Issuu on Google+

!

settimanale

""

valliscriviaborberalemme

!

""

Giovedì 20 giugno 2013 · N. 24 · Anno 51 - euro 1,00 Poste Italiane s.p.a. - spedizione in abb. postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n°46) art.1, comma 1, DCB/AL - Edizioni SIC s.r.l. - Novi Ligure · Iscr. al Registro Stampa del Tribunale di Alessandria al n. 149 del 27/8/1963 · Direttore Responsabile: Marco Matteini

lapolitica

Lega Nord, un passato che ancora non passa I leghisti novesi parlano di futuro, della necessità di alleanze vaste e a tutto campo, «perché nel 2014 a Novi si deve assolutamente voltare pagina, rispetto a un sistema di potere che dura da sessant’anni, e che va estirpato», come afferma il segretario provinciale del Carroccio Riccardo Molinari. Che però è alessandrino, e assessore regionale molto vicino a Cota e anche a Maroni. Perché, più ti avvicini al territorio, e provi a scandagliare gli umori degli attivisti e della base della Lega Nord, più ti accorgi che il passato recente, con la spaccatura di quattro anni fa, è ancora in realtà molto presente, e rischia di pesare sul futuro cittadino del movimento. «Anche se, molto onestamente – spiega Giulio Coppi, segretario cittadino dall’aprile del 2011 – mi sembra che parlare adesso della campagna elettorale del 2014 sia davvero prematuro». Intanto il centrodestra – quasi al gran completo – domani sera incontra i cittadini novesi in una serata destinata all’elaborazione del programma elettorale.

PAGINA 2

l’intervista

«Limonte da rilanciare» «A me quel progetto, che fu un’idea della giunta Bresso poi archiviata, sembrava avere un senso». Parola del senatore del Pd Federico Fornaro, a proposito del Limonte, l’alleanza tra le Regioni Liguria e Piemonte, soprattutto per la costruzione di infrastrutture comuni. La prima, ovviamente, sarebbe il Terzo Valico ferroviario tra Genova e Novi, sul quale Fornaro non ha dubbi: «Va realizzato, così come va tutelato il trasporto pubblico locale». PAGINA 3

Cementir de profundis in autunno

La Cementir di Arquata chiuderà entro il primo di ottobre. L’annuncio, peraltro assai temuto soprattutto dai 72 dipendenti, è stato dato lunedì pomeriggio nella sede della Confindustria di Roma dalla proprietà. Immediate le reazioni dei sindacati: «Questa è stata una decisione unilaterale e inaccettabile. A questo punto saremo costretti a mettere in campo tutte le iniziative a difesa dei lavoratori – afferma Raffele Tulipano per le rappresentanze Filca, Fillea e Feneal – La proprietà ha dichiarato la chiusura totale di Arquata, per “motivi di mercato”. Abbiamo cominciato una mobilitazione con uno sciopero di 8 ore e con l’assemblea di stabilimento, dove abbiamo spiegato le ragioni di questa decisione, espresse dalla direzione generale». Per Arquata è stata confermata la chiusura del forno, mentre sino a ottobre si svilupperanno cassa integrazione, mobilità e tutti gli ammortizzatori sociali previsti. Vengono quindi a decadere le speranze di veder riattivare il forno tra qualche tempo e persino di poter mantenere la macinazione. Quest’ultima attività avrebbe perlomeno salvato l’attività di commercializzazione dei prodotti, PAGINE 4-5 pur ridimensionando di 40 unità il personale. Ma adesso la situazione si configura davvero drammatica.

IL CALENDARIO

LA SCUOLA

LO SPORT

Le sagre del weekend in provincia

I promossi: per loro adesso è proprio relax

Forza & Virtù, la stagione Pgs-Uisp

PAGINA 18

LA RIVELAZIONE

Quella borraccia entrata nel mito del ciclismo Il fotografo Vito Liverani racconta la vera storia dell’immagine di Coppi e Bartali realizzata da Carlo Martini PAGINA 14

PAGINE 19-21

PAGINA 43 «L’è Fausto cu pasa la böracia a Gino». «Ma va sa che ta ‘dit l’è Bartali cu la da a Coppi». Chissà quante volte abbiamo sentito questa cantilena tra gli anziani della nostra zona. La rivalità tra i due personaggi più famosi del ciclismo nostrano – Fausto Coppi e Gino Bartali – è ancora viva e rimane scolpita dentro il cuore di tutti gli appassionati. È la foto sportiva più celebre di sempre, ma non solo: è tanto simbolica che va al di là dello sport. Abbiamo deciso così di far luce una volta per tutte sul misterioso episodio insieme a Vito Liverani, uno dei migliori fotoreporter italiani con alle spalle settant’anni di carriera e più di dodici milioni di foto nel proprio archivio tra cui il discusso scatto del quale detiene i diritti. Liverani conosce perfettamente tutti i retroscena della fotografia realizzata da Carlo Martini al Tour de France del 1952. E rivela che...


primo piano

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

2 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Lega Nord: un passato che non sta passando? Il futuro e le prospettive del movimento nelle parole del segretario provinciale del Carroccio Riccardo Molinari e del segretario cittadino Giulio Coppi lazampata I motori ancora da scaldare di Arturo Pirofilo

A sinistra Una foto che risale alla campagna elettorale per le comunali del 2009, prima della spaccatura causata dalla candidatura di Gigi Moncalvo. Sopra L’attuale segretario del Carroccio novese Giulio Coppi, con Riccardo Molinari.

I leghisti novesi parlano di futuro, della necessità di alleanze vaste e a tutto campo, «perché nel 2014 a Novi si deve assolutamente voltare pagina, rispetto a un sistema di potere che dura da sessant’anni, e che va estirpato», come afferma il segretario provinciale del Carroccio Riccardo Molinari. Che però è alessandrino, e assessore regionale molto vicino a Cota e anche a Maroni. Perché, più ti avvicini al territorio, e provi a scandagliare gli umori degli attivisti e della base della Lega Nord, più ti accorgi che il passato recente, con la spaccatura di quattro anni fa, è ancora in realtà molto presente, e rischia di pesare sul futuro cittadino del movimento. «Anche se, molto onestamente – spiega Giulio Coppi, segretario cittadino dall’aprile del 2011, «ma militante dalla fine degli anni Ottanta, per fede autentica» – mi sembra che parlare adesso della campagna elettorale del 2014 sia davvero prematuro, nel senso che siamo in balia di eventi internazionali e nazionali che potrebbero davvero trasformare lo scenario, con ripercussioni anche locali». È preoccupato, il segretario cittadino della Lega Nord, da quanto sta avvenendo in Grecia («i negozi del centro di Atene ti offrono tutto a prezzi di realizzo: stanno sbaraccando, e da noi le notizie vengono oscurate»), e ritiene che le elezioni autunnali in Germania «saranno decisive, ogni scenario è possibile». Ma Coppi si aspetta «segnali forti» anche dai vertici del suo partito, «perché se gli elettori ci hanno voltato le spalle non è colpa loro, ma nostra. La Lega non è certamente pura demagogia, come il movimento 5 Stelle di oggi: però errori ne abbiamo commessi tanti, e gravi. Ci sono stati comportamenti inaccettabili per un elettorato come il nostro, che infatti ci ha puniti. Credo che se riusciremo, nei prossimi mesi, a ottenere dal governo centrale una forte autonomia, a partire dal fronte fiscale, per le grandi regioni del Nord che oggi amministriamo, l’elettorato tornerà a sostenerci. In caso contrario, inutile nascondercelo, la Lega andrà incontro a un definitivo declino». Tutto chiaro, non c’è dubbio: il ragionamento fila. Ma a Novi nel frattempo che succederà? C’è davvero lo spazio per un’ampia alleanza che

consenta al centro destra di essere realmente competitivo, alle elezioni comunali della primavera 2014? E quale ruolo può giocare, all’interno di una simile coalizione, il Carroccio locale, ancora segnato da ferite, liti, separazioni in casa? Una sorta di nuovo inizio potrebbe essere rappresentato dall’incontro pubblico che la Lega Nord propone proprio domani sera (venerdì 21 giugno), e che si profila, almeno negli intenti degli organizzatori, come una sorta di “Costituente novese per l’alternativa”. Aperta a tutti coloro che vorranno esserci, e confrontarsi senza steccati: dai movimenti civici cittadini, fino a partiti come l’Udc, talora in passato certamente distanti dalle posizioni leghiste. «Proporremo ai novesi – spiega Coppi – un metodo assolutamente diverso, capovolto rispetto ai canoni classici della politica: ossia non un programma già preconfezionato, ma l’identificazione “dal basso” di una serie di temi, di priorità avvertite come tali dalle persone, da trasformare in programma». Si punta, dunque, sulla partecipazione popolare, e non solo dei militanti in senso stretto: che di questi tempi è già una sfida non da poco. Ma quali sono gli interlocutori con cui il Carroccio ha già sviluppato incontri e con i quali potrebbe esserci un percorso comune nei prossimi mesi? «Certamente crediamo in un prospettiva unitaria – dice il segretario cittadino – e vogliamo confrontarci con il Pdl, così come con movimenti locali come Avanti Novi, e Novi Siamo: senza trascurare quei pezzi di centro, e di sinistra, che non ne possono più del binomio Novi e declino, e vogliono cercare strade nuove». Inutile però cercare di strappare a Giulio Coppi il nome di un candidato

l’incontro

ETTORE GRASSANO ettore.grassano@alessandrianews.it

sindaco: «È davvero troppo presto: però certamente deve essere una persona perbene, che ami Novi e che abbia voglia di cambiarla davvero, in meglio. Mi viene in mente il grande percorso che la Lega seppe fare, in passato, a Acqui Terme ai tempi del sindaco Bosio. Che oggi non è più iscritto al movimento, ma che all’epoca per la città termale realizzò davvero tanto. A Novi oggi c’è bisogno di qualcuno capace di dare una scossa, con un nuovo progetto di città». È assolutamente convinto, il segretario cittadino della Lega Nord, che gli ultimi nove anni (saranno dieci la prossima primavera) di amministrazione Robbiano siano assolutamente da dimenticare: «Ma forse anche gli ultimi vent’anni, a pensarci bene. Guardi, se qualcuno se ne fosse andato da Novi nel 1990, e tornasse ora, troverebbe una città identica: però invecchiata, ingrigita, e in totale decadenza. Basti pensare, sul fronte economico occupazionale, alla vicenda Maruzzella: un’azienda importante, che voleva insediarsi sul nostro territorio e portare occupazione e sviluppo, è stata indotta a desistere. Davvero un emblema della Novi dell’attuale centro sinistra». Ma da dove dovrebbe ripartire, secondo il segretario del Carroccio, la “rifondazione” della città? «Dal quotidiano, e naturalmente tenendo conto delle risorse limitate della finanza pubblica di oggi: ma le strade, la manutenzione del verde, il centro storico abbandonato e fatiscente sono tutti indicatori di un malessere da cui dobbiamo uscire al più presto». Sul rischio che a interpretare questo malessere sociale, in termini di protesta, nel 2014 a Novi possa essere il Movimento 5 Stelle Giulio Cop-

Vertice del centrodestra Popolo della Libertà, Lega Nord, Fratelli d’Italia, La Destra e Avanti Novi danno appuntamento a tutti i simpatizzanti del centrodestra domani sera, alle 21.00, alla biblioteca comunale di via Marconi 66. «Dopo una serie di incontri tra vari soggetti politici e formazioni civiche è emersa la convinta volontà di creare a Novi, in occasione delle prossime amministrative comunali, una formazione coalizzata per costruire in città la “costituente per l’alternativa”. Tale formazione si propone di mettere fine alla pluridecennale serie di tornate amministrative gestite in modo monocolore dalla sinistra di Novi», dicono gli organizzatori della serata. «La “costituente per l’alternativa” si propone inoltre di rappresentare interamente i novesi in modo equanime e di dare voce agli eterni esclusi dalla vita cittadina, lontani dai particolarismi e dagli interessi strumentali di parte», spiegano ancora. Durante la serata di domani, «ogni cittadino che lo vorrà potrà partecipare e dare pareri e suggerimenti utili per la formazione del comune programma». (RED.)

pi è scettico: «Sì è visto alle recenti amministrative: quando si vota sul territorio, contano la serietà e l’affidabilità dei candidati locali, la faccia di Grillo non basta. Per questo credo che i novesi non sceglieranno a priori i 5 Stelle, la Lega o altro, ma valuteranno persone e programmi». C’è però un altro capitolo che è doveroso esplorare, ed è quello del “fronte interno”: quattro anni fa, la Lega Nord di Novi visse, a causa della candidatura a sindaco del centro destra di Gigi Moncalvo, una lacerazione profonda. E a entrare in consiglio comunale fu infine soltanto Pino Dolcino, leader appunto di quei “Leghisti per Novi” che sostennero a oltranza la figura del giornalista-opinionista. «Non ho dubbi che tutto ciò oggi rappresenti il passato», sottolinea il segretario provinciale Riccardo Molinari, che aggiunge: «Ho chiesto più volte a Pino Dolcino e ai suoi di rientrare nella Lega, e sarei lieto che lo facesse. Dobbiamo ragionare in termini di unità, non di dispersione». Ma il battagliero Dolcino («La gente per strada a Novi continua a rivolgersi a me per i suoi problemi: in questi anni in consiglio ho promosso più di cento interpellanze, e ho votato sempre secondo coscienza») non ci sta: «Il segretario cittadino Coppi praticamente non lo conosco, ma con Molinari ho un ottimo rapporto personale, me lo ricordo ragazzino super impegnato con i Giovani Padani. Ma non mi pare proprio ci siano le condizioni per un nostro rientro nella Lega. Personalmente fui messo alla porta all’epoca delle comunali del 2009 con una lettera scritta direttamente da Cota, che conservo ancora da qualche parte. E ricordo bene che, mi pare l’anno successivo, un buttafuori mi impedì di cenare con amici, pacificamente e senza nessun intento polemico, alla Festa della Lega. Doveva ancora venire alla luce tutta la vicenda del “cerchio magico”, ma che aria tirasse io già me ne ero reso conto. E ora dovrei rientrare? Ma per favore... Parteciperò però alla serata pubblica di venerdì 21, invitato dal Pdl, perché mi interessa capire dove intende andare a parare il centrodestra. Personalmente sul 2014 ho le idee chiare, credo che cambieremo anche nome alla lista civica: ma è ancora presto per parlarne. Per ora dialogo con tutti, ma lascio che siano gli altri a tirare la volata, e a mostrare le loro carte».

Nell’estate 2008, a un anno di distanza dalle elezioni amministrative che portarono all’elezione dell’attuale Sindaco, la campagna elettorale novese era già nel vivo. Gigi Moncalvo era già in pista per il centrodestra, e Lorenzo Robbiano per il centrosinistra. Estate 2013. Manca nuovamente un anno alle elezioni comunali, ma il clima è ben diverso da quello del 2008. La preparazione delle squadre appare essere in notevole ritardo rispetto al solito. Il centrodestra sta cominciando a scaldare i motori, e domani sera (ore 21.00) presso la biblioteca civica avrà luogo il primo incontro per la “costituente” del centrodestra cittadino. Per adesso il centrodestra cittadino sembra affetto da una proliferazione di sigle, più che di idee. Oltre ai tradizionali Pdl e Lega, sono scesi in pista il comitato Avanti Novi, i Fratelli d’Italia, la Destra e il comitato Alfare. Che nessuno sa cosa sia: ve lo sveliamo noi. È il comitato che riunisce i simpatizzanti di Fare per Fermare il Declino della provincia di Alessandria. Sta ai margini il gruppo di “Novisiamo” formato dalle vecchie glorie della politica novese anni Ottanta, forse in attesa che si concludano alcuni processi in capo a loro esponenti. Anche il centrosinistra sembra muoversi in ritardo: non è neppure ancora certa la convocazione delle primarie per la scelta del sindaco, che appare forse scontata, ma fino a quando non si convocano con data e luogo, non si possono dare per fatte. Sembra che soprattutto nel centrosinistra tutti stiano aspettando la prima mossa di un avversario interno, e nessuno voglia fare la della prima gallina che canta... Fatto sta che le elezioni si avvicinano, e se è vero che chi parte troppo presto arriva in fondo con il fiato corto, è anche vero che prima o poi bisogna ben partire. Sembra di assistere ad una “mossa” del palio di Siena. Tutto tace dalle parti del Movimento 5 Stelle. Che si siano già sciolti come neve al sole di questa finalmente calda estate?


primo piano

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

3 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Fornaro: «Serve uno Stato più snello al sistema Italia» Il neo eletto senatore di Castelletto d’Orba fa un primo bilancio della sua attività romana. L’esponente del Pd cerca di rilanciare il progetto unitario Limonte, parla di Terzo Valico e risponde alle accuse di collezionare troppe poltrone politiche-amministrative. ETTORE GRASSANO ettore.grassano@alessandrianews.it

Altro che “dolce vita”: la permanenza romana del senatore Federico Fornaro, almeno in questi primi mesi di attività parlamentare, ha più i tratti del tour de force, o di quello che un tempo era il Car, ossia i primi novanta giorni del servizio militare, dedicati all’addestramento reclute: «In effetti, la mattina del martedì in genere ho la sveglia alle 4.30, per poter essere in Senato non oltre le 10-10.30, all’inizio dei lavori delle Commissioni». Che tanto leggeri non devono essere, perché se provate a contattarlo telefonicamente in orario diurno sentirete sempre in sottofondo il brusìo delle sedute, e Fornaro paziente vi dirà: «Sentiamoci domattina: alle 7.30 va bene?». Insomma, a quanto pare questa legislatura, partita tra mille incertezze, sta cercando di ingranare la marcia giusta, e mai come oggi il Paese sembra averne bisogno. Ma quali sono le emergenze a cui si sta lavorando? E cosa può fare oggi un parlamentare a sostegno del proprio territorio? Proviamo a farcelo raccontare. — Senatore Fornaro, lei è stato eletto in Parlamento dopo un lungo percorso come amministratore locale, ed è tuttora sindaco di Castelletto d’Orba, e consigliere provinciale. Un vantaggio, o un handicap? «Secondo me un vantaggio importante. Ho notato, in questi primi mesi di attività, che noi che arriviamo da esperienze come amministratori locali ce la stiamo mettendo tutta per ricondurre il dibattito legislativo, che ha una sua naturale dose di astrattezza, ai problemi concreti, e alla necessità di risolverli. Un esempio significativo è quello del rimborso dei debiti dello Stato nei confronti delle pubbliche amministrazioni locali, e quindi delle imprese. Ci siamo battuti perché fossero recepiti alcuni emendamenti dell’Anci, molto sostanziali: e il fatto che in queste settimane le risorse siano già in parte ‘in circolò è davvero importante. È il primo, grande provvedimento antirecessivo. E anche un messaggio importante, che è più che mai necessario ribadire, ossia “lo Stato italiano i suoi debiti li paga”». — È molto “carico” insomma, Senatore: anche se è presto per fare bilanci, per ora che impressione si è fatto? «Da un lato, di estrema criticità: la prima sensazione è stata che le condizioni della nostra finanza pubblica siano anche peggiori di quanto pensassi osservando la situazione da lontano. Per cui, diciamocelo, davvero non è più il tempo in cui un deputato o senatore partiva per Roma, e tornava sul territorio, simbolicamente si intende, con la valigia piena di denaro. Il clima di ristrettezza è reale, palpabile e anche giusto. Dall’altro lato, però, mi pare che ci sia la reale volontà, da parte di tutti, di rimboccarsi le maniche. C’è la percezione diffusa, insomma, che il momento è davvero critico, e che il sistema Italia va fatto ripartire tutto insieme, senza particolarismi». — Lei, che pure non è alessandrino in senso stretto, si sta spendendo parecchio per trovare una soluzione per il “dissestato” comune di Alessandria… «Io insieme agli altri colleghi in realtà: Borioli e Bargero del Pd, ma anche Lavagno di Sel e Balduzzi di Scelta Civica. Anche perché Alessandria è una sorta di caso pilota, e anche la punta di un iceberg: non sono pochi i comuni medi e grandi con difficoltà analoghe. E poi la crisi del capoluogo

di provincia significa difficoltà per tutto il territorio, in senso lato. Quindi speriamo di riuscire a individuare vie d’uscita il più possibile efficaci e indolori». — Per ora non ha lasciato né il consiglio provinciale, né l’incarico di sindaco di Castelletto d’Orba, il suo paese. Non teme che qualcuno la accusi di collezionare poltrone? «Ha citato due ruoli che comprendono molti più oneri che onori. In consiglio provinciale in realtà ho rinunciato all’impegno come capogruppo, e in entrambi i casi si tratta, peraltro, di ruoli in scadenza tra un anno. Nel caso della Provincia magari anche prima, vedremo quali saranno gli sviluppi. Per Castelletto, ci tengo a sottolineare, in realtà, che sono affiancato da persone molto capaci e presenti, come il vicesindaco Mario Pesce, e i diversi assessori: un bel team, di persone molto presenti, per cui il martedì mattina parto per Roma più che tranquillo. Consideri poi che, se mi fossi dimesso, sarebbe arrivato un commissario, e l’ente avrebbe dovuto sopportare un aggravio di costi. Dal 2009 io non prendo stipendio o rimborsi di alcun tipo, e gli assessori hanno stipendio dimezzato. Mentre dal 2004 al 2009, nel primo mandato, si fece l’opposto: io a mezzo stipendio, e loro gratis». — Non vi siete arricchiti insomma: e il Comune in che condizioni di salute si trova? «Complessivamente buone, tenendo conto delle due intricate vicende, che seguiamo passo passo con grande attenzione: quella legata al recupero dei tributi versati a Tributi Italia, e quella legata ai trasferimenti 2012 allo Stato. In entrambi i casi, confidiamo in soluzioni positive. Più in generale, è chiaro che (lo dico come amministratore, ma anche come senatore, e cittadino) dobbiamo porci il problema complessivo del dimagrimento della macchina pubblica: dal numero dei parlamentari, all’assetto delle Regioni e degli enti intermedi (oggi si chiamano ancora Province, domani vedremo), fino all’organizzazione anche delle piccole amministrazioni. Che sono però, dalle nostre parti soprattutto, una ricchezza e una risorsa per il territorio. Mi rendo conto, confrontandomi in Senato con colleghi del centrosud, che loro per “piccolo Comune” intendono realtà da 20-30 mila abitanti. Ma noi sappiamo, in Piemonte come in Lombardia, quando volontariato c’è dietro un piccolissimo comune, e quanto amore e cura per il territorio. Sono risorse preziose, da ottimizzare magari, ma da non disperdere».

— Senatore, lei di recente è tornato a parlare di Limonte: un progetto unitario che unifichi Piemonte, Liguria e Val d’Aosta potrebbe tornare d’attualità? «A me quel progetto, che fu un’idea della giunta Bresso poi archiviata, sembrava avere un senso. Soprattutto pensando a possibili ricadute benefiche in termini di servizi e infrastrutture comuni, a sostegno dello sviluppo economico. Che naturalmente non può essere determinato solo dalla politica: ma la politica può creare le condizioni perché si verifichi. Penso alle infrastrutture pubbliche a esempio, di vario tipo. Ma, per rimanere sul nostro territorio, un classico esempio è il Terzo Valico. Con il collega Borioli, che di trasporti si è sempre occupato più di me, abbiamo presentato un’interpellanza in Senato, perché sia creato al più presto un osservatorio permanente, in cui coinvolgere tutti i soggetti, a partire dai comuni. Per una vigilanza reale, costante, seria in termini di tutela per

la salute, per l’ambiente, per il territorio e anche di verifica dei costi. Ma, tutto ciò premesso, ci rendiamo conto che non stiamo parlando di una centrale nucleare, ma di un tunnel ferroviario? Possibile che ogni volta che si parla di innovare il Paese, debbano nascere mille impedimenti? Io non ho dubbi: il Terzo Valico va realizzato, così come va tutelato il trasporto pubblico locale. Ma non solo: rimango straconvinto che una leva per il rilancio dell’economia dell’ovadese, come del novese, possa essere una rete di metropolitana leggera, in grado di consentire alle persone di arrivare a Genova o da Genova in 30 minuti. Pensiamo per un attimo a quale impulso potrebbe arrivare per l’economia del territorio: o vogliamo farla morire per asfissia?» — A proposito di economia locale, senatore, come sono messi i vini dell’alessandrino? «È un comparto dalle grandi potenzialità, che in qualche caso ha fatto il salto di qualità, e in altri no. Penso al Gavi, che ha saputo diventare un marchio apprezzato, sinonimo della qualità di un prodotto, e biglietto da visita di un intero territorio. E penso al dolcetto, che questo percorso, per tanti motivi, non l’ha ancora compiuto. Anche se non mancano singoli produttori che invece stanno facendo un bel percorso di crescita. L’azienda vitivinicola Tacchino di Castelletto d’Orba, a esempio, che conosco bene perché è del mio paese, e che grazie alla determinazione di Romina Tacchino ha ormai un’importante credibilità internazionale. Insomma, non è più il tempo di guardare al mercato di Genova, ma di Hong Kong, e del mondo intero. La politica, in questo percorso, deve cercare di creare le condizioni perché gli imprenditori possano muoversi in maniera mirata, efficace, e nella massima semplificazione delle procedure».


primo piano

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

4 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Pernigotti, la ripresa dopo la paura L’azienda tranquillizza i lavoratori: «Nessuna ripercussione per gli operai dell’incendio sulle varie produzioni»

GINO FORTUNATO redazione@ilnovese.info

È già ripresa la produzione nei reparti non interessati dall’incendio che martedì ha danneggiato circa mille metri quadrati di capannone dell’azienda dolciaria Pernigotti, in viale Rimembranza. I dipendenti hanno superato lo choc dopo l’evacuazione, restano le preoccupazioni per il futuro. «Non prevediamo alcuna ripercussione sui lavoratori – assicurano però dall’azienda – poiché siamo assicurati per danni di questo tipo e abbiamo già ripreso le varie produzioni in tutti i reparti non coinvolti dall’incendio». Proprio all’inizio di giugno alla Pernigotti, come avviene ogni anno, sono stati assunti una quarantina di sta-

gionali “a rotazione” fino a novembre, quando si concluderà la campagna di produzione del torrone destinato ai mercati nazionale e mondiale per il periodo natalizio. Si affronta ora il problema principale: avere la massima disponibilità delle nocciole tostate. Il rogo è stato generato dal surriscaldamento del “tostino”, un forno complesso di grandi proporzioni utilizzato per la tostatura di quella che è la materia prima per la produzione del torrone, delle creme e di alcuni tipi di cioccolatino, tra cui il “Gianduiotto”, di cui la Pernigotti è leader di livello nazionale. Al momento, per ovviare alla mancanza del forno di tostatura si stanno adottando sistemi alternativi basati sull’utilizzo di impianti

già a disposizione. Nel frattempo la direzione generale (Gruppo Averna) studierà i termini dell’approvvigionamento in vista del periodo clou della produzione, previsto tra settembre e ottobre. «Ce la caveremo – proseguono dal quartier generale Pernigotti – Siamo fiduciosi di risolvere il problema utilizzando gli altri impianti presenti in altri reparti. Teniamo conto che dei mille metri quadrati interessati dall’incendio ci sono aree danneggiate in maniera blanda. Per cui anche in questo caso nutriamo più che la speranza la certezza che la riorganizzazione possa avvenire in tempi rapidi, diciamo in tre settimane. L’impianto di tostatura ha riportato danni la cui entità non conosciamo ancora,

www.citroen.it

NUOVA CITROËN C3 NUOVI MOTORI 3 CILINDRI 250 Km in più con un pieno

Da 9.850 Nuova Citroën C3 ti porta sempre più lontano! Ancora più personalità, grazie allo stile tutto nuovo e ai nuovi colori. Ancora più tecnologia, grazie agli innovativi motori 3 cilindri: 52 brevetti per ridurre il peso, ottimizzare la combustione, diminuire l’attrito e risparmiare fino al 25% di carburante a ogni pieno. Citroën dimostra ancora una volta la sua capacità di sviluppare le migliori tecnologie per farti godere la strada fino in fondo.

TI ASPETTIAMO. CRÉATIVE TECHNOLOGIE

Nuova Citroën C3 1.2 VTi 82. Consumo su percorso misto 4,7 l/100 Km. Emissioni di CO2 su percorso misto 109 g/Km.

Offerta promozionale esclusi IPT, Kit sicurezza + contributo PFU e bollo su dichiarazione di conformità, al netto dell’ “Incentivo Concessionarie Citroën”. Offerta delle Concessionarie Citroën che aderiscono all’iniziativa, riservata ai clienti privati, valida in caso di rottamazione di un usato e su tutte le vetture disponibili in rete fino ad esaurimento scorte, non cumulabile con altre iniziative in corso. Offerta valida fino al 01/07/2013. La foto è inserita a titolo informativo. Il risparmio di carburante fino al 25% è riferito al confronto tra Citroën C3 1.1 (AM30) e Nuova Citroën C3 1.0 VTi 68 (AM40).

CONCESSIONARIA CITROËN TRAVERSO EUGENIO SRL - VIA SERRAVALLE 60 - 15067 NOVI LIGURE TEL. 0143 329880


primo piano

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

5 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Supertreno Il pacchetto economico del Governo

Terzo Valico definanziato ma il ministro Lupi getta acqua sul fuoco

arquata

ma dal punto di vista produttivo non avremo effetti negativi». Difficile sarà ripristinare il reparto andato a fuoco in tempi brevi, anche perché la vasta area interessata dall’incendio è stata transennata. Occorrerà riportare i locali secondo quanto previsto dalle normative

igienico-sanitarie, strutturali e per la sicurezza. Respinta l’ipotesi di utilizzare gli ampi magazzini dell’azienda lungo la strada provinciale Novi-Serravalle, alla Barbellotta, proprio accanto all’industria concorrente Novi Elah Dufour. Infine, sempre dalla Pernigotti è stato specificato che

il “tostino” incendiato non era affatto un macchinario obsoleto e venivano regolarmente compiuti interventi di controllo e di manutenzione. Intanto proseguono i sopralluoghi dei vigili del fuoco e dei tecnici, per fare piena luce sulle cause dell’incendio.

La Cementir chiuderà a ottobre i battenti La Cementir di Arquata chiuderà entro il primo di ottobre. L’annuncio, peraltro assai temuto soprattutto dai 72 dipendenti, è stato dato lunedì pomeriggio nella sede della Confindustria di Roma dalla proprietà. Immediate le reazioni dei sindacati: «Questa è stata una decisione unilaterale e inaccettabile. A questo punto saremo costretti a mettere in campo tutte le iniziative a difesa dei lavoratori – afferma Raffele Tulipano per le rappresentanze Filca, Fillea e Feneal – La proprietà ha dichiarato la chiusura totale di Arquata, per “motivi di mercato”. Abbiamo cominciato ieri una mobilitazione [mentre il nostro settimanale era già in stampa; ndr], con uno sciopero di 8 ore e con l’assemblea di stabilimento, dove abbiamo spiegato le ragioni di questa decisione, espresse dalla direzione generale». Durante l’incontro di Roma sono state affrontate anche le posizioni degli altri insediamenti nazionali del Gruppo Cementir. Solo Arquata, al momento, è lo stabilimento più penalizzato, poiché per Taranto si procederà a un ridimensionamento, sempre per ragioni di mercato, mentre non dovrebbero esserci problemi per gli insediamenti di Maddaloni e di Spoleto. Per Arquata è stata confermata la chiusura del forno, mentre sino a ottobre si svilupperanno cassa integrazione, mobilità e tutti gli ammortizzatori sociali previsti. Vengono quindi a decadere le speranze di veder riattivare il forno tra qualche tempo e persino di poter mantenere la macinazione. Quest’ultima attività avrebbe perlomeno salvato l’attività di commercializzazione dei prodotti, pur ridimensionando di 40 unità il personale. Ma adesso la situazione si configura davvero drammatica. Pertanto sfumerebbe anche la possibilità che avrebbe concesso l’inizio dei lavori del Terzo Valico, per salvare uno dei colossi nazionali della produzione di cementi e calcestruzzo. (G.F.)

Al termine di un Consiglio Ministri durato quasi cinque ore, è stato varato il primo importante pacchetto del governo Letta a sostegno dell’economia, il cosiddetto decreto “del fare”. Un atto che spazia su diversi fronti, accompagnato da differenti provvedimenti, tra i quali spicca – per quanto riguarda il nostro territorio – il definanziamento del Terzo Valico. Questa mossa si colloca nell’istituzione di un fondo di due miliardi di euro per il finanziamento di assi autostradali, ferrovie e metropolitane. Le risorse per questi stanziamenti arriveranno, tra l’altro, dai fondi assegnati per il secondo lotto del Terzo Valico, per ben 773 milioni, oltre che da quelli per la risoluzione del contratto del Ponte sullo Stretto (235 milioni) e dalle somme previste per la Torino Lione (524 milioni). Al secondo lotto del supertreno (valore 1,2 miliardi di euro) erano già stati sottratti 240 milioni destinati alla manutenzione ordinaria delle linee ferroviarie. In pratica, il finanziamento è stato azzerato. Ma per il ministro Maurizio Lupi «non c’è nessun definanziamento, né blocco di grandi opere». Si tratterebbe solo di «un utilizzo temporaneo di risorse già allocate, ma che non verrebbero utilizzate nel breve periodo in quanto l’avanzamento dei la-

vori non lo rende necessario». «Mi sembra doveroso e saggio in un momento come questo non lasciarle ferme e inutilizzate – dice ancora il ministro – Tali risorse verranno prontamente riallocate. Ad esempio, il ripristino di quelle sul Terzo Valico della Milano-Genova, di cui una quota viene ora parzialmente utilizzata, è già previsto in un decreto all’esame del Parlamento e già approvato dal Senato, che verrà convertito entro il 21 giugno [domani; ndr]». Tornando a Novi, domani sera alle ore 21.00, presso il Foral di via Carducci 6, il comitato novese contro il Terzo Valico presenterà il documentario “Giù le mani dalla nostra terra”, diretto da Letizia Lupino e Benni Repetto. «Questo documentario vuole tentare di far conoscere il movimento No Tav. Intende mostrare come ad inizio 2012, con i primi finanziamenti all’opera, il movimento si è ricostruito, è tornato nelle piazze, nelle strade e poi come nell’arco di un anno e mezzo è cresciuto, fino a diventare popolare, testimoniando i momenti più significativi, raccontandone la maturazione e mostrando come l’esserne parte ha cambiato, sia i militanti, sia i contesti territoriali e sociali nei quali questi vivono», spiegano i realizzatori. (S.M.)


lacronaca

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

6 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Abuso edilizio Terminato il processo numero uno ai titolari

Il caso Indagine della Finanza

Villa Orsini, è arrivata la prima condanna per due

Medico non dichiara compensi per oltre trecentomila euro

GIAMPIERO CARBONE g.carbone@ilnovese.info

Stavolta l’avvocato Alberto La Camera era presente e il giudice ha potuto sentenziare su uno degli innumerevoli processi a carico dei titolari di Tenuta Villa Orsini. Nell’udienza straordinaria di lunedì nel tribunale di Novi erano in calendario tre udienze: due dovevano andare a sentenza, in realtà ne è arrivata solo una. Maurizio Canali, insieme a Tiziano Pieri il capo della società di Capriata d’Orba, difeso da La Camera, è stato condannato a quattro mesi (convertita in multa) per abuso edilizio e violazione dei sigilli per i lavori eseguiti, senza autorizzazione del Comune di Capriata d’Orba, in due palazzine di via Casetre, in centro paese. Dopo il sequestro degli edifici da parte dell’autorità giudiziaria, i lavori ripresero nonostante i sigilli messi dai carabinieri. Stessa condanna per Alexandr Prodan, romeno, ex dipendente delle società di Canali, custode degli edifici durante il sequestro. Nella precedente udienza aveva detto: «Pieri minacciò di licenziarmi se mi fossi rifiutato di riprendere i lavori nonostante il sequestro». I due ora dovranno anche risarcire in sede civile il Comune, rappresentato dall’avvoca-

to Giuseppe Greppi, e pagare le spese di lite. Il pm aveva chiesto pene molto più severe: 10 mesi e 1.200 euro di multa per Canali, 1 anno, 5 mesi e 5 mila euro per Prodan. La difesa di Canali ha in pratica sostenuto che i due imputati hanno agito in base alle direttive di Pieri. Rinviati a dopo l’estate, a Alessandria, gli altri due processi, uno riferito alla vicenda del cancello sistemato sulla strada per cascina Panat-

Prima sentenza È arrivato alla conclusione il primo dei dieci processi in cui sono coinvolti i titolari di Tenuta Villa Orsini, a Capriata d’Orba. In tribunale a Novi, condanna per Maurizio Canali e Alexandr Prodan.

tiano l’altro ai lavori non autorizzati nell’edificio La Bijotera a Tenuta Villa Orsini. La Camera si è rifiutato di discutere un secondo processo, chiedendo il rinvio. Il giudice ha accolto questa proposta ma ha respinto la richiesta di perizia tecnica sull’intervento (smantellato un tetto e demolite parti di edifici senza autorizzazione) avanzata da La Camera. La sentenza, salvo rinvii, il 24 settembre. Oltre dieci i processi a carico di Pieri e Canali solo a Novi.

La storia L’ex presidente di Confagricoltura Piemonte

LA VICENDA

Smaltimento illecito rifiuti, a processo Bartolomeo Bianchi

Aggredita e ferita da scippatore

L’ex presidente di Confagricoltura Piemonte, Bartolomeo Bianchi, 80 anni, di Pozzolo Formigaro, è sotto processo a Novi Ligure per smaltimento illecito di rifiuti. Nel mirino dell’Arpa, della Provincia e quindi della Procura della Repubblica è finito l’impianto di cogenerazione alimentato a biogas attivato nel 2006 alla cascina La Giorgetta, dove l’imprenditore possiede anche un agriturismo e una rivendita di carne. Un’azienda agricola fra le più grandi del novese, alla quale è collegato lo stabilimento della Tomato Farm, gestito dal figlio, dove si lavorano i pomodori. Proprio da questi ultimi, secondo l’accusa, sono arrivati parte dei rifiuti che Bianchi non era autorizzato a utilizzare per alimentare l’impianto a biogas. In diversi sopralluoghi, avvenuti tra il dicembre del 2009 e il settembre del 2010, Arpa e Provincia hanno scoperto l’utilizzo non solo di letame e liquami da allevamento, autorizzati co-

Ne è uscita con una distorsione alla spalla e alla cervicale la casalinga cinquantaduenne aggredita nel primo pomeriggio di lunedì 17 giugno da Aziz Sebbar [nella foto], cittadino marocchino di 33 anni residente in città. Verso l’una e mezza pomeridiane, la donna, che stava passeggiando in corso Marenco, è stata aggredita dal malvivente, che l’ha sorpresa alle spalle, strappandole due collane d’oro. Lasciando la vittima dolorante e nel più totale sconcerto, il malfattore si è dileguato, scappando a piedi per le vie adiacenti. La fuga non è però durata molto: una pattuglia del Nucleo Radiomobile, immediatamente intervenuta sul posto, dopo aver raccolto la descrizione del rapinatore, è riuscita a rintracciarlo in una via del centro, dichiarandolo in stato di arresto. La sfortunata signora è stata trasportata presso il pronto soccorso del San Giacomo, dove le è stata diagnosticata una prognosi di una settimana. (S.M.)

sì come i prodotti agricoli, ma anche bucce di pomodoro, provenienti dalla Tomato Farm, budelli e grassi animali, formaggio, pasta, conigli, latticini e sangue, materiali il cui impiego è risultato illegittimo. In precedenza, Bartolomeo Bianchi era già stato diffidato dalla Provincia a utilizzare prodotti non previsti nell’autorizzazione ottenuta nel 2006 e a gennaio

del 2009 era stato oggetto di un decreto penale di condanna, per il quale aveva pagato 90 euro di multa. In tribunale, i due procedimenti a carico di Bianchi sono stati unificati. L’imputato avrebbe dovuto essere ascoltato ma non si è presentato in quanto indisposto. L’uomo è difeso dall’avvocato Massimo Bianchi di Tortona. (G.C.)

I finanzieri di Novi Ligure hanno concluso nei giorni scorsi una verifica fiscale nei confronti di un medico che non ha dichiarato compensi percepiti per oltre 325 mila euro. Il controllo è scattato all’esito di una minuziosa attività investigativa dal quale era emerso come il professionista, percepisse da anni cospicui compensi dall’Asl di Alessandria per l’attività di medico di base, senza poi procedere a dichiararli al Fisco per sottoporti alla definitiva tassazione. Tali compensi, infatti, che all’atto del pagamento sono assoggettati a una ritenuta a titolo d’acconto da parte del sostituto d’imposta, devono poi essere dichiarati per scontare la residua parte dell’imposta dovuta dal contribuente. All’esito dei controlli eseguiti in proposito, i finanzieri al comando del tenente Vincenzo Ferraro hanno quantificato in oltre 31 mila euro i compensi non dichiarati nel periodo dal 2009 al 2011. Nel corso della verifica, le Fiamme Gialle si sono inoltre accorte che i compensi di alcune visite specialistiche, pari a oltre 14 mila euro, non erano stati dichiarati, sebbene fosse stata rilasciata la prevista certificazione e fosse stato annotato in contabilità il relativo corrispettivo. Evasa, in questi casi, ove prevista, anche l’Iva, per un ammontare superiore ai 2 mila euro. Non solo, è stato ancora accertato che il professionista aveva anche omesso di dichiarare al Fisco i redditi fondiari relativi al possesso di 25 unità immobiliari, sia terreni che fabbricati, ubicati nelle province di Alessandria e di Genova. Sarà ora compito dell’Agenzia delle Entrate quantificare le imposte dovute e i relativi interessi di mora, nonché definire l’entità delle sanzioni amministrative. (S.M.)

inbreve CASTELLO

La baby gang dei sassi La scorsa settimana, a un anno di distanza dall’ultimo episodio si è ripresentata al parco Castello di Novi la “baby gang dei sassi”. Si pensava che questo malcostume si fosse definitivamente interrotto, dopo l’identificazione di alcuni minori sorpresi e consegnati alla polizia municipale dal custode del parco avventura nel luglio del 2012. Erano ragazzini che scagliavano sassi sulle abitazioni e sulle auto dalla sommità della scalinata che parte dal cuore del centro storico. Invece l’altro ieri, nel tardo pomeriggio, alcuni abitanti hanno avvertito la sassaiola che si infrangeva sulle tegole. Immediatamente hanno avvisato i carabinieri che sono arrivati sul posto con una pattuglia. I teppisti, si suppone giovani, si erano però già dileguati anche se probabilmente non si trattava dei medesimi soggetti entrati in azione in passato. «L’anno scorso avevamo richiesto ai carabinieri e ai vigili maggiori passaggi delle pattuglie durante le ore notturne – ha raccontato un residente della zona – Probabilmente non bastano questi interventi poiché è facile eluderli. sarebbe però opportuna l’installazione di una telecamera di videosorveglianza, anche perché il rischio è molto alto. In alcune circostanze sono state colpite auto, ma questi soggetti che non si rendono conto di ciò che fanno, potrebbero causare gravi problemi alle persone». (G.F.)

I CONTROLLI

Alcol, patente ritirata È costato caro ad una 41enne, mettersi al volante dopo qualche bicchiere di troppo. Nella notte tra il 15 e 16 giugno la donna, con precedenti e domiciliata a Tortona, è rimasta coinvolta in un incidente stradale, non grave, a Pozzolo. All’arrivo di una pattuglia dei carabinieri di Novi, si è rifiutata di sottoporsi ad accertamento del tasso alcolemico, sia mediante apparato etilometro sia presso una struttura ospedaliera. Dopo il ritiro della patente di giuda e il sequestrato del mezzo su cui viaggiava, la donna è stata denunciata in stato di libertà. I militari hanno poi denunciato in stato di libertà, per guida in stato di ebbrezza alcolica, anche un ventitreenne novese. (S.M.)

ECCO UNA DELLE SOLUZIONI!!! e molte altre... 99+euro iva

STANCO DI DIABOLIK?

vendita installazione garanzia 36 mesi

KIT DUO WIRELESS

39 euro mensili + iva Collegamento h 24 ns. sala radio Intervento su allarme

PER INFO 0131-315321


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

7 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

I conti Le decisioni sui diversi capitoli di spesa saranno messe a punto nei prossimi giorni e nelle prossime settimane. L’approvazione del bilancio è stata spostata a settembre.

La giunta mira al risparmio per avere un “tesoretto” Ciascun ufficio potrà spendere un dodicesimo in meno rispetto al 2012 GINO FORTUNATO redazione@ilnovese.info

La giunta comunale novese vara una serie di misure rivolte al risparmio. Dopo l’ultima seduta, le decisioni sui vari capitoli di spesa saranno messi a punto in questi giorni. Intanto tutti i dirigenti comunali sono stati avvisati dalla Giunta coordinata dal sindaco Lorenzo Robbiano di questa possibilità che potrebbe far confluire, nel “salvadanaio” comunale, circa un milione di euro da investire durante l’inverno. Ciascun ufficio potrà spendere circa un dodicesimo in meno rispetto al bilancio 2012. «Stiamo affrontando in un certo senso, la politica della “formichina” – specifica l’assessore al Commercio Paolo Parodi – tenendo conto della possibilità che il Governo decida di togliere l’Imu. Si vuole evitare di ritrovarci nella situazione degli anni passati, quando con l’abolizione dell’imposta sulla casa, il vecchio Governo portò tutti i Comuni a ritrovarsi in situazioni di cassa catastrofiche. Si promise il reintegro finanziario, ma ciò non è avvenuto. Pertanto ritengo essere giusto limare sulle spese che potrebbero riguardare la stagione degli spettacoli, pur contribuendo ugualmente alle prossime iniziative dei commercianti [i Venerdì di luglio; ndr]. Si cercherà di non incidere su voci importanti come il sociale e i servizi comunali». Entra nel merito l’assessore alle Politiche finanziarie Germano Marubbi: «Si tratta di una serie

di spese che vengono sospese: quindi non è propriamente corretto parlare di “nuovi risparmi”, poiché la maggior parte sono già stati fatti nel 2012. Adesso, piut-

tosto, la giunta sta individuando una serie di spese da tenere sotto controllo da qui a settembre per evitare che quando si chiarirà la situazione normativa, potremo fi-

nalmente fare il bilancio 2013. Il consiglio comunale non dovrà ritrovarsi con le mani legate di fronte a una spesa che nel frattempo non sia stata posta sotto controllo. In questo modo, pur in un quadro di forte incertezza che non dipende dalla nostra volontà, garantiremo il funzionamento dei servizi comunali, cercando di salvaguardare gli equilibri di bilancio». Il termine per l’approvazione dei bilanci è stato spostato a fine settembre. Il rischio maggiore è rappresentato dalla certezza che i trasferimenti statali saranno inferiori al 2012, ma ancora non si sa di quanto. «Non possiamo anticipare il bilancio rispetto a settembre – prosegue Marubbi – perché mancano fondamentali informazioni che devono arrivarci dallo Stato su Imu, Tares e trasferimenti. Restiamo in esercizio provvisorio, il che significa che gli uffici possono spendere, ogni mese, un dodicesimo di quello che prevedeva il bilancio 2012. Se non mettiamo sotto controllo alcune spese, il rischio è che a settembre il consiglio comunale si trovi di fronte a un fatto compiuto e non possa decidere liberamente dove aumentare e dove diminuire la spesa. Quindi stiamo procedendo a individuare le spese che possono essere sospese, evitando che su di esse si assumano impegni durante l’estate. però non tutto quello che era previsto a bilancio nel 2012 è stato speso, quindi ci adegueremo in tal senso».

Paolo Parodi «Potrebbe essere necessario limare sulle spese e potrebbe riguardare la prossima stagione degli spettacoli»

Germano Marubbi «Se non mettiamo sotto controllo alcuni costi rischiamo dopo l’estate di trovarci di fronte al fatto compiuto»

Il caso La discussione di lunedì in Consiglio comunale

Corte dei conti, rientra l’allarme per la lettera È stata esaminata dal consiglio comunale, lunedì sera, la lettera inviata alla fine di aprile, all’amministrazione comunale da parte della Corte dei Conti. Durante la discussione sono stati allontanati i timori in caso fosse aperto un procedimento di responsabilità contabile. Motivo di osservazione da parte dei magistrati contabili: la delibera con la quale è stato “tamponato” il buco di bilancio della Noviservizi srl che gestisce la farmacia comunale, la mensa comunale e l’illuminazione votiva con una parte delle alienazioni. La contestazione della Corte dei Conti risale al 2009. «Nel 2010 – spiega il presidente del collegio dei revi-

Si è anche parlato del piano di valorizzazione degli immobili che fanno parte del patrimonio pubblico. Polemica di Bertoli sui rimborsi agli agricoltori per aver spalato la neve sori Gianluigi Sfondrini – il provvedimento è stato assunto in linea con quanto veniva indicato dal Testo Unico degli Enti Locali. Solo successivamente, ovvero

dal 2012, l’alienazione può coprire unicamente debiti per investimenti». Inoltre l’assessore al bilancio Germano Marubbi aggiunge: «Per dover rispondere di danno erariale si deve essere in presenza di un danno dell’ente e, in questo caso, non c’è un impoverimento dell’ente stesso perché la Noviservizi è società in house con personale del Comune che non percepisce altri gettoni e, in alcuni casi i servizi erogati come l’illuminazione votiva, hanno registrato nel tempo un segno positivo. Inoltre non c’è dolo o colpa grave ovvero non si è di fronte a una mancanza, o a una imperizia di verifica da parte del consiglio comuna-

le e della giunta». Chiarito questo passaggio che aveva un po’ allarmato i consiglieri comunali, l’esame della lettera inviata nelle settimane scorse dalla Corte dei Conti è proseguito senza scossoni. «Nella lettera della Corte dei Conti – prosegue Marubbi – si parla di un avviato processo di risanamento, quindi dando atto del lavoro svolto. Nelle osservazioni i magistrati contabili parlano anche di evasione e di sanzioni della polizia municipale. Nel 2012 abbiamo ridotto il recupero dell’evasione e nel 2013 si prosegue con stanziamento e accertamento in linea». Durante la discussione si è parlato anche del patrimo-

nio immobiliare del Comune, l’amministrazione intende predisporre un piano di valorizzazione degli immobili sempre nel rispetto del Patto di stabilità. «Nel 2012 – sottolinea Marubbi – non sono stati venduti edifici e non so quante chances avremo nel 2013 alla luce del poco dinamismo del mercato immobiliare». L’unica nota polemica registrata è stata quella del consigliere comunale d’op-

posizione Marco Bertoli che quando l’assessore Marubbi, sottolineando il buon stato della casse comunali nonostante i tagli che «ha permesso anche di anticipare denaro al Cit per il pagamento degli stipendi degli autisti», ha puntualizzato che «da mesi e mesi gli agricoltori che hanno lavorato per spalare la neve, utilizzando mezzi propri, non hanno ancora recepito i compensi dovuti». (M.P.)


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

8 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

L’appuntamento La tradizionale manifestazione estiva

Nonostante la crisi rieccoivenerdìdi luglio... MARZIA PERSI m.persi@ilnovese.info

Nonostante la mancanza di fondi dovuti al difficile momento finanziario ed economico che il Paese sta vivendo, l’Ascom e il Consorzio Il Cuore di Novi con la collaborazione dell’amministrazione comunale, proporrà anche quest’anno i Venerdì di Luglio, manifestazione che rappresenta un evento importante non solo per il commercio ma anche per l’immagine fortemente positiva e le ricadute benefiche complessive su tutta la città. «È ormai quasi certo che la Regione Piemonte non parteciperà più in termini economici ai progetti dei centri storici e questo rappresenta un danno molto serio – dice Fabrizio Stasi presidente de “Il Cuore di Novi”– pur tuttavia noi abbiamo cercato di creare in questi anni un sistema di partnership anche sul turismo territoriale che, seppure con fatica, ci permette di continuare a sviluppare la nostra attività e i nostri progetti». Aggiunge Stasi: «Abbiamo bisogno però della partecipazione e del contributo del maggior numero di negozi e attività perché solo in questo modo ovvero partecipando ognuno con una quota contenuta, si possono continuare a fare belle cose. Del resto va segnalato il successo crescente della Novicard, la nostra premium card che offre ai clienti vantaggi economici,

sconti e offerte per tutto l’anno». E quindi grazie alla volontà di tutti gli esercenti novesi per quattro sere ci si divertirà con I Venerdì di Luglio. Si inizierà il 5 luglio, come da tradizione, con le vetrine animate, il concorso di body painting, il piano bar e il salotto delle auto. La seconda serata “Sognando Bollywood” (festeggia i 10 anni) sarà dedicata al folclore indiano con danze, musiche, acrobati e spettacoli su strada con uno spazio dedicato alle tipicità gastronomiche. “Country Western” sarà in scena

il 19 luglio con una sfilata di cavalieri e costumi tradizionali, musiche e balli, spettacoli, accampamenti e gare di abilità. Anche in questa serata prevista è la degustazione di piatti caratteristici. Il 26 luglio i Venerdì di Luglio daranno appuntamento al prossimo anno chiude con una notte di “Swing & Jazz” con orchestre, band e piccoli gruppi su strade e piazze. «I Venerdì di Luglio mantengono, quindi, inalterata – sottolinea Stasi – la caratteristica di tanti eventi sparsi per il centro stori-

co per invitare i visitatori a girare per la città, facendo shopping sotto le stelle». I negozi saranno aperti fino alle 24, i bar, le pizzerie, i ristoranti e

le gelaterie con i loro dehors trasformeranno il centro storico in uno straordinario pittoresco bistrot. Gli organizzatori hanno chiesto al Comune la chiusura totale alla viabilità di via Roma dalle 21 di tutti i venerdì nonché il divieto di promozioni pubblicitarie da parte di terzi nel corso delle serate. Queste presenze, così come il posizionamento di banchi, gazebo e strutture (anche non commerciali) dovranno essere preventivamente concordate con la gestione organizzativa del Cuore di Novi. «Abbiamo avviato questa idea – dice Massimo Merlano, presidente dell’Ascom – 15 anni fa quando non esisteva nulla e, trovando un po’ di scetticismo generale. Il successo è stato travolgente, impetuoso al punto che l’idea è stata accolta e sviluppata da moltissime città di ogni parte d’Italia. Ha modificato uno stile di vita e, soprattutto per noi, ha offerto al commercio di tradizione una opportunità importante di lavoro e di visibilità».

San Marziano Approvato il progetto preliminare

Campo di calcio in sintetico: finalmente iniziato l’iter L’amministrazione comunale ha approvato il progetto preliminare del campo in sintetico in località San Marziano a Novi. Inizia così l’iter per realizzare questa struttura sportiva attesa dai novesi ormai da diversi anni. Il costo dell’opera si aggira sui 600 mila euro. La spesa sarà sostenuta, in parte, circa 473 mila euro con contributo statale, in parte, circa 118 mila euro con fondi da reperire attraverso il comitato Sport in Novi, presieduto da Adriano Reale. Una volta che verrà acquisito il finanziamento statale, verranno apportate le conseguenti variazioni al bilancio di previsione per l’esercizio corrente. Il comitato Sport in Novi, che raggruppa 42 società sportive cittadine, ha cambiato, l’anno scorso, ragione sociale diventando società consortile a responsabilità limitata. Questa trasformazione permetterà a Sport in Novi di gestire il fondo comunale che servirà per realizzare il campo in sintetico a San Marziano. Come srl, il comitato può avere accesso al mutuo che permetterà l’avvio della procedura di assegnazione dei lavori. «La volontà è quella di costruire il campo sintetico e adeguare gli accessori funzionali, compresa la creazione dell’impianto di illuminazione per le partite in notturna, al posto del vetu-

San Marziano addio? Il vetusto campo da gioco sarà sostituito da uno in terreno sintetico. In questo modo d’inverno non ci saranno più problemi legati alle avverse condizioni atmosferiche. sto terreno in sabbia in località San Marziano», spiega Adriano Reale. Il nuovo impianto sportivo, essenziale per le esigenze sportive e climatiche potrà essere utilizzato tutto l’anno. L’opera a regime prevede un campo a 11 regolamentare che in settimana sarà diviso in due campi da 7-9 giocatori e in questo modo le società calcistiche novesi potranno ridurre i costi di affitto attuali degli impianti utilizzati per gli allenamenti in particolare quelli dei giovani e giovanissimi, senza contare che la struttura potrà essere utilizzata anche in caso di

forti nevicate. Il progetto prevede che il nuovo terreno in sintetico sia dotato anche di riflettori e spogliatoi. Grazie al nuovo impianto, le società sportive novesi potranno ridurre i costi di manutenzione (comprensivi dello sgombero neve) e di rifacimento del fondo. Costi che incidono in maniera pesante sui bilanci societari. Questa struttura era stata già inserita nelle opere da realizzarsi entro il 2012, ora farà parte del piano triennale dei lavori pubblici ma la sua realizzazione adesso è a portata di mano. (M.P.)


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

9 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Il teatro Il presidente della fondazione Andronico fa il punto

Marenco, la ristrutturazione è sulla rampa di lancio MARZIA PERSI m.persi@ilnovese.info

Si è parlato della ristrutturazione del teatro Romualdo Marenco, la settimana scorsa, in commissione consiliare. Durante la riunione il presidente della Fondazione Marenco, Nino Andronico, ha fatto il punto sulla situazione e sul programma futuro. Oggi tutti i permessi sono stati dati dai vigili del fuoco all’Arpa, dall’Asl alla Sovrintendenza. In autunno partirà la gara di appalto internazionale per affidare i lavori e, a marzo 2014 partirà il cantiere vero e proprio che durerà due anni, il termine è stato fissato dalla Fondazione nel marzo 2016. «L’iter è stato lungo non c’è dubbio ma basti pensare che solo per ottenere l’ok dei vigili del fuoco – spiega Andronico – sono stati necessari diversi mesi anche perché c’erano problemi relativamente al fatto che sono state necessarie delle deroghe perché ci troviamo di fronte a un edificio dell’Ottocento il cui restauro prevede il mantenimento della

struttura antica che è ovviamente stata realizzata con materiale non ignifugo bensì in legno». Complessivamente l’opera costerà circa 5 milioni di euro. I progettisti, formati da esperti toscani e novesi (quelli che vinsero ex aequo il concorso di idee promosso dalla fondazione e dal Comune di Novi alcuni anni fa) sono stati liquidati. Ora «terminata la trattativa con i professionisti – continua Andronico – riguardo alle loro competenze, che prevede lo sborso di 460 mila euro circa, escluso il progetto esecutivo, si procederà all’affidamento dei lavori con un appalto integrato. Si è deciso di seguire questo iter per avere così un referente unico anche perché, vista la mia esperienza in campo, solitamente chi vince l’appalto poi provvede anche a stilare il progetto esecutivo che avrà un costo di 93 mila euro». Il denaro necessario per la ristrutturazione, secondo quanto relazionato in commissione dal presidente Andronico, è in cassa grazie al contributo della Fondazione del-

la Cassa di Risparmio di Alessandria, a quello di Arcus e a quello del Comune. «La base di gara per le opere di edilizia – sottolinea Andronico – e dei macchinari di scena è di 3 milioni e 700 mila. La Fondazione ritiene però più opportuno scorporare il bando e affidare a parte quello inerente alle apparecchiature sceniche (circa 330 mila euro) perché da una indagine da noi svolta è emerso che vi sono pochissime imprese in Italia che sanno svolgere un tale lavoro». Alcuni consiglieri presenti, come Gianni Malfettani (Unità per Novi) hanno chiesto se si è già fatta una riflessione sui costi di gestione del futuro teatro Marenco. «Su questo non mi pronuncio – dice Andronico – perché io sono stato nominato per occuparmi dell’appalto dei lavori». Sull’argomento è intervenuto il sindaco Lorenzo Robbiano e poi anche l’assessore alla cultura Simone Tedeschi. «Noi partiamo da una iniziativa consolidata – specifica Robbiano – con il “Giacometti”. Secondo poi i nostri studi in passato e le indicazioni da-

te il teatro Marenco è già un gioiello di per sé e una volta ristrutturato diventa propulsivo per il commercio ospitando anche iniziative di vario genere e non solo stagioni teatrali». Oggi la gestione del “Giacometti” è in house e «costa complessivamente all’anno – sottolinea Tedeschi – 200 mila euro. Abbiamo diversi sponsor privati sia per la stagione in prosa sia per il festival musicale. Dovremo certamente valutare in futuro se varrà la pena mantenere la gestione in house anche per il “Marenco”».

L’evento Sabato il terzo appuntamento

Per la “Domus Aurea” un concerto in Collegiata Sabato 22 giugno, nella chiesa della Collegiata in piazza Dellepiane a Novi, terzo appuntamento con Domus Aurea 2013, il ciclo di incontri musicali volti a promuovere il grande patrimonio di fede e cultura, rappresentato dalla principale chiesa cittadina, attualmente oggetto di restauri e scoperte. L’appuntamento (alle ore 21.15) sarà con il soprano Hyoin Cecilia Lee e con il pianista Chris Juliano, che eseguiranno brani di musica sacra e operistica composti da A. Stradella, G. Caccini, W. A. Mozart, D. P. Tosti, G. Rossini, A. Vivaldi, G. F. Haendel, P. Mascagni, F. P. Tosti. Hyoin Cecilia Lee, laureata in Canto Lirico con il massimo dei voti all’università di Daejeon, Corea del Sud, è venuta in Italia per perfezionarsi al Conservatorio di Parma. Ha cantato come solista in vari allestimenti d’opera (tra cui Il telefono di Menotti e Bastiano e Bastiana di Mozart) e in selezioni d’opera in forma di concerto (Bohème, Traviata, Tosca). Ha tenuto concerti di musica lirica e di musica sacra in Corea del Sud, in Svizzera e in Italia. Tra questi un concerto per l’inaugurazione della Sala Ferrero del Teatro comunale di Alessandria. Ha inciso come solista vari cd di musica sacra. Chris Juliano, diplomatosi in pianoforte con il massi-

Collegiata, fede in musica Il soprano Hyoin Cecilia Lee e il pianista Chris Juliano saranno protagonisti del nuovo appuntamento con Domus Aurea, la rassegna musicale organizzata alla chiesa di Santa Maria Maggiore. mo dei voti Lode e Menzione con G. Vercillo al Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria, frequenta attualmente il biennio di II livello con A. Carcano, seguitando nel contempo gli studi di Composizione con P. Ferrara. Ha svolto attività di pianista accompagnatore in numerose classi di strumento e musica da camera. Nel 2006 entra a far parte del Coro da Camera del Conservatorio sotto la guida di M. Berrini, tenendo concer-

ti in tutta Italia. Come pianista è stato premiato con una borsa di studio dal rotaract di Novi Ligure. Nel 2012 gli è stato conferito il “Premio Accademia Filarmonica” di Casale quale miglior diplomato del 2011. Attualmente svolge attività di maestro accompagnatore presso il Coro della Scuola Serale- Laboratorio di Musica per adulti del “Vivaldi” e segue la preparazione della Corale novese in qualità di direttore. (RED.)

##& $%!%"%"


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

10 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La polemica Termina a fine mese il periodo di sperimentazione nel centro storico

Da Ascom e “Cuore di Novi” bordate al Comune sulla Ztl GINO FORTUNATO redazioe@ilnovese.info

Termina il 30 giugno, non senza una coda polemica da parte dei commercianti, la fase sperimentale della Ztl, la zona a traffico limitato nel centro storico di Novi. Dopo che la settimana scorsa ha preso posizione la Confesercenti, oggi tocca a Ascom-Confcommercio e al consorzio Cuore di Novi, che hanno chiesto, prima della scadenza del termine, un incontro con l’amministrazione comunale, allo scopo di fare chiarezza su incongruenze ed eventuali proposte, prima di ogni altra decisione, in merito al ripristino della Ztl a cui lo scorso si è aggiunta anche la Zona 30. «Abbiamo richiesto un incontro con l’amministrazione comunale per ragionare seriamente sulla questione – chiarisce il presidente dell’Ascom, Massimo Merlano – In questi momenti bisogna mettere al primo posto il lavoro di tutti, an-

che e soprattutto dei negozi che rappresentano per la città un elemento economico fondamentale per i posti di lavoro che offrono, veri, e per l’importanza dell’indotto. Non serviva il parere di grandi esperti per capire che questo tipo d’intervento sarebbe stato una sciagura, resa ancor più grave perché la vittima è la via

La rassegna Oggi l’inaugurazione

Roma, la seconda della città per importanza storica e commerciale. E non si venga a dire che la colpa è della crisi generale. C’è anche quella, ma non è l’elemento determinante. Non si può governare così un centro storico. Abbiamo chiuso una strada o meglio, abbiamo privatizzato una strada che forse è più trafficata di prima. Oggi è con-

sentito andare, venire e parcheggiare come si vuole per chi vi abita. Gli altri a piedi. Altre città hanno adottato sistemi innovativi di regolamentazione del traffico e di convivenza con il passaggio pedonale. Chiediamo solo di fare un periodo di prova per capire se funziona. Ma l’amministrazione deve avere coraggio».

«La situazione parla da sola – aggiunge il presidente del Cuore di Novi, Fabrizio Stasi. – Ci sono quasi più negozi chiusi che aperti. Avevamo proposto soluzioni e chiesto una tipologia di arredo urbano per far convivere auto e passanti. Ma è stato fatto esattamente il contrario: spesi un sacco di soldi per un arredo da buttare via. Poi il nulla. Più che di “palazzi dipinti” questo centro storico si ricorda per i “selciati divelti”. Possibile che anche in questo caso nessuno sia responsabile? Altro problema della desertificazione rimane il valore delle case e dei locali. Se non vogliamo fare la fine di via Marconi facendo garage nei negozi, si deve affrontare il problema in altro modo. Viene da dire che in questi ultimi anni, a partire dai canguri per la raccolta intelligente dei rifiuti allo spostamento da via Roma del mercato del giovedì, al bike rent, non si riesca più a imbroccarne una».

Sicurezza I controlli dei Carabinieri

Inchiostro, un libro Aveva cocaina in casa, una sera d’estate arrestato un marocchino Oggi, giovedì 20 giugno prenderà il via la rassegna culturale di “Inchiostro – Un libro una sera d’estate” che si svolge, come ogni anno, in biblioteca a Novi Ligure (via Marconi 66). I primi due appuntamenti sono in programma oggi: alle ore 18.00 si terrà una conferenza sul benessere in collaborazione con Pathos e Aquarium; alle ore 21.00 la serata “Canto anch’io” dedicata ai bambini all’interno del progetto Nati per la Musica, in collaborazione con l’Istituto Casella (coro voci bianche). Intanto è già entrato in vigore il nuovo orario della biblioteca: lunedì 16.30-19.00; martedì e mercoledì 10.00-12.30 e 16.30-19.00; giovedì 16.30-23.00; venerdì 10.00-12.30; sabato e domenica chiuso. L’orario estivo rimarrà in vigore fino al 17 settembre. (RED.)

È stato tratto in arresto dai carabinieri di Novi Ligure, aiutati da quelli di Serravalle Scrivia, Mohammed Kamal El Idrissi, ventitreenne marocchino, abitante a Novi, per spaccio di sostanze stupefacenti. Denunciato in stato di libertà per favoreggiamento anche un 29enne italiano residente a Serravalle. I militari dell’Arma sono giunti all’arresto dell’uomo a seguito di un controllo antidroga svolto nelle vie del centro, zona oggetto di costante monitoraggio. Il marocchino, con precedenti a carico e già noto ai militari, veniva infatti controllato in via Gramsci nei pressi della sua abitazione, dove da tempo veniva segnalato un anomalo via vai di persone. Nella sua abitazione sono stati infatti rinvenuti 71

grammi di cocaina già predisposta in dosi e pronta per essere spacciata, alcuni grammi di hashish e marijuana, un bilancino di precisione utilizzato per la pesatura dello stupefacente e la somma in contanti di oltre 4 mila euro, ritenuta provento dell’illecita attività di spaccio. I carabinieri hanno poi denunciato in stato di libertà per spendita di monete falsificate un ventinovenne, con precedenti, residente a Cassano Spinola. L’uomo ha tentato di spendere all’interno del “Palabingo”, sulla strada tra Novi e Serravalle, una banconota da cento euro falsa. I carabinieri che sono intervenuti sul posto, avvertiti dagli addetti del locale, rinvenendo addosso al cassanese altre due banconota palesemente falsificate. (RED.)

MARANZANA ABBIGLIAMENTO

l’intervento Conciliare regole e libertà di Mino Orlando «Non capisco quale sia il problema: si chiama libertà di culto, hai presente?»: Cassandra, una spogliarellista che lavora al New York Dolls, vicino a Ground Zero, in merito alla proposta di costruire un centro della comunità islamica di fianco allo strip club. Questa breve intervista è stata posta da Martha C. Nussbaum all’inizio del suo libro “La nuova intolleranza”: superare la paura dell’Islam e vivere in una società più libera” pubblicato in Italia per i tipi del Saggiatore nel 2012.L’intervista a Cassandra mi sembrerebbe sufficiente per commentare il manifesto apparso recentemente a Novi, contro la costruzione di un centro culturale islamico a Novi, che per altro già esiste, o moschea che sia, intanto il problema non cambia… Tuttavia qualche riflessione va fatta. Ad esempio se cominciassimo a ragionare in termini di una società di liberi e pari (nei diritti e nei doveri) e non di semplice integrazione che è un concetto debole e vulnerabile, forse qualche progresso lo avremmo già fatto. Regole e libertà questo è quello che dobbiamo conciliare e introdurre nei tessuto della nostra società, liberarci della paura dell’“altro” o addirittura del disgusto, per usare un termine caro sempre a Martha Nussbaum e impedire che questi due sentimenti forti e a volte legittimi e utili diventino fonte di riflessioni politiche, e di conseguenza di provvedimenti normativi. Quindi mi auguro che diventi possibile una raccolta di firme anche a favore del nuovo centro di cultura islamico, per contribuire a costruire una società senza paure e quindi, appunto, più libera, e che Novi continui a essere una comunità aperta e disponibile all’accoglienza, come la sua storia dimostra.


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

11 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Pianeta casa Con l’avanzare della crisi Novi come una metropoli

L’emergenza sfratti aumenta e torna ad essere molto pesante GINO FORTUNATO GINO FORTUNATO redazione@ilnovese.info redazione@ilnovese.info

Aumenta in città l’emergenza sfratti: Novi è come una metropoli. Aumentano vertiginosamente con l’avanzare della crisi le famiglie che stanno rischiando di rimanere per strada, come si evince dagli ultimi dati forniti dall’assessorato per le Politiche sociali. La situazione si acuisce anche con il taglio delle utenze (la legge, una volta, non imponeva di non tagliare la fornitura elettrica, ma solo di ridurne la potenza?). Eppure vengono denunciati anche questi casi. Sul finire della scorsa settimana un incendio divampato nella cantina di uno stabile dell’Atc in viale Pinan Cichero, dopo aver causato un’evacuazione generale ha reso inagibile l’appartamento soprastante, abitato da una famiglia con quattro componenti. L’assessorato alle Politiche sociali è intervenuto ospitando in albergo gli occupanti. Adesso però stanno fronteggiando l’emergenza abitando nell’alloggio popolare di alcuni parenti, in condizioni di sovraffollamento. È uno dei

tanti casi legati alla crisi odierna che si somma, tra gli altri, a quella del centro storico dove gli abitanti (con disabili) entrano ancora in casa attraversando passerelle di legno di fortuna, in ragione di lavori mai conclusi. Senza contare le continue occupazioni abusive, sempre in appartamenti Atc.

«La sensazione che rimane dopo aver ricevuto il pubblico all’ufficio Affari Sociali – spiega l’assessore competente, Felicia Broda – è quella anticipatoria di un’emergenza abitativa da “grande metropoli” e non da cittadina di provincia. Nei primi 5 mesi dell’anno le pratiche di sfratto sono diventate almeno una ven-

tina, con un trend in aumento di circa il 40%. Ma siamo a conoscenza di numerose altre pratiche in corso di trasmissione». «Per contro assistiamo a una diminuzione degli alloggi Atc disponibili per le emergenze abitative – dice ancora Broda – Insomma, da una parte c’è la ragione di chi, da graduatoria nor-

male Atc, diventa assegnatario di un alloggio popolare, mentre dall’altra c’è l’emergenza di chi è sfrattato. Questi ultimi, nel 99% dei casi hanno ricevuto o stanno ricevendo, sfratti per morosità. Spesso perché hanno perso il lavoro e risulta impossibile ottenere un nuovo contratto di locazione. Che fare? Sicuramente vanno messe in atto differenti strategie in collaborazione con i proprietari, sensibilizzando alcuni inquilini che, sottovalutando la situazione credono che l’assegnazione di emergenza di un alloggio popolare sia automatica». «Non aiuta certo la decisione della Regione di non aver attivato il bando per il sostegno all’affitto nel 2012. Tante persone attendevano questo contributo per mettersi in pari con i canoni scaduti. Per il 2013 non lo potranno più fare. Ecco perché temo che il futuro più prossimo non ci porterà nulla di buono. Spesso buona parte dei proprietari non ci rimettono solo l’affitto, ma anche le spese per le utenze», conclude l’assessore.

Convegno A Castellania

Il caso Nuova interpellanza dell’attivissimo consigliere

Due giornate con Puntoacapo

Distributori di acqua minerale Pino Dolcino va all’attacco

Come ogni anno, Puntoacapo Editrice organizza una due giorni con gli autori, quasi a costituire un informale ma ricco festival letterario. Per l’edizione 2013 è stato scelto il borgo di Castellania. Nella sala convegni del paese si alterneranno letture, dibattiti, presentazioni, esposizioni e soprattutto anticipazioni dei programmi editoriali, che vedono la casa editrice (con sedi a Novi e Pasturana) impegnata con progetti di grande impegno: volumi di poesia, narrativa e critica, nuove collane, Premi letterari e altro ancora. Ospiti di riguardo saranno Beppe Mariano (sabato 22 giugno alle 18.00), recente vincitore di importanti premi letterari con l’antologia che raccoglie la sua carriera poetica, e Guido Oldani (domenica 23 ore 11.00), che presenterà una riflessione sul “Realismo terminale”. (RED.)

Il consigliere Pino Dolcino bacchetta l’amministrazione comunale con una nuova interpellanza. Nel mirino i distributori di acqua minerale, posizionati all’altezza di piazza XX Settembre e in zona Museo del Ciclismo, inaugurati nel 2011. Da quanto spiegato nella missiva recapitata sulle scrivanie di sindaco e assessore, ad attirare l’attenzione sui distributori è stato un articolo comparso sulla stampa nazionale. Un quotidiano denunciava come l’acqua erogata dai distributori, in realtà, fosse «la stessa degli acquedotti comunali, ma filtrata per togliere quel sapore un po’ pesante e poco piacevole». Si trattava di un articolo generale, non riferito a Novi ma alla situazione naziona-

le. Sufficiente però a far saltare sulla sedia Dolcino. «Ai tempi dell’inaugurazione nella campagna di informazione veniva dichiarato che l’acqua dei distributori era di ottima qualità, proveniente da un pozzo in zona Lomellina estratta a una profondità di oltre 300 metri: voglio sapere se queste informazioni sono corrette», dice Dolcino. Con l’interpellanza, Dolcino chiede se l’acqua dei due distributori è fornita dall’acquedotto o proveniente dal pozzo in zona Lomellina? Si può conoscere l’analisi dell’acqua, con media analitica e dati parametri? E infine: per quanti giorni si può conservare l’acqua dei distributori automatici nelle bottiglie? (S.M.)

sanità LA VISITA

Vignale al San Giacomo

È stata una visita informale quella che l’assessore regionale Gian Luca Vignale ha fatto venerdì 7 giugno all’ospedale di Novi Ligure, dove è stato accolto dal direttore generale dell’Asl di Alessandria Paolo Marforio e dal direttore sanitario Francesco Ricagni. Durante il pomeriggio di visita, Vignale ha voluto saperne di più sui due progetti sperimentali adottati dal San Giacomo: l’informatizzazione della somministrazione delle terapie ai pazienti e l’archiviazione e riproduzione digitale delle cartelle cliniche. Si chiama “e-Health” infatti la nuova frontiera della Sanità. Il termine, tradotto con “Sanità in rete”, viene usato per definire l’uso di strumenti altamente tecnologici finalizzato a migliorare l’accesso alle cure ed a contribuire nel contempo ad accrescere l’efficienza generale e la sostenibilità del settore sanitario. Si tratta di un progetto innovativo basato sull’utilizzo di tecnologie informatiche, adoperate con il fine di migliorare i momenti di prescrizione e somministrazione del farmaco, e finora realizzato in pochi ospedali italiani. Avviato nel 2011 presso l’ospedale di Tortona e ora esteso a Novi e a Acqui, si prevede che si concluderà entro fine anno anche a Casale. La visita dell’assessore Vignale è proseguita con la presentazione di un’altra innovazione, il sistema di digitalizzazione e gestione delle cartelle cliniche, un progetto iniziato alla fine del 2010 all’ospedale di Tortona e che oggi è operativo in tutti gli ospedali dell’azienda sanitaria provinciale. Prima in Piemonte ad applicarla, l’Asl di Alessandria ha individuato in questa procedura «non solo il mezzo per rendere più agevole e rapida la gestione della documentazione clinica, ma anche uno strumento in grado di far economizzare denaro all’azienda stessa e, quindi, agli utenti», spiegano i responsabili. (S.M.)


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

12 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Sicurezza Approvata l’Associazione fra gruppi di Comuni

San Giacomo Accordo Asl-Comune

Convenzione, i vigili di Novi diventano sceriffi fuori casa

In vista una stretta agli ingressi in auto all’ospedale

MARZIA PERSI m.persi@ilnovese.info

È stata firmata, sabato scorso, a Palazzo Pallavicini, la convenzione tra il Comune di Novi Ligure e altri Comuni limitrofi per la gestione associata di servizi legati alla sicurezza. Tale convenzione è stata sottoscritta dai Comuni di Novi Ligure, Basaluzzo, Cassano Spinola, Gavazzana, Pasturana, Sardigliano e Villalvernia. L’attuale normativa stabilisce, infatti, che i Comuni con popolazione fino a 5 mila abitanti, ovvero fino a 3 mila se appartengono a comunità montane, devono esercitare in forma associata alcune funzioni fondamentali tra le quali, la Polizia municipale, la Polizia amministrativa locale e la Protezione civile. L’obiettivo è quello di coniugare economie di scala e miglioramento

dell’efficienza e dell’efficacia della funzione stesse. Il Comune di Novi Ligure, ritenendo che l’esercizio in forma associata di tali funzioni rappresenti il miglior strumento per attuare un presidio integrato dei territori sulla base di criteri e principi condivisi, ha accolto la richiesta dei Comuni sopra citati, anche in considerazione della positiva conclusione a fine 2012 di analoga esperienza. «Abbiamo ricevuto richiesta da numerosi comuni anche del tortonese – dice il sindaco Lorenzo Robbiano – ma abbiamo dovuto “chiudere” le adesioni nell’ambito di un’area logisticamente gestibile. Entro i primi giorni di luglio approveremo il bilancio di previsione, che sarà molto tecnico visto che diversi provvedimenti devono essere ancora approvati dal Governo, ma non escludo

che sommando le diverse quote che i Comuni hanno a disposizione per il personale che si possa assumere un agente di polizia municipale» Secondo il sindaco Robbiano la collaborazione fra Comuni può essere estesa ad altri servizi come quello di anagrafe «come è avvenuto in Emilia fra diverse realtà. Ovvero avere un’anagrafe centralizzata collegata poi nei diversi municipi per via telematica. Per il cittadino non cambierebbe nulla». Alla proposta del sindaco Robbiano i colleghi dei Comuni limitrofi hanno già risposto, in maniera informale, positivamente. La convenzione avrà la durata di tre anni e potrà essere rinnovata. La Polizia Municipale di Novi effettuerà controlli sui territori dei Comuni convenzionati. Tutte le spese sostenute saranno integralmente rimborsate.

L’Asl ha stipulato una convenzione con il Comune di Novi per regolamentare il controllo, da parte del personale del comando polizia municipale, per quanto concerne la viabilità di accesso e le aree di sosta adiacenti al pronto soccorso di Novi, nel prolungamento via Dell’Ospedale. La delibera tende a ovviare ai gravi problemi di ingresso al San Giacomo, più volte lamentati. L’attuale assenza di controlli, rende infatti spesso la situazione critica, in particolare quella relativa alla sosta, a causa di auto posteggiate in posizioni tali da creare intralcio e conflitti, generando motivi di preoccupazione per la garanzia dei transiti da parte dei veicoli di soccorso, anche in situazioni di emergenza. Gli agenti eseguiranno ripetutamente e quotidianamente, controlli circa il rispetto delle norme. Gli stessi interverranno anche su richiesta, per effettuare verifiche finalizzate anche a eventuali provvedimenti coattivi sui veicoli in sosta o in transito nella viabilità di accesso al pronto soccorso. Il percorso interessato parte da via Raggio, per svilupparsi attorno al perimetro ospedaliero (area del Dea). La convenzione stipulata è triennale e sarà avviata entro giugno. Durerà tre anni, rinnovabile alla scadenza con tacito accordo fra le parti. Qualche anno fa era già stata “sistemata” l’annosa questione dei parcheggi lungo via Raggio, nei pressi dell’ospedale. Con il rifacimento dei marciapiedi, infatti, sono stati creati spazi appositi per la sosta degli autobus e stalli per i portatori di handicap. L’allargamento dei marciapiedi e la creazione di scivoli per i disabili ha anche consentito ai pedoni e alle biciclette di muoversi con maggiore sicurezza. (G.F.)


6

novi ligure

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

13 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Il programma La festa del Pd apre i battenti giovedì 27 giugno

Tredici giorni allo stadio, la kermesse democratica ANDREA VIGNOLI redazione@ilnovese.info

Anche quest’anno l’estate novese si avvia con la kermesse musical-gastronomica organizzata dal Partito Democratico: 13 giorni ininterrotti di festa allo stadio comunale sul solco della più genuina tradizione delle feste di partito. Una tradizione che nel nostro paese, e nelle nostra provincia, si sta sempre più perdendo. Fino a poco più di un decennio fa, in ogni paese pur piccolo della zona novese aveva luogo un festival dell’Unità e spesso, soprattutto nei centri più grossi, c’era anche la festa dell’Avanti e dell’Amicizia, organizzate dal partito socialista e dalla democrazia cristiana. Le feste di partito sono state via via sostitute dalle feste di paese e dalle sagre, e sono nei centri più grandi – e a Novi – resiste la festa democratica, che ha preso il posto

ni, mentre lunedì avrà luogo l’esibizione di danza da parte delle scuola di ballo Asd Wb Danze Alessandria dei maestri Wilmer Poggio e Francesca Baradel che si proporranno in una selezione che prenderà le mosse dal ballo Liscio e dal ballo da Sala per concludere con danze Argentine e orientali. Concluderà la serata di lunedì una esibizione di fisarmoniche. Martedì 2 luglio salirà sul palco la seguitissima orchestra spettacolo di Valentina Valenti, mentre mercoledì tornerà a Novi Al Rangone. Giovedì sera si ballerà con Serena Group e venerdì sera atteso concerto di Marco Zeta. Sabato 6 luglio torna sul palco Carlo Santi, seguito domenica sera dall’orchestra Orchidea; lunedì 8 luglio Gianni e Raffaella. Si finisce infine come si è cominciati, con la chiusura dell’orchestra di Paolo Bagnasco, il musicista novese riconosciuto come

della festa dell’Unità con la nascita del Pd. A Novi, tra l’altro, ha luogo una delle feste no-stop più lunghe del panorama nazionale. Particolarmente sotto pressione in questi giorni è Giacinto Smacchia, responsabile organizzativo delle festa di Novi: «Per 13 giorni di festa si inizia a lavorare molto prima. Occorre organizzare tutto, montare le strutture, stendere il programma, fare i manifesti, la promozione». Quest’anno la festa sarà particolarmente gradita agli amanti del liscio e del ballo, grazie ad una nutrita serie di concerti delle più gettonate orchestre, che allieteranno tutte le serate. In particolare, la festa sarà aperta il giovedì 27 giugno dall’orchestra di Paolo Bagnasco. Venerdì 26 saliranno sul palco Gianni e Morena, mentre sabato sera 27 tornerà l’immancabile orchestra tutta novese dell’immancabile Carlo Santi. Domenica sera sarà la volta di Lillo Baro-

DAL 1950

Servizi funebri

www.gavazzapompefunebri.it

a partire da

POMPE FUNEBRI

1.190 €

«Grazie per tutto il bene che ci hai voluto: ci accompagnerà per il resto della nostra vita.»

E’ tornata alla Casa del Padre

CONCETTA MANNO

Cognata, ti.

GAVAZZA

nde e sentita ziano tutte le a, con fiori e loro dolore. cimitero

E’ mancato all’am

Geom. AMELIO

A NNIVERSARIO ANNIVERSARIO

VESCOVO

suoi cari la

Nel primo anniversario della scomparsa del caro ed indimenticabile

Carlo C a rl o RRaviolo av i o l o

PAGAMENTI DILAZIONATI SENZA INTERESSI

in IANNAZZO - di anni 71

Addolorati lo annunciano il marito FRANCESCO, Famigliari ed Parenti i F amigliari e d i P a r e n t i tutti t u t t i Lo L o ricordano ricordano la figlia MARIA affetto grande ccon o n TERESA iimmutato mmutato a f f e t con to e g rDARIO, a n d e rrimpianto i m p i a nit o Fratelli, in una S. Messa che sarà celebrata u n a S . M e s s a c h e s a r à c e l i n e b r a t atutti. ANNIVERSARIO le Cognate, i Nipoti ed i Parenti

ANNUNCIO

ANNUNCIO

Sabato ore 18,15 S a b a t o 22 2 2 c.m. c . m . alle alle o re 1 8,15

I familiari dalla e sentita nella Chiesa Parrocchiale n ella C hie sa P a r r ogrande c scomparsa chiale Nel commossi primo anniversario della È tornata alla Casa del Padre dii S S.. ed Pietro Novi Ligure. d P i eringraziano tindimenticabile r o iin n N ovi L i g u r e . tutte le gentili del lutto, caro partecipazione al Prof. MARGHERITA VESCOVO rsonale tutto Grazie a quanti vorranno unirsi al ricordo con la preghiera. er le cure prestate. presenza, con fiori eZA scritti hanno CARLO RAVIOLO G AZ GAVAZZA Addolorati lo annunciano la cognata, i cugini epersone che di Novi Ligure, 18 giugno 2013. preso parte al loro dolore. i famigliari ed i parenti tutti lo ricordano con parenti tutti. I familiari sentitamente ringraziano TRIGESIMA imGAVAZZA mutato affetto eriposa grande rimpianto in una S.diMestutte le persone ANNIVERSARIO che si sono unite al loro dolore.La cara Salma, nel cimitero Novi Ligure. P OMPE F UNEBRI POMPE FUNEBRI

N o L 143-74 6 26 2 -P ozzolo F.ro 4 17 01 3-C assano 7 46 26 2 Novi L.. 0 0143-74 62 62 Pozzolo 41 70 13 Cassano 74 62 62

POMPE FUNEBRI

Novi L. 0143-74 62 62 - Pozzolo F.ro 41 70 13 - Cassano 74 62 62

Ad un mese dalla scomparsa del caro ed indimenticabile Nel primo anniversario della scomparsa sa che sarà celebrata sabato 22 c.m. alle ore La cara salma riposa nel cimitero di Fresonara. del caro ed indimenticabile ringraziamento ai Dottori Bellingeri e Grosso 18.15 nella chiesa Parrocchiale di S. Pietro in Un particolare ringraziamento al personale Un dellaparticolare ed all’Equipe Infermieristica per le cure prestate. Novi Ligure. Grazie a quanti vorranno unirsi al riCasa di Riposo “Don Beniamino” per le cure cordo conFUNEBRI la preghiera. Novi Ligure, 15 giugno 2013. prestate. GAVAZZA POMPE

Angelo Fossati

Ettore Guerci

i Familiari e i Parenti tutti Lo ricordano con affetto

rimpianto in una S. Messa che sarà celebrata

infinito e grande rimpianto in una S. Messa

Mercoledì 26 c.m. alle ore 18,15

che sarà celebrata Giovedì 27 c.m.

TRIGESIMA

ANNIVERSARIO nella Chiesa Parrocchiale

Nel primodi anniversario della scomparsa S. Pietro in Novi Ligure. Grazie a del quanticaro vorranno al ricordo con la preghiera. edunirsi indimenticabile Novi Ligure, 22 giugno 2013.

GAVAZZA

POMPE FUNEBRI

Novi L. 0143-74 62 62 - Pozzolo F.ro 41 70 13 - Cassano 74 62 62

ETTORE GUERCI

La moglie, le figlie, i generi, il nipote ed i parenti tutti lo ricordano con infinito affetto in una S. Messa che sarà celebrata mercoledì 26 c.m. alle ore 18.15 nella chiesa di S. Pietro in Novi Ligure. Grazie a quanti vorranno unirsi al ricordo con la preghiera. Novi Ligure, 22 giugno 2013

CONCETTA MANNO in IANNAZZO di anni 71

Addolorati lo annunciano il marito Francesco, la ore 18dalla nellascomparsa Chiesa Parrocchiale Adalle un mese figlia Maria Teresa con Dario, i fratelli, le cognate, del caro edNicolò indimenticabile di S. in Novi Ligure. i nipoti ed i parenti tutti. I familiari commossi dalla Grazie a quanti vorranno unirsi al ricordo con la preghiera. ANGELO FOSSATI grande e sentita partecipazione al lutto ringraziaGAVAZZA G ZZA no tutte le gentili persone che di presenza, con Novi Ligure, 22 giugno 2013. i famigliari ed i parenti tutti lo ricordano con affetfiori e scritti hanno preso parte al loro dolore. to infinito e grande rimpianto in una S. Messa La cara salma riposa nel cimitero di Novi Ligure. che sarà celebrata giovedì 27 c.m. alle ore 18 Un particolare ringraziamento ai dottori Bellingeri nella chiesa di S. Nicolò in Novi Ligure. Grazie a e Grosso ed all’Equipe Infermieristica per le cure quanti vorranno unirsi al ricordo con la preghiera. prestate. POMPE POMPE F FUNEBRI UNEBRI

Novi No L. L. 0143-74 0143-74 62 62 62 62 - P Pozzolo ozzolo F.ro 41 41 70 70 1 13 3 - Cassano Cassano 74 74 62 62 62 62

Novi Ligure, 22 giugno 2013

I familiari commos partecipazione al l gentili persone che scritti hanno pres

Pozzolo Formigaro, 15 giugno

Novi Ligure, 18 giugno 2013

tutti Lo ricordano con infinito affetto e grande

e FRANCESCO, gli affezio ANNUNCIO IRINA, NICOLO’ e ALESSIA È mancato all’amore dei suoi cari

La cara Salma, Pozzolo

Novi L. 0143-74 62 62 - Pozzolo F.ro 41 70 13 - Cassano 74 62 62

ed i Parenti

Novi Ligure, 15 giugno 2013

GEOM. AMELIO SILVANO (ELIO) di anni 87 Addolorati lo annunciano i figli Anna Maria, Roberto e Francesco, gli affezionati nipoti Silvia, Luca, Irina, Nicolò e Alessia con Elena e tutti i familiari. I familiari commossi dalla grande e sentita partecipazione al lutto ringraziano tutte le gentili persone che di presenza, con fiori e scritti hanno preso parte al loro dolore. La cara salma riposa nel cimitero di Pozzolo Formigaro. Pozzolo Formigaro, 15 giugno 2013

www.gavazzapompefunebri.it • 335.5983577 NOVI LIGURE VIA VERDI 58 - 0143.746262

di an

Addolorati lo annunciano i fi

Cristianamente è mancata ai suoi cari

Novi Ligure, 9 giugno la Moglie, le Figlie, i Generi, il2013 Nipote

una dei più bravi fisarmonicisti italiani. Per chi non ama il ballo liscio, tutte le sera presso il bar sarà attivo lo spazio latino americano con balli e animazione. Torna dietro al banco del bar, a grande richiesta, il barman Alfredo “Lollo” Lolaico, dopo un anno di assenza. Tutte le sere sarà ovviamente attivo il ristorante, che ha una grande capienza come sempre in modo da poter servire la numerosa massa di persone prevista. Specialità alla brace, agnolotti, fritto misto di pesce nella più genuina tradizione della festa novese. Inoltre, sarà attiva la pizzeria e la birreria fino a tarda ora. Non mancheranno lo spazio libri e le immancabili frittelle di Oreste Soro. Infine, sarà attivo anche lo spazio dibattiti, la cui programmazione è ancora in corso da parte della coordinatrice cittadina del Pd Cecilia Bergaglio e su cui vi daremo maggiori informazioni la prossima settimana.

POZZOLO F.RO VIA PALENZONA 14 - 0143.417013

CASSANO S. VIA ARZANI 38/BIS - 0143.746262


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

14 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La vicenda Vito Liverani racconta la vera storia della celebre foto di Carlo Martini

Quel passaggio di borraccia finito nel mito e nella storia reporter italiani con alle spalle settant’anni di carriera e più di dodici milioni di foto nel proprio archivio tra cui il discusso scatto del quale detiene i diritti. — Ci racconti di questa immagine. «Un momento. Prima di raccontare la storia annessa a questa stupenda fotografia vorrei fare una doverosa precisazione. Come tutti sanno la foto non è stata scattata da me ma da Carlo Martini, io mi occupo solo della gestione dei diritti per conto di sua moglie. Mi preme molto sottolineare questo fatto perché negli ultimi anni, anche in quelli più recenti, molti fotografi ne hanno rivendicato la paternità. Non scherziamo, la foto è di Martini, lo posso dire con assoluta certezza perché io lo conoscevo benissimo, è stato il mio predecessore. La mia fortuna è essere stato il primo a cui Carlo confessò tutto su questa immagine».

UMBERTO CABELLA redazione@ilnovese.info

«L’è Fausto cu pasa la böracia a Gino». «Ma va sa che ta ‘dit l’è Bartali cu la da a Coppi». Chissà quante volte abbiamo sentito questa cantilena tra gli anziani della nostra zona. La rivalità tra i due personaggi

più famosi del ciclismo nostrano è ancora viva e rimane scolpita dentro il cuore di tutti gli appassionati. È la foto sportiva più celebre di sempre, ma non solo: è tanto simbolica che va al di là dello sport. Abbiamo deciso così di far luce una volta per tutte sul misterioso episodio insieme a Vito Liverani, uno dei migliori foto-

ta dello Sport e doveva garantire un minimo di tre foto per l’inserto annesso: una di corsa, una di arrivo e una di colore. Già nei momenti precedenti all’inizio della tappa aveva in mente di immortalare Coppi in un momento particolare, ma visto che le occasioni latitavano, pensò di crearla. Ingaggiò così un carovaniere italiano perché passasse da bere a Fausto, in quell’istante lui avrebbe scattato». — Quindi è vera la voce che sostiene che fu tutto preparato a tavolino? «Esatto. Carlo chiese il permesso al signor Goddet, il grande capo di allora, perché le normative sui rifornimenti erano molto rigide e non dovevano assolutamente venire infrante. Trovato l’accordo, scelsero insieme il posto e prepararono la bottiglia. Ripeto, bottiglia e non borraccia come si è sempre detto erroneamente. Era una Perrier».

— Come è nata questa celebre fotografia? «È molto semplice. Era il 6 luglio 1952, tappa Bourg d’Oisans-Sestrières. Alcuni male informati sostengono che lo scatto risalga al 4 luglio (tappa Lausanne-L’Alpe d’Huez) ma non è assolutamente possibile perché in quella data era Carrea ad avere la maglia gialla. Invece nella foto in questione è Coppi ad averla indosso. Martini all’epoca lavorava come freelance presso la Gazzet-

— Anche i due ciclisti erano d’accordo? «Assolutamente no, nessuno dei due era a conoscenza di questa cosa». — Ci dica la verità, che succede in quegli attimi? Chi passa la bottiglia a chi? «Succede tutto in pochissimi secondi. Fausto sale tirandosi dietro di sé un gruppetto di quattro corridori. Lo scaltro carovaniere lo vede, nel mentre Martini è pronto a scattare. Ma proprio un istante prima che il ragazzo porga l’acqua a Coppi, Bartali esce dalla scia del rivale per affiancarlo e si trova tra Fausto e questa famosissima bottiglia. A quel punto il ragazzo, per non rischiare di finire tra le ruote del ciclista toscano, porge a lui la bottiglia. Gino la prende al volo, ne versa circa metà nella propria borraccia e poi la passa al rivale. Il gesto è spontaneo: è gesto di amicizia vera e fraterna. Uno dei momenti più belli e intensi della storia dello sport italiano».

Campioncini Un giovanissimo sugli scudi

Guglielmo entra nel cielo delle star delle bocce !

#

# # # #

$(-&+)$-'.$ ,*&%'$('//$-$

"!

" !#

000

!$ #

!

!

! "

!

Tra i giovani talenti del gioco delle bocce, il giovanissimo novese Guglielmo Guido [nella foto con Guglielmo Bollero, responsabile tecnico giovanile per il Piemonte], appartenente alla Bocciofila Serravallese, entra di diritto nel cielo delle stelle nascenti italiane. Dopo la medaglia di bronzo conquistata a Torino nel master giovanile tiri under 14, riuscendo a sconfiggere il campione della specialità in carica e dopo sette giorni, a Perosa Argentina, è argento nel tiro tecnico con un ottimo 20, collocandosi così alla sommità della categoria under 14. Domenica 16 giugno, nella mattinata durante la gara individuale regionale disputata nel Comune di Santhià, finita per Guido con due vittorie su due, nel pomeriggio, entrando nei quarti di finale nella gara regionale individuale under 14, organizzata dal Comune di Buronzo, ha certamente convinto i tecnici nazionali, del suo continuo, meticoloso e costante miglioramento agonistico. Viste le doti agonistiche del giovane Guido Guglielmo, è nostra convinzione che potremmo vedere il nostro giovane campione, puntare ai gradini più alti sul podio del Campionato

Italiano Bocce, che si terra alla fine del mese di luglio nel Comune di Caraglio. Che un forte, stimolante e caloroso incitamento, sia il presagio della conferma delle sue naturali doti competitive. (R.S.)


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

15 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

L’intervista Parla Pax Dettoni, regista di origine spagnola e ideatrice di spettacoli di successo

«Ecco il mio Teatro di Coscienza» In questi giorni impegnata in un laboratorio di educazione emozionale a Cassano SERENA CAVALLARI redazione@ilnovese.info

Talvolta incomprensibili, spesso dominanti e comunque sempre potenti riescono tuttavia a passare inosservate. Non è un indovinello, ma ciò che generalmente si potrebbe registrare sulle emozioni. Si riesce a dimenticare l’etimologia di questa parola, come di molte altre, nonostante l’eco di un’ emozione abbia di rado proporzioni facili da ignorare. È più immediato elencarle, anziché definirle, le emozioni. Tant’è che ne vengono in mente almeno una decina senza sforzo: amore, rabbia, dolore, noia, spleen, disperazione, gioia, allegria, tragedia, paura, timidezza, stupore. E a tutte loro siamo, ognuno a modo nostro, ineluttabilmente legati. Se per gestire con consapevolezza qualsiasi cosa bisogna prima (ri)conoscerla, se tutto questo è vero, come possiamo confrontarci con i moti delle nostre e altrui anime se spesso non siamo nemmeno in grado di ammetterne l’esistenza? La nostra intelligenza emotiva esige allenamento e apertura di fiato, esige curiosità e voglia di evoluzione. Ed è a questa richiesta che Pax Dettoni, con sensibilità, risponde. Nata in Spagna nel 1978 si occupa da molti anni di comunicazione e teatro. È fondatrice della corrente del “Teatro di Coscienza”, ideatrice e regista di spettacoli di successo come “Qui sò jo?” e “Qui mane acì?”, nati in lingua aranese e ora già tradotti in spagnolo, catalano, francese, inglese e italiano. Sì, perché Pax ha lasciato un pezzo della propria famiglia anche qui da noi, sulle colline novesi, tra Cassano e Carezzano. E dove torna spesso, come farà anche questa settimana, per tenere un laboratorio di “educazione emozionale”. — Pax, in che cosa consiste il “Teatro di Coscienza”? «È un teatro finalizzato allo sviluppo dell’essere umano e, in senso più ampio, della società perché offre la possibilità di lavorare sulla totalità dell’individuo, quindi sulla sua anima, sulle sue emozioni, ma anche sul pensiero e sul suo corpo fisico. Il teatro di coscienza non prevede la messa in scena di uno spettacolo finalizzato solo all’intrattenimento, ma an-

che e soprattutto alla comprensione del proprio mondo interiore. È un invito a osservare e a provare a comprendere quanto non conosciamo ancora di noi stessi: l’opera stessa si trasforma in una risorsa pedagogica per insegnare l’autoconoscenza e l’educazione emozionale».

— In che modo è legato all’educazione emozionale? «Il nostro bagaglio in termini di vocabolario emotivo si è nel tempo sempre più impoverito, al punto che spesso non sappiamo dare il vero nome a ciò che sentiamo e proviamo. Non siamo perciò in grado di riconoscere, accettare e gestire le nostre emozioni. L’intelligenza emotiva che è nostro patrimonio unico e sacro ha così poco modo di svilupparsi ed evolvere. Il pericolo è, quindi, quello non solo di non sapersi guidare in un opera di autosoccorso, ma anche quello di non sapere entrare in empatia con gli altri. In senso più ampio, il rischio sociale che corriamo è di non saper rispettare, tollerare e amare noi stessi e il resto del pianeta». — Come nasce l’idea di utilizzare il teatro come strumento per l’educazione emozionale per allievi, professori, genitori e chiunque senta la curiosità e il bisogno di conoscersi meglio? «In questo modo torna alle sue origini, a essere un’arte che manifesta l’anima. È uno strumento prezioso che può apportare un alto contributo perché permette di partecipare attivamente alla riscoperta della propria identità. Iniziamo ad andare a scuola e a imparare, per esempio, a scrivere perché non nasciamo con questa capacità

ed è stabilito che dobbiamo apprenderla. È altrettanto importante che specialmente ai bambini sia offerta con altrettanta spontaneità e coscienza la possibilità di studiare un’altra materia fondamentale per sperare in adulti migliori: l’autoconsapevolezza. Con le opere del teatro di coscienza si creano degli strumenti pedagogici che contribuiscono a rendere questo obiettivo possibile». — In una lettera il filosofo italiano Galimberti ha scritto “oggi impariamo a conoscere i sentimenti attraverso la letteratura che ci insegna cos’è l’amore in tutte le sue varianti. Una volta appresi questi sentimenti, siamo in grado di conoscere quello che proviamo, e, grazie alla descrizione letteraria, anche il corso e l’evoluzione del nostro stato d'animo. Questo è molto importante, perché è angosciante soffrire senza sapere di che cosa, così come suicidarsi perché l’angoscia non conosce il percorso dei sentimenti e il loro approdo, che un tempo i miti descrivevano, e oggi la letteratura descrive”. Che cosa ne pensa? «È esattamente questo il punto. Per avviarci su un sentiero di pace e verso una spiritualità più elevata è necessario imparare ad amare. La letteratura e il teatro per quanto meravigliosi non mostrano che alcuni dei sentieri che possono insegnare ad amare in tutte le possibili declinazioni. Quante più discipline saranno volte a questo scopo tanto più semplice sarà per ognuno di noi trovare la strada per accedere alla proprietà di sé».

L’invasione delle api

— A che progetti sta lavorando? «Oltre a nuovi corsi e laboratori di sviluppo emozionale e di teatro di coscienza, mi sto dedicando alla scrittura della mia prossima opera e di un libro sulle virtù e su come imparare ad amare». — Quali sono le prossime occasioni per lavorare con lei qui in Italia? «Dal 21 al 23 giugno sarò a Tortona, presso il Centro Studi Olistici Ada per un laboratorio di educazione emozionale. Per chi fosse curioso e volesse richiedere informazioni, visitate il mio sito teatrodeconciencia.org». A questo punto non ti resta che conoscere te stesso.

Martedì mattina nella centralissima via Girardengo a Novi si sono registrati attimi di paura per uno sciame d’api che ha deciso di sostare nel salotto buono dei novesi. Gli insetti, seguendo la propria regina, sono rimaste per un po’ aggrappate alla parete della chiesa di San Nicolò, per poi ripartire alla volta di luoghi più accoglienti.

La lettera Il progetto pluriennale dell’Istituto Ciampini

«Quanta emozione al Museo e incontrando Faustino» Si conclude con la visita al Museo dei Campionissimi, “Noi con Voi”, progetto pluriennale realizzato dall’istituto Ciampini-Boccardo in sinergia con il “Carbone” di Tortona, dedicato agli alunni diversamente abili. Incentrato sullo studio della vita e delle gesta del ciclista Fausto Coppi, in questi due anni il progetto ha portato i ragazzi a intervistare i gregari dell’Airone, visitare la casa natale a Castellania e, ora, a conoscere il figlio di Coppi, Faustino. L’emozione e l’entusiasmo degli studenti traspaiono nella lettera racconto della loro esperienza, e che pubblichiamo di seguito. Il nostro progetto pluriennale sullo studio del Campionissimo di ciclismo Fausto Coppi si è concluso con una bellissima visita d’istruzione: l’11 giugno a Novi Ligure dove abbiamo visitato il “Museo dei Campionissimi” e abbiamo intervistato il signor Faustino Coppi, figlio del grande Airone. Erano presenti con noi i nostri “compagni di studio e di viaggio on line” dell’Istituto “Carbone” di Tortona: è stata una significativa esperienza di amicizia e di condivi-

sione; con loro durante l’anno ci siamo collegati in videoconferenza per conoscere meglio i gregari e il paese natale di Coppi. La visita al museo ha riscosso un buon successo: abbiamo potuto osservare le biciclette d’epoca e conoscere i più importanti campioni di ciclismo novese e non, a partire da Fausto Coppi e Costante Girardengo. Ma tutti noi desideriamo sottolineare la grande emozione e la grande soddisfazione che abbiamo vissuto nelle interviste ai gregari di Coppi, nelle preghiere che abbiamo scritto e letto in memoria di Fausto e di suo fratello Serse quando abbiamo visitato il mausoleo a Castellania, il grande affetto ricevuto e condiviso dalle persone che hanno vissuto insieme a Fausto, che ci hanno sempre accolto con cuore sincero e ci hanno considerato con tanta stima. Così è stata anche l’intervista a Faustino, persona riservata e leale che si è commosso appena si è seduto di fronte a noi. Grande è stata la sua gratitudine verso di noi per aver ricordato suo padre e grande è stata la nostra ammirazione verso di lui per

aver accettato l’invito e averci insegnato, con la sua semplicità e sensibilità, a conoscere meglio l’uomo Coppi. Grazie a questo incontro abbiamo avuto una grande lezione di vita sul senso dell’amicizia e sulla correttezza e integrità d’animo! Pertanto ringraziamo sentitamente la prof.sa Cristina Ferraris che ha ideato il progetto e ha organizzato con costanza e impegno insie-

me alla prof.sa Chiara Sala dell’Istituto “Carbone” le attività, le interviste e le visite didattiche. Gli alunni dell’istituto Ciampini-Boccardo: Valentina Lucca, Monika Rudnicka, Giulia Piromalli, Jessica Cherubino, Chiara Laveroni, Angelica Perez, Jessica Cascio, Chiara Botta, Loredana Merlo, Chiara Gangi Chiodo, Alessio Toriggia e Giada Fossati


ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

16 www.novionline.net • www.ovadaonline.net


novi ligure

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

17 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

L’itinerario/1 Un viaggio alla scoperta delle bellezze nascoste della città

Quel nucleo di case “nuove” nate dalladisgregazionedellacorteimperiale

MARZIA PERSI m.persi@ilnovese.info

Novi, “castellum novum”, un nucleo di case “nuove” nato dalla disgregazione della corte imperiale di Marengo nel X secolo. Il cammino della città è stato lungo e ricco di pagine di storia importanti. A testimonianza di uno di quei capitoli illustri i palazzi nobiliari disseminati in ogni angolo del centro storico sedi anche delle Fiere di Cambio che hanno trasformato Novi in una delle città più note e influenti dell’economia dei secoli passati. Noi oggi non vogliamo scrivere un trattato di storia ma semplicemente dare ai nostri lettori lo spunto per una gita alla scoperta delle bellezze artistiche e paesaggistiche di Novi, ai più sconosciute. Per allontanare lo stress accumulato durante la settimana lavorativa consigliamo di iniziare il mini tour dal Parco Avventura al Parco Castello. Una “passeggiata” fra gli alberi che carica il corpo e lo spirito. Undici i percorsi disponibili, sette sono dedicati agli adulti indicati con colori diversi a seconda della difficoltà dal verde al marrone passando per l’arancione, il blu e il rosso, più 1650 metri di percorso big game e al tracciato briefing di 20 minuti, altri quattro per i più piccini. Al

Parco Avventura si può sostare anche per un pic nic e per ammirare l’antica torre dal Castello dalla cui terrazza si può ammirare un panorama davvero mozzafiato. Una volta terminata la sosta al parco Castello, vero e proprio polmone verde nel cuore della città antica, si scende la scalinata che porta in piazza Dellepiane, dove si affacciano i più importanti palazzi con le loro magnifica facciata dipinte e la chieda della Collegiata, il duomo di Novi. Certamente apprezzabile all’interno della Collegiata in fase di ristrutturazione è il coro ligneo il cui recupero, avvenuto grazie al lavoro dell’associazione “Quelli del ‘38” ha portato alla luce diverse sculture lignee assai raffinate sia negli elementi di drappeggio sia nelle figure. Il coro presenta un basamento in legno al di sotto del quale si trovano correnti di mattoni che rappresentano la parte antica della chiesa. Per far conoscere anche cosa c’è sotto quello che si vede, sono stati posizionati in alcuni punti dei cristalli che attraverso una corretta illuminazione permettono di far conoscere anche la parte più antica di questo luogo di culto. Su piazza Dellepiane si affacciano Palazzo Cambiaso-Negrotto poi Dellepiane attualmente sede del Municipio e Palazzo Negroni oggi Costa.

Palazzo Dellepiane presenta una struttura in cui sono evidenti le fasi di costruzione: il nucleo più antico contraddistinto da chiare influenze genovesi e l’ampliamento eseguito intorno alla metà del XVII secolo che si sviluppa sul fronte piazza. Nel cortile del corpo più antico del palazzo si conserva un fondale a elementi architettonici dipinti ubicato in asse al bell’ androne di ingresso. Palazzo Negroni presenta, invece, decorazioni probabilmente opera di G. A. Muratori che risalgono all’ultimo ventennio del XVII. Sulla facciata principale rivolta verso la piazza, in epoca napoleonica, sono state eseguite due meridiane: una segna l’ora francese, cioè quella locale, l’altra l’ora italica, cioè quante ore mancano al tramonto del sole, esempio unico in Italia. Da piazza Dellepiane ci si può inoltrare in via Roma dove, proprio all’inizio, si può ammirare al civico 20 un edificio che nel 1800 fu sede della Biblioteca Civica sui prospetti del quale interventi recenti hanno liberato lacerti di un raro ciclo profano con storie di eroi, probabilmente databile tra la fine del 1400 e gli inizi del 1500 eseguite ad affresco. Proseguendo per via Roma non si può non notare Palazzo Casissa oggi Parodi. Il bell’edificio risale al XVII secolo ma fu trasformato nel XIX secolo; un intervento di restauro eseguito qualche anno fa ha potuto riportare alla luce sui prospetti principali il ciclo decorativo di epoca ottocentesca nascosto da uno spesso strato di intonaco. Di notevole importanza, inoltre, sono il soffitto affrescato al piano nobile e il giardino privato impreziosito da busti marmorei e fontane di epoca Settecentesca. Adiacente a Palazzo Casissa, al civico 102, si trova l’immobile seicentesco di proprietà della famiglia Alignani: i due edifici confinano e si affacciano sul caratteristico vicolo Bianchi che presenta ancora la pavimentazione con ciottoli di fiume come un tempo erano tutte le vie del centro storico di Novi. La facciata di palazzo Alignani è valorizzata dalla bella decorazione ottocentesca che si svolge sui pro-

spetti. Deviando da via Roma verso la centralissima via Girardengo, passando per piazzetta XVII Aprile, ci si imbatte in Palazzo Pallavicini che ha visto la fine del suo restauro proprio nei mesi scorsi. L’edificio risale ai primi anni del XVIII secolo e appartenne ai Marchesi Pallavicini originari di Genova: ancora oggi il corpo più antico conserva inalterato il sistema distributivo originario e il linguaggio architettonico proprio dei palazzi nobiliari del Settecento. Il turista, poi, che decide di percorrere via Gramsci, al civico 78, si trova di fronte a una splendida costruzione: è il palazzo Doria Ricolfi, ora proprietà Caligaris che, in passato, è stato l’abitazione degli avi di Marina Doria, consorte di Vittorio Emanuele IV di Savoia, in pectore ultimo re d’Italia. L’armonica costruzione, circondata da un giardino ben curato, risale probabilmente al XVIII secolo, ma non si hanno dati precisi neppure circa il progettista. Per molti anni, a partire dal 1933, la dimora patrizia che è stata sede del comando carabinieri, ha tuttavia conservato inalterate le sue caratteristiche, la volta del salone di rappresentanza, per esempio, evidenzia una inconsueta decorazione “a rovine” veramente degna di nota. Su via Gramsci, via residenziale per eccellenza nel secolo XVII, si affacciano altri importanti edifici nobiliari appartenuti a quella aristocrazia che contribuì a elevare Novi a ruolo di importanza strategica nel territorio ligure. Si può ammirare, per esempio, Palazzo Tursi dove nacque il drammaturgo Paolo Giacometti, subito dopo Palazzo Pavese, Palazzo Gentile, Palazzo Spinola di Variana, il già citato Palazzo Ricolfi-Doria e Palazzo Balbi. Tutti sono degni di nota ma certamente tra questi emergono Palazzo Spinola di Variana per l’arioso loggiato e per il bel fondale dipinto che si apre sul cortile e Palazzo Balbi in cui si fondono elementi culturali liguri e padani. Non si esauriscono qui, con questo breve excursus, le descrizioni dei bei Palazzi novesi, molti altri ce ne sono in fase di ristrutturazione (uno fra

tutti: Palazzo Durazzo sulle scale del quale nel 1799 è spirato il generale francese Joubert che guidava le truppe francesi durante le battaglia di Novi contro gli austro-russi), oppure appena terminati come il palazzo di proprietà della famiglia Stabilini in via Girardengo, ci preme segnalare tuttavia a chiusura del nostro percorso turistico fra i palazzi nobiliari, all’inizio di via Marconi, la bella facciata, unico esempio di Liberty a Novi, del Palazzo oggi proprietà della famiglia Rossi. Una visita poi merita, indubbiamente la Basilica della Maddalena di via G. C. Abba all’interno della quale si conserva uno straordinario gruppo scultoreo ligneo ubicato alle spalle dell’altare maggiore, sopra il coro, composto da 21 statue tra le quali, per bellezza emergono due guerrieri a cavallo. Il complesso statuario, recentemente oggetto di accurato restauro diretto dalla Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici del Piemonte, fu eseguito tra la fine del secolo XVI e i primi anni del secolo XVII ma la superficie policroma che valorizza le statue è assegnabile al secolo XVIII. Nella zona retrostante l’altare maggiore, è custodito anche un gruppo scultoreo in terracotta: le sculture risalgono presumibilmente agli ultimi decenni del XV secolo o ai primi del secolo XVI. Di notevole interesse è infine il campanile dalle pregevoli forme barocche. Spostandoci dal centro storico percorrendo via Ovada si arriva in viale dei Campionissimi dove c’è il museo del ciclismo dedicato a Fausto Coppi e Costante Girar-

dengo. Nel regno della bicicletta avrete modo di scoprire anche oggetti che appartenevano a Coppi e Girardengo oltre a giornali, riviste dell’epoca. Insomma sarà un modo per conoscere meglio e più da vicino la storia delle due ruote. Se avete ancora voglia di sostare a Novi vi consigliamo di fare una passeggiata rilassante che parte da piazza Dellepiane, attraversa via Paolo da Novi per imboccare via Antica Genova fino al bivio con salita Maina. Una volta terminata Salita Maina svoltata a sinistra e dopo pochi metri entrate all’Hortus Brignolae per un aperitivo. L’ingresso a questo ortogiardino è contraddistinto da un berceau di uva fragola e di rose May Qeen dedicate alla nonna di Paolo Dellepiane, titolare dell’attività, May. In un batter d’occhio vi troverete immersi in una campagna d’altri tempi, una campagna che richiama quella inglese dolce e verdeggiante, ricca di profumi e di storia. E qui di storia ce ne è davvero tanta. Il nonno di Paolo, era il noto imprenditore tessile Mariano Dellepiane, conosciuto anche come allevatore di cavalli di trotto. Grazie a lui l’ippodromo “Corrado Romanengo” ha conosciuto un momento davvero di gloria, quando per un mese all’anno, agosto, diventava ritrovo di appassionati e allevatori provenienti da tutta Italia. Ma questa è un’altra storia… (continua)


sagre&feste

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

18 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Gli eventi Da questo numero uno spazio settimanale dedicato alle diverse manifestazioni

È estate, il tempo delle sagre: gli appuntamenti del week end

DESIRÈE ANFOSSO redazione@ilnovese.info

Estate finalmente! Tempo di sole, caldo, mare… e di sagre! In collaborazione con la sezione provinciale dell’Unpli (l’Unione delle Pro Loco), a partire da questa settimana dedicheremo uno spazio speciale agli eventi e alle manifestazioni che ogni week end riempiono il nostro territorio, organizzati – spesso con grande sacrificio da parte di volontari – da pro loco, confraternite e associazioni, pur di farci divertire. A Basaluzzo vi attendono due serate gustosissime con la Sagra del pesce sabato 22 e domenica 23 giugno. Sagra del pesce che sarà poi ripetuta sul finire dell’estate, sabato 31 agosto e domenica 1° settembre. A Arquata Scrivia, nella serata di sabato, si terrà “Arquata in musica”, lo spettacolo piromusicale che è l’unione tra l’arte pirotecnica e l’arte dei suoni con colonne sonore appositamente studiate che si fondono con danze di fuochi d’artificio e divengono coreografie indimenticabili trascinando il pubblico in un atmosfera irreale. Vignole Borbera, invece, ospita lo storico festival “Una canzone per volare”, sabato 22 giugno, organizzata da Vignole Volley, che vede protagonisti notevoli talenti musicali e che seguirà con prossimi appuntamenti il 29 giugno, il 6 luglio e la finalissima del 13 luglio, che darà la possibilità ai vincitori di partecipare a eventi musicali a New York e Zurigo. Sempre a Vignole Borbera, domenica 23 giugno, a partire dalle 21.30 si assisterà a “Le valli incanto”, una serata estiva sotto le stelle in compagnia di buona musica, brani famosi e canti popolari, parteciperanno alla serata le corali: corale alta Valborbera, Asam Chorus, corale di Persi, corale Attilio Figini, in collaborazione con la corale pozzolese. Borghetto Borbera dà la possibilità, sabato 22 giugno, di gustare un piatto tipico argentino, cileno e uruguayano come l’asado e di divertirsi con un accompagnamento di musica caraibica trasportandovi in melodie nuove. A Mongiardino Ligure la pro loco organizza la festività di San Giovanni, lunedì 24 giugno e allieta con cerimonie religiose e momenti folkloristici. Domenica 23 giugno arriva “Tassarolo come Montmartre”: il paese di Tassarolo ospita una mostra di pittura, a cura dell’associazione “Amici dell’arte” di Serravalle Scrivia, nel caratteristico borgo antico e da la possibilità di degustare prodotti tipici e vini locali per unire l’arte pittorica al gusto. A Voltaggio si terrà il terzo torneo benefico “Memorial Andrea Fontana” contro le leucemie, dedicato al tifoso del Genoa Club di Ronco Scrivia che è mancato a soli 33 anni. Il torneo si gioca alle ore 16.00, sabato 22 giugno, con cena su prenotazione alle ore 19.00, segue lo spettacolo dei comici genovesi di Zelig, l’intero ricavato della manifestazione sarà donato all’Ail di Alessandria. Sabato 22 giugno dalle ore 18.00 la Pro Loco di Mantovana (Predosa) organizza una gustosa serata a base di farinata. L’abbinamento perfetto? Ovviamente un buon bicchiere di vino della Cantina Sociale di Mantovana. E, per smaltire gli eccessi, quattro salti con l’animazione del “Wally Music Live”. Mantovana vi aspetta per un “assaggio” d’estate in attesa del consueto appuntamento con la 38esima edizione della Sagra del Bollito Misto (7-14 agosto). A Ovada la confraternita accende il falò di san Giovanni. La manifestazione partirà dal 22 giugno con “in quintole d’anloti (e n’pò de ciù) n’te-ì piasu”, il 23 giugno con farinata e birra al falò di San Giovanni e il 24 giugno si chiude con la processione di San Giovanni, una festa sentita e avvolgente. Domenica 23 giugno Casaleggio Boiro ospita la festa dei bambini con il nome di Bimbolandia per dare la possibilità ai più piccolini di sfogare le loro energie.

A Cassinelle, come a Ovada, si festeggia San Giovanni il 22 giugno, con la processione che è un’occasione per vedere l’antica confraternita dei Batù, che, indossando i costumi storici, si recano per le vie del paese con i monumentali crocifissi a spalle. Sempre il 22 giugno la Pro loco di Alzano Scrivia organizza la terza festa dello sport, il tutto si apre con i giochi in piazza per bambini e ragazzi dando vita a una giornata tutta sportiva e movimentata, fino a chiudersi con l’esibizione della scuola di ballo fit dance di Castelnuovo Scrivia. A Cerreto Grue, da venerdì 21 fino a domenica 23 ci sarà la possibilità di cenare con la manifestazione la via della pizza. Anche a Bistagno, il 22 giugno, si festeggia San Giovanni con una festa organizzata dalla Pro loco con la collaborazione di Soms, alpini, cacciatori, Aib e Radio Vallebelbo, il tutto con la possibilità di cenare con menù molto appetitoso e a seguire la band Free&Easy Country band e altro intrattenimento musicale. La pro loco di Merana organizza un duo di chitarre in chiesa, sabato 22 giugno, con la partecipazione di Angela Centola e Roberto Margheritella, mentre domenica 23 giugno si festeggerà San Fermo con l’evento: torre di Merana in palcoscenico, con uno spettacolo teatrale. A Mirabello Monferrato si cena e si balla con tre serate, il 21, 22, 23 giugno, nelle quali saranno protagonisti cibi deliziosi e gruppi di musica anni 80 e liscio, per concludersi con una giornata finale con raduno vespistico nazionale e apericena, buffet. La pro loco di Frassinello Monferrato organizza il 45° anniversario della fondazione, il 21, 22, 23 giugno, con pranzo a base di pesce per stare in compagnia il 23 giugno alle ore 12.30. Rosignano Monferrato ospita la festa del vino e della sangria con Rosinight, si balla con la musica travolgente di dj come Alex Raimondi, Guido Beat e dj Cress, il tutto sabato 22 giugno all’insegna di una serata divertente. Sempre sabato, la pro loco di Alfiano Natta organizza “Pizza in piazza” con piano bar, vi attende numerosi per cenare all’aperto con accompagnamento musicale. La settimana prossima: a partire da venerdì 28 giugno seguiranno la festa delle pro loco a Vignole Borbera fino al 30 giugno, così pure la sagra del bufalo a Frugarolo e Pinewood a Carrosio, mentre il 29 giugno sarà possibile assistere a Rock in Gavi, la notte bianca a Carezzano, benvenuta estate a Francavilla Bisio che si concluderà il 30 giugno e molte altre manifestazioni.

Fotografa la tua sagra Ricordiamo inoltre che l’Unpli (Unione nazionale pro loco d’Italia), dà la possibilità di partecipare a un concorso, per i più appassionati di sagre, intitolato “La sagra più bella che c’è”, l’obbiettivo è quello di raccogliere le immagini più rappresentative e identificative delle sagre che ogni anno si svolgono nei paesi, nonché di premiare le più pregevoli, sia da un punto di vista artistico sia come rappresentazione del territorio locale e della sua storia, il primo classificato riceverà un premio di mille euro, il secondo e il terzo di 500 euro. Il tutto serve per la promozione delle nostre sagre e del nostro territorio ed è anche una sorta di ringraziamento a quelli che s’impegnano tutti gli anni a mantenere viva la pro loco del loro paese, e la rendono funzionale in ambiti come quello turistico, sociale, enogastronomico e culturale, per non affondare le tradizioni popolari che ci caratterizzano da sempre, d’altronde non bisogna dimenticare che Pro Loco in latino significa a favore del luogo e chi meglio delle nostre associazioni può rappresentarlo? Per informazioni sul concorso: www.unplipiemonte.it. Vi attendiamo numerosissimi, per dare il via a un’estate ricca di musica, cibo e divertimento.


lascuola

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

19 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Per loro le vacanze iniziano davvero Tutti i promossi di Ovada ISTITUTO COMPR. “PERTINI” Classe 1ªA: alunni 24, ammessi 24. Aguilar Antillon Dennis Alberto, Baiocco Mattia, Boassa Gabriele, Diolaiuti Alessandro, Ferrari Valerio, Gagliano Claudio Antonio, Gastaldo Giada,Gulisano Carola, Gulisano Giada, Lantero Lorenzo, Maranzana Emanuele, Morchio Edoardo, Napoli Carolina Andrea, Orempi Mario, Paita Ariel, Parodi Andrea, Pennino Matteo, Pisano Matilde, Prestia Maria Pia, Rratto Annachiara,Stinziani Sara, Velic Elena Lavinia, Verdino Enrico, Viviano Giulia. Classe 1ªB: alunni 18, ammessi 17. Barile Greta Antonia, Bernameur Doha, Bottero Alessandro, Eletr Sherif Ali Latif, Faina Maia Elisa, Ferrara Rebecca, Forte Joseph Ronald, Gastaldo Letizia, Giambrone Antonio,Macaj Fabian, Mallak Ilham, Marenco Andrea, Moccagatta Bianca, Pascal Loredana Mihaela, Pasqua Alessandro, Prugno Riccardo, Ventura Andrea. Classe 1ªC: alunni 24, ammessi 24. Abbiati Sara, Abbiati Veronica, Aleksandric Nemanja, Bodrato Gilda, Bosic Lasar, Bruzzone Federica, Carruccio Cristian, Cavallari Leonardo, Di Cristo Carlo Felice, Ferrari Nicolo’, Gallo Filippo, Giacobbe Federico, Grosso Cecilia, Montobbio Francesca, Paglia Lunga Jessica, Pastore Lorenzo, Piccardo Ilaria, Raffaghelli Alessio, Ravera Elia, Stinziani Sonia, Tomasello Noemi, Zaharie Gabriel Ciprian, Zunino Gaia. Classe 1ªD: alunni 19, ammessi 18. Angotti Jennifer Maria, Baldocci Giovanna, Bellaflis Abir, Beshiri Daniel, Bulgarelli Davide Luciano, Clemente Sophia, D’Agostino Michelle, Erbaggio Carlotta, Ferrari Eleonora Chiara, Gaggero Andrea Trene, Olivieri Viola, Pal Alessandro, Porcu Riccardo, Robbiano Chiara, Sema Sara, Sorbo Alessio, Tarantini Alessia, Zairi Omar. Classe 1ªE: alunni 24, ammessi 21. Anania Alessio, Barbieri Matilde, Bodrato Giada, Caneva Pietro, Carabajo Aray Anthony, Carangelo Federica, Cassatella Nicola, Cichero Lorenzo, Cocorda Paolo, Corbo Erika, de’Fecondo Massimiliano, Ferrando Stefania, Ferraris Nadia Valerie, Lessio Irene, Limata Daniele, Luciani Francesco, Marchelli Emanuele, Ottonello Gaia, Piccardo Giorgia, Repetto Elisa, Succio Margherita Maria G. Classe 2ªA: alunni 25, ammessi 22. Alzapiedi Alessandro, Bala Alvaro, Bernardini Davide, Bianchi Leonardo, Cavanna Filippo, De Alessandri Riccardo, Delponte Verena, Diaconu Elena Amalia, Dominici Gian Carlo, Ferlito Elisa, Icardi Margherita, Lanza Davide, Macocco Gaia, Massiglia Daniele, Moliterni Jessica, Nistico’ Giuseppe, Pugno Elisa, Shafieian Dastjerdi Kiana, Sica Gabriel, Tammaro Sara, Ulzi Rachele, Verzellino Giulio. Classe 2ªB: alunni 22, ammessi 21. Avino Valentina, Benzo Nicholas, Braus Michele, Cavallini Silvia, Cazzulini Rita, Comandini Lorenzo, De Meo Valentina, Escate Orella Grecia Del Pilar, Grassi Elena, Guida Aurora, Molfino Romina, Morini Fulvio, Parodi Davide, Quinci Elena, Repetto Danilo, Romeo Maria Giulia, Ruggiero Alessandro, Sacchi Ilaria, Witrowiski Krzysztof Marek, Zambrano Alcova Genesis Valentina, Zappavigna Stefano. Classe 2ªC: alunni 23, ammessi 23. Arata Alessia, Barbato Marta, Berca Mirco, Canedelli Irene, Caneva Angelo, Capaccio Luca, Costantino Luca, Delsanto Mattia, Di Gregorio Michele, Di Puorto Chiara, Ferrando Martina, Fiorillo Ermanno, Guala Stefano, Gualco Lucrezia, Luperto Alice, Macaj Elio, Marzullo Veronica, Moreira Lopez Enrique Marco, Pescheta Gaia, Pietramala Daniele, Quattrocchi Elisa, Ratto Camilla, Rosa Pietro. Classe 2ªD: alunni 24, ammessi 24. Baioncini Andrea, Bianchi Mattia, Canepa Alessandra, Canu Matteo, Comande’ Sharon, Cosso Emanuele, Ferrari Valeria, Gaggino Tommaso, Gaspeini Vanessa, Giachero Chiara Giuseppina, Gorini Filippo, Hika Rasin, Lazri Brixhilda, Leoncini Pietro, Mamone Gaia, Matei Delia Ioana, Pal Federica, Prestia Giovanni Emanuele, Pronesti’ Andrea, Repetto Mara, Sadi Giovanni, Sericano Rebecca, Trokalaci Gledis, Zappia Jane India. Classe 2ªE: alunni 23, ammessi 23. Barisione Davide, Borsari Jacopo, Cancilla Chiara, Cassatella Sara, Chiappino Davide, Delorenzi Chiara, El

Abassi Hind, Evangelista Giovanni, Garavello Francesco, Geraci Janet, Giacchero Ilaria, Giacobbe Filippo, Grillo Giulia, Marchelli Federico, Marchese Danilo, Mele Mirko Nicola, Milan Egle, Oddone Camilla, Ratto Giacomo, Roggero Virginia, Salvo Matteo, Torrielli Dana, Torriglia Simone.

ISTITUTO D’ISTRUZIONE SUPERIORE “C. BARLETTI” LICEO SCIENTIFICO Classe 1ªA: alunni 27, ammessi 21, non ammessi 2, giudizio sospeso 4. Barisione Andrea, Bello Michele, Bodrato Sara, Bruzzone Francesca, Bruzzone Lisa, Caviglia Riccardo, Cenonfolo Riccardo, Del Freo Martina, Geraci Diego, Gotta Christian, Martino paolo, Mazzarello Beatrice, Minetto Erika, Palumbo Marco, Papillo Matteo, Parodi Margherita, Piccardo Annalisa, Rebora Giulia, Sciutto Nicla, Simonetta Matteo, Trokalaci Eraldo. Classe 2ªA: alunni 19, ammessi 14, non ammessi 1, giudizio sospeso 4. Bari Andrea, Bruno Alessia, Di Cristo Pietro, Ferrari Andrea, Klicova Julie Karolina, Mazzarello Edoardo, Oliveri Francesca, Oliveri Maura, Ottonello Arianna, Pastorino Umberto, Pollarolo Simone, Ravera Alessandro, Rossi Alberto, Vicario Marica. Classe 3ªA: alunni 22, ammessi 18, giudizio sospeso 4. Cavanna Luca, Cenonfolo Filippo, Curotto Irene, Della Latta Mattia, Delorenzi Enrico, Gabetti Alice, Giordano Marcello, Goldin Emanuele, Grosso Maddalena, Lanza Giovanni, Repetto Fabio, Roncagliolo Patrick, Santià Edoardo, Scarpa Ludovico, Sobrero Anna, Stocco Irene, Tosanotti Adele, Vignolo Marialinda. Classe 4ªB: alunni 21, ammessi 18, giudizio sospeso 3. Albertelli Francesca, Barisione Irene, Beverino Alessia, Bologna Paolo, Cicero Erika, Ferrari Lisa, Ghirotto Valentina, Grosso Andrea, Icardi Irene, Ierardi Eleonora, Ivaldi Emilio, Mancuso Jessica, Mantero Marta, Marchelli Francesca, Melone Elena, Minetti Manuela, Oliveri Sara, Piombo Elettra. Classe 1ªB: alunni 26, ammessi 22, non ammessi 1, giudizio sospeso 3. Baldizzone Irene, Barisone Serena, Barletto Luca, Bertrand Simone, Cianciosi Agnese, Di Giovine Mattia, Donati Marta, Gestro Monica, Macciò Matilde, Marchelli Tomaso, Minetti Greta, Montobbio Edoardo, Pastorino Caterina, Petronio Marco, Piombo Martina, Popescu Diana, Ratto Maria Luisa, Ravera Sara, Ravera Simone, Tagliafico Luca, Testa Francesco, Zafferri Sveva.

Classe 2ªA: alunni 15, ammessi 10, giudizio sospeso 5. Bensi Michela, Benso Emanuela, Cartasegna Edoardo, Cartasegna Mattia, Corsi Francesca, Di Terlizzi Michela, Golec Jakub, Leoncini Laura, Montaldo Stefano, Pastorino Gianluca.

Giuseppe, De Fecondo Silvia, Grassi Ilaria, Laigueglia Chiara, Margaritella Angelica, Mazzarello Marta, Montobbio Giorgio, Musso Giulia, Navone Rebecca, Santoro Francesca, Vignolo Sara, Visora Daniela.

Classe 3ªA: alunni 17, ammessi 16, giudizio sospeso 1. Anania Sara, Arata Cesare, Assinelli Martina, Bilotta Irene, Bogiano Giulia Andrea,Ferrari Elisa, Gradinaru Alexandru, Guala Marcella, Marchelli Alessia, Mircheva Elena, Montobbio Sara, Noli Arianna, Pestarino Alessandra, Pipino Pier Paolo, Ravera Gabriele.

Classe 2ª Scienze Umane: alunni 13, ammessi 13. Baretto Lucia, Cozzi Martina, Gallo Elisa, Carrè Arianne, Gaviglio Michela, Guagni Giulia, Lava Agnese, Mongiardini Giovanni, Morchio Costanza, Ponte Anna, Ratto Anna, Rebora Annalisa, Sobrino Maria Clarissa.

Classe 4ªA Ragionieri e Periti: alunni 19, ammessi 15, non ammessi 2, giudizio sospeso 2. Ben Rouia Nora, Danielli Alex Giovanni, Ferrando Chiara, Ferraro Simone, Imperiale Massimiliano, Marengo Sarah, Mazzarello Simone, Murgia Martino, Pesce Maria Elisabetta, Piccoli Marta, Profita Gabriele, Repetto Domenico, Rubuni Jennifer Hind, Scrivanti Marco, Volpara Federico. Classe 1ªB: alunni 20, ammessi 15, non ammessi 1, giudizio sospeso 4. Allan Asanza Kevin Steven, Bardi Alessio, Bonanno Sophie, Carlini Mattia, Corso Eleonora, Di Francesco Manuela Denise, Gicchero Chiara, Giacchero Laura, Macciò Luca, Margaria Mattia, Marmorea Nicola, Oddone Alice, Ottonello Lorena, Pastorino Benedetta, Sanguineti Irene. Classe 2ªB. alunni 19, ammessi 12, non ammessi 4, giudizio sospeso 3. Barbieri Gabriele, Bollini Marta, Caneva Annita Francesca, Chevez Bravo Allison Arianna, Chillon Valentina, Dianu Marian Cosmin, Gaggino Riccardo, Lilliu Alessandro, Macciò Samantha, Panzu Patrick, Pastorino Stefano, Zunino Erik. Classe 3ªB: alunni 20, ammessi 11, non ammessi 2, giudizio sospeso 7. Camera Ludovica, Campaso Jessica, Diaconu Ana Bianca, Dimani Sara, Marino Ettore, Ostojic Valentina, Ottonello Eleonora, Ottonello Valeria, Pastorino Elisa, Pastorino Flavia, Piana Federica. Classe 4ªB Ragionieri e periti: alunni 21, ammessi 12, non ammessi 4, giudizio sospeso 5. Baldo Andrea, Cerruti Veronica, Chericoni Davide, Leoncini Sara, Olivieri Riccardo, Ottonello Alessia, Pastorino Andrea, Pastorino Silvia, Ravera Elisa, Ravera Gloria, Rosi Chiara, Valeri Marta.

ISTITUTO “SANTA CATERINA” MADRI PIE SCUOLA MEDIA

Classe 2ªB: alunni 22, ammessi 20, giudizio sospeso 2. Antoci Agnese, Arcieri Nicolò, Barisone Cecilia, Bianchi Virginia, Caneva Arianna, Carboni Alberto, Castelvero Elisa, Cocorda Alice, Danielli Linda, Farinetti Giulia, Ferrari Irene, Franza Fabio, Gallo Valeria, Gualco Linda, Lombardo Andrea, Nervi Sara, Panizza Francesco, Parodi Chiara, Robbiano Martina, Scarsi Elena.

Classe 1ª: alunni 18, ammessi 18. Benfante Gabriele, Catto Alessia, Corbo Gabriele, D’Urso Lorenzo, Gaggero Francesca, Lantero Maddalena, Leto Stefano, Mafredi Matteo, Marcucci Claudia, Moradei Matteo, Pescio Davide, Raffaghello Tommaso, Ravera Luca, Ravetti Francesca, Tamarchenko Elijah, Vigo Ines, Villa Erika, Villa Sabrina.

Classe 3ªB: alunni 27, ammessi 27. Alzapiedi Elisa, Barisione Giorgia, Berca Anna, Dobra Kevin, Donghi Filippo, Fantozzi Francesca, Ferrari Arianna, Ferraris Elisa, Ghioldi Rebecca, Maranzana Luca, Marcotulli Alessandro, Marostica Marco, Montobbio Giulia, Paita Gloria, Parodi Lorenzo, Pastorino Martina, Pellegrini Laura, Pestarino Alessandro, Piombo Filippo, Porata Antonio, Principe Riccardo, Rasore Gabriele, Ravera Giulia, Santelli Andrea, Subrero Marco, Subrero Pietro, Torrielli Chiara.

Classe 2ª: alunni 21, ammessi 21. Bono Francesca, Bottero Alessio, Cavanna Matteo, Concas Christian, Cozzi Francesca, Dell’Imperio Riccardo, Gaione Alessia, Gatti Elena, Grifoni Ginevra, Macciò Alessandro, Mancosu Angelica, Merchan Choez Jeanpier, Morbelli Stefano, Parodi Vittorio, Peruzzo Federico, Poggi Stefano, Poggio Maria Piera, Ratti Samuele, Ratto Paolo, Ravera Sara, Viazzi Chiara.

Classe 4ªB: alunni 22, ammessi 15, non ammessi 2, giudizio sospeso 5. Canton Julien, Carratino Luca, Cassano Marta, Fossati Nadia, Longhi Lorenzo, Massa Emanuele, Parodi Benedetta, Pastorino Miranda, Peruzzo Nicola, Piana Luca, Piccardo Elvia, Repetto Daniele, Repetto Francesco, Santamaria Susanna, Tacchino Federico. I.T.C. (RAGIONERIA) Classe 1ªA: alunni 24, ammessi 14, non ammessi 3, giudizio sospeso 7. Calderon Leidy, Cavanna Simone, Corbo Daniela, Hardabou Btissam, Makuc Katarzyna, Marzullo Emanuela, Mazzoni Davide, Oddone Sebastiano, Parra Frank, Persico Stefania, Primo Gloria, Sbarbo Viola, Siri Alessio, Zunino Filippo.

LICEO Classe 1ª Linguistico: alunni 17, ammessi 15, giudizio sospeso 2. Bavazzano Esquer Valentina, Briata, Bianca, Briata Martina, Lantero Carlotta, Lanza Matilde, Manini Kevin, Marchelli Agnese, Martinengo Alessia, Pastorino Silvia, Pastorino Valeria, Piccardo Bianca, Romero Martina, Tamarchenko Alish, Tocci Tosini Julia, Zunino Cristina. Classe 1ª Scienze Umane: alunni 14, ammessi 11, giudizio sospeso 3. Arceri Angela Rita, Cazzulo Sara, Donato Celeste, Ferrando Aurora, Gianotti Lucrezia, Limongelli Chiara, Marchelli Martina, Pastorino Francesca, Pisano Francesco, Poggi Peter, Sciutto Celeste. Classe 2ª Linguistico: alunni 17, ammessi 12, giudizio sospeso 4, non ammessi 1. Arceri

Classe 3ª Linguistico: alunni 13, ammessi 12, giudizio sospeso 1. Baroni Martina, Lanza Edoardo, Montobbio Ambra, Olivieri Martina, Parodi Elisa, Pastorino Sara, Perlesi Eleonora, Porazza Matteo, Raffaghello Beatrice, Ravera Giulia, Zunino Matilde. Classe 3ª Scienze Umane: alunni 10, ammessi 10. Alpa Alice, Barbato Lara, Boarini Chiara, Buso Denise, Coscia Monica, Galliano Letizia, Ottonelli Camilla, Ottonello Michele, Pastorino Agnese, Vicario Alessandro. Classe 4ª Linguistico: alunni 7, ammessi 6, giudizio sospeso 1. Benfante Enrico, Cartosio Alessio, Castelvero Cecilia, Lai Giulia, Leon Leon Maria Josè, Macciò Elisa. Classe 4ª Pedagogico: alunni 16, ammessi 15, giudizio sospeso 1. Amato Alessia, Basso Irene, Briasco Alessia, Cartosio Benedetta, Cazzuli Gaia, Lumini Virginia Clarissa, Marino Margherita, Paravidino Geraldina, Pestarino Alessandro, Ravera Elisabetta, Repetto Giulia, Rocco Rebeka, Senelli Alessandro, Torello Sara, Traversa Tiziano.

IST. TECNICO “BARLETTI” LICEO SCIENZE APPLICATE Classe 1ªB: alunni 14, ammessi 7, non ammessi 3, giudizio sospeso 4. Bonomo Giorgio Alberto, Compalati Lorenzo, Ghiazza Giudo, Magno Alessandro, Pastorino Marzia, Ratto Fabio, Torrielli Matteo. Classe 2ªB: alunni 23, ammessi 15, non ammessi 2, giudizio sospeso 6. Abello Annalisa, Allan Prado Ariana, Borsari Marika, Ghiaccio Simone, Lai Francesco, Leoncini Matteo, Macchia Gabriele, Maccio’ Elisa, Macciò Loris, Nanni Francesco, Piombo Simone, Ravera Marco, Ravera Matteo, Sacchi Riccardo, Zunino Michela. Classe 3ªB: alunni 19, ammessi 6, non ammessi 4, giudizio sospeso 9. Barreno Naranjo Byron Alexander, Bezzecchi Matteo, Piana Flavio, Turco Lorenzo, Vera Tatiana, Zalaffi Erika. PERITO MECCANICO Classe 1ªA: alunni 17, ammessi 11, non ammessi 1, giudizio sospeso 5. Alloisio Umberto, Balbo Umberto, Compalati Alessandro, Kruk Oliwer, Marchelli Diego, Muntean Mihai, Parodi Matteo, Pesce Francesco, Poggio Matteo, Ravera Enrico, Zunino Andrea. Classe 2ªA: alunni 14, ammessi 12, giudizio sospeso 2. Bouanane Badr, Cartosio Riccardo, Cavanna Francesco, De Riggi Giuseppe Antonio, Giusto Roberto, Laguna Simone, Lanza Stefano, Makuc Krzysztof Pawel ,Pirlo Emanuele, Siri Carlo, Timossi Paolo, Zazzu Luca. Classe 3ªA: alunni 14, ammessi 10, giudizio sospeso 4. Becatti Gian Luca, Canepa Daniele, Danielli Matteo, Fortuna Giovanni, Olivieri Marco, Ottonello Stefano, Pesce Matteo, Rocca Massimo, Velic Bogdan Gabriel, Zunino Mattia. Classe 4ªA: alunni 12, ammessi 10, giudizio sospeso 2. Abello Nicola, Bono Giacomo, Bottero Severus Elias, Carlini Umberto, Delli Santi Alex, Maccio’ Riccardo, Piatti Mattia, Pioli Davide, Repetto Claudio, Tiro Marco, Vigo Luca, Zenner Luca. Classi 5ª: nell’Istituto di Istruzione Superiore “C. Barletti” gli studenti non ammessi all’esame di maturità sono in tutto 12.


lascuola

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

20 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Per loro le vacanze iniziano davvero Tutti i promossi

di Novi Ligure LICEO AMALDI Classe 1ªA: alunni 31, promossi 22. Benedetti Giacomo, Bignardi Francesco, Bonvini Manuel, Bonzagni Luca, Cairello Simona, Cellini Ilaria, Colombara Manuel, Cruz Riera Karla Rosario, Dominici Serena, Gamalero Silvia, Marauda Damiano, Marugo Marino Antonio Francisco, Moro Giulia, Oddone Davide, Paternò Fabrizio, Pestarino Giulia, Pivari Gaia Diletta, Porta Davide, Prato Alberto, Repetto Matteo, Segagliari Umberto.

SCUOLA MEDIA BOCCARDO Classe 1ªA: alunni 19, promossi 19. Bistolfi Francesca Maria, Bracco Riccardo Rinaldo, Cancello Nicola, Carrega Andrea Elisa, Caruso Eleonora, En Naour Imane, Follis Eleonora Giovanna, Gardelli Filippo, Ghazal Brahm, Guido Guglielmo, Hysa Xhastin, Krafcic Denis Gabriel, Marzola Emanuele, Massa Federico, Mortara Carlotta, Papalia Michele, Pareja Zambrano Giordano, Rampini Sara, Trombaccia Francesco.

Tassan Stefano, Toufiq Fatima Ezzarhra, Zaffiro Matteo, Zambrano Lua Aessia Andrea, Zuccarino Clara. Classe 2 Bª: alunni 20, promossi 18. Alluto Gabriel, Assenza Gabriele, Battista Giulia, Borsotti Carlotta, Campi Martina, Cao Alina, Favareto Francesca, Ferrari Alessandro, Gangale Sofia, Labate Fabio, Mangini Eugenio Lucio, Melis Chiara, Neri Amedeo, Outayssa Aiman, Sanchez Silva Idris Valentina, Scarafale Marialisa, Tavelli Caterina, Zhang Leyi.

Classe 1ªB: alunni 21, promossi 21. Alvear Sarmiento Carlos Aurelio, Asgolin Monia, Buarnè Davide, Chiulli Simone, Coscia Alberto, Demma Giuseppina, Eufemia Gaia, Fossati marco, Gambini Ilaria, Grondona Giulia, Kuci Enes, Longo Edoardo, Pagella Leonardo, Parodi Giulia, Pestarino Sebastiano, Rapetti Pietro, Riola Allegra, Rossi Federica, Scorza Giacomo, Sidane Yassin, Turolla Matias.

Classe 2ªC: alunni 24, promossi 21. Baronetti Christian, Bianchi Matilde, Caia Maria, Carino Federica, Cherubin Andrea, Cuccia Carola, Cunietti Paolo, Dellachà Giulia, Donati Andrea, Esposito Daniele, Farruku Kevin, Krekaj Arjan, Montevirgen Jasper Clyde, Perucchio Camilla, Repetto Lorenzo, Sais Gennaro, Sais Naomi, Scotto Erica, Serafin Martina, Tramonte Martina, Trentin Samuele.

Classe 1ªC: alunni 20, promossi 18. Bagnasco Alessia, Ballotta Samuele, Cantore Erica, Chiappino Matilda, Contotto Marta, Di Marco Francesca, Gandolfi Silvio Giovanni Mari, Guagnini Gobinda, Guerrisi Ilaria, Laguzzi Chiara, Lioia Giulia, Lovazzano Giorgia, Mascia Vincenzo, Moncalvo Virginia, Orsi Gabriele Pasciucco Claudio Domenico, Ponta Lorenzo, Scotti Ilaria.

Classe 2ªD: alunni 22, promossi 19. Cacciatore Desiree, Cagetti Dario, Coppola Alexia, Cucè Dario, Cuppone Beatrice, Domi Sindi, Fossati Sara, Granata Edoardo, Grilli Manuel, Kicja Sara, Lanzillotta Simone Francesco, Lazzarin Francesco, Maraffa Gabriele, Marrazzo Imma, Massone Alessia, Mocchi Umberto, Oddo Jessica, Parisi Ludovica, Soro Leonardo.

Classe 1ªD: alunni 22, promossi 22. Alexe Bianca Elena Frances, Amato Nicole, Botta Lautaro Ezequel, Campantico Giovanni, Carrella Anna Maria, Cavanna Alice, Coppi Andrea Fausto, De Filippis Giorgia, Di Matteo Chiara Alessandra, Feroleto Gianfranco, Guido Giulia, Leva Chiara, Masini Camilla, Milanese Davide, Piras Eleonora, Repetto Francesca, Romanelli Mirco, Roncoli Matteo, Rossi Francesco, Sterpi Giulia, Trajanovski Leonardo, Volpino Samuele.

Classe 2ªE: alunni 19, promossi 18. Albasio Giorgio, Aru Samuel, Bavastro Simone, Chafla Marcillo Angie Stephania, Esposto Mithya, Garassino Nicolò, Ghio Alessia, Haidari Imane, Idrissi Youssef, Milanese Andrea, Muceku Denis, Percivale Filippo, Predescu Maria Adelina, Semino Francesca, Silvano Alessio, Vedovello Alberto, Vignoli Filippo, Zaccone Riccardo.

Classe 1ªE: alunni 17, promossi 16. Accattino Alessandro Giovanni, Bardoni Ugo, Bazzarello Simone, Bonci Marzia, Cardellicchio Giovanni, Chafla Campozano Kira Leonor, Di Coste Denis, Kaur Amitoj, Moro Valerio, Pinna Mattia, Resulaj Paola, Saini Snehdeep Sing, Schifano Luca, Tortonesi Tommaso, Vinces Vinces Kevin Joffre, Zhang Shihui. Classe 1ªF: alunni 22, promossi 20. Assenza Melania, Bottiglieri Amedeo, Carbone Luca, Ceccato Andrea, Chiaria Francesco, Colina Alex, Demicheli Davide Elio Stefano, Galasso Beatrice, Ghio Giulia Ilaria, Ghirardi Enrico, Lazzarin Andrea, Mugherino Giulia, Pilo Daniele, Repetti Alberto Giovanni, Romagnano Francesco, Salvi Riccardo, Sasso Pietro, Scotti Matilde, Sergio Nicol, Tartara Lorenzo Maria. Classe 2ªA: alunni 21, promossi 20. Balboni Masha, Baldi Lorenzo, Bottaro Cinzia, Carezzano Lorenzo, Ferrari Sara, Ferraris Umberto, Figus Lorenzo Luca, Giordano Sofia, Greco Emanuele, Liguori Edoardo, Lucchese Nicolò, Mihai Andreea, Montessoro Giulia, Porta Paolo, Rutica Vittoria,

Classe 2ªF: alunni 20, promossi 19. Amato Giorgia, Amendola Federico, Balza Gianluigi, Fossati Filippo, Fossati Ilaria, Ghinello Marcello, Giuliano Luca, Leppa Donato, Logioco Ruben, Lua Ibarra Angelo, Mannisi Marina, Oddone Nicole, Pintabona Gregorio, Profilo Sara, Regalbuto Christian, Sacco Riccardo, Traversa Letizia, Varlotta Ylenia, Zampieri Giulia.

Classe 1ªB: alunni 26, promossi 23. Bianchi Michele Giovanni, Bonini Marta, Camata Chiara, Carano Matteo, Caruso Simone, Fioretti Marco, Giordano Edoardo Carlo, Giraudo Martini, Lasagna Lara, Longhi Giacomo, Massone Valentina, Mazzarello davide, Molinari Francesca Andrea, Moro Cristiana, Mandula Giovanni, Parodi Alberto, Pessino Francesca, Ragonesi Alessandro, Romano Daniela, Ronchi Valentina, Sergio Manuel, Tabacchin Alissia, Carlino Giacomo. Classe 1ªD: alunni 26, promossi 16. Balduzzi Edoardo, Barisone Diva, Borlandi Rebecca, Carrea Elena, Carrella Biagio, Ferra Anxhela, Grosso Elia, Grosso Riccardo, Leardi Paolo, Merlo Giulia, Mignacco Chiara, Minardi Silvia, Porta Silvia, Rebora Marco, Robino Laura, Torregiani Cesare.

Martinengo Elena, Minakova Anna, Panzeri Gianluca, Parisi Federica, Pedemonte Davide, Tozzi Alessandro, Traverso Sara, Traverso Silvia. Classe 2ªD: alunni 26, promossi 21. Acri Maria Chiara, Basso Erica, Bisio Lorenzo, Bisio Marta, Borghero Luca, Cavallero Enrico, Delfini Simona, Fontana Beatrice, Genovese Martina, Greco Sara, Guerra Davide, Lanzavecchia Chiara, Navone Camilla, Oddone Giorgia, Re Margherita, Rossi Caterina Rachele, Salvi Alessandro, Sciurti Lorenzo, Tambussi Samuele, Zacco Sofia. Classe 2ªE: alunni 19, promossi 12. Arcieri Martina, Campasso Caterina, Ferraioli Marta, Fiocco Giulia Caterina, Paolillo Simona, Rabbia Teresa, Randazzo Caterina, Rolando Sara, Rosa Serenella, Roveda Martina, Tavella Agnese, Traverso Barbara Corinna. Classe 2ªG: alunni 30, promossi 17. Aguiari Serena, Borgarelli Sara, Chieppa Michelle, Franchini Marta, Lo Monaco Puja Irene, Molinari Bianca, Montecucco Alessia, Nicola Carola, Platania Deborah, Rebora Laura, Rossi Federico, Sorodoc Laris Elena, Sosic Allegra, Torchio Aurora Rita, Tortorelli Alex, Ventorino Noemi Lucia, Venturi Michela.

Classe 1ªE: alunni 27, promossi 12. Bianche Melissa, Casonato Asia, Crosetti Valeria, Frisone Chiara, Ghio Agnese, Mazzarello Laura, Montobbio Michela, Pagano Carolina Noretta Italia, Raffa Sara, Scarsi Veronica, Torre Tatiana, Vernetti Elisa.

Classe 2ªI: alunni 24, promossi 14. Bianche Elena, Bisio Matteo, Chiaramonte Andrea, Dal Bo Lorenzo, Firpo Tommaso, Kreshpa Uendi, Lechner Matteo, Meloni Francesco, Merlano Federico, Pellegrini Matteo, Ricci Alessia, Segafieno Beatrice, Spinaci Matteo, Zaffonte Alessandro.

Classe 1ªG: alunni 32, promossi 17: Benfatto Federica, Bocchini Sofia, Cepollina Giorgia, Defranchi Letizia Giorgia, Evangelista Miriam, Genovese Chiara, Krempoliska Inesa, Lovece Viviana, Martina Margherita, Matrone Simona, Morcio Carola, Nadal Alice, Pellegrini Sara, Piculla Simona, Pintabona Amedeo, Poggio Matilde, Tonelli Elena.

Classe 2ªL: alunni 18, promossi 16. Basto Francesca, Carrea Valentina, Fanzio Veronica, Florindi Matteo, Mangini Francesca, Marchelli Oscar, Margiotta Lisa, Mariotti Federico, Masna Ramon, Padula Alessandro, Ricci Francesco Luigi, Rossi Federica, Salandrini Carolina, Sanna Giorgia, Scotto Luca, Zapparelli Tamara.

Classe 1ªL: alunni 26, promossi 17. Acatte Isabella Maria Chiara, Blasi Matilde, Cavanna Giulia, Denegri Davide, Fava Lucrezia, Feroleto Maria Vittoria, Ferrando Annalisa, Gastaldo Davide, Gemma Francesco, Hoxha Xhoela, Longo Silvia, Repetto Fabia, Risso Michele, Rossini Sara, Tommasello Linda, Zuccotti Gaia Isabella.

Classe 2ªM: alunni 23, promossi 19. Allegrotti Martina, Bagnasco Edoardo, Beduschi Beatrice, Carvelli Antonio, Castello Giusi, Chianese Eleonora, Coppi Giulia, Desogus Lucrezia, Ferrarazzo Marta, Fossati Benedetta, Freggiaro Lorenza, Krbavcic Ginevra, Lovazzano Elena, Merlassino Silvia, Orlando Edoardo, Palmeri Greta, Robbiano Cinzia, Semino Anna, Traverso Sonia Maria.

Classe 2ªA: alunni 24, promossi 20. Bottazzi Luca, Costa Ilaria, Facelli Patrick, Faedda Cristian, Favaro Alessandro, Ferretti Leonardo, Gaggeri Guglielmo, Grosso Sara, Lugas Bicole, Mantoan Luca, Motta Cecilia, Motta Enrico, Pagella Lorenzo, Pastore Gianluigi, Poggio Fabio, Repetto Andrea, Ricci Alessia, Turolla Lea, Vernetti Roberto. Classe 2ªB: alunni 24, promossi 18. Aristi Benedetta, Bersanti Beatrice, Cairello Umberto, Campi Sofia, Carrea Alice, Corva Lorenzo, Fava Emanuele, Fossati Riccardo Maria, Ghiglione Edoardo,

Classe 3ªA: alunni 25, promossi 16. Albasini Dario, Bertelli Alessandro, Bertuccio Alessio Luciano, Boffilo Davide, Dragomir Elena Iuliana, Dymylja Frojdi, Ferretti Igor, Gatti Giulia, Mugherino Eleonora, Napoli Stefano, Patrone Alessandro, Pessino Linda, Quassolo Penelope Matilde, Rotondi Silvia Maria Cristina, Roveda Govanni, Santamaria Marco Italo, Zerbo Gioele. Classe 3ªB: alunni 28, promossi 21. Basilico Carlo, Botti Alessandra, Canepa Francesco, Cervioni Giacomo, Cunietti Elena, Demicheli Giulia Angelica, Ferraris Valeria, Imelio Luca, Mattiuzzo Elisa, Mazzarello Elisa, Minetti Matteo, Montecucco Francesca, Montobbio Monica, Perez Antonella, Pisacco Francesca, Ricci Erica, Rossini Federico, Simonassi Barbara, Sonsino Elena, Tabacaru Raluca Gabriella, Urgile Vargas Camila Esther. Classe 3ªD: alunni 31, promossi 26. Aguggia Martin, Bergaglio Sara, Bisio Edoardo, Bisio Matteo, Bohur Mohamed Amine, Campantico Simone, Campi Sara, Cardi Tommaso, Catino Andrea, Cesana Andrea, Di Ronza Francesca, Freggiaro Corrado, Giacobbe Edoardo, Gualco Daniele, La Grotta Alessandro, Massarino Clelia, Miglietta Alice, Parodi Monica, Prato Francesca, Ronchi Federica, Scarsi Anna, Silvestrini Marta, Toscanini Matteo, Traverso Elena, Tutula Ancuta Maria.


lascuola

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

21 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Cassano Lorenza, Coccolo Simone, D’Angelo Cristina, Dentato Luca, Enriotti Marco, Ferreri Silvia, Lasagna Alessandro, Mezzanotte Matteo, Oliveri Jacopo, Pani Jessica, Pasquariello Eleonora, Rolleri Giacomo, Taddei Ginevra.

Classe 3ªE: alunni 19, promossi 15. Agostinelli Giulia, Balza Rachele, Bisio Virginia, Cartesegna Linda, Gaci Daniela, Icardi Caterina, Mameli Martina, Multedo Giorgia, Patria Erika, Polidoro Priscilla, Repetto Francesca Maria, Rinaldi Fabio, Schirra Sofia, Sciutto Giulia, Sentina Valeria Miriam.

Classe 4ªA: alunni 25, promossi 18. Aracena Castillo Ana Charina, Ballestrero Giulia, Bassani Eleonora, Cacciatore Asia, Canepari Alessia, Chanez Valdez Luis Daniel, Clapa Clina Andreea, Dimatteo Martina, Giordan Valentina, Hocja Lumela, Llshaj Orsola, Massara erica, Mazzariello Rosita, Pica Francesca Erica, Picollo Chiara, Pinna Alessandro, Repetto Cristian, Vrioni Desara.

Classe 4ªA: alunni 21, promossi 14. Angelini Alessio, Armano Valeria, Baiardi Giammarco, Casella Edoardo Angelo, Crosetti Silvia, Davio Federico, Della Casa Pietro, Illiano Monica, Lazzarin Giulia, Pezzolla Elisa, Piazza Giovanni, Rospiccio Marcello, Segagliari Margherita, Tancredi Martina. Classe 4ªB: alunni 22, promossi 22. Accili Elena, Arata Sara, Arecco Francesca, Bagnasco Filippo, Bergaglio Giacomo, Bisio Lorenzo, Bocca Elettra, Bogosavljevic Tijana, Capattini Marco, Caruso Giulia, Caucia Carlotta, Gega Hasan, Manzo Letizia, Mezzanotte Francesca, Papalia Annunziata, Parodi Giancarlo, Paturzo Luca, Poggio Riccardo, Scotti Matteo, Shelpiakov Yan, Tacchino Valeria, Tofalo Federica. Classe 4ªC: alunni 20, promossi 17. Bruno Costanza, Carrea Matteo, Denegri Simone, Fara Tommaso, Laguzzi Elena, Mignacco Francesca, Moro Michele, Motta Federica Maria Giovanna, Patelli Sarah, Pittaluga Graziana, Ponzano Marta, Rebora Stefano, Rovegno Nicolò, Sobrero Simone, Tacchina Maddalena, Zavaglia Bianca Maria. Classe 4ªD: alunni 23, promossi 22. Agnelli Marianna, Ardiri Tavella Maria Vittoria, Ardiri Tavella Martina, Bottazzi Martina, Carino Marco, Chiaramonte Valeria, Cogliano Marcella, De Faveri Nicolò, Faragli Gian Luca, Ferrarese Virginia, Fossati Linda, Fossati Marco, Grella Francesca, Leonardi Francesca, Mangini Matteo, Maschietto Giorgia, Massara Cristina, Porta Sara, Re Davide, Riccardo federica, Sciascia Giulio. Classe 4ªE: alunni 26, promossi 15. Anzaldi Serena, Bailo Giada, Bisio Sasha, Blanchi Benedetta, Borghini Lisa, Carino Francesca, Corso Lucia Chiara, El Gamouz Hamza, Lolaico Giulia, Lombardo Mattia Egidio, Protto Gabriele, Remersaro Marika, Salimbene Francesca, Scorza Virginia, Vena Francesca, Bogun Ivan. Classe 4ªF: alunni 26, promossi 18. Abbondanza Roberto, Bosio Luca Domenico, Buoncompagni Luisa, Burunciuc Iulia, Calderone Eleonora Teresa, Como Gianluca, Ferrari Guglielmo, Garibaldi Davide, Guido Marzia, Lombardi Chiara, Merlo Mattia, Nedelcu Pavel, Novelli Veronica, Pigazzi Chiara, Repetto Gaia, Santamorena Katia, Tartaglione Chiara. SEZIONE “CLASSICA” Classe 1ªA: alunni 18, promossi 18. Bonomo Mariapaola, Carrea Marta, Chiapuzzi Ludovica Maria, Chirivì Alice Michela Valeria, Corazza Caterina Alessandra, Costa Ines, Gamalero Alice, Grosso Nicole, Landolfi Sofia, Longone Sabrina, Lovisolo Linda, Moro Laura, Oberti Benedetta, Palenzona Lorenzo, Repetto Gaia, Ricci Giulia, Surace Virginia. Classe 2ªA: alunni 22, promossi 19. Barattini Giulia, Bertallot Ilaria, Bottazzi Andrea, Cavo Dragone Ginevra, Fagnani Agnese, Fossati Marta, Malaspina Carlo, Marenzana Armando, Orengo Davide, Pastorino Silvia, Pistone Martina, Quassolo Dorotea Virginia, Rabbia Antonella, Rabbia Lorenzo, Sacco Gabriele, Seles Alberto, Titorenko Egor, Torti Maddalena, Trucco Alice. Classe 3ªA: alunni 27, promossi 22. Aicardi Margherita, Bissacco Francesca, Cambiaso Giovanni, Castelli Carola, Cavallari Martina, Coco Cristina Rosa, Del Giudice Michela, Fasciolo Sonia, Francavilla Giulia, Gemme Irene, Guglielmino Alessandro, Molinari Virginia, Moro Giovanni, Orengo Maddalena, Palenzona Tatiana, Pallavicini Giulia, Ruboni Umberto, Simonassi Laura, Sparaggio Elena, Tacchino Alessandro, Tanganelli Federica, Viggiano Elettra. Classe 4ªA: alunni 21, promossi 14. Bailo Valentina, Cabella Laura, Canepari Elisabetta, Fagnani Valentina, Gemme Silvia, Josi Paglieri Margherita, Marsili Martina, Poggio Elena, Romeo Deborah, Vavalà Polluce Gaia, Viola Massimiliano, Zappatara Irene Marita.

ISTITUTO CIAMPINI-BOCCARDO Classe 1ªC: alunni 30, promossi 13. Albanito Aurora, Callone Michele, Cerri Rebecca, Dicati Alessio, Farfaulo Niccolò, Ferrando Arianna, Furfaro sara, Gangi Chiodo Chiara, Lanati Silvia, Marchelli Ilaria, Okacha Ikram, Scolaro Erika Maria, Takrouri Zineb. Classe 1ªD: alunni 26, promossi 12. Baiardi Kristian, Buffa Fabio, Capozza Francesca, Chen Konghao, Ferrarazzo Enrico Mattia, Fusaro Michelangelo, Garavani Luca, Marchesotti Samantha, Massa Nicholas, Natale Maria Serena, Repetto Alessia, Serventi Daniele.

Classe 1ªE: alunni 25, promossi 12. Alloisio Gabriele, Armenio Gabriele, Bertoncello Leonardo, Cartesegna Amedeo, Ferrari sara, Lolaico Carolina, Merli Stefano, Moreti Sara, Napolitano Nicolò, Repetto Chiara, Todaro Mattia, Zhou Leandro. Classe 1ªF: alunni 31, promossi 9. Alpa Elena, Astava Fadwa, Como Debora, De Luca Giulia, Frustieri Mario, Maarouf Amina, Merlo Loredana, Negri Elisa, Partipilo Susanna Nicole. Classe 1ªG: alunni 28, promossi 16. Bistolfi Matteo, Bonadè Lorenzo, Costante Martina, Fava Serena, Fiori Samuele, Florio Valantina, Gilardenghi Erica, Locatelli Sara, Longo Sara, Mauro Valentina, Morselli francesco, Panti Alessandro, Rebora Susanna, Senatovici Dana Ioana, Vassallo Nicole, Vecchione Matteo Giuseppe. Classe 1ªI: alunni 19, promossi 10. Bidone Luca, Boummi Achraf, Carino Samuele, Lamberti Amedeo, Lemziouaq Hamza, Lenzi Luca, Olgiati Elisa, Orlando Simone, Ponzano Chiara, Sidane Youssef. Classe 1ªL: alunni 28, promossi 17. Allievi Riccardo, Artioli Tommaso, Bonvini Mirko, Bziker Hicham, Caruso Andrea Demicheli Luca, Ghinello Matteo, Giambrone Marco, Grutteria Alessio, Marchetti Andrea, Melfi Alberto, Montagna Ivan Antonio, Muhametaj Franko, Namir Iliass, Neri Daniele, Palenzona Federico, Santamaria Andrea. Classe 1ªM: alunni 28, promossi 16. Chiaramonte Lorenzo, Cordone Giacomo, Dimatteo Elisa, Gismondi Daniel, Gjeli Matteo, Gualco Giacomo, Lai Paolo Davide, Leon Rodriguez Ricardo Enmanuel, Masone Giovanni, Nadir Salah Eddine, Ragalzi Lorenzo, Scorza Lorenzo, Serratto Sebastiano, Tacchino Francesco, Tacchino Matteo, Tofalo Francesco, Tognin Roberto.

Classe 2ªI: alunni 22, promossi 7. Bruni Lorenzo, Cabella Alessandro Emanuele, Gamenara Marco, Leva Andrea, Mekrane Amine, Timus Georgian Sebastian, Traverso Tommaso. Classe 2ªL: alunni 29, promossi 14. Ali Faizan Liaqat, Andolfo Marco, Borsa Michael, Demaestri Alessandro, Frizza Andrea Illiano Davide, Lazzaro Alexander, Mocchi Manuel, Murano Giampiero, Prè Matteo, Rullo Federico,Scafuri Manuel, Tirozzi Raffaele, Toccalino Karen. Classe 2ªN: alunni 25, promossi 18. Alloisio Marco, Barbieri Roberto, Bisio Gabriele, Bonci Alice, Bottiglieri Samuele, Carbone Marco, Carlevari Carlino sara, Crosio Giulia, Fontana Daniele, Graziano Anna, Guido Gianluca, Llacsahuanga Paz Mishel Jackelina, Longhi Giada, Mihali Vasilica Valentin, Patri Tommaso, Piazzale Erica, Porta Lorenzo Recco Francesco. Classe 2ªO: alunni 21, promossi 13. Arzenton Giorgio, Baldelli Manuel, Cao Luana, Cardis Nicolò Giuseppe, Ciarlo Daniele, Cino Rebecca Ingrid, Dalla Cà Francesca, De Mari Riccardo, Giuliano Nicolò, Olivieri Davide, Ruggieri Simone, Santin Alessandro, Sidane Ibtissane. Classe 3ªSC: alunni 28, promossi 12. El Akad Amal, Esposito Emilio, Farruggia Marta, Ghisolfi federica, Giribaldi Martina, Guilhermitti Giselle, Malfatto Andrea Paolo, Pinna Alessia, Sarais Alice Maria Vittoria, Sciutto Maurizio Claudio, Tentori Gloria, Vornicu Loredana Simona. Classe 3ªA: alunni 17, promossi 5. Bava Sara, Cherubino Jessica, Laveroni Chiara, Lucca Valentina, Piromalli Giulia. Classe 3ªB: alunni 18, promossi 6. Belhaj Fatima, Cascio Jessica, Gogna Elisa, Kraja Laura, Perez Maria Angelica, Pryanyk Khrystyna.

Classe 1ªN: alunni 26, promossi 19. Baiardi Samuele, Bonardo Silvia, Caggiano Riccardo, Calissano Eliana, Coccolo Moreno, Coscia Filippo, Fortunato Simone, Ghiglione Debora, Lorito Silvia, Mattavelli Alice, Milanese Arianna, Palermo Elisa, Pelà Erica, Ricotti Martina, Rossi Tiziano, Sacco Riccardo, Sartoretto Luca, Soro Veronica.

Classe 3ªC: alunni 25, promossi 16. Amuraritei Petronela, Bagnasco Fedrica, Bisio Arianna, Carta Greta, Catena Nicolò, Cavina Sara, Dicati Giorgia, Di Dio Fabio, Ferri Giorgia, Ghio Ludovico Nicola, Giordano Sofia, Giordano Vittoria, Maugeri Giovanna, Repetto Federico, Repetto Veronica, Stranieri Sara.

Classe 1ªO: alunni 27, promossi 14. Cecchetto Leonardo, Ferrari Umberto, Freggiaro Martina, Giacobini Gabriele, Guerra Virginia Francesca, Lasagna Agnese, Lazzari Filippo, Leonardi Gianluca, Minopoli Federico, Nuti Marco, Ponta Francesca, Segato Irene, Serratto Giulia, Votano Mattia.

Classe 3ªD: alunni 25, promossi 12. Bergadano Michela, Cassano Yuri, Coscia Jessica, Ghio Lorenzo, Loru Veronica, Massa Virginia, Michelizzi Sofia Naiara, Mosquera Vargas Alberto Isaac, Mullixhiu Chiara, Nedelcu Ligia Cristina, Paternò eronica, Pozzi Stefano.

Classe 2ªP: alunni 24, promossi 14. Cartasegna Alessandro Luigi, Dalmasso Arianna, Dameri Federico, Demicheli Andrea, Fagliano Riccardo Francesco, Fossati Alice, Mariano Raffaella, Mignacco Francesco, Orsi Alessio, Pistone Alessia, Pyzhykau Ihar, Seripa Andrea, Siciliano Marco, Zanardo Chiara.

Classe 3ªE: alunni 25, promossi 11. Bergo Elisa, Bonazzi Giada, Bovone Sara, Campora Chiara, Ferrari Matteo, Montaldi Laura, Poggi Elisa, Riva Chiara, Roveda Federica, Summa Greta, Trucchi Elisa Margherita.

Classe 2ªA: alunni 24, promossi 14. Agaci Besmira, Apucalaoe Diana Andreea, Bouanane Emane, Fossati Camilla, Kallajxhiu Anna Maria, Lazarova Alexandra, Lazreg Arroumaissae, Pisani Marta, Rainero Laura, Repetto Alessio Carlo, Sakhi Salma, Semino Umberto Maria, Torres Sanmartin Emely Morelia, Traverso Serena. Classe 2ªC: alunni 22. promossi 12. Arecco Greta, Asborno Vanessa, Barbieri Laura, Covrig Marius Ionut, Goma Pranvera, Guzzon Andrea, Mantovani Alice, Montalto Matteo, Oreggia Arianna, Picari Clarissa, Santoro Martina, Simon Laura Daniela. Classe 2ªD: alunni 30, promossi 12. Agaci Xhesika, Bianchini Erika, Bucella Ilaria, Caserza Silvia, Dulac Capet Riccardo, Ferreri Debora, Kabou Monia, Lovotti Stefania, Marchelli Serena, Pagano Daniele, Vidori Leonardo, Zahraoui Ayoub.

Classe 3ªI: alunni 26, promossi 11. Alberto Antonio, Baselica Alessandro, Bianchi Francesco, Buonocunto Tommaso, Cesarini Leonardo, Ciriello Alessandro, Magdau Ovidio Calin, Monteggi Simone, Pellicano Davide, Rollo Federico Francesco, Rossi Nicolò. Classe 3ªL: alunni 29, promossi 10. Barbieri Edoardo, Bassano Marco, Catapano Nicolò, Ciliberto Cristian Eric, De Filippis Lorenzo, Desogus Michael, Ismaili Alban, Loiacono Alessandro, Persano Michele Pio, Repetti Andrea. Classe 3ªN: alunni 22, promossi 21. Barra Christian Federico, Caglieis Marta, Camera Federico, Caruso Lara Andrea Maria, Ceria Filippo, Corsaletti Pietro, Dervishi Xhoana, Farjaoui Fatma, Gatti Eva, Gemme Giulia, Ghinello Beatrice, Giordano Filippo, Hysa Xhesika, Lagorio Giulia, Mainardi Luca, Merlano Arianna, Pagano Nicolas, Rossi Emanuele, Sola Lorenzo, Traversa Sabrina, Vecchione Sara.

Classe 2ªE: alunni 23, promossi 10. Bregu Alessio, Dionello Sara, El Berd Mohamed, Eufemia Giorgia, Miernik Kevin, Parodi Davide, Parodi Nicolò Antonio, Persi Virginia, Romis Greta.

Classe 3ªO: alunni 19, promossi 9. Fasciolo Elena, Ferrando Federico, Giacomini Francesco, Graziano Alessandro, Leonardi Federica, Meminaj Fabjola, Morelli Stefano, Raschia Cristina, Tamiazzo Mirko.

Classe 2ªF: alunni 21, promossi 4. Guido Chiara Emilia, Porceddu Federica, Rossi Cristina, Tolu Matteo.

Classe 3ªP: alunni 21, promossi 18. Antognoli Iacopo, Bertolotto Federico, Buciuta Mircae Ionut, Camanzo Emanuele, Canegallo Simone,

Classe 4ªB: alunni 24, promossi 10. Bava Erica, Ciupe Razvan Florin, Dzukkini Karina, Giotta Giulia, Mollaj Hanife, Pino Evelyne, Poidomani Sabrina, Rapa Matilde, Repetto Lorenzo, Sambin Francesca. Classe 4ªC: alunni 25, promossi 13. Carlotto Emanuele, Cazzulo Michela, Di Pasquale Alessia, El Haiba Kawtar, Garofalo Nicolò, Gjoka Rigerto, Mekrane Siham, Mortara Camilla, Nassar Desiree, Olivieri Milena, Pesce Federico, Puddu Chiara, Specula Gloria. Classe 4ªD: alunni 15, promossi 13. Bisio Alessia, Bogetti Elisa, Bogetti Serena, Bordoni Nicholas, Carpaneto Francesco, Demma Sara, Ferrari Alessandro, Grosso Alice, Koci Genta, Lanzone Susanna, Nicolaescu Gabi Marian, Silvestri federico, Zunino Davide. Classe 4ªE: alunni 15, promossi 10. Boccardo Giulia, Botta Chiara, Carlan Sebastian Ionut, Fossati Elisa, Maranzana Emil, Mascherini Lorenzo, Pitzanti Alessia, Romagnolo Giulia, Sofio Mariangela, Vicinelli Alberto. Classe 4ªI: alunni 18, promossi 9. Amendola Simone, Conio Marco, Giaramita Federico, Guglielmi Lorenzo, Lasagna Lorenzo, Monteleone Domenico, Silvano Matteo, Takrouri Yassine, Zanin Giorgio. Classe 4ªL: alunni 23, promossi 14. Beligam Cosmin Paul, Cupelli Riccardo, De Ruvo Michele, Franco Emanuele, Grasso Alessio, Lanzo Francesco Giuseppe, Mastria Federico, Mazzarello Moreno, Negri Federico, Passerò Ivan, Raimondo Andrea, Semino Francesco, Silvestri Simone, Tardito Matteo Classe 4ªN: alunni 18, promossi 15. Badano Gianluca, Cipollina Giada, Demicheli Martina, Fava Francesco, Ivaldi Gabriele, Lepori Giada, Manzato Sara, Massai Andrea, Mehmeti Elkadia, Mereu Veronica, Ponassi Cecilia Angelica, Radino Sara, Repetto Veronica, Sacco Fabio, Serratto Nicole. Classe 4ªO: alunni 20, promossi 13. Cabella Marco, Cepollina Carlotta Giulia, Coscia Vittoria, Grosso Emanuele Emilio, Leardi Francesca, Manzoni Davide, Nicorelli Alessandro, Poggio Nicola, Roveglia Beatrice Giulia, Serrelli Silvano Benedetto, Teti Alice, Torrielli Andrea, Zanchetta Marco. Classe 4ªP: alunni 22, promossi 20. Akil Aya, Caligaris Noemi, Carella Giulia, Cartasegna Laura, Cavo Samuele, Corridore Francesca, Fiamengo Alessia, Foglia Daniele, Fossati Maria, Gastaldo Nicole Andrea, Grasso Vincenza Roberta, Hayes Giorgia Cristiana, Longhi Elisa Nicoletta, Lupone Assunta, Marinone Giacomo, Massone Camilla, Piana Diletta, Repetto Greta, Salandin Ariele, Vitali Martina. Classe 4ªSM: alunni 28, promossi 10. Benvenuto Massimo, Dalmasso Martina, Darhnouch Radouane, De Almeida Jose Luiz, Del Giudice Giuseppe Luigi, Pianu Nicolas, Pisano Mario, Polloni Aldo Alessandro, Renna Lucia, Toukebri Aymen, Viggiano Vittorio.


ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

22 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Villa Carmelita è il nuovo Hotel 4 stelle inaugurato nell'estate 2012. La struttura Luxury con ottimo ristorante interno, "Il Vino di Ismàro", già collocato tra i migliori ristoranti dell'alessandrino, è situata nel cuore del Monferrato, a Carpeneto, un piccolo comune medievale, situato ora le colline Ovadesi e quelle di Acqui Terme. Villa Carmelita è dotata di ogni comfort immaginabile per ogni tipo di cliente. La nuova esclusiva struttura turistico alberghiera del Monferrato, si colloca a soli 8 km dal prestigioso campo di golf 27 buche Villa Carolina, per cui, per i residenti è prevista una convenzione. Piscina di 20 metri con bar, campo da tennis in erba sintetica, parco di 10000 mq segnato all'orizzonte dalle forme del Monviso e Monte Rosa. Per il relax, sauna, bagno turco, e sala da biliardo rivolto a chi ricerca nella semplice eleganza delle cose, il proprio benessere fisico e mentale. Il ristorante e la piscina sono aperti anche ai clienti esterni. Gli ospiti dell'albergo hanno diritto di prelazione su tutti i servizi previsti dalla struttura.

www.villacarmelita.it - www.ilvinodismaro.it

Propone il nuovo Menù estivo da Martedì a Domenica per godere di una deliziosa giornata e di una romantica serata, lasciatevi accarezzare dalle dolci note che risuonano nell'ambiente de "Il Vino di Ismàro" e condividete con il nostro staff una calda atmosfera estiva. Il nostro Chef, Emanuele Spinelli ed il Maìtre Luciano Rigo vi propongono il nuovo menù estivo con deliziosi sapori e piacevoli vini da gustare come:

Capesante scottate su crema di peperone rosso Tagliatelle ragù di Scorfano e olive Taggia Gran fritto di Calamari e Gamberi Cestino di Wafer con Gelato fatto in casa

Monferrato Bianco Gavi di Gavi Altalanga Brut

Per prenotazioni telefonare al numero: 0143 84 58 00 Villa Carmelita Via Torino 58 - 15071 Carpeneto (AL) - Tel. +39 0143 84 58 00 - Fax +39 0143 85 424 - info@villacarmelita.it


ovada

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

23 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La struttura sarà gestita da una ditta di Rossiglione. L’assessore Olivieri: “Non sarà un bar, gli obblighi sono chiari”. Ancora qualche settimana per la formalizzazione dell’operazione: corsa contro il tempo per aprire in estate

AssegnatoloStory Park: avrà il tocco femminile E scoppia lo scontro. Battibecco tra il Sindaco Oddone e il Consigliere Briata EDOARDO SCHETTINO ovadese@alice.it

Quel che rimane da capire è cosa ci si può inventare per far decollare definitivamente l’operazione. Perché, se è vero che finalmente è stato trovato un soggetto disposto a tentare l’impresa di gestire lo Story Park di strada Masio, è altrettanto chiaro che il lavoro da fare in tempo stretti è tantissimo. Non ha spaventato però Sharon Repetto, rossiglionese con una ditta individuale e un’esperienza nel settore di bar e ristorazione, unica a presentare un’offerta. E così la commissione di gara formata dalla segretaria comunale Rossana Carosio, il vice segretario Giorgio Tallone, l’ingegnere capo del Comune, Guido Chiappone e la funzionaria comunale Rita Gandino ha dato il via libera all’assegnazione dopo le verifiche post apertura delle busta durate quasi tre ore. “Non penso – è stato il primo commento dell’assessore alla Cultura, Gianni Olivieri – che si sia trattato di una svendita altrimenti ci sarebbero state più offerte”. Il capitolato di gara prevedeva un canone di 1.800 euro all’anno, la disponibilità a tenere la struttura aperta per almeno otto ore nel periodo estivo, quattro in quello invernale. E poi un biglietto di ingresso che non superi il prezzo di 12 euro, con agevolazioni e sconti per i gruppi scolastici. A carico di chi gestisce c’è anche l’onere di occuparsi del materiale promozionale. “Non sarà un bar – chiarisce ancora Olivieri – né una pizzeria. Gli obblighi saranno fatti rispettare”. “Dopo la conclu-

sione della vicenda – è stato l’attacco del consigliere di minoranza Fulvio Briata – dovrebbe essere il primo a dare le dimissioni. A questa soluzione che svende una struttura costata più di un milione di euro alla collettività si è arrivati proprio per gli indirizzi politici”. Come quella di eliminare dalle mansioni la cura del verde che sarà assegnata in un secondo momento. Ora la corsa dovrà essere fatta per aprire in tempo utile per sfruttare almeno una parte d’estate. Così si capirà se il parco avrà davvero la possibilità di diventare quel biglietto da visita turistico immaginato al varo dell’operazione.

Lo scontro. Com’era prevedibile l’assegnazione dello Story Park ha alzato il livello di tensione tra Maggioranza e Opposizione, già alto di suo. E così nel cortile dietro al Comune è andato in scena un vero e proprio battibecco tra il sindaco Andrea Oddone e il consigliere Fulvio Briata. Scintilla scoccata per la conferenza stampa convocata da quest’ultimo per commentare la vicenda e lanciare la provocatoria richiesta delle dimissioni di massa della Giunta, giudicata poco produttiva. Unici esentati, proprio il sindaco, il vice sindaco Sabrina Caneva e un assessore. “Dato che la Giunta ha un costo – ha spiegato Briata – è giusto non aspettare

l’anno prossimo per scioglierla. Così almeno la cittadinanza risparmierà qualcosa”. “Lei – l’ha apostrofato Oddone – dimostra ancora una volta di non conoscere come funziona la macchina comunale e di quanto tempo spendono gli assessori per il loro incarico. Lei lavora solo per distruggere. Quelli che gridavano come lei un mese fa avevano il 30%, ora hanno il 3”. “Siete voi – ha ribattuto Briata – che state distruggendo la città”. Il siparietto è andato avanti quasi un’ora. Argomenti scevrati: il riscaldamento allo Story Park, l’ospedale, la perdita di servizi degli ultimi anni, la mancanza di cultura. Di tutto un po’, insomma.

L’iniziativa Partono i venerdì sera con i negozi aperti organizzati dai commercianti

Cucina e discoteca silenziosa: la ricetta estiva contro la crisi La riproposizione di Master Chef in versione ovadese, la gara riservata ai cake designer, che ha già riscosso successo nel recente Paesi&Sapori, e un particolare party silenzioso, che avrà la sua location in piazza Assunta venerdì 5 luglio, in cui si balla con le cuffie in uno spazio all’aperto: sono le novità principali di “Spese Pazze al chiar di luna”, l’iniziativa pensata per animare il centro storico nei venerdì estivi che parte domani sera e terrà banco per tutto il mese di luglio. Regista dell’operazione, l’associazione “Vivi Ovada”. “Abbiamo pensato a una serie di iniziative – spiega Marica Arancio, presidente di zona di Confesercenti – che possano incontrare il gusto di tutti. La gara di cucina si terrà il 19 e vedrà coinvolti, in qualità di giurati, i ristoratori della zona e i produttori di vino. Non saranno però cattivi come i loro colleghi della tv”. Per le iscrizioni, e ulteriori informazioni, è possibile recarsi nei negozi che

espongono il logo di Vivi Ovada, e in particolare “Sotto Sotto” in via San Paolo. Nel frattempo le torte create per la “gara da pasticceri”, una base di polistirolo e rifiniture di pasta di zucchero, impreziosiranno le vetrine dei negozi che hanno aderito all’iniziativa. Per tutte le serate saranno organizzate anche dimostrazioni curate dalle principali scuole di arti marziali. Ogni bar e esercizio si organizzerà per musiche e iniziative più piccole. L’intento è quello di coinvolgere gli ovadesi, convincerli a vivere maggiormente la parte vecchia della città nella speranza che questo aiuti le attività commerciali a andare oltre la crisi dei consumi. Ma che ci maggiore dinamismo rispetto a qualche anno fa è testimoniato anche dal successo dell’iniziativa avviata da “Il Salotto”, il circolo di aggregazione appena nato che ha offerto una serie di agevolazioni a chi ha sottoscritto la tessera annuale.

Ogni serata un tema: ci sarà la gara per decoratore di dolci, la prova di arti marziali. Informazioni e iscrizioni nei negozi che aderiscono all’associazione

l’intervento Emergenza salute di Giacomo Pastorino* La politica deve (dovrebbe) occuparsi dei bisogni dei cittadini, interpretarne le esigenze ed inquadrarle in un contesto di prospettiva almeno a medio termine. Per questo non è possibile rimanere troppo a lungo in silenzio sul tema della sanità locale. A costo di essere accusati di “terrorismo psicologico” come è capitato al Pd qualche tempo fa, quando – per primo – sollevò il problema. Ed è un po’ strano che le accuse siano state rivolte allora proprio da chi oggi critica l’operato di Sindaci e forze politiche, rei di inerzia o scarsa incisività. Due sono le riflessioni, che si richiamano entrambe ai temi più ampi dei servizi alla persona e del diritto alla salute. La prima: non è accettabile che per ottenere prestazioni ambulatoriali i pazienti ovadesi debbano talvolta sobbarcarsi viaggi estenuanti, in assenza di servizi di trasporto pubblico adeguato. Occorre verificare le effettive esigenze e tarare coerentemente il servizio. La seconda: nel nuovo assetto del Punto di Primo Intervento, già Pronto Soccorso, non c’è la reperibilità degli anestesisti per le necessità legate alle emergenze. Le ambulanze molto spesso affrontano tragitti ben più lunghi rispetto al passato, verso altri ospedali della provincia. E non possiamo non ripetere le domande che facevamo qualche settimana fa: “Se il servizio 118 avrà come riferimento Ospedali lontani, quale sarà la risposta all'emergenza multipla? Con che tempi? Con che conseguenze? Le convenzioni con le Pubbliche Assistenze saranno adeguate alla situazione?”. Per avere risposte, forse sarà utile il “tavolo” di confronto permanente tra amministrazioni, associazioni e ASL proposto dal Sindaco Oddone. A patto che sia animato da autentico spirito di collaborazione. Ma la domanda è anche: perché non è stata accettata la proposta dei Sindaci per un Pronto Soccorso “in deroga”, come peraltro previsto dalla norma regionale? Eppure le caratteristiche di anzianità della nostra popolazione, la presenza di un casello autostradale e il territorio collinare e montagnoso lo avrebbero giustificato. Non serve a molto, credo, evocare dimissioni in massa o gesti eclatanti (che fanno notizia, ma che il giorno dopo rischiano di lasciarci ancor più soli), quanto un’azione pressante, coesa, consapevole delle nostre ragioni. Senza escludere la mossa “disperata” ma solo come gesto estremo. *segretario del Circolo PD di Ovada


ovada

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

24 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Gli scrutini Nella scuola dove si bocciava di più, quest’anno è cambiato tutto L’evento Con una degustazione alla cieca

venerdì Sorpresa: un record di promossi Enoteca: vanno in scena nelle classi dei periti meccanici i nostri bianchi DIEGO CARTASEGNA ovadese@alice.it

I risultati degli scrutini nelle scuole ovadesi hanno fatto registrare diverse sorprese. Nell’Istituto Superiore “Barletti” il maggior numero dei non ammessi (cioè respinti) si è infatti avuto a Ragioneria con l’11,3% (l’anno scorso c’era stato un esito quasi analogo: 11,1%). Raddoppia il numero dei non ammessi al Liceo Scientifico che passano dal minimo storico, cioè l’1,6 del 2012 ad un più “normale” 3,3% di quest’anno. Ma le sorprese maggiori arrivano dal “Barletti” (perito meccanico e liceo delle scienze applicate, cioè l’ex Brocca). Qui si ha invece un calo complessivo dei respinti che scendono all’8,7% (erano il 14,2% un anno fa) e, sorpresa nella sorpresa, sono proprio le classi dei periti meccanici, tradizionalmente le più falcidiate, ad avere la percentuale più bassa di non ammessi: solo il 2,2%. In compenso c’è stata la mano dura nel Liceo di Scienze Applicate: 16% di non ammessi e il 56% di “giudizi sospesi”, cioè di rimandati. Sempre a proposito di “giudizi sospesi”, questi sono stati pari al 13,3% allo Scientifico, al 19,4% a Ragioneria e al 27,8% ai Periti, dove però si è toccato un massimo storico di promossi: il 69%. Hanno rag-

giunto invece quota 88% i promossi nel Liceo dell’Istituto S. Caterina Madri Pie. Qui il numero degli alunni con “giudizio sospeso” sono l’11,2 % (18,3% nel 2012) e i “non ammessi” lo 0,8% (in pratica un solo bocciato su 107 studenti… ma l’anno scorso non ce n’era stato nessuno). Ed infine registriamo un calo dei respinti per il terzo anno consecutivo alla Scuola Se-

Insegnanti severi Selezione pesante nel Liceo delle Scienze Applicate (ex Brocca): c’è stato il 16% di non ammessi e ben il 56% di studenti col “giudizio sospeso”, cioè rimandati

condaria di Primo Grado “Pertini”. La percentuale dei non ammessi infatti è scesa, sia pur di pochissimo, sotto la soglia del 4%. Nel 2012 si era registrato un 4,6% e nel 2011 un 5,5. Insomma siamo tornati alla normalità. Nessun alunno invece risulta “non ammesso” alle medie dell’Istituto Madri Pie, come del resto capita ormai da anni.

Tornano le degustazioni alla cieca all’Enoteca Regionale “Balloon”. Dopo le serate di febbraio e marzo dedicate ai rossi, ora è la volta dei vini bianchi del territorio. L’associazione Enoteca ed i produttori hanno deciso che, con l’arrivo della stagione estiva, è necessario puntare su questo settore e così venerdì prossimo, 21 giugno, alle ore 20, l’appuntamento è con i bianchi locali e dell’Alto Monferrato in genere (non spumanti, però: a questi sarà invece dedicata una serata successiva). Saranno degustati alla cieca (secondo le modalità già collaudate con i rossi) venti prodotti di una quindicina di aziende; ci sarà, come al solito “l’intruso” da indovinare (potrebbe essere un vino piemontese non autoctono… chissà). Come sempre, i primi tre “degustatori” che riusciranno ad individuarlo saranno premiati con bottiglie offerte dai produttori. Anche il menù sarà adattato al periodo estivo e sarà “a sorpresa”. Tutto quello che sappiamo al momento è che ci saranno dei piatti a base di… fiori (ovviamente commestibili). Le specialità naturalmente saranno preparate per garantire un perfetto abbinamento tra cibi e bevande. “L’obiettivo – ci hanno detto all’Enoteca – è quello di valorizzare una produzione enologica che fino ad oggi nella nostra zona è rimasta un po’ in secondo piano, come un “parente povero” del Dolcetto e del Barbera. Forse un tempo era davvero così, ma ultimamente le cose sono decisamente cambiate e la qualità della produzione è notevolmente cresciuta. Diversi produttori hanno lavorato seriamente su questo segmento, immettendo sul mercato dei vini bianchi di alta qualità che meritano l’attenzione degli estimatori”. La serata del 21 giugno sarà l’occasione quindi per nuove e interessanti scoperte.

La tradizione Festa di due giorni in onore di San Giovanni Battista

A Masone ora è tempo di falò In Liguria è tempo di falò. Secondo la tradizione, il 24 giugno, festa di San Giovanni Battista, patrono della Superba, le colline sul mare si accendono di fuochi in cui si butta via il passato e si saluta l’estate. Anche Masone conserva la tradizione, documentata dal XVII secolo, e, come ogni anno, festeggia S. Giovanni con qualche novità. Stavolta l’evento, organizzato dall’Arciconfraternita di Natività di Maria SS. e San Carlo, si svolgerà in due giornate, sabato 22 e domenica 23 giugno. Sabato, dopo la S. Messa delle 9.30, presso l’Oratorio di Piazza Castello, nel paese vecchio, dalle 19.30 inizieranno i festeggiamenti, con stand gastronomici che proporranno piatti locali,

tra cui farinata e frittelle. Più tardi, sempre nel paese vecchio, si snoderà il corteo storico che metterà in scena un episodio della storia genovese del XVI secolo che ha come protagonista Andrea Doria e la sua fuga nel Castello di Masone dopo la congiura dei Fieschi. Al termine della serata verrà riproposto, invece, il martirio di S. Giovanni Battista e il rogo della “Stria” (che altri non è se non Salomè). A vivacizzare la serata ci sarà il gruppo musicale locale SP456. Domenica 23 si prosegue alle ore 15 con stand gastronomici e giochi in Piazza Castello e alle 17 grande spettacolo degli sbandieratori di Asti Rione Don Bosco. Alla sera ancora musica con i Metanoia .

Ma da dove arrivano tutti questi rifiuti? Da qualche tempo i cassonetti di Via Cavour, vicino al Bar Nello sono intasati dalla spazzatura. I titolari del Bar confermano che arriva nel cuore della notte: quando loro aprono l’esercizio, al mattino presto, è già presente. Non può essere tutta prodotta dagli abitanti della zona. Da chi verrà? Qualcuno dei nostri lettori si improvvisa Sherlock Holmes (o, ancora meglio, Jessica Fletcher, visto che Ovada è un po’ come la Cabot Cove de “La Signora in Giallo” anche se con meno delitti) e ci aiuta a svelare il mistero? (S.P.)


ovada

tilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

25 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La battaglia L'obiettivo principale e il recupero della reperibilità degli anestesisti

Sanità: parte il tavolo con l’Asl Ci saranno i sindaci, incertezza sull'Osservatorio scettico sull'iniziativa bili, non riducono le spese. Tutto ciò dimostra determinazione a negare diritti fondamentali”. Questo messaggio sarà inviato anche alle autorità, rimarcando ancora una volta, se ce n’era bisogno la netta distanza tra l’associazione i l’assemblea dei sindaci del territorio. Sempre secondo i sindaci non sussiste il rischio di soppressione dello stesso ambulatorio. “La difesa dell’ospedale – sottolinea Fabio Barisione – va portata avanti assieme com’è successo finora”. Tra le altre priorità, il destino del distretto: da quanto trapela l’Asl, ansiosa di trasferire i servizi dall’ex Sant’Antonio all’ospedale, ora avrebbe meno fretta, essendosi arenato il piano regionale di alienazione degli immobili sanitari.

Dovrebbe esser convocata entro una settimana la prima riunione del tavolo tecnico proposto all’Asl dai sindaci dell’Ovadese per affrontare le problematiche che riguardano l’ospedale di Ovada. Saranno la reperibilità degli anestesisti per le emergenze, il transito dei codici verdi dal nuovo Punto di primo intervento, il futuro del distretto, la situazione degli ambulatori i primi punti da trattare. “La Asl s’è detta disponibile a discutere di questi argomenti, che non saranno gli unici ma un punto di partenza”, ha spiegato il sindaco di Ovada, Andrea Oddone, al termine della riunione che si è tenuta con una dozzina di colleghi e i vertici Asl, a partire dal direttore generale Paolo Marforio. Nelle intenzioni il tavolo dovrebbe diventare permanente, così come proposto dallo stesso Oddone nel corso dell’incontro convocato dall’Osservatorio Attivo qualche settimana fa nel salone degli Scolopi. E proprio la partecipazione dell’associazione che raccoglie le realtà del volontariato ovadese rimane al momento un’incognita. Ancora fresco il ricordo di come un’iniziativa analoga è già naufragata. Proprio padre Ugo Barani, che dell’Os-

Le priorità I quattro punti di partenza: reperibilità degli anestesisti per le emergenze, transito dei codici verdi dal nuovo Punto di primo intervento, futuro del distretto, situazione degli ambulatori.

servatorio è presidente, prosegue la sua battaglia con l’inedito coinvolgimento delle chiese della città. Domenica scorsa infatti è stato letto un comunicato per sensibilizzare i cittadini sui problemi della Terapia del dolore, e il ridimensionamento del Pronto Soccorso. “La riduzione della Terapia del dolore – si legge – limita notevolmente l’accesso ai pazienti nonostante sia destinato a soggetti deboli e sofferenti. Le nuove disposizioni creano ingiusto disagio, inducono a rinunciare a trattamenti indispensa-

ildecreto

EDOARDO SCHETTINO ovadese@alice.it

Pietro Murgia, vittoria postuma Pietro Murgia, eroe della Libertà premiato con la medaglia d’oro dai presidenti Pertini e Napolitano, ha vinto la sua battaglia. Ma a gioire per lui potranno essere solo i famigliari e gli amici che lo hanno affiancato nel tortuoso cammino legale per farsi riconoscere dallo Stato, a fini pensionistici e di liquidazione, gli anni di prigionia passati a Dachau, tra il 9 settembre del 1943 e il maggio del ’45. Murgia, infatti, è scomparso a gennaio del 2012, all’età di 86 anni. L’accoglimento del suo ricorso, presentato nel 2010, è invece arrivato solo pochi giorni fa, con un decreto del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, datato 22 aprile. “Siamo contenti di questo esito che dimostra la legittimità delle sue richieste. – afferma Angelo Garavagno, ex Giudice di Pace di Ovada. – “L’unico rammarico è che Pietro non possa sapere che la sua lunga battaglia ha avuto una conclusione felice”.

La scelta Da parte di una coppia di sposi La festa Si apre domani per concludersi lunedì 24 giugno

Tante bomboniere? Croce Verde: ma quanti sfizi! No, un dono all’Enpa Parte la sagra gastronomica

Barbara e Stefano hanno deciso di promettersi eterno amore e il 22 giugno prossimo si sposano. Ma, diversamente da altri, i due fidanzati hanno evitato le bomboniere e, con il denaro che dovevano spendere per realizzarle, hanno fatto una donazione all’Enpa di Ovada i cui volontari gestiscono il canile municipale e un centinaio di colonie feline. L’Enpa ovadese ringrazia Barbara e Stefano per il loro gesto d'amore nei confronti di chi spesso è dimenticato. Un virtuale abbraccio da tutti i volontari, tante leccatine dai cani “di nessuno” e una musica di fusa da tutti i gatti randagi. Grazie ancora ragazzi.

)%,#--* '& #,* )$*,( 1&*)& *+, ''/*%* ! ,*%#.. 1&*)# /*,& (&-/, ,#0#).&0& %, ./&.& &) )1& (#).& *)-#%)# # !*'' /"* --&-.#)1 +*-. 0#)"&.

Classici come i testaroli al pesto e il fritto misto, impastato anche con farina di riso per venire incontro a chi soffre di celiachia. E poi spaghetti ai frutti di mare, ravioli. E, per secondo, stinco di maiale e stoccafisso. Sono questi i piatti forte del menù che la Croce Verde ovadese ha in programma per il week end che apre ufficialmente i battenti domani sera, venerdì 21 giugno, e si concluderà lunedì 24 giugno con “La serata dello stoccafisso”, sfiziosa novità introdotta quest’anno. I volontari dell’ente saranno dietro ai fornelli anche domenica per il pranzo. Sempre domenica, è prevista la simpatica invasione dei trattori d’epoca che rimarranno in esposizione in “piazza rossa”, dalle 9 alle 17, e sfi-

#. !*(+'#.* + ,.&,# " 2 &0 &)!'/&)-#,#)"* +& )* !*../, " 2

0&

#,, 0 ''# (* &'&$&!&* ''&#0& '& #,* &.

&0 &)!'/-

!(

inbreve IL TRASLOCO

Nuova sede per Jov@net E’ stato inaugurato il 15 giugno scorso il nuovo centro di aggregazione “jov@net”, ricavato presso i locali messi a disposizione dalla SOMS dopo la stipula di una convenzione con il Comune di Ovada. Presso il centro saranno disponibili uno spazio compiti, un Internet Point con tre postazioni informatiche, una connessione internet wi4i gratuita utilizzabile con proprio PC portatile ed una ludoteca attrezzata con tennis tavolo, calcetto, videogames e giochi di società. Una parte di quei locali sarà adibita alla sede delle associazioni di volontariato che ne faranno richiesta.

VENERDI’ SERA

Cercare di capire Venerdì 21 giugno alle 21, presso la sala al piano terra della Biblioteca in piazza Cereseto, incontro con lo psicologo e psicoterapeuta Roberto Merlo sul tema "Le nuove forme di comunicazione – Connessi e Liberi”. L’iniziativa, organizzata con la collaborazione della Banca del Tempo, Due sotto l’ombrello, Gruppo Scout, Circolo Arci Il Borgo, Pro Loco Costa Leonessa, Saoms Costa d'Ovada, Soms Ovada, Centro Pace “Rachel Corrie”, Azione Cattolica Parrocchiale, EquAzione e Circolo Ricreativo Ovadese, si inserisce nel ciclo di incontri “Ovada che... cerca di capire” e vuole dare il via ad un progetto più ampio e duraturo: offrire con continuità occasioni di incontro, approfondimento e dibattito riguardo temi di comune interesse, aperte a tutti , dove sarà possibile non soltanto fruire della presenza di relatori competenti, ma anche esprimere e confrontare le proprie opinioni in merito.

DALLA GIUNTA

I lavori al Moccagatta leranno anche per le via del centro cittadino. Come ogni anno il ricavato della sagra sarà utilizzato per l’acquisto di attrezzatura sanitaria in un panorama in cui stanno rapidamente cambiando i bisogni della popolazione legati alla sanità e alla necessità di trovare risposte in strutture spesso lontane dalla nostra città. “Il week end gastronomico è sempre

stato un momento utile per legare ancora di più una cittadinanza già molto generosa con il nostro ente e i volontari. L’organizzazione delle festa è molto impegnativa e richiede settimane di lavoro. Ma lo sforzo è ampiamente compensato dai benefici”. Vale quindi davvero la pena di fare una visita agli stand nel fine settimana.

Il 7 giugno scorso la giunta ha preso atto del progetto preliminare di completamento del campo sportivo Moccagatta proposto dalla Società Servizi Sportivi, che prevede la realizzazione degli spogliatoi, della lavanderia, del magazzino, dell’impianto di irrigazione automatica e di una tribuna prefabbricata. La giunta ha altresì concesso l’autorizzazione di massima all’intervento. Il progetto non prevede alcun contributo economico da parte del Comune.


ovada

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

26 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Costume Mai come quest’anno il meteo è stato argomento di conversazione

Questo tempo un po’ ballerino sconvolge i piani degli ovadesi SIMONETTA ALBERTELLI ovadese@alice.it

Canottiera o impermeabile? Con o senza calzini? Non ci sarebbe niente da aggiungere...quest'anno le condizioni atmosferiche hanno decisamente destabilizzato gli ovadesi. Eppure, curiosi come siamo e considerato che, ultimamente, la parola “tempo” sembra essere quella più comunemente usata nella maggior parte delle conversazioni, abbiamo deciso di fare un'indagine proprio su questo tema. “Non ne parliamo!” ci dice qualcuno, sbottando sui progetti pomeridiani immancabilmente innaffiati dalla pioggia “Non sai come vestirti, dove andare e poi…questo vento. Quando mai c'è stato tutto questo vento ad Ovada?”. Per fortuna l'ultimo week-end di sole ha rischiarato i cuori “Ci si augura che sia il primo di una lunga serie - commenta Paola, molarese – oltre alla sagra del Polentone che è filata liscia, ci aspettano altre feste ed eventi nei dintorni e, visto che i soldi per le ferie sono sempre meno, sarebbe bello potersi almeno concedere un po' di relax alle manifestazioni locali”. Concorda Giulio e aggiunge “Altro problema portato dalle temperature ballerine è legato alla salute. Raffreddori, tosse e feb-

inbreve CONCORSO LETTERARIO

Premio “Kalliope”, i vincitori Domenica scorsa 9 Giugno presso la Sala Incontri Coop Liguria, sono stati consegnati i premi dell’8^ edizione del concorso letterario “Kalliope”. La giuria era composta dalla scrittrice e critico letterario Bruna Carlevaro Sbisà, dalla poetessa Serena Benzi, dalla giornalista Rosanna Borsa, dalla scrittrice Anna Marchelli e dalla poetessa Bruna Rebizzo. Per la narrativa edita il primo premio è andato a Giuseppe Crapanzano e il secondo ad Angelo Garavagno. Per la narrativa inedita, successo per Giovanni Tavcar, mentre per la saggistica a Rita Parodi Pizzorno. Per la poesia edita, primo premio a Roberta Degl’Innocenti, mentre per quella inedita il riconoscimento è andato a Mario Bitozzi, Luigi Casolaro, Alberto Bagliani ed Egle Migliardi (2° premio). Per la poesia in vernacolo, premio speciale a Francesco Lantero e primo premio a Pietro Baccino.

TRA CAMPO E ROSSIGLIONE

Si allarga l’ex statale del Turchino

bre hanno creato disagio sia sul posto di lavoro che in famiglia. Per non parlare delle lamentele di mia moglie che ancora non è riuscita a fare un decente cambio degli armadi!”. Ma il termine “tempo”, nella nostra lingua, ha più di un significato, e c'è chi alla parola trasale: “Quello che mi preoccupa meno è il tempo atmosferico- scherza Giovanni, pensionato – e le

I lamenti C’è chi se la prende col vento, chi con le piogge d elle scorse settimane (con relativi raffreddori); ma c’è anche chi è preoccupato per il tempo… che passa

ore disponibili per i miei hobby non mi mancano. E' quello che mi resta ancora da vivere che ogni tanto mi dà da pensare”, mentre Laura, mamma e commessa è stanca di non avere mai tempo di fare le cose “Miliardi di impegni, sempre. Ed ora che sono finite le scuole bisogna rivoluzionare ancora gli orari! Senz'altro una bella estate di sole faciliterebbe corse ed umore!”.

Sono ripresi i lavori di sistemazione della carreggiata dell’ex statale del Turchino tra Rossiglione e Campo Ligure. Si sta operando per rendere più ampio l’ultimo tratto a ridosso della scarpata caratterizzato da un restringimento, che è particolarmente pericoloso, soprattutto se ad incrociarsi sono mezzi pesanti o pullman. I lavori, al momento, interessano il lato verso valle, dove si sta provvedendo alla ricostruzione del muro di protezione e del guard rail. La circolazione dei veicoli è regolata da un semaforo con senso unico alternato.

PER L’IMU

A giudizio in commissione tributaria Il 27 maggio scorso la giunta ha autorizzato il sindaco a “resistere al giudizio in Commissione Tributaria Provinciale” contro il ricorso presentato da un cittadino che si è rivolto a quell’organo a causa del rifiuto del Comune di rimborsargli l’IMU versata nel 2012.


ovada

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

27 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La questione Nuovo duro documento di Sel, Idv, Psi, Circolo, Moderati e Repubblicani

Maggioranza: nuovo mal di pancia

inbreve AL GEIRINO

Rotary Dance L’accusa: «Scarsa democrazia interna». La risposta del Pd: «Non siamo gli unici responsabili» Festival dagli esponenti del Partito Democratico, in ragione di un giudiziose complessivamente positivo sull’operato della Giunta. Nell’immediato non è in discussione il sostegno dei “dissidenti” all’attuale Maggioranza. Ma, come già detto a gennaio, quando si erano verificati i primi scrolloni, tutto questo potrebbe schiudere a scenari diversi in vista delle elezioni amministrative del prossimo anno. “Siamo stanchi – è uno dei passaggi finali - di subire decisioni prese da altri, vogliamo insomma lavorare “Insieme per Ovada”.

Siamo alla seconda puntata del mal di pancia all’interno della Maggioranza, la spaccatura che si era formata al termine della verifica che vedeva da una parte il Partito Democratico dall’altra Sel, Italia dei Valori, Socialisti e Circolo della sinistra. Questa volta il fronte polemico si allarga ai Moderati e ai Repubblicani. L’accusa è quella già nota: scarsa democrazia, con il Pd a farla da padrone sulle scelte fondamentali. “Anche nell’ovadese, - si legge nella nota ufficiale - come in molte altre parti d’Italia, la democrazia rappresentativa è saltata, ora siamo in un tangibile momento di “crisi della democrazia”. Abbiamo la percezione che questa sia diventata addirittura un elemento di frustrazione perché anche a livello locale la politica non sta risolvendo i temi reali: disoccupazione, lavoro, trasporto, sanità, ambiente, diritti, mancando la condivisione dei meccanismi di governo”. E ancora: “In tutti i confronti con il Pd, il nostro intento è sempre stato quello di identificare i problemi, priorità e soluzioni per realizzare il programma concordato. Soluzioni sempre inevase, emblematico a riguardo il bilancio 2012, mai portato a nostra conoscenza prima dell’approvazione”. “I problemi di maggio-

Navigazione agitata Da tempo c'è malessere tra le parti. Tra gli argomenti discussi sui quali non c'è l'accordo il rimpasto della Giunta.

ranza emersi a gennaio persistono – è la risposta del coordinatore del Partito Democratico, Giacomo Pastorino – Sarà il tempo a dirci se troveremo il modo di ricomporre la situazione. Ma come partito non accettiamo di essere indicati come l’unico imputato. Come sempre in questi casi le responsabilità stanno da entrambe le parti”. Non è un mistero che per molti mesi l’oggetto del contendere della verifica è stata l’opportunità di procedere al rimpasto della squadra degli assessori, ritenuto non necessario proprio

lascuola

DANIELE PRATO ovadese@alice.it

…E la maestra andò in pensione Il 14 giugno scorso è stata festeggiata alla Scuola Primaria “Damilano” la maestra Cristiana Tagliafico che è andata in pensione. I colleghi e tutto il personale della Scuola ci hanno inviato una lettera di saluto in cui si dice, tra l’altro, “abbiamo colto l’occasione per salutare, ringraziare e festeggiare Cristiana Tagliafico ha raggiunto il traguardo della pensione. Cosa le diciamo? Intanto le diciamo: buon cammino anche fuori dalla scuola, grazie per tutto l’impegno profuso in questi anni di lavoro all’Istituto Comprensivo Pertini e in modo particolare alla Scuola “Damilano”, per la disponibilità e la voglia di fare che l’ha sempre caratterizzata, per l’esperienza preziosa che ha sempre messo a disposizione nei confronti degli alunni e dei colleghi… Quindi cogliamo questo momento per fare festa, ma le ricordiamo che ogni traguardo raggiunto è sempre una nuova partenza! Auguri per tutto!”.

L’evento La scorsa settimana allo “Splendor” La musica Il direttore artistico è sempre Roberto Margaritella

Assegnati dal Rotary Sette concerti ad Acqui Terme i premi “Fred Ferrari” per la nuova “Musica (in) Estate” In un teatro Splendor gremito di amici ed estimatori del Maestro Fred Ferrari, arrangiatore, compositore e pianista di straordinaria bravura, si è svolta la premiazione del premio a lui intitolato, istituito dal Rotary Club Ovada del Centenario, in collaborazione con la Scuola di Musica “A. Rebora”, premio che si replicherà annualmente. Ha coordinato le varie fasi della serata, con palese commozione, nel ricordo di una amicizia decennale, il prefetto del Rotary, dott. Giuseppe Colombo. Si è cominciato con la brillante esibizione dei quattro giovani vincitori, A. Succio (flauto), A. Bari (chitarra), A. Ottonello (pianoforte) e M. Pirletti, scelti dalla giuria formata dal prof. Ivano Ponte, dall’assessore alla cultura G. B. Olivieri, dai maestri Marcello Crocco e Andrea Oddone e dall’ing. Camurri, presidente del Rotary. Successivamente si sono esibiti i maestri Andrea Oddone e Marcello Crocco, che hanno interpretato, in modo coinvolgente e tra scroscianti applausi, brani musicali classici e moderni. Nel corso della serata è stata inoltre conferita al maestro Andrea Oddone l’onorificenza rotariana “P.H.F.”. La manifestazione, che aveva tra l’altro lo scopo di raccogliere fondi a favore della Croce Verde Ovadese, è perfettamente riuscita ed ha rinnovato il ricordo di Fred Ferrari, un artista di grande disponibilità, che ha saputo allietare con bravura e simpatia tante serate ovadesi.

Dopo il forfait dell’Unione dei Castelli tra l’Orba e La Bormida, la rassegna “Musica Estate” è approdata ad Acqui Terme, trovando proprio nella città termale il sostegno necessario per la realizzazione dell’iniziativa. E così, dal 15 giugno al 13 settembre, si terrà, in una nuova sede, il ciclo di concerti che ora si chiama “Musica IN Estate 2013 – Percorsi Musicali”. Inedito e nutrito il cartellone degli appuntamenti con momenti musicali eterogenei ed appartenenti ai più svariati stili, con l’obiettivo di diventare “evento di eccellenza” della nostra Provincia. Il cuore della manifestazione è costituito dai poliedrici orizzonti della chitarra solistica, in diversi ensemble strumentali o come portabandiera del

blues, senza però disdegnare di varcare i naturali confini imposti dalle sei corde: ci saranno quindi la fisarmonica, i flauti dolci e il violino con accompagnamento di pianoforte. I con-

certi, 7 in totale, si terranno nella Sala Conferenze dell’Hotel “La Meridiana”, nel Teatro Romano, nella Sala Convegni di Palazzo Robellini e nel Chiostro S. Francesco. La manifestazione è organizzata dall’assessorato al turismo di Acqui Terme e dall’associazione Culturale ovadese Moonfrà, con la collaborazione della Fondazione CRT, di Lazzarino & Caviglia e dell’Hotel “La Meridiana” Acqui Terme e col patrocinio del Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria, di Crea Graphic Design di Ovada, dell’Accademia Urbense di Ovada e dell’associazione Antithesis di Acqui Terme La direzione artistica è stata affidata a Roberto Margaritella, già direttore della precedente Rassegna Chitarristica.

Si terrà domani a partire dalle ore 21, presso l’impianto polisportivo del Geirino la quinta edizione del Rotary Dance Festival “Sogno di un ballo nella notte di inizio estate”, una serata spettacolo con musica, canzoni ed esibizioni di ballo di competitori FIDS della WB Alessandria e di altre prestigiose scuole di ballo. E’ un’iniziativa di raccolta di fondi per la Croce Verde Ovadese.

DA VENERDI’

Spese pazze al chiar di luna Inizia domani sera (e si concluderà il 19 luglio) l’iniziativa “Spese pazze al chiar di luna”. Tutti i venerdì sera i negozi del centro storico saranno aperti con animazione e degustazioni. Per informazioni: Ufficio Iat Ovada tel. 0143 821043 oppure: iat@comune.ovada.al.it – www.iatovada.it

PER TRE GIORNI

Festa di San Giovanni Quest’anno dureranno tre giorni le iniziative per la festa patronale di San Giovanni Battista. Sabato 22 Giugno, grande mangiata di agnolotti nel “Píàsu” (piazza Garibaldi); domenica 23 Giugno, concerto del Coro Scolopi all’Oratorio (ore 21) e falò in piazza Assunta (ore 23), acceso dal consigliere anziano della Confraternita Luigi Maggio, con la fiamma portata dai piccoli confratelli; lunedì 24, alle ore 17,30 nelle vie del Centro Storico tradizionale processione della Confraternita di S. Giovanni e alle 21,15 in Piazza Assunta “Concerto di San Giovanni ” del Corpo Bandistico “A. Rebora” con la partecipazione di Doris Badino (voce), della NCI Nuova Compagnia Instabile e del Coro Scolopi. Info Ufficio Iat Ovada +39 0143 821043 www.iatovada.it

CON IL CAI

Il giro della Gargassa Martedì 25 Giugno secondo appuntamento con “Passeggiate sotto le stelle”, promosso dal CAI di Ovada. E’ in programma il “Giro della Gargassa” (per escursionisti esperti) con ritrovo alle ore 19,30 presso il campo sportivo di Rossiglione. Materiale richiesto: scarpe da escursionismo e pila. In caso di maltempo l’uscita sarà annullata. Info: CAI sez. di Ovada – Via XXV Aprile 10; Tel. 0143 822578 – e-mail: ovada@cai.it;sito web: caiovada.altervista.org.


ovada

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

28 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Montaldo Bormida Sabato 22 e domenica 23 giugno si svolgerà una nutrita serie di eventi

Che festa per il parco “Dotto”!

inbreve SILVANO

Saggi teatrali Restituito alla cittadinanza grazie all’impegno di un folto gruppo di volontari e… punto più alto del paese. Domenica 23 giugno si riparte alle ore 17 con la consegna ufficiale del parco ai montaldesi accompagnata dalle note della prof. Giulia Cacciavillani al flauto e dal prof. Fausto Rossi alla chitarra. Poi ancora giochi per i bambini, mercatino per il centro storico, farinata e vino... per concludere con un nuovo intrattenimento musicale, piano bar con le canzoni indimenticabili, sempre nel piazzale della Chiesa. Il Comune ringrazia tutti i volontari che con il loro lavoro hanno fatto un piccolo “miracolo”; Giraudi Fiori di Ovada, Sciutto fiori di Acqui Terme, La serra di Giorgia e Il pensierio fiorito di Rivalta Bormida per aver donato piante e fiori per l’allestimento del parco.

Grande festa Montaldo Bormida sabato 22 e domenica 23 giugno. Il Comune infatti organizza una serie di eventi musicali, gastronomici e ludici per festeggiare la riconsegna ai montaldesi, dopo anni di abbandono e di chiusura, del Parco “Dotto”. Si tratta di una bellissima area verde che faceva parte della villa appartenuta alla famiglia Dotto, che ne fece lascito al Comune. Ristrutturato una decina di anni fa fu poi abbandonato e dimenticato. La nuova amministrazione, che dal 27 maggio si è insediata a Montaldo Bormida con alla guida il nuovo sindaco Barbara Ravera, ha voluto, in tempi record, restituirlo alla cittadinanza e ci è riuscita grazie all’impegno e al lavoro di molti volontari che hanno accettato con entusiasmo il clima di rinnovamento e voglia di fare che attraversa il paese. In questi giorni i volontari (nella foto alcuni di loro) stanno ancora lavorando e per sabato 22 il parco sarà di nuovo aperto al pubblico e sarà allestito con decorazioni floreali e installazioni di arte contemporanea a cura dell’artista Balthasar Brennenstuhl. Per festeggiare la riapertura il Comune organizza una due giorni di festa e gastronomia.

L’area verde Il parco faceva parte della villa appartenuta alla famiglia Dotto, che ne fece lascito al Comune; ristrutturato una decina di anni fa, fu poi abbandonato e dimenticato

A partire dalle ore 17 di sabato 22 giugno sarà possibile passeggiare per il parco, che vanta un impianto secolare e una vista mozzafiato, visitare il centro storico del paese allestito con bancarelle di artigianato e prodotti tipici e gustare la ormai nota farinata insieme agli straordinari vini locali. In più, per i più piccoli, sono previste attività di animazione, spettacoli di magia e passeggiate per il paese in sella ad un piccolo pony. Alle ore 21 poi intrattenimento di musica dedicato ai giovani nella piazza della Chiesa, il

trisobbio

STEFANO DANIELLI ovadese@alice.it

Giornata dello Sport, una festa Il 5 giugno gli alunni della scuola primaria e dell’infanzia di Cremolino - Trisobbio e di Rocca Grimalda si sono riuniti presso il complesso sportivo di Trisobbio per l’annuale Giornata dello Sport. Dopo i consueti saluti canori si è dato inizio ai giochi. I bambini sono stati divisi in gruppi in base all’età e alle classi di appartenenza e si sono sfidati in vari tipi di “staffetta” e di “percorso misto”. Ha trionfato la gioia di giocare insieme, condividendo un autentico momento di festa. Dopo gli impegni sportivi, c’è stata una fantastica merenda sul prato, offerta dal Comune di Rocca Grimalda cui vanno i nostri più sentiti ringraziamenti. Un grazie anche alle allenatrici dell’Atletica Ovadese Manuela e Chiara per la consueta e sollecita collaborazione nell’allestimento dei giochi e alle amministrazioni comunali di Trisobbio e Cremolino che hanno messo a disposizione impianti e scuolabus.

Castelletto d’Orba Ha tredici anni e frequenta la terza media

VALLE STURA

Plebiscito per Luca Massone eletto “sindaco dei ragazzi”

Gli alunni studiano il loro territorio

E’ Luca Massone, 13 anni, della terza media, il Sindaco del Consiglio comunale dei ragazzi di Castelletto d’Orba. Ha ottenuto quasi un plebiscito con 51 consensi su 60 votanti. Con Luca Massone sono stati eletti Lorenzo Bottaro (vice), Giada Maranzana e Francesca Cazzulo. All’opposizione, insieme al capogruppo Giada Delorenzi, ci sarà Edoardo Repetto. Alla cerimonia della simbolica consegna della fascia tricolore al neo-sindaco dei ragazzi, il primo cittadino di Castelletto d’Orba, il senatore Federico Fornaro, ha ricordato come si sia arrivati alla nona edizione di questa iniziativa, che è stata “sposata” dagli insegnanti della scuola media castellettese, coordina-

ti dalla professoressa Stefania Trolli, in ragione del suo valore educativo. “E’ importante che impariate a confrontarvi con i problemi e a comprendere come non sia facile passare dalla protesta per le cose che non vanno oppure trasformare in realizzazio-

ni concrete idee e progetti” - ha detto ai ragazzi il sindaco Fornaro - “Grazie a questa esperienza, spero possiate diventare dei cittadini consapevoli dei vostri diritti ma anche dei vostri doveri verso la comunità”. Tra i temi su cui ci si è intrattenuti nel dialogo con i ragazzi vi è stato quello del vandalismo e del bullismo, due fenomeni che si stanno purtroppo diffondendo anche tra i giovanissimi e che devono essere estirpati ricercando anche la collaborazione attiva degli stessi ragazzi, perché come è stato giustamente ricordato “quando si danneggia un’area giochi, i primi a patirne le conseguenze sono i fruitori, ovvero gli stessi ragazzi e i bambini”. (L.M.)

Anche in questo anno scolastico gli alunni delle scuole secondarie di 1° grado della Valle Stura hanno partecipato numerosi all’attività ambientale organizzata nell’ambito del gruppo sportivo. Il numero si partecipanti, 86, è stato superiore agli anni precedenti, a dimostrazione del grande interesse dei ragazzi per questo tipo di proposta che li vede impegnati a stretto contatto con la natura. Lo scopo non è solo quello di muoversi, ma di conoscere meglio il territorio in cui si vive, di apprezzarne gli aspetti positivi legati al fatto di abitare in un luogo che offre grandi spazi verdi, di imparare che questo ambiente deve essere rispettato. Purtroppo l’attività, svolta solo nel secondo quadrimestre, ha risentito dei tagli operati sui finanziamenti scolastici che hanno ridotto le varie esperienze motorie affrontate negli anni precedenti. Inoltre il maltempo ha ulteriormente limitato le occasioni di uscita all’aria aperta in primavera. I ragazzi, dopo aver provato l’arrampicata sportiva nella palestra artificiale presso gli impianti di Lago Figoi a Genova Borzoli, si sono cimentati nelle prove di corsa di orientamento, svolte nei centri storici dei tre comuni. Infine, a maggio, sono state effettuate alcune escursioni. Una rappresentativa d’istituto ha partecipato anche ai Giochi Sportivi Studenteschi di corsa di orientamento, svolta nella Villa Duchessa di Galliera di Genova Voltri.

Giovedì 20 e venerdì 21 giugno, alle ore 21,30, presso la il teatro Soms di Silvano d’Orba, si svolgeranno i saggi teatrali, nell’ambito della rassegna “Teatro e Musica”. Saranno messi in scena, per la regia di Alice Colombo, due lavori liberamente tratti da “Gli aristogatti” e “La fabbrica del cioccolato”. L’ingresso è ad offerta. Sabato 22 Giugno invece, alle ore 21, sempre al teatro Soms, ultimo appuntamento con “Arte, Musica e spettacolo”; la Compagnia Teatrale “I Conviviali” presenterà la pièce “Il nido di carta” (“..ideali, drammi e sentimenti che solcano il tempo....”).

MOLARE

Festa del tempo Da venerdì 21 a domenica 23 Giugno a Molare, presso la Biblioteca Comunale “Marcello Venturi”, si svolgerà la “Festa del tempo”. Questo il programma della manifestazione: venerdì 21 Giugno dalle ore 17,30: Laboratorio Arteinsieme “Il Paesaggio incontra l’arte”, una mostra di disegni ed acquerelli; seguirà un intervento della Banca del Tempo con iniziative e proposte; successivamente sarà la volta di “La Scrittura Creativa incontra la Musica: letture di Vittorio Rebuffo con Giulia Pastorino alla chitarra; subito dopo ci sarà “AperiArte” a cura del Laboratorio “Chiacchiere in cucina”; per finire, la 2^ parte di “La Scrittura Creativa incontra la Musica”. Sabato 22 Giugno, dalle ore 17,30: l'Arte incontra il Jazz, appunti per una storia discografica, a cura di Ermanno Luzzani ed Andrea Gaggero; seguirà il concerto Jazz con il “Just Friends” Quintet; subito dopo “AperiJazz” a cura del Laboratorio “Chiacchiere in cucina” ed a seguire... Jam session. Domenica 23 Giugno, alle ore 10,30, apertura della mostra “Il Paesaggio incontra l'Arte”; alle ore 17,30: dalle “Serate d'Arte di Ermanno Luzzani: “Il mal d'Italia”, artisti viaggiatori: William Turner. Info: Banca del Tempo “l'idea” Piazza Cereseto 7 – Ovada – tel. e segr. 349 6130067; bdtidea2002@tiscali.it www.bancadeltempoidea.org.)

NEL PARCO

Passeggiata notturna Sabato 22 Giugno, a Capanne di Marcarolo, passeggiata notturna con la luna piena, un itinerario che si svolgerà a piedi, accompagnati dai guardaparco, con lettura di brani a tema. Per informazioni: tel/fax 0143877825; www.parcocapanne.it.

COCCO MASSIMO LAVORI AGRICOLI LAVORI AGRICOLI MECCANIZZATI MECCANIZZATI SCAVI E MOVIMENTO SCAVI MOVIMENTO TERRA TERRA DEMOLIZIONI E COSTRUZIONI COSTRUZIONI EDILI EDILI DEMOLIZIONI

HAPPY DAYS

Serietà e professionalità al vostro servizio Cascina Minetti, 19 - Capriata d’Orba (AL) Tel. 0143 46203 - Fax 0143 467424 Cell. 330 600235 - e-mail: mc.cocco@libero.it


pozzolo

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

29 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

L’amministrazione La seduta di giovedì scorso a ranghi ridotti

Tares e gettoni di presenza in Consiglio comunale

LISA LANZONE l.lanzone@ilnovese.info

Seduta del consiglio comunale con diverse assenze, giovedì scorso, a Pozzolo Formigaro. All’assemblea, infatti, oltre al consigliere di minoranza Cristina Porro, non hanno preso parte anche tre componenti della maggioranza e il sindaco Roberto Silvano, assente per gravi motivi di famiglia. Raggiunto comunque il numero legale, la breve seduta – presieduta dal vicesindaco Pasquale Coluccio – ha permesso di approvare all’unanimità tutti i punti all’ordine del giorno: il consiglio è iniziato con la determinazione, per l’anno 2013, dell’importo dei gettoni di presenza ai consiglieri comunali per la partecipazione alle sedute e alle commissioni consiliari. In particolare, è stato stabilito di

confermare l’importo del gettone del 2012, pari alla cifra lorda di 14,65 euro. Approvato, poi, il regolamento generale delle entrate comunali tributarie e patrimoniali; determinate quindi la scadenza e il numero di rate relative alla Tares, che è formata dalla componente rifiuti, destinata a finanziare i costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento e dalla componente servizi, destinata a finanziare i costi dei servizi indivisibili del Comune, determinata sotto forma di maggioranze della tariffa della componente rifiuti del tributo, secondo quanto previsto dalla normativa in vigore. Solo per il 2013, è stato quindi stabilito il versamento del tributo in tre rate, con la prima scadenza il 31 luglio (acconto); la seconda rata il 31 otto-

bre e la terza (saldo/conguaglio) il 16 dicembre. La rata di saldo/conguaglio sarà calcolata sulla base dell’importo annuo dovuto a titolo di Tares 2013, tenuto conto delle tariffe definitive che saranno stabilite con apposita deliberazione del consiglio, dal quale saranno scomputati i pagamenti delle rate in acconto; alla stessa scadenza della rata, in aggiunta all’importo complessivo del tributo, il contribuente dovrà versare, in un’unica soluzione, la maggiorazione standard pari a 0,30 euro per metro quadrato a favore dello Stato. Il consiglio ha, inoltre, approvato la convenzione con la provincia di Alessandria per la gestione dello sportello unico per le attività produttive (Suap). Approvate, infine, le modifiche allo Statuto comunale in materia di pari opportunità.

inbreve LUTTO

Morto il padre del sindaco Lutto a Pozzolo Formigaro, che la scorsa settimana ha dato l’ultimo saluto a Amelio Silvano (detto Elio), classe 1925, padre di Roberto Silvano, l’attuale sindaco del paese. Tra quello dei tanti cittadini pozzolesi, un commosso saluto è arrivato anche dallo storico locale Marcello Ghiglione, che ha voluto ricordare Amelio [a destra nella foto] da combattente partigiano. «In un primo momento non si presentò alla chiamata della Repubblica Sociale, ma poi fu costretto a partire per il servizio militare. Fu destinato dapprima alla caserma Passalacqua di Tortona e inviato, successivamente, presso la polveriera di Carezzano. E ancora in seguito, fu trasferito a Cadimare, presso La Spezia, in missione antisbarco». Silvano, durante un periodo di convalescenza non ritornò al Corpo e partecipò, poi, alla lotta clandestina vedendosi riconoscere la qualifica di “Partigiano combattente” per la Liguria avendo fatto parte, dal 10 ottobre del 1944 all’aprile dell’anno successivo, della formazione partigiana “Brigata Po” in diverse località della Liguria. Infine, dal 1970 al 1974 ha ricoperto la carica di assessore ai lavori pubblici all’interno dell’amministrazione comunale, che era guidata dall’allora sindaco Franco Leardi. (L.L.)

VILLALVERNIA

Convenzioni comunali La giunta del Comune di Villalvernia ha approvato per due anni (rinnovabili) la convenzione e con il Caf-Cgil di Alessandria per la stipula delle convenzioni per le attività di assistenza alla compilazione, ricezione e trasmissione delle richieste di assegni di maternità, assegno nucleo familiare e convenzio-ne bonus tariffa sociale. Il Caf-Cgil è già da alcuni anni presente presso il Comune e presta la propria collaborazione gratuitamente a favore dei cittadini tutti i giovedì. Il compenso per le attività istruttorie delle domande di assegno nucleo familiare e assegno di maternità elaborate dal Caf è di 15,50 euro + Iva e il compenso per le attività di istruttoria delle domande andate a buon fine per bonus tariffa sociale è di 4 euro + Iva. (L.L.)

5 $ !'(# '*/0 (( .(+ 6 $ !'(# "')#*0'! ./' !&# #/'/0# 2'/0+ !&# $ 0100+ " /+(+ 0+, ((+ /) (0')#*0+ "#( 2#."# ,#.!&6 +%*' %'+.*+ ,.+"1!# 1* )1!&'*% "' ,+!&' )'((')#0.' !&# /!+), .# *#( 0#..#*+ !+*!') *"+(+

*/0 (( 4'+*# 2#*"'0 # //'/0#*4 .+ +0 ,.+$#//'+* (' 0 %(' #.

+./+ 0 ('

"

2 "

333 2'((# %' ."'*' '0

2'0 %(' +/0 !+(' .'#*0. (( /# '* ! /+ "' ,'+%%' 0+.* .'! .'! ./' -1 *"+ ( 00#.' /' /0 #/ 1.#*"+


serravalle · stazzano L’appuntamento Domani nel parco di villa Caffarena

Le storie del Novecento in una serata di gala ARIANNA BORGOGLIO a.borgoglio@ilnovese.info

Domani sarà la serata di gala della 14esima edizione di “Le Storie del Novecento”. Alle 21.00, presso il parco di Villa Caffarena, la serata si aprirà con la presentazione dell’antologia “La pietra d’angolo” che raccoglie i racconti vincitori della passata edizione. Dalla rinnovata veste grafica l’antologia contiene anche il racconto “Prigioniera del dolore” di Siham Mekrane, la giovanissima ragazza di origine marocchina che l’anno scorso ha vinto la prima edizione del concorso online NovecentoBit. La serata proseguirà con la premiazione dei racconti vincitori di “Le storie del Novecento” 2013 e la premiazione della seconda edizione del concorso online NovecentoBit. La serata si concluderà con un appuntamento di qualità: il reading musicale “Gaber e Scerbanenco, una Milano d’autore” di e con Roberto Paravagna e Gianni Repetto. “Le storie del Novecento” è un concorso letterario nazionale riservato a narrativa breve di contenuto storico, bandito dal Comune di Serravalle Scrivia con il patrocinio di Regione, Provincia e Isral. La serata di premiazione si concluderà con un appuntamento di qualità: il reading musicale “Gaber e Scerbanenco, una Milano d’autore” ideato e condotto da Roberto Paravagna e Gianni Repetto. «L’idea è nata durante una serata di prove con Gianni – ha detto Roberto Paravagna – Abbiamo deciso di rappresentare un’istantanea della Milano di quegli anni e delimi-

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

30 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

inbreve SERRAVALLE

Centro estivo Il Comune di Serravalle Scrivia, in collaborazione con la Pro Loco e l’Istituto scolastico comprensivo “Martiri della Benedicta”, organizzano il tradizionale Centro Estivo, per l’infanzia e i ragazzi, proponendo un’occasione di socializzazione in un contesto di gioco, di divertimento e ricreazione. Queste le date: dal 1° al 26 luglio, centro estivo per l’infanzia (età tra i 3 e i 6 anni), presso la Scuola materna statale di Serravalle, mentre dal 1 luglio al 9 agosto, centro estivo per bambini e ragazzi (età tra i 6 e i 14 anni). Per informazioni e iscrizioni sarà possibile rivolgersi all’ufficio Politiche Attive per la Collettività del Comune entro il 22 giugno. (A.B.)

BASKET

Festa biancorossa Sabato 22 e domenica 23 giugno la Festa Biancorossa, iniziativa organizzata dal Basket Club Serravalle, animerà piazza Bosio a Serravalle Scrivia con danze, musica e molte proposte di piatti tipici della zona. Sabato alle ore 19.00 verrà inaugurato l’angolo ristorante, e la serata proseguirà la band di Paolo Bagnasco, mentre domenica sarà possibile pranzare, e alle ore 16.00 la merenda a base di pane e salame verrà accompagnata dalla liscioteca. Infine alle 21.00, serata sotto le stelle con “El Caribe”, animazione e balli latino-americani, e la festa della birra, con specialità tra cui ravioli, arrosto, pasta e fagioli, trippa, hot-dog e patatine. (A.B.)

LE SPESE

Seimila euro per il cimitero L’amministrazione comunale di Serravalle Scrivia sosterrà una spesa pari a 13 mila euro circa, di cui 7 mila per le spese di manutenzione dei cimiteri comunali e poco più di 6 mila per i lavori necessari al verde pubblico nelle zone di Ca’ del Sole e del campo sportivo. (A.B.) tarla con storie dei Navigli. Inevitabilmente abbiamo pensato ai racconti di Scerbanenco, passando dalla canzone, al racconto, ad altre canzoni e così via». Le musiche saranno quelle più popolari, nate proprio a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta, con qualche concessione da parte di Roberto alle canzoni un po’ più recenti, mentre Gianni ha scelto attentamente le pagine più particolari del romanziere, quelle dalle quali maggiormente si

vedono muovere in controluce i personaggi di una Milano passata. Sarà come ritrovare l’amico del bar al Giambellino, oppure la ragazza di Porta Romana sottobraccio alle facce “da mala” alle prese con qualche ghisa che cerca di acciuffarli. «Gaber e Scerbanenco ci sono sembrati subito una bella idea da sviluppare – hanno detto Paravagna e Repetto – ci siamo divertiti a immaginare le scene e i personaggi della Milano di allora».

LA MOSTRA

Indefiniti strumenti Continua fino a domenica 23 giugno la mostra “Indefiniti strumenti. 15 artisti immaginano la musica”, a cura di Carlo Pesce. L’esposizione si tiene presso le sale comunali d’arte, allestite presso i riqualificati, storici locali dell’ex “Caffè Roma”, in via Berthoud. Gli artisti partecipanti provengono da tutta la provincia di Alessandria: Mirco Marchelli, Mario Fallini, Maurizio Barbieri, Maurizio Cordara, Daniela Petrillo, Davide Minetti, Giovanni Saldì, Giovanni Bonardi, Ivano Antonazzo, Cecilia Prete, Carlo Ivaldi, Giovanni Tamburelli.

VIA G. GARIBALDI 17 NOVI LIGURE (al 1° piano centro commeciale)

VENDESI Zona Lodolino vic.ze Scuole Boccardo, alloggio su 2 livelli (sottotetto con balcone) di buona metratura pari al nuovo, composto da ingresso, cucina, soggiorno con balcone, 2 camere, doppi servizi.

PASTURANA - Bellissima casa indipendente di grande metratura, totalmente ristrutturata con giardino e terreno di proprietà. L'immobile si sviluppa su 2 livelli di 130 mq ciascuno. Completano la proprietà la cantina e un ampio e luminoso sottotetto. Trattative in ufficio.

CORSO ITALIA - vendesi alloggio di buona metratura in bel contesto signorile e comodo al centro, composto da ingresso, salone, cucina, doppi servizi, 3 camere, terrazzi e cantina. Da vedere, presso interessante, info in ufficio"

CASETTA LUNGO FIUME - In posizione tranquilla ma vicina ai servizi e non isolata, casetta da terminare ma già abitabile, composta da ingresso su soggiorno e cucina al piano terra, 2 camere e bagno al secondo piano. L'immobile sorge su una superficie di 1400mq già con cancello elettrico e illuminazione. Ideale come seconda casa. Possibilità di aumentare la superficie abitativa. 110 000 € tratt.li

NOVI LIGURE - alloggio di buona metratura, vicino a scuole e impianti sportivi, termoautonomo, composto da ingresso, dispensa, doppi servizi, 3 camere, cucina, sala, terrazza abitabile verandata e box. Prezzo interessante. NOVI a pochi passi dalla Stazione appartamento composto da ingresso, sala, soggiorno, cucinotto, dispensa, bagno , 2 camere da letto, cantina e box. Possibile acquistare l’immobile senza il box. 105 000 €

ARQUATA - vendesi alloggio luminoso termoautonomo in piccolo contesto e comodo a stazione ed ai principali servizi. Composto da ingresso, 2 camere. salotto, bagno e grande cucina. Completano la proprietà il box, la cantina e il posto auto.

NOVI - appartamento comodo al centro ma in zona tranquilla, completamente ristrutturato a nuovo, composto da ingresso, grande dispensa, cucina, salotto con balcone, camera da letto, cameretta, bagno e cucina con balcone. Completa la proprietà la cantina. Da vedere! CROSA DELLA MACCARINA Possibilità di acquisto 2 alloggi in porzione di villa. 1° alloggio al piano terra: grande zona giorno con particolare soffitto ad archi, grande cucina, camera da letto e bagno. 2° alloggio al 2° piano: grande cucina, bagno, salotto e 2 camere letto. Particolare cantina a volte, pozzo, posti auto, giardino e locale di sgombero. NOVI (corso Italia) Appartamento in ottima posizione e contesto di 70mq ca composto da ingresso, dispensa, ampio soggiorno, cucina, bagno e camera da letto. Balcone. Piano alto. 75 000 €

M ONTE SABOTI NO Comodo alla stazione e ai servizi, alloggio soleggiato composto da ingresso, 2 camere ampie, bagno, cucinotto e ampio soggiorno e balcone. Completano la proprietà la cantina e il box. 105 000 € NOVI LIGURE - vendesi alloggio comodo al centro, piano rialzato composto da ingresso, cucina, bagno, soggiorno, camera e dispensa. Prezzo davvero interessante VIA M. PASUBIO - vendesi alloggio in posizione tranquila e panoramica composto da ingresso, 3 camere, cucinotto, soggiorno, bagno, dispenza, cantina e terrazzi. Luminoso e tranquillo, richiesta eur 100mila" CASA INDIPENDENTE di proprietà su 2 livelli con giardino e terreno circostante con pozzo. Modernamente ristrutturata, la casa è suddivisa su 2 livelli: P.T.: ingresso, grande cucina abitabile, sala da pranzo, scala a vista. salotto con camino, bagno e anti-bagno. P.S.: 3 camere, cabina armadio e bagno. Completano la proprietà la tavernetta e una porzione di immobile su due livelli da adibire a seconda abitazione.

www.2cservizimmobiliari.it

COMPRAVENDITE E LOCAZIONI ABITATIVE E COMMERCIALI GESTIONE AFFITTI - RISTRUTTURAZIONI - PICCOLI INTERVENTI ECC.. PRATICHE CATASTALI: ACCATASTAMENTI, VOLTURE, SUCCESSIONI, TIPI MAPPALI PRATICHE EDILIZIE - DIREZIONE LAVORI - PERIZIE: ESTIMATIVE E DI PARTE CERTIFICAZIONE ENERGETICA - LEGGI 10 SICUREZZA NEI CANTIERI: PIANI DI SICUREZZA E PIANI OPERATIVI DI SICUREZZA


arquata · valborbera

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

31 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Il caso/1 Un invito a più equilibrio nel bilancio

Il caso/2 Dopo l’incontro del 5

Dalla Corte dei Conti bacchettate sulla Giunta

Tregua fra Comune e i dipendenti

GIAMPIERO CARBONE g.carbone@ilnovese.info

Il Comune di Arquata ancora sotto la lente di ingrandimento della sezione regionale della Corte dei conti. A fine 2012 era stato inviato a provvedere alla riscossione della Tarsu arretrata. Ora i giudici invitato ad «adottare misure utili ad assicurare l’equilibrio di parte corrente escludendo rischi per i futuri equilibri di bilancio». Dal bilancio consuntivo 2011 è infatti emerso che la spesa corrente, cioè quella per il funzionamento ordinario della macchina amministrativa (personale, acquisti e così via), ha avuto un saldo negativo di 192 mila euro, finanziato con contributi per permessi di costruire e con l’applicazione dell’avanzo». Una situazione che nel 2009 era peggiore (–268 mila euro), migliorata l’anno dopo (37 mila euro in attivo) e poi tornata in negativo nel 2011. «Limitando l’esame ai dati del biennio 2010 – 2011 – scrive la Corte dei Conti – si evince che la situazione di disequilibrio è conseguente a una consistente diminuzione delle entrate dei primi tre Titoli [cioè da tributi e tasse comunali; ndr] alla quale non si è affiancata una riduzione delle spese correnti che, al contrario, sono aumentate». Meno entrate, quindi, e un incremento delle spese: situazione da tenere sotto controllo, secondo i giudici. Il sindaco Paolo Spineto ha precisato che «nel 2011 per finanziare la spesa corrente, sono stati utilizzati proventi derivanti dai permessi a costruire per 95 mila euro (corrispon-

denti al 21 per cento dei proventi accertati), e applicato l’avanzo per 106 mila euro, con destinazione specifica per estinzione anticipata dei mutui. Gli oneri per permessi di costruire hanno finanziato spesa corrente non ripetitiva e non strumentale all’aumento della stessa e che nel 2013 non saranno più utilizzati gli oneri per il finanziamento di spese correnti». La Corte, non soddisfatta, ha avviato l’istruttoria che ha portato alla deli-

bera in questione, che ricorda come «il mantenimento dell’equilibrio della parte corrente del bilancio è elemento centrale nella gestione finanziaria degli enti locali perché denota la capacità dell’ente di assicurare la spesa corrente con le risorse ordinarie derivanti dal prelievo tributario, dai trasferimenti dallo Stato o da altre amministrazioni pubbliche e dai proventi dei servizi». Trasferimenti quasi del tutto azzerati.

Svolta nelle contrattazioni tra l’amministrazione comunale di Arquata e i dipendenti. Si è tenuto il 5 giugno, a seguito dell’assemblea dei dipendenti e della successiva proclamazione dello stato di agitazione del personale del Comune di Arquata Scrivia, l’incontro davanti al Prefetto, tra la delegazione sindacale e con la presenza della Rsu e dell’amministrazione comunale. Lo stato di agitazione del personale del municipio ad Arquata Scrivia era stato dichiarato dalle segreterie provinciali di Fp-Cgil, Fp-Cisl e Fpl-Uil. Secondo i sindacati, l’amministrazione comunale è colpevole di non aver dato seguito alle richieste di incontro avanzate dai rappresentanti dei lavoratori. Motivo della protesta dei lavoratori, «i reiterati silenzi dell’amministrazione, con un comportamento assolutamente irriguardoso e con profili antisindacali nei confronti dei lavoratori e loro rappresentanti, nonostante le ripetute sollecitazioni per l’apertura del “tavolo di contrattazione decentrata”, fermo al palo da mesi e che a oggi non ha permesso di riconoscere gli emolumenti contrattualmente previsti al personale, malgrado l’avvenuto pagamento delle retribuzioni di risultato al solo personale incaricato di posizione organizzativa, con palese disparità di trattamento tra lavoratori». L’incontro in Prefettura ha permesso di sbloccare la situazione e fissare la data del primo appuntamento per la riapertura del tavolo di contrattazione il 27 giugno, al quale seguiranno, se necessari, successivi incontri, sperando di riuscire a concludere la trattativa entro il mese di luglio. A seguito dell’incontro, i sindacati che avevano proclamato lo stato di agitazione hanno espresso una cauta soddisfazione, pur mantenendo alto lo stato di guardia. (S.M.)

La vicenda Manutenzione in cambio di pubblicità

Si cerca un nuovo gestore per il parco Mairano Il Comune di Arquata cerca un gestore per il Parco Mairano, l’area situata lungo via Serravalle ottenuta gratuitamente dal Comune negli anni scorsi in seguito all’ok al piano di recupero dell’edificio denominato Vecchio Caffè, dove sono stati costruiti 24 alloggi. I 3800 metri quadri in questione avrebbero già dovuto diventare proprietà comunale oltre 30 anni fa ma nessuna amministrazione, fino al 2008, li aveva mai rivendicati, lasciando l’area in abbandono per decenni. Il parco è stato allestito ormai da tempo grazie ai 200 mila euro versati dal costruttore degli appartamenti. In molti si chiedono il motivo della mancata apertura al pubblico visto che, all’apparenza, l’intervento sembra concluso. Sono state piantate essenze arboree e prative selezionate sia dal punto di vista estetico sia rispetto ai costi non elevati per la loro manutenzione e il Comune aveva chiamato gli artisti locali per creare raffigurazioni artistiche sul tema della famiglia e sui suoi simbolismi nella recinzione sul lato della via intitolata alla benefattrice Maria Luisa Fornari. «Stiamo cercando un gestore – spiega il vicesindaco Franco Bisignano – che si prenda cura del parco e, allo stesso tempo, ottenga piccoli ricavi o della pub-

POMPE FUNEBRI

SERVIZIO IMMEDIATO 24 ORE SU 24 PRESSO ABITAZIONI, OSPEDALI E CASE DI RIPOSO VIA PAOLO GIACOMETTI, 22 C/O COMUNE DI NOVI Servizi funebri, trasporti e pratiche in tutta italia, fornitura fiori ed arredo lapidi

Il parco c’è. Ma chi lo cura? Per l’area del Mairano l’amministrazione comunale cerca un gestore che si occupi della manutenzione in cambio di pubblicità. blicità gratuita. L’obiettivo è far sì che la manutenzione dell’area non sia a carico del Comune, in base al regolamento per la gestione del verde che sarà attivato a breve dagli uffici dopo essere stato redatto ormai da tempo. Sarà emesso un bando apposito: in cambio della manutenzione del giardino il gestore potrà installare un piccolo chiosco oppure piccoli pannelli pubblicitari con nome della sua azienda, pubblicizzata anche sul sito internet del Comune. Questo varrà anche per i vari spazi verdi

sorti a Arquata di recente, che l’amministrazione comunale non riesce più ad accollarsi. C’è già stato interesse per questa soluzione, per esempio, da parte di alcuni condomini». Bisignano ricorda infine che l’allestimento del Parco, dedicato al sindaco di Arquata Aldo Mairano, in carica dal 1960 al 1969, deve ancora essere del tutto completato. Vanno infatti sistemate alcune panche di granito, per le quali serve l’intervento di una ditta, visto il loro peso notevole. (G.C.)


gavi · vallemme

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

32 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

La vicenda Interrogazione al sindaco sulla fatiscente struttura

Il caso/1 Tre Colli, niente ricorso

Caserma dei Carabinieri, siluri dall’opposizione

In val Lemme una sola centrale a biomasse

GIAMPIERO CARBONE g.carbone@ilnovese.info

Cosa vuole fare il Comune con la caserma dei carabinieri? Se lo chiedono i Consiglieri comunali Livio Destro e Manuela Barisone con un’interrogazione rivolta al sindaco Nicoletta Albano. L’edificio di piazza Dante è fatiscente da anni ma l’amministrazione comunale non è mai intervenuta in maniera definitiva per risolvere la situazione. Anzi, nel piano regolatore, come ricordano i Consiglieri nell’interrogazione, «la destinazione d’uso dell’edificio è residenziale con un aumento notevole della cubatura e garage sotterranei». L’obiettivo del Comune è evidentemente vendere l’immobile (dopo le scuole delle frazioni, l’ex Cit e Corte Zerbo) insieme all’ex sede della Cri per permettere all’acquirente di realizzare appartamenti con garage sotterranei in due palazzoni da 5 e 4 piani. Il Comune ha curiosamente fatto proprie le richieste dei possibili proprietari (si parla di grandi sostenitori della maggioranza) ma ha trovato un argine nella Regione, che ha imposto un’altezza degli edifici tale da non impedire la visuale del Forte dal paese. «Nel Consiglio comunale del 30 novembre 2012 – dicono Destro e Barisone – il sindaco, sollecitato dal nostro gruppo in merito alla situazione della caserma dei carabinieri, in condizioni fatiscenti, ha risposto che “il Comune sta effettuando una verifica tecnica sull’edificio che servirà a evidenziare gli interventi necessari ma l’edificio risale agli anni Sessanta,

presenta numerose criticità e non si sa quanto costerà sistemarlo anche dal punto di vista funzionale”». «La situazione dell’edificio – proseguono – è ormai la stessa da tempo: calcinacci che cadono a terra dal tetto, macchie di umidità sul muro, transenne per evitare danni ai pedoni e alle automobili. Il sindaco chiarisca se la verifica tecnica sulla situazione dell’edificio sia stata eseguita e con quali esiti, compreso l’eventuale ammontare dei costi

per la sistemazione dell’immobile. Non solo: se nel piano delle opere pubbliche 2013-2015 siano previsti interventi sulla caserma oppure l’edificio sia stato inserito nell’eventuale piano delle alienazioni del Comune e se, in caso di alienazione, il Comune abbia previsto dove realizzare la eventuale nuova caserma». I presunti acquirenti metterebbero a disposizione dell’Arma anche un’area per la nuova caserma, incamerando l’affitto.

Il caso/2 Il giovane disabile di Masone

GAVI

Approda anche in televisione la triste vicenda di Mauro

Cheirasca, l’asta entro fine 2013

Anche il Tg di Rai-3 Liguria si è occupato della vicenda di Mauro, il giovane disabile di Masone, accolto in una struttura della val Lemme. Una famiglia e il figlio minore con problemi di autismo, si dichiarano “vittime della burocrazia” e probabilmente di una non corretta comunicazione tra le Asl di diverse regioni. Così la signora Carla Pastorino [nella foto] sul finire della scorsa settimana ha manifestato giorno e notte, davanti alla struttura socio – sanitaria di accoglienza, “Pratolungo” di Gavi in località Zerbi, per difendere i diritti del figlio diciassettenne, ospite della Rsa. Insieme alla donna c’erano anche il marito e l’anziana nonna di 83 anni del ragazzo. La struttura convenzionata con l’Asl (l’ex “Hotel California”) oggi diretta da Luca Pieranni, tempo fa aveva accolto la richiesta dei servizi sociali di Genova (competenti territorialmente su Masone) di ospitare il ragazzo con gravi problemi, essendo carenti i posti nell’area ligure per questo genere di patologia. La Rsa di Pratolungo ha accettato la richiesta, come del resto aveva fatto in precedenza per altri giovani, anche dietro le richieste delle Procure di Torino e di Alessandria. Un sopralluogo effettuato dai carabinieri del Nas, aveva però ritenuto la “Pratolungo” non idonea per ospitare minori. Pertanto, l’altro giorno, un nuovo intervento dei carabinieri ha chiesto l’immediato trasferimento del ragazzo in un’altra struttura socio assistenziale dotata di tutti i requisiti richiesti dalla legge. Il provvedimento ha pe-

rò suscitato la reazione della madre: «In questo centro di accoglienza mio figlio si trova benissimo e abbiamo riscontrato in lui grandi miglioramenti. Trasferirlo in un’altra struttura gli causerebbe un grave trauma psicologico. Credo che le deroghe si debbano applicare di fronte a situazioni particolari, come a esempio nel caso dell’autismo. Mauro ha avuto grandi miglioramenti a Gavi e patirebbe troppo un trasferimento. Non possiamo accettare Casalnoceto come già prospettatoci, perché nostro figlio dovrebbe eventualmente rimanerci solo per qualche mese, fino al compimento del 18° anno. Poi gli metterebbero le valigie in mano causandogli l’ennesimo trauma. Per questo ci aspettiamo comprensione, evitando gravi complicazioni a causa di questa burocrazia. Se abbiamo manifestato anche di notte è solo per amore di nostro figlio». Il ragazzo, nel frattempo, è stato colto da una crisi ed è stato ricoverato in ambulanza al reparto di Neurologia dell’ospedale San Giacomo per le cure del caso. «Siamo a conoscenza del caso – rispondono dall’Asl – e per il momento il ragazzo è sotto le nostre cure, dove dovrebbe rimanere per 3-4 giorni. Dopodiché siamo pronti a venire incontro alle esigenze della famiglia, tenendo conto che la residenza di Pratolungo non possiede i requisiti per questo tipo di ospitalità. Prospetteremo una rosa di possibilità, anche considerando che la famiglia risiede a Masone».

Si terrà probabilmente entro fine anno l’asta dell’ex palazzo della Cheirasca, a Gavi, dove era in programma una beauty farm con decine di villette con lago e parco con animali proposto dalle società Old Farm e Asti Resort di Milano. Il polmone verde, come aveva definito il sindaco Nicoletta Albano nonostante la cementificazione prevista, si è dimostrato un guaio per i fornitori delle due società nonché per i loro dipendenti, che da anni attendono di essere pagati. Così come la banca Unicredit, che sin dal 2011 aveva affidato alla società di recupero crediti del gruppo, la Uccmb (UniCredit Credit Management Bank), il compito di far pagare alle società le rate del mutuo multi milionario acceso per realizzare la struttura turistica e la miriade di villette. Da qui il pignoramento dei beni. Nell’ultima udienza il perito estimatore incaricato dal giudice ha depositato un’integrazione alla relazione già redatta e ha richiesto un ulteriore rinvio per completare le verifiche sugli edifici da anni lasciati in decadenza e sul cantiere, nella stessa situazione. La procedura proseguirà il prossimo 28 giugno con un’ulteriore udienza. Conclusa l’attività estimativa sarà fissata la prima udienza di vendita. Dei cento mila metri quadri previsti nel prg, la Regione ha manutenuto edificabili solo circa 4 mila mq dove costruire edifici per circa 160 abitanti. (G.C.)

In val Lemme il rischio di avere due centrali a biomasse a pochi chilometri di distanza sembra rientrato. Autorizzato infatti dalla Provincia l’impianto a pirogassificazione, proposto dalla Voltaggio Energia e previsto alla ex cartiera di Voltaggio, sono scaduti da tempo i termini entro i quali la Tre Colli di Carrosio poteva presentare ricorso contro la sentenza del Tar che a dicembre ha annullato l’autorizzazione provinciale per la costruzione e messa in funzione della centrale a trigenerazione in programma nell’area della ditta. I giudici avevano infatti accolto il ricorso di Pro Natura e da una quindicina di cittadini. L’azienda sembra quindi aver rinunciato a un progetto contestato che avrebbe potuto aggiungersi a quello di Voltaggio. La scorsa settimana, infatti, la Provincia ha dato l’ok alla modifica del progetto da 15 Mw della Voltaggio Energia già autorizzato nel 2008 e poi non realizzato. L’impianto attuale sarà molto più piccolo (1 Mw) e dovrebbe garantire un minore inquinamento. Tutti d’accordo gli enti della conferenza dei servizi, tranne la Comunità montana: il parere negativo è stato motivato, tra l’altro, con il prezzo di acquisto del legname proposto dalla società, 4,8 euro al quintale, troppo basso rispetto al mercato locale. Il Consiglio comunale di Voltaggio ha già approvato la convenzione con la Voltaggio Energia, accordo che punta in particolare alla creazione di una filiera locale del legno. Al Comune un contributo del 3 per cento dei ricavi all’anno. L’autorizzazione è condizionata alla messa in esercizio, entro un anno dall’avvio della centrale, di un impianto di produzione di pallet e del teleriscaldamento per il campo base del Terzo Valico previsto a monte della ex cartiera. (G.C.)

inbreve VOLTAGGIO

In ricordo di Andrea Come ogni anno, Voltaggio ricorda con una grande festa Andrea Fontana [nella foto], il giovane scomparso a 33 anni nel 2008 per una grave malattia. Sabato 22 giugno sarà una giornata dedicata come sempre alla memoria del Funta, come tutti conoscevano Andrea, e alla beneficenza. A partire dalle 16, al centro sportivo Benasso, in programma il quadrangolare di calcio tra Voltaggio, Mornese, Savignone e Ronco Scrivia. Alle 20, la cena e a seguire lo spettacolo di cabaret con i comici di Zelig. L’incasso della giornata sarà devoluto all’associazione per la ricerca contro le leucemie. (G.C.)

CARROSIO

Giornate ambientali Successo per le due giornate organizzate dal Comune di Carrosio, in collaborazione con Legambiente Vallemme, dedicate al Geosito Gssp Sezione Lemme Carrosio, inserite nella campagna nazionale di Legambiente Piccola Grande Italia rivolta proprio alla valorizzazione delle peculiarità dei piccoli Comuni. Al convegno che si è svolto nell’ex asilo sono state illustrate le caratteristiche e l’importanza del sito geologico di Carrosio da parte dei geologi dell’Ispra (Istituto superiore per la ricerca ambientale) di Roma. Il giorno dopo visita guidata al punto di osservazione del Geosito in compagnia di geologi delle università di Genova e Milano, dell’Ispra e del settore scientifico di Legambiente. Scoperta una targa offerta dall’Ispra per identificare il sito. Legambiente Vallemme ha posizionato un pannello curato dal geologo Davide Notti, che illustra le ca-ratteristiche del Geosito, il periodo in cui si è formato e le caratteristiche della zona in quel lontanissimo passato della storia della nostra Terra. I geologi si sono detti disponibili a collaborare o organizzare in un prossimo futuro eventi imperniati sulla geologia, stratigrafia e paleontologia della zona coinvolgendo anche altre facoltà a livello internazionale. (G.C.)

BOSIO

Passeggiata notturna Passeggiata notturna con la luna piena sabato 22 giugno a Capanne di Marcarolo (Bosio), organizzata dal Parco. Durante la camminata lungo i sentieri dell’area protetta in programma anche letture di brani a tema. L’evento si svolgerà in compagnia dei guardiaparco (5 euro il costo per ogni partecipante). Info: 0143 877825. (G.C.)


Dopotutto, domani è un altro giorno Rubrica a cura di Daria Ubaldeschi mib@ilnovese.info

La maggior parte di voi avrà certamente riconosciuto il titolo del Mib di oggi, la notissima frase con cui Rossella O’Hara chiude “Via col vento”. Pensando a ciò che ha perso, alla propria terra, al proprio uomo, ai proprie sogni e illusioni, guarda l’orizzonte alla ricerca di un anelito di speranza, che lei stessa, come il suo personaggio richiede, cerca di mantenere sempre viva, anche nei momenti peggiori che costellano la sua esistenza così come ci viene raccontata dal film… un amore impossibile, la sofferenza per la fame, la tragedia per la perdita della figlioletta, veder bruciare la terra natia. Ecco, credo che il personaggio di Rossella possa fare da spunto per proseguire sul tema che abbiamo cominciato ad abbozzare due settimane fa, quando si parlava di amori che finiscono, della delusione per relazioni che non riescono più a reggere agli urti della vita, proprio come l’appassionante storia tra Rossella e Rhett, di lei innamorato perdutamente, di lei costretto a infischiarsene! Diverse persone che ho avuto modo di incontrare in questi giorni mi hanno manifestato interesse per questa tematica, chiedendomi di approfondirla. Il tema è quello del progetto di vita che ognuno di noi ha per se stesso nel mondo, di cui spesso siamo consapevoli solo in parte e che, quando trova ostacoli ad attuarsi o, peggio ancora, resta sospeso in un limbo nel quale non si sa come muoversi, quali scelte effettuare, rischia di gettare in un infinito sconforto; spesso esita in uno stato di tristez-

Gli allievi dell’Istituto “Casella” da Vignole in rassegna con bravura

Pensatedistile

Dopo il successo del saggio dei piccoli cantori della scuola d’infanzia parrocchiale “V. Cauvin” di Vignole Borbera e la vera e propria maratona musicale di ben sei giorni svoltasi presso l’auditorium della biblioteca civica di Novi Ligure, è arrivato il momento dell’esibizione degli allievi dell’istituto musicale “Casella”, sezione di Vignole Borbera. I saggi hanno avuto luogo venerdì 7 giugno presso la sala espositiva di Vignole, nell’ambito della Rassegna concertistica Musicanovi 2013: durante la serata si sono alternati allievi di tutte le classi, dai più grandi ai più piccini, che hanno avuto così modo di dimostrare ad amici e parenti i risultati ottenuti dopo mesi o anni di studio, a seconda del percorso di ognuno. Ad aprire l’evento è stato il coro di voci bianche preparato da Raffaella Tassistro, a seguire i brani solistici delle varie classi (pianoforte, chitarra, canto, violino, violoncello) e infine ensemble giovanili. Tra paure, “ansie da palcoscenico” e applausi, ogni allievo ha fatto la propria esibizione: Allegra Cini, Alessandro Catino, Leonardo e Riccardo Salviati, Serena Motto, Mariarita Monfredini, Andrea Bruzzaniti, Cristiana Moro, Tivadar Razvan, Gabriele Demergasso, Edoardo Dicarlo, Alessia Poggio, Bianca Locatelli, Eugenio Mangini ed Eugenio Bruni, Matteo Gerace, Emilia Bonadeo, Federico Silletti, Silvia Merlassino, Gaia e Greta Scarafia, Lorenzo Picollo, Marta Fossati, Elena Rossi, Giulia Chiarella, Camilla Risso. (S.C.)

L’alfabeto del corpo

Come avevamo già accennato negli scorsi articoli, non tutti i vestiti donano ugualmente a tutte le donne. Quando si sceglie un abito bisogna stiamo sempre attente a tanti piccoli dettagli: il tessuto, le cuciture, la lunghezza, la scollatura e via dicendo. Ma, spesso, catturate dalla bellezza del vestito, non ci preoccupiamo di chiederci se sia davvero adatto alla nostra figura. Ci sta bene? Mette in luce i nostri punti di forza, nasconde quelli deboli? Calza sulla nostra corporatura? Ecco perché, prima di andare a fare shopping, è bene studiarsi attentamente allo specchio per capire come siamo fatte, e come far quindi risaltare al meglio le nostre forme. Ancora una volta Zalando ci aiuta con un breve prontuario nel quale vengono identificati cinque tipi di corporatura. Vediamoli insieme.

Rubrica a cura di Giulia Cipollina letintarellediluna.blogspot.com

Il tipo “A” Il tipo ad “A” è caratterizzato dal busto magro e dalla vita sottile, ma dai fianchi più larghi delle spalle; mettere in risalto la parte superiore basterà a riproporzionare la figura. Sono consigliati abiti a impero e grandi collane, per esaltare il decolleté, e tagli avvitati o cinture per ac-

33 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

za profonda, quando non arriva a vere e proprie condizioni di umore depresso, al confine con la psicopatologia. In effetti, non è così facile “infischiarsene” quando la perdita, la rottura di un equilibrio fino ad allora sufficientemente stabile, irrompe improvvisamente costringendoci a guardare in faccia una situazione nuova e sconosciuta e che, in quanto tale, ci terrorizza per la sua lontananza da quello che era il nostro progetto iniziale, che eravamo tra l’altro convinti sarebbe arrivato al pieno compimento. La nostra psiche viene messa a dura prova, sentiamo che basterebbe un nonnulla per farla cedere, siamo presi da momenti di intenso scoramento, la sensazione pervasiva è quella di essere completamente soli al mondo, anche se circondati da persone, che però ci stanno accanto così faticosamente per il timore di dover entrare in contatto con il nostro dolore. Eppure andiamo avanti…qualcuno di voi lettori si riconosce in questo ipotetico quadro? E quando il domani è un altro giorno di sofferenza, come si può fare? Per quanto capricciosa, ostinata, difficile nelle spigolature del suo carattere, non è facile avere il coraggio che il personaggio di Rossella incarna, un coraggio che trae forza prima di tutto dalle parole, dall’autorizzarsi a esprimere la propria sofferenza, con la disponibilità anche a riconoscere le proprie responsabilità. Magari qualcuno avrà voglia di raccontarmelo e potremo proseguire a parlarne…

Chiacchiereincucina

Messaggiinbottiglia

lerubriche

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

Contro il caldo una tartare di verdure anti-tossine Rubrica a cura di Serena Cellotto viadellechiacchiere5 blogspot.it Ci siamo lasciati due settimane fa con una ricetta che scacciasse il malumore e facesse tornare il sorriso dopo tutto il freddo record patito nei mesi scorsi, e ci ritroviamo oggi con un sole splendente e un’ondata di caldo che, seppur iniziata in sordina, pare accentuarsi, grazie al rovente anticiclone africano. Beh, ora non lamentiamoci del caldo improvviso (dopo averlo tanto desiderato), altrimenti la frase “non si è mai contenti” ce la meritiamo proprio! Certo, tutto di colpo e inaspettato, il caldo si fa sentire e sicuramente il connubio caldo-inquinamento

“Essere ciò che siamo e divenire ciò che siamo capaci di divenire è l’unico scopo della vita. Non si piange sulla propria storia, si cambia rotta” (Spinoza)

non giova al nostro benessere psico-fisico, ma possiamo usare qualche accortezza per godere del caldo e non subirlo. Bisogna bere molto, evitare di uscire nelle ore più calde, cercare luoghi ventilati e così via, ma concentriamoci sul cibo che, come sempre, può essere un nostro valido alleato! Senza rinunciare al piacere e al gusto, possiamo creare ricchi piatti di frutta e verdura: carote, radicchio e albicocche sono ottimi abbronzanti naturali in grado di “catturare” i raggi solari, garantendo la tanto amata tintarella, ma proteggendoci anche dalle alte temperature. Anche consumare insalate, lattuga, meloni, pomodori, peperoni, sedano, pesche, cocomeri, fragole e ciliege, serve a difendersi dai colpi di calore, e sono tutti coadiuvanti anche nel favorire la produzione del pigmento melanina. Inoltre consumare cibi freschi e crudi fa bene contro la disidratazione e aiuta a eliminare le tossine: per questo propongo una tartare di verdure, il cui mix apporta sostanze antiossidanti, che ritardano anche l’invecchiamento dei tessuti. Ingredienti per 4 persone: 1 cipolla rossa 2 cuori di finocchio 1 peperone rosso 1 peperone giallo

centuare la vita sottile. Da evitare, invece, i capi troppo ampi o i tessuti “rigidi” che nascondono e rendono goffa la corporatura. Il tipo “H” Il tipo ad “H” ha una silhouette androgina e longilinea, con le spalle larghe quanto i fianchi; è un fisico molto amato dalla moda ma piuttosto mascolino. Per sottolinearne la femminilità basterà evidenziare il punto vita e dare volume spezzando le linee diritte del corpo: al via ruches, maniche svasate e giacche plissettate. Al bando, invece, le scollature a fascia – che rendono il corpo più “rettangolare” – e i pantaloni troppo larghi su fianchi e sedere. Il tipo “O” Il tipo ad “O” è il classico fisico morbido e formoso, con le curve equamente distribuite in tutto il corpo. Di spiccata sensualità, questo genere di fisico giova di linee verticali, che allungano la figura, e materiali “raffinati”: tessuti delicati, come il pizzo e lo chiffon, sottolineano le curve senza strizzarle come negli abiti elasticizzati. Da evitare anche le fantasie maxi o i capi oversize, che allargano in modo eccessivo.

100gr di piselli 2 pomodori da sugo 2 o 3 zucchine 5 cucchiai di olio (meglio extra vergine) una manciata di erba cipollina (a piacere anche melissa e santoreggia) succo di 1 limone sale e pepe q.b. Preparazione: Laviamo innanzitutto le zucchine, i finocchi e i peperoni; poi tagliamoli a pezzetti. Scottiamo le verdure e i piselli a vapore separatamente, per circa 4/5 minuti, poi scoliamo e passiamo immediatamente sotto l’acqua fredda. Prepariamo il sugo cuocendo i pomodori, riducendo la polpa a pezzetti; in una padellina con un cucchiaio di olio extra vergine, facciamo imbiondire la cipolla, a cui uniamo poi il sugo di pomodoro e le erbette tritate. A parte prepariamo il condimento, sbattendo succo di limone, sale e pepe e il restante olio. Disponiamo tutte le verdurine in una terrina, versiamoci la vinaigrette fatta e mischiamo bene. Infine serviamo disponendo sul fondo il sugo e sopra la tartare, con un’altra spolverata di erba cipollina. A piacere, si possono aggiungere le verdure che più si preferiscono e, volendo, vi consiglio anche alcuni scampi!

Il tipo “V” Il tipo a “V” ha spalle larghe, fianchi stretti e gambe lunghe. Di zone problematiche ce ne sono ben poche, ma il consiglio è di osare con colori e stampe, per vivacizzare la silhouette, e abiti che mostrino le gambe slanciate. Le righe verticali, invece, allungano troppo il fisico già longilineo: provate – voi che potete – le righe orizzontali per addolcire la corporatura. Il tipo “X” Il tipo ad “X” è il sogno di ogni donna: possiede infatti il rinomato fisico “a clessidra”, dalla silhouette armoniosa e proporzionata. Sottolineate il decolleté con scolli a V ed enfatizzate la vita sottile con capi a vita alta; provate i pantaloni palazzo o i jeans a campana per essere al top. Evitate tessuti troppo rigidi o abiti troppo stretti (consiglio che è comunque valido per ogni corporatura) e sarete perfette!


inagenda

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

34 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

GAVI

ALESSANDRIA

Al Forte si crede ancora nelle favole

Una serata del Fai per un gioiello meccanico

Sabato 22 giugno, alle ore 21, il Forte di Gavi sarà lo scenario di una prima assoluta: un percorso animato in notturna, dedicato ai più piccoli, realizzato dalle associazioni “Gli Animattori” di Novi Ligure e “Amici del Forte” di Gavi, con la collaborazione della Soprintendenza. Questa iniziativa, intitolata “Noi che crediamo ancora nelle favole”, permetterà ai bambini partecipanti e, perché no, agli adulti loro accompagnatori, al solo prezzo del normale biglietto (2 euro gli adulti, gratis per under 18 e over 65) di immergersi non nella storia millenaria del Forte, ma in un mondo parallelo popolato di fiabe e di personaggi fantastici, che per una notte vi accompagneranno lungo un suggestivo percorso notturno all’interno della fortezza. (RED.)

“La favola dell’orologio della Cittadella”: è il titolo della serata organizzata dalla sezione alessandrina del Fai, il Fondo Ambiente Italiano, in programma domani sera – venerdì 21 giugno – alle ore 21.00 presso la sede dell’associazione culturale “50 & più” di Alessandria. L’appuntamento è in via Trotti 46, nel capoluogo provinciale. La Cittadella è una fonte inesauribile di tesori. L’attento sguardo della delegazione Fai di Alessandria ha rinvenuto un groviglio di impolverati ingranaggi, ha avuto l’accortezza di consegnarli all’orologiaio Claudio Ferrando – che tra l’altro è anche consigliere dell’associazione “50 & più”. Ferrando ha ritenuto il ritrovamento interessante e utile a rendere funzionante un gioiello meccanico di alta precisione. (RED.)

Allievi, maestri e gruppi ecco “Arquata in Musica” LISA LANZONE l.lanzone@ilnovese.info

Sabato 22 giugno torna “Arquata in Musica” evento organizzato in concomitanza con la festa mondiale della musica. Promossa dall’assessore alla Cultura Nicoletta Cucinella è una grande manifestazione aperta a tutti, una opportunità di arricchimento culturale, un incontro tra generi e culture diverse, tra passione e mestiere, tra amatorialità e professionalità. Le passate edizioni hanno conquistato il pubblico con un vasto programma che tocca diversi generi: musica country, jazz, swing, classica, pop, rock, caraibica, corali, banda, scuole di musica, scuole di ballo troveranno una collocazione negli angoli suggestivi del centro storico di Arquata trasformata per l’occasione in un pentagramma musicale. Arquata in musica ospiterà allievi e insegnanti della Scuola di Musica “T42 Musica Lab” di Varinella e quelli del “Progetto musica G. Campofreddo”, la Corale, la Banda Musicale Arquatese, “Le Arcobalene”, “I Ragazzi di strada”, gli “Owegee”, i “Vanita”, oltre ad altri gruppi contattati dai commercianti di Arquata che ci delizieranno con brani del loro repertorio. «Anche quest’anno, sottolinea l’assessore Cucinella, la collaudata formula di successo dello spettacolo piromusicale con i fuochi d’artificio sparati a ritmo di musica la farà da padrone. Effetti pirotecnici

e musica interagiscono in totale simbiosi, perfettamente sincronizzati, con il risultato finale di un evento unico nel suo genere, di elevata qualità artistica, emozione e coinvolgimento». Il percorso musicale spazierà dalla musica classica al pop. Ma “Arquata in musica” non è solo questo. Ci saranno tante peculiarità a corollario dell’evento: mostre di pittura, caricaturisti, negozi aperti con vetrine a tema, mercatino tipico, bancarelle delle curiosità, serata gastronomica e cibo di strada a cura della Pro Loco, delle Associazioni e dei Commercianti arquatesi. Novità 2013, riferisce l’assessore Nicoletta Cucinella, il mercatino musicale antico nel salone della Soms, un mercatino dell’usato dove sarà possibile trovare oggetti in vinile, strumenti e articoli musicali di svariati generi. Per i più piccini altri spazi riservati a giochi con animazione, trucca bimbi e strutture gonfiabili sia in piazza Caduti che in zona Poliambulatorio dove la Croce Verde propone anche una mostra di fotografie, musica e dimostrazioni pratiche di primo soccorso: un modo per unire un momento di festa a qualche informazione utile per la nostra salute. E allora appuntamento a sabato 22, dalle ore 18.00, con “Arquata in musica” per emozionarsi, divertirsi e lasciarsi travolgere dalle note dei più diversi stili e generi musicali e dallo spettacolo pirotecnico che inizierà intorno alle 23.00.

Il festival Sabato sera il primo appuntamento

Lo spettacolo Dal 22 giugno a Carbonara Scrivia

Dongione Arte, un festival Una canzone per volare all’esordio a Vignole Borbera non solo di teatro e cinema Vignole Borbera colpisce di sciabola e sfila a Genova lo storico festival musicale “Una canzone per volare”. Tre delle quattro fasi eliminatorie, infatti, si svolgeranno presso l’area sagre di Vignole, struttura diretta da Fabio Scarafia che ha voluto fortemente la manifestazione in una location così ampia e spaziosa. Primo appuntamento sabato sera, 22 giugno, cui seguirà sabato 29 giugno, sabato 6 luglio e poi la finale sabato 13 luglio. Presenteranno la manifestazione canora Fabio Scarafia e Gabriele Corbellini. Ospiti della serata finale del 13 luglio “l’artista gonfiabile” Stefano D e l’imitatore Massimo Scarfò. «Il Comune di Vignole e lo staff dell’area sagre si sono dimostrati molto disponibili – ha spiegato Gino Borrelli (direttore artistico e ideatore della manifestazione canora) – per questo abbiamo deciso di spostare la manifestazione in Piemonte. Ma rimane la volontà, di restare comunque legati al nostro pubblico storico che, di certo, ci seguirà. Abbiamo scelto Vignole, località vicina alla Liguria anche per questo, per far sì che tutti gli aficionados al concorso non vadano persi». «Il primo classificato andrà in autunno a New York – ad un’importante serata dedicata alla canzone italiana in cui si esibirà anche un big della musica leggera italiana. Gli organizzatori di New York, Sal Palmeri e Francesco D’Amico, sono all’opera per definire i particolari dell’evento nella Grande Mela – ha continuato Gino Borrelli – il secondo, il terzo e il quarto, invece, parteciperanno alla serata finale del festival “Sorrisi e canzoni” in programma a novembre a Zurigo». Tra i partecipanti alla dodicesima edizione di “Una canzone per volare” ci sono Martina Allegrotti (Vignole Borbera), Isabella Franzé (Capriata d’Orba), Tommaso Genovese (Vignole Borbera), Elena Tognati (Novi Ligure) e Ivan Sammiceli (Campomorone). Nell’albo d’oro del concorso anche la serravallese Jessica Modena, che l’ha vinto nel 2010.

“Dongione arte” è un festival di teatro, cinema e arti visive che si terrà nell’affascinante cornice del Dongione di Carbonara Scriva dal 22 giugno al 7 luglio. Il festival si compone di diversi appuntamenti teatrali, proiezioni di cortometraggi indipendenti, presentazioni di libri di autori emergenti e di una mostra di arte contemporanea. L’intento è quello di dare spazio alle realtà artistiche, locali e non, mettendo in relazione tra loro diversi linguaggi artistici e di far vivere gli spazi della suggestiva struttura del Dongione coinvolgendo il territorio in un evento unico nel suo genere. Il tema della prima edizione di “Dongione arte” sarà “frammenti”. Il frammento è un piccolo pezzo di qualcosa che si è staccato da un oggetto intero, la radice latina fragmentum indica la natura fragile e delicata di una parte singola, che ha perduto il “suo” tutto. Interessante accostare questo termine all’arte e vedere come può essere declinato. Si comincia sabato alle 18.30 con la presentazione del festival e l’inaugurazione della mostra collettiva d’arte cui partecipano Elena Forlino, Renato Luparia, Francesco Romoli, Alessandra Tescione, Enrico Cattaneo, Veronica Francione, Gianluigi Alberio, Francesco Botter, Gaspare Sicula, Antonio Caramia, Antonietta Meneghini, Tiziana Rufo, Franco Fasano, Alessandra Guenna, Francesco Pellerano e Alberto Magri. Alla sera, ore 21.00, è in programma il primo spettacolo teatrale: si tratta di “Teseo e il minotauro – Un anno di paternità”, portato in scena dalla compagnia alessandrina Max Aub, di e con Luigi Di Carluccio. Il giorno successivo, domenica 23 giugno, sempre alle 21.00, incontro con il regista Davide Bonaldo. (RED.)


inagenda

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

35 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

L’iniziativa Mercatino dei prodotti naturali e dell’artigianato

La Raia Arte, cultura, territorio

E con “Grondona bio” la piazza ritorna regina

Una fondazione per un progetto nel paesaggio

SARA MORETTO s.moretto@ilnovese.info

Da sempre la piazza è l’anima di un paese. L’agorà, come si definiva una volta, è il luogo dello scambio e dell’incontro, della stretta di mano e del divertimento, piccoli atti concreti che uniscono le persone in momenti di condivisione e di cultura. È con questo intento che domenica 23 giugno, la piazza del paese di Grondona si vestirà a festa per accogliere le aziende, le associazioni e le persone che operano nel settore del biologico, della biodinamica e dell’artigianato sul territorio piemontese, e ospiterà l’evento Grondona Bio, mercatino dei prodotti naturali e dell’artigianato creativo. Una grande festa per il Solstizio d’Estate mirata a promuovere i produttori locali, a mantenere vive le antiche tradizioni e a valorizzare il territorio che viviamo restituendogli l’autosufficienza che ha avuto in un tempo remoto e di cui spesso si è perso il ricordo. Grondona Bio offre un’opportunità unica per acquistare prodotti naturali e oggettistica di qualità, per degustare, oltre ai vini biologici e biodinamici della zona, un pranzo all’insegna del naturale, amorevolmente cucinato dagli abitanti di Grondona con cibi biologici e locali. Parteciperanno le aziende biologiche e biodinamiche piemontesi, i coltivatori dei piccoli orti di Grondona, i produttori di pane artigianale, i consorzi agrari, i produttori melliferi, gli artigiani e molto altro ancora… Durante la mattinata, la parola sarà data agli ospiti dell’evento che del

biologico ne hanno fatto un’esperienza di vita, i quali si occuperanno di illustrare, raccontare ed educare all’urgenza e alla responsabilità di prenderci cura della casa in cui viviamo, la nostra Terra, così come della salute del corpo che abitiamo e che quotidianamente nutriamo. L’iniziativa nasce dai soci dell’associazione culturale Chakaruna, residenti a Grondona e affascinati dalla bellezza della valle Spinti, che, con

la collaborazione del Comune, la Proloco, il Circolo del Ponte Vecchio di Grondona, la Regione e Agribiopiemonte, desiderano offrire un’alternativa concreta ai modelli di produzione, distribuzione e consumo dominanti, proponendo un modo diverso di vivere, che sostenga, oltre al benessere delle persone, la tutela dell’ambiente e del territorio, una vita capace di valorizzare le relazioni umane e i momenti conviviali.

Nasce a Novi la fondazione “La Raia - arte cultura territorio” con l’obiettivo di promuovere una riflessione critica sul paesaggio. Il suo primo atto è dar vita al progetto “Nel paesaggio”. Artisti, filosofi, paesaggisti, fotografi e architetti sono invitati a vivere e sperimentare – nel cuore delle colline del Gavi – i vigneti, i campi e i boschi della Raia, e offrire, attraverso interventi e opere d’arte, occasioni di nuova conoscenza e nuova identità. In questo modo il paesaggio, e ciò che viene progettato in esso, diventa parte integrante di un’esperienza. Da vivere e condividere. La Fondazione svilupperà temi coerenti con l’impostazione che la famiglia Rossi Cairo ha dato all’azienda agricola biodinamica La Raia negli ultimi dieci anni: lavorare in sintonia con l’ambiente, rispettando i cicli spontanei della natura, valorizzando il lavoro dell’uomo che questo luogo abita e modifica. Ciò ha significato non solo puntare alla qualità della produzione vitivinicola, o recuperare antiche varietà di cereali, ma anche investire in progetti educativi e pedagogici che ruotano attorno alla scuola steineriana gestita dall’associazione culturale “Intorno al melo”. Sabato la presentazione del progetto “Nel paesaggio” con la preview di tre opere permanenti di Remo Salvadori [nella foto], artista di fama internazionale. «Con il progetto “Nel paesaggio” – afferma Irene Crocco, direttore artistico della Fondazione La Raia – ci chiediamo cosa significa conoscere e vivere il paesaggio. Vogliamo avviare un percorso di scoperta e di lettura di un territorio e di un luogo, quello de La Raia, scelto dalla famiglia Rossi Cairo che l’ha fortemente caratterizzato attraverso la ricerca dell’armonia in tutte le sue dimensioni». In settembre il progetto “Nel paesaggio” sarà aperto al pubblico che potrà visitare La Raia su prenotazione. (RED.)


leistantanee

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

36 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Con il museo alla valle dei Campassi

In bicicletta sul monte Pracaban

La valle dei Campassi, il monte Croso, le zone di Casoni di Berga e della Sella Banchiera sono state le mete della passeggiata naturalistica organizzata dal Museo di Storia Naturale “Villa Gardella” di Stazzano. Luoghi suggestivi, che formavano lo spazio vitale di un villaggio ed erano quasi sempre legate a esperienze umane fatte di fatiche e privazioni. L’appuntamento era inserito nel ciclo di passeggiate a contatto con la natura organizzate dal museo. All’organizzazione hanno partecipato anche le Gev, Guardie Ecologiche Volontarie della Provincia di Alessandria. Foto Fausto Mogni.

Ora l’estate pare davvero scoppiata, ma quando il gruppo Mtb Cai di Novi ha effettuato un’escursione in mountain bike, diretta sul monte Pracaban, con partenza in località Cirimilla, le condizioni climatiche erano decisamente “irlandesi”. Nonostante la forte umidità e le nuvole basse, il gruppo – composto da ben 18 persone – è stato compatto e forte fin dall’inizio. Gran parte del fascino di questa pedalata è riservata ai panorami che si possono godere, dalle capanne di Marcarolo fino ai laghi del Gorzente e della Lavagnina lo spettacolo è stato assicurato.

Ma che bella gita sul lago Maggiore

Aspiranti giornalisti, in quaranta al corso

L’associazione “50 & più”, con sede in via Trotti 46, ha organizzato per mercoledì 12 giugno una gita “sul Lago Maggiore”. La mattinata è iniziata con la visita al meraviglioso giardino botanico di Villa Taranto, con l’accompagnamento dell’esperta guida, Barbara, restata con il gruppo per l’intera giornata. Il battello è rimasto a disposizione per tutta permanenza sul Verbano, quindi la suggestiva sosta all’Isola Pescatori per il pranzo, poi l’ingresso nell’antica chiesa, dal caratteristico campanile aguzzo. Il pomeriggio è stato caratterizzato dall’immancabile sosta all’Isola Bella per osservare le meraviglie di Palazzo Borromeo, quindi la passeggiata per le stradine ricche di suggestivi oggetti – ricordo e arrivare all’ultima tappa sulle sponde dello Specchio d’Acqua, con la doverosa sosta a Stresa, la perla del Lago Maggiore, ricca di graziose stradine su cui s’affacciano splendidi negozi, lussuosi bar, ottimi ristoranti.

Si è svolta lunedì pomeriggio la premiazione della quarta edizione del “Corso di giornalismo” organizzato dalla Provincia di Alessandria in collaborazione con il Comune di Novi Ligure. Ai ragazzi è stato rilasciato un attestato di partecipazione dagli insegnanti Mimma Caligaris e Piero Valesio. Hanno partecipato: Giorgio Vernetti, Mattia Stango, Valeria Barilaro, Daniele Risuoli, Mara Ferrari, Francesco Castellani, Daniela Novelli, Paolo Sacco, Sabrina Barbano, Marco Zottarelli, Alessandro Tacchino, David Turri, Sara Cartasegna, Elena Parvis, Marco Castelletti, Manuela Boaretto, Robarta Taverna, Alessia Bedazzo, Roberta Odicino, Giulia Quarantini, Chiara Pavan, Stefano Summa, Laura Limonassi, Francesca zanin, Lorenzo Lesino, Marat Bocca, Duro Aniola, Marco Mazzata, Silvia Ferraris, Ilaria Marciano, Giulia Paccagnella, Gaia Milioni, Benedetta Ghiara, Yvonne Mendolia, Stefano Franceschetto, Francesca Ghiglione, David Cavallo.

Arriva L’estate: Festa Grande Al Pensionato Di Serravalle Scrivia Arriva l’estate, finalmente, e allora la giovane e dinamica direzione del Pensionato “Mons. Guerra” di Serravalle Scrivia – rappresentata da dr. Cecilia Matta e dr. Federica Pastorino – insieme a tutto gli operatori e i volontari del Pensionato, hanno pensato bene di organizzare una bella festa. Una festa - venerdì 21 giugno alle ore 15,30 - che torna a porre la struttura di via Borgonuovo al centro dell’attenzione e per rendere sempre più stretto il legame con l’intera comunità serravallese. In effetti l’iniziativa propone un pomeriggio insieme ai Clown Marameo, un brillante gruppo di volontari di Alessandria, che ben sa come rendere gioioso un pomeriggio per gli anziani accolti nella struttura. Ma la festa è anche valido motivo per visitare la Casa di riposo e trascorrere alcune ore in un luogo sicuramente diverso dai soliti, pronto a far valere la sua capacità di accoglienza e la voglia di stare in compagnia. Festa d’estate, festa allegra, festa dolce e... con dolcetti e non solo. Ma le sorprese al Pensionato “Mons. Guerra” sono anche altre: infatti sono in corso i lavori di adeguamento e di risistemazione del primo piano che renderanno la struttura più accogliente e sempre più in corsa per migliorare la qualità della vita degli anziani ospiti.

PENSIONATO

MONS. LUIGI GUERRA

Riqualificazione energetica: “ora o mai più” L’eco-bonus sale al 65%: è stato approvato il Decreto Legge per le misure energetiche nell’edilizia che dal 1 luglio 2013 innalza al 65% la detrazione fiscale. Una novità da non farsi scappare... “Ora o mai più”. La grande novità nel campo della riqualificazione energetica nell’edilizia è oggi una possibilità concreta: il Decreto Legge 63/2013 per le misure energetiche è stato definitivamente approvato. Cosa comporta? L’aumento della detrazione al 65% in dieci anni nella dichiarazione dei redditi per il contribuente che decide di mettere mano a riqualificazioni energetiche sulla propria abitazione a partire dal 1 luglio 2013. Per i privati questa agevolazione sarà a disposizione fino alla fine dell’anno, mentre per interventi su parti comuni di condomini o su tutte le unità di un condominio la validità si allunga fino a giugno 2014. Un’occasione che non da più spazio all’incertezza: perché aspettare? Questo è il momento per intervenire su quei lavori di efficientamento energetico, tesi al risparmio. Questo è il momento di accedere all’eco-bonus. Rientrano nell’aumento al 65% della detrazione opere come la riqualificazione globale su edifici esistenti, oppure interventi sugli involucri degli edifici e ancora l’installazione di pannelli solari. “Un miglioramento sull’efficienza dell’immobile oltre a un miglior risparmio energetico – spiega l’ingegner Fabio Giolito della Green Solar Service di Alessandria, riferimento nel settore del risparmio energetico nella regione Piemonte – che oggi viene a costare ancora meno”. Uno degli interventi che già di per sé si regge su un “risparmio” per l’utenza è quello che Green Solar Service svolge con un prodotto come la cellulosa naturale (Nesocell), isolante termico, che viene inserito nell’intercapedine muraria, dove ci sono le camere d’aria oppure nel sottotetto, che ha come diretta conseguenza quella di una soluzione efficiente a livello energetico, valida “per tutte le stagioni”. “Si sta meglio d’inverno, con riduzioni sensibili dei costi che si possono leggere facilmente dalla bolletta, ma si sta bene, anzi più freschi, anche d’estate, grazie alla migliore coibentazione del locale”, spiega l’ingegner Giolito. Tutti interventi tesi al risparmio, sia energetico che economico, con un riscontro effettivo sulla riduzione dei costi e della spesa e che ha dalla sua parte anche “i tempi brevi di realizzazione”. Come spiegano gli addetti del settore di Green Solar Service, non si tratta di interventi “invasivi”: non si chiede alle famiglie di traslocare per qualche giorno, e l’ “invadenza” degli operatori è minimale nello spazio e nel tempo, visto che alcuni di questi lavori si iniziano e si portano a termine nell’arco di una giornata. Insomma questo è il momento giusto per chiedere maggiori informazioni e approcciarsi a quei lavori di riqualificazione energetica che si tende sempre a rimandare: “ora o mai più”.


losport

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

37 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

CALCIO

GINNASTICA

TORNEI

La Vignolese rinuncia a sorpresa alla Promozione

Ovada per una settimana è capitale del movimento

Le immagini del Don Salvi Labate al finale

PAGINA 38

PAGINA 39

PAGINA 41

La Novese presenta i soci ma di mercato non si parla

MAURIZIO IAPPINI sport@ilnovese.info

Vincenzo Giardina e Stefano Avogadri, i due nuovi soci entrati da pochi giorni nella Novese sono stati presentati l’altro giorno nella sede del club in una conferenza stampa indetta proprio per rendere nota la nuova struttura dirigenziale con i due imprenditori vogheresi vice presidenti di patron Renato Traverso al pari di Marco Taverna, quest’ultimo con deleghe esecutive mentre Emanuela Giacomello rimane l’amministratore unico del club con ruoli operativi sul settore giovanile che è stato affidato a Renato Domeneghetti mentre team manager saranno Elio

Zuccotti e Luigi Ciano. Pasquale Gigliotti è “solo” direttore sportivo ma il suo peso in seno alla costruzione della squadra sarà quasi illimitato non tanto per le sue indubbie conoscenze della materia e delle sue dinamiche ma soprattutto perché nei suoi confronti dirigenza e il neo allenatore Simone Banchieri hanno una fiducia incondizionata. Proprio Banchieri ha presentato il suo staff: niente allenatore in seconda, ma preparatore atletico Davide Losi) e allenatore dei portieri (Carmelo Roselli). Proprio Banchieri è stato chiarissimo: “Non mi piacciono i proclami, preferisco lavorare per dare un’identità a un gruppo che verrà rifondato e dove giocherà chi

se lo merita indipendentemente dalla carta d’identità dei giocatori”. Sul mercato senza fare nomi (“E’ presto, occorre vedere cosa succederà in lega Pro con le nuove disposizioni federali”) Pasquale Gigliotti ha chiarito che al mister sarà affidata una rosa di 20-22 elementi con giovani ed esperti in ogni ruolo (non si prescinderà mai dai 4 difensori) che probabilmente proverranno da fuori girone. I soli riconfermati sono stati Ferrando e Taverna mentre Mazzucco rimane in dubbio. Ritiro in una località del Trentino o dell’Alto Adige che verrà definita a giorni: si parte tra il 23 e il 25 luglio e si ritorna intorno al 10 agosto perché il 18

eccellenza

sarà già preliminare di coppa Italia. Patron Traverso ha preannunciato il rifacimento del fondo del Girardengo e del campo di Basaluzzo ma le novità arrivano anche dal settore giovanile della squadra: 12 squadre, tanta selezione e massima attenzione agli allenatori con Samuel Ravera coordinatore tecnico. A breve Domeneghetti potrebbe annunciare la cessione di 6 promesse in vivai di club di A e B ma su nomi e squadre è tutto top secret. Non è stato ancora stilato il calendario delle gare amichevoli che la Novese affronterà ma l’impressione è che l’ambiente sia motivato al massimo e che la salvezza come obbiettivo dichiarato sia un paravento dietro cui nascondere ambizioni ben più grandi.

Il vero obbiettivo di Banchieri sarà quello di rendere riconoscibile la sua Novese per riportare sugli spalti del Girardengo quella “maggioranza silenziosa” (bella espressione il cui copyright è di Marco Taverna) che nei momenti cruciali non ha mai fatto mancare il suo apporto alla causa biancoceleste percè i tifosi novesi saranno anche freddi ma se li sai convincere sanno dare il massimo. Abbonamenti invariati a 50 euro con un bouquet di offerte per tutte le tasche. Le premesse per fare bene ci sono tutte ma il tempo stringe perchè la stagione ormai è alle porte; nel prossimo mese sarà Ds Gigliotti il padrone del mercato, poi la parola al campo e a mister Banchieri.

Il Libarna trova il campo sintetico Una sorpresa per il Libarna che a partire dal 2014 potrà giocare su un campo, il Bailo, in fondo sintetico. Una decisione assunta dal comune di Serravalle a inizio mese e che ha fatto felice anche la dirigenza rossoblu perché permetterà di sfruttare in maniera illimitata e senza danni il campo di via Rimembranza anche per il settore giovanile. Felice si è dichiarato patron Ezio Ponassi che ha tracciato un bilancio della stagione appena conclusa: “E’ il nostro anno migliori in 12 stagioni di questa dirigenza e anche per il futuro le prospettive non cambiano. Facciamo leva sulle risorse che abbiamo con un bilancio che deve chiudersi in pareggio e con una società dove le persone vengono prima delle cose. Se siamo arrivati così in alto, è per il rapporto di fiducia che si è creata con dirigenti come Fabio Marletta (responsabile di un vivace settore giovanile), Renzo Guazzotti (6 anni in rossoblu), Marco Forlini e con tutti gli altri che ci aiutano in questo progetto. Alberto Merlo è il nostro mister perché è uomo che ha sposato i nostri principi e perché li sa trasmettere al gruppo”. Squadra mantenuta nell’intelaiatura base anche se partiranno Costa e Ilardo mentre Pellegrini sta valutando l’ipotesi Oltrepò. I sogni sono Teti e Camussi, la realtà Frisone e Ravera mentre per i giovani si guaderà al vivaio che sta rinascendo al meglio.

EDITORIALE

Il passo la gamba i salti in avanti “Il nostro è un progetto serio triennale e non un’avventura anche perché si procederà con passi lunghi come la gamba, senza voli pindarici”: lo hanno ripetuto all’unisono quasi come un mantra buddhista vecchi e nuovi dirigenti della Novese quasi per convincere gli addetti ai lavori della serietà del progetto e che non c’è il rischio di salti nel vuoto. Da buoni imprenditori però Traverso e i suoi vecchi e nuovi soci sanno benissimo come alcuni slogan diventino frasi vuote se non suffragate dalla realtà dei fatti perché un conto è predisporre un piano d’azione, un altro metterlo in pratica. Ben venga chi investe nel calcio soprattutto se legato a squadre di entità sportive minori ma ogni progetto non deve mai perdere di vista la realtà dei fatti. E’ presto per giudicare l’operato di ds e tecnico mentre la Novese sembra essersi rafforzata sul fronte economico anche perché Marco Taverna non ha chiuso le porte a nuove forze che vorranno contribuire a costruire il progettoNovese che non guarda solo ai risultati ma anche a ricreare un rapporto con la città e il suo tessuto sociale prima che economico. “Non sarà un’avventura”, è una citazione di un grande paroliere delle nostre parti (Mogol) che però scrisse un altro verso celebre: “Lo scopriremo solo vivendo”. (M.I.)

Amatori A Ovada nel calcio a 7 ultimo turno

Amatori Definiti i quarti di finale del torneo di Basaluzzo

Capriata fa festa con l’Asi

È Magliana-Virtus Pieve

Nel calcio a 7 Ovada-Acqui, fa festa Capriata. Vince l’Atletico ma non Troppo contro Castelferro 3-1 grazie ai gol di Scatillazzo e la doppietta di De Lorenzi, per gli avversari in gol Potomeanu. Bella vittoria in trasferta per il Sassello sul campo del Predosa, 7-3 per Predosa gol di Bruschetto, Spanò e Paschetta. Vittoria per il Garage Marina contro i 4 Amici al Bar 4-2 grazie ai gol di Manca, Cuocina e la doppietta di Facelli, per gli avversari in gol due volte Piana. Pesante sconfitta interna per Morbello contro San Giacomo, 8-3 per la compagine rocchese grazie ai gol di Farruku, Bisio,la doppietta di Barca e la quaterna di Ionut. Chiude in goleada la Betula Et Carat

Atti conclusivi per il campionato primaverile di calcio a 5 a Basaluzzo. La Magliana è uscita vittoriosa dalla scontro con la Virtus Pieve per 4-3 graIe ai 3 gol di Chillè e a un Autogol. non bastano x la Virtus i 2 gol di Soffientini e il gol di Cirasola. Valrossara ha prevalso 10-3 su Arsenal grazie ai 6 gol di Merlano 3 di Gastaldo e 1 di Zunino. Per Arsenal in gol Nocerino, Rizzo e Caruso. Nella terza partita Gavi Drink Team supera 6-5 Pozzolo Team grazie a 3 gol di Carrea, 2 di Carbone e 1 di Guglieri. Per Pozzolo non bastano i 2 gol di Crisafulli e Najhi e il gol di D'Ambra. La quarta partita ha visto Kick Ass dominare 18-2 su Red Bulletts già eliminato. In gol 9 volte uno scatenato

contro Predosa, 10-2 grazie al gol di Abergo, le doppiette di Cavelli, D’Angelo, Bruno e la tripletta di Giovanni Bruno, per i padroni di casa in gol Crisafulli e Zuccaro. Banda Bassotti espugna Belforte 1-0 grazie a Piovano. Nel recupero il Garage Ma-

rina supera i 4 Amici al bar 8-2. Goleada per l a Capriatese nell’ultimo incotro contro Sezzadio, 10-4 il risultato finale per merito dei gol di Valente, Telalli, Kurtaj e sette reti di Sorbino, per gli avversari in gol due volte entrambi Costa e Falleti.

Boveri, 4 volte Miano, 2 Bosio e una volta a testa Ponta Alessandro e il portiere Condipodero. Per Red Bulletts Ventagliò e Cossu. La partita Deportivo La Carogna-Northampton Town è stata assegnata a tavolino a quest'ultima in quanto gli

avversari non si sono presentati. In virtù di questi risultati gli accoppiamenti per i quarti sono La MaglianaVirtus Pieve, Arsenal-Gavi Drink Team, Northampton Town-Valrossara e Pozzolo Team-Kick Ass.


losport

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

38 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Promozione Amaro sfogo del presidente Walter Zino

Mercato Come si muovono le Ovadesi

La gloriosa Vignolese alza bandiera bianca

Tafuri trasloca a Silvano: quanti giocatori si porta?

UMBERTO CABELLA sport@ilnovese.info

La notizia era già nell'aria e ora è ufficiale: la Vignolese sospende l'attività per la stagione 2013/2014. In parole più semplici la compagine del presidente Walter Zino non si iscriverà al campionato di competenza, quello di Promozione. Un vero colpo per gli amanti del settore perché la società valborberina era una delle più anziane nella nostra zona, quasi cento anni di storia. Inoltre i risultati sportivi da anni a questa parte sono sempre stati più che positivi con l'apice nel campionato 2009/2010 quando i biancorossi videro sfumare il salto di categoria solo ai playoff dopo una stagione immensa coronata da un ottimo secondo posto. Ma come si è arrivati ad una decisione così drastica? "È impossibile e inutile andare avanti così -si sfoga il patron- siamo in un numero troppo esiguo sia per quanto riguarda le risorse umane che lavorative. Ci abbiamo provato in tutti in modi, rivolgendo numerosi appelli ai quattro venti ma non si è trovato un solo dirigente da portare all'interno del direttivo tanto che non siamo riusciti a rinnovarlo". Parole dure e con un velo di tristezza quelle di Zino che prova a spiegare così la situazione: "Tutto ciò è dovuto soprattutto a evidenti difficoltà per quanto riguarda l'intera gestione, già emerse nella stagione sportiva appena terminata. Inoltre la conduzione degli impianti, che sono del Comune di Vignole, è diventata impossibile.

Gli oneri sono molti e il comune interviene con un contributo davvero irrisorio, solo 500 € che è molto lontano da quanto promesso. Sappiamo tutti che il periodo non è dei più floridi per nessuno, soprattutto parlando di enti locali, ma la nostra non è da intendersi come una presa di posizione di comodo". In termini di numeri quanto servirebbe alla Vignolese per sopravvivere? "I contributi dovrebbero essere sicuramente maggiore. Solo di utenze spendiamo circa nove mila

euro a stagione. Non ci siamo mai tirati indietro ma adesso è diventata davvero insostenibile: da anni sottraiamo tempo e denaro alle nostre famiglie solo ed esclusivamente per il bene della squadra". Se l'idea rimanesse questa che fine faranno i giocatori? "Calciatori ce ne restano pochi perché la maggioranza è in prestito e tornerà alla società che detiene il cartellino. Siamo convinti di aver fatto tutto il possibile, in questo modo però non si può più andare avanti".

Beach Volley Gili e Gatti vincenti nel torneo femminile

GOLF

Carolina Abbiati-Castelli: show al Geirino Villa di scena Bella due giorni di beach volley nell’ultimo week end al Geirino con il torneo, organizzato in collaborazione dalla Pallavolo Acqui e dalla Servizi sportivi, che assegnava punti per il ranking Fipav. Ad aggiudicarsi la competizione maschile è stata la coppia formata da Abbiati e Castelli, i favoriti della vigilia, che in finale ha sconfitto in due combattutissimi set i due outsider Majer e Fioretta. Punteggio 21-19, 21-19 per il duo lombardo piemontese. Ma davvero qualificata la lista dei partecipanti con la coppia sconfitta in finale che in semifinale aveva battuto Spirito e Goria, già azzurri con la nazionale Under 20. La coppia vincente si era in-

vece sbarazzata per 2-1 di Siydik e Fioretta. Nessuna sorpresa nel tabellone femminile con la vittoria che è andata alla coppia formata da Eleonora Gili, specialista del beach e reduce dalla vittoria nella prima tappa del campionato italiano a Bibione, e la giovane acquese Benedetta Gatti. In finale hanno battuto le due monregalesi Boetti e Cattaneo, fresche di promozione in B2 con la Lpm. Gara davvero equilibrata col primo set terminato 21-19 e il secondo 21-16. Torneo organizzato col classico sistema del tabellone dei vincenti e dei perdenti. Quindici le coppie al via nella rassegna maschile 18 in quella femminile

Forza & Virtù, un Magazine per farsi conoscere E’ stato presentato sabato negli esercizi commerciali che hanno sostenuto l’iniziativa, il primo numero del Magazine che la Forza & Virtù ha creato per far conoscere la propria attività sportiva. Testimonial dell’iniziativa per la distribuzione del giornale, non solo le ginnaste recentemente seste nel campionato nazionale italiano a squadre di A1, affiancate anche dalle giovani leve in un mix fra l’agonistica e chi si avvicina per la prima volta alla ginnastica. In autunno uscirà il prossimo numero del magazine targato Forza & Virtù.

i Lions Nel campionato italiano di doppio di golf dedicato ai Lions Villa Caroloina ha fatto il boom di partecipanti a riprova della bontà di percorsi che piacciono per la loro diversità Fra i Lions, primi lordi Paolo Diosy-Moreno Trisorio (secondi Giampaolo Lischetti-Alessandro Cremon) mentre rima coppia netta è stata Stefano Morelli-Bruno Ronchi davanti a Valter genovesi-Carlo Ciabatti e a Piero Spaini-Gianluca Camanna. Primi senior Bruno e dario Colombo, primi fra i Familiari Rolf Amman-Ines Ruch, fra le lady successo di Rossella Carli-Elena Ferroni. Fra i soci e Amici, Andrea e Marco Piovano sono stati i primi netti, Davide Schiano-Lorenzo Fioroni Lo Faro primi lordi. Secondi netti Massimo Bonafede-Andrea Begani, terzi Gabriele Tassisto-Carlo Alberto Saccenti, primo senior Giorgio D’Adama-Paolo Bonzano, prime lady Clara Mel Prete-Federica Garbarino. Nel trofeo Ferrero, successo di Davide Schiano si Walter Repetti, primo lordo Mattia Bonafede mentre nei seconda categoria, Ferdinando Sciutto ha preceduto Valerio Lucchetti e nei Terza Virginia Viola ha vinto davanti a Enrico Delfino, prima Lady Grazia Sciuto, primo senior Paolo Martinotti, primo junior Tommaso Piccione Sturla, nearest to the pin, Pietro Pagani e Barbara Maggi, long est Drive, Enrico Mandelli e Carla Chiappuzzo. La stagione del circolo golfistico capriatese prosegue ora con nuovi trofei nel fine settimana.

Non c’è ancora l’ufficialità al momento di scrivere. E’ però quasi certo che Marco Tafuri sarà il prossimo allenatore della Silvanese. Rimane così nell’Ovadese il mister che solo due settimane fa aveva lasciato l’incarico sulla panchina dell’Ovada Calcio. La Silvanese, reduce peraltro da un campionato più che positivo, ha comunicato al suo mister uscente Andorno l’intenzione di non proseguire nel rapporto. Rimane ora da capire cosa può significare tutto questo in chiave mercato. Più che possibile che diversi giocatori quest’anno in maglia ovadese cambino casacca. Quasi certi infatti gli arrivi del portiere Bobbio e del Giovane stopper Massone. Più intricata potrebbe invece essere la situazione per Gioia, Giannichedda e Oddone, comunque legati alla squadra del presidente Piana. Per ora di certo c’è solo l’arrivo di Francesco Barone dal Carpeneto. Nel discorso potrebbe inserirsi anche la Pro Molare attualmente alla finestra. In vista il ritorno in giallorosso del portiere Russo, chiamato dopo un anno a Silvano, a raccogliere l’eredità di Fiori. Da definire invece i piani in casa Castellettese. Nel frattempo si lavora anche in casa Ovada nella convinzione che la rinuncia della Vignolese al campionato di Promozione aggiunga possibilità di ripescaggio. “Abbiamo tutte le carte in regola – spiega proprio il presidente Gian Paolo Piana – per essere ripescati. Nel frattempo allargheremo l’assemblea dei soci, in modo da rendere più solida la base”. La presentazione vera e propria della prossima stagione si terrà sabato, nella splendida cornice d Villa Carmelita a Carpeneto. Sono però importanti i numeri del vivaio: 195 iscritti al settore giovanile e scolastico e 50 alla Lega Nazionale Dilettanti.

inbreve FEDERAZIONE

Stranieri e microcredito: le novità del calcio dilettanti Due grandissime novità caratterizzano lo scenario futuro del calcio dilettantistico: sono in arrivo nuove norme per quanto riguarda il tesseramento di calciatori stranieri e l'introduzione del "microcredito". Vediamole nel dettaglio. Il Consiglio Federale riunitosi lo scorso 4 giugno ha deliberato importanti modifiche in materia di tesseramento dei calciatori stranieri all’interno della Lega Nazionale Dilettanti. L’art. 40 N.O.I.F., che disciplina la materia, è stato riformato in direzione di una maggior aderenza al principio comunitario della libera circolazione delle persone nei Paesi UE. La riforma, infatti, prevede che a partire dalla prossima stagione 2013/2014 i club della LND possano tesserare entro il 31 dicembre un numero illimitato di calciatori comunitari già tesserati all’estero. Ma non solo. Accanto a tale innovazione sostanziale si colloca la previsione, sempre in vigore dalla prossima stagione, della possibilità di tesserare due (e non più uno) extracomunitari (entro il 31 dicembre). Altro aspetto fondamentale della riforma è lo svincolo o il trasferimento durante la stagione previsto sia per i comunitari che per gli extracomunitari. Passiamo ora alla parte fiscale delle nuove normative, una vera e propria boccata di ossigeno per le società dilettantistiche. O per lo meno così sembra. A partire dal prossimo 1 luglio, il cosiddetto microcredito battezzato dal presidente Tavecchio, prevede infatti un'anticipazione alle società da parte delle banche coinvolte di 10.000 euro al massimo, con tasso agevolato, utilizzabile per l'iscrizione ai campionati, rimborsabili in dieci rate durante la stagione. La Lega Nazionale Dlettanti ha annunciato in settimana importanti riscontri con diversi Istituti Bancari al fine di trovare un accordo quadro da definire sul territorio. Fino al 15 giugno infatti, fanno sapere dagli uffici di Roma, toccherà ai Comitati Regionali attivare le convenzioni con gli Istituti, quindi nel caso del Piemonte bisognerà attendere di sapere quali di essi sottoscriveranno il protocollo. Potranno accedere al microcredito le società aventi sede legale nei Comuni o nelle zone limitrofe dove la Banca ha le sue filiali. Le domande dovranno essere indirizzate alle Banche dalla società, allegando la domanda di iscrizione al campionato. Il finanziamento è previsto sotto forma di mutuo chirografario o anticipazione di cassa, con scadenza massima a dieci mesi. L'erogazione potrà avvenire solo tramite accredito su conto corrente intestato alla società e acceso presso la Banca (se la società non ha già un conto presso la Banca). La società quindi provvederà al bonifico al rispettivo Comitato, Divisione o Dipartimento, su un conto corrente Lnd. (U.C.)


losport

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

39 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Podismo La gara, alla sua 33ª edizione, si correrà il 30 giugno

Stradolcetto: torna la classica sfida alle colline ovadesi

inbreve MOUNTAIN BIKE

Overall super in Spagna

EDOARDO SCHETTINO ovadese@alice.it

E’ partito il conto alla rovescia per la 33° edizione della Stradolcetto, la classicissima del podismo estivo ovadese organizzata dal Gruppo sportivo “Il Borgo” e inserita nel calendario 2013 dell’Aics. La manifestazione di quest’anno è in programma per domenica 30 giugno. Il tracciato di gara anche rimane quello delle ultime edizioni, di poco superiore ai 9km che accompagna i partecipanti alla scoperta degli scorci panoramici offerti dal Parasio, dalla Cappellette e da San Bernardo. Da sempre, fin dalla prima edizione del 1981, sono le strade del vino le principali protagoniste di una competizione spesso dura e selettiva che però richiama tanti appassionati podisti. “E’ una tradizione – spiega Ugo Parodi, del comitato organizzatore – per un quartiere che da sempre h organizzato molte gare di discipline diverse. Specie fra anni ’70 e ’80, ci sono stati molti appassionati di corsa, ma anche di ciclismo e di tamburello”. Anche quest’anno sarà possibile iscriversi alla gara direttamente al ritrovo, fissato presso il campo sportivo di Sant’Evasio alle 7.30. Ai primi 200 iscritti saranno consegnate due bottiglie di vino Dolcetto. A chi si iscriverà in seguito sarà regalata una bottiglia di vino. La partenza della gara è fissata per le 9.00. Il Comitato organizzatore ha previsto premi per i primi cinque classificati, sia nella competizione maschile che in quella femminile.

Ma Overall non è solo attività dilettantistica, le maglie gialloblu si distinguono anche nel Mountain Bike con Pier Paolo Monti specialista in Maratone con “ruote grasse”. Sua recente performance in Spagna a Sabinango alla Mountain bike Marathon series del calendario Internazionale UCI. 28°nella categoria Master dopo quasi cinque ore tra monti e boschi iberici.

CICLISMO

Progetto in chiaroscuro

Saranno premiati anche i primi quattro arrivati nelle nove categorie maschili e tre femminili. Anche la partecipazione ha la sua importanza per una corsa che spesso ha richiamato atleti anche dalla Lombardia e dalle zone più distanti del Piemonte. E così riceveranno un premio i primi otto gruppi più numerosi. Lo scorso anno fu Edmil Albertone (Città di Genova) ad aggiudicarsi la 32° edizione battendo nella seconda parte del percorso Pavel Golovanov e

l’ovadese – novese Diego Scabbio. La competizione femminile invece fu vinta da Silvia Bolognesi della Cambiaso Risso davanti alla toscana Silvia Grassi e alla novese Daniela Bertocchi. Ma in passato l’albo d’oro ha avuto anche nomi di grande rilievo, prima fra tutte la regina della maratona italiana Valeria Straneo che si impose nel 2009, arrivando seconda l’anno successivo dietro a Viviana Rudasso, primatista della corsa per numero di vittorie.

Ginnastica Una settimana di stage con le 20 migliore interpreti italiane

Ritmica tra arte e sport al Geirino

All’autodromo di Monza nel Trofeo Schiatti, Overall Cycling Team ha messo il turbo e dopo una gara condotta sul filo dei 47 km/h sul rettilineo d’arrivo dove generalmente sfrecciano le F.1, i velocisti non hanno deluso : Grosu e’ stato ottino 3° salendo sul podio e Loris Cirino ha completato con un buon 6° posto l’ordine d’arrivo nel Top Ten. La soddisfazione del Team, però è durata solo 24 ore, in quanto nel Trofeo Fumagalli a Gessate, una dormita generale e anche una sottostima dell’evoluzione della gara ha fatto si che solo Loris Basciu si sia inserito in una fuga di 40 corridori partita quando mancavano oltre 100 chilometri al traguardo Basciu ha onorato al meglio i colori di Overall aggiudicandosi alcuni Traguardi Volanti mentre non ha neanche potuto svolgere la volata finale per una rovinosa caduta a -1 dall’arrivo. “Non riusciamo a dare continuità alle nostre prestazioni lasciandoci sfuggire le occasioni a noi più adatte, purtroppo noto una mancanza di concentrazione e volontà di ricerca del risultato che a questo punto della stagione va senz’altro analizzata e approfondita” spiega il team manager Massimo Subbrero-

NUOTO Coreografia classica come strumento per aggiungere ancora più valore alle prestazioni sportive e competere con le nazioni con più tradizione. E’ questo l’obiettivo del laboratorio tecnico e coreografico di ginnastica ritmica “Gymnoart” che partirà al lunedì 24 giugno negli impianti del polisportivo Geirino di Ovada e che porterà in città per tutta la prossima settimana venti tra le migliori interpreti italiane junior e senior della disciplina. Arriveranno per perfezionarsi atlete dalle società più vista nel panorama italiano, Torino, Viareggio, Desio, Gallarate e Padova, impegnate in una full immersion di due allenamenti giornalieri che si concluderà il 29 giugno. Alla guida delle operazioni Francesca Frassinelli (nella

foto), direttrice artistica del settore danza presso il centro culturale “Aux Dance” di Genova, all’attivo esperienze con la nazionale italiana alle Olimpiadi di Atene del 2004 e ai mondiali di Baku dell’anno successivo e prossima a tornare a collaborare col settore tecnico azzurro. Ma nel suo percorso artistico ci sono numerosi collaborazioni come ballerina solista on la compagnia del balletto e il Teatro dell’Opera di Genova, il teatro Verdi di Trieste e il San Carlo di Napoli. Il programma di lavoro prevede lavoro sullo studio tecnico coreografico al mattino mentre al pomeriggio ci si concentrerà maggiormente sull’espressività corporea con sessioni di Modern e danza classica e studio dei passi ritmici.

Bocce: domani la finale del “Minetto”

Aquarium si colora di oro Aquarium reduce da due weekend di gare e ottimi risultati. Il primo si è disputato a Tortona al trofeo Credito del Piemonte dove Lorenzo Baldi ha conquistato il bronzo nei 200 misti e Cristoforo Sommo l'argento nei 100 dorso. Sempre a Tortona Leonardo Ferretti conquista il pass per i regionali assoluti nei 100 stile libero. trasferta in Liguria poi per la compagine novese di scena a Genova nella storica piscina Sciorba per il noto e internazionale memorial Morena, dove Federico Bailo si impone nei 50 rana vincendo l'oro. Molto bene i compagni che dopo aver disputato le qualifiche al mattino hanno disputato le finali: tre a testa per Leonardo Ferretti e Lorenzo Baldi, mentre Cristoforo Sommo, Francesco Trombaccia, Ilenya Votano e Davide Scarsi hanno disputato una finale a testa. Risultati pieni di soddisfazione per Aquarium che inizia a far sentire la propria presenza.

Ciclismo Nelle singole categorie bene gli acquesi

Il Calissano va in Liguria

Continua con notevole successo il Torneo a Bocce “Memorial Paolo Minetto”. Sono state purtroppo eliminate le due quadrette della Saoms Costa di Nico Gaggero e Franco Odicino, una della Bocciofila Molarese e la squadra della Capriatese. Ai quarti di finale, che si sono giocati martedì 18 le compagini della Carrozzeria De Filippi, la Saoms Costa 1 di Lantero, la Bocciofila Belforte di Carlevaro e la Saoms Costa 5 di Ravera. Domani sera, venerdi 21, alle ore 21, si giocherà la finalissima.

Un’edizione anomala per il trofeo Vincenzo Calissano, la kermesse in notturna tipo pista organizzata come sempre dalla Sc Novese Fausto Coppi. A creare problemi sono ste le illuminazioni delle vie con alcuni tratti in penombra ma per fortuna non c’è stato alcun inconveniente. Il trofeo riservato ai club ha preso la strada della Liguria essendo stato conquistato dal Levante mentre l’altro trofeo per club messo in palio, il trofeo Natale Basso è stato appannaggio dei langaroli del team AlbaBra-Langhe-Roero. Nelle singole categorie, successo dell’acquese del Pedale Giuseppe De Lisi fra i G6 che ha preceduto Davide Pastorino mentre negli esordienti

ha primeggiato l’albese Marco Corino. Levante davanti ad Alba-Bra negli allievi con successo di Marco Murgano su Matteo Sobrero e Fedrico Golino, prima fra le donne, Giulia Rosa. La gara ha come sempre attratto molti appassionati sia per la spettacolarità della formula (un giro di 900 metri da ripetere in numeri diversi in base alla categoria di appartenenza) sia per il modo in cui si vince (non chi arriva per primo ma chi accumula più punti nei passaggi prestabiliti dove appunto sono in palio punti parziali). L’appuntamento al prossimo anno perché la kermesse ha una formula davvero vincente.


losport

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

40 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Volley Domenica premiazione in Comune e festa per la B2

La Plastipol è terza alla Coppa delle Alpi EDOARDO SCHETTINO ovadese@alice.it

Si è conclusa con il terzo posto alla Coppa delle Alpi, la competizione tra le squadre che hanno vinto le coppe regionali, la stagione da record della Plastipol. Belzer e compagni hanno conquistato il podio battendo 2-0 il Cus Genova dopo esser stati sconfitti al mattino in semifinale contro i bresciani del Val Trompia al termine di una gare in cui la squadra biancorossa non è riuscita a fornire la sua miglior prestazione. Il successo finale nella manifestazione è poi andata alla squadra trentina del Molveno. Sul campo sono scesi Schembri, Quaglieri, Bisio, Bavastro e Zappavigna, guidati dal vice coach Alessandro Barisone. Rimane la soddisfazione per un campionato da record, chiuso con due sole sconfitte al tie break e subito al termine di autentiche battaglie in trasferta contro Novi e nello spareggio con Marene. Il successo sarà festeggiato ancora una volta domenica 23 giugno in una giornata che inizierà alle ore 10,30 a Palazzo Delfino dove i biancorossi riceveranno le congratulazioni dell'Amministrazione Comunale. Poi tutti si trasferiranno alle piscine del Geirino dove si terrà il pranzo della B2, e nel pomeriggio, un torneo di beach volley in cui i ragazzi giocheranno tutti contro tutti per stabilire chi sarà “er meio der meio”. Una festa informale, un ritrovo per il gruppo che ha reso davvero memorabile l’ultimo campionato. Poi davvero sarà riposo per gli atleti. Per la società prosegue invece il la-

PATTINAGGIO

Aurora, un argento “pesante” A Calderara di Reno si è tenuto il 6° Trofeo Nazionale Solo Dance UISP, ottima prova complessiva del team guidato da Matteo Marinello e Francesca Rivara Pattinaggio Aurora Novi-Pozzolo: Andrea Faedda si è espresso al meglio e si è aggiudicato la medaglia d'argento nella categoria Internazionale Juniores-maschile. Podio sfiorato di pochissimo nella categoria internazionale Allievi, da Francesca Semino (5°) ed Alice Bonzano (6°), su 40 atlete partecipanti. Ottimo esordio di Daniil Kochetov alla sua prima gara nazionale di solo dance: 8° nella cat. Internazionale Cadetti. Camilla Persi non si smentisce mai, in Div. Internazionale Juniores-femminile è giunta al 5° posto, Virginia Persi Internazionale Jeunesse ha conquistato l'8° piazzamento, competizioni non facili che hanno visto schierate atlete di caratura europea. Nella divisione Nazionale: buona prova di Sonia Sisimbrio cat. Juniores Uisp/div. Naz. “A” che ha ottenuto la 12° piazza e di Giorgia Soro cat. Allievi. Nei Master/ Div. Nazionale D le due atlete aurorine hanno conquistato l'accesso alla finale ed hanno conquistato il 7° posto Sara Pistone e 8° Samantha Minetto. L'Aurora il 21 giugno prossimo alle ore 17:30 festeggerà tutti i propri atleti delle sezioni avviamento e pre-agonismo, con una loro esibizione, presso il pattinodromo di Pozzolo Formigaro (loc. Fraschetta) alla quale siete tutti invitati.

BADMINTON

Scarabello domina a Omegna

voro preliminare in vista della prossima stagione per la quale si è però aggiunto un problema in più. Il coach Alberto Capello ha infatti preferito non proseguire il rapporto con la società. “Da parte nostra – spiega il direttore sportivo Alberto Pastorino – abbiamo avanzato la proposta di continuare. Capello ha ritenuto i notevoli risultati ottenuti nell’ultima stagione la chiusura di un ciclo e quindi abbiamo pre-

so atto della sua posizione. A questo punto individuare la persona giusta per la guida tecnica diventa la prima cosa da fare. Una volta risolta questa situazione ci occuperemo anche dell’organico”. Che per forza di cose dovrà essere un po’ modificato rispetto alla sua ultima versione. “Di sicuro – prosegue Pastorino – serve qualcosa per la panchina, in modo che i titolari possano avere un po’ di respiro”.

Tambass Derby incoraggiante per le due squadre

TAMBASS

Carpeneto batte Cremolino

Tagliolo felice a metà

Bella sfida davvero quella andata in scena a Cremolino la scorsa domenica con il derby. Alla fine ha prevalso il Carpeneneto ma i padroni di casa sono andati davvero vicini a strappare un punto. E’ finita 13-10 in una gara con pochissimi errori non provocati dagli avvesari e una qualità di gioco complessivamente alta da parte delle due squadre. Ora, l’auspicio degli appassionati è che finalmente le due squadre sappiano mostrare quella continuità che spesso è mancata. Il Carpeneto rimane terzo con un punto di vantaggio sul Sommacampagna alla vigilia della delicata sfida

contro il Monte che si mantiene in piazza d’onore dopo la sconfitta contro il Callianetto. Dal canto suo il Cremolino rimane fermo a 15 punti, al quart’ultimo posto in classifica che non concede particolare tranquillità in ottica di permanenza in Serie A. La squadra biancazzurra ora è attesa da due incontro molto importanti contro il Castellaro e la Cavrianese: saranno queste due sfide a dare al gruppo guidato da Viotti una visione definitiva della stagione. Proprio la Cavrianese è attualmente ferma a 14 punti. Ma anche Castiglione e Medole sono avversarie temibili.

Per il novese Matteo Repetto è ancora U17 regionale Si è conclusa la prima parte di preparazione svolta a Novi dall’Under 17 regionale allenata da Monica Cresta. Dopo 5 intensi giorni di sedute doppie a volte triple la selezionatrice regionale ha convocato i 14 che da oggi saranno impegnati al Summer Volley di Acqui dove il team prenderà parte all’Under 20. Fra chi ha superato brillantemente la prima selezione, il novese Matteo Repetto che ha saputo districarsi fra allenamenti impegnati e compagni di club rinomati. Al termine del torneo termale, le convocazioni per l’ultima parte di preparazione a Novi prima di giocare il Torneo delle Regioni a luglio nelle Marche.

inbreve

Una grande vittoria ed una sconfitta annunciata per il Tagliolo nel campionato di serie B a muro. Nel recupero di mercoledì è sceso in campo allo sferisterio di Ovada il Rocca d’Arazzo primo in classifica, incontro di cartello. Grandissima la prova del Tagliolo che ha “asfaltato” gli astigiani con un perentorio 19 a 6. Una prestazione perfetta che mai ha fatto temere un rientro del Rocca d’Arazzo in partita: già dalle prime fasi infatti gli alessandrini si sono portati a condurre 5 a 1 e successivamente 13 a 4 e hanno chiuso in scioltezza 19 a 6. In particolare evidenza Priano, sempre a suo agio tra le mura amiche. Nell’incontro valido per la 4a giornata di ritorno un Tagliolo rimaneggiato causa numerose assenze ha poi perso 19-11 sul campo del Monferrina. Dopo un inizio incoraggiante, la luce si è spenta sul 6-1. I padroni di casa hanno ribaltato la situazione con un tremendo parziale di 13-1 non lasciando ulteriore spazio agli ovadesi per tornare. In questo modo il Tagliolo rimane a tre punti dalla vetta ma con cinque punti di vantaggio sulla terza. Altri risultati di giornata: Montemagno – Moncalvo 16 a 19, Piea – Calliano 12 a 19, Rocca d’Arazzo – Portacomaro 19 a 14, Grazzano - Vignale rinviata. Classifica: Rocca d’Arazzo 23, Tagliolo 20, Montemagno 15, Monferrina e Moncalvo 13, Portacomaro 11, Grazzano 10, Vignale e Calliano 9, Piea 2.

Con l'intento di prepararsi al meglio per i World Master Games di Torino, diversi atleti del nord Italia hanno partecipato al torneo riservato alla categoria Master " Citta' di Omegna" che si e' svolto nel complesso sportivo " Bagnella" in riva al lago d'Orta. A risultare vincitore nel singolare è stato il portacolori del Boccardo Badminton Roberto Scarabello che dopo aver superato le eliminatorie è approdato alla semifinale dove trovava come avversario Giorgio Romano del 15 Zero di Milano, regolato in due set 21-11 21-12. Quindi la finale che vedeva contrapporsi all'atleta novese uno dei più esperti giocatori master italiani Roberto Fava (Campione Italiano di Doppio Maschile) del Gioko Club Milano. I presupposti per un duro incontro svanivano quasi subito grazie al variare continuo di battute da parte del biancoceleste che in questo modo poteva concludere positivamente l'incontro e aggiudicarsi il trofeo .Per i maggiori di 35 anni che volessero avvicinarsi a questa disciplina olimpica ricordiamo che presso la palestra " Boccardo" di Via Ferrando "Scrivia " continuano i corsi per principianti nelle serate di lunedì e mercoledì.Il Boccardo BadmintoNovi ha voluto onorare anche l'ultimo torneo della stagione che si svolgeva a Fano. Nella categoria Doppio Maschile Under 17 medaglia d'argento per la coppia Tommaso Cardi e Paolo Leardi che dopo aver eliminato i braccianesi Vincenzo Vulpiani e Fu Ye perdono la finale con gli atleti dell'Orione di Voghera Matteo Suardi-Andrea Di Liberto, con un doppio 15-21 15-21 , che in precedenza avevano battuto Andrea Demicheli abbinato a Cesare Torreggiani impedendo una finale tutta biancoceleste. Secondo posto per Manuel Scafuri nella categoria del Singolare U 17 dopo aver perso nel Doppio Maschile Nazionale in coppia con il fanese Matteo Bellucci contro gli ex campioni d'Italia gli acquesi Battaglino/Mondavio. La finale lo vedeva soccombere nel primo set per poi recuperare nel secondo per culminare nell'ultimo set con un 20-20 segno di parità. Un altro novese subisce la sconfitta da un Kantioler, in questo caso Stefan (padre di Michael), nel corso della finale per la categoria Singolare Regionale, è Matteo Serra che chiude anche lui con due punti di differenza i due set 1921 19-21. Ma l'orgoglio non manca al novese che in coppia con l'acquese Francesco Berteotti si aggiudica il primo posto nel Doppio Regionale, battendo i milanesi Azzali-Gemelli in due set. Si chiude bene questa trasferta marchigiana alla quale hanno partecipato con meno fortuna Alessandro Patrone e Sofia Zacco.

PATTINAGGIO

Lucky Star non sbaglia una gara Prosegue l’intensa stagione agonistica del pattinaggio artistico Lucky Star. Il Campionato regionale Obbligatori UISP categoria Primavera Debuttanti femminile ha visto Elisa Cassano sul secondo gradino del podio e Lucia Guidi al 6° posto mentre nell’omologa categoria maschile Samuel Aroni ha conquistato l’oro. Stesso risultato anche per Chiara Leva, che nella categoria Allievi Debuttanti si è laureata campionessa regionale. A Novi Ligure le nuove leve hanno ben figurato: nel Promozionale Uisp, Pulcini A, podio tutto Lucky con Ilary Nardi, Melanie Goroshani e Giada Aloisio . Per il Pulcini B Marta Argento prima classificata e Gledia Begaj al sesto posto. Sesto e sedicesimo posto per Selena Pepa e Kiriaky Muca nella categoria A1, ottima prestazione anche di Letizia Lisci (A2) e altro podio tutto Lucky nella Categoria A3 con Gaia Bennardelllo (oro), Martina Solari (argento) e Martina Ricotti (bronzo). Nel regionale Uisp di Formula, per la categoria 3A Elisa Cassano e Lucia Guidi si sono conquistate il pass per i campionati italiani con un 4° e 5° posto su 13 partecipanti. Per la categoria 2B Alisia Meneghello ha chiuso con un ottimo 7° posto in una sfida appassionante con altre 15 “rivali” mentre per la Formula 4 C Alessia Di Pasquale ha regolato le avversarie conquistando l’ennesimo oro della sua carriera.

ANKOR DANCE

Oro con Traverso-Mantelli Ottima prestazione al 5° Trofeo Regionale della Liguria organizzato dall’Associazione amici del tempo Libero , che si è svolto al Palamare di Genova. Nella competizione corsisti-combinata due balli: Valzer Lento e Foxtrot, la coppia formata dagli atleti Alfredo Traverso e Cristina Mantelli ha conquistato un primo posto. Ottimi 3 volte secondi posti nelle altre gare, sempre nella categoria corsisti: combinata due balli (foxtrot e cha-cha), liscio (mazurka e polka)e combinata di cinque balli (mazurka, polka, valzer lento, tango e foxtrot). La coppia fa parte del team della scuola di ballo novese Ankor Dance ed è preparata dalla maestra Anna Gladkowska.


losport

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

41 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

Tornei Proseguono all'oratorio di via Buffa le sfide con tanti gol protagonisti attesi e non

Nemmeno la Nazionale ferma il Don Salvi si gioca a ritmo serrato con spalti gremiti EDOARDO SCHETTINO ovadese@alice.it

Anche in una serata in cui c’è la Nazionale di calcio gli sportivi ovadesi non rinunciano al torneo Don Salvi. E’ successo domenica scorsa, serata nella quale, pur con la concomitanza dell’esordio azzurro in Confederation Cup, il campo dell’oratorio di via Buffa era gremito di spettatori per le tre sfide in programma. E ne è valsa tutto sommato la pena con due sfide particolarmente equilibrate. Nella prima gara il Bar Soms – Locanda del buon mangiare ha battuto 4-3 Come na catapulta. Per i vincitori doppiette di Christian Subrero e Gabriele Carminio. Tra gli sconfitti reti di Gennaro Sorbino, Stefano Repetto e Diego Marchelli. Decisamente squilibrata la seconda sfida con Happy Days Ovada vincente a valanga per 15-3 sui Re del Campetto. Quest’ultimi a segno due volte con Cesare Morabito e una con Giuseppe Costantino. Mattatore nella squadra vincente Luca

Oddone, autore di ben nove reti. Cinque i gol di Matteo Sobrero, goleada completata da Massimiliano Grassi. Nuovamente equilibrata la terza sfida vinta da Arca di Noè 2.0 contro Sisal Match Point. Punteggio finale 8-7. Per i vincitore tripletta di Giuseppe Icardi, doppietta di Alessio Barletto, reti di Enrique Gonzales e Francesco Bisio. Tabellino completato da un autogol. Per gli sconfitti tre gol di Adriano Pietramala, reti di Antonio Marasco, Patrick Panzu, Elias Bomero. Anche in questo caso c’è stato un autogol. Nella serata precedente E – Smoker Club aveva battuto 8-1 Sisal Match Point Vlt con tre reti di Darius Chindris, due a testa di Giovanni Carosio e Marco D’agostino, gol di Andrea Olivieri. Per gli sconfitti rete della bandiera di Nicolò De Ambrosi. I Patetici infine hanno battuto 5-3 Vengo li? A segno per i vincitori Andre Rossi (3) e Simone Pollarolo (2). Sconfitti in gol con Calin Chindris, Alessandro Sola Edgar Correa.

RE' D.C.

Comenacatapulta

Happy Days Ovada

I Patetici

Sisal VLT

Vengo Li

Tornei Domenica si assegna il titolo di una kermesse che ha animato il giugno del circolo del Sacro Cuore

Il memorial Bruno Labate all’atto conclusivo Sarà assegnato domenica sera il memorial Bruno Labate, la kermesse di calcetto che da quasi un decennio al campo del Sacro Cuore di via Don Sturzo anima le serate di giugno per ricordare una amico prematuramente scomparso. Martedì e mercoledì sera si sono svolti i quarti di finale che hanno visto di fronte I Dada’s e Los Ninos, Premafer-Pizzeria Momy, Galletto-Bru10, Casa del Giovane-Gagliano. Venerdì sera (20,30 primo match a

seguire il secondo) semifinali mentre domenica si conoscerà il nome del vincitore della kermesse. Nelle qualificazioni, nel girone B I Dada’s (team che ogni anno arriva fino in fondo), hanno preceduto Premafer e Gagliano Auto mentre nell’altro Girone, avanti Los Ninos, Pizzeria Momy, Casa del Giovane e Gagliano. Ancora una volta partite ricche di divertimento e gol con più capocannonieri nella doppia cifra.


ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

42 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

* *

!

# % $( &'+ !!" #% ))" !"!

"!

+

*

*

*

!'" (%"


l’album

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

43 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

FORZA E VIRTÙ • Ginnasticando 2013 chiude la stagione agonistica

Dopo un anno di successi nei campionati Pgs e Uisp Con “Ginnasticando 2013” si chiude la stagione agonistica per le nostre ragazze che partecipano ai campionati degli enti di promozione PGS e UISP. La società ha visto impegnate durante le fasi regionali ben 49 ginnaste distribuite nelle vari programmi e categorie, le quali hanno ottenuto tutte di diritto la partecipazione alla fase nazionale di Pesaro del primo maggio scorso. GAIA DAL TOSO 3ª campionato regionale PGS cat. Giovani A2, 8ª generale al Campionato Nazionale VIRGINIA GIORDANO Titolo nazionale PGS cat. Giovani A2 (oro al volteggio, argento alla trave), 4ª Campionato Regionale PGS ALICE SCURATI 2ª Campionato Regionale PGS cat. Propaganda B, 12ª Campionato Nazionale PGS (argento al volteggio), Titolo regionale UISP categoria Mini 1ª 4 attrezzi

STELLA GIADA GIUDICE 5ª Campionato Regionale PGS cat. Mini B, 6ª Campionato Nazionale PGS SOFIA GIAMPIERI 3ª Campionato Regionale PGS cat. Mini B, 3ª Campionato Nazionale PGS (argento alle parallele) MARTINA PERRI Titolo Regionale PGS cat. Over A2, 4ª Campionato Nazionale (argento a trave) GRETA LASAGNA 3ª Campionato Regionale cat. Over A2, 11ª generale Campionato Nazionale (bronzo a parallele) ELISABETTA PASQUALI 2ª Campionato Regionale cat. Over A2, 8ª generale Campionato Nazionale GIULIA DELLACHÀ 9ª Campionato Regionale cat. Over A2, 13ª generale Campionato Nazionale ALESSANDRA CIAMBALLI 9ª Campionato Regionale cat. Over A2, 10ª generale Campionato Nazionale (argento a parallele) TAMARA ZAPPARELLI 6ª Campionato Regionale cat. Under 17 B, 10ª Campionato Nazionale (oro a parallele) ELENA MANDIROLA 4ª Campionato regionale PGS cat. Senior A2, Titolo Nazionale (oro al volteggio, argento a trave e parallele)

ISABELLA GERMOGLIO Titolo Regionale cat. Senior A2, 3ª generale Campionato Nazionale (oro a trave e bronzo a corpo libero) SOFIE TUROLLA 2ª Campionato regionale cat Under 15 B, Titolo Nazionale PGS (oro a trave) IRDES MEHMETI Titolo 7ª Regionale cat. Mini C, 17ª Campionato Nazionale (bronzo al volteggio) FEDERICA FERRARI 3ª Campionato Regionale cat. Propaganda B, 23ª Campionato Nazionale PGS MELINA BOTERO 7ª Campionato Regionale cat. Under 15 C, 14ª Campionato Nazionale MARTINA SCAGLIONE 7ª Campionato regionale Cat. Propaganda C, 12ª Campionato Nazionale STEFANIA LUCACI 8ª campionato Regionale PGS cat Under 15B, 15ª generale Campionato Nazionale ERIKA PRIORA 10ª Campionato Regionale cat. Under 15 C, 5ª Campionato Nazionale (argento al volteggio) SIMONA CAIRELLO 4ª Campionato Regionale cat. Under 15 C, 31ª Campionato Nazionale GIULIA PESTARINO 20ª Campionato Regionale cat. Under 15 B, Campionato Nazionale CATERINA CAMPASSO 9ª Campionato Regionale cat. Under 17 B, 28ª generale Campionato Nazionale MARIA CAROLINA GASTALDO 9ª Campionato Regionale cat. Mini D, Campionato Nazionale ALICE ALTOMARI 9ª Campionato Regionale cat. Propaganda C, 17ª Campionato Nazionale (oro al volteggio) ELENA AGNELLI 10ª Campionato Regionale cat. Propaganda C, Campionato Nazionale FRANCESCA GODO 18ª Campionato regionale cat. Propaganda C, 25ª Campionato Nazionale ANNA FORTUNATO 14ª Campionato Regionale cat. Propaganda C, Campionato Nazionale BEATRICE RISSO 22ª Campionato regionale cat. Under 15C, Campionato Nazionale GIULIA RAVETTI 27ª Campionato regionale cat. Under 15C

FRANCESCA RAVETTI Titolo Regionale cat. Propaganda D, 11ª Campionato Nazionale CHIARA COLAIANNI 25ª Campionato regionale cat. Propaganda D, 27ª Campionato Nazionale (bronzo alla trave) INDIA ZAPPIA 18ª Campionato regionale cat. Propaganda D, Campionato Nazionale ALESSIA CORBO Titolo Regionale cat. Under 15 D, 20ª Campionato Nazionale ELISA CUPELLI 3ª Campionato regionale cat. Under 15 D, 10ª Campionato Nazionale CAROLINA FARA 24ª Campionato regionale cat. MiniD, 2ª Campionato Nazionale NICOLE BIGHI 17ª Campionato Regionale cat. Mini D, Campionato Nazionale ALICE ZANELLATO 27ª Campionato Regionale cat. Mini D, 24ª Campionato Nazionale GIULIA RAVERA 28ª Campionato Regionale cat. Mini D, Campionato nazionale YLENIA VARLOTTA 4ª Campionato regionale cat. Propaganda D, 10ª Campionato Nazionale SILVIA PORTA 11ª Campionato Regionale cat. Under 15 C

ALESSIA REPETTO 11ª Campionato Regionale cat. Under 15 D, 25ª Campionato Nazionale SARA BERGAGLIO 2ª Campionato Regionale cat. Under 17C, 21ª Campionato Nazionale ELENA TRAVERSO 3ª Campionato Regionale cat. Under 17C, 22ª Campionato Nazionale ELISABETTA BISIO Titolo Regionale cat. Senior C, 10ª Campionato Nazionale MARTINA MARSILI 7ª Campionato Regionale cat. Senior C, 13ª Campionato Nazionale ILARIA BISIO Titolo Regionale cat. Over A1, 5ª Campionato Nazionale (argento a parallele e bronzo a corpo libero) categoria Under 15 D

Grande soddisfazione per tutta la Società e per gli istruttori Fulvio Bonardo, Elena Semino, Giulia Caglieris, Carlotta Carraturo e Marta Bagnasco che hanno preparato le ginnaste con grande impegno, ottenendo risultati di assoluto rispetto e che hanno svolto un ottimo lavoro anche per il tanto atteso saggio di fine corsi denominato “Ginnasticando 2013”, che come ogni anno ha soddisfatto ogni aspettativa di un caloroso nonché numeroso pubblico.


latelevisione

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

44 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

laprogrammazione giovedì

venerdì

dal 20 al 26 giugno

sabato

domenica

lunedì

martedì

mercoledì

20 21 22 23 24 25 26 giugno

15.05 Un’estate da ricordare, film 16.30 Estate in diretta, attualità 18.50 Reazione a catena, gioco 20.00 Tg1 20.30 Calcio: Spagna-Tahiti 23.15 Tg1 23.20 Calcio: Nigeria-Uruguay

15.10 Un vero amore per Leah, fl 16.30 Estate in diretta, attualità 18.50 Reazione a catena, gioco 20.00 Tg1 20.30 Techetechetè, varietà 21.20 Il pranzo della domenica, fl 23.20 Aspettando Rio, attualità

15.40 Road Italy, attualità 16.30 A Sua Immagine, attualità 17.15 Concerto dell’Anno della fede 18.50 Reazione a catena, gioco 20.00 Tg1 - Rai Tg sport 20.30 Calcio: Italia-Brasile 00.10 Cinematografo Speciale, attual.

14.00 Giù a casa dei miei, film 16.15 QB-All’estero quanto basta 16.35 La piccola moschea, telefilm 17.05 Nero Wolfe, fiction 18.50 Reazione a catena, gioco 20.35 Calcio: Nigeria-Spagna 23.35 Tg1 60 secondi

14.10 Ho sposato uno sbirro, ficition 15.10 La casa sul lago, film 16.30 Estate in diretta, attualità 18.50 Reazione a catena, gioco 20.30 Techetechetè, varietà 21.15 Un anno da ricordare, film 23.10 Porta a Porta, attualità

14.10 Ho sposato uno sbirro, fiction 15.15 Un’altra occasione, film 16.30 Estate in diretta, attualità 18.50 Reazione a catena, gioco 20.30 Techetechetè, varietà 21.15 L’amore è servito, film 23.20 Porta a porta, attualità

15.15 Onde d’estate, film 16.30 Estate in diretta, attualità 18.50 Reazione a catena, gioco 20.00 Tg1 20.30 Calcio: Prima semifinale 23.35 Tg1 60 secondi 23.40 Porta a porta, attualità

16.10 Revenge, telefilm 16.55 Guardia Costiera, telefilm 17.50 Tg Sport 18.45 Senza traccia, telefilm 19.35 Castle, telefilm 21.10 Piacere sono un po’..., film 23.10 Tg2 - Punto di vista

16.10 Revenge, telefilm 17.45 Tg2 Flash Lis - Rai Sport 18.45 Senza traccia, telefilm 19.35 Castle, telefilm 20.30 Tg2 21.10 Crossing Lines, telefilm 23.00 Fascino a Est Berlino, doc.

14.00 For the love of a dog , film 15.30 Squadra Speciale Colonia, tf 17.15 Terre meravigliose, attualità 18.05 Sea Patrol, telefilm 20.30 Tg2 21.05 In fuga per mia figlia, film 22.45 Donne ad alta quota, film

15.45 Squadra omicidi Istanbul, film 17.15 Squadra Speciale Lipsia, tf 18.05 Regata antiche repubbl.., att. 19.40 Lasko-Il testimone, tf 20.30 Tg2 21.00 Hawaii Five-0 23.30 La domenica sportiva, att.

14.00 Divieto di sosta, attualità 15.25 Blue Bloods, telefilm 18.45 Senza traccia, telefilm 19.35 Castle, telefilm 20.30 Tg2 21.05 Criminal Minds, telefilm 23.45 Made in Sud Summer, varietà

14.00 Divieto di sosta, attualità 15.25 Blue Bloods, telefilm 16.10 Revenge, telefilm 18.45 Senza traccia, telefilm 21.10 Squadra Speciale Cobra 11, tf 21.55 Countdown, telefilm 22.50 Strike Back, telefilm

14.00 Divieto di sosta, attualità 15.25 Blue Bloods, telefilm 16.10 Revenge, telefilm 18.45 Senza traccia, telefilm 19.35 Castle, telefilm 21.05 Beautyand the Beast, telefilm 22.45 Supernatural, telefilm

15.45 Da un altro mondo, film 17.40 Geo Magazine 2013, docum. 19.00 Tg3 Regione 20.15 Celi, mio marito!, varietà 20.35 Un posto al sole, soap 21.05 Law and Order, telefilm 23.15 La storia siamo noi, docum.

15.45 Cassandra Crossing, film 17.35 Geo Magazine 2013, docum. 19.00 Tg3 Regione 20.15 Celi, mio marito!, varietà 20.35 Un posto al sole, soap 21.05 La guerra dei mondi, attualità 23.15 Radici, l’altra faccia del.., doc.

14.55 Ciclismo: campionato italiano 17.15 Tre donne al verde, film 19.00 Tg3 - Tg Regione 20.00 Blob 20.20 Common law, film 21.05 Ieri, oggi, domani, film 23.30 Un giorno in pretura, docum.

14.30 In 1/2 h, attualità 15.05 I due colonnelli, film 16.45 Maiden Heist, film 18.00 Squadra Speciale Vienna, tf 20.00 Blob 21.05 Brothers, film 23.15 La nave dolce, film

15.00 Ponderosa, telefilm 17.45 Geo Magazine 2013, docum. 19.00 Tg3 Regione - Blob 20.15 Celi, mio marito!, varietà 20.35 Un posto al sole, soap 21.05 Il viaggio, attualità 22.50 I dieci comandamenti, attualità

15.50 Madonna che silenzio..., film 17.20 Geo Magazine 2013, docum. 19.00 Tg3 Regione - Blob 20.15 Celi, mio marito!, varietà 20.35 Un posto al sole, soap 21.05 Ballarò, attualità 24.00 Report Cult, documenti

13.10 Lena-Amoredellamia vita, soap 15.45 Delitto d’amore, film 17.30 Geo Magazine 2013, docum. 20.15 Celi, mio marito!, varietà 20.35 Un posto al sole, soap 21.05 Chi l’ha visto? 23.15 Tg3 Linea Notte

14.45 Lo sportello di Forum, attualità 15.30 Flikken coppia in giallo, telefilm 16.45 Amore, ritorna!, film 18.55 Tg4 - Meteo 19.35 Tempesta d’amore, soap 21.10 The Jackal, film 23.35 Infelici e contenti, film

14.45 Lo sportello di Forum, attualità 15.35 My life-segreti e passioni, soap 16.00 Vite sospese, film 19.35 Tempesta d’amore, soap 20.30 Quintacolonna,ilquotidiano, att. 21.10 Alive,storiedi sopravvissuti, doc. 00.55 28 settimane dopo, film

14.45 Lo sportello di Forum, attualità 15.30 Poirot, telefilm 16.45 Perry Mason, telefilm 19.35 Tierra de Lobos, telefilm 20.30 Tempesta d’amore, soap 21.10 Poliziotto Superpiù, film 23.25 Scommessa con la morte, fl

13.00 Ricette all’Italiana 14.40 Donnavventura, documenti 15.55 Di che segno sei?, film 19.35 Tierra de Lobos, telefilm 20.30 Tempesta d’amore, soap 21.30 I pilastri della terra, fiction 23.50 Il patto dei lupi, film

15.30 Flikken coppia in giallo, telefilm 16.35 My life, soap 17.00 Suor Therese, telefilm 18.55 Tg4 - Meteo 19.35 Tempesta d’amore, soap 21.10 Beverly Hills Cop 2, film 00.00 Istinto primordiale, film

16.35 My life, soap 17.00 Rancho Notorius, film 18.55 Tg4 - Meteo 19.35 Tempesta d’amore, soap 20.30 Quintacolonna,ilquotidiano, att. 21.10 Benvenuti a tavola 2, fiction 23.25 Tutta la vita davanti, film

15.30 Flikken, coppia in giallo, tf. 16.35 My life, soap 18.55 Tg4 - Meteo 19.35 Tempesta d’amore, soap 20.30 Quintacolonna,ilquotidiano, att. 21.10 The Closer, telefilm 23.15 Nessuno può sentirti, film

14.45 Il segreto, soap 15.40 Pomeriggio Cinque, attualità 18.50 Avanti un altro!, gioco 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Paperissima Sprint, varietà 21.10 Pupetta, il coraggio..., fiction 23.15 Tg5 Puntonotte, attualità

14.45 Il segreto, soap 15.40 Pomeriggio Cinque, attualità 18.50 Avanti un altro Estate!, gioco 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Paperissima Sprint, varietà 21.10 Inga Lindstrom, varietà 23.10 Speciale Tg5, attualità

15.10 Amiche per caso, film 17.00 Rosamunde Pilcher, film 18.50 Avanti un altro!, gioco 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Paperissima Sprint, varietà 21.10 Via col vento, film 23.50 Supercinema, attualità

13.40 L’arca di Noè, attualità 15.00 Dov’è mia figlia?, fiction 16.30 Lo show dei record, varietà 18.50 Avanti un altro!, gioco 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Sex and the city 2, film 23.40 X-Style, attualità

14.45 Il segreto, soap 15.40 Pomeriggio Cinque, attualità 18.50 Avanti un altro Estate, gioco 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Paperissima Sprint, varietà 21.10 Ti presento un amico, film 23.10 Tg5 Puntonotte, attualità

14.45 Il segreto, soap 15.40 Pomeriggio Cinque, attualità 18.50 Avanti un altro Estate, gioco 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Paperissima Sprint, varietà 21.10 Jump, stasera mi tuffo, real. 24.00 Tg5 Puntonotte, attualità

14.45 Il segreto, soap 15.40 Pomeriggio Cinque, attualità 18.50 Avanti un altro Estate, gioco 20.00 Tg5 - Meteo 20.40 Paperissima Sprint, varietà 21.10 Perchè te lo dice mamma, fl 23.10 Tg5 Puntonotte, attualità

15.00 Naruto Shippuden, cartoni 15.25 The Vampire Diaries, telefilm 16.20 Smallville, telefilm 18.30 Studio Aperto - Meteo 19.20 CSI-New York, telefim 21.10 2 fast 2 furious, film 23.20 Amici per la morte, film

15.00 Naruto Shippuden, cartoni 15.30 The Vampire Diaries, telefilm 16.20 Smallville, telefilm 18.30 Studio Aperto - Meteo 19.20 CSI-New York, telefim 21.10 Submerged, film 23.10 Person of interest, telefim

13.40 4 amiche e un paio di jeans, fl 15.55 4 amiche e un paio di jeans 2, fl 18.05 The Middle, telefilm 18.30 Studio Aperto 19.00 Coraline e la porta magica, fl 21.10 Animals united, film 23.00 No ordinary family, telefilm

12.25 Studio Aperto 14.00 Speed racer, film 16.35 Un poliziotto a 4 zampe, fl 18.20 Studio Aperto - Meteo 19.25 Scuola di polizia, film 21.15 Archimede, film 00.35 Calzedonia Summer Collection

15.00 Naruto Shippuden, cartoni 15.25 The vampire diaries, telefilm 16.20 Smallville, telefilm 17.15 Top One, gioco 19.20 CSI New York, telefilm 21.10 CSI - Scena del crimine, tf 23.00 Covert Affairs, telefilm

15.00 Naruto Shippuden, cartoni 15.25 The vampire diaries, telefilm 16.20 Smallville, telefilm 17.45 Top One, gioco 19.20 CSI New York, telefilm 21.10 Death race 2, film 23.15 The Hitcher, film

15.00 Naruto Shippuden, cartoni 15.25 The vampire diaries, telefilm 16.20 Smallville, telefilm 17.15 Top One, gioco 19.20 CSI New York, telefilm 21.10 Chiedimi se sono felice, film 23.15 Panarea, film

16.30 Suor Therese, telefilm 18.10 The District, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, attualità 21.10 Servizio Pubblico Più, attualità 22.20 Mi piace lavorare mobbing, fl 23.55 Omnibus Notte, attualità

14.40 Le strade di San Francisco, tf 16.30 Suor Therese, telefilm 18.10 The District, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, attualità 21.10 Crozza a colori, varietà 22.20 Recital, attualità

14.00 Tg La7 Cronache 14.40 Cuore d’Africa, telefilm 16.30 The District, telefilm 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 In onda, attualità 23.00 Fenomeni paranormali..., film

14.40 Due figli di..., film 16.30 The District, telefilm 18.10 L’ispettore Barnaby, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 In onda, attualità 21.30 Senza via di scampo, film 23.40 Tg La7 Sport

14.40 Le strade di San Francisco, tf 16.30 Jane Doe, tf 18.10 The District, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, attualità 21.10 Papillon, film 24.00 Omnibus notte, attualità

14.40 Le strade di San Francisco, tf 16.30 Suor Therese, telefilm 18.10 The District, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, attualità 21.10 S.O.S tata, reality 00.10 Omnibus notte, attualità

14.40 Le strade di San Francisco, tf 16.30 Suor Therese, telefilm 18.10 The District, telefilm 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo, attualità 21.10 Lord of war, film 23.30 Omnibus notte, attualità

Canale5

Rai1

giugno

Rai2

giugno

Rai3

giugno

Rete4

giugno

Italia1

giugno

La7

giugno

" '++ '++

555 .-.0#-7'(3-'$0*.4#&'1* %., '&' +')#+' 4*# !! '22',$0' 2'+ (#6

*+4#-.

0$#

#0+. 0*++. ,*+*. /#7#+

',#*+ +20' 1'&*

4*#+' 2#7*.-' '-20#+' 4*# .,# / 77# #0*$#+&*


notizieutili lefarmacie

www.farmapiemonte.org

NOVI LIGURE Giovedì 20: Comunale (via Verdi); venerdì 21: Valletta (via Garibaldi); sabato 22: Giara (via Girardengo), di appoggio diurno: Nuova (viale Saffi) e Valletta; domenica 23: Moderna (via P.Giovanni XXIII); lunedì 24: Beccaria (via P.Isola); martedì 25: Cristiani (via IV Novembre); mercoledì 26: Nuova. OVADA Domenica 23 giugno Frascara, Piazza Assunta NEI PAESI Giovedì 20: Foco (Stazzano); venerdì 21: Moderna (Arquata); sabato 22: Belleri (Gavi) e Maiocchi (Cabella); domenica 23: Balbi (Serravalle) e Libarna (Serravalle); lunedì 24: Giacoboni (Arquata); martedì 25: Di Matteo (Vignole); mercoledì 26: Cantù (Gavi) e Sartorotti (Rocchetta). BASALUZZO: Moccagatta (aperta la seconda domenica del mese); CAPRIATA D’ORBA: Opizzi (terza domenica del mese); CABELLA: Maiocchi (seconda domenica del mese); PASTURANA: Bianchi (prima domenica del mese); POZZOLO FORMIGARO: Perseghini (seconda e quarta domenica del mese). Contattando il sito www.farmapiemonte.org al link: “cerca la farmacia aperta più vicina” è possibile conoscere, anche con largo anticipo, le farmacie di turno desiderate.

leedicole NOVI LIGURE Domenica 23 giugno Mandirola (corso Marenco); Magenta (via Marconi); Fanin (via Papa Giovanni XXIII); Salinelli (piazza XX Settembre); Ferrarese (via Verdi); Ponte (Stazione Fs); Scarsi (viale P.Cichero); Arecco (via Amendola); Rebora (via Casteldragone); Edicola di viale Saffi. OVADA Domenica 23 giugno Piazza Assunta, Corso Saracco, Corso Libertà

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

45 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

leposte

parrocchieemesse

ORARIO CONTINUATO (dal lunedì al venerdì 8.25-19.10; sabato 8.25-12.35) Novi Ligure (p.zza De Negri 1), Ovada (via Monsignor Cavanna 16).

NOVI LIGURE

ORARIO ORDINARIO (dal lunedì al venerdì 8.25-13.35; sabato 8.25-12.35) Novi Ligure (via Garibaldi), Arquata Scrivia (via Libarna 201), Cassano Spinola (via Arzani 93), Cremolino (via San Bernardino 1), Gavi (piazza Dante 10), Pasturana (via Roma 18), Serravalle Scrivia (via Brodolini 17) (dal lunedì al venerdì 8.15-13.45; sabato 8.15-12.45) Basaluzzo (via Stazione 3), Borghetto Borbera (via Roma 63), Borghetto Borbera (Persi, via Provinciale 14), Bosio (via Umberto I 42), Cabella Ligure (piazza della Vittoria), Capriata d’Orba (via San Giovanni 2), Carpeneto (piazza Vittorio Emanuele II 1), Castelletto d’Orba (via G. B. Borgatta 7), Lerma (corso Spinola 12), Molare (via P. Albareto), Pozzolo Formigaro (piazza IV Novembre 4), Prasco (via Roma 1), Predosa (via Cavour 6), Rocca Grimalda (piazza Vittorio Veneto 1), Silvano d’Orba (piazza Battisti 48), Stazzano (piazza Risorgimento 5), Tagliolo Monferrato (via Roma 2), Trisobbio (via Roma 12), Vignole Borbera (viale Torino 14), Voltaggio (piazza Garibaldi 6).

OVADA ORARIO RIDOTTO (lunedì, mercoledì e venerdì 8.15-13.45) Rocchetta Ligure (piazza Regina Margherita), Cantalupo Ligure (via Umberto I 27), Albera Ligure (via Roma), Belforte Monferrato (via San Colombano 3), Carrosio (via G. Odino 39), Francavilla Bisio (via Guasco 16), Fresonara (piazza Italia 10), Grondona (via Municipio), Parodi Ligure (piazza Municipio 5), San Cristoforo (via Irmo Ferrari 16a), Tassarolo (piazza Libertà 10). (martedì, giovedì e sabato) Predosa (Castelferro, via Pellizza 3)

numeridiemergenza Ambulanza 118; Carabinieri 112; Vigili del fuoco 115; Polizia 113; Guardia di finanza 117

Direzione GENOVA 6.00 R 21107 (§) • Serravalle Scrivia 6.08, Arquata 6.21, Genova Sampierdarena 7.21, G. Principe 7.29, G. Brignole 7.35. 6.05 R 21161 (^) Serravalle 6.14, Arquata 6.21, Sampierdarena 7.21, Principe 7.29, Brignole 7.35. 6.19 R 6109 (*) Serravalle 6.26, Arquata 6.34, Sampierdarena 7.11, Principe 7.19, Brignole 7.27. 6.45 RV 2043 Serravalle 6.52, Arquata 6.59, Sampierdarena 7.43, Principe 7.52, Brignole 7.58. 7.05 R 6111 (§) Serravalle 7.12, Arquata 7.19, Principe 7.54, Brignole 8.00. 7.26 R 10323 Serravalle 7.33, Arquata 7.39, Principe 8.16, Brignole 8.23. 9.44 RV 2161 Serravalle 9.55, Arquata 10.06, Principe 10.34, Brignole 10.40. 12.47 RV 2163 Serravalle 12.53, Arquata 13.00, Principe 13.36, Brignole 13.42. 14.48 R 2051 Serravalle 14.55, Arquata 15.01, Principe 15.37, Brignole 15.43. 15.15 IC 515 (§) Principe 15.56, Brignole 16.02. 16.45 RV 2167 Serravalle 16.51, Arquata 16.58, Principe 17.36, Brignole 17.42. 18.48 RV 2055 Serravalle 18.54, Arquata 19.01, Principe 19.37, Brignole 19.43. 19.15 IC 519 Principe 19.55, Brignole 20.01. 20.40 R 21157 (§) Arquata 20.50, Sampierdarena 21.55, Principe 22.03, Brignole 22.09. 20.47 RV 2171 Serravalle 20.53, Arquata 21.00, Principe 21.36, Brignole 21.42. Direzione MILANO 6.20 R 2180 (§) Pozzolo 6.27, Tortona 6.43, Voghera 6.56, Pavia 7.16, Rogoredo 7.41, Milano Lambrate 7.46, Milano Centrale 7.55. 6.34 R 2882 (§) Pozzolo 6.42, Tortona 6.58, Voghera 7.12, Pavia 7.32, Rogoredo 7.53 7.56 R 2674 (§) Pozzolo 8.02, Tortona 8.16, Voghera 8.29, Pavia 8.51, Rogoredo 9.10, Lambrate 9.18, Milano Centrale 9.30.

Nostra Signora Assunta (piazza Assunta): ore 8.00, 11.00, 17.30; prefestivi ore 17.30; feriali ore 8.30. San Paolo della Croce (corso Italia): ore 11.00; prefestivi ore 20.30; feriali ore 20.30. Padri Cappuccini: ore 10.30. Padri Scolopi (piazza San Domenico): ore 7.30, 10.00; prefestivi ore 16.30; feriali 7.30, 16.30. Madri Pie: feriali ore 17.30. Monastero Passioniste: ore 10.00. Ospedale: prefestivi e feriali ore 18.00. San Venanzio (frazione San Venanzio): festivi ore 9.30. Grillano: festivi ore 9.00. Nostra Signora della Neve (frazione Costa): festivi ore 10.00. San Lorenzo (frazione San Lorenzo): festivi ore 11.00.

guardiamedica

itreni Partenze da Novi

Collegiata (piazza Dellepiane): ore 9.00, 11.00, 12.00, 17.00; prefestivi ore 17.00. Sant’Andrea (piazza Sant’Andrea): ore 10.00. Sant’Antonio (viale Rimembranza): ore 8.00, 10.00, 11.00, 17.30. Cimitero (via P. Isola): ore 8.45. Sacro Cuore (via Don L. Sturzo): ore 8.00, 11.00, 17.00; prefestivi ore 17.00. San Nicolò (via Girardengo): ore 8.30, 10.30, 11.30, 18.00; prefestivi ore 18.00. Cristo Risorto (quartiere G3): ore 9.30. Maddalena (via Abba): prefestivi ore 17.00. San Pietro (via Roma): ore 10.00, 11.30, 18.15; prefestivi ore 18.15. Santa Rita (via Monte Grappa): ore 9.00. San Giovanni Bosco (via San G. Bosco): ore 9.00. Barbellotta (frazione Barbellotta): ore 11.00. Ospedale (via Raggio): prefestivi ore 18.00. Pieve di Santa Maria (piazzale Pieve): ore 9.00, 11.00, 17.00; prefestivi ore 17.00.

Direzione TORINO 6.15 R 6100 (*) Alessandria 6.30, Asti 6.52, Torino Lingotto 7.34, Torino Porta Nuova 7.40. 6.3 9 RV 215 8 Aless andria 6.57, Asti 7.20, Torino Lingotto 8.04, Torino Porta Nuova 8.10. 7.11 RV 216 0 Aless andria 7.29, Asti 7.55, Torino Lingotto 8.31, Torino Porta Nuova 8.40. 7.41 IC 500 Alessandria 7.57, Asti 8.18, Torino Lingotto 8.47, Torino Porta Nuova 8.55. 8.41 IC 502 Alessandria 8.57, Asti 9.18, Torino Lingotto 9.47, Torino Porta Nuova 9.55. 9.12 R 20 4 4 Aless andria 9.29, Asti 9.52, Torino Lingotto 10.32, Torino Porta Nuova 10.40. 13.09 RV 2164 Alessandria 13.29, Asti 13.52, Torino Lingotto 14.31, Torino Porta Nuova 14.40. 14.13 RV 2166 Alessandria 14.29, Asti 14.52, To. Lingotto 15.31, To. Porta Nuova 15.40. 15.0 9 R 20 4 8 Aless andria 15.29, Asti 15.52, Torino Lingotto 16.31, To. Porta Nuova 16.40. 17.09 RV 2170 Alessandria 17.29, Asti 17.52, To. Lingotto 18.31, To. Porta Nuova 18.40. 17.39 IC 512 (§) Alessandria 17.57, Asti 18.18, Torino Lingotto 18.47, Torino Porta Nuova 18.55. 19.0 9 R 2052 Aless andria 19.29, Asti 19.52, Torino Lingotto 20.31, Torino Porta Nuova 20.40. Direzione LA SPEZIA 6.45 RV 2043 Serravalle Scrivia 6.51, Arquata Scrivia 6.58, Principe 7.49, Brignole 7.58, Portofino 8.31, Rapallo 8.36, La Spezia 09.59. 8.27 RV 18 45 (^) Genova Principe 9.07, Genova Brignole 9.15, Rapallo 9.53, La Spezia 11.03. 14.4 8 RV 2051 Serravalle Scrivia 14.54, Arquata Scrivia 15.00, Genova Brignole 15.43, Portofino 16.25, Rapallo 16.29, La Spezia 17.59. 18.4 8 RV 2055 Serravalle Scrivia 18.53, Arquata Scrivia 19.00, Genova Brignole 19.43, Portofino 20.31, La Spezia 22.02.

Partenze da Ovada Direzione GENOVA 6.24 R 11397 (^) Rossiglione 6.33, Campo-Masone, 6.41, Genova Sampierdarena 7.16, Genova Principe 7.24, Genova Brignole 7.30. 6.33 R 11399 (§) Rossiglione 6.41, Campo-Masone 6.47, Genova Sampierdarena 7.26, Genova Principe 7.34, Genova Brignole 7.43. 7.30 R 6155 (§) Rossiglione 7.38, Campo-Masone, 7.44, Sampierdarena 8.20, Genova Principe 8.27, Genova Brignole 8.33. 7.55 R 6157(§) Rossiglione 8.04, Campo-Masone, 8.10, Genova Sampierdarena 8.37, Principe 8.45, Genova Brignole 8.53. 9.21 R 6181 (^) Rossiglione 9.30, Campo-Masone, 9.36, Sampierdarena 10.11, Principe 10.18, Brignole 10.24. 12.23 R 6185 (^) Rossiglione 12.32, Campo-Masone, 12.38, Sampierdarena 13.14, Principe 13.21, Brignole 13.27. 12.35 R 6163 (§) Rossiglione 12.44, Campo-Masone, 12.51, Sampierdarena 13.28, Principe 13.35, Brignole 13.41. 13.42 R 6165 (§) Rossiglione 13.51, Campo-Masone, 13.57, Sampierdarena 14.33, Principe 14.40, Brignole 14.46. 13.54 R 6187 (^) Rossiglione 14.03, Campo-Masone, 14.09, Sampierdarena 14.45, Principe 14.53, Brignole 14.59. 14.40 R 6167 (§) Rossiglione 14.49, Campo-Masone, 14.55, Sampierdarena 15.31, Principe 15.38, Brignole 15.44. 16.14 R 6169 (§) Rossiglione 16.22, Campo-Masone, 16.28, Genova Sampierdarena 17.05, Genova Principe 17.12, Genova Brignole 17.18. 16.21 R 6189 (^) Rossiglione 16.31, Campo-Masone, 16.37, Sampierdarena 17.00, Principe 17.24, Brignole 17.30. 18.43 R 6173 (§) Rossiglione 18.52, Campo-Masone, 18.58,

Sampierdarena 19.35, Principe 19.45, Brignole 19.51. 21.09 R 6175 Rossiglione 21.17, Campo-Masone, 21.23, Sampierdarena 22.01, Principe 22.08, Brignole 22.14.

Il servizio è attivo nei giorni feriali, dalle ore 20.00 alle 8.00 del mattino successivo. Il sabato e nei giorni prefestivi dalle ore 10.00 alle 8.00 del lunedì o del giorno successivo a quello festivo.

Direzione ALESSANDRIA 6.33 R P 524 (#§) Predosa 6.53, Alessandria 7.20. 6.34 R P 518 (#^) Predosa 6.55, Alessandria 7.30. 7.40 R P 520 (#§) Predosa 8.01, Alessandria 8.26. 8.07 R P 538 (#§) Predosa 8.27, Alessandria 8.54. 11.00 RP 508 (#§) Predosa 11.21, Alessandria 11.46. 13.30 RP 528 (#§) Predosa 13.51, Alessandria 14.16. 14.31 RP 560 (#§) Predosa 14.51, Alessandria 15.18. 14.36 RP 530 (#^) Predosa 14.57, Alessandria 15.32. 15.35 RP 532 (#§) Predosa 15.56, Alessandria 16.21. 18.50 RP 562 (#*) Predosa 19.10, Alessandria 19.37.

NOVI LIGURE (tel. 0143 746569) risponde per i comuni di Novi, Basaluzzo, Capriata, Cassano Spinola, Francavilla Bisio, Pozzolo Formigaro, Pasturana, Tassarolo. OVADA (tel. 0143 81777) Ovada, Carpeneto, Casaleggio, Cremolino, Lerma, Molare, Rocca Grimalda, Silvano d’Orba, Tagliolo, Trisobbio. ARQUATA SCRIVIA (tel. 0143 636129) Arquata Scrivia, Albera Ligure, Borghetto Borbera, Cabella Ligure, Cantalupo Ligure, Carrega Ligure, Grondona, Mongiardino Ligure, Roccaforte Ligure, Serravalle Scrivia, Vignole Borbera.

Direzione ACQUI TERME 7.06 R 6150 Acqui 7.28. 8.15 R 6152 (§) Acqui 8.38. 8.31 R 6178 (^) Acqui 8.52. 9.56 R 6154 (§) Acqui 10.17. 11.18 R 6156 (*) Acqui 11.39 11.35 R 6182 (^) Acqui 11.55 13.01 R 6184 (^) Acqui 13.22 13.18 R 6158 (§) Acqui 13.39 14.18 R 6160 (*) Acqui 14.38 15.19 R 6162 (§) Acqui 15.40. 15.33 R 618 8 (^) Acqui 15.54. 16.45 R 6164 (§) Acqui 17.06. 17.03 R 6190 (^) Acqui 17.23. 17.58 R 11396 (*) Acqui 18.15. 18.44 R 6166 Acqui 19.05. 19.22 R 6168 (*) Acqui 19.44. 20.09 R 6192 (^) Acqui 20.31. 20.18 R 6170 (§) Acqui 20.39. Sono indicate solamente le fermate nelle stazioni principali dei treni che circolano dalle 6.00 alle 21.00. Per gli orari completi visit ate il sito www.trenitalia.it oppure consultate le bacheche della vostra stazione ferroviaria. (^) Circola solo i giorni festivi (§) Non circola nei giorni festivi (*) Non circola nei giorni festivi né il sabato (#) Bus sostitutivo

GAVI (tel. 0143 642551) Gavi, Bosio, Carrosio, Fraconalto, Parodi Ligure, San Cristoforo, Voltaggio. CASTELLAZZO BORMIDA (tel. 0131 270027) Predosa.

edizioni sic srl • novi ligure Direttore responsabile: MARCO MATTEINI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .direttore@ilnovese.info Vicedirettore: ELIO DEFRANI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .e.defrani@ilnovese.info Direttore marketing: MILVA CALDO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .m.caldo@ilnovese.info Segretaria di Redazione: PIERA FIRPO . . . . . . . . . . . . . . . . . . .amministrazione@ilnovese.info Impaginazione in proprio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .grafica@ilnovese.info Pubblicità: Limongelli Ravizza (cell. 338 1964245) Paolo Moncalvo (cell. 393 3377444) - Giacinto Smacchia (cell. 339 8366843)

Redazione di Novi Ligure

Redazione di Ovada

via Garibaldi 17 - Tel. 0143.314700 Fax 0143.2127 - redazione@ilnovese.info Giampiero Carbone . . .g.carbone@ilnovese.info Maurizio Iappini . . . . . . . . . . . . .sport@ilnovese.info Lisa Lanzone . . . . . . . . . . . .l.lanzone@ilnovese.info Sara Moretto . . . . . . . . . . .s.moretto@ilnovese.info Marzia Persi . . . . . . . . . . . . . .m.persi@ilnovese.info Collaboratori: Arianna Borgoglio, Umberto Cabella, Serena Cellotto, Daria Ubaldeschi, Claudio Casonato, Michela Ferrando, Gino Fortunato, Enrico Ivaldi, Andrea Suverato, Giulia Cipollina. Abbonamenti: Euro 35 - c.c.p. n° 12398111 intestato a ‘il novese’ Via Garibaldi 17 - Novi L.

via Buffa 39 - Tel. e fax 0143.81054 ovadese@alice.it Redattori capo: Diego Cartasegna, Claudio Priarone Edoardo Schettino . . . . . . . .eschet@gmail.com Collaboratori: Simonetta Albertelli, Elisabetta Baschiera, Giuliana Cantamessa, Dania D’amato, Stefano Danielli, Lorenzo Martinengo, Luca Piana, Daniele Prato, Stefano Priarone, Laura Caneva (fotoservizi) Abbonamenti: Euro 35 - c.c.p. n° 13718150 intestato a ‘l’ovadese’ Via Cavallotti 118 Novi Ligure

Stampa AGA Arti Grafiche Associate - corso C. Brunet 13/15 - Cuneo


puntolavoro

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

46 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

casalemonferrato Per informazioni rivolgersi a: CENTRO PER L’IMPIEGO via Magnocavallo 11/13 - tel. 0142 452394 RIF. 539 Azienda privata in Casale cerca n° 5 intermediari assicurativi per attività commerciale di gestione portafoglio clienti e ricerca nuovi clienti. Età compresa tra i 22 e 45 anni. In possesso della patente b e automunito. Richiesta esperienza anche minima nella mansione e predisposizione al contatto con il pubblico. Orario: full-time. Contratto offerto: mandato di agenzia, fisso e provvigioni. RIF. 732 Azienda privata in Casale Monferrato ricerca n° 2 addetti/e etichettatura caschi con esperienza nella mansione - assunzione a tempo determinato 6 mesi – automuniti – preferibili sgravi contributivi RIF. 732/1 azienda privata in Casale Monferrato ricerca n° 2 addetti/e lavaggio pulizia e prima verniciatura calotte con esperienza nella mansione - assunzione a tempo determinato 6 mesi. Automuniti, preferibili sgravi contributivi.

noviligure

RIF. 908 Studio dentistico di ovada cerca n. 1 assistente alla poltrona. Eta' compresa tra i 19 ed i 29 anni. Inserimento tramite tirocinio della durata di 3 mesi, con possibilita' di trasformazione in contratto di apprendistato. Part-time di 20 ore settimanali, sabato mattina compreso (dopo i 3 mesi, sara’ un full-time)

Per informazioni rivolgersi a: CENTRO PER L'IMPIEGO DI DI NOVI LIGURE Via Oneto, 29 Tel. 0143/2374 – Fax 0143/321296 RIF. 909 azienda privata in: Novi Ligure cerca: n. 2 consulenti assicurativi per sviluppo, gestione e fidelizzazione del portafoglio clienti - messa in atto delle strategia di marketing - attuazione di un servizio di consulenza assicurativa destinato a privati ed aziende. Requisiti richiesti: buone conoscenze informatiche - età compresa tra i 23 e i 55 anni - non indispensabile esperienza nella mansione - patente b - automunito - titolo di studio: diploma o laurea – orario: full time dal lunedì al venerdì – condizioni contrattuali: libera professione - mandato di agenzia: contribuzione mensile più provvigioni più incentivi e premi di produzione RIF. 910 azienda privata in: Novi Ligure cerca: manager commerciale - gestione e training delle risorse affidate - sviluppo gestione e fidelizzazione del portafoglio clienti - messa in atto delle strategie di marketing - attuazione di un servizio di consulenza assicurativa destinato a privati ed aziende - requisiti richiesti: buone conoscenze informatiche - età compresa tra i 23 e i 55 anni - patente b - automunito - esperienza lavorativa nella mansione di almeno 2 anni titolo di studio: diploma o laurea. Condizioni contrattuali: libera professione - mandato di agenzia: contribuzione mensile più provvigioni più incentivi e premi produzione. RIF. 920 azienda privata in: Pozzolo Formigaro cerca: n. 1 Impiegato amministrativo – requisiti richiesti: Laurea in economia e commercio ovvero diploma ed esperienza nell’attività amministrativa e contabile superiore a due anni - conoscenza dell’inglese a livello scolastico – conoscenze informatiche: word, excel internet e posta elettronica - automunito – orario di lavoro: part time – condizioni contrattuali: contratto a tempo determinato della durata di mesi sei eventualmente trasformabile a tempo indeterminato – gradita iscrizione nelle liste di mobilità

RIF. 915 Agente di vendita, procacciatore di clienti, venditore con esperienza consolidata superiore ai due anni - anche nel rilievo di misure e nel settore edile. Titolo di studio: geometra/tecnico/perito. Orario di lavoro: full-time, dal lunedi' al venerdi', zona: provincia di alessandria, asti e genova. Eta' : 28/40 anni. Necessaria apertura partita iva ed utilizzo propria auto

alessandria Per informazioni rivolgersi a: CENTRO PER L’IMPIEGO DI ALESSANDRIA via Cavour 17 - Alessandria - Tel. 0131/303359 - 303367 RIF. 857 agenzia assicurazione cerca add. gestione front office per agenzia assicurazioni veicoli e gestione pratiche auto. Necessaria esperienza nella stessa mansione e una buona conoscenza della lingua inglese - età minima: 25 età massima: 55 – inserimento a tempo determinato con prospettive di conferma. RIF. 895 ditta privata cerca addetta pulizie con patente e auto, età compresa tra i 40 e 55 anni, in mobilita' o disoccupazione da più di 24 mesi. Disponibile al lavoro nei giorni festivi (riposo a rotazione). Si prevede iniziale formazione a tempo pieno, poi inserimento part time al mattino (7.30-10.30). Si potranno considerare ammesse solo le persone con queste caratteristiche. RIF. 905 bar vicinaze Alessandria ricerca barista con esperienza pluriennale, età compresa tra i 25 e 45 anni,capacita' di gestire un locale in piena autonomia, in possesso di patente ed auto- disponibile ad orario dalle 15.00 alle 21.00 (compresi festivi) RIF. 907 azienda agricola nelle vicinanze di alessandria cerca addetto guida mezzi agricoli- requisiti: esperienza nella conduzione di trattori, cura di aree verdi e viti, eta’ compresa tra i 20 e i 45 anni. Contratto di lavoro a tempo determinato con possibilita’ di inserimento definitivo.

ovada

RIF. 925 bar pizzeria nelle vicinanze di alessandria cerca apprendista barista. Requisiti: età compresa tra i 20 e i 29 anni-automunita. Persona giovane seria e responsabile,disponibile a imparare a gestire bar e caffetteria, compresa pulizia del locale e riordino merce, sono richieste inoltre doti relazionali e bella presenza.

Per informazioni rivolgersi a: SPORTELLO TERRITORIALE via Nenni 12/16 tel. 0143 80150 - fax 0143 824455 RIF. 679 Ditta dell’ovadese cerca n. 1 programmatore meccanico su macchine fresatrici/alesatrici a controllo numerico (heidenhain in particolare). Necessaria esperienza di almeno 2 anni nel settore e capacita’ di lettura ed interpretazione dei disegni meccanici. Età minima richiesta: 26 anni. Contratto a tempo indeterminato. RIF. 828 Ditta dell’ovadese cerca. N. 1 operatore tornio-fresa con esperienza ventennale anche nell’uso di trapano, moletta, rugosimetro e plateau di riscontro, in saldatura di riparazione, aggiustaggio componenti da accoppiare con raschiettatura manuale, controlli geometrici/dimensionali. Requisiti necessari: passaporto italiano valido e con scadenza non inferiore ai 6 mesi e lettura disegno meccanico. Preferibile conoscenza della lingua inglese. Contratto di lavoro di 15 giorni con possibilità di proroga in Bangladesh. RIF. 873 Ditta di Ovada cerca n. 1 agente di commercio per la vendita di spazi/mezzi pubblicitari. Raggio d’azione: 100 km. Utilizzo auto propria. Necessario diploma di scuola superiore e spiccate doti comunicative. Contratto a progetto o partita iva.

RIF. 880 Azienda privata in Casale ricerca n° 1 falegname qualificato con almeno 2 anni di esperienza nella mansione - assunzione a tempo indeterminato – part-time 15 ore settimanali (3 ore al giorno) automunito – preferibili sgravi contributivi. RIF. 904 Azienda privata vicinanze casale ricerca n° 2 barman con almeno 2 anni di esperienza (preferibile titolo di studio inerente) - assunzione a tempo determinato – orario di lavoro dal giovedì alla domenica dalle ore 16.00 alle ore 02.00 – conoscenza lingua inglese automunito – preferibili sgravi contributivi.

valenza Per informazioni rivolgersi a: SPORTELLO TERRITORIALE via IX Febbraio ang. via Carducci tel. 0131 942104 - fax 0131 920611 RIF. 894 Azienda privata in Valenza cerca 2 intermediari assicurativi – requisiti richiesti: età 23/35 anni; diploma o laurea; conoscenza pacchetto office – internet. Pat. B – automuniti. Attivita’ previste: intermediazione assicurativa; ricerca nuovi clienti; gestione e sviluppo portafoglio clienti; gestione rete vendita. Condizioni contrattuali: preliminare corso di formazione finalizzato all’iscrizione al rui (sez. C) – lettera d’incarico; fisso + provvigioni. Prospettiva di assunzione a tempo indeterminato. Orario: full time RIF. 872 Azienda orafa in San Salvatore M.to cerca 1 tagliatore di pietre preziose e semipreziose – requisiti richiesti: si richiede esperienza di almeno due anni nella mansione di taglio pietra dura. Età compresa tra i 20 e i 50 anni. Gradita possibilità di beneficiare di sgravi contributivi. Condizioni contrattuali: offresi contratto a tempo determinato (durata da definire) Orario: full time. RIF. 906 Azienda artigiana in Valenza cerca 1 apprendista per mansioni di idraulico per impianti requisiti richiesti: età min 16 anni max 29 anni. Esperienza in impianti idraulici, di condizionamento, di riscaldamento e gas condizioni contrattuali: contratto di apprendistato orario: full time RIF. 914 Azienda orafa in Valenza cerca 1 incastonatore a microscopio – requisiti richiesti: si richiede esperienza nella mansione di incassatura a microscopio. Età compresa tra i 18 e i 40 anni. Gradita possibilità di beneficiare di sgravi contributivi. Condizioni contrattuali: offresi iniziale contratto a tempo determinato (durata da definire) con possibilità di assunzione a tempo indeterminato orario: full time

categorieprotette Per informazioni, rivolgersi al centro per l'impiego di riferimento. Rif. 923 – Offerta nominativa riservata al collocamento mirato – disabili – settore Alberghi/turismo-ristorazione mense. Azienda privata con sede di lavoro in Alessandria cerca n. 1 Operatore alla ristorazione veloce. Titolo di studio: assolvimento obbligo scolastico. Contratto di lavoro a tempo determinato 7 mesi – part time misto. Rif. 924 – Offerta numerica riservata al collocamento mirato – disabili – settore Alberghi/turismo-pubblici esercizi. Azienda privata con sede di lavoro in Alessandria cerca n. 1 operatore generico addetto servizi vari alberghieri. Titolo di studio: assolvimento obbligo scolastico.Contratto di lavoro a tempo indeterminato.

I giovani e il lavoro: incomincio da me La provincia di Alessandria rende noto che è stato avviato un progetto denominato “I giovani e il lavoro: incomincio da me”. Tale progetto intende sviluppare occasioni di riflessione / formazione / informazione in relazione al tema dell’accesso al lavoro e del mantenimento dell’occupabilità nel tempo. Viene proposto ai giovani di 20 – 24 anni un percorso che favorisca l’acquisizione di competenze trasversali utili per la ricerca del lavoro e di abilità tecniche rispetto all’utilizzo di strumenti comunicativi: social network – videocurriculum. È in programma anche un percorso formativo

di due/tre incontri di 3 ore ciascuno, che si effettueranno presso i Centri per l’Impiego di Acqui Terme, Alessandria, Novi Ligure, Ovada e Tortona e saranno tenuti da esperti di orientamento, facilitatori, operatori video. Saranno organizzati a partire dal 24 giugno. Infine è prevista la realizzazione di un video – curriculum personalizzato da poter utiliz-

zare nella ricerca attiva del lavoro. Il termine per l’adesione al progetto scade il 19 giugno e occorre presentare la scheda di adesione ai Centri per l’impiego. (la scheda è reperibile presso i centri impiego e sul sito internet della Provincia di Aless andria www.provincia.aless andria.it, settore Sport e Politiche Giovanili).


ilmercatino l’arredo VENDO credenza 5 ante (base + cristalliera) anni 60 ; tutto legno color noce chiaro. Usata , in ottimo stato Tel 320 0684930 VENDO 2 divani (3 posti), 2 poltrone in tessuto marrone. Euro 200,00. Anche separatamente. Tel. 339 3835070. VENDO causa trasloco mobilia varia tutta in buono stato. Tel. 340 5458645. VENDO stufa a pellet Sideros kw 7 – 9 anno 2010. Euro 600. Tel. 0143 70466 – 339 4222265. VENDO sala Chippendale fine anni ‘50 in radica noce intarsiata con buffet con specchio, tavolo, 8 sedie, ecc. Tel. 339 4878425. VENDO stufa a pellet 4 mesi di vita causa trasferimento. Vera occasione. Tel. 347 6704464. VENDO Stufa In Ghisa Con 4 Fuochi A Euro 200.00 tel 339 3368812 CAUSA trasloco vendo arredamento nuovo: armadio, letto in ferro, ecc. Anche cuccia per cane. Tel. 347 1995633. SCRIVANIA Ikea bianca/argento cm. 160 nuova. Euro 60. Tel. 346 0190175. VENDO armadio a 6 ante con 3 cassettiere e 2 comodini color ciliegio. Euro 500,00 tratt. Tel. 366 2963747. VENDO frigorifero 2 ante Sharp e cucina a Gas Nardi con due cestelli laterali a Euro 1200.00 trattabili - tel. 347 5759829 VENDESI comoda poltrona letto in tessuto 95x90x83. Euro 50,00. Tel. 338 1052949. VENDESI lettino bimbo nuovo completo di materasso. Euro 50,00. Tel. 329 7958911. REGALO mobili cucina con tavolo. Tel. 377 114 79 23 LAVELLO per cucina da incasso bianco 50x86 vasca a destra, completo di rubinetto vendo euro 110,00. Tel. 347 5220329. VENDO comò cassettone in stile Impero metà ‘800. Euro 800,00 tratt. Tel. 347 7501789. VENDO divano letto matr. In tessuto. Euro 100,00 in omaggio 2 abat-jour da comodino + lampadario 4 luci. Tel. 333 8983392. VENDESI 2 divani stile arabto + divano 3 posti + 2 poltrone in pelle sauvage (verde oliva) Euro 300,00. Tel. 329 7958911. SVENDO causa trasloco testiera e pediera in ferro per letto mat. senza reti. Euro 30,00 + 3 sedie rosse da giardino euro 30,00. Tel. 333 7859380. VENDO ventilatore da soffitto con luce. Euro 20,00. tel. 346 7110387. CEDO servo scala Ceteco con poltroncina abilitata anche per usi esterni. Usato 2 mesi nel 2011. lunghezza cremagliera mt. 5,00- tel 338 4723303. VENDO cucina componibile, 5 mt di lunghezza, anno 2010, con elettrodomestici e tavolo + sedie. Euro 1300,00 tratt. Tel. 345 1721012.

gliimmobili AFFITTASI app. solo referenziati via M.te Nero 4p: sala, cucina, 2 letto, bagno, 2 terraz., ecc. Tel. 338 2595888. CASA indip. 2 piani con 300mq di sedime, risc. Metano, doppi vetri, 1°p ristrutturato. Tel. Ore pasti 0143 745480 o 338 4610180. VENDESI appartamento a Novi centro storico: 4 stanze, cucina, servizi, cantina e garage. Euro 140.000,00. Tel. 338 9493829. AFFITTO Novi centro bilocale 50mq semiarredato: cucina, soggiorno, camera, bagno, poggiolo. Tel. 338 4276382. AFFITTASI in Sanremo bilocale centrale, 1° piano zona Casinò vicissimo spiaggia libera. Prezzo da concordare in base al periodo. Tel 377 1597715. AFFITTO a Novi in via Zanotta app.ammobiliato al 1°p: cucina, ab., 2camere, risc.aut., ecc. Euro 320,00. Tel. 340 7671829.

AFFITTO alla Barbellotta casa semindipendente con giardino semiarredata. Solo referenziati. Tel. 335 6123187. AFFITTO centro storico Novi box-magazzino apertura mt.2. Solo referenziati. Tel. 335 6123187. AFFITTASI a Novi in zona Pascoli appart. al pt arredato, risc.auton., giardino privato. Tel. 333 9556583. VICINANZE Golf Gavi vendo casa con 11mila mq terreno con parco cintato. Tel. 347 4550144. VENDESI bilocale ristrutt. E arredato in centro a Torino in zona ospedale Mauriziano. Prezzo int. Tel. 347 8111126. VENDO a Novi villetta bifamiliare con giardino e orto. Tel. 339 1055893. VENDESI a Silvano d’O. Casa semindip. Subito abitabile con cortile e terreno. Euro 98.000,00. Tel. 333 6643452. VENDESI casa di campagna con portico edificabile e terreni 9 vani. Tel. 333 9751762. VENDO a Novi appartamento 100mq in via Cavallotti, ultimo piano: cucina, tinello, 3 letto, bagno, 2 terrazzi. Euro 86.000,00 tratt. Tel. 320 3463130. STUDIO medico in Novi, perfetto, posizione unica, via Caval-lotti, privato affitta. Tel. 335 6109033 AFFITTO appartamento a Nov in zona Viali con risc.aut.: doppi serv., 3 letto, ascensore e cantina Affitto bloccato per 5 anni. Tel. 347 6958430. VICINANZE Outlet affitto bi-locale arredato per brevi periodi. Tel. 333 1857298. AFFITTASI a Celle L. villetta a schiera. 7 posti letto (giu-lugago). Tel. 333 1857298. AFFITTASI Sardegna Castelsardo appartamento in villetta 8 postiletto doppi servizi, piscina, postoauto. Tel. 347 1646343.

illavoro SI impartiscono lezioni di fisica e matematica; tel. 3341394865 0143 510657 INSEGNANTE impartsce lezioni estive di italiano, filosofia, inglese e francese. Disponibile anche per compiti elle vacanze. Tel. 3318770178 ESPERTO panettiere offresi con pronta disponibilità. Tel. 340 9932881. SIGNORA con esperienza pluriennale cerca occupazione fulltime come commessa. Tel. 320 6733725. CERCO lavoro come baby sitter e lavori domestici, ass.anziani anche la domenica. Tel. 389 0239748. SIGNORA, 50enne, italiana, cerca lavoro per lavori domestici, baby sitter. Automunita. Novi e dintorni. Tel. 347 1066965. SIGNORA, 27 anni, cerca lavoro come addetta alle pulizie, assi-stenza anziani, barista. Chiedo serietà. Tel 388 1183182 SIGNORA 27 anni, cerca lavoro come addetta alle pulizie, assi-stenza anziani, barista, pizzaiola. Disponibilità immediata. Tel 346 7844810 INSEGNANTE laureata impartisce lezioni private, aiuto compi-ti. Disp. Anche come baby sitter. Tel. 347 7807927. RAGAZZA con esperienza offresi quale badante, sempre disponibile. Tel. 329 1795007. CERCO lavoro come baby sitter, pulizie, ecc. Max serietà. Tel. 389 0239748. SIGNORA rumena di 38 anni, referenziata, offresi per ass.anziani, anche non autosuff., pulizie, ecc. Disp. la domenica e festivi. Tel. 346 2870086. SIGNORA rumena di 46 anni, da 10 in Italia, ref., offresi per ass.anziani anche non autosuff., pulizie, ecc. Tel. 345 1721012. SIGNORA italiana referenziata, automunita, offresi per pulizie domestiche, uffici, ecc. Tel. 349 0796441.

ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

47 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

SIGNORA con esperienza offresi come badante 7gg su 7. Tel. 393 3731298. RAGAZZO 38enne, cerca lavoro come addetto front-office, rece-pionist aziendale, ecc. Ottimo francese. Tel. 377 1211426. SIGNORA italiana, automunita cerca lavoro come ass.anziani (diurno), baby sitter, pulizie. A Novi e zona. Tel. 340 8205060. RAGAZZA max esperienza e serietà offresi quale badante. 24Hsu24. Tel. 345 1595681. RAGAZZA offresi come badante, pulizia, baby sitter 24hsu 24. Tel. 380 7958046. RAGAZZO 38enne cerca lavoro extra sabato e/o domenica per assistenza persone autosufficienti. Tel. 377 1211426. RAGAZZA referenziata offresi come parrucchiera e baby sitter con esperienza anche week-end. Tel. 348 5672218. RAGAZZA con esperienza offresi come baby sitter (anche tempo pieno). Tel. 346 5945768. S IG NORA cerca lavoro 3-4 giorni la settimana, esperienza settore amministrativo. Tel. 329 7643803. ESEGUO lavori di cucito di varia entità. Tel. 342 6038792. CERCASI baby sitter referenziata, diplomata o laureata per 2 bambini con aiuto compiti. Zona Ovada Cremolino. Tel. ore serali 348 2557552 S IG NORA referenziata con esperienza cerca lavoro come badante. Disponibilità 24 H. 340 5189390. SIGNORA cerca occupazione 3 o 4 mattine la settimana. Esperienza pluriennale. Tel. 320 7643803.

CERCO lavoro come pulizie, stirare, cucito, badante. Anche a ore. Tel. 342 6038792. GUARDIA giurata ricerca impiego decreto/documenti in corso di validità. Tel. 392 9905148.

imotori

VENDO Suzuki Santana Sj410 anno ‘87, gpl, frizione e motore rifatti, rev. Euro 5000,00 . Tel. 331 3640823. VENDO scooter Yamaha Majestic 400 aprile 2005 Km 24000, cinghia, rulli e batteria nuovi. Euro 2100,00. Tel. 349 1770095. VENDO motorhome Itineo anno 2011 pluriacces. Come nuovo. Per info e visione telefonare al numero 349 5215613 (Sara). VENDO Audi D1.5 A/4, 4 ruote motrici, cambio automatico, Km. 191.000, anno 2003, ecc. Euro 5000,00 trattabili. Telefonare al numero 0143 645064.

a cura di VIZI e SERVIZI Tabaccheria Alberti dal 1970 piazza Mazzini 21, Ovada, tel. 0143 86402

I capilista delle 10 ruote Ruota BARI CAGLIARI FIRENZE GENOVA MILANO NAPOLI PALERMO ROMA TORINO VENEZIA NAZIONALE

Numero

Ritardo attuale

Ritardo storico

85 12 25 36 74 62 22 35 60 47 43

121 61 93 114 108 63 77 90 67 94 78

88 91 96 96 154 125 119 104 92 114 78

Ambi con i ritardatari

Da giocare

GENOVA 36-73 36-22 36-19 BARI 85-48 85-81 85-90

Decina del 70 su Bari Cadenza 3 su Firenze Figura 4 su Milano Radicali 3 su Palermo

levarie VENDO pinguino Delonghi modello pac 46, con accessori. Ottime condizioni. Tel. 340 3237747. VENDO botte di vetroresina q. 5. Euro 150,00. Tel. 349 8476821. VENDO piscina fuori terra tipo “laghetto”, costruita con telo pvc, con scaletta in acciaio, ecc. Tel. 347 2788972. VENDO portapacchi per Passat Variant 98 o per Golf Variant. Nuovo, originale, con astuccio. Euro 50,00. Tel. 339 5037143.

DATI AGGIORNATI AL 13/06/2013 PREVISIONI DA GIOCARSI PER 3 ESTRAZIONI

""

!

!

! #

RINGRAZIAMENTO

RINGRAZIAMENTO

RINGRAZIAMENTO

RINGRAZIAMENTO

I Familiari sentitamente commossi ringraziano di cuore tutti coloro che hanno partecipato al loro dolore per la scomparsa del caro

I Familiari sentitamente commossi ringraziano di cuore tutti coloro che hanno partecipato al loro dolore per la scomparsa della cara

I Familiari sentitamente commossi ringraziano di cuore tutti coloro che hanno partecipato al loro dolore per la scomparsa della cara

Il figlio commosso ringrazia di cuore tutti coloro che hanno partecipato al suo dolore per la scomparsa della cara PASQUALINA SANNA VED. TEMPERINI Novi L., 15 giugno 2013

RINGRAZIAMENTO I Familiari commossi ringraziano di cuore tutti coloro che hanno partecipato al loro dolore per la scomparsa del caro GIULIANO SALMIN

MASSIMO GEMMA

ROSA FULCO VED. BARTOLETTI

SANTINA CLEMENTI VED. OBERTI

Un particolare ringraziamento al Dott. Burrone, alla Dott.ssa Stevani del Day Hospital di Oncologia e a tutto il personale medico e non del reparto di medicina dell’ospedale “S.Giacomo” di Novi Ligure.

Novi L., 13 giugno 2013

Novi L., 15 giugno 2013

Novi Ligure, 19 giugno 2013

Novi L., 18 giugno 2013

S.p.A. Pompe Funebri via Paolo Giacometti, 22 - c/o Comune di Novi

Attenzione Compila il tagliando con il testo dell’annuncio e consegnalo o spediscilo a Sic srl, Via Garibaldi 17, 15067 Novi Ligure. Verranno pubblicati solo gli annunci pervenuti sul tagliando in originale (non sono ammesse fotocopie, fax, email). Non si ricevono annunci per telefono Per inserzioni a pagamento contattare la redazione: 0143. 314700 annunci@ilnovese.info Annunci e ricordi dei propri cari devono pervenire entro e non oltre il venerdì antecedente l’uscita del giornale

GLI ANNUNCI DE ‘IL MERCATINO’ SONO GRATUITI ESCLUSIVAMENTE PER I PRIVATI

Non verranno pubblicati annunci pervenuti in forma anonima. Il nome – se non espressamente richiesto – non comparirà sul giornale. Le inserzioni gratuite vengono pubblicate a discrezione del giornale e in base alla disponibilità di spazio. L’editore si riserva a proprio insindacabile giudizio di rifiutare gli annunci che non siano conformi alle istruzioni indicate o comunque ritenuti non pubblicabili. L’inserzionista è informato dell’esistenza dei diritti che il d.lgs. 196/2003 riserva al titolare dei dati personali ed in particolare al diritto di verifica e del diritto di richiederne la cancellazione. L’inserzionista pertanto acconsente alla raccolta di tutti i dati forniti ed alla loro comunicazione ai nostri partner contrattuali.

Nome e Cognome . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Indirizzo

.......................................................................................

Telefono . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Testo dell’annuncio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ........................................................................................................... ........................................................................................................... ........................................................................................................... ........................................................................................................... ........................................................................................................... ........................................................................................................... ...........................................................................................................

Firma leggibile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .


ilsettimanale • giovedì 20 giugno 2013

48 www.novionline.net • www.ovadaonline.net

PROGRAMMA ESTIVO 2013 RESIDENZA AMEDEO lunedì 24 GIUGNO ore 19.30 Apericena a buffet con Severino Guglielmini e la sua fisarmonica

martedì 2 LUGLIO ore 20.30 Serata danzante con Emanuele Piu

lunedì 8 LUGLIO ore 17.30 Incontro-dibattito con il professor Alessandro Meluzzi sul tema “CRISI DEL WELFARE E CONFLITTO GENERAZIONALE DEL XXI SECOLO”

venerdì 12 LUGLIO ore 20.00 “BATTESIMO DELLA SELLA” per i bambini con i Pony del “MANEGGIO LE RONDINI”. Ad ogni bambino verrà rilasciato l’attestato di partecipazione

venerdì 19 LUGLIO ore 19.30 Serata gastronomica a base di pesce

martedì 6 AGOSTO ore 20.30 Serata danzante con Emanuele Piu

venerdì 23 AGOSTO ore 20.30 Serata “CABARET”

mercoledì 18 SETTEMBRE ore 19.30 "

!"

"

!

$ ! $

!

#!

$ "

! #"

#

% !" "


IL NOVESE n. 24 del 20 giugno 2013