La punta di diamante dei Campionissimi, Umberto D'Onise si è dovuta accontentare dell’11° posto. Il ds Giampaolo Cioccolo trova il buono della corsa: “Il percorso stretto e la presenza di 26 ammiraglie hanno reso difficile e nervosa la corsa e siamo già contenti che non siano occorsi incidenti seri ai corridori”. Domenica gara nazionale al Città di Biella.

CICLISMO

guire su questa strada”. Particolarmente in evidenza la schiacciatrice Pettinati: ma tutto il gruppo ha fatto nell’ultimo periodo un salto di qualità a sopperire ai problemi fisici denunciati dalla Guidobono. Per sabato è in programma il derby, tutto sommato abbordabile con Gavi, attualmente

quart’ultimo a quota 22 punti. Dopodiché il calendario proporrà le sfide con Acqui e San Francesco che sembrano propizie per un percorso netto. Tabellino: Fabiani 2, Pettinati 22, Ravera 5, Guidobono 11, Fossati 2, Massone 17. Libero: Lazzarin. Ut.: Grua 7.

Tornei Scolastici Calcio e Pallavolo

Pertini: ecco i vincitori Sono terminati i tornei di Istituto tra le varie classi. I maschi si sono sfidati a calcetto, le femmine e i maschi delle classi terze a pallavolo. Tra le classi prime il torneo di calcetto è stato vinto dalla 1A. Tra le seconde è la sezione C che ha sconfitto in modo netto gli avversari. Tra le classi terze il triangolare finale tra la 3A, 3D, 3E ha visto tutte le terze vincere una partita. Per differenza reti si è imposta la 3°. Nella pallavolo maschile la 3A ha ancora schiacciato gli avversari. Tra le ragazze la vittoria spetta pari merito alla 3D e alla 3E. Bravi i vincitori e bravi i ragazzi che sono riusciti, nel complesso con un comportamento corretto, a far giocare quasi a rotazione tutti coloro che hanno dimostrato di voler dare il proprio contributo. Tutto è andato per il meglio

grazie ai docenti di educazione motoria Francesca Pettinati e Massimo Olivieri e l’arbitro professor Gian Andrea Oliveri. In questo periodo tra l’altro si stanno quasi concludendo i corsi di nuoto per la classi prime e di tennis per le classi seconde presso l’impianto sportivo del Geirino: entrambi svolti con professionalità e l’ausilio di personale esperto. Prosegue inoltre il gruppo sportivo del giovedì pomeriggio promosso dalla scuola media per gli alunni che desiderano effettuare attività sportiva extrascolastica e gratuita seguiti dagli stessi docenti. Attendiamo infine un appuntamento importante: lunedì 5 maggio la fase Distrettuale di Atletica leggera, che si terrà come ogni anno al Geirino e vedrà la partecipazione di tutto l’Istituto.

Domani sera torna al circolo Dlf di piazza Falcone e Borsellino il tradizionale torneo di Pasqua, la kermesse in due serate gestita e organizzata dal Circolo Novi Scacchi alla vigilia della ricorrenza cristiana. Per l’edizione numero 12 inserita come sempre nel circuito del Grande Slam provinciale alessandrino le date previste sono venerdì 11 e venerdì 18 con inizio interno alle 21. Previsti 6 turni di gioco equamente distribuiti nelle due serate e per ogni mossa il tempo di riflessione sarà di 30’. Riconoscimenti inoltre ai primi tre classificati di ogni categoria e fascia Elo (i punti ottenuti nel ranking da ogni scacchista nel corso della sua carriera). Al termine della kermesse, come sempre, ideale terzo tempo per chi ha giocato con maxi pasta party e rinfresco per cementare i rapporti di amicizia che da sempre legano circoli scacchistici della provincia. Mentre il Grande slam 2014 (che nelle ultime due edizioni ha registrato il dominio del novese Alberto Giudici che nel Torneo di Pasqua sarà arbitro della kermesse) prosegue poi con altre numerose tappe, il prossimo appuntamento del circolo novese sarà il celeberrimo scacco al re sotto le stelle di luglio. Poi a ottobre un nuovo torneo semilampo e infine a dicembre il torneo di Natale dove si chiude il circuito dello Slam e viene assegnato il titolo provinciale.

Per Overall piazzamento in gruppo nei Giovanissimi, podio a Valenza Per Overall la stagione è ormai in pieno svolgimento. Sabato alla Milano Busseto, classica riservata agli Under 23, è stato Santo Cataudella a portare i colori gialloblu nel gruppo selezionato dei cinquanta migliori, su 180 partenti, che si sono contesi la vittoria sul rettilineo della cittàdi Verdi. Il siciliano, che non ha doti da sprinter, ha chiuso a centro gruppo. Domenica, replica per Elite ed Under, a Castello Brianza nel Trofeo Fumagalli con Nardin 13° in una gara appannaggio ancora una volta di un Team Continental, ovvero di quella categoria che può svolgere attività professionistica e dilettantistica. Ma è stata anche la domenica in cui si è dato il via alle gare per giovanissimi e a Valenza Lorenzo Ratto ha ottenuto subito il podio con il 3° posto di categoria, a seguire Alessandro Godo 11° e Matteo Bauce 15°.

RITMICA

Pgs Arquata una Torre tutta d’oro Strepitoso fine settimana per le ragazze della ginnastica ritmica Pgs La Torre di Arquata che a Alessandria hanno ottenuto un oro con Giulia Gastaldo alle clavette, seguita a ruota da Carolina Salandrini e Saretti Anna con un buon 6° posto. La rappresentativa C, composta da Sara Esposito, Silvia Roggerone e Alessia Quaglia, si è aggiudicata anch’essa il primo posto della giornata laureandosi così come campionesse regionali. Ad Arquata invece, Hyiso Silvia, al suo esordio nell’individuale con la corda che le ha assicurato un buon 7° posto . La piccole del Promozionale si guadagnano un secondo posto con la squadra composta da Rebecca Ferrari, Melissa Alban Jimenez, Aurora Balzamino e Grazia Pagliaro. Un oro, poi, per la Mini D composta da Veronica Ferrari, Costanza Tomaghelli, Sara Dellachà, Gaia Ravanelli e Valentina Svanoni che hanno ottenuto, anche loro, il titolo di Campionesse Regionali . Il 7° posto, con la palla, spetta alla squadra delle piccole: Veronica Barbagelata, Giulia Carta, Gaia Trozzi e Aurora Fossati.


losport

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

33 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Atletica Domenica torna un evento molto sentito

inbreve

La grande Marcia punta su Serravalle

TORNEO DI PASQUA

L’Ovada su tre campi E’ davvero un’edizione importante quella del torneo di Pasqua dell’Ovada Calcio. Le qualificazioni andranno in scena da giovedì sabato 19 al Geirino, al Rapetti di Silvano e al Maccagno di Capriata. Le finali saranno il 21, tutte al Geirino. Queste le squadre iscritte. Piccoli Amici: Boys Ovada, Due Valli, Pozzolese, Don Bosco, Aurora Calcio, Libarna Pulcini 2005. Boys Ovada, Amicizia Lagaccio, Rapallo Bogliasco, San Fruttuoso, Novese. Pulcini 2004: Boys Ovada, Due Valli, Rapallo Bogliasco, Novese, Don Bosco Alessandria. Pulcini 2003. Boys Ovada, Cassine, Valli Borbera e Scrivia, RapalloBogliasco, Due Valli, Fulvius Alessandria. Esordienti 2002: Boys Ovada, Due Valli, Vallestura, Arquatese, RapalloBogliasco, Acqui Calcio, Alssandria. Esordienti 2001: Boys Ovada, RapalloBogliasco, Asca, Alessandria Calcio, Vallestura, Virtus Junior Calcio. Giovanissimi 2000: Boys Ovada, Asti, Pro Pontedecimo, Accademia Verde Voghera,Cassine, Baja Alassio, Vallestura, Virtus Junior Calcio. Giovanissimi 99: Ovada Calcio, Accademia Verde Voghera, Cassine, Novese, Asca, Vallestura, Real Novi G3, Asti, Libarna.

MAURIZIO IAPPINI sport@ilnovese.info

Si corre di domenica 13 aprile la 17ª edizione della Coppa Città di Serravalle Scrivia, ormai l’unico appuntamento regionale su marcia in strada del calendario Fidal. Gli organizzatori non temono la scaramanzia e ne hanno ottimi motivi perché la kermesse che l’Atletica Serravallese con dedizione e pura passione riesce a mettere insieme ogni anno con non pochi sacrifici e con l’aiuto dei tanti volontari è una manifestazione in cui c’è la fila di atleti di spicco che intendono parteciparvi, soprattutto a livello giovanile. L’intuito della società rossoblù è stato quello di voler inserire da qualche stagione la loro manifestazione nel circuito Ugo Frigerio invogliando i tanti marciatori lombardi a correre a Serravalle al punto che ci sono club bergamaschi che approdano alla gara con un pullman intero di atleti e supporter, attratti anche dal vicino outlet dove una capatina nel pomeriggio non guasta mai per la gioia di tanti. Anche quest’anno si parte alle 10,10 coi più piccoli su un circuito di 900 metri che si allunga progressivamente in base alla categoria di appartenenza fino ai 7,2 chilometri di Promessi, Junior, Senior e amatori mentre fra le donne la di-

MARATONA stanza massima è di 5,4 chilometri. Quest’anno il tracciato torna sul circuito storico dopo un anno a Ca’ del sole: l’organizzazione prevede la partenza da piazza Bosio su un circuito ad anello di distanza variabile che ha in via Brodolini il fulcro ed è facile prevedere l’iscrizione dei migliori marciatori giovanili italiani in una kermesse che vanta vincitori di fama mondiale come Federico Tontodonati, Ivano Brugnetti o Michele Didoni. Quest’anno non sono previsti nomi altisonanti ma solamente perché il giorno prima della kermesse della Serra-

vallese è in programma un bilaterale Italia-Repubblica Ceca e i top azzurri saranno nel paese del centro Europa. “Non importa, quel che conta sono i giovani perché per noi la Marcia è valorizzazione dei più piccoli che rappresentano il futuro di questo sport. Gareggiare il 13 aprile la 17° edizione? Non temiamo la scaramanzia perché giusto 10 anni fa non corremmo causa terremoto. La gara si doveva disputare proprio nel weekend in cui la terrà tremò in tutto il novese e decidemmo per l’annullamento”, spiegano col sorriso alla Serravallese.

Squadra P.ti 69 60 59 54 53 48 47 46 40 39 37 36 35 33 26 23 21 2

Partite Reti G V N P F S 30 20 9 1 64 24 30 18 6 6 64 30 30 18 5 7 53 29 30 17 3 10 48 38 30 15 8 7 45 25 30 13 9 8 34 23 30 13 8 9 49 40 30 11 13 6 32 23 30 10 10 10 39 38 30 10 9 11 35 42 30 9 10 11 40 34 30 9 9 12 28 43 30 9 8 13 28 45 30 8 9 13 31 37 30 7 5 18 30 48 30 5 8 17 43 69 30 4 9 17 20 55 30 2 6 22 16 56

RISULTATI (30ª giornata): Pro Dronero -Asti 3-3, RapalloBogliasco - Chieri 3-0, Caronnese - Verbania 1-0, Albese - Vallee d'Aoste 1-2, Novese - Sestri L. 1-0, Giana Erminio - Derthona 0-0, F. Caratese - Lavagnese 1-0, Santhià - Borgosesia 1-2, Chiavari C. - Vado 2-1

ECCELLENZA - GIRONE B Squadra ACQUI BENARZOLE CHERASCHESE 1904 VALENZANA LIBARNA LUCENTO CASTELLAZZO B. CAVOUR TORTONA VILLALVERNIA OLMO FOSSANO CALCIO PINEROLO COLLINE ALFIERI SALUZZO BUSCA CHISOLA ATLETICO GABETTO SPORTING CENISIA

P.ti 77 62 55 53 53 52 51 49 44 44 44 43 42 41 28 25 15 15

Partite G V N 32 24 5 32 17 11 32 15 10 32 14 11 32 15 8 32 15 7 32 14 9 32 13 10 32 12 8 32 12 8 32 13 5 32 11 10 32 11 9 32 10 11 32 8 4 32 6 7 32 3 6 32 4 3

P 3 4 7 7 9 10 9 9 12 12 14 11 12 11 20 19 23 25

Reti F S 76 25 56 40 50 26 62 41 51 42 48 33 48 42 59 44 48 40 40 39 36 41 47 42 48 43 38 38 32 70 27 60 38 74 25 89

RISULTATI (32ª giornata): Acqui - Cheraschese 3-1, Bene Narzole - Saluzzo 1-0, Libarna - Cavour 1-2, Valenzana - Busca 2-0, Colline Alfieri - Sporting Cenisia 5-2, Fossano - Atl.Gabetto 21, Lucento - Castellazzo B. 3-2, Olmo - Pinerolo 0-0, Chisola - Tortona Villalv. 0-2 PROSSIMO TURNO (13/04/2014, ore 14.30): Pinerolo - Acqui, Atl. Gabetto - Benarzole, Busca - Castellazzo B., Saluzzo - Chisola, Cheraschese - Coll. Alfieri, Cavour - Fossano, Valenzana Mado - Libarna, Sporting Cenisia- Lucento, Tortona Villalvernia - Olmo

PROSSIMO TURNO (13/04/2014, ore 14.30): Lavagnese Albese, Asti - Caronnese, Pro Dronero - Chiavari, Vado - F. Caratese, S.C. Vallée d’Aoste - Giana Erminio, Borgosesia - Novese, Verbania Calcio - Rapallo B., Derthona - Santhià, Chieri - Sestri L.

Squadra P.ti 64 49 49 46 41 39 39 39 36 36 36 33 33 30 23 16

Partite G V N 28 20 4 28 15 4 28 14 7 28 14 4 28 10 11 28 10 9 28 10 9 28 11 6 28 8 12 28 8 12 28 8 12 28 8 9 28 9 6 28 8 6 28 4 11 28 4 4

Squadra ARQUATESE SAVOIA FBC CASSINE AURORACALCIO AL VILLAROMAGNANO FRUGAROLO X FIVE SILVANESE A.C. BOSCHESE QUATTORDIO PRO MOLARE CASSANO FORTITUDO F. O. CASTELNOVESE C. VIGUZZOLESE MONFERRATO FELIZZANOLIMPIA

P.ti 71 65 56 49 49 45 41 41 37 33 31 28 22 22 18 13

Partite G V N 28 23 2 28 20 5 28 17 5 28 16 1 28 13 10 28 13 6 28 11 8 28 11 8 28 10 7 28 8 9 28 7 10 28 7 7 28 5 7 28 5 7 28 5 3 28 2 7

P 3 3 6 11 5 9 9 9 11 11 11 14 16 16 20 19

Reti F S 86 30 57 27 56 34 57 44 43 35 48 41 50 39 38 37 44 49 33 43 52 67 31 44 28 51 35 60 35 57 30 65

RISULTATI (28ª giornata): A.C.Boschese - Monferrato 4-2, Savoia Fbc - Villaromagnano 2-2, Viguzzolese - Fortitudo F.O. 2-3, Silvanese - Cassine 3-1, Arquatese - Castelnovese C. 10, Felizzanolimpia - Pro Molare 2-4, Quattordio - Auroracalcio AL 5-4, Cassano - Frugarolo X Five 3-0 PROSSIMO TURNO (13/04/2014, ore 14.30): Silvanese - Arquatese, Fortitudo - A.C. Boschese, Castelnovese Cassano, Monferrato - Felizzanolimpia, Cassine - Pro Molare, Frugarolo X-Five - Quattordio, Auroracalcio Alessandria - Savoia FBC, Villaromagano - Viguzzolese

2ª CATEGORIA - GIRONE M

PROMOZIONE - GIRONE D

VIRTUS MONDOVÌ FC SAVIGLIANO CASTAGNOLE P. VILLAFRANCA ASCA CORNELIANO CALCIO MORETTA SOMMARIVA P. CANELLI PEDONA B.S.D. SANTOSTEFANESE BOVES MDG CN S. GIULIANO N. GAVIESE OVADA LA SORGENTE

C’era anche una nutrita “truppa di ovadesi” alla Maratona di Roma, andata in scena lo scorso 23 marzo e che sarà ricordata per aver portato a correre tra le strade della città eterna più di 19 mila podisti. Record personale per Salvatore Costantino che ha chiuso in 3h04’. A seguire Alberto Carraro, “trailista” alla sua prima esperienza sulla distanza regina della corsa, in 3h22’. Poi Enrico Demicheli col tempo di di 3h29’, Massimo Cerruti in 3h49’, Federico Giunti che ha tagliato il traguardo un minuto dopo. In 4 ore ha chiuso la sua prova Giorgio Belloni, in 5h04 Luigino Esternato, veteranissimo della maratona di Silvano d’Orba, un minuto dopo è arrivato al traguardo Antonio Chiariello. In 5h32’ ha chiuso Mauro Agosto. Sotto le 5 ore Raffaella Freddi che ha fermato il cronometro a "4h51'. Ma l’emozione più forte è senza dubbio stata l’incontro Alex Zanardi, re degli handbikers che si è confermato anche nella gara della capitale.

1ª CATEGORIA - GIRONE H

SERIE D - GIRONE A

GIANA ERMINIO BORGOSESIA RAPALLOBOGLIASCO CHIERI CARONNESE LAVAGNESE VADO CHIAVARI S.C. VALLEE D AOSTE NOVESE ASTI F. CARATESE ALBESE DERTHONA SESTRI LEVANTE PRO DRONERO SANTHIA VERBANIA

Ovadesi a Roma

Reti P F S 4 63 22 9 65 43 7 48 32 10 39 32 7 27 27 9 33 32 9 41 42 11 31 41 8 35 34 8 33 33 8 33 35 11 40 41 13 30 36 14 26 39 13 23 45 20 27 60

RISULTATI (28ª giornata): Canelli - La Sorgente 2-0, Castagnole P. - S.Giuliano N. 3-2, Ovada - Boves MDG CN 0-0, Sommariva P. - Virtus Mondovì 0-5, Moretta - Santostefanese 1-0, Pedona B.S.D. - Asca 1-0, Fc Savigliano - Villafranca 1-2, Corneliano - Gaviese 0-0 PROSSIMO TURNO (13/04/2014, ore 14.30): Villafranca Canelli, Ovada Calcio - Castagnole P., La sorgente - Corneliano, Asca - Savigliano, Boves Cuneo - Gaviese, San Giuliano Nuovo Moretta, Virtus Mondovì - Pedona, Santostefanese - Sommariva

Squadra P.ti QUARGNENTO DILETTANTI 57 LUESE 47 SEXADIUM 45 MANDROGNE 43 MONTEGIOCO 43 VALMILANA CALCIO 32 CASTELLETTO MONFERR. 31 PADERNA 27 FULVIUS 1908 27 DON BOSCO ALESSANDRIA 26 POZZOLESE 26 G3 REAL NOVI 25 TASSAROLO 21 GARBAGNA 15

Partite Reti G V N P F S 24 18 3 3 49 23 24 14 5 5 51 22 24 13 6 5 43 26 24 13 4 7 39 31 24 13 4 7 33 30 24 7 11 6 35 36 24 9 4 11 24 33 24 7 6 11 29 34 24 7 6 11 30 36 24 6 8 10 32 37 24 7 5 12 33 40 24 6 7 11 27 37 24 5 6 13 28 40 24 4 3 17 24 52

RISULTATI (24ª giornata): Castelletto M. - Mandrogne 0-3, Don Bosco Al - G3 Real Novi 1-1, Garbagna - Pozzolese 24, Montegioco - Paderna 2-1, Sexadium - Luese 0-1, Tassarolo Quargnento 1-0, Valmilana - Fulvius 2-2 PROSSIMO TURNO (13/04/2014 ore 14.30): G3 Real Nov i- Castelletto M., Luese - Don Bosco Aless., Sexadium - Fulvius, Quargnento D. - Garbagna, Pozzolese - Montegioco, Mandrogne - Tassarolo, Paderna - Valmilana Calcio.


ilsettimanale • g i o v e d ì 1 0 a p r i l e 2 0 1 4

losport

34 w w w. n o v i o n l i n e . n e t • w w w. o v a d a o n l i n e . n e t

L'analisi Al via i playoff con un turno infuocato contro il Cus Genova, squadra ricca di talento

Red Basket: ora si fa sul serio Pausa di due settimane tra la prima e la seconda gara del 27 a Ovada Mossi andrà il compito di essere i principali punti di riferimento. Il giovane playmaker è reduce da una stagione regolare importante, e per certi versi sorprendente per incisività e maturità; ora è chiamato a confermarsi ad un livello di competizione più alta. Mossi i playoff li ha vissuti ad ogni livello e latitudine. Ma sarà importante anche che l’uomo “coperto” da Bedini sia aggressivo per non far riposare troppo il giocatore genovese sotto al suo canestro. Con l’ultimo turno nel frattempo si è completato il tabellone. La capolista Sarzana pesca la “sorpresa” Cogoleto dell’ex ovadese Gorini. E’ andata male a Santa Margherita che sulla sua strada trova Sestri Levante, attrezzata per rimettere in discussione ogni gerarchia. Proprio da quest’incrocio uscirà la potenziale avversaria in semifinale per Ovada o Cus. L’ultimo quarto è quello tra Granarolo e Aurora Chiavari, due squadre che sulla carta difficilmente potranno impensierire Sarzana in semifinale.

Sarà una partita a scacchi il primo turno dei playoff che per la Red Basket parte sabato, alle 18.15, sul campo del Cus Genova. Avversario, come già noto da tempo, tra le squadre più accreditate a inizio stagione per il salto di categoria. Nella realtà dei fatti il rendimento della squadra di Maestri è stato spesso altalenante, anche se a determinare la classifica finale ha contribuito anche la penalizzazione di quattro punti dovuta al mancato pagamento di una tranche della tasse federali. Cose che hanno poca attinenza con le logiche del campo in un gioco in cui, come in nessun’altro sono importanti gli accoppiamenti tra giocatori. “In campionato – spiega il presidente ovadese Mirco Bottero – abbiamo ottenuto due vittorie. Ma il contesto sarà completamente diverso. Ci attendono almeno due sfide (gara2 è in programma a Ovada il 27 aprile l’eventuale terza mercoledì 30 sempre al Geirino ndr) davvero equilibrate. Per essere un primo turno non abbiamo “pescato” benissimo. Ma la squadra ha le sue armi da mettere in campo”. Tra le caratteristiche principali del Cus: il talento di uomini di categoria superiore come l’esterno Bedini e il pivot Patria, la panchina lunga e l’abbondanza di esterni con buone mani al tiro. I difetti: un atteggiamento in alcuni casi poco aggressivo, una certa ripetitività nei temi offensivi proposti durante la partita. L’Ovada, che vincendo 83-71 contro Vado l’ultima gara, ha chiuso il girone di ritorno con 11 vittorie e due sole

sconfitte, ha le chiavi per rispondere. Il lungo Palmesino è l’uomo deputato ad occuparsi di Patria. Fondamentale sarà l’apporto difensivo dei due fratelli Cornaglia, in particolare Lorenzo che nell’ultimo mese di campionato sempre più spesso è stato impiegato per difendere su giocatori esterni. Il primo passo sarà quello di mettere molta pressione sull’inizio dei giochi degli avversari, costringerli a improvvisare piuttosto che eseguire gli schemi. Il talento offensivo non manca nemmeno in biancorosso. A Gay e

seriec

EDOARDO SCHETTINO sport@ilnovese.info

Gruppo Praga, primato in solitaria Il Gruppo Praga non fallisce l’appuntamento che vale una stagione. Il sestetto di coach Ponta infatti surclassa di 17 punti (91-74 il finale) l’Agil Trecate nello scontro diretto fra le due regine della serie C unica di basket regionale. Per i rossoblù una dimostrazione di forza di quelle che valgono oltre la vittoria sul campo, quasi un mostrare i muscoli in chiave playoff, sia verso i diretti concorrenti sia verso le altre rivali. Partita a senso unico al PalaPatri sabato sera: dopo una prima frazione equilibrata, Serravalle prende il largo piazzando un parziale che dilata nella seconda parte di incontro fino a lievitare a +17, margine che ha anche permesso ai serravallesi di invertire la posizione in classifica in caso di arrivo in parità perché all’andata Trecate si impose con 12 punti di scarto. Ora mancano 3 match alla fine della regular season ma c’è da star tranquilli che i serravallesi proveranno a pigiare sull’acceleratore per staccare tutti e presentarsi da favoriti alla fase a orologio.

Pattinaggio Incetta di provinciali

PATTINAGGIO

Pattinaggio Successi in ogni categoria

Lucky Star Novi profeta in patria

Castelletto sugli scudi

Per l’Aurora primi sorrisi 2014

Primi successi per Lucky Star Novi che ha organizzato i Campionati Provinciali Fihp.Negli Obbligatori la Lucky Star ha fatto il pieno: oro per Teresa Fagioli fra i Giovanissimi B mentre negli Esordienti regionali oro anche per Lucia Guidi ed argento per Elisa Cassano al termine di una gara in cui hanno ben figurato anche Lidia Fossati (4ª), Caprioglio Francesca (5ª) e Cavallo Desirè piazzatasi 6ª, tutte al primo impegno. Primo posto anche per Ludovica Gaseni (Allievi B), Isabella Salvatore (Divisione Nazionale A) e Ambra Aime (Allievi Regionali); titolo di campioni provinciali anche per la coppia danza categoria divisione nazionale A formata da Fossati Viola e Simone Sardi mentre nel Libero doppio oro per Fagioli Teresa e Gaseni Ludovica (entrambe prime anche in combinata). Podio quasi tutto Lucky negli Esordienti Regionali con il primo posto e titolo di campionessa provinciale per Lucia Guidi e secondo posto per Elisa Cassano. Negli Allievi regionali medaglia d’argento per Aime Ambra e titolo di campionessa provinciale in combinata per Salvatore Isabella (giunta quarta nelle prove di libero). Se il buon giorno si vede dal mattino, il 2014 della Lucky sarà certamente radioso, grazie soprattutto all’ottimo lavoro degli allenatori Virginia Di Pasquale, Stefania Caracciolo e Andrea Russo che hanno immediatamente raccolto i successi che meritano per l’impegno e la professionalità dimostrati giorno dopo giorno.

Anche la squadra della Castellettese ha saputo dare visione di un buon pattinaggio nei campionati provinciali Fihp di Novi. Con un team composto di ben 15 atleti e spaziando da esercizi obbligatori a esercizi liberi, dalle prove a coppie dio danza a quelle di artistico, i ragazzi della val d’Orba sono tutti saliti sul podio nelle diverse categorie in cui erano impegnati. Il club ha ottenuto questi risultati grazie al presidente e alla polisportiva Castellettese che hanno agevolato il lavoro che gli atleti svolgono insieme a un team di allenatori come Alessia Puppo, Mario Ottonello, Patrizia Filanti, Simona Maranzana con Laura Massone e della Nicese Sebastiano Pastorini. Prossimo impegno i campionati regionali dove la Castellettese saprà farsi onore. Ancora una volta però il team di Castelletto ha saputo rinnovare una tradizione che lo vede in prima fila nel mondo del pattinaggio artistico a rotelle grazie alla passione di una dirigenza e di allenatori che antepongono la crescita dei ragazzi all’aspetto puramente agonistico.

inbreve SERIE B

Orsi Derthona soffre ma vince Vittoria sofferta per il Derthona, che dopo un avvio equilibrato nel terzo quarto prende il largo e torna con due punti anche da Livorno, per il 63-66 finale. Il Derthona è più forte anche dell’assenza di Venuto, che starà fuori circa un mese per una microfrattura. Rotondo e Samoggia chiuderanno con punteggi molto alti, 16 e 22 personali,e molti rimbalzi, i punti degli avversari sono invece quasi tutti nelle mani di Sanguinetti e Mazzantini, 20 e 15. Primi quarti equilibrati, 15-13 e 20-17 a favore dei labronici. Nel terzo quarto il Derthona si scatena in attacco e chiude in difesa, con gli ospiti a marcare 10 punti, per un vantaggio netto di 4553, con una tripla di Cernivani sulla penultima sirena. Finale a gestire il risultato e punti incamerati, fino al 63-66. In classifica, la Fortitudo vince e rimane a 6 punti, per cui i tortonesi possono a ragione credere di chiudere al primo posto la stagione e di essere prima testa di serie, con tutti gli scontri decisivi in casa, nella griglia play off. La regular season vede infatti ancora cinque partite, ovvero l’ultima del girone all’italiana sabato in casa contro Mortara e quattro della fase a orologio successiva, i cui punti si sommano a quelli conseguiti nel girone e andranno a definire la classifica da cui deriverà la griglia play off. Per cui da qui alle prossime gare il Derthona dovrebbe perderne quattro su cinque e la Fortitudo vincerle tutte per completare il sorpasso, opzione francamente improbabile.

ATLETICA

Meeting sulla pista del Girardengo

Anche il Pattinaggio Artistico Aurora Novi al Campionato Provinciale Fihp. La compagine biancazzurra, guidata dai tecnici Matteo Marinello e Francesca Rivara, si è presentata al primo appuntamento stagionale con dieci atlete impegnate nei singoli , dove si segnala il titolo di campionessa provinciale conquistato da Virginia Persi nella Categoria Allievi Regionali Divisione nazionale B, Emma Semino nella Categoria Giovanissimi A ha conquistato il primo posto nel libero ed il secondo piazzamento negli esercizi obbligatori. Nella Categoria Giovanissimi B Matilde Soro ed Alexa Romano si sono classificate rispettivamente seconda e terza sia nei singoli che negli obbligatori ; negli Esordienti Regionali Alice Romano è giunta terza nel Singolo mentre negli obbligatori si sono classificate rispettivamente al settimo, ottavo e nono posto Valeria Calissano, Camilla Grasso e nuovamente Alice Romano. Altri podi conquistati negli Allievi Regionali dove Magda Agosti è giunta terza nel Singolo ed Alice Bonzano e Francesca Semino hanno raggiunto il secondo ed il terzo posto nella Divisione Nazionale A. In chiusura si evidenzia il titolo di campioni provinciali raggiunto da Alice BONZANO(Aurora ) e Danil KOCHETOV (oggi allo Sturla Pattinaggio ma fino all’anno scorso a Novi) nella Coppia Danza Jeunesse.

Meeting di pista sabato prossimo al Girardengo. Organizzato dall’Atletica Novese, il trofeo si corre sulle distanze del Miglio e dei 10000 metri, valido per il trofeo Fidal (Allievi, Junior, Promesse, Senior). Per la gara del miglio, le iscrizioni sono ammesse fino alle ore 14 del giorno della competizione a mezzo e-mail o telefonicamente. Fervono intanto i preparativi per la classica del 25 Colli Novesi, 14 chilometri di saliscendi tra Novi e Tassarolo che richiamano centinaia di appassionati invogliati dalla bellezza del tracciato e dalla varietà di un percorso che è in grado di fare selezione naturale.


losport

ilsettimanale • g i o v e d ì 1 0 a p r i l e 2 0 1 4

35 w w w. n o v i o n l i n e . n e t • w w w. o v a d a o n l i n e . n e t

Ginnastica Le bianconere entrano nella Storia del club

Forza & Virtù Novi un sogno che si avvera MAURIZIO IAPPINI sport@ilnovese.info

Ci sono risultati che vanno oltre la cronaca e trascendono nella storia piccola dei club che li raggiungono e quello conseguito dalla squadra femminile di ginnastica artistica della Forza & Virtù è di quelli che rimarranno impressi e indelebili nella storia dello sport novese. Carlotta Necchi, Giulia Gemme, Arianna Rocca, Marta Novello e la spagnola Claudia Colom Martin, insieme alla baby Carola Cuccia, infatti hanno chiuso al quarto posto assoluto la serie A1 a squadre femminile, dietro ai mostri sacri Brixia, Gal Lissone e Olos Gym Roma: in pratica fra i migliori club nazionali che a settembre prenderanno parte all’ultimo turno di gare in una sorta di serata a esibizione in cui le magnifiche quattro potranno rinforzarsi con ginnaste dei club di serie A esclusi dall’evento. Un risultato unico e incredibile perché la Forza & Virtù se l’è conquistato tutto in casa, con ginnaste nate e cresciute nel vivaio che prima di essere compagne di squadra sono amiche che vivono a 360 gradi la vita sociale e sentono cucita sulla pelle la maglia che indossano, consce dei sacrifici che dirigenti e tecnici fanno per farle renderle al massimo. Ma le virtussine quei sacrifici sanno ripagarli con la moneta sonante dei risultati sportivi, conseguiti per meriti di pedana e a volte un po’’ troppo sottovalutati da una città che dà per scontati piazzamenti che tali non sono. Nell’ultima gara a Desio, la Forza & Virtù ha chiuso al quarto posto, a soli due decimi dalla Gal Lisso-

ne con l’amarezza di non riuscire a capire dove risiedesse il piccolo gap col quotato team lombardo ma alla lettura della classifica finale a squadre è esplosa la gioia perché il Giglio Montevarchi ha commesso errori pesanti che l’hanno fatto arretrare in classifica spalancando le porte del paradiso della ginnastica italiana per la Forza & Virtù, arrivate grazie a prove impeccabili di Giulia Gemme, Marta Novello, Carlotta Necchi, Claudia Colom e di un’Arianna Rocca che

TAMBURELLO

Ovadesi ancora sconfitte Cremolino fermo al palo E’ un inizio di campionato davvero complicato, e avaro di soddisfazioni per le ovadesi del Tamburello. Ha perso 13-3 con il Monte il Cremolino, nell’ultima “tappone dolomitico” che ha portato i biancazzurri di Viotti a incontrare in quattro giornate le migliori del torneo. E non era andata molto meglio nell’esordio in casa, il recupero della settimana scorsa quando a passare indenne era stato il favoritissimo Castellaro di Manuel Beltrami. Si lecca le ferite anche il Carpeneto, sconfitto 13-5 dal Solferino che con questo risultato prosegue la sua corsa in testa alla classifica a punteggio pieno. Si sapeva che l’impegno sarebbe stato complesso. Ma Baldini e compagni, dopo il bel punto conquistato a Sabbionara, hanno ceduto di schianto, giocandosela alla pari solo nel primo frangente di match per poi lasciare il passo agli avversari. Per effetto di questi risultati il Carpeneto ha un punto in classifica, ancora fermo al palo il Cremolino. Per domenica prossima, con inizio alle 15.30, turno sulla carta favorevole alla formazione di patron Bavazzano che affronta sul suo campo il Castiglione che finora ha racimolato solo un punto. Per il Carpeneto di Porazza altro “viaggio della speranza”, sul campo di un Medole che insegue la vetta a quota 9 punti dopo il successo per 13-8 di Cavriana e che ha già fatto male ai “cugini” biancocelesti.

ha dato il massimo nonostante una febbre pesante che l’ha debilitata per tutta la settimana. Ancora una volta quindi il magico mondo della F&V ha fatto festa ma già da lunedì la palestra di via Carducci (uno dei segreti di questi trionfi) era al lavoro perché ai primi di maggio la società del presidente Danilo Caglieris potrà gareggiare da protagonista agli Italiani di B2 dove le novesi approdano con miglior punteggio assoluto. La tradizione continua.

Tennis tavolo Nessun miracolo nell'ultima giornata con Torino

BADMINTON

La Policoop torna in C1

Boccardo fa en-plein ai Regionali

E’ andata male alla Policoop Costa nell’ultima giornata di B2. Nessun miracolo, la corazzata Torino, arrivata a Tagliolo già promossa, si è quindi imposta per 5-0, condannando la formazione ovadese al ritorno in C1 dopo appena un anno. La squadra composta da Paolo Zanchetta, Pier Luigi Bianco, Alessandro Millo e Daniele Marocchi, chiude la sua avventura con dieci punti, le perle delle vittorie ottenute nel girone di ritorno contro Romagnano e Ciriè che hanno illuso per un finale di stagione differente. Diverso il bilancio personale dei membri della squadra: “Zanchetta – spiegano dalla formazione costese – ha mostrato di poter stare al passo coi più forti, Bianco è stato

inbreve

meno continuo alternando momenti di grande brillantezza ad altri meno positivi. Millo in piena forma se la può giocare e ha fatto sudare atleti del calibro di Corgiat e Abbà. Più difficile l’annata vissuta da Marocchi”. Nessun dramma però per una realtà consolidata che già dall’anno prossimo ripartirà con l’obiettivo di riconquistare la promozione. Chiude anche la Policoop “B” la sua annata in C2 con una sconfitta di misura per 5-4 contro il Cus Torino, la vittoria con il TT Torino per 5-3. Prossimo appuntamento per i pongisti ovadesi i campionati provinciali che vede la Saoms anche nella veste di società organizzatrice.

Studenteschi, sorpresa nelle Medie novesi

Una sorpresa e una conferma nei Giochi Sportivi Studenteschi Provinciali di Badminton. Il “Dante Alighieri” di Pozzolo Formigaro sovverte la tradizione che vedeva da anni primeggiare la squadra della media “Boccardo” di Novi. Il quartetto che è riuscito a sovvertire i pronostici era composto da Alisia Meneghello, Gabriele Caso, Diego Pometto e Francesca Benfatto che hanno superato la squadra novese con Paolo Porta, Noemi Massone,Alessia Delfitto e Francesco Sposato. Nella finale per le superiori nulla da fare per l’Istituto “Parodi” di Acqui col “Ciampini” di Novi che annovera tra le sue file quattro atleti della società BadmintoNovi, Chiara Ponzano, Costanza Sansebastiano, Daniele Serventi e Andrea Demicheli.

Ai Regionali Under e Junior di Novi dominio dei locali che monopolizzano i podi. Nel Singolare U13, Luca Ottaviano batte il compagno di squadra Federico Demicheli in finale mentre Giulio Barile doppia il bronzo conquistato nella categoria Promo dove Giovanni Campantico chiude con l’aregento. Ottaviano poi si cimentava nella categoria superiore U15 qualificandosi terzo alla pari con Giuseppe Foco mentre Stefano D’Elia era oro. Giuseppe Foco-Paolo Porta sono secondi nel doppio mentre al terzo posto si piazzano Federico Demicheli-Luca Ottaviano e Stefano D’Elia. Nell’Under 17 non cambia la musica con una finale tutta novese Andrea Demicheli-Paolo Leardi: Ha la meglio quest’ultimo. Nell’ U17 Costanza Sansebastiano-Camilla Negri è la finale e la prima si impone di un soffio; bronzo per Sofia Zacco. Ci pensa Manuel Scafuri a far tornare il sorriso alla Negri. Nel Doppio Misto Junior superano in finale Tommaso Cardi con Lidia Rainero, gradino più basso del podio per Zacco-Leardi. Sempre Scafuri sul gradino più alto del Singolare Maschile Junior contro Alessandro Patrone, terzi Tommaso Cardi e Capozza. Nel Doppio Junior l’accoppiata Andrea Demicheli-Marco Giuliano vince su Scafuri-Leardi, bronzo per CardiPatrone. Le ragazze si scatenano con Lidia Rainero che s’aggiudica prima il singolare e poi il Doppio assieme a Camilla Negri davanti a Sansebastiano-Zacco.

EVENTI

Lunedì a Cantalupo Ligure si presentano le Porte di Pietra Un convegno per presentare le Porte di Pietra e soprattutto per far comprendere quanta e quale sia la portata di una manifestazione che nel mondo dell’ultra trail italiano è un appuntamento paragonabile a una finale di coppa Italia di calcio o a gara 5 di una finale scudetto di pallavolo o basket. Nate per l’amore per la corsa in montagna di un gruppo di appassionati della provincia e di altre zone d’Italia, le Porte di Pietra sono presto cresciute in maniera esponenziale finendo per diventare attrattiva per tutta la Valle Borbera che ha capito da subito che la corsa per “fachiri della fatica” è uno splendido biglietto da visita per tutti gli operatori turistici. Ne sono consapevoli anche gli organizzatori che lunedì sera alle 20,30 al palasport di Cantalupo Ligure affronteranno il tema della valorizzazione della val Borbera attraverso la presentazione della corsa podistica che quest’anno di correrà il 18 maggio su un tracciato ormai collaudato e che è unico in Italia perché ci sono poche vallate appenniniche che hanno una corona montana chiusa e che si sviluppa su un tracciato di 70 chilometri in quota senza ripetizioni. La serata sarà presentata e gestita da Fulvio Massa, il presidente del team organizzatore degli Orsi e uno dei pionieri della kermesse assieme al “mitico” Andreino Boggeri, podista a 360° e soprattutto valborberino innamorato della sua terra. Le Porte di Pietra infatti sono ormai un evento che dura almeno 48 ore con manifestazioni collaterali che coinvolgono il pubblico e gli appassionati al seguito della corsa, dai più piccoli agli amanti della fotografia, da chi vuol stare in compagnia a chi vuole rendersi utile con il suo contributo di volontario, dando una mano oscura ma preziosa alla riuscita dell’evento.


l’album

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

36 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Forza & Virtù

Dalla Pgs nuovi titoli A fine marzo al Palazzetto di San Maurizio Canavese la seconda fase regionale del Campionato Pgs. La Pgs era come sempre presente con una rappresentanza di ben oltre 50 ginnaste, tutte all’altezza del livello della competizione. Nel programma “A1 categoria giovani” Virginia Giordano vince la classifica generale e ottiene anche l’oro nella specialità della trave e del corpo libero. Nel programma “A2 categoria giovani” Sofia Giampieri ottiene un ottimo nono posto nella classifica generale, vincendo comunque un argento nel volteggio, mentre nella “categoria over” Gaia Dal Toso vince la classifica generale (seconda a trave, prima a corpo libero a volteggio e a parallele) seguita al secondo posto da Greta Lasagna (seconda al corpo libero a volteggio e a parallele e terza a trave), terza Sofie Turolla (prima a trave, terza a volteggio e corpo libero). Nella “categoria senior” Isabella Germoglio vince la classifica generale ottenendo anche la medaglia d’oro nelle specialità del corpo libero, trave e volteggio. Nel programma “B categoria mini” Laura De Bernardi ottiene un secondo posto nella classifica generale (oro a trave e argento a volteggio), quinta è Elisa Terzi (argento a parallele e trave), sesta è Angela Contotto. Nella “categoria propaganda” argento in classifica generale per Alice Scurati (oro a volteggio e parallele, bronzo a corpo libero), quarto posto per Alice Altomari (argento al volteggio), sesto per Irdes Mehmeti (argento a trave). Nella “categoria under 15” Erika Priora è sesta nella generale (oro alla trave). Nella “categoria under 17” argento nella classifica generale per Stefania Lucaci (oro al volteggio e trave, argento a corpo libero), terza Giulia Pestarino (argento a trave). Nel programma “C categoria mini” settimo posto per Sofia Bolfo seguita all’ottavo da Tiziana Traverso mentre è undicesima Maria Carolina Gastaldo. Nella “categoria propaganda”, assai numerosa, sesta Anna Fortunato, seguita da Francesca Ravetti ottava, decima Francesca Godo, undicesima Carolina Fara, buona anche la prestazione di Annet Moscatello che però non riesce a ottenere la qualificazione per i campionati nazionali. Nella “categoria under 15” sesto posto generale per Martina Scaglione (oro a volteggio e argento a corpo libero), settimo posto per Ylenia Varlotta (bronzo a corpo libero), ottavo per Beatrice Risso (oro al corpo libero e argento a volteggio), undicesimo posto per Giulia Ravetti, tredicesimo posto per Elena Agnelli. Nella “categoria under 17” Alessia Repetto è ottava mentre Elisa Cupelli è nona (oro al corpo libero). Nel programma “D categoria mini” vittoria per Alice Zanellato, quinta Alessandra Coscia, sesta Giulia Ravera, sedicesima Nicole Bighi (argento a trave), ventiduesima Carolina Ravetti. Nella “categoria propaganda” è settima Chiara Colaianni, sedicesima Alice Minardi, diciottesima Francesca Bistolfi, ventinovesima Letizia Repetto. Nella “categoria under 15” undicesima è India Zappia, dodicesima Fabiola Bianchi, ventiduesima Letizia Traversa, ventiseiesima Giulia Sonsino, buona anche la prestazione di Elena Zaccone che si piazza ventottesima su 50 partecipanti. Nella “categoria supermini” vince Melissa Tacchino, argento per Clara Benzi, buona la prestazione di Sara Picollo, Giulia Gemme, Giulia Fagiani, Martina Gavazza, Matilda Caffarone e Giorgia Piccarolo giovanissime e alle prime esperienze e che comunque hanno ottenuto la qualificazione al campionato nazionale. Grande soddisfazione per tutta la società e per gli istruttori Carlotta Carraturo, Sara Cartesegna, Fulvio Bonardo e Marta Bagnasco che hanno preparato le ginnaste con grande impegno, ottenendo risultati di assoluto rispetto e che hanno, come sempre, svolto un ottimo lavoro facendo in modo che quasi tutte ottenessero l’ambita qualificazione al campionato nazionale.


latelevisione

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

37 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

laprogrammazione giovedì

venerdì

dal 10 al 16 aprile

sabato

domenica

lunedì

martedì

mercoledì

10 11 12 13 14 15 16 aprile

15.20 La vita in diretta, attualità 17.00 Tg1-Che tempo fa 18.50 L’Eredità, gioco 20.00 Tg1 20.30 Affari tuoi 21.15 Don Matteo 9, fiction 23.25 Tg1 60 secondi

15.20 La vita in diretta, attualità 17.00 Tg1-Che tempo fa 18.50 L’Eredità, gioco 20.00 Tg1 20.30 Affari tuoi 21.10 La pista, varietà 23.25 TV7, attualità

17.15 A Sua Immagine, attualità 17.45 Passaggio a Nord-Ovest, doc. 18.50 L’Eredità, gioco 20.00 Tg1 - Rai Tg sport 20.35 Affari tuoi 21.10 Ti lascio una canzone, varietà 00.00 Tg1 60 secondi

14.00 L’Arena, varietà 16.35 Domenica In.., varietà 20.00 Tg1 20.40 Affari tuoi, gioco 21.30 Un medico in famiglia 9, fic. 23.30 Tg1 60 secondi 23.35 Speciale Tg1, attualità

14.10 Verdetto finale, attualità 15.20 La vita in diretta, attualità 17.00 Tg1-Che tempo fa, attualità 18.50 L’eredità, gioco 20.30 Affari tuoi, gioco 21.10 Purchè finisca bene, film 23.15 Tg1 60 secondi

14.10 Verdetto finale, attualità 15.20 La vita in diretta, attualità 18.50 L’eredità, gioco 20.00 Tg1 20.30 Affari tuoi, gioco 21.10 Una buona stagione, fiction 23.15 Tg1 60 secondi

14.10 Verdetto finale, attualità 15.20 La vita in diretta, attualità 18.50 L’eredità, gioco 20.00 Tg1 20.30 Affari tuoi, gioco 21.15 Un medico in famiglia, fiction 23.10 Porta a Porta

14.00 Detto Fatto, attualità 16.15 Cold Case, telefilm 17.45 Tg2 Flash L.I.S. 18.15 Tg2 18.45 Squadra Speciale Cobra 11, tf 21.10 NCIS Los Angeles, telefilm 22.40 Blue Bloods, telefilm

14.00 Detto Fatto, attualità 16.15 Cold Case, telefilm 17.45 Tg2 Flash L.I.S. 18.15 Tg2 18.45 Squadra Speciale Cobra 11, tf 21.10 Virus, il contagio delle idee, att. 23.35 The voice of Italy, reality

14.00 Voyager Factory, documenti 17.10 Sereno Variabile, attualità 18.15 Rai Sport 90° minuto Serie B 18.50 Countdown, telefilm 20.30 Tg2 21.05 Castle, telefilm 23.00 Rai Sport Sabato Sprint

15.40 Quelli che il calcio, varietà 17.05 Tg2 L.I.S. 18.10 90° minuto, attualità 19.35 Countdown, telefilm 20.30 Tg2 21.00 NCIS, telefilm 22.40 La domenica sportiva, attual.

14.00 Detto Fatto, attualità 16.15 Cold Case, telefilm 17.45 Tg2 Flash L.I.S. 18.45 Squadra Speciale Cobra 11, tf 20.30 Tg2 21.10 Rex 7, telefilm 23.15 Intelligence, telefilm

14.00 Detto Fatto, attualità 16.15 Cold Case, telefilm 17.45 Tg2 Flash L.I.S. 18.45 Squadra Speciale Cobra 11, tf 20.30 Tg2 21.10 Made in Sud, varietà 00.00 2Next, attualità

14.00 Detto Fatto, attualità 16.15 Cold Case, telefilm 17.45 Tg2 Flash L.I.S. 18.45 Squadra Speciale Cobra 11, tf 20.30 Tg2 21.10 The Voice of Italy, reality 23.55 Tg2

15.05 TgR Piazza Affari 16.40 Geo, documenti 19.00 Tg3 20.00 Blob 20.35 Un posto al sole, soap 21.05 A Dangerous Method, film 23.00 Gazebo, attualità

15.05 TgR Piazza Affari 16.40 Geo, documenti 19.00 Tg3 Regione 20.00 Blob 20.35 Un posto al sole, soap 21.05 The Iron Lady, film 23.00 I dieci comandamenti, doc.

16.30 Guardia, guardia scelta.., fl 18.00 Per un pugno di libri, gioco 19.00 Tg3 - Tg Regione 20.00 Blob 20.10 Che tempo che fa, attualità 21.30 Ulisse: il piacere della sco.., doc. 23.40 Tg3 - TG Regione

14.30 In 1/2 ora, attualità 15.00 Tg3 L.I.S. (per non udenti) 15.05 Ciclismo: Parigi-Roubaix 19.00 Tg3 Regione 20.00 Blob 20.10 Che tempo che fa, attualità 22.45 Glob-Diversamente ital..., var.

15.10 Terra Nostra, soap 16.40 Geo, documenti 19.00 Tg3 Regione 20.00 Blob 20.35 Un posto al sole, soap 21.05 Report, attualità 23.00 Visionari, documenti

14.50 TgR Leonardo 15.10 Terra Nostra, fiction 16.40 Geo, documenti 19.00 Tg3 Regione - Blob 20.35 Un posto al sole, soap 21.05 Ballarò, attualità 23.20 Gazebo, varietà

15.10 Terra nostra, soap 16.00 Aspettando Geo, documenti 19.00 Tg3 Regione - Blob 20.10 Sconosciuti, attualità 20.35 Un posto al sole, soap 21.05 Chi l’ha visto?, attualità 23.15 Gazebo, varietà

15.30 Grandi magazzini, film 17.35 My Life-Segreti e passioni, tf 18.55 Tg4-Meteo.it 19.35 Il Segreto, soap 20.30 Tempesta d’amore, telefilm 21.15 Uno sceriffo extraterrestre, fl 23.10 48 ore, film

13.55 Lo sportello di Forum, attualità 15.30 Uomini e cobra, film 18.55 Tg4-Meteo.it 19.35 Il Segreto, soap 20.30 Tempesta d’amore, telefilm 21.15 Quarto Grado, attualità 00.00 Basic Instinct 2, film

15.30 Come si cambia celebrity, real. 16.10 Ieri e oggi in tv speciale, doc. 17.00 Poirot: delitto in cielo, film 19.35 Il Segreto, soap 20.30 Tempesta d’amore, soap 21.30 A dangerous man, film 23.25 Ispettore Callaghan, film

13.55 Donnavventura, documenti 14.55 Catastrofe a catena, film 18.55 Tg4-Telegiornale-Meteo 19.35 Il segreto, soap 20.30 Tempesta d’amore, soap 21.15 La Bibbia, film 23.15 Rapiemento e riscatto, film

14.00 Lo sportello di Forum, attualità 16.30 Il comandante Florent, telefilm 17.45 My life - Segreti e passioni, tf 19.35 Il segreto, soap 20.30 Tempesta d’amore, soap 21.15 Quinta colonna, attualità 23.55 Terra!, attualità

15.30 Hamburg ditretto 21, telefilm 16.35 Shenandoah, film 18.55 Tg4 - Meteo 19.35 Il segreto, soap 20.30 Tempesta d’amore, soap 21.15 The next three days, film 23.55 Three Kings, film

15.30 Hamburg ditretto 21, telefilm 16.45 Come prima, meglio di prima, fl 18.55 Tg4 - Meteo 19.35 Il segreto, soap 20.30 Tempesta d’amore, soap 21.15 Ruslan, film 23.10 Chase, telefilm

16.15 Il segreto, soap 17.10 Pomeriggio Cinque, attualità 18.50 Avanti un altro!, gioco 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Striscia la notizia, varietà 21.05 Calcio: Juventus-Lione 23.00 Europa League Speciale

16.15 Il segreto, soap 17.10 Pomeriggio Cinque, attualità 18.50 Avanti un altro!, gioco 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Striscia la notizia, varietà 21.10 Le mani dentro la città, film 23.30 Supercinema, attualità

15.25 Il segreto, soap 16.10 Verissimo, attualità 18.50 Avanti un altro!, gioco 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Striscia la notizia, varietà 21.10 Amici, varietà 00.30 Speciale Tg5, attualità

13.40 L’arca di Noè, attualità 14.00 Domenica live, varietà 18.50 Avanti un altro!, gioco 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Paperissima Sprint, varietà 21.10 Matrimonio alle Bahamas, film 23.15 Grande Fratello 13, reality

16.15 Il segreto, soap 16.55 Pomeriggio Cinque, attualità 18.50 Avanti un altro!, gioco 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Striscia la notizia, varietà 21.10 Grande Fratello 13, reality 00.15 Grande Fratello 13 Live, real.

16.15 Il segreto, soap 17.10 Pomeriggio Cinque, attualità 18.50 Avanti un altro!, gioco 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Striscia la notizia, varietà 21.10 Giass, varietà 23.30 Matrix, attualità

16.15 Il segreto, soap 17.10 Pomeriggio Cinque, attualità 18.50 Avanti un altro!, gioco 20.00 Tg5 - Meteo.it 20.40 Striscia la notizia, varietà 21.10 Rodolfo Valentino, fiction 23.30 The Prestige, film

14.35 Dragon ball GT, cartoni 15.25 Vecchi bastardi, varietà 16.20 Urban Wild, documenti 17.25 Come mi vorrei, telefilm 19.20 CSI - Scena del crimine, tf 21.10 Hitch, film 23.35 Lei è troppo per me, film

14.35 Dragon ball GT, cartoni 15.25 Vecchi bastardi, varietà 16.20 Urban Wild, documenti 18.30 Studio Aperto - Meteo 19.20 CSI - Scena del crimine, tf 21.10 Colorado, varietà 00.00 Oktagon, attualità

13.40 Grande Fratello 13, reality 14.10 I Simpson, cartoni 16.00 Norbit, film 18.30 Studio Aperto 19.00 Tom & Jerry, cartoni 21.10 Puzzole alla riscossa, fl 22.55 Superhero, film

13.50 Fuori giri, attualità 14.35 Paulie: i pappagallo che..., fl 16.30 White Lion, film 18.30 Studio aperto - Meteo.it 19.15 Dante’s Peak, film 21.30 Lucignolo, varietà 00.30 30 giorni di buio, film

14.35 Dragon ball GT, cartoni 15.25 Vecchi bastardi, varietà 16.25 Urban Wild, documenti 18.30 Studio Aperto 19.20 CSI - Scena del crimine, tf 21.10 In time, film 23.25 Tiki Taka, attualità

14.35 Dragon ball GT, cartoni 15.25 Vecchi bastardi, varietà 16.25 Urban Wild, documenti 18.30 Studio Aperto 19.20 CSI - Scena del crimine, tf 21.10 Arrow, telefilm 22.55 Nikita, telefilm

14.35 Dragon ball GT, cartoni 15.25 Vecchi bastardi, varietà 16.20 Urban Wild, documenti 18.30 Studio Aperto 19.20 CSI - Scena del crimine, tf 21.10 Le Iene show, varietà 00.45 Confessione reporter, attual.

14.40 Le strade di San Francisco, tf 16.40 Il commissario Cordier, telef. 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, telefilm 21.10 Servizio pubblico, attualità 00.00 La7 Night desk, attualità

14.40 Le strade di San Francisco, tf 16.40 Il commissario Cordier, telef. 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, telefilm 21.10 Crozza nel paese dell.., att. 22.40 Bersaglio mobile, attualità

14.40 Le strade di San Francisco, tf 16.40 Il ritorno dei magnifici 7, film 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, attualità 21.10 Il commissario Maigret, film 00.40 La7 Sport

14.40 L’uomo denza volto, fl 16.40 The District, telefilm 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Domenica nel paese delle.., var. 21.30 La gabbia reloaded, attualità 00.00 Hamburger Hill, film

14.40 Le strade di San Francisco, tf 16.40 Il commissario Cordier, telef. 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, attualità 21.10 Piazzapulita, attualità 00.00 La7 Night Desk, attualità

14.40 Le strade di San Francisco, tf 16.40 Il commissario Cordier, telef. 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, attualità 21.10 Suspect, film 23.30 Sex & the City, telefilm

14.40 Le strade di San Francisco, tf 16.40 Il commissario Cordier, telef. 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, attualità 21.10 La gabbia, attualità 00.00 La7 Night Desk, attualità

Canale5

Rai1

aprile

Rai2

aprile

Rai3

aprile

Rete4

aprile

Italia1

aprile

La7

aprile

R OT T WE I L E R & JAC K R U SS E L TE R R I E R

Regione Chiappini, 225 Rocca Grimalda (AL) Tel. 347 5760185 www.dialbascura.com

Nel nostro allevamento è possibile trovare i cuccioli delle nostre razze più adatti alle vostre esigenze e anche alle vostre possibilità! Addestramento/educazione cinofila per tutte le razze. Contattateci per avere maggiori informazioni.


notizieutili lefarmacie

www.farmapiemonte.org

NOVI LIGURE Giovedì 10: Nuova (viale Saffi); venerdì 11: Baiardi (via Girardengo); sabato 12: Comunale (via Verdi), di appoggio diurno: Moderna (via P.Giovanni XXIII) e Baiardi; domenica 13: Valletta (via Garibaldi); lunedì 14: Giara (via Girardengo); martedì 15: Moderna; mercoledì 16: Beccaria (via P.Isola). OVADA Domenica 13 aprile: Frascara, Piazza Assunta NEI PAESI Giovedì 10: Cantù (Gavi); venerdì 11: Libarna (Serravalle) e Marucchi (Borghetto); sabato 12: Foco (Stazzano); domenica 13: Moderna (Arquata) e Libarna; lunedì 14: Belleri (Gavi) e Maiocchi (Cabella); martedì 15: Balbi (Serravalle) e Belforte (Albera); mercoledì 16: Giacoboni (Arquata). BASALUZZO: Moccagatta (aperta la seconda domenica del mese); CAPRIATA D’ORBA: Opizzi (terza domenica del mese); CABELLA: Maiocchi (seconda domenica del mese); PASTURANA: Bianchi (prima domenica del mese); POZZOLO FORMIGARO: Perseghini (seconda e quarta domenica del mese). Contattando il sito www.farmapiemonte.org al link: “cerca la farmacia aperta più vicina” è possibile conoscere, anche con largo anticipo, le farmacie di turno desiderate.

leedicole NOVI LIGURE Domenica 13 aprile Mandirola (corso Marenco); Magenta (via Marconi); Fanin (via Papa Giovanni XXIII); Salinelli (piazza XX Settembre); Ferrarese (via Verdi); Ponte (Stazione Fs); Scarsi (viale P.Cichero); Arecco (via Amendola); Rebora (via Casteldragone); Edicola di viale Saffi. OVADA Domenica 13 aprile Piazza Assunta , Corso Saracco, Corso Libertà

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

38 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

leposte

parrocchieemesse

ORARIO CONTINUATO (dal lunedì al venerdì 8.25-19.10; sabato 8.25-12.35) Novi Ligure (p.zza De Negri 1), Ovada (via Monsignor Cavanna 16).

NOVI LIGURE

ORARIO ORDINARIO (dal lunedì al venerdì 8.25-13.35; sabato 8.25-12.35) Novi Ligure (via Garibaldi), Arquata Scrivia (via Libarna 201), Cassano Spinola (via Arzani 93), Cremolino (via San Bernardino 1), Gavi (piazza Dante 10), Pasturana (via Roma 18), Serravalle Scrivia (via Brodolini 17) (dal lunedì al venerdì 8.15-13.45; sabato 8.15-12.45) Basaluzzo (via Stazione 3), Borghetto Borbera (via Roma 63), Borghetto Borbera (Persi, via Provinciale 14), Bosio (via Umberto I 42), Cabella Ligure (piazza della Vittoria), Capriata d’Orba (via San Giovanni 2), Carpeneto (piazza Vittorio Emanuele II 1), Castelletto d’Orba (via G. B. Borgatta 7), Lerma (corso Spinola 12), Molare (via P. Albareto), Pozzolo Formigaro (piazza IV Novembre 4), Prasco (via Roma 1), Predosa (via Cavour 6), Rocca Grimalda (piazza Vittorio Veneto 1), Silvano d’Orba (piazza Battisti 48), Stazzano (piazza Risorgimento 5), Tagliolo Monferrato (via Roma 2), Trisobbio (via Roma 12), Vignole Borbera (viale Torino 14), Voltaggio (piazza Garibaldi 6).

OVADA ORARIO RIDOTTO (lunedì, mercoledì e venerdì 8.15-13.45) Rocchetta Ligure (piazza Regina Margherita), Cantalupo Ligure (via Umberto I 27), Albera Ligure (via Roma), Belforte Monferrato (via San Colombano 3), Carrosio (via G. Odino 39), Francavilla Bisio (via Guasco 16), Fresonara (piazza Italia 10), Grondona (via Municipio), Parodi Ligure (piazza Municipio 5), San Cristoforo (via Irmo Ferrari 16a), Tassarolo (piazza Libertà 10). (martedì, giovedì e sabato) Predosa (Castelferro, via Pellizza 3)

numeridiemergenza Ambulanza 118; Carabinieri 112; Vigili del fuoco 115; Polizia 113; Guardia di finanza 117

Direzione GENOVA 6.00 R 21107 (§) • Serravalle Scrivia 6.08, Arquata 6.21, Genova Sampierdarena 7.21, G. Principe 7.29, G. Brignole 7.35. 6.44 RV 1759 Serravalle 6.51, Arquata 6.57, G. Principe 7.32, Brignole 7.38 7.05 R 6111 (*) Serravalle 7.12, Arquata 7.19, G. Principe 7.54, Brignole 8.00. 7.44 RV 2503 Serravalle 7.50, Arquata 7.56, Principe 8.30 8.44 RV 2505 Serravalle 8.51, Arquata 8.57, Principe 9.30, Brignole 9.38. 9.44 RV 2161 Serravalle 9.51, Arquata 9.57, Principe 10.30, Brignole 10.38. 11.44 RV 2511 Serravalle 11.51, Arquata 11.57, Principe 12.30, Brignole 12.38. 12.44 RV 2513 Serravalle 12.51, Arquata 12.57, Principe 13.30, Brignole 13.38. 13.44 RV 2515 (§) Serravalle 13.51, Arquata 13.57, Principe 14.30, Brignole 14.38. 14.44 RV 1761 Serravalle 14.51, Arquata 14.57, Principe 15.30, Brignole 15.38. 15.15 IC 515 (§) G. Principe 15.56, G. Brignole 16.02 16.44 RV 2521 Serravalle 16.51, Arquata 16.57, Principe 17.30, Brignole 17.38. 18.44 RV 1745 Serravalle 18.51, Arquata 18.57, Principe 19.30, Brignole 19.38. 19.15 IC 519 G. Principe 19.56, G. Brignole 20.02 19.43 RV 2527 Serravalle 19.48, Arquata 19.56, Principe 20.32, Brignole 20.38. 20.44 RV 2529 Serravalle 20.51, Arquata 20.57, Principe 21.30, Brignole 21.38. Direzione MILANO 6.20 R 2160 (§) Pozzolo 6.27, Tortona 6.43, Voghera 6.56, Pavia 7.16, Rogoredo 7.41, Milano Lambrate 7.46, Milano Centrale 7.55. 6.38 R 2162 (§) Pozzolo 6.44, Tortona 6.58, Voghera 7.12, Pavia 7.32, Rogoredo 7.53 7.56 R 2164 (§) Pozzolo 8.02, Tortona 8.16, Voghera 8.29, Pavia 8.51, Rogoredo 9.10, Lambrate 9.18, Milano Centr. 9.30.

Nostra Signora Assunta (piazza Assunta): ore 8.00, 11.00, 17.30; prefestivi ore 17.30; feriali ore 8.30. San Paolo della Croce (corso Italia): ore 11.00; prefestivi ore 20.30; feriali ore 20.30. Padri Cappuccini: ore 10.30. Padri Scolopi (piazza San Domenico): ore 7.30, 10.00; prefestivi ore 16.30; feriali 7.30, 16.30. Madri Pie: feriali ore 17.30. Monastero Passioniste: ore 10.00. Ospedale: prefestivi e feriali ore 18.00. San Venanzio (frazione San Venanzio): festivi ore 9.30. Grillano: festivi ore 9.00. Nostra Signora della Neve (frazione Costa): festivi ore 10.00. San Lorenzo (frazione San Lorenzo): festivi ore 11.00.

guardiamedica

itreni Partenze da Novi

Collegiata (piazza Dellepiane): ore 9.00, 11.00, 12.00, 17.00; prefestivi ore 17.00. Sant’Andrea (piazza Sant’Andrea): ore 10.00. Sant’Antonio (viale Rimembranza): ore 8.00, 10.00, 11.00, 17.30. Cimitero (via P. Isola): ore 8.45. Sacro Cuore (via Don L. Sturzo): ore 8.00, 11.00, 17.00; prefestivi ore 17.00. San Nicolò (via Girardengo): ore 8.30, 10.30, 11.30, 18.00; prefestivi ore 18.00. Cristo Risorto (quartiere G3): ore 9.30. Maddalena (via Abba): prefestivi ore 17.00. San Pietro (via Roma): ore 10.00, 11.30, 18.15; prefestivi ore 18.15. Santa Rita (via Monte Grappa): ore 9.00. San Giovanni Bosco (via San G. Bosco): ore 9.00. Barbellotta (frazione Barbellotta): ore 11.00. Ospedale (via Raggio): prefestivi ore 18.00. Pieve di Santa Maria (piazzale Pieve): ore 9.00, 11.00, 17.00; prefestivi ore 17.00.

Direzione TORINO

Direzione ALESSANDRIA

6.14 RV 2500 Alessandria 6.29, Asti 6.52, Torino Lingotto 7.21, Torino Porta Nuova 7.30. 6.24 RV 10438 (*) Alessandria 6.39, Asti 7.00, Torino Lingotto 7.37, Torino Porta Nuova 7.45. 7.14 RV 2505 Alessandria 7.29, Asti 7.52, Torino Lingotto 8.21, Torino Porta Nuova 8.30. 7.41 IC 500 (§) Alessandria 7.57, Asti 8.18, Torino Lingotto 8.47, Torino Porta Nuova 8.55. 8.41 IC 502 Alessandria 8.57, Asti 9.18, Torino Lingotto 9.47, Torino Porta Nuova 9.55. 9.14 R 2506 Alessandria 9.29, Asti 9.52, Torino Lingotto 10.21, Torino Porta Nuova 10.30. 10.14 R 2508 Alessandria 10.29, Asti 10.52, Torino Lingotto 11.21, Torino Porta Nuova 11.30. 11.14 R 2510 Alessandria 11.29, Asti 11.52, Torino Lingotto 12.21, Torino Porta Nuova 12.30. 13.14 RV 2514 Alessandria 13.29, Asti 13.52, Torino Lingotto 14.21, Torino Porta Nuova 14.30. 14.14 RV 2516 Alessandria 14.29, Asti 14.52, Torino Lingotto 15.21, Torino Porta Nuova 15.30. 15.14 RV 1746 Alessandria 15.29, Asti 15.52, Torino Lingotto 16.21, Torino Porta Nuova 16.30. 17.14 RV 2522 Alessandria 17.29, Asti 17.52, Torino Lingotto 18.21, Torino Porta Nuova 18.30. 17.22 IC 512 (§) Alessandria 17.34, Asti 17.58, Torino Lingotto 18.30, Torino Porta Nuova 18.40. 18.14 RV 2524 Alessandria 18.29, Asti 18.52, Torino Lingotto 19.21, Torino Porta Nuova 19.30. 19.14 RV 1748 Alessandria 19.29, Asti 19.52, Torino Lingotto 20.21, Torino Porta Nuova 20.30.

6.34 R P 518 (#^) Predosa 6.55, Alessandria 7.30. 7.06 RP 11399 (#§) Predosa 6.53, Alessandria 7.20. 7.40 R P 520 (#§) Predosa 8.01, Alessandria 8.26. 8.07 R P 538 (#§) Predosa 8.27, Alessandria 8.54. 11.00 RP 508 (#§) Predosa 11.21, Alessandria 11.46. 13.30 RP 528 (#§) Predosa 13.51, Alessandria 14.16. 14.31 RP 560 (#§) Predosa 14.51, Alessandria 15.18. 14.36 RP 530 (#^) Predosa 14.57, Alessandria 15.32. 15.35 RP 532 (#§) Predosa 15.56, Alessandria 16.21. 18.50 RP 562 (#*) Predosa 19.10, Alessandria 19.37.

Direzione LA SPEZIA 6.44 RV 1759 Serravalle Scrivia 6.51, Arquata Scrivia 6.58, Principe 7.49, Brignole 7.58, Portofino 8.31, Rapallo 8.36, La Spezia 09.59. 14.44 RV 1761 Genova Principe

15.30, Genova Brignole 15.38, Rapallo 16.27, La Spezia 17.58. 18.44 RV 1745 Serravalle Scrivia 18.50, Arquata Scrivia 18.56, Genova Brignole 19.40, Portofino 20.31, Rapallo 20.35, La Spezia 21.51

Partenze da Ovada Direzione GENOVA 6.33 R 11399 (§) Rossiglione 6.41, Campo-Masone 6.47, Genova Sampierdarena 7.26, Genova Principe 7.34, Genova Brignole 7.43. 7.30 R 6155 (§) Rossiglione 7.38, Campo-Masone, 7.44, Sampierdarena 8.20, Genova Principe 8.27, Genova Brignole 8.33. 7.55 R 6157(§) Rossiglione 8.04, Campo-Masone, 8.10, Genova Sampierdarena 8.37, Principe 8.45, Genova Brignole 8.53. 9.14 R 6159 (^) Rossiglione 9.22, Campo-Masone, 9.28, Sampierdarena 10.02 10.47 R 6161 (^) Rossiglione 10.54, Campo-Masone, 11.00, Sampierdarena 11.38 12.35 R 6163 (§) Rossiglione 12.44, Campo-Masone, 12.51, Sampierdarena 13.28, Genova Principe 13.35, Genova Brignole 13.41. 13.42 R 6165 (§) Rossiglione 13.51, Campo-Masone, 13.57, Sampierdarena 14.33, Principe 14.40, Brignole 14.46. 14.40 R 6167 (§) Rossiglione 14.49, Campo-Masone, 14.55, Sampierdarena 15.31, Principe 15.38, Brignole 15.44. 16.12 R 6169 (§) Rossiglione 16.22, Campo-Masone, 16.28, Genova Sampierdarena 17.05, Genova Principe 17.12, Genova Brignole 17.18. 17.37 R 6171 (^) Rossiglione 17.46, Campo-Masone, 17.56, Sampierdarena 18.44. 18.43 R 6173 (§) Rossiglione 18.52, Campo-Masone, 18.58, Genova Sampierdarena 19.35, Genova Piazza Principe 19.45, Genova Brignole 19.51.

Direzione ACQUI TERME 7.06 R 6150 Acqui 7.28. 8.15 R 6152 (§) Acqui 8.38. 8.31 R 6178 (^) Acqui 8.52. 9.56 R 6154 (§) Acqui 10.17. 11.18 R 6156 (*) Acqui 11.39 11.35 R 6182 (^) Acqui 11.55 13.01 R 6184 (^) Acqui 13.22 13.18 R 6158 (§) Acqui 13.39 14.18 R 6160 (*) Acqui 14.38 15.19 R 6162 (§) Acqui 15.40. 15.33 R 6188 (^) Acqui 15.54. 16.45 R 6164 (§) Acqui 17.06. 17.03 R 6190 (^) Acqui 17.23. 17.58 R 11396 (*) Acqui 18.15. 18.44 R 6166 Acqui 19.05. 19.22 R 6168 (*) Acqui 19.44. 20.09 R 6192 (^) Acqui 20.31. 20.18 R 6170 (§) Acqui 20.39. Sono indicate solamente le fermate nelle stazioni principali dei treni che circolano dalle 6.00 alle 21.00. Per gli orari completi visitate il sito www.trenitalia.it oppure consultate le bacheche della vostra stazione ferroviaria. (^) Circola solo i giorni festivi (§) Non circola nei giorni festivi (*) Non circola nei giorni festivi né il sabato (#) Bus sostitutivo

Il servizio è attivo nei giorni feriali, dalle ore 20.00 alle 8.00 del mattino successivo. Il sabato e nei giorni prefestivi dalle ore 10.00 alle 8.00 del lunedì o del giorno successivo a quello festivo.

NOVI LIGURE (tel. 0143 746569) risponde per i comuni di Novi, Basaluzzo, Capriata, Cassano Spinola, Francavilla Bisio, Pozzolo Formigaro, Pasturana, Tassarolo. OVADA (tel. 0143 81777) Ovada, Carpeneto, Casaleggio, Cremolino, Lerma, Molare, Rocca Grimalda, Silvano d’Orba, Tagliolo, Trisobbio. ARQUATA SCRIVIA (tel. 0143 636129) Arquata Scrivia, Albera Ligure, Borghetto Borbera, Cabella Ligure, Cantalupo Ligure, Carrega Ligure, Grondona, Mongiardino Ligure, Roccaforte Ligure, Serravalle Scrivia, Vignole Borbera. GAVI (tel. 0143 642551) Gavi, Bosio, Carrosio, Fraconalto, Parodi Ligure, San Cristoforo, Voltaggio. CASTELLAZZO BORMIDA (tel. 0131 270027) Predosa.

edizioni sic srl • novi ligure Direttore responsabile: MARCO MATTEINI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .direttore@ilnovese.info Vicedirettore: ELIO DEFRANI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .e.defrani@ilnovese.info Direttore marketing: MILVA CALDO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .m.caldo@ilnovese.info Segretaria di Redazione: PIERA FIRPO . . . . . . . . . . . . . . . . . . .amministrazione@ilnovese.info Impaginazione in proprio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .grafica@ilnovese.info Pubblicità: Paolo Moncalvo (cell. 393 3377444) - Mauro Piccarolo (cell. 349 3566402) marketing@ilnovese.info

Redazione di Novi Ligure

Redazione di Ovada

via Garibaldi 17 - Tel. 0143.314700 Fax 0143.314701 - redazione@ilnovese.info Maurizio Iappini . . . . . . . . . . . . .sport@ilnovese.info Lisa Lanzone . . . . . . . . . . . .l.lanzone@ilnovese.info Sara Moretto . . . . . . . . . . .s.moretto@ilnovese.info Marzia Persi . . . . . . . . . . . . . .m.persi@ilnovese.info Collaboratori: Arianna Borgoglio, Umberto Cabella, Daria Ubaldeschi, Claudio Casonato, Michela Ferrando, Gino Fortunato, Giulia Cipollina. Abbonamenti: Euro 35 - c.c.p. n° 12398111 intestato a ‘il novese’ Via Garibaldi 17 - Novi Ligure

via Buffa 39 - Tel. e fax 0143.81054 ovadese@alice.it Redattori capo: Diego Cartasegna, Claudio Priarone Edoardo Schettino . . . . . . . .eschet@gmail.com Collaboratori: Simonetta Albertelli, Elisabetta Baschiera, Giuliana Cantamessa, Dania D’Amato, Stefano Danielli, Lorenzo Martinengo, Luca Piana, Daniele Prato, Stefano Priarone, Laura Caneva (fotoservizi) Abbonamenti: Euro 35 - c.c.p. n° 13718150 intestato a ‘l’ovadese’ Via Cavallotti 118 Novi Ligure

Stampa AGA Arti Grafiche Associate - corso C. Brunet 13/15 - Cuneo


ilmercatino

ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

39 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

glianimali

gliimmobili illavoro

REGALO pastore tedesco di 10 mesi con pedigree. Tel. 380 6955530.

CERCO in regalo per famiglia indiana cucina a gas con forno (no vano bombole) e mobile soggiorno. Tel. 0143 73722 o 328 5366622. QUATTRO sedie di legno massiccio per tinello color miele. Euro 50,00. Tel. 347 4453799. VENDO divano 2 posti in pelle bianca di ottima qualità. Come nuovo. Causa trasloco. Tel. 348 0148694. VENDO divano in ottime condizioni in pelle marrone chiaro euro 180,00 e 2 poltrone come il divano ad euro 50 cad. Tel. 347 0857429. CAUSA inutilizzo vendo poltrona in pelle marrone a metà prezzo. Telefonare al numero 347 1995633. VENDO divano tre posti + poltrona stile Luigi Filippo, restaurato. Tel. 368 3814860. VENDO letto matrimoniale con doghe e materasso, 2 comodini, comò e specchio. Come nuovo. Euro 400 tratt. Tel. 333 3654547. VENDO divano letto e mobile soggiorno come nuovo. Tel. 348 7837215. VENDO mobile da bagno con specchiera m. 1,2x1,8 tinta ciliegio. Euro 170,00. Tel. 329 7958911. VENDO cucina m l 2,25x0,60, cucina Rex nuova incasso in acciaio satinato piano in granito grigio. Euro 800,00. Tel. 329 7958911. VENDO scrivania ciliegio con cassetti in legno massello. Euro 70. tel. 329 7958911. VENDO credenza a 5 ante (base+cristalliera) anni 60. Tutto legno in ciliegio. Ottimo stato. Tel 320 0684930 CERCO armadio-guardaroba a 2 ante piccolo. Tel. 333 1857298. CERCO 6 seggiole impagliate stile fratino. Tel. 333 1857298. VENDO tavolo + 4 sedie in legno massello color noce euro 500. Comò legno euro 100 e poltrano giardino a euro 50. Tel. 347 5759829. VENDESI arredamento di appartamento: 2 camere, 1 sala, 1 salotto + tinello e accessori vari. Tel. 329 7958911. VENDO 2 divani (3 posti), 2 poltrone in tessuto marrone. Euro 200,00. Anche separatamente. Telefonare al numero 339 3835070. VENDO causa trasloco mobilia varia tutta in buono stato. Tel. 340 5458645. VENDO sala Chippendale fine anni ‘50 in radica noce intarsiata con buffet con specchio, tavolo, 8 sedie, ecc. Tel. 339 4878425.

CENTRO Pozzolo affittasi appart. amm. Term.: 2 camere, soggiorno, bagno, cantina. Ecc. No spese cond. No agenzia. Tel. 335 8309106. CERCO in Novi locale comm. Mq 70. Tel. 329 7958911. CE RCAS I casa in affitto in Ovada centro: 2 camere, cucina, servizi. Risc.aut. No spese cond. Piano 1 o 2. Tel. 340 3520272. AFFITTASI 3 locali + servizi al pt in via Gramsci 39 a Novi. Euro 300 + euro 5 spese cond. mensili Tel. 0143 75643. VENDESI alloggio vicinanza Gavi: cucina, camera, bagno, disp., poggiolo, box. Soleggiato. Termoaut., ristrutt. Certificato e arredato. Tel. 338 3885163. NOVI centro, privato affitta bilocale 50mq arredato: cucina, letto, bagno, poggiolo. Tel. 338 4276382. AFFITTASI a Novi (via P.Isola) app. 4°p in ordine: cucina, letto, sala, 2balconi, cantina, ecc. Tel. 0143 73722 o 328 5366622 solo ref. CENTRO Novi affittasi alloggio ammobiliato termoaut con 2 camere, bagno e cucina. No spese cond. Tel. 388 0603244. Tel dopo le 20.se cond. Tel. 388 0603244. AFFITTO alla Barbellotta casa semind. Semiarred. Con giardino. Solo ref. Tel. 335 6123187. AFFITTO Novi Ligure centro storico bilocale con o senza box (lunghezza 2mt). Solo ref. Tel. 335 6123187. GARAGE vendesi in via Dei Mille 27 a Novi. Tel. 0143 744995 ore serali. AFFITTO in zona G3 a Novi appart. al 2°p con ascens., cucina, bagno, 4 camere, 2 terrazzi ecc. Tel ore pasti 338 4610180 o 0143 745480. Solo referenziati. AFFITTASI in Novi zona centrale n. 2 box. Tel. 328 4791007 ore pasti. VENDO Tassarolo casa ind. 2 piani con cortile doppi vetri, cortile 300mq, risc.aut., doppi vetri. Tel. 0143 745480 o 338 4610180. PRIVATO affitta nuovo centralissimo bilocale arredato, termoaut., no spese cond. . 50Mq al piano terra. Tel. 335 6109033. PRIVATO affitta studio 100mq centro Novi. Posizione unica (via Cavallotti – davanti giardini). 1°piano. Tel. 335 6109033. VENDO appartamento zona mutua piano rialz.: ingresso, cucina, sala, cucina, 2 camere, bagno, ecc. Tel. 0143 745666. SESTRIERE affittasi app. 5 posti letto nel village olimpico. Settimana Natale-Capodanno. Euro 1300,00. Tel. 347 8272477. CERCO cascina con stalla, terreni agricoli, con possibilità di irrigare. In affitto o comodato d’uso. Tel. 346 0904528.

S IG NORA con esperienza ass.anziani offresi quale bdante anche tempo pieno e notte. Baby sitter e cameriera. Tel. 342 1242255. SIGNORA diplomata cerca occupazione come ass.anziani, commissioni, ecc. Tel. 320 6733725. SIGNORA diplomata con esperienza amm.e vendita cerca occupazione Novi e zona. Tel. 329 7643803. CERCO lavoro come autista. Patente auto e camion. Patentino per muletto e rullo. Disp. come muratore e saldatore in polietilene. Tel. 3494327265. Paolo CERCO lavoro come badante anche 24 ore su 24. tel. 348 8038409 Caterina SIGNORA italiana diplomata OSS disponibile per assistenza anziani o disabili. Referenze. Tel. 320 6919050. SIGNORA italiana ref. Aut. Offresi come badante/colf giorno, notte e festivi. Anche part-time. Tel. 342 0952279. RAGAZZO 39enne, laureato, cerca impiego come addetto front-office o altro a Novi. Referenziato. Tel. 377 1211426. OFFRO lezioni di computer a domicilio xp – windows7 – windows 8.1. Tel. 333 5954452. SIGNORA referenziata offresi per ass.anziani e pulizie domestiche. Disp.imm. Tel. 320 6919050. SIGNORE 54enne, refer., con esperienza nella cura degli anziani, cerca lavoro. Tel. 345 0848558. RAGAZZA italiana automunita e refer. offresi come colf/baby sitter a Novi e dintorni. Max serietà. No preditempo. Tel. 340 7209266. SIGNORA cerca lavoro come coll.domestica, ripet. inglese, pulizie, aiuto panificio. Ottima ricamatrice. Tel. 349 2495681. CERCO lavoro come baby sitter, lavapiatti, pulizie. Max serietà. Tel. 324 8323996. RAGAZZA italiana cerca lavoro per assistenza anziani, collaboratrice domestica, ottima stiratrice. Tel. 333 8913984. SIGNORA rumena 47anni ref, con esperienza come badante cerca lavoro. Disp. Immediata. Tel. 345 1721012. SIGNORA referenziata con 10 anni di esperienza come badante cerco lavoro disp.immediata (anche notte e giorno). Tel. 346 0326018. SIGNORA diplomata cerca lavoro, esperienza nel settore segreteria, amministrazione e vendita. Tel. 329 7643803. RAGAZZA con esperienza di assis. anziani offresi come badante a tempo pieno. Tel. 345 1595681. ITALIANA 50enne, referenz., diplomata, cerca lavoro come commessa, segretaria, babysitter, ecc. Anche festivi. Tel. 339 5796596.

ANNIVERSARIO

anniversario

Attenzione

L’8 aprile è ricorso il 25° anniversario della scomparsa di

Compila il tagliando con il testo dell’annuncio e consegnalo o spediscilo a Sic srl, Via Garibaldi 17, 15067 Novi Ligure. Verranno pubblicati solo gli annunci pervenuti sul tagliando in originale (non sono ammesse fotocopie, fax, email).

l’arredo

Nel 2° anniversario della scomparsa della cara

MARIA ANGELA REPETTO in SORO i familiari tutti la ricordano con immutato affetto. Una S. Messa di suffragio sarà celebrata domenica 13 alle ore 11.30 nella Chiesa Parrocchiale di S. Pietro. Si ringraziano quanti si uniranno nel ricordo e nella preghiera. Novi Ligure, 8 aprile 2014 S.p.A. Pompe Funebri via Paolo Giacometti, 22 c/o Comune di Novi

Non si ricevono annunci per telefono Per inserzioni a pagamento contattare la redazione: SALVATORE BORRA La moglie Rina, le figlie Nadia e Vilma, i generi, i nipoti lo ricordano sempre con infinito affetto.

0143. 314700 annunci@ilnovese.info Annunci e ricordi dei propri cari devono pervenire entro e non oltre il venerdì antecedente l’uscita del giornale

AUTI STA pat. C con CQC, esperienza con camion frigo cerco lavoro. Disp. Immediata. Tel. 338 1724033. CERCO lavoro come badante anche 24ore su 24 Tel 348 8038409 SIGNORA referenziata. 28enne, cerca lavoro come colf, assistenza anziani, baby sitter, cameriera, ecc. Chiede serietà. Tel 346 784 4810 CERCO lavoro come giardiniere e/o aiuto in campagna. Tel 349 3349575. SIGNORA 54enne italiana refer. Offresi per far compagnia a bambini e a persone anziane. No badante. Tel. 331 8575064. CERCO lavoro come part-time anche saltuario. Tel. 345 8052130. SIGNORA con esperienza decennale di badante offresi a tempo pieno, anche cameriera o cuoca. Novi e Genova. Tel. 393 3731298. CERCO lavoro come assistente anziani, anche di notte. Non automunita. Tel 348 3422176. 60ENNE italiano, non pensionato, offresi come badante anziani, anche notturno, solo Ovada. Pratico lavori casa e cucina. Tel 3491437338. SIGNORA italiana cerca lavoro in ambito pulizie o altro purchè serio. Zona Novi e dintorni. Automunita. Tel. 347 0647363. PIZZAIOLO, aiuto cucina, offresi. Lunga esperienza. Tel. 347 2749606. OPERAIO rumeno cerco lavoro in zona dell’ovadese, di qualsiasi tipo. Prevalentemente Muratore e/o Factotum. Tel . 389 8342977 SIGNORA 27enne cerca lavoro per zona di Ovada e dintorni, come baby sitter, pulizie, ass.anziani. Si chiede massima serietà. Tel. 388 1183182 e/o 346 7844810 SIGNORA rumena 39enne, referenziata, 10 anni in Italia, offresi per ass.anziani,pulizie, ecc. Tel. 346 2870086. SIGNORA italiana referenziata, automunita, offresi per pulizie domestiche e uffici. Tel. 349 0796441. RAGAZZA diplomata in lingue straniere impartisce lezioni private. Offresi anche in qualità di baby sitter. Tel 339 2129991. RAGAZZA italiana cerca lavoro per assistenza anziani, collaboratrice domestica, ottima stiratrice. Tel. 333 8913984. INSEGNANTE laureato impartisce lezioni anche dom. di matematica e fisica. Assist. Per ricerche e tesi. Tel. 333 4255019. INSEGNANTE impartisce lezioni a ragazzi di elementari, medie di matematica, chimica, fisica, ecc. Tel. 333 9751762. SIGNORE 46enne ungherese, serio, cerca lavoro di qualsiasi tipo anche come badante. Zona Novi, Tortona, Alessandria. Tel. 339 1412924. CERCO lavoro come baby sitter, lavapiatti, pulizia, stiro. Ecc. Tel. 389 0239748.

imotori VENDO ciclomotore Peugeot (50) anno 2007 Km. 50722. euro 400 non trat. Tel. 380 6955530. VE N D O Toyot a Yaris anno 2010 grigio met. Cambio aut. 5P, diesel. Km. 38140. euro 9500. Tel. 380 6955530 VE N D O scooter Dink 15 0, bauletto per 2 caschi. Ottime condizioni. Euro 500. Tel. 339 4222265. VE N D O Malaguti Phantom F12 rev. 2013, marmitta Leovincett, ecc. Euro 400. Tel. 338 3011925. CERCO auto e moto d’epoca, anche Vespa e Lambretta. Sono amatore. Max serietà. Tel. 342 5758002. VE N DO vespa Piaggio 200 colore verde acqua met., con 2 caschi km 8.4 00 euro 2.000. Ottimo st ato. Tel. 3389946307 Deborah VENDO Touareg diesel grigio met. Anno 2004 - € 9000. Tel 334 3563405. VENDO moto Ducati in ottimo stato. Tel. 333 1857298. VENDESI Fiat 500 F 1965 uni-proprietario, buone condizioni, con ricambi. Euro 5000 tratt. Tel. 3480505323 dopo le 21. VENDO ciclomotre Peugeot anno 2007. Km. 782. Euro 700,00. Tel. 320 5688074. VENDO Volkswagen Touareg Grigio Met alizzato – anno 2004. Tel 334 3563405. DS Squalo ‘72 d’epoca versione D super 5 marce e gomme e impianto gpl. Euro 9500,00. Perfett a. Telefonare al 3 47 0706404. VENDO scooter elettrico per anziani: 4 ruote, 15Km/h, autonomia 40 km. Come nuovo. Tel. 340 5012752 ore serali. VE N D O APE 5 0 in ottimo stato. Anno 2005, km 12000. Prezzo interessante. Tel. al 339 2106399 VENDO Vespa pk 125 motore rifatto, carrozzeria da riordinare. Tel. 331 5814234. VENDO Suzuki Ignis 4x4 gpl, esente bollo 2014, grigio met. Tel. 348 9133470. VENDO moto Honda Hornet 600, anno 2002, Km 20000. Euro 2000,00 tratt. Tel. 339 8667584 VE N D O Suzuki S ant ana Sj410 anno ‘87, gpl, frizione e motore rifatti, rev. Euro 5000,00 . Tel. 331 3640823.

levarie VENDO panca per inversione marca Carnielli. Nuova. Euro 150. Tel. 339 4222265. COMPRO cose vecchie e anti-che: dischi, radio, libri, monete, ecc. Tel. 338 7546581. COLLEZIONISTA autorizzato acquista armi antiche e oggetti militari. Max serietà. Tel. 339 2707271.

VE N D O tos aerba elett. 1200W Bosch, altezza taglio regolabile. Euro 60,00. Tel. 339 2447613 VENDO enciclopedia del nove-cento Treccani 6 volumi. Euro 200,00. Tel. 339 2447613. VENDO dizionario enciclopedi-co Treccani 12vol. + atlante. Euro 300. Tel. 339 2447613. VENDESI abito da sposa bellissimo tg. 44-46 con strascico. Prezzo da concordare. Tel. 347 0647363. VE N D O pelliccia di visone scuro tg 48-50 usata pochissimo. Euro 9 00,00. Tel. 333 2301426. VENDO macchina per cucire del 1965 elettrica Singer con mobile a scomparsa. Tel. 333 7859380. GAVI a 100mt da sede comunale affittasi posteggio autovetture private con diritto lavaggio macchina. Tel. 3 4 0 4554611. COMPRO in contanti dischi in vinile, monete e banconote di tutto il mondo, orologi, e cose vecchie. Luciano Tel. 33 8 7546581. COLLEZIONISTA compra e paga bene cartoline in bianco e nero, monete, banconote. Tel. 338 7546581. VENDO 17 dischi in vinile ancora funzionanti di vari generi musicali. Euro 350 non tratt. Tel. 320 4064132. VENDO poltrona elettrica come nuova a metà prezzo. Email: bisio.marco@mclink.net VENDO causa inutilizzo motoa-ratrice monocingolo Casorzo. Usata poco. Prezzo da concordare. Tel. 0143 745038. VENDO pressa idraulica per vinacce n. 6 0 us at a poco. Prezzo da concordare. Tel. 0143 745038. VENDO botte in resina da 6 q.li e torchio n. 6 . prezzi da concordare. Tel. 348 9174420. VEN DO tappatrice manuale per bottiglie (tappi di sughero) Tel 320 0684930. VE N D O monete it aliane (1900/2000) e estere di vari metalli. Fuori corso. Tel. 320 0684930. VENDO cyclette usata marca “Gimmyatala” con sforzi metro manuale e consumo in Watt. Tel 320 0684930 VENDO pregiati attrezzi per cessata attività di fabbro. Tel. 0143 79428 ore pasti. VENDO n. 2 gomme antineve con cerchi da 14 per Lancia Y. Euro 80,00. Tel. 0143 79428 ore pasti. VERA occasione vendo pinguino Pacc55 Eco come nuovo in ottimo stato. Euro 250,00. Tel. 339 5837910. VENDESI miniescavatore ottimo stato, usato anno 2006. 12.000 euro tratt. Tel. 347 0374266 VENDO bici da corsa Trek inte-gralmente in carbonio cambio Shimano Durace, accessoriata. Euro 1700,00. Tel. 338 3885163.

GLI ANNUNCI DE ‘IL MERCATINO’ SONO GRATUITI ESCLUSIVAMENTE PER I PRIVATI

Non verranno pubblicati annunci pervenuti in forma anonima. Il nome – se non espressamente richiesto – non comparirà sul giornale. Le inserzioni gratuite vengono pubblicate a discrezione del giornale e in base alla disponibilità di spazio. L’editore si riserva a proprio insindacabile giudizio di rifiutare gli annunci che non siano conformi alle istruzioni indicate o comunque ritenuti non pubblicabili. L’inserzionista è informato dell’esistenza dei diritti che il d.lgs. 196/2003 riserva al titolare dei dati personali ed in particolare al diritto di verifica e del diritto di richiederne la cancellazione. L’inserzionista pertanto acconsente alla raccolta di tutti i dati forniti ed alla loro comunicazione ai nostri partner contrattuali.

Nome e Cognome . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Indirizzo

.......................................................................................

Telefono . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Testo dell’annuncio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ........................................................................................................... ........................................................................................................... ........................................................................................................... ........................................................................................................... ........................................................................................................... ........................................................................................................... ...........................................................................................................

Firma leggibile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .


ilsettimanale • giovedì 10 aprile 2014

40 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Centri Ottica Reverchon Dove gli occhiali costano meno Ritaglia Ritaglia ilil buono buono sconto sconto del del 25% 25% Ritagliate il buono sconto sul depliant e recatevi in uno dei Centri Ottica Reverchon, avrete così una straordinaria sorpresa. Basterà infatti scegliere un occhiale da vista o da sole per avere, grazie proprio a quel coupon, una riduzione del 25 per cento sul prezzo. Approfittatene dunque: con la primavera e l’imminente festa di Pasqua, potrete regalarvi un nuovo accessorio, o strumento di lavoro che sia, di qualità ad un costo contenuto, ovvero il massimo che si può pretendere per un acquisto. Troverete inoltre una serie di offerte declinate per ogni esigenza. “Proponiamo ad esempio – spiegano i fratelli Reverchon – la formula 1+1= 62 euro, con 2 occhiali completi di lenti bianche e montatura. Pagandone uno, si avra in omaggio il secondo, per sè o per un in omaggio secondo, per sè modo o per un parente oppure per un ilamico. In questo si p potrà scegliere di condividere la straordinaria opportunità”. “Non solo – aggiungono –. Le occasioni di primavera nei nostri centri ottica riguardano infatti anche la formula riservata ai multifocali 2x155 euro, che prevede un occhiale multifocale a cui si aggiunge in omaggio un secondo completo, per vedere da lontano o da vicino, con una montatura del valore di 62 euro”. “Le occasioni proseguono poi con la formula 2x82 euro – sottolineano i titolari – che riserva ai clienti l’opportunità di assicurarsi un occhiale completo da 82 euro appunto, ricevendo in omaggio un ulteriore paio, con montatura e lenti a 62 euro. Tra le tante opzioni di acquisto che mettiamo in campo, c’è inoltre quella del 2x48, grazie a cui, scegliendo un occhiale completo di tale importo, si riceverà gratis il secondo del valore di 24 euro”. Le offerte sono relative a occhiali da vista completi con montatura e lenti bianche con gradazioni fino a Sf + 0 -3dt Cil + -1. Il personale dei punti vendita è disponibile per ogni informazione. I Centri Ottica Reverchon offrono la possibilità di di pagamento rateale: si inizia a pagare la prima rata p dopo 90 giorni dall’acquisto. È inoltre possibile sottoporsi gratuitamente al test visivo computerizzato. Oltre a tutto ciò è prevista prevista pure la prova, sempre gratuita, delle lenti a contatto. p Articoli, anche questi, in offerta.


IL NOVESE n. 14 del 10 aprile 2014